Esanatoglia

Sottoscritto un protocollo d'intesa tra il consolato della Bulgaria e i Comuni dell'alta Val Potenza

Sottoscritto un protocollo d'intesa tra il consolato della Bulgaria e i Comuni dell'alta Val Potenza

Il presidente dell’Unione Montana Potenza Esino Musone di San Severino Marche, Matteo Cicconi, ha sottoscritto, in rappresentanza e per conto di alcuni Comuni dell’Alta Valle del Potenza, vale a dire Castelraimondo, Esanatoglia, Fiuminata, Gagliole, Pioraco, San Severino Marche e Sefro; un protocollo d’intesa con il Consolato di Bulgaria con cui è stata condivisa la “volontà di attuare un’indagine volta a rintracciare un’opportuna interfaccia di amministratori della Repubblica di Bulgaria che abbiano interessi e similitudini culturali, economiche e territoriali con i Comuni dell’Unione Montana, al fine di stabilire rapporti di amicizia e gemellaggio”. L’intesa è stata sancita dall’ambasciatore della Repubblica di Bulgaria in Italia, Marin Raykov, presente alla cerimonia insieme al console onorario, Franco Castellini, e al capo dell’ufficio economico e commerciale presso l’Ambasciata, Andryana Koleva. Nei mesi scorsi una delegazione di amministratori e imprenditori della Val Potenza aveva incontrato il diplomatico nell’ambito di una iniziativa promossa dal consigliere nazionale delegata ai rapporti internazionali di Unionturismo, Barbara Cacciolari. Una visita molto particolare che è stata ricambiata con l’incontro nel corso del quale è stato sottoscritto l’importante protocollo d’intesa. Al summit in terra maceratese hanno preso parte diversi sindaci e rappresentanti delle Amministrazioni locali. “La Repubblica di Bulgaria, grazie agli intensi rapporti avviati nei mesi scorsi con l’ambasciatore, oggi è molto più vicina ai Comuni dell’Unione Montana di San Severino Marche – sottolinea il presidente dell’ente, Matteo Cicconi – Mi auguro che il protocollo sottoscritto dia concretezza a futuri scambi anche commerciali, oltre che artistici, culturali e di solidarietà, tra le due realtà”.Nelle foto: alcuni momenti dell’incontro con l’ambasciatore

15/06/2018
Esanatoglia, il giovane Shakil Giordani è una promessa del nuoto

Esanatoglia, il giovane Shakil Giordani è una promessa del nuoto

Shakil Giordani, nato nel 2002 a Londra, è una giovane promessa del nuoto e nelle sue vene scorre sangue di Esanatoglia. Shakil è infatti figlio di Marianna Giordani, trasferitasi a Londra dal comune marchigiano da qualche tempo e lì diventata mamma. Di Shakil, nato nel 2002, e dei suoi successi scrivono molti giornali inglesi, definendolo “Top Male Medallist” per le numerose medaglie vinte nelle varie gare cui ha preso parte. Nel 2017, nei “Middlesex County Youth Championships” oro nei 1500 Stile Libero, nei 50 m. Dorso, nei 50 m. Farfalla; argento nei 200 m. Stile Libero, nei 50 m. Stile Libero, nei 100 m. Dorso; bronzo nei 400 m. Stile Libero, nei 100 m. Stile Libero. E sempre nel 2017 ha ottenuto “a double bronze reward” ai “London Swimming Winter Championships”, distinguendosi talmente da meritare il giudizio entusiasta del suo allenatore che si è così espresso: “Shakil has had a breakout in the pool and should be proud of his achievements”. Shakil Giordani è stato chiamato a far parte della squadra del Middlesex County per prendere parte al “French Golden Lanes Tour”.

14/06/2018
Automobilismo d'Epoca: grande successo per la 25esima edizione del Giro delle Abbazie

Automobilismo d'Epoca: grande successo per la 25esima edizione del Giro delle Abbazie

In una piacevole domenica di sole, il club CAEM-Lodovico Scarfiotti è riuscito a coinvolgere una sessantina di equipaggi per la 25^ edizione del Giro delle Abbazie, uno dei riusciti progetti di carattere culturale del club maceratese. La concentrazione dei partecipanti è avvenuta in Piazza Caraffa a Cerreto d’Esi nell’anconetano, con la squisita ospitalità dell’Amministrazione Comunale, che ha accolto con gli assessori alla cultura Katia Galli ed allo sport e turismo Carlo Pasquini. I partecipanti hanno potuto vedere la raccolta di opere d’arte ospitata presso l’ex Antica Farmacia Giuli in Piazza Guglielmo Marconi, sotto l’imponente Torre del Belisario, con la sua inclinazione di poco inferiore alle analoghe di Pisa e Bologna.  Interessanti le vetture presenti, immatricolate entro il 1985, da una Lancia Flaminia del 1969 ad un’Alfa Romeo 1900 Touring del 1954, poi Lancia Aurelia B12 del 1954, Lancia Ardea del 1952, Maserati Merak del 1975 e via via Fiat, Porsche, Volkswagen, Morgan, MG, Triumph, Autobianchi, Bmw, Mercedes, Innocenti, Ford, Simca e Austin Healey. Con un lungo e suggestivo trasferimento che ha lambito Esanatoglia, Fiuminata, Nocera Umbra e Valtopina, la lunga e colorata teoria di vetture d’epoca, è lentamente salita sulle pendici sul Monte Subasio per raggiungere il piccolo abitato di Collepino, restaurato, ben conservato e dal panorama invidiabile da 600 metri d’altitudine sulla valle di Assisi, Spello e Foligno. Dopo aver percorso a ritroso nella parte finale il singolare itinerario utilizzato qualche anno fa anche dai protagonisti della Mille Miglia, i radunisti hanno sostato nei pressi dell’Abbazia e con la disponibilità delle Piccole Suore di Maria del vicino Eremo della Trasfigurazione, hanno potuto visitarla e scoprirne la storia legata all’insediamento eremitico dell’anno Mille per divenire poi Abbazia Camaldolese, la vicina fonte benefica per le neo-mamme e per vedere la particolare cripta romanica a tre colonne, una soluzione architettonica non abituale da vedere. La manifestazione si è conclusa alla Taverna San Silvestro con il saluto a tutti gli equipaggi.

29/05/2018
Sisma, cento milioni per la ripresa delle imprese: 48 i comuni interessati nel maceratese

Sisma, cento milioni per la ripresa delle imprese: 48 i comuni interessati nel maceratese

Superano i cento milioni di euro le risorse disponibili per il rilancio economico e produttivo delle imprese delle aree terremotate. Le Marche hanno beneficiato di un contributo aggiuntivo dall’Unione europea di 248 milioni, di questi al rilancio produttivo sono stati destinati 100,5 milioni. Parte di queste risorse potranno essere utilizzate anche da 48 comuni della provincia di Macerata ricadenti nel cratere sismico. Uno specifico asse della programmazione regionale dei fondi Ue (il n. 8), è dedicato a "Prevenzione sismica e idrogeologica, miglioramento dell’efficienza energetica e sostegno alla ripresa socioeconomica delle aree colpite dal sisma". Le Marche per il periodo 2014 – 2020, hanno ora a disposizione risorse superiori a 585 milioni di euro, rispetto ai 337 iniziali. "I 100 milioni aggiuntivi per l’area del cratere, vanno a sommarsi ai 192 già stanziati dal programma ordinario, andando a comporre un monte risorse regionale per il sistema delle imprese pari a 292 milioni, cioè più di quanto il Fesr 2007/13 aveva nel suo complesso per tutti gli interventi previsti. In pratica ora per le imprese ci sono molte più chance di vedere finanziati i propri progetti d’investimento e per quelle localizzate nei comuni compresi nel cratere ce ne saranno ancor di più", commenta l’assessora alle Attività produttive, Manuela Bora. Molto importante è utilizzare subito queste risorse, secondo il presidente Luca Ceriscioli, "per far marciare la ricostruzione materiale dei luoghi con quella produttiva, parallelamente alle previsioni del Piano strategico che punta al rilancio delle zone terremotate attraverso l’innovazione e il sostegno agli investimenti produttivi". Infatti tre nuovi bandi usciranno entro giugno e promuoveranno con sei milioni, le attività imprenditoriali a sostegno delle istituzioni pubbliche che operano a favore delle fasce più deboli e disagiate della popolazione. Con dieci milioni la competitività delle aree colpite dal sisma e con 15 milioni le filiere del Made in Italy presenti nelle zone terremotate. Per quanto riguarda lo scorrimento di graduatorie su bandi che hanno ottenuto un grande interesse da parte delle imprese del cratere, vengono confermati stanziamenti aggiuntivi di 8 milioni per l’innovazione e aggregazione in filiere delle Pmi culturali e creative, della manifattura e del turismo. Confermati altri 8 milioni per quello che finanzia il miglioramento della qualità e sostenibilità, efficienza energetica e innovazione tecnologica delle strutture ricettive e di 5 milioni per scorrere i progetti presentati sul bando Aree di crisi del Piceno. Rilevante anche l’innovativo sostegno delle imprese sociali, così come lo stanziamento di 9 milioni per favorire l’accesso al credito nell’ambito dell’aggregazione dei Confidi, capace di movimentare fino a 300 milioni di investimenti.COMUNI NEL CRATERE SISMICOApiro - Cingoli - Poggio san vicino - Appignano - Colmurano - Corridonia - Loro piceno - Macerata - Mogliano - Montecassiano - Petriolo - Pollenza - San severino marche - Treia - Urbisaglia - Acquacanina - Bolognola - Camerino - Castelraimondo - Esanatoglia - Fiastra - Fiordimonte - Fiuminata - Gagliole - Matelica - Muccia - Pievebovigliana - Pioraco - Sefro - Serravalle di Chienti - Monte san martino - Penna san giovanni - Belforte del Chienti - Caldarola - Camporotondo di fiastrone - Cessapalombo - Gualdo - Ripe san ginesio - San ginesio - Sant'angelo in pontano - Sarnano - Serrapetrona - Tolentino - Castelsantangelo sul nera - Monte cavallo - Pieve torina - Ussita - Visso

25/05/2018
Giro delle abbazie, anche la 25esima edizione verso l’appennino umbro-marchigiano

Giro delle abbazie, anche la 25esima edizione verso l’appennino umbro-marchigiano

È in calendario per domenica 27 maggio la 25esima edizione del Giro delle Abbazie, manifestazione per auto d’epoca immatricolate entro il 1985, organizzata dal Circolo Automotoveicoli d’Epoca Marchigiano-Lodovico Scarfiotti, la primogenita associazione del settore della regione. L’evento prenderà avvio da Cerreto d’Esi nell’interno anconetano, dove in Piazza Caraffa confluiranno gli equipaggi partecipanti per le operazioni preliminari, dalle ore 8,30 alle ore 9,30. Alle ore 10 ci sarà la partenza per il trasferimento all’Abbazia di San Silvestro al Subasio. Le vetture d’epoca inizieranno il percorso toccando Collamato, scendendo nel maceratese per Esanatoglia, Fiuminata, poi dal Passo del Cornello per entrare in territorio Umbro lambendo Nocera Umbra, poi dopo Valtopina si arriverà all’Abbazia, ubicata in località Collepino di Spello, alla sommità del Monte Subasio. L’insediamento risale all’inizio dell’XI secolo, probabilmente sui resti della precedente costruzione di un tempio romano. Nel 1150 divenne Abbazia camaldolese. Vari problemi sorti con le comunità religiose limitrofe portarono alla distruzione voluta da Papa Paolo III nel XVI secolo. Dell’antico complesso si conservano la parte absidale con l’interessante cripta sottostante ed il basamento del campanile. La storia racconta che l’Abbazia di San Silvestro aveva acquisito notorietà per l’acqua di una vicina fonte che favoriva la guarigione, attribuita al Santo, delle madri senza latte. Attualmente in loco è presente la comunità delle “Piccole sorelle di Maria” che si sono insediate nel 1972 nell’Eremo eretto sui resti del Monastero. Dopo la visita della struttura del Monastero e dell’Abbazia, si potrà vedere anche l’abitato medioevale di Collepino, suggestivo borgo antico a 600 metri d’altitudine, ben conservato ed abitato. Il pranzo finale concluderà la manifestazione, con il consueto saluto a tutti gli ospiti ed agli equipaggi partecipanti. La manifestazione, oltre al patrocinio del Comune di Cerreto d’Esi, ha il supporto di Tecnostampa, GM Meccanica, CA.BI. Gomme e La Taverna San Silvestro

17/05/2018
Bombe d'acqua nell'entroterra. A Camerino allagato il palazzetto delle Calvie (VIDEO e FOTO)

Bombe d'acqua nell'entroterra. A Camerino allagato il palazzetto delle Calvie (VIDEO e FOTO)

Che un'ondata di maltempo proveniente sull'Islanda si sarebbe abbattuta sull'entroterra Maceratese era cosa nota. In pochi, però, si aspettavano le vere e proprie bombe d'acqua che stanno ceando non pochi disagi su tutto il territorio montano. Le strade, soprattutto in alcune zone, si presentano completamente allagate, con i drenaggi e i canali di scolo che non sembrano in grado di contenere l'incredibile quantità di pioggia caduta.  A Camerino, il palazzetto del Centro Universitario Sportivo é allagato e la strada che lo costeggia, quella che collega la frazione di Canepina con la località Caselle, é impraticabile, come dimostra il video postato su Facebook da Cesare Biraschi. I Vigili del Fuoco sono al lavoro ormai da oltre un'ora per le tante segnalazioni ricevute, nella città ducale e non solo. Le immagini, postate da molti cittadini sulle proprie pagine Facebook, parlano da sole.  Pioggia e grandine anche a Tolentino, mentre danni e allagamenti sono stati segnalati anche a Esanatoglia e Matelica. AGGIORNAMENTO DELLE 16,35: Ore di lavoro serrato per i Vigili del Fuoco anche a Matelica. L’acqua, a causa della forte pertubazione che si e’ abbattuta sulla zona,  riversandosi dai campi, ha allagato diversi garage e cantine. L’intervento delle squadre dei Vigili del Fuoco, in azione con due autopompe, due squadre e sedici unità di personale, è valso  allo svuotamento dei locali, comunque ancora in corso. (servizio in aggiornamento)

12/05/2018
Tony Cairoli, la leggenda del motocross, ad Esanatoglia (FOTO e VIDEO)

Tony Cairoli, la leggenda del motocross, ad Esanatoglia (FOTO e VIDEO)

Il circuito di motocross di Esanatoglia é per questo 25 aprile 2018 il centro del mondo. Infatti, Tony Cairoli, nove volte campione del mondo e vera e propria leggenda vivente del motorsport, si sta allenando proprio sul tracciato della piccola cittadina maceratese. E, con lui, anche altri campioni di livello internazionale. Già ieri sera, quando la ktm con il 222 sulla carena é scesa in pista, gli appassionati presenti hanno impiegato poco a capire che forse non si trattava del classico motociclista del fine settimana che imitava il suo idolo. E che, dunque, quel fenomeno capace di strappare mostruosi tempi sul giro era proprio l'originale. E lui, Tony Cairoli, non si é sottratto ai tanti curiosi e appassionati che in men che non si dica lo hanno attorniato per chiedergli una foto o un autografo, concedendosi con la massima semplicità a tutti, prima di chiedere di poter risalire in moto per l'allenamento previsto. 33 anni, siciliano, Cairoli é considerato il pilota di motocross più forte di tutti i tempi e, per fare un paragona con la più blasonata disciplina della velocità, in meno anni di cariera ha vinto gli stessi identici titoli di Valentino Rossi.

25/04/2018
Esanatoglia, cacciatore colpito accidentalmente durante una battuta con gli amici

Esanatoglia, cacciatore colpito accidentalmente durante una battuta con gli amici

Incidente di caccia nelle campagne intorno ad Esanatoglia questa mattina. Un uomo è stata colpito su un braccio da una pallottola sparata accidentalmente da un compagno di battuta. Le sue condizioni non sono gravi. Intervenuti sul posto i sanitari del 118 che hanno trasportato l'uomo all'ospedale di Camerino. Allertata anche l'eliambulanza che però non è potuta decollare per le avverse condizioni meteo.

17/01/2018
In uscita l'ultimo libro di Fabio Strinati: "Aforismi scelti Vol. 2"

In uscita l'ultimo libro di Fabio Strinati: "Aforismi scelti Vol. 2"

Pubblicato l'ultimo libro di Fabio Strinati, giovane scrittore marchigiano. Ha 34 anni e vive ad Esanatoglia. Ha già pubblicato altri libri e alcuni sono stati tradotti in romeno e spagnolo. Si occupa di poesia e musica visiva, scrive, compone e suona il pianoforte. Insomma, un vero e proprio talento eclettico made in Marche. La sua ultima creatura s'intitola "Aforismi Scelti vol.2". La prefazione, scritta da Michela Zanarella, spiega perfettamente chi è Fabio e cosa ha inteso fare scrivendo questo libro.   "Per iniziare a parlare della nuova prova letteraria di Fabio Strinati - scrive Zanarella - è necessario capire cosa porti un poeta ad occuparsi di aforismi. Forse bisogna partire proprio dalla definizione stessa del termine. Cos’è un aforisma? E’ una breve frase che condensa un principio specifico o un più generale sapere filosofico o morale. La parola chiave in questo caso è ‘breve’. Il giovane autore marchigiano ci ha abituato ad una continua metamorfosi della sua scrittura, ma ciò che accomuna le sue opere è l’essenzialità. Non troviamo mai una lunghezza esasperata nei testi ed è per questo che non sorprende una raccolta di aforismi. Entrando nel vivo del libro è giusto soffermarsi sull’immagine di copertina, che racchiude significati importanti. Il tratto sfumato di un uomo che cerca di aprire una porta, è di per sé ciò che l’autore compie ogni volta che lascia sul foglio determinate parole. Strinati ci dice che “Il modo migliore per iniziare una giornata è iniziarla” e qui c’è un mondo che si apre e ci racconta del grande valore dell’esistenza. Ogni giorno l’essere umano ha il privilegio di poter cominciare a respirare, di essere parte del cosmo. Quindi al di là delle difficoltà, la cosa migliore è sentirsi vivi, qualunque cosa accada. Il sole è elemento importante per l’autore che scrive: “Una giornata senza sole è una crepa in più nell’anima”. La simbologia è fondamentale: Il sole è una forza cosmica, è un astro luminoso che dà vita. La sua assenza provoca sofferenza, smarrimento. Strinati attraverso gli aforismi lancia schegge di pensiero di grande potenza, alcuni arrivano come schiaffi a svegliarci l’anima, a renderci consapevoli delle cose che accadono. Sono riflessioni pungenti, cariche di verità e ci consentono di conoscere ancora meglio la personalità di chi scrive. C’è il mondo del poeta che osserva e che non si stacca mai dalla sua interiorità complessa, fatta di ombre e di luci in alternanza. “L’aria di montagna è una violenta carezza”, ecco che si sente sulle guance la forza di un’aria che lascia il segno, che non passa inosservata. Prima di conoscere il mondo bisogna conoscere se stessi, questo ci vuole dire l’autore con l’aforisma: “Una volta esplorati se stessi si è pronti per esplorare il mondo”. E’ necessario compiere un viaggio interiore, andare anche negli angoli più oscuri, fino a scavare in profondità. Solo allora sarà possibile guardarci intorno con occhi coscienti. Non manca il riferimento alla musica. Strinati oltre ad essere uno scrittore di talento è anche un compositore, e ci spiega che “Il pianoforte non ha bisogno di pianisti, ma di mani sensibili”. La sensibilità è sicuramente una caratteristica che gli appartiene, poiché l’artista, il poeta, il musicista, sa che è dote indispensabile per sentire e creare cose di alto valore. E’ anche critico verso il sistema Strinati, quando afferma quasi con una sentenza: “La burocrazia italiana è semplicemente feticismo”, troviamo parole forti, il feticismo consiste nell’adorazione di feticci, ovvero oggetti carichi di potenza sacra. La sua è una provocazione ovviamente verso una società che sembra non avere vie di cambiamento. Strinati spazia tra diversi argomenti con destrezza, ci parla di eleganza, geografia, colline, amore, piacere, sesso, curiosità, poesia, musica, tempo, Stato.  Insomma, è molto ampio il suo raggio di azione riflessiva. E’ interessante come affronta prima di tutto se stesso mettendosi ancora una volta in gioco con uno stile diverso. I suoi pensieri riescono ad avere una funzione ‘meditativa’ nel lettore. E’ inevitabile lasciarsi prendere per mano dalle parole e farle proprie. C’è una maturità espressiva legata ad un’attenzione quasi maniacale verso le parole scritte. Nulla è lasciato al caso, nulla è scontato, Strinati sa esattamente dove vuole arrivare. Tutti hanno diritto ad una svolta, ci insegna l’autore e attraverso questo libro ha sicuramente fatto un lavoro di ricerca notevole, calibrando perfettamente razionalità e fantasia".  

18/12/2017
Esanatoglia, al via la seconda edizione dei “Concerti di Natale”

Esanatoglia, al via la seconda edizione dei “Concerti di Natale”

Anche quest’anno, nella splendida cornice della Chiesa di Santa Anatolia ad Esanatoglia, il prezioso Organo Rinascimentale di Baldassarre Malamini, farà rivivere magiche atmosfere in occasione della 2° edizione de “I Concerti di Natale “. Quest’anno, l’organo accompagnerà anche il Violino, la Viola barocche ed i Flauti Dolci, nella prima serata che si terrà nella Chiesa di Santa Anatolia, sabato 9 dicembre con inizio alle ore 21.00, grazie al concerto del gruppo Fairy Consort composto dagli artisti Luca Matani, Luca Dragoni e Walter D’Arcangelo che presenteranno  il concerto “ Fra Pive e Pastorali”. Venerdì 15 Dicembre alle ore 18.00, nel Teatro Comunale di Esanatoglia, i pianisti dell’Associazione Toscanini 79, presenteranno un concerto intitolato “L’Attesa tra Canti di Gioia”.  Nella serata conclusiva di Venerdì 22 Dicembre, alla Pieve di Santa Anatolia, il Maestro Mario Solinas riaccenderà i magici e colorati suoni dell’Organo Rinascimentale con il concerto “Diamo Lode al signore che viene a salvarci”. Saranno eventi che allieteranno le serate invernali ma che sapranno in particolar modo riaccendere le melodie passate con la passione e la maestria dei musicisti che si alterneranno sulla tastiera del nostro prezioso organo. I ringraziamenti vanno al Direttore Artistico Maestro Luca Migliorelli, alla Pro Loco che patrocina assieme al Comune di Esanatoglia l’evento e soprattutto a quanti parteciperanno.   

06/12/2017
Possedeva cocaina per un valore di 40mila euro: arrestato un 50enne

Possedeva cocaina per un valore di 40mila euro: arrestato un 50enne

Arrestato un 50enne di origine albanese, Myzeqari Hxeuit, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. All'uomo, ora in custodia cautelare, sono stati sequestrati 153 grammi di cocaina, la maggior parte ancora non tagliata e confezionata, per un valore sulla piazza di circa 40mila euro.   Un'operazione chiamata "The Wall" questa dei Carabinieri della Compagnia di Camerino, guidata dal tenente Roberto Cara, condotta insieme ai colleghi della stazione di Matelica.  

30/11/2017
Il maestro Vincenzo Correnti torna al teatro Comunale di Esanatoglia con "Il mio Henghel"

Il maestro Vincenzo Correnti torna al teatro Comunale di Esanatoglia con "Il mio Henghel"

Un gradito ritorno quello del maestro Vincenzo Correnti presso il teatro Comunale di Esanatoglia dopo quasi 30 anni da quando, giovanissimo, iniziava la sua carriera e attività di musicisita e di direttore di bande musicali. Come ha detto il Sindaco di Esanatoglia Luigi Bartocci nella suo saluto iniziale, il maestro Correnti con le sue novità all'epoca molto innovative riguardo il repertorio bandistico e la didattica, aveva saputo trasmettere ai tanti giovani che seguivano i suoi corsi bandistici un nuovo entusiasmo che per molti si è poi trasformato in una professione. Il Concerto Spettacolo "Il mio Henghel" che il clarinettista camerte (definito come uno tra i maggiori interpreti della musica e stile di Gualdi) ha ideato e fortemente voluto è un omaggio al grande Henghel Gualdi, musicista e clarinettista italiano, molto conosciuto anche all'estero. Da molti è ritenuto il miglior clarinettista jazz italiano di tutti i tempi. Il suono inconfondibile del clarinetto di Correnti, le interpretazioni molto curate sia nell'esecuzione che negli arrangiamenti, le immagini e il racconto dell'incontro avvenuto tra un giovane studente di clarinetto (Vincenzo Correnti) e il suo idolo (Gualdi) rendono lo spettacolo-concerto molto piacevole e accattivante. Vincenzo Correnti ha collaborato in veste di compositore e arrangiatore per oltre un decennio con le edizioni Gualda fondate dai maestri Henghel Gualdi e Daniele Da Deppo componendo oltre 50 brani, alcuni dei quali scritti in collaborazione con Gualdi e Da Deppo incisi su C.D. sia che dagli stessi autori che da diversi artisti tra cui anche la Banda dell’Esercito Italiano e trasmessi anche in trasmissioni Rai e Mediaset (Vecchi Tempi – Come un Film – Ciak – Portorico – Sogno – Quattro Passi – For You – Dolci Stelle, ecc…). Ad accompagnare il clarinetto di Vincenzo Correnti, tre giovani musicisti: Chiara Ercoli al pianoforte, Andrea Passini al contrabbasso e Giacomo Correnti alla batteria.

15/11/2017
Esanatoglia, l'11 novembre al teatro comunale lo spettacolo "Il mio Henghel"

Esanatoglia, l'11 novembre al teatro comunale lo spettacolo "Il mio Henghel"

Il teatro Comunale di Esanatoglia ospiterà sabato 11 Novembre, alle ore 21:15, il Concerto Spettacolo "Il mio Henghel", con Vincenzo Correnti al clarinetto. Chiara Ercoli al pianoforte, Matteo Morosi al trombone, Andrea Passini al contrabbasso e Giacomo Correnti alla batteria. Un percorso musicale tra musica e ricordi narratto da Vincenzo Correnti, definito come uno tra i maggiori interpreti della musica e stile di Henghel Gualdi. Il progetto “ Il mio Henghel” vuole rendere omaggio al grande clarinettista italiano con una lettura interpretativa dei suoi brani e dei suoi cavalli di battaglia in una versione daconcerto quasi cameristica. Vincenzo Correnti ha collaborato in veste di compositore e arrangiatore per oltre un decennio con le edizioni Gualda, fondate dai maestri HenghelGualdi e Daniele Da Deppo, componendo oltre 50 brani alcuni dei quali scritti in collaborazione con Gualdi e Da Deppo incisi su C.D sia che dagli stessi autori che dadiversi artisti, tra cui anche la Banda dell’Esercito Italiano e trasmessi anche  su Rai e Mediaset ( Vecchi Tempi – Come un Film – Ciak – Portorico – Sogno – Quattro Passi –For You – Dolci Stelle e molti altri). Il Maestro Vincenzo Correnti con questo concerto ritorna ad Esanatoglia, atteso da molti che lo hanno conosciuto appena ventenne quando per diversi anni è stato direttore del locale corpo bandistico del comune promuovendo già allora un repertorio innovativo e sperimentale per le bande musicali. Correnti opera con disinvoltura tra la musica classica, il jazz e la musica leggera. Impegnato in numerose collaborazioni, svolge un'intensa attività concertistica con alcuni ensambles nei diversi generi musicali. Collabora strettamente con il pianista Fabrizio Ottaviucci e con tanti altri noti musicisti. Didatta attento e scrupoloso sa cogliere le particolarità del singolo individuandone il percorso migliore.É direttore dell'istituto Musicale Nelio Biondi di Camerino e direttore stabile dell'orchestra di Fiati "Città di Camerino". Il concerto organizzato dal Comune di Esanatoglia, Pro Loco di Esanatoglia e l'associazione Adesso Musica di Camerino sarà oltre che una piacevole serta per ascoltrae ottima e piacevole musica un momento di solidarietà, L'ingresso è ad offerta libera e l'incasso sarà devoluto all'associazione "Adesso musica" di Camerino per la costruzione della nuova sede dell'istituto musicale N. Biondi gravemente danneggiato dal sisma.

02/11/2017
Rivoluzione d'Ottobre, PCI Matelica ed Esanatoglia: "Grande partecipazione alla tradizionale stoccafissata"

Rivoluzione d'Ottobre, PCI Matelica ed Esanatoglia: "Grande partecipazione alla tradizionale stoccafissata"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma del Partito Comunista Italiano, sezione intercomunale Matelice ed Esanatoglia Risalgono nel tempo le iniziative dei Comunisti matelicesi per ricordare la Rivoluzione d’Ot- tobre del 1917. Abbiamo sempre festeggiato questa ricorrenza con la tradizionale “stoccafissata”, prima nella Sezione “Augusto Cegna” in via Forno. Successivamente, dopo la sciagurata cancella- zione del glorioso P.C.I. di Togliatti e di Berlinguer, voluta da una parte dell’allora gruppo dirigente , in primis il segretario Achille Occhetto . Prima come Partito della Rifondazione Comunista, successivamente come rinato PCI abbiamo festeggiato questa ricorrenza nella continuità ovvero con la “stoccafissata” non più, per ovvi motivi, nella sede di via Forno ma nella struttura gentilmente consessa di “Villa Piannè”. Quest’anno la Sezione del PCI di Matelica - Esanatoglia ha inteso festeggiare il centenario della Rivoluzione d’Ottobre - 1917/2017 - con un particolare impegno politico tant’è che a presiedere l’assemblea degli iscritti e simpatizzanti, prima della cena di autofinanziamento (è bene precisare che come PCI le nostre uniche forme di sostentamento economico sono il tesseramento e le cene), è stato il Segretario nazionale del nostro Partito compagno Mauro Alboresi. Una assemblea molto partecipata, certamente al di sopra delle nostre aspettative, che ha visto una relazione introduttiva del compagno Cesare Procaccini Segretario della Federazione di Macerata. Diversi interventi hanno sollecitato il compagno Alboresi a tracciare una panoramica sullo stato del nostro Partito che è bene ricordare si rifonda con l’Assemblea Costituente il 24/25/26 giu- gno 2016 a Bologna. Abbiamo aperto Sezioni su quasi tutto il territorio nazionale prosegue Alboresi il tesseramento 2017 va oltre ogni nostra cauta previsione per cui rileviamo che da parte di una con- siderevole opinione pubblica il nostro programma “+ Stato - Privato” è ampiamente condiviso. Successivamente gli oltre 130 partecipanti hanno potuto degustare la prelibatezza dello “Stoccafisso all’anconitana” la quale, grazie ai compagni di Ancona, è giunta alla sua 11^ edizione. Fra una portata e l’altra il compagno Alboresi ha voluto salutare i commensali ringraziandoli per la loro partecipazione. Il suo breve intervento è stato salutato da un forte e convinto applauso.

31/10/2017
La scure di Poste Italiane in arrivo anche in provincia di Macerata: 52 gli uffici postali a rischio chiusura, la maggior parte nel cratere

La scure di Poste Italiane in arrivo anche in provincia di Macerata: 52 gli uffici postali a rischio chiusura, la maggior parte nel cratere

Già avviata l'operazione che prevede la chiusura di 4300 uffici postali in tutta Italia, 159 quelli nelle Marche che dovrebbero quantomeno subire radicali riduzioni di orari di apertura se non la soppressione vera e propria entro il 2019, 52 quelli solo nella provincia di Macerata. Una scelta quella di Poste Italiane basata sulla razionalizzazione dicono, ma che già da tempo trova diversi oppositori. Infatti già molte sono le segnalazioni dei cittadini che si trovano e si troverebbero ancor più in difficoltà, famiglie che per un invio postale devono e dovranno fare diversi chilometri. Per non parlare della mole di lettere in giacenza, bollette consegnate dopo la scadenza, o addirittura raccomandate urgenti portate al destinatario "con calma". Questi i dati che risultano dalle prime verifiche effettuate. E non sono decisamente confortanti.   A lanciare l'allarme è Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento Cinque Stelle alla Camera dei Deputati. “Uno scenario che desta non poca preoccupazione - commenta Terzoni - Se da una parte è vero che oggi tante operazioni si possono fare online o altrove, penso soltanto alla possibilità di pagare una bolletta dal tabaccaio, dall’altra ci sono piccoli centri dove il servizio postale ha ancora un ruolo basilare, soprattutto laddove è alta la concentrazione di cittadini in là con gli anni. In base al documento di 124 pagine che ci è stato consegnato, gli uffici a cui diremo addio sono 52 nella provincia di Pesaro-Urbino, 11 in quella di Ancona, 52 in quella di Macerata, 22 in quella di Fermo e altri 22 in quella di Ascoli-Piceno, molti dei quali in piccole realtà o in comuni interni dove a breve per un invio postale bisognerà fare svariati chilometri. Comprendiamo l’esigenza di riorganizzazione di Poste Italiane, ma un taglio così netto ci pare una scelta scriteriata”.   Il Ministero risponde cercando di rassicurare, dicendo che in alcuni casi degli uffici rimarranno aperti due volte a settimana e che si tratta solo di un piano di razionalizzazione, ma al contrario delle intenzioni la risposta non rassicura per nulla.  "In base alle prime verifiche - prosegue la Terzoni - abbiamo appurato che non sono pochi nelle Marche gli uffici chiusi in via definitiva. Inoltre la scure su questo servizio ha prodotto una mole notevole di missive in giacenza, con bollette consegnate anche dopo la scadenza e compromettendo persino invii prioritari, come raccomandate dell'Inps, avvisi di Equitalia e telegrammi. Naturalmente come M5s non staremo a guardare, e chiederemo al ministro Graziano Delrio di prendere in mano la situazione, perché i cittadini in difficoltà per queste chiusure rischiano di diventare parecchi e molte famiglie ci stanno già inviando segnalazioni”. Un problema da risolvere con la massima urgenza, considerati i tempi stretti con cui si sta procedendo nell'effettuazione di questa manovra. Gli Uffici Postali del maceratese sub judice sono quelli di Acquacanina, Apiro, Appignano , Belforte del Chienti, Bolognola, Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Cingoli, Colmurano, Corridonia, Esanatoglia, Fiastra, Fiordimonte, Fiuminata, Gagliole, Gualdo, Loro Piceno, Matelica, Mogliano, Monte Cavallo, Monte San Martino, Montecassiano, Montefano, Montelupone, Morrovalle, Muccia, Penna San Giovanni, Petriolo, Pieve Torina, Pievebovigliana, Pioraco, Poggio San Vicino, Pollenza, Potenza Picena, Recanati, Ripe San Ginesio, San Ginesio, San Severino Marche, Sant'Angelo in Pontano, Sarnano, Sefro, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Tolentino, Treia, Urbisaglia, Ussita, Visso. Dalla lista evidente anche la chiusura di tantissimi uffici nel cratere dei comuni terremotati. Un ulteriore disagio quindi per le popolazioni colpite dal sisma. Viene da chiedersi se il Ministero abbia valutato anche questo di aspetto.    IN QUESTO LINK L’ELENCO DI TUTTI I 4300 UFFICI POSTALI INTERESSATI DAL PIANO DI RIORGANIZZAZIONE: https://www.poste.it/Elenco_def_Fase-3_Step-1.pdf

22/10/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433