Varie

Rotary Tolentino: Stefano Gobbi nuovo presidente, ma il direttivo è rosa

Rotary Tolentino: Stefano Gobbi nuovo presidente, ma il direttivo è rosa

Il medico tolentinate Stefano Gobbi è il nuovo presidente del Rotary di Tolentino. Ed è già al lavoro per avviare i primi service dell’annata rotariana appena iniziata insieme al neo direttivo. Direttivo che questa volta è tutto al femminile. "Abbiamo voluto seguire – afferma Stefano Gobbi - il motto del nuovo anno rotariano, Il Rotary fa la differenza, proponendo un direttivo rosa che è senz’altro una novità. La squadra che mi aiuterà è composta da tutte donne". Fanno parte del nuovo esecutivo del Rotary di Tolentino, oltre Gobbi: Iole Rosini segretario; Annarita Ortolani, prefetto; Fabiola Menichelli, presidente Commissione Rotary Foundation; Alessia Pupo, presidente Commissione azione giovani; Giuliana Salvucci, presidente Commissione progetti; Maria Teresa Cristini, presidente Commissione effettivo; Francesca Sincini, presidente Commissione amministrazione; Carla Passacantando, comunicatore di club; Fabio Nardi, tesoriere. Il passaggio del martelletto si è tenuto, l’altra sera, al ristorante Antica Fornace di Treia dopo la presentazione, con il sindaco di Treia Franco Capponi, del museo archeologico con la piece “Il museo che vive”. Prima dell’ufficiale investitura del nuovo direttivo da parte di Gobbi, il presidente uscente, Fabio Nardi, ha consegnato il riconoscimento “Paul Harris”, il più ambito nell’ambito del Rotary, al past president Roberto Ballini ed al socio Giorgio Zaganelli. Attestati di riconoscimento, infine, sono stati consegnati ai rotariani componenti il precedente direttivo. Erano presenti Alberto Caprioli, assistente al governatore Paolo Raschiatore, Renzo Tartuferi, assistente del nuovo governatore, Valerio Borzacchini, i presidenti del Rotary di Camerino Roberto Santacchi, di Fermo Alfonso Rossi, di Civitanova Lucia Dignani.      

22/06/2017
Bea in corsia: l'Rsa di Montecosaro adotta una cagnolina per la Pet Therapy

Bea in corsia: l'Rsa di Montecosaro adotta una cagnolina per la Pet Therapy

La cagnolina Bea si avvicina ad un’anziana ospite della Rsa e quest’ultima si lascia andare alle coccole dell’animale con un bellissimo sorriso solare. “Ecco, tutto ciò vale molto più di tante parole”, è il commento della dottoressa Monica Pennesi, direttore della Rsa di Montecosaro “Santa Maria in Chienti”, che assiste alla scena proprio mentre stava spiegando i vantaggi della filosofia pet friendly nella qualità della vita sia degli ospiti che degli operatori. “Questa ne è la dimostrazione più autentica”, continua la Pennesi, commentando lo spontaneo siparietto. Nei giorni scorsi, nell’Rsa in contrada Cavallino di Montecosaro, si è tenuta una festa tutta dedicata alla dolce cagnolina Bea e alla presentazione del progetto di Pet Therapy rivolto agli ospiti della struttura. L’iniziativa è stato un momento aperto a tutta la cittadinanza, molto partecipato anche dagli amanti degli amici a quattro zampe. Dopo l’intervento della Pennesi, hanno preso la parola Federica Zucchini, operatore pet therapy e veterinaria comportamentista dell’Associazione Castel Lornano Macerata, Andrea Zenobi, educatore cinofilo specializzato nei cani da assistenza/allerta medica e operatore Pet Terapy dell’Associazione Castel Lornano Macerata e di Ania Pettinelli, responsabile canile Camerino “rifugio del cane di Colle Altino”. Poi si è lasciato spazio alla festa vera e propria con un po’ di musica e cabaret nel giardino della struttura, momento che è servito anche per far conoscere Bea “e condividere la nostra filosofia pet friendly che è parte integrante della nostra organizzazione lavorativa – ha detto la Pennesi - finalizzata alla qualità della vita in struttura di ospiti ed operatori”.                  

22/06/2017
Lodolini (PD) sulla riforma dei parchi: “Rilanciamo il sistema delle aree protette”

Lodolini (PD) sulla riforma dei parchi: “Rilanciamo il sistema delle aree protette”

La Camera ha approvato la Riforma dei Parchi che unisce tutela dell'ambiente e sviluppo sostenibile. Il provvedimento mira a preservare la tutela e la salvaguardia di ambiente, natura e paesaggio combinandolo con la promozione dello sviluppo sostenibile ed ecocompatibile delle aree protette. La legge prevede uno stanziamento di 30 milioni di euro per il piano triennale di investimenti nei Parchi ed altri 3 milioni di euro annui per le aree marine protette. Inoltre nei Parchi è anche introdotto il divieto di ricerca, prospezione, estrazione e sfruttamento di idrocarburi liquidi e gassosi, precludendo così in tali territori nuove ricerche e nuove trivellazioni petrolifere, viene snellita la governance per assicurarne una amministrazione più efficiente e funzionale e ribadita la centralità dei Parchi nelle politiche del Paese. In Italia ci sono 23 Parchi nazionali. “Nelle Marche i parchi gestiscono il 10% del territorio, circa 90.000 ettari – ha detto l'onorevole Lodolini - e sono fondamentali per salvaguardia del territorio, per la prevenzione dei dissesti idrogeologici, per la funzione antincendio, per la gestione della flora e fauna, incentivando oltretutto l’ economia green ed il turismo sostenibile. La riforma delle aree protette che ora ritorna al Senato per l’approvazione definitiva, è quindi una norma preziosa”. Tutti i parchi delle Marche sono anche certificati secondo la Cets, la Carta Europea del Turismo Sostenibile. “Si tratta di un patrimonio straordinario – ha concluso Lodolini - che per le Marche costituisce una realtà importante, non solo in termini di conservazione della natura, ma anche di lavoro ed occupazione, oltre che un elemento fondamentale per la salute, il benessere e la ricreazione dei cittadini e dei turisti. Dopo anni nei quali si è temuta la chiusura od il ridimensionamento oggi salutiamo il rilancio di tutto il sistema delle aree protette”.

21/06/2017
Rotary Tolentino: prosegue "Tirotary" lo screening sulla tiroide

Rotary Tolentino: prosegue "Tirotary" lo screening sulla tiroide

Prosegue il progetto “Tirotary” del Rotary Tolentino avviato nel 2009 nelle scuole superiori della città di Tolentino e attuato anche nelle medie di San Severino Marche, Treia, Tolentino, Caldarola, Pollenza, Loro Piceno, Urbisaglia, Mogliano, Petriolo, San Ginesio e Sant’Angelo in Pontano. Il “Tirotary” recentemente è stato proposto nuovamente nella scuola media di Tolentino. L’ultimo screening alla tiroide del club tolentinate ha così interessato gli studenti dell’Istituto comprensivo “Lucatelli” e ha coinvolto in totale 249 ragazzi, 143 maschi e 106 femmine. I medici rotariani gratuitamente hanno visitato gli studenti in modo da monitorare la funzionalità della tiroide in tale fascia di età durante la quale avvengono i maggiori cambiamenti ormonali e fisici e preventivamente valutarli. Con il progetto si è data la possibilità, per alcuni giorni durante le ore di lezione, ai ragazzi interessati di sottoporsi ad una anamnesi, una visita ed una ecografia della tiroide, avvalendosi della preziosa collaborazione di un’equipe diretta dal medico rotariano Stefano Gobbi e composta dai sanitari Annibale Francioni, Maurizio Lucarelli e Pietro Cruciani, nonché della partecipazione dei volontari della Croce Rossa Italiana. Il centro medico Blugallery, inoltre, ha fornito l’ecografo portatile con il quale sono stati eseguiti gli esami. A ogni studente è stata consegnata, una volta esaminati i dati, una cartella con il proprio risultato con le eventuali indicazioni da seguire. E quattro sono i noduli rilevati tra i 249 ragazzi visitati, l’1.5% del totale degli studenti sottoposti allo screening. Le tiroiditi ad ecostruttura disomogenea sono risultate pari al 12.5%, quindi interessano 33 studenti di cui 20 maschi e 13 femmine, mentre quelle normali l’86%, 212 ragazzi, 120 maschi e 92 femmine. Dal 2009 fino ad oggi tra i ragazzi selezionati sono stati 48 i moduli rilevati. Tali dati, l’altra sera, sono stati illustrati nel corso di un incontro al ristorante “La contrada” alla presenza di Maurizio Gasperi, titolare della cattedrale di endocrinologia all’università di Campobasso e di Augusto Taccaliti, dirigente universitario di endocrinologia nell’Azienda ospedaliera universitaria ospedale riuniti di Ancona. Sul progetto “Tirotary” si sta progettando di organizzare un forum distrettuale nel prossimo anno rotariano con governatore Valerio Borzacchini.                                             

21/06/2017
"Maceratesi Doc" in visita alla Orim per esprimere vicinanza e amicizia all'industriale Alfredo Mancini

"Maceratesi Doc" in visita alla Orim per esprimere vicinanza e amicizia all'industriale Alfredo Mancini

Una delegazione di “maceratesi Doc”, rappresentanti del mondo della cultura, della comunicazione, dell’arte e del volontariato, ha fatto visita all’industriale Alfredo Mancini, presidente della Orim, per esprimergli i più sinceri sentimenti di vicinanza e amicizia. L’artista Silvio Craia ha fatto dono all'imprenditore di un piatto di ceramica, che fa parte della serie di sue ceramiche decorate esposte al “Nino Caffè” fino al 23 luglio, mentre Giorgio Lorenzetti lo ha omaggiato di una riproduzione artistica del “monumento al ciauscolo” (opera sempre di Silvio Craia) che si trova a Castelsantangelo sul Nera e che fortunatamente il terremoto non è riuscito a distruggere. A Castelsantangelo da anni si celebra la “Festa del ciauscolo” alla quale, insieme alle autorità, con in testa il sindaco, partecipano numerosi maceratesi. Quest’anno, a causa del terremoto, la festa del “Ciauscolo d’oro” si è svolta a Campocavallo di Osimo dove opera la “Norcineria Alto Nera” di Castelsantangelo, il cui laboratorio è stato distrutto dal sisma. Alfredo Mancini, dopo aver ringraziato per la visita, ha evidenziato che oggi le sue maggiori attenzioni sono rivolte ai nipotini Gabriele e Sofia e ha sottolineato che il maschietto di sette anni ha manifestato la volontà di diventare ingegnere per poter lavorare nell’azienda di famiglia. Infine, l'industriale ha accompagnato i suoi ospiti in visita allo stabilimento che dal 1982 opera nel settore dello smaltimento dei rifiuti industriali e del recupero di metalli preziosi acquisendo un’esperienza che ha portato l'azienda a figurare tra quelle leader nel panorama nazionale. Tanto è vero che anche delegazioni di specialisti di paesi esteri spesso visitano l’industria per rendersi conto dell'importanza di smaltire alcuni particolari rifiuti industriali ricavandone, per quanto possibile, metalli preziosi.  

20/06/2017
"Una sera in serra": tanta comicità, trasformismo, musica e gag a sorpresa

"Una sera in serra": tanta comicità, trasformismo, musica e gag a sorpresa

Quella di domenica scorsa, 18 giugno, in compagnia di "Una sera in serra" è stata una serata straordinaria. L'evento è stato organizzato da Piero Falduto, Michele Stantinelli e dall'attore e regista di cinema e teatro Marco Di Stefano, che è stato il mattatore della serata, riuscendo come sempre a sbalordire il numeroso pubblico presente, giunto da varie parti delle Marche (Fano, Senigallia, Ancona, Ascoli Piceno) e anche dall'Abruzzo. Le musiche sono state a cura del maestro Antonio Ferdinando Di Stefano. La serata si è svolta in una location d'eccezione, le serre Santinelli di Macerata. Il pubblico ha assistito a comicità, trasformismo e a tantissime gags a sorpresa, con uno scenario di fiori e piante a fare da cornice. Marco Di Stefano si è emozionato per l’accoglienza ricevuta, anche se è presente in città da 15 anni con il suo Teatro della Comunità, i cui laboratori sono sempre aperti alla partecipazione di tutti coloro i quali vogliano provare l’emozione di calcare il palcoscenico. A fine serata c’è stata la performance di Sandro Dell'Omo, noto tastierista bolognese che, accompagnato da Marco Di Stefano alla tromba, ha improvvisato un mini concerto jazz. Un applauso e un grazie particolare va a tutta la famiglia Santinelli, capeggiata dalla signora Mirella, per aver sapientemente preparato un ricco buffet che tutto il pubblico ha gustato con piacere.

20/06/2017
Recanati: confermata la Family card, più di 1500 famiglie coinvolte

Recanati: confermata la Family card, più di 1500 famiglie coinvolte

Al fine di agevolare la vita quotidiana delle famiglie con figli e nel contempo valorizzare le attività commerciali operanti sul territorio recanatese, è stata confermata anche per il biennio 2017 / 2018 la Family Card. Il progetto, voluto fortemente dal sindaco Francesco Fiordomo e dall'assessore ai servizi sociali Tania Paoltroni, consiste nell'assegnazione di una special card a tutte le famiglie con due figli a carico di età compresa da 0 a 26 anni, che da la possibilità di acquistare prodotti con sconti ed agevolazioni presso gli operatori economici aderenti al progetto, e un aiuto monetario minimo di € 100,00 a figlio, consistente in un carnet di ticket che saranno spendibili presso i negozi e attività aderenti all’iniziativa. Con la Family Card è stato calcolato infatti un risparmio medio mensile, in favore di una famigli amedia, pari ad € 124,97 euro mentre il risparmio medio annuo totale sarà pari a 1.499,63 euro. Moltiplicando tale importo per il numero complessivo degli aventi diritto al progetto, ovvero 1598 nuclei, il risparmio globale medio sarà di € 2.396.935,96. Semplice e agevole l'adesione. La Family card sarà consegnata a tutte le famiglie con due figli a carico di età compresa da 0 a 26 anni mentre l'aiuto monetario minimo di € 100,00 a figlio sarà erogato alle famiglie con la residenza nel Comune di Recanati da almeno 3 anni; un reddito ISEE pari o inferiore a € 29.124,55  (riferito ai redditi 2015); cittadinanza italiana o cittadinanza di uno stato membro dell'Unione Europea (in caso di cittadinanza di uno stato non appartenente all'Unione Europea occorrerà il possesso della carta o permesso di soggiorno con validità biennale);  2 o più figli a carico di età compresa da 0 a 26 anni; non aver percepito nell’anno 2016 contributi monetari pubblici pari o superiori al contributo garantito (a tale riguardo alle famiglie che avranno ottenuto contributi inferiore all’aiuto sopra indicato verrà erogato un contributo integrativo per raggiungere la soglia suddetta). Un progetto in costante espanzione. La family Card quest'anno interesserà 1598 nuclei familiari con un impegno da parte dell'amministrazione comunale di circa € 80.000,00annui. Nato nel 2012 il progetto ha inizialmente coinvolto 289 nuclei familiari di cui 61 hanno beneficiato del contributo con una spesa pari ad €17.606,77, mentre nel 2013 si è allargato a    1669 nuclei familiari di cui 368 hanno beneficiato del contributo con una spesa complessiva di circa 71.737,00. Nel 2015 sono stati coinvolti 1628 nuclei familiari, di cui 273 hanno beneficiato del contributo con una spesa complessiva di € 82.000,00. "Reputo che la family card sia un prezioso strumento di welfare quotidiano utile ai cittadini recanatesi sopratutto in questo periodo dove la crisi non fa sconti a nessuno - commenta l'assessore ai Servizi sociali Tania Paoltroni - Tutto questo si è reso possibile grazie alla collaborazione e all'atteggiamento prepositivo degli esercenti commerciali e di coloro che erogano servizi aderendo all'iniziativa con forte senso di responsabilità e appartenenza".

20/06/2017
A Recanati grande successo per la manifestazione letteraria "Scrivere Festival", giunta alla terza edizione

A Recanati grande successo per la manifestazione letteraria "Scrivere Festival", giunta alla terza edizione

Lo scorso fine settimana a Recanati si è svolta la terza edizione di "Scrivere Festival", manifestazione che vuole soprattutto mettere in contatto scrittori esordienti con i principali editor e agenti letterari. Hanno partecipato Sergio Fanucci (Fanucci), Fiammetta Biancatelli (Walkabout), Laura Ceccacci (Laura Ceccai Agency), Roberta Di Pietro (Edelweiss), Jacopo De Michelis (Marsilio), Loretta Santini (Elliot) ed Anita Pietra (Rizzoli). Sono stati molto apprezzati dai numerosi partecipanti, giunti da tutte le parti d’Italia e addirittura dalla Sicilia anche i workshop e le conferenze delle due mattinate. Tra queste, ha riscosso un notevole successo Valerio Fioretti, esperto maceratese di internet marketing, che ha sottolineato come “soprattutto nell’era del digitale ogni scrittore deve essere imprenditore di se stesso, in grado di saper gestire la propria immagine online e offline”. Gli organizzatori del festival, Jonathan Arpetti del Collettivo Idra e Lucia Biagioli, direttrice Confesercenti Macerata, si ritengono molto soddisfatti dell’ottima riuscita di questa terza edizione che ha visto, oltre al cambio di sede da Tolentino a Recanati, un incremento nel numero di partecipanti. “Abbiamo assistito - ha spiegato Arpetti - ad un clima eccezionale, i partecipanti hanno subito socializzato tra loro e condiviso le trame dei loro romanzi, chiedendosi vicendevolmente consigli per migliorare la propria scrittura”. Le stesse parole di soddisfazione sono espresse da Biagioli, che tuttavia non si crogiola nelle lodi ma rincara: “Stiamo già organizzando le idee per l’edizione dell’anno prossimo. A questo proposito, pensiamo di poter aprire 'Scrivere Festival' anche alla poesia e di aumentare il numero delle giornate di festival”. Nei prossimi giorni, sarà possibile vedere tutte le foto e i video di questa terza edizione recanatese alla pagina Facebook: “Scrivere Festival”.

19/06/2017
Castelraimondo, l'Infiorata è da record: boom di visitatori alla venticinquesima edizione

Castelraimondo, l'Infiorata è da record: boom di visitatori alla venticinquesima edizione

Tutti pazzi per l’Infiorata di Castelraimondo. Boom di visitatori alla 25° edizione del Festival nel segno della speranza e della rinascita post-sisma. 90mila petali colorati hanno fatto da cornice alla grande voglia di ripartenza dell’intero territorio dell’Alto Maceratese con migliaia di turisti italiani e stranieri che hanno riempito strade e piazze nel weekend. Edizione dei record organizzata da Comune e Pro Loco insieme agli oltre quattrocento volontari e alle associazioni cittadine, che hanno trasformato il cuore del paese in un piccolo museo a cielo aperto. Una tradizione che è viva ancora oggi e si è rinnovata grazie al Gruppo Med con una vetrina online in continuo aggiornamento, dirette social sulla pagina Facebook seguite da migliaia di persone in tutto il mondo e l’innovativa App con tecnologia beacon, realizzata dal ramo Med Innovations di Stefano Parcaroli per vivere un’esperienza unica a 360°. 25 opere per 25 anni di Infiorata sono state realizzate lungo Corso Italia. Mille colori hanno dipinto la via e abili mani hanno modellato morbide fantasie di petali. Mai uguale ai precedenti e sempre sorprendente, il rito dell’Infiorata di Castelraimondo si è rinnovato con immagini che si proiettano nel profondo dell’anima legate al tema della speranza. Dalla sera di sabato scorso fino alle prime luci dell’alba di ieri, domenica 18 giugno, i maestri fiorai hanno disegnato il lungo tappeto fiorito con petali, semi e chicchi di caffè per la solenne processione del Corpus Domini.  “La speranza è grande come il nostro cuore” è la frase simbolo dell’opera di Paola Cagnigni ispirata proprio agli eventi sismici che hanno duramente colpito il nostro territorio. Uno sguardo alle zone terremotate anche dal comune di Mogliano con un quadro rappresentante un occhio con accanto scritti i nomi dei paesi devastati dal sisma. Molteplici gli eventi collaterali che hanno animato le vie del centro. Da sottolineare la presenza del Grand Tour delle Marche con degustazioni di prodotti tipici e eccellenze del territorio, oltre al viaggio nel Paniere di lunga vita per conoscere, approfondire e gustare i prodotti certificati Unicam. Tutto esaurito per lo spettacolo gratuito del Macerata Opera Festival, fortemente voluto da Sandro Parcaroli, presidente del comitato Infiorata, che per la prima volta nella storia arriva sul palco dell’Infiorata con una serata unica dal titolo “Florilegio di note, lo Sferisterio a Castelraimondo fra brani d’opera e poesia ispirata ai fiori”. La rappresentazione, condotta dall’attrice Maria Pilar Perez Aspa, è stata ideata dal direttore artistico Francesco Micheli con la consulenza musicale di Gianfranco Stortoni. Sul palco altre tre donne: il soprano Samantha Sapienza, il mezzosoprano Mariangela Marini e la pianista Cesarina Compagnoni, insieme al coro diretto dal Maestro Luciano Feliciani per un vero omaggio all’Infiorata, grazie ad arie scelte per il loro legame con i fiori. Una serata suggestiva all’insegna della solidarietà con il palco allestito in piazza della Repubblica, sede del comune e della torre del Cassero, entrambi feriti dal sisma, a simboleggiare la grande voglia di un’intera comunità di ripartire proprio dai luoghi colpiti dal terremoto. I numeri dei biglietti vincenti della lotteria dell'Infiorata sono: 5163, 4728, 5161, 2222, 3450, 3460, 0587 e 2515. (L'ordine è dal primo all'ultimo premio)

19/06/2017
Assemblea dei Borghi più belli d’Italia: per le Marche, anche Treia

Assemblea dei Borghi più belli d’Italia: per le Marche, anche Treia

A Castelsardo (SS) si è svolta oggi la XVII Assemblea Nazionale del Club dei Borghi più belli d’Italia, che quest’anno celebra il quindicennale dell’Associazione. Circa 100 fra sindaci e delegati dei Comuni facenti parte dell’Associazione partecipano all’Assemblea. Le Marche sono rappresentate da Moresco con il vicesindaco Lorena Cionfrini, Treia con il sindaco Franco Capponi, il quale rappresenta anche Montecassiano, per Torre di Palme il consigliere del comune di Fermo Massimo Tramannoni, Livio Scattolini per Corinaldo e Amato Mercuri, che oltre ad essere il coordinatore regionale ha la delega di Grottammare.   Ad inaugurare i lavori il sindaco di Castelsardo, Franco Cuccureddu, che ha salutato i partecipanti e le autorità presenti e ha letto il messaggio inviato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.   L'assemblea ha deciso l'aumento degli ingressi nei borghi fino a 12 Comuni nel 2018 nonostante la contrarietà di quasi tutti i rappresentanti delle Marche e di alcuni Comuni di altre Regioni come la Liguria e il Piemonte. Attualmente i borghi sono 271 (di cui 21 siti Unesco) e potrebbero arrivare quindi a 283. L'assemblea ha inoltre ratificato l'espulsione di 7 Comuni per non aver partecipato negli ultimi 2 anni alle iniziative del club o per non essere in regola con la quota associativa.   Nel pomeriggio, invece, una grande platea era ad ascoltare il professore Vittorio Sgarbi, che ha tenuto una Lectio sui "Tesori dei Borghi più belli d'Italia”. Ovviamente, la lezione è stata piena di aneddoti e di giudizi netti e senza filtri sulle scelte culturali dei politici nazionali e regionali che hanno reso godibile la lunga esposizione. Per le Marche, Sgarbi ha scelto di commentare il politico del Crivelli di Montefiore dell'aso esaltando la seducente Maddalena accostandola ai dipinti di Klimt di cui secondo Sgarbi Crivelli potrebbe essere stato l'ispiratore.   “L’Assemblea dei 15 anni de I Borghi più belli d’Italia” dichiara Livio Scattolini, vice Presidente del club, “rappresenta un riconoscimento ufficiale da parte del Mibact dell’importanza dei Borghi, soprattutto per l’immagine positiva che essi rappresentano nel sistema turistico". Il coordinatore regionale Amato Mercuri ha commentato: "I borghi sono centrali perché rappresentano circa il 70% dei Comuni italiani e offrono l’alternativa da proporre al turista che vuole entrare in contatto con la vera italianità".  

18/06/2017
Il 30 giugno scadono i termini per pagamento del diritto annuale alla Camera di Commercio

Il 30 giugno scadono i termini per pagamento del diritto annuale alla Camera di Commercio

La Camera di commercio  ricorda che il 30 giugno scade il pagamento del diritto annuale 2017 dovuto dalle imprese iscritte al Registro delle Imprese. Anche per l’anno 2017 è previsto l’aumento del 20% del diritto annuale rispetto alle tariffe nazionali. L’importo della maggiorazione sarà interamente impiegato, così come previsto dalla delibera del Consiglio camerale n. 20 del 23.10.2007, in progetti per la viabilità (Quadrilatero). Collegandosi al sito www.mc.camcom.it, alla sezione diritto annuale è possibile scaricare la guida al pagamento del diritto annuale 2017 e le misure del diritto dovuto per l’anno in corso.

16/06/2017
"A New Generation of Style": la nuova collezione Fornarina Primavera-Estate 2018 a Milano

"A New Generation of Style": la nuova collezione Fornarina Primavera-Estate 2018 a Milano

Due giorni di evento a Milano per presentare la nuova incredibile collezione Fornarina Primavera-Estate 2018: a New Generation of Style! Fornarina ha presentato la nuova collezione in un fantastico evento a Milano, che ha visto la presenza di una audience selezionata di buyer e clienti provenienti da Europa, Stati, Uniti e Asia. Il brand italiano che si caratterizza per il suo spirito giovane, divertente e contemporaneo, ha affascinato con una entusiasmante sfilata organizzata in una location unica, il Bastard Store a Milano, che è anche stato il set per la nuova campagna pubblicitaria Autunno-Inverno 2017/2018. Sotto la Bastard Bowl, l’incredibile skate bowl sospesa a 6 metri di altezza al di sopra del magazzino, hanno sfilato 30 total look Fornarina, icone della nuova collezione: le modelle uscivano dalle strutture metalliche del magazzino alte 15 metri per apparire di fronte alla platea. Con loro le esibizioni di una bellissima skater che ha divertito con evoluzioni e trick. La nuova collezione Fornarina PE2018 di abbigliamento, calzature e borse è giovane, femminile, ironica, attuale, eclettica. Stili differenti e combinazioni si mixano in un mood generazione 4.0, per una nuova prospettiva di moda: la rivoluzione denim si combina a ispirazioni glam-sport, lo street e il rock si affiancano a proposte bon ton. All’evento gli ospiti sono stati accolti dalla famiglia Fornarina al completo: con Tina Liu, Presidente di People Group, che detiene il marchio Fornarina, suo padre Peter e sua sorella Sophia. Durante l’incontro il Managing Director Mauro Gabrielli ha presentato le future strategie del brand ai clienti e ai buyer che hanno raggiunto Milano da tutto il mondo, Italia, Usa, Russia, Cina, Corea, Uk e gli altri principali paesi europei, dopo di che è stata svelata la nuova campagna pubblicitaria Autunno Inverno. Dopo l’evento, organizzato da MAP Communication, gli ospiti hanno potuto degustare un aperitivo con i vini Ciù Ciù, azienda vinicola marchigiana come la Fornarina. Il giorno seguente alla sfilata, lo spettacolare giardino dell’Hotel Sheraton Diana Majestic di Milano è stata la location ideale in cui mostrare la collezione completa di abbigliamento, calzature e borse, per una serie di incontri one to one con gli ospiti.

16/06/2017
Civitanova Marche: l'Atac mette a disposizione il servizio gratuito di bus navetta

Civitanova Marche: l'Atac mette a disposizione il servizio gratuito di bus navetta

Da domani, sabato 17 giugno, l'Atac Civitanova ripristinerà il servizio gratuito di bus navetta per raggiungere la spiaggia dai parcheggi periferici, iniziativa in vigore ormai da diversi anni per sopperire alla mancanza di posti auto, in particolare sul lungomare nord. Nel mese di giugno la navetta circolerà nei fine settimana , giorni 17 e 18 e 24 e 25,  mentre da luglio fino al 27 agosto sarà disponibile tutti i giorni dalle ore 8 alle 13 e dalle 15 alle 20, con un tempo massimo di attesa di 25 minuti. Il capolinea è all'ex liceo scientifico e la navetta da Fontespina, dove si trovano i parcheggi di via Costa e via della Giustizia, raccoglie i bagnanti in via Bragadin, via Saragat e all’angolo fra via Friuli e via Doria. Da qui, tramite sottopasso dallo chalet Batik fino alla Lampara effettua le fermate presso gli chalet. Possibilità anche di raggiungere facilmente il lungomare sud grazie ad una deviazione della linea 4 dell’Atac che da Fontespina transita fino allo stadio. Nei giorni festivi la tratta del serviizo bus sarà da via Montenero al lungomare sud.  

16/06/2017
Macerata, modifiche alla viabilità: traffico interdetto in galleria Fonti il 17 e in viale Don Bosco il 18 e 19 giugno

Macerata, modifiche alla viabilità: traffico interdetto in galleria Fonti il 17 e in viale Don Bosco il 18 e 19 giugno

Sabato 17 giugno la Galleria delle Fonti resterà chiusa al traffico dalle 6 alle 10. Un’ordinanza del comando di polizia locale dispone infatti, fino al termine dei lavori, il divieto di transito nel tratto compreso tra la rotatoria di via Tucci e quella di via Vittime delle Foibe. L’interruzione del traffico è necessaria per permettere i lavori di posizionamento all’interno della Galleria di un’antenna Gsm, utile a ricevere il segnale di telefonia mobile. La viabilità cambierà anche in viale Don Bosco nelle giornate di domenica 18 e lunedì 19 giugno. A partire dalle ore 5 del 18 giugno e fino alle ore 12 del giorno successivo, il viale che conduce alla stazione ferroviaria, infatti, sarà chiuso al traffico veicolare per consentire il montaggio di una gru a torre nel cantiere dell’ex Gil. In tal caso l'ordinaza del comando di polizia locale permetterà l’esecuzione in piena sicurezza dei lavori da parte della ditta Costruzioni Penzi spa, ha disposto il divieto di circolazione nel tratto interessato dai lavori, con interdizione per tutti i veicoli e con deviazione del traffico all’incrocio con via Dante Alighieri e via De Amicis. Il provvedimento stabilisce la direzione obbligatoria a destra verso via Dante Alighieri per i veicoli superiori a 35 quintali che scendono da viale Trieste mentre, tutti gli altri mezzi, per raggiungere la stazione potranno deviare sia verso via De Amicis che verso via Dante. Nel tratto a valle dell’interruzione è invece previsto il transito solo per i residenti ma in doppio senso di circolazione. In vigore anche il divieto di sosta con rimozione coattiva nel tratto interessato dai lavori. La scelta della giornata festiva per lo svolgimento dei lavori di montaggio, va nell’ottica di attutire i possibili disagi per gli automobilisti ai quali è comunque richiesto di prestare attenzione alla segnaletica sul posto.

15/06/2017
La Croce Rossa di Cingoli cerca otto volontari per il Servizio Civile Nazionale Volontario

La Croce Rossa di Cingoli cerca otto volontari per il Servizio Civile Nazionale Volontario

É partito il Bando 2017-2018 per il Servizio Civile Nazionale Volontario presso il Comitato della Croce Rossa Italiana di Cingoli. Verranno selezionati 8 ragazzi, di età compresa tra i 18 e i 29 anni, che andranno a sostituire i ragazzi del Servizio Civile attuale. Quest'anno il Servizio Civile è legato al progetto "Calici dal Balcone - bere consapevolmente". Il Servizio Civile Nazionale è un'esperienza che produce molti benefici: riconosce crediti formativi, garantisce copertura previdenziale e assicurativa e riconosce un contributo di € 433,80 mensili. Le domande si possono presentare entro e non oltre le ore 14.00 del 26 giugno 2017. Gli 8 ragazzi saranno inseriti nella sede di Viale della Carità 6 a Cingoli e saranno di fondamentale ausilio a tutte le attività del Comitato, dai trasporti sanitari alla organizzazione di eventi. Per ulteriori informazioni, rivolgersi in Sede al numero 0733-604330.  

15/06/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433