Civitanova, si tuffa in mare di notte e scompare: scattano le ricerche
Cronaca
16/08/2018

Civitanova, si tuffa in mare di notte e scompare: scattano le ricerche

È Jimm Idalinya il giovane scomparso in mare dopo un bagno notturno. Il ragazzo, in spiaggia con alcuni amici, di origini keniana è da anni residente a Tolentino. Jimm si tuffato stanotte in mare ed è scomparso nel nulla. È accaduto intorno alle  4.30 sul lungomare nord di Civitanova. Subito è stato lanciato l'allarme e sono partite le ricerche: ora si sta perlustrando la zona ma del giovane, per il momento, ancora nessuna traccia.  (servizio in aggiornamento)

Civitanova, si tuffa in mare di notte e scompare: scattano le ricerche

Civitanova, si tuffa in mare di notte e scompare: scattano le ricerche
16/08/2018

È Jimm Idalinya il giovane scomparso in mare dopo un bagno notturno. Il ragazzo, in spiaggia con alcuni amici, di origini keniana è da anni residente a Tolentino. Jimm si tuffato stanotte in mare ed è scomparso nel nulla. È accaduto intorno alle  4.30 sul lungomare nord di Civitanova. Subito è stato lanciato l'allarme e sono partite le ricerche: ora si sta perlustrando la zona ma del giovane, per il momento, ancora nessuna traccia.  (servizio in aggiornamento)

Sisma di magnitudo 4.7 nel Molise: la scossa avvertita anche nelle Marche

Sisma di magnitudo 4.7 nel Molise: la scossa avvertita anche nelle Marche

15/08/2018

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.7 si è registrata alle 23.48 di ieri sera in Molise, con epicentro nella provincia di Campobasso. Il sisma è stato chiaramente avvertito anche sulla costa adriatica, affollata in questi giorni di Ferragosto, e molte persone si sono riversate nelle strade. La protezione civile sta ancora svolgendo veririche ma al momento non risultano danni nè alle persone nè alle cose. Ai centralini dei Vigili del fuoco sono arrivate molte chiamate per avere informazioni, ma nessuna richiesta di intervento. Secondo i primi dati dell'Ingv l'epicentro è stato registrato a 6 chilometri da Montecifone, in provincia di Campobasso, ad una profondità di 19 chilometri. L'epicentro della scossa avvertita in Molise è lo stesso del 25 Aprile scorso. Si tratta della zona di Acquaviva Collecroce, a 35 chilometri a nord-ovest di Campobasso.

Colbuccaro, auto a fuoco all'alba: non si esclude il dolo - FOTO

Colbuccaro, auto a fuoco all'alba: non si esclude il dolo - FOTO

15/08/2018

Una Punto è andata distrutta questa mattina all'alba: l'auto si è incendiata per cause ancora in corso di accertamento. La pista, però, sembra essere quella che porta all'incendio doloso: in tal senso, i vigili del fuoco avrebbero trovato indizi inequivocabili. I pompieri di Macerata sono intervenuti poco prima delle 6 in via Lombardia, a Colbuccaro di Corridonia, per domare le fiamme dell'auto, di proprietà di una ragazza e alimentata a benzina. L'intervento dei pompieri è valso allo spegnimento delle fiamme e alla salvaguardia delle auto parcheggiate nelle vicinanze. 

Scacco della Finanza allo spaccio per Ferragosto fra Civitanova e il Conero: due arresti, sequestrato un etto di cocaina

Scacco della Finanza allo spaccio per Ferragosto fra Civitanova e il Conero: due arresti, sequestrato un etto di cocaina

15/08/2018

Due persone in manette, oltre un etto di cocaina sequestrata: è questo il bilancio di una operazione antidroga della Guardia di Finanza che ha bloccato quello che verosimilmente era carico di droga per lo sballo del Ferragosto lungo la costa.  L'operazione ha interessato le province di Ancona e Macerata, dopo che i finanzieri avevano individuato un ampio traffico di stupefacenti a cavallo della riviera adriatica, da Civitanova al Conero. Il tutto, amplificato dal periodo di ferie durante il quale arrivano in zona anche tantissimi turisti. Il blitz è stato messo a segno a Loreto. Ad essere fermati sono stati due pakistani, uno dei quali già conosciuto sempre per reati di droga, trovati in possesso di 110 grammi di polvere bianca. I due arrestati sono difesi dall'avvocato Simone Matraxia. Sull'operazione vige ancora il massimo riserbo e non sonoe sclusi ulteriori sviluppi. 

Fabio Micarelli: un camerte nell'inferno di Genova (FOTO e VIDEO)

Fabio Micarelli: un camerte nell'inferno di Genova (FOTO e VIDEO)

14/08/2018

"Una storia terribile. Per quanto mi riguarda vivo e sono fisicamente distante da dove è accaduta la catastrofe, ma vivo con angoscia questi attimi drammatici per la città e non solo". Così Fabio Micarelli, tecnico della Sampdoria, vice di Marco Giampaolo, camerte purosangue. Micarelli racconta di vivere a Levante e di essersi sincerato immediatamente delle condizioni di tutti i componenti della squadra per la quale lavora e che stanno, fortunatamente, tutti bene. "Si respira l'aria del caos - dice - quello che segue inevitabilmente le grandi catastrofi. C'è grande incredulità perché il ponte autostradale Morandi oltre ad essere trafficatissimo è uno snodo importante per la città. Chi vive a Genova passa di là, più o meno spesso. Ora c'è solo da sperare che il bilancio delle vittime non cresca".  "Io sono di Camerino - conclude il tecnico - e ho vissuto il terremoto e so bene cosa significa vedersi alzare la polvere e avere le macerie così vicine. Sono vicinissimo a tutti i genovesi e a tutte le famiglie delle vittime che mi auguro, appunto, non crescano ancora".

Cronaca

La terra trema ancora: sisma di magnitudo 5.2 in Molise

La terra trema ancora: sisma di magnitudo 5.2 in Molise

16/08/2018

Una forte scossa di terremoto si è verificata alle 20.19 di oggi con epicentro a Montecilfone in provincia di Campobasso. Secondo i primi rilievi dell'Ingv, la scossa ha avuto una magnitudo di 5.2.Il terremoto delle 20.19 segue quello della notte scorsa, sempre nella stessa zona, ad alto rischio sismicoLa scossa è stata avvertita in maniera netta anche nelle zone colpite dalla sequenza sismica iniziata proprio due anni fa. Al momento ancora non ci sono notizie su eventuali danni o persone ferite. Due repliche si sono susseguite in pochi minuti di magnitudo 2.8 e 3.0. Tanta paura anche a Campomarino (Campobasso), dove in tanti sono scesi in strada. La scossa di terremoto è stata avvertita distintamente, e ci sono stati anche dei malori. Se a Campomarino non si segnalano danni, oggetti caduti nelle case si registrano a Palata (Campobasso), con piatti, bicchieri in frantumi e mobili spostati.E' stata avvertita anche in Campania la scossa. La sala di monitoraggio dell'Osservatorio vesuviano - informa la direttrice, la professoressa Francesca Bianco - è subissata dalle telefonate di cittadini preoccupati. Ampia l'area in cui il sisma è stato avvertito. A Napoli città come nell'entroterra vesuviano, ma anche nelle zone interne dell'Avellinese e del Sannio. Al momento non si ha notizia di danni a cose o persone. Nel capoluogo partenopeo la scossa è stata avvertita anche ai piani più bassi degli edifici.

Attualità

Macerata, costruzione di un immobile in via Pozzo del Mercato, il Comune: “Pratica regolare”

Macerata, costruzione di un immobile in via Pozzo del Mercato, il Comune: “Pratica regolare”

16/08/2018

Sulla vicenda relativa alla costruzione di un immobile in via Pozzo del Mercato l’Amministrazione comunale precisa quanto segue: "A seguito delle notizie apparse sulla stampa relativamente al permesso di costruire rilasciato al signor Flavio Corradini per un immobile situato in via Pozzo del Mercato, l’Amministrazione comunale, tramite l’assessore all’Urbanistica Paola Casoni, ha verificato la pratica edilizia e rende noto che si tratta di autorizzazione per ristrutturazione edilizia previa demolizione con ricostruzione e ampliamento, come consentito dalla Legge Regionale n. 22/2009, cosiddetta Piano Casa. In base a questa normativa, e fin dall’anno della sua promulgazione, simili permessi a costruire sono stati rilasciati a numerosi altri privati cittadini, in relazione a progetti in possesso dei requisiti previsti dalla legge. Il “legislatore”, (l’onorevole Patassini da poco è tale), promulga norme generali e astratte che valgono per tutti i cittadini: la legge cosiddetta Piano Casa non può valere per tutti meno che per il signor Corradini perché questi è stato antagonista dell’onorevole Patassini alle scorse elezioni. Come in tutti i casi precedenti, il permesso a costruire in questione è stato rilasciato regolarmente nello scrupoloso rispetto della normativa vigente, a seguito dell’istruttoria eseguita dai tecnici dello Sportello Edilizia Privata del Comune di Macerata. L’intervento autorizzato coinvolge solo ed esclusivamente l’area di proprietà del privato, e non interesserà in alcun modo la fonte storica Pozzo del Mercato che non ne subirà alcuna conseguenza. Eventuali disagi creati dal cantiere lungo la strada di accesso, che serve sia la proprietà privata che la fonte pubblica, saranno sistemati dalla stessa proprietà entro il termine dei lavori, come previsto per gli altri cantieri presenti in città. L’obiettivo, che l’Amministrazione si era impegnata a portare avanti nel 2015, di un progetto complessivo di recupero delle fonti storiche della città ha purtroppo subito ritardi, principalmente a causa del terremoto del 2016 che ha imposto altre priorità: prima fra tutte la ricostruzione degli immobili pubblici danneggiati, tra cui in particolare le scuole. Appena possibile, pertanto, si ripartirà con l’impegno sulle fonti storiche, tra cui sicuramente anche quella di Pozzo del Mercato". 

Economia

Trasferimento del polo tecnologico di Ubi Banca da Piediripa a Jesi: assemblea dei lavoratori

Trasferimento del polo tecnologico di Ubi Banca da Piediripa a Jesi: assemblea dei lavoratori

11/08/2018

Le segreterie regionali FABI FIRST-CISL FISAC e UILCA hanno promosso un'assemblea dei lavoratori del Polo tecnologico e dell'Help desk di Macerata, che si è riunita il 9 agosto 2018 alle ore 11,30 presso la struttura di Piediripa, con la partecipazione del sindaco di Macerata Romano Carancini e di rappresentanti delle segreterie sindacali confederali, con lo scopo di valutare il progetto di trasferimento delle attività e dei 94 lavoratori da Piediripa a Jesi. Durante l'assemblea sono stati osservati: - mancato rispetto degli impegni già sottoscritti da UBI per il mantenimento nei territori di attività e il contenimento della mobilità dei lavoratori; in particolare dell'Accordo quadro del 26/10/2017, in cui vengono individuati 9 Poli tra cui quello di Macerata e della lettera ai Segretari Generali delle OO.SS da parte dell’A.D. Massiah del 14.4.2017; - inconsistenza delle motivazioni addotte da UBI in merito al programma di contenimento delle spese (spese di manutenzione dell'immobile di Piediripa molto ridotte e obbligo di continuità dell’affitto dello stesso immobile per impegni vincolanti presi dalla vecchia gestione che non consente risparmi immediati); - l’individuazione di eventuali soluzioni alternative al trasferimento del Polo Tecnologico e dell’Help Desk a Jesi con possibili ipotesi, socialmente sostenibili, che insistano nel Territorio maceratese in siti (almeno tre) già a disposizione di UBI Banca e, quindi, economicamente compatibili; - viene anche espressa forte perplessità sulle predette scelte poiché UBI, dopo essersi impegnata con l'Accordo del 26/10/2017, a un progetto di razionalizzazione organizzativa che riguarda 9 Poli, subito dopo ha modificato unilateralmente il progetto sconfessando quanto stipulato; tale comportamento potrebbe mettere in dubbio, negativamente, persino le scelte di esistenza e dimensionamento adottate per tutti i 12 poli di lavorazione di UBISS nel resto d’Italia; - ci sorprende che un'azienda tradizionalmente attenta e sensibile alle esigenze del territorio e del suo tessuto produttivo, operi una scelta cinica che mette ulteriormente in difficoltà una provincia già fortemente provata dal sisma del 2016, con un impatto che può diventare pesantemente negativo sulla clientela.  Per tutto quanto precede, L’Assemblea dei lavoratori esprime la convinta contrarietà al progetto di trasferimento del Polo tecnologico e dell’Help desk a Jesi e chiede la sospensione del progetto fino alla revisione del piano industriale di gruppo UBI.

Politica

Macerata, vicenda Pozzo del Mercato: la Lega chiede chiarezza e Corradini preannuncia querele

Macerata, vicenda Pozzo del Mercato: la Lega chiede chiarezza e Corradini preannuncia querele

15/08/2018

La Lega denuncia l'apertura di un cantiere a ridosso di un fontanile del 1783 vicino allo Sferisterio e chiede al sindaco e all'amministrazione comunale di Macerata di fare chiarezza. Di più. L'on. Patassini e i suoi puntano il dito contro l'ex rettore di Unicam Flavio Corradini che, proprio lì, dovrebbe costruire un'abitazione.  Ma la reazione di Corradini non si è fatta attendere e si preannunciano querele.  Il 14 agosto la Lega ha manifestato in quel luogo: “È stato richiesto l’accesso agli atti per verificare il rispetto di ogni normativa perché, come si evince dal cartello di cantiere, è previsto un ampliamento della cubature rispetto a quella della casa demolita – dice Patassini - Come mai i muraglioni della villa sono a ridosso del sito storico quasi che il fontanile pubblico sia destinato a corredo di un giardino privato?”. "Ci risulta che nel 2006 l’Associazione Culturale Le Casette" aggiunge il senatore Arrigoni "ha donato all’ Amministrazione comunale tre progetti frutto di un regolare concorso pubblico per la riqualificazione urbana della zona. Nel 2015 il sindaco Carancini ne ha dato per certo il recupero. Ora Flavio Corradini, con l’autorizzazione degli uffici comunali, la sommerge di cemento". Un attacco forte che non ha lasciato indifferente Corradini che nel giorno di Ferragosto, via social, preannuncia azioni legali: "Sto assistendo ad un evidente attacco denigratorio nei miei confronti sui social e sui media. Avviso che sto registrando tutto ciò che mi riguarda. Commenti, menzogne, falsità, sospetti dichiarati atti a denigrare le mie relazioni sociali, l’associazione di cui sono onorato di far parte, la mia famiglia, la mia persona, saranno denunciati alle autorità giudiziarie per i provvedimenti del caso". 

Scuola e università

"Genitori & figli per mano", continua anche  ad agosto e settembre il progetto R-Estate con noi

"Genitori & figli per mano", continua anche ad agosto e settembre il progetto R-Estate con noi

08/08/2018

Continua anche durante l’agosto e settembre il progetto pilota “R-Estate con noi” del’associazione onlus “GENITORI&FIGLI, per mano” di Macerata. Ascoltando le necessità delle famiglie con i bambini 0-3 anni sul territorio maceratese, che si trovano durante l’estate in una situazione di forse ancor maggiore difficoltà rispetto al resto dell’anno, per quanto riguarda i servizi e la ludodidattica dedicata per questa fascia d’età, dopo la chiusura per la pausa estiva delle loro attività gratuite che seguono il calendario scolastico (Playgroup d’inglese e il Mercoledì RiCreativo), l’Associazione  ha avviato a giugno il programma “R-Estate con noi”.L’associazione maceratese che si occupa di sostegno alla primissima infanzia ha sviluppato un progetto delle gite gratuite in famiglia pensate alla fascia d'età 0-3 ma adatte anche ai bambini più grandi. Queste uscite speciali sono in linea sia con la cultura educante, sia con la pedagogia del bosco e la natura educante, dove si fa un pieno di esperienze sensoriali, esercizi di motricità, l'aria fresca, valorizzando e scoprendo il territorio. L’Associazione vuole (e deve) essere in relazione costante con il suo ambiente e con il territorio, che costituiscono il contesto di riferimento nel quale i bambini, la famiglia, e l’Associazione stessa, nascono e crescono.Le uscite hanno sempre un filone didattico e sono legate ad un tema. Così si è avuto il ciclo dedicato ai fiori e le piante che fioriscono durante l’estate e i piccoli scienziati ed esploratori hanno visto la fioritura e estrazione di olio essenziale di lavanda in una piantagione di lavanda, hanno dipinto i girasoli facendo picnic in un campo di girasoli, hanno assistito all’esplosione dei colori nella piana di Castelluccio durante la fioritura di fiori di lenticchia, papaveri e fiordalisi, raccolto la frutta stagionale in un frutteto e cavato le patate e le altre piante del nuovo mondo in un’azienda agricola.Oltre alle uscite dedicate al mare, ci sono quelle legate al mondo sotterraneo, alla storia ecc. Un ciclo di visite che si sta per aprire (annunciato dalle gite effettuate alla palude di Colfiorito e la scoperta di piccolo borgo di Rasiglia), tra il periodo di Ferragosto e l’inizio del nuovo anno scolastico a metà settembre, è quello intitolato “Tra laghi, fiumi, cascate e torrenti” che prevede le visite al lago di Polverina, al lago e Cascatelle di Cingoli, ai Li Vurgacci di Pioraco.Tutte le uscite sono guidate e prevedono tanto movimento in compagnia degli albi illustrati – luoghi inconsueti per le letture speciali, “scientifiche” ma non solo.Ogni settimana ci sono diversi appuntamenti e se qualcuno ha le difficoltà di trasporto l’Associazione cerca di dare una mano. Per maggiori info visitare il website e i social dell’Associazione.

Cultura ed eventi

Eroi e supereroi - Torna la popsophia dell'umorismo al Castello della Rancia di Tolentino

Eroi e supereroi - Torna la popsophia dell'umorismo al Castello della Rancia di Tolentino

17/08/2018

“Eroi e supereroi” sarà il tema dell’edizione 2018 di Biumor, il festival annuale dedicato alla filosofia dell’umorismo, realizzato da Popsophia in collaborazione con la Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte di Tolentino, che si terrà nelle giornate del 24, 25 e 26 Agosto al Castello della Rancia di Tolentino.Un’occasione per celebrare due anniversari indimenticabili. Nel 1928, esattamente 90 anni fa, Walt Disney inventa Topolino, un personaggio sempre capace di rinnovarsi e adattarsi al mutamento della società, che ha segnato la formazione e la crescita di intere generazioni; quarant’anni fa approdava invece sul grande schermo Atlas Ufo Robot che sovverte lo scenario televisivo e mediatico italiano raccontando la storia del principe Duke Fleed (Actarus), in fuga dal suo pianeta a bordo del robot Goldrake, che lotta eroicamente al fianco degli umani contro il Re Vega. “Due Weltanschauung diverse dell’animazione, quella Occidentale e quella Orientale, a cui abbiamo deciso di dedicare la sesta edizione di Biumor. – ha dichiarato la Direttrice Artistica Lucrezia Ercoli – Eroi di carta, da Topolino a Goldrake, che hanno costituito vere e proprie icone pop dell’esperienza adolescenziale”.Il maestoso Castello della Rancia sarà animato da un programma ricco di rassegne e appuntamenti che dal pomeriggio a notte inoltrata coinvolgerà numerosi ospiti: da Vittorio Lattanzi, redattore del sito web satirico Lercio.it, allo scrittore Dario Janese, da Luca Mastrantonio, giornalista del Corriere della Sera, a Riccardo Lombardelli, creatore della pagina Facebook “Il doppiatore marchigiano”, dal sociologo Ivo Germano all’artista Michele Gambini. I diversi appuntamenti saranno scanditi inoltre anche dalla presenza di nomi illustri della filosofia italiana – Alessandro Alfieri, Umberto Curi, Simone Regazzoni, Cesare Catà, Salvatore Patriarca, Tommaso Ariemma e Riccardo Dal Ferro - i quali indagheranno, con la chiave dell’umorismo, i tanti miti contemporanei  che coinvolgono eroi e eroine del presente e del passato.“Biumor caratterizza la fine dell’agosto tolentinate da sei anni e torna al Castello della Rancia per realizzare un evento culturale inedito in una città che si è sempre distinta per innovazione artistica e promozione turistica” – dichiara il sindaco Giuseppe Pezzanesi – “Un’occasione che rilancia il dibattito culturale intorno ai temi legati alla nostra Biennale dell’Umorismo, un’eccellenza della città di Tolentino”. “Il Festival dell’Umorismo è un progetto di respiro nazionale che ha riattivato il turismo culturale e valorizzato le eccellenze del nostro territorio. – aggiunge Silvia Luconi, Vicesindaco e Assessore al Turismo – “Per la nostra cittadina è anche un’occasione per rilanciare dopo i danni degli eventi sismici il valore turistico dello splendido monumento del Castello della Rancia.” “Le giornate di Biumor di fine agosto a Tolentino sono un’opportunità di riflessione attenta, appassionante e popolare” - dichiara Alessia Pupo Assessore alla Cultura -  “Per questo abbiamo accolto con entusiasmo la nuova sfida proposta da Popsophia, crediamo che il tema scelto per questa VI edizione possa raccontare, tra tradizione e innovazione, l’umorismo dei cartoni che hanno caratterizzato l’infanzia e l’adolescenza di tantissime generazioni. “ La partecipazione alle giornate del Festival ha valore di formazione e rientra nelle attività riconosciute dall’Ufficio Scolastico Regionale come valide ai fini dell’aggiornamento docenti.Il programma completo del Festival è disponibile sul sito www.popsophia.it

Sport

Cluentina Calcio e Atletico Macerata unite per il Trofeo Birrificio il Mastio

Cluentina Calcio e Atletico Macerata unite per il Trofeo Birrificio il Mastio

16/08/2018

Si rinnova l'appuntamento con il Trofeo "Birrificio il Mastio", giunto alla 3a edizione. Il torneo amichevole, uno degli ultimi test prima dell'inizio dei campionati, vede quest'anno la collaborazione tra la Cluentina Calcio e l'Atletico Macerata. Le due società amiche hanno unito gli sforzi per migliorare ancora la qualità del torneo, che nella passata stagione ha visto la vittoria di Chiesanuova (nella foto).La 3a edizione del Trofeo si terrà come sempre al campo Vallevarde di Piediripa. Resta immunata anche la formula, con due triangolari formati da squadre di categorie diverse che si affronteranno in gare di sola andata da 45 minuti. Si qualificano per la fase finale di mercoledì 12 settembre le prime due classificate e la migliore seconda.Martedì 4 apriranno il torneo le gare del girone A, che comprende: Monturano Campiglione, ormai una solida realtà del campionato di Promozione; la Vigor Montecosaro, che viene dall'ottimo quinto posto in Prima Categoria; l'Elfa Tolentino, ambiziosa formazione di Seconda Cetegoria.Mercoledì 5 sarà il turno del girone B, che raggruppa le tre squadre di Macerata: la nuova HR Maceratese, che quest'anno riparte dalla Promozione; la Cluentina, rivoluzionata sia nello Staff tecnico che nella rosa e vogliosa di fare bene nel prossimo campionato di Prima Categoria; l'Atletico Macerata, la nuova squadra della città di Terza Categoria.Oltre a rappresentare un importante banco di prova per le squadre partecipanti in vista degli impegni ufficiali, quest'anno il Trofeo "Birrificio il Mastio" offre anche un'occasione di visibilità e rilancio per il calcio maceratese. Con due nuove squadre che nascono e la Cluentina che prosegue nel suo percorso di crescita, la Macerata calcistica è pronta a ripartire e a farlo insieme. Il Trofeo dimostra infatti la voglia di collaborazione e partecipazione di una città, unita per promuovere il calcio e i colori biancorossi. L'invito si estende ai tifosi, con l'augurio che possano giungere numerosi per seguire le proprie squadre e dimostrare insieme alle Società che il calcio a Macerata è vivo.L'appuntamento è quindi per Martedì 4 settembre al Valleverde di Piediripa, non mancheranno la birra artiginale e il buon cibo da accompagnare allo spettacolo del calcio maceratese.

Sanità

Porto Potenza, il Santo Stefano sede di formazione per la Società Europea di Medicina Fisica e Riabilitativa

Porto Potenza, il Santo Stefano sede di formazione per la Società Europea di Medicina Fisica e Riabilitativa

11/08/2018

La sede di Porto Potenza Picena del Santo Stefano Riabilitazione, dal 19 agosto al 2 settembre, sarà teatro di una full immersion di formazione rivolta ad una “classe” del tutto particolare, composta da medici e dirigenti provenienti da quattro sedi universitarie dell’Uzbekistan. Santo Stefano ha ricevuto il prestigioso incarico di ente erogatore di formazione direttamente dalla Società Europea di Medicina Fisica e Riabilitativa (“European Society of Physical & Rehabilitation Medicine” - ESPRM). E’ stato scelto per le sue competente specifiche e l’importante esperienza acquisita negli anni. Il valore aggiunto individuato in Santo Stefano è il know how nell’impostare progetti riabilitativi personalizzati nei quali la tecnologia è un supporto concreto al lavoro dei professionisti per il raggiungimento degli obiettivi di recupero prefissati. I partecipanti avranno, quindi, la possibilità capire sul campo il valore aggiunto della tecnologia inserita nei percorsi riabilitativi utilizzando le strumentazioni del parco tecnologico del Santo Stefano, dall’esoscheletro Ekso al ReWalk, dall’Erigo all’Amadeo fino alla Realtà Virtuale. “Macchine di nuova generazione, come l’esoscheletro indossabile – dice il dr. Antonello Morgantini, Responsabile Medico del Santo Stefano Riabilitazione - consentono a pazienti costretti in carrozzina di stare in posizione verticale e simulare situazioni di vita reale con benefici tanto fisici quanto psicologici. Questi macchinari permettono una riabilitazione più veloce ed efficace raggiungendo un 10-15% di benefici in più nel trattamento dello stroke (ictus, emorragia cerebrale) e dei traumi cranici o spinali, come pure nella chirurgia ortopedica”. Un’inziativa, quella di Porto Potenza, dalla fortissima valenza internazionale. “Siamo particolarmente orgogliosi di questa collaborazione – dice il dott. Alessandro Giustini, componente del Comitato Scientifico Santo Stefano e responsabile medico scientifico dell’iniziativa – che ci consente di offrire le nostre esperienze allo sviluppo della riabilitazione e delle tecnologie in Paesi stranieri”.  Santo Stefano è peraltro da anni soggetto accreditato e qualificato a livello regionale e nazionale a realizzare attività formative riconosciute nel campo della formazione in sanità anche Continua (ECM). Dunque dopo l’esperienza della Robotic Rehabilitation Summer  School e della Chinese Robotic School dello scorso anno, tra pochi giorni il Gruppo Santo Stefano sarà di nuovo sede formativa di eccellenza sulla robotica in riabilitazione. SCHEDA PROGETTO ERASMUS  TechReh Il Progetto ERASMUS TechReh ha lo scopo, dopo la realizzazione di specifici laboratori dotati di tecnologie per la riabilitazione in quattro sedi universitarie in Uzbekistan, di fornire ai partecipanti Uzbeki specifiche attività di formazione ed Internship nel settore delle tecnologie avanzate  per la  riabilitazione, dell’ organizzazione delle loro applicazioni in ambito clinico nonché sulle metodologie per la valutazione dei loro  effetti. La finalità è di mettere in condizione le quattro sedi universitarie uzbeke coinvolte di poter iniziare in settembre la formazione per il personale sanitario in queste innovative attività. TechReh, cui la Società Internazionale ESPRM collabora in quanto Partner, ha stabilito che le attività di Internship si svolgano, per i contenuti di carattere  scientifico-clinico riabilitativo, in una  unica struttura dotata  di avanzate  tecnologie  nonché della adeguata  esperienza  e  casistica  di utilizzo e  gestione  complessiva  di tali attrezzature  per lo sviluppo della riabilitazione. ESPRM, in accordo con gli altri Partner di TechReh,  ha individuato in Kos Care e nell’Istituto Santo Stefano di Porto Potenza Picena, la sede di riferimento ideale a rispondere alle esigenze tecnologiche e di esperienza  clinica  necessarie per l’ottimale realizzazione del Programma di Internship. Parallelamente, un analogo Internship verrà realizzato per gli aspetti strettamente tecnologici presso l’Università della Sorbona a Parigi e alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Benevento, entrambe partner con ESPRM del progetto Tech Rech. SCHEDA Robotic Rehabilitation Summer School La Robotic Rehabilitation Summer School, organizzata dal Santo Stefano nel giugno dello scorso anno (2017), aveva visto una ventina di medici specialisti in riabilitazione provenienti da varie parti del mondo impegnati ad acquisire competenze e professionalità, appunto, nell’utilizzo dei più moderni macchinari nella riabilitazione. La Scuola Europea vedrà una seconda edizione a maggio 2019 per sviluppare, in particolare, metodologie condivise per la ricerca delle tecnologie applicate alla riabilitazione. SCHEDA Chinese Robotic School Dopo il successo della Robotic Rehabilitation Summer School, Santo Stefano Riabilitazione è stato protagonista, nel dicembre scorso (2017) di un’altra iniziativa: la Chinese Robotic School in collaborazione con il Governo della Repubblica Popolare, rivolta ad una platea di medici e addetti ai lavori provenienti dalla Cina. Una settimana di formazione finalizzata ad approfondire il meglio che la tecnologia offre per i percorsi di riabilitazione (fisica e neurologica), con gli obiettivi di migliorare i risultati clinici ottenibili sul paziente e rendere sempre più trasparente e misurabile l’intero percorso riabilitativo e terapeutico. La comunità scientifica di Pechino, infatti, aveva ritenuto importante provvedere alla formazione specifica dei propri medici integrando le loro dotazioni tecnologiche con l’esperienza e il know how clinic, ma anche organizzativo e gestionale, di Kos Care. SCHEDA SANTO STEFANO RIABILITAZIONE Santo Stefano Riabilitazione è una realtà leader in Italia nel settore della riabilitazione funzionale: il primo gruppo in Italia per numerosità dei casi gestiti di grave cerebrolesione acquisita. I servizi e percorsi terapeutici  erogati vanno dalla riabilitazione ospedaliera in alta intensità fino alla riabilitazione domiciliare. Alta specializzazione, approccio multidisciplinare, applicazione di tecnologie innovative, elevata complementarietà con il servizio pubblico, personalizzazione degli interventi finalizzati al massimo recupero funzionale, alla valorizzazione delle abilità residue e al reinserimento sociale delle persone sono le risposte sanitarie che rendono le strutture del gruppo in grado di ricevere pazienti con fabbisogni riabilitativi, assistenziali e di cura sempre più complessi. Santo Stefano è presente in 7 regioni Italiane (Marche, Umbria, Emilia Romagna, Veneto, Trentino, Lombardia e Campania). In ogni struttura ha sviluppato le peculiari competenze per rispondere alle esigenze dei territori in cui opera. Complessivamente conta 14 centri di riabilitazione e 16 centri ambulatoriali per un totale di oltre 1500 posti letto e più di 1850 collaboratori diretti. SCHEDA DELLE INNOVATIVE STRUMENTAZIONI RIABILITATIVE  UTILIZZATE DA SANTO STEFANO NELLE SUE STRUTTURE Esoscheletro EKSO Frutto delle ricerche della Bionics di Richmond, California, EKSO è un Esoscheletro bionico, che consente alle persone con deficit motori agli arti inferiori di raggiungere la postura eretta e di deambulare. E’ un robot indossabile sopra gli indumenti, che viene attivato grazie al bilanciamento del corpo. La struttura - in acciaio e carbonio - è attivata da quattro motori elettromeccanici alimentati da due batterie con un’autonomia di circa quattro ore. Erigo per la riabilitazione motoria È uno strumento che permette di portare precocemente in posizione verticale il paziente anche quando la situazione clinica è tale da non consentirne la collaborazione (presenza di disturbi di coscienza, quali stato vegetativo o coma). L’importante valore aggiunto di ERIGO è che, nel momento in cui il paziente è verticalizzato, si ha una mobilizzazione degli arti inferiori che può avvenire sia passivamente sia stimolando la partecipazione attiva del paziente, quando in grado di collaborare.   RETIMAX per la riabilitazione dei disturbi visivi RETIMAX Vision Trainer è uno strumento utilizzato su pazienti con danni cerebrali e con conseguenti importanti disturbi della vista legati al percorso che porta lo stimolo visivo fino alla corteccia occipitale. RETIMAX consiste in un dispositivo per la registrazione delle risposte bioelettriche evocate durante la percezione di stimoli visivi strutturati a cui si associa un feedback sonoro.   G-EO Systems Sistema per il trattamento dell'arto inferiore e la rieducazione al cammino. Vincolando il piede, consente l’esecuzione del movimento dell’arto inferiore con un sistema programmabile di sospensione di peso, che permette - unico al mondo - anche la simulazione delle scale.   AMADEO per la riabilitazione della mano È un sistema per la rieducazione motoria della mano basato su esercizi attivi e passivi di una o più dita, con un’ampia scelta di scenari e situazioni reali. La possibilità di numerose personalizzazioni dell’esercizio e di adattamento per gli adulti e i bambini rende lo strumento di valido supporto al lavoro dei terapisti per il recupero funzionale e il raggiungimento dell’autonomia dei pazienti con deficit neurologici.   Realtà Virtuale Per Realtà Virtuale si intende una simulazione mediata da computer, che offre la possibilità di vedere, sentire, manipolare e interagire con un ambiente artificiale. In riabilitazione, la Realtà Virtuale consente, tramite sensori applicati a parti del corpo, di visualizzare sullo schermo un semplice movimento compiuto dal paziente come un gesto finalizzato a prendere o spostare un oggetto.   GLOREHA per la riabilitazione neuromotoria della mano Un guanto robotico per la riabilitazione neuromotoria della mano. Il sistema legge il movimento delle dita supportando il movimento sulla base delle capacità motorie residue del paziente. Gloreha è un è in grado da un lato di supportare il movimento delle articolazioni, dall’altro di riconoscere i movimenti attivi prodotti spontaneamente dal paziente.   PABLO controlla la forza e i movimenti della mano e dell’arto superiore Un dispositivo wireless che controlla la forza ed i movimenti della mano e dell’arto superiore con esercizi riabilitativi mirati. Pablo valuta la forza di presa-estensione della mano e dei molteplici range articolari dell’arto superiore. Il dispositivo presenta un’impugnatura sensorizzata maneggevole collegata al PC per il monitoraggio dei movimenti verticali ed orizzontali delle spalle e della rotazione delle mani.   DIEGO per la riabilitazione monolaterale o bilaterale dell’arto superiore Un sistema robotico per la riabilitazione monolaterale o bilaterale dell’arto superiore che permette di lavorare riducendo il peso del braccio. Diego consente di lavorare alleggerendo il peso delle braccia, lasciando al terapista la scelta tra l’esecuzione di task riabilitativi sfruttando oggetti reali o l’interazione con giochi di realtà virtuale.   COREHAB il sistema a biofeedback per la riabilitazione fisica Attraverso un biofeedback visivo il paziente effettua un allenamento neuromuscolare che gli consente di avere un report immediato del corretto svolgimento dell’esercizio. Corehab è una tecnologia che permette il recupero neuromotorio tramite esercizi mirati e personalizzati per la dinamica del tronco, degli arti superiori ed inferiori.   NEUROWAVE per la somministrazione di stimolazioni multisensoriali Un sistema integrato per la somministrazione di stimolazioni multisensoriali e per la contestuale acquisizione e analisi dei parametri biofisiologici dei pazienti in stato vegetativo e di minima coscienza. Neurowave è una innovativa piattaforma tecnologica “aperta” ed estremamente flessibile mirata ad applicazioni di ricerca clinica nell’ambito dei Gravi Disordini della Coscienza (Stati vegetativi e di Minima Coscienza), durante tutte le fasi del percorso del paziente.  

Varie

I settori economici più forti a livello globale e la rivincita dell'Italia

I settori economici più forti a livello globale e la rivincita dell'Italia

16/08/2018

Nel 2017 la crescita dell’economia mondiale ha visto un’accelerazione, come si legge nel rapporto ICE-Prometeia dal titolo “Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori”, in cui si stima una crescita solo degli scambi di manufatti del 4,6%. Anche le previsioni relative al biennio 2018-19 confermano questa tendenza molto favorevole e indicano che la crescita del Pil globale si stabilizzerà fino ad assestarsi al 5,3% entro due anni. La ripresa degli investimenti da parte della Cina e il ritorno alla crescita di Paesi emergenti come Russia, Emirati, Brasile, Arabia Saudita oltre al rafforzamento della ripresa nelle economie più radicate, soprattutto degli Stati Uniti, hanno permesso di raggiungere un nuovo equilibrio tra i mercati e un rilancio importante degli emergenti. Ma quali sono i settori più forti nell'economia mondiale e gli scenari previsti nel biennio 2018/2019? Settori in continua crescita Tra i settori, l’Automotive è quello che è riuscito generare valore attraverso importanti investimenti nella tecnologia e nell'innovazione, prima fra tutte il prolificare di auto elettriche. Il trend economico in questo comparto risulta abbastanza chiaro secondo l'osservatorio Business Monitor International: tra due anni la dinamica della produzione mondiale potrebbe oltrepassare i 112 milioni di autoveicoli, 17 milioni in più rispetto al 2016 con un +17,4%, quando la produzione mondiale aveva superato i 95 milioni quasi il doppio dei volumi rispetto al 2001. Questo salto in avanti è da collegare alla crescita stessa del Brics, formato da Brasile, Russia, India e Cina e Sudafrica, che dal 2000 al 2018 è riuscito a quadruplicare la quota mondiale di produzione, con la Cina che ha fatto un balzo dagli otto milioni di autoveicoli prodotti nel 2007 agli oltre ventotto milioni dello scorso anno, aggiudicandosi il primato di paese produttore e leader di mercato con marchi come Ssangyong e la cinese Great Wall. Questo scenario viene ben rappresentato nell'infografica di Betway, che partendo dalla lista dei 100 uomini più ricchi del mondo approfondisce l'argomento evidenziando anche il netto distacco del settore Costruzioni, Logistica e Real Estate rispetto agli altri comparti economici e della supremazia incontrastata della Cina, seguita solo da Giappone, Russia e Stati Uniti, che si deve accontentare del quarto posto. Fonte infografica: Betway Meccanica ma non solo...   La meccanica viene individuata come chiave della crescita italiana sopra la media nei prossimi anni, accompagnata dal settore automotive, elettrotecnico e farmaceutico, dove il nostro Paese fa da base produttiva, sempre che la guerra commerciale e dei dazi, cominciata dagli Stati Uniti di Donald Trump non provochi contraccolpi troppo massicci sul nostro sistema industriale, che oggi risulta essere più competitivo e con un capitale umano più qualificato. Le dimensioni medie delle imprese aumentano acquistando una migliore capacità di radicarsi sui mercati esteri, grazie all’aggiornamento tecnologico degli impianti. Nel biennio 2018-19 secondo secondo le ultime analisi e proiezioni della Banca Intesa SanPaolo e della Direzione Studi e Ricerche di Prometeia, l’industria manifatturiera italiana dovrebbe registrare un rafforzamento della tendenza positiva in atto, con una crescita produttiva pari al 2,4% per quest’anno e del 2,1% l'anno prossimo, per ritornare ai fatturati della pre-crisi del 2007. Secondo un approfondimento reso noto da Markit Economics in collaborazione con JPMorgan, l’Italia è stata nel gennaio di quest’anno l’economia che ha registrato il più alto indice relativo all’output manifatturiero a livello europeo ma anche a livello mondiale, davanti alle potenze economiche asiatiche, come Cina, Taiwan, Corea del sud, Thailandia, Filippine e Indonesia. Vince il settore manifatturiero   La percentuale delle aziende manifatturiere americane con l’output manifatturiero in fase crescente è stata a gennaio poco più del 55%. È una vera rivincita dell’Europa e soprattutto dell’Italia che ha sfruttato la domanda privata interna e la capacità competitiva della sua industria sui mercati internazionali. L'altro settore dove il nostro Paese sembra essere maggiormente avvantaggiato è quello inerente agli scambi dell'agroalimentare: tra i beni di consumo e la domanda di importazioni l’Italia riesce ad abbinare una quota crescente nel tempo con una struttura di domanda mondiale tagliata su misura per la sua specializzazione, grazie anche ad una maggiore attenzione e sensibilità riposta dal nostro Paese verso i consumi legati al benessere e alla salute. Parallelamente il made in Italy continua la sua corsa con la Moda e l'Arredo che vedranno entro due anni crescere tra il 6,5% e il 7% grazie ad una filiera nazionale competitiva in ogni sua fase, dove farà la differenza la valorizzazione dell’e-commerce e di tutti gli strumenti digitali collegati. Lo scenario mondiale che si prospetta sembra essere una situazione totalmente diversa rispetto a quella degli ultimi anni. L’incremento del fatturato coinvolge tutti i principali settori, con una spinta ulteriore proveniente, come abbiamo visto, dal comparto manifatturiero che registra un +1,5%, restando stabile nell'ultimo trimestre.   Se in passato la tendenza delle imprese italiane è stata quella di orientarsi verso i mercati esteri in primis per non rimanere schiacciate dalla debolezza del mercato di casa, nel prossimo futuro potrebbero prendere forma nuove motivazioni strettamente legate ad un commercio internazionale, che dai dati disponibili, sembra mostrare una nuova linfa vitale e segnali positivi di una crescita nel medio periodo.      

Curiosità

Il maltempo non frena un turista: bagno col canotto nel sottopasso allagato dopo il temporale - VIDEO

Il maltempo non frena un turista: bagno col canotto nel sottopasso allagato dopo il temporale - VIDEO

15/08/2018

Il maltempo rischia di rovinarti la vacanza? Basta non abbattersi e la soluzione per divertirsi comunque si rimedia.  Un turista in vacanza a Senigallia, nel pomeriggio di martedì, dopo la bomba d'acqua che ha investito la città, ha pensato bene di gonfiare il canotto e andare a farsi un giro nel sottopasso completamente allagato in via Dogana Vecchia. Teofilo Domenico, questo il nome dell'uomo, è stato immortalato in una diretta con il video che è diventato virale. Ecco le immagini

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433