Sarnano

La Fondation d’Entreprise Michelin  per gli studenti delle zone terremotate: consegnati nuovi macchinari all'Istituto "Renzo Frau"

La Fondation d’Entreprise Michelin per gli studenti delle zone terremotate: consegnati nuovi macchinari all'Istituto "Renzo Frau"

Sono stati inaugurati oggi i nuovi macchinari donati dalla Fondation d’Entreprise Michelin al laboratorio di meccanica dell’Istituto Professionale di Stato per l'Industria e l'Artigianato “Renzo Frau”, reso inagibile dal sisma del 2016. In seguito al terremoto del 30 ottobre 2016, la sede di San Ginesio dell’Istituto, già seriamente danneggiata dalla scossa del 24 agosto 2016, ha subìto danni tali da richiederne l’evacuazione. I macchinari, irrecuperabili, sono stati sostituiti con macchine moderne, che rispondono al meglio alle esigenze industriali delle imprese del territorio e, in questa fase di ricostruzione, contribuiscono al progetto di riqualificazione della struttura scolastica del Comune di San Ginesio. Di ogni macchina è stata curata l’installazione e la messa in funzione. L’IPSIA “Renzo Frau” è un istituto che ha come vocazione la formazione di personale qualificato per le PMI del territorio a forte vocazione meccanica e specializzate nella lavorazione del legno, che operano sui mercati nazionale e internazionale. La tecnologia in questi settori è in forte evoluzione e deve far fronte a una concorrenza aggressiva. La nuova primavera di San Ginesio, uno dei Borghi più belli d’Italia, parte da qui, dall’eccellenza della sua scuola, fiore all’occhiello delle Marche e dell’Italia, perché l’impegno, il lavoro, la passione di ogni persona che la vive contribuiscano al rilancio delle attività e quindi alle prospettive per il futuro delle popolazioni. La donazione è avvenuta per il tramite della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, che ha per missione l’orientamento, l’aiuto e il coordinamento dell’opera della rete delle associazioni di volontariato in ambito di politiche di welfare, socio-sanitarie e di inclusione sociale, in prospettiva del rafforzamento delle capacità locali. La Fondation d’Entreprise Michelin ha per missione la promozione e il sostegno di progetti e opere a favore della mobilità sostenibile, dello sport, della salute, della solidarietà, del patrimonio culturale e della protezione dell’ambiente.  

10/04/2018
Sarnano, ha un incidente con la moto: uomo trasportato ad Ancona

Sarnano, ha un incidente con la moto: uomo trasportato ad Ancona

Nella mattina di oggi, 2 aprile, a Sarnano, un uomo di 44 anni alla guida di una moto è andato a scontrarsi contro un altro mezzo, un'auto probabilmente. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 ed è stata allertata l'eliambulanza che lo ha trasportato a Torrette. L'uomo non è in pericolo di vita. La dinamica dell'incidente è ancora da accertare.

02/04/2018
Giro d'Italia: Sarnano protagonista

Giro d'Italia: Sarnano protagonista

Sarnano sarà teatro del traguardo volante della decima tappa del Giro D’Italia. L’appuntamento è al 15 maggio prossimo, come ha annunciato il sindaco, Franco Ceregioli. “L’orario previsto per il passaggio – ha detto – è tra le 14,30 e le 15,30. Per la città, ma anche per questo territorio così duramente colpito dal sisma, sarà una giornata significativa e di speranza, anche per la grande visibilità che il Giro d’Italia ha nel panorama sportivo internazionale”. Il sodalizio tra il territorio e il grande ciclismo, quindi, si arricchisce ulteriormente, dopo il recente passaggio della Tirreno Adriatico che ha portato tra le zone del sisma le telecamere, i microfoni e i taccuini delle redazioni sportive delle principali testate giornalistiche nazionali e non solo. Lo sport, dunque, come occasione di visibilità attraverso i suoi messaggi positivi.   

28/03/2018
Sarnano, tenta di uccidersi: salvata dai carabinieri

Sarnano, tenta di uccidersi: salvata dai carabinieri

Una segnalazione al 112 ha fatto scattare l'allarme. Una donna, residente in contrada Veccciola, stava tentando di togliersi la vita. Da sola, chiusa in casa, i militari dell'Arma l'hanno bloccata mentre cercava di ferirsi mortalmente con un coltello. Vicino a lei un flacone di ansiolitici ormai finito e una bottiglia di vino già vuota. Nonostante la resistenza della donna, 48 anni, i carabinieri sono riusciti a toglierle il coltello e a disporre il trasferimento all'ospedale di Macerata per essere sottoposta a cure mediche.  ll tentativo di suicido sarebbe da ricondurre a problemi di natura coniugale. 

15/03/2018
Amato con Povia a Sarnano: un concerto convegno tra musica e diritto

Amato con Povia a Sarnano: un concerto convegno tra musica e diritto

L'avvocato Gianfranco Amato sarà a Sarnano il prossimo 6 aprile, dalle ore 20:30 alle ore 22:30, insieme al cantante milanese Povia. Un concerto/convegno dal titolo "Invertiamo la rotta" che vedrà al fianco dell'avvocato antigender, esponente del "Popolo della Famiglia" anche il cantante che lo ha aveva già accompagnato nella presentazione del suo programma elettorale e nella presentazione dei temi cari al partito. L'evento avrà inizio alle 20.30 e l'ingresso è libero. Il cantante, negli ultimi tempi, è stato al centro delle polemiche per il brano “Immigrazìa” contro l'immigrazione. Un testo che ha portato alla cancellazione di un suo concerto a Trezzano sul Naviglio, in programma per lo scorso settembre, dopo che l'Anpi si era fermamente opposta all'evento con un comunicato che puntava il dito sul cantante. "Come associazione - si legge nel comunicato - che si richiama ai valori della Resistenza, siamo molto contrariati per la presenza di questo personaggio, legato alla formazione neofascista e antisemita Lealtà e Azione, per la quale il 10 giugno scorso Povia si è esibito nel comune di Cologno Monzese. Oltre ad essere legato ad una formazione dichiaratamente neofascista, il cantautore rappresenta una figura profondamente divisiva su molteplici temi, tra i quali quelli dell'accoglienza, della solidarietà, dell'unità del nostro Paese e delle stesse problematiche relative alle vaccinazioni». Insomma, «divisivo» e «fascista».Oltre ad essere legato ad una formazione dichiaratamente neofascista, il cantautore rappresenta una figura profondamente divisiva su molteplici temi, tra i quali quelli dell'accoglienza, della solidarietà, dell'unità del nostro Paese e delle stesse problematiche relative alle vaccinazioni". Accuse che il cantautore milanese, vincitore del Festival di Sanremo nel 2006 con il brano “Vorrei avere il becco”ha respinto al mittente attraverso un post pubblicato su fb. "I comunisti dell’ANPI - si legge - vogliono annullarmi il concerto del 23/9, minacciando e insultando la Chiesa!Questa è mafia e dittatura!Ascoltate con le vostre orecchie, poi diffondete e aiutatemi a smascherarli!Tanto lavorerò ancora per poco. E’ bello essere libero ma è costoso, faticoso e spesso come oggi, mi rende triste. CARI "PARTIGIANI", I NEO-NAZI(comun)ISTI, SIETE VOI".  

Sarnano, completata la consegna delle Sae

Sarnano, completata la consegna delle Sae

Completata la consegna delle Sae a Sarnano. Oggi, infatti, sono state consegnate nell'area Morelli ulteriori dodici casette alle famiglie assegnatarie alla presenza del sindaco Franco Ceregioli, del presidente della Regione Luca Ceriscioli e dell'assessore Angelo Sciapichetti, del capo della Protezione Civile Angelo Borrelli. Tutte le Sae di Sarnano risultano quindi consegnate.  "Ora attendiamo" ha detto Ceregioli "che si definisca la questione del cosiddetto "invenduto" che ci consentirebbe di dare sistemazione ad altre 28 famiglie della graduatoria che abbiamo già predisposto".

24/02/2018
Appassionata porta la musica nel cratere con il progetto 'Marche inVita'

Appassionata porta la musica nel cratere con il progetto 'Marche inVita'

L'associazione musicale Appassionata lancia quattro concerti e due produzioni che rientrano nel progetto "Marche inVita. Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma”. Realizzata in coproduzione con l'Associazione Arena Sferisterio e sostenuta dall'accordo fra MiBACT e Regione Marche, l'iniziativa è coordinata dal Consorzio Marche Spettacolo. Dopo "Musica per le città ferite", con cui l'anno scorso Appassionata ha portato concerti di musica classica nei centri colpiti dai sismi del 2016, nei prossimi due mesi saranno offerti al pubblico sei spettacoli con ingresso gratuito: si comincia da Camerino mercoledì prossimo (21 febbraio), quindi Loro Piceno (10 marzo), San Ginesio (11 marzo), Gualdo (17 marzo), Sarnano (24 marzo) e Corridonia (8 aprile). Ciascuno degli eventi è patrocinato dal Comune che lo ospita. L’iniziativa segue un duplice percorso. Uno è incentrato sulle Sonate per pianoforte di Ludwig van Beethoven, con l'obiettivo di valorizzare giovani interpreti che si stanno formando nelle Marche portandoli ad esibirsi in alcuni dei luoghi feriti dal terremoto ma che hanno ripreso la strada del rilancio e sono esempi di forza di volontà. L'altro è orientato a produzioni: una del tutto inedita sulla figura di Bob Dylan dal titolo "Anche il fantasma non era una persona soltanto", l'altra sulla figura di Italo Calvino, "Invisible Cities". Si inizia mercoledì 21 febbraio a Camerino, uno dei luoghi simbolo dei sismi: appuntamento alle 11 al polo scolastico provinciale con Elena Baldoni che esegue la Sonata per pianoforte n.23 in fa minore, op.57 "Appassionata", e Lorenzo Felicioni che interpreta la Sonata n.27 in mi minore, op.90. L'Ostello comunale di San Ginesio accoglierà la seconda data del progetto, domenica 11 marzo alle ore 17, quando si esibiranno Caterina Dionisi nella Sonata n.13 in mi bemolle maggiore, op.27 n.1 e Massimo Natali nella Sonata n.30 in mi maggiore, op.109. A Gualdo l'appuntamento è per sabato 17 marzo alle 21, nella tensostruttura allestita proprio all'indomani del terremoto, con Saverio Beccacece e Melissa Galosi: Beccacece suona la Sonata n.13 in mi bemolle maggiore, op.27 n.1, Galosi la Sonata n.31 in la bemolle maggiore, op.110. La serie di concerti si chiude a Corridonia, nel Centro Aggregazione Giovanile, domenica 8 aprile alle 17 si esibiscono al pianoforte Stefano Chiurchiù nella Sonata n.1 in fa minore, op.2 n.1, Riccardo Maria Ricci nella Sonata n.8 in do minore, op.13 "Patetica" e Laura Sarchiè nella Sonata n.17 in re minore, op.31 n.2 "La Tempesta". Le due produzioni, invece, vanno in scena sabato 10 e sabato 24 marzo. Primo incontro alle ore 21 al Teatro comunale di Loro Piceno con una prima assoluta: "Anche il fantasma non era una persona soltanto", dialogo in forma teatrale su Robert Zimmerman. Bob Dylan: l'uomo, le canzoni, la vita", con Clara Galante e Luca Damiani, su testi di Luca Damiani, da una idea di Andrea Trettaccone. Sabato 24 marzo alle ore 21 al Cineteatro di Sarnano va in scena lo spettacolo dal titolo "Invisible cities", musica visionaria ispirata alle Città invisibili di Italo Calvino. Protagonista è EME-Eloisa Manera Ensemble composto da Eloisa Manera (composizione, violino, voce), Gianluca Barbaro (flauti dolci, ewi), Piero Bittolo Bon (sax alto, baritono, clarinetto), Andrea Baronchelli (trombone), Pasquale Mirra (vibrafono), Danilo Gallo (basso, contrabbasso), Ferdinando Faraò (batteria), Roberto Zanisi (string guitars, cumbus, bouzouki, steel pan, doumbek, gunja cajon, cifteli, bowglamà). 

Concluse le consegne delle Sae a Sarnano

Concluse le consegne delle Sae a Sarnano

Consegne delle Sae concluse a Sarnano. Il Comune ha preso in carico la seconda e ultima area Sae di 12 casette in località Morelli. L'investimento complessivo per le 21 casette realizzate in totale è di 2 milioni e 700 mila euro. Ad oggi la Regione Marche ha consegnato 1.120 casette e sono 17 su 29 i Comuni che hanno consegnato tutte le aree. (Fonte Ansa)

16/02/2018
Nasconde la cocaina nella legnaia: in manette 36enne di Sarnano

Nasconde la cocaina nella legnaia: in manette 36enne di Sarnano

Un 36enne di Sarnano è stato arrestato dai carabinieri per spaccio. L'uomo è stato fermato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Tolentino, in collaborazione con i colleghi della Stazione di Sarnano. L'arrestato è M.C., nato a Macerata nel 1981, residente a Sarnano, celibe, disoccupato. I carabinieri, dopo una serie di osservazioni e pedinamenti, hanno sorpreso il sarnanese con addosso due grammi di cocaina, suddivisa in dosi. Il 36enne tenea la droga nella tasca dei pantaloni e alla vista dei carabinieri ha cercato di disfarsi dei due sacchettini, senza però riuscirci. La successiva perquisizione domiciliare e veicolare ha fatto scoprire ai militari altri 18 grammi di cocaina suddivisa in dosi, nascosti nella legnaia adiacente l'abitazione dell'arrestato, 150 euro di probabile provenienza dall'attività di spaccio, varie sostanze da taglio, un bilancino di precisione e materiale idoneo al confezionamento delle dosi. A seguito di questa operazione, altri due sarnanesi sono stati segnalati alla Prefettura di Macerata in qualità di assuntori di cocaina. M.C. si trova ora ai domiciliari.

09/02/2018
Sarnano, scontro auto contro moto: un ragazzo trasportato ad Ancona

Sarnano, scontro auto contro moto: un ragazzo trasportato ad Ancona

Uno scontro brutale è avvenuto oggi pomeriggio intorno alle 16.30 a Sarnano, in zona Gabella. Ad essere coinvolti una moto e un'auto. Sul posto due ambulanze e l'eliambulanza che ha trasportato il conducente della moto, un ragazzo, all'ospedale Torrette di Ancona. La donna al bordo dell'auto è invece stata trasportata a Macerata e non dovrebbe essere grave. Sul posto i Carabinieri per i rilevamenti del caso, la dinamica dell'incidente è ancora da accertare.

04/02/2018
Alternanza Scuola Lavoro, il "Gentili" di San Ginesio e Unicam fanno sistema

Alternanza Scuola Lavoro, il "Gentili" di San Ginesio e Unicam fanno sistema

Inizierà il prossimo lunedì 5 febbraio presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Gentili” di San Ginesio, in particolare nei locali del Liceo Scientifico e delle Scienze applicate di Sarnano, il progetto formativo di alternanza scuola lavoro sulla classificazione, conservazione e restauro dei beni culturali.   Il progetto, voluto fortemente dalla dirigenza scolastica e dall’Università di Camerino con il corso di laurea in “Tecnologie e Diagnostica per la Conservazione ed il Restauro” e la Scuola di Architettura e Design con sede ad Ascoli Piceno, prevede un ciclo di lezioni tenute da docenti Unicam e attività laboratoriali nel campo della conservazione dei beni culturali di cui il nostro territorio è ricco.   Le lezioni spazieranno da argomenti di Teoria e Tecniche applicate come quelle multi spettrali e termografiche tenute dai professori Roselli e Di Girolami alle analisi storico-architettonica presentate dalla professoressa Petrucci; si passerà poi allo studio delle malte storiche con la Prof. Roselli, alla georeferenziazione con il professor Bisci, all’utilizzo della piattaforma elettronica Arduino per il monitoraggio degli ambienti di conservazione con  il dottor Cinaglia e il professor Vittori, alla realtà aumentata con il dottor Olivieri, fino al trattamento statistico dei dati con la professoressa Bernabei.   Terminato il ciclo di lezioni gli alunni si recheranno in alcuni siti scelti nel contesto di Sarnano per effettuare rilevazioni e monitoraggi e mettere in pratica quanto acquisito. Per la realizzazione del progetto formativo ci si è avvalsi della collaborazione dello spin-off dell’Università di Camerino “A.R.T. & Co”, attivo presso il Laboratorio di Tecnologie e Diagnostica per la Conservazione ed il Restauro dell’Università di Camerino con sede ad Ascoli Piceno.    

Sarnano, finisce nella scarpata con l'auto: ragazza trasportata all'ospedale

Sarnano, finisce nella scarpata con l'auto: ragazza trasportata all'ospedale

Finisce con l'auto nella scarpata. È accaduto oggi pomeriggio, intorno alle 16, nella zona del Pincio, lungo la strada che porta a Sarnano. La ragazza al volante è stata trasportata all'ospedale di Macerata e le sue condizioni non sembrano essere grave. Sul posto oltre all'ambulanza del 118 e ai Vigili del Fuoco è intervenuta anche l'eliambulanza che, una volta accertate le condizioni della giovane, è rientrata senza paziente a bordo.

13/01/2018
La città di Torino adotta la Rete Museale dei Sibillini

La città di Torino adotta la Rete Museale dei Sibillini

Lunedì 15 e martedì 16 gennaio, l’assessore alla cultura del Comune di Torino Francesca Leon insieme a una delegazione comunale sarà nelle Marche per visitare i comuni della Rete Museale dei Sibillini. La Rete Museale dei Sibillini, che attualmente riunisce 10 comuni (Loro Piceno, Montefortino, Montefalcone Appennino, Smerillo, Monte Rinaldo, Montelparo, Montalto delle Marche, Ripe San Ginesio, San Ginesio e Sarnano), in seguito agli eventi sismici che hanno interessato le Marche e il centro Italia a partire dal 24 agosto 2016, ha subito una drastica interruzione delle attività, per via dell’inagibilità di diverse strutture museali. Per sostenere l’attività della rete, la città di Torino ha stanziato 26.000 euro nell’ambito dell’iniziativa “Adotta un museo”, la campagna di crowdfundingpromossa da Icom Italia, per supportare gli istituti culturali colpiti da disastri naturali e sostenere la ripresa delle attività.  I fondi stanziati sono parte degli incassi che i musei torinesi hanno raccolto dopo il 24 agosto 2016, aderendo all’appello nazionale “Museum4Italy” promosso dal MiBACT (Ministero per i Beni le Attività Culturali e il Turismo). Questa “adozione” permetterà di realizzare un calendario di attività pomeridiane in quei comuni della rete i cui musei sono chiusi perché inagibili. L’iniziativa si rivolge a bambini e ragazzi e prevede la realizzazione di laboratori didattici, progettati e realizzati dal team della Rete museale dei Sibillini. L’inizio delle attività è previsto per la prima settimana di febbraio. "Questo contributo" - sottolinea Francesca Leon, assessore alla cultura del comune di Torino -  "è un dovuto atto solidale a favore delle attività culturali di un territorio martoriato dalla calamità e che ha bisogno di riprendere le normali attività quotidiane".  "La sensibilità e generosità mostrate dalla città e dai musei torinesi – riferisce Daniela Tisi, direttrice della Rete museale dei Sibillini - rappresentano un’opportunità straordinaria per supportare e rilanciare l’attività dei musei della rete.  Questa adozione" – prosegue – permetterà di garantire agli operatori una continuità lavorativa e al tempo stesso rimarcherà il ruolo sociale ed educativo che il museo può e deve avere, in quanto “istituto al servizio della società e del suo sviluppo”.  I musei infatti, in attesa della riapertura delle loro sedi, continueranno ad adempiere alla loro funzione sociale fuori dal museo".  "Ancora più emozionante" - conclude la direttrice - "è che questo aiuto ai musei marchigiani in difficoltà venga da altri istituti culturali".

Torino adotta la rete museale dei Sibillini, Leon: “Un dovuto atto solidale”

Torino adotta la rete museale dei Sibillini, Leon: “Un dovuto atto solidale”

Lunedì 15 e martedì 16 gennaio, l’assessore alla cultura del Comune di Torino Francesca Leon insieme a una delegazione comunale sarà nelle Marche per visitare i comuni della Rete Museale dei Sibillini.  La Rete Museale dei Sibillini, che attualmente riunisce 10 comuni (Loro Piceno, Montefortino, Montefalcone Appennino, Smerillo, Monte Rinaldo, Montelparo, Montalto delle Marche, Ripe San Ginesio, San Ginesio e Sarnano), in seguito agli eventi sismici che hanno interessato le Marche e il centro Italia a partire dal 24 agosto 2016, ha subito una drastica interruzione delle attività, per via dell’inagibilità di diverse strutture museali.    Per sostenere l’attività della rete, la città di Torino ha stanziato 26.000 euro nell’ambito dell’iniziativa “Adotta un museo”, la campagna di crowdfunding promossa da Icom Italia, per supportare gli istituti culturali colpiti da disastri naturali e sostenere la ripresa delle attività.  I fondi stanziati sono parte degli incassi che i musei torinesi hanno raccolto dopo il 24 agosto 2016, aderendo all’appello nazionale “Museum4Italy” promosso dal MiBACT (Ministero per i Beni le Attività Culturali e il Turismo).  Questa “adozione” permetterà di realizzare un calendario di attività pomeridiane in quei comuni della rete i cui musei sono chiusi perché inagibili. L’iniziativa si rivolge a bambini e ragazzi e prevede la realizzazione di laboratori didattici, progettati e realizzati dal team della Rete museale dei Sibillini. L’inizio delle attività è previsto per la prima settimana di febbraio.   “Questo contributo - sottolinea Francesca Leon, assessore alla cultura del comune di Torino -  è un dovuto atto solidale a favore delle attività culturali di un territorio martoriato dalla calamità e che ha bisogno di riprendere le normali attività quotidiane”.   “La sensibilità e generosità mostrate dalla città e dai musei torinesi – riferisce Daniela Tisi, direttrice della Rete museale dei Sibillini - rappresentano un’opportunità straordinaria per supportare e rilanciare l’attività dei musei della rete.  Questa “adozione” – prosegue – permetterà di garantire agli operatori una continuità lavorativa e al tempo stesso rimarcherà il ruolo sociale ed educativo che il museo può e deve avere, in quanto istituto al servizio della società e del suo sviluppo”.  I musei infatti, in attesa della riapertura delle loro sedi, continueranno ad adempiere alla loro funzione sociale fuori dal museo.   “Ancora più emozionante - conclude la direttrice - è che questo aiuto ai musei marchigiani in difficoltà venga da altri istituti culturali”.    

Tirreno-Adriatico a Sarnano e Castelraimondo: la soddisfazione di Ceregioli e Marinelli

Tirreno-Adriatico a Sarnano e Castelraimondo: la soddisfazione di Ceregioli e Marinelli

"Finalmente oggi lo possiamo annunciare ufficialmente: Sarnano ospiterà l'arrivo di una tappa della Tirreno Adriatico". Scrive pieno di soddisfazione il sindaco di Sarnano Franco Ceregioli su Facebook. Stamattina la conferenza stampa di presentazione della gara a Loreto. E' previsto per sabato 10 marzo l'arrivo a Sassotetto, l'unica tappa di montagna. "Sarà un evento mediatico unico - continua Ceregioli - probabilmente il più grande che Sarnano abbia mai ospitato, un'opportunità fantastica per poter valorizzare il nostro territorio e soprattutto la nostra montagna. Più di due ore di diretta Rai, centinaia di giornalisti, una carovana tra ciclisti e addetti ai lavori di diverse centinaia di persone, eventi collaterali". "È stato un lavoro lunghissimo - conclude il primo cittadino - da mesi l'assessore Luca Piergentili ha tenuto i contatti con la RCS e alla fine siamo riusciti ad ottenere questo risultato eccezionale. Ancora una volta Sarnano è al vertice".   Stessa soddisfazione l’ha espressa Renzo Marinelli, il sindaco di Castelraimondo, paese dal quale partirà la tappa clou della Tirreno-Adriatico l’11 marzo. “Abbiamo voluto confermare per la quarta volta la nostra presenza nella rosa delle tappe della Corsa dei due Mari – dichiara Marinelli – una competizione che di anno in anno ha saputo regalarci delle bellissime emozioni e delle grandi soddisfazioni. In linea con la filosofia che abbiamo sposato a seguito degli eventi sismici, memori soprattutto del grande successo degli anni passati e consapevoli dell'occasione che la tappa della Tirreno-Adriatico rappresenta per la promozione dell'intero territorio dell'Unione Montana Potenza Esino Musone, siamo certi che anche quest'anno la partenza da Castelraimondo, che si svolgerà domenica 11 marzo, sarà una grande festa per tutta la nostra terra, nel ricordo del grande amico e atleta indimenticabile, Michele Scarponi”.    

12/01/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433