Cronaca

Macerata, si apre una voragine di due metri sotto Piazza Lauro Rossi

Macerata, si apre una voragine di due metri sotto Piazza Lauro Rossi

Si apre una voragine in pieno centro storico a Macerata. Ad allertare la polizia municipale è stato Francesco Girardi della Gf Costruzioni nella mattinata di ieri, che aveva notato un sanpietrino mancante in prossimità di Piazza Lauro Rossi.  All’arrivo dei vigili sul luogo, è stata accertata la profondità della voragine ad oltre due metri, con il terreno sottostante ai sanpietrini sprofondato a seguito di una perdita d’acqua.  “Oltre alla tubatura dell’acqua rotta – commenta un tecnico APM presente al cantiere – a causare lo sprofondamento sono state anche le cattive condizioni delle volte che, usurate dal tempo, hanno ceduto”. Si è dunque proceduto con i lavori di allargamento di consolidamento, riassestando il terreno sottostante ai sanpietrini per chiudere la voragine. Il termine delle operazioni è previsto per stasera.  

03/12/2022 09:25
Tafferugli dopo Vigor Senigallia-Tolentino: identificati e denunciati sei tifosi

Tafferugli dopo Vigor Senigallia-Tolentino: identificati e denunciati sei tifosi

Sono sei i tifosi denunciati per i tafferugli avvenuti al termine della partita di serie D tra Vigor Senigallia e Tolentino, disputatasi lo scorso 9 ottobre a Senigallia Sei tifosi, per lo più di giovane età, considerati a vario titolo responsabili della situazione che si è creata fuori dallo stadio "Bianchelli", quando si è sfiorata la rissa tra le due tifoserie. Quella valida per la sesta giornata di campionato di serie D girone F era una domenica di calcio trascorsa senza problemi sia in campo che fuori, fino al termine dell'incontro: i tafferugli si sono registrati alla fine del match quando un gruppo di tifosi senigalliesi ha tentato di raggiungere il pullman che avrebbe riportato i supporter ospiti a Tolentino dopo la sconfitta subita in campo per 2-1.  Questi sono scesi dal mezzo con fare aggressivo e minaccioso - qualcuno anche con il volto coperto o tenendo in mano le cinte sfilate dai pantaloni - cercando lo scontro fisico. Le due tifoserie sono state tenute separate dall'intervento di polizia, carabinieri e polizia Locale impegnati a svolgere il servizio di ordine pubblico. Una situazione di pericolo e tensione che si è allentata dopo pochi minuti: le forze dell'ordine hanno fatto allontanare il mezzo della tifoseria ospite, mentre gli altri se ne sono andati. A seguito degli accertamenti, sono emerse le responsabilità di chi ha partecipato a quell'episodio che si è risolto senza risse né contatti: sei sono stati denunciati per i reati di travisamento, porto di oggetti atti ad offendere (le cinture), minacce e violenza privata. Nei loro confronti potrebbe anche essere emesso il Daspo sportivo, un divieto cioè di accesso ai luoghi dove si svolgono competizioni sportive: il provvedimento è al vaglio del Questore di Ancona.

02/12/2022 17:54
Macerata e Porto Recanati, la polizia passa al setaccio le aree a rischio: identificate 171 persone

Macerata e Porto Recanati, la polizia passa al setaccio le aree a rischio: identificate 171 persone

Controlli all'Hotel House di Porto Recanati e a Macerata: identificate complessivamente 171 persone e ispezionati 71 autoveicoli. A disporli, nelle giornate del 30 novembre e del primo e due dicembre, è stato il questore della provincia di Macerata Vincenzo Trombadore, in seguito alle tematiche approfondite nel comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura.   Nell'ambito dell'attività è stato impiegato il personale della questura di Macerata, tra cui poliziotti dell’ufficio immigrazione, congiuntamente al personale del reparto prevenzione crimine di Perugia e dell’unità cinofila antidroga della questura di Ancona.  I controlli sono stati effettuati nelle aree più a rischio, caratterizzate da fenomeni di illiceità e degrado urbano. In particolare, sono stati passati al setaccio parchi pubblici, istituti scolastici, terminal bus e stazioni ferroviarie. Nel corso dei controlli effettuati a Porto Recanati, l’attività è stata estesa anche all’Hotel House dove sono state controllate alcune decine di persone.  Nell’ambito dei servizi sono state inoltre elevate 4 contravvenzioni per violazioni a norme del Codice della Strada con conseguente sequestro amministrativo di un’auto e il ritiro di una patente di guida e due carte di circolazione.  

02/12/2022 15:50
Paura a Macerata, camino al bioetanolo va a fuoco in una villa: una donna soccorsa in eliambulanza

Paura a Macerata, camino al bioetanolo va a fuoco in una villa: una donna soccorsa in eliambulanza

Camino al bioetanolo si incendia: una donna trasferita a Torrette con l'eliambulanza. Le fiamme sono divampate nella tarda mattinata di oggi, poco prima delle 14, nella dimora storica dei Conti degli Azzoni sita in contrada Cimarella, a Villa Potenza di Macerata. In base a una prima ricostruzione, il camino sarebbe andato a fuoco mentre la donna, una 38enne che lavorava come cuoca all'interno dell'edificio, era intenta a rifornire lo stesso. Nel ritorno di fiamma conseguente è rimasta ustionata a una mano, all'avambraccio destro e a una gamba. Bruciata anche una poltrona.  Sul posto sono subito intervenuti i vigli del fuoco di Macerata per spegnere l’incendio e mettere in sicurezza l’immobile. I sanitari del 118 presenti, constatate le condizioni della donna, hanno allertato l'eliambulanza. L'elicottero del soccorso, atterrato nei pressi della villa, ha poi trasferito la 38enne in codice rosso all'ospedale dorico di Torrette. In base alle informazioni, la donna non si troverebbe, comunque, in pericolo di vita. 

02/12/2022 14:33
Montecassiano, lavoratori in nero e senza permesso di soggiorno: denunciato titolare ditta e maxi multe

Montecassiano, lavoratori in nero e senza permesso di soggiorno: denunciato titolare ditta e maxi multe

Controlli in una ditta di lavorazione per capi di abbigliamento a Montecassiano, denunciato il titolare, al momento irreperibile: all’interno trovati al lavoro extracomunitari sprovvisti del permesso di soggiorno e dieci operai non assunti intenti a svolgere l’attività lavorativa. Riscontrate l’assenza della documentazione sulla sicurezza, precarie condizioni igienico-sanitarie dei luoghi di lavoro e gravi violazioni in materia di sicurezza e tutela dei lavoratori. Contestate sanzioni amministrative per un totale di 50.500 euro e ammende pari a 60.840 euro. Il personale dell’Ufficio Immigrazione della questura di Macerata e del Nucleo ispettorato del lavoro del Comando carabinieri per la Tutela del Lavoro di Macerata hanno controllato le ditte mercoledì scorso in seguito alle numerose istruttorie di rinnovo dei permessi di soggiorno pervenute all’Ufficio Immigrazione da cittadini cinesi provenienti da altre province e assunti dalla ditta di Montecassiano.  Quest’ultima avrebbe dovuto avere nella disponibilità due unità lavorative che all’atto del controllo sono risultate intestate ad altri titolari di ditte non rilevate dalle comunicazioni di assunzione. All’esito dei controlli, sono stati riscontrati l’assenza della documentazione inerente la sicurezza e precarie condizioni igienico-sanitarie dei luoghi di lavoro, gravi violazioni in materia di sicurezza e tutela dei lavoratori, nonché manodopera irregolarmente impiegata e priva di tutele, oltre alla presenza di cittadini extracomunitari sprovvisti di permesso di soggiorno. All’interno dei locali sono stati identificati in totale 29 cittadini cinesi, di cui 10 non assunti intenti a svolgere l’attività lavorativa. Considerate le gravi violazioni accertate e la pericolosità dei luoghi di lavoro, in accordo con la Procura, sono scattati il sequestro preventivo di tre unità operative, per un valore commerciale complessivo di circa 300mila euro e la sospensione dell’attività imprenditoriale per sanzioni amministrative per un totale di 50.500 euro e ammende pari a 60.840 euro. Inoltre, è stato emesso un provvedimento di espulsione nei confronti di una cittadina cinese irregolare sul territorio e sprovvista di un permesso di soggiorno valido, denunciata per ingresso irregolare nel territorio dello Stato. Il titolare dell’impresa individuale, al momento irreperibile, sarà deferito per impiego di cittadini extracomunitari sprovvisti del permesso di soggiorno.

02/12/2022 09:00
Corridonia, pauroso frontale lungo la provinciale: interviene l'eliambulanza

Corridonia, pauroso frontale lungo la provinciale: interviene l'eliambulanza

Scontro tra due auto: due feriti. È il bilancio di un incidente avvenuto intorno alle 21 in contrada Sarrocciano, lungo la provinciale 485 nel territorio comunale di Corridonia I mezzi - una Fiat Panda e un a Fiat Punto - si sono scontrati frontalmente, molto violento l’impatto. La squadra dei vigili del fuoco di Macerata ha provveduto a estrarre uno degli occupanti dei mezzi dall’abitacolo utilizzando dell’attrezzatura specifica e, successivamente, a mettere in sicurezza l’area dell’intervento. Due i feriti, per uno di essi è stato necessario l’intervento dell’eliambulanza che lo ha trasportato all’ospedale di Torrette. L’altro conducente è stato, invece, trasferito al nosocomio di Macerata. Per i rilievi di rito sono intervenuti i carabinieri di zona.

01/12/2022 23:11
Treia, uomo di 47 anni trovato senza vita nella roulotte dove viveva: era morto da giorni

Treia, uomo di 47 anni trovato senza vita nella roulotte dove viveva: era morto da giorni

Uomo di 47 anni trovato morto nella roulotte dove viveva dopo il sisma. Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di oggi in un luogo isolato nelle campagne di Treia. La vittima è il 47enne Marco Stacchio: in base allo stato di decomposizione del corpo, l’uomo era deceduto da giorni Il 47enne – che aveva scelto da tempo di vivere una vita solitaria e lontano dal centro abitato – è stato ritrovato morto, intorno alle15, dalla polizia locale e dal 118. Stacchio abitava, per sua scelta, in una roulotte sistemata vicino alla casa dove viveva precedentemente (danneggiata dal terremoto del 2016) datagli in comodato d’uso da un conoscente. Ed è lì che hanno trovato il suo corpo ormai in avanzato stato di decomposizione. Il magistrato di turno della Procura di Macerata ha disposto un’autopsia per stabilire l’esatta causa del decesso.    

01/12/2022 22:03
Il Gps gli fa sbagliare strada: camionista danneggia delle auto durante la manovra e fugge

Il Gps gli fa sbagliare strada: camionista danneggia delle auto durante la manovra e fugge

Danneggia auto in sosta, il cancello e le mura di un immobile nella frazione Nebbiano a Fabriano e fugge. Viene rintracciato dagli agenti della Polizia Locale. Il responsabile è un camionista di 29 anni, dipendente di un'azienda umbra, che - seguendo le indicazioni sbagliate del Gps - ha provocato i danni, facendo manovra con il suo mezzo pesante. Ha evitato la denuncia e la contravvenzione perché il suo datore di lavoro ha attivato la propria assicurazione per il risarcimento dei danni. Gli agenti hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza che due dei proprietari dell'edificio avevano installato. Dalla visione dei filmati si è appurato che l'autore dei vari danni è un conducente di un mezzo pesante, marca Mercedes, che probabilmente, dopo aver sbagliato strada, nell'effettuare manovre di retromarcia per tornare indietro, è andato a collidere contro mezzi e immobili, danneggiandoli. Una volta individuato il mezzo, letto la targa, è stato contattato il titolare dell'azienda umbra al quale il mezzo risultava intestato. Il camionista, di origini africane e residente a Perugia, è stato rintracciato: agli agenti ha dichiarato di aver sbagliato strada e si è scusato. A conferma della sua versione, l'analisi del Gps con le indicazioni, sbagliate, seguite dal conducente.   (Fonte Ansa) 

01/12/2022 19:30
Matelica, controlli antidroga nelle scuole con le unità cinofile: segnalato uno studente

Matelica, controlli antidroga nelle scuole con le unità cinofile: segnalato uno studente

Operazione "Scuole sicure": i carabinieri della compagnia di Camerino, unitamente al nucleo cinofili di Pesaro, hanno effettuato dei controlli nei pressi degli istituti scolastici superiori di Matelica. Le verifiche sono state eseguite all’esterno e all'interno dei plessi, lungo i corridoi, nei bagni e nelle aule frequentate dagli studenti, nel corso delle quali sono stati identificati e controllati diversi studenti. La ricerca ha portato alla segnalazione per uso personale di un giovane trovato in possesso di una modica quantità di hashish.    

01/12/2022 15:30
Macerata, minacce e scenate di gelosia: avvocato condannato per stalking nei confronti della ex

Macerata, minacce e scenate di gelosia: avvocato condannato per stalking nei confronti della ex

Un anno e 4 mesi di reclusione, questa la pena comminata per il reato di stalking a un avvocato di Macerata, riconosciuto colpevole di aver minacciato e picchiato la ex compagna, un medico che, dopo aver sopportato le vessazioni  per un lungo periodo, temendo per la sua incolumità e per quella dei suoi congiunti, ha deciso di denunciarlo. I fatti risalgono al periodo intercorso tra il 2012 e il 2015: scenate folli di gelosia, continue chiamate e videochiamate per esercitare un assiduo controllo su di lei, pedinamenti, botte, sia durante che dopo la fine della loro relazione. Il legale ha sempre difeso con forza la sua posizione negando fermamente le accuse mosse contro di lui:  è stato invece prosciolto,  per intervenuta prescrizione, dalle accuse di lesioni e violenza privata. Verosimilmente l'avvocato ricorrerà in appello contro la sentenza di primo grado del tribunale di Macerata.  

01/12/2022 15:00
Macerata, auto impedisce manovra al bus: traffico paralizzato e lunghe code (FOTO)

Macerata, auto impedisce manovra al bus: traffico paralizzato e lunghe code (FOTO)

Un suv T-Roc posteggia fuori dagli appositi spazi e non permette la manovra ad un autobus della Apm che da viale Piave deve immettersi in via San Giovanni Bosco: traffico bloccato per oltre mezz'ora. È quanto avvenuto attorno alle 12:30 di questa mattina, a Macerata. La situazione, soltanto da pochi minuti, è tornata alla normalità dopo la conducente del mezzo, ignara delle problematiche causate, ha fatto ritorno al proprio veicolo, posteggiato al di fuori delle strisce in prossimità della farmacia Petracci.   La circolazione lungo il viale è rimasta completamente paralizzato per circa 40 minuti con la formazione di code ed inevitabili disagi. Dopo aver rimesso in moto il proprio mezzo, la donna è stata bloccata dagli agenti della polizia locale che provvederanno a comminare alla donna le sanzioni del caso.    

01/12/2022 13:10
Deve scontare 7 anni di carcere, ma scappa in Albania e si sposa: fermato dalla polizia

Deve scontare 7 anni di carcere, ma scappa in Albania e si sposa: fermato dalla polizia

I poliziotti della squadra mobile di Ancona hanno fermato e arrestato, presso lo scalo aereo di Orio al Serio (Bergamo), un 45enne albanese, pluripregiudicato, ricercato perché deve scontare una pena definitiva di anni 7 di carcere e 30mila euro di multa per l'accusa di traffico di eroina e marijuana. I reati riguardano il periodo dei primi anni duemila, tra le Marche e altre regioni del Centro Nord, in particolare Lombardia: l'uomo avrebbe fatto parte di uno strutturato sodalizio criminale dedito al traffico di droga e a simulazione furti d'auto per truffare assicurazioni. Grazie alle attività info investigative della sezione catturandi della questura di Ancona, coordinate dal Procuratore Monica Garulli, il ricercato è stato rintracciato in Albania, dove si era recato, beneficiando di un periodo di libertà non soggetta a vincoli. Una volta giunto in patria, sfruttando norme albanesi, aveva provveduto a rinnovare i documenti di identità validi anche per l'estero, con generalità in parte modificate per sottrarsi alla cattura. Il 45enne ha anche contratto matrimonio in attesa del rientro illecito in Italia. La sinergia tra diverse articolazioni della polizia di Stato, servizio centrale operativo, la cooperazione internazionale di polizia, polizia dorica, coordinate dalla Procura, ha consentito il rintraccio e la cattura del ricercato ora in carcere a Bergamo.

01/12/2022 10:50
Lutto a Macerata: si spegne a 84 anni Franco Prato, uno dei personaggi simbolo della città

Lutto a Macerata: si spegne a 84 anni Franco Prato, uno dei personaggi simbolo della città

Il Cavaliere Franco Prato, personaggio poliedrico e pietra miliare della città di Macerata, si è spento oggi a 84 anni. Classe 1938, è stato un valente vigile del fuoco negli anni Settanta senza mai abbandonare la sua vocazione artistica. Il suo l'ingegno lo portò a creare un museo permanente chiamato "Parco della Fantasia", sorto su un terreno alle porte di macerata. Il suo intento era di ripercorrere artisticamente ed attraverso testimonianze la storia della sua città dal 1850 ad oggi (qui un nostro servizio "Il Parco della Memoria").  Una realtà molte volte osteggiata dalla cittadinanza, forse non abituata a vedere l'arte al di fuori dei canonici musei. Nel suo Parco svettava una 500 gialla, simbolo del cambiamento, di un'Italia che iniziava a muoversi autonomamente, una 500 adibita alle competizioni sportive, simboleggiando che anche i piccoli possono giocare sfide con i piu potenti. Poi mille altre opere, alcuni semplici reperti di una vita ormai passata, altri invece oggetti rinnovati, plasmati dalla mano dell'artista per divenire forma nuova con una memoria da tramandare. Proprio per questo era soprannominato "il tramandatore", un nomignolo che teneva molto a cuore. Una passione, quella per l'arte, che andava di pari passo con la passione per le due ruote tanto da spingerlo negli anni 70 a fondare l"HR motoclub", un'associazione motociclistica che diede negli anni grande rilevanza a Macerata, creando il "Motor Show", una manifestazione di rilevanza nazionale che richiamava pubblico e costruttori da tutta italia Nel 1993, su richiesta della Presidenza del Consiglio dei Ministri, era stato nominato "Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana" proprio per le sue innumerevoli virtù. Nel recente passato era stato vittima di spiacevoli episodi nati proprio dalla sua viscerale passione per l'arte e per i motori, tanto da vederlo vittima di aggressioni da cui è sempre uscito malconcio ma mai biasimevole. Era difficile non notarlo in città dove girava con i suoi veicoli che rispecchiavano la sua anima artistica ed eclettica, arricchiti di vistose personalizzazioni Ci lascia oggi, senza clamore, ma continuando a farsi notare nelle opere e nelle pagine della storia della città di Macerata. La redazione di Picchio News si unisce al cordoglio della famiglia porgendo le piu sentite condoglianze.   

01/12/2022 10:30
Pollenza, auto si ribalta: donna estratta dall'abitacolo e trasferita d'urgenza a Torrette

Pollenza, auto si ribalta: donna estratta dall'abitacolo e trasferita d'urgenza a Torrette

Auto si ribalta in mezzo alla carreggiata: la conducente soccorsa dal 118 e trasferita all'ospedale Torrette. L'incidente è avvenuto questa sera, poco dopo le 19:40, lungo la strada provinciale Rotelli che collega Pollenza a Macerata. Ancora da chiarire la dinamica esatta di quanto avvenuto, al vaglio delle forze dell'ordine.  Sul posto è intervenuta una squadra dei vigili del fuoco di Macerata che ha provveduto ad estrarre dall'abitacolo la donna che era alla guida, affidandola alle cure del personale del 118. La conducente, infatti, era rimasta bloccata all'interno del mezzo (una Fiat Punto), ribaltatosi sulla carreggiata.  I sanitari hanno trattato la paziente in loco, per poi trasferirla d'urgenza in ambulanza all'ospedale Torrette di Ancona. Successivamente i vigili del fuoco si sono occupati della messa in sicurezza del veicolo coinvolto nell'incidente. Nessun altro mezzo è stato coinvolto nel sinistro. 

30/11/2022 22:10
Tir schiaccia ambulanza, fissati i funerali dell'autista 28enne Simone Sartini

Tir schiaccia ambulanza, fissati i funerali dell'autista 28enne Simone Sartini

Domani l'ultimo saluto a Simone Sartini, 28 anni, autista soccorritore della Croce Rossa di Senigallia morto nell'incidente di lunedì mattina, a Chiaravalle. Il giovane è rimasto schiacciato a bordo dell'ambulanza che guidava, da un tir condotto da un romeno di 30 anni (rimasto illeso) e che ha perso aderenza in curva inclinandosi su un lato. Il mezzo pesante si trovava in salita sulla rampa che dall'uscita del casello autostradale di Ancona Nord porta a imboccare la superstrada 76. Il funerale del 28enne si terrà alle 14:30, nella chiesa di San Giuseppe Lavoratore, a Cesanella di Senigallia. "Non fiori ma opere di bene" è stata l'indicazione dei familiari a quanti vorranno partecipare alla cerimonia. La camera ardente è aperta dal pomeriggio di oggi, all'obitorio dell'ospedale di Torrette di Ancona, a partire dalle ore 15. Simone lascia la mamma Floriana, il padre Giampiero e la sorella Chiara. Gli amici e i colleghi soccorritori stanno pensando di partecipare al funerale in divisa se questo farà piacere alla famiglia.

30/11/2022 19:40
Macerata, moltiplicati i posti di blocco nelle ultime 48 ore: scattano tre denunce

Macerata, moltiplicati i posti di blocco nelle ultime 48 ore: scattano tre denunce

Alla guida con un tasso alcolico superiore ai limiti consentiti per legge: denunciate tre persone per guida in stato di ebbrezza alcolica. È l’esito dei controlli effettuati dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Macerata. Nelle ultime 48 ore sono stati disposti numerosi posti di blocco, in vari punti della città, con l’ausilio di altri comandi delle stazioni dipendenti.  Il bilancio complessivo è stato di tre persone denunciate alla Procura della Repubblica di Macerata per guida in stato di ebrezza alcolica, in quanto trovati al volante con un tasso alcolemico superiore a 0.80. Per gli automobilisti è scattato anche il ritiro delle patenti di guida e il sequestro delle rispettive vetture. I controlli saranno intensificati e proseguiranno per tutto il mese di dicembre   

30/11/2022 17:40
Comprano pellet scontato dopo annuncio sui social, ma è una truffa: tre denunciati

Comprano pellet scontato dopo annuncio sui social, ma è una truffa: tre denunciati

Facendo leva sul bisogno di riscaldarsi, ma anche di risparmiare su bollette e carburanti per il caro energia, è stata commessa una truffa online ai danni di tre fabrianesi. Il commissariato di polizia di Fabriano ha ribattezzato l'operazione "Pellet amaro": le vittime si sono imbattute in un annuncio online per bancali di pellet a prezzi scontati in una pagina pubblicata su un social network, con molte recensioni positive poi risultate false; pensando di fare un affare, hanno sborsato in totale 1.500 euro senza però ricevere quanto acquistato I truffati si sono rivolti agli agenti del commissariato di pubblica sicurezza cittadino che, seguendo il flusso delle transazioni economiche, sono riusciti a risalire agli autori delle vendite fantasma che materialmente hanno incassato e fatto scomparire i soldi dei fabrianesi: si tratta di tre cittadini italiani, residenti tra le province di Napoli e Caserta, di età compresa tra i 29 e i 49 anni, che sono stati denunciati all'autorità giudiziaria per il reato di truffa. In tutti e tre i casi i poliziotti hanno potuto riscontrare lo stesso modus operandi: dopo il primo contatto telefonico, l'acquirente veniva contattato, per il pagamento, tramite WhatsApp, veniva fornito un codice iban e si richiedeva, per procedere alla spedizione, copia del bonifico per l'avvenuto pagamento. Uno dei truffati, che non aveva ricevuto la merce, ha provato inutilmente a telefonare al fornitore e a ricollegarsi alla stessa pagina social. Si è accorto poi che anche altri clienti non avevano ricevuto il pellet e lo segnalavano commentando sul social. Nel frattempo, come riscontrato da altre due vittime, la pagina online è sparita.

30/11/2022 16:44
Porto Recanati, trovato morto in casa dal padre: sgomento per la scomparsa di Federico Quintabà

Porto Recanati, trovato morto in casa dal padre: sgomento per la scomparsa di Federico Quintabà

Trovato morto in casa dal padre. Dramma ieri mattina (29 novembre) in un'abitazione sita Scossici di Porto Recanati, dove il 28enne Federico Quintabà è stato trovato riverso a terra dal genitore, vicino al letto della propria camera. Per gli operatori del 118 non c'è stato nulla da fare. I sanitari accorsi sul posto hanno tentato in ogni modo di rianimare il 28enne, senza però riuscirci. Federico era originario di Osimo Stazione, nell’Anconetano, ma da qualche tempo si era trasferito nella cittadina rivierasca. In base ai primi accertamenti medici, la morte sarebbe sopraggiunta per cause naturali, tuttavia il padre ha richiesto l’autopsia per accertarne l’esatta causa, considerando che il giovane  aveva avuto anche patologie pregresse. I funerali del 28enne si terranno il prossimo venerdì, alle ore 11, nella chiesa Regina Pacis di Osimo Stazione. Federico Quintabà, oltre al padre Franco, lascia anche una sorella, Debora.

30/11/2022 12:03
Incidente mortale svincolo A14, autista del tir indagato per omicidio stradale

Incidente mortale svincolo A14, autista del tir indagato per omicidio stradale

La pm di Ancona Valeria Cigliola ha iscritto nel registro degli indagati il conducente del tir, un 30enne, che due giorni fa, nello svincolo tra il casello di Ancona Nord dell'A14 e la SS76 a Falconara Marittima si è ribaltato, schiacciando un'ambulanza, dove sono morti l'autista e il paziente trasportato, e un'automobile, il cui guidatore si è salvato (leggi qui). Questa mattina sarà eseguita, all'ospedale di Torrette, una ispezione esterna sulle due salme. Intanto sono concentrate sul posizionamento del carico all'interno del tir che si è ribaltato.  Il rimorchio del mezzo pesante, guidato da un romeno di 30 anni (rimasto illeso), ha perso aderenza in curva, mentre si trovava in salita sulla rampa che dall'uscita del casello autostradale di Ancona Nord porta a prendere la superstrada 76, finendo poi per schiacciare l'ambulanza della Croce Rossa di Senigallia in transito e un suv Bmw che si trovava dietro il mezzo sanitario.  Nell'incidente sono deceduti l'autista soccorritore, Simone Sartini, 28 anni, senigalliese, e il paziente, Cosimo Maddalo, 81 anni, di Senigallia, ma originario della provincia di Brindisi. Dentro il camion c'erano 25 tonnellate di balle di fieno, che in curva si sarebbero spostate fino a pregiudicare l'equilibrio del mezzo stesso. Il tir non avrebbe viaggiato a carico pieno e all'interno c'era quindi spazio di movimento per le balle. La polizia stradale dovrà approfondire anche gli ancoraggi della merce trasportata e se erano corrispondenti alle normative vigenti. Escluso un danno esterno al mezzo che non presentava, almeno a vista, rotture a parti funzionali.

30/11/2022 09:02
Arrestato per aver ucciso il cugino a Civitanova, ora è indagato per spaccio

Arrestato per aver ucciso il cugino a Civitanova, ora è indagato per spaccio

Dopo l'arresto con l'accusa dell'omicidio di un cugino per questioni di droga a Civitanova Marche, l'8 agosto scorso (leggi qui), un nuovo ordine di custodia cautelare, questa volta per spaccio di eroina, a carico di un 26enne tunisino, Saidi Haitem, dimorante nel Fermano dove si trovava agli arresti domiciliari ed è stato rintracciato. Ad eseguirlo il 25 novembre scorso la Polizia di Stato del Commissariato di San Benedetto del Tronto, con l'ausilio di unità cinofile della Guardia di Finanza. L'ordinanza di custodia ha raggiunto anche un 30enne sambenedettese; sono entrambi ritenuti responsabili, a vario titolo, di concorso in detenzione ai fini di spaccio e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo eroina. Oltre alle due ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Ascoli su richiesta della Procura, sono state denunciate a piede libero altre cinque persone. Nel corso delle indagini è emersa l'esistenza di una redditizia attività di spaccio di eroina a favore della quasi totalità dei tossicodipendenti gravitanti a San Benedetto da parte dell'italiano che, con frequenza quasi quotidiana, si recava nel Fermano per gli approvvigionamenti necessari, acquistando dal tunisino la droga purissima da rivendere, previe accurate operazioni di taglio. Le accurate indagini hanno fatto luce sulla disponibilità, da parte dello straniero, di ingenti quantitativi di eroina a volte trasportata dal medesimo mediante compiacenti autisti identificati nel corso dell'inchiesta. Nell'ambito delle indagini sequestrati ieri e in altre occasioni, un totale di circa 1,5 kg d'eroina.

29/11/2022 19:50
Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.