Terremoto, Guardia di finanza in Regione. Al setaccio computer e documenti
Cronaca
19/07/2018

Terremoto, Guardia di finanza in Regione. Al setaccio computer e documenti

Sul post terremoto si accendono i fari della Procura della Repubblica. La Guardia di finanza, su disposizione dell'autorità giudiziaria, ha effettuato diverse acquisizioni negli uffici competenti della Regione. In particolare le indagini si concentrerebbero sulla gestione dei subappalti per la realizzazione delle aree Sae. A quanto è stato possibile apprendere, computer e documenti sono stati prelevati a un dirigente, iscritto nel registro degli indagati. Come lui sarebbero indagati altri funzionari.  Le indagini sarebbero comunque a una fase iniziale e non si escludono possibili ulteriori sviluppi. Al momento non è possibile sapere se l'inchiesta possa coinvolgere o meno la sfera politica. (servizio in aggiornamento)

Terremoto, Guardia di finanza in Regione. Al setaccio computer e documenti

Terremoto, Guardia di finanza in Regione. Al setaccio computer e documenti
19/07/2018

Sul post terremoto si accendono i fari della Procura della Repubblica. La Guardia di finanza, su disposizione dell'autorità giudiziaria, ha effettuato diverse acquisizioni negli uffici competenti della Regione. In particolare le indagini si concentrerebbero sulla gestione dei subappalti per la realizzazione delle aree Sae. A quanto è stato possibile apprendere, computer e documenti sono stati prelevati a un dirigente, iscritto nel registro degli indagati. Come lui sarebbero indagati altri funzionari.  Le indagini sarebbero comunque a una fase iniziale e non si escludono possibili ulteriori sviluppi. Al momento non è possibile sapere se l'inchiesta possa coinvolgere o meno la sfera politica. (servizio in aggiornamento)

Macerata, incendio Orim: indagato un dipendente

Macerata, incendio Orim: indagato un dipendente

18/07/2018

C'è un indagato per l'incendio che ha devastato il 6 luglio la Orim, l'azienda di trattamento di rifiuti speciali a Piediripa di Macerata. Si tratta di un dipendente impegnato nel reparto solventi dove si è scatenato il rogo. Il reato ipotizzato è di incendio colposo. Già interrogato, si è avvalso della facoltà di non rispondere.    Secondo l'accusa, l'incendio sarebbe stato provocato da una negligenza nel rispetto della prassi seguita nel reparto. I consulenti nominati dalla Procura della Repubblica di Macerata per individuare le cause del rogo hanno completato gli accertamenti preliminari in base ai quali formuleranno poi la relazione finale. Hanno già riferito i primi risultati al procuratore capo Giovanni Giorgio, che ieri ha effettuato un sopralluogo nell'azienda per rendersi conto, di persona, della situazione venutasi a creare a seguito del rogo. (Ansa)

Motociclista contromano in autostrada: aveva dimenticato lo zaino su una piazzola

Motociclista contromano in autostrada: aveva dimenticato lo zaino su una piazzola

19/07/2018

Gli agenti della Polizia Autostradale lo hanno fermato mentre percorreva contromano una galleria dell'A14, in territorio di Porto San Giorgio, a bordo della sua moto. E quando gli hanno chiesto conto di una azione così pericolosa, la risposta é stata disarmante: "Sto tornando indietro perché ho dimenticato lo zaino in una piazzola di sosta". Ad avvisare la Polizia Autostradale erano stati alcuni automobilisti, che hanno dato l'allarme dopo aver visto il motociclista procedere in direzione opposta a quella di marcia. Qualcuno ha anche pensato a un gesto estremo o una ragazzata che poteva costare la vita di un sacco di persone. Invece il motociclista era tutt'altro che un ragazzo: si trattava di un cinquantenne pugliese in vacanza nelle Marche. Quando gli agenti se lo sono trovati davanti, proprio all'interno di una galleria, sono riusciti a fargli invertire la marcia, invitandolo poi a fermarsi alla prima piazzola. Per l'uomo è scattato il ritiro immediato della patente, il sequestro della moto e dovrà anche pagare una pesante sanzione. Non si sa, invece, se alla fine di tutto e dopo aver messo in pericolo la sua e la vita di altre persone, sia riuscito a recuperare anche lo zaino smarrito. 

Anziana sgozzata nella sua abitazione: è giallo sul movente

Anziana sgozzata nella sua abitazione: è giallo sul movente

18/07/2018

La Procura di Ancona procede per omicidio per la morta di Emma Grilli, 85 anni, trovata ieri con la gola tagliata nella sua casa di Chiaravalle dal marito 90enne al rientro dalla spesa, ma la vicenda resta un giallo. I carabinieri del Ris sono al lavoro da ieri pomeriggio nell'appartamento di via Verdi 19, al terzo piano di una palazzina di edilizia popolare. E il pm Paola Gubinelli ha disposto l'autopsia sul cadavere dell'anziana che sarà eseguita domani. Ma il fascicolo aperto dalla Procura è a carico di ignoti e il delitto resta ancora senza un movente preciso. Vicini e parenti descrivono Emma e il marito Alfio Vichi come una coppia benvoluta e tranquilla, con due figli grandi che vivono altrove. Una vita semplice, anche se sembra che Emma avesse in casa una somma in contanti per i lavori della cappella di famiglia. Gli inquirenti non si sbilanciano, ma l'ipotesi più consistente sembra quella di una rapina o un furto finito male: cassetti e portagioie erano aperti. (Ansa)

Civitanova, continui episodi di truffa agli anziani

Civitanova, continui episodi di truffa agli anziani

18/07/2018

Da alcuni giorni sono in azione a Civitanova Marche una serie di truffatori che agiscono ai danni di persone anziane. Molteplici sono stati gli episodi che si sono verificati. In un caso sono entrate due donne a casa di un anziano che aveva lasciato la chiave nella toppa e quando se n'è accorto si sono qualificate come dipendenti comunali per controllo della differenziata. Mentre una delle due distraeva l'anziano, l'altra è entrata in camera e ha rubato alcuni monili in oro. Un secondo episodio è avvenuto ai danni di un turista che stava scaricando le valigie dall'auto: una donna gli si è avvicinata e, con la scusa di proporsi come donna delle pulizie e lasciare il proprio numero di telefono scritto su un foglietto, da una tasca ha rubato un Rolex del valore di 5mila euro. E ancora, il caso del falso Maresciallo che chiama a casa di un'anziana riferendole di un incidente in cui è rimasto coinvolto il figlio e chiedendole una determinata cifra per pagare l'avvocato e veder rilasciato il figlio: la donna, al suono del campanello ha consegnato tutto il denaro contante che aveva in casa per un totale di quasi 2.000 euro.  Infine, la truffa di un pneumatico forato segnalato ultimamente per rubare la borsa/borsello lasciato in macchina aperta durante le operazioni di sostituzione. Per scongiurare la possibilità che continuino episodi di questo tipo i Carabinieri hanno messo a disposizione dei consigli consultabili da tutti al seguente link http://www.carabinieri.it/cittadino/dossier/truffe-agli-anziani .

Cronaca

Nuovo parco acquatico di Civitanova, la denuncia di una mamma: nessun controllo allo scivolo

Nuovo parco acquatico di Civitanova, la denuncia di una mamma: nessun controllo allo scivolo

19/07/2018

"Nessun assistente in acqua, nessuno a comandare o controllare la struttura". Il paradiso dei bambini che in realtà è un inferno. E' la denuncia di una madre nei confronti della gestione del nuovo parco acquatico di Civitanova che, in uno sfogo postato sui social racconta anche di un incidente tra i piccoli fruitori della struttura. Così racconta: "Oggi, alle 15 circa, un bambino di 10 anni è scivolato dall'ultima scala dello scivolo, cadendo in testa a una bambina che stava per salire.Risultato: una ferita in testa di 2 centimetri e tanta tanta paura". "Nessuno ha spiegato ai piccoli che non devono stare sotto allo scivolo quando gli altri salgono - proseguono - Inoltre sono obbligatori i loro (dell'impianto,ndr) giubbini salvagente di qualità discutibile. I bimbi hanno il petto graffiato e con le bolle da irritazione, una vergogna".   

Attualità

Civitanova, in spiaggia senza barriere: disponibili gratuitamente speciali sedie a rotelle

Civitanova, in spiaggia senza barriere: disponibili gratuitamente speciali sedie a rotelle

19/07/2018

"Abbattere le barriere al mare: si può", titola così il comunicato del Comune di Civitanova, con cui si annuncia la disponibilità di speciali sedie a rotelle per la spiaggia, che possono essere usate gratuitamente dai portatori di handicap. Le sedie, dislocate in diversi stabilimenti, sono disponibili su tutto il lungomare civitanovese e più precisamente, presso il balneare Antonio, CSLA (Centro Litorale Soccorso a Mare), Marebello, Arturo per quanto riguarda il lungomare sud e G7, Galliano, Federico, Aloha, La Bussola e dal Veneziano sul lungomare nord. È possibile comunque usufruire delle sedie Job anche per coloro che frequentano altri stabilimenti e sulle spiagge libere, semplicemente contattando l'Abat (3494033765) oppure il CSLA (3312509152). Si precisa che il servizio è garantito a chiunque ne faccia richiesta, ma non in esclusiva, per cui non è quindi possibile tenere la sedia per più giorni.  

Economia

UBI Banca, i dipendenti regalano 5000 giornate di ferie

UBI Banca, i dipendenti regalano 5000 giornate di ferie

19/07/2018

L’iniziativa, avviata con una fase pilota nel 2014, in un quinquennio ha interessato oltre 100  Organizzazioni Non Profit in tutta Italia. Nei cinque anni oltre 2.700 dipendenti del Gruppo hanno animato circa 5.000 giornate di impegno volontario e la banca ha destinato circa 500.000 € in erogazioni liberali alle ONP.  Milano, 19 luglio 2018 - UBI Banca si conferma partner di riferimento del Terzo Settore non solo con le proposte commerciali dedicate, ma anche con una partecipazione diretta del personale alla vita delle Organizzazioni Non Profit: 1.171 dipendenti hanno infatti aderito all’edizione 2018 di “Un giorno in dono”, un progetto di solidarietà attraverso il quale è stato offerto a tutto il personale la possibilità di impegnarsi in un’attività di volontariato sui territori di riferimento del Gruppo. UBI Banca  è stata supportata dagli specialisti di Istituto Italiano della Donazione e di Fondazione Sodalitas nella fase di preparazione dei progetti con le 90 organizzazioni non profit.  Cinquemila giornate di volontariato donate in cinque anni dai dipendenti del gruppo UBI  L’iniziativa, dopo un test del 2014 limitato all’area milanese, è stata estesa all’intero territorio nazionale dal 2015 totalizzando circa 5.000 giornate di volontariato erogate nel quinquennio, corrispondenti a circa 40.000 ore di lavoro svolto presso le ONP partecipanti, oltre 100 nell’arco dei 5 anni.  Partecipando, ogni dipendente aderente ha donato un proprio giorno di ferie, trascorrendolo presso una associazione e impegnandosi in una tra le 170  attività di volontariato proposte. In funzione del numero di partecipanti la somma che il Gruppo UBI Banca riconoscerà per il 2018 alle diverse ONP è di complessivi € 117.100 (pari a 100 € per ogni giornata di volontariato erogata).  L’iniziativa Un giorno in dono si è svolta in tutta Italia coinvolgendo tutte le società del Gruppo e si è conclusa lo scorso 29 giugno. 90 organizzazioni non profit hanno accolto i dipendenti di UBI nelle loro sedi in 42 diverse città e province italiane: Alessandria, Ancona, Arezzo, Ascoli Piceno, Bari, Bergamo, Bologna, Breno, Brescia, Como, Cosenza, Crotone, Cuneo, Fermo, Firenze, Genova, Grosseto, Lecce, Livorno, Macerata, Matera, Milano, Monza, Napoli, Pavia, Perugia, Pesaro, Pescara, Piacenza, Pordenone, Potenza, Reggio Calabria, Rimini, Roma, Salerno, Siena, Sondrio, Torino, Treviso, Varese, Verona e Viterbo. L’organizzazione che ha accolto il maggior numero di dipendenti UBI è stata quest’anno Touring Club Italiano, con 91 partecipanti.   “La cultura della solidarietà che è così diffusa tra i nostri dipendenti ed è una caratteristica distintiva della società civile dei nostri territori” - afferma Mario Napoli, Responsabile Risorse Umane di UBI Banca -  “è alla base del successo dell'iniziativa ‘Un giorno in Dono’, che prosegue ormai da qualche anno e che unisce questo tratto delle persone di UBI all’azione costante delle organizzazioni non profit, molto spesso anche nostre partner in progetti a valenza sociale, e all’azione stessa del nostro istituto. UBI Banca infatti - conclude Napoli - ha tra le sue  caratteristiche la capacità di interagire in maniera creativa e innovativa anche con gli enti non profit, realtà di ormai riconosciuta rilevanza sia sociale che economica nel nostro Paese”.  Le testimonianze dei dipendenti    Gianpietro Cesana lavora presso la gestione del personale UBI a Bergamo, e ha svolto la sua giornata di volontariato a Milano, presso la pediatria dell’ospedale Buzzi, dove, vestito da clown, ha animato momenti di gioco con i giovanissimi pazienti. “Ci sono occasioni nella vita dove un evento o una parola scatenano in noi qualcosa di imprevedibile” – afferma Cesana – “Il primo spot UBI su ‘Un giorno in dono’, nel 2014, mi diede il via; scorsi velocemente le onlus presenti fino a trovare ‘Associazione Veronica Sacchi Milano’. Fare il clown in ospedale era un mio ‘sogno nel cassetto’. Edizione dopo edizione ho sempre scelta questa attività. Anche quest’anno, dopo una mattinata di training, siamo partiti per l’ospedale Buzzi, reparto pediatria. I volontari  aiutano noi ‘ubini’ a superare l’impasse iniziale e la paura di non essere all’altezza. Poi tutto fila e ‘si vola’. Non siamo supereroi, proviamo a donare momenti di normalità quotidiana anche solo per una decina di minuti a genitori che da settimane vivono in ospedale accanto ai figli con le patologie più diverse, parlando ai ragazzi o tenendoli occupati con i nostri buffi abbigliamenti e i nostri sorrisi. Dalla prima volta sono passati anni e non ho mai perso un appuntamento con A.V.S.. Ho nuovi amici e ho scoperto tra i colleghi persone vere, delle quali la banca può essere fiera. Sicuramente ogni esperienza di volontariato è  un mondo a sé, ognuno può farlo senza alibi o scuse dove crede e per le ragioni più disparate, ma quello che lascia in noi non ha prezzo e resta per sempre. Non vedo l’ora di poter rimettere il naso rosso che custodisco gelosamente in tasca. ‘Provateci’,  dico sempre a tutti. E senza pensarci state già sorridendo”.  ”Sarà perché credo sia fondamentale confrontarsi con situazioni di vita e contesti assolutamente differenti dai miei, o perché in una società così frenetica non si trova mai abbastanza tempo per fare del volontariato’ – racconta Karin Ronzoni, che lavora a Bergamo presso la struttura multichannel di UBI Sistemi e Servizi, società del Gruppo UBI – ‘Fatto sta che, sin da subito, ho colto l’occasione che la nostra azienda ha proposto a noi dipendenti: prendere parte proattivamente ad iniziative sociali. Questa volta ho scelto di partecipare ad un progetto per il quale sarebbe stato necessario anche un impegno fisico: ‘Agricoltura Sociale’ presso la Cooperativa Biplano, una Onlus che, nel territorio bergamasco, promuove l’integrazione dei cittadini più fragili e l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. E’ stata una giornata ovviamente diversa dallo standard, che ha catapultato me e i colleghi Alberto e Alice in un mondo fino a quel momento a noi sconosciuto: armati di tanta buona volontà, abbiamo lavorato la terra, raccolto pomodori, peperoncini e fagiolini; abbiamo piantato melanzane e zucchine; pulito cipolle, aglio e scalogno e preparato le casse di frutta e verdura da portare ai mercati il giorno successivo. E in tutto questo, abbiamo avuto il piacere di conoscere e collaborare con alcuni ragazzi che lavorano nelle serre tutti i giorni per riuscire a trovare il loro spazio nel mondo e riacquistare un po’ di fiducia in loro stessi. A fine giornata, dopo il doveroso giro di saluti, ce ne siamo andati stanchi, sporchi, affaticati ma molto felici. Un’esperienza che riempie il cuore e che sicuramente arricchisce l’anima”. Nicoletta Arrigo, che lavora nella filiale di Beinette, in provincia di Cuneo, ha svolto la sua giornata di volontariato aziendale a Torino, presso la sede UNICEF, e ricorda così la sua esperienza: ”Ho scelto di partecipare a ‘Un giorno in dono’ insieme a Serena, la mia collega di filiale, trascorrendo una giornata a Torino, nella sede regionale dell’Unicef. Per entrambe è stata la prima occasione di prendere parte al progetto.  Abbiamo incontrato persone disponibili, che ci hanno insegnato a realizzare le famose ‘Pigotte’: bambole di pezza create esclusivamente da volontarie di ogni età, che ne curano l’allestimento sin nei minimi particolari. Queste bambole vengono poi vendute, destinando il ricavato alle vaccinazioni dei bambini meno fortunati.  A fine giornata ero felice, stavo bene perché avevo dedicato un po’ del mio tempo ad altri. Sicuramente consiglio a tutti l’esperienza, che spero di poter ripetere l’anno prossimo”. Michele Rossi, che lavora a Brescia presso UBI Sistemi e Servizi, ha donato la sua giornata da volontario a Ospitaletto, nel bresciano. Questa la sua testimonianza: ”Partecipo all’iniziativa ‘Un Giorno in Dono’ dal 2015 e in questi quattro anni ho scelto di donare la giornata presso la Cooperativa Fraternità Impronta, Cascina Cattafame; ho deciso di aderire all’iniziativa in quanto mi piaceva l’idea di poter fare qualcosa di utile nell’ambito del volontariato, consapevole inoltre che la mia scelta avrebbe anche comportato un contributo da parte dell’Azienda a favore della Cooperativa, che gestisce servizi educativi rivolti a minori in situazione di disagio. La giornata si è svolta in due momenti: il mattino dedicato ad aiutare i ragazzi ospitati dalla Cooperativa nell’organizzazione delle attività per i bambini delle scuole dell’infanzia ed elementari con i laboratori manuali (dove possono preparare sapone, pizzette, dolcetti) e la visita alla fattoria didattica, e il pomeriggio, dedicato ad aiutare gli educatori e gli ospiti della Comunità nei lavori giornalieri della cascina: riassetto dei laboratori, taglio dell’erba, foraggiamento degli animali. Grazie all’iniziativa ho conosciuto una bella realtà ed ora partecipo anche con la mia famiglia agli eventi che vengono periodicamente proposti, come sagre, feste per bambini, o altre. Non posso che consigliare l’esperienza a tutti i colleghi del Gruppo; anche il prossimo anno io parteciperò!”.  

Politica

Dl Terremoto, Coltorti (M5S): "E' un bel gol, ma è solo il primo"

Dl Terremoto, Coltorti (M5S): "E' un bel gol, ma è solo il primo"

19/07/2018

"L'ok della Camera al Dl Terremoto è un "gol" importantissimo di questo inizio di legislatura: in esso ci sono 300 milioni in più stanziati e tante proroghe e misure indispensabili per chi vive nel cratere sismico. Sia chiaro però, è solo l'inizio: come ha specificato nel dettaglio il viceministro Castelli, stiamo lavorando e continueremo a farlo a testa bassa per far sì che si imprima un netto cambio di passo per quanto riguarda la ricostruzione". Così Mauro Coltorti (M5S), presidente dell'VIII commissione (Infrastrutture e Trasporti) del Senato. "Purtroppo le risorse limitate a disposizione non ci hanno permesso di apportare migliorie ulteriori al decreto: le opposizioni lo sapevano fin troppo bene, ma nonostante ciò in queste settimane hanno dato il là ad un evitabile festival delle strumentalizzazioni - aggiunge - Alla Camera come al Senato, tante richieste che non erano indispensabili in commissione speciale, per PD, FI e FDI lo sono diventate quando il decreto è arrivato nelle aule parlamentari. Al di là delle esigenze di strategia politica, non è così che si aiutano le popolazioni delle zone interessate dal terremoto. In generale però è stato fatto un buon lavoro che va rivendicato, e come M5S abbiamo completato l'opera a Montecitorio spingendo perché si approvasse lo stanziamento di 80 milioni di euro ulteriori ricavati dal taglio agli sprechi della Camera dello scorso anno, altro obbiettivo raggiunto. Non possiamo in alcun modo permetterci lo spopolamento e il definitivo sfaldamento del tessuto economico delle aree appenniniche, per questo continueremo a lavorare con grande determinazione per agevolare il ritorno alla normalità di chi vive nel cratere".    

Scuola e università

Successo per l’appuntamento con “Unicam open day”

Successo per l’appuntamento con “Unicam open day”

19/07/2018

Studente universitario per un giorno: è quello che hanno vissuto i circa 200 studenti accompagnati dalle loro famiglie provenienti da tutta la Regione Marche e non solo, che oggi sono giunti a Camerino per scoprire e conoscere l’Università di Camerino. E’ questo l’appuntamento con l’”Open day”, iniziativa di orientamento volta a favorire la conoscenza, da parte dei futuri studenti universitari e delle loro famiglie, dei corsi di laurea attivati da Unicam, delle strutture dell’Ateneo, dei servizi e delle agevolazioni. L’iniziativa si è tenuta con successo nella giornata di mercoledì 18 luglio presso la sede di Ascoli Piceno ed è in programma per domani nella sede di San Benedetto del Tronto.Ad Ascoli Piceno è stato possibile avere tutte le informazioni rispettivamente sui corsi di laurea della Scuola di Architettura e Design e sul Corso di laurea in Tecnologie e diagnostica per la conservazione e il restauro. Domani venerdì 20 luglio al Polo didattico di San Benedetto del Tronto l’appuntamento è con i docenti e gli studenti del Corso di laurea in Biologia della Nutrizione.Nell’appuntamento di Camerino di oggi 19 luglio i partecipanti hanno potuto avere informazioni sui corsi di laurea attivati dalle Scuole di Bioscienze e Medicina Veterinaria, Giurisprudenza, Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, Scienze e Tecnologie. “Intento dell’iniziativa – ha sottolineato la professoressa Valeria Polzonetti, delegata del rettore per l’Orientamento – è quello di dare agli studenti la possibilità di venire a conoscerci, di prendere informazioni sui corsi di studio, di avere informazioni sulle modalità di immatricolazione e sui servizi e sulle agevolazioni che mettiamo loro a disposizione. Dare quindi ai ragazzi e alle loro famiglie l’opportunità di scoprire e di conoscere quello che l’Ateneo offre per il loro futuro, aiutarli a capire qual è il corso di laurea più adatto ai loro interessi e alle loro aspirazioni”.E’ stato dunque possibile acquisire informazioni utili sui corsi di studi attivati da Unicam, sulle molteplici agevolazioni e borse di studio messe a disposizione dall’Ateneo in particolare per favore gli studenti meritevoli, sui servizi per gli studenti, sulle possibilità di studio all’estero, sulle possibilità di alloggio, sulle attività culturali extracurriculari, sulle competenze trasversali. Nel pomeriggio hanno potuto visitare le strutture, le aule ed i laboratori.Dal 16 al 27 luglio e dal 20 al 31 agosto, presso le sedi Unicam di Camerino, Matelica, Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto, è inoltre in programma l’iniziativa “Porte aperte in Unicam – estate 2018”. Consultando il calendario disponibile nel sito orientamento.unicam.it, è possibile prenotare la visita in Unicam: gli studenti interessati potranno così parlare direttamente con i docenti e visitare le strutture dove si svolgono le attività didattiche e di ricerca, le aule, le biblioteche e laboratori, nonché avere maggiori informazioni sui corsi di laurea.Tutte le informazioni dettagliate sono disponibili all’indirizzo orientamento.unicam.it

Cultura ed eventi

Civitanova: Mogol apre Popsophia

Civitanova: Mogol apre Popsophia

19/07/2018

La serata di sabato 28 luglio al Lido Cluana, dedicata alle sognanti canzoni d’amore di Lucio Battisti, con la presenza di Mogol, apre il Festival nazionale di Popsophia, che dal 2 al 5 agosto si trasferirà nel bellissimo centro storico della città alta. Dalla Piazza della Libertà al Chiostro di Sant’Agostino, dall’ex Pescheria alla Chiesa di San Francesco, la città sarà invasa da mostre, installazioni, performance, inediti spettacoli filosofico-musicali, laboratori per ragazzi, video conferenze e degustazioni a cura di chef stellati. Un festival nazionale che si potrà realizzare grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Civitanova Marche e dell’Azienda dei Teatri, insieme al sostegno del main sponsor, Premiata, e delle numerose attività del territorio che hanno deciso di contribuire al progetto culturale di Popsophia. “Dreams are my reality, i sogni sono la mia realtà” è il tema che unirà gli appuntamenti delle giornate di Popsophia che si svolgeranno nelle strade e nelle piazze all’interno dell’antica cinta muraria. Un programma ricco di appuntamenti che, dal pomeriggio a notte inoltrata, coinvolgeranno numerosi ospiti di fama nazionale; dalla eccezionale partecipazione dello scrittore e regista Niccolò Ammaniti alla brillante attrice Lella Costa, dall’eclettico critico d’arte Philippe Daverio al giornalista Leo Turrini, dal critico musicale Paolo Talanca alla scrittrice Eleonora Caruso, dalla sportiva Elisa Di Francisca al divulgatore Riccardo Dal Ferro. E, per combattersi a colpi di classici della filosofia e di fenomeni pop, arriveranno a Civitanova Alta tanti nomi della filosofia italiana - Alessandro Alfieri, Tommaso Ariemma, Leonardo Caffo, Umberto Curi, Massimo Donà, Adriano Fabris, Salvatore Patriarca, Simone Regazzoni, Marcello Veneziani - per entrare nel labile confine che separa il sogno e la veglia, la fantasia dalla realtà. “Popsophia gioca con il pensiero costruendo contaminazioni inedite e creative – ha dichiarato la direttrice artistica Lucrezia Ercoli – Attraverso scrittori, giornalisti, musicisti e artisti la città storica diventa il laboratorio per indagare e costruire l’immaginario onirico della contemporaneità unendo piacere e conoscenza, godimento e ragionamento”. “L’amministrazione comunale accoglie con entusiasmo il ritorno a Civitanova Alta di Popsophia che aveva tenuto a battesimo fin dagli esordi – dichiara il sindaco Fabrizio Ciarapica – In nessun altro festival la filosofia racconta il presente in forma così originale ed intrigante e per questo noi continuiamo a credere in questo progetto nel comune obiettivo di una fruizione consapevole e partecipata della cultura”. La partecipazione alle giornate del Festival ha valore di formazione e rientra nelle attività riconosciute dall’Ufficio Regionale Scolastico come valide ai fini dell’aggiornamento docenti. Il programma completo del Festival è disponibile sul sito www.popsophia.it  

Sport

Agli Educamp del Coni Marche la carica dei 500

Agli Educamp del Coni Marche la carica dei 500

19/07/2018

La carica dei 500. Sono i bambini ed i ragazzi che quest’anno hanno aderito ad uno degli Educamp organizzati da CONI regionale e dalle delegazioni provinciali. ùI campi estivi sportivi multidisciplinari per bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni si sono conclusi in alcune realtà, mentre in altre sono ancora in corso. Anche per quest’anno, come avvenuto per il 2017, oltre agli Educamp ordinari, sono stati organizzati i due Educamp straordinari, completamente gratuiti, di Amandola ed Acquasanta Terme rivolti ai bambini delle popolazioni terremotate. Lunedì mattina (16 luglio) il via all’attività dell’Educamp di Acquasanta Terme, allestito al campo sportivo comunale Manlio Carnicelli. Sono 45 i bambini partecipanti a questa prima settimana di attività. Un secondo gruppo di 57 ragazzi animerà il camp estivo da lunedì prossimo (23 luglio). Arco, gioco della bandiera, rugby, ciclismo, nuoto, orienteering, atletica leggera con le specialità di 30 metri piani, salto in lungo e tiro del vortex (uno strumento propedeutico al lancio del giavellotto), calcetto e pallavolo, le discipline nelle quali potranno cimentarsi i piccoli.Si è concluso la scorsa settimana, invece, il campo straordinario di Amandola, che ha visto la presenza di 106 ragazzi di Amandola e dei paesi limitrofi, tra il primo ed il secondo turno, che hanno testato le loro abilità nelle discipline del baseball e della ginnastica artistica negli impianti sportivi della cittadina.  Conclusa l’attività anche negli Educamp ordinari che sono stati organizzati nelle varie province. Nella provincia di Macerata, come ormai di consueto, si è tenuto il campo residenziale, ovvero una mini-vacanza per bambini e ragazzi che hanno avuto la possibilità di trascorrere un’intera settimana immersi nell’atmosfera dell’Educamp, tra attività motorie e sportive, momenti didattico-educativi, momenti ludici, all’insegna del divertimento e dello stare insieme. Location del camp, l’Acquaparco Verde Azzurro di San Faustino di Cingoli. Tre i turni che hanno visto la presenza di 73 bambini, per ciascuna delle due settimane di giugno, e 64 per la prima settimana di luglio.Dieci le discipline sportive nelle quali si sono divertiti i ragazzi, due al giorno: basket, calcio, tennis, pallavolo, hockey prato, orienteering, atletica, rugby, tiro con l'arco, nuoto. Non solo sport, il programma ha previsto anche una serie di attività di gioco e ricreative, giochi tradizionali, recitazione, disegno, all’insegna del divertimento e per favorire la socializzazione e l’integrazione tra i bambini ed i ragazzi. Inoltre, si sono tenute anche attività legate alla promozione di un corretto stile di vita e di sane abitudini alimentari. Gli Educamp rappresentano, infatti, per loro natura e per lo spirito stesso con cui sono nati, dei luoghi di aggregazione e confronto, nei quali, grazie al gioco e all’insegnamento di attività didattiche e sportive, ci si può relazionare con gli altri. Stessi spirito ed atmosfere quelli che hanno caratterizzato l’Educamp di Ascoli Piceno, che ha visto la presenza di 116 partecipanti tra il primo ed il secondo turno. Il campo estivo sportivo multidisciplinare si è svolto al Green Park, il centro sportivo promosso dalla Cassa di risparmio di Ascoli Piceno, nel quartiere Monticelli. Sei campi di minibasket, calcetto e tennis hanno ospitato le molteplici discipline che si sono svolte: karate, rugby, gioco della bandiera, orienteering, atletica leggera, calcetto e pallavolo. Ogni mercoledì poi la giornata dedicata al nuoto, all’arrampicata ed al tiro con l’arco alla Cittadella dello Sport. Molte anche le attività ricreative, come le lezioni d’inglese. "Poter replicare anche quest’anno gli Educamp straordinari di Acquasanta Terme ed Amandola è stata un’opportunità molto importante per il nostro territorio ed i nostri ragazzi – ha commentato il presidente del Coni Marche, Fabio Luna –. La ricostruzione post sisma, infatti, non riguarda solo mura ed edifici, ma soprattutto legami e rapporti di comunità, un obiettivo che lo sport ed i giovani possono far raggiungere più facilmente. Gli Educamp rappresentano da sempre – prosegue Luna – uno dei progetti principali del CONI ed un momento formativo fondamentale per i giovanissimi. Si tratta di un'azione sociale concreta per la quale dobbiamo ringraziare, oltre che il CONI nazionale anche le delegazioni provinciali e le amministrazioni comunali che danno sempre il massimo affinché anche quest’anno sia stato possibile realizzare tutto questo".

Sanità

Fibromialgia, Pergolesi (M5S): "È ora di dare attuazione alla legge"

Fibromialgia, Pergolesi (M5S): "È ora di dare attuazione alla legge"

16/07/2018

Fibromialgia e sensibilità chimica multipla, Romina Pergolesi (M5S) sollecita la Regione a dare attuazione alla normativa, presentando un'interrogazione da discutere in occasione della prossima seduta assembleare del consiglio regionale. Scaduto infatti il termine per rendere finalmente efficace la legge regionale 18 dicembre 2017, n° 38, che consentirà di avviare un sistema integrato di interventi per assicurare prestazioni uniformi, appropriate e qualificate su tutto il territorio alle persone affette da queste due patologie, favorendo anche l’inserimento dei malati nella vita lavorativa e sociale. "L'articolo 7 della legge regionale n. 38/2017 parla chiaro – ricorda Pergolesi -. La Giunta regionale, entro centottanta giorni dall'entrata in vigore di medesima legge, sentita la commissione assembleare competente, deve adottare le deliberazioni finalizzate all'attuazione della stessa, che riconosce finalmente come patologie queste due cosiddette 'malattie invisibili'. Il tempo è scaduto. È ora di muoversi, i malati non possono più attendere oltre". La consigliera regionale pentastellata interroga pertanto il presidente Ceriscioli per sapere "entro quali termini intende presentare le deliberazioni, per l’attuazione della legge in oggetto, alla competente commissione consiliare". La fibromialgia è una malattia cronica e invalidante, che colpisce tra i 2 e il 4% della popolazione italiana, in particolare le donne, e per la quale ad oggi non vi è una cura risolutiva. Ad aver acceso i riflettori sul problema è stata la Fi.Mar.Onlus (Fibromialgia nelle Marche), associazione che si batte proprio per il riconoscimento normativo della malattia e delle sue tutele diagnostiche e terapeutiche.    

Varie

La piscina de La Filarmonica aperta fino a mezzanotte nel fine settimana

La piscina de La Filarmonica aperta fino a mezzanotte nel fine settimana

19/07/2018

Apertura straordinaria serale per la piscina de La Filarmonica a Macerata. Stefania Cittadini e i suoi collaboratori, infatti, hanno deciso di aprire anche la sera dalle 20 alle 24 la piscina nelle giornate di venerdì, sabato e domenica con ingresso unico di 5 euro.  E vista la calura di questi giorni, sicuramente si tratta di una opportunità da non perdere... 

Curiosità

CR7 con la nostra maglia, colpo "gobbo" al direttore di Picchionews: "Un atto vile. Non c'é niente da ridere"

CR7 con la nostra maglia, colpo "gobbo" al direttore di Picchionews: "Un atto vile. Non c'é niente da ridere"

17/07/2018

Lui, il direttore di Picchionews, é un tifoso storico del Torino. L'altro, un nostro lettore che non ci ha fatto sapere le sue generalità, dev'esserlo della Juventus. E forse i due si conoscono anche; almeno abbastanza da essere al corrente delle opposte fedi calcistiche. Tanto che questa mattina nella nostra casella email abbiamo trovato un messaggio insolito: la foto di Cristiano Ronaldo e della dirigenza della Juventus con in mano la maglia di Picchionews. Chiaramente si tratta di un fotomontaggio e di uno scherzo. Ma la fede calcistica, si sa, fa ingigantire anche i gesti più innocenti. "Non c'é niente da ridere - ha affermato il nostro direttore - Lo considero un gesto vile: un insulto". Ma, ve lo garantiamo noi della redazione, in verità stava ridendo a crepapelle.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433