Porto Recanati

Blitz della Guardia di Finanza all'Hotel House: trovati 19 chili di tabacco da contrabbando

Blitz della Guardia di Finanza all'Hotel House: trovati 19 chili di tabacco da contrabbando

Altro blitz all’Hotel House da parte dei finanzieri della Tenenza di Porto Recanati, a contrasto di ogni forma di traffici illeciti. Nel corso di un servizio le Fiamme Gialle hanno sottoposto a controllo un cittadino pakistano il quale, al termine di una perquisizione, è stato trovato con alcuni pacchetti di tabacco da mastico, risultati importati in contrabbando doganale. Il successivo controllo domiciliare ha permesso di rinvenire dell'altro tabacco da mastico illecitamente importato. Complessivamente, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro circa 470 pacchetti, da 40 grammi ciascuno, per un totale complessivo di circa 19 chili. L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria di Macerata. L’operazione è finalizzata a disarticolare la filiera distributiva delle merci illecitamente introdotte nel territorio nazionale, attraverso la predisposizione di specifici servizi di prevenzione e repressione soprattutto nelle aree di maggior rischio.  

17/07/2019
Cordoglio a Porto Recanati per la scomparsa di Guido Cittadini: il ricordo dell'assessore Ubaldi

Cordoglio a Porto Recanati per la scomparsa di Guido Cittadini: il ricordo dell'assessore Ubaldi

Trovato morto nel suo ufficio verso le 21 di ieri sera. Guido Cittadini, 53 anni, laureato in economia e commercio, era responsabile del Settore II, Servizi alla persona, Turismo, Cultura e Sport. A fare la tragica scoperta è stata la donna delle pulizie e le cause del decesso, secondo gli accertamenti del personale sanitario, sarebbero dovute ad un malore. L'assessore Rosalba Ubaldi, venuta a conoscenza della terribile notizia che ha scosso il paese, ha voluto dedicare un ricordo affettuoso e commosso del collaboratore, tramite Facebook, dove ha scritto le seguenti parole: "All'improvviso, come un fulmine a ciel sereno, stasera ho perso un amico, un collaboratore affidabile, una persona seria sulla quale contare, un ragazzo ed un uomo con il quale ho condiviso quasi 25 anni di vita amministrativa, con il quale ho affrontato situazioni difficili per tanti concittadini. La sua famiglia ha perso un figlio, un fratello, un marito, il padre di due splendidi figli ora disperati di fronte alla morte. Guido, ci hai lasciati senza una parola, senza un accenno. Ti ho lasciato a fine mattinata quando diligentemente ci avevi aggiornato sull'ultimo (in ordine di tempo) tuo impegno. Stasera ho pensato che forse in cielo in questo periodo avevano bisogno di chi suonava una chitarra e di chi organizzava qualche evento. Chissà.... ma quanto è difficile accettare questa realtà! Ti ho letto sul volto tante volte la soddisfazione per uno, tanti, spettacoli che si sono svolti con successo e l'ultima volta qualche giorno fa quando, dopo che tutti erano usciti dall'Arena, finalmente - insieme all'amico inseparabile Giacomo - eri rimasto seduto, stanco ma soddisfatto per il lavoro svolto e per il successo della serata. Ciao Guido e grazie per il cammino fatto insieme. Resterai nel ricordo di questa città".

17/07/2019
Porto Recanati, premio speciale all'Unione Montana per la promozione del territorio

Porto Recanati, premio speciale all'Unione Montana per la promozione del territorio

La giuria del premio internazionale “Città di Porto Recanati - Salotto sul Mare”, riconoscimento che ogni anno viene assegnato a quelle realtà del mondo della cultura, dell’imprenditoria, del giornalismo e dello sport che si sono distinte nel territorio marchigiano, ha consegnato un trofeo speciale al presidente dell’Unione Montana Potenza Esino Musone, Matteo Cicconi, e al vice presidente dell’ente comunitario, Renzo Marinelli, per l’impegno profuso nella promozione delle eccellenze del territorio. Nel corso della cerimonia, ospitata all’Arena Beniamino Gigli di Porto Recanati, è stato presentato anche il video dal titolo emblematico: “Un territorio straordinario”. Le immagini, disponibili anche sul canale YouTube all’indirizzo https://youtu.be/3g0kGYc_064, condensano in 13 minuti una serie di fotogrammi di panorami, monumenti e scorci suggestivi dei dodici Comuni dell’Unione. Le immagini, per la regia di Nazareno Balani, mettono in risalto le bellezze di Apiro, Castelraimondo, Cingoli, Fiuminata, Gagliole, Esanatoglia, Matelica, Pioraco, Poggio San Vicino, San Severino Marche, Sefro e Treia. Gli organizzatori della manifestazione, nata da un’idea di Vladimiro Riga, hanno ringraziato il presidente Cicconi e il vice presidente Marinelli per la loro presenza e ne hanno sottolineato la qualità di giovane amministratore, il primo, e di amministrazione dalla grande esperienza, il secondo, ricordando l’impegno quotidiano profuso a favore delle comunità locali in un momento certamente non facile come quello dell’emergenza terremoto prima e della ricostruzione poi. “Dedichiamo questo premio alle nostre comunità - sottolinea il presidente dell’Unione Montana Potenza Esino Musone, Matteo Cicconi, che aggiunge – Questo riconoscimento è alla bellezza di un territorio unico e straordinario che merita di essere vissuto oltre che da chi ha qui le sue radici e le sue origini anche da turisti e vacanzieri”. Alla cerimonia di premiazione ha preso parte, in qualità di madrina d’eccezione, anche Miss Italia 2018, la marchigiana Carlotta Maggiorana.  

16/07/2019
Porto Recanati, urina in piena piazza: espulso un clandestino

Porto Recanati, urina in piena piazza: espulso un clandestino

I carabinieri della stazione di Porto Recanati, alle ore 20:00 della serata di ieri, sono intervenuti nel piazzale Europa della stessa città rivierasca in seguito a una segnalazione: un uomo, cittadino extracomunitario, era intento a infastidire un gruppo di giovani ragazze. Giunti sul posto, i militari dell’arma, hanno sorpreso il soggetto mentre era intento a urinare nella pubblica via, nonostante la presenza dei passanti. Lo stesso, accompagnato in caserma per accertane l’identità, visto che era sprovvisto di documenti, è risultato essere un cittadino senegalese di 60 anni, senza fissa dimora e irregolare in Italia. Per il reato di “atti contrari alla pubblica decenza” gli è stata comminata una sanzione amministrativa. Vista inoltre la posizione irregolare sul nostro territorio, l'uomo è stato segnalato dai carabinieri al competente ufficio stranieri, il quale ha attivato le procedure previste per l’espulsione  dal territorio nazionale.    

13/07/2019
Porto Recanati, giro di droga da 7.000 euro all'Hotel House: in manette tre pakistani

Porto Recanati, giro di droga da 7.000 euro all'Hotel House: in manette tre pakistani

Si è conclusa con l’arresto di due pakistani e la notifica del divieto di dimora nel Comune di Porto Recanati per un altro pakistano, un’articolata indagine contro lo spaccio di sostanze stupefacenti condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Macerata, Dott. Enrico Riccioni, che ha permesso di ricostruire il “giro” messo in piedi dai tre all’Hotel House. L’attività non si è infatti fermata al semplice sequestro di sostanze stupefacenti effettuato lo scorso mese di novembre, ma è proseguita con una specifica indagine delegata dal P.M., che ha permesso di accertare oltre 350 episodi di spaccio di droga per un totale di circa 500 grammi tra hashish, eroina e cocaina. Quantificato in circa 7.000 euro il profitto tratto dall’attività di spaccio. I finanzieri sono entrati in azione nelle prime ore di giovedì scorso, con l'irruzione in un appartamento all’Hotel House, dove è stato tratto in arresto uno dei tre destinatari delle misure cautelari. Un secondo è stato intercettato da una pattuglia mentre si aggirava a piedi per una stradina di campagna vicino al complesso condominiale, mentre il terzo si trovava già recluso nella Casa Circondariale di Montacuto, dove era stato associato dagli stessi finanzieri di Porto Recanati, sempre per essersi reso responsabile di reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. A carico di due responsabili, il G.I.P. ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari, con applicazione del “braccialetto elettronico”, mentre a carico del terzo ha disposto il divieto di dimora nel Comune di Porto Recanati.

12/07/2019
La Contram attiva la linea estiva San Severino-Porto Recanati: tutti gli orari di partenza e ritorno

La Contram attiva la linea estiva San Severino-Porto Recanati: tutti gli orari di partenza e ritorno

La Contram s.p.a. e l’Amministrazione Comunale di San Severino Marche comunicano agli utenti l’attivazione della linea bus estiva "San Severino – Porto Recanati" per l’estate 2019. Il collegamento sarà attivo con una corsa di andata al mattino e una di ritorno il pomeriggio, dal lunedì al sabato, a partire dal 15 luglio sino al 3 agosto. Ecco nel dettaglio la tabella oraria delle corse: 

12/07/2019
Contrasto al commercio ambulante abusivo e all'immigrazione clandestina lungo la costa: in manette un 55enne

Contrasto al commercio ambulante abusivo e all'immigrazione clandestina lungo la costa: in manette un 55enne

Nella giornata di ieri, a Porto Recanati, Civitanova Marche e Porto Potenza Picena, i Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche, guidati dal Comandante Enzo Marinelli, coadiuvati da quelli del rinforzo del Comando Provinciale di Macerata e con la collaborazione della Polizia Municipale di Porto Recanati, hanno svolto un servizio di controllo straordinario del territorio protrattosi dalle prime luci dell'alba fino a sera. Il pattugliamento del territorio è stato finalizzato inizialmente al contrasto del commercio ambulante abusivo e dell'immigrazione clandestina e al controllo della circolazione stradale. A Porto Recanati, all'interno dell'Hotel House, è stato rintracciato e arrestato un 55enne pakistano, già in passato finito in manete per i reati relativi agli stupefacenti, in quanto a suo carico era stato emesso un provvedimento di cattura per l'aggravamento della misura cautelare: l'uomo infatti aveva più volte violato le prescririzioni imposte. Il 55enne è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Montacuto, nel capoluogo di Regione. Il servizio si è poi spostato alla stazione ferroviaria, al mercato e in spiaggia. Sono state controllate e accompagnate in Caserma dieci persone di cui cinque (tutte di origini straniere) sono state sanzionate con 5.000 euro di multa per la violazione dell'art. 38 della Legge Regionale 27/2009 in quanto esercitavano l'attività di commercio ambulante senza avere la prevista autorizzazione. La merce, composta da teli mare, bandane, capelli in paglia, materiale elettronico, occhiali da sole, braccialetti di stoffa e molto altro, è stata sequestrata dai militari.  

12/07/2019
Stretta contro la contraffazione e il commercio ambulante: vasta operazione dei Carabinieri a Porto Recanati

Stretta contro la contraffazione e il commercio ambulante: vasta operazione dei Carabinieri a Porto Recanati

I Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche, guidati dal Comandante Enzo Marinelli, nella giornata odierna, hanno provveduto a un servizio straordinario di controllo su Porto Recanati per contrastare il fenomeno della contraffazione e del commercio ambulante irregolare. Dopo aver passato al setaccio il condominio multietnico dell'Hotel House, i militari hanno controllato la stazione ferroviaria, il mercato e la spiaggia della città rivierasca. Dieci le persone portate in caserma. Insieme a quindici Carabinieri, sul posto anche una pattuglia della Polizia Municipale. I risultati dell'operazione saranno resi noti nella giornata di domani.

11/07/2019
Sicurezza sulle spiagge, in arrivo il presidio acquatico: stretta sull'abusivismo

Sicurezza sulle spiagge, in arrivo il presidio acquatico: stretta sull'abusivismo

Si è riunito nella giornata di oggi il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per una disamina delle iniziative già attuate e di quelle da intraprendere alla luce della direttiva del Ministro dell’Interno e delle indicazioni ministeriali sull’Action Day, finalizzate a implementare l’azione di contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione. Nel corso dell’incontro il Prefetto Iolanda Rolli, sulla scia dei positivi risultati già conseguiti lo scorso anno e conformemente alle recenti direttive, ha sottolineato l’importanza delle attività di prevenzione e contrasto del fenomeno attraverso sinergie sempre più strette tra gli attori coinvolti. In particolare è stato disposto il potenziamento dei servizi interforze attraverso piani di intervento operativi che garantiscano un controllo degli arenili e delle strade di accesso con il coinvolgimento delle polizie locali, istituzionalmente competenti alla verifica dell’osservanza delle prescrizioni in tema di commercio, e della Polizia Postale mediante specifici controlli sul Web. Nell’occasione, si è preso atto della Convenzione del Presidio Acquatico tra l’Amministrazione dell’Interno ed i Comuni di Civitanova Marche, Porto Recanati e Potenza Picena, finalizzato all’istituzione, ad opera del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, di un “presidio di salvamento acquatico” ubicato sull’arenile ricadente nel territorio del Comune di Potenza Picena La finalità di tale strumento è quella di assicurare un più elevato livello di sicurezza a beneficio di tutti i cittadini che, nel corso di questa stagione estiva, affolleranno il litorale della provincia. Inoltre, l’accordo rappresenta un’importante espressione delle possibili efficaci sinergie tra le Amministrazioni dello Stato, gli Enti Locali e le istituzioni private. L’intesa prevede in particolare che il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, con proprio personale abilitato al salvamento acquatico e con propri mezzi ed attrezzature, predisponga un servizio atto a garantire un più elevato livello di sicurezza nella balneazione sui litorali non assentiti in concessione dei comuni di Potenza Picena, Civitanova Marche e Porto Recanati. Il servizio, che durerà fino al 30 settembre è stato reso possibile anche grazie al contributo finanziario dei Comuni interessati nonché alla collaborazione dell’Associazione Barracuda concessionaria del tratto di arenile sul quale verrà ubicato il presidio acquatico.

10/07/2019
Porto Recanati, la disperazione dei ragazzi della Croce Azzurra: "Un disastro" (FOTO)

Porto Recanati, la disperazione dei ragazzi della Croce Azzurra: "Un disastro" (FOTO)

"Eravamo rientrati da nemmeno un minuto, non abbiamo avuto il tempo di renderci conto di quanto stava accadendo che si è scatenata la bufera ed è avvenuto il disastro". Così gli operatori della Croce Azzurra di Porto Recanati hanno raccontato il terribile pomeriggio vissuto ieri, completamente in balia del maltempo, nella loro sede di via Argentina. Mentre rientravano da un servizio svolto a Civitanova Marche, due operatori hanno posteggiato come diconsueto l'ambulanza sotto la pensilina e per questione di attimi non sono stati schiacciati dalla caduta di uno dei due sempreverdi presenti nel posteggio della sede, abbattutosi sulla parte anteriore del mezzo: una tragedia sfiorata.  Per questione di centimetri, inoltre, non è stato colpito dalla traiettoria di caduta della pianta anche il secondo mezzo a disposizione della Croce Azzurra, parcheggiato poco più in là e anch'esso da poco rientrato in sede.  Forte lo sconforto del personale che, quasi in lacrime, ha raccontato la vicenda. Nella loro vita, costantemente dedicata agli altri, i sanitari ieri hanno visto sgretolarsi davanti ai loro occhi una parte fondamentale del loro lavoro.  "L'ambulanza danneggiata è proprio l'ultimo modello arrivato - ci dicono -, aveva meno di un anno di utilizzo, ed era costata circa 85 mila euro. Speriamo che qualcuno riesca a darci una mano per riparare i danni evidenti causati al mezzo, anche se il timore è quello che abbia subito conseguenze irreparabili". Il personale, con dedizione impagabile, si è messo al lavoro sino a tarda notte per tagliare i rami della pianta che si è abbattuta sull'ambulanza e sulla pensilina. Ora le preoccupazioni riguardano il secondo albero presente nel parcheggio, collocato proprio di fronte l'ingresso della sede: "Speriamo che per evitare ulteriori problematiche, questo albero venga abbattuto sebbene sembri il più solido".  Non bastassero i gravi disagi connessi allo sradicamento della pianta, si evidenzia anche il problema dell'energia elettrica: "Siamo senza corrente da ieri pomeriggio, quando ha iniziato a scatenarsi la tromba d'aria. Speriamo - sottolinea il personale - che la situazione venga ripristinata nel più breve tempo possibile. Ieri abbiamo potuto proseguire il servizio soltanto grazie ai generatori d'emergenza portati dalla Protezione Civile. Inoltre il piazzale posteriore della sede è messo in condizioni pure peggiori, con quasi tutte le piante presenti spezzate dal vento" concludono amaramente i soccorritori della Croce Azzurra. 

10/07/2019
Provincia al lavoro per il maltempo: i disagi maggiori a Porto Recanati

Provincia al lavoro per il maltempo: i disagi maggiori a Porto Recanati

La Provincia di Macerata si è attivata immediatamente a seguito delle calamità che hanno colpito il territorio. Al momento la zona più colpita è quella costiera, in particolar modo Porto Recanati e dintorni dove si registrano i disagi più pesanti. Gravissimi i danni alle attrezzature, agli impianti, alle attività produttive e balneari e pesanti quelli di rilievo ambientale con piante abbattute e rami spezzati. La viabilità ne ha risentito in modo pesante, ma non ci sono problemi alle strade. Le provinciali più colpite sono quelle che interessano i Comuni di Porto Recanati, Potenza Picena, Appignano, Recanati, Monte San Giusto, Corridonia, Mogliano, Petriolo, Treia, Pollenza, la zona dell’Abbadia di Fiastra e Macerata. I fenomeni temporaleschi non si sono ancora esauriti, ma nel tardo pomeriggio è atteso un miglioramento. “C’è stata fin dal primo momento una grandissima collaborazione da parte dei Comuni e del loro personale, compresi i volontari della Protezione Civile - dichiara il presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari -. Li voglio ringraziare pubblicamente perché hanno permesso di accelerare gli interventi”.

10/07/2019
"Alza la testa e...non il gomito": ripartono le attività dell'Unità di Strada

"Alza la testa e...non il gomito": ripartono le attività dell'Unità di Strada

Riparte la stagione estiva 2019 e con essa la programmazione delle attività dell'Unità di Strada “Alza la testa...non il gomito”, un Progetto attuato dalla Cooperativa Sociale PARS “Pio Carosi” ONLUS in collaborazione con il Dipartimento per le Dipendenze patologiche AV 3 di Civitanova Marche, con il Patrocinio della Regione Marche e dell’ASUR Area Vasta 3. Il Progetto, volto alla prevenzione del disagio giovanile nei diversi contesti “ludici” e aggregativi, si rivolge a tutti i giovani che frequentano luoghi quali discoteche, pub, feste, lungomare della riviera marchigiana per informarli e sensibilizzarli riguardo i vari rischi legati all'uso e abuso di alcol, droghe, condotte devianti come la guida in stato d’ebbrezza.  L’équipe che realizza le diverse iniziative è composta da “operatori di strada” della PARS , formati, disponibili e motivati al confronto con i giovani. Il progetto mira ad avvicinare i ragazzi per spiegare i rischi e i danni dell’uso e abuso di alcool e droghe, scegliendo strategie comunicative efficaci e mirate per diffondere una cultura della prevenzione e promozione della salute. Lo stand adibito dall’Unità di strada sarà presente negli eventi estivi più aggregativi (Notte Rosa di Porto Recanati, Mind Festival di Montecosaro, Deejay Time di Civitanova Marche) coinvolgendo numerosissimi giovani e famiglie nelle attività di prevenzione e informazione. Gli operatori interagiscono con i giovani somministrando test, offrendo opuscoli informativi, gadgets accattivanti e originali, allestendo una piccola area relax all'interno dello stand e, soprattutto, offrendo la possibilità di effettuare il test dell’etilometro per esaminare il tasso alcolemico ed eventualmente valutare gli effetti subiti, al fine di dissuadere a una eventuale guida in condizioni di rischio. La realizzazione del progetto è resa possibile grazie alla sinergia fra operatori pubblici, operatori della Cooperativa Sociale, Amministrazioni Comunali delle località coinvolte e gestori dei locali, che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa.  

10/07/2019
Maltempo, viabilità in tilt: Statale 16 e strada Regina bloccate

Maltempo, viabilità in tilt: Statale 16 e strada Regina bloccate

Alberi caduti lungo la carreggiata, rami spezzati lungo la strada, pozzanghere di acqua ai bordi delle principale arterie e cumuli di foglie: la normale conseguenza a tutto ciò che il maltempo ha portato con sé è stato il blocco del traffico, andato letteralmente in tilt, in molte zone della Provincia.  I disagi maggiori si registrano lungo l'Adriatica: la Strada Statale 16 è infatti completamente congestionata da Civitanova a Porto Recanati. Difficoltà e lunghe code anche sulla Strada Regina, tra Porto Recanati e Montelupone, dove un grosso albero è caduto sopra i cavi dell'energia elettrica.  Il maltempo nel pomeriggio aveva causato rallentamenti e code anche lungo la Supestrata "Val di Chienti", in particolare tra Morrovalle e Corridonia in direzione monti.  Un grosso albero è caduto anche sull'A14, qualche chilometro prima dell'uscita per Porto Recanati.

09/07/2019
Ramo sfonda il parabrezza di una Fiat Panda: miracolata la conducente

Ramo sfonda il parabrezza di una Fiat Panda: miracolata la conducente

Tragedia di nuovo sfiorata a causa del maltempo a Porto Recanati. Oltre all'episodio che ha visto coinvolti due soccorritori della Croce Azzurra della città rivierasca, che si sono visti distruggere l'ambulanza da un ramo caduto all'improvviso, anche una donna a bordo dela sua Fiat Panda è stata vittima di una situazione analoga. La conducente dell'auto, stava procedendo lungo via dei Pali, la strada che collega Recanati a Porto Recanati, quando il ramo di un albero è caduto, a causa del forte vento, e ha sfondato il parabrezza della vettura. Fortunatamente la donna è rimasta illesa: per lei tanta paura ma nessuna conseguenza.

09/07/2019
Porto Recanati, auto seppellita dai rami: conducente miracolosamente illeso (FOTO)

Porto Recanati, auto seppellita dai rami: conducente miracolosamente illeso (FOTO)

Mentre nella sede della Croce Azzurra di Porto Recanati si stava sfiorando la tragedia con un albero che si è schiantato su una delle ambulanze (leggi qui), nella via parellala - a circa 300 metri di distanza - un suv Ford di colore scuro è stato completamente seppellitto dai rami di una pianta che è stata sradicata dal terreno a causa del forte vento. All'interno dell'auto vi era un ragazzo, che è riuscito in qualche modo ad uscire dall'abitacolo in maniera autonoma e raggiungere la sede della Croce Azzurra dove si trova tuttora: fortunatamente il giovane ha riporttao solo qualche graffio di lieve entità. Sul posto anche la Polizia Locale. 

09/07/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433