Eventi

Religione, una giornata per ricordare Tommaso da Tolentino e le missioni francescane

Religione, una giornata per ricordare Tommaso da Tolentino e le missioni francescane

"Siamo riusciti a riunire al Vaccaj di Tolentino  una rappresentanza dell’ordine francescano: Minori, Conventuali, Cappuccini.” Parole del Presidente del Comitato per le Celebrazioni in memoria del Beato Tommaso da Tolentino, Franco Casadidio, a margine del convegno: “Tommaso da Tolentino e i Francescani nelle Marche, dai primi insediamenti alle missioni in Oriente”, ospitato al teatro cittadino sabato 23 ottobre a conclusione dei numerosi eventi religiosi e civili promossi nel settecentesimo anniversario della morte del Beato. Una occasione di confronto che ha visto riuniti esperti relatori provenienti da diversi comuni del nord e sud Italia, uniti dallo studio per le materie trattate durante la giornata e dalla passione per la divulgazione scientifica. Tommaso fu un frate minore, un missionario che, in nome della povertà francescana e della applicazione rigorosa della regola, fu trucidato in India da infedele il 9 aprile del 1321.  L’evento, con il patrocinio del Consiglio Regionale delle Marche, si è aperto con i saluti istituzionali del Vicesindaco del comune di Tolentino Silvia Luconi, che ha parlato di un bellissimo momento di studio ringraziando il Comitato per l’opera di diffusione svolta in questi mesi anche grazie ad eventi culturali capaci di coinvolgere i cittadini nella conoscenza delle radici storiche di Tolentino. A portare il saluto anche Padre Ferdinando Campana, presidente de “La Terra dei Fioretti”, editrice del libro “Tommaso da Tolentino, storia di un francescano”, scritto dai prof Paolo Cicconofri e Carlo Vurachi e da Franco Casadidio. A presiedere i lavori della sessione mattutina, il prof. Roberto Lambertini, docente di Unimc, che ha ricordato come dalle Marche siano partite molte figure importanti che hanno diffuso il francescanesimo e di come Tommaso sia figura emergente di un movimento più vasto. Il prof. Alfonso Marini, dell’Università La Sapienza di Roma, ha presieduto la sessione pomeridiana dei lavori e, ricordando il contesto storicamente importante in cui visse Tommaso, ha sottolineato come il frate spirituale sia venerato non solo a Tolentino. Frate Luciano Bertazzo, del Centro Studi Antoniani di Padova, ha sottolineato come le relazioni dei viaggi compiute dai francescani, hanno consentito di scoprire e conoscere l'Oriente. Mons. Felice Accrocca, Arcivescovo Metropolita di Benevento, membro della Congregazione delle Cause dei Santi, ha ricordato che i francescani furono i primi ad entrare in Cina, trent’anni prima di Marco Polo e che portarono i loro principi di evangelizzazione dell’Oriente, traducendo il messaggio con le opere della loro vita.  Franco Casadidio ha sottolineato la tenacia e la grande fede di Tommaso che, pur vivendo con sofferenza il contrasto con chi aveva la maggioranza all'interno dell’ordine, accettò di andare in missione fino a sacrificare la propria vita. Di spessore anche tutti gli altri interventi proposti durante il convegno. Per il Comitato per le Celebrazioni in memoria del Beato Tommaso da Tolentino, l’evento di sabato scorso è stata una tappa significativa anche per indagare le affascinanti vicende di frate Tommaso nella vivace Tolentino della seconda metà del Milleduecento e nella crescente importanza della Marca medievale

24/10/2021 18:35
Pieve Torina, personaggi dello sport e dello spettacolo al taglio del nastro del nuovo centro civico

Pieve Torina, personaggi dello sport e dello spettacolo al taglio del nastro del nuovo centro civico

Direttamente da Zelig arriverà anche Giovanni Cacioppo, attore e cabarettista, a salutare martedì mattina l’inaugurazione del nuovo centro civico/palestra di Pieve Torina. Insieme a lui, una delle leggende della pallavolo maschile, Andrea Zorzi, detto Zorro, e Raffaello Corti, giovane mago comico portato alla ribalta dalla trasmissione “Tu si que vales”. A cinque anni dal sisma “non è il momento di autocelebrazioni” sottolinea il sindaco, Alessandro Gentilucci, “perché potremo dare un senso commemorativo ad una ricorrenza soltanto quando avremo messo tutte le famiglie terremotate nella condizione di poter tornare nelle proprie case, un traguardo che, purtroppo, appare ancora lontano. Ecco perché abbiamo voluto attribuire a questa inaugurazione il significato di una festa di comunità, portando uno spirito positivo ed un sorriso di speranza tra la nostra gente e dimostrando con i fatti come l’impegno costante, la dedizione e la buona amministrazione possano dare buoni frutti”.  

23/10/2021 16:32
Il vibrafonista Marco Pacassoni pronto ad incantare il Politeama: appuntamento il 28 ottobre

Il vibrafonista Marco Pacassoni pronto ad incantare il Politeama: appuntamento il 28 ottobre

Marco Pacassoni è polistrumentista e tra i vibrafonisti più talentuosi della scena contemporanea internazionale. Giovedì 28 ottobre alle ore 21,15 si esibirà insieme al suo quartetto al Politeama di Tolentino in un concerto dove il vibrafono sarà il protagonista assoluto. Il cartellone jazz è organizzato in collaborazione all’Associazione Tolentino Jazz. Un consolidato quartetto che vanta numerosi concerti in Italia e all’estero.  Dal Jazz alla fusion, dallo swing al latin, propone brani originali composti da Pacassoni e Bocciero ed una selezione delle più significative composizioni di Chick Corea, Pat Metheny, Dizzy Gillespie, Frank Zappa e Oliver Nelson. Il modo in cui i quattro musicisti interagiscono, meglio conosciuto come “interplay”, è qualcosa che hanno sviluppato in più di dieci anni di ininterrotta collaborazione. La formazione vede Marco Pacassoni al vibrafono e marimba, Enzo Bocciero al pianoforte e tastiere, Lorenzo De Angeli al contrabbasso e Davide Mazzoli alla batteria e percussioni. Biglietti a partire da 12 euro disponibili al Botteghino del Politeama, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 17,00 alle ore 20,00 e da tre ore prima di ciascun spettacolo, online all’indirizzo http://www.liveticket.it/politeamatolentino. Tutte le attività del Politeama si svolgono nel rispetto delle normative per il contrasto del Covid-19, l’ingresso è consentito esclusivamente ai possessori del Green Pass.  Il Jazz continua sabato 20 novembre con Pablo Corradini Quintet che celebra i 100 anni di Astor Piazzolla.  

22/10/2021 19:32
Le migliori aziende agricole del biologico pronte a deliziare Macerata: arriva La Fattoria in Piazza

Le migliori aziende agricole del biologico pronte a deliziare Macerata: arriva La Fattoria in Piazza

La Fattoria in Piazza è il nuovo appuntamento patrocinato dal Comune di Macerata e organizzato da Il Barattolo e dall’assessorato allo Sviluppo Economico. Aziende agricole, prodotti biologici e a chilometro zero, attenzione al mangiar sano e di qualità e voler proporre un’ottima vetrina nel centro storico della città. Sono gli obiettivi de La Fattoria in Piazza, la mostra mercato che, a partire dal 24 ottobre e fino a giugno, si terrà ogni quarta domenica del mese in piazza della Libertà a Macerata, dalle 9 alle 20, a ingresso gratuito. Sempre più oggi le famiglie scelgono prodotti di aziende locali perché, essendo a chilometro zero, biologici e senza additiviti, offrono garanzia di genuinità. L’obiettivo de La Fattoria In Piazza è promuovere sane abitudini alimentari avvicinando le aziende locali ai cittadini e, al contempo, farlo nel cuore della città animando le vie e le piazze del centro storico con un mercato speciale e interattivo - dedicato al mondo dei prodotti enogastronomici - dove sarà possibile acquistare, assaggiare e degustare centinaia di delizie naturali del territorio. «Fin dal primo giorno del mio mandato ho iniziato a studiare una Macerata baricentrica che tornasse a essere capoluogo di provincia e che promuovesse il nostro entroterra con le sue tante potenzialità – ha detto l’assessore allo Sviluppo Economico Laura Laviano -. Il mercato, che popolerà inizialmente il centro storico con la speranza di una rapida e futura estensione alle vie limitrofe, andrà a valorizzare l'agroalimentare della nostra provincia e punterà prevalentemente su aziende agricole biologiche e a conduzione femminile; lo scopo è quello di far conoscere realtà che spesso restano chiuse nel loro territorio. Creando degli appuntamenti fissi si vuole riportare a Macerata i cittadini dei comuni limitrofi che oltre a visitare le bellezze della nostra città potranno conoscere le realtà produttive del territorio. Non da ultimo siamo certi che anche le attività commerciali potranno godere del giro di persone che questo mercato ci auspichiamo creerà». «La Fattoria in Piazza è un mercato speciale, che a “Il Barattolo” abbiamo desiderato fortemente, visto il rinnovato interesse verso i prodotti tipici della nostra terra – ha aggiunto Manuela Tombesi, organizzatrice dell’evento -. Dedicato unicamente all’enogastronomia, saranno presenti alcune fra le migliori aziende agricole del nostro territorio: l’iniziativa offrirà una vastissima gamma di prodotti sani, genuini e a KM zero, e sarà un evento dalle caratteristiche uniche. Attraverso non solo vendita, ma anche degustazione, assaggi e incontri diretti con i produttori i cittadini entreranno in contatto diretto con la realtà delle aziende agricole, conoscendone le caratteristiche, i metodi produttivi e tutti i benefici per la salute dei loro prodotti tipici e biologici». Protagonisti saranno aziende agricole, biologiche, di prodotti tipici e di cosmetici naturali oltre che birrifici, lavandeti, apicolture, aziende vitivinicole, confetture e trasformati biologici, frutta e ortaggi. Tanti i prodotti che si potranno trovare: frutta e verdura fresche, olio d'oliva EVO, pasta, biscotti con ingredienti naturali e pane fresco, farine integrali di grano tenero, farro e mais biologico, marmellate e confetture artigianali, trasformati, sott'olio e sottaceti, miele, polline e prodotti dell'alveare, latte e formaggi freschi e stagionati a pasta filata, birre artigianali, vino, sidro, vino di visciole, vino cotto e sapa, zafferano e frutta secca, cosmetici naturali, oli essenziali ed erbe aromatiche, cosmetici alla lavanda, lavanda Essiccata e suoi derivati.

22/10/2021 18:36
Macerata, tutto pronto per la festa di Halloween: tra caccia al tesoro e laboratori per bambini

Macerata, tutto pronto per la festa di Halloween: tra caccia al tesoro e laboratori per bambini

L’associazione turistico culturale Macerart&Tour, in collaborazione con Amanuartes, associazione che si occupa da anni di artigianato artistico, anima il pomeriggio di Halloween. Caccia al tesoro per i vicoli della città e laboratori per bambini: è questo il programma pensato per il pomeriggio di domenica 31 ottobre 2021. Qualche ora insieme, rispettando tutte le norme anti Covid-19, per divertirsi all’insegna di “Dolcetto, scherzetto?” e vivere un divertente e spaventoso pomeriggio di Halloween. Le iniziative iniziano alle 16 con ritrovo in via Crispi 11/A, nella sede di Amanuartes. Subito dopo, in gruppi contingentati, i bambini, accompagnati da alcuni genitori partiranno con la caccia al tesoro per i vicoli della città. Il gruppo che rientrerà prima in via Crispi si aggiudicherà un premio. Al termine della caccia al tesoro i bambini potranno svolgere un laboratorio creativo di manualità a cura dell’associazione Amanuartes. Nel pomeriggio ci sarà anche l’occasione per raccogliere dolci e caramelle tra i negozi del centro. Le associazioni aspettano i bambini travestiti e più spaventosi che mai. Per partecipare all’evento è necessaria la prenotazione (basta inviare un messaggio WhatsApp ai numeri 3483176783 e 3497882079). Il costo del biglietto a bambino è di 8 euro.

22/10/2021 11:50
Civitanova, torna Caro Teatro: in scena "Incendi" di Mouawad

Civitanova, torna Caro Teatro: in scena "Incendi" di Mouawad

La rassegna “Caro Teatro”, organizzata dall’associazione culturale Piccola Ribalta di Civitanova Marche con il supporto di Comune e azienda Teatri, ospita domenica 24 ottobre, nella Città Alta, Compagnia “Al Castello” di Foligno con la rappresentazione “Incendi” di Wajdi Mouawad per la regia di Claudio Pesaresi. Sono già tre le compagnie italiane che si sono esibite al teatro Annibal Caro della Città Alta. Questa domenica in scena la storia di un testamento, tre lettere, un quaderno rosso, una giacca di tela con il numero 72, un naso da clown: oggetti che raccontano la vita di una donna deceduta nel 2.000, e che serviranno ai suoi due figli gemelli per ricostruire il suo passato burrascoso e scoprire quello che, in vita, non ha mai voluto rivelare. La storia di Nawal Marwan, nello spazio temporale di mezzo secolo, è un’esistenza densa di avvenimenti ricostruita dai suoi figli Jeanne e Simon con un’indagine serrata e mostrata attraverso frequenti flash - back. Una vita segnata da episodi traumatizzanti, incendi, che si dipanano in un clima di guerra. Guerra fratricida, che ha lo svolgimento e conseguenze analoghe a tutte le guerre del mondo e di tutti i tempi e che coinvolge esseri umani senza che ci si possa rendere perfettamente conto delle cause che le hanno determinate.  Wajdi Mouawad è nato in Libano nel 1968, dove è vissuto fino all’età di otto anni, insieme ai suoi coetanei che, a quell’età, già sapevano pulire e calibrare i kalashnikov dei miliziani, che li ricompensavano con qualche monetina. Si trasferisce in Francia con la famiglia, per fuggire dalla guerra e quindi, a quindici anni, nel Quebec dove intraprenderà le attività di drammaturgo, regista e attore. Un’apposita commissione valuterà gli spettacoli in cartellone e nella serata finale del 7 novembre verranno assegnati i premi per il Miglior Spettacolo, per il Miglior Attore e Miglior Attrice. Date le normative vigenti, i posti sono limitati e per accedere all’interno del teatro è obbligatorio il green pass o tampone in corso di validità. Tutte le info in merito possono essere consultate sul sito https://www.dgc.gov.it/web/ .  Biglietto € 10,00 - Ridotto: € 5,00  

22/10/2021 10:59
Macerata, 13 nuovi cavalieri e 3 ufficiali: consegnate le onorificenze ai militari che si sono contraddistinti

Macerata, 13 nuovi cavalieri e 3 ufficiali: consegnate le onorificenze ai militari che si sono contraddistinti

Si è svolta nella mattinata odierna la cerimonia di consegna delle Onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana concesse dal Capo dello Stato ad insigniti residenti in comuni della provincia di Macerata. A consegnare le onorificenze il prefetto di Macerata, Flavio Ferdani, unitamente ai Sindaci del territorio e delle Istituzioni, quale momento di coesione istituzionale.  Protagonisti della giornata di oggi sono stati numerosi rappresentanti delle Forze dell'Ordine,appartenenti alla Polizia di Stato, all'Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza, e ai Vigili del Fuoco nonchè un dipendente di un'importante azienda del territorio maceratese.  La solenne cerimonia si è aperta con l'Inno Nazionale, cantato dal Tenore Alessandro Pucci, accompagnato dal pianista Giulio Camaiti. Il prefetto ha espresso il proprio ringraziamento al Sindaco di Macerata, ai 40 sindaci intervenuti, nonchè alle istituzioni presenti, formulando altresì il proprio apprezzamento agli insigniti e ai loro familiari per l'importante riconoscimento.  Al termine delle premiazioni si è collegato da Roma il Commissario Straordinario di Governo per la ricostruzione Giovanni Legnini. Il Commissario ha ricordato le ultime importanti due ordinanze commissariali adottate in agosto, che permetteranno di avviare in tempi rapidi i consistenti lavori di ristrutturazione degli immobili del centro storico del Comune Capoluogo danneggiati dal sisma che ospitano la Prefettura stessa, la Questura, la direzione scolastica provinciale oltre a quelli dell'Università di Macerata.  In considerazione di ciò il prefetto Ferdani ed il Rettore Adornato hanno voluto rendere omaggio al Commissario Straordinario per l'importante lavoro portato avanti e l'attenzione prestata al territorio, con la consegna all'on. Legnini di un attestato di stima e riconoscimento su pergamena, con il doppio logo della Prefettura e dell'Università di Macerata, quale gesto simbolico della vicinanza e gratitudini di queste due istituzioni dello stato presenti sul territorio.  Nell'occasione il Prefetto ha avuto altresì modo di condividere con il Commissario Straordinario l'importanza della leale collaborazione tra i diversi livelli istituzionali di Governo sul territorio, anche e soprattutto in una fase così importante e delicata per il futuro di Macerata e dell'intera Provincia, assicurando una ripartenza sia sotto il profilo della ricostruzione che una ripresa socio-economica nell'interesse dell'intera collettività. A chiudere la cerimonia l'Inno Europeo, cantato in italiano dal Tenore con il sottofondo musicale del Pianoforte del Civico Teatro "Lauro Rossi" di Macerata. Questo l'elenco dei premiati nell'ordine di proclamazione: tenente colonnello dei carabinieri Walter Fava (cavaliere), brigadiere capo dei carabinieri Mauro Dari(cavaliere), Giuseppina Pinna della Polizia di Stato (cavaliere), Luigino Primiceri, dipendente civile presso comando provinciale dei Vigili del Fuoco (cavaliere), Enea Severini, Commissario della Polizia di Stato (cavaliere), Francesco di Mauro appuntato della Guardia di Finanza (ufficiale), Fabio Gervasi Frascarelli della Polizia di Stato (ufficiale), Cristiano Rapacci appuntato scelto dei carabinieri(ufficiale), Alessandro Coppari, dipendente ditta privata della provincia di Macerata (cavaliere), Roberto delle Foglie luogotenente della Guardia di Finanza (cavaliere), Leonardo Pani maresciallo capo dei carabinieri (cavaliere), Davide Bibini Maresciallo della Guardia di Finanza (cavaliere), Mauro Conti brigadiere capo carabinieri (cavaliere), Simone Fazzari appuntato scelto dei carabinieri (cavaliere), Sergio Palmeri appuntato scelto dei carabinieri (cavaliere), Luca Cimarosa luogotenente della Guardia di Finanza (ufficiale).

21/10/2021 16:07
Il talento della pianista Benelli Mosell a Montelupone: appuntamento al teatro degli Angeli

Il talento della pianista Benelli Mosell a Montelupone: appuntamento al teatro degli Angeli

Il pianoforte sarà di nuovo protagonista nel secondo appuntamento di MATMC, Musica a Teatro, la rassegna di concerti e prosa che visita i teatri storici della provincia di Macerata. La giovane virtuosa Vanessa Benelli Mosell (Prato, 1987), pluripremiata pianista, direttrice d'orchestra e appassionata camerista sarà chiamata a interpretare questa domenica, 24 ottobre alle ore 18, al Teatro Nicola Degli Angeli di Montelupone un programma di gran bellezza e difficoltà tecnica. Include la sonata op 31, No 1 di Beethoven; diversi brani del compositore impressionista Claude Debussy (Children’s Corner), la “Melodia Dimenticata” (Forgotten Melody, op 38) e i “Racconti Fatati” (Fairy Tale, op 20, n1) del russo Nikolai Metner e le “Reminiscences de Norma”, di Franz Liszt. Con un percorso interpretativo che l'ha portata nei più importanti concert hall del mondo, Benelli Mosell ha un impressionante curriculum. Ha iniziato a suonare il pianoforte a tre anni, ha debuttato all’età di 11 a New York e si è esibita come solista e come camerista nelle sale di concerto più prestigiose, da Berlino a Beijing. Combinando potenza pura e immaginazione sconfinata, la sua musicalità elettrizzante è stata fortemente influenzata dai suoi mentori. Benelli Mosell è rinomata per le sue performance dei Klavierstuecke di Stockhausen. A seguito di una sua registrazione viene invitata dal compositore in persona a studiare con lui. Da quel momento fino alla scomparsa del maestro, Benelli Mosell lavora a stretto contatto con il famoso compositore ricevendo premi e riconoscimenti per le sue interpretazioni, divenendo una figura di riferimento nella musica di Stockhausen. La pianista ha pubblicato sei album con Decca e il prossimo 12 novembre uscirà l’ultimo dedicato a Debussy. Progettato da Ireneo Aleandri (responsabile di rilevanti opere civili come lo Sferisterio di Macerata e la facciata del Palazzo Comunale di Montelupone) e finalmente sviluppato dal architetto e ingegnere ascolano Giuseppe Sabbatini, Il Teatro Nicola degli Angeli di Montelupone è uno dei più bei teatri storici marchigiani. Realizzato tra il 1884 e il 1889 presenta una sala a ferro di cavallo con due ordini di palchi e un loggione a balconata. I lavori decorativi della volta furono affidati nel 1886 al pittore Domenico Ferri. Egli elaborò una scenografica quinta di cielo solcata da rade nuvole che si tingono di rosa e varie figure di giovani che gettano fiori variopinti ed improvvisano un concertino con strumenti musicali. La realizzazione dei macchinari scenici venne affidata ad Andrea Ferrari di Ascoli Piceno, che entro la fine del 1887 realizzò le macchine per la pioggia, per il tuono, per la saetta, un trabocchetto completo, vari argani e arganetti e rocchetti per mettere in movimento panni o soffitti. Il teatro fu inaugurato nel 1898 e dedicato all’illustre concittadino Nicola degli Angeli (1535 - 1604), giurista e poeta.

21/10/2021 12:23
Piccoli talenti nell'arte del fumetto: chiude con successo "Treia comics"

Piccoli talenti nell'arte del fumetto: chiude con successo "Treia comics"

Mercoledì 20 ottobre 2021 in sala multimediale a Treia si è svolto l’ultimo degli otto incontri del laboratorio “Treia comics”, percorso didattico dal taglio molto pratico sul fumetto e sulle tecniche di realizzazione dello stesso. Il progetto, patrocinato e realizzato dal Comune di Treia, ha avuto come protagonista indiscusso il Gioco del Pallone col Bracciale di Treia, che in qualche modo è entrato a far parte delle sceneggiature dei giovani talenti nell’unione tra realtà e finzione. I ragazzi e le ragazze del “Treia Comics” si sono detti molto soddisfatti del lavoro svolto con il docente e character designer Riccardo Messi. Come ricorda LuNa, la director Lucia Nardi, il corso da lei promosso è stato finalizzato a scoprire e valorizzare i piccoli talenti sia nel campo dell’illustrazione che in quello della sceneggiatura. Tutti i lavori ultimati sono stati raccolti al fine di realizzare un albo. "Quest’opportunità offerta ai cittadini dall’amministrazione comunale è un segno importante di ripartenza per tutte le attività culturali, formative e ricreative in presenza nell’auspicio di proseguire con queste iniziative di valorizzazione del territorio a partire proprio dai giovani".

20/10/2021 18:20
In bici alla scoperta delle bellezze della provincia maceratese: parte da Civitanova l'Educational Tour

In bici alla scoperta delle bellezze della provincia maceratese: parte da Civitanova l'Educational Tour

Si è svolta in mattinata, presso la sala consiliare di Palazzo Sforza, la conferenza stampa sull’Educational Tour”, in programma nei giorni 23 e 24 ottobre prossimi e  organizzato nell’ambito del progetto cicloturistico “NoiMarche BikeLife” che vede coinvolti 28 Comuni di cui Civitanova Marche è capofila (Apiro, Appignano , Cingoli, Colmurano, Falconara, Falerone, Fiastra, Francavilla d’Ete, Grottazzolina, Gualdo, Jesi, Loro Piceno, Macerata, Matelica, Monsano, Montegiorgio, Montegranaro, Morrovalle, Penna San Giovanni, Potenza Picena, Ripe San Ginesio, Sant’Angelo in Pontano, San Ginesio, San Severino Marche, Sarnano, Treia, Urbisaglia). All’incontro hanno partecipato oltre al sindaco Fabrizio Ciarapica, Stefano Burocchi sindaco di Penna San Giovanni, Luca Piergentili sindaco di Sarnano, Cristiana Nardi assessore al Turismo del Comune di Cingoli, Stefano Montecchiarini assessore al Turismo di Appignano, Frediano Ferranti consigliere del Comune di Urbisaglia, Gianni Berarducci consigliere del Comune di Sant’Angelo in Pontano, Loredana Miconi promoter di “Noi Marche” e Mauro Fumagalli promoter di “Marche Bike Life”. Gli organizzatori hanno dichiarato di aver organizzato l’Educational Tour invitando amministratori, giornalisti, blogger, agenti di Viaggio, operatori turistici e rappresentanti di associazioni ciclistiche, chiamati “ambasciatori del cicloturismo”, a percorrere in bici itinerari alla scoperta delle bellezze, spesso nascoste, del mare e delle colline, dei borghi medievali, delle abbazie, di fiumi, cascate e laghi. In particolare si pedalerà dal mare alla montagna attraversando cinque vallate (Esino, Chienti, Fiastra, Tenna, Potenza). Nella giornata di sabato 23 gli “ambasciatori del turismo” saranno divisi in tre gruppi per tre percorsi diversi. Il primo percorso partirà da Civitanova Marche per arrivare a Montegiorgio passando per la valle del Tenna. Il secondo partirà anch’esso da Civitanova Marche ed arriverà a Treia dopo aver attraversato le valli del Chienti e del Potenza. Il terzo partirà da Falconara e arriverà a Matelica attraversando la Vallesina. Gli Amministratori dei 28 Comuni coinvolti nelle pedalate parteciperanno ad una “bicistaffetta” passandosi il testimone in sella ad una bici. Nella giornata di domenica 24 i tre gruppi si uniranno e partiranno da San Ginesio seguendo un percorso collinare che arriverà a Penna San Giovanni dove è previsto un pranzo conviviale tra tutti i partecipanti. Durante la conferenza stampa sono intervenuti i sindaci, assessori e consiglieri che hanno espresso il loro sostegno all’iniziativa.“L’Educational Tour – ha dichiarato il sindaco Fabrizio Ciarapica – è un’iniziativa che rafforza la rete tra Amministratori e operatori del settore, con il coinvolgimento di giornalisti e blogger, per una pedalata alla scoperta della bellezza dei nostri territori,  sempre più allettanti per gli amanti del cicloturismo, fenomeno in forte crescita. Divertente e coinvolgente l’idea del passaggio del testimone nella bicistaffetta a dimostrazione dello spirito unitario e collaborativo tra le Amministrazioni coinvolte”.  

20/10/2021 17:09
Appignano, la stagione teatrale si apre con un doppio spettacolo di Andrea Perroni: il programma

Appignano, la stagione teatrale si apre con un doppio spettacolo di Andrea Perroni: il programma

Sabato 23 ottobre si alza il sipario al Teatro Gasparrini di Appignano. Al via la nuova stagione con Andrea Perroni, attore, comico, conduttore radiofonico e televisivo, attualmente impegnato su Radio 2 Social Club, trasmissione radiofonica di Rai Radio 2. Sarà in scena con lo spettacolo “Dal vivo” con una doppia esibizione alle 17:30 ed alle 21:15: un insieme di sketch, imitazioni, improvvisazioni, estemporaneità, musica, duetti surreali si avvicendano in uno show dal ritmo serrato. Andrea Perroni veste i panni dello showman trasformandosi da cantante ad attore, da comedian a puro comunicatore: uno spettacolo fresco, allegro e divertente.  Ad annunciare il cartellone della stagione 2021-2022 è il sindaco Mariano Calamita unitamente all’Assessore alla Cultura Federica Arcangeli, all’Assessore al Turismo Stefano Montecchiarini e all’Associazione Culturale-Musicale-Artistica “Gli Stronati" di Macerata riconfermata alla gestione del Teatro G. Gasparrini che con grande professionalità ha ideato e messo a punto una stagione Teatrale d'eccezione caratterizzata da tante risate, buona musica e spettacoli per grandi e bambini. Insomma, tanti appuntamenti da non perdere all’insegna della cultura e del divertimento. Ecco il cartellone completo degli spettacoli:  - 23 ottobre ore 17:30 e 21:15 Andrea Perroni con “Dal Vivo” - 13 novembre ore 21:15 Silvia Querci con “Mina vagante” uno Spettacolo su Mina e la TV in bianconero - 11 dicembre ore 21:15 Il grande Greg (del duo Lillo & Greg) con “Greg and the Frigidaires” – Spettacolo concerto - 28 dicembre ore 17:30 “Alice e il Mago” – Spettacolo per bambini/e e famiglie - 5 febbraio ore 21:15 Filippo Graziani con “Filippo Graziani canta IVAN” – Spettacolo concerto - 6 marzo ore 17:30 “Le grandi fughe del mago Houdini” – Spettacolo per bambini/e e famiglie - 9 aprile ore 21:15 “Il campanello dello Speziale” di G. Donizetti – Opera divertente I biglietti sono in vendita sul circuito CiaoTickets al seguente link: clicca qui  

20/10/2021 16:30
Musicultura, aperte le candidature per la prossima edizione: premio finale di 20 mila euro

Musicultura, aperte le candidature per la prossima edizione: premio finale di 20 mila euro

Aperto il bando per partecipare alla XXXIII Edizione di Musicultura, la realtà italiana che, indipendentemente dal genere, ha a cuore la dimensione artistica della canzone e che ricerca, promuove, premia meritevoli talenti nonché potenziali nuovi protagonisti dell’arte popolare della canzone. Per partecipare occorre essere autori o coautori dei brani di cui si è interpreti e avere compiuto 18 anni, le proposte sono da inviare entro il prossimo 10 novembre.  Al vincitore assoluto andranno i 20 mila euro del Premio Banca Macerata. “Se è vero che certe canzoni vengono a dirci qualcosa è bene che ci siano orecchie attente e curiose di ascoltarle, possibilmente non impigrite da logiche algoritmiche. È esattamente questa la dimensione di Musicultura e del suo concorso” - dichiara il direttore artistico Ezio Nannipieri -  “Sappiamo di poter sbagliare, ma è un compito che svolgiamo senza secondi fini, in coscienza e con passione, a maggior ragione in un’edizione come questa, che vedrà finalmente le canzoni rituffarsi nell’abbraccio pieno del pubblico.” Dopo le selezioni preliminari, curate da Musicultura, ad ascoltare e valutare le canzoni finaliste è chiamato un autorevole Comitato Artistico di Garanzia. I suoi primi firmatari furono nel 1990 Giorgio Caproni e Fabrizio De André, da allora vi aderiscono personalità del mondo della musica, della letteratura e del cinema. Nell’edizione in corso il Comitato è composto da Vasco Rossi, Roberto Vecchioni, La Rappresentante di Lista, Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Francesco Bianconi, Giorgia, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Sandro Veronesi, Niccolò Fabi, Dacia Maraini, Gaetano Curreri, Maria Grazia Calandrone, Luca Carboni, Alessandro Carrera, Guido Catalano, Ennio Cavalli, Diego Bianchi, Teresa De Sio, Francesca Archibugi, Mariella Nava, Antonio Rezza, Enrico Ruggeri, Tosca, Paola Turci, Ron. Tra i “giurati”, nonché conduttore delle ultime tre edizioni delle serate finali del Festival, c’è anche Enrico Ruggeri: “Musicultura è uno degli eventi musicali più collettivi e armoniosi dell’anno, un laboratorio molto vivo e vivace, c’è tanto lavoro dietro. La particolarità è che chiunque può mandare una canzone e tutti ricevono una risposta motivata. Una cosa unica”. Il prestigioso Comitato di Garanzia si arricchisce nell’edizione 2022 della presenza della scrittrice e poetessa Maria Grazia Calandrone e de La Rappresentante di Lista: “Siamo molto legati al Festival - ha detto Dario Mangiaracina - la nostra avventura con la musica è scandita dalle tappe di Musicultura, abbiamo iniziato proprio da qui, ci piace ricordarlo.”   Una comunicazione crossmediale seguirà le varie fasi del Festival che avrà inizio con la selezione di circa 60 proposte – oltre mille quelle in concorso l’anno passato – che saranno convocate a cavallo dei mesi di febbraio/marzo 2022 per sostenere un’audizione live, presso il Teatro Lauro Rossi di Macerata. Tutti gli esclusi riceveranno un’accurata scheda di commento. Sedici saranno i finalisti, che verranno presentati in un concerto al Teatro Persiani di Recanati nel mese di aprile 2022. Parallelamente, i brani finalisti entreranno a far parte del CD compilation della XXXIII edizione di Musicultura e saranno presi in consegna e programmati da Rai Radio 1. Otto saranno i vincitori finali del Festival, di cui cinque designati dall’insindacabile giudizio del prestigioso Comitato di Garanzia, uno da Musicultura, i due rimanenti da ulteriori percorsi. Gli otto vincitori, insieme a ospiti di spicco del panorama musicale nazionale e internazionale, saranno protagonisti delle serate finali del Festival, in programma nel mese di giugno 2022 allo Sferisterio di Macerata, dove il voto del pubblico deciderà l’assegnazione del Premio Banca Macerata di 20 mila euro al vincitore assoluto. Verranno inoltre assegnati la Targa della Critica Piero Cesanelli (3.000 euro), il Premio AFI (3.000 euro) e il Premio per il miglior testo (2.000 euro). Il regolamento del concorso e la domanda di partecipazione sono disponibili su www.musicultura.it.

20/10/2021 15:58
Colmurano, Luciana Salvucci vince la Farfalla d'Oro per la prosa

Colmurano, Luciana Salvucci vince la Farfalla d'Oro per la prosa

Sono stati proclamati i vincitori della 39esima edizione del Concorso di 50&Più di Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia. La competizione artistica si è tenuta durante la Settimana della Creatività, sei giorni dedicati alle discipline artistiche per valorizzare la creatività degli over 50. Luciana Salvucci, originaria di Colmurano, ha vinto la Farfalla d’Oro per la Prosa con l’opera “Il pianoforte delle stelle”. Laureata in pedagogia, ha insegnato nei licei, è stata dirigente scolastica e docente a contratto presso l’Università di Macerata. Ha scritto diversi testi di saggistica, poesia e teatro e molti sono stati pubblicati su riviste, antologie e cataloghi, partecipando a concorsi letterari nazionali e internazionali e ottenendo lusinghieri riconoscimenti. Al Concorso 50&Più Luciana partecipa per la seconda volta, infatti, nel 2020 ha vinto la Farfalla d’Oro per la Fotografia (www.spazio50.org/salvucci-luciana-5/). L’edizione 2021 si è conclusa con l’assegnazione di 20 farfalle d’oro, 4 libellule d’oro, 32 menzioni speciali e 6 segnalazioni della Giuria. Una rassegna che lo scorso anno, a causa dell’emergenza sanitaria, ha indossato “nuove vesti”. Infatti, l’edizione 2020 del concorso – ideato e organizzato dall’Associazione 50&Più – si è svolta online. Quest’anno è tornato in presenza a Baveno riservando un’intera settimana all’arte e alla creatività, offrendo ai partecipanti un’occasione unica d’incontro, scambio e condivisione, per esprimersi attraverso le discipline artistiche che già appassionano – come la fotografia e poesia - e sperimentarne di nuove, grazie ai laboratori di scrittura creativa, illustrazione, cinema, fumetto. Le cinque migliori opere per ogni sezione – prosa, poesia, pittura e fotografia – sono state premiate con le Farfalle e le Libellule d’Oro dalla giuria, ormai consolidata, composta da affermati poeti, critici letterari e d’arte, scrittori, pittori e giornalisti: Elio Pecora per la sezione Poesia, Lina Pallotta per la Fotografia, Renato Minore per la Prosa e Duccio Trombadori per la Pittura.  

20/10/2021 12:00
Tolentino, centro sportivo "Gattari": taglio del nastro per le nuove tribune

Tolentino, centro sportivo "Gattari": taglio del nastro per le nuove tribune

Essendo ripartita, dopo la sosta forzata dovuta al covid, l’attività delle diverse società sportive che utilizzano per i loro allenamenti e per le diverse competizioni e campionati, il centro sportivo “Roberto Gattari”, realizzato in viale Vittorio Veneto, grazie all’intervento economico dell’Inter e di Suning, in questi giorni l’Amministrazione comunale ha provveduto all’inaugurazione e alla consegna delle tribune realizzate all’interno della struttura.   Le tribune sono state acquistate e istallate grazie ai fondi messi a disposizione, con grande generosità, dal Comune di Merano, dalle società sportive di Muggia, Padova, Schio e Merano, dalla Forst, dalla Cassa Rurale di Laguendo e dalla Ditta Martone. "Con la ripresa delle attività sportive – ha detto il sindaco Giuseppe Pezzanesi – abbiamo voluto organizzare un momento ufficiale di consegna delle nuove tribune anche per ringraziare coloro che con grande cuore hanno messo a disposizione i fondi necessari e non smetteremo mai di ringraziarli". Una vera amicizia - ha detto l’Assessore allo Sport Fausto Pezzanesi - ci lega con le società sportive di Muggia, Padova, Schio e Merano che con grande sensibilità, dopo il sisma, grazie ad Alberto Marcelletti che ha seguito tutta la vicenda in prima persona, si sono adoperate per raccogliere fondi da mettere disposizione per la nostra comunità. Oltre a ringraziarli, vogliamo continuare a dimostrare sempre la nostra stima e la nostra gratitudine a tutti i sostenitori e in particolare il Comune di Merano". 

19/10/2021 14:23
Recanati, a Villa Colloredo Mels arriva il "dolcetto o scherzetto"

Recanati, a Villa Colloredo Mels arriva il "dolcetto o scherzetto"

Il Museo Civico di Villa Colloredo Mels si prepara a ospitare un’iniziativa molto particolare, tutta dedicata alla ricorrenza di Halloween e al suo simbolo più noto, la zucca; un appuntamento, quello di Halloween, che negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede anche in Italia, ma che, contrariamente a quanto si pensa, non ha avuto origine negli Stati Uniti bensì vanta radici europee ed una storia millenaria risalente al popolo dei Celti d’Irlanda. Nel corso del laboratorio si scopriranno brevemente le origini e il significato di questa “strana” ricorrenza, e soprattutto della frase divenuta iconica “Dolcetto o scherzetto?”, per poi preparare una paurosissima zucca, che insieme ad una candela addobberà le case dei nostri ospiti nella notte più spaventosa dell’anno. Per la partecipazione all’evento saranno ben accetti i travestimenti a maschera, e sarà necessaria la prenotazione obbligatoria entro il 29 ottobre al numero WhatsApp 3938761779 o via mail a recanati@sistemamuseo.it .  Durata: 1 h circa - Tariffe: € 8 a bambino/a (attività adatta dai 5 ai 10 anni di età). Gli accompagnatori dei bimbi entrano gratuitamente. Green Pass obbligatorio. La quota comprende il laboratorio, una zucca con candela e la visita al Museo.

19/10/2021 09:57
Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.