Montecosaro

Auto in fiamme a Montecosaro: tutti salvi gli occupanti (Foto)

Auto in fiamme a Montecosaro: tutti salvi gli occupanti (Foto)

Attimi di autentica paura, nel pomeriggio di oggi, per le cinque persone che si trovavano a bordo della Fiat Croma che ha preso fuoco all'altezza del bivio per Montelupone, lungo l'arteria viaria che da Morrovalle conduce a Civitanova Marche.  L'intervento da parte dei Vigili del Fuoco di Macerata e Civitanova Marche é ancora in corso, poiché le fiamme che si sono propagate dall'auto hanno interessato anche un terreno. L'area é stata comunque messa in sicurezza dagli stessi Vigili del Fuoco e dagli uomini dell'Antincendio Boschivo. Tanta paura, ma nessuna ferita grave, invece, per i cinque occupanti, che sono stati aiutati ad uscire dall'auto da un passante, il cui intervento si é rivelato provvidenziale. Sul posto, per tutti gli accertamenti del caso, anche i carabinieri.  Non é dato sapere, almeno per ora, se la macchina ha preso fuoco a seguito di un piccolo incidente o a causa di una avaria. Foto: Gianmario Scodanibbio

30/07/2018
Credito Cooperativo, Bindelli (Bcc Civitanova): "Passi in avanti nel discorso del ministro Fraccaro"

Credito Cooperativo, Bindelli (Bcc Civitanova): "Passi in avanti nel discorso del ministro Fraccaro"

In merito all’intervento del ministro Riccardo Fraccaro presso la federazione trentina delle cooperative del 23 luglio scorso, abbiamo sentito il parere del dott. Marco Bindelli, vice presidente e amministratore delegato ai rapporti con il credito cooperativo della Bcc di Civitanova Marche e Montecosaro, Dott. Bindelli come interpreta l’intervento dell’altro ieri del Ministro Fraccaro presso la Federazione trentina delle cooperative?Rispetto agli interventi precedenti vedo un passo avanti nell’interesse generale delle Bcc/Cr e penso che le sue dichiarazioni siano maggiormente in linea con la posizione espressa dal Ministro Tria la scorsa settimana e con le modifiche alla Legge di riforma delle Bcc deliberate ieri (24 luglio 2018) dal Consiglio dei Ministri. Innanzitutto, il Ministro ai rapporti con il Parlamento non ha parlato di sospensione e azzeramento della riforma delle Bcc ma di moratoria, ossia del solo prolungamento del termine entro il quale le Bcc/Cr potranno aderire alla capogruppo mediante sottoscrizione del contratto di coesione e modifica dei propri statuti sociali, aspetto che è stato puntualmente recepito ieri dal Governo con le modifiche apportate alla Legge di riforma. Inoltre, il fatto stesso di aver preso coscienza della difficoltà, se non impossibilità, di ripartire da zero (in effetti ha parlato di tempi molto stretti per apportare modifiche normative importanti) denota, a mio avviso, la consapevolezza di non poter rimettere in discussione tutto a scapito e a danno di famiglie e piccole imprese (e a vantaggio solo di alcune Bcc/Cr e Federazioni). Ma è soprattutto l’annuncio conclusivo di Fraccaro, quando dice che si batterà affinché la vigilanza del credito cooperativo sia posta in capo alla Banca d’Italia (e non alla Bce), che va letto in senso molto positivo. Se, invece, devo rilevare l’elemento che non mi ha convinto nelle dichiarazioni di Fraccaro, oltre al paradosso che, ancora una volta, un esponente di una formazione politica che ama proclamare il valore della democrazia diretta preferisce incontrare i rappresentanti (le federazioni) e non il popolo (ossia le Bcc/Cr), esso è riconducibile all’assimilazione della capogruppo alle altre banche di affari società per azioni e, a suo dire, la conseguente perdita della cooperazione. Su questo aspetto è, tuttavia, difficile rimproverare il Ministro Fraccaro quando anche diverse Bcc/Cr e federazioni hanno dimostrato di non aver ben compreso (o forse di non aver letto) la legge di riforma e le disposizioni attuative emanate a novembre 2016 dall’Organo di Vigilanza in merito ai gravosi doveri ed obblighi imposti alle capogruppo circa il mantenimento in seno alle Bcc/Cr dei valori della cooperazione e del mutualismo, oltre a quelli di garantire efficienza e competitività alle stesse. In che senso interpreta positivamente la battaglia annunciata da Fraccaro per assoggettare il credito cooperativo alla vigilanza della Banca d’Italia?Non posso immaginare che il M5S sia divenuto, di colpo, il difensore degli interessi di Banca d’Italia o dei soggetti che ci lavorano (i quali potrebbero vedere minato il proprio posto di lavoro qualora la vigilanza del credito cooperativo passasse alla Bce), ovvero, peggio ancora, che intenda introdurre nelle Bcc/Cr lo stesso meccanismo di politicizzazione delle Sparkassen tedesche. Conseguentemente, ritengo che l’intervento di Fraccaro possa essere interpretato nell’interesse delle Bcc/Cr e, quindi, delle micro imprese, degli artigiani e delle famiglie. Credo, cioè, che il Ministro intendesse riferirsi alla non applicazione del Comprehensive Assessment alle capogruppo, dal momento che queste, avendo attivi superiori ai 30 miliardi di euro, sarebbero considerate “Banche Significative” soggette alla vigilanza diretta della Bce. In altri termini, credo che Fraccaro, riferendosi alla volontà di mantenere la vigilanza del credito cooperativo presso la Banca d’Italia, abbia voluto dire che farà del tutto per evitare che ai clienti delle Bcc/Cr vengano applicati quei criteri rigidi e complessi pensati per le grandi aziende industriali e multinazionali che mal si adattano alle micro imprese e agli artigiani, che rappresentano i clienti-tipo delle Bcc/Cr. Anche perché, è bene ricordare, che il Meccanismo di Vigilanza Unico (MVU), operativo dal 4 novembre 2014, prevede già espressamente che tutte le banche europee siano assoggettate alla vigilanza unica, esercitata direttamente dalla Bce sulle “Banche Significative” e, indirettamente, per il tramite delle Banche Centrali di ciascun Paese, sulle “Banche meno Significative”; quindi, anche il mantenimento della vigilanza presso la Banca d’Italia potrebbe avere i medesimi effetti qualora la Bce imponesse determinati criteri.E cosa potrebbe fare il Ministro o il nuovo Governo affinché il credito cooperativo sia assoggettato alla vigilanza della Banca d’Italia nonostante le capogruppo abbiano attivi superiori ai 30 miliardi di euro ?Potrebbero aiutare la Banca d’Italia nel tentativo, probabilmente già in atto, di convincere Ue e Bce che non ha senso applicare le medesime regole, giustamente previste per i clienti delle grandi banche europee (mega industrie e multinazionali), ai clienti delle Bcc/Cr appartenenti ai Gruppi Bancari Cooperativi, ossia ad artigiani e micro imprese.Tecnicamente, l’art. 70 del Meccanismo di Vigilanza Unico prevede che, qualora ricorrano circostanze particolari, può essere disapplicata la classificazione prevista dallo stesso MVU che identifica i soggetti come “Significativi” in base alla loro dimensione. Se si comprendono l’originalità e le peculiarità dei Gruppi Bancari Cooperativi difficilmente non si potrà riconoscere l’esistenza delle citate circostanze particolari in grado di classificarli come “Meno Significativi”.Questa battaglia, insieme ad altre minori modifiche che sono state annunciate, rappresenterebbe la più importante attestazione di interesse della nuova maggioranza di Governo nei confronti delle Bcc/Cr.

25/07/2018
Pochi giorni per l'ultimazione dei lavori sul ponte dell'Annunziata

Pochi giorni per l'ultimazione dei lavori sul ponte dell'Annunziata

Procedono spediti e dovrebbero terminare prima dell'inizio delle ferie di agosto i lavori di messa in sicurezza del "vecchio ponte dell'Annunziata" sulla strada 78 Bis "Montecosaro - Montegranaro". Completate le operazioni di asporto dei giunti usurati, si procederà con l'asfaltatura e immediatamente dopo con la posa in opera dei nuovi giunti di dilatazione. Per evitare fastidiosi rallentamenti e con l'obiettivo di favorire una celere esecuzione dell'intervento, il traffico è stato completamente deviato sul nuovo ponte costruito qualche anno fa in adiacenza. L'intervento è stato affidato alla ditta ASE - applicazioni Speciali nell'Edilizia di Pescara che lo scorso hanno aveva già effettuato lo stesso genere di lavori sul ponte Chienti lungo la Corridoniana. Alla spesa complessiva per la realizzazione del progetto appaltato per 190.000 euro, contribuirà anche la Provincia di Fermo in proporzione al tratto di ponte di sua competenza."La messa in sicurezza del vecchio ponte dell'Annunziata - dice il presidente della provincia di Macerata, Antonio Pettinari - rappresenta un altro obiettivo raggiunto da questa Amministrazione nonostante i continui tagli finanziari con i quali negli utlimi anni ci siamo dovuti confrontare."

21/07/2018
Controlli dei carabinieri tra Morrovalle e Montecosaro: identificate 81 persone

Controlli dei carabinieri tra Morrovalle e Montecosaro: identificate 81 persone

Un controllo straordinario del territorio è stato effettuato ieri, dalle 20 alle 02, nei comuni di Morrovalle e Montecosaro con l'impiego di 12 carabinieri, ispettorato del lavoro, Nas e unità cinofila antidroga. Effettuati diversi posti di blocco e controllate numerose attività tra bar pub e circoli. Sono state identificate 81 persone e controllati 28 veicoli, elevate 6 contravvenzioni al codice della strada, mentre i controlli ai locali sono risultati regolari sia in tema di lavoro che di sanità alimentare.

17/07/2018
Montecosaro Scalo, attiva la rotatoria allo svincolo della superstrada

Montecosaro Scalo, attiva la rotatoria allo svincolo della superstrada

All'uscita della superstrada in località Montecosaro scalo, in prossimità dell'incrocio con la provinciale 78bis, traffico canalizzato con la nuova rotatoria. Il posizionamento di un new jersey provvisorio ha permesso di attivare da subito la prima delle due rotatorie previste in prossimità dello svincolo, zona critica per la circolazione. "Stiamo risolvendo - dice il presidente della Provincia, Pettinari - un problema in una zona nevralgica per il traffico dove si creano congestioni a cui seguono spesso incidenti anche rilevanti". Dopo aver reso transitabile la rotatoria, con i delimitatori provvisori, i lavori proseguiranno all'interno delle aree "disegnate" dal new jersey con la posa in opera dei cordoli in cemento armato e la realizzazione della torre-faro che illuminerà la rotatoria. Ultimate le opere all'interno del new jersey si procederà con il rifacimento della pavimentazione delle opere di rifinitura. Subito dopo si darà corso ai lavori per la realizzazione della seconda rotatoria verso Casette d'ete di Sant'elpidio a Mare.

13/07/2018
Sabato 14 luglio il "Premio Città di Montecosaro" al Teatro delle Logge

Sabato 14 luglio il "Premio Città di Montecosaro" al Teatro delle Logge

Sabato 14 Luglio dalle ore 18.00, presso il Teatro delle Logge di Montecosaro, avrà luogo la Premiazione della 7° Edizione della Rassegna Internazionale d' Arte "Premio Citta' di Montecosaro", con la consegna dei vari riconoscimenti e premi ai vari artisti partecipanti. L'evento organizzato dal Centro d'Arte e Cultura Verum in collaborazione con il comune di Montecosaro, è curato dalla prof.ssa Marianna Jurcova e dal curatore d' arte Mauro Giampieri ed e' patrocinato dal Comune di Montecosaro (21° Gioiello d' Italia), dalla Regione Marche, dall' assemblea Legislativa della Regione Marche, dalla Provincia di Macerata, dall' Ambasciata della Rep. Slovacca a Roma e dall' Istituto della Cultura Slovacca a Roma. La rassegna d'arte di importanza istituzionale, negli anni è stata insignita della Medaglia d' argento del Presidente della Repubblica Italiana, della Medaglia del Senato della Repubblica e della Medaglia della Camera dei Deputati e vanta anche quest'anno la partecipazione di circa 100 artisti provenienti da molte regioni Italiane e da vari paesi internazionali tra i quali Slovacchia, Rep. Ceca, Inghilterra, Austria, Cina, Stati Uniti, Romania, Ungheria, Danimarca, Guatemala, Argentina, Bielorussia, Svizzera, Croazia, Albania, Germania, Siria, Bulgaria, ecc rendendo la manifestazione di indiscusso valore internazionale. Interverranno alla manifestazioni di chiusura storici d' arte e critici e molti gli ospiti che si susseguiranno sul palco durante la premiazione tra cui Giuseppe Di Caro, fotografo ufficiale dei David di Donatello (Oscar del Cinema Italiano), Andrea Mei Campione del Mondo nella disciplina dello Stone Balancing, Alessandro Pellegrini giovane cantautore di futuro successo, e la violinista della Rep. Ceca katerina Eremiasova. Non solo un premio d' arte, ma un vero e proprio festival dell' arte dove la storia, la tradizione e l' arte contemporanea si uniscono in un connubio perfetto. Di seguito gli artisti partecipanti alla rassegna: Agostini Paolo, Alluzzi Giorgio, Archer Diana, Arena Stefania, Ashough Jamshid, Avanzi Demmy, Bartolini Alessandro, Berardi Gino, Berková Helena, Bullo Elena, Cadica Arte, Casetta Alessandra, Cataldi Marco, Cesanelli Marisa, Ciliento Pietro, Colombaro Chiara Luna, Corallini Moreno – MOCO, Chandra, D'Agostino Fabio, De Bellis Giuseppe, De Blasis Ornella, De Rosa Ornella – DRO, Di Caro Desireè, Di Caro Giuseppe, Di Cristo Enzo, Di Marzo Nelida, Di Vora Anneliese, Dorsch Gudrun, Erdélyi István, Falconi Stefania, Ferrari Giovanna, Ferretti Alice, Frank-Weinelt Brigitta, Fu Wenjun, Gerstorfer Emanuela, Ghidini Francesca, Giulietti Paolo – MAROFETA, Hargaš Peter, Kalický Eduard, Jürgen Greetings Pernkopf, Kaserer Christine, Kuris Ingrid, Leonardi Paola, Linzer Andrea, Lorenzetti Onorina, Máziková Ema Ľubica, Mercoldi Mario, Modenese Roberto, Moran Cojoc Evelyn del Rosario, Moran Pop Domingo, Moretto Giorgio, Morgioni Raffaele, Nan Yar, Nappo Pasqualina, Natrè, Nessling Sabine, Niemeläinen Päivyt, Ochoa Molano Katja, Ottone Paolo, Panesi Franco, Petrini Aldo, Petroianu Silviu, Piunti Daniela Carolina, Rabl Judith, Rauecker Brigitte, Renzi Annarita, Ribichini Luca–Pinkerman 1984-2018, Sabatini Giovanna, Sanci Serenella, Santacroce Rosalba, Scalorbi Cristina, Schmidt Zahuranec Renáta, Serafino Giorgio, Spirineo Loredana, Stettner Cristine, Stipa Kety, Tamanti Sergio, Trevisan Caterina, Valeria Fiore, Vargioni Paola, Vavrinová Agneša, Viganò Lucia Ida, Vitellozzi Franco, Zaccari Marco, Zoričák Milan, Zubkovà Natallia.

12/07/2018
Torna a Montecosaro il weekend di Passeggiare Degustando

Torna a Montecosaro il weekend di Passeggiare Degustando

Sabato 14 e domenica 15, appuntamento con le atmosfere anni ’50, musica, arte e il buon ciboSoffia sulle quattordici candeline Passeggiare Degustando, l’evento della Pro Loco di Montecosaro in collaborazione con il Comune e il fondamentale supporto del main sponsor Moim Immobiliare. Nel weekend del 14 e 15 luglio, infatti, la manifestazione torna a raccontare la storia e la tradizione popolare con una ventata di arte, musica ed enogastronomia. Il borgo antico di Montecosaro per due giorni ferma il tempo ai primi anni ’50 e fa respirare ai visitatori l’atmosfera contadina di una volta tra pietanze riscoperte, artisti e spettacoli di strada e musica live. A partire dalle ore 19 infatti tanti stand enogastronomici serviranno le pietanze della tradizione contadina, con attenzione alla materia prima utilizzata e alla territorialità senza dimenticare però la ricerca culinaria di Michele Biagiola con il suo “Signore te ne ringrazi” e l’estro creativo del ventiduenne Simone Scipioni, lo chef di Montecosaro tornato trionfante dalla cucina di Masterchef. Tra cooking show e degustazioni di un suo piatto, Simone Scipioni sarà presente in entrambe le giornate girando tra gli stand e incontrando il pubblico. Ospiti anche gli amici di Amatrice che racconteranno e serviranno il loro piatto tradizionale, l’Amatriciana. Nel percorso enogastronomico tra vini del territorio, cucina vegana e tradizionale, tanti gli spettacoli proposti ad iniziare da quelli musicali. Sabato, infatti, sul palco principale saliranno i The Champs of Rock, progetto che omaggia il rock’n’roll degli statunitensi The Champs e che contamina quel sound a stelle e strisce anni ’50 con la tradizione vocale italiana.  Tra i vicoli del borgo poi risuonerà anche la musica della violinista ceca Lady Katerina e il cantautorato di Tonino Pierantoni. La domenica sarà invece la volta del funk della Believers Band, un concerto per attraversare il mondo della musica dagli anni ’50 ad oggi e raccontarlo tra aneddoti e curiosità. Tanti poi i momenti di spettacolo. Tantissimi gli spettacoli in programma. Dal circo contemporaneo di Fiamma Acrobatic Duo della fucina di VisionAria alla danza aerea di Mariana Taneva. Dal ballo con Nicolas a quello di rock acrobatico con il progetto Rockabilli. E poi ancora gli spettacoli di burattini, la musica anni ’50 della banda della Gioventù dell’Annunziata, il raduno delle auto d’epoca per poi arrivare alle mostre. L’arte si affaccerà a questa edizione infatti con il Centro d’Arte e Cultura Verum che, negli spazi museali del C.A.M. e nel Teatro delle Logge, allestirà le opere degli artisti che da tutto il mondo del Premio Internazionale d’Arte Città di Montecosaro. Nel percorso dell’arte, tappa obbligatoria è poi quella al Museo dello Sport Illustrato, unico nel suo genere, per poi godersi gli scatti fotografici dei fotografi amatoriali di Montemostra e la piccola esposizione, all’interno del Teatro Le Logge, di quanto realizzato in Viale della Vittoria dai maestri della street art Anime di Strada. Ancora fotografia ma dal linguaggio social è poi quella che parla la lingua di Instagram. In collaborazione con la community Instagram di Macerata, Passeggiare Degustando lancia un contest con l’hashtag #passeggiaredegustando2018 per raccontare questa edizione e vincere una cena per due dallo chef Michele Biagiola. Un programma ricchissimo di iniziative e di proposte per una edizione che riserverà davvero tantissime sorprese.

11/07/2018
In bicicletta in superstrada: multato dalla polizia stradale

In bicicletta in superstrada: multato dalla polizia stradale

In bicicletta in superstrada: viene scortato dalla polizia stradale fino all'uscita. È accaduto oggi pomeriggio nel tratto di superstrada che da Morrovalle va a Montecosaro. Il ciclista stava transitando in superstrada con la sua bicicletta quando è stato sorpreso dalla polizia stradale che lo ha fermato e successivamente scortato fino all'uscita dove è stato identificato pur non avendo documenti. L'uomo, di origini italiane, è stato multato.

10/07/2018
Il "circuito cittadino" di Montecosaro ci regala un nuovo pilota: 3 sorpassi da brivido in un minuto

Il "circuito cittadino" di Montecosaro ci regala un nuovo pilota: 3 sorpassi da brivido in un minuto

A un mese dallo scorso episodio (leggi l'articolo), siamo ancora a parlare di piloti improvvisati che utilizzano le strade comunali per il loro personale gran premio, effettuando sorpassi anche molto pericolosi.L'ultimo episodio in ordine di tempo è di questa mattina e il luogo dove è avvenuto il primo dei tre sorpassi da brivido è sempre il nuovo sottopasso ferroviario di via Bologna, sulla provinciale 485, che evidentemente attira certi comportamenti a dir poco spregiudicati.L'automobilista di oggi guidava una Fiat marrone e mentre stava uscendo dal centro abitato in direzione Civitanova, in meno di un minuto, ha effettuato tre sorpassi da ritiro della patente, in due casi trovandosi di fronte un'auto che proveniva dal senso opposto, rientrando frettolosamente e frenando davanti al povero sorpassato.Dato che è molto improbabile che qualche pattuglia delle forze dell'ordine incroci casualmente uno di questi piloti, speriamo solo che non succeda mai niente di grave ma è certamente inquietante il ripetersi di certi episodi.

07/07/2018
In vacanza con i fans, la musica di Roberto Carpineti raggiunge Courmayeur

In vacanza con i fans, la musica di Roberto Carpineti raggiunge Courmayeur

Anche quest'anno, si è svolta la tradizionale vancanza estiva dei fans di Roberto Carpineti, appuntamento al quale ha partecipato anche il cantante di Montecosaro, insieme ad un centinaio di amici ed ammiratori provenienti da Umbria, Lazio e Marche.L'evento, ormai decennale, ha visto le prime edizioni svolgersi in crociera ma da qualche anno si è trasferito in montagna, come quello appena concluso, tenuto a Courmayeur dal 24 al 30 giugno, dove i partecipanti hanno potuto godere dei capolavori della natura, trascorre giornate in totale relax, instaurando nuove amicizie e soprattutto passare delle splendide serate ballando con la musica di Carpineti.Il ricco programma prevedeva escursioni giornaliere, dove i partecipanti hanno visitato le Cascate Lillaz, Cogne, Courmayeur, Cervinia, spingendosi fino al rifugio Torino, sul massiccio del Monte Bianco, la terrazza panoramica sospesa nel vuoto sul passo del San Bernardo, la città di Aosta, Chamoix, il paese in quota 1800 mt raggiungibile solo con funivia e poi fino in Francia con Chamonix e la splendida Annecy, soprannominata la piccola Venezia.Nonostante la stanchezza delle lunghe passeggiate giornaliere, comunque, la sera era immancabile la partecipazione alle serate danzanti nel salone delle feste, presso l'hotel, con la musica del loro beniamo, Roberto Carpineti, che fa i complimenti ai partecipanti e li ringrazia per il loro calore ed affetto, anche alle alte quote.

07/07/2018
Montecosaro, nel bagagliaio scarpe rubate per 30mila euro: denunciati

Montecosaro, nel bagagliaio scarpe rubate per 30mila euro: denunciati

I carabinieri di Montecosaro, nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio, hanno sorpreso due napoletani, 57 e 49 anni, che stavano sistemando dei pacchi nel bagaglio dell'auto. Insospettiti hanno proceduto al controllo ed è emerso che si trattava di 50 paia di scarpe di cui non sapevano dare giustificazioni. Dal controllo di una scatola si è risaliti ad una azienda della zona dove, al momento di essere consegnate per il trasporto, le scarpe erano sparite. La merce del valore di 30mila euro è stata restituita al proprietario e i napoletani denunciati per furto aggravato e proposti per il foglio di via.

07/07/2018
Super ospite al Mind Festival: Jarabe De Palo a Montecosaro il 27 luglio

Super ospite al Mind Festival: Jarabe De Palo a Montecosaro il 27 luglio

Dopo i primi nomi comunicati già a fine maggio, per le serate del 25, 26 e 29 luglio (leggi: https://goo.gl/UBiyPU), è di pochi munuti fa la notizia del super ospite internazionale che si esibirà al Mind Festival di Montecosaro venerdì 27. Si tratta degli Jarabe De Pale, gruppo spagnolo rock latino capeggiato da Pau Donés, cantautore e chitarrista che ha raggiunto il successo planetario nel 1996 con il brano "La flaca" ed ha continuato a sfornare successi a ripetizione, come "Depende" e "Bonito", vincendo numerosi premi e aggiudicandosi svariate nomination ai Grammy Awards. La band attualmente, dopo uno stop forzato, è tornata sulle scene con l'album "20 años", per celebrare i 20 anni di carriera e con un nuovo grande tour mondiale e venerdì 27 Luglio potrete vederli gratuitamente sul palco del Mind Festival.

04/07/2018
BCC Civitanova e Montecosaro: avviata la sede di staccata di Castelfidardo

BCC Civitanova e Montecosaro: avviata la sede di staccata di Castelfidardo

Il territorio fidardense si è arricchito di un nuovo istituto di credito. In via Lorenzo Perosi 9, infatti, da lunedì scorso ha aperto i battenti una nuova sede della Bcc di Civitanova e Montecosaro. E non è uno sportello qualunque, per la Bcc con sede a Civitanova e territorio storico di riferimento a cavallo tra la provincia maceratese e quella fermana. Ma la sede distaccata, l’avamposto anconetano che segna l’ingresso dell’Istituto di credito civitanovese in territorio dorico. A seguire, ed a stretto giro, la Bcc del Presidente Sandro Palombini aprirà infatti altre due filiali, una a Loreto e una ad Osimo (rispettivamente in via Donato Bramante 41 e in via Vittorio Bachelet 13, a Campocavallo). Tutti del territorio, così come tradizione della Bcc civitanovese, i collaboratori che da lunedì sono operativi in via Perosi: Maurizio Foglia (titolare di filiale), Mauro Conocchioli, Michele Colombati, Rossana Ginevri ed Elisa Fiordomo. Con l’apertura di lunedì, la Bcc di Civitanova Marche e Montecosaro si appresta a diventare l’Istituto di Credito Cooperativo più grande, dal punto di vista della copertura territoriale, dell’intera regione. Con Castelfidardo, e poi le prossime Loreto e Osimo, arriverà a 16 il numero complessivo delle sedi territoriali ed a 3 le Provincie coperte. Quella dorica, infatti, si andrà a sommare ai territori storici della Banca di viale Matteotti, quello della provincia maceratese e quello della provincia fermana, ampliando, di fatto, l’operatività dell’Istituto a l’intera area territoriale del centro Marche. Un momento “storico” per la Bcc di Civitanova Marche e Montecosaro. “Questo ampliamento – dice il Presidente Sandro Palombini - pone le basi per uno sviluppo su scala regionale nel medio periodo. D’altronde come BCC Civitanova e Montecosaro abbiamo i numeri per ampliare il nostro raggio di azione, uniti alla forza e alle capacità del nostro nuovo Direttore generale”. “Arriviamo in punta di piedi in questo territorio che è nuovo per noi – dice il DG Marco Moreschi – con l’obiettivo di diventare punto di riferimento per famiglie, giovani, artigiani e piccole Imprese”. “Una importante novità per il nostro territorio – dice il Sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani – a beneficio del tessuto sociale ed economico della nostra città, formato in larga misura da famiglie e piccoli imprenditori”. Ricordiamo che il progetto di sviluppo su territorio Marche della Bcc di Civitanova non si fermerà con le aperture in territorio anconetano, visto che è in atto l’iter progettuale di aggregazione con la pesarese Bcc di Suasa. Primo trimestre 2018: brillanti dati andamentali “Tra la seconda metà dello scorso anno e, soprattutto, il primo trimestre di quest’anno – dice il DG Moreschi - abbiamo fatto registrare dati andamentali davvero importanti”. L’istituto di Viale Matteotti ha ingranato la marcia. E i numeri sono la fotografia fedele dello stato di salute della Banca, sia patrimoniale che sul versante del conto economico. “Il lavoro posto in essere negli ultimi mesi sotto il profilo dell'efficientamento organizzativo e dell'evoluzione distributiva – dice Moreschi - mostra segnali davvero importanti. Nel primo trimestre 2018 la raccolta è cresciuta del 4.43%, in ulteriore accelerazione rispetto all'esercizio appena chiuso con il risparmio gestito che segna un +20%. Crescita ancora più forte per gli impieghi che mostrano un segno positivo del 6.55% rispetto ad un sistema del credito cooperativo in contrazione dell'1,1%. E gli impieghi sono lo specchio di quanto e come la nostra Banca si relaziona ed è vicina al territorio. Si cominciano a vedere i primi risultati tangibili della riorganizzazione aziendale con il riscontro sul fronte del contenimento dei costi, voce in cui il totale delle spese amministrative, nello scorso mese di marzo, è diminuito del 3%. E' inoltre in fase attuativa un'importante operazione di cessione delle sofferenze congiuntamente alla futura Capogruppo Cassa Centrale Banca che porterà il totale dei crediti non performing al di sotto del 10% nell'arco del 2018. Se il primo trimestre dell’anno si è aperto così bene, non meno soddisfacente è stato l’andamento complessivo della seconda metà del 2017 “con segni positivi – dice il DG - su tutti i principali aggregati patrimoniali: + 3.2% la raccolta complessiva a 653 mln di euro con particolare enfasi per l'indiretta a +18%; anche gli impieghi segnano una crescita importante e in controtendenza pari ad un + 5.7% a 314 mln di euro. In tale contesto si segnala che l'intervento straordinario di copertura del credito ammalorato, che pesa il 13.4% del totale impieghi, ha portato il livello di copertura al 53% ed ulteriormente migliorato il texas ratio portandolo al 47.3%. Positivo anche il risultato economico finale di esercizio che segna un utile netto pari ad 1.4 mln di euro nonostante, appunto, l’innalzamento delle coperture sul credito deteriorato ed una serie di interventi straordinari di accompagnamento all'esodo di parte del personale. Non da ultimo si evidenzia un indice CET1 al 20.4% pur dopo la sottoscrizione dell'aumento di capitale di Cassa Centrale Banca funzionale alla partenza della nuova Capogruppo e il cui avvio appare sempre più vicino in virtù dell’istanza trasmessa da CCB all’organo di vigilanza il 19 aprile scorso. E poi il DG fissa l’orizzonte e un target chiaro: “Il nostro obiettivo – dice il DG Marco Moreschi – è quello di incrementare di 150 milioni di euro in due anni le masse intermediate, portandole dagli al primo obiettivo di un miliardo di euro, rafforzandoci sempre più come punto di riferimento per famiglie e piccole Imprese”.  

04/07/2018
Operato alla spalla, torna a casa con un polmone collassato: paura per un barista di Montecosaro

Operato alla spalla, torna a casa con un polmone collassato: paura per un barista di Montecosaro

Ora che il peggio è passato, Fabio Santoni, titolare di un bar a Montecosaro, ha deciso di raccontare la sua incredibile vicenda. Dopo aver stretto i denti per diverse settimane e lavorato nonostante una spalla malconcia, a causa di un piccolo incidente domestico, arriva finalmente la chiamata da parte della clinica fermana per l'intervento in artroscopia. Sulla carta, nonostante si trattasse pur sempre di un intervento chirurgico, doveva essere una cosa abbastanza semplice, che avrebbe richiesto solamente una notte in osservazione, per poter essere rimandato a casa il giorno seguente ma quello che è successo ha dell'incredibile.E' accaduto infatti che prima dell'operazione, l'ago usato per anestetizzare la spalla, abbia raggiunto e perforato un polmone, causandone il collasso e che questo sia stato scoperto solamente dopo alcuni giorni, quando, nonostante il grave malessere, il paziente era stato comunque dimesso."I due giorni seguenti all'intervento sono stati terribili - afferma Santoni - perché l'antidolorifico che mi avevano somministrato mi aveva provocato delle crisi di vomito e per questo mi era stato sostituito ma l'effetto del nuovo, se possibile, era stato ancora peggiore e per 48 ore non ho potuto nè dormire nè mangiare. A quel punto mi è stato cambiato di nuovo e nonostante non mi sentissi ancora bene, sono stato comunque dimesso, con la rassicurazione che il giorno seguente sarei stato meglio e tutto si sarebbe risolto"."Neanche il tempo di uscire dalla clinica - continua il barista - e nel parcheggio ho avuto l'ennesima crisi di vomito, tanto che ero indeciso se tornare a casa o rientrare per farlo presente ai dottori ma mi sono fidato delle rassicurazioni ricevute e sono tornato a casa. Continuavo purtroppo a non stare bene, respiravo a fatica, avevo difficoltà nel parlare e dato che il giorno seguente la mia situazione era pressoché identica, nel pomeriggio ho chiamato il medico di famiglia per farmi visitare".Intervenuta prontamente, la dottoressa ha fatto un controllo con lo stetoscopio e si è subito allarmata. "Quì c'è un polmone che è chiuso completamente - sono state le sue parole - chiamate immediatamente il 118". Alle 17 la chiamata e la corsa all'ospedale di Civitanova in codice rosso e tre ore dopo Santoni era di nuovo sotto i ferri, per un intervento d'urgenza, questa volta per inserire un drenaggio polmonare che avrebbe dovuto risolvere questo grave problema. Dopo otto giorni giorni di ricovero, venerdì scorso il titolare del Piper90 è stato dimesso ma il polmone deve ancora tornare alle sue dimensioni normali e i tempi del pieno recupero sono ancora incerti. Tra un mese ci sarà la visita dallo pneumologo e in quella sede si saprà se è tornato tutto a posto o se sarà necessario dell'altro tempo oppure, peggio ancora, se ci saranno degli strascichi dovuti all'errore medico, mentre per la spalla sta procedendo tutto per il meglio e tra pochi giorni si potrà iniziare la riabilitazione."E' stata un'esperienza allucinante - conclude Santoni - ho rischiato di morire a causa di un errore di cui non si era accorto nessuno, ma ora, se Dio vuole, devo solamente riposare e sperare che tutto si risolva per il meglio. Vorrei comunque ringraziare tutti quanti mi sono stati vicino e soprattutto il reparto di chirurgia dell'ospedale di Civitanova Marche".

03/07/2018
Il ristorante pizzeria Signore Te Ne Ringrazi di Montecosaro tra i migliori 70 del mondo

Il ristorante pizzeria Signore Te Ne Ringrazi di Montecosaro tra i migliori 70 del mondo

Nell’incantevole cornice della Terrazza degli Aranci del Ristorante La Pergola – casa dello chef Heinz Beck, tre Stelle Michelin – ieri giovedì 28 giugno si è tenuto l’evento esclusivo che per la prima volta in assoluto ha premiato i ristoranti con pizzeria di 34 Paesi del mondo che presentano l’insieme della gastronomia italiana. L’esclusivo premio - ideato e organizzato da Enrico Famà, direttore di Ristorazione Italiana Magazine, e presentato da Fabrizio Nonis, noto presentatore e conduttore - è stato assegnato a ristoratori provenienti da paesi dei 5 continenti: Giappone, Australia, Stati Uniti, Congo, Russia, ma anche da Cile, Regno Unito, e naturalmente dall’Italia.  Nel corso della presentazione dell’evento lo chef Heinz Beck ha dichiarato: “Quando Enrico Famà mi ha parlato del suo nuovo progetto di creare il Premio e la Guida per i Ristoranti che promuovono la cucina e la pizza italiana, gli ho detto che doveva assolutamente fare la presentazione qui a La Pergola, nel mio ristorante”.Tra i locali premiati anche Amo – Venezia di Massimiliano e Raffaele Alajmo, lo stellato Café Les Paillotes-Granchio Royal – Pescara, La Bottega Siciliana dello chef Pluristellato Nino Graziano che dopo i successi ottenuti in patria ha deciso di far conoscere la gastronomia della sua terra a Mosca, il Tony’s Pizza Napoletana – San Francisco del pluri-campione del Mondo della Pizza Tony Gemignani, il Diva Italian – New Delhi della Celebrity Chef Ritu Dalmia; numerosi gli imprenditori, chef e pizzaioli di grande talento italiani e stranieri con il comune denominatore della passione per il loro lavoro, la cucina e il cibo italiani. A questi si aggiunge il ristorante pizzeria Signore te ne ringrazi di Montecosaro. La serata ricca di emozioni ha dato modo ai ristoratori presenti di condividere l’entusiasmo per il riconoscimento, di fare conoscenza, scambiarsi le loro esperienze coraggiose a volte anche avventurose, ma anche la gioia, in alcuni casi, di essere tornati in Italia, a casa, dopo anni di lavoro all’estero in una cornice davvero straordinaria e unica.Un riconoscimento particolare in quanto ambasciatori della Cucina Italiana è stato assegnato a Oscar Farinetti per i ristoranti e pizzerie presenti negli store Eataly e a Franco Manna, Presidente del Gruppo Sebeto, per gli oltre 130 locali nel mondo che servono 8 milioni di pasti all’anno. La serata è stata accompagnata dalle prelibatezze dello chef pluristellato Heinz Beck - famoso per l’eleganza delle sue creazioni - che hanno conquistato i presenti per i loro colori accattivanti e deliziato i palati con sapori squisiti e a volte sorprendenti.Dal Premio de I 70 Migliori Ristoranti con Pizzeria è nata anche la Guida con la presentazione in italiano e inglese dei premiati in ordine alfabetico di paese. Al termine della serata, Enrico Famà ha ringraziato gli sponsor e tutti i presenti e dichiarato “Mi complimento con voi per l’enorme lavoro che svolgete per far conoscere ed apprezzare l’Italia e la cultura italiana nel mondo grazie alla cucina e alla pizza. Dopo le guide e le iniziative dedicate ai ristoranti e alle pizzerie, nettamente distinti, da tempo desideravo colmare questa lacuna e promuovere questo binomio vincente. I ristoranti con pizzeria rappresentano, infatti, la metà degli esercizi nell’ambito della ristorazione classica”. Enrico Famà ha terminato il suo discorso dando appuntamento all’anno prossimo con una Guida ancor più fornita e molte novità alle quali lui e i suoi collaboratori stanno già lavorando.

02/07/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433