Porto Recanati

Macerata, arrestate cinque persone in possesso di mezzo chilo di eroina

Macerata, arrestate cinque persone in possesso di mezzo chilo di eroina

Cinque arresti e 450 grammi di eroina sequestrati. È il risultato di un servizio coordinato di controllo del territorio svolto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata, agli ordini del Colonnello Michele Roberti, che ha portato all'identificazione di 160 persone, con l’impiego di 30 militari del Reparto Operativo, delle Compagnie dipendenti e del NORM della Compagnia di Macerata.  Nell’ambito dei controlli sono stati arrestati quattro uomini di cui 3 pakistani e un 40enne civitanovese nonché una donna 41enne originaria del napoletano e domiciliata a Porto Recanati. Complessivamente sono stati sequestrati 450 grammi di eroina e il denaro trovato in possesso durante le perquisizioni personali. In particolare, i Carabinieri hanno colpito nel contesto di due distinti posti di controllo, uno a Civitanova Marche all’altezza dell’incrocio tra la S.S. 16 e Via Aldo Moro e l’altro a Montecosaro nei pressi dell’uscita allo svincolo della Superstrada SS 77 bis. Nel primo controllo i militari dell’Arma hanno arrestato un cittadino pakistano (titolare di un esercizio commerciale presso il complesso condominiale Hotel House) alla guida del proprio furgone, il quale nascondeva nel vano porta oggetti dello sportello lato guida un involucro in cellophane con 2 ovuli contenenti rispettivamente grammi 105 e 55 di eroina del tipo “brown”. A primo acchito il cittadino pakistano, risultato incensurato, è apparso del tutto normale ma appena i carabinieri hanno iniziato la perquisizione personale l’uomo è andato in agitazione e la successiva perquisizione del mezzo è stata positiva.     Durante il posto di controllo effettuato a Civitanova, invece, i Carabinieri identificavano 4 persone (una coppia di italiani residenti a Porto Recanati e due cittadini pakistani di 34 e 28 anni seduti sui sedili posteriori) a bordo di un'utilitaria. All’alt dei carabinieri sia il conducente che la convivente seduta nei posti anteriori sono apparsi nervosi, tanto da indurre i militari ad approfondire il controllo e a procedere alle relative perquisizioni personali e a quella veicolare. Nella circostanza, i militari trovavano sotto il sedile lato passeggero un involucro in cellophane con 2 ovuli contenenti rispettivamente di 210 e 80 grammi di eroina del tipo “brown”. Pertanto, i Carabinieri del Reparto Operativo procedevano all’arresto anche dei quattro soggetti, che sono risultati avere a carico alcuni precedenti di polizia, tranne il 28enne pakistano, risultato invece irregolare nel territorio dello Stato poiché colpito da decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Macerata a maggio scorso.  Oltre allo stupefacente veniva sottoposto a sequestro il denaro trovato in possesso agli arrestati, corrispondente nel totale a 525 euro. La droga, del tipo eroina “brown sugar” di qualità elevata, avrebbe fruttato nella vendita al dettaglio un volume d’affari di circa 45.000 euro.   

09/01/2020
Porto Recanati - Sp 571 "la Regina": chiuso il cavalcavia sull'autostrada

Porto Recanati - Sp 571 "la Regina": chiuso il cavalcavia sull'autostrada

Brutta sorpresa ieri sera per gli automobiliti che utilizzavano la Strada Regina (Sp571) quando, imboccando in direzione Macerata, hanno trovato il cavalcavia sopra la A14 chiuso al traffico. Il ponte è stato transennato e gli operai si sono messi subito al lavoro per un intervento programmato che prevede la messa in sicurezza della struttura per renderla rispondente alle piu severe normative per la sicurezza stradale. Incisivo e risolutivo il lavoro della Polizia Locale di Porto Recanati che ha provveduto alle segnalazioni sul posto predisponendo le varie possibilità di deviazione al fine di fornire il minor disagio possibile all'utenza. I lavori, data la complessità, imporranno la chiusura del cavalcavia per 30 giorni con traffico deviato su contrada Santa Maria in Potenza per entrambe le direzioni.  

09/01/2020
Porto Recanati: con 2 euro ne vince 200.000

Porto Recanati: con 2 euro ne vince 200.000

La befana non sempre porta carbone,  ne sa qualcosa un portorecanatese che ieri ha ricevuto un regalo davvero fortunato. "L'uomo, noto in città dove risiede da alcuni anni, ha tentato la sorte con un Gratta e Vinci da 2 euro nella tabaccheria Monaldi di piazzetta delle Erbe a Porto Recanati portando a casa il premio da 200.000 euro". - Lo racconta il gestore della tabaccheria che sottolinea come l'uomo non sia un giocatore abituale e che non si è subito accorto della vincita. È stata la convalida del biglietto a dare il benevolo esito, esito talmente inaspettato da far pensare allo scherzo l'ignaro fortunato,  che ha impiegato un po' prima di convincersi che fosse tutto vero. Il gestore, mantenedo il massimo anonimato sul fortunato vincitore, dice di essere molto soddisfatto perchè la vincita è andata ad una persona molto stimata e che merita davvero un po' di fortuna.

07/01/2020
Promozione, pari tra Aurora Treia e Portorecanati: interviste e gol (VIDEO)

Promozione, pari tra Aurora Treia e Portorecanati: interviste e gol (VIDEO)

Termina in parità una partita che ha visto l’Aurora Treia sciupare molte occasioni ed anche un rigore nel primo tempo con Gobbi. Se il primo tempo si può considerare equilibrato in termini di occasioni, la ripresa ha visto i padroni di casa sempre in avanti, ma il Portorecanati è stato cinico e ha trovato il gol nell’unica occasione creata fissando il punteggio sul definitivo uno a uno.  LA CRONACA - Al 12' del primo tempo Ramadori viene atterrato in area. L’arbitro decreta il rigore. Sul dischetto si porta Gobbi che tira debolmente esaltando i riflessi di Piangerelli che devia in corner. Al 23’ Fratini scenda a sinistra e crossa, sul secondo palo è appostato Ramadori che colpisce di testa, ma la palla esce di un soffio. Un minuto dopo Ascani entra in area dalla destra ma il tiro a botta sicura è parato da Giustozzi.  Al 32’ Ramadori dal limite tira e la palla viene deviata da un difensore ma Piangerelli non si fa sorprendere e riesce a parare. Ad inizio ripresa Romagnoli entra in area dalla sinistra e semina metà della difesa del Portorecanati, giunto sul fondo mette al centro una palla molto invitante che l’accorrente Ramadori colpisce di piatto spiazzando il portiere e portando in vantaggio l’Aurora Treia. Al 64’ dopo uno scambio al limite dell’area, Malaccari entra e viene contrastato da un difensore; fallo molto dubbio ma per l’arbitro è rigore. Sul dischetto si porta Pantone che spiazza Giustozzi e pareggia. La razione dell’Aurora Treia è immediata con Kakuli che dal centro penetra in area ma tira tra le braccia del portiere. Al 74’ Ariel Di Francesco aggancia bene al limite dell’area e tira un bel diagonale che però viene deviato da un difensore sulla linea di porta. Ancora Ariel Di Francesco viene servito sulla corsa da Kakuli, a dieci dal termine, ma quando si trova davanti al portiere si fa ipnotizzare e tira debolmente tra le braccia di Piangerelli. Il punteggio resta inchiodato sull'uno a uno. 

04/01/2020
Torna la rassegna "Parlare Futuro": programma completo e ospiti della nona edizione

Torna la rassegna "Parlare Futuro": programma completo e ospiti della nona edizione

“Le conseguenze delle nostre azioni ci prendono per i capelli, del tutto indifferenti al fatto che nel frattempo si sia migliorati” tuona l’aforismo 179 di Al di là del bene e del male di Friedrich Nietzsche, opera ultima e capitale del filosofo tedesco del superuomo e del nichilismo, che provoca ancor oggi le coscienze e suscita discussione, ontologica e non, sulla nostra contemporaneità. Quali sono le conseguenze delle nostre azioni? Superando etica e morale, le antiquate concezioni di bene e male che il diciannovesimo secolo si teneva strette come coriacea armatura, si arriva alla libertà personale, filosofica e psicologica dal sistema culturale che il filosofo di Rücken agogna. Ma quali sono le sue conseguenze?  Se da una parte il sistema filosofico nietzschano nella Gaia Scienza invita a credere “che bisogna stabilire di nuovo il peso di tutte le cose”, e riconoscere i propri bisogni e ciò che per l’essere ha davvero valore, senza più guardare alle stantie definizioni di bene e male fin de siécle, dall’altra pone un interrogativo latente terribile, quali saranno le conseguenze di un sistema di valori non più condivisi e comuni per l’umanità? Cosa genererà l’anarchia dello spirito e delle azioni (basate su valori personali e non più comuni) in una comunità/umanità che però può sopravvivere solo che congiunta? Quali conseguenze ci tireranno per i capelli, implacabili, dopo aver fatto filosofia col martello?  A questi interrogativi irrinunciabili al giorno d’oggi risponderanno gli ospiti della rassegna Parlare Futuro 2020, che sceglie provocatoriamente come suo fil rouge proprio il titolo dell’opera ultima di Nietzsche, Al di là del bene e del male, e come ospiti filosofi di fine sensibilità, come Umberto Galimberti, Marcello Veneziani e Nicla Vassallo, e interessati intellettuali come il poeta Franco Arminio e la scrittrice e conduttrice televisiva Enrica Bonaccorti.  La rassegna viaggerà nel freddo inverno attraverso le Marche, e il suo viaggiare è esso stesso sintomo di irrequieta ricerca e volontà di dialogo con il grande pubblico.  Parlare Futuro 2020: il programma completo degli appuntamenti  Si partirà da Porto Sant’Elpidio, il 9 Gennaio alle 21:15 presso il Teatro delle Api con il filosofo Umberto Galimberti, e il suo intervento dall’emblematico titolo ‘Nietzsche. Come si filosofa con il martello’ che, citando il celeberrimo sottotitolo de’ Il crepuscolo degli idoli, si dirigerà verso l’analisi filosofica ed ontologica del nichilismo e verso il ritratto del suo irrequieto fondatore.  A seguire, il 16 gennaio alle 21,15, a Porto Recanati presso il Castello Svevo, sarà ospite della rassegna il poeta Franco Arminio, che analizzerà i riflessi dell’assenza di bene e male nella prospettiva dell’amore, e di come esso possa forse portare nuovi valori, forti e impetuosi come la passione, e condivisi dagli innamorati come pane e quotidiano. Il 18 gennaio alle 21,15 sarà ospite nella città di Sarnano, sotto le Logge di via Roma, il filosofo Marcello Veneziani, con un intervento dal titolo Dispera bene,  che si focalizza proprio su come affrontare la vita quando non ci sono più valori prestabiliti. Invece il 30 Gennaio, sempre alle 21,15, presso il Teatro delle Logge di Montecosaro, sarà la celebre filosofa Nicla Vassallo a raccontare al pubblico, dialogando, come la filosofia di Nietzsche possa essere una proposta de facto per il futuro, in un intervento intitolato Al di là del bene e del male. Gender. Chiuderà la rassegna con spirito e sagacia Enrica Bonaccorti, che, il 5 Febbraio alle 21,15 presso la Sala del Consiglio di Loreto, attraverso il personaggio del romanzo Il Condominio, Cico, racconterà attraverso la narrazione cosa vuol dire per un giovane uomo abbracciare la filosofia del martello, cercare la libertà dai vincoli societari in una perfetta solitudine ed equilibrio libertario, e trovarsi però sempre continuamente tirato e contemporaneamente attratto verso la comunità, personificata dal condominio, che lo cerca e avviluppa, che vuole con lui costruire nuovi rapporti e regole condivise.  La direttrice artistica della rassegna, Oriana Salvucci, ha così definito fil rouge e intento di Parlare Futuro 2020, e così commentato la scelta dei suoi geniali ospiti: "Mi fido dei filosofi perchè pongono domande alle nostre coscienze quiescenti, mi fido dei filosofi perchè incitano alla ribellione, mi fido dei filosofi perchè indicano le vie strette, quelle poco frequentate, mi fido dei filosofi perchè invitano a rifuggire il pensiero già pensato, il pensiero omologato, il non-pensiero. E' da questa premessa che nasce il fil rouge della nona edizione di Parlare Futuro, Al di là del bene e del male, una provocazione di chiara matrice nicciana. Un omaggio al Nietzsche demolitore, al Nietche che filosofa col martello, al Nietzche contrario all'ipostasi delle verità. E' sul solco della decostruzione-costruzione che si inseriscono gli interventi degli ospiti dell'edizione 2020, da Umberto Galimberti che traccerà la strada a Franco Arminio, da Marcello Veneziani a Nicla Vassallo, per finire con Enrica Bonaccorti e la sua narrazione. La nona edizione è un inno alla vita come divenire, alla necessità di pensare e porre interrogativi, al bisogno di confrontarsi con l'ignoto e con l'angoscia dell'imprevedibile per mettere in discussione le certezze a cui siamo abbarbicati e le più comode verità".  

04/01/2020
Incidente in A14 nella notte di Capodanno: un ferito a Torrette

Incidente in A14 nella notte di Capodanno: un ferito a Torrette

I Vigili del fuoco di Civitanova Marche sono intervenuti nella notte di Capodanno, alle ore 05:50, per un incidente verificatosi sulla A14 in direzione nord tra i caselli di Civitanova Marche e Porto Recanati.  Ancora da chiarire la dinamica del sinistro, che ha reso necessario il trasporto del conducente all'ospedale di Torrette, ad Ancona, in condizioni gravi.  Tra le varie ipotesi, c'è anche quella che il conducente della vettura (di origine cinese) sia sceso dall'abitacolo dopo aver impattato contro un guardrail e in quei frangenti un altro mezzo sopraggiunto lo abbia investito e scaraventato sotto la propria vettura. Per consentire il soccorso dell'uomo e la messa in sicurezza dell'auto (modello station wagon) è stata disposta la momentanea chiusura di due corsie dell'autostrada. 

01/01/2020
Capodanno, vietati petardi, fuochi d'artificio e spray urticanti: scatta l'ordinanza a Porto Recanati

Capodanno, vietati petardi, fuochi d'artificio e spray urticanti: scatta l'ordinanza a Porto Recanati

Divieto di utilizzo di petardi, fuochi d’artificio e spray urticante nel  comune di Porto Recanati a Capodanno. L’ordinanza, firmata dal sindaco Roberto Mozzicafreddo e valida fino al primo gennaio 2020, esprime limitazioni su tutto il territorio comunale riguardo detenzione, porto e accensione di materiale pirotecnico e l’utilizzo di strumenti di autodifesa quali spray urticanti. La stessa si è resa necessaria, si legge nell’ordinanza,  “per salvaguardare l'incoluminità  di minori (maggiormente esposti ai rischi) ed eliminare gli effetti negativi che i fuochi d'artificio hanno sugli animali domestici e sulla fauna selvatica, per via del loro udito più sviluppato”. Viene predisposto quindi il “divieto di utilizzo, al di fuori degli spettacoli autorizzati dei professionisti, di ogni fuoco di artificio petardi o botti, con particolare attenzione ai luoghi affollati, alle aree di rischio di propagazione d’incendi, nei pressi delle case di riposo, luoghi di culto ed edifici valenza storico-artistica". Previsto, inoltre, il divieto di accensione di materiale pirotecnico in luogo pubblico per i minorenni, mentre per i minori di 14 anni è previsto anche il divieto di acquisto. In caso di violazione alle prescrizioni, saranno applicate sanzioni amministrative che vanno dai 25 ai 500 euro.  Stretta anche per quanto concerne l’utilizzo di materiale di autodifesa quale spray urticante, sia in luoghi pubblici che privati aperti al pubblico ed affollati. Pugno d’uro contro i botti di Capodanno a Porto Recanati, in linea con le ordinanze già emesse in provincia nei comuni di  Civitanova,  Pollenza e Treia.

30/12/2019
Mare mosso e vento fino a burrasca lungo la costa: allerta meteo della Protezione Civile

Mare mosso e vento fino a burrasca lungo la costa: allerta meteo della Protezione Civile

Allerta meteo della Protezione Civile delle Marche valida a partire dalla mezzanotte di oggi e per tutto sabato 28 dicembre. Le condizioni avverse inetresseranno principalmente la zona costiera della Provincia maceratese con vento forte e mare mosso. Una perturbazione in transito sulla penisola balcanica porterà un peggioramento delle condizioni meteo con venti forti lungo la costa e nel settore interno meridionale, mare molto mosso e deboli precipitazioni nevose fino a quote di medio-alta collina. Lo spostamento della struttura verso sud farà sì che i fenomeni perdurino maggiormente nel settore centro meridionale della regione. Miglioramento già dal pomeriggio di sabato per quanto riguarda la nuvolosità e le precipitazioni, vento e mare tenderanno a rimanere sostenuti anche per la giornata di domenica. Nel pomeriggio di domani sono previste, lungo la costa, raffiche di vento fino a burrasca (63-75 chilometri orari).

27/12/2019
Nuovo amministratore all'Hotel House: è l'avvocatessa Ilaria Soricetti

Nuovo amministratore all'Hotel House: è l'avvocatessa Ilaria Soricetti

L'avvocatessa Ilaria Soricetti, di Civitanova Marche, è stata nominata dal presidente del Tribunale di Macerata Gianfranco Coccioli e dai giudici Luigi Reale e Alessandra Canullo nuovo amministratore condominiale dell'Hotel House. La notifica del tanto atteso decreto è arrivata nella serata del 23 dicembre. Si tratta di un'esperta nel settore, già docente di diversi corsi di formazione per neo amministratori condominiali. Entro tre mesi dalla nomina, la Soricetti dovrà convocare la prima assemblea condominiale e durante la conduzione dell'amministrazione giudiziaria rapportarsi con l'amministrazione comunale di Porto Recanati e la Prefettura. Nel decreto sono stati presentati anche degli obiettivi di periodo: ripristinare condizioni socio sanitarie e di vivibilità delle aree comuni, garantire la sicurezza mediante l'installazione di video sorveglianza (o altri adempimenti) per la quale dovrà convocare un'assemblea appposita, segnalare ai servizi sociali del comune situazioni di particolare disagio o che coinvolgano minori.  

27/12/2019
Coppia maceratese in manette: nelle confezioni dei cioccolatini 400mila euro di eroina

Coppia maceratese in manette: nelle confezioni dei cioccolatini 400mila euro di eroina

Eroina nascosta dentro la farcitura di snack al cioccolato, arresti e maxi sequestro da parte dei carabinieri. Anche sotto le festività natalizie proseguono i controlli del Reparto Operativo e della Compagnia di Macerata, coadiuvati da quelli della Stazione di Porto Recanati e dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Civitanova Marche. Infatti, nel pomeriggio di ieri, Santo Stefano, numerosi sono stati i pattugliamenti su strada effettuati dall’Arma: complessivamente 130 le persone controllate, 3 gli arresti effettuati con un maxi sequestro di eroina pura, oltre i 2 kg (precisamente 2 kg e 130 grammi). Trenta i Carabinieri impiegati in un articolato dispositivo con posti di controllo che monitoravano l’area compresa tra la città di Macerata e la costa. Verso le 16.00 di ieri, nella periferia del comune di Porto Recanati, all’altezza del Rione Le Grotte,  durante uno dei controlli è stata fermata dai Militari dell’Arma una Bmw nera con a bordo 3 persone: una coppia della provincia di Macerata e seduto dietro un cittadino pakistano, risultati tutti con precedenti di polizia per stupefacenti. Dalla perquisizione, lo straniero aveva nello slip un involucro con una dozzina di grammi di eroina, mentre ai piedi del sedile posteriore, sotto alcune buste di latte c’era un sacchetto della spesa con dentro 7 confezioni da 18 pezzi di “mini Mars” al cioccolato. Una delle confezioni era aperta e dentro c’era un mini mars aperto, con dentro però non la cioccolata, ma un ovulo contenente eroina pura.  Dagli accurati accertamenti effettuati dai militari è emerso che ogni ovulo conteneva quasi 17 grammi di eroina pura ciascuno; in tutto sono risultati 126 ovuli per un totale di 2,115 Kilogrammi. Lo stupefacente, del tipo eroina “brown sugar”, risultato di qualità di pregio, avrebbe fruttato un volume d’affari di circa 400.000 euro, nella vendita al dettaglio. L’intensificazione dei controlli svolti dall’Arma dei Carabinieri nella provincia di Macerata risponde a mirate indicazioni del Procuratore della Repubblica nel monitoraggio a tappeto finalizzato ad arginare il diffuso fenomeno dello spaccio di droga che coinvolge sempre più le fasce più giovani.  

27/12/2019
Furto con spaccata nella notte a Porto Recanati: ladro ripreso dalle telecamere del negozio (FOTO)

Furto con spaccata nella notte a Porto Recanati: ladro ripreso dalle telecamere del negozio (FOTO)

Spaccata nella notte al negozio AW LAB di Porto Recanati in corso Matteotti. Il malvivente, dopo aver spaccato la porta del negozio sportivo, probabilmente con una pietra, si è introdotto all'interno intorno alle 2:44. Non si esclude che fuori potesse esserci un'altra persone o più d'una a fare da palo. In pochi minuti, il ladro ha fatto razzia di tutto ciò che poteva asportando capi di abbigliamento firmati, per un valore complessivo di circa tre mila euro.  "Siamo stati vittime in passato di qualche furto ma non era mai capitato che rompessero la porta in questo modo" ha commentato il titolare. Subito scattato l'allarme il proprietario ha raggiunto il negozio e ha fatto la brutta scoperta. Su quanto accaduto indagano i carabinieri della stazione di Porto Recanati.  

26/12/2019
Porto Recanati, nascondeva 115 grammi di eroina sotto le suole delle scarpe: 30enne in manette

Porto Recanati, nascondeva 115 grammi di eroina sotto le suole delle scarpe: 30enne in manette

Trovato con l’eroina nascosta sotto le suole delle scarpe da tennis: arrestato 30enne pakistano. I Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata – agli ordini del Colonnello Michele Roberti – nell’ambito di un servizio coordinato a largo raggio, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, nel pomeriggio di ieri hanno proceduto al controllo su strada di 250 persone, sia nell’entroterra, tra Tolentino e Camerino,  che sulla costa, tra Civitanova e Porto Recanati, sequestrando 115 grammi di eroina e traendo in arresto un soggetto di origine pakistana nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Il servizio  ha visto l’impiego di complessive 20 pattuglie – con militari degli organi investigativi del Reparto Operativo, della Sezione Operativa di Macerata e delle rispettive Compagnie – dispiegate a tappeto su tutte le stazioni ferroviarie e i terminal di pullman con tratta nazionale ricadenti nel territorio provinciale. In particolare, durante i controlli effettuati presso lo scalo ferroviario di Porto Recanati, alla vista dei Carabinieri, un cittadino pakistano, di 30 anni, incensurato, è parso molto agitato, al punto tale che i militari hanno proceduto all’immediata e accurata perquisizione personale, riuscendo a trovare due involucri contenenti stupefacente, ben nascosti, addirittura sotto le due suole delle scarpe da ginnastica che indossava. I 2 pacchetti, avvolti con nastro adesivo, sono risultati contenere complessivi 115 grammi di eroina “brown”, del tipo più raffinato e puro, equamente ripartita. L’arrestato è stato accompagnato presso il Carcere di Ancona – Montacuto, come disposto dal magistrato di turno della Procura della Repubblica di Macerata. Lo stupefacente, del tipo eroina “brown sugar”, risultato tra l’altro di qualità pregiata, avrebbe fruttato sulla piazza complessivamente circa 20.000 euro. I controlli da parte di tutti i Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata continueranno anche durante le festività natalizie e di fine anno, secondo le direttive del Procuratore della Repubblica, con l’obiettivo di monitorare a tappeto e arginare il fenomeno dello spaccio di droga, specialmente tra i più giovani.

24/12/2019
Porto Recanati, scontro tra quattro auto in viale Gramsci: coinvolti anche madre e figlio

Porto Recanati, scontro tra quattro auto in viale Gramsci: coinvolti anche madre e figlio

Incidente, intorno alle 13 di oggi, lungo viale Gramsci a Porto Recanati. Coinvolte nel sinistro quattro vetture, che - per cause in corso di accertamento - sono entrate in collisione tra loro. Sul posto sono accorsi i sanitari del 118 per prestare le prime cure del caso. Per quattro persone si è reso necessario il trasporto in ospedale per accertamenti. Si tratta di un uomo di Macerata assieme alla madre anziana e di una ragazza senegalese con il bambino di circa un anno: le loro condizioni, comunque, non destano particolari preoccupazioni. I rilievi speteranno alla Polizia Stradale.    

17/12/2019
Porto Recanati, assalto dei ladri nel negozio di telefonia: le immagini di videosorveglianza (VIDEO)

Porto Recanati, assalto dei ladri nel negozio di telefonia: le immagini di videosorveglianza (VIDEO)

Secondo tentativo di furto in meno di una settimana al negozio di telefonia Fast Repair di Porto Recanati. La scorsa notte, intorno alle ore 1:30 come certificato dalle immagini di videosorveglianza, l'attività commerciale è stata nuovamente presa di mira dai ladri, che hanno agito in coppia, mandando in frantumi sia la vetrina principale che la porta d'ingresso del negozio con calci e bastoni. Stavolta, a differenza del colpo subito soltanto pochi giorni fa, i malviventi non sono riusciti ad entrare nel locale né tantomeno a trafugare nulla visto che il titolare - per premunirsi - aveva lasciato in esposizione soltanto delle copie dei veri smartphone. Prima di tentare l'assalto al Fast Repair, i due malviventi avevano tentato il furto nel vicino Centro Tim, anche qui senza successo.  Restano, in ogni caso, ingenti i danni procurati alle due attività commerciali nonché lo scoramento e la paura tra i titolari. Sul fatto indagano i carabinieri comandati dal luogotenente Giuseppino Carbonari.  Le immagini delle telecamere di video-sorveglianza: 

17/12/2019
Porto Recanati, rissa sul lungomare Scarfiotti: quattro denunciati

Porto Recanati, rissa sul lungomare Scarfiotti: quattro denunciati

I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Porto Recanati hanno fatto definitiva chiarezza su una rissa verificatasi il 14 settembre scorso nei pressi di un locale notturno sul lungomare Scarfiotti (leggi qui). Quella notte diverse persone si affrontarono malmenandosi brutalmente, tanto che una di loro aveva riportato lesioni di grave entità e venne trasportata d’urgenza al pronto soccorso. Le indagini, condotte mediante la visione di filmati e l’acquisizione di testimonianze, hanno permesso di individuare e deferire all’Autorità Giudiziaria tre cittadini pakistani e un senegalese che, per futili motivi, avevano dato origine alla violenta rissa. I quattro sono stati denunciati alla Procura di Macerata. Inoltre, durante l’ennesimo controllo nei pressi del Condominio Hotel House, i militari hanno individuato una 27enne della provincia di Ancona risultata destinataria del provvedimento di foglio di via obbligatorio dal Comune di Porto Recanati emesso dalla Questura del capoluogo. La giovane è stata segnalata alla Procura della Repubblica per non aver ottemperato ad un provvedimento dell’autorità.

15/12/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.