Treia

Il Motogiro d’Italia fa tappa a Treia: il 18 maggio l'arrivo dei piloti

Il Motogiro d’Italia fa tappa a Treia: il 18 maggio l'arrivo dei piloti

La “Città del Bracciale” sarà tappa del Motogiro d’Italia. I 130 piloti iscritti arriveranno alle 12 di giovedì 18 maggio a Treia. La 26esima edizione (la competizione è stata ripresa negli ultimi anni) si svolgerà dal 14 al 20 maggio. La manifestazione organizzata dal Moto Club Terni “L.Liberati –P.Pileri”, in collaborazione con le federazioni motociclistiche italiana e internazionali, quest’anno ripercorrerà in gran parte percorsi e luoghi originali che ospitarono il motogiro negli anni 50. I partecipanti provengono per il 90% da paesi esteri: Inghilterra, Olanda, Belgio, Francia, Stati Uniti, Austria, Cile, Argentina, Australia, Spagna, Norvegia, Sud Africa, Nuova Zelanda, Canada. La quarta tappa che partirà da San Benedetto del Tronto, proseguirà in altri centri della Provincia (Sarnano, Urbisaglia, Tolentino, Pollenza), prima dell’arrivo in Piazza della Repubblica a Treia; proseguirà quindi, nel Comune di Treia, per la frazione di Chiesanuova, per proseguire per Cingoli, Poggio San Vicino, Fabriano, fino all’arrivo finale ad Assisi. I numerosi atleti saranno accolti in Piazza della Repubblica dalla Pro Treia. L’evento è stato patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Treia, vista l’importanza sportiva, economica, turistica e culturale di questo appuntamento, che vedrà il suo epilogo nella sesta tappa del 20 maggio (Assisi-Spoleto).

16/05/2017
La CNA a Treia su Jobs Act per autonomi e professionisti: martedì 16 maggio nell’ex sede dell’IPSIA

La CNA a Treia su Jobs Act per autonomi e professionisti: martedì 16 maggio nell’ex sede dell’IPSIA

Martedì 16 maggio alle ore 18 si svolgerà a Treia, nell’ex sede dell’IPSIA in via Cavour 29, l’incontro organizzato dalla CNA sul nuovo Jobs Act per autonomi e professionisti. Verranno introdotte e spiegate le novità per le predette categorie, introdotte di recente dalla cosiddetta “manovrina”: tutele per maternità, infortuni e malattie; partecipazioni ad appalti pubblici per incarichi di consulenza e ricerca; indennità di disoccupazione anche per dottorandi e assegnisti di ricerca; smart working e molte altre novità contenute nei 22 articoli dello “Statuto del lavoro autonomo”. Saranno inoltre illustrate le tematiche dell’ultimo decreto 50/2017 sulla ricostruzione post terremoto: la ricostruzione, la sospensione delle imposte, i nuovi calcoli per la delocalizzazione delle imprese e la zona franca urbana. L’incontro è aperto a tutte le imprese del territorio ed ai cittadini. Si ricorda che la CNA sin dal primo terremoto si è attivata per non lasciare sole le aziende e le persone colpite dal sisma, organizzando una serie di incontri sul territorio durante i quali sono state fornite spiegazioni in merito alle normative e alle procedure da seguire nel contesto del post-sisma.

15/05/2017
La Treiese vince il primo memorial Carlo Palombarini di Palla Tamburello

La Treiese vince il primo memorial Carlo Palombarini di Palla Tamburello

Domenica 14 maggio grande giornata di sport presso il campo di Palla Tamburello di Treia dove si sono svolti i campionati interregionali giovanili (maschili e femminili) open del Centro Italia. Nella categoria femminile il Mombaroccio supera la Treiese con un doppio 10-1; nella categoria maschile il Mombaroccio supera Firenze 10-3 nel primo incontro e 10-4 nel secondo, ma si deve arrendere alla supremazia della Usd Treiese, guidata dai tecnici Sestilio Medei e Matteo Camertoni, che vincono 4 incontri su 4: doppio 10-1 al Mombaroccio e doppio 10-0 a Firenze. Domenica 28 maggio presso lo Sferisterio Le Cascine di Firenze il ritorno del campionato interregionali con la Treiese chiamata al bis per staccare il pass per le finali nazionali dell'agosto prossimo in Trentino. Per la Usd Treiese nella categoria maschile sono scesi in campo: Baldassarre Marco, Bianchi Filippo, Brizi Simone, Frascarelli Edoardo, Frascarelli Marco, Leonardi Tommaso, Medei Kevin, Montefusco Leonardo e Salvatori Lorenzo; nella categoria femminile: Bartoloni Sara, Crispiani Anna, Leonardi Sofia, Morichetta Alessia, Piermattei Lucrezia e Testa Federica.   Al termine degli incontri e delle premiazioni, l'Assessore allo Sport del Comune di Treia David Buschittari e il Vice Presidente della Usd Treiese (società organizzatrice del Memorial) Fabio Morichetta hanno donato una pergamena in ricordo del grande campione di palla tamburello Carlo Palombarini al figlio Stefano, anch'egli grande giocatore di tamburello e bracciale (numerose disfida vinte con il quartiere Onglavina); è seguita la lettura di una nota per volontà di Don Vittorio Fratini per ricordare la figura dello sportivo treiese Carlo Palombarini, da sempre impegnato in numerosi sport: calcio, atletica con la SEF di Macerata, pallavolo, tennis, sci, bracciale e appunto tamburello. Ha insegnato per alcuni anni educazione fisica nella scuola media. Relativamente al tamburello è stato uno dei soci fondatori della prima società di palla tamburello di Treia di cui fu anche giocatore. La società negli anni raggiunse grandi risultati fino al campionato nazionale di serie B e organizzatrice di numerosi tornei in diverse città italiane. Un plauso meritorio alla Usd Treiese per aver scelto di dedicare il torneo interregionale giovanissimi alla figura del grande e benemerito sportivo Carlo Palombarini; fare memoria di questi personaggi , significa arricchire la storia della nostra cara Treia.

14/05/2017
Festa di fine anno per le scuole primarie di Treia, Passo Treia e Chiesanuova

Festa di fine anno per le scuole primarie di Treia, Passo Treia e Chiesanuova

Sabato 13 Maggio, a conclusione dell’anno scolastico, le Scuole dell’Infanzia dell’Istituto Paladini di Treia - Plessi di Treia, Passo di Treia e Chiesanuova, hanno organizzato un pomeriggio speciale per salutarsi dopo una meravigliosa avventura vissuta dalle bambine e dai bambini attraverso il Progetto “EDUCAZIONE AL PATRIMONIO CULTURALE”, attuato ormai da diversi anni attraverso un curricolo verticale nei vari ordini scolastici, promosso e coordinato dall’Assessorato alla cultura del comune di Treia. L’evento è stato non solo la felice conclusione del Progetto, ma anche un reale e fattivo “ripercorrere” le diverse vie e strade della città di Treia, da quelle più conosciute a quelle un po’ più nascoste, soffermandosi e annotando le cose che le appartengono di più e che hanno contribuito a farla diventare quella che ora essa è. Il Progetto nasce dall’esigenza di far conoscere la città a tutti i bambini, attraverso esperienze dirette, concrete e coinvolgenti, facendoli familiarizzare con gli elementi che la compongono, esplorarla nel suo aspetto istituzionale, per sviluppare un sentimento di identità e appartenenza ai propri luoghi. I bambini hanno raccontato nella piazza principale l’insolita passeggiata di sabato pomeriggio per le vie e gli antichi palazzi della città di Treia, per riscoprire e conoscere meglio quei luoghi che di solito non si visitano. I percorsi, attraverso le emozioni e le descrizioni, rappresentano la meravigliosa occasione per vivere un’atmosfera carica di storia mista a poesia, la stessa con la quale Dolores Prato descriverà sempre Treia come “Terra del cuore e del sogno”. Per capire se aveva ragione o meno non resta che visitare questo splendido borgo marchigiano! La manifestazione si è conclusa con la consegna dei diplomi dei bambini di 5 anni che andranno alla Scuola Primaria. Il merito del successo e degli obiettivi raggiunti è stato condiviso con molte persone, soprattutto con i genitori che hanno sempre dimostrato la massima disponibilità e sostenuto la scuola in tutte le iniziative proposte. Un autentico ringraziamento va dato alla Dirigente Laura Vecchioli, al Sindaco Franco Capponi, all’Assessore alla Cultura Edi Castellani e a tutta l’Amministrazione comunale per la sensibilità, attenzione e proficua collaborazione. Particolare segno di gratitudine è stato rivolto a Luciano Sileoni, Sponsor ufficiale CUCINE LUBE. Grande ringraziamento ai collaboratori scolastici, al Presidente dell’Associazione Banda Musicale Città di Treia, Paolo Damiani e ad ognuno dei suoi membri, specialmente alla Maestra Sabrina e ai suoi giovani musicisti che, con la loro presenza e il loro apporto musicale, a titolo assolutamente gratuito, hanno vivacizzato e colorato ancor di più la realizzazione di questa festa. Ringraziamenti anche a tutti i componenti della Polizia municipale e della Protezione civile per lo straordinario lavoro svolto assicurando a tutti un servizio efficiente ed efficace nella gestione del traffico a tutela dei piccoli, garantendone la sicurezza. Ma il grazie più grande va a tutte le bambine e i bambini, perché sono loro l’elemento straordinario di questa bella avventura!   Un ringraziamento caloroso e giustamente meritato è andato a tutte le “MAESTRE DI SEMPRE”, un team veramente speciale per la passione con la quale ogni giorno vive l’impegno e la gioia di essere guida e stimolo per i bambini. (Foto di Luciana Montecchiesi)

A Passo di Treia l'Omaggio dei Ceri a Sant'Ubaldo

A Passo di Treia l'Omaggio dei Ceri a Sant'Ubaldo

Gubbio e le Marche più vicine grazie a sant'Ubaldo. Il 16 maggio si celebra la ricorrenza del Vescovo umbro e si rinnova il legame simbolico con Passo di Treia, data la condivisione della festa patronale. Per l'occasione, nel paese è in programma un calendario di iniziative dal 13 al 16 maggio. In particolare, due gli eventi di rilievo che si affiancheranno al triduo di preghiera e alle comunioni. Domenica 14 maggio, durante la Messa delle ore 19, don Angelo Fanucci, tra i più importanti biografi di sant'Ubaldo, interverrà per illustrare ai presenti alcuni passi della sua ricerca. Un'occasione da non perdere data la rilevanza assunta da don Angelo anche all'interno dell'importante "corsa dei ceri" che si svolge a Gubbio con rilevanza internazionale. In tal senso è da intendersi, inoltre, l'omaggio che la parrocchia di Passo di Treia ha inteso programmare martedì 16 maggio verso il proprio Patrono e la città umbra. A partire dalle ore 18, gli studenti dell'Istituto comprensivo "Egisto Paladini" organizzeranno un mercatino in prossimità della chiesa della Natività della Vergine Maria. Successivamente, alle ore 20.45 è fissato il ritrovo in piazza Bachelet (parcheggio scuole Elementari) per il corteo della processione che si dirigerà pochi minuti più tardi sempre in direzione della chiesa della Natività, passando davanti la chiesa di Sant'Ubaldo, in corso Garibaldi, gravemente danneggiata dal terremoto e attualmente inagibile. La processione avrà alcuni aspetti di originalità: tre ceri delle dimensioni di circa 2 metri saranno portati a spalla dai rispettivi rappresentanti dell'associazionismo religioso, laico e sportivo della frazione e non solo. I ceri, inoltre, rappresentano altrettante zone della frazione treiese e simboli di devozione: il "Beato Pietro" per la zona periferica e le campagne (associazionismo laico), la "Santa Croce" per l'area rivolta a San Severino Marche (associazionismo religioso) e la "Madonna del Ponte", area lungo il fiume Potenza (per gli sportivi). Il corteo sarà accompagnato dagli Sbandieratori di Montecassiano e si concluderà in piazza Tarcisio Carboni risalendo da via dell'Asilo. La benedizione e l'offerta dei ceri a sant'Ubaldo precederanno poi la Messa delle ore 21.30 presieduta dal parroco don Gabriele Crucianelli. A ogni partecipante sarà consegnata una candela ricordo da accendere durante la processione e conservare al termine della benedizione.

Un blog per l'Auser Treia: perché "la comunicazione è essenziale"

Un blog per l'Auser Treia: perché "la comunicazione è essenziale"

Per lasciare una traccia e promuovere le attività svolte: è con questi obiettivi che l'Auser Treia (circolo di promozione sociale) ha aperto un blog. Perchè - come disse la presidente regionale dell'Auser Marche, Manuela Carloni, durante la sua visita a Treia il 22 aprile scorso - "La comunicazione è essenziale".   "Stiamo raccogliendo- si legge nel blog - nuove iscrizioni alla sezione dell'Auser Treia. Già una ventina di treiesi hanno aderito e diversi altri si stanno interessando alle attività svolte e da svolgere, anche perché le finalità dell'Auser, in chiave di promozione sociale, sono conduttive allo sviluppo della solidarietà civica, in cui i diritti dei cittadini vadano di pari passo con i doveri, in modo che la collaborazione trovi sbocchi socialmente utili nella piena attuazione di una comunità ideale. Ma è importante che la proposta venga allargata a tutte le fasce sensibili della popolazione ed è per questa ragione che stiamo facendo opera di divulgazione". "Al più presto - annuncia Auser Treia - contiamo di iniziare un corso di Yoga Facile rivolto agli anziani ma anche a ogni altra fascia di età. Le sessioni, per mantenersi giovani e in buona salute, si svolgeranno nella sede di Via Lanzi 18/20 a Treia a cura dell'insegnante Danizete Da Silva. Prossimamente verranno divulgati i particolari sui giorni della settimana e sugli orari delle lezioni".  "Si sta allestendo - si legge nel blog - anche una sala di lettura ubicata nell'androne d'ingresso di Via Lanzi 20, a tal scopo raccogliamo libri e riviste che potranno essere consultati gratuitamente durante i giorni di apertura (martedì e sabato dalle 9 alle 13 circa). Contiamo di utilizzare questo spazio anche per promuovere la cultura e la letteratura, organizzando presentazioni di libri, recite di poesie, letture".  

10/05/2017
Ricostruzione post sisma. L'Ordine degli Architetti: "ecco perché ci sono ritardi nella presentazione dei progetti"

Ricostruzione post sisma. L'Ordine degli Architetti: "ecco perché ci sono ritardi nella presentazione dei progetti"

L’Ordine degli Architetti di Macerata è intervenuto per spiegare le difficoltà che impediscono e ritardano la presentazione dei progetti necessari per procedere con la ricostruzione. "Continua ad essere al centro dei tavoli di lavoro e di discussione la questione ricostruzione - scrive l'Ordine - non ultimo quello aperto a Treia con il convegno “Ri-costrure la contemporaneità” del 6 maggio scorso. Nel corso della giornata di lavoro, infatti, l’assessore regionale Angelo Sciapichetti è tornato ad evidenziare la carenza di progetti depositati per la ricostruzione".  "In primis infatti è stato evidenziato - sottolinea - quanto sia complicato ad oggi poter auspicare una ricostruzione veloce prima di tutto perché i sopralluoghi FAST hanno rilevato come tale ricostruzione sia applicabile ad un numero estremamente ridotto di casi, anche all’interno delle numerosissime classificazioni B. In secondo luogo poi è stato posto l’accento su quanto la ricostruzione veloce in realtà, esempio ne è il caso de L’Aquila, non è stata in grado di salvare quegli edifici colpiti dal sisma del 1997 i cui interventi di risanamento non hanno fatto altro che inficiare l’equilibrio delle strutture colpite poi senza tregua dal terremoto aquilano". "Viene da sé allora che l'enorme contributo economico impegnato dal Paese venga utilizzato ed ottimizzato con intelligenza e proiettato verso la ricostruzione, prima ancora che degli edifici, di un tessuto sociale ed economico attrattivo, come già sottolineato in più di una occasione dagli architetti" continua.  A parlare anche il presidente dell'Ordine Enzo Fusari: "Parlare di ricostruzione oggi, più di ieri, significa quindi studiare il territorio in modo tale da restituire un patrimonio edilizio che possa affrontare con successo gli eventi futuri che caratterizzano inevitabilmente una zona sismica. Non è un caso infatti – spiega Fusari -che solo ora sta per partire lo studio della microzonazione sismica, si sta parlando di predisporre linee guida per le zone maggiormente distrutte, ci si sta interrogando su come rapportarsi con le aree problematiche come i dissesti idrogeologici e con la diffusione degli abusi edilizi, gli uffici tecnici comunali stanno ancora ragionando in merito agli aggregati, ci si sta inventando come sopperire all'assenza di documentazione a seguito della distruzione degli archivi comunali". "Gli ingredienti principali sono già presenti un territorio paesaggisticamente ineguagliabile, una diffusione immane di pregevole patrimonio architettonico e culturale, un popolo volenteroso ed infaticabile; una "ricetta" epocale come questa, legata al terremoto, non può certo essere cucinata al microonde" conclude il presidente Fusari.      

10/05/2017
Da Treia a Civitanova: l'omaggio alla Lube campione d'Italia

Da Treia a Civitanova: l'omaggio alla Lube campione d'Italia

Una vittoria per tutta la comunità di Treia, quella della Lube volley di domenica scorsa, 7 maggio, all'Eurosuole di Civitanova. L'amministrazione comunale è sodisfatta e pubblica le sue congratulazioni. "I nostri complimenti - dice il sindaco Franco Capponi - vanno alla storia vincente della Lube. Lube azienda e Lube Volley sono dei brands inscindibili e come treiesi festeggiamo insieme agli artefici di questa bellissima vittoria di sport e di pubblico. Grazie, quindi, al patron Luciano Sileoni, al DG. Fabio Giulianelli e alla presidentessa della Lube Volley Simona Sileoni. Uno scudetto meritatissimo, che aggiunge gioia a gioia, perché quest’anno festeggeremo il 50° compleanno della nascita dell’Azienda Lube e speriamo che i civitanovesi onorino anche questo simbolico e bellissimo evento". "Siamo contenti di questa vittoria - aggiunge Capponi - perché arriva quasi in anticipo rispetto a quanto possibile: gara 3 rispetto a gara 5, dopo un campionato sfavillante dove la Lube ha dimostrato di avere sempre cuore, forza, gambe, organizzazione di gioco e carattere. Un altro straordinario e prestigioso successo della Lube Volley, che conferma la grande capacità di lavoro e di un’organizzazione sportiva di prim’ordine". "Lo scudetto è il certificato di crescita di un’azienda che in questi anni ai successi sportivi ha saputo coniugare i successi nel mondo imprenditoriale. La Lube vince sul campo e nell’impresa e offre una possibilità e uno stimolo a tutto il Paese: il buon lavoro e la ricerca di nuovi stimoli e mercati in questi anni di crisi fanno crescere l’occupazione e conquistare nuovi mercati. Successi - prosegue il sindaco Capponi - che testimoniano l’imprenditorialità, il coraggio, la tenacia e lo spirito di coesione che da sempre connotano quest’azienda". "A nome della comunità treiese, esprimo la grande soddisfazione di tutti noi, pronti a festeggiare con la Lube questo grande risultato, unitamente alle vittorie dell’azienda e delle sue maestranze, che sempre più si riconoscono nel management di questa bella impresa e nei colori della squadra Lube Volley" conclude Capponi.    L'omaggio al grande risultato conquistato dalla Lube volley arriva anche da Civitanova Marche. Domani, mercoledì 10 maggio, alle ore 12 squadra e staff della Cucine Lube Civitanova saranno ricevuti dall'amministrazione comunale nella sala consiliare di Palazzo Sforza, in Piazza XX Settembre, per festeggiare il titolo di campioni d'Italia. La partecipazione è aperta a tutti.

09/05/2017
La Treiese alle interregionali di tamburello in serie C

La Treiese alle interregionali di tamburello in serie C

Successo per 13 giochi a 6 della Usd Treiese nel macth casalingo di domenica scorsa contro il Mondolfo; la vittoria vale il secondo posto alle spalle del Mombaroccio nel girone a tre squadre delle Marche, concluso con due vittorie e due sconfitte per la compagine capitanata da Matteo Camertoni. Ora i treiesi se la vedranno nella fase successiva contro avversarie, temibili, giunte prime e seconde nei gironi delle altre regioni italiane. Domenica prossima, 14 maggio, sempre a Treia, si svolgerà il campionato interregionale giovanile Centro Italia Open categorie Giovanissimi Maschile e Femminile; l’inizio degli incontri è previsto alle 10 con Usd Treiese-Football Mombaroccio, che costituiscono il girone a tre squadre maschile insieme a C.S.I. Firenze; nel campionato femminile doppia sfida Treiese-Mombaroccio, con gli atleti guidati dal tecnico Sestilio Medei chiamati a dare il meglio per superare le agguerrite compagini avversarie. Le sfide di domenica prossima saranno dedicate a un grande ex giocatore, Carlo Palombarini, a cui la società di Treia ha voluto dedicare questo primo Memorial di Palla Tamburello.  

09/05/2017
Il Bracciale di Treia a Tolentino per la rievocazione "Tolentino 815"

Il Bracciale di Treia a Tolentino per la rievocazione "Tolentino 815"

Piazza Mauruzi, nell’ambito dei festeggiamenti della rievocazione storica “Tolentino 815” sabato 6 maggio, è stata trasformata in un campo di gioco di pallone col bracciale, antica disciplina sportiva ottocentesca i giocatori di Treia.  L’Asd Carlo Didimi, società sportiva campione d’Italia di bracciale negli ultimi quattro anni, ha partecipato alla manifestazione con i propri giocatori che hanno deliziato i numerosi spettatori riversatisi nel centro storico della città di Tolentino, con una partita dimostrativa, un vero e proprio allenamento, in vista dell’inizio della nuova stagione sportiva, che vedrà il suo culmine con la prima domenica di agosto, giorno della finalissima della XXXIX Disfida del Bracciale. Sarà poi il mese di settembre quello in cui si assegneranno gli scudetti, femminile, under 12, 14,1 6, serie B e serie A, con la società di Treia che anche quest’anno proverà a replicare i successi degli anni scorsi. Anche l’associazione culturale “ Sette Ottavi” di Treia ha partecipato alla rievocazione storica di Tolentino con i propri tamburini che hanno accompagnato i numerosi gruppi storici e folkloristici che hanno danzato a ritmo di musiche dell’epoca.        

09/05/2017
Sisma, al teatro comunale di Treia il convegno "Ri-Costruire la contemporaneità"

Sisma, al teatro comunale di Treia il convegno "Ri-Costruire la contemporaneità"

Grande successo di presenze, con circa 250 partecipanti la mattina e quasi 200 il pomeriggio, al convegno Ri-Costruire la Contemporaneità, svoltosi al Teatro comunale di Treia, Venerdì 5 Maggio. Estremamente interessanti e densi di significato gli interventi che hanno caratterizzato la giornata di lavori. Nella mattina, dopo i saluti istituzionali del sindaco di Treia Franco Capponi e del presidente dell’Ordine degli Architetti di Macerata Enzo Fusari, grande rilievo ha avuto l’intervento dell’Ingegner Cesare Spuri, Direttore dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione, sulle fasi che ci attendono da qui ai prossimi mesi, sui ruoli fondamentali, che avranno i comuni nella ricostruzione e sugli aspetti urbanistici. Forte è stato l’accento dell’ingegner Spuri sulla necessità di una progettazione di qualità, un processo che metta in primo piano anche aspetti estetici di valorizzazione del territorio. La mattinata è proseguita con gli interventi dell’architetto Michele Schiavoni, che ci ha portati a fare una riflessione sulla contemporaneità che stiamo vivendo e del professor architetto Mauro Saracco a cui è spettato il compito di analizzare possibili strategie, nonché mostrarci alcuni esempi ritenuti di estremo interesse, di ricostruzione post sisma e non solo. Grande attesa per l’intervento di uno dei massimi Maestri dell’architettura italiana contemporanea, il professor architetto Massimo Pica Ciamarra. Pica Ciamarra ha ribadito la necessità di una programmazione che parta dalla conoscenza reale dei territori. Ha puntato il dito sugli aspetti burocratici e sulla necessità di semplificazione da un punto di vista normativo. Ha mostrato esempi pratici su alcune esperienze da non ripetere, per ciò che riguarda ricostruzioni del passato, ed infine ha dato prova, attraverso esempi pratici, su come a suo avviso  il “dov’era com’era” non può essere oggi applicabile. I lavori della mattina si sono conclusi con l’intervento dell’onorevole Irene Manzi, presente al tavolo di lavoro sin dalle prime ore della mattina. La Manzi ha ribadito l’impegno personale e della politica nazionale affinché i territori duramente colpiti dal sisma abbiano sempre di più risposte concrete ed efficaci. Nel pomeriggio gli interventi sono stati in numero maggiore ma allo stesso modo significativi. Il Soprintendente ai beni architettonici delle Marche Carlo Birrozzi, l’ingegner Stefano Lenci, Ordinario di Scienze delle Costruzioni all’Università Politecnica delle Marche, Monsignor Nazzareno Marconi, Vescovo di Macerata, Tolentino, Recanati, Cingoli, Treia, Francesco Adornato, Rettore  dell’Università di Macerata, hanno portato un contributo essenziale allo svolgimento del convegno. L’assessore regionale Angelo Sciapichetti ha ribadito, pur non nascondendo le difficoltà, l’impegno della regione in questa fase così delicata della nostra contemporaneità. La tavola rotonda finale a cui hanno preso parte:  Pacifico Berrè (Responsabile settore edilizia e sisma Confartigianato), Franco Capponi (Sindaco Comune di Treia), Carlo Casini (Ufficio speciale ricostruzione Marche), Matteo Cicconi (Presidente Unione Montana alta valle del Potenza e dell’Esino), Giampiero Feliciotti (Presente Unione Montana dei Monti Azzurri), Enzo Fusari  (Presidente Ordine Architetti Macerata), Sauro Longhi (Rettore Università Politecnica delle Marche), Marco Montagna  (Presidente IN/ARCH Marche), Giordano Nasini (Direttore federazione provinciale Coldiretti), Sandro Simonetti  (Presidente Gal Sibilla), ha trattato nello specifico i ruoli che le varie istituzioni possono avere in questa fase delicata. Si è rimarcata forte la necessità di un tavolo di lavoro tra i vari enti che vivono il territorio e non è mancato qualche accenno polemico, sempre all’interno però di un contesto teso al dialogo, per superare tutti insieme questa fase così delicata della storia della nostra regione, e dare il via ad un rilancio forte e deciso dei nostri territori. Si ringrazia, per la perfetta riuscita dell’evento, il Comune di Treia, l’Ordine degli Architetti della Provincia di Macerata,  l’Ente Disfida del Bracciale di Treia, l’In/Arch Marche e l’associazione culturale Punto ed a Capo, per aver promosso l’iniziativa. Un ringraziamento va anche alla Regione Marche e alla Provincia di Macerata che hanno patrocinato il convegno.        

Treia, per i cento anni del maresciallo Salvatori gli auguri del capo Del Sette e del sindaco Capponi

Treia, per i cento anni del maresciallo Salvatori gli auguri del capo Del Sette e del sindaco Capponi

Giuseppe Salvatori, maresciallo maggiore in congedo dei Carabinieri ha compiuto e festeggiato i suoi cento anni il 26 aprile.   Un traguardo importante che ha permesso a Giuseppe di rendersi testimone di una intensa e ricca esperienza umana; una tappa invidiabile per chi, come lui, ha dedicato la propria esistenza al servizio della comunità e delle istituzioni. A congratularsi con Giuseppe il comandante generale dell’Arma, Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, il presidente nazionale dell’Associazione nazionale Carabinieri, Generale di corpo d’armata Libero Lo Sardo e il Comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri Stefano Di Iulio, che proprio il giorno del compleanno gli aveva fatto visita, portando il saluto e l’abbraccio dell’Arma all’ispettore centenario con il dono di un crest con lo stemma araldico dell’Arma dei Carabinieri. Giuseppe nei giorni scorsi ha ricevuto anche la visita del sindaco di Treia, Franco Capponi  che, a nome dell’amministrazione comunale e della comunità treiese ha portato i saluti e i più calorosi auguri a Giuseppe; insieme al Sindaco erano presenti, in rappresentanza della stazione dei carabinieri di Treia, il comandante interinale, maresciallo ordinario Paolo Caldarola, l’appuntato scelto Nicola Muriglio  e una delegazione di carabinieri in congedo. Tutti hanno espresso le più fervide felicitazioni sottolineando, ancora una volta, il valore di una vita passata al servizio della comunità. 

07/05/2017
Assemblea Auser Treia, tante le proposte per le attività 2017-2018

Assemblea Auser Treia, tante le proposte per le attività 2017-2018

Si è riunita ieri, 5 maggio, alle ore 21 l'assemblea dell'Auser Treia (circolo di promozione sociale), per avanzare ed esaminare proposte di varie attività da svolgere durante il 2017-2018. Alla riunione era presente il coordinatore provinciale Antonio Marcucci, il quale ha anche portato con sé le copie originali dell'atto costitutivo dell'associazione e della nomina degli organi direttivi (vedi anche: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/04/treia-10-aprile-2017-si-e-tenuta-la.html) di cui un fascicolo viene consegnato al Protocollo del Comune di Treia per la registrazione nell'albo delle associazioni operanti in ambito comunale (Protocollo n. 008203 - 6 maggio 2017). Aperta l'assemblea e dopo il saluto ai presenti da parte di Antonio Marcucci, il primo a prendere la parola è stato il membro David Menichelli il quale ha proposto di cercare una collaborazione tra Auser Provinciale e Università di Macerata, attraverso una convenzione per istituire corsi formativi ed attività di scambio culturale (in sintonia con le finalità Auser). Menichelli si è offerto di tentare un abbocco con l'Università in modo da appurare il suo interesse al progetto. Antonio Marcucci si è detto favorevole e disponibile a perseguire l'attuazione di questo progetto.    Subito dopo ha preso la parola Paolo D'Arpini, presidente del circolo locale, il quale ha  esordito dicendo che è necessario -per lo svolgimento delle attività pubbliche- coordinarsi con l'Ente  Comunale  cercando di collaborare anche con altri Enti ed  associazioni esistenti sul territorio, che perseguono fini in sintonia con quelli dell'Auser, quindi ha   elencato ed illustrato una serie di programmi e di proposte raccolte e suggerite da vari associati e simpatizzanti. La prima è stata quella di organizzare un laboratorio per apprendere la lavorazione della terra cruda, da tenersi possibilmente nella casa di terra cruda gestita dal comune a Treia. Tale laboratorio sarebbe diretto agli alunni delle scuole comunali e ad altre figure interessate facendo intervenire specialisti del campo. La realizzazione di questo progetto richiedendo una organizzazione elaborata può essere previsto per la primavera del 2018.    Una proposta invece attuabile in tempi brevi è quella di avviare un  corso di yoga facile, sia per anziani che per chiunque voglia approcciarsi a questa tecnica salutare. Danizete Da Silva, già insegnante di questa disciplina all'Auser di Appignano, ha dato la sua disponibilità a promuovere e tenere  un corso yoga a Treia, inizialmente nella sede stessa dell'Auser. A tal fine verranno redatti volantini per informare la popolazione su questa iniziativa.     D'Arpini ha proseguito con la proposta di istituire nella sede di Treia una "sala di lettura" ed a tale scopo  Antonio Marcucci ha confermato la disponibilità del Provinciale a fornire testi ed eventuali scaffalature per i libri. Ovviamente questo offrirebbe la possibilità di organizzare la presentazione di libri e di  vari aspetti culturali correlati. Nonché, per far conoscere agli abitanti di Treia la ricchezza della storia archeologica  e della tradizione  locale, si potranno organizzare passeggiate culturali in vari luoghi storici del territorio, anche con l'ausilio di esperti come i professori  Alberto Meriggi ed Enzo Catani, anch'essi membri dell'associazione. Di seguito è stata illustrata la proposta  suggerita da Andrea Cotica di istituire una sorta di "Festival delle arti creative" con dizioni poetiche, esposizione di opere d'arte e foto da tenersi in occasione di qualche evento pubblico  importante od anche da organizzarsi in solitario, in modo da valorizzare la cultura locale. Tale proposta è stata integrata da Lorenzo Luccioni il quale ha suggerito di organizzare anche una "gara poetica" con premi e riconoscimenti da tenersi al teatro comunale in data da destinarsi.   Tra gli eventi fattibili c'è la partecipazione, in collaborazione con il Circolo vegetariano VV.TT., all'escursione erboristica e pellegrinaggio alla Grotta di Santa Sperandia, a San Lorenzo di Treia, già programmata nel calendario comunale per il 13 agosto 2017.  Sempre ad agosto, dopo la Disfida del Bracciale, si potrà fare una gita a Piangiano per conoscere l'apicultura di Renzo Giuliodori, con visita agli alveari ed al laboratorio di smielatura, la data precisa verrà comunicata successivamente.   Altra iniziativa di facile attuazione è quella di tenere nella sede Auser alcuni laboratori di lavori a maglia, cucito ed uncinetto per la conservazione e trasmissione della conoscenza di queste arti casalinghe, unitamente ad altri laboratori per la panificazione e cucina tradizionale da tenersi eventualmente  in collaborazione con la Coop. Talea di Passo Treia. Sempre alla Talea si potranno tenere dei laboratori d'introduzione all'agricoltura biodinamica ed al contatto diretto con animali di fattoria. Tali laboratori  sono previsti  per la fine estate od inizio autunno e  le date verranno segnalate successivamente da Adriano Spoletini.     L'assemblea di Auser Treia ha quindi aderito alla proposta di compartecipare all'organizzazione della "Fierucola delle Eccellenze Bioregionali", da tenersi l'8 dicembre 2017 e già inserita nel programma degli eventi comunali, unitamente ai promotori del Comitato Treia Comunità Ideale e delle associazioni che hanno aderito alla scorsa edizione, e per la cui ubicazione è stata proposta la frazione di Chiesanuova, che offre spazi idonei (sotto i portici della piazza e sotto i portici della chiesa). A tal fine si è deciso di contattare al più presto il parroco don Peter per studiare la fattibilità del progetto.    

06/05/2017
Tremendo incidente a Sambucheto: gravissima la conducente

Tremendo incidente a Sambucheto: gravissima la conducente

Incidente nel tardo pomeriggio di oggi a Sambucheto nei pressi di Guzzini illuminazione. Una Fiat Panda di colore rosso si è schiantata contro un albero. Gravissima la conducente, ventenne, che è stata intubata sul posto dai sanitari e trasportata in eliambulanza all'ospedale Torrette di Ancona.  Oltre al personale del 118 sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Macerata.   

04/05/2017
Tre investimenti in cinque minuti. A Passo di Treia minicar travolge camionista

Tre investimenti in cinque minuti. A Passo di Treia minicar travolge camionista

Tre città diverse e tre persone investite nel giro di pochi minuti. È quanto successo a Macerata, Civitanova e Passo di Treia oggi pomeriggio intorno alle 17. Nel capoluogo, lungo la strada che collega Macerata a Piediripa, una donna è stata investita da un'automobile davanti al distaccamento dell'università. A Civitanova, in corso Umberto I nei pressi della stazione, è rimasta ferita una ragazza. Mentre a Passo di Treia un camionista di 49 anni è stato investito, nei pressi del campo sportivo, da una minicar. Nessuno dei tre feriti è in gravi condizioni.     

04/05/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433