Meteo, arriva Attila e le temperature cadono in picchiata
Attualità
15/11/2018

Meteo, arriva Attila e le temperature cadono in picchiata

Arriva Attila ed è tempo di tirare fuori i giacconi. Da domani, venerdì 16 novembre, è prevista una caduta in picchiata delle temperatura, in particolare al Centro e nella zona adriatica, con la colonnina del mercurio che si abbasserà anche di dodici gradi a partire da lunedì. Effetto, come detto, dell'arrivo di una corrente artica che si sta muovendo verso nord, nel Mediterraneo, per effetto dello spostamento della bassa pressione che, finora, ha garantito temperature tutto sommato miti e giornate soleggiate. Ma Attila, dirompente come il condottiero da cui prende il nome, è in agguato.

Meteo, arriva Attila e le temperature cadono in picchiata

Meteo, arriva Attila e le temperature cadono in picchiata
15/11/2018

Arriva Attila ed è tempo di tirare fuori i giacconi. Da domani, venerdì 16 novembre, è prevista una caduta in picchiata delle temperatura, in particolare al Centro e nella zona adriatica, con la colonnina del mercurio che si abbasserà anche di dodici gradi a partire da lunedì. Effetto, come detto, dell'arrivo di una corrente artica che si sta muovendo verso nord, nel Mediterraneo, per effetto dello spostamento della bassa pressione che, finora, ha garantito temperature tutto sommato miti e giornate soleggiate. Ma Attila, dirompente come il condottiero da cui prende il nome, è in agguato.

Perde il portafoglio con 5mila euro, glielo ritrova la polizia

Perde il portafoglio con 5mila euro, glielo ritrova la polizia

14/11/2018

All'ospedale di Macerata in visita a un parente sì è accorto di non avere più il portafoglio nella borsa. L'aveva lasciata nella camera per pochi minuti, il tempo di accompagnare il congiunto a fare una visita. Ha subito dato l'allarme, chiamando la polizia. Gli agenti della volante hanno controllato i filmati delle telecamere di sicurezza dell'ospedale e ricostruito gli spostamenti della donna, fino ad arrivare al ristorante giapponese dove aveva comprato del cibo da asporto. E lì hanno trovato il portafoglio con tutto il contenuto, che i titolari avevano messo al sicuro in attesa di risalire al proprietario.

Sicurezza stradale, nelle Marche 15 incidenti ogni giorno

Sicurezza stradale, nelle Marche 15 incidenti ogni giorno

13/11/2018

Nel 2017 si sono verificati nelle Marche 5.484 incidenti stradali, più di 15 al giorno di media che hanno causato la morte di 96 persone e il ferimento di altre 7.756. I dati sono resi noti dall'Istat. Rispetto al 2016, aumentano sia gli incidenti (+5,8%) che i feriti (+4,7%), in controtendenza rispetto ai dati nazionali (rispettivamente -0,5% e -1,0%); diminuisce invece il numero di vittime della strada (-4,0%) a fronte di un aumento del dato nazionale (+2,9%). La provincia di Ancona è quella che registra il maggior numero di sinistri (1.685), di morti (25) e di feriti (2.449), seguita da Pesaro Urbino, Macerata, Ascoli Piceno e Fermo. (Ansa)

San Ginesio, frontale tra due auto: un morto (foto)

San Ginesio, frontale tra due auto: un morto (foto)

11/11/2018

Un uomo di circa 60 anni è morto questa sera in un incidente a San Ginesio, lungo la strada che porta a Sarnano. L'auto sulla quale viaggiava si è scontrata frontalmente von un'altra vettura in località Pian di Pieca.  La vittima, Giulio Carducci, era di Sarnano. Sposato e padre di due figli, lavorava alla Laminox. Sul posto vigili del fuoco e 118. Inutili I soccorsi. La statale è stata temporaneamente chiusa per i rilievi e in attesa dell'arrivo sul posto del sostituto procuratore di turno.  Foto Giammario Scodanibbio 

Crac Banca Marche: tre assolti, 13 a giudizio

Crac Banca Marche: tre assolti, 13 a giudizio

13/11/2018

Assolti i tre membri del collegio dei sindaci di Banca Marche che avevano scelto il rito abbreviato nel procedimento per il crac dell'istituto di credito, mentre altre 13 persone sono state rinviate a giudizio.  Il gup ha assolto perché il fatto non costituisce reato Marco Pierluca, Franco D'Angelo, che hanno fatto parte dei collegi sindacali di Banca Marche e Medioleasing, e Piero Valentini, già presidente del collegio sindacale di Banca Marche. Per gli altri 13, ex manager e ex vertici, tra cui l'ex dg Massimo Bianconi, il processo si aprirà il 9 maggio 2019.    (Ansa)

Cronaca

Trentenne si toglie la vita

Trentenne si toglie la vita

14/11/2018

Una donna di circa trent'anni è stata trovata senza vita oggi. Inutili I soccorsi da parte del 118. Sul posto anche i carabinieri  Sul decesso non sembrano esserci lato da chiarire, si tratterebbe di un atto volontario. L'episodio si è verificato a Ete Caldarette, a Fermo. 

Attualità

Parco dei Sibillini, cresce la popolazione del camoscio appenninico

Parco dei Sibillini, cresce la popolazione del camoscio appenninico

14/11/2018

E' in crescita la popolazione del camoscio appenninico nel Parco dei Monti Sibillini. E' quanto emerge dai risultati del nono censimento autunnale al bramito che si è svolto il 23 e il 31 ottobre, nell'ambito del progetto di interesse comunitario per la conservazione dei mammiferi dell'Appennino centrale, realizzato in collaborazione con il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e quello del Gran Sasso e Monti della Laga, per la direttiva "biodiversità" del Ministero dell'Ambiente. A fronte di 31 individui rilasciati tra il 2008 e il 2014, 77 sono i camosci osservati il 23 ottobre, mentre il 31 ne sono stati osservati 88; ma la stima complessiva, basata anche sul monitoraggio durante l'anno anche mediante video-trappole, è attualmente di circa 150 individui, per lo più concentrati sull'area del Monte Bove dove evidentemente il camoscio ha trovato un habitat idoneo e ancora capiente per consentire un ulteriore sviluppo della colonia.      (Ansa)

Economia

Stipulata una convenzione tra Confartigianato Imprese Macerata e Banca Macerata Spa

Stipulata una convenzione tra Confartigianato Imprese Macerata e Banca Macerata Spa

12/11/2018

Stipulata una nuova e importante convenzione tra Confartigianato Imprese Macerata e Banca Macerata Spa, che sarà in grado di offrire alle imprese locali associate condizioni esclusive. Una boccata d’aria per il nostro territorio che risente ancora della crisi finanziaria del 2007-2013 e degli eventi sismici del 2016, e che ha purtroppo visto un indebolimento del sistema bancario provinciale dovuto a circostanze negative, come la risoluzione della banca locale di storico riferimento, l’accentramento delle politiche creditizie delle Banche di Credito Cooperativo e lo scarso interesse delle banche a carattere nazionale nei confronti degli artigiani e delle piccole aziende locali. Infatti secondo gli ultimi dati forniti dall’Ufficio Studi di Confartigianato, la dinamica del credito della nostra Regione a luglio 2018 presenta una diminuzione ancora più intensa rispetto alla media nazionale (-2,1%)pari al -8,2%. Solo nella provincia di Maceratail credito alle piccole imprese è sceso del -7,0%,seguono Ascoli Piceno(-6,8%)e Fermo(-6,1%)mentre Pesaro-Urbinoe Anconaregistrano una diminuzione maggiore con -8,5%e -10,5%. Osservando però la serie storica, pur se l’ultima variazione del credito alle imprese di più piccola dimensione è in miglioramento rispetto a quella di giugno 2018 (-9,4%), emerge che da agosto 2016 a gennaio 2017 la diminuzione del credito alle piccole imprese nelle Marche, che era stata sempre peggiore della media nazionale, si è allineata alla dinamica osservata in Italia.  Proprio perché la finalità istituzionaledi Confartigianato è quella di favorire lo sviluppo delle imprese aderenti, agevolandone l’attività anche attraverso specifici accordi con banche ed istituzioni, l’Associazione ha individuato in Banca Macerata l’istituto più adatto con cui collaborare per poter restituire al territorio maceratese i servizi di una banca locale che possa essere di assoluto riferimento per l’intera comunità maceratese e di quelle limitrofe, e soprattutto che possa essere punto di riferimento per le famiglie e le numerose imprese meritevoli che hanno difficoltà di accesso al credito.  Un’azione concreta nell’interesse delle imprese, soprattutto PMI locali, e dell’intera comunità del territorio maceratese: un plafond rotativo di 5 milioni di euro per le imprese della provincia di Macerata e limitrofe, finalizzato sia ad affidamenti di carattere commerciale (aperture di credito, castelletti, mutui, prestiti, fideiussioni, ecc.) sia a finanziamenti o anticipazioni rivolte alle attività delle imprese impegnate nel campo della ricostruzione e ristrutturazione post sisma, condizioni economiche favorevoli dedicate alle aziende associate e alle loro famiglie, consulenza gratuita per gli investimenti. Un’altra importante novità sarà il “Conto Ripresa” che, in caso di canalizzazione dello stipendio o della pensione, garantisce l’azzeramento totale dei costi di tenuta conto e dei bolli, e offre bancomat e prelievi gratuiti in tutta Italia. Piena soddisfazione dai due Presidenti Renzo Leonori, Confartigianato Imprese Macerata, e Ferdinando Cavallini, Banca Macerata, che hanno sottolineato entrambi l’importanza dell’accordo siglato. Un accordo tra due realtà che ormai da anni si occupano del bene del territorio e che insieme possono essere un valore aggiunto a livello locale. “Il nostro scopo - ha affermato il Presidente Cavallini - è quello di offrire un servizio di qualità e su misura per i nostri clienti. Banca Macerata punta ad essere un punto di riferimento per tutta la Provincia anche attraverso a questo tipo di sinergie, mettendo a disposizione servizi e consulenze di qualità che possano incontrare e soddisfare a pieno le esigenze delle imprese”.   “In un momento come questo - ha aggiunto il Segretario Provinciale di Confartigianato Imprese Macerata, Giorgio Menichelli -  tra la crisi economica e le conseguenze del sisma, ciò che è importante è il presidio dei territori che, fusioni di più realtà come quella di Confartigianato e Banca Macerata, possono concretizzare e rendere efficace.  Apprezziamo da sempre l’impegno di questo Istituto bancario che si spende per lo sviluppo del nostro territorio e grazie al quale potremo favorire insieme le nostre  oltre 6000 imprese associate e i 7000 pensionati Anap”.

Politica

Modifiche alla Legge di Bilancio: la CNA ne discute con l’On. Patassini, ospite dell’Associazione

Modifiche alla Legge di Bilancio: la CNA ne discute con l’On. Patassini, ospite dell’Associazione

12/11/2018

La Cna di Macerata ha incontrato l’on. Tullio Patassini, deputato della Lega e componente della commissione “Attività Produttive, Commercio e Turismo ” alla Camera dei deputati per il collegio di Macerata. L’on. Patassini ha illustrato al Presidente Ligliani , al direttore Ramadori ed componenti della presidenza associativa le principali tematiche di interesse degli imprenditori. La Cna ha chiesto la proroga della Zona Franca Urbana per almeno un biennio anche mediante l’utilizzo delle risorse non prenotate dalle imprese dei comuni del cratere. Inoltre nell’ottica della pace fiscale prevista dal D.L. 119/2018, la CNA ha rimarcato la necessità di sanare gli eventuali mancati versamenti delle imprese che area sisma del dicembre scorso a seguito anche delle difficoltà di accederere all’apposito finanziamento bancario. Inoltre la CNA ha chiesto che tutti i comuni del cratere vengano ricompresi nell’elenco della cedolare secca per favorire gli affitti ed il rientro delle famiglie.Bene la cedolare secca per i locali da adibire a nuove attività commerciali ma va estesa per l’associazione anche ai nuovio laboratori e botteghe artigiane. La CNA ha sostenuto la proposta di emendamento al “decreto Genova”presentata dall’On.Patassini ossia minisnatoria per le piccole difformità e per togliere un collo di bottiglia al flusso di domande per la ricostruzione leggera . Il Direttore Luciano Ramadori si è detto preoccupato per il possibile sblocco della tassazione locale che porterebbe un carico fiscale a livelli troppo elevati nella nostra provincia. Sull’argomento della ricostruzione l’on. Patassini ha condiviso molte delle osservazioni della CNA e ha rimarcato anche il risultato di mantenere l’impignorabilità del contributo pubblico per la ricostruzione al fime di tutelare gli esecutori dei lavori sull’edilizia privata. “E’ importante che un’associazione di categoria come la nostra abbia relazioni costanti con i deputati del proprio territorio – ha concluso il Presidente CNA Giorgio Ligliani- al fine di monitorare il processo dei lavori parlamentari sulle principali tematiche che riguardano la nostra provincia e la nostra categoria”.

Scuola e università

I ragazzi del liceo economico sociale "Ricci" di Macerata alla scoperta delle opportunità dell'Europa

I ragazzi del liceo economico sociale "Ricci" di Macerata alla scoperta delle opportunità dell'Europa

14/11/2018

Le classi  3E e 4E del  “Liceo della contemporaneità” dal 24 al 30 ottobre hanno vissuto le opportunità che l’Europa offre a chi con competenza e determinazione voglia varcare i confini nazionali. Bruxelles e Bruges hanno ospitato ventisei giovani dell’Istituto maceratese nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, accompagnati dai docenti Dario Matteucci, Tiziana Riccardi, Claudia Lombardelli e Anna Maria Mazza. Il Liceo Economico Sociale del  “Ricci”  porta il mondo di oggi nelle aule di Scuola e porta la Scuola nel mondo: da anni si premura  di includere nel curriculum visite istituzionali   arricchitesi per l’occasione con la partecipazione alle attività didattiche al “Parlamentarium”   in cui vivere l’iter legislativo grazie ad un entusiasmante gioco di ruolo. Sei giorni trascorsi tra seminari, conferenze tenute dai funzionari del Parlamento, della Commissione  e del Consiglio Europeo per poi volgere  alla scoperta  dei luoghi riconosciuti patrimonio UNESCO, delle ricchezze artistiche di Bruxelles, dei siti che la simboleggiano fino a Bruges, percorrendo il  fiabesco paesaggio che le  Fiandre regalano. Indimenticabile  l’incontro delle ragazze e dei ragazzi  con due ex alunne  dell’Istituto maceratese stabilmente impiegate a Bruxelles: testimonianza di  talento e intraprendenza,   tangibile riprova  che  la curiosità intellettuale, l’elaborazione critica e l’impegno civile sono il  bagaglio  dei protagonisti di  domani.        

Cultura ed eventi

Civitanova, i nuovi film in programma al Cecchetti e al Rossini

Civitanova, i nuovi film in programma al Cecchetti e al Rossini

14/11/2018

Nuovi film per le sale civitanovesi. Al cinema Rossini da domani 15 a mercoledì 21 novembre c’è Cosa fai a Capodanno?, la pellicola diretta da Filippo Bologna, la cui storia si svolge il 31 dicembre in un isolato chalet di montagna. Cast notevole con Luca Argentero, Alessandro Haber, Vittoria Puccini, Isabella Ferrari, Valentina Lodovini, Riccardo Scamarcio per un racconto ricco di intrighi. Orario: giovedì 21.15; sabato 18.30-20.30-22.30; domenica 16.30-18.30-20.30; martedì e mercoledì 21.15. Al Cecchetti invece, da giovedì 15 a domenica 18 novembre ci sono in programmazione due pellicole: Tutti lo sanno, diretta e sceneggiata da Asghar Farhardi, con protagonista l’attrice premio Oscar Penelope Cruz e Notti Magiche di Paolo Virzì. Gli orari del film del regista iraniano sono venerdì e sabato alle 20.30 e alle 22.45; domenica alle 18.15 e alle 20.30, mentre la commedia dell’artista livornese viene proiettata domani (15 novembre) alle 21.15 e domenica alle 16. Il prezzo del biglietto intero è di 5 euro, ridotto 4 (fino a 18 anni, oltre i 65 anni e studenti universitari fino a 24 anni) tutti i giorni. Per informazioni è attivo il numero TDiC informa: 351/5715757, dalle 11 alle 23, tutti i giorni ci sarà sempre un operatore a disposizione.    

Sport

Volley, la Lube Civitanova batte Siena in quattro set e torna seconda

Volley, la Lube Civitanova batte Siena in quattro set e torna seconda

14/11/2018

La Cucine Lube Civitanova batte l'Emma Villas Siena in quattro set con il punteggio di 32-30, 25-15, 20-25, 25-18 nell'anticipo della nona giornata di Superlega 2018/2019. La formazione allenata da coach Giampaolo Medei si impone all'Eurosuole Forum e scavalca momentaneamente l'Azimut Leo Shoes Modena al secondo posto in classifica con 19 punti.  LA CRONACA - Siena prova subito a scappare trovando il primo break della partita grazie a una stampata a muro di Maruotti su Sokolov (1-3), ma la reazione dei cucinieri è immediata grazie ad un'ispirato Simon (80% in attacco nel primo set) che regala con due ace consecutivi il contro-break alla Lube (10-6). Trovato il vantaggio, Civitanova si scioglie e continua a bombardare al servizio con Bruno portandosi a più quattro (15-11). Siena riesce a rianimarsi sul finale di set portandosi a meno uno dopo il muro di Maruotti su Leal (20-19). Il cubano, però, non si lascia demotivare e con una diagonale strettissima regala alla Lube ben due set point. Per tutta risposta, l'Emma Villas con una pipe di Muruotti e un mani fuori di Hernandez costringe il primo parziale ai vantaggi. Nell'intensa lotta punto a punto che contraddistingue la coda del set la spunta Civitanova grazie al doppio mani out di Sokolov e Leal dopo ben 38 minuti di gioco (32-30).  SECONDO SET - Nel secondo set la Lube trova il break immediato grazie a Simon (3-1), ma un ace di Gladyr riporta tutto in equilibrio (4-4). Poco più tardi, complice un'invasione di Ishikawa, Civitanova trova l'abbrivio per un nuovo allungo grazie al turno di battuta del solito spumeggiante Simon (8-5). Quando al servizio iniziano ad accendersi anche Leal e Juantorena, la Lube diventa imprendibile. Il parziale sorride ai padroni di casa: 25-15, Juantorena mattore con 6 punti e il 100% in attacco.  TERZO SET - L'Emma Villas riesce ad approcciare il terzo set con nuove soluzioni offensive e grazie ad un ace vincente di Gladyr - con la complicità del nastro - rimette il naso avanti (8-7). Gli ospiti mettono in mostra il talento del cubano Hernandez (7 punti nel set) e arrivano a toccare il più tre (12-15). La Lube diventa fallosa al servizio (6 errori nel parziale) e cede il set per 20-25.  QUARTO SET - Di rabbia la Lube vola subito tre a zero nel quarto set con gli attacchi possenti di Juantorena in diagonale. L'immediato vantaggio acquisito tranquilizza Civitanova, che torna a fare la voce grossa a muro con Bruno e Sokolov (11-8). Siena viene tramortita dalla rinnovata effervescenza offensiva dei padroni di casa ed è costretta ad alzare bandiera bianca dopo un'ora e cinquantacinque minuti. Top scorer del match Juantorena con 24 punti.  Il tabellino  LUBE CIVITANOVA: Juantorena 24, Simon 15, Leal 14, Sokolov 9, Cester 5, Bruno 4, Diamantini 2 EMMA VILLAS SIENA: Maruotti 9, Gladyr 11, Ishikawa 13, Hernandez 17, Spadavecchia 1, Marouf 1, Mattei 2 Parziali: 32-30 (38’), 25-15 (25'), 20-25 (28'), 25-18 (24') Note: spettatori 2916, incasso 24608    

Sanità

Il diabetologo Brandoni e il direttore dell’AV3 Maccioni ospiti della conviviale promossa dal Rotary Club di Macerata

Il diabetologo Brandoni e il direttore dell’AV3 Maccioni ospiti della conviviale promossa dal Rotary Club di Macerata

14/11/2018

Alla vigilia della Giornata Mondiale del Diabete del 14 novembre, il Rotary Club di Macerata ha promosso una conviviale dedicata che ha visto la partecipazione del dottor Gabriele Brandoni, dirigente medico del Dipartimento Malattie metaboliche e Diabetologia dell’Ospedale di Macerata, di Alessandro Maccioni, direttore generale dell’Area Vasta 3, oltre che di Marco Sigona per il Club Matteo Ricci e di Claudio Regini, assistente del governatore distrettuale. Luci e ombre sono emerse dalla panoramica sulla malattia che Brandoni ha condiviso con i numerosi presenti a Villa Quiete. Le seconde riguardano in primo luogo i numeri in costante crescita: «Si stima che nel 2035 saranno oltre 600 milioni le persone affette da diabete nel mondo, mentre in Italia nel 2030 i malati potrebbero arrivare a toccare quota 6 milioni: 22 mila nuovi casi ogni giorno, come se si ammalasse un’intera cittadina», ha affermato il medico. Se l’età media dei diabetici è compresa nella fascia 50-75 anni, il campanello di allarme è rappresentato dall’aumento dell’obesità infantile - arrivata al 35% - e dei casi di diabete di tipo due tra i giovani. Le buone notizie riguardano la nostra regione e la provincia di Macerata in particolare. Le Marche, infatti, sono sotto la media nazionale per tasso di malati, e quello di ospedalizzazione per diabete non controllato è il più basso in Italia. Inoltre, l’Ospedale di Macerata è uno dei due centri marchigiani nei quali la Diabetologia è attiva dal lunedì al sabato, mentre è stato aperto da pochi mesi a Recanati, presso l’ex ospedale “Santa Lucia”, l’unico ambulatorio cardio-metabolico del territorio regionale. A questo proposito, Brandoni ha sottolineato come «il diabete sia sempre di più legato al cuore, tanto da essere definito una malattia cardiovascolare diagnosticata con la misura della glicemia». «È necessario tenere sotto controllo i casi di iperglicemia, ma non si deve sottovalutare la ipoglicemia, alla quale sono legati importanti rischi per l’attività del muscolo cardiaco», ha aggiunto. Negli ultimi anni, un aiuto fondamentale è arrivato dalle nuove famiglie di farmaci, che oggi permettono di disporre di circa 140 possibili ed efficaci combinazioni, e molto può fare anche controllare lo stato di salute con periodicità, «perché molte volte - ha ammonito il medico - si scopre di avere il diabete attraverso controlli casuali, durante un ricovero ospedaliero o prima di un intervento chirurgico, quando la cellula beta produttrice di insulina ha già causato danni».  

Varie

Caso Troiani: dopo Striscia, gogna mediatica anche su Radio24

Caso Troiani: dopo Striscia, gogna mediatica anche su Radio24

14/11/2018

Dopo Ezio Greggio, durante l'anteprima di Striscia la Notizia di lunedi scorso (https://goo.gl/dUScQy), ieri sera hanno parlato del caso Troiani anche Cruciani e Parenzo, conduttori del programma cult La Zanzara, su Radio24. Uno dei più ascoltati della fascia oraria 18:30-21. Al giornalista in studio, Giuseppe Cruciani, è arrivata un'imbeccata da Civitanova e leggendo la missiva, ha riepilogato ciò che era riportato nel post Facebook di Fausto Troiani. Nel frattempo il co-conduttore Parenzo, lo incalzava chiedendo a quale area politica appartenesse l'esponente politico nostrano, nel tentativo (riuscito) di dileggiare tutto ciò che è riconducibile all'aerea di centro-destra e grillina. La parentesi "civitanovese" del programma si conclude con Cruciani che sostanzialmente assolve Troiani per le sue esternazioni social, derubricando il caso a mere opinioni personali, anche se forti, e Parenzo che invece attacca, affermando che "in un paese normale, uno così si dovrebbe vergognare a girare per strada", ed invocandone le dimissioni.

Curiosità

A Monza la cerimonia di inaugurazione della targa dedicata al ginesino  Raffaele Merelli

A Monza la cerimonia di inaugurazione della targa dedicata al ginesino Raffaele Merelli

14/11/2018

Grande cerimonia ieri presso la Scuola Dante Alighieri di Monza per l’inaugurazione della targa dedicata al ginesino Raffaele Merelli. La grande lapide con altorilievi in bronzo che dal 1923 campeggia all’ingresso della scuola, è stata oggetto di un recente restauro: per questo, in occasione del centenario della fine della Grande Guerra, il Comune di Monza, in collaborazione con la Scuola Primaria Dante Alighieri e con l’UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia) sez. di Monza, ha organizzatola la cerimonia commemorativa alle presenza del Sindaco di San Ginesio Giuliano Ciabocco. Il tenente Raffaele Merelli, nato a San Ginesio nel 1886, si trasferì a Monza nel 1905 dove per anni insegnò alla scuola elementare Dante Alighieri e dove “dimostrò sempre amore al dovere e sentimenti ispirati ai più sani principi di onestà e amor patrio”. Si arruolò volontario nel 29esimo reggimento fanteria della brigata Pisa con il grado di sotto tenente. Il maestro soldato, ginesino di nascita e monzese di adozione, fu insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare per “essere uscito volontariamente dalle trincee, trascinando con impeto travolgente il suo plotone e pure ferito continuò il combattimento fino a conquistare la seconda linea avversaria. Cadde mentre i suoi soldati completavano la vittoria”. La cerimonia ha avuto inizio presso l’auditorium della scuola alla presenza delle istituzioni civili e militari, dove i bambini della terza elementare,coordinati dall’insegnante Carla Maggioni, hanno iniziato a raccontare a genitori e alunni la figura del grande maestro soldato, descrivendone la sua vita e le sue gesta. Presentatore dell’intera iniziativa il tenente Amelio Titoli dell’UNUCI di Monza, autore della monografia su Merelli dal titolo “L’insegnante, il soldato, l’uomo, l’eroe”. La cerimonia si è poi spostata verso il giardino della scuola per lo scoprimento dell’altorilievo restaurato e dove i bambini hanno intonato l’Inno di Mameli. Il Sindaco Giuliano Ciabocco ha ringraziato tutti per la lodevole iniziativa, ricordando l’alto insegnamento civile del maestro-eroe che ha gloriosamente sacrificato la sua vita per l’amor di patria e quanto sia importante il compito che la scuola svolge nel ricordare e valorizzare i nostri Eroi affinché continuino a vivere nella memoria dei posteri. Come cita la lapide a lui dedicata “Raffaele Merelli, medaglia d’oro, vero maestro in vita, sacro maestro in morte”.  

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433