Tolentino

Tolentino, più controlli durante il Natale: gli agenti di Polizia Locale lavoreranno anche fuori turno

Tolentino, più controlli durante il Natale: gli agenti di Polizia Locale lavoreranno anche fuori turno

"Il Comune di Tolentino – afferma l’Assessore alla Polizia Locale e Sicurezza Giovanni Gabrielli - ha visto nel corso degli anni un'importante evoluzione socio-economica, che ha portato il suo territorio ad una veloce e costante espansione. Si è passati da una connotazione provinciale e prettamente rurale, ad una realtà cittadina accompagnata da un importante sviluppo industriale e culturale, appoggiata da un notevole sviluppo urbanistico". "Il territorio comunale - prosegue l'Assessore - è quotidianamente sede di eventi culturali e ricreativi che attraggono, anche in orari serali e notturni, un flusso notevole di persone, anche dai paesi limitrofi. Da qui nasce l'esigenza, molto sentita, di una maggiore tutela della sicurezza urbana, anche in previsione del vicino periodo natalizio. Sicurezza che viene garantita oltre che dalle altre forze dell'ordine, sicuramente dal Corpo di Polizia Locale di Tolentino, il quale si adopera sia in termini di circolazione stradale sia in termini di presidio e controllo del territorio e conseguente sicurezza personale percepita da chi risiede a Tolentino ma anche da chi vi si trova di passaggio".  Per questi motivi l’Amministrazione comunale, in piena sinergia con il Comandante Rocchetti e tutto il corpo di Polizia Locale, ha elaborato uno specifico progetto che, su base volontaria, prevede che gli agenti prestino servizio al di fuori dell'ordinario orario di lavoro secondo il principio della rotazione ed in relazione ai servizi ordinariamente svolti, garantendo un presidio per tutto il periodo delle feste natalizie.  I servizi verranno svolti di norma in divisa e in pattuglia automontata, ad eccezione delle operazioni da svolgersi in borghese per esigenze di servizio. La pattuglia operante in orario serale e notturno (dalle ore 21 alle ore 24) sarà composta da almeno 3 operatori di Polizia Locale, tra i quali - per quanto possibile - da un Ufficiale di Polizia Giudiziaria.  Lo scopo del progetto è quello di attuare maggiori controlli di polizia stradale, un più capillare controllo del territorio e garantire un maggiore contrasto al degrado urbano e sociale permettendo una migliore fruibilità del territorio da parte dei cittadini oltre che svolgere gli ordinari servizi quotidianamente garantiti. In particolare gli obiettivi specifici del progetto sono: maggior presenza degli operatori sul territorio; controllo di parchi e giardini nonché di aree connotate da fenomeni di degrado urbano; controlli delle soste, in modo particolare nel centro storico; controlli relativi alla mancanza di revisione e assicurazione artt. 193 e 80 del C.d.s; controllo del territorio per prevenire furti, ultimamente purtroppo nuovamente frequenti. "Si cerca di espletare questi tipi di servizio – ricorda il Comandante David Rocchetti -  oltre a tutte le altre incombenze alle quali gli operatori di Polizia Locale devono sopperire quotidianamente, nonostante lo stesso Corpo di Polizia Locale sia notevolmente sottodimensionato. Permangono perciò difficoltà oggettive ad istituire un regolare controllo del territorio in particolare del centro storico, specie il pomeriggio, sera e in orari notturni". Il progetto si prefigge di garantire 14 servizi di 4 ore di pattuglia pomeridiani/serali/notturni durante i quali venga garantito un servizio di polizia con controlli finalizzati al raggiungimento degli obiettivi prefissati. Il costo complessivo del progetto sarà di 3.360 €, oltre oneri previdenziali e contributivi. Il Coordinatore del progetto è il Comandante del Corpo di Polizia Locale del Comune di Tolentino Comm. David Rocchetti. La valutazione sul raggiungimento degli obiettivi che si pone il presente progetto verrà eseguita al termine dell’anno 2019, e sarà effettuata mediante conteggio dei servizi svolti. A tal fine è stata predisposta scheda di servizio allegata da compilare a fine turno.  

16/11/2019
Tolentino, donata al Comune un'antica banconota della Repubblica Romana

Tolentino, donata al Comune un'antica banconota della Repubblica Romana

Nelle scorse settimane un insegnate di religione presso una scuola elementare di Foligno, ha scritto al Sindaco Giuseppe Pezzanesi, esprimendo il desiderio di fare dono al Comune di Tolentino, di una carta moneta, da sette Paoli, emessa durante la Repubblica Romana del 1798-99. In particolare, chiedendo di rimanere anonimo, ha solo fatto richiesta che tale moneta sia esposta alla visione del pubblico e allo studio di quanti ne facessero richiesta presso le Sale napoleoniche della città. Dopo vari contatti con il donatore folignate, il Sindaco e l’Assessore alla Cultura Silvia Tatò, hanno predisposto una piccola cerimonia di consegna alla presenza della stampa locale. Infatti il generoso donatore ha scritto chiedendo che la donazione fosse avvenuta nel corso di una piccola cerimonia di consegna, in modo che possa essere di aiuto alla cittadinanza e perché possa essere emulato tale gesto da altri persone che magari in possesso di oggetti simili possono donarli spontaneamente al Comune arricchendo la collezione dedicata al periodo napoleonico a Tolentino. Sempre nel corso della cerimonia di consegna è stato ufficializzato da parte del Sindaco Giuseppe Pezzanesi il nome del donatore: Emanuele Paccini. Il documento consegnato è una cartamoneta del 1798, un assegnato, a metà tra una banconota e un titolo di Stato, unica esperienza in Italia, in Umbria, Marche e Lazio, che giungeva dalla Rivoluzione francese. È su carta filigranata della Repubblica romana. Ne esistono di tre tagli 7, 8 e 10. Ho voluto lasciare la cartamoneta a Tolentino dove viene proposta la rievocazione storica della Battaglia del 1815. 

15/11/2019
Tolentino, blitz in due laboratori tessili cinesi: "Condizioni di lavoro disumane"

Tolentino, blitz in due laboratori tessili cinesi: "Condizioni di lavoro disumane"

Nei giorni scorsi gli agenti del Corpo di Polizia Locale di Tolentino, in collaborazione con l'Ispettorato del Lavoro di Macerata, hanno messo nel mirino due laboratori tessili gestiti da persone di nazionalità cinese.  Il blitz è partito nella notte: i due laboratori artigianali sono stati controllati da cima a fondo. Accertati diversi abusi edilizi, numerose violazioni in materia di ospitalità e qualche irregolarità in materia di normativa sul lavoro.  Tra tutte queste violazioni è stata accertata anche la presenza di un vero e proprio dormitorio all'interno di una delle due imprese controllate. Infatti diversi uffici erano stati trasformati in vere e proprie camere da letto di fortuna, con mobilio spartano e collegamenti elettrici posticci e in alcuni casi senza nemmeno finestre. "Veri e propri sgabuzzini adibiti a dormitori, è inaccettabile che al giorno d'oggi alcuni lavoratori debbano trovarsi a vivere e lavorare in queste condizioni disumane." Questo il commento del Comandante della Polizia Locale di Tolentino David Rocchetti che prosegue "la situazione sta piano piano migliorando ma durante queste verifiche non è raro trovare condizioni del genere. Solo qualche anno fa analoghi controlli portarono al sequestro di un altro laboratorio in via Rossini. Purtroppo devo constatare che questi episodi non sono stati ancora completamente debellati. Useremo il pugno duro e continueremo in analoghi controlli, mi auguro che il messaggio arrivi a destinazione." Nel frattempo tre persone di nazionalità cinese ed un italiano sono state deferite alla Procura della Repubblica per i fatti accertati. L’Assessore alla Polizia Locale e Sicurezza Giovanni Gabrielli si complimenta con il Comandante e con gli agenti della Polizia Locale: "Con professionalità – ha sottolineato - hanno portato a termine una importante indagine. Sul fenomeno dello sfruttamento e sicurezza dei lavoratori non possiamo abbassare la guardia, con l’intento di eliminare ogni forma di irregolarità. Contemporaneamente vogliamo garantire a tutti i nostri cittadini, con l’ausilio di tutte le forze dell’ordine, sicurezza e rispetto delle legalità, adottando ogni forma di controllo e presidio del territorio".  

15/11/2019
Prestigioso convegno sulle “carte” fiastrensi con il vescovo Marconi all’Abbadia di Fiastra

Prestigioso convegno sulle “carte” fiastrensi con il vescovo Marconi all’Abbadia di Fiastra

Le “carte” fiastrensi sono state al centro di un convegno di grande rilievo che si è tenuto oggi pomeriggio, 14 novembre, all’Abbadia di Fiastra, su iniziativa della Fondazione Carima con la collaborazione della Fondazione Giustiniani Bandini e della Diocesi di Macerata. Dopo il saluto del Vescovo di Macerata S.E.R. Mons. Nazzareno Marconi e dei Presidenti delle due Fondazioni, hanno relazionato sul tema rappresentanti istituzionali ed accademici, tra cui il direttore dell’Archivio di Stato di Roma Paolo Buonora e il professor Giammario Borri dell’Università degli Studi di Macerata. Questi documenti costituiscono “il più ricco fondo diplomatico delle Marche”, come lo definì lo studioso Giulio Battelli, formato da oltre tremila pergamene datate dal secolo XI al XVIII, che sono conservate presso la sede centrale dell’Archivio di Stato di Roma nel complesso di Sant’Ivo alla Sapienza. Furono infatti rinvenuti casualmente nella capitale nel 1877, durante i lavori di adeguamento dell’edificio del Collegio Romano dei Gesuiti a sede della nuova Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele II, dove vi confluirono dall’abbazia di Fiastra in seguito alla soppressione dell’ordino gesuitico, che per ultimo resse il complesso abbaziale trasformandolo in una grande azienda agraria. Le pergamene fiastrensi rivestono una notevole importanza per il territorio, poiché contengono preziose informazioni per ricostruirne sei secoli di storia attraverso le vicende del monastero cistercense, di cui attestano le fasi di sviluppo e l’organizzazione interna individuandone i possedimenti e le attività svolte. Si evince dalle carte, ad esempio che l’abbazia, dalla fondazione nel 1142, si espanse rapidamente grazie all’abile gestione economica degli abati, incentrata prevalentemente su attività di tipo agrario. I monaci realizzarono un’opera di bonifica e canalizzazione delle acque di inestimabile valore, che rese i terreni idonei alla coltivazione – nei documenti sono indicate finanche le varietà di colture agricole – e all’allevamento del bestiame, inclusa la lavorazione dei prodotti derivati. Il monastero, inoltre, interagiva con un territorio molto vasto, dunque nelle “carte” sono riportati dati utili per la conoscenza di aspetti interessanti quali la storia delle istituzioni, il fenomeno dell’inurbamento, le attività economiche praticate, la circolazione monetaria, le relazioni sociali, l’evoluzione della lingua, l’affermazione e il declino di potenti casate. Insomma sono una fonte indispensabile di nozioni sul Medioevo marchigiano, dato che le proprietà del monastero all’epoca si estendevano da Camerino a Montorso e da Treia a Sant’Elpidio a Mare. La Fondazione Carima, consapevole della notevole valenza storico-culturale di questo straordinario patrimonio documentario – già oggetto di studio sin dai primi del Novecento e in particolare dagli anni Settanta da parte dell’Università degli Studi di Macerata – ha realizzato un progetto di riproduzione digitale dell’intero fondo, che pertanto oggi è pubblicato on-line sul sito dell’Archivio di Stato di Roma. “Con questo intervento – spiega la presidente Rosaria Del Balzo Ruiti – abbiamo conseguito il duplice obiettivo di migliorare la fruibilità delle pergamene, rendendole facilmente accessibili a tutti gli interessati, e di favorire la loro conservazione a lungo termine. Auspichiamo che in tal modo possano trovare adeguata valorizzazione non solo in ambito scientifico, ma anche in quanto ricchezza per la comunità tutta”.

14/11/2019
Tolentino, al Politeama la conferenza "Città e Borghi Inclusivi" per il superamento delle barriere architettoniche

Tolentino, al Politeama la conferenza "Città e Borghi Inclusivi" per il superamento delle barriere architettoniche

Nei giorni scorsi al Politeama si è tenuta l’interessante conferenza “Città e Borghi Inclusivi”. L’incontro, coordinato da Elisabetta Schiavone, ha visto la partecipazione di esperti nel tema del superamento di barriere architettoniche provenienti da tutta l’Italia.  La conferenza si è aperta con i saluti da parte di Fausto Pezzanesi, Assessore all’Urbanistica e di Giuseppe Pezzanesi, Sindaco di Tolentino. Entrambi si sono soffermati sull’importanza di affrontare questo tema soprattutto in un momento storico in cui la municipalità è molto impegnata nei lavori post-sisma. In particolare l’Assessore all’Urbanistica ha sottolineato la “fattiva e concreta disponibilità dell'Amministrazione di Tolentino a collaborare con i Tecnici impegnati nell'opera di ricostruzione post-sisma, stimolando occasioni per sviluppare una responsabilità sociale e far attivare progettazioni in grado di assicurare una nuova qualità dell'abitare”. Sempre in apertura l’intervento del vice presidente coordinamento AREA Gianluca Polverini. Lucia Lancerin di CERPA Italia Onlus, prima relatrice, ha spiegato in cosa consiste un Piano dell’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) e le differenze tra “esclusione-segregazione-integrazione-inclusione”. Ha mostrato ai presenti come senza un PEBA si hanno soluzioni a macchia di leopardo e si tende a risolvere problemi individuali senza una visione globale, a volte dando vita a soluzioni che creano un conflitto tra diverse disabilità (per esempio tra disabilità motorie vs. non-vedenti). Valeria Tatano, IUAV / CERPA Italia Onlus, è poi entrata nel vivo delle problematiche con esempi concreti relativi a Venezia.  Questa città infatti ha grandi difficoltà per quanto riguarda il superamento delle barriere architettoniche legate principalmente ai ponti. Ha illustrato le complessità dell’iter burocratico dovendo affrontare le possibili soluzioni con la Sovraintendenza, con l’ufficio tecnico del Comune e con gli abitanti della città. Quindi ha presentato le diverse soluzioni che sono state apportate, dalle rampe ai gradini agevolati.  La prima parte della conferenza si è conclusa con l’interessantissima presentazione di Claudia Protti, di “Parchi per Tutti”, che ha illustrato esempi di parchi inclusivi, cosa fare e cosa si dovrebbe evitare. La seconda parte è stata aperta da Carlo Brunelli che, dopo aver mostrato come le città sono ormai progettate per le automobili e non per le persone, ha spiegato come arrivare a progettare per le persone superando la distinzione tra abili e disabili. Ha, infine, illustrato le linee guida che il suo gruppo ha creato per le ciclovie delle Marche e ha chiuso con esempi di studi per percorsi che collegano la Mole Vanvitelliana con il centro di Ancona. Infine Rosita Baldassarri di Arch&Co ha parlato della necessità di partecipazione dei cittadini nella redazione del Piano Particolareggiato del Centro Storico di Tolentino che le è stato affidato. Ha evidenziato che i fondi che vengono stanziati per la ricostruzione post-sisma creano una grande opportunità per la città, ma è importante partire con le idee giuste. Questo richiede la partecipazione di amministrazioni coraggiose, pronte ad intervenire con soluzioni oggettive per tutti i fruitori della città (City for ALL).  "È stato già avviato uno studio, inviando 7.800 questionari sulla percezione che la popolazione di Tolentino ha del centro storico - puntualizza la Baldassarri - con specifiche domande, per esempio, sull'accessibilità. Ovviamente è fondamentale seguire la strada della partecipazione popolare, ma bisogna anche capire che questo richiede tempi lunghi per il cambiamento di una cultura di non-partecipazione. Tempi che non coincidono con l'esigenza di soluzioni rapide, per cui dovrà essere preso in considerazione un piccolo campione".  L’incontro è stato chiuso dalla moderatrice Elisabetta Schiavone.  

14/11/2019
Coppa Italia, il Tolentino si rialza: con un poker batte il Mezzolara

Coppa Italia, il Tolentino si rialza: con un poker batte il Mezzolara

Il Tolentino rialza la testa in Coppa. Dopo la pesante sconfitta in campionato contro la Vastese, un convincente 4-2 in casa contro il Mezzolara, consente ai ragazzi di mister Mosconi di passare il turno della Coppa Italia di serie D. Il risultato matura tutto nella ripresa, dopo un primo tempo avaro di emozioni. Nel secondo tempo la squadra cremisi si porta in vantaggio grazie alla rete segnata da Di Domenicantonio al primo minuto di gioco. Qualche minuto più tardi è ancora la squadra di casa a rendersi pericolosa con Palmieri che colpisce una traversa. Il Mezzolara accusa il colpo ed è ancora il giocatore cremisi Palmieri a siglare il 2-0 su calcio di rigore al 10'. Sembra tutto facile per il Tolentino, ma il Mezzolara non si arrende e procurandosi un  rigore inizia la rimonta che pareggia i conti. Prima con Iannello al 26', che sigla il goal dagli undici metri, poi con Sala, tiro di piatto sotto la traversa al 31'.  Dopo le consuete amnesie difensive, questa volta il Tolentino non si disunisce e trova la rete del nuovo vantaggio con Minnozzi al 40' su preciso cross di Laborie. Poi in pieno recupero è Mastromonaco a firmare il definitivo 4- 2 che consente alla squadra cremisi di passsare il turno in Coppa e di guardare con fiducia alla prossima sfida casalinga in campionato  contro l’Olympia Agnonese. Tabellino TOLENTINO: Bucosse, Kamana (Labriola), Ruggeri, Lupo, Tortelli, Bonacchi, Tirabassi (Di Domenicantonio), Laborie, Palmieri (Minnozzi), Tizi (Capezzani), Cicconetti (Mastromonaco). A disp.: Giorgi, Massaroni, Marcantoni, Raponi. All.: Mosconi. MEZZOLARA: Albertazzi, Pierantozzi, De Lucca, Rossi, El Bouhali, Salcuni, Kharmoud, Roselli, Rizzi, Sala, Negri. A disp.: Malagoli, Ferrari, Aguiari, Boschini, Monebugnoli, Sereni, Mazzoni, Grieco. All.: Togni. TERNA ARBITRALE: Marchioni della sezione di Rieti (Barcherini della sezione di Terni – Lauri della sezione di Gubbio) RETI: 1′ s.t. Di Domenicantonio, 10′ s.t. Palmieri, 26′ s.t. Iannello, 31′ Sala, 40′ s.t. Minnozzi, 47′ s.t. Mastromonaco. NOTE: spettatori 250 circa 

13/11/2019
Le campionesse olimpiche Cate e Bronte Campbell si allenano a Tolentino

Le campionesse olimpiche Cate e Bronte Campbell si allenano a Tolentino

Le campionesse olimpiche Cate e Bronte Campbell, sorelle australiane di 27 e 25 anni specializzate nelle gare veloci, si sono allenate ieri pomeriggio nella piscina Comunale “G. Caporicci” di Tolentino dopo aver visitato l’head quarter di Arena, partner tecnico delle atlete. L’occasione ha permesso alle due campionesse di testare i nuovi prodotti altamente tecnici creati dall’azienda tolentinate, leader nella produzione di costumi e accessori nuoto high tech. Al termine dell’allenamento si sono intrattenute con il pubblico presente, soprattutto bambini e bambine, per una sessione di fotografie e autografi. L’Arena si avvale da sempre del contributo dei suoi atleti che spesso partecipano attivamente anche alla manifestazione natatoria “24 ore Arena” organizzata ogni anno dalla società tolentinate, dall’Amministrazione Comunale e dall’ASSM Spa, ente gestore della piscina. Si è trattato di un evento di assoluto rilevo e prestigio, considerando il notevole palmares delle due sorelle nell’ambito del panorama natatorio internazionale. Divise da due anni di differenza (Cate è del 1992 mentre Bronte nasce nel 1994), ma entrambe specialiste delle discipline veloci, sono tra le punte di diamante della loro nazionale con cui hanno conquistato molte medaglie nei principali appuntamenti quali Mondiali ed Olimpiadi. Su tutti, oltre ai successi individuali, spiccano gli allori conquistati insieme in staffetta 4x100sl ai Giochi di Rio 2016 e nelle rassegne iridate di Kazan 2015 e Gwanngju 2019. In quest’ultima occasione alla loro splendida collezione si è aggiunto poi anche il metallo più prezioso colto 4x100 misti mista. Ad impreziosire il loro curriculum agonistico c’è, inoltre, un sontuoso record del mondo messo a segno nel 2016 insieme alle altre compagne della 4x100sl che hanno fermato il cronometro in 3.30.65 La loro presenza a Tolentino è stata una preziosa occasione di confronto con i massimi livelli della disciplina nonché un momento unico e speciale per atleti ed appassionati, che hanno potuto conoscere e interagire con due tra le migliori nuotatrici a livello planetario. Cate e Bronte si sono prestate con affetto e simpatia al caloroso abbraccio degli sportivi mettendosi a completa disposizione di tutti coloro non si sono fatti scappare questa occasione per scambiare quattro chiacchiere con esse ed immortalare in uno scatto la magia dell’appuntamento con le proprie beniamine Le Campbell sono in Europa per prendere parte ad una serie di gare internazionali, tra cui l’imminente match di Londra della ISL (International Swimming League), in programma il 23 e il 24 novembre.

13/11/2019
Il tour 2019/2020 di "Grease" parte dal Teatro Vaccaj di Tolentino

Il tour 2019/2020 di "Grease" parte dal Teatro Vaccaj di Tolentino

Presentato questa mattina, sul palcoscenico del Teatro Vaccaj di Tolentino, che ospita il riallestimento dello spettacolo, il nuovo e giovanissimo cast di "Grease Il Musical", che aprirà il tour 2019/20. Nel corso di questo incontro informale, ma suggestivo, con la stampa, il regista e direttore artistico Saverio Marconi si è detto entusiasta di lavorare con un gruppo di giovani talentuosi come questo cast, tra conferme e nuovi arrivi e ha dichiarato: “Il Vaccaj è da sempre la casa di Compagnia della Rancia e anche se sappiamo che portare in scena qui gli spettacoli implica un impegno economico per la compagnia  - vista la limitata capienza della sala -  siamo ben felici di farlo, perché è un modo per ricambiare l’affetto che questa città ci dimostra ad ogni recita.” Presente anche l’assessore Fausto Pezzanesi che ha sottolineato come le eccellenze spesso possano nascere dalla piccole realtà e che è un vanto per l’Amministrazione Comunale di Tolentino poter ospitare al Vaccaj tre recite sold out dello spettacolo (15-16-17 novembre), al pari di grandi città come Roma o Milano. Nella stagione 2019-2020 "Grease Il Musical" porta sul palcoscenico due nuovi protagonisti, giovani e talentuosi interpreti. Danny Zuko ha il volto di Simone Sassudelli; classe 1995, formatosi alla SDM – Scuola del Musical di Milano. Si perfeziona negli Stati Uniti, dove frequenta alcune tra le migliori accademie teatrali e lavora in importanti produzioni come West Side Story, Victor Victoria, The Producers, Oliver. Al suo fianco, nel ruolo di Sandy, Francesca Ciavaglia, 23 anni diplomata alla Bernstein School of Musical Theatre di Bologna di Shawna Farrell, al suo primo ruolo da protagonista.

13/11/2019
Furto in un'abitazione a Tolentino

Furto in un'abitazione a Tolentino

I ladri sono entrati in azione intorno alle 19:00, in una abitazione in contrada Colle Redentore a Tolentino. I malviventi hanno approfittato di un momento in cui all'interno dell'abitazione non c'era nessuno; una volta dentro hanno fatto razzia di tutto ciò che potevano tra oro e gioielli. Su quanto accaduto indagano i carabinieri.

12/11/2019
Tolentino, incendio dei contatori elettrici: palazzina senza luce. Soccorsa un'anziana

Tolentino, incendio dei contatori elettrici: palazzina senza luce. Soccorsa un'anziana

Sembrerebbe sia stato un cortocircuito a uno dei contatori elettrici a originare l'incendio. L'episodio è avvenuto intorno alle 18:00 di oggi, in una palazzina di via Isonzo a Tolentino. A lanciare l'allarme i residenti. Il cortocircuito a uno dei contatori, posizionati all'esterno dell'edificio, ha provocato l'incendio della struttura esterna.  Immediato l'arrivo sul posto dei Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme e messo in sicurezza l'area.  I condomini hanno prontamente abbandonato la struttura, tranne un'anziana donna di 87 anni, impossibilitata a muoversi. I Carabinieri del Norm di Tolentino, insieme ai colleghi della stazione di Tolentino e di Caldarola, ai pompieri e al personale del 118, hanno prontamente prestato soccorso alla donna che ha respirato i fumi della combustione ma è sempre rimasta cosciente.  La donna è stata trasferita per accertamenti al pronto soccorso dell'ospedale di Macerata.  Le abitazioni sono ora senza energia elettrica ma i tecnici sono sul posto per cercare di risolvere il problema.

12/11/2019
Calcio a 5, Borgorosso: vincono prima squadra e under 15. Sconfitta nel derby per il Csi

Calcio a 5, Borgorosso: vincono prima squadra e under 15. Sconfitta nel derby per il Csi

Ritorno alla vittoria per la prima squadra di mister Andrea Ranzuglia nell’ottava giornata del campionato di Serie C2 contro il Serralta, altra neopromossa nella categoria, seconda classificata lo scorso anno in serie D proprio alla spalle dei biancorossi. Le due squadre si conoscono molto bene la gara era molto sentita nell’ambiente vista la rivalità sportiva, quasi come in un derby. Di fronte ad una grande cornice di pubblico, che ha gremito il centro sportivo “Gattari”, sono i padroni di casa a scendere in campo con il miglior approccio e a fine primo tempo si ritrovano in vantaggio per 2-0, con le reti firmate da Nunzi e Diallo. Il Serralta non ci sta e nella ripresa mister Sileoni opta per il pressing, ma su un capovolgimento di fronte Nunzi inventa un grandissimo gol, salta due avversari sullo stretto e batte il portiere con un colpo sotto. La gara sembrava finita, il Borgorosso si rilassa troppo e subisce il ritorno degli ospiti con i gol di Liuti e Piccinini. Al 21’ l’episodio che decide la gara: il Serralta commette un ingenuo sesto fallo su azione di contropiede a favore; dal dischetto del tiro libero è ancora Nunzi a trasformare e poco dopo a firmare il 5-2 che chiude l’incontro in una bella triangolazione con Tiberi. Per Matteo Nunzi è il primo poker stagionale che vale il momentaneo secondo posto nella classifica marcatori. Tre punti fondamentali per i ragazzi di Andrea Ranzuglia, reduci da due sconfitte consecutive, che rilancia la squadra tolentinate in classifica, visti i passi falzi delle prime della classe. Ora nel prossimo turno l’avversario sarà il Castelbellino. Grande soddisfazione anche per i giovanissimi di mister Grillo nella sesta giornata del campionato under 15, con una straordinaria vittoria in rimonta contro il Recanati C5 primo in classifica. Dopo un primo tempo mal giocato dai borgorossini in cui a prevalere sono stati i recanatesi e chiuso con il vantaggio ospite di 1-3, nella ripresa i ragazzi di Grillo, spinti dal caloroso pubblico di genitori, amici e sostenitori, entrano in campo con un altro spirito e riescono clamorosamente a ribaltare il risultato e chiudere la contesa sul 5-3. Un incredibile rimonta coronata dalla doppietta di Giorgio de Luca, Feliziani Francesco, Niasse Fallou e una bellissima rete di Natalini Andrea. Un ritorno alla vittoria fondamentale per i giovanissimi tolentinati attualmente in terza posizione in classifica. Grande entusiasmo espresso sia dai dirigenti degli Oratori Riuniti che dai dirigenti del Borgorosso per gli ottimi risultati finora raggiunti alla prima esperienza nei campionati giovanili Figc, a sottolineare che il progetto messo in piedi quest’estate continua con il giusto spirito. La prossima gara sarà l’ultima del girone di andata in questo primo mini-girone di campionato, con i biancorossi ospiti della futsal Askl. Derby amaro invece per la formazione Csi di mister Roberto Vecerrica. Gara equilibrata nel primo tempo con il vantaggio iniziale di Farricelli per le Cantine Riunite, il Borgorosso non riesce a pareggiare i conti nonostante numerose occasioni e negli ultimi minuti di gioco subiscono due reti in sequenza a causa di due clamorose sbavature difensive. Nella ripresa i biancorossi provano a reagire ma la gara era ormai compromessa e trovano soltanto la rete della bandiera con un bel diagonale di Orihuela. Momento difficile per capitan Cantolacqua e compagni, che dopo un ottimo esordio non sono riusciti a confermarsi e subiscono la terza sconfitta consecutiva. Consapevolezza comunque che la stagione sarebbe stata difficile e soltanto ritrovando la giusta carica agonistica si possono ottenere buoni risultati.    

11/11/2019
Intervalliva Tolentino-San Severino: incontro pubblico per presentare il progetto

Intervalliva Tolentino-San Severino: incontro pubblico per presentare il progetto

Domani sera, martedì 12 novembre, a partire dalle ore 21, la sala Aleandri del teatro Feronia di San Severino ospita un incontro pubblico, promosso dai direttivi territoriali di San Severino Marche e Tolentino di Confartigianato Imprese, per la presentazione della “Intervalliva San Severino – Tolentino”. Dopo i saluti del presidente interprovinciale di Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo, Renzo Leonori, l’ingegnere Michele Cruciani presenterà il progetto alla presenza dei sindaci di San Severino Marche, Rosa Piermattei, e di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi. Sono stati invitati anche il sindaco di Castelraimondo, Renzo Marinelli, e il consigliere regionale Luigi Zura Puntaroni. Le conclusioni saranno affidate al segretario generale Giorgio Menichelli di Confartigianato Imprese. AGGIORNAMENTO: L’incontro “Intervalliva San Severino-Tolentino”, previsto per questa sera ore 21 presso il Teatro Feronia, per motivi logistici è stato rimandato a data da destinarsi.    

11/11/2019
Tolentino, tributo in chiave jazz a Pino Daniele: grande successo delle Convergenze Parallele al Politeama

Tolentino, tributo in chiave jazz a Pino Daniele: grande successo delle Convergenze Parallele al Politeama

Sfiorato il Sold-Out al Politeama di Tolentino con il concerto del gruppo Convergenze Parallele e il loro emozionante omaggio a Pino Daniele che ha riscosso grande apprezzamento da parte del pubblico. Il quartetto, capitanato da Emilia Zamuner, cantante napoletana vincitrice del prestigioso Premio Urbani nel 2016, ha presentato l’album "Chi tene o’mare" con il prezioso contributo di Daniele Sepe al sax, special guest della serata. La suggestiva rilettura di “Anima” ha aperto la performance con la  voce cristallina di Emilia Zamuner che subito ha aperto la strada per arrivare nel cuore delle canzoni di Pino Daniele interpretate cogliendo spirito mediterraneo e spunti jazz. Di seguito la splendida “Quando” e “Je sto vicino a te” hanno dato al gruppo la possibilità di mettere in luce grande sintonia, carisma e vitalità creando atmosfere di forte impatto che hanno tenuto alta l’attenzione del pubblico per tutta la loro appassionante esibizione. Perfettamente inserito nelle dinamiche di insieme Daniele Sepe non ha mancato di dare un tocco personale e di altissima qualità ai brani del cantante napoletano con i suoi articolati soli sia al sax soprano che al tenore;  Paolo Zamuner al pianoforte, Lorenzo Scipioni al contrabbasso e Michele Sperandio alla batteria hanno sfoggiato equilibri dinamici ed espressivi perfetti partecipando e arricchendo con i loro interventi alla profondità interpretativa della cantante, sempre versatile e sensibile nel cogliere ed esprimere le diverse sfumature dei brani. Il terzo appuntamento del cartellone, organizzato in collaborazione con l’Associazione Tolentino Jazz, dopo canzoni fra le più note di Pino Daniele come “Sicily”, “Quanno chiove” e “Napul’è” ha raggiunto il culmine con il trascinante “A me me piace o blues”, bis finale che ha chiuso in bellezza l’appassionante viaggio musicale fra momenti di grande poesia, verve improvvisativa ed arrangiamenti freschi ed originali.

11/11/2019
IC "Don "Bosco", a Tolentino in scena la "Giornata delle Eccellenze"

IC "Don "Bosco", a Tolentino in scena la "Giornata delle Eccellenze"

Si è rinnovato, per il nono anno consecutivo, l’appuntamento con i ragazzi che agli esami finali di Stato, del I ciclo di Istruzione, si sono distinti per l’ottimo risultato ottenuto: una premiazione che ha visto protagonisti: Ajradinoski Edin, Capanna Diana, Cruciani Leonardo Eliseo e Lacava Sofia diplomatisi con 10/10 e lode; Eleonori Sophia, Mariotti Margherita e Pascucci Matteo con 10/10. A questi studenti si sono aggiunti Ajradinoski Edin (chitarra), Chen Bing Bing (pianoforte), Feliziani Chiara (pianoforte), Mariotti Margherita (pianoforte) e Scorcella Nicola (flauto) che hanno ottenuto 10/10 nello studio dello strumento musicale. Molto coinvolgente è stato il momento della valorizzazione degli studenti dell'indirizzo musicale che hanno ottenuto il Primo Premio al XXII Concorso Musicale “P. Tacchi Venturi” a San Severino Marche: Ajradinoskj Edin (chitarra), Berrettini Alice (pianoforte), Carbini Giulia (pianoforte), Chen Bing Bing (pianoforte) e Mariotti Margherita (pianoforte). Allo stesso concorso si sono, inoltre, aggiudicati il Primo Premio per l’Ensemble di undici chitarre: Ago Deida, Ajradinoski Edin, Bellesi Federico, Castelli Laura, Scoccia Alessandro, Feliziani Francesca, Maccari Lorenzo, Maiolati Giusy, Muscolini Elisa, Orpello Veronica e Scorcella Sofia.  Sono state inoltre premiate due eccellenze in ambito informatico: Hage Chahine Romeo e Ristoro Matteo che hanno conseguito l’ECDL. Novità di quest’anno è stata la premiazione degli alunni che hanno conseguito la Certificazione KET with distinction: Ajradinoski Edin, Fusaro Matilde, Lacava Sofia, Osayande Ese Odette e Sabbatini Andrea. La suggestiva cornice di quest’appuntamento è stato, anche per questa edizione, il Politeama, dove il nuovo Dirigente Scolastico, il dottor Giuseppe Calenzo, subentrato alla professoressa Corridoni, ha accolto le famiglie degli alunni premiati e le molte personalità intervenute: il sindaco Giuseppe Pezzanesi, l’Assessore alla Cultura Silvia Tatò, l’Assessore alle Politiche Sociali Francesco Pio Colosi, i consiglieri Sonia Gattari e Luca Scorcella, l’ex Dirigente Scolatico dell’Istituto la professoressa Lauretta Corridoni, la delegata dell’Ufficio Scolastico Regionale l'insegnante Loredana Leoni, il Presidente del Consiglio d’Istituto Giuseppe Ristoro, il Capitano Giacomo De Carlini e il Tenente Giuseppe Losito della locale stazione dei Carabinieri. Ad applaudire i loro compagni erano presenti le classi terze della Scuola secondaria di I grado, accompagnate dai Professori. Il Dirigente Scolastico e la professoressa Roberta Carboni, Funzione Strumentale dell’Istituto per la Continuità e l’Orientamento, hanno introdotto l’evento. Sono stati poi invitati sul palco gli alunni premiati per una breve intervista, le foto di rito e l’apposizione della firma nell’Albo d’Oro. I ragazzi hanno raccontato che un buon risultato scolastico è il frutto dell'interazione fra più componenti: lo studio graduale e costante, l’impegno e il “lavoro di squadra” con i professori. Significative le parole del Dirigente Scolastico il quale, visibilmente emozionato, ha sottolineato che quella di oggi è stata la festa dei ragazzi che, con l’aiuto delle famiglie e il sostegno degli insegnanti, sono riusciti a conseguire alti risultati, proprio nel triennio post sisma, con tutte le emergenze e le difficoltà conseguenti alla situazione. Dopo le premiazioni, le eccellenze musicali si sono esibite alla chitarra e al pianoforte mostrando la loro bravura ed allietando il pubblico intervenuto che ha risposto con un caloroso applauso. Il Dirigente Scolastico ha, per i saluti finali, ringraziato gli ospiti intervenuti, esternato le sue personali congratulazioni ai ragazzi premiati e ribadito l’importanza delle insegnanti Funzioni Strumentali Roberta Carboni, Katia Cambio e Francesca Marconi.

Tragedia a Tolentino, 79enne si impicca sulle scale di casa: trovato senza vita

Tragedia a Tolentino, 79enne si impicca sulle scale di casa: trovato senza vita

Dramma a Tolentino. Un uomo di 79 anni si è tolto la vita impiccandosi sulla ringhiera delle scale della propria abitazione. È successo questa mattina, in viale Giovanni XXIII. A dare l'allarme sono stati i familiari dell'uomo, intorno alle ore 10:30. I sanitari intervenuti sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco e i carabinieri della Compagnia di Tolentino per effettuare gli accertamenti del caso. 

09/11/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433