Sport

La Settempeda vince ancora, battuto fuori casa il Fabiani Matelica

La Settempeda vince ancora, battuto fuori casa il Fabiani Matelica

Prosegue il cammino esaltante della Settempeda nel girone di ritorno. Sei vittorie su dieci gare(le altre sono tre pari e un ko), la terza di fila in totale e la terza consecutiva in trasferta. Sono alcuni dei numeri che certificano il momento positivo dei biancorossi che hanno decisamente ingranato le marce alte e grazie al bottino di punti messo insieme sono ormai giunti in una posizione di classifica tranquilla e che fa ben sperare. L’ultimo “colpaccio” fuori casa la Settempeda l’ha messo a segno sul campo del Fabiani Matelica. Successo largo(1-3) al termine di una prova volitiva e concreta in cui la Settempeda è stata spietata nel finalizzare le ripartenze in velocità e nello sfruttare gli ampi spazi concessi dai rivali, specie sulle fasce. Meriti indiscutibili vanno in particolare a due biancorossi: Roberto Broglia e Roberto Sorichetti. Il primo si conferma implacabile finalizzatore con una doppietta fondamentale nel corso della ripresa, prodezze che lo rendono bomber della squadra con 11 centri totali; il secondo chiude la saracinesca tenendo ben saldo il vantaggio e con prontezza e bravura rintuzza molti tentativi avversari. Bisogna riconoscere che non è stata una delle migliori prove della squadra fra le tante ottime viste in questo scorcio di campionato, c’è stata qualche disattenzione e difficoltà di troppo in disimpegno quando c’era da uscire dalla difesa, ma il lavoro svolto dal gruppo è stato di grande impegno e sacrificio e questo alla fine è stato premiato con i tre punti che rappresentano un altro mattoncino da mettere nella costruzione della salvezza.  Mister Ruggeri si presenta all’impegnativa sfida di Matelica con l’organico al completo, ma decide di non apportare cambi rispetto al turno precedente e così va in campo lo stesso undici che aveva saputo battere il Rione Pace. Il Fabiani, privo di qualche elemento soprattutto in avanti(vedi Vrioni), si presenta con il 4-4-2. Gli inizi del match non sono con ritmi alti e le squadre sembrano studiarsi con attenzione. L’impressione è che si temano a vicenda e allora si sceglie una certa prudenza. La prima chance è per la Settempeda. Fattori può partire da solo verso l’area, ma prima di arrivarci tenta un difficile pallonetto in corsa che sorvola la traversa. Al 16’ bella manovra ospite. Rossi allarga verso sinistra per Gianfelici che si accorge del taglio di Meschini e lo serve. Destro dal limite del numero 3 e pallone largo non di molto. Al 26’ Mamudi viene lanciato in area, ma Sorichetti è pronto nell’anticipo grazie ad una uscita bassa perfetta. Scocca la mezzora quando la Settempeda trova il vantaggio. Altra bella iniziativa in velocità sulla sinistra. Meschini crossa rasoterra con un preciso esterno destro. Broglia arriva con un attimo di ritardo all’appuntamento con il pallone che sfila verso il secondo palo dove arriva in corsa Fattori che non ha alcuna difficoltà a spingere in porta. 0-1. Dopo il vantaggio i biancorossi mollano un po' e il Fabiani viene fuori. Al 35’ sugli sviluppi di un calcio piazzato è Carbone a provare il destro dal limite. Sorichetti fa buona guardia e blocca a terra. Al 38’ Ilari crossa morbido. Sorichetti esce mancando il pallone ma il colpo di testa di Mamudi è alto. Al 43’ Ilari intercetta un passaggio degli avversari e riparte. Servizio filtrante in area per Ciniello che calcia in corsa. Sorichetti in uscita sbarra la strada all’avversario. Si va al riposo con il minimo vantaggio della Settempeda. La prima azione della ripresa è dei locali ed è tra le più pericolose dell’incontro. Pallone lungo in area dove Latini non arriva. Dietro di lui Mamudi controlla per poi calciare di sinistro. Rasoterra che Sorichetti respinge di piede. Poco dopo Latini chiede il cambio e esce. Ruggeri modifica la squadra. Giorgi, che entra, si piazza a centrocampo(sulla destra) con Bonifazi che scala indietro a fare il terzino mentre Ciccotti diventa centrale. Al 18’ la Settempeda ritorna ad essere pericolosa. Gianfelici tocca di testa per l’accorrente Broglia calcia subito. Destro che sfiora il palo. Al 25’ biancorossi ancor più vicini al raddoppio. Selita salta bene appoggiando di testa verso D’Ascanio, sono i due nuovi entrati, che tocca all’indietro trovando Broglia in ottima posizione. Destro in corsa da posizione ideale che esce di un soffio. Episodio dubbio qualche istante dopo. Lancio lungo di Rossi a pescare lo scatto di Giorgi. Quest’ultimo sembra partire in posizione nettamente regolare, ma l’arbitro vede il fuorigioco e fischia annullando il bel gol in pallonetto di Giorgi. La Settempeda dà l’impressione di poter davvero segnare da un momento all’altro e, puntualmente, lo fa al minuto 28. Giorgi ruba palla sulla fascia e serve Broglia. Tocco a seguire per aggirare un difensore e scatto verso l’area. Appena entrato nei 16 metri Broglia calcia di giustezza trovando l’angolino basso alla destra di Sabbatucci. 0-2. Come aveva fatto nel primo tempo la squadra biancorossa, forte del vantaggio, si rilassa un po' troppo e rischia. Ciniello svetta di testa mettendo a fil di palo. Al 38’ lo stesso Ciniello ripete il gesto precedente. Colpo di testa in mischia che va sul palo. La palla torna a centro area dove Vitali esegue un tiro in acrobazia trovando una parabola a spiovere che si infila, imparabile, sotto la traversa. 1-2. La gara sembra riaperta e in bilico. Il Fabiani ci crede e si spinge in avanti. La Settempeda, però, non concede troppe illusioni dato che al 43’ trova il contropiede che mette la parola fine alle ostilità. Giorgi, al secondo assist decisivo, mette in mezzo da destra un invitante pallone. Broglia lo controlla, si gira saltando un avversario, elude l’uscita bassa di Sabbatucci e poi scodella con il destro un morbido pallone che entra nella porta vuota. Grande esecuzione del bomber biancorosso e 1-3. I minuti finali si giocano per onor di firma ma c’è tempo per vedere un doppio grande intervento di Sorichetti. Il numero 1 ospite devia in tuffo un rasoterra di Mamudi, poi con uno scatto verso la propria destra va a intercettare il tap in di Ciniello. E’ l’ultima azione del match che si conclude con il bel successo della Settempeda. FABIANI – SETTEMPEDA 1-3 MARCATORI: pt 30’ Fattori, st 28’ Broglia, st 38’ Vitali, st 43’ Broglia FABIANI MATELICA: Sabbatucci, Mattioli(24’st Sannipoli), Santucci, Resuli(35’st Bartilotta), Boria, Carbone, Ilari, Vitali, Mamudi, Ciniello, Lamnari(1’st Trudo) A disp. Antonelli, Vanità, Plako, Baroni. All. Rustichelli SETTEMPEDA: Sorichetti, Ciccotti, Meschini, Montironi, Latini(8’st Giorgi), Mulinari, Fattori(13’st D’Ascanio, D’Ascanio, Rossi, Bonifazi, Broglia, Gianfelici(21’st Selita). A disp. Palazzetti, Dialuce, Rocci, Firmani. All. Ruggeri ARBITRO: Roncaglia di Macerata NOTE: spettatori 70 circa. Ammoniti: Resuli, Boria, Vitali, Ilari, Latini, Ciccotti. Angoli: 6-2. Recupero: pt 1’, st 4’

26/03/2017
Partenza col turbo per la kermesse nazionale paralimpica portata dall’Anthropos

Partenza col turbo per la kermesse nazionale paralimpica portata dall’Anthropos

Un successo annunciato grazie all’organizzazione certosina dell’ Anthropos di Civitanova Marche e alla presenza dei migliori atleti d’Italia. Il weekend paralimpico ad Ancona sta rispettando le aspettative. Ieri, sabato 25 marzo 2017, si sono aperte col botto le gare al Palaindoor e all’Italico Conti. Una cerimonia emozionante e una pioggia di record ai Campionati Italiani Paralimpici di Atletica Indoor Fisdir (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) e Fispes (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) insieme ai i Campionati Invernali di Lanci Fispes, validi anche come prima tappa della Coppa Italia. Rispondono subito presente le stelle azzurre già applaudite alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Undici i record Fispes al coperto. Martina Caironi (Fiamme Gialle) mette il turbo e debutta in stagione con nei 60 T42 firmando il primato italiano con 9.66, mentre l’altra azzurra Monica Contraffatto (Paralimpico Difesa) chiude con 10.40. Un nome che è sinonimo di garanzia quello di Arjola Dedaj (Fiamme Azzurre) salita sul tetto d’Italia con 8.41 nella categoria non vedenti sulla gara di velocità T11 al fianco della nuova guida marchigiana Daniela Reina, già primatista Fidal nei 400. Le Fiamme Azzurre esultano anche per il “record chirurgico” di Emanuele Di Marino nei 60 T44, capace di tagliare il traguardo in 7.58, un centesimo in meno del precedente primato. Tra i tanti record merita una menzione speciale l’8.98 fatto registrare da Stefano Stacchiotti (Anthropos) nei 60 T37. All’Italico Conti show di Simone Giovarruscio (Athletic Terni), campione italiano nel disco F37 con il record tricolore di 37, 84, allungando di quasi quattro metri il precedente primato. Buona prova al coperto per Anna Maria “Chicca” Mencoboni dell’Anthropos, campionessa italiana nei 400 T12 con la guida Federico Pergolini. Sul fronte Fisdir in evidenza gli atleti dell’Anthropos. Esordio con fuochi i d’artificio per Gabriele Brengola, portacolori del team civitanovese capace di imporsi nei 60 TF20 al primo colpo con il tempo eccezionale di 7.97 e un secondo posto nel peso. Un buon quinto posto per l’altro esordiente nella stessa categoria, Adolf Agjemang. In campo femminile non delude Florence “Speedy Gonzales” Repetto (Anthropos), la più veloce d’Italia in volata nei 60 TF20 con il tempo di 8.92. Niente 60 metri piani per il finalista alle paralipiadi di Rio, Ruud Koutiki, dolorante a un piede e concentrato sulla staffetta. Una scelta azzeccata perché la scheggia di Maltignano ha portato la squadra dell’Anthropos sul gradino più alto del podio nella 4X400, festeggiando l’ennesimo successo con i compagni Carlo Corallini, Federico Mei e Alessandro Mattei. Non conosce limiti l’atleta della Polisportiva Disabili Fabriano Luca Mancioli, campione italiano indoor nei 400 TF21 con il tempo eccellente di 1:13.79. campionessa italiana anche Paola Abbadini (Anthropos), grazie all’1:36.02 nei 400 TF20 Amatori. Primo posto incontrastato anche per Federico Mei (Anthropos) nella marcia 3000 TF20. Tanti applausi per Nicole Orlando (Società Ginnastica La Marmora), sul gradino più alto del podio nei 60 TF21 con il tempo di 10.84 e nel lungo TF21 con 3.25. Carlo Corallini (Anthropos) terzo nel lungo TJ TF20 con 4.00. Secondo posto nel peso SP kg 7.260 TF20 per Marco Facchino(Anthropos) con 6.79 dietro al campione italiano Francesco Grando (Trevisatletica) con 6.89. Oggi, a partire dalle 9.30, la seconda giornata di gare ad Ancona. Grande attesa per l'ingresso in gara della campionessa paralimpica dell'Anthropos Assunta Legnante.

26/03/2017
La Roana Cbf conquista la battaglia contro la Corplast Corridonia -VIDEO

La Roana Cbf conquista la battaglia contro la Corplast Corridonia -VIDEO

Al Fontescodella torna il pubblico delle grandi occasioni per il big match tra la Roana Cbf Macerata e la Corplast Corridonia. Una partita di gran livello, ricca di colpi di scena e grandi giocate da entrambe le parti e dove alla fine vince la Roana Cbf prolungando la striscia di vittorie e la cavalcata del campionato. Le maceratesi vincono il primo parziale giocato in equilibrio fino all' undici pari poi Giorgi con tre attacchi consecutivi spezza il set, la Roana Cbf prende fiducia e arriv al massimo vantaggio di 19 a 13. La Corplast non molla dà battaglia alle avversarie, scambi lunghi e ben giocati da entrambe le formazioni, uno bello spettacolo giocato al massimo della correttezza. Chiude con un attacco di Giorgi che firma il 25 a 17. Il secondo set è ancora battaglia a suon di attacchi e difese. La Corplast prova ad insidiare la capolista, entrambe le formazioni tentano di crearsi il break per tentare la fuga ma nessuna delle due formazioni ha voglia di mollare. Alla fine la spuntano Grizzo e compagne che spuntano sul 20 a 19 dove le padrone di casa non sbagliano più nulla fino alla fine del set. Nel terzo ed ultimo parziale Bellucci mette a terra dieci palloni di cui cinque consecutivi sul 5 pari. Nonostante il vantaggio della Roana Cbf la Corplast non demorde e risponde con le bordate di Orazi e Bianchella. Le macreatasi aamministrano bene il vantaggio e rispondono al fuoco nemico che si fa sempre più insidioso tanto che coach Giganti chiama time out sul 22 a 20. Tornate in campo si gioca in equilibrio e chiude Valentina Tozzo con un muro che chiude set e partita. Sabato prossimo altro match caldo, si va a Civitanova, un altro derby, un'altra partita difficile prima dello scontro con la Pieralisi Jesi. Roana Cbf Macerata: Grilla, Lombardi, Armellini, Tozzo, Foglia, Recine, Bellucci, Peretti, Grizzo, Giorgi, Pieristè, Micheletti. Allenatori: Giganti, Iale Corplast Corridonia: Zamponi, Agostini, Mattioli, Mastri, Seghetta, Vecchietti, Crescini, Bartolacci, Prosperi, Orazi, Di Caterino, Bianchella, Fratesi. Luchetti, Gabrielli Arbitri: Santoniccolo e Santin  

26/03/2017
Marco Fantauzzi è il nuovo presidente della Maceratese: ecco l'identikit

Marco Fantauzzi è il nuovo presidente della Maceratese: ecco l'identikit

Il nuovo presidente della Maceratese, Marco Fantauzzi, è titolare dello stabilimento balneare “La Vela” a Fregene, in provincia di Roma. 57 anni, sposato, una figlia, Fantauzzi è laureato in economia e commercio ed è tifosissimo della Lazio. Una passione quasi irrefrenabile, degenerata cinque anni fa quando in occasione della partita fra i biancocelesti e il Napoli Fantauzzi fece incursione nella cabina occupata dal giornalista di Radio Rai, Giulio Delfino. “Attaccate ar c..zo” urlò al microfono il neo presidente della Maceratese. Il fuori onda fece il giro del web, dove tutt’ora è possibile ascoltarlo, venne anche ripreso anche da “Striscia la notizia . “Si è trattato di un semplice sfotto’ tra amici che si prendono in giro sulla Lazio e sulla Roma” disse Fantauzzi, cercando di sminuire l’accaduto. Ma oramai la frittata era fatta. Fantauzzi è stato consigliere comunale a Fregene e candidato alle elezioni politiche nelle liste del Popolo della libertà. 

25/03/2017
Paoloni sconfitta nel derby con Montalbano ma con il morale alto

Paoloni sconfitta nel derby con Montalbano ma con il morale alto

Derby a macerata che ha mantenuto tutte le aspettative in quanto riguarda lo spettacolo. È stata una gara combattuta sin dall'inizio.  Sia Rosichini che Pasquali stasera possono far scendere in campo le loro migliori formazioni. Davanti ad una bellissima cornice di pubblico partono subito forti entrambe le formazioni che lottano punto a punto fino a metà del primo parziale poi la Paoloni prende un po' di margine che poi riesce a mantenere fino alla fine aggiudicandoselo per 25-19. Nel secondo invece sono i biancoverdi a partire con il piede giusto ma in questa partita sembra non esserci nulla di scontato perché le due formazioni vanno avanti come un tira e molla. Ma stavolta è la Medea che si aggiudica il secondo set e pareggia il con sull'1-1 vincendo 21-25.  Terzo set che viene guidato dalla Paoloni che dopo il secondo break tecnico avanti per 16-10 sembra avere un calo e questo se si fa quando si è in un derby lo si paga, infatti i ragazzi di Rosichini sono stati recuperati e proprio nel finale superati dando così il parziale alla Medea 1-2 23-25. Il quarto parziale è lotta pura tra le due formazioni che per tutto il parziale vanno avanti punto a punto fino alla fine dove la Medea si aggiudica l'intera posta in palio ai vantaggi. 25-27 e 1-3. Un plauso a entrambe le formazioni che hanno fatto vivere un bellissimo pomeriggio sportivo ai tantissimi accorsi al Palas. La Paoloni in questa gara può solo recriminare i troppi servizi sbagliati mentre per la Medea 3 punti che mantengono il vantaggio sulla seconda.   PAOLONI - MEDEA MONTALBANO  RIS: 1-3 ( 25-19 21-25 23-25 25-27 ) PAOLONI : Recine, Santambrogio, Larizza T., Cantagalli, Calistri (L), Furiassi, Di Silvestre P., Larizza J, Trillini, Storani, Bussolari. All. Rosichini - V.All. Paparoni MEDEA MONTALBANO  : Ricottini, Sarnari, Miscio, Gemmi, Medei, Bruno, Molinari, Scuffia, Scarpi, Saltarelli, Cacchiarelli (L), Valenti .  All. Pasquali - V.All. Marzi

25/03/2017
Il Futsal Potenza Picena esce a testa alta dal campo del Cobà

Il Futsal Potenza Picena esce a testa alta dal campo del Cobà

Il Futsal Potenza Picena esce sconfitto a testa alta dal campo della capolista. I potentini vengono battuti per 6-5 dal Futsal Cobà, al termine di una gara molto combattuta che ha visto i giallorossi anche condurre il match per larghi tratti, in cui avrebbero meritato il pareggio. Purtroppo nel finale c'è stata la rimonta dei padroni di casa, che davanti al proprio pubblico non perdono dal 14 dicembre, e così si spegne definitivamente il sogno play-off visto il contemporaneo pareggio del C.S.A. Cagli. Pronti via e la compagine di mister Nicolino Rocchi piazza un 2-0 secco nei primi 10 minuti, ad opera di Serantoni e Palmieri. Aleggiano i fantasmi della gara contro il Futsal ASKL ma questa volta i ragazzi di mister Massimiliano Sbacco non si sciolgono come neve al sole, reagendo alla grande. Gattafoni e la doppietta di "Bogio" Matteucci ribaltano il risultato a favore dei giallorossi e quasi sul finire di frazione Cassaro sigla il 3-3. Nella ripresa Pietracci realizza il 3-4 ed il Futsal Potenza Picena tiene bene il campo sino al finale. In sette minuti il Cobà si riporta avanti, 6-4. Sembra finita ma Gattafoni avrebbe il tiro libero per provare a riaprire i giochi ma lo fallisce. Il numero 7 potentino proprio negli ultimi secondi si rifa mettendo in rete il 6-5 finale. "Oggi abbiamo sfoderato un'ottima prestazione - rimarca il presidente Luciano De Luca -  Peccato per venerdì scorso, quando non siamo stati noi, perchè, con un altro risultato, ancora avremmo potuto dire la nostra. Paghiamo un pò il percorso in trasferta poichè da gennaioin poi abbiamo raccolto pochissimi punti, appena 2. C'è stato un calo, penso più fisico, che in parte potevamo preventivare visto che siamo partiti dopo, per alcune problematiche, e abbiamo fatto poca preparazione. Comunque rimane un ottimo campionato - conclude De Luca - non dimentichiamoci che siamo una neopromossa e abbiamo fatto molto bene."  FUTSAL COBA' - FUTSAL POTENZA PICENA 6-5 (3-3 pt) FUTSAL COBA': Quondamatteo (gk), Lignite, Mindoli, Di Gioacchino, Palmieri, Amadio, Ledda (c), Serantoni, Cassaro, Marcelli (gk), Bacaloni, Bottolini All. Campifioriti FUTSAL POTENZA PICENA: Losco (gk), Orlandoni, De Luca (c), Sarnari, Matteucci, Buono, Pietracci, Cimmino, Bonfigli, Gattafoni, Guardati (gk) All. Sbacco Reti: 1' Serantoni, 9' Palmieri, 10' Matteucci, 11' Gattafoni, 19' Matteucci, 27' Cassaro, 11' st Pietracci, 21' st Serantoni, 23' st Cassaro, 28' st Di Gioacchino, 31' st Gattafoni Arbitri: Nuredin Shala di Ancona e Andrea Angelini di Ascoli Piceno     Matteo Valeri Ufficio Stampa ASD Futsal Potenza Picena

25/03/2017
Recanati, Europa Calcio in campo contro la chiusura del Punto di Primo Intervento del Santa Lucia

Recanati, Europa Calcio in campo contro la chiusura del Punto di Primo Intervento del Santa Lucia

Lo sport è da sempre vicino e sensibile ai problemi sociali e legato più che mai al suo territorio. E’ con questo spirito che i calciatori dell’Europa Calcio, che milita in seconda categoria e che per la sua attività si appoggia alla struttura sportiva di Loreto, grazie alla generosa ospitalità del presidente Andrea Capodaglio, ieri pomeriggio, prima del fischietto di inizio della partita, hanno indossato una maglietta per richiamare la Regione Marche e il mondo politico a non permettere la chiusura del Punto di Primo Intervento (servizio di emergenza) dell’ospedale Santa Lucia di Recanati. Tutti i giocatori e i dirigenti della società hanno aderito a questa iniziativa ricordando anche come stesso destino sta attraversando l’ospedale di Loreto. I giovani calciatori sono Massimiliano Accattoli, Lorenzo Agostinelli, Francesco Alborino, Matteo Araujo Ribeiro, Goffredo Biondo, Marco Brandoni, Riccardo Camilletti, Alessio Capodaglio, Pape Diouf, Andrea Falleroni, Andrea Frontini, Nicola Generosi, Giovanni Guardabassi, Matar Kane, Luca Petrini, Gianluca Pierini, Nico Raponi, Simone Sabbatini, Alexandre Sampaoli, Filippo Santarelli, Luca Stoppini, Giovanni Tondini. Oltre al presidente della società Fabio palazzo hanno aderito all’iniziativa i dirigenti Francesco Cerioni, Franco Romoli, Alberto Pellegrini e Moreno Sampaoli.

25/03/2017
Lube, domani in campo a Modena per Gara 2 di Semifinale Scudetto

Lube, domani in campo a Modena per Gara 2 di Semifinale Scudetto

La Cucine Lube Civitanova scende in campo al PalaPanini di Modena per Gara 2 delle Semifinali Play Off Scudetto. Domenica (ore 18) in Emilia i cucinieri proveranno a compiere il secondo passo verso la Finale, dopo la vittoria al tie break di domenica scorso all'Eurosuole Forum che ha sancito l'1-0 nella serie che si gioca al meglio delle cinque gare. Un eventuale successo degli uomini di Blengini consegnerebbe ai biancorossi già il primo match ball per chiudere la sfida con l'Azimut in Gara 3, ma prima bisognerà fare i conti con la formazione modenese vogliosa di riscatto di fronte al proprio pubblico dopo il ko accusato nelle Marche. Stankovic e compagni partiranno nel pomeriggio di sabato per Modena, dopo un allenamento tecnico sostenuto all'Eurosuole Forum. Domani mattina la consueta seduta di rifinitura al Pala Panini. A sostenere i cucinieri oltre 250 tifosi. La lunga sfida tra Lube e Modena, che si incontreranno anche nei Playoffs 6 di Champions League, continua. Il tecnico dei modenesi Tubertini proporrà in regia la staffetta Travica-Orduna, in diagonale con Vettori. Al centro Holt e Le Roux con pronta l'alternativa Piano, a schiacciare confermati Ngapeth e Petric. Il libero è Rossini. "Ci aspetta un'impresa difficile - dice Jenia Grebennikov - ma vogliamo vincere: sarebbe molto bello conquistare il Pala Panini e vincere anche Gara 2 per portare la serie sul 2-0 e daremo tutto per questo obiettivo. Ci attendono almeno quattro partite di fila con Modena, ma vanno affrontate una alla volta. Credo che, anche alla luce di Gara 1, se pensiamo soprattutto al nostro gioco e riusciamo a mettere in campo la pallavolo che abbiamo mostrato di sapere esprimere per lunghi tratti della stagione potremo fare nostre le tante sfide che ci attendono con i modenesi, a partire proprio da Gara 2". Gara 2 di Semifinale sarà diretta da Matteo Cipolla di Palermo e Alessandro Tanasi di Siracusa.  

25/03/2017
Maceratese, Giunti: "La partita con la Feralpisalò nasconde delle insidie, ma sono fiducioso"

Maceratese, Giunti: "La partita con la Feralpisalò nasconde delle insidie, ma sono fiducioso"

Ancora poche ore e la Maceratese avrà un nuovo presidente, l’imprenditore romano Marco Fantauzzi. Fra due giorni potrà dirsi definitivamente conclusa l’avventura di Filippo Spalletta, durata appena quattro mesi. E’ tutto pronto per il passaggio di quote dall’imprenditore italo svizzero al gruppo rappresentato dall’avvocato Angelo Massone, manca solo la firma dal notaio, prevista per lunedì. L’altro personaggio che fa parte della cordata, lo ricordiamo, è Luca Macaluso.   A nulla è valso l’impegno del sindaco di Macerata, Romano Carancini, affinché la Maceratese tornasse nelle mani di imprenditori locali. Non è bastato neanche l’arrivo in città del presidente della Lega Pro Gabriele Gravina e l’incontro con l’amministratore delegato Simone Sivieri pochi giorni fa allo stadio Helvia Recina. Era stato già tutto deciso. I tifosi hanno provato a manifestare il proprio dissenso, ma pure la loro voce è rimasta inascoltata.   Restano diversi punti interrogativi, ai quali solo il tempo potrà dare una risposta. Le referenze estrapolate da internet sui nuovi personaggi non sono rassicuranti. L’allenatore della Maceratese, Federico Giunti, ha messo subito in chiaro alcuni aspetti. “Chi subentra deve avere ben chiara la situazione – ha detto Giunti - Ci sono da saldare subito due mensilità, e altre due a metà aprile. Serve la forza economica per poterlo fare. Chiunque arrivi è il benvenuto, ma verrà messo subito alla prova senza aspettare tanto tempo perchè queste scadenze sono incombenti”.   Insieme alla Maceratese anche ieri si è allenato a parte Spalletta junior. Il figlio del presidente, che figura fra i giocatori sotto contratto pur non essendo mai stato convocato, dovrebbe continuare la sua esperienza in biancorosso; Sandro Spalletta avrebbe firmato un contratto biennale dopo l’avvento di suo padre alla presidenza.      “Ci ha fatto molto piacere ricevere attestati di stima da parte dei ragazzi della curva che ci sostengono, dalle istituzioni – ha aggiunto Giunti -  Anche la serata con la cena offerta alla squadra siamo stati bene. Il nostro impegno da qui alla fine sarà massimo per raggiungere l’obiettivo salvezza”.   Domani la Maceratese ospiterà allo stadio Helvia Recina (ore 16,30) la Feralpisalò. Sono solo sedici i giocatori convocati per la trasferta nelle Marche dall’allenatore Michele Serena, a causa delle numerose assenze.   La partita con la Feralpisalò può essere considerato il primo match point per la salvezza della Maceratese?   “Dobbiamo cercare di sfruttare queste prime partite da qui alla fine, sono contento che capiti in casa perché l’Helvia Recina nel girone di ritorno sta diventando il nostro fortino. La partita con la Feralpisalò nasconde delle insidie, hanno una classifica diversa dalle aspettative per varie vicissitudini. Hanno una bella squadra, a gennaio hanno fatto un mercato importante per fare il salto di qualità che non c’è stato. Sono fiducioso perché i miei ragazzi stanno bene fisicamente, il punto di Lumezzane è stato ottimo”.   Una Maceratese in salute può sopperire meglio all’assenza di un leader come Perna in difesa?.   “Armando non lo avremo da qui alla fine, ma sarà presente al fianco dei compagni, resta comunque un sostegno importante per i compagni. Lo vedono come un punto di riferimento. Perna era mancato anche contro la Reggiana, abbiamo altre soluzioni che ci permettono di stare tranquilli”.   Ha qualche dubbio sulla formazione?   “Non so bene come ci schiereremo davanti. De Grazia e Peterilli, che erano partiti dalla panchina a Lumezzane, scenderanno in campo dal primo minuto”.   La Maceratese proverà ancora a tenere alto il ritmo della partita.   “Dovremo fare il conto con il caldo. Loro hanno tre riferimenti davanti che, se lasciati giocare liberamente, ci possono mettere in difficoltà. Dietro concedono qualcosa, se riusciamo a stare corti, stretti, compatti, possiamo farcela. Davanti creiamo sempre qualcosa”.   Nel match di andata la Maceratese perse per 2 a 0 in trasferta con la Feralpisalò.   “Non avevamo raggiunto ancora un buon grado di intensità, non riuscivamo a mantenere alta la concentrazione per tutti e novanta i minuti. La Maceratese fece comunque una discreta partita, il risultato non deve trarre in inganno. Il secondo gol arrivò a tre minuti dalla fine, il loro portiere fece due belle parate ci fu un salvataggio sulla linea su tiro di Palmieri. Adesso stiamo bene, nonostante le difficoltà che ci girano intorno”.   Visti tutti i problemi che ci sono stati in questa stagione, immaginava di trovare la Maceratese in questa posizione di classifica?   “Lo speravo. In queste situazioni non c’è una ricetta, non si sa quale direzione prende la squadra. Non è neanche vero che nelle difficoltà la squadra si compatta. Il merito va ai giocatori, non era scontato che andasse così. I ragazzi sono stati bravi a non disunirsi, hanno sempre ragionato con un'unica testa dentro lo spogliatoio nonostante fossero in venticinque, quella è stata la nostra forza. Bisogna fare ulteriori sforzi perchè l’obiettivo non è stato raggiunto”.        Questa la lista dei convocati e la probabile formazione. MACERATESE (4-3-2-1): 22 Forte; 14 Ventola 5 Marchetti 6 Gattari 31 Sabato; 19 Malaccari Quadri 7 De Grazia; 11 Petrilli 10 Turchetta; 9 Colombi. A disp. 1 Moscatelli, 2 Gremizzi, 3 Broli, 4 Bondioli, 13 Massei, 15 Allegretti, 16 Palmieri, 20 Mestre, 21 Bangoura, 23 Franchini, 26 Moroni, 30 Ingretolli. All. Giunti

25/03/2017
Riparte il campionato per la Recanatese che affronta il Matelica

Riparte il campionato per la Recanatese che affronta il Matelica

Riparte il campionato per la Recanatese! Dopo ben ventuno giorni di riposo forzato, la Recanatese scende di nuovo in campo in campionato. L’undicesima giornata di ritorno mette di fronte, al Nicola Tubaldi, i giallorossi di mister Soda ed il Matelica. Da un lato i giallorossi non possono permettersi altri passi falsi, la classifica impone la conquista dei tre punti se si vuole tentare l’impresa della salvezza diretta. Resta inoltre l’incognita di giocare una partita ufficiale dopo diverso tempo (l’ultima gara disputata dalla Recanatese risale allo scorso 5 marzo contro la Fermana), per questo i giallorossi dovranno approcciare subito nel modo giusto la partita per non farsi sorprendere. Il Matelica non sta attraversando il suo periodo più sereno. La sconfitta in casa della Fermana è costata la panchina a mister Mecomonaco e Clementi (esonerato alla 6° giornata) è stato richiamato dal presidente Canil alla guida della prima squadra in quest’ultimo scorcio di campionato con l’obiettivo di mantenere il secondo posto e disputare nel migliore dei modi i play off. La Recanatese sarà priva di Sartori, che contro il Matelica sconta la seconda giornata di squalifica dopo l'espulsione rimediata nella partita di Civitanova Marche. Il Matelica invece non potrà schierare il difensore centrale Rosania, appiedato anche lui dal giudice sportivo per un turno.

25/03/2017
San Severino, il palasport comunale ospita i campionati nazionali di tiro alla fune

San Severino, il palasport comunale ospita i campionati nazionali di tiro alla fune

Il palasport comunale “Albino Ciarapica” di San Severino Marche ospita domani (domenica 26 marzo) la finalissima del Campionato italiano di tiro alla fune. Ad organizzare l’evento, terza e ultima prova del torneo tricolore, la Polisportiva Serralta che ospiterà la sfida fra le categorie 640 e 680 chilogrammi. Ci saranno anche gli atleti della formazione di casa del “Giaguaro”, fra le favoritissime. Due anni fa, quando il Serralta ospitò lo stesso evento, i gialloblù diedero spettacolo con un pomeriggio da assoluti protagonisti che si concluse con un prestigioso podio. Ben undici le formazioni presenti al palas settempedano: Cobra Fermo, Cavalcata dell’Assunta Fermo, Monte Urano, Black Bull Camaiore, Cerberi Camaiore, San Rocco Faenza, Lubrensis Napoli, Arco Trento, Falchi e Diamanti di Cuneo e, naturalmente, il Giaguaro Serralta. Secondo i pronostici i super favoriti sono i pluricampioni dei Cobra di Fermo e i Black Bull di Camaiore. Questo il programma della giornata: pesatura delle squadre alle ore 9 poi presentazione ufficiale dei protagonisti. Il via alle gare è fissato per le ore 11 con la categoria 640 kg. Nel primo pomeriggio sarà la volta della categoria 680 kg. Le premiazioni al termine delle gare.        

25/03/2017
Stop nel torneo di Indian Wells per la tennista maceratese Camilla Giorgi

Stop nel torneo di Indian Wells per la tennista maceratese Camilla Giorgi

Camila Giorgi, numero 73 del ranking Wta e al secondo posto della classifica italiana, ha fatto ritorno in Italia alla vigilia del torneo di Indian Wells per sottoporsi ad un programma di recupero e risolvere definitivamente il problema alla schiena. La tennista maceratese sarà costretta a riprogrammare la stagione, finora avara di soddisfazioni, ma densa di polemiche. Ricordiamo le incomprensioni con la Federazione Italiana, culminate con l’esclusione dalla squadra di Fed Cup e la decisione della Giorgi di non giocare al Foro Italico gli internazionale di Italia il prossimo maggio. In carriera si è aggiudicata un torneo WTA a Hertogenbosch e ha ottenuto vittorie contro giocatrici di livello come Marija Šarapova, Viktoryja Azaranka e Caroline Wozniacki (tutte ex numero uno del mondo).

25/03/2017
Tolentino, grande successo per il Final Eight di calcio a cinque

Tolentino, grande successo per il Final Eight di calcio a cinque

“E’ stata una giornata indimenticabile per Tolentino. Capace di coinvolgere, oltre a un numeroso pubblico di appassionati, diverse centinaia di alunni delle scuole locali e tante società sportive marchigiane”. E’ questo il commento di Marco Salvatori, il presidente della “Cantine riunite” all’indomani della Final Eight di calcio a cinque che giovedì 23 marzo si è svolta al PalaChierici di Tolentino, grazie alla Divisione Calcio a cinque della Figc che ha voluto portare i quarti di finale della Coppa Italia Frankie Garage 2017 nelle Marche per lanciare un messaggio di solidarietà alle popolazioni terremotate. Un gesto doppiamente concreto perché la stessa Divisione, durante il torneo, ha donato una somma in denaro (2.500 euro) al Comune di Tolentino, mentre un altro contributo (di 1.630 euro) è stato consegnato agli istituti scolastici “Lucatelli” e “Don Bosco” grazie alla raccolta di fondi “Un gol per le Marche” promossa da Sportware attraverso la piattaforma italiana di crowdfunding “Rete del dono”. Alla consegna degli assegni sono intervenuti, fra gli altri, il sindaco Giuseppe Pezzanesi, l’assessore ai Servizi alla persona, Fausto Pezzanesi, la dirigente scolastica Mara Amico (“Lucatelli”) e la fiduciaria Carla Gasparrini in rappresentanza della dirigente scolastica Lauretta Corridoni (“Don Bosco”). E’ stata, una giornata diversa per le tantissime persone che dalle 11 del mattino, fino a tarda sera, hanno riempito il palasport. “Siamo felicissimi di aver portato un sorriso soprattutto ai bambini – ha detto il presidente della Divisione calcio a cinque, Andrea Montemurro -. Il futsal si è fatto portatore di un messaggio positivo”. E poi c’è stato il campo, che ha decretato le quattro semifinaliste: Pescara, Kaos Futsal, Cioli Cogianco e Luparense, le quali ora sono protagoniste di semifinali e finali in programma in Abruzzo. I quarti di finale della Coppa Italia di serie A sono stati trasmessi in diretta Facebook sulla pagina della Divisione calcio a cinque e hanno fatto registrare un boom di visualizzazioni: quasi 90 mila per un totale di 378.130 persone raggiunte.      

25/03/2017
La Maceratese presto nelle mani dell'avvocato Massone

La Maceratese presto nelle mani dell'avvocato Massone

In meno di quarantotto ore si sono dissolte le cinque cordate di imprenditori, forse più, disposte a rilevare la Maceratese. In gioco è rimasto solo il gruppo rappresentato dall’avvocato Angelo Massone, vale a dire Marco Fantauzzi e Luca Macaluso.  “Sono gli unici imprenditori che al momento sono disponibili a rilevare la Maceratese in tempi strettissimi – ha affermato l’avvocato Federico Valori, incaricato dal presidente Filippo Spalletta di trattare la vendita del sodalizio biancorosso – Tempi imposti dalla situazione economico finanziaria, dalla escussione anticipata della fideiussione da parte della Lega Pro e dalla necessità di provvedere al pagamento degli stipendi”. Nonostante il forte malumore della tifoseria, che si dice pronta a manifestare il proprio disappunto domani mattina in Galleria del Commercio a Macerata, sotto allo studio dell’avvocato Valori, il futuro della Maceratese appare segnato. Non un imprenditore locale, come aveva auspicato anche il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina, ma una cordata romana in questo caso. Il passaggio delle quote dovrà avvenire necessariamente entro il 31 marzo, per evitare ulteriori problemi di natura economica al presidente Spalletta e di conseguenza alla Maceratese. La firma sul contratto di compravendita appare imminente. 

24/03/2017
Al via domani la kermesse Paralimpica di Ancona 2017 organizzata dall'Anthropos Civitanova

Al via domani la kermesse Paralimpica di Ancona 2017 organizzata dall'Anthropos Civitanova

Final countdown ad Ancona per i Campionati Italiani Paralimpici di atletica leggera indoor Fisdir e Fispes 2017, insieme ai Campionati Invernali di Lanci Fispes 2017, validi anche come prima tappa stagionale della Coppa Italia di Lanci. La kermesse organizzata dall’Anthropos di Civitanova Marche al Palaindoor e all’Italico Conti di Ancona si aprirà domani, sabato 25 marzo, intorno alle 15.00, con una cerimonia in grande stile per poi dare il via agli oltre 200 atleti iscritti alle rispettive discipline con almeno 50 società sportive in gara giunte nel capoluogo da tutto lo stivale con staff e tifosi. Il presidente dell’Anthropos Nelio Piermattei ha diramato l’elenco ufficiale dei 19 atleti che rappresenteranno il sodalizio civitanovese alla due giorni dorica di gare. Nove gli atleti selezionati per le gare Fisdir, tra cui:Florence Repetto di Pesaro,Marco Facchino, di MontecosaroRuud Koutiki di MaltignanoCarlo, Corallini di Civitanova Marche, Federico Mei di Civitanova Marche, Alessandro Mattei di Morrovalle Paola Abbadini di Sant'elpidio a MareGabriele Brengola (esordiente) di Porto Sant'Elpidio Adolf Agyemang (esordiente) di Loreto. Sono dieci gli esponenti iscritti alle prove Fispes, nella lista tanti volti noti e vincenti, ma anche due esordienti assoluti: Gabriele Brengola di Porto Sant’Elpidio e Adolf Agyemang di Loreto. In ambito Fisdir riflettori puntati su Ruud Koutiki di Maltignano, settimo nel 2016 alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro nella finalissima dei 400 metri piani. Nelle gare Fispes occhi puntati sull’implacabile Assunta Legnante di Potenza Picena, medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Rio nel getto del peso. Le gare si concluderanno domenica in tarda mattinata.

24/03/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433