Appignano, apprensione tra gli abitanti di Contrada Carreggiano: "A Villa Pucci alloggiano 25 immigrati, non sapevamo nulla"
Attualità
20/02/2020

Appignano, apprensione tra gli abitanti di Contrada Carreggiano: "A Villa Pucci alloggiano 25 immigrati, non sapevamo nulla"

In Contrada Carreggiano, lungo la strada provinciale 362 che collega Villa Potenza a Jesi, alloggiano, presso Villa Pucci, 25 profughi. I richiedenti protezione internazionale si trovano nel territorio comunale di Appignano dallo scorso dicembre, a seguito di un bando pubblicato dalla Prefettura di Macerata e vinto dall'Associazione Centro Servizi Immigrati Marche (A.C.S.I.M.).  Gli immigrati sono arrivati nel dicembre 2019 e risiedono in una grande struttura in mezzo al verde, in una zona di campagna. La scelta di Villa Pucci, la cui proprietà è privata, è stata della stessa associazione vincitrice del bando. Una valutazione preventiva dell'immobile è stata richiesta dalla Prefettura al Comune di Appignano, affinché venisse verificato il numero di persone da poter accogliere al suo interno. Il sindaco, Mariano Calamita, in base a quanto osservato dall'ufficio tecnico comunale, ha ritenuto la villa idonea all'alloggio di 26 persone.  Attualmente risultano ospitati al suo interno 25 profughi. Le nazionalità più rappresentate sono quelle afghane e pakistane. La notizia dell'arrivo dei nuovi vicini non è stata comunicata ai residenti di Contrada Carreggiano. Nessun avviso è stato dato alla comunità, tanto che inizia a serpeggiare una certa apprensione: "L'altro giorno abbiamo anche pensato di allertare i carabinieri - raccontano -, visto che alcuni degli ospiti della Villa si erano fermati in mezzo alla strada, di notte, per ascoltare musica e chiaccherare. È una sitazione pericolosa vista la scarsa illuminazione della zona e il fatto che nessuno indossasse le giacche catarifrangenti. Non abbiamo più avuto alcun tipo di fastidio, ma un pò preoccupati lo siamo".       

Appignano, apprensione tra gli abitanti di Contrada Carreggiano: "A Villa Pucci alloggiano 25 immigrati, non sapevamo nulla"

Appignano, apprensione tra gli abitanti di Contrada Carreggiano: "A Villa Pucci alloggiano 25 immigrati, non sapevamo nulla"
20/02/2020

In Contrada Carreggiano, lungo la strada provinciale 362 che collega Villa Potenza a Jesi, alloggiano, presso Villa Pucci, 25 profughi. I richiedenti protezione internazionale si trovano nel territorio comunale di Appignano dallo scorso dicembre, a seguito di un bando pubblicato dalla Prefettura di Macerata e vinto dall'Associazione Centro Servizi Immigrati Marche (A.C.S.I.M.).  Gli immigrati sono arrivati nel dicembre 2019 e risiedono in una grande struttura in mezzo al verde, in una zona di campagna. La scelta di Villa Pucci, la cui proprietà è privata, è stata della stessa associazione vincitrice del bando. Una valutazione preventiva dell'immobile è stata richiesta dalla Prefettura al Comune di Appignano, affinché venisse verificato il numero di persone da poter accogliere al suo interno. Il sindaco, Mariano Calamita, in base a quanto osservato dall'ufficio tecnico comunale, ha ritenuto la villa idonea all'alloggio di 26 persone.  Attualmente risultano ospitati al suo interno 25 profughi. Le nazionalità più rappresentate sono quelle afghane e pakistane. La notizia dell'arrivo dei nuovi vicini non è stata comunicata ai residenti di Contrada Carreggiano. Nessun avviso è stato dato alla comunità, tanto che inizia a serpeggiare una certa apprensione: "L'altro giorno abbiamo anche pensato di allertare i carabinieri - raccontano -, visto che alcuni degli ospiti della Villa si erano fermati in mezzo alla strada, di notte, per ascoltare musica e chiaccherare. È una sitazione pericolosa vista la scarsa illuminazione della zona e il fatto che nessuno indossasse le giacche catarifrangenti. Non abbiamo più avuto alcun tipo di fastidio, ma un pò preoccupati lo siamo".       

Tolentino, stroncato da una malattia a 48 anni: muore giovane papà di tre figli

Tolentino, stroncato da una malattia a 48 anni: muore giovane papà di tre figli

20/02/2020

L'intera comunità di Tolentino colpita dal lutto. Alberto Giannandrea, giovane padre di tre figli è mancato all'affetto dei suoi cari nella serata di ieri, dopo aver lottato contro una terribile malattia. Aveva solo 48 anni. Al dolore della famiglia si è unita anche la Edif Spa di Corridonia, nella quale Alberto lavorava: "Salutiamo un collega, un amico. Una persona meravigliosa. La verità è che non si è mai pronti per una notizia così dura". La camera ardente è stata allestita nella sala del commiato Terracoeli di Tolentino. I funerali avranno luogo domani, venerdì 21 febbraio alle ore 15:00, nella Chiesa dello Spirito Santo, muovendo dalla Sala del Commiato "Terracoeli".   

Civitanova, coppia in manette per spaccio di eroina: sequestrati 17 grammi e 15 dosi

Civitanova, coppia in manette per spaccio di eroina: sequestrati 17 grammi e 15 dosi

20/02/2020

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche hanno tratto in arresto, nella giornata di ieri (19 febbraio), una coppia per possesso di eroina ai fini di spaccio. I due avevano attirato l’attenzione dei militari già da qualche giorno per i loro strani movimenti nella zona Varco a mare e Lido Cluana. Un insolito andirivieni di soggetti notoriamente tossicodipendenti ha insospettito gli investigatori al punto da cominciare ad osservarne gli spostamenti, le frequentazioni e, soprattutto la costante presenza in quell’area. Il definitivo controllo di ieri sera sulla statale, quando la coppia è stata fermata a bordo dell’autovettura Seat Leon, ha fugato ogni dubbio. Al momento del controllo la donna, una trentenne maceratese già nota alle forze dell’ordine, ha tentato invano di disfarsi di un involucro che teneva nella tasca della sua giacca, risultato contenere ben quindici dosi di sostanza stupefacente del tipo eroina, mentre il suo compagno, un tunisino clandestino di trentasei anni con numerosi precedenti afferenti gli stupefacenti, si è dimostrato subito nervoso ed impaziente. Sono scattati i controlli e le perquisizioni anche presso un B&B di Porto Potenza Picena, dove la coppia soggiornava già da qualche tempo. Nella loro stanza sono stati trovati, abilmente occultati in un vano, ulteriori diciassette grammi di eroina, materiale utile al confezionamento, quattro telefoni cellulari, un tablet di dubbia provenienza ed una pistola taser senza matricola, oltre alla somma di circa cento euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio. I due sono stati tratti in arresto perché ritenuti responsabili del delitto accertato nella flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e sottoposti alla misura degli arresti domiciliari in attesa della udienza di convalida fissata per domattina presso il Tribunale di Macerata.

Treia, chiamata al 115: "Incendio nella scuola". Scatta l'allarme, ma è tutto falso (FOTO)

Treia, chiamata al 115: "Incendio nella scuola". Scatta l'allarme, ma è tutto falso (FOTO)

19/02/2020

Allarme incendio alla scuola primaria e dell’infanzia “Paladini”, in via Don Luigi Sturzo a Chiesanuova di Treia. Ma è tutto falso. Intorno alle ore 16:45 del pomeriggio odierno è arrivata una chiamata al 115 - ancora da chiarire se da un numero privato o dalla cabina telefonica che si trova all'esterno dell'Istituto Scolastisco - in cui si allertava l'intervento dei pompieri nella scuola per un presunto incendio. L'allarme è stato lanciato da una voce piuttosto giovane. Nella giornata odierna era previsto il rientro pomeridiano, ma nessuno si trovava più all'interno della scuola quando è stato dato l'allarme, ad eccezione dei collaboratori scolastici.  Sul posto sono giunti prontamente anche i carabinieri e la Polizia Locale. Nonostante accurati controlli e verifiche sia all'interno che all'esterno del plesso, nulla è stato trovato. In corso le indagini per comprendere meglio quanto accaduto. Probabile che si sia trattato di una bravata.  Da ieri, peraltro, nella scuola "Paladini" sono iniziati gli interventi di abbattimento di due piante danneggiate dalla forza del vento a seguito delle raffiche che hanno interessato il territorio comunale di Treia da inizio mese (leggi qui). 

Civitanova, chiesa gremita per l'ultimo saluto a Cristina: "Sei in ogni raggio di luce che ci riscalderà"

Civitanova, chiesa gremita per l'ultimo saluto a Cristina: "Sei in ogni raggio di luce che ci riscalderà"

19/02/2020

Una chiesa di Santa Maria Ausiliatrice gremita per l’ultimo saluto a Cristina Cesari, la 25enne di Civitanova morta venerdì scorso,  all’ospedale di Trento, in seguito a una tremenda caduta sugli sci, avvenuta su una pista di Madonna di Campiglio. In centinaia si sono stretti intorno al dolore della madre Lorella del padre Carlo e del fratello Matteo. Sopra al feretro di Cristina un cuscino di rose bianche e una sua foto. La cerimonia è stata officiata dal vescovo Don Waldemar. Toccante l’intervento nel corso della celebrazione religiosa dell’amica del cuore di Cristina, Francesca : “Ci sono delle cose che attraversano le barriere del corpo e della mente e arrivano dritte al cuore; quelle cose si chiamano valori umani. Sono eterni e resistono oltre la vita e l’aldilà. Sono l’amore per la tua famiglia, la nostra amicizia”, ha detto tra le lacrime. "Sei in ogni raggio di luce che ci riscladerà, Sei la rosa bianca che ognuno noi farà crescere e sbocciare a primavera. Tu sei viva dentro di noi e questo resisterà al di là di tutto". Al termine della cerimonia Francesca, Elisa, Mauro e Federica , quattro amici di Cristina, hanno donato alla nonna, al fratello e al sindaco di Civitanova, Fabrizio Ciarapica, tre rose bianche, affinché nel ricordo della 25enne vengano piantate in piazza. feretro è stato infine accompagnato, fuori dalla chiesa, da un lungo applauso sulle note di “Il cielo in una stanza” e “Come mai”, canzoni che Cristina amava .  

Cronaca

Tolentino, rinvenute esche avvelenate in contrada Pace, cane ne rimane vittima: interviene la Polizia Locale (FOTO)

Tolentino, rinvenute esche avvelenate in contrada Pace, cane ne rimane vittima: interviene la Polizia Locale (FOTO)

20/02/2020

Nella tarda serata di oggi (giovedì 20 febbraio), gli agenti della Polizia Locale sono stati allertati a seguito del ritrovamento di alcuni bocconi avvelenati nei pressi di contrada Pace e più precisamente nella zona antistante la clinica veterinaria, nell’area dei parcheggi della Multisala Giometti e a seguito di approfonditi controlli, nei pressi del supermercato, vicino ai cassonetti utilizzati per la raccolta differenziata dei rifiuti. A quanto si è appreso un cane, purtroppo, è rimasto vittima di una di queste esche avvelenate e seppur soccorso immediatamente è in gravi condizioni. La Polizia Locale, coordinata dal Comandante David Rocchetti è subito intervenuta, predisponendo una prima bonifica con gli operatori del Cosmari e transennando lo spazio interessato dal ritrovamento del veleno. Nella mattinata di domani venerdì, anche con l’ausilio di spazzatrici, il Comune provvederà a ripulire e al lavaggio di tutta la zona. Inoltre, considerato il fatto che i piazzali in questione sono particolarmente frequentati per la “sgambatina” dei cani, una pattuglia è rimasta sul posto per informare i proprietari del rischio, consigliando di fare particolare attenzione e di evitare di frequentare con gli animali tutta l’area. Sono anche stati apposti alcuni specifici cartelli informativi. Le esche che sono state gettate a terra hanno la forma di palline di una pasta di colore rossastra e dalle prime verifiche risultano particolarmente velenose, probabilmente veleno per topi. Inoltre il Commissario Rocchetti, come previsto in casi del genere, sta valutando anche l’ausilio del nucleo cinofilo dei Carabinieri Forestali per l’individuazione di altre esche. Prevista la segnalazione di reato contro ignoti all’autorità giudiziaria e al servizio veterinario.    

Attualità

Politica

Regionali, Gostoli (Pd): "Incontrerò gli alleati per costruire una rosa di nomi"

Regionali, Gostoli (Pd): "Incontrerò gli alleati per costruire una rosa di nomi"

20/02/2020

“Domani iniziamo a ragionare con gli alleati sulla costruzione di una rosa di nomi utile per individuare una candidatura di sintesi del centrosinistra che può aprire una fase nuova”. Sono queste le parole con cui Giovanni Gostoli, segretario regionale del Partito Democratico, fotografa la situazione il giorno dopo l'annuncio della sindaca di Ancona Valeria Mancinelli di non volersi candidare per le elezioni regionali (leggi qui).  “Uniti possiamo vincere, la partita è aperta - sottolinea Gostoli -. Dal pomeriggio faremo incontri bilaterali e interlocutori utili per fare un quadro delle possibilità. L’auspicio è quello di aprire un confronto con grande serenità e con un forte spirito unitario".  "Vorrei ripetere ancora una volta che la sfida alle prossime elezioni regionali sarà tra noi e la destra - prosegue Gostoli -. Noi vogliamo farci carico, lo stiamo dimostrando, di costruire l’alleanza più larga possibile. Insieme al Pd si combatte per vincere e dare un buon governo alle Marche, non per fare testimonianza. Se qualcuno pensa di correre da solo, invece, decide di fare un favore alla destra”.  Domani, venerdì, il segretario regionale Pd Giovanni Gostoli insieme al vice segretario Fabiano Alessandrini incontreranno i Socialisti, Verdi e Civici di “Uniti per le Marche”, Articolo Uno, Italia Viva, Azione, Più Europa, la lista civica “Presenza Popolare” e la lista civica “Le Nostre Marche” con Demos, Popolari e Italia in Comune.

Sport

Volley, Final Four di Coppa Italia: il programma completo

Volley, Final Four di Coppa Italia: il programma completo

20/02/2020

Programma e dirette tv   1a Semifinale Del Monte® Coppa Italia SuperLega Final Four Diretta RAI Sport dalle 16.00 Diretta streaming su raiplay.it Sabato 22 febbraio 2020 Cucine Lube Civitanova – Itas Trentino Telecronaca di Maurizio Colantoni e Lorenzo Bernardi Collegamenti ed interviste dal salottino RAI: Simona Rolandi   2a Semifinale Del Monte® Coppa Italia SuperLega Final Four Diretta RAI Sport dalle 18.30 Diretta streaming su raiplay.it Sabato 22 febbraio 2020 Sir Safety Conad Perugia – Leo Shoes Modena Telecronaca di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta Collegamenti ed interviste dal salottino RAI: Simona Rolandi   Finale Del Monte® Coppa Italia Serie A2 Diretta streaming YouTube dalle 14.30 Domenica 23 febbraio 2020 Olimpia Bergamo – Sarca Italia Chef Centrale del Latte Brescia Commento di Michele Mologni e Claudio Chiari   Finale Del Monte® Coppa Italia SuperLega Diretta RAI Sport dalle 18.00 Diretta streaming su raiplay.it Domenica 23 febbraio 2020 Vincitrice 1a Semifinale – Vincitrice 2a Semifinale Telecronaca di Maurizio Colantoni Collegamenti ed interviste dal salottino RAI: Andrea Fusco   Radio Arancia Network e Arancia Television a tutto campo con la Cucine Lube Civitanova Radio Arancia Network, partner ufficiale della Cucine Lube Civitanova, scenderà in campo con i biancorossi seguendo da vicino le gare in diretta, con un ampio pre e post partita con gli inviati Gianluca Pascucci, Fabio Petrelli e Stefano Donati (anche su YouTube e Facebook di Radio Arancia, nonché su Arancia Television 210 digitale terrestre). Al lavoro anche la troupe di Arancia Television per fornire un servizio a 360 gradi sulla kermesse bolognese Diretta radiofonica “Set&Note” – LatteMiele e Lattemiele.com dalle 18.00 LatteMiele, la radio ufficiale della Lega Pallavolo Serie A, racconterà con Marco Caronna in diretta dall’Unipol Arena di Casalecchio di Reno tutte le emozioni della Finalissima di Coppa Italia. “Set&Note” è anche sul web in diretta streaming su www.lattemiele.com o cliccando il box LatteMiele nella homepage di www.legavolley.it Diretta Radiofonica “Sabato Sport” e “Domenica Sport” – Radio Rai 1 Manuela Collazzo sabato 22 e domenica 23 febbraio sarà in diretta dall’Unipol Arena di Casalecchio di Reno per raccontare le due sfide di Semifinale della Del Monte® Coppa Italia e, il giorno successivo, la Finalissima TG5 Sport Il TG5 notturno di Canale 5 proporrà un servizio sulle Del Monte® Finali Coppa Italia attraverso le immagini delle gare. Lo stesso servizio sarà trasmesso con multipli passaggi nel notiziario di Mediaset Premium, in onda dalle 24.00 alle 8.00 SKY Sport 24  Sky Sport 24 curerà approfondimenti sulle gare della Del Monte® Finali Coppa Italia, facendo il punto delle partite giocate, con immagini ed interviste ai protagonisti Eurosport Eurosport curerà approfondimenti sulle gare della Del Monte® Finali Coppa Italia con le immagini delle gare All’estero Le TV partner della Lega Pallavolo Serie A all’estero riceveranno il commento in inglese di Daniele Vecchi, live da Casalecchio, sabato 22 e domenica 23 febbraio. Sportklub (Serbia, Kosovo, Croazia, Bosnia Erzegovina, Slovenia, Macedonia, Montenegro), Match TV (Russia), Polsat (Polonia), BTV Bulgaria, DSmart (Turchia), oltre ai principali siti mondiali di betting serviti dall’agenzia SportRadar YouTube il canale di Lega Pallavolo all’indirizzo https://bit.ly/2BWihl3 trasmetterà in diretta streaming la finale della Del Monte® Coppa Italia di A2/A3 Gli arbitri Ecco la lista degli arbitri designati per la Del Monte® Coppa Italia SuperLega Final Four e la Del Monte® Coppa Italia Serie A2/A3 Finale. Le coppie arbitrali dei match di Semifinale e il 3° arbitro verranno resi pubblici sabato mattina, gli arbitraggi delle Finali al termine delle gare di sabato Stefano Cesare (Roma) Arbitro A dal 1999 – Internazionale dal 2010 Giorgio Gnani (Ferrara) Arbitro A dal 1997 – Ex internazionale (dal 2006) Andrea Pozzato (Bolzano) Arbitro A dal 2004 Andrea Puecher (Padova) Arbitro A dal 2003 – Int. dal 2013 Daniele Rapisarda (Udine) Arbitro A dal 2002 – Int. dal 2011 Alessandro Tanasi (Noto) Arbitro A dal 2002 Stefano Caretti (Roma) Arbitro A dal 2016 Massimiliano Giardini (Verona) Arbitro A dal 2018 Juantorena tra gli atleti da record Il primato dell’atleta più vincente resiste dal 1984/85 e rimarrà a lungo inviolato. Il record è detenuto con nove trofei da Luca Cantagalli, ora assistant coach a Modena. In corsa per migliorare i rispettivi palmares il Block Devils Massimo Colaci, che vanta quattro Coppe Italia, e il capitano della Lube Osmany Juantorena, anche lui a caccia della quinta. Fermi a tre trofei Luciano De Cecco, Filippo Lanza e Marko Podrascanin della Sir, ma anche l’opposto dell’Itas Trentino Luca Vettori Maxischermi protagonisti Ogni spettatore potrà vedersi su maxischermo. La troupe dedicata riprenderà gli il pubblico con cornici divertenti coinvolgendo i prescelti. Non mancheranno le “Kiss cam” ma anche la “CredemScatta”, inquadratura selfie organizzata da Credem Banca per rendere protagonista i tifosi in tribuna. Lorenzo Dallari proporrà giochi e sorprese Spazi dedicati alla Solidarietà Largo alla solidarietà con lo stand dell’Associazione Benefica fondata da Giacomo Sintini e con una rappresentanza dell’Associazione Medici senza Frontiere La Final Four sui Social Si rinnova l’appuntamento con l’interazione sui social della Pallavolo Serie A: facebook: Lega Pallavolo Serie A instagram: @legavolley youtube: www.youtube.com/legavolley HASHTAG: #delmontecoppa Andrea&Andrea: Zorzi e Brogioni per contenuti extra Gli spettatori dell’Unipol Arena potranno contare anche su contenuti extra direttamente sul proprio telefonino. Di questo progetto si occupano Andrea Zorzi e Andrea Brogioni, di cui si potranno anche ascoltare commenti audio live. Il tutto su Telegram all’indirizzo https://t.me/delmontecoppa L’arte di intrattenere Non solo salti stellari, ma anche tanta musica e spettacolo all’Unipol Arena. La Del Monte Volley Band girerà tra le curve dell’Unipol Arena portando allegria e biscrome tra gli spettatori. Stupirà ancora la meravigliosa voce di Sherol Dos Santos, uno dei talenti più fulgidi mai saliti sul palco di X Factor. Inedito poi per gli eventi di Lega, lo spettacolare Matthew Lee e il suo pianoforte. E infine le Farfalle, più alte di un opposto, più leggiadre di un libero  

Scuola e università

Camerino, per l'UTEM arriva una donazione da parte dell'ANCOS di Robella

Camerino, per l'UTEM arriva una donazione da parte dell'ANCOS di Robella

20/02/2020

E' stato un bel pomeriggio quello passato nella nuova sede dell’Università della terza età camerte dove nei giorni scorsi sono state consegnate le attrezzature informatiche donate da Ancos (Associazione Nazionale Comunità Sociali e Sportive) di Robella, in provincia di Torino. Un regalo inaspettato e assai gradito da tutti, sottolineato dalla responsabile Donatella Pazzelli e dall’assessore alla cultura Giovanna Sartori, nonché un gesto di solidarietà e amore capace di rinnovare l’invito a resistere in una terra tanto duramente colpita dal sisma del 2016. L’Università della Terza Età dell’Alto Maceratese, nata a San Severino Marche oltre 30 anni fa, è un’associazione di promozione sociale riconosciuta dalla Regione Marche e tra le sue sedi distaccate ha quella di Camerino, che a sua volta è attiva da oltre 20 anni. L’Uteam rappresenta da sempre un modo intelligente di trascorrere il tempo, impegnando gli anziani del territorio in attività che spaziano dalla ginnastica alla letteratura, dal tombolo all’informatica, dall’agricoltura biologica alla pittura. Ogni anno vengono attivati circa 20 corsi, tenuti da docenti preparati e spesso appartenenti all’Università di Camerino e la frequenza è molto alta. Le Amministrazioni comunali che si sono succedute in questi anni hanno tutte e sempre sostenuto tale attività, mettendo a disposizione locali e risorse finanziarie. La sede, prima del 26 ottobre 2016, era un bell’appartamento nel centro storico della città. Subito dopo il terremoto, che nell’ottobre del 2016 ha colpito questo territorio, l’intero centro storico è stato dichiarato zona rossa e ancora lo è, oltre 6.280 persone sono state sfollate in tempi rapidissimi, 220 attività sono rimaste senza sede, 1.000 alunni hanno perduto gli edifici scolastici e sono stati sistemati su sedi provvisorie, tutti i musei e le raccolte d’arte sono inagibili, la quasi totalità delle chiese è crollata o ha riportato danni ingentissimi e le oltre 80 associazioni cittadine non hanno più una sede e quindi sono state costrette ad interrompere le loro attività. Nonostante tutto l’Uteam non si è fermata e nel febbraio 2017, quando la terra continuava a tremare, sono riprese le lezioni, seppur in forma ridotta, che hanno consentito ai partecipanti di vivere preziosi momenti di condivisione. Gli iscritti, dimezzati rispetto agli anni passati ma tuttavia numerosi, sono stati ospitati in sedi provvisorie ma sicure e così è stato nei successivi anni accademici, si sono appoggiati prima presso i container degli studenti universitari, poi in un’aula dell’istituto professionale, quindi nella cucina del monastero delle Clarisse e per le attività motorie nella palestra della scuola primaria. Finalmente in questo anno accademico l’Uteam ha potuto contare su una nuova aula messa a disposizione dall’Amministrazione comunale: è stata arredata nel migliore dei modi e i corsi sono ripresi a pieno ritmo.

Cultura

Recanati, "Versus" con Piergiorgio Viti e Dorinda Di Prossimo: “I millimetri del tempo”

Recanati, "Versus" con Piergiorgio Viti e Dorinda Di Prossimo: “I millimetri del tempo”

20/02/2020

Dopo il grande successo del primo appuntamento con protagonista Renata Morresi, domenica prossima, 23 marzo alle ore 17, torna Versus. Stavolta Piergiorgio Viti, poeta e direttore artistico della rassegna organizzata dall’Associazione Lo Specchio, incontra Dorinda Di Prossimo, per un Versus dal titolo “I millimetri del tempo”. Poetessa appartata, ma non dalla voce autentica e raffinata, Dorinda Di Prossimo, marchigiana, ha partecipato con successo a diversi concorsi nazionali. Già presente su numerosi siti internet e antologie, ha al suo attivo quattro raccolte poetiche, di cui l’ultima, “La notte la casa l’assenza”, è uscita per Forme Libere nel 2015. Dorinda Di Prossimo vanta anche esperienze teatrali, in cui ha portato in scena opere di scrittura collettiva. Con Viti, nell’unico festival dove due poeti si confrontano tra loro in modo conviviale ma da punti di vista opposti, la Di Prossimo dialogherà in particolare sul tempo e sullo spazio, perni fondamentali del suo mondo poetico, un mondo poetico intimo che si apre però  ad una dilatazione universale. Il secondo appuntamento del festival si terrà come di consueto al Circolo di Lettura e Conversazione di Recanati con inizio alle ore 17. L’ingresso è libero.

Sanità

Apiro e Poggio San Vicino nell'Area Vasta 3, i sindaci contrari:"In fase di studio l'iter per cambiare Provincia"

Apiro e Poggio San Vicino nell'Area Vasta 3, i sindaci contrari:"In fase di studio l'iter per cambiare Provincia"

15/02/2020

Le Amministrazioni dei Comuni di Apiro e Poggio San Vicino hanno deliberato l’istituzione di un “Gruppo Tecnico“  bipartisan, a difesa della permanenza dei due Comuni all’interno dell’ Area Vasta 2. “La lotta di un territorio, vittima di una assurdo diktat da parte di una Amministrazione Regionale, che ha assunto decisioni gravissime, senza il minimo bisogno di sentire i diretti interessati, è iniziata”, affermano in una nota congiunta i sindaci dei due Comuni Ubaldo Scuppa e Sara Simoncini. I primi cittadini di Apiro e di Poggio San Vicino si dimostrano fermamente contrari alla delibera regionale, assunta dalla commissione Affari istituzionali, che ha spostato i due comuni sotto la competenza dell’Area Vasta 3. “Lunedì 10 Febbraio, il Gruppo Tecnico si è riunito per la prima volta e si è preso atto che, pur essendo stato richiesto, il Verbale della riunione politica svoltasi in Ancona il 23 gennaio scorso, tra le delegazioni guidate dai Sindaci di Apiro e Poggio San Vicino ed il Presidente della Regione e gli alti funzionari dell’Asur Regionale non è stato inviato, per cui si è deciso di intraprendere una serie di azioni concrete”, si legge nella nota congiunta. “Entro pochi giorni verrà dato incarico ad un legale al fine di valutare eventuali azioni di ricorso al Tar competente per impugnare ogni atto conseguente che la Giunta Regionale intraprenderà per l’attuazione della Legge 43/2019. È stata decisa la data del 28 Febbraio per una Assemblea Pubblica, durante la quale mettere a conoscenza i cittadini delle gravi problematiche che sorgeranno con il passaggio dei territori interessati all’Area Vasta 3. Problematiche che interesseranno non solo l’aspetto Sanitario e l’ambito dei Servizi Sociali, ma anche l’Assistenza Sanitaria dei Medici di Base, gli allevatori, le strutture di Volontariato quali la Piros ed altro ancora. Altra decisione presa dal Gruppo Tecnico è quella di intraprendere una  attività di  “sensibilizzazione” delle Amministrazioni e dei Primi Cittadini di tutti i Comuni delle Aree Vaste 2 e 3 al fine di ottenere non solo solidarietà, ma anche un supporto tecnico e logistico concreto ,per la raccolta di 20.000 firme necessarie per  richiedere l’abrogazione della scellerata Legge 43/2019. Infine, ultima azione condivisa dal Gruppo Tecnico – concludono  -  è di iniziare a studiare sin da subito, attraverso le Segreterie Comunali, l’iter Istituzionale necessario per il cambio di Provincia, soluzione certamente lunga e complessa, ma che ha il pieno consenso da parte delle rispettive cittadinanze”.      

Eventi

Civitanova in maschera, tutto pronto per il Carnevale: svelato il programma

Civitanova in maschera, tutto pronto per il Carnevale: svelato il programma

20/02/2020

Ritmo, danza, maschere e circo: sono questi gli ingredienti del Carnevale civitanovese che ambisce ad essere più di una semplice festa, preferendo meglio identificarsi in un progetto che unisce il Comune ad associazioni, parrocchie, scuole e soprattutto al pubblico che si lascerà coinvolgere per l’intero pomeriggio nelle vie e nella piazza. L’edizione 2020 della kermesse, che si svolgerà domenica 23 febbraio a partire dalle 14,30, conferma il nuovo format che ha esordito con successo lo scorso anno e che punta tutto sui gruppi vestiti con gli abiti pensati e preparati dai diversi soggetti che partecipano: ci saranno il Carnevale del bambini su corso Umberto, la via della Danza su corso Dalmazia, il Circo in corso Vittorio Emanuele e il Ritmo dei ragazzi in piazza XX Settembre. Domenica 23 febbraio - Civitanova Marche- in diretta su Radio Linea n1 e sul canale 19 Presenti oggi ad illustrare le novità in conferenza stampa il sindaco Fabrizio Ciarapica, l’assessore al Turismo Maika Gabellieri e Vanessa Spernanzoni della scuola comunale di recitazione, che come lo scorso anno coordina i lavori dell’allegra carrozza da più di due mesi. “Abbiamo confermato questo nuovo volto del Carnevale civitanovese – ha detto il sindaco Ciarapica – che tanto successo ha avuto lo scorso anno – e puntiamo sul coinvolgimento del territorio e di diverse realtà civitanovesi. Tutti sono invitati ad essere protagonisti e non solo spettatori, il nostro è un invito alla partecipazione diretta alla grande festa, che deve far scendere in strada sia i più piccoli sia i più grandi”. Il sipario si apre alle 14,30, ma il corteo avrà inizio alle ore 16.45 dalla piazza della stazione, dove la Banda cittadina San Gabriele guiderà i gruppi sui tre corsi e sui vialetti fino all’arrivo in piazza XX settembre dove è previsto il concerto della band “Spaghetti a Detroit” e i collegamenti di radio Linea, in diretta anche da Fano per una sorta di gemellaggio on air. “Rendere caratteristico il Carnevale civitanovese era il nostro obiettivo lo scorso anno e il successo del pubblico ci ha spinto a lavorare con maggior forza per questa nuova edizione – ha dichiarato l’assessore Gabellieri. Ringrazio davvero quanti ci hanno dato la loro preziosa disponibilità e ci trasmettono continuo entusiasmo per alzare l’asticella e mettere in campo sempre maggiore creatività, come la scuola di recitazione comunale che pilota di tutto il marchingegno. Le scuole, ad esempio, hanno lavorato anche con materiale di riciclo unendo così l’utile al dilettevole”. A fine giornata l’Amministrazione comunale distribuirà i premi tra i venti gruppi partecipanti, per il gruppo più numeroso, il gruppo più rumoroso, il gruppo più travolgente e il gruppo dell'anno. “Ciascuno è chiamato a coinvolgere e ad interagire con gli altri e tutti sono a conoscenza di quello che succede intorno – ha spiegato Vanessa Spernanzoni entrando nel vivo dei dettagli – e ognuno potrà trovare lo spazio giusto per sé. Sarà tutto molto agile, sia il corteo che le premiazioni. Avremo la partecipazione speciale di Dj set e della marching band “Mistrafunky street band” i cui componenti marceranno nelle vie, mentre altri gruppi saranno stanziali. Oltre alla musica tanta danza con Spazio Hip hop, l’Ipsia e anche gustosi dolci della Pro loco e della Società operaia”. #regalatiCivitanova #CivitanovaInMaschera #Carnevale2020. Scattano i divieti di sosta in centro dalle ore 10.00 e divieto di transito dalle ore 12.00 e il divieto di usare bombolette spray. Per l’occasione a partire dalle 10 scatterà l’ordinanza di chiusura del traffico: divieto di sosta dalle 10 e di transito dalle 12. Chiuso con divieto di sosta Corso Umberto I con deviazione su via Zara, sosta vietata anche in piazza e sui vialetti, chiuse via Dalmazia, via Duca degli Abruzzi, via Trento e le altre vie di intersezione. Deviazioni in via San Marone e via Santa Chiara, esclusi i residenti, per i veicoli provenienti da ovest, in via Trieste per i veicoli circolanti nelle vie Cecchetti e Buozzi, in via Cavour per i veicoli provenienti da viale Vittorio Veneto. L’istituzione di capolinea per gli autobus di linee urbane ed extraurbane in via Santa Rita lato ovest, nel tratto compreso tra via S. Luca e via San Marco. L’accesso alla stazione ferroviaria dovrà avvenire esclusivamente da via Marconi.    

Curiosità

Macerata, "Aiutaci a crescere. Regalaci un libro": consegnati 450 libri al Reparto Pediatrico dell'Ospedale di Macerata

Macerata, "Aiutaci a crescere. Regalaci un libro": consegnati 450 libri al Reparto Pediatrico dell'Ospedale di Macerata

20/02/2020

Nell'ambito dell'edizione 2019 del progetto: "Aiutaci a crescere. Regalaci un libro",che si è svolto, come ogni anno in tutte le librerie Giunti al Punto d'Italia, questa mattina una delle libraie del punto di Piediripa ha consegnato 450 libri al Reparto Pediatrico all'Ospedale Civile di Macerata. I testi sono stati il frutto delle donazioni effettuate dai clienti nel mese di agosto nell'ambito di questa campagna  che ha avuto come obiettivo quello della sensibilizzazione alla lettura e, proprio in quest'ottica, i clienti della libreria, al momento della donazione, hanno potuto scegliere se destinare i loro libri alle Scuole dell'Infanzia o Primarie o ai Reparti Pediatrici. Oltre ai libri sono state fatte avere al personale medico presente, anche tutte le speciali dediche, realizzate dai donatori, rivolte ai piccoli pazienti del raparto pediatrico.  

Economia

Confartigianato Marche presenta il Digital Innovation Hub: la rivoluzione digitale per le piccole imprese

Confartigianato Marche presenta il Digital Innovation Hub: la rivoluzione digitale per le piccole imprese

18/02/2020

Innovazione a portata di piccole imprese con strumenti concreti. E’ la sfida di Confartigianato Imprese Marche che ha presentato il suo Digital Innovation Hub regionale, frutto di un progetto sostenuto dalla Regione Marche. “Abbiamo la straordinaria opportunità di coniugare - ha detto il segretario di Confartigianato Marche, Giorgio Cippitelli - la tradizione con le tecnologie digitali. Questo è il nostro modello di impresa 4.0. Il digitale sta diventando una dimensione fondamentale dell’economia e del sistema produttivo. L’innovazione interessa tutte le imprese a prescindere dal settore, dalla tipologia di lavoro, dalle caratteristiche dimensionali”. Il DIH sarà una grande opportunità per le piccole imprese che potranno trovare attività di supporto e tutoraggio per aumentare conoscenza e consapevolezza delle nuove tecnologie, strumenti per individuare i fabbisogni tecnologici, consulenza strategica per realizzare investimenti per la propria trasformazione digitale, ma anche per una corretta valutazione dei progetti di investimento e supporto all’avvio di nuovi progetti. Ci sarà anche la possibilità di utilizzare direttamente alcune di queste tecnologie sia “in proprio” che attraverso reti laboratoristiche con Università, centri di ricerca e di eccellenza immateriale. Il dirigente della Regione Marche, Silvano Bertini, ha ribadito che: “la trasformazione digitale è una grande sfida per le imprese sia come dotazione di nuovi strumenti ma anche come necessità di portare all’interno delle aziende competenze idonee e anche di permettere alle imprese di fare rete”. “L’innovazione - ha affermato Andrea Dini Presidente ICT Confartigianato Marche - è un percorso fondamentale per le piccole imprese e non deve essere considerata come una imposizione ma una importante opportunità”. Il progetto di Confartigianato Marche che raccoglie le buone prassi e l’esperienza delle Associazioni territoriali, si basa su tre pilastri: informazione, formazione e affiancamento. Verranno realizzati oltre 20 eventi in 15 mesi, tra workshop, seminari, corsi, ma anche la possibilità di sperimentare le nuove tecnologie nei laboratori messi a disposizione dal DIH. Altro aspetto fondamentale sarà l’affiancamento dell’imprenditore attraverso uno “Sportello nuove idee” dove si verrà fornita consulenza per tutte le tematiche legate a Impresa 4.0, ma anche lo “Sportello credito” per  favorire l’accesso ai finanziamenti pubblici e privati delle imprese. “La capacità di diffondere innovazione sul territorio - ha sottolineato Giorgio Menichelli Segretario Generale di Confartigianato Macerata-Ascoli Piceno-Fermo - è uno dei punti qualificanti di questo progetto. E’ necessario intercettare le esigenze del manifatturiero, il settore cardine della nostra economia, per aiutarlo nella sfida della digitalizzazione anche aprendo nuovi canali di vendita. Un altro elemento centrale è che questo progetto si rivolge ai giovani, ai makers, perché vedano il proprio futuro nel nostro territorio e non siano costretti ad andare a cercare opportunità all’estero”. Renzo Leonori Presidente territoriale di Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo ha ribadito come questo progetto sia una opportunità in più a disposizione delle imprese nel percorso per la  digitalizzazione: “Aiutare i piccoli imprenditori a capire come si muovono il mercato e le nuove tecnologie - ha aggiunto Luca Antonelli, Responsabile Innovazione di Confartigianato Imprese Ancona-Pesaro e Urbino - esplorando le novità e cercando di metterle in pratica giorno dopo giorno. Si sta aprendo un ventaglio di nuove opportunità che il sistema produttivo deve cogliere per aumentare business e fatturato e per conquistare nuovi mercati. Per farlo però, gli imprenditori hanno bisogno di formazione continua, di sperimentare queste nuove tecnologie. Innovare sempre, per rafforzare il saper fare”.        

Varie

Rischi online, Italia al decimo posto

Rischi online, Italia al decimo posto

19/02/2020

L’Italia si piazza al decimo posto su 25 per quello che riguarda eventuali rischi online; la prima posizione va al Regno Unito mentre all’ultimo posto il Sud Africa. Sono questi i risultati del Microsoft Digital Civility Index, che viene presentato ogni anno in concomitanza dell'Internet Safer Day. Obiettivo del report è quello di analizzare attitudini e percezioni degli adolescenti dai 13 ai 17 anni oltre che degli adulti dai 18 ai 74 anni con riferimento all'educazione civica digitale e, per l’appunto, alla sicurezza online in 25 Paesi tra i quali l’Italia. Analizzando i risultati nel loro complesso, il web viene percepito sempre più come un luogo meno sicuro rispetto al precedente anno (il 2019); in sostanza c’è stato un aumento del senso di insicurezza in rete dovuto alla proliferazione di elementi di disturbo quali contatti indesiderati , fake news ed invio di testi o immagini sessualmente esplicite tramite Internet o smartphone (pratica nota come sexting), le tre problematiche maggiormente avvertite in rete. Altra grande criticità, quella del Cyberbullismo che purtroppo continua a fare vittime: circa il 22% degli intervistati ha dovuto fare i conto almeno una volta con tale pratica, soprattutto per quello che riguarda il proprio aspetto fisico, l’orientamento sessuale e quello politico. Il 33% degli intervistati ha poi dichiarato di avere anche incontrato di persona l'autore della minaccia. Un mondo sempre più complesso quello del web e dal quale cercare di guardarsi onde evitare di cadere in tranelli o truffe; perché anche queste ultime sono sempre più all’ordine del giorno con riferimento evidente a tutto ciò che porta ad una transazione online. Si pensi agli e-commerce, così come ai siti di investimenti online e quelli di gambling. Proprio questi ultimi sono stati un esempio, nel tempo, di provvedimenti che hanno migliorato il meccanismo; pensiamo ai tanti portali di gioco, quali che operano in rete con regolare autorizzazione, inquadrate nel Gioco Responsabile. Passati ormai svariati anni da quando il mercato del gioco Italiano è stato regolamentato, trovare oggi in rete siti di casino online o scommesse sprovvisti di licenza è quasi impossibile, fortunatamente, poiché i siti illegali vengono prontamente oscurati. Un casino online legale è un portale autorizzato dai Monopoli di Stato (AAMS) e deve indicare nelle sue pagine il relativo numero di licenza, che va ad indicare il sito stesso come sicuro. I giocatori sono pertanto tutelati, basta fare soltanto un pò di attenzione verificando l’autenticità del casino direttamente dal sito dei Monopoli. Partendo da questo e tornando ad analizzare lo studio Microsoft Digital Civility, il 50% degli intervistati si augura che le aziende operanti in rete ed i social media introducano nuove policy e strumenti efficaci per promuovere comportamenti online più civili e sicuri, punendo chi si rende fautore di condotte violente. In sostanza gli utenti sognano un web più regolamentato e, di conseguenza, maggiormente sicuro.  

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.