Corridonia

Corridonia, Eleonora Ciabocco trionfa in volata al Memorial Paola Tescaroli

Corridonia, Eleonora Ciabocco trionfa in volata al Memorial Paola Tescaroli

Continua a suon di soddisfazioni l’entusiasmante dopo lockdown per il ciclismo marchigiano con i suoi due corridori più rappresentativi: Eleonora Ciabocco e Gianmarco Garofoli. Eleonora Ciabocco (Team Di Federico) si è imposta in volata tra le donne allieve nel Memorial Paola Tescaroli a Bovolone, in Veneto, gara conclusiva del sabato tutto dedicato alle ruote rosa organizzato dal GS Luc Bovolone. Una volata maestosa e senza discussioni, nonostante una caduta a metà gara e un faticoso inseguimento per una decina di chilometri per tornare nel gruppo delle migliori e giocarsi il tutto per tutto allo sprint. Con all’attivo la vittoria all’autodromo di Monza, l’atleta di Corridonia rimane sempre nelle zone alte della classifica di rendimento nazionale. Doppia convocazione in azzurro agli Europei di Plouay per il campione italiano Gianmarco Garofoli. Lunedì 24 agosto il corridore di Castelfidardo sarà al via del campionato europeo a cronometro individuale in programma dalle 10,25 sulla distanza di 25,6 km. Venerdì 28 agosto, invece, sarà uno degli uomini di punta della nazionale del cittì Rino De Candido che prenderà parte alla prova in linea in programma con partenza alle 11,20, da percorrere 109,20 km lungo 8 giri del circuito. Garofoli ha dimostrato dall’inizio di agosto di godere di un’ottima condizione che lo ha portato a vincere la Cronometro del Levante, in Puglia più altri piazzamenti all’attivo nelle recenti partecipazioni: nono nel Gran Premio Nazionale Sc F.W.R. Baron a San Martino di Lupari (Padova), quarto nella Coppa Crono Porte Garofoli a Camerata Picena (Ancona) e settimo ieri nella Cronoscalata Brossasco – San Sisto in Piemonte.

23/08/2020
Corridonia, mozione di sfiducia per Nelia Calvigioni: la discussione in Consiglio slitta al 12 agosto

Corridonia, mozione di sfiducia per Nelia Calvigioni: la discussione in Consiglio slitta al 12 agosto

Gli inattesi problemi  della piattaforma Zoom hanno fatto saltare la video conferenza della seduta Consiglio Comunale di Corridonia, in programma originariamente il 6 agosto, dove si sarebbe dovuto discutere lo scottante tema  relativo alla mozione per destituire Nelia Calvigioni dalla carica presidente, presentata dal primo cittadino Paolo Cartechini. La versione “online” del Consiglio era appunto stata pensata per evitare assembramenti nella sala consiliare ma la tecnologia ha confermato i limiti che tra l’altro erano già noti.  Zoom non supporterebbe più di 10 votanti in un teorico scrutinio segreto, necessario per decidere l’atro punto importante dell’ordine del giorno ovvero la nomina di un nuovo Presidente del Consiglio Comunale. Come prevedibile la nuova seduta è stata convocata a strettissimo giro e su questo punto abbiamo sentito la diretta  interessata Nelia Calvigioni: “il 7 agosto ho stabilito la conferenza dei capi gruppo per il giorno dopo alle 12 – spiega l’ancora in carica presidente del consiglio – i capi gruppo di maggioranza hanno ribadito l'urgenza di convocare una seduta straordinaria nonostante il periodo feriale e per tali motivi, a seguito della riunione, si è deciso di riunire il consiglio comunale per  il 12 Agosto alle ore 21:15 alla sala consiliare". “Nella giornata di ieri ero in attesa di firmare l’approvazione della nuova convocazione del consiglio comunale e a tal proposito ho fatto anche due solleciti, uno alle 15 e uno alle 21 – dichiara Nelia Calvigioni - ma non avendo ricevuto nessuna bozza per sottoscrivere l’ordine del giorno ho provveduto ad inviare una Pec, con il mio indirizzo personale,  a tutti i componenti dell’apparato comunale”. Una situazione spinosa che dovrebbe trovare la sua soluzione definitiva prima di Ferragosto: “Oltre alla discussione della mozione di sfiducia presenta nei miei confronti –  precisa - c’è da discutere il punto relativo alla nomina del nuovo presidente del consiglio – conclude Calvigioni - stando al regolamento, essendo assente il Vice presidente Matteo Ceschini, a presiedere il Consiglio sarà il consigliere più "votato " attualmente in consiglio e cioè Paolo Bertini ".

09/08/2020
Corridonia, grande successo per il centro estivo "Pippo Summer Edition"

Corridonia, grande successo per il centro estivo "Pippo Summer Edition"

Si conclude il centro estivo “Pippo Summer Edition” per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, a Corridonia.  Sono stati molti i messaggi positivi da parte dei genitori dei partecipanti al centro estivo Pars, come quello di una mamma che vogliamo condividere: ”vi ringrazio tanto per tutto. Mio figlio si è trovato molto bene, sono sempre andata a lavoro tranquilla. Grazie di cuore per il vostro lavoro”. Il Centro di aggregazione giovanile “Pippo per gli amici” del Comune di Corridonia gestito dalla cooperativa sociale Pars, trasferitosi per l’edizione estiva presso la scuola  dell’infanzia “P. Paolo Bartolazzi”, ha accolto per un mese e mezzo molti piccoli cittadini di Corridonia con attività ludico-ricreative, laboratori artistici e sportivi, con l’obiettivo di donare momenti didattici e di gioco in sicurezza, nel rispetto delle regole di tutela della salute e di prevenzione della pandemia. “I partecipanti al nostro centro estivo, eterogenei per età, sono riusciti ad intrecciare sin da subito relazioni significative ai fini ludici-educativi — raccontano le operatrici Pars Giada Taglioni e Giulia Gentili -. Sembrano palesare una necessità tipica della loro età, negata loro negli ultimi tempi per la situazione contingente dell’emergenza Covid-19”. Le giornate al centro estivo, dopo l’accoglienza, iniziavano con un diario delle emozioni: un momento in cui i bimbi a turno manifestavano con una breve frase il loro stato d'animo e le loro sensazioni. Uno spazio-tempo dedicato all'ascolto attivo, alla condivisione, all'accoglienza e alla conoscenza reciproca. Tanto divertimento con una nuova dimensione ludico-ricreativa e una nuova normalità, utilizzando anche i giochi di un tempo, Uno, due, tre stella, il gioco della campana, nascondino, il gioco delle imitazioni dei movimenti e molti altri. “All'esterno ogni giorno sono stati organizzati giochi d’acqua, riscoprendo anche i classici senza tempo; i giochi dei nonni, come campana, nascondino, un due tre stella. I bambini non hanno mostrato segni di insofferenza verso le misure adottate. Presumiamo che siano venuti preparati da casa. Di sicuro attenersi alle indicazioni in un contesto come quello del centro estivo in cui la finalità primaria è l'interazione tra pari non sempre risulta semplice. Tuttavia i bambini e i ragazzi sono stati collaborativi, hanno capito l’importanza delle misure di prevenzione dai contagi, e allo stesso tempo si sono divertiti moltissimo ritrovandosi insieme al centro estivo-. concludono le operatrici Pars, tirando le somme di questa esperienza educativa con nuove modalità organizzative -. Non è stato molto semplice essendo abituate ad usare una metodologia di relazione basata sul contatto e l'interazione continua con i bambini. Comunque, abbiamo ideato giochi e contesti che facilitassero l'interazione garantendo il distanziamento”.

06/08/2020
Corridonia, Calvigioni sulla mozione di sfiducia: "accanimento verso di me, ho presentato una difesa"

Corridonia, Calvigioni sulla mozione di sfiducia: "accanimento verso di me, ho presentato una difesa"

Nel giorno di vigilia di quello che già si preannuncia un acceso consiglio comunale, dove si discuterà la mozione presentata dal Sindaco di Corridonia Paolo Cartechini per destituire Nelia Calvigioni dalla carica presidente, proprio quest'ultima ha voluto fare il punto in merito alla sua posizione alle luce delle accuse mosse proprio dal primo cittadino. Dopo aver incassato la solidarietà del mondo della politica locale e regionale, senza dimenticare poi i cittadini di Corridonia pronti a "scendere in piazza" domani sera  per far sentire la loro vicinanza; Nelia Calvigioni ha così spiegato la sua versione dei fatti: “Il 25 luglio ho ricevuto questa mozione di sfiducia composta da 24 pagine con elencati 18 punti di accusa e, fin da subito, mi sono trovata sorpresa ma allo stesso tempo amareggiata". "I primi episodi a me imputati erano risalenti al febbraio 2018 - racconta Calvigioni -, così fin da subito mi sono messa ad analizzare personalmente ogni punto svolgendo una ricerca attraverso dei documenti personali e facendo delle richieste di accesso agli atti per le copie dei verbali delle passate sedute". Un lavoro accurato e minuzioso volto a portare alla luce una versione chiara dei fatti: “Sono riuscita ad inquadrare con precisione la mia posizione – chiosa l’attuale presidente del consiglio comunale – così nella giornata di ieri ho provveduto ad inviare un documento con le mie controdeduzioni tramite Pec a tutti i consiglieri comunali, al Sindaco, segretario generale, Prefetto, al presidente del collegio revisore dei conti e per conoscenza anche agli assessori – sottolinea - ho sviscerato tutti i punti a me imputati e per ognuno di essi ho scritto tutte le mie osservazioni. Quello che comunque ho potuto constatare è che non sussistono assolutamente delle cause gravi, tali da portare alla mia revoca dalla carica di presidente del consiglio comunale”. Nevia Calvigioni ha poi messo inevidenza quella che è stata la “goccia che ha fatto traboccare il vaso” del Sindaco Paolo Cartechini: “Ci sono delle contestazioni che fanno veramente sorridere ma la cosa più eclatante riguarda il consiglio del 6 maggio dove l’ordine del giorno era la revoca della chiusura della scuola di Colbuccaro (leggi qui l'articolo)– spiega– ricordo che ne venne fuori una discussione abbastanza animata e dietro quel consiglio c’erano due emendamenti uno dell’opposizione e l’altro della maggioranza di cui ho chiesto anche un parere tecnico del segretario che risultò poi favorevole – precisa -. Il regolamento prevede che quando si stravolge l’ordine del giorno di un consiglio si lascia al Presidente l’autorità di consentirlo o meno e io, in quel caso, fui intransigente". E così arriva al punto di ‘rottura’: "Questo è stato il vero consiglio che ha fatto traboccare il vaso, ma voglio ricordare a tutto l’apparato comunale che questa seduta ancora non è stata resa pubblica”. “Mi chiedo come mai questa delibera non sia stata pubblicata – si chiede Nelia Calvigioni - tra l’altro io è dal 10 giugno ne avevo richiesto tutti gli atti quindi non mi si dica che la colpa è del Presidente tant’è che, per far luce su questa mancanza, ho inoltrato una diffida direttamente al Prefetto – e continua - Il 24 giugno ho anche fatto un sollecito ma del verbale senotifico ancora non ve ne era traccia salvo poi ritrovarmelo tra i 18 punti che mi sono contestati; un chiaro segnale quindi il Comune lo aveva in mano”. Un iter burocratico quindi che Nelia Calvigioni ha rispettato rigorosamente: “avevo chiesto regolarmente quel verbale, ma non mi è stato fornito tant’è che tra i punti all’ordine del giorno del consiglio che si terrà domani ci sarà l’approvazione dei verbali precedenti – annuncia - documenti che fino a pochi giorni fa non avevo e, anche in questo caso, ho scritto una mail al Prefetto, precisamente il 30 di luglio. E proprio in quella giornata mi è arrivato l’agognato verbale senotifico, ma non quello riassuntivo”. “Ho comunque analizzato tutto il materiale e lunedì ho presentato i miei rilievi chiedendo un confronto con ll Segretario ma mi è stato detto che non era possibile in quanto aveva altri impegni però , nel consiglio di domani, la delibera della revoca della lettera per l’accorpamento delle scuole di Colbuccaro non verrà pubblicata" puntualizza Calvigioni.  “Vedo un grande accanimento verso la mia figura – dice Nelia Calvigioni - ovviamente mi rimetto al voto che comunque è politico ma non cambierò mai la mia posizione e non accetto queste accuse", "Anche i cittadini di Corridonia hanno capito la situazione, ma la cosa che più mi dispiace è il tempo che si sta perdendo nei miei confronti in un periodo così difficile che richiederebbe unità anziché divisione” conclude la Calvigioni.    

05/08/2020
Corridonia, il Sindaco sfiducia la Calvigioni: i cittadini scendono in piazza per chiedere il ritiro della mozione

Corridonia, il Sindaco sfiducia la Calvigioni: i cittadini scendono in piazza per chiedere il ritiro della mozione

La scorsa settimana il primo cittadino di Corridonia Paolo Cartechini, aveva presentato una mozione per destituire Nelia Calvigioni dalla carica presidente del Consiglio comunale. Il fatto contestato dal Sindaco riguardava il ruolo della Calvigioni in quanto a sua detta aveva perso quella peculiarità di “super partes”. Una mozione che appunto denunciava gli attacchi diretti dal Presidente del Consiglio Comunale agli esponenti della maggioranza e che sarebbe stata discussa nella seduta del 6 agosto (leggi qui l'articolo). Una vicenda sulla quale sono nell’immediato intervenuti i gruppi di minoranza che avevano dichiarato  “Cartechini ora ha i pieni poteri – hanno tuonato Corridonia Futura, Per Cambiare Corridonia e Corridonia Domani -  Continuano i golpe di agosto dopo la destituzione delle commissioni consiliari, la revoca dei revisori ora siamo alla revoca del presidente del consiglio, proseguono. Della serie fuori tutti coloro che hanno la pretesa di controllarci o contrastarci – hanno sottolineato - Con quest’ultimo atto  l’attuale giunta, più che un a sintesi della volontà popolare sembra avere i connotati di un consiglio di amministrazione che gestisce una società privata. Pretestuosi i “capi d’accusa” con cui la maggioranza sfiducia il presidente del consiglio; piuttosto che validi motivi concreti e condivisibili sembrano una lista di scaramucce politiche. Abbiamo toccato veramente il fondo. Con questa mossa il sindaco, oltre che cacciare la Calvigioni dagli uffici del palazzo comunale, libera anche una poltrona da elargire come premio fedeltà ad uno dei giovani boyscout di partito. Una mossa politica che per l’ennesima volta non si interessa della volontà popolare a favore dei voleri del partito democratico”. Sull’argomento si è fatto sentire anche il capogruppo regionale dei Verdi, Sandro Bisonni: "Tutta la mia solidarietà a Nelia Calvigioni – ha dichiarato Bisionni - Al di là degli schieramenti politici ha sempre dimostrato di essere una brava amministratrice, attenta alle esigenze del territorio e sempre pronta a spendersi per trovare soluzioni adeguate ai maggiori problemi. Un merito che non solo il sottoscritto, ma tanti altri cittadini, le riconoscono." Gli attestati di solidarietà verso la Calvigioni però non sono arrivati solamente dal mondo della politica locale e regionale ma anche da parte dei cittadini di Corridonia come si può leggere proprio in questi giorni nei vari gruppi facebook corridoniani: “Il giorno 6 alle 21:15 ritrovo in piazza Corridoni rispettando le misure anti Covid per far sentire il nostro sostegno a Nelia Calvigioni – scrive in un post Beniamino Pennesi - perché la sua mozione non è solo una questione tecnica ma una delle motivazioni l'opposizione del presidente del consiglio sulla chiusura della scuola dell'infanzia di Colbuccaro e Campogiano che ad oggi rimane ancora la chiusura visto dopo la nostra petizione non ci sono ancora pervenute notizie che ci sia un cambio di rotta su la chiusura”. Dello stesso avviso Gigliola Batocchi: “Io per non saper ne leggere ne scrivere invito la cittadinanza giovedì sera in piazza ( distanziamento incluso, tanto la piazza è grande) per una serata del....ringraziamento!!!! A chi??? Beh lo sapete tutti!!!! quindi facciamole sentire la nostra vicinanza....coralmente!!!!! dimenticavo ore 21,15 piazza Corridoni”. “Mi auguro che la mozione della Calvigioni venga ritirata – aggiunge Bruno Pelagallo – in questo momento così difficile Corridonia deve essere unita non divisa”. Un vera e propria chiamata “alle armi” quella dei tanti abitanti di Corridonia che si sono dati appuntamento quindi giovedì sera in Piazza Corridoni per seguire insieme il delicato Consiglio Comunale che sarà trasmesso in diretta streaming per via delle norme vigenti anti-covid. Sicuramente un modo forte di dimostrare vicinanza e stringersi intorno a Nelia Calvigioni.  

04/08/2020
Corridonia, incidente lungo la statale “Val di Chienti”: traffico bloccato in direzione monti

Corridonia, incidente lungo la statale “Val di Chienti”: traffico bloccato in direzione monti

Intorno alle 17.30, lungo la strada statale 77 "Della Valle di Chienti", si è verficato un incidente con tamponamento al km 91,000 a Corridonia in direzione Serra Valle di Chienti.  Il personale di Anas e la polizia stradale sono sul posto per il ripristino della normale circolazione, in quanto il traffico risulta al momento bloccato,e per cercare di ricostruire la dinamica dell'incidente. Sul posto presenti anche gli operatori sanitari dell Croce Verde di Monte San Giusto e un'automedica del 118 che hanno prestato le cure del caso alle persone coinvolte nel sinistro che hanno riportato delle lievi contusioni. Il traffico è deviato sulla viabilità secondaria con uscita obbligatoria a Corridonia in direzione Foligno.    (Servizio in in aggiornamento)

03/08/2020
Corridonia, mozione di sfiducia per la Calvigioni. Bisonni: "Il sindaco ritiri l'atto"

Corridonia, mozione di sfiducia per la Calvigioni. Bisonni: "Il sindaco ritiri l'atto"

 "Tutta la mia solidarietà a Nelia Calvigioni. Al di là degli schieramenti politici ha sempre dimostrato di essere una brava amministratrice, attenta alle esigenze del territorio e sempre pronta a spendersi per trovare soluzioni adeguate ai maggiori problemi. Un merito che non solo il sottoscritto, ma tanti altri cittadini, le riconoscono." A parlare è il capogruppo regionale dei Verdi, Sandro Bisonni, dopo la notizia che il Sindaco di Corridonia, Paolo Cartechini, ha presentato una mozione di sfiducia nei confronti della Calvigioni (leggi qui), attualmente Presidente del Consiglio comunale, accusata di non essere sufficientemente super partes.  "Recentemente - aggiunge Bisonni - ho collaborato con lei in relazione alla futura discarica provinciale, con l'obiettivo di informare la popolazione su quanto realmente stesse accadendo. In Nelia ho trovato una persona con una grande onestà intellettuale. Con la sua mozione Cartechini non solo dimostra ingratitudine, ma soprattutto la volontà di colpire, e sottolineo in maniera ingiustificata, una persona di grande rilevanza politica e amministrativa per la città di Corridonia".  Infine Bisonni formula l'auspicio che il Sindaco Cartechini ritorni sui suoi passi e ritiri la mozione, invitando i Consiglieri a non dare corso a quanto previsto nell'atto, definito "semplicemente assurdo". 

30/07/2020
Corridonia, Cartechini sfiducia Calvigioni. La minoranza attacca: "Ora il sindaco ha i pieni poteri"

Corridonia, Cartechini sfiducia Calvigioni. La minoranza attacca: "Ora il sindaco ha i pieni poteri"

Il sindaco di Corridonia, Paolo Cartechini, ha presentato una mozione per destituire la presidente del Consiglio comunale Nelia Calvigioni. Il motivo – secondo il primo cittadino – è da addurre al fatto che  Calvigioni “abbia perso il ruolo di super partes, attaccando e denigrando più volte gli esponenti della maggioranza”. Questo il succo della mozione di sfiducia presentata da Cartechini, che verrà discussa  nel prossimo Consiglio del 6 agosto. Se la maggioranza dovesse sostenere la mozione presentata dal sindaco, Nelia Calvigioni non sarebbe più la presidente del Consiglio comunale. Sulla vicenda sono intervenute anche le opposizioni: “Cartechini ora ha i pieni poteri" – affermano i gruppi di minoranza Corridonia Futura, Per Cambiare Corridonia e Corridonia Domani - . “Continuano i golpe di agosto dopo la destituzione delle commissioni consiliari, la revoca dei revisori ora siamo alla revoca del presidente del consiglio, proseguono. Della serie fuori tutti coloro che hanno la pretesa di controllarci o contrastarci". “Con quest’ultimo atto  l’attuale giunta, più che un a sintesi della volontà popolare sembra avere i connotati di un consiglio di amministrazione che gestisce una società privata.  Pretestuosi i “capi d’accusa” con cui la maggioranza sfiducia il presidente del consiglio; piuttosto che validi motivi concreti e condivisibili sembrano una lista di scaramucce politiche. Abbiamo toccato veramente il fondo. Con questa mossa il sindaco, oltre che cacciare la Calvigioni dagli uffici del palazzo comunale, libera anche una poltrona da elargire come premio fedeltà ad uno dei giovani boyscout di partito. Una mossa politica che per l’ennesima volta non si interessa della volontà popolare a favore dei voleri del partito democratico”. “Nonostante l’attuale giunta alle scorse elezioni abbia preferito mettere in lista la Calvigioni piuttosto che il simbolo di un partito in decadenza ha poi nei fatti dimostrato tutto il contrario. La Calvigioni è stata fin da subito relegata in un angolo ed ora ghigliottinata a ridosso delle vacanze di agosto. Quale miglior periodo per compiere una esecuzione politica? È questo il concetto di trasparenza, di democrazia, di etica che hanno in mente i nostri rappresentati. Teniamolo ben a mente. Diversi anni fa, quando i politici avevano un certo gravitas – concludono -  la presidenza veniva concessa alle minoranze come simbolo di democrazia, di trasparenza e di riconoscenza verso la volontà popolare. Oggi è tutto cambiato”.    

30/07/2020
Corridonia, dopo quasi quattro mesi ripartono le attività del Centro diurno “Il Ciclamino”

Corridonia, dopo quasi quattro mesi ripartono le attività del Centro diurno “Il Ciclamino”

Dopo quasi quattro mesi, il Centro diurno socio educativo per persone disabili “Il Ciclamino” riparte in sicurezza con un percorso di riorganizzazione secondo le modalità operative stabilite dal Ministero e dalla Regione. Il centro del Comune di Corridonia e gestito dalla cooperativa sociale Pars onlus, rimarrà aperto la mattina, dalle ore 9 alle 13, dal lunedì al sabato, e i 16 utenti si alterneranno in due gruppi da otto, seguiti dagli educatori Pars. “Dopo un periodo così difficile, le famiglie avevano urgenza di essere sostenute e aiutate. Siamo riusciti a riattivare il servizio secondo la normativa vigente dividendo in piccoli gruppi i nostri utenti e il rapporto utenti-educatori è raddoppiato - spiega Monica Sagretti, assessore alle Pari opportunità, istruzione e politiche educative del Comune di Corridonia -. E’ stata una ripartenza in grande sinergia tra Pars, Ambito Sociale e Territoriale, Servizi sociali e Comune di Corridonia. Dopo la difficoltà del Covid c’è stata anche quella dell’inizio dei lavori di ristrutturazione già in programma al centro, così appena siamo stati autorizzati a procedere, siamo riusciti a riattivare il servizio in un’altra location sempre con le accortezza di cui necessitano i nostri ragazzi e ragazze. Abbiamo scelto di riaprire “Il Ciclamino” presso il Centro giovanile “Pippo per gli amici”. E’ stato un lavoro di collaborazione anche con le famiglie, alle quali, durante le riunioni, abbiamo chiesto le esigenze e i desideri dei loro ragazzi, per permettere una ripartenza adeguata a tutti. Gli ospiti del centro si sono riadattati, arrivano al centro contenti, è stata una grande soddisfazione”. Le attività stanno riprendendo con gradualità per dare il modo agli ospiti e agli operatori di usufruire di un servizio rispettoso delle misure di sicurezza e, nel contempo, adeguato sia alle giuste aspettative di ripresa, sia alle opportunità che l’estate offre per svolgere attività all’esterno delle strutture. Laboratorio creativo, pittura, disegno e lettura e passeggiate in centro e al parco, sono tra le attività attualmente avviate al centro. “E’ una nuova realtà, ma tutti si sono adattati velocemente. Questo tipo di progettazione è previsto fino a settembre, con la prospettiva di riaprire anche il pomeriggio - afferma Debora Rommozzi, referente Pars -. Durante il laboratorio creativo occupazionale, i nostri ragazzi creano bomboniere o oggetti per la casa attraverso il cucito. Solitamente questi oggetti li vendevamo durante mercatini estivi e di Natale e il ricavato veniva utilizzato per le gite. Con il laboratorio cognitivo di lettura invece stiamo affrontando la rielaborazione post-Covid, ripercorrendo le fasi del lockdown, le emozioni, i sentimenti, la quotidianità in casa, che cosa è mancato, i desideri. Un percorso a ritroso per ripercorrere i momenti e dare un significato diverso alle emozioni dei nostri ragazzi anche attraverso il confronto con gli altri. Infine c’è l’attività dedicata alla pittura e al disegno. E’ prevista anche un’uscita in piccoli gruppi una volta a settimana all’Abbadia di Fiastra e a Villa Fermani, e passeggiate al centro storico di Corridonia. Al “Cag Pippo” abbiamo a disposizione due stanze e il salone polifunzionale, il gruppo da otto viene suddiviso in due sottogruppi da quattro persone e ogni gruppo ha il suo educatore, le attività si svolgono in sicurezza e sono individualizzate. Qual è l’aspetto più positivo? Tutti i ragazzi sono stati felici di tornare, si sono riadattati alla nuova situazione, in un contesto diverso, nelle modalità differenti, le famiglie ci hanno riferito che sono maggiormente sereni, felici di essersi ritrovati insieme”.

27/07/2020
Corridonia, vivo per miracolo l'ex atleta 47enne Gianluca Francioni

Corridonia, vivo per miracolo l'ex atleta 47enne Gianluca Francioni

È salvo grazie ad un delicato intervento chirurgico effettuato presso l'ospedale di Macerata l'ex lanciatore del peso di Corridonia, Gianluca Francioni. "Non possiamo fare a meno di sottolineare la sinergia nei soccorsi attuati per salvargli la vita – spiegano i familiari -. Gianluca è stato miracolato. Abbiamo trascorso ore interminabili". L’ operazione, che si è protratta per circa sei ore, è stata avviata quando il paziente era in condizioni disperate, a causa di una perforazione del tratto gastrointestinale. Ora, l'ex lanciatore di peso di Corridonia, campione italiano, primatista italiano e 5 volte nazionale azzurro, ha voluto rendere pubblica la sua storia a distanza di quasi 2 mesi.   Vale la pena ricordare che Francioni è balzato alle cronache, oltre che per i suoi risultati sportivi, anche per un processo in cui - assistito magistralmente dall'avvocato Giancarlo Nascimbeni del foro di Macerata -  ha chiamato a giudizio il Comune di Corridonia e il gestore dello stadio cittadino per il cedimento della pedana dove si stava allenando. Cedimento che gli ha procurato un grave infortunio, costringendolo al ritiro dalle competizioni. L'atleta, in merito alla sua drammatica traversia ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Vorrei approfittare dello spazio che mi offrono i mass media, innanzitutto per ringraziare colui che mi ha salvato la vita, ovvero il dott. Nicola Silvestrini, giovane chirurgo instancabile. Persona di grande umanità ed umiltà dotata di estrema professionalità. E che dire del compaesano dott. Rodolfo Scibè, fondamentale nel post operatorio grazie alla sua invidiabile esperienza e competenza. Ultimo ma non meno importante, vorrei rivolgere un ringraziamento speciale al Primario Walter Siquini, che dirige con estrema maestria, tra mille difficoltà, tipiche del nostro bel paese, il reparto di chirurgia, zona vecchia, dell'ospedale civile di Macerata. Naturalmente non dimentico gli infermieri, gli operatori sanitari, la caposala che mi hanno fatto sentire come appartenente ad una enorme famiglia, ai quali va la mia ammirazione per il lavoro che svolgono anche in questo periodo di emergenza”. 

18/07/2020
Corridonia, "Lab free art": il linguaggio dell'arte nelle comunità Pars

Corridonia, "Lab free art": il linguaggio dell'arte nelle comunità Pars

Lab free art è un laboratorio artistico avviato nelle comunità educative e terapeutiche gestite dalla cooperativa sociale Pars onlus, con l’obiettivo di avvicinare i giovani ospiti all’utilizzo delle arti visive per comunicare il proprio mondo interiore e stimolare la capacità creativa, all’interno di un ambiente socializzante nel quale è possibile condividere i propri stati emotivi. Il laboratorio, a cura della professoressa Cristiana Torresi, è realizzato nella comunità terapeutica “Santa Regina”, nei centri “La Ginestra” e “Don Vincenzo Cappella” di Corridonia e nelle comunità educativa per minori di Morrovalle e di Civitanova Marche. “Lab free art nasce con l’intento di dare un beneficio ai nostri ospiti e utilizzare l’arte figurativa come espressione della propria personalità per raccontare se stessi, i propri sogni, i propri desideri e condividerli con gli altri del gruppo - afferma la docente Cristiana Torresi -. Siamo partiti con la creazione del logo, assemblando alcuni disegni creati dai partecipanti al laboratorio e abbiamo scelto di chiamare questo laboratorio “free art” per sottolineare l’importanza della libera espressione, e anche in riferimento anche al disegno a “mano libera””. Dalla creazione del logo, a lezioni teoriche per familiarizzare con le tecniche e i mezzi impiegati nell’arte visiva, a momenti di riflessione sulle proprie emozioni e sui propri vissuti, a progetti di grafica e illustrazione, questo laboratorio aiuta a sviluppare capacità introspettive e comunicative e a migliorare il modo di comunicare e relazionarsi con gli altri oltre che acquisire maggiore autostima e consapevolezza di sé. “I partecipanti hanno dai 6 ai 17 anni nelle comunità educative e dai 18 ai 40 anni circa nelle comunità terapeutiche - spiegano i referenti Pars-. Facciamo sperimentare diverse tecniche come la pittura, il collage, il disegno a mano libera, la grafica, l’illustrazione, alternando momenti di libera espressione al raggiungimenti di obiettivi concreti. Per i partecipanti più grandi, si lavora a progetti dove si unisce l’arte alla creazione di oggetti di utilizzo quotidiano con uno sguardo al mondo del lavoro. Stanno elaborando ad esempio grafiche per tessuti come borse o t-shirt o agende. Inoltre, stiamo scegliendo idee per realizzare decorazioni in alcuni luoghi delle varie strutture. Il tema è il cambiamento, la trasformazione”. “Sono in comunità da quattro mesi - racconta uno degli ospiti -, e dopo la modalità a distanza, finalmente abbiamo potuto fare il laboratorio in presenza. Mi rilassa molto, Cristiana è una persona splendida e mi ha insegnato molte cose belle e soprattuto ho riscoperto il piacere di disegnare”. “L’arte dona loro la possibilità di comunicare un pensiero anche laddove ci sono difficoltà espressive, e durante questi lavori di gruppo ci si sente parte attiva - conclude la Torresi -. L’arte riesce a farli sentire liberi di esprimersi, senza sentirsi giudicati, diventa un linguaggio diretto, chiaro, dove si può raccontate la propria storia, il proprio percorso. Anche durante la fase di lockdown il laboratorio non si è fermato, ma a distanza i nostri ospiti hanno potuto realizzare opere artistiche. I bambini e i ragazzi si sono approcciati con interesse e curiosità, non si sono mai persi d’animo, è stato un momento per continuare a stare insieme".

16/07/2020
RisorgiMarche 2020, il programma dei concerti: artisti, luoghi e date

RisorgiMarche 2020, il programma dei concerti: artisti, luoghi e date

Neri Marcorè e Giambattista Tofoni hanno annunciato i nomi degli artisti, le date e i luoghi della quarta edizione di RisorgiMarche.  Il festival tornerà a regalare giornate all'insegna del fare comunità e della solidarietà con concerti nei borghi, nei parchi archeologici e concerti escursione, all'alba o al tramonto, nei luoghi più suggestivi delle Marche. Presenti alla conferenza stampa di lancio anche l'assessore regionale al turismo Moreno Pieroni e la professoressa Daniela Tisi, consigliere internazionale ICOM.  È stato anticipato come non tutti gli spettacoli saranno svelati in un'unica volta, il calendario è parziale (7 concerti sui 18 totali). "Stiamo ancora trattando 2-3 colpi abbastanza grossi" ha dichiarato Marcoré, "ma nessuna possibilità di un ritorno di Jovanotti".  Molto si punterà sul turismo di prossimità, per far scoprire agli stessi marchigiani tutte le bellezze della loro regione.  Confermata l'impossibilità di organizzare concerti sui prati, come da caratteristica del festival, viste le regole da seguire per via dell'emergenza Covid-19, che impongono il numero chiuso dei partecipanti.  Per censirli sarà introdotta la prenotazione obbligatoria, con un biglietto solidale di 5 euro. L'intero incasso sarà destinato al Comune nel quale si terrà il concerto. I concerti, dunque, non saranno gratuiti.  Sarà emesso anche un "biglietto sostenitori" per coloro che vogliono supportare l'economia locale, dal prezzo di 20 euro. Chi vorrà contribuire in maniera ulteriore, avrà anche la possibilità di fare una donazione diretta all'Iban del Comune nel quale avverrà il concerto.  RisorgiMarche 2020: il calendario dei concerti (in aggiornamento) IL PROGRAMMA Sabato 18 Luglio 2020 ore 19 PETRA MAGONI & FERRUCCIO SPINETTI “MUSICA NUDA” “Verso Sud” Teatro Romano - Falerone FM Mercoledì 22 Luglio 2020 ore 19 AMBROGIO SPARAGNA TRIO “Il viaggio di Giuseppantonio”  Villa Fermani - Corridonia MC Sabato 25 Luglio 2020 ore 19 LA BANDA DELLA RICETTA Parco Monteguarnieri - Montemonaco AP Martedì 28 Luglio 2020 ore 19 PEPPE SERVILLO & SOLIS STRING QUARTET “Presentimento” Piazza della Repubblica - Treia MC Mercoledì 29 Luglio 2020 ore 19 ZIAD TRABELSI & CARTHAGE MOSAIK  Abbazia Sant'Urbano - Apiro MC Sabato 1 Agosto 2020 ore 19 ENZO AVITABILE TRIO “Acoustic World” Piazza Alta - Sarnano MC Domenica 2 Agosto 2020 ore 19 DENTE “Live Acustico”  Piazza del Popolo - Offida AP Mercoledì 5 Agosto 2020 ore 19 BRUNORI SAS CONCERTO ACUSTICO CON LA PARTECIPAZIONE DI NERI MARCORÈ Piazza Vittorio Emanuele II - Caldarola - MC Sabato 22 Agosto 2020 ore 21.30 RAMIN BAHRAMI Piazza Cavour - Camerino (MC) [in collaborazione con Camerino Festival] Domenica 23 Agosto 2020 ore 18.30 NICCOLÒ FABI Arena La Cava - Ripe San Ginesio MC Lunedì 24 Agosto 2020 ore 18.30 GIOVANNI TRUPPI Parco Castello  - Fiuminata MC Martedì 25 Agosto 2020 ore 21.30 I FILARMONICI CAMERTI Piazza Cavour - Camerino (MC) [in collaborazione con Camerino Festival] Giovedì 27 Agosto 2020 ore 21.30 MARIO BRUNELLO Piazza Cavour - Camerino (MC) [in collaborazione con Camerino Festival] Sabato 29 Agosto 2020 ore 19 e 21.30 (doppio concerto) PAOLO FRESU & DANIELE DI BONAVENTURA Piazza Cavour - Camerino (MC) [in collaborazione con Camerino Festival] Lunedì 31 Agosto 2020 ore 18.30 RAIZ & RADICANTO “Neshama” Piazzale degli Smeducci - San Severino Marche MC L'inizio dei concerti è previsto per le 19 circa: luoghi, orari e modalità di accesso possono variare.    

11/07/2020
Corridonia, il messaggio del sindaco ad Alex Zanardi: "Siamo con te, non mollare"

Corridonia, il messaggio del sindaco ad Alex Zanardi: "Siamo con te, non mollare"

"Al campione nello sport e soprattutto nella vita...Forza Alex, la città di Corridonia è con te!". Questo il messaggio che il sindaco di Corridonia, Paolo Cartechini, ha scelto di condividere via social nella giornata di ieri per esprimere la vicinanza di tutta la sua comunità al pluricampione Alex Zanardi, che in queste ore - all'ospedale di Siena - si trova nuovamente ad affrontare la battaglia per la vita.  "Appena un anno fa cantavano insieme l'inno nazionale dopo le sue vittorie - si ricorda sulla pagina istituzionale del Comune - . Ci siamo affezionati ad Alex e alla nazionale italiana di paraciclismo. Quanto accaduto ieri ci ha lasciato senza parole. Oggi più di ieri tifiamo per lui. Non mollare Alex! P.S. Noi le promesse ce le ricordiamo... e quindi, non fare scherzi, ti aspettiamo tutti a Corridonia". Il riferimento è alla Coppa del Mondo di paraciclismo che la città ha ospitato nel maggio dello scorso anno: una vetrina internazionale di prestigio che ha portato a Corridonia tutti gli atleti più forti al mondo. In quell'occasione Zanardi vinse la medaglia d'oro nella cronometro individuale: il foto-racconto della sua impresa di un anno fa Ora Alex si trova in coma farmacologico dopo che, nella giornata di venerdì, è stato sottoposto d'urgenza ad un intervento neurochirurgico a seguito delle fratture al cranio e al volto riportate nell'incidente con l'handbike contro un camion a Pienza, in provincia di Siena, mentre partecipava ad una staffetta da lui stesso organizzata e dedicata alla ripartenza dell'Italia dopo il coronavirus.  Per incoraggiarlo, in questo momento critico, il sindaco ha scelto anche di riproporre le sue parole riportando la famosa regola dei 5 secondi:  "Quante volte mi è successo di voler mollare. Ti senti sfinito e gli avversari sembrano meno stanchi di te. E allora, per trovare qualcosa dentro, penso: ancora 5 secondi, dai, cosa vuoi che siano. Chiudo gli occhi e spingo, sentendo la fatica e il dolore. Poi li riapro e magari vedo che sono gli avversari ad aver mollato!” [A.Zanardi]  

21/06/2020
Corridonia,  scontro tra auto e scooter a Passo del Bidollo: un uomo trasportato a Torrette

Corridonia, scontro tra auto e scooter a Passo del Bidollo: un uomo trasportato a Torrette

L'incidente si è verificato, intorno alle 10 della mattinata odierna, in località Passo del Bidollo nel territorio comunale di Corridonia. Per cause ancora in corso di accertamento, uno scooter guidato da uomo è finito contro un'auto di grossa cilindrata.  Sono stati allertati immediatamente i soccorsi. Gli operatori del 118, prestate le prime cure del caso all’uomo in sella al due ruote e constatate i molteplici traumi riportati hanno avvertito l'eliambulanza, che atterrata nei pressi del luogo del sinistro, ha predisposto il trasferimento del ferito all'ospedale Torrette di Ancona in codice rosso. Sul posto anche i Carabinieri che stanno tentando di ricostruire la dinamica dell'incidente.  

18/06/2020
Corridonia, l'ex sindaco Calvigioni scrive a Cartechini: "Urgono interventi di edilizia scolastica"

Corridonia, l'ex sindaco Calvigioni scrive a Cartechini: "Urgono interventi di edilizia scolastica"

"Vista la situazione dell'edilizia scolastica nel Comune di Corridonia, carente per una serie di criticità legale alle caratteristiche degli immobili, alla scarsa disponibilità delle aule, dei servizi igienici e degli spazi comuni di tipo sportivo-ricreativo - scrive in una nota l'ex sindaco e attuale presidente del Consiglio Comunale Nelia Calvigioni.- Tenuto conto che la diffusione del Covid-19 ha imposto un'ulteriore urgenza, relativa alla necessità di mantenimento del distanziamento sociale sia nelle attività propriamente didattiche e di studio, sia in quelle ricreative e, non da ultimo, relativamente al servizio di trasporto scolastico - e aggiunge - Visto che l'anno scolastico è alle porte, tenendo conto anche del periodo estivo, ritenuta l'urgenza di una pianificazione immediata per la ripresa in sicurezza delle attività scolastiche". "In riferimento alla recente legge n. 41 del 6/6/2020, di conversione del D.L. 22/2020 (c.d. Decreto Scuola), che impone una serie di misure urgenti per l'avvio dell'anno scolastico 2020/2021, a partire dalle regole sul distanziamento interpersonale di almeno un metro fisico tra i banchi in aula, con una conseguente riorganizzazione del layout delle aule stesse, nonché dei laboratori ed il distanziamento di due metri per le attività svolte in palestre, sul servizio pasti, anche attraverso l'eventuale fornitura del pasto in "Lunch Box" per il consumo in classe - precisa Calvigioni - Tenendo conto che la ratio della legge è improntata ad accelerare le procedure per rispondere nell'immediato alle contingenze del particolare momento storico, velocizzando le operazioni di esecuzione degli interventi di edilizia scolastica. Chiedo, con la presente, di impegnare il Sindaco e la Giunta Comunale a promuovere nell'immediato una conferenza dei servizi, con i Dirigenti scolastici degli Istituti aventi sede nel territorio del Comune di Corridonia, ed i rappresentanti del personale insegnante, per un tavolo che avvii: 1) una mappatura delle criticità presenti nei singoli plessi di scuola di infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Corridonia; 2) Una riorganizzazione degli spazi, in rapporto al numero degli alunni ed alla consistenza del personale, con l'obiettivo di garantire la didattica in presenza sin dal primo giorno di scuola, avvalendosi anche di eventuali altri spazi disponibili,  di proprietà dell'Ente Comunale, o di proprietà privata, da adibire ad aule scolastiche, fornite di tutti i servizi necessari; 3) la verifica e la valutazione circa la possibilità (nei plessi dotati di aree esterne) di realizzare in brevissimo tempo moduli prefabbricati adibiti ad aule scolastiche come, ad esempio, è stato realizzato nel 2016 per la scuola di Colbuccaro, dopo gli eventi sismici; 4) una modalità di implementazione di percorsi in sicurezza alla luce delle nuove disposizioni legislative; 5) una pianificazione di breve, medio e lungo termine degli interventi di edilizia scolastica per gli spazi che consentono agli enti locali di assumere, anche direttamente, le funzioni di stazione appaltante e di sviluppare le procedure di affidamento con numerose semplificazioni, anche al fine di consentire, da una parte una ripresa in sicurezza delle attività scolastiche e, dall'altra, una programmazione che immagini una nuova scuola del futuro, in linea con le nuove esigenze, anche creando le condizioni materiali per mettere a sistema nuove esperienze che il periodo di emergenza ha imposto, in maniera così repentina, agli Istituti scolastici. "Qualora la presente richiesta non avesse risposta - conclude l'attuale presidente del consiglio comunale di Corridonia - sarà presentato un Ordine del Giorno al prossimo Consiglio Comunale".

17/06/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.