Belforte del Chienti

Belforte, domenica inaugurazione della Chiesa di Sant'Eustachio alla presenza del vescovo Massara

Belforte, domenica inaugurazione della Chiesa di Sant'Eustachio alla presenza del vescovo Massara

Domenica 23 dicembre, a Belforte del Chienti, verrà inaugurata la Chiesa di Sant'Eustachio dopo i lavori di messa in sicurezza resi necessari a seguito dei danni procurati dal terremoto. Il programma prevede alle ore 10.00 l'arrivo dell'arcivescovo Francesco Massara, che incontrerà la comunità nella sala parrocchiale. Alle ore 11:00 si svolgerà il rito dell'apertura della chiesa di Sant'Eustachio alla presenza della banda cittadina per poi procedere con la celebrazione della solenne Santa Messa pontificale alle ore 11:15. 

20/12/2018
Belforte, presso la Biblioteca Ciocchetti  incontro con la scrittrice Eleonora Giovannini

Belforte, presso la Biblioteca Ciocchetti incontro con la scrittrice Eleonora Giovannini

Giovedì 13 dicembre alle ore 21, presso la nuova Biblioteca Ciocchetti di Belforte del Chienti in Via dell’Arme N. 5 la scrittrice Eleonora Giovannini presenterà il suo libro: “Quel manicomio chiamato Facebook” che “con ironia pungente racconta i lati più divertenti del popolo di Facebook”. Nello stesso giorno l’autrice incontrerà gli alunni delle scuole Secondarie di Primo grado di Caldarola e di Belforte del Chienti. Un’occasione da non perdere per riflettere e sorridere simpaticamente su un tema di estrema attualità che coinvolge milioni di persone e tante realtà familiari.

08/12/2018
La FORM nei luoghi del terremoto con "La musica racconta"

La FORM nei luoghi del terremoto con "La musica racconta"

Nuovo progetto della FORM rivolto alle scuole. Per quattro giorni, da domani 13 novembre, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana si esibirà per gli studenti dell’alto maceratese: si parte con Camerino nell’auditorium della scuola “Salvo D’Acquisto”, quindi mercoledì a Belforte del Chienti, nel tendone della Croce Bianca-Protezione civile, giovedì nella sala polivalente “A. Tonelli” di Caldarola per concludere venerdì 16 novembre al Teatro Feronia di San Severino Marche. Il programma inizia con I musicanti di Brema, la nota fiaba dei fratelli Grimm messa in musica nel 1957 con grande forza espressiva dal compositore americano Bernard Rogers per voce narrante e piccola orchestra. Dopo questa divertente e istruttiva storia di riscatto e libertà che vede protagonista anche Enrico Marconi come voce recitante, si prosegue con Ma Mere l’Oye (Mia madre l’oca) di Maurice Ravel; Peer Gynt di Edvard Grieg e Lo schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij, per trascinare i piccoli spettatori nel mondo della fantasia e dell’immaginazione. L’orchestra, in questi racconti musicali, viene diretta da Mirco Barani. Il progetto, dal titolo Suoni per la rinascita, si inserisce nell’ambito di Marche InVita. Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma, sostenuto dall’intesa Mibact e Regione Marche, con il coordinamento del Consorzio Marche Spettacolo, il patrocinio dei Comuni di Cessapalombo, Belforte del Chienti, Serrapetrona, Caldarola, Camporotondo di Fiastrone, Camerino, San Severino Marche e la collaborazione degli istituti comprensivi “De Magistris” di Caldarola, “Ugo Betti” di Camerino e “Mons. Paoletti” di Pieve Torina. .  

Imbrattano edifici terremotati, il sindaco di Belforte: "Denuncia contro ignoti che ritiro solo se puliscono"

Imbrattano edifici terremotati, il sindaco di Belforte: "Denuncia contro ignoti che ritiro solo se puliscono"

Imbrattano tombini, panchini e muri di edifici terremotati in Via Conciliazione a Belforte del Chienti. Il sindaco Paoloni, che dice di aver sistemato quella zona da poco tempo, non ci sta, e minaccia su Facebook di far scattare la denuncia contro ignoti, almeno fin quando non puliranno quei posti. "Si sono definiti come "vandali" - scrive sul suo profilo Facebook Roberto Paoloni - ma io credo che il nome che li contraddistingua meglio sia idioti! Alcuni idioti pertanto si sono divertiti ad imbrattare delle panchine pubbliche, asfalto, tombini e addirittura degli edifici di famiglie terremotate, non avendo così neppure il rispetto per chi da due anni non può abitare in quelle case. Chiedo a chi sapesse qualcosa in merito a questa bella bravata di contattarci in modo che gli idioti possano pulire direttamente a loro spese in modo che si ricordino per sempre del loro bel gesto. Genitori e amici che eventualmente coprissero certi gesti sono per me ugualmente, se non maggiormente, colpevoli e anch'essi idioti". "Nel nostro Paese - continua - cose del genere non sono tollerate mi dispiace, se vogliono disegnare lo facessero a casa loro in salotto se gli viene permesso. Sono furioso non tollero che si tratti in questo modo sia la proprietà privata ma in modo particolare quella pubblica, che deve essere sacra perché di tutti".

03/11/2018
La provincia sferzata dal maltempo, danni e disagi dalla montagna alla costa

La provincia sferzata dal maltempo, danni e disagi dalla montagna alla costa

Emergenza maltempo nella notte in tutta la provincia di Macerata a causa delle piogge e del forte vento che da ieri stanno interessando tutto il Maceratese. Nella notte appena trascorsa si sono resi infatti necessari molti interventi da parte dei vigili del fuoco a causa di alberi caduti sul manto stradale della superstrada Civitanova - Foligno nonchè in molte altre città della provincia come Camerino, Belforte, Esanatoglia e Matelica. A Cessapalombo poi, il forte vento ha fatto in modo che si scoperchiasse il tetto di una Chiesa nella frazione di Villa.  A San Severino operai e tecnici dell’ufficio Manutenzioni del Comune sono intervenuti nel rione Miliani, presso l’area circhi, e sulle comunali che portano alle località di Carpignano e Cusiano per rimuovere rami di alberi spezzati caduti sulla sede stradale. In via precauzionale inoltre sono stati chiusi i giardini pubblici comunali "Giuseppe Coletti". E ancora, una forte mareggiata ha interessato tutta la costa creando danni a vari chalet, in particolar modo al Barracuda e al Mosquito di Porto Potenza dove la spiaggia non esiste praticamente più.    

30/10/2018
"A scuola di prevenzione", progetto arriva a Caldarola e a Belforte del Chienti

"A scuola di prevenzione", progetto arriva a Caldarola e a Belforte del Chienti

Le scuole secondarie di primo grado di Caldarola e Belforte del Chienti hanno partecipato questa mattina al progetto “A scuola di prevenzione”, un’attività avviata lo scorso anno grazie alla Protezione Civile dei 5 Comuni e che ha visto la collaborazione di Carabinieri, Carabinieri Forestali e Polizia Postale. L’evento di questa mattina, presso la sala polifunzionale “Annalena Tonelli” di Caldarola ha direttamente coinvolto la Tenenza di Camerino della Guardia di Finanza e la Compagnia di Civitanova con l’Unità Cinofila. Il Tenente Alessandro Tomei ha affrontato con i ragazzi il tema dell’evasione fiscale, anche legata al recente sisma, raccontando le operazioni svolte e le esperienze vissute. Poi il tema si è spostato sull’emergenza droga, le differenti sostanze stupefacenti, la sempre più facile reperibilità, i rischi legati all’uso, anche delle droghe definite leggere, e le responsabilità legali legate al consumo o allo spaccio.  E’ stata poi simulata un’operazione con i cani antidroga Charlie ed Eddy.  I finanzieri, dopo aver spiegato come si addestrano, hanno fatto cercare la droga al pastore tedesco Eddy. Prima il controllo ha riguardato alcuni zaini “puliti” poi il cane è stato condotto all’esterno della struttura e nascosta della sostanza stupefacente in una borsa. Immediatamente, una volta rientrato, Eddy ha fiutato la droga e segnalata la presenza al suo conduttore della Guardia di Finanza.  Dopo la dimostrazione è stato spiegato anche il metodo “tira e molla”con cui si impartiscono i comandi ai cani e si effettuano esercitazioni. Molto attento il pubblico composto da circa 130 ragazzi delle scuole medie dell’Istituto comprensivo “De Magistris”, gli insegnanti che li hanno accompagnati, i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e la Protezione Civile dei 5 Comuni. Soddisfazione del Sindaco Luca Maria Giuseppetti per questa dimostrazione della Guardia di Finanza “E’ sempre più preoccupante la diffusione dell’uso di sostanze stupefacenti tra  i giovanissimi che non sono realmente consapevoli dei rischi finché non è, a volte, troppo tardi. Un sentito ringraziamento va alla Guardia di Finanza, alla Protezione Civile e alla dirigente Scolastica Fabiola Scagnetti”.  

Tolentino: incidente in Superstrada, forti rallentamenti al traffico

Tolentino: incidente in Superstrada, forti rallentamenti al traffico

Traffico semiparalizzato, questa mattina, lungo la Valdichienti, poco prima dell'uscita Tolentino Est, in direzione mare. I rallentamenti sono dovuti ad un incidente che, stando a quanto è dato sapere, ha coinvolto un autoarticolato e una Fiat Punto. Non ci sarebbero, comunque, feriti e gli accertamenti per stabilire la dinamica dell'incidente, oltre alle operazioni di sgombero della sede stradale, sono tutt'ora in corso. (Servizio in aggiornamento)

15/10/2018
Gli ingegneri delle Marche scrivono al premier Conte: "Non possiamo permetterci di perdere personale"

Gli ingegneri delle Marche scrivono al premier Conte: "Non possiamo permetterci di perdere personale"

A seguito del sisma che dal mese di Agosto 2016 ha colpito pesantemente gran parte del territorio della nostra regione, la Federazione, costituita dagli Ordini delle province marchigiane è stata impegnata in prima linea, sia nella fase emergenziale che nella difficilissima fase della ricostruzione post sisma. Tra le tante difficoltà riscontrate particolarmente complessa si è dimostrata l’applicazione delle numerose ordinanze commissariali che si sono susseguite nel tempo, tanto che sono stati avviati utili tavoli di confronto con i tecnici degli USR (Uffici Speciali per la Ricostruzione) con lo scopo di chiarire in modo univoco e uniforme le procedure tecnico-amministrative da adottare. Secondo Massimo Conti, presidente della Federazione Ordini Ingegneri Marche,  la situazione  a poco più di due anni di distanza dai drammatici eventi sismici, sembrava aver finalmente raggiunto un equilibrio  e un assetto operativo efficace, grazie soprattutto all’esperienza maturata dai nuovi tecnici assunti appositamente negli USR nei comuni e nelle province. Un patrimonio di esperienze e competenze faticosamente costruito in questo difficoltoso periodo d’attività che rischia di andare disperso se, come pare, molti contratti del personale impiegato negli USR oggetto di convenzione con le società Invitalia e Fintecna risultano in scadenza (o già scaduti) e che gli stessi non saranno rinnovati, per superamento del limite massimo di anzianità di servizio a tempo determinato. L’eventualità di perdere decine di unità di personale già formato, con tutte le difficoltà e i rallentamenti che ciò comporterebbe nel processo di ricostruzione, ha spinto Feding Marche a prendere carta e penna e a scrivere un accorato appello al Presidente del Consiglio, al nuovo Commissario del Governo e ai massimi rappresentanti delle istituzioni regionali, affinché approntino le risorse necessarie per garantire continuità nel funzionamento degli USR. Tanto più che un’analoga situazione si sta verificando presso i comuni e le province del “cratere” in cui gli uffici tecnici riescono a malapena, grazie all’attività dei nuovi assunti a tempo determinato (il cui futuro è comunque incerto), a smaltire le pratiche della ricostruzione post-sisma. È proprio per fronteggiare questa situazione di criticità incombente che Feding Marche invita il Governo, l’Amministrazione Regionale e il nuovo Commissario, ad esperire ogni azione possibile al fini del rinnovo dei contratti in essere.   I presidenti degli Ordini Provinciali degli Ingegneri, riuniti in Feding Marche, ritengono che non disperdere il patrimonio di professionalità acquisito sia l’unico modo per garantire alle popolazioni duramente colpite dal sisma, tempi sostenibili per un ritorno alla normalità di vita e lavoro, all'interno di edifici sicuri, ricostruiti o risanati. 

14/10/2018
Belforte del Chienti ha la sua nuova Biblioteca Comunale e Scolastica “Mario Ciocchetti”

Belforte del Chienti ha la sua nuova Biblioteca Comunale e Scolastica “Mario Ciocchetti”

Belforte del Chienti ha la sua nuova Biblioteca Comunale e Scolastica “Mario Ciocchetti”, nata grazie alla solidarietà di cittadini e aziende, grazie anche alle donazioni degli sms solidali del 45500 della Protezione Civile Nazionale, confermandosi una delle prime realizzazioni eseguite. Un progetto condiviso grazie alle centinaia di libri che sono arrivati da tanti cittadini e che verranno catalogati dagli alunni del vicino Istituto Comprensivo Simone de Magistris, insieme ad insegnanti ed esperti bibliotecari. Un progetto fortemente voluto dall’amministrazione comunale e per il quale il sindaco Roberto Paoloni ha mostrato tutta la sua soddisfazione anche perché nato all’interno degli uffici tecnici del comune belfortese, rafforzati da nuovo personale per il sisma, per fornire un servizio alla comunità messa a dura prova dal terremoto del 2016. La Biblioteca Comunale e Scolastica è dedicata alla memoria dell’indimenticato Mario Ciocchetti, belfortese scomparso lo scorso mese di febbraio all’età di 96 anni, oltre 40 dei quali dedicati all’insegnamento. Il maestro Ciocchetti ha accompagnato la crescita di tante generazioni di alunni, che lo ricordano con grande stima ed affetto. Sono stati i suoi familiari a tagliare il nastro inaugurale, dopo la benedizione dei locali e la cerimonia di apertura, che ha visto la presenza delle autorità politiche, del mondo della scuola e delle Università. Presenti all’incontro anche alcuni benefattoricome Ernesto Catena, pronipote del belfortese Nicola. La Cantina Catena Zapata di Mendoza in Argentina, ha elargito un’importante donazione alla realizzazione della struttura. Ospiti dell’inaugurazione anche Nando Ottavi, presidente della Nuova Simonelli Group, una delegazione del comune di Cappella Maggiore in provincia di Treviso, guidata dal sindaco Vincenzo Traetta e una delegazione della Podistica Sinalunga, in provincia di Siena. Ad allietare la festa la voce della piccola Nicole Marzaroli, finalista alla 60° edizione dello Zecchino d'Oro. I bambini dell’Istituto Comprensivo De Magistris hanno donato alla Biblioteca una pergamena con una filastrocca dedicata a questa nuova realtà, frutto del loro impegno nei progetti didattici sulla scrittura. Una giornata intensa dedicata a tutti i bambini, grazie anche alla concomitanza dell’evento “Un Bel forte in gioco” e alla comunità belfortese, che ora ha a disposizione un luogo bello e funzionale in cui riunirsi anche per condividere idee e progetti. In allegato la lettera di Paola De Micheli.   Caro Roberto, desidero rivolgere a te e alla comunità di Belforte del Chienti i miei più profondi sentimenti di affetto e di gioia per questa bella giornata di festa e di solidarietà. L'inaugurazione della nuova biblioteca comunale e scolastica Mario Ciocchetti, segna un nuovo passo verso il graduale ritorno alla normalità dopo le gravi ferite lasciate dalle scosse sismiche. Si inaugura oggi un luogo di studio, di approfondimento, di socialità, dedicato e a servizio, in particolare, dei bambini e dei giovani. Un risultato raggiunto grazie innanzitutto, alle donazioni degli italiani, che conferma quanto sia generoso e solidale il nostro Paese nei momenti più difficili e alla positiva collaborazione istituzionale tra Stato, Regione e Comune che proprio tu per primo hai saputo promuovere e guidare in modo esemplare. Un bel messaggio di speranza che fa guardare con fiducia alla rinascita dei territori colpiti dal terremoto. Precedenti impegni presi, purtroppo, mi impediscono di condividere con te e la comunita di Belforte del Chienti' questo giorno di festa, ma  ci tenevo veramente di cuore a inviare a tutti voi, il mio più caro saluto. Paola De Micheli Commissario per ricostruzione post sisma 2016  

24/09/2018
Gli “Arcieri Storici Turma Lyncis Arcieria” di Belforte del Chienti campioni regionali al “Torneo della Marca”

Gli “Arcieri Storici Turma Lyncis Arcieria” di Belforte del Chienti campioni regionali al “Torneo della Marca”

Domenica 16 settembre a Monte Roberto in provincia di Ancona, si è svolta la 14esima edizione del “Torneo della Marca”, disfida arcieristica per arco storico e tradizionale, riservata alle associazioni marchigiane.  Tra le oltre 20 compagnie partecipanti, ad aggiudicarsi il palio sono stati gli “Arcieri Storici Turma Lyncis Arcieria” di Belforte del Chienti, che sono riusciti a sottrarre il titolo di campioni delle Marche alla città di Urbino. Associati alla Fitast, Federazione Italiana Arcieri Storici, i 25 arcieri belfortesi praticano con passione questo sport da oltre 9 anni, partecipando a gare e tornei in tutto il centro Italia. Grande la soddisfazione per questa bella vittoria in un torneo prestigioso che vede in competizione realtà blasonate dell’intera regione.

22/09/2018
Belforte del Chienti, domenica 23 si inaugura la Biblioteca "Mario Ciocchetti"

Belforte del Chienti, domenica 23 si inaugura la Biblioteca "Mario Ciocchetti"

Uno luogo in cui bambini e adulti potranno ritrovarsi per dedicare tempo alla lettura, cercare il loro libro preferito, navigare alla ricerca di informazioni per dare spazio alla conoscenza, alla creatività, alla fantasia. Questo vuole essere la nuova Biblioteca Comunale e Scolastica “Mario Ciocchetti” di Belforte del Chienti, che nasce per fornire un servizio alla comunità messa a dura prova dal sisma del 2016. Dopo gli investimenti a supporto dello sviluppo di servizi e spazi per le scuole, il plesso scolastico in zona San Giovanni si arricchisce di questo nuovo contenitore culturale, ubicato al piano terra dell'asilo comunale, vicino alla scuola dell’infanzia e alla scuola primaria. Il progetto è stato voluto dall’amministrazione comunale belfortese per rilanciare il territorio dopo il terremoto, per continuare a dare speranza alle comunità presenti e a quelle future. Per questo gli amministratori hanno deciso di focalizzare le donazioni su questa nuova realizzazione, portata avanti anche grazie alla professionalità dei tecnici comunali. La Biblioteca accoglierà gli alunni dell’Istituto Comprensivo “De Magistris”, del quale fanno parte anche i Comuni di Caldarola, Camporotondo di Fiastrone, Cessapalombo e Serrapetrona. Un progetto condiviso da pubblico e privati, realizzato con il contributo del Comune di Belforte del Chienti, della Protezione Civile Nazionale, del Commissario alla Ricostruzione, della Regione Marche Ufficio Sisma, grazie anche agli Sms solidali 45500. Di fondamentale importanza le donazioni di Fondazione Cariverona; Cantina Catena Zapata-Mendoza Argentina; Nuova Simonelli Group; Pro Loco Cappella Maggiore (Tv); Pro Loco Bedonia-progetto della pallavolista Maurizia Cacciatori; Amici Valturnanche e Cervinia (Ao); Podistica Sinalunga (Si); Redazione Grazia"; Tiziana Binci. Grazie anche al sostegno di Cucine Lube e I Guzzini Illuminazione. Un grande progetto partecipato e condiviso a favore di un territorio. All’allestimento della Biblioteca stanno partecipando tanti cittadini belfortesi e non, ai quali è stato chiesto di contribuire all’opera donando un libro. L’amministrazione di Belforte del Chienti, coadiuvata dalla maestra Federica Paglialunga, ha posizionato delle speciali cassette in legno per contenere i libri offerti, che vanno ad arricchire la già ampia dotazione di libri del Comune. La Biblioteca Comunale e Scolastica è dedicata alla memoria dell’indimenticato Mario Ciocchetti, belfortese scomparso lo scorso mese di febbraio all’età di 96 anni, oltre 40 dei quali dedicati all’insegnamento. Corrispondente per giornali locali, animatore culturale della città, fondatore di circoli culturali e dedicati alla lettura, Mario ha redatto monografie di molti personaggi illustri belfortesi. È stato abile scrittore, grande appassionato di storia, Ciocchetti ha accompagnato la crescita di tante generazioni di alunni, che lo ricordano con grande stima ed affetto. Per questo l’Amministrazione Comunale e il Sindaco Roberto Paoloni hanno voluto dedicargli questa intitolazione. La cerimonia inaugurale si svolgerà domenica 23 settembre alle ore 18,00 in Via dell’Arme a Borgo San Giovanni, in concomitanza con la nuova edizione dell’evento “Un Bel forte in gioco”. Sarà una giornata intensa dedicata a tutti i bambini e alla comunità belfortese che potrà avere a disposizione un luogo importante in cui riunirsi per condividere idee e progetti. La nuova Biblioteca si presenta con un open-space accessibile da un atrio costruito con una struttura in acciaio e vetro. Gli interni hanno a disposizione una sala lettura con circa 20 posti a sedere, dotati di connessione internet, tre work-station dotate di personal computer con postazioni internet per la navigazione e per la ricerca dei catalogni e dei testi. Un’ampia sala polifunzionale dotata di video-proiettore e schermo retraibile che può essere utilizzata come sala proiezioni. La sala polifunzionale può contenere ulteriori 10 posti a sedere come sala lettura per ragazzi e adulti, o 30 posti a sedere come sala video proiezioni. Inoltre la Biblioteca dispone di uno spazio per la consultazione veloce dei libri; deposito libri e deposito di materiale vario; servizi igienici. Le scaffalature contenenti i libri sono dislocate nell’intero ambiente open-space per permettere la consultazione libera dei testi e quindi per rendere il servizio di facile e piacevole utilizzo da parte dell’utente.

18/09/2018
Pieve Torina, la solidarietà della comunità di Belforte e della ditta Girotti di Macerata

Pieve Torina, la solidarietà della comunità di Belforte e della ditta Girotti di Macerata

Non si ferma la solidarietà nei confronti della comunità di Pieve Torina, duramente colpita dal terremoto di due anni fa. Un gesto importante è arrivato, lo scorso sabato, dalla comunità di Belforte del Chienti, anch'essa colpita dal sisma. Nel corso della festa paesana della frazione Villa Case, un appuntamento molto sentito dalla popolazione, è stata donata nelle mani del sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, la somma di 1700 euro da destinare alla realizzazione della nuova scuola dell'infanzia, in via di costruzione in queste settimane. Un gesto, come ha commentato il primo cittadino, che ha un valore doppio, perché proviene dalla generosità di un'altra comunità ferita e che conosce le difficoltà legate al post-sisma, durante un momento, quello della festività paesana, dedicato alle tradizioni, ai valori dell'Italia vera, e allo stesso modo ha voluto destinare il proprio aiuto a chi in questo momento sta vivendo una situazione di più grave distruzione. Inoltre, sono iniziati ieri i lavori per la realizzazione di un nuovo impianto di irrigazione per il Parco Rodari di Pieve Torina, che è stato donato dalla ditta Girotti di Macerata. Un altro gesto di grande cuore e diretto alla comunità che vive il parco, dai più piccoli ai più grandi, che permetterà un migliore mantenimento del verde pubblico dell'area. Per entrambe le generose dimostrazioni di solidarietà, la gratitudine della comunità di Pieve Torina e del sindaco, Alessandro Gentilucci, che ha ringraziato quanti si sono impiegati per far giungere alla cittadina il proprio cuore e la propria vicinanza.

11/09/2018
C'è un po' di Macerata nel grande successo milanese di Starbucks

C'è un po' di Macerata nel grande successo milanese di Starbucks

Dopo l'apertura evento di giovedì scorso, l'assalto allo Starbucks milanese non accenna a placarsi ed è proseguito anche nei giorni seguenti. Tanti turisti, molti giovani, lavoratori in giacca e cravatta ma anche studenti, si sono messi in coda fin dal primo giorno di apertura della grande caffetteria americana a due passi dal Duomo. Le lunghissime code di persone in fila per assaporare un sorso del caffè del colosso a stelle e strisce, a parte qualche inevitabile polemica, sono il segno tangibile del grande successo per questo primo store italiano della catena, non un semplice caffetteria ma una "Reserve Roastery", una vera boutique del caffè, un locale di categoria superiore in cui non solo si serve caffè in mille varianti ma lo si tosta al momento e vengono mostrate ai clienti, tutte le fasi della lavorazione, grazie a personale preparatissimo.Nel grande successo di Starbucks, entra a pieno titolo anche la nostra provincia, grazie alle macchine da caffè di altissima qualità presenti nella "Roastery" milanese, che insieme alle materie prime sapientemente selezionate, sono alla base delle gustose bevande a base di caffè servite ai clienti. Si tratta del modello Black Eagle prodotto dalla Nuova Simonelli di Belforte del Chienti, azienda leader mondiale del settore, che è stata impegnata a Milano anche con diversi tecnici, nelle settimane precedenti l'apertura, per la formazione del personale addetto al loro utilizzo. Nel grande successo di Starbucks anche Tolentino e Mogliano i due paesi da dove vengono i formatori che hanno partecipato alla formazione dei baristi di Starbucks.

10/09/2018
Belforte del Chienti, Charo Carrera con "Ancha es la vida" al Museo MIDAC in mostra dal 15 settembre

Belforte del Chienti, Charo Carrera con "Ancha es la vida" al Museo MIDAC in mostra dal 15 settembre

La stagione artistica 2018 del Museo MIDAC a Belforte del Chienti, prosegue con il quinto evento dell'anno “Ancha es la vida” personale di Charo Carrera (Spagna). La mostra, curata da Terra dell'Arte e con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Belforte del Chienti, si svolgerà nell'ex Chiesa di San Sebastiano nel centro storico di Belforte del Chienti, dal 15 settembre al 28 ottobre 2018. Charo Carrera, nata a Herrera de Pisuerga, provincia di Palencia, in Spagna, vive e lavora a Malaga. Laureata in Bella Arti presso l'Università Complutense di Madrid, ha frequentato il corso di “Processo fotografico applicato alle tecniche grafiche” presso il Centro Internacional de la Estampa Contemporánea, A Coruña, il corso di “Scultura in ferro” presso il Centre d'Art Contemporani "La Rectoría", Barcelona, il laboratorio di “Serigrafia artistica” presso il Centro Murciano de Arte Gráfico y Estampa Contemporánea, Murcia e il corso di “Fotoincisione con polimeri. Tecniche additive non tossiche” a Madrid. Conta con più di 130 mostre di cui 35 personali. Ha esposto in Spagna, Italia, Svizzera, Paesi Bassi, Germania ed i suoi lavori fanno parte di numerose collezioni pubbliche e private di tutto il mondo.  

08/09/2018
Lavori sulla Val di Chienti: si preannunciano mesi difficili per il traffico

Lavori sulla Val di Chienti: si preannunciano mesi difficili per il traffico

Con alcuni cartelli comparsi in superstrada nei giorni scorsi e come riportato dal proprio sito, l'Anas comunica che da lunedì 3 settembre al 21 dicembre 2018, a causa di alcuni lavori di manutenzione straordinaria, potrebbero verificarsi delle code sulla Statale Val di Chienti. Si consiglia pertanto il percorso alternativo sulla Strada Provinciale 485.Nel sito è specificata in maniera più dettagliata quale sarà la parte interessata, che vedrà i lavori in diversi punti, dal km 85,000 al 96,800, corrispondenti grosso modo, alla stazione di servizio Tamoil (85,103) di Corridonia, mentre il 96 dovrebbe essere nei pressi dell'uscita di Montecosaro, data la posizione della stazione di servizio Eni al 97,280.Dopo il traffico dei mesi scorsi, sia per precedenti lavori che per l'afflusso dei turisti dall'entroterra, si preannuncia quindi un autunno infernale nei tratti interessati e di conseguenza sulla Provinciale, dove si riverserà inevitabilmente parte del traffico. L'ultimazione dei lavori, come riportato nel sito dell'Anas, è prevista per l'inizio del nuovo anno, il 3 gennaio 2019.

31/08/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433