Sport

Final Four Coppa Italia, Roana CBF sconfitta da Aprilia: niente terzo posto

Final Four Coppa Italia, Roana CBF sconfitta da Aprilia: niente terzo posto

La Roana CBF chiude le final four di Coppa Italia cedendo il terzo posto alla Giò Volley Aprilia. La vincitrice del girone D si impone sulle maceratesi per 3-1 (21-25;25-23; 27-25; 25-8). Un’altra gara opaca per la squadra di coach Paniconi, copia sbiadita della formazione che meno di una settimana fa conquistava il titolo nel girone C. Aprilia parte forte nel primo set (5-1) ma Macerata tiene botta con Di Marino (8-8). Ampio equilibrio per larga parte del parziale fino al 18 pari firmato Castellucci. Le arancionere trovano un guizzo e allungano (18-21). Dopo il set ball di Gobbi è Rita a chiudere con un ace sul 21-25. L’inizio del secondo set è capovolto: spinge Macerata (1-4) ma Cerini ripristina la parità (8-8). Da qui in avanti è un susseguirsi di botta e risposta. La sfida prosegue punto su punto ma stavolta è Aprilia a trovare lo scatto decisivo (22-19). Di Marino prova a riaprirla ma Castellucci, due volte, firma il 25-23 che vale il pareggio. Il terzo parziale si gioca sul filo del rasoio, sostanziale equilibrio sin dalle prime battute (3-3). A Grilli risponde Liguori (13 pari) quando Pomili ne mette tre in sequenza e consente alle maceratesi di allungare (19-14). La Roana CBF sembra poter controllare il set ma dopo il time out di coach Gagliardi le avversarie prendono in mano le redini del gioco, ne mettono quattro di fila e la riaprono (18-19). Macerata mantiene le distanze e sul 22-24 getta al vento due set ball (24 pari). Barbolini risponde a Liguori ma le zampate decisive di Borrelli e Castellucci chiudono il parziale sul 25-23. E’ un brutto colpo per le ragazze di coach Paniconi che nel quarto set tirano i remi in barca e staccano letteralmente la spina. Partenza bruciante di Aprilia (8-2). Barbolini prova a suonare la carica ma le ragazze di coach Gagliardi ne fanno sette di fila (15-4). Le arancionere perdono la bussola e Sestini fa 18-5. La gara è ormai irrimediabilmente compromessa. La Giò Volley ne infila ancora sei e si guadagna la palla del match con Castellucci, top scorer della gara con 23 punti. Tocca a capitan Sestini chiudere i giochi con la fast che vale il 25-8. Salutano con una vittoria la Giò Volley Aprilia: “Sono molto felice per il risultato ottenuto - ha dichiarato coach Gagliardi - soprattutto per le ragazze perché hanno lavorato alla grande in questa annata e sono state protagoniste di una grandissima stagione”. Epilogo amaro per coach Paniconi: “Abbiamo esaurito le nostre risorse soprattutto dal punto di vista mentale. C’è stato un calo di tensione vistoso in questi due giorni - ha dichiarato il coach maceratese - La rimonta subita nel terzo set ci ha tagliato letteralmente le gambe. C’è stata una sola squadra in campo nel quarto parziale e questo mi dispiace molto perché da occasione di riscatto questa gara si è trasformata in una punizione. Accettiamo il verdetto del campo e guardiamo avanti”. Prestazione anonima per la Roana CBF che da prossima settimana si ritufferà nuovamente nel campionato. Ancora due appuntamenti prima di salutare una stagione, in ogni caso, ricchissima di soddisfazioni. GIO’ VOLLEY APRILIA – ROANA CBF HR VOLLEY MC 3-1 Giò Volley Aprilia: Maillaro S. ne, Vittorio F., Bianchi E. ne, Castellucci A. 23, Liguori D. 19, Garofalo E. M. ne, Borelli R. 21, Cerini S. 3, Avellini A. 2, Sestini D. 8, Poggi D’Angelo M. ne, Licata L. ne, Muzi M. 4. All. Gagliardi Roana CBF HR Volley MC: Zannini S. (L1), Malavolta G. (L2), Pomili V. 11, Spitoni B., Partenio S. 2, Barbolini V. 16, Armellini G. ne, Gobbi M. 10, Grilli G. 1, Rita E. 9, Di Marino C. 4, Patrassi A., Peretti I. 2. All. Paniconi ARBITRI: Clementi – Russo PARZIALI: 21-25 (26’); 25-23 (29’); 27-25 (31’); 25-8 (19’) NOTE: Giò Volley Aprilia: 10 muri, 10 ace, 18 err. avv., 52% in ricezione (32% prf), 39% in attacco; Roana CBF HR Volley MC: 4 muri, 2 ace, 26 err. avv., 55% in ricezione (27% prf), 33% in attacco.  

20/04/2019
Macerata, Atletica leggera su Pista: medaglia d'oro per la squadra femminile del Liceo"Leopardi" (FOTO)

Macerata, Atletica leggera su Pista: medaglia d'oro per la squadra femminile del Liceo"Leopardi" (FOTO)

Gli studenti del Liceo “G. Leopardi” di Macerata e di Cingoli hanno ottenuto risultati di prestigio nelle gare di Atletica Leggera su pista, circa 200 i partecipanti provenienti dagli Istituti di II grado della Provincia di Macerata. Splendida vittoria e interessante risultato tecnico di  Vitali Federico con 2’52”7 nei mt 1000 e di Chiaraberta Lorenzo nel Getto del Peso con 11,63 mt ; Marchetti Andrea si aggiudica la finale dei 100mt con 11”9. Secondo posto nel Lancio del Disco per Boccanera Filippo con un discreto 27,56 mt e terzo con 1,60 mt nel Salto in Alto Hoxha Alessio.  Importante inoltre il contributo di Ciucciovè Filippo nel Salto in lungo, Pietroni Tommaso nei 110 hs e Pistarelli Tommaso nei mt 400 per il conseguimento del 4° posto nella classifica maschile a squadre. Medaglia d’oro anche per molte ragazze: Tomassoni Rachele 17”0 nei 100 hs, Forconi 3’17”2 nei 1000 mt, Malatini Sofia 1’05”3 nei 400 mt, Obiakornwa  Kessy  Toochi 9,20 mt nel Getto del Peso;  medaglia d’argento nei 100 mt con un eccellente 12”6 di Menotti Chiara, nel Lancio del Disco per Marangoni Chiara e per la 4X100mt (Obiakornwa, Tomassoni, Marangoni, Menotti). Buoni i risultati anche delle nostre saltatrici: Berrè Sofia nel Salto in Alto e Grandoni Giulia quarta nel Salto in Lungo.  “Una giornata ricca di soddisfazioni - dichiara la Dirigente Annamaria Marcantonelli - che rimarrà a lungo nella memoria dei partecipanti e dei loro insegnanti nonché in tutti coloro che hanno reso possibile, a vario titolo, questa storica vittoria del nostro Liceo”.

La Lube cancella Trento in Gara 2 della semifinale scudetto e si porta 2-0 nella serie

La Lube cancella Trento in Gara 2 della semifinale scudetto e si porta 2-0 nella serie

La Lube Civitanova continua a volare. La formazione di coach de Giorgi si impone per 3-1 (16-25, 25-18, 25-23, 25-13) contro l'Itas Trenino nel match valevole come gara 2 delle semifinali scudetto e si porta due a zero nella serie. Questa vittoria - unita al successo esterno ottenuto al tie-break in gara 1 - ribalta il fattore campo, ora favorevole ai cucinieri.  Per la Lube si profila all'orizzonte il primo match ball valido per la qualificazione in finale: appuntamento con gara 3 fissato per il Lunedì di Pasquetta, 22 aprile, alla BLM Group Arena di Trento a partire dalle ore 18:00.  LA CRONACA Unica sorpresa nei sestetti iniziali la presenza di Diamantini in luogo di Cester nel ruolo di centrale tra le fila civitanovesi. Il resto dello starting six dei padroni di casa è quello rodato con Bruno in cabina di regia, Simon centrale, Leal e Juantorena schiacciatori, Sokolov opposto e Balaso libero. Lorenzetti, invece, va sul sicuro e propone capitan Giannelli come alzatore, Lisinac e Candellaro centrali, Kovacevic e Russell in banda, Vettori opposto e Grebennikov libero.  PRIMO SET - Il primo break della partita è ospite. Sokolov - a freddo - perde le misure della parallela e finisce out di metri (1-3). A restituire il favore ci pensa Russell con un attacco da posto quattro che non trova il campo (7-7). Per sconvolgere l'equilibrio di una partita giocata sin da subito su ritmi elavitissimi ci pensa Giannelli con un turno al servizio che porta la Itas sul più tre (10-13). Lo slancio decisivo lo innesca Kovacevic. Il talento serbo mostra una gran varietà di colpi giocando con le mani alte del muro Lube e mettendo in crisi la ricezione - al solito - affannosa di Leal. Trento perviene a massimo vantaggio (11-16).  La Lube è troppo fallosa in attacco (35% e 3 errori al servizio, ndr), mentre la banda Lorenzetti sigla ben 3 ace: il set viene dominato dalla Itas 16-25.  SECONDO SET - A dare la sveglia nel secondo parziale ci pensa Juantorena che fa esplodere il Forum con una combinazione da urlo diagonale vincente/muro (2-0). Osmany è scatenato anche dai nove metri e con un ace sigla il 5-2 civitanovese. Trento rientra prontamente in carreggiata grazie alla velenose traittorie di Kovacevic in battuta, che fanno ammattire Leal (5-5). Il cubano si fa perdonare quando è lui a servire: dopo un suo ace la Lube vola avanti di quattro (11-7).  Quando i cucinieri registrano anche i tempi d'invadenza a muro, il vantaggio si dilata sino a sette punti (15-8). Per Juantorena, però, non è abbastanza. L'hombre (soprannome di Juantorena, ndr) devasta la ricezione trentina con il suo servizio (2 ace nel set con 6 punti) e trascina Civitanova a più dieci (20-10). A chiudere il set è un errore al servizio di Russell: si torna in parità (25-18).    TERZO SET - La Lube continua la serie vincente anche in avvio di terzo parziale. Civitanova trova l'immediato 3-0 con le poderose schiacciate di Sokolov e Juantorena. Trento interrompe il monologo casalingo con un turno al servizio di Russell che porta quattro punti in fila nonchè il contro-sorpasso (3-4). Un pazzesco muro a una mano di Kovacevic su Sokolov silenzia momentaneamente l'entusiasmo dell'Eurosuole Forum e sentenzia come la squadra di Lorenzetti sia tornata in partita (4-5). Il break ospite arriva grazie ad un ace di Giannelli, che approfitta del giro dietro di Leal (4-6). L'opposto cubano è croce e delizia: soffre in difesa, ma abbaglia in attacco. È proprio lui a far ritrovare la parità alla Lube dopo una grande diagonale stretta (9-9).  L'equilibrio permane sino al 16-16, quando a trascinare a break i cucinieri ci pensa Sokolov con un attacco di prima intenzione dopo problematica ricezione ospite sul servizio di Simon. È la svolta. Leal (8 punti con il 64% di perfezione) diviene indomabile in attacco e la Lube fa suo il set disinnescando anche il tentativo di riento della Itas (25-23). QUARTO SET - In avvio di quarto set Lorenzetti sceglie di partire con Nelli al posto di Vettori nel ruolo di opposto, ma nulla sembra cambiare. Civitanova vola a break dopo un muro vincente di Leal su Kovacevic a cui fa seguito un ace di Simon (5-3). Bruno si inventa persino schiacciatore sull'alzata di Juantorena, il Forum gongola (10-7).  L'ace dell'italo-cubano non fa che ribadire il concetto, i cucinieri sono decisi ad azzannare gara 2 (14-9) e lo ribadiscono con uno scatenato Simon al servizio (19-11). La Lube vince set e partita (25-13) portandosi in doppio vantaggio nella serie: ora le finali sono a un passo.  Tabellino Lube Civitanova-Itas Trentino 3-1  Lube Civitanova: Sokolov 14, Simon 13, Juantorena 10, Kovar, Leal 23 (MVP), Bruno 3, Diamantini 3 Itas Trentino: Kovacevic 18, Russell 4, Vettori 8, Giannelli 3, Lisinac 9, Candellaro 7, Nelli 4, Cavuto 1 Spettatori: 3851 Incasso: 57079 GARA 2 LUBE-TRENTO: LE INTERVISTE LE PAROLE DI BRUNO - “Abbiamo iniziato un po’ tesi, non eravamo sciolti, io non ero preciso, la ricezione anche; abbiamo fatto un primo set brutto. Però la squadra ha dimostrato di, anche nelle difficoltà, di riuscire a cambiare il percorso e la partita, con la testa e con il cuore. Nel secondo set abbiamo già cominciato a spingere di più fin da subito, terzo set di punto a punto e infine un quarto set impeccabile, quasi perfetto con la battuta abbiamo spinto molto. La terza partita sarà un’altra battaglia, non possiamo per ora permetterci di pensare a nessun’altra cosa, ogni partita per noi deve essere una finale”. LEAL MVP - “Abbiamo fatto una grande partita, dopo il primo set abbiamo cominciato a giocare bene, abbiamo messo in campo una grande battuta, e il gioco poi è quindi diventato più facile. Treno è una grande squadra, è una squadra che rispettiamo, e a gara tre dovremo entrare pronti e lottare punto a punto. Stiamo giocando molto bene, 16 vittorie di fila, e dobbiamo continuare per tutti i play off”. COACH DE GIORGI - “Gara 2 molto bella e intensa, Trento come sempre ha iniziato con grande qualità, con grande pressione in tutti i fondamentali e noi abbiamo un po’ subito. La squadra ha avuto di nuovo la forza, la capacità di mettersi a giocare sempre meglio, aiutandosi e cercando sempre soluzioni. Poi dal secondo set abbiamo giocato noi con più intensità in tutti i fondamentali. Leal è da un po’che ci sta dando una mano importante in attacco ed è ormai diventato un punto di riferimento importante”.  

19/04/2019
Primo turno play-out Serie D: la Stamura Ancona strascina la Rhütten in Gara3

Primo turno play-out Serie D: la Stamura Ancona strascina la Rhütten in Gara3

Non ce la fa a chiudere i conti la Rhütten di coach Sparapassi che, ad Ancona, subisce la replica della Cab Stamura che si impone con un chiaro 77-57 e costringe i settempedani a disputare gara 3 del primo turno dei play-out salvezza di serie D sabato 27, alle 18.00, al palasport Ciarapica. "Da fine primo quarto siamo sempre stati tra il -6 e il -10/12 punti – commenta il diesse settempedano Guido Grillo -. Ad inizio ultimo quarto i dorici hanno accumulato un vantaggio superiore ai 20 punti. A metà periodo abbiamo tuttavia trovato la forza di tornare a -12, con due possibilità di passare allo svantaggio in cifra singola. Però non ci siamo riusciti anche a causa dei rinforzi a cui sono ricorsi i nostri avversari. Tre giocatori che solitamente fanno parte della rosa della prima squadra di serie B hanno fatto la differenza. In particolare Cognigni e Gospodinov, quest’ultimo un lungo di 2,07 m (!), hanno realizzato ben 39 punti in due... Probabilmente ci saranno anche alla «bella» di sabato 27 aprile, dato che saranno liberi da impegni della serie B che per la formazione dorica non avrà appendici alla regular season. Sarà dura per noi – Grillo termina con un appello - ma con maggiore convinzione in difesa e più precisione in attacco possiamo farcela se, soprattutto, il pubblico settempedano ci darà una mano". CAB STAMURA ANCONA - RHÜTTEN 77-57 Cab Stamura Ancona: Canali 11, Guercio 2, Mazza, Biasco, Gospodinov 14, Pietroni n.e., Di Battista 8, Cognigni 25, Zandri 7, Bolognini 6, Gnoffo, Naspi 4. All. Pasqualini RHÜTTEN: Foglia, Tortolini 12, Severini 11, Massaccesi 15, Potenza 2, Grillo n.e., Rucoli 3, Ortenzi, Fucili, Cruciani 6, Della Rocca, Giuliani 8. All. Sparapassi Note: parziali: 21-13, 38-24 (17-11), 57-39 (19-15), 77-57 (20-18). Usciti per 5 falli Zandri (Stamura) e Severini (Rhütten) Arbitri: Adami e Mariani

19/04/2019
Juniores Sangiustese, battuta Isernia per 2-1. Variazione di campo per la gara contro la Savignanese

Juniores Sangiustese, battuta Isernia per 2-1. Variazione di campo per la gara contro la Savignanese

Si conclude con una vittoria la regular season della Juniores Nazionale della Sangiustese. A Isernia, i ragazzi di mister Rossi, battono per 2-1 i padroni di casa e chiudono il campionato al secondo posto assoluto. Dopo il gol annullato a Kamara per fuorigioco in avvio, era Mastrillo al 32’ pt a sbloccare l’equilibrio del match ricevendo palla in profondità e superando Caldararo. Il bis all’alba della ripresa portava la firma di Pianaroli che svettava imperioso su azione di calcio d’angolo battendo l’estremo locale sul palo sinistro. Il gol della bandiera dei molisani arrivava solo allo scadere con un tiro da fuori. “Una partita giocata su buoni livelli – ha dichiarato mister Rossi – che volevamo assolutamente vincere per consolidare il secondo posto assoluto e mettere il sigillo su un’annata straordinaria, conclusa con ben 18 vittorie, a soli tre punti dai campioni d’Italia della Recanatese che hanno ripetuto un ottimo cammino anche in questa stagione. Anche oggi abbiamo fatto una bella prestazione, imponendoci con merito e creando tante occasioni. Sono contento anche per come si sono espressi alcuni ragazzi che quest’anno sono stati utilizzati un po’ meno, che in campo hanno fatto benissimo ripagando la fiducia. Complimenti a tutti i miei ragazzi! Appuntamento per la semi-finale play-off sabato a Villa San Filippo dove sfideremo il Francavilla. Siamo carichi e orgogliosi di rappresentare con merito il nome della Sangiustese”. ISERNIA: Caldararo, Pedio, Petrella, Calabrese, Cutone, Barretta (28’ st Fornaro), Costa, Vitale, D’Oliva, Candela (1’ st Marrone), Mandolfo. A disposizione: Ionata, Volpe. All.: Vincenzo Giannini. SANGIUSTESE: Apolloni, Di Rosa, Nepa, Ercoli (42’ st Frontini), Doci, Pianaroli, Kamara (6’st M’binte) Scoponi (31’ st Lazzarini) Arcangeletti (14’ st Messi), Mastrillo (19’ st Matteo), Buaka. A disposizione: Raccio, Girotti, Niane, Tarsilla. All. Adolfo Rossi. ARBITRO: Sig. D'Incecco della sezione di Perugia. ASSISTENTI: Sig. Spallone e Niro della sezione di Campobasso. RETI: 32’ pt Mastrillo, 5’ st Pianaroli, 48’ st Vitale.   Cambio di campo per la gara tra Savignanese e Sangiustese. A seguito della richiesta della Società di casa, infatti, la gara in programma domenica 28 aprile alle ore 15.00 sarà disputata presso il campo “Capanni” in via della Resistenza 120 di Savignano sul Rubicone.

19/04/2019
"Pasqua dello Sport 2019": domani le premiazioni a Recanati

"Pasqua dello Sport 2019": domani le premiazioni a Recanati

Promossa dall’Assessorato allo Sport e dal Circolo Acli San Domenico di Recanati, si svolgerà domani, sabato 20, alle ore 9:30, presso l'Aula Magna del Comune di Recanati, la “Pasqua dello Sport 2019” per premiare e ringraziare, tutti quegli atleti, dirigenti, società o semplici appassionati che con il loro impegno e sacrificio tengono alto il nome di Recanati a livello locale, nazionale e internazionale non solo dal punto di vista agonistico. E sarà una manifestazione da numeri record, giunta al suo primo lustro, fondata dall’onorevole Franco Foschi a cavallo degli anni ‘80/90 e ripristinata dopo un intervallo di 11 anni, grazie al compianto ex presidente dell’Acli San Domenico Stefano Carlorosi (l’ultima edizione fu nel 2004). Ben 34 sono le società premiate,oltre il 90% dello sport cittadino , con 23 discipline rappresentate e 187 tra atleti e dirigenti, che hanno reso onore a Recanati nell’anno trascorso. Incentrata sul sociale, aprirà l’evento l’Associazione Amadown di Porto Potenza Picena (Associazione Marchigiana Persone Down) fondata e diretta dal Dott. Enrico De Conciliis, medico pediatra, che si propone di favorire l’inserimento sociale e lavorativo dei ragazzi con sindrome di Down attraverso una serie di attività sportive (calcio-judo-golf-pallavolo) e ludico-ricreative al fine di migliorare la loro autonomia e autostima. Alla cerimonia saranno presenti: il Sindaco Francesco Fiordomo, il Delegato allo Sport Mirco Scorcelli, il Vice-Presidente Regionale del C.O.N.I. Giovanni Torresi, il Presidente Provinciale ACLI Roberta Scoppa e il Dott. Enrico De Conciliis dell’Amadown, in un evento nel nome della passione, dell’impegno e dell’amicizia. Attestati saranno consegnati anche a coloro che con il loro impegno e professionalità hanno contribuito alla buona riuscita di tutte le manifestazioni, nel corso dell’Anno 2018, quali Croce Gialla, Polizia Municipale, Protezione Civile, Arma e Associazione Nazionale Carabinieri.

19/04/2019
Volley Potentino, Paoletti e Lavanga parlano dopo la vittoria nel derby di Gara 1

Volley Potentino, Paoletti e Lavanga parlano dopo la vittoria nel derby di Gara 1

Tutti importanti, tutti decisivi in campo. Nel derby di Gara1 del Quarto di Finale Play Off Credem Banca, vinto in 4 set dalla GoldenPlast Potenza Picena contro la Videx Grottazzolina, gran parte della rosa ha contribuito all’impresa. Se l’opposto Matteo Paoletti ha chiuso il match da mattatore con 26 punti in poco più di 3 set in campo, vista la sua uscita di scena per parte del terzo parziale, il palleggiatore Anjun Lavanga ha fatto rifiatare Natale Monopoli ritagliandosi i propri spazi senza limitarsi al compitino, ma siglando 2 punti di cui uno fondamentale al servizio nel finale del quarto e decisivo set per il break del 24-22 prima della stoccata finale di Roberto Pinali (25-22) che ha chiuso il match. Si torna in campo lunedì 22 aprile alle 19.00 per Gara2, questa volta al PalaGrotte, impianto mai espugnato dal Volley Potentino in partite di Serie A2. LA PAROLE DELL'OPPOSTO MATTEO PAOLETTI - “Il dolore alla gamba è a intermittenza, ma quando il fastidio arriva si protrare anche per quattro azioni consecutive. Stringo i denti e vado avanti. Abbiamo portato a casa una vittoria di squadra rimettendo in piedi il quarto set con grandi difese, due strepitose di Pinali, e contrattacchi importanti. Dispiace per il calo nel terzo set, ma gli avversari hanno cambiato modo di battere creando non pochi problemi. Abbiamo effettuato belle giocate, ma alcuni meccanismi vanno oliati perché nell’ultimo mese ho fatto tanto lavoro differenziato senza poter rinforzare l’intesa con Natale Monopoli”. LE PAROLE DEL PALLEGGIATORE ANJUN LAVANGA - “Sono felice e grato di avere la fiducia del tecnico. Nel terzo set con il mio ingresso Monopoli ha poturo rifiatare e nel quarto sono riuscito a essere decisivo con un ace in una fase delicatissima mettendo a terra il punto del 24-22. E’ bello aver contribuito a un successo così importante. Sapevamo che non sarebbe stata una passeggiata perché la Videx lotta su tutti i palloni e sul loro campo sarà ancora più dura. Noi cercheremo comunque di chiudere la serie in Gara2. Si gioca ogni 3 giorni, sarebbe l’ideale battere Grottazzolina lunedì scongiurando la possibile resa dei conti del 25 aprile”. Playoff A2: il programma dei quarti di finale  Play Off A2 Credem Banca, Quarti Gara 2 Lunedì 22 aprile 2019, ore 18.00  Menghi Shoes Macerata – Geosat Geovertical Lagonegro  Diretta Lega Volley Channel Acqua Fonteviva Apuana Livorno – Sieco Service Ortona  Diretta Lega Volley Channel  Kemas Laimpel Santa Croce – Gioiella Gioia del Colle  Diretta Lega Volley Channel Lunedì 22 aprile 2019, ore 18.00 Videx Grottazzolina – GoldenPlast Potenza Picena  Diretta Lega Volley Channel Play Off A2 Credem Banca, Quarti Gara 3  Giovedì 25 aprile 2019, ore 18.00  Geosat Geovertical Lagonegro – Menghi Shoes Macerata  Diretta Lega Volley Channel Sieco Service Ortona – Acqua Fonteviva Apuana Livorno  Diretta Lega Volley Channel  Gioiella Gioia del Colle – Kemas Lamipel Santa Croce  Diretta Lega Volley Channel GoldenPlast Potenza Picena – Videx Grottazzolina  Diretta Lega Volley Channel      

19/04/2019
Volley Coppa Italia B1 Final Four, Roana CBF sconfitta a Vicenza nel primo match (FOTO)

Volley Coppa Italia B1 Final Four, Roana CBF sconfitta a Vicenza nel primo match (FOTO)

Iniziano con una sconfitta le final four di Coppa Italia B1 per la Roana CBF. Le padrone di casa dell’Anthea Volley Vicenza battono le maceratesi per 3-1 (21-25; 25-14; 25-15; 25-20) dopo una gara condotta in lungo ed in largo. Le arancionere partono bene (1-4) ma la reazione delle padrone di casa non tarda ad arrivare (6-4). Barbolini prova a spingere sull’acceleratore ma il trio Visintini-Assirelli-Rossini manda fuori giri la Roana CBF (13-7). Gobbi prende per mano la squadra e risponde nuovamente a Visentini e Rossini (19-17). Dopo l’errore di Pomili, la Roana CBF cambia marcia e inanella una serie di sette punti consecutivi catapultandosi sul 20-24. Pomili risponde a De Stefani per il 25-21 che vale l’1-0. Gara avvincente e combattuta che le maceratesi danno l’impressione di poter gestire ma è solo un’illusione. Nel secondo set, dopo il 2-3 di Peretti, le vicentine iniziano a macinare gioco. Assirelli sale in cattedra e con la complicità dell’altro centrale, Filippin, fa 15-10. Pomili prova ad accorciare (16-12) ma è ancora Assirelli ad aprire una serie da sei, chiusa da Bortoli, che porta le padrone di casa sul 22-12.  De Stefani si guadagna il set point prima che l’errore di Rita in difesa chiuda il set sul perentorio 25-14 che vale l’1-1. Dopo il pareggio Vicenza è galvanizzata. Rossini e la solita Assirelli tengono dietro le arancionere (3-4). La prestazione a muro e in attacco cresce sensibilmente e con una De Stefani in grande spolvero il divario cresce (15-8). Barbolini prova a suonare la sveglia (19-12) ma le ragazze di coach Cavallaro tengono botta e con tre segnature consecutive si portano sul 23-14. Terzo parziale ormai compromesso per la Roana CBF e definitivamente archiviato da Bortoli con l’ace del 25-15. Polveri bagnate per Macerata che soffre moltissimo a muro e viene subito relegata a -5 nella fase iniziale del quarto set (8-3). Coach Paniconi chiama time out (11-8) e le arancionere hanno un sussulto. Gobbi e Rita ne mettono tre di fila e tornano a ridosso delle avversarie. Gli errori di Di Marino e Rita valgono il nuovo +2 Vicenza (16-14). Visintini risponde a Rita e Barbolini prima del ritorno di Assirelli, protagonista assoluta con 18 punti messi a referto, che fa 22-18. Pomili trova un lampo (23-20) ma sarà l’ultimo del match. I due muri consecutivi di Bortoli e De Stefani fanno scorrere i titoli di coda sulla seconda semifinale di giornata con il 25-20 che chiude i giochi. “Venivamo da un periodo buio e stasera giocavamo contro noi stesse - ha dichiarato coach Cavallaro - Volevamo esprimere la miglior pallavolo possibile e credo che abbiamo fatto un bel passo in avanti con un’ottima prestazione soprattutto a muro ed in ricezione”. Parole amare per coach Paniconi: “Nel primo set sembrava avessimo trovato i giusti equilibri ed invece sulla lunga distanza siamo mancate in attenzione e lucidità, complice anche l’ottima prova di Vicenza. Nel quarto parziale siamo stati più in partita e forse con un paio di errori in meno avremmo potuto giocarcela fino agli ultimissimi punti”. L’Anthea Volley Vicenza accede con merito alla finalissima e si prepara a sfidare Busto Arsizio, anch’essa impostasi per 3-1 sulla Giò Volley Aprilia, questa sera alle 19. Le due sconfitte si contenderanno, invece, il terzo posto nella sfida in programma alle 15. ANTHEA VOLLEY VI - ROANA CBF HR VOLLEY MC 3 – 1 Anthea Volley VI: D’Ambros E. (L1), Milan B. ne, Rossini J. 13, Zanguio E. M. ne, De Stefani G. 15, De Toffoli A. ne, Visintini G. 14, Montanaro S. ne, Assirelli F. 18, Filippin B. 3, Scaccia M. P. ne, Bortoli L. 8. All. Cavallaro Roana CBF HR Volley MC: Zannini S. (L1), Malavolta G. (L2) ne, Pomili V. 12, Spitoni B. ne, Partenio S. ne, Barbolini V. 10, Armellini G. ne, Gobbi M. 16, Grilli G., Rita E. 5, Di Marino C. 7, Patrassi A., Peretti I. 3. All. Paniconi ARBITRI: Clementi – Russo PARZIALI: 21-25 (27’); 25-14 (23’); 25-15 (25’); 25-20 (30’) NOTE: Anthea Volley VI: 16 muri, 5 ace, 25 err. avv., 63% in ricezione (31% prf), 34% in attacco; Roana CBF HR Volley MC: 5 muri, 1 ace, 21 err. avv., 60% in ricezione (33% prf), 27% in attacco.

19/04/2019
Serie A2 Softball: Macerata si prepara all'esordio in casa contro la Sestese

Serie A2 Softball: Macerata si prepara all'esordio in casa contro la Sestese

Sabato 20 si terrà presso il diamante di via Cioci a Macerata la seconda giornata del girone di andata del campionato nazionale di A2 di softball. Alle ore 17.00 la squadra locale del Macerata softball affronterà in un doppio incontro le giocatrici fiorentine della Sestese. La squadra toscana, tra le papabili per l'accesso ai play-off, è reduce da una doppia vittoria con la neo promossa Rovigo, mentre le ragazze guidate da Marta Gambella nella prima di campionato, hanno sonoramente battuto in trasferta le romane del Cali Roma. Lo staff tecnico Maceratese potrà contare su tutto l'organico a sua disposizione, che vede la batteria delle lanciatrici in grande forma e un lineup in battuta che ha dato dimostrazione di grande sicurezza e potenza con ben 28 valide e due fuori campi nella trasferta laziale. Sia La Sestese che le maceratesi sono due tra le squadre in lizza per la partecipazione ai play-off e sabato sarà un banco di prova molto importante per capire i progressi raggiunti dalle nostre ragazze. I tecnici: Marta Gambella, Federica Gianferro, Uliana Vallese e Romolo Malerba avranno a disposizione: Bah Fatima, Bruzzesi Cecilia, Bruzzesi Camilla, Cacciamani Giorgia, Cerioni Laura, Migliorelli Matilde; Severini Chiara, Tittarelli Gioia, Fagioli Emma, Colepio Ilaria, Guglielmi Marica, Prato Letizia, Lisandroni Marta, Lisandroni Silvia, Roganti Elena, Serrani Michela, Toffanin Maria Sole,Mammarella Sara, Magnanini Elisa, Giannangeli Federica, Messina Carla, Panichi Valeria, Sordoni Chiara.

19/04/2019
Il Volley Potentino supera Grottazzolina 3-1 in casa: il primo derby dei quarti parla biancazzurro

Il Volley Potentino supera Grottazzolina 3-1 in casa: il primo derby dei quarti parla biancazzurro

Fattore campo rispettato nel derby marchigiano di Gara1 valevole per i Quarti di Finale Play Off A2. All’Eurosuole Forum la GoldenPlast Potenza Picena stende la Videx Grottazzolina in quattro set e si porta sull’1-0 nella serie. Lunedì 22 aprile alle 19.00, giorno di “Pasquetta”, gli uomini di Gianni Rosichini giocheranno in Gara2 al PalaGrotta, sempre contro la Videx, in cerca della vittoria che porterebbe il Volley Potentino in Semifinale evitando il brivido della “bella” contro i “cugini” di nuovo all’Eurosuole Forum. Buona prova dei padroni di casa, in controllo per due set, prima di una flessione improvvisa nel terzo, anche per la crescita dell’opposto Sequeira. Decisiva la rimonta nel quarto set con il top scorer Paoletti (26 punti col 58%) su una gamba sola ma incontenibile anche nei block (4). Le statistiche a muro premiano i potentini (12-8), così come la positività in attacco (53% contro il 49% dei rivali. Sestetto di Ortenzi più preciso al servizio nella seconda parte. Una lotta bellissima in difesa tra due squadre grintose e determinate. Potenza Picena controlla il primo set con costanza fino al primo aggancio di Minnoni in battuta (20-20) e al successivo di Centelles (23-23), ma gli ospiti falliscono il servizio e chiudono con un’infrazione (25-23). Nel secondo set Sequeira parte forte in battuta (9-11), ma dopo il pari targato Di Silvestre (13-13) i biancazzurri prendono le redini del parziale e non lasciano scampo agli uomini di Ortenzi (25-19). Nel terzo set calo verticale dei potentini con Paoletti dolorante al ginocchio. Rosichini rivoluziona la squadra inserendo Gozzo per Pinali, e la diagonale Lavanga-Ferri (7-13), ma Grottazzolina accelera (13-21), poi rallenta (17-22) ma chiude con Sequeira (18-25). Nel quarto set Potenza Picena schiera i titolari ma i primi acuti sono della Videx (10-14). Da 14-18 si va sul 19-18 con una bella serie al servizio di Larizza e si lotta punto a punto fino al break su ace del nuovo entrato Lavanga (24-22) e alla palla match di Pinali (25-22). Lo schiacciatore Roberto Pinali: “All’inizio entrambe le squadre sbagliavano molte battute, ma noi abbiamo saputo sfruttare il fattore campo. Quando il loro opposto ha ingranato la marcia abbiamo sofferto. Dopo il calo netto del terzo set siamo stati bravi a tenere botta nelle rigiocate durante il quarto. E’ stata una bella soddisfazione mettere la firma sul punto che ha chiuso il derby”. LA PARTITA Biancazzurri in campo con Monopoli al palleggio per Paoletti opposto, laterali Di Silvestre e Pinali, al centro Larizza e Garofolo, libero Calistri. D’Amico in panchina come schiacciatore e cambio under. Ospiti in campo il regista Marchiani e la bocca da fuoco Sequeira, in banda Centelles e Vecchi, centrali Cubito e Gaspari, libero Romiti Nel primo set il Volley Potentino comincia con grinta in attacco e va sul 9-6 dopo l’errore di Vecchi al servizio. La Videx si riavvicina più volte, ma nel punto a punto i padroni di casa hanno qualcosa in più, come in occasione delle giocate di Larizza e Di Silvestre, seguite dal colpo di Garofolo (15-11). Vantaggio ridotto ai minimi termini sul mani out di Sequeira, seguito dall’ace del portoghese (18-17). Rosichini chiama time out. Prima Paoletti, poi Pinali, danno il doppio vantaggio, ma steccano al servizio. Il nuovo entrato Minnoni impatta con un ace (20-20), ma un suo errore e l’ace di Larizza valgono il 22-20. Gli ospiti pareggiano con Vecchi e Centelles (23-23). La Videx si consegna ai biancazzurri con una battuta a rete (Vecchi) e un’infrazione. Avvio di secondo set combattutissimo, con gli avversari intraprendenti e i biancazzurri pronti a rispondere colpo su colpo (9-9). La Videx trova il break con il servizio di Sequeira (9-11). Di Silvestre riporta il set in parità con una stoccata imprendibile (13-13), i due muri di Paoletti stoppano la Videx (16-14). Di Silvestre si esalta (17-14) e Ortenzi inserisce Romagnoli per Gaspari. Paoletti zoppica, ma continua a dare l’anima siglando due attacchi potenti per il 21-17. Sull’ace di Centelles (21-19) Rosichini chiama un time out. Al rientro Centelles va a rete (22-19) e Ortenzi inserisce Vallese. Larizza schiaccia per il 23-19 e mura Sequeira (24-19). Pinali chiude su ace (25-19). Nel terzo set la Videx non ha più nulla da perdere e forza tutti i colpi mettendo in difficolta i potentini con Sequeira (6-11) e spingendo Rosichini al time out. Gozzo rileva Pinali. Gli ospiti difendono tutto e crescono in attacco (7-13). Sul 9-14 Rosichini cambia la diagonale e inserisce sia Lavanga che Ferri, ma il parziale è in salita (9-16). Grottazzolina concede poco (13-21), ma sull’ace di Lavanga il divario è meno pesante (17-22). Gli avversari vanno sul +7 (17-24) e chiudono alla seconda palla set con Sequeira (18-25). Nel quarto set Potenza picena rientra con i titolari. Le squadre lottano alla pari (8-8). Paoletti incassa un muro-break (9-11) e Di Silvestre non trova il campo per poco (9-12). Di Cubito il +4 Videx (11-15). In un momento difficile Paoletti in attacco e Larizza a muro riaprono il set (13-15), ma la Videx approfitta di un’infrazione e sale in cattedra a rete (14-18). Una fase a strappi (16-18), ma a far tremare il palas sono i siluri di Paoletti. Garofolo accorcia e poi impatta a muro (18-18). Potenza Picena mette il naso avanti col solito Paoletti dopo un salvataggio pazzesco di Pinali (19-18). Larizza cede il servizio dopo una bella serie, Vecchi stecca dalla seconda linea (20-19). Si procede punto a punto (21-21). Di Paoletti il pallonetto del 23-22. Rosichini inserisce Ferri e Lavanga, quest’ultimo sigla un ace baciato dal nastro. Pinali chiude il match (25-22). GoldenPlast Potenza Picena – Videx Grottazzolina 3-1 (25-23, 25-19, 18-25, 25-22) POTENZA PICENA: Trillini ne, Cuti ne, Pinali 7, U D’Amico, Ferri 2, Gozzo 2, Di Silvestre 13, U Larizza 12, Monopoli 2, Lavanga 2, L Calistri, Paoletti 26, Garofolo 7. All. GROTTAZZOLINA: Cubito 8, U Vecchi 12, Centelles 11, Calarco ne, Minnoni 1, Di Bonaventura ne, U Romagnoli, Gaspari 9, Sequeira 21, Marchiani 2, Pulcini, Vallese, L Romiti. All. Ortenzi Arbitri: Moratti di Frosinone e Verrascina di Roma Note: durata set 26’, 25’, 27’, 29’. Totale 1h 47’. Potenza Picena: errori al servizio 16, ace 3. Muri 12. Grottazzolina: errori al servizio 11, ace 4, muri 8. Quattro cartellini verdi: Pinali e Paoletti per Potenza Picena, Gaspari e Cubito per Grottazzolina.  

19/04/2019
Una scuola irlandese a Potenza Picena per un torneo di Hockey (FOTO)

Una scuola irlandese a Potenza Picena per un torneo di Hockey (FOTO)

Hockey su prato, arrivano 29 ragazze irlandesi all’Hockey Stadio di Potenza Picena. Sabato 13 e domenica 14 aprile la società potentina ha organizzato un torneo tra giovani hockeisti marchigiani e irlandesi. L’incontro tra queste due realtà è nato grazie a Marie Condon, da tempo parte della famiglia dell’hockey potentino, e ad una sua amica ed insegnante di educazione fisica a Sligo.È stata proprio quest’ultima a proporre alle sue ragazze l’esperienza nelle Marche per un weekend all’insegna dello sport. Le 29 studentesse e giocatrici di hockey della loro città hanno colto entusiaste questo invito, felici di poter anche visitare le bellezze del luogo. Venerdì, infatti, si sono recate alle Grotte di Frasassi e in alcune località nei dintorni. Il torneo ha avuto inizio sabato mattina quando le ragazze sono arrivate all’Hockey Stadio per le gare organizzate in gruppi di 7 contro 7. A partecipare alle sfide sia giocatori dell’under 14 e dell’under 16 maschile e femminile di Potenza Picena che le giovani irlandesi in squadre miste. Entrambe le società sono consapevoli che questo incontro può essere l’inizio di una bella collaborazione tra due paesi diversi, ma allo stesso tempo con molto da condividere. Non è escluso che in futuro saranno proprio i potentini a far visita al college di Sligo.  

19/04/2019
Macerata, Torneo Velox 2019: l'elenco completo delle 49 squadre partecipanti

Macerata, Torneo Velox 2019: l'elenco completo delle 49 squadre partecipanti

Saranno 49 in totale le squadre marchigiane che prenderanno parte al torneo di calcio giovanile che ingloba 2 categorie, esattamente 26 team per gli Allievi e 23 per i Giovanissimi. Una raccolta davvero ottima (superato il precedente del 2018) per la Junior Macerata che l’anno scorso ha tenuto in vita la storica e prestigiosa manifestazione e ora la riorganizza in collaborazione con l’HR Maceratese. Dal 13 maggio poi parlerà il campo con il via agli incontri. Questo l’elenco delle formazioni dell’edizione numero 42 del Velox Allievi: Junior Macerata, Veregrense, Potenza Picena, Vigor Senigallia, Tolentino, Giovane Ancona, Fermana, Jesina Calcio, Fabriano Cerreto, Civitanovese, Piceno Football Team, Villa Musone, Academy Civitanovese, United Civitanova, Osimana, Matelica, Robur 1905, Ponte San Giusto, Montecosaro, Atletico Calcio Porto S. Elpidio, Passatempese, Moie Vallesina, Porto Recanati, Montemilone Pollenza, Camerano e Osimostazione. E queste le formazioni iscritti al 31° Velox Giovanissimi: Junior Macerata, Tolentino, Fermana, Jesina Calcio, Spes Arcobaleno, Fabriano Cerreto, Civitanovese, Junior Elpidiense, Villa Musone, Academy Civitanovese, Castelfidardo, United Civitanova, Osimana, Polisportiva Candia - Baraccola – Aspio, Matelica, Ponte San Giusto, Passatempese, Union Calcio, Moie Vallesina, Porto Recanati, Cluentina, Montemilone Pollenza, Osimostazione. “Siamo davvero tanto soddisfatti dell’interesse, dell’affetto e del desiderio di esserci che hanno mostrato tante società delle Marche– afferma il presidente della Junior Marcello Temperi- siamo anche riusciti a migliorare il totale di 47 partecipanti di un anno fa. Non solo, per la prima volta abbiamo rischiato di allargare il Velox anche a società abruzzesi, volevano iscriversi ma questioni burocratiche l’hanno impedito. Ci riproveremo sicuramente l’anno prossimo”.

19/04/2019
Serie D, il Matelica sogna la promozione: 4-2 alla Savignanese e Cesena a soli 3 punti

Serie D, il Matelica sogna la promozione: 4-2 alla Savignanese e Cesena a soli 3 punti

Il Matelica accorcia dalla vetta e continua a sognare la Serie C. La formazione di coach Tiozzo ha dilagato al Comunale contro la Savignanese imponendosi per 4-2 al termine di un match palpitante. Il contemporaneo pareggio del Cesena contro il Notaresco ha permesso ai bianco-rossi di portare a soli tre punti il distacco dalla vetta occupata dagli emiliani nel girone F di serie D, quando mancano ancora due giornate al termine del campionato.  LA CRONACA - La girandola di emozioni inizia già dal primo minuto di gioco, quando il Matelica passa in vantaggio grazie allo stoccata di Florian sugli sviluppi del cacio di punizione di Lo Sicco. Il raddopio arriva al 28', quando lo stesso Florian ruba palla e si invola in contropiede vedendo frenata la sua corsa dall'intervento di Dall'Ara. Per l'arbitro è rigore: dagli undici metri lo stesso Florian non sbaglia e sigla la doppietta personale.  A due minuti dall'intervallo la Savignanese accorcia, però, le distanze con Scarponi, complice una disattenzione di Scarponi. Al rientro dagli spogliatoi (47') gli ospiti riescono persino a trovare il pareggio grazie al penalty trasformato da Manuzzi, ma la reazione dei padroni di casa è veemente. Al 5' della ripresa Angelilli semina il panico in fascia e suggerisce con un cross basso per Margarita, che deve solamente appogiare in rete. Il gol del definitivo 4-2 lo realizza uno scatenato Florian, su assist dello stesso Angelilli: tripletta personale per il bomber matelicese.  TABELLINO SS MATELICA CALCIO – SAVIGNANESE 4-2 Matelica:1 Avella, 2 Visconti, 3 Riccio, 4 De Santis, 5 Lo Sicco(41’ st Lo Sicco), 6 Cuccato(41’ st Cuccato), 7 Angelilli(31’ st Mancini), 8 Pignat, 9 Florian(19’ st Bugaro), 10 Margarita(14’ st Dorato), 11 Melandri. All. Tiozzo. Savignanese:22 Dall’Ara, 2 Battistini, 6 Gregorio, 8 Brighi, 11 Noschese, 18 Scarponi(13’ st Peluso), 19 Vandi(13’ st Brigliadori), 23 Manuzzi F., 32 Manuzzi R.(39’ st Albini), 30 Ballardini, 33 Turci. All: Farneti.

18/04/2019
Serie D, Pezzotti risponde a Borrelli: finisce 1-1 il derby tra Sangiustese e Recanatese

Serie D, Pezzotti risponde a Borrelli: finisce 1-1 il derby tra Sangiustese e Recanatese

SANGIUSTESE (4-2-3-1): Chiodini, Shiba, Santagata, Perfetti, Patrizi, Scognamiglio, Pezzotti (41’ Tizi), Camillucci (31’ Buaka), Cheddira, Cerone (12’ st Carta), Argento (35’ st De Reggi). A disposizione: Carnevali, Massaroni, Papavero, Guzzini, Pluchino. Allenatore Stefano Senigagliesi.RECANATESE (4-3-1-2): Sprecacè, Dodi (31’ Senigagliesi Luca), Monti (41’ st Rinaldi), Lunardini, Nodari, Esposito, Pera, Olivieri (19’ st Marchetti), Sivilla (36’ st Palmieri), Borrelli, Raparo (36’ st Sopranzetti). A disposizione: Piangerelli, Giaccaglia, Candidi, Gigli. Allenatore: Marco Alessandrini. ARBITRO: Signor Simone Piazzini della sezione di Prato.ASSISTENTI: Sig. ri Andrea Mastrosimone della sezione di Rimini e Nadir Bertozzi della sezione di Cesena.RETI: 12’ pt Borrelli, 23’ pt Pezzotti.NOTE: spettatori 300 circa con rappresentanza ospite; corner 7-5; ammoniti Senigagliesi; Raparo, Nodari e Olivieri; allontanato al 30’ pt dalla panchina mister Alessandrini per proteste; recupero 1’+ 4’. Grandi emozioni al Comunale di Villa San Filippo dove si sfidavano sesta e terza forza del girone F.Formazioni che non deludevano le attese per un match frizzante fin dalle prime battute che si concludeva in parità. Mister Alessandrini, espulso per proteste alla mezz’ora, varava un 4-3-1-2 arrembante con pressing altissimo e Olivieri a svariare alle spalle del duo Pera – Sivilla.Era però una pennellata mancina del talento Borrelli poco prima del quarto d’ora a incendiare l’atmosfera premiando il bellissimo avvio di marca leopardiana. I ragazzi di Senigagliesi, dopo aver faticato un po’ a prendere le misure, trovavano subito il pari con Pezzotti, abile a piegare sul proprio palo i guantoni di Sprecacè e fare subito 1-1.La Sangiustese iniziava ad imbrigliare lo strapotere offensivo giallorosso con Cheddira sempre pericoloso nelle sue accelerate. Sul fronte opposto era bomber Pera invece a tenere in costante apprensione la retroguardia rossoblu con la prima frazione che si chiudeva in perfetto equilibrio tra le due contendenti.Ripresa che si riapriva sulla stessa falsariga dei primi 45’ con tante occasioni da una parte e dall’altra. A gridare vendetta per i locali erano soprattutto il palo pieno centrato da Pezzotti al 15’ st, una ripartenza bruciante di Cheddira che poteva essere finalizzata meglio ed una conclusione di Argento strozzata da Sprecacè sul suo palo.Per il resto diverse le sostituzioni operate dai due tecnici attingendo alle due panchine, quando anche stanchezza e caldo esigevano il proprio tributo dopo una bella battaglia. La gara terminava dunque sull’1-1, con i locali che dovevano attendere le ultime due partite per sapere del loro destino e sperare in un posto utile nel post season, mentre gli ospiti con il risultato odierno si qualificavano matematicamente ai playoff.

18/04/2019
Gara 2 Semifinale scudetto, Lube Civitanova-Trento: diretta Rai e come acquistare i biglietti

Gara 2 Semifinale scudetto, Lube Civitanova-Trento: diretta Rai e come acquistare i biglietti

La Semifinale scudetto si sposta all’Eurosuole Forum di Civitanova: venerdì alle ore 20.30, con diretta televisiva sui Rai Sport, si gioca Gara 2 della serie contro l’Itas Trentino, che vede la Cucine Lube in vantaggio per 1-0 dopo la vittoria nella lunghissima battaglia di martedì sera a Trento (quasi tre ore di match, ndr). Fondamentale vittoria che gli uomini di De Giorgi vogliono bissare per compiere il secondo passo e portarsi sul 2-0, dando così ancora più valore al successo ottenuto in trasferta (si gioca infatti al meglio delle 5 gare). Ieri ed oggi pomeriggio Stankovic e compagni hanno lavorato all’Eurosuole Forum per preparare al meglio la prima casalinga nelle Semifinali, domani mattina la consueta seduta di rifinitura. Validi solo gli abbonamenti All-in. Biglietti disponibili, come acquistarli Ricordiamo innanzitutto che solo gli abbonamenti All-In sono validi per assistere al match. Chi è in possesso dell’abbonamento Standard deve acquistare il tagliando di ingresso per la gara. Biglietti in vendita online, collegandovi al sito lubevolley.vivaticket.it, oppure recandovi nei punti vendita Vivaticket in Italia. Biglietti in vendita anche all'Eurosuole Forum di Civitanova dalle 17.00 alle 19.30 (venerdì giorno della gara anche mattino 10.00-12.30). Per informazioni telefonare allo 0733-1999422 negli orari suddetti. Alla scoperta dell'avversario Itas Trentino Il tecnico trentino Angelo Lorenzetti riproporrà molto probabilmente la formazione di Gara1, ovvero Giannelli-Vettori in diagonale palleggiatore-opposto, Lisinac-Candellaro centrali, a schiacciare Kovacevic e Russell con Grebennikov libero. Parla Fefè De Giorgi (allenatore Cucine Lube Civitanova) “Gara 1 ci ha visto giocare con alti e bassi, da migliorare ed evitare, in Gara 2 dovremmo quindi guardare soprattutto il nostro gioco per fare ulteriori passi in avanti: abbiamo le potenzialità per migliorare ancora e in Gara 2 vogliamo dimostrarlo. Come ho già detto dopo la prima gara, la vittoria di martedì scorso vale soltanto il primo passo, il resto è tutto ancora da giocare. Dunque, massima concentrazione venerdì sera per portarci sul 2-0”. Parla Simone Giannelli (palleggiatore Itas Trentino) “In gara 1 non abbiamo sfruttato le diverse occasioni che abbiamo avuto per fare nostra la partita e tutto ciò rappresenta un grosso dispiacere. Dobbiamo però guardare avanti e pensare alla seconda sfida, perché in un confronto che si articola su cinque match ci sono i margini per recuperare. Andiamo a Civitanova per provare a mettere in campo tutto quello che abbiamo costruito in questa stagione: è tanto ma per battere la Cucine Lube dobbiamo fare ancora qualcosa in più”. Gli arbitri di Cucine Lube Civitanova – Itas Trentino Gara 2 della Semifinale playoff sarà diretta da Ilaria Vagni e Simone Santi di Perugia. Nona gara nei Playoff con Trento Siamo alla decima sfida nei Playoff scudetto tra le due formazioni. Oltre alla Gara 1 vinta dalla Cucine Lube, i precedenti risalgono a Finale 2016/17 (3 successi Civitanova), Finale V-Day 2011/12 (1 successo Civitanova), Semifinale 2009/10 (3 successi Trento, 1 successo Civitanova). Complessivamente è il match numero 66 VS Trento (34 vittorie Lube, 31 Itas). Gli ex di turno Davide Candellaro a Civitanova dal 2016 al 2018, Jenia Grebennikov a Civitanova dal 2015 al 2018, Osmany Juantorena a Trento dal 2009 al 2013, Tsvetan Sokolov a Trento dal 2009 al 2012 e nel 2013-2014. Giocatori a caccia di record In Carriera: Fabio Balaso – 1 partita giocata alle 200, Osmany Juantorena – 19 punti ai 3900, Simon Robertlandy – 1 muro vincente ai 200, Tsvetan Sokolov – 6 punti ai 3300 (Cucine Lube Civitanova); Simone Giannelli – 1 punto ai 600, Uros Kovacevic – 28 punti ai 2400, Gabriele Nelli – 4 battute vincenti alle 100, Aaron Russell – 5 punti ai 1500 e – 4 muri vincenti ai 100 (Itas Trentino). Come seguire Cucine Lube Civitanova - Itas Trentino Diretta Rai Sport con la telecronaca di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta. Diretta Radio Arancia Network con la radiocronaca di Fabio Petrelli e Stefano Donati. Aggiornamenti live anche sui profili ufficiali Lubevolley Instagram, Facebook e Twitter. Replica televisiva sabato alle ore 21 su Arancia Television con la telecronaca di Gianluca Pascucci (canale 210 digitale terrestre).   

18/04/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433