Sport

Lutto per il calcio potentino: si è spento Loris Altarocca

Lutto per il calcio potentino: si è spento Loris Altarocca

Si è spento Loris Altarocca, storico direttore sportivo del Potenza Picena Calcio.  Colpito da un malore, da oltre un anno lottava per la vita. Un duro colpo per tutto il paese, soprattutto per le sezioni calcistiche regionali dove era conosciutissimo e persona molto attiva.

22/01/2020
Grande esordio dei ragazzi dell'AVIS Macerata nella stagione indoor (FOTO)

Grande esordio dei ragazzi dell'AVIS Macerata nella stagione indoor (FOTO)

L’Atletica AVIS Macerata, dopo un intenso periodo di lavoro per preparare la presente stagione agonistica che prevede importantissimi obiettivi, ha avuto, già nelle prime uscite stagionali, riscontri molto positivi in linea con le più rosee aspettative. Nell’attività indoor le prime manifestazioni nazionali in programma in Ancona, hanno infatti dato la misura del valore e della consistenza delle squadre assolute, sia maschile che femminile avisine, in campo in questo 2020.    In attesa del rientro in sede di Elisabetta e Eleonora Vandi in raduno in Portogallo con la squadra della nazionale assoluta, le ragazze dell’AVIS si sono mosse molto bene già in questi primi appuntamenti. E’ il settore velocità che si è messo in luce con un grande esordio della neo-avisina Greta Rastelli che nelle batterie dei 60 piani ha ottenuto un probante 7”60, pass per i campionati italiani assoluti con un ottimo 7”65 in finale, a pari tempo con l’esperta Annalisa Spadotto Scott della Bracco Milano, bronzo ai tricolori assoluti 2019 di Bressanone nei 100 piani, accreditata di 11”74.  La ragazza biancorossa proveniente dalla T.A.M. di Porto San Giorgio è ora allenata da Giorgio Berdini a Fermo e lo scorso anno ad Agropoli, in occasione dei campionati italiani allieve è stata argento nei 100 piani con il tempo di 11”91 ad un soffio dalla vittoria. In crescita la giovanissima Sofia Stollavagli del vivaio maceratese, in finale anche lei con un personale di 7”80. Brava anche Chiara Menotti, allieva all’esordio nella categoria, proveniente dalla Polisportiva Montecassiano e allenata da Jacopo Palmieri, che ha ottenuto in successione 1’00”62 nei 400 e 26”42 nei 200.  Va forte anche Lorenzo Angelini che nei 200 si è portato a 21”82, vincendo la prima gara della stagione. Negli 800 metri Ndiaga Dieng ha migliorato il record italiano indoor FISDIR con il tempo di 1’56”66 e ha corso i 1500 in 4’03”27 in una stagione che potrebbe aprire orizzonti importanti.  Nella stessa distanza in crescita Federico Vitali che ha messo in carniere un crono di 2’01”25 sfiorando il pass per gli italiani allievi indoor, ma conquistando il minimo di partecipazione per Rieti 2020 a luglio. Nei 60 ostacoli lo junior Sebastiano Compagnucci si migliora nei 60 ostacoli prima in 8”67 e poi in finale con 8”52 con il terzo posto guadagnando l’accesso alla rassegna tricolore junior. Brava Margherita Forconi che nei 1.500 allieve ha ottenuto 4’59”98, record personale. Sempre nel mezzofondo interessante la vittoria nei 3000 di Ilaria Sabbatini che si è aggiudicata la prova con il tempo di 10’04”45 dimostrando di essere in ottime condizioni di forma in vista dei prossimi campionati italiani indoor. L’atleta, però, è attesa anche dall’imminente stagione di corsa campestre, dove esordirà la prossima domenica in Ancona.  Nei salti da segnalare fra i cadetti Riccardo Ricci nell’alto già salito a m. 1.82 a due cm. dal record regionale ma con il pass per Forli 2020. Nell’asta bravi Mattia Perugini che si è portato a m. 4,30 e Marina Mozzoni a 3,20: entrambi saranno presenti ai campionati Italiani rispettivamente promesse e junior in programma ad Ancona l’ 8-9 febbraio. Bravissime anche le due marciatrici che hanno esordito nei 3 km. indoor con Elisa Marini, primo anno di categoria fra le cadette, che ha cancellato il record regionale di Ludovica Ruzzetta che risaliva al 2016, vincendo la gara e ottenendo un interessantissimo 15’23”16. Ottima anche la prova di Francesca Cinella prima delle allieve che ha realizzato il personal best sulla distanza con 15’25”30, di buon auspicio in vista della prima prova nazionale su strada in programma domenica prossima a Grosseto sui 10 km. In progresso anche il giavellottista Alessio Floridi, categoria promesse, impegnato a Ostia nel trofeo invernale dei lanci che si è portato a m. 58,78 migliorandosi di quasi due metri. Primo obiettivo di squadra della stagione sarà per le ragazze la Finale “Argento” in programma a Palermo, mentre i maschi dovranno riconquistare la promozione in serie A “Bronzo”. (Foto di Maurizio Iesari) 

22/01/2020
Serie D: il Volley Macerata dà filo da torcere alla capolista Caldarola, ma si arrende in 4 set

Serie D: il Volley Macerata dà filo da torcere alla capolista Caldarola, ma si arrende in 4 set

Il Volley Macerata lotta alla pari per tre set con la capolista Caldarola Volley ma, purtroppo, non riesce a smuovere la propria classifica; un match giocato con determinazione e caparbietà dai biancorossi che hanno perso sul filo di lana il primo ed il terzo parziale, dominato il secondo subendo però il gioco della formazione caldarolese nel quarto con i ragazzi di Paoletti che sono riusciti, grazie alla loro esperienza, a portare a casa l’intera posta in palio.IL MATCH - Coach Matteo Cacchiarelli schiera in avvio Marincioni in cabina di regia opposto ad Aguzzi, Gigli e Ciccioli schiacciatori ricevitori, Singh e Bussolotto centrali, Plesca nel ruolo di libero; risponde coach Paoletti con Cesaretti al palleggio opposto a Borroni, Sabbatucci e Sparapani in banda, Tomasselli e Benedetti al centro, Tarquini libero.Macerata è brava a partire con il piglio giusto e Gigli porta in vantaggio i suoi 6-4; l’ace di Ciccioli vale l’11-8 con l’attacco di Aguzzi da seconda linea che regala il +4 alla formazione biancorossa (15-11); la capolista inizia a carburare e recupera il gap pareggiando a quota 17 ed il pallonetto di seconda di Cesaretti fa passare avanti per la prima volta gli ospiti 17-18. Il neo entrato Gentili tiene a -1 Macerata (18-19) che poi va a pareggiare 19-19 grazie all’invasione di Cesaretti; due errori in attacco dei locali mandano Caldarola sul 21-23, Borroni trova il set point (22-24) con la palla out di Gigli che chiude la prima frazione 22-25.Al cambio di campo parte meglio Caldarola con Benedetti che firma il muro dello 0-4; Macerata non demorde e pareggia a quota 7 grazie all’ace di Ciccioli. Lo stesso schiacciatore biancorosso sigla l’allungo dei locali che se ne vanno sul 12-8 con Gigli, dal quattro, che pesca addirittura il +6 (16-10);  gli ospiti non riescono a recuperare e tre attacchi, ancora di Ciccioli, vanno a chiudere il secondo parziale 25-17 rimettendo il match in parità.Sulle ali dell’entusiasmo Singh firma il primo tempo che vale il 3-0 con Macerata brava a mantenere il vantaggio grazie all’attacco di Ciccioli (9-6); Caldarola prova a rientrare in partita e, condotta da Borroni (10 punti nel set per lui e 22 in totale), trova la parità a quota 12. L’opposto caldarolese continua a martellare ed aiuta la sua squadra a passare avanti 12-15; il muro di Pierini regala il +4 ai suoi (14-18) con Caldarola che è brava a mantenere inalterato il vantaggio fino alla vittoria del set con il punteggio di 21-25.Il muro di Bussolotto permette a Macerata di riprovarci ma soprattutto di crederci (4-1) ma la capolista non molla e pareggia subito a quota 6; i locali terminano totalmente le energie mentali e “spariscono dal campo” lasciando Caldarola a recitare la parte del monologo: il turno al servizio di Sparapani è devastante per i biancorossi con gli ospiti che scappano sul 6-14 e l’attacco di Sabbatucci sancisce il 9-22. Singh prova a suonare la carica, anche se troppo tardi (14-24), ma Borroni da seconda linea chiude il set (14-25) ed il match con il risultato di 1-3.Sconfitta che lascia il Volley Macerata all’ultimo posto ma che dà consapevolezza ai biancorossi di essere riusciti a dare filo da torcere anche alla capolista; ora i ragazzi di Matteo Cacchiarelli e Giammarco Storani osserveranno il turno di riposo prima di ritornare in campo per l’ultima giornata di questa prima fase Sabato 1 Febbraio alle ore 18:30 ospiti della Pallavolo Loreto.Serie D – Girone B – 16° GiornataVolley Macerata – Caldarola Volley 1-3(22-25 25-17 21-25 14-25)Volley Macerata: Del Gobbo, Ciccioli 11, Cacchiarelli A., Aguzzi 6, Gigli (K) 5, Gentili 2, Marincioni, Singh 7, Bussolotto 6, Palombarini, Meschini, Plesca (L1). Non entrato: Serafini (L2). All. Cacchiarelli M. – StoraniCaldarola Volley: Smerilli 1, Sparapani 8, Sabbatucci 14, Tomasselli 2, Gatto, Beccerica 2, Pierini 3, Benedetti 3, Tarquini (L), Borroni 22, Cesaretti (K) 1. Non entrato: Del Bianco. All. PaolettiArbitro: Gianferro Sofia (MC)

22/01/2020
Maceratese, nuovo rinforzo in difesa: dalla Jesina arriva il terzino Telloni

Maceratese, nuovo rinforzo in difesa: dalla Jesina arriva il terzino Telloni

Un nuovo rinforzo per il reparto difensivo biancorosso. Simone Telloni è un nuovo giocatore della Maceratese. Difensore centrale, terzino destro e centrocampista, il classe 1999 è un elemento estremamente duttile. Si è affermato nella scorsa annata ad Aprilia nel girone G della serie D con oltre venti presenze tra campionato e coppa. Arriva dalla Jesina dove ha militato nella prima parte dell’attuale stagione. Giocatore che potrà essere molto utile, dunque, alla causa biancorossa.

21/01/2020
Lube, sfida da dentro o fuori in Coppa Italia: all'Eurosuole Forum arriva il Monza

Lube, sfida da dentro o fuori in Coppa Italia: all'Eurosuole Forum arriva il Monza

Un match senza appello, da dentro o fuori: la Cucine Lube Civitanova si gioca mercoledì sera (ore 20.30, diretta Eleven Sports) all'Eurosuole Forum la possibilità di accesso alla Final Four di Del Monte® Coppa Italia (sarebbe la decima consecutiva), proprio come un anno fa, contro il Vero Volley Monza nella sfida secca dei Quarti di finale. Gli uomini di De Giorgi affrontano i brianzoli di Soli con un solo obiettivo: vincere per staccare il biglietto per la kermesse che assegnerà la coccarda tricolore, in programma il 22 e 23 febbraio alla Unipol Arena di Bologna. Dopo il ko casalingo con Milano e il pronto riscatto a Cisterna di Latina, Juantorena e compagni si tuffano in un’altra avventura di questa stagione: sarà sfida a viso aperto contro un avversario (che ha chiuso all’ottavo posto il girone di andata) che giocherà al massimo per cercare l’impresa. Servirà una Cucine Lube determinata e concentrata, oltre al solito e importantissimo sostegno del pubblico dell’Eurosuole Forum. Per la sfida di Coppa Italia gli abbonamenti sono validi per assistere al match. Biglietti in vendita online, collegandosi al sito lubevolley.vivaticket.it, oppure recandosi nei punti vendita Vivaticket in Italia. Biglietti in vendita anche all'Eurosuole Forum di Civitanova martedì dalle 17 alle 19.30, mercoledì dalle 10 alle 12.30 e dalle 17.30 fino ad inizio gara. Per informazioni telefonare allo 0733-1999422 negli orari suddetti. Alla scoperta dell'avversario Vero Volley Monza Coach Fabio Soli, proprio come nel match giocato in campionato a fine novembre contro i biancorossi, dovrebbe schierare in cabina di regia Orduna in diagonale con il campione del mondo polacco Kurek (con in più l’alternativa Buchegger), al centro la coppia Yosifov-Beretta (quest’ultimo in ballottaggio con Galassi), in banda il ceco Dzavoronok e il francese Louati. Il libero è Goi. Parla Fabio Balaso (libero Cucine Lube Civitanova) "È una gara secca, un Quarto di finale che vale l’accesso alla Final Four di Del Monte Coppa Italia: inutile rimarcare che si tratterà sicuramente di un impegno tosto. Monza scenderà in campo col braccio sciolto, dando il massimo contro di noi, un anno fa abbiamo rischiato di perdere al tie break proprio contro di loro. Fondamentale, quindi, restare lucidi per tutta la partita per chiudere il match a nostro favore. Questo è l’obiettivo più importante perché vogliamo conquistare l’accesso alle Finali di Bologna, per giocarci così la possibilità di vincere il trofeo”". Parla Viktor Yosifov (centrale Vero Volley Monza) “Contro Civitanova ci aspetta una partita tosta. Approfittiamo di questi due giorni di lavoro per preparare al meglio una gara che sarà sicuramente molto bella da giocare. Dovremo dare il massimo per metterli in difficoltà, sapendo che non abbiamo nulla da perdere. Loro hanno perso solo una volta quest’anno e hanno un roster di altissimo livello. Affrontarli nei quarti di finale, per un posto in Final Four di Del Monte Coppa Italia, non può che essere una motivazione grandissima. Dobbiamo andare lì e dare tutto”. La sfida dei Quarti di finale di Coppa Italia sarà diretta da Ilaria Vagni e Simone Santi di Perugia. Kurek il grande ex di turno L’opposto di Monza ha giocato con la Cucine Lube dal 2013 al 2015, vincendo lo scudetto nel maggio del 2014, il terzo della storia biancorossa. Giocatori a caccia di record In carriera: Donovan Dzavoronok – 2 punti ai 1200 – 15 attacchi vincenti ai 1000 (Vero Volley Monza); Gianluca Galassi – 17 attacchi vincenti ai 500 (Vero Volley Monza); Paul Buchegger – 12 attacchi vincenti ai 1000 (Vero Volley Monza); Simone Anzani – 4 battute vincenti alle 100 (Cucine Lube Civitanova); Osmany Juantorena – 4 battute vincenti alle 500 (Cucine Lube Civitanova); Thomas Beretta – 4 muri vincenti ai 700 (Vero Volley Monza); Jiri Kovar – 6 punti ai 1700 (Cucine Lube Civitanova). Come seguire Cucine Lube Civitanova - Vero Volley Monza Diretta Eleven Sports con la telecronaca di Gianluca Pascucci Diretta Radio Arancia Network con la radiocronaca di Fabio Petrelli e Stefano Donati con ampio post partita (anche su YouTube e Facebook di Radio Arancia, nonché su Arancia Television 210 digitale terrestre). Aggiornamenti live anche sui profili ufficiali Lubevolley Instagram, Facebook e Twitter. Replica televisiva giovedì alle ore 21 su Arancia Television (canale 210 digitale terrestre).  

21/01/2020
Adriatica scherma: all’ Auchan con Ladybug e chatnoir

Adriatica scherma: all’ Auchan con Ladybug e chatnoir

Domenica 19 gennaio all’Auchan di Porto Sant’Elpidio la società Adriatica Scherma di Civitanova Marche ha presentato la disciplina della scherma sportiva sulle note del cartone animato Miraculous Ladybug. Tanti bambini e bambine, ragazzi e ragazze si sono divertiti a provare questo sport meraviglioso. Un prezioso aiuto hanno dato Pietro (macerata scherma) che in questa occasione si è esibito non solo come Chatnoir ma anche come maestro ed Elena (adriatica scherma) in vesti di Ladybug - valletta .

20/01/2020
Bella prova della Banca Macerata in Serie C: battuta al tie-break la Frezzotti Trasporti

Bella prova della Banca Macerata in Serie C: battuta al tie-break la Frezzotti Trasporti

Gioiscono anche i ragazzi del coach Mobbili che hanno la meglio in casa con il risultato di 3 a 2 nella difficile sfida contro Frezzotti Trasporti, seconda in classifica. Le due squadre danno vita ad un partita intensa, combattuta e spettacolare. Il primo set è tirato e vede la squadra ospite riuscire a passare in vantaggio grazie al 23-25. La risposta della Banca Macerata è delle migliori: pareggia subito i conti e lo fa con un ampio margine di distacco, 25-14. La sfida si conferma aperta e Frezzotti Trasporti torna avanti 2 a 1, trasformando il quarto set in quello decisivo: la Banca Macerata va sotto ma i ragazzi non mollano e con una bella prova di forza riescono a recuperare ben sette punti di svantaggio. Ribaltano il risultato, chiudono ai vantaggi 26-24 e pareggiano i conti. Il tie-break è combattuto come il resto della partita, la spunta la Banca Macerata 15-13 e si prende una vittoria importante, soprattutto per la prestazione di squadra messa in campo, dove hanno spiccato le qualità di Ian Poli e Carlo Rossignoli.   

20/01/2020
Calcio a 5, Borgorosso Tolentino col segno X: riagguantato il Fabriano in extremis

Calcio a 5, Borgorosso Tolentino col segno X: riagguantato il Fabriano in extremis

Rocambolesco pareggio casalingo per la prima squadra  che, nel sedicesimo turno di campionato Serie C2 girone B, riagguanta il Real Fabriano all’ultimo respiro, prolungando così la sua striscia di pareggi. Primi minuti di assoluto equilibrio: le squadre, preferiscono quindi studiarsi facendo girare la palla anziché spingere. Lo spettacolo è monotono, non aiutato dalle numerose interruzioni per falli. L’inerzia del match cambia al 20’ quando, al termine di un’intelligente verticalizzazione, gli ospiti sbloccano il risultato. Da questo momento il Borgorosso inizia a uscire, rendendosi pericoloso prima con Del Pupo e in seguito con Corvini. Tuttavia il finale di frazione è ancora di marca fabrianese e solo due grandi interventi di Pistacchi permettono ai suoi di andare a riposo col minimo passivo. Il secondo tempo è scintillante fin dalle battute iniziali. I padroni di casa escono dagli spogliatoi col piglio giusto e alla prima sortita offensiva vanno vicinissimi al pari costringendo il numero uno avversario a superarsi per ben quattro volte nella stessa azione. La risposta ospite è da manuale del futsal: contropiede fulmineo e in tre tocchi ecco servito lo 0-2. I tre punti sembrerebbero in cassaforte, ma una svista difensiva regala palla al neoentrato Tiberi che accorcia le distanze. Il finale è da tachicardia: i continui capovolgimenti di fronte e il cronometro accrescono il nervosismo; entrambe le squadre esauriscono i cinque falli e lo spettro dei tiri liberi si avvicina. Il Real ne ha a disposizione ben due per chiudere il discorso, ma in entrambi i casi  Pistacchi ipnotizza gli attaccanti rivali. In pieno recupero sesto fallo anche per il Borgorosso con Nunzi che trasforma facendo esplodere di gioia il Gattari. Bicchiere mezzo pieno dunque per i ragazzi di Ranzuglia, assente per squalifica e ben sostituito da Kashchei, che grazie al carattere conquistano un punto prezioso; per non rimanere invischiati nella parte bassa della classifica e piazzarsi in un posizione di sicurezza urge però tornare presto alla vittoria.  Venerdì prossimo trasferta difficilissima in casa della capolista Potenza Picena, dove nessuno fino ad ora è mai uscito indenne. Altro pareggio al fotofinish quello maturato nella gara tra la formazione Csi del Borgorosso e il Vis Concordia Morrovalle, ultima giornata di andata del campionato provinciale open Serie A. Inizio disastroso per i biancorossi, la squadra sembra essere rimasta negli spogliato, infatti a metà primo tempo si ritrovano in svantaggio di ben 3 reti, con gli ospiti in un buon stato di forma e favoriti dalle  amnesie difensive dei ragazzi di Vecerrica. Altra partita in salita per i tolentinati che nel momento di maggiore difficoltà riescono a tirare fuori l’orgoglio e un grande spirito combattivo, l’entrata del bomber Diallo, assente in C2 per squalifica, cambia la gara: proprio il pivot senegalese serve un delizioso assist di tacco a Falcioni che spara un bolide sotto la traversa ed accorcia le distanze a fine primo tempo. La ripresa è tutta di marca biancorossa, la squadra attacca a pieno organico ed in pochi minuti trovano subito la rete del 2-3 con un tiro da fuori di De Carolis che beffa il portiere all’angolino e poco dopo la rimonta è compiuta con il gol di Seri. La Vis Concordia riesce solo a difendersi e provare ad essere pericolosa sulle ripartenze, ma il portiere Verdini è attento e non si fa sorprendere. Una brutta palla persa a centrocampo poteva compromettere la gara, con il 3-4 ospite, ma la reazione dei ragazzi di Vecerrica è agguerrita, la squadra non si arrende e in pieno recupero una grande azione del solito Diallo, porta prima De Carolis al tiro e sulla ribattuta del portiere ancora Seri sigla il gol del 4-4 in pieno recupero.  Pareggio meritato per i biancorossi che hanno dimostrato di saper lottare fino alla fine e giocare le gare alla pari con tutti. Al giro di boa la classifica non è positiva, solo 10 punti totalizzati, a dispetto delle ottime prestazioni collettive offerte e un alto numero di gare perse solamente di misura. Ci sono comunque i presupposti per fare molto meglio nel girone di ritorno e lavorare ancora sulla fase difensiva che attualmente sembra  il “tendine d’achille” della squadra. Grande entusiasmo invece per la squadra under 15 di mister Grillo che pur soffrendo molto riescono a strappare i tre punti alla Futsal ASKL di Ascoli e chiudere questo primo girone di campionato al quarto posto in classifica. Un ritorno alla vittoria importante che chiude il periodo nero dei borgorossini, reduci da ben 5 sconfitte consecutive, e che può ridare per il proseguo del torneo. La gara giocata ieri al Gattari è stata molto equilibrata fin dall’inizio, gli ascolani hanno mostrato grosse lacune in fase difensiva, ma i tolentinati non sono riusciti ad approfittarne al meglio nelle prime fasi di gioco; il vantaggio viene siglato più tardi da Achouri Yassine che approfitta di un grossolano errore degli ospiti e il raddoppio arriva nel finale della prima frazione con un tapin vincente di Niasse Fallou. Nella ripresa i giovani ascolani provano a reagire, ma riescono a trovare solo il gol del 2-1. I borgorossini non chiudono la gara con alcune occasioni fallite a tu per tu con il portiere avversario e rischiano molto in un finale agguerrito e molto nervoso per il comportamento non proprio consono del mister avversario e di alcuni ragazzini. Ma il risultato non cambia e il Borgorosso porta a casa la vittoria. Ora la federazione comunicherà in settimana i nuovi raggruppamenti e si passerà alla seconda fase del torneo.

20/01/2020
Serie B: la Paoloni cala il poker, batte Osimo ed è pronta a sfidare la capolista Bari

Serie B: la Paoloni cala il poker, batte Osimo ed è pronta a sfidare la capolista Bari

Un’ottima Paoloni Macerata sbanca Osimo, ottiene la quarta vittoria consecutiva e sale al terzo posto della classifica generale del Girone E. Una prestazione maiuscola dei ragazzi di Francesco Bernetti e Giuliano Massei che son stati bravi a prendere margine nella fase centrale di ogni set, utile per rintuzzare il ritorno della La Nef nella parte finale, chiudendo con uno 0-3 che può far sognare in vista del big match di Sabato prossimo quando la Paoloni ospiterà alla Marpel Arena, fischio di inizio alle ore 18:00, la capolista M2G Group Bari dei vari Di Florio, Grassano ma, soprattutto, Matej Cernic. IL MATCH - Coach Bernetti schiera la formazione tipo con Larizza in cabina di regia opposto a capitan Tobaldi, Ciccarelli e Calistri schiacciatori ricevitori, Orazi e Lanciani centrali, Leoni nel ruolo di libero; risponde dall’altra parte coach Masciarelli con l’ex Gagliardi al palleggio in diagonale a Rossetti, Stella e Bruschi in banda, Silvestroni e Massaccesi al centro, Pace libero. E’ subito la Paoloni a fare la voce grossa in campo: due attacchi di Calistri regalano il +3 a Macerata (6-9) mentre due muri sontuosi di Orazi permettono agli ospiti di allungare addirittura sul 9-16; Osimo prende coraggio ed allora il block di Gagliardi e la conclusione vincente di Stella riportano la La Nef sul -2 (16-18) ma dall’altra parte Tobaldi e Calistri martellano incessantemente consentendo alla propria squadra di allungare sul 16-22. Rossetti firma il 20-23 ma Macerata, con la veloce di Orazi, va a conquistare la prima frazione col risultato di 22-25. Al cambio di campo arriva la reazione rabbiosa della La Nef che, sospinta dagli attacchi di Pettinari e dai muri di Massaccesi, allunga sul 7-3 ma Tobaldi si prende carico della sua squadra (19 punti totali col 50% in attacco) e riporta in parità la formazione maceratese a quota 12; le “doppiette” di Ciccarelli ed Orazi permettono agli ospiti di portarsi sul +3 (16-19) ma dall’altra parte Osimo recupera e Stella trova il punto del 20-20. Le due squadre arrivano insieme sul 23-23 e, nel rush finale, l’errore in attacco di Bruschi e l’ace di Tobaldi chiudono il secondo parziale con il punteggio di 23-25. Nel terzo periodo Calistri e Lanciani confezionano il 6-8 mentre i punti di Tobaldi ed Orazi fan scappare Macerata sull’8-14; i muri di Rossetti e Gatto dimezzano il vantaggio biancorosso (13-16) con due attacchi del neo entrato Bacca che permettono ad Osimo di rosicchiare un altro punto (16-18). Tobaldi tira fuori dal cilindro la palla del 17-20 con Orazi, in primo tempo, a regalare ai suoi ben quattro match point (20-24); Rossetti annulla il primo, Gatto a muro il secondo ma Tobaldi, alla terza occasione, chiude il set 22-25 facendo esplodere la festa biancorossa.  Raggiante a fine partita coach Bernetti: “Sono contentissimo per la vittoria ottenuta peraltro su un campo davvero ostico come quello di Osimo; sapevamo sarebbe stato un incontro difficile vista la caratura della La Nef ma i ragazzi sono stati bravissimi: nonostante una settimana non al top dal punto di vista degli allenamenti la mia squadra è stata davvero quasi perfetta.” Tre punti che fan volare la Paoloni Macerata al terzo posto nella classifica del Girone E con i ragazzi di Francesco Bernetti e Giuliano Massei che Sabato 25 Gennaio alla Marpel Arena, fischio di inizio alle ore 18:00 ingresso gratuito, ospiteranno la capolista M2G Group Bari. Serie B – Girone E – 12° Giornata  La Nef Osimo AN – Paoloni Macerata 0-3 (22-25 23-25 22-25) La Nef Osimo AN: Pettinari 7, Silvestroni, Bacca 2, Massaccesi 3, Carletti (L2), Bruschi (K) 9, Gagliardi 1, Pace (L1), Rossetti 15, Stella 10, Gatto 2. Non entrati: Paolucci, Baldoni. All. Masciarelli – Polidori Paoloni Macerata: Massei R., Tobaldi (K) 19, Ciccarelli 5, Larizza, Gasparrini, Calistri 7, Lanciani 8, Leoni (L1), Orazi 11. Non entrati: Uguccioni, Aguzzi, Montecchiari (L2), Persichini. All. Bernetti – Massei G. Arbitri: Galteri Andrea (PG) – Marani Azzurra (PG)  

20/01/2020
La Roana CBF torna a vincere e si lascia alle spalle il periodo nero

La Roana CBF torna a vincere e si lascia alle spalle il periodo nero

La concatenazione di risultati che sarebbe servita alla Roana CBF per centrare un clamoroso quinto posto non c'è stata, ma quel che più importa è che la truppa di Paniconi ritrova la vittoria con l'Acqua&Sapone Roma Volley Club. Tre punti che danno entusiasmo e il secondo posto di partenza nella Pool Salvezza a quota 26, dietro alla sola Sorelle Ramonda Ipag Montecchio. E pensare che la gara era partita nel peggiore dei modi, con l'errore in battuta di Lancellotti e i 3 break points di Roma: 4-0 e subito Paniconi chiama il time-out. Ancora Roma mena le danze e allunga sul 9-2 con un ace di Cecconello e un out di Pomili. Interrotto il turno alla battuta di Cecconello, Taborelli (ace) e Tajè (fast) accorciano sul 9-6. L'illusione del recupero dura poco, perché le padrone di casa ripristinano il +7 (14-7), costringendo Paniconi ad un altro time-out. Stavolta il recupero c'è perché insieme a Taborelli crescono anche Mazzon e Pomili che iniziano a mettere il pallone a terra con regolarità. Entra Peretti e apparecchia per il primo tempo di Rita che fa sentire il fiato sul collo alle padrone di casa. Il successivo attacco di Pomili firma il 21-20 che induce il coach locale Cavaioli a correre ai ripari. Punto a punto fino al 24-22: Taborelli annulla il primo set ball ma il suo errore in battuta chiude il primo set sul 25-23. La Roana CBF però si è ritrovata e lo dimostra subito ad inizio secondo set. Lancellotti ruota bene le attaccanti. Taborelli, Pomili, Rita e Mazzon portano Macerata sul 5-10 e Cavaioli chiama il time-out. Le ospiti però hanno preso fiducia, accusano il ritorno di Roma fino al 10-13 ma poi allungano sul +7 in più di un'occasione con l'ace di Mazzon, e gli attacchi di Taborelli e Tajè. Rientra Peretti che beffa la prima linea locale con un'attacco si seconda per il 15-23. Taborelli sbaglia la battuta ma sono gli errori di Tosi e Arciprete a inguaiare Roma. Un 16-25 che dà alla Roana tante certezze. Avvio di terzo set equilibrato ma i turni al servizio di Tajè prima e di Lancellotti poi cominciano a mettere il coltello dalla parte del manico a Macerata. Quando Rita mura la fast di Mastrodicasa è 9-13 e time-out chiesto da Cavaioli. Quiligotti, positiva nei primi due set, non riesce stavolta ad arginare l'impeto di Pomili e Taborelli. La Roana CBF conclude con il 57% di efficacia offensiva il parziale con Rita sugli scudi: 4 su 5 impreziositi da 2 punti a muro. Set che si mette in discesa per le ospiti. L'ace di Pomili dà il primo set ball sul 15-24. Pietrelli trova la pipe vincente ma l'attacco di Rita chiude sul 16-25. Partenza lanciata per la Roana CBF che va subito avanti 1-6. Roma rintuzza con 4 punti consecutivi. Paniconi fiuta il pericolo e chiama time-out. Al rientro Macerata torna a macinare punti ma l'Acqua&Sapone si riporta sotto. È 11-12 e si va punto a punto fino al muro di Lancellotti su Pietrelli e alla ricezione imperfetta della stessa Pietrelli che serve a Tajè la palla del 15-18. Pericati e la difesa delle ospiti lasciano solo il 18% all'attacco locale e l'onda arancio-nera cresce fino al muro di Rita su Pietrelli e al successivo out di Mastrodicasa che chiude il match. 18-25 e festa Roana. Si riparte dalla Pool Salvezza ma con una Taborelli e con tante certezze in più. "Alla vigilia avevo detto alla squadra che serviva una bella prestazione per tornare da Roma con qualcosa, visto il momento di forma che stavano vivendo loro e la qualità e il valore dell'Acqua&Sapone Roma, oltre alle nostre difficoltà di queste settimane - commenta coach Paniconi - Ne è uscita una prestazione super, tolta la prima parte del primo set. Ho visto determinazione, positività e qualità. Ci serviva per ritrovare certezze oltre che punti. Veronica Taborelli si è inserita molto bene, non poteva farlo in un giorno ma già in una settimana ha fatto vedere qualcosa di diverso. Si riparte convinte, combattive e ora vediamo cosa succederà nella seconda parte." "Da parte nostra un passo indietro rispetto alle prestazioni delle ultime settimane - ha dichiarato coach Cavaioli - Macerata ha giocato un'ottima gara ma non ha sorpreso. Sapevamo che era un'ottima squadra e direi che l'innesto di Taborelli è stato proficuo. Ci è mancata un po' di determinazione rispetto alla scorsa settimana contro Ravenna. Stavolta abbiamo trovato un avversario che ha fatto tutto bene, mentre noi non abbiamo fatto altrettanto." ACQUA E SAPONE ROMA VOLLEY CLUB-ROANA CBF HR MACERATA 1-3 ACQUA E SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Mastrodicasa 7, Pietrelli 8, Bucci (L2) ne, De Luca, Balboni 1, Cecconello 14, Quiligotti (L1), Liguori, Varani ne, Tosi 6, Arciprete 15, Voci ne, Valerio ne, Pizzolato ne. All. Cavaioli. ROANA CBF HR MACERATA: Pomili 20, Martinelli, Lancellotti 1, Giubilato, Mazzon 8, Peretti 1, Pericati (L), Rita 12, Taborelli 24, Nonnati ne, Tajè 9. All. Paniconi. ARBITRI: Scarfò-Fontini PARZIALI: 25-23 (24'), 16-25 (23'), 16-25 (22'), 18-25 (26') NOTE: Acqua&Sapone 8 errori in battuta, 3 aces, 6 muri vincenti, 66% ricezione positiva (43% perfetta), 33% in attacco; Roana CBF 10 errori in battuta, 4 aces, 5 muri vincenti, 62% ricezione positiva (32% perfetta), 45% in attacco.

19/01/2020
Basket, Macerata conferma la striscia di vittorie a Fermo (FOTO)

Basket, Macerata conferma la striscia di vittorie a Fermo (FOTO)

Non si ferma la marcia dell'ABM che continua ad inanellare successi vincendo anche nella prima giornata del girone di ritorno del campionato di serie D sul campo del Basket Fermo, 72-56 il finale. Una partita equilibrata per quasi metà gara, coi fermani a partire fortissimo fino a guadagnare una decina di punti di vantaggio e coi maceratesi a ricucire già sul finire dei primi 10'; equilibrio che si interrompe nel finale del secondo periodo con i ragazzi di coach Palmieri che piazzano un parziale di 11-0 che manda i biancorossi al riposo con un vantaggio in doppia cifra.  Coach Valentini prova a caricare i suoi nell'intervallo lungo che infatti escono con grande determinazione dagli spogliatoi ma il massimo sforzo dei locali produce solo un piccolo riavvicinamento, 16-14 il punteggio del periodo, e probabilmente anche un dispendio di energie fatale tanto che nel quarto decisivo i maceratesi allungano di nuovo fino al +16 finale. Importante per lo staff tecnico dell'ABM l'aver rivisto in campo il capitano Giacomo Cardinali che fin qui aveva giocato solo all'esordio stagionale proprio contro i fermani; ecco il consueto commento post partita di coach Palmioli: "La partita è stata tosta e spigolosa, loro hanno messo grande intensità in campo ed hanno giocato secondo me un'ottima partita, noi ci abbiamo messo un po' ad entrare in clima gara, dobbiamo imparare ad essere più pronti perché questa è una situazione che tende a ripetersi abbastanza spesso; giustamente le squadre che affrontano la capolista tendono ad aggredire sin dall'inizio e noi dovremmo essere in grado di replicare colpo su colpo sin dalla palla a due. La cosa che mi rende particolarmente soddisfatto è il contributo che anche questa sera è arrivato dalla panchina, tutti si fanno trovare pronti a dare il loro contributo e questo è un valore aggiunto che fortunatamente per noi si ripete dall'inizio della stagione".  (Foto di Alfonso Alfonsi)  Basket Fermo - Associazione Basket Maceratese 56-72 Basket Fermo: Poggi 7, Mezzabotta 13, Pazzi, Damico, Malaspina 1, Bastarelli, Belleggia 9, Bernard 6, Verdecchia (cap.) 7, Ballo 7, Durante 6. All.re Valentini, vice all.re Marilungo Associazione Basket Maceratese: Cardinali (cap.) 4, Tiberi, Zamponi 6, Centioni n.e., Santinelli 11, Bartoli 16, Nardi 5, Illuminati, Naspi 7, Core 6, Severini 8, Tomassini 9. All.re Palmioli, vice all.re Taddei.        

19/01/2020
Grande reazione della Menghi Macerata: 3-1 a Tuscania

Grande reazione della Menghi Macerata: 3-1 a Tuscania

Si riscatta subito la Menghi Macerata dopo la sconfitta interna di sabato scorso e va a vincere in una campo difficile come il Pala Malè. Le due squadre danno vita ad una partita accesa, combattuta e spettacolare. Una lotta che Macerata riesce a fare sua grazie alla maggiore continuità di gioco dimostrata nel corso dei set, per una prova di forza che ha messo in mostra tutto il potenziale della squadra. La vittoria conferma i biancorossi nel gruppetto di squadre alle spalle di Grottazzolina. LA CRONACA – Il coach Di Pinto conferma il sestetto di una settimana fa, con Nasari e Rizo, Bruno a sostituire Gabriele, Monopoli, il libero Gabbanelli e i due centrali Calonico e Porcello. Per Tuscania ci sono Polluaar, De Paola, Rossatti, i centrali Ceccobello e Ferraro, Pace libero e il palleggiatore Leoni. L'inizio gara è combattuto, le due squadre rispondono punto su punto e si arriva al 12-12. Macerata ribalta però il risultato e prova ad allungare, sfruttando anche qualche errore di troppo in battuta degli avversari, 16-19. Sul 17-21 il coach Tofoli chiama il time-out ma la scossa non c'è, i biancorossi controllano e un altro errore in battuta regala il 21-25. Riparte forte Tuscania, Macerata di nuovo recupera, 5-5 e con Rizo si porta avanti. Provano la reazione Ferraro e Polluaar, che permettono ai padroni di casa di restare vicini. Gli uomini di Di Pinto riescono a controllare il vantaggio, Nasari con un ace porta i suoi sul 16-18; la schiacciata di Rizo vale invece il punto 24, poi Macerata chiude e si porta sul 2 a 0. Terzo set molto tirato, con Tuscania avanti: De Paola tocca sotto rete, 4-2, poi un bel recupero di Gabbanelli permette a Rizo di accorciare. Ancora il cubano trascina i suoi avanti con un tocco furbo che inganna il muro avversario, 9-10. Si gioca punto a punto fino al finale concitato: Ceccobello riporta avanti Tuscania 20-19, poi arriva il contestato 23-20 che spiana la strada ai padroni di casa. Chiude Polluuar 25-20. Nel quarto set la gara si conferma combattuta. Macerata prova ad allungare 8-11 ma Polluaar trascina Tuscania e pareggia 11-11. Rizo e Nasari continuano a portare avanti i biancorossi e la continuità paga: Nasari mette a terra il punto del 15-19, Rizo fa 20 direttamente in battuta. Da questo momento Macerata controlla, resiste alla reazione di Tuscania e si porta a casa una vittoria meritata. Il tabellino: MAURY’S COM CAVI TUSCANIA 1 MENGHI MACERATA 3 PARZIALI: 21-25, 20-25, 25-20, 25-19. Durata set: 25’, 25’, 30’, 29’. Totale: 109’. MAURY’S COM CAVI TUSCANIA: Buzzelli, Leoni 1, Pace, De Paola 8, Rossatti 15, Ceccoli, Ferraro 6, Ceccobello 5, Polluaar 28. Allenatore: Tofoli. MENGHI MACERATA: Nasari 15, Porcello 6, Menichetti, Calonico 9, Bruno 13, Monopoli 1, Stella, Rizo 31, Gabbanelli. Allenatore: Di Pinto. ARBITRI: Gasparro e Cruccolini.

19/01/2020
La GoldenPlast Civitanova non si batte in casa: secondo posto più solido

La GoldenPlast Civitanova non si batte in casa: secondo posto più solido

La GoldenPlast Civitanova mantiene l’imbattibilità stagionale interna, cala il poker di vittorie consecutive con il settimo successo casalingo stagionale. Nella terza giornata di ritorno del Girone Bianco, gli uomini di Gianni Rosichinini superano in rimonta per 3-1 la matricola HRK Motta di Livenza e si portano a 28 punti in classifica consolidando il secondo posto in coabitazione con Cisano a sole due lunghezze di ritardo dalla capolista Porto Viro. Il sestetto marchigiano dà fondo a tutte le proprie energie per riscattare un primo set dall’epilogo sfortunato. Eroico il centrale Trillini, in campo con la mano sinistra fuori uso, ma autore di una buona gara. Indispensabili i salvataggi del libero D’Amico e i 23 punti del top scorer Di silvestre. Sempre sul pezzo la diagonale Partenio-Paoletti (15), con l’opposto uscito dolorante nel quarto parziale. Buona l’alternanza degli Under Disabato e Dal Corso, sempre più intraprendente Sanfilippo al centro. Utili tutti gli atleti subentrati. Sul fronte opposto una spina nel fianco l’ex biancazzurro Pinali nella prima parte di gara. L’avvio è molto equilibrato, con i padroni di casa più precisi in attacco, i veneti insidiosi dai nove metri (3 ace) e lucidi nel finale Nel secondo parziale Di Silvestre e compagni dominano il gioco (24-16), ma dilapidano metà del vantaggio prima di chiudere 25-20 su attacco out di Saibene. Il terzo set è una guerra di nervi fino al 18-18, poi Civitanova prende in mano il pallino del gioco e chiude 25-21. Il quarto parziale è senza storia: si lotta fino al 9-6, poi Motta esce gradualmente dal match e i biancazzurri si esaltano (25-12). Domenica 26 gennaio alle 18.00, nella 4a di ritorno in trasferta, la GoldenPlast scenderà in campo al PalaValier contro la Mosca Bruno Bolzano. La partita. Biancazzurri in campo con Partenio al palleggio per la bocca da fuoco Paoletti, Di Silvestre e Disabato in banda, Trillini e Sanfilippo centrali, D’Amico libero. Ospiti schierati con l’ex biancazzurro Visentin in cabina di regia e Albergati finalizzatore, in banda l’altro ex biancazzurro Pinali e Gamba, al centro Basso e Moretti, nel ruolo di libero Gionchetti (difesa) e Lollato (ricezione). Nel primo set le squadre danno vita a un testa a testa, con i biancazzurri in doppio vantaggio grazie al block di Di Silvestre e al pallonetto di Sanfilippo (12-10), ma Motta impatta (13-13) e va sul +2 con l’ace di Albergati seguito dall’infrazione dei marchigiani (13-15). L’opposto ospite spara fuori regalando il pari (19-19). Sul muro del cambio Under Dal Corso arriva il sorpasso (22-21), ma Motta firma l’aggancio e poi trova il controsorpasso con l’ex Pinali (22-23). Sul 23-24 la stoccta in diagonale di Paoletti esce di un soffio (23-25). Efficaci a muro e in attacco, i biancazzurri pagano lo 0-3 nel computo degli ace. Nel secondo set Civitanova cambia ritmo anche al serizio e va sul 7-3 dopo l’ace di Paoletti. L’opposto mantiene la distanza di sicurezza con l’attacco del 14-10. Motta si riavvicina (15-13), ma i biancazzurri tornano sul +4 con un muro a uno di Trillini (17-13). Vantaggio più ampio dopo il block targato Di Silvestre, l’errore in attacco di Saibene e una giocata del capitano (22-15). I veneti commettono un’invasione (24-16), ma annullano 4 palle set (3 grazie al servizio di Gamba) prima di capitolare 25-20 su un attacco out. A fare la differenza sono positività in attacco e tenuta a muro, ma anche 11 errori dei rivali. Avvio favorevole agli ospiti nel terzo set (3-7). Di Silvestre dimezza il divario (6-8), Partenio riduce le distanze (9-10). Con una serie di difese da cineteca i biancazzurri trovano il pari grazie a Di Silvestre (13-13). Quando Civitanova sembra rientrata nel set la HRK trova un’altra fiammata (14-17). I beniamini di casa non vanno nel panico e riescono a ricucire lo strappo con la prodezza di Di Silvestre (18-18). Il successivo attacco di Pinali è out (19-18). In evidenza anche D’Amico in difesa. Le due giocate di Paoletti, intervallate dall’ace di Di Silvestre, e il block di Sanfilippo valgono il +4 (23-19). Motta non molla (23-21), ma cede per la battuta a rete di Pinali e l’attacco out di Saibene (25-21). Nel quarto set scambi tesi in avvio, ma Partenio sa gestire la squadra. Un salvataggio di piede di D’Amico e il succesivo attacco di Paoletti si tramutano nel 9-6. Su un errore ospite il tecnico dei veneti Barbon chiama un time out (11-7). Il + 6 arriva con il muro di Trillini e l’attacco di Paoletti (14-8). Rosichini dà riposo all’opposto dolorante e inserisce Ferri. I biancazzurri volano con il muro di Dal Corso e il mani out targato Di Silvestre (17-9). Gli ospiti sono ormai sulle gambe e perdono lucidità (24-12). Sull’attacco out di Motta i biancazzurri si impongono 25-12.  (Foto Borsini) 

19/01/2020
La Lube torna a correre in Superlega: Cisterna piegata in rimonta

La Lube torna a correre in Superlega: Cisterna piegata in rimonta

Missione ritorno al successo compiuta per la Cucine Lube Civitanova. I campioni d’Italia conquistano l’intera posta a Cisterna di Latina battendo in quattro set la Top Volley e ottenendo così la quattordicesima vittoria in quindici gare di SuperLega, restando saldamente in vetta alla classifica. Dopo la rimonta subita nel primo set, la formazione biancorossa aggiusta il tiro e frena le ambizioni di Cisterna, restando lucida nei momenti decisivi dei parziali. Top scorer Leal con 19 punti, MVP Rychlicki, pesano i 7 ace biancorossi con soli 15 errori al servizio contro i 24 dei pontini (5 ace) e il 52% in attacco contro il 44 degli avversari. La partita Coach De Giorgi sceglie al centro Simon-Anzani, confermati Bruno-Rychlicki, Juantorena-Leal, Balaso libero. Nella Top Volley parte il baby Rondoni come libero (si alternerà con Cavaccini), Sottile-Patry, Rossi-Szwarc, Karlitzek-Palacios in campo per Tubertini. Cisterna spinge subito al servizio e trova il +3 con il muro di Palacios (4-1), primo break subito recuperato dai biancorossi con i contrattacchi di Rychlicki e Juantorena (8-8) che passano avanti col muro di Leal (11-12). Muro che dà il via al break biancorosso: sul servizio dell’opposto lussemburghese i campioni d’Italia volano al +5 (11-16). Cisterna non molla e risale la battuta di Karlitzek, il tedesco (100% in attacco) fa male alla ricezione cuciniera e firma l’aggancio (19-19): uno strappo che lancia ulteriormente i pontini, Rossi a muro e l’ace di Szwarc portano la Top Volley sul 23-20 (parziale di 8-2). I biancorossi non riescono a rientrare e Cisterna (che attacca con il 57%) chiude 25-23. La Cucine Lube Civitanova reagisce subito nel secondo set (ace Leal, 3-6, fallo in palleggio Palacios, 4-8), un +4 rosicchiato dal muro di Palacios e dall’errore biancorosso che riportano Cisterna a -1 (12-13). Rychlicki colpisce l’asta (15-15), provvidenziale il nuovo break sul servizio di Juantorena: le difese Cucine Lube sono concretizzate due volte da Leal (16-20), il brasiliano insieme all’italo-cubano (7 punti e 100% in attacco per lui) scrivono anche la parola fine al set con contrattacco ed ace finale (19-25).  Sembra aver cambiato marcia la Cucine Lube Civitanova nel terzo set: Leal e Simon picchiano dai nove metri (2-8, Rychlicki e lo stesso Leal protagonisti in contrattacco). Tubertini inserisce Van Garderen per Karlitzek e l’olandese risponde subito presente in attacco (7-10) ma Leal riporta i biancorossi a distanza (7-13). Cisterna ci riprova con due ace di Szwarc (11-14), i soliti Leal-Juantorena firmano il nuovo +6 (11-17): la Cucine Lube Civitanova trova continuità e chiude con un ace di Rychlicki (17-25, 100% in attacco per il lussemburghese).  C’è Diamantini per Anzani nel quarto set, Tubertini prova il modulo con tre schiacciatori (out Patry). Cisterna parte forte con Van Garderen (5-2) poi l’olandese non trova il campo (6-5): Simon e Leal confezionano il sorpasso (8-9) in contrattacco, il centrale cubano guadagna in battuta +3 (ace dell’11-14). Ora i biancorossi sembrano avere la spinta giusta per chiudere i conti in quattro set: ne è segno il muro di Diamantini (13-17), poi Simon prende in mano la situazione in attacco (17-21) e in battuta (ace 18-23) guidando la Cucine Lube Civitanova alla vittoria 22-25, nonostante il tentativo finale di Cisterna con i colpi di Van Garderen. Il tabellino TOP VOLLEY CISTERNA: Peslac, Swarc10, Cavaccini (l), Van Garderen 11, Sottile, Rossato n.e., Patry 8, Karlitzek 12, Elia n.e., Rossi 9, Onwuelo, Rondoni (l), Palacios 14. All. Tubertini. CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani 5, Kovar, D'Hulst n.e., Marchisio (l), Juantorena 16, Massari, Leal 19, Rychclicki 15, Diamantini 1, Simon 11, Bruninho, Bieniek n.e., Balaso (l). All. De Giorgi ARBITRI: Lot (Tv); Moratti (Fr). PARZIALI: 25-23 (31'); 19-25 (27'); 17-25 (27'); 22-25 (31'). NOTE: 1680 spettatori. Cisterna: 24 battute sbagliate, 5 aces, 8 muri vincenti, 40% in ricezione (21% perfette); 44% in attacco. Lube: 15 b.s., 7 aces, 6 m.v., 58% in ricezione (32% perfette); 52% in attacco. Votato miglior giocatore: Rychclicki. (Foto Paola Libralato) 

19/01/2020
Promozione, il Chiesanuova batte l'Atletico Centobuchi nella sfida salvezza

Promozione, il Chiesanuova batte l'Atletico Centobuchi nella sfida salvezza

Il Chiesanuova FC conquista una vittoria fondamentale per 2-0 al comunale “Sandro Ultimi” nello scontro salvezza contro l’Atletico Centobuchi, rendendosi autrice di una gara in cui ha gettato il cuore oltre l’ostacolo. Si tratta di una vittoria che fa morale, portando a -1 i biancorossi dalla Futura 96. Ci sono volute due prodezze, una per tempo prima da Pasqui che apriva le marcature con un bellissimo gol e poi chiudeva la partita il bomber Zaldua, con un gran diagonale.  CRONACA: Partono bene gli ospiti nei primi minuti, ma è il Chiesanuova a passare in vantaggio con un gol capolavoro di Andrea Pasqui che, superati due avversari, con un gran tiro metteva la palla all’angolino alla destra del portiere Finori. Al 15’ c’è la reazione dei ragazzi di mister Ricciotti, su calcio di punizione Picciola, palla a girare sopra la barriera: Carnevali si supera in corner. Al 35’ punizione di Bruna dai 35 metri, palla in area, Focante svetta più in alto di tutti, ma il suo colpo di testa finisce di poco al lato. Al 40’ Bruna ha l’occasione per raddoppiare, a pochi metri da Finori, che è bravo a negargli il raddoppio.   RIPRESA: Nella ripresa gli ospiti entrano in campo con più determinazione, andando alla ricerca del pareggio, mentre i biancorossi agiscono in contropiede. Al 60’ Zaldua da posizione favorevole spara a lato. Al 62’ è Andrea Liberati con un gran tiro a sfiorare il palo alla sinistra di Carnevali. Al 65’ i biancorossi non riescono a finalizzare un micidiale contropiede con Ruibal. Al 70’ gli ospiti si fanno pericolosi con il suo uomo migliore: Andrea Liberati. Gran tiro dal limite, ma Carnevali si oppone da campione. All'80’ è Pasqui ad avere una buona occasione, non concretizzata. Nel finale con gli ospiti sono protesi in avanti, concedendo ai biancorossi l'occasione di chiudere la partita. All'87’ arriva il gol della liberazione con il bomber Zaldua, un gran tiro che batte l’incolpevole Finori alla sua destra. Buona la direzione del signor Matteo Giudice della sezione di Frosinone. TABELLINO  CHIESANUOVA: Carnevali, Cento, Pierantonelli, Tanoni, Aringoli, Focante, Ruibal (78’ Chiaraberta), Morettini, Zaldua, Bruna, Pasqui (86’ Rapaccini). All. Mazzaferro Andrea A disposizione: Fiorani, Sacchi, Brandi, Rango, Medei, Mongiello, Cappelletti. ATLETICO CENTOBUCHI: Finori, Oddi, Giuliani (50’ Caioni), Carminucci (70’ Diopp), Gibbs, Piemontese, Liberati S, Calvaresi, Giansante, Liberati A, Picciola. All. Ricciotti Roberto. A disposizione: Levko, Petrescu, Mascitti, Amabili, Coccia, Del Gatto, Felicioni TEMPI DI RECUPERO: 1 – 5  ANGOLI: 6 – 7  AMMONITI: Morettini, Rapaccini, Pasqui, Giuliani, Carminucci, Gibbs, Piemontese, Oddi. ARBITRO: Giudice Matteo di Frosinone – ASSISTENTI: Ielo Giacomo di Pesaro – Bianchi Luca di Pesaro RETI: 8’ Pasqui – 87’ Zaldua.

19/01/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.