Treia

Blitz delle forze dell'ordine, Movimento Uniti per Treia: "Smentite le parole rassicuranti della Giunta Capponi"

Blitz delle forze dell'ordine, Movimento Uniti per Treia: "Smentite le parole rassicuranti della Giunta Capponi"

Riceviamo e pubblichiamo una nota da parte del Movimento Uniti per Treia La maxi operazione portata a termine dalle Forze dell’Ordine contro lo spaccio di sostanze stupefacenti smentisce le parole sempre rassicuranti della Giunta Capponi sulla gestione delle persone richiedenti asilo presenti a Treia. Solo per citare un fatto, dall’interrogazione presentata dal gruppo di opposizione e portata in Consiglio comunale lo scorso luglio è emerso, infatti, come il 90% dei cittadini extracomunitari coinvolti nei progetti di accoglienza (l'ultimo dato ne segnalava 105) fossero trattati come fantasmi. Di loro non è dato sapere come passassero le giornate: nessuna informazione sul loro stato di salute, sulle attività svolte, così come nessuna valutazione comportamentale o informazioni sulle loro necessità personali e possibili esigenze era nelle disponibilità dell’Amministrazione, in quanto la stessa maggioranza non ha mai pensato di farne richiesta agli operatori responsabili persino dopo i “fatti di Macerata”. È emerso, inoltre, che per un periodo non meglio specificato alcune delle strutture ospitavano un numero superiore di persone rispetto a quanto possibile. Degrado umano al quale si è potuto porre rimedio soltanto grazie al lavoro degli uffici. Una “politica dello struzzo” con due eccezioni: l’adesione volontaria alla cura del verde (soltanto 12 adesioni) affidata a una cooperativa senza tutor adeguati e la consegna in pompa magna di alcune biciclette forse proprio in uno dei casolari interessati dal blitz. Solo propaganda e mai una vera e propria verifica della gestione di tale fenomeno dal punto di vista umanitario. Grazie al lavoro delle Forze dell’Ordine, con tanto di elicottero e dispiegamento di pattuglie sulla frazione di Passo di Treia, sappiamo oggi che la nostra preoccupazione non era infondata. Addirittura apprendiamo dalla stampa come uno dei ricercati sia stato fermato a Ferrara quando risultava invece alloggiato a Treia e come probabilmente in passato fosse dedito al taglio della droga in uno dei casolari perquisiti. Va detto che sappiamo bene come la diffusione dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti a Treia abbia la dimensione di un’emergenza in cui è riduttivo fare solo una distinzione di nazionalità, per chi spaccia o per chi consuma. C’è bisogno di una nuova campagna di sensibilizzazione, di far capire la gravità della questione le sue ripercussioni, oltre che dare a numeri reali risposte concrete. Focus da effettuare sia dentro le scuole, che attraverso una rete di sentinelle attive sul territorio pronte all’ascolto e capaci di essere al fianco delle persone e supportare le famiglie loro malgrado coinvolte. Per questo ci riconosciamo in quanto affermato dal Procurato della Repubblica Giovanni Giorgio: «Dopo aver fermato i “venditori di morte”, non possiamo continuare a ignorare gli “acquirenti di morte”». Andrea Mozzoni, Gianluca Gagliardini, Michele Palazzesi e Giovanna Matteucci  

06/12/2018
Macerata, quindici catture per spaccio nella provincia: circa 1.250 cessioni di eroina

Macerata, quindici catture per spaccio nella provincia: circa 1.250 cessioni di eroina

La Polizia di Stato di Macerata, nell’ambito dell’attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, a partire dagli inizi di Marzo, all’indomani dei gravi fatti di sangue verificatisi con l’omicidio di Pamela Mastropietro e la tentata strage ad opera di Luca Traini ha avviato un’articolata indagine all’esito della quale sono state deferite all’Autorità giudiziaria trentatre persone e sono state emesse quindici misure cautelari personali di cui tredici custodie cautelari in carcere e due divieti di dimora. In particolare si tratta di una complessa attività di indagine della Squadra Mobile, coordinata dal Procuratore Capo Giovanni Giorgio, che si inserisce in un più ampio contesto investigativo e che ha consentito di ottenere già lo scorso 19 Luglio cinque provvedimenti cautelari restrittivi.  Le indagini, particolarmente articolate, sono state realizzate con lo strumento delle intercettazioni telefoniche, l’impiego di strumentazione tecnica altamente sofisticata, presidi tecnologici di ripresa e di localizzazione, appostamenti, pedinamenti e personale sotto-copertura che, in forza della normativa esistente, in varie occasioni, ha acquistato sostanza stupefacente dagli spacciatori. L’attività di indagine ha permesso, quindi, di accertare una fiorente attività di spaccio gestita da cittadini extracomunitari di origine africana, la maggior parte di nazionalità nigeriana i quali, in numerosissimi luoghi della provincia, cedevano sostanza stupefacente del tipo eroina.  I luoghi in cui i soggetti cedevano la sostanza stupefacente insistono nel comune di Treia e la sua frazione Passo di Treia nonché in numerose zone del centro cittadino come i Giardini Diaz, Parco Fontescodella, via Pace, via Roma ma soprattutto nei pressi di due istituti scolastici di questo centro: Scuola Enrico Fermi e Istituto Galilei, luoghi frequentati anche da minori che, in varie occasioni, erano loro stessi gli acquirenti della sostanza stupefacente.   Il contesto operativo si presentava da subito difficile per gli investigatori ma le tecniche di indagine adottate hanno consentito di documentare in modo inoppugnabile la rete di spaccio mediante l’utilizzo di strumentazione tecnica all’avanguardia come telecamere ad altissima risoluzione installate nei luoghi attenzionati.  L’indagine è stata condotta procedendo con l’escussione di circa cinquanta persone, con l’analisi del traffico telefonico di circa quaranta utenze, con accertamenti che hanno così permesso di accertare circa 1250 cessioni nella Provincia in tutte le ore della giornata e con clientela assai variegata.   Si trattava di un “commercio di sostanze stupefacenti al minuto” cedute anche a minorenni ed a “basso costo”.  All’esito dell’attività sono state emesse dal G.I.P. Domenico Potetti quindici ordinanze cautelari personali di cui tredici concernenti la custodia cautelare in carcere e due divieti di dimora.  I destinatari delle quindici ordinanze di custodia cautelare sono in maggioranza nigeriani, regolari sul territorio nazionale con permessi di soggiorno per richiesta di asilo e motivi umanitari.

04/12/2018
Treia, la stagione del Teatro Comunale al via

Treia, la stagione del Teatro Comunale al via

Fervono i preparativi per il debutto della nuova stagione teatrale di Treia.  Il cartellone è ricco di spettacoli scelti per un pubblico attento ed appassionato:  tante proposte, dal 7 dicembre al 16 marzo, che vedranno numerosi artisti di fama nazionale calcare le scene di uno dei teatri più belli delle Marche: il teatro comunale di Treia.   La Compagnia italiana delle operette avrà l’onore di aprire e chiudere la stagione: dopo un intenso periodo di residenza artistica, che ha visto il centro storico di Treia animarsi con artisti e tecnici della compagnia, venerdì 7 dicembre andrà, infatti, in scena “Scugnizza”, un’opera basata su rocamboleschi intrecci e romantiche vicende, accompagnate dalle incantevoli melodie dell’operetta, un genere che continua ad attrarre un pubblico appassionato.  Il 21 dicembre il primo appuntamento con la prosa, con uno spettacolo divertentissimo “Dove vai tutta nuda” con Alberto Barbi, Fabio Mascagni, Maria Occhiogrosso e Antonio Sarasso. Il 31 dicembre torna l’appuntamento “Capodanno a Teatro” con lo spettacolo  “Febbre a 45 giri”, dedicato alla musica degli anni ’60. Lo spettacolo farà rivivere le sonorità di quegli anni e, quindi, le migliori copertine dei dischi 45 giri, attraverso le voci di giovanissimi talenti, affiancati da affermati artisti, cantanti e musicisti. Un tuffo nella musica italiana, rivista attraverso i dischi in vinile. Al termine del concerto, il tradizionale cenone.Si continua il 18 gennaio con due volti notissimi al grande pubblico, Ettore Bassi e Simona Cavallari, protagonisti di “Mi amavi ancora”, con la regia di Stefano Artissunch.  A seguire, il 16 febbraio l’emozionante “Pesce d’Aprile” con Cesare Bocci e Tiziana Foschi, il racconto autobiografico di un grande amore che la malattia ha reso ancora più grande. Sabato 9 marzo torna, a grande richiesta, un collaudato e applauditissimo cast, composto da Simone Montedoro, Luca Angeletti, Toni Fornari e Laura Ruocco, protagonisti de “La Casa di famiglia”, una commedia ricca di sorprese e colpi di scena divertenti ed emozionanti. Per chiudere in bellezza, il “Galà dell’operetta” sempre a cura della Compagnia italiana delle operette, in programma sabato 16 marzo in concomitanza con i festeggiamenti in onore di San Patrizio, patrono della Città.   Accanto a questo nutrito cartellone è confermata l’apprezzatissima rassegna “Domeniche da Favola”, di Teatrinrete, circuito intercomunale di teatro per ragazzi, scuole e famiglie, con quattro spettacoli dedicati ai ragazzi.  Si comincia domenica 16 dicembre 2018 con “Cenerentola in bianco e nero”, si prosegue domenica 20 gennaio 2019 con “Pippi Calzelunghe”; domenica 10 febbraio 2019 sarà la volta di “Pi.. Pi.. Pinocchio” e domenica 10 marzo 2019 l’ultimo spettacolo con “C’era una volta un flauto magico”. Un doveroso ringraziamento va a tutti gli sponsor che, dimostrando sensibilità e attenzione all’affascinante mondo del teatro, contribuiscono in maniera significativa a realizzare una stagione teatrale di altissimo livello. Per info e prenotazioni: mail tonicoservice@gmail.com; Tel. 339/2304624 - Prevendita online www.liveticket.it/tonicoservice   Facebook  teatroatreia

01/12/2018
Un cartellone unico per quattro teatri storici del Maceratese grazie all'Unione Montana

Un cartellone unico per quattro teatri storici del Maceratese grazie all'Unione Montana

Spettacoli di prosa, musical e operette, concerti, incontri con l’autore e film. I cartelloni di quattro teatri storici della provincia di Macerata -  il teatro Mestica di Apiro, il teatro Piermarini di Matelica, il teatro Feronia di San Severino Marche e il teatro Comunale di Treia - raggruppati in una stagione davvero unica.  “L’Unione Montana Potenza Esino Musone di San Severino Marche è riuscita a unire, nel segno della cultura, le programmazioni teatrali di quattro realtà fino ad oggi così vicine eppure così lontane - commenta con soddisfazione il presidente dell’ente comunitario, Matteo Cicconi, che sottolinea - Un lavoro non di poco conto realizzato grazie a un’idea di Francesco Rapaccioni, che lo ha anche progettato e realizzato, e che è stato reso possibile solo grazie alla lungimiranza dei sindaci, degli assessori alla Cultura, dei direttori delle rassegne che, in maniera davvero corale, ci hanno permesso di poter mettere insieme e distribuire, in un unico depliant, un’offerta realmente variegata e adatta a tutti, ragazzi compresi”.  La straordinaria maxi stagione  va quella del teatro Mestica di Apiro, stagione dedicata ai “Sette vizi capitali”, che domenica 2 dicembre vedrà portare in scena, alle 17,30, lo spettacolo di prosa “Ventimila leghe sotto i mari”. Il 16 dicembre verrà invece proiettato il film “A Christmas Carol” e il 18 gennaio del nuovo anno la pellicola “Bernie”. Sempre a gennaio, ma domenica 27, spettacolo per ragazzi “Che rabbia!” mentre venerdì 8 gennaio la rassegna cinematografica vedrà proporre il film “Dallas Buyers Club”. Sarà invece itinerante, e interesserà i locali del teatro, l’appuntamento atteso per sabato 23 febbraio dal titolo: “Molto piacere, Casanova”. La programmazione riprenderà poi il 1 marzo con il flm “Tre manifesti ad Ebbing, Missouri” e proseguirà il 16 marzo con la prosa di Alice Conti nello spettacolo “Errini, o del rimorso”. Venerdì 12 e sabato 13 aprile “Fratello Otello”, sabato 25 e domenica 26 maggio “L’Avaro” nella versione di Fiorenza Montanari. Al Piermarini di Matelica, invece, la stagione teatrale il 16 dicembre presenta “Nemo” con Giovanni Moschella, il 26 dicembre “Mr James Patterson Gospel Group”, il 12 gennaio la serata dedicata alla grande Mina, il 18 gennaio il concerto dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana dedicato a Bach, Mozart e Beethoven. Sempre la musica sarà protagonista al teatro comunale di Matelica il 3 febbraio, con il gruppo Alvarez Guitar Quartet, il 10 febbraio, con Novecento, e il 24 febbraio con l’Italian Clarinet Consort. Il 3 marzo la rassegna “A teatro con i grandi”, dedicata ai più piccoli, propone “Ombre” mentre il 9 marzo sarà la volta di Ilaria Graziano e Francesco Forni con lo spettacolo dedicato agli “Altri percorsi”. Sipario aperto, infine, il 17 marco con “La locandiera”, il 23 con “Matelitango”, il 30 con “Non esistono più le mezze stagioni”, il 31 col “Baule dei sogni”, il 6 aprile con “Chris Cain & Luca Giordano Band” e, infine, il 12 aprile con “Tosca X”. Ricchissimo di eventi pure il cartellone del Feronia di San Severino Marche che per domenica 2 dicembre propone “Mia madre è un fiume” poi per il 7 la rassegna musicale itinerante “Febbre a 45 giri” e per il 13 dicembre il concerto “Suoni per la Rinascita” con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Il 22 dicembre sempre musica con il Concerto di Natale dell’Orchestra Feronia, il 29 concerto gospel Dennis Reed & Gap, il 2 gennaio concerto di Capodanno con l’Orchestra sinfonica Puccini e il 5 gennaio concerto dell’Epifania con il Corpo filarmonico “Francesco Adriani”. La prosa tornerà l’8 gennaio con “Vincent Van Gogh. L’odore assordante del bianco” mentre il 18 e il 19 sarà la volta del musical “Cuore Matto”, il 29 dello spettacolo “Il Misantropo” con Giulio Scarpati e Valeria Solarino, il 2 febbraio quella di Ambrogio Sparagna in concerto. La prosa tornerà di nuovo il 14 febbraio con “Il Padre” ed Alessandro Haber insieme a Lucrezia Lante della Rovere. Il 17 febbraio concerto di San Valentino, il 6 aprile teatro dialettale con “Giulietto e Romeo” e il 10 aprile prosa ancora con “Don Chisciotte” con Alessio Boni. Al comunale di Treia, infine, il 7 dicembre l’operetta “Scugnizza”, il 16 il teatro per ragazzi con “Cenerentola in bianco e nero”, il 21 dicembre la prosa con “Dove vai tutta nuda?” poi il 22 il concerto Armonie della serata e il 31 dicembre il grande Capodanno a teatro con “Febbre a 45 giri”, la musica italiana degli anni Sessanta rivista attraverso i dischi in vinile. Il nuovo anno si aprirà il 18 gennaio con “Mi amavi ancora” per poi proporre il 20 “Pippi Calzelunghe”, il 10 febbraio “Pi… Pi… Pinocchio”. La prosa tornerà il 16 aprile con Cesare Bocci e Tiziana Foschi in “Pesce d’aprile”. Il 9 marzo “la casa di Famiglia”, il 10 marzo “C’era una volta un flauto magico” e, infine, il ritorno dell’operetta previsto per il 16 marzo con un gran galà della prestigiosa Compagnia Italiana Operette.  

29/11/2018
Treia, arriva l'albero di Natale in piazza (FOTO)

Treia, arriva l'albero di Natale in piazza (FOTO)

Al centro storico di Treia i pessimisti pensavano che il Natale non sarebbe  stato onorato adeguatamente ed invece lo è stato e persino più in anticipo del solito. Il dubbio che nella piazza non ci sarebbero stati i consueti addobbi natalizi era motivato dal fatto che – con il tutti a casa dell'amministrazione Capponi e con l'arrivo  in Comune del commissario prefettizio – ci si chiedeva se ci sarebbe stato  qualcuno a preoccuparsi della scenografia natalizia con il tradizionale abete e relative decorazioni. Per fortuna il commissario, Salvatore Angeri, insediatosi da pochi giorni si è messo subito al lavoro, sicuramente aiutato dai funzionari del Comune, ed ecco che la mattina di lunedì 26 novembre 2018, una possente autogru ha sollevato e posizionato, passando sotto la testa di Papa Braschi (Pio VI),  un maestoso albero interrato in un grosso vaso di cemento, il che fa pensare che abbia le radici e quindi sia vivo.  L'abete è stato sistemato a fianco degli uffici tecnici comunali ed è perfettamente agghindato. Nell'arco di una sola giornata lavorativa Treia è pronta per le festività di fine anno, in piazza mancano solo le lucine.   Ma qualcuno sta dando il buon esempio, attorno al portone della famiglia Farabollini-Cammertoni già due giorni fa sono state istallate delle luminarie intermittenti di vari colori. Speriamo che l'esempio sia contagioso.  

27/11/2018
Chiesanuova FC, finisce 0 – 0 il big-match contro la capolista Valdichienti Ponte

Chiesanuova FC, finisce 0 – 0 il big-match contro la capolista Valdichienti Ponte

Finisce in parità 0 – 0 il big-match della domenica al comunale Sandro Ultimi tra la capolista Valdichienti Ponte ed il Chiesanuova FC. Ottima prestazione dei ragazzi del Presidente Luciano Bonvecchi sia sotto il profilo della grinta sia della determinazione, contro la formazione di mister Luigi Giandomenico, che merita la vetta della classifica, dimostrandosi un’ottima formazione. Sicuramente il terreno di gioco non in perfette condizioni a causa dell’ininterrotta pioggia, le due formazioni si sono date battaglia in mezzo al campo. I biancorossi hanno giocato alla pari della capolista per 60 minuti, dopo l’espulsione affrettata del bomber Ramadori, la formazione ospite ha alzato il baricentro, ma la difesa del Chiesanuova FC oggi impenetrabile ha chiuso tutti i varchi a Castellano e compagni CRONACA: al 6’ il Chiesanuova ci prova, su traversone di Ramadori, Morettini di testa impegna Piergiacomi. Rispondono gli ospiti al 10’ con il bomber Castellano, ma Carnevali fa buona guardia. Al 15’ il Chiesanuova ci prova con Cappelletti che impegna Piergiacomi a terra. Al 28’ era Lanari dalla destra che metteva in area per Morettini, che di testa impegna ancora una volta il portiere ospite. Al 35’ ospiti pericolosi con un gran tiro di Lattanzi che sfiora la traversa.   RIPRESA: La ripresa comincia sotto una pioggia battente che non scoraggia le due formazioni, al 58’ ci prova Alex Di Francesco dalla distanza, ma il portiere ospite blocca con sicurezza. Al 60’ Ramadori si becca il secondo giallo e lascia il Chiesanuova a giocare gli ultimi 30’ In 10. Gli ospiti inseriscono il bomber Garbuglia a dare manforte a Castellano. Al 70’ gli ospiti si rendono pericolosi con Marconi, ma il bravo Carnevali sventa la minaccia. Negli ultimi minuti i ragazzi di Fondati su un errore della retroguardia ospite sfiorano il colpo del KO quanto Santoni riesce a penetrare in area, ma la sua conclusione da posizione favorevole finisce di poco alta. Sicuramente un punto che dà morale, contro una delle più forti formazioni incontrate. CHIESANUOVA – VALDICHIENTI PONTE: 0 - 0 CHIESANUOVA:Carnevali, Lanari, Rango (70’ Aringoli), De Santis, Focante, Belelli (78’ Paoloni), Rapaccini, Morettini, Di Francesco (80’ Santoni), Ramadori, Cappelletti. All. Fondati Giuliano A disposizione: Fiorani, Pietrella, Bonvecchi, Pierantonelli, Pasqui, Medei. VALDICHIENTI PONTE: Piergiacomi, Romagnoli, Marcaccio (72’ Mangiola), Monteneri, Lattanzi (80’ Ciucci), Fermani (13’ Jommi), Bellesi (66’ Marconi), Badiali, Ripa (69’ Garbuglia), Castellano, Salvatelli.  All. Giandomenico Luigi A disposizione: Mallozzi, Pietrella, Pandolfi, Pepa.  TEMPI DI RECUPERO: 1 - 5 ANGOLI: 2 - 1 AMMONITI: Ramadori, Rango, Romagnoli, Marcaccio, Bellesi, Marconi. NOTE: al 60’ Espulso Ramadori (doppia ammonizione) ARBITRO: Lanzetta di Pesaro – ASSISTENTI: Donati di Macerata e Viglietta di Macerata RETI:     

25/11/2018
Treia, al Cenacolo Poetico con Maurizio Angeletti e Andrea Biondi

Treia, al Cenacolo Poetico con Maurizio Angeletti e Andrea Biondi

La poesia nelle Marche è sempre stata viva. La poesia è come la musica popolare che un po’ si ripete e un po’ si rinnova. La provincia di Macerata ha sempre primeggiato per l’estro poetico e per il canto. Al tempo che fu c’erano i cantori che nelle vie e nelle piazze, ma anche nelle corti e nei palazzi, declamavano a braccio le loro filastrocche e poemetti, in dialetto. Oggi i poeti, perlopiù, si esprimono in taliano corretto, ma la vena è sempre la stessa. E lo dimostreranno i due poeti treiesi Maurizio Angeletti e Andrea Biondi, durante il “Cenacolo Poetico” organizzato dall’Auser Treia, per il 24 novembre 2018 alle ore 17,00, nella Sala Multimediale di Via Cavour 29 al Centro Storico di Treia. Le poesie e i brani, tratti rispettivamente dai loro libri “Il mio verso libero” e “Le campagne hanno bocche”, saranno declamate dal fine dicitore Stefano Savi e accompagnate dalla chitarra acustica di Roberto Gatta. La professoressa (e scrittrice) Liana Maccari modererà l’incontro coadiuvata dalle relate del poeta (e professore) maceratese Guido Garufi, con liberi interventi ed inviti tra i partecipanti convenuti. Per restare in sintonia con la tradizione novembrina, al termine dell’evento, verrà offerto un brindisi con del buon vino rosso bioregionale.  Dicono gli autori:”Trovare il modo di suscitare interesse con la poesia, nel nostro attuale mondo, che non riesce più a vederla in nessun risvolto del quotidiano, equivale a far dono di occhiali ad un cieco, nella speranza che riacquisti, seppure in parte, quella vista cui da tempo si era rassegnato d’aver perso. Ma come spesso si dice: ‘l’illusione è sempre la più forte delle tentazioni’. Auguriamoci un sussulto, da qualcuno di buona volontà, che rompa il tedio comune e la banale quotidianità” (Andrea Biondi e Maurizio Angeletti).   La manifestazione libera, gratuita ed aperta a tutti, si svolge con il patrocino morale del comune di Treia. Sarà presente per un saluto il presidente provinciale Auser di Macerata, Antonio Marcucci.  

23/11/2018
Treia e Pollenza nel mirino dei ladri

Treia e Pollenza nel mirino dei ladri

Treia e Pollenza nel mirino dei ladri. Nello specifico, due episodi nella prima cittadina, tre nella seconda. Asportati gioielli e oggetti preziosi per un bottino complessivo di diverse migliaia di euro.  I ladri hanno forzato finestre o porte finestre per accedere alle abitazioni. Indagano i carabinieri.

23/11/2018
Treia, inaugurato il cantiere la parrocchia di Chiesanuova

Treia, inaugurato il cantiere la parrocchia di Chiesanuova

Grande festa questa mattina alle 9 nella Parrocchia di SS Vito e Patrizio dove si è svolta l’inaugurazione del cantiere dei lavori per il ripristino della agibilità della Chiesa Parrocchiale di Chiesanuova, lesionata dal sisma nel 2016. La chiesa dei SS Vito e Patrizio è il primo cantiere aperto, delle 70 chiese della Diocesi di Macerata.    Molti gli intervenuti alla manifestazione presieduta dal Vescovo Mons. Nazareno Marconi che ha aperto i lavori con una solenne benedizione, molte le autorità presenti, il Commissario del Comune di Treia Salvatore Angeri, Piero Farabollini commissario straordinario per le zone terremotate, ing. Francesco Losego il progettista della messa in sicurezza delle chiese, l’onorevole Tullio Patassini, il Parroco don Peter Paul Sultana, la Confraternita locale. Il progetto di ristrutturazione prevede 105 giorni circa di giornate lavorative, dunque si prevede l’apertura della chiesa per le festività di Pasqua.  

20/11/2018
Calcio a 5 serie D: il Borgorosso Tolentino batte la Virtus Matelica. Sconfitta per la squadra Csi contro la Treiese

Calcio a 5 serie D: il Borgorosso Tolentino batte la Virtus Matelica. Sconfitta per la squadra Csi contro la Treiese

Per la settima giornata del campionato di serie D  il Borgorosso Tolentino  affronta in trasferta la Virtus Matelica e le emozioni non mancano di certo. Dopo aver sbloccato subito il match con il primo centro stagionale di De La Torre, i biancorossi di mister Ranzuglia non riescono a concretizzare  diverse occasioni, complice anche la fisicità e la compattezza difensiva della squadra avversaria, rischiando anche molto sulle ripartenze. La prima frazione di gioco termina col medesimo punteggio, 0-1. Nella ripresa, dopo una fase di gara molto confusionaria, è con un contropiede ben innescato da Verducci che Diallo fulmina il portiere in uscita per il gol dello 0-2. Lo stesso Diallo ha l’occasione poco dopo di chiudere il match centrando un palo clamoroso a tu per tu con il portiere. La Virtus Matelica invece a pochi minuti dalla fine riapre il match con Prearsi, ribattendo in gol una corta respinta di capitan Pistacchi. Finale di partita agguerrito e nervoso, viene allontanato il mister Ranzuglia per proteste e gli ospiti reclamano un tiro libero, ma dopo un minuto di recupero, il triplice fischio dell’arbitro che decreta la fine delle ostilità. Borgorosso batte Virtus Matelica 2-1 centrando il settimo risultato utile consecutivo, conservando il primato con tre punti di vantaggio sul Cus Camerino e sulle Cantine Riunite. “Risultato molto importante per noi, visto che le inseguitrici hanno tutte centrato i tre punti”,dice il presidente Borri,”non è stata di certo una delle nostre migliori prestazioni, siamo stati a tratti un pò confusionari e poco cinici, ma è importante vedere che questo gruppo,nelle difficoltà, riesce sempre a venire fuori con carattere e a portare a casa il risultato. Ora testa ai prossimi importanti impegni contro il Nebbiano in casa e poi, dopo il turno di riposo, al palaCiarapica contro il Serralta. Esordio al nuovo centro sportivo “R. Gattari” invece  per la squadra CSI del Borgorosso contro la Treiese. Si parte subito in sordina, con gli ospiti che passano in vantaggio grazie ad una sfortunata autorete. I Borgorossini sembrano accusare il colpo e subiscono il raddoppio dei treiesi, a causa di una superiorità numerica concessa agli avversari che non lascia scampo all’ottimo Verdini, autore oggi di ottimi interventi. La ripresa vede i padroni di casa tornare in campo più aggressivi e con una fluidità di gioco convincente, che da i suoi frutti con il gol di Paciaroni. Ora mister Vecerrica comincia a crederci e chiede alla squadra di salire, ma da uno schema su calcio d’angolo ben sviluppato dagli avversari, si torna al doppio svantaggio. Così il mister tenta il tutto per tutto , schierando in campo il giovane Torresi, che infatti trova un gol dalla distanza che da speranza ai suoi. Nel finale i biancorossi mettono l’anima per agguantare il pareggio, ma nonostante alcune buone occasioni create non riescono a raggiungere l’obbiettivo. “Una sconfitta che lascia un po’ di amaro in bocca, dichiara il mister Vecerrica, “dopo l’ottima vittoria di Treia, ora siamo in una fase negativa a livello di risultati. A volte commettiamo clamorose leggerezze e regaliamo gol evitabili. Bisogna invertire la rotta il prima possibile e tornare a fare punti. Dobbiamo crederci!”  

19/11/2018
Treia, i ragazzi classe '68 hanno festeggiato insieme il loro mezzo secolo

Treia, i ragazzi classe '68 hanno festeggiato insieme il loro mezzo secolo

Sabato 10 novembre i ragazzi classe 1968 di Treia, Passo di Treia, Chiesanuova, Santa Maria in Selva si sono ritrovati per festeggiare il loro mezzo secolo. La rimpatriata di questi "ragazzi è stata possibile grazie all'impegno di Fabiola Fabiani, Orietta Buccolini, Eddi Barletta, Patrizia Tartarelli e Raffaela Cammertoni raccogliendo nomi ed indirizzi di tutti i nati nel Comune nel 1968. Si sono ritrovati tutti per festeggiare al "Casolare Dei Segreti " a San Lorenzo di Treia.   Gli invitati emozionati nel ritrovare vecchie amicizie hanno assaporato insieme il piacere di una buona cucina con canti e balli. Un caro amico ha scritto:" ...a 50 la vita è ancora piena e la mente ade' libera e serena, certo, qualche acciaccu ce po' sempre sta' ma...'rdiaulu! Chi ade' che non ce l'ha?.....L'importante è avecce l'allegria, niente rimpianti e poca nostalgia...". 

12/11/2018
La Civitanovese firma la prima sconfitta in casa per il Chiesanuova

La Civitanovese firma la prima sconfitta in casa per il Chiesanuova

CHIESANUOVA: Carnevali, Picchio, Pietrella (75’ Rango), De Santis (80’ Rapaccini), Focante, Belelli, Di Francesco, Morettini, Santoni (57’ Medei), Ramadori (65’ Pandolfi), Pasqui (75’ Cappelletti). All. Fondati Giuliano A disposizione: Fiorani, Aringoli, Paoloni, Pierantonelli.   CIVITANOVESE: Lorenzetti, Carafa, Filippini, Dutto, Linan (60’ Giri), Marino, Lorite, Ferrari (90’ Catinari), Ribichini (80’ Garcia), Miramontes, Vechiarello (73’ Baeza). All. Dal Col Emiliano A disposizione: Sola, Afazaz, Doda, Alonso, Salvati.   TEMPI DI RECUPERO: 0 - 6 ANGOLI: 1 - 3 AMMONITI: Picchio – Pietrella – De Santis – Morettini - Marino NOTE: ARBITRO: Traini di San Benedetto     ASSISTENTI: Tidei di Fermo, Allievi di San Benedetto RETI:  9’ Ribichini (CI) – 25’ Ramadori (CH) – 37’ Miramontes (CI) – 44’ Lorite (CI) Il Chiesanuova FC subisce la prima sconfitta casalinga al comunale “Sandro Ultimi” ad opera di una blasonata Civitanovese del nuovo tecnico Emiliano Dal Col, per 3 -  1 di fronte ad una buona cornice di pubblico. Sicuramente una vittoria pesante per i rivieraschi del presidente Profili, che rilancia la Civitanovese nei quartieri alti della classifica. I rossoblu sono stati bravi a conquistare la vittoria nei minuti finali del primo tempo, con un uno/due micidiale con Miramondes e Lorite, che hanno messo in cassaforte il risultato col doppio vantaggio. Una mazzata per la formazione del tecnico Giuliano Fondati. Nella ripresa i biancorossi con qualche nuovo inserimento ha dato più vivacità alla manovra biancorossa, senza però creare occasioni per impensierire la difesa.   CRONACA: Partono bene i biancorossi che al 5’ su una ripartenza, Pasqui dalla metà campo semina un paio di avversari, dal limite fa partire un gran tiro che finisce di poco al lato sulla sinistra di Lorenzetti. Al 9’ la Civitanovese passa in vantaggio, da un traversone da sinistra irrompe Ribichini che con un colpo di testa batte l’incolpevole Carnevali. Al 16’ era ancora la Civitanovese a farsi pericolosa con Ferrari, la sua conclusione veniva bloccata a terra da Carnevali. Al 18’ ci prova Ramadori con una conclusione da fuori, ma Lorenzetti blocca a terra. Al 25’ i biancorossi pervengono al pareggio con una splendida punizione di Ramadori (foto} , palla sopra la barriera dove Lorenzetti non arriva. Al 37’ la Civitanovese si porta in vantaggio con una prodezza del suo giocatore di maggior spicco Miramontes, con un bel tiro batte il portiere Carnevali. Sulle ali dell’entusiasmo gli ospiti approfittano di una grossa ingenuità della retroguardia biancorossa e per Lorite è un gioco da ragazzi battere l’incolpevole Carnevali.   RIPRESA: Nella ripresa la formazione biancorossa entra in campo con un altro piglio, ma la squadra ospite controlla la gara con scioltezza per il doppio vantaggio, mentre i ragazzi del tecnico Fondati non riescono ad impensierire il portiere Lorenzetti.  

11/11/2018
San Martino a Treia con Avis, Aido e i commercianti del centro storico

San Martino a Treia con Avis, Aido e i commercianti del centro storico

Due giorni, sabato 10 e domenica 11 novembre, per festeggiare San Martino insieme all’Avis, all’Aido e all’associazione che riunisce i commercianti del Centro storico di Treia. Si inizia sabato sera, alle ore 21.30, con lo spettacolo in programma al Teatro Comunale “Chi è l’ultimo?”, commedia dialettale in due atti portata in scena da Li Sfiguranti de Montesanto. La serata è promossa dall’Avis in favore dell’Aido al fine di ricostituire un gruppo locale. Ingresso gratuito senza prenotazione. Domenica mattina, a partire dalle 9, passeggiata salutare nel Centro storico con l’associazione Green Nordic Walking. Appuntamento al quale si può partecipare liberamente anche in compagnia dei propri animali domestici. Nel pomeriggio, dalle 17, degustazione di castagne e vin brulè, offerto dai commercianti del Centro storico, con, a seguire, la possibilità di fermarsi a Treia per l’apericena. Sempre nella mattinata, invece, l’Avis di Treia inaugurerà la sua nuova sede in piazza Arcangeli, davanti al teatro, alle ore 12, prima del tradizionale pranzo di San Martino, aperto ai soci, presso il ristorante Il Villino.  

08/11/2018
Per il terzo anno la Street Band porta Treia al Lucca Comics

Per il terzo anno la Street Band porta Treia al Lucca Comics

Terza partecipazione consecutiva (dopo quelle del 2016 e 2017) per la street band di Treia al Lucca Comics e games lo scorso fine settimana. Dopo il successo del 30 giugno scorso alla Molo Street Parade di Rimini dunque un'altra trasfeta importante per la Banda Musicale Città di Treia e la Street Band di Treia guidate dal presidente Paolo Damiani e dal suo vice Daniele Cherubini. Un grande impegno quello messo in campo dai componenti del gruppo musicale treiese che continuano a rappresentare al meglio la Città del bracciale in tour per l'Italia: un vero e proprio orgoglio per l'intera comunità treiese. Unica band, quella di Treia, che ha preso parte al Lucca Comics insieme alla Banda Bassotti di Nozzano di Lucca, guidata dal maestro Emiliano Bastari. Una grande accoglienza quella riservata ai musicisti treiesi, non solo dal caloroso pubblico del Comics, ma anche dagli amministratori del Comune di Lucca (il vicesindaco Giovanni Lemucchi e il consigliere comunale Renato Bonturi). Per concludere l'anno ora occhi puntati al tradizionale concerto di capodanno in teatro guardando con entusiasmo agli appuntamenti dell'anno prossimo, con una grande trasferta, programmata, già a carnevale!   Il giovane gruppo di Treia non finisce di stupire e continua con passione a girare l'Italia rappresentando al meglio l'immagine della Città.

06/11/2018
Calcio Terza Categoria: l'Atletico Macerata espugna Treia

Calcio Terza Categoria: l'Atletico Macerata espugna Treia

L’Atletico Macerata espugna Treia sfoderando una grande prova del collettivo e dimostrando di saper soffrire. Il finale 1-2 non dice molto su quella che, in campo, è stata una vera e propria battaglia che ha visto i maceratesi, trincerati nella propria retroguardia, cercare di conquistare terreno con pazienza certosina e rintuzzando le incursioni dei treiesi colpo su colpo e i padroni di casa provare a scardinare le difese degli ospiti sfruttando la stazza e la qualità di Francucci F. che da fulcro del gioco ha controllato e smistato palloni per i compagni in inserimento dalle retrovie. Sono serviti tre calci piazzati per infrangere lo stallo e indirizzare la partita sulla via di Macerata con l’Atletico che mantiene la vetta del girone E di terza categoria. La cronaca: Minuto 8 prima occasione per l’Atletico con una bizzarra punizione di seconda all’interno dell’area di rigore avversaria: Catalano calcia forte e teso, Sampaolesi ci mette il piedone ma la palla termina di poco a lato. Al 19’ vantaggio Atletico, punizione dalla trequarti scodellata in area a spiovere, Sampaolesi pizzica la sfera e batte Piermattei. 0-1. Reazione immediata dei padroni di casa che al 22’ recriminano per un possibile rigore: schema da calcio d’angolo, palla rasoterra e velo per Gasparrini A. che viene abbattuto e frana all’interno dell’area maceratese. Per il sig.Perri l’irregolarità è avvenuta appena al di fuori dei 16 metri. Nardi ci prova due volte ma la barriera respinge. Al 31’ errore in uscita dell’Atletico che riconsegna la palla a Gasparrini N. in zona pericolosa, la sua conclusione non impensierisce Mastrocola. Al 36’ Nardi si invola sulla sinistra e costringe l’estremo difensore maceratese a deviare in angolo, sugli sviluppi del tiro dalla bandierina clamorosa palla gol per la Treiese che non riesce a ribadire da posizione favorevolissima. Si va al riposo con l’Atletico in vantaggio. Nella ripresa c’è poco di calcio giocato a causa dei numerosi infortuni occorsi agli uomini di Cencioni che vede fermarsi nell’ordine: Zucconi, Lombi, Sampaolesi, Sancricca e Aliberti. Proprio sugli sviluppi della punizione conquistata a caro prezzo da Aliberti l’Atletico Macerata trova il raddoppio, palla indirizzata verso Feliziani che la rimette al centro con un’ottima sponda, Catalano si avventa sul pallone, apre il piatto e fa 0-2. Un minuto dopo accorcia le distanze e riapre la partita la Treiese, schema da angolo, analogo a quello del primo tempo, che questa volta porta a una conclusione bassa e tesa che trova Borghiani in agguato sul secondo palo pronto ad accorciare le distanze. I padroni di casa ci provano fino all’ultimo secondo, ma le barricate degli ospiti non concedono più spiragli. Nel finale parapiglia, rimediano il rosso per reciproche scorrettezze Pascucci L. e Medei. Non cambia il risultato Treise 1 Atletico Macerata 2. TREIEIESE:Piermattei, Santanatoglia, Nardi, Zenobi (58’ Marini), Stacchio, Romagnoli, Gasparrini A. (70’ Cartechini), Pascucci S. (89’ Medei), Gasparrini N., Francucci F., Belelli (70’ Borghiani). All.Francucci E. ATLETICO MACERATA:Mastrocola, Rocchi, Feliziani, Sampaolesi (62’ Cirilli), Lucentini, Zucconi (46’ Pascucci L.), Sancricca (73’ Tognetti), Lombi (50’ Aliberti) (78’ Ortenzi), Firmani, Gigli, Catalano. All.Bellesi Direttore di gara: Perri Riccardo

04/11/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433