L'inverno gioca d'anticipo: temperature in picchiata e prima neve sui Sibillini
Attualità
22/10/2018

L'inverno gioca d'anticipo: temperature in picchiata e prima neve sui Sibillini

Come ampiamente previsto già da qualche giorno, l'irruzione di aria fredda dai Balcani è arrivata puntuale nel pomeriggio di ieri, abbassando repentinamente le temperature e causando la prima nevicata stagionale sui Sibillini. La variazione della temperatura è stata tanto veloce quanto intensa, come testimoniano alcune persone presenti sul Monte Argentella, sopra i 2000 metri di quota, che hanno riferito come in mattinata erano tranquillamente a maniche corte. L'impulso freddo dall'est Europa però, nel pomeriggio, "ha abbassato la quota neve fin sui 1500 metri circa", come riporta la pagina Meteo Macerata e provincia, che allega anche la foto dei primi fiocchi stagionali nei pressi di Ragnolo.

L'inverno gioca d'anticipo: temperature in picchiata e prima neve sui Sibillini

L'inverno gioca d'anticipo: temperature in picchiata e prima neve sui Sibillini
22/10/2018

Come ampiamente previsto già da qualche giorno, l'irruzione di aria fredda dai Balcani è arrivata puntuale nel pomeriggio di ieri, abbassando repentinamente le temperature e causando la prima nevicata stagionale sui Sibillini. La variazione della temperatura è stata tanto veloce quanto intensa, come testimoniano alcune persone presenti sul Monte Argentella, sopra i 2000 metri di quota, che hanno riferito come in mattinata erano tranquillamente a maniche corte. L'impulso freddo dall'est Europa però, nel pomeriggio, "ha abbassato la quota neve fin sui 1500 metri circa", come riporta la pagina Meteo Macerata e provincia, che allega anche la foto dei primi fiocchi stagionali nei pressi di Ragnolo.

"L'uomo bianco", il nuovo libro di Ezio Mauro: da Macerata per raccontare la deriva razzista dell'Italia

"L'uomo bianco", il nuovo libro di Ezio Mauro: da Macerata per raccontare la deriva razzista dell'Italia

Si intitola "L'uomo bianco" l'ultimo lavoro dell'ex direttore di Repubblica, Ezio Mauro. Edito da Feltrinelli, il libro muove dai fatti di macerata, definiti "la tentata strage di Luca Traini", per raccontare i cambiamenti di un'Italia che sembra rischiare la pericolosa deriva del razzismo. E già dalle prime righe, con il racconto romanzato del 3 febbraio scorso e delle ore che hanno preceduto il raid di Luca Traini, macerata é al centro della nuova pubblicazione del noto giornalista e scrittore. Un racconto dettagliato, che muove dal profilo del ventinovenne di Tolentino, fino a descrivere i tratti di un paese che proprio da quel 3 febbraio ha fatto uscire allo scoperto i suoi malumori e un razzismo fino ad allora covato dentro.  Certo, non una buona pubblicità per il capoluogo e per una cittadina che sta facendo di tutto per mettersi alle spalle quei giorni terribili, con i maceratesi che, ancora una volta, sono spaccati tra chi considera "L'uomo bianco" l'ennesima strumentalizzazione di un fatto archiviato troppo precocemente come "razzismo" e chi, invece, ritiene che la gravità di quanto accaduto proprio nella tranquilla Macerata debba essere analizzato e riproposto per evitare pericolose derive razziste.

Contributi per il terremoto: vige il vincolo di impignorabilità di destinazione

Contributi per il terremoto: vige il vincolo di impignorabilità di destinazione

21/10/2018

Torna, come ogni domenica, la rubrica curata dall’avv. Oberdan Pantana, “Chiedilo all’avvocato”. Questa settimana, le numerose mail arrivate hanno interessato la questione inerente ai contributi erogati nei riguardi di coloro che hanno avuto le proprie abitazioni danneggiate dal terremoto a far data dall’agosto 2016 e nello specifico i contributi elargiti per la loro ricostruzione o per l’autonoma sistemazione versati a titolo di affitto. In particolare, ecco la risposta dell’avvocato Pantana alla domanda posta da un lettore di Muccia, che chiede se tali somme di denaro possono essere o meno oggetto di pignoramento da parte di terzi. Il caso di specie ci offre la possibilità di fare chiarezza riguardo ad una tematica molto sentita nonché attuale, relativa alla pignorabilità delle somme erogate a sostegno della ricostruzione degli immobili lesionati dal sisma, nonché delle mensilità versate, a titolo di contributo di autonoma sistemazione, in favore dei soggetti che hanno perso la propria abitazione in conseguenza delle violenti scosse di terremoto, che dall’agosto 2016 hanno purtroppo interessato il Centro Italia e nello specifico la nostra amata provincia.  Innanzitutto, deve essere specificato che, la Legge n. 219 del 14 maggio 1981, emanata in seguito al violentissimo terremoto che il 23 novembre 1980 colpì la Campania centrale e la Basilicata centro-settentrionale (il terremoto dell’Irpinia), aveva previsto anche in quella circostanza l’erogazione dei contributi economici nei confronti di coloro che avevano perso la propria abitazione, alla scopo di permettere la ricostruzione delle zone colpite da tale sisma. Ebbene, in materia si segnala un importante e consolidato principio giurisprudenziale statuito dalla Suprema Corte di Cassazione, che chiamata a pronunciarsi proprio per una vicenda legata a quel terremoto in merito alla pignorabilità di terzi nei confronti dei contributi elargiti per la ricostruzione di un immobile, la stessa ha statuito che tali somme pur non soggette ad un vincolo di impignorabilità assoluta vige però nei loro confronti un vincolo di impignorabilità di destinazione, affermando quanto segue: “La legge n. 219 del 1981, non introduce espressamente un vincolo di impignorabilità in relazione ai contributi erogati per la ricostruzione di immobili danneggiati dal sisma. Inoltre il D. lgs. n. 76 del 1990, art. 3, comma 7, prevede che gli atti di pignoramento eventualmente notificati agli uffici pagatori non sospendono il pagamento dei titoli di spesa, rendendo chiaro sul piano dell’interpretazione letterale che la legge non ha inteso gravare di un vincolo di impignorabilità assoluta i contributi per la ricostruzione. Difatti, pur in mancanza di un vincolo di impignorabilità assoluta, e di un riferimento espresso al pignoramento nell’ultima norma citata, esiste pur sempre un vincolo di destinazione sui fondi erogati ai privati per consentire la ricostruzione, affinché essi non siano aggredibili dai creditori del beneficiario stornandoli dalla finalità per la quale venivano erogati” (Cassazione Civile, Sez. III, 15/05/2014 n. 10642). Quindi, sulle somme erogate per la ricostruzione delle aree devastate dal terremoto, sussiste un vincolo di destinazione, finalizzato a consentire lo specifico risultato a cui sono destinati tali fondi. Qualora, infatti, il soggetto destinatario di questi contributi ponga in essere una serie di obbligazioni aventi la stessa destinazione delle somme corrisposte dallo Stato, quest’ultime potranno certamente essere pignorate, in quanto sono rivolte a soddisfare comunque gli stessi interessi che con il vincolo si intendeva preservare; mentre, allo stesso tempo, tali somme non potrebbero essere pignorate da terzi nel momento in cui le stesse andrebbero a soddisfare interessi diversi: ad esempio, il creditore che ha fornito materiale edile proprio per la ricostruzione di quell’abitazione può porre in essere un pignoramento presso terzi nei confronti di tali somme destinate per la ricostruzione a differenza di un credito riferito all’acquisto di una macchina, o comunque di beni che nulla hanno a che vedere con tale vincolo di destinazione. Per quanto riguarda il C.A.S., ovvero il contributo per l’autonoma sistemazione, occorre precisare che anch’esso è una misura rivolta al sostegno delle popolazioni colpite dagli eventi sismici, riconosciuto a chi, al momento del sisma, risultava titolare di diritti reali sull’immobile nel quale aveva l’abitazione principale, edificio poi dichiarato inagibile con ordinanza del Sindaco; tale contributo termina, poi, al venire meno dei presupposti normativi, e quindi al momento del ripristino delle condizioni per il rientro nell’abitazione principale, o nel differente caso di reperimento di un’altra sistemazione avente però carattere di stabilità. Ebbene, stante la sua natura di misura volta al sostegno della popolazione colpita dal terremoto, deve essere rilevato che anche per il contributo di autonoma sistemazione varrà lo stesso principio giuridico consolidato applicato dalla Suprema Corte nella sentenza n. 10642/2014 come sopra riportato, tanto da andare incontro anch’esso al vincolo giuridico di destinazione.   Rimango in attesa come sempre delle vostre richieste via mail, dandovi appuntamento alla prossima settimana.  

Civitanova, auto bloccata sulla spiaggia: "Volevo far vedere il mare a mia madre"

Civitanova, auto bloccata sulla spiaggia: "Volevo far vedere il mare a mia madre"

21/10/2018

Uno strappo alle regole per accontentare l'anziana madre e un inconveniente che si è concluso senza particolari conseguenze. E' successo oggi pomeriggio a Civitanova, dove un'automobile è rimasta insabbiata su un tratto di spiaggia, costringendo il conducente a chiedere l'intervento dei soccorsi. A spingerlo sulla sabbia, ha spiegato, il desiderio di consentire alla anziana madre di vedere il mare, portandola il più vicino possibile. L'auto è stata rimossa da un carrattrezzi, sul posto anche personale del 118 per accertarsi delle condizioni della donna. Per madre e figlio nessuna conseguenza. 

Camerino, l'insediamento dell'arcivescovo Massara nel segno dell'accoglienza

Camerino, l'insediamento dell'arcivescovo Massara nel segno dell'accoglienza

21/10/2018

Monsignor Francesco Massara si è insediato oggi alla guida dell'Archidioscesi di Camerino e San Severino. Dopo aver pregato davanti all'urna di San Venanzio, accompagnato dal vescovo emerito Brugnaro, ha visitato la cattedrale colpita dal sisma per poi incontrare le autorità nella sede di Contram. Ad accoglierlo, insieme alla collega di San Severino Marche, Rosa Piermattei, il sindaco Gianluca Pasqui: "Benvenuto don Franco, benvenuto arcivescovo Francesco Massara! Oggi posso pronunciare questa frase. Qualche giorno fa, preparando la trasferta a Mileto in occasione della sua ordinazione, riflettevo sul fatto che, qualora fossi stato chiamato a parlare, non avrei potuto dire “benvenuto”. Ma avrei dovuto trovare altri termini per testimoniare la gioia di una comunità che si preparava ad accoglierla. Accogliere, un verbo meraviglioso, che, appunto, accoglie e raccoglie innumerevoli significati. Ma anche un verbo che per noi, oggi, è difficile da pronunciare. Perché se è vero che l’accoglienza è nella nostra tradizione, nella nostra storia e nel nostro animo, è altrettanto vero che oggi, per questioni che purtroppo sono evidenti anche ad uno sguardo superficiale, accoglienti non possiamo esserlo. Almeno materialmente, visto lo stato dei nostri edifici. Avremmo voluto, quindi, accoglierla come Lei e la sua comunità avete accolto noi a Mileto, ma oggi questi sono i nostri spazi, oggi questi sono i nostri luoghi. L’animo, però, il cuore, non tengono conto dei danni materiale e, quindi, il sentimento è quello della gioia e dell’apertura assoluta. Soprattutto oggi, soprattutto adesso, che ci troviamo a fare i conti con una inevitabile disgregazione o, se vogliamo, che ci troviamo a combattere una vera e propria guerra contro la disgregazione. Abbiamo più che mai bisogno di punti di riferimento. Penso, in particolare, ai nostri giovani e ai nostri anziani, verso i quali sono certo sapremo trovare, insieme e con l’impegno di tutti, una nuova forza aggregante. Per i primi, che oggi hanno perso anche quelli che un tempo erano i luoghi di ritrovo dove tutti noi siamo cresciuti e ci siamo formati al di fuori delle famiglie e della scuola, e per i secondi, che alla mancanza di luoghi aggiungono pure l’amara consapevolezza che forse non ci sarà abbastanza tempo per vedere il futuro verso il quale si sono spesi e per il quale hanno investito in termini umani e non solo. Ecco, quello che le chiedo, è di aiutarci a prenderci cura delle nostre fragilità". E di accoglienza ha parlato anhce l'arcivescovo Massara durante la messa di insediamento che si è svolta nel centro culturale Benedetto XIII: "Grazie per questa calorosa accoglienza, la vera accoglienza è quella del cuore, senza non si può fare nulla. Vi invito a camminare insieme perché nell'aiuto e nell'accoglienza si crea sempre qualcosa di buono".

Cronaca

Anche nelle Marche l'operazione contro il clan rivale degli Spada

Anche nelle Marche l'operazione contro il clan rivale degli Spada

23/10/2018

Disarticolata dai carabinieri un'organizzazione ritenuta epigona al clan Triassi e antagonista agli Spada. Quarantadue gli arresti e beni sequestrati per due milioni. Al vertice dell'organizzazione criminale è stato individuato un anziano malvivente, già in passato considerato elemento apicale della "Banda della Marranella" e, in posizione immediatamente subordinata, due uomini in passato ritenuti vicini al clan dei Triassi. L'operazione ha riguardato Lazio, Campania, Toscana, Lombardia e Marche.

Attualità

Cratere, il ministro Centinaio: aiuti per le giovani imprese

Cratere, il ministro Centinaio: aiuti per le giovani imprese

23/10/2018

"L'obiettivo che abbiamo, in questo momento, è aiutare i giovani a fare impresa, a vivere serenamente e pensare al futuro in zone, belle e devastate, come queste queste". Lo ha detto il ministro dell'Agricoltura Gian Marco Centinaio che nelle Marche ha visitato tre aziende agricole terremotate ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), Montefortino (Fermo) e Pieve Torina (Macerata) e incontrato sindaci, associazioni di categoria, accompagnato dalla vice presidente della Regione Anna Casini. Il ministro ha partecipato anche al Tavolo politico strategico delle Marche, organismo consultivo regionale per la programmazione agricola. "Quella marchigiana - ha sottolineato - è una terra colpita da un dramma, ma con gente fiera, persone con tantissima dignità, che vogliono proseguire il loro lavoro e che amano le proprie tradizioni e radici. Sono le persone che piacciono a me. Le Marche, dopo il Lazio , sono la seconda tappa concordata con le Regioni per visitare le zone terremotate".

Economia

Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 22 ottobre

Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 22 ottobre

22/10/2018

INSERZIONE cod. Conf 142 Confindustria Macerata ricerca per azienda di servizi una/un RESPONSABILE RISORSE UMANE (cod. annuncio Conf 142), con esperienza nel ruolo. Si richiede conoscenza in materia di diritto del lavoro, sindacale e tributario, normativa previdenziale e pensionistica, elementi della normativa sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori in tutti i settori di attività privati e pubblici, normativa in materia di tutela della Privacy, elementi di normativa fiscale e tributaria, conoscenza del pacchetto “Zucchetti Paghe”. La risorsa si occuperà di ottimizzazione della gestione del personale , gestione conflitti e contenzioso con personale, sistemi retributivi e sistemi di premialità,  procedure di gestione del personale, adempimenti e scadenze fiscali. Sede di lavoro: provincia di Macerata.          Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità alle disposizioni del D.Lgs 196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a: srp@confindustriamacerata.it (Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).  Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.   INSERZIONE cod. Conf 143 Confindustria Macerata ricerca per azienda di servizi una/un ADDETTA/O PAGHE E CONTRIBUTI (cod. annuncio Conf 143), con conoscenza in materia di diritto del lavoro.  La risorsa verrà inserita all’ interno dell’ Ufficio Risorse Umane. Sede di lavoro: provincia di Macerata.       Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità alle disposizioni del D.Lgs 196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a: srp@confindustriamacerata.it (Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).  Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.  

Politica

Scuola e università

Professione sport, all'Ite di Macerata si impara il lavoro del domani

Professione sport, all'Ite di Macerata si impara il lavoro del domani

23/10/2018

Il mondo dello sport visto da dentro. Come si organizza un evento, come funziona il marketing per promuoverlo. E ancora, come si amministra una società o un impianto sportivo. Sono queste alcune delle finalità del progetto promosso dall'istituto tecnico economico di Macerata. Il progetto, rivolto sia ai bienni che ai trienni, è stato presentato questa mattina alla biblioteca Mozzi Borgetti. A illustrate l'iniziativa il preside dell'istituto, Pier Francesco Castiglioni, la professoressa Milena Pagliari, responsabile del progetto, Paola Gallo, Cinzia Cecchini e Susanna Ghelardi. Con loro l'assessore allo sport, Alfiero Canesin. Sabato, alle 10.30, nella sede dell'istituto il progetto sarà presentato agli studenti. Ospiti Susanna Batazzi, campionessa di scherma, la nuotatrice Valentina Luconi, Ubaldo Righetti, ex calciatore della Roma, allenatore e opinionista.

Cultura ed eventi

Il sospiro di Medusa di Morena Oro all'Officina delle Arti di Corridonia

Il sospiro di Medusa di Morena Oro all'Officina delle Arti di Corridonia

23/10/2018

E’ prevista per domenica 28 ottobre la presentazione ufficiale dell’ultimo libro di Morena Oro, navigata speaker e conduttrice radiofonica a Radionuova in Blu, dal titolo “Il sospiro di Medusa”, pubblicato da Le Mezzelane Editore. Morena Oro, ormai conosciuta anche per le performance poetico teatrali che caratterizzano il suo approccio artistico, non si limita alla composizione dei testi poetici ma intende ogni volta farli vivere in quelle che sono rappresentazioni fra reading e lavoro attoriale affinché il pubblico partecipi ad una vera e propria esperienza sensoriale completa.  La poetessa e performer porterà in scena la performance omonima del libro, Il sospiro di Medusa, composto da una raccolta di testi che oltre a offrire una rilettura soggettiva e destrutturante del celebre mito da parte dell’autrice, percorre sentieri e tematiche sempre molto care alla Oro, quali l’universo femminile, cosmogonia di problematiche e narrazioni, di debolezze, tenacia e grazia sublimi, oltre alle infinite variabili che intrecciano i destini degli esseri umani in misteriose e intense declinazioni.  Quattro le pubblicazioni precedenti che si dipanano in un fil rouge di tematiche che sembrano essere per lei d’inesauribile ispirazione: Anima Nuda, Affetti Collaterali, Autopsia del mio demone e Memorie dell’acqua.   Durante la presentazione, che si terrà all’Officina delle Arti di Corridonia, in via Piave 15, alle ore 17,30, interverranno relatrici di notevole carisma ed eccezionale preparazione, quali Loredana Finicelli, critica e storica dell’arte, Rita Angelelli, direttore editoriale della casa editrice Le Mezzelane e Lucia Nardi, poetessa e critica letteraria.   

Sport

Inizio scoppiettante per le squadre del Volley Macerata

Inizio scoppiettante per le squadre del Volley Macerata

23/10/2018

Nel weekend appena concluso son finalmente iniziati i campionati giovanili per il Volley Macerata. La prima formazione a scendere in campo è stata l’Under 14 guidata da Dylan Leoni che, di scena a Morrovalle, ha strapazzato con rotondi 2-0 il Montalbano e la locale 3 M Volley. Il primo match contro i biancoverdi ha visto come protagonisti i nostri portacolori che con caparbietà e decisione hanno sempre guidato il gioco conquistando l’intera posta in palio con un doppio 25-16.Nel secondo incontro il Volley Macerata ha disputato il parziale iniziale in maniera perfetta senza il minimo errore vincendo la frazione addirittura 25-05. Nel set successivo coach Leoni ne ha approfittato per dare minuti a tutti i suoi atleti che hanno risposto con una prestazione davvero convincente conquistando anche il secondo parziale 25-19 concludendo così la giornata di gare a punteggio pieno.Coach Leoni raggiante a fine mattinata: “Sono davvero soddisfatto della prestazione dei miei giocatori, son riuscito a far entrare tutti provando anche diverse soluzioni che possono tornare utili durante il proseguo del campionato. C’è ancora tantissimo lavoro da fare e molto da migliorare su alcuni fondamentali ma intanto i ragazzi hanno cominciato a prendere il ritmo partita e nelle prossime uscite miglioreranno sicuramente.” Mercoledì esordirà anche l’Under 18 di Leonardo Evangelisti (denominata Paoloni Macerata) che, al Palasport di Macerata in Contrada Fontescodella, affronterà i pari età del Volley Libertas Osimo. Nel prossimo weekend inizierà invece il campionato di Prima Divisione dove la società ha iscritto addirittura due squadre: la prima denominata Paoloni Macerata è composta dagli stessi atleti dell’Under 18 ed affronterà tra le mura amiche Sabato alle 20:30 il Matelica Volley; la seconda squadra, chiamata Volley Macerata, è formata dai ragazzi dell’Under 16, è guidata da Francesco Del Gobbo e Domenica mattina esordirà in trasferta al Palaprincipi di Porto Potenza Picena in casa del Volley Potentino. Per concludere, sempre Domenica mattina, l’Under 14 di Dylan Leoni ospiterà a Macerata, nel concentramento valido per la seconda giornata di campionato, i pari età dell’Euroottica Montecassiano e, nuovamente, il Montalbano. Insomma tante partite da disputare e soprattutto tanto tifo per i nostri ragazzi.

Sanità

Sanità nelle Marche, Arrigoni (Lega): Ceriscioli e Burioni attori di una commedia sulla pelle dei marchigiani

Sanità nelle Marche, Arrigoni (Lega): Ceriscioli e Burioni attori di una commedia sulla pelle dei marchigiani

22/10/2018

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del Senatore e Responsabile della Lega nelle Marche Paolo Arrigoni “Le polemiche di questi giorni sulla sanità marchigiana tra Ceriscioli e Burioni sono l’ennesimo atto di una farsa che va avanti da troppi anni. Anziché occuparsi di progettualità regionale nelle aree colpevolmente trascurate della cronicità, delle cure palliative, delle reti cliniche, dell’integrazione socio-sanitaria o della diagnosi precoce il Presidente Ceriscioli spende il suo tempo per litigare, pur con impacciata deferenza, con il divo Burioni che forte del suo nuovo ruolo di spalla di Renzi, anche dalla Leopolda, non perde occasione per lanciare strali e scaricare ingiurie su tutti coloro che legittimamente la pensano diversamente”. A dichiararlo è il Senatore Paolo Arrigoni, Questore a Palazzo Madama e Responsabile della Lega nelle Marche, che entra nel dibattito di questi giorni denunciando i veri problemi causati dalla pessima gestione politica della sanità nelle Marche. “Il balletto delle deleghe tra i consiglieri Volpini e Talè sarebbe di per sé irrilevante se non rappresentasse il punto di rottura dei giochi politici e dei veti incrociati del PD regionale, che per un capriccio del suo Governatore ha avallato la decisione di non individuare un assessore  per un settore come quello sanitario che rappresenta buona parte del bilancio ed è la materia più rilevante di competenza regionale”. “Oggi – continua Arrigoni – sulla sanità i marchigiani sono costretti ad assistere ad una nuova resa dei conti di Renzi, che sguinzaglia Burioni ed i suoi ultras proprio nel momento in cui la giunta regionale del PD vorrebbe chiudere ospedali nel Piceno sacrificando eccellenze professionali e presidi territoriali”. “È evidente che questo caos non può continuare, i cittadini marchigiani non se lo meritano e la Lega farà di tutto per fermare questo assurdo teatrino”.  

Varie

Dominique si laurea in Medicina: gli auguri della famiglia

Dominique si laurea in Medicina: gli auguri della famiglia

23/10/2018

Una laurea e gli auguri della famiglia. È così che i cugini di Dominique Mazzei, laureatasi in Medicina all'Università di Ancona con 110, vogliono festeggiarla.   Alla neo dottoressa vanno i complimenti dei cugini Gloria, Giuseppe, Simone e della piccola Roberta che le augurano in modo speciale ogni gioia e felicità.

Curiosità

"Ho finito la ragnatela", ma sotto la maschera di Spiderman c'è un turista in attesa di imbarcarsi

"Ho finito la ragnatela", ma sotto la maschera di Spiderman c'è un turista in attesa di imbarcarsi

21/10/2018

C'è Spiderman seduto sulla banchina del porto. Lo sguardo rivolto verso il mare, l'atteggiamento di chi sta affrontando un momento difficile. "Ho finito la ragnatela" ha detto agli agenti di polizia della squadra nautica, che presidia la zona portuale in acqua scooter. Sconsolato, Spiderman ha poi svelato il suo volto agli agenti: sotto la maschera del celebre supereroe dei fumetti e del cinema, un 25enne inglese, privo di poteri sovrannaturali ma con un biglietto per imbarcarsi su una nave diretta in Grecia, sulla quale, completata la sua identificazione dopo averlo fatto spostare in una zona più sicura, è stato fatto salire.  

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433