Belforte del Chienti

Impianti sciistici chiusi, Paoloni contrario: "Scelta assurda fatta da chi non conosce la realtà"

Impianti sciistici chiusi, Paoloni contrario: "Scelta assurda fatta da chi non conosce la realtà"

“La scelta di non riaprire gli impianti di risalita con un avviso di sole 12 ore è qualcosa di assurdo, irrispettoso e incomprensibile. Pensare che il problema dei contagi siano gli sciatori significa non conoscere la realtà delle piste o aver visto un impianto di risalita nella propria vita”. Così l’ex sindaco di Belforte del Chienti, Roberto Paoloni, interviene in merito alla decisione del Governo di prorogare nuovamente la chiusura degli impianti sciistici, di fatto compromettendo l’intera stagione. “I gestori degli impianti hanno investito e lavorato in questi giorni per la riapertura e ora con un preavviso ridicolo gli viene detto che non possono aprire”,  continua Paoloni. “Una vergogna, è palese che chi decide non conosce la vita normale e non sa cosa significa avere una attività economica. Stavolta sono fortemente contrario per la scelta fatta dal governo e credo che si sia commesso un errore. Stiamo parlando di uno sport individuale che si pratica con guanti, occhiali, casco e sottocasco, nel quale il distanziamento è naturalmente garantito dalla lunghezza degli sci. Esprimo la mia vicinanza ai gestori degli impianti delle Marche e del resto d'Italia”.

15/02/2021
Giorno della Memoria, il prefetto Ferdani consegnerà 16 medaglie d'onore: tra loro il sopravvissuto Bruno Baldassarri

Giorno della Memoria, il prefetto Ferdani consegnerà 16 medaglie d'onore: tra loro il sopravvissuto Bruno Baldassarri

La legge numero 211 del 20 luglio 2000 ha riconosciuto il 27 gennaio giorno della memoria in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani internati nei campi nazisti. Le storie di 16 cittadini della provincia di Macerata deportati e internati avranno voce nel “Giorno della Memoria”, la cui ricorrenza verrà celebrata nei comuni di rispettiva residenza nel rispetto della normativa anticovid con la consegna delle medaglie d'onore concesse dal Presidente della Repubblica su proposta della presidenza del Consiglio dei Ministri.  Quindici medaglie saranno consegnate dal Prefetto Ferdani, unitamente ai Sindaci di rispettiva residenza agli eredi degli insigniti mentre una sarà consegnata al signor Bruno Baldassarri, classe 1920 sopravvissuto ai lager, ancora in vita e residente a Tolentino. "La cerimonia costituirà un giorno fondamentale per rammentare come l'Olocausto e le tragedie che ne sono derivate non si esauriscono nel tempo, ma costituiscono tragici eventi che sono parte della storia e dell'essenza stessa dell'umanità. È fondamentale quindi un impegno che si rivolga a ciascuno di noi per mantenere la memoria di coloro che hanno superato la soglia dell'orrore e per operare invece a favore dell'armonia tra gli uomini" ha ricordato il Prefetto Ferdani. Di seguito si riportano i nomi delle persone insignite:   COMUNE MEDAGLIE MACERATA MARCHEGIANI Pacifico VECCHI Sante POTENZA PICENA CENTO Idolo NATALI Gino CIVITANOVA MARCHE CAMELI Concetto CICCARELLI Ulderico MASSI Celestino CORRIDONIA SALVATELLI Mariano TOLENTINO BALDASSARRI Bruno CANZONETTA Antonio SCARPACCI Ezio ZANETTI Mario BELFORTE DEL CHIENTI MEO Vincenzo CAMERINO MARAVIGLIA Corrado CINGOLI TOBALDI Pietro MONTECASSIANO PORFIRI Giuseppe  

26/01/2021
Belforte - Giorno della Memoria, medaglia d'onore a Vincenzo Meo: fu deportato in un lager nazista

Belforte - Giorno della Memoria, medaglia d'onore a Vincenzo Meo: fu deportato in un lager nazista

Vincenzo Meo insignito della medaglia d'Onore, riservata ai cittadini italiani, militari e civili che sono stati deportati nei lager nazisti.  Lo ha reso noto, il Prefetto di Macerata, Flavio Ferdani, in una lettera inviata al sindaco di Belforte del Chienti Alessio Vita. A ritirare l'onorificenza sarà la figlia del cittadino belfortese, Maria Rosa Meo . La cerimonia avrà luogo il 27 gennaio prossimo, in occasione della giornata della Memoria, presso la sede del Comune.     

22/01/2021
Tiro con l'Arco, gli arcieri di Belforte trionfano ai Campionati Regionali: vinti ben 7 titoli

Tiro con l'Arco, gli arcieri di Belforte trionfano ai Campionati Regionali: vinti ben 7 titoli

Si sono svolti sabato 16 e domenica 17 gennaio a Castelferretti, in provincia di Ancona, i Campionati Regionali di Tiro con l’arco, organizzati dalla Compagnia Arcieri “Il Falco”. Quest’anno le varie divisioni sono state divise a causa delle disposizioni federali riguardanti il covid-19, il turno del sabato è stato disputato dagli archi nudi, mentre la domenica è stata la volta degli olimpici. Ottimi i risultati per gli arcieri della A.S.D. Medio Chienti che hanno ottenuto 7 titoli regionali, 6 secondi posti, 3 terzi posti. Negli archi nudi gli atleti che si sono distinti sono stati: Feliziani Marco 2° posto senior, Re Gionata 3° posto senior e 2° assoluto, Bianchini Antonio 2° posto master e 3° assoluto, Valeri Simona 2° posto master, Carassai Alessandro 2° posto junior, Feliziani Giacomo 1° posto ragazzi. Buoni piazzamenti anche per Corradetti Stefano (4° posto master), Marsili Orlando (7° posto master) e Diomedi Antonello (9° posto master) Nella divisione olimpica hanno spiccato: Seri Marco 1° posto senior, 1° posto assoluto e 1° posto squadra senior, Dignani Luca 2° posto senior, 3° posto assoluto e 1° posto squadra senior, Verga Francesco e 1° posto squadra senior, Dignani Angelo 1° posto master, Biondi Michele 1°posto Allievi, Biondi Matteo 2° posto Allievi, Buoni piazzamenti anche per Biondi Fulvio (4° posto master), Mosciatti Alberto (11° posto master), Balili Diego Firdus e Maraviglia Sofia.    

18/01/2021
Sisma, in arrivo 9 milioni per la viabilità nelle zone del cratere: 1,3 milioni per le strade maceratesi

Sisma, in arrivo 9 milioni per la viabilità nelle zone del cratere: 1,3 milioni per le strade maceratesi

“Per le Marche sono in arrivo quasi 9 milioni di euro a seguito dell’approvazione da parte del Dipartimento nazionale della Protezione Civile del programma degli interventi del settimo stralcio di ripristino e messa in sicurezza della viabilità delle infrastrutture stradali interessate dagli eventi sismici. In queste ore, infatti  il finanziamento si è perfezionato . Si completeranno in questo modo una serie di interventi sulle strade provinciali e comunali ritenuti molto importanti dalle amministrazioni locali perché strettamente legate alla ripresa economica e sociale del territorio”. Così l’assessore regionale alla Ricostruzione Guido Castelli commenta soddisfatto la notizia dell’arrivo dei fondi molto importanti per la nostra comunità colpita duramente dal sisma. In particolare alla provincia di Ascoli Piceno vanno oltre 4,5 mln di euro per 5 interventi (SPAP0236 - SP “Trisungo-Tufo”- SPAP9601 - SP “Valmenocchia Ovest”- SPAP 9701 - SP “Del Monte’- SPAP2406 - SP “Ascensione”- SPAP2303 - SP “Folignano) e alla Provincia di Macerata circa 500mila euro per un intervento (SPMC12001 - SP “Belforte-Caldarola). Per quanto riguarda, invece, gli interventi da realizzare nei singoli Comuni: Ascoli Piceno 473mila euro per la SCAP21801 - SC “Tronzano” Montefortino oltre 500mila euro per la  SCFM3701 -SC “Valle”; Tolentino più di 800mila euro per la SCMC26301 - SC “Portanova”; Acquasanta Terme 680mila euro per la SCAP24701 - “San Gregorio- Rocca Monte Calvo”; Roccafluvione 517mila euro per laSCAP21201 - SC “Gaico-Agelli”; Montalto Marche 621mila euro per la SCAP24401 - SC “Cimirano”.

13/01/2021
Belforte del Chienti, studente positivo al Covid-19: 5° elementare posta in isolamento

Belforte del Chienti, studente positivo al Covid-19: 5° elementare posta in isolamento

"Registriamo un caso di positività di un alunno della 5° elementare e la conseguente quarantena per tutta la classe". A darne comunicazione è il primo cittadino di Belforte del Chienti Alessio Vita che nella mattinata di oggi ha anche fatto il punto sulla situazione Covid : "I positivi totali nel nostro Comune sono 4 mentre i soggetti in quarantena 10". "L'esito dei tamponi effettuati nella giornata di ieri al personale scolastico delle Scuole di Belforte del Chienti è negativo per tutti i soggetti - ha inoltre dichiarato il Sindaco  Ringraziamo tutto il personale docente e non per aver aderito in massa all'iniziativa. Allo stesso modo, comunichiamo che i tamponi effettuati ai ragazzi che rientravano a scuola dopo la quarantena hanno dato esito negativo. Ringraziamo chi, volontariamente e con grande senso di responsabilità, si è sottoposto a questo controllo".  

Belforte del Chienti, via ai test anti covid per gli alunni delle scuole medie: "li pagherà il Comune"

Belforte del Chienti, via ai test anti covid per gli alunni delle scuole medie: "li pagherà il Comune"

Tutti gli alunni della scuola secondaria di Belforte del Chienti avranno la possibilità di effettuare un tampone rapido prima del ritorno in classe dopo il periodo di quarantena. A renderlo noto è stata l'Amministrazione Comunale che, di concerto con l'ASUR, ha così spiegato l'iniziativa: "Tale servizio sarà erogato nella mattinata di venerdì 4 dicembre dalle ore 6.45 alle ore 7.45 presso i locali della casa ecologica e il risultato sarà disponibile entro le ore 8.20 - e aggiunge- Si precisa che, qualora il risultato dovesse tardare ad arrivare, d’accordo con la Dirigente Scolastica Dott.ssa Scagnetti, il ritardo nell’ingresso a scuola sarà giustificato mostrando il talloncino dell’avvenuto test". "Il costo del tampone sarà a carico del Comune - annuncia il Sindaco Alessio Vita - Si prega gli interessati di prenotare il servizio mandando una mail a info@comune.belfortedelchienti.mc.it cosicché possano essere programmate al meglio le attività di test. Tale servizio è stato già esteso a tutto il personale scolastico. Dalla prossima settimana la possibilità di effettuare i test verrà offerta anche a tutte le altri classi delle scuole". Conclude la nota

'Belforte Insieme' bacchetta il sindaco sui tamponi: "Farli pagare ai cittadini è incomprensibile"

'Belforte Insieme' bacchetta il sindaco sui tamponi: "Farli pagare ai cittadini è incomprensibile"

"Siamo soddisfatti che la maggioranza abbia accolto la nostra richiesta di fare i tamponi alla cittadinanza e magari cominciare dai ragazzi delle scuole medie ancora in quarantena, ma ci dispiace che non abbia ben compreso le nostre richieste fatte durante l'ultimo consiglio comunale del 26 Novembre - il gruppo consiliare di minoranza "Bleforte Insieme" è intervenuto in merito alla loro porposta, accolta dal Sindaco Vita, che prevedeva dei tamponi per tutta popolazione in modo da effettuare uno screening della situazione Covid-19 nel comune di Belforte del Chienti. Un'iniziativa il cui costo andrà a gravare sui cittadini che decideranno di sottoporvisi: "Non comprendiamo pertanto la scelta di far pagare il costo del servizio per i tamponi ai cittadini belfortesi poiché il sindaco ha affermato a voce nell'ultimo consiglio, ribadendolo per iscritto nella delibera n.49, di avere a disposizione la somma di 85.000 euro e altre importanti somme erogate dal Governo centrale da destinatare alle spese per l'emergenza covid - sottolineano - Il servizio tamponi poteva essere messo a disposizione della cittadinanza gratuitamente: il Comune avrebbe sostenuto una spesa, già finanziata, non molto superiore ai 40.000 euro se tutti i 1900 abitanti si fossero presentati volontariamente. Abbiamo come minoranza anche chiesto di utilizzare quei fondi per la distribuzione delle mascherine alle famiglie. La risposta sconvolgente ad ogni richiesta è stata che non essendosi mai trovati in una situazione del genere non sanno come impegnare quelle risorse ministeriali". "Inoltre ci chiediamo se un affidamento diretto di questa tipologia di servizio per lo svolgimento dei tamponi possa essere concesso senza una minima indagine di mercato - osservano i componenti del gruppo di minoranza - Pur comprendendo le difficoltà di ASUR 3 che non riuscirebbe probabilmente ad ottemperare la richiesta se in alternativa si decide di utilizzare un soggetto privato va fatto nel modo migliore, inoltre la possibilità di fare il tampone una sola mattina alla settimana di giovedì, a nostro avviso, non permette certamente di effettuare un reale screening della popolazione in tempi brevi". "In un momento complicato come quello che stiamo vivendo se si poteva dare un servizio gratuito ai cittadini belfortesi e vi erano i soldi per farlo andava sicuramente fatto - chiosa la nota - Cercheremo di essere più chiari magari inviando una richiesta scritta al primo cittadino dove elencheremo nuovamente le proposte, ovviamente per il bene del paese e dei suoi abitanti". 

30/11/2020
Belforte, arrivano i tamponi rapidi: come prenotarsi e dove recarsi

Belforte, arrivano i tamponi rapidi: come prenotarsi e dove recarsi

Siglato l’accordo tra il Comune di Belforte del Chienti e il gruppo medico Associati Fisiomed per l’esecuzione di tamponi rapidi antigenici e test seriologici per l’emergenza COVID-19. Il Comune di Belforte del Chienti metterà a disposizione della Fisiomed il piano terra del locale “Ex Mattatoio” in via Togliatti tutti i giovedì dalle ore 09.00 alle ore 12.00, a partire da giovedì 3 dicembre. La Fisiomed, attraverso il suo laboratorio analisi Ricerche cliniche, è accreditata e convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) con classe di eccellenza 5 e metterà a disposizione dei cittadini belfortesi le sue competenze in campo medico, offrendo tamponi rapidi (con risposta in soli 20 minuti) antigenici a 30 € e test seriologici a 25 € nel totale rispetto di tutte le misure e prescrizioni atte a limitare la diffusione del Coronavirus.  Il Sindaco Alessio Vita, a nome di tutta l’Amministrazione Comunale, esprime soddisfazione e ringrazia la Fisiomed per quest’opportunità che ha voluto dare ai cittadini belfortesi di avere un’ulteriore arma per combattere il Coronavirus che sta così duramente condizionando le vite di tutti quanti. Per prenotazioni, telefonare allo 0733 433816.  

29/11/2020
Belforte del Chienti, "Ceniamo insieme?": l'invito del Comune dona il sorriso ai ristoratori

Belforte del Chienti, "Ceniamo insieme?": l'invito del Comune dona il sorriso ai ristoratori

"Ceniamo insieme?". Ecco cosa c’era scritto nell’invito spedito ieri dall’Amministrazione Comunale di Belforte del Chieti rivolto, non solo ai cittadini, ma soprattutto ai titolari di ristoranti, pub o agriturismi che proprio in questi giorni sono alle prese con il rispetto delle ultime misure anti-Covid emanate dal Governo.. Un progetto chiaro e originale quello disegnato dal Comune, capace di coinvolgere l’intero territorio e dare sostegno ad alcune categorie specifiche di attività commerciali. Infatti coloro che decideranno di ordinare da asporto presso una delle strutture convenzionate, otterrà un buono pari al 50% dell'importo speso. Il buono verrà poi calcolato sullo scontrino che l'avventore dovrà presentare al Municipio , al netto delle bevande e per un importo massimo di 30 euro (leggi l'articolo). Un bell’incentivo nei confronti di baristi e ristoratori ma che va incontro anche alle esigenze dei belfortesi che ora avranno un valido motivo per gustarsi delle prelibatezze locali e per di più senza effettuare spostamenti. L’iniziativa, che ha preso il via ieri sera, ha subito riscosso un grande successo, come dimostrano i tanti pollici in sù e commenti positivi apparsi sulla bacheca della pagina facebook istituzionale del comune di Belforte del Chienti e in tanti altri gruppi social della provincia di Macerata. Di concerto non sono ovviamente mancanti i sorrisi da parte dei principali protagonisti dell’iniziativa ovvero i titolari delle attività ristorative locali che hanno sposato la causa di “Ceniamo Insieme?”. “L’iniziativa è senza dubbio valida –dichiara Sandro Cesani, proprietario dell'hotel ristorante 'Chiaroscuro', una delle strutture convenzionate – ho letto qualche commento non proprio positivo da parte di qualche cittadino ma almeno, in questo momento così difficile, dal Comune qualcosa è stato fatto. E’ importante invitare a spendere presso le attività commerciali del posto ma è pure vero che in questo periodo la gente esce di meno ed è più propensa a cucinare a casa - ed aggiunge– attualmente non sappiamo quando potremo riaprire e questo genera caos all'interno del nostro settore ma nel frattempo ben vengano questo tipo di iniziative”. Buone impressioni anche per Amalia Arpini, titolare dell'agriturismo 'Le Sodere': “Ho già riferito al Sindaco il mio parere positivo in merito all’iniziativa – spiega - purtroppo siamo uno dei segmenti più colpiti dalle limitazioni imposte dagli ultimi dpcm però ci auguriamo che questo tipo di progetti possano incentivare i cittadini a consumare da noi – e conclude - l’iniziativa è limitata ai residenti di Belforte ma è certamente un bell’incentivo per noi”. Dello stesso tenore il parere di Roberto Provinciali della 'Locanda Bonfranceschi' : “Una bella idea – esordisce – è un’iniziativa da lodare che potrebbe creare delle situazioni favorevoli per delle attività come la nostra in quanto si incentiva le persone a frequentare i ristoranti di Belforte e magari anche a ritornarci più volte – prosegue - qualsiasi cosa si fa in tal senso è ben accetta”. “Iniziativa indubbiamente positiva speriamo ora che ci sia un riscontro altrettanto buono da parte della cittadinanza – osserva con entusiasmo Stefano Principi, titolare dell' 'Officina dei Sapori' - abbiamo iniziato solo ieri sera ma per ora ho ricevuto solo commenti positivi da parte di chi ho avuto modo di sentire. Apprezziamo tantissimo questa iniziativa e non possiamo far altro che ringraziare l’Amministrazione Comunale”.

22/11/2020
Belforte del Chienti, ordini da asporto al ristorante e il Comune ti rimborsa il 50% della spesa cash

Belforte del Chienti, ordini da asporto al ristorante e il Comune ti rimborsa il 50% della spesa cash

La seconda ondata dell'epidemia sta mettendo a dura prova, non solo il Sistema Sanitario Nazionale, ma anche tutte le attività commerciali riferibili a bar e ristoranti, i cui titolari sono costretti a far fronte a tutte le limitazioni contenute nelle varie ordinanze, che cambiando di settimana in settimana, rendono lo svolgimento della normale quotidianità lavorativa sempre più precaria. In questo contesto si inserisce in maniera ideale il progetto dell'Amministrazione Comunale di Belforte del Chienti che, per dimostrare la sua vicinanza ai ristoratori particolarmente colpiti da questo momento così complesso, ha deciso di incentivare il consumo di cibo d'asporto. "Ceniamo insieme?". Questo è il nome dato all'iniziativa che viene incontro anche a chi decide di ordinare da asporto presso un ristorante, pub o agriturismo del posto, in quanto otterrà un buono pari al 50% dell'importo speso. Il buono viene calcolato sullo scontrino che l'avventore dovrà presentare al Municipio a, al netto delle bevande e per un importo massimo di 30 euro. Il ticket corrisposto oltre ad essere valido solo per i residenti, sarà spendibile solo presso le attività di ristorazione di Belforte del Chienti. Ecco la lista delle strutture convenzionate: ristorante Chiaroscuro, Locanda Bonfranceschi, Officina dei sapori, agriturismo le Sodere, agriturismo La Fonte e agriturismo Coroncina.   

21/11/2020
Covid-19, Civitanova diventa il comune con più casi in provincia: a Belforte un insegnante positivo

Covid-19, Civitanova diventa il comune con più casi in provincia: a Belforte un insegnante positivo

Sono stati numerosi gli aggiornamenti forniti nelle ultime 24 ore dalle amministrazioni comunali in merito all'evoluzione del contagio da coronavirus in provincia di Macerata.  Nuovo picco di casi nel comune di Civitanova Marche, dove si registrano 482 persone positive al Covid (+3 rispetto al precedente aggiornamento) e aumentano a 289 i soggetti in isolamento domiciliare fiduciario (+56 rispetto al precedente aggiornamento). Resta sopra i 200 casi il comune di Recanati, i cui dati vedono il numero totale di contagiati a 202 (7 nuovi casi e 8 persone guarite) con 121 persone in quarantena (-65 rispetto al precedente aggiornamento). Sale a 80 il numero di contagi, con 52 persone in isolamento preventivo, a Porto Recanati che oggi ha inserito in elenco 6 nuovi casi e la registrazione della negativizzazione di tre cittadini.  Dati in discesa, invece, a Macerata, dove sono 478 i residenti contagiati (14 in meno di ieri). Diminuiscono anche i soggetti sottoposti ad isolamento domiciliare: da 338 a 308.  LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE COVID A FIASTRA  Rimangono 103 i casi di positività al virus a Treia, uno dei dati più alti della provincia in proporzione al numero degli abitanti. Numeri stabili anche a Pollenza dove si registrano 71 contagiati, rispetto ai settanti di ieri. Stessa situazione anche a Belforte del Chienti dove nell'ultima giornata il numero dei casi positivi è sceso di 'unità, da 6 a 5 ma contestualmente si è riscontrato un insegnante positivo al Covid-19 alla scuola media, pertanto 5 sezioni provvederanno con la didattica a distanza sino al 3 dicembre.  LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE COVID A CALDAROLA  Continua ad aumentare il numero delle persone che hanno contratto il virus a Matelica (da 56 a 62). Migliora leggermente la situazione a Potenza Picena dove si registrano 122 persone positive rispetto alle 133 dell'ultimo aggiornamento. Si registrano invece 2 persone guarite nel comune di San Ginesio che fanno scendere il numero dei contagiati a 17. Aumentano i dati a Cingoli, con 82 positivi al Covid-19 rispetto ai 78 di ieri. Situazione simile a Petriolo dove il numero dei contagi registrato riporta 3 unità in più rispetto all'ultimo aggiornamento (36).  LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE COVID A TOLENTINO  Un lieve miglioramento si registra nei comune di Sarnano (da 15 a 14 casi positivi), Loro Piceno (da 22 a 20) e Camerino (da 31 a 29).  Dati in costante calo anche quelli di Colmurano dove, attualmente sono presenti 11 casi di soggetti positivi al Covid-19 di cui 3 domiciliati fuori comune e 2 casi in isolamento domiciliare. 

20/11/2020
Belforte, un caso Covid all'asilo nido: disposta la chiusura per 2 giorni

Belforte, un caso Covid all'asilo nido: disposta la chiusura per 2 giorni

"Si comunica che a seguito del riscontro di un caso positivo all'interno dell'asilo nido si dispone la chiusura dello stesso per la giornata di lunedì 16 novembre e martedì 17 novembre. In quest'occasione verrà effettuata la sanificazione dei locali, così come previsto dalla normativa vigente". A comunicarlo, tramite una nota comparsa sui social, è stato il sindaco di Belforte del Chienti, Alessio Vita.  Il primo cittadino ha aggiunto anche come "ulteriori giorni di chiusura saranno valuti insieme all'ASUR e comunicati tempestivamente ai genitori interessati".  Il Comune, stando all'ultimo aggiornamento fornito sulla situazione legata ai contagi, registra 4 persone positive al Coronavirus. 

Nuova casa dell'acqua a Belforte: ieri il taglio del nastro

Nuova casa dell'acqua a Belforte: ieri il taglio del nastro

Il sindaco di Belforte del Chienti  Alessio Vita, il Presidente dell’ASSM spa Stefano Gobbi e l’Amministratore Delegato Graziano Natali hanno inaugurato, lo scorso venerdì 9 ottobre alle ore 17.00,  la nuova Casa dell’Acqua della Città. Istallato nel parcheggio del quartiere San Giovanni, il nuovo distributore è stato presentato alla cittadinanza con l’intento di sensibilizzarla al corretto uso dell’acqua potabile, evitando gli sprechi e un eccessivo utilizzo delle bottiglie di plastica. L’intento è quello di educare i cittadini e le giovani generazioni all’uso dell’acqua pubblica a km zero, economica e di alta qualità, evitando sprechi e nel contempo riducendo la produzione di rifiuti da imballaggi, contribuendo fattivamente alla preservazione dell’ambiente. La cerimonia si è svolta in forma ristretta per il rispetto delle norme anti-Cvovid. In piena sinergia con i fini ecologici dell’ASSM SpA anche Belforte avrà quindi il suo distributore di acqua di qualità, salubre, con proprietà organolettiche di un’acqua oligominerale, sia gassata che liscia, fresca o a temperatura ambiente. Il nuovo distributore consente un risparmio energetico garantito; tecnologia verde (ogni refrigeratore è progettato utilizzando il più possibile materiali riciclabili ed è equipaggiato con dispositivi per ridurre i consumi elettrici); meno bottiglie.

10/10/2020
Belforte, accusa un malore durante una battuta di caccia e muore all'improvviso

Belforte, accusa un malore durante una battuta di caccia e muore all'improvviso

Accusa un malore improvviso mentre è a caccia: muore un uomo di 75 anni. È quanto avvenuto attorno alle 10:00 della mattinata odierna, a Belforte del Chienti.   Sul posto sono accorsi i sanitari del 118 che, però, non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo.  Per i rilievi del caso sono intervenuti i carabinieri. 

30/09/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.