Villa Potenza, carambola tra tre auto: due persone al Pronto Soccorso (FOTO)
Cronaca
17/06/2019

Villa Potenza, carambola tra tre auto: due persone al Pronto Soccorso (FOTO)

L'incidente si è verificato questa mattina, intorno alle 9:30, a Villa Potenza, nel territorio comunale di Macerata, in via Dell'Acquedotto. Ancora da chiarire l'esatta dinamica del sinistro, fatto sta che tre auto sono entrate in collisione: violento l'impatto. La Hyundai e la Volkswagen sono finite fuori strada, terminando la loro corsa in un campo: la Volkswagen si è anche ribaltata su un fianco. Nessuna conseguenza per la terza vettura e il conducente della stessa. Immediato l'arrivo sul posto dei Vigili del Fuoco e dei sanitari del 118 con l'automedica. I pompieri hanno provveduto a estrarre dall'abitacolo le due persone rimaste coinvolte nel sinistro, un giovane e una donna, mentre i sanitari hanno prestato loro le prime cure del caso ai due malcapitati per poi trasferirli al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Macerata.   

Villa Potenza, carambola tra tre auto: due persone al Pronto Soccorso (FOTO)

Villa Potenza, carambola tra tre auto: due persone al Pronto Soccorso (FOTO)
17/06/2019

L'incidente si è verificato questa mattina, intorno alle 9:30, a Villa Potenza, nel territorio comunale di Macerata, in via Dell'Acquedotto. Ancora da chiarire l'esatta dinamica del sinistro, fatto sta che tre auto sono entrate in collisione: violento l'impatto. La Hyundai e la Volkswagen sono finite fuori strada, terminando la loro corsa in un campo: la Volkswagen si è anche ribaltata su un fianco. Nessuna conseguenza per la terza vettura e il conducente della stessa. Immediato l'arrivo sul posto dei Vigili del Fuoco e dei sanitari del 118 con l'automedica. I pompieri hanno provveduto a estrarre dall'abitacolo le due persone rimaste coinvolte nel sinistro, un giovane e una donna, mentre i sanitari hanno prestato loro le prime cure del caso ai due malcapitati per poi trasferirli al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Macerata.   

Divieto di gettare a terra mozziconi di sigarette, scontrini, fazzoletti, gomme da masticare: scatta l'ordinanza a Civitanova

Divieto di gettare a terra mozziconi di sigarette, scontrini, fazzoletti, gomme da masticare: scatta l'ordinanza a Civitanova

17/06/2019

Il Sindaco, Fabrizio Ciarapica, ha firmato oggi 17 giugno 2019 l’ordinanza n°53, che vieta l’abbandono di mozziconi dei prodotti da fumo sul suolo, nelle acque e negli scarichi e l'abbandono a terra, nella acque, nelle caditoie e negli scarichi di rifiuti di piccole dimensioni quali anche scontrini, fazzoletti di carta e gomme da masticare. I trasgressori dei mozziconi di sigarette saranno sanzionati con multe che andranno dai 60,00 euro ai 300,00 euro. Mentre chi abbandonerà i rifiuti di piccole dimensioni, comprese le gomme da masticare, saranno multati con sanzioni che vanno dai 30,00 ai 150,00 euro. L’ordinanza dovrà essere fatta rispettare dalla Polizia Municipale del Comune. “Un ulteriore passo in avanti di civiltà e di decoro che la nostra Giunta si era prefissata e una promessa fatta in occasione della Tappa del Treno Verde in Città lo scorso marzo ai vertici regionali di Legambiente che oggi abbiamo mantenuto”. Ha dichiarato il Sindaco, Fabrizio Ciarapica. “Avevamo la necessità di far passare un messaggio inequivocabile ai cittadini e ai tanti turisti che scelgono la nostra Città di civiltà e di maggior attenzione in tutela del nostro territorio e del nostro ambiente. Le 16 Bandiere Blu e gli altri riconoscimenti conseguiti fin qui da Civitanova e con moltissimo lavoro sul fronte ambientale non possono essere vanificati da comportamenti sbagliati e non rispettosi della nostra bellissima terra. Un segnale importante anche per la salvaguardia delle nostre spiagge e del nostro mare proprio contemporaneamente all’inizio della stagione estiva. Mi appello – ha concluso Ciarapica - a tutti i cittadini affinché pratiche e consuetudini negative vengano abbandonate e piccole e elementari regole civili vengano adottate e rispettate per il bene di tutti”. Il provvedimento del Sindaco fa riferimento al Codice dell’Ambiente di cui al D.Lgs 152/2006 e al Decreto del 15 febbraio 2017 del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Mare di concerto con il Ministero dell’Interno ed il Ministero delle Finanze, recante disposizioni in materia di rifiuti di prodotti da fumo e di rifiuti di piccolissime dimensioni ed, in particolare, l’art. 2 concernente la destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie di cui all’art. 255, comma 1 bis del D. Lgs. 152/2006, in cui si specifica che i proventi delle sanzioni saranno destinati per il 50% al bilancio dello Stato per essere riassegnato ad un apposito Fondo istituito per le campagne di informazione su scala nazionale e altre finalità. L’altro 50% sarà impiegato per le attività di installazione delle strade, nelle piazze nei parchi, nelle zone verdi e nei luoghi di aggregazione di appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi e per la pulizia dei tombini e delle caditoie.

"Le promesse non finiscano nel dimenticatoio: l'amore di Dio è il balsamo della speranza": l'omelia di Papa Francesco a Camerino (FOTO)

"Le promesse non finiscano nel dimenticatoio: l'amore di Dio è il balsamo della speranza": l'omelia di Papa Francesco a Camerino (FOTO)

16/06/2019

"Cosa è mai l'uomo perché di lui ti ricordi? Durante il salmo mi sono venute in mente queste parole pensando a voi davanti a ciò che avete visto e sofferto. Davanti a case crollate ed edifici ridotti in macerie. Questa la domanda: "Che cosa è mai l'uomo se quello che innalza può crollare in un attimo? Cos'è se la sua speranza può finire in polvere? Cosa è mai l'uomo? - questa l'omelia di Papa Francesco in Piazza Cavour a Camerino -. La risposta a questa domanda sembra arrivare nel proseguio della frase "Perché di lui ti ricordi". Dio si ricorda di noi così come siamo, con le nostre fragilità. Mentre quaggiù troppe cose si dimenticano in fredda, Dio invece non ci lascia nel dimenticatoio perché ognuno ha un valore infito. Siamo piccoli e impotenti sotto al cielo quando la terra trema ma per Dio siamo più preziosi di qualsiasi altra cosa. Ricordare Dio ci dà la forza di non arrenderci davanti alle difficoltà della vita. Ricordiamoci chi siamo quando rinvanghiamo quel peggio che sembra non avere mai fine." "Serve qualcuno che ci aiuti a portare i resti che abbiamo dentro - ha proseguito il Santo Padre -. Gesù ci dà lo Spirito Santo per portare il peso della nostra debolezza. Abbiamo bisogno di lui perché è il nostrio consolatore, colui che non ci lascia soli sotto al peso della vita e che trasforma la memoria schiava in libera, le ferite del passato in ricordi di saggezza. L'amore di Dio ci rialza e di fa risorgere, unge tutti i brutti ricordi con il balsamo della speranza: anche lo Spirito Santo è ricostruttore di speranza. Non è però la speranza terrena perché quella è passeggera e ha gli ingrdienti che scadono. Questa è la speranza dello Spirito, quella a lunga conservazione e che non scade: è quella speranza che ci dà la forza di superare ogni tribulazione. Inviatiamo quindi lo spirito consolatore che ci fa risuscitare, ci risolleva e ricostruisce. Chi si avvicina a Dio non si abbatte ma ricomincia e riprova." "Sono venuto oggi per starvi vicino e per pregare con voi perché nessuno si scordi di chi è in difficoltà - ha concluso il Pontefice -. Sono passati quasi tre anni e il rischio è che dopo il primo coinvolgimento emotivo la tensione cali e le promesse vadano a finire nel dimenticatoio, alimentando la frustrazione di chi vede il territorio spopolarsi sempre di più. Dobbiamo riparare e ricostruire insieme senza che nessuno soffra. Dio ci aiuta a essere costruttori di bene e consolatori di cuore: ognuno può fare del bene senza che siano gli altri a cominciare. Signore fa che noi ci ricordiamo di essere al mondo per dare speranza e vicinanza perché siamo figlio tuoi, Dio si ogni consolazione." Il Santo Padre nell'Angelus ha poi rivolto un pensiero ai rifugiati e infine ha salutato gli abitanti di San Severino Marche: "vi saluterà dall'alto quando sorvolerò la vostra Città con l'elicottero." FOTO DI LUCIA MONTECCHIARI

Papa Francesco in visita alle SAE: "Grazie per il vostro coraggio, sono vicino a ognuno di voi" (FOTO)

Papa Francesco in visita alle SAE: "Grazie per il vostro coraggio, sono vicino a ognuno di voi" (FOTO)

16/06/2019

Tutti i riflettori questa mattina si sono accesi su Camerino e su Piazza Cavour. Se si visita il centro della Città, in qualsiasi giorno della settimana, il silenzio è spettrale, quasi angosciante. Oggi invece Camerino è in festa per la visita di Papa Francesco. Il Pontefice, prima di atterrare presso il campo sportivo Le Calvie, con qualche minuto di anticipo come è suo solito, è passato con il suo elicottero sopra al campo sportivo di Sarnano e si è abbassato per salutare i circa 100 fedeli che lo stavano aspettando. Arrivato all'Area Cortine Ovest, il Pontefice ha salutato i terremotati delle SAE che non hanno nascosto la loro emozione per l'incontro. "Santo Padre gradisce qualcosa?": tutti gli abitanti delle casette hanno offerto qualcosa a Papa Francesco che però ha preferito osservare con i propri occhi ciò che aveva intorno, cercando di dare una parola di conforto agli abitanti di Camerino rimasti senza casa. "Buongiorno a tutti voi, avrei voluto visitare tutte le casette, ogni casa. Ma non è possibile e per questo vi saluto da qua e vi do la mia benedizione - così il Santo Padre ha salutato i presenti -. Sono vicino a ognuno di voi e prego per voi perché questa situazione di risolva il più presto possibile. Grazie per la vostra pazienza e per il vostro coraggio. Voi pregate per me." Il Papa ha poi salutato, uno a uno, tutti i fedeli giunti nell'Area Cortine Ovest non risparmiando saluti, benedizioni, baci e selfie. Il Santo Padre si è poi diretto presso Piazza Cavour dove lo attendono circa 1000 persone giunte da ogni parte del mondo: tra i presenti, oltre ai cittadini di Camerino, ci sono anche studenti dall'America, dal Brasile e dall'Argentina.   FOTO TV2000 È POSSIBILE SEGUIRE LA DIRETTA QUI

Camerino, lo stupore di Papa Francesco nella Cattedrale inagibile (FOTO)

Camerino, lo stupore di Papa Francesco nella Cattedrale inagibile (FOTO)

16/06/2019

Dopo la visita alle SAE, Papa Francesco ha mosso verso Piazza Cavour, dove si terrà la Santa Messa. Arrivato nel cuore del centro storico, il Pontefice si è diretto all'ingresso della Cattedrale di Camerino. Una visita di appena cinque minuti all'interno del luogo simbolo del terremoto e di una comunità intera. Una Cattedrale inagibile dallo scorso 2016, all'interno della quale il Pontefice è voluto fortemente entrare.  All'estero Bergoglio, dopo il saluto della Piazza, è stato dotato del caschetto di protezione bianco e giallo dal Comandante dei Vigili del Fuoco e dagli altri funzionari del Corpo nazionale. Accompagnato da loro e dal Vescovo Francesco Massara, Papa Francesco, una volta dentro alla Cattedrale, non ha nascosto il suo stupore alla vista di tanta distruzione. Calcinacci a terra, crepe profonde sulle mura e la statua di Maria mutilata di una parte della testa e delle braccia. Questo lo scenario che il Pontefice si è trovato davanti. Dopo aver deposto un mazzo di fiori proprio davanti alla Statua della Vergine, Papa Francesco ha pregato all'interno del Duomo ed è poi uscito dalla Cattedrale per dirigersi presso il cortile e salutare i sindaci dei comuni del cratere. Foto Lucia Montecchiari e TV2000  

Cronaca

Porto Recanati, collisione tra auto e bici: un ferito all'ospedale

Porto Recanati, collisione tra auto e bici: un ferito all'ospedale

17/06/2019

L'incidente si è verificato intorno alle 17 a Porto Recanati sulla rotatoria di largo Monte Conero. Per cause in fase di accertamento un'auto ha urtato una bici, facendo cadere rovinosamente a terra il ciclista. Sul posto sono giunti subito i sanitari del 118, che hanno trasportato l'uomo al Pronto Soccorso di Civitanova Marche. I rilievi del caso per ricostruire l'esatta dinamica del sinistro spettano alla Polizia Locale.

Politica

Nuova edizione di Marche Express nel luoghi del sisma: il programma completo

Nuova edizione di Marche Express nel luoghi del sisma: il programma completo

17/06/2019

“Una scelta condivisa con Confcommercio per lanciare un messaggio forte: non solo ideale vicinanza alle aree colpite dal sisma, ma volontà reale di valorizzare turisticamente e quindi economicamente quelle aree. Perché le bellezze di quei territori vanno conosciute e ammirate come meritano. Una volontà precisa di promuovere i luoghi del sisma che la Regione sta mettendo in campo anche attraverso molteplici iniziative  che si snoderanno lungo l’arco dell’estate, da Risorgimarche a MarcheInvita. Perché il turista non cerca più solo il mare ma un’esperienza multiforme e nelle Marche trova per questo la sua meta ideale: in poche ore si possono attraversare paesaggi completamente diversi per vivere qualsiasi tipo di vacanza”.  Così l’assessore al Turismo-Cultura,  Moreno Pieroni ha motivato oggi in conferenza stampa, la scelta di sostenere Marche Express 2 – la seconda edizione del progetto di Turismo Esperienziale organizzato da Confcommercio Marche che quest’anno è interamente dedicato ai luoghi del sisma.  Saranno 5 tappe – a partire da domani a Macerata – con 5 influencer nazionali accompagnati nei territori dai cosidetti “local ambassadors”, ciceroni che guideranno alla scoperta delle Marche. Itinerari studiati per toccare tutte le aree del sisma: “ 18 giugno Macerata, Urbisaglia, Tolentino, Fiastra, Lago di Caccamo e Caldarola; 24-25 giugno Sarnano , Amandola, Force, Montefalcone Appennino- Montelparo ; 1-2 luglio Fermo, Monte Vidon Corrado – Montalto Marche; 9-10 luglio Matelica , Castelraimondo, Camerino, Ussita; Visso; 15-16 luglio Ascoli Piceno, Offida , Castignano e Arquata.      Un racconto delle Marche attraverso i maggiori social network  seguendo il tag #MARCHEESXPRESS2. Saranno realizzati video sui canali dei partecipanti, sui canali Marche Tourism e You Tube.   

Attualità

Camerino, il sindaco Sborgia dopo la visita del Papa: "Non possiamo far passare altro tempo"

Camerino, il sindaco Sborgia dopo la visita del Papa: "Non possiamo far passare altro tempo"

17/06/2019

Una giornata storica e tanto attesa quella di ieri a Camerino, per la visita di Papa Francesco all’Arcidiocesi di Camerino-San Severino, vissuta con grande emozione da tutta la comunità. Il sindaco Sandro Sborgia ripercorre la giornata, rivolgendo un personale ringraziamento prima di tutto all’arcivescovo Francesco Massara per aver reso possibile la visita del Santo Padre, ma non solo: “Volevo ringraziare tutti per quanto è stato fatto e per quanto si continua a fare: dai cittadini, ai volontari, agli uffici, le Forze dell'Ordine, davvero tutti, nessuno escluso. Sono state giornate di grande impegno, anche dal punto di vista organizzativo e hanno richiesto un grande lavoro straordinario per il quale non smetterò mai di ringraziare dal profondo del cuore tutti coloro che hanno dato il proprio contributo per questo appuntamento. È stato un grande onore – commenta il primo cittadino - poter rappresentare la nostra amata città così tanto martoriata e ferita. Si è trattato di una giornata molto intensa e bellissima. La visita del Santo Padre è stato un momento magnifico. Ho detto che ci siamo scambiati uno sguardo d’intesa nel senso che le parole a volte non rendono bene ciò che si ha nel cuore e quando ci siamo incontrati non ci sono state tante spiegazioni perché la nostra situazione è talmente evidente che non credo nemmeno si possano trovare le forme esatte per descrivere in breve quello che è lo stato delle cose. Allora ci siamo guardati e scambiati uno sguardo molto significativo. Penso che il Papa abbia percepito tutto. Molte cose si dicono più con uno sguardo. Questa giornata ha riportato non solo la città di Camerino, ma tutta la zona colpita dal sisma del 2016, all’attenzione di quanti hanno responsabilità di governo, perché i territori sono ancora feriti. Le ferite sono evidenti a tutti e le persone sono tre anni che vivono questa condizione quindi è necessario mettere in moto la macchina della ricostruzione, che questi territori ritornino a vivere ed è necessario ridare la speranza alle persone che vi abitano perché è passato troppo tempo e non possiamo più permetterci di farne passare altro. Il nostro nemico peggiore è il tempo perché con il suo passare si fa spazio la rassegnazione, le persone trovano altri luoghi. Coloro che sono stati costretti ad abbandonare le proprie abitazioni più passa il tempo, più perderanno la speranza di poter ritornare nelle proprie case e cercheranno possibilità diverse in altri luoghi. Tutto questo non possiamo permettercelo e non lo vogliamo perché ognuno di noi ama queste terre e vorrebbe tornare nella propria casa. Camerino ha bisogno che i servizi continuino ad esistere, che mantengano gli stessi livelli adeguati. Così come l’Università, che per Camerino è più che fondamentale: Camerino è l’Università e l’Università è Camerino, c’è un legame imprescindibile tra loro. Dobbiamo fare in fretta, però, affinchè non sia messo a rischio tutto ciò”.

Sport

Macerata, Trofeo Velox: la Fermana vittoriosa nella categoria Giovanissimi

Macerata, Trofeo Velox: la Fermana vittoriosa nella categoria Giovanissimi

17/06/2019

Ancora Fermana! La 31° edizione del Velox Giovanissimi si è conclusa domenica con il tripudio gialloblu, la festa della Fermana. I ragazzi allenati da Andrea Mercanti sono i più forti, surclassato nell’ultimo atto 5-1 il Candia Baraccola del tecnico Davide Tedoldi. Allo Stadio della Vittoria di Macerata, davanti a 500 spettatori, cornice eccezionale per una gara di questa categoria giovanile, la Fermana ha subito messo in chiaro la sua superiorità andando sul 2-0 dopo pochi minuti. I dorici ci hanno messo buona volontà, ma nulla hanno potuto per arginare i rivali (che pure avevano 3 squalificati) riuscendo solo a segnare il gol della bandiera. Per la cronaca i marcatori della Fermana sono stati Grassi, Buschittari, Smerilli ancora Grassi e Marcaccio, quindi la rete del Candia Baraccola ad opera di Mosciatti. Per la Fermana si tratta di un bel bis nella kermesse curata dalla Junior Macerata (in collaborazione con la Hr Maceratese), un anno fa aveva trionfato infatti nella categoria Allievi. Alla cerimonia di premiazione, presenti tra gli altri il presidente della Figc Macerata Guido Andrenelli, l’assessore comunale allo sport Alferio Canesin, il presidente dell’Aia Macerata Andrea Fugante, la presidentessa dell’Avis Comunale di Macerata Elisabetta Marcolini e rappresentanti dell’azienda Oro della Terra che è partner della Junior nella crescita del settore giovanile. Intanto è tempo di quarti di finale nella 42° edizione del Velox riservato alla categoria Allievi. Tra oggi e domani allo stadio della Vittoria in campo dunque le 8 rimanenti, finora le migliori: alle 18 si gioca Junior Jesina-Academy Civitanovese, alle 21 United Civitanova-Fermana. Domani agli stessi orari Matelica-Portorecanati e Tolentino-Vigor Senigallia. La Fermana campione uscente ha impressionato rifilando un pazzesco 12-0 al Potenza Picena, nette anche le affermazioni del Tolentino 6-1 sul Fabriano Cerreto e della United Civitanova 5-1 sulla Robur. Combattutissimi gli ultimi due ottavi in ordine cronologico, con la Vigor Senigallia che ha battuto 2-1 la Giovane Ancona e il Portorecanati che ha impattato 2-2 con la Veregrense prima di spuntarla ai rigori. Le altre sfide erano state Junior Jesina-Camerano terminata 4-2, Academy Civitanovese- Moie Vallesina 2-0 e Matelica-Civitanovese 4-2.    

Scuola e università

A Pollenza il Ballo di Fine Anno del Liceo "Leopardi" (FOTO)

A Pollenza il Ballo di Fine Anno del Liceo "Leopardi" (FOTO)

17/06/2019

A Villa Lauri di Pollenza terza edizione de IL BALLO DI FINE ANNO: venerdì 14 giugno si sono dati appuntamento cinquanta neo diciottenni che hanno fatto il loro “ingresso” nella società: si usa dire così, ma in realtà hanno prestato la loro bravura e la loro sensibilità ad un ballo sobrio ed elegante, pulito nei movimenti, che, quest’anno ancora molto frequentato, ha acceso la festa prima ed il divertimento poi nella pollentina Villa Lauri, ormai adottata come sede di questo piccolo evento di festa del liceo Leopardi. È stata la prof.ssa Maribel Pennesi a curare i movimenti coreografici delle coppie leggiadre che hanno saputo dare sfoggio di grande savoir faire. Le musiche, ormai consacrate, di Lehar, Strauss e Verdi hanno accompagnato i passi sicuri e decisi degli studenti in pista. L’orchestra, composta da oltre quindici elementi, è stata la Bruno Mugellini, diretta dal M° Danilo Tarquini. “Questa terza edizione ha evidenziato come la festa di fine anno dei nostri licei sia particolarmente partecipata e sentita da parte degli studenti – ha commentato la dirigente Annamaria Marcantonelli – ed ha ulteriormente mostrato la capacità di sapersi ritrovare e fare festa i in maniera elegante, sobria, misurata e, se posso aggiungere, educata. La chicca delle ragazze e dei ragazzi debuttanti ha aggiunto un tocco di grazia che, di questi tempi, è una vera manna”. Un autentico successo, con presenze elevatissime non solo di studenti ma anche di genitori, specialmente coloro i quali hanno avuto il piacere di assistere al ballo ”viennese” dei loro figli; la serata è stata magistralmente condotta da Angelica Nicole Ricca e Matteo Polimanti; ma i rappresentanti d’istituto hanno offerto un valido aiuto per la riuscita della manifestazione: la stessa Angelica Nicole Ricca, Giorgia Caraffa, Matteo Tomassoni, Ludovico Lucamarini. Questi i nomi delle coppie debuttanti: Anita Morganti e Matteo Russi; Costanza Cacciamani e Alessandro Lapponi; Elena Schiaroli e Ludovico Lucamarini; Eleonora Storani e Loris Bacaloni; Noemi Pasqualetti e Cesare Balestrini; Rachele Gennaro e Lorenzo Bosco; Roberta Venturini e Daniele Furiassi; Sara Fortunati e David Scocco; Sofia Bonugli e Tommaso Ferrari; Veronica Flamini e Joele Bruscini; Arianna Ramadori e Leonardo Piermattei; Aurora Tartarelli e Tommaso Caraceni; Gessica Di Chiara e Fallou Samb; Veronica Flamini e Francesco Caranti; Martina Procaccini e Giuseppe Liuni; Valentina Tosoni e Mattia Carlacchiani; Lorenzo Principi e Rachele Gennaro; Maria Ludovica Gallotta e Paolo Romitelli; Lucia Cecarini e Misha Emiliani; Sofia Gianferro e Loris Marini; Claudia Giacchetta e Tommaso Elisei; Anna Malaspina ed Edoardo Pomponio; Caterina Palmucci e Edoardo Tavanti; Alessia Valenti e Leonardo Stacchiotti.   Photo Credit:  Franco Tomassini

Cultura

Aperta la mostra “Scatta la Primavera” al Giardino delle Farfalle di Cessapalombo

Aperta la mostra “Scatta la Primavera” al Giardino delle Farfalle di Cessapalombo

17/06/2019

Fotografie che raccontano il territorio dell’Unione Montana dei Monti Azzuri in mostra al Giardino delle Farfalle di Cessapalombo. Non c’è cornice migliore di un sito di grande interesse naturalistico all’interno del Parco dei Monti Sibillini per allestire la mostra fotografica con 17 scatti realizzati da chi ha partecipato al contest “Scatta la Primavera”, indetto sulla pagina instagram dell’Unione per promuovere il territorio che comprende 15 Comuni. L’esposizione aperta sabato pomeriggio, 15 giugno, alla presenza del presidente dell’Unione Montana dei Monti Azzurri, Giampiero Feliciotti e del sindaco di Cessapalombo, Giuseppina Feliciotti, sarà visitabile per tutta l’estate accedendo al Giardino delle Farfalle. “L’iniziativa di una mostra fotografica è legata all’apertura di una pagina Instagram dell’Unione e il risultato è eccezionale, soprattutto in un posto come il giardino delle farfalle dove passano tanti bambini e ragazzi che possono vedere questi scatti ed essere invogliati a visitare e fruire del territorio. L’Unione montana vi invita a visitare il giardino e la mostra” ha commentato il presidente Feliciotti. Fotografie che si aggiungono ad un’offerta già ricca e interessante del Giardino che dà la possibilità ai visitatori di osservare e vivere alcuni momenti all’aria aperta a contatto con la natura. Attraverso un percorso didattico è possibile, infatti, scoprire il misterioso mondo delle farfalle che qui volano in assoluta libertà, ma anche passeggiare, vedere l’orto con piante officinali e aromatiche, vedere il museo emozionale ma anche degustare i prodotti tipici nel ristorante e bar accanto al giardino. A tutto questo, da sabato scorso per tutta l’estate, si aggiunge anche la possibilità di vedere una mostra fotografica dedicata ai 15 comuni dell’Unione Montana.  Basta accedere al giardino e poter vedere anche 17 degli scatti realizzati da chi ha partecipato al contest. “Noi siamo molto orgogliosi di poter ospitare questa mostra fotografica a Cessapalombo e al giardino delle farfalle, questo permetterà a tutti i visitatori di vedere in fotografia e magari anche di persona la bellezza del nostro territorio che è ricchissimo” ha aggiunto Giuseppina Feliciotti, nuovo sindaco di Cessapalombo. “Un grazie va all’Unione Montana perché mette in mostra non solo il territorio, ma anche un piccolo angolo, quello di Cessapalombo e del Giardino delle farfalle, un grazie va anche a chi ha partecipato e anche a chi verrà a trovarci, lo aspettiamo a braccia aperte” ha commentato Patrizio Guglini, titolare de Il Giardino delle farfalle di Cessapalombo.

Sanità

Climatizzazione dell'Ospedale di Civitanova: investimento di oltre un milione

Climatizzazione dell'Ospedale di Civitanova: investimento di oltre un milione

11/06/2019

Il prossimo 15 giugno all’Ospedale di Civitanova sarà attivata la climatizzazione di tre reparti: Ortopedia definitivamente destinata al piano primo ala Sud (parte più calda) e temporaneamente trasferita al piano terzo per poter eseguire i lavori; Cardiologia attualmente dislocata al piano terzo ala Est nei locali precedentemente destinati all’attività dell’UTIC e della Rianimazione, dal febbraio 2018 trasferiti al piano terra nel nuovo edificio del Pronto Soccorso; Pediatria trasferita al piano terzo ala Sud (già climatizzato) per consentire l’esecuzione dei lavori di bonifica della pavimentazione contenente amianto. Contemporaneamente si eseguiranno i lavori per la climatizzazione dei locali che accoglieranno il reparto in via definitiva. A settembre la Pediatria ritornerà nella sede propria e ciò consentirà il trasferimento dell’Allergologia al piano terzo ala Est, dove oggi si trova ancora provvisoriamente la Cardiologia che nello stesso mese verrà definitivamente trasferita al piano terzo ala Sud. Alla fine, questi complessi percorsi, consentiranno di centrare un importante obiettivo atteso da lungo tempo consistente nel trasferimento del reparto di Oncologia nella sede dell’attuale reparto di  Allergologia. Entro breve inoltre saranno programmati i lavori che consentiranno entro l’estate 2020 la climatizzazione dei reparti di Otorino e Medicina, quest’ultimo comunque attualmente dotato di un impianto di raffrescamento. Da evidenziare anche che nel reparto di Medicina le stanze sterili utilizzate dall’Ematologia sono già climatizzate così come nelle camere non sterili si è provveduto ad installare degli “SPLIT”. Il tutto con la condivisione del Direttore del reparto dr. Riccardo Centurioni. Nel contempo si sta lavorando nei locali ex Astanteria del Pronto Soccorso per la predisposizione degli spazi destinati all’installazione della TAC dedicata alla Radiologia d’Urgenza, TAC che sarà installata tra il 20 e il 30 luglio 2019. L’investimento complessivo della climatizzazione è di circa € 1.200.000 + IVA mentre per i lavori e l’acquisto della TAC per il Pronto Soccorso si raggiunge l’importo di circa  € 500.000 + IVA.  

Curiosità

Iniziativa Trenitalia per favorire turismo tra Marche e Emilia Romagna: nel weekend si viaggia a metà prezzo

Iniziativa Trenitalia per favorire turismo tra Marche e Emilia Romagna: nel weekend si viaggia a metà prezzo

13/06/2019

Arrivare dall'Emilia Romagna nelle Marche per il week-end pagando la metà il biglietto del treno regionale. E' la nuova iniziativa in vigore dal prossimo 5 luglio fino al primo settembre, che mette insieme Trenitalia e la Regione Marche, committente e finanziatrice dei servizi ferroviari regionali, per favorire l'afflusso di turisti nel territorio regionale durante l'estate. A presentare e inaugurare il nuovo collegamento chiamato Marche Line c'erano alla stazione di Ancona il direttore di Trenitalia Marche Fausto Del Rosso e l'assessore regionale ai Trasporti e all'Ambiente Angelo Sciapichetti. Il progetto prevede due corse: una il venerdì pomeriggio col Regionale Veloce 1777 che parte da Piacenza alle 14.06 per arrivare sulla costa marchigiana, capolinea San Benedetto del Tronto, alle 20.18. L'altra la domenica, per ripartire dalla città delle palme verso l'Emilia Romagna con il Regionale Veloce 1780 alle 18.05 e giungere a Piacenza alle 23,25. Fonte ANSA 

Eventi

San Severino Blues Marche Festival 2019: il programma completo della XXVIII edizione

San Severino Blues Marche Festival 2019: il programma completo della XXVIII edizione

17/06/2019

L’apertura della XXVIII° edizione estiva della rassegna marchigiana è nel segno del legame tra San Severino Marche e la musica afroamericana. Venerdì 5 luglio a Castello al Monte, lì dove è nato il festival nel 1991, nel chiostro del Duomo Vecchio il duo Gunter Hotel, Dario Aspesani e Lara Giancarli, conduce un viaggio alle radici del blues. Con questa serata Il format ArteinBlues parla di origini, quelle di una straordinaria città d’arte, esposte nel Museo Archeologico, riaperto anche con le donazioni raccolte dal festival, e quelle della musica popolare internazionale del Novecento. Il weekend con un forte valore simbolico continua sabato 6 luglio con l’evento gratuito in piazza del Popolo, il ritorno del grande padre del blues italiano, l’armonicista Fabio Treves, che festeggia in tour i suoi 70 anni, dopo aver celebrato nel 2014 i 40 anni di attività della Treves Blues Band. Nella sua immensa carriera, ricca di collaborazioni con leggende del blues internazionali e artisti italiani, da Mina a Finardi, spicca il ricordo di essere stato l’unico artista italiano a suonare con il geniale Frank Zappa. Anche le altre due serate evento sono nel capoluogo del festival, che quest’estate si articola in 12 concerti in 8 città della regione fino al 1 settembre. Il palco di Largo Servanzi di San Severino infatti il 19 luglio ospita l’artista che ha vinto a maggio i Blues Music Award 2019 come Miglior Blues Rock Artist, il chitarrista mancino Eric Gales, ritenuto da suoi stessi colleghi quali Joe Bonamassa, Carlos Santana, Dave Navarro come il migliore al mondo, e il 21 luglio sullo stesso palco arriva per la Prima volta in Italia Joanna Connor, The Queen of Blues Rock Guitar, la chitarrista slide di Chicago che ha sconvolto il mondo con milioni di visualizzazioni dei suoi video. È un’edizione all’insegna della chitarra e piuttosto rock blues. Pollenza ospita l’11 luglio l’unica data italiana di Khalif Wailin Walter, il chitarrista di Chicago con un sound originale e aggressivo alla Albert King e il 18 luglio il power duo rock di rural blues Superdownhome, rivelazione della passata stagione, che presenta il nuovo disco prodotto da Popa Chubby, dove appare anche l’armonica di Charlie Musselwhite. Note più fluide, melodiche e con accenti jazz sul palco di Villa Fermani a Corridonia il 12 luglio con il pluripremiato chitarrista inglese Matt Schofield, che ha duettato con Buddy Guy, Robben Ford e Eric Johnson e che presenterà il nuovo disco con la sua band americana. È inglese anche Tom Attah ospite il 20 luglio della Notte del Verdicchio di Cupramontana, eclettico cantante e chitarrista, ma anche attivo giornalista musicale e professore universitario di musica popolare. L’altro importante spazio di questa edizione è quello delle donne. Il 31 luglio a Treia c’è il trascinane folk blues di Betta Blues Society, la band italiana prima a partecipare all’International Blues Challenge di Memphis, guidata dall’eccezionale voce di Elisabetta Maulo. La rocca di Gagliole ospita il 10 agosto la straordinaria voce brasiliana di Mafalda Minnozzi con la raffinata chitarra jazz newyorkese di Paul Ricci nel nuovo spettacolo “Ritratti di Bossa & Jazz”. Il 15 agosto a Cingoli, per il tradizionale concerto di Ferragosto, torna la sorpresa della passata stagione invernale, la cantante Sara Zaccarelli, moderna ed emozionante interprete neo-soul e rhythm’n’blues. Chiusura di alto livello il 1 settembre a Moie di Maiolati con Linda Valori, la più grande voce soul blues femminile italiana che con una nuova band ha iniziato un percorso creativo verso il nuovo album. Orario concerti ore 21.30 | Tom Attah ore 23.30 (Notte del Verdicchio) Tutti i concerti a ingresso libero eccetto Eric Gales | Joanna Connor ingresso 15 € e  Mafalda Minnozzi & Paul Ricci ingresso 10 €

Economia

Confidi Macerata, Assemblea dei Soci: utile di 21.875 Euro

Confidi Macerata, Assemblea dei Soci: utile di 21.875 Euro

07/06/2019

“Si è svolta Giovedì 6 giugno, nella sede sociale presso Confindustria  Macerata, l’Assemblea dei Soci del “Confidi Industria Macerata”. Nella prima parte dell’incontro, riservata esclusivamente ai Soci, il Presidente Claudio Cristalli ha illustrato la gestione ed il bilancio relativi all’Anno 2018, entrambi approvati dall’Assemblea. Tra i principali dati si registrano i 519 soci iscritti ed un utile di 21.875 Euro. Nel corso dell’anno sono stati garantiti Fidi per 7.209.000 Euro, risultano effettuati accantonamenti al 70% delle posizioni deteriorate, il patrimonio mobiliare ammonta a 4 milioni di Euro. Successivamente, nella fase pubblica dell’Assemblea, il Presidente ha informato i Soci ed i rappresentanti delle Banche presenti riguardo l’autorizzazione concessa dal “Fondo di Garanzia per le Pmi” al Confidi Macerata, qualificandolo tra i Confidi più solidi ed affidabili, indipendentemente dal loro status di Confidi maggiori  o minori. Ciò consentirà un’operatività più diretta con il Fondo stesso e, soprattutto, il riconoscimento di importanti vantaggi per le Imprese associate. Nell’ultima parte dell’Assemblea ha avuto luogo un’interessante e partecipata tavola rotonda sul tema “La Riforma del Fondo di Garanzia per le Pmi”, moderata da Michele Farella del “Mediocredito Italiano - RTI Gestore del Fondo di Garanzia”.  

Varie

Caldarola, i motociclisti del Burgman Club Italia donano un'asciugatrice

Caldarola, i motociclisti del Burgman Club Italia donano un'asciugatrice

17/06/2019

Il Burgman Club Italia, gruppo di motociclisti Suzuki dediti al turismo su due ruote, nella giornata di ieri ha contattato il Sindaco di Caldarola Luca Maria Giuseppetti per consegnare alcuni doni frutto di una raccolta fatta nel corso di una cena di gala organizzata durante l'ultimo raduno nazionale. Infatti l'Associazione, venuta a conoscenza della realtà di Caldarola fortemente piegata dal terremoto del 2016, attraverso un loro referente di Perugia, Alessio Casini, si è presa a cuore la realtà della paese maceratese e, dopo il raduno Nazionale che si è tenuto il primo giugno proprio nelle Marche e la sensibilizzazione dei tanti associati durante la cena di gala, è riuscita a raccogliere una cifra che ha permesso di esaudire una delle necessità della comunità caldarolese, l’acquisto di un’asciugatrice. Ieri, un gruppo di motocliclisti del Burgman Club, capitanati proprio da Alessio Casini, ha consegnato l'asciugatrice insieme a diversi flaconi di sapone liquido destinati, questi ultimi, ai bambini della scuola. Con la donazione anche una lettera di saluti del presidente nazionale del Club, Salvatore Matarrese. Un bellissimo gesto di vicinanza e solidarietà che ha commosso il sindaco Giuseppetti. Infatti a quasi tre anni dalla prima scossa fortunatamente i cuori dei cittadini non si sono raffreddati, anzi è sempre vivo l'affetto verso le popolazioni terremotate. Un grazie di cuore al Burgman club da parte di tutti i cittadini di Caldarola.  

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433