Petriolo

Camerino, Macerata, Petriolo e Recanati: al via le Giornate FAI d'Autunno

Camerino, Macerata, Petriolo e Recanati: al via le Giornate FAI d'Autunno

Dopo il grande successo delle Giornate FAI di Primavera, una festa del patrimonio culturale in cui migliaia di volontari aprono i tesori di tutt’Italia, il FAI ripete l’appuntamento e invita a partecipare alle Giornate FAI di autunno. Un weekend unico, irrepetibile, che sabato 12 e domenica 13 toccherà 260 città, coinvolte a sostegno della campagna di raccolta fondi del FAI – Fondo Ambiente Italiano “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva a ottobre. Anche la provincia di Macerata per questa edizione presenta un ricco calendario di aperture curate dalla Delegazione FAI Macerata: 11 beni selezionati perché speciali, curiosi, originali o bellissimi. Saranno tantissimi i giovani Apprendisti Ciceroni del FAI ad accompagnare lungo i percorsi tematici espressamente ideati per l’occasione, con l’obiettivo di trasferire il loro entusiasmo ai visitatori, nella scoperta di luoghi inediti e straordinari che caratterizzano il nostro panorama provinciale. Itinerari da percorrere per intero o in parte, che sono, quindi, l’opera collettiva dei nostri ragazzi, il risultato della forza delle nuove generazioni, simbolicamente incarnata in quel giovane che, duecento anni fa, a ventun anni, scrisse i versi immortali dell’Infinito: Giacomo Leopardi. Per questo l’edizione 2019 è dedicata a lui e alla sua poesia, su cui verte nella provincia di Macerata un’apertura speciale: l’Orto sul Colle dell’Infinito, ormai acquisito come Bene del FAI a Recanati, inaugurato lo scorso 26 settembre alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, luogo che ispirò la celeberrima poesia leopardiana (sempre visitabile e gratuito per gli aderenti dopo le Giornate d’Autunno), ma anche altre due aperture che si richiamano idealmente al tema dell’infinito, declinandolo in altre forme e maniere: l’illustrazione delle vicende storiche del complesso gentilizio della famiglia Costa a Macerata (palazzo nobiliare, ex chiesa di San Rocco, ex magazzini e scuderie, ora Magazzini UTO) che nel succedersi delle generazioni ha garantito nei secoli la creazione e preservazione di una parte importante dell’assetto urbano del centro cittadino e l’apertura straordinaria della zona rossa di Camerino, dell’Orto botanico “Carmela Cortini” dell’Università di Camerino, l’Archivio di Stato, luoghi segnati dal sisma ma comunque fruibili in parte in un percorso multimediale ad hoc che permette di perpetuare all’infinito la millenaria storia della città camerte, che neppure il tragico evento sismico può cancellare. Completa il tour camerinese la visita della splendida Rocca d’Ajello, proprietà privata con uno splendido giardino, riservata agli iscritti FAI (con possibilità di tesserarsi in loco). Per l’accesso in zona rossa il punto di ritrovo per il pubblico sarà piazza Cavour, dove verrà allestito un banco di benvenuto e fornito un caschetto da indossare all’interno della zona rossa. Il Comune autorizzerà l’ingresso nell’area solo ed esclusivamente ai visitatori muniti di carta d’identità e dopo la firma di una apposita liberatoria. Verranno quindi formati gruppi da circa 15/20 persone che saranno accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni e da tecnici abilitati. In collaborazione con Contram S.p.A. verrà offerto un servizio di bus navetta elettrica gratuito sabato dalle 15:00 alle 18:30 e domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 18:30 (Via Le Mosse: terminal bus Contram). Le aperture dedicate a Camerino saranno anticipate venerdì 11 ottobre alle ore 16,00 presso l’Archivio di Stato di Camerino dall’inaugurazione della mostra “Il cuore dell’Europa – I segreti della sezione dell’Archivio di Stato di Camerino” che custodisce uno dei documenti più antichi d’Europa e alle ore 18.00 a Macerata da un incontro presentazione del volume (per i tipi di LuighInteriori) “Camerino passato, presente e futuro” (Lounge del ristorante Vere Italie, via Crescimbeni 12, Macerata) in cui illustri relatori (Prof. Claudio Pettinari, Magnifico Rettore Università di Camerino, Avv. Corrado Zucconi G. Fonseca, Avv. Giuseppe De Rosa, Prof. Renato Mammucari) parleranno di Camerino come meta di viaggio e luogo dell’anima nei secoli. Seguirà al termine del simposio un cena gourmet realizzata con ricette e prodotti del territorio camerte a cura dello staff di Vere Italie (prenotazioni al 339 3855720). Completano la ricca offerta delle aperture nella provincia di Macerata due chicche particolari: la mostra nei magazzini UTO del complesso Costa dedicata ai 100 anni della Unione Tipografica Operaia (patrocinio FAI Macerata e Comune di Macerata), per la quale è anche previsto l’annullo filatelico (inaugurazione magazzini Uto, vicolo Consalvi Macerata, venerdì 11 alle ore 16.00 con una conferenza: “Economia e memoria di una città” del Prof. Giuseppe Rivetti dell’Università di Macerata:) e l’apertura eccezionale a Petriolo di Villa Catalani (per la sola giornata di domenica 13 ottobre e in esclusiva per gli iscritti al FAI, con possibilità di tesserarsi in loco), attualmente della famiglia Tamburri che conserva intatto uno splendido giardino con limonaia della seconda metà del '700 e un bellissimo ninfeo neoclassico. Nei pressi della Villa, sempre a Petriolo e aperti a tutti i visitatori anche non aderenti al FAI, la Delegazione FAI di Macerata apre anche due musei inediti: Il Museo dei legni processionali e il Museo delle macchine parlanti. Aperture di Macerata e Camerino: sabato 12 e domenica 13 ottobre 10-13 e 14.30 18.00 Aperture di Petriolo solo domenica 13 ottobre 10-13 e 14.30 18.00 Apertura di Recanati: sabato 12 e domenica 13 9.00-17.00

08/10/2019
"La tua Petriolo" puntualizza: "Mai affermato che ci sono nessi tra il mantenimento della zona rossa e l'aumento delle indennità"

"La tua Petriolo" puntualizza: "Mai affermato che ci sono nessi tra il mantenimento della zona rossa e l'aumento delle indennità"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato a firma dei rappresentanti della lista “La tua Petriolo” che prende le distanze in merito ad alcune dichiarazioni apparse sugli organi d’informazione negli scorsi 6 e 8 giugno. “In riferimento all’articolo apparso il 6 e 8 giugno su alcuni organi di informazione locali, i rappresentanti della lista “La Tua Petriolo” prendono le distanze dal titolo dello stesso non riconoscendolo come proprio, ma frutto dell’elaborazione di un giornalista di una testata. Ammettono che un periodo dell’articolo in questione poteva essere fuorviante e dare adito ad un’interpretazione lesiva  per i componenti della Giunta comunale e, a tal proposito, ribadiscono ancora una volta, che era ed è lungi da loro l’idea che i componenti della Giunta potessero, e possano, mantenere ancora una zona rossa per puro tornaconto personale. Sono consapevoli infatti che, per usufruire dell’aumento della indennità, la legge prevede l'istituzione e non il mantenimento della zona rossa” – concludono - .  

08/10/2019
Locali sfitti a Macerata, Urbisaglia e Petriolo, al via l'asta dell'Erap: come partecipare

Locali sfitti a Macerata, Urbisaglia e Petriolo, al via l'asta dell'Erap: come partecipare

Il Presidio di Macerata dell’Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica delle Marche ha indetto un’asta pubblica per la locazione dei locali sfitti nel Comune capoluogo, a Urbisaglia e a Petriolo. I locali che si trovano nel capoluogo sono ubicati in via Pace, 146, in via Natali 171, in via Pavese 64, in via Ignazio Silone 32/34, in via Ignazio Silone 36, in via dell’Acquedotto 68. A Petriolo i locali si trovano in via Giacomo Matteotti 6 mentre a Urbisaglia in via del Sacrario 3 e 5. L’esperimento d’asta si terrà il 7 novembre del 2019, presso la Sede dell’Ente (via Lorenzoni 167). Le offerte dovranno pervenire entro il 31 ottobre. I vari locali sono a uso negozio, magazzino e deposito. La locazione avrà una durata di sei anni per i locali commerciali e di un anno per le altre tipologie di utilizzo con la possibilità di rinnovo. Per ulteriori informazioni è possibile consultare i sito www.erapmarche.it

30/09/2019
Tutela dell'ambiente, 20mila euro per Petriolo dalla Regione Marche

Tutela dell'ambiente, 20mila euro per Petriolo dalla Regione Marche

Buone notizie nel giorno del Friday for Future a Petriolo. Mentre gli studenti si univano ai vari cortei organizzati anche in provincia per manifestare contro l’inquinamento globale e per il rispetto dell’ambiente, presso gli uffici comunali del paese è stata recapitata la comunicazione con la quale la Regione Marche finanzierà il progetto presentato in sostegno alle azioni collettive per la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico, oltre che per la tutela del suolo e la prevenzione dal dissesto idrogeologico e dalle alluvioni. A darne notizia è il sindaco di Petriolo Domenico Luciani: «Una bella coincidenza, nel giorno in cui giovani manifestano per il clima - ha spiegato -, un importante progetto per il nostro Comune accederà a un finanziamento per un importo pari a 20mila euro (per una spesa massima di 21.650 euro). Un altro obiettivo raggiunto grazie al lavoro di squadra tra Giunta, dipendenti comunali, professionisti esterni e cittadini - ha aggiunto -, i quali hanno partecipato alle riunioni pubbliche che sono state organizzate dall'Amministrazione comunale. Il mio ringraziamento va, dunque, a tutti coloro che hanno collaborato all'ottenimento di questo importante risultato». Il tema ambientale è di stretta attualità anche a Petriolo. Alle azioni portate avanti dal Sindaco e dagli Assessori si sono aggiunte anche quelle degli studenti. Armati di guanti e sacchetti, con addosso giubbetti ad alta visibilità, i ragazzi e le ragazze della classe terza della scuola secondaria di primo grado di Petriolo la scorsa settimana hanno ripulito il centro storico e le vie limitrofe dai rifiuti abbandonati sulla scia dell'esempio offerto dalla giovanissima Greta Thunberg. Non solo note positive: alcuni giorni dopo lo stesso sindaco Luciani aveva allertato le Forze dell’Ordine per l’abbandono di alcuni rifiuti e materiale da cantiere in zona Fiastra, lungo le rive del torrente: «Mi sono recato sul posto e ho contattato i Carabinieri di Mogliano - ha detto Luciani -, i quali sono intervenuti prontamente e a stretto giro hanno individuato l'autore di questo scempio. È paradossale che mentre i giovani manifestano e si danno da fare per salvare il pianeta, qualcuno si permette di farci e di far loro questo affronto».

28/09/2019
Petriolo, i giovani ripuliscono il centro storico dai rifiuti abbandonati

Petriolo, i giovani ripuliscono il centro storico dai rifiuti abbandonati

Armati di guanti e sacchetti, con addosso giubbetti ad alta visibilità, i ragazzi e le ragazze della classe seconda della scuola secondaria di primo grado di Petriolo hanno ripulito il centro storico e le vie limitrofe dai rifiuti abbandonati. Sulla scia dell'esempio offerto dalla giovanissima Greta Thunberg, l'idea è nata dallo studente Lorenzo Grillo a seguito di un confronto coi propri genitori sui temi ambientali. Ha fatto seguito l'iniziativa "Monday for Future" che ha coinvolto i suoi compagni di classe trascorrendo uno degli ultimi pomeriggi prima del suono della campanella raccogliendo la plastica lasciata in giro dagli adulti. Triste verificare come si sia raccolto di tutto, dalle bottiglie di plastica alle lattine, poi brick, mozziconi e pacchetti di sigarette, fino a carte da gioco abbandonate. "Qualcuno mentre ci vedeva raccogliere l’immondizia sembrava scandalizzato", hanno confidato i giovani un po’ rammaricati e il sindaco Domenico Luciani ha voluto perciò sottolineare l’assurdità di questo comportamento. "Ci sorprende o peggio scandalizza più chi raccoglie i rifiuti che chi li abbandona, mentre questa, lo dico a nome di tutta l'Amministrazione comunale, è assolutamente una lodevole iniziativa". Una testimonianza di come le tematiche ambientali siano molto sentite dalle nuove generazioni che stanno dimostrando un'alta sensibilità. "Per questo avvieremo dei progetti con le scuole - ha aggiunto Luciani -, tali da rimarcare le buone pratiche e i comportamenti pro-ambiente". I giovani sono stati poi invitati per un ringraziamento ufficiale in Comune. "Tutti possiamo fare di più e i ragazzi ce lo hanno ricordato dando in silenzio una bella lezione di vita a tutta la popolazione - ha affermato il vice sindaco Enrico Vissani -, è bello convocare i giovani per ringraziarli e complimentarci per le loro azioni, questo è un grande segno di speranza e fiducia nelle nuove generazioni". La notizia è stata commentata anche dal consigliere Matteo Matteucci. "Ci auguriamo che questa sia solo la prima importante iniziativa spontanea e che seguiranno altri gesti di buona volontà per salvaguardare l’ambiente. In fondo basterebbe poco, nel quotidiano, con una corretta differenziazione dei rifiuti ed evitando di abbandonare anche la più piccola cartaccia per strada".

15/09/2019
Nuovo bando per disoccupati over 30 promosso dalla Regione Marche

Nuovo bando per disoccupati over 30 promosso dalla Regione Marche

Fino al 9 settembre possono essere presentate le candidature da parte di disoccupati, che abbiano compiuto 30 anni di età, che sono interessati a realizzare un progetto nei Comuni di Macerata o Petriolo, nell’ambito di una iniziativa promossa dalla Regione Marche I soggetti richiesti sono nove, la durata dell’attività è di nove mesi con orario settimanale di 25 ore l’indennità è di 700 euro mensili al lordo delle ritenute. Gli ambiti d’intervento dei progetti sono: attività culturali di tutela e valorizzazione dei beni culturali; attività ausiliarie di tipo sociale; attività educative e ricreative; attività specialistiche e ad alto contenuto innovativo. Tra i requisiti il diploma di Scuola Media Superiore e/o diploma di laurea, breve o magistrale, o certificazione di equipollenza,  aver compiuto 30 anni di età alla data di presentazione della domanda; essere residenti nei Comuni di Apiro, Appignano, Cingoli, Corridonia, Macerata, Mogliano, Montecassiano, Petriolo, Poggio San Vicino, Pollenza, Treia ed essere disoccupato e iscritto al centro per l’Impiego. È possibile presentare la domanda di manifestazione di interesse presentandosi personalmente al Centro per l´Impiego di Macerata entro le ore 12 del  9 settembre 2019. Si tratta di un intervento sperimentale attivato dalla Regione Marche per promuovere azioni sostenibili, anche in rete fra Comuni, finalizzate a  dare risposte più efficaci ed efficienti per il territorio attraverso il coinvolgimento dei cittadini disoccupati che diventano parte attiva del miglioramento dei servizi della loro comunità con un'esperienza lavorativa temporanea. Il 30 settembre saranno pubblicate le graduatorie dei progetti selezionati. Informazioni al centro per l’impiego di Macerata.

02/09/2019
Tragico incidente a Morrovalle, domani il funerale di Paolo Petrini

Tragico incidente a Morrovalle, domani il funerale di Paolo Petrini

È  stato fissato per domani alle 16:00 a Petriolo, presso la chiesa dei Santi Martino e Marco, il funerale del 48enne Paolo Petrini, che ha perso la vita nel pomeriggio di ieri, in un tragico incidente stradale avvenuto a Morrovalle in località Palombaretta. I familiari hanno scelto la chiesa di Petriolo perché è la stessa dove si era sposato. Paolo Petrini era originario di Montegranaro, ma viveva a Corridonia con la moglie, Simona Maurizi, e la figlia Sara.  

30/08/2019
"Sibillini e dintorni" fa tappa a Corridonia e Petriolo: la kermesse entra nel vivo (FOTO)

"Sibillini e dintorni" fa tappa a Corridonia e Petriolo: la kermesse entra nel vivo (FOTO)

Entra nel vivo lo spettacolo di grande suggestione di Sibillini e dintorni, mix unico di storia, tecnologia e passione che sfila in questi giorni per le vie del maceratese.  Il raduno di auto d'epoca ideato da Massimo Serra e promosso dalla Scuderia Marche-Club Motori Storici di Macerata ha fatto tappa ieri ad Appignano e stamani è arrivato a Corridonia e Petriolo, alle 18 di oggi a Porto Recanati dopo aver percorso la Provinciale 571 'Regina', mentre domani (venerdì 23 agosto) alle 10 è a San Severino Marche in piazza del popolo, e alle 21.30 in Corso Cavour e Piazza della Libertà a Macerata per la Rievocazione storica del Circuito della Vittoria. Nell'ultimo giorno di questa edizione, il 24 agosto, alle 9 è la volta di Pollenza per proseguire, alle 11, al Corridomnia. Alle 21 di sabato allo Sferisterio si accendono le Luci della ribalta per la serata di beneficenza a favore della Croce Rossa Italiana.  Dalla Sibilla al mare la kermesse motoristica più premiata d'Italia porta nel maceratese oltre cinquanta vetture di straordinario prestigio, modelli unici in prevalenza della prima metà del Novecento e provenienti da tante regioni d'Italia - dal Piemonte alla Puglia, dal Lazio al Veneto passando per la Toscana, l'Umbria, l'Emilia Romagna e, naturalmente, le Marche. Il pubblico restituisce l'abbraccio con grande calore. In tanti accorrono per vedere questi pezzi straordinari che parlano della nostra storia, del nostro costume, di epoche passate ma ancora vicine. Spettacolo nello spettacolo, intere famiglie affacciate alle abitazioni lungo il percorso per salutare il passaggio delle auto.  Calore e umanità che arrivano al cuore degli organizzatori, in particolare, al fianco di Massimo Serra ci sono Andrea Dari, Nicola Fermani, Armando Grassetti e Luigi Molini, che per mesi hanno lavorato alla cura di ogni dettaglio per offrire ai maceratesi di sette Comuni diversi l'inimitabile carovana di Sibillini e dintorni. "Meravigliosa e imprescindibile la collaborazione con le amministrazioni comunali", sottolinea Massimo Serra, "è solo grazie alla sinergia con i rappresentanti del territorio che si possono organizzare iniziative itineranti come la nostra, apprezzata in Italia e all'estero". Le auto più antiche partecipanti a questa edizione del raduno sono la Peugeot Tipo 69 Bebè del 1905, che viene appositamente dal Museo dell'Automobile di Torino, una Wolseley Siddeley Limousine del 1911 e una strepitosa OM 465 Corsa del 1918, la casa costruttrice della vettura che vinse la prima Mille Miglia nel 1927. Quest'auto, in particolare, fa parte di una collezione toscana di vetture 'conservate' ossia non restaurate e per questo di particolare pregio. Fra le più recenti, ci sono una Aurelia B24 del 1956 dello stesso modello guidato da Gassman nel film 'Il sorpasso' e una Jaguar E Type spider del 1969 (la versione coupé ha conquistato il cuore di milioni di lettori nelle avventure a fumetti di Diabolik). Chicca di questa edizione di Sibillini e dintorni è la partecipazione di equipaggi alla guida di una moto Triumph Tipo H del 1917 e di una Indian Big Chief del 1924.  

22/08/2019
Miglioramento energetico: Petriolo nella graduatoria regionale con due progetti

Miglioramento energetico: Petriolo nella graduatoria regionale con due progetti

Ennesima soddisfazione per il Comune di Petriolo. Sono ben due i progetti che figurano nella graduatoria del bando della Regione Marche per interventi di miglioramento energetico. Le proposte di finanziamento si sono classificate rispettivamente al 9° e al 14° posto con un contributo regionale di 62.982,77 euro (su una spesa ammissibile di 83.977,02 euro, con un punteggio di 9,39) e di 412.152,35 euro (su 529.536,46 euro, con punteggio di 7,52). Per il bando sono stati complessivamente stanziati oltre 4,2 milioni di euro per 18 domande ricomprese all’interno del programma Por Fesr Marche 2014-2020 per “Interventi di efficienza energetica negli edifici pubblici”. Con il bando la Regione Marche ha inteso sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori. La riduzione progressiva dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture a uso pubblico è stata, dunque, incentivata, attraverso interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi, l’installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione di consumi energetici e delle emissioni inquinanti. "Nel corso del 2018 abbiamo partecipato al bando con progetti riguardanti la scuola elementare (i cui lavori sono in corso di realizzazione) e gli ambulatori medici - ha spiegato con evidente soddisfazione il sindaco di Petriolo Domenico Luciani -. Entrambi risultano tra i pochi che a livello regionale riceveranno un significativo contributo a fondo perduto".  Rispetto alla scuola primaria “Ginobili”, gli oltre 412mila euro del finanziamento regionale andranno ad aggiungersi ad altri 432mila euro risultanti dal contributo del Gse (Gestore Servizi Energetici). "Questo ci consentirà di rimodulare in maniera significativa il mutuo con cui è stato finanziato l’intervento - ha aggiunto il sindaco Luciani -, che, seppur a tasso agevolato, avrebbe gravato sui bilanci comunali per i prossimi 20 anni. Al contempo, potremo liberare risorse per finanziare la realizzazione di altre opere molto sentite dalla cittadinanza".

17/08/2019
Petriolo, riaperti al pubblico i giardini "San Giovanni Paolo II": opera da 40mila euro

Petriolo, riaperti al pubblico i giardini "San Giovanni Paolo II": opera da 40mila euro

Riaperti al pubblico i giardini intitolati a San Giovanni Paolo II a Petriolo. Tante famiglie con i loro bambini sono accorsi a questa importante occasione di rinascita per il borgo duramente colpito dal terremoto. Tra i presenti alla cerimonia di inaugurazione anche il commissario straordinario alla ricostruzione Piero Farabollini e l’assessore regionale alla protezione civile Angelo Sciapichetti. «La soddisfazione più grande è stata quello di vedere tanti bambini tornare a giocare e a divertirsi in questo luogo così importante per Petriolo», ha detto il sindaco Domenico Luciani, ricordando come tale spazio, nel 1923, fu pensato come “Parco della Rimembranza”, ovvero tra i viali e tra i giardini realizzati in Italia in onore dei caduti durante la Prima Guerra Mondiale. All’epoca, ingente fu il contributo dei petriolesi, i quali donarono ben 772 lire delle 1500 necessarie per il parco. Quella del restyling odierno dei giardini è invece stata possibile grazie anche all’utilizzo del fondo degli sms solidali promosso nel Centro Italia dopo il sisma. Il costo totale dei lavori eseguiti, iniziati lo scorso 9 maggio e che hanno visto la realizzazione di nuovi giochi, un nuovo manto erboso, l’adeguamento agli standard di sicurezza e altre migliorie, è pari a circa 40mila euro. «Vogliamo celebrare questa apertura come segnale importante della rinascita della nostra comunità - ha aggiunto il sindaco Luciani -, non ci illudiamo, la strada per la ricostruzione è ancora lunga, ma è proprio grazie a segnali come questo che la comunità riprende fiducia e speranza per un domani migliore».

10/08/2019
Petriolo, riaprono i  giardini "San Giovanni Paolo II" dopo i lavori

Petriolo, riaprono i giardini "San Giovanni Paolo II" dopo i lavori

Ancora una buona notizia per il Comune di Petriolo dopo il sisma del 2016, domani, giovedì 8 agosto, a partire dalle ore 18, verranno riaperti al pubblico i giardini pubblici intitolati a San Giovanni Paolo II. Con delibera del settembre 2018, la Giunta guidata dal sindaco Domenico Luciani aveva demandato all’Ufficio Lavori Pubblici la redazione del progetto per la sistemazione del parco. Costo del restyling: circa 40mila euro, cifra stanziata grazie al fondo degli “Sms solidali” a seguito del terremoto che ha devastato gran parte del Centro Italia e colpito anche il borgo di Petriolo.  I lavori sono così iniziati lo scorso 9 maggio e hanno visto la realizzazione di nuovi giochi, un nuovo manto erboso, l’adeguamento agli standard di sicurezza e altre migliorie. «Si tratta di un intervento che permetterà a tutti, adulti e bambini della nostra comunità, di tornare a divertirsi in uno dei luoghi più cari ai petriolesi», ha affermato il vice sindaco Enrico Vissani. Importante è anche la storia del parco: «Dalla fine della Prima guerra mondiale in molti Comuni italiani furono costituiti i Parchi della Rimembranza - ha spiegato Vissani -, ovvero viali e giardini per ricordare i caduti durante il tragico conflitto. Il parco di Petriolo, oggi giardino comunale “San Giovanni Paolo II”, fu inaugurato in tale contesto il 4 novembre del 1923.  Venne anche consegnata la Medaglia d’oro al Maestro Luigi Ginobili, padre del folclorista e poeta dialettale Giovanni Ginobili, per onorare il 40esimo anniversario di insegnamento». I lavori del parco all’epoca ammontarono a 1.495,85 lire, delle quali 772 lire raccolte grazie alle offerte petriolesi. Generosità precorritrice degli sms solidali che consentiranno quasi 100 anni di tornare a disporre del parco.  

07/08/2019
Matelica, cade col parapendio: trasportato al Torrette in eliambulanza

Matelica, cade col parapendio: trasportato al Torrette in eliambulanza

Nella tarda mattinata di oggi, intorno alle ore 12:20, un uomo di 53 anni è caduto con il parapendio da una decina di metri per cause ancora in corso di accertamento nel territorio comunale di Matelica. L'impatto al suolo è stato rovinoso ed è avvenuto all'interno di un campo coltivato.  Sul posto sono immediatamente intervenuti i sanitari del 118 che, una volta accertatisi delle condizioni del cinquantenne, ne hanno disposto il trasferimento in eliambulanza presso l'Ospedale Torrette di Ancona: si trova in codice rosso.  (Servizio in aggiornamento)  (Foto di repertorio)

03/08/2019
Bando "Sport e Periferie 2018": la graduatoria ufficiale conferma Petriolo ai vertici con due progetti

Bando "Sport e Periferie 2018": la graduatoria ufficiale conferma Petriolo ai vertici con due progetti

"Un grande risultato per lo sport e la rinascita di Petriolo". È evidente la soddisfazione del sindaco Domenico Luciani alla conferma del finanziamento di 500mila euro ciascuno per i progetti di nuovi impianti sportivi presentati dalle locali società “Le Muse” e “ San Marco”, attraverso il bando “Sport e periferie 2018". La pubblicazione della graduatoria nazionale ha ufficialmente chiuso l'iter procedurale dello scorso anno. In attesa che si riaprano i “giochi” per il 2019, il primo cittadino di Petriolo rivolge i complimenti suoi e della Giunta alle due società sportive. Il finanziamento è riferibile alla realizzazione del nuovo polo sportivo, il cui progetto di fattibilità è stato approvato dalla Giunta nel dicembre scorso. L’interesse dell’Amministrazione comunale era quello di avviare una collaborazione fattiva con Enti no profit, associazioni sportive e quanti volessero dimostrare interesse verso questo progetto. Operativamente, la proposta prevede tre lotti: un palazzetto polifunzionale (per attività come calcio a 5, basket, volley, ginnastica ritmica, danza e fitness); un campo da tennis con annesso piazzale dello sport; e un campo da calcio, utilizzabile anche per cricket, calciotto, rugby e hochey.  Con i due progetti in graduatoria verranno finanziati il campo da calcio (lotto 3, con l’Asd “San Marco”) e il palazzetto dello sport (lotto 1, con l’Asd “Le Muse”), mentre il terzo lotto, di minore entità economica, potrebbe essere portato avanti da un’altra Associazione una volta reso noto il bando “Sport e periferie 2019". "Il progetto presentato dalla Asd “San Marco” si è classificato al decimo posto, mentre quello della Asd “Le Muse” al tredicesimo, raccogliendo rispettivamente un punteggio di 71,3 e 70,9 – ha precisato ancora Luciani -. Si tratta di un'ottima notizia che va a sommarsi alle iniziative messe in campo per arrestare il calo demografico e invogliare le persone ad abitare a Petriolo per la qualità della vita e i servizi offerti". Secondo il Sindaco, infatti, nel prossimo futuro si avranno "scuole e impianti sportivi efficienti, case sicure ed economiche che si potranno acquistare o affittare all'interno del Centro storico, una volta ricostruito". Tutto ciò, innescando un circolo virtuoso, "potrebbe aiutare anche a creare nuove opportunità lavorative: è possibile costruirsi un futuro per la propria famiglia e di ambito professionale anche in un piccolo centro come Petriolo".

22/07/2019
Petriolo, dal Ministero arrivano 200mila euro per la messa in sicurezza della scuola "Martello"

Petriolo, dal Ministero arrivano 200mila euro per la messa in sicurezza della scuola "Martello"

Buone notizie per Petriolo. Il Comune è risultato essere al secondo posto nella graduatoria nazionale del bando del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la progettazione di interventi di messa in sicurezza di edifici scolastici. Sui 50 milioni destinati a tutto il territorio nazionale, è stato assegnato un contributo a fondo perduto di 200mila euro per la scuola d’istruzione secondaria “Martello”.  "Con questo contributo viene premiato l'impegno dell'Amministrazione comunale in questi anni difficili dovuti ai danni causati dal terremoto - ha affermato con soddisfazione il sindaco Domenico Luciani -, va tuttavia riconosciuto il giusto merito anche al Ministero che, con il Decreto n. 850 del 10 dicembre 2018, ha previsto dei criteri di priorità per le aree colpite da calamità naturali".  Ad indicare i requisiti necessari era stata in precedenza una nota dello stesso ministro  dell’Istruzione Marco Bussetti, sottolineando come prioritari per i punteggi in graduatoria sarebbero state caratteristiche di vetustà degli edifici scolastici, sismicità della zona in cui sono situati, mancanza dell’agibilità, eventuali provvedimenti oppure ordinanze di chiusura degli edifici stessi ed eventuali quote di co-finanziamento. "Ciò evidenzia una sensibilità dell'attuale Governo per i territori che hanno dimostrato essere più a rischio - ha aggiunto Luciani -, sensibilità che, all'infuori dei bandi specifici per il cratere, non si riscontra in analoghi bandi regionali. Auspico che anche la Regione Marche faccia altrettanto per i prossimi bandi".  

Petriolo, Luciani risponde all'opposizione: "Preferisce screditare l'avversario piuttosto che fare proposte"

Petriolo, Luciani risponde all'opposizione: "Preferisce screditare l'avversario piuttosto che fare proposte"

“Accuse e insinuazioni a nostro avviso diffamatorie quelle fatte pubblicare a mezzo stampa dal gruppo di opposizione "La Tua Petriolo". Altro che servizio di informazione alla cittadinanza, l'intento è solo quello di denigrare e infangare l'operato dell'amministrazione comunale e di chi la guida. Giudichiamo squallido il modo in cui l'opposizione sta strumentalizzando una disgrazia storica vissuta dal nostro territorio”. Usa toni piuttosto aspri il primo cittadino di Petriolo Domenico Luciani, per rispondere alle dichiarazioni dei giorni scorsi del gruppo di opposizione “La tua Petriolo” (Leggi qui) . “Abbiamo fatto il massimo che potevamo per gestire la situazione emergenziale post terremoto, al limite delle nostre possibilità - continua la maggioranza -. Comprendiamo le accuse di incompetenza, di non aver fatto niente in questi quattro anni e di aver fatto solo cose sbagliate. Ovviamente le respingiamo con forza. Tuttavia riteniamo che ci possa anche stare: siamo ad un anno dalle elezioni e c'è chi preferisce screditare l'avversario piuttosto che fare proposte costruttive. Invece di perdere tempo, e farcene perdere anche a noi, con queste polemiche sarebbe stato più utile rimboccarsi le maniche." "Ce ne sarebbe stato bisogno nella fase più critica post sisma e ce n'è ancora bisogno oggi: sono moltissime le attività in corso -prosegue il Sindaco -. Avremmo preferito evitare di iniziare questo scontro e continuare a dedicare tutte le nostre energie per il bene del nostro paese. E invece, siamo chiamati a rispondere alle accuse. Tuttavia, non risponderemo al fango con il fango: questo modo di fare politica non ci appartiene. Forniremo dati e spiegazioni per illustrare le ragioni che ci hanno portato a fare alcune scelte piuttosto che altre. Ma non basta. Questa volta sono andati oltre la normale dialettica politica. Ci hanno accusato di sciacallaggio: di sfruttare il terremoto a nostro vantaggio personale: un'accusa che lede profondamente la reputazione di ciascuno di noi, e soprattutto, quella del Sindaco. Insinuano, nemmeno troppo velatamente, che stiamo limitando la libertà dei cittadini in nome di soldi e non di elementi tecnici. Che manteniamo la zona rossa per avere diritto ad una indennità di funzione maggiorata. È un'accusa ben precisa e molto grave. Ciò non è vero e, giuridicamente, non sta in piedi." "Innanzi tutto, possiamo ribadire che la zona rossa, istituita all'indomani del sisma, è stata sostanzialmente del tutto rimossa con i numerosi interventi di messa in sicurezza realizzati. Interventi quasi completamente commissionati e gestiti dall'Amministrazione comunale grazie al lavoro degli uffici comunali e all'operato di liberi professionisti e imprese locali. Grazie a questi interventi, tutti gli edifici che avevano solo rischio esterno hanno recuperato l'agibilità e tutte le vie sono state riaperte, seppure alcune, solo ai pedoni - ha sottolineato il primo cittadino -. La parte residuale della zona rossa che ancora persiste è quella dell'area del Palazzo De Nobili e una piccola porzione di una piazzetta limitrofa a via Marco Martello." "Non si è ritenuto opportuno procedere ad eseguire ulteriori interventi di messa in sicurezza, in quanto, tali interventi non produrrebbero alcun effetto ritenuto utile. Preme inoltre precisare che, per legge, il diritto ad avere un'indennità di funzione maggiorata non è connesso al permanere della zona rossa, ma al solo fatto di averla istituita con ordinanza sindacale. La legge che ha dato questa possibilità è successiva alla stessa ordinanza. Il periodo durante il quale si ha diritto a questa possibilità è disciplinato dalla legge che inizialmente l'aveva fissato a un anno, poi esteso a tre dall'attuale governo - prosegue l'Amministrazione -. La giunta comunale ha stabilito di usufruire di questa possibilità solo per il periodo che va dal 1 agosto 2018 al 31 dicembre 2019, con valori ridotti rispetto a quelli massimi previsti per legge. Della cosa fu data ampia pubblicità già dall'agosto scorso, anche tramite i canali social. Anche sulle cifre realmente percepite come indennità ci sarebbe molto da dire. L'opposizione omette di dire che per legge, sindaco e Vicesindaco hanno di fatto percepito somme assai inferiori rispetto a quelle deliberate. Fino ad ora il Sindaco ha percepito la somma stabilita dalla delibera solo per un paio di mesi, mentre per i mesi da ottobre 2018 a giugno 2019 ha percepito un'identità pari alla metà. Il Vicesindaco l'ha sempre percepita dimezzata - ha continuato -. Questo perché dipendenti pubblici. Come pure omette di dire che quelli indicati sono importi lordi e non netti. Ma queste sono solo omissioni. La cosa grave, ribadisco, è quella di far credere che scientemente ci stiamo approfittando della situazione del terremoto per tornaconto personale." "Questo non è accettabile. In questi due anni e mezzo, abbiamo preferito dedicare la maggior parte del nostro tempo e delle nostre energie per poter gestire questa situazione al meglio che potevamo. Tempo ed energie sottratte all'attività professionale e alla sfera affettiva. Non possiamo accettare e passar sopra a questa infamia che non meritiamo, anche per rispetto di chi crede in noi e ci sostiene. È stato superato il limite invalicabile di non ritorno: il nostro Rubicone. La parziale retromarcia di Esposito, pubblicata sulla pagina social di "sei di Petriolo se..", non cambia sostanzialmente quanto pubblicato dalla stampa. Stiamo valutando le azioni più opportune da intraprendere" - conclude Luciani - .

10/07/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433