Mogliano

Mogliano: adotti un cane del canile? Il Comune ti sostiene con 200 euro l'anno

Mogliano: adotti un cane del canile? Il Comune ti sostiene con 200 euro l'anno

Trovare un padrone ai cani randagi o abbandonati e contemporaneamente risparmiare risorse che potrebbero così essere destinate ad altri servizi necessari alla cittadinanza. Questi sono i punti cardine del progetto “Adotta un cane” e le motivazioni per cui l’amministrazione del Comune di Mogliano ha redatto le linee guida per la concessione di fondi a favore dei cittadini che decideranno di adottare un cane, tra quelli che sono stati accalappiati nel territorio comunale e sono ricoverati nel canile convenzionato. L'amministrazione comunale intende svolgere una campagna di sensibilizzazione per incentivare l’adozione dei cani randagi, allo scopo di ridurre la permanenza in un ambiente dove gli animali hanno limitata libertà di movimento e nel contempo favorirne l'inserimento nelle famiglie residenti a Mogliano e nei Comuni limitrofi. "La permanenza degli animali nelle strutture convenzionate" spiega l'assessore Alessandro Quarchioni "comporta un costo elevato per Mogliano; infatti il Comune oggi spende 2,25 euro al giorno per ogni cane, circa 18mila euro l’anno e quindi l’affido dei cani ai privati produrrà un evidente risparmio economico. In un momento difficile come questo 18mila euro, anche se per una giusta causa ed obbligati dalla legge, è una spesa non è facile da sostenere. L’importo che il Comune intende erogare è di 200,00 euro l'anno, per contribuire ad una parte delle spese di mantenimento ed eventuali cure del cane e verrà erogato previa effettuazione dei controlli da parte degli agenti di Polizia Municipale al fine di verificare il corretto ed adeguato trattamento dell’animale. Per accedere al contributo è necessario essere residenti nel Comune di Mogliano o nei Comuni limitrofi, aver compiuto 18 anni, non avere a carico precedenti penali legati al maltrattamento degli animali; bisogna inoltre garantire un ambiente idoneo dove far vivere il cane e la disponibilità a far controllare l’animale da parte di addetti comunali al fine di accertarne la corretta cura. Inoltre, per i residenti, bisognerà essere in regola con i pagamenti comunali". Chi fosse interessato all'adozione può rivolgersi all'ufficio di Polizia municipale. info: www.comune.mogliano.mc.it/avvisi-cms/progetto-adotta-un-cane/

21/03/2018
Mogliano, i gestori furono trovati con la droga: 15 giorni di chiusura per il bar

Mogliano, i gestori furono trovati con la droga: 15 giorni di chiusura per il bar

Nel mese di febbraio i militari della stazione di Mogliano e quelli del nucleo operativo della compagnia di Macerata, avevano tratto in arresto una coppia che gestiva un locale – bar a Mogliano, per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Ai due erano stati infatti sequestrati alcuni grammi di cocaina, hashish e marijuana. Durante i controlli i militari avevano sequestrato poi modeste quantità di stupefacenti ad alcuni giovani che frequentavano il locale rendendosi così conto che le “cessioni” avvenivano proprio nel bar durante l’attività. Quanto rilevato ha indotto i militari a richiedere alla questura di Macerata un provvedimento di chiusura del locale che è stato immediatamente accolto. Nella mattinata odierna i carabinieri di Mogliano hanno notificato il provvedimento ai titolari: il locale rimarrà infatti chiuso per 15 giorni.  

20/03/2018
Mogliano, in manette i due gestori di un bar... stupefacente. In casa avevano un bazar della droga

Mogliano, in manette i due gestori di un bar... stupefacente. In casa avevano un bazar della droga

I carabinieri della Stazione di Mogliano, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo, hanno tratto in arresto due soggetti, un uomo di 24 anni e la compagna di 25, gestori di un bar nella zona di Mogliano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, nella serata di giovedi scorso, hanno svolto servizi di controllo del territorio per contrastare l’uso ed il commercio di stupefacenti. Nel corso di questi servizi, hanno proceduto al controllo di alcuni giovani residenti nel maceratese, avventori di un bar nella zona di Mogliano, trovando alcuni grammi di marijuana e cocaina. In particolare uno di questi, un 24enne, aveva con sé cocaina per circa 7 grammi suddivisa in dosi. Anche la titolare del locale è stata trovata in possesso di alcuni grammi di “maria”. A quel punto è scattata la perquisizione all’interno del bar che non ha dato però esito positivo. Ma i militari hanno voluto approfondire e così hanno perquisito l’abitazione dei titolari del locale. La scelta si è dimostrata vincente in quanto i carabinieri hanno trovato un vero e proprio “bazar” degli stupefacenti. infatti, sono stati trovati circa 70 grammi di marijuana, altrettanti di hashish, 25 di cocaina e materiale per il confezionamento. Per i due è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti: entrambi sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. Il giovane avventore che aveva con sé alcune dosi di cocaina è stato denunciato a piede libero, mentre altri soggetti sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori di stupefacenti.

24/02/2018
Grande successo per i "Giovedì Giallo" al teatro Apollo di Mogliano

Grande successo per i "Giovedì Giallo" al teatro Apollo di Mogliano

“Che cos’è l’amor?” è il quesito cui i Giovedì Giallo, gruppo musicale di Corridonia, hanno provato a rispondere, portando in scena il loro spettacolo presso il Teatro Apollo di Mogliano sabato 17 febbraio. Sedute strampalate di psicoanalisi per tutti i componenti della band e canzoni del repertorio si sono alternate sul palco, senza dimenticare l’ironia dialettale ed ovviamente l’amore. L’amore per la propria arte, per le belle donne, l’amore emozionante e spassionato per un figlio, l’amore per la famiglia, insomma l’amore in tutte le sue sfaccettature è stato l’assoluto protagonista in musica della serata. La band nasce nel 2014 da un’idea di Daniele Spalletti, Andrea Pompei e Rodolfo Scibè, che hanno saputo coinvolgere, non senza remore iniziali, gli amici e conoscenti di gioventù Francesco De Finis, Alberto Quintabà, Cristina Morici, Davida De Angelis, Michela Romoli,  ed infine un talentuoso e giovanissimo Geremia Pompei nel progetto musicale a base di inediti. La ritrovata sintonia, la passione per la musica e soprattutto l’amicizia indissolubile hanno condotto i Giovedì Giallo a successi inaspettati, come “Che cos’è l’amor”, regalando riflessioni, emozioni e risate. La serata è stata impreziosita dalla partecipazione di Rosa Setola, Miss Equlibra Marche 2016, e Ilenia Bravetti, miss Marche 2017. Una menzione particolare anche per Francesco Camilli Meletani, fotografo ufficiale del gruppo. "Un sentitissimo ringraziamento" dicono i componenti del gruppo "va all’Amministrazione Comunale di Mogliano che ha messo a disposizione il prezioso Teatro Apollo".

21/02/2018
Mogliano, donna travolta da un'auto: è grave

Mogliano, donna travolta da un'auto: è grave

E' successo intorno alle 18:30 a Mogliano. Un'auto ha investito una donna. Intervenuti sul posto i sanitari del 118 che hanno trasportato la signora all'Ospedale di Macerata in gravi condizioni.  Intervenuta anche la Polizia Stradale per gli accertamenti del caso. (Servizio in aggiornamento)  

16/12/2017
A Mogliano il primo evento "Farmer Market" con prodotti del cratere e a km zero

A Mogliano il primo evento "Farmer Market" con prodotti del cratere e a km zero

  Sabato 16 e domenica 17 dicembre, presso la Cantina Volverino di Mogliano, si svolgerà il primo “Farmer Market” con prodotti a chilometri zero di aziende locali con sede nel cratere del terremoto. “Con questo evento oltre che il nostro vino e i prodotti del posto - ha dichiarato Maja Gnjidic Verdecchia, rappresentante legale della Cantina e organizzatrice dell’evento -  si vogliono promuovere il territorio e il turismo. La città di Mogliano negli ultimi anni è diventata una meta appetibile per i turisti. Penso che bisogna essere uniti per poter risorgere dopo il terremoto che ci ha colpiti. Barcolliamo ma non crolliamo, come hanno detto in tanti. Questa iniziativa vuole dire Noi ci siamo, esistiamo ed insieme ce la faremo".  L’evento si svolgerà dalle ore 9 alle 12:30 per poi riprendere il pomeriggio dalle ore 15 alle 19.  Ospite d’apertura dell’evento sarà il sindaco di Mogliano Flavio Zura.   Di seguito l'elenco delle aziende che parteciperanno:  La Cerqua Tartufi di San Ginesio Fuoco Calore e Luce di Monte Stefano/Apicoltura Mogliano Az. Agricola Olio Flora (olio d’oliva e prodotti cosmetici a base di esso) Antica Gastronomia Mogliano Bijoux all’uncinetto di Angela Macerata Giuseppe Cagliari, artigiano di legno 

15/12/2017
Mogliano, sabato si inaugura la nuova biblioteca per bambini e ragazzi

Mogliano, sabato si inaugura la nuova biblioteca per bambini e ragazzi

Sabato 16 dicembre alle ore 18.30 presso il primo piano dell'ex ospedale San Michele partirà la nuova avventura "la Tana del Libro". Il Comune di Mogliano grazie alla preziosa collaborazione di volenterosi cittadini ha riportato a disposizione molti libri per bambini e ragazzi, non più fruibili a seguito del sisma che ha inibito l'accesso alla Biblioteca Comunale.   La biblioteca resterà aperta tutti i venerdì dalle 16 alle 19, alcuni volontari saranno a disposizione per fare i prestiti dei libri e per consigliare le storie piu belle. Grazie alla convenzione con Nati per leggere, la biblioteca per bambini e ragazzi sarà uno spazio dove anche i più piccoli da 0 a 6 anni potranno trascorrere del tempo con i propri familiari a toccare libri e ad ascoltare storie distesi su morbidi tappeti. Per i bambini più grandi e per i ragazzi tante avventure da leggere per crescere.

15/12/2017
Condom Café 2017: nella giornata mondiale per la lotta all’Aids nei 60 bar aderenti con il caffè in omaggio un preservativo

Condom Café 2017: nella giornata mondiale per la lotta all’Aids nei 60 bar aderenti con il caffè in omaggio un preservativo

Il 1° dicembre è la giornata mondiale per la lotta all’AIDS, e per noi la formula è sempre la stessa: 1 caffè = 1 condom. Torna Condom Cafè, iniziativa caratterizzata dal coinvolgimento dei bar della Provincia di Macerata che nel giorno del primo dicembre insieme al caffè daranno in omaggio condom e materiale informativo su HIV e Malattie Sessualmente Trasmissibili. L'intento di questa originale formula è sottolineare come proteggersi dall'HIV sia un gesto semplice e quotidiano, come prendere il caffè. Sono 60 i bar aderenti nella provincia di Macerata, dislocati nei seguenti comuni: Macerata, Mogliano, Tolentino, San Severino Marche, Treia, Camerino, Matelica, Castelraimondo, Pioraco, Fiuminata, Esanatoglia, Montecassiano, Recanati, Civitanova Marche. Riportiamo in fondo l’elenco dei bar coinvolti, che si può trovare costantemente aggiornato sull'evento facebook: https://www.facebook.com/events/334048977069711/   Condom Cafè è un format ideato e realizzato dal team di Stammibene, progetto del Dipartimento Dipendenze Patologiche Area Vasta 3 ASUR Marche, che da anni sta aumentando lo sforzo per interventi mirati a sensibilizzare la popolazione sulle tematiche delle Malattie Sessualmente Trasmissibili. L'iniziativa è riuscito nel tempo ad avere un respiro su base provinciale grazie soprattutto ai partner istituzionali e associativi che hanno aderito all’iniziativa con entusiasmo, promuovendo il messaggio della campagna nei rispettivi luoghi di competenza. Elenco Bar coinvolti MACERATA1. Caffè Centrale - P.zza della Libertà, 42. Caffè del Viale - Via S. Giovanni Bosco, 63. Caffettone - C.so Cairoli, 174. Bar Duomo - Via Don Minzoni, 285. Acli Santa Maria della Pace - Pistello - Via Pace, 1246. Doppio Zero - Piaggia della Torre, 317. Bar Romcaffè - P.zza Cesare Battisti8. Caffetteria da Tiffany - Via dei Velini 41/A9. Almalù - Viale Indipendenza, 1610. Perugini Bus Bar - Via Valentini,18/2011. Cabaret - Via Gramsci, 5712. Maracuja Cafè - P.zza Vittorio Veneto, 813. Nino Cafè - Via Roma, 24414. Bar Metropolis - Via Roma, 37515. Verde Caffè - C.so della Repubblica, 4716 Q.B. - Via a. Gramsci, 417. Caffè X Caso - Borgo Peranzoni, 84 - Villa Potenza18. Bar It’s Fantasy - Via B. Fausti, 13 - Piediripa19. Bar gelateria Crema e Cioccolato - C.so Matteotti, 4520. Bar caffetteria Mon Amour - V.le Trieste, 9 CIVITANOVA MARCHE1. Caffè Galleria,2. Vecchio caffè Maretto, piazza XX settembre, 963. Sandwich Time, via Luigi Einaudi, 2144. Alice Bar, Viale Vittorio Veneto, 725.Bar Batò - Via Corridoni Filippo,11TOLENTINO1. Bar Every Day - Via Giovanni XXIII, 822. Nuovo Bar Smeraldo - V.le Buozzi Bruni, 1493. Bar Gabrielli, viale Bruno Buozzi, 234. Fashion Mitho’s Cafè - V.le Pietro Nenni, 195. Bar della stazione - P.zza Marconi, 36. Bar Gaia Cafè - Viale Bernaducci, 64SAN SEVERINO1. Pino’s Bar - P.zza del Popolo, 832. Scuriatti Bar - Loc. Taccoli, 2 bis3. Bar delle Logge, Piazza del Popolo 36/374. Bar Centrale, Piazza del Popolo, 26MATELICA1. Bar Caffè Roma - V.le Roma, 492. Bar La Pulce - Via Fidanza, 153. Living Caffè - Via Grifoni, 134. Mio Bar,via Croce, 12CASTELRAIMONDO1. Gelateria Carnevali - C.so Italia, 572. Bar L’Eclissi - P.zza D.Alighieri, 53. Bar Luna - Via M.Gemmo, 24. Ago’s - Corso Italia, 37RECANATI1. Mirò Bar - Via Cavour, 31PORTO RECANATI1. Palmary Bar - Corso Matteotti, 45TREIA1. Bim Bum Bar - Piazza Don Antonia De Mattia, 12MONTECASSIANO1. Caffè Dal Buon Gestore, via Giuseppe Garibaldi, 352. History Caffè - Corso Dante Alighieri, 243. Metropolitan Cafè, via Primo Luglio 8/f4. SirMacLean - Via Carducci, 93MOGLIANO1. Zanzi Bar, via XX settembre, 552. Lu Varà, via XX settembre 33/cFASTRA1. Bar Fiastra, Via Roma sncBELFORTE DEL CHIENTI 1. Roxy bar, Via Salvo d'Acquisto, 5 MONTECOSARO1. Twins, via Don Bosco2. Bar gelateria Fortuna, via Roma 39MORROVALLE 1. Bar Eden ,Piazza Giuseppe Garibaldi, 2  

29/11/2017
Maxi piantagione di marijuana scoperta dalla Finanza: un arresto - FOTO - VIDEO

Maxi piantagione di marijuana scoperta dalla Finanza: un arresto - FOTO - VIDEO

Maxi operazione dei finanzieri della Compagnia di Macerata a contrasto dello spaccio di stupefacenti: sequestrate 500 piante di marijuana oltre a 6,6 kg di sostanza dello stesso stupefacente e attrezzature varie per la coltivazione in serra. A finire in manette è stato un uomo di 65 anni, italiano, con precedenti penali non specifici.    A seguito di una articolata attività info-investigativa, scaturita dal quotidiano controllo economico del territori, con particolare attenzione al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i finanzieri della Compagnia di Macerata sono riusciti ad individuare un casolare nelle campagne del Fermano, al confine con il territorio del Comune di Mogliano, sul quale vi era il sospetto vi fosse occultata una serra per la coltivazione di marijuana. Dopo una serie di osservazioni e pedinamenti, i finanzieri hanno fatto irruzione nel casolare, rinvenendo una florida piantagione di marijuana, con deposito per l'essicazione e la preparazione per il successivo spaccio. Complessiavamente, sono state rinvenute 500 piante di marijuana, oltre 6,6 kg di sostanza essiccata già pronta per lo spaccio. Sequestrata anche la sofisticata attrezzatura ed i fertilizzanti utilizzati per la coltivazione della marijuana. Il responsabile dell'illecita attività, sorpreso all'interno del casolare, è stato tratto in arresto e, su disposizione del Magistrato di turno, posto ai domiciliari. Le operazioni sono state svolte con la collaborazione di militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Fermo.  L'attività, relativamente recente dallo stato in cui si trova il materiale sequestrato, è stata messa in piedi in maniera assolutamente professionale. Non si tratta di una coltivazione amatoriale: a testimoniarlo, l'aggancio al traliccio dell'alta tensione per fornire energia alla serra. In base ai rilievi Enel, la struttura consumava qualcosa come 300 euro di corrente al giorno, 9000 euro al mese. Anche le altre attrezzature sequestrate, per un valore di centinaia di migliaia di euro, confermano che dietro la serra scoperta fra Mogliano e Fermo c'è una organizzazione di professionisti che aveva anche investito parecchi soldi per mettere in piedi il traffico illecito. Le indagini proseguono per individuare le altre persone coinvolte.  

23/11/2017
Mogliano Sunday Game Labs Fever: sette domeniche per prevenire le dipendenze

Mogliano Sunday Game Labs Fever: sette domeniche per prevenire le dipendenze

Mogliano Sunday Game Labs Fever è la prima edizione di una iniziativa rivolta ai giovani dai 14 anni in su per la riscoperta dei giochi da tavolo e l'approccio a nuovi giochi live. Si articolerà per sette domeniche a partire dal 19 novembre 2017 e fino al 14 gennaio 2018. L'iniziativa prevede l'allestimento di un'area di gioco libero attiva dalle 16 alle 18, presso i locali dell'Ex ospedale San Michele, animata dagli esperti del Labs, guidati dal presidente del Labs Daniele Benedetti. Inoltre ci sarà un gioco-evento speciale, ogni domenica diverso, condotto da un esperto proveniente dal Team Stammibene o dalle associazioni che nel territorio si occupano di giochi.   L'itinerario è completamente gratuito ed è stato ideato e realizzato dal Comune di Mogliano, a partire dall'iniziativa di Vincenzo Lombi e Ilenia Marcattili, in collaborazione col Team Stammibene del Dipartimento Dipendenze Patologiche AV3 ASUR Marche, con il Laboratorio Sociale di Macerata e con l'associazione Glatad di Tolentino.   L'intento è quello di stimolare attraverso il gioco life skills, cultura, libertà e salute. In questo senso si pone in continuità del festival Game Labs, nato a Macerata nel marzo scorso con l'obiettivo di usare il gioco per aiutare i giovani a crescere e relazionarsi, contrastare omologazione, isolamento e dipendenze. E per mettere in rilievo la differenza tra gioco sano - in cui stare insieme è il fondamento - e giochi individualistici dell'era digitale, basati su uso e abuso di smartphone, consolle e tablet, o addirittura sull'approccio al gioco d'azzardo, fenomeno pericoloso quanto sottovalutato, purtroppo in crescita anche tra i minori.   Nei gioco-evento speciale ci sarà particolare attenzione a stimolare la relazione tra pari e a evidenziare come collaborazione e spirito critico siano fondamentali nel gioco come nella vita.   "La metamorfosi" e "Sì, oscuro signore", condotti rispettivamente da Paolo Roganti e Ken Luong, metteranno alla prova capacità di intuito e analisi, per individuare chi e in che modo sta cercando di ingannarci, "l'Enigmista" e "Green Inferno", condotti da Riccardo Tronelli e Paolo Nanni, getteranno i partecipanti in situazioni di escape room, un tipo di gameplay sempre più in voga, in cui si deve collaborare per superare prove e enigmi. In "Global market" Stefano Casulli ci proporrà una competizione per accapparare risorse e vendere prodotti, come nella apparente giungla priva di etica che è il mercato globale, in "Tutti per uno" Lucia Berdini - collaboratrice di Ludic - animerà divertentissime dinamiche cooperative in cui si impara a conoscersi e a sostenersi, infine in "Flick'em up" Luigi Coccia ci farà riscoprire in formula rinnovata la tradizionale e appassionante sfida a colpi di schicchere.   Le domeniche in cui si svolgerà Mogliano Sunday Game Labs Fever sono: 19 e 26 novembre 2017; 3, 10 e 17 dicembre 2017; 7 e 14 gennaio 2018.

16/11/2017
Mogliano, scappano alla vista della pattuglia dei carabinieri: a bordo dell'auto probabili dei furti commessi poco prima

Mogliano, scappano alla vista della pattuglia dei carabinieri: a bordo dell'auto probabili dei furti commessi poco prima

I carabinieri di Mogliano, nel tardo pomeriggio di lunedì, hanno intercettato una vettura di grossa cilindrata il cui conducente, alla vista della pattuglia si è dato a precipitosa fuga riuscendo così a far perdere le proprie tracce. Probabilmente a bordo della macchina c'erano gli autori di un paio di furti avvenuti proprio a Mogliano nel tardo pomeriggio di ieri. Il bottino, fatto di denaro e oggetti in oro, è ancora in fase di quantificazione. 

14/11/2017
Il Palio dei Comuni sarà anche il Palio della Solidarietà e avrà il sapore dell'amatriciana

Il Palio dei Comuni sarà anche il Palio della Solidarietà e avrà il sapore dell'amatriciana

L’appuntamento clou della stagione ippica dell’ippodromo San Paolo di Montegiorgio e dell’ippica nazionale avrà una nuova sfumatura e si chiamerà “Palio dei Comuni e della Solidarietà” a favore di Accumuli, Amatrice e Arquata del Tronto. All’iniziativa prenderà parte anche Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice dal 2009 e rieletto nel 2014, e le amministrazioni di Accumuli e Arquata.  Il sindaco Pirozzi ringrazia in anticipo tutte le persone che accorreranno all’ippodromo San Paolo per sostenere i tre comuni colpiti tragicamente dal terremoto: "La nostra presenza al San Paolo è prima di tutto un modo per ringraziare gli italiani per la sbalorditiva attenzione che ci hanno riservato da subito e che continua sempre ad essere molto forte. Ho incontrato persone straordinarie, di grande cuore e che hanno dimostrato grande solidarietà, vera e concreta". La domenica del Palio, domenica 19 novembre,  il pranzo del Ristorante dell’Ippodromo sarà gestito dallo staff dell’Hotel Roma di Amatrice sotto l’attenta direzione di Alfonso Bucci, il figlio di Aleandro Bucci, fondatore della prima trattoria in via Roma ad Amatrice, trasformata successivamente in albergo, poi trasferito nella sede di via dei Bastioni e tragicamente distrutto dal terremoto. Menu all’amatriciana per tutti. Mangiarsi una grigia sarà un piacere per il palato e nel contempo un gesto di solidarietà per Accumuli, Amatrice e Arquata del Tronto.  Alla sua 29° edizione il prestigioso Palio dei Comuni ha deciso di portare in pista e di accendere i suoi fari sulle zone colpite tragicamente dal terremoto l’anno scorso  e che tutt’ora vivono in grande disagio, pur iniziando a rivivere, magari con le macerie del terremoto ancora lì a testimoniare la terribile calamità. "Amatrice, Accumuli e Arquata del Tronto sono territori vicini, - afferma il Cda del San Paolo - devastati dalla violenza del terremoto, che abbiamo sentito anche dentro le nostre case. Siamo stati più fortunati e riteniamo giusto e necessario offrire il nostro evento sportivo più importante e più prestigioso  a chi si trova di nuovo ad affrontare l’inverno in una situazione di alta precarietà. Vogliamo essere vicini e poter essere un po’ utili. Una parte dell’incasso delle giocate del Gran Premio che comunicheremo sarà devoluta all’associazione SOSAAA (ndr: SOS pro Amatrice, Accumuli e Arquata del Tronto".   SOSAAA è l’hashtag che l’Ascoli Picchio utilizza per identificare tutte le iniziative di aiuto e raccolta fondi da destinare alle popolazioni gravemente colpite dal sisma del 24 agosto. Tre “A” per identificare i tre comuni simbolo della tragedia: Amatrice, Accumoli e Arquata. E di conseguenza, l’Ascoli Picchio sarà presente al Palio dei Comuni 2017.  

11/11/2017
Mogliano, San Martino si festeggia in piazza con "Bacco in Castagna"

Mogliano, San Martino si festeggia in piazza con "Bacco in Castagna"

Sabato 11 novembre in Piazza Garibaldi a Mogliano l'associazione ProMogliano organizza la prima edizione di "Bacco in Castagna", una divertente castagnata in occasione della festa di San Martino. Dalle ore 21 verranno aperti gli stand con castagne , dolci, vino novello, vin brulé e vino cotto. Sarà assicurata una piacevole serata, rallegrata dalla musica dei gruppi Wanderlust (tributo ai Nightwish) ed a seguire i Folkappanka Bifolk band.

08/11/2017
Solidarietà da Viareggio a Mogliano: donata un'opera di cartapesta per la festa di Halloween

Solidarietà da Viareggio a Mogliano: donata un'opera di cartapesta per la festa di Halloween

Un Halloween diverso quello di quest'anno a Mogliano. Purtroppo, a causa degli eventi sismici del 2016, molti edifici del centro storico sono stati lesionati, quindi lo scorso anno il Comitato non ha potuto organizzare, per motivi di sicurezza, la tradizionale festa, che vede ogni anno moltissimi partecipanti. Non c'è stato tempo per mettere in piedi un evento della stessa portata in un'altra location, dal momento che il Comune ha rivolto la sua totale attenzione agli sfollati, agli ospiti della casa di riposo ed alle strutture danneggiate. Quest'anno però Halloween Mogliano ritorna con nuove attrazioni e location diverse rispetto alle edizioni precedenti, soprattutto per rispettare le nuove rigidissime norme di sicurezza. Proprio per questo, l'Amministrazione, nella persona dell'assessore Alessandro Quarchioni, si è rivolta al Presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio, Maria Lina Marcucci, chiedendo di poter utilizzare qualche addobbo attinente alla Notte dei fantasmi e delle streghe. La fondazione si è dimostrata subito disponibile e vicina alle popolazioni terremotate, autorizzando la donazione dell'opera di cartapesta raffigurante la testa di un diavolo. Pertanto, l'assessore Quarchioni, il sindaco di Mogliano Flavio Zura, l'Amministrazione comunale al completo e il Comitato organizzatore di Halloween ringraziano sentitamente non solo il presidente della Fondazione, ma anche l'addetto dell'Ufficio Stampa Andrea Mazzi che ha curato i contatti, l'artista Uberto Bonetti, creatore dell'opera donata che si è occupato anche dello smontaggio della stessa e la ditta SIFA Spa di Mogliano che ha effettuato gratuitamente il trasporto.

28/10/2017
La scure di Poste Italiane in arrivo anche in provincia di Macerata: 52 gli uffici postali a rischio chiusura, la maggior parte nel cratere

La scure di Poste Italiane in arrivo anche in provincia di Macerata: 52 gli uffici postali a rischio chiusura, la maggior parte nel cratere

Già avviata l'operazione che prevede la chiusura di 4300 uffici postali in tutta Italia, 159 quelli nelle Marche che dovrebbero quantomeno subire radicali riduzioni di orari di apertura se non la soppressione vera e propria entro il 2019, 52 quelli solo nella provincia di Macerata. Una scelta quella di Poste Italiane basata sulla razionalizzazione dicono, ma che già da tempo trova diversi oppositori. Infatti già molte sono le segnalazioni dei cittadini che si trovano e si troverebbero ancor più in difficoltà, famiglie che per un invio postale devono e dovranno fare diversi chilometri. Per non parlare della mole di lettere in giacenza, bollette consegnate dopo la scadenza, o addirittura raccomandate urgenti portate al destinatario "con calma". Questi i dati che risultano dalle prime verifiche effettuate. E non sono decisamente confortanti.   A lanciare l'allarme è Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento Cinque Stelle alla Camera dei Deputati. “Uno scenario che desta non poca preoccupazione - commenta Terzoni - Se da una parte è vero che oggi tante operazioni si possono fare online o altrove, penso soltanto alla possibilità di pagare una bolletta dal tabaccaio, dall’altra ci sono piccoli centri dove il servizio postale ha ancora un ruolo basilare, soprattutto laddove è alta la concentrazione di cittadini in là con gli anni. In base al documento di 124 pagine che ci è stato consegnato, gli uffici a cui diremo addio sono 52 nella provincia di Pesaro-Urbino, 11 in quella di Ancona, 52 in quella di Macerata, 22 in quella di Fermo e altri 22 in quella di Ascoli-Piceno, molti dei quali in piccole realtà o in comuni interni dove a breve per un invio postale bisognerà fare svariati chilometri. Comprendiamo l’esigenza di riorganizzazione di Poste Italiane, ma un taglio così netto ci pare una scelta scriteriata”.   Il Ministero risponde cercando di rassicurare, dicendo che in alcuni casi degli uffici rimarranno aperti due volte a settimana e che si tratta solo di un piano di razionalizzazione, ma al contrario delle intenzioni la risposta non rassicura per nulla.  "In base alle prime verifiche - prosegue la Terzoni - abbiamo appurato che non sono pochi nelle Marche gli uffici chiusi in via definitiva. Inoltre la scure su questo servizio ha prodotto una mole notevole di missive in giacenza, con bollette consegnate anche dopo la scadenza e compromettendo persino invii prioritari, come raccomandate dell'Inps, avvisi di Equitalia e telegrammi. Naturalmente come M5s non staremo a guardare, e chiederemo al ministro Graziano Delrio di prendere in mano la situazione, perché i cittadini in difficoltà per queste chiusure rischiano di diventare parecchi e molte famiglie ci stanno già inviando segnalazioni”. Un problema da risolvere con la massima urgenza, considerati i tempi stretti con cui si sta procedendo nell'effettuazione di questa manovra. Gli Uffici Postali del maceratese sub judice sono quelli di Acquacanina, Apiro, Appignano , Belforte del Chienti, Bolognola, Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Cingoli, Colmurano, Corridonia, Esanatoglia, Fiastra, Fiordimonte, Fiuminata, Gagliole, Gualdo, Loro Piceno, Matelica, Mogliano, Monte Cavallo, Monte San Martino, Montecassiano, Montefano, Montelupone, Morrovalle, Muccia, Penna San Giovanni, Petriolo, Pieve Torina, Pievebovigliana, Pioraco, Poggio San Vicino, Pollenza, Potenza Picena, Recanati, Ripe San Ginesio, San Ginesio, San Severino Marche, Sant'Angelo in Pontano, Sarnano, Sefro, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Tolentino, Treia, Urbisaglia, Ussita, Visso. Dalla lista evidente anche la chiusura di tantissimi uffici nel cratere dei comuni terremotati. Un ulteriore disagio quindi per le popolazioni colpite dal sisma. Viene da chiedersi se il Ministero abbia valutato anche questo di aspetto.    IN QUESTO LINK L’ELENCO DI TUTTI I 4300 UFFICI POSTALI INTERESSATI DAL PIANO DI RIORGANIZZAZIONE: https://www.poste.it/Elenco_def_Fase-3_Step-1.pdf

22/10/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433