Ripe San Ginesio

Ripe San Ginesio, donate 200 mascherine al Comune

Ripe San Ginesio, donate 200 mascherine al Comune

In occasione dell’apertura di un nuovo sportello nel territorio comunale, la Tecniconsul Energia ha omaggiato la comunità di Ripe San Ginesio, donando duecento mascherine da distribuire alla popolazione locale. Tecniconsul Energia, azienda leader nella distribuzione di metano e gas naturale, si mostra ancora una volta particolarmente attenta alle esigenze del territorio in cui opera. Per questo il Sindaco Paolo Teodori e l’Amministrazione Comunale porgono un sentito ringraziamento.

21/07/2020
Ripe San Ginesio, Lucrezia si laurea online: festa in casa per la nuova infermiera

Ripe San Ginesio, Lucrezia si laurea online: festa in casa per la nuova infermiera

Giornata speciale, sebbene un po' diversa da quanto immaginato per via dell'emergenza Covid-19, quella vissuta da Lucrezia Pizzabiocca. Nella mattinata di oggi la giovane di Ripe San Ginesio ha conseguito, con l'eccellente valutazione di 109 su 110, la laurea in infermieristica del polo di Macerata della Facoltà di Medicina e Chirurgia Università Politecnica delle Marche.  Dopo la discussione della tesi online, Lucrezia ha festeggiato l'ambito traguardo tra le mura di casa circondata dall'affetto dei suoi cari.  Genitori, parenti (in particolare le cugine Morena e Stefania, assieme ai rispettivi compagni Vieri ed Alberto) e amici, si congratulano con lei per il traguardo raggiunto “da remoto” in questa straordinaria sessione digitale. Lucrezia, dopo la laurea odierna e vista l'abilitazione già ottenuta, è una delle 16 infermiere pronte ad essere inserite nell'organico delle nostre strutture ospedaliere per fronteggiare la difficile emergenza sanitaria che ci troviamo a vivere (leggi di più). 

San Ginesio, Cordelia Williams in concerto con la  Wunderkammer Orchestra

San Ginesio, Cordelia Williams in concerto con la Wunderkammer Orchestra

  Iniziativa della Wunderkammer Orchestra (WKO) per sostenere la cultura e la musica nelle zone terremotate della provincia di Macerata. L’Associazione pesarese ha organizzato, in collaborazione con l'Associazione Musicale Appassionata di Macerata, per domenica 1° marzo uno dei format più apprezzati dai suoi soci, una “gita sociale con musicista al seguito” che toccherà Macerata e Fiastra e si concluderà al Salone dell’Ostello Comunale di San Ginesio con il concerto della pianista inglese Cordelia Williams (prime note, ore 17.00), appuntamento inaugurale della Stagione dell’Associazione Musicale Selifa. Questa formula è stata sperimentata e apprezzata lo scorso dicembre in occasione del concerto del pianista, compositore e direttore artistico di WKO, Paolo Marzocchi, all’Ateneo Veneto di Venezia e risponde in pieno all’obiettivo principale della Wunderkammer di sostenere la diffusione della cultura musicale soprattutto laddove, per qualsiasi motivo, sia o diventi più difficile portare la musica. In questa occasione la “gita sociale con musicista al seguito” risulta però anche uno strumento indispensabile per la realizzazione dell’iniziativa stessa, in quanto il contributo dei Soci della Wunderkammer e il sostegno di Appassionata consentono di offrire il concerto al territorio con biglietti al prezzo simbolico di 5,00 euro. La WKO si augura che questo del 1° marzo possa essere solo un primo appuntamento e di poter replicare l’esperienza in altre località delle zone terremotate delle Marche. Le tappe previste della giornata sono il seicentesco Palazzo Ricci a Macerata, sede di una delle più grandi collezioni d'arte del '900 italiano, e una visita guidata all’Abbadia di Chiaravalle di Fiastra, tra le abbazie cistercensi meglio conservate in Italia. Infine i Soci WKO si uniranno al pubblico di San Ginesio per assistere al concerto della pianista inglese Cordelia Williams che si esibirà in un programma di musiche di Beethoven, Chopin, Evans e Prokofiev.   Biglietti Posto unico € 5,00, acquistabili presso il Salone dell'Ostello Comunale di San Ginesio dalle ore 15:00 di domenica 1° marzo 2020 Info Tel. 3476691204, e-mail associazionemusicalelifa@gmail.com

22/02/2020
Linea Verde, in onda domenica 2 febbraio la puntata dedicata alle Marche

Linea Verde, in onda domenica 2 febbraio la puntata dedicata alle Marche

Linea Verde a San Ginesio, il balcone dei Monti Sibillini sulle Marche: è qui che parte e arriva il viaggio di Beppe Convertini, Ingrid Muccitelli e Peppone nella puntata della nota trasmissione di Ra Uno che andrà in onda domenica 2 febbraio, a partire dalle ore 12:20.  Un viaggio che racconta un territorio di colline incantevoli poste fra montagna e mare, una storia fatta di tradizioni millenarie, una serie di incontri ravvicinati con gli animali più affascinanti, una galleria di uomini e donne con voglia di riscatto dopo il tremendo terremoto del 2016 ed il genio degli artigiani di un distretto manifatturiero leader in tutto il mondo. LEGGI ANCHE: LINEA VERDE FA TAPPA ANCHE A COLMURANO E RIPE SAN GINESIO   

28/01/2020
Linea Verde fa tappa anche a Ripe San Ginesio

Linea Verde fa tappa anche a Ripe San Ginesio

Giovedi’ 16 gennaio la troupe della trasmissione Rai “Linea Verde” sarà a Ripe San Ginesio, per raccontare il Paese ed il progetto di valorizzazione e riqualificazione del Centro storico “Qui:Borgofuturo”. I servizi saranno dedicati alle tradizioni, alle tipicità e peculiarità del nostro territorio. A catturare l’attenzione della nota trasmissione televisiva, anche le attività artigianali ed i laboratori aperti nel centro storico, in immobili concessi dall’Amministrazione in locazione a canone simbolico, per favorire l’animazione ed il ripopolamento del paese. Una strategia vincente, perseguita da tempo e solo rallentata per effetto del sisma, che ha fatto sì che oggi siano presenti nel Borgo una Bottega alimentare, in gestione comune con il Bar, un Birrificio artigianale, un Bottega di Arte ceramica, un Punto del Pensiero. Il Progetto “Qui: Borgofuturo” è in fase di sviluppo. Presto l’emanazione di nuovi bandi per la concessione di ulteriori immobili.        

14/01/2020
L'albero di Natale da record di Gubbio si accende grazie alla maceratese Fìdoka

L'albero di Natale da record di Gubbio si accende grazie alla maceratese Fìdoka

Da sabato 7 dicembre la grande installazione di otto chilometri illuminerà la collina del paese umbro. Durante la speciale cerimonia, l’albero di Gubbio verrà acceso dall’azienda maceratese Fìdoka direttamente dalla Basilica della Natività, situata a Betlemme. Iniziato il countdown per la 38esima accensione del grande Albero di Natale di Gubbio. Sabato 7 dicembre l’imponente installazione luminosa, che corre dalla Basilica di Sant’Ubaldo lungo le pendici del Monte Ingino, illuminerà la splendida città medioevale di Gubbio alle 18 in punto. Novità assoluta dell’edizione 2019: l’accensione direttamente dalla Basilica della Natività di Betlemme. A premere il pulsante sarà il Custode della Terra Santa, padre Francesco Patton; accanto a lui il vicesindaco di Gubbio Alessia Tasso, il vicario generale della diocesi eugubina monsignor Fausto Panfili ed il vicepresidente del comitato ‘Albero di Natale più grande del mondo’ Francesco Ragnacci. Da quasi quaranta anni la maestosa opera luminosa è resa possibile grazie alla passione e alla dedizione di centinaia di volontari, appassionati eugubini che si adoperano, con mesi di anticipo, per la realizzazione dell’albero da guinness, per il quale sono necessarie quasi duemila ore di lavoro. Ad assicurarsi il corretto svolgimento della solenne cerimonia di accensione sarà Fìdoka, azienda maceratese Internet provider cui per il quarto anno consecutivo la città di Gubbio ha affidato il prestigioso incarico. L’azienda con sede a Ripe di San Ginesio, infatti, si occuperà della connessione wifi per pilotare i meccanismi di accensione da internet e per monitorarne il funzionamento, ma anche della connessione in piazza per la corretta trasmissione in streaming della cerimonia da Betlemme. “È per noi vero motivo di vanto essere riconfermati partner di un evento prestigioso come l’accensione dell’istallazione luminosa che dal 1991 detiene il record di ‘Albero di Natale più grande al mondo’, - dichiara la CEO di Fìdoka, Sara Servili – a maggior ragione quest’anno per via di una cerimonia senza precedenti. Con l’accensione direttamente dalla Grotta della Natività di Betlemme, la città di Gubbio darà a questa tradizione un ulteriore valore simbolico, che Fìdoka è lieta di contribuire a realizzare”. L’albero natalizio da record sarà costituito da luminarie lunghe otto chilometri, coprendo un’area pari a trenta campi da calcio, con una base di 450 metri ed un’altezza di 750 metri. Installato ogni anno dal 1981, si compone di 200 luci per la stella, 260 per la sagoma dell’Albero e 270 led multicolori all’interno del grande abete. E mentre a Betlemme verrà premuto il tasto per l’accensione, contemporaneamente in piazza Quaranta Martiri a Gubbio saranno presenti il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati, il sindaco di Betlemme Tony Salman e padre Ibrahim Faltas, direttore delle scuole di Terra Santa e membro dell’organo di governo della Custodia francescana. Ad ammirare il grande Albero di Natale lungo la collina del Monte Sant’Ubaldo ci saranno migliaia di visitatori, turisti che come ogni anno accorrono a Gubbio per assistere alla tradizionale magia natalizia. L’orgoglio eugubino rimarrà acceso fino al 12 gennaio 2020.

03/12/2019
Libriamoci 2019: il Centro di Lettura “Arturo Piatti” di Ripe San Ginesio celebra Gianni Rodari

Libriamoci 2019: il Centro di Lettura “Arturo Piatti” di Ripe San Ginesio celebra Gianni Rodari

L’Associazione Culturale “San Ginesio” e il Centro di Lettura “Arturo Piatti” di Ripe San Ginesio, in occasione di ”Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole” (11-16 novembre), presentano all’interno della pagina social Centro Lettura Arturo Piatti il testo poetico "Viva la libertà" di Gianni Rodari (in concomitanza poi con l’inizio dei festeggiamenti per la celebrazione dei 100 anni dalla nascita dello scrittore italiano) il cui inizio è il seguente: Viva la primavera/che viaggia liberamente/di frontiera in frontiera/ senza passaporto. L’evento on line è curato da Alba Piatti, Presidente dell’Associazione Culturale “San Ginesio”, e dagli operatori culturali Rita Bompadre e Matteo Marangoni.

13/11/2019
San Ginesio: inaugurata "La Casa nel Cuore"  di Anffas Sibillini Onlus (FOTO)

San Ginesio: inaugurata "La Casa nel Cuore" di Anffas Sibillini Onlus (FOTO)

Sabato 9 novembre, a Pian di Pieca di San Ginesio, Anffas Sibillini Onlus ha inaugurato La Casa nel Cuore, una struttura che ospita attività socio-occupazionali, educative e ludiche mirate ad accompagnare le persone con disabilità intellettiva nel proprio percorso di sviluppo dell’autonomia.   Alla cerimonia c’erano oltre 400 persone: volontari, collaboratori, donatori, rappresentati di aziende ed Enti che hanno contribuito alla realizzazione del progetto. I veri protagonisti, però, sono stati i ragazzi di Anffas Sibillini che hanno aperto la cerimonia cantando l’inno nazionale e hanno riempito la mattinata con la loro grande energia. "Prima di essere presidente sono un’associata e come tutti i genitori con figli disabili faccio i conti con una domanda: che cosa succederà dopo di noi?" esordisce Franca di Giulio, Presidente di Anffas Sibillini che oggi conta 67 associati. "Con il terremoto, l’Associazione ha perso la sede, molti di noi hanno perso la propria abitazione. Così è nata l’idea de La Casa nel Cuore: non un istituto, ma una casa, come quelle che abbiamo perduto, dove i nostri ragazzi possano vivere serenamente anche quando non avranno più accanto i loro familiari. All’inizio sembrava solo un grande sogno, ma i fatti ci hanno dimostrato che se tanti sognano insieme, i sogni diventano realtà". Oggi la Casa nel Cuore dispone di un ampio locale in cui svolgere i laboratori di movimento, un secondo locale per le altre attività laboratoriali più statiche, una stanza relax per gestire i momenti di criticità, un ampio giardino, un orto dove verrà impiantata una serra e una cucina industriale destinata a sviluppare le attività di lavoro protetto già avviate nei mesi scorsi. Appena possibile, verrà terminato anche il piano superiore della struttura dove verranno realizzati due appartamenti ad uso residenziale che ospiteranno percorsi di sviluppo dell’autonomia. Il progetto di Anffas Sibillini è rientrato tra i progetti finanziati dal Comitato Sisma Centro Italia costituito da CGIL, CISL, UIL e Confindustria e ha ricevuto il supporto e il contributo di molti donatori, privati, di aziende, associazioni, scuole ed Enti locali come i Comuni di San Ginesio, Sarnano, Caldarola e l’Unione Montana dei Monti Azzurri. Anche Neri Marcorè ha inviato il suo videomessaggio di saluto: per due anni consecutivi, infatti, la direzione del Festival RisorgiMarche ha affidato ad Anffas Sibillini la vendita del merchandising, i cui proventi sono stati destinati a La Casa nel Cuore. "Il cammino delle persone con disabilità e dei loro familiari è sempre irto di ostacoli - ha scritto nel suo messaggio di saluto il Presidente Anffas Nazionale Roberto Speziale che, impossibilitato a partecipare a causa di un problema di salute, ha tenuto a far sentire la sua presenza attraverso la voce del Consigliere Mario Sperandini - ma proprio per questo e per la forza e l’amore che i nostri figli, fratelli e amici con disabilità ci donano ogni giorno, nulla è impossibile per la Famiglia Anffas". «Queste persone sono dei veri e propri eroi» ha detto il Sindaco di Sarnano Luca Piergentili «è già difficile affrontare le sfide quotidiane della disabilità, ma fronteggiare il dramma del terremoto richiede una forza incredibile». Anche Giordano Saltari, Assessore del Comune di San Ginesio, ha sottolineato l’enorme sforzo dell’Associazione, ricordando ai presenti che «Anffas Sibillini non ha bisogno solo di sostegno economico, ma di ogni aiuto possibile, in qualsiasi forma». «Ho visto nascere questo progetto» ha aggiunto Teresa Minnucci, Assessore del Comune di Caldarola «e credo che oggi sia un grande momento per tutta la nostra comunità». «Lavorando insieme possiamo fare tanto» ha detto Giampiero Feliciotti, Presidente dell’Unione Montana dei Monti Azzurri ricordando quanto è stato fatto per rafforzare i servizi sociali sul territorio. "Tutto ciò che riguarda la famiglia deve diventare giustizia sociale - ha affermato l’Assessore regionale alla Famiglia, al Lavoro e alla Formazione Loretta Bravi, portando i saluti del Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli -. Il welfare che funziona è quello che mette al centro la famiglia e la comunità. Questa è la visione che dobbiamo trasmettere ai nostri figli". A rappresentare la Regione Marche anche l’Assessore regionale Angelo Sciapichetti e il Consigliere regionale Luca Marconi, mentre in rappresentanza della Provincia di Macerata erano presenti i consiglieri provinciali Deborah Pantana e Tarcisio Antognozzi. «Queste persone sono dei veri e propri eroi - ha detto il sindaco di Sarnano Luca Piergentili - ed è già difficile affrontare le sfide quotidiane della disabilità, ma fronteggiare il dramma del terremoto richiede una forza incredibile". Anche Giordano Saltari, Assessore del Comune di San Ginesio, ha sottolineato l’enorme sforzo dell’Associazione, ricordando ai presenti che "Anffas Sibillini non ha bisogno solo di sostegno economico, ma di ogni aiuto possibile, in qualsiasi forma". "Ho visto nascere questo progetto - ha aggiunto Teresa Minnucci, Assessore del Comune di Caldarola - e credo che oggi sia un grande momento per tutta la nostra comunità. "Lavorando insieme possiamo fare tanto" ha aggiunto Giampiero Feliciotti, Presidente dell’Unione Montana dei Monti Azzurri ricordando quanto è stato fatto per rafforzare i servizi sociali sul territorio. "La mission fondamentale della nostra Associazione è cambiare la percezione della disabilità, a partire dai giovani - ha concluso Giuseppe Monaldi, consigliere regionale Anffas e consigliere della Fondazione Dopo di Noi, dopo aver ricordato con commozione l’Ex Sindaco di San Ginesio, Mario Scagnetti, grande sostenitore del progetto, prematuramente scomparso lo scorso gennaio. "Vogliamo diffondere una nuova coscienza sociale, che faciliti il passaggio dall’integrazione all’inclusione, perché la disabilità non è una cosa esterna alla società, non è una sventura, ma una condizione normale dell’esistenza e come tale deve essere considerata. Le persone disabili non hanno bisogno di qualcuno che li accudisca, ma di chi se ne prenda cura: è ben diverso. Mettere in atto questo cambiamento di mentalità è un’impresa semplice? No, neanche la Casa nel Cuore lo era, ma noi abbiamo un mantra: “è possibile". Dopo i commossi ringraziamenti della vicepresidente Cinzia Antognozzi, c’è stata la benedizione da parte di Don Luigi Verolini, Parroco di Pian di Pieca da sempre vicino all’Associazione, e il taglio del nastro ad opera dei ragazzi Infine, la mattinata si è conclusa con il buffet preparato dagli alunni dell’Istituto Alberghiero di Cingoli: un momento di gioiosa convivialità per festeggiare insieme un grande traguardo per Anffas Sibillini e per tutta la comunità che ha sostenuto il progetto.  

09/11/2019
Rinegoziazione dei mutui da parte dei comuni del cratere sismico: lettera delle tre Unioni al Governo

Rinegoziazione dei mutui da parte dei comuni del cratere sismico: lettera delle tre Unioni al Governo

Possibilità di rinegoziazione dei mutui da parte dei Comuni compresi nel cratere sismico del Centro Italia. L’emendamento, da inserire, su richiesta dei proponenti, in sede di conversione del “decreto sisma 2019” o nella legge di Stabilità per l’anno 2020, è stato approvato ufficialmente la settimana scorsa nel Consiglio dell’Unione Montana Potenza Esino Musone. Anche l’Unione Monti Azzurri, presieduta da Giampiero Feliciotti, e l’Unione Marca di Camerino, con il presidente Alessandro Gentillucci, hanno appoggiato la proposta. La missiva verrà inviata entro oggi al Presidente della Repubblica e al Governo. “La richiesta è quella di rinegoziare i mutui perché tutta Italia, a oggi, può farlo a tassi più agevolati rispetto a quelli che i comuni avevano stipulato nell’occasione – ha spiegato il Presidente dell’Unione capofila della proposta Matteo Cicconi -. Attualmente i mutui, nelle zone del cratere, sono sospesi ma quando si ripartirà con il pagamento, grazie a questo emendamento, i cittadini potranno pagare con un tasso più agevolato. La richiesta è stata promossa su istanza dei sindaci del cratere e verrà ora inoltrata al Governo.” Un emendamento appoggiato anche dall’Unione Marca di Camerino, “in stretta sinergia con gli altri presidenti perché questo è un percorso di unione che ci ha sempre contraddistinto – le parole di Alessandro Gentilucci -. Dovremmo però anche richiedere altri percorsi che certamente sono molto importanti come delle linee guida applicative ben definite, serie e chiare per i tecnici che debbono certificare la ricostruzione.” “Le tre Unioni Montane sollecitano fortemente l’applicazione di questa rinegoziazione perché altrimenti i comuni si troverebbero all’improvviso a non poter assolvere al soddisfacimento del pagamento – ha aggiunto il presidente Giampiero Feliciotti -. È importante che venga preso in considerazione altrimenti saremmo, come sempre, cornuti e mazziati.” "I mutui concessi dalla Cassa depositi e prestiti Spa a Comuni inseriti negli allegati 1, 2, 2-bis del D. Lgs. n. 189/2016, trasferiti al Ministero dell’economia e delle finanze in attuazione all’articolo 5, commi 1 e 3, del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, possono essere oggetto di operazioni di rinegoziazione che determinino una riduzione totale del valore finanziario delle passività totali a carico degli enti stessi - si legge nell'emendamento che verrà inviato al Governo -, ferma restando la data di scadenza prevista nei vigenti piani di ammortamento. Possono essere oggetto di rinegoziazione i mutui che, alla data del 1° gennaio 2020, presentino le seguenti caratteristiche: interessi calcolati sulla base di un tasso fisso; oneri di rimborso a diretto carico dell’ente locale beneficiario dei mutui; scadenza dei prestiti successiva al 31 dicembre 2022; debito residuo da ammortizzare superiore a 10.000 euro; mancanza di rinegoziazione ai sensi del decreto del Ministero dell’economia e delle finanze 20 giugno 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 144 del 24 giugno 2003; senza diritto di estinzione parziale anticipata alla pari." "La rinegoziazione avrà effetto dalla annualità in cui riprende il pagamento delle rate sospese dalla normativa applicabile agli enti locali i cui territori sono stati colpiti dagli eventi sismici del 2016. Tale misura consentirebbe ai comuni del cratere sismico, i cui mutui sono al momento sospesi, di accedere alla possibilità di rinegoziazione degli stessi, contribuendo a liberare risorse preziose da destinare ai nostri territori ancora gravemente in difficoltà."

05/11/2019
Ripe San Ginesio, cade un albero lungo la provinciale 78

Ripe San Ginesio, cade un albero lungo la provinciale 78

È successo nella mattinata di oggi, intorno alle 9:00, in località Macchie a Ripe San Ginesio.  Le forti raffiche di vento che stanno interessando in questo momento la provincia e che erano state annunciate dall'allerta meteo della Protezione Civile delle Marche (LEGGI QUI) hanno causato la caduta di un albero lungo la carreggiata della provinciale 78, bloccando il traffico. I Vigili del Fuoco, giunti sul posto, hanno provveduto a liberare la strada.  Nessuna vettura e persona sono rimaste coinvolte.  

04/11/2019
Cingoli, Fileni sceglie Fìdoka per la cybersecurity

Cingoli, Fileni sceglie Fìdoka per la cybersecurity

Un’azienda all’avanguardia, che continua nel suo percorso di coniugare la qualità con l’innovazione tecnologica. Fileni, primo produttore in Italia di carni bianche da agricoltura biologica e terzo player nazionale per le carni avicole, abbraccia la rivoluzione digitale, investendo in cybersecurity. E lo fa affidandosi a Fìdoka, azienda informatica di Ripe di San Ginesio, dal 2006 operatore Wisp (Wireless Internet Service Provider), ora anche punto di riferimento per la sicurezza telematica del gruppo agroalimentare marchigiano. Rafforzare la sicurezza informatica per scongiurare potenziali sovraccarichi, intromissioni e manipolazioni, ma anche assicurare la massima affidabilità delle comunicazioni esterne, velocizzando al contempo quelle interne, attraverso un’unica rete condivisa, sono gli obiettivi raggiunti grazie alla parnerhip tra le due realtà marchigiane. “Sono orgogliosa di essere stata scelta da una delle più autorevoli realtà imprenditoriali d’Italia per migliorarne le telecomunicazioni e garantirne la sicurezza informatica- spiega l’Amministratore Delegato di Fìdoka Sara Servili, che continua -perché significa che anche aziende leader come Fileni riescono ad apprezzare il lavoro svolto dall’imprenditore vicino casa, senza necessariamente rivolgersi ai colossi del mondo delle comunicazioni, ma anzi dimostrando così di preferire il contatto diretto con le imprese presenti sul proprio territorio.” Il progetto di innovazione tecnologica è stato realizzato in appena quattro mesi, durante i quali Fìdoka, eccellenza marchigiana con oltre 15 anni di esperienza nella cybersecurity, ha fatto “migrare informaticamente” 400 dipendenti dal vecchio sistema di mail a quello di una nuova realtà condivisa, senza interferire con l’attività lavorativa delle sedi di produzione Fileni. La rivoluzione informatica ha riguardato la sede di Cingoli, cuore dell’azienda agroalimentare, ma anche i numerosi centri di allevamento distaccati in tutto lo stivale, attivi 24 ore al giorno, sette giorni su sette, che lavorano a processo continuo pur di soddisfare le crescenti richieste del mercato. Grazie a questo cambiamento, chi lavora in Fileni può ora contare su un’efficienza informatica all’avanguardia, anche grazie alla collaborazione di Fìdoka con Huware, società partner di Google. I dipendenti possono condividere in tempo reale informazioni e documenti, nel pieno rispetto della sicurezza della rete. Due le conseguenze del rinnovamento: diminuzione dei tempi e conseguente aumento della produttività. Fìdoka, con 10.000 connessioni wireless attive, incassa così la stima dell’azienda fondata da Giovanni Fileni nel 1978, cresciuta nel tempo fino ad arrivare a 1.600 persone impiegate.

24/10/2019
Ripe San Ginesio, cade da oltre quattro metri: 40enne a Torrette

Ripe San Ginesio, cade da oltre quattro metri: 40enne a Torrette

L'uomo, 40enne, è caduto da un'altezza di quattro metri, dal balcone di un'abitazione mentre stava effettuando dei lavori. Ancora da chiarire comunque l'esatta dinamica di quanto accaduto. L'episodio si è verificato nel tardo pomeriggio di oggi, intorno alle 18:00, a Passo Ripe San Ginesio.  Immediato l'arrivo sul posto dei soccorritori del 118 che, vista la gravità della situazione, hanno deciso di allertare l'eliambulanza dall'Ospedale Torrette di Ancona dove il 40enne è stato prontamente trasportato in codice rosso. 

09/10/2019
TourInTime, l'Unione Montana dei Monti Azzurri protagonista di una app sul turismo

TourInTime, l'Unione Montana dei Monti Azzurri protagonista di una app sul turismo

Sarà il territorio dell’Unione Montana dei Monti Azzurri il primo a essere al centro del progetto TourInTime. L’applicazione turistica, ideata dalla giornalista di viaggi e volto di Marcopolo tv Erika Mariniello insieme all’esperto di marketing territoriale Federico Minelli, verrà realizzata nei prossimi mesi con un team di professionisti. Dopo il successo della raccolta fondi attivata a fine giugno su un sito di crowdfunding che, grazie anche al contributo dei 15 Comuni dell’Unione Montana dei Monti Azzurri, ha raggiunto il primo obiettivo di 10 mila euro, ora si pensa alla progettazione di un nuovo strumento per fare turismo e si parte dalla regione Marche. “Dopo tanto lavoro di comunicazione e condivisione del progetto siamo riusciti a chiudere positivamente il crowdfunding per la realizzazione di un’app pensata per chi vuole ottimizzare il tempo e il denaro in viaggio – spiega la giornalista Erika Mariniello -. Siamo contenti che i comuni dell’Unione Montana dei Monti Azzurri abbiano deciso di sostenere un progetto che vuole partire proprio da un territorio piccolo e pieno di eccellenze da promuovere e far conoscere. Raggiunto questo primo traguardo entriamo nella fase operativa, ci vorrà qualche mese per la realizzazione della prima demo dell’app, ma in questo periodo porteremo avanti in parallelo anche il grande lavoro di comunicazione e marketing territoriale che c’è dietro al progetto. Il nostro obiettivo è far conoscere le bellezze delle Marche e dell’Italia e renderle il più possibile fruibili da tutti”. TourInTime, un sito internet e un’applicazione finalizzata a permettere ai viaggiatori di ottimizzare il loro tempo e denaro in viaggio, partirà proprio dalle Marche, dall’entroterra dove c’è molto da vedere e scoprire. Promuovere le bellezze delle Marche e offrire uno strumento utile per spendere il tempo a disposizione in base ai propri interessi: è questa l’idea che verrà sviluppata anche grazie all’aiuto dei Comuni che hanno aderito all’iniziativa e che saranno i primi protagonisti di questo innovativo progetto. Esistono innumerevoli guide cartacee e molte anche in formato app per dispositivi mobili, ma nessuna è finalizzata a sviluppare le proprie proposte in base al tempo che un viaggiatore ha a disposizione. TourInTime, invece, si prefigge proprio di fare questo. Cambiare il modo di visitare un luogo avendo uno strumento utile per sapere cosa fare in un determinato luogo, in un lasso di tempo preciso, in base a degli interessi mirati e personali. Il funzionamento dell’applicazione sarà piuttosto semplice: basterà scaricarla, decidere un tema tra quelli proposti e definire il tempo che si ha a disposizione. Lo strumento darà delle risposte mirate e permetterà ai turisti di scegliere tra alcune proposte su cosa da fare e vedere in quel determinato tempo a disposizione secondo quel preciso interesse. “Vogliamo e dobbiamo ringraziare tutti quelli che ci hanno sostenuto donando poco o tanto – aggiunge Federico Minelli, professionista che si occupa di marketing territoriale -. Tourintime è un progetto di promozione del territorio che viene prima dell’applicazione a cui lavoreremo nei prossimi mesi. Saremo attivi fin da subito con eventi e proposte e contiamo di lanciare l’applicazione per la prossima primavera”.

08/10/2019
Passo Sant'Angelo, tragico investimento: muore bimbo di 9 anni

Passo Sant'Angelo, tragico investimento: muore bimbo di 9 anni

Il drammatico incidente è avvenuto intorno alle 18:45 del pomeriggio a Passo Sant'Angelo lungo la provinciale 78. Ancora da chiarire l'esatta dinamica di quanto accaduto. Un bambino di nove anni è stato travolto da una Fiat Tipo guidata da un anziano e, a seguito dell'investimento, ha perso la vita. A nulla sono valsi gli immediati soccorsi dei sanitari del 118, che hanno tentato le disperate manovre di rianimazione. Sul posto era stato richiesto anche l'intervento dell'eliambulanza che non è stato necessario a seguito del decesso. Sul luogo del sinistro anche i Carabinieri della Compagnia di Tolentino ai quali spetterà ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto. Il bambino viveva in Inghilterra con la propria famiglia, e si trovava a San Ginesio - di cui la madre è originaria - per le vacanze. 

13/08/2019
Grande successo per VenedìRipe, i colori animano il borgo di Ripe San Ginesio

Grande successo per VenedìRipe, i colori animano il borgo di Ripe San Ginesio

Laboratori nelle Botteghe artigiane del Centro storico, incontri per bambini, visite a cantieri di restauro, letture all’aperto, mostre d’arte e musica dal vivo. Il Borgo di Ripe San Ginesio ogni venerdì si anima con tanti appuntamenti, in programma dalle 17.00 a serata inoltrata. Buona affluenza di pubblico per il 2 agosto, primo appuntamento di un’iniziativa che si replicherà per tutto il mese, proposta dall’Associazione dei commercianti del paese e patrocinata dall’amministrazione comunale. Nove, sedici, ventitré e trenta agosto: questi i prossimi venerdì in programma, ciascuno associato ad un diverso colore, con tante iniziative da non perdere. Venerdì nove in piazza meravigliosa musica dalle 19.00, con Luciano Monceri in Faber e Gaber, ed un aperitivo ispirato al rosa, cui è dedicata la serata. Un’iniziativa che rientra nel progetto di ridare vita al Borgo con proposte culturali ed artistiche. Gli incontri sono tutti gratuiti, eccetto i laboratori che sono a pagamento      

06/08/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.