Sport

Ottimi risultati per le ginnaste della ASD Sport Fire ai campionati nazionali

Ottimi risultati per le ginnaste della ASD Sport Fire ai campionati nazionali

Dal 21 al 25 aprile a Falconara si sono svolte le finali Nazionali Serie C di Specialità di Ginnastica Ritmica Confsport. 75 società provenienti da tutta Italia per circa 1400 ginnaste si sono misurate nelle diverse specialità della Ginnastica Ritmica. Ecco i risultati conseguiti dalle ragazze della ASD Sport Fire di Civitanova. Nella categoria Allieve Individuali: Fascia Oro per Gionni Sara nella fune individuale e fascia Bronzo nella Palla. Nella categoria Giovanissime squadre: Fascia Oro nel cerchio per Benedetti Rebecca, Corvaro Benedetta, Improta Sophia. La stessa squadra nella Palla ha conquistato la Fascia Argento. Fascia Argento nella Palla per la squadra composta da: Bongelli Rebecca, Damiani Chiara, Richiedei Serena. Nella specialità a coppia nel Cerchio Fascia Argento per Richiedei Serena e Cucco Angelica. Viva soddisfazione è stata espressa dalle istruttrici Irina Pakomova e Luiza Udakhina che hanno guidato le giovani atlete ai prestigiosi traguardi. Anche se non hanno conquistato il podio, ottime prestazione sono state offerte da: Trovellesi Gloria, Moscetta Greta, Eustacchi Emma, Zuffatti Francesca, Fontana Tamara, Micucci Alessia, Pergolesi Alessia, Santucci Myriam, Siarkowska Maia, Zubareva Diana.   

26/04/2017
Maceratese, ceduta alla napoletana Mediterranea Metalli Srl

Maceratese, ceduta alla napoletana Mediterranea Metalli Srl

Sarà una società napoletana, la Mediterranea Metalli Srl, la nuova proprietaria della S.S. Maceratese srl. Amministratore unico e legale rappresentante, Claudio Liotti partenopeo di 60 anni. La napoletana avrà il 95% della società, mentre il 2,5% a testa rimarrà all'avv. Gabriele Cofanelli e al dottore Massimo Paci. "L'atto di cessione è stato firmato dal notaio lo scorso 21 aprile e ancora non è stato registrato presso la Camera di Commercio di Macerata perché non trascritto" lo hanno dichiarato proprio i due soci maceratesi che hanno accolto con stupore la notizia. Solo pochi giorni fa l’oramai ex presidente della Maceratese, Filippo Spalletta, aveva smentito possibili trattative per la cessione della società. Tuttavia l’atto di compravendita è stato siglato cinque giorni fa a Napoli davanti al notaio Silvana Fabrocini. La Mediterranea Metalli è una società a responsabilità limitata con un unico socio che si occupa di commercio all'ingrosso di minerali metalliferi, di metalli ferrosi e prodotti semilavorati.

26/04/2017
Civitanova:i baby nuotatori de Il Grillo e dell'Ippocampo vincenti a Chiaravalle

Civitanova:i baby nuotatori de Il Grillo e dell'Ippocampo vincenti a Chiaravalle

Civitanova comanda. Impressionante prova dei baby atleti de Il Grillo e dell’Ippocampo nel meeting di nuoto andato in scena a Chiaravalle. Le due società che si allenano assieme nella piscina comunale di contrada San Domenico, hanno stravinto la manifestazione sia nella graduatoria riservata ai giovanissimi della categoria Propaganda con gli alfieri de Il Grillo, sia nella classifica relativa agli Esordienti A e B con le insegne dell’Ippocampo. Medaglie d’oro e vittorie come se piovesse, una spedizione fantastica a conferma dell’eccellente avvio di stagione del nuoto made in Civitanova e del livello di spicco raggiunto sullo scacchiere regionale dalle due società presiedute da Antonella Citarella e Stefano Carletti. Limitandoci ai soli primo posti, l’elenco è comunque assai corposo e, entrando più in dettaglio, il folto gruppo degli Esordienti A e B ha visto 3 nuotatori super star a Chiaravalle. Giada Del Medico, Diamante Straccia e Samuel Lanciotti infatti hanno collezionato il gran bottino di 3 ori (solo in gare individuali) a testa. Appena dietro a quota 2 Francesco Pistolesi, Filippo Mazzieri e Elisa Cervellini. Ancora vittorie per Flavio Clariond, Alexandra Manuali, Alessia Scagnoli, Matilde Fermani, Federica Petrini e Asia Giammorcaro. Ad infiocchettare il tutto ben 7 ori nelle varie staffette maschili e femminili 4x50. Nella categoria Propaganda inarrestabili Alessandro Mattiozzi e Beatrice Gaetani con 3 bei successi ciascuno. Ottimi anche Costanza Strovegli e Francesca Mazzoni con 2 ori. Si sono imposti anche Nicola Pascucci, Carla Muccichini e Claudia Ortenzi. Infine un’altra ciliegina sulla torta in virtù dei 6 trionfi delle staffette 4x50 (una 4x25) sia maschili che femminili.

26/04/2017
Sfida Infa Feba Civitanova Marche - Giants Marghera: conta solo vincere

Sfida Infa Feba Civitanova Marche - Giants Marghera: conta solo vincere

Infa Feba Civitanova Marche, adesso o mai più. Dopo la sconfitta in gara 1 dei quarti di finale play-off contro il Giants Marghera per 64-60, le momò hanno l'ultima chiamata per cercare di allungare la loro avventura nei play-off. Giovedì 27 aprile, davanti al proprio pubblico, le ragazze di coach Alberto Matassini avranno un solo risultato disponibile: la vittoria, per non dover abbandonare prematuramente i play-off. Un risultato alla portata delle biancoblu, perchè ancora una volta c'è stata la dimostrazione che la sfida con la compagine di coach Francesco Iurlaro è molto equilibrata. Nei due precedenti in campionato è servito un supplementare per decretare la vincente, che ha sempre avuto uno scarto minimo, mentre in gara 1 non è servito l'overtime ma lo scarto di Marghera è stato ancora una volta ridotto. Le momò hanno dimostrato di essere una squadra che sa reagire alla grande, un'ulteriore conferma c'è stata con il grande rientro di domenica scorsa, tuttavia bisogna evitare al minimo gli errori ed essere più ciniche quando necessario. Nonostante le assenze di Perini e Bocola, le ragazze di coach Alberto Matassini hanno dimostrato di saper sopperire alla mancanza di giocatrici importanti nell'ottica sia delle rotazioni che del carisma. Pertanto giovedì, al di là tutto, servirà una grande prestazione in cui ci dovrà essere tutto: cuore, grinta, testa e determinazione, per portare la serie a gara 3. Sicuramente non mancherà la spinta del fantastico pubblico, perchè tutti quanti vogliamo continuare a vivere questi play-off. Palla a due giovedì 27 aprile alle ore 20.30 al palazzetto di Civitanova Alta. Dirigono l'incontro Carlo Posti di Marsciano (PG) e Federica Servillo di Perugia.  

26/04/2017
Maceratese: 2 punti di penalizzazione e 4mila euro di multa

Maceratese: 2 punti di penalizzazione e 4mila euro di multa

Per una serie di inadempienze amministrative, il Tribunale Federale Nazionale presieduto da Cesare Mastrocola ha inflitto 2 punti di penalizzazione e un’ammenda di 4mila euro alla Maceratese, 1 punto di penalizzazione e un’ammenda di 10mila euro all’Ancona e un’ammenda di 1500 euro alla Sambenedettese (ammenda di 1500 euro anche per l’Amministratore unico della società Franco Fedeli). Le tre società sono iscritte al Girone B della Lega Pro.Il Tribunale ha sanzionato con 5 mesi di inibizione Filippo Spalletta e con 4 mesi di inibizione Simone Baldassarre Sivieri, rispettivamente presidente e amministratore delegato della Maceratese. Disposta l’inibizione di 3 mesi nei confronti dell’Amministratore delegato dell’Ancona Gianfranco Mancini e di 2 mesi nei confronti dell’Amministratore delegato della società David Miani.

26/04/2017
Euforia in casa Lube, Giulianelli: "Sono gli altri a dover temere noi!" - LE FOTO E I PROTAGONISTI

Euforia in casa Lube, Giulianelli: "Sono gli altri a dover temere noi!" - LE FOTO E I PROTAGONISTI

Una vittoria senza appello: Cucine Lube Civitanova trionfa in casa 3-0 battendo la Diatec Trentino. All'ultimo punto segnato dalla squadra di Gianlorenzo Blengini, l'Eurosuole Forum esplode. E proprio l'allenatore Blengini, dopo la partita, a caldo commenta: "Siamo felici perché volevamo iniziare bene e ci siamo riusciti. Abbiamo giocato con pressione e continuità. Credo che la squadra abbia fatto davvero una bella partita - continua il coach - però è un set di una partita lunga e sappiamo bene che tutte le partite hanno la loro storia". Entusiasta l'ad Gruppo Industriale Lube, Fabio Giulianelli: "È stata davvero importante questa vittoria perché ci tenevamo a fare una bella partita in casa, ci siamo riusciti senza mai perdere la concentrazione. Questi sono giorni decisivi, ci giochiamo una grande stagione. La Lube se continua a giocare così, come durante tutto il campionato, non ha nulla da temere. Sono gli altri a dover temere noi". Sugli spalti gremiti di tifosi anche Sandro Paniccia, patron dell'azienda ICA: "Una partita anche troppo facile. Speriamo non sia una illusione. Noi siamo sponsor da tanti anni, ma devo dire che da quando la Lube è arrivata a Civitanova le cose sono cambiate, in questo palazzetto è veramente bello seguire la pallavolo. È venuto anche mio figlio che ha portato fortuna e che verrà sempre anche alle prossime". Un piccolo passo verso lo scudetto. Prossimo appuntamento a Trento giovedì 4 maggio alle 20,30. La Gara 3 sarà di nuovo nelle Marche il 7 maggio alle 16,30. Le eventuali quarta e quinta gara si giocheranno rispettivamente in Trentino il 10 maggio alle 20,30 e sabato 13 maggio alle 16,30 a Civitanova. Foto Guido PIcchio  

25/04/2017
Super Lube in gara 1 della finale scudetto: perentorio tre a zero sulla Diatec Trentino

Super Lube in gara 1 della finale scudetto: perentorio tre a zero sulla Diatec Trentino

Gara 1 della finale scudetto è della Cucine Lube Civitanova. La squadra di Gianlorenzo Blengini batte la Diatec Trentino con un sonoro 3-0 (25-18, 25-20, 25-17), cominciando dunque nel migliore dei modi la sua quarta avventura nell’ultimo atto della corsa tricolore.  Un vero e proprio monologo quello fatto registrare in campo dai cucinieri, che nel contesto dell’ennesimo tutto esaurito stagionale confermano la propria imbattibilità in campionato all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche (17 vittorie su 17 partite), guadagnandosi nel contempo la possibilità di presentarsi il prossimo week end col morale a mille all’importante appuntamento con la F4 di Champions League in programma al Pala Lottomatica di Roma (sabato alle 19.30 la semifinale con Perugia). La partita I padroni di casa dominano letteralmente il parziale d’apertura, prendendo il largo sin dall’inizio grazie al gran lavoro a muro e in difesa, dove Kovar e Grebennikov strappano applausi a più riprese, ma soprattutto consentono all’ispiratissimo Christenson di affidare a Sokolov (chiuderà col 100% su 5 schiacciate) i primi contrattacchi della sfida. Il bulgaro risponde presente (7-3) così come Juantorena, che il palleggiatore americano, efficace anche col servizio e con le palle di seconda intenzione (suo l’ace dell’8-3, mette a terra anche la palla del 13-7), chiama in causa soprattutto per le palle più difficili. Il massimo vantaggio dei cucinieri si registra sul 19-11 siglato dal martello sloveno Cebulj, appena entrato proprio per il servizio. Dall’altra della rete parte Lorenzetti gioca invece le carte Mazzone e Nelli. Ma la Lube è una macchina troppo perfetta (65% contro 41% in attacco, 62% contro 53% in ricezione, 3-1 nei muri), e viaggia fino al 25-18 finale senza inceppi. Regna invece l’equilibrio nel secondo set (resta in campo Nelli per Stokr e Mazzone per solé nella Diatec), almeno fino ai due muri consecutivi di Stankovic, prima su Urnaut (che è comunque il migliore dei suoi: 5 punti, 71% in attacco) e poi su Lanza, che spediscono la Cucine Lube avanti 11-8. Trento riduce immediatamente lo svantaggio (12-11), ma non riuscirà mai ad acciuffare la parità. Merito di un Juantorena spettacolare ed a tratti inarrestabile (5 punti), e anche del muro (altri 5 vincenti): prima Stankovic ferma Nelli per il 20-16, poi Candellaro blocca Lanza, 22-17. Finisce 25-20 e nel terzo parziale, come in quello d’apertura, torna a non esserci partita.  La squadra di Blengini trova infatti subito il break con la battuta di Christenson (ace del 6-3), su cui allunga fino all’8-3 grazie a un contrattacco di Juantorena cui segue un muro vincente di Stankovic. E’ già l’allungo decisivo per portarsi sull’1-0 nella serie, con un super Micah Christenson legittimamente eletto MVP. L’appuntamento per Gara 2, a Trento, è al 4 maggio.   Il tabellino CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 14, Candellaro 5, Pesaresi, Kaliberda n.e., Juantorena 11, Casadei n.e., Stankovic 7, Kovar 6, Christenson 6, Cester n.e., Grebennikov (L), Corvetta n.e., Cebulj 1. All. Blengini. DIATEC TRENTINO: Nelli 6, Burgsthaler n.e., Antonov 1, Mazzone T. n.e., Blasi n.e., Chiappa n.e., Giannelli 4, Lanza 7, Solé 2, Van De Voorde 3, Colaci (L), Stokr 2, Urnaut 5, Mazzone D. 2. All. Lorenzetti. ARBITRI: Sobrero (SV) - Cipolla (PA). PARZIALI: 25-18 (22’), 25-20 (26’), 25-17 (23’). NOTE: Spettatori 4138, incasso 50.415,00 Euro. Lube bs 21, ace 6, muri 11, ricezione 50% (25% prf), attacco 60%, errori 2. Diatec bs 21, ace 2, muri 3, ricezione 44% (31% prf), attacco 41%, errori 3.  

25/04/2017
Volley, SuperLega: Eurosuole Forum da tutto esaurito per la finale scudetto Lube-Trento - FOTO e VIDEO

Volley, SuperLega: Eurosuole Forum da tutto esaurito per la finale scudetto Lube-Trento - FOTO e VIDEO

Si respira un clima da grande serata al Palazzetto Eurosuole Forum di Civitanova per la prima delle sfide tra Cucine Lube Civitanova e Diatec Trentino. Un palazzetto da tutto esaurito dove, dalle 18, le due squadre si battono per aggiudicarsi la finale dei play off di SuperLega valevole per portare a casa il titolo di Campioni d'Italia. Un minuto di silenzio seguito da un lungo applauso per ricordare il campione del ciclismo Michele Scarponi. Quindi, il fischio d'inizio. "Dallla prima all'ultima palla sarà tutta una battaglia e noi siamo pronti a combatterla" è questo il commento di Giacomo Andreani, presidente della tifoseria Predators Lube nel cuore. "Ci siamo preparati con energia. Abbiamo allestito una scenografia - prosegue Andreani -. La curva nord è tutta rossa e un po' tutto il palazzetto. Ce la siamo conquistati questa finale - conclude - e la onoreremo nel migliore dei modi". Riti scaramantici? "A ciascuno il suo!". Chi cucirà sulla maglia il tricolore? I cucinieri o i trentini? "La Lube!". Luciano Sileoni ne è sicuro e anche a proposito di stasera non ha dubbi: "Vinciamo, al cento per cento".  Per i marchigiani sarebbe il quarto scudetto. Il quinto, per gli uomini di Angelo Lorenzetti. La Lube ha già affrontato in finale la Diatec Trentino sconfiggendola e aggiudicandosi così lo scudetto nel 2012. La Gara 2 si disputerà a Trento giovedì 4 maggio alle 20,30 mentre la terza di nuovo nelle Marche il 7 maggio alle 16,30. Le eventuali quarta e quinta gara si giocheranno rispettivamente in Trentino il 10 maggio alle 20,30 e sabato 13 maggio alle 16,30 a Civitanova.   Foto: Guido Picchio  

25/04/2017
San Severino terra di "scacchisti": sono quattro i giovani campioni provinciali

San Severino terra di "scacchisti": sono quattro i giovani campioni provinciali

Il circolo scacchi “La Torre Smeducci” di San Severino Marche ha dato vita nei giorni scorsi al torneo provinciale dedicato ai piccoli scacchisti. L’iniziativa è stata ospitata presso la sede dell’Uteam, l’Università della Terza Età dell’Alto Maceratese. Si sono diplomati campioni provinciali ben quattro allievi del circolo settempedano. Per la categoria under 12 miglior piazzamento per Andrea Perticarari, per la categoria under 10 migliori piazzamenti per Matteo Zagaglia, fra i ragazzi, e Ludovica Mulinari, fra le ragazze. Per la categoria under 8 molto bene Emma Ciccalè. Il miglior piazzamento fra i ragazzini è invece andato ad Alessio Marconi del circolo Alfiere Nero. La direzione del Circolo e l’assessore comunale allo Sport, Paolo Paoloni, si sono voluti complimentare con gli istruttori Marco Pelagalli, Alice Dorici e Adriano Carletti.

25/04/2017
Lo sfogo di Forte: "Macerata non può sparire dal calcio che conta. Orgogliosi come uomini di quanto abbiamo fatto"

Lo sfogo di Forte: "Macerata non può sparire dal calcio che conta. Orgogliosi come uomini di quanto abbiamo fatto"

Una stagione incredibile per la Maceratese: sia per gli importanti risultati raggiunti (in queste condizioni la salvezza artimetica prima della fine della regular season è stata veramente un'impresa) che per le assurde vicissitudini societarie Uno sfogo amaro arriva da uno dei protagonisti dell'annata biancorossa, il portiere Francesco Forte, che in merito agli accadimenti di questa stagione scrive su Facebook: "Incredibile cosa può regalarti il calcio... senza stipendio da ottobre, società che sostanzialmente non è mai esistita... abbiamo pensato solo al campo e non abbiamo mai mollato un centimetro... l'abbiamo fatto sopratutto per NOI perché SIAMO UOMINI prima che calciatori, per la città per i nostri meravigliosi tfosi che si sono messi subito dalla nostra parte... Ora sì, ora possiamo dirlo: è salvezza matematica.  Un cammino straordinario impensabile ad inizio stagione e senza le varie defezioni avremmo potuto lottare per qualcosa di ancora più importante. Mi auguro solamente che questa bellissima piazza non sparisca dal mondo del calcio che conta e che entri qualcuno innamorato di Macerata e della società: MACERATA NON PUÓ SPARIRE. MACERATA È DEI MACERATESI".

25/04/2017
Esordio positivo per gli atleti dello Smile Bike team di Potenza Picena al Gravitalia

Esordio positivo per gli atleti dello Smile Bike team di Potenza Picena al Gravitalia

Dopo le tristi vicende in casa Smile bike team (incidente di un tesserato), tre giovani emergenti - Michele Mazzieri, Luca Ruffini e Gabriel Parigi - novelli della disciplina regina del gravity, hanno affrontato il mondo race italiano e si sono confrontati con i migliori piloti del momento.   Un esordio positivo, quello al circuito nazionale Gravitalia: Mazzieri ha stampato un terzo posto di categoria e non sono stati da meno i tempi registrati da Ruffini e Parigi, che hanno gareggiato nella categoria più agguerrita classificandosi rispettivamente 14esimo e 17esimo.     Gravitalia Pian del Poggio PV:- Michele Mazzieri 3° classificato cat. Elitemaster- Luca Ruffini 14° classificato cat. Junior- Gabriel Parigi 17° classificato cat. Junior  

25/04/2017
Ora che la salvezza è realtà, alla Maceratese servono certezze per il futuro

Ora che la salvezza è realtà, alla Maceratese servono certezze per il futuro

Il futuro della Maceratese rimane un rebus. La squadra allenata da Federico Giunti ha guadagnato sul campo il diritto a partecipare anche la stagione ventura al campionato di Lega Pro, ma la dissennata gestione societaria del presidente Filippo Spalletta non lascia nessuna speranza. Di fronte al fuggi fuggi della dirigenza, che si è letteralmente dissolta dopo il Torneo di Viareggio, la Maceratese nelle ultime partite è potuta scendere  in campo solo grazie agli sforzi di tifosi ed appassionati.   Chissà se un giorno l’italo-svizzero Filippo Spalletta avrà il buon senso di spiegare alla città cosa è successo, perché ha fortissimamente voluto la Maceratese e poi l’ha abbandonata al proprio destino. I presunti debiti ereditati dalla vecchia proprietà non possono costituire un alibi, perché Spalletta sapeva, quando ha sottoscritto l’atto di compravendita, di non acquisire una società “pulita”.   L’avvocato Andrea Bargagna, più volte interpellato al riguardo, ha fatto cadere nel vuoto la domanda. L’amministratore delegato Simone Sivieri, che ha fatto da trait d'union fra lo stesso Bargagna e Spalletta, ha sposato la linea del silenzio.   Gli ultimi cinque mesi di vita del sodalizio biancorosso, dal 22 novembre ad oggi, restano avvolti dal mistero. Un po’ come l’identità dei giocatori tesserati dalla SS Maceratese srl dopo l’avvento di Spalletta, mai convocati in prima squadra.    I presidenti venuti da lontano non hanno mai fatto le fortune della Maceratese. Nei primi anni del nuovo millennio si erano succeduti alla guida della Maceratese Mario Bonsignore e Gianni Rovelli. “Sto seguendo il risultato della partita sul televideo Rai” fece Rovelli al telefono, mentre la sua squadra, la Maceratese, era impegnata nello spareggio salvezza a Ladispoli.    Adesso, grazie alle dirette in streaming di Sportube, Spalletta potrà dire di aver seguito tutte le partite della Maceratese. Peccato che si sia dimenticato (tra le altre cose) lui ed i suoi incaricati che la scorsa settimana il procuratore federale a Roma trattava il deferimento Covisoc della Maceratese. Nessuno si era preoccupato di presentare le dovute memorie, né tanto meno di rappresentare in loco il sodalizio biancorosso. La presenza del tutto fortuita “nei paraggi” dell’avvocato Gabriele Cofanelli ha evitato ulteriori figuracce.   Per dare un futuro in Lega Pro alla Maceratese sono rimasti due mesi, ma bisogna fare in fretta. Domenica scorsa in tribuna all’Helvia Recina c’era l’ex direttore generale, Stefano Caira. La sua era una presenza interessata, non solo al risultato del campo fra la Maceratese ed il Teramo. Caira non ha fatto mistero che la sua venuta a Macerata lo scorso gennaio sarebbe dovuta servire per fare da apripista a Giorgio La Cava. L’imprenditore perugino resta l’unica ancora di salvezza credibile.   Un ruolo cruciale nella trattativa che dovrebbe portare la Maceratese nelle mani di Giorgio la Cava ce l’avrebbe l’ex presidente Maria Francesca Tardella. Avversata da una parte della tifoseria, ma in grado da sola di ridare lustro al calcio maceratese.   Spalletta, che si affrettato a smentire qualsiasi contatto con Gaetano Battiloro, a questo punto ha il dovere morale di farsi da parte. Al più presto, senza reclamare alcunché. La Maceratese, i suoi tifosi e la città non meritano questo scempio.

25/04/2017
Volley, Medea Montalbano batte Ciù Ciù Offida

Volley, Medea Montalbano batte Ciù Ciù Offida

Medea Montalbano mette in cantiere 2 punti sufficienti per la matematica certezza del primo posto. Lo ha fatto lo scorso sabato 22 aprile alla Marpel Arena al termine di una partita non priva di sofferenze nel derby contro Ciù Ciù Offida, che ha visto gli uomini di coach Adrian Pablo Pasquali imporsi per 3-2 al termine di una sfida iniziata a spron battuto ma poi rivelatasi irta di sofferenze. Un derby marchigiano particolare, con il ritorno di Diego Bizzarri alla Marpel Arena da avversario (dopo aver disputato il girone di andata in biancoverde), e che ha visto le squadre affratellate non solo dalla sportività ma anche dall’omaggio dell’Arena a Michele Scarponi, un grande dello sport marchigiano venuto tragicamente a mancare proprio poche ore prima dell’incontro. Capolista che si presenta al completo, con Alex Molinari in panchina (convocato ma non ancora utilizzabile dall’infortunio con Latina) e che pesca dal vivaio portando il centrale Ricottini e il secondo libero Maccari. Primo set privo di storia che vede Montalbano condurre sempre con ampio margine e portando in porto il parziale con un perentorio 25-17. La pallida reazione di Offida (che all’andata, va ricordato, procurò il primo dispiacere alla formazione di Pasquali) è però una mera illusione per la Medea, che dal secondo set in poi comincia a capire cosa la aspetta. La partenza lanciata della formazione di coach Pupi (trascinati da un’ottima performance offensiva dell’opposto Rossetti, che vince il duello con l’omologo Scuffia 25-29) infatti lascia sul posto i maceratesi che si ritrovano sempre ad inseguire, invano. Finisce 23-25. Punta nell’orgoglio (e spinta dalla voglia di prendersi i 3 punti), la Medea prova a rifare subito la voce grossa e a replicare la partenza del primo set. Offida riesce però a tenersi in scia e si va al primo time-out tecnico sull’8-6 per Macerata. Non basta però perché Ciù Ciù riesce a sorpassare proprio sul 15-16 per il secondo tecnico. I biancoverdi riescono a tenere il contatto con gli avversari fino al 20-21, dopo di che la situazione precipita e succede quello che Pasquali sperava di evitare: ospiti avanti e tie-break nella migliore delle ipotesi. A quel punto però anche Offida comincia a sentire la fatica dell’impegno profuso per avere la meglio della Medea nei primi 2 set. Dopo una partenza lanciata (5-8), gli ospiti cedono terreno e vengono sorpassati da Macerata che arriva davanti al secondo time-out tecnico (16-14) e tengono a bada l’ardore offidano. Si va così al tie-break. La Medea ne ha ancora, Offida no. Finisce 15-11. Per Montalbano la festa per la matematica certezza del primo posto, per Offida la consapevolezza di aver dato tutto, sia in termini di qualità che di carattere. MEDEA MONTALBANO-CIÙ CIÙ OFFIDA 3-2 MEDEA MONTALBANO: Molinari A. n.e., Maccari (L2) n.e., Ricottini, Sarnari, Miscio 2, Gemmi 14, Medei 4, Bruno 17, Molinari M. 11, Scuffia 25, Scarpi, Saltarelli 1, Cacchiarelli (L1). All. Pasquali CIÙ CIÙ OFFIDA: Sardellini (L), Lalloni 16, Sitti 1, Bizzarri 6, Nicotra 10, Rossetti 29, Stella 1, Gaspari 11, Buscemi. All. Pupi ARBITRI: Risi-Antonioli PARZIALI: 25-17, 23-25, 20-25, 25-19, 15-11.

24/04/2017
La Maceratese Berretti agli ottavi di finale dei play-off scudetto

La Maceratese Berretti agli ottavi di finale dei play-off scudetto

La Maceratese Berretti allenata da Tiziano Turchetti chiude con una sconfitta casalinga ininfluente il campionato Berretti e si prepara alla stimolante fase dei play-off scudetto. Contro l’Alma Juventus Fano il trainer biancorosso ha fatto rifiatare chi nel corso del torneo regolare aveva speso di più, concedendo minutaggio agli altri volenterosi elementi della rosa. Alla fine il Fano si è imposto per 3-1. La rete dei maceratesi è stata siglata da Macrì. Sul campo i vari: Pozzi, Murdocca, Benigni, Dosio, Romagnino, De Matteis, Lombardo, Mercuri, Shiba, Jo Sadotti, Carissimi e Macrì. Gli ottavi di finale per lo scudetto di categori - Raggiunto l’obiettivo della qualificazione, da sabato 6 maggio si farà veramente sul serio. Sei i gironi composti da tre squadre ciascuno da cui si qualificheranno per la successiva fase dei quarti di finale le prime di ciascun raggruppamento (sei) e le migliori due seconde. La Maceratese è stata inserita nel girone C con il Prato e il Renate. La prima partita si disputerà, come detto, il 6 maggio, la seconda sabato 13 e la terza sabato 20 maggio. Non resta che augurare ai baby biancorossi il più caloroso “in bocca al lupo” per l’ennesima, ci si aspetta brillante, avventura stagionale.

24/04/2017
Rosanna Grufi sul tetto d'Italia, vince il tricolore nel Pentathlon dei Lanci invernali over 65

Rosanna Grufi sul tetto d'Italia, vince il tricolore nel Pentathlon dei Lanci invernali over 65

Clamorosa impresa della lanciatrice maceratese Rosanna Grufi ai Campionati Nazionali Master del Pentathlon dei Lanci invernali che si sono svolti nel fine settimana nello spettacolare impianto sportivo di Ostia Lido e che hanno visto la partecipazione di oltre 150 atleti provenienti da tutta Italia. La portacolori della Sef Macerata ha infatti conquistato il Titolo Italiano della specialità nella categoria over 65 dominando incontrastata in tutte e cinque le gare e, con il fantastico risultato finale di 3.891 punti, ha letteralmente demolito il precedente record Nazionale delle over 65 che era di 3.504 punti. Questi i parziali conseguiti dall’atleta seffina: 8,20 m. nel lancio del Peso, 22,79 m. nel lancio del Disco, 31,89 m. nel Martello, 13,80 m. nel Martello con maniglia corta e infine 14,73 nel lancio del Giavellotto. A coronamento dell’impresa va evidenziato che nelle cinque gare disputate ha anche stabilito tutti i nuovi Records Marchigiani per la categoria F65. Prestigioso secondo gradino del podio per il compagno di squadra, Vincenzo Cappella, che ha portato a termine la prova con punti 2.945 nella categoria degli over 75 eccellendo soprattutto nella specialità del lancio del giavellotto dove, scagliando l’attrezzo a m. 31,44, ha vinto alla grande e stabilito nel contempo il nuovo Primato Regionale di categoria. Buona performance anche per il terzo seffino in gara, Gabriele Ferramondo, classificatosi settimo su 15 partecipanti nella categoria degli over 60 con il punteggio finale di 2.609 punti distinguendosi particolarmente nel lancio del Martello dove ha ottenuto m. 33,53 e soprattutto in quello con maniglia corta dove con m. 13,72 anche lui ha ritoccato la precedente miglior prestazione marchigiana di categoria.

24/04/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433