Attualità

Appignano, contrada Verdefiore senza corrente da 29 ore: "Da Enel solo rinvii, siamo esasperati"

Appignano, contrada Verdefiore senza corrente da 29 ore: "Da Enel solo rinvii, siamo esasperati"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un cittadino di Appignano che denuncia la mancanza della rete Enel da più di 29 ore:  "Dalle ore 6:00 di ieri, lunedì 17 dicembre, in contrada Verdefiore ad Appignano manca la rete Enel. Ho prontamente chiamato la segnalazione guasti e avendo l'App dell'Enel seguivo l'andamento dei lavori con eventuale ripristino. Faccio presente che in zona alcuni non hanno subìto interruzioni, mentre una decina si. L'App, in mattinata mi comunica il ripristino alle ore 14.00, poi alle ore 17, poi alle 19, poi alle 21 dopodiché l'orario del possibile ripristino sparisce fino alle 23. Alle ore 07,30 di stamane, martedì 18 dicembre, il ripristino era segnalato per le ore 13,00 ma alle ore 10,00 sparisce l'orario!! Sono andato in Caserma Carabinieri per un consiglio, chiedendo se fosse possibile sporgere denuncia per interruzione pubblico servizio. Mi hanno consigliato di aspettare il prossimo orario (13,00) e poi decidere per la denuncia. In città ci sono 10 centimetri di neve, temperatura a 0°, senza riscaldamento... siamo nel 2018...!!!"

18/12/2018
Escursioni più sicure, rinnovato l'accordo con il Soccorso Alpino

Escursioni più sicure, rinnovato l'accordo con il Soccorso Alpino

"Garantire un sistema di soccorso a rete dal pronto intervento al ricovero ospedaliero in grado di accrescere la sicurezza di cittadini e turisti che visitano il nostro territorio". Lo ha detto oggi ad Ancona il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli firmando il rinnovo dell'accordo con il servizio regionale del Soccorso Alpino e Speleologico, che sarà in vigore per cinque anni a partire da gennaio prossimo, accorpando tutte le recenti normative emanate in materia. L'intesa, si legge, "riguarda l'intero territorio montano, ipogeo, e ogni ambiente ostile ed impervio regionale, come quello delle province e regioni confinanti, quando richiesto o necessario, sulla base di opportuni protocolli". Dunque vie alpinistiche, ferrate e sentieri attrezzati, falesie, valanghe, crepacci, ghiacciai, piste da sci, parchi avventura, terreni montani, grotte, gole e impianti a fune. Le Marche sono diventate una meta turistica di attrazione anche naturalistica, ma ciò comporta una maggiore attenzione". (Ansa)

18/12/2018
Sarnano, Adiconsum denuncia: "Situazione inaccettabile, gli anziani sono senza corrente elettrica"

Sarnano, Adiconsum denuncia: "Situazione inaccettabile, gli anziani sono senza corrente elettrica"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato fi Adiconsum relativo all'interruzione della fornitura elettrica nel comune di Sarnano e zone limitrofe:  "La storia si ripete. Ancora una volta al primo evento nevoso, giungono ai nostri uffici segnalazioni di improvvise interruzioni della fornitura elettrica. È una situazione grave e inaccettabile che coinvolge un territorio già fortemente gravato dagli eventi sismici e che ha causato numerosissimi disagi per i cittadini residenti, nella gran parte dei casi ultrasettantacinquenni. A seguito delle segnalazioni, giunte anche dal consigliere comunale di Sarnano, Giacomo Piergentili,  ci siamo attivati presentando reclamo al Distributore territorialmente competente E- Distribuzione chiedendo un intervento immediato per il rispristino della corrente. Sembrerebbe che, a causa di carenza di personale, non è stato possibile per il distributore intervenire tempestivamente.  Già in altre occasioni abbiamo incontrato  E- Distribuzione per discutere ed analizzare i ritardi registrati in passato per gli interventi di ripristino del servizio elettrico nelle zone interessate dal sisma e ci chiediamo se il nuovo piano di investimento che ci è stato illustrato in quelle occasioni da  parte del distributore territorialmente competente sia mai stato attuato. Data la specificità del territorio e la raccolta delle istanze da parte dei nostri sportelli chiediamo un intervento urgente per il ripristino della fornitura. Non sono più accettabili i ritardi registrati in casi come questo per il ripristino della fornitura da parte del distributore che si nasconde dietro agli indennizzi irrisori previsti dall’Autorità di regolazione ARERA. Ricordiamo che molti cittadini, nella maggior parte dei casi ultrasettantacinquenni, utilizzano sistemi di riscaldamento collegati alla corrente elettrica e che a seguito delle nevicate e delle rigide temperature invernali si sono trovati costretti a sostenere costi per il noleggio di generatori di corrente".

17/12/2018
Tolentino, continua il lavoro dei mezzi sgombra neve: domani scuole aperte

Tolentino, continua il lavoro dei mezzi sgombra neve: domani scuole aperte

Continua incessante il lavoro dei mezzi sgombra neve a Tolentino. Per ora, stante le temperature sopra lo zero non verranno usati i mezzi spargisale che se necessario entreranno comunque in funzione alle prime ore di domani martedì 18 dicembre 2018. Viale della Repubblica, nel tratto di fronte al Palasport “Chierici” è chiuso sia al traffico pedonale che veicolare per mantenere la pubblica incolumità. Infatti alcuni rami dei pini marittimi di fronte l’edificio minacciano di cadere a terra sempre a causa della folta coltre di neve. Si conta di riaprire viale Benadduci entro le ore 18.30. Si invitano i cittadini a fare attenzione nel transitare sui marciapiedi in quanto ci sono ancora molti rami tagliati a terra e che ancora non sono stati rimossi. Quindi il camminare a piedi, in alcuni casi, non risulta essere molto agevole. Ci scusiamo per i disagi. L’ingresso dell’Asilo nido comunale “N. Green”, sempre per motivi di sicurezza, nella giornata di domani martedì 18 dicembre è da via Proietti. Sempre nella mattinata di domani verranno messi in sicurezza alcuni alberi in piazza La Malfa e verranno rimossi i rami pericolanti. Si comunica che stante la situazione attuale e considerate le previsioni meteorologiche che, per la notte, prevedono pioggia e non neve, senza bruschi abbassamenti della temperatura, il Sindaco Pezzanesi ha deciso di predisporre per domani martedì 18 dicembre la riapertura di tutte le scuole, compresi gli asili nido comunali, il centro per l’infanzia e il CentroArancia diurno. Si informa che martedì 18 dicembre 2018, il tradizionale mercato si terrà normalmente nelle vie e nelle piazze del centro storico.  Si ricorda che per qualsiasi problema si può contattare il servizio reperibilità dell’Ufficio Manutenzioni del Comune di Tolentino tel. 329.2986273. Per tutta la giornata sono stati impegnati, con orario continuato, tutti gli operai e i manutentori del Comune e gli agenti della Polizia Locale, oltre a diversi addetti delle ditte private convenzionate. Quindi, come comunicato questa mattina, le maggiori difficoltà sono dovute ai tanti rami caduti a causa della spessa e pesante coltre di neve, per cui molte parti di alberi si sono spezzati, crollando a terra. Pericolo quindi per le auto ed i pedoni ma anche tante problematiche per i mezzi spazzaneve che spesso hanno dovuto provvedere a rimuovere i pezzi di fronde per liberare la sede stradale e continuare a spostare la tanta neve caduta, specie sulle colline. Pertanto si invitano i pedoni e gli automobilisti a prestare la massima attenzione. In particolare si invitano i pedoni a non passare sotto gli alberi e sotto i cornicioni delle abitazioni dalle quali potrebbero scivolare blocchi di neve.    

17/12/2018
Cs Argo: s.o.s freddo per i cani del canile di Macerata

Cs Argo: s.o.s freddo per i cani del canile di Macerata

I cani dei canili non sono i cani di “nessuno”, ma appartengono a tutti noi, all'intera collettività. Per questo motivo l'associazione Argo, che opera all'interno del canile comunale di Macerata “Gli amici del cane”, lancia a tutti l'appello “S.O.S. freddo”. Viste le basse temperature di questi giorni e il rischio che la neve diventi ancora più abbondante, i volontari Argo invitano tutti gli amanti degli animali a rendere un po' più serena la vita dei cani ospiti del rifugio con coperte, carne in scatola e crocchette, possibilmente più  proteiche. “In questi giorni di freddo – afferma la presidente Argo, Alexandra Florescu – tutti i cani hanno bisogno di una coccola in più ed un po' di cibo umido, se possibile più proteico e di qualità, ed ovviamente abbiamo sempre bisogno di coperte con cui coprire l'interno delle cucce per cercare di tenerli più al caldo.” Sono soprattutto i cani anziani a soffrire di più a causa delle basse temperature perché, come succede anche per gli umani,  spesso sono più magri, hanno diverse patologie e in molti casi devono assumere farmaci ogni giorno. Oltre il 70% dei cani accolti al canile di Macerata hanno più di 6-7 anni e tanti di loro sono anziani che hanno superato il decennio di età, in molti casi dopo una vita intera trascorsa al canile. “Il nostro appello – spiega la presidente Argo - è rivolto a tutti i cittadini che amano gli animali e che capiscono la loro importanza nelle nostre vite perché siamo fermamente convinti che i cani del canile non sono semplicemente dei cani abbandonati, ma sono i cani di tutta la comunità ed insieme, tutti noi, anche con il più piccolo contributo, possiamo fare tanto per loro. D'altronde, come diceva Ghandi, la civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali ". Chiunque voglia dare una mano può contattare l'associazione Argo ai numeri 329 8281 947 e 392 7060 232 oppure recarsi al canile di Macerata, situato in C.da Acquesalate, n. 38 nei seguenti orari: lunedì e venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00 e sabato dalle 09.30 alle 13.30. Nelle foto: i volontari Argo al canile di Macerata ed alcuni cani anziani del canile. 

17/12/2018
Tecnici al lavoro per ripristinare il servizio elettrico in provincia di Macerata: in 5000 senza corrente

Tecnici al lavoro per ripristinare il servizio elettrico in provincia di Macerata: in 5000 senza corrente

L’intensificarsi dell’ondata di maltempo ha provocato questa mattina, nella Provincia di Macerata, danni alle linee elettriche, principalmente a causa della caduta di alberi ad alto fusto situati al di fuori della fascia di rispetto dagli elettrodotti. Al momento, i clienti disalimentati sono circa 5.000, sparsi in diversi Comuni, tra cui Sarnano, Matelica, San Ginesio, Ripe San Ginesio e Castelraimondo dove si registrano i maggiori disagi. I tecnici di E-Distribuzione, società del Gruppo Enel gestore della rete elettrica di media e bassa tensione, stanno effettuando una serie di manovre in telecomando sulla rete elettrica per rialimentare i clienti rimasti senza energia e altri interventi vengono effettuati sul posto dalle squadre dell’Azienda. Il lavoro di E-Distribuzione proseguirà senza sosta nel corso della giornata odierna fino al pieno ripristino del servizio elettrico, operando nel rispetto delle procedure di sicurezza che questi delicati interventi richiedono. E-Distribuzione ricorda che, per la segnalazione dei guasti, è possibile contattare il numero verde 803.500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. Inoltre, è possibile ricevere informazioni anche attraverso i canali social Facebook e Twitter di E-Distribuzione nonché sul sito Web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è stata messa a disposizione la "mappa delle disalimentazioni" che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica.

17/12/2018
San Severino Marche, abbazia Sant'Eustachio: ancora un'ingiuria, demolite in parte le murature residue

San Severino Marche, abbazia Sant'Eustachio: ancora un'ingiuria, demolite in parte le murature residue

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del  Circolo "il Grillo" San Severino Marche relativo all'abbattimento della muratura residua del'abbazia Sant'Eustachio:  "Inspiegabile abbattimento di quel poco che resta della parte abitativa del monastero risalente al secolo XI. Conci e una parte consistente dello stipite del portale dell'edificio monastico sono stati demoliti e i conci, verosimilmente rimossi con una ruspa, si trovano sul greto del torrente. Il sisma stavolta non c'entra niente: il misfatto è di certo opera dell'uomo... Mentre la chiesa attende interventi e una urgente messa in sicurezza, per cui nessuno si attiva nonostante i ripetuti appelli da parte della nostra associazione insieme alla sezione locale del CAI, anche quel che resta dell'abbazia viene demolito? Il tutto a pochi giorni dalla decisione dello stanziamento di fondi, da parte della Regione Marche, per la valorizzazione dell'Antica Via Romano-Lauretana a cui l'abbazia deve la propria esistenza.... Il nostro circolo ha adottato dal 1999 la chiesa, che fu oggetto della prima edizione di Salvalarte nell’anno 2000. Grazie alla manifestazione si riuscì ad ottenere dai proprietari la concessione d’uso per 99 anni in favore della Città di San Severino Marche, che ne è ora di fatto il proprietario. In cambio la municipalità si impegnò a far restaurare l’edificio e a renderlo fruibile al pubblico. Il taglio dei fondi della Legge 61/98 e il disinteresse delle amministrazioni che si sono succedute ha impedito ad oggi il restauro. La porzione di mura crollate è su un’area di proprietà del Demanio Forestale della Regione Marche, che dovrà chiarire come ciò sia potuto accadere in un’area dove, per di più, è vietato l’accesso veicolare. Le autorità intervengano con urgenza per il recupero delle macerie e per fare luce sui fatti".    

17/12/2018
Meteo, si placa l'allerta neve: resta il pericolo gelate, minime in diminuzione

Meteo, si placa l'allerta neve: resta il pericolo gelate, minime in diminuzione

Il bollettino meteo della Protezione Civile segnale un progressivo miglioramento della situazione meteorologica fino al pomeriggio di mercoledì 19 dicembre quando, l'arrivo di una perturbazione atlantica porterà dapprima un aumento della nuvolosità e poi una debole instabilità per la mattinata di giovedì 20 dicembre. Nessun pericolo neve, dunque, nelle prossime ore ma resta l'allarme legato alle gelate notturne. Nella provincia di Macerata le temperature subiranno una brusca diminuzione sino ad avvicinarsi allo zero termico nella giornata di mercoledì 19 dicembre. Nella prima parte della giornata di giovedì torneranno, poi, a verificarsi deboli nevicate che si esauriranno a fine mattinata con limite fissato attorno ai 1500 metri. 

17/12/2018
Insetticida rivoluzionario, al rush finale la campagna per i giovani ricercatori di Biovecblok

Insetticida rivoluzionario, al rush finale la campagna per i giovani ricercatori di Biovecblok

Imprenditori marchigiani, investitori lombardi, personalità del mondo accademico ma anche semplici cittadini. Sono in tanti ad aver sposato l’idea rivoluzionaria dei giovani talenti di Biovecblok, società nata come spin-off dell’Università di Camerino che ha inventato un potente insetticida naturale. Questo team di ricercatori, con oltre 10 anni di esperienza nel settore, ha sviluppato dei composti naturali in grado di combattere con altissima efficacia insetti, come le zanzare, responsabili della trasmissione di malattie soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Per trovare soci finanziatori e lanciare la sua sfida al mercato, Biovecblok ha aperto una campagna su www.nextequity.it, raccogliendo tantissime adesioni e raggiungendo ad oggi il 98% dell’obiettivo minimo di raccolta, pari a 300mila euro. “Non ci siamo fatti scoraggiare dal terremoto – dice la presidente, Claudia Damiani – abbiamo sviluppato qui le nostre ricerche e qui vogliamo costruire il nostro futuro, contribuendo alla rinascita di questo territorio. Tra i progetti che intendiamo realizzare grazie alle nuove risorse, c’è un centro di sperimentazione a Muccia, una struttura che sarà unica nel suo genere in Italia. Siamo felici di aver trovato grandi riscontri e ora siamo ad un passo dall’obiettivo”. Le malattie trasmesse da zanzare provocano ogni anno almeno un milione di morti nel mondo; per questo motivo tali insetti sono considerati i killer più pericolosi del pianeta. Il mercato mondiale associato al controllo delle zanzare vettrici è stimato ad oltre 35 miliardi di dollari. Gli insetticidi utilizzati ad oggi, oltre a risultare tossici per l’uomo, stanno diventando inefficaci a causa dell’insorgere di resistenze nell’insetto; da qui l’urgenza di strumenti di controllo innovativi. L’obiettivo di Biovecblok è la titolarità dei brevetti per i due prodotti sviluppati, un larvicida e un repellente. I brevetti, che verranno concessi in licenza ad aziende di settore per la produzione industriale, sono attualmente in fase di approvazione negli Usa e l’idea è di estenderli a Cina, Brasile, India e paesi dell’Africa Sub-Sahariana, puntando poi ad una protezione globale. Biovecblok ha già ottenuto importanti riconoscimenti, tra cui il terzo posto al Global Social Venture Competition (World Final 2017), promosso dalla Haas School of Business dell’Università di Berkeley California e la menzione speciale al Premio Marzotto 2016; con il progetto Atlas figura tra i vincitori del concorso E-Capital 2016.

17/12/2018
Montecassiano si immerge nella magia del Natale (FOTO)

Montecassiano si immerge nella magia del Natale (FOTO)

È nell’aria la magia del Natale a Montecassiano. Lungo le strade del suggestivo borgo medievale, le luci, gli addobbi e gli alberi di Natale regalano ai passanti il calore di una festa, l’unica, che restituisce a tutti un sentimento di vicinanza e affetto. Ieri in piazza Unità d’Italia è stato scoperto coloratissimo albero realizzato dal Cif – Centro italiano femminile – e sono state accese le luminarie curate dalla instancabile Pro loco guidata dal presidente Fiorenzo Pergolesi. E proprio in occasione della giornata di festa la piazza centrale ha accolto animatori e bancarelle che hanno vivacizzato il centro storico. "Il mio ringraziamento va a tutti coloro che hanno contribuito a rendere la giornata di ieri una domenica coinvolgente – ha sottolineato il sindaco Leonardo Catena –. Dal Cif alla Pro loco ai dipendenti comunali, dal dj Luca Bussolotto al mago Kiko e ai truccabimbi con le loro animazioni per i più piccoli, dagli hobbisti che hanno sopportato un freddo pungente per tutto il giorno agli operatori che hanno installato gli addobbi. Ringrazio anche gli alunni e le insegnanti dell’Istituto comprensivo che hanno addobbato gli alberi, l’azienda agricola Ciucciovè Pietro che ci ha donato una parte dei fiori, Giuseppe Massei che ha realizzato la struttura dell'albero e l’assessore Cinzia Paolucci che ha coordinato il tutto". Nei prossimi giorni stelle, fiocchi e luci colorate faranno da cornice a chi passeggerà per il centro storico e attraverserà piazza Unità d’Italia parzialmente pedonalizzata fino all’epifania. "Dopo lo splendido spettacolo di luci e suoni dello scorso anno – ha aggiunto il primo cittadino –, anche per questo Natale potremo goderci la nostra bellissima piazza meravigliosamente ornata".  

17/12/2018
Civitanova, messa in sicurezza cabina Enel ex Ente Fiera: domani partono i lavori

Civitanova, messa in sicurezza cabina Enel ex Ente Fiera: domani partono i lavori

Sarà messa in sicurezza a partire da domani (condizioni meteo permettendo ndr) la porzione di edificio vuota all’interno della cabina Enel nello spazio dell’ex Ente Fiera dove è presente la centrale di trasformazione dell’impianto di pubblica illuminazione del Lungomare, usata come rifugio da sbandati e persone senza fissa dimora. Lo ha comunicato questa mattina il sindaco Fabrizio Ciarapica, dopo l’approvazione in Giunta della relativa delibera dello scorso venerdì. “A seguito delle recenti segnalazioni delle Forze dell’Ordine e dei sopralluoghi della Polizia locale – ha spiegato Ciarapica – abbiamo ravvisato la necessità di sanare urgentemente l’immobile per motivi di salute e di ordine pubblico, in quanto lo stabile può essere fonte di pericoli per le persone. Nonostante infatti lo spazio sia transennato in applicazione delle norme di sicurezza e che gli operai del comune abbiano più volte provveduto a ripulire l’ambiente, gli avventori riescono ugualmente ad entrare per trovare un riparo occasionale, lasciando rifiuti e sporcizia. Pertanto, come annunciato nei giorni scorsi, provvederemo a sanare questa cabina che da diversi anni è considerato luogo di degrado”.  L’Amministrazione comunale ha pertanto deliberato un intervento urgente per la messa in sicurezza dell’edificio con il quale si provvederà alla pulizia e allo sgombero dell’area interna, alla successiva sigillatura con la realizzazione di una parete di tamponamento e alla riparazione di una porzione di copertura con lamiera zincata. La spesa totale di 4,300,00 euro sarà finanziata tramite oneri di urbanizzazione.  

17/12/2018
Macerata, prima neve in città: spazzaneve in azione, scuole aperte e trasporto pubblico in funzione

Macerata, prima neve in città: spazzaneve in azione, scuole aperte e trasporto pubblico in funzione

Solo qualche piccolo disagio questa mattina a causa della nevicata che da ieri sera ha colpito la città e ha fatto scattare da subito il piano neve messo a punto dal Comune. Alle 2 della notte, infatti sono immediatamente entrati in azione i primi mezzi spazzaneve che hanno proceduto alla pulizia delle strade, soprattutto delle arterie principali, mentre i mezzi più piccoli stanno proseguendo a ripulire quelle secondarie. La neve, che con il corso delle ore si è trasformata in pioggia, non ha creato in città difficoltà tali da costringere alla chiusura delle scuole. Le lezioni infatti si stanno svolgendo regolarmente in tutti gli istituti di ogni ordine e grado.  Regolare anche il trasporto pubblico urbano che ha fatto registrare solo qualche lieve ritardo nella partenza delle varie corse.  

17/12/2018
Qualità della vita 2018, Macerata 32esima: tra le peggiori per delitti di stupefacenti

Qualità della vita 2018, Macerata 32esima: tra le peggiori per delitti di stupefacenti

La consueta classifica redatta dal Sole 24 ore sulla vivibilità nelle 107 province italiane segnala la perdita di un posto per la provincia di Macerata nel 2018 rispetto all'anno precedente. La nostra provincia si trova in  trentaduesima posizione nell'indice dedicato alla qualità della vita (83 anni l'aspettativa di vita media, ndr), un gradino sotto la provincia di Ancona. La migliore nelle Marche è Ascoli Piceno (27), mentre la peggiore Fermo (50). Pesaro e Urbino si fermano al quarantaduesimo posto.  Particolarmente penallizante per Macerata la posizione occupata nell'indice dedicato ai delitti legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. Macerata crolla al novantaquattresimo posto e si segnala come una delle peggiori province italiane. Non va meglio se si guarda all'indice "giustizia e sicurezza": settantesima posizione su 107 province.  Nonostante un buon ventisettesimo posto nell'indice globale del "lavoro", il tasso di occupazione nella nostra provincia è piuttosto alto (45esima posizione). Va meglio se si considera soltanto il dato legato alla disoccupazione giovanile (21esima posizione). Molto buono il tasso di permanenza nelle nostre strutture ricettive, che è il quarto più alto in Italia, e l'indice globale legato alla "cultura" dove occupiamo il nono posto. Macerata, infine, è tra le province che fanno segnare il maggior numero di acquisizioni di cittadinanza: nono posto complessivo. 

17/12/2018
Sann Severino, operai  e tecnici al lavoro dalla scorsa notte per risolvere i blackout causati dal maltempo

Sann Severino, operai e tecnici al lavoro dalla scorsa notte per risolvere i blackout causati dal maltempo

Operai e tecnici della municipalizzata Assem Spa di San Severino Marche sono al lavoro dalla scorsa notte, e senza soste, per risolvere i problemi alla rete di distribuzione dell’energia elettrica causati dall’ondata di maltempo che ha visto cadere, anche in tutto il territorio settempedano, diversi centimetri di neve. Distacchi diffusi si sono registrati un po’ ovunque per la caduta diversi alberi. “Al momento – fanno sapere dall’Assem – la città di San Severino Marche non è alimentata dall’alta tensione a causa di un guasto più grave sulla rete che da Belforte del Chienti fornisce la nostra cabina primaria di Colotto”. Si è in attesa che gli operatori di Enel Distribuzione intervengano per risolvere il problema. “La situazione viene comunque tamponata da Assem Spa – precisa ancora l’azienda - che sta alimentando la rete cittadina rifornendosi da altre linee ma in media tensione”. “Tecnici e operai di Assem Spa sono stati tutti richiamati al lavoro, nonostante lo sciopero nazionale in corso, e hanno garantito anche questa notte le operazioni di pronto intervento” - sottolinea il sindaco, Rosa Piermattei, che pubblicamente ringrazia la municipalizzata per l’enorme sforzo di uomini e mezzi di queste ore.  

17/12/2018
Al TG5 il grido di aiuto dell'allevatrice di Ussita: "Sae totalmente inadeguate in montagna"

Al TG5 il grido di aiuto dell'allevatrice di Ussita: "Sae totalmente inadeguate in montagna"

Le telecamere del telegiornale di Mediaset hanno fatto tappa ad Ussita, per raccogliere le testimonianze degli abitanti delle Sae, dopo il black-out dell'altro giorno, che ha lasciato per alcune ore molte persone al freddo e al buio (Leggi http://bit.ly/2QSr0UO). "Erano le quattro, era freddo - racconta una signora anziana tutta imbacuccata - abbiamo dormito vestiti, con una giacca sopra l'altra e con i pantaloni", dentro casette che l'assenza dell'energia elettrica erano diventate delle vere e proprie celle frigorifere. E la volta poi di una ragazza, che dall'esterno delle Sae, lamenta con il giornalista che "I tetti sono poco spioventi e la neve si ferma e si gela. Il boiler dell'acqua calda è stato messo sopra, dove l'acqua si gela perennemente tutte le notti". Un senso di abbandono e di rabbia, quello degli abitanti, che trova sfogo nelle parole di Silvia Bonomi, allevatrice che vive in un MAPRE (Modulo Abitativo Provvisorio Rurale di Emergenza): "Non avevamo stufe a gas, non avevamo nulla, se non di alimentato a corrente. Abbiamo rischiato l'ennesima volta. Si tratta di cinque centimetri di coibentazione - dice la donna mostrando la parete esterna del modulo abitativo - totalmente inadeguato alle nostre latitudini". "Noi siamo in montagna - conclude l'allevatrice - dove la neve la fa, dove gela parecchi mesi l'anno e non è questa la struttura idonea ad ospitare una famiglia".

16/12/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433