Sport

Centro Nuoto Macerata: super oro di Maria Chiara Balestrini, avvio di stagione coi fiocchi

Centro Nuoto Macerata: super oro di Maria Chiara Balestrini, avvio di stagione coi fiocchi

Se il buongiorno si vede dal mattino, la stagione agonistica del Centro Nuoto Macerata si preannuncia eccitante. Dopo settimane e settimane di allenamenti, finalmente sono arrivate le prime gare, valide come qualifiche per i campionati regionali di nuoto e di salvamento che si disputeranno nei prossimi mesi. Il Centro Nuoto Macerata in totale ha fatto tuffare in vasca la bellezza di più di 100 atleti e gli allenatori Mauro Antonini, Franco Pallocchini, Giacomo Marinozzi e Nicola Tobaldi hanno subito avuto riscontri brillanti. Diversi nuotatori sono già riusciti a fare i tempi utili per approdare ai rispettivi campionati e qualcuno ha immediatamente strappato il pass per  gli Assoluti di Salvamento.  Non solo, il CN Macerata ha già conquistato le prime medaglie. Lo ha fatto al meeting di Fermo grazie al super oro nei 50 farfalla categoria Ragazzi di Maria Chiara Balestrini. E ancora grazie al bronzo della giovanissima Esordiente A  Emma Samoila nei 50 dorso. I Master, i più grandi, non volevano essere da meno e sono stati protagonisti al 15° Trofeo Città di Riccione. La squadra della piscina comunale di viale Don Bosco ha debuttato con 7 atleti nella vasca olimpionica romagnola. Nonostante fosse la prima esperienza dell’anno, subito gran medaglia d’argento dei 400 stile libero per Francesco Fiorelli. Felice l’allenatrice Francesca Vella, anche perché molti degli altri (Riccardo Pecorari, Giorgio Bormioli, Marco Ruffini, Silvia Scagnetti, Lorenzo Strolla, Alessandro Orazi) hanno migliorato i loro primati cronometrici.

18/12/2018
Lube Civitanova, info prevendita biglietti per il match di SuperLega  con Padova in programma per il 26

Lube Civitanova, info prevendita biglietti per il match di SuperLega con Padova in programma per il 26

A.S. Volley Lube informa che è aperta la prevendita biglietti per la gara di campionato che la Cucine Lube Civitanova giocherà all'Eurosuole Forum contro la Kioene Padova mercoledì 26 dicembre alle ore 18.00, prima giornata di ritorno di SuperLega Credem Banca. Sono validi gli abbonamenti.   PREVENDITA VIVATICKET ONLINE E NEI PUNTI VENDITA E’ possibile acquistare da subito in prevendita i biglietti per il match della Cucine Lube Civitanova. Due le modalità: acquisto online, collegandovi al sito lubevolley.vivaticket.it, oppure recandovi nei punti vendita Vivaticket in Italia. Chi acquista il biglietto online, inoltre, potrà stamparlo e recarsi direttamente ai varchi di ingresso senza dover passare dal botteghino.   VENDITA BIGLIETTI E ORARI ALL'EUROSUOLE FORUM DI CIVITANOVA Biglietti in vendita anche all'Eurosuole Forum da giovedì 20 dicembre in poi con orario 17.00-19.30, domenica 23 chiuso, lunedi 24 10.00-12.30, martedì 25 chiuso, mercoledì 26 10.00-12.30 e 15.30-inizio gara. Per informazioni telefonare allo 0733-1999422 negli orari suddetti.   PREZZI BIGLIETTI   PREMIUM (settore B):   Biglietto numerato: 40 Euro Intero, 30 Euro Ridotto*   GOLD (settori A-C)   Biglietto numerato: 30 Euro Intero, 20 Euro Ridotto*   TRIBUNA (settori G-H-I):   Biglietto numerato: 20 Euro Intero, 15 Euro Ridotto*   GRADINATA (settore M):   Biglietto numerato: 16 Euro Intero, 12 Euro Ridotto*   CURVA (settori D-F-L-N):   Biglietto non numerato: 14 Euro Intero, 10 Euro Ridotto*   *ridotto Under 18 e Over 65  

18/12/2018
Pallamano, sconfitta a testa alta per Cingoli in casa dell'Euromed Mugello

Pallamano, sconfitta a testa alta per Cingoli in casa dell'Euromed Mugello

Euromed Mugello 22-20 Cingoli (12-9) Mugello: Dallai, Gargani 5, Gorelli 3, Gori, Landi, Lapi E., Lapi M. 2, Raguzzi, Ricceri 1, Salemme 5, Santoni 3, Simoni 3, Zanieri, Guidoni, Lapi A., Gosani. All. Volterrani Cingoli: Battenti, Bartolucci 4, Cappelli 1, Ciattaglia, Cipolloni 6, Cristalli 4, Faris, Lenardon 1, Torelli 3, Turki 1. All. Analla Arbitri: Passelli – Rinaldi  Alla fine l’Euromed Mugello vince 22-20, ma Cingoli ne esce a testa alta, combattendo fino alla fine e penalizzata da una rosa cortissima. Le ragazze di Analla scivolano al quinto posto del girone C di Serie A2 Femminile di pallamano, superate proprio dalle toscane.   Nel primo tempo c’è grande equilibrio tra le due squadre. La Polisportiva riesce a portarsi sul +4 con 3 reti di Cipolloni e una di Cristalli, 4-8. Le toscane rispondono con un contro-break di 6-0 con Maddalena Lapi, Salemme, Gorelli, Simoni e due volte Gargani, punteggio sul 10-8. Lenardon accorcia, ma Salemme e Gargani chiudono la prima frazione sul 12-9. Nella ripresa Mugello si fa rimontare, ma alla fine riesce ad avere la meglio; le cingolane, in vantaggio a 4 minuti dalla fine, non riescono a piazzare il colpaccio. Ad inizio tempo, Torelli, Cipolloni e Bartolucci riportano in parità la sfida (12-12). Le locali tornano a +3 trascinate da Maddalena Lapi, Gargani e Simoni, parziale sul 15-12. Turki riduce il gap, ma l’Euromed arriva ad un massimo di +5, con le giocate di Santoni e Salemme (18-13). Cingoli non molla e accorcia prima di due reti con Cappelli e Cipolloni, poi, sul 19-15, mette in fila cinque punti con Bartolucci, Cristalli, Torelli, ancora Bartolucci e ancora Cristalli, parziale sul 19-20 a 5 minuti dalla fine della partita. Salemme pareggia i conti, i mister Volterrani e Analla si sfidano a colpi di timeout. Ad avere la meglio è la squadra di casa, che chiude i giochi con Raguzzi e Santoni, sfruttando qualche errore di troppo delle cingolane. L’Euromed Mugello vince 22-20 contro la Polisportiva Cingoli e chiude il girone d’andata al quarto posto, sopravanzando le cingolane. La squadra di Analla può comunque ritenersi soddisfatta per non aver mollato  aver tentato di vincere fino al 60’. Top scorer della gara Sofia Cipolloni con 6 reti, seguita a 5 da Gargani-Salemme e a 4 da Sara Bartolucci e Francesca Cristalli. La classifica vede in testa l’Alì Mestrino con 16 punti a punteggio pieno, seguita a 14 dalle Marconi Jumpers. Terzo posto per le Tushe Prato a 11, seguite a 9 dall’Euromed Mugello. Cingoli chiude il 2018 al quinto posto con 8 punti, a pari merito con la Cellini Padova. Dopo le vacanze natalizie, sarà proprio la sfida esterna contro le venete ad aprire il girone dei ritorno, per la partita prevista per il 26 gennaio.

18/12/2018
Lube Civitanova, Fefè De Giorgi il ritorno: le prime parole del neo tecnico

Lube Civitanova, Fefè De Giorgi il ritorno: le prime parole del neo tecnico

Dove eravamo rimasti? Sono queste le prime parole di Ferdinando Fefè De Giorgi al suo ritorno sulla panchina della Lube Volley Civitanova.  La conferenza di presentazione, avvenuta questo pomeriggio presso la sala stampa dell'Eurosuole forum, ha visto il coach, appena liberatosi dalla squadra polacca dello Jastrzebski Wegiel, desideroso di vincere di nuovo con i cucinieri, dove ha ottenuto soddisfazioni e trofei sia da giocatore che da allenatore, lasciando un ricordo indelebile. Il "chi te lo ha fatto fare" è stata la prima domanda che è stata posta al tecnico, il quale ha ribadito come sia stata, oltre la voglia di tornare a cimentarsi con il campionato italiano, anche la stima e l'affetto personale che lo lega a patron Giulianelli (presente anch'egli in sala stampa) e società tutta. "Per fare meglio di chi mi ha preceduto bisogna vincere, anche se non sarà facile, in campionati, quello europeo e quello italiano, di eccellenze straordinarie dove le differenze sono minime e dove è necessario sporcarsi le mani per riuscire a portare a casa i risultati", così ha continuato De Giorgi. Il diktat per l' Eroe dei tre mondi (così nominato perchè capace di vincere 3 mondiali Brasile 1990, Grecia 1994, Giappone 1998), è quello di lavorare e lottare fino all'ultimo pallone per raggiungere gli obiettivi prefissati. Il neo tecnico dei cucinieri si è subito messo a lavoro con la squadra per preparare al meglio l'imminente sfida di Champions contro la VK CEZ Karlovarsko,  in Repubblica Ceca,  programmata per mercoledì 19. L'auspicio, per nuovo allenatore, società e tifosi, è quello di poter vedere la Lube di nuovo alzare qualche trofeo, dopo le cocenti  delusioni dell'ultimo anno e mezzo.        

17/12/2018
Chiusura d'anno con i botti per la Banca Macerata Rugby (FOTO)

Chiusura d'anno con i botti per la Banca Macerata Rugby (FOTO)

È stato un fine settimana trionfale quello che ha visto vittoriose tutte le selezioni della Banca Macerata Rugby scese in campo. Sabato pomeriggio al "Nelson Mandela" di San Benedetto gli armosauri dell'Under 10 e i leoncini della 12 hanno vinto i rispettivi raggruppamenti regionali, con grande soddisfazione dei molti genitori presenti e dei coach Venanzoni, Estrada e Medori. Domenica mattina al "Longarini" di Villa Potenza sono stati i ragazzi dell'Under 18 guidati dal tecnico Ronconi a dettar legge contro Gubbio, con un netto 34 a 12 finale. A seguire, sullo stesso terreno di gioco casalingo, la senior di coach Jepson ha travolto 44 a 3 l'Unione Rugbistica Anconitana, fornendo una prestazione di grande impatto atletico in difesa, dominando in mischia e sui punti d'incontro, con ripartenze veloci alla mano e inserimenti ripetuti sia dei trequarti che degli avanti. Ben sette le mete realizzate: due di Pazzaglia, una ciascuna per Acciarresi, Romagnoli-Poloni, Ronconi, capitan Tomassetti e Svampa. 

17/12/2018
Arrivi, partenze e premi per la Sangiustese

Arrivi, partenze e premi per la Sangiustese

La Sangiustese è riuscita in un bel colpo di mercato tesserando il giovane attaccante Federico Cerone, proveniente dall’Avezzano. Il ragazzo è nato a Roma nel 1995 ed è cresciuto nelle giovanili della Fiorentina. E’ giovane e talentuoso tant’è che può vantare già una lunga esperienza in diverse squadre di serie C e serie D. Oltre ad essere un buon attaccante, dotato e tecnico, è anche un robusto trequartista e la sua altezza lo aiuta nelle palle alte e nei calci da fermo: è alto 1.84. E’ stato lo stesso direttore Corso che ha commentato il nuovo importante innesto per la Sangiustese: “Federico Cerone è un giocatore importante che è arrivato a Monte San Giusto perché lo ha voluto fortemente, negli scorsi giorni ci siamo incontrati con il ragazzo, il Presidente Tosoni e il vicepresidente Grandinetti che hanno deciso di fare questo grande regalo al mister e alla squadra. Grazie al suo arrivo, anche se il nostro obiettivo resta sempre lo stesso, possiamo provare a vedere se riusciamo a fare qualcosina in più e a restare nelle posizioni di classifica che occupiamo in questo momento”. Ed insieme all’entusiasmo della società non manca certamente la gioia di Federico Cerone, pronto ad iniziare la sua nuova esperienza alla Sangiustese: “Sono stato colpito dal progetto che mi ha illustrato la Società. Conoscevo ed apprezzavo già il modo di giocare del mister ed è stata una prerogativa venire qui. Conosco quasi tutti i nuovi compagni per averci contro diverse volte. Vengo da una situazione in cui le prestazioni erano buone, ma purtroppo la classifica meno. Arrivo alla Sangiustese davvero molto carico, non vedo l’ora di mettermi a disposizione del gruppo e spero di continuare a segnare come nella prima parte del campionato”. E mentre arriva Federico Cerone, la società fa anche qualche cessione. Un’importante operazione in uscita è quella che ha visto partire il difensore Simone Marfella verso Cesena. Il club romagnolo ha fatto così registrare un’importante operazione in entrata in seguito all’incontro avvenuto qualche giorno fa con i dirigenti della Sangiustese. In seguito a questo importante colloquio è stato trovato l’accordo per il trasferimento a titolo definitivo di Simone Marfella dal club marchigiano a quello bianconero. Il difensore è nato a Napoli il 15 settembre 1999 ed è già alla sua terza stagione in serie D (59 presenze e un gol). Ha esordito in questo campionato nell’Herculaneum per poi passare alla Sangiustese. La società adesso gli augura tutto il meglio per poter proseguire nella sua già promettente carriera. La Sangiustese deve essere fiera di questi giovani talenti che si succedono sul proprio campo. Una fierezza che è possibile dimostrare anche attraverso il trofeo vinto nei giorni scorsi dalla società. Infatti, il presidente della Sangiustese Andrea Tosoni, accompagnato dal dirigente responsabile degli eventi e delle iniziative rossoblù Emanuele Trisciani, è stato premiato presso il Teatro della Fisarmonica di Macerata nella serata di Gala promossa dal Coni Provinciale. In questa importante serata la Sangiustese ha ottenuto il riconoscimento per la conquista della Coppa Disciplina nazionale dello scorso anno. Un riconoscimento davvero importante per la squadra e la società.

17/12/2018
GoldenPlast Potenza Picena, le parole del coach Rosichini dopo la vittoria contro Livorno

GoldenPlast Potenza Picena, le parole del coach Rosichini dopo la vittoria contro Livorno

Una scalata da applausi. All’indomani della vittoria a Livorno nell’11a giornata di andata del Girone Bianco di A2 Credem Banca, il tecnico Gianni Rosichini si divide tra l’euforia per il quinto posto in classifica della sua GoldenPlast Potenza Picena e il rammarico per il riacutizzarsi degli acciacchi del centrale Fabrizio Garofolo e dello schiacciatore Stefano Gozzo. Fastidi che hanno tenuto gli atleti fuori dal match alla Bastia e che a una settimana dal tour de force di tre turni in otto giorni rischiano di rallentare la corsa del Volley Potentino. Determinanti nell’ultima gara il gioco corale, un cambio di ritmo dai 9 metri nel cuore del secondo set e la prova maiuscola di D’Amico in difesa.   La vittoria in rimonta per 3-1 nel quartier generale dell’Acqua Fonteviva Apuana Livorno ha consentito al sodalizio marchigiano di incamerare 3 punti e di portarsi a quota 18, a + 1 dalla Kemas Lamipel Santa Croce e a +3 dai cugini della Menghi Shoes Macerata. Ora Monopoli e compagni hanno solo due lunghezze di ritardo dai team che occupano gli ultimi due posti disponibili nel girone per l’accesso alla Del Monte® Coppa Italia Serie A2. La qualificazione non è tra gli obiettivi stagionali, ma porterebbe lustro al percorso già positivo.   Coach Gianni Rosichini: “Abbiamo interpretato bene la gara a Livorno, ma nel primo set gli avversari battevano meglio. Il riacutizzarsi degli acciacchi di Garofolo e Gozzo ha responsabilizzato i compagni. D’Amico ha disputato la sua miglior partita in difesa e Pinali ha inciso in momenti chiave, come d’altronde gli altri. Quel che si definisce un successo del gruppo. A un certo punto ho detto ai ragazzi che era inutile battere piano sbagliando troppi servizi, ma conveniva forzare. La crescita dai 9 metri è stata decisiva per minare il gioco dei rivali. Non nascondo che sono preoccupato per i tre turni ravvicinati. Ho dei giocatori che non stanno bene per problemi legati a scontri di gioco e ne valuteremo il recupero. Abbiamo fatto qualcosa di speciale finora ed è un peccato avere noie in infermeria alla vigilia di confronti importanti, ma fa parte del gioco e lo dobbiamo accettare”.   Risultati 11a giornata di andata Serie A2 Credem Banca: Monini Spoleto-Conad Lamezia 3-1 (25-23, 23-25, 25-17, 25-20); Aurispa Alessano-Kemas Lamipel Santa Croce 2-3 (25-18, 22-25, 25-13, 15-25, 8-15); Synergy Arapi F.lli Mondovì-Geosat Geovertical Lagonegro 3-0 (33-31, 25-17, 25-19); Conad Reggio Emilia-Menghi Shoes Macerata 3-0 (25-20, 25-23, 25-21); BCC Leverano-Roma Volley 3-0 (25-14, 30-28, 25-16); Acqua Fonteviva Apuana Livorno-GoldenPlast Potenza Picena 1-3 (25-21, 23-25, 21-25, 22-25).   Turno di riposo: Centrale del Latte Sferc Brescia.   Classifica Girone Bianco: Synergy Arapi F.lli Mondovì 29, Centrale del Latte Sferc Brescia 28, Conad Reggio Emilia 20, Monini Spoleto 20, GoldenPlast Potenza Picena 18, Kemas Lamipel Santa Croce 17, Menghi Shoes Macerata 15, Geosat Geovertical Lagonegro 14, Acqua Fonteviva Apuana Livorno 13, Aurispa Alessano 8, BCC Leverano 8, Conad Lamezia 5, Roma Volley 3.   1 incontro in più: Menghi Shoes Macerata, BCC Leverano.   Prossimo turno 12a giornata Serie A2 Credem Banca Girone Bianco Sabato 22 dicembre 2018, ore 18.00 Kemas Lamipel Santa Croce – Monini Spoleto  Diretta Lega Volley Channel Domenica 23 dicembre 2018, ore 18.00 Centrale del Latte Sferc Brescia – Acqua Fonteviva Apuana Livorno  Diretta Lega Volley Channel Conad Lamezia – Conad Reggio Emilia  Diretta Lega Volley Channel Roma Volley – Aurispa Alessano  Diretta Lega Volley Channel Menghi Shoes Macerata - Synergy Arapi F.lli Mondovì  Diretta Lega Volley Channel Domenica 23 dicembre 2018, ore 19.00 GoldenPlast Potenza Picena – Geosat Geovertical Lagonegro  Diretta Lega Volley Channel        

17/12/2018
Pallamano, Serie A: la Polisportiva Cingoli si arrende di misura a Bolzano

Pallamano, Serie A: la Polisportiva Cingoli si arrende di misura a Bolzano

La capolista Bolzano batte di misura la Polisportiva Cingoli targata Santarelli, favorita da due decisioni arbitrali discutibili. A 60 secondi dalla sirena, infatti, i cingolani erano in vantaggio 24-23, dopo una delle migliori prestazioni stagionali contro la corazzata di Dvorsek, nella dodicesima giornata di Serie A Maschile di pallamano.  Ad inizio primo tempo gli ospiti sembrano confermare il pronostico, ma si sa che al PalaQuaresima è vietato rilassarsi. Gli alto-atesini piazzano il +3 sul 1-4 e poi il +4 sul 2-6 nei primi cinque minuti. Due reti di Alvarez riportano la Polisportiva sul -2 (4-6). Nocelli risponde a Gaeta, poi i segnapunti regalano un gol al Bolzano, quando i direttori di gara avevano fischiato fallo (5-8). Un super Strappini tiene a galla Cingoli sul 7-9. Il capitano cingolano risponde con due reti ad Halilkovic, parziale sul 9-10. La partita a questo punto diventa equilibrata. Colleluori si supera su Turkovic. Garroni ribatte la rete di Sonnerer, poi Halilkovic, Brzic e Sonnerer portano il Bolzano sul 10-14. Segue una fase in cui i portieri sono protagonisti: Volarevic chiude lo specchio su Garroni e Matijasevic, Colleluori respinge le occasioni di Halilkovic e Brzic. Cingoli, nonostante la traversa di Nocelli, riesce a recuperare due reti con Randes e Nocelli, così il primo tempo termina 12-15.  Si riprende molto tempo prima di giocare, poiché probabilmente gli arbitri hanno verificato il gol “fantasma” assegnato alla capolista dai segnapunti. Amendolagine e Potenza ravvisano l’errore e il punteggio diventa 12-14. La partita così cambia completamente volto. Il PalaQuaresima diventa una bolgia e Cingoli viaggia sulle ali dell’entusiasmo. Sporcic ristabilisce il 12-15 dopo il palo di Nocelli, ma la Santarelli piazza un break di 4-0 firmato Alvarez, doppio Strappini e Mangoni che ribalta il parziale sul 16-15 al 35’, grazie anche alle parate di Colleluori su Turkovic e compagni. Volarevic si supera su Randes, Sonnerer pareggia ma Randes conferma il +1 (17-16). Bolzano comincia a sbagliare troppo, la Polisportiva fallisce il +2 con la traversa Mangoni. Halilkovic firma il pari, ancora Randes ristabilisce il vantaggio (18-17). Gli alti-atesini tornano avanti grazie a Gojani e Turkovic, due parate di Colleluori evitano un passivo peggiore (18-19). Gli ospiti riescono a portarsi poi sul +3 sul 19-22, sfruttando anche la sfortuna cingolana, con Randes a colpire la traversa sul 19-19. Sul 20-23 a 7 dalla fine, la Polisportiva realizza un fantastico 4 a 0, trascinata dalla bolgia del PalaQuaresima, con le reti di Strappini, Randes e Mangoni (2), al 57’ il risultato è di 24-23. Gentilozzi rileva Colleluori ed è decisivo in almeno 4 occasioni. Accade quindi l’impensabile. A 2 minuti dalla fine, Strappini riceve un due minuti che ci poteva stare ma che è eccessivamente severo, che costringe Cingoli a terminare la gara con un uomo in meno. Bolzano non riesce a pareggiare e imbatte sulla traversa. A 53 secondi dalla fine, gli arbitri sospendono Alvarez per un normale contrasto di gioco, lasciando la Polisportiva in doppia inferiorità numerica. Gli ospiti pareggiano i conti, 24-24. La Polisportiva cerca allora di mantenere il possesso palla. Gli alti-atesini commettono fallo su Ilari, gli arbitri lasciano incredibilmente correre, in ripartenza Gaeta segna il 24-25 a meno 2 secondi dalla sirena. Il PalaQuaresima non può credere alla seconda beffa consecutiva in casa.  Bolzano passa 24-25 a Cingoli. Alla vigilia questo sarebbe stato un risultato insperato per i ragazzi di Nocelli, per l’occasione squalificato: per come è maturato, è tanta l’amarezza in giocatori, dirigenti e tifosi, che stavano pregustando l’impresa. Sono almeno due i punti che mancano per via di decisioni arbitrali estremamente discutibili. Favorendo sempre le squadre più “potenti”, a livello di blasone e di peso societario, il movimento pallamanistico italiano non crescerà mai. La Polisportiva ha comunque disputato la migliore prestazione stagionale, meritandosi gli applausi del calorosissimo pubblico, che potrebbe far invidia a qualsiasi altro Palazzetto d’Italia. Top scorer della gara un immenso capitan Diego Strappini con 7 reti, seguito da Randes (in crescita continua), Turkovic e Halilkovic a 5. Migliore in campo Ema Alvarez, autore di una prestazione di esperienza, 3 reti ma tanto gioco e assist per i compagni. Da segnalare anche la buona prestazione di Mangoni, ancora non ai livelli della passata stagione ma comunque in miglioramento. Cingoli resta penultima con 7 punti, a pari merito con Merano, impegnato oggi a casa del Conversano. Ora ci saranno le vacanze natalizie. I cingolani torneranno in campo il 12 gennaio al PalaChiarbola di Trieste, dove affronteranno l’Alabarda, società più titolata d’Italia con 17 scudetti. Cingoli 24-25 Bozen (12-14) Cingoli: Gentilozzi, Colleluori, Danti, Ilari, Garroni 1, Nocelli L. 4, Mangoni 4, Camperio, Trillini, Latini, Strappini 7, Alvarez 3, Randes 5, Matijasevic, Ciattaglia D., Chiaraberta. All. Nocelli N. (squalificato, in panchina Ciattaglia S.) Bozen: Volarevic, Brzic 1, Gaeta 2, Innererben, Kammerer 1, Pircher, Sonnerer 4, Sporcic 2, Turkovic 5, Udovcic, Arcieri 2, Matha 2, Halilkovic 5, Viehwieder, Gojani 1. All. Dvorsek  Arbitri: Amendolagine - Potenza  

17/12/2018
Calcio A5 serie D, ritorno alla vittoria per il Borgorosso Tolentino in casa, brutta sconfitta del CSI a Gagliole

Calcio A5 serie D, ritorno alla vittoria per il Borgorosso Tolentino in casa, brutta sconfitta del CSI a Gagliole

Ritorna alla vittoria il Borgorosso Tolentino, dopo 2 pareggi consecutivi. La compagine tolentinate scende in campo al centro sportivo Gattari contro la Virtus Moie: sfida facile sulla carta vista la differenza di classifica, ma il campo ha mostrato ben altro. Mister Ranzuglia, ancora orfano di un giocatore importante come Diego Del pupo, schiera una formazione dedita al pressing: Verducci e Corvini in avanti cercano di mettere in difficoltà la difesa ospite, che reagisce però bene al forcing dei biancorossi; si passa subito in vantaggio con una rasoiata di Konte dopo un  calcio d’angolo. La partita sembra prendere la piega giusta, ma i padroni di casa sbagliano parecchi passaggi e servono su un piatto d’argento la palla agli ospiti per il pareggio, che sfruttano al meglio un 3 contro uno con il gol di Pittori. I borgorossini sembrano frastornati, infatti poco dopo ancora Pittori sigla il vantaggio. Si va al riposo sul 1 a 2 ospite. Nella ripresa si prova a cambiare musica, i bancorossi sono sempre più votati all’attacco e così sale in cattedra Corvini, che prima trova il pareggio di sinistro dopo una ribattuta di Grizi, poi al decimo, imbeccato da Taqui,salta il portiere e sigla il vantaggio sempre di sinistro. 3-2! Il Virtus Moie prova il tutto per tutto per  agguantare il pareggio ma i tolentinati resistono, anche grazie ad un ottima prestazione difensiva di Patrizio Seri, ed amministrano il vantaggio fino al triplice fischio del direttore di gara. Da annotare una clamorosa palla gol fallita dal bomber Diallo a porta vuota, che rimane a secco di marcature  questa giornata. Le dichiarazioni del mister Ranzuglia al termine della gara: “La partita è stata molto equilibrata ed aperta soprattutto nel primo tempo; nel secondo abbiamo fatto meglio e  messo sicuramente più in difficoltà gli avversari. Le partite vanno giocate tutte, non ne esiste una facile. Il recupero di Gianluca Corvini, dopo l’infortunio, è per noi prezioso in questo momento, il suo apporto è stato decisivo.” Brutta sconfitta invece per la squadra CSI nell’impianto “Borgonovo” di Gagliole al cospetto del Calafioreing. Match sulla carda abbordabile, contro il fanalino di coda del campionato, dopo la grande vittoria nel derby, che finisce invece con una debacle clamorosa dei biancorossi. Mister Vecerrica ritrova Crocetti, assente nel derby, e convoca per l’occasione anche Cesaroni e Kashchei. Il campo outdoor con poca visibilità e il clima siberiano condizionano la gara per ambedue le squadre ed infatti la prima frazione di gioco si conclude con uno scialbo 0-0 con poche emozioni, salvo una eccessiva espulsione temporanea per Riccardo Acuti e qualche occasione di troppo fallita dai borgorossini. Nel secondo tempo ci pensa Lorenzo Porfiri a scaldare la partita , che di forza batte porta in vantaggio i suoi; sembrava fatta, ma dopo una distrazione difensiva arriva la sfortunata autorete di Kashchei nel tentativo di evitare il facile tap-in dell’attaccante . I biancorossi calano di concentrazione e poco dopo la Calafioreing passa in vantaggio con un tiro dalle retrovie sul quale Emiliozzi non arriva. 2 a 1. Vecerrica allora chiama il pressing , la mossa mette in difficoltà gli avversari e Cesaroni ristabilisce la parità con una chiusura sul secondo palo. Nel momento in cui bisognava tirare fuori i cosiddetti attributi, il Borgorosso si spegne e subisce in sequenza tre reti clamorose, che permettono alla squadra locale di ottenere i primi 3 punti stagionali. Finisce con un secco 5-2 una gara davvero amara per il Borgorosso. Grande delusione e disappunto per una delle peggiori prestazioni stagionali espressa dal presidente Michele Borri, per l’occasione presente in panchina come secondo portiere: “Una partita incredibile, dopo pochi minuti, per quello che stavamo vedendo in campo,avevo la sensazione che avremmo vinto la gara. Invece nel finale  abbiamo avuto un clamoroso calo di concentrazione ed abbiamo regalato la vittoria agli avversari. Sono davvero amareggiato!! Dobbiamo essere più consapevoli dei nostri mezzi, avere più fame di vittoria e soprattutto più agonismo e attenzione difensiva. Non si può perdere in questa maniera!".    

17/12/2018
Volley, Serie A2: la Goldenplast Potenza Picena luccica anche a Livorno

Volley, Serie A2: la Goldenplast Potenza Picena luccica anche a Livorno

Una vittoria in rimonta da grande squadra e tre punti esterni che valgono il quinto posto nell’11a giornata del Girone Bianco. Oggi pomeriggio il Volley Potentino ha firmato il secondo successo di fila in Regular Season piegando in 4 set i padroni di casa dell’Acqua Fonteviva Apuana Livorno dopo un duro avvio. Un’affermazione pesante per la classifica, con i marchigiani a 18 punti e in corsa per l’accesso ai Quarti di Finale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2. Gli uomini di Gianni Rosichini hanno confermato il proprio feeling con i campi toscani violando anche la Bastia di Livorno dopo aver già espugnato al tie break nella seconda giornata il PalaParenti, casa della Kemas Lamipel S. Croce. Un’altra prova generosissima della diagonale marchigiana, con l’opposto Paoletti top scorer grazie ai suoi 26 punti e con l’alzatore Monopoli metronomo impeccabile del gioco biancazzurro. A riprendersi dopo un inizio in affanno tutti i giovani, capaci di sfoggiare giocate efficaci e non banali in momenti topici. Nel primo set percentuali altissime in attacco dei toscani, più efficaci anche al servizio e trascinati dai punti in serie dell’ex biancazzurro Zonca (25-21). Nel secondo set i potentini hanno trovato conforto nelle indicazioni di Rosichini e, una volta sotto 14-10 hanno alzato il livello imponendosi al fotofinish (23-25). Terzo parziale in equilibrio fino al 19-19, poi la regia e l’attacco di Potenza Picena hanno fatto la differenza (21-25). Nel quarto atto monologo della GoldenPlast Potenza Picena con reazione dei toscani fino al 12-13 e 4 match ball annullati dai padroni di casa prima del mani out targato Paoletti (22-25) Potenza Picena tornerà in campo domenica 23 dicembre nel posticipo delle 19.00 all’Eurosuole Forum contro il sestetto lucano della Geosat Geovertical Lagonegro per la penultima giornata del girone di andata. Libero Francesco D’Amico: “E’ stata una gara molto dura, ma abbiamo offerto una prestazione corale superando le difficoltà iniziali. Portiamo a casa altri 3 punti importantissimi”. La Cronaca  Biancazzurri in campo con Monopoli al palleggio per Paoletti opposto (per lui una stagione in B1 a Massa nel 2008/09), Trillini e Larizza al centro, Di Silvestre e Pinali in banda, D’Amico libero. I padroni di casa si schierano al fischio d’inizio con il regista Jovanovic a dettare i tempi per il terminale offensivo De Santis, Maccarone (lo scorso anno a Potenza Picena) e Paoli al centro, laterali Wojcik e Zonca (due anni biancazzurro), Pochini libero. In avvio padroni di casa aggressivi, ma potentini sul pezzo (13-13). Letale l’ex Zonca (9 sigilli a fine set), suoi i 2 punti del doppio break al giro di boa (16-13). L’attacco out di Di Silvestre costa il meno 4 (17-13). Potenza Picena non molla (19-17), ma le accelerazioni di Zonca creano problemi (21-17), mentre la sua “Z” timbra il punto del 23-18. Di Silvestre a muro riapre i giochi (23-20). Alla seconda palla set a chiudere è Maccarone (25-21)., l’altro ex biancazzurro. Al rientro il Volley Potentino soffre il servizio di Maccarone che strappa un ace e frutta un’infrazione per l’11-7. Inevitabile il time out di Rosichini. Sotto 14-10, i marchigiani assecondano il coach e impattano (14-14). Si procede punto a punto (20-20). Un attacco fuori misura dei livornesi e il muro di Larizza valgono il +2 (20-22). Il centrale ancora a segno (21-23). Alla seconda palla set Potenza Picena chiude sull’errore al servizio di De Santis (23-25). Combattutissimo l’avvio di terzo set con un grande Paoletti al servizio (11-13). Inerzia a favore del sestetto potentino (13-16), ma la squadra di Montagnani si ricompatta (19-19). Nel momento clou Potenza Picena mette il turbo e sfrutta l’esperienza della propria diagonale andando sul +3 (20-23) con Paoletti. È ancora la battuta a rete dei rivali a lanciare i biancazzurri (21-25). L’avvio sprint dei potentini nel quarto set (2-5) spinge Montagnani al time out. Di Silvestre tiene a distanza i toscani (5-8). Sull’attacco di Zonca torna la pressione dei toscani (12-13), ma gli uomini di Rosichini reagiscono alla grande con Larizza dai 9 metri (13-16) e si ripetono coi lunghi a muro (14-19) per poi dilagare nel finale (15-22). Quel che sembra una discesa si tramuta in una rampicata perché la GoldenPlast spreca 4 match ball prima di imporsi (22-25). IL TABELLINO  LIVORNO: U Briglia 1, U Loglisci, Grieco ne, Paoli 9, Zonca 19, Bacci, Minuti ne, Wojcik 16, L Pochini, Jovanovic 1, De Santis 9, Facchini ne, Maccarone 11. All. Montagnani POTENZA PICENA: U Trillini 6, Cuti, Pinali 14, L D’Amico, Ferri ne, Gozzo, Di Silvestre 10, Larizza 9, Monopoli, Lavanga ne, Calistri, Paoletti 26, U Garofolo ne. All. Rosichini Arbitri: Grassia e Verrascina di Roma Note: durata set 26’, 25’, 25’, 27’. Totale 1h 43’. Livorno: errori al servizio 19, ace 3, muri 10. Potenza Picena: errori al servizio 13, ace 3, muri 8.

17/12/2018
Civitanova basket, la Feba superato l'incidente, torna sul proprio parquet e vince contro Forlì

Civitanova basket, la Feba superato l'incidente, torna sul proprio parquet e vince contro Forlì

La Feba Civitanova Marche torna sul parquet con una bella vittoria. Le momò hanno riassaporato il campo, dopo lo stop forzato causato dall'incidente al rientro da La Spezia, regalando una vittoria netta al proprio pubblico per 75-43 contro la Medoc Forlì. Due punti preziosi per smuovere la classifica, in vista del ritorno in campo gia' mercoledi contro Campobasso. Partenza a rilento delle momo' che impiegano quattro minuti per carburare e, dopo il vantaggio ospite, piazzano un break di 5-0 con cui passano in vantaggio prima del crescendo rossiniano del finale, parziale di 9-0 con Gaskin sugli scudi, che fissa il punteggio sul 21-14. Nel secondo periodo le ragazze di coach Scalabroni, dopo un altro avvio soft, rimettono la quinta e annichiliscono le ospiti con un maxi break di 13-0, 36-19, che gestiscono fino alla pausa lunga, chiudendo sul 42-25. Stesso canovaccio nel terzo quarto con le biancoblu che trovano subito un altro break di 8-0, 52-25, per poi con Bocola sfiorare il +30, 59-29, a 1'48'' dal termine. La frazione si chiude sul 61-31. Nell'ultimo quarto le momo' gestiscono bene la sfida e chiudono agevolmente la gara in avanti sul 75-43. "Sono soddisfatto della prestazione delle ragazze - ha commentato coach Nicola Scalabroni - Non era facile, dopo un periodo così lungo di stop, tornare in campo e vincere con questo tipo di prestazione: abbiamo avuto il giusto atteggiamento fin dall'inizio, con tanta aggressività in mezzo al campo, ed abbiamo fatto le giuste scelte in attacco. Molto bene le giovani, in particolare alcune di loro che sono meno abituate a giocare, e questa è una bella soddisfazione per la società che lavora tutti i giorni con le giovani e che punta su di loro per il futuro. Ora abbiamo due partite ravvicinate, Campobasso in casa mercoledì e Pistoia in trasferta nel weekend, dobbiamo continuare a fare bene cercando di fare sempre le giuste cose in campo come abbiamo fatto oggi".   FEBA CIVITANOVA MARCHE - MEDOC FORLI' 75-43   CIVITANOVA: Bocola 10, Gaskin 17, Marinelli, Ortolani 17, Perini 11, Orsili 13, Trobbiani 4, Maroglio, De Pasquale ne, Paoletti, Pelliccetti 3, D'Amico All. Scalabroni FORLI': Gramaccioni 8, Martines 2, Zavalloni 1, Pieraccini 8, Juric 2, Boni, Vespignani 2, Ronchi, Duca N. 2, Balestra, Duca E. 4, Puggioni 14 All. Ceccaroni Arbitri: Di Martino - Agnese Parziali: 21-14, 21-11, 19-6, 14-12

17/12/2018
Macerata, il Bayer Cappuccini batte nettamente il futsal Sambucheto tra le mura amiche

Macerata, il Bayer Cappuccini batte nettamente il futsal Sambucheto tra le mura amiche

I maceratesi battono  10-4  il futsal Sambucheto e portano a cinque  la propria serie di vittorie consecutive. La partita contro l'ultima della classe poteva nascondere insidie dovute a due fattori: cali di concentrazione ed il campo scoperto di Sambucheto in quanto disputare una gara di futsal a 3 gradi centigradi su un fondo sintetico bagnato che rallenta la palla penalizza le formazioni più tecniche.   Questa volta è stato Bajrami il mattatore dell'incontro con 4 goal ed un giallo; mister Tirri ha ruotato tutta la rosa a sua disposizione facendo esordire tra i pali il neoacquisto Principi, ottimo il suo primo impatto ufficiale nel calcio a 5.   La pillola statistica riguarda proprio il ruolo dell'estremo difensore  per il Bayer: iniziare il campionato con 3 portieri (Guardati, Tibaldi e Perfetti) che subiscono tutti un infortunio di almeno un mese è un caso più unico che raro. La cronaca del match, in tema con il clima, registra un inizio freddo per entrambe le squadre fino a quando Imeraj sigla il vantaggio ospite con la sua specialità: calcio di punizione imprendibile. Poco dopo inaspettato pareggio locale con Tamburini che sfrutta una disattenzione difensiva e trovandosi solo davanti a Guardati lo fulmina. Poi l'ingresso in campo di Bajrami ed i suoi 10 minuti infuocati: tripletta di prepotenza e giallo per proteste. Il primo tempo viene chiuso da Tamburini con il 2-4 del Sambucheto.   Partenza della seconda frazione con equilibrio, quindi i maceratesi dal 39 al 44 chiudono virtualmente il match: Bajrami a porta vuota su assist di Bonfigli, El Ghouat in diagonale ed una sfortunata autorete fissano sul 7-2 il parziale a dieci minuti dalla fine. Il resto della gara viene disputato in tranquillità e con poca attenzione delle difese: Urbani per i locali e Clemente(bello il suo secondo gol dopo aver resistito ad un sandwich di due difensori trafigge il portiere in uscita) per i maceratesi siglano una doppietta ciascuno; intramezzati dal secondo gol di giornata del vivace  El Ghouat. L' ultima partita del 2018 prima della sosta natalizia vedrà il Bayer Cappuccini impegnato contro l' Osimo Five giovedì 20 dicembre alle 21:45 nella palestra Don Bosco di via Alfieri a Macerata.    BAYER CAPPUCCINI: Guardati, Nappi, Albani, El Ghouat, Giorgini, Cossali, Imeraj, Bonfigli, Bajrami, Foresi, Principi. All. Tirri FUTSAL SAMBUCHETO:Magliozzi, Grassetti, Lorenzetti, Cingolani, Urbani, Tamburini, Cantini, Menghini, Cartechini, Nobili, Montironi. All. Camino ARBITRO: Marinozzi di Fermo RETI: al 9° Imeraj(bc), al 12°- 30°Tamburini(fs), al 15° - 17° - 20° - 39° Bajrami(bc), al 42° - 58° El Ghouat(bc), al 45° autorete Montironi(bc), al 48° - 57° Urbani(fs), al 55° - 59° Nappi(bc) AMMONITI: Albani e Bajrami      

17/12/2018
La Paoloni Appignano centra la quinta vittoria di fila in campionato e conferma il primo posto in classifica

La Paoloni Appignano centra la quinta vittoria di fila in campionato e conferma il primo posto in classifica

La Paoloni Appignano centra la quinta vittoria di fila in campionato e conferma il primo posto in classifica. I ragazzi di Giganti battono 0-3 la Tecnosteel Montecassiano al termine di una gara mai in discussione, valevole per la nona giornata di Serie C Maschile girone B di pallavolo.  L’inizio è equilibrato, con le due squadre che lottano punto su punto fino all 6-8. Qua la Paoloni inizia a macinare gioco, portandosi prima sul 11-16, poi addirittura sul 13-21. Tobaldi e compagni chiudono il parziale sul 15-25 in appena 20 minuti di gioco. Si distingue Roberto Massei con 7 punti in questa fase di gioco.   Nel secondo set Montecassiano va avanti sull’8-7. Giganti carica i suoi, la Paoloni prende il largo grazie alle ottime difese di tutta la squadra: si va sul 13-16 e successivamente sul 16-21. Il gioco termina 19-25, nonostante i tentativi di coach di Speranza di cambiare la squadra in corsa.   Anche il terzo set ha un avvio equilibrato fino al 10-8, quando un filotto di 8 battute consecutive di Persichini, condite da 3 ace, manda in tilt i locali e porta Appignano sul 10-16. A questo punto il set scorre via agevolmente fino al 14-21, per poi chiudersi con due murate clamorose di Persichini su Volpini sul 15-25 finale, con alcuni errori dei locali nel finale.   La Paoloni Appignano espugna il campo della Tecnosteel Montecassiano con un netto 0-3, rafforzando sempre di più la leadership del girone. Gli appignanesi esprimono un’ottima prova in tutti i fondamentali, mentre i padroni di casa sono sembrati fallosi, soprattuto in battuta e in ricezione. Top scorer della gara Roberto Massei con 19 punti, seguito daStoraria 15 e da Carbonea 14. In classifica, la Paoloni resta in testa con 21 punti, a +5 dall’inseguitrice Us Volley Civitanova. Nella prossima giornata, sabato prossimo 22 dicembre, i ragazzi di Giganti ospiteranno la Travaglini Pallavolo Ascoli ad Appignano. Tecnosteel Montecassiano 0-3 Paoloni Appignano Volley  Parziali: 15-25, 19-25, 15-25   Tecnosteel: Tasselli, Papa 5, Santarelli, Piersantolini, Fiacconi (L), Carbone 14, Di Gregorio 1, Volpini 5, Verducci, Magnaterra, Foglia, Putignano, Pavoletti 9. All. Speranza   Paoloni: Uguccioni, Massei R. 19, Tobaldi 4, Strappati, Lanciani, Gasparrini, Spernanzoni (L), Genevrini 7, Gagliardi 5, Molari, Persichini 7, Storari 15. All. Giganti    Arbitri: Fogante – Cetraro   Totale: 49-75    

16/12/2018
La GoldenPlast espugna Livorno in rimonta e si porta al quinto posto

La GoldenPlast espugna Livorno in rimonta e si porta al quinto posto

Una vittoria in rimonta da grande squadra e tre punti esterni che valgono il quinto posto nell’11a giornata del Girone Bianco. Oggi pomeriggio il Volley Potentino ha firmato il secondo successo di fila in Regular Season piegando in 4 set i padroni di casa dell’Acqua Fonteviva Apuana Livorno dopo un duro avvio. Un’affermazione pesante per la classifica, con i marchigiani a 18 punti e in corsa per l’accesso ai Quarti di Finale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2  Gli uomini di Gianni Rosichini hanno confermato il proprio feeling con i campi toscani violando anche la Bastia di Livorno dopo aver già espugnato al tie break nella seconda giornata il PalaParenti, casa della Kemas Lamipel S. Croce. Un’altra prova generosissima della diagonale marchigiana, con l’opposto Paoletti top scorer grazie ai suoi 26 punti e con l’alzatore Monopoli metronomo impeccabile del gioco biancazzurro. A riprendersi dopo un inizio in affanno tutti i giovani, capaci di sfoggiare giocate efficaci e non banali in momenti topici.  Nel primo set percentuali altissime in attacco dei toscani, più efficaci anche al servizio e trascinati dai punti in serie dell’ex biancazzurro Zonca (25-21). Nel secondo set i potentini hanno trovato conforto nelle indicazioni di Rosichini e, una volta sotto 14-10 hanno alzato il livello imponendosi al fotofinish (23-25). Terzo parziale in equilibrio fino al 19-19, poi la regia e l’attacco di Potenza Picena hanno fatto la differenza (21-25). Nel quarto atto monologo della GoldenPlast Potenza Picena con reazione dei toscani fino al 12-13 e 4 match ball annullati dai padroni di casa prima del mani out targato Paoletti (22-25) Potenza Picena tornerà in campo domenica 23 dicembre nel posticipo delle 19.00 all’Eurosuole Forum contro il sestetto lucano della Geosat Geovertical Lagonegro per la penultima giornata del girone di andata. “E’ stata una gara molto dura - commenta il libero Francesco D’Amico - ma abbiamo offerto una prestazione corale superando le difficoltà iniziali. Portiamo a casa altri 3 punti importantissimi”.   Biancazzurri in campo con Monopoli al palleggio per Paoletti opposto (per lui una stagione in B1 a Massa nel 2008/09), Trillini e Larizza al centro, Di Silvestre e Pinali in banda, D’Amico libero. I padroni di casa si schierano al fischio d’inizio con il regista Jovanovic a dettare i tempi per il terminale offensivo De Santis, Maccarone (lo scorso anno a Potenza Picena) e Paoli al centro, laterali Wojcik e Zonca (due anni biancazzurro), Pochini libero. In avvio padroni di casa aggressivi, ma potentini sul pezzo (13-13). Letale l’ex Zonca (9 sigilli a fine set), suoi i 2 punti del doppio break al giro di boa (16-13). L’attacco out di Di Silvestre costa il meno 4 (17-13). Potenza Picena non molla (19-17), ma le accelerazioni di Zonca creano problemi (21-17), mentre la sua “Z” timbra il punto del 23-18. Di Silvestre a muro riapre i giochi (23-20). Alla seconda palla set a chiudere è Maccarone (25-21)., l’altro ex biancazzurro.   Al rientro il Volley Potentino soffre il servizio di Maccarone che strappa un ace e frutta un’infrazione per l’11-7. Inevitabile il time out di Rosichini. Sotto 14-10, i marchigiani assecondano il coach e impattano (14-14). Si procede punto a punto (20-20). Un attacco fuori misura dei livornesi e il muro di Larizza valgono il +2 (20-22). Il centrale ancora a segno (21-23). Alla seconda palla set Potenza Picena chiude sull’errore al servizio di De Santis (23-25).   Combattutissimo l’avvio di terzo set con un grande Paoletti al servizio (11-13). Inerzia a favore del sestetto potentino (13-16), ma la squadra di Montagnani si ricompatta (19-19). Nel momento clou Potenza Picena mette il turbo e sfrutta l’esperienza della propria diagonale andando sul +3 (20-23) con Paoletti. È ancora la battuta a rete dei rivali a lanciare i biancazzurri (21-25).   L’avvio sprint dei potentini nel quarto set (2-5) spinge Montagnani al time out. Di Silvestre tiene a distanza i toscani (5-8). Sull’attacco di Zonca torna la pressione dei toscani (12-13), ma gli uomini di Rosichini reagiscono alla grande con Larizza dai 9 metri (13-16) e si ripetono coi lunghi a muro (14-19) per poi dilagare nel finale (15-22). Quel che sembra una discesa si tramuta in una rampicata perché la GoldenPlast spreca 4 match ball prima di imporsi (22-25).   Acqua Fonteviva Apuana Livorno – GoldenPlast Potenza Picena 1-3 (25-21, 23-25, 21-25, 22-25) LIVORNO: U Briglia 1, U Loglisci, Grieco ne, Paoli 9, Zonca 19, Bacci, Minuti ne, Wojcik 16, L Pochini, Jovanovic 1, De Santis 9, Facchini ne, Maccarone 11. All. Montagnani POTENZA PICENA: U Trillini 6, Cuti, Pinali 14, L D’Amico, Ferri ne, Gozzo, Di Silvestre 10, Larizza 9, Monopoli, Lavanga ne, Calistri, Paoletti 26, U Garofolo ne. All. Rosichini Arbitri: Grassia e Verrascina di Roma Note: durata set 26’, 25’, 25’, 27’. Totale 1h 43’. Livorno: errori al servizio 19, ace 3, muri 10. Potenza Picena: errori al servizio 13, ace 3, muri 8.

16/12/2018
La Rossella Civitanova sconfigge Teramo e ottiene la terza vittoria consecutiva

La Rossella Civitanova sconfigge Teramo e ottiene la terza vittoria consecutiva

La Rossella Civitanova sconfigge Teramo 79-68 e ottiene la terza vittoria consecutiva. Dopo le trasferte vincenti di Corato e Ancona, regala una gioia anche al proprio pubblico ed entra nel gruppone di sei squadre al sesto posto in classifica, con la terza piazza (ma anche la zona playout) a soli due punti. Ottimo primo quarto come ad Ancona per i civitanovesi, ma Teramo non ha lasciato scappar via la partita, anche se non è mai stata in vantaggio e ha mollato con qualche minuto d’anticipo nel finale. Domenica prossima la Rossella è attesa da un’importante scontro diretto a Senigallia, sconfitta oggi da Pescara, sempre più seconda da sola. Al comando rimane imbattuta San Severo. L’inizio della Rossella sembra quello di Ancona: subito cinque punti di Andreani, poi due triple di Burini e Pierini per il 13-6, con Teramo che trova qualcosa solo da Fabi. Coviello e Amoroso entrano in azione e firmano il 18-8 dopo 5’ esatti. Gli ospiti chiamano timeout, ma arriva il Burini show: due bombe in transizione, un arresto e tiro e Rossella che vola sul 26-10. Teramo risponde con un 5-0 firmato Aromando e Lagioia, ma Coviello segna in penetrazione e chiude il quarto sul 28-15. Nel secondo quarto gli ospiti aumentano l’intensità, ma trovano le risposte di Pierini. Segue qualche minuto con parecchi errori e falli, la Rossella rimane in vantaggio in doppia cifra con Vallasciani, Andreani e ancora Pierini (41-27 dopo 4’). Qui arriva il momento peggiore: Teramo trova un altro mini-break con Lagioia e Pavicevic, la Rossella si inceppa un po’ in attacco e gli ospiti, sfruttando il bonus e diversi liberi, arrivano all’intervallo sotto di 5 (44-39). Al rientro dall’intervallo gli abruzzesi toccano subito il -1; il solito Pierini sblocca i suoi, ma la partita adesso è aperta. Felicioni e Coviello riscavano un piccolo solco (+6 , 51-45) e Teramo torna a faticare, mentre Pierini rimane caldo e segna altri due canestri per il 55-46. La partita si fa ancora più spigolosa, si segna poco e va all’ultima pausa sul 59-52. Inizia l’ultima frazione: Coviello e Andreani dall’arco provano a far scappare Civitanova, ma Teramo rimane a contatto grazie a Fabi e Aromando. Burini però riporta il +10 in penetrazione, Teramo continua a segnare poco e sembra aver finito la benzina. La Rossella ne approfitta e chiude i giochi con Felicioni e capitan Amoroso. Rossella Virtus Civitanova Marche - Adriatica Press Teramo 79-68 (28-15, 16-24, 15-13, 20-16) Rossella Virtus Civitanova Marche: Attilio Pierini 22 (5/8, 2/7), Federico Burini 14 (2/4, 3/4), Lorenzo Andreani 12 (0/0, 3/3), Riccardo Coviello 11 (2/2, 1/3), Francesco Amoroso 9 (1/1, 1/2), Matteo Felicioni 7 (2/2, 0/4), Marco Vallasciani 4 (2/3, 0/3), Arnold Mitt 0 (0/0, 0/0), Simone Cimini 0 (0/0, 0/0), Filippo Cognigni 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Attili 0 (0/0, 0/0), Emanuele Bagalini 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 21 / 31 - Rimbalzi: 24 2 + 22 (Riccardo Coviello 6) - Assist: 11 (Riccardo Coviello, Francesco Amoroso 3) Adriatica Press Teramo : Simone Aromando 22 (9/20, 0/1), Andrea Lagioia 12 (1/4, 3/5), Matteo Fabi 11 (4/7, 1/5), Gianluca Marchetti 8 (4/6, 0/2), Valerio Marsili 7 (3/4, 0/0), Filip Pavicevic 4 (2/5, 0/0), Valerio Costa 4 (1/5, 0/3), Lazar Kekovic 0 (0/0, 0/1), Nazzareno Massotti 0 (0/0, 0/0), Gianluca Mazzagatti 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 8 / 12 - Rimbalzi: 37 16 + 21 (Simone Aromando 12) - Assist: 5 (Matteo Fabi 2)

16/12/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433