Varie

Camerino, volontari al lavoro per segnare e ripulire i sentieri

Camerino, volontari al lavoro per segnare e ripulire i sentieri

Tutti al lavoro per segnare i sentieri naturalistici di Camerino. Un bel gruppo di volontari si è reso disponibile per segnare e ripulire i percorsi trekking e bike tracciati recentemente e presentati nell’ambito del progetto Camerino Meraviglia. ù Armati di buona volontà, i volontari hanno trascorso qualche ora immersi nella natura, passeggiando e liberando i sentieri per poi godersi i panorami e un bel pranzo al sacco con i sapori tipici del territorio. La città ducale rinnova la sua volontà nel puntare sul turismo e a distanza di un mese dalla presentazione del progetto turistico-culturale “Camerino meraviglia da scoprire” il primo bilancio segna un trend positivo con un aumento delle prenotazioni nelle strutture ricettive e nel numero di presenze in città, in un percorso di rilancio del territorio attraverso i sapori, i colori, la natura e l’arte. Ai sette nuovi percorsi trekking e bike, realizzati insieme al Cai e l’Avis Frecce Azzurre per un totale di oltre 150 chilometri tracciati gps, resi ancora più vivibili e belli dall’impegno impagabile dei volontari, si aggiungono un’audio guida direttamente sullo smartphone così da rispettare il distanziamento imposto dalle normative sul Covid19 e un’app completa di tutte le informazioni della città.  

20/07/2020
Porto Recanati, Fratelli d'Italia ricorda Paolo Borsellino

Porto Recanati, Fratelli d'Italia ricorda Paolo Borsellino

"Ci sono uomini il cui esempio deve restare un faro acceso nella vita di tutti". Questo quanto dichiarano gli esponenti del coordinamento portorecanatese di Fratelli d'Italia, nell'anniversario della strage di Via D'Amelio per ricordare il giudice Paolo Borsellino e i valori di integrità e senso dello Stato che la sua figura rappresenta.  "Riconosciamo da sempre il valore della memoria che vogliamo sia tramandata alle nuove generazioni perchè ne possano comprendere l'importanza e farsene testimoni - proseguono -. La lotta alla mafia purtroppo non fa parte solo della nostra storia passata ma va combattuta anche oggi ed ognuno di noi può e deve fare la sua parte". Una delegazione del partito di Giorgia Meloni, guidata dal consigliere regionale Elena Leonardi si è recata in Via Falcone e Borsellino per deporre un omaggio floreale con i colori del Tricolore, in ricordo dei giudici uccisi e degli uomini e delle donne della loro scorta che hanno perso la vita negli attentati mafiosi. “Proposi io di intitolare una via di Porto Recanati ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino – ricorda Leonardi – nessuno deve dimenticare la loro vita spesa nella lotta alla mafia che continua ad essere un esempio per molti. Un gesto dal forte valore simbolico che aiuti a rinnovare ogni giorno valori importanti e condivisi.” "Ci auguriamo che questa via, che porta nomi così importanti – concludono gli esponenti di Fratelli d'Italia – possa avere presto la giusta valorizzazione ed essere degna cornice agli occhi di chi la percorrerà dell'importante messaggio che rappresenta".

19/07/2020
Serravalle di Chienti, capriolo cade in un pozzo: liberato dai vigili del fuoco

Serravalle di Chienti, capriolo cade in un pozzo: liberato dai vigili del fuoco

Capriolo cade in un pozzo: estratto e riportato in libertà grazie ai vigili del fuoco. È quanto avvenuto oggi a Serravalle di Chienti, dopo che un passante - attorno alle 11 della mattinata odierna - aveva segnalato come l'animale fosse precipitato all'interno di un pozzo, in via Castello.  Sul posto è intervenuta una squadra di vigili del fuoco di Camerino, che lo ha prontamente liberato. Il capriolo, con quattro salti, è rapidamente ritornato alla sua vita, dimostrando di non aver riportato alcuna conseguenza a seguito dell'incidente. 

18/07/2020
Civitanova, la portiera non si apre: due bimbi restano bloccati in auto nell'arco di 30 minuti

Civitanova, la portiera non si apre: due bimbi restano bloccati in auto nell'arco di 30 minuti

L'auto resta bloccata e non si apre: i bimbi restano intrappolati all'interno dell'abitacolo. Nella mattinata di oggi si sono verificati due episodi di questo tipo nell'arco di 30 minuti, a Civitanova Marche. Ancora da chiarire l'origine del fenomeno, che ha interessato due vetture differenti.  Fortunatamente in entrambi i casi, grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco, i bimbi (un neonato di 14 mesi e una bambina di 3 anni) sono stati recuperati senza riportare alcuna conseguenza fisica. Soltanto qualche attimo di grande spavento per i loro genitori.   

18/07/2020
Macerata, due nuove moto in dotazione alla Polizia Locale

Macerata, due nuove moto in dotazione alla Polizia Locale

Sono in dotazione al Corpo della Polizia Locale due nuove moto Honda 750 ncx, acquistate dal Comune attraverso i canali MEPA.  Si aggiungono alle due già operative, che hanno però qualche anno in più, e consentiranno di effettuare servizi più efficaci ed efficienti, specie nella stagione estiva. Le nuove moto garantiscono una guida sicura, snella, efficiente e potranno essere condotte anche dal personale femminile del Comando.  Potranno utilizzarle tutti gli operatori che avranno la qualifica di motocislista e la patente di servizio rilasciata e seguito di prove sulla conduzione sia teoriche che pratiche. Le moto sono state benedette dal vescovo mons. Nazzareno Marconi durante una piccola cerimonia di consegna tenutasi in piazza Strambi, presenti don Gianluca Merlini, il comandante Danilo Doria e vari componenti del Comando. Doria ha ringraziato l'Amministrazione per l'opportunità di fare subito dopo il suo insediamento un investimento di questo tipo (la procedura di acquisto è iniziata infatti nel settembre 2019) “perchè rappresenta un punto di partenza per avere, oltre a dei bravi professionisti, anche dei mezzi efficienti per svolgere tutte le attività che siamo chiamati a svolgere nella quotidianità a servizio di tutta la comunità maceratese."  

18/07/2020
San Severino, post-sisma: torna agibile un'abitazione in via Lazzarelli

San Severino, post-sisma: torna agibile un'abitazione in via Lazzarelli

Torna agibile, a seguito dei lavori di riparazione del danno sismico che hanno previsto anche un rafforzamento localizzato della struttura, un’abitazione singola nel centro storico di San Severino Marche.  Il primo cittadino settempedano, Rosa Piermattei, ha infatti firmato la revoca dell’Ordinanza con la quale, dopo le scosse di terremoto del 2016, aveva dichiarato non utilizzabile l’immobile sito in via Lazzarelli. L’ufficio speciale per la Ricostruzione della Regione Marche ha riconosciuto ai proprietari un finanziamento per le opere di riparazione pari a 40mila euro.   

18/07/2020
San Severino, ampliamento del cimitero di Cesolo: avviata l'indagine di mercato

San Severino, ampliamento del cimitero di Cesolo: avviata l'indagine di mercato

Il Comune di San Severino Marche ha espedito tramite la centrale unica di committenza dell’Unione Montana Potenza Esino Musone un’indagine di mercato per l’individuazione degli operatori economici da invitare a procedura negoziata per l’affidamento dei lavori di ampliamento del cimitero della frazione di Cesolo. L’importo complessivo dell’appalto è pari a 212.735,62 euro oltre ad Iva. Per l’esecuzione delle opere sono stati previsti 150 giorni dalla data di verbale di consegna dei lavori. Chiunque sia interessato a essere invitato alla procedura negoziata dovrà far pervenire, esclusivamente sulla piattaforma telematica di negoziazione dell’Unione Montana, all’indirizzo https://umpotenzaesino-appalti.regione.marche.it/PortaleAppalti/it/homepage.wp, l’istanza redatta in conformità ad apposito modello allegato all’avviso entro il 3 agosto 2020 alle ore 13. Saranno ammessi alla gara solo: gli operatori economici di cui all’art. 45, raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari di operatori economici di cui all’art. 48 del Codice, operatori economici con sede in altri Stati membri dell’Unione Europea, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi, nonché gli operatori economici di Paesi terzi firmatari degli accordi di cui all’art. 49 del D.Lgs 50/2016. La categoria prevalente sarà la OG 1 cat. I.      

18/07/2020
Tolentino, il governatore del Distretto 2090 Rossella Piccirilli in visita al Rotary

Tolentino, il governatore del Distretto 2090 Rossella Piccirilli in visita al Rotary

Il nuovo governatore del Distretto 2090, Rossella Piccirilli, che vive a Lanciano dove dirige un'agenzia di organizzazione eventi e di comunicazione, l'altra sera con il marito Umberto di Menno era a Tolentino ospite del locale Rotary presieduto da Paolo Francesco Perri. Rossella Piccirilli ha salutato i soci rotariani al Castello della Rancia. Dopo l'intervento del governatore per elencare i diversi principi del Rotary e alcuni service, c'è stato l'ingresso di tre nuovi soci del Rotaract di Tolentino, Pascoli Alessandro, Sofia Bonfigli, Paolo Morresi. A presentarli ci ha pensato il presidente Andrea Serrani. Il governatore ha consegnato al presidente Perri una moneta in ricordo della serata e all'assistente Stefano Gobbi, mentre al past president Carla Passacantando che curerà la comunicazione del Distretto 2090 nelle riviste distrettuale e nazionale del Rotary, il foulard e il gagliardetto del Distretto 2090 con il motto dell'anno “Il Rotary crea opportunità”. Alla Piccirilli sono stati donati un mazzo di fiori e diverse pubblicazioni. All'evento al Castello della Rancia erano presenti anche il vice sindaco Silvia Luconi, il governatore incoming Gioacchino Minelli, l'assistente al governatore Paolo Signore. In mattinata il governatore è stato ricevuto dal sindaco Giuseppe Pezzanesi negli uffici comunali di Palazzo Europa e poi ha visitato la Basilica di San Nicola e la mostra allestita nei locali espositivi di via Parisani, dedicata a raccontare le vicende storiche, artistiche e culturali di Tolentino tra Settecento e Ottocento. All'incontro, oltre all'assistente Stefano Gobbi, hanno partecipato alcuni rappresenti del Rotary di Tolentino, il past president Carla Passacantando, il presidente incoming Ovidio Ciarpella, il prefetto Daniele Sparvoli, il segretario Fabiola Menichelli, i consiglieri Leonardo Compagnucci e Iole Rosini. Successivamente il governatore ha visitato il Museum Frau dove ha incontrato l'amministratore delegato Nicola Coropulis e Franco Moschini, socio onorario del Rotary Tolentino. Di seguito ha riunito il direttivo del club per conoscere l’attività per l’anno rotariano appena iniziato.

17/07/2020
Tolentino, parte la disinfestazione da zanzare e insetti: ecco quando e le zone interessate

Tolentino, parte la disinfestazione da zanzare e insetti: ecco quando e le zone interessate

Come tutti gli anni il Comune di Tolentino, mediante il Servizio Ambiente e Igiene Urbana del Cosmari, avvia una campagna di disinfestazione così da prevenire il prolificarsi di piccoli e fastidiosi insetti, come ad esempio le zanzare. Nei prossimi giorni verrà effettuato un intervento adulticida contro gli insetti. Si consiglia a tutti i cittadini, nella serata in cui avrà luogo la disinfestazione, di tenere le finestre chiuse, di non lasciare all’aperto gli indumenti bagnati e la biancheria e di tenere al chiuso i piccoli animali domestici e le piante. In caso di maltempo l’intervento annullato sarà posticipato alla settimana successiva rimanendo invariato il resto del programma. Esempio: in caso di cattive condizioni meteo, pioggia o vento forte, la notte tra martedì 21 e mercoledì 22 luglio, l’intervento programmato della zona 1 sarà effettuato nella notte tra lunedì 27 e martedì 28 luglio con ripetizione della relativa fonica e così via per i giorni successivi. ZONA 1 Notte tra martedì 21 e mercoledì 22 luglio a partire dalle ore 01,00 V.le della Repubblica, Via Rovereto, Zona “Lottizzazione Sant’Egidio”; Via M. L. King, Via Kennedy, V.le Brodolini, Via Giovanni XXIII, Via Pietro Nenni, Parco Pace, V.le Benadduci, V.le delle Cartiere, Via A. Germondani, Via C. Santini, Via Don Minzoni, P.zza Gabrielli, Via Sisto V, Via Boccalini, P.le Europa, Via C. Battisti, Via Nazionale, Zona Piscine, W. Weber, zona 167, V.le Trento e Trieste, V.le V. Veneto, Via Portanova, Via Col di Lana, V.le Matteotti, Via La Bastide Murat, traverse e zone limitrofe per tutte le sopra elencate vie ZONA 2 Notte tra mercoledì 22 e giovedì 23 luglio a partire dalle ore 02.00 Via Filzi, Via Foro Boario, Zona Cartiera, Via Osmani, Via G. Murat, Via Flaminia, Via Sticchi, Via G. La Pira, Via 8 Marzo, Via Palach, Via Mattei, C.so Garibaldi, P.zza della Libertà, Via Roma, Via S. Nicola, Via del Popolo, Zona Fondaccio, Via Filelfo, P.zza Mauruzi, P.zza Martiri di Montalto, Via della Pace, Via S. Catervo, Via Parisani, Via P. Massi, Via Montecavallo, Via Cappuccini, P.zza Vasari, V.le XXX Giugno, Villaggio Scolastico, Via Gramsci, P.zza Don Bosco, P.zza Cavour, Zona Cimitero, traverse e zone limitrofe per tutte le sopra elencate vie ZONA 3 Notte tra giovedì 23 e venerdì 24 luglio a partire dalle ore 02,00 Zona Industriale Est, Zona Arena, C. Colombo, Centro Commerciale Via Sacharov, Canile, Via Avis, Via Rossini, C.da Rancia (zona residenziale), Quartiere Buozzi, V.le Terme S. Lucia, Zona Le Grazie, traverse e zone limitrofe per tutte le sopra elencate vie  

17/07/2020
Rotaract Macerata, Angelo Maria Tartaglia è il nuovo presidente: visita della governatrice del Distretto

Rotaract Macerata, Angelo Maria Tartaglia è il nuovo presidente: visita della governatrice del Distretto

Durante la conviviale, allestita in occasione della visita della Governatrice del Distretto Rotary 2090 Rossella Piccirilli, vi è stato il passaggio delle consegne tra la Past President Ludovica De Carolis e il Presidente entrante Angelo Maria Tartaglia del Rotaract Club di Macerata.  Sincera commozione tra i due che hanno tirato le somme del percorso fatto e gettato le basi per il nuovo che verrà. La Past President Ludovica De Carolis nel passare il collare ad Angelo Maria Tartaglia, ha definito quest'ultimo come "una persona che dona tutto il suo cuore per l'organizzazione ed il club di Macerata non poteva auspicare in una presidenza migliore”, cedendo fiduciosamente la carica ricoperta ormai da tre mandati. Forte ed inevitabilmente considerato il tema Covid-19 che ha fermato le attività del club. Il nuovo presidente del club ha ricordato le sue origini al di fuori del distretto 2090, essendo uno studente fuori sede della facoltà di Giurisprudenza e la calorosa accoglienza nel Rotarct Club di Macerata e nel Distretto 2090, dopo aver attuato il trasferimento dal Rotaract Club di San Severo. A.M. Tartaglia aggiunse che "proprio grazie a Paul Harris è possibile mettersi in gioco attivamente in ogni luogo del mondo abbattendo qualsiasi barriera".

17/07/2020
“Ripartiamo insieme”, l’Uteam "passeggia" alla riserva naturale di monte San Vicino e Canfaito

“Ripartiamo insieme”, l’Uteam "passeggia" alla riserva naturale di monte San Vicino e Canfaito

Domenica prossima l’Uteam, l’Università della Terza Età dell’Alto Maceratese, organizza una passeggiata guidata alla Riserva naturale regionale del monte San Vicino e del monte Canfaito, gestita dall’Unione Montana Potenza Esino Musone. Il gruppo sarà accompagnato dalla guida botanica Andrea Ionna. L’escursione prevede anche un po’ di attività motoria a contatto con la natura a cura di Rita Serrani. Per questa uscita è richiesta la prenotazione da effettuarsi in Pro Loco per poter usufruire del servizio in pullman. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “Ripartiamo insieme”, pensato e realizzato dal Comune di San Severino Marche per tornare a socializzare dopo la fase dell’emergenza sanitaria da Covid19. La Riserva, istituita dalla Regione Marche nel 2009, conserva habitat straordinari e presenta testimonianze di eccezionale interesse geologico, paesaggistico e naturalistico come la “Gola di Jana” ma anche grotte, anfratti e ripari sotto roccia abitati sin dalla preistoria e dove sono stati rinvenuti strumenti ed utensili in pietra. Inoltre è abitata da molte specie animali, in particolare il lupo, il gatto selvatico, il capriolo, il gufo reale, il falco pellegrino, il lanario, lo sparviere, l’albanella reale, la poiana, il gheppio, il picchio rosso, il succiacapre. Al suo interno sono presenti, inoltre, anche testimonianze uniche del patrimonio storico-monumentale come l’Abbazia di Santa Maria di Rotis, oltre a luoghi di grande valore storico per la resistenza opposta al nazifascismo dai gruppi partigiani di “Roti” e di “Valdiola”, attivi nell’area durante il secondo conflitto mondiale.

16/07/2020
Ussita, deviazioni inedite raccontate dagli abitanti: esce la guida "non turistica"

Ussita, deviazioni inedite raccontate dagli abitanti: esce la guida "non turistica"

“Ussita, Monti Sibillini: deviazioni inedite raccontate dagli abitanti” è la nuova guida della collana Non Turismo, curata da Sineglossa e riverrun hub ed edita da Ediciclo editore, realizzata con C.A.S.A. In libreria, online e nelle attività della zona da giovedì 16 luglio. Per scoprire i tesori e le storie raccolte nel volume ci saranno sette passeggiate. Questo secondo volume della collana NonTurismo ideata e curata da Sineglossa e Riverrun hub, è una guida atipica e corale dedicata ai Monti Sibillini, per una nuova idea di turismo. Un’opera scritta e narrata da una redazione di comunità, con i contributi di scrittori come Wu Ming2, ma anche di artisti, sociologi, fotografi e storici. I percorsi sono cuciti sulle storie del passato, le sfide del presente e le visioni di rinascita. La guida nonturistica di Ussita è proprio una mappa di storie, che prende vita da un percorso partecipato con la comunità durato più di due anni. E come tutte le mappe non è un punto di arrivo ma un inizio per esplorare e interpretare un territorio dove sono ancora evidenti le ferite del sisma. La redazione di comunità non ha voluto nascondere i terremoti, ma li ha accolti come uno degli elementi identitari che rendono il territorio unico. Il percorso avviato da Sineglossa è stato possibile grazie a una realtà di riferimento del territorio, l’associazione Cosa Accade Se Abitiamo (C.A.S.A.), il porto di montagna di Ussita con sede nella frazione di Frontignano, grazie alla quale si è attivato il coinvolgimento della comunità, con un lavoro di ricostruzione dei rapporti di fiducia tra le persone, ma anche tra le persone e quei luoghi improvvisamente trasformati. I partecipanti hanno così portato avanti, anche tramite il dialogo con gli artisti, scrittori e studiosi coinvolti nel progetto, una riflessione collettiva per poter restituire all’esterno la propria identità messa alla prova, in ultimo, anche dal terremoto. Tra gli ospiti che hanno contribuito ad arricchire il materiale realizzato dalla redazione di comunità: gli scrittori Wu Ming2 e Alessandro Chiappanuvoli, lo storico dell’Appennino Augusto Ciuffetti, i fotografi Antonio Di Cecco e Mauro Pennacchietti, l’artista designer Giacomo Giovannetti, l’autrice radiofonica Sara Sartori e la set-designer Paola Villani. Le passeggiate prendono il via il 24 luglio, per ogni venerdì compreso il 4 settembre. A organizzarle è l’associazione C.A.S.A. Le passeggiate nascono proprio per spiegare come “funziona” la guida e in particolare l’Itinerario 1 “Vivere qui”, che coinvolge il viaggiatore nella vita delle frazioni ussitane, guidandolo in un percorso sia urbano che naturalistico che caratterizza la quotidianità post-sisma ma anche la storia e il vissuto dei luoghi. Non si tratta solo di camminare e osservare: saranno presenti, per ciascun appuntamento, anche abitanti della zona o appassionati che hanno preso parte alla redazione di comunità negli ultimi due anni. Inoltre grazie agli artisti Paola Villani e Giacomo Giovannetti i percorsi si sono arricchiti di un’ulteriore novità: le Madonnelle. Si tratta di quattro installazioni interattive (anche se interamente analogiche) dotate di lastre in plexiglass trasparente dove i passanti possono immaginare nuovi scenari sovrapponendo le lastre al paesaggio. Alcune lastre sono già illustrate, altre sono invece da creare da zero con pennarelli a disposizione e saranno disponibili per tutta l’estate. Chi passeggia, guida in mano, potrà anche ascoltare le voci di alcuni abitanti della zona grazie all’applicazione per smartphone Loquis (basta scaricare l’app e, una volta sui percorsi, attivare la geolocalizzazione) e i contenuti realizzati dall’autrice radiofonica Sara Sartori insieme agli abitanti. Per partecipare bisogna prenotare perché i posti sono solo 20 per ogni evento. Il costo di ogni passeggiata è di 16 euro, pari al prezzo della guida che verrà consegnata al partecipante, utile per l’esperienza del percorso. Per chi avesse già la guida il costo è di 10 euro, 5 euro infine per i residenti di Ussita. Si può prenotare tramite e-mail a prenotazioni@portodimontagna.it o al 333/4310165 (Marta) entro le 17 del giovedì precedente. Prima di prenotare è consigliabile consultare il sito portodimontagna.it dove ci sono tutte le informazioni utili su ogni singola passeggiata e sull’attrezzatura necessaria (come scarpe da trekking e vestiario adatto). Il ritrovo è alle 14,30 in piazza dei Cavallari (Ussita) tranne che per i percorsi 6 e 7 che partiranno rispettivamente da Frontignano e Casali. Ogni passeggiata è dedicata a una o più frazioni, dense di storie e ambientazioni. Si comincia il 24 luglio dal fondovalle con “Qui tutti non ci stanno ma nel cuore trovan posto”. Il 31 luglio si arriva con facilità fino alle pendici del Monte Bove “Seguendo l’acqua che viene da Panico”. Il 7 agosto invece si va alla scoperta di Vallestretta “Così remota, frazione di frazione”. Il 7 agosto tuffo nella storia di Sorbo e Calcara con “Lu paese de li signori”. Il 21 agosto si scoprirà invece “Un luogo freddo in cui si respirava tanto calore”. Il 28 agosto protagonista sarà la frazione di Frontignano e “Il sogno de rivedè ‘ste zone”. Infine il 4 settembre si sale fin su a “Li Casali: una Serenissima Repubblica”.  

16/07/2020
Zanzare e insetti, al via a Recanati la disinfestazione: ecco quando

Zanzare e insetti, al via a Recanati la disinfestazione: ecco quando

Al via le operazioni di disinfestazione contro zanzare e insetti nel territorio comunale di Recanati. Nella notte tra venerdì 17 e sabato 18, dalle ore 24:00 alle ore 6:00, saranno interessate le seguenti zone: il Centro Storico, la Circonvallazione, Castelnuovo, Le Grazie, Santa Lucia, Sambucheto, Fontenoce, Montefiore e Bagnolo. Nella notte tra sabato 18 e domenica 19, dalle ore 24:00 alle ore 6:00, le operazioni si svolgeranno a San Francesco, Fratesca, Villa Musone, Via del Mare, Spaccio Fuselli, Fonti San Lorenzo, Villa Teresa e Chiarino. "Nel corso della disinfestazione, che sarà eseguita dal Cosmari, - fa sapere il Comune -  si raccomanda di chiudere le finestre e tenere in casa gli animali".

16/07/2020
Corridonia, "Lab free art": il linguaggio dell'arte nelle comunità Pars

Corridonia, "Lab free art": il linguaggio dell'arte nelle comunità Pars

Lab free art è un laboratorio artistico avviato nelle comunità educative e terapeutiche gestite dalla cooperativa sociale Pars onlus, con l’obiettivo di avvicinare i giovani ospiti all’utilizzo delle arti visive per comunicare il proprio mondo interiore e stimolare la capacità creativa, all’interno di un ambiente socializzante nel quale è possibile condividere i propri stati emotivi. Il laboratorio, a cura della professoressa Cristiana Torresi, è realizzato nella comunità terapeutica “Santa Regina”, nei centri “La Ginestra” e “Don Vincenzo Cappella” di Corridonia e nelle comunità educativa per minori di Morrovalle e di Civitanova Marche. “Lab free art nasce con l’intento di dare un beneficio ai nostri ospiti e utilizzare l’arte figurativa come espressione della propria personalità per raccontare se stessi, i propri sogni, i propri desideri e condividerli con gli altri del gruppo - afferma la docente Cristiana Torresi -. Siamo partiti con la creazione del logo, assemblando alcuni disegni creati dai partecipanti al laboratorio e abbiamo scelto di chiamare questo laboratorio “free art” per sottolineare l’importanza della libera espressione, e anche in riferimento anche al disegno a “mano libera””. Dalla creazione del logo, a lezioni teoriche per familiarizzare con le tecniche e i mezzi impiegati nell’arte visiva, a momenti di riflessione sulle proprie emozioni e sui propri vissuti, a progetti di grafica e illustrazione, questo laboratorio aiuta a sviluppare capacità introspettive e comunicative e a migliorare il modo di comunicare e relazionarsi con gli altri oltre che acquisire maggiore autostima e consapevolezza di sé. “I partecipanti hanno dai 6 ai 17 anni nelle comunità educative e dai 18 ai 40 anni circa nelle comunità terapeutiche - spiegano i referenti Pars-. Facciamo sperimentare diverse tecniche come la pittura, il collage, il disegno a mano libera, la grafica, l’illustrazione, alternando momenti di libera espressione al raggiungimenti di obiettivi concreti. Per i partecipanti più grandi, si lavora a progetti dove si unisce l’arte alla creazione di oggetti di utilizzo quotidiano con uno sguardo al mondo del lavoro. Stanno elaborando ad esempio grafiche per tessuti come borse o t-shirt o agende. Inoltre, stiamo scegliendo idee per realizzare decorazioni in alcuni luoghi delle varie strutture. Il tema è il cambiamento, la trasformazione”. “Sono in comunità da quattro mesi - racconta uno degli ospiti -, e dopo la modalità a distanza, finalmente abbiamo potuto fare il laboratorio in presenza. Mi rilassa molto, Cristiana è una persona splendida e mi ha insegnato molte cose belle e soprattuto ho riscoperto il piacere di disegnare”. “L’arte dona loro la possibilità di comunicare un pensiero anche laddove ci sono difficoltà espressive, e durante questi lavori di gruppo ci si sente parte attiva - conclude la Torresi -. L’arte riesce a farli sentire liberi di esprimersi, senza sentirsi giudicati, diventa un linguaggio diretto, chiaro, dove si può raccontate la propria storia, il proprio percorso. Anche durante la fase di lockdown il laboratorio non si è fermato, ma a distanza i nostri ospiti hanno potuto realizzare opere artistiche. I bambini e i ragazzi si sono approcciati con interesse e curiosità, non si sono mai persi d’animo, è stato un momento per continuare a stare insieme".

16/07/2020
Serie B: il punto della situazione

Serie B: il punto della situazione

Quando mancano quattro giornate alla fine della stagione regolare del campionato di Serie B, è giunto il momento dei primi verdetti. Mentre nella parte alta della classifica il Benevento ha già raggiunto la promozione diretta con ben sette giornate d’anticipo, il Livorno è la prima retrocessa di questa stagione e la squadra del patron Spinelli l’anno prossimo sarà costretta a ripartire dalla Serie C.   La lotta in zona promozione   Alla vigilia del campionato, le tre retrocesse Chievo Verona, Empoli e Frosinone erano state individuate dagli addetti ai lavori come le favorite indiscusse per l’immediato ritorno in Serie A. Per tutte loro, tuttavia, le cose non sono andate secondo i piani e oggi si ritrovano a lottare tra loro per l’ottavo posto in classifica che garantirebbe l’accesso ai playoff. In testa alla classifica c’è infatti il Benevento di Filippo Inzaghi che, dopo aver dominato il campionato dalla prima giornata, è riuscito a guadagnarsi il ritorno in massima serie con largo anticipo. Alle spalle dei sanniti c’è il Crotone di Stroppa, che secondo le scommesse calcio a oggi è la favorita assoluta per il salto diretto in massima serie. I pitagorici saranno tuttavia chiamati a guardarsi le spalle dalla rincorsa di Pordenone e Spezia che hanno saputo superare le difficoltà di inizio campionato e oggi stanno esprimendo il calcio più brillante dell’intera cadetteria. La situazione nelle zone basse della classifica: arrivano i primi verdetti   Come visto, in zona promozione la situazione è aperta a ogni possibile scenario, ma nelle zone meno nobili della classifica la lotta è probabilmente ancora più avvincente. Eccezion fatta per il Livorno che a quota 21 punti ha già detto addio alla Serie B, partendo dal penultimo posto occupato dal Cosenza, sino ad arrivare all’undicesimo occupato dall’Entella, tutto può ancora accadere. Sono ben nove le compagini racchiuse nell’arco di 11 punti e tutte da qui a fine campionato saranno chiamate a fare la differenza. L’Ascoli, attualmente a ridosso della zona playout, nelle ultime giornate ha saputo invertire la rotta e i marchigiani ora si trovano a stretto contatto con la zona salvezza diretta. Trascinati dai goal di Trotta e Scamacca, giocatori chiave nella sfida contro la Salernitana vinta con il risultato di 3-2, i bianconeri sono riusciti ad accorciare il gap che li separava dalle diretti rivali e ora sognano di riuscire nell’impresa prima del previsto. L’Ascoli, a ogni modo, oltre a puntare a Pescara, Perugia, Venezia e Cremonese, dovrà guardarsi le spalle dal ritorno della Juve Stabia anche se i campani sembrano essere la squadra più in difficoltà tra quelle invischiate nella lotta per non retrocedere.   Mancano solo quattro partire alla fine della regular season di Serie B e praticamente tutte le squadre sono ancora in lotta per il raggiungimento di un obiettivo. L’Ascoli, accantonato il sogno playoff, sarà chiamato a fare risultato in tutte le partite che mancano da qui a fine campionato e la sensazione è che i bianconeri abbiano a propria disposizione tutti i mezzi per raggiungere la salvezza senza passare per la lotteria dei playout.

14/07/2020
Rotary Club Tolentino, visita della governatrice Rossella Piccirilli: incontro anche con Pezzanesi

Rotary Club Tolentino, visita della governatrice Rossella Piccirilli: incontro anche con Pezzanesi

Il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi ha incontrato il nuovo governatore del Rotary Club – Distretto 2090 Rossella Piccirilli che era accompagnata dal Presidente del Rotary Club di Tolentino Paolo Perri e dall’Assistente del Governatore Stefano Gobbi. Il Distretto 2090, che comprende quattro regioni italiane (Abruzzo, Marche, Molise e Umbria) con 69 club. Inoltre all’incontro hanno partecipato alcuni rappresenti del Rotary di Tolentino, il Past Presidente Carla Passacantando, il Presidente Incoming Ovidio Ciarpella, il Prefetto Daniele Sparvoli, il Segretario Fabiola Menichelli, i Consiglieri Leonardo Compagnucci e Iole Rosini. Prima dello scambio dei doni, il Sindaco Pezzanesi ha illustrato le peculiarità della Città di Tolentino mentre il Governatore Piccirilli ha presentato il nuovo Service. Nella mattinata il governatore ha visitato il complesso monumentale della Basilica di San Nicola e alcune strutture museali tra cui la nuova mostra allestita nei locali espositivi di via Parisani, dedicata a raccontare le vicende storiche, artistiche e culturali di Tolentino tra Settecento e Ottocento. 

14/07/2020
Prestiti Online: boom di richieste di liquidità - Analisi Completa di PrestitiMag.it

Prestiti Online: boom di richieste di liquidità - Analisi Completa di PrestitiMag.it

I prestiti online continuano ad essere sempre più richiesti. Secondo l’ultimo Osservatorio da parte dei massimi esponenti, stiamo per assistere all’effetto post lockdown da Covid-19. Sempre più italiani hanno necessità di liquidità, e lo si nota dalle forti richieste eseguite alle banche e agli enti finanziari. Si stima un incremento di liquidità pari al 22,8% dell’intero mercato finanziario. Il trend è decisamente positivo per due motivi: sia perché la gente ha bisogno di avere soldi in banca, ma soprattutto perché in questo periodo i tassi di interesse sono estremamente agevolati (parliamo addirittura di minimi storici). Il report è stato realizzato in collaborazione con la redazione di prestitimag.it, così da avere un documento quanto più preciso ed accurato possibile. Perché i prestiti online sono sempre più richiesti La pandemia del coronavirus ha causato una delle crisi economiche a livello internazionale, più gravi degli ultimi tempi, soprattutto aggravando la condizione in Italia, la cui situazione era instabile di suo. I dati sono visibili a partire dal 9 marzo 2020, giorno in cui venne annunciato il lockdown dell’intero paese. Inevitabilmente la capacità produttiva è stata arrestata. Le aziende e molti possessori di partita IVA hanno perso il 100% dell’intero fatturato mensile. Molte società sono state costrette a cessare l’attività, possibilmente per l’impossibilità di sostenere i costi ed eventuali debiti a carico. Anche i dipendenti sono stati messi in cassa integrazione, i precari hanno sostentato a vivere ed inevitabilmente le famiglie si sono ritrovate in una situazione economica al limite della povertà. Tutto questo insieme ha innalzato spaventosamente le richieste dei finanziamenti personali. Spaventoso aumento di richieste per consolidamento e liquidità Il report sul boom di richieste di finanziamenti online, ha fatto notare anche un aumento dei prestiti per il consolidamento e liquidità. Nel primo caso, l’obiettivo è quello di fare in modo che i debiti personali possano diminuire. Per liquidità invece, si intende quel credito per fronte a spese impreviste. Il trend di entrambi i prestiti cresce rispettivamente del 16,9% e dell’8,4%, contro il 12% e il 4% per l’anno 2019. C’è da dire che ad incidere su questi valori vi è una forte restrizione sulle garanzie richieste in passato dagli enti di credito o dalle banche. Un altro dato importante di marzo 2020, riguarda la crescita superiore dell’importo liquido richiesto. Quest’anno si è registrata una media di circa €10.893,00, rispetto ai €10.259,00 antecedenti. Questa è soltanto una minima parte degli effetti negativi post lockdown da coronavirus. Quali sono i tassi di interesse in un periodo di forte richiesta Come si può intuire, i tassi di interesse sono gli elementi più importanti per decretare il costo finale di un prestito online. I più convenienti risultano essere quelli finalizzati all’acquisto di un’auto usata o nuova e per ristrutturare casa, i cui tassi superano di poco il 6,30%. Abbiamo fatto una simulazione: un 35enne con residenza a Milano, nessun impiego da dipendente, lavoratore autonomo, prestito di 10mila euro per liquidità, la cui durata contrattuale sarebbe di 6 anni (72 mesi), pagherebbe un tasso di interesse pari al 6,47% (€166,66 come rata mensile). Riducendo la durata del finanziamento a 47 mesi, il TAEG aumenterebbe ammontano a 6,51%, di conseguenza la rata mensile diventerebbe €235,82. I costi più esosi da sostenere per un finanziamento, sarebbero quelli qualora venisse richiesto un importo ancor più elevato (di circa 20mila euro). Il miglior tasso di interesse nonostante il boom di richieste di liquidità, viene proposto insieme alla tipologia del finanziamento con cessione del quinto dello stipendio o della pensione. In alcuni casi il TAEG non supera neanche il 4%. Hai dubbi su quale sia il prestito da richiedere online alle condizioni più idonee al caso tuo? Commenta l’articolo qualora avessi bisogno, siamo qui pronti a rispondere ad ogni tua domanda.  

13/07/2020
“Macerata Cammina nel Verde”, i ragazzi dell’Oratorio salesiano ripuliscono dai rifiuti due aree

“Macerata Cammina nel Verde”, i ragazzi dell’Oratorio salesiano ripuliscono dai rifiuti due aree

Grazie alla preziosa collaborazione dei ragazzi dell’Oratorio salesiano di Macerata, impegnati nel progetto estivo “VENTI20diNovità”, due zone coinvolte nel programma di valorizzazione naturalistica del territorio comunale “Macerata Cammina nel Verde” sono state ripulite dai rifiuti che si erano accumulati nel corso del tempo. La Fonte Maria Maddalena, al margine del Parco Fontescodella, necessita di un ben più approfondito intervento di recupero perché sia liberamente fruibile ma già ora può essere raggiunta da coloro che si sentono animati da spirito di avventura. Molto più semplice, invece, godere della pace e della distensione che derivano da una passeggiata nel Bosco urbano di Collevario, oggetto del secondo intervento da parte dei ragazzi dell’Oratorio. “Ringrazio i giovani dei Salesiani ed il loro responsabile, don Francesco, che ci hanno regalato alcune ore del loro tempo per svolgere un servizio a vantaggio di tutta la città”, interviene l’assessore all’ambiente Mario Iesari. “Il territorio urbano nasconde oasi naturalistiche che meritano di essere tutelate e valorizzate; l’impegno messo in campo dai ragazzi ci interpella direttamente perché affida alla responsabilità di ciascuno la cura delle cose comuni”.  

13/07/2020
Recanati, Rotary e "La ragnatela" un binomio vincente: donato un mezzo di trasporto alla cooperativa

Recanati, Rotary e "La ragnatela" un binomio vincente: donato un mezzo di trasporto alla cooperativa

Fedele al suo motto "Servire al di sopra di ogni interesse personale" ancora una volta, facendosi partecipe delle istanze a livello sociale soprattutto in ambito locale, ma non solo, il Rotary Club Recanati Giacomo Leopardi ha contribuito all'acquisto di un mezzo di trasporto della Cooperativa sociale "La Ragnatela" di Recanati con una sostanziosa elargizione. "La Ragnatela" nasce a Recanati nel dicembre del 1977 da un'idea dell'Istituto di Riabilitazione Don Guanella " Villaggio delle Ginestre" con il quale a tutt'oggi conservano uno stretto rapporto di collaborazione. La cooperativa si presenta quale realtà sperimentale che propone una cultura dell'organizzazione del lavoro alternativa a quella dell'impresa ordinaria, cercando di rispondere sia alle esigenze di persone diversamente abili che vedono nella cooperativa sociale un punto di arrivo della loro carriera lavorativa,sia per i ragazzi che pensano all'esperienza cooperativa come un momento di passaggio verso altre imprese. Le principali attività realizzate sono: 1) Laboratorio lavorazione conto terzi - é un'attività che per semplicità di esecuzione occupa la maggior parte dei ragazzi svantaggiati 2) Tipografia - si forniscono vari servizi di stampa per enti pubblici, privati e per altre tipografie 3) Laboratorio di bomboniere e di articoli da regalo, confezionamento di bomboniere per ogni occasione, realizzazione e decoro di oggetti artigianali con varie tecniche. Ad oggi sono inseriti presso la struttura a diverso titolo (inserimenti lavorativi,borse-lavoro,stage scolastici)  40 ragazzi diversamente abili,provenienti anche da varie  città limitrofe, seguiti da 15 soci-lavoratori. Cene, feste, gite sono momenti di integrazione sociale estremamente importanti e consolidati , e diventerebbe un problema giustificarne   la mancata organizzazione, in modo particolare per chi a causa di problemi propri o familiari, raramente ha occasione di partecipare o viene coinvolto in attività di questo genere. I ragazzi hanno chiaramente limiti produttivi derivanti dalle loro specifiche problematiche. La loro accoglienza prevede pertanto un grande impegno da parte degli operatori che insegnano il lavoro , organizzano i loro tavoli di lavoro,verificano la corretta realizzazione ed infine correggono eventuali errori. Questo per quanto riguarda il lavoro in senso stretto. Da un punto di vista sociale,il personale affianca i ragazzi soprattutto quando, a causa delle proprie difficoltà in quel particolare momento non sono in grado di lavorare ma hanno bisogno di una persona amica con cui confrontarsi o sfogarsi. Ad ogni situazione problematica o comunque nel momento di verifica dell'andamento degli inserimenti,l'assistente sociale della cooperativa é sempre disponibile a relazionarsi con le equipe dell'Umea, Centro di Salute Mentale, psicologi che seguono i ragazzi, assistenti sociali dei Comuni e famiglie per creare e ripristinare le condizioni per proseguire in modo adeguato l'esperienza lavorativa. Interessante anche l'attivazione di progetti con scuole di diverso ordine e grado finalizzati a promuovere la mission della cooperativa. L'obiettivo ambizioso di tali progetti é quello di far nascere, partendo dalla sensibilità di bambini e giovani, atteggiamenti di apertura, disponibilità, accoglienza verso la persona in quanto tale, a prescindere dai suoi limiti fisici o cognitivi , favorendo così processi di integrazione sociale. Per quarant'anni la cooperativa ha cercato di perseguire l'oggetto sociale con le proprie forze attingendo a finanziamenti pubblici, ma purtroppo , lo stato di incertezza di questi contributi, l'ampliamento del numero dei ragazzi inseriti ed ora con l'aggravante del corona-virus sono tutti fattori che stanno mettendo in crisi la sopravvivenza de "La Ragnatela". In questa ottica pertanto il Rotary Club Recanati Giacomo Leopardi non ha fatto mancare un suo concreto sostegno alla cooperativa.        

13/07/2020
Porto Recanati, mare mosso: doppio salvataggio a buon fine

Porto Recanati, mare mosso: doppio salvataggio a buon fine

Il mare agitato ha creato qualche momento di tensione a Porto Recanati, nel primo pomeriggio odierno. Nell'arco di poche ore sono stati necessari due interventi da parte dei bagnini, per soccorrere due uomini che, nonostante le onde, avevano scelto di fare il bagno accusando evidenti difficoltà nel tornare verso riva. In uno dei due casi, in prossimità delle spiagge del balneare "Carlo & Domenico" e del balneare "Annito & Figli", è stato necessario anche l'ausilio del pattino da salvataggio.  Grazie alla prontezza di riflessi dei soccorritori, si è evitato il peggio. Entrambi gli uomini sono stati riportati a riva con successo, in buone condizioni di salute.  

12/07/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.