Mogliano

L'associazione Mogliano 313 contro la cementificazione dell'area verde del Santuario SS. Crocifisso

L'associazione Mogliano 313 contro la cementificazione dell'area verde del Santuario SS. Crocifisso

“È incontestabile che un’area verde di oltre un ettaro in pieno centro urbano costituisce un unicum per il territorio di Mogliano”. È quanto afferma, in qualità di segretaria dell’associazione ‘Mogliano 313’, Dezemona Petrelli a fronte del “nuovo atto del comune di Mogliano (determina n. 124 pubblicata il 15.09.21) che conferma la volontà della maggioranza di attuare una cementificazione di oltre 5.800 mq e 26.000 metri cubi nell’area verde del Santuario del SS. Crocifisso per la costruzione di una nuova casa di riposo”.  “Questo spazio verde retrostante il Santuario non deve essere cementificato, ma va riqualificato e finalizzato per le molteplici potenzialità di punto di incontro e socializzazione e per la sua vocazione naturale di corollario al Santuario del SS. Crocifisso, luogo di incomparabile valore storico, religioso e culturale che noi moglianesi abbiamo il dovere di onorare, valorizzare e trasmettere alle future generazioni” aggiunge Petrelli. L’associazione Mogliano 313 ha inoltrato, quindi, al comune di Mogliano una richiesta formale per evitare la cementificazione dell’area.    “Facciamo appello a tutti i cittadini che hanno passione civile, alle associazioni di volontariato, politiche e religiose affinché si attivino celermente per far sì che anche gli amministratori locali rivedano la loro posizione e si possa giungere ad una soluzione condivisa che salvaguardi il benessere di tutti ed il rispetto del nostro ambiente e territorio, veramente unici” conclude Dezemona Petrelli.      

23/09/2021 15:57
Incendio di sterpaglie a Mogliano, a fuoco anche un capanno

Incendio di sterpaglie a Mogliano, a fuoco anche un capanno

Incendio di sterpaglie, le fiamme interessano anche un capanno.  Il rogo è divampato,  intorno alle 17:15,  in contrada San Martino a Mogliano. Lanciato l'allarme, sono accorsi sul posto i Vigili del Fuoco. Le fiamme sarebbero partite da un campo per poi propagarsi a un vicino capanno al cui interno c'erano un trattore e attrezzi vari. Dopo alcune ore di intervento, i vigili del fuoco sono riusciti a spegnere l'incendio.  Non si sono verificati feriti o intossicati, resta da stabilire cosa abbia innescato le fiamme. 

20/09/2021 19:31
Mogliano, casi positivi tra i bambini nelle scuole: quattro classi poste in quarantena

Mogliano, casi positivi tra i bambini nelle scuole: quattro classi poste in quarantena

"Speravo di non dover più informare la cittadinanza sulla situazione contagi da Covid-19. Purtroppo però, tra sabato e domenica, sono stati registrati otto casi positivi, che vede coinvolti anche bambini delle scuole e quattro classi sono state poste in quarantena". A comunicarlo è il sindaco di Mogliano, Cecilia Cesetti, dopo l'attivazione della didattica a distanza in quattro classi delle scuole moglianesi: la sezione B della Scuola dell’Infanzia di Mogliano (da oggi sino a venerdì 1 ottobre), le classi IIIB e VB della Scuola Primaria “Luca Seri” (da oggi sino a venerdì 1 ottobre) e la classe IIB della Scuola Primaria “Luca Seri” (da oggi sino a venerdì 1 ottobre).  "Condividiamo il disappunto per le difficoltà organizzative e lavorative che le famiglie stanno manifestando - aggiunge il primo cittadino -. Però tengo a sottolineare quanto fosse importante la partecipazione all'iniziativa dello screening diagnostico effettuato martedì in previsione dell'inizio dell'anno scolastico per ridurre la probabilitá di incorrere in queste situazioni. La pandemia si può affrontare solo con la collaborazione e lo spirito di altruismo di tutta la cittadinanza". "Comunque l'Amministrazione e l'Asur stanno monitorando la situazione e si rinnova l’appello di avvisare il proprio medico di base se si ha qualche sintomo anche di lieve entità riconducibile al Covid-19, di restare a casa e di evitare contatti con altri familiari. Chi ha l’età per vaccinarsi lo faccia perché è un comportamento responsabile verso l’intera comunità" ha concluso il sindaco Cesetti.

20/09/2021 11:55
Mogliano, investimento lungo viale XX Settembre: un uomo a Torrette in gravi condizioni

Mogliano, investimento lungo viale XX Settembre: un uomo a Torrette in gravi condizioni

Investimento a Mogliano: un 89enne trasferito a Torrette in eliambulanza. Il fatto si è verificato, intorno alle 8 della mattinata odierna, lungo viale XX Settembre. Per cause da accertare una Fiat Panda, condotta da una 82enne, ha travolto il pedone che era in fase di attraversamento sulle strisce pedonali. Scattato l'allarme sono accorsi sul posto i mezzi di soccorso del 118. Gli operatori dell'emergenza,valutata la situazione, hanno subito allertato l'eliambulanza. L'elicottero del soccorso ha quindi trasportato l'anziano all'ospedale di Torrette in codice rosso (da prassi in questi casi). L'89enne era comunque cosciente al momento dell'arrivo dei soccorsi.  Spetta ai carabinieri della radiomobile di Macerata ricostruire l'esatta dinamica di quanto avvenuto.

03/09/2021 09:00
Mogliano, quasi un ettaro di bosco in fiamme: il responsabile è un 63enne, rischia fino a 5 anni di carcere

Mogliano, quasi un ettaro di bosco in fiamme: il responsabile è un 63enne, rischia fino a 5 anni di carcere

Il 14 luglio scorso, in contrada Fanarda del Comune di Mogliano, si è sviluppato un incendio di vaste proporzioni che ha interessato oltre 5 ettari di territorio e che ha distrutto quasi un ettaro di bosco di alto fusto di roverella e un accessorio colonico, nonché messo in estremo pericolo un allevamento di ovini. I Carabinieri Forestali delle Stazioni di Macerata e Fiuminata, attraverso l’utilizzo di immagini satellitari e mediante l’applicazione del Metodo delle Evidenze Fisiche (M.E.F.), sono riusciti ad individuare in modo certo il punto di innesco delle fiamme e conseguentemente risalire all’autore dell’incendio. Il Metodo delle Evidenze Fisiche è un tecnica di investigazione di polizia scientifica che consente di individuare il punto da dove ha avuto origine il fuoco, la causa e il mezzo che ha provocato l’evento. L’applicazione del metodo prevede diverse fasi di indagine con dettagliate ricerche sul posto per l’individuazione e lo studio delle tracce e dei segni che la propagazione del fuoco lascia sulla vegetazione e sul terreno. Il responsabile dell’incendio, un uomo di 63 anni, tenendo un comportamento negligente e imprudente, ha operato la bruciatura di residui vegetali nella corte della propria abitazione, ma le alte temperature e il vento hanno favorito l’espandersi delle fiamme che si sono propagate al limitrofo campo di stoppie e da lì al bosco e alle proprietà vicine: è stato denunciato dai Carabinieri Forestali alla competente Autorità Giudiziaria in stato di libertà per il reato di incendio boschivo colposo ai sensi dell’articolo 423 bis del Codice Penale, il quale prevede una pena da uno a cinque anni di reclusione.  I Carabinieri Forestali, in considerazione del perdurare delle particolari condizioni meteoclimatiche (prolungata siccità, temperature elevate, ventosità) che favoriscono lo sviluppo delle fiamme e visto il periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi, oltre richiamare il rispetto dei divieti imposti dalle norme di accensione dei fuochi, sottolineano come la massima attenzione debba essere prestata nell’evitare tutte le attività che possono provocare scintille e liberare fiamme libere in aree rurali o prossime alle formazioni boschive. Viene sottolineata inoltre l’importanza della pronta segnalazione di incendio boschivo da parte dei cittadini ai numeri telefonici gratuiti di emergenza: 1515, 115, 112, 840001111 attivi nella Regione Marche.        

13/08/2021 13:47
Mogliano, tremendo scontro frontale: tre feriti, due di loro soccorsi con l'elicottero (FOTO)

Mogliano, tremendo scontro frontale: tre feriti, due di loro soccorsi con l'elicottero (FOTO)

Scontro frontale tra un fuoristrada e un'auto lungo la strada provinciale 131, tremendo impatto: necessario l'intervento sul posto di due eliambulanze, tre i feriti. È il bilancio dell'incidente verificatosi attorno alle ore 10:25 della mattinata odierna, in contrada Vanni, nel territorio comunale di Mogliano.  Sul posto sono immediatamente intervenuti i sanitari del 118 con tre ambulanze e anche con l'ausilio di entrambi i mezzi dell'elisoccorso. A bordo dell'auto, una Lancia Ypsilon, vi era una giovane che è stata trasferita d'urgenza all'ospedale regionale di Torrette con il primo elicottero atterrato nei pressi del luogo del sinistro, dopo essere stata estratta dalle lamiere del proprio mezzo dai vigili del fuoco. Ad essere elitrasportato ad Ancona con il secondo Icaro è stato, invece, l'uomo alla guida del fuoristrada (che si trova in gravi condizioni), all'interno del quale era presente anche una donna, caricata in ambulanza e trasferita all'ospedale di Macerata per accertamenti.  Ad effettuare tutti i rilievi del caso e ricostruire con esattezza la dinamica di quanto avvenuto saranno i carabinieri di Mogliano. 

11/08/2021 12:15
Ritorna la "Passeggiata sotto le Stelle": partenza dalla chiesa Santa Croce a Mogliano

Ritorna la "Passeggiata sotto le Stelle": partenza dalla chiesa Santa Croce a Mogliano

Mercoledì 11 agosto il Runner’s Club Mogliano in collaborazione con l’Avis  e l’US Acli, e con il patrocinio dei Comuni di Mogliano e Francavilla d’Ete, organizza l’ottava edizione della “Passeggiata sotto le Stelle”.  Partenza ed arrivo dalla chiesa di Santa Croce; il percorso è di 3,5 km (andata e ritorno), si raggiungerà la collina di Monterone (Francavilla d’Ete) percorrendo tutte strade di campagna. Collabora alla manifestazione l’Associazione Astrofili “Crab Nebula” che ha realizzato e gestisce l’osservatorio astronomico di Serrapetrona, saranno presenti il Prof. Angelo Angeletti ed i suoi collaboratori.  Per la parte storica daranno il loro contributo la Prof. Anna Luchetti e Germano Pistolesi. Il programma  è stato caricato sulle pagine facebook  del runner’s club mogliano e della sacen corridonia. Iscrizioni direttamente sul posto a partire dalla ore 20.45, partenza ore 21.30; il green pass è obbligatorio.  Per informazioni: 335 6279914,  392 2951437

09/08/2021 18:47
Mogliano, incontro pubblico con i consiglieri di minoranza: "Grande partecipazione"

Mogliano, incontro pubblico con i consiglieri di minoranza: "Grande partecipazione"

"Sono stati tanto numerosi da essere inaspettati, i cittadini che hanno partecipato con vivo interesse all'incontro pubblico da noi organizzato lo scorso 3 agosto e vertente sui temi dell'Urbanistica e della Ricostruzione". A dirlo sono i gruppi consiliari “Mogliano 313” e “Siamo Mogliano” rappresentati dai consiglieri Marco Petrelli e Corrado Nardi, Matteo Zazzaretta e Marianna Matricardi in Consiglio Comunale.  I punti focali illustrati dai membri dell’opposizione moglianese in tema di ricostruzione riguardano la mancata copertura dei costi per la costruzione della nuova casa di riposo ("vista - affermano - la differenza tra quanto stimato dal Comune e quanto riconosciuto dall’ufficio per la ricostruzione, 450.000 euro di differenza"); il recupero degli edifici già esistenti in modo da evitare, dove possibile, una nuova 'cubatura'; la riqualificazione e relativa ottimizzazione degli spazi verdi al servizio di tutta la comunità; la visione organica e progettuale dell’intero territorio in relazione agli effettivi bisogni dei cittadini. Circa la volontà della Giunta comunale di voler costruire una nuova casa di riposo nell’area ex Sacramentini, i gruppi consiliari “Mogliano 313” e “Siamo Mogliano” sono fermamente convinti che quell’area verde, attigua al Santuario del SS. Crocifisso, "rappresenti un unicum insostituibile per Mogliano. Quella terra - puntualizzano -, frutto di donazioni secolari dei fedeli e del lavoro gratuito di tanti nostri progenitori, va preservata e riqualificata per le generazioni future e anche a vantaggio del Santuario, senza scopi edificatori di nessun tipo". I consiglieri di minoranza hanno inoltre informato la cittadinanza "dell’opportunità di ripensare un polo scolastico unico, all’avanguardia, a misura di ragazzi; delle perizie effettuate dai tecnici incaricati dal Comune che affermano la perfetta recuperabilità della struttura di S. Colomba, secondo le norme di legge vigenti e dell’eventuale alternativa di realizzare la nuova struttura per anziani in zona Madonna della neve con i relativi spazi verdi fruibili". "Se la maggioranza consiliare ha il dovere di amministrare la cosa pubblica, la cittadinanza ha il sacrosanto diritto di far sentire le proprie ragioni e influenzarne in modo propositivo le scelte. Democrazia è partecipazione e non delega “in bianco” a chi ci governa - concludono Petrelli, Nardi, Zazzaretta e Matricardi -. Correggere ed emendare le decisioni che si ritengono ingiuste o errate è una libertà fondamentale che la cittadinanza ha il diritto e la facoltà di mettere in pratica tramite gli strumenti di iniziativa popolare previsti dagli ordinamenti".

05/08/2021 17:45
Mogliano, violento scontro tra due auto, una si ribalta: coinvolta anche una bambina

Mogliano, violento scontro tra due auto, una si ribalta: coinvolta anche una bambina

Violento scontro tra due auto all'incrocio tra Contrada Santa Croce e la strada comunale che porta alla chiesa di Santa Croce, a Mogliano. È quanto avvenuto attorno alle ore 17:30 del pomeriggio odierno.  Una delle auto coinvolte nello scontro, con tre persone a bordo ,si è ribaltata. Nell'abitacolo era presente anche una bambina, che è trasportata per accertamenti in eliambulanza all'ospedale regionale di Torrette, in codice rosso. Sul posto i mezzi del 118 e dei Vigili del Fuoco.  

31/07/2021 18:59
Mogliano, una storia lunga 50 anni quella di Perroni Carburanti: "Il grazie più grande ai nostri clienti"

Mogliano, una storia lunga 50 anni quella di Perroni Carburanti: "Il grazie più grande ai nostri clienti"

Si festeggiano oggi, sabato 31 luglio, i 50 anni di attività di Perroni carburanti, a Mogliano.  "Si può in ogni modo parlare di scommessa vinta, quella di Enrico Perroni, che con la sua famiglia festeggia in questi giorni i 50 intensi anni di servizio - scrive in una nota la Famiglia Perroni - nell’ambito della distribuzione di carburanti per autotrazione. In modo assolutamente pionieristico all’inizio degli anni Settanta, Enrico Perroni ampliò la propria attività di officina meccanica a Mogliano nutrendo il sogno di divenire il proprietario di un distributore di metano. Un lavoro che ha per lunghissimi anni visto lui e tutti noi familiari impegnati in prima linea tutti i giorni e tutte le notti per il necessario approvvigionamento del carburante negli Settanta e Ottanta fino alla distribuzione capillare sul territorio del metano”. Enrico Perroni osò un ulteriore impegnativo investimento nel 1975 quando acquistò l’area di servizio distributore del metano a Sarnano. “Il metano, prima della distribuzione - ricorda con commozione il Sig. Enrico Perroni - su tutto il territorio nazionale, era condotto, quindi era accessibile solo nelle zone limitrofe, a Macerata e ad Ancona. Ho pensato quindi che potesse essere un prezioso servizio quello di rendere accessibile la fruizione del metano anche in periferia. L’arrivo del metanodotto mi ha consentito di abbandonare la distribuzione mediante i carri bombolai, che erano molto impegnativi, faticosi e pericolosi. A Mogliano il distributore è stato gestito in tutti questi lunghi anni da mia moglie Maria Luisa Tarulli, insostituibile presenza, e in modo congiunto e distinto dai miei figli Benedetto Perroni e Giorgio Perroni, mentre a Sarnano il distributore è gestito da molti anni da mio figlio Lucrezio Perroni. Ringrazio dal profondo del mio cuore tutta la mia famiglia che mi ha sostenuto e mi ha appoggiato nel tempo, soprattutto nei momenti più difficili, quali quelli legati ai continui reinvestimenti sulle attività, sulle ristrutturazioni, sulle amplificazioni come quella del distributore carburante benzina e diesel nel 2007". "Ringrazio anche tutti gli operai che negli anni si sono succeduti sia qui a Mogliano sia a Sarnano - aggiunge il Sig. Perroni -. Ad oggi credo di poter dire di avere contribuito in modo significativo al miglioramento della qualità di vita di tutta la comunità moglianese e sarnanese, visto che il risparmio annuale di carburante si aggira all’incirca sui 3000 euro per ciascun nucleo familiare. Ricordo con particolare emozione gli anni iniziali, quando decisi donare impianti gratuiti su macchine a metano a varie personalità locali al fine di promuovere la diffusione del metano come carburante anche nella nostra zona. Non è stato necessario che passasse molto tempo per far percepire alla popolazione locale quanto fosse possibile concretamente risparmiare con il metano". "Voglio ricordare con orgoglio che siamo stati i primi nella Regione a realizzare le colonnine del metano negli anni Novanta. Per realizzare a Mogliano il potenziamento della rete di distribuzione il costo dell’investimento è stato altissimo, ma mai ci siamo sottratti al miglioramento continuo del servizio erogato. Festeggio oggi con grande emozione questo traguardo, guardo al passato con molta gratitudine e, al contempo, al domani con il desiderio di vedere crescere sempre più l’opera che iniziai 50 anni fa” conclude Enrico Perroni.

31/07/2021 10:50
Tornano i turisti e le attività culturali nell'area di Mogliano

Tornano i turisti e le attività culturali nell'area di Mogliano

Nella seconda estate di pandemia, i turisti stranieri sono tornati nell’area di Mogliano. Come sempre per primi sono arrivati i tedeschi, poi gli olandesi e gli svedesi e da ultimi anche gli inglesi che sono sottoposti a condizioni più gravose perchè devono rimanere in quarantena per cinque giorni: fortunatamente le case vacanze in cui alloggiano sono tutte dotate di piscina e di ampi spazi esterni che rendono la "cattività" più che sopportabile. Per tutti coloro che sono invece liberi di muoversi sono stati organizzati tour alla scoperta di luoghi inaspettati: particolarmente apprezzato è “lu vullicaru”, sito nel comune di Montappone: un vulcanello che di tanto in tanto emette fango argilloso che viene poi disperso nel torrente Tarucchioito. E' questa una zona ricca di vegetazione, che ricorda la foresta pluviale. Poche centinaia di metri più a valle, nel comune di Massa Fermana, una diga antica sbarra il torrente creando una cascata scenografica e un laghetto. Domenica 25 luglio alle ore 18.30 presso lo spettacolare teatro naturale che ha per sfondo una parete rocciosa verticale alta trenta metri, si terrá un concerto della banda giovanile interprovinciale delle Marche e del chitarrista Giordano Moriconi.  

24/07/2021 16:56
Lavori sul ponte della provinciale Abbadia di Fiastra - Mogliano”: 100 mila euro di interventi

Lavori sul ponte della provinciale Abbadia di Fiastra - Mogliano”: 100 mila euro di interventi

Approvato dal Presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari, con proprio decreto il progetto esecutivo di 100mila euro per i lavori di ripristino dell’impalcato in cemento armato che si trova sulla provinciale 1 “Abbadia di Fiastra - Mogliano”. Il ponte, situato al km 9 della strada, attraversa il torrente Cremone ed è costituito da 7 travi in cemento armato, sormontate da una soletta dello stesso materiale. La sua larghezza complessiva è di 9,65 metri, mentre la lunghezza è di 11 metri; le due spalle sono state realizzate in parte in muratura e in parte in cemento armato perché oggetto di due interventi differenti nel tempo, per via dell’allargamento del piano. La Provincia ha inserito questo intervento nel bilancio 2021, finanziato con le risorse del MIT (Ministero delle Infrastrutture e Trasporti), destinate alla manutenzione dei ponti delle strade provinciali. Nel dettaglio sarà effettuato il ripristino dei giunti in muratura e delle strutture in calcestruzzo, saranno trattati i ferri di cemento armato e impermeabilizzato tutto l’impalcato. Inoltre saranno rinforzati i cordoli e verranno installate le nuove barriere di sicurezza. “Eseguiremo i lavori - afferma Pettinari - prima su una metà e successivamente sull’altra per garantire il traffico sul ponte a senso unico alternato”.

22/07/2021 17:59
Mogliano, sterpaglie a fuoco. Le fiamme minacciano due abitazioni: vigili del fuoco al lavoro

Mogliano, sterpaglie a fuoco. Le fiamme minacciano due abitazioni: vigili del fuoco al lavoro

Questa mattina, poco prima di mezzogiorno, si è reso necessario un intervento dei Vigili del Fuoco a Mogliano, in contrada Fanarda.  Alcune sterpaglie, infatti, sono andate a fuoco. La matrice del rogo - che si è espanso in una superficie piuttosto estesa - è ancora da chiarire. Le fiamme stanno lambendo due abitazioni.  Sul posto sono presenti diversi automezzi dei Vigili del Fuoco, tuttora al lavoro per spegnere il rogo e, successivamente, bonificare la zona.  Al momento non si segnalano danni a persone.  

14/07/2021 13:45
Nuovo asfalto, 4 progetti da 750mila euro per le strade provinciali: ecco quali

Nuovo asfalto, 4 progetti da 750mila euro per le strade provinciali: ecco quali

Il Presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari, ha approvato nei giorni scorsi con propri decreti quattro progetti definitivi-esecutivi del valore complessivo di 750mila euro per i lavori di risanamento del piano viabile in altrettante strade provinciali. “Abbiamo approvato nell’ultimo Consiglio provinciale del 30 giugno - afferma Pettinari - l’assestamento e la variazione del bilancio di previsione 2021-23 e la relativa modifica del programma delle opere pubbliche. In tempi record, perché è passata una sola settimana dalla seduta consiliare, sono stati redatti e approvati questi nuovi lavori di manutenzione straordinaria per le nostre strade”. Nel dettaglio si interviene sulla provinciale 169 “San Lorenzo”, sulla 111 “San Faustino”, sulla 15 “Brondoleto” e sulla 6 “Bagnolo Beltrovato”. Per la provinciale 169 “San Lorenzo” è stato approvato un progetto del valore di 300mila euro. Questa strada, della lunghezza di circa 8,5 km, inizia nel Comune di Treia e lo percorre in direzione montagna; entra nel Comune di San Severino Marche, attraversando dopo circa un km anche la località di San Lorenzo. Sulla provinciale 111 “San Faustino”, l’intervento di asfaltatura è previsto in più tratti, per un importo di 150mila euro. Questa strada, della lunghezza di oltre 6 km, inizia nel comune di Cingoli e lo percorre, attraversando anche la provinciale “Cingolana”, per terminare con la strada comunale di Filottrano. Stessa cifra per la provinciale 15 “Brondoleto”. In questo caso si tratta di un’arteria di circa 10 km che si estende dalla frazione di Borgo Lanciano a Castelraimondo e attraversa le frazioni di Brondoleto, Castel Santa Maria e Vasconi. Non si riuscirà a rifare il manto dell’intera strada, bensì i tratti più ammalorati, con particolare attenzione per quello da Castel Santa Maria a Matelica. Il quarto progetto di 150mila euro riguarda, infine, la provinciale 6 “Bagnolo Beltrovato”. È questo il collegamento tra Morrovalle stazione e la provinciale “Fermana”: ha origini nel centro abitato di Morrovalle stazione, nei pressi del passaggio a livello, e termina sulla rotatoria che interessa la provinciale “Fermana” e lo svincolo della superstrada Val di Chienti.  L’Amministrazione provinciale finanzia tali interventi di lavori straordinari, contemplati nel programma triennale aggiornato delle opere e inseriti nel bilancio 2021, con fondi propri. Inoltre, sono già stati eseguiti i lavori di risanamento del manto stradale in più tratti sulla provinciale 1 “Abbadia di Fiastra ‑ Mogliano”. L’intervento di asfaltatura, progettato, appaltato e diretto dalla Provincia di Macerata ha avuto un costo complessivo di 50 mila euro ed è stato finanziato con le risorse proprie dell’ente destinate alla manutenzione straordinaria delle strade.  Si è intervenuto in particolare nel tratto che attraversa la selva Bandini, con interventi puntiformi, dove la strada era più ammalorata. “Stiamo eseguendo in questi giorni - dichiara il Presidente della Provincia Antonio Pettinari - numerosi lavori di asfaltatura, di differenti entità, sulle nostre strade. Come sempre l’Amministrazione provinciale rivolge massima attenzione alla sicurezza stradale”.    

13/07/2021 18:45
Europei, il trionfo degli azzurri a Mogliano: tutti uniti davanti al maxi-schermo

Europei, il trionfo degli azzurri a Mogliano: tutti uniti davanti al maxi-schermo

Straordinaria partecipazione alla serata, organizzata secondo le misure dettate in ambito di emergenza anti-Covid19 dall'Amministrazione comunale di Mogliano e dalla Pro loco, in occasione della finale degli Europei di calcio.  "Oltre ad un doveroso ringraziamento al Sindaco Cecilia Cesetti - comunica il Presidente della Pro loco Giovanni Cesetti - desidero ringraziare tutti i miei straordinari collaboratori, il mio Direttivo e i tutti i sostenitori volontari dell'Associazione ProMogliano che hanno consentito di realizzare in tutta sicurezza l'evento che ha visto la più massiccia delle presenze di spettatori a Mogliano. Un sentito ringraziamento alle Forze dell'Ordine, ai Carabinieri, ai Vigili e alla Protezione civile che hanno presidiato per il bene di tutti". "A nome dell'Associazione ProMogliano rivolgo un plauso a tutti i cittadini moglianesi e agli ospiti che hanno voluto partecipare mantenendo un comportamento corretto, civile ed esemplare, anche durante i festeggiamenti finali - ha concluso Cesetti -. E grazie alla Rosticceria di Enrico Sebastiani e alla gastronomia di Fabrizio Fanelli per aver garantito un servizio ai tavoli di altissima qualità. Grande festa per la nostra Nazionale e per Mogliano che si è ritrovato a tavola come una grandissima famiglia in uno dei suoi salotti".

12/07/2021 10:03
Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.