Bolognola

Stagione sciistica 2020/21: "Finita, anzi mai iniziata". Monta la protesta sul web

Stagione sciistica 2020/21: "Finita, anzi mai iniziata". Monta la protesta sul web

Sono centinaia le proteste nate sul web per la chiusura last minute degli impianti sciistici fino al 31. In tantissimi gli amanti della neve che avevano pazientato per la fatidica data del 15 febbraio, ovvero quando gli impianti sarebbero stati finalmente riaperti. E in attesa erano anche gli imprenditori, obbligati ad ingenti investimenti per rispettare le stringenti normative e poter aprire gli impianti ai turisti. Oggi lo sfogo sul portale "Bolognola Ski" per il sogno infranto, l'ultima occasione di poter risollevare le sorti ormai drammatiche del settore neve. "Stagione 2020/2021 finita, anzi mai iniziata inizia il post - Ci abbiamo creduto fino alla fine con le parole e con i fatti. A 12 ore dal apertura, dopo giorni di lavoro e investimenti economici come la biglietteria elettronica, l’acquisto dei materiali di sicurezza covid, la battitura delle piste, l’innevamento artificiale, è imbarazzante tutto quello che sta accadendo!!! - continua il disperato post - siamo di nuovo costretti ad annullare l’apertura della stazione e ormai decretare la fine della stagione sciistica mai iniziata. Noi - si legge nel disperato intervento - come tutti gli esercenti funiviari e con essi le professionalità del settore ci siamo visti imporre una chiusura totale, senza aver nemmeno un ristoro. Ci siamo accollati tutte le spese per garantire le varie apertura sempre vanificate, cercando di garantire sempre la massima sicurezza. Cari amici - conclude il post - ci riteniamo più seri del nostro governo, quindi nei prossimi giorni vi comunicheremo le modalità di rimborso degli skipass che avere acquistato online. Delusi e imbarazzati da questa situazione, speriamo che ritorni l’entusiasmo e la voglia che il mondo della neve ha sempre avuto".

15/02/2021
Impianti sciistici, linee guida per la riapertura in caso di zona gialla

Impianti sciistici, linee guida per la riapertura in caso di zona gialla

Linee guida per la riapertura degli impianti sciistici in caso di zona gialla Si è svolta oggi la Conferenza delle Regioni a cui ha partecipato l’assessore Guido Castelli per le Marche: “Abbiamo licenziato alcune integrazioni a un documento preparato dal CTS per le linee guida in materia di impianti scioviari, che sono state poi approvate – dichiara Castelli –. La posizione prevalente è che possano essere riaperti gli impianti sciistici delle regioni che sono in zona gialla con l’impegno dei vari gestori a rispettare le linee guida. Quindi, invece che un differimento sine dine dell’apertura, sembra profilarsi questo meccanismo dinamico: si scia dove si è in zona gialla e dove gli impianti rispettano le linee guida”. Continua l’assessore: “C’è una grande esigenza, il sistema dei comprensori sciistici marchigiani è messo alle strette da questa situazione, gli Appennini reclamano un’attenzione particolare, quindi chiediamo con forza che si possa valutare come appropriata questa proposta delle Regioni di cui la Regione Marche è stata protagonista”. (Foto Bolognola Ski) 

28/01/2021
Screening di massa al Lanciano Forum, 19 Comuni coinvolti: già oltre 700 le chiamate ricevute

Screening di massa al Lanciano Forum, 19 Comuni coinvolti: già oltre 700 le chiamate ricevute

Dopo aver raddoppiato le linee telefoniche a disposizione dei cittadini  per effettuare le prenotazioni, e aver ricevuto oltre 700 chiamate in un solo giorno, gli Ambiti Territoriali Sociali 17 e 18 sono pronti a dare il via all’operazione “Marche Sicure” per sottoporre a test la popolazione contro il Covid al Lanciano Forum di Castelraimondo. Lo screening di massa interesserà ben 19 Comuni del Maceratese: Bolognola, Camerino, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Esanatoglia, Fiastra, Fiuminata, Gagliole, Matelica, Monte Cavallo, Muccia, Pieve Torina, Pioraco, San Severino Marche, Sefro, Serravalle di Chienti, Ussita, Valfornace e Visso. Complessivamente la macchina organizzativa sarà capace di effettuare oltre 7mila tamponi, circa 200 ogni ora, dalle ore 8 alle ore 20 dei giorni 24-25-26 gennaio. Quattro gli operatori dedicati a ricevere le prenotazioni su altrettante linee telefoniche, due di linea fissa e due mobile, che rispondono ai seguenti numeri: 0733/637245 interno 1; 0733/639427 interno 2; 3516888191 e 3701538124.  Inoltre, per tutti, c’è anche la possibilità di prenotare direttamente dal sito www.ats17.it tramite una email da inviare allo staff dell’Ats17 che poi ricontatterà gli interessati. Per effettuare il tampone bisognerà poi presentarsi, nell’orario prenotato, muniti di Tessera Sanitaria originale e modulo di Richiesta test antigenico rapido compilato, disponibile al sito www.ats17.it Saranno escluse: persone che hanno sintomi che indichino un'infezione da Covid-19: in questo caso, si deve contattare il Medico di Assistenza primaria (MMG/PLS); persone attualmente in malattia per qualsiasi altro motivo; persone in stato di isolamento per test positivo negli ultimi tre mesi; persone attualmente in quarantena o in isolamento fiduciario; persone che hanno già prenotato l'esecuzione di un tampone molecolare; persone che eseguono regolarmente il test per motivi professionali; minori sotto i 6 anni; persone ricoverate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie, comprese le case di riposo pubbliche e private. Il tempo complessivo richiesto è di circa 30 minuti. Dopo l'effettuazione del tampone, si dovrà restare in auto nei successivi 20 minuti. Se non si riceveranno comunicazioni telefoniche il test avrà dato esito negativo e si potrà successivamente controllare in piattaforma con le credenziali inviate in Sms.   Solo in caso di esito positivo si verrà richiamati telefonicamente nei 20 minuti successivi al test e invitati a rientrare per effettuare seduta stante anche il tampone molecolare.  

13/01/2021
Covid-19, dal 24 gennaio tamponi drive-in al Lanciano Forum: ecco i Comuni coinvolti nello screening

Covid-19, dal 24 gennaio tamponi drive-in al Lanciano Forum: ecco i Comuni coinvolti nello screening

Al via la campagna di screening della popolazione contro il Covid-19, per tutti i cittadini dei Comuni ricadenti negli Ambiti Territoriali Sociali 17 e 18, tramite tampone rapido al drive-in che sarà allestito al Lanciano Forum di Castelraimondo. Potranno parteciparvi, dunque, i cittadini residenti nei seguenti Comuni: San Severino Marche, Matelica, Castelraimondo, Esanatoglia, Gagliole, Fiuminata, Pioraco, Sefro, Bolognola, Camerino, Castelsantangelo sul Nera, Fiastra, Monte Cavallo, Muccia, Pieve Torina, Valfornace, Serravalle di Chienti, Ussita e Visso.  L’iniziativa rientra nell’ambito dell’operazione “Marche Sicure” e interesserà i giorni 24-25-26 gennaio 2021, dalle ore 8 alle ore 20. E' necessaria prenotazione telefonica al numero telefonico 0733 6376245 che fa riferimento al call center attivato dall’Ats 17 di San Severino Marche presso l’Unione Montana Potenza Esino Musone aperto, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 14 e dalle ore 15 alle ore 18. Per effettuare il tampone bisognerà poi presentarsi, nell’orario prenotato, muniti di Tessera Sanitaria originale e modulo di Richiesta test antigenico rapido compilato, disponibile al sito www.ats17.it Saranno escluse: persone che hanno sintomi che indichino un'infezione da Covid-19: in questo caso, si deve contattare il Medico di Assistenza primaria (MMG/PLS); persone attualmente in malattia per qualsiasi altro motivo; persone in stato di isolamento per test positivo negli ultimi tre mesi; persone attualmente in quarantena o in isolamento fiduciario; persone che hanno già prenotato l'esecuzione di un tampone molecolare; persone che eseguono regolarmente il test per motivi professionali; Minori sotto i 6 anni; persone ricoverate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie, comprese le case di riposo pubbliche e private. Il tempo complessivo richiesto è di circa 30 minuti.  Dopo l'effettuazione del tampone, si dovrà restare in auto nei successivi 20 minuti. Se non si riceveranno comunicazioni telefoniche il test avrà dato esito negativo e si potrà successivamente controllare in piattaforma con le credenziali inviate in Sms.   Solo in caso di esito positivo si verrà richiamati telefonicamente nei 20 minuti successivi al test e invitati a rientrare per effettuare seduta stante anche il tampone molecolare.  

11/01/2021
Bolognola, mai così tanta neve dopo le feste: "Amarezza per gli impianti chiusi"

Bolognola, mai così tanta neve dopo le feste: "Amarezza per gli impianti chiusi"

 "Erano anni che per le festività natalizie non c'era così tanta neve e questo fa aumentare l'amarezza per la chiusura a causa dell'emergenza Covid": è quanto dice Francesco Cangiotti, direttore degli impianti sciistici di Bolognola, nel Maceratese. "Al momento abbiamo aperto soltanto l'impianto di Castel Manardo dove si stanno allenando gli atleti agonisti", spiega Cangiotti che adesso spera "nella riapertura del 18 gennaio". "Sarebbe molto importante - sottolinea - speriamo che le condizioni lo permettano, nei prossimi giorni - fa sapere - provvederemo anche a un innevamento artificiale in modo da mantenere le attuali condizioni che sono davvero ottimali per sciare". Il direttore racconta che in questi giorni sulle piste ci sono tra i 40 e i 60 centimetri di neve battuta.   (Fonte Ansa, foto tratta da Bolognola Ski profilo Facebook)       

04/01/2021
Santo Stefano imbiancato: arriva la neve nell'entroterra maceratese (VIDEO)

Santo Stefano imbiancato: arriva la neve nell'entroterra maceratese (VIDEO)

La neve, così come preannunciato negli scorsi giorni, non ha esitato ad arrivare copiosa sui monti Sibillini. Sugli impianti sciistici di Bolognola sono già stati raggiunti i 25 centimetri di spessore, ma anche in tutte le altre aree interne del Maceratese si segnala la caduta dei fiocchi: da Pieve Torina a Camerino.  Stando a quanto comunicato dal bollettino meteo della Protezione Civile il limite delle nevicate, nel corso della giornata di oggi, sarà in abbassamento fino a 400-500 metri, localmente anche a quote più basse in occasione dei rovesci più intensi. Peraltro, in vista della giornata di domani (27 dicembre), è stato diramato un messaggio di allertamento valido sino alla mezzanotte per criticità idrogeologica e rischio valanghe, in particolare nella zona est dei Monti Sibillini.  In ogni caso quello che si può ammirare oggi sulle nostre montagne è uno scenario incantato, di un bianco candido, che contribuisce a ripristinare l'alone magico di un Natale vissuto in "zona rossa" da tutti i marchigiani.  Ecco il video della situazione attuale sugli impianti sciistici di Bolognola, postato dalla pagina Facebook "Bolognola Ski":  Nevicata in corso anche a San Lorenzo di Treia, come dimostra il video postato dalla pagina Facebook "Naturalmente San Lorenzo":  Meraviglioso lo spettacolare panorama imbiancato che in questi minuti si può ammirare a Castelluccio di Norcia attraverso la live webcam: 

26/12/2020
Perdono l'orientamento sul Monte Amandola: recuperate due escursioniste

Perdono l'orientamento sul Monte Amandola: recuperate due escursioniste

Perdono l'orientamento sul Monte Amandola: recuperate in serata 2 escursioniste. È quanto accaduto, intorno alle ore 17 del pomeriggio odierno, a due giovani ragazze di 25 e 30 anni entrambe originarie di Foligno, mentre si trovavano tra il Monte Amandola e Castel Manardo, al confine della provincia di Macerata e Fermo. Per il loro recupero sono stati allertati gli uomini della stazione del Soccorso Alpino di Macerata e Vigili del Fuoco, dopo che le due avevano avvertito i Carabinieri di Fiastra per ricevere supporto. Aggiornamento ore 22:09 Le ragazze sono state raggiunte da otto volontari della stazione, tra i quali anche un medico. Si trovano in buono stato di salute e sono state accompagnate a Pintura di Bolognola.

19/12/2020
Bolognola, arriva la prima neve sugli impianti da sci (VIDEO)

Bolognola, arriva la prima neve sugli impianti da sci (VIDEO)

Arriva la prima neve della stagione sui Monti Sibillini. I primo fiocchi sono iniziati a cadere attorno alle ore 11:00 della mattinata odierna e, attualmente, si segnala anche vento forte, attorno ai 1550 metri.  La quota neve - come segnala il bollettino meteo della Protezione Civile - è in graduale diminuzione e si porterà, in serata, attorno ai 1100-1200 metri.  La nevicata odierna non dissolve, in ogni caso, i dubbi legati all'apertura degli impianti: la stagione sciistica della montagna marchigiana dovrà fare i conti con la seconda ondata del Covid, sebbene Francesco Cangiotti - amministratore e direttore della società che si occupa della gestione dei 6 impianti di Bolognola - abbia già messo a punto tutte le misure atte a gestire la situazione di emergenza (leggi qui).  Questa è la situazione attuale a Porte di Berro, come riporta un video girato in diretta da Bolognola Ski:  Ecco altri due video che sono stati pubblicati sulla pagina Facebook "Geometeo", il primo si riferisce alla situazione nei dintorni di Pintura di Bolognola (MC) intorno ai 1600 metri, alle ore 11:00. Il secondo, invece, si riferisce alle ore 14:30 e riguarda gli impianti di Bolognola, collocati a 1550 metri d'altitudine.  Video situazione ore 11:00  Video situazione ore 14:30  (Credit video e foto: Bolognola Ski e Geometeo) 

20/11/2020
Bolognola, il Covid mette a rischio la stagione sciistica: impianti chiusi e presenze dimezzate

Bolognola, il Covid mette a rischio la stagione sciistica: impianti chiusi e presenze dimezzate

L'emergenza Covid incombe anche sulla stagione sciistica della montagna marchigiana. "C'è incertezza sull'apertura degli impianti, dovremo attendere ancora una quindicina di giorni per capire cosa fare, ma intanto stiamo lavorando per garantire a tutti la massima sicurezza", dice Francesco Cangiotti, amministratore e direttore della società che si occupa della gestione dei 6 impianti di Bolognola, che non erano stati danneggiati dal sisma del 2016. "Non ci siamo mai fermati nemmeno nell'anno del terremoto - racconta - e speriamo di non fermarci neanche questo inverno.Noi - aggiunge - siamo pronti a gestire la situazione di emergenza, abbiamo già improntato un piano per accogliere al meglio i visitatori". "Per garantire il giusto distanziamento sociale - spiega Cangiotti - abbiamo previsto di dimezzare il flusso. Fino allo scorso anno registravamo circa 5-6 mila presenze ogni fine settimana, quest'anno li ridurremo a 2-3 mila". Ma tutto sarà vincolato alla pandemia: "Se le Marche resteranno in fascia arancione e quindi con spostamenti limitati - dice l'amministratore -, non sarà possibile aprire gli impianti, se invece torneremo in fascia gialla faremo di tutto per renderli fruibili". Oltre al Covid un altro elemento che in questi casi fa la differenza sarà l'aspetto meteorologico: "Confidiamo in abbondanti nevicate, anche se siamo attrezzati per l'innevamento artificiale - sottolinea Cangiotti -. "Prima di sparare la neve dovremo, ovviamente, avere la certezza di poter aprire gli impianti, altrimenti sarebbe un costo non sostenibile". (Fonte: ANSA).

19/11/2020
Nuovo asfalto sulla provinciale 91: lavori per 250 mila euro

Nuovo asfalto sulla provinciale 91: lavori per 250 mila euro

La Provincia di Macerata ha avviato i lavori di asfaltatura sulla provinciale 91 “Pian di Pieca - Monastero - Fiastra”. L’intervento di risanamento della pavimentazione, progettato, appaltato e diretto dall’Amministrazione provinciale ha un costo complessivo di 250 mila euro ed è stato finanziato con le ulteriori risorse, ricevute dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per l’anno in corso. La Provincia ha anche autorizzato l’utilizzo dei ribassi d’asta per effettuare ulteriori tratti di asfaltatura nei punti più ammalorati. La strada “Pian di Pieca - Monastero - Fiastra” è rilevante per il comprensorio montano perché collega numerosi Comuni, mete di destinazione turistica sia estiva che invernale, come Fiastra, Bolognola, Sarnano, San Ginesio, e con bellezze naturalistiche di assoluto pregio.  Negli ultimi anni la provinciale è stata anche interessata da corposi investimenti per la messa in sicurezza, dato che con i sismi del 2016 è stata chiusa e sono stati necessari, per la riapertura, ben quattro interventi, progettati e diretti dall’Anas per conto del Soggetto Attuatore, la Protezione Civile. “Con l’avvio di questo cantiere - afferma il Presidente Antonio Pettinari - siamo alla conclusione del piano delle opere viarie, finanziate con le risorse del MIT, previste per l’anno 2020. Da alcuni mesi l’ufficio tecnico sta anche progettando i lavori del 2021 e ne abbiamo già approvati diversi; dal Ministero avremo a disposizione circa tre milioni e mezzo di euro. L’obiettivo è iniziare le procedure di appalto entro quest’anno in modo da effettuare gli interventi già nella primavera prossima”.  

12/11/2020
Sisma, area camper a Bolognola e un Poliambulatorio a Pieve Torina: Acquaroli taglia i nastri

Sisma, area camper a Bolognola e un Poliambulatorio a Pieve Torina: Acquaroli taglia i nastri

“Quel 30 ottobre 2016 faceva ripiombare nell’incubo una popolazione già provata e devastata, un territorio già diffusamente martoriato che la scossa più pesante ha maggiormente ferito.  Oggi, a distanza di quattro anni, siamo negli stessi luoghi per un’occasione significativa: inaugurare due strutture importanti a servizio delle comunità. Perché la ricostruzione non deve essere solo fisica e materiale degli edifici, ma sociale ed economica, e quindi deve passare attraverso la restituzione dei servizi sul territorio. Oggi queste due opere ne sono un esempio”. Così oggi il presidente della Regione, Francesco Acquaroli a Bolognola per inaugurare una nuova area di sosta camper e poi a Pieve Torina per l’apertura del nuovo Poliambulatorio. A Bolognola l’area di sosta camper, finanziata con fondi della ricostruzione (ordinanza commissariale n. 77) con una somma di 220 mila euro, ha permesso la realizzazione di 12 piazzole coperte più altri 6 stalli. L’area è destinata prioritariamente ai proprietari di seconde case danneggiate dal sisma e ancora lesionate ma anche per implementare un territorio già a forte vocazione turistica. A Pieve Torina il Poliambulatorio, che sarà a servizio dell’intero territorio montano, è stato costruito con fondi assegnati dall’ ordinanza 581 della Protezione civile, 162 mila euro, compresa la progettazione. Ad entrambe le cerimonie erano presenti, tra gli altri, i due sindaci, Cristina Gentili (Bolognola) e Alessandro Gentilucci (Pieve Torina). A loro il presidente Acquaroli, ringraziandoli per la forza e la tenacia e riconoscendone, in particolare, un ruolo propulsivo nell’opera di ricostruzione, si è rivolto per confermare che “la ricostruzione è una priorità assoluta del governo regionale ma non senza l’apporto che consideriamo determinante dei sindaci e degli attori dei territori interessati. Vogliamo costituire una filiera corta che unisca Regione, istituzioni e enti locali in una stretta rete operativa, siamo aperti all’ascolto di proposte e delle esigenze che i sindaci conoscono meglio di qualsiasi altro. A dimostrazione che la giunta regionale sta lavorando da subito in questa direzione, l’incontro in videoconferenza di oggi pomeriggio con i sindaci del cratere e i tecnici e professionisti”. Nel corso della cerimonia di inaugurazione del Poliambulatorio di Pieve Torina anche il saluto telefonico di Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile nazionale, che ha rimarcato il ruolo e la collaborazione istituzionale del Comune nella realizzazione dell’opera di ricostruzione. A Pieve Torina è stato inoltre avviato il cantiere del Centro Civico e della Palestra, in prossimità della Scuola “Monsignor Paoletti”. I lavori saranno realizzati anche grazie alle donazioni della Fondazione Francesca Rava in rappresentanza della quale era oggi presente Elisabetta Strada. 

30/10/2020
Bolognola, rovinosa caduta mentre percorre un sentiero: escursionista recuperata in elisoccorso

Bolognola, rovinosa caduta mentre percorre un sentiero: escursionista recuperata in elisoccorso

Escursionista  cade rovinosamente a terra mentre percorre un sentiero: si azionano i soccorsi La Stazione di Macerata del Soccorso Alpino è stata allertata dal 118, nella tarda mattinata odierna, per un  intervento nel sentiero tra Fonte dell'Aquila e Acqua Canina a Bolognola. È stato attivato Icaro ed è partita la squadra di terra per il recupero della donna,  in quanto trattasi di zona impervia e in mezzo al bosco. Sul posto è intervenuta anche la pattuglia dei Carabinieri Forestali di Fiastra. La signora, percorreva il sentiero insieme al marito al momento della caduta, ed è stato proprio quest'ultimo a lanciare l'sos. La donna, che ha accusato un infortunio alla caviglia, è stata recuperata da Icaro e, con un tecnico dell'elisoccorso Alpino a bordo, trasportata all'ospedale per le cure del caso.     

06/09/2020
RisorgiMarche, due concerti all'alba e al tramonto sui Monti Sibillini

RisorgiMarche, due concerti all'alba e al tramonto sui Monti Sibillini

Saranno due quest’anno i concerti di RisorgiMarche patrocinati dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini, che si terranno all’interno dell’area protetta in orari particolari, ossia all’alba e al tramonto. “Abbiamo accolto la richiesta di RisorgiMarche sposando l’idea di concerti che, oltre alle ovvie disposizioni anti covid e quindi anche con una limitazione significativa di partecipanti, continuino a osservare quelle modalità organizzative che l’hanno contraddistinto già negli anni passati in termini di attenzione alle necessarie peculiarità di salvaguardia ambientale”. Andrea Spaterna, presidente del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, rimarca l’interesse dell’Ente da lui presieduto verso una manifestazione che “ha dato e sta dando un contributo importante al recupero di una dimensione di narrazione e riscoperta dei luoghi meravigliosi dell’entroterra marchigiano devastato dal sisma, anche nell'ottica di una valorizzazione turistica. Pertanto, dopo il concerto all’alba di Marco Santini String Quartet a Bolognola, avremo nei primi giorni di settembre un altro concerto, stavolta al tramonto, sempre accompagnati da artisti d’eccezione”.

21/08/2020
Asfaltatura da 200mila euro sulla “Acquacanina – Maddalena di Bolognola”

Asfaltatura da 200mila euro sulla “Acquacanina – Maddalena di Bolognola”

Sono partiti i lavori di asfaltatura sulla provinciale 5 “Acquacanina – Maddalena di Bolognola”. Il progetto ha un costo complessivo di 200 mila euro e l’Amministrazione provinciale utilizzerà anche le economie derivanti dal ribasso d’asta per realizzare ulteriori interventi di asfaltatura sulla stessa strada.  Il tratto interessato dai lavori è quello maggiormente danneggiato ed è quello che si trova più in quota e pertanto è anche il più panoramico. “La strada Acquacanina – Maddalena di Bolognola, pur non essendo un collegamento di forte traffico, è molto frequentata dagli appassionati di sport - dichiara il Presidente Antonio Pettinari -. Purtroppo la provinciale è danneggiata per un lungo tratto, ma le risorse disponibili sono insufficienti anche perché la sede stradale è così ammalorata da richiedere notevoli quantitativi di bynder per la sua risagomatura. In attesa di avere a disposizione ulteriori fondi, procederemo ad una sistemazione provvisoria di alcuni dei tratti più rovinati”.  

23/07/2020
Scivola in un dirupo sotto Pizzo Tre Vescovi: donna recuperata in barella, trasferita a Torrette

Scivola in un dirupo sotto Pizzo Tre Vescovi: donna recuperata in barella, trasferita a Torrette

Scivola in un dirupo in località Pescolletta, sotto Pizzo Tre Vescovi: donna di 55 anni trasportata in eliambulanza a Torrette. L'allarme è scattato attorno alle 14:30 del pomeriggio odierno. L'escursionista ha riportato vari traumi in seguito alla caduta, rendendo necessario il tempestivo intervento dell'elisoccorso che, però, a causa delle avverse condizioni meteo è stato piuttosto difficoltoso.  Per il recupero della donna hanno lavorato i vigili del fuoco, con personale specializzato SAF (Spelio Alpino Fluviale) dalla sede centrale di Macerata e con una squadra dal distaccamente di Camerino, assieme alla squadra di terra del Soccorso Alpino di Macerata.  Al momento dell'incidente la donna si trovava assieme ad altre persone: sono state proprio loro a lanciare l'sos.  Aggiornamento ore 15:03  Si è deciso di creare un campo base a Pintura di Bolognola, dove atterrerà l'eliambulanza. Sul posto, i soccorritori del 118, saranno presenti anche con un'ambulanza.  Aggiornamento ore 17:00  Si è scelto - a causa del maltempo - di spostare l'eliambulanza nello stadio comunale di Sarnano, in attesa del recupero della donna.  Aggiornamento ore 18:08 La donna è stata raggiunta a piedi, posta su apposita barella e trasportata a spalla sino al campo base di Pintura, dove è nuovamente atterrato l'elisoccorso, a seguito di una temporanea finistra di bel tempo. Da qui è previsto il trasferimento all'ospedale Torrette di Ancona.  Aggiornamento ore 18:54 L'elisoccorso si è alzato in volo: la donna sarà stata trasferita presso l'ospedale regionale di Torrette di Ancona in codice rosso. Lamenta dolori allo sterno, ad un braccio e all'orecchio.     

12/07/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.