Loro Piceno

Le calzature ecologiche di Naike Pascucci al Maker Faire di Roma

Le calzature ecologiche di Naike Pascucci al Maker Faire di Roma

Si è svolto nel fine settimana a Roma, il Maker Faire, il più importante spettacolo al mondo sull’innovazione, dove erano presenti invenzioni in campo scientifico e tecnologico, biomedicale, manifattura digitale, internet delle cose, alimentazione, agricoltura, clima, automazione e anche nuove forme di arte, spettacolo, musica e artigianato. Un evento family-friendly ricco di invenzioni e creatività, che celebra la cultura del "fai da te" in ambito tecnologico. Non una fiera per addetti ai lavori ma una manifestazione nata per soddisfare un pubblico di curiosi di tutte le età che vuole conoscere da vicino e sperimentare le invenzioni create dai makers. Al Maker Faire di Roma, quest'anno, erano presenti anche le innovative calzature Be Veggie di Naike Pascucci, la designer di Loro Piceno che produce scarpe in legno di ciliegio ed altri materiali innovativi ed ecosostenibili, usando materie prime vegane, 100% bio e cruelty free. "Sono molto contenta di questa esperienza - ci dice soddisfatta la stilista - perché c'è stato grande interesse per le mie creazioni, di cui, tramite il negozio della mia cliente romana Carlotta Filippini, esponevo la nuovissima linea invernale. Abbiamo avuto tanti visitatori allo stand, sia incuriositi per i materiali utilizzati che attratti dalla linea e dallo stile delle stesse e questo ci fa ben sperare per il futuro".

16/10/2018
Giornata del Fai d’autunno: boom di presenze a Loro Piceno

Giornata del Fai d’autunno: boom di presenze a Loro Piceno

Duemila persone a Loro Piceno per vedere tutti i luoghi d’interesse aperti per il tradizionale appuntamento d’autunno del Fai. Boom di presenze nel Comune in provincia di Macerata, scelto come unico della zona dalla delegazione locale. In tanti, nella giornata di ieri, domenica 14 ottobre, hanno raggiunto il centro di Loro Piceno per visitare la cucina seicentesca del castello di Brunforte, per vedere la chiesa di Santa Maria di Piazza, l’arco di Porta Pia, il chiostro di San Francesco e il  museo del vino cotto, quello delle Due Guerre e della Filatelia dell’Unione dei Monti Azzurri. Luoghi da scoprire, raccontati e resi ancora più interessanti dai ragazzi della scuola media cittadina, i volontari del Comune e del Fai e da tutti gli operatori che si sono resi disponibili per fare da ciceroni. Un’occasione, graditissima dai molti visitatori presenti, per vedere anche luoghi insoliti che per l’occasione sono stati aperti al pubblico. La giornata è stata arricchita anche da due appuntamenti importanti, la Corale Crux Fidelis di Francavilla d'Ete, diretta dal maestro Annarosa Agostini che si è esibita in concerto nella chiesa di Santa Maria in Piazza. Nel pomeriggio si sono tenuti anche i festeggiamenti per gli 80 anni di apertura della storica macelleria di Peppe Cotto, uno dei simboli del paese, e una delegazione del Comune di Campalto, in provincia di Venezia, è arrivata a Loro Piceno in bicicletta per ufficializzare l’amicizia.  

15/10/2018
Loro Piceno: la tradizione sulle tavole della mensa scolastica

Loro Piceno: la tradizione sulle tavole della mensa scolastica

Il progetto di educazione alimentare delle mense nelle scuole di Loro Piceno continua. E i bambini delle scuole dell’infanzia e primarie apprezzano molto la novità introdotta proprio oggi, venerdì 12 ottobre.  Dopo i tanti passi avanti fatti negli ultimi anni – dall’inserimento dei legumi nella dieta dei bambini, fino alla ricerca dei prodotti freschi, la pasta biologica a chilometro zero, l’introduzione delle mele della Valdaso e il ciambellone cucinato ad ogni inizio mese per festeggiare i compleanni – oggi i bambini hanno fatto il primo assaggio di un piatto della tradizione locale, i maltagliati coi fagioli. Piatto cucinato dalla cuoca Rosaria Minnicucci che è sempre disponibile e condivide le scelte dell’amministrazione che è piaciuto molto ai bambini. Ma oltre all’inserimento dei piatti della tradizione nel menù c’è di più: la scelta delle ricette è stata fatta con grande attenzione anche al periodo in cui nelle Marche si usa mangiare un determinato piatto. Con un calendario ben preciso,  nei prossimi mesi, verranno proposti assaggi di cibi che stanno scomparendo nell’alimentazione delle tavole e le insegnanti spiegheranno l’origine dei piatti e il legame che queste ricette avevano con i momenti della vita dei nonni e delle passate generazioni. Nei prossimi appuntamenti i bambini potranno mangiare la faraona in porchetta, la zuppa di cicerchia ma anche i quadrucci coi fagioli, i taglioli, il coniglio in porchetta, i vincisgrassi e l’oca arrosto. Un bel mondo per insegnare ai bambini le tradizioni anche attraverso la buona tavola.

Alla scoperta di Loro Piceno per le Giornate FAI d’Autunno 2018

Alla scoperta di Loro Piceno per le Giornate FAI d’Autunno 2018

Loro Piceno è il protagonista della tappa maceratese della Giornata Fai d’Autunno 2018. Domenica 14 ottobre ritorna puntuale l’appuntamento con l’arte, la cultura e la bellezza di un’Italia tutta da scoprire. La Delegazione Fai Macerata svelerà al pubblico i gioielli del magnifico centro storico di Loro Piceno con la proposta di un viaggio inedito tra la storia, l’arte ed i sapori di un territorio unico. Grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale della città apriranno le loro porte il Castello di Brunforte con la cucina seicentesca ed iL refettorio, la Chiesa del Corpus Domini, il Chiostro di San Francesco, la chiesa di Santa Maria in Piazza e la “Cantina del prete”. Come sempre, le visite guidate sono curate dagli apprendisti ciceroni che per l’edizione 2018 delle Giornate Fai d’autunno saranno i ragazzi della scuola Media Statale Giovanni XXIII di Loro Piceno. Le visite inizieranno alle ore 10.00 con l’ultimo ingresso previsto alle ore 18.00 e la chiusura per la pausa pranzo dalle 13.00 alle 14.30. Il Castello di Brunforte domina da secoli il paesaggio dell’antico borgo di Loro Piceno e conserva ancora oggi decorazioni ed arredi che ricordano il suo glorioso passato, tra cui la cucina seicentesca, che apre una finestra unica nella vita quotidiana di quattro secoli fa. Sarà visitabile anche la foresteria ed il refettorio coperto a volte ed arredato con pregiati tavoli a banco in stile “fratino” veneziano degli inizi del Settecento. Da non perdere nemmeno la vista al Chiostro di San Francesco con i suoi magnifici affreschi che raccontano la vita del santo di Assisi e la Chiesa di Santa Maria in Piazza con il reliquiario delle santissime Spine, l’affresco della Madonna del latte ed Il martirio di Santa Veneranda Parasceve. Dalla visita di Loro Piceno non poteva mancare il vino cotto. A la “Cantina del prete” si potrà degustare il vino cotto, un prodotto tradizionale e tipico marchigiano, in particolare del maceratese, che, però, nel territorio lorese ha ricevuto caratteristiche uniche. I palazzi nobiliari e padronali di Loro Piceno, infatti, nascondono le cantine dove avviene la pigiatura dell’uva e la bollitura del mosto in voluminose caldaie, rigorosamente in rame e riscaldate in forni a legna. Ciò che rende unico il vino cotto di Loro Piceno è proprio l’ambiente in cui viene prodotto, il metodo di preparazione i cui origini si perdono nella notte dei tempi, il tipo di vitigno utilizzato, le caratteristiche del terreno ed il sole e il vento che tocca terra e frutti. “Siamo entusiasti di queste Giornate Fai d’Autunno - afferma la capodelegazione, Maria Paola Scialdone - soprattutto perché Loro Picena era stata la nostra scelta nell’edizione 2016 prima del sisma; purtroppo due anni fa il terremoto ha reso impossibile lo svolgimento dell’evento, ma quest’anno vogliamo ripartire proprio da qui per ricordare che l’intera delegazione Fai è vicina ai luoghi terremotati, oltre che a mostrare ancora una volta la bellezza e l’importanza dell’immenso patrimonio artistico e culturale che custodisce la nostra provincia”. L’appuntamento, dunque, è per domenica 14 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 18.00 con la chiusura dei luoghi per la pausa pranzo dalle 13.00 alle 14.30. L’ultimo ingresso è previsto alle ore 18.00 e le visite sono ad offerta libera. Tutte le offerte raccolte dalla Delegazione Fai Macerata saranno destinate al recupero e al mantenimento dei beni FAI, tra i quali va ricordato l’Orto delle Monache di Recanati, porzione del Colle dell’Infinito che sarà aperta al pubblico nel 2019.    

10/10/2018
Il vino cotto di Loro Piceno approda a Fico Eataly World di Bologna

Il vino cotto di Loro Piceno approda a Fico Eataly World di Bologna

Sabato 6 e domenica 7 ottobre il Comune di Loro Piceno, patria del “vino cotto”, sarà protagonista a FICO Eataly World, il più grande parco agroalimentare al mondo aperto a Bologna lo scorso novembre. All’interno del Chiosco della Regione Marche gestito da Food Brand Marche - associazione che riunisce i produttori delle eccellenze enogastronomiche marchigiane - Loro Piceno promuoverà il territorio e le sue eccellenze, organizzando delle degustazioni di vino cotto offerto dai cinque produttori ufficiali loresi (Azienda Agricola Tiberi, Caonà, Taccari, Il Lorese e Bernabei), che sarà  accompagnato da dolci e prodotti tipici della zona.  Il pubblico di FICO, quindi, che recentemente ha superato i 2 milioni di visitatori, avrà l’opportunità di scoprire l’unicità e le tradizioni legate a questo eccezionale vino: un vino forte, limpido, dal profumo fruttato e dal sapore in perfetto equilibrio fra acidità e dolcezza. Conosciuto fin dall’epoca romana e anche nel Medioevo, oggi il vino cotto di Loro Piceno è inserito nell’elenco nazionale dei prodotti tradizionali. La sua unicità è determinata da diversi fattori: l’ambiente in cui viene realizzato, il metodo di preparazione, antico e tradizionale, il tipo di vitigni, le caratteristiche del terreno, il tipo di caldaio usato e l’abilità dei produttori. Tradizionalmente il vino cotto veniva consumato come un normale vino da tavola; ora, invece, è più spesso indicato come vino da dessert e viene bevuto insieme a biscotti secchi, torte o pezzettini di pesca. Per sapere di più su Loro Piceno e sul vino cotto è possibile visitare il sito www.viviloropiceno.com. Per informazioni su FICO e sugli eventi in corso nel Chiosco di Food Brand Marche è possibile visitare le pagine Facebook e Instagram di Food Brand Marche o il sito  www.eatalyworld.it.    

04/10/2018
Il vino cotto di Loro Piceno “approda” a Capri

Il vino cotto di Loro Piceno “approda” a Capri

Nell’esclusiva cornice di Villa San Michele ad Anacapri, casamuseo di Axel Munth e noto centro culturale dell’isola di Capri, ieri sera si è tenuto il vernissage della mostra d’arte contemporanea delle etichette d’autore del vino cotto di Loro Piceno. Le opere di Roberto Torregiani, Björn Melin e Karl Momen resteranno in mostra nel museo di Villa San Michele per tutto il mese di settembre. La mostra è stata curata da Olle Granath, direttore della Galleria di Stoccolma, con la collaborazione degli svedesi Eva e Karl Gustav Yrwing, oramai cittadini adottivi di Loro Piceno. La mostra da ampia visibilità anche al Comune di Loro Piceno e al Vino Cotto protagonista ieri con una degustazione che ha allietato i numerosi visitatori presenti. Sono stati descritti tutti i vini delle sei Cantine Loresi - Azienda David Tiberi, Cantina Il Lorese, Caona’, Azienda Vin Cotto del Leprotto Azienda Mastrocola e Premiata Cantina Bernabei - con abbinamenti della tradizione marchigiana, dalle pesche, al ciauscolo fino ai cantucci artigianali e dolci secchi. Le foto artistiche di Giordano Emiliozzi sulla produzione antica del vino cotto hanno consentito al pubblico internazionale presente di comprendere la tecnica di realizzazione di questo meraviglioso prodotto. “L’occasione che ci ha dato Kristina Kappelin, sovrintendente e console di Svezia, oltre che direttrice del museo di Villa San Michele è unica - commenta il Sindaco di Loro Piceno Ilenia Catalini - Villa San Michele è un luogo incantevole visitato da oltre 600 persone al giorno. In aggiunta alla mostra il cui Catalogo parla di Loro Piceno e della bellezza dei nostri territori, il vino cotto resterà protagonista per tutto il mese di esposizione. Una parte del Café Casa Oliv all’interno del giardino della Villa infatti mostra il nostro prodotto ai numerosi fruitori e grazie alla generosità dei produttori che hanno messo a disposizione diverse bottiglie di vino cotto, verrà offerto in altre occasioni ai fruitori del museo perché la promozione duri tutta la durata della mostra. Allo stesso modo resteranno esposte ai visitatori le foto di Loro Piceno e del vino cotto che Giordano Emiliozzi ha saputo immortalare in scatti poetici”.

02/09/2018
Loro Piceno, un fulmine provoca un incendio

Loro Piceno, un fulmine provoca un incendio

Un fulmine caduto durante il forte temporale di venerdì pomeriggio ha causato un incendio di balle di paglia nelle campagne di Loro Piceno. La paglia era accatastata in mezzo a un campo, quando improvvisamente è stata centrata dal fulmine e nel giro di pochi secondi si sono sviluppate le fiamme che l'hanno completamente divorata. Non sono state coinvolte strutture vicine nè, fortunatamente, persone.   

01/09/2018
Al via i lavori della nuova scuola antisismica di Loro Piceno

Al via i lavori della nuova scuola antisismica di Loro Piceno

Al via il cantiere della nuova scuola primaria "Santini" di Loro Piceno, frutto di un'ingente donazione del gruppo Unipol.Il commissario straordinario per la ricostruzione del sisma in Centro Italia, Paola De Micheli, sottolinea l'importanza dell'avvio dei lavori: "Un'altra scuola nel cratere del terremoto del 2016 verrà realizzata grazie alla proficua collaborazione tra le istituzioni pubbliche e il privato. Dobbiamo ringraziare il gruppo Unipol e la generosità dei suoi dipendenti che hanno messo a disposizione una somma considerevole per realizzare il nuovo edificio completamente antisismico"."Mettere nelle condizioni migliori i più piccoli per studiare e crescere - afferma - è il presupposto fondamentale per dare un futuro alle comunità colpite dal sisma e un messaggio di fiducia per una piena ripresa sociale ed economica. La scuola di Loro Piceno è un ulteriore importante tassello del mosaico della ricostruzione che procede nonostante le difficoltà da superare ogni giorno".  Nella giornata odierna sono stati infatti consegnati i lavori che prevedono 100 giorni di cantiere, la nuova scuola sarà pronta entro fine anno. Il costo previsto è di un milione e 318mila euro: un milione è frutto della donazione da parte del gruppo Unipol, raccolto tra i dipendenti e collaboratori dell'azienda.La primaria "Santini" di Loro Piceno, situata in viale della Vittoria, sarà costituita da un edificio a due piani su un'area di circa 800 metri quadrati. Ospiterà cinque classi di scuola primaria per i circa 100 alunni previsti, più gli altri spazi riservati all'amministrazione e ai docenti, la biblioteca le altre attività integrative. La struttura sarà realizzata sulla base dei canoni costruttivi più avanzati, altamente efficiente dal punto di vista del risparmio energetico e completamente antisismica come edificio strategico di protezione civile.

27/08/2018
Loro Piceno, grande successo per "Be Veggie" di Naike Pascucci al festival del vino cotto

Loro Piceno, grande successo per "Be Veggie" di Naike Pascucci al festival del vino cotto

Si è chiuso ieri a Loro Piceno, con l'ennesimo successo di pubblico, il 47° Festival del Vino Cotto, con molti turisti provenienti anche dall'estero, come accade ormai da diverso tempo. Tra gli stand presenti, per la prima volta, quest'anno c'è stato anche quello della lorese Naike Pascucci, con la sua collezione di scarpe ecosostenibili "Be Veggie" che ci parla, con molta soddisfazione, di un grande interessamento da parte del pubblico nella sua linea prodotti. "A differenza di quanto si potrebbe credere, data la definizione delle mie scarpe come 'vegane' - ci dice la giovane - l'interessamento è stato quasi esclusivamente da parte degli 'onnivori', attenti soprattutto allo stile eclettico della calzatura oltre che ai materiali naturali e biologici come il legno di ciliegio e il sughero". "Ho avuto diversi contatti anche da stranieri - continua la designer - in particolare inglesi e olandesi, tutti molto curiosi di conoscere i particolari dei materiali utilizzati, come ad esempio il ciliegio. Proprio con uno degli olandesi passati allo stand, si potrebbero avere sviluppi commerciali, dato che gestisce uno shop online di prodotti marchigiani per i suoi connazionali ed è rimasto favorevolmente impressionato dalle mie creazioni". Grossa soddisfazione quindi per l'esito dell'esposizione, sia come affluenza di pubblico ma anche di ordini, per la stilista lorese, che nonostante l'artigianalità delle sue produzioni, assicura la realizzazione e la consegna in sole due settimane.

20/08/2018
MI_MarcheIperespressioniste, Enolo e il videomapping di Luca Agnani affascinano il pubblico

MI_MarcheIperespressioniste, Enolo e il videomapping di Luca Agnani affascinano il pubblico

Sulle note di “Libiamo ne’ lieti calici” dalla Traviata di Verdi, il videomapping di Luca Agnani restituisce vita ad Enolo che si staglia, coi suoi quattro metri e mezzo di altezza, fra le mura antiche di Loro Piceno e le creste dei Sibillini. Una magia che ha affascinato il pubblico del 47° Festival del vino cotto. “La luce nell’arte è la prima questione che abbiamo voluto indagare”, spiega David Miliozzi direttore artistico di MI_MarcheIperespressioniste, “perché è elemento archetipico, primordiale, qualcosa di cui l’uomo ha sempre avuto bisogno e del quale è andato alla ricerca fin dalla notte dei tempi, anche e soprattutto attraverso l’arte. Nel solco del percorso millenario che dalla luminosità divina dell’arte bizantina passando per i chiaroscuro di Caravaggio giunge fino all’arte contemporanea, lavoriamo affinché il nostro territorio possa farsi interprete di significati artistici nuovi e di qualità in luoghi affascinanti ed evocativi come quello di ieri sera”. Piena soddisfazione, dunque, per il primo dei sei appuntamenti di MI che è stato realizzato grazie al sostegno di Regione Marche, Rete museale dei Sibillini, “La Sibilla e i nuovi visionari” Festival del pensiero contemporaneo, Unione Montana dei Monti Azzurri, Comune di Loro Piceno, Arci Marche e Sibillini Festival Live. Uno speciale ringraziamento a Giancarlo Cossiri, proprietario della scultura Enolo. Da Loro Piceno MI prosegue a Serra de’ Conti, dove la rassegna prodotta dall’associazione musicale Appassionata fa la propria incursione sabato prossimo, 25 agosto, all’interno di “Ospite: Festa dell’Ospitalità”. Obiettivo dichiarato è la creazione di nuovi e poetici mondi attraverso le suggestioni che derivano dall’ibridazione di linguaggi artistici come il teatro, la fumettistica e la scenografia. MI torna nel maceratese sabato 1 settembre a Belforte del Chienti con la performance dei maestri dell’arte figurativa Silvio Craia e Rodolfo Craia, e il djset di Discodella.  Il calendario completo degli appuntamenti di MI, che sono gratuiti e aperti al pubblico, è disponibile su www.appassionataonline.it, e sulla pagina FB "Iperespressionismo".

19/08/2018
MI_MarcheIperEspressioniste al via: enolo da oggi in esposizione a Loro Piceno

MI_MarcheIperEspressioniste al via: enolo da oggi in esposizione a Loro Piceno

Enolo è arrivato stamani a Loro Piceno nel parco St Nikolai ed è da questo straordinario set, con l'antico castello Brunforte sullo sfondo, che prende il via MI_MarcheIperespressioniste, la rassegna di incursioni artistiche in sei appuntamenti ideata da David Miliozzi, prodotta da Appassionata e che coinvolge artisti marchigiani in 'dialogo' artistico con la scultura realizzata da Dante Ferretti. Sabato 18 agosto alle 19 all'installazione con la statua di vetroresina alta oltre quattro metri, già parte del "Popolo del cibo" dello scenografo premio Oscar e ora di proprietà del maceratese Giancarlo Cossiri, è dedicato l'incontro dal titolo “Le divinità enogastronomiche di Dante Ferretti, Enolo” che vede la partecipazione di Daniela Tisi, direttrice della Rete Museale dei Sibillini e consigliere Mibac, del sindaco di Loro Piceno Ilenia Catalini, di David Miliozzi e Andrea Trettaccone per MI. Alle 22, sempre nel parco St Nikolai, imperdibile il videomapping di Luca Agnani, perfomance di arte contemporanea appositamente ideata per MI_MarcheIperespressioniste e per "Enolo". Ciascuno dei sei appuntamenti di MI_MarcheIperespressioniste, che è una rassegna itinerante nelle province di Macerata, Ancona e Ascoli Piceno, si propone come una incursione di artisti e linguaggi ogni volta differenti grazie ad un lavoro di ricerca site specific che fa da motore di creatività. Quella di sabato 18 agosto è un'incursione artistica all'interno del ricco programma di iniziative del  Festival del vino cotto, giunto alla 47esima edizione ed occasione ideale per scoprire Loro Piceno e le sue straordinarie bellezze paesaggistiche, culturali ed artistiche oltre che enogastronomiche. Enolo, ispirato alle opere dell'artista milanese Arcimboldo e realizzato per l'Expo di Milano del 2015, è una reinterpretazione dei frutti della terra e del vino, uno degli elementi fondamentali della nutrizione, e in questo senso si inserisce nei diversi contesti del paesaggio marchigiano con le sue numerose sfaccettature. Rimarrà a Loro Piceno fino al 24 agosto quando ripartirà alla volta di Serra de' Conti, seconda tappa di MI.MI_MarcheIperespressioniste è realizzato grazie al contributo di Regione Marche, Rete Museale dei Sibillini, Arci Marche, Sibillini Live Festival, Unione Montana dei Monti Azzurri, Comuni di Ascoli Piceno, Belforte del Chienti, Loro Piceno, Ripe San Ginesio, Serra de' Conti, Serrapetrona, e in collaborazione con l'associazione NotteNera. Gli eventi di MI_MarcheIperespressioniste sono gratuiti e aperti al pubblico.

16/08/2018
In alto i "fiaschetti": dal 16 al 19 agosto torna a Loro Piceno il Festival del Vino Cotto

In alto i "fiaschetti": dal 16 al 19 agosto torna a Loro Piceno il Festival del Vino Cotto

Dal 16 al 19 agosto ritorna il festival più atteso dell’entroterra maceratese. Il Comune di Loro Piceno, con la collaborazione della associazione Divin Cotti e la direzione artistica di Inventori di Divertimento presentano da giovedì 16 a domenica 19 agosto a il 47° Festival del Vino Cotto. Il ricchissimo programma, sia culturale sia di intrattenimento, farà da “fil rouge” per questa rinnovata ed ancora più unica edizione. Per quello che riguarda la sezione cultura, gli eventi saranno unici, ricchissimi di personaggi famosi e magici come l’atmosfera che si respira nel bellissimo borgo dell’entroterra maceratese. Gli spettacoli di intrattenimento invece saranno più di trenta, suddivisi in sei palchi sparsi in tutto il centro storico della ridente cittadina con musica di ogni genere in modo da soddisfare ogni tipologia di avventore. Concerti, spettacoli, conferenze, mostre e molto altro... tutto da “gustare” sorseggiando un bel bicchiere di vino cotto. Ultimo, ma non di minor rilievo, sarà l’aspetto culinario. Infatti, ogni sera sarà possibile gustare prelibatezze di ogni genere in tutto il borgo, con varie soluzioni per tutti i gusti. E ogni sera, quindi, in alto i calici.... anzi, i “fiaschetti” di vino cotto!

15/08/2018
Ultimo appuntamento del Macerata Opera Festival con i concerti in cantina realizzati con IMT

Ultimo appuntamento del Macerata Opera Festival con i concerti in cantina realizzati con IMT

Si concludono domenica 12 agosto i concerti in cantina, appuntamenti che vedono il Macerata Opera Festival collaborare con l’IMT – Istituto Marchigiano di Tutela Vini e che anche quest’anno hanno registrato un buon riscontro di pubblico che ha potuto conoscere angoli e produttori diversi del territorio.Quest’ultimo concerto del festival 2018 sarà ospitato domenica 12 agosto alle ore 17.30 dalle Cantine Saputi di Villa le Vigne, a Loro Piceno (MC); una cantina dal sapore tradizionale, fondata negli anni ’60 con l’obiettivo di attenersi il più possibile all’antica tradizione contadina marchigiana. Tramandando la tradizione di padre in figlio, oggi la famiglia Saputi è arrivata alla quarta generazione di viticoltori senza mai perdere il forte legame con il territorio, ma anzi, proprio per amore di questo, scegliendo, a partire dal 2013, di iniziare un piano di trasformazione dell’agricoltura da tradizionale a biologica: dal 2016 infatti ha ottenuto la certificazione di poter scrivere in etichetta “prodotto biologico”. In questo ambiente totalmente #verdesperanza, si esibirà il Quartetto F.A.T.A: quattro flautiste - Lucia Paccamiccio, Marta Montanari, Alessandra Petrini ed Elisa Ercoli - che, per la creazione del loro gruppo, si sono ispirate proprio ai quattro elementi naturali, Fuoco, Acqua, Terra e Aria, con l’obiettivo di fondere le capacità e caratteristiche di ciascuna musicista proprio come interagiscono in natura i quatto elementi.Nel loro spettacolo, intitolato HOPE…ra! interpreteranno alcune delle più famose arie d’opera, cercando di ricreare con le loro elaborazioni un originale equilibrio tra energia, spiritualità, tenacia e leggerezza. L’appuntamento per concerto e degustazione (quest’ultima al prezzo di 10€) è per domenica 12 agosto alle ore 17.30 presso Villa le Vigne; l’agriturismo è raggiungibile anche tramite navetta gratuita in partenza dallo Sferisterio alle ore 16.30 (per prenotazioni tel. 3775003747).

11/08/2018
MI_MarcheIperespressioniste, sabato 18 agosto al via il primo appuntamento

MI_MarcheIperespressioniste, sabato 18 agosto al via il primo appuntamento

Si chiama MI_MarcheIperespressioniste la rassegna itinerante di incursioni artistiche, ideata da David Miliozzi e prodotta dall'associazione musicale Appassionata per la direzione di Andrea Trettaccone. Composta da 6 appuntamenti, prende il via sabato 18 agosto a Loro Piceno, per toccare poi Serra de' Conti (sabato 25 agosto), Belforte del Chienti (sabato 1 settembre), Serrapetrona (venerdì 7 settembre), Ascoli Piceno (domenica 16 settembre) per concludersi a Ripe San Ginesio (sabato 29 settembre). Comune denominatore di MI è Enolo, una delle gigantesche statue del "Popolo del cibo" alta 3,5 metri (più il basamento) che Dante Ferretti ha realizzato per l'Expo di Milano del 2015: dopo aver girato il mondo dal MoMA di New York al MoMAT di Tokyo, per la prima volta in assoluto Enolo viene esposto nelle Marche. Acquistata da Giancarlo Cossiri, titolare di IFI srl e che l'ha concessa per la realizzazione dell'iniziativa, quest'opera monumentale si offre al pubblico come sintesi di una moltitudine di linguaggi artistici i cui interpreti sono Luca Agnani, Teatro Rebis, Maicol&Mirco, Silvio e Rodolfo Craia, Discodella, Paolo Marzocchi ed Eugenio della Chiara. Nella rassegna MI ci sono concerti classici e performance artistiche, installazioni, videomapping e dj set, eventi gratuiti e aperti al pubblico. "Questo è il tempo dell’iperespressionismo", spiega David Miliozzi, "viviamo in una società ipercomunicativa in cui l’uomo si sente sempre più solo, una società ipertestuale dove diventa impossibile decodificare i messaggi, una società ipertecnologica dove le informazioni superano la capacità di interpretazione. Nulla come l’arte può aiutarci ad orientarci e dare forma autentica alla vita. L’espressione artistica, in ogni sua declinazione, è l'unico motore che conduce la vita verso il nuovo". Le incursioni hanno lo scopo di riportare al centro del discorso artistico l’importanza del contesto, del paesaggio.
Ciascuna delle tappe della rassegna si contraddistingue per una propria proposta artistica, un'incursione che si inserisce in altre iniziative: il "Festival del vino cotto" a Loro Piceno, "Ospite-Festa della reciprocità" a Serra de' Conti, "La Sibilla e i nuovi Visionari. Festival del pensiero contemporaneo" a Serrapetrona e i "Fumi cotti" a Ripe San Ginesio; e in luoghi evocativi e di assoluto fascino come Belforte del Chienti e Ascoli Piceno. "Per Appassionata, che collabora alla produzione di questa rassegna", dichiara Andrea Trettaccone, "MI è l'opportunità di approfondire il dialogo fra le arti, un elemento già presente nella stagione concertistica che portiamo al Lauro Rossi di Macerata ma che con MarcheIperespressioniste trova nuove forme di espressione e di nuovi modi di valorizzazione del patrimonio umano, paesaggistico, culturale e artistico del nostro territorio". L'opera di Dante Ferretti dialoga con ciascuna delle iniziative grazie ad un lavoro di ricerca site specific che farà da motore di creatività per generare nuovi e insospettabili significati. Giancarlo Cossiri, da autentico mecenate, ha acquistato e fatto restaurare Enolo e lo propone, attraverso la rassegna MI, al territorio marchigiano per un profondo desiderio di condivisione del bello artistico, di un'opera che altrimenti sarebbe finita all'estero e che invece così può tornare 'a casa'. MI_MarcheIperespressioniste è realizzato grazie al contributo di Regione Marche, Rete Museale dei Sibillini, Arci Marche, Sibillini Live Festival, Comunità Montana dei Monti Azzurri, Comuni di Ascoli Piceno, Belforte del Chienti, Loro Piceno, Ripe San Ginesio, Serra de' Conti, Serrapetrona, e in collaborazione con l'associazione NotteNera. Per l'allestimento e la posa in opera di Enolo si ringrazia Michele Piergiacomi. Tutti gli eventi di MI_MarcheIperespressioniste sono gratuiti e aperti al pubblico.  

06/08/2018
Loro Piceno, trattore si ribalta: grave un agricoltore

Loro Piceno, trattore si ribalta: grave un agricoltore

Grave incidente sul lavoro questa mattina intorno alle 9 a Loro Piceno in contrada Cerrone Varco. Per cause in corso di accertamento, un trattore si è ribaltato in un campo travolgendo l'uomo che era alla guida del mezzo agricolo. Una gamba dell'agricoltore è rimasta incastrata sotto il trattore. Immediatamente soccorso, sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che, viste le gravi condizioni in cui versava il ferito, ne hanno disposto il trasferimento in ospedale in eliambulanza.

06/08/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433