Cultura

Civitanova, si alza il sipario su "Popsophia": primi ospiti Giuliano Ferrara e Philippe Daverio

Civitanova, si alza il sipario su "Popsophia": primi ospiti Giuliano Ferrara e Philippe Daverio

Domani, venerdì 19 luglio, Popsophia inizia ad animare Civitanova Alta già dal pomeriggio, nella seconda giornata di “Verso l'infinito e oltre”. Alle 18.30, per PopIsm, Giuliano Ferrara viene intervistato da Michele Silenzi al chiostro Sant'Agostino. Il popolare giornalista si immergerà nella contemporaneità più assoluta, affrontando il concetto tra filosofia e attualità. Alle 19 aprono Space Oddity, mostra urbana esperienziale, i laboratori di Conteporanea 2.0 al giardino dell'ex liceo classico (si ripetono anche alle 21.30) e la WineNight delle Cantine Fontezoppa, al chiostro di San Francesco. Saranno alle 21 le suggestioni del videomaker Riccardo Minnucci ad introdurre piazza della Libertà al Philoshow delle 21.30. Lo spettacolo filosofico musicale vede Philippe Daverio tener banco sull'anniversario dei 110 anni del Manifesto dei Futuristi. Il critico d'arte riscopre la “sfida alle stelle” marinettiana, tema che Popsophia raccoglie in questa sua estate 2019, facendo vedere cosa rimane di questa grande Avanguardia italiana. Con lui sul palco l'ensemble Factory. Alle 22.30, alla vigilia del cinquantesimo dallo sbarco sulla Luna, si va  sulla Blu Moon del giardino della Pinacoteca con “The race -  da Jules Verne a Von Braun fino alle Missioni Apollo”. Il direttore scientifico della rassegna Claudio Bernacchia  porterà i presenti in viaggio nella corsa allo spazio, con osservazioni al telescopio a cura dell'associazione astrofili Alpha Gemini. Alle 23 il chiostro Sant'Agostino dà il bentornato a PopSound, luogo che ripercorre la storia dei grandi miti della musica, curato da Alessandro Alfieri. La prima serata è dedicata alla filosofia di Madonna. Come sempre ci si emozionerà con la musica della Factory. Per salutarce il pubblico ci sarà anche la performance musicale Sax Pistons, sempre alle 23 al chiostro Sant Francesco.  Sabato invece sarà una giornata tutta incentrata sul primo uomo sulla Luna. Si parlerà di quel “piccolo passo”, raccontandolo sotto diverse angolazioni. Il programma completo di “Verso l'infinito è oltre” è su www.popsophia.it #popsophia2019. Per raggiungere l'evento a Civitanova Alta sono anche previste da venerdì, e per tutto il fine settimana, navette gratuite. Il primo bus parte da Cristo Re (cadenza ogni 35 minuti), il secondo collega i parcheggi del cimitero e dell'Itcg con la città alta.

18/07/2019
Potenza Picena, al via la rassegna "BelvederE BuonaletturA": ospite del primo incontro Saverio Raimondo

Potenza Picena, al via la rassegna "BelvederE BuonaletturA": ospite del primo incontro Saverio Raimondo

Nuova rassegna culturale al Pincio di Potenza Picena che prevede incontri con autori e presentazioni di libri.  Amministrazione Comunale, Pro Loco di Potenza Picena, Biblioteca Comunale ed Associazione Centro Culturale insieme per lanciare i quattro appuntamenti di BelvederE BuonaletturA. Ad inaugurare la manifestazione martedì sera alle 21:30  sarà Saverio Raimondo con il suo libro “Stiamo calmi. Come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare l’ansia” (Feltrinelli). "Un'azione sinergica ci ha permesso di proporre quattro serate con personaggi di livello che vanno ad impreziosire la stagione estiva della Città" - afferma Tommaso Ruffini - assessore al Turismo e Cultura. Su Saverio Raimondo ed il suo libro: Abbiamo sempre pensato all’ansia come ad un problema, un qualcosa che peggiora le nostre vite e quelle degli altri. Ma se non fosse così? Saverio Raimondo è un comico, o meglio, uno stand-up comedian (recentemente il suo spettacolo è stato trasmesso da Netflix) che in passato ha lavorato anche - tra gli altri -  con Serena Dandini, i fratelliSabina, Caterina e Corrado Guzzanti, Gianluigi Paragone (“La Gabbia” su La7) e Massimo Gramellini  (“Le Parole della Settimana” su Rai 3  con la sua rubrica satirica sugli oggetti della settimana). Ma prima ancora è una persona. Ansiosa. Figlio di madre ansiosa, che a tavola esortava il suo appetito di bambino con l’invito: “Mangia che stai morendo”. Dopo esser cresciuto nell’ansia altrui, Saverio in età adulta ne ha sviluppata una sua, personale. E ha imparato non solo a conviverci e a scherzarci su, ma anche a riconoscervi una forza motrice che lo spinge a migliorarsi. Da questa sua esilarante prospettiva rivoluzionaria, scrive il suo personale elogio dell’ansia: in essa individua uno dei massimi fattori evolutivi dell’uomo nel corso dei secoli; rilegge in chiave “ansiosa” alcuni dei principali avvenimenti e dei personaggi più stressati della storia; rivaluta il senso di colpa come baluardo della civiltà; affronta con umorismo e ironia tutte le principali fonti di ansia del mondo contemporaneo. Mescolando autobiografia, speculazioni filosofico-umoristiche e applicazioni pratiche surreali, Saverio Raimondo - che nel 2016 è stato insignito del “Premio Satira Politica della TV” a Forte dei Marmi - produce un arguto e divertentissimo ribaltamento cardinale: non bisogna farsi paralizzare dall’ansia, ma lasciarsi ispirare e guidare da essa.  

15/07/2019
Stefano Calisti in esposizione a Positano nella galleria Giancarlo Angeloni

Stefano Calisti in esposizione a Positano nella galleria Giancarlo Angeloni

Dopo l'esposizione nella magnifica isola greca di Santorini, ancora una volta l'artista maceratese Stefano Calisti espone le sue opere in uno dei posti più suggestivi del mondo, la pittoresca e splendida Positano. Situata lungo ripidi pendii della costiera Amalfitana, Positano è una sofisticata meta turistica dove approdano personaggi famosi e turisti da tutte le parti del pianeta. Questa volta ad ospitare il Maestro marchigiano è la famosa galleria Giancarlo Angeloni situata a pochi passi dalla celebre Chiesa di Santa Maria Assunta nota per la sua bellissima cupola in maiolica. Per l'occasione Calisti ha voluto omaggiare la perla della costiera Amalfitana con alcuni dipinti senza rinunciare ai suoi sfavillanti colori. Molti i turisti che hanno apprezzato le opere che rimarranno esposte fino a fine ottobre.

15/07/2019
Potenza Picena, restaurate quattro statue del 1600 grazie all'Art Bonus

Potenza Picena, restaurate quattro statue del 1600 grazie all'Art Bonus

Grazie all’Art Bonus, ovvero al credito d’imposta a favore di cittadini che effettuano erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura, il Comune di Potenza Picena ha potuto restaurare quattro reliquari a statua in legno scolpito dorato del 1600 presenti nella Pinacoteca Comunale. Le preziose statue, che rischiavano di essere rovinate irrimediabilmente dal tempo, sono state affidate alle cure della restauratrice pesarese Letizia Bruscoli. Dopo alcuni mesi di lavoro i reliquari rappresentanti San Giacomo Maggiore, San Giacomo Minore, San Filippo e Sant’Andrea sono stati riconsegnati in Municipio nel corso di una cerimonia a cui hanno preso parte il Presidente del Consiglio Comunale Mirco Braconi, il Consigliere Comunale Michele Galluzzo e i due finanziatori del restauro Roberto Domenichini e Franco Senigagliesi. “Si tratta delle prime quattro delle dieci statue lignee ricoverate nella nostra Pinacoteca inserite nell’elenco dell’Art Bonus – ha detto l’Economo dell’Ente, Simona Ciasca – sono pezzi scolpiti a mano del ‘600 italiano. Confidiamo nella sensibilità dei nostri concittadini per poter restaurare anche i restanti sei pezzi”.

15/07/2019
Macerata, venerdì 19, al Nino Caffè, la mostra sull'artista Renato Spagnoli

Macerata, venerdì 19, al Nino Caffè, la mostra sull'artista Renato Spagnoli

Al Nino Caffè in via Roma a Macerata, venerdì 19 luglio, a partire dalle 19:00, si terrà l'inaugurazione della mostra dell'artista Renato Spagnoli, morto nel marzo di quest'anno. L'artista toscano aveva già esposto a Macerata nel 1981 con la presentazione di Luciano Caramel ed Elverio Maurizi. La Pinacoteca di Palazzo Bonaccorsi ha inoltre ben tre opere donate da Spagnoli che, nella sua carriera, ha anche effettuato un sapiente restauro su un lavoro con componenti in plexiglass. L'evento di venerdì sarà reso possibile anche grazie alla Galleria Gian Marco Casini.

14/07/2019
Alla scoperta delle bellezze di Macerata: tutti gli appuntamenti estivi con i tour tematici

Alla scoperta delle bellezze di Macerata: tutti gli appuntamenti estivi con i tour tematici

A spasso con il naso all’insù in una delle città più affascinanti delle Marche: Macerata. Perdersi nei suoi vicoli e percorrere le vie del centro storico per poi ritrovarsi ad ammirare la Torre dell’Orologio in piazza della Libertà. Anche in estate i musei civici di Macerata sono pronti ad accogliere visitatori e turisti per far ammirare le proprie bellezze artistiche e culturali. Grazie al biglietto unico è possibile vedere il circuito museale cittadino di cui fanno parte i musei civici di Palazzo Buonaccorsi, con il museo della Carrozza la Galleria dell’Eneide e le sezioni di Arte antica e moderna, l’Arena Sferisterio e il museo di Palazzo Ricci e partecipare al City tour. Tra le novità dell’estate cittadina, la possibilità di visitare ogni giovedì sera Palazzo Buonaccorsi (20.30-22.30) e Palazzo Ricci (solo con visite guidate 20.30/21.15/21.45). “L’estate in città è sempre piena di occasioni per uscire e non stare soli – interviene l’assessora alla Cultura Stefania Monteverde - e i musei sempre aperti per grandi e piccoli. Non dimenticate di prendere la card McCult! Tutti i residenti di Macerata e in tutti i comuni della provincia di Macerata con McCult entrano gratis nei musei ogni volta che vogliono, anche tutti i giorni. E allora questa estate dai musei di Macerata destinazione Marca Maceratese!”.  Tour tematici  Per chi invece ha voglia di scoprire Macerata e il suo enorme patrimonio culturale e artistico ma non sa da dove iniziare, esiste la possibilità di partecipare ad alcuni tour tematici e attività dedicate a bambini e ragazzi. I City tour sono una visita accompagnata che vi condurrà nei luoghi più interessanti della città: dalle splendide sale storiche della Biblioteca Comunale Mozzi Borgetti, con i soffitti decorati e le pareti coperte di libri antichi, all’affascinante Teatro Lauro Rossi, prezioso esempio di teatro all’italiana. Infine raggiungeremo il primo piano della Torre dell’Orologio per scoprire il sistema di ingranaggi che governa l’originale orologio astronomico. Gli orari? Luglio e agosto tutti i giorni alle 10.30 e alle 16.30. Per conoscere Palazzo Buonaccorsi c’è il tour “Una notte mitica”: lasciatevi guidare dalla voce di un narratore e dalla luce di una torcia per scoprire le mille storie e i miti raffigurati sul soffitto della Galleria dell’Eneide. Ogni invitato alle Nozze di Bacco e Arianna ha una storia da raccontare e lo farà solo per voi a luci spente. Come? A luci spente con il naso all’insù, sdraiati per terra con asciugamano (che portate voi) e un tappetino (che vi forniamo noi).  Quando? A luglio il giovedì dalle 21.45, prenotazione obbligatoria. È dedicata agli amanti dei viaggi la visita “In carrozza!”. Inizieremo con una visita nelle antiche scuderie di Palazzo Buonaccorsi per ammirare la strepitosa collezione di carrozze che vi è conservata. Curiosando tra i veicoli, saliremo su una carrozza virtuale per vivere  l’esperienza di viaggiare a bordo di un mezzo d’epoca. Luglio e agosto tutti i giovedì alle 20.45, prenotazione obbligatoria. I più curiosi potranno partecipare allo “Sferisterio tour”: 30 minuti per scoprire 190 anni di questo luogo simbolo della città. Un luogo affascinante ed insolito, ricco di storie e personaggi da raccontare: da arena per spettacoli ludici, anche sanguinari, a teatro all’aperto, unico al mondo per la presenza di palchetti.  Luglio e agosto, lunedì, giovedì e domenica alle 11, mercoledì, venerdì e sabato alle 15.30.  Bimbi e ragazzi al museo  Tre le proposte ideate per i bambini e i ragazzi alla scoperta dei musei civici di Macerata. Quale modo migliore di scoprire il Museo della Carrozza se con una visita interattiva? “Signori si parte ...e io modestamente lo party!”, pensato per il bambini dai 6 ai 12 anni,  sarà possibile inventare un itinerario e un ipotetico bagaglio! Consigliata dai 6 ai 12 anni. Quando? Sabato 13 luglio, 16,30  A Palazzo Buonaccorsi due attività collegate alla mostra “Bauhaus 100: imparare, fare, pensare” che inaugurerà il 18 luglio. Il laboratorio “Bauhaus per i piccoli” è composto da momenti ludici per guardare il mondo con gli occhi dei ragazzi speciali della scuola Bauhaus. Attività consigliata per bambini/e e ragazzi/e fino ai 12 anni. Tutti i martedì, mercoledì, sabato ore 11. In attesa dell’inaugurazione della mostra “Bauhaus 100” nell’attività “Aspettando Bauhaus 100: Ivo Pannaggi” i più piccoli potranno scoprire, attraverso le sue opere e i suoi progetti, la figura di Ivo Pannaggi, originale architetto, scenografo, pittore e designer maceratese simbolo di un’epoca. Tutti i martedì e domenica ore 17, il venerdì ore 11.

13/07/2019
Macerata Opera Festival 2019, nuovo accordo tra lo Sferisterio e l'Università di Macerata

Macerata Opera Festival 2019, nuovo accordo tra lo Sferisterio e l'Università di Macerata

Da quest’anno il Macerata Opera Festival e l’Università degli Studi di Macerata stringono una partnership più organica e iniziano un comune percorso di collaborazione. Una nuova esperienza che coniuga diverse esigenze dell’Ateneo: la formazione umanistica, la costruzione di percorsi formativi condivisi anche al di fuori delle aule, la costante attenzione alla sinergia con il territorio e con le sue iniziative culturali. Il primo frutto di questo accordo è lo spettacolo "Macbeth Rooms: Viaggio nel cuore di tenebra", guidati da Maria Paola Scialdone, docente di Letteratura tedesca, in veste di coordinatrice e responsabile scientifica, e dai registi David Quintili e Antonio Mingarelli, direttori artistici di Utovie teatrali, studenti di ogni dipartimento, anche stranieri, riuniti in una compagnia teatrale di Ateneo, hanno costruito una performance nata dall’approfondimento del testo shakespeariano e inserita nel calendario del Macerata Opera Festival 2019."Macbeth Rooms", in scena il 15 luglio alle ore 21:00 e in replica alle ore 22:00 nella sede storica dell’Università di Macerata (piaggia dell’Università 2), rappresenta un “incubo” costruito da frammenti di un misterioso inconscio. Un vecchio edificio nel centro storico, aule vuote: c’è una lezione che è stata interrotta. Di cosa si parlava prima che la luce andasse via, che la radio smettesse di trasmettere, che il mondo piombasse nell’oscurità? Echi di violenza, terrore, bagliori di morte e forze oscure sembrano attraversare le pareti, si rispondono da una stanza all’altra. Coordinati da Marcello La Matina, docente di semiotica del testo, da Lucia Rosa, dell’Associazione Amici dello Sferisterio e dall’Associazione Culturale CTR, in occasione delle Anteprime per i giovani in programma il 16, 17 e 18 luglio alle ore 21:00, alcuni studenti UniMC presenteranno le tre opere al pubblico dei coetanei con piccoli trailer raccontati dal vivo un’ora prima di ogni spettacolo all’interno di Sferisterio Lounge in piazza Mazzini. Gli studenti coinvolti sono per UniMc Giorgia Casali, Lisa Giostra, Noemi Pellegrino, Maria Rogante e Linda Schiavi e, per la compagnia CTR, Leonardo De Bastiani e Francesco Cicarilli. Lo Sferisterio regalerà loro un biglietto per assistere alla prova dell’opera che hanno studiato. L’accordo con l’Associazione Sferisterio permetterà quindi agli studenti UniMC di acquistare i biglietti per le Anteprime Giovani al costo di 10 euro, mentre i laureandi della sessione di luglio potranno, invece, richiedere un biglietto omaggio a scelta fra le tre opere e altri due biglietti cortesia per amici e parenti. La collaborazione tra l’Ateneo e l’associazione Sferisterio si estenderà anche alle attività del coro di UniMc, ritenuto una significativa risorsa ricreativo-culturale. L’obiettivo è quello di rafforzare l’attuale collaborazione anche in vista di una esibizione pubblica all’interno della Notte dell’Opera. Questi nuovi impegni consolidano un progetto decennale dello Sferisterio, portato avanti dalla docente di UniMc Elena Di Giovanni, “InclusivOpera” dedicato ai progetti di accessibilità per non udenti e non vedenti c’è ha fatto del Macerata OperaFestival un pioniere in questo campo.

11/07/2019
"Racconti dal mare", a Civitanova il "Premio Letterario Unitre"

"Racconti dal mare", a Civitanova il "Premio Letterario Unitre"

Giovedì 18 luglio, alle ore 18:00, presso la Biblioteca Comunale "Silvio Zavatti" di Civitanova Marche, si terrà la seconda edizione del “Premio Letterario Unitre Civitanova” dal tema “Racconti dal mare”. Il mare rappresenta l’origine della vita sulla Terra e, come sosteneva Jung: “Il mare è il simbolo per eccellenza dell’inconscio, la madre di tutto ciò che vive”. Il mare è fatto di acqua, un elemento fondamentale per noi essere umani, perchè rappresenta la vita, il nostro liquido amniotico e, come tale, si rapporta con gli aspetti primordiali della nostra specie, i nostri istinti e i ricordi più profondi. Il mare è una meta di viaggio, sia fisica che spirituale. Il mare divide e/o unisce i territori, a seconda delle aspettative con cui si parte. Il mare è anche un gigante maltrattato e abusato dall’uomo, con lo sfruttamento intensivo delle sue risorse. Il mare rappresenta, in alcuni contesti, la sopravvivenza dell’ uomo, in certi periodi della vita, il porto sicuro o, al contrario, può rappresentare anche un elemento di morte: chi ha visto la forza del mare sa che, in certi momenti, può essere davvero qualcosa di terribile e creare grosse devastazioni. Un mare che, però, occorre affrontare – in un modo o in altro – perché solo al di sotto o al di là di esso si troverà la tanto ricercata pace. Il mare esprime, altresì, un bisogno fondamentale dell’uomo di andare al di là dell’orizzonte visibile, di scoprire nuovi mondi fisici e interiori. Il mare come fonte di vita e sostentamento per l’uomo: una distesa acquatica che crea nuovi orizzonti simbolici. Questo elemento, così particolare, così in grado di veicolare messaggi, informazioni, elementi vitali. Viaggiare “nell'acqua” e “sull'acqua”, in questo caso, ci apre davvero nuovi universi di consapevolezza e di conoscenza. Il concorso è stato organizzato, con valido e lodevole impegno, dalla struttura locale di Unitre e realizzato con il patrocinio del Comune di Civitanova Marche, Regione Marche e Istituto Superiore “Leonardo da Vinci” e con la gentile sponsorizzazione di Banco Credito Marchigiano, Atac e Grafiche Fioroni. L’iniziativa di Unitre, rientra tra le numerose proposte che questa associazione, ogni anno, offre alla comunità civitanovese, attraverso un calendario ricco di eventi, di attività didattiche e culturali, dimostrando, ancora una volta, la volontà di aprirsi alla società ed al territorio, attraverso la sua intensa attività di promozione, ricerca, studi e iniziative culturali, nell’interesse degli associati e della cittadinanza tutta. La giuria tecnica, composta dal poeta Umberto Piersanti, dallo scrittore e giornalista Valerio Calzolaio e dal Prof. Giuseppe Rivetti, premierà i primi tre classificati con delle pregevoli incisioni, opera del Maestro Incisore urbinate Carlo Iacomucci. Sicuramente, va espresso un grande apprezzamento nei riguardi dell’iniziativa culturale portata avanti dalla sede Unitre di Civitanova e dalla sua Presidente Marisa Castagna, che costituisce un valido punto di riferimento in città, potendo anche contare su circa 100.000 associati in tutta Italia e, ultimo, ma non ultimo, un doveroso ringraziamento al Presidente della Biblioteca Paolo Giannoni e all’Assessore alla Cultura Maika Gabellieri.

11/07/2019
"Tutte tranne lei", romanzo d'esordio del civitanovese Alessandro Pomili venerdì al Lido Cristallo

"Tutte tranne lei", romanzo d'esordio del civitanovese Alessandro Pomili venerdì al Lido Cristallo

Scheggia, Sentenza, Salma e Giannelli cercano di fare il grande salto con la loro musica. A complicare le cose però interviene un braccio ingessato e la necessità di sostituire il chitarrista della band. Con l’arrivo di Giovanna nulla sarà più come prima, ma si aprono per il gruppo delle Interferenze Mentali la possibilità di ambire a più alti traguardi così come il rischio di sciogliersi per sempre. La sfida sarà di trovare un difficile equilibrio tra i sogni di gioventù e la vita vera, rimanendo amici. Con queste premesse si apre “Tutte tranne lei” (Scatole parlanti editore), romanzo d’esordio del civitanovese Alessandro Pomili (classe 1980), che verrà presentato il prossimo venerdì 12 luglio al Lido Cristallo a Civitanova alle ore 21:30. Un romanzo rock, che sul filo di una colonna sonora in crescendo, segue le vicende di cinque protagonisti non più adolescenti ma che continuano a coltivare i loro sogni da ragazzi. Finché la vita non si mette in mezzo e scompiglia ogni illusione, per lasciarli a fare i conti con la realtà. Motore del cambiamento sarà Giovanna, chitarrista di talento ma con idee poco chiare sull’amore, che darà fuoco alle tensioni che la quotidianità porta a galla nel percorso dei quattro membri della band. Con una scrittura fresca, spigliata e ironica, Alessandro Pomili mostra il lato nascosto dei sogni e la difficoltà di realizzarli, ma anche la necessità di trovare una propria strada quando tutto intorno sembra crollare. Una lettura rinfrescante e brillante, per stemperare le temperature estive. Alessandro Pomili lavora come programmatore, collabora con diversi blog come redattore e attualmente cura il sito a quattro mani Mal di testo (www.malditesto.it).

09/07/2019
Sarnano, grande successo di pubblico per la rassegna teatrale “Facciamoci quattro risate”

Sarnano, grande successo di pubblico per la rassegna teatrale “Facciamoci quattro risate”

Nonostante il Teatro della Vittoria di Sarnano sia inagibile dal 2016, la rassegna teatrale estiva “Facciamoci quattro risate”, per il secondo anno consecutivo, si apre con un tutto esaurito. La rassegna è iniziata lo scorso sabato 6 luglio con la commedia dialettale “La banda in casa” di Lorenzo Roscioli, diretta da Roberto Tabarretti e messa in scena dagli stessi attori della compagnia del Circolo di Piazza Alta. La rassegna è patrocinata e sostenuta dal Comune di Sarnano e dalla UILT: Unione Italiana Libero Teatro. Presente anche l’autore della commedia, intervenuto a fine spettacolo per ringraziare gli attori e tutta la compagnia che, dopo 15 anni dalla prima rappresentazione, hanno deciso di riproporre “La banda in casa” con un nuovo allestimento. «Veder rappresentato il proprio lavoro in una cornice come quella del centro storico di Sarnano è una bellissima emozione» ha dichiarato l’autore Lorenzo Roscioli «sono onorato che a Sarnano, negli anni, Il Circolo di Piazza Alta abbia messo in scena tutti e tre i miei lavori». L’appuntamento di sabato scorso è stato il primo di una lunga serie di eventi organizzati dal Circolo di Piazza Alta con il patrocinio del Comune di Sarnano al fine di rivalorizzare il centro storico della Città: teatro, cinema, poesia e musica riuniti sotto il titolo “Stasera usciamo”, a sottolineare il desiderio di offrire un servizio di intrattenimento culturale rivolto a residenti e turisti. La rassegna Facciamoci Quattro Risate prosegue per altri tre sabati: il 13 luglio con “Lu matrimonio a casa de Mengrè” di e con Pietro Romagnoli, il 20 luglio con “Lu sequestru” di Giovanni Teobaldelli diretta da Iacopo Cicconofri e il 3 agosto con “La Cenerentola maritata” di Manlio Santarelli con Scilla Sticchi e Francesco Facciolli. Domenica 14 luglio, invece, si aprirà la serie di eventi “Vivere Sarnano”, sempre a cura del Circolo di Piazza Alta, quest’anno accomunate dal tema “Verso l’infinito”. Il primo appuntamento è alla piazzetta di Santa Chiara con la proiezione del classico di Spielberg “E.T. l’extraterrestre”, in collaborazione con FurgonCinema. Si proseguirà poi il 21 luglio con una serata dedicata alla celebrazione del 50° anniversario dell’allunaggio e il 10 agosto con una serata di musica e poesia per celebrare il 200° anniversario dell’Infinito di Leopardi. Inoltre, in collaborazione con l’Università del Tempo Libero, Il Circolo di Piazza Alta organizzerà anche due visite guidate a importanti attrazioni artistiche della zona: i castelli del Comune di Caldarola e il polittico dei Crivelli a Monte San Martino "La nostra associazione ha ormai compiuto 27 anni di attività ed è ancora viva e attiva grazie anche all’impegno e alla passione di moltissimi giovani che credono dell’importanza di costruire un’offerta culturale sul nostro territorio" racconta la presidente dell’Associazione Claudia Pasimeni. "Quest’anno, per la prima volta, abbiamo ricevuto il sostegno di numerosi sponsor privati che hanno apprezzato il lavoro della nostra associazione e hanno voluto contribuire alla realizzazione degli eventi estivi. È anche grazie a loro che, il 27 e 28 luglio, riusciremo a riproporre l’apprezzatissimo evento “Guerrino e il Meschino” dedicato alle leggende dei Monti Sibillini, in una versione completamente rinnovata che regalerà agli spettatori un’esperienza davvero particolare".

08/07/2019
Civitanova, inaugurata la mostra di Renzo Tortelli (FOTO)

Civitanova, inaugurata la mostra di Renzo Tortelli (FOTO)

In mostra al Lido Cluana, cinquanta stampe originali, in larga parte inedite, dagli esordi degli anni ’50 fino ai lavori più recenti di Renzo Tortelli, fotografo civitanovese che ha vissuto il linguaggio fotografico a cavallo tra documento e arte. Il percorso espositivo mette in luce un fotografo sempre all’altezza delle piccole cose, attento al fluire della quotidianità, dallo stile classico e incredibilmente attuale, dalla serie di agreste a quella di Scanno, dagli scatti all’interno di un centro di cura mentale e per disabili alle incursioni urbane a Milano e Napoli. La mostra inaugurata ieri presso la palazzina sud del Lido Cluana vuole essere il primo di una serie di passi verso la conoscenza (e la riconoscenza) del suo lavoro artistico da parte degli appassionati di fotografia e da parte delle istituzioni locali sensibili al lavoro culturale di un fotografo di prima grandezza capace di restituire lustro non solo alla sua città ma a un territorio intero. “Quella che inauguriamo è una mostra d’arte, perché Tortelli era un artista a tutti gli effetti, nella sua devota e costante ricerca della bellezza in ogni persona e in ogni luogo. E noi oggi noi siamo emozionati nel ripercorrere i suoi scatti e i suoi ricordi come nel primo giorno di scuola: la città gli doveva un riconoscimento come questo” le parole del direttore artistico di Rive Festival Giorgio Felicetti, che ha aperto l’anteprima del Festival con il taglio del nastro di “Verso Tortelli, sopra e sotto la pelle della fotografia”. Un vernissage che ha richiamato molte presenze e che ha visto la partecipazione della famiglia del fotografo civitanovese (i figli Annalina, Lanfranco e Adelisa), dei curatori Claudio Colotti e Simona Guerra, dell’assessore alla cultura Maika Gabellieri dell’assessore alla Cultura Francesco Rotolo di Scanno, insieme a Riccardo Ruggeri e Chiara Crisoliti di Marche Best Way. L’assessore alla Cultura Maika Gabellieri ha sottolineato l’importanza della figura di Tortelli, un artista che merita di essere meglio conosciuto per la grande originalità dei suoi scatti. “Tortelli è un nostro concittadino di cui andiamo fieri, e la sua arte deve parlare anche alle nuove generazioni, perché qui possono vedere la storia della fotografia, nella sua classicità e nella sua avanguardia. Io non ho avuto il piacere di conoscerlo, ma posso dire di averlo incontrato nell’emozione che mi hanno trasmesso le sue figlie, quando sono venute da me per propormi questa bella iniziativa. La mostra resterà allestita fino al 12 luglio e sarà visitabile dalle ore 18:00 alle 20:00 e nei giorni del festival dalle 17:00 alle 21:00. INGRESSO GRATUITO  

06/07/2019
Il rettore Adornato all’inaugurazione di “Quirinale contemporaneo”

Il rettore Adornato all’inaugurazione di “Quirinale contemporaneo”

La vita del nostro Paese si arricchisce "continuamente sotto ogni profilo, particolarmente sul versante culturale, artistico". Lo ha sottolineato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, presentando oggi il progetto "Quirinale contemporaneo” al quale ha partecipato anche il rettore Francesco Adornato, in qualità di presidente della “Fondazione Goffredo Parise e Giosetta Fioroni”, accompagnato dall’artista Giosetta Fioroni che ha fornito due opere della collezione. La mostra, curata da Cristina Mazzantini, dal 2 giugno scorso ha portato nel palazzo sede della Presidenza della Repubblica un significativo innesto di arte contemporanea italiana: 36 opere dei più importanti artisti e 32 oggetti, concepiti da designer italiani e prodotti da aziende italiane, collocati nei cortili, nei saloni e nei giardini. “Dalla convergenza di ruoli istituzionali - commenta il rettore Francesco Adornato - nascono connessioni ancora più feconde tra l’ateneo e i mondi reali dell’arte e della pittura, che si innestano nei percorsi didattici dell’Università di Macerata dedicati allo studio, alla gestione e alla salvaguardia dei beni culturali. Un rapporto da cui possono nascere importanti opportunità di crescita formativa”. 

05/07/2019
Macerata, venerdì 5 l'incontro con l'astrofisico marchigiano Francesco Tombesi

Macerata, venerdì 5 l'incontro con l'astrofisico marchigiano Francesco Tombesi

Tutti pronti a partire per un viaggio alla scoperta del mistero dei buchi neri alla luce delle recenti scoperte. Venerdì 5 luglio, alle ore 21.30, nel Cortile di Palazzo Conventati in Piaggia della Torre a Macerata, la Scuola Popolare di Filosofia, con il Patrocinio del Comune di Macerata, organizza un incontro con Francesco Tombesi. L’astrofisico marchigiano lavora alla NASA dal 2010 in qualità di ricercatore e al Dipartimento di Astronomia dell’Università del Maryland. Premio Aspen 2017 Institute Italia per la ricerca e la collaborazione scientifica tra Italia e Stati Uniti è professore di Fisica all'Università di Tor Vergata di Roma. L’associazione maceratese, che da diversi anni incontra un numero crescente di appassionati ricercatori tra docenti, studenti e cittadini curiosi rispetto alla filosofia e alla scienza, ha invitato il giovane scienziato conterraneo, per capire l'importanza della recente fotografia del buco nero M87. Introduzione del filosofo Prof. Sergio Labate. Al termine seguirà una osservazione astronomica guidata da Cristian Fattinnanzi.  Un appuntamento imperdibile con chi indaga tutti i giorni l'infinità dello spazio, dedicato a tutti noi in quanto “figli delle stelle”, in linea con gli scopi dell’associazione Scuola Popolare di Filosofia: una didattica accessibile a tutti, in cui tutti possano sentirsi partecipi. Ingresso libero. In caso di pioggia l'incontro si svolgerà presso i magazzini UTO.

03/07/2019
Plauto e Aristofane in scena all'anfiteatro di Urbisaglia

Plauto e Aristofane in scena all'anfiteatro di Urbisaglia

Venerdì 5 e sabato 6 luglio, alle ore 21.30, nell’anfiteatro di Urbisaglia, nell’ambito della XXX° edizione di TAU, si esibiranno, rispettivamente, il Liceo Filelfo di Tolentino ed il liceo Leopardi di Macerata con due opere classiche, rilette e rivisitate, ma di grande efficacia e modernità. Venerdì sarà Pseudolus di Plauto ad andare in scena, in una rappresentazione allestita dal Laboratorio Teatro Classico I.I.S Filelfo Tolentino, per la regia di Gabriella Eleonori. Un libero adattamento in cui il servo-poeta, Pseudolus appunto, ha un estro speciale a predisporre inganni e si dimostra un tale artista nell’invenzione delle beffe, un così astuto “mattatore” dell’intrigo da scommettere perfino sul suo stesso imbroglio e ricavarne un profitto personale. Sabato toccherà ai ventitré ragazzi del Liceo Leopardi di Macerata, un’attività che rientra nel progetto TaS (Teatro a Scuola), portare in scena un altro classico, Ornithes, alla ricerca di un’utopia, liberamente tratto da Aristofane e Ovidio, curato dal regista Francesco Facciolli.  La pièce è la rilettura di un classico che viene riproposto attraverso una messinscena basata sulla comunicazione extra verbale, dove la cura per il linguaggio corporeo e le coreografie sceniche viaggiano di pari passo con la parola scritta. Da sottolineare il laboratorio svolto dagli studenti, guidati dal regista, durante il quale hanno realizzato i propri costumi di scena, coadiuvati da Scilla Sticchi e, da ultimo, la realizzazione delle maschere, che rappresentano altrettanti uccelli, ottenuta con l’intervento del M° Pino Facciolli. “Un’anteprima delle scuole che servirà da prologo per questa trentesima edizione della rassegna – commenta Cristina Arrà, assessore alla cultura del Comune – e che ci apre una strada ulteriore per promuovere la diffusione e la pratica del teatro, soprattutto fra i giovani. Siamo veramente contenti di poter dare la possibilità alle scuole che lavorano in questa direzione una possibilità in più per poter mostrare il proprio lavoro che, sappiamo, costa mesi e mesi di sacrificio e che viene remunerato, esclusivamente, dagli applausi del pubblico”.

03/07/2019
Belforte Del Chienti, giovedì 4 la presentazione del libro di Vincenzo Varagona

Belforte Del Chienti, giovedì 4 la presentazione del libro di Vincenzo Varagona

Continua l’attività di promozione culturale della biblioteca “Mario Ciocchetti” di Belforte del Chienti. Dopo il successo della presentazione del libro “Dentro una nevicata” che, attraverso la fotografia, ha mostrato il mondo faunistico, sconosciuto ai più, che circonda il nostro territorio, il prossimo appuntamento è per il 4 luglio, ore 21, per la presentazione del libro di Vincenzo Varagona "Grazia e Mistero", Viaggio nel dono e nella missione di Rita Cutolo. La presentazione avverrà nella biblioteca comunale in Via Dell’Arme n° 5 Vincenzo Varagona, giornalista del Tgr RAI, collabora Avvenire, Famiglia Cristiana, ha realizzato reportage nei Balcani in guerra (Croazia 1993, Kosovo 2001), in Medio Oriente (2006) e in Africa (1995, 2004, 2009). autore di tante pubblicazioni tra cui merita una particolare menzione “Il medico della Sars. Carlo Urbani raccontato da quanti lo hanno conosciuto” (2013, edizione in Taiwan, 2015). Il libro “Grazie e Mistero” contiene una ottantina di testimonianze della attività che Rita Cutolo svolge a Tavullia accogliendo nella sua casa persone bisognose anteponendo i bisogni delle persone sofferenti a quelli suoi e della sua famiglia attraverso una energia magnetica alla quale sono state attribuite numerose guarigioni inspiegabili. Questo libro raccoglie le storie di decine di casi, ritenuti spesso senza speranza e di fronte ai quali la scienza si è talvolta arresa, raccontate dalla voce di persone che affermano di avere ritrovato la salute, la serenità, una fede rinnovata e nuovi stimoli per Vivere. Tra le testimonianze raccolte, anche quelle di medici, teologi, personaggi dello spettacolo. Vincenzo Varagona racconta con professionalità e competenza la singolare attività di Rita fornendo una documentazione accurata limitandosi a presentare i fatti corredandoli di sue personali considerazioni con la professionalità del cronista chiamato a raccontare, per mestiere e missione, quanto ha potuto vedere e quanto ha avuto occasione di conoscere. La prefazione è curata da Giovanni D’Ercole Vescovo di Ascoli Piceno. Il Sindaco di Belforte del Chienti, Alessio Vita, porterà i saluti della comunità belfortese. Dopo l’intervento dell’autore interverrà la psicopterapeuta Paola Donadini che potrà offrire il suo punto di vista sulla narrazione dei casi contenuti nel libro.

01/07/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433