Montecassiano, frontale tra due auto: gravi padre e figlio (FOTO E VIDEO)
Cronaca
20/04/2019

Montecassiano, frontale tra due auto: gravi padre e figlio (FOTO E VIDEO)

L'incidente si è verificato questo pomeriggio, intorno alle 16.30, a Montecassiano, nella frazione di Sambucheto, lungo la strada provinciale 77 che collega Villa Potenza a Recanati.  Violentissimo l'impatto frontale tra le due vetture, due Volkswagen Golf, molto probabilmente causato da un sorpasso. I sanitari del 118, giunti prontamente sul posto, hanno deciso di allertare l'eliambulanza dall'Ospedale Torrette di Ancona per i due occupanti di una delle due vetture, padre e figlio, che sono risultati essere in gravi condizioni. Il padre, 40enne, è stato trasportato con l'eliambulanza presso il nosocomio dorico, mentre il giovane, minorenne, in ambulanza sempre a Torrette. La terza persona coinvolta nel sinistro, un 60enne, è stata trasferita al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Macerata. Sul luogo del sinistro anche i Vigili del Fuoco di Macerata e i Carabinieri. I pompieri stanno provvedendo a mettere in sicurezza le due vetture, una delle quali ha sfondato il guardrail, mentre ai militari spetterà ricostruire l'esatta dinamica del sinistro. Il tratto di strada in questione è stato chiuso al traffico per favorire le operazioni di soccorso.      

Montecassiano, frontale tra due auto: gravi padre e figlio (FOTO E VIDEO)

Montecassiano, frontale tra due auto: gravi padre e figlio (FOTO E VIDEO)
20/04/2019

L'incidente si è verificato questo pomeriggio, intorno alle 16.30, a Montecassiano, nella frazione di Sambucheto, lungo la strada provinciale 77 che collega Villa Potenza a Recanati.  Violentissimo l'impatto frontale tra le due vetture, due Volkswagen Golf, molto probabilmente causato da un sorpasso. I sanitari del 118, giunti prontamente sul posto, hanno deciso di allertare l'eliambulanza dall'Ospedale Torrette di Ancona per i due occupanti di una delle due vetture, padre e figlio, che sono risultati essere in gravi condizioni. Il padre, 40enne, è stato trasportato con l'eliambulanza presso il nosocomio dorico, mentre il giovane, minorenne, in ambulanza sempre a Torrette. La terza persona coinvolta nel sinistro, un 60enne, è stata trasferita al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Macerata. Sul luogo del sinistro anche i Vigili del Fuoco di Macerata e i Carabinieri. I pompieri stanno provvedendo a mettere in sicurezza le due vetture, una delle quali ha sfondato il guardrail, mentre ai militari spetterà ricostruire l'esatta dinamica del sinistro. Il tratto di strada in questione è stato chiuso al traffico per favorire le operazioni di soccorso.      

Morrovalle, i Carabinieri Forestali salvano 26 agnelli da una macellazione clandestina (FOTO)

Morrovalle, i Carabinieri Forestali salvano 26 agnelli da una macellazione clandestina (FOTO)

19/04/2019

Nel tardo pomeriggio di ieri, militari della Stazione Carabinieri Forestale di Abbadia di Fiastra, hanno scoperto all'interno di un casolare disabitato, sito in Morrovalle, agnelli tenuti chiusi in condizioni di degrado ed isolamento, privi di luce, cibo ed acqua, verosimilmente provento di furto. I forestali, sono intervenuti a seguito di una  segnalazione pervenuta da parte dei proprietari dell'immobile disabitato a loro volta avvertiti da un confinante che aveva udito il belare di agnelli. Sul posto sono accorsi anche i veterinari reperibili dell’Asur di Civitanova Marche,  per la valutazione dello stato di salute degli ovini. Ai fini del benessere animale, i militari hanno  proceduto al sequestro degli animali con affidamento in custodia ad un allevatore della zona.  Agli animali sono state fornite le dovute cure e le necessarie razioni di cibo ed acqua. È stata notiziata l’Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione di animali in condizioni incompatibili con la propria natura, per ora contro ignoti. La sorte toccata ai 26 agnellini, data la loro illecita provenienza e le imminenti festività pasquali, sarebbe stata quasi sicuramente quella della macellazione clandestina, la quale viene eseguita senza gli specifici mezzi previsti dalla normativa, creando inutili sofferenze agli animali. Inoltre, aspetto non secondario, l’assenza di tracciabilità e controllo sanitario, avrebbe messo in circolazione carne potenzialmente pericolosa per la salute di chiunque l’avesse consumata.

La Lube cancella Trento in Gara 2 della semifinale scudetto e si porta 2-0 nella serie

La Lube cancella Trento in Gara 2 della semifinale scudetto e si porta 2-0 nella serie

19/04/2019

La Lube Civitanova continua a volare. La formazione di coach de Giorgi si impone per 3-1 (16-25, 25-18, 25-23, 25-13) contro l'Itas Trenino nel match valevole come gara 2 delle semifinali scudetto e si porta due a zero nella serie. Questa vittoria - unita al successo esterno ottenuto al tie-break in gara 1 - ribalta il fattore campo, ora favorevole ai cucinieri.  Per la Lube si profila all'orizzonte il primo match ball valido per la qualificazione in finale: appuntamento con gara 3 fissato per il Lunedì di Pasquetta, 22 aprile, alla BLM Group Arena di Trento a partire dalle ore 18:00.  LA CRONACA Unica sorpresa nei sestetti iniziali la presenza di Diamantini in luogo di Cester nel ruolo di centrale tra le fila civitanovesi. Il resto dello starting six dei padroni di casa è quello rodato con Bruno in cabina di regia, Simon centrale, Leal e Juantorena schiacciatori, Sokolov opposto e Balaso libero. Lorenzetti, invece, va sul sicuro e propone capitan Giannelli come alzatore, Lisinac e Candellaro centrali, Kovacevic e Russell in banda, Vettori opposto e Grebennikov libero.  PRIMO SET - Il primo break della partita è ospite. Sokolov - a freddo - perde le misure della parallela e finisce out di metri (1-3). A restituire il favore ci pensa Russell con un attacco da posto quattro che non trova il campo (7-7). Per sconvolgere l'equilibrio di una partita giocata sin da subito su ritmi elavitissimi ci pensa Giannelli con un turno al servizio che porta la Itas sul più tre (10-13). Lo slancio decisivo lo innesca Kovacevic. Il talento serbo mostra una gran varietà di colpi giocando con le mani alte del muro Lube e mettendo in crisi la ricezione - al solito - affannosa di Leal. Trento perviene a massimo vantaggio (11-16).  La Lube è troppo fallosa in attacco (35% e 3 errori al servizio, ndr), mentre la banda Lorenzetti sigla ben 3 ace: il set viene dominato dalla Itas 16-25.  SECONDO SET - A dare la sveglia nel secondo parziale ci pensa Juantorena che fa esplodere il Forum con una combinazione da urlo diagonale vincente/muro (2-0). Osmany è scatenato anche dai nove metri e con un ace sigla il 5-2 civitanovese. Trento rientra prontamente in carreggiata grazie alla velenose traittorie di Kovacevic in battuta, che fanno ammattire Leal (5-5). Il cubano si fa perdonare quando è lui a servire: dopo un suo ace la Lube vola avanti di quattro (11-7).  Quando i cucinieri registrano anche i tempi d'invadenza a muro, il vantaggio si dilata sino a sette punti (15-8). Per Juantorena, però, non è abbastanza. L'hombre (soprannome di Juantorena, ndr) devasta la ricezione trentina con il suo servizio (2 ace nel set con 6 punti) e trascina Civitanova a più dieci (20-10). A chiudere il set è un errore al servizio di Russell: si torna in parità (25-18).    TERZO SET - La Lube continua la serie vincente anche in avvio di terzo parziale. Civitanova trova l'immediato 3-0 con le poderose schiacciate di Sokolov e Juantorena. Trento interrompe il monologo casalingo con un turno al servizio di Russell che porta quattro punti in fila nonchè il contro-sorpasso (3-4). Un pazzesco muro a una mano di Kovacevic su Sokolov silenzia momentaneamente l'entusiasmo dell'Eurosuole Forum e sentenzia come la squadra di Lorenzetti sia tornata in partita (4-5). Il break ospite arriva grazie ad un ace di Giannelli, che approfitta del giro dietro di Leal (4-6). L'opposto cubano è croce e delizia: soffre in difesa, ma abbaglia in attacco. È proprio lui a far ritrovare la parità alla Lube dopo una grande diagonale stretta (9-9).  L'equilibrio permane sino al 16-16, quando a trascinare a break i cucinieri ci pensa Sokolov con un attacco di prima intenzione dopo problematica ricezione ospite sul servizio di Simon. È la svolta. Leal (8 punti con il 64% di perfezione) diviene indomabile in attacco e la Lube fa suo il set disinnescando anche il tentativo di riento della Itas (25-23). QUARTO SET - In avvio di quarto set Lorenzetti sceglie di partire con Nelli al posto di Vettori nel ruolo di opposto, ma nulla sembra cambiare. Civitanova vola a break dopo un muro vincente di Leal su Kovacevic a cui fa seguito un ace di Simon (5-3). Bruno si inventa persino schiacciatore sull'alzata di Juantorena, il Forum gongola (10-7).  L'ace dell'italo-cubano non fa che ribadire il concetto, i cucinieri sono decisi ad azzannare gara 2 (14-9) e lo ribadiscono con uno scatenato Simon al servizio (19-11). La Lube vince set e partita (25-13) portandosi in doppio vantaggio nella serie: ora le finali sono a un passo.  Tabellino Lube Civitanova-Itas Trentino 3-1  Lube Civitanova: Sokolov 14, Simon 13, Juantorena 10, Kovar, Leal 23 (MVP), Bruno 3, Diamantini 3 Itas Trentino: Kovacevic 18, Russell 4, Vettori 8, Giannelli 3, Lisinac 9, Candellaro 7, Nelli 4, Cavuto 1 Spettatori: 3851 Incasso: 57079 GARA 2 LUBE-TRENTO: LE INTERVISTE LE PAROLE DI BRUNO - “Abbiamo iniziato un po’ tesi, non eravamo sciolti, io non ero preciso, la ricezione anche; abbiamo fatto un primo set brutto. Però la squadra ha dimostrato di, anche nelle difficoltà, di riuscire a cambiare il percorso e la partita, con la testa e con il cuore. Nel secondo set abbiamo già cominciato a spingere di più fin da subito, terzo set di punto a punto e infine un quarto set impeccabile, quasi perfetto con la battuta abbiamo spinto molto. La terza partita sarà un’altra battaglia, non possiamo per ora permetterci di pensare a nessun’altra cosa, ogni partita per noi deve essere una finale”. LEAL MVP - “Abbiamo fatto una grande partita, dopo il primo set abbiamo cominciato a giocare bene, abbiamo messo in campo una grande battuta, e il gioco poi è quindi diventato più facile. Treno è una grande squadra, è una squadra che rispettiamo, e a gara tre dovremo entrare pronti e lottare punto a punto. Stiamo giocando molto bene, 16 vittorie di fila, e dobbiamo continuare per tutti i play off”. COACH DE GIORGI - “Gara 2 molto bella e intensa, Trento come sempre ha iniziato con grande qualità, con grande pressione in tutti i fondamentali e noi abbiamo un po’ subito. La squadra ha avuto di nuovo la forza, la capacità di mettersi a giocare sempre meglio, aiutandosi e cercando sempre soluzioni. Poi dal secondo set abbiamo giocato noi con più intensità in tutti i fondamentali. Leal è da un po’che ci sta dando una mano importante in attacco ed è ormai diventato un punto di riferimento importante”.  

Cingoli, tenta furto alla sala slot e si dà alla fuga: denunciato un 20enne

Cingoli, tenta furto alla sala slot e si dà alla fuga: denunciato un 20enne

20/04/2019

I Carabinieri della stazione di Cingoli hanno denunciato per tentato furto aggravato un giovane residente nella provincia maceratese, 20enne, conosciuto alle cronache. Nella serata di ieri, presso la sala slot di Cingoli – già presa di mira lo scorso anno per un tentativo di furto da cui è partita l’indagine “Shelter” che ha condotto all’emissione di misure cautelari di 4 soggetti – un individuo ha tentato l’acceso in modo furtivo nella stanza dove era collocata una macchinetta del video poker, tentando poi di scassinarla con un arnese. L’azione non è riuscita e il malvivente si è dato alla fuga. Sono stati poi allertati poi i Carabinieri di Cingoli, i quali visionando le immagini di video sorveglianza hanno individuato il soggetto con il volto travisato da un cappuccio. I militari si sono messi subito alla ricerca dell'individuo col solo indizio dei vestiti indossati. Dopo alcune ore hanno notato in giro nel paese un uomo con l’abbigliamento moto simile a quello indossato dal malvivente e per questo lo hanno poi fermato e condotto in caserma. Qui, l’immediata comparazione con le immagini ha consentito di osservare la corrispondenza della felpa con un noto marchio e degli occhiali indossati dal soggetto. È stato anche rintracciato dai militari  il “piede di porco” utilizzato per il tentato furto. Il ragazzo è stato poi denunciato alle Autorità Giudiziarie.    

Scossa di terremoto di magnitudo 3.1 nel Fermano

Scossa di terremoto di magnitudo 3.1 nel Fermano

20/04/2019

Prosegue piuttosto intensamente l'attività sismica nella nostra regione. Questa mattina l'INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha registrato alle ore 6:25 una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 con epicentro a Santa Vittoria in Matenano, nel fermano, ad una profondità di 23 chilometri.  Poco prima, alle 6:05, vi è stata una scossa di magnitudo 2.7 che ha avuto epicentro il territorio di Fiastra.

Cronaca

A14, rottweiler fugge dall'auto e viene investito da un'altra vettura: il padrone trasportato a Torrette

A14, rottweiler fugge dall'auto e viene investito da un'altra vettura: il padrone trasportato a Torrette

20/04/2019

L'episodio è avvenuto nella carreggiata dell'A14, nel territorio comunale di Montemarciano, questa mattina, intorno alle 11:00. L'uomo, un 60enne, si è fermato improvvisamente in mezzo alla carreggiata dell'autostrada perché il rottweiler, preso poche ore prima da un canile, era molto agitato e, a quanto risulta dalle prime indiscrezioni, sembrerebbe averlo anche morso durante il trasporto in autostrada. Nell'aprire la portiera, l'animale, senza museruola, è fuggito ed è stato investito da un'auto, condotta da un 37enne di Porto Recanati. A causa dell'impatto, il cane è morto sul colpo e l'auto che lo ha investito, andando a urtare sullo sportellone aperto dell'altra vettura, ha provocato dei gravi traumi sulla gamba del padrone del rottweiler. I sanitari del 118, giunti prontamente sul posto, viste le gravi condizioni del 60enne, hanno deciso di allertare l'eliambulanza dall'Ospedale Torrette di Ancona dove il padrone del cane è stato prontamente trasportato in codice rosso. L'atterraggio di Icaro sulla carreggiata dell'A14, ha provocato la chiusura della stessa e code chilometriche.  Spetterà alla Polizia Autostradale ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto.

Attualità

Recanati, proseguono i lavori per oltre un milione di euro sugli Istituti Superiori

Recanati, proseguono i lavori per oltre un milione di euro sugli Istituti Superiori

20/04/2019

Proseguono secondo crono programma i lavori appaltati dalla Provincia sull’ampliamento del  liceo scientifico e sulla costruzione di una nuova ala dell’ITIS Di Recanati.Èq uanto emerso nella giornata di ieri dal sopralluogo effettuato dal  Presidente Pettinari  accompagnato dall’Ing. Fraticelli.  Due lavori decisamente necessari per la popolazione studentesca che gravita intorno ai due istituti superiori della cittadina leopardiana. “Mi ha fatto piacere vedere che, nonostante il clima ormai di festa – riferisce Pettinari al rientro in sede - le imprese erano a lavoro; non posso quindi che ringraziarle per questo.” Mentre al liceo scientifico si sta già lavorando all’interno sulla suddivisione degli spazi e la realizzazione delle aule, nell’area dell’ITIS sono iniziati gli scavi per  la costruzione della nuova struttura che prenderà la sua forma nell’adiacenza dell’immobile esistente. Si tratta di un primo stralcio comunicante con l’attuale edificio dell’ITIS che vedrà a breve realizzato un piano con cinque aule e tutti i servizi connessi. La struttura in fase di costruzione è collegata al vecchio edifico e si tratta di un intervento di circa 800 mila euro. Un modulo, quello scelto, che consentirà, se il trend di crescita delle iscrizioni all’Istituto tecnico proseguirà, potrà essere, di volta in volta, ampliato. “Anche se oggi – precisa Pettinari – abbiamo deciso di realizzare un solo piano, il progetto è stato concepito per  ulteriori elevazioni. Per la Provincia è un investimento economico decisamente importante se consideriamo le scarse risorse economiche  che lo Stato ci ha riservato negli ultimi anni per assicurare tutti i servizi  connessi alle funzioni istituzionali che il nostro Ente si trova a dover assolvere.  La riforma Del Rio, come tutti sanno,  ci ha lasciati nel guado con tutti i problemi gestionali che ne sono conseguiti. Auspico, come ho avuto modo di ribadire anche a nome dell’UPI Marche nei recenti incontri fatti all’UPI nazionale e manifestati al Presidente della Camera Fico, che si ponga rimedio ad una situazione davvero insostenibile. Per governare al meglio i nostri territori è necessario tornare al passato con l’elezione diretta del Presidente e del Consiglio Provinciale  con un Ente che possa avere le giuste risorse per amministrare il territorio in maniera equa; dobbiamo fare in modo che ogni zona della Provincia possa essere degnamente rappresentata  ed i cittadini possano godere degli stessi servizi evitando una logica di puro e miope risparmio che sta ulteriormente penalizzando le aree orograficamente meno fortunate.”

Economia

Aziende maceratesi: la "top ten" dei fatturati più alti

Aziende maceratesi: la "top ten" dei fatturati più alti

19/04/2019

Quali sono le aziende maceratesi con i fatturati più alti? Rispondere a questa domanda non è complicato dal momento che in rete sono disponibili diverse risorse che consentono di controllare con pochi semplici click i fatturati delle più importanti società di capitali italiane. Aziende con questa forma societaria sono tenute a rendere pubblici i loro bilanci, opportunamente corredati da timbri personalizzati quali quelli acquistabili su Timbri.it e da tutti gli altri elementi tecnici necessari affinché questi documenti abbiano una validità formale, e alcuni siti Internet quali Reportaziende.it consentono di consultare questi dati senza alcuna difficoltà. Scopriamo subito, dunque, cosa evidenzia il database di questo sito Internet per quel che riguarda le aziende di Macerata, tenendo in considerazione che i dati messi a disposizione riguardano l’anno 2017. Il “podio” delle aziende maceratesi con i fatturati più consistenti Al primo posto troviamo Lube Industries, ovvero l’azienda titolare del noto brand Cucine Lube la quale è specializzata nella produzione di arredamento. Questa realtà, che rappresenta un’autentica eccellenza italiana molto conosciuta ed apprezzata anche all’estero, nell’anno di riferimento ha sviluppato un fatturato di 191.232.092 euro, piazzandosi così al primo posto di questa speciale graduatoria. D’altronde è cosa nota il fatto che Cucine Lube sia una delle realtà più importanti della provincia, di conseguenza il fatto che quest’azienda abbia fatto registrare il fatturato più alto non desta certo stupore, anche per via della sua forte vocazione internazionale. Al secondo posto si colloca Iguzzini Illuminazione, azienda con sede a Recanati specializzata nella fabbricazione di apparecchiature per l’illuminazione: il fatturato di quest’azienda, per quanto molto consistente, si rivela piuttosto distante da quello di Lube Industries, ammontando a 170.300.783 euro. Al terzo posto si trova Clementoni, un marchio molto famoso a livello nazionale e specializzato nella produzione di giocattoli: quest’azienda che gode di un grande blasone a livello nazionale ha fatturato, secondo il sito web Reportaziende.it, 151.123.448 euro durante l’anno 2017. Le altre aziende che completano la “top ten” Al quarto posto della classifica si colloca Rematarlazzi, azienda con sede a Macerata specializzata in elettronica, con un fatturato di 133.619.506 euro, al quinto troviamo invece un’altra eccellenza del settore arredamento, ovvero Giessegi Industria Mobili: quest’azienda con sede ad Appignano ha sviluppato un fatturato di 128.272.531 euro. Sesto posto per l’azienda Edif di Corridonia, specializzata in forniture elettriche, la quale ha maturato un fatturato di 114.661.987 euro, settimo posto invece per Industria Chimica Adriatica, meglio nota come ICA S.p.A.: il fatturato di quest’azienda di Civitanova che produce vernici, smalti e affini è ammontato a 102.137.254 euro. All’ottavo posto della classifica delle aziende con i fatturati più consistenti della provincia di Macerata si trova una realtà operante nel settore turistico, ovvero 6 Tour: quest’azienda con sede a Camerino ha sviluppato un fatturato di 96.541.494 euro. Nono posto per l’azienda Finproject di Morrovalle, specializzata nella realizzazione di elementi in cuoio per calzature, con un fatturato di 94.410.266 euro, al decimo posto invece figura Arena Italia, nota azienda specializzata in abbigliamento tecnico per il nuoto e per lo sport con sede a Tolentino il cui fatturato è risultato pari a 70.889.604 euro. Articolo publi-redazionale 

Politica

Montecosaro, Pantanetti sulla bonifica Ipak: "Solo contatti informali ma nessun preventivo al protocollo"

Montecosaro, Pantanetti sulla bonifica Ipak: "Solo contatti informali ma nessun preventivo al protocollo"

19/04/2019

Dopo l'annuncio del sindaco Malaisi sull'acquisizione dell'area ex Ipak da parte del comune di Montecosaro, perplessità erano state espresse da parte del consigliere comunale del centro destra Paola Pantanetti, che lamentava come non bastasse acquistare un area contenente amianto senza definire in maniera oggettiva lo stato di inquinamento e i relativi costi di bonifica. A stretto giro di posta è arrivata la risposta del sindaco Malaisi che rende noto come da contatti informali, la spesa sia stata stimata in 150-160 mila euro e che esistono stanziamenti regionali per i quali "ci sono aspettative credibili di accesso". Di seguito pubblichiamo la risposta del consigliere Paola Pantanetti. "La replica del Sindaco Malaisi dimostra la fondatezza dei timori e delle preoccupazioni che ho espresso nella mia nota. Lo stesso Sindaco conferma che per la bonifica dell’area ci sono contatti informali e non un preventivo acquisito al protocollo del comune (ove così fosse lo invito pubblicamente a fornire il documento, che ho già chiesto in Comune prima di scrivere sul giornale e mi è stato detto non esistere; e ad indicare il numero del protocollo) in data anteriore a quella di adozione della delibera di acquisizione da parte del consiglio comunale. Di fatto i cittadini Montecosaresi non sanno quanto andranno a pagare per la bonifica dell’area Ipak (lo stesso Sindaco afferma che “una valutazione precisa richiede un approfondimento ulteriore”). L’alternativa consisteva nell'effettuare un adeguato approfondimento istruttorio (che avrebbero dovuto pretendere, quanto a legittimità amministrativa, sia il Segretario comunale che i Dirigenti dei settori coinvolti), dal quale si sarebbe potuto serenamente affrontare l’argomento è valutarne le conseguenze economiche sulle casse del Comune e per le tasche dei montecosaresi. Confermo le mie perplessità circa la legittimità dell’atto adottato dal Consiglio comunale, i quanto la parzialità dell’istruttoria non ha consentito, nemmeno ai consiglieri che hanno votato a favore, di comprendere pienamente il contenuto dell’atto deliberativo, così esponendo l'ente anche ad indagini per danno erariale da parte della Corte dei Conti".

Scuola e università

I ragazzi del "Leopardi" mettono in scena "Prometheus" al Lauro Rossi: come prenotarsi

I ragazzi del "Leopardi" mettono in scena "Prometheus" al Lauro Rossi: come prenotarsi

20/04/2019

Sabato 27 aprile, alle ore 21.30, al Teatro Lauro Rossi, andrà in scena “PROMETHEUS, per farla finito col giudizio”. La pièce è rappresentata dai ragazzi del Liceo guidati come sempre dal regista Francesco Facciolli, che si è avvalso della collaborazione di diversi insegnanti del Leopardi e non. Si tratta dell’opera di Eschilo che spazia, come al solito, fra tanti autori per finire con Pavese, passando per Camus. Ma soprattutto la peculiarità è data dal testo che è stato curato dagli attori ed assemblato dal regista: autori classici dunque, mediati e riletti dagli studenti. Il tutto avviene utilizzando tutte le lingue studiate a scuola, dal latino e greco all’italiano, passando per l’inglese, il francese, lo spagnolo, il tedesco, il cinese e, quest’anno, anche per il turco. Di sicuro quest’opera, che rappresenta sicuramente la più impegnativa del Progetto TaS (Teatro a Scuola), il cui prof referente è Fabio Macedoni e che vede impegnati gli studenti più anziani e più esperti, annovera tanti saperi e tante competenze: dalle insegnanti di lingue (Margherita Apolloni, Sylvie Bartoloni, Beatriz Dezi Turmo, Sarah Nittoli, Roberta Consoli e Barbara Menicucci) a quella di danza (Michela Paoloni) per finire con la scenografia approntata dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, coordinati dal prof. Benito Leonori. Questi i ragazzi protagonisti della pièce: Eleonora Amanze, Sara Angeletti, Cesare Balestrini, Arianna Camoni, Benedetta Caponi, Francesco Caranti, Simona Del Medico, Rachele Gennaro, Maddalena Giunta, Rui Xe Lu, Marta Notti, Hazal Ongul, Emilia Podurgiel, Matteo Polimanti, Elisa Re, Angelica Nicole Ricca, Leyli Sadeghi, Francesco Santarelli, Eva Scuppa, Leonardo Sperandini, Aurora Tartarelli, Gabriel Young, Scarlett Young, Atena Zeicu. “Si tratta sempre di una sfida porta al limite delle possibilità – afferma la dirigente Annamaria Marcantonelli – soprattutto per gli studenti più esperti. Ma il regista ama queste sfide e noi sappiamo quanto contino nel processo di crescita e formazione dei giovani. Nel nostro liceo il teatro è diventato quasi una materia curriculare, tante sono le occasioni in cui gli studenti hanno l’occasione di cimentarsi e di esibirsi. Sono convinta che sia un’esperienza molto qualificante e decisamente importante per tutti coloro che la praticano”. Il progetto TaS è sostenuto dalle aziende Oro della Terra e Infissi Design e dalla Compagnia Teatrale Fabiano Valenti. Lo spettacolo è a ingresso gratuito, ma occorre prenotarsi obbligatoriamente. Per farlo basterà chiamare la segreteria del Liceo (0733/262200) o il 335/7681738.  

Cultura ed eventi

Celebrazioni del 25 Aprile: le iniziative a Macerata e provincia

Celebrazioni del 25 Aprile: le iniziative a Macerata e provincia

20/04/2019

Una festa fatta di momenti, luoghi, voci e significato. È il 25 aprile a Macerata e provincia nel 74° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Incontri ed eventi sono previsti a Macerata, Pollenza e Caldarola. Il 25 aprile alle 9.30 nel capoluogo ci sarà la deposizione della corona al monumento alla Resistenza in via Cioci, con il saluto del sindaco, Romano Carancini, e del presidente dell’ANPI provinciale, Lorenzo Marconi. Subito dopo ci sarà la cerimonia a carattere provinciale, ogni anno itinerante nel territorio, che sarà ospitata a Pollenza. Alle 10 il raduno delle autorità e associazioni combattenti e d’arma  a Porta Vittoria, all’ingresso del paese. Il corteo raggiungerà piazza della Libertà dove alle 11 ci sarà la cerimonia ufficiale con la deposizione della corona e  il saluto del sindaco di Pollenza Luigi  Monti e gli interventi dei presidenti del Comitato provinciale ANPI e della sezione ANPI di Pollenza. Alle ore 21,15 sempre del 25 aprile, in piazza Mazzini a Macerata Dj set con Always Loving Jah & Rasta Skull e alle 23,30 il concerto di Folkabbestia. Domenica 28 aprile appuntamento con la 15^ Marcia della Memoria Caldarola-Montalto, da sempre occasione per gli antifascisti, in particolare giovani non solo della nostra provincia, di ritrovarsi con le Istituzioni del territorio per condividere il ricordo dell’eccidio e con esso la Resistenza.  Il ritrovo è al parcheggio della zona industriale di Caldarola da cui, alle 10, partirà la marcia fino a Villa Montalto di Cessapalombo. Lunedi’ 29 aprile, alle ore 17 al Polo Pantaleoni  dell’Unimc in via della Pescheria Vecchia a Macerata, presentazione del libro “Tante braccia per il Reich - Il reclutamento di manodopera nell'Italia occupata 1943-1945 per l'economia di guerra della Germania nazionalsocialista” di Annalisa Cegna, Edito da Mursia. Intervengono Brunello Mantelli  professore di Storia dei conflitti internazionali all’Università della Calabria e curatore del libro,  l’autrice Annalisa Cegna  direttrice dell’Istituto storico di  Macerata/Università di Napoli l'Orientale  e lo storico Gennaro Carotenuto, professore e ricercatore dell’Unimc.   

Sport

Lube Volley, Pasqua in trasferta per i biancorossi: lunedì Gara 3 a Trento può valere la Finale scudetto

Lube Volley, Pasqua in trasferta per i biancorossi: lunedì Gara 3 a Trento può valere la Finale scudetto

20/04/2019

Pasqua in viaggio per la Cucine Lube Civitanova: domenica pomeriggio i biancorossi partiranno alla volta di Trento, dove lunedì (ore 18.30, diretta Rai Sport) affronteranno l’Itas nella Gara 3 della Semifinale playoff scudetto di SuperLega. Sarà la prima occasione per Stankovic e compagni per chiudere il discorso qualificazione alla Finale per il tricolore, dopo la vittoria di venerdì sera di fronte ai quasi 4mila spettatori dell’Eurosuole Forum che ha sancito il 2-0 nella serie di Semifinale per gli uomini di De Giorgi, capaci di vincere anche alla BLM Group Arena martedì scorso in Gara 1. Sabato pomeriggio e domenica mattina previsti due allenamenti di tecnica a Civitanova, prima della partenza verso il Trentino. Alla scoperta dell'avversario Itas Trentino Angelo Lorenzetti schiererà la stessa formazione vista all’opera nelle prime due gare della serie: Giannelli-Vettori palleggiatore-opposto (con Nelli prima alternativa), Lisinac-Candellaro al centro, Kovacevic-Russell in banda, Grebennikov libero. “In gara 3 ci aspettiamo il massimo dai nostri avversari, Trento è una squadra forte e che ha dimostrato di avere grandi capacità: sarà un’altra battaglia - ha commentato Fefè De Giorgi, allenatore Cucine Lube Civitanova -. Dobbiamo recuperare il meglio le nostre energie dopo gara 2, per poi scendere in campo lunedì cercando di resistere ai momenti difficili che potrebbero capitare e di imporre il nostro ritmo di gioco per conquistare un’altra importante vittoria”. “Dopo le due sconfitte nelle prime gare della serie ci rimane un’ultima possibilità, quella di lunedì sera di fronte al nostro pubblico - le parole di Jenia Grebennikov (libero Itas Trentino) -. Dobbiamo cercare di sfruttarla, prendendoci forse qualche rischio in più, ma soprattutto dimostrando a tutti che ci crediamo e che lo possiamo fare. Vogliamo tornare a giocare a Civitanova per gara 4”. Gli arbitri di Itas Trentino - Cucine Lube Civitanova Gara 3 della Semifinale playoff sarà diretta da Giorgi Gnani di Ferrara e Dominga Lot di Treviso. Super-classica con Trento, gara numero 67 Undicesima sfida nei Playoff scudetto tra le due formazioni e addirittura settima gara stagionale con Cucine Lube in netto vantaggio (5 vittorie) contro Trento (1). Si tratta di una super-classica del campionato, siamo infatti al match numero 67 (35 vittorie biancorosse, 31 trentine). Gli ex di turno Davide Candellaro a Civitanova dal 2016 al 2018, Jenia Grebennikov a Civitanova dal 2015 al 2018, Osmany Juantorena a Trento dal 2009 al 2013, Tsvetan Sokolov a Trento dal 2009 al 2012 e nel 2013-2014. Giocatori a caccia di record In Carriera: Uros Kovacevic – 10 punti ai 2400, Gabriele Nelli – 4 battute vincenti alle 100, Aaron Russell – 4 muri vincenti ai 100 (Itas Trentino). Osmany Juantorena – 7 punti ai 3900, Simon Robertlandy – 14 punti ai 1000 (Cucine Lube Civitanova). Come seguire Itas Trentino - Cucine Lube Civitanova Diretta Rai Sport con la telecronaca di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta. Diretta Radio Arancia Network con la radiocronaca di Gianluca Pascucci. Aggiornamenti live anche sui profili ufficiali Lubevolley Instagram, Facebook e Twitter. Replica televisiva martedì alle ore 21 su Arancia Television (canale 210 digitale terrestre).

Sanità

Sanità, Ceriscioli ha presentato la App MyCUP per prenotare visite ed esami

Sanità, Ceriscioli ha presentato la App MyCUP per prenotare visite ed esami

17/04/2019

Arriva la app MyCUP Marche per prenotare, o disdire, le visite specialistiche e gli esami diagnostici, senza fare code al Cup o attendere al telefono. Il meccanismo, collegato ad altri provvedimenti adottati dalla Regione Marche, dovrebbe abbattere le liste di attesa. "La app, scaricabile da Google Play e Apple Store, si può usare su pc, tablet o smartphone" ha spiegato il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, tramite il sistema Spid o Cohesion e va sempre abbinata alla ricetta dematerializzata. "È necessario inquadrare con il dispositivo il codice a barre per visualizzare le possibilità di visita o esame a disposizione, secondo un codice di priorità: U entro 72 ore, B entro 10 giorni, D entro 30/60 giorni, P fino a 180 giorni. E poi cliccare per prenotare". Alla nuova app è collegato anche il meccanismo del bonus-malus introdotto dalla Regione Marche con una delibera di Giunta.

Varie

Visite dialogate all'Agrinido di San Ginesio nell'ambito del progetto QUIsSiCRESCE

Visite dialogate all'Agrinido di San Ginesio nell'ambito del progetto QUIsSiCRESCE

20/04/2019

Dall’osservazione ritmica della natura all’educazione dei bambini è il tema della seconda visita dialogata all’Agrinido, Agri-Infanzia 0/6 di San Ginesio da parte di educatrici, genitori e bambini dei nidi di Macerata nell’ambito del progetto QUIsSICRESCE!, di cui l’Agrinido è partner. Si svolgerà sabato 4 e domenica 5 maggio nella tenda Yurta dell’Agrinido di contrada Vallato, rispettivamente dalle 10 alle 18 e dalle 9 alle 13. Due interessanti giornate di conoscenza, percezione e visita esperienziale nella natura e negli spazi educativi per comprendere la relazione bambino/natura e le sorgenti della progettazione nell’Agrinido e per un utile uno scambio di saperi e esperienze tra nido urbano e agrinido. Durante le visite dialogate si avrà l’opportunità di andare alla scoperta del processo che stabilisce una connessione salutare con la natura, attraverso un primo percorso di Osservazione ritmica delle piante e del paesaggio, nei luoghi dove vivono le loro giornate i bambini e le bambine dell’Agrinido-Agri-Infanzia, cui seguirà la presentazione delle esperienze sviluppate con i bambini. Tutto ciò in dialogo con la conoscenza dei luoghi, dei materiali e delle esperienze interne ed esterne. Facilitatrici saranno Karin Mecozzi, erborista, esperta in osservazione ritmica della natura e membro dell’Accademia Europea per la Cultura del Paesaggio PETRARCA e Federica Di Luca, educatrice e titolare del servizio educativo dell’Agrinido della Natura e Agri-Infanzia 0/6. Il progetto QUIsSICRESCE! è stato selezionato dall’Impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile e si propone il potenziamento dei servizi educativi 0/6 anni e di favorire un processo culturale di partecipazione ai servizi educativi in un’ottica di comunità educante che investe non solo le educatrici, ma le famiglie e la collettività.

Curiosità

L'Infiorata di Castelraimondo in trasferta a Tortolì

L'Infiorata di Castelraimondo in trasferta a Tortolì

19/04/2019

Un gemellaggio tra Castelraimondo e la Sardegna, nel nome dell'arte di dipingere con i fiori, l'Infiorata che ogni anno, in occasione della solennità del Corpus Domini, regala la magia dei disegni fioriti che nascono di notte, dalle mani di tanti volontari. I maestri Infioratori di Castelraimondo sono stati ospiti nei giorni scorsi di “Tortolì in fiore”, dove hanno voluto realizzare un quadro fiorito, sia in omaggio alle bellezze della terra che li ha ospitati, sia per ribadire il simbolo di Castelraimondo, la torre del Cassero. Il quadro era intitolato “Fiori, luoghi e tradizioni”. "Il quadro è il nostro modo per dirvi grazie della vostra ospitalità, di elogiare due paesi, seppur distanti ma accomunati dalla medesima tradizione, l’arte dell’Infiorare - spiegano i maestri Infioratori -. Abbiamo rappresentato la vostra bandiera simbolo, le vostre bellezze incontaminate “le rocce di granito rosso” e le tradizioni, l’abito caratteristico della vostra civiltà, e in secondo piano la nostra torre il “Cassero”, simbolo del nostro comune di appartenenza”. All'evento, che ha visto oltre ventimila partecipanti, sono intervenuti diversi gruppi da fuori, dell'associazione Infioritalia, di cui anche Castelraimondo fa parte. Un piccolo allenamento in vista della prossima Infiorata che si terrà a giugno.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433