Civitanova, cocaina addosso e in casa: la finanza ne sequestra oltre un chilo. Denunciato un giovane
Cronaca
24/06/2024 09:58

Civitanova, cocaina addosso e in casa: la finanza ne sequestra oltre un chilo. Denunciato un giovane

Operazione antidroga a Civitanova Marche. sequestrati oltre un chilo di cocaina e circa cinquemila euro in contanti. una persona sottoposta agli arresti. La guardia di finanza ha dato esecuzione a una serie di attività di controllo nei punti nevralgici della città costiera. In particolare, le Fiamme gialle civitanovesi, con l’ausilio dell’unità cinofila, hanno individuato e sottoposto a controllo un giovane che è risultato essere in possesso di oltre 1 chilogrammo di cocaina, abilmente occultata sulla persona. Le operazioni di polizia giudiziaria sono poi proseguite presso l’abitazione del soggetto, dove i finanzieri hanno rinvenuto un totale di 4.750 euro in contanti, ritenuto provento del reato di spaccio. La sostanza stupefacente e il denaro contante sono stati sottoposti a sequestro probatorio, mentre il giovane è stato denunciato alla Procura della Repubblica del Tribunale di Macerata per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio e, in accordo con il Pubblico Ministero di turno, è stato sottoposto agli arresti con contestuale traduzione nella Casa circondariale di Ancona – Montacuto. .  

Civitanova, cocaina addosso e in casa: la finanza ne sequestra oltre un chilo. Denunciato un giovane

Civitanova, cocaina addosso e in casa: la finanza ne sequestra oltre un chilo. Denunciato un giovane
24/06/2024 09:58

Operazione antidroga a Civitanova Marche. sequestrati oltre un chilo di cocaina e circa cinquemila euro in contanti. una persona sottoposta agli arresti. La guardia di finanza ha dato esecuzione a una serie di attività di controllo nei punti nevralgici della città costiera. In particolare, le Fiamme gialle civitanovesi, con l’ausilio dell’unità cinofila, hanno individuato e sottoposto a controllo un giovane che è risultato essere in possesso di oltre 1 chilogrammo di cocaina, abilmente occultata sulla persona. Le operazioni di polizia giudiziaria sono poi proseguite presso l’abitazione del soggetto, dove i finanzieri hanno rinvenuto un totale di 4.750 euro in contanti, ritenuto provento del reato di spaccio. La sostanza stupefacente e il denaro contante sono stati sottoposti a sequestro probatorio, mentre il giovane è stato denunciato alla Procura della Repubblica del Tribunale di Macerata per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio e, in accordo con il Pubblico Ministero di turno, è stato sottoposto agli arresti con contestuale traduzione nella Casa circondariale di Ancona – Montacuto. .  

Cronaca

"Pessime condizioni igieniche": chiuso un ristorante a Porto San Giorgio

"Pessime condizioni igieniche": chiuso un ristorante a Porto San Giorgio

22/06/2024 16:43

La polizia di Stato, insieme al personale dell'Ast di Fermo, mercoledì ha effettuato un controllo presso un'attività di ristorazione di Porto San Giorgio. Da un controllo di polizia precedente, un uomo del personale era stato sorpreso a consumare stupefacenti all'interno dei servizi igienici per i clienti. I poliziotti e il personale dell'Ast hanno notato subito una situazione igienico-sanitaria precaria. Nel locale c'era il titolare, intento nella preparazione delle vivande. L'Ast ha riscontrato che il locale cucina e le attrezzature si presentavano in condizioni igienico sanitarie precarie per il mancato svolgimento delle procedure ordinarie e straordinarie di pulizia e sanificazione. Presenza di sporco pregresso e residui di cibo dei giorni antecedenti erano presenti persino sulle superfici di lavoro e sul pavimento. Rilievi anche sui servizi igienici: presenti materiali estranei all'attività che impedivano la corretta pulizia della cucina. Anche la conservazione dei cibi nei frigoriferi non era stata correttamente gestita. L'Ufficio di Igiene ha quindi ordinato l'immediata sospensione dell'attività, con chiusura dell'esercizio. Solo nella serata di ieri l'Ast, verificato il corretto ripristino dei locali e delle procedure di pulizia, ha autorizzato la riapertura. Sono comunque in corso accertamenti della questura e del Comune per la verifica requisiti soggettivi per il possesso della licenza.  A Porto Sant'Elpidio, invece, giovedì scorso, in via Reggio Emilia, la polizia di Stato ha effettuato un controllo di tre extracomunitari a bordo di un'auto nel cuore della notte. Uno di questi, un ventisettenne di origini nordafricane, risultava gravato da numerosi precedenti per spaccio ma anche per danneggiamenti e resistenza a pubblico ufficiale, è stato accompagnato in questura dove si è lasciato andare a comportamenti autolesionisti ed aggressivi, tanto che per immobilizzarlo, i poliziotti hanno dovuto ricorrere all'utilizzo del taser. Gravato anche da due precedenti espulsioni, per l'uomo l'ufficio immigrazione ha predisposto le pratiche che hanno consentito di accompagnare lo straniero presso il Cpr di Bari, dove verrà trattenuto in attesa del rimpatrio

Porto Recanati, 30enne accerchiato e pestato sotto casa: indagano i carabinieri

Porto Recanati, 30enne accerchiato e pestato sotto casa: indagano i carabinieri

22/06/2024 13:30

Accerchiato e picchiato sotto la propria abitazione a calci e pugni. È successo, nel pomeriggio di ieri, a Porto Recanati, e la vittima è un 30enne. L’aggressione si è verificata in via Garibaldi, quando l’uomo sarebbe stato picchiato da due persone per motivi al momento da chiarire. Gli aggressori si sarebbero poi dati alla fuga, lasciando a terra il 30enne sanguinate. Lanciato l’allarme, sono accorsi sul posto i mezzi e personale del 118 che hanno soccorso il 30enne per poi trasportarlo all'ospedale. Sul caso indagano i carabinieri. Si tratta dell’ennesimo episodio di aggressione avvenuto a Porto Recanati nelle ultime settimane. Nei giorni scorsi, intanto, sono stati denunciati dai militari dell’Arma i due uomini che avevano aggredito brutalmente un vigilante sul lungomare Lepanto .

Attualità

Civitanova, successo per il festival  “Primavera in bici”

Civitanova, successo per il festival “Primavera in bici”

24/06/2024 14:51

  Ultima tappa ieri per Primavera in bici, il festival dedicato alla Mobilità Sostenibile ed ideato dall’amministrazione comunale di Civitanova Marche insieme alle associazioni il Gruppo Sportivo Fontespina 2000, Civitanova GreenLife e Marche BikeLife. Nonostante la pioggia, un gruppo di oltre 80 persone, capitanato dall'assessore Roberta Belletti, dai presidente delle due associazioni Angelo Broccolo del Gruppo Sportivo Fontespina e Bruno Valeriani di Civitanova Green Life e hanno raggiunto in sella alla bici, la Cinciallegra e salutato, con un gustoso aperitivo, la seconda edizione di questo festival. "Grazie a chi c’era, a chi in questi mesi ha partecipato agli eventi e alle due associazioni Gruppo Sportivo Fontespina e Civitanova Green Life che sono state sempre al mio fianco - ha detto l'assessore Belletti -. Sono state tante le famiglie, i bambini, gli appassionati delle due ruote che si sono uniti a noi per celebrare la pedalata come mezzo di trasporto ecologico. Quest'anno abbiamo partecipato anche alla nona Corsa dei quartieri, replicato Bimbinbici e fatto lunghe pedalate, tra cui quella a Porto Sant'Elpidio. Continueremo – conclude  Belletti - il prossimo anno con lo spesso spirito e lo stesso impegno per sensibilizzare i cittadini a scegliere le due ruote come primo mezzo di trasporto".    

San Severino, cittadini restaurano (gratis) tre monumenti e li riconsegnano alla città

San Severino, cittadini restaurano (gratis) tre monumenti e li riconsegnano alla città

24/06/2024 13:07

Tre interventi di restauro per restituire decoro ad altrettanti monumenti nella frazione di Chigiano. È la buona azione degli abitanti del posto, e di altre frazioni limitrofe, che si sono messi al lavoro, con il supporto del Comune di San Severino Marche, per recuperare dall’incuria del tempo un’edicola votiva, che custodisce una statuetta raffigurante la Madonna di Loreto, un crocifisso e il monumento ai caduti di tutte le guerre. “L’idea è nata con un gruppo di amici stando seduti al bar. Ci siamo detti – spiega Angelo Possanzini, ex capo operaio della città di San Severino Marche che ha offerto la propria manodopera gratuitamente – perché non sistemare i monumenti lungo la strada che attraversa la frazione? Dopo aver pensato questa cosa, nata veramente per caso, ci siamo messi all’opera e, a restauro finito, abbiamo organizzato una piccola festa”. Alla cerimonia per la riconsegna dei tre monumenti ha voluto prendere parte anche al primo cittadino settempedano, Rosa Piermattei, che si è complimentato personalmente con i concittadini per l’opera portata a termine. Con lei anche l’assessore al Patrimonio, Sara Clorinda Bianchi, e quello all’Urbanistica, Jacopo Orlandani. Una piccola celebrazione, con la benedizione dei tre manufatti da parte del diacono Giovanni Tarquini, ha salutato la fine dei lavori con l’incontro della comunità alla presenza anche del comandante della locale stazione dei carabinieri, luogotenente carica speciale Massimiliano Lucarelli, e della polizia locale.  

Politica

Porto Recanati, Salvatore Piscitelli nominato vicepresidente dell'Associazione nazionale ex parlamentari di Forza Italia

Porto Recanati, Salvatore Piscitelli nominato vicepresidente dell'Associazione nazionale ex parlamentari di Forza Italia

23/06/2024 14:50

Nei giorni scorsi a Roma, presso lo studio del notaio Vincenzo Papi, è stata costituita l'Associazione nazionale degli ex parlamentari di Forza Italia. La presidenza è stata assegnata all'unanimità al senatore Massimo Baldini, unanimità anche per la nomina dei due vicepresidenti: il senatore marchigiano Salvatore Piscitelli e il senatore Franco Asciutti. L'onorevole Giorgio Lainati, già capo ufficio stampa di Forza Italia e vicepresidente della commissione di vigilanza Rai, è il responsabile comunicazione dell'associazione. "Proprio nel recente Congresso Nazionale di Forza Italia, - si legge in una nota - che ha confermato Antonio Tajani segretario nazionale, come successore di Silvio Berlusconi dopo la sua dolorosa scomparsa, l'associazione degli ex parlamentari è stata ufficialmente inserita, con un emendamento approvato all'unanimità dal congresso, nello statuto del partito. Proprio per questo il presidente dell'associazione, Massimo Baldini - conclude - è diventato membro di diritto della Segreteria Nazionale". 

Ballottaggio Recanati, primo dato sull'affluenza basso: alle urne il 12,82% dei votanti

Ballottaggio Recanati, primo dato sull'affluenza basso: alle urne il 12,82% dei votanti

23/06/2024 14:00

Alla rilevazione operata dal Viminale delle ore 12:00 l'affluenza alle urne nel comune di Recanati è del 12,82%, in calo di ben otto punti percentuali rispetto al primo turno (20,87%) e di quattro punti rispetto a cinque anni fa (16,41%). Il comune maceratese è, infatti, chiamato al ballottaggio per eleggere il nuovo primo cittadino tra Antonio Bravi ed Emanuele Pepa. I due candidati, rispettivamente con il 27,55% e il 46,82%, erano risultati i vincitori del primo turno nella corsa alla quale ha partecipato anche Francesco Fiordomo.  Le urne sono aperte da questa mattina alle ore 7:00 e si chiuderanno alle ore 23:00 per poi riaprire lunedì 24 giugno dalle ore 7:00 alle ore 15:00. Subito dopo inizierà lo spoglio per eleggere il nuovo primo cittadino di Recanati.

Sanità

Ginecologo trasferito a Civitanova, Borroni: "Nessun depauperamento, credibilità di Carancini bassissima"

Ginecologo trasferito a Civitanova, Borroni: "Nessun depauperamento, credibilità di Carancini bassissima"

22/06/2024 14:00

“Un costante terrorismo psicologico da parte del consigliere regionale del Pd, Romano Carancini, che continua a dimostrarsi politicamente ossessionato dalla figura professionale di Daniela Corsi, direttrice sanitaria dell’Ast 3”. Sono le parole del consigliere regionale FdI, Pierpaolo Borroni, in replica a Romano Carancini, il quale era tornato ad attaccare la direttrice sanitaria dopo il trasferimento di un ginecologo dall’ospedale di Macerata a quello di Civitanova Marche (leggi qui). “È assolutamente lampante come il suo modo di fare politica si connoti nella ricerca spasmodica di un nemico da abbattere non certo nei contenuti”, dichiara Borroni in riferimento a Carancini. “I suoi strali non sono sui fatti, ma piuttosto spinti da un campanilismo con il quale si cimenta in un vano tentativo di accreditarsi agli occhi dei maceratesi, si badi bene non nel loro interesse, ma nel cercare di alimentare i suoi soli scopi politici, considerando i maceratesi alla stregua di semplici portatori di voti”. “Insomma, li considera persone sciocche pronte a bersi tutte le sue parole prive di fondamenta. Come detto, la sua cifra politica si sta connotando solo ed esclusivamente da facili allarmismi e dall’alimentare divisioni territoriali. In pratica, vuole rendere plasticamente evidenti le divisioni interne al suo partito, calandole in provincia di Macerata”. “Ebbene, non ci riuscirà perché sono i fatti a smentirlo. Nessuno depaupera nessuno, tanto meno la direttrice sanitaria. Si metta l’anima in pace e recuperi un minimo di equilibrio politico, forse così riuscirebbe a recuperare una credibilità che, intervento dopo intervento, continua a perdere”. “Noi del centrodestra vogliamo continuare a far crescere organicamente e complessivamente la sanità in tutta la Regione. Non siamo spinti dai favoritismi politici tipici del Pd, di cui Carancini è stato sempre maestro”. “Siamo guidati dall’interesse dei marchigiani e vogliamo che tutti, sottolineo tutti, possano contare su servizi sanitari adeguati a prescindere dal loro luogo di residenza. Una rivoluzione che stiamo portando avanti con azioni concrete attraverso riforme coraggiose, mantenendo le promesse fatte nel 2020 e in base alle quali abbiamo ottenuto il mandato dai cittadini. Non saranno certo le parole vuote e politicamente cattive del consigliere regionale del Pd a impedirci di portarle avanti”. “Spetterà, poi, ai marchigiani confermarci o meno alla guida della Regione, giudicando positivamente o negativamente le nostre azioni politiche”.

Carancini: "Trasferito medico specializzato in patologia ostetrica. Macerata privata delle sue eccellenze"

Carancini: "Trasferito medico specializzato in patologia ostetrica. Macerata privata delle sue eccellenze"

21/06/2024 13:36

Il consigliere regionale Romano Carancini del Partito Democratico ha lanciato un appello in difesa della sanità maceratese, esprimendo preoccupazione per alcune decisioni prese dalla direttrice sanitaria dell’Ast 3 Macerata, Daniela Corsi, che a suo avviso potrebbero indebolire l'offerta sanitaria nel capoluogo e nelle aree interne a favore di Civitanova Marche. La preoccupazione più recente riguarda la decisione di trasferire un medico specializzato in patologia ostetrica da Macerata a Civitanova Marche. "Questo spostamento, secondo Carancini, priva Macerata di una figura chiave per la gestione delle gravidanze a rischio, lasciando scoperta un'unità operativa di eccellenza dell'ospedale, a guida del dottor Pelagalli". Carancini sottolinea come questo trasferimento comporti disagi per le pazienti che necessitano di cure specialistiche. Il consigliere dem evidenzia che questa scelta "potrebbe indebolire i consultori del capoluogo e delle aree interne, lasciando interi comuni senza un punto di riferimento per la prevenzione, diagnosi e cura delle problematiche legate alle gravidanze a rischio. Le pazienti potrebbero essere costrette a recarsi in ospedale o a rivolgersi a strutture private per esami fondamentali, come l’ecografia morfologica". Nonostante il reparto di ginecologia e ostetricia di Civitanova Marche sia in crescita, Carancini sottolinea che esso tratta solo gravidanze fisiologiche e non a rischio, registrando un numero di parti pari alla metà di quelli effettuati a Macerata. Il consigliere esprime la sua perplessità sulla scelta di "trasferire una figura specializzata che ha contribuito significativamente alla qualità delle cure a Macerata, piuttosto che individuare un altro ginecologo per Civitanova Marche". Carancini critica poi la mancanza di confronto e l'adozione di decisioni che potrebbero apparire autoritarie. Esprime preoccupazione per un clima di rassegnazione e paura che potrebbe pervadere la gestione sanitaria. Secondo il consigliere, "queste scelte dovrebbero essere motivate da logica, efficienza, sicurezza sanitaria e appropriatezza clinica. Si rivolge infine al sindaco di Macerata Sandro Parcaroli e alle autorità locali, chiedendo un intervento che rassicuri i cittadini sulla qualità e l'efficienza della sanità pubblica".

Sport

Seconda Categoria, la Treiese sceglie Stefano Compagnoni per la panchina: Saimon Carnevali al suo fianco

Seconda Categoria, la Treiese sceglie Stefano Compagnoni per la panchina: Saimon Carnevali al suo fianco

23/06/2024 18:57

Stefano Compagnoni sarà alla guida della Treiese nel campionato 2024-2025 di Seconda Categoria. L’ex portiere treiese di Aurora Treia, Abbadiense, Villa Musone, Caldarola e Nova Camers, classe 1978, nonché tecnico di Sforzacosta, Pollenza (con ds il nostro Matteo Romagnoli), Promos Montefano e Aurora Treia, guiderà i rossoblù in quello che sarà il quarto campionato consecutivo nella penultima divisione di calcio dilettantistico. Sarà affiancato da Saimon Carnevali, l’esperto giocatore che nella parte finale del 23-24 ha guidato la difesa della Treiese. Classe 1979 cresciuto nell’Aurora Treia, è arrivato a giocare fino alla Serie C2 con la Maceratese nella fine degli anni ’90. Tra le esperienze degne di nota, ricordiamo quelle alla Jesina, alla Pergolese, al Montegiorgio e al Porto Sant’Elpidio, tra Eccellenza e Promozione. Dopo l’ultima stagione, ha deciso di smettere con il calcio e di affiancare Compagnoni nella conduzione tecnica della Treiese. Il preparatore dei portieri, inoltre, sarà Michele Clementini. Altre figure, in via di definizione, potrebbero completare lo staff tecnico, che già così è di altissimo livello per la categoria. Nei prossimi giorni saranno annunciate le conferme e gli addii, mentre dal 1° luglio verranno annunciati i nuovi arrivi per quella che si preannuncia una stagione ancora da protagonista per la società rossoblù.

Lo sport come ponte fra culture e strumento di coesione: la storia di Alessandra Campedelli sul palco di Musicultura (FOTO e VIDEO)

Lo sport come ponte fra culture e strumento di coesione: la storia di Alessandra Campedelli sul palco di Musicultura (FOTO e VIDEO)

23/06/2024 18:49

Alessandra Campedelli, figura di spicco nel mondo dello sport e dell'attivismo sociale, ha portato la sua esperienza unica sul palco dello Sferisterio durante l'evento di Musicultura, condividendo una testimonianza di grande impatto e significato. Allenatrice della nazionale di volley femminile dell'Iran e del Pakistan, Campedelli ha incarnato un ruolo che va ben oltre quello puramente sportivo, abbracciando l'idea che lo sport possa fungere da ponte tra culture e come strumento di coesione sociale. La storia di Alessandra è un esempio di determinazione e impegno nel promuovere i diritti delle donne attraverso lo sport. Originaria del Trentino, ha ottenuto successi significativi come allenatrice della nazionale italiana di pallavolo femminile sorde, conquistando medaglie d'oro e argento in competizioni internazionali. Il suo percorso non si è limitato alla vittoria in campo, ma si è esteso alla difesa dei diritti e alla promozione dell'inclusione sociale. Nella stagione 2022-2023, Alessandra ha intrapreso la sfida di guidare la nazionale di pallavolo femminile dell'Iran, riportando la squadra sul podio degli Islamic Games dopo decenni. Questa esperienza ha evidenziato il suo coraggio nel fronteggiare sfide culturali e sociali, promuovendo allo stesso tempo l'empowerment femminile attraverso lo sport. Dopo il successo in Iran, ha accettato l'incarico di allenare la nazionale femminile senior del Pakistan, un paese dove le donne spesso affrontano maggiori difficoltà nel praticare sport e far valere le proprie voci. Il suo impegno non si è limitato al campo di gioco, ma ha abbracciato anche l'insegnamento e la formazione nel settore giovanile, contribuendo a plasmare il futuro della pallavolo. All’indomani della prima serata finale di Musicultura, Alessandra Campedelli è stata anche ospite di un evento de La Controra, in cui ha sottolineato le similitudini tra musica e sport come mezzi per costruire ponti e abbattere barriere. L’evento, intitolato ‘Sport, solidarietà, trasformazione sociale’ e moderato dalla giornalista Alessandra Pierini, si è tenuto in Piazza Cesare Battisti. È stato organizzato in collaborazione con Fisiomed, realtà da sempre molto vicina al mondo dello sport.  Il gruppo medico associato ha in questo caso contributo, attraverso il crowdfunding a favore della nazionale pakistana di pallavolo, a dare il proprio sostegno ad iniziative importanti come quella portata avanti da Alessandra Campedelli. L’amministratore unico del gruppo Fisiomed Enrico Falistocco ha evidenziato l'importanza di promuovere sempre più nello sport l'integrazione femminile e sociale, sottolineando l'impegno condiviso nel supportare progetti di questo tipo. Alessandra Campedelli ha ringraziato Musicultura e la città di Macerata per l'opportunità di essere presente in un contesto che celebra l'inclusività e il talento, valori che rispecchiano la sua stessa missione di promuovere l'uguaglianza e il dialogo interculturale.    

Economia

Potenza Picena, Sgolastra guarda al futuro: taglio del nastro per i nuovi spazi aziendali

Potenza Picena, Sgolastra guarda al futuro: taglio del nastro per i nuovi spazi aziendali

23/06/2024 09:50

Sgolastra, azienda metalmeccanica con sede a Potenza Picena, ha inaugurato una nuova area di 1.700 metri quadrati, attigua alla sede storica di Contrada Marignano, destinata ad ospitare alcune linee del sito produttivo e gli uffici, per un totale di 5.000 metri quadrati coperti. Il nuovo investimento coincide con i 48 anni di attività aziendale, dedicati alla produzione di cilindri oleodinamici, che hanno la funzione di movimentare le parti meccaniche nell'automazione industriale. "Questi investimenti infrastrutturali, che si aggiungono a quelli tecnologici, sono frutto dell’impegno e del sacrificio nostro e dei collaboratori e seguono il trend di crescita dell’azienda e la conseguente necessità di aumentare la produzione per rispondere tempestivamente alle richieste del mercato", spiega il fondatore Maurizio Sgolastra.  "Nel progettarli - aggiunge -, ci siamo concentrati in modo particolare sulla volontà di creare ambienti di lavoro più gradevoli e funzionali. Da tempo siamo focalizzati sul garantire livelli di benessere dell’ambiente di lavoro, nella convinzione che si traducano anche in termini di produttività e di performance". Sgolastra è da anni un riferimento nelle lavorazioni di meccanica di precisione: nel corso del 2023, il fatturato ha raggiunto gli 8 milioni di euro (+12% rispetto all’anno precedente; erano 3,7 milioni nel 2015) e la stima è di un’ulteriore crescita del 10% nel 2024, sulla spinta di un percorso di innovazione di processo e di prodotto avviato già da qualche anno da Ettore Sgolastra. "Siamo a tutti gli effetti un’azienda 4.0, solidamente attaccata al futuro – dice con orgoglio il figlio del fondatore -, seguendo una tradizione di innovazione spinta che nel 2006, ad esempio, ci aveva portato a registrare il nostro primo brevetto, una morsa svita aste, che ha aperto la strada a una nuova gamma di prodotti, anche con il nostro marchio e non solo per i nostri clienti". Qualità, passione, precisione, professionalità sono i valori imprescindibili che la famiglia Sgolastra porta in azienda. E che si riflettono sulla comunità locale. "Siamo un’importante fonte occupazionale del territorio - sottolinea Sabrina Sgolastra, che insieme al fratello Ettore rappresenta concretamente la continuità aziendale -. La nostra è un’azienda in continua evoluzione, ci sentiamo orgogliosamente legati a Potenza Picena e il nostro senso di responsabilità è considerare i piccoli successi quotidiani di Sgolastra a disposizione dei nostri concittadini”.  

Macerata, nell'area ex Cus sorgeranno alloggi di edilizia popolare: firma tra Comune e Unimc

Macerata, nell'area ex Cus sorgeranno alloggi di edilizia popolare: firma tra Comune e Unimc

21/06/2024 16:50

Questa mattina a Palazzo Conventati è stato firmato ufficialmente dal Comune e dall’Università di Macerata, alla presenza del sindaco Sandro Parcaroli, del rettore John Mc Court, dell’assessore ai lavori pubblici e al patrimonio Andrea Marchiori, di Tristano Luchetti dirigente dei servizi tecnici comunali, dell’architetto Francesco Ascenzi responsabile dell’Area tecnica Unimc, della dottoressa Sabina Pagnanelli dell'ufficio Patrimonio del Comune e della dottoressa Eleonora Pucci dell'ufficio patrimonio Unimc, l’atto di compravendita, a rogito del notaio Michele Gentilucci, del lotto A dell'area ex Cus, situata tra via Valerio e via Tucci, dove attualmente è ospitata la palestra. Sull’intera area, la cui destinazione è stata trasformata da sportiva a residenziale pubblica grazie alla variante urbanistica votata nell’ottobre scorso dal Consiglio comunale, verrà realizzato un intervento di edilizia economica e popolare che prevede la costruzione di 20 alloggi pubblici, per un importo di 5,6 milioni, nell’ambito del PINQUA (Programma Innovativo per la Qualità dell’Abitare), il cui bando è stato vinto dal Comune e finanziato dal MIMS per 15 milioni di euro complessivi. Nella zona è prevista anche la riqualificazione delle aree degradate, con particolare attenzione all’innovazione verde e ambientale del Parco di Fontescodella, e la possibile realizzazione di una nuova bretella che andrebbe ad alleggerire il traffico veicolare che grava sul quartiere. Con l’atto, il Comune di Macerata si impegna a concedere all’Università l’utilizzo non oneroso degli impianti sportivi alternativi individuati nella palestra di via IV Novembre e nell’adiacente campo polivalente fino a quando l’Ateneo non avrà la possibilità di utilizzare il nuovo Polo Sportivo Ricreativo che verrà realizzato in viale Indipendenza, nell’area dell’ex Cras. "Ufficializziamo un passaggio fondamentale dell’iter che porterà alla realizzazione di un importante intervento di edilizia economica e popolare finanziato con fondi ministeriali grazie al bando PINQUA che ci siamo aggiudicati nel 2021 – ha detto il sindaco Sandro Parcaroli -. I lavori partiranno nei prossimi giorni e andranno nella direzione di una rigenerazione, e contestuale riqualificazione, dell’intera area che affaccia sul parco di Fontescodella; un’area dove saranno realizzati alloggi di edilizia popolare a testimonianza dell’attenzione della nostra amministrazione alle politiche abitative. "Insieme all’Università di Macerata, che ringrazio per aver individuato insieme e in modo collegiale delle soluzioni temporanee per le attività del Cus, oggi sigliamo anche una pagina storica di totale collaborazione e massimo impegno a servizio della nostra comunità", ha aggiunto il primo cittadino.  "Esprimo la mia gratitudine al sindaco e a tutto il consiglio comunale per l’attenzione rivolta alle esigenze del nostro Ateneo – ha affermato il rettore John McCourt -. Gli impianti sportivi di via Valeri, che per anni hanno ospitato le attività promosse con successo dal Cus, non erano più adeguati da tempo. La collaborazione tra le nostre istituzioni permetterà la riqualificazione del quartiere con nuovi alloggi residenziali, aree verdi più accessibili e un miglioramento della viabilità". "Parallelamente, ci consente di concentrare i nostri sforzi e investimenti sul nuovo polo sportivo in costruzione a Santa Croce, che includerà una sala fitness, una palestra di 800 metri quadri e campi polivalenti per calcetto e tennis. Sarà un importantissimo passo in avanti per l’Ateneo, che potrà mettere a disposizione, soprattutto per i nostri iscritti, queste strutture accoglienti e moderne. Lo sport rappresenta un anello fondamentale anche per garantire il benessere della nostra comunità. Nell'attesa, sarà necessario qualche sacrificio, ma grazie al supporto dell'Amministrazione comunale, abbiamo individuato soluzioni temporanee che garantiscano, nel limite del possibile, la continuità del servizio", ha concluso McCourt.   

Scuola e università

Con un omaggio alla Bohème: torna il teatro firmato Unimc e Sferisterio

Con un omaggio alla Bohème: torna il teatro firmato Unimc e Sferisterio

24/06/2024 13:40

"Nel Paese che ti somiglia. Confessioni tra arte e amore" è il titolo dell’annuale spettacolo promosso dal Laboratorio teatrale dell'Università di Macerata in collaborazione con l'Associazione Sferisterio ispirato a una delle opere in cartellone al Macerata Opera Festival. L’appuntamento è per giovedì 27 giugno nella sala Sbriccoli del Palazzo del Mutilato in piazza Oberdan 4, sede della biblioteca didattica di ateneo. L'ingresso è libero su prenotazione tramite https://unimc.it/teatro. È possibile assistere a una delle tre messe in scena della serata, che si terranno alle ore 21, 22 e 23. In gruppi di massimo 25 persone, gli spettatori saranno condotti da due "guide-camerieri" a incontrare i protagonisti di storie di amore celebri. Un viaggio dentro l'arte e l'amore, in una sublimazione continua e feconda, lo spettacolo prende ispirazione dall’opera lirica La Bohème. I quattro personaggi maschili protagonisti, artisti spiantati, sono il focus dello spettacolo, modernissimi esempi di commistione inscindibile tra sentimento e impeto creativo. Un'esperienza unica in un contesto intimo e coinvolgente, la biblioteca, luogo per eccezione del "passato", che si trasforma in luogo dell'immaginario. La rappresentazione, per la regia di Antonio Mingarelli, è frutto del laboratorio condotto da David Quintili, che ha coinvolto studenti e studentesse durante tutto l’anno accademico. "Questo percorso, giunto alla sesta edizione - spiega la referente e coordinatrice scientifica Maria Paola Scialdone - consente ogni anno ai nostri studenti di esercitarsi e acquisire competenze trasversali, come la capacità di parlare in pubblico, l’arte della prossemica, il lavoro di gruppo. Partecipare a un corso di questo tipo, che l’Università di Macerata mette a disposizione dei propri iscritti, aiuta ragazze e ragazzi a crescere come individui più sicuri, empatici e creativi, dotati di abilità sociali e comunicative che saranno preziose in qualsiasi percorso di vita scelgano di intraprendere".  

Chinese Bridge 2024, nuovo premio per il liceo Leopardi di Macerata

Chinese Bridge 2024, nuovo premio per il liceo Leopardi di Macerata

22/06/2024 14:53

 Il liceo Linguistico “Giacomo Leopardi” di Macerata si è spesso distinto nella competizione mondiale del Chinese Bridge, che vede misurarsi studenti universitari e liceali  su vari aspetti della lingua e della cultura cinese, e anche quest’anno non ha fatto eccezione grazie a due alunne della 3F: Veronica Maya Eleonori si è classificata al 2° posto, mentre Linda Magrini ha ottenuto una menzione d’onore. Nella sede di San Marino, dove si è svolta la fase finale della competizione, le due studentesse hanno affrontato una prova che prevedeva un test di lingua e cultura cinese, un discorso in lingua, un talent show con esibizioni di vario tipo (danze popolari, arti marziali, calligrafia, pittura, teatro, cerimonia del tè) e un test d’improvvisazione. “Veronica e Linda hanno saputo affiancare alle conoscenze una buona dose di creatività e, soprattutto, hanno dimostrato di essersi calate in modo credibile e appassionato nella cultura cinese, segno di una formazione accurata e approfondita che prende in considerazione la visione del mondo che la lingua offre”, si legge in una nota del Liceo. “Alle studentesse, alla professoressa He Ping e al professore Daniele Massaccesi vanno i complimenti della dirigente scolastica, professoressa Angela Fiorillo, e di tutto il liceo Leopardi.

Cultura

A Petriolo "Segrete corrispondenze": Diego de Minicis, Ugo Caggiano e Osvaldo Licini

A Petriolo "Segrete corrispondenze": Diego de Minicis, Ugo Caggiano e Osvaldo Licini

19/06/2024 10:32

Segrete corrispondenze: Diego de Minicis, Ugo Caggiano, Osvaldo Licini. Questo è il titolo dell’evento di chiusura dell’esposizione delle opere di Caggiano presso il museo Diego De Minicis di Petriolo. Chiusura importante che sarà siglata nel nome di Osvaldo Licini di cui si parlerà con la professoressa Daniela Simoni, direttrice della stessa Casa Museo Licini ed una delle voci più autorevoli per parlare dell‘artista di Monte Vidon Corrado. L'appuntamento è per domenica 23 giugno a partire dalle ore 18.  Dopo l’avvio della mostra, il 18 maggio, con il contributo del massimo conoscitore di Ugo Caggiano, il professor Lucio Del Gobbo che ha delineato l’intera parabola umana ed artistica di Caggiano si è cercato, successivamente, con l’appuntamento del 21 maggio, che ha visto protagonista il professore Roberto Cresti, di tracciare le coordinate del percorso artistico di Caggiano all’interno dell’evoluzione delle avanguardie europee del ‘900. “L’arte non oggettiva”, alla quale il docente e direttore artistico del Museo Palazzo Ricci di Macerata associa l’opera di Caggiano, affonda le radici nella prima avanguardia russa, il suprematismo di Malevic per poi propagarsi verso altri movimenti astrattisti quali il De Stijl di Piet Mondrian, Il cavaliere Azzurro di Kandinskij, Jean Miro, Paul Klee, poi Alberto Burri fino a Alexander Calder.  Nell’appuntamento di chiusura con Daniela Simoni il focus si sposterà, in parte, su alcune corrispondenze espressive che si possono ritrovare tra Caggiano e Licini ma soprattutto sulla condivisione di un’origine, di un presupposto o qualcosa che semplicemente possiamo chiamare base di partenza: questo è il territorio, la terra natìa, il paesaggio non solo in sé come fonte di ispirazione ma come vera e propria madre e materia viva anche in senso metafisico. L’arte di Licini, che sfugge ad una definizione univoca, può essere però considerata un percorso (errante, erotico, eretico) di trasfigurazione totale e potente del paesaggio in tante direzioni: antropomorfica piuttosto che geometrica o semplicemente poetica. Il paesaggio, l’ambiente naturale-storico della fascia medio collinare del Piceno maceratese è l’orizzonte culturale nel quale vive anche l’arte di Caggiano ed è il bene fondamentale che tutti noi, alla fine, vogliamo e dobbiamo celebrare e valorizzare perché costituisce la nostra risorsa unica e fondamentale. In questo senso, da Petriolo, il museo Diego De Minicis tramite la figura di Ugo Caggiano vuole lanciare un messaggio di sostegno al patrimonio culturale del territorio come baricentro del lungo processo di ricostruzione post sisma. Daniela Simoni e Mario Montalboddi dialogheranno sull’arte a partire dalla proiezione di “This Bitter Earth” il video che contiene una bellissima intervista ad Ugo Caggiano curata da Enrico Tallei poco tempo prima della scomparsa dell’artista nel 2020. In chiusura, la famiglia Caggiano rispondendo all’impegno annunciato del sindaco di Petriolo dall’Amministrazione Comunale a realizzare la “casa di Ugo Caggiano” farà dono alla comunità di Petriolo di tre opere in segno di riconoscenza e di stimolo.

Musei civici, scatta l'orario continuato nei giorni del Macerata Opera Festival

Musei civici, scatta l'orario continuato nei giorni del Macerata Opera Festival

18/06/2024 15:50

Dal 19 luglio all’11 agosto, in occasione del Macerata Opera Festival, i Musei civici di Palazzo Buonaccorsi, fatta salva la chiusura del lunedì, saranno visitabili dal martedì alla domenica con orario continuato dalle 10 alle 19. I visitatori potranno godere, nel piano nobile, delle bellezze della Pinacoteca Civica ordinata nelle tredici sale affrescate e nella monumentale Galleria dell'Eneide attraverso un percorso dotato di apparati multimediali mentre al secondo piano della collezione del Novecento. Visitabile anche l’originale Museo della Carrozza. "Una città che investe in un’offerta culturale di qualità - commenta l’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta - deve allo stesso tempo mettere a disposizione anche una serie di servizi integrati che accolga il turista nel migliore dei modi. Noi ci proviamo con orari più flessibili, attività, laboratori, collaborazioni tra istituzioni, scontistica e una rete museale integrata. Ci auguriamo che il visitatore che viene in citta per vari motivi possa apprezzare l’impegno e l’attenzione e possa presto tornare". Inoltre, fino al 12 gennaio 2025, con inaugurazione il 28 giugno, sarà a Palazzo Buonaccorsi la mostra Vis-à-Vis, una riflessione inedita sulla ritrattistica settecentesca e contemporanea, a cura di Elsa Barbieri, Massimo Francucci e Giuliana Pascucci, con oltre 60 opere che accostano maestri del passato e artisti del presente, italiani e internazionali. Ad agosto, per andare incontro alle esigenze del maggior flusso turistico, l'Infopoint Macerata sarà aperto tutti i giorni (anche il lunedì) con orario continuato 10:00-19:00. Con un biglietto del Macerata Opera Family 2024, da maggio scorso ad agosto, è possibile accedere con biglietto ridotto ai Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi, all'Arena Sferisterio e alla Torre Civica. Con un biglietto del Macerata Opera Festival 2024 la riduzione è valida per i mesi di luglio e agosto. Per usufruire della riduzione basta recarsi al museo e esibire il biglietto dello spettacolo.  

Eventi

Civitanova, Nicola Porro al Madeira presenta "La grande bugia verde"

Civitanova, Nicola Porro al Madeira presenta "La grande bugia verde"

24/06/2024 12:31

Nicola Porro e "La grande bugia verde" arrivano al Madeira di Civitanova. L'appuntamento, patrocinato dall'amministrazione comunale e organizzato dallo stabilimento in collaborazione con la rassegna "Filosofarte", è per il 2 luglio alle ore 19. Porro, noto giornalista e conduttore televisivo di Quarta Repubblica, con la sua consueta chiarezza espositiva e capacità di stimolare il dibattito, presenterà il suo ultimo lavoro edito da Liberilibri, una delle più importanti case editrici italiane di saggistica e filosofia politica. "Sarà un modo - dice il giornalista - per riflettere insieme sulle grandi follie climatiste". Il libro, infatti, invita il lettore a esercitare il proprio spirito critico e a "diffidare di chi dispensa verità assolute, soprattutto su un tema caldo e controverso come quello che domina il dibattito pubblico del momento, il cambiamento climatico generato dall’uomo". Attraverso una raccolta di ricerche di alcuni specialisti (fisici, geologi, climatologi, meteorologi ma anche economisti e ingegneri) dimostra che non c'è alcun unanimismo tra gli esperti attorno al cambiamento climatico, soprattutto sul ruolo e sull'influenza dell'uomo e sottolinea come la questione sia ormai passata nelle mani dei media rendendo impossibile combattere, con metodo scientifico, una narrazione che si è imposta da un lato come una sorta di fede ecologista, e dall'altro come il maggiore interesse economico e politico del nostro tempo: il green. La presentazione sarà moderata da Michele Silenzi direttore della casa editrice. Interverranno per i saluti istituzionali il sindaco Fabrizio Ciarapica e il consigliere comunale e ideatore di Filosofarte Gianluca Crocetti. 

Castelraimondo in stile Sanremo: Carlo Conti, Panariello e Gaia protagonisti del Premio Gianni Ravera

Castelraimondo in stile Sanremo: Carlo Conti, Panariello e Gaia protagonisti del Premio Gianni Ravera

23/06/2024 17:06

La serata di sabato 22 giugno rimarrà impressa nella memoria collettiva di Castelraimondo come un evento straordinario. L’edizione del Premio Gianni Ravera di quest'anno ha visto un record di presenze, con oltre 3000 spettatori che hanno partecipato all'evento, trasformando la cittadina marchigiana in una piccola Sanremo. Il prestigioso evento è stato condotto da Carlo Conti, fresco di nomina come direttore artistico del prossimo Festival di Sanremo, aggiungendo ulteriore lustro alla serata. Il palco ha visto esibirsi giovani talenti emergenti e artisti di grande fama. Tra i nomi che hanno incantato il pubblico, in ordine di apparizione: Fabio Rovazzi, Orietta Berti, Maninni, Cristiano Malgioglio, Marco Masini, Clae, Michele Pecora, Alfa, Rita Pavone, Virginio, Clara e i Jalisse. La musica è stata intervallata da momenti di spettacolo di grande impatto. Radio Subasio ha curato i collegamenti, mentre Gianluca Giurato ha offerto il suo contributo in diretta. Il comico Giorgio Panariello ha strappato risate con un suo monologo, aggiungendo una nota di umorismo alla serata. Il tutto è stato accompagnato dall’orchestra Mediterranea e dal corpo di ballo della Joy Dance, che hanno impreziosito ulteriormente l'evento. Ogni artista ha ricevuto il Premio Gianni Ravera, ideato per onorare la memoria del noto produttore marchigiano. La consegna dei premi è stata effettuata da figure istituzionali e personalità di spicco. Fabio Rovazzi è stato premiato dal sindaco Patrizio Leonelli, Orietta Berti dal manager Pasquale Mammaro, Maninni dal vicesindaco Roberto Pupilli, Cristiano Malgioglio dal consigliere regionale Renzo Marinelli, Marco Masini dall’assessore Elisabetta Torregiani, Giorgio Panariello dal presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, Alfa dall’assessore Ilenia Cittadini, Rita Pavone dall’imprenditore Lino Rossi, Virginio dal presidente del Parco dei Sibillini Andrea Spaterna, Clara dall’assessore Edoardo Bisbocci, i Jalisse dal commissario straordinario alla ricostruzione Guido Castelli. Inoltre, Carlo Conti ha consegnato un premio speciale allo scrittore e paroliere Marco Rettani e al giornalista Nico Donvito per il loro libro “Ho vinto il Festival di Sanremo”. “Una serata bellissima, di quelle che non si dimenticheranno facilmente” ha dichiarato il sindaco Patrizio Leonelli. Ha ringraziato calorosamente tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita dell'evento, dai volontari alle forze dell’ordine fino ai dipendenti comunali e ai cittadini. “Abbiamo portato grandissimi nomi a Castelraimondo, per una sera siamo stati veramente ‘stellari’”, ha aggiunto, auspicando di poter ripetere il successo in futuro. Anche il consigliere regionale Renzo Marinelli ha espresso grande soddisfazione, sottolineando l'importanza dell'evento per la promozione turistica del territorio. "Avere questi grandi nomi a Castelraimondo e nelle Marche è un modo per creare intrattenimento e dare visibilità ai nostri splendidi borghi". L’assessore alla Cultura Elisabetta Torregiani ha confermato il successo della seconda edizione del Premio Ravera, riconoscendo l'apprezzamento ricevuto dai giovani artisti e ringraziando tutti coloro che hanno contribuito all'organizzazione dell'evento.

Curiosità

Civitanova, corona d'alloro per il sindaco Fabrizio Ciarapica: la laurea arriva a 50 anni

Civitanova, corona d'alloro per il sindaco Fabrizio Ciarapica: la laurea arriva a 50 anni

19/06/2024 19:50

"Voglio condividere con tutti voi questa bella emozione: dopo una lunga interruzione degli studi, oggi ho finalmente completato il percorso universitario". Ad annunciarlo, con un post pubblicato sui social, è il sindaco di Civitanova Marche, Fabrizio Ciarapica, che ha conseguito la laurea in economia e commercio all'università politecnica di Ancona.  Il primo cittadino civitanovese, 50 anni e responsabile acquisti in un'azienda di distribuzione alimentare, ha discusso una tesi dal titolo "La sicurezza dei lavoratori alla luce dell'art.32 della Costituzione". Successivamente ha celebrato il traguardo indossando la corona d'alloro e posando per una foto di rito. 

Treia, Ottavio Santinelli spegne 100 candeline: festa con moglie, nipoti e pronipoti

Treia, Ottavio Santinelli spegne 100 candeline: festa con moglie, nipoti e pronipoti

19/06/2024 11:09

La festa si fa grande a Passo Treia per i 100 anni di Ottavio Santinelli. Con una bella festa insieme a tutta la sua numerosissima famiglia, l’uomo, unico dei due centenari treiesi (le altre sono tutte donne) si è regalato una giornata circondato dalle persone a lui care. Vive a Passo Treia con sua moglie Rosa che ha 92 anni e insieme hanno una famiglia molto numerosa, con tre figlie, 6 nipoti e 11 pronipoti più uno in arrivo. Il sindaco Franco Capponi ha portato i suoi auguri a nome di tutta la comunità scambiando anche qualche battuta con il signor Ottavio: «Se a Treia ci fossero mille famiglie così non ci sarebbe il problema della denatalità» ha detto scherzando e rimandando ad un’altra bella ricorrenza, il prossimo anno, quando Ottavio e sua moglie Rosa festeggeranno 70 anni di matrimonio.

Varie

Rimborsi aerei: tutte le leggi che tutelano i viaggiatori e le novità più recenti

Rimborsi aerei: tutte le leggi che tutelano i viaggiatori e le novità più recenti

24/06/2024 11:00

Negli ultimi 2 anni il traffico aereo è tornato ai livelli pre-pandemia, sia per quanto riguarda la quantità di voli offerte dalle compagnie sia per quanto riguarda il numero di passeggeri. Una delle poche cose a cambiare rispetto al 2019, in senso negativo, è stato il numero di disservizi registrati con ritardi e cancellazioni di voli a farla da padrone. Le cause sono molteplici e vanno dalla lunga ondata di scioperi dei vettori, passando per la difficile situazione geo-politica, fino ad arrivare alle problematiche interne delle compagnie. Una situazione difficile e che rende ancora più importante per i passeggeri conoscere i propri diritti e le leggi che regolano la materia. Ecco le più importanti e le ultime novità in arrivo nel settore. Volare tutelati in Europa: il Regolamento CE 261/04 La normativa più importante e significativa, quando si parla di tutele per le vittime di disservizi aerei è il Regolamento CE 261/04. Come si intuisce dalla denominazione stiamo parlando di una normativa che regola il trasporto aereo europeo. Più nello specifico, come si legge sulle pagine di AirHelp, società da alcuni anni attiva nel campo dei rimborsi e risarcimenti, il regolamento 261 2004 tutela i passeggeri che hanno subito problemi come ritardo del volo, cancellazione dello stesso o negazione dell’imbarco. E lo fa garantendo rimborsi per ritardo aereo e compensazioni economiche che possono arrivare anche a 600 euro in base alla distanza del viaggio, all’ammontare del ritardo e alla presenza o meno di circostanze straordinarie che hanno impedito al vettore aereo di garantire il servizio pagato. Un documento che fa parte dal 2004 della Carta dei Diritti del Passeggero e che copre non soltanto chi viaggia nel Vecchio Continente ma in alcuni casi anche chi viaggia verso l’Europa da Paesi extra UE. Cosa succede a chi vola nel Regno Unito? Una delle novità più recenti in tema di diritti per i passeggeri riguarda i voli da e per il Regno Unito, uscito ufficialmente dall’Unione Europea nel 2020. La Brexit ha avuto impatto in moltissimi campi, non ultimo quello del trasporto aereo. Dal 1º gennaio 2021, infatti, le normative UE sui diritti dei passeggeri non si applicano più per i casi di ritardo, cancellazione e negato imbarco. Questo non significa che le vittime dei disservizi siano prive di tutele ma semplicemente che le regole comunitarie sono valide soltanto per i vettori targati UE e che la legislazione britannica ha una disciplina interna sul tema dei rimborsi. La Convenzione di Montreal e i viaggi internazionali Ancora diversa la situazione relativa al trasporto aereo internazionale che dal 28 maggio 1999 viene regolata dalla Convenzione di Montreal, ratificata in Italia il 10 gennaio del 2004. Dall’introduzione della Convenzione e dalla sua ratifica da parte di più di 130 Paesi, le compagnie aeree sono tenute a tutelare i passeggeri in caso di ritardo, mancato imbarco, smarrimento dei bagagli o cancellazione del volo. Tutele che si traducono in fornitura di cibo e bevande se il ritardo è superiore a due ore, nel pagamento del soggiorno in albergo e del trasporto da e per l’aeroporto in caso di mancata partenza del volo e nel rimborso dell’assistenza se non offerta dalla compagnia. Il tutto con un limite di risarcimento ricevibile da parte della compagnia quantificato in circa 5mila euro. Tra la Convenzione di Montreal e il già citato Regolamento CE 261/2004 c’è una differenza concettuale di fondo: la prima è focalizzata sui danni materiali che un vettore aereo può causare ai passeggeri. Il secondo aggiunge un ulteriore concetto passibile di risarcimento, ovvero i danni morali causati dal tempo perso in aeroporto per colpa del disservizio. In arrivo nuove leggi sui rimborsi in USA? Gli Stati Uniti sono da moltissimi anni il Paese in cui le tutele per i passeggeri sono minori. Basti pensare che nella maggior parte dei casi la decisione o meno di rimborsare le vittime dei disservizi spetta direttamente alla compagnia a meno che il disservizio non si sia verificato dopo l’imbarco e con l’aereo fermo in pista di decollo. Ma la situazione è destinata a cambiare in tempi brevi. È infatti notizia recentissima che il Dipartimento dei Trasporti americano ha annunciato l’arrivo di nuovi regolamenti che obbligano gli operatori di volo a una maggiore trasparenza nelle tariffe e a rimborsare in maniera rapida le cancellazioni, i ritardi della consegna dei bagagli e la scarsa efficienza dei servizi di bordo. Una nuova regolamentazione più chiara e protettiva per chi vola di cui si parla da qualche anno e il cui iter si sta avviando finalmente alla conclusione, tanto che sul tema si è espresso anche il Presidente Joe Biden, sottolineando l’importanza e la necessità delle nuove normative e il bisogno di maggiore trasparenza tariffaria da parte delle compagnie. Questo per garantire ai passeggeri trattamenti più equi e trasparenti che potrebbero far risparmiare circa 540 milioni di tasse aeree non dovute.        

Come Bloccare Siti Per Adulti Su Cellulare: Guida Per I Genitori

Come Bloccare Siti Per Adulti Su Cellulare: Guida Per I Genitori

24/06/2024 10:00

Navigare su internet senza restrizioni può esporre i bambini a contenuti dannosi. Vediamo perché bloccare i siti per adulti è fondamentale per la sicurezza online dei nostri figli. I siti per adulti contengono materiale che non è adatto ai bambini. Esporli a questi contenuti può avere effetti negativi sul loro sviluppo emotivo e psicologico. Limitando l'accesso, li proteggiamo da immagini e video inadeguati. L'esposizione a contenuti per adulti può influenzare negativamente il comportamento dei bambini, portandoli a imitare ciò che vedono online. Bloccare questi siti può prevenire l'adozione di comportamenti pericolosi o inappropriati. App di terze parti per il controllo parentale Oltre ai controlli integrati, esistono app di terze parti che offrono funzionalità avanzate per bloccare siti per adulti e monitorare l'attività online. Moniterro Moniterro è un'app di terze parti altamente raccomandata per il controllo parentale, che offre una serie di strumenti avanzati per proteggere i bambini online. Una delle caratteristiche principali di Moniterro è la sua capacità di bloccare automaticamente i siti per adulti e altri contenuti inappropriati. Per saperne di più https://moniterro.com/it/websites-block Moniterro utilizza un database costantemente aggiornato di siti web vietati, garantendo che i bambini non possano accedere a contenuti pericolosi. L'app permette ai genitori di personalizzare ulteriormente l'elenco dei siti web bloccati, aggiungendo manualmente URL specifici che desiderano limitare. Eyezy Eyezy è un'altra app di controllo parentale che offre una vasta gamma di funzionalità per proteggere i tuoi figli online. Con Eyezy, i genitori possono bloccare i siti per adulti e monitorare l'attività di navigazione dei loro bambini in modo semplice ed efficace.Eyezy utilizza filtri avanzati per impedire l'accesso a siti web con contenuti per adulti. I genitori possono configurare specifici criteri di blocco in base all'età e alle necessità dei loro figli. Qustodio Qustodio è un'app di controllo parentale completa che permette di monitorare l'attività online, impostare limiti di tempo e bloccare contenuti inappropriati. È disponibile sia per dispositivi iOS che Android. Utilizzare il controllo parentale integrato Molti dispositivi mobili offrono opzioni di controllo parentale integrate. Queste funzioni permettono di limitare l'accesso a determinati contenuti e di monitorare l'attività online dei bambini. Configurazione su dispositivi iOS I dispositivi Apple offrono un'ampia gamma di strumenti di controllo parentale. Vai su "Impostazioni", seleziona "Tempo di utilizzo", poi "Restrizioni dei contenuti e della privacy". Abilita le restrizioni e configura i limiti desiderati per bloccare i contenuti per adulti. Configurazione su dispositivi Android Anche i dispositivi Android dispongono di funzioni di controllo parentale. Apri "Impostazioni", seleziona "Google", poi "Controlli genitori". Attiva i controlli genitori e imposta il livello di restrizione appropriato per bloccare i siti per adulti. Vantaggi dell'uso di controlli integrati Usare i controlli parentali dei dispositivi mobili è semplice e immediato. Questi strumenti sono già presenti sul dispositivo e non richiedono installazioni aggiuntive. Sono facili da configurare e offrono una protezione immediata. Impostare filtri di rete Un altro metodo per bloccare i siti per adulti è impostare filtri direttamente sulla rete domestica. Questo approccio fornisce una protezione estesa a tutti i dispositivi connessi. Utilizzo di OpenDNS OpenDNS è un servizio gratuito che permette di filtrare i contenuti a livello di rete. Configura i DNS di OpenDNS sul tuo router e imposta i filtri per bloccare i siti per adulti e altri contenuti indesiderati. Configurazione dei filtri sul router Molti router moderni offrono opzioni di controllo parentale integrate. Accedi alle impostazioni del router tramite il browser, cerca le opzioni di controllo parentale e configura i filtri per bloccare i siti per adulti. Vantaggi dei filtri di rete Impostare i filtri a livello di rete garantisce che tutti i dispositivi connessi siano protetti. Questo approccio è efficace e non richiede la configurazione di ogni singolo dispositivo. Educare i bambini sulla sicurezza online Bloccare i siti per adulti è solo una parte della soluzione. È altrettanto importante educare i bambini sulla sicurezza online e sui rischi associati a internet. Discussioni aperte Parla apertamente con i tuoi figli sui pericoli di internet. Spiega loro perché è importante evitare certi contenuti e come possono proteggersi online. Stabilire regole chiare Imposta regole chiare sull'uso di internet e dei dispositivi mobili. Stabilisci orari di utilizzo e limiti ai siti che possono visitare. Assicurati che i tuoi figli comprendano l'importanza di rispettare queste regole. Promuovere un uso responsabile Incoraggia i tuoi figli a utilizzare internet in modo responsabile e consapevole. Insegna loro a riconoscere i contenuti inappropriati e a segnalare eventuali problemi direttamente a te. Monitorare l'attività online Oltre a bloccare i siti per adulti, è importante monitorare l'attività online dei tuoi figli per garantire la loro sicurezza. Controllo regolare dei dispositivi Effettua controlli regolari sui dispositivi dei tuoi figli per verificare che non abbiano accesso a contenuti inappropriati. Guarda la cronologia di navigazione e assicurati che i filtri siano attivi. Utilizzo di software di monitoraggio Utilizza software di monitoraggio per tenere traccia dell'attività online dei tuoi figli. Questi strumenti ti permettono di vedere quali siti visitano e di ricevere avvisi in caso di tentativi di accesso a contenuti bloccati. Coinvolgimento attivo Partecipa attivamente alla vita digitale dei tuoi figli. Chiedi loro quali siti visitano, quali app usano e cosa fanno online. Mostra interesse per le loro attività e offri il tuo supporto. L'importanza della comunicazione La comunicazione aperta e onesta tra genitori e figli è essenziale per garantire la sicurezza online. Creare un ambiente in cui i tuoi figli si sentano a loro agio a parlare di internet è fondamentale. Essere disponibili Assicurati che i tuoi figli sappiano che possono venire da te per discutere di qualsiasi problema o preoccupazione riguardante internet. Offri il tuo sostegno e guida senza giudicare. Rispondere alle domande Rispondi alle domande dei tuoi figli in modo chiaro e onesto. Se non conosci la risposta a una domanda, cercatela insieme. Questo rafforza il legame di fiducia e dimostra che sei lì per aiutarli. Stabilire un dialogo continuo Mantieni un dialogo continuo con i tuoi figli sulla sicurezza online. Parla regolarmente dei rischi e delle misure di protezione. Questo aiuterà a mantenere la consapevolezza e a rafforzare le buone abitudini. Risorse aggiuntive Esistono molte risorse utili per aiutare i genitori a proteggere i propri figli online. Ecco alcuni strumenti e siti web che possono offrire supporto e informazioni aggiuntive. Siti web informativi Visita siti web come Save the Children e il Moige per trovare guide dettagliate e consigli su come proteggere i bambini online. Questi siti offrono risorse utili per educare e informare i genitori. Organizzazioni di supporto Rivolgiti a organizzazioni come il Telefono Azzurro per ricevere supporto e consulenza sulla sicurezza online. Queste organizzazioni offrono assistenza professionale e possono aiutarti a risolvere eventuali problemi. Comunità online Partecipa a gruppi e forum online dedicati alla sicurezza dei bambini su internet. Condividi esperienze e consigli con altri genitori per imparare nuove strategie e ottenere supporto. Conclusione Proteggere i nostri figli online è una responsabilità importante. Bloccare i siti per adulti sui loro cellulari è un passo fondamentale per garantire la loro sicurezza. Utilizzando i controlli parentali integrati, le app di terze parti, i filtri di rete e monitorando l'attività online, possiamo creare un ambiente digitale sicuro per i nostri bambini. Ricorda l'importanza della comunicazione aperta e continua con i tuoi figli, e sfrutta le risorse disponibili per supportarti in questa missione. La sicurezza online è un viaggio continuo, ma con le giuste strategie e strumenti, possiamo proteggere i nostri figli e garantire che possano godere dei benefici della tecnologia in modo sicuro e responsabile.  

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.