Cultura

San Ginesio, presentazione dell’edizione critica con trascrizione dell’opera di Alberico Gentili

San Ginesio, presentazione dell’edizione critica con trascrizione dell’opera di Alberico Gentili

Sabato 25 maggio, alle ore 11,30 presso l’Aula Consiliare del Comune di San Ginesio, è prevista la presentazione dell’edizione critica con trascrizione dell’opera manoscritta di Alberico Gentili, De Papatu Romano Antichristo, pubblicata presso le Edizioni Monduzzi, Bologna 2018, a cura di Giovanni Minnucci, professore ordinario di Storia del diritto medievale e moderno dell’Università di Siena. «Un’opera -dice l’Autore  dell’edizione- che fu specchio delle difficoltà e dei forti dissensi che caratterizzarono la vicenda politica e religiosa europea in uno dei momenti più bui della sua storia millenaria, ma contestualmente testimone della vastissima cultura e della poliedrica attività scientifica del grande giurista e pensatore italiano, esule in Inghilterra per causa di religione.» Questa pubblicazione facilita la diffusione e la lettura di un’opera che, per secoli ha destato la curiosità e l’interesse degli studiosi, ma il cui accesso era quasi impossibile, vuoi per la difficoltà di lettura; vuoi per l’immensa complicazione rappresentata dall’interpretazione delle infinite note a margine (1400) e aggiunte susseguenti (200); vuoi per il fatto che l’unico esemplare esistente del manoscritto gentiliano era conservato presso la Bodleian Library di Oxford. Sei anni di lavoro ci sono voluti al “cittadino onorario” di San Ginesio, prof. Minnucci, per portare a compimento questa colossale impresa editoriale che esigeva competenze interdisciplinari e una lunga pratica dell’opera gentiliana, quale quella dallo stesso maturata, nella edizione critica di un’altra opera gentiliana manoscritta prima, e in tre monografie poi, inframezzate da numerosi saggi pubblicati in riviste specialistiche e da comunicazioni in convegni in Italia e all’estero. La presentazione del testo, patrocinata dal Comune di San Ginesio, dall’Università di Macerata e dall’Unione Montana dei Monti Azzurri, è preceduta da un conferenza che il presidente del Centro Internazionale di Studi Gentiliani, prof. Luigi Lacchè, ordinario di Storia del diritto, organizza presso il suo Istituto nell’Università di Macerata, venerdì 24, ore 16,30. Da circa quaranta anni forum per studiosi e centro collettore di studi, il Centro Studi e la Comunità di San Ginesio si sentono onorati dalla circostanza che, nell’arco di un solo mese, il loro concittadino più famoso sia trasversalmente illuminato in tre iniziative completamente diverse e sussidiariamente promozionali a differenti livelli. Vale a dire tra i protagonisti del progetto PlayMarche 2.0, il gioco culturale informatico per ragazzi realizzato da uno spin off dell’Università di Macerata e presentato al pubblico l’11 maggio scorso nell’ambito del progetto regionale del DCE, Distretto Culturale Evoluto; le conferenze del 24 e 25 maggio per la presentazione dell’ Alberici Gentilis De Papatu Romano Antichristo recognovit e codice autographo bodleiano D’Orville 607  Giovanni Minnucci; e infine la drammatizzazione del soggetto ALBERICO, un uomo fuori dal comune, ideata e messa in scena dall’Istituto Comprensivo “Vincenzo Tortoreto” di San Ginesio su PON 2014-2020, che esordirà il 7 giugno prossimo, Sala Mirage, Passo San Ginesio, ore 21,30.  

21/05/2019
Recanati, 26mila visitatori emozionati da L'Infinito di Leopardi

Recanati, 26mila visitatori emozionati da L'Infinito di Leopardi

Un’emozione senza confini. Si è conclusa il primo ciclo di mostre che fanno parte di “Infinito Leopardi”, il grande evento lungo un anno per celebrare i duecento anni dalla stesura della poesia più bella del poeta recanatese. La prima parte delle celebrazioni, dal 21 dicembre fino al 19 maggio, ha visto la realizzazione di due sezioni espositive: quella a cura di Laura  Melosi, dal titolo “Infinità / Immensità. Il manoscritto”, con l’esposizione straordinaria dell’autografo de L’Infinito di proprietà del Comune di Visso e  con “Mario Giacomelli. Giacomo Leopardi, L’Infinito, A Silvia”, a cura di Alessandro Giampaoli e Marco Andreani. Un successo, quello della mostra, provato dai numeri.  Dal giorno della sua inaugurazione, lo scorso 21 dicembre, i visitatori che hanno transitato nel circuito museale sono stati 26.250. Un’attenzione da parte del pubblico che ha generato dati positivi anche agli altri eventi collaterali organizzati nell’ambito della mostra Infinito Leopardi. Sono stati 3.800 i bambini che hanno partecipato alle attività didattiche per conoscere il più grande poeta di tutti e tempi ed esplorare l’espressione dell’infinito in ogni ambito dell’arte e del sentire umano. In 2mila, invece, hanno partecipato alle visite guidate e al tour esperienziale Infinito experience alla scoperta dei luoghi leopardiani. A Recanati proseguono le celebrazioni per il bicentenario dalla stesura de L’Infinito di Giacomo Leopardi. Inaugurerà il 29 giugno, nel giorno del compleanno del poeta recanatese, e proseguirà fino al 3 novembre, il secondo ciclo di mostre che animeranno la programmazione culturale cittadina nella stagione estiva. Due le mostre che ruotano intorno all’espressione dell’infinito nell’arte in un percorso sensazionale dall’epoca romantica ad oggi: “La fuggevole bellezza. Da Giuseppe De Nittis a Pellizza da Volpedo” a cura di Emanuela Angiuli e “Interminati spazi e sovrumani silenzi. Giovanni Anselmo e Michelangelo Pistoletto” a cura di Marcello Smarrelli. In mostra grandi artisti, come Giuseppe De Nittis, Emile René Ménard, Plinio Nomellini, Gaetano Previati, Amedeo Bocchi, Ettore Tito, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Giovanni Anselmo e Michelangelo Pistoletto. Soddisfazione espressa anche dall’amministrazione comunale della città leopardiana. “Per affermare definitivamente Recanati come capitale della cultura – ha detto il primo cittadino Francesco Fiordomo - abbiamo puntato sulla qualità, sull'accoglienza e sulla professionalità. Abbiamo messo in atto un percorso culturale di grande qualità. I numeri confermano come i visitatori da tutta Italia apprezzino questa strategia”. “Si chiude con una punta di nostalgia la prima mostra dedicata al bicentenario de L'Infinito – ha commentato Rita Soccio, assessore a Culture e Turismo di Recanati - . Aver avuto esposto il manoscritto autografo di Visso, è stata una forte emozione e suggestione che  resterà impressa in tutti i recanatesi e appassionati di Leopardi. Tra poche settimane si aprirà la seconda esposizione sul concetto dell'infinito nell'arte, che sono sicura sarà altrettanto avvincente”.   “Infinito Leopardi” è un progetto promosso dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del bicentenario de L’Infinito di Giacomo Leopardi, istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC), con la partecipazione di Regione Marche, Comune di Recanati, Centro Nazionale Studi Leopardiani, Casa Leopardi, Centro Mondiale della Poesia e della Cultura, Università degli Studi di Macerata e Sistema Museo.

21/05/2019
Pollenza, "TuttaScena 2019": al via la rassegna teatrale che coinvolge le scuole della provincia

Pollenza, "TuttaScena 2019": al via la rassegna teatrale che coinvolge le scuole della provincia

Nella settimana dal 20 al 26 maggio presso il teatro “G. Verdi” di Pollenza è in corso la Rassegna di teatro delle scuole della provincia “Tuttascena 2019”, giunta alla diciottesima edizione, promossa e organizzata dall’ I.C. “V. Monti” della medesima città, con la collaborazione e il sostegno del Comune, della Regione, delle associazioni del territorio e di alcuni sponsor locali. Un appuntamento di grande valore formativo per tutti i partecipanti: il teatro dà la possibilità ad ognuno di esprimere la propria specificità e diversità, rivela il potenziale espressivo di ciascuno, favorisce la socializzazione nel rispetto reciproco, fa maturare la capacità di autonomia, è una vera e propria palestra delle emozioni. Queste le scuole aderenti: le primarie “E. Medi” e “S. D’Acquisto” di Macerata, le secondarie di primo grado “E. Paladini” di Treia, “C. Lucatelli” di Tolentino, “E. Fermi” di Macerata, primarie e secondaria “V. Monti” di Pollenza. Nella serata iniziale gli alunni delle classi 2^ e 3^ A della scuola secondaria “V. Monti” di Pollenza hanno messo in scena una versione teatrale rivisitata de “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni. Lo spettacolo ha raccolto l’apprezzamento del folto pubblico presente che alla fine ha tributato un lungo applauso ai giovani interpreti diretti dall’esperta teatrale Cecilia Franceschetti e coordinati dalle professoresse Sabrina Lisi, Marilena Gentili e Fiorella Gentili. Al termine dello spettacolo la Dirigente scolastica dell’I.C. Monti di Pollenza, Dott.ssa Catia Scattolini ha voluto esprimere la propria soddisfazione per il lavoro svolto unitamente al sindaco di Pollenza, Dott. Luigi Monti. La Rassegna si concluderà domenica 26 maggio con la manifestazione finale in cui si alterneranno esibizioni di canto, musica, letture animate e si effettueranno le premiazioni. La giuria assegnerà due premi: uno per il miglior allestimento delle scuole primarie, uno per le scuole secondarie, inoltre verranno fatte le segnalazioni per il miglior interprete maschile, la miglior interprete femminile, il miglior testo originale, la migliore scenografia, i migliori costumi, la migliore coreografia.  

21/05/2019
Biennale d’Arte di Venezia 2019, l’artista Giovanni Scagnoli di Sarnano espone al Padiglione Grenada

Biennale d’Arte di Venezia 2019, l’artista Giovanni Scagnoli di Sarnano espone al Padiglione Grenada

Un sarnanese alla Biennale d’Arte di Venezia 2019. L’artista Giovanni Scagnoli di Sarnano, docente all’Accademia delle Belle Arti di Macerata, bissa la partecipazione del 2017 e si presenta di nuovo al palcoscenico mondiale dell’arte. Scagnoli approda all’appuntamento veneziano, uno degli eventi del settore più importanti al mondo, che ha aperto i battenti lo scorso 11 maggio, con due opere presenti nel padiglione Grenada, ospitato insieme ad altri due Stati, Guatemala e Repubblica Dominicana, negli splendidi spazi di palazzo Albrizzi Capello. Il commissario alla Cultura del Grenada, Susan Mains, e il curatore Daniele Radini Tedeschi, hanno collaborato a stretto contatto nella preparazione e nella presentazione di questa mostra collettiva. Gli espositori sono: Amy Cannestra, Billy Gerard Frank, Dave Lewis, Shervone Neckles, Franco Rota Candiani, Roberto Miniati, il collettivo CRS avant-garde, di cui fanno parte Carlo Caldara, Giovanni Scagnoli e Paolo Rossetto. “Epic Memory” (Memoria Epica) era il tema dell’edizione 2019 lanciato dal Grenada Arts Council, sotto gli auspici del Ministro della Cultura: “la memoria epica combina frammenti di storie, individuali e collettive, sedimentate nel passato. Gli artisti lasciano emergere i vecchi ricordi, le sensazioni dimenticate, definendo così la propria identità in un contesto caraibico altrettanto frammentario. Le loro opere provengono da una dimensione onirica, sono trasognate, impalpabili, eteree. Il ricordo della seducente e multiforme natura di Grenada viene raccontato attraverso opere vibranti, in costante trasformazione. La storia di questa terra è depositata nel DNA, tramandata di generazione in generazione, incisa come una cicatrice: l’arte traccia dunque la mappa di una civiltà caraibica in continuo mutamento, eppure ancora vagamente familiare”. Lo spunto per il bando è arrivato dalle parole del poeta Derek Walcott, nel suo discorso di ringraziamento per il premio Nobel in letteratura: una sfida per gli artisti a guardare i propri ricordi e a contemplare il modo in cui il nostro arazzo di frammenti di memoria ci porta verso l'interconnessione intesa come una regione. I Caraibi sono stati un luogo di sintesi, adattamento, rifiuto, affermazione e innovazione, attraverso il flusso costante di culture e persone che si incontrano. Walcott implica che da queste complesse interrelazioni, la regione si sia straordinariamente costruita come una civiltà con un eccezionale tessuto sociale.  All'inaugurazione, a Palazzo Pesaro Papafava, erano presenti: il giornalista Marco Frittella, il Commissario alla cultura del Grenada Susan Mains, il Ministro della Cultura del Guatemala Elder de Jesus Suchite Vargas, il Vice Ministro Juan Alberto Monzòn, l'addetta alla culturale della Repubblica Dominicana Luisa Auffant, il curatore del Padiglione Grenada Daniele Radini Tedeschi, la curatrice del Padiglione Guatemala Stefania Pieralice, i curatori della Repubblica Dominicana Marianne de Tolentino e Simone Pieralice, Francesco Gallo Mazzeo e gli artisti dei Padiglioni Nazionali del Grenada, Guatemala e Repubblica Dominicana.  Gli spazi espositivi della Biennale sono visitabili fino al 24 novembre 2019.   

21/05/2019
Tolentino, sold out al Politeama: Tedx si conferma una formula vincente (FOTO)

Tolentino, sold out al Politeama: Tedx si conferma una formula vincente (FOTO)

Bellissimo”, “Finalmente un modo nuovo e coinvolgente per fare circolare idee”, “Tanti spunti di riflessione”, “Otto speakers bravissimi che hanno saputo trasmettere emozioni vere”, “Quando c’è il prossimo appuntamento?”, “Organizzazione eccellente e argomenti molto interessanti”. Questi alcuni dei commenti registrati al termine dell’edizione 2019 di TEDx Macerata, ospitata al Politeama di Tolentino, che ha registrato, ancora una volta il sold out, a testimonianza della formula vincente e soprattutto dell’ottima organizzazione dell’architetto Carlo De Mattia, del film maker Marco Bragaglia che ha curato la regia dell’evento e del designer Emilio Antinori che si è occupato dell’immagine. Quattro ore di grandi suggestioni grazie agli otto speaker che hanno favorito, in maniera innovativa e appassionante, l’incontro di persone interessate alla valorizzazione della conoscenza e della vita dell’uomo per creare un vero e proprio networking delle idee e che si sono confrontati sul tema scelto per questa edizione: “Mind” dall’inglese badare a la cura nel fare le cose, dettata dalla passione e dalla dedizione per ciò che facciamo. In questi tempi veloci che condizionano il nostro fare e ci rendono approssimativi e veloci, TEDx Macerata ha voluto riportare con determinazione al centro del vivere ed operare quotidiani, il valore della cura per ciò che impiega la nostra vita. Il tutto per ispirare ognuno di noi a riprendersi il proprio tempo e a utilizzare le proprie doti e capacità, per agire attraverso la cura, la dedizione alla qualità del nostro fare e delle nostre relazioni e l'attenzione, appunto, al "far bene”. Ad aprire TEDX Macerata è stata Simona Lisi che ha saputo coinvolgere il pubblico con una performance di danza, presentata in anteprima nazionale. Sulle note del Requiem K626 ha presentato un assolo di teatrodanza dove l’arte dell’artista si fonde, grazie alla coreografia, con la musica potente quanto espressiva di Mozart.   Subito dopo è intervenuto Denis Curti, curatore di mostre e rassegne fotografiche, giornalista, critico fotografico, direttore artistico della Casa dei TRE OCI a Venezia, fondatore di Still, direttore del mensile IL FOTOGRAFO, che ha selezionato 10 tra le più belle fotografie mai realizzate per far capire ai presenti l’importanza di fissare un momento che rimarrà sempre e della cura che necessita per realizzare una bella immagine, Luca Bortolami, imprenditore 4.0, innovatore, fautore e mecenate della "cultura del fare" ha esortato, soprattutto le giovani generazioni, a sfruttare meglio i proprio punti di forza, Gianna Angelini, semiologa per missione, esperta di marketing strategico per passione, ferma sostenitrice dell'internazionalizzazione nel settore della formazione culturale ha ribadito l’importanza della conoscenza e del sapere per arrivare alla definizione di un proprio spirito critico mentre Italo Rota, archistar, creativo poliedrico e visionario, esploratore della complessità contemporanea, collezionista di objets trouvés ha centrato il suo speech sul dare vita a nuove forme di creatività, capaci di distaccarsi dall’intelligenza artificiale e digitale per una nuova efficientazione. Dopo la pausa, TEDx è proseguito con l’intervento di Ascanio Rodorigo, artigiano avanguardista, costruttore di motociclette, idealista e sognatore che nel raccontare la sua straordinaria storia di costruttore di motociclette ha sottolineato l’importanza di avere coraggio di sognare, abilità di studiare e capacità di mettere in pratica, con Lorenzo Ceccotti, artista visuale, fumettista e illustratore che ha illustrato il linguaggio universale della perfezione, anche nei disegni fatti male (che tali non sono), emozioni allo stato puro sono state trasmesse da Lucia Mascino, attrice di teatro, cinema e televisione, anima eclettica dal talento caleidoscopico, che ha ribadito il potere delle storieche ha definito essere la quarta dimensione della realtà e infine Ettore Perozzi, fisico e ricercatore dell'Agenzia Spaziale Italiana, ha un asteroide che porta il suo nome, che in maniera accattivante ha fornito consigli su cosa fare in caso di caduta di un asteroide, evitando di fare la fine dei dinosauri. Applauditissima l’esibizione live di Serena Abrani che dopo la proiezione dell’ultimo videoclip dei Leda, con la Regia di Marco Bragaglia, ha cantato una bellissima canzone, intitolata “Il sentiero” dedicata alla Marcia della memoria e ai giovani Martiri di Montalto. “Memorie dal Futuro” è il titolo dell’album, che non contiene solo canzoni, ma un immaginario di rivolta, che può essere in ogni dove e in ogni momento, contro una società che non sa comprendere e una diseducazione sentimentale che evoca i tempi più bui. Al termine gli organizzatori si sono detti tutti molto soddisfatti e hanno ringraziato i presenti gli sponsor e quanti hanno collaborato per la buona riuscita dell’evento. Appuntamento al prossimo TEDx Macerata.    

20/05/2019
San Severino, presentata la nuova stagione "Teatri Aperti per Ferie"

San Severino, presentata la nuova stagione "Teatri Aperti per Ferie"

Concerti di musica, mostre, incontri con gli autori, recite e rappresentazioni in dialetto, show in piazza, spettacoli di danza, film all’aperto, passeggiate ed escursioni. Più di trenta appuntamenti di vario genere, realizzati anche in collaborazione con le associazioni del territorio, saluteranno la nuova stagione dei Teatri di Sanseverino “Aperti per Ferie”. Il ricco calendario d’eventi, messo insieme dal direttore artistico Francesco Rapaccioni, sarà ospitato nella straordinaria cornice di piazza Del Popolo ma anche al prestigioso teatro Feronia, nella chiesa di San Domenico, nella piazzetta dei Granali, sull’altopiano di Serripola, al castello di Elcito, a palazzo Gentili, nel parco archeologico di Septempeda e in altri suggestivi luoghi. Già entrata nel vivo con l’esibizione degli allievi del corso di Teatro per Ragazzi, il concerto degli allievi del Conservatorio “Rossini” nel villaggio terremotati “Campagnano”, la Notte dei Musei e lo straordinario show del comito Paolo Ruffini, la stagione propone per sabato prossimo (25 maggio), alle ore 21 al Feronia, lo spettacolo di danza “Ballando per un sogno” dell’associazione Casa della Danza, per la regia di Alessandra Torregiani. Martedì 28 maggio sempre il Feronia ospita il Concerto di fine anno a cura dell’Istituto Comprensivo “Tacchi Venturi”. Sabato 1 giugno, invece, l’associazione Studio Danza 91 propone “Bon Voyage!” per la regia di Alessandra Granata. Il 2 giugno, in piazza del Popolo e per le vie del centro, la Festa della Repubblica sarà salutata dall’esibizione delle Bande musicali del territorio e delle majorettes. In serata, al Feronia, “Una noche en Buenos Aires”, spettacoli di lirica e tango per la regia di Matteo Mazzoni. Sabato 22 giugno, in piazza Del Popolo, l’associazione Studio Dance Accademy propone “I Galà della danza”. Sabato 29 giugno prenderà il via la rassegna cinematografica “Una piazza da cinema” con spettacoli in programma per le sere del 4, 11, 18, 25 e 27 luglio e poi 1 e 8 agosto. Domenica 30 giugno, nella chiesa di San Domenico, concerto spirituale ideato e diretto dal maestro Morena Rinaldi, nuova produzione dei Teatri di Sanseverino, con la partecipazione del Coro Sant’Agostino. Sabato 6, sabato 13, sabato 20 luglio nella piazzetta dei Granali appuntamento con il “Dialetto a Granali” a cura del Comitato parrocchiale della frazione. Domenica 7 luglio torna, dal pomeriggio e fino a tarda sera, anche “Una piazza da bimbi” con animazioni e spettacoli per i più piccoli. E sempre domenica 7 luglio sull’altipiano di Serripola “Il mare visto da lontano”, letture e musiche con lo sguardo incantato su Adriatico, Conero e Sibillini. Anche questa è una nuova produzione dei Teatri di Sanseverino in collaborazione con il Club Alpino Italiano. All’interno del Festival d’Estate della fondazione Claudi sabato 13 luglio, in largo Servanzi Confidati, concerto di musica da camera. Il 27 luglio nella suggestiva cornice del Castello di Elcito, la strepitosa voce di Luca Violini in uno spettacolo di radioteatro con Gabriele Falcioni, propone “L’ultimo rito per astarte. Delitto al tempio della Dea Luna”. Infine lunedì 29 luglio, nel parco archeologico di Septempeda, da un’idea di Francesco Rapaccioni viene presentata “Odissea” di Omero in collaborazione con l’associazione Sognalibro. Da maggio a settembre, in date e orari da definire ma tutti con ingresso libero, incontri e confronti con scrittori, giornalisti, studiosi ed esperti.

20/05/2019
AMAT, cinque comuni del maceratese protagonisti di un progetto europeo per il teatro

AMAT, cinque comuni del maceratese protagonisti di un progetto europeo per il teatro

Cinque comuni del maceratese, sono stati scelti dall’AMAT per essere inseriti nel progetto SPARSE (Supporting Promotion Art Rural Settlements of Europe). Si tratta di Caldarola, Camerino, Castelraimondo, Mogliano e Sarnano. Insieme all’Italia, gli altri organizzatori e ideatori sono la Gran Bretagna, ideatrice e capofila del progetto, l’Estonia, la Lituania, la Romania, la Norvegia e la Svezia. La finalità del progetto, che ha visto una prima fase a marzo proprio nel maceratese, è quello di promuovere lo spettacolo dal vivo in alcune zone rurali europee con il coinvolgimento di artisti, invitati a presentare uno spettacolo come momento centrale di un percorso di sviluppo del pubblico. Ai primi di marzo i comuni maceratesi hanno individuato, insieme all’AMAT, dei local promoter che si sono incontrati con la capofila inglese. Nei giorni scorsi, invece, in Cornovaglia, si è tenuto un meeting in cui i nostri promoter sono stati invitati e coinvolti, si sono conosciuti, hanno condiviso usi e tradizioni, si sono confrontati e si sono formati come organizzatori di spettacoli teatrali locali. Nel primo incontro si è parlato delle cittadine europee che ospiteranno nei tre anni degli spettacoli teatrali. “Siamo molto soddisfatti dei primi contatti di questo progetto - dichiara Luca Maria Giuseppetti, sindaco di Caldarola – che ci ha fatto conoscere meglio le finalità previste e lo spirito che anima l’iniziativa. Noi abbiamo cercato di presentare la nostra città, attraverso i mezzi possibili, quali la cultura, la gastronomia e la storia locale, comprese le carbonaie di Cessapalombo. Molto apprezzato è stato l’olio Coroncina, così come le pitture dei De Magistris, fiore all’occhiello della nostra cittadina. Mi auguro che al più presto si possa recuperare, dal punto di vista artistico, tutto quello che, al momento, a Caldarola, non è fruibile. Per il teatro abbiamo buone notizie: non basta, ma non è poco”. Daniela Rimei, dell’AMAT, che aveva guidato i rappresentanti inglesi della Cornovaglia, capofila del progetto, ha accompagnato i delegati maceratesi in Inghilterra: ”Abbiamo avuto la possibilità di stabilire tanti contatti interessanti, di approfondirci nelle varie tematiche degli spettacoli, di conoscere i loro modi, le loro abitudini e la loro organizzazione. Sicuramente un bel tuffo nella collaborazione aperta e multiforme dei vari paesi europei, verso la quale cultura tende il progetto e tendiamo anche noi”.

19/05/2019
Notte dei Musei, Recanati fa il pienone con oltre 800 visitatori

Notte dei Musei, Recanati fa il pienone con oltre 800 visitatori

Una notte dei musei indimenticabile quella che sabato si è svolta a Recanati. Il museo civico di Villa Colloredo Mels, la Torre civica, il museo Beniamino Gigli e quello dell'Emigrazione marchigiana hanno attirato tantissimi visitatori, sia recanatesi che fuori regione.  Porte aperte nei musei civici della città che, per l'occasione, dalle 21 alle 1 di notte hanno organizzato 30 eventi tra spettacoli, musica, laboratori didattici e visite guidate e tour esperienziali. Le presenze nella notte dei musei è stata di oltre 800 persone con quasi tutti gli eventi sold out.   In molti visitatori sono venuti a Villa Colloredo Mels per poter ammirare il manoscritto de L'Infinito di Giacomo Leopardi, a 200 anni dalla sua stesura, e che rimarrà nel museo civico solo fino a oggi, domenica.

19/05/2019
Successo per La bohème. Sorichetti: “Civitanova all’Opera: gruppo straordinario”

Successo per La bohème. Sorichetti: “Civitanova all’Opera: gruppo straordinario”

“So che alla fine di un’opera non si parla, ma concedetemi due parole per ringraziare questo gruppo straordinario, con il quale abbiamo messo in scena un’opera con gioia, divertimento e passione. Credo sia arrivato anche a voi”. Sono le parole di Alfredo Sorichetti, direttore artistico di Civitanova all’Opera e Maestro concertatore, dopo la performance di ieri sera. Teatro Rossini con quasi 800 spettatori per La bohème di Giacomo Puccini, seconda opera in cartellone per la seconda edizione della stagione lirica. “Civitanova all’Opera fa tornare dopo settant’anni la lirica di qualità - prosegue il direttore artistico - . È anche una possibilità per i giovani di avvicinarsi con i progetti nelle scuole e altre attività di divulgazione. Poi, con allestimenti in città, abbiamo potuto omaggiare Sesto Bruscantini, che ha debuttato proprio su questo palco nel 1946. Civitanova sta crescendo da un punto di vista turistico, economico, demografico. Ma anche sportivo, viste le due vittorie della Lube, e credo che spettacoli come questo siano un accrescimento da un punto di vista culturale. Abbiamo bisogno di tutti voi e grazie per il sostegno: Civitanova all’Opera quest’estate avrà una masterclass e due concerti. Viva l’arte, viva la cultura e viva l’opera”. Allo spettacolo erano presenti gli assessori dell’Amministrazione comunale Maika Gabellieri, Claudio Morresi, Giuseppe Cognigni, Barbara Capponi e lo staff dell’Azienda dei Teatri, con il presidente Aldo Santori, la vice presidente Michela Gattafoni, la consigliera Roberta Aggarbati, il direttore Cristina Gentili e tutti i collaboratori che hanno messo impegno ed energia per portare in scena questa seconda opera in cartellone.  Alla fine, sei minuti di applausi per tutti i protagonisti: Marta Torbidoni che ha ricoperto il ruolo di Mimì, Valerio Borgioni (Rodolfo), Paola Antonucci (Musetta), Costantino Finucci (Marcello), Alessio Potestio (Schaunard), Romano Dal Zovo (Colline), il regista José Medina, il direttore Sorichetti, l’Orchestra Sinfonica Puccini, il coro Gaspare Spontini, senza dimenticare i comprimari, le maestranze e tutte le comparse.

19/05/2019
Macerata, notte dell'Opera 2019: ecco i vincitori del bando per nuovi spettacoli

Macerata, notte dell'Opera 2019: ecco i vincitori del bando per nuovi spettacoli

Otto nuovi progetti di spettacolo andranno ad arricchire la programmazione della Notte dell’Opera che colorerà #rossodesiderio le vie di Macerata la sera di giovedì 1 agosto 2019. Questo il risultato del bando realizzato dall’Associazione Arena Sferisterio e dal Comune di Macerata grazie al sostegno di Banco Marchigiano Credito Cooperativo per progetti artistici di teatro musicale di ricerca o di strada con una forte capacità comunicativa. Aperto a tutti (singoli professionisti, team artistici e associazioni, italiani o stranieri), il bando aveva un unico vincolo inderogabile: il riferimento esplicito al tema #rossodesiderio oppure alle tre opere in cartellone (Carmen, Macbeth, Rigoletto). I progetti vincitori sono risultati: Musicamdo Jazz Orchestra di Camerino – Fuoriporta. Viaggio ai confini della fantasia di Piero Massimo Macchini, Paolo Figri e Domenico Lannutti – Ophelia chi? Femminile plurale di e con Anna Maria Michetti e Valentina Sannucci – Woman in Red di Giulia Randazzo ispirato a Carmen– Opera Guitta scritto e diretto da Antonio Vergamini – Progetto L.O.V.E. del Quartetto F.A.T.A. – Rojo su testi di Garcia Lorca, interpretati da Paola Giorgi – Nell'abbraccio del tango della compagnia/accademia Pasion Tango con il Jazz Tango Trio “Tangofonici”. Nella scelta, la giuria ha tenuto conto soprattutto di originalità, creatività, territorio di provenienza e capacità di coinvolgimento, sulla diversità di generi presentati, sulla spettacolarità.Molto diversa quindi la provenienza geografica dei vari progetti inviati (una trentina): non solo dalle Marche – Musicamdo Jazz Orchestra è una formazione composta principalmente da musicisti delle zone del sisma – ma anche dalla Sicilia e dalla Svizzera.Le schede dettagliate sono disponibili suhttps://www.sferisterio.it/vincitori-bando-notte-dell-opera-2019 «Sosteniamo il Macerata Opera Festival – afferma Marco Moreschi, direttore generale del Banco Marchigiano Credito Cooperativo – per la sua valenza artistica e culturale e con le intenzioni di giocare anche noi un ruolo attivo nella diffusione e promozione della cultura nella nostra bellissima regione Marche, e non solo. Vogliamo essere da stimolo in un percorso virtuoso di conoscenza e valorizzazione dell’arte e della cultura. Nel caso specifico del bando per la Notte dell’Opera 2019, abbiamo voluto supportare, con il nostro intervento, artisti e realtà che possono esprimere tante capacità e regalarci delle belle emozioni. Sebbene siamo una Banca nuova – continua Moreschi – le nostre radici affondano profondamente nella storia lunga oltre un secolo di due Istituto di Credito come la Bcc di Civitanova e Montecosaro e la Banca Suasa. Intendiamo diventare una Banca di sistema nelle Marche, dando credito alle nostre comunità nel senso originario del termine, cioè sostenendo il territorio, le famiglie, gli artigiani e le imprese che hanno una loro progettualità. Ma il sostegno del territorio non può non passare, nel nostro modo di intenderlo, anche attraverso la cultura e l’arte, di cui lo Sferisterio e le sue iniziative sono una delle massime espressioni. Le Marche è un territorio stupendo, sotto tutti i punti di vista, e per noi è un onore poterlo servire contribuendone al suo sviluppo». Ad ogni progetto vincitore è stato assegnato un gettone di 500€. «Per noi ormai la Notte dell’Opera è un appuntamento fisso della nostra agenda – sottolinea Massimiliano Polacco, Direttore Generale Confcommercio Marche Centrali, main sponsor della Notte dell’opera. La qualità dell’offerta culturale della manifestazione maceratese cresce di anno in anno e siamo sempre più orgogliosi di aver sposato, come Confcommercio Marche Centrali, questo progetto fin dalle prime edizioni. Il tema di quest’anno poi, è perfetto per raccontare al meglio quanto sia grande la dedizione e la passione che animano ogni giorno il lavoro degli esercenti di Macerata». La giuria era composta da:Marco Moreschi, direttore generale del Banco Marchigiano Credito CooperativoLuciano Messi, sovrintendente dell’Associazione Arena SferisterioBarbara Minghetti, direttrice artistica Macerata Opera FestivalStefania Monteverde, assessore cultura Comune di MacerataGianfranco Stortoni, segreteria artistica Macerata Opera FestivalFederica Polacco, referente marketing di Confcommercio Marche Centrali 

18/05/2019
A San Severino la presentazione del romanzo "L'arte di cavalcare il vento" di Francesco Tiberi

A San Severino la presentazione del romanzo "L'arte di cavalcare il vento" di Francesco Tiberi

Venerdì 24 maggio alle ore 21,15, presso lo Scrigno della gioia sito nella chiesa sconsacrata di San Giovanni Battista (Piazza del Popolo n.72) a San Severino Marche , l'Associazione Culturale LA ZATTERA ospiterà Francesco Tiberi per la presentazione del suo nuovo libro "L'arte di cavalcare il vento". "Jacopo, più spesso chiamato l’Errante, e Porthos, l’inseparabile cagnone francese, battezzato a quel modo non certo perché esperto di duelli ma per doti fisiche… non banali: due figure che portano con loro un intero mondo, quello della provincia ma anche quello del disinganno.Libro ricchissimo, scritto in un linguaggio creativo e, al tempo stesso, quasi picaresco, contiene verità così profonde e generosamente profuse, che spiace di non poter citare a profusione esoltanto dopo un’impossibile scala di preferenze: “necessità di parola cruccia esclusivamente gli umani: agli esseri davvero grandi non serve mentire”. “Nulla è più provinciale, per un provinciale, che ripudiare il suo provincialismo”. E bellissima: “Non vantava diritti l’animale falciato da un paraurti? E i suoi piccoli? Ciechi, braccati, rintanati al freddo, non avevano ragione d’invocarne il ritorno? Di avere accesso ad acque pulite, boschi e prati dove spaziare?” Francesco Tiberi vive a Tolentino. Laureato in ingegneria, scrive da oltre dieci anni. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sulle principali riviste letterarie italiane (“Inchiostro”, “Ellin Selae”, “Osservatorio Letterario”, “Inverso”, “Storie”…). Nel 2010 è uscita una sua antologia intitolata Fumo Acre. L’arte di cavalcare il vento è il suo primo romanzo edito.  

17/05/2019
Alla Pinacoteca di Porto Recanati la cerimonia di premiazione del premio “Novella Torregiani”

Alla Pinacoteca di Porto Recanati la cerimonia di premiazione del premio “Novella Torregiani”

Sabato 18 maggio, a partire dalle 17.00, presso la Pinacoteca “Moroni” di Porto Recanati si terrà la cerimonia ufficiale di premiazione della terza edizione del Premio Nazionale “Novella Torregiani” – Letteratura e Arti Figurative. Con la volontà di proseguire nel segno tracciato dalla poetessa, scrittrice e organizzatrice culturale Novella Torregiani, anima della cultura della provincia di Macerata e non solo, venuta a mancare nel 2015, il progetto concorsuale è stato ideato ed è presieduto dalla dr. Emanuela Antonini (biologa e scrittrice), organizzato, a cadenza annuale, dall’Associazione Culturale Euterpe di Jesi. In questa terza edizione il numeroso materiale letterario e artistico, giunto da ogni parte d’Italia e non solo, è stato esaminato, selezionato e valutato da tre giurie differenziate, scelte e nominate dagli organizzatori del Premio. Il presidente di Giuria delle sezioni letterarie il poeta Sergio Camellini, mentre per la sezione fotografia l’architetto Andrea Bevilacqua e la sezione pittura la pittrice acquarellista Maria Luisa D’Amico. Tra i componenti di Giuria per la sezione letteratura: Francesca Innocenzi, Rosanna Di Iorio, Angela Catolfi, Loretta Fusco, Valeria D’Amico e Antonio Cerquarelli; per la sezione fotografia: Beatrice Conti, Onorina Lorenzetti, Luca Bentoglio e Lorenzo Cicconi Massi, mentre per la sezione pittura Patrizia Befera, Gabriele Bevilacqua, Christine Noël, Daniele Salvador Patti e Claudio Schiavoni. Tra i premi principali che verranno assegnati: per la sezione poesia in lingua italiana il podio è stato raggiunto da Stefano Baldinu di San Pietro in Casale (BO) con la poesia “Enrica”, a seguirlo Alexandra McMillan di Genova e Franca Donà di Cigliano (VC); nella sezione poesia in dialetto/lingua straniera al 1° posto Mario De Fanis di Falconara Marittima (AN) con la poesia in lingua francese “Oui j’en avais, de riches trésors ”, 2° posto per Gabriele Di Giorgio di Città S. Angelo (PE) e il 3° posto la veneziana Elena Maneo. Per la sezione racconto il primo classificato è Piko Cordis di Ascoli Piceno con il racconto “L’egiziana”; a seguire Liviana Ceccarelli di Roma e due ex-aequo si sono contesi il terzo posto Amelia Valentini di Pescara e Massimiliano Ivagnes di Castrignano del Capo (LE). Per la sezione fotografia il podio è stato raggiunto da Giulio Brega di Fabriano (AN), dietro di lui si sono contesi il 2° posto Nadia Enrica Maria Ghidetti di Fabriano (AN) e Andrea Macciò di Genova, il 3° posto se lo aggiudica Patrizia Rossi di Grottaferrata (RM). Per la sezione pittura il primo premio è stato attribuito a Emanuele Sassaroli di Maiolati Spontini (AN) con l’opera “Città sommerse”, a seguirlo il pittore Domenico Di Meco di Jesi (AN) e la pittrice Carla Colombo di Imbersago (LC). Premi Speciali vengono assegnati ad altrettante opere meritevoli giudicate con particolare entusiasmo dalle Commissioni di Giuria: Antonio Fasulo di Avezzano (AQ) per la poesia in lingua italiana, Emanuele Corocher di Verona per il racconto, Romina Ragaglia di Chiaravalle (AN) per la pittura. Il Premio Speciale “Targa Euterpe” va a Gennaro Crovella di Portici (NA) per la poesia in lingua italiana e a Salvatore Gazzarra di Messina per la poesia in dialetto. La serata di cerimonia del Premio, patrocinato dalla Regione Marche, dall’Assemblea Legislativa della Regione Marche, dalle Provincie di Ancona e Macerata e dal Comune di Porto Recanati, sarà presentata da Emanuela Antonini (Presidente del Premio) e Lorenzo Spurio (Presidente Ass. Euterpe). Il Maestro Massimo Agostinelli, con i suoi interventi musicali alla chitarra, allieterà la serata, durante la quale verrà conferito un “Premio Speciale alla Carriera” all’artista, pittore e incisore, Ottorino Pierleoni di Sant’Elpidio a Mare (FM). Nella prima edizione, nel 2016, il premio alla Carriera era stato conferito al Prof. Armando Ginesi, eminente studioso delle avanguardie artistiche, mentre nella seconda edizione il conferimento era andato alla poetessa, scrittrice e saggista Loretta Emiri.

17/05/2019
Grand Tour dei Musei 2019, appuntamento con 100 siti nelle Marche

Grand Tour dei Musei 2019, appuntamento con 100 siti nelle Marche

Ritorna puntuale ogni anno il Grand Tour dei Musei. Per questa edizione, l’undicesima, l’appuntamento con quasi 100 siti museali marchigiani che hanno aderito e che propongono eventi per l’occasione è il 18-19 maggio. Il tema che accomuna le proposte della manifestazione, curata dall’assessorato alla Cultura della Regione Marche con il Coordinamento regionale Marche di ICOM Italia, in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali, Polo Museale delle Marche ed il supporto organizzativo della Fondazione Marche Cultura è “ I musei come hub culturali: il futuro della tradizione” per indirizzare il pubblico verso una maggiore consapevolezza dei musei come luoghi di scambio e di arricchimento culturale, di sviluppo alla comprensione reciproca, alla cooperazione e al dialogo fra società e patrimonio, fra futuro e tradizione. L’edizione 2019 di Grand Tour Musei si articola nella Giornata Internazionale dei Musei – sabato 18 maggio e la Notte dei Musei – sabato 18 maggio, con apertura serale e domenica 19 maggio La Giornata Internazionale dei Musei 2019 (“International Museum Day”, acronimo IMD), è promossa da ICOM a partire dal 1977 e ogni anno affronta un argomento di particolare interesse per la comunità museale. L’iniziativa vuole rappresentare un’occasione per dare particolare attenzione al ruolo che i musei possono svolgere nella società di oggi, come luoghi capaci di unire creatività e conoscenza. “La sfida - sottolinea l’assessore al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni – è riformulare il paradigma tradizionale del Museo visto solo come contenitore, attraverso una riorganizzazione dell’offerta e soprattutto una partecipazione attiva dei cittadini e un’interazione. I musei, quindi, come punti di connessione della rete di conoscenza tra ciò che sta dentro e ciò che sta fuori, tra cultura materiale e immateriale e polo privilegiato di relazioni, nonché laboratori produttivi di creatività ma anche di economia della Cultura.” Nelle Marche, definita da molti regione del Museo diffuso per le numerosissime e varie tipologie di realtà museali, la tematica proposta può rappresentare, dunque, un’ulteriore opportunità per considerare il valore strategico delle aggregazioni museali in funzione del miglioramento dei servizi, sempre più aggiornati, e di una promozione anche turistica capace di generare economie di scala. Il ‘futuro della tradizione’ è invece una particolare chiave di lettura e una sollecitazione al coinvolgimento e allo sviluppo culturale delle nuove generazioni. Per tutti i nostri istituti museali - hanno aderito in 33 nella provincia di Ancona, 15 ad Ascoli Piceno, 6 a Fermo, 18 a Macerata e 22 a Pesaro-Urbino - l’edizione 2019 di Grand Tour Musei costituisce un’opportunità per promuoverne la conoscenza, l’identità e le tradizioni, per riflettere sul loro ruolo in una società che sta cambiando.

16/05/2019
A Macerata torna la Notte dei Musei: il programma completo

A Macerata torna la Notte dei Musei: il programma completo

I Musei di Macerata sabato 18 maggio aderiscono anche quest’anno all’iniziativa aprendo straordinariamente al pubblico in orario serale i Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi, l’Arena Sferisterio e il Museo di Palazzo Ricci dalle 20.30 fino a mezzanotte consentendo ai visitatori di ammirare le collezioni anche attraverso visite guidate insolite. Grazie ad un biglietto ad un prezzo speciale di 5 euro, sarà infatti possibile visitare il circuito museale della città. A Palazzo Buonaccorsi sarà possibile ammirare le tre collezioni permanenti del Museo della Carrozza, Arte antica e Galleria dell’Eneide e Arte Moderna e l’esposizione temporanea dei codici di Leonardo, di due rare e preziose copie anastatiche del Codice del volo degli uccelli e del Codice Trivulziano di proprietà della Biblioteca Comunale Mozzi Borgetti.  A Palazzo Buonaccorsi, per celebrare il cinquecentenario dalla morte di Leonardo da Vinci bambini e ragazzi alle ore 21 potranno scoprire il genio e i misteri di Leonardo con un divertente gioco: la Caccia al mistero di Leo.  Sempre alle 21 a Palazzo Buonaccorsi, un interessante incontro con l’Architetto Achille Paianini dal titolo “Leonardo. Le idee e la rappresentazione”  ci farà scoprire le innovazioni del genio del Rinascimento e la sua presenza nelle Marche. Alle 23 durante la visita guidata “Una notte mitica” racconteremo al buio le storie dei personaggi affrescati sul soffitto della Galleria dell’Eneide con la visita originale distesi sul pavimento.  L’Arena Sferisterio vi aspetta alle ore 21:30, 22:30 e 23:30 per apprezzare, in un orario insolito, uno dei luoghi simbolo della città dove per una volta, perché no, provare anche a cantare.  Anche la straordinaria collezione di arte del ‘900 del Museo Palazzo Ricci sarà visitabile eccezionalmente in notturna con tre visite guidate alle ore 21, 22 e 23.  Per info e prenotazioni:  0733 256361 / 0733 271709  /  italytolive.it > Next tours > Macerata   Prenotazione obbligatori per le visite guidate. Per la Notte dei Musei l’Ecomuseo delle Case di Terra Villa Ficana, invece, propone un’insolita passeggiata nel borgo di case di terra alla scoperta delle storie e dei racconti della cultura popolare locale, fatta di aneddoti, curiosità e leggende. L’itinerario animato sarà curato dai Volontari del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario Europeo, ospiti dell’Ecomuseo. Con un contributo di 3 euro sarà possibile passare una serata all’insegna del mistero e delle suggestioni tramandate di generazione in generazione nel territorio maceratese. “Saranno tutte sciocchezze, però qualcosa si troverà pure, sono tante le cose che si raccontano, possibile che siano tutte bugie?” L’evento è consigliato ad un pubblico adulto. La visita notturna non sarà effettuata in caso di forte maltempo. Prenotazioni entro il 16 maggio al numero 0733/470761 (9.00/15.00) o tramite email museovillaficana@gmail.com  Informazioni nel sito www.ecomuseoficana.it  e sulla pagina Facebook  EcomuseoVillaFicana.   

15/05/2019
Recanati, Notte dei Musei: il programma completo

Recanati, Notte dei Musei: il programma completo

Arte, musica, laboratori e spettacoli e l’occasione di ammirare il manoscritto de L’Infinito, a 200 anni dalla sua stesura, di Giacomo Leopardi. A Recanati sabato 18 maggio torna La notte dei musei. Per una notte Recanati apre le porte dei musei civici che, per l’occasione, proporranno visite guidate, musica e spettacoli teatrali per tutti i visitatori notturni, anche per i più piccoli. L’evento è organizzato da Sistema Museo, società che gestisce i musei civici della città leopardiana, in collaborazione con il Comune di Recanati, Spazio Cultura, WhatzArt e Altra Eco. Quattro le location che, fino alle 1, accoglieranno i curiosi e gli amanti dell’arte in attività nel nome del bello e della cultura: il Museo di Villa Colloredo Mels, il Museo Beniamino Gigli, la Torre del Borgo e piazza Giacomo Leopardi. Soddisfazione dell’amministrazione comunale per il ricco programma dell’evento. “Dopo il grande successo avuto lo scorso anno con la Notte dei Musei - ha detto Rita Soccio l’assessore alle Culture e turismo di Recanati - , quest'anno ci riproviamo con un calendario ancora più ricco di eventi e incontri che abbraccia le diverse arti. Nella città della cultura queste giornate si riescono ad organizzare grazie alla collaborazione con Sistema Museo e alla rete delle associazioni culturali recanatesi che in questi ultimi cinque anni siamo riusciti a coinvolgere nelle nostre iniziative”. La Notte dei Musei a Recanati sarà inoltre l’occasione di per ammirare il manoscritto de l’Infinito di Giacomo Leopardi che resterà nel museo di Villa Colloredo Mels fino al 19 maggio. Tra gli appuntamenti imperdibili il concerto di Roberto Dell’Era (Afterhours) nella sala del Granaio a Villa Colloredo Mels e al presentazione del documentario su Lorenzo Lotto con Enrico Maria Dal Pozzolo e Luca Criscenti, oltre che le visite teatralizzate alla mostra Infinito Leopardi con l’attore Paolo Magagnini che vestirà gli abiti diGiacomo Leopardi. Tre i laboratori a Villa Colloredo Mels dedicati ai bambini tra i 5 e gli 11 anni. Sarà, inoltre, possibile visitare la mostra “Infinito Leopardi” e l’esposizione eccezionale del manoscritto della poesia più bella di Giacomo Leopardi che quest’anno compie duecento anni. SALA GRANAIO VILLA COLLOREDO MELS  21-22,30> Proiezione "LORENZO LOTTO. VIAGGIO NELLA CRISI DEL RINASCIMENTO" Un documentario che ripercorre l’arte e i luoghi di Lorenzo Lotto. con la presenza degli autori Enrico Maria Dal Pozzolo e Luca Criscenti (ingresso gratuito)  23,30-01> Spettacolo “ROBERTO DELL’ERA (AFTERHOURS) IN CONCERTO” (contributo 3 euro) MUSEO CIVICO VILLA COLLOREDO MELS   21-22> Visita guidata Museo Civico Villa Colloredo Mels (Pinacoteca) (ingresso gratuito)    21-22> Visita teatralizzata Mostra "INFINITO LEOPARDI" con Paolo Magagnini e Giulia Poeta (contributo 2 euro)    21-22> Laboratorio "GIRANDO SENZA POSA" per bambini dai 5 agli 11 anni (ingresso gratuito)   22-23> Visita guidata Museo Civico Villa Colloredo Mels (Pinacoteca) (ingresso gratuito)   22-23> Visita teatralizzata Mostra "INFINITO LEOPARDI" con Paolo Magagnini e Giulia Poeta (contributo 2 euro)      22-23> Laboratorio "RIMIRAR LE STELLE" per bambini dai 5 agli 11 anni (ingresso gratuito)     23-24> Visita guidata Museo Civico Villa Colloredo Mels (Pinacoteca) (ingresso gratuito)    23-24> Visita teatralizzata Mostra "INFINITO LEOPARDI" con Paolo Magagnini e Giulia Poeta (contributo 2 euro)     23-24> Laboratorio "ALLA LUCE DELLA CANDIDA LUNA" per bambini dai 5 agli 11 anni (ingresso gratuito)   24-01> Visita guidata Museo Civico Villa Colloredo Mels (Pinacoteca) (ingresso gratuito)  24-01> Visita teatralizzata Mostra "INFINITO LEOPARDI" con Paolo Magagnini e Giulia Poeta (contributo 2 euro)      24-01> Laboratorio "L’OPERA INFINTA E SERENA" per bambini dai 5 agli 11 anni (ingresso gratuito)   MUSEO DELL'EMIGRAZIONE MARCHIGIANA   21-22> Lezione "MARCHEMIGRANTI" a cura di Marco Moroni (ingresso gratuito)  22-23> Visita guidata Museo dell'Emigrazione Marchigiana (ingresso gratuito)   23-24> Spettacolo “FADO MIGRANTE” con Marco Poeta e Francesca Carli (contributo 2 euro)  24-01> Visita guidata Museo dell'Emigrazione Marchigiana (ingresso gratuito)  TORRE DEL BORGO E MUREC   21-22> Spettacoli “MARIKA CORRE” di sogni e parole illustrate voce recitante e racconto: Liliana Palumbo, illustrazioni: Greta Boato  “GOTHIC LADIES” racconti gotici e del terrore alla torre con Elena Fioretti e Chiara Spernanzoni (contributo 2 euro)  22-23> Visita guidata Torre del Borgo e MUREC (ingresso gratuito)  23-24> Spettacoli “MARIKA CORRE” di sogni e parole illustrate voce recitante e racconto: Liliana Palumbo, illustrazioni: Greta Boato  “GOTHIC LADIES” racconti gotici e del terrore alla torre con Elena Fioretti e Chiara Spernanzoni (contributo 2 euro)  24-01> Visita guidata Torre del Borgo e MUREC (ingresso gratuito)   MUSEO BENIAMINO GIGLI    21-22> Visita guidata Museo Beniamino Gigli (ingresso gratuito)   22-23> Spettacolo "GIGLI E L’OPERA, STORIE DI GRANDI SUCCESSI” con Elena e Matteo Badaloni (contributo 2 euro)  23-24> Visita guidata Museo Beniamino Gigli (ingresso gratuito)  24-01 > Spettacolo "BENIAMINO GIGLI E IL SASSOFONO" con Lorenzo Castagnari e Sebastiano Pioli (contributo 2 euro)  CORTILE MUSEO CIVICO VILLA COLLOREDO MELS 18 in poi> Aperitivo a cura di Ti Porto l’Orto e Marche di Birra  PIAZZA GIACOMO LEOPARDI 24-01 > Performance “RE-INFINITO (ALTERNIS) PERFORMANCE” A cura di Federica Amichetti e Nikla Cingolani                

15/05/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433