Eventi

Urbisaglia, Matria prosegue via web: prossimo appuntamento con la scrittrice Giuliana Sgrena

Urbisaglia, Matria prosegue via web: prossimo appuntamento con la scrittrice Giuliana Sgrena

Matria prosegue il suo percorso nel web, anche stavolta toccando lo scomodo tema delle incomode, donne che sfidando tutte le convenzioni e conducendo una vera vita activa, come la definiva Hannah Arendt, da soggetti pensanti e agenti nella società, in un conflitto sistemico con il genere maschile, che è però anche dialogo per legittimare la propria presenza simbolica nel mondo. Ospitata virtualmente dal Comune di Urbisaglia, dal Sindaco Paolo Giubileo e dalla delegata alle Pari Opportunità, Cristina Arrà, la rassegna incontra la giornalista e scrittrice Giuliana Sgrena, una donna incomoda per eccellenza, che racconterà la sua inchiesta su distorsione delle notizie, manipolazione dell’opinione pubblica e fake news, di cui fanno le spese non solo la coscienza dei cittadini, ma in primis le donne e gli ultimi, che di queste falsificazioni sono vittime sacrificali. Anche stavolta, introdotta dalla direttrice artistica Oriana Salvucci e dalla Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Marche Mary Marziali, promotrice dell’evento, Giuliana Sgrena dialogherà con il pubblico sul tema della verità attraverso i canali - Facebook (https://www.facebook.com/matria2019) - Youtube (https://www.youtube.com/channel/UCDV-j7UXvzeN0ww5DSm3g3g/) di Matria il 30 maggio alle ore 18.  

29/05/2020
Trofeo automobilistico Scarfiotti, annullata la Sarnano-Sassotetto: appuntamento al 2021

Trofeo automobilistico Scarfiotti, annullata la Sarnano-Sassotetto: appuntamento al 2021

Il protrarsi della crisi sanitaria legata al Coronavirus ha stravolto tutte le attività sportive e con il pubblico. Le cronoscalate automobilistiche non si sottraggono naturalmente alle problematiche generali ed alle prescrizioni sanitarie. Malgrado gli encomiabili sforzi di Acisport per produrre il protocollo necessario da adottare per le manifestazioni automobilistiche 2020, non si può prescindere dal necessità di vietare le gare al pubblico, parte essenziale delle gare in montagna, attrazioni suggestive per i percorsi utilizzati, oltre che spettacolo unico da vivere a contatto con i protagonisti nelle aree paddock, lungo il percorso di gara e le premiazioni. Per lo staff organizzatore del Trofeo Scarfiotti, l’Automobile Club Macerata, il Comune di Sarnano, l’Associazione Sportiva AC Macerata e Sarnano In Pista, non ci sono le condizioni essenziali per poter operare al meglio, non ultime le difficoltà economiche che investono il tessuto locale sempre attento alla gara, l’inevitabile maggiorazione dei costi organizzativi ed il ristretto spazio temporale di fine stagione per un possibile recupero. Pertanto all’unanimità ma con grande amarezza, si è scelto di annullare l’evento 2020 per concentrare tutti gli sforzi nel dare appuntamento a piloti ed appassionati al 2021 con un rinnovato Trofeo Lodovico Scarfiotti. La cronoscalata Sarnano-Sassotetto si correrà infatti sul percorso previsto per quest’anno, allungato fino a circa 10 km, mantenendo le titolazioni per l’Italiano Montagna CIVM, il Trofeo Nazionale TIVM e l’Italiano Autostoriche CIVSA. Il sindaco di Sarnano Luca Piergentili: “È stata una decisione sofferta ma inevitabile. La cronoscalata è uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per la nostra cittadina che viene coinvolta tutta per tre giorni con le aree paddock. Con le restrizioni delle normative vengono meno i punti di forza dell’evento, oltre ad aumentare l’impegno organizzativo ed anche le problematiche legate alla ricettività. Meglio concentrarsi al meglio sull’edizione 2021 con la garanzia delle titolarità.” Il presidente dell’AC Macerata Enrico Ruffini: “È una decisione che non avrei mai voluto prendere, ma è stata inevitabile. Non possiamo permetterci un flop, considerando di dover blindare ampie zone del centro di Sarnano per le aree paddock, ridurre ad una sola la giornata di gara, avere una forte flessione di partecipanti, vedere aumentare i costi per i protocolli da seguire. Preferiamo organizzare bene l’edizione 2021, anche per rispetto dei cittadini e dei volontari di Sarnano che ci hanno sempre dimostrato disponibilità".

28/05/2020
Civitanova, un voucher come rimborso per gli eventi annullati al Rossini: dove richiederlo

Civitanova, un voucher come rimborso per gli eventi annullati al Rossini: dove richiederlo

A seguito dell’entrata in vigore del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 detto “Cura Italia, l’Azienda dei Teatri di Civitanova comunica che il possessore di un titolo di ingresso per gli eventi della stagione teatrale del Rossini annullati a causa dell’emergenza COVID-19, acquistato presso una biglietteria locale o acquistato online sul portale di vendita Ciaotickets potrà richiedere l’emissione di un voucher digitale di valore corrispondente all’importo facciale del biglietto.  La richiesta di rimborso deve essere inoltrata entro il 30 maggio 2020 a eventi@teatridicivitanova.com.  La biglietteria del Teatro Rossini sarà aperta tutti i giorni, dal 15 al 30 giugno, dalle 18 alle 20.30, per la consegna dei voucher. Si ricorda di conservare il biglietto intatto in ogni sua parte che dovrà essere consegnato alla biglietteria del teatro quando si ritirerà il voucher.    

28/05/2020
GustaPorto salpa a Civitanova per l'edizione 2020: tra le novità l'asta digitale da casa e un cartoon

GustaPorto salpa a Civitanova per l'edizione 2020: tra le novità l'asta digitale da casa e un cartoon

Sarà la riconfermata “Bandiera blu” di Civitanova a salutare l’inizio del consolidato circuito ‘Grand Tour delle Marche’, iniziativa unica a livello nazionale varata da ‘Tipicità’ in collaborazione con Anci Marche. Si parte sabato 6 e domenica 7 giugno con GustaPorto, la manifestazione promossa per il terzo anno dall’amministrazione comunale, ma con una formula del tutto inedita ed adeguata alla situazione “speciale” di quest’anno. Grande uso di tecnologie immersive e forte promozione a livello nazionale e di prossimità, per attrarre i flussi di riferimento di questa stagione balneare. Tra le novità più attese, l’asta digitale che consentirà di aggiudicarsi anche da casa le migliori cassette di pescato stagionale “battute” dal Mercato Ittico. “Civitanova si connota sempre più città capofila di eventi innovativi – ha commentato l’assessore al Turismo Maika Gabellieri. L’emergenza sanitaria ci ha colpiti duramente, ma vogliamo dimostrare di essere capaci di trasformare le crisi in opportunità, di sprigionare energie creative. Raccogliamo la sfida di lanciare proposte nuove e moderne per il turismo perché non vogliamo fermarci. Del resto Civitanova è così, città nuova e moderna e non stupisce quindi che sia stata scelta anche in questa occasione del Grand Tour delle Marche, per essere in prima linea nelle proposte all’avanguardia”.  Oltre alla novità dell’asta digitale, nella rampa di lancio c’è anche il contest per i più giovani, che potranno partecipare con disegni sul tema del mare e delle atmosfere portuali. Gli interessati potranno inviare i propri disegni e i migliori saranno animati da un gruppo di esperti per realizzare dei veri e propri “cartoon” di GustaPorto. Molto suggestivi saranno i “virtual tour” fruibili sul sito della manifestazione, con visite immersive nei luoghi più iconici della città affacciata sul mare, accompagnati dalle performance artistiche e culturali dei sodalizi cittadini. Speciali proposte di accoglienza per tutta la GustaPorto Week nelle strutture ricettive aderenti e menù Gustaporto nei ristoranti e nei balneari del circuito. In città, prevista anche la presenza di volti noti e giornalisti delle più importanti testate nazionali, dopo che il TG 5, già la scorsa settimana, ha presentato in anteprima l’iniziativa.    

28/05/2020
Montelago Celtic Festival, a causa dell'emergenza Covid-19 la XVIII edizione slitta nel 2021

Montelago Celtic Festival, a causa dell'emergenza Covid-19 la XVIII edizione slitta nel 2021

La diciottesima edizione del Montelago Celtic Festival, la kermesse che riunisce nei primi giorni d'agosto a Taverne di Serravalle tantissimi appassionati da tutte le Marche e non solo, slitterà a causa dell'emergenza Covid-19 direttamente nel 2021. Ad annunciarlo sono stati proprio gli organizzatori tramite un comunicato apparso sui loro canali ufficili che pubblichiamo integralmente: "La XVIII edizione del Montelago Celtic Festival verrà rimandata al 5-6-7 Agosto 2021. In queste settimane ci siamo confrontati molto con le istituzioni di pubblica sicurezza, abbiamo letto e riletto i vari decreti, abbiamo ragionato su diverse possibilità per permettere lo svolgimento della manifestazione. In qualche modo, Montelago si sarebbe anche potuto fare. Guardando solamente il codice burocratico, l’enorme disponibilità di spazi aperti di cui è ricco il territorio che ci ospita avrebbe permesso un buon grado di distanziamento sociale. Ancor prima dell’esplosione della pandemia, avevamo studiato un modo per assicurare un'igienizzazione continua dei bagni. Ci eravamo persino attrezzati per ridurre al minimo le transazioni cartacee di biglietti e denaro, o per controllare le temperature all’ingresso con termoscanner certificati. Tutto ciò, sarebbe andato a rispondere perfettamente alle normative vigenti sulle manifestazioni pubbliche. Ma, come abbiamo sempre detto, la burocrazia va affrontata con lo spirito del druido, non con quello furbesco di un Vermilinguo. Siamo sinceri: igienizzare, mascherare, misurare non sono la basi su cui si fonda lo spirito del festival. Utili mezzi, sicuramente, ma il fine è ben altro. Che Montelago sarebbe senza la possibilità di danzare sotto il palco? Che Montelago sarebbe senza scambio continuo di baci, braci e abbracci? Che Montelago sarebbe senza le gelide docce comuni? Senza la promiscuità di un campeggio libero o l’energia impetuosa di un Mortimer Pub non contingentato? Senza i fuochi dei falò attorno ai quali bruciare la grande epidemia della noia quotidiana? E allora, se non si può fare per bene, che non lo si faccia affatto. Siamo disposti a prolungare l’attesa di un anno. Ma siamo anche determinati a combattere nel caso in cui le misure necessarie dell’oggi dovessero divenire un pretesto per omologare le feste del domani. Siamo convinti che sarete con noi, in questo cammino. Nel frattempo, stiamo studiando altri modi per far sí che il folk continui a risuonare in terra di marca. A breve vi annunceremo una bella sorpresa. 7 Agosto 2020"

27/05/2020
Risorse forestali come nuova frontiera per lo sviluppo dei Sibillini

Risorse forestali come nuova frontiera per lo sviluppo dei Sibillini

Le esperienze del Martelloscopio e del forest bathing come esempi di gestione sostenibile delle foreste, una scelta vincente non solo dal punto di vista strettamente ambientale. Si intitola "La gestione delle Riserve naturali e delle aree protette" il ciclo di seminari organizzato dall'Università di Bari “Aldo Moro” al quale parteciperà, tra i relatori, il direttore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Carlo Bifulco. Il prossimo 28 maggio, in collegamento via web, Bifulco interverrà portando una testimonianza concreta di quella che è l'articolata realtà dei Sibillini, centrando l'attenzione sulla corretta gestione e valorizzazione sostenibile della risorsa forestale. Gli incontri, dedicati in particolare a docenti e studenti dell'ateneo pugliese, prevedono approfondimenti sulla biodiversità ed i cambiamenti climatici, sulle politiche forestali e su molti temi riguardanti la tutela e la valorizzazione della flora e della fauna, ma anche alcuni focus specifici sulle realtà dei parchi italiani e le loro peculiarità. A coordinare i seminari la Professoressa Patrizia Tartarino, docente del Dipartimento di Scienze agro-ambientali e territoriali dell'Università di Bari e presidente di For.Rest.Med., spin off dello stesso Ateneo che si occupa dello studio e della progettazione per il restauro del paesaggio mediterraneo. Proprio For.Rest.Med. ha realizzato nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, grazie ad un contributo del Rotary di Ancona, un progetto denominato Martelloscopio con l’intento di simulare una gestione sostenibile di un’area forestale attraverso il diradamento virtuale della popolazione arborea: “una sorta di aula all’aperto che potrà fornirci strumenti utili per meglio comprendere come gestire un bosco” sottolinea Bifulco. “Anche perché – prosegue il direttore - la foresta sarà sempre più protagonista nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, e non solo per il suo evidente valore ambientale, ma anche per il fatto che si caratterizza come fonte di benessere per chi ne fruisce”. È il forest bathing la nuova frontiera dei Sibillini, una disciplina che insegna come si possano ottenere significativi benefici psico fisici semplicemente sperimentando una passeggiata di pochi chilometri in un bosco: “in compagnia di un maestro opportunamente preparato si potrà imparare ad osservare ed ascoltare la natura, a prestare attenzione a come cambiano le nostre percezioni, ad avviare un percorso di rilassamento in sintonia con l’ambiente circostante e noi stessi. È un’esperienza assolutamente straordinaria in grado di apportare un miglioramento della qualità della vita in ognuno di noi” prosegue il direttore. “Non a caso abbiamo chiesto ad AIGAE, nel corso organizzato per formare le nuove guide del Parco, che sia introdotto uno spazio di approfondimento specifico per il forest bathing. All’interno del Parco abbiamo già individuato alcuni percorsi che si prestano per questo tipo di esperienza e speriamo che il territorio dei Sibillini possa candidarsi a diventare un luogo ideale, a livello internazionale, per il forest bathing. Parlerò anche di questo con gli studenti durante il seminario, per contribuire a dare della foresta una immagine sempre più articolata ed ampia, in un’ottica di sostenibilità”.

26/05/2020
Ultimo incontro de I Figli di Tiresia: ospite il docente Unimc di storia contemporanea Angelo Ventrone

Ultimo incontro de I Figli di Tiresia: ospite il docente Unimc di storia contemporanea Angelo Ventrone

Ottimo riscontro di pubblico per “In viaggio. Verso il nulla?”, quarto appuntamento de i Figli di Tiresia tenutosi venerdì scorso in cui si è affrontato il tema del viaggio dell’uomo nell’era della digitalizzazione e del progresso tecnologico con la partecipazione di Andrea Ferroni della Scuola Popolare di Filosofia, e con la moderazione di Alessandra Pennesi del Laboratorio Macerata Teatro. Per l'ultimo appuntamento della rassegna, che si terrà mercoledì 27 maggio 2020, alle ore 19 in diretta sui profili social della CTR, avremo come relatore Angelo Ventrone, docente di Storia Contemporanea all’Università di Macerata. Tema centrale del dibattito - dal titolo Reductio ad Hitlerum - sarà la figura di Hitler, che cercheremo di indagare in modo nuovo e non convenzionale, scoprendo il confine sottile fra l’uomo ed il personaggio e svelando i molteplici tabù che circondano la sua figura nella nostra società e lo rendono quasi innominabile. A moderare l’incontro sarà Serena Montecchiari del Laboratorio Macerata Teatro. La rassegna di incontri-dibattito I Figli di Tiresia è nata come parte integrante del festival di teatro transmediale Tiresia, organizzato dalla compagnia teatrale CTR in collaborazione con il Laboratorio Macerata Teatro Unimc, Il festival si sarebbe dovuto svolgere lo scorso marzo, ma a causa dell’emergenza sanitaria è stato posticipato a fine anno; per questo motivo I Figli di Tiresia si è spostato sui social. La redazione che ha curato l’edizione di Figli di Tiresia che si conclude domani è composta da: Roberta Frungillo, Maria Caponi, Serena Montecchiari, Alessandra Pennesi, Ilenia Andreoli, Massimiliano Cascata, Alessia Guazzaroni, Chiara Millio Spinetti, Patrizia Cervigni, Stefania Magnarelli, Ylenia Gazzella, Monica Firma, Francesco Cicarilli, Chiara Cingolani. 

25/05/2020
Emergenza Covid-19, annullata la quinta edizione del convegno in ricordo di Graziano Colotti

Emergenza Covid-19, annullata la quinta edizione del convegno in ricordo di Graziano Colotti

A causa dell’emergenza sanitaria, e più in generale della situazione difficile che tutti stiamo vivendo, il gruppo degli “Amici di Graziano” comunica che non è possibile quest’anno allestire l’ormai consueto Convegno organizzato per ricordare la figura di Graziano Colotti. Si sarebbe trattato della quinta edizione (a cinque anni dalla scomparsa di Graziano) di un appuntamento che ogni anno riunisce allenatori e giocatori professionisti, dirigenti, scrittori, insieme ad allenatori locali, giocatori, ragazzi ed appassionati che vogliono continuare vivere il calcio, e soprattutto il calcio giovanile, nel modo in cui Graziano lo vedeva, e cioè non solo come un’attività ricreativa ma anche eccezionalmente formativa per i ragazzi. Con dispiacere dunque (anche per la famiglia di Graziano che è sempre stata presente a questi incontri) quest’anno non avremo una di quelle serate “tra amici”, fatte di chiacchiere, ricordi e discussioni tra persone che amano il calcio autentico, e che lavorano sul campo per proseguire sulla strada indicata da Graziano, la strada dell’impegno, della correttezza, dell’intelligenza e dell’ironia. L’appuntamento è dunque rimandato al prossimo anno. Per quest’anno ci accontentiamo di ricordare Graziano con le parole di affetto e di stima scritte da Gianni Mura, scomparso il 21 marzo scorso; parole che il grande giornalista scrisse nel 2016 e che testimoniano la sua amicizia con Graziano Colotti, al quale lo univano la passione per lo sport e per la letteratura: “Quelli come Graziano Colotti bisognerebbe ringraziarli da vivi, e dirgli che sono il sale della terra. Perché hanno il piacere del lavoro, perché insegnano ad altezza d'uomo, non da una cattedra. Insegnano calcio, ma chi ha detto che solo di calcio si tratta? Uno che non capisce nulla di calcio, né di sport, né di vita. Un superficiale come tanti, troppi ce ne sono, non solo nel calcio. Graziano aveva profondità, non parlava solo di diagonali difensive ma di etica dello sport, di regole, di legalità. Faceva cultura dello sport e lo appassionava anche l'altra cultura, quella dei libri, delle poesie. Se, come scrisse Vinicius de Moraes, la vita è l'arte dell'incontro, è stato bello avere incontrato Graziano, una sera di tanti anni fa, una sera di libri e di pallone a Tolentino.”  

20/05/2020
Recanati,  Festa della Repubblica: il Sindaco e la Giunta raccontano ai bambini la Costituzione

Recanati, Festa della Repubblica: il Sindaco e la Giunta raccontano ai bambini la Costituzione

I principi fondamentali della Repubblica Italiana in tredici video dedicati ai piccoli concittadini,  letti e commentati dal Sindaco Bravi, dalla Giunta e dai Consiglieri del Comune di Recanati. Questa la bella iniziativa  della Città dell’Infinito per celebrare la Festa della Repubblica Italiana che parte da domani 21 maggio e prosegue ogni giorno fino al  2 giugno prossimo. Un viaggio nella storia e nei principi della Costituzione letto, spiegato e raccontato  ai bambini (grandi e piccoli) per far riconoscere condividere e  rispettare i valori sanciti e tutelati nella Costituzione, ripercorrendo i passi principali della storia italiana, necessari per capire come si è giunti a questa legge. Un bel modo per festeggiare i 74 anni della Carta più bella del mondo, entrata in vigore il primo gennaio 1948. “La Costituzione italiana è un documento prezioso su cui ancorare  i nostri principi- ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravi - E’ importante  che i  piccoli concittadini e concittadine di Recanati conoscano bene l’origine e la storia per apprezzare e condividere  il valore delle conquiste politiche e sociali che la Costituzione ci ha garantito negli oltre 70 anni dalla sua nascita.” I principi costituzionali saranno raccontati con un linguaggio semplice e diretto e con un approccio leggero e simpatico,  grazie all’utilizzo delle animazioni in grafica,  per spiegare ai piccoli concittadini e concittadine il valore del lavoro,  dell’ integrazione culturale, della parità fra i soggetti indipendentemente dalla loro provenienza o dal sesso,  della partecipazione  e del rispetto dell’ambiente.  Tredici  filmati che verranno inviati uno al giorno, dal 21 maggio fino al 2 giugno, via Whats App alle famiglie e postati nei vari social del Comune di Recanati. Ad aprire la rassegna il primo video d’introduzione  della Professoressa Paola Nicolini Assessora alla Politiche Sociali  con  specifica delega del Sindaco per le Città delle bambine e dei bambini, alla cui rete il Comune di Recanati ha aderito, nonché ideatrice dell’iniziativa. “Si festeggia il 2 giugno il compleanno della Repubblica Italiana che compie ben 74 anni'-  dichiara l'Assessora Paola Nicolini– “Essere una Repubblica significa che l'amministrazione delle cose pubbliche appartiene al popolo, che esprime i suoi rappresentanti nelle varie istituzioni. È importante che bambini e bambine si sentano vicini alle cose pubbliche fin da piccoli, per coltivare il senso di appartenenza e di cura dei beni comuni. La nostra amministrazione riconosce il ruolo di cittadine e di cittadini ai più piccoli fin dai primi anni della loro vita, avendo attenzione a comunicare con loro su molti aspetti della vita pubblica”  A spiegare i  valori e la storia dei dodici  articoli della Costituzione nei video racconti saranno: il Vice Sindaco Mirco Scorcelli, gli Assessori Rita Soccio, Francesco Fiordomo, Michele Moretti, Paola Nicolini, la Presidente del  Consiglio Comunale Tania Paoltroni e i consiglieri Cino Cinelli, Roberta Sforza, Graziano Bravi  Marco Canalini, Giorgio Generosi, Roberta Pennacchioni,  Simone Simonacci, Sergio Bartoli, Reginaldo Polsonetti, Pierluca Trucchia, Stefano Miccini, Andrea Marinelli, Carlotta Guzzini, , Antonella Mariani, Benito Mariani, il segretario comunale Francesco Massi e la Comandante dei Vigili Urbani Gabriella Luconi . Chiuderà la rassegna il Sindaco Antonio Bravi, il 2 giugno  con un messaggio diretto ai piccoli concittadini.

20/05/2020
Quinto appuntamento con FORM-Café all'insegna dell’armonica: ospite Gianluca Littera

Quinto appuntamento con FORM-Café all'insegna dell’armonica: ospite Gianluca Littera

Altro personaggio di caratura internazionale per FORM-Café: incontri e racconti di musica e musicisti. Dopo Beatrice Venezi, Stefan Milenkovich, Alessandro Bonato, Paolo Fresu e Massimo Morganti, domani 21 maggio, alle 18.30, il programma settimanale condotto dal direttore artistico Fabio Tiberi invita l’armonicista Gianluca Littera. Nel 1985, dopo aver studiato la viola, scopre l'armonica cromatica e vi si dedica totalmente, sino a diventare oggi uno tra i pochissimi solisti al mondo a potersi proporre, con questo strumento, in ambito sia classico sia jazz. Il virtuoso dell’armonica è l’ospite della quinta puntata, dal titolo MeravigliosaHarmonica, in diretta sulla pagina Facebook della FORM e sul canale YouTube. Per l’incontro di domani, Littera ha preparato un video musicale molto emozionante che sarà mandato in onda durante il programma, insieme ad altri spezzoni selezionati per l’occasione che ripercorrono il concerto Viaggi: da Vivaldi e Gershwin, tenuto nel 2014 con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, ad Ancona, Osimo, Chiaravalle e Macerata. Un percorso che si snodava fra diversi mondi e paesaggi, dalla luminosa Venezia barocca di Vivaldi all’appassionata, inquieta Argentina di Piazzolla, passando per l’esuberante America di Gershwin. Come per gli appuntamenti precedenti, il pubblico può interagire con i due protagonisti, ponendo loro domande che verranno risposte nella seconda parte della diretta. 

20/05/2020
#maceratatornafuori, l’Orchestra Birbanda  ricorda il Maestro Ezio Bosso sulle note degli Abba

#maceratatornafuori, l’Orchestra Birbanda ricorda il Maestro Ezio Bosso sulle note degli Abba

Chiusi in lockdown, anche i componenti dell’orchestra Birbanda Santacroce di Macerata hanno fatto una gradita sorpresa ai loro sostenitori con un medley dal titolo THE BEST OF ABBA con musiche del famoso complesso svedese scritte da B.e S.Andersson e B. Ulvaeus arrangiate per l’occasione dal maestro direttore Franco Alfonsi. Alla canzone, trainata dalla voce di Chiara Marangoni e Romina Ercoli , si accompagna un video con i componenti del gruppo collegati dalle diverse abitazioni.             . Il complesso della Birbanda “si trovava in studio per registrare nuovo materiale prima che venisse deciso il lockdown” - ha spiegato il maestro Franco Alfonsi - e c’era questa brano che pensavamo avrebbe assunto un significato ancora più importante se proposta e ascoltata nei tempi che stiamo vivendo e soprattutto in questo periodo che il Comune di Macerata ha battezzato in #maceratatornafuori . Così ci abbiamo lavorato durante l’isolamento. Ed eccola qua... speriamo vi piaccia”. La raccolta proposta in questo video è composta dagli indimenticabili “Dancing Queen” , S.O.S.”,“Mamma Mia”. Sono ormai molti gli artisti, i musicisti, le formazioni corali ad aver proposto nuovi brani in questo periodo di isolamento per rimanere uniti sull’onda della musica e farlo a distanza grazie ai video e ai social network Facebook (Birbanda Santacroce) e Youtube (Orchestra Birbanda) come modo di fare arrivare la musica agli amici e a chiunque avesse il piacere di ascoltarla. Un pensiero particolare unisce tutti i componenti dell’orchestra Birbanda Santacroce per ricordare il grandissimo musicista Ezio Bosso che ha onorato Macerata con la sua presenza qualche anno fa allo Sferisterio e lo vogliono ricordare con le parole che ci ha lasciato in eredità qualche settimana fa proprio a proposito di questo particolare momento: «Quando si apriranno le “gabbie”», aveva scherzato, «la prima cosa che farò è mettermi al sole. E abbraccerò gli amici. Ci metteremo a ridere o ci spunteranno le lacrime. Non so come sarà. Ma qualsiasi cosa sia sorrideremo. Felici di essere vivi».

19/05/2020
Tolentino, aspettando la riapertura, il Politeama festeggia tre anni di attività

Tolentino, aspettando la riapertura, il Politeama festeggia tre anni di attività

Nel maggio 2017 il Politeama tornava a vivere grazie alla Fondazione Franco Moschini, che lo ha voluto recuperare e rifunzionalizzare, restituendo alla città di Tolentino e a tutto il territorio un moderno centro polivalente, luogo di rinascita e di una nuova vitalità. Oggi il Politeama è giunto al terzo anno di attività ed è pronto, dopo la chiusura forzata causata da questo periodo di emergenza, ad affrontare una nuova sfida, come affermato dal Presidente Moschini: “risvegliare l’entusiasmo, superare la paura e tornare presto a godere delle arti, insieme!” Il Politeama ha voluto ricordare con un video i giorni dell’inaugurazione e le varie fasi della ristrutturazione. Il video è visibile sul nostro canale YouTube, al link https://youtu.be/04DPy85hFSU. In questi anni è stato punto di riferimento per la cultura, le arti e lo spettacolo, ed ora più che mai vuole tornare ad essere aggregatore di passioni e di emozioni, e spazio dedicato all’arte, allo spettacolo, alla danza, alla musica, al cinema, al teatro, alla formazione, alla condivisione. Il Politeama è una grande eccellenza della città, ma anche una risorsa e un’opportunità per i cittadini, le molte realtà locali e le aziende del territorio: una struttura all’avanguardia che si avvale di diversi ambienti attrezzati per svolgere un’ampia gamma di attività. 

17/05/2020
Civitanova celebra il maresciallo Piermanni: cerimonia in forma ristretta

Civitanova celebra il maresciallo Piermanni: cerimonia in forma ristretta

Lunedì, 18 Maggio alle ore 18.30 sul Lungomare Sud Piermanni, verrà celebrato in forma ristretta (in linea con le normative sanitarie nel contrasto al Covid 19), dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Arma Carabinieri il ‘43° Ricordo del sacrificio del Maresciallo Piermanni’, Medaglia d’oro al Valor Militare. Un anniversario doloroso che la Città e l’Arma vogliono ricordare anche in questo anno drammatico.  Il Maresciallo Piermanni perse la vita valorosamente nel corso di un conflitto a fuoco il 18 Maggio del 1977 alla stazione di Civitanova Marche. Un eroe positivo che si sacrificò in difesa della legalità e che Civitanova Marche vuole ringraziare e non vuole dimenticare.  Il programma delle celebrazioni che saranno essenziali prevede la deposizione della corona di alloro, alla presenza della Signora Piermanni, del Sindaco Fabrizio Ciarapica, dell’Ispettore Regionale dell’Associazione Carabinieri, Generale Tito Baldo Honorati e del Presidente del Consiglio, Claudio Morresi. Alle ore 19 si terrà, sempre nel rispetto delle norme per il contenimento pandemico, la Santa Messa presso la Chiesa di S. Pietro officiata dal Parroco, Don Mario Colabianchi.        

16/05/2020
San Severino, Piazza Del Popolo si unirà ad altre piazze d’Italia nell'iniziativa “Assaggi di Meeting”

San Severino, Piazza Del Popolo si unirà ad altre piazze d’Italia nell'iniziativa “Assaggi di Meeting”

Piazza Del Popolo, luogo simbolo della Città di San Severino Marche, si unirà a tante altre piazze d’Italia coinvolte nell’iniziativa “Assaggi di Meeting”, per la terza edizione dell’evento di raccolta fondi in favore del Meeting tra i Popoli di Rimini. L’appuntamento, in programma per il pomeriggio di sabato 23 maggio, coinvolgerà in prima persona il sindaco, Rosa Piermattei, che si ritroverà insieme a tanti altri protagonisti in una grande piazza digitale viste le misure di contenimento imposte dall’emergenza sanitaria da Covid19. L’evento permetterà di scoprire la nuova edizione del Meeting e sostenere la costruzione dello stesso grazie al buon vino, che è il simbolo dell’iniziativa. Solo nel 2019, infatti, sono state donate quasi 4mila bottiglie di vino a fronte di un piccolo contributo. A San Severino Marche ci si avvarrà per questo della collaborazione dell’enoteca Pandi e della Cantina Valdimiro di Fabriano. Sarà anche l’occasione per entrare nelle parole chiave del Meeting 2020, in collegamento con ospiti, relatori, artisti che vedremo all’opera nella prossima edizione e con contributi che verranno da varie città italiane. L’evento del 23 maggio sarà preceduto da quattro “Assaggi di Meeting”, brevi video che illustrano aspetti dell’evento. Gli Assaggi verranno diffusi via e-mail, social media, whatsapp oltre che sul sito internet del Meeting. Come detto anche piazza Del Popolo sarà collegata all’evento. “La storia della collaborazione tra la nostra città e il Meeting è lunga - dice Angelo Cantenne, responsabile del Centro Culturale “Andrej Tarkovskij” - Abbiamo realizzato più di una esposizione del Meeting a San Severino. Fra le più recenti, quella sulla Rivoluzione Russa del 1917, in occasione del centenario del 2017 e, fra novembre e dicembre dell’anno scorso, in collaborazione col Centro di esperienza e formazione Francescana dei padri Cappuccini, la mostra “Francesco e il Sultano”, che ricorda l’incontro fra San Francesco e il Sultano d’Egitto, avvenuto ottocento anni prima in occasione della V crociata. Questa mostra era diventata particolarmente “urgente” per il fatto che, nel viaggio di ritorno, il santo si fermò a San Severino, proprio nel luogo dove ora sorge il convento dei Cappuccini, cioè a Colpersito”. Dal sito meetthemeeting.org è possibile fare donazioni per sostenere la realizzazione dell’evento: a fronte di una donazione si può ricevere a casa una bottiglia di ottimo Sangiovese. “Per i maceratesi c’è poi un’altra modalità che si è provvidenzialmente concretizzata - aggiunge Cantenne - con l’adesione della Cantina Valdimiro, produttrice dell’ottimo verdicchio di Matelica “Vernale” e per la disponibilità alla distribuzione dell’enoteca Pandi di via Eustachio 21. Chi vorrà potrà recarsi in enoteca a ritirare il Vernale, contribuendo in questa maniera alla realizzazione del Meeting, nonché a far conoscere, tramite la pubblicità del prodotto che circolerà in tutta Italia, le peculiarità produttive del nostro territorio che si è trovato in difficoltà, prima col terremoto e ora col Coronavirus. Inoltre lasciando propri riferimenti si verrà informati costantemente sulle novità del Meeting”.

15/05/2020
Quarto appuntamento con FORM-Café: ospite il giovane direttore d’orchestra Alessandro Bonato

Quarto appuntamento con FORM-Café: ospite il giovane direttore d’orchestra Alessandro Bonato

Quarto appuntamento con FORM-Café: incontri e racconti di musica e musicisti. Il programma settimanale di circa 30 minuti in diretta sulla pagina Facebook della FORM e sul canale YouTube, giovedì 14 maggio, alle 18.30, si concentra sulla musica del compositore russo Pëtr Il'ič Čajkovskij, le cui opere sono tra le più note del repertorio classico. A parlarne, insieme al direttore artistico FORM, Fabio Tiberi, c’è l’ospite della settimana: Alessandro Bonato. Il venticinquenne direttore d’orchestra, vincitore del 3° premio assoluto alla The Nicolai Malko Competition for young conductors 2018, è tra i più interessanti della nuovissima generazione. Ha diretto l’Orchestra Filarmonica Marchigiana lo scorso gennaio, con un programma dal titolo Anima Russa: Čajkovskij - Šostakovich, che ha riscosso un notevole successo di pubblico nei teatri dove è andato in scena: Jesi, Fabriano, Osimo e Macerata. Come previsto dal nuovo format ideato dalla Filarmonica Marchigiana, giovedì 14 maggio durante la diretta sarà possibile interagire con i due protagonisti, ponendo loro domande che verranno risposte nella seconda parte del programma. Oltre alle parole, non mancherà la musica: nei circa trenta minuti di incontro saranno proposti anche degli inediti spezzoni video di concerto della FORM, “La colonna sonora delle Marche”, proprio diretta da Bonato. In conclusione, una sorpresa musicale per tutti. Collegamento diretta: https://www.facebook.com/FORMorchestra; https://www.youtube.com/user/formorchestra.

12/05/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.