Cronaca

Macerata, afferra una donna alle spalle e le infila le mani nei pantaloni: ai domiciliari un 36enne

Macerata, afferra una donna alle spalle e le infila le mani nei pantaloni: ai domiciliari un 36enne

Aggressione sessuale su una ragazza in strada: la polizia lo arresta. Nella mattinata di martedì, personale della squadra mobile della questura di Macerata - con l'ausilio dei colleghi della squadra mobile di Rimini - ha dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico nei confronti di un cittadino straniero di origini peruviane di 36 anni.  IL FATTO - La misura è stata applicata al culmine dell’attività d’indagine svolta a seguito della denuncia sporta qualche giorno fa da una giovane donna italiana. La vittima ha dichiarato agli agenti di aver subito un'aggressione sessuale in viale Carradori fornendo una descrizione dell’autore del fatto.  L'uomo l'avrebbe afferrata alle spalle e le avrebbe infilato le mani nei pantaloni fino ad arrivare alle parti intime. La ragazza ha iniziato a urlare per chiedere aiuto, al che l'aggressore si è fermato ed è scappato.  Immediatamente una pattuglia della squadra mobile si è attivata nelle ricerche, rintracciando il 36enne poco dopo in strada. Si tratta di un cittadino incensurato e regolare sul territorio italiano. Gli esiti dell'indagine e le risultanze condivise dalla locale Procura della Repubblica hanno portato all’esecuzione della misura degli arresti domiciliari per il cittadino peruviano, attualmente domiciliato a Rimini dove lavora, in attesa dell’installazione del "braccialetto elettronico".  

24/07/2024 12:40
Macerata, incidente in moto nella notte: una ragazza di 26 anni finisce a Torrette

Macerata, incidente in moto nella notte: una ragazza di 26 anni finisce a Torrette

Brutto incidente questa notte, intorno alle 2:30, lungo le mura cittadine di Macerata. Una coppia di giovani è stata soccorsa dai sanitari del 118 dopo una caduta in moto, nei pressi dello Sferisterio. Entrambi sono stati sbalzati al suolo e hanno necessitato del tempestivo intervento degli operatori dell'emergenza.  Ad avere la peggio è stata una giovane di 26 anni, trasferita in un primo momento all'ospedale di Macerata e successivamente, dopo una notte di ricovero al nosocomio cittadino, al trauma center regionale di Torrette. Il trasporto è avvenuto tramite eliambulanza questa mattina, intorno alle 9. Ferito in maniera più lieve, invece, il ragazzo che era alla guida del motociclo.   

24/07/2024 12:19
Tolentino, scontro tra due camion in superstrada: traffico in tilt

Tolentino, scontro tra due camion in superstrada: traffico in tilt

Scontro tra due mezzi pesanti: traffico in tilt in superstrada. L'incidente si è verificato intorno alle 10:30 di questa mattina, in prossimità dello svincolo di Tolentino Est.   Per cause in corso di accertamento, due camion si sono urtati sul tratto della SS77 della Val di Chienti dove è presente uno scambio di carreggiata dovuto ai lavori. Ad avere la peggio è stato uno dei due conducenti, trasferito per accertamenti all'ospedale di Macerata. Non si troverebbe, in ogni caso, in condizioni critiche.  A causa del sinistro, sono state inevitabili le ripercussioni alla circolazione: il tratto è stato momentaneamente chiuso al traffico per consentire il completamento delle operazioni di messa in sicurezza. Per i rilievi del caso, e per direzionare la circolazione, sono intervenuti gli agenti della polizia stradale in supporto al personale Anas. Presenti anche i vigili del fuoco. 

24/07/2024 11:30
Macerata, nel garage della nonna nasconde un bazar della droga da mezzo milione di euro: 27enne in manette

Macerata, nel garage della nonna nasconde un bazar della droga da mezzo milione di euro: 27enne in manette

Operazione della Guardia di Finanza, sequestrati oltre 36 chili di droga del valore di circa mezzo milione di euro: un arresto e una denuncia a piede libero. È questo il risultato di un’operazione condotta nella giornata di martedì dai militari del nucleo di polizia economico-finanziaria e del gruppo di Macerata.  IL FATTO - Ad attirare l’attenzione delle Fiamme Gialle sono stati alcuni strani comportamenti tenuti dai conducenti di due autovetture in transito lungo le vie del capoluogo. Raggiunti e fermati, sono stati identificati. Il primo, un 27enne di Macerata, alla guida di una Fiat Idea, il secondo un 31enne anch’esso di Macerata, alla guida di una Fiat Tipo.  Nel corso del controllo e dell’identificazione dell'uomo al volante della Fiat Tipo, i militari hanno rinvenuto all’interno dell’abitacolo un involucro contenente circa 100 grammi di hashish, al che il 31enne ha candidamente dichiarato di aver acquistato lo stupefacente dal ragazzo alla guida della Fiat Idea.  Le attività investigative sono quindi immediatamente proseguite con la perquisizione effettuata a casa del 27enne. Qui i finanzieri hanno trovato e posto sotto sequestro poco più di 35 grammi di stupefacente tra cocaina, marijuana e hashish. Alcuni elementi emersi nel corso dell’attività operativa, però, non hanno del tutto convinto gli investigatori. Il ragazzo, messo alle strette, ha dichiarato di possedere altro stupefacente stoccato in un garage di proprietà della nonna, ma nella sua disponibilità, sempre a Macerata. Nel box è stato rinvenuto un vero e proprio bazar della droga. Lo stupefacente era, in parte, occultato all’interno di un congelatore a pozzetto: 29,9 chili di hashish, 5,7 chili di marijuana, quasi mezzo chilo di cocaina, 300 grammi di ecstasy e 340 sigarette elettroniche, di fabbricazione USA, contenenti olio di cannabis, con un’altissima concentrazione di principio attivo pari all’85%.  Tutto lo stupefacente rinvenuto, per un valore stimato intorno al mezzo milione di euro, è stato sequestrato. Il 27enne è stato arrestato e posto ai domiciliari su disposizione del magistrato di turno, mentre il 31enne è stato denunciato a piede libero. Sono in corso accertamenti finalizzati ad accertare ulteriori profili di responsabilità nonché volti a ricostruire i flussi finanziari sottesi al traffico di sostanze stupefacenti.       

24/07/2024 09:40
Corridonia, cane precipita in un pozzo per 4 metri: a salvarlo sono i vigili del fuoco

Corridonia, cane precipita in un pozzo per 4 metri: a salvarlo sono i vigili del fuoco

Cane precipita in un pozzo profondo circa 4 metri: provvidenziale l'intervento dei vigili del fuoco. Una squadra del Comando di Macerata si è recata nella serata di martedì - intorno alle ore 20:15 - in via Fonte Orsola, nel territorio comunale di Corridonia, per mettere in salvo l'animale, di media taglia, caduto nella cavità.   Gli operatori si sono calati con tecniche S.A.F. (speleo, alpino, fluviali) e dopo aver imbragato l'animale, l’hanno riportato in superficie e lo hanno riconsegnato alle cure del proprietario in buone condizioni.   

24/07/2024 09:10
Porto Recanati, barca a vela resta spiaggiata a Scossicci: un'avaria la causa

Porto Recanati, barca a vela resta spiaggiata a Scossicci: un'avaria la causa

Nel pomeriggio di oggi un natante a vela in navigazione verso il porto di Numana, in seguito ad un'avaria agli organi di governo, si è spiaggiato a sud del fiume Musone, in località Scossicci, nel comune di Porto Recanati.  L'unità, assistita dalla M/V CP 839 della Guardia Costiera di Civitanova Marche e coadiuvata a terra dal personale della dipendente Delegazione di Spiaggia di Porto Recanati, è stata successivamente disincagliata e rimorchiata da privati fino al porto di Numana e messa in sicurezza .

23/07/2024 21:13
Carico di scarpe da 100mila euro rubate nelle Marche: ritrovate a bordo di un camion a Gorizia

Carico di scarpe da 100mila euro rubate nelle Marche: ritrovate a bordo di un camion a Gorizia

Nella notte tra domenica e lunedì un carico di scarpe era stato trafugato in quel di Fermo, al calzaturificio Maliziosa in via dell’Industria. Sono bastate solo 24 ore alla Polizia di Stato per recuperare la merce rubata, intercettata a bordo di un camion nel tratto autostradale di Gorizia, in Friuli-Venezia Giulia. Il bottino contava ben 220 paia di scarpe griffate, per un valore di quasi 100mila euro. Il carico, pronto per la spedizione, era stato sottratto da alcuni ladri che si erano introdotti nel magazzino della fabbrica dopo aver praticato un buco su una parete e messo fuori uso le telecamere di videosorveglianza. A scoprire il furto, nella mattina di lunedì, i dipendenti e i titolari del calzaturificio che avevano subito chiamato il 112. Gli agenti della questura di Fermo, arrivati sul posto, avevano subito avviato le indagini fino al fermo del camion a Gorizia. Sono in corso accertamenti sulle persone che si trovavano nella cabina del mezzo pesante. Intanto dall'azienda arrivano i ringraziamenti alla Questura di Fermo per la celerità con cui sono state condotte le indagini.

23/07/2024 17:00
Civitanova, nell'auto con un coltello proibito e senza assicurazione: 30enne denunciato

Civitanova, nell'auto con un coltello proibito e senza assicurazione: 30enne denunciato

Trenta multe, 120 persone controllate, 80 veicoli ispezionati: sono i numeri dei controlli effettuati nello scorso fine settimana dai carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche sul territorio cittadino e nei comuni limitrofi. Tre automobilisti, trovati al volante in stato di ebbrezza alcolica, sono stati denunciati con conseguente ritiro della patente. Inoltre, un quarantenne del Maceratese è stato trovato in possesso di un modesto quantitativo di cocaina e, per tale motivo, è stato segnalato al prefetto del capoluogo. Un trentenne, di origine straniera, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato all’autorità giudiziaria competente dopo essere stato trovato in possesso di un coltello a serramanico. Non solo, il veicolo su cui viaggiava era sprovvisto di copertura assicurativa ed è stato quindi sequestrato, con relativa contravvenzione a carico del conducente. Infine, i carabinieri di Porto Recanati e Potenza Picena hanno eseguito due ordini di carcerazione nei confronti di due pregiudicati stranieri, entrambi responsabili di reati legati al traffico di sostanze stupefacenti. I due uomini sono stati condotti presso la casa circondariale di Fermo, come disposto dall’autorità giudiziaria.

23/07/2024 16:17
Finti impiegati Inps si fanno accreditare 1.250 euro: tre denunciati

Finti impiegati Inps si fanno accreditare 1.250 euro: tre denunciati

Si fingono impiegati Inps, forniscono istruzioni per attingere a fondi statali mai esistiti, e si fanno accreditare dalla parte offesa un totale di 1.250 euro. È accaduto nei giorni scorsi nella zona di Pedaso dove in carabinieri sono poi riusciti a identificare e denunciare per truffa due pregiudicati pescaresi di 21 e 44 anni e un 37enne napoletano, anche lui pregiudicato. Sempre nel Fermano, a Montegiorgio, invece, i militari hanno denunciato un 49 enne pregiudicato di Napoli. L'individuazione e la denuncia 49enne è stata possibile grazie alle indagini avviate a seguito della querela presentata da un residente. Il denunciato, come emerso dalle prove raccolte tra cui l'analisi dei tabulati telefonici e della documentazione bancaria, ha finto di vendere una bicicletta elettrica tramite un'inserzione online e si è fatto accreditare un bonifico di 640 euro per le vendita bluff su una carta a lui intestata.   

23/07/2024 12:16
Tremendo frontale tra due auto: un morto e due feriti

Tremendo frontale tra due auto: un morto e due feriti

È di un morto e due feriti il bilancio di un incidente stradale avvenuto verso mezzanotte e mezza lungo la strada della zona industriale che collega Monsampolo del Tronto a Monteprandone (Ascoli Piceno). La vittima è un 37enne di origine nordafricana, residente nella zona, che era alla guida di una Fiat Punto: la vettura, per motivi e secondo una dinamica al vaglio dei carabinieri di San Benedetto del Tronto, è andata a sbattere frontalmente contro un'altra auto, una Bmw, con a bordo due giovani, residenti fuori regione. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 che nulla hanno potuto per salvare la vita al 37enne, deceduto sul colpo. I due feriti, un ragazzo di 28 anni e una ragazza di 17, sono stati ricoverati all'ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto in condizioni comunque non gravi. Presenti sul luogo dell'incidente anche i vigili del fuoco del distaccamento di San Benedetto.

23/07/2024 10:15
Porto Recanati, un fulmine colpisce i contatori del metano: intero condominio evacuato

Porto Recanati, un fulmine colpisce i contatori del metano: intero condominio evacuato

I Vigili del Fuoco di Macerata e Civitanova Marche sono intervenuti intorno alle 13:00  in via dei Pini a Porto Recanati, per delle fiamme causate da una perdita gas ed innescate da un fulmine che si è abbattuto sui contatori del metano di un condominio (riguardo il mal tempo, cinque sono stati gli interventi nella provincia di Macerata per alberi e rami caduti). I pompieri hanno provveduto a spegnere le fiamme e ad arrestare la perdita di metano fino all'arrivo sul posto del tecnico competente. Per la durata delle operazioni è stato fatto evacuare l'intero condominio dai carabinieri e dalla polizia locale di Porto Recanati, prima dell'arrivo degli operatori VF.

22/07/2024 17:23
Dramma a Visso, malore fatale in strada: Emilio Cappa muore a 65 anni

Dramma a Visso, malore fatale in strada: Emilio Cappa muore a 65 anni

Accusa un malore fatale in strada: muore a 65 anni Emilio Cappa. Il tragico fatto è avvenuto, nella mattinata di oggi, intorno alle 12:30, nei pressi del cimitero della frazione di Villa Sant'Antonio.  In base a una prima ricostruzione, l'uomo si trovava nella zona dove è presente il box in cui custodiva i propri cani, quando ha avuto un malore e si è accasciato a terra. I passanti, subito accortisi del fatto, hanno chiamato i soccorsi.  Lanciato l'allarme, sono giunti sul posto i mezzi di soccorso del 118. I sanitari hanno cercato in tutti i modi di salvargli la vita, ma ogni tentativo di rianimazione si è rivelato vano: il cuore del 65enne ha smesso di battere. Una notizia che ha gettato in stato di choc l'intera comunità, Emilio era molto conosciuto per la sua attività di venditore ambulante di pesce fritto. I funerali si svolgeranno mercoledì 24 luglio alle ore 16:30, presso la chiesa parrocchiale di Visso. 

22/07/2024 15:55
Incendi in serie a Monte San Giusto: scoperto e denunciato il piromane, è un 30enne

Incendi in serie a Monte San Giusto: scoperto e denunciato il piromane, è un 30enne

Incendi dolosi a Monte San Giusto, individuato e denunciato il piromane: si tratta di un trentenne del luogo, gravato da piccoli precedenti. I carabinieri della Compagnia di Macerata hanno finalmente posto fine al fenomeno che si protrae da due mesi, ed ha causato non pochi pericoli e preoccupazione fra gli abitanti. I fatti hanno avuto inizio con l’incendio sviluppatosi, l’11 giugno scorso, nell’androne di un palazzo sito in pieno centro. Le fiamme non hanno, per fortuna, causato danni fisici alle persone e le cause, in assenza di inneschi, sono state attribuite ad un possibile malfunzionamento dei contatori dell’energia elettrica. Un secondo incendio si è, invece, sviluppato la notte del 21 giugno, all’interno di un’abitazione disabitata sita in via Macerata. In questo caso il rogo non ha potuto lasciare dubbi sulla natura dolosa delle fiamme, sebbene, anche in questa occasione, non siano stati rilevati inneschi.  Il sospetto sulla possibilità che tutto fosse opera di un piromane è divenuto certezza quando, durante la notte del 10 luglio scorso, in un lasso di tempo molto breve, i vigili del fuoco e le pattuglie dei carabinieri della stazione di Monte San Giusto e del nucleo radiomobile di Macerata sono intervenuti per tre incendi sviluppatisi in tre diverse vie del centro. Nel primo caso era stato incendiato un cassonetto dell’immondizia le cui fiamme avevano lambito e provocato danni alla facciata dell’edificio che si trovava nelle vicinanze; il secondo incendio ha interessato il motore di alimentazione della cella frigorifera, messa fuori uso, di un negozio di frutta e verdura mentre l’ultimo, per quel giorno, aveva interessato nuovamente un bidone della spazzatura posto all’esterno della filiale della Banca Intesa.  La  certosina visione dei numerosi filmati acquisiti dalla telecamere di videosorveglianza ha consentito ai carabinieri di rilevare la puntuale presenza, nei luoghi dove si sono sviluppati gli ultimi tre focolai, di un giovane del luogo, nei cui confronti sono stati immediatamente indirizzati tutti gli sforzi investigativi. Nel frattempo la tranquillità cittadina è stata nuovamente scossa da un ennesimo incendio, questa volta, nelle prime ore del mattino del 16 luglio. Ad essere data alle fiamme è stata una porzione di parco pubblico - dal prato particolarmente arido a causa delle temperature climatiche - e subito dopo è stato incendiato un raccoglitore di indumenti usati. Per nulla pago, il mattino successivo il piromane ha deciso di "alzare l'asticella" puntando un distributore di carburanti, non attivo dallo scorso mese di novembre, presso il quale sono stati dati alle fiamme un tombino di raccolta dei cavi elettrici e una bandierina pubblicitaria. Il cerchio, ormai, si è chiuso e i diversi indizi raccolti dai carabinieri hanno portato alla denuncia del trentenne sangiustese, gravato da piccoli precedenti, consentendo alla Procura della Repubblica di Macerata, di emettere nei suoi confronti un decreto di perquisizione finalizzato ad acquisire ulteriori elementi di prova.  Il pomeriggio di venerdì 19 luglio i militari si sono presentati a casa del piromane, dove sono stati rinvenuti e sequestrati alcuni oggetti pertinenti al reato. Una volta condotto in caserma e messo di fronte alle contestazioni che gli sono state mosse, l'uomo è stato interrogato dagli inquirenti ed ha pienamente ammesso le proprie responsabilità, dichiarando di aver agito a causa delle sue precarie condizioni psicofisiche.  Gli incendi, che hanno causato notevoli disagi alla comunità, non hanno per fortuna provocato feriti, ma hanno creato allarme tra i residenti e danni economici piuttosto importanti.  Il 30enne di Monte San Giusto, oltre alle responsabilità penali di cui dovrà dar conto, sarà chiamato a rispondere anche dei danni economici causati con la sua irresponsabile condotta.

22/07/2024 15:00
Jet perde contatto radio: "scramble" per due caccia militari inviati su Foligno

Jet perde contatto radio: "scramble" per due caccia militari inviati su Foligno

Pomeriggio movimentato ieri nei cieli umbro-marchigiani dove moltissime persone hanno visto volteggiare dei caccia militari per molto tempo pensando a un'esercitazione. Tutto nasce da un volo, un piccolo jet da sette posti proveniente dall'Ungheria e diretto a Foligno, in umbria che all'improvviso ha perso il contatto radio con il controllo a terra Dopo infruttuosi tentativi di contatto con l'aereo, è scattata la procedura di emergenza per la difesa nazionale con un ordine di decollo immediato, in gergo "scramble", per due caccia militari Eurofighter F-2000 della base di Grosseto dell'11° Gruppo Difesa Aerea Missilistica Integrata (Dami) di Poggio Renatico disposto dal Combined Air Operation Centre (CAOC) di Torrejon (Spagna), struttura Nato preposta la controllo aereo.  I militari hanno raggiunto velocemente il velivolo, affiancandolo ed accertandosi che non fossero in corso emergenze né che vi fosse qualche pericolo per la sicurezza nazionale. Come da protocollo, hanno quindi scortato l'aereo sino all'aereoporto di Foligno, rimanendo in zona sino a che il piccolo aereomobile non è stato raggiunto dal personale di terra. Il piccolo Jet, con tre persone a bordo, è regolarmente atterrato alle 15 e successivamente, terminata l'emergenza i due caccia sono rientrati alla base militare di Grosseto

22/07/2024 10:35
Grave incidente tra Urbisaglia e Colmurano: 59enne in condizioni critiche

Grave incidente tra Urbisaglia e Colmurano: 59enne in condizioni critiche

Nel tardo pomeriggio di oggi, intorno alle 18:00, si è verificato un grave incidente stradale tra due automobili sulla salita che collega Urbisaglia a Colmurano. Un uomo, 59enne, è rimasto gravemente ferito nell’impatto. I vigili del fuoco sono intervenuti prontamente per estrarre l’uomo dal veicolo, trovandolo in condizioni critiche. Sul posto è giunta l'eliambulanza che ha trasportato il ferito all’ospedale di Torrette con codice rosso. Le autorità stanno indagando sulle cause dell’incidente

21/07/2024 19:21
Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.