Cingoli

G.S. Avis Bike Cingoli: Pierluigi Micheloni partecipa alla Transdolomiticsway

G.S. Avis Bike Cingoli: Pierluigi Micheloni partecipa alla Transdolomiticsway

Sempre intensa l'attività del G.S. Avis Bike Cingoli attualmente il gruppo ciclistico più numeroso per tesserati F.C.I. I suoi bikers sono impegnati ogni domenica su più fronti sia in mountain bike, sia su strada. Atleti provenienti da tutta la provincia e di tutte le età che vestono orgogliosamente in giallo nero, stanno partecipando a decine di manifestazioni ciclistiche in tutta Italia e non solo. Ma una prestazione su tutte spicca anche quest'anno, accanto ai bikers impegnati nei vari circuiti, c'è un giallo nero non nuovo a queste imprese, che non finisce di stupire, e che sembra avere intrapreso una sfida con se stesso alla ricerca dei propri limiti che non ha mai fine. Si tratta di Pierluigi Micheloni residente a Castelfidardo, da anni tesserato con il G.S. Avis Bike Cingoli, ex mountain bikers di livello, poi convertitosi alla strada. Da qualche anno ama cimentarsi in gare di endurance che sembrano essere impossibili, ma non per lui. Anche quest'anno ha scelto l'estremo, infatti il 4 luglio scorso si è presentato ai nastri di partenza della Transdolomiticsway un evento a tappa unica non stop della lunghezza di ben 1071 km per 23458 metri di dislivello con partenza ed arrivo dal paese di Tesero in provincia di Trento. L'evento al quale hanno partecipato 50 intrepidi ciclisti, ha visto arrivare in fondo solo 12 di questi tra i quali una sola donna e Pierluigi Micheloni piazzatosi ottavo assoluto. Il bikers giallonero ha pedalato per ben 65 ore e 23 minuti attraversando passi dolomitici famosi per la loro durezza (Stelvio, Mortirolo, Passo Crocedomini, Passo Maniva, Monte Baldo, Passo Coe, Monte Grappa, Passo San Boldo, Passo Sant'Osvaldo, Forcella Pala Barzana, Passo Rest, Sella Val Calda, Tre Cime di Lavaredo, Passo Falsarego, Passo Pordoi, Passo Costalunga e Passo Pampeago). Un'avventura mostruosa per i più ma non per questi dodici impavidi, e Pierluigi ha reso onore alla maglia del G.S. Avis Bike Cingoli anche questa volta. La gara era in completa autonomia, nessun supporto esterno, i partecipanti potevano fare affidamento su quanto erano riusciti a portare dietro, il tempo massimo a disposizione era di 100 ore. Un'impresa folle che inorgoglisce tutto il team G.S. Avis Bike Cingoli ed in particolare il Presidente Primo Ciattaglia che da oltre 30 anni riesce a tenere unito un gruppo di ciclisti così variegato, e nello stesso tempo riesce anche ad organizzare una delle manifestazioni ciclistiche nel settore della Mountain Bike ritenuta tra le migliori d'Italia ovvero la 9 Fossi Mtb race che quest'anno ha festeggiato la ventunesima edizione.

10/07/2018
Cingoli: evade dai domiciliari per un aperitivo al bar

Cingoli: evade dai domiciliari per un aperitivo al bar

Un aperitivo che costa la libertà. Anzi: la semilibertà. E' quanto accaduto a Cingoli, con i Carabinieri del posto che hanno arrestato per la seconda volta un cittadino già condannato per reati legati al possesso di sostanza stupefacente. L'uomo, infatti, nel maggio scorso era stato sorpreso con un discreto quantitativo di cocaina dai militari dell'Arma. Arrestato, il giudice gli aveva concesso la misura dei domiciliari, con tanto di permessi per soddisfare esigenze personali. Ma, a quanto pare, per l'uomo non é stato abbastanza. Dopo un'uscita "regolare", infatti, l'altra sera non é rientrato nella sua abitazione. Ma l'assenza non é sfuggita ai carabinieri, che lo hanno rintracciato poco dopo in un bar della zona, intento a sorseggiare un aperitivo con alcuni amici.  Arrestato di nuovo, il giudice del tribunale di macerata ha ritenuto, questa volta, di tramutare il beneficio dei domiciliari nella ben più dura custodia in carcere. Una consumazione, quindi, che é costata veramente cara. 

10/07/2018
Inaugurata la mostra sul trentennale di “Cingoli 1848”

Inaugurata la mostra sul trentennale di “Cingoli 1848”

Con il taglio del nastro, caratterizzato dai colori dei terzieri di Santa Maria, San Nicolò e San Giovanni Battista, è stata inaugurata la ricca mostra per celebrare la trentesima edizione della Rievocazione Storica “Cingoli 1848”, ospitata nella fortezza del Cassero dal titolo “Cingoli 1848: un viaggio lungo trent’anni”. All’apertura, insieme al neo presidente Michela Sbergamo con il Direttivo, sono intervenuti il sindaco Filippo Saltamartini e l’assessore municipale alla Cultura, Martina Coppari. Tanti i cingolani presenti che, sull’onda dei ricordi, hanno potuto ripercorrere le tappe di questa manifestazione sin dai suoi albori. Nelle sale espositive sono stati allestiti veri e propri ambienti ottocenteschi, grazie alla collaborazione di diversi sodalizi locali – a cominciare dall’associazione “Le Querce” – e di privati cittadini.Negli ampi spazi della struttura si possono ammirare quindici abiti d’epoca di popolani, nobil donne e cavalieri, un elegante mobilio con raffinate suppellettili, posate e servizi in porcellana d’epoca che ornano la sala ottocentesca. Preziosi abiti con varia oggettistica fanno bella mostra nella sala dell’intimo. Circa duecento articoli raccontano la storia della Rievocazione nella rassegna stampa dagli esordi ai giorni nostri; sessanta fotografie mostrano immagini con i tantissimi protagonisti dei cortei storici, dei giochi e delle gare. Nei pannelli alle pareti ci sono oltre centocinquanta tra manifesti, locandine, pieghevoli, documenti, lettere, quadri, editti e targhe. Nella sala dei drappi sono visibili gli stendardi dei terzieri, quello del “Palio del Bue” e gli otto palii delle trascorse edizioni del palio “Castrvm Cingvli”. Una mostra insomma che racchiude il meglio di “Cingoli 1848” che potrà essere visitata, ad ingresso libero, fino al 31 luglio ogni giovedì e venerdì (17.30 – 19.30), sabato e domenica con lo stesso orario pomeridiano e anche al mattino (10.00 – 12.00).Dopo la cerimonia di inaugurazione ha avuto luogo presso l’Auditorium Santo Spirito, l’interessante conferenza tenuta dal professor Gilberto Piccinini dal titolo: “Il 1848: anno delle rivoluzioni e della rivoluzione” e curata nell’organizzazione dall’Accademia Labiena.

05/07/2018
Anche a Macerata e Cingoli le riprese del film "Il Precursore" sulla vita di Giovanni Battista

Anche a Macerata e Cingoli le riprese del film "Il Precursore" sulla vita di Giovanni Battista

Al via oggi le riprese de 'Il Precursore', docu-film sulla vita di Giovanni Battista, una produzione della Fondazione vaticana S. Giovanni XXIII, Vatican Media e Officina della Comunicazione nel quadro della partnership con il Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede. Incentrato su una figura biblica ritenuta spesso secondaria, ma che in realtà si pone come 'apripista' nei confronti della vita pubblica di Gesù svolgendo un ruolo chiave nella storia del cristianesimo, il docu-film è ambientato interamente nel territorio delle Marche. Ancona, Loreto, Macerata e Cingoli figurano tra le location scelte dalla produzione anche grazie al supporto fornito dalla Fondazione Marche Cultura-Film Commission. In questi luoghi verranno ricostruiti gli eventi più significativi della storia del Battista, una vicenda coinvolgente e drammatica. Si gira fino all'11 luglio, l'attore Francesco Castiglione è il protagonista.    A settembre si proseguirà con interviste ad autorevoli esperti. (Ansa)

03/07/2018
La Polisportiva Cingoli si iscrive al campionato di Serie A1 Maschile

La Polisportiva Cingoli si iscrive al campionato di Serie A1 Maschile

La Polisportiva Cingoli comunica di aver effettuato l’iscrizione al campionato di Serie A1 Maschile a girone unico entro la scadenza fissata dalla FIGH a oggi lunedì 2 luglio. La partecipazione è stata conquistata nello scorso campionato tramite l’accesso e la partecipazione alla fase play-off, dando continuità alle quattro stagioni in Serie A1 già effettuate negli scorsi anni. L’iscrizione è stata possibile grazie al sostegno degli sponsor storici e all’ingresso di un nuovo main sponsor, la ditta Santarelli Onoranze Funebri di Jesi. Il campionato sarà affrontato con il nucleo della squadra locale, integrato con alcuni giovani di valore, per raggiungere l’obiettivo di una tranquilla permanenza nella Massima Serie, stimolando importanti esperienze per la crescita dei giovani. Sono ancora aperti per qualche settimana i termini per le iscrizioni delle due squadre femminili e si stanno definendo gli ultimi dettagli di budget e organico, per confermare la partecipazione ai campionati femminili di Serie D di Volley e di A2 Femminile di pallamano. In merito, con grosso rammarico della società e delle ragazze della squadra, non si è riusciti a superare i problemi di budget, di ampiezza d’organico e tecnico/organizzativi per garantire l’iscrizione alla A1 femminile di pallamano, meritatamente conquistata sul campo da una squadra interamente locale di ottimo livello. Si è dovuto prendere atto che non sussistono le condizioni per l’iscrizione al massimo campionato di pallamano femminile. Si ripartirà dalla A2 con un progetto complessivo, comprendente la formazione di un settore giovanile e la ricerca nuovi sponsor, che consentirà di continuare ad inseguire con più solide basi il sogno A1 anche per la squadra femminile, consapevoli di disporre di un nucleo di giocatrici sicuramente di alto livello.  

02/07/2018
Cade dalla moto al crossodromo, trasportato a Torrette

Cade dalla moto al crossodromo, trasportato a Torrette

Un incidente è avvenuto questo pomeriggio al crossodromo di Cingoli. Coinvolto un ragazzo che, in sella alla sua moto da cross, ha perso il controllo della stessa ed è caduto provocandosi un trauma cranico. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 a soccorrerlo: è stato trasportato all'ospedale Torrette di Ancona in eliambulanza.

01/07/2018
Incidente al parco acquatico: bambino soccorso in eliambulanza

Incidente al parco acquatico: bambino soccorso in eliambulanza

Un incidente è avvenuto stamattina al parco acquatico di Cingoli. Un bambino di circa tre anni, sfuggito al controllo dei genitori, è salito su di uno scivolo, sito nel parco vicino alle piscine, e giocando è caduto a terra, sbattendo sul cemento. Sul posto è subito intervenuta l'eliambulanza che ha predisposto il trasporto del bambino all'ospedale Salesi. Le condizioni del bimbo non sono comunque gravi.

01/07/2018
Cingoli, Saltamartini contro la Regione: "Bravi solo a metterci il cappello"

Cingoli, Saltamartini contro la Regione: "Bravi solo a metterci il cappello"

"Rispondono i fatti e non coloriamo di ideologia le cose cari Governanti della regione Marche - comincia così il duro sfogo su Facebook del sindaco di Cingoli, Filippo Saltamartini, all'indomani della riapertura del ponte che attraversa il Lago di Castriccioni -  Il 24 agosto 2016 c'è stata la prima scossa. Il 26 e il 30 ottobre 2016 quelle che hanno danneggiato gravemente il ponte e di cui la protezione civile nazionale (non il Comune) ne ha riconosciuto la dipendenza (nesso causale) dal Sisma. Alcuni giorni il 24 agosto dopo c'è stato un incontro con tutti i Sindaci in cui ho chiesto di accertare la condizione del viadotto che era affetto da vizi preesistenti. La risposta dell'Ingegnere della Protezione civile è stata: il Ponte è comunale provvedi. Il Comune ha provveduto. Ha predisposto il progetto preliminare e fatto il bando per il progetto esecutivo. Una volta che il Comune ha fatto il progetto esecutivo l'Anas, su nostra domanda, ha nominato Cingoli 'soggetto attuatore dell'intervento'. Quanti Comuni in Italia sono soggetto attuatori di opere di queste dimensioni ? Quanti Comuni hanno redatto progetti di viadotti ? Subito dopo è partita la polemica politica che si può leggere con google. In un incontro in Regione è stato il Presidente Cerescioli a suggerire il coinvolgimento del Consorzio di Bonifica che ringrazio. Ma il Comune era partito, le carte erano già in stato avanzato, Anas ha delegato noi non la regione Marche non il Consorzio di bonifica. Ma Corsorzio di bonifa ha emanato il Bando di gara predisposto dal Comune e nominato il direttore dei lavori, mentre il Rup è stato l'Ingegnere Comunale. Che meriti cercate ? La regione in quest'opera ha avuto certamente il merito di non ostacolarci e di far transitare i fondi della ricostruzione dalla Protezione civile nazionale, alla tesoreria del comune passando per Ancona. Il Presidente Ceriscioli di aver tenuto un comportamento comprensivo non oppositivo ed ideologico come quello tenuto dall'Assessore regionale in materia. Io non ho detto che i meriti li ha esclusivamente Cingoli. Ma c'è da chiedersi: perchè per l'altro viadotto danneggiato nella stessa zona ancora deve essere presentato il progetto esecutivo se la regione è così efficiente? Non dovete rispondere a me, ma ai cittadini alle prossime elezioni, come accade in tutte le cariche elettive pubbliche. Saranno loro i giudici irrevocabili. Io avevo promesso ai miei cittadini la risoluzione del problema perchè era mio dovere risolverlo. E così è stato. Voi avete colorato di ideologia questo problema. Avete incontrato persino alcuni cittadini per dire che la colpa era nostra. Ma se non ci fossimo mossi DA SOLI ancora staremmo ad elemosinare un incontro o la vostra risposta a una telefonata. Avete inaugurato il ponte il giorno prima e poi avevate programmato anche un'iniziativa per il giorno dopo. I fatti scritti nei provvedimenti sono questi. I cittadini sapranno giudicare. Questa polemica neppure al circolo delle bocce viene fuori. Io sono nel circolo delle bocce come voi, senza giudicare però non vorrei esserci".

30/06/2018
Sisma, il sottosegretario alla Presidenza Giorgetti inaugura il viadotto di Cingoli: esempio di ricostruzione

Sisma, il sottosegretario alla Presidenza Giorgetti inaugura il viadotto di Cingoli: esempio di ricostruzione

"Una procedura esemplare che può costituire un esempio in generale per la ricostruzione post terremoto". Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, intervenuto all'inaugurazione ufficiale del viadotto che collega Moscosi a Castreccioni, sulla diga di Cingoli (Macerata). E' la prima messa in sicurezza di una grande opera (lungo 440 mt con 14 campate) realizzata nel post sisma: il certificato di collaudo è arrivato ieri. "A fronte di critiche su difficoltà e rallentamenti della ricostruzione - ha osservato il sottosegretario - qui invece tutto si è verificato in armonia tra i vari soggetti che hanno compiuto l'opera prima dei termini previsti e con risparmio di costi". Alla cerimonia c'erano, tra gli altri, il sindaco di Cingoli, Filippo Saltamartini, l'assessore regionale, Angelo Sciapichetti, e il presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari, oltre a vari sindaci del 'cratere' marchigiano.    (fonte Ansa)

29/06/2018
Apertura ponte di Cingoli, Ceriscioli fa un sopralluogo

Apertura ponte di Cingoli, Ceriscioli fa un sopralluogo

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, insieme al presidente del Consorzio di Bonifica Claudio Netti, ha effettuato un sopralluogo sul ponte di Cingoli poco prima dell'apertura. "È arrivato il documento che certifica il collaudo - spiega in un video postato sul suo profilo Facebook Ceriscioli -. Questa sera il ponte potrà riaprire. Grazie al grande lavoro fatto dal Consorzio che ha reso di nuovo sicuro, antisismico e recuperato il ponte. Finalmente è terminata la prima grande opera pubblica della ricostruzione". (Fonte Ansa)

28/06/2018
Venerdì inaugura il Viadotto Moscosi: presente il ministro Giorgetti

Venerdì inaugura il Viadotto Moscosi: presente il ministro Giorgetti

Sarà il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Giancarlo Giorgetti a inaugurare la riapertura del Viadotto Moscosi nel Comune di Cingoli venerdì 29 giugno alle ore 11,30. Il viadotto lungo 550 metri posto sull’omonima diga artificiale era stato gravemente danneggiato dalle scosse che si sono susseguite dal 24 agosto 2016. Era rimasto chiuso al traffico dal 30 novembre 2016 per essere riaperto in una sola corsia dal mese di settembre 2017. Con il completamento dei lavori viene restituita ual territorio un’importante strada comunale che potrà far ripartire le esigenze di sviluppo di un territorio gravemente menomato dal terremoto del 2016. "Ringrazio gli ingegneri del Comune – ha dichiarato il Sindaco– per aver realizzato il progetto preliminare e gli Ingegneri del Consorzio di Bonifica per aver diretto i lavori ed emanato il bando di appalto". "Si tratta – ha aggiunto Saltamartini- di una bella storia di efficienza del sistema pubblico se si tiene conto che per le altre opere del cratere ancora devono partire le procedure e di economicità posto che non vi sono stati conflitti o contestazioni di sorta".  

27/06/2018
Cingoli, la Polisportiva sbanca l'VIII torneo di Beach Handball

Cingoli, la Polisportiva sbanca l'VIII torneo di Beach Handball

Le rappresentative Maschile e Femminile della Polisportiva Cingoli vincono l’VIII edizione del Torneo di Beach Handball organizzato dall’omonima società cingolana, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Nello scorso weekend del 23 e 24 giugno, infatti, si è svolto il Torneo presso la Pista di Pattinaggio, ospitando 12 squadre. In campo maschile, Cingoli si è imposta sul Bastia Umbra per 1-2 al termine degli Shoot Out. La squadra cingolana era composta da Diego Strappini, Matteo Ilari, Giacomo Barigelli, Mario Gentilozzi, Gabriele Gambini e Fabricio Analla. Andrea Santi, del Bastia Umbra, è stato eletto quale miglior giocatore del torneo. Hanno partecipato anche, in ordine di piazzamento, le squadre Ancona Handball, Bullo Team, Ex Pistols, Pallamano Camerano, Team Ranault e Polisportiva Cingoli Under 17. In campo femminile, una selezione della Polisportiva Cingoli, composta da Ilaria Battenti, Sofia Cipolloni (migliore giocatrice del torneo), Eva Cappelli e Roberta Velieri, ha battuto per 2-0 la squadra Nessuno. Al terzo posto si è classificata Bastia Umbra. Alle premiazioni erano presenti il Sindaco di Cingoli, Filippo Saltamartini, gli assessori comunali Pamela Gigli e Martina Coppari, il presidente della Pro Loco, Simone Massaccesi, e il presidente dell'Avis, Floriana Crescimbeni. La Polisportiva Cingoli, oltre all’amministrazione comunale, ringrazia gli sponsor Silvi Snc, Olivolio, Impresa Edile Giuliani Jodi Snc, Madis Cingoli, Sì con Te Cingoli, Sì con Te Apiro e Mamma & Co. Jesi. Le foto della manifestazione, visibili sulla pagina Facebook della Polisportiva, sono state realizzate dal fotografo ufficiale della società, Doriano Picirchiani.  

26/06/2018
Cingoli, un paese in "scena" per raccontare San Francesco

Cingoli, un paese in "scena" per raccontare San Francesco

“Forza venite gente che in piazza si va!” E’ questo l’invito che è stato raccolto dal numeroso pubblico che ha assistito al musical “Francesco..il Musical!”, liberamente tratto dal musical più famoso sul poverello d’Assisi.Proprio la piazza di Assisi è stata rappresentata in modo incantevole dalla monumentale chiesa romanica di Sant'Esuperanzio di Cingoli: il luogo sacro si è trasformato per l’occasione negli spazi medievali dove ha operato Francesco;  l’azione si è svolta sui tre piani su cui si modula la chiesa, creando interessanti movimenti scenici;  il misticismo della concattedrale  ha pervaso la scena, mescolandosi con le voci, i gesti e le musiche .I giovani dell’Oratorio parrocchiale e della “G.Cerquetelli”, sotto invito del parroco Don Patrizio Santinelli, del suo vice Don Fabrizio e del neosacerdote Don Paul, si sono messi in gioco, dando vita alla biografia vivente del Santo: piccoli e giovani hanno impersonato i ruoli con convinzione, buona dizione e intensa partecipazione creando dei momenti veramente convincenti. Le bimbe della Primaria si sono mosse con disinvoltura alla loro prima esibizione; gli sbandieratori hanno creato il clima storico; i ragazzi, amici di Francesco, hanno mostrato i dubbi di chi non condivide le scelte radicali del fraticello di Assisi; il padre di Francesco è stato risoluto nel condannare ed osteggiare il figlio irrispettoso;  le due giovani “cenciose”, Beatrice Nocioni e Veronica Bravi, hanno tirato le fila del racconto, cucendolo scena dopo scena e creando atmosfere magiche; la serie di personaggi intorno a Francesco erano calati appieno nella parte e infine il protagonista, Andrea Piccini, convincente e fresco interprete.  L’interessante regia è stata curata da Elena Schiavoni, docente di scuola Secondaria che ha prestato la sua competenza al giovane gruppo. Con lei hanno collaborato per l’organizzazione dei costumi e degli oggetti scenici Maria  Paola Mazzuferi  e Rosalia Donati; i costumi medievali sono stati prestati dalla compagnia “Corsa alla Spada” di Camerino, la parte tecnico-audio è stata curata da Giancarlo Mazzolani ed Enrico Piantini.  Ma poiché si è trattato di un musical, parte fondamentale  è stata svolta dalla musica, sapientemente gestita dall’associazione “Giuseppe Cerquetelli” di Cingoli, che opera attivamente nel settore dell’educazione musicale dei giovani in città da quasi 10 anni. Il suo direttore artistico, il maestro Melissa Mastrolorenzi e i suoi collaboratori, tra i quali il maestro Riccardo Foresi, hanno curato la vocalità del coro e dei solisti. L’accompagnamento strumentale dal vivo è stato  costituito da Benedetta Carotti , Marcello Mangoni, Melissa Mstrolorenzi alle tastiere, Francesco Cicconi al basso e Nicola Emiliani alla batteria. Il maestro Mastrolorenzi, dalla sua tastiera, ha guidato con carisma tutto l’avvicendarsi musicale, costituito da numerosi brani cantati dai solisti e dal coro, un coro giovane ma ben preparato e sicuro. Chiara, interpretata dalla giovanissima Gaia Ciccarelli, ha saputo trasmettere con la sua vocalità la purezza e la dolcezza del suo personaggio; Giacomo Bracaccini ha interpretato Frate Leone, giovane amico di Francesco, con energia e determinazione nel brano “Ventiquattro piedi siamo”; Grethel Centanni è stata un fiabesco Angelo Biondo dal timbro caldo e rassicurante;  Emanuela Zedda una perfetta Provvidenza  con voce sicura e precisa; Chloé  Poilsel, con la sua vocalità giovane ma già molto raffinata, ha interpretato una Povertà sicura, riflessiva e sognante allo stesso tempo; Filippo Santamarianova con il suo timbro profondo e maturo ha trascinato il pubblico nel sound dirompente nel “Il Lupo” ; Sara Giordani, con la sua voce calda e suadente, ha duettato con Francesco nel dialogo fra Oriente e Occidente nel brano “La Luna ”; infine un fantastico Andrea Piccini ha dato voce al poverello d’Assisi, nelle sue diverse sfumature, dalle più umili e semplici fino alle dirompenti note rock del finale, mostrando una voce che sa modulare nei vari mood.Anche la danza è stata parte integrante con una affascinante Luna interpretata da Elisa Blasi e con tutti i balletti curati dalle giovani ballerine dell’Oratorio di Cingoli. I giovani dell’associazione musicale e quelli dell’Oratorio si sono così fusi in un unicum, che ha espresso con gioia e freschezza, attraverso parole e musica, il messaggio di Francesco: donare seCingoli  stessi, senza se e senza ma, con umile coraggio e immenso Amore per il Signore.E la Grazie del Signore era ben visibile nei gesti, nelle voci, nelle parole degli interpreti che hanno dimostrato come il teatro possa farsi  preghiera e come il misticismo sia un fatto concreto, che attraverso la vita di tutti e di ognuno di noi, se ci lasciamo prendere dal Signore.

25/06/2018
Cingoli: ciclista a Torrette. La caduta provocata da un cane

Cingoli: ciclista a Torrette. La caduta provocata da un cane

Era con un gruppo di amici, tutti in sella alle loro bici, per una escursione sulle strade della campagna di Cingoli. Ma quella che doveva essere una mattinata di allenamento e di sport ha rischiato di trasformarsi in tragedia per un sessantunenne di Osimo. In uno dei campi che costeggia la strada, infatti, c'era un gregge di pecore con tanto di cani a guardia degli ovini. E' proprio uno dei cani che, alla vista del gruppo di ciclisti, si é avventato su di loro, senza aggredirli ma cercando di farli scappare, proprio come avrebbe fatto con i predatori.  Ma, purtroppo, ha provocato la caduta dell'osimano, che ha battuto violentemente la testa nonostante indossasse il caschetto di protezione. L'uomo é stato immediatamente soccorso e successivamente trasferito in eliambulanza all'Ospedale Regionale Torrette di Ancona. Non é in pericolo di vita, ma l'entità del trauma cranico riportato ha suggerito approfonditi accertamenti. 

25/06/2018
Cingoli, le sfila il braccialetto: identificata la ladra

Cingoli, le sfila il braccialetto: identificata la ladra

I carabinieri della stazione di Cingoli hanno denunciato per furto con destrezza una donna 27enne,residente nel milanese, già conosciuta alle cronache giudiziarie. Questi i fatti: qualche giorno fa un’anziana di Cingoli, mentre si trovava nell’orto di casa, era stata avvicinata da una sconosciuta la quale, col pretesto di chiederle informazioni, era riuscita, avvicinandosi, a sfilarle il braccialetto. L’episodio era stato denunciato ai carabinieri i quali hanno raccolto le indicazioni della denunciante e si sono messi all’opera. La ladra, probabilmente con un compice, si era allontanata a bordo di una vettura. I militari hanno preso le immagini delle telecamere cittadine ed hanno individuato una macchina che, per tipologia, colore, orari e circostanze di luogo, poteva essere quella con la quale era fuggita la malfattrice. I militari hanno messo insieme alcuni tasselli ed acquisito elementi di responsabilità a carico della lombarda, ma non si escludono sviluppi per verificare eventuali complici. I carabinieri ricordano soprattutto agli anziani, l’importanza di prestare sempre la massima attenzione nei contatti con gli sconosciuti e di informare subito, per qualsivoglia evenienza, il comando carabinieri del luogo o il 112.

20/06/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433