Curiosità

Lady Manola Gironacci festeggia 60 anni: balli a bordo piscina e vecchie fiamme che ritornano

Lady Manola Gironacci festeggia 60 anni: balli a bordo piscina e vecchie fiamme che ritornano

Rimettersi in gioco va bene ad ogni età. Lo sa bene Manola Gironacci che ieri sera sul verde prato della villa di famiglia a Tolentino, oltre ad inaugurare la stagione delle "feste in piscina", ha anche festeggiato l'importante traguardo dei 60 anni. Un numero tondo che, però, la first lady della gioielleria 'Ibis Gioielli' ha onorato con un giovanile entusiasmo considerato il calore tutto latino dei balli che si sono tenuti in "pista". A dare colore e ritmo alla serata ci ha pensato il duo musicale Ettore & Piero, e proprio sulle loro note hanno danzato a bordo piscina i circa 40 invitati al party ma soprattutto Manola che, in barba all'età, non ha voluto tirarsi indietro nemmeno quando il "passato" è entrato a far parte delle danze. Alla festa di compleanno ha, infatti, partecipato anche l'ex marito Fabrizio, che non si è limitato ai soli due baci sulle guance "d'ordinanza", ma ha anche preso (o meglio dire ri-preso) la mano di Manola per poi lanciarsi con lei in balli calienti lasciandosi trasportare, ancora una volta, volentieri dalla situazione. Un riavvicinamento che non è sfuggito alla redazione di Picchio News.  Per molti 60 anni sono il trampolino di lancio per nuove esperienze e questa massima vale sicuramente per Manola che per,  oltre a strizzare l'occhio al futuro, ne tiene uno ancora rivolto verso il suo dolce passato. Una serata quindi ricca di spunti e di momenti di riflessione, soprattutto per la coppia, che si potrebbe riassumere con un altro aforisma: "Se son rose fioriranno".

06/07/2020
Civitanova, nuove luci in Corso Umberto: la città si illumina di blu (FOTO)

Civitanova, nuove luci in Corso Umberto: la città si illumina di blu (FOTO)

Nella serata di ieri, a Civitanova Marche, è stata inaugurata la nuova illuminazione urbana multicolore di Corso Umberto. "In occasione della Festa della Bandiera Blu (la 17esima consecutiva) è stato creato un effetto magico e suggestivo sul tema con luci blu - ha sottolineato il sindaco Fabrizio Ciarapica -. L'impianto prevede la possibilità di programmare svariate e dinamiche scene cromatiche in modo da valorizzare l'ambiente e renderlo più attrattivo e coinvolgente". (Foto di Luigi Gasparroni) 

05/07/2020
Montecosaro, Li Matti de Montecò tornano con il libro "Un salto nel folklore"

Montecosaro, Li Matti de Montecò tornano con il libro "Un salto nel folklore"

Domenica speciale per l'associazione culturale e folkloristica Li Matti de Montecò che, dopo mesi di sospensione delle attività a causa della pandemia, torna con una iniziativa interessante e diversa. Stavolta niente esibizioni, balli o canti, alle 18.30 ai Giardini del Cassero di Montecosaro verrà presentato il libro "Un salto nel folklore" scritto dal presidente del gruppo Claudio Scocco e da sua figlia, l'insegnante Monia Scocco ed edito da Simone Giaconi. "Noi saremo ovunque ci porti l'amore per il folklore e quest'incontenibile passione per le tradizioni della nostra terra. Negli anni (il gruppo è stato fondato nel 2007) - spiegano Claudio e Monia - abbiamo mantenuto in vita e promosso tradizioni delle quali ci si vergognava. Anche i riti della civiltà contadina stanno sopravvivendo solo nella memoria e senza più riscontri nel presente, allora abbiamo deciso di fare una raccolta di canti popolari". "Abbiamo suddiviso - continuan o- il nostro lavoro di ricerca rispettando il modo con cui venivano intonati i canti rituali di una volta, ovvero seguendo lo svolgimento calendariale dell'anno agricolo, in quanto erano strettamente connessi al ciclo della natura che nasce, muore e risorge. Ogni lavoro agreste aveva le sue melodie: la mietitura, la trebbiatura, la fienatura, la potatura, la spannocchiatura, la vendemmia. Tali canti, sorti spontaneamente in funzione dell'opera stessa, non hanno alcuna attinenza con i lavori, nel senso che la poesia il più delle volte è semplice espressione amorosa. Attraverso questi brani rievochiamo le situazioni nella famiglia e i lavori tipici di un tempo, come lo "mete" (mietere), lo "scartoccia" (la raccolta del granoturco), lo "velegnà" (la vendemmia), lo "fienà" (la tagliatura del fieno), e le feste sull'aia che a quelli facevano seguito, oltre ad alcune tra le feste tipiche come la "Pasquella" e il "Cantamaggio". Una chicca che farà ricordare momenti di lavoro ma anche di festa ai più anziani e che saprà sicuramente attrarre e incuriosire le nuove generazioni". La presentazione vedrà la speaker Francesca Travaglini nelle vesti di conduttrice e il pomeriggio verrà impreziosito dall'intervento della book blogger e scrittrice Giulia Ciarapica.

04/07/2020
Potenza Picena, progetto #cittàmarinARA: i food-blogger si riuniscono a Villa Buonaccorsi

Potenza Picena, progetto #cittàmarinARA: i food-blogger si riuniscono a Villa Buonaccorsi

L'enogastronomia come veicolo per promuovere le eccellenze del nostro territorio. Dopo il primo appuntamento social -culinario svoltosi in riva all'Adriatico, il secondo incontro ha visto come scenario la settecentesca Villa Buonaccorsi e come protagonisti alcuni piatti della tradizione locale presentati dallo Chef Devid Pellini, Presidente dell'Associazione Ristoratori ed Albergatori di Potenza Picena e Porto Potenza Picena. Debora Iannacci di Trippadvisor, Luca Tombesi di Racconti dello Stomaco, Francesca Celi di Fragustoepassione, Paolo Isabettini Social Influecer, Nadia Stacchiotti di Racconti di Marche e Silvia Fratini di Foodtripandmore, sono i food-blogger che hanno partecipato per veicolare la loro esperienza, basata sul gusto e la tradizione, attraverso i social che rappresentano. Un'iniziativa nata dall'Assessorato al Turismo in collaborazione con l'A.R.A., l'Associazione Ristoratori ed Albergatori di Potenza Picena e Porto Potenza Picena. "Abbiamo ideato un progetto promozionale che parte dal gusto per poi estendersi alle eccellenze del territorio, denominato #cittàmarinARA - ha detto l'Assessore Tommaso Ruffini - chiuderemo con un terzo appuntamento con altri food-blogger di livello nazionale. Un modo per farci conoscere e percorrere strade alternative per promuovere il turismo locale".

02/07/2020
Monsignor Francesco Massara festeggia 55 anni: gli auguri della redazione di PicchioNews

Monsignor Francesco Massara festeggia 55 anni: gli auguri della redazione di PicchioNews

Dopo la nomina da parte di Papa Francesco a nuovo vescovo di Fabriano-Matelica, per S.E. Mons. Francesco Massara, già arcivescovo di Camerino-San Severino Marche, è ancora tempo di festeggiamenti in quanto oggi 1° Luglio ha tagliato il traguardo dei 55 anni. Un momento importante a cui si unisce il direttore di Picchio News Guido Picchio e tutta la redazione formulando a Monsignor Massara i migliori auguri di buon compleanno.

01/07/2020
Macerata, dopo più di 30 anni a servizio delle Poste Italiane: Pisana Vecchiotti va in pensione

Macerata, dopo più di 30 anni a servizio delle Poste Italiane: Pisana Vecchiotti va in pensione

L'ultimo giorno oggi. Elegantissima in tailleur rosso, la direttrice Pisana Vecchiotti ha chiuso in serata l'ultima rendicontazione all'ufficio postale in via Gramsci a Macerata. Dopo 18 anni alla guida della storica sede, 30 anni di servizio maceratese e complessivamente 39 alle dipendenze di Poste Italiane, Pisana Vecchiotti ha lanciato il ramo finanziario e si è distinta negli ultimi mesi, i più drammatici del suo ufficio: l'emergenza Covid.  "C'era in tutti noi la consapevolezza di continuare a fornire un servizio essenziale e nello stesso tempo l'esigenza di preservarci dal virus. Mi sono piazzata all'ingresso della sede prendendomi tutti i rischi nei momenti più critici della pandemia ed ho disciplinato il... traffico continuando nella opera di servizio che veniva richiesta - dice la direttrice - Sono ginesina ed allieva di quel grande maestro che fu il preside dell' Alberico Gentili, il prof Giovanni Cardarelli. Le sue lezioni, le sue iniziative mi sono rimaste nel cuore. Cosi come i suoi grandi ospiti a cominciare dal Nobel Rita Montalcini". Ed ora?  "Ora mi riposo un po'. Ho usufruito di uno scivolo di 2.5 anni e non resterò forse del tutto a riposo. Sul piano della promozione finanziaria ho maturato significative esperienze". 

30/06/2020
Treia, la farmacista Sabrina Imoscopi torna a casa: il saluto della comunità di Chiesanuova

Treia, la farmacista Sabrina Imoscopi torna a casa: il saluto della comunità di Chiesanuova

Sabrina Imoscopi arrivata nel marzo 2014 dal Vicentino, prendendo servizio presso la Farmacia del Dott. Paolo Ferranti a Chiesanuova di Treia in via dei Caduti, dopo 6 anni di attività ritorna nella sua terra d’origine, a Vicenza. Sicuramente da una parte è felice per aver trovato lavoro presso una farmacia vicino casa, dove si avvicina automaticamente alla sua famiglia ed il fidanzato, che in questi anni ha fatto il pendolare per coprire le distanze, marche-veneto. Sabrina in questi 6 anni si è fatta apprezzare dalla comunità per la sua professionalità sia dai giovani sia dai più anziani, con consigli e suggerimenti che la sua professione richiede. Molti clienti della farmacia, dove Sabrina ha collaborato con Dottori di esperienza, quali il dott. Salvatori Luciano, dott. Brambatti Alberto, dott. Lucchetti Enrico e la dott.ssa Salvatori Valentina, sono passati per un saluto ed un ringraziamento, augurandole “In Bocca al Lupo” per il suo lavoro nella nuova “Sede”. I ringraziamenti per il lavoro svolto sono arrivati anche dalla comunità di Grottaccia di Cingoli ed Appignano, dove in molti si fermavano per la disponibilità e bravura di Sabrina.    

30/06/2020
Ospedale San Severino, donata macchina anti-caduta capelli al reparto di oncologia

Ospedale San Severino, donata macchina anti-caduta capelli al reparto di oncologia

Si chiama Dignicap la nuova macchina che fa bella mostra di sé, nel reparto di oncologia dell'ospedale di San Severino Marche, acquisita grazie ad una raccolta fondi lanciata dall'associazione “Con'tatto onlus donne insieme" di Castelraimondo. La nuova apparecchiatura, operativa ormai da diverso tempo, serve ad evitare la caduta dei capelli alle persone che si sottopongono a sedute di chemioterapia. E' una cuffia al cui interno circola un liquido refrigerante, che ha la capacità di raffreddare il cuoio capelluto, proteggendo le cellule dei bulbi piliferi ed evitando così, oltre al trauma della malattia, quello aggiuntivo di dover perdere i capelli a seguito delle cure. Al suono dello slogan “Un gruppo di persone che condivide un obiettivo può raggiungere l'impossibile” l'8 marzo 2019, giorno tradizionalmente dedicato alla conviviale dell'associazione, il direttivo ha lanciato la notizia ufficiale della sottoscrizione. Lo scorso 8 marzo si sarebbe dovuta tenere la manifestazione conviviale del 2020, ma l'emergenza sanitaria ha fatto slittare tutto, durante la serata il direttivo dell'associazione “Con'tatto donne insieme onlus”, avrebbe dovuto dare la buona notizia dell'avvenuto acquisto del macchinario, dal costo di 45mila euro, dopo non poche peripezie ed impegno da parte dei componenti dell'associazione. Non è stato possibile nemmeno svolgere una cerimonia di inaugurazione, sempre a causa delle misure restrittive legate al Covid 19, ma il direttivo vuole cogliere l'occasione per ringraziare quanti, aziende e privati, hanno creduto in questo obiettivo di aiuto e dignità a favore dei malati oncologici, aiutando a realizzare questo piccolo grande sogno. Le donne del direttivo ringraziano tutti coloro che hanno sostenuto il progetto: “Ogni anno abbiamo sempre voluto donare qualcosa, ma è solo grazie ad uno sforzo corale che siamo riuscite a raggiungere questo obiettivo e installare la macchina Dignicap a servizio del nosocomio di San Severino, siamo rimaste stupite quanto in un periodo difficile, ci sia stato uno slancio di grande generosità in tutta la zona montana. Noi abbiamo fatto del nostro, con laboratorio artigianale, mercatini, alcune manifestazioni per portare avanti le nostre azioni di solidarietà, l'adozione a distanza di alcuni bambini in Etiopia, azioni di formazione e sensibilizzazione a favore della popolazione, su temi legati alla salute ed al benessere. Da sole non ci saremmo mai riuscite, ringraziamo i tanti cittadini e privati che hanno voluto contribuire, anche chi con pochi euro, alle aziende ed istituzioni del territorio che hanno voluto esserci vicine, comprendendo la serietà del nostro intento e l'importanza di questo obiettivo, il nostro grazie di cuore va a tutti coloro che hanno dato il loro contributo, per far diventare questo sogno realtà”. L'associazione ringrazia anche le seguenti aziende, enti ed associazioni: azienda Erede Rossi Silvio, Unicam, Boldrini costruzioni, Pro Loco San Severino, Pasta di Camerino, comitato feste quartiere Manozzini Matelica, Fean di Ferretti Luigi, comune di Castelraimondo, Publicolor Castelraimondo, Progeco Muccia, Edilasfalti Camerino, comune di Fiuminata, L'Idea e la forma, Italcar, Elettrosat, Il Bello delle donne, ditta Cerescioli Fabio, 2R, supermercato Piazza Dante Castelraimondo, gruppo folcloristico Castelraimondo, relais Villa Fornari Camerino.

28/06/2020
Civitanova, l'ex direttrice di Rai 1 Teresa De Santis e la giornalista Lisa Marzioli ospiti allo Shada

Civitanova, l'ex direttrice di Rai 1 Teresa De Santis e la giornalista Lisa Marzioli ospiti allo Shada

Due ospiti d'eccezione ieri sera allo Shada Beach Club di Civitanova Marche: Teresa De Santis, ex direttrice di Rai 1 e attuale presidente di RaiCom, e Lisa Marzoli, padrona di casa della trasmissione "Il Caffè" di Rai 1 e protagonista nelle scorse edizioni de "L'Estate in Diretta".  Entrambe hanno apprezzato il format del venerdì notte proposto dal locale notturno, intitolato "il Rifugio della Musica". Una piacevole serata sotto il segno del rock’n’roll grazie a The Fuzzy Dice, una dinamica formazione anni 50. Le notti estive marchigiane ritornano nel pieno della loro piacevolezza. (Nella foto: Aldo Ascani, direttore artistico Shada Beach Club, insieme a Teresa De Santis e Lisa Marzoli) 

27/06/2020
Macerata, segnaletica interattiva per i turisti: una app per scoprire le bellezze della città

Macerata, segnaletica interattiva per i turisti: una app per scoprire le bellezze della città

Il Comune di Macerata ha presentato, nella mattinata odierna, il progetto "Macerata Tour", con il quale si vuole offrire una nuova versione di turismo nell’era post-covid. Grazie all’integrazione nella segnaletica fisica di QR Code e Tag NFC è  possibile offrire al turista l’accesso immediato, mediante smartphone, a contenuti multimediali come audioguide in italiano, inglese e cinese, video e immagini.  La web-app (PWA - Progressive Web App) innovativa, intuitiva e gratuita che consentirà l’accesso a tutti questi contenuti non prevede procedure di download, ma si codifica come strumento immediatamente disponibile attraverso i dispositivi personali solo grazie a una connessione internet. Fruibile in modo completamente anonimo, grazie a un’interfaccia semplice e dinamica, consentirà in modo agile di muoversi attraverso gli strumenti di navigazione e seguire itinerari prestabiliti o personalizzabili. Oltre alle informazioni legate ai luoghi d’interesse della città la web-app racconta attraverso parole, immagini e suoni anche le tradizioni locali, dal saltarello alle ricette tipiche e ai vini del territorio,con il fine di offrire al viaggiatore un’esperienza coinvolgente. Il valore del progetto, oltre a una migliorata accoglienza del turista e al raggiungimento dell’obiettivo del piano di bellezza per il centro storico di Macerata, è anche relativo ai big-data: grazie infatti alla strumentazione fornita agli uffici comunali, gli operatori saranno in grado di ricevere e interpretare dati (raccolti in forma totalmente anonima) legati ai flussi turistici in città, utili a comprendere meglio quali sono i luoghi più visitati e i Paesi di provenienza dei viaggiatori, con il fine di poter intraprendere iniziative per l’ulteriore miglioramento della fruibilità e della comunicazione legata ai luoghi d’interesse stessi.  Tra le azioni di promozione del progetto si segnala la campagna di sensibilizzazione tra i cittadini, primi promotori della città ai turisti. Per questo la scelta insolita e divertente di uno slogan nel dialetto maceratese, “Lo véllo de Macerata” e cioè “Il bello di Macerata”, raccontato con i volti di cittadini maceratesi che vivono la città nel lavoro e nella vita quotidiana.  Contemporaneamente vengono coinvolti i commercianti a cui saranno distribuite gratuitamente vetrofanie e adesivi per la promozione e l’identificazione del brand Macerata Tour.  Il progetto è realizzato da Nexa (Associazione temporanea d’impresa tra Nexma e Nexo Corporation), che si è aggiudicata l’appalto lanciato in seguito all’indagine di mercato effettuata dall’Ufficio del Turismo del Comune di Macerata, che ha diretto i lavori sotto la supervisione del dirigente Gianluca Puliti.  Il progetto è finanziato grazie a un investimento approvato e previsto nell’ambito del programma ITI - Innova Macerata, azione 4, finanziato dal POR FESR Marche2014-2020.  L’applicazione è raggiungibile al sito www.maceratatour.it   

27/06/2020
La luce iGuzzini nella nuova Maison des Avocats di Parigi firmata da Renzo Piano

La luce iGuzzini nella nuova Maison des Avocats di Parigi firmata da Renzo Piano

La Maison des Avocats, progettata dallo studio Renzo Piano Building Workshop, nella nuova Città Giudiziaria di Parigi, attualmente in costruzione nel 17° arrondissement della capitale, sarà valorizzata dalla luce iGuzzini.  La struttura diventerà il principale polo parigino per i professionisti del settore legale. Ospiterà un auditorium da 170 posti, una biblioteca, gli organi amministrativi e gli uffici dell'Ordine degli avvocati, gli uffici del CARPA (la cassa di previdenza forense), la sala del consiglio e l'ufficio del Presidente dell’Ordine. Al suo interno, le varie funzioni sono state organizzate in modo da renderle facilmente accessibili. I materiali utilizzati, acciaio e cemento armato grezzo, sono ben visibili in ogni ambiente dell’edificio, in alcuni casi scaldati dall’uso del legno o ravvivati da tocchi di colore, come il rosso, il giallo e l’azzurro polvere degli arredi. Il progetto illuminotecnico, curato dallo “scultore dell’ambiente notturno” Franck Franjou e finalizzato a “rivelare le qualità del progetto architettonico”, ha dovuto tenere conto in prima istanza del rapporto con la luce naturale e con l’ambiente esterno. La sfida principale è stata quella di ottenere un'illuminazione essenzialmente indiretta, evidenziando la particolarità dei soffitti in calcestruzzo e utilizzando sistemi di illuminazione minimalisti che quasi scompaiono alla vista. Solo le aree di passaggio non visibili dall'esterno e le scale ricevono illuminazione diretta così come gli uffici, la cui particolarità risiede nell'uso di una lampada da tavolo appositamente progettata per illuminare solo la superficie di lavoro. iGuzzini ha contribuito a questo innovativo progetto sia con apparecchi di produzione industriale, sia con alcuni prodotti speciali realizzati per soddisfare appieno le richieste dei progettisti. Tra questi, i due principali sono un leggero elemento orizzontale, usato a sospensione con un’emissione sia verso il basso che verso l’alto (quest’ultima, per valorizzare le irregolarità del cemento), e un apparecchio da tavolo che offre una “task light” agli utilizzatori delle scrivanie. Il primo è stato ideato con il duplice obiettivo di favorire l’illuminazione generale degli ambienti e, al tempo stesso, mimetizzarsi in un contesto molto minimale e industriale. Il secondo riprende le stesse forme pensate per la sospensione adattandole alle scrivanie grazie a specifiche soluzioni di installazione. iGuzzini ha scelto una temperatura colore di 3000 K e ottiche ampie che restituiscono la sensazione di illuminazione diffusa tipica del giorno per garantire, anche durante le ore serali, quel senso di trasparenza che è poi la caratteristica principale dell’intero progetto. Uno degli aspetti sicuramente più sfidanti per il progetto illuminotecnico era l’abbondante presenza di calcestruzzo che ha richiesto, per tutti gli incassi, soluzioni specifiche di installazione. Infine, il progetto ha previsto anche l’illuminazione del terrazzo posto sul tetto dell’edificio che fronteggia il Palazzo di Giustizia, dove Linealuce incassati nel pavimento in legno proiettano la loro emissione luminosa sulla balaustra in vetro. Di notte, l'edificio assume così l’aspetto di una lanterna, dove la luce si genera dal cuore per poi attenuarsi elegantemente sulle facciate, evidenziando la trasparenza e la bellezza dell’intero progetto.

24/06/2020
Appignano, grande festa per i 100 anni di Gildo Stacchiotti: l'omaggio del Sindaco

Appignano, grande festa per i 100 anni di Gildo Stacchiotti: l'omaggio del Sindaco

Gildo Stacchiotti ha attraversato un intero secolo: il lavoro e la famiglia sono stati per lui sempre al primo posto. Per chi conosce Appignano, è una figura che fa ormai parte della storia del rione le casette che ha attraversato una vita di sacrifici, parte per la seconda guerra mondiale dal 1938 al 1945 durante la quale è stato a lungo prigioniero nella Russia Asiatica,  dopo essere stato catturato  insieme ad altri sulle rive del Don durante la ritirata. Con tanta voglia di vivere ritorna a casa, sposa Ghergo Carolina e ricominciano a vivere la loro vita. Un grande lavoratore che trascorre la sua esistenza  a costruire case, quando le impastatrici della malta erano le braccia e la pala, con l’ausilio finale della “callarella” che doveva essere trasportata al primo e forse anche al secondo piano, e sul tetto e per fortuna che la “girella” era stata inventata per lenire di poco la fatica del trasporto in quota. Fisico asciutto, esile non era secondo a nessuno in quanto a sforzi, a rapidità e precisione allorquando imparato a dovere il mestiere sollecitava i manovali al grido di “CARGIA”. Negli anni sessanta si sposta definitivamente e va a vivere nel rione casette dove attualmente risiede insieme a suo figlio Giancarlo, e fino a qualche tempo fa ormai ritirato dal lavoro, lo si vedeva seduto insieme ai suoi cari amici Pirro e Peppe Testa a discutere e commentare la vita di Paese, sostenendo con ardore le sue teorie, tanto che l’appellativo del padre Marino  passato di diritto a lui. Non v’è dubbio che gli auguri per i 100 anni sia una delle frasi più belle che si possono dire in assoluto. Raggiungere cent’anni di età è un vero e proprio traguardo di vita. È una vittoria contro il tempo dove chi vince è l’amore. L’amore di un figlio verso il proprio genitore si può definire secolare. L’amore dei tuoi appignanesi nei confronti di un paesano come te, nella definizione è similare e nello stesso tempo è nutrimento dell’anima. Quello dei cent’anni non solo è il traguardo di un uomo valoroso e forte come tu sei stato e continui ad essere, ma di tutte le persone che hanno la fortuna di averti accanto.

23/06/2020
San Severino - ricostruzione post-sisma, una famiglia torna a casa: quartiere in festa

San Severino - ricostruzione post-sisma, una famiglia torna a casa: quartiere in festa

Ha coinvolto praticamente l’intero quartiere, insieme al sindaco Rosa Piermattei, al parroco don Luca Ferro, a parenti ed amici, la festa che la famiglia di Giovanni Cavallini, storico presidente del Gruppo Amatori 500, ha organizzato per il ritorno a casa dopo le scosse di terremoto dell’ottobre 2016. L’immobile, un villino bifamiliare sito in via Bonichi, nel rione San Michele, era stato danneggiato molto gravemente dal sisma tanto da essere giudicato come “È dai tecnici che avevano compilato la scheda Aedes nel sopralluogo effettuato in piena emergenza. L’edificio, ad uso abitativo, è stato interessato da lavori di riparazione con miglioramento sismico per un importo di circa 400mila euro interamente finanziati dall’ufficio speciale per la Ricostruzione della Regione Marche. Si tratta di una delle prime abitazioni gravemente danneggiate che sono tornate ad essere abitate in città.      

23/06/2020
Il Comune di Matelica, celebra il primo matrimonio post-Covid: Cristina ed Andrea si dicono "sì"

Il Comune di Matelica, celebra il primo matrimonio post-Covid: Cristina ed Andrea si dicono "sì"

Primo matrimonio dopo l'emergenza Covid a Matelica. Ieri il consigliere comunale di maggioranza Graziano Falzetti ha unito con rito civile Andrea Afrodisi Antonelli e la sua dolce metà Cristina Cingolani.  Con grande emozione Falzetti, amico degli sposi li ha uniti in matrimonio, all'interno dell'attuale sede comunale in via Spontini. E' stato anche questo un modo di ritornare alla normalità, con la celebrazione delle nozze che corona il sogno d'amore dei due ragazzi, lui di Matelica, lei di Castelraimondo, che si sono conosciuti qualche anno fa, senza lasciarsi più. A festeggiarli i familiari ed i parenti, a loro l'augurio di una felice vita insieme.  

22/06/2020
Apre il bike park, a Sarnano c'è Vittorio Brumotti: il sindaco Piergentili fa il cicerone (FOTO)

Apre il bike park, a Sarnano c'è Vittorio Brumotti: il sindaco Piergentili fa il cicerone (FOTO)

Vittorio Brumotti protagonista del week-end a Sarnano. Il noto campione di bike trial, nonché inviato di punta di "Striscia La Notizia", sta vivendo il proprio fine-settimana nell'entroterra maceratese, in occasione dell'apertura del nuovo "Bike Park Mille700" che sorge all'interno del comprensorio sciistico di Sarnano. Una struttura unica nelle Marche, con partenza dalla seggiovia di Fonte Lardina e arrivo alla Baita Mille700, che riapre dopo il terremoto. Un nuovo progetto targato Sarnano Experiences, marchio che si aggiunge a quello di Sarnano Neve.  Brumotti, in queste giornate, sta fortemente promuovendo il borgo e sarà, inoltre, protagonista di uno spot promozionale.   Ieri, nel suo profilo Instagram personale, l'inviato di "Striscia La Notizia" ha condiviso una serie di 'storie' in cui evidenzia le bellezze di Sarnano e in cui il sindaco Luca Piergentili è stato filmato mentre è intento a raccontare la storia e le tradizioni del paese. Lo stesso primo cittadino è stato scherzosamente definito da Brumotti come un misto fra "Pierluigi Pardo e il venditore televisivo Roberto Da Crema" per via di una somiglianza fisica.  Presente a Sarnano e Sassotetto anche l'assessore al Turismo del comune di Civitanova Marche Maika Gabellieri, a sottolineare l'importanza di una promozione sistemica del territorio maceratese.  (Foto dalla pagina Facebook "Sassotetto Active Park") 

21/06/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.