Sanità

Sanità, i sindacati: la Regione taglia 57 posti

Sanità, i sindacati: la Regione taglia 57 posti

La Regione ha 'bocciato' un "piano strategico" elaborato dalla direzione degli Ospedali Riuniti di Ancona "per le necessità dell'ospedale, finalizzato a garantire il mantenimento e lo sviluppo delle eccellenze" e ha intimato alla direzione "il taglio del personale di 57 unità per 1.700.265 euro a causa del superamento dei costi previsti". Lo affermano in una nota i sindacati Anaao Assomed Marche, Aaroi-Emac, Cgil, Cimo, Cisl Medici, Fassid-Snr, Fvm che chiedono alla Regione di rivedere i tagli. Il piano serviva a sviluppare ancora "eccellenze che hanno sempre contraddistinto questa realtà", attaccano le sigle sindacali, secondo cui non accettarlo "significa non considerare il raggiungimento degli obiettivi prefissati, la produttività oltre le previsioni, e il fatto che buona parte dei costi deriva dal lavoro dell'ospedale per i marchigiani, per esami di alta specialità e soprattutto in quanto ospedale di riferimento per acuti, come da programmazione regionale, con un incremento delle centralizzazioni".   Ansa

30/11/2018
A Borgo Pilotti la chirurgia estetica e il benessere saranno a cinque stelle - FOTO

A Borgo Pilotti la chirurgia estetica e il benessere saranno a cinque stelle - FOTO

Un progetto innovativo che fonde insieme benessere, sanità, estetica e comfort. Borgo Pilotti Beauty Clinic, presentata ieri sera a Borgo Pilotti dova la clinica e Spa aprirà le porte il prossimo marzo, offrirà ai clienti la possibilità di seguire percorsi personalizzati di medicina e chirurgia estetica, all'interno di un lussuoso complesso alberghiero. "La nostra convinzione - racconta Corrado Pilotti, fondatore del progetto e direttore generale di Borgo Pilotti beauty clinic - hotel & SPA - è che i pazienti debbano poter ricevere un servizio ed un'assistenza totale, con l'impiego delle migliori capacità professionali ma anche dei comfort e dell'accoglienza. Da qua l'idea di creare una struttura con 12 camere e suite, confortevoli ed eleganti a disposizione sia di chi vuol fare un semplice check-up, ma anche dei pazienti che decidono di sottoporsi ad un trattamento di chirurgia estetica o dei clienti che vogliono rilassarsi nella spa". "La SPA & Wellness - continua Corrado - è l'ideale per rinforzare le energie degli ospiti e sarà immersa in una meravigliosa struttura, a Penna San Giovanni, con vista mozzafiato sui Monti Sibillini. Il percorso benessere sarà programmato a seconda delle esigenze di tempo e piacere dei clienti che potranno disporre di una piscina interna con idromassaggio, una piscina emozionale, la sauna finlandese, il bagno turco, il bagno mediterraneo e le docce emozionali, un'area relax ma anche  una sala ristorante interna ed esterna, in grado di deliziare i palati. Per chi invece ci sceglierà per i trattamenti di chirurgia va detto che nella nostra struttura c'è una sala operatoria di eccellenza, chirurghi di fama internazionale e un reparto di rianimazione". Presenti ieri sera, oltre al presidente Ceriscioli, Angelo Sciapichetti, l'onorevole Mirella Emiliozzi e al sindaco di Penna San Giovanni, Burocchi anche i soci di Pilotti il cavalier William A. Thys presidente della società capogruppo Svizzera, Claude Feltrin direttore generale del gruppo svizzero e Maxime rocafort socio e avvocato del gruppo .

25/11/2018
Sanità, Medici e Dirigenti scendono in piazza: sit-in di fronte alla Regione Marche

Sanità, Medici e Dirigenti scendono in piazza: sit-in di fronte alla Regione Marche

Le sigle sindacali unite di medici, veterinari e dirigenti sanitari si mobiliteranno nella giornata di venerdì con un sit-in di fronte a Palazzo Raffaello, sede della Regione Marche a partire dalle ore 10.30 circa. In tutte le regioni è prevista una manifestazione spontanea a difesa della sanità pubblica e contro il disinteresse della politica perché la questione riguarda tutti i territori. I numeri dell’adesione allo sciopero saranno importanti nonostante le carenze di organico ampiamente denunciate, ma le persone che fisicamente scenderanno in piazza non potranno esserlo altrettanto. “Siamo poco considerati, sfruttati e sottopagati, però poi siamo indispensabili -ha detto Oriano Mercante, Segretario regionale di Anaao Assomed Marche - perché la gran parte di noi saranno precettati a restare in servizio per garantire l’assistenza minima e non potranno esercitare legittimamente il diritto allo sciopero che è sancito dalla Costituzione. Sarebbe bello che anche i cittadini scendessero in piazza con noi e sostenessero le nostre rivendicazioni che non sono a difesa di presunti privilegi ma a tutela della salute di tutti. Sarebbe anche opportuno che i cittadini non si recassero in ospedale venerdì se non per le urgenze ovviamente, proprio per solidalizzare con questa mobilitazione che è fatta soprattutto per continuare ad offrire loro servizi adeguati. Occorre una maggiore coscienza civile anche in questi casi. Non si può pretendere assistenza dal Servizio Sanitario Nazionale senza interessarsi delle condizioni nelle quali questo è finanziato o nelle quali il personale è chiamato ad operare”. “Sventoleremo solo le nostre bandiere sindacali perché in questa vicenda la politica è considerabile un soggetto unico”. “E’ in atto da oltre 10 anni lo smantellamento del sistema sanitario nazionale – ha aggiunto Mercante – ed è una situazione inaccettabile perché non fa che acuire le differenze sociali”. “Finora nessun partito né a livello nazionale né regionale, ci ha offerto un sostegno vero e concreto. Ci si è limitati alla solidarietà personale di alcuni rappresentanti e ad un rimpallo di responsabilità che è veramente stucchevole”. “Non è più sufficiente prendere atto del peggioramento delle condizioni di lavoro nelle strutture sanitarie, che mette a rischio la sicurezza delle cure, così come non lo è esprimente solidarietà per l’assenza da 10 anni del contratto di lavoro, con gravi danni organizzativi, economici e previdenziali. E’ imbarazzante il disinteresse nei confronti della perdita di valore economico e professionale del lavoro, almeno quanto la mancanza delle assunzioni necessarie a far fronte all’esodo in corso e l’incertezza del futuro dei giovani lasciati fuori dalla formazione post laurea” – ha concluso il segretario regionale di Anaao Assomed Marche. “Le rivendicazioni sono le stesse ormai da anni ma finora nulla è successo e temiamo che poco succederà anche dopo questa iniziativa”.  

21/11/2018
Pneumologia a Recanati, Marconi: ottima notizia

Pneumologia a Recanati, Marconi: ottima notizia

Dal Luca Marconi, consigliere regionale Popolari Marche - UdC, riceviamo e pubblichiamo Apprendo con soddisfazione la notizia, comunicata dal direttore dell'Area Vasta 3, che dal 4 gennaio prossimo per due volte al mese (primo e terzo venerdì del mese) sarà attivo all'ospedale di comunità di Recanati l'ambulatorio di pneumologia con la presenza del dott. Yuri Rosati di Civitanova. Ciò conferma come stia andando avanti velocemente la riorganizzazione del nosocomio recanatese secondo la tabella di marcia più volte ribadita dalla Regione. Ringrazio il dott. Maccioni per l'impegno profuso nel garantire l'efficienza e la presenza sul territorio della rete dei servizi sanitari.  Come già detto in occasione della stesura del nuovo Piano Socio-Sanitario Regionale, in corso di preparazione, il mio impegno sarà non solo per consolidare l'esistente ma anche per allargare il campo dei servizi per anziani, lungodegenti, riabilitati e post-operati.

16/11/2018
Ospedale di Recanati: Apre un ambulatorio di pneumologia

Ospedale di Recanati: Apre un ambulatorio di pneumologia

Si potenzia la fornitura dei servizi da parte dell'Area Vasta 3 per rendere un migliore e piu capillare servizio al cittadino. A partire dal 4 gennaio 2019, infatti, per due volte al mese sarà attivo presso l'ospedale di Comunità di Recanati, un ambulatorio di Pneumologia. L'ambulatorio, gestito dal Dott. Yuri Rosati di Civitanova, resterà aperto ogni primo e terzo venerdì del mese.  

16/11/2018
Burioni, ostetrica non vaccinata è irresponsabile

Burioni, ostetrica non vaccinata è irresponsabile

"Un sanitario che rifiuta le vaccinazioni secondo me non solo è un ignorante non scusabile, ma è qualcosa di vicinissimo a un criminale. La presenza di una persona non vaccinata in un reparto come quello dove si seguono le donne gravide e dove si partorisce è letteralmente come avere un fiammifero acceso dentro un deposito di benzina". Così Roberto Burioni sulla sua pagina Fb commenta il caso dell'ostetrica licenziata a Macerata perché ha rifiutato di vaccinarsi. "Un'ostetrica non vaccinata può contrarre morbillo, varicella, rosolia e trasmettere queste malattie alle future mamme e ai neonati con conseguenze devastanti - incalza -.   Tollerare la presenza di un'ostetrica non vaccinata dentro un reparto ospedaliero è come tollerare che a guidare un autobus sia un autista completamente ubriaco. Entrambi a causa di un comportamento folle e sconsiderato mettono in pericolo loro stessi e la vita degli altri. Entrambi devono essere cacciati per difendere la sicurezza di persone innocenti". "Ha fatto benissimo il mio collega Alessandro Maccioni che dirige l'Asur di Macerata a licenziare in tronco questa ostetrica incosciente - aggiunge - e voglio proprio vedere se i sindacati avranno il coraggio e la spudoratezza di difendere questa irresponsabile.    Orgoglioso della mia Regione" conclude il medico, originario di Pesaro, che nei mesi scorsi aveva criticato alcune scelte della Regione Marche. (fonte ANSA)

15/11/2018
Diabete: Federfarma offre screening gratuito fino al 18 novembre

Diabete: Federfarma offre screening gratuito fino al 18 novembre

Gia da oggi e fino al 18 Novembre, in piu di 200 farmacie marchigiane sarà possibile fare uno screening gratuito del diabete, verificare la propria situazione e ricevere informazioni e consigli. Per effettuare la visita gratuita, è sufficiente presentarsi in una delle farmacie aderenti preferibilmente digiuni. Tuttavia, nel caso si abbia consumato un pasto od una colazione, basterà riferirlo al medico presente che valuterà l'opportunità di svolgere comunque l'esame o concorderà un altro appuntamento L'iniziativa rientra nellla programmazione in vista della "Giornata Mondiale del Diabete" di domenica 18 Novembre ed è patrocinata dalla Regione Marche e “Si tratta di un’importante iniziativa dedicata ai cittadini che potranno gratuitamente fare un’attività di screening per il diabete, una malattia cronica con molti effetti collaterali che colpisce una larga fetta della popolazione e molti non sanno neanche di averla - commenta il Presidente della Regionale Luca Cerescioli - Fare questo passaggio in farmacia permette, nel caso la malattia venga diagnosticata, di ridurre l’impatto sulla salute gestendo nel modo più corretto ed efficace le cure. L’invito ai cittadini è quello di partecipare quindi a questa campagna. Un ringraziamento va innanzitutto alle farmacie che costituiscono un baluardo del servizio sanitario sul territorio anche in tempi difficili come quelli del sisma che ha colpito le Marche”. “Prevenire è certamente un discorso di salute ma anche un investimento appropriato – consigliere alla Sanità Federico Talè – Le farmacie sono sempre più protagoniste nel sistema sanitario: sottoscriviamo dunque questa lodevole iniziativa con l’auspicio di ritrovarci anche su altri progetti come l’abbattimento delle liste di attesa“ Espressioni a cui fa eco Ida Maria Kaczmarek, rappresentante di Federfarma per la provincia di Macerata : “Siamo uno degli ultimi presidi sempre presenti anche nei paesi più piccoli dove il cittadino trova sempre un consiglio”. Nelle Marche sono più di 75.000 le persone che dichiarano di avere il diabete, il 4,9% della popolazione. Oltre il 30% degli assistiti da centri specialistici diabetologici ha più di 75 anni con la necessità di assistenza particolare, dal punto di vista sanitario e della terapia ipoglicemizzante.  Un milione di italiani tuttavia è affetto da diabete mellito senza saperlo, nonostante sia una patologia grave e, per la sua grande diffusione, una delle principali cause di morte.  

15/11/2018
Il diabetologo Brandoni e il direttore dell’AV3 Maccioni ospiti della conviviale promossa dal Rotary Club di Macerata

Il diabetologo Brandoni e il direttore dell’AV3 Maccioni ospiti della conviviale promossa dal Rotary Club di Macerata

Alla vigilia della Giornata Mondiale del Diabete del 14 novembre, il Rotary Club di Macerata ha promosso una conviviale dedicata che ha visto la partecipazione del dottor Gabriele Brandoni, dirigente medico del Dipartimento Malattie metaboliche e Diabetologia dell’Ospedale di Macerata, di Alessandro Maccioni, direttore generale dell’Area Vasta 3, oltre che di Marco Sigona per il Club Matteo Ricci e di Claudio Regini, assistente del governatore distrettuale. Luci e ombre sono emerse dalla panoramica sulla malattia che Brandoni ha condiviso con i numerosi presenti a Villa Quiete. Le seconde riguardano in primo luogo i numeri in costante crescita: «Si stima che nel 2035 saranno oltre 600 milioni le persone affette da diabete nel mondo, mentre in Italia nel 2030 i malati potrebbero arrivare a toccare quota 6 milioni: 22 mila nuovi casi ogni giorno, come se si ammalasse un’intera cittadina», ha affermato il medico. Se l’età media dei diabetici è compresa nella fascia 50-75 anni, il campanello di allarme è rappresentato dall’aumento dell’obesità infantile - arrivata al 35% - e dei casi di diabete di tipo due tra i giovani. Le buone notizie riguardano la nostra regione e la provincia di Macerata in particolare. Le Marche, infatti, sono sotto la media nazionale per tasso di malati, e quello di ospedalizzazione per diabete non controllato è il più basso in Italia. Inoltre, l’Ospedale di Macerata è uno dei due centri marchigiani nei quali la Diabetologia è attiva dal lunedì al sabato, mentre è stato aperto da pochi mesi a Recanati, presso l’ex ospedale “Santa Lucia”, l’unico ambulatorio cardio-metabolico del territorio regionale. A questo proposito, Brandoni ha sottolineato come «il diabete sia sempre di più legato al cuore, tanto da essere definito una malattia cardiovascolare diagnosticata con la misura della glicemia». «È necessario tenere sotto controllo i casi di iperglicemia, ma non si deve sottovalutare la ipoglicemia, alla quale sono legati importanti rischi per l’attività del muscolo cardiaco», ha aggiunto. Negli ultimi anni, un aiuto fondamentale è arrivato dalle nuove famiglie di farmaci, che oggi permettono di disporre di circa 140 possibili ed efficaci combinazioni, e molto può fare anche controllare lo stato di salute con periodicità, «perché molte volte - ha ammonito il medico - si scopre di avere il diabete attraverso controlli casuali, durante un ricovero ospedaliero o prima di un intervento chirurgico, quando la cellula beta produttrice di insulina ha già causato danni».  

14/11/2018
Fino al 18 novembre screening gratuito del diabete nelle farmacie marchigiane

Fino al 18 novembre screening gratuito del diabete nelle farmacie marchigiane

Sono oltre 200 le farmacie marchigiane pronte a scendere di nuovo in campo contro il diabete fino al 18 novembre, in concomitanza con la Giornata Mondiale del Diabete, prevista per il 14 novembre: saranno a disposizione dei clienti che potranno sottoporsi a uno screening del diabete e ricevere utili suggerimenti. Nelle Marche più di 75mila persone dichiarano di avere il diabete, il 4,9% della popolazione. "E' un'importante iniziativa dedicata ai cittadini - afferma il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli - che potranno gratuitamente fare un'attività di screening per il diabete, una malattia cronica con molti effetti collaterali che colpisce una larga fetta della popolazione e molti non sanno neanche di averla"."Prevenire - osserva il consigliere con delega alla Sanità Federico Talè - è certamente un discorso di salute ma anche un investimento appropriato. Alla presentazione dell'iniziativa c'era, tra gli altri, il presidente di Federfarma Marche Pasquale D'Avella. (Ansa)

14/11/2018
Oncologia ed estetica, 100 professionisti a confronto a Montecassiano

Oncologia ed estetica, 100 professionisti a confronto a Montecassiano

Oggi nel Comune di Montecassiano si sono dati appuntamento più di 100 professionisti di varie specialità  per parlare di oncologia ed estetica. L’evento organizzato dall’ordine degli infermieri di Macerata e dall’ordine dei farmacisti della provincia Macerata con il patrocinio del Comune di Montecassiano e dell’Università di Camerino ha riscosso un enorme successo. La sala dei Priori, splendida location messa a disposizione dal Comune di Montecassiano,  è stato teatro di relazioni scientifiche di alto livello, che hanno messo a confronto importanti esperti della provincia. Il focus è stato la paziente oncologica e l’estetica ed i vari professionisti: l’oncologo, l’infermiere, il medico tricologo, lo psicologo, il biologo nutrizionista, il farmacista, l’odontoiatra, l’estetista oncologica si sono confrontati sulle migliori e più recenti strategie per aiutare la donna colpita da patologia oncologia ad affrontare la sua battaglia senza rinunciare alla bellezza. Ha partecipato ai lavori anche l’associazione di volontariato Il cortile di Edy, sottolineando, attraverso la voce della sua presidente, come le attività delle associazioni siano una forza importante per il terzo settore. Toccante alla fine la testimonianza di una ragazza, Jessica, che ha portato la sua esperienza di malata di tumore al seno, e di come la battaglia verso una malattia tanto feroce si possa vincere senza rinunciare alla femminilità ed alla bellezza approcciandosi però a professionisti esperti e competenti in materia. Il mentore della manifestazione, il farmacista dottor Stefano Romagnoli ha spiegato che ora l’obiettivo è creare delle linee guida per sostenere questo percorso e quindi aiutare tutte le donne colpite da malattie oncologiche a mantenere sempre viva la loro bellezza. 

10/11/2018
Macerata: prevenzione, vaccini e salute, iniziativa dei Pensionati di Cgil Cisl e Uil

Macerata: prevenzione, vaccini e salute, iniziativa dei Pensionati di Cgil Cisl e Uil

Le Federazioni dei pensionati di SPI Cgil, FNP Cisl e UILP Uil di Macerata organizzano una serie di iniziative aperte al pubblico di informazione sul tema della prevenzione vaccinale organizzate in collaborazione con Asur Marche e con l’Alleanza nazionale per l’invecchiamento attivo “HappyAgeing” in concomitanza delle campagne di vaccinazione anti-influenzale.  SPI FNP e UILP hanno avviato su scala regionale una vasta azione per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione, specie vaccinale, come strumento per la tutela della salute e consigliano, soprattutto la popolazione anziana, di ricorrere al vaccino anti-influenzale e a quello anti-pneumococco. Un’azione reputata necessaria soprattutto considerando che gli indicatori sull’utilizzo dei vaccini da parte della popolazione marchigiana sono ben al di sotto degli standard minimi raccomandati dal Ministero della Salute. La campagna di informazione si svolgerà a Macerata lunedì 12 novembre alle 9.30 presso la sala convegni della Provincia di Macerata;

09/11/2018
Civitanova, esperti a confronto sull'autismo

Civitanova, esperti a confronto sull'autismo

La giornata in programma dedicata al disturbo dello spettro autistico vuole offrire spazi di approfondimento e confronto su un argomento di alta complessità e impatto sociale.                                                         I contributi di questa giornata formativa intendono affrontare i disturbi dello spettro autistico partendo dalla diagnosi, fatta in età sempre più precoce, e dagli interventi messi in essere durante l’infanzia, analizzando poi la transizione all’età adulta, la sua presa in carico e la sfida per i nuovi servizi. Verrà analizzato l’autismo nelle specificità dell’età evolutiva ed adulta, ed affrontati quelli che sono i “fili rossi”, i fili conduttori tipici di questo disturbo.   In questi ultimi anni i disturbi dello spettro autistico hanno evidenziato un incremento della loro prevalenza ed incidenza. Nell'ultimo decennio l'età nella quale è possibile individuare i segni clinici dell'autismo si è ridotta notevolmente e l’identificazione precoce dell’autismo rappresenta una sfida importante poiché apre delle possibilità di presa in carico ad un’età dove alcuni processi di sviluppo possono ancora venire modificati. Le ricerche mostrano che interventi tempestivi consentono progressi significativi sul piano cognitivo, emotivo e sociale dei bambini. La comunità scientifica è storicamente focalizzata sullo studio dell'infanzia e dell'adolescenza, mentre l'autismo in età adulta resta un settore di ricerca relativamente esplorato: poco si sa sui mutamenti che avvengono, dopo l'adolescenza, dal punto di vista sintomatologico e psicologico, anche se l’attuale attenzione dedicata a questa fascia d’età sta garantendo miglioramenti nella qualità di vita dei soggetti e delle loro famiglie. L’A.S.P. Paolo Ricci da anni è impegnata nella riabilitazione e trattamento dei disturbi dello spettro autistico in tutte le fasce d’età, dall’infanzia all’età adulta. Con i suoi 3 ambulatori, una struttura residenziale e un centro diurno rappresenta un punto di riferimento per la realtà locale. Il Paolo Ricci con questo evento, attraverso la partecipazione di figure di spicco nell’attuale panorama nazionale sanitario - Stefano Vicari direttore della Neuropsichiatria Infantile del Bambino Gesù di Roma, Vera Stoppioni direttore della Neuropsichiatria Infantile dell’Azienda Ospedali Marche Nord, Renato Cerbo direttore della Neuropsichiatria Infantile di Pescara, Vinicio Alessandroni responsabile del Centro Regionale Autismo Adulti della Regione Marche, Rita Di Sarro dell’AUSL di Bologna, Marilena Zacchini della Fondazione Sospiro - intende promuovere una riflessione sull’autismo rivolta a tutta la cittadinanza e i professionisti interessati, insegnanti compresi (ha ottenuto l’accreditamento per la formazione continua in sanità, 8 crediti ECM). Si ringraziano le Istituzioni che hanno patrocinato il convegno. Un ringraziamento particolare all’Amministrazione Comunale di Civitanova Marche che ha voluto fortemente tale evento di sensibilizzazione e formazione. Per le adesioni il modulo di iscrizione al convegno di formazione professionale è reperibile sul sito www.paoloricci.org alla sezione in evidenza, da compilare ed inviare a mezzo mail al seguente indirizzo: formazione@paoloricci.org o a mezzo fax al nr. 0733.7836200.

09/11/2018
Dal 12 al 18 novembre Alzheimer Uniti Italia “Macerata - la settimana contro la solitudine”

Dal 12 al 18 novembre Alzheimer Uniti Italia “Macerata - la settimana contro la solitudine”

“La solitudine aumenta il rischio di demenza del 40%. La conferma arriva da uno studio senza precedenti per dimensioni e durata, condotto da esperti della Florida State University (FSU) a Tallahassee coinvolgendo 12.030 individui arruolati nell'ambito del "Health and Retirement Study", tutte persone dai 50 anni in su. I risultati sono stati resi noti su The Journals of Gerontology: Series B. Gli esperti hanno 'misurato' la solitudine e l'isolamento sociale di ciascun partecipante all'inizio dello studio e poi ogni due anni hanno sottoposto l'intero campione a test di valutazione delle abilità cognitive, per un periodo di tempo medio di 10 anni. Nel corso dello studio per 1104 individui è arrivata la diagnosi di demenza. Ebbene è emerso che il sentirsi soli - ma non l'isolamento sociale di per sé - si associa a un rischio di demenza del 40% maggiore nell'arco di 10 anni” (fonte Ansa). Nessuno nasce per vivere solo, anche se non sono un sociologo mi sento di affermare con assoluta certezza che la nostra è l’epoca della solitudine, della ricerca,  spesso implicita, di un contatto che dia la vicinanza.Viviamo sommersi di vocaboli, parliamo tutti in continuazione senza quasi mai comunicare ne’ tanto meno ascoltare…Abbiamo colto l'occasione della Giornata Mondiale della Solitudine del 15 novembre per organizzare un'intera settimana per incontrarci, riscoprire il gusto di parlare o ridere con gli altri.Benissimo mettere like su fb, ma dirselo a voce guardandosi negli occhi ha tutto un altro valore.Un programma (in allegato) da lunedì alla domenica ricco di eventi, invitiamo tutti a partecipare

09/11/2018
Rinviato al 23 novembre lo sciopero dei medici marchigiani

Rinviato al 23 novembre lo sciopero dei medici marchigiani

Sono 151 i dirigenti medici e 40 i dirigenti sanitari che operano nella sanità pubblica nelle Marche che acquisirebbero il diritto di andare in pensione subito se Quota 100 divenisse legge. In Italia il totale di 4.723 Dirigenti Medici e 919 Dirigenti Sanitari. Per provare a fermare questa riforma il Servizio Sanitario Nazionale perderebbe in poco tempo gran parte delle professionalità più esperte senza possibilità di sostituirle per mancanza di fondi creando vuoti di organico che in alcune specializzazioni sono già gravi oggi. “Le rivendicazioni sono le stesse ormai da anni e sono condivise da tutte le sigle sindacali che si sono ritrovate unite nel sit-in a Montecitorio e che avevano proclamato una giornata di sciopero nazionale per venerdì 9 novembre poi rinviata al 23 novembre” – spiega Oriano Mercante, Segretario di Anaao Assomed Marche. “Stiamo cercando di far sentire la nostra voce unitaria per ottenere un finanziamento adeguato del Fondo Sanitario Nazionale, il piano assunzioni ed il rinnovo del contratto di lavoro”. “Colpire la sanità è colpire la salute – insiste il segretario di Anaao Assomed Marche – che è il nostro slogan ma anche la ferma convinzione di tutti coloro che operano in questo settore ed hanno a cuore la salute di sé stessi, dei propri cari e della collettività”. La mobilitazione vede aderire oltre ad ANAAO ASSOMED anche CIMO – FP CGIL MEDICI E DIRIGENTI SSN – FVM Federazione Veterinari e Medici – FASSID (AIPAC-AUPI-SIMET-SINAFO-SNR) – CISL MEDICI – FESMED – ANPO-ASCOTI-FIALS MEDICI – UIL FPL COORDINAMENTO NAZIONALE DELLE AREE CONTRATTUALI MEDICA, VETERINARIA SANITARIA) aderendo alla giornata di Sciopero già proclamata dall’AAROI-EMAC. Sul rinvio dello sciopero generale Mercante ha spiegato che “a causa di problemi interpretativi delle norme che regolano il diradamento delle giornate di sciopero in sanità, la Commissione di Garanzia ha imposto alle sigle sindacali promotrici dello sciopero del 9 novembre di revocarlo, pena sanzioni pesanti”. Confermata invece l’Assemblea pubblica a Roma il 14 novembre ore 10.00 presso il cinema Nuovo Olimpia cui saranno invitati gli esponenti di tutti i gruppi politici che siedono in Parlamento.

01/11/2018
Settimana contro il dolore inutile, al via a San Severino il ciclo di incontri per formare volontari in Hospice

Settimana contro il dolore inutile, al via a San Severino il ciclo di incontri per formare volontari in Hospice

In occasione della Settimana per la lotta contro il dolore inutile, la Fondazione l’Anello della Vita Onlus, con il patrocinio del Comune di San Severino Marche, lunedì prossimo (5 novembre) darà vita a un ciclo di quattro incontri per formare i volontari in Hospice. La giornata d’apertura sarà ospitata, a partire dalle ore 17, nella sala Aleandri del teatro Feronia mentre le altre lezioni si terranno nella sede dell’Hospice, presso l’ospedale civile “Bartolomeo Eustachio”. Al primo degli incontri in programma prenderanno parte il presidente della Fondazione Anello della Vita Onlus, Francesco Rapaccioni, il responsabile dell’Hospice settempedano, Sergio Giorgetti, e il medico legale Nunzia Cannovo. Da sempre l’Hospice settempedano si prende cura dei pazienti alle prese con il fine vita fornendo un servizio insostituibile per tutto il territorio settempedano e, più in generale, dell’entroterra Maceratese. Dopo il terremoto 2016 la struttura ha ospitato anche molti ricoveri in sollievo di persone che, diversamente, non avrebbero potuto ricevere le necessarie cure presso la propria abitazione rovinata dalle scosse.    

31/10/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433