Tolentino

Il Direttore AV3 Maccioni a 360° sulla sanità maceratese: "Emergenza, ospedale e territorio" (FOTO E VIDEO)

Il Direttore AV3 Maccioni a 360° sulla sanità maceratese: "Emergenza, ospedale e territorio" (FOTO E VIDEO)

“Chiaro che le cose possono sempre andare meglio e mi criticheranno perché diranno che io sono un inguaribile ottimista, ma ritengo che nell’ultimo periodo notevoli passi avanti, nell’ambito sanitario, siano stati fatti in tutti i territori, da quello montano a quello costiero – così il Direttore dell’Area Vasta 3, Alessandro Maccioni che su richiesta di Picchio News, ha deciso di fare una panoramica a 360° sulla sua Direzione e sull’attuale situazione sanitaria maceratese. Parlando proprio del nosocomio del capoluogo Maccioni ha constatato che “tantissimi interventi sono stati eseguiti e soprattutto di primaria importanza: primo fra tutti quello che ho dovuto affrontare quando sono stato nominato, il 1 agosto del 2015, relativo al Pronto Soccorso che, all’epoca, era un cantiere in contestazione.” Pronto soccorso che rappresentava “l’emergenza delle emergenze” osserva il Direttore. “Come prima cosa abbiamo sbloccato i lavori e li abbiamo velocizzati – prosegue – con un grande riconoscimento che va alla ditta e all’ufficio tecnico che ci sono venuti incontro. Un traguardo raggiunto nel giugno del 2017 quando abbiamo dato vita a nuovi reparti, a strutture potenziate e rinnovate. Il cambio di passo è stato subito molto evidente.” “C’è poi il progetto strategico di ampliare e potenziare il Punto Nascite, che effettua circa 1.400 parti all’anno – ha continuato Maccioni - il progetto prevede il trasferimento nella sede del vecchio Ospedale, dove attualmente c’è la Chirurgia. Ci saranno quindi spazi ampi e sale operatorie dedicate che vanno nella direzione di una sempre maggiore attenzione alle pazienti: sarà un reparto all’avanguardia che vedrà la luce nel terzo trimestre del 2020. Per fare ciò sposteremo la Chirurgia al secondo piano del nuovo edificio in cemento armato dove fino a poco tempo fa c’era l’Oncologia, a sua volta da poco trasferita al terzo piano. In attesa del nuovo progetto, il reparto di Ostetricia è stato oggetto di un vero e proprio restyling anche con l’installazione di una porta che isola la sala parto dal reparto in cui si trovano le donne in attesa di partorire: un’attenzione alle pazienti per noi molto importante.” “Penso che la priorità degli ospedali ‘vecchi’, se così vogliamo chiamarli, sia quella di potenziare l'offerta con personale e professionisti – ha spiegato il Direttore -. Sono sì importanti gli arredi e le stanze, ma la vera qualità di un nosocomio viene dai medici, dagli infermieri, dai primari e dalle attrezzature moderne. Il potenziamento si fa con attività di qualità e in sicurezza, che risolvono i problemi dei pazienti migliorandone la condizione.” “Abbiamo inoltre rinnovato totalmente il reparto di Radiologia, dove, pochi giorni fa, è stato inaugurato il nuovo Mammografo digitale con il Tavolo Stereotassico in 3D: due macchinari che fanno la differenza per la cura e la prevenzione del tumore al seno – ha spiegato Maccioni -. Si è quindi creata una equipe (Breast Unit) con un chirurgo responsabile e altri medici che collaborano e si interfacciano all’interno del reparto di Radiologia per la biopsia mammaria: una vera e propria unità autonoma che sta all’interno del Dipartimento di Chirurgia ma che non dipende dal Direttore della Chirurgia, che esegue circa 450 interventi all’anno. Un chirurgo più interventi esegue più acquisisce padronanza, sicurezza e qualità”. “Inoltre abbiamo deciso di trasferire tutta la Breast Unit a Macerata proprio perché nel nosocomio del capoluogo ci sono l’Anatomia Patologica, la Radioterapia, la Medicina Nucleare e la IORT: il tessuto quindi, appena asportato, viene immediatamente analizzato e, se il paziente necessita di terapie apposite, il tutto procede in modo più veloce” – continua il Direttore. “Vorrei poi chiarire un aspetto, rispetto a quello che oggi è da considerare un tabu: l’Ospedale vicino a ogni cittadino. A mio modesto avviso io penso che non è necessario che l’Ospedale per acuti debba essere previsto in ogni Comune della nostra Area Vasta, ritengo invece che l’Ospedale per acuti sia quel posto dove ci si reca con la certezza di ottenere la risposta ai propri bisogni di diagnosi e cura. Si deve trovare un’alta qualità dei professionisti e attrezzature all’avanguardia. In medicina conta molto il calcolo della probabilità: dobbiamo dire alle persone che non bisogna andare nell’Ospedale più vicino perché così si fa meno strada o perché è più comodo ai familiari che fanno assistenza, al contrario ripeto, l’Ospedale è quel luogo dove ci sono medici capaci, competenti, con esperienza e con dimostrata qualità negli interventi.” “Altro discorso è chiaramente la gestione dell’emergenza che deve essere pianificata in modo tale che la probabilità di arrivare in una struttura ospedaliera idonea e in grado di salvare la vita, deve essere uguale per ogni cittadino del territorio dell’Area Vasta 3, sia che viva in una città o in una frazione montana – ha chiarito Maccioni -. In quanto all’Emergenza appunto, se osserviamo gli standard europei e nazionali, la nostra Regione risulta aver messo in campo il 30% in più di risorse, tra ambulanze, personale del 118 e Guardie Mediche. A breve nella Regione Marche sarà attivato anche il volo notturno e, nella nostra Area Vasta, due delle tre elisuperfici all’uopo già predisposte e attrezzate si trovano nel territorio montano: a San Severino e Camerino (l’altra a Civitanova, ndr.). Questo a dimostrazione dell’attenzione della Regione e del Presidente Ceriscioli verso i territori colpiti dal sisma.” “Quello di San Severino Marche è un nosocomio di base - ha proseguito il Direttore -, dove abbiamo un ottimo reparto di Medicina e dove a maggio sarà attivato il reparto di Lungodegenza con 20 posti letto. Inoltre è presente l’attività oncologica di day hospital e ambulatoriale nonché la Week Surgery per la Chirurgia a ciclo breve a servizio di tutta l’Area Vasta 3. L’Ospedale di San Severino dal 2016 è stato individuato come sede dell’unica Struttura Complessa di AV3 dell’Oculistica, eccellenza di livello regionale. Dunque sì un Ospedale di base, ma con una forte vocazione specialistica tant’è che a breve sarà presentato un progetto per il trattamento chirurgico delle ernie. Spingeremo sempre di più verso il potenziamento delle attività di week surgery anche al fine di decongestionare le sale operatorie dei tre Ospedali di primo livello: Macerata, Civitanova e Camerino.” “Quest’ultimo, non ha problemi particolari in quanto trattasi di una struttura recente, inaugurata nel 2000-2001, che necessita per lo più di professionisti nei reparti di Cardiologia e Radiologia – ha spiegato Maccioni -. Al riguardo stiamo cercando di fare tutto il necessario poiché abbiamo sia le risorse economiche sia le autorizzazioni, nonché i piani occupazionali approvati. Per tentare di risolvere questo ‘problema’ è stato avviato un percorso con il Magnifico Rettore Pettinari dell’Università di Camerino, per attivare delle borse di studio che possano generare ulteriore interesse nei professionisti neo specializzati.” Proprio in merito alle assunzioni, l’Area Vasta 3 ha di molto abbassato l’età media dei suoi operatori. “Abbiamo molti primari giovani, che quindi rimarranno qui per i prossimi 10-15 anni fidelizzando la nostra struttura – ha commentato Maccioni -. Inoltre entro il 2020, a seguito della stabilizzazione del personale precario, prevista dalla normativa, avremo poco più di 30 dipendenti precari contro i 157 presenti al 31/12/2017. È chiaramente nostro interesse avere personale a tempo indeterminato affinché i professionisti siano meno propensi a lasciare le nostre strutture, magari dopo un’efficace formazione.” “Venendo all’Ospedale di Macerata – ha continuato il Direttore -, dopo aver dato nuovi e più funzionali spazi al Pronto Soccorso, si è provveduto alla realizzazione dei nuovi reparti di: Gastroenterologia, Oncologia, Radiologia, Sala Pacemaker, seconda sala di Emodinamica, Radiologia Interventistica, nonché del completamento dei lavori al 6° piano attrezzato con due sale operatorie a disposizione per interventi di chirurgia ambulatoriale e Terapia del Dolore. Sempre all’interno dell’Ospedale di Macerata è stato rinnovato il reparto di Medicina Nucleare per il quale è previsto anche l’acquisto di una nuova Gamma Camera per effettuare le PET. Investimenti importanti sono stati altresì realizzati nel reparto di Radioterapia che vedrà installato entro l’anno 2019 il 2° acceleratore lineare (il 1° è stato inaugurato nel giugno del 2018).” “Nell’immediato futuro è previsto un importante investimento per allocare la nuova risonanza magnetica (il cui acquisto è stato già deliberato) – ha spiegato Maccioni -. Normalmente in ogni Ospedale si toglie la vecchia attrezzatura e poi si inserisce la nuova. Nel caso specifico questo avrebbe comportato il blocco di circa 18 mesi dell’attività diagnostica. Pertanto si è deciso di non togliere la vecchia Risonanza e di installare su una nuova struttura esterna quella nuova, facendo sì che non si verifichi nessuna sospensione dell’attività. Una volta installata la nuova, la vecchia RMN sarà dismessa e sostituita con una Risonanza aperta di dimensioni ridotte. Tali investimenti consentiranno una maggiore produzione e un ulteriore abbattimento delle liste d’attesa. La stessa operazione sarà realizzata all’Ospedale di Civitanova Marche con la sola differenza che la RMN è stata oggetto di donazione da parte della Fondazione CARIMA. Da ultimo, ma non per importanza, per l’Ospedale di Macerata è stato avviato il programma dei lavori che vedrà entro la fine del 2020 completamente rinnovato il reparto di Rianimazione con un incremento di posti letto da 6 a 8. Ulteriori investimenti riguarderanno le U.O. di Psichiatria dell’AV3: a Macerata sarà completamente rinnovato il reparto oggi all’interno della palazzina ex Malattie Infettive e che prevederà anche l’aumento di 10 posti letto. Lo stesso intervento si prevede di realizzarlo per Civitanova Marche in spazi all’interno dell’Ospedale tuttora non utilizzati.” Rimanendo a Civitanova, “parliamo di una struttura più recente, che ha meno problematiche strutturali e che conta 180 posti letto. Anche lì sono state fatte molte migliorie come il nuovo Pronto Soccorso, l’Utic e la Rianimazione creando una piastra delle Emergenze - spiega il Direttore -. Per il completamento del reparto di Ematologia, entro brevissimo tempo, sarà realizzata la quinta camera sterile che vedrà il supporto della Biobanca per la conservazione delle cellule staminali per il trapianto di midollo, inaugurata nel maggio 2018. È in corso inoltre la climatizzazione dei reparti di Cardiologia, Ortopedia e Pediatria, per quest’ultimo reparto, unitamente ai lavori di climatizzazione, si procederà all’eliminazione totale dell’amianto presente nei pavimenti”. “Entro l’anno, ultimati i lavori di climatizzazione, sarà trasferita al piano terra l’Oncologia con spazi più ampi e con un ingresso dedicato e riservato  – ha continuato Maccioni -; questo previo trasferimento dell’Allergologia al 3° piano nei locali lasciati liberi dalla Rianimazione e, allo scopo, rivisitati. Allergologia, anche questa eccellenza regionale e non solo, che così potrà contare su maggiori spazi da tempo necessari per dare risposte terapeutiche, garantendo maggiore sicurezza nella somministrazione dei farmaci richiesti.” “Questa linea di interventi fa parte di una politica regionale di efficientamento delle strutture esistenti, in attesa della realizzazione del nuovo Ospedale dell’Area Vasta 3 – ha proseguito il Direttore -. In quest’ottica vanno letti gli importanti investimenti che sono già stati realizzati e che riguardano l’acquisto di tre nuove TAC di cui due verranno collocate a Civitanova e una a Macerata. A Civitanova un tomografo sarà allestito all’interno della Radiologia, esclusivamente dedicata al Pronto Soccorso, riducendo così l’attesa dei pazienti che si recano al Pronto Soccorso, e una nel reparto di Radiologia in sostituzione di una attrezzatura ormai obsoleta. A Macerata invece si procederà alla sostituzione della Tac del Pronto Soccorso anch’essa ormai vetusta.” “Passando poi ai servizi erogati sul territorio, abbiamo fatto e stiamo tutt’ora facendo importanti investimenti a Recanati dove c’è la nuova Dialisi e dove abbiamo aperto un Ambulatorio Cardiometabolico che mette insieme Cardiologia e Diabetologia – ha spiegato Maccioni -. Inoltre è in programma il trasferimento del Centro Diurno di Salute Mentale nei locali di via Cupa da Varano, ex sede del Poliambulatorio nel frattempo trasferito all’interno dell’Ospedale di Comunità dove è ancora attivo il Punto di Primo Intervento. All’interno dell’Ospedale di comunità di Treia è anche presente il Servizio di Riabilitazione residenziale extra ospedaliera considerata un’eccellenza che opera in sinergia con l’INRCA di Ancona. Entro il mese di maggio inoltre saranno ristrutturati dei locali dove saranno allestiti gli ambulatori che accoglieranno il Centro dell’AV3 per la cura della scoliosi.” “Per la situazione di Tolentino – ha proseguito il Direttore -, dopo gli investimenti resesi necessari a seguito degli eventi sismici, per garantire un minimo di attività specialistica, il funzionamento del nuovo reparto di Dialisi e dei servizi consultoriali, si è proceduto con la progettazione di massima del nuovo Ospedale di Comunità. A breve la Regione pubblicherà il bando per individuare il Tecnico che dovrà predisporre la progettazione esecutiva della nuova struttura sanitaria che avrà un costo di circa 15 milioni di euro con 50 posti letto per Cure Intermedie, Centro Dialisi, attività specialistiche e radiologiche. Un edificio ex novo di circa 7mila metri quadrati di superficie.” Ad oggi il bando è in visione all’Autorità Nazionale Anti Corruzione come previsto dalla normativa sugli appalti per la ricostruzione post sisma. Per quanto riguarda il nosocomio di Matelica? “Anche lì parliamo di un Ospedale di Comunità – ha chiarito Maccioni -: la programmazione regionale prevedeva tra gli altri l’attivazione di posti letto per la riabilitazione post ospedaliera ma, a seguito del sisma, si è ritenuto opportuno rendere disponibili i reparti ospedalieri per accogliere gli ospiti delle Case di Riposo di Pioraco e Pieve Torina, le cui strutture sono state rese inagibili dal terremoto del 2016. È di questi giorni la notizia che per quanto riguarda il Comune di Pioraco è imminente la ristrutturazione di una struttura per far ritornare gli ospiti della Casa di Riposo nel proprio comune. Non appena sarà effettuato il trasferimento si darà impulso alla realizzazione della programmazione regionale con l’attivazione di 20 posti letto di riabilitazione extra ospedaliera. Nel frattempo, a riguardo, entro la fine del prossimo mese, sarà inaugurata la nuova palestra per l’attività ambulatoriale e riabilitativa.” Tutto questo ha comportato dal 2015 al 2018 investimenti complessivi per più di 30.000.000 di euro. Per il 2019-2020 sono previste spese per circa 20.000.000 di euro di cui 10.000.000 per adeguamento strutturale antincendio e sismico. “Da ultimo, ma non certamente per importanza, è doveroso fare un breve focus sulla situazione del personale con particolare riferimento alla copertura dei posti dei primari – ha chiosato il Direttore -. Dal 1° agosto 2015 al 31 dicembre 2018 sono stati coperti 21 posti di Struttura Complessa (primari) nelle varie strutture ospedaliere e territoriali dell’Area Vasta 3. È imminente la nomina da parte del Direttore Maccioni del responsabile della Chirurgia dell’Ospedale di Macerata e del responsabile dell’importante funzione denominata “Cure Anziani e Hospice”. Entro il mese di aprile inoltre è programmato il concorso per la nomina del responsabile della Farmacia Territoriale dell’Area Vasta 3, mentre entro la fine del mese di luglio saranno espletati i concorsi per primario di Radiologia di Macerata, Integrazione Ospedale-Territorio, Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro (PSAL), Neuropsichiatria Infantile di AV3, Pronto Soccorso di Civitanova e Psichiatria di Civitanova. Successivamente saranno effettuati i concorsi per i primari di Otorino e Medicina dell’Ospedale di Civitanova nonché di Geriatria dell’Ospedale di Macerata e Terapia del Dolore di Area Vasta 3. Nei giorni scorsi si è provveduto alla nomina del responsabile dell’Unità Operativa Semplice Dipartimentale della Radiologia di Camerino-San Severino e nel contempo si sta procedendo alla stabilizzazione di tutto il personale precario così come previsto dalla normativa nazionale e regionale: operazione che consentirà di ridurre entro il 31/12/2020 a soli 31 unità il personale precario su un totale complessivo di unità di personale assunto che passerà da 3463 del 31/12/2017 a 3516 al 31/12/2020 con un incremento pertanto di 53 unità di personale in più.  

21/03/2019
Tolentino, "TalentiNati": selezionati i partecipanti al Festival di danza, musica e teatro

Tolentino, "TalentiNati": selezionati i partecipanti al Festival di danza, musica e teatro

TalentiNati, è il festival rivolto ai giovani talenti artistici del territorio, organizzato dal Politeama e dal Comune di Tolentino. La giuria, formata da Massimo Zenobi, Maura Gallenzi e Laura Mocchegiani ha selezionato i partecipanti al festival che si esibiranno sul palco del Politeama nelle tre serate, previste per il 9, 16 e 23 maggio 2019. A breve verrà comunicato il programma completo delle serate.  Tra le numerose candidature ricevute la giuria ha selezionato giovani artisti di Tolentino, Castelraimondo, San Ginesio e San Severino, che si esibiranno nel campo della musica, della danza e del teatro. Il gruppo ABF, tre ballerine individuali unite dallo studio della danza che si sono riunite per Dispendio, una coreografia di danza contemporanea. Les Adorables che si esibiranno in Anima Fragile, una coreografia di danza che racconta le condizioni che oggi si trova a vivere la maggior parte dell’universo femminile. Amy Winehouse Tribute, un gruppo che nasce dall’ incontro di sei musicisti e amici uniti dalla passione per Amy Winehouse. Le colonne d’Ercole una band rock-pop italiana che presenterà Il Deposito dei Sogni, primo album di brani inediti. Il duo formato da Alessandra Petrini e Daniele Giuseppucci in Il flauto virtuoso tra ‘700 e ‘800, un concerto di musica classica che avrà come protagonista il virtuosismo del flauto traverso in un viaggio dall’Austria, partendo da Mozart, fino alla Francia con Chaminade. Giacomo Pinciaroli in I grandi classici The Piano Recital, un concerto per pianoforte dedicato ai più grandi compositori classici come Schubert, Debussy e Beethoven. Irene Rapanelli in Dormo Qui, un monologo teatrale dove a fare da fil rouge sarà il terremoto; un racconto in prima persona dove la protagonista conduce lo spettatore nelle fessure dei suoi ricordi e dei suoi pensieri seguendo una temporalità che parte dalle scosse di Amatrice fino al sisma dell’ottobre 2017. Le serate potranno presentare un artista esclusivo o più artisti, ciascuno con una esibizione differente.

20/03/2019
Tolentino, Teatro In...canto: sabato 23 marzo concerto delle Corali al Vaccaj

Tolentino, Teatro In...canto: sabato 23 marzo concerto delle Corali al Vaccaj

La Corale della Bura organizza per sabato 23 marzo, alle ore 21.15, una serata che sarà ospitata al Teatro Nicola Vaccaj. L’idea – ha ricordato il Vicesindaco Silvia Luconi – nasce a seguito di un concerto che la Corale della Bura ha tenuto a Monaco. In quella occasione abbiamo pensato di promuovere un evento anche a Tolentino da ospitare al Vaccaj. Un sogno divenuto realtà, anche grazie a tanti sponsor privati che hanno coperto le spese. La serata è stata presentata nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato, oltre al Vicesindaco Luconi, l’Assessore alla Cultura Silvia Tatò, Sofia Vitali del gruppo LesAdorables, il Maestro Ugo Pio Migliozzi, gli Assessori Fausto Pezzanesi e Francesco Pio Colosi, il Presidente del Consiglio comunale Carmelo ceselli e il Consigliere Monia Prioretti.  Il programma di “Teatro in…canto” prevede l’alternarsi delle corali sul palco con l’esecuzione di brani tratti dal proprio repertorio sia sacro che profano, anche in stile moderno. Lo scopo della manifestazione è divulgare l’arte canora e di far conoscere le realtà del nostro territorio che si adoperano per mantenere viva la tradizione della musica corale. Partecipano il Coro Giovanile dell’Istituto “F. Filelfo” di Tolentino diretto dal Maestro Fabiano Pippa, il Coro Crux Fidelis di Francavilla D’Ete diretto dal Maestro Morena Rinaldi e del Coro Santa Maria del Monte di Macerata che si esibirà insieme al Coro della Bura di Tolentino. A dirigere le due corali il Maestro Ugo Pio Migliozzi. Nella stessa serata il gruppo di danza “LesAdorables” della nuova Associazione “Altra Scena” di Tolentino, presenterà lo spettacolo “Nella borsa di una donna”, nato da una idea di Sofia Vitali e scritto da Giulia Sancricca che mette in luce la storia di quattro donne attraverso altrettanti monologhi in cui si fanno dei veri viaggi all’interno delle vicende della vita: l’amore, l’abbandono, la violenza, la trasgressione. Quattro attrici, grazie ai monologhi di Giulia Sancricca interpreteranno i quattro stati d’animo che tracciano il filo conduttore dello spettacolo e che quattro attrici si trovano ad interpretare e vivere. Ognuna di loro avrà la trasposizione coreografata. Infatti il racconto sarà arricchito da quadri coreografici su musiche di Noemi, Mina, Luigi Tenco, Vasco Rossi… e da alcuni brani cantati. Sul palco Sofia Vitali, Alice Casadidio, Marika Gatti, Pamela Del Pupo, Rita Sgamma, Valeria Capponi, Sara Mercorelli, Elena Agostinelli, Andrea Persichini, Giacomo Gardini, Alessandro Ferracuti.  Presentano lo spettacolo Genny Ceresani e Luca Romagnoli.  La serata sarà ad ingresso libero con possibilità per gli intervenuti di devolvere un contributo volontario per il sostegno delle attività musicali corali. Al termine dello spettacolo è prevista una degustazione a cura di AltrocheBacco. La Giunta ha deliberato la concessione del Patrocinio del Comune di Tolentino

20/03/2019
Tolentino, la Giunta approva lo schema di accordo per la nuova fermata ferroviaria: costi e tempi di realizzazione

Tolentino, la Giunta approva lo schema di accordo per la nuova fermata ferroviaria: costi e tempi di realizzazione

Il Sindaco Giuseppe Pezzanesi ha rappresentato l’esigenza di realizzare una nuova fermata ferroviaria nel territorio comunale, in Contrada Pace, a servizio dell’area residenziale sorta all’indomani del terremoto del 2016.  A seguito degli eventi sismici, infatti, la zona di Contrada Pace, che già ospita il Centro Direzionale e Commerciale “Tolentino Retail Park” e il Cinema Multiplex, è stata individuata dall’Amministrazione Comunale quale zona strategica per lo sviluppo residenziale e di servizi e in particolare la stessa area sarà prossimamente interessata dalla costruzione del nuovo Campus Scolastico che ospiterà gli attuali istituti “F. Filelfo” e l’IPIAR “Frau” con un’utenza complessiva pari a circa 1000 studenti, da un nuovo centro direzionale e da un centro sportivo d’importanza sovracomunale.  La Giunta ha approvato lo schema di Accordo tra Regione Marche, Comune di Tolentino e Rete Ferroviaria Italiana S.p.a. per la realizzazione della nuova fermata ferroviaria “Tolentino Campus” nel Comune di Tolentino, dando atto che RFI è individuato quale Soggetto Attuatore, incaricato della progettazione, dell’esecuzione dei lavori e della messa in servizio della fermata e che il costo complessivo per la realizzazione degli interventi è pari a € 1.350.000,00 e sarà finanziato dalla Regione Marche. L’Accordo firmato ha per oggetto la realizzazione, nel Comune di Tolentino, di una nuova fermata ferroviaria sulla linea Civitanova – Albacina, denominata “Tolentino – Campus”.  L’esecuzione delle opere è prevista entro 8 mesi dalla disponibilità del finanziamento.

19/03/2019
Tolentino,  Carmelo Ceselli eletto nuovo Presidente del Consiglio comunale

Tolentino, Carmelo Ceselli eletto nuovo Presidente del Consiglio comunale

A seguito delle dimissioni da Presidente di Fausto Pezzanesi, nominato dal Sindaco nuovo Assessore all’urbanistica, lunedì 18 marzo all’Auditorium della Biblioteca Filelfica, la seduta del Consiglio Comunale di Tolentino è stata convocata e presieduta dal Vicepresidente Bruno Prugni. A seguito della cessazione dalla carica di Consigliere comunale di Fausto Pezzanesi e Silvia Tatò sono stati nominati quali nuovi Consiglieri comunali Sonia Gattari per la lista Tolentino nel Cuore (sostituisce Pezzanesi) e Leonardo Salvatori per la lista Tolentino Popolare (sostituisce Tatò). I lavori sono poi proseguiti con la nomina del nuovo Presidente del Consiglio comunale. Il Sindaco Pezzanesi ha indicato il Consigliere Carmelo Ceselli che è stato nominato con 11 voti, 3 voti hanno indicato il Consigliere Bruno Prugni, 2 schede nulle. Carmelo Ceselli, 72 anni, sposato, tre figli e cinque nipoti. Quadro d‘azienda privata in pensione. Ha ricoperto la carica di Consigliere comunale per diversi mandati. Attualmente è anche Presidente della Commissione consiliare Affari Istituzionali. Da sempre è attivo nel sociale. Ha fondato e Presiede il Centro di Solidarietà “Pier Giorgio Frassati”.   L’ex Presidente Fausto Pezzanesi ringrazia tutti i colleghi Consiglieri comunali per l’attenzione prestata alle vicende della Città e per la collaborazione dimostrata nello svolgere con passione e impegno il compito impresso nel mandato conferito dai concittadini elettori: "In particolare – ha detto – ho apprezzato tutti quei momenti che, al di là delle logiche politiche e partitiche, hanno visto l’unione tra Maggioranza e Minoranza per perseguire obiettivi comuni in favore della Comunità tolentinate".  

18/03/2019
Viabilità, in arrivo 10 milioni di euro per l'intervalliva Tolentino/San Severino

Viabilità, in arrivo 10 milioni di euro per l'intervalliva Tolentino/San Severino

È in arrivo la firma della convenzione tra Regione Marche e ministero dei Trasporti che sbloccherà l'utilizzo dei 53 milioni di euro previsti per l'adeguamento della rete stradale. Tra le aree indicate c'è anche l’intervalliva Tolentino-San Severino Marche che beneficerà di 10 milioni di euro. Le risorse provengono dalla Piano operativo Fsc (Fondo Sviluppo e Coesione) 2014/2020.  L'assessore Anna Casini, vice presidente della Regione Marche, sottolinea: “La convenzione, che verrà sottoscritta nelle prossime settimane ha l’obiettivo di accelerare e semplificare l’utilizzo dei fondi, superando le criticità procedurali che possono ritardare gli investimenti. Successivamente, come Regione, definiremo i rapporti con i soggetti attuatori ai quali verranno appaltati i lavori”.    

18/03/2019
Tragedia a Tolentino, incidente mortale: uomo investito da un'auto

Tragedia a Tolentino, incidente mortale: uomo investito da un'auto

Tragedia nel primo pomeriggio di oggi, poco dopo le 15:00 a Tolentino, nei pressi del negozio di abbigliameno area T Tombolini, in Contrada Rancia.  Un pastore, mentre stava conducendo con altri suoi colleghi un gregge di pecore e si accingeva ad attraversare la sede stradale, è stato investito da una Fiat Panda che viaggiava verso il centro città. Violentissimo l'impatto: la donna 65enne alla guida dell'auto si è subito fermata per prestare soccorso all'uomo di 69 anni, Domenico Pizii (origini abruzzesi e residente a Mogliano, ndr), rimasto incastrato sotto l'automobile. Immediato l'arrivo sul posto dei sanitari del 118 e della Polizia stradale, ma purtroppo per l'uomo non c'era più nulla da fare: la collisione con il mezzo in corsa è stato per lui fatale. La strada è al momento chiusa in entrambi i sensi di marcia. Sono in corso gli accertamenti da parte dei Carabinieri di Tolentino per chiarire l'accaduto.     

18/03/2019
Calcio a 5, Serie D: Borgorosso Tolentino supera in casa il Matelica. Ennesima sconfitta per la formazione Csi

Calcio a 5, Serie D: Borgorosso Tolentino supera in casa il Matelica. Ennesima sconfitta per la formazione Csi

Il Borgorosso Tolentino non si ferma e continua spedito la propria marcia nei gradini alti della classifica. L’avversario di turno, la Virtus Matelica, viene battuta al “Gattari” per 3-1, con un prestazione di grande carattere, indice di una squadra cresciuta molto nel corso della stagione, soprattutto sul piano mentale, che ha ormai allontanato il periodo negativo dell’inizio del girone di ritorno ritrovandosi a 8 giornate dal termine a lottare per il titolo insieme al Serralta, staccando di sole tre lunghezze il Castelraimondo e il Cantine Riunite. Il campionato ora si prospetta molto interessante con ancora numerosi scontri diretti da giocare e dove anche i turni di riposo, obbligati a causa della disparità di squadre, incideranno sulla classifica. Ritornando alla cronaca della gara: i biancorossi si presentano con i soliti titolari, assenti Kashchei e Cesaroni, ritornano tra i convocati Orihuela e Mobili. Tra le file del Matelica assente il cannoniere Prearsi. Prima parte di gara favorevole al Matelica, con i biancorossi in confusione, capitan Pistacchi si fa trovare sempre pronto, ma non può nulla sulla girata di Procaccini, lasciato troppo libero dalla difesa borgorossina. Ospiti in vantaggio dopo dieci minuti di gioco; mister Ranzuglia decide di invertire il trand e inizia con i cambi, chiedendo di far girare velocemente la palla. Bomber Diallo non riesce a trovare il guizzo giusto e un primo sussulto arriva al 24esimo con la clamorosa traversa di Mobili, preludio al gol del pareggio di Pascucci, molto bravo a prendere il tempo al difensore su una conclusione in diagonale di Konte e di rapina siglare il gol del 1-1. Nella seconda frazione di gioco i biancorossi salgono in pressing e iniziano a dominare la gara, gli avversari calano sul piano fisico, e dopo una clamorosa occasione fallita ancora da Pascucci a tu per tu con il portiere, arriva il gol del vantaggio con Taqui che sfrutta un indecisione difensiva ospite su un fallo laterale. Ora la gara è in mano ai biancorossi, che rischiano però in un paio di occasioni sulle ripartenze avversarie, Pistacchi con due ottimi interventi tiene in gioco la squadra e dopo una conclusione di Corvini che sfiora l’incrocio dei pali, arriva il definitivo 3-1 con Del Pupo , bravo ad inserirsi su un’ imbucata di Konte e con un colpo di tacco beffa il portiere ospite. Il triplice fischio dell’arbitro sancisce la quarta vittoria consecutiva del Borgorosso. Al termine della gara mister Ranzuglia ha dichiarato: “Grande prestazione soprattutto nel secondo tempo, il gioco di squadra è la nostra forza,diversamente nel primo dove abbiamo fatto un po’ di fatica perché cercavamo sempre l’azione personale. Arrivati a questo punto della stagione non avrei mai creduto di stare ancora in testa alla classifica, e di questo faccio i complimenti ai ragazzi, perché la nostra è una squadra nuova alla prima esperienza nel futsal federale. Ora la trasferta di Fabriano diventa fondamentale per arrivare al turno di riposo senza intoppi e con il giusto morale per affrontare poi lo scontro diretto con il Serralta. Non possiamo più nascondere che pur rimanendo i playoff il nostro obbiettivo, ci troviamo comunque a lottare per il titolo e vogliamo provare a dare tutto per arrivare fino in fondo” Nuova sconfitta per la squadra biancorossa del Csi che non riesce ad invertire la rotta al cospetto dell’Oratorio SS Annunziata di Montecosaro. Sembrava una partita abbordabile per i borgorossini di mister Roberto Vecerrica, dove poter ritrovare lo smalto perduto, visto la posizione di classifica degli avversari e invece la gara si è subito incanalata in una direzione. Gli svarioni difensivi dei biancorossi consentono agli avversari di portarsi sempre in vantaggio. I biancorossi provano a reagire con Falcioni e Gabrielli, ma dopo essere riusciti a pareggiare i conti, nelle battute finali un incredibile disattenzione difensiva, con due avversari lasciati soli in area di rigore consentono agli ospiti di sancire il definitivo 3-4. Amarezza e grande delusione per mister Vecerrica: “Avevo accarezzato l’idea di portare a casa i tre punti in questa gara e invece mi sono dovuto ricredere. La squadra di Montecosaro ci ha messo in notevole difficoltà, anche se in classifica era sotto di noi. Ovviamente la squadra ha le sue responsabilità soprattutto sul piano della concentrazione. Subiamo dei gol veramente incredibili. Ora speriamo che il derby contro le Cantine sia l’occasione per rivedere la grinta e la giusta cattiveria che avevamo nelle prime giornate di campionato, e concludere dignitosamente questa stagione”.

18/03/2019
Musica, Tolentino: la star dell'armonica blues Giles Robson al Castello della Rancia

Musica, Tolentino: la star dell'armonica blues Giles Robson al Castello della Rancia

Giles Robson, la nuova star dell’armonica blues al Castello della Rancia. Dopo i sold out dei precedenti eventi Club di San Severino Blues, sabato 23 marzo alle ore 21 arriva al Castello della Rancia di Tolentino una nuova grande serata con cena e il concerto di un importante ospite internazionale, l’inglese Giles Robson. Grandi armonicisti come Sugar Blue e Paul Jones considerano il musicista inglese uno dei migliori suonatori d’armonica blues attuali, musicista impegnato in prima linea nel rendere popolare fra i giovani l’armonica, uno strumento poco usato nella musica contemporanea. Non a caso il suo primo disco solista “For Those Who Need The Blues” è uscito per la V2 Records, l’etichetta discografica di star mondiali “giovanili” come Mumford & Sons, Adele, Simply Red e Skunk Anansie. Un bellissimo disco di blues urbano elettrico, nove tracce registrate in diretta che trasudano spontaneità e roots. Giles Robson del resto viene dall’esperienza di tanti palchi internazionali (Russia, Inghilterra, Francia, Belgio, Olanda, Svizzera, Scozia) calcati come frontman dei The Dirty Aces, garage band di rock blues. Il suo talento fenomenale, caratterizzato da uno stile potente, selvaggio e originale, pieno di groove e soul, ha entusiasmato il pubblico europeo e colleghi, con i quali ha fatto tour e jam session, come Mud Morganfield, Steve Cropper (Blues Brothers), Animals, Joe Louis Walker, Billy Branch, Charlie Musselwhite e il mitico Buddy Guy nel suo leggendario locale a Chicago. La rivista Musicopolis definisce Robson “Il Joe Bonamassa dell’armonica blues”; il The Daily Express “Il miglior armonicista della scena blues di oggi”; Mike Vernon, il leggendario produttore di Eric Clapton ne parla come di “Una stella in ascesa… la cui creatività non ha limiti”. L’ultimo cd di Robson, “Journey To The Heart of the Blues”, firmato insieme al leggendario chitarrista Joe Louis Walker e al pianista Bruce Katz, è stato nominato in concorso come miglior album acustico e come miglior album dell’anno ai Blues Music Award 2019, che saranno proclamati il 9 maggio prossimo a Memphis al grande evento organizzato della Blues Foundation. Il concerto di Robson al Castello della Rancia si annuncia quindi come un’occasione imperdibile di ascoltare una futura star del blues internazionale, accompagnata in tour da una band italiana di alto livello, composta da Pablo Leoni alla batteria, Ettore Cappellini alla chitarra e Max Pierini al basso.

18/03/2019
Superstrada, da Morrovalle a Tolentino contromano: denunciata una 42enne

Superstrada, da Morrovalle a Tolentino contromano: denunciata una 42enne

Erano le 8:30 di ieri mattina quado la donna, una 42enne di San Severino Marche, ha percorso la Strada Statale 77 "Val di Chienti" contromano. La donna ha viaggiato da Morrovalle a Tolentino in senso contrario, finendo poi la sua corsa contro la colonna di un'abitazione privata in Contrada San Martino a Tolentino. Immediato l'arrivo sul posto della Polizia Stradale di Camerino e di quella di Macerata che hanno fatto l'alcool test alla donna, risultato poi positivo. La donna non ha riportato gravi conseguenze in seguito all'impatto, ma è stata comunque trasportata presso il nosocomio del capoluogo per accertamenti. La 42enne è stata denunciata per guida in stato di ebrezza.

18/03/2019
Pallanuoto A2 Femminile: Tolentino si arrende 13-2 in casa dell’Acquachiara

Pallanuoto A2 Femminile: Tolentino si arrende 13-2 in casa dell’Acquachiara

Inizia con un po’ di rammarico il girone di ritorno per la NPN Tolentino che torna con una sconfitta dalla trasferta di Napoli per mano dell’Acquachiara Ati 2000. Alle ragazze di mister Bartolo non è bastata la consueta determinazione per avere la meglio su un avversario davvero ostico, capace di condurre le danze sin dall’inizio e d’imporsi nettamente per 13-2 A sbloccare il risultato ci pensa dopo appena due minuti De Magistris che mette in rete su una bella entrata. Tolentino non demorde e risponde subito con Fefè, capace di sfruttare al meglio una superiorità numerica. L’equilibrio si protrae fino a quando, ancora De Magistris, prende in mano la situazione e centra i pali per il sorpasso del 2-1. Le maceratesi provano a replicare ma il parziale non cambia sino alla fine della frazione. Il secondo periodo segna lo sprint delle padrone di casa che comandano le danze e piazzano una doppietta in rapida successione. Il 3-1 è firmato da Tortora dal perimetro a cui si aggiunge, qualche istante più tardi, la marcatura in contropiede della consueta De Magistris (4-1). La NPN tenta la reazione ma l’Acquachiara controlla bene e vanifica i tentativi marchigiani. Una doppia superiorità a pochi secondi dalla sirena di metà gara regala a Mazzola la palla giusta per il 5-1 che manda le squadre al riposo lungo. Anche la fortuna sembra girare le spalle alle tolentinati che perdono la canadese Kohli: uscita e non più rientrata a causa di un infortunio. Al rientro in acqua la musica non cambia e le campane premono ancora e in maniera decisiva sull’acceleratore. Giusto mette dentro il 6-1, Di Maria approfitta di una superiorità e porta la sua squadra a quota 7. La compagine napoletana non cede di un nulla e, anzi, continua ad “infierire”: prima De Magistris e quindi di nuovo Di Maria mettono le ali alle locali che volano sul 9-1 L’ultimo quarto è più che altro una formalità e serve soltanto ad aggiornare le cifre: il 10-1 è ad opera di Tortora ma Finocchi, come tutta la NPN, fa comunque capire che l’orgoglio e la grinta non mancano mai violando la porta per il secondo centro. Un rigore di Foresta vale l’ 11-2 a cui fanno seguito le realizzazioni di Maria e della stessa Foresta che chiudono le ostilità sul 13-2. Finisce una partita ostica e sfortunata per Tolentino ma che probabilmente sarà soltanto un “incidente” di percorso del quale fare utile tesoro per affrontare al meglio i prossimi impegni. “L’Acquachiara ha giocato meglio dall’inizio alla fine. Noi avevamo lavorato abbastanza pesantemente in settimana, quindi in parte me l’aspettavo. Non siamo stati brillanti…Nessun dramma e nessun problema, sguardo alla prossima partita in casa e subito fiducia a lavorare duro” le parole dell'Allenatore Lorenzo Bartolo.   ACQUACHIARA ATI 2000-NPN TOLENTINO: 13-2 PARZIALI: 2-1; 3-0; 4-0; 4-1 ACQUACHIARA ATI 200: Cipollaro, Di Maria (3), De Magistris (4), Scarpati, Migliaccio, Pignataro, Mazzola (1), Tortora (2), Giusto(1), Mazzarella, Foresta (2), De Bisogno, D’Antonio NPN TOLENTINO: Ginobili, Finocchi (1), Marconi, Santandrea, Orizi, Kohli, El Omari, Pierluigi, Pierucci, Fefè (1), Travaglini  

17/03/2019
Tolentino,  cade da 15 metri col paramotore: trasportato a Torrette in codice rosso

Tolentino, cade da 15 metri col paramotore: trasportato a Torrette in codice rosso

Tragico incidente nel primo pomeriggio di oggi, quando erano circa le 15:00, tra Tolentino e Belforte Del Chienti. Un uomo di 51 anni è caduto dal suo paramotore, da un'altezza di circa 15 metri, tra contrada Le Grazie e località Fonte Moreto, in prossimità dello stabilimento Nuova Simonelli, finendo nel giardino di un'abitazione privata. Ancora da chiarire l'esatta dinamica di quanto accaduto, fatto sta che il 51enne, ha chiamato lui stesso il 118 che è intervenuto, a sirene spiegate, sul posto. I sanitari hanno subito deciso di allertare l'eliambulanza dall'Ospedale Torrette di Ancona dove l'uomo è stato trasportato in codice rosso.     

16/03/2019
Il Rotary Club di Tolentino dona fondi alla comunità degli Agostiniani

Il Rotary Club di Tolentino dona fondi alla comunità degli Agostiniani

Il Rotary di Tolentino contribuisce alle spese per l'acquisto degli arredi sacri del presbiterio della Basilica di San Nicola. La cerimonia della donazione è avvenuta l'altra sera alla sala San Giorgio del convento. L'assegno è stato consegnato dal presidente Elvio Giannandrea all'agostiniano padre Gabriele Pedicino che nel corso dell'incontro ha ricordato quanto è stato fatto nel complesso monumentale della Basilica di San Nicola dopo il sisma. Per l'agostiniano ogni occasione è un'opportunità per una ripartenza. "Quella del terremoto – ha detto il religioso - come sono tante esperienze dolorose, che segnano la nostra vita, può portare anche un'opportunità di rinascita, scoperta, rinnovamento, ripartenza. E' l'esperienza di chi riesce ad interrogare, interpretare ciò che gli accade anche di negativo. Se avessimo questa sapienza nel cuore per sapere leggere così la nostra storia ed anche i momenti un po' tragici e difficili forse riusciremo davvero a scoprire in ogni situazione che ci accade un'opportunità, una possibilità di una ripartenza e rinascita, un possibile atto d'amore di Dio che vuole farci conoscere le potenzialità che sono in noi. L'esperienza del terremoto ha attivato molti di noi a trovare forza per ripartire, energia per affrontare le difficoltà e scoprire anche in se ed attorno tanto bene e bellezza".   

16/03/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433