Scuola e università

Nuova scuola San Ginesio firmata dall'Università Politecnica delle Marche

Nuova scuola San Ginesio firmata dall'Università Politecnica delle Marche

Un nuovo campus scolastico 'firmato' dall'Università Politecnica delle Marche per 445 studenti all'interno del centro storico di San Ginesio. E' il secondo progetto più grande tra quelli scelti dal commissario Vasco Errani per la ricostruzione delle scuole post sisma. Una 'piazza' per la comunità collega i due nuovi edifici scolastici, che accoglieranno quattro istituti (una scuola per l'infanzia, una scuola primaria, l'Ipsia e l'Iis oggi inagibili dopo gli eventi sismici), una palestra e un auditorium su una superficie complessiva di oltre 6.000 mq. L'equipe Univpm è composta dai docenti di Ingegneria Edile Architettura (ANSA).

La filosofia incontra il gusto nei video di Unimc

La filosofia incontra il gusto nei video di Unimc

L’ateneo ha inaugurato la nuova rubrica video “Il filo di Arianna” dove la docente di filosofia antica Arianna Fermani dialoga con il sommelier Cesare Lapadula e la responsabile olivicoltura dell’Assam Barbara Alfei. La filosofia incontra il gusto. Succede all’Università di Macerata, che ha dato il via a una nuova rubrica video per mostrare come la riflessione filosofica possa guidarci nelle esperienze sensoriali legate alla vita quotidiana, ad esempio degustare il vino, consumare o scegliere consapevolmente l’olio d’oliva. “Il filo di Arianna: appuntamento col gusto e con la filosofia”, per la regia di Aldo Caldarelli, prevede quattro puntate in cui Arianna Fermani, docente Unimc di storia della filosofia antica e sommelier, dialoga e degusta, alternativamente, con Cesare Lapadula, delegato dell’Associazione Italiana Sommelier di Macerata e docente dell'Istituto "Eintein-Nebbia" di Loreto, e Barbara Alfei, responsabile olivicoltura dell’Agenzia servizi settore agroalimentare delle Marche, su temi quali il vino e la filosofia, l’olio e la filosofia, l’eleganza, il profumo. Per le riprese sono stati scelti set di grande suggestione e fascino come le Tenute Muròla, storica azienda vitivinicola di Urbisaglia, il ristorante “La Volpe e l’Uva” di Macerata, che si distingue anche per la particolare attenzione prestata agli oli di qualità, e la biblioteca dell’Istituto Einstein. “Il termine “gusto”, presente nel titolo – ha spiegato Fermani durante la presentazione del progetto -, assume il duplice significato di senso ma anche di capacità di riconoscere il bello, cogliendo i tratti specifici dell’eleganza, altro tema dei nostri incontri, da intendere come postura, come scelta di vita e come modo di essere, più che come semplice apparire. Si tratta di mostrare che la filosofia ha sempre avuto, sin dall’antichità, sane radici nella terra e che, lungi dall’essere qualcosa di lontano dalla vita, è qualcosa di profondamente radicato in essa”. I video, della durata di un quarto d’ora circa, possono essere fruiti gratuitamente sul canale You Tube UnimcWebTV, playlist “Il filo di Arianna”, accessibile anche tramite il sito di ateneo www.unimc.it, e utilizzati pure per lezioni e attività didattiche dalle scuole superiori. E’ già on line il primo, dedicato al vino e alla filosofia e gli altri seguiranno mensilmente. “Per noi si tratta di una grossa sfida – ha sottolineato Aldo Caldarelli, regista e video editor di Unimc -, ossia quella di tradurre in una comunicazione immediata concetti utili, ma complessi, facendo in modo che questi siano fruibili da tutto il grande pubblico”. “In questo senso – ha concluso Fermani - la filosofia può e dovrebbe parlare a tutti, invitandoci a muoverci saggiamente nella vita di tutti i giorni, a cogliere l’infinita bellezza che ci circonda e a intrecciare consapevolmente, senza inibizioni, ma con la misura appropriata alla circostanza, piacere e pensiero, per realizzare una vita buona, piena e felice”.

Potenza Picena, gli studenti della primaria "G. Leopardi" alla scoperta del territorio

Potenza Picena, gli studenti della primaria "G. Leopardi" alla scoperta del territorio

Gli alunni della III C della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “G. Leopardi” di Potenza Picena con il progetto “In viaggio con FantasMino alla scoperta del territorio” hanno avuto l’opportunità di scoprire realtà artigianali, servizi, ricchezze culturali ed artistiche legate al territorio. L’insegnante, Marzia Bernacchini, responsabile del progetto e coordinatrice di classe, spiega che il progetto ha valenza triennale, ma non è detto che se scoprirà altre realtà interessanti, il progetto si prolunghi. Quest’anno le uscite effettuate sono state tre: la prima, al “Frantoio Torresi”, i bambini oltre ad essere interessati ed attenti hanno compreso tutti i passaggi che vengono fatti per arrivare all’olio. La seconda, il 27 gennaio, presso all’ufficio anagrafe e la terza presso gli uffici dei Vigili Urbani. Queste ultime due pur essendo più tecniche sono comunque state esperienze che hanno arricchito il bagaglio culturale di ciascun alunno. Ogni volta le notizie vengono rielaborate in classe attraverso una conversazione guidata per poi essere trascritte. L’ultima uscita, il 28 febbraio, presso i vigili, essendo il giorno di Carnevale si è conclusa presso la Chiesa di Santa Caterina, sede del Fotoclub. I bambini dopo aver osservato le meravigliose opere d’arte presenti nella ex chiesa e la mostra di tutti i modelli della Kodak, unica in Italia, hanno voluto festeggiare questa giornata preparando canzoni e filastrocche, mimate e drammatizzate. Presente a questa performance la dirigente scolastica la prof.essa Maria Antonietta Rizzo. L’insegnante Marzia Bernacchini, soddisfatta di queste uscite ringrazia la famiglia Torresi, il responsabile Luigino Garbuglia e tutto il personale dell’ufficio anagrafe, il comandante Ernesto Riccobelli dei Vigili Urbani e il Corpo di Polizia Locale, nonchè il Bruno Belardini socio del Foto Club Potenza Picena per l’ospitalità e la disponibilità ad accogliere la classe.

Festa dell'albero: a Potenza Picena si celebra la natura

Festa dell'albero: a Potenza Picena si celebra la natura

Organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Legambiente e con la partecipazione degli Istituti Comprensivi “Giacomo Leopardi” di Potenza Picena e “Raffaello Sanzio” di Porto Potenza Picena, in concomitanza con l’ingresso ufficiale della primavera si è svolta La Festa dell’Albero a cui hanno preso parte le classi quinte della scuola primaria e i bambini di 5 anni della scuola dell’infanzia. “E’ una iniziativa che coinvolge insegnanti, bambini e, di riflesso anche le famiglie, su temi importanti per la crescita ed il futuro delle nuove generazioni – ha detto il vice sindaco ed assessore all’Istruzione, Noemi Tartabini – il rispetto dell’ambiente e della natura significa rispetto per se stessi e per gli altri. Questo è lo spirito e l’insegnamento che passa, attraverso la Festa dell’Albero, nelle aule scolastiche grazie all’impegno delle insegnanti che coinvolgono bambine e bambini in lavori di didattica ambientale. Il simbolo tangibile di questo impegno è la messa a dimora nelle aree scolastiche, da parte degli stessi studenti, di alcune piccole piantine, le quali, così come i nostri ragazzi e ragazze necessitano di cure ed attenzioni per crescere in maniera corretta”. Nell’occasione è stata consegnata all’Istituto Comprensivo “Sanzio” di Porto Potenza Picena, la Bandiera Verde 2016 nell’ambito del progetto Eco –Schools di Fee Italia. Alla consegna, oltre al vice sindaco Tartabini, ha partecipato la professoressa Patrizia Servizi della Eco – Schools. Ricordiamo che l’Amministrazione Comunale supporta i progetti di carattere ambientale a cui partecipano le scuole del territorio come Puliamo il Mondo ed Eco Schools, sostenendone i costi di iscrizione.

Green School festeggia con i piccoli recanatesi la giornata mondiale dell’acqua

Green School festeggia con i piccoli recanatesi la giornata mondiale dell’acqua

Mattinata di festa alla scuola d’infanzia Aldo Moro di Recanati. L’Aato3 Macerata, presieduto da Francesco Fiordomo nonché sindaco della cittadina leopardiana, proprio oggi, nella giornata mondiale dell’acqua, è tornato dai piccoli studenti per insegnare loro alcune tecnologie utile a ridurre il consumo di acqua nella loro scuola. Accompagnati da un tecnico dell’Astea, Valeriano Alessandrini, hanno assistito all’installazione di riduttori di flusso e sacchetti salva acqua nei bagni della scuola. Poi hanno attaccato una serie di adesivi con su scritto messaggi rivolti al risparmio idrico: ‘quando hai finito di usare l’acqua, ricordati sempre di chiudere il rubinetto’; “in questo bagno sono stati istallati riduttori di flusso che dimezzano il consumo di acqua”; “mentre ti insaponi le mani, non lasciare l’acqua aperta”. Terminata la lezione pratica, è stato chiesto ai bambini ‘Perché non bisogna sprecare acqua?”. La risposta è stata chiara ed unanime: l’acqua è il bene più prezioso che abbiamo’. L’Ato3 ha poi consegnato ai piccoli studenti dell’asilo Aldo Moro una borraccia a testa personalizzabile, realizzata con plastica alimentare, alcuni riduttori di flusso da portare a casa ed infine il decalogo sul risparmio dell’acqua da appendere nelle classi o nell’atrio della scuola. Il progetto Green School terminerà definitivamente entro il mese di aprile con l’installazione di un dispenser erogatore di acqua in sostituzione dei distributori di acqua imbottigliata.

L'Istituto Varnelli di Cingoli dà spazio alle iniziative per formare i suoi alunni

L'Istituto Varnelli di Cingoli dà spazio alle iniziative per formare i suoi alunni

I ragazzi e le ragazze dell'Istituto Superiore Alberghiero Varnelli di Cingoli hanno dimostrato le loro abilità nei diversi concorsi a cui hanno partecipato raggiungendo ottimi risultati. Tre le iniziative in cui la scuola si è distinta, l'alunno Shaban Nuti della classe 4 SB, guidato sapientemente dal prof. Paolo Napoli, ha conquistato il terzo posto con la realizzazione del cokctail "Kamikaze" a Orbetello lo scorso 7 marzo nel concorso "Iba Cocktails Competition" oragnizzato da AIBM Project a Porto Santo Stefano, concorso e seminari per gli istituti alberghieri, con la partecipazione di Bruno Varzan, personaggio televisivo e due volte campione del mondo di "flair".L'alunna Ajdini Fatlinda della classe 4 TA ha superato, invece, la selezione con il gruppo Loccioni per lo svolgimento dello stage presso la loro struttura. Inoltre c'è stata la partecipazione alla prima edizione dell'iniziativa "I giardini di marzo", una mostra mercato che si è svolta il 19 marzo a Porto Potenza Picena. L'Associazione ARA Ristoranti & Alberghi, insieme all'istituto Alberghiero "G. Varnelli" di Cingoli, hanno allestito uno stand diretto dal prof. Bruno Spaccia, con la collaborazione degli studenti delle classi quinte, sulla creazione di scultura di frutta. L'Istituto Varnelli di Cingoli continua a dimostrare la grande unione tra il mondo scolastico e il mondo reale, dando così l'opportunità ai propri studenti di poter avere una formazione a 360°, per essere più vicini al mondo del lavoro che li aspetta fuori dalla scuola.

Unicam, settimana dell'a FUCI: "Tra valutazione e riconoscimento del merito, quale progetto di Università?”

Unicam, settimana dell'a FUCI: "Tra valutazione e riconoscimento del merito, quale progetto di Università?”

Il 20 marzo è iniziato ufficialmente il viaggio della Federazione Universitaria Cattolica Italiana, con l’apertura della IX edizione della Settimana dell’Università e il lancio del video che descrive il viaggio che la Federazione sta intraprendendo tra le città di Camerino per l’evento nazionale della Settimana dell’Università,e Pavia e Vigevano, per il prossimo Congresso Nazionale di maggio. Molti anche gli eventi che, in questa ricca settimana, i gruppi Fuci di tutta Italia si stanno preparando a vivere nei loro Atenei. In particolare, il prossimo 22 marzo 2017 dalle ore 16, presso l’aula conferenze del Rettorato dell’Università di Camerino, in via A. D’Accorso 18, si terrà l’evento nazionale della IX edizione della Settimana dell’Università, che quest’anno avrà inizio il 20 marzo e si concluderà il 26 marzo, dedicata al tema “Tra valutazione e riconoscimento del merito, quale progetto di Università?”. La Federazione a Camerino e, nella stessa settimana, in tutti i gruppi fucini d’Italia, rifletterà sui salienti temi della valutazione della qualità della ricerca degli Atenei italiani e dell’importanza che assume il merito all’interno dell’attuale sistema universitario, per delineare quel progetto di Università, che ogni studente sogna e che, con le proprie idee, ogni giorno, ha il dovere e il compito di realizzare. Inoltre, la scelta di organizzare questo evento proprio nella città di Camerino non è stata casuale. Parlando di progetto di Università, la Federazione vuole ripartire proprio da un luogo, colpito duramente dagli ultimi eventi sismici, ma che non si arrende e in cui proprio la stessa Università si è resa protagonista della ricostruzione sia materiale che morale della città e, in particolare, dei suoi giovani studenti. All’evento interverranno illustri relatori tra cui,il Prof. Vincenzo Zara, Rettore dell'Università del Salento e Coordinatore della commissione per la didattica della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), che delineerà un quadro generale della situazione italiana sulla tematica della valutazione degli Atenei. Il Prof. Gian Cesare Romagnoli, Professore ordinario di Politica Economica nella Facoltà di Scienze Politiche dell’università degli Studi Roma Tre e Past President dell’AIDU, che interverrà sul valore del merito e il peso che esso ricopre in questo momento in Italia. La Dott.ssa Lucia Biondi, Ricercatore Confermato in Economia Aziendale presso il Dipartimento di Studi Aziendali dell'Università di Roma Tre, laureata in Economia e Commercio, Dottore di ricerca in Economia Aziendale, che si concentrerà maggiormente sui FFO (Fondo di Finanziamento Ordinario). Inoltre, ci saranno delle testimonianze da parte di alcuni volontari che hanno preso parte al progetto #iononcrollo, l’intervento del Prof. Massimo Sargolini, docente di urbanistica presso la Scuola di Architettura UNICAM e quello del Rettore, Flavio Corradini, che esporrà il progetto del #ilfuturononcrolla. Durante la conferenza interverrà anche  Mons. Francesco Giovanni Brugnaro, Arcivescovo di Camerino-San Severino Marche. Sarà sicuramente un importante momento di condivisione e riflessione sul mondo dell’Università e occasione di crescita per ognuno. Il gruppo Fuci di Camerino e la Presidenza Nazionale della F.U.C.I. vi attendono a Camerino per vivere insieme questa prima tappa del viaggio federativo appena iniziato e per essere protagonisti dell’ambiente che, da fucini, più ci caratterizza: l’Università.  

Unimc, studenti con dislessia alla prova con la lingua cinese

Unimc, studenti con dislessia alla prova con la lingua cinese

E’ partito oggi il corso “Dislessia e lingua cinese” organizzato dall’Università di Macerata all’interno del progetto “Inclusione 3.0”, di cui responsabile è Catia Giaconi, e dall’Istituto Confucio. Il corso è aperto a tutti gli studenti con dislessia dell’Ateneo e vuole essere una occasione per offrire una proposta di formazione, con specifiche e specialistiche accortezze didattiche, a studenti universitari con dislessia.Il progetto è stato presentato ufficialmente dall’Istituto Confucio in occasione della Conferenza Mondiale degli Istituti Confucio tenutasi a Kunming lo scorso dicembre, riscontrando un forte interesse internazionale e la proposta, pervenuta da più parti, di dar vita a un cartello globale di Istituti Confucio impegnati nella didattica di inclusione delle disabilità. A dimostrare forte interessamento è stata, in particolare, la St. Cloud State University del Minnesota, già attiva nell’insegnamento del cinese attraverso il linguaggio dei segni. “Numerose sono le ricerche scientifiche – ci riferisce la professoressa Giaconi – che tentano di dimostrare quale lingua straniera sia di più facile apprendimento per le persone con dislessia, come numerose sono le evidenze scientifiche che mappano le difficoltà di studenti con dislessia quando si confrontano con le lingue straniere. Lo scenario internazionale ci offre una via che vede la lingua cinese tra le lingue che potrebbe essere più idonee per gli studenti con dislessia. Con la preziosa collaborazione del professor Giorgio Trentin e del team dell’Istituto Confucio, vorremo esplorare questa via per offrire sia ulteriori spazi di formazione per i nostri studenti con dislessia, sia nuovi spazi di inclusione. Il taglio del corso prevede, infatti, la partecipazione anche di “compagni di studi” dei ragazzi con dislessia e una settimana di “esercizio della lingua” in Cina grazie alle borse offerte dall’Istituto Confucio. La nostra attenzione è quella di costruire, con gli esperti dell’Istituto Confucio tra cui Francesca Gesù e la docente madrelingua Fang Yuan, materiali specifici e mirate strategie didattiche che tengano conto delle specificità della lingua cinese e dei processi di insegnamento e apprendimento con studenti con dislessia”.

Olimpiadi di italiano 2017: il Divini alla finale Nazionale con Riccardo

Olimpiadi di italiano 2017: il Divini alla finale Nazionale con Riccardo

Riccardo Gianfelici, studente della classe IIA dell’Istituto tecnico tecnologico “Eustachio Divini” di San Severino Marche, parteciperà alla finale nazionale delle Olimpiadi di Italiano 2017, che si terrà a Torino in occasione delle Giornate della lingua italiana dal 5 al 7 aprile 2017. La gara, a cui partecipano 1110 scuole per un totale di 57557 studenti, ha visto Riccardo classificarsi primo in Italia tra gli alunni del primo biennio degli istituti tecnici nel corso della fase regionale.

Unicam aderisce all'UniStem Day 2017 sulle cellule staminali - FOTO - VIDEO -

Unicam aderisce all'UniStem Day 2017 sulle cellule staminali - FOTO - VIDEO -

L'Università di Camerino ha aderito con entusiasmo all'iniziativa UniStem Day 2017, la giornata di divulgazione della ricerca sulle cellule staminali, rivolta interamente agli studenti delle scuole superiori. Si è trattato di un'occasione importante per diffondere e valorizzare la conoscenza scientifica e la ricerca facendo chiarezza sul tema delle cellule staminali. Nel ricco programma della giornata sono interventuti la prof.ssa Valeria Polzonetti, la prof.ssa Gabriella Gabrielli, il dr. Andrea Marchegiani di Medicina Veterinaria e la prof.ssa di Bioetica Giovanna Ricci della Scuola di Giurisprudenza. "La medicina legale è la materia più vicina a coniugare la medicina e la legge, la normativa deve essere vicina alla medicina. Il compito del medico legale è analizzare i progressi scientifici che si rapportano alla vita, in sostanza la Bioetica", così racconta la Prof.ssa Ricci. "E dove non riesce ad arrivare il singolo deve arrivare la comunità".  Il professor Marchegiani invece chiarisce perchè un medico veterinario lavori all'UniStem: "Perchè anche i veterinari dialogano con le cellule staminali. La medicina veterinaria è quella scienza che si occupa della salute e del benessere degli animali e tutela la salute dell'uomo, prevenendo e controllando le malattie che gli animali possono trasmettere all'uomo". A conclusione della giornata i ragazzi sono stati i protagonisti dell'iniziativa presentando il lavoro realizzato sul tema delle cellule staminali nel corso delle attività scolastiche. I migliori lavori sono stati premiati dal Rettore Flavio Corradini, il quale ha ringraziato tutti i ragazzi presenti e i colleghi e colleghe che sono intervenuti, concludendo con una frase rivolta ai ragazzi: "State insieme, fate quello che abbiamo visto oggi in quest'iniziativa, la nostra società ha bisogno di gente che si guarda negli occhi".  

Lezioni di legalità per gli studenti della scuola Dante Alighieri

Lezioni di legalità per gli studenti della scuola Dante Alighieri

Ieri mattina si è svolta una lezione di Legalità rivolta agli studenti  della Scuola Secondaria di primo grado “Dante Alighieri” che accompagnati dalle loro insegnanti e dalla Dirigente Scolastica D.ssa Rita Emiliozzi, si sono recati in visita alla Questura di Macerata dove sono stati ricevuti dal Questore dr. Giancarlo Pallini e dal Capo di Gabinetto dr. Edoardo Polce. Nel corso dell’incontro che rientra nel progetto di “Educazione alla Legalita’” promosso dalla Polizia di Stato e rivolto  giovani, agli studenti della “dante Alighieri” attraverso dimostrazioni pratiche è stata illustrata l’attività di alcuni reparti della Polizia di Stato ed in particolare della Polizia Scientifica. Gli agenti hanno mostrato ai ragazzi come la Polizia interviene in un luogo ove è stato commesso un reato e quali tecniche vengono adottate ai fini dell’individuazione  di eventuali tracce lasciate dal malvivente e le modalità con le quali queste vengono prelevate e conservate ai fini del proseguo dell’attività d’indagine. A seguire interessantissimo l’intervento del Dr. Paolo NANNI dell’ASUR Marche Area Vasta 3 Dipartimento per le dipendenze patologiche il quale ha illustrato ai ragazzi i pericoli che possono derivare da un uso scorretto dei social e della rete internet in generale. Infine,  ai ragazzi è stato mostrato il poligono di tiro all’interno del quale oltre a mostrare come si svolge una lezione di addestramento al tiro, è stata sottolineata la pericolosità delle armi e forniti consigli per non correre rischi.  

"La Musica incontra la Scuola": si apre la V edizione dellla rassegna curata dal M° Corretti

"La Musica incontra la Scuola": si apre la V edizione dellla rassegna curata dal M° Corretti

Nonostante le difficoltà legate al sisma, l’istituto musicale Biondi continua a promuovere attività musicali rivolte principalmente ai giovani. Una di queste è la rassegna “La Musica Incontra la scuola” curata dal M° Vincenzo Correnti con il contributo del Comune di Camerino che negli anni passati ha riscosso un notevole successo e che anche in per questo anno scolastico viene organizzata con una nuova formula. Infatti a differenza della altre edizioni dove gli alunni delle varie scuole raggiungevano la Sala Consiliare del Comune per assistere alle lezioni concerto, questa volta saranno gli stessi artisti che entreranno nelle scuole. Il primo incontro è previsto per sabato 18 Marzo alle ore 9,30 presso l’I.P.S.I.A.”G.Ercoli” di Camerino ed è rivolto agli alunni dello stesso istituto. Come detto dal M° Vincenzo Correnti è doveroso iniziare presso questo istituto anche come segno riconoscenza verso  l’I.P.S.I.A.”G.Ercoli” che dal 1 Dicembre 2016 ospita durante i pomeriggi le lezioni dell’istituto musicale Biondi attualmente senza sede. “Il mio Henghel” è il concerto – spettacolo che gli alunni potranno ascoltare e godere sabato prossimo. Un percorso tra musica e ricordi narrato dallo stesso m° Vincenzo Correnti che ha avuto la fortuna di collaborare con Henghel Gualdi, musicista e clarinettista italiano, molto conosciuto anche all’estero e da molti ritenuto il miglior clarinettista jazz italiano di tutti i tempi. Un viaggio musicale attraverso i brani più celebri e i cavalli di battaglia di Henghel Gualdi , il clarinettista e compositore italiano legato al jazz tradizionale, ma che ha saputo immettere nella propria musica anche elementi della tradizione popolare della sua terra, l'Emilia e le composizioni scritte a quattro mani dal grande maestro e l'allora giovane Vincenzo Correnti. I musicisti che accompagneranno il clarinettista camerte sono tuti giovani camerti che hanno iniziato i loro studi musicali presso l’istituto musicale Biondi e che oggi diplomati sono a loro volta insegnanti presso lo stesso istituto: Chiara Ercoli (pianoforte) Matteo Morosi (Trombone) Andrea Passini (Contrabasso) Giacomo Correnti ( Batteria) I prossimi incontri come le passate edizioni saranno rivolti agli alunni delle scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado.

Unicam, “Comunicazioni satellitari a prova di catastrofe”: questa la tesi di dottorato discussa oggi in Ateneo

Unicam, “Comunicazioni satellitari a prova di catastrofe”: questa la tesi di dottorato discussa oggi in Ateneo

Il dott. Luca Marconi, laureato Unicam in Fisica, ha discusso stamattina in Ateneo la tesi di dottorato di ricerca su “Disaster-proof Satellite Communication” (Comunicazioni satellitari a prova di catastrofe). Il dott. Marconi ha seguito il curriculum di dottorato della School of Advanced Studies di Unicam in Physics sotto la supervisione del prof. Fabio Marchesoni, docente della sezione di Fisica della Scuola di Scienze e Tecnologie. Il suo lavoro di tesi si è svolto, invece, presso la PMB Tecno di Osimo (AN). La PMB opera nel settore delle telecomunicazioni e dei sistemi avanzati di sicurezza, dove ha conquistato una posizione di leader (http://www.pmbtecno.com/). La borsa di dottorato del dott. Marconi è stata finanziata congiuntamente da UNICAM e da PMB Tecno, nel quadro dei nuovi “dottorati industriali” previsti dalla recente normativa ministeriale volta a favorire il trasferimento tecnologico tra università e industria. Il lavoro di ricerca oggetto della tesi tratta una tematica estremamente interessante ed attuale: l’obiettivo era la progettazione e realizzazione di nuovi sistemi di trasmissione dati tra veicoli o persone impiegate in operazioni di soccorso e loro tracciamento satellitare, in campo sia civile sia militare. Gli attuali sistemi di comunicazione via satellite presentano alcune difficoltà (antenne di trasmissione di grandi dimensioni o larghezza di banda limitata), che sono invece superate dal progetto elaborato dal dott. Marconi, che si propone di studiare e implementare un sistema di localizzazione satellitare a bassa orbita, eliminando la necessità di connessione con una sede centrale. Tale nuovo prodotto è stato sviluppato in modo da funzionare in connessione con la rete satellitare IRIDIUM, il che consente una copertura globale, anche quando la normale rete internet sia messa fuori uso da catastrofi naturali (come i terremoti), eventi bellici o attacchi terroristici. “Proprio per poter sfruttare al meglio le caratteristiche della rete IRIDIUM, - ha sottolineato il dott. Marconi – abbiamo sviluppato un componente hardware, una antenna, ed uno specifico software per ottimizzare la trasmissione dei dati. Abbiamo quindi realizzato un prototipo di sistema di comunicazione, per il quale la PMB Tecno ha depositato domanda di brevetto internazionale negli Stati Uniti”. Il lavoro seguìto nell’ambito di questa tesi di dottorato rappresenta una ulteriore conferma dell’impegno da tempo profuso dall’Ateneo in progetti di ricerca che hanno poi una ricaduta sul territorio, in questo caso su una tematica estremamente importante quale è la prevenzione sismica. L’incontro, che si è tenuto presso la sala convegni del Rettorato, si è aperto con i saluti del Rettore Unicam Flavio Corradini, cui sono seguiti gli interventi del prof. Emanuele Tondi su “I terremoti dell’estate-autunno 2016: dall’emergenza alla prevenzione”, e del prof. Fabio Marchesoni su “La previsione dei terremoti: problema scientifico e sfida politica”. Il dottor Marconi ha poi discusso la tesi davanti alla Commissione, che al termine lo ho proclamato Dottore di Ricerca in Fisica.

Appignano, si parla di dipendenze patologiche con i ragazzi del "Luca della Robbia"

Appignano, si parla di dipendenze patologiche con i ragazzi del "Luca della Robbia"

Continua l'impegno del Sindaco Osvaldo Messi e dell'Amministrazione Comunale di Appignano nell'affrontare le problematiche relative all'età evolutiva e nell'organizzare attività formative ed informative sulle tematiche di prevenzione dalle dipendenze patologiche: alcol, droghe,  gioco d'azzardo, dipendenza digitale e cyber bullismo. Argomenti che verranno affrontati con i ragazzi della scuola secondaria di I grado, con  alcune classi della scuola primaria e, in seguito, anche con la cittadinanza grazie alla collaborazione di Paolo Nanni del Dipartimento Dipendenze Patologiche - Area Vasta 3 e dell'associazione Glatad di Tolentino. È già iniziata un'attività informativa per i ragazzi dell’istituto comprensivo “Luca della Robbia” di Appignano su “Cosa sai dell'alcol?” con la dott.ssa Valeria Cegna dell'associazione Glatad, anche grazie alla sensibilità della dirigente scolastica  Angela Navazio. Ieri (mercoledì 15 marzo) si è tenuto un importante incontro sulla dipendenza digitale, cyber bullismo e sicurezza informatica, tematiche affrontate dall'ispettore Daniele della polizia postale e da Nanni, coordinatore del DDP di Macerata. Presente anche il maresciallo dei carabinieri Bianchi. Molto interessati i ragazzi della secondaria di I grado che sono intervenuti alla discussione con coerenza e criticità. I prossimi appuntamenti riguarderanno “Sostanze e le loro conseguenze neuropsicologiche” con il dott. Enrico Gasparrini, “Bullismo” con il giornalista e scrittore Diego Mecenero e “Relazioni e dialogo” con l'associazione Glatad.  «Non possiamo rimanere indifferenti a certe problematiche e attendere che sia sempre qualcun altro a doverle risolvere - dice il consigliere Natascia Compagnucci con delega alle problematiche dell'età evolutiva - La prevenzione di comportamenti a rischio riguardo alcol, droghe e altre moderne forme di dipendenza è una priorità assoluta, è importante informare i ragazzi e aiutarli a sviluppare un pensiero critico su queste tematiche, ed è altrettanto importante che i genitori riprendano il “loro ruolo” con maggiore consapevolezza». L’attività dell'Amministrazione Comunale continuerà anche con una tavola rotonda rivolta ai genitori e a tutta la popolazione sulle dipendenze, e altri importanti appuntamenti come  “Art-Walking” e “La vita si suda”, giornata dedicata allo sport e al gioco sano grazie alla collaborazione del  DDP AV3.    

L'Università di Camerino protagonista della Giornata Europea dedicata alla ricerca sulle cellule staminali

L'Università di Camerino protagonista della Giornata Europea dedicata alla ricerca sulle cellule staminali

L’Università di Camerino aderisce anche quest’anno all’iniziativa UniStem Day 2017, la giornata di divulgazione della ricerca sulle cellule staminali, giunta all’ ottava edizione e rivolta interamente agli studenti delle scuole superiori. UniStem Day, in programma per venerdì 17 marzo, è un’iniziativa nata nel 2009 all’Università di Milano che è ormai uno dei più grandi eventi di divulgazione scientifica a livello europeo. Un’occasione per diffondere e valorizzare la conoscenza scientifica e la ricerca, facendo chiarezza sul tema delle cellule staminali. Lezioni, filmati, dibattiti, visite ai laboratori ed eventi ricreativi aiuteranno gli studenti ad avvicinarsi al metodo scientifico, a scoprire come funziona la ricerca scientifica nella speranza di poter trasmettere loro una sana passione per la scienza. Quest’anno ben 75 tra Atenei e Centri di Ricerca prenderanno parte agli eventi sparsi in tutta Europa: a Italia, Spagna, Regno Unito e Svezia, si sono uniti anche Serbia, Polonia, Danimarca e Germania, per un totale di oltre 400 relatori e organizzatori coinvolti e una platea che quest’anno raggiungerà il numero record di 27.000 studenti delle scuole superiori Ricco anche il programma di Camerino. I lavori saranno aperti dalle professoresse Gabriella Gabrielli e Valeria Polzonetti, della Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria.Seguirà poi  un momento di dibattito con circa 300 studenti delle scuole superiori che saranno presenti all’auditorium Benedetto XIII, con il contributo di alcuni giovani ricercatori Unicam che si occupano di cellule staminali sotto diversi aspetti. Durante la mattinata le classi saranno impegnate anche in un gioco che vedrà gli studenti coinvolti in un quiz a suon di domande sulla scienza. A conclusione della giornata poi i ragazzi saranno ancora protagonisti: ogni classe partecipante presenterà il lavoro che ha realizzato nel corso delle attività scolastiche sul tema delle cellule staminali e prenderanno parte ad una sessione di poster descrittivi del loro lavoro. Al termine ci sarà l’intervento del Rettore Prof. Flavio Corradini che procederà anche alla premiazione dei migliori lavori presentati. “Abbiamo aderito anche quest’anno con entusiasmo all’iniziativa – hanno dichiarato le docenti Valeria Polzonetti e Gabriella Gabrielli – perché riteniamo che sia un’ottima occasione di divulgazione scientifica su argomenti di cui in questo momento si discute molto. I ricercatori Unicam sono impegnati su diversi filoni di ricerca che riguardano le cellule staminali in diversi ambiti disciplinari, che vanno dalla biologia alla veterinaria, dalla farmacia all’ambito giuridico, e credo possano essere di aiuto in questa giornata per far vivere ai giovani partecipanti un momento di scoperta, confronto e avvicinamento alla scienza e a tutti gli aspetti ad essa connessi”.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433