Sanità

Camerino, il sindaco Sborgia incontra Ceriscioli: "Manterremo l'Ospedale e i servizi"

Camerino, il sindaco Sborgia incontra Ceriscioli: "Manterremo l'Ospedale e i servizi"

Il sindaco di Camerino Sandro Sborgia, insieme all'arcivescovo di Camerino-San Severino Francesco Massara, questa mattina ha incontrato ad Ancona il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e l'assessore regionale Angelo Sciapichetti. Un incontro voluto dal nuovo primo cittadino della città ducale per allacciare i rapporti col Governatore delle Marche, ma anche per discutere e confrontarsi in merito a diverse situazioni e necessità riguardanti Camerino e il territorio dell'entroterra. "E’ stato un incontro che ho ritenuto necessario per avviare la migliore collaborazione e confrontarci subito su diversi aspetti che riguardano la città e l'intero bacino. Abbiamo affrontato tanti argomenti, in primis quello riguardante la ricostruzione e il presidente Ceriscioli ha manifestato la massima disponibilità nonchè la volontà d'impegnarsi per tutto ciò che servirà in questa direzione. È stata l'occasione anche per parlare dell'ospedale di Camerino - spiega il primo cittadino - che è un punto di riferimento per tutta l'area montana, sottolineando la necessità di mantenere i servizi che ci sono oggi. Proprio in merito a questo aspetto ho avuto la rassicurazione a cui tenevo, ovvero che al di là dell'ospedale unico, comunque Camerino manterrà il DEA di primo livello, ovvero tutti i servizi così come sono oggi". Una mattinata positiva che si è conclusa ricordando la visita del Papa prevista per domenica 16 di giugno.

06/06/2019
Macerata, Congresso sui disturbi del sonno previsto per il 7 e l'8 giugno

Macerata, Congresso sui disturbi del sonno previsto per il 7 e l'8 giugno

La Direzione di Area Vasta 3 e l’Unita’ Operativa Complessa di Malattie dell’Apparato Respiratorio diretta dalla Dottoressa Francesca Marchesani, organizzano il “1° Congresso Maceratese sui disturbi del sonno “nei giorni 7 ed 8 giugno presso l’Auditorium Banca Marche a Macerata. L’evento, patrocinato, oltreché dall’Av3, anche dalla Federazione Provinciale dell’Ordine dei Medici – Chirurgi e dalla Società Italiana di Medicina del Sonno, proporrà all'attenzione dei partecipanti (Medici di Medicina Generale, Medici Specialisti e Professionisti Sanitari coinvolti nella gestione del paziente) un aggiornamento sui principali aspetti fisiopatologici, clinici, diagnostici e terapeutici di questa patologia  a cura dei principali esperti regionali e nazionali sull'argomento. L'UOC di Malattie dell'Apparato Respiratorio è, già da molti anni, sede dell'ambulatorio specialistico per la diagnosi e il trattamento dei disturbi respiratori del sonno, centro di riferimento per i pazienti dell'Area Vasta 3 che, grazie all'attività del personale medico ed infermieristico, provvede annualmente all'esecuzione di oltre 1200 visite ed 800 esami strumentali. Oltre sei milioni di italiani e almeno centotrentamila marchigiani soffrono di apnee notturne, ma solo il 20 per cento ne è consapevole e, secondo un recente studio, i colpi di sonno al volante dovuti a questo disturbo sono responsabili del 7 per cento dei circa 175.000 incidenti stradali registrati ogni anno in Italia, con enormi costi diretti ed indiretti per il SSN e per la comunità. La Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno, identificata dall’acronimo inglese OSAS), è definita come un disturbo respiratorio caratterizzato da episodi ripetuti di completa (apnea) o parziale (ipopnea) ostruzione delle vie aeree superiori associati a riduzioni dei valori della saturazione di ossigeno nel sangue, che può manifestarsi con sintomi notturni quali il russamento, le pause respiratorie nel sonno o i risvegli con sensazione di soffocamento, il sonno agitato, la frequente necessità di andare al bagno o l’eccessiva sudorazione notturna. Le conseguenze diurne dell’OSAS, che incidono negativamente sulla qualità di vita, sono rappresentate da sensazione di sonno non ristoratore, cefalea, sonnolenza diurna (con aumentato rischio di incidenti stradali), disturbi della memoria, deficit cognitivi, ridotta perfomance lavorativa e, in misura minore, depressione ed impotenza. Le ripetute apnee ed ipoapnee determinano, inoltre, modificazioni della frequenza cardiaca e dei valori della pressione arteriosa sistemica e polmonare, mentre la riduzione dei livelli di ossigeno del sangue si traduce  in un rilascio di marcatori di infiammazione con un incremento del rischio di sviluppare patologie croniche come malattie cardiovascolari tra cui infarto del miocardio ed ictus, il diabete o il cancro.

04/06/2019
San Severino, raccolta farmaci per la Casa di Riposo: presentato il nuovo progetto

San Severino, raccolta farmaci per la Casa di Riposo: presentato il nuovo progetto

Il Banco Farmaceutico Macerata ha lanciato a San Severino Marche l’iniziativa “Recupero farmaci validi non scaduti”, di cui sarà destinataria la Casa di riposo “Lazzarelli”. In tre farmacie settempedane - le farmacie Kaczmarek, Lorenzetti e Natali - sarà possibile lasciare, all’interno di un apposito contenitore, medicinali che non abbiano scadenza inferiore agli otto mesi e che non siano soggetti a temperatura controllata. Non si potranno donare farmaci ospedalieri e sostanze psicotrope. Il Banco Farmaceutico ha stipulato una precisa convenzione con l’ente caritatevole che prevede la presenza presso la struttura di un medico che prenderà in carico tutti i farmaci raccolti, controllerà l’idoneità alla dispensazione e caricherà gli stessi su apposito sistema per la tracciatura di quanto recuperato. L’iniziativa, sostenuta dal Comune di San Severino Marche e dal Rotary Club di Tolentino, è stata presentata ufficialmente, nella sala polifunzionale dell’Asp Lazzarelli dal delegato territoriale del Banco Farmaceutico Macerata, Pierluigi Monteverde, alla presenza del presidente della Casa di riposo, Teresa Traversa, e del sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei. Con loro anche le farmaciste Ida Maria Kaczmarek e Maria Natali, il farmacista Pierluigi Lorenzetti, il direttore della struttura per anziani, Laura Taccari, il direttore sanitario, Giuseppe Tartaglia, e il presidente del Rotary, Elvio Giannandrea. Il progetto del Banco Farmaceutico, solo nella provincia di Macerata, ha già permesso di recuperare nelle 11 farmacie aderenti oltre 10.500 farmaci, per un valore complessivo di circa 140 mila euro. Entro l’estate si aggiungeranno altri due punti di raccolta in altrettante farmacie maceratesi e civitanovesi. Grazie allo stesso si concretizza un circolo virtuoso volto a minimizzare lo spreco del farmaco evitando, al contempo, costi elevatissimi per il suo smaltimento.

03/06/2019
Esonero dalla quota fissa di 10 euro sulle ricette per i soggetti con ISEE inferiore ai 10mila euro

Esonero dalla quota fissa di 10 euro sulle ricette per i soggetti con ISEE inferiore ai 10mila euro

È scattata oggi, primo giugno, l’esenzione dal pagamento della quota fissa di 10 euro sulla ricetta per prestazioni specialistiche per gli assistiti cosiddetti “fragili”, cioè con un nucleo familiare che non raggiunge i 10mila euro di Isee.  “Lo scopo di questa misura approvata dalla giunta – spiega il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli - è rendere più accessibili a tutti i servizi essenziali come quelli sanitari. Non pagare la tassa sulla ricetta è un segno di attenzione e solidarietà verso i cittadini e soprattutto verso quelle famiglie che sono in difficoltà e fanno fatica ad arrivare a fine mese. L’esenzione permetterà loro di accedere alle cure con qualche preoccupazione in meno”. Per ottenere l'esonero i cittadini che rientrano in questo parametro dovranno rivolgersi ai Caf dei sindacati per richiedere l’Isee e poi presentarsi agli sportelli Asur con la certificazione relativa che verrà riportata sul tesserino sanitario e inserita nell’Anagrafe centralizzata regionale assistiti. All’Arca sono infatti collegati tutti i sistemi di prescrizione dei medici (convenzionati e dipendenti) che potranno desumere poi in tempo reale il diritto all’esonero e riportare sulla ricetta il codice corrispondente ERM-QF. Con questo codice l’assistito dovrà spendere soltanto la somma relativa alla compartecipazione sanitaria senza dover pagare la quota fissa di 10 euro.

01/06/2019
"Il vantaggio della resilienza”: workshop sull’intelligenza del cuore per l’autoregolazione emotiva e l’autoefficacia

"Il vantaggio della resilienza”: workshop sull’intelligenza del cuore per l’autoregolazione emotiva e l’autoefficacia

Diminuzione della depressione (56%) e della stanchezza (48%), calo dell’ansia (46%), aumento della calma (38%), miglioramento del sonno (30%), maggiore concentrazione (24%). Sono questi i risultati registrati con studi condotti su oltre 11.500 persone dopo 6/9 settimane di uso della pratica multiuso della coerenza cardiaca, che consiste nel rendere armonica la variabilità del battito cardiaco (HRV) per sincronizzare cuore e cervello, in modo da autoregolare le emozioni e ricaricare le proprie batterie, vivendo al meglio ogni momento della vita, anche quelli più sfidanti. La pratica, messa a punto dall’Istituto non profit statunitense HeartMath, è basata su oltre 25 anni di pubblicazioni scientifiche e più di 300 ricerche indipendenti e viene usata persino dalla Nasa, l'agenzia governativa civile responsabile del programma spaziale nazionale, e più in generale nei luoghi dove è necessario essere lucidi e pronti, ma in maniera calma, come in ambito medico.  La coerenza cardiaca è al centro del workshop ufficiale di HeartMath per l’efficacia personale e professionale “Il vantaggio della resilienza” che, in tour in Italia grazie a Lara Lucaccioni, l’unica Trainer italiana ufficialmente certificata negli Stati Uniti, a giugno tornerà a fare tappa in varie parti del Paese. Nuovo appuntamento a Civitanova Marche domenica 9 giugno, presso Sandwich Time in via Einaudi 214, dalle ore 10:00 alle 18:00. Il workshop, di tipo teorico-pratico e con bio-feedback in tempo reale, rappresenterà un viaggio attraverso sei tecniche semplici e riproducibili nel quotidiano, per comprendere e sperimentare come entrare in coerenza cardiaca, secondo un nuovo concetto di resilienza, intesa non più solo come la capacità di recuperare energia dopo un momento sfidante, bensì anche di prepararsi a viverlo e di gestirlo in maniera efficace. Lara Lucaccioni, che è anche la principale Master Trainer italiana di Yoga della Risata, nel mese di maggio è tornata negli Stati Uniti presso l’Istituto HeartMath, per certificarsi a condurre un nuovo training sull’efficacia del lavoro di squadra attraverso il suo allineamento e la sua messa in coerenza. Lucaccioni, praticando quotidianamente la coerenza cardiaca con le tecnologie di HeartMath, si è posizionata al 9° posto della classifica mondiale che raccoglie i dati giornalmente, e l’ha già presentata in numerosi eventi, tra cui la Conferenza europea di Yoga della Risata a Parigi, il Congresso italiano di Yoga della Risata e molteplici contesti aziendali, tra cui anche FederManager. Al centro del workshop il potere del cuore, dotato di un complesso sistema nervoso, che contiene circa 40 mila neuroni, qualificato come piccolo cervello e connesso al cervello della testa attraverso fibre nervose che passano le informazioni. Il ritmo cardiaco è una sorta di codice Morse, che invia istruzioni alla materia grigia, la quale le filtra e monitora, organizzando percezioni, sentimenti e comportamenti, impattanti sul benessere individuale. Quando la variabilità del battito cardiaco (l’accelerare e il rallentare continuo del nostro cuore, battito per battito) è irregolare e caotica, a causa di emozioni quali rabbia, tristezza, ansia, frustrazione, cuore e cervello non sono più sincronizzati e il sistema va in tilt. Attraverso la pratica della coerenza cardiaca, con semplici respirazioni e richiamando emozioni positive vissute in passato, come amorevolezza, apprezzamento, gentilezza, gioia, calma, si passa da stati disfunzionali a uno stato di benessere, lucidità, equilibrio. In questo modo è possibile affrontare meglio lo stress, ottenere la centratura per gestire momenti difficili, recuperare energia dopo un episodio di frustrazione e consumo emotivo, comunicare in maniera efficace ed efficiente, trovare soluzioni per stimolare la propria intuizione. Uno degli obiettivi del workshop, in cui i partecipanti avranno a disposizione un manuale operativo, è identificare momenti quotidiani in cui le tecniche imparate sono utili e creare un programma di pratica individuale a casa per ottenere uno standard migliore. “E’ questo un momento storico molto importante per diffondere gli insegnamenti dell’HeartMath Institute in Italia. Infatti, grazie alle tecniche che portano in coerenza cardiaca, misurabili e supportate scientificamente, possiamo sempre più essere consapevoli delle emozioni che proviamo, passare da uno stato depotenziante a uno positivo e rigenerante, rafforzare la nostra resilienza - ha dichiarato Lara Lucaccioni – La nuova esperienza vissuta presso l’HeartMath Institute negli Stati Uniti è stata per me davvero importante. Sono stata selezionata tra i vari Trainer ufficiali di tutto il mondo ed eravamo 18, di cui solo 2 europei, per testare un nuovo corso, rivolto ai team e all’obiettivo di metterli in allineamento tramite le tecniche di coerenza cardiaca e il lavoro su valori, qualità, attitudini positive, vibrazioni, mindset legato alla performance. Tutti i team interessati ad approfondire questo aspetto possono contattarmi sui miei canali”. Foto: Profilo Facebook Lara Lucaccioni  Per maggiori informazioni: https://www.laralucaccioni.com/workshop-il-vantaggio-della-resilienza/  

31/05/2019
Macerata, nuovo ospedale alla Pieve: fine dei lavori entro il 2024, prima fase a carico della Regione

Macerata, nuovo ospedale alla Pieve: fine dei lavori entro il 2024, prima fase a carico della Regione

" Una struttura ospedaliera nel rispetto di tutti i più aggiornati criteri di realizzazione in termini sanitari, funzionali, di sicurezza e risparmio energetico". È il nuovo ospedale dell'Av 3 di Macerata, delineato nella proposta di project financing presentata questa mattina in una riunione tecnica,  alla presenza del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e all'assessore Angelo Sciapichetti, da parte di Itinera spa, azienda leader nella realizzazione di grandi opere infrastrutturali e di edilizia civile e industriale in Italia e all'estero. L'ospedale sorgerà in localita La Pieve nel Comune di macerata. La struttura proposta tiene conto dell'inserimento nel contesto paesaggistico e infrastrutturale, con particolare cura sia ai materiali costruttivi sia ai collegamenti stradali e ferroviari. I tempi indicati per la realizzazione del nuovo complesso ospedaliero prevedono una prima fase a carico della Regione. La fine dei lavori è prevista per il 2024. "Prosegue quindi a grandi passi la realizzazione dell'ospedale dell'area vasta 3" , ha detto Ceriscioli. (Fonte Ansa) 

30/05/2019
San Severino, giugno è il mese della prevenzione visiva per la diagnosi precoce dell'ambliopia

San Severino, giugno è il mese della prevenzione visiva per la diagnosi precoce dell'ambliopia

Per tutto il mese di giugno il Centro medico Blugallery promuove un’iniziativa di prevenzione visiva e di promozione della salute per la diagnosi precoce dell’ambliopia. L’ambliopia, detta anche malattia dell’occhio pigro, consiste in un ridotto sviluppo della funzione visiva in uno o in entrambi gli occhi. Ciò si verifica a causa di un difetto visivo presente nella prima infanzia, periodo durante il quale si compie lo sviluppo e la maturazione del sistema visivo. Lo screening, rivolto a tutti i bambini dai 3 ai 5 anni, verrà effettuato gratuitamente presso gli ambulatori del Centro medico in via Ferranti a Taccoli di San Severino Marche: il 1 giugno dalle ore 9 alle 13 (dott. Federico Ferroni) e il 15 giugno sempre dalle ore 9 alle 13 (dott. Emilio Moauro). È necessario prenotarsi telefonicamente al numero 0733639051 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13). L’iniziativa è patrocinata dal Comune di San Severino Marche.

25/05/2019
San Severino, Ospedale : inaugurato il nuovo reparto di Lungodegenza (FOTO)

San Severino, Ospedale : inaugurato il nuovo reparto di Lungodegenza (FOTO)

Un nuovo reparto con nuovi posti letto e personale medico, infermieristico, parainfermieristico e sociosanitario dedicato, poi un progetto che farà del “Bartolomeo Eustachio” un centro di riferimento a livello nazionale per le ernie e, infine, l’annuncio di nuovi investimenti per le strutture e della nomina di nuovi responsabili di unità operative per tutta l’Area Vasta 3 dell’Asur Marche. “Quello di oggi è un grandissimo giorno per tutto il territorio”. Con queste parole il direttore generale dell’Av3, dottor Alessandro Maccioni, ha salutato la cerimonia ufficiale del taglio del nastro della Lungodegenza all’ospedale civile di San Severino Marche. Presenti all’evento anche il presidente della Regione e assessore alla Salute, Luca Ceriscioli, il sindaco, Rosa Piermattei, il consigliere regionale e membro della Commissione sanità della Regione Marche, Francesco Micucci, il consigliere provinciale Tarcisio Antognozzi giunto in rappresentanza del presidente dell’ente, Antonio Pettinari, assente per motivi istituzionali, il presidente del Consiglio comunale, Sandro Granata, l’assessore Sara Bianchi, numerosi altri esponenti politici locali, i dirigenti medici del presidio, rappresentanti di enti, istituzioni e associazioni. “Nel 2016 – ha ricordato ancora il dottor Maccioni – ho dovuto chiudere il reparto di ostetricia a San Severino Marche ma a tre anni, con orgoglio, festeggio questa attesa apertura che rappresenta un grosso segnale d’attenzione nei confronti della struttura e di tutta la comunità locale e non solo”. Il nuovo reparto, inaugurato dopo la ristrutturazione delle due ali del terzo piano, da giugno vedrà attivati 20 nuovi posti letto ma ospita anche le attività di supporto compresi gli studi medici, le postazioni per gli infermieri, gli ambulatori per le visite e le medicazioni, una sala tv, la mensa, i locali per l’archivio  e una sala ricreativa. I lavori hanno permesso  il rifacimento completo degli impianti, compreso quello di aria condizionata, e delle controsoffittature oltre che della pavimentazione. Nuovi anche gli arredi e il mobilio, i bagni, le porte e l’atrio di ingresso. Interventi che, complessivamente, hanno richiesto un investimento di circa 900mila euro. A far funzionare la Lungodegenza ci penseranno due nuovi medici, cinque infermieri e sei operatori socio sanitari dedicati alla speciale Unità operativa. “Sono emozionata - ha sottolineato prima di tagliare il nastro il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, che ha aggiunto – Teniamo molto al nostro ospedale che è una struttura bella e di vitale importanza anche per la sua posizione. Il nuovo reparto di Lungodegenza era importante per il nostro ma anche per i Comuni limitrofi. Avevamo bisogno di un’altra eccellenza e oggi ci è stato presentato anche l’interessantissimo progetto che farà del nostro ospedale un centro di riferimento a livello nazionale per le ernie. Con l’occasione poi insieme al dottor Maccioni ho anche fatto visita ai nuovi spazi per le vaccinazioni, un altro traguardo raggiunto”. “In tre anni e mezzo, per quanto riguarda l’ospedale di San Severino Marche – ha spiegato ancora il direttore Maccioni – abbiamo investito più di 3 milioni di euro solo sulle strutture e alcuni lavori devono ancora essere terminati. La spesa di gestione per questo presidio è incrementata di 1,2 – 1,3 milioni di euro soprattutto per quanto riguarda l’Oculistica, un’eccellenza insieme ad altre, che ha visto aumentare la produzione di ben il 20%”. Maccioni ha poi annunciato la nomina, a far data dal 1 giugno, del dottor Francesco Alesiani a responsabile dell’Unità operativa semplice dipartimentale di ematologia. “Per la sanità c’è un disegno generale e dentro questo si lavora. A volte i tempi fanno sfuggire questo disegno perché fare i lavori spesso è complicato e reso difficile da procedure e da una serie di autorizzazioni. Ogni volta che completiamo un intervento però questo disegno torna – è intervenuto all’inaugurazione del nuovo reparto presso l’ospedale “Bartolomeo Eustachio” il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, che ha anche sottolineato – Abbiamo rinunciato a  reparti per i quali non potevamo dare garanzie in termini di sicurezza ma abbiamo potenziato le vocazioni di singole strutture come nel caso dell’ospedale settempedano che sarà mantenuto, così come saranno mantenuti quelli di Camerino e Civitanova Marche, anche dopo la realizzazione del nuovo presidio a Macerata. La testimonianza di quanto e come funzionino queste strutture – ha poi concluso sempre Ceriscioli riferendosi al nosocomio locale – arriva da chi usufruisce dei servizi che vengono forniti ai cittadini, in termini di cure, dai tanti professionisti che qui operano”. “La zona montana della nostra provincia ha bisogno di sperare e progettare il futuro e di non perdere nulla – ha ricordato, portando il saluto della Provincia, il consigliere provinciale Tarcisio Antognozzi che ha sottolineato come il territorio sia “pieno di eccellenze sanitarie” e infine ricordato la “posizione baricentrica di San Severino Marche”. Di “tratto distintivo della serietà con cui si lavora” – ha infine parlato il consigliere regionale Francesco Micucci. Prima del taglio del nastro del nuovo reparto il dottor Angelo Buonsanto, responsabile dell’Unità operativa di Chirurgia week-surgery ha infine presentato il progetto che farà dell’ospedale cittadino un centro di riferimento a livello nazionale per le ernie, l’ottavo in tutta Italia: “La scorsa settimana abbiamo eseguito i primi interventi in laparoscopia con la tecnica Tep. La nostra chirurgia è sempre più sartoriale, non tutte le ernie sono uguali. Qui ho trovato una grossa tradizione che, insieme allo straordinario lavoro che a Camerino faceva negli anni Novanta il dottor Chioma, altre figure, altrettanto straordinarie, sono oggi pronte a portare avanti”. Oltre alla sanità si è parlato pure di viabilità. Il Governatore delle Marche Ceriscioli ha ribadito l’importanza della “bretella” San Severino Marche – Tolentino: “È arrivato un finanziamento di 80 milioni di euro per questo asse viario significativo anche per i poli ospedalieri che si stanno creando in questa provincia”.  

24/05/2019
Salesi, donato un robot umanoide per i piccoli ricoverati presso il nosocomio anconetano

Salesi, donato un robot umanoide per i piccoli ricoverati presso il nosocomio anconetano

Un robot umanoide alto 58 cm che parla, balla e canta: il suo nome è Estrarobot. È stato donato da Estra Prometeo alla Fondazione Salesi un po' di tempo fa per rallegrare i piccoli ricoverati del nosocomio dorico. Dall'inizio del mese, in accordo con i due istituti di scuola superiore IIS Marconi-Pieralisi di Jesi e IC Faà Di Bruno di Marotta che l'hanno programmato, lavora anche nel reparto di Chirurgia Pediatrica, quando poco prima di essere operati, in fase di sedazione, i piccoli ricoverati non hanno più il conforto dei genitori. Il progetto è stato illustrato ieri ad Ancona dal presidente della Fondazione Salesi Michele Caporossi, insieme al direttore della Fondazione Carlo Rossi e a quello della Chirurgia Pediatrica Ascanio Martino. "Studi recenti - ha spiegato Caporossi - hanno dimostrato che l'utilizzo dei robot in fase preoperatoria riduce l'ansia e il dolore, favorendo l'esito positivo dell'intervento e la riduzione di anestetici". (Fonte ANSA Marche)

24/05/2019
A Civitanova nasce "La Mar" onlus a sostegno dei malati oncologici

A Civitanova nasce "La Mar" onlus a sostegno dei malati oncologici

È stata presentata questa mattina in conferenza stampa presso la Sala Giunta del Comune di Civitanova Marche la Onlus “La Mar”. Nata dall’idea dell’oncologo Dottor David Mariani, che cura e assiste quotidianamente tante persone, la Onlus è stata fondata assieme a Piero Marchesini, Wladimiro Bonifazi e Susanna El Sahrawy ed ha l’obiettivo di offrire sostegno ai malati oncologici nelle varie fasi di terapia, dalla diagnosi all’appoggio dei familiari. "Cercheremo di assistere i malati - ha detto Mariani - con servizi che vanno dalla messa a disposizione degli specialisti fino alle cure per la persona, anche le più elementari come la fisioterapia, la collaborazione domestica, il servizio di trasporto verso le strutture ospedaliere, il servizio di parrucchieria a domicilio e molto altro. In sintesi, dai servizi più importanti ai più basilari". "La nostra attività - specifica Mariani - sarà sinergica e complementare a quello che già viene fatto nel territorio da realtà come ad esempio l'Ant che svolge un'attività enorme, preziosa e imprescindibile per le persone con patologie oncologiche". "La nascita di una nuova realtà che andrà a svolgere un ruolo così prezioso per il nostro territorio è decisamente un momento importante - ha detto l'assessore ai servizi sociali e Welfare, Barbara Capponi  - questo è l'indice di quanto la nostra comunità e il nostro tessuto sociale e associativo sia vivo e in fermento". La Onlus parte già con una importante base di servizi pianificati che intende assolvere fin da subito. Tra i servizi attivi vi è quello infermieristico e di Oss domiciliare, quello di collaborazione domestica e di parrucchieria anche a domicilio. Tra le convenzioni attivate vi sono quelle con strutture per terapie riabilitative, fisiochinesi, idrochinesi e terapie strumentali. Attive anche convenzioni con servizi estetici e di cura della persona nonché con strutture alberghiere e b&b, in regione e fuori regione, a beneficio di familiari e caregiver dei pazienti. Già attive anche collaborazioni con professionisti medici di numerose specialità che metteranno il proprio tempo, competenze e professionalità a disposizione per gli obiettivi meritori di questa Onlus. Tra i servizi in via di attivazione anche quello di convenzioni e collaborazioni con strutture di radio diagnostica. Il grande obiettivo, poi, è quello di riuscire ad occuparsi anche dei trasporti non sanitari con auto pubblica per spostamenti tra il domicilio e le strutture ospedaliere o riabilitative. Il sostegno alla Onlus può essere fatto con tesseramento, donazioni libere o 5 per mille all’Iban IT82Q0854968990000070172721 Banca di Filottrano. La prima iniziativa ufficiale di raccolta fondi della Onlus sarà sabato 25 maggio alle ore 20 con una cena, presso l’Hotel Cosmopolitan, di via De Gasperi 2, presentata dalla giornalista televisiva Alda D’Eusanio e allietata dalla presenza del comico di “Colorado”, Nando Timoteo.  

22/05/2019
Ordine delle professioni infermieristiche: evento formativo a Porto Sant'Elpidio

Ordine delle professioni infermieristiche: evento formativo a Porto Sant'Elpidio

L’ordine delle professioni infermieristiche di Macerata, oltre alle sue attività istituzionali, è da sempre attento alla formazione ed aggiornamento professionale dei propri iscritti. Una formazione dall’alto  valore tecnico ma anche di notevole interesse ed utilità per il cittadino come ad esempio l’evento del 10 maggio al teatro di Montecosaro  sulla Donazione del midollo osseo in compartecipazione con l’ADMO. Il prossimo evento formativo sarà  organizzato a Porto Sant’Elpidio ed affronterà il tema della vulnologia, branca della Medicina che si occupa dello studio del Processo di Riparazione Tissutale dei meccanismi alla base e dei mezzi terapeutici idonei per favorirla (in particolare la guarigione delle ferite difficili). Considerando  che come incidenza arriva ad interessare circa 2 milioni di pazienti, sicuramente è un argomento cogente e rilevante.  Per la sanità rappresenta una problematica con  un peso assistenziale ed economico importante, per  cui è opportuno affrontarla con un appropriata organizzazione e mettendo a disposizione le migliori cure. La ricerca e la letteratura hanno fatto passi da giganti negli ultimi anni pertanto è fondamentale che  la creazione di personale esperto e competente sia di pari passo alla scienza. All’uopo è stato quindi ideato questo corso in collaborazione con La Fenice (centro medico diagnostico di Porto Sant’Elpidio) il quale ha a disposizione la terapia iperbarica, una validissima arma per chi si occupa di lesioni cutanee croniche. Ma cos’ è la terapia iperbarica? L’ Ossigenoterapia Iperbarica (OTI), è una terapia attuata mediante la respirazione di ossigeno puro in un ambiente pressurizzato a pressione superiore rispetto a quella atmosferica.  L’appuntamento è quindi  il 31 maggio presso i locali del ristorante Il Gambero di Porto Sant’Elpidio dove relazionerà  il prof. Bosco Gerardo dell’Università di Padova, massimo esperto di medicina iperbarica in Italia, insieme ad altri autorevoli professionisti.

21/05/2019
Visso, "Conflitto di interessi": commissariata la Croce Rossa e allontanato il presidente Casoni

Visso, "Conflitto di interessi": commissariata la Croce Rossa e allontanato il presidente Casoni

In seguito ad un'ispezione svoltasi nell'aprile scorso, e fatta da direttivo nazionale dopo una segnalazione arrivata dalla Croce rossa regionale , è stata commissariata la Croce Rossa di Visso con il conseguente allontanamento del presidente Giovanni Casoni. Lo stesso è rimasto in carica anche in seguito all’indagine che sta coinvolgendo lui e il sindaco e senatore leghista Giuliano Pazzaglini, indagati entrambi a vario per reati contro la pubblica amministrazione in merito alle donazioni per il sisma. La scelta del commissariamento è stata presa per  "un palese conflitto di interessi in capo al presidente del comitato e una impossibile valutazione della consistenza associativa del comitato stesso", è scritto nel provvedimento del direttivo nazionale. Provvedimento che sottolinea anche una «mancanza di evidenza di cassa che avrebbe dovuto essere presente". Una situazione che il  direttivo nazionale  definisce «grave» e per cui è stato ritenuto necessario il commissariamento. Momento difficile quindi in casa Lega ed in casa Pazzaglini, considerando l'imminenza delle elezioni ed il fatto che Casoni sia un suo fedele collaboratore del Senatore del Carroccio. A Casoni subentrerà da commissario Silvano Giori mentre Serena Amati e David Celi diventeranno vice commissari. Spetterà poi al presidente regionale indire nuove elezioni per la Croce rossa di Visso.  

21/05/2019
Indice della Salute de "Il Sole 24 Ore": Macerata al 68° posto. Terzultima per la speranza di vita

Indice della Salute de "Il Sole 24 Ore": Macerata al 68° posto. Terzultima per la speranza di vita

Sono Bolzano, Pescara e Nuoro le aree più “sane” d’Italia. A dirlo è la classifica sull’Indice della Salute stilata da Il Sole 24 Ore. Dall’incrocio di ben 12 marcatori nasce il report del quotidiano economico-finanziario nazionale che, quest’anno, ha posizionato agli ultimi posti, tra le 107 province del nostro Belpaese, Rieti, Alessandria e Rovigo. Le grandi città che possono vantare un posto di merito solo Milano, Cagliari e Firenze. La fotografia scattata da Il Sole 24 Ore è il risultato della media dei punteggi ottenuti dai diversi territori nei singoli indicatori. Uno spaccato della nostra Italia che evidenzia anche la debolezza dei piccoli centri: la differenza più evidente si ha infatti tra le città e le aree interne. Queste ultime soffrono molto la distanza dai servizi essenziali. Nella classifica finale dell’indice di salute, Macerata si classifica 68esima, al di sotto della media, con 469,9 punti. Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio il report stilato da Il Sole 24 Ore. Il nostro capoluogo “vanta” la 20esima posizione per quanto riguarda il tasso di mortalità. Macerata si posiziona al 65esimo posto per la mortalità per tumore. Nella classifica per l’aumento della speranza di vita, il Capoluogo ricopre una delle peggiori posizioni: 105esima sulle 107 province italiane. Sale invece di posizione quando si analizza il consumo di farmaci per diabete (25esima) e il consumo di farmaci per ipertensione (19esima). Per quanto riguarda la recettività ospedaliera Macerata si posiziona a metà classifica, alla 58esima posizione, mentre per l’emigrazione ospedaliera il Capoluogo ricopre la 74esima posizione. Nella classifica finale sono le seguenti le posizioni delle province della Regione Marche: Ancona (32), Ascoli Piceno (65), Macerata (68), Fermo (69), Pesaro-Urbino (79). IL LINK PER VISIONARE NEL DETTAGLIO LA CLASSIFICA DE IL SOLE 24 ORE

21/05/2019
Porto Potenza Picena, manifestazione della Cisl davanti al Santo Stefano

Porto Potenza Picena, manifestazione della Cisl davanti al Santo Stefano

  Oltre cento lavoratori, provenienti dalle varie realtà della sanità privata marchigiana, hanno partecipato alla mobilitazione tenutasi oggi, alle ore 13.00, in occasione del passaggio del Giro d'Italia a Porto Potenza Picena davanti al Santo Stefano. I lavoratori hanno chiesto il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, scaduto da oltre dodici anni, e il riconoscimento della dignità e professionalità lavorativa. "Non è accettabile che nel momento in cui la Regione si apre al privato, i salari dei dipendenti siano bloccati e non si riconosca, da parte delle aziende private, neanche un meritato premio di produttività concordato con i sindacati - ha commentato il Segretario Generale Fp Cisl Marche, Luca Talevi -. La "concorrenza" pubblico e privato ha bisogno di pari regole salariali, mentre oggi purtroppo questo non accade. La sanità privata marchigiana ha oltre 4.000 addetti e circa la metà operano nel maceratese."   "La Cisl ritiene fondamentale questa mobilitazione in ogni tappa del Giro d'Italia, chiedendo la solidarietà a sportivi e cittadini, perché la salute è un bene collettivo che deve vedere i lavoratori operanti in un contesto lavorativo in grado di valorizzare le professionalità presenti - ha concluso il rappresentante della Cisl -. Le strutture private marchigiane, e di gran parte dell'Italia, sono in ampio utile e hanno le risorse per riconoscere ai lavoratori almeno il rinnovo del contratto nazionale."

18/05/2019
Macerata, al Lauro Rossi seminario di formazione per medici, infermieri e studenti (FOTO)

Macerata, al Lauro Rossi seminario di formazione per medici, infermieri e studenti (FOTO)

Nella bellissima cornice del teatro Lauro Rossi di Macerata è andato in scena il seminario di formazione per medici, infermieri e studenti “ gli orizzonti della ricerca scientifica nella promozione della salute”. L’evento organizzato dall’università Politecnica delle Marche corso di Laurea in infermieristica e Ordine delle professioni infermieristiche di Macerata, con il patrocinio del Comune di Macerata e dell’area vasta n. 3, fa parte del Your Future Festival organizzato dalla Politecnica anche nell’ambito dei festeggiamenti del 50mo della fondazione dell’istituzione. L’evento è stato un momento per sottolineare come la promozione della salute sia un evento fondamentale per la sanità pubblica. Dopo il saluto iniziale del sindaco Romano Carancini e della dottoressa Buccolini, in rappresentanza del Asur Macerata, si sono susseguite sul palco le relazioni del presidente dell OPI Macerata Dott. Sandro Di Tuccio sul ruolo dell’infermiere nella promozione della salute; a seguire la professoressa Rippo, docente e ricercatrice della Politecnica, nonché direttrice del polo didattico di infermieristica a Macerata, ha relazionato sulla ricerca e l’invecchiamento. Il professore Taiano ha parlato dell’attività fisica e salute, seguito dalla dietista Dott.sa De Introna che ha parlato degli strumenti ministeriali per la promozione della salute legati ad una corretta alimentazione. Molto apprezzata anche la relazione del Dott. Nanni su dipendenze patologiche legate all’era digitale. Hanno concluso l’evento alcuni studenti del corso di studi di Infermieristica di Macerata, guidati dalla dottoressa Fiorentino, che hanno presentato i risultati di uno studio osservazionale su un progetto educativo fatto su studenti maceratesi. I circa duecento  partecipanti all’evento, costituitida infermieri, medici e studenti in infermieristica sono rimasti entusiasti della giornata formativa, momento  di crescita culturale e di educazione alla salute per tutti. La partnership tra corso di Laurea in infermieristica e ordine infermieri di Macerata è diventato appuntamento consueto e di alto spessore culturale e formativo, sia per i professionisti che per la cittadinanza. L’appuntamento è per il prossimo maggio con un altro evento formativo.

17/05/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433