Sport

Volley Mercato: il 20 luglio svelato il calendario di SuperLega

Volley Mercato: il 20 luglio svelato il calendario di SuperLega

Lo Zanhotel & Meeting Centergross di Bentivoglio, alle porte di Bologna, sarà ancora una volta la sede del Volley Mercato, primo appuntamento della nuova stagione. La Lega Pallavolo Serie A ha ufficializzato le date del consueto evento che dà il via ufficiale alla stagione 2017-2018. Martedì 18 e mercoledì 19 luglio il centro congressi sarà il cuore della Serie A, non solo con le ultime chiusure dei tesseramenti atleti ma anche con seminari dedicati a dirigenti e uffici stampa. Il 20 luglio, invece, torna l’evento “La prima battuta” presenterà la stagione, oltre ai calendari di SuperLega e Serie A2 UnipolSai e degli eventi di Lega griffati Del Monte®. Lunedì 3 luglio alle ore 12.00 scade il termine di presentazione delle domande di ammissione al 73° Campionato di Serie A UnipolSai. Raccolti i documenti presentati dalle Società, la Commissione Ammissione Campionati inizierà i propri lavori, pronunciandosi entro le ore 18.00 di lunedì 10 luglio.

28/06/2017
Maceratese, parla l'imprenditore bresciano Ruggeri: "Sì, mi interessava la società. Adesso è troppo tardi"

Maceratese, parla l'imprenditore bresciano Ruggeri: "Sì, mi interessava la società. Adesso è troppo tardi"

“Oramai è troppo tardi. Questo lavoro andava fatto due mesi fa. Oggi è impossibile rilevare la società. Se mi avessero proposto la Maceratese a tempo debito, forse sarei diventato il presidente. Adesso come adesso bisognerebbe che Ruggeri impazzisse, dice pago tutto, poi vediamo cosa succede”. Il nome dell’imprenditore bresciano Alberto Ruggeri è stato  avvicinato alla Maceratese in questi ultimi giorni. A raccontarci come sono andate le cose è il diretto interessato. “C’è stato un leggero interesse per la Maceratese – dice Alberto Ruggeri - Tramite una conoscenza comune, un amico inglese, ho conosciuto Gaetano Battiloro. Non conosco invece Claudio Liotti né il suo avvocato, Fabio Marinelli, il quale si è permesso di dire che mi sono tirato indietro nella trattativa per acquistare la Maceratese. Io non ci sono mai entrato nella trattativa, assolutamente. Il discorso Macerata mi è stata proposto per la prima volta una decina di giorni fa in questo incontro che ho avuto con Battiloro. Ho dato la mia disponibilità a fare una visita a Macerata, mercoledì scorso sono venuto in città e devo dire che mi è piaciuta molto, anche la gente con cui ho parlato, ho fatto una visita allo stadio Helvia Recina. Non pensavo fosse una città così bella”.   “Mi sono detto: se la situazione non è delle più cattive, si può valutare l’idea – continua Ruggeri - Che potesse essere di sponsorizzazione o di entrare in società. Il nostro intento è quello di acquistare una società di calcio, non inferiore alla Serie C. L’anno scorso siamo stati molto vicini ad acquistare il Pisa, su Mantova sono state dette tutte falsità. Il presidente del Mantova del tempo, che è un mio amico, mi aveva chiesto se potevo dargli una mano, poi ho preferito dire di no perché c’erano molti problemi”.   “Ho dato la mia disponibilità a Gaetano Battiloro a valutare i documenti della società. In pratica ho chiesto a Gaetano di mandarmi tutto quello che è la società Maceratese. Lunedì 26 giugno, due giorni fa, abbiamo ricevuto una documentazione ridicola, imprecisa, insufficiente, ed io ho chiamato dicendo che in queste condizioni personalmente non potevo fare nulla. La prima cosa che un imprenditore deve fare è valutare i conti. Ho parlato con Maurizio Tosoroni, che è anche lui un amico, con Marco Nacciarriti. Mi hanno dato un’idea di quella che è stata la gestione Spalletta e Tardella. Mi hanno fatto la cronistoria. Ritengo di essere una persona seria, il mio gruppo esiste sul territorio da quarantacinque anni. Non inizio nemmeno a fare un discorso se non ho una base solida e seria da cui partire. E poi bisognava svincolare le quote dell’ex presidente Maria Francesca Tardella”.   “Proporre una cosa del genere dieci giorni prima della scadenza dei termini per l’iscrizione al campionato è una cosa assurda. Se l’intenzione era quella di trovare o partner, o se i napoletani sapevano già che non c’erano le risorse, dovevano muoversi prima, almeno a maggio. Io ci ho messo tre mesi per fare la due diligence a Pisa. Quando ho visto che la società non mi ha mandato i documenti richiesti, ho mandato un’informativa dicendo che avrei potuto mandare i miei consulenti per iniziare a fare una valutazione iniziale, per capire da dove si partiva, quale era il problema. Non abbiamo avuto la possibilità di farlo”.   “Un po’ mi dispiace. Non capisco che interesse abbiano i napoletani a portare la Maceratese a questo punto. Non capisco il loro obiettivo. Non so come finirà. Non siamo mai entrati in una fase di trattativa per l’acquisizione della Maceratese. Abbiamo capito che loro avevano bisogno di una società seria per presentarsi in Lega, noi nei confronti di Gravina siamo tranquilli. In più avevano bisogno di partner per avere un supporto economico. Non capisco la motivazione del loro tentennamento. I debiti non sono pochi, qualcuno ha combinato qualche guaio. Quando si acquista una società, bisogna fare un minimo di programmazione. Non riesco a capire perché sono arrivati alla fine senza partner. Quando ho visto il mio nome sui giornali, ho pensato di essere stato usato per fare da paravento”. 

28/06/2017
Rossella Virtus Civitanova: arriva il nuovo playmaker Andreani

Rossella Virtus Civitanova: arriva il nuovo playmaker Andreani

Lorenzo Andreani sarà il playmaker della Rossella Virtus anche nella prossima stagione. Dopo una stagione esaltante in cui il play di Porto Recanati ha dimostrato di essere un lusso per la Serie C, con 14.8 punti a partita saliti a 18.5 nella Fase Nazionale, la Rossella e coach Rossi non potevano che lasciargli le redini del gioco civitanovese. Andreani, quindi, dopo aver accettate la scommessa del presidente Mandorlini e dello sponsor Rossella di scendere di categoria per riportare la Virtus in serie B, tornerà a giocare nella categoria in cui ha sviluppato la sua carriera, da Montegranaro a Cento, da Porto Sant’Elpidio a Cento, per citare le più recenti. Queste le parole di Andreani dopo la conferma: “Sono molto curioso per la prossima stagione, la società vuole fare bene ed essere in una squadra ambiziosa è sempre stimolante. L’obiettivo credo sia salvarsi il prima possibile e raggiungere un posto ai playoff. Per quanto riguarda il campionato San Severo sicuramente continuerà a fare una buona squadra, così come Bisceglie, ma sinceramente non seguo molto il mercato, aspetto di vedere le squadre in campo”.

28/06/2017
Recanati, si torna a giocare a “Le Grazie” in ricordo di Mario Sampaolesi

Recanati, si torna a giocare a “Le Grazie” in ricordo di Mario Sampaolesi

Recanati è ancora ricoperta da un velo di tristezza: nei giorni scorsi la città ha dato l’ultimo saluto a Mario Sampolesi, 74 anni, consigliere del C.C.S.R. (Centro Culturale Sportivo Ricreativo) del quartiere Le Grazie. Un volto noto, quello di Sampaolesi, la cui scomparsa ha lasciato un grande vuoto in tutta la popolazione leopardiana. Ma è proprio in suo ricordo che i ragazzi della parrocchia, impegnati da settimane nell’organizzazione del torneo di calcio a 5 che, sera dopo sera, anima la città, hanno voluto riprendere l’attività dopo due giornate di stop. Seppure nel dolore ancora vivo di una prematura scomparsa, infatti, si sono disputate ieri sera, martedì 27 giugno, le prime due gare dei quarti di finale, con le altre due previste per domani, giovedì 29 giugno, a partire dalle 21, dirette dal fischietto civitanovese Emanuele Trementozzi. La manifestazione, in seguito, vedrà scendere in campo le semifinaliste lunedì 3 luglio, mentre la finalissima è prevista per mercoledì 5. “Mario era un grande amico e una persona speciale per tutti noi" fanno sapere gli organizzatori. "Ha sempre partecipato attivamente alle nostre attività e, per questo, abbiamo deciso di portare a termine il torneo in suo ricordo, convinti che anche da lassù continui a seguirci con affetto, come ha sempre fatto in questi anni”. Il Torneo “Le Grazie” di Recanati è oramai un appuntamento storico in città e, attraverso lo sport, riunisce decine di giovani leopardiani che in queste ultime serate rimaste giocheranno per la vittoria e, soprattutto, per l’indimenticato Mario Sampaolesi. 

28/06/2017
Calcio, un nuovo presidente per l'ASD Monteluponese: eletto Oreste Moretti

Calcio, un nuovo presidente per l'ASD Monteluponese: eletto Oreste Moretti

L’assemblea dello scorso 23 giugno ha sancito il cambio ai vertici dell’ASD Monteluponese, la squadra di calcio di Prima categoria che è stata la vera rivelazione degli ultimi due campionati: una salvezza con una rimonta incredibile un anno fa e, quest’anno, la lotta fino all’ultimo per il primato in classifica. Alla presidenza, per il prossimo quadriennio, Oreste Moretti, che subentra a GianLuca Baiocco. Al suo fianco, Duilio Biagioli presidente onorario, Alessandro Pesaola segretario, Massimo Girotti cassiere. Il neo presidente Oreste Moretti, Cavaliere del lavoro, è impegnato negli sport da mezzo secolo, sia a livello locale sia regionale e nazionale. Esponente del Coni, è stato tra l’altro presidente regionale della FCI - federazione ciclisti italiani. Ha anche diretto per anni la Pro Loco di Montelupone. Vanta dunque una vasta esperienza, che sarà molto utile nella gestione della squadra. Oreste Moretti, nell’esprimere apprezzamento per i dirigenti uscenti e per la squadra in tutta la sua struttura, in primis per l’ormai ex presidente GianLuca Baiocco, ha delineato i suoi intenti: "ridimensionamento delle spese e ottimizzazione delle economie produttive, rilancio della squadra che si baserà il più possibile sui giovani locali, allargamento della base dei soci sostenitori che attualmente sono soltanto una trentina e promozione di una più sostanziosa e partecipata affluenza del pubblico alle partite della squadra".

28/06/2017
Maceratese, salta di nuovo l'incontro tra Liotti e Tardella

Maceratese, salta di nuovo l'incontro tra Liotti e Tardella

E’ saltato nuovamente l’incontro fra l’amministratore unico della S.S. Maceratese srl, Claudio Liotti e la ex presidente Maria Francesca Tardella.  Ieri sera, prima dell’ora di cena, l’avvocato Giancarlo Nascimbeni si era premurato di chiamare al telefono il collega partenopeo, Fabio Marinelli, a conferma dell’appuntamento previsto per oggi a Macerata. Liotti e il suo legale sarebbero dovuti arrivare oggi stesso  città, se non che con una successiva telefonata lo stesso Marinelli ha disdetto l’appuntamento a causa di impegni sopraggiunti del Liotti, sembra con un  commercialista, tale Di Maio. Quella di oggi è stata in ogni caso una giornata convulsa. Per assecondare le esigenze di Claudio Liotti, gli avvocati Giancarlo e Massimo Nascimbeni si sono rimessi alla volontà di Marinelli di raggiungere l’accordo pattuito tramite email certificate. Questo pomeriggio, intorno alle 16,30, allo studio legale Nascimbeni è pervenuto un documento non conforme agli accordi intercorsi fra le parti. Il  riferimento ad una sorta di liberatoria nei confronti di Filippo Spalletta ha bloccato la trattativa. Maria Francesca Tardella come è noto vanta nei confronti dello Spalletta un decreto ingiuntivo emesso a proprio favore dal tribunale di Napoli pari a duecentosettantacinquemila euro.  “Noi liberiamo Liotti e la Maceratese, ma mai e poi mai libereremo Spalletta” ha affermato Giancarlo Nascimbeni, profondamente deluso. Alle 19,20 dallo studio Nascimbeni è partito l’atto definitivo che riflette rigorosamente quello che era stato concordato di persona lo scorso 31 maggio a Macerata, presente lo stesso avvocato Fabio Marinelli.  Maria Francesca Tardella è pronta a rinunciare ai propri diritti. La ex presidente aveva posto come condizione l’iscrizione della squadra al prossimo campionato di serie C e l’assolvimento a tutti gli impegni economico finanziari che ne derivano. Domani ne sapremo di più. Anche perché l’avvocato Fabio Marinelli, che ha detto di non essere in studio intorno alle 19,30, dovrà dare una riposta.  Lo stesso Marinelli, riguardo al nome dell’imprenditore bresciano Alberto Ruggeri, avvicinato da taluni alla Maceratese, ha testé detto: “Questa è una cosa vecchia. Il signor Ruggeri, che è un vecchio amico del mio cliente,  Claudio Liotti, doveva fare parte del gruppo che ha acquistato originariamente la società, ma poi si è tirato indietro”.  Marinelli ha smentito nuovamente possibili trattative di compravendita della Maceratese fra Liotti e Ruggeri.

27/06/2017
Un nuovo difensore per la Settempeda: arriva in squadra Niccolò Paciaroni

Un nuovo difensore per la Settempeda: arriva in squadra Niccolò Paciaroni

Dopo aver lavorato sulle riconferme, la Settempeda si è mossa di nuovo sul mercato e ha concluso un altro acquisto degno di nota. Rinforzato l’attacco con Francucci e Fiecconi, ecco arrivare un prezioso puntello per il reparto arretrato. Il nome del nuovo difensore è quello di Niccolò Paciaroni. Elemento di livello e di esperienza, malgrado la giovane età (classe 1997), Paciaroni potrà rappresentare una pedina fondamentale nello scacchiere biancorosso sia per l’assoluto valore sia per la duttilità(può agire da centrale, ruolo che predilige, e da laterale). Prosegue da parte della società la scelta di puntare sui ragazzi di San Severino e anche in questo caso si tratta di un ritorno. Paciaroni, infatti, ha già militato per un biennio con la Settempeda nel torneo di Promozione e proprio agli ordini di Ruggeri, che ora ritroverà di nuovo come allenatore. In seguito ci sono state due stagioni a Corridonia (Eccellenza e Promozione) e il periodo di sei mesi dello scorso campionato con la Lorese (Promozione). Esperienza questa molto importante per Niccolò che, reduce da un grave infortunio, aveva bisogno di riprendere confidenza con l’attività agonistica e in tal senso sono giunte conferme e risposte più che incoraggianti perché il recupero è stato completo e lo testimonia il fatto che Paciaroni abbia giocato praticamente sempre. Ora arriva l’avventura bis con il club del proprio paese e le premesse sembrano ottime per poter vivere una stagione importante dal punto di vista personale e di squadra.

27/06/2017
U. S. Tolentino, nessun accordo con Palmieri e Nicolosi

U. S. Tolentino, nessun accordo con Palmieri e Nicolosi

L’U.S. Tolentino 1919 comunica di non aver purtroppo trovato l’accordo per la stagione 2017/2018 con il portiere Fabio Palmieri ormai da due anni in maglia cremisi e il difensore Matteo Nicolosi da cinque anni con il Tolentino. La società ringrazia i due calciatori per l’impegno e la professionalità profusa in questi anni e gli augura le migliori fortune calcistiche e personali. Inoltre l’U.S. Tolentino 1919 comunica di aver trovato l’accordo per l’arrivo in maglia cremisi per la stagione 2017/2018 del portiere classe 1996 Cristopher Rossi, il calciatore originario dell’Umbria è cresciuto calcisticamente nelle giovanili dello Sporting Terni, dove ha vinto nella stagione 2012/2013 il campionato regionale allievi, nella stagione 2013/2014 ha disputato il campionato Juniores Nazionale con il Foligno. Nelle stagioni 2014/2016 disputa due campionati di Eccellenza Umbra con la maglia del Subasio dove complessivamente collezione 60 presenze condite da 4 rigori parati. Nella stagione passata Rossi inizia la stagione con la maglia del Subasio in Eccellenza Umbra dove collezione 15 presenze, a Dicembre 2016 si trasferisce al ViviAltotevere SanSepolcro in Serie D girone G dove ha collezionato diverse presenze. “Sono felicissimo di aver preso questa strada – dichiara Rossi dopo l’accordo con la società Cremisi - avevo anche altre richieste, ma tutti mi hanno parlato di Tolentino come una società molto seria organizzata, ambiziosa e con una grande storia calcistica alle spalle (società così non sono facili da trovare) e ho deciso senza pensare di entrare a far parte di questa progetto.Cercherò di ripagare la fiducia che mi è stata data cercando di dare un contributo importante alla squadra e mi auguro sia una stagione entusiasmante”.

27/06/2017
1° Memorial "Bruno Pietrella", una domenica di festa per Associati Fisiomed

1° Memorial "Bruno Pietrella", una domenica di festa per Associati Fisiomed

Il memorial “Bruno Pietrella” ha avuto un battesimo d’eccezione, tre squadre agguerritissime che si sono date battaglia tutto il pomeriggio per poi terminare a pari merito. Le due squadre “professionistiche” di pallavolo e calcio a 5 sponsorizzate dal Associati Fisiomed, reduci dalle vittore dei rispettivi campionati hanno dovuto subire l’inaspettata tenacia ed anche qualità tecnica della squadra Associati Fisiomed composta da dipendenti, collaboratori ed amici del centro medico. Alla fine però quello che è contato è il divertimento di tutti ed un sempre crescente spirito di squadra a cui tanto tiene l’amministratore di Associati Fisiomed Enrico Falistocco. Le medaglie per tutti e le coppe per le squadre non sono stati solamente un riconoscimento della performance sportiva ma soprattutto il riconoscimento di un impegno ed entusiasmo che sta contagiando tutti, amministratori, impiegati, medici, tecnici e collaboratori, l’unico presupposto, come sempre ripete Enrico Falistocco, per sperare in un futuro sempre migliore. Il valore aggiunto di una bella serata è stato il ricordo di Bruno Pietrella, uno delle persone che più hanno contribuito alla crescita e allo sviluppo del centro medico; la signora Anna, moglie di Bruno, i figli presenti ed i nipoti sono rimasti davvero contenti e commossi per le parole di Enrico Falistocco Il figlio Luca Pietrella ha aggiunto: “Papà sarebbe stato davvero contento di poter partecipare ad una giornata come quella di oggi, si sarebbe divertito per le belle partite di volley e calcio a 5, ma soprattutto avrebbe goduto delle tante persone presenti che hanno trovato in Associati Fisiomed una dimensione umana e lavoratrice che li rende contenti e felici” Al momento della consegna delle medaglie e delle coppe, l’allenatore di Cantine Riunite, Andrea Ranzuglia ed il capitano di Puma Volley, Daniele Palmieri hanno ringraziato per l’impegno del centro medico a supporto dei loro sport.    

27/06/2017
Cus Macerata, la Petrol Esse sale sul trono del Clausura

Cus Macerata, la Petrol Esse sale sul trono del Clausura

La Petrol Esse sale sul trono del Clausura. La squadra dei gemelli Luca e Marco Mancini non si è fatta sopraffare dalla pressione dell’essere favorita ed ha trionfato nella 9° edizione della manifestazione di calcio a 5 organizzata dal Cus Macerata nei suoi impianti.  Una vittoria quantomai meritata perché i nuovi padroni hanno festeggiato imponendosi con un eloquente 6-1 ai danni della rivelazione Vitellone. Il team-sorpresa del torneo guidato dal baby cussino Di Gregorio (miglior giocatore della competizione), è stato in partita solo per i primi 10 minuti, poi ha ceduto il passo all'incessante manovra dei rivali, più forti sia tecnicamente che fisicamente. Vitellone non è riuscito ad agire in modo coordinato affidandosi agli assoli (di Ciaschetti l'unica rete) mentre Petrol Esse martellava il bravo portiere Centi e trovava un’altra serata di grazia del bomber Saverio Saraceni. Sue 2 reti, doppietta anche per Francesco Paci che sbloccava la finale, poi a bersaglio Piercarlo Lucentini e Leonardo Mancini. Questi componenti della Petrol Esse campione 2017: Luca Mancini, Marco Mancini, Francesco Paci, Piercarlo Lucentini, Leonardo Mancini, Saverio Saraceni, Alessandro Saracini, Marco Russi.  La partita è stata seguita da un buonissimo numero di spettatori ed è stata accompagnata dalla simpatica telecronaca di Albertino Ribera che si è esibito in esilaranti imitazioni. La cerimonia di premiazione ha visto l’avvenente bellezza partenopea Elena Ricciardi in qualità di madrina e questi sono stati i riconoscimenti individuali decisi dal Cus Macerata e da Nico Petruzzelli: Mvp del Clausura 2017 Alessandro Di Gregorio, miglior portiere Riccardo Centi mentre capocannoniere è risultato (12 reti) Saverio Saraceni.    

27/06/2017
Cucine Lube Civitanova, sei giovani biancorossi in campo con le Marche al Trofeo delle Regioni

Cucine Lube Civitanova, sei giovani biancorossi in campo con le Marche al Trofeo delle Regioni

Cucine Lube Civitanova protagonista anche nel Trofeo delle Regioni 2017, edizione numero 34 del prestigioso torneo che si svolgerà in varie località del Trentino da oggi, martedì 27 giugno, a sabato 1 luglio, con tanti giovani biancorossi inseriti nella rappresentativa delle Marche. Ben sei atleti della squadra marchigiana arrivano infatti dal settore giovanile Lube: si tratta di Andrea Areni, Matteo Ciccarelli, Lorenzo Gabrielli, Edoardo Giuliani, Mattia Lucarini ed Elia Montecchiari, tutti ragazzi classe 2001 e 2002 pronti ad andare a cercare di conquistare il prestigioso torneo che mette di fronte i migliori giocatori italiani Under 16. La Lube sarà presente anche all'interno dello staff tecnico delle Marche: il vice allenatore della rappresentativa regionale, infatti, è Alessandro Paparoni, vice della Under 18 cuciniera che si è laureata campione d'Italia ad inizio giugno e storico atleta della prima squadra biancorossa nelle scorse stagioni. Da oggi le prime gare del Trofeo delle Regioni, che vedrà le 21 rappresentative regionali maschili divise in sette raggruppamenti a tre squadre. Il primo giorno si disputeranno le prime tre gare di ogni girone per arrivare a compilare una prima classifica che qualificherà alla fase successiva le prime sedici formazioni. Nei due giorni successivi, 28 e 29 giugno, si procederà con altri due raggruppamenti per arrivare a determinare gli accoppiamenti dei gironi di semifinale che si disputeranno venerdì (30 giugno), mentre la finalissima è in programma sabato 1 luglio al Pala Trento. Per seguire il torneo disponibile il link: www.kinderiadi.it

27/06/2017
Volley Potentino, ingaggiato il libero ortonese Alessandro Toscani

Volley Potentino, ingaggiato il libero ortonese Alessandro Toscani

Giovane, bravo e determinato. Il libero abruzzese Alessandro Toscani è un nuovo giocatore della GoldenPlast Potenza Picena, grazie alla firma di un contratto annuale con opzione sul secondo. L’atleta ex Sieco Service, nato a Ortona il 18 luglio del ’98, 175 cm di altezza, si è guadagnato con il buon lavoro svolto le attenzioni del Volley Potentino. Infatti, dopo un percorso fruttuoso nel vivaio dell’Impavida e delle annate da spettatore in prima squadra, nella passata stagione il nuovo arrivato si è distinto in seconda linea alternandosi con Giovanni Provvisiero e contribuendo alla salvezza del proprio team. Reduce dalla terza prova scritta di maturità classica, andata in scena ieri (lunedì 26 giugno), Alessandro sosterrà giovedì la prova orale e poi per lui, dopo una parentesi di relax in cui si dedicherà anche al beach volley, si riapriranno le porte della Serie A2. L’atleta ortonese ha saputo sfruttare al meglio le sue carte durante la permanenza nel club della città di origine. Gli anni di attesa come uomo in più aggregato al gruppo dei big hanno lasciato spazio a un’esperienza da protagonista. Il mix di talento, età e carattere hanno convinto il ds Paolo Salvucci e il tecnico Adriano Di Pinto. Toscani è nato in una famiglia “a tutto volley”: il fratello, universitario, milita nella Zinella Vip Bologna, mentre i genitori sono i primi tifosi di Alessandro e lo seguono anche in trasferta. Con il supporto di Passione Biancazzurra la famiglia del nuovo libero sarà ancora più grande! “Non vedo l’ora - dice Alessandro Toscani - di affrontare una nuova esperienza in una formazione con tanti giovani promettenti. Raccolgo con orgoglio la pesante eredità di un libero esperto come Cesare Casulli. L’ultima annata mi ha fatto crescere molto e mi sento preparato per questa avventura. Una volta conseguito il diploma di maturità mi concentrerò sul volley e su Potenza Picena, ma anche il mio percorso di studi andrà avanti, probabilmente con l’iscrizione alla facoltà di Giurisprudenza. Sono ansioso di conoscere i tifosi biancazzurri, che ho visto all’opera in stagione. Sono molto calorosi e questo mi fa estremo piacere”.   SCHEDA Ruolo:             Libero Altezza:          175 cm. Nascita:           18/7/1998 Luogo:            Ortona (CH)   CARRIERA 2016/17           A2       Sieco Service Ortona 2015/16           A2       Sieco Service Ortona 2014/15           A2       Sieco Service Ortona 2013/14           A2       Sieco Service Ortona   Un giovane talento sbarca a Potenza Picena, un veterano della Serie A è costretto a rientrare in Puglia per problemi familiari rinunciando al secondo anno di contratto. Il Volley Potentino ringrazia il libero Cesare Casulli per la professionalità e il grande contributo, sia tecnico che caratteriale. A Cesare va l’augurio della società in tutti i campi della sua vita, a partire dalla sfera personale.  

27/06/2017
Maceratese, niente stipendi. Sabato: "Altri due punti di penalizzazione, ma conta l'iscrizione al campionato"

Maceratese, niente stipendi. Sabato: "Altri due punti di penalizzazione, ma conta l'iscrizione al campionato"

Nessuna notizia è trapelata dai piedi del Vesuvio. Questa sera alle ore 19 scadevano i termini per i club di Lega Pro che dovevano regolarizzare il pagamento degli stipendi di aprile e maggio. Fra questa c’era anche la Maceratese dell'amministratore unico Claudio Liotti, che domani dovrebbe essere a Macerata insieme al suo avvocato, Fabio Marinelli, per definire la questione delle quote societarie con l'ex presidente Maria Francesca Tardella. Se, come ci risulta, il sodalizio biancorosso non ha ottemperato ai propri impegni, la squadra subirà ulteriori due punti di penalizzazione nel prossimo campionato.  Sempre che la società riesca ad iscriversi in Serie C.   “Gli stipendi non sono stati pagati – dice il difensore dei biancorossi  Rocco Sabato – Subiremo altri due punti di penalità, ma a questo punto quello che conta veramente è l’iscrizione al campionato”.    “Nonostante la buona volontà di noi giocatori di non mettere in mora la società, non ci sono stati risvolti positivi – continua Sabato - Queste situazioni purtroppo fanno parte della vita, però dispiace per i maceratesi e gli sportivi. Lasciare morire così una società calcistica che negli ultimi anni si è fatta rispettare e si è fatta conoscere in giro per l’Italia è bruttissimo. Mi dispiace da morire, perché personalmente sono innamorato delle Marche e di Macerata altrettanto, qui ho il cuore al di la di tutto”. 

26/06/2017
U.S. Tolentino: conclusa in trionfo la stagione del settore giovanile

U.S. Tolentino: conclusa in trionfo la stagione del settore giovanile

Il weekend ha segnato il termine della stagione agonistica del settore giovanile e ha ribadito le enormi potenzialità di tutto il vivaio tolentinate. Sono scese in campo la Juniores campione regionale (seconda al memorial “Don Guido Binini” di Chiesanuova), gli Allievi Regionali ed i Giovanissimi (del 2003). Gli Allievi di mister Daniele Paciaroni hanno disputato un suntuoso “Trofeo Velox” arrendendosi solo in finale dinanzi ai padroni di casa della Maceratese (2-1 il finale). Un importante “argento” che fa il paio con quello conquistato nel girone regionale di categoria alle spalle della Recanatese. Trionfo assoluto, invece, per i Giovanissimi di mister Stefano Tombolini, i quali nella finale del “Trofeo Marche” hanno sconfitto l’Academy Civitanova. Trattasi di un importantissimo risultato in quanto maturato nell’ ambito di un cammino i babies cremisi eliminare blasonatissime compagini: Calcio Lama, Veregrense, Borgo Rosselli, Robur Macerata, Ancona, Fermo e, per l’appunto, i civitanovesi. Nelle 7 gare disputate i giovanissimi cremisi hanno sempre vinto, mettendo a segno la bellezza di 41 goal, subendone solo 8. Capocannoniere della competizione si è laureato il tolentinate Brando Cesaretti con 15 reti messe a segno. Questi gli atleti utilizzati da mister Tombolini: Andrea Acuti, Atan Baran, Alessandro Bonvecchi, Alessandro Ceresani, Alessio Cerquetti, Andrea Cerquetti, Brando Cesaretti, Marco Di Biagio, Andrea Dolciotti, Alessio Eleonori, Manuel Eleonori, Giordano Emili, Fatlum, Francesco Gesuelli, Edoardo Governatori,  Kriezu, Diego Lanari, Paolo Loreti, Edoardo Maccari, Tiziano Mafferi, Andrea Marcelletti, Lorenzo Marchitan, Matteo Marcucci, Tommaso Mazzocchetti, Tiziano Mocka, Matteo Monti, Davide Moscati,  Matteo Quintili, Lorenzo Pelati, Daniele Perucci, Edoardo Piccinini, Matteo Rizzuni, Marco Taddei, Diego Tordini e Lorenzo Vicomandi.

26/06/2017
Torneo Nando Cleti: River Chieti batte Senigallia 2-1

Torneo Nando Cleti: River Chieti batte Senigallia 2-1

Vengono dall’Abruzzo i nuovi padroni del torneo Nando Cleti. Ieri sera gli Esordienti del River Chieti65 hanno trionfato nella 32° edizione della manifestazione curata dalla Junior Macerata sconfiggendo nella finalissima 2-1 l’Fc Senigallia.   Un ultimo atto ben giocato e combattuto al punto che sono stati necessari i tempi supplementari per assegnare il trofeo. Senigallia è passata in vantaggio con una bordata del promettente Santini, poi il pareggio di testa di Grossi. Nei supplementari, su calcio di rigore, Sciortino con freddezza ha siglato il 2-1 che ha fatto esplodere di gioia la panchina rosanero.   Ci voleva dunque una squadra abruzzese per interrompere l’egemonia di Senigallia che domenica ha disputato la 4° finale consecutiva e sognava il tris di vittorie, un’impresa che mai è riuscita nella storia del Cleti. Il River ha bissato il successo del 2011 quando fu il primo club ad “allargare” i confini della kermesse e ha confermato la qualità del calcio abruzzese che da allora ha sempre raggiunto le semifinali.   Alle ore 20 si era disputata la gara per il 3° posto tra Ancona e Montemilone Pollenza, vinta dai dorici 5-2 rimontando da 0-2.   La pioggia caduta fino alle 21 non ha danneggiato o tolto appeal alla serata conclusiva. Circa 700 gli spettatori allo Stadio della Vittoria di Macerata (con tanto di cori stile supporters islandesi da parte dei baby tifosi senigalliesi), un pubblico numeroso che si è goduto anche la presenza dell’ospite d’onore Josè Altafini. Il campione del calcio del passato è stato cercato dai ragazzi ma ancor più dai genitori per la desiderata foto ricordo, ha assistito al match e nella cerimonia di premiazione ha elogiato lo spirito mostrato da alcuni dei protagonisti, ha avuto belle parole per il Cleti e per il territorio. Da ex milanista ha poi difeso la scelta di Donnarumma ricordando anche il suo famoso trasferimento dal Napoli alla Juventus.   La premiazione, introdotta da un pensiero floreale a Marisa Perroni madre del compianto Nando Cleti, è stata arricchita da tante autorità del mondo calcistico federale a conferma del blasone del torneo, nonchè dall’Avis Comunale partner organizzativo (tra gli omaggi degli sponsor Macron Store e Fertitecnica anche prodotti dei territori colpiti al sisma).   Queste le formazioni della finale. River Chieti65: Mastrogirolamo, Centimo, Polidoro, Vanni, Di Tommaso, Zuccarini, Santuccione, Sciortino, Cesarone, Guerra, Galanti, Di Donato, Ciuffetelli, Buccione, Mattia Di Renzo, Marcone, Daniele Di Renzo, Grossi. All. Antignani. Fc Senigallia: Sarti, Di Benedetto, Fabbri, Santini, Marchetti, Tomassetti, Tonucci, Mori, Grilli, Rossi, Calcina, Barzant, Vinciguerra, Quintini, Polverari, Nacciarriti, Majani, Borra. All. Grilli.  

26/06/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433