Castelraimondo

Natale a Castelraimondo: ricco programmi di eventi, si inizia il 2 dicembre

Natale a Castelraimondo: ricco programmi di eventi, si inizia il 2 dicembre

Sarà un ricco calendario quello delle manifestazioni di Natale a Castelraimondo, presentato dall'Amministrazione comunale con la collaborazione di associazioni e cittadini. Si inizia sabato 2 dicembre, con la novità di quest'anno: l'inaugurazione del “Giardino di Natale”, un vivace allestimento di giochi di luce e piccole attrattive a tema presso i giardini pubblici, che sarà accompagnata dall'accensione delle luminarie, il tutto a partire dalle 16,30. In programma anche la cena sociale dell'AVIS, al ristorante Torre del Parco. Dal 7 al 10 dicembre torna “Castrum Raymundi 1311”, per la VI edizione, a cura dell’Associazione “Pro Loco” di Castelraimondo, con il Comitato Castelraimondo 2000. Venerdì 8 dicembre appuntamento con i tradizionali Mercatini delle Festività (in programma anche il 26 dicembre e il 6 gennaio), con la Festa del dolce a cura dell’UNITALSI e la vendita del Torrone dell'AIDO di Castelraimondo, dalle ore 15. Sabato 9 dalla Chiesa della Sacra Famiglia si muoverà il corteo che giungerà fino al quartiere Feggiani per l'accensione del Grande Focaraccio, in ricordo della Traslazione della Santa Casa di Loreto, a cura del Comitato di quartiere Feggiani, alle ore 21,00. Anche domenica 10 l'AIDO propone la vendita del Torrone, assieme a quella dei “Cuori Telethon”. L'Uteam organizza le Tombole, nella sede cittadina. Sabato 16, dalle ore 16, in programma la recita dell'asilo Manfredi Gravina, mentre per la sera ci sarà la Cena sociale dell’associazione Asd Folgore Castelraimondo, il orneo di burraco e le tombole a cura dell’Uteam. Tornano i Babbi Natale in Moto del Moto Club Castelraimondo, domenica 17 dicembre lungo Corso Italia dalle ore 16, con il mercatino solidale di Aido, Telethon e Uteam. Tradizionale lo scambio di auguri natalizi dopo la Messa di Mezzanotte del 24 dicembre, a cura dell’amministrazione comunale di Castelraimondo, sotto al porticato della mensa interscolastica. Una bella giornata anche quella di martedì 26 dicembre. Dall'alba al tramonto torna il mercatino delle festività, a cura del Comitato Castelraimondo 2000.  Alle 17 il XXX “Natale in Concerto”, rassegna polifonica regionale del coro polifonico Santa Cecilia di Castelraimondo, Chiesa della Sacra Famiglia, con la collaborazione dell’associazioni Avis, Aido, Admo di Castelraimondo. A seguire, alle 21,30, tornano anche i “Giochi Sotto l’Albero”, a cura dell’Associazione “Pro Loco” di Castelraimondo, Palazzetto dello Sport, ore 21,30. Inizia col botto il 2018. Per entrambe le iniziative, "Babbi Natale in Moto" e "Giochi Sotto l'Albero" (17 e 26 dicembre) c'è la collaborazione della scuola di Danza Joy Dance di Castelraimondo. Lunedì 1° gennaio il consueto “25° Gran Concerto di Capodanno” del corpo bandistico “Ugo Bottacchiari” di Castelraimondo, con la partecipazione degli Opera Pop e la conduzione di Maurizio Socci. Sabato 6 si ripete il mercatino delle festività, a cura dell’Asd Folgore di Castelraimondo, lungo Corso Italia dall’alba al tramonto, mentre alle 17,30  “Arriva la Befana” dell’Associazione Commercianti, Artigiani e Pubblici Esercizi di Castelraimondo, tra i Giardini e Piazza Dante. Domenica 7 gennaio si chiude con le Tombole dell'Uteam. 

Castelraimondo, celebrata la Giornata delle forze armate e Festa dell'Unità

Castelraimondo, celebrata la Giornata delle forze armate e Festa dell'Unità

Il Comune di Castelraimondo ha celebrato, domenica scorsa, la giornata delle Forze armate e Festa dell'Unità nazionale. La comunità cittadina si è riunita in Piazza Dante, per poi muoversi al Monumento dei caduti dove è stata celebrata la Santa Messa. Presente l'amministrazione comunale ed il sindaco, Renzo Marinelli, che ha ricordato le ragioni per le quali nel 1919 fu istituita la giornata celebrativa nazionale italiana. “In questa occasione voglio ringraziare le Forze armate e tutte le donne e gli uomini che ogni giorno sono al nostro fianco – ha detto Marinelli – garantendo e perseguendo l'ordine e la protezione della nostra comunità. La nostra Nazione, ed in particolare il nostro territorio a seguito del sisma, stanno attraversando un momento di grande difficoltà, le problematiche sono innegabili, ma oggi più che mai abbiamo bisogno di guardare al futuro con fiducia e determinazione, credendo nelle nuove generazioni e dando ad esse gli strumenti e le motivazioni per restare in Italia ed investire nel nostro meraviglioso Paese”.

08/11/2017
Castelraimondo, sorteggiati diciannove appartamenti per i terremotati

Castelraimondo, sorteggiati diciannove appartamenti per i terremotati

Sorteggiati gli appartamenti da destinare ai terremotati: saranno consegnati nei prossimi mesi. Sono stati assegnati nei giorni scorsi alle famiglie richiedenti di Castelraimondo e che hanno perso la propria abitazione a seguito del terremoto dello scorso anno, gli appartamenti messi a disposizione dai privati che saranno poi acquistati dall'Erap. Sono in tutto 19 gli immobili che sono stati sorteggiati e destinati ad altrettanti nuclei famigliari che ne avevano fatto richiesta, tenendo conto ed incrociando i criteri di grandezza degli appartamenti e numero dei componenti delle famiglie richiedenti, con priorità ai portatori di handicap. Gli appartamenti saranno ora messi a punto e consegnati, una volta che l'Erap avrà ultimato le procedure di acquisto, in comodato d'uso gratuito nei prossimi mesi alle famiglie. Precisamente, i 19 appartamenti sono ubicati in via Caduti di Nassirya, Via Foscolo, Via Colsavativo, Via D'Annunzio, Via Monte Cervino, Via Monte Gemmo.

28/10/2017
Castelraimondo, "La terra trema, noi no" presenta un progetto sociale per gli anziani terremotati

Castelraimondo, "La terra trema, noi no" presenta un progetto sociale per gli anziani terremotati

Sabato 28 ottobre alle ore 18.45, presso il relais Borgo Lanciano a Castelraimondo (Mc), si terrà la conferenza stampa di un importante progetto sociale rivolto agli anziani e alle fasce deboli della popolazione terremotata, portato avanti dall'Associazione "La terra trema, noi no", formata da persone che hanno vissuto in prima persona il dramma del sisma. Da questo è nata la sensibilità verso le problematiche comuni a chi vive nel cratere ed i componenti si sono trovati concordi nell'indirizzare la loro attività verso un progetto di notevole rilevanza sociale, i cui dettagli saranno illustrati nel corso dell'incontro di sabato. Sarà presente l'ideatrice del progetto l'architetto Guendalina Salimei, del T Studio di Roma, la cui vita è stata in parte raccontata nel film “Scusate se esisto!”, con Paola Cortellesi e Raul Bova. “Questo progetto – spiegano i componenti dell'associazione – intende restituire serenità e dare modo di tornare a sentirsi parte attiva di una comunità alle fasce più deboli della popolazione locale, quelle che spesso non hanno la forza di far sentire la loro voce e vengono più facilmente dimenticate”. La Terra trema Noi no, associazione di volontariato senza scopo di lucro, è nata da un'azione spontanea e sentita tra i cittadini terremotati delle Marche. Per informazioni e adesioni scrivere a laterratremanoino@libero.it oppure visitare la pagina Facebook dell'associazione.

Bethel Italia dona 50 stufette agli anziani sfollati di Castelraimondo

Bethel Italia dona 50 stufette agli anziani sfollati di Castelraimondo

La solidarietà non si ferma ad un anno dal sisma. Sono state consegnate nei giorni scorsi, agli ultraottantenni che hanno perso la propria abitazione a causa del sisma in tutto il territorio comunale, oltre 50 stufette elettriche. L'iniziativa è stata organizzata dall’associazione di promozione sociale Bethel Italia, che è strutturata in Italia attraverso 60 filiali, dislocate in altrettante città in ben 12 Regioni, con la collaborazione di oltre 720 volontari e prende cura di circa 3000 famiglie italiane. Le loro attività sono le più disparate e spaziano da raccolte dirette di alimentari e di farmaci, aiuti a famiglie indigenti, raccolte pane e pizza con ritiro e consegna giornaliero di indumenti, giocattoli e coperte, frutta e verdura e tanto altro. “Una grande emozione – ha detto il vicesindaco e assessore alle politiche sociali, Esperia Gregori – vedere i nostri nonnini ancora con tanta energia nonostante le difficoltà legate al sisma e all'aver perso la propria abitazione in un'età che li rende sicuramente una fascia da tutelare maggiormente. Sono molto contenta e grata dell'iniziativa dell'associazione Bethel, un segno di quanto gli italiani siano solidali anche a distanza di un anno dal terremoto e per questo ringrazio a nome di tutta l'amministrazione Daniele Lucchetta e tutti i volontari dell'associazione”. Così i numerosi volontari di Bethel hanno rallegrato gli anziani di Castelraimondo con questo gesto significativo, che ha portato sicuramente un sollievo ulteriore a coloro che oggi ancora affrontano le conseguenze del sisma.

24/10/2017
La scure di Poste Italiane in arrivo anche in provincia di Macerata: 52 gli uffici postali a rischio chiusura, la maggior parte nel cratere

La scure di Poste Italiane in arrivo anche in provincia di Macerata: 52 gli uffici postali a rischio chiusura, la maggior parte nel cratere

Già avviata l'operazione che prevede la chiusura di 4300 uffici postali in tutta Italia, 159 quelli nelle Marche che dovrebbero quantomeno subire radicali riduzioni di orari di apertura se non la soppressione vera e propria entro il 2019, 52 quelli solo nella provincia di Macerata. Una scelta quella di Poste Italiane basata sulla razionalizzazione dicono, ma che già da tempo trova diversi oppositori. Infatti già molte sono le segnalazioni dei cittadini che si trovano e si troverebbero ancor più in difficoltà, famiglie che per un invio postale devono e dovranno fare diversi chilometri. Per non parlare della mole di lettere in giacenza, bollette consegnate dopo la scadenza, o addirittura raccomandate urgenti portate al destinatario "con calma". Questi i dati che risultano dalle prime verifiche effettuate. E non sono decisamente confortanti.   A lanciare l'allarme è Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento Cinque Stelle alla Camera dei Deputati. “Uno scenario che desta non poca preoccupazione - commenta Terzoni - Se da una parte è vero che oggi tante operazioni si possono fare online o altrove, penso soltanto alla possibilità di pagare una bolletta dal tabaccaio, dall’altra ci sono piccoli centri dove il servizio postale ha ancora un ruolo basilare, soprattutto laddove è alta la concentrazione di cittadini in là con gli anni. In base al documento di 124 pagine che ci è stato consegnato, gli uffici a cui diremo addio sono 52 nella provincia di Pesaro-Urbino, 11 in quella di Ancona, 52 in quella di Macerata, 22 in quella di Fermo e altri 22 in quella di Ascoli-Piceno, molti dei quali in piccole realtà o in comuni interni dove a breve per un invio postale bisognerà fare svariati chilometri. Comprendiamo l’esigenza di riorganizzazione di Poste Italiane, ma un taglio così netto ci pare una scelta scriteriata”.   Il Ministero risponde cercando di rassicurare, dicendo che in alcuni casi degli uffici rimarranno aperti due volte a settimana e che si tratta solo di un piano di razionalizzazione, ma al contrario delle intenzioni la risposta non rassicura per nulla.  "In base alle prime verifiche - prosegue la Terzoni - abbiamo appurato che non sono pochi nelle Marche gli uffici chiusi in via definitiva. Inoltre la scure su questo servizio ha prodotto una mole notevole di missive in giacenza, con bollette consegnate anche dopo la scadenza e compromettendo persino invii prioritari, come raccomandate dell'Inps, avvisi di Equitalia e telegrammi. Naturalmente come M5s non staremo a guardare, e chiederemo al ministro Graziano Delrio di prendere in mano la situazione, perché i cittadini in difficoltà per queste chiusure rischiano di diventare parecchi e molte famiglie ci stanno già inviando segnalazioni”. Un problema da risolvere con la massima urgenza, considerati i tempi stretti con cui si sta procedendo nell'effettuazione di questa manovra. Gli Uffici Postali del maceratese sub judice sono quelli di Acquacanina, Apiro, Appignano , Belforte del Chienti, Bolognola, Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Cingoli, Colmurano, Corridonia, Esanatoglia, Fiastra, Fiordimonte, Fiuminata, Gagliole, Gualdo, Loro Piceno, Matelica, Mogliano, Monte Cavallo, Monte San Martino, Montecassiano, Montefano, Montelupone, Morrovalle, Muccia, Penna San Giovanni, Petriolo, Pieve Torina, Pievebovigliana, Pioraco, Poggio San Vicino, Pollenza, Potenza Picena, Recanati, Ripe San Ginesio, San Ginesio, San Severino Marche, Sant'Angelo in Pontano, Sarnano, Sefro, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Tolentino, Treia, Urbisaglia, Ussita, Visso. Dalla lista evidente anche la chiusura di tantissimi uffici nel cratere dei comuni terremotati. Un ulteriore disagio quindi per le popolazioni colpite dal sisma. Viene da chiedersi se il Ministero abbia valutato anche questo di aspetto.    IN QUESTO LINK L’ELENCO DI TUTTI I 4300 UFFICI POSTALI INTERESSATI DAL PIANO DI RIORGANIZZAZIONE: https://www.poste.it/Elenco_def_Fase-3_Step-1.pdf

22/10/2017
Sabato "Galà della Solidarietà" a Castelraimondo, il ricavato devoluto ai terremotati

Sabato "Galà della Solidarietà" a Castelraimondo, il ricavato devoluto ai terremotati

Sabato 28 ottobre alle ore 19 a Borgo Lanciano di Castelraimondo si terrà la prima edizione del "Galà della Solidarietà" per presentare il progetto sociale Serenity rivolto ad aiutare le popolazioni colpite dal terremoto. Il ricavato della serata sarà devoluto proprio a loro, a tutte le persone che hanno patito e ancora stanno patendo le conseguenze del sisma nell'entroterra maceratese.    Ad un anno dalle scosse di terremoto che lo hanno messo in ginocchio, l'associazione “La Terra trema Noi no” ha organizzato questo progetto sociale e la sua ideatrice è l'architetto Guendalina Salimei del T Studio di Roma, la cui vita è stata in parte raccontata nel film “Scusate se esisto!”, con Paola Cortellesi e Raul Bova. “Questo progetto – spiegano i componenti dell'associazione – intende restituire serenità e dare il modo di tornare a sentirsi parte attiva di una comunità alle fasce più deboli della popolazione locale, quelle che spesso non hanno la forza di far sentire la loro voce e vengono più facilmente dimenticate”. I dettagli saranno svelati dall'architetto Salimei durante la serata. Per informazioni ed adesioni scrivere a laterratremanoino@libero.it oppure visitare la pagina Facebook dell'associazione. 

Sisma, l'appello di 13 sindaci a De Micheli: "Lasciate le casette fai da te fino al ripristino dell'agibilità delle abitazioni"

Sisma, l'appello di 13 sindaci a De Micheli: "Lasciate le casette fai da te fino al ripristino dell'agibilità delle abitazioni"

"Chiediamo al commissario Paola De Micheli che sia garantita ai terremotati che hanno costruito casette in appezzamenti di terreno privato, di loro proprietà, la possibilità di mantenerle fino al ripristino dell'agibilità delle abitazioni principali". È l'appello lanciato al commissario per la Ricostruzione da 13 sindaci del Maceratese. Ieri sera si sono riuniti presso la sede dell'Unione Montana per fare il punto su vari aspetti del post sisma, compreso appunto il tema delle casette, tutte potenzialmente abusive, di cui è diventata un simbolo nonna Peppina, la 95enne di Fiastra sfrattata dalla procura di Macerata. All'incontro hanno partecipato sindaci o loro delegati di Pieve Torina, Muccia, Serravalle del Chienti, Esanatoglia, Camerino, Caldarola, Bolognola, Serrapetrona, Castelraimondo, Valfornace, Camporotondo, Sefro. "La centralità delle azioni politiche deve partire dai sindaci" hanno ribadito il primo cittadino di Camerino Gianluca Pasqui, e Alessandro Gentilucci, sindaco di Pieve Torina. (Ansa)

13/10/2017
"1997-2017. I Terremoti e le Marche, rinascita e ricostruzioni", convegno all'Abbadia di Fiastra: assente Paola De Micheli

"1997-2017. I Terremoti e le Marche, rinascita e ricostruzioni", convegno all'Abbadia di Fiastra: assente Paola De Micheli

Un convegno per non dimenticare, per poter tracciare un sentiero tra due eventi che hanno sconvolto le Marche. A distanza di un anno dagli eventi sismici del 2016, un convegno per ricordare anche il terremoto del 26 settembre 1997 dal titolo "1997-2017. I Terremoti e le Marche, Rinascita e Ricostruzioni". L'incontro, organizzato dalla Regione Marche, si è svolto quest'oggi all'Abbadia di Fiastra. Una sala gremita di protagonisti e di persone interessate che hanno voluto ripercorrere il dramma di una Regione, che seppur colpita duramente, si sta rialzando. Doveva essere presente anche il nuovo Commissario Straordinario Paola De Micheli, che per vari motivi è stata invece assente. Pertanto ad introdurre l'evento è stato il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli; insieme a lui, Vito D'Ambrosio, Presidente della Regione Marche nonché Commissario straordinario Sisma 1997, Cristina Morbiducci, mediatrice dell'evento e responsabile ANSA Marche, il Direttore Regionale e Nazionale Protezione Civile Roberto Oreficini, il Direttore Ufficio Regionale Ricostruzione Cesare Spuri e molti altri. Due ferite che hanno lasciato segni indelebilI, non solo a livello morfologico, ma anche nel tessuto economico e sociale. Proprio per questo è stato necessario ripercorrere quei momenti con le testimonianze fondamentali di chi ha vissuto nitidamente quel terribile incubo due volte. Sono stati chiamati tre Primi Cittadini di altrettanti comuni colpiti con ferocia dagli eventi sismici: Mauro Falcucci di Castelsantangelo sul Nera, Renzo Marinelli di Castelraimondo e Pietro Cecoli di Monte Cavallo. Tutte e tre le personalità ricoprivano la stessa carica sia nel 1997 sia nel 2016. Parole toccanti, caratterizzate dalla voglia di ricominciare, di riportare le famiglie nelle loro case, di ricostruire le scuole, di far ripartire l'economia e di risaltare il turismo dell'entroterra marchigiano. Qualcosa si sta muovendo, anche se sono necessari interventi immediati per tutti i 138 comuni. Si è parlato di paesi disabitati e della paura della desertificazione, un processo, purtroppo, già in corso. Allora bisogna puntare sulla valorizzazione del territorio e sui prodotti di spicco della terra, per consentire una ripresa più incisiva. Non sono mancati i ringraziamenti, inoltre, alla solidarietà di tutti coloro che sono vicini alle popolazioni terremotate. Ma dietro alle parole e ai ricordi, c'erano anche degli appelli per fare in modo che un cambiamento ci sia davvero e che nessuno venga dimenticato.

26/09/2017
Castelraimondo, domenica si celebra il quarto anniversario del Parco della Rimembranza

Castelraimondo, domenica si celebra il quarto anniversario del Parco della Rimembranza

Quarto anniversario del Parco della Rimembranza. Si svolgerà domenica 1 ottobre la cerimonia del Parco della Rimembranza di Castelraimondo, voluto alcuni anni fa dal Comune di Castelraimondo e dal Gruppo Comunale Alpini Val Potenza. Il Parco ospita cinquantacinque piante di leccio sempreverdi, in memoria dei militari caduti nell'adempimento del loro dovere, i cui nomi sono incisi nelle lapidi di marmo che adornano la scultura realizzata dallo scultore Fernando Caciorgna Tutti i militari italiani caduti in Afghanistan dal 2004 fino ad oggi, nella missione Nato ISAF, saranno così ricordati anche quest'anno durante la commovente cerimonia a cui partecipano anche i rappresentanti dei Comuni di provenienza e i famigliari dei soldati. Il ritrovo prima della commemorazione è in programma domenica mattina alle ore 9,30 nel parcheggio in Via Piancatelli, di fronte alla caserma dei Carabinieri. Da lì si muoverà il corteo diretto al Piazzale Santa Rita di Ripalta e alle ore 10,30, prima della celebrazione della messa alle 11,30, ci sarà l'alzabandiera presso il monumento del parco, la benedizione delle bandiere e la deposizione delle corone di alloro in onore dei nostri caduti. Dopo la commemorazione sarà organizzato un pranzo alpino presso il Lanciano Forum, a cui la cittadinanza tutta è invitata a partecipare. Per informazioni e prenotazioni si possono contattare Angelo Ciccarelli, capogruppo Alpini Val Potenza, al numero 3488245639, o il segretario Tommaso Luchetti al numero 33561588700. Alle 17 si concluderà la giornata con l'ammaina bandiera.

Inaugurata la nuova "aula verde all'aperto" per i bambini delle elementari di Castelraimondo

Inaugurata la nuova "aula verde all'aperto" per i bambini delle elementari di Castelraimondo

I bambini di Castelraimondo sono tornati a scuola con una bellissima sorpresa. È stata inaugurata nel giardino della scuola elementare Edmondo De Amicis una innovativa “aula verde all'aperto”, che sarà dedicata alla riscoperta del legame con la natura. L'aula verde, realizzata con la collaborazione dell'amministrazione comunale, è stata inaugurata in concomitanza con l'inizio del nuovo anno scolastico, alla presenza del vicesindaco Esperia Gregori. “Questa aula verde all'aperto è uno spazio unico e innovativo – ha affermato – che ha l'intento di far comprendere ai nostri piccoli studenti l'importanza dei beni collettivi e dei saperi della terra, impegnandosi in attività che spesso non danno risultati immediati e favorire nei bambini l'assunzione di responsabilità nel prendersi cura dell'orto e del giardino. Qui verranno anche degli esperti a tenere delle lezioni speciali sulla natura e sulle piante. Voglio augurare a tutti i nostri studenti, alle insegnanti e ai dipendenti un anno scolastico pieno di soddisfazioni”. I bambini della prima elementare e della quinta elementare, con l'aiuto della maestra Silvana, hanno piantato le loro prime piantine nell'aula verde, che nei prossimi giorni verrà ulteriormente arricchita e curata dai piccoli studenti.

Anas: da domani limitazioni per lavori sulla strada statale 361 “Septempedana”, in provincia di Macerata

Anas: da domani limitazioni per lavori sulla strada statale 361 “Septempedana”, in provincia di Macerata

L'Anas comunica che per lavori sulla strada statale 361 “Septempedana”, da domani 14 settembre 2017, saranno previste alcune limitazioni in tratti saltuari tra il km 75,600 e il km 95,000, in provincia di Macerata. Nel dettaglio, in tratti saltuari, fino a mercoledì 11 ottobre sarà istituito il senso unico alternato per consentire i lavori di ripristino delle reti paramassi. I lavori interesseranno i territori comunali di San Severino Marche, Gagliole, Camerino, Castelraimondo, Pioraco e Fluminata. Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione VAI di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800 841 148.

13/09/2017
Iniziati i lavori di urbanizzazione per le "casette" a Castelraimondo

Iniziati i lavori di urbanizzazione per le "casette" a Castelraimondo

Sono iniziati i lavori di urbanizzazione e di fondazioni per le SAE di Castelriamondo. Le casette ordinate dal Comune per le famiglie che ne hanno fatto richietsa sono nove. Saranno realizzate nell'area vicino agli impianti sportivi e alla piazzola del gruppo comunale della Protezione Civile. I lavori sono stati affidati alla Ditta Ciarmatori Srl di Serra De Conti dalla Regione Marche, per un costo complessivo di 364.991,52, comprensivi anche degli oneri di sicurezza ordinari ed aggiuntivi. Secondo i tempi previsiti dalla Regione, le opere di urbanizzazione dovrebbero essere ultimate per metà ottobre. Dopo di che nell'area arriverà la ditta che si occuperà del montaggio dei moduli abitativi provvisori. Il responsabile dei lavori è il Dottor David Piccinini, il dirigente del servizio di Protezione Civile.  

12/09/2017
La Folgore Castelraimondo ricomincia gli allenamenti; donazioni dal Telefono Azzurro di Padova

La Folgore Castelraimondo ricomincia gli allenamenti; donazioni dal Telefono Azzurro di Padova

È iniziata sotto la pioggia battente la stagione sportiva del settore giovanile della Folgore Castelraimondo. Da ieri, lunedì 11 settembre, sono tornati in campo anche i Piccoli Amici, i Primi Calci, i Pulcini, che si alleneranno tutti i lunedì e i mercoledì dalle 17 alle 19, e gli Esordienti, in campo invece il martedì e il giovedì dalle 15:30 alle 17:30. Contrestualmente è iniziato il lavoro specifico per i portieri, seguiti da Gianluca Gubinelli, tecnico abilitato FIGC, e Fabrizio Gagliardi, il martedì ed il giovedì. Gli Esordienti si alleneranno dalle 15:30 alle 16:45 mentre Giovanissimi e Allievi dalle 17:30 alle 19:00.  La stagione sportiva 2017-2018 è stata inaugurata domenica 10 settembre con la Santa Messa celebrata al campo sportivo da padre Giampiero. Una mattinata significativa, all'insegna dell'amicizia e della solidarietà. Erano presenti il sindaco, Renzo Marinelli, il vicesindaco, Esperia Gregori, e l'assessore allo sport, Elisabetta Torregiani. Sono arrivati a Castelraimondo, a ritrovare gli amici della Folgore, alcuni membri del Telefono Azzurro di Padova, che avevano ospitato nel giugno scorso il torneo “Un Calcio alle Macerie” per raccogliere fondi per il Lanciano Forum. È stata questa la volta per la Folgore di ricambiare l'ospitalità ricevuta e nell'occasione mostrare agli amici padovani il territorio dell'entroterra, ferito ma pur sempre bellissimo. “Quella di domenica è stata una mattinata profondamente significativa – ha affermato il presidente della Folgore Castelraimondo, Donatella Antognozzi – devo ringraziare innanzitutto gli amici del Telefono Azzurro di Padova, che non solo sono venuti a trovarci ma inaspettatamente ci hanno regalato del materiale tecnico esclusivamente per il settore giovanile. Un gesto che sicuramente ci ha sorpresi e ci ha emozionati. Il mio ringraziamento a fronte dell'inizio di questa stagione va all'amministrazione comunale, che ci ospita in queste strutture e ci supporta sempre, non solo finanziariamente, ma in tutte le nostre iniziative e volontà di intenti. E poi, non da ultimi, tutti i dirigenti, i tecnici, i collaboratori e soprattutto tutti i nostri ragazzi, che sono i veri protagonisti di questa giornata e della nostra attività. È un gruppo fantastico, e senza ognuno di loro ed il loro supporto non vivrei questa grande responsabilità nello stesso modo”.   Ecco la lista dei tecnici abilitati del Settore Giovanile. Piccoli Amici 2011-2012 – Francesco Carboni, Nicola Tagaras Primi Calci 2010 – Lorenzo Capenti, Giacomo Lori Primi Calci 2009 – Roberto Seri, Nicholas Gabrielli Primo anno Pulcini 2008 – Gaetano Lori, Paolo Odierna Secondo anno Pulcini 2007 – Olaf Micucci, Valerio Spadoni Esordienti 2005-2006 – Francesco Colella Giovanissimi 2003-2004 – Giorgio Giorgetti Allievi 2001-2002 – Luigi De Angelis   Responsabile Tecnico Allenatori – Gaetano Lori Responsabile Organizzativo – Giorgio Giorgetti Responsabile Settore Giovanile – Andrea Grespini

12/09/2017
Nuove sistemazioni per gli uffici comunali di Castelraimondo

Nuove sistemazioni per gli uffici comunali di Castelraimondo

Nei giorni scorsi è stato ultimato il trasloco per la nuova sistemazione degli uffici comunali del Comune di Castelraimondo. Nella nuova sede in via Giovanni XXIII 7, sopra alla sede della Polizia Municipale (affianco alla Chiesa della Sacra Famiglia), al primo piano, sono stati trasferiti l'Ufficio del Sindaco, l'Ufficio Segreteria, Anagrafe, Protocollo e Affari Generali, nonché è stata allestita già da diversi mesi la nuova Sala consiliare. Restano invece nella sede di via Giovanni XXIII 2A, che si affaccia su Corso Italia, il servizio Lavori Pubblici e Urbanistica, i Servizi Sociali ed il Servizio Finanziario e Ragioneria. Resta in questa sede anche il Servizio notifiche e verbali, tessere trasporto agevolato, tesserini invalidi e tesserini caccia. Si ricorda inoltre che gli orari di apertura al pubblico sono dal lunedì al sabato dalle 10:30 alle 13:00 e il giovedì pomeriggio dalle 17:30 alle 18:30, fatta eccezione dell'Ufficio Lavori pubblici e urbanistica e l'ufficio Ragioneria che resteranno chiusi al pubblico martedì e giovedì mattina. “Una disposizione pensata – ha affermato il sindaco, Renzo Marinelli – per garantire un miglior servizio a tutti gli utenti e migliorare le condizioni di lavoro dei nostri dipendenti, vista l'ingente mole di lavoro dovuta all'ordinario che si somma allo straordinario e ai disagi dovuti all'inagibilità della sede comunale”.

11/09/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433