Sport

Giornata nera per l'Helvia Recina: battuta per 2 a 0 dalla Sangiorgese

Giornata nera per l'Helvia Recina: battuta per 2 a 0 dalla Sangiorgese

Giornata nera per l'Helvia Recina che cede il passo alla Sangiorgese nella prima giornata del girone di ritorno, mancando il salto di qualità decisivo in classifica per accorciare sulle dirette concorrenti e perde per infortunio anche Montanari e Pagliarini. Gli ospiti, ben messi in campo e ordinati, si impongono per due a zero, trascinati dal solito Gabaldi che aveva deciso anche il match dell'andata. Gara equilibrata nella prima parte con gli ospiti che si chiudono bene e cercano le ripartenze veloci e su una di queste al 19' è Recchi a mettere in angolo un destro piazzato sul primo palo del giovane Cestarelli. L'Helvia fatica a trovare gli spazi in avanti e gli ospiti ne approfittano con Gabaldi che al 29' recupera palla sulla trequarti, salta in velocità Montanari e Pagliarini e scarica un gran destro sotto la traversa per il vantaggio dei fermani. La reazione dell'Helvia stenta a prendere corpo e si concretizza in un destro al volo di Ramadori al 35' su sponda di Mastrojanni respinto da Calvaresi e un minuti dopo su una girata a lato di poco di Campana. Troppo poco per impensierire una Sangiorgese che si è fatta preferire per grinta e dinamismo. La sfuriata di mister Carassai negli spogliatoi sortisce l'effetto sperato e l'Helvia rientra in campo con tutt'altro atteggiamento. Nei primi sette minuti fioccano le palle gol per gli arancio neri con Ramadori che colpisce un palo con un destro a giro dopo pochi secondi e Calvaresi autore di due parate straordinarie su Montanari e su un colpo di testa ravvicinato di Hoxha. La Sangiorgese regge l'urto anche con un pizzico di buona sorte, quella che manca all'Helvia che al minuto dieci perde in colpo solo Montanari e Pagliarini. I due si scontrano alla testa in maniera involontaria e devono lasciare il campo. Entrano Maccioni e il giovane Ascenzi ma questo episodio cambia inevitabilmente gli equilibri in campo e con essi la capacità dell'Helvia di incidere in avanti. Gli arancioni ci provano, lottano e si arrabattano ma senza mai impensierire la difesa ospite e col passare dei minuti vengono meno lucidità e convinzione e la Sangiorgese controlla la gara sfiorando a più riprese il raddoppio. Al 29' è Recchi a salvare due volte su Gentile e sulla ribattuta di Fabiani e dopo alcuni tentativi dell'imprendibile Gabaldi, è ancora il capitano ospite a servire l'assist per il raddoppio di Pelliccetti al minuto 93'. Sconfitta pesante per l'Helvia che stecca ancora una volta in uno scontro diretto e perde altri due giocatori, andando ad allungare la lunga lista infortunati di una stagione fin qui davvero sfortunata da questo punto di vista. “Abbiamo fatto malissimo nel primo tempo – il commento a fine gara di mister Carassai – dove siamo stati troppo rinunciatari e senza la giusta determinazione. La reazione c'è stata ad inizio ripresa dove ci è mancata decisamente un pizzico di fortuna e poi il doppio infortunio ha cambiato tutto e non siamo più riusciti a trovare i movimenti e gli automatismi in campo. Purtroppo siamo penalizzati dalle tante assenze dall'inizio della stagione e dobbiamo solo lavorare per provare a migliorare ancora e fare meglio. Il fatto di aver perso tutti gli scontri diretti è un dato sul quale riflettere e lavorare, evidentemente non affrontiamo col giusto atteggiamento le partite cruciali”. HELVIA RECINA: Recchi, Piccioni, Montanari (57' Maccioni), Hoxha, Capparuccia, Pagliarini (15' Domizioli), Perrella (67' Ascenzi), Campana, Mastrojanni, Ramadori, Badiali. All. Carassai SANGIORGESE: Calvaresi, Cudini, Tidei, Petruzzelli, Gobbi, Bigoni, Gabaldi, Iuvalè, Fabiani(83' Petruzzelli), Cestarelli (31' Beretti), Gentile. All. Pennacchietti RETI: 29' Gabaldi, 98' Pelliccetti (SANG) AMMONITI: Piccioni, Ramadori (HR)   ARBITRO: Cardelli (PS) – Cecchini (AP) – Morici (JESI)

21/01/2018
La Medea Macerata vince 3-1 contro la Integra Conad Tantucci Foligno

La Medea Macerata vince 3-1 contro la Integra Conad Tantucci Foligno

Medea che chiude il girone di andata con una vittoria contro la Integra Conad Tantucci Foligno per 3-1 che fa terminare il girone di andata a pari punti con la Sa. Ma. Portomaggiore che comunque ha vinto 3-0 e ha concluso da capolista guadagnandosi l’accesso alla Coppa Italia. Rispetto alla trasferta di Osimo, cambio al centro con Manuel Bussolari, fresco di convocazione con la Nazionale Under 20 per il prossimo stage di allenamento, al posto di Michael Molinari. Gara che viaggia nel primo set su un inizio punto a punto prima che Macerata allunghi sull’8-4 nella prima fase, per poi gestire bene il prosieguo. Foligno prova a rimanere in scia ma 11 errori punto tengono i ragazzi allenati da Antonio Scappaticcio lontani dall’avversario. Per entrambe le squadre 64% di ricezione positiva nel primo parziale con i ragazzi allenati da coach Pasquali che però sono più efficaci in attacco: 50% contro 39% e Pietro Di Meo sugli scudi con 6 punti su 7 attacchi. Foligno inizia a registrarsi nel secondo set, soprattutto in difesa, mentre con il procedere dei minuti coach Adrian Pablo Pasquali inizia un po’ di turn over per i padroni di casa: nella prima metà di set Furiassi prende il posto di Di Meo mentre nella seconda fase di set Troiani e Benedetti sostituiscono Miscio e Scuffia in diagonale. Mai in discussione neanche questo parziale, la Integra Conad Tantucci rimane piuttosto sterile in attacco (30%), commette 9 errori punto ma migliora in ricezione (71% positiva) e in difesa (efficacia offensiva della Medea in discesa dal 50% al 36%). Il resto lo fa una positiva prestazione del muro biancoverde: 4 muri vincenti, 2 di Scuffia e 1 a testa per Miscio e Bussolari. Nel terzo set continua il turn over: rientrano in campo Miscio, Scuffia e Di Meo, Thiaw al posto di capitan Casoli. Il nuovo entrato impatta piuttosto bene la partita con una buona prestazione offensiva da posto 4 (5 attacchi vincenti su 6; 83% di efficacia) ma il set ha un andamento piuttosto strano: Foligno prova a partire forte, Macerata recupera terreno e sorpassa sull’8-7, sul 16-13 la Medea sembra essere in grado di controllare il prosieguo del match ma non rispetto ai set precedenti cala in ricezione (50% positiva) e in difesa (efficacia in attacco degli ospiti 42%), dall’altra parte della rete gli umbri riducono gli errori (5) e migliorano a muro (3 punti). Quando gli ospiti sorpassano sul 21-22, Macerata non riesce a produrre il cambio di passo che significherebbe la chiusura dei giochi e Foligno ritorna a sperare. Nel quarto set rientra capitan Casoli. Più che il ripristino del sestetto titolare è però l’aspetto mentale a fare la differenza visto che i numeri ritornano più in linea con quelli dei primi due set in tutti i fondamentali. Foligno perde in ricezione (50% positiva) ed in attacco ritorna al 30% del secondo set mentre Macerata sale al 54% di efficacia offensiva (Di Meo top scorer con 20 punti) . 3 punti a casa, pericolo tie-break scongiurato.   MEDEA MACERATA-INTEGRA CONAD TANTUCCI FOLIGNO 3-1 MEDEA MACERATA: Molinari A. 7, Benedetti, Casoli 4, Miscio 2, Medei n.e., Troiani, Molinari M. n.e., Scuffia 19, Thiaw 5, Di Meo 20, Bussolari 8, Furiassi 2, Gabbanelli (L1), Valenti (L2) n.e.. All. Pasquali. INTEGRA CONAD TANTUCCI FOLIGNO: Fuganti Pedoni 13, Noveski n.e., Conti 15, Grillo (L1), Piumi 1, Cascio n.e., Merli 9, Beghelli n.e., Stamegna n.e., Salsi 10, Stoppelli 7, Saccone n.e., Musone n.e., Mele n.e.. All. Scappaticcio. ARBITRI: Azzolina-Adamo PARZIALI: 25-16, 25-17, 22-25, 25-16

21/01/2018
La Polisportiva Cingoli sbaraglia il Guardiagrele: ancora in testa al girone

La Polisportiva Cingoli sbaraglia il Guardiagrele: ancora in testa al girone

  La Polisportiva Cingoli sbaraglia anche il Guardiagrele e resta in testa al girone D di Serie A2 Femminile. Le Analla’s Girls, alla decima vittoria stagionale, sono a un punto dalla matematica certezza del primo posto prima della fase ad orologio. La partita non ha mai storia, anche se le cingolane ci mettono tre minuti per sbloccarsi. Cappelli, Cipolloni e Velieri piazzano il primo fondamentale break, al 5’ la rete di Orlandi fissa il 3-1. La differenza sul piano tecnico è evidente, quindi con altre quattro reti di fila firmate Ciattaglia, Cappelli e Lenardon (2), la Polisportiva vola a +6 (7-1). La squadra abruzzese imbatte in un palo con De Lucia e nelle parate di Ylenia Battenti. Il Guardiagrele prova a tornare sotto con tre marcature di Liberatoscioli fino al 8-4, poi la saracinesca cingolana le respinge un rigore, facendo ripartire la marcia delle compagne di squadra. Cingoli piazza un break devastante con 6 reti consecutive, di cui tre di Cristina Lenardon, dando ben poche speranze alle avversarie (14-4). Liberatoscioli e Dimartino suonano la carica, ma Sara Bartolucci, Sofia Cipolloni e Fati Faris ribattono colpo su colpo, parziale sul 19-6. Nel finale, c’è spazio anche per le reti di Barcaioni e Lombardelli, per il 22-7 a chiusura di tempo. Nella ripresa mister Analla fa scendere in campo tutte le giocatrici della panchina, dopo essersi assicurato di aver archiviato la pratica. Il primo gol è teatino, della solita Liberatoscioli, ma la Polisportiva, concentratissima, continua ad aumentare il gap con Chiara Ciattaglia, Francesca Cristalli, Eva Cappelli e Sofia Cipolloni, portando il parziale sul +20 (29-9). Lenardon e Velieri puntualizzano il distacco, ma Dimartino e Di Crescenzo ribadiscono il 31-11. C’è tempo anche per una doppietta della chiaravallese Manfredi, oltre alle marcature di Faris, Lenardon e Sara Bartolucci. Il Guardiagrele difende l’onore grazie alle reti di De Lucia, Bianco e Orlandi. Al PalaQuaresima finisce 37-14 in favore della Polisportiva Cingoli. La partita, dominata dall’inizio alla fine, ha confermato l’alto tasso tecnico del team allenato da Nicholas Analla. Si dividono la piazza di Top Scorer la veterana Cristina Lenardon e la talentuosa Sofia Cipolloni con 7 reti a testa. Segue a 5 la teatina Liberatoscioli, mentre hanno messo a segno 4 gol capitan Eva Cappelli, la playmaker Chiara Ciattaglia, Fatima Faris, al ritorno dall’esperienza in Serie A1 con la maglia del Teramo, e Orlandi. La classifica vede le Analla’s Girls in testa con 21 punti, frutto di 10 vittorie e 1 pareggio. Pontinia e Prato, seconde, sono distanti 5 punti, quindi, grazie alla riforma dei 2 punti a partita per vittoria, basterebbe un pareggio alle cingolane per la matematica certezza del primo posto, prima della fase ad orologio. Vincere è l’obbiettivo della prossima trasferta in Toscana, dove la Polisportiva affronterà il Mugello. Cingoli 37-14 Intec Guardiagrele (22-7) – articolo di Giacomo Grasselli  Cingoli: Battenti, Bartolucci C., Bartolucci S. 2, Cappelli 4, Cipolloni 7, Barcaioni 1, Ciattaglia 4, Cristalli 2, Faris 4, Lenardon 7,  Lombardelli 1, Manfredi 2, Turki, Velieri 3. All. Analla  Inter Guardiagrele: Alimonti 2, De Lucia, Di Crescenzo I. 1, Di Crescenzo M., Di Meo, Liberatoscioli 5, Ojeda Del Carmen, Orlandi 4, Dimartino 1, Bianco 1. All. Nebuloso Arbitri: KURTI - MAURIZZI    

21/01/2018
Finisce 2-2 la partita Settempeda Vs Accademia Calcio di Montefano

Finisce 2-2 la partita Settempeda Vs Accademia Calcio di Montefano

Alla prima di ritorno frena la propria corsa in vetta alla classifica la Settempeda che viene costretta dall’Accademia Calcio a dividere la posta in palio. Finisce, dunque, in parità (2-2) la partita di Montefano che lascia ai biancorossi recriminazioni, rammarico e, tutto sommato, soddisfazione. Partiamo da quest’ultimo aspetto: il punto incamerato può essere considerato buono perché importante era non perdere ed essenziale era proseguire a far punti tenendo il passo delle dirette concorrenti. Rammarico, invece, ci può essere per non aver centrato il bottino pieno contro un avversario molto insidioso in casa ma senz’altro alla portata. Recriminare, invece, è doveroso se si pensa alle molte occasioni create, soprattutto a metà del primo tempo, e non sfruttate: sfortuna (traversa di Meschini), imprecisione, belle parate del portiere avversario risultato tra i migliori sono stati i fattori che hanno impedito ai biancorossi di segnare più gol in modo da chiudere ogni discorso.  Aspetti positivi: la capacità di reazione da parte dei giocatori evidenziata ogni volta che si sono trovati in svantaggio (due volte) e la bravura nel trovare immediatamente il pari, abilità che ha evitato complicazioni e la vena realizzativa di Francesco Francucci che con la sua doppietta ha risolto i problemi odierni (quota 13 gol in campionato). Meno bene, invece, la squadra come brillantezza, che di sicuro non è stata quella vista sabato scorso e anche nell’atteggiamento in alcuni frangenti dell’incontro (vedi nelle due reti subite) dove sono venute meno concentrazione, precisione e attenzione. Al tirar delle somme, comunque, un risultato che è ben accetto e che permette di iniziare bene il cammino di avvicinamento alle prossime sfide, gli scontri diretti con Sarnano (in casa) e Fabiani (a Matelica).   LA CRONACA – Per la prima uscita da capolista la Settempeda è di scena al Comunale di Montefano sul campo dell’Accademia Calcio. Trasferta resa insidiosa dal fatto che i locali viaggiano forte sul campo amico(cinque vittorie), quindi c’è bisogno dell’approccio giusto per non crearsi difficoltà ulteriori. Assenze importanti da ambo le parti. Nell’Accademia Calcio sono fuori, oltre al tecnico Soddu, centravanti e portiere ma i rispettivi sostituti saranno assoluti protagonisti; nella Settempeda manca, oltre a Paciaroni, Dedja il cui posto è preso da Bonifazi. La formazione è per 10/11 la stessa del turno precedente. Rocci, superata l’influenza, parte dalla panchina. La fase iniziale è di studio, poi il primo squillo arriva al 14’. Sugli sviluppi del primo angolo del match è Bonifazi a raccogliere una respinta della difesa. Destro di contro balzo che sfiora l’incrocio. Al 22’ la Settempeda rompe gli indugi riuscendo a prendere campo ed a creare occasioni limpide, anche in serie. Rossi calcia dalla media distanza con la palla che viene controllata a centro area da Gianfelici che si gira bene e dopo essere passato fra due avversari arriva davanti al portiere. Il sinistro è immediato, ma la traiettoria si alza e così Chahid respinge con il corpo in uscita bassa. Al 24’ c’è una punizione dal vertice sinistro dell’area conquistata da Francucci, steso dal portiere(giallo per lui). Fiecconi calcia con il destro sopra la barriera con pallone diretto sotto il sette. Chahidvola e con un grande intervento alza in angolo con la punta delle dita. Sul prosieguo dell’azione ci prova Mulinari trovando ancora pronto il numero uno locale. Al 29’ Meschini da sinistra effettua un tiro cross che scende direttamente in porta andando a rimbalzare sulla traversa. Passa un minuto e i biancorossi costruiscono una splendida manovra. Velo di Fiecconi che lascia proseguire palla per Meschini che affonda a sinistra fino a fondo campo da dove serve proprio Fiecconi bravo a seguire l’azione. Stop e tiro di destro a mezza altezza che Chahid devia in tuffo. Il cross dalla bandierina viene impattato di testa da Francucci che mette a lato di poco. E l’Accademia Calcio? Non pervenuta. Quando accade però, come al 38’, è letale per la Settempeda. Gli ospiti sbagliano un disimpegno e gli avversari, recuperata palla, possono mettere in mezzo dalla destra. Sul pallone che scende all’altezza del dischetto si fionda Mascia che brucia Mulinari e gira con il destro in fondo al sacco. 1-0. Doccia fredda per gli ospiti che nel loro momento migliore sono sotto, ma la reazione arriva e immediata. Al 40’ clamorosa la chance per Francucci. Selita scende a sinistra e scodella un morbido cross che taglia fuori tutti i difensori, compreso il lungo portiere Chahid. Il pallone è sulla testa del bomber biancorosso per la più facile delle deviazioni, ma al momento di toccare in porta da “zero” passi, Francucci colpisce malissimo deviando alto. Il recupero è di due minuti. All’ultimo assalto prima del riposo la Settempedapareggia. Mulinari apre a sinistra con un lancio preciso che giunge a Fiecconi. Controllo perfetto e tiro cross potente che viene corretto in porta da Francucci che questa volta non fallisce l’impatto e fa 1-1. Pareggio meritato per la Settempeda che però al ritorno in campo dall’intervallo si fa sorprendere subito. Neanche un minuto di gioco che Meschini ha una incertezza che consente all’Accademia di creare un’azione in verticale che taglia fuori l’intera difesa. Mascia è abile ad inserirsi centralmente ed a battere Sorichetti con un preciso rasoterra. 2-1. Stesso copione del primo tempo con i ragazzi di Ruggeri bravi a trovare il modo di rimettere a posto le cose in poco tempo. Minuto 3. Palla a Francucci sulla sinistra. Il centravanti avanza e entra in area. Dribbling secco sull’avversario e destro a giro in diagonale che si spegne sotto la traversa dell’immobile Chahid. Autentica prodezza per un gran gol. 2-2. Dopo questo avvio frizzante, le due squadre si calmano, anche per la stanchezza con il match che diventa equilibrato. Poche in effetti le azioni degne di nota e man mano che si va avanti la sensazione è che nessuno voglia scoprirsi evitando così beffe. In realtà mister Ruggeri non è di questo avviso, dato che nell’ultimo quarto d’ora mette in campo tutte le punte a disposizione, mossa che mostra come la Settempedavoglia i tre punti. In effetti gli unici tentativi sono degli ospiti. L’episodio più importante arriva nel finale sugli sviluppi dell’ennesimo corner, quando sembra fatta per la vittoria dei biancorossi. Sulla corta respinta in tuffo di Chahid dopo il colpo di testa in mischia di Rocci, il più lesto di tutti è Fattori che appoggiain rete da pochi passi, ma tutto è vanificato dall’arbitro che vede una infrazione dello stesso numero 18(si pensa ad un tocco di mano al momento del controllo) e fischia la punizione per l’Accademia. Finisce così con un 2-2 che accontenta entrambe le squadre che si tengono un punto a testa utile per i rispettivi obiettivi.   ACCADEMIA CALCIO – SETTEMPEDA 2-2 MARCATORI: pt 38’ Mascia, 47’ Francucci, st 1’ Mascia, 3’ Francucci ACCADEMIA CALCIO MONTEFANO: Chahid, Giampieri, Silvestroni, Maraschio, Carbonetti, Serafini, Guzzini, Bonacci(st 29’Conti), Mascia(st 10’Elmazi), Saliji, Baiocco(st 42’De Salvo). A disp. Peloni, Beccacece. SETTEMPEDA: Sorichetti, Ciccotti(st 38’Rocci), Meschini, Selita, Latini, Mulinari, Bonifazi(st 30’Giorgi), Rossi, Francucci, Fiecconi, Gianfelici(st 30’Fattori). A disp. Palazzetti, Elisei, Dialuce, Saperdi. All. Ruggeri ARBITRO: Albanesi di Macerata NOTE: spettatori 80 circa. Ammoniti: Chahid, Francucci. Angoli: 2-7. Recupero: pt 2’, st 5’                   

20/01/2018
Straordinaria Recanatese, L’Aquila abbattuta

Straordinaria Recanatese, L’Aquila abbattuta

Esattamente come accaduto a Pesaro una settimana fa, la Recanatese gioca la classica partita perfetta portando a casa una vittoria che vale oro. Basta dare un'occhiata al pedigree dell'Aquila 1902 Montevarchi che si è presentata al Tubaldi di Recanati con numeri da record. Innanzitutto la formazione di mister Coppi, tra le 155 squadre del campionato nazionale Juniores, non aveva ancora subito sconfitte al pari di Virtus Bergamo (girone C), Real Forte Querceta (girone F) e Taranto (girone M). Ma nessuna squadra aveva un ruolino di marcia così impressionante: una media punti a partita pari a 2,86 ed una difesa ermetica che più ermetica non si può come i soli 4 gol in 14 partite (5 con la rete di oggi) stanno a testimoniare.   Il successo dei giallorossi è apparso cristallino per quanto visto sul rettangolo verde. Nella prima frazione, dopo un buon avvio da parte degli avversari, la Recanatese ha messo la quarta mettendo sotto gli avversari. Tre nitide palle gol, due per Papa ed una per Monachesi, senza subire mezzo tiro in porta confermano una supremazia territoriale piuttosto evidente. Nel secondo tempo la formazione di Dottori parte con il piede giusto ed al 4' passa in vantaggio grazie ad un calcio di rigore netto fischiato per fallo su Nocelli. Della trasformazione del penalty si occupa Papa che non si fa ipnotizzare da Tegli e porta avanti i suoi. Gli avversari provano a reagire e la Recanatese per una decina di minuti arretra il baricentro pur senza andare in affanno, né correndo chissà quali rischi. Anzi a metà secondo tempo sono proprio i giallorossi a sfiorare la segnatura ma il portiere e la traversa hanno impedito a Marchei, Sopranzetti e Ferreyra (che ha colpito la traversa) di portare la Recanatese sul più rassicurante 2-0. Nel finale Maggi ha avuto un'altra ghiotta occasione da rete a tu per tu con il portiere avversario ma non è riuscito a concretizzare.Soddisfatto l'allenatore della Recanatese Gianluca Dottori che, nonostante la prestigiosa vittoria, rimane con i piedi ben saldi per terra:"Abbiamo fatto un'ottima partita, sulla falsariga di quella disputata a Pesaro. Ho visto grandi segnali di crescita, sono molto soddisfatto per tutti i ragazzi. Anche chi non è entrato è stato di grande supporto, il gruppo ha dato prova di essere molto compatto. Ma non abbiamo vinto nulla, bisogna continuare a lavorare".   Recanatese:Piangerelli, Marchei, Campione, Tanoni, Ortolani, Rinaldi, Nocelli(41’st Maggi), Sopranzetti, Papa, Ferreyra(39’st Apis), Monachesi(12’st Candidi). Giocatori non subentrati:Ghergo, Petrella, Carnevalini, Santoro, Palazzo, Grassi. Allenatore: DottoriAquila 1902 Montevarchi:Tegli, Giorgi, Paolini(39’st Papini), Campus(36’st Pampaloni), Meazzini, Desideri, Mosti, Parigi(24’st Oscari), Pugliese, Bencivenni(12’st LLugaxhija), Fofi. Giocatori non subentrati:Gualandi, Mini, Dini. Allenatore: CoppiArbitro ed Assistenti:Michele D’Ascanio (Ancona);Luigi D’Amico(Ancona), Brenda Mosca(Ancona)Marcatori:4’st (rig.)PapaAmmoniti:Rinaldi, Campus, Meazzini, Tegli, Ferreyra, Ortolani, PaoliniCorner:7-6Recupero:1’p.t.-4’s.t.

20/01/2018
Il Portorecanati liquida con un 3-0 il Gabicce Gradara

Il Portorecanati liquida con un 3-0 il Gabicce Gradara

Il Portorecanati riscatta immediatamente il passo falso di sabato scorso e liquida con un perentorio tre a zero la pratica Gabicce Gradara. Già dai primi minuti si vede che la giornata di oggi nasce sotto una buona stella. Corre il 4’ quando Patrignani con una conclusione dalla distanza costringe all’intervento in angolo il giovane portiere ospite che dal susseguente tiro dalla bandierina è bravo a neutralizzare un colpo di testa ravvicinato di Pantone. Ma il gol è rimandato di qualche minuto. Calcio di punizione dalla sinistra battuto da Gagliardini. Su tutti si eleva Pantone che con un preciso colpo di testa regala il vantaggio ai suoi.   Ancora pericoloso il Portorecanati al 19’ con Pantone il cui colpo di testa viene neutralizzato con non poche difficoltà dall’estremo ospite. Si affaccia in avanti il Gabicce Gradara alla mezz’ora con Rossi che a seguito di azione da corner spara alto da buona posizione. Ma è solo un lampo nel cielo. Quattro minuti più tardi ripartenza micidiale degli arancioni. Pantone è bravo a mandare a vuoto i due centrali ospiti consentendo l’inserimento Garcia che si invola verso la porta avversaria, dribbla il portiere e deposita il pallone in rete rafforzando la sua posizione di bomber del girone con 12 reti. Ci si aspetta una reazione da parte degli ospiti nella ripresa ma le assenze si fanno sentire ed Isidori può dormire sonni tranquilli. Passano due minuti e il solito Garcia si libera per il tiro sfiorando l’incrocio dei pali. Si arriva al 23’ e viene messo il sigillo alla gara. Azione travolgente sulla destra di Leonardi il cui cross viene raccolto dalla parte opposta dal capitano Emanuele Gasparini che di testa gonfia la rete. Nei minuti finali Portorecanati ancora vicino al gol con Garcia cui Alessandrini al 32’ nega la gioia della doppietta e con il neo-entrato Michele Santoni la cui conclusione all’interno dell’area di rigore esce di poco fuori.   PORTORECANATI: Isidori, Mandolini, Patrignani (73’ Camilletti), Santoni Michele, Malaccari, Gasparini D.; Leonardi, Gagliardini,Garcia (88’Di Zillo), Gasparini E.(83’Palumbo), Pantone(58’Santoni Mattia). A disp.ne Papa, Noto, Mercuri. All.re Possanzini GABICCE GRADARA: Alessandrini, Ceramicola, Pratelli(28’Marchetti), Fabbri, Facondini (61’ Cancelliere), Tafuro; Santucci(79’Zanaboni), Ferrani, Rossi, Muratori, Grandicelli(69’ Filippi). A disp. Scarponi.. All.re Barattini. Arbitro: Sig. Ferretti di Jesi (Ass.Amorello di Pesaro - Allievi di San Beendetto del Tronto) Reti: 11’Pantone, 34’ Garcia, 68’ Gasparini E. Ammoniti Gasparini D., Santoni M., Facondini. Recupero 4’ (1+3). Angoli 8-5

20/01/2018
Il Villa Musone cade a Camerino, 4 a zero

Il Villa Musone cade a Camerino, 4 a zero

Il Villa Musone si ferma nel 2018. I villans, dopo due successi consecutivi nel nuovo anno, vengono battuti a Camerino per 4-0 ed arrestano così la loro corsa. Una partita sfortunata che ha visto i gialloblu subire i gol in alcuni momenti topici del match e che alla fine hanno influito sul risultato finale. Purtroppo i ragazzi di mister Marco Strappini non sono riusciti a reagire e si sono dovuti arrendere. Pronti via ed i villans vengono colpiti a freddo. Santoni dalla destra mette una palla invitante in area gialloblu dove Iori si fa trovare pronto per l'appuntamento con il gol. Nell'azione subisce un infortunio il capitano Cingolani che lascia anzitempo il campo a favore di Piccione. I ragazzi di mister Strappini subiscono il colpo ed i padroni di casa tengono in mano le redini del gioco nella prima frazione di gara. I biancorossi si rendono pericolosi al 23' con Di Modica, ben servito da Cottini, che da due passi viene anticipato all'ultimo dalla difesa gialloblu. Il Villa Musone non riesce ad essere incisivo e si fa vedere per la prima volta dalle parti di Domenicucci al 40'. Camilletti mette una palla precisa in area biancorossa e Marchetti viene anticipato d'un soffio da parte dell'estremo difensore locale. Sul finire di tempo Santoni pesca in area Di Modica che di testa trova l'opposizione di Piccione. Dal corner seguente Cottini trova il solito Iori il quale beffa il portiere gialloblu con una zuccata precisa. Ad inizio ripresa contropiede fulmineo dei padroni di casa sull'asse Di Modica - Santoni con quest'ultimo che rimane freddo davanti a Piccione e lo batte per il 3-0. I villans tentano una reazione ma la conclusione dal limite dell'area di Menghini viene bloccata in due tempi da Domenicucci.  Mister Marco Strappini prova il tutto per tutto aumentando il peso offensivo della squadra, tuttavia il Camerino sfrutta gli spazi lasciati dai gialloblu e cala il poker con Cottini, servito da Santoni. Negli ultimi minuti i villans cercano il gol della bandiera senza successo. "E' difficile commentare una partita del genere, arrivata dopo tre risultati utili consecutivi  - commenta mister Marco Strappini - Abbiamo sbagliato l'approccio alla gara. Durante la partita abbiamo commesso diversi errori. Peccato perchè venivamo dalla bella prestazione di Portorecanati".   CAMERINO - VILLA MUSONE 4-0 (2-0 pt)   CAMERINO: Domenicucci, Bergamini, Tartabini, Onesini, Bevilacqua, Lucaroni, Di Modica (67' Piangerelli), Santoni, Iori (80' Borioni), Cottini (90' Nasso), Salvetti A disp. Grelloni, Parrini, Falzetti, Romoli All. Santoni VILLA MUSONE: Cingolani (7' Piccione), Bellucci, Moglie, Ruggeri, Ortolani (64' Kapitonov), Pucci, Zagaglia (45' Mascambruni), Marchetti, Tonuzi, Camilletti (60' Agostinelli), Menghini A disp. Piccinini, Recanatini, Liguori All. Strappini Reti: 4' e 45' Iori, 50' Santoni, 70' Cottini Arbitro: Samira Curia di Ascoli Piceno Note: Ammoniti Salvetti, Pucci   Matteo Valeri Addetto Stampa Asd Villa Musone      

20/01/2018
Calcio: il Tolentino batte il Camerano

Calcio: il Tolentino batte il Camerano

Il Tolentino batte il Camerano al termine di una partita non certo spettacolare, in quanto la posta in palio era molto alta per entrambe le squadre, entrambe reduci due battute di arresto. Si è giocato prevalentemente a centrocampo, con le due difese molto accorte che hanno lasciato pochissime occasioni da rete. Ha vinto il Tolentino grazie al rigore segnato da Mongiello e conquistato da Belli.   La cronaca: la prima occasione della gara è per Dell’Aquila che su assist i Raponi batte a colpo sicuro, Lombardi si salva di piede. La ripresa si apre con un occasione per Raponi che su assist di Bergese non riesce a deviare il pallone verso la porta avversaria. Al 14’ st. Tolentino in vantaggio. Belli ruba palla ad Angelici ed in piena atea viene atterrato da un difensore locale. Calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Mongiello che realizza il vantaggio per la sua squadra. Al 18’ st. prima conclusione dei locali con Stella, parata di Rossi. Il Tolentino controlla bene la partita e non concede occasioni ai locali.  Nei minuti di recupero due occasioni una per parte. La prima dei locali con Stella, ma Rossi si supera e salva il risultato, la seconda per Mongiello che da ottima posizione non riesce a battere Lombardi.    CAMERANO: Lombardi, Bellucci (Marchionne) Stella, Lapi, Savini, Polzonetti, Angelici (Giulietti) Biondi (Defendi)Donzelli, Pericolo (Taddei), Polenta, A disposizione: Bastianelli, Santini,  Principi, All. Montenovo. TOLENTINO: Rossi, Tizi, Ruggeri, Campanella, Severoni, Mercurio, Belli (Gobbi)Bergese, Dell’Aquila (Corpetti) Raponi (Castelli) Mongiello. A disposizione: Giorgi,  Colonelli, Cesca, Buresta. All. Mosconi. ARBITRO: Boiani di Pesaro (Raschiatore di S.Benedetto del Tronto-Pagliari di Fermo) RETI: al 14 st. Mongiello su rig.

20/01/2018
Il Futsal Potenza Picena apre il 2018 con una vittoria

Il Futsal Potenza Picena apre il 2018 con una vittoria

Il Futsal Potenza Picena apre il 2018 con una vittoria. I potentini si impongono per 6-2 contro il Città di Falconara davanti al proprio pubblico, al termine di una sfida comunque combattuta tra le due compagini. Per i giallorossi si tratta dei primi tre punti del nuovo anno che permettono di continuare la risalita della classifica, per uscire il prima possibile dalla zona play-out. Il Futsal Potenza Picena si presenta all'appuntamento senza Traini e Massaccesi ma con il ritorno del capitano Daniele De Luca dopo l'infortunio e con il giovanissimo Mirko Santolini, classe 2000, alla sua prima apparizione.   Primo tempo molto equilibrato con i citizens che, nonostante l'ultimo posto, giocano con buona grinta e si difendono con grande ordine. Pertanto i locali fanno fatica a trovare il pertugio giusto anche se nei primi venti minuti flirtano in qualche circostanza con il gol. Il fortino biancoceleste cede nel giro di due minuti: prima Di Gioacchino poi Diomedi trovano la giocata vincente e i ragazzi di mister Sbacco passano sul 2-0 con cui chiudono la frazione. Nella ripresa gli ospiti scendono in campo ancora più aggressivi ed in ripartenza i potentini trovano subito il tris con Gattafoni, imbeccato da Di Gioacchino. Il Città di Falconara non molla e al 7' Kania sigla il 3-1. Gattafoni risponde subito e i giallorossi si mettono nuovamente a distanza di sicurezza, tuttavia i citizens si riportano sotto grazie al gol di Di Rocco, dopo una discesa inarrestabile sulla fascia. Il match si mantiene su buoni ritmi con le squadre che non si risparmiano, poi Rossignoli realizza la prima rete in maglia giallorossa al 18' con una potente conclusione da fuori area. Gli ospiti tentano il tutto per tutto e proprio agli sgoccioli della gara Gattafoni sigla la propria tripletta personale in contropiede, che fissa il punteggio sul 6-2 finale. "Aprire bene il campionato nel nuovo anno è importante perchè dà la spinta giusta per affrontare le prossime partite, - commenta Flavio Latini autore di un'ottima prestazione - visto che già nel prossimo turno affronteremo un'avversaria molto ostica come il Grottaccia. Vincere in casa è sempre bello e regala grandi emozioni, oggi per me è stata una partita speciale perchè era il mio esordio in questa categoria ed è stata una bella soddisfazione dare il mio contributo per questo successo".   FUTSAL POTENZA PICENA - CITTA' DI FALCONARA 6-2 (2-0 pt) FUTSAL POTENZA PICENA: Latini, Matteucci, Gattafoni, Diomedi, Di Gioacchino, Rossignoli, De Luca (c), Sarnari, Santolini, Coppari, Mancini, Cardinali All. Sbacco CITTA' DI FALCONARA: Sordoni, Di Rocco (c), Paolinelli, Martedì, Kania, Grassi, Belardinelli, Zamponi, Capogrossi All. Cesaroni Arbitri: Daniele Barucca e Luca Spadoni di Ancona Reti: 21' Di Gioacchino (FPP), 22' Diomedi (FPP), 3' st Gattafoni (FPP), 7' st Kania (CF), 8' st Gattafoni (FPP), 9' st Di Rocco (CF), 18' st Rossignoli (FPP), 30' st Gattafoni (FPP)

20/01/2018
Domenica Lube Vs Modena: Eurosuole Forum pronto ad ospitare il grande classico

Domenica Lube Vs Modena: Eurosuole Forum pronto ad ospitare il grande classico

Torna all’Eurosuole Forum la sfida più giocata di sempre nella storia del Club cuciniero, quella con Modena. Domenica (ore 18, diretta Rai Sport) c’è Lube-Azimut, sesta giornata di ritorno di SuperLega, e sarà già il terzo incrocio di questa lunghissima stagione, dopo la semifinale di Supercoppa italiana e il match di andata, entrambi vinti dalla Cucine Lube Civitanova. Domenica, dunque, gli uomini di Medei cercano la terza vittoria stagionale con l’Azimut, obiettivo puntato sul sesto successo consecutivo nel girone di ritorno: sarebbe importante sia per la classifica sia per la fiducia e il prestigio di una partita che nasconde sempre un grande fascino. E non finisce qui: tra meno di una settimana, sabato prossimo a Bari, Lube e Modena si ritroveranno di fronte nella semifinale di Coppa Italia. Davvero una sfida infinita. Oggi e domenica allenamento di tecnica all’Eurosuole Forum per Stankovic e compagni, domenica la consueta rifinitura. Sono davvero pochi i tagliandi rimasti in vendita per assistere al big match tra Lube e Modena. Biglietti in vendita all'Eurosuole Forum di Civitanova venerdì 19 gennaio (17.00-19.30) e, solo in caso di rimanenze, sabato 15.30-18.00, domenica giorno della gara 10.00-13.00 e da tre ore prima dell’orario di inizio match. Per informazioni telefonare allo 0733-1999422 negli orari suddetti.   Alla scoperta dell'avversario Azimut Modena In panchina c’è l’ex Trento Radostin Stoytchev, tornato in Italia insieme al regista Bruno Mossa De Rezende, palleggiatore gialloblù in diagonale con Giulio Sabbi, ex di turno però in forte dubbio per un problema alla spalla che lo sta tenendo da alcuni giornate fuori dal campo. E’ pronto in alternativa il baby Argenta, ex Potenza Picena. Al centro il coach bulgaro si affida allo statunitense Max Holt e a Daniele Mazzone (con Bossi pronto a scendere in campo). In banda l’inamovibile Earvin Ngapeth e lo sloveno Tine Urnaut (altro ex Trento). Il libero è Totò Rossini. "Per la terza volta in questa stagione incontreremo l'Azimut Modena - dichiara Dragan Stankovic -  dunque posso dire che le squadre ormai si conoscono molto bene e destino ha voluto che la sfida con i modenesi torni di nuovo il 27 gennaio prossimo nella Semifinale di Del Monte Coppa Italia. Ma prima pensiamo al match di domenica di SuperLega, vogliamo vincere per ottenere un doppio vantaggio: continuare la marcia positiva nel girone di ritorno battendo una diretta concorrente per il successo finale e avere qualcosa in più dal punto di vista psicologico proprio pensando all'imminente sfida di Coppa Italia. Troveremo un avversario agguerrito, servirà un'ottima Lube che sappia mettere in campo la grande pallavolo che sa esprimere". “Queste con Civitanova sono gare importanti lo sappiamo tutti - afferma Radostin Stoytchev (allenatore Azimut Modena) -  io come sempre le affronterò preparandole una per volta, senza fare calcoli, la prossima gara, per me, è sempre fondamentale. Loro giocano da tanto tempo insieme, sono forti in tanti fondamentali e nella varietà del gioco. Questo non vuol dire assolutamente che andiamo a Civitanova per perdere la partita, loro sono i più forti, noi andiamo a cercare i nostri punti. Gli infortunati? Sabbi inizia i primi allenamenti anche se non a ritmo pieno, sta migliorando di giorno in giorno anche se non penso potremo usarlo domenica, è in via di miglioramento. La situazione di Argenta è quella dell’inizio dell’anno, purtroppo lui non può tenere il ritmo di pieno allenamento perché ha un infortunio da inizio anno che lo costringe ad alti e bassi, una infiammazione ad entrambe le tibie. Earvin dopo l’impatto che ha avuto a Piacenza dietro le transenne ha entrambe le ginocchia infiammate e lo staff medico sta facendo di tutto per recuperarlo”. La sesta giornata di ritorno sarà diretta da Roberto Boris di Pavia e Fabrizio Pasquali di Ascoli Piceno.   Super-classica con Modena: sfida numero 83 Il match tra modenesi e cucinieri è il più giocato nella storia Lube e torna per la terza volta in questa stagione. Biancorossi in vantaggio con 44 successi contro i 38 di Modena: l’ultima sfida nel match di andata a novembre (vittoria Lube 3-1), la prime stagionale ad ottobre in semifinale di Supercoppa italiana (sempre 3-1 Lube). Un ex di turno per squadra Un ex per parte in occasione della sfida con l’Azimut: l’opposto gialloblù Giulio Sabbi ha giocato Civitanova nel 2014-2015 e fino a dicembre 2015 nella stagione successiva, l’opposto biancorosso Alberto Casadei è stato a Modena nel 2010-2011, nel 2012-2013 e dal 2014 al 2016. Giocatori a caccia di record In Regular Season: Enrico Cester – 19 punti ai 1500, Osmany Juantorena -3 battute vincenti alle 300 (Cucine Lube Civitanova). In Campionato: Earvin Ngapeth – 2 muri vincenti ai 200 (Azimut Modena). In Campionato e Coppa Italia: Micah Christenson – 5 muri vincenti ai 100 (Cucine Lube Civitanova); Tine Urnaut – 11 attacchi vincenti ai 2000 e – 3 battute vincenti alle 200 (Azimut Modena). Come seguire Cucine Lube Civitanova - Azimut Modena Diretta tv su Rai Sport con il commento di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta. Diretta Radio Arancia Network con la radiocronaca di Andrea Pergolini. Aggiornamenti live anche sul profilo Twitter @VolleyLube. Replica televisiva lunedì alle ore 21 su Arancia Television (canale 210 digitale terrestre).

19/01/2018
Un ottimo avvio del 2018 per l'Academy Civitanovese

Un ottimo avvio del 2018 per l'Academy Civitanovese

Appuntamento domenica 21 Gennaio al Country House Moretti per i ragazzi classe 2006 e 2007 dell’Academy Civitanovese, sui quali la Società del Delfino ha posto la sua attenzione.I  piccoli rossoblù ospiteranno infatti il Pescara per un Open day, nell’ottica della fattiva collaborazione stretta la scorsa estate dal sodalizio di Squadroni e Vessella con il prestigioso club abruzzese.Un’altra bella occasione, così come era stato messo in programma da entrambe le Società, per mettere in mostra i più meritevoli tra i ragazzi dell’Academy, dei quali i biancoazzurri stanno costantemente monitorando i progressi. In questo momento i piccoli atleti rossoblù sono infatti impegnati, oltre che nella normale attività, anche in tre importanti tornei. Il “Panunti” a Tolentino e quello di Porto Sant’Elpidio (entrambi riservati alla categoria 2006 ma che l’Academy ha chiesto e ottenuto di disputare sottoetà e nei quali sta ben figurando), oltre a quello di Villa Musone per i classe 2005 che ugualmente sta avendo buon esito.  Già in calendario, invece, per il prossimo mese di Febbraio, un appuntamento per i ragazzi del 2007 con la società calzaturiera Veregrense.   Un 2018 sempre all’insegna dell’impegno e della qualità per l’Academy Civitanovese, il cui bilancio non può che essere per ora positivo, nel cammino del costante innalzamento della qualità e della sana crescita dei propri giovani tesserati.

19/01/2018
L'ultima giornata ad Aversa per il volley potentino

L'ultima giornata ad Aversa per il volley potentino

Tre punti in palio da portare nella seconda fase. Al PalaJacazzi, domenica 21 gennaio (ore 18.00), è in programma la sfida valevole per l’ultima giornata di ritorno del Girone Bianco tra i padroni di casa della Sigma Aversa e la GoldenPlast Potenza Picena. Le due squadre sono già matematicamente qualificate per il raggruppamento intermedio nella seconda fase insieme a Gioia del Colle, Alessano, Cantù, Ortona, Reggio Emilia (o Catania) e Mondovì. Entrambe vogliono incrementare il tesoretto di partenza, costituito dai punti racimolati contro le altre squadre dello stesso girone che si sono qualificate alla Pool B. Alla vigilia della sfida i normanni porterebbero 10 dei 30 punti acquisiti in Regular Season, Potenza Picena 6 (o 5 in caso di qualificazione di Catania) dei 25 finora incamerati.   I biancazzurri hanno vinto l’ultima sfida contro i normanni, in 3 set all’Eurosuole Forum nell’11° turno di andata, ma gli uomini di Pasquale Bosco si presentarono orfani della bocca da fuoco Santangelo e crearono comunque più di un grattacapo con le magie del fuoriclasse Libraro. I padroni di casa, che quest’anno possono recriminare per malasorte e infortuni, vengono da 3 sconfitte di fila, incassate in trasferta e intervallate dal turno di riposo. Nel girone di ritorno, tra le mura amiche, Aversa ha ceduto solo 2 punti al tie break (con la capolista GCF Roma) e di sicuro cercherà di chiudere in bellezza.   Le due squadre sono separate da 5 punti e una sola posizione nel Girone Bianco. La formazione avversaria è sesta dopo la sconfitta a Santa Croce, i biancazzurri, reduci dallo stop interno con Alessano sono settimi. I giganti del sodalizio marchigiano, che stanno ritrovando la forma dopo una settimana in emergenza, hanno costruito le proprie fortune in casa, strappando solo 2 vittorie esterne in tutto il torneo, ma a La Spezia hanno dimostrato di sapere lottare grazie alla propria identità di gruppo. Il tecnico il tecnico Adriano Di Pinto chiede di capitalizzare esperienza acquisita in Regular Season per una prova da applausi.       RECORD: Partita numero 100 in Serie A per il libero Alessandro Toscani.   EX IN CAMPO: Nel roster campano figura il palleggiatore Riccardo Pinelli, che nella stagione 2013/14 alzava per il Club biancazzurro agli ordini di Gianluca Graziosi. Il tecnico dei normanni, Pasquale Bosco, nel 2009/10 ha allenato Potenza Picena in Serie B1.   GLI AVVERSARI: Dopo la prima stagione in Serie A (a 30 anni dall’ultima volta) chiusa con il blitz nella Pool Promozione, la Sigma Aversa sta disputando una Regular Season degna di nota anche nella stagione 2017/18, ma qualche acciacco e  il calo in trasferta nel girone di ritorno hanno impedito ai normanni di centrare la Pool A, confinandoli in anticipo nel gruppo intermedio della seconda fase. In fase di mercato estivo il presidente Sergio Di Meo si è regalato due colpi da novanta: il centrale nazionale spagnolo Alejander Vigil Gonzalez e lo schiacciatore bulgaro Alexander Simeonov. Alla corte di coach Pasquale Bosco anche uno dei pezzi pregiati del mercato, il palleggiatore Riccardo Pinelli, che può contare sulla bocca da fuoco Andrea Santangelo. La società normanna ha riconfermato i tre napoletani doc, idoli del pubblico del PalaJacazzi: lo schiacciatore, nonché capitano, Enrico Libraro (quattordicesima stagione in A2), il centrale Mario Giacobelli e il libero Marco Vacchiano. A completare il roster tutti volti: il palleggiatore Tommaso Grassi, l’opposto Filippo Boesso, il centrale Stefano Catena, lo schiacciatore Simone Baldari e i due giovani (doppio salto dalla C alla Serie A2) Davide Montò e il libero Emanuele Marra.   IL TECNICO ADRIANO DI PINTO: «Per noi è come se la Pool B è iniziata perché ci giocheremo punti cumulativi. Sarà una battaglia sportiva. Sul proprio campo i normanni hanno pochi punti deboli, ma proveremo a contrastarli con una prova corale come a La Spezia. Vorrei un momento aggregante e di crescita al di là dal risultato, che comunque ci sta a cuore perché nella seconda fase partiremo dalle retrovie e dei punti in più farebbero la differenza. Contro la diagonale composta da Pinelli e Santangelo e contro un atleta come Libraro dobbiamo sfruttare quanto appreso nel nostro cammino per essere competitivi. Il team campano è stato pericoloso anche all’andata senza l’opposto titolare. Nelle ultime ore la nostra squadra si è allenata al completo: abbiamo recuperato Marinelli e il capitano Monopoli è pronto, mentre non è al topo il libero D’Amico, che sta facendo progressi, ma se forza avverte dolore alla gamba e deve fermarsi. Siamo contenti per la sua convocazione allo stage della Nazionale U20. Noi abbiamo avuto solo il merito di leggere il suo talento cristallino. Ho chiamato il tecnico federale Monica Cresta e, oltre a complimentarmi per la crescita del suo Club Italia, ho espresso gratitudine per la chance a Francesco cogliendo l’occasione per parlare delle qualità umane del ragazzo».   ARBITRI DELL’INCONTRO: Dirigeranno la gara il primo arbitro Massimo Piubelli di Verona e il secondo Maurina Sessolo di Treviso.   I PRECEDENTI TRA LE DUE SQUADRE: Le due squadre si sono incontrate 3 volte in Serie A2. Potenza Picena si è imposta in due occasioni..   IL MATCH IN TV: La gara andrà in onda su Lega Volley Channel in diretta streaming alle ore 18.00 di domenica 21 gennaio 2018 e sarà trasmessa in differita dall’emittente Tvrs sul canale 11 del digitale terrestre martedì 23 gennaio 2018 alle ore 20.50 e in replica sul canale 111 mercoledì 24 gennaio 2018 alle ore 12.45.     LE ALTRE GARE DEL GIRONE BIANCO – Undicesima di ritorno   SERIE A2   Grottazzolina – GCF Roma   Alessano – Santa Croce   Siena – Catania   Massa – Castellana Grotte   Riposa: Reggio Emilia.   CLASSIFICA: GCF Roma 44, Santa Croce 42, Siena 37, Grottazzolina 34, Alessano 31, Aversa 30, GoldenPlast Potenza Picena 25, Reggio Emilia 24, Catania 23, Castellana Grotte 15, Massa 13.

19/01/2018
Giro di boa del girone E della Serie B di Volley per la Medea Macerata

Giro di boa del girone E della Serie B di Volley per la Medea Macerata

La formazione allenata da Adrian Pablo Pasquali affronta nell’ultima giornata del girone di andata la Integra Conad Tantucci Foligno. La formazione umbra occupa il decimo posto in classifica e si è data un margine di 3 punti dalla zona play-out battendo la CLT Terni nell’ultimo turno. Si scende in campo alla Marpel Arena, il fortino dove la Medea si è sempre disimpegnata con onore. Si arriva sull’onda delle buone indicazioni della gara con Osimo, che ha dato oltre che 3 punti in classifica anche segnali positivi sullo stato di salute della formazione maceratese. “Noi stiamo bene – ha dichiarato il ds Riccardo Modica – La squadra è tonica, stiamo facendo un ottimo girone di andata e ci teniamo a chiudere in bellezza facendo 3 punti davanti al nostro pubblico”. Per farlo però bisognerà piegare la resistenza della formazione allenata da coach Antonio Scappaticcio, che ha mantenuto l’impianto giovane dell’organico ma che al contempo si è rinforzata in alcuni reparti con arrivi come l’opposto Filippo Fuganti Pedoni e il centrale Lorenzo Merli, provenienti entrambi dalla Ledlink Perugia e quindi già conosciuti dalla Medea che li ha già affrontati l’anno scorso come avversari.   Partita che però andrà preparata accuratamente anche da un punto di vista psicologico, visto che la Medea ha l’onore e l’onere di partire da favorita, visto il percorso fatto finora. “Foligno è in una situazione di classifica medio-bassa, quindi i punti servono anche a loro – spiega Modica – Queste sono le partite che ci preoccupano un po’ di più, perché ovviamente loro non hanno pressioni. Se non siamo bravi ad imporci dall’inizio, la partita si può complicare”. Tra i vari significati della sfida c’è anche il testa a testa con Portomaggiore. Per la Medea si tratta infatti dell’ultima chance per contendere il primo posto e con esso l’ammissione in Coppa Italia. Guai però a farsi distrarre da questo fattore, visto che molto dipende dal risultato di Portomaggiore. “Noi dobbiamo pensare a noi, cercare di vincere con lo scarto maggiore possibile, poi tireremo le somme – il commento di Modica – Se Portomaggiore farà altrettanto parteciperanno loro alla Coppa Italia ma le somme si tirano alla fine. Dobbiamo ragionare set per set, punto per punto. Se parteciperemo alla Coppa Italia saremo più contenti, altrimenti saremo contenti lo stesso perché il nostro obiettivo principale rimangono i play-off promozione”. La gara sarà trasmessa in diretta audio da Radio Studio 7, ascoltabile dal sito www.radiostudio7.net e dal canale 611 del digitale terrestre.

18/01/2018
San Severino, nuovo calendario Fmi: i "senatori" del cross italiano si danno appuntamento al S.Pacifico

San Severino, nuovo calendario Fmi: i "senatori" del cross italiano si danno appuntamento al S.Pacifico

Anche per il 2018 la Federazione Motociclistica Italiana ha scelto il tracciato del San Pacifico, una delle piste storiche delle Marche, per una delle tante tappe dei campionati tricolori. Saranno in particolare i “senatori” del motocross italiano, le classi Veteran (over 40), Super Veteran (over 48) e Master (over 56), ad affrontarsi in una delle sette prove del torneo nazionale. Il calendario, presentato dal coordinatore motocross della Fmi Andrea Barbieri, prevede anche tappe, nelle stesse date, per il campionato 125 Senior e per il tricolore femminile che vedrà ai cancelletti di partenza la regina assoluta della disciplina, la cinque volte iridata Kiara Fontanesi. L’appuntamento è per il week end del 28 e 29 aprile. 

18/01/2018
L'Infa Feba Civitanova Marche a caccia del tris

L'Infa Feba Civitanova Marche a caccia del tris

Terminate le festività natalizie sono tornate in campo le squadre giovanili dell'Infa Feba Civitanova Marche. Partiamo dal settore femminile. Nella serie C vittoria per l'under 20 che in trasferta si impone per 39-99 contro le pari età del Bk Senigallia 2000 e mantiene la vetta solitaria della classifica. Ora turno di riposo, prossimo test per sabato 27 Gennaio, alle ore 18.30, al Palazzetto di Civitanova Alta contro il Cus Ancona. L'under 18 di coach Alberto Matassini si impone contro il Cab Aurora Jesi per 24-84: successo importante che chiude la prima fase per le biancoblu, in vetta alla classifica per la differenza canestri con il Basket Girls Ancona. Dopo una settimana di pausa via alla seconda fase regionale (ad orologio, con gare di sola andata), totalmente ininfluente per la terza decisiva fase con le squadre umbre Pallacanestro Perugia e Asd Basket Umbertide (girone a 4 anche con Basket Girls Ancona, con gare di andata e ritorno, portandosi dietro i punti degli scontri diretti della prima fase regionale) che invece si svolgerà dall'inizio di Marzo e che determinerà le squadre qualificate a spareggi e concentramenti interregionali. L'under 16 di Donatella Melappioni vince sul campo dell'Olimpia Pesaro per 24-84 e mantiene la vetta, e l'imbattibilità. Prossimo appuntamento giovedì 18 Gennaio alle ore 17.30 in casa del Cab Stamura Orsal 2003. L'under 14 apre il 2018 con uno stop in casa dell'Olimpia Pesaro, 49-30. Occasione di riscatto sabato 20 Gennaio, alle ore 16.30, in casa dell'Osimo Basket. L'under 13 si impone in casa per 56-20 contro il Cab Aurora Unione Jesi. Prossima sfida venerdì 19 Gennaio alle ore 17.00 in casa del Thunder Matelica. Nel maschile l'under 18 di coach Paolo Del Buono apre il 2018 con una sconfitta in casa del Basket Maceratese per 56-47, anche se è arrivato poi l'immediato riscatto in casa della Pallacanestro Pedaso per 50-81. Prossimo appuntamento per lunedì 22 Gennaio ore 20.00, davanti al proprio pubblico, contro la Sacrata Basket Porto Potenza.   L'Infa Feba Civitanova Marche vuole allungare la striscia positiva. Le ragazze di coach Alberto Matassini sono reduci da due successi consecutivi in questo 2018 che hanno rilanciato le momò in classifica generale. Al giro di boa del campionato le biancoblu hanno 16 punti e sono in sesta piazza, anche se la concorrenza è molto agguerrita. Pertanto è importante cominciare bene anche il girone di ritorno, che si apre con la trasferta in casa della Cestistica Savonese. Le biancoverdi hanno aperto anche loro l'anno con due vittorie e sono reduci dal successo esterno contro Umbertide,  rimanendo staccate di due lunghezze dalla Feba. La compagine di coach Vito Pollari sembra aver ammortizzato l'addio della talentuosa pivot greca Faidra Skiadopoulou. Tra le fila delle liguri da segnalare l'ottimo rendimento della guardia Lucrezia Zanetti, vera cecchina del roster, e dell'ala Irene Tosi, in una formazione composta da molte giovani. Le savonesi inoltre hanno alcune giocatrici pronte a far valere la propria fisicità anche se le ragazze di coach Matassini, dopo l'importante successo esterno in quel di Roma, hanno una grande voglia di continuare a vincere. Con la giusta grinta ed il carattere le momò potranno continuare nel loro intento. Palla a due domenica 21 Gennaio alle ore 18.00 al Palazzetto dello Sport di Savona. Dirigono l'incontro i signori Alessio Chiarugi di Pontedera (PI) e Stefano de Bernardi di Torino. Forza Feba!  

18/01/2018
Sorriso Lube anche in Europa: Fenerbahce battuto 3-1

Sorriso Lube anche in Europa: Fenerbahce battuto 3-1

Missione compiuta per la Cucine Lube Civitanova nella terza giornata della Pool A di Champions League: Fenerbahce Istanbul battuto 3-1 all’Eurosuole Forum e seconda vittoria in archivio per Stankovic e compagni che raggiungono Perugia a quota 7 punti in classifica ma restano secondi con 2 successi contro 3 (in campo europeo contano prima le vittorie poi il punteggio).  Netta la superiorità dei cucinieri nella gara odierna, il Fenerbahce riesce a mettere i bastoni tra le ruote della Lube soltanto sfruttando gli errori dei biancorossi nel primo set e il calo di tensione del terzo. Nel resto della gara non c’è partita: nel secondo set e quarto set i cucinieri aggiustano il servizio (ben 12 ace a fine gara) limitando gli errori dai nove metri e la differenza tra le due formazioni viene fuori nettamente: la Lube è determinata in ogni fondamentale (64% in attacco contro 41%) per chiudere la pratica e i turchi aiutano nel compito commettendo molti errori. Top scorer e MVP Sander, con 19 punti e 3 ace (70% in attacco), Cester chiude con il 100% in attacco e ben 5 ace, super Stankovic a muro con 6 punti messi a segno nel fondamentale.   La partita Non c’è Juantorena nel sestetto di partenza Lube, in campo Sander-Kovar, per il resto confermati Christenson-Sokolov in diagonale e Stankovic-Cester al centro, Grebennikov libero. Basic si affida ai martelli vecchie conoscenze del campionato italiano Quesque-Sket. L’inizio è in equilibrio: la Lube si affida molto ai suoi centrali in avvio di gara (Cester 100% in attacco ed ace dell’8-7) ma il Fenerbahce regge l’impatto con i campioni d’Italia con gli attacchi di Sket e il muro (Tekeli per l’8-9 e Quesque per l’11-13). La battuta dei biancorossi è fallosa (ben 9 errori a fine parziale) e i turchi ne approfittano arrivando anche al +3 con l’ace dell’opposto Toy (12-15), vantaggio che il Fenerbahce tiene fino al 15-18. E’ la svolta del set: sul turno al servizio di Sander, Sokolov (6 punti, 71% in attacco) e Kovar in attacco, e Stankovic a muro, prendono per mano i cucinieri e piazzano un maxi break di 8-1 portando la Lube sul 23-19. A chiudere il set ci pensa un attacco del gigante bulgaro (25-22). Netta la differenza in attacco, 72% Lube contro il 35% dei turchi, tenuti a galla solo dagli errori in battuta dei biancorossi. Completamente diverso il secondo set: il Fenerbahce sbaglia tantissimo in attacco sin da primo pallone e la Lube dilaga subito: 6-0 con Cester, 8-1 con Sander (che viaggia al 70% in attacco), 11-3 ancora con Cester protagonista anche al servizio (suo il doppio ace del 18-7). Set già in cassaforte, i campioni d’Italia allargano ancora il divario sfruttando la battuta sempre pungente (5 ace) e i tanti errori dei turchi (8 complessivi, 25-11). Nel terzo set prova a reagire il Fenerbahce approfittando di un nuovo calo di efficacia del servizio Lube (1-4) e anche di qualche difficoltà in ricezione (Quesque per il 6-10). Sul servizio di Stankovic ecco la rimonta biancorossa firmata da Kovar e Cester (12-13), resa vana dal muro di Tekeli e del neo entrato Yatgin che murano due volte Kovar per il nuovo break (12-17), complice un buon turno in battuta di Gladyr. La Lube prova a rientrare nonostante ancora i numerosi errori tra servizio ed attacco (8 totali): Stankovic e Sander (86% in attacco per l’amiercano) portano i campioni d’Italia a -2 (18-20), Candellaro entra per la battuta e propizia il -1 (21-22) ma non basta perché ancora Gladyr piazza un ace con l’aiuto del nastro e un altro muro (Yatgin) su Kovar chiude il set (21-25). Lube che non vuole rischiare nel quarto set e stavolta parte forte con Stankovic a muro (sono 6 a fine gara) e i due americani decisivi al servizio (7-4 e 11-5), il turno di Sander è da vero e proprio show con tre ace e il vantaggio schizza a +6 (16-6). Strada ormai spianata per la Lube, c’è tempo per un altro ace di Cester (21-9) e per un Sander (6 punti nel set) scatenato anche in pipe: chiude Sokolov 25-13.   Il tabellino CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 14, Candellaro, Sander 19, Marchisio n.e., Juantorena n.e., Casadei n.e., Stankovic 14, Kovar 7, Grebennikov(l), Christenson 5, Cester 13, Milan n.e., Zhukouski n.e.Storani (l) n.e.. All. Medei. FENERBAHCE ISTANBUL: Keskin 1, Yatgin 2, Buyukgoz n.e., Sket 7, Quesque 10, Gladyr 7, Tekeli 6, Hazirol (l), Ondes n.e., Karasu n.e., Toy 9, Akdeniz n.e., Unver 1, Karatas (l). All. Besic. ARBITRI: Ryabtsov (Rus), Maroszek (Pol). PARZIALI: 25-22 (29’): 25-11 (20’); 21-25 (28’); 25-12 (23’). NOTE: 2030 spettatori, incasso: 21.384,00 Euro. Lube: 22 battute sbagliate, 12 aces, 9 muri vincenti, 66% in ricezione (34% perfette), 64% in attacco. Istanbul: 16 b.s., 3 aces, 8 m.v., 37 in ricezione (14% perfette), 41% in attacco.

17/01/2018
La Juniores Regionale della Chiesanuova FC è campione d'inverno

La Juniores Regionale della Chiesanuova FC è campione d'inverno

La formazione Juniores Regionale della Chiesanuova FC, con la vittoria per 4–0 nel recupero di ieri sera, contro il Montecosaro, al giro di boa del campionato Regionale, è campione di inverno. Sulla Squadra, il Presidente Luciano Bonvecchi ed il Responsabile Tecnico Silvano Sacchi sono sicuramente pienamente soddisfatti, sia per le prestazioni sino ad ora fornite sia per la classifica, con numeri molto chiari: 13 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta – miglior attacco con 46 reti realizzate, miglior difesa con solo 11 gol subiti. Campionato comunque non ancora assegnato, a sole 3 lunghezze c’è un Camerano tosto e solido che non molla, che ha dimostrato sino ad ora di che pasta è formato. Gran merito sicuramente va riconosciuto al tecnico Samuele Tassi ed al suo staff, che oltre ai sopracitati numeri in campionato, sta fornendo alla formazione Promozione di Mister Luca Travaglini numerosi Under, che si stanno mettendo in luce, in un altrettanto strepitoso campionato di Promozione, che al giro di boa, ha raggiunto il secondo posto in classifica.

17/01/2018
Brillante inizio della stagione indoor per l'Atletica Avis Macerata

Brillante inizio della stagione indoor per l'Atletica Avis Macerata

Parte a tutta forza la 43esima stagione agonistica dell’Atletica AVIS Macerata con i primi week end ricchi di risultati di grande spessore. Esordisce nella sua gara Sara Porfiri che, con due stupefacenti prove nei 60 ostacoli, vince e si migliora ottenendo il pass per i Campionati Italiani assoluti (8”84), prima in qualificazione con 8”79 e poi con 8”69 in finale. Con questa prestazione l’atleta bianco-rossa si porta a 7 centesimi dal record marchigiano assoluto detenuto dall’avisina Chiara Bonifazi, datato 2002. Nella stessa gara cresce anche Micol Zazzarini, esordiente nella categoria juniores che, con 9”19 in batteria agguanta il minimo per il Campionato Italiano junior concludendo con un ottimo 6° posto complessivo. La stessa si farà poi apprezzare nei 60 piani dove si migliore fino a 7”96, risultato anch’esso valido per la partecipazione ai campionati tricolori. Bellissima vittoria di Lorenzo Angelini nei 200 con un crono importante 21”99, in una gara con ben 120 atleti alla partenza. Regge bene la scena Ilaria Sabbatini nella inusuale distanza degli 800 m.dove, contende il primo posto alla sambenedettese Emma Silvestri che vince, ottiene un ottimo 2’15”95. Una bella prova di efficienza per le più impegnative distanze dei 1500 e dei 3000 che sono il suo vero obiettivo.   Si migliora nei 400 la Campionessa italiana allieve Elisabetta Vandi che, nella nuova categoria (junior), scende già a 55”17 vincendo di forza e lasciando intravedere dei margini di miglioramento importanti. Bravo anche Dennis Marinelli nei 60 con un buon progresso, prima a 7”19 nelle batterie e poi a 7”15 in finale, con Nicola Cesca a 7”18, un buon tempo in vista della sua gara: gli ostacoli. Ma l’apertura indoor aveva già segnalato il bell’esordio di Martina Mazzola che ha cancellato il record sociale di pentathlon di Sara Porfiri, con una sequenza molto interessante, in vista dei prossimi Campionati Italiani indoor di Padova di fine mese. Queste le sue prestazioni 60 ost. 9”58 – alto 1.62 – peso 9.78 – lungo 5.22 – 800 2’23”76, per un totale di 3.459. L’atleta proviene dallo CSAIN Perugia che ha fatto esordire con i colori bianco-rossi altre quattro valide ragazze tutte della categoria junior che sono: Francesca Castellani 9”31 negli ostacoli, Letizia Lare Lantone 1’00”76 nei 400, Ilaria Piottoli e Chiara Cecchini nei m. 1500 rispettivamente in 5’06”74 e 5’14”17; un bel gruppo guidato da Moreno Bottausci e Valentino Mazzola che potrà dare un importante contributo all’Atletica AVIS Macerata nel nuovo Campionato under 23, dove le società partecipanti dovranno schierare ben 9 punteggi juniores. C’è poi un altro esordio all’AVIS, quello di Isabella Di Benedetto, una brava lanciatrice proveniente dalla Gran Sasso Teramo che a Pescara si è imposta nel lancio del disco con 37.44. Da sottolineare infine il rientro, dopo un anno di inattività per motivi di lavoro, di Alessandro Cavalieri che all’esordio nella gara del getto del peso ha lanciato a m. 14.79 a soli 21 cm. dal pass per i Campionati Italiani assoluti.

17/01/2018
Volley Potentino, il libero D'Amico convocato per lo stage della nazionale under 20

Volley Potentino, il libero D'Amico convocato per lo stage della nazionale under 20

Euforia nella GoldenPlast Potenza Picena per la convocazione del libero Francesco “Ciccio” D’Amico allo stage “conoscitivo” della Nazionale Under 20 in programma a Roma a fine mese. Il tecnico federale Monica Cresta ha inserito in una lista di 15 atleti il talento di Ostuni classe ‘99. La promessa biancazzurra si recherà nella capitale domenica 28 gennaio per allenarsi al Centro Sportivo dell’Acquacetosa con gli altri prescelti fino alle 13.30 di martedì 30 gennaio, quando ripartirà alla volta delle Marche. Approdato nel corso dell’estate al Volley Potentino dalla Pallavolo 2000 Ostuni dopo aver preso parte ai provini, il giovanissimo specialista della seconda linea si è messo subito in evidenza insieme all’altro libero del roster marchigiano, Alessandro Toscani, ex Ortona. Prima in alternanza con il compagno di reparto, poi come cambio Under da laterale e, infine, come unico libero in ricezione e difesa, lo spider man pugliese ha convinto tutti. Un fastidio alla gamba ha penalizzato D’Amico proprio nel momento in cui stava facendo vedere le sue giocate migliori, ma ora che il ciclo di fuoco è finito e non si gioca più ogni tre giorni il recupero può procedere spedito in vista dell’ultimo turno di Regular Season in programma al PalaJacazzi di Aversa domenica 21 gennaio alle ore 18.00. Poi per il Volley Potentino si aprirà la seconda fase nella Pool B con l’obiettivo di salvarsi. Libero Francesco D’Amico: “Ho appreso della convocazione lunedì. Provo una grande gioia perché vestire i colori della Nazionale, anche se si tratta solo di una prima selezione, mi riempie di orgoglio. Darò il massimo per far vedere quello che so fare. Giocare per una società importante come il Volley Potentino ha contribuito molto a rendere concreta questa possibilità. A Roma ritroverò atleti che conosco come Acquarone, Gargiulo e Lavia. Devo ringraziare lo staff tecnico che mi ha saputo valorizzare, i tifosi biancazzurri per il sostegno immancabile e tutti quelli che mi hanno tempestato di messaggi d’affetto. Non vengo da un bel periodo per via di un’infiammazione alla gamba e per la sconfitta con Alessano. Con questa notizia, però, si è aperta bene la settimana. Spero di recuperare per la trasferta ad Aversa. Coach Di Pinto ci ha chiesto di cambiare marcia fuori casa e noi cercheremo di fare del nostro meglio per incamerare punti utili in chiave Pool B”.

17/01/2018
Champions League: mercoledì all'Eurosuole Forum sfida Lube Vs Fenerbahce

Champions League: mercoledì all'Eurosuole Forum sfida Lube Vs Fenerbahce

Secondo appuntamento stagionale all’Eurosuole Forum con il grande volley europeo per la Cucine Lube Civitanova: mercoledì (ore 20.30, diretta Fox Sports Plus) la terza giornata del girone della 2018 CEV Champions League contro i turchi del Fenerbahce Istanbul. A distanza di tre anni esatti, dunque, torna a Civitanova Lube-Fenerbahce, partita che ha sancito il 27 gennaio 2015 la prima gara ufficiale giocata in assoluto nell'impianto civitanovese. Dopo il 2-3 di Perugia e il 3-0 inflitto al Roeselare a dicembre, gli uomini di Medei cercano altri punti importanti per continuare a restare in scia agli umbri nella corsa al primo posto della Pool A. Formazione turca che, invece, va in cerca del suo primo successo nella massima competizione europea dopo aver subito le sconfitte casalinghe con il Roeselare e con Perugia. Ricordiamo innanzitutto che gli abbonamenti sono validi per assistere al match. Biglietti in vendita online, collegandovi al sito lubevolley.bookingshow.com, oppure recandovi nei punti vendita Booking Show in Italia. Biglietti in vendita anche all'Eurosuole Forum di Civitanova martedì dalle 17 alle 19.30, mercoledì dalle 10 alle 13 e dalle 17.30 fino ad inizio gara. Per informazioni telefonare allo 0733-1999422 negli orari suddetti. Il Fenerbahce Istanbul rappresenta la più importante e ricca polisportiva della Turchia, con milioni di tifosi in tutto il mondo e squadre che si cimentano annualmente in numerose discipline. Nella pallavolo il Fenerbahce è però regolarmente protagonista solo dal 1976, dopo quasi cinquant’anni in cui il volley si era vestito a strisce verticali giallo-nere (la tipica maglia del club) soltanto ad intermittenza. La sezione pallavolistica della polisportiva ha investito nel volley soprattutto negli ultimi anni, garantendosi la presenza in rosa di diversi giocatori stranieri che sono stati a lungo protagonisti anche in Italia. La formazione guidata dal francese Basic si riaffaccia alla Champions League dopo aver conquistato la Supercoppa turca ad inizio stagione contro l’Halkbank Ankara. La diagonale palleggiatore-opposto sarà tutta turca, composta dal regista Keskin e dal principale terminale offensivo Toy. In banda la coppia già nota al campionato italiano ovvero lo sloveno Sket e il francese Quesque (entrambi ex Modena), al centro i turchi Gladyr e Akdeniz (in alternativa c’è Tekeli), il libero è Karatas. L'altra gara della Pool A è in programma in Belgio martedì sera (ore 20.30) tra Knack Roeselare e Sir Sicoma Colussi Perugia. “Ho giocato nel campionato turco due stagioni fa - ha dichiarato Tsvetan Sokolov - ovviamente è passato un po’ di tempo ma posso dire che il Fenerbahce è sempre una buona squadra e quindi dovremmo affrontare la gara con attenzione, pensando soprattutto al nostro gioco e a mettere in campo la pallavolo che sappiamo. I turchi vorranno sicuramente riscattare le due sconfitte finora rimediate, quindi renderanno il nostro compito difficile in tutti i modi: scendiamo in campo dunque con l’obiettivo di tenere sempre alto il livello di gioco e conquistare altri punti per concludere nella miglior posizione possibile la fase a gironi. Avremo bisogno del consueto supporto dell’Eurosuole Forum, vi aspetto al palasport”.   La terza giornata di League Round sarà diretta da Alexander Ryabtsov (Russia) e Wojciech Maroszek (Polonia). Oltre al sopracitato match inaugurale dell’Eurosuole Forum giocato nel gennaio 2015 e vinto dalla Lube 3-0, ci sono altri cinque precedenti con i turchi: il match di andata del girone in quella stessa stagione (sempre vittoria Lube, stavolta 3-2), nel girone eliminatorio dell’edizione 2012 della massima competizione europea (una vittoria per parte), e negli ottavi di finale della Champions League 2008 dove i biancorossi vinsero 3-0 all'andata e vennero sconfitti 3-2 nel match di ritorno, conquistando però la qualificazione. Come seguire Cucine Lube Civitanova - Fenerbahce Istanbul: Diretta Fox Sports Plus (205 Sky) con la telecronaca a cura di Roberto Prini e Andrea Zorzi. Diretta Radio Arancia Network con la radiocronaca di Gianluca Pascucci. Aggiornamenti live anche sul profilo Twitter @VolleyLube.

16/01/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433