Matelica

"Matelica Futura" si presenta e lancia il suo candidato sindaco Massimo Baldini

"Matelica Futura" si presenta e lancia il suo candidato sindaco Massimo Baldini

"Oggi è il 16 Marzo 2019, questa data segna una nuova avventura per la città di Matelica e per i suoi cittadini. È necessario ricomporre la spaccatura creatasi nella città in questi ultimi anni trascorsi; si sente forte il disagio dovuto alla mancanza di colloquio e di confronto costruttivo a tutti i livelli” - queste le prime parole di Massimo Baldini, candidato sindaco della Lista Civica “Matelica Futura”.“Gli ultimi cinque anni, caratterizzati anche dal sisma del 2016, hanno inoltre evidenziato una grave mancanza di progettualità e di programmi rivolti soprattutto verso il futuro - spiega Baldini -. L’obiettivo, certamente non facile, è quello di ridare vigore alla nostra amatissima cittadina attraverso quei valori che sono stati al centro di uno sviluppo che i matelicesi hanno potuto vivere nel passato mantenendo le proprie condizioni sociali ed economiche. Il programma che intendo realizzare, insieme a tutti coloro che decideranno di affrontare questa sfida al mio fianco, deve necessariamente tenere conto delle attuali difficoltà economiche, della precaria situazione finanziaria locale e anche di quella nazionale che, inevitabilmente, limitano le prospettive di un veloce ritorno a un benessere reale. La ricostruzione deve essere intesa come un fattore positivo e deve rappresentare il volano per una ripartenza concreta e tangibile.""Questo quinquennio che ci aspetta dovrà essere affrontato senza subire ulteriormente questo stato di difficoltà attuale, sarà necessario operare in maniera da ricercare, anticipare e sfruttare le opportunità, cercando per quanto possibile di fungere da traghettatori per un futuro prossimo più solido e concreto - ha continuato il condidato sindaco -. Per questo motivo da diverso tempo mi sono impegnato, insieme ad altre persone, per formare un gruppo di lavoro scevro da questi pensieri e da detti personalismi, che avesse come unico obiettivo la pacificazione cittadina e la volontà di lavorare insieme e di impegnarsi solamente per il bene di Matelica.""Per quanto riguarda me, anche se con qualche riserva, ho accettato di partecipare a questa competizione elettorale soprattutto per la stima e la fiducia che ho ricevuto da più parti. Pian piano abbiamo lavorato e stiamo lavorando per costruire una squadra di volenterosi che hanno un unico obiettivo comune: ricreare le condizioni per una rinascita sia sociale che economica della città.'Giovani si diventa lavorando con i giovani', diceva un illustre personaggio, la cosa più importante è avere degli obiettivi che guardino lontano, supportati da tutti, partendo dalla realtà e dal presente che viviamo, ricostruendo il tessuto sociale con le idee delle persone di ogni età - chiarisce Baldini -. Lavorare per far crescere Matelica, questo è il motore che ci spinge a impegnarci, il programma di lavoro che stiamo scrivendo verrà completato con l’aiuto e con le proposte di tutti, verificando le esigenze e le necessità, valutando sin d’ora lo stato di fatto in cui ci si trova per poi ripartire con consapevolezza. La lista civica che stiamo costruendo avrà anche il sostegno delle forze politiche di centrodestra e del Movimento 5 Stelle.""Tengo a rimarcare che il nostro programma è essenzialmente realistico, ma anche flessibile a secondo della sopravvenienza di nuove esigenze, di nuove normative e di nuove possibilità da sfruttare. Ho dato la mia disponibilità convinto di poter lavorare per far bene insieme a coloro che si candideranno affiancandomi, sono certo che attraverso l’aiuto di tutti i matelicesi saremo in grado di sviscerare i problemi della nostra città, che, con umiltà e rispetto, proveremo a risolvere condividendo il più possibile le scelte - conclude il candidato -. Non si tratta di vincere le elezioni, ma di far vincere i Matelicesi risollevando la nostra piccola e meravigliosa realtà della quale tutti siamo innamorati. Il nostro slogan, quindi, è “Lavorare per Matelica” e non lavorare contro qualcuno o contro qualcosa, anche il nostro simbolo è stato condiviso con tutto il gruppo di lavoro." Come spiegato poi nel dettaglio da Baldini, nel simbolo di “ Matelica futura”, " Il lampione è il segno di una nuova luce. Le colline ricordano le tipicità del nostro territorio; La fontana del 1500 con l’acqua che dà vita. La torre simbolo della rinascita: infatti dopo l’ultima distruzione di Matelica del 1199, l’imperatore Ottone IV ne permise la ricostruzione, e tra le condizioni aveva messo che si fosse costruito un edificio per i suoi messi. Quella volta venne costruita una prima piccola torre."

16/03/2019
Matelica, gli trovano in casa 100 gr di droga: arrestato un 20enne con precedenti (FOTO)

Matelica, gli trovano in casa 100 gr di droga: arrestato un 20enne con precedenti (FOTO)

I  militari della locale compagnia dei Carabinieri di Camerino hanno tratto in arresto, in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana, J. Z.,  un 20enne nato a San Severino Marche e residente a Matelica, già gravato da diversi precedenti specifici in materia di stupefacenti, contro il patrimonio e reati contro la persona. A seguito di una perquisizione personale e domiciliare operata presso la sua abitazione, i Carabinieri hanno rinvenuto 100 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana, due bilancini di precisione, una serie di strumenti atti al confezionamento delle dosi e circa 1500 euro in contanti provento dell’attività di spaccio. Il giovane è stato posto agli arresti domiciliari in attesa della direttissima che avrà luogo domani mattina.

13/03/2019
Matelica, in via di ultimazione il rifacimento della Provinciale Braccano

Matelica, in via di ultimazione il rifacimento della Provinciale Braccano

La Provincia di Macerata sta eseguendo in questi giorni, grazie anche al bel tempo, i lavori di pavimentazione di alcuni tratti della strada provinciale Braccano nel territorio del Comune di Matelica. Come è già stato fatto in passato per il rifacimento dei tappetini su altre strade provinciali anche in questo caso sono stati utilizzati i proventi delle sanzioni comminate dal Comune di Matelica ai trasgressori del codice della strada.  Il rifacimento del manto stradale sui tratti più usurati della Braccano erano stati programmati da tempo ma hanno subito un’accelerazione in vista del passaggio della Tirreno Adriatico.   

11/03/2019
Ciclismo, la Tirreno Adriatico 2019 omaggia la DOC marchigiana: wine stage dedicata al Verdicchio

Ciclismo, la Tirreno Adriatico 2019 omaggia la DOC marchigiana: wine stage dedicata al Verdicchio

Due tappe per 10 Doc marchigiane nella 54^ Tirreno Adriatico, competizione storica del ciclismo internazionale che quest’anno attraversa i vigneti del Verdicchio dei Castelli di Jesi e di Matelica (nelle versioni Doc e Docg) e di altre 6 denominazioni regionali con due giornate dedicate: la quinta, Colli al Metauro-Recanati (domenica 17 marzo) e la sesta, Matelica-Jesi (lunedì 18). Un matrimonio vino-sport reso possibile anche grazie alla partnership tra Rcs e l’Istituto marchigiano di tutela vini (Imt), che sarà presente ai traguardi con uno stand per la promozione del territorio e delle eccellenze enogastronomiche. E se la sesta e penultima tappa della corsa è dedicata al Re bianco delle Marche con la ‘Wine Stage’ del Verdicchio, la quinta si ispira alle altre perle enoiche regionali, dai Colli Pesaresi al Pergola, dai Colli Maceratesi al Serrapetrona fino alla Vernaccia di Serrapetrona e al Bianchello del Metauro, grande festeggiato del 2019 in occasione dei 50 anni dall’approvazione del disciplinare.  “I nostri vini, così come gli altri prodotti Dop delle Marche, sono testimonial della loro terra di origine - ha detto Antonio Centocanti, presidente dell’Imt –. La Tirreno Adriatico ci dà la possibilità, attraverso lo sport, di portare i paesaggi marchigiani a casa degli spettatori, per far conoscere la bellezza di quella che viene definita ‘l’Italia in una Regione'. Un valore – ha concluso Centocanti - che si completa nella grande offerta artistica e culturale dei nostri centri storici, da Urbino fino ad Ascoli, passando per il fascino dei borghi più piccoli”. E quello dei vini marchigiani è un settore importante anche per l’export, dove ha registrato una grande crescita nel 2018. Il vino principe è il Verdicchio, con una produzione che supera i 20 milioni bottiglie (tra le Doc Matelica e Castelli di Jesi), ma i dati sulle esportazioni saranno approfonditi in occasione della prossima edizione di Vinitaly (7-10 aprile) con un’indagine Imt-Nomisma Wine Monitor effettuata proprio sui produttori.  

11/03/2019
Lions Club Matelica: presentato il volume “Ideologia. Ma sei davvero andata via?”

Lions Club Matelica: presentato il volume “Ideologia. Ma sei davvero andata via?”

“Ideologia. Ma sei davvero andata via?” è il titolo del libro presentato durante l’ultima conviviale del Lions Club di Matelica, organizzata sabato sera al ristorante Secondo Tempo. Le autorità e gli ospiti hanno potuto ascoltare l’autore, Ernesto Bentivoglia, e l’editore, Giovanni Ciccolini di Halley, presentare l’interessante volume che si ripropone un excursus nel pensiero politico e filosofico, con l’intento di rispondere a una domanda: “Esiste ancora l’ideologia?”. Un momento doppiamente significativo, non solo per i contenuti della trattazione e del dibattito, ma anche e soprattutto per il fine benefico della conviviale:  l’intero ricavato infatti sarà devoluto al Service interzona “Oncologia Pediatrica”, illustrato dal presidente di Zona, Vincenzo Firetto. “Che cosa è l'ideologia? Esiste ancora un'ideologia? Forse, in una realtà che mai come oggi possiamo definire fluida e in totale divenire, sarebbe preferibile parlare di "ideologie culturali" – con queste parole è stato presentato il volume – Le domande sono tante e le risposte decisamente complicate da dare. Nel tentativo di capirci qualcosa con la presente trattazione si è esaminato, anche se in maniera non approfondita, il liberalismo e il socialismo, le ideologie intermedie, e alcuni pensatori nell'ambito della filosofia politica, le cui tematiche sono alla base delle varie dottrine politiche.  “Voglio ringraziare l’editore, Giovanni Ciccolini, l’autore, Ernesto Bentivoglia, il presidente di zona B, Vincenzo Firetto, per aver voluto unire le forze e gli intenti per un fine nobile come quello del Service a servizio dell’oncologia pediatrica – ha detto il presidente del Lions Club di Matelica, Mario Gigliucci – per questo ringrazio tutti coloro che hanno voluto essere presenti a questa serata importante”.  Oltre al presidente del Lions Club di Matelica, Mario Gigliucci, erano presenti il Presidente della 3° circoscrizione Zona B, Vincenzo Firetto, il Coordinatore distrettuale Gst, Matilde Amina Murani Mattozzi, Officer distrettuale tema di studio nazionale “Disturbi dell’alimentazione”, Maria Gilda Murani Mattozzi, Officer Service “Lotta al diabete”, Endrio Pataracchia, Giovanni Ciccolini, titolare della Halley Informatica srl, azienda di Matelica che da oltre 30 anni produce software per enti locali. La Halley Informatica, infatti, è anche casa editrice, attiva sia nella produzione di volumi sempre per gli enti locali, che di testi non professionali.  Ernesto Bentivoglia, camerinese di origine, ha trascorso la maggior parte della sua vita nel bresciano per motivi di lavoro. Ex insegnate di diritto ed economia nelle scuole medie superiori, studia filosofia per hobby, e si cimenta nella scrittura. Si è avventurato nell’impresa di trattare un argomento così ostico, su consiglio di un mentore importante, che oltre ad essere un amico vero è pure lo stesso editore.   

11/03/2019
L’Ipsia “Pocognoni” viaggia con l’inglese: stage in azienda per 20 studenti meritevoli

L’Ipsia “Pocognoni” viaggia con l’inglese: stage in azienda per 20 studenti meritevoli

L’Ipsia “E. Pocognoni” di Matelica, con le due sedi distaccate di Camerino e San Severino Marche, si contraddistingue da sempre per l’importanza data alla lingua inglese, non solo come materia di insegnamento curricolare, ma intesa anche come competenza acquisita e spendibile nel mondo del lavoro e nella vita. Nello specifico, negli ultimi due anni diversi studenti hanno conseguito la certificazione B1, dopo aver frequentato un lungo corso di preparazione offerto gratuitamente dall’Istituto. Questo obiettivo, previsto nel Piano di Miglioramento triennale dell’IPSIA “Pocognoni”, è stato pienamente raggiunto, anche oltre le aspettative, in quanto più del 10% degli studenti è riuscito a raggiungere la certificazione Cambridge. Tra questi, i 20 più meritevoli sono stati selezionati per partecipare a due progetti di alternanza scuola-lavoro da svolgersi in Europa: “Goals for future”, in collaborazione con la Camera di Commercio di Macerata e il progetto PON “Alternanza a Malta”, vinto dall’Istituto l’anno scorso. Grazie a questi due progetti, cinque studenti sono già partiti per il Regno Unito e per la Polonia, dove, per quattro settimane, svolgeranno uno stage aziendale corrispondente al loro indirizzo di studio; altri quindici, invece, partiranno il 17 marzo, sempre per un periodo di un mese, con destinazione Malta, dove avranno modo di seguire un tirocinio lavorativo in aziende del Paese, selezionate in base alle abilità e competenze dei singoli ragazzi. A differenza di molte proposte di borse lavoro che si possono reperire, è doveroso sottolineare che in questi casi le esperienze che vivranno gli studenti dell’IPSIA “Pocognoni” sono interamente gratuite, dal viaggio, al vitto e all’alloggio.  I progetti sopra citati sono senza dubbio un’occasione importantissima per questi giovani che si stanno preparando al mondo del lavoro, in quanto perfezioneranno la lingua inglese, grazie al fatto che sarà l’unico veicolo che permetterà loro di comunicare nell’azienda e fuori, inoltre, avranno modo di confrontarsi con una realtà diversa da quella a cui sono abituati e ciò sarà per loro un’esperienza di crescita, formazione e maturazione. Vista l’importanza di questi progetti, non si può non ringraziare chi ha reso possibile tutto ciò, in primis il dirigente scolastico, prof. Oliviero Strona, il vicepreside, prof. Matteo Calafiore e il personale di segreteria; una menzione particolare merita il docente di lingua inglese, prof. Leonardo Petrelli, che da anni segue e rende concreti i progetti di lingua a cui l’Istituto aderisce, coadiuvato in questa occasione dalla collega prof.ssa Sara Di Giuseppe, insieme alle altre docenti di lingua Paola Dari, Danila De Santis, Cristina Pennacchioni e Alessandra Pizzichini. Least but not last, come si direbbe in inglese, un ringraziamento per la loro disponibilità va ai docenti della sede di Camerino che accompagneranno gli studenti nello stage a Malta, il prof. Alfredo Firinaio, la prof.ssa Mara Gagliardi e il prof. Paolo Gentili, e al direttore di sede prof. Claudio Falistocco, per lo sforzo nel riorganizzare l’orario scolastico per un periodo così lungo di assenza di tre docenti. L’auspicio rispetto a questa grande esperienza è che i ragazzi ritornino soddisfatti del lavoro svolto e delle emozioni che li avranno accompagnati, arricchiti e resi più maturi, perché, come sosteneva lo scrittore Italo Calvino “di una città non apprezzi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda”.  

Tirreno-Adriatico 2019: il ciclismo abbraccia Matelica e le terre del Verdicchio

Tirreno-Adriatico 2019: il ciclismo abbraccia Matelica e le terre del Verdicchio

Matelica entra nel clima della Tirreno Adriatico con un evento in programma domani, giovedì 7 marzo, alle ore 18 al Teatro Piermarini per parlare di ciclismo e del felice connubio con le terre del Verdicchio. Novità della 54esima edizione dell’importante gara ciclistica, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport e in programma dal 13 al 19 marzo, è infatti la tappa Wine Stage che lunedì 18 partirà da Matelica e si concluderà a Jesi. Sarà una frazione suggestiva oltre che appassionante, che attraverserà i luoghi di produzione; un’idea nata per legare sport e territorio e per valorizzare le Marche come terra di grandi vini, proposta dalla Regione Marche e sposata dai Comuni coinvolti e da Imt – Istituto marchigiano di tutela vini. L’amministrazione comunale di Matelica ha sostenuto il progetto con convinzione: “Sono molto contenta e soddisfatta– commenta l’assessora allo sport e al turismo, Cinzia Pennesi – perché si sta delineando una bella sinergia con il Comune di Jesi nell’ottica di promuovere e comunicare l’eccellenza del Verdicchio in modo più integrato. Speriamo si prosegua su questa strada, guardando anche agli spunti che la gara offrirà per il cicloturismo e alle opportunità di un settore in crescita come l’enoturismo”. Nel corso dell’evento al Piermarini, organizzato dal Comune di Matelica, verrà presentata la tappa sottolineando lo spirito con cui è nata; si parlerà di ciclismo a tutto tondo, dei valori di questo sport e delle opportunità che offre nel veicolare le eccellenze del territorio. Parteciperanno: il sindaco Alessandro Delpriori, gli assessori Cinzia Pennesi e Roberto Potentini; Marco Scarponi, presidente della Fondazione Michele Scarponi e del Comitato Tappa; Diego Pierelli ed Eddo Romagnoli del Comitato Tappa, Lino Secchi (Federciclismo Marche), Antonio Centocanti (Imt), Umberto Gagliardi (Associazione produttori Verdicchio di Matelica), Alessandro Casoni (Unione Montana di San Severino), Marcello Crescentini (Gruppo ciclistico Matelica) e Sebastiano Gubinelli, con la sua testimonianza di una passione sportiva non scalfita dall’età. Condurrà il giornalista Umberto Martinelli. Il 18 marzo Piazza Mattei si vestirà a festa per la partenza della tappa in programma alle ore 12; ci saranno le scuole, tante associazioni oltre ai produttori del Verdicchio di Matelica, presenti con uno stand per valorizzare le tante qualità della doc. La gara seguirà un percorso suggestivo che attraverserà gli splendidi paesaggi tra i vigneti del territorio comunale, salirà poi verso Cingoli per raggiungere Jesi attraverso la zona dei Castelli.  Il venerdì e il sabato precedenti la gara, inoltre, è in programma al Multiplex Giometti la proiezione per le scuole del film Wonderful Losers di Arunas Matelis, documentario sul ciclismo tra i candidati agli Oscar 2019.   

06/03/2019
Matelica, gli studenti Itc Antinori a scuola con Donaction

Matelica, gli studenti Itc Antinori a scuola con Donaction

Fa tappa a Matelica il progetto Donaction. Gli studenti e le studentesse dell’Itc Antinori hanno incontrato questa mattina (4 marzo) i volontari che stanno portando l’iniziativa in decine di scuole della regione. Promosso dalle associazioni Adisco, Admo, Aido, Aned, Antr, Avis e Lifc Marche, il progetto è nato nel 2012 su impulso della Regione Marche ed è stato elaborato in concerto con l’Assessorato all’Istruzione, la Formazione Orientamento Regione Marche, con il supporto scientifico del Centro Regionale Trapianti, Centro Trasfusionale, Registro Midollo e Registro Sangue Cordonale. Il progetto di sensibilizzazione alla donazione di organi, sangue, midollo e tessuti è partito lo scorso mese di febbraio e nel corso dell’anno scolastico coinvolgerà circa 10mila studenti delle scuole secondarie di secondo grado delle Marche. Ai ragazzi e alle ragazze è stata proposta la realizzazione di elaborati per raccontare con creatività il significato e l’importanza della donazione di organi e tessuti. Le scuole che risulteranno vincitrici del concorso, scelte da una commissione di valutazione, si aggiudicheranno un premio in denaro: 900 euro a ciascuna delle cinque scuole che realizzerà l’elaborato in forma di testo giornalistico più meritevole; 900 euro alle cinque scuole che realizzeranno lo spot-video più bello. Gli istituti scolastici potranno spendere il premio in attrezzature didattiche e viaggi di istruzione. Donaction è sostenuto dalla Regione Marche. Tutte le info, regolamento, associazioni aderenti, scadenza concorso su www.donactioncontest.it, info@donactioncontest.it (Tel. 071 94480 – 373 8363175).  In Italia sono aumentate rispetto al passato le dichiarazioni di volontà alla donazione di organi. Il Ministero della Salute lo scorso febbraio ha ufficializzato i dati: al 31 dicembre scorso le dichiarazioni registrate erano quasi 4 milioni e mezzo, ovvero oltre 1,9 milioni in più rispetto al 2017. Un aumento del 76,15%. Tra i cittadini che hanno comunicato la loro volontà, l’81,2% ha espresso il proprio consenso, mentre il 18,9% ha notificato un’opposizione. A trainare la crescita delle dichiarazioni è il raddoppio dei Comuni nei quali è possibile registrare la propria volontà in occasione del rilascio o del rinnovo della carta d’identità: ad oggi il servizio è attivo in 5.598 municipi italiani (il 69,9% del totale).   

Matelica, il sindaco Delpriori ospite di Giletti: "Multato per aver salvato delle opere d'arte" (VIDEO)

Matelica, il sindaco Delpriori ospite di Giletti: "Multato per aver salvato delle opere d'arte" (VIDEO)

Il sindaco di Matelica Alessandro Delpriori è stato ospite della trasmissione di Massimo Giletti "Non è L'Arena", nella puntata andata in onda domenica 3 marzo. Il primo cittadino ha raccontato al conduttore di La7 la vicenda di cui è stato protagonista lo scorso gennaio in seguito alla multa di 40 euro notificatagli tramite decreto penale firmato dal giudice Domenico Potetti (leggi la storia completa).  La multa è pervenuta a Delpriori per essersi introdotto senza autorizzazione nel cantiere della Chiesa di Santa Maria in Castellare, a Castelsantangelo sul Nera. Una visita che aveva portato il sindaco a denunciare il modo con cui venivano trattati gli affreschi e un prezioso altare del '500 all'interno del cantiere.  In sua difesa è intervenuto anche Vittorio Sgarbi, che dallo studio ha espresso massima solidarietà al primo cittadino di Matelica.  Ecco il video dal quale poter riguardare la puntata di "Non è l'Arena" andata in onda domenica 3 marzo su La7: 

04/03/2019
A Matelica la presentazione del romanzo Nero Fondente di Chiara Emiliozzi

A Matelica la presentazione del romanzo Nero Fondente di Chiara Emiliozzi

Un esordio letterario che sta già suscitando molto interesse, quello di Chiara Emiliozzi con il romanzo "Nero Fondente", che sarà presentato domenica 3 marzo alle 18,30 alla libreria Mondadori di Matelica. Il titolo già lascia presagire il filo conduttore di una intrigante storia che si svolge nel centro Italia concepita come una fiaba moderna da assaporare insieme ad una barretta di cioccolato. Miluna è una ragazza di vent’anni che vive a Perugia con i suoi genitori. È cresciuta cercando risposte ai suoi grandi “perché” tra le pagine dei libri. Insicura e profondamente romantica, è sempre alla ricerca di una qualche felicità in grado di colmare i suoi buchi nel cuore. Un giorno deve fare i conti con una richiesta di aiuto della nonna materna e parte così alla volta di San Riccardo in Pietra, piccolo borgo sperduto in un altopiano abruzzese. Qui l’aspetta un duro compito: aiutare la pasticceria dei nonni a risollevarsi da gravi difficoltà economiche. C’è solo un problema: Miluna è la pecora nera della famiglia, l’unica a non avere il cromosoma “pasticceria” nel suo Dna. Come farà a districarsi tra muffin, torte, macaron, cioccolate calde, tè speziati e ricerche di ricettari antichi? Quale ricetta segreta potrà salvare le sorti della Pasticceria Rossi? Le vie del destino sono arcane e imperscrutabili come Stefano, un ragazzo misterioso che trascinerà Miluna alla scoperta di fatti sconvolgenti e a compiere un viaggio nel proprio io più profondo. Chiara Emiliozzi nasce a Camerino nel 1985. Fin da piccola inizia ad assaporare l’amore per la scrittura e la lettura di fumetti, romanzi e saggi incrementando nel tempo i suoi scaffali ormai traboccanti di libri. Insegnante precaria alle medie cerca nel suo piccolo di instillare nei suoi alunni l’amore per la lettura. Nero Fondente è il suo romanzo d’esordio, edito da Giaconi Editore.  

02/03/2019
Matelica, ragazza investita da un ubriaco al volante: 19enne in ospedale

Matelica, ragazza investita da un ubriaco al volante: 19enne in ospedale

Una ragazza è stata investita da un'auto, con alla guida un uomo con tasso alcolemico superiore di due grammi per litro. L'investimento si è verificato intorno alle 19 di questa sera a Matelica in via De Magistris. La giovane, una 19enne del luogo, stava attraversando la strada, quando per cause in corso di accertamento, è stata urtata da una macchina ed ha battuto la testa cadendo a terra. I sanitari del 118 giunti sul luogo, l'hanno trasportata all'ospedale di Camerino. Arrivati sul posto i Carabinieri, oltre alla Polizia Municipale, hanno sottoposto il conducente dell'auto, un 53enne di Castelraimondo all'alcoltest, ed è risultato che aveva un tasso alcolico superiore di due grammi per litro (il limite è di 0,5 grammi per litro). All'uomo è stata ritirata immediatamente la patente e sequestrato il veicolo. Le condizioni della ragazza non sarebbero gravi.

01/03/2019
Celebrazioni a Matelica per la Beata Mattia con il cardinale Menichelli

Celebrazioni a Matelica per la Beata Mattia con il cardinale Menichelli

In preparazione del settimo centenario della Beata Mattia a Matelica domani, 1°marzo, il cardinale Edoardo Menichelli celebrerà la Messa nel monastero di S.Maria Maddalena in ricordo della nascita e del battesimo della stessa Beata Mattia. La celebrazione avrà inizio alle ore 18 e sarà animata dalla corale polifonica “A.Antonelli”. L’odierna ricorrenza è stata preparata da un triduo e nella mattinata di domani saranno celebrate due Messe. Quella delle 11 sarà presieduta da padre Ferdinando Campana, ministro provinciale O.F.M. e animata dal coro di S.Teresa. Tutti gli anni queste celebrazioni sono sempre seguite da una folla di fedeli provenienti anche da altre località in quanto la beata Mattia a Matelica è venerata come una santa. Frattanto prosegue la sottoscrizione per il restauro della chiesa della Beata danneggiata dal sisma. E numerosi fedeli stanno aderendo con slancio all’appello lanciato dalle Clarisse di Matelica.  

28/02/2019
Nel week-end Matelica in maschera tra le "chiacchiere" e il Carnevale dei bambini

Nel week-end Matelica in maschera tra le "chiacchiere" e il Carnevale dei bambini

Una sfida a colpi di abilità culinarie e tradizioni. Torna a Matelica, venerdì 1 marzo, per la seconda edizione “Le Chiacchiere de Materga”, Palio dei quartieri organizzato dall’associazione Pro Matelica con il patrocinio del Comune, nell’ambito di Matelica Festival. L’appuntamento è al Palazzetto dello sport alle ore 21.15 per una serata goliardica dal divertimento assicurato, giocata sul doppio significato delle “chiacchiere”. Le squadre si misureranno infatti nella preparazione del delizioso dolce carnevalesco; ma le chiacchiere sono anche “le voci che circolano in città”, quelle che il pubblico potrà scrivere sui foglietti che verranno distribuiti; le più simpatiche saranno lette al termine della serata.  A sfidarsi nelle diverse discipline per contendersi “La padella d’oro” saranno i sette quartieri della città: Regina Pacis, Casette San Domenico - Rondinella – Trinità, Centro Storico, Braccano – Campamante – Vinano, Manozzini, San Rocco e Piane – Colferraio. Oltre alla preparazione delle chiacchiere, le gare riguarderanno il canto, il ballo, la conoscenza delle peculiarità e della storia di Matelica, l’affiatamento di coppia e, ovviamente, le maschere più belle. Il divertimento in maschera è protagonista nel week end matelicese con un secondo evento. Sabato 2 marzo, a partire dalle ore 15, in programma al Much More il “Carnevale dei bambini”, organizzato dal club insieme all’associazione Pro Matelica. Un ulteriore segno di ripartenza per la città: la festa di Carnevale dedicata ai più piccoli era un appuntamento fisso dello storico locale fino alla chiusura del 2016. Con la riapertura nell’ottobre 2018, il Much More è tornato a proporre tante occasioni di aggregazione per i giovani e non solo. L’evento di sabato, dedicato a bambini e ragazzi under 14, si svolgerà in due spazi distinti: una sala baby, con musica adatta ai più piccoli, truccabimbi e animazione, e una sala young con dj music.  

28/02/2019
Matelica, cittadinanza onoraria a Lucano, Zaffiri: "Ipotesi fuori luogo"

Matelica, cittadinanza onoraria a Lucano, Zaffiri: "Ipotesi fuori luogo"

Non ci sta il capogruppo della Lega nord in Consiglio regionale, Sandro Zaffiri, all’ipotesi di concedere la cittadinanza onoraria della città di Matelica all’ex sindaco di Riace, Mimmo Lucano. “Una proposta completamente fuori luogo – commenta Zaffiri – che mina profondamente lo spirito di trasversalità che ha animato, finora, la lista civica a sostegno del primo cittadino della città matelicese”. “Non soltanto, si tratterebbe di una ipotesi non pienamente condivisa dall’intero Consiglio comunale – rileva ancora il capogruppo della Lega – ma sarebbe una dubbia provocazione, in attesa di conoscere l’esito delle vicende giudiziarie che interessano l’ex sindaco di Riace per fatti che riguardano il sistema dell’immigrazione e dell’accoglienza”. Ma per l’esponente del Carroccio vi è ancora di più. “Il nome di Mimmo Lucano non può essere assolutamente accostato a quella che è, invece, un’insigne figura di Matelica, cioè quella di Enrico Mattei – commenta Zaffiri – che rappresenta un simbolo di impegno imprenditoriale e civile, che ha lavorato e vissuto proprio in questa splendida città marchigiana”. “Se andasse a compimento una scelta così modaiola e di facciata – conclude polemicamente Zaffiri – a rimetterci sarebbe sicuramente l’immagine di Matelica e dei suoi cittadini”.

27/02/2019
Matelica: si discute la cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano, sindaco di Riace

Matelica: si discute la cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano, sindaco di Riace

Nella prossima seduta del Consiglio Comunale di Matelica, convocato per sabato 2 marzo alle ore 10:00, si discuterà il conferimento della cittadinanza onoraria al sindaco di Riace Domenico Lucano. Questo quanto si legge al punto nove degli ordini del giorno della seduta pubblica in programma presso la sala Boldrini in Piazza Mattei.  Il primo cittadino calabrese, diventato un simbolo di accoglienza, è balzato agli onori della cronaca per essere stato arrestato lo scorso 2 ottobre 2018 con l'accusa di favoreggiamento all'immigrazione clandestina. La scelta di discutere la cittadinanza onoraria arriva in analogia con quanto già concesso dal Comune di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa, e proposto da Comuni come Bologna e Milano.  Ecco l'ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale di Matelica, che si terrà sabato 2 marzo: 

26/02/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433