Scuola e università

Dall’inglese medico allo spagnolo museale,  boom di frequenze per i corsi specialistici di Unimc

Dall’inglese medico allo spagnolo museale, boom di frequenze per i corsi specialistici di Unimc

Già forte di un’offerta formativa consolidata, che comprende corsi di laurea in lingue e culture straniere e in mediazione linguistica, master e dottorati di ricerca, l’Università di Macerata si potenzia ulteriormente come polo di eccellenza per lo studio delle lingue. In questi anni l’Ateneo ha visto crescere il proprio ruolo in questo settore attraverso l’istituzione di un Centro linguistico che per il 2018/2019 lancia una gamma molto ampia di corsi specialistici, che trova pochi eguali nelle altre università italiane. Agli studenti impegnati nella laurea a doppio titolo con l'università russa Mgimo, ad esempio, è offerta la possibilità di approfondire il linguaggio politico russo; per gli studenti di Giurisprudenza e Mediazione linguistica è stato attivato un corso di Medical English, che mira  a fornire competenze di base nel lessico medico inglese e a sensibilizzare sulla varietà dei registri espressivi da utilizzare nella mediazione culturale; per gli studenti di management del turismo, è stato attivato un corso di spagnolo museale, per gli universitari stranieri sono stati attivati corsi di italiano articolati a seconda delle diverse esigenze, dall'italiano accademico all'italiano per sinofoni e così via.  “Siamo impegnati a perseguire politiche di sviluppo didattico sempre più dinamiche e trasversali, in grado di rispondere anche alle necessità formative specifiche del mondo del lavoro. Ogni professione richiede oggi una conoscenza linguistica approfondita, che permetta di reggere il confronto con un contesto sempre più globalizzato e internazionale. Il nostro Centro linguistico ha raccolto questa sfida contribuendo a qualificare ulteriormente l’offerta didattica complessiva” commenta il rettore Francesco Adornato.  Ottima la risposta ai primi corsi avviati. Almeno 70 studenti hanno partecipato alla prima lezione di inglese medico, 40 sono gli studenti iscritti, ad oggi, al corso di arabo parlato, numerosi gli studenti che hanno partecipato al corso di italiano per sinofoni.  “Il Cla – sottolinea la delegata del rettore per lo sviluppo delle competenze linguistiche Bianca Sulpasso – è una struttura preziosa e strategica che rappresenta, in qualche misura, un enzima catalizzatore nei processi di internazionalizzazione, offrendo da un lato servizi e corsi di italiano agli studenti e ai visiting professor e, dall’altro, erogando ogni anno, un numero crescente di corsi specialistici, 10.000 ore di didattica integrativa, dall’arabo al cinese, dal russo al francese, oltre ad inglese, spagnolo, tedesco, con un team d'eccellenza di docenti e collaboratori esperti linguistici”. “Corsi di lingue straniere - aggiunge - vengono svolti in tutti i Dipartimenti, declinati a seconda degli interessi e delle esigenze. Al Cla è possibile sostenere esami di certificazioni linguistiche con relativi corsi preparatori. Abbiamo attivato con successo da quest'anno il servizio del tandem linguistico, che permette di perfezionare la lingua straniera con un madrelingua. I nostri studenti possono svolgere servizi di tirocinio al Centro linguistico, mettendosi alla prova nei servizi di traduzione e interpretariato. L'attivazione di questi corsi specialistici rientra, quindi, in un quadro complessivo che mira a offrire preziosi strumenti e competenze agli studenti, intensificando nel contempo gli scambi linguistici e culturali e rafforzando i contatti e il senso di comunità plurilingue e multiculturale dell'Ateneo".

Tolentino, iniziati i lavori per i laboratori di Fisica e Chimica dei licei

Tolentino, iniziati i lavori per i laboratori di Fisica e Chimica dei licei

Sono iniziati i lavori di costruzione dei laboratori di fisica e di chimica dei licei di Tolentino. Si tratta di un'opera i cui lavori dovevano essere già iniziati ma l'attesa per il finanziamento del MIUR ed altre complicazioni nell'iter per l'aggiudicazione dell'appalto hanno allungato i tempi  con tutti i disagi per il mondo scolastico interessato al nuovo edificio. Finalmente si parte con la posa in opera di una struttura portante in acciaio tamponata con  pannelli di prefabbricati a secco. Il costo complessivo dell'opera ammonta a 175.000,00 euro: “Non si può certo recuperare tutto il tempo perduto ma – ci dice il Presidente – il mio impegno è quello di fare tutto il possibile per ultimare i lavori i tempi brevi. Mi rendo conto - prosegue Pettinari - di tutti i disagi che i ragazzi e l'intera comunità scolastica ha dovuto sopportare e di questo non posso che dispiacermene molto. Ciò che mi rincuora e mitiga la mia amarezza è che pochi giorni fa si è sbloccato il finanziamento per il nuovo polo scolastico per la città di Tolentino.”  

UniMC. Giorno della memoria: convegno con Clelia Piperno e recital di Luca Violini

UniMC. Giorno della memoria: convegno con Clelia Piperno e recital di Luca Violini

Nel ricorrere del Giorno della Memoria, con il patrocinio del Consiglio-Assemblea Legislativa Regionale delle Marche, della Comunità Ebraica di Ancona e della Rete Universitaria per il Giorno della Memoria, il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata organizza - lunedì 18 febbraio 2019, all’Auditorium UniMc (via Padre Matteo Ricci 2, Macerata) dalle 10.30 alle ore 13, sotto la responsabilità scientifica e organizzativa della prof.ssa Clara Ferranti, una giornata in memoria dei milioni di ebrei, sinti, rom, slavi, malati di mente, disabili, omosessuali, oppositori politici e testimoni di Geova sterminati dalla follia nazifascista e, insieme, delle vittime di ogni sterminio avvenuto su base ‘razziale’, sessuale, etnica o religiosa. “L’evento – spiega la professoressa Ferranti - rientra in un programma organico di educazione alla Memoria della Shoah, coordinato dalla Rete Universitaria per il Giorno della Memoria dal 2012, nel rispetto della sostanza storica e tenendo a distanza la demagogia e la vuota retorica, con l’intento di costruire nuove generazioni che sappiano rimanere solide e integre dinanzi al male e al disumano e capaci di opporsi ad ogni forma di violenza e di sopruso dei diritti umani e civili”. La trasmissione di tali valori è quest’anno affidata a Clelia Piperno, docente di Diritto Costituzionale all’Università di Teramo, nonché direttrice del Progetto Traduzione del Talmud Babilonese, la quale interverrà alla celebrazione con una relazione dal titolo “Destinatario sconosciuto”. Interverrà, insieme alla relatrice, l’artista e doppiatore cinematografico Luca Violini con la lettura recitativa di testi tratti dal romanzo epistolare “Destinatario sconosciuto” di Katherine Kressman Taylor. Sono invitati a partecipare la comunità accademica, gli studenti, le istituzioni, la cittadinanza e in particolare le scuole, alle quali si raccomanda di arrivare entro le 10.30.

Civitanova, Nasce la Cooperativa Scolastica “L’essenza del riuso”

Civitanova, Nasce la Cooperativa Scolastica “L’essenza del riuso”

Riqualificare un’area verde e profumarla con piante aromatiche; realizzare vasetti decorati, manufatti con materiale riciclato e talee; partecipare al "Mercatino di primavera" civitanovese; fare animazione e servizio presso l'ANFFAS cittadina; collaborazione con le cooperative "Il Camaleonte" e "Il Nodo" presso il Centro del riuso.Queste le finalità meritorie della Cooperativa Scolastica “L’essenza del riuso”, costituita da gli studenti delle classi II e III sezione E della Scuola Secondaria di primo grado “A. Caro”, Istituto Comprensivo “Via Ugo Bassi” di Civitanova. Studenti e insegnanti l’hanno ufficialmente presentata presso la sede del Banco Marchigiano, in viale Matteotti condividendo con i vertici dell’Istituto di credito le finalità e gli obiettivi dell’iniziativa, sostenuta dallo stesso Banco Marchigiano che, già negli anni scorsi come BCC di Civitanova e Montecosaro, aveva sposato la causa e convintamente sostenuto il progetto “Crescere nella cooperazione”. Le scuole cittadine, dunque, in prima linea nell’educazione civica dei giovani. Anche attraverso la cooperazione, diffondendo la conoscenza dei principi, della storia, dell’organizzazione e della funzione sociale della cooperazione fra i giovani, e promuovendo l’autogestione e la partecipazione democratica. I giovani studenti, ricevuti da Stefano Cecarini e Daniela Milani dell’ufficio marketing dell’Istituto dicredito di Viale Matteotti, hanno illustrato i loro progetti e consegnato alla Banca l’atto costitutivo e lo statuto sociale dell’Associazione cooperativa scolastica, ricevendo in consegna dalla Banca i libretti di deposito bancario della stessa Acs con la cifra stanziata dalla Banca a sostegno del progetto.L’Istituto Comprensivo “Via Ugo Bassi” e la scuola Secondaria di primo grado “A. Caro” ringraziano il Banco Marchigiano per la collaborazione e il sostegno finalizzati ad una bellissima esperienza formativa.

Macerata, i ragazzi dell’Istituto Agrario presentano due progetti al laboratorio LUCI

Macerata, i ragazzi dell’Istituto Agrario presentano due progetti al laboratorio LUCI

Giorgia Moretti, W. Adelmo Sforza, Francesca Siedziewski della quinta D ed Elia Paolucci della quinta H sono le studentesse e gli studenti dell’Istituto Agrario di Macerata che hanno partecipato al Pitch Day della VI edizione del Laboratorio Umanistico per la Creatività e l’Innovazione (LUCI) dell’Università di Macerata.  Il laboratorio LUCI è un’opportunità di formazione interdisciplinare con professionisti esterni ed interni all’Università e offre la possibilità ai partecipanti di avvicinarsi al mondo delle imprese e creare contatti per il post-diploma e il post-laurea. I primi tre studenti, appartenenti al team Claudè Moswiè, hanno pensato all’abbattimento delle barriere architettoniche all’interno dei musei per permettere a vedenti e non vedenti di avere pari opportunità. Hanno così presentato l’idea di condivisione di un percorso con la possibilità di rivivere a casa le emozioni vissute immersi nell’arte, acquistando un souvenir “tattile”. Paolucci, invece, era in una squadra con ragazzi di altri istituti con cui ha progettato un’app dedicata agli studenti, alle loro difficoltà quotidiane, che fornisce appunti, video-lezioni e videochiamate con un gruppo di docenti. In questo sistema è previsto che gli insegnanti garantiscano la loro disponibilità, con il vantaggio che non si devono spostare da casa e quindi raggiungibili anche con poco preavviso.

Mediatori familiari preparati a gestire separazioni e divorzi. Al via il corso all'Unimc

Mediatori familiari preparati a gestire separazioni e divorzi. Al via il corso all'Unimc

Sono aperte fino al 17 marzo le iscrizioni alla seconda edizione del Corso di Perfezionamento in “Mediazione familiare. Prospettive di rete nelle risoluzioni dei conflitti”, promosso dai corsi di laurea dei Servizi sociali dell’Università di Macerata. Con questa iniziativa, accreditata dagli Ordini degli Avvocati (24 crediti) e degli Assistenti sociali (45 crediti), l’Ateneo maceratese ribadisce il proprio impegno a promuovere una specifica cultura della genitorialità e della gestione dei conflitti nei casi di separazione e divorzio, attraverso l’offerta di una didattica frontale e di laboratorio, volta a favorire una crescente integrazione tra competenze interdisciplinari e saperi esperti e un raccordo più sistematico e strutturato con i servizi territoriali: mediatori familiari, pedagogisti, psicologi, consulenti legali, Tribunale per i minorenni, Tribunale ordinario, Consultori pubblici e privati, Servizi sociali e Scuole di ogni ordine e grado. Il corso inizierà nel mese di maggio e si terrà al Dipartimento di Giurisprudenza. Bando e informazioni: https://goo.gl/JhPBTm; didattica.giurisprudenza@unimc.it

Umimc lancia la web serie "Platone": da oggi su Youtube le lezioni del professor Migliori

Umimc lancia la web serie "Platone": da oggi su Youtube le lezioni del professor Migliori

Sbarca oggi su Youtube la web serie didattica "Platone" firmata da Maurizio Migliori, professore ordinario di storia della filosofia antica, e diretta da Aldo Caldarelli, videomaker dell'Università di Macerata. La serie si comporrà di 26 appuntamenti (25 + 1 di presentazione, ndr) che approfondiranno i maggiori temi trattati da Platone nei suoi dialoghi scritti. Ogni appuntamento sarà accompagnato da tre video: una lezione introduttiva, un’interpretazione dei testi e, infine, una discussione sulle criticità, trattate insieme agli studenti. Al termine di ciascuna puntata in descrizione (nella sezione sottostante i vari video, ndr) verranno inseriti cenni bibliografici, in modo da permettere a tutti gli appassionati di rintracciare i volumi discussi e consigliati dal professor Migliori.  Sono giù consultabili sul canale YouTube UNIMCWebTV il video di presentazione e le prime due puntate della web serie. Il ciclo di uscite si completerà nel mese di aprile al ritmo di due puntate a settimana. La serie si basa sull’omonimo saggio “Platone” che lo stesso Migliori ha pubblicato per le edizioni “La Scuola” e che sintetizza, a sua volta, i ben più ampli manuali dedicati dal docente al filosofo ateniese. "L'idea - racconta Migliori - è nata tutta da Aldo Caldarelli un paio di anni fa grazie al rapporto sviluppato in precedenti collaborazioni. Abbiamo notato come un mio precedente video avesse superato le diecimila visualizzazioni senza alcuna promozione pubblicataria. Per questo abbiamo pensato di proporre un progetto più strutturato e articolato".  Francesco Adornato, rettore di Unimc, ha così commentato l'iniziativa: "Fedeli al claim 'L'umanesimo che innova' abbiamo scelto di proporre nuove modalità di narrazione alla nostra didattica con lo scopo di calarle nella contemporaneità. Per guardare al futuro, ma sempre tenendo un occhio al passato".  Le lezioni on line saranno testate da matricole e studenti dei primi anni iscritti ad Atenei partner. Attraverso la Società Filosofica Italiana, sarà possibile poi divulgare il prodotto agli insegnanti di ogni ordine e grado e agli studiosi di filosofia di tutta Italia, che potranno utilizzarlo come integrazione ai più tradizionali metodi didattici. Al progetto hanno collaborato anche Francesca Eustacchi, Federica Piangerelli e Giada Capasso. 

Tolentino, la Scuola Don Bosco a Milano per il seminario nazionale del Miur su "cittadinanza e cultura digitale"

Tolentino, la Scuola Don Bosco a Milano per il seminario nazionale del Miur su "cittadinanza e cultura digitale"

Il 14 e 15 febbraio prossimi due insegnanti di scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Don Bosco. Michela Compagnucci e Giuseppina Taddei, parteciperanno in qualità di relatrici al Seminario Nazionale “Cittadinanza e Cultura Digitale” a Milano. In quell’occasione verranno presentate al workshop “Digitale e Discipline” tre esperienze didattiche svolte con l’ausilio di strumenti digitali. La prima attività, dal titolo “UN GIORNALE DI CLASSE” ha visto la collaborazione con una testata online, le cui giornaliste hanno svolto in classe un corso di giornalismo. Gli alunni hanno appreso come svolgere un’intervista, come si lavora in una redazione, le fondamentali differenze tra un giornale cartaceo e uno online. Si sono quindi cimentati in laboratori di scrittura creativa dove il linguaggio della cronaca è stato usato in maniera impropria per creare testi umoristici. Con template trovati in rete i bambini hanno impaginato il loro giornale di classe, completo di spazi pubblicitari, oroscopo, meteo e altre rubriche. La seconda attività che verrà presentata al seminario si intitola” EDUCATION IN ANCIENT ROME”. Attraverso la metodologia CLIL si è approfondito un argomento di storia: la scuola nell’antica Roma. I contenuti sono stati veicolati in lingua inglese. Gli strumenti digitali sono stati utilizzati sia nella fase di progettazione dell’attività sia per facilitare l’apprendimento dei nuovi vocaboli e delle strutture grammaticali. La terza attività riguardante IL GIORNO DELLA MEMORIA è stata svolta attraverso la metodologia della flipped classroom. I materiali di studio sono stati organizzati utilizzando la bacheca virtuale PADLET. I bambini hanno potuto visionare il materiale a casa e intervenire postando le loro considerazioni. L’utilizzo di ambienti di apprendimento digitali consente di dilatare gli spazi e i tempi dell’attività didattica e di coinvolgere più attivamente gli studenti che vengono stimolati ad utilizzare gli strumenti tecnologici in modo più creativo e consapevole. Per l’Istituto Comprensivo Don Bosco è una grande soddisfazione essere stati selezionati, unica scuola delle Marche, per partecipare al seminario nazionale di Milano e uno stimolo a continuare nella sperimentazione di nuovi percorsi di innovazione didattica.  

San Severino Marche. Borse di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione

San Severino Marche. Borse di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione

L’ufficio Servizi Scolastici del Comune di San Severino Marche ha pubblicato un avviso relativo alle borse di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione. Nell’avviso si ricorda che i genitori degli alunni che frequentano la scuola secondaria di secondo grado, o gli altri soggetti che rappresentano il minore, ovvero lo stesso studente se maggiorenne, qualora appartengano a nuclei familiari, il cui Indicatore della Situazione Economica Equivalente risulti inferiore o uguale a 10.632,94 euro, potranno richiedere un sussidio allo Stato attraverso l’erogazione di voucher in forma virtuale associati alla Carta dello studente denominata "io studio".Per accedere al beneficio gli interessati dovranno presentare domanda all’ufficio Protocollo del Comune entro e non oltre il termine del 13 marzo 2019 utilizzando il modello disponibile presso l’ufficio Servizi Scolastici, sito in P.zza del Mercato (tel. 0733/641305 - 641306), e pubblicato online all’indirizzo www.comune.sanseverinomarche.mc.it sezione Avvisi.

Per San Valentino si parlerà d'amore a UniMC

Per San Valentino si parlerà d'amore a UniMC

Si parlerà d’amore all’Università di Macerata nel giorno di San Valentino. “Plaisir d’amour, chagrin d’amour” è il titolo dell’iniziativa: un pomeriggio di poesia, musica, immagini composte in un disegno che intende celebrare San Valentino in modo non convenzionale. La cornice è la bella Sala Sbriccoli, sede della Biblioteca di Ateneo in piazza Oberdan. L’appuntamento è per giovedì 14 febbraio alle 18, con ingresso libero.  L’evento nasce dalla collaborazione tra l’Associazione CTR Macerata e un gruppo di studenti, bibliotecari e docenti dell’Ateneo maceratese nell’ambito del Laboratorio Macerata Teatro. Si concludono così le celebrazioni per il 50 del Festival Nazionale “Macerata Teatro – Premio Angelo Perugini”. Il recital fa parte di Macerata Mon Amour, spazio voluto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Macerata.    "Plaisir d’amour, chagrin d’amour” è un recital di poesie d’amore, con versi di autori greci arcaici, latini antichi, e autori moderni (tedeschi francesi, inglesi). La regia, il video e la musica sono a cura di Marco Bragaglia. Voci recitanti e musicisti della Compagnia CTR.    

"Turismo e nuove tecnologie di pagamento per lo sviluppo regionale". Il progetto premiato ieri dall'UniMC

"Turismo e nuove tecnologie di pagamento per lo sviluppo regionale". Il progetto premiato ieri dall'UniMC

Favorire l’acquisto di prodotti e servizi marchigiani di qualità da parte dei turisti cinesi che, sempre più scelgono l’Italia tra le proprie mete preferite, creando un circuito in grado di valorizzare le produzioni locali attraverso una componente tecnologica e innovativa più vicina ai consumatori. È il progetto “MiM – Made in Marche” di Gianluca Sampaolo, Elisa Giuliani e Irene Pini premiato ieri come “Migliore idea di impresa” durante la giornata conclusiva del Luci, il laboratorio umanistico per la creatività e l’innovazione dell’Università di Macerata che da sei anni stimola i giovani partecipanti sui temi dell’imprenditorialità. Per la migliore presentazione è stato premiato, invece, il progetto “AppRendy” proposto da Marco Cavalieri, Matteo Crucianelli, Rachele Ranzuglia, Aurora Pierucci, Elia Paolucci: un’app vicina a tutti gli studenti delle scuole superiori che fornisce supporto grazie ad un team di docenti. Come premio, i componenti delle squadre vincitrici potranno partecipare al laboratorio pratico di videomaking che si svolgerà al CreHUB di UniMC sotto la supervisione di Francesco Cardinali. Molto apprezzate dalla giuria, composta da docenti, imprenditori e professionisti della comunicazione, anche le altre tre idee di impresa in gara: “Le fil rouge” di Diletta Vesprini, Franca Ercoli, Giorgia Mancini, Sara Rossi e Daniele Stura; “Claude Moswiè” di Giorgia Moretti, Wlater Adelmo Sforza, Francesca Siedziewski; “Dragon books” di Gloria Coccia, Alice Mannucci, Luca Brasca, Lorenzo Intermesoli. Il Luci è un percorso interdisciplinare che si svolge da fine ottobre a febbraio e ospita docenti, imprenditori e professionisti. Sin dal primo incontro gli studenti sono coinvolti nello sviluppo di idee di impresa che vengono poi presentate all’evento finale, il Pitch Day. Il laboratorio è coordinato da Francesca Spigarelli, delegata del rettore ai rapporti con le imprese, con il supporto dell’Ufficio Ilo e Placement e con la partecipazione, in qualità di senior tutor, del dottorando Lorenzo Compagnucci. Negli ultimi tre anni il Laboratorio ha organizzato attività in stretta sinergia con i Contamination Lab dell’Università Politecnica delle Marche e dell’Università di Urbino. Lo scorso giugno un team di studentesse Luci ha partecipato alla competizione nazionale in lingua inglese per idee di impresa al Festival Nazionale dell’Economia di Trento.

Giovedì 14, all'IPSIA "Corridoni" arriva l'artista Marco Napoletano

Giovedì 14, all'IPSIA "Corridoni" arriva l'artista Marco Napoletano

Si svolgerà il 14 febbraio presso l’IPSIA “F. Corridoni”, l’incontro dell’artista Marco Napoletano con gli studenti dell’istituto di Corridonia. La lectio magistralis, organizzata dal prof. Patrizio Altarocca nell’ambito del progetto laboratoriale “Arte e Vita”, da lui curato, ha lo scopo di di far conoscere il pittore e le sue opere, esposte in diverse gallerie e musei italiani, oltre che presenti in collezioni private in Italia e nel mondo. Una personalità eclettica quella dell’artista che lo ha portato a cimentarsi in forme creative fra le più varie - quali la decorazione artistica d’interni, il trompe l’oeil, il murales, la fotografia, i cortometraggi, etc. - a cui gli studenti avranno modo di avvicinarsi e che costituisce un tassello significativo nell’ambito del progetto del prof. Altarocca che prevede, in corso d’anno, la trattazione di tematiche attuali e di grande impatto come il rapporto arte-ambiente, arte-cibo, arte-religione, arte-lavoro, arte-economia. Luogo dell’evento sarà l’aula magna del “Corridoni”, aperta per l’occasione a tutti gli studenti dell’Istituto.

Open day straordinario all’Istituto “Gentili” di Macerata

Open day straordinario all’Istituto “Gentili” di Macerata

L’Istituto Tecnico Economico “A. Gentili “ di Macerata a seguito della Nota ministeriale n.1385 del 23-01-2019, con cui il MIUR ha disposto la riapertura dei termini per le iscrizioni on-line nei Comuni delle zone terremotate, dalle ore 8.00 del 5 febbraio alle ore 20.00 del 26 febbraio 2019, effettua un Open Day straordinario sabato 16 febbraio, dalle ore 10.00 alle ore 18.00 con orario continuato. Questo per dare agli studenti e alle loro famiglie un’ulteriore occasione di visitare la Scuola e avere informazioni sui corsi e indirizzi che fanno parte dell’offerta formativa.  I genitori degli alunni potranno, in ogni caso, presentare la domanda in forma cartacea o chiedere assistenza per le iscrizioni on line presso la segreteria dell’Istituto il martedì, venerdì e sabato, in orario antimeridiano dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e il lunedì, mercoledì e giovedì, con orario continuato, dalle 9.00 alle 16.00.  

Da Unimc, specialisti in previdenza e diritto sindacale

Da Unimc, specialisti in previdenza e diritto sindacale

Sono aperte fino al 19 febbraio le iscrizioni alla Scuola di specializzazione in Diritto sindacale, del lavoro e della previdenza dell’Università di Macerata. Possono accedere al massimo 40 allievi. Il bando è disponibile sul sito giurisprudenza.unimc.it/scuolasindacale. Il diploma di specialista in diritto del lavoro, riconosciuto al termine del percorso formativo, consente anche l’accesso al concorso in magistratura. La Scuola vanta una storia ultradecennale. Nata nel 1967 per volontà dell’allora rettore Valente Simi, è una delle quattro ancora operative in Italia e ha sempre rappresentato un unicum nel panorama nazionale, perché focalizzata sulla materia previdenziale, poco presente nei corsi universitari e raramente oggetto di approfondimenti scientifici. La Scuola, di durata triennale, si rivolge a laureati magistrali in giurisprudenza, economia, scienze politiche, scienze statistiche e sociologia, ma anche ad avvocati, consulenti del lavoro, sindacalisti, funzionari pubblici e commercialisti che vogliano approfondire le tematiche previdenziali, ottenendo un titolo valutabile nei concorsi pubblici, anche per l’avanzamento di carriera. La scuola si prefigge lo scopo di fornire la formazione culturale e la preparazione tecnica necessarie per chi aspira a svolgere le attività amministrative, giudiziarie, professionali, medico-legali in materia di assistenza e previdenza sociali e, in genere, nei settori propri della sicurezza sociale. “Considerato il progressivo invecchiamento della popolazione – spiega il direttore Guido Canavesi -, questa materia assumerà sempre più importanza sia sul piano delle scelte politiche sia in termini di applicazione concreta e, dunque, anche del contenzioso giuridico, che richiede, però, competenze specifiche”. Alla Scuola possono accedere al massimo 40 allievi.

Il rettore Unicam Claudio Pettinari sarà relatore al convegno con i vincitori del premio Nasini

Il rettore Unicam Claudio Pettinari sarà relatore al convegno con i vincitori del premio Nasini

Il Rettore Unicam Claudio Pettinari sarà tra i relatori del workshop “Past, present and future of inorganic chemistry in Italy: a path defined by the winners of the Nasini Prize”, in programma a Roma presso la sede del CNR i prossimi 11 e 12 febbraio. Il professor Pettinari, chimico inorganico, è stato insignito nel 2004 del Premio Nasini, premio assegnato ogni anno dalla Divisione di Chimica Inorganica della Società Chimica Italiana ad un ricercatore che abbia dato un significativo contributo all’ampliamento delle conoscenze nell’ambito della Chimica Inorganica e che non abbia ancora compiuto il quarantesimo anno di età nell’anno di assegnazione. Il Workshop rappresenta l’atto conclusivo di un’iniziativa congiunta portata avanti dallo European Jounal of Inorganic Chemistry (EurJIC) e dalla Divisione di Chimica Inorganica, che porterà alla pubblicazione di un numero speciale dello EurJIC costituito da microreviews scritte dai vincitori del Premio Nasini.  

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433