Firmato a Camporotondo il documento d'intenti per il Contratto di Fiume del Fiastrone - FOTO E VIDEO
Attualità
19/02/2018

Firmato a Camporotondo il documento d'intenti per il Contratto di Fiume del Fiastrone - FOTO E VIDEO

Firmato a Camporotondo di Fiastrone il documento di intenti per la sottoscrizione del Contratto di Fiume del Fiastrone e del Lago di Fiastra. Sempre a Camporotondo circa un mese fa è stato istituito il marchio collettivo "Fiastrone Natura", progetto di valorizzazione e tutela del territorio fortemente voluto dall'Amministrazione comunale. Alla firma del documento del Contratto di Fiume erano presenti il presidente dell'Unione Montana dei Monti Azzurri Giampiero Feliciotti, i Comuni di Bolognola, Belforte, San Ginesio, Camporotondo, Cessapalombo, il Consorzio di Bonifica, Legambiente, Coldiretti, il presidente del Parco dei Sibillini, il progettista e presidente del tavolo nazionale del Contratto di Fiume Massimo Bastiani, l'assessore regionale Angelo Sciapichetti. Infatti, sia la Regione Marche che la Provincia di Macerata hanno aderito alla firma. Gli oneri dell'incarico sono stati sostenuti dall'Unione Montana dei Monti Azzurri per 25mila euro. Il progetto dovrebbe essere completato per la fine del 2018.    I Contratti di fiume (CdF) sono strumenti volontari di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. I Contratti di fiume sono riconosciuti dalla legislazione italiana all’art. 68 bis del Codice dell’Ambiente (DLgs 152/2006). I soggetti aderenti al CdF definiscono attraverso la realizzazione di un processo partecipativo un Programma d’Azione (PA) condiviso e si impegnano ad attuarlo attraverso la sottoscrizione di un accordo.  Il Documento d’intenti firmato a Camporotondo ha l’obiettivo di avviare il processo che porterà alla sottoscrizione del Contratto di Fiume (CdF) del Fiastrone e del Lago di Fiastra. Tale documento è stato redatto a seguito degli incontri del Comitato Promotore ed attraverso la raccolta delle conoscenze e delle principali istanze provenienti dal territorio. L’ambito geografico di riferimento del Contratto riguarda il sottobacino del torrente Fiastrone, affluente del fiume Chienti. Il nome Fiastrone gli deriva, con tutta probabilità, dall’antico significato di fiume, corso d’acqua che caratterizzava con la sua presenza un abitato Piceno. La sorgente è situata ad una altezza di circa 1700 metri, nella testata della Valle del Fargno, nel Comune di Bolognola, tra il massiccio del monte Rotondo (2102 m) e il Pizzo Tre Vescovi (2092 m) e termina il suo corso come affluente di destra del fiume Chienti all’altezza di Belforte del Chienti.

Firmato a Camporotondo il documento d'intenti per il Contratto di Fiume del Fiastrone - FOTO E VIDEO

Firmato a Camporotondo il documento d'intenti per il Contratto di Fiume del Fiastrone - FOTO E VIDEO
19/02/2018

Firmato a Camporotondo di Fiastrone il documento di intenti per la sottoscrizione del Contratto di Fiume del Fiastrone e del Lago di Fiastra. Sempre a Camporotondo circa un mese fa è stato istituito il marchio collettivo "Fiastrone Natura", progetto di valorizzazione e tutela del territorio fortemente voluto dall'Amministrazione comunale. Alla firma del documento del Contratto di Fiume erano presenti il presidente dell'Unione Montana dei Monti Azzurri Giampiero Feliciotti, i Comuni di Bolognola, Belforte, San Ginesio, Camporotondo, Cessapalombo, il Consorzio di Bonifica, Legambiente, Coldiretti, il presidente del Parco dei Sibillini, il progettista e presidente del tavolo nazionale del Contratto di Fiume Massimo Bastiani, l'assessore regionale Angelo Sciapichetti. Infatti, sia la Regione Marche che la Provincia di Macerata hanno aderito alla firma. Gli oneri dell'incarico sono stati sostenuti dall'Unione Montana dei Monti Azzurri per 25mila euro. Il progetto dovrebbe essere completato per la fine del 2018.    I Contratti di fiume (CdF) sono strumenti volontari di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. I Contratti di fiume sono riconosciuti dalla legislazione italiana all’art. 68 bis del Codice dell’Ambiente (DLgs 152/2006). I soggetti aderenti al CdF definiscono attraverso la realizzazione di un processo partecipativo un Programma d’Azione (PA) condiviso e si impegnano ad attuarlo attraverso la sottoscrizione di un accordo.  Il Documento d’intenti firmato a Camporotondo ha l’obiettivo di avviare il processo che porterà alla sottoscrizione del Contratto di Fiume (CdF) del Fiastrone e del Lago di Fiastra. Tale documento è stato redatto a seguito degli incontri del Comitato Promotore ed attraverso la raccolta delle conoscenze e delle principali istanze provenienti dal territorio. L’ambito geografico di riferimento del Contratto riguarda il sottobacino del torrente Fiastrone, affluente del fiume Chienti. Il nome Fiastrone gli deriva, con tutta probabilità, dall’antico significato di fiume, corso d’acqua che caratterizzava con la sua presenza un abitato Piceno. La sorgente è situata ad una altezza di circa 1700 metri, nella testata della Valle del Fargno, nel Comune di Bolognola, tra il massiccio del monte Rotondo (2102 m) e il Pizzo Tre Vescovi (2092 m) e termina il suo corso come affluente di destra del fiume Chienti all’altezza di Belforte del Chienti.

Macerata, fermato con addosso marijuana e contanti: nei guai un 22enne

Macerata, fermato con addosso marijuana e contanti: nei guai un 22enne

19/02/2018

Proseguono i controlli dei carabinieri della Stazione di Macerata che nella serata di domenica, insieme al personale della Compagnia intervento operativo del Battaglione Carabinieri "Veneto", hanno effettuato diversi servizi nel capoluogo, soprattutto nelle aree notoriamente frequentate da spacciatori e assuntori di stupefacenti. Nel corso di queste operazioni, è stato denunciato a piede libero per possesso di droga a fini di spaccio un 22enne italiano, originario della Guinea, attualmente senza lavoro e già conosciuto dalle forze di polizia. Il giovane aveva addosso una modesta quantità di marijuana e oltre 300 euro in contanti. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire un altro piccolo quantitativo di marijuana.

Provincia, approvati quattro progetti per la sistemazione di strade per tre milioni e mezzo di euro

Provincia, approvati quattro progetti per la sistemazione di strade per tre milioni e mezzo di euro

19/02/2018

Questa mattina si sono tenute in Provincia 4 conferenze dei servizi convocate dall'ANAS, nel corso delle quali sono stati esaminati progetti di sistemazione di alcune strade provinciali: Gualdo – S. Angelo (reti paramassi), SP 59 “Lambertuccia” (S.Ginesio) (frana), SP 91 Pian di Pieca di Fiastra, SP 11/70 Piangiano di Treia. Si tratta di progetti urgenti di messa in sicurezza di tali strade per un importo complessivo di Euro 3.400.000,00. Alla conferenza dei servizi presieduta dall'Ing. Angela Maria Carbone su delega dell'Ing. Soccodato, soggetto attuatore, hanno partecipato tra gli altri l'Ing. De Franciscis, l'Ing. Fidenzi, l'Ing. Mancina e l'Ing. Capponi per l'ANAS, il Dott. David Piccinini per la Regione Marche ed in rappresentanza dei Comuni i sindaci Zavaglini di Gualdo, Capponi di Treia ed alcuni tecnici comunali. I progetti sono stati approvati con alcune prescrizioni e nelle prossime settimane saranno avviati ad appalto.  

Castelsantangelo, duemila euro di bollette a un pensionato per una casa distrutta

Castelsantangelo, duemila euro di bollette a un pensionato per una casa distrutta

18/02/2018

Il telegiornale di Canale5, sabato sera ha aperto con una triste vicenda che ha dell'incredibile: quella capitata a Mario Davidde, un pensionato 79 enne di Castelsantangelo sul Nera a cui sono arrivate bollette da pagare per oltre duemila euro relative alla casa che non ha più per via del terremoto. Lo sconforto e la delusione per questa assurda vicenda fanno venire le lacrime agli occhi al signor Mario che esordisce affermando che lui le bollette le ha sempre pagate e vuole continuare a pagarle ma lamenta il fatto che a fronte di importi probabilmente errati, gli sia negata la possibilità di contestare gli addebiti. Le sue email e raccomandate vanno ad infrangersi contro il muro di gomma posto a difesa delle aziende fornitrici. Gli vengono addebitati un conguaglio di 807 euro per consumi di energia elettrica fino al 2017 e altre fatture per un totale di 1400 euro relative alla fornitura di gas che l'uomo dice di aver contestato civilmente, ricevendo come risposte solamente estratti conto di fatture da pagare. "Io non posso contestare contro una macchina - conclude il signor Mario - che mi risponde sempre automaticamente che hanno ragione loro".

Il sismologo Amato (Ingv): "Dopo 18 mesi sequenza in Italia centrale ancora attiva ma con rilascio di energia molto minore"

Il sismologo Amato (Ingv): "Dopo 18 mesi sequenza in Italia centrale ancora attiva ma con rilascio di energia molto minore"

18/02/2018

A diciotto mesi dalla scossa dell'agosto 2016 che diede il via alla drammatica sequenza sismica che ha sconvolto l'Italia centrale, il sismologo di Ingv Alessandro Amato fa il punto della situazione. Amato sottolinea come la sequenza sia ancora attiva, ma con un rilascio di energia molto minore rispetto ai mesi precedenti.  "Fra il 15 gennaio e il 14 febbraio 2018, i terremoti di magnitudo uguale o superiore a 3 sono stati 5, ma tutti piccoli (3.0-3.2). Pochi cambiamenti negli ultimi mesi. La sequenza di aftershocks prosegue, più o meno come previsto dalla legge di Omori. Per convincersi che la sequenza sia ancora attiva (sia pure con un rilascio di energia molto minore di qualche mese fa), basta guardare ai piccoli terremoti: la seconda mappa riporta gli epicentri dei terremoti di qualsiasi magnitudo dell'ultimo periodo della prima figura-collage (la n. 18). Sono 1289, ossia una media di ~40 al giorno. Quasi tutti molto piccoli (solo 60 sopra M2), ma ce ne sono ancora tanti. Se provate a fare la stessa mappa per il periodo pre-24 agosto 2016" conclude Amato "trovate comunque nella stessa area una media di 300-400 terremoti al mese. È la sismicità di fondo ("background seismicity"), sempre presente, soprattutto in aree geologicamente attive".

Cronaca

Cingoli, concluse le operazioni di bonifica di un ordigno esplosivo presso la cava ex Sielpa

Cingoli, concluse le operazioni di bonifica di un ordigno esplosivo presso la cava ex Sielpa

19/02/2018

Si è conclusa intorno alle 12.45 la bonifica di un ordigno esplosivo a Cingoli. Sotto il coordinamento della Prefettura di Macerata, personale e mezzi del Comando dei Vigili del Fuoco di Macerata hanno iniziato le operazioni intorno alle 8.50 di questa mattina presso la cava ex Sielpa, denominata Rio Laque, per il supporto tecnico alle operazioni di bonifica di un ordigno esplosivo bellico di 75 mm. di calibro a presunto caricamento chimico biologico, da parte degli Artificieri dell’Esercito del Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore (BO), in collaborazione con gli specialisti del Centro Tecnico Logistico Interforze di Civitavecchia. A distanza di sicurezza è stato stabilito il Posto di Comando Avanzato dei Vigili del Fuoco, per il coordinamento delle operazioni tecniche. Il Nucleo CBRN del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco ha fornito assistenza tecnica durante tutte le operazioni di bonifica. Considerata l’orografia del territorio e la difficoltà delle comunicazioni telefoniche, determinante è risultato l’impiego dell’autofurgone adibito ad Unità di Crisi Locale (U.C.L.). Attraverso opportune verifiche, si è appurato che l’ordigno era a carica ordinaria e non chimico biologica.   Si è pertanto proceduto al brillamento, svoltosi in totale sicurezza.

Attualità

A Pieve Torina l'Avis cresce malgrado "l'inagibilità" e dalla sede provinciale arriva in dono un container

A Pieve Torina l'Avis cresce malgrado "l'inagibilità" e dalla sede provinciale arriva in dono un container

18/02/2018

Anche quest’anno l’AVIS di Pieve Torina ha tenuto la propria assemblea annuale fuori dalla propria sede che continua ad essere inagibile, ma come sempre c’è stata una numerosa partecipazione da parte dei soci insieme ad i loro familiari. La Presidente Antonella Spurio, dopo aver comunicato la nomina del segretario e la relazione della commissione verifica poteri, ha comunicato ai presenti che l’AVIS Provinciale di Macerata ha donato un container di 10 mq, certamente non sarà possibile svolgerci le assemblee ma rimarrà un importante punto di appoggio. L’AVIS di Pieve Torina è stata contattata da altre associazioni AVIS che si sono adoperate per raccogliere fondi e aiutare l’associazione pievetorinese in un momento molto difficile, e la Presidente ha detto che la vicinanza e la generosità di questa gente è stata molto commovente. L’AVIS di Volta Mantovana (Mantova) ha donato 2000 euro, l’AVIS di Goito (Mantova) 1000 euro mentre l’AVIS di Mondolfo (Pesaro Urbino) 750 euro.  Da evidenziare le varie iniziative il cui ricavato è stato devoluto per la ricostruzione della scuola di Pieve Torina cioè altri 2000 euro. Delle donazioni trattenute una parte è stata spesa per il mobilio della nuova sede, per l’acquisto di un nuovo PC e per varie attività di rappresentanza. Riguardo i dati AVIS di Pieve Torina al 31/12 i soci iscritti erano 90 di cui 85 donatori e 5 ex donatori cioè soci che non potendo più donare per vari motivi restano iscritti perché continuano a svolgere all’interno dell’associazione qualche attività. Degli 85 soci 19 di questi non ha effettuato neanche una donazione per vari motivi. La donazione di sangue non è un obbligo ma un atto volontario e salvo validi motivi il donatore dovrebbe assicurare almeno due donazioni l’anno in modo da garantire una certa continuità. Purtroppo il periodo del terremoto ha causato una diminuzione delle donazioni. Le donazioni totali sono state 124 rispetto alle 146 del 2016, 90 di sangue intero e 34 di plasma, contro le 91 di sangue e le 55 di plasma del 2015. Da aggiungere anche un incremento di 6 iscritti e 3 cancellati. Positivo l’aumento di giovani soci che hanno dimostrato di avere sensibilità in tema di donazione di sangue, la Presidente Antonella Spurio ha comunicato che ha spedito come ogni anno una lettera ha tutti i 18enni e ha avuto dei riscontri positivi. L’AVIS di Pieve Torina durante il 2017, tramite la persona del suo Presidente, ha partecipato all’Assemblea Provinciale tenutasi a Civitanova Marche, all’Assemblea Regionale a Fossombrone nonché Nazionale a Milano per il 90°anno di fondazione. La Presidente Antonella Spurio ha partecipato alla manifestazione “Corriamo Insieme” tenutasi a Pieve Torina, al 50° dell’Avis di Goito, alla festa Mondolfo, Montemarciano, Cupramontana, Montefano, Loro Piceno e Bibione. L’Avis di Pieve Torina ha partecipato anche a due corsi di formazione tenutosi a Jesi e Civitanova Marche. Per l’anno 2018 ci sono in ballo già diverse iniziative con varie AVIS, inoltre l’AVIS di Arona (Novara) ha donato all’AVIS di Pieve Torina 100 magliette.  

Economia

Assise Generale Confindustria 2018 Verona, grande partecipazione di Confindustria Macerata

Assise Generale Confindustria 2018 Verona, grande partecipazione di Confindustria Macerata

17/02/2018

Si è tenuta ieri 16 febbraio a Verona l’Assise Generale di Confindustria, sono stati coinvolti 8500 imprenditori, arrivati da tutto il Paese, grande la partecipazione della nostra Regione (100 presenti di cui circa 30 di Confindustria Macerata) gli interventi di proposte e indicazioni di policy sono stati 750, raccolti in 90 documenti con contributi scritti da parte di imprese e di Associazioni. Il Presidente Boccia ha detto chiaramente: L’Italia è a un bivio, abbiamo avanti due opzioni: tornare rapidamente indietro, senza che però si riesca ad attivare una rete di protezione sul Paese e in particolare sui titoli del nostro debito pubblico, o andare avanti e aspirare a diventare il primo Paese industriale d’Europa. Confindustria in modo netto sceglie di accettare la sfida e rimanere nel gruppo di testa delle grandi economie mondiali o no guardando al futuro con concretezza e visione. La programmazione economica di imprese e famiglie ha bisogno di stabilità e certezza in un orizzonte temporale di medio termine. In una fase dove c’è chi invoca più pensioni e chi più spesa pubblica, Confindustria vuole parlare di giovani e lavoro, crescita, riduzione del debito pubblico. Propone un metodo che parta dagli obiettivi, delle vere e proprie missioni-Paese, individua gli strumenti, tiene conto delle risorse, valuta gli effetti, sa modulare l’intensità degli interventi là dove più necessario, in un’ottica di politica economica unitaria per tutto il Paese. La visione di Confindustria è mettere al centro tre concetti chiave: più lavoro, più crescita, meno debito pubblico proponendo tre missioni-Paese, interconnesse tra loro. Queste tre missioni-Paese sono a portata di mano se si mette in campo, in Italia e in Europa, uno sforzo collettivo per muovere il Paese nella giusta direzione. Serve dunque il coinvolgimento attivo di tre attori: le imprese, L’Europa,  le istituzioni nazionali. Con le nostre  proposte non solo vogliamo dire cosa va fatto, ma anche come, con quali risorse, e con quali ricadute sull’occupazione, la crescita, il debito pubblico, l’export. Non si tratta dunque di una lista di richieste, ma di un insieme ragionato di interventi su: investimenti in infrastrutture, formazione, ricerca e innovazione; semplificazione e efficienza; fisco premiale. Le Assise sono il punto di partenza di un percorso. Nel post-Assise si consoliderà il ruolo di Confindustria in tutte le sedi e livelli attraverso le proposte concrete, le soluzioni e le modalità di implementazione che sosterrà non nell’interesse di un settore produttivo o di una categoria sociale, ma nell’interesse dell’industria italiana, fatta di imprenditori e delle loro famiglie e di lavoratori.

Politica

Rinnoviamo Morrovalle: "Nonostante la primavera il nuovo germoglio sfiorisce"

Rinnoviamo Morrovalle: "Nonostante la primavera il nuovo germoglio sfiorisce"

19/02/2018

Dal gruppo consiliare Rinnoviamo Morrovalle riceviamo L’ultima nota postata sulla pagina del Nuovo Germoglio non può rimanere senza risposta. I toni rabbiosi e violenti, gli attacchi personali gravemente offensivi agli amministratori vanno ben oltre la normale polemica politica e rivelano il loro vero volto. Noi siamo fatti di altra pasta e non ci abbasseremo al loro infimo livello.   Nelle aziende pubbliche e private non è importante che tutti i membri del cda vadano d’amore e d’accordo, ma che si ottengano risultati e si facciano utili. Il Comune può essere considerato un’azienda di servizi per i cittadini. Anche in questo caso ciò che conta non sono i rapporti più o meno amichevoli che intercorrono tra gli amministratori, ma i risultati conseguiti. Per quanto riguarda la legislatura 2011-2016 sui risultati si sono pronunciati i cittadini che con il voto del 5 giugno 2016 hanno confermato la nostra amministrazione con una schiacciante maggioranza, con una vittoria in tutte le sezioni, con un consenso che ha raggiunto quasi il 62 % dei voti. In democrazia tutti debbono avere grande rispetto e considerazione (non solo a parole) per il voto popolare, al quale, piaccia o non piaccia, ci si deve inchinare. Non vanno cercati alibi per le sconfitte (chi ha orecchie per intendere intenda).   Per la legislatura attuale ci limitiamo a ricordare solo alcune cose: - L’erap sta lavorando al progetto esecutivo e definitivo del nuovo polo scolastico di borgo Pintura che verrà consegnato all’Inail entro il termine previsto del prossimo giugno. - Stanno per partire i cantieri dei lavori di riqualificazione del Pincio, dell’ampliamento del cimitero, dell’asfaltatura di diverse vie. - Nel prossimo bilancio, che sarà approvato questa settimana, saranno previsti (tra molto altro) i necessari lavori di adeguamento del teatro comunale e del campo sportivo di Trodica. Per questi lavori, che in ogni caso saranno realizzati, sono anche stati richiesti finanziamenti a fondo perduto. - Il Ministero della Pubblica Istruzione ha concesso al Comune un finanziamento di euro 580.000 a fondo perduto per lavori di adeguamento del plesso scolastico di via Giotto e di euro 55.000 per quello di via Piave.   Nello sciagurato post del Nuovo Germoglio è fatto oggetto di una raffica di offese il neo vicesindaco Staffolani. Il pretesto lo prendono da quanto esposto da Capozucca nell’ultimo consiglio. Ma ogni osservatore neutrale ha compreso che i “fattarelli” contestati a Staffolani erano assolutamente inconsistenti. Staffolani gode della piena fiducia del Sindaco che lo ha nominato suo vice ed ha la piena solidarietà della Giunta e del gruppo consiliare. La stessa considerazione può essere fatta per il neo assessore al bilancio e al personale Alfredo Benedetti, anch’egli oggetto di una brutale aggressione nello stesso post.   Se l’opposizione vuole continuare a trastullarsi sulle dimissioni di Capozucca per continuare ad attaccare l’amministrazione faccia pure, ma nel frattempo farebbero meglio a studiarsi il regolamento consiliare , in modo da non sbagliare eventuali, future richieste di convocazione. Per noi il discorso è chiuso e guardiamo avanti concentrandoci sulle molte cose da fare per la nostra città e non su vane chiacchiere.”  

Scuola e università

“5 autori”: al Liceo Leopardi di Macerata ciclo di conferenze sui grandi della Letteratura italiana

“5 autori”: al Liceo Leopardi di Macerata ciclo di conferenze sui grandi della Letteratura italiana

17/02/2018

Riprende il via, dopo la felice esperienza dell’anno scorso, il ciclo di conferenze su cinque grandi della letteratura italiana organizzato dal Liceo classico e linguistico “Leopardi” di Macerata; su iniziativa del professor Enzo Nardi, docente di Letteratura italiana e latina presso il liceo cittadino e promotore del progetto, saranno in città i maggiori studiosi di letteratura italiana per una serie di incontri su Leopardi (20 febbraio), Manzoni (22 marzo), Pirandello (12 aprile), Rebora (27 aprile), Buzzati (4 maggio). Il 20 febbraio, presso la sede del liceo in corso Cavour, alle ore 15,30 aprirà il ciclo di conferenze la professoressa Novella Bellucci dell’Università di Roma La Sapienza con una lezione su “Giacomo Leopardi: lettura della seconda sepolcrale”. A seguire, fino a maggio, porteranno il loro prezioso contributo per l’approfondimento dei temi della letteratura italiana fra Ottocento e Novecento il professor Langella della Cattolica di Milano, la professoressa Costa di UniRoma 3, il professor Mussini, saggista e scrittore, la professoressa Ioli, saggista e scrittrice.    

Cultura e spettacoli

Musicultura: doppietta di premi per Roberta Scacciaferro, sul palco La Chance su Marte di Ancona

Musicultura: doppietta di premi per Roberta Scacciaferro, sul palco La Chance su Marte di Ancona

19/02/2018

Il primo week end di audizioni live  con la grande musica d’autore di Musicultura  si chiude con la splendida voce della palermitana  Roberta Scacciaferro che dritta al cuore dei giurati e del folto pubblico del Teatro della Filarmonica di Macerata ha conquistato tutti  aggiudicandosi sia il “Premio Antonello Ieffi Energie Rinnovabili” per la migliore esibizione che  il “Premio Gradimento del Pubblico Val di Chienti”   La palermitana Roberta Scacciaferro inizia a studiare musica a vent’anni e ritrova le proprie radici nel canto siciliano. Accompagnata da una band formata da Giacinto Gianfala, Roberto Cataldi,Accursio Venezia, l’artista ha affascinato i presenti con le sue raffinate note. Tra i brani proposti a Musicultura ha spiccato Figghiu un’intensa canzonecantata in dialetto sicilianocheparla del “sacrificio che ogni uomo è disposto a fare per il bene di ogni altro uomo”; s’ispira a Tre madri, dalla “La buona novella” di De Andrè. La seconda canzone è Promessa percorre gli attimi dell’attesa di un amore che non può arrivare, la vera storia di Maria la bella, un’antica leggenda siciliana su un amore impossibile, tra una bella nobildonna e un pescatore. Infine Vuci: un brano d’amore, che tiene in sé la consapevolezza dell’amore perduto e la sofferenza che ne deriva. Primi marchigiani a salire sul palcoscenico del Festival 2018 La Chance su Marte di Ancona composta da Federico Olivieri, Francesco Flammia, Francesco Coen, Alessandro Bisogni, Alice Guazzarotti e Gianmarco Scortechini. Inizialmente cover band dei Beatles, come The Liverpool, la band assume nel tempo una propria forma, fino a pubblicare nel 2016 il primo EP, sfoderando il nuovo nome, La chance su Marte. Un nome che invita a concedersi un’opportunità, una chance, appunto, anche nei momenti difficili, in cui ci sentiamo sbagliati, degli extraterrestri. In arrivo il loro primo album, che verrà pubblicato l’aprile prossimo. Oceano, il brano omonimo La chance su Marte e Come ci viene,sono i brani originali proposti, contraddistinti da un sound fresco e contemporaneo,un pop rock elettronico che unisce testi in italiano a basi musicali moderne ispirate a autori e band come Jack Garrat, Calcutta, Coldplay U2. Sul palcoscenico di Musicultura anche Giulia Mei, il vero cognome è Catuogno, già finalista di Musicultura nel 2016 e nel 2017, e con il suo primo EP, “Pianopiano”.A Musicultura ha proposto tre brani che costituiscono un percorso dialettico, come lei stessa spiega. Il primo, Kundera, articolai conflitti e le insicurezze di una coscienzache portano finalmente alla certezza che “se non siamo noi a volerci salvare, nessuno lo farà per noi”. La coscienza si misura col mondo e con gli altri ne La 600 (tutta rotta), per ritornare in sé, salda nella propria Bellezza - proprio questo è il titolo dell’ultima tappa del viaggio che la Mei ci porta a fare, accanto a lei e al suo piano. Ad entusiasmare il pubblico di Musicultura l’ Anonima Noirela band alternative rock perugina con un album all’attivo “Fino all’anima e ritorno” e il secondo in arrivo. Un rock affascinante fiammante ed energico che puntasull’importanza delle parole. Per l’ Anonima Noire, composta da Andrea Brizi, Mirco Brozzi, e Niccolò Neri,la musica è “una passione, un’ossessione, un’esigenza”, necessità che con la loro energia hanno trasmessomolto bene dal primo pezzo L’armadio, all’ultimo Supereroi, passandoper Amore mio. Sul palco di Musicultura anche Michele Meloncelli, diTreviso con la sua voce rocagioca con le parole, è questo che apprezza e che ricerca nei cantautori, dice. “La musica è un patrimonio comune”.Patrimonio comune possono essere definite anche le canzoni che Meloncelli porta sul palco di Musicultura. Invisibile, Bel paese, e La musica è morta sono pezzi che, pur essendo molto personali, danno ampio spazio a un’interpretazione da parte di ognuno, a una condivisione. L’appuntamento con le audizioni live di Musicultura è per il prossimo week end, che si aprirà venerdì 23 febbraio con la partecipazione di Mirkoeilcane già vincitore di Musicultura 2017 di ritorno dal successo del Festival di Sanremo.    

Sport

La Rossella Civitanova torna alla vittoria contro Ortona

La Rossella Civitanova torna alla vittoria contro Ortona

19/02/2018

La Rossella Civitanova torna alla vittoria sconfiggendo 84-67 il fanalino di coda Ortona, controllando il match per tutti i quaranta minuti con una buona prestazione di squadra, con tutti gli undici a disposizione a segno. La formazione di coach Rossi torna così a muovere la classifica dopo tre turni consecutivi a vuoto: la situazione rimane sempre molto incerta, con la Rossella settima con altre tre squadre e il quarto posto a una vittoria di distanza. Al vertice San Severo continua con la sua marcia, mentre al secondo e terzo posto si stanno consolidando le posizioni di Recanati e Bisceglie. Capitan Amoroso e compagni sanno di avere un solo risultato a disposizione e partono concentrati: un ispirato Marinelli supportato da Coviello e Felicioni dà il 12-5 a metà quarto, la Costa dei Trabocchi risponde con Malfatti ma a cavallo tra la fine del primo quarto e l’inizio del secondo la Rossella piazza un breack di 19-0 che rappresenta un colpo da ko. Parziale targato Amoroso, Cognigni e Coviello che porta il punteggio sul 31-7, Ortona si sblocca con una tripla di Malfatti, sprofonda fino a -25 (40-15) ma nel finale riesce a reagire con un parziale di 11-4 (triple di Crusca e Petrovic) che limita i danni all’intervallo (44-26). Dopo la pausa continua il buon momento degli ospiti che tornano a -14, alla metà della frazione però la Rossella riprende a giocare veramente e con cinque minuti di fuoco (20-8) raggiunge il massimo vantaggio con la tripla di Andreani del 72-46 con cui si va all’ultimo riposo. Il quarto quarto viene gestito senza patemi, Ortona riduce un po’ il distacco nel finale, coach Rossi trova anche i punti dei giovani Dania e Milisavljievic. Da segnalare anche il ritorno al canestro di Mario Tessitore, capitano per sette stagioni e da quest’anno team manager, tornato tra gli effettivi dopo la partenza del fratello Gennaro, e il 24+14 di Coviello per un 38 di valutazione che gli vale il premio di MVP del girone nel turno. Domenica prossima la Rossella sarà impegnata a Giulianova, squadra con due vittorie in meno ma capace di ieri di giocarsela per tre quarti sul campo di San Severo. All’andata al PalaRisorgimento vinse Civitanova 85-76. Rossella Virtus Civitanova Marche - We're Basket Ortona 84-67 (24-7, 20-19, 28-20, 12-21) Rossella Virtus Civitanova Marche: Riccardo Coviello 24 (4/8, 3/4), Lorenzo Andreani 14 (0/3, 2/5), Francesco Amoroso 10 (2/4, 2/3), Matteo Marinelli 8 (4/6, 0/0), Alessandro Cassese 6 (3/3, 0/0), Filippo Cognigni 6 (2/4, 0/2), Matteo Felicioni 5 (1/2, 1/3), Luigi Dania 5 (1/2, 1/1), Mario Tessitore 3 (0/0, 1/3), Marco Vallasciani 2 (0/2, 0/1), Marko Milisavljevic 1 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 20 / 24 - Rimbalzi: 40 6 + 34 (Riccardo Coviello 14) - Assist: 17 (Alessandro Cassese 5)We're Basket Ortona: Luca Malfatti 18 (3/7, 4/8), Marcello Crusca 13 (1/2, 3/10), Danilo Petrovic 11 (4/8, 1/2), Fabio D'eustachio 9 (3/6, 1/1), Alex Martelli 8 (1/2, 1/5), Nicolas D'arrigo 8 (2/7, 0/3), Diego Martino 0 (0/4, 0/2), Filip Pavicevic 0 (0/1, 0/1), Alessio Agostinone 0 (0/0, 0/0), Albi Daja 0 (0/0, 0/0), Pavle Jovicevic 0 (0/0, 0/0), Angelo Fabiano 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 9 / 13 - Rimbalzi: 23 5 + 18 (Danilo Petrovic 6) - Assist: 15 (Luca Malfatti 4)    

Appuntamenti ed eventi

L'Academy Civitanovese organizza un incontro sul tema dell'alimentazione dei giovani atleti

L'Academy Civitanovese organizza un incontro sul tema dell'alimentazione dei giovani atleti

19/02/2018

Appuntamento a Civitanova venerdì 23 febbraio alle ore 21.15 presso la sala riunioni della parrocchia di San Gabriele per i giovani tesserati dell’Academy Civitanovese, i loro genitori e tutti coloro che vorranno intervenire per saperne di più su un interessantissimo tema. A parlare infatti dell’alimentazione dei giovani atleti e di tutti gli aspetti nutrizionali e psicologici ad essa connessi saranno la dottoressa Eva Delmonte, psicologa psicoterapeuta, e la dottoressa Flavia Conocchioli, nutrizionista. Entrambe le due professioniste arricchiscono il mondo rossoblù dei loro utilissimi ed interessanti spunti di riflessione, affinché i ragazzi dell’Academy crescano nel migliore dei modi, affrontando la pratica sportiva ed il proprio percorso di crescita , con un numero sempre maggiore di informazioni e riferimenti ai quali attingere.

Macerata e Provincia

Nel giorno di San Valentino “HomelikeVillas” in rete

Nel giorno di San Valentino “HomelikeVillas” in rete

13/02/2018

Ripartire dal territorio che si ama proprio nel giorno di San Valentino per una proposta di una vacanza indimenticabile - da vivere fra Marche, Umbria e Toscana - rivolta al mondo. E’ un giorno speciale, la festa degli Innamorati, quello scelto dall’imprenditore settempedano Sandro Teloni per il lancio ufficiale nel web del suo nuovo progetto che prende il nome di “Villas in Italy”. Una sfida, nata subito dopo il terremoto, che ha messo insieme forse la parte più bella d’Italia, quella di un Paese tutto da scoprire, genuino quanto autentico, ricco di tradizioni, storia, arte, cultura, fascino e tanto altro ancora. Dalla sua San Severino Marche, e da una delle tante dimore storiche di questo incantevole territorio, l’imprenditore che con la sua famiglia e un gruppo sempre più numeroso di collaboratori da tempo ormai si occupa anche di incoming a tempo pieno, il 14 febbraio lancerà il sito www.homelikevillas.com, portale Internet e finestra sul mondo di un progetto che mette in rete le più belle ville del centro Italia per offrirle, in affitto per una o più settimane, a famiglie e gruppi. “Abbiamo scelto San Valentino perché siamo innamorati di questa nostra terra, la festa degli innamorati perché prendersi una vacanza per noi è un gesto d’amore. E’ per questo che ci piace anche dire che ogni vacanza ha una favola da raccontare – spiega Teloni, e aggiunge - la nostra idea nasce dalla richiesta di molti turisti e visitatori di avere qualcosa di diverso e, soprattutto, tutto per sé e per le persone che si amano. A loro, infatti, affidiamo le nostre ville, a prezzi concorrenziali rispetto addirittura ai normali alberghi, offrendo insieme a una location unica anche una serie di servizi attraverso i nostri consulenti viaggi e vacanze, figure che si prendono cura del cliente con il quale hanno un rapporto alla pari. Si tratta di professionisti cui solo noi abbiamo pensato. Tutti possono diventare consulenti viaggi e vacanze: se ci sono giovani che conoscono le lingue, che amano le nostre terre e il turismo, possono farsi avanti perché questa per loro potrebbe essere anche una ottima occasione di lavoro. Abbiamo già famiglie che arrivano da noi dal Nord Europa, dai Paesi dell’Est e che, insieme alle chiavi delle nostre dimore, ci occupiamo di prendere per mano con l’aiuto dei consulenti viaggi e vacanze per accompagnarle alla scoperta di quello che queste nostre realtà possono offrire: monumenti, certo, ma anche botteghe artigiane, prodotti tipici, esperienze di vita e molto altro ancora. Ci occupiamo di ospitalità da tanto tempo, abbiamo seguito e anticipato i cambiamenti di un mondo in continua evoluzione. Il nostro obiettivo è far innamorare chi arriva da noi del nostro stesso amore per queste nostre terre”. Al lancio il nuovo sito www.homelikevillas.com presenterà già una dozzina di ville ma del progetto fanno già parte tante altre dimore per le quali saranno messi progressivamente in rete video, immagini, descrizioni e caratteristiche insieme a una serie di informazioni utili, soprattutto sui servizi e sul territorio. “Contiamo di coinvolgere in questa nostra iniziativa almeno un centinaio di proprietari nel corso del 2018. Chi possiede una villa o una dimora storica, infatti, può entrare a far parte della nostra community mettendo a reddito i propri immobili con costi di commissione di molto inferiori a quelli di tutti i nostri competitors. Alla fine dell’anno, comunque, avremo un migliaio di posti letto a disposizione nelle tre regioni del centro Italia dalle quali siamo partiti – commenta con soddisfazione Teloni, che conclude – Insieme alle vacanze le strutture di Villas in Italy sono già pronte per ospitare cerimonie come matrimoni, cresime, comunioni, feste aziendali, ricevimenti vari. Il nostro cuore batte per far battere il cuore dei nostri ospiti. Questa è la nostra vera missione”.

Varie

San Severino, per la Giornata della guida turistica domenica escursioni gratuite in città

San Severino, per la Giornata della guida turistica domenica escursioni gratuite in città

19/02/2018

Domenica prossima (25 febbraio) in occasione della Giornata internazionale della Guida Turistica, istituita nel 1990 dalla World Federation of Tourist Guide Associations e promossa in Italia dall’Angt, l’Associazione Nazionale Guide Turistiche, le Guide delle Marche effettueranno visite gratuite in città. Le escursioni partiranno dalla Torre dell’Orologio, in piazza Del Popolo, alle ore 15, alle ore 16,15 e alle ore 17,30. L’iniziativa, promossa con il patrocinio del Comune di San Severino Marche, ha come titolo: “Contra pestem: i luoghi della salvezza”. Per informazioni e prenotazioni tel. 3388007012.  

Curiosità

Tolentino, in piazza della Libertà spunta anche un... parcheggio coperto

Tolentino, in piazza della Libertà spunta anche un... parcheggio coperto

11/02/2018

Una curiosa segnalazione ci arriva da un cittadino di Tolentino che, nella mattinata di sabato, ha notato una situazione anomala in piazza della Libertà: una sorta di garage rimediato sotto le impalcature di un vicolo della piazza. "Dal 2012 con la giunta Pezzanesi" scrive il tolentinate "si è potuto di nuovo parcheggiare in piazza della Libertà a Tolentino. Sabato mattina alle ore 11.05 in un angolo della suddetta piazza ho potuto notare l’incredibile, oltretutto al coperto! L’ufficio dei vigili urbani è a pochi metri, un comune cittadino come me deve notare certe infrazioni del codice della strada?". 

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433