Scuola e università

Corridonia, i Carabinieri tra i banchi di scuola per diffondere la "cultura della legalità"

Corridonia, i Carabinieri tra i banchi di scuola per diffondere la "cultura della legalità"

Il luogotenente Aringoli, comandante della stazione carabinieri di Corridonia, ha incontrato gli alunni della scuola primaria della frazione “San Claudio” nell’ambito della diffusione della “cultura della legalità”.  Agli scolari della quinta elementare, il luogotenente ha parlato del fenomeno del bullismo, argomento di estrema attualità. In parole semplici ai giovanissimi sono stati illustrate le conseguenze del fenomeno che si è esteso anche al web, piattaforma alla quale anche i più piccoli, nativi digitali, si approcciano con facilità. Si è percepito molto interesse all’argomento e gli incontri presso le scuole di ogni ordine e grado proseguiranno anche prossimamente.  

Macerata, caccia al tesoro artistica al Liceo "Cantalamessa" (FOTO)

Macerata, caccia al tesoro artistica al Liceo "Cantalamessa" (FOTO)

Mercoledì 17 Aprile 2019 al Liceo Artistico “G.Cantalamessa” di Macerata si è svolta “THE ARTISTIC TREASURE HUNT” (La caccia al tesoro artistica) in cui sono state coinvolte tutte le classi seconde dell’istituto. La preparazione dell’evento è stata affidata agli studenti della classe 3D della sezione Audivisivo Multimediale che hanno provveduto alla mappatura degli indizi, al servizio video e fotografico con la collaborazione del prof. Izzo e sono stati nominati giudici di gara di ogni squadra partecipante, affinché controllassero il regolare svolgimento della stessa. Un particolare ringraziamento va a Rebecca Sbrancia ed Umberto Olivi. I premi che sono stati assegnati alle prime sette squadre classificate sono stati sapientemente preparati dalla sezione Discipline Plastiche e Scultoree  dai proff. Marco Franchini ed Elisabetta Bossoletti che hanno seguito gli studenti della classe 2F  nella progettazione e realizzazione e dalla  prof.ssa Tiziana Tommassetti di Arti Figurative per la decorazione di alcuni di essi. La prof.ssa Eliana Montebello che ha ideato il progetto desiderava che fosse un momento di edutainment e tutti insieme si è riusciti nell’intento, cioè quello di vedere i ragazzi, presi e motivati ad affrontare un’attività nuova ed a parlare in inglese per decifrare i vari “clues” scritti ovviamente in inglese. Bello percepire la coesione di ogni team con la voglia di vincere senza prevaricare l’altro ed arrivare al momento della premiazione con la consapevolezza di aver giocato correttamente. Prima classificata è risultata la squadra rossa della 2E,  seconda classificata la squadra arancione della 2E, terza classificata la squadra lilla della 2B ed ex aequo la squadra bluette della stessa classe, quarta classificata la squadra ocra della 2D, quinta la squadra fucsia della 2F, sesta la squadra rosa della 2C e settima la squadra celeste della 2D. Infine, a sorpresa, è “comparso” un uovo di Pasqua gigante, per poter mettere ancora in pratica una vera inclusione ed aggregazione tra studenti, docenti e personale ATA e scambiarsi gli auguri di una Buona Pasqua che il Liceo estende a tutti.

Appignano, una giornata con i Carabinieri per gli alunni dell'Istituto "Della Robbia" all'insegna della legalità

Appignano, una giornata con i Carabinieri per gli alunni dell'Istituto "Della Robbia" all'insegna della legalità

Gli alunni e gli scolari dell’Istituto Comprensivo “Luca Della Robbia” di Appignano, hanno voluto trascorrere due giorni con i carabinieri, per vedere “da vicino” il loro lavoro. E così, in questa settimana, circa 80 ragazzi delle medie e delle elementari dell’istituto, hanno raggiunto la sede del comando provinciale dei carabinieri per un incontro in nome della diffusione della “cultura della legalità”. Ai giovanissimi, accompagnati dalle loro insegnanti, sono state illustrate le attività ma soprattutto il ruolo dell’arma quale Istituzione dello Stato. In parole semplici ai ragazzi è stata definita l’importanza delle Istituzioni, dei loro ruoli ed in particolare dell’arma dei carabinieri, a difesa della comunità da 205 anni.  È stato evidente l’entusiasmo dei ragazzini per essere stati per un giorno a stretto contatto con i carabinieri e particolare interesse lo hanno dimostrato nel vedere all’opera il nucleo dei cinofili. Gli incontri con gli studenti di ogni ordine e grado proseguiranno anche in prossimità della fine dell’anno scolastico.

Ottimo piazzamento per gli studenti dell’ITE di Macerata alle Olimpiadi delle Scienze naturali

Ottimo piazzamento per gli studenti dell’ITE di Macerata alle Olimpiadi delle Scienze naturali

Ancora un successo per l’ITE “A. Gentili di Macerata. Gli alunni Sofia Compagnucci e Sebastiano Compagnucci, frequentanti la classe 2°A, si sono classificati rispettivamente al secondo e al terzo posto, per la sezione Istituti Tecnici, nella fase regionale dell’edizione 2019 delle Olimpiadi delle scienze naturali che si è svolta a Senigallia il 27 marzo. La competizione, nata nel 2002 con l’obiettivo di fornire agli studenti un'opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali, è diventata nel corso degli anni, per i ragazzi che vi partecipano, anche un'occasione per conoscere coetanei provenienti da tutta Italia che condividono gli stessi interessi e per creare fra di loro legami di amicizia che spesso proseguono oltre il tempo della manifestazione. Le prove regionali hanno visto cimentarsi gli alunni del primo biennio, provenienti da 60 diverse scuole della Regione, su 30 domande raggruppate in più sezioni e vertenti ciascuna su un argomento di Biologia o Scienze della Terra. Una bella esperienza per i ragazzi e una grande soddisfazione per la loro docente, prof.ssa Rosella Ancillai.

"Ricci" di Macerata, Unicam ricorda i 150 anni dall'ideazione della tavola periodica

"Ricci" di Macerata, Unicam ricorda i 150 anni dall'ideazione della tavola periodica

Non poteva sfuggire ai futuri tecnici del settore ambientale e sanitario dell’I.I.S. “Matteo Ricci” di Macerata un prestigioso compleanno: a 150 anni dalla sua ideazione l’ONU ha proclamato il 2019 “Anno della tavola periodica”. Per questo le studentesse e gli studenti delle classi terze dell’indirizzo Chimica Materiali Biotecnologie hanno incontrato la prof.ssa Rossana Galassi dell’Università di Camerino, che ha illustrato loro la valenza dell’opera elaborata nel 1869 dal russo Dmitrij Ivanovic Mendeleev, prospetto di imprescindibile riferimento nel quale sono ordinati gli elementi noti fino ad allora, in base alla massa atomica crescente. Altri studiosi operarono alla successiva messa a punto della tavola ma a Mendeleev va dato il merito della felice intuizione nel lasciare spazi vuoti tra i simboli chimici, certo che altri si sarebbero aggiunti nel corso delle ricerche. L’Istituto, diretto da Rita Emiliozzi, si avvale della collaborazione pluriennale di UNICAM aderendo ad iniziative formative ed orientative, fra cui il progetto “Lauree Scientifiche” nel quale ha trovato collocazione questo importante momento didattico.

A Camerino "La scuola incontra l'arco" (FOTO)

A Camerino "La scuola incontra l'arco" (FOTO)

La scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “Ugo Betti” di Camerino, nell’ambito del Progetto “Alla corte dei Da Varano: impara l’arte e …”, nato con l’intento di favorire le attività intra scolastiche che realizzino la funzione della Scuola come centro di produzione culturale, storica, sociale e civile, è lieta di presentare "La Scuola Incontra l'Arco", in collaborazione con l’associazione Aspidum Sagittas Asd di Camerino. Quest’ultima è stata fondata nel 2018. Sebbene giovane, vanta già attività di promozione e d'avvicinamento al tiro con l’arco in eventi ludici, feste e rievocazioni storiche in diversi comuni delle Marche, affiancando all'esercizio del tiro con l'arco laboratori per bambini per la creazione di bersagli o nella costruzione delle frecce come "La notte dei lupi a Montemonaco e Borgo in gioco a Sarnano”. Nelle rievocazioni storiche presenzia con accampamenti storici curando tutti i dettagli dei piccoli stazionamenti medioevali. A scuola porta attività di insegnamento di Pratica di tiro dai più piccini agli adulti, con la presenza di un tecnico educatore sportivo U.I.S.P. e un tecnico secondo livello A.S.I. specializzati nell'arte arcieristica. L'associazione Aspidum Sagittas vuole porre attenzione alla storia e all'evoluzione del tiro con l'arco, sia nel cambiamento dei materiali utilizzati sia nella didattica del tiro stesso, piccole lezioni di storia sulle abitudini degli arcieri attraverso i secoli e con la prova del tiro con lìarco. “Ho sempre ritenuto fondamentale in qualsiasi disciplina capire e conoscere come questa sia nata ed evoluta e si sia sviluppata attraverso il tempo”, afferma Andrea Ercoli, fondatore, presidente e maestro-istruttore dell’associazione. 

Macerata, all'ITE "Gentili" le selezioni territoriali delle Olimpiadi di Informatica 2019

Macerata, all'ITE "Gentili" le selezioni territoriali delle Olimpiadi di Informatica 2019

Ieri, martedì 16 aprile, si è svolta in tutta Italia la selezione territoriale delle Olimpiadi di Informatica 2019 e l''ITE “A. Gentili” di Macerata ha rappresentato la sede per le Marche sud.  Hanno partecipato 23 studenti provenienti dall'IIS Fermi-Sacconi-Ceci di Ascoli Piceno, dall'IIS di Amandola, dall'ITI Montani di Fermo, dall'IIS Carlo Urbani di Porto Sant'Elpidio, dall'ITE Gentili di Macerata, dall'IT Divini di San Severino, dall'IIS Francesco Filelfo di Tolentino. Gli alunni presenti sono i vincitori delle selezioni scolastiche che si sono svolte a novembre 2018. Chi di loro supererà la prova parteciperà alla gara nazionale ed eventualmente andrà a far parte della squadra Italiana per la competizione internazionale.Obiettivo della gara è verificare le capacità dei partecipanti nel risolvere problemi mediante la scrittura di programmi secondo lo stile delle Olimpiadi Internazionali di Informatica. I problemi da risolvere sono simili a quelli proposti in sede internazionale, anche se mediamente più semplici. I docenti di Informatica dell’Istituto hanno predisposto l’ambiente di sviluppo e accolto gli studenti partecipanti. Le prove saranno valutate dal comitato Olimpionico Nazionale e i risultati degli atleti ammessi alle OII 2019 saranno pubblicati il 9 maggio.  

Confindustria Macerata, alternanza 4.0: oltre 100 docenti in formazione presso le aziende della provincia

Confindustria Macerata, alternanza 4.0: oltre 100 docenti in formazione presso le aziende della provincia

Confindustria Macerata, nell’ambito del trentennale impegno nell’ambito della Scuola, partecipa al Progetto Alternanza 4.0 promosso  da Confindustria Marche e dall’Ufficio Scolastico regionale, una progettualità  che coinvolge circa 280 tra docenti, dirigenti scolastici e referenti aziendali, 73 istituti scolastici e 45 aziende su tutto il territorio regionale,  in   percorsi  formativi  finalizzati a  rafforzare il “modello marchigiano” di alternanza scuola/lavoro. “In un mondo globalizzato dove le imprese  stanno “cambiando pelle”  attraverso  la digitalizzazione e nuovi approcci  al mercato - sottolinea l’imprenditrice Francesca Orlandi Delegata al Progetto Scuola del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Macerata, sono indispensabili  nuove competenze capaci di coprire i reali fabbisogni occupazionali.  Il coinvolgimento dei Docenti nell’Alternanza è basilare e strategico al fine di assicurare alla Scuola quel rinnovamento didattico adeguato a garantire ai giovani un futuro migliore e alle imprese risorse capaci di vincere  le nuove sfide competitive. Un particolare ringraziamento va   ai docenti coinvolti, al  Direttore Generale dell’Ufficio scolastico regionale Marco Ugo Filisetti e al presidente di Confindustria Marche Claudio Schiavoni  per il lavoro svolto e che hanno  creduto fortemente nel progetto, favorendo una relazione più strutturata fra scuole ed aziende”.

Macerata, a scuola con la Guardia di Finanza: cultura della legalità economica al centro del progetto

Macerata, a scuola con la Guardia di Finanza: cultura della legalità economica al centro del progetto

Oggi, presso l’Istituto Scolastico I.I.S. "Matteo Ricci " di Macerata si è tenuto un incontro delle Fiamme Gialle con gli studenti per parlare di cultura della legalità economica nell’ambito della quinta edizione del Progetto. È un’iniziativa che trae origine da un Protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca finalizzata a promuovere, nell’ambito dell’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, un programma di attività a favore degli studenti della scuola primaria e secondaria. L’intento è di far maturare la consapevolezza del valore della legalità economica, con particolare riferimento alla prevenzione dell’evasione fiscale e dello sperpero di risorse pubbliche, delle falsificazioni, della contraffazione, nonché dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Di concerto con il predetto Dicastero, è stato così sviluppato il progetto denominato “Educazione alla legalità economica” che, anche per l’anno scolastico 2018/2019, prevede l’organizzazione, a livello nazionale, di incontri presso le scuole orientati a: creare e diffondere il concetto di “sicurezza economica e finanziaria”; affermare il messaggio della “convenienza” della legalità economico-finanziaria; stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del delicato ruolo rivestito dal Corpo, quale organo di polizia vicino a tutti i cittadini, di cui tutela il bene fondamentale delle libertà economiche. All’iniziativa è abbinato un concorso denominato “Insieme per la legalità” che ha lo scopo di sensibilizzare i giovani, tramite il coinvolgimento delle scuole, sul valore civile ed educativo della legalità economica, nonché in merito alle attività svolte dal Corpo in tali settori, favorendo la loro espressione libera, creativa e spontanea sulla tematica. L’incontro, cui ha preso parte la Dirigente Scolastica - Prof.ssa Rita Emiliozzi, è stato tenuto dal Comandante del Nucleo di Polizia Economica-Finanziaria di Macerata – Ten. Col. Andrea Magliozzi e dal Comandante della Compagnia di Macerata – Cap. Emilio Fuscellaro, ha visto la partecipazione di circa 250 alunni. Durante l’evento c’è stata anche la dimostrazione delle unità cinofile della Compagnia di Civitanova Marche.

Civitanova Classica: l'Orchestra Filarmonica Marchigiana si esibisce per gli alunni della "Mestica"

Civitanova Classica: l'Orchestra Filarmonica Marchigiana si esibisce per gli alunni della "Mestica"

L’Orchestra Filarmonica Marchigiana nelle scuole. Dopo gli educational riservati agli studenti dei Comuni dell’entroterra maceratese, questa volta la FORM entra nella scuola media “E. Mestica”.  L’appuntamento fa parte del cartellone di Civitanova Classica Piano Festival, rassegna ideata e diretta da Lorenzo Di Bella, ed è riservato ad alunni, genitori e docenti dell’Istituto Comprensivo “Via Tacito” di Civitanova Marche. Domani 17 aprile, la Filarmonica Marchigiana si esibisce nell’auditorium della scuola con Archi, Fiati (legni, ottoni), dove son le percussioni? Tema, variazioni e…fughe per il progetto scuola. Un viaggio, accompagnati da un mediatore, all’interno del suono e dell’orchestra per conoscere, at-traverso l’ironia e il divertimento, le varie famiglie strumentali: le loro specificità tecniche e timbri-che, i loro caratteri espressivi. “Montare” e “smontare” la ricca tavolozza orchestrale fra corde, tubi e tamburi vibranti per scoprire come il suono si trasforma in musica, come la materia diventa forma, giocando con i temi di Rossini, Bach, Strauss, Bizet, Joplin, Mozart (e altri a sorpresa), e attraversando le epoche, i generi e gli stili più diversi.    

Macerata, Enrico Damiani è il nuovo direttore della Scuola di specializzazione per le professioni legali

Macerata, Enrico Damiani è il nuovo direttore della Scuola di specializzazione per le professioni legali

Lunedì 15 aprile 2019 si è riunito il Consiglio Direttivo della Scuola di specializzazione per le professioni legali, nominato con D.R. n. 75 del 5.3.2019 per il quadriennio 2019-2022. All’unanimità sono stati nominati Direttore della Scuola il Prof. Enrico Damiani, e vice Direttore la Prof.ssa Antonella Merli. Il Prof. Carlo Piergallini nella sua qualità di decano ha illustrato sinteticamente un progetto di rilancio della Scuola volto a dare maggiore rilevanza alla preparazione per gli scritti del concorso in magistratura e dell’esame di stato da Avvocato. Tutto il Consiglio ha condiviso tale nuova linea programmatica. Il prof. Enrico Damiani, nell’esprimere apprezzamento per l’operato svolto dal precedente Direttore Prof. Luca Barchiesi, ha ringraziato il Consiglio per la fiducia accordata e ha da subito iniziato ad attivarsi per consentire un proficuo funzionamento della Scuola. Il Consiglio costituitosi era così composto: Università di Macerata: Prof. Carlo Piergallini, Prof. Enrico Damiani, Prof. Stefano Villamena Università di Camerino: Prof. Fabio Maria Grifantini, Prof.ssa Antonella Merli, Prof. Francesco Rizzo Avvocati: Avv. Maria Cristina Ottavianoni, Avv. Leide Polci, Notai: dott. Michele Gentilucci, dott. Benedetto Sciapichetti, Magistrati: dott. Corrado Ascoli, dott. Ruggiero Dicuonzo.

“ACQUA A 360°”: un progetto della scuola secondaria di I grado di Morrovalle

“ACQUA A 360°”: un progetto della scuola secondaria di I grado di Morrovalle

Si è parlato molto di scuola pubblica, in questi ultimi tempi, spesso con toni negativi, ma per conoscere bene come essa funziona e quali ne possano essere le eccellenze, è bene entrare all’interno di un Istituto scolastico e verificarne la sua offerta formativa. L’Istituto Comprensivo di Morrovalle, una struttura scolastica complessa della provincia di Macerata, con circa 1000 alunni, ha sviluppato dall’inizio dell’anno scolastico 2018/2019 un progetto particolarmente significativo dal titolo “ACQUA A 360°” che ha coinvolto gli alunni della scuola secondaria di I grado “L.Canale”.  Referente del progetto il professor Ettore Bondioli, docente di scienze motorie dell’istituto, che si è detto particolarmente contento e orgoglioso di tale scelta didattico – formativa nell’ottica di uno sviluppo delle conoscenze e competenze  scientifiche e delle capacità motorie in acqua attraverso tecniche natatorie e di conduzione di barche a vela; tutto ciò finalizzato anche all’acquisizione di una maggiore sicurezza personale in mare. Il progetto è stato articolato in tre diverse fasi:  • “A scuola di nuoto”: un ciclo di 10 lezioni di nuoto presso la piscina “Il Grillo” di Civitanova Marche;   • “Vela che passione”: 4 ore di lezioni teoriche svolte in classe su tecniche di conduzione della barca a vela e due uscite pratiche in mare avvalendosi della collaborazione del Club Vela di Civitanova Marche;  • “Acqua sorgente di vita”: approfondimenti in laboratorio di scienze, per analizzare e comprendere l’importanza dell’acqua come elemento vitale del nostro pianeta. La prima fase del Progetto si è conclusa, domenica 7 Aprile 2019, presso la struttura “Il Grillo” di Civitanova, un evento durante il quale gli alunni hanno svolto in acqua molti esercizi in forma ludica e tecnica, dimostrando i loro progressi sotto gli sguardi compiaciuti dei propri genitori. Al termine è stato consegnato dal Dirigente Scolastico, prof. Claudio Mengoni, un attestato-diploma.  Un modo di fare scuola e formazione in maniera qualificata.  

Macerata, gli studenti dell’Istituto Agrario in visita all'azienda montana di Michela Paris

Macerata, gli studenti dell’Istituto Agrario in visita all'azienda montana di Michela Paris

Seconda fase del progetto "Sibillini alla riscossa. Wow in tutte le lingue del mondo!" per l’Istituto Agrario di Macerata. Dopo l’incontro di febbraio con il blogger, promotore del territorio, Luca Tombesi, gli alunni delle classi 3A e 3E hanno proseguito il programma con la visita all’allevamento della pecora sopravissana di Michela Paris ad Ussita e l’escursione, accompagnati da Bruno Olivieri del CAI di Macerata, alla scoperta del santuario di Macereto verso il Valico delle Arette, uno dei punti più panoramici dei Sibillini. Il progetto ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio naturalistico e agroalimentare dei monti marchigiani e stimolare il turismo scolastico verso l’entroterra e la fruizione consapevole del proprio territorio. L’ultima fase ora prevede una relazione da parte degli studenti sull’esperienza e un video-racconto di massimo due minuti.  

Urbisaglia e Loro Piceno, grande successo tra gli studenti per il progetto didattico "ALUGAME"

Urbisaglia e Loro Piceno, grande successo tra gli studenti per il progetto didattico "ALUGAME"

Risparmio energetico, corretta raccolta differenziata e sostenibilità ambientale sono argomenti che da tempo interessano cittadini responsabili che cercano quotidianamente di adottare metodi che possano contribuire alla salvaguardia del mondo in cui viviamo. Avvicinare e sensibilizzare le giovani generazioni a queste tematiche e far si che entrino nel loro “fare” quotidiano è fondamentale. Il Consorzio Nazionale CIAL ha individuato una formula vincente che permette ai ragazzi di “studiare-divertendosi”: tutto questo è possibile attraverso ALUGAME. Il progetto, che sta coinvolgendo le Scuole Secondarie di I grado della regione Marche, prevede una didattica interattiva e coinvolgente condotta dal relatore Alvin Crescini e una fase successiva di verifica, attraverso il quiz multi-risposta. Un connubio vincente che vede gli studenti coinvolti in una sana competizione e soprattutto attenti durante la lezione non frontale. Sabato protagonisti del format gli studenti di Urbisaglia e Loro Piceno dell’Istituto Comprensivo Colmurano. Le classi si sono susseguite in un doppio appuntamento ricco di entusiasmo ma anche di attenzione e di voglia di imparare. “È stata un’esperienza bellissima per i nostri alunni - ha dichiarato la professoressa Gabriella Sclavi della Scuola Media di Urbisaglia - Il relatore li ha coinvolti molto e loro hanno risposto in modo eccezionale. Affrontare argomenti così importanti con questa formula divertente e coinvolgente rimane di sicuro più impresso ai ragazzi e soprattutto e acquisiscono tantissime competenze”. Concorde anche la professoressa Annamaria Domenella della Scuola Media di Loro Piceno: “Attività molto utile perché in poco tempo i ragazzi ricevono delle informazioni importanti e le riutilizzano nell’immediato per vincere la sfida: una verifica attraverso il gioco. E’ davvero un metodo vincente”. Prossimo appuntamento all’Istituto Comprensivo “De Magistris” di Caldarola e Camporotondo Il Consorzio Nazionale CIAL si occupa, da circa vent’anni, di garantire il recupero e l’avvio al riciclo degli imballaggi in alluminio post-consumo provenienti dalla raccolta differenziata organizzata dai Comuni italiani. Per la prima edizione CIAL ha individuato le Marche come destinataria del progetto, coinvolgendo nel progetto i bacini territoriali serviti, per la gestione dei rifiuti, da alcune società che con i Comuni, e con CIAL, lavorano da tempo per il raggiungimento degli obiettivi europei di riciclo.

I ricercatori Unicam Conti e Bartolucci scoprono una nuova specie di pianta dell'Appennino

I ricercatori Unicam Conti e Bartolucci scoprono una nuova specie di pianta dell'Appennino

I ricercatori Fabio Conti e Fabrizio Bartolucci del Centro Ricerche Floristiche dell’Appennino, gestito grazie all’accordo tra l’Università di Camerino e il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, in collaborazione con Luca Bracchetti di UNICAM e Dimitar Uzunov, botanico dell’Università di Cosenza, hanno descritto una nuova pianta: Corydalis densiflora subsp. apennina, dedicata all’Appennino di cui è endemica, ossia che vive solo in quel luogo, ed è presente dalle Marche e Umbria fino alla Calabria, sul Pollino. Lo studio è partito dalla popolazione del Parco del Gran Sasso che costituisce il locus classicus, la località nella quale è stato raccolto il campione d’erbario di riferimento della nuova entità (il cosiddetto typus). Un’altra pianta si aggiunge dunque al già nutrito gruppo di specie descritte dai botanici dell'Università di Camerino, arricchendo l’originalità e la preziosità della flora appenninica. La costituzione del CRFA sulle pendici meridionali del Gran Sasso si è rivelata dunque strategica per gli studi della flora spontanea. Nei giorni scorsi, inoltre, è stato avviato un progetto triennale, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito dei progetti Prin, che permetterà di conoscere e catalogare le piante endemiche italiane, oltre 1400, un dato che ci rende il terzo Paese più ricco di diversità vegetale dell'area mediterranea. Promosso dall’Università di Pisa, il progetto vede coinvolti anche i ricercatori Unicam Conti e Bartolucci.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433