Cronaca

Macerata, ubriaco fradicio si schianta contro il guard-rail: era senza patente

Macerata, ubriaco fradicio si schianta contro il guard-rail: era senza patente

Nella scorsa notte, intorno alle ore 2:00, un cittadino peruviano di 36 anni, residente a Macerata, è stato bloccato da una volante della Polizia della Questura di Macerata. L'uomo, pluripregiudicato, è stato sorpreso alla guida della propria auto, una Volkswagen Golf,  privo di patente, mai conseguita, e in evidente stato di ebbrezza alcolica.  Il 36enne è stato bloccato all'altezza di Via Bramante dopo che, a causa della velocità eccessiva a cui viaggiava, è uscito di strada schiantandosi contro un guard-rail. I poliziotti lo hanno trovato in evidente stato di ubriachezza tanto da non reggersi nemmeno in piedi e da rifiutare di sottoporsi al test dell’etilometro.  La Golf su cui l'uomo viaggiava, è stata sottoposta a fermo amministrativo. Il 36enne è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza alcolica.       

18/09/2019
Ultras Juventus in manette per estorsione: un arresto a Corridonia

Ultras Juventus in manette per estorsione: un arresto a Corridonia

Nell'ambito del blitz della polizia di Torino denominato "Last Banner", che ha portato all'arresto dei capi ultras della Juventus, è finito in manette anche Salvatore Cava. Cava, ritenuto il braccio destro del leader del gruppo ultras dei "Drughi" Dino Mocciola, è stato fermato a Corridonia nel pomeriggio di lunedì 16 settembre grazie alla collaborazione fra gli agenti della questura di Torino e quelli di Macerata. Attualmente si trova nel carcere di Montacuto dove verrà sottoposto all’interrogatorio di garanzia. A difenderlo sarà l'avvocato Giancarlo Giulianelli. L'INCHIESTA - L'operazione "Last banner", come dichiarato dal gip di Torino Rosanna Croce, ha messo in luce una "pesantissima attività estortiva" ai danni della società bianconera. Attraverso una "capillare strategia criminale" i capi ultras avrebbero ricattato dirigenti e giocatori della Juventus qualora fosse stata interrotta la serie di privilegi a loro concessa. I favori richiesti si sostanziavano in biglietti gratis per vedere le partite e mettere in atto un vero e proprio racket, inviti alle feste della società, consumazioni gratis al bar dello stadio, abbonamenti a prezzi agevolati per i tifosi incaricati di piazzare gli striscioni in curva. L'inchiesta è scaturita dalla denuncia pervenuta dalla società bianconera e ha portato all'emissione di dodici misure cautelari. In caso di mancata ottemperanza delle loro richieste, gli ultras mettevano in atto una serie di azioni estorsive che si sarebbero sostanziate anche attraverso cori razzisti, come quelli recentemente rivolti a Koulibaly in Juve-Napoli, con il chiaro intento di colpire la società con sanzioni e squalifiche.   

18/09/2019
Civitanova, mansarda in fiamme: intervengono i vigili del fuoco

Civitanova, mansarda in fiamme: intervengono i vigili del fuoco

L'incendio è divampato intorno alle 21:00 della serata odierna in una mansarda collocata al terzo piano di una palazzina in via Pascarella, a Civitanova Marche. Ancora da chiarire le sorgenti d'innesco del rogo. Il fumo proveniente dalla palazzina ha allarmato l'intero quartiere di San Marone, dove molti residenti sono scesi in strada.  I vigili del fuoco sono immediatamente intervenuti sul posto domando le fiamme nell'arco di pochi minuti. Danneggiato il mobilio della cucina, l'unico locale in cui ha attecchito l'incendio grazie alla messa in sicurezza svolta dai pompieri. Non si registrano persone coinvolte, l'appartamento per il momento non è fruibile. 

17/09/2019
Tamponamento tra tre auto in Contrada della Pieve: in cinque all'ospedale (FOTO)

Tamponamento tra tre auto in Contrada della Pieve: in cinque all'ospedale (FOTO)

Tre le vetture rimaste coinvolte nel sinistro avvenuto nella tarda mattinata di oggi, qualche minuto dopo le 13:00, in Contrada della Pieve a Macerata, all'altezza del distributore di metano. Un tamponamento ha visto coinvolte una Fiat Bravo, una Opel Corsa e una Fiat 500 che procedevano in direzione Sforzacosta. Immediato l'arrivo sul posto di tre ambulanze del 118 e dell'automedica che hanno prestato i primi soccorsi agli occupanti di mezzi. Cinque le persone trasferite al pronto soccorso del capoluogo per accertamenti: tra queste anche due bambini. Le loro condizioni non sono gravi. I Vigili del Fuoco di Macerata, di rientro dall'intervento a Tolentino, hanno gestito il traffico evitando ulteriori incidenti visto anche l'orario di punta. I pompieri provvederanno anche alla messa in sicurezza delle tre auto. Sul posto anche i Carabinieri di Macerata ai quali spetteranno i rilievi del caso. Il tamponamento ha causato dei disagi alla circolazione stradale.     

17/09/2019
Tolentino, finisce fuori strada con il camion: conducente miracolato (FOTO)

Tolentino, finisce fuori strada con il camion: conducente miracolato (FOTO)

È successo nella tarda mattinata di oggi, intorno alle 12:30, lungo la strada provinciale Piane di Chienti, in contrada Divina Pastora, nel territorio comunale di Tolentino. Il conducente del camion Iveco stava percorrendo l'arteria provinciale quando, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo del mezzo ed è finito fuori strada, terminando la sua corsa nel campo sottostante la carreggiata. Il mezzo pesante, in seguito al sinistro, si è ribaltato su un fianco. Miracolato il conducente del veicolo che è riuscito a uscire in modo autonomo dall'abitacolo.  Sul posto i Vigili del Fuoco di Macerata, che stanno provvedendo a mettere in sicurezza il mezzo, e i sanitari del 118 che hanno prestato le prime cure del caso all'uomo per poi trasferirlo presso il nosocomio del capoluogo. Le sue condizioni non sono gravi. Sul posto anche i Carabinieri della stazione di Tolentino. Il mezzo pesante, un autocarro frigorifero, stava trasportando carne e si sta ora attendendo l'arrivo di un secondo camion per recuperare il carico e liberare poi il campo.  

17/09/2019
Montecassiano, scontro lungo la provinciale 361: traffico in tilt

Montecassiano, scontro lungo la provinciale 361: traffico in tilt

Incidente nella mattinata di oggi, intorno alle 8:30, a Montecassiano, lungo la strada provinciale 361 che conduce verso il centro del paese. Ancora in fase di accertamento le cause del sinistro anche se probabilmente la vettura che procedeva in direzione del centro storico ha leggermente invaso la corsia opposta provocando l'urto con una seconda auto che proveniva nel senso di marcia contrario. Fortunatamente nessuna grave conseguenza per gli occupanti dei mezzi. Non si può dire lo stesso per la circolazione stradale che ha subito dei rallentamenti. Sul posto, per tutti i rilievi del caso, i Carabinieri.

17/09/2019
Tolentino, non si ferma all'alt della Polizia Locale: nei guai un 31enne

Tolentino, non si ferma all'alt della Polizia Locale: nei guai un 31enne

Durante un normale posto di controllo, un motociclista in sella alla sua moto finge di fermarsi all'alt intimato da un agente dalla pattuglia della Polizia Locale della Città di Tolentino, per poi ridare gas e fuggire nel traffico cittadino. Il fatto risale a oltre due mesi fa durante i quali il Comando ha effettuato tutte le indagini di rito fino ad individuare il centauro, il quale, da controlli più approfonditi, emergeva non aver mai conseguito la patente di guida. Oltretutto il motociclo risultava sprovvisto di assicurazione e di ripetute revisioni. Come se ciò non bastasse, una volta individuato, il trasgressore, A.V. residente a Tolentino, 31 anni rilasciava agli agenti false dichiarazioni e veniva perciò deferito all'Autorità Giudiziaria. "Il bilancio finale vede questo giovanotto sanzionato per oltre 5000 euro, denunciato alla Procura della Repubblica oltre al sequestro del veicolo che verrà a breve definitivamente confiscato", commenta il Comandante della Polizia Locale di Tolentino David Rocchetti. "Chi è in regola non deve temere i nostri controlli che sono sempre finalizzati alla tutela della sicurezza pubblica e soprattutto non si pensi di farla franca con comportamenti scorretti o come in quest'ultimo caso non fermandosi all'alt, un'infrazione questa particolarmente grave e che viene irrogata direttamente dal Prefetto in quanto riveste, per l'ordinamento, una certa pericolosità sociale e che ha tutte le potenzialità per creare allarme. Su casi del genere non possiamo assolutamente transigere. Mi preme sottolineare, infine, notevole capacità professionale e la determinazione degli appartenenti al Corpo che non hanno lesinato di dimostrare anche in questa occasione."  Ancora una brillante operazione portata a termine dalla nostra Polizia Locale guidata dal Comandante David Rocchetti – ricorda il Sindaco Giuseppe Pezzanesi – che testimonia l’alta professionalità di tutti gli agenti. Grazie al loro costante lavoro sul territorio riusciamo a garantire sicurezza e rispetto della legalità. Certamente anche i cittadini devo impegnarsi maggiormente per recuperare quel sensi civico e il rispetto delle regole che possano garantire a tutti una Città più vivibile.    Sottolineo ancora una volta – afferma l’Assessore alla Polizia Locale e Sicurezza Giovanni Gabrielli - l’effettivo valore del sistema di videosorveglianza su cui la nostra Amministrazione ha sempre investito, con la volontà di avere un controllo e monitoraggio continui sui punti più sensibili del nostro territorio comunale. Complimenti all’ottimo lavoro svolto dagli agenti e del Comandante della nostra Polizia Locale.

16/09/2019
Porto Recanati, due risse in 24 ore a Scossicci: indagano i Carabinieri

Porto Recanati, due risse in 24 ore a Scossicci: indagano i Carabinieri

Due episodi di violenza a Porto Recanati, più esattamente a Scossicci, nel giro di 24 ore. Il primo è avvenuto nella notte tra sabato e domenica di fronte a un night. Un uomo ha riportato gravi lesioni ed è stato trasferito presso l'ospedale regionale di Torrette, ad Ancona, dopo che essere stato aggredito da un gruppo di cinque persone. 30 giorni di prognosi per la vittima del pestaggio, un uomo di nazionalità pakistana. Il secondo episodio è stato registrato all'alba di ieri sempre a Scossicci. Protagonisti tre giovani pakistani; da chiarire se fossero gli stessi della notte precedente. I tre, dopo un litigio, sono  arrivati alle mani, utilizzando anche dei bastoni. Quando i Carabinieri sono giunti sul posto i pakistani sono subito fuggiti. Ancora da chiarire se possa trattarsi di un regolamento di conti e se i due episodi siano legati al traffico di sostanze stupefacenti. Spetterà agli uomini dell'Arma fare luce su quanto accaduto.

16/09/2019
Porto Recanati, overdose in strada: giovane salvato da un passante

Porto Recanati, overdose in strada: giovane salvato da un passante

È successo ieri pomeriggio nei bagni pubblici del castello Svevo a Porto Recanati. Il giovane, 26enne, dopo aver assunto una dose è finito in overdose. Un passante, che ha compreso la gravità della situazione, ha subito allertato il 118. I militi della pubblica assistenza, subito intervenuti sul posto, hanno prestato le prime cure del caso al ragazzo per poi trasportarlo al pronto soccorso dell'ospedale di Civitanova Marche. Le sue condizioni non sono gravi. Sul posto anche i Carabinieri.

16/09/2019
Litiga e poi sparisce: rintracciato nei pressi del cimitero di Macerata

Litiga e poi sparisce: rintracciato nei pressi del cimitero di Macerata

L'uomo, di 70 anni e residente a Corridonia, non dava sue notizie da questa notte alle quattro. Probabilmente a seguito di un litigio, il 70enne aveva abbandonato la propria abitazione nel cuore della notte. Sono state ore di intense ricerche per i Carabinieri della Compagnia di Macerata, della locale stazione di Corridonia e per i Vigili del Fuoco del capoluogo. L'uomo è stato rintracciato qualche minuto prima delle 11:00 nei pressi del cimitero di Macerata, dai militari di Corridonia. Era da solo e sta bene. I carabinieri stanno ora effettuando tutte le operazioni di rito per cercare di comprendere i motivi dell'allontanamento volontario.  

16/09/2019
Passo di Treia, giovane perde il controllo dell'auto e finisce fuori strada

Passo di Treia, giovane perde il controllo dell'auto e finisce fuori strada

Ancora da chiarire la dinamica del sinistro. Il ragazzo ha perso il controllo dell'auto, una Wolkswagen T-roc, ed è finito fuori strada, terminando la sua corsa contro un muretto. È successo nel pomeriggio di oggi, intorno alle 18:30, a Passo di Treia. Immediato l'arrivo sul posto dell'ambulanza e dell'automedica che stanno prestando le prime cure del caso al giovane che non è stato trasferito al Pronto Soccorso.  Sul posto anche i Vigili del Fuoco di Macerata, che hanno estratto il giovane dall'abitacolo, e la Polizia Stradale, che ha effettuato tutti i rilievi del caso.

15/09/2019
Macerata, tre ragazze accusano un malore: trasferite al pronto soccorso

Macerata, tre ragazze accusano un malore: trasferite al pronto soccorso

Si trovavano davanti alla chiesa di San Filippo, in corso della Repubblica a Macerata, quando hanno accusato un malore. Tre ragazze, ospiti di una comunità della provincia, nel pomeriggio di oggi, qualche minuto dopo le 18:00, erano nella centralissima via della Città quando si sono sentite male. Immediato è scattato l'allarme e i sanitari del 118 hanno prestato le prime cure del caso alle giovani per poi trasferirle al pronto soccorso dell'ospedale di Macerata. Ancora da chiarire le case del malore. Sul posto anche la Polizia.

15/09/2019
Corridonia, scontro frontale tra due auto: 4 ragazze al pronto soccorso (FOTO)

Corridonia, scontro frontale tra due auto: 4 ragazze al pronto soccorso (FOTO)

L'incidente è avvenuto intorno alle 5:00 di oggi, in località Contrada Piedicolle a Corridonia. Per cause ancora in corso di accertamento, due auto si sono scontrate frontalmente provocando il ferimento, seppur lieve, degli occupanti dei due autoveicoli. In totale a essere coinvolte nel sinistro sono state quattro ragazze, di giovane età, trasportate al pronto soccorso per accertamenti: soltanto una di loro ha riportati traumi di una certa entità, ma non si è in gravi condizioni. Sul posto sono intervenute le ambulanze del 118 e della Croce Verde, i Vigili del Fuoco e la Polizia Stradale per i rilievi del caso.

15/09/2019
Tolentino, scontro tra due auto: in tre al pronto soccorso (FOTO)

Tolentino, scontro tra due auto: in tre al pronto soccorso (FOTO)

Incidente nella serata di oggi, intorno alle 20:30, all'altezza del distributore di metano nei pressi dell'uscita della superstrada a Tolentino Est. Ancora al vaglio degli inquirenti la dinamica del sinistro, anche se probabilmente si tratterebbe di un tamponamento. A scontrarsi due auto, una Opel Corsa e un'Alfa 146. Il bilancio è di tre feriti trasportati al pronto soccorso dell'ospedale di Macerata dai militi della Croce Rossa intervenuti sul posto. Le loro condizioni non dovrebbero essere gravi.  Sul posto anche i Vigili del Fuoco di Tolentino e i carabinieri della locale stazione.

14/09/2019
"Invece che affidarsi agli algoritmi, assumano storici dell’arte": Sgarbi cita Facebook per danni

"Invece che affidarsi agli algoritmi, assumano storici dell’arte": Sgarbi cita Facebook per danni

La richiesta del critico d’arte al noto social network è di un milione di euro di risarcimento per aver oscurato quattro post in cui veniva mostrate delle celebri opere. “Il 7 ottobre ci sarà il primo incontro di mediazione davanti all’avvocato Francesco Governatori al tribunale di Macerata – spiega il legale di Vittorio Sbargi, l’avvocato Giampaolo Cicconi -. Se Facebook non offrirà nulla o comunque declinerà l’udienza già prima di quella data procederemo con la causa civile. Se questo non dovesse accadere invece, Vittorio Sgarbi ha confermato la sua presenza all’incontro di mediazione.” Quattro gli episodi contestati. Il primo fatto risale al giugno del 2015 quando il noto social network oscurò la pagina social del critico d’arte per 24 ore dopo che Sgarbi pubblicò una sua foto al Musée d’Orsay a Parigi davanti al dipinto di Gustave Coubert “L’origine du monde” che ritrae una donna nuda. Due anni dopo, Facebook oscurò il profilo social della Antonio Canova onlus, presieduta da Sgarbi, eliminando due post che mostravano la scultura di “Amore e Psiche”, relativi a due mostre a Gualdo Tadino. L’ultimo episodio riguarda invece la censura di una immagine contenente nudi maschili, quelli di Wilhelm Von Gloeden.” “Invece che affidarsi agli algoritmi, assumano storici dell’arte” aveva commentato Sgarbi lo scorso 31 agosto sulla sua pagina social. “Inaccettabile che social network popolari, danarosi e tecnologicamente avanzati come Facebook ed Instagram non siano riusciti ancora ad oggi a trovare una soluzione per distinguere una immagine porno da un’opera d’arte: per questa ragione, considerato che le censure si ripetono di continuo, ho deciso di promuovere un’azione legale per il danno che questa lacuna arreca al mondo dell’arte e a tutti gli operatori (artisti compresi) che vi lavorano. Sarà quella che in inglese definiscono una class action”. “Il punto - spiega Sgarbi - è proprio l’algoritmo: società stracolme di soldi, come Facebook, non possono affidare il controllo delle inserzioni sull’arte a un algoritmo. L’algoritmo non pensa, esegue. L’algoritmo non possiede conoscenza, ma applica dei blocchi che prescindono da valutazioni di merito. Ecco perché una scultura del Canova viene paragonata al culo di una Valentina Nappi qualsiasi: un orrore estetico. È un oltraggio al nostro patrimonio artistico. Basterebbe assumere giovani storici dell’arte. Facebook farebbe un’opera meritoria, e potrebbe vantarsi di promuovere l’arte invece delle stronzate (per non dire delle bufale) pubblicate ogni giorno da milioni di utenti nulla facenti. Il paradosso dei social network è che bloccano le opere d’arte ma non le notizie false”.  

14/09/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433