Belforte del Chienti

Maurizia Cacciatori scende in campo per la biblioteca scolastica di Belforte del Chienti

Maurizia Cacciatori scende in campo per la biblioteca scolastica di Belforte del Chienti

Maurizia Cacciatori e BC Sport & Salute, organizzatori del 4° camp di Volley per atlete dagli 8 ai 17 anni che si svolgerà a Bedonia (Pr) dal 18 giugno al 1 luglio, hanno lanciato un’iniziativa solidale a favore del Comune di Belforte del Chienti, colpito dal sisma del centro Italia. E’ infatti in vendita la t-shirt con la caricatura della campionessa del volley, opera dell’illustratore Daniele Lauro de I Disegni di Wini, famosa matita del mondo dello sport, il cui intero ricavato contribuirà alla realizzazione di una biblioteca scolastica a supporto delle scuole elementari e medie di Belforte Del Chienti. Durante la visita al comune del maceratese ad inizio Febbraio per il torneo di mini volley #schiacciamolapaura, la campionessa è rimasta colpita dall’affetto dei belfortesi e dalla voglia di reagire ripartendo proprio dai bambini; e con il suo staff ha così deciso di dare questo importante contributo a Belforte Del Chienti. Tanti i personaggi del mondo dello sport e non solo che vogliono contribuire e dare visibilità alla raccolta fondi, come ad esempio il giornalista Maurizio Colantoni, tra i primi a condividere su Facebook l’iniziativa. Tutti i proventi della vendita serviranno per ristrutturare a Belforte Del Chienti uno spazio già esistente ma non utilizzato per mancanza di risorse (200 metri quadrati al piano terreno dell ́asilo comunale), da dedicare alla biblioteca; una struttura dove verranno svolte attività extra scolastiche di aggregazione e laboratori che avranno l ́obiettivo di avvicinare i bambini alla lettura, attraverso spazi e materiali idonei alla crescita e allo sviluppo dell ́autonomia dei ragazzi. "Dopo il terremoto è divenuto indispensabile pensare di realizzare qualcosa che permettesse a Belforte del Chienti di rialzarsi più forte di prima, e di superare la tragedia migliorandosi attraverso nuovi servizi di qualità, rivolti soprattutto ai bambini e alle famiglie. Questa urgenza è stata colta anche dalle realtà che hanno creduto nel progetto della biblioteca, decidendo di finanziarlo, come il Camp di Maurizia Cacciatori e la Fondazione Cariverona, a cui vanno i ringraziamenti per il prezioso aiuto e la grande sensibilità”, commenta il Sindaco di Belforte Del Chienti Roberto Paoloni. E’ possibile acquistare la maglietta del Camp di Maurizia Cacciatori al costo di 15 Euro attraverso messaggio Whatsapp al numero 333/8357649, oppure inviando una mail all ́indirizzo bcsportsalute@gmail.com. Due le modalità di pagamento: una ricarica Postepay sulla carta numero 5333171038329989 - codice fiscale   RDLGLI84S70G999D; oppure un bonifico bancario sul conto intestato a BC Sport&Salute Credito Cooperativo della Valdinievole - filiale di Pieve a Nievole - Iban: IT46O0800370470000000307909. 

20/03/2017
Sisma, allo Urban Fest di Belforte gli architetti lanciano una proposta ai sindaci

Sisma, allo Urban Fest di Belforte gli architetti lanciano una proposta ai sindaci

Nel corso della giornata di lavoro tanti i temi toccati e tanti anche i soggetti coinvolti e chiamati ad intervenire dalla Vicepresidente della Regione Marche Anna Casini al Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, passando per l’Assessore con delega per le politiche sulla montagna e sulle aree interne  Angelo Sciapichetti, Fabio Renzi della Segreteria Generale di Symbola, il geologo Emanuele Tondi, il sindaco de L’Aquila Massimo Cialente, il direttore di Confindustria Marche Gianni Niccolò, le Università e numerosi altri.  Si torna a parlare di terremoto e di modelli di rinascita con l’ordine degli architetti della Provincia di Macerata che, tra gli organizzatori del prossimo appuntamento dello Urban Fest di venerdì 17 marzo a Belforte del Chienti in collaborazione con il Comune di Belforte del Chienti, LEGAMBIENTE, l'INU, ASSURB, parte dalla tematica oggetto di discussione “Terremoto: ricostruire le comunità, gli edifici, il territorio” per lanciare una proposta ai sindaci dei paesi più colpiti. Il Presidente dell’ordine, l’Architetto Enzo Fusari infatti, nell’ambito del festival nato nel 2015 per porre al centro della riflessione il tema dell’urbanistica come elemento di costruzione identitaria di una comunità, illustrerà compiutamente l’iniziativa. «L’Ordine degli Architetti della Provincia di Macerata – spiega Fusari - per garantire la massima qualità urbanistica e architettonica alla ricostruzione, viene in aiuto dei sindaci dei paesi più colpiti fornendo la possibilità di indire Concorsi di Progettazione incentrati su zone della città da ricostruire. I costi della modalità concorsuale – continua il Presidente - saranno sostenuti dalla Fondazione INARCASSA mentre l'assistenza alla compilazione sarà fornita dall'Ordine». Dalle parole si passa cioè all’azione. Le forti preoccupazioni che gli architetti avevano sollevato anche nel corso del convegno del 3 marzo scorso a Macerata, ora lasciano il passo ad una proposta concreta. Una volta superata la fase di microzonazione e individuati i comparti all’interno delle aree interessate, infatti, i bandi saranno volti a creare dei masterplan per ricostruire interi borghi o, semplicemente, dei progetti per ridefinire quelle zone da reintegrare al tessuto urbano esistente. Obiettivo è il recupero architettonico e il ripristino della socialità e dell’identità dei luoghi evitando il consumo di suolo. «Si tratta di modalità corali – specifica Fusari – attraverso le quali i progetti potranno essere studiati anche coinvolgendo e ascoltando le popolazioni locali. Una città social, dove la condivisione diventa uno strumento di costruzione e generazione di luoghi nuovi».  Un modello innovativo e propositivo che consentirebbe di veicolare il territorio Marche ferito dal sisma a livello sia nazionale che internazionale, promuovendo anzitutto il territorio e una visione positiva e proattiva. Nel corso della giornata di lavoro tanti i temi toccati e tanti anche i soggetti coinvolti e chiamati ad intervenire dalla Vicepresidente della Regione Marche Anna Casini al Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, passando per l’Assessore con delega per le politiche sulla montagna e sulle aree interne  Angelo Sciapichetti, Fabio Renzi della Segreteria Generale di Symbola, il geologo Emanuele Tondi, il sindaco de L’Aquila Massimo Cialente, il direttore di Confindustria Marche Gianni Niccolò, le Università e numerosi altri.   Concorsi di Progettazioni sostenuti dalla Fondazione Inarcassa per ricostruire secondo qualità urbanistica

14/03/2017
Ricostruzione (stavolta pesante): Marche discriminate rispetto al sisma del 2012 in Emilia Romagna?

Ricostruzione (stavolta pesante): Marche discriminate rispetto al sisma del 2012 in Emilia Romagna?

La bozza di ordinanza per la ricostruzione cosiddetta pesante (vale a dire per gli edifici gravemente danneggiati) consegnata ai sindaci del cratere dal Commissario Errani e anticipata da Sibilla on line (qui), segna di nuovo un distinguo tra il trattamento riservato ai territori del Centro Italia colpiti dal recente sisma e quello invece previsto ed applicato nel 2012 nelle zone terremotate dell’Emilia Romagna. Infatti i costi parametrici degli interventi di ricostruzione sono molto più bassi oggi di quelli previsti ben cinque anni fa in Emilia fino ad arrivare a un rapporto pari quasi alla metà. Risultano poi maggiormente penalizzati gli interventi di rafforzamento locale dove si scende addirittura al di sotto della metà concessa nel 2012.  Ridotto rispetto all’Emilia è anche il contributo per gli edifici di valore storico e culturale. Complessivamente si tratta di costi datati e fuori mercato che non corrispondono alle reali esigenze ricostruttive locali e che potrebbero scoraggiare gli interventi con il rischio di un ulteriore abbandono dei territori. Sia per il tempo trascorso, che per l’estensione notevole dell’area colpita dal sisma che infine per la cattiva gestione con gli enormi ritardi che ha portato ad uno spopolamento dei paesi terremotati, ci saremmo aspettati una virata consistente del Commissario nella direzione non di tagli ma di incrementi significativi del costi parametrici ai fini di una vera e propria partenza di una ricostruzione che ad oggi ancora è un fantasma. Si ricorda che nel 1997 la gestione della fase post sisma è avvenuta completamente a livello locale tra Regione Marche, provincia e amministrazioni locali. E dall’esito positivo di quella esperienza se ne deduce che il Commissario per la Ricostruzione deve essere il Presidente della Regione colpita dal terremoto: su questo ormai non dovrebbero più esserci dubbi. Oltre alla conoscenza del territorio e delle sue esigenze ciò che fa la differenza è infatti l’amore per una terra dilaniata ma ricca che deve ripartire. Ci spieghi ora Errani i motivi di un tale discrimine rispetto a un sisma di molto più piccolo quanto a danni ed estensione. 

10/03/2017
Iris Porfiri si è laureata in Scienze Politiche: le felicitazioni di parenti e amici

Iris Porfiri si è laureata in Scienze Politiche: le felicitazioni di parenti e amici

Un grande traguardo raggiunto: Iris Porfiri si è laureata lo scorso 28 febbraio (martedì grasso) in Scienze Politiche all'Università di Macerata. La neo dottoressa è stata festeggiata da parenti e amici. In particolare, le amiche hanno voluto dedicarle un pensiero speciale: "Non è stato uno scherzo di Carnevale. Finalmente la tua determinazione e passione per tutto quello che fai ti hanno portato a superare questo grande traguardo, nonostante i tuoi doveri di moglie, di mamma e lavorativi. Circondata dai tuoi affetti più cari, e anche da qualche lacrima, sei stata straordinaria. Un abbraccio. Per sempre. Le tue amichette". Dopo la laurea, i festeggiamenti sono proseguiti al ristorante Chiaroscuro di Belforte del Chienti. Alla dottoressa Iris Porfiri le migliori congratulazioni anche dalla redazione di Picchio News.

04/03/2017
Belforte del Chienti: cerimonia di solidarietà ai terremotati del sisma del 24 agosto

Belforte del Chienti: cerimonia di solidarietà ai terremotati del sisma del 24 agosto

Subito dopo la prima scossa di terremoto del 24 Agosto 2016 che provocò molte vittime e danni in vari luoghi del Centro-Italia, in modo particolare ad Arquata del Tronto Amatrice e Accumoli, la popolazione Belfortese ha organizzato, tra le prime comunità nelle Marche, un evento per sostenere le popolazioni colpite dal tragico sisma. I volontari della “Festa del Murello” con l’Amministrazione Comunale e la Pro Belforte organizzarono un pranzo a base di spaghetti alla Amatriciana dove tutto il ricavato sarebbe stato essere devoluto per fini benefici nei confronti delle vittime del terremoto. A distanza di tempo, nonostante il terremoto che ha colpito la stessa Belforte, si è comunque deciso che quelle risorse dovessero essere d’aiuto per chi ha subito un danno affettivo ed economico davvero durissimo. I volontari in accordo con l’Amministrazione e la Pro Belforte pertanto devolveranno sabato 4 marzo presso Palazzo Bonfranceschi tutto il ricavato ad un padre di famiglia di Amatrice che a causa del terremoto ha perduto tragicamente sia un figlio che la moglie ed inoltre ha dovuto abbandonare la sua attività economica perché distrutta dal terremoto. Riteniamo quindi un gesto importante dare un piccolo contributo ad una famiglia che ha subito così tanto e che certamente non potrà dimenticare mai tanto dolore.  Speriamo che il segnale che arriva dalla Comunità Belfortese sia da stimolo per poter ripartire.    

02/03/2017
Grande successo al Chiaroscuro per il carnevale della Croce Rossa di Tolentino - VIDEO

Grande successo al Chiaroscuro per il carnevale della Croce Rossa di Tolentino - VIDEO

Oltre trecento persone e tutto esaurito al ristorante Chiaroscuro di Belforte del Chienti per la grande festa di Carnevale "Aiutaci divertendoti", promossa dal comitato di Tolentino della Croce Rossa Italiana.  La serata con cena a buffet, balli e la divertente animazione del Giordano Show è stata particolarmente apprezzata dai tantissimi partecipanti, molti dei quali arrivati in maschera a questa coinvolgente serata. Fra musica e balli c'è stato anche modo di premiare il gruppo mascherato più numeroso e le maschere più originali. Un modo per divertirsi e fare beneficenza nella sempre accogliente location del ristorante Chiaroscuro. 

28/02/2017
Cavallo maceratese campione italiano di Doma Vaquera

Cavallo maceratese campione italiano di Doma Vaquera

E’ maceratese il Campione Italiano di Doma Vaquera. Lo stallone arabo Hispanico El Shams di proprietà di Jury Francia, addestratore e fantino Ivan Sfredda dell’Associazione Passione Equestre di Belforte del Chienti, è risultato il vincitore del circuito italiano della classe intermedia. Il cavallo maceratese è salito sempre sul podio delle otto tappe del Campionato Italiano di specialità, che per la sua spettacolarità sta diventando sempre più popolare in tutta Europa, dominando il ranking fin dalle prime gare. A completamento di un’annata favolosa, Hispanico, sempre con il cavaliere Ivan Sfredda, ha conseguito il secondo posto del campionato italiano di Arte ed Eleganza. “E’ senza dubbio una grande soddisfazione – ha detto Jury Francia – lo scorso anno avevamo vinto il titolo tricolore di Doma Vaquera nella categoria Iniziati, saliti di livello abbimo riconfermato l’alta qualità degli esercizi tanto da essere invitati a prendere parte al Gran Galà dei Cavalli Arabi all’interno della Fiera Internazionale di Verona. Per ragioni personali Hispanico è in vendita insieme ad altri cavalli suoi figli”. Per info sull’attività dell’Associazione Passione Equestre tel. 333.4610230.

17/02/2017
Antonella Clerici porta l'azienda belfortese Delsa sul palco dell'Ariston

Antonella Clerici porta l'azienda belfortese Delsa sul palco dell'Ariston

Delsa brilla sul palco dell'Ariston di Sanremo. Ieri sera, venerdì 10 febbraio, l'azienda di Belforte del Chienti nota per gli abiti da sposa, ha vestito Antonella Clerici, ospite della kermesse canora per presentare il suo nuovo programma "Standing Ovation". La presentatrice di RaiUno ha scelto una sirena di mikado bluette della collezione 2017 Ambra cerimonia. Grande soddisfazione per l'azienda belfortese che da anni realizza i sogni di tante donne e, grazie ad Antonella Clerici, ha raggiunto il palcoscenico più famoso d'Italia. Radiosa e disinvolta, Antonella Clerici, ha fatto vivere al meglio l'abito Delsa. Emozione per il team creativo dell'azienda che da diverse settimane sta lavorando per la presentatrice di RaiUno, con la possibilità che la collaborazioni continui anche per altre occasioni. Vedere una delle presentatrici più note in Italia scendere le famose scale del palco dell'Ariston con una propria creazione è stata per l'azienda motivo di orgoglio, soprattutto in un periodo particolare come questo, dopo il sisma che ha colpito il Centro Italia. Immediatamente la notizia ha fatto il giro dei social, ottenendo numerosi consensi da parte dei rivenditori del brand in tutta Italia. Ancora una volta, l'azienda belfortese ha dimostrato di essere al passo coi tempi, partecipando ad una delle manifestazioni più note nel panorama internazionale.    

La Fondazione Cariverona dona 50 mila euro a Belforte del Chienti

La Fondazione Cariverona dona 50 mila euro a Belforte del Chienti

La Fondazione Cariverona dona 50 mila euro per la rinascita di Belforte del Chienti:i soldi serviranno a realizzare una biblioteca per ragazzi nei locali al pian terreno dell’edificio che ospita l’asilo nido. Ad annunciare l’importante progetto di rilancio della cittadina del Maceratese, duramente colpita dal terremoto, il sindaco Roberto Paoloni, che si dice “onorato per la dimostrazione di solidarietà”. “Dopo le ultime scosse che hanno messo a dura prova gli abitanti di Belforte – spiega Paoloni - sono stato contattato dall’imprenditore anconetano Giampaolo Giampaoli e dall’ingegner Paolo Zoppi che, in qualità di consiglieri d’amministrazione della Fondazione Cariverona, mi hanno chiesto come potessero aiutare il Comune a risollevarsi. Così ho proposto il progetto di biblioteca scolastica, un’idea maturata da tempo ma che, per mancanza di risorse, pensavo sarebbe rimasta un sogno nel cassetto. Invece la scorsa settimana ho ricevuto una lettera nella quale la Fondazione mi informava di aver deciso di sostenere l’amministrazione con un contributo di 50 mila euro”. L’impegno verrà effettivamente assunto solo dopo la presentazione del progetto definitivo, completo di relazione tecnica, computo metrico, tavole progettuali e cronoprogramma dei lavori. Il Comune, dal canto suo, si è già messo all’opera inviando alla Fondazione i primi elaborati incluso un rendering della nuovo centro. “Sin dal nostro insediamento – aggiunge Paoloni . avevamo pensato di realizzare una biblioteca al servizio della scuola primaria e secondaria di primo grado per avvicinare gli studenti alla lettura in un Paese dove si legge sempre meno. Avevamo anche individuato lo spazio, quei 200 metri quadri al pian terreno dell’asilo nido mai utilizzati. Il problema però erano i soldi. Ora che arriveranno grazie alla generosità della Fondazione Cariverona siamo pronti a mettere a disposizione della comunità ed in particolare della scuola un luogo di cultura, un centro dove bambini e ragazzi, anche attraverso laboratori didattici e multimediali, possano assaporare il piacere dell’ascolto e della lettura”. L’amministrazione di Belforte ha deciso dunque di utilizzare l’importante aiuto economico legato agli ultimi eventi sismici per costruire qualcosa di nuovo. “Il contributo rappresenta una grande opportunità di sviluppo – conclude il sindaco Paoloni – per questo abbiamo pensato di realizzare qualcosa che ci permetta di rialzarci dal terremoto più forti di prima, di superare la tragedia migliorandoci con nuovi servizi di qualità”.

08/02/2017
Maurizia Cacciatori a Belforte: grande successo per il pomeriggio di volley e solidarietà

Maurizia Cacciatori a Belforte: grande successo per il pomeriggio di volley e solidarietà

Grande successo di pubblico ieri per il torneo di minivolley #schiacciamolapaura, dedicato ai bambini e allo sport, organizzato da Erika Carassai in collaborazione con A.d.U.s. Caldarola Volley. La campionessa della pallavolo Maurizia Cacciatori ha portato nella palestra comunale di Belforte Del Chienti il sorriso e la sua grande energia: “Sono felice di passare il pomeriggio qui e giocare con i bambini. Vorrei trasmettere loro forza e coraggio: voglio veramente schiacciare con loro la paura del terremoto, per cominciare a ricostruire il futuro con fiducia e positività.” Maurizia Cacciatori ha giocato a volley con i bambini, firmato autografi e risposto alle domande dei piccoli sportivi che le hanno strappato una promessa: presto tornerà a Belforte Del Chienti per una nuova iniziativa. Impegnati nelle gare circa 100 bambini dai 5 ai 10 anni delle Società Volley di Caldarola, Camerino, Castelraimondo, Matelica, San Severino Marche, Esanatoglia, Pieve Torina e Tolentino. Il pomeriggio è stato aperto dal Sindaco di Belforte del Chienti Roberto Paoloni, che ha dato il benvenuto ai bambini, alle famiglie e a Maurizia Cacciatori, per poi passare la parola al Presidente della A.d.U.s. Caldarola Volley Simone Cataldi. Presenti anche Tiziana Ferretti, Responsabile Scuola e Promozione della FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo), e la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo S. De Magistris di Caldarola, Fabiola Scagnetti. Tutti hanno espresso la centralità dei bambini, dello sport e della scuola nel percorso di ricostruzione del territorio e della comunità, dopo i traumi causati dal terremoto; come pure l’importanza di manifestazioni all’insegna dell’amicizia e della solidarietà, come quella di ieri. Durante la manifestazione la A.d.U.s. Caldarola Volley ha venduto le t-shirt #schiacciamolapaura, il cui ricavato sarà devoluto all’Istituto Comprensivo “S. De Magistris” di Caldarola, per l’acquisto di materiale utile alle attività didattiche, sportive e ricreative che si svolgeranno nelle scuole dei Comuni di Caldarola, Belforte del Chienti, Camporotondo, Serrapetrona, Cessapalombo, duramente colpiti dal sisma.

06/02/2017
Andrea Rilli e Roberta Mercanti da Belforte ancora protagonisti a Sanremo: "Sogniamo di pettinare Fiorella Mannoia"

Andrea Rilli e Roberta Mercanti da Belforte ancora protagonisti a Sanremo: "Sogniamo di pettinare Fiorella Mannoia"

Per il secondo anno consecutivo lo storico salone di Andrea Rilli e Roberta Mercanti a Belforte del Chienti ha la possibilità di partecipare al Festival della Canzone Italiana. Insieme al brand Vitality’s e a un variegato team di acconciatori, Andrea Rilli e Roberta Mercanti, saranno dietro le quinte di Casa Sanemo, location di incontro di tutti i cantanti della kermesse canora. Casa Sanremo, l’hospitality del Festival della Canzone Italiana, sarà al Palafiori dal 6 all’11 febbraio. Un’accoglienza a misura di evento, ormai riconosciuta e apprezzata in tutte le più importanti rassegne legate al mondo dello spettacolo, del cinema e della cultura che, per l’ottavo anno consecutivo, sarà nella città dei fiori. A tagliare il nastro della Casa sarà l’attrice e showgirl Elisabetta Gregoraci. Vitality’s sarà attore protagonista, dietro le quinte di Radio 105 e Radio Montecarlo, con i suoi acconciatori, che si occuperanno dello stile di cantanti e giornalisti. Idea Due Hair Style rappresenterà la nostra regione, con Andrea Rilli e Roberta Mercanti, coppia nella vita e sul lavoro, che tornano dietro le quinte del 67° Festival della Canzone Italiana, dopo il successo della partecipazione dello scorso anno. “Essere a Sanremo accanto a tutti quei personaggi è stata un'emozione immensa, perchè Sanremo è la trasmissione più attesa di tutto l’anno, seguita in tutto il mondo ma anche la manifestazione italiana per eccellenza, che tutti noi portiamo nei ricordi fin dall’infanzia”. Quest’anno la coppia belfortese spera di realizzare il sogno di una vita e poter finalmente mettere le mani, o meglio pettine e forbice, sui rossi ricci ribelli della cantante romana Fiorella Mannoia, già data per favorita nei pronostici sul Festival. “Sarebbe una bella soddisfazione e un regalo per tutti i nostri clienti e amici che ci seguiranno in diretta sulla nostra pagina Facebook!”.

03/02/2017
Scadenza termini schede Fast e Aedes, termini non perentori: arrivano i chiarimenti di Errani

Scadenza termini schede Fast e Aedes, termini non perentori: arrivano i chiarimenti di Errani

Così come attesi, sono arrivati i chiarimenti del Commissario per la Ricostruzione Vasco Errani riguardanti i problemi relativi alla scadenza dei termini per la presentazione della domanda di contributo per i danni lievi alle abitazioni. Ad evidenziarlo è il sito sibilla-online.com con un ampio articolo (qui) L’Ordinanza del Commissario 8 del 14 dicembre 2016 all’art. 6 punto 3 stabilisce infatti che il termine per la presentazione della richiesta di contributo è di 60 giorni dalla data di pubblicazione dell’ordinanza (12 febbraio) , ma non è possibile rispettare tali termini se al proprietario non sono stati ancora comunicati gli esiti delle schede FAST e/o AeDES. Sul sito del Commissario Errani chiarisce che  "Il termine di sessanta giorni dell’articolo 6 comma 3 dell’ordinanza n. 8 si riferisce alle pratiche che sono state presentate in precedenza con l’avvio immediato dei lavori. Le domande per i danni lievi possono essere presentate quando è stata redatta la scheda AEDES con esito B o C,  e notificata l’ordinanza sindacale I danni lievi possono essere anche quelli con esito C, come da allegato all’ordinanza del Commissario 8/2016". Inoltre interviene sulla previsione per cui entro 60 giorni dalla pubblicazione dell’ordinanza il soggetto interessato deposita all'Ufficio speciale per la ricostruzione la domanda di contributo ed entro il medesimo termine possono presentare domanda di contributo anche i soggetti che non abbiano già comunicato l’avvio dei lavori. Il Commissario spiega infatti che  "Il termine dei sessanta giorni è riferito ai soggetti che hanno presentato istanza di avvio dei lavori anticipata ai sensi dell’ordinanza n. 4/2016. Chi non ha presentato istanza non ha obbligo di presentare la domanda di contributo". Infine, sempre in tema di scadenze,  quanto ai 30 giorni per la redazione e la consegna delle schede Aedes da parte dei tecnici abilitati incaricati dai proprietari, Errani chiarisce che “Il termine è ordinatorio ed è finalizzato ad avere l’esito di inagibilità in modo accelerato per coloro che intendono chiedere l’assegnazione di una Soluzione Abitativa Emergenziale (SAE),  che viene programmata solo per gli esiti E (inagibile). Il procrastinare nel tempo di tale conoscenza allunga  i tempi di programmazione e realizzazione delle SAE con il permanere del disagio abitativo dei terremotati. Inoltre, fino a quando non viene depositata la scheda AeDES, non si può presentare l’istanza per l’esecuzione dei lavori, neppure quelli previsti di riparazione immediata”.

01/02/2017
Il professor Chahan Yeretzian a Camerino per parlare di caffè

Il professor Chahan Yeretzian a Camerino per parlare di caffè

È operativo, dall’inizio dell’anno a Belforte del Chienti, International Hub for Coffee Research and Innovation (Centro internazionale per la ricerca e l’innovazione nel settore del caffè, ndr). La struttura, nata la scorsa estate da una collaborazione tra Simonelli Group e l’Università degli studi di Camerino, opera come supporto scientifico e tecnologico allo sviluppo della conoscenza nella filiera del caffè, accrescendo la forza di innovazione di questa importante bevanda apprezzata in tutto il mondo.    Al principale lavoro di ricerca, il Centro – unico nella sua specificità – affianca attività di formazione e divulgative. Ed è proprio in questo contesto che il prossimo lunedì 6 febbraio alleore 15.00 a Camerino (presso il Campus universitario), ospitato dal locale Ateneo, si svolgerà il primo evento pubblico con la partecipazione di uno dei massimi esperti mondiali nel campo, il professor Chahan Yeretzian dell’università di Zhaw in Svizzera. L’incontro sarà coordinato dal prof. Sauro Vittori, docente dell’Università di Camerino ed esperto in analisi degli alimenti.     Il giorno successivo il prof. Chahan Yeretzian, accompagnato dal Rettore Flavio Corradini e dal Presidente di Simonelli Group, Nando Ottavi, visiterà a Belforte del Chienti (all’interno dello stabilimento Nuova Simonelli) la sede dell’International Hub for Coffee Research and Innovation, dove – incontrando i dottorandi Unicam che vi operano, i ricercatori e i tecnici dell’azienda – gli saranno presentate le linee guida del lavoro di ricerca avviato.

Belforte, poche richieste per le casette. L'amministrazione punta ad acquistare immobili

Belforte, poche richieste per le casette. L'amministrazione punta ad acquistare immobili

L’Amministrazione Comunale di Belforte del Chienti ha convocato in due diversi incontri i cittadini potenzialmente aventi diritto per l’assegnazione delle S.A.E, al fine di conoscere le eventuali richieste ed i vari bisogni specifici. In entrambe le assemblee, molto partecipate, l’Amministrazione nella persona del Sindaco dott. Roberto Paoloni ha riferito ai cittadini la situazione rispetto alle S.A.E, spiegando le tipologie di abitazione e dove verranno eventualmente posizionate le casette di legno, la giunta comunale con delibera aveva infatti già precedentemente individuato l’area Ex SAM in località San Giovanni da destinarsi per le opere di urbanizzazione per il posizionamento dei moduli abitativi. Il Sindaco ha anche informato i cittadini di non poter garantire una data certa per la consegna delle casette essendo la realizzazione e tutte le procedure conseguenti di responsabilità della Protezione Civile Nazionale e della Regione Marche e non del Comune che ha il solo potere di individuare l’area dove posizionarle. Le richieste arrivate in Comune ad oggi risultano di un numero assai ridotto per un totale di sei, poiché coloro che hanno casa inagibile e pertanto sono stati costretti a lasciarla hanno prevalentemente provveduto a trovare abitazioni in affitto nello stesso Comune di Belforte del Chienti o presso altre Comuni, ricorrendo in questo modo all’utilizzo dell’Autonoma Sistemazione. L’Amministrazione alla luce di questa situazione e vedendo i tempi lunghi per la realizzazione delle S.A.E in altri territori anche maggiormente colpitidel suoha proposto ufficialmente al Commissario Straordinario per la Ricostruzione dott. Vasco Errani, al Direttore Ufficio Speciale Ing. Cesare Spuri e alla Protezione Civile Regionale, in alternativa alla Forniture di S.A.E, di valutare la possibilità di acquistare con fondi dell’emergenza la disponibilità di immobili liberi ed invenduti agibili e di recente costruzione, attualmente disponibili sul territorio comunale. L’Amministrazione ipotizza di procedere con la pubblicazione di un avviso pubblico per raccogliere le manifestazioni di interessi dei proprietari degli immobili invenduti, per poi indicarle al Commissario Straordinario per la Ricostruzione dott. Vasco Errani, al Direttore Ufficio Speciale Ing. Cesare Spuri e alla Protezione Civile Regionale, che avrà il compito di terminare la procedura. La soluzione prospettata dal Comune di Belforte del Chienti potrebbe garantire sia un risparmio di risorse pubbliche, sia un’economicità d’interventi potendo assicurare tempi certi per l’assegnazione delle abitazioni a chi ne abbia diritto. La soluzione d’acquisto degli immobili invenduti consentirebbe inoltre alla fine dello stato di emergenza sisma di avere un patrimonio immobiliare, da riutilizzare per esigenze sociali. Nel caso la proposta dell’Amministrazione non venisse approvata dalle autorità indicate per la scelta, resta la volontà di acquisire le SAE da istallare sull’area Ex SAM.

26/01/2017
Maurizia Cacciatori "schiaccia la paura" a Belforte insieme ai bambini del minivolley

Maurizia Cacciatori "schiaccia la paura" a Belforte insieme ai bambini del minivolley

Il 5 febbraio dalle ore 15, nella Palestra Comunale di Belforte del Chienti in via Santa Lucia, i bambini e la pallavolo saranno i protagonisti dell’iniziativa #schiacciamolapaura: un torneo di Mini Volley con la partecipazione della campionessa di volley Maurizia Cacciatori. Alla gara parteciperanno le squadre di bambini (dai 5 ai 10 anni) provenienti dai limitrofi comuni del maceratese colpiti dal sisma dello scorso ottobre. Da un’idea di Erika Carassai e la Adus Caldarola Volley, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Belforte del Chienti, nasce l’iniziativa sportiva che ha incontrato il sostegno della FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l’entusiasmo di Maurizia Cacciatori. “Dai bambini, dallo sport e dai valori che gli ruotano intorno, questo bellissimo territorio potrà ripartire con più forza e guardare al futuro con grinta ed ottimismo, nonostante i danni causati dal terremoto”, afferma la Cacciatori, che per la prima volta visita l’entroterra maceratese. Il sisma ha sconvolto le comunità della provincia di Macerata e la quotidianità di adulti e bambini. Subito dopo il terremoto, le palestre ancora agibili (come quella di Belforte Del Chienti) sono diventate centri di prima accoglienza per la popolazione. Le scuole e le attività sportive hanno subito uno stop di alcune settimane e ancora oggi molte non sono tornate alla normalità nelle loro strutture. La A.d.U.s. Caldarola Volley però, nonostante i problemi relativi alle strutture e all’impossibilità di svolgere normalmente le attività sportive, da subito ha lanciato un’iniziativa di solidarietà a favore del territorio e dei bambini, realizzando le t-shirt #schiacciamolapaura, il ricavato della cui vendita sarà devoluto all’Istituto Comprensivo “S. De Magistris” di Caldarola, per l’acquisto di materiale utile alle attività didattiche, sportive e ricreative che si svolgeranno nelle scuole dei Comuni di Caldarola, Belforte del Chienti, Camporotondo, Serrapetrona, Cessapalombo, duramente colpiti dal sisma. Durante l’evento pubblico #schiacciamolapaura in calendario a Belforte Del Chienti il 5 febbraio sarà possibile acquistare le t-shirt e contribuire all’iniziativa solidale della Adus Caldarola Volley. Sarà un pomeriggio di sport ed allegria: #schiacciamolapaura ! 

24/01/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433