Sport

Lube, all'Eurosuole Forum gara da dentro o fuori contro Trento : si cerca il pass per la finale di Supercoppa

Lube, all'Eurosuole Forum gara da dentro o fuori contro Trento : si cerca il pass per la finale di Supercoppa

Gara da dentro o fuori per la Cucine Lube Civitanova che domenica (ore 17.30, diretta Rai Sport e diretta Radio Arancia) all’Eurosuole Forum (che riapre al volley dopo oltre 6 mesi dall’ultima gara) sfida l’Itas Trentino nel match di ritorno della Semifinale di Del Monte Supercoppa. Nel mirino di entrambe le squadre c’è la Finalissima in programma venerdì 25 settembre all’AGSM Forum di Verona: per agguantare il pass gli uomini di De Giorgi, sconfitti 3-2 nel match di andata giocato a Trento, dovranno vincere per 3-0 o 3-1 mentre un successo per 3-2 prolungherebbe la sfida al golden set. I trentini si qualificherebbero invece vincendo con qualsiasi risultato. La Cucine Lube ha finora sempre sconfitto Trento nella sua storia all’Eurosuole Forum. Biglietti ancora disponibili, domenica biglietteria chiusa. Ci sono ancora biglietti in vendita presso il botteghino dell’Eurosuole Forum venerdì e sabato dalle ore 17.00 alle 19.30 e nei punti vendita Vivaticket. Si ricorda che domenica la biglietteria resterà chiusa. Alla scoperta dell'avversario Itas Trentino Coach Angelo Lorenzetti ripartirà sicuramente dalla diagonale Simone Giannelli-Nimir Abdel-Aziz mentre in banda in dubbio il rientro del brasiliano Lucarelli (c’è pronto il giovane Michieletto) insieme all’italo-olandese Kooy. Al centro il serbo ex Cucine Lube Marko Podrascanin che dovrebbe giocare in coppia con Cortesia, a meno di un recupero dell’altro centrale serbo, Lisinac. Il libero è Totò Rossini. Parla Osmany Juantorena (schiacciatore Cucine Lube Civitanova) "Puntiamo a vincere, ovviamente, per cercare il passaggio del turno verso la Finalissima. Sarà una gara tiratissima così come è già stata a Trento, i nostri avversari hanno dimostrato di essere una grande squadra. Da parte nostra dovremo migliorare in alcuni aspetti, commettendo meno errori e dando più continuità al gioco. Sarà difficile ma siamo carichi e pronti per domenica, per cercare di arrivare a Verona”. Parla Simone Giannelli (palleggiatore Itas Trentino) “Per passare il turno dobbiamo ottenere un grande risultato all’Eurosuole Forum; è vero che in quell’impianto non abbiamo mai vinto, ma io credo poco a questo tipo di statistiche o tabù. Se giocheremo bene avremo possibilità di fare nostra la qualificazione, indipendentemente dal luogo in cui avviene la gara. Per passare il turno contro una squadra come la Lube devi fare una grande partita”. Gli arbitri di Cucine Lube Civitanova – Itas Trentino La Semifinale di ritorno di Del Monte Supercoppa sarà diretta da Stefano Cesare di Roma e Ilaria Vagni di Perugia. Sesto match in Supercoppa tra biancorossi e trentini Sesta volta tra le due formazioni, il bilancio parla di 3 vittorie Cucine Lube e 2 Itas. Complessivamente è la sfida numero 75 tra le due formazioni, biancorossi avanti con 41 vittorie contro le 33 di Trento. Sono tre gli ex in campo Dick Kooy a Civitanova nel 2012/13, Marko Posdrascanin a Civitanova dal 2008/09 al 2015/16, Osmany Juantorena a Trento dal 2009/10 al 2012/13. Come seguire Cucine Lube Civitanova - Itas Trentino Diretta Rai Sport con la telecronaca di Maurizio Colantoni e Lorenzo Bernardi. Diretta Radio Arancia Network con la radiocronaca di Fabio Petrelli e Stefano Donati con ampio post partita (anche su YouTube e Facebook di Radio Arancia, nonché su Arancia Television 210 digitale terrestre o sulla App Radio TV Arancia & More). Aggiornamenti live anche sui profili ufficiali Lubevolley Instagram, Facebook e Twitter. Replica televisiva lunedì alle ore 21 su Arancia Television (canale 210 digitale terrestre).

18/09/2020
Club Vela Portocivitanova, 8 velisti rossoblu sbarcano a Follonica per inseguire il sogno tricolore

Club Vela Portocivitanova, 8 velisti rossoblu sbarcano a Follonica per inseguire il sogno tricolore

Non si ferma il settembre caldo delle regate per il Club Vela Portocivitanova che punta i riflettori sulle classi olimpiche, dopo il successo organizzativo del Campionato del Medio Adriatico - Trofeo “Luca ed Enrico Dignani” dello scorso fine settimana e l'incoraggiante secondo posto di Marco Serafini sul suo Hurakan a Marina di Scarlino fra i Club Swan 36. I velisti rosso-blu saranno di scena nel Golfo di Follonica dal 17 al 20 settembre prossimo, quando avrà luogo il Campionato Italiano Classi Olimpiche (CICO), la mini-olimpiade della vela azzurra, la cui organizzazione è stata confermata nonostante i vari stravolgimenti ai calendari agonistici dovuti all'emergenza Covid-19. Le classi olimpiche, gli equipaggi delle squadre federali, le giovani promesse e i vecchi leoni di sempre: la vela a cinque cerchi assegnerà nello splendido campo di regata maremmano i suoi titoli italiani in un evento unico con centinaia di veliste e velisti in gara. Da Civitanova Marche partiranno ben 8 atleti del Laser Standard, Radial e del Formula Kite. Dei laseristi, a Follonica regateranno Maria Giulia Cicchinè (Radial), Edoardo Libri (standard), Claudio Natale (Standard), Pietro Giacomoni (Standard). Al loro fianco, in veste di accompagnatore, il coach Giacomo Sabbatini. Per il team Formula Kite del Club Vela Portocivitanova powered by Delta Motors: oltre alla medaglia di bronzo europea Under 17, Riccardo Pianosi, Mario e Samuel Calbucci, riprenderà a gareggiare Irene Tari. La 17enne di Terracina, da appena un anno impegnata nel foiling, tornerà in pista tra pochi giorni dopo oltre 30 giorni di stop a causa di un infortunio. Salteranno invece l'impegno Lorenzo Boschetti, risultato positivo al coronavirus dopo il tampone, e sua sorella Margherita, che avrebbe dovuto partecipare nel raggruppamento femminile. Seppur in assenza di sintomatologia, Lorenzo Boschetti è in quarantena così come Margherita.  

17/09/2020
Volley, cancellato il Mondiale per club 2020: la Lube non potrà difendere il titolo

Volley, cancellato il Mondiale per club 2020: la Lube non potrà difendere il titolo

La FIVB, a seguito della decisione del Consiglio di amministrazione, ha annunciato la cancellazione del Mondiale per Club 2020. "Alla luce della pandemia globale di COVID-19 - si legge nel comunicato rilasciato dalla federazione mondiale - e della conseguente incertezza riguardo ai viaggi e alla partecipazione del pubblico, la FIVB ha deciso di non organizzare l'edizione 2020 dell'evento. La FIVB è impegnata a garantire la salute e il benessere della famiglia del volley mondiale e punta a lanciare un invito a candidarsi per l'edizione 2021 entro la fine di ottobre 2020". Le edizioni 2019 del Mondiale per Club maschile e femminile sono state ospitate rispettivamente da Brasile e Cina, e si sono concluse con il trionfo azzurro in campo maschile proprio della Cucine Lube Civitanova, vincitrice del primo storico titolo iridato, e in campo femminile dall’Imoco Volley Conegliano.

17/09/2020
Macerata, il promettente baby centrocampista Matteo Polizzi ceduto al Perugia

Macerata, il promettente baby centrocampista Matteo Polizzi ceduto al Perugia

Un settore giovanile calcistico è davvero vincente quando produce talenti e regala loro sogni e opportunità. La Maceratese l’ha appena fatto, perché ha ceduto a titolo definitivo il promettente baby Matteo Polizzi, classe 2005, al Perugia. Centrocampista offensivo e trequartista, qualità tecniche importanti e dribbling efficace, Polizzi in questi anni è stato spesso convocato dalle Rappresentative di categoria e da tempo era sotto osservazione da parte degli scout dal club umbro. Grazie all’intermediazione di Matteo Siroti, dirigente del vivaio perugino, nonché alla piena e felice disponibilità della Maceratese, Polizzi si è trasferito da qualche giorno, alloggiando in collegio assieme ai nuovi compagni e aggregandosi all’Under16 allenata da un totem nella formazione dei ragazzi come Stefano Papini. Cresciuto praticamente sul sintetico dello Stadio della Vittoria, messosi in luce già piccolissimo con l’allora Vis Macerata, Polizzi spicca il volo e approda in una delle società più prestigiose d’Italia, anche se purtroppo fresca di retrocessione dalla serie B. A Matteo tutto l’orgoglioso incoraggiamento da parte della Maceratese: forza “Poli” e in bocca al lupo!

16/09/2020
Pieve Torina, gran successo del 45° Campionato Italiano di Ruzzola: sportivi da tutta Italia

Pieve Torina, gran successo del 45° Campionato Italiano di Ruzzola: sportivi da tutta Italia

Fine settimana di sport per Pieve Torina dove, oltre alla partenza della settima tappa della Tirreno - Adriatico, si è disputato il 45° Campionato Italiano di Ruzzola.   "In soli due giorni siamo stati raggiunti da centinaia e centinaia di sportivi provenienti da ogni parte d'Italia - queste le parole del sindaco Alessandro Gentilucci -, con loro moltissime famiglie, gli staff di due grandi macchine organizzative, operatori della stampa e turisti. A tutti loro abbiamo riservato un'accoglienza speciale, fatta di territorio e bellezza, ma fatta soprattutto di persone e strutture che hanno messo a disposizione tutta la loro professionalità".   In particolare, 200 i lanciatori, provenienti per la gran parte da Marche, Emilia Romagna, Toscana e Umbria, che si sono dati battaglia nella due giorni dedicata alla ruzzola, fino ad arrivare alla chiusura di domenica. E' tutto maceratese il podio della categoria C che ha visto piazzarsi sul primo gradino Stefano Pintucci di Pieve Bovigliana. Medaglia d'oro anche per Luigi Montalbini che, da Ancona, è arrivato a Pieve Torina per guadagnarsi il meritato titolo della categoria B. A chiudere, il giovanissimo Luca Massi, 23 anni, anche lui anconetano che, sbaragliando l'agguerrita concorrenza, ha stravinto nella massima serie, per lui primo posto nella categoria A.   La cerimonia di premiazione, che si è svolta al Parco Rodari, ha visto l'entusiasmo di quanti hanno lavorato alacremente per portare a Pieve Torina un evento di caratura nazionale al quale era presente anche Enzo Casadidio, presidente del consiglio federale FIGeST, Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali. Il primo a crederci era stato Matteo Capeccia, promettente lanciatore in gara, ma soprattutto coinvolto nella doppia veste di consigliere comunale e segretario provinciale e regionale del comitato FIGeST.   "Un grandissimo orgoglio per la nostra amministrazione comunale l'essere riusciti a far coincidere, in un solo weekend, due manifestazioni sportive di grande livello. - ha dichiarato il sindaco Gentilucci -  Un territorio ferito il nostro, ma che ancora una volta ha saputo mostrare il suo lato migliore. Eventi sportivi come quelli andati in scena in questo fine settimana sono un'opportunità ed una vetrina per continuare a raccontare che, nonostante tutto e nonostante le difficoltà che non smettono di segnare la nostra quotidianità in una eterna fase post - sisma, abbiamo voglia di riscatto e rinascita, ma soprattutto abbiamo voglia di rimetterci in marcia con il nostro saper fare".  

16/09/2020
Serie C, diramati i gironi: il Matelica inserito nel gruppo B. Domani i calendari

Serie C, diramati i gironi: il Matelica inserito nel gruppo B. Domani i calendari

La Lega Pro ha ufficializzato questa sera la composizione dell’organico dei tre gironi. La neopromossa Matelica e le altre quattro marchigiane Alma Juventus Fano, Sambenedettese, Vis Pesaro e Fermana  sono state inserite nel girone B. Con loro ci saranno Arezzo, Carpi, Cesena, Feralpi Salò, Gubbio, Imolese, Legnago Salus, Mantova, Modena, Padova, Perugia, Ravenna, SudTirol, Triestina e VirtusVecomp Verona. Definiti i gironi, attesi per domani i calendari.

15/09/2020
Centro Nuoto Macerata, la stagione riparte dal triathlon: lo “Sprint atipico” segna il debutto

Centro Nuoto Macerata, la stagione riparte dal triathlon: lo “Sprint atipico” segna il debutto

In attesa delle gare in vasca, il Centro Nuoto Macerata ha fatto ripartire la sua attività agonistica post lockdown grazie alla sezione del triathlon. La possibilità di svolgere manifestazioni all’aperto ha favorito questo tipo di competizioni e domenica c’è stato il debutto stagionale con lo “Sprint atipico” di Civitanova: 600 metri di nuoto in mare, 13,5 km di bici e 4km di corsa. E’ stata una gara di alto livello con numero limitato di partecipanti, 200 atleti tra uomini e donne, proprio per poter garantire la sicurezza e rispettare tutti i protocolli anti Covid-19. Il Centro Nuoto Macerata ha schierato 5 rappresentanti, tutti maschi e Enrico Ribichini ha fatto meglio di tutti. In virtù della frazione dedicata alla corsa davvero molto veloce, Ribichini è riuscito ad agguantare il 4° posto di categoria (1° atleta regionale M4) e il 33° nella classifica assoluta, un risultato che fa ben sperare in vista delle prossime uscite su quelle distanze più lunghe che gli sono congeniali. Con lui hanno esordito, con ottime performances, Luca Ilari (S1), Mattia Baldoni (S3), Alessandro Peca (M1) e Roberto Ripani (M2). Quest’ultimo ha anche difeso i colori biancorossi oltre i confini regionali al Triathlon Sprint di Bracciano. Il Centro Nuoto Macerata si affaccia a questa nuova stagione (il progetto triathlon è iniziato nel gennaio del 2019) con una formazione di atleti tutta nuova e soprattutto investendo risorse importanti nonostante le difficoltà per i disagi legati al coronavirus. Il progetto mira ad affiancare ai giovani cresciuti in casa, alcuni atleti più esperti, in modo che insieme si possa creare un team allo stesso tempo ricco di competenza ed entusiasmo

15/09/2020
Caldarola festeggia i vincitori del Torneo Tennis

Caldarola festeggia i vincitori del Torneo Tennis

La scorsa domenica, 13 settembre, al ristorante Tesoro di Caldarola - da sempre sponsor della Futura Tennis attraverso il suo titolare Gianluca Seghetti - si sono festeggiati i vincitori del torneo tennistico e un anno di attività (anche se ridimensionato a causa del Covid-19). Dopo la cena sono state effettuate le premiazioni del primo classificato Leonardo Corvatta e del  secondo classificato Marco Salvucci. Le coppe sono state consegnate dal presidente Lorenzo Cardinali.

15/09/2020
Macerata Scherma, ripartono i nuovi corsi: "Siamo in crescita, ma ci manca uno spazio dedicato"

Macerata Scherma, ripartono i nuovi corsi: "Siamo in crescita, ma ci manca uno spazio dedicato"

La Macerata Scherma Asd avvierà i corsi del nuovo anno sportivo a partire dal 5 ottobre, presso la palestra "Natali" che si trova nella frazione di Sforzacosta. La storica società maceratese il 25 settembre rinnoverà il proprio consiglio direttivo. La costante crescita degli ultimi 3 anni ha attratto nuovi soci che potranno sostenere lo sviluppo della scherma a Macerata.  Una disciplina che nell’epoca del Covid-19 ha una marcia in più per la sicurezza dei praticanti, basti pensare che gli atleti sono coperti dalla divisa, indossano il guanto e la maschera e possono toccarsi solo con la punta del fioretto.  Oltre a questo la Macerata Scherma ha messo in atto tutte le misure di sicurezza previste dal protocollo del Coni e della Federazione Italiana Scherma, atleti e genitori possono quindi stare tranquilli. Lo staff tecnico è guidato dalla campionessa mondiale degli anni ’80 Carola Cicconetti e, oltre all’istruttrice nazionale Pettinari, comprende quest’anno Nicola Santoni, ex fiorettista di livello nazionale cresciuto nella prestigiosa scuola jesina. In aggiunta ai corsi per piccoli e grandi schermidori la Macerata Scherma ha in programma di avviare la sezione della scherma paralimpica o in carrozzina, una disciplina di elevato valore agonistico per gli atleti paralimpici. Per avviare i corsi è necessario uno spazio dedicato che la società chiede da tempo all’amministrazione comunale maceratese: "Chissà che l’anno sportivo che sta per cominciare non convinca amministratori e dirigenti pubblici ad attivare anche a Macerata la scherma per i meno fortunati". Della questione si sta occupando in prima persona Maximiliano Magri-Tilli, candidato consigliere comunale per la lista della Lega.  Chi volesse provare l’emozione del fioretto può telefonare al 333 477 1301 o consultare la pagina FB Macerata Scherma ASD. Le prove sono gratuite, ma bisogna prenotarsi per rispettare le norme di tutela anti COVID.   

15/09/2020
Colpo in attacco per la Sangiustese: preso Mario Pignotti

Colpo in attacco per la Sangiustese: preso Mario Pignotti

Altro colpo da maestro del DS Papi che per l’attacco della Sangiustese si assicura le prestazioni dell’estroso Mario Pignotti. Talento senza bisogno di presentazioni, classe 1987, nato a San Benedetto del Tronto, Pignotti ha vestito le maglie di Petritoli, San Marco Servigliano, Ripatransone, prima di arrivare nel 2012 per la prima volta alla Sangiustese con cui ha disputato due stagioni salendo dalla Prima Categoria alla Promozione. In seguito, fino alla stagione scorsa, l’attaccante ha militato sempre nelle fila della Cuprense, tranne una breve parentesi, nel 2015/16, al Monsampietro Morico. “Una chiamata inaspettata e davvero gradita che non si poteva proprio rifiutare. Sono grato al DS Papi – le parole di Pignotti –che avevo conosciuto nella mia prima esperienza in rossoblù e che quest’anno ha deciso di darmi nuovamente fiducia per questa nuova esperienza in Eccellenza. Sarà una bella sfida. Starà a me dimostrare di avere le carte in regola per dire la mia in questa categoria. Sicuramente, viste le tante squadre attrezzate e blasonate che ci sono, sarà un campionato avvincente ed equilibrato. Come tutti, dopo il brusco stop della scorsa stagione, sono carico a molla e non vedo l’ora di tornare in campo per mettermi alla prova e tentare di fare qualcosa di positivo tutti insieme”.    

15/09/2020
Santo Stefano Sport, conquistate 5 medaglie ai Campionati italiani di Jesolo

Santo Stefano Sport, conquistate 5 medaglie ai Campionati italiani di Jesolo

Gli atleti della S. Stefano Sport Roberto Belelli, Agnese Ciesla e Fabio Staffolani tornano con 5 medaglie (un oro, 3 argenti e un bronzo) dalla trasferta di Jesolo, valevole per i Campionati Italiani di atletica leggera e lanci. Nello specifico per Belelli nella categoria F54/M un bronzo nel disco, per Staffolani nella categoria F36/M un argento nel peso e un oro nel disco e per Ciesla nella categoria F37/F un argento nel disco e un altro argento nel giavellotto.  Ma, oltre alla grande soddisfazione per le medaglie conquistate, i ragazzi in neroverde si portano a casa la gioia per essere tornati finalmente a gareggiare. Tanto che a jesolo si è vista un’autentica invasione pacifica e colorata di atleti provenienti da tutta Italia. Quello della cittadina veneta, infatti, è un appuntamento che passerà alla storia perché rappresenta il ritorno in pista dopo il lungo stop a causa del Covid19. L’invasione di 152 atleti paralimpici, in rappresentanza di 42 società, con un enorme desiderio di tornare in pista. Finalmente, dunque, si è ricominciato. “Non certo con la spensieratezza di un tempo – evidenzia il Direttore Generale della S. Stefano Sport, Gianfranco Poggi - e con grandissima prudenza, dovuta ad una pandemia che ancora non sembra mollare la presa. Però è molto importante questo momento, sia dal lato della socialità, con gli atleti che tornano a vedersi seppure con tutte le dovute precauzioni e distanziamenti, sia dal punto di vista del ritrovato ardore agonistico, con la possibilità di tornare a mettersi in gioco e assaporare il gusto della gara”. Dunque in Veneto nello scorso week end, al Campo Sportivo Armando Picchi di Jesolo, si è respirato il ritorno di un briciolo di normalità anche per lo sport paralimpico. Ad accompagnare gli atleti portopotentini il dirigente Luisa Pocognoli e Nazzareno Domizi, accompagnatore autista. E, come oramai una splendida costante di questi anni, la trasferta è stata realizzata grazie alla costante disponibilità, con pulmino e autista, della Croce Verde di Porto Sant’Elpidio.

14/09/2020
Supercoppa, Lube sconfitta all'esordio stagionale: Trento si impone al tie break (FOTO)

Supercoppa, Lube sconfitta all'esordio stagionale: Trento si impone al tie break (FOTO)

Finisce con un ko al tie break la prima uscita stagionale della Cucine Lube Civitanova, sconfitta alla BLM Group Arena dall’Itas Trentino nella Semifinale di andata di Del Monte Supercoppa. Dopo essere andati per ben due volte in vantaggio (0-1 e 1-2) i biancorossi di De Giorgi hanno subito la rimonta degli uomini di Lorenzetti (privi di Lisinac e Lucarelli) che hanno trovato nel servizio (13 ace) il loro punto di forza. Non bastano i 19 punti di Leal e i 10 muri messi a segno dai cucinieri. Domenica prossima 20 settembre (ore 17.30) all’Eurosuole Forum si giocherà la sfida di ritorno che deciderà il passaggio del turno verso la Finalissima (che non si giocherà più all’Arena di Verona come da comunicazione della Lega Pallavolo Serie A). Per la Cucine Lube Civitanova obbligatorio vincere: 3-0 o 3-1 per passare il turno mentre un 3-2 significherebbe giocare il golden set. La partita Fefè De Giorgi, come in occasione degli allenamenti congiunti con Perugia, parte con De Cecco-Rychlicki, Simon-Anzani, Juantorena-Leal, Balaso libero. Per Lorenzetti, con Lucarelli e Lisinac ai box, in campo ci sono Giannelli-Nimir, Podrascanin-Cortesia, Kooy-Michieletto, Rossini libero. Trento spinge sull’acceleratore con Podrascanin (5-3) a muro e Kooy in attacco (8-6), la Cucine Lube Civitanova punta sul gioco al centro con De Cecco-Simon (100% in attacco per il cubano) e aggancia sull’invasione di Michieletto (12-12). Una grande azione chiusa da un tocco magico di Juantorena regala ai cucinieri il + (13-14) ma lo strappo decisivo arriva sul turno al servizio di Leal: due ace consecutivi del brasiliani e un muro di Hadrava entrato a muro per De Cecco firmano il 18-22. Set sigillato da un attacco di Juantorena (6 punti nel set) per il 21-25 finale. L’Itas prova a reagire con il servizio e a muro (8-4 con Kooy e Podrascanin protagonisti) e arriva fino al +6 con l’ace del giovane Michieletto (100% in attacco) e l’errore di Anzani (11-5). Break consistente che la Cucine Lube Civitanova prova a ricucire con il muro di Simon (12-8) ma Trento tiene alto il suo livello di gioco (17-10 con il tocco vincente di Giannelli). Ci sono Kovar e Hadrava in campo per Juantorena e Rychlicki, il mancino ceco fa male alla ricezione di Trento con due ace e un bel turno di battuta che riporta la Cucine Lube al -3 (22-19), non bastano però, l’Itas chiude 25-19. I 4 ace e 4 muri di Trento fanno la differenza. Partenza sprint di Trento nel terzo set (3-0) e 6-3 con gli ace di Michieletto e Nimir: ci pensa Leal (7 punti nel set) con ben quattro punti consecutivi a riportare avanti la Cucine Lube (7-8). Ora i biancorossi trovano più concretezza in attacco, De Cecco apre una gran pallone a Rychlicki che firma il +3 (11-14), l’opposto lussemburghese (100% in attacco) è in palla e mura Kooy per il 13-18. L’attacco di Trento (29%) sbatte ancora sul granitico muro biancorosso (13-19): è monologo Cucine Lube, un altro muro di Anzani chiude il set 16-25. Quarto set in cui la Cucine Lube Civitanova riparte con il muro attento (6-8) a tenere sotto controllo gli attacchi trentini, (in campo c’è Diamantini per Anzani) l’Itas però non molla e lotta pallone su pallone ritrovano efficacia al servizio e in attacco: Kooy e Michieletto trovano il +3 per Trento (15-12). Un vantaggio che l’Itas tiene stretto nonostante l’errore di Kooy (19-18): l’Itas va sul 23-20 e poi chiude con l’ace di Nimir 25-21. L’olandese trascina i suoi con 7 punti e l’86% in attacco. Trento, carica dopo il finale di quarto set, viene spinta da Kooy e Nimir sul 5-3, un errore dei biancorossi permette all’Itas di cambiare campo sull’8-5. Nimir trova anche risposte dal servizio piazzando l’ace dell’11-7, i trentini si esaltano al servizio e anche Kooy dai nove metri firma il 13-8. Il parziale si chiude 15-9. Il tabellino ITAS TRENTINO: Cortesia 8, Argenta, Michieletto 9, Sperotto 1, Rossini (l), Lucarelli n.e., Giannelli 3, Kooy 18, Acuti n.e., Bonatesta (l) n.e., Abdel Aziz 20, Sosa Sierra, Podrascanin 12, De Angelis. All. Lorenzetti. CUCINE LUBE CIVITANOVA: Kovar 1, Marchisio (l) n.e., Juantorena 16, Balaso (l), Leal 19, Larizza n.e., Rychlicki 10, Diamantini 1, Simon 14, De Cecco, Anzani 9, Falaschi n.e., Hadrava 3, Yant. All. De Giorgi. ARBITRI: Boris (Pv); Puecher (Pv). PARZIALI: 21-25 (27'); 25-19 (27'); 16-25 (24'); 25-21 (29'); 15-9 (15'). NOTE: 869 spettatori, incasso: 8.230,00 Euro. Trento: 20 b.s., 13 aces, 7 m.v., 64% in ricezione (36% perfette), 49% in attacco. Lube: 26 b.s., 5 aces, 10 m.v., 57% in ricezione (27% perfette), 57% in attacco. Le parole dei protagonisti della sfida: Simone Anzani: “E’ la prima partita, dopo sei mesi in cui abbiamo visto il campo solo in allenamento non è semplice. Il campionato italiano è di altissimo livello, ce l’ha dimostrato anche stasera: Trento con due giocatori fuori ci ha messo in difficoltà e sono stati bravi a batterci. Non facciamo tragedie, è una sconfitta che ci farà pensare e lavorare ancora più sodo. Sappiamo qual è il nostro potenziale e la nostra forza, la settimana prossima ci faremo trovare pronti per affrontare un’altra partita. Stasera è mancata un po’ la continuità”. Fabio Balaso: “Dopo tanti mesi che non si giocava è difficile prendere il ritmo gara che è un’altra cosa rispetto agli allenamenti. Stasera è stata una partita abbastanza equilibrata, abbiamo subito un po’ troppo in ricezione. Ora ci sarà la gara di ritorno davanti al pubblico amico, sarà bellissimo anche se non con il palazzetto tutto pieno: ci servirà la carica giusta per vincere una partita molto importante per noi” Fefè De Giorgi: “Questa è una sfida su due partite, è stata subito battaglia come sapevamo. Ci sono delle cose che possiamo e dobbiamo fare meglio, merito a Trento che ha saputo spingere in certi momenti mentre noi dobbiamo migliorare il nostro livello di gioco in generale, a partire dalla battuta ma anche la capacità di resistere e giocare punti lunghi. Adesso ci prepariamo per la prossima sfida, dobbiamo far tesoro di ogni passo che facciamo per presentarci sempre meglio”. (Foto Trabalza)  

13/09/2020
Giacomo Giganti di nuovo al timone della Paoloni Macerata

Giacomo Giganti di nuovo al timone della Paoloni Macerata

 Il “nuovo” allenatore della Paoloni Macerata è Giacomo Giganti. Giacomo ha già allenato la squadra, dalla scorsa annata gestita dal Volley Macerata e dall’Appignano Volley, nella stagione 2018/2019 trionfando, in quel di Appignano, nei playoff di Serie C conquistando la conseguente promozione nella successiva categoria nazionale. Non avendo ancora, a quel giorno, il terzo grado per allenare in Serie B si è messo a disposizione della società per gestire la seconda formazione appignanese che ha disputato l’ultimo campionato di Serie D; ora, con l’autorizzazione in mano, eccolo tornare al timone della Paoloni inserita nel Girone F del prossimo torneo di Serie B. Prima di Appignano “Giacomino”, come è soprannominato da tutti, ha iniziato ad allenare nel 2002 nel settore giovanile della Cucine Lube (con cui ha vinto 4 scudetti da giocatore ed altri 5 titoli italiani come Assistente Allenatore di Gianni Rosichini) per poi passare, nel 2013/2014, al femminile dove ha guidato la Roana Cbf Hr Macerata conquistando, al quarto tentativo, il campionato di Serie B2.“ Son molto felice di tornare ad allenare questa squadra” esordisce Giganti; “con gran parte dei ragazzi due anni fa ho condiviso una stagione esaltante fatta di tante soddisfazioni e momenti sportivamente emozionanti culminati con la vittoria dei playoff di Serie C e la conseguente promozione in Serie B. L’anno scorso ho allenato in Serie D una formazione abbastanza giovane che è riuscita pian piano a maturare sia sotto il punto di vista di gruppo che a livello tecnico/individuale. Sono rimasto molto soddisfatto del percorso svolto anche perché fa parte della filosofia della società il lavorare e far crescere i giovani del territorio preparandoli ad affrontare campionati importanti: non a caso quest’anno avremo due giocatori, Paolo Biagetti e Lorenzo Marconi, che faranno parte della rosa di Serie B. Ho avuto già la possibilità di incontrare i ragazzi che inizierò presto ad allenare e le prime impressioni sono state molto positive: il gruppo è particolarmente affiatato, giovane e non vede l’ora di ricominciare a lavorare in palestra soprattutto dopo il lungo stop di sette mesi dovuto al Covid-19. Ho potuto seguire l’ultimo torneo della Paoloni e credo che abbiano svolto un buon percorso disputando un ottimo campionato conquistando un quarto posto meritatissimo. Per la nuova stagione, ormai alle porte, il mio obiettivo personale sarà, in linea con la filosofia della società, quello di far crescere soprattutto i più giovani cercando di migliorarli ogni giorno in palestra; per quanto riguarda la squadra, invece, fondamentale sarà in primis raggiungere una tranquilla salvezza; è difficile capire in questo momento quale sia il livello del campionato che ci attenderà ma in linea di massima mi aspetto un torneo molto equilibrato con tre/quattro team particolarmente attrezzati per il salto di categoria.”

13/09/2020
Moto 2, a Misano è tripletta italiana ma Baldassarri è solo undicesimo

Moto 2, a Misano è tripletta italiana ma Baldassarri è solo undicesimo

Nemmeno l'aria di casa riesce a rivitalizzare la stagione da incubo di Lorenzo Baldassarri. A Misano, nel Gran Premio di San Marino e della riviera di Rimini, il 23enne pilota di Montecosaro ha chiuso all'undicesimo posto, dopo essere scattato dalla diciottesima casella della griglia, nonostante il diciannovesimo tempo ottenuto in qualifica, per via dell'assenza del poleman Remy Gardner (infortunatosi durante il warm up).  La gara, in ogni caso, è stato memorabile per i colori azzurri visto che a vincere è stato Luca Marini, fratello di Valentino Rossi, davanti a Marco Bezzecchi ed Enea Bastianini. Il podio è tutto italiano. 

13/09/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.