Macerata, disavventura per la neo consigliera: Laura Orazi coinvolta in un frontale a Via Trento
Cronaca
25/09/2020

Macerata, disavventura per la neo consigliera: Laura Orazi coinvolta in un frontale a Via Trento

Brutto incidente questa mattina quello capitato alla consigliera comunale della Lega Laura Orazi. Poco dopo le 6 di questa mattina, mentre si stava recando come ogni giorno a tirare su le serrande di "Bar Cavour" di cui è comproprietaria insieme al fratello Ulderico (anche lui consigliere comunale di minoranza per la lista di Italia Viva), la neo eletta consigliera percorreva con la sua auto (una Smart) Via Trento quando si è trovata improvvisamente di fronte un furgone adibito alla consegna di medicinali che aveva imboccato l'arteria contromano. L'impatto frontale è stato invitabile ed a avere la peggio è stata la Orazi. Immediato è stato lanciato l'allarme e sul luogo dell'incidente sono prontamente intervenuti dagli operatori sanitari del 118 che constatati i forti traumi  riportati dalla donna ne hanno disposto il trasferimento al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Macerata. Illeso il conducente del furgone. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Polizia Stradale per effettuare i rilievi di rito e ricostruire la dinamica del sinistro.

Macerata, disavventura per la neo consigliera: Laura Orazi coinvolta in un frontale a Via Trento

Macerata, disavventura per la neo consigliera: Laura Orazi coinvolta in un frontale a Via Trento
25/09/2020

Brutto incidente questa mattina quello capitato alla consigliera comunale della Lega Laura Orazi. Poco dopo le 6 di questa mattina, mentre si stava recando come ogni giorno a tirare su le serrande di "Bar Cavour" di cui è comproprietaria insieme al fratello Ulderico (anche lui consigliere comunale di minoranza per la lista di Italia Viva), la neo eletta consigliera percorreva con la sua auto (una Smart) Via Trento quando si è trovata improvvisamente di fronte un furgone adibito alla consegna di medicinali che aveva imboccato l'arteria contromano. L'impatto frontale è stato invitabile ed a avere la peggio è stata la Orazi. Immediato è stato lanciato l'allarme e sul luogo dell'incidente sono prontamente intervenuti dagli operatori sanitari del 118 che constatati i forti traumi  riportati dalla donna ne hanno disposto il trasferimento al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Macerata. Illeso il conducente del furgone. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Polizia Stradale per effettuare i rilievi di rito e ricostruire la dinamica del sinistro.

Coronavirus Marche, 33 nuovi casi su oltre 800 tamponi effettuati: 9 nel maceratese

Coronavirus Marche, 33 nuovi casi su oltre 800 tamponi effettuati: 9 nel maceratese

25/09/2020

Il Gores nel cosnueto aggiornamento delle 9, ha comunicato che  ultime 24 ore sono stati testati 1547 tamponi: 887 nel percorso nuove diagnosi e 660 nel percorso guariti. I positivi sono 33 nel percorso nuove diagnosi: 8 in provincia di Ascoli Piceno, 7 in provincia di Pesaro Urbino, 9 in provincia di Macerata, 7 in provincia di Ancona, 1 in provincia di Fermo e 1 fuori regione. Questi casi comprendono 7 contatti stretti di casi positivi, 11 casi in ambito domestico, 10 soggetti sintomatici, 1 caso rilevato dallo screening lavorativo realizzato in ambito scolastico e 4 casi in fase di verifica. Il numero complessivo di contagiati nella Regione Marche sale, invece, a 7.834 su un totale di 140.156 campioni testati.  Di seguito, nel dettaglio, i dati rilasciati dal Gores:

Sarnano, si addormenta ubriaca nell'auto in centro storico: al risveglio aggredisce poliziotto

Sarnano, si addormenta ubriaca nell'auto in centro storico: al risveglio aggredisce poliziotto

25/09/2020

Resta incastrata con l'auto tra le viuzze del centro storico in piena notte e si addormenta nell'abitacolo ubriaca. Al risveglio aggredisce poliziotto.  È quanto accaduto due giorni fa, intorno alle 2:00 del mattino, ad una ragazza che - mentre era al volante - a causa di una manovra erronea è rimasta bloccata in uno degli stretti vicoli di Sarnano. I suoi insistiti quanto mal riusciti tentativi di disincastro hanno creato un considerevole trambusto e allarmato i residenti tanto che uno di loro, affacciatosi per vedere quanto stava accadendo, ha scelto di scendere in strada per dare una mano alla giovane.  Dopo circa 15 minuti l'auto è stata liberata e l'uomo - peraltro agente della Polizia Stradale - ha congedato la ragazza augurandole una notte serena e rientrando in casa a dormire. Non fosse che, poche ore dopo, uscendo per recarsi in stazione di primo mattino, ha notato la giovane ancora all'interno dell'abitacolo, addormentata sul volante della sua autovettura rimasta ferma nella medesima posizione della nottata.  Al che, bussando sul finestrino ha attirato la sua attenzione intimandole di spostare il veicolo per permettergli di recarsi al lavoro.  Per tutta risposta la ragazza, che si è poi accertato essere sotto effetto di alcolici, ha spintonato l'agente e fatto nascere una piccola colluttazione.  L'uomo ha quindi richiamato sul posto l'intervento delle forze dell'ordine: la giovane è stata identificata e denunciata dai carabinieri.  Al poliziotto sono state diagnosticate lesioni guaribili in pochi giorni di prognosi.  

Treia, travolta da un furgone mentre andava a scuola: 16enne trasportata a Torrette in codice rosso

Treia, travolta da un furgone mentre andava a scuola: 16enne trasportata a Torrette in codice rosso

25/09/2020

Travolta da un furgone mentre si recava a scuola: ragazza trasferita a Torrette. È quanto accaduto attorno alle ore 7:15 della mattinata odierna, lungo la strada Provinciale 361, che dalla frazione di Passo di Treia conduce a San Severino Marche. Ancora da chiarire l'esatta dinamica del sinistro. La ragazza di 16 anni stava percorrendo a piedi quel tratto di strada per recarsi alla fermata del bus, quando un furgone che sopraggiungeva l'ha investita facendola battere violentemente sull'asfalto. Appena lanciato l'allarme, sul posto sono accorsi gli operatori sanitari del 118 che, constatati i gravi traumi riportati dalla giovane, hanno predisposto l'arrivo dell'elisoccorso. La 16enne è stata trasportata all'Ospedale Torrette di Ancona in codice rosso. Non è in pericolo di vita. (Servizio in aggiornamento)

Matteo Salvini a Macerata: dal balcone del Comune all'incontro con il Vescovo (Fotogallery)

Matteo Salvini a Macerata: dal balcone del Comune all'incontro con il Vescovo (Fotogallery)

24/09/2020

Intorno alle 15 Piazza della Libertà si è stretta ancora una volta intorno al neosindaco Sandro Parcaroli che, in una cornice illuminata dai flash dei fotografi e dai sorrisi dei presenti, ha atteso - all’ingresso del Palazzo comunale - il leader del Carroccio Matto Salvini. Dopo pochi minuti ecco farsi largo tra la folla proprio il Segretario Federale della Lega, con al suo fianco il Coordinatore Regionale Riccardo Augusto Marchetti, e così è scattato subito l’abbraccio promesso durante il comizio del 6 agosto a Piazza Mazzini. “Questa vittoria ce la dobbiamo meritare tutta. I festeggiamenti possono durare solo due o tre ore. Poi subito al lavoro” - ha subito sentenziato “il Capitano” prima di entrate a Palazzo. I due uomini politici hanno percorso sotto braccio le due rampe di scale che li hanno condotti dritti verso la sala della giunta. Parcaroli ha mostrato ai vertici della Lega il suo nuovo posto di lavoro ma prima di sedersi al tavolo di sindaco ed assessori per pianificare l’immediato futuro del capoluogo il nuovo Sindaco e Matteo Salvini si sono il goduti il balcone del Palazzo Comunale con vista sul cuore di Macerata. Un vertice ristretto durato circa 20 minuti che si è concluso con un’energica stretta di mano tra Salvini e Parcaroli che hanno si sono promessi di riaggiornarsi ogni anno per monitorare lo “stato dell’arte” del lavoro della nuova colazione che guiderà Macerata. Il tour maceratese di Matteo Salvini è poi continuato con una camminata lungo via Don Minzoni per arrivare alle porte del palazzo diocesano. Ad attenderli c’era il Vescovo Nazareno Marconi ed è stata l’occasione per un ulteriore incontro “tra pochi intimi” che si è concluso dopo intorno alle 16 con Salvini che all’uscita ha dichiarato scherzando: “Sono stato assolto dai miei numerosi peccati”. Dopodiché Il Capitano dopo un'ultima tornata di selfie ha aperto la portiera della sua auto blu facendo vela verso Roma.

Cronaca

Macerata, assembramenti fuori dai locali e niente mascherine: scatta la multa per 26 persone

Macerata, assembramenti fuori dai locali e niente mascherine: scatta la multa per 26 persone

25/09/2020

Controlli nella notte da parte delle Forze dell'Ordine.  Dalle 22 di ieri sera giovedì 24 settembre, serata di movida, fino alle 3 di questa mattina gli agenti della Polizia locale di Macerata unitamente ai carabinieri, hanno effettuato attività di controllo del territorio comunale finalizzata al rispetto delle norme anticovid e del codice della strada e sono state eseguite  verifiche con "alcoltest". Le attività  sono state effettuate anche a seguito di input da parte del Prefetto Flavio Ferdani che vuole intensificare i controlli a tutela del territorio. Nel corso dell’operazione, che ha visto impegnate una decine di persone tra Polizia locale e carabinieri, sono state sanzionate 26 persone per non aver indossato mascherina e in assembramento, 2 multe elevate per eccesso di velocità lungo la circonvallazione della città e identificate, in totale, 200 persone. L’attività di controllo che ha dato esiti positivi, proseguirà con regolarità anche nel corso dei prossimi mesi.  

Attualità

San Severino, manutenzione al cimitero di San Michele: alcuni settori chiusi ai visitatori

San Severino, manutenzione al cimitero di San Michele: alcuni settori chiusi ai visitatori

25/09/2020

Al fine di garantire la sicurezza durante i lavori di manutenzione straordinaria del cimitero urbano di San Michele, a San Severino Marche, alcuni settori del cantiere in corso nell’area delle tombe ipogee, sono stati chiusi ai visitatori. Scusandosi per i disagi arrecati, si invitano i fruitori del cimitero al rispetto del senso civico e a tenere comportamenti consoni al luogo e all’osservanza delle norme durante le visite dei propri congiunti. Si chiede, in particolare, di evitare lo spostamento di transenne e di scavalcare le reti di recinzione e qualsiasi altro presidio predisposto ai fini della sicurezza del cantiere e della pubblica incolumità.

Politica

Macerata, Fratelli d'Italia in festa: "Voti triplicati rispetto a 5 anni fa" (VIDEO)

Macerata, Fratelli d'Italia in festa: "Voti triplicati rispetto a 5 anni fa" (VIDEO)

“Siamo qui per fare il punto della situazione dopo le elezioni sia regionali che comunali, non posso che esprimere soddisfazione massima per i risultati in entrambi i casi” queste le parole del coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia Massimo Belvederesi, in apertura della conferenza stampa post voto. Belvederesi sottolinea come, a livello di punteggi elettorali, il partito sia cresciuto moltissimo rispetto a 5 anni fa andando quasi a triplicare le preferenze ottenute. Soffermandosi su questo aspetto, il coordinatore ringrazia tutta la classe dirigente del partito, tutti i militanti e tutti i candidati sia regionali che comunali. “Siamo il secondo partito subito dopo la Lega e davanti al PD – prosegue Belvederesi - non vogliamo fare commenti né attaccare l’avversario, ma vogliamo solo dire che la candidatura di Acquaroli e dei nostri consiglieri regionali è stata capita ed accettata. La vera sfida comincia oggi, andando a governare abbiamo la possibilità di dimostrare alla provincia ed alla regione quello che possiamo fare con un governo di centro destra”. Nel Maceratese Fratelli d'Italia è riuscita ad eleggere ben due consiglieri regionali: la confermata Elena Leonardi e la new entry Pierpaolo Borroni. A livello comunale il partito ha triplicato i voti rispetto alla amministrative di 5 anni fa e quadruplicato il numero di consiglieri eletti.  La parola passa poi al dirigente nazionale FdI Mirco Braconi, che ammette come la soddisfazione e l’entusiasmo siano i sentimenti maggiori in questi due giorni, ma che già da subito "si metteranno al lavoro". “Il risultato che abbiamo ottenuto è un premio ma è anche una grande responsabilità che dobbiamo metterci, fin da subito, sulle spalle e dobbiamo guidare il rilancio di questo territorio – prosegue Braconi -. La cosa che mi preme di più sottolineare è che, con il grande risultato di Macerata e nella provincia, l’asse portante della politica si è spostato verso il centro destra, siamo nel governo di 4 comuni sui 5 più importanti della provincia”. Elena Leonardi esprime un ringraziamento generale a tutti coloro che hanno sostenuto il partito:“il risultato ottenuto è assolutamente importante ed evidente, la fiducia che ci hanno dato è un patrimonio molto importante che non vogliamo sprecare”. “Questo è un gruppo che nasce storicamente dalla destra ed è molto più di un gruppo consiliare, è un gruppo politico nato e cresciuto insieme – prosegue il neo consigliere regionale Pierpaolo Borroni -. Sottolineo che noi ce la metteremo tutta, una presenza costante per riuscire a risolvere la maggior parte dei problemi, anche nuovi, che ci verranno sottoposti”. Uno degli ultimi interventi è stato quello del neo eletto consigliere comunale Paolo Renna. “Sia io che Francesca D'Alessandro siamo stati gli unici consiglieri a superare le 300 preferenze – afferma Renna -, questi risultati non avvengono per caso, ma perché abbiamo fatto una politica tra la gente e non dentro i palazzi. Abbiamo sempre cercato di dare risposte alle problematiche, ed anche se non sempre ci siamo riusciti, l’impegno non è mai mancato. La politica che piace a noi, quella con la ‘P’ maiuscola, è quella al servizio delle persone”. L’intervento finale spetta al consigliere comunale Francesca D'Alessandro. “Abbiamo lavorato sentendoci parte di una squadra e quindi senza personalismi".  

Sanità

Elisoccorso notturno, la replica di Ospedali Riuniti Ancona

Elisoccorso notturno, la replica di Ospedali Riuniti Ancona

19/09/2020

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa redatto dalla Direzione Generale di Ospedali Riuniti Ancona riguardo il volo notturno dell'eliambulanza:  "Mi meraviglia e stupisce che di un fatto tecnico-assistenziale se ne faccia argomento di “salotto” politico. Sono Aldo Salvi, Direttore del Dipartimento di Emergenza di Secondo livello delle Marche, il responsabile dell’aspetto clinico dell’operazione “volo notturno dell’Eliambulanza”. Debbo fare alcune premesse fondamentali. 1.      - l’avvio del volo notturno dell’elicottero era stato previsto per settembre, quando ancora la tornata elettorale era fissata per maggio 2.      - un evento, per verificarsi deve essere avviato e ogni evento umano per raggiungere l’ottimale richiede tempo, quello che si chiama “addestramento” 3.      - i tempi degli eventi umani non variano in funzione del governo politico, ma sono fortemente determinati da leggi fisiche. Fatta questa premessa, doverosa per onestà intellettuale, l’avvio graduale dell’attività notturna dell’eliambulanza è fondamentale per una funzione così complessa. Nel volo notturno cambiano vari parametri assistenziali e di volo. E’ noto che il volo notturno è di maggior rischio per pazienti ed operatori e lo stress lavorativo è maggiore. Un avvio graduale con un numero limitato di interventi in aree sicure, è essenziale da una parte per ridurre lo stress e dall’altra per consentire di addestrarsi nelle procedure operative ed assistenziali specifiche, apprese “a terra”: qui più che in altri campi della medicina vale la regola che solo la pratica “rende perfetti”. Riguardo poi l’utilità dell’eliambulanza notturna anche con attività “limitata”, ribadisco ancora una volta che l’elicottero non è un mezzo di trasporto veloce, ma uno strumento per portare operatori sanitari addestrati nel Dipartimento di Emergenza di secondo livello, direttamente sul luogo dell’evento. Questa è una funzione sempre valida così di giorno come di notte, della quale siamo garanti: è impegno precipuo del Dipartimento di Emergenza tutto, assicurare a bordo operatori massimamente addestrati ad attuare le procedure “salva vita” in ogni luogo e circostanza e fortemente motivati. Sicuramente le cose cambieranno radicalmente quando sarà disponibile un maggior numero di elisuperfici autorizzate all’atterraggio notturno, sarà operativa la base HEMS di Torrette e saranno possibili operazioni NVIS (con visori notturni). Parliamo di 2-3 mesi ed allora, con operatori già addestrati alle usuali procedure, sarà tutto più semplice e realmente efficiente. Vorrei infine precisare che il trasporto via terra nella pratica non è solo determinato dalla percorrenza, infatti nella maggior parte dei nostri ospedali avviene ricorrendo alla Pronta Disponibilità dei vari operatori coinvolti, fatto che può allungare di molto i tempi rispetto a un servizio “attivo” quale può essere l’eliambulanza".

Sport

Atletica Avis Macerata, i successi nella Coppa Giovani portano 9 atleti ai Campionati Italiani (FOTO)

Atletica Avis Macerata, i successi nella Coppa Giovani portano 9 atleti ai Campionati Italiani (FOTO)

25/09/2020

Una bella accoppiata la vittoria sia maschile che femminile nella Coppa Giovani disputatasi ad Ancona la scorsa settimana. La manifestazione è stata organizzata dal Comitato Regionale della FIDAL per definire la squadra regionale che il 4 e 5 ottobre si confronterà con il resto d’Italia nel Criterium Nazionale Cadetti-e a Forlì, rassegna valida per l’assegnazione del titolo italiano individuale di categoria. Un bel successo dei ragazzi biancorossi determinato da molti risultati di vertice a da significative vittorie. Costante su prestazioni di altissimo livello Elisa Marini che non ha in regione avversarie in grado di impegnarla e che arriva in vista dei campionati italiani con un bel successo in 14’33”03. Ma l’appuntamento nazionale è un’altra cosa e richiederà grande maturità nel gestire la prova più attesa dell’anno, per la quale l’atleta ha lavorato duramente seguita da Alberto Cinella e Alberta Zamboni e Maurizio Iesari. Attualmente la cadetta dell’AVIS è la capofila stagionale in Italia seguita da Giulia Gabriele delle Fiamme Gialle. Due belle vittorie per Ambra Compagnucci nel salto in alto con 1.54 e nel salto in lungo con 5,07. Con queste due prove la ragazza di Colmurano è pronta per i campionati italiani dove dovrà affrontare la difficile gara del pentathlon. Sempre nel settore femminile vittoria di Greta Ricciardi nel giavellotto con 31,32 e secondi posti di Sonia Gattari negli 80 con 10”99, contro un forte vento, e nell’alto con m. 1,40 all’esordio. Ancora una seconda piazza per Anna Mengarelli nei 300 in 44’63;  in progresso Sofia Marchegiani nei 1200 siepi terza in 4’26”39 e Sofia Gentilucci nel salto in lungo quarta in 4,48. Palma al merito nel settore maschile per Matteo Vitali al successo nelle gare di velocità con 9”45 negli 80 e 36”58 nei 300, nuovo record sociale della specialità, che cancella Alessandro Berdini, un nome importante nel palmares dell’AVIS, 36”63 ad Orvieto nel 2003, che in questa prova ha vestito la maglia tricolore. Il forte atleta di Tolentino allievo di Alessandro Fineschi rappresenta una delle frecce della squadra Marche in vista dell’appuntamento romagnolo. Splendida anche la vittoria di Riccardo Ricci nell’alto dove con 1.89 ha migliorato il record sociale, che già deteneva, con 1.86, sfiorando nei tre tentativi successivi m.1.92, il record marchigiano che appartiene da tempo immemorabile (1976) al fanese Mariano Di Cesare con 1,91. L’obiettivo per Forlì per l’atleta seguito da Massimo Mozzoni sarà il podio, anche se confermarsi ad alto livello non è mai facile. Nuovo personal best per Libero Samuele Marino che si è aggiudicato la gara dei 2000 in 6’01”67 così come Simone Coppari nei 110 ostacoli corsi in 15”87 e, ottima per la classifica finale della Coppa giovani, la vittoria di Bernardo Matcovich nei 300 ostacoli in 46”79. Ma l’aspettativa più grande per gli atleti avisini era la convocazione nella squadra Marche per il Campionato Italiano cadetti di Forlì che è puntualmente arrivata e che comprende ben nove ragazzi dell’Atletica AVIS Macerata fra i ventisei scelti. I nomi dei biancorossi presenti sono: Matteo Vitali m. 300 e staffetta 4 x 100, Libero Samuele Marino m. 1000, Simone Coppari nei 110 ostacoli, Riccardo Ricci salto in alto, Elisa Marini marcia km.3, Rachele Tittarelli salto con l’asta, Sonia Gattari salto in alto e staffetta 4 x 100, Greta Ricciardi lancio del giavellotto e Ambra Compagnucci pentathlon.  

Economia

iGuzzini e WiSilica: nasce il binomio ideale per fornire un'illuminazione intelligente

iGuzzini e WiSilica: nasce il binomio ideale per fornire un'illuminazione intelligente

23/09/2020

WiSilica, fornitore di soluzioni IoT di classe mondiale per ambienti intelligenti, e iGuzzini illuminazione, leader internazionale nel campo dell'illuminazione architetturale, annunciano una partnership strategica per sviluppare soluzioni intelligenti destinate a un'ampia gamma di applicazioni illuminotecniche. La collaborazione mira a costruire, in modo efficiente, un know-how condiviso nell'illuminazione 'people-centric', sia in termini di Smart Light Control che di Smart Light Services. I dispositivi di controllo e le app intuitive fornite da WiSilica, insieme all'ampio portafoglio di soluzioni per l'illuminazione di iGuzzini, consentono una vasta gamma di applicazioni attraverso installazioni semplici ed efficienti dal punto di vista energetico nei luoghi della cultura, del lavoro, del retail, delle città, delle infrastrutture e dell'hospitality & living. Sfruttando il protocollo Bluetooth Low Energy, la luce può essere facilmente gestita da un dispositivo mobile o si possono fornire informazioni e servizi aggiuntivi per gli utenti. Grazie alla tecnologia BLE - ormai inclusa in ogni dispositivo - la luce diventa portatile, facilitando così l'installazione, la programmazione e la gestione del sistema. Il controllo remoto è possibile anche tramite un protocollo IP attraverso un'interfaccia BLE-WiFi, sempre con uno smartphone o direttamente online. Inoltre, la luce può anche creare nuovi servizi intelligenti a beneficio dei gestori e degli utenti. In particolare, grazie alla tecnologia beacon integrata nel sistema di illuminazione e al protocollo BLE, è possibile ricevere informazioni digitali attivando servizi di proximity marketing (notifiche push), indicazioni di percorso (indoor navigation) o dati sull'utilizzo degli spazi (occupancy/space management) direttamente su un device. “Siamo entusiasti di collaborare con iGuzzini e di lavorare insieme a un innovatore dell'illuminazione architetturale, professionista riconosciuto a livello mondiale", ha dichiarato Suresh Singamsetty, CEO di WiSilica. "La nostra esperienza nelle capacità wireless e nell'automazione supporta iGuzzini nel controllo preciso delle luci e nell'incremento del risparmio energetico. Inoltre, i nostri dispositivi conformi al protocollo DALI consentono loro di integrarsi con flessibilità in vasti ecosistemi senza soluzione di continuità". WiSilica ha fatto da pioniere realizzando la prima piattaforma IoT al mondo location-aware, ARIXA, che abbina l'illuminazione intelligente ai servizi di localizzazione in tempo reale. La piattaforma integra perfettamente hardware, middleware, cloud e interfacce applicative per alimentare una vasta gamma di applicazioni. Grazie all'efficienza combinata delle due aziende, i clienti possono ora accedere facilmente a sistemi di illuminazione aperti, connessi, automatizzati e facilmente gestibili. "Il nostro obiettivo è sempre stato quello di supportare la comunità illuminotecnica offrendo il maggior numero possibile di soluzioni per i loro progetti in tutto il mondo e soddisfacendo le loro esigenze di flessibilità ed efficienza" ha dichiarato Massimiliano Guzzini, Vice Presidente e Chief Marketing Officer di iGuzzini illuminazione. "A differenza di altri proprietary standards, la tecnologia Bluetooth consente l'interoperabilità permettendo ai nostri clienti (sia progettisti che clienti finali) di abbinare soluzioni di illuminazione multiple e ottimizzare l'intero sistema in termini di tecnologia, prestazioni e costi di progetto grazie alla sua grande adattabilità, affidabilità e facilità d'uso".

Scuola e università

Unimc presente al Festival dello Sviluppo Sostenibile: in programma 12 webinar

Unimc presente al Festival dello Sviluppo Sostenibile: in programma 12 webinar

25/09/2020

L'Università di Macerata partecipa al Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020 (22 settembre-8 ottobre), la più grande iniziativa italiana per sensibilizzare e mobilitare cittadini, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 dell'Onu e i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile. La manifestazione è organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo. A partire dal 29 settembre, l'Ateneo maceratese proporrà dodici webinar a partecipazione libera - previa richiesta di iscrizione - che proseguiranno anche oltre la durata del festival fino al 27 novembre, frutto della collaborazione tra Dipartimento di Giurisprudenza, Dipartimento di Scienze della Formazione, Beni culturali e Turismo, Cattedra Jean Monnet in Business Law in the European Union and Sustainable Economy, Centro Universitario di Studi Marittimi Adriatico-Ionici e dei Trasporti Trans-europei, Centro di Documentazione Europea, Scuola di Dottorato e Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale con il contributo della Rappresentanza in Italia per la Commissione europea.. Si comincia mercoledì 29 ottobre alle 18 con la presentazione della prima cattedra Jean Monnet ottenuta dall'Università di Macerata, focalizzata sui temi dello sviluppo sostenibile sotto diversi profili e punti di vista. Il 7 e l'8 ottobre Konstantinos Sergakis dell'Università di Glasgow, offrirà una comparazione tra l'approccio favorito dall'Unione Europea e quello degli Stati Uniti. Nei successivi appuntamenti, si parlerà di: i significati costituzionali della sostenibilità; il Caseifici Agricoli Open Day come esempio di sostenibilità tra agricoltura e turismo; l’agricoltura sostenibile nella prospettiva del Green Deal europeo; la gestione di merci pericolose e nocive nei porti italiani; le esperienze locali di agricoltura sostenibile e di educazione al cibo sano; la sostenibilità nell’esperienza imprenditoriale giovanile; il turismo sostenibile e responsabile; il turismo del paesaggio culturale. Dal 5 al 13 ottobre si svolgerà anche un ciclo di tre seminari su politiche fiscali e sviluppo sostenibile; la responsabilità sociale di impresa; l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite sugli obiettivi dello sviluppo sostenibile

Cultura

Mogliano, l'Auditorium San Nicolò torna a splendere: taglio del nastro il 26 settembre

Mogliano, l'Auditorium San Nicolò torna a splendere: taglio del nastro il 26 settembre

25/09/2020

L’Auditorium di San Nicolò, gioiello di arte settecentesca, riapre i battenti dopo gli interventi di risanamento architettonico. L’ex chiesa ha subito danni nel recente sisma del 2016 e necessitava di provvedimenti. L’Amministrazione comunale di Mogliano, sensibile alla tutela del patrimonio storico artistico si è impegnata per far si che questa struttura fosse risanata e messa a disposizione della collettività per iniziative culturali e sociali. Con l’attuale restauro la struttura è stata oggetto di rafforzamento mediante cuci e scuci delle murature, chiusura di nicchie e inserimento di barre negli strati per consolidare i numerosi distacchi. Questo monumento, che si trova nel cuore del centro storico e nel cuore dei cittadini, è stato sempre apprezzato dai visitatori che hanno ammirato un perfetto esempio di architettura barocca. Venne costruito dalla Confraternita di San Nicolò nel 1748 e impreziosito da decorazioni in stucco e scagliola. Vi si conservano dipinti pregevoli come l’Ultima cena di Alessandro Ricci e una Madonna di Giuseppe Ghezzi. La chiesa entrò a far parte dei beni del Comune negli anni ’70 del Novecento e, una volta recuperata, divenne Auditorium, inaugurato il 14 ottobre 1989. Grazie all’art bonus della Fondazione Carima è stato possibile dotare l’edificio di un impianto anti-intrusione (allarme e inferriate alle finestre) e di una wifi che consentiranno un utilizzo di questo spazio per esposizioni, concerti, meeting ed altro. Ogni restauro rivela delle novità storiche, infatti durante i lavori sono state recuperate delle opere di cui non si conosceva l’esistenza fra le quali i frammenti di una statua del Redentore di Fabiano Latini, apprezzato cartapestaio e scagliolista della fine dell’Ottocento, e un coretto ligneo settecentesco dipinto a grottesche, ma le scoperte non finiscono qui. L’inaugurazione avrà luogo sabato 26 settembre alle ore 17,30 con il taglio del nastro e la relazione storico artistica dell’edificio. In serata alle ore 21,15 concerto barocco dell’Accademia del Leone che eseguirà musiche di Pergolesi e due brani esclusivi di cui uno proveniente dall’archivio storico dei conti Compagnoni Marefoschi.

Eventi

Sarnano Comix, torna il festival del fumetto: dal Loggiato di via Roma parte l'edizione 1.5

Sarnano Comix, torna il festival del fumetto: dal Loggiato di via Roma parte l'edizione 1.5

24/09/2020

Torna Sarnano Comix, il festival del fumetto e della cultura ludica curato dall’Associazione Culturale 'Il Circolo di Piazza Alta' nel centro storico di Sarnano. Dopo la prima edizione del 2019, quest'anno l'associazione propone un'edizione 1.5 con quattro incontri al Loggiato di Via Roma. Sabato 26 settembre alle 16:30 aprirà il ciclo di conferenze Marco Alfieri, sviluppatore, ideatore di videogiochi e librigame, che terrà un intervento su come queste forme artistiche possano diventare strumenti di satira leggera. A seguire, alle 18:00 Gabriele Campagnano parlerà del suo marchio editoriale ZHistorica, una collana di graphic novel tra storia e romanzo. Sabato 3 ottobre si prosegue alle 16:30 con Maurizio De Angelis, anima artistica del duo di Footprints Games, che presenterà la genesi e l'evoluzione del suo Detective Gallo, avventura punta-e-clicca dalle tinte noir. Infine, alle 18:00 Sarnano Comix si chiude con l'illustratrice Laura Scarpa che terrà una lezione leggera sull'arte del disegno a fumetti. "L'abbiamo chiamata 1.5 perché è un momento di passaggio tra la prima e la seconda edizione" spiega l'ideatore Nicola Del Giudice. "Purtroppo, con le restrizioni imposte dalle norme anti-Covid, abbiamo deciso di cambiare temporaneamente format per evitare assembramenti. Tuttavia non volevamo fermare un evento che lo scorso anno ha suscitato grande interesse nel pubblico, proveniente anche da fuori regione. Per questo motivo, in accordo con  l’Amministrazione Comunale, abbiamo deciso di organizzare solamente quattro incontri in presenza, mettendo in atto tutte le precauzioni igienico-sanitarie, con la speranza che il prossimo anno si possa tornare a organizzare il Festival con tutte le caratteristiche che nella scorsa edizione ci hanno premiato". Sarnano Comix, infatti, si svolge con il patrocinio e il contributo dell’Amministrazione Comunale di Sarnano. «Dopo un'estate intensa ricominciamo subito con gli appuntamenti autunnali, felici di aver trovato una formula per riproporre Sarnano Comix che lo scorso anno aveva rivelato grandi potenzialità» commenta il Sindaco Luca Piergentili «Festival come questo ci permettono di attrarre target diversi dal solito con un'attenzione particolare ai giovani, oltre che a tutti gli appassionati della materia. Fumetto e cultura ludica sono trend già affermati e questa è un'occasione per Sarnano di inserirsi in nuovo circuiti culturali». Tutti gli eventi di Sarnano Comix sono a ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, ma è obbligatoria la prenotazione online attraverso la piattaforma Eventbrite o via email scrivendo a ilcircolodipiazzaalta@gmail.com.

Curiosità

Mogliano festeggia un nuovo centenario: è Renato Germani

Mogliano festeggia un nuovo centenario: è Renato Germani

23/09/2020

A Mogliano si festeggiano oggi i cento anni del Sig. Renato Germani, che ha raggiunto l’importante “traguardo anagrafico” circondato dall’affetto dei familiari. La cerimonia in forma breve oggi si svolge presso la sede comunale di Mogliano con la foto di rito insieme al Sindaco Cecilia Cesetti e alla famiglia con la tradizionale torta, mentre il festeggiamento esteso alla cittadinanza è previsto a metà ottobre presso il Teatro Apollo “E’ un avvenimento particolarmente importante per la comunità che idealmente è raccolta intorno al nostro concittadino Renato per porgere a lui e alla sua famiglia gli auguri odierni. Il nostro Renato è ancora molto attento alle vicende del Comune, ove è nato, abita insieme ai suoi affetti, figli e nipoti, e partecipa con vivo interesse anche alla vita della comunità”.  Persona colta e signorile, Renato Germani consegue il diploma di licenza industriale a Corridonia, risulta quindi vincitore del concorso presso le Ferrovie dello Stato a 18 anni svolgendo 6 mesi di servizio a Cortona e 5 mesi a Spoleto. Segue per lui la chiamata alle armi, per cui trascorre tre anni e mezzo presso il Ministero della guerra a Roma alla centrale telegrafica. Dopo l’8 settembre del ’43 torna a Mogliano e, successivamente, con l’arrivo delle truppe alleate alcuni ufficiali inglesi gli affidano la gestione del teatro Apollo, dove si occupa della gestione del cinema e organizza feste danzanti per sette mesi.   Dopo essere stato quindi impiegato presso le ferrovie dello Stato a Cortona-Spoleto, ha svolto l’incarico di sub agente dell’Assicurazione Tirrena, è stato gestore del Teatro Apollo, contabile della ditta “Mobili Craia” di Corridonia, si è occupato anche di allevamento di polli, è stato socio di ditte di borse e cestelli in vimini, così come socio della ditta “Deposito di combustibili di riscaldamento”. Infine ha gestito per alcuni anni anche un negozio di mobili. Tra gli incarichi, nomine e onorificenze il Sig. Renato Germani è stato Presidente dell’Associazione “La Rondinella” a Corridonia, segretario del PRI per venti anni, assessore ai Servizi sociali del Comune di Mogliano, fondatore del Centro Sociale Anziani, segretario di Lega CISL per cinque mandati, componente del Consiglio regionale CISL per quattro mandati, è stato insignito della medaglia d’oro alla mostra dell’Artigianato a Roma, ha ricevuto premi e attestati di partecipazione a mostre estere come quella a Klagenturt – Dusseldorf.    Di grande rilievo è la sua nomina a cavaliere della Repubblica a firma Segni - Moro, così come l’onorificenza ricevuta presso il Teatro Apollo a cura dell’allora sindaco Flavio Zura. Il Sig. Germani ha anche trascorso la propria vita dedicandosi a vari hobby, tra i quali l’orchestrina POKO-MOK di Mogliano (sax e tenore), la recitazione a Mogliano nello spettacolo “La volata” e a Corridonia per la rappresentazione “Frate Lupo”. “Siamo molto felici per lo straordinario traguardo raggiunto dal Sig. Renato, che onora il nostro paese - dichiara il primo cittadino - consentendoci di dire che anche Mogliano ora può appartenere alla schiera di quei luoghi nei quali si vive bene e a lungo, con una alta qualità della vita e ottimo clima. E’ emozionante potergli fare gli auguri di persona. L’Amministrazione comunale augura a Renato di continuare a vivere appieno la sua vita e di festeggiare molti altri compleanni circondato dall’affetto dei suoi cari”.

Varie

Astea, investimenti record e 30mila clienti serviti: presentato il Rapporto di Sostenibilità 2019

Astea, investimenti record e 30mila clienti serviti: presentato il Rapporto di Sostenibilità 2019

25/09/2020

Un quadro d’insieme sull’attività svolta dal Gruppo Astea, che va al di là del rendiconto economico, abbracciando anche gli interventi in ambito sociale e ambientale. E’ il Rapporto di Sostenibilità 2019 che fotografa le performance dell’azienda e che è stato presentato oggi ad Osimo nella sede Astea. Coordinati dal giornalista Maurizio Socci, l’Amministratore Delegato Fabio Marchetti e il direttore Massimiliano Riderelli Belli hanno illustrato i risultati del gruppo. Sul palco anche Andrea Prandi, ceo e founder Smart Italy e cofounder Vai Elettrico e in collegamento online Nicola Armaroli, dirigente di ricerca presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche, direttore della rivista scientifica Sapere e membro della Accademia Nazionale delle Scienze, a discutere di sostenibilità e di emergenza energia. Hanno portato il loro saluto i sindaci di Montelupone, Rolando Pecora, di Osimo, Simone Pugnaloni e di Recanati, Antonio Bravi. Si è partiti dalla parte economica del Rapporto di Sostenibilità 2019, chiusa con ricavi per 44.556.062 euro, l’aumento del patrimonio netto del Gruppo, che in due anni è salito da 99,7 milioni di euro a 104,3. E poi gli investimenti in crescita esponenziale: dagli 8 milioni di euro del 2017 ai 14,4 del 2019, ben 6 milioni in più in due anni, quasi la metà (6,7 milioni) impegnati nel settore idrico. Per garantire un livello tale di investimenti, il Gruppo Astea ha dovuto contrarre nuovi mutui nel 2019, portando i debiti a medio e lungo termine a 27,9 milioni di euro confermando comunque una buona sostenibilità finanziaria. L’impegno di Astea per il territorio si concretizza, tre le altre cose, nella scelta dei suoi fornitori, che sono per oltre la metà provenienti dalle province in cui opera: il 37,3% della provincia di Ancona e il 17,6% della provincia di Macerata, per un totale di 28 milioni di euro di affidamenti. Il numero di clienti è in aumento nel servizio idrico (+0,4%) arrivando a 57.748 e nell’igiene urbana (+0,2%) pari a 16.927. Grande l’attenzione alla tutela delle risorse, prima fra tutti quella idrica. Astea preleva in maniera predominante dai suoi pozzi (9.234 metri cubi nel 2019) oltre che dal Lago di Castreccioni (2.599 metri cubi), senza mai arrivare al limite imposto dalla concessione. Per limitare le perdite di rete nel 2019 la società ha realizzato negli otto Comuni serviti 12 nuovi km di rete idrica. Per quest’anno sono previsti Accordi di Programma per il cofinanziamento di cinque interventi di collettamento di reflui fognari: Aspio secondo stralcio, Montefiore, Montefano sud, Montelupone e Potenza Picena centro nord, il tutto con un investimento di circa 2 milioni di Euro. Passando a Dea Spa, società controllata che gestisce la distribuzione di energia elettrica, possiamo contare 745 cabine a servizio di 32.581 utenti. Di queste, ben 61 sono telecontrollate attraverso moderni sistemi di automazione. I punti luce di illuminazione pubblica gestiti, nei Comuni di Osimo, Recanati, Montelupone e Santa Maria Nuova, ammontano a 13.161 di cui 4.562 a led, questi ultimi in aumento del 27% in un anno. Dea estenderà nel corrente anno tale servizio anche nei comuni di Polverigi e Agugliano, grazie a un project financing accettato dall’Unione dei Comuni Terra dei Castelli. L’attenzione all’ambiente e al risparmio di risorse è dimostrata anche dai numeri del servizio igiene urbana. Aumentano infatti ad Osimo del 2,7% i rifiuti differenziati (passando dal 75,6 al 77,5%), con un aumento del 18% della plastica e del 6,8 di vetro e carta, mentre calano del 24% gli imballaggi misti. A Numana, l’altro Comune dove Astea svolge il servizio di raccolta rifiuti, la percentuale di raccolta differenziata arriva al 74,8% del totale, ben 6 punti in più in due anni. Il Centro del Riuso di San Biagio conferma i dati del 2017, con 1.604 utenti che hanno effettuato conferimenti e 2.066 che li hanno ritirati, risparmiando il trasporto in discarica di 33.174 kg. Aumenta il rispetto dello standard di qualità del servizio di distribuzione gas dal 98,5% al 98,8, per un totale di 3.508 prestazioni nel 2019, il doppio dell’anno prima, mentre nella distribuzione di energia elettrica lo standard di qualità resta invariato al 98,8%. E sulle 332 chiamate di primo intervento ricevute per il settore gas, il tempo medio di arrivo sul luogo è sceso da 42 a 38 minuti. Agli sportelli Astea sono stati ricevuti l’anno scorso 29.550 clienti, ben 6mila in più in un anno, con tempo di attesa medio di 15 minuti. Mentre al servizio telefonico sono giunte 22.568 chiamate al servizio clienti e 4.236 al servizio guasti con tempi di attesa alla risposta, rispettivamente, di 142 e 68 secondi. Restano stabili (400) i reclami. Infine, il personale ammonta a 247 unità, di cui 6 a tempo determinato. Le ore dedicate ai corsi di formazione sono state oltre 2mila, di cui il 58% per la sicurezza e il 25% per formazione tecnico specialista. Prosegue la diminuzione delle ore di assenza per infortunio, passando da 167 del 2018 a 127 del 2019, con una diminuzione sensibile dell’indice di gravità. Si sottolinea inoltre, per quanto riguarda i 145 mezzi Astea usati per i vari servizi, che sono stati dimezzati in due anni quelli Euro 0 e Euro 2, mentre sono saliti da 9 a 54 quelli Euro 6, confermando l’impegno del Gruppo Astea nel contenere l’inquinamento ambientale. “Il bilancio 2019 del Gruppo -commenta l’amministratore delegato e vicepresidente Fabio Marchetti- è un bilancio positivo, non solo per i risultati economici, in linea con il trend degli anni precedenti, ma soprattutto per la conferma dell’attenzione verso il territorio, priorità da più di 110 anni. Non un impegno proclamato ma tangibile. Il Gruppo ha continuato incessantemente le attività di manutenzione ed ammodernamento delle reti idriche, elettriche e gas, realizzando contemporaneamente nuove infrastrutture di raccolta e trattamento di acque reflue e completando le opere necessarie affinché alcuni Comuni fossero finalmente raggiunti dall’acqua del Nera, un ambizioso progetto pensato tanti anni fa che oggi può dirsi possibile, ed in parte già realizzato, grazie al lavoro costante della nostra squadra. Il percorso è ancora lungo, ma rimane forte la responsabilità del Gruppo nel perseguire tutti gli obiettivi prefissati”.  “Quello del rinnovamento delle reti è una partita fondamentale per il futuro della società – ha detto il direttore generale Massimiliano Riderelli Belli – perché c’è in ballo l’innovazione, la qualità e l’integrazione dei servizi offerti ai clienti. Per questo lo sforzo di Astea sotto il profilo degli investimenti è importante e anche nel 2019, insieme alla controllante Centro Marche Acque, abbiamo totalizzato 14 milioni di euro, in aumento del 36% sull’anno precedente, garantendo servizi sempre più tempestivi, sostenibili e di qualità.  

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.