Scuola e università

Arte e Seconda Guerra Mondiale: docenti Unimc consulenti per la BBC

Arte e Seconda Guerra Mondiale: docenti Unimc consulenti per la BBC

Mercoledì 11 ottobre la trasmissione Witness del canale World Service della Bbc (British Broadcasting Corporation) ha mandato in onda la prima puntata di “Saving Italy's Art During WW2" sul salvataggio dell’arte italiana durante la seconda guerra mondiale. L'emittente televesiva si è avvalsa della collaborazione della prof.ssa Patrizia Dragoni e prof.ssa Caterina Paparello dell'Università di Macerata. Le puntate, incentrate sui ricordi di famiglia di Giovanna Rotondi Terminiello, già Soprintendente a Genova e figlia di Pasquale Rotondi, saranno accompagnate da approfondimenti sul dibattito critico internazionale all’interno del quale i piani di protezione promossi da Pasquale Rotondi sono stati attuati. La necessità di inserire la narrazione dell’operato di Rotondi in un contesto più articolato e di interesse globale ha reso indispensabile la consulenza di Patrizia Dragoni, fra i massimi studiosi dell’attività dell’Office International des Musée. A Caterina Paparello è stato, invece, affidato il compito di revisione scientifica in ordine ai piani di protezione antiaerea, nazionali e regionali, e sull’effettiva entità delle opera condotte nei rifugi sia da Pasquale Rotondi sia da illustri colleghi quali, ad esempio, Gugliemo Pacchioni, Emilio Lavagnino, Fernanda Wittgens. Il risultato è stato la pubblicazione del volume “In difesa dell’arte. La protezione del patrimonio artistico delle Marche e dell’Umbria durante la seconda guerra mondiale” a cura di Dragoni e Paparello. Un estratto della prima messa in onda è consultabile in formato audio al link http://www.bbc.co.uk/programmes/w3csv29w.

Civitanova, oltre 70 gli studenti iscritti ai corsi di italiano in biblioteca

Civitanova, oltre 70 gli studenti iscritti ai corsi di italiano in biblioteca

Nel corso di una visita alla Biblioteca comunale “Silvio Zavatti”, il sindaco Fabrizio Ciarapica ha avuto modo di conoscere la dott.ssa Tiziana Frenquelli, che da anni lavora nella formazione. Durante l'incontro la professoressa ha illustrato al Sindaco le attività svolte all'interno della Biblioteca che ospita la sede distaccata del CPIA di Macerata, presieduto dalla dottoressa Sabrina Fondato. Si tratta del Centro Interprovinciale per l’Istruzione degli Adulti, una importante realtà, molto poco conosciuta, presente a Civitanova, che lavora a pieno ritmo per favorire l’integrazione e l’inclusione sociale dei cittadini stranieri attraverso i corsi di lingua italiana e di educazione civica. “Svolgere questo lavoro – ha spiegato l'insegnante al Sindaco - è una responsabilità e un impegno: l’aggiornamento è basilare sia dal punto di vista normativo che di attualità. È sempre bene informarsi sui risvolti della politica estera prima di entrare in aula, a volte ci sono situazioni delicate e che vanno valutate. Ogni ragazzo che ho conosciuto e al quale ho insegnato mi ha a sua volta dato modo di imparare molto. Deve esserci però, da parte degli studenti, la reale motivazione e la voglia di integrarsi, altrimenti è difficile andare avanti”. Il CPIA opera al mattino nella biblioteca Zavatti e alla sera al liceo Stella Maris. In quest’ultima sede si effettuano sia i corsi per i livelli A1 (100 ore di lingua italiana ed esami finali) e A2 (80 ore di lingua italiana e 20 ore di educazione civica ed esami finali) sia corsi serali per ottenere la licenza media. Superare il livello A1 e A2 è uno dei requisiti, assieme a un contratto di affitto e di lavoro, per poter ottenere il permesso di soggiorno di lungo periodo. Sul territorio sono molte le associazioni che lavorano offrendo corsi qualificati di lingua italiana per stranieri che devono poi essere certificati attraverso o il CPIA o altro ente certificatore. Tiziana Frenquelli si è spesa molto per attivare un corso di italiano per stranieri al mattino, per garantire la piena inclusione: in precedenza, infatti, le lezioni si tenevano soltanto di sera e per motivi familiari e culturali l’accesso era pressoché precluso alle donne. Il Sindaco si è complimentato con l'’insegnante. “E' encomiabile svolgere il proprio lavoro con passione ogni giorno anche in mezzo a mille difficoltà – ha detto il Primo cittadino - il lavoro di formazione è prezioso per tutta la nostra comunità. Si favorisce l’integrazione e l’inclusione sociale dei cittadini stranieri attraverso i corsi di lingua italiana e di educazione civica. Nell’incontro il Sindaco ha salutato anche alcuni giocatori della Civitanovese, che stanno frequentando il corso.  

Famiglia e Modernità. Tradizione e cambiamento: lunedì 23 ottobre convegno all'Università di Macerata

Famiglia e Modernità. Tradizione e cambiamento: lunedì 23 ottobre convegno all'Università di Macerata

Convegno lunedì 23 ottobre alle 16 all’Auditorium dell’Università di Macerata sugli aspetti giuridici, economici e sociali della famiglia. Lunedì 23 ottobre alle ore 16 all’Auditorium dell’Università di Macerata (via P. Matteo Ricci, 2), il Dipartimento di Giurisprudenza, nell’ambito delle attività del corso di laurea in teorie culture e tecniche per il servizio sociale, propone il convegno “Famiglia e Modernità. Tradizione e cambiamento”. Il convegno sarà aperto dal saluto del direttore del Dipartimento Ermanno Calzolaio e sarà introdotto dal presidente del corso di laurea Giuseppe Rivetti. Il contributo scientifico all'evento sarà apportato dagli interventi di Alfredo Mantovano, vice presidente del centro studi Rosario Livatino, Massimo Gandolfini, neurochirurgo, Simone Pillon, avvocato e mediatore familiare. Interverranno, inoltre, le docenti dell’Università Tiziana Montecchiari e Irene di Spilimbergo e la presidente del Movimento per la Vita Francesca D’Alessandro.   “Le politiche statali - sostiene il prof. Rivetti - dovrebbero essere orientate verso un deciso sostegno alle famiglie, considerate come un reale ed effettivo «agente di sviluppo», in grado di svolgere un ruolo positivo per l’economia in una prospettiva più ampia di «bene comune». Tuttavia, molte delle aspettative sembrano in gran parte andate deluse. Infatti, recenti ed incerti provvedimenti normativi, solo parzialmente ed in misura non sempre significativa, hanno trovato una concreta attuazione. Peraltro, non può trascurarsi lo stretto legame tra disagi economici e familiari. In tale contesto vanno inseriti tentativi, rimasti inattuati, di introdurre il quoziente familiare per consentire di ridurre il carico tributario che grava sulle famiglie, come in Francia dove da tempo è stato introdotto appunto il quoziente familiare, o in Inghilterra e Germania, dove il legislatore ha privilegiato la ripartizione del reddito tra più soggetti, in modo da abbassare il carico fiscale complessivo dei coniugi (splitting).”

Il poliziotto conquista la corona d'alloro: Stefano Zambelli si laurea ad Unicam

Il poliziotto conquista la corona d'alloro: Stefano Zambelli si laurea ad Unicam

Stefano Zambelli è un poliziotto ma da oggi anche un dottore in giurisprudenza. Assistente capo della Polizia di Stato, Stefano ha alle spalle 25 anni di servizio tra Milano, Torino e Ancona. In forza alla Questura di Ancona è stato aggregato temporaneamente alla Questura di Macerata, più precisamente all'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. Il dottor Zambelli ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza presso l'Università di Camerino con una tesi in diritto ecclesiastico dal titolo: "Gli Aspetti Giuslaburisti della libertà religiosa individuale". A Stefano Zambelli le congratulazioni anche dalla redazione di Picchio News.

Unimc, lunedì 23 convegno su "Famiglia e Modernità. Tradizione e cambiamento"

Unimc, lunedì 23 convegno su "Famiglia e Modernità. Tradizione e cambiamento"

Lunedì 23 ottobre alle ore 16 all’Auditorium dell’Università di Macerata (via P. Matteo Ricci, 2), il Dipartimento di Giurisprudenza, nell’ambito delle attività del corso di laurea in teorie culture e tecniche per il servizio sociale, propone il convegno “Famiglia e Modernità. Tradizione e cambi-amento”. Il convegno sarà aperto dal saluto del direttore del Dipartimento Ermanno Calzolaio e sarà introdotto dal presidente del corso di laurea Giuseppe Rivetti. Il contributo scientifico all'evento sarà apportato dagli interventi di Alfredo Mantovano, vice presidente del centro studi Rosario Livatino, Massimo Gandolfini, neurochirurgo, Simone Pillon, avvocato e mediatore familiare. Interverranno, inoltre, le docenti dell’Università Tiziana Montecchiari e Irene di Spilimbergo e la presidente del Movimento per la Vita Francesca D’Alessandro. “Le politiche statali - sostiene il prof. Rivetti - dovrebbero essere orientate verso un deciso sostegno alle famiglie, considerate come un reale ed effettivo «agente di sviluppo», in grado di svolgere un ruolo positivo per l’economia in una prospettiva più ampia di «bene comune». Tuttavia, molte delle aspettative sembrano in gran parte andate deluse. Infatti, recenti ed incerti provvedimenti normativi, solo parzialmente ed in misura non sempre significativa, hanno trovato una concreta attuazione. Peraltro, non può trascurarsi lo stretto legame tra disagi economici e familiari. In tale contesto vanno inseriti tentativi, rimasti inattuati, di introdurre il quoziente familiare per consentire di ridurre il carico tributario che grava sulle famiglie, come in Francia dove da tempo è stato introdotto appunto il quoziente familiare, o in Inghilterra e Germania, dove il legislatore ha privilegiato la ripartizione del reddito tra più soggetti, in modo da abbassare il carico fiscale complessivo dei coniugi (splitting).”

Per non dimenticare: Unimc organizza un seminario di ricerca e disseminazione della memoria

Per non dimenticare: Unimc organizza un seminario di ricerca e disseminazione della memoria

Martedì 24 ottobre l'Università di Macerata organizza un Seminario di ricerca e disseminazione della Memoria, uno dei nove organizzati negli stessi giorni dalla Rete Universitaria per il Giorno della Memoria e dal Centro interuniversitario 27 gennaio in altrettanti atenei italiani, da nord a sud.  Il seminario istituito da Unimc sotto la responsabilità scientifica e organizzativa di Clara Ferranti, patrocinato e sostenuto dalla Comunità Ebraica di Ancona, dal Consiglio Regionale delle Marche, dalla Regione Marche, prevede due momenti. Il primo è il convegno all’Auditorium Unimc, la mattina dalle 9 alle 13 e il pomeriggio dalle 15 alle 17:30, al quale interverranno Rita Borioni su “Italiani Brava Gente”, Vincenzo Caporaletti su “sti e pratiche musicali nella Shoah”,Paolo Coen su “Distruggere l’arte, distruggere la Memoria”, Marcello La Matina su “Linguaggio e violenza”, Anton Giulio Mancino su “Linguaggio e violenza”, Simone Misiani su “La dissoluzione della convivenza in Europa”.  Si prosegue con “Le Imperdonabili” in scena al Cinema Italia alle 17:30. Un'elaborazione drammaturgica a cura di Clara Galante, dal testo “Le Imperdonabili - L’ultima lettera di Etty Hillesum” di Guido Barbieri, ispirato all’omonimo libro di Laura Boella per la regia di Alessio Pizzech. Un ritratto teatrale di una delle più intense e commoventi figure del Novecento, Etty Hillesum, giovane scrittrice olandese che si trasferì volontariamente nel campo di concentramento di Westerbork, per contribuire ad alleviare le sofferenze degli internati, e finì i suoi giorni ad Auschwitz, il 30 novembre del 1943, a l'età di 29 anni. Il seminario è principalmente rivolto agli insegnanti - la partecipazione rientra fra i titoli riconosciuti in ambito scolastico, agli studenti universitari e a chiunque abbia interesse verso i temi trattati. Per info e iscrizioni: www.unimc.it/seminariomemoria.    

A Treia il "Seismic Emergency Workshop" per parlare di riqualificazione post sisma

A Treia il "Seismic Emergency Workshop" per parlare di riqualificazione post sisma

In occasione del "Seismic Emergency Workshop", da domenica 29 ottobre a sabato 4 novembre Treia ospiterà il Master Itinerante - organizzato dall’Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia Onlus - in “Museografia, Architettura e Archeologia, Progettazione Strategica e Gestione Innovativa delle Aree Archeologiche”.  Dopo Roma, Berlino, Napoli, New York e Atene, il Master fa tappa nella città di Treia e richiama più di 50 studenti provenienti da diverse Università italiane di Architettura e Ingegneria. Ragazzi e docenti del Master si confronteranno con la realtà di un territorio colpito dal sisma, cercheranno di comprendere le fasi e la macchina organizzativa della gestione dell'emergenza e svilupperanno progetti di recupero e rifunzionalizzazione di edifici storici lesionati dagli eventi sismici. La città di Treia è stata ferita dai sismi, ma è accessibile e abitata. E il “Seismic Emergency Workshop” ha proprio lo scopo di ripensare e ricucire un tessuto urbano lacerato. Fuori le mura il complesso di Villa Spada, di proprietà comunale, ricostruita dopo il 1815 su disegno dell’architetto Giuseppe Valadier, è da tempo in attesa di un progetto di riqualificazione e riuso e si presta particolarmente a riattivare tutti quei processi di implementazione e rivitalizzazione che rilancerebbero l’area all'interno del circuito territoriale. Il programma prevede la conferenza iniziale del “Seismic Emergency Workshop” al Teatro Comunale di Treia lunedì 30 ottobre 2017 dalle ore 09:30; la presentazione dei lavori sviluppati dagli studenti del “Seismic Emergency Workshop” nell’aula multimediale del Comune di Treia nel pomeriggio di venerdì 03 novembre 2017.  

Ad Unicam corso di formazione professionale su "Business angels & crowfunding"

Ad Unicam corso di formazione professionale su "Business angels & crowfunding"

Dalla collaborazione tra CrowdfundImpresa e Università di Camerino nasce il nuovo progetto di formazione avanzata, articolato in 6 incontri, su Business Angels & Crowdfunding. Come finanziare la propria idea imprenditoriale, che avrà inizio il prossimo 10 novembre e terminerà entro il 22 dicembre, per 100 ore di docenza e il riconoscimento di 4 CFU. Il corso si terrà il venerdì pomeriggio dalle 14.00 alle 19.00 presso la Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino presso il Campus universitario, e potrà essere seguito anche on line tramite la piattaforma webex. Il Corso si caratterizza per essere un percorso formativo attraverso il quale studenti, startupper, imprenditori, consulenti e referenti delle organizzazioni non profit potranno conoscere ed approfondire il mondo del crowdfunding e dei business angels. Il percorso formativo persegue diversi obiettivi: conoscere e saper utilizzare sistemi innovativi di finanziamento per la propria impresa, individuare sistemi alternativi di raccolta per PMI (ma anche ONLUS, ONG ed imprese sociali), specializzarsi in un ambito estremamente innovativo e promettente che sta generando exit milionarie in termini di capitali raccolti e, non ultimo, aggiornare la propria preparazione finanziaria e professionale.  Un’occasione di formazione dove i corsisti potranno confrontarsi con il relatore, Filippo Cossetti, dottore di ricerca in Economia e gestione dei mercati finanziari, co-funder e CEO di Startzai, una delle prime società italiane di Equity Crowdfunding autorizzate Consob e promotore del progetto CrowdfundIMPRESA. Per maggiori informazioni è possibile contattare la referente Unicam, prof.ssa Catia Eliana Gentilucci, alla mail catiaeliana.gentilucci@unicam.it

Ave Maria all'università, il vescovo Marconi: "Grazie a chi ha protestato e ci ha ricordato che la preghiera è una forza"

Ave Maria all'università, il vescovo Marconi: "Grazie a chi ha protestato e ci ha ricordato che la preghiera è una forza"

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa del vescovo Nazzareno Marconi della Diocesi di Macerata - Tolentino - Recanati - Cingoli - Treia "La storia dei 25 secondi di interruzione di una lezione, per dire un'Ave Maria per la pace, con la reazione che ha scatenato ci interroga profondamente come credenti. Gli stessi 25 secondi usati per dire una battuta, cosa che molti docenti fanno spesso, non avrebbero creato problemi. Chiediamo scusa come credenti per aver destabilizzato la serenità di un'Università, ma il problema è la nostra poca fede. Chi dice almeno 50 Avemarie al giorno, cioè un rosario, tanti, molto più di quelli che vanno a Messa la domenica, non capisce tutta questa agitazione. È che a dirne tante di Avemarie si comincia a pensare che valgano poco, che di fatto siano innocue. Che non creino problemi. Grazie perciò di cuore a chi ha protestato, a chi ci ha ricordato che la preghiera è una forza, una potenza che può mettere paura a qualcuno. Grazie a chi crede più di noi credenti che quelle poche parole smuovano i monti e i cuori tanto da sconvolgere la loro vita. Grazie a chi ci ricorda che dire Ave Maria è salutare una donna morta 2000 anni fa credendo che è viva, in grado di pregare per noi e di operare per rendere la nostra vita più buona e vicina a Dio, tanto da aiutarci ad affrontare serenamente la morte. Grazie fratelli non credenti e anticlericali perché ci avete ricordato quali tesori possediamo senza apprezzarne adeguatamente il valore e l'importanza.

UniCam festeggia la "nascita" di una nuova branca dell'astrofisica con il professor Marchesoni - VIDEO

UniCam festeggia la "nascita" di una nuova branca dell'astrofisica con il professor Marchesoni - VIDEO

Un altro importante traguardo per l'Università di Camerino. Ad annunciarlo è stato il docente Fabio Marchesoni, che questa mattina, presso il Polo di Matematica "G. Giacchetta", ha presentato il lavoro di una ricerca, portata avanti ormai dal settembre del 2015, con la quale hanno aperto "una nuova finestra sull'Universo". Uno studio complesso a partire dal dicadimento di due stelle di neotroni, le quali, ruotando vorticosamente, si andavano a fondere in un buco nero. Un risultato importante, non solo dal punto di vista tecnico scientifico e astrofisico, ma anche per l'utilizzo di segnali gravitazionali, come una sorta di sirena cosmica per i telescopi di tutto il mondo. Grazie a questa delicato processo i telescopi hanno la capacità di dare una visione dettagliata di quanto accade nell'Universo in pocchissime frazioni di secondo. L'occhio umano avrà la possibilità di vedere fenomeni veri e propri, che fino ad oggi sono stati riprodotti soltanto attraverso effetti speciali tramite computer. Quindi, oggi, Unicam ha festeggiato la nascita di una nuova branca dell'astrofisica, detta "multimessaggero", in cui i fenomeni vengono descritti, non solo con le onde elettromagnetiche, ma combinando anche i segnali gravitazionali con particelle altamente energetiche. Presente all'evento anche il Rettore Flavio Corradini, che ha affermato: "Congratulazioni per questo importantissimo riconoscimento mondiale sulle onde gravitazionali. Anche un nostro gruppo ha lavorato al progetto, ottenendo risultati considerevoli. Ci fa piacere prendere atto, inoltre, che insieme, sia a livello nazionale, europeo e mondiale si possono ottenere risultati considerevoli".  

Incontri con l'autore: all'Itts di San Severino ha parlato Roberto Emanuelli

Incontri con l'autore: all'Itts di San Severino ha parlato Roberto Emanuelli

Il caso editoriale del momento, Roberto Emanuelli, è stato protagonista della conferenza riservata agli studenti dell'ITTS - l'Istituto Tecnico Tecnologico statale "Eustacio Divini" - di San Severino Marche, nell'ambito della rassegna Incontri con l'autore dei "Teatri di Sanseverino".  Roberto Emanuelli (a sinistra nella foto), blogger e autore del libro "Davanti agli occhi" ha parlato di fronte ai ragazzi settempedani e ha presentato il suo nuovo romanzo, edito da Rizzoli, dal titolo "E allora baciami". In testa alle classifiche di vendita in Italia, il lavoro di Emanuelli è stato presentato dal direttore artistico dei Teatri di Sanseverino, Francesco Rapaccioni. L’autore del best seller ha incantato i giovani studenti dicendo loro di seguire i propri cuori. Di ritorno al lavoro dopo la parentesi settempedana, nel corso della quale ha avuto modo di vedere con i propri occhi le ferite provocate dal sisma, Emanuelli ha scritto sulla propria pagina Facebook: “In questi giorni marchigiani ho imparato tanto. Siete la parte sana di questo mondo in cui ho ancora voglia di stare anche solo per alzare le braccia al cielo e urlare: “Io ci sono”. La rassegna “Incontri con l’autore” prosegue giovedì prossimo (19 novembre) alle ore 21 con l’incontro, a palazzo Gentili, con Roberto Mancini. L’appuntamento, in collaborazione con l’associazione Archivio storico tipolitografia Bellabarba, tratterà il tema: “Estraneità, esilio, comunità: riconoscere l’umanità in ognuno”. Professore ordinario di Filosofia teoretica all’Università di Macerata, Mancini insegna anche Culture della sostenibilità e Etica pubblica e culture delle economia presso l’Accademia di Architettura dell’Università della Svizzera Italiana a Mendrisio. Autore di diversi libri di filosofia teoretica, antropologia, etica e teoria critica dell’economia, è editorialista di “Altreconomia” e collabora con le riviste “Fenomenologia e società”, “Servitium” ed “Ermeneutica letteraria”. Dirige le collane “Orizzonte filosofico” e “Tessiture di laicità”.    

Nuova scoperta nel campo dell'astrofisica gravitazionale: partecipa anche il prof. Marchesoni di Unicam

Nuova scoperta nel campo dell'astrofisica gravitazionale: partecipa anche il prof. Marchesoni di Unicam

Nuova era per l’astrofisica gravitazionale. La nuova sensazionale scoperta è stata annunciata ieri lunedì 16 ottobre nel corso di tre eventi simultanei in collegamento con la collaborazione scientifica LIGO-Virgo dalla National Science Foundation (NSF) di Washington, con l’European Southern Observatory (ESO) di Monaco in Germania e con l’European Space Agency (ESA) a Venezia: la fusione di due stelle di neutroni è stata osservata per la prima volta sia con le onde gravitazionali dagli interferometri Ligo e Virgo, sia con la radiazione elettromagnetica dai telescopi a terra e nello spazio scoprendo, tra l’altro, che in quegli eventi si formano elementi chimici pesanti, come oro e platino. Per la prima volta nella storia dell’osservazione dell’universo, è stata rivelata un’onda gravitazionale prodotta dalla fusione di due stelle di neutroni e captata, dalle onde radio fino ai raggi gamma, la radiazione elettromagnetica associata alla poderosa esplosione avvenuta durante il fenomeno. A questa sensazionale scoperta ha partecipato anche l’Università di Camerino tramite il prof. Fabio Marchesoni, scienziato di fama internazionale nel campo dello studio del rumore nei sistemi fisici, che da oltre due decenni fa parte del team scientifico che si è occupato degli aspetti teorici dell’antenna di VIRGO, l’interferometro installato nelle campagne pisane di Cascina. “Questo nuovo risultato – ha dichiarato il prof. Marchesoni – rappresenta un grande successo per la comunità scientifica internazionale perché per la prima volta un evento cosmico viene osservato sia nelle onde gravitazionali che elettromagnetiche, avviando così l’era dell’astrofica che viene definita multimessaggero”. Grande soddisfazione è stata espressa dal Rettore Unicam Flavio Corradini a nome dell’intera comunità universitaria: “Sono ancora una volta molto orgoglioso del lavoro di ricerca svolto dal gruppo di docenti e studenti della sezione di Fisica di Unicam che fanno tuttora parte o che hanno preso parte negli scorsi anni a tale importante progetto. Si tratta di una ulteriore conferma dell’eccellenza della qualità della ricerca scientifica Unicam nei settori più all’avanguardia, eccellenza riconosciuta anche a livello internazionale grazie a collaborazioni così prestigiose che hanno portato ad aprire scenari finora solo immaginati”. Nella mattinata di oggi il prof. Marchesoni ha tenuto in Ateneo un seminario divulgativo per illustrare non solo agli studenti universitari ma tutti quanti interessati, natura e importanza scientifica di tali risultati.        

Il Liceo Artistico di Macerata in trasferta a Dublino per un soggiorno-studio

Il Liceo Artistico di Macerata in trasferta a Dublino per un soggiorno-studio

Nella prima settimana di ottobre 47 studenti del Liceo Artistico "Cantalamessa" di Macerata - in collaborazione con Accademia Britannica di Campobasso - ha organizzato un viaggio studio a Dublino, sotto la guida della Prof.ssa Simona Trubbiani, coordinatrice del Progetto, e delle Prof.sse Roserita Calistri, Antonella Gentili, Barbara Moretti e Stefania Minnozzi.   Gli studenti hanno frequentato un corso di lingua inglese presso “l’Atlas Language School” e sono stati ospitati da alcune famiglie così da approfondire lingua e stile di vita della popolazione irlandese. Hanno inoltre colto l'occasione per visitare i molti e famosi luoghi di cultura della città di Dublino, come il Trinity College, la Christ Church Cathedral, la Saint Patrick Cathedral, la National Gallery e l’Irish Museum of Modern Art, oltre che passeggiare nella centralissima O’Connor Street o riposarsi nel parco Saint Stephen Green.   Quella di Dublino è stata un’esperienza che ha rappresentato per i ragazzi un’opportunità preziosa per entrare in contatto diretto con la cultura e la civiltà irlandese e per consolidare il loro percorso di formazione come cittadini europei.    

Macerata, Paglia (SI) presenta un'interrogazione al Miur: "Preghiera in Università? Leso principio laicità Stato"

Macerata, Paglia (SI) presenta un'interrogazione al Miur: "Preghiera in Università? Leso principio laicità Stato"

Si è diffusa velocemente la notizia riguardante la preghiera durante una lesione all'Università di Macerata. Non sono mancate polemiche e commenti da parte di molti personaggi conosciuti, tra i quali l'On Paglia di Sinistra Italiana.  "Non avremmo creduto possibile che in un'istituzione pubblica, - afferma Paglia - quale un'aula universitaria, si fosse costretti a recitare una preghiera su imposizione di una docente, pagata dallo Stato. E invece è accaduto a Macerata, negli scorsi giorni, presso il Dipartimento di Studi Umanistici. Il principio di laicità è sempre più calpestato - conclude Paglia - e non crediamo sia ammissibile lasciar correre episodi del genere come niente fosse." Proprio per questo, Paglia si è rivolto direttamente al Miur con un'interrogazione. "Premesso che Secondo fonti di stampa e secondo la circostanziata denuncia di un'associazione studentesca, il 13 ottobre scorso presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Macerata sarebbe avvenuto il seguente fatto: una docente avrebbe deciso di interrompere la sua lezione per pregare insieme recitando l'Ave Maria, invitando chiunque non fosse credente a rimanere in silenzio; A quanto sembra, la preghiera sarebbe stata recitata contro la de-cristianizzazione e l'islamizzazione dell'Italia e dell'Europa, lasciando intendere anche una sorta di disprezzo verso le altre religioni; Indicativa, secondo le testimonianze, la reazione di molti degli studenti presenti in aula: chi si è scambiato sguardi incerti, chi ha borbottato qualche parola, chi è rimasto in silenzio e chi se ne è andato dovendo subire parole di disapprovazione da parte della docente stessa; Chiede Se sia a conoscenza del fatto summenzionato; Se non sia il caso di richiamare la docente in questione per un'evidente lesione del principio di laicità dello Stato, trattandosi di un'Università pubblica. On. Giovanni Paglia (SI)"      

17/10/2017
“Il Dopo di Noi”: a Unicam si formano i nuovi professionisti

“Il Dopo di Noi”: a Unicam si formano i nuovi professionisti

La Scuola di Giurisprudenza di Unicam organizza per giovedì 19 ottobre il convegno sul tema “Il Dopo di Noi, impegno sociale e nuove professionalità per il Terzo Settore”, che sarà moderato dalla coordinatrice del corso di Laurea in Scienze Sociali per la Cooperazione internazionale e gli Enti non profit, Prof.ssa Catia Eliana Gentilucci. Tra i relatori l’on. Laura Coccia e numerose importanti associazioni nazionali e territoriali, tra le quali Anffas, Go4all, Coos Marche, Fideas, Asscoop, Assif, Arci Servizio Civile Ancona, Lacam, che alla presenza del Rettore Flavio Corradini e del Direttore della Scuola di Giurisprudenza Rocco Favale, dialogheranno sulle reali esigenze delle persone con disabilità e sulla formazione di professionisti che dovrebbero supportare le esigenze quotidiane di tipo logistico, sanitario, morale, giuridico ed economico dei disabili “dopo” il decesso dei tutori diretti (genitori e familiari). Il convegno, che si terrà giovedì 19 ottobre alle ore 14.30 presso la Scuola di Giurisprudenza Unicam al campus universitario, verterà, quindi, sull’ampio tema dibattuto in Parlamento del “Dopo di Noi” delle persone prive del sostegno familiare.    

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433