Sarnano

Sarnano, rassegna "Matria": Silvia Ballestra presenta un intervento su Joyce Lussu

Sarnano, rassegna "Matria": Silvia Ballestra presenta un intervento su Joyce Lussu

Dopo il quinto incontro con Lucia Tancredi a Pedaso, Matria va verso il prossimo appuntamento, il sesto, che avrá come protagonista una delle scrittrici piú impertinenti e controcorrente del panorama nazionale; stiamo parlando di Silvia Ballestra che, il 23 Marzo alle ore 17:30, presso La Sala del Consiglio, a Sarnano, presenterá un intervento su una donna, una grande scrittrice, una partigiana, una maestra, un intervento su una donna che visse una vita appassionata e contraddittoria, Joyce Lussu. Non bisogna dimenticare che Matria vuole essere un grido di adesione alla vita activa di harendtiana memoria e una ricerca di nuove identitá al di fuori dello ius sanguis e dello ius soli, ricerca di un modo di interpretare le proprie origini e il proprio presente in base a legami che vedono il loro centro nel femminile, nella sua capacitá di accoglienza e di cura per lo sviluppo della persona e della personalitá, a prescindere da sesso, origini e fortuna.  Joyce Lussu, donna di nobili origini ma cosmopolita ed educata alla filosofia e alla dottrina politica liberale tra Inghilterra, Germania, Italia, Kenya e Tanganica, prese in mano la sua vita giovanissima e divenne un vero emblema della vita activa che anima la rassegna: dopo un matrimonio fallimentare con il giovane possidente fascista Aldo Belluigi, cominció battaglie con organizzazioni internazionali per la liberazione dal colonialismo/imperialismo dei paesi africani e asiatici. Nell‘impegno politico, conobbe e sposó Emilio Lussu e partecipó al suo progetto del Partito d‘Azione italiano. Scrittrice e traduttrice di poesie, grande narratrice delle Marche in ogni loro aspetto e paese, Joyce Lussu é proprio l‘esempio di un modo incredibilmente innovativo di interpretare la propria identitá. Silvia Ballestra non é assolutamente da meno, e sembra la perfetta interprete per raccontare la vita di un‘outsider come Joyce Lussu: originaria di Porto San Giorgio, la Ballestra ha Studiato Lingue e Letterature Straniere a Bologna. Affamata di altri occhi con cui vedere il mondo, ha conosciuto, letto e tradotto autori statunitensi e francesi. La sua voglia di uscire dal guscio, simile a quella che spinse Joyce Lussu alla politica, l‘ha spinta a trasferirsi a Milano e fare esperienza non solo del vorticoso mondo policulturale milanese, ma anche delle sua abilitá scrittorie. I suoi oramai famosissimi romanzi, come Il Compleanno dell‘iguana,  La guerra degli Antó, Nina, La Seconda Dora e Joyce L.-Una vita contro, raccontano attraverso tanti personaggi l‘ineluttabile voglia di conoscere il mondo, l‘Altro, e di lottare perché la bellezza del mondo, che forma e rende umani, venga (ri)conosciuta da tutti.  Due donne dunque, a Sarnano, saranno il piccolo centro del mondo del sesto appuntamento di Matria. La Rassegna è promossa dalla Commissione Pari opportunità regionale, dal Consiglio Regionale delle Marche e da un Circuito di otto Comuni: Montegranaro, Amandola, Colmurano, Torre San Patrizio, Pedaso, Sarnano, Montecosaro, Urbisaglia. E' Patrocinata dal Soroptimist di Fermo e con il libero contributo di Stamperia Bonassi, Quota CS Sport, Estetica la Coccinella, Eros Manifatture, Galleria Giò, Cherry&Cream. La Rassegna è nata da una libera idea della presidente della Commissione Pari Opportunità Meri Marziali ed ha la direzione artistica di Oriana Salvucci.  

21/03/2019
Sarnano, rassegna "Matria": la scrittrice Silvia Ballestra parlerà di Joyce Lussu

Sarnano, rassegna "Matria": la scrittrice Silvia Ballestra parlerà di Joyce Lussu

Dopo il quinto incontro con Lucia Tancredi a Pedaso, Matria va verso il prossimo appuntamento, il sesto, che avrá come protagonista una delle scrittrici piú impertinenti e controcorrente del panorama nazionale; stiamo parlando di Silvia Ballestra che, il 23 Marzo alle ore 17,30, presso La Sala del Consiglio, a Sarnano, presenterá un intervento su una donna, una grande scrittrice, una partigiana, una maestra, un intervento su una donna che visse una vita appassionata e contraddittoria, Joyce Lussu.  Non bisogna dimenticare che Matria vuole essere un grido di adesione alla vita activa di harendtiana memoria e una ricerca di nuove identitá al di fuori dello ius sanguis e dello ius soli, ricerca di un modo di interpretare le proprie origini e il proprio presente in base a legami che vedono il loro centro nel femminile, nella sua capacitá di accoglienza e di cura per lo sviluppo della persona e della personalitá, a prescindere da sesso, origini e fortuna.  Joyce Lussu, donna di nobili origini ma cosmopolita ed educata alla filosofia e alla dottrina politica liberale tra Inghilterra, Germania, Italia, Kenya e Tanganica, prese in mano la sua vita giovanissima e divenne un vero emblema della vita activa che anima la rassegna: dopo un matrimonio fallimentare con il giovane possidente fascista Aldo Belluigi, cominció battaglie con organizzazioni internazionali per la liberazione dal colonialismo/imperialismo dei paesi africani e asiatici. Nell‘impegno politico, conobbe e sposó Emilio Lussu e partecipó al suo progetto del Partito d‘Azione italiano. Scrittrice e traduttrice di poesie, grande narratrice delle Marche in ogni loro aspetto e paese, Joyce Lussu é proprio l‘esempio di un modo incredibilmente innovativo di interpretare la propria identitá.  Silvia Ballestra non é assolutamente da meno, e sembra la perfetta interprete per raccontare la vita di un‘outsider come Joyce Lussu: originaria di Porto San Giorgio, la Ballestra ha Studiato Lingue e Letterature Straniere a Bologna. Affamata di altri occhi con cui vedere il mondo, ha conosciuto, letto e tradotto autori statunitensi e francesi. La sua voglia di uscire dal guscio, simile a quella che spinse Joyce Lussu alla politica, l‘ha spinta a trasferirsi a Milano e fare esperienza non solo del vorticoso mondo policulturale milanese, ma anche delle sua abilitá scrittorie. I suoi oramai famosissimi romanzi, come Il Compleanno dell‘iguana,  La guerra degli Antó, Nina, La Seconda Dora e Joyce L.-Una vita contro, raccontano attraverso tanti personaggi l‘ineluttabile voglia di conoscere il mondo, l‘Altro, e di lottare perché la bellezza del mondo, che forma e rende umani, venga (ri)conosciuta da tutti. Due donne dunque ,a Sarnano, saranno il piccolo centro del mondo del sesto appuntamento di Matria. La Rassegna è promossa dalla Commissione Pari opportunità regionale, dal Consiglio Regionale delle Marche e da un Circuito di otto Comuni: Montegranaro, Amandola, Colmurano, Torre San Patrizio, Pedaso, Sarnano, Montecosaro, Urbisaglia. E' Patrocinata dal Soroptimist di Fermo e con il libero contributo di Stamperia Bonassi, Quota CS Sport, Estetica la Coccinella, Eros Manifatture, Galleria Giò, Cherry&Cream. La Rassegna è nata da una libera idea della presidente della Commissione Pari Opportunità Meri Marziali ed ha la direzione artistica di Oriana Salvucci

20/03/2019
Sarnano, cuccioli di cinghiale invadono la carreggiata della Provinciale nella notte (VIDEO)

Sarnano, cuccioli di cinghiale invadono la carreggiata della Provinciale nella notte (VIDEO)

Una famiglia di cinghiali invade la carregiata stradale nella notte lungo la strada provinciale 78 in località Cardagnano, frazione di Sarnano, in prossimità del salumificio Monterotti. Qualche attimo di paura per un automobilista di passaggio, ma anche tenerezza per l'attraversamento dei cuccioli di cinghiale assieme alla loro mamma.  Poco più tardi ai bordi della stessa strada sono stati avvistati dei lupi.  Ecco il video dell'attraversamento. Per guardarlo, clicca sul link seguente pic.twitter.com/T66nPt4nqu in modo da essere reindirizzato sulla nostra pagina Twitter: CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO Attraversamento di cinghiali a #Sarnano nella notte pic.twitter.com/T66nPt4nqu — PicchioNews (@PicchioNews) 15 marzo 2019

15/03/2019
Conferenza dei Servizi: si sblocca il progetto di 5 milioni per la messa in sicurezza della Sarnano-Sassotetto

Conferenza dei Servizi: si sblocca il progetto di 5 milioni per la messa in sicurezza della Sarnano-Sassotetto

Questa mattina presso la sede della Provincia di Macerata si è svolta la Conferenza dei Servizi convocata dal Soggetto Attuatore ANAS per la conclusione della precedente seduta sospesa il 18 dicembre 2018. La Conferenza riguardava il progetto di ripristino e di sistemazione dei tratti della provinciale Sarnano – Sassostetto danneggiati dal sisma. La Conferenza, presieduta dall'ing. Angela Maria Carbone si riferiva agli interventi di ripristino del corpo stradale e messa in sicurezza del versante della SP 120 Sarnanto Sassotetto nel tratto che all'uscita di Piobbico al km 5+500 fino al Passo del Lupo km 12.000. Il progetto, dal costo complessivo di 5 milioni di euro, prevede lavori per la realizzazione di barriere paramassi, opere di protezione dalle valanghe mediante barriere fermaneve e opere di rimboschimento, una galleria artificiale paramassi di collegamento fra due gallerie già esistenti; infine, reti di rafforzamento delle pareti e un muro su paratia di pali per il ripristino di una frana. Alla Conferenza erano presenti per la Regione Marche l'ing. Marzialetti, per la Provincia di Macerata il Presidente Pettinari e l'ing. Mecozzi, per il Comune di Sarnano l'ing. Sabrina Tidei, per l'ANAS l'ing. Luca Cerato in qualità di RUP ed il dott. Songini. Dopo aver acquisito i pareri favorevoli dei presenti e preso atto degli altri pareri pervenuti da parte della Soprintendenza Archeologica e Paesaggistica delle Marche, dall'Ente Parco Monti Sibillini e dal Settore Ambiente e Territorio della Provincia di Macerata, la Conferenza ha approvato il progetto che ora verrà trasmesso alla sede centrale ANAS di Roma per le necessarie procedure di appalto. “Si tratta di un'opera molto importante – ha dichiarato il Presidente Pettinari – che contribuisce in maniera significativa a mettere in sicurezza una strada molto bella ma storicamente anche molto problematica a causa della caduta di massi e di salvine. La provinciale Sarnano Sassotetto è altresì conosciutissima da tutti gli amanti della montagna ed in particolare dagli appassionati dei vari sport invernali ed automobilistici. E' un'arteria strategica per un vasto comprensorio dell'entroterra maceratese e condizione indispensabile per il suo rilancio dopo il sisma”.   

09/03/2019
La Cronoscalata Sarnano-Sassotetto in calendario a fine aprile

La Cronoscalata Sarnano-Sassotetto in calendario a fine aprile

  Lo staff del Trofeo Scarfiotti è a pieno regime. L’Automobile Club Macerata, l’Associazione Sportiva AC Macerata e Sarnano in Pista sono impegnati da settimane nel preparare i dettagli della manifestazione, che ha visto confermata la doppia validità tricolore per CIVM e CIVSA. La novità più importante è il ritorno del programma di gara su due manches sia per le auto moderne che le storiche. I concorrenti potranno così affrontare due volte, sia in prova che nella gara di domenica, gli impegnativi 8877 metri che fanno della Sarnano-Sassotetto una competizione affascinante, tecnica e particolarmente selettiva. Per la 29^ volta si correrà con le auto moderne, mentre la gara dedicata alle storiche raggiungerà il traguardo delle 12 edizioni, ma in questa occasione è importante ricordare che è passato mezzo secolo dalla prima edizione disputata il 20 luglio 1969, quando sui tornanti che salgono fino a Sassotetto si ricordò il grande Lodovico Scarfiotti, splendido interprete delle cronoscalate e non solo (fu grande anche nelle gare di durata ed in formula 1), scomparso nell’estate dell’anno precedente in Germania. L’iniziativa fu dell’Automobile Club Macerata, con direttore Osvaldo Pioli, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Azienda di Soggiorno e Turismo di Sarnano e vide i protagonisti impegnati sul percorso lungo 12,400 km, particolarmente affascinante, che si è potuto utilizzare fino alla 15^ edizione disputata nel 1985. Anche in questa occasione, dopo un gradito ritorno di un paio di anni fa, al via della Sarnano-Sassotetto ci sarà proprio uno dei protagonisti del 1° Trofeo Scarfiotti, il calabrese Salvatore Leone Patamia, fedelissimo Porsche, che tornerà su quei tornanti che ama particolarmente 50 anni dopo la sua presenza del 1969. Sarà al via della gara auto storiche con una Porsche 911SC preparata da Balletti Motorsport. Interpellato sull’argomento, Salvatore ha espresso queste emozioni: “E’ stato bello riprendere le corse da Sarnano nell’edizione del 2017. Avevo avuto il grande piacere di disputare da giovanissimo la prima edizione del Trofeo Scarfiotti e vi tornai poi a correre anche nel 1980. Quella fu l’ultima gara in salita della mia prima “vita agonistica” ed ora pensare di tornare dopo cinquant’anni su quei tornanti è davvero un’emozione straordinaria e lo farò apprezzando la grande passione che si respira tra gli organizzatori e gli addetti ai lavori.” Sarnano sarà la seconda prova del campionato italiano della montagna moderne e anche dell’italiano storiche. Le due manches si tornano a disputare dal 2015, quando il fiorentino Simone Faggioli conquistò il secondo dei quattro successi consecutivi al Trofeo Scarfiotti. Sempre suo è il record del percorso stabilito nel 2017 in 3’42”97 a 143,3 kmh di media su Norma-Zytek. Per quanto riguarda invece le auto storiche le due manches di gara saranno introdotte per la prima volta. Il record del percorso è di Stefano Di Fulvio che salì su Osella-Bmw in 4’19”26 nel 2013 a 123,3 kmh di media.    

06/03/2019
Sassotetto, Legambiente: " La realizzazione di una pista da sci artificiale non necessaria nella sfida per la ricostruzione"

Sassotetto, Legambiente: " La realizzazione di una pista da sci artificiale non necessaria nella sfida per la ricostruzione"

“Non è questo il progetto di cui necessitiamo, soprattutto per l'Appennino. La realizzazione di nuovi comprensori sciistici su ecosistemi fragili e vulnerabili del nostro territorio con il conseguente sacrificio di preziose aree verdi possono causare danni irreversibili, soprattutto considerando anche i rischi naturali a cui la zona in questione è sottoposta”. Questo il commento Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche, riguardo il progetto di costruzione della pista da sci artificiale a Sassotetto di Sarnano.  Oltre ad essere un’area naturalistica, infatti, il sito indicato per la nuova costruzione è anche situato nell’area del cratere. Inoltre i fattori di impatto ambientali legati al turismo invernale intensivo (diretti o indiretti) sono molteplici e vanno da danni al paesaggio, riduzione e frammentazione delle aree naturali, effetti sulla biodiversità e perdita di identità culturale del luogo.   In parallelo, poi, un altro preoccupante progetto si affaccia all’orizzonte: la costruzione dell’invaso artificiale sul Monte Prata allo scopo di innevare la stazione sciistica composta da due soli impianti, che non presenterebbe i requisiti di compatibilità con le misure di salvaguardia di un ecosistema classificato come prioritario dalla Direttiva “Habitat” dell’Unione Europea. “Adesso è il momento di ripartire con progetti a impatto zero, che prevedano esperienze di gestione accorta e sostenibile del paesaggio montano. Per questo motivo invitiamo tutti gli Amministratori e i soggetti interessati ad aprire un confronto costruttivo sull’argomento – conclude Pulcini –. Auspichiamo, inoltre, che si creino sinergie che diano nuovi impulsi al sistema turistico locale che possano valorizzare le bellezze culturali, artistiche, naturalistiche di quell’area, senza artificializzare la montagna e sprecare enormi quantità di energia e acqua. È fondamentale che l’offerta nella nostra regione si adegui velocemente alla forte domanda di turismo lento, che deve diventare un fattore competitivo in grado di intercettare segmenti turistici nuovi e più consapevoli e di far ripartire l’indotto economico dei territori colpiti dal sisma, creando opportunità di lavoro che diano sicurezza e futuro alla popolazione residente”.   A questo proposito, da anni Legambiente propone “Nevediversa”, campagna di sensibilizzazione che si prefigge di valorizzare le buone pratiche in alta quota rispettose dell’ambiente e che lo scorso anno ha premiato ben quattro realtà della nostra Regione.

06/03/2019
Sassotetto, da domani al via la gara di selezione per l'ammissione al corso di Maestro di Sci

Sassotetto, da domani al via la gara di selezione per l'ammissione al corso di Maestro di Sci

Dopo 13 anni torna, presso gli impianti da sci di Sassotetto, a Sarnano, la gara di selezione per l'ammissione al corso di Maestro di Sci, alla quale prenderanno parte partecipanti da tutta Italia. Saranno due le fasi di selezione. Si parte mercoledì 27 febbraio con la gara Slalom Gigante sulla pista omologata F.I.S.I. Chi supera la prova dello slalom accede poi alla fase due che si svolgerà sempre sulle piste Sassotetto Maddalena di Sarnano giovedì 28 febbraio, venerdì 1 e sabato 2 marzo. "Un evento che da lustro alla nostra stazione sciistica - commentano gli organizzatori -. Noi ci stiamo impegnando e continueremo a farlo affinché la manifestazione vada per il meglio. Ringraziamo infine il Comune di Sarnano, la Regione Marche, il CUM e il Collegio Regionale Maestri di Sci delle Marche per aver scelto la nostra stazione sciistica per questa importante manifestazione."    

26/02/2019
Tra gli alfieri della Repubblica del Presidente Mattarella c'è anche Elena Piergentili di Sarnano

Tra gli alfieri della Repubblica del Presidente Mattarella c'è anche Elena Piergentili di Sarnano

Parliamo degli alfieri della Repubblica. Li ha scelti personalmente Sergio Mattarella perché sono “costruttori di comunità, attraverso la loro testimonianza, il loro impegno, le loro azioni coraggiose e solidali". 29 giovani sotto ai vent'anni che rappresentano modelli da seguire secondo il Presidente della Repubblica. Tra questi ci sono anche due marchigiane, due ragazzi di  14 e 19 anni.  Elena Piergentili, classe 2005, residente a Sarnano, vive in uno dei paesi del cratere del sisma del 2016. Ha dovuto abbandonare la sua casa e trasferirsi, con la sua famiglia composta da sei persone, in un'abitazione di due sole camere. "Nonostante le difficoltà - si legge nelle motivazioni -, non ha perso il sorriso e la disponibilità verso i compagni di scuola e di gioco. In casa si dedica molto alla sorellina, che vive in condizioni di grave infermità, ed è per lei di grande aiuto." Elena ha svolto anche attività di volontariato con l'Unitalsi. Celeste Montenovo, nata nel 1999, residente a Cupra Marittima, in provincia di Ascoli Piceno, partecipa con impegno alle attività di diverse associazioni benefiche, mostrando attenzione e sensibilità verso chi vive in condizioni di difficoltà. Si è distinta nell'azione di volontariato presso l'Unione ciechi di Ascoli Piceno e ha dedicato alle problematiche dei non vedenti la tesina finale del suo percorso di studi.

24/02/2019
Piani di Ragnolo, il ghiaccio blocca le auto: circolazione in tilt

Piani di Ragnolo, il ghiaccio blocca le auto: circolazione in tilt

Il ghiaccio sta bloccando il flusso di traffico autoveicolare lungo la strada che da Sarnano porta ai Piani di Ragnolo. I mezzi dei Vigili del Fuoco di Tolentino stanno intervendo per prestare soccorso ai numerosi automobilisti coinvolti e tentare di riportare alla normalità la situazione. I maggiori disagi sono stati segnalati intorno alle 11:30 di questa mattina.  Diverse vetture sono rimaste impantanate senza riuscire a proseguire la loro marcia a causa della non percorribilità della carreggiata stradale in seguito alle forti gelate verificatesi nella notte.     

24/02/2019
Sarnano, lui dorme e i ladri fanno irruzione nel suo appartamento

Sarnano, lui dorme e i ladri fanno irruzione nel suo appartamento

Il malvivente (o i malviventi) sono entrati in azione questa notte nell'abitazione privata di un parrucchiere di Sarnano. Hanno tentato in un primo momento di mettere in moto la vettura della vittima, una BMW, spaccando il vetro dell'auto per introdursi all'interno. Non riuscendo non loro intento, i malviventi hanno desistito e hanno deciso di prendere di mira l'abitazione dell'uomo. I ladri hanno forzato una portafinestra dell'abitazione e, una volta dentro, hanno fatto razzia di tutto ciò che hanno potuto: oro, gioielli e bigiotteria. Il proprietario dell'abitazione, che al momento del furto stava dormendo, non si è accorto di nulla e ha fatto la triste scoperta solo questa mattina, quando si è svegliato. Il parrucchiere ha quindi chiamato immediatamente i Carabinieri, che stanno indagando per dare un nome e un volto ai malviventi.

20/02/2019
Scialpinismo in notturna, gara di slalom e molto altro: ricco week-end a Sarnano

Scialpinismo in notturna, gara di slalom e molto altro: ricco week-end a Sarnano

Un fine settimana ricco di evento per gli amanti dello sci, della neve e della montagna negli impianti di Sarnano. Si inizia domani, sabato 16 febbraio , presso il Comprensorio Sciistico Sassotetto, dove si terrà una “Gara di Sci Alpino Giovanile, denominata “Pinocchio Sci”, l’evento nazionale più importante dedicato ai giovani sciatori di tutta Italia dagli 8 ai 15 anni. 24 selezioni invernali nelle più prestigiose località sciistiche. Sempre sabato 16, a partire dalle 18:30, presso gli impianti di Sassotetto, davanti alla Baita Euroski, si terrà “Scialpinismo sotto le stelle”. La sezione CAI di Macerata e lo sci club Marche 2000, con il contributo degli Istruttori della Scuola Giuliano Mainini, organizzano una gita di scialpinismo in notturna sul Comprensorio Sciistico Sarnano Sassotetto rivolta a tutti coloro che vogliono vivere questa esperienza di scialpinismo in notturna. Lo scopo dell’evento è quello di promuovere e favorire lo sviluppo dello scialpinismo, con particolare attenzione ai problemi della prevenzione degli infortuni. Si prosegue domenica 17 febbraio quando lo Sci Club Spoleto organizza il XI Memorial “Angelo Angelini Paroli”, sulla Pista “Acqua Calda”. Una gara di slalom gigante a manche unica aperta a tutte le categorie (pulcini, children, giovani, senior e master). La partenza del primo concorrente è prevista per le 9:15, la premiazione avverrà presso La Baita “La Capannina”. Sempre domenica 17, presso gli impianti di Sassotetto, davanti alla Baita Euroski, si terrà anche il primo trofeo di sci alpinismo Monti Sibillini Ski Service Bernabei. Non resta quindi che passare un wee-enk a Sarnano dove la montagna e gli impianti sciistici di Sassotetto hanno moltissimi da offrire per grandi e piccini.

15/02/2019
Aperte le nuove seggiovie a Sarnano. Oggi anche uno stage di allenamento con lo Sci White Club

Aperte le nuove seggiovie a Sarnano. Oggi anche uno stage di allenamento con lo Sci White Club

Una nuova e bellissima giornata per gli appassionati di sci in Località Santa Maria Maddalena a Sarnano, presso La Baita La Capannina. Gli impianti sciistici oggi saranno aperti con la Seggiovia S.M. Delle Nevi biposto, la Seggiovia Triposto Liseb  e il Tapis Roulant Campo scuola Maddalena. La neve non manca e le piste sono in perfetet condizioni per godere di sano e puro divertimento. Inoltre, in giornata, si svolgerà anahce uno stage di allenamento dello Sci Club White di Ascoli Piceno.

14/02/2019
Altra bella giornata di sci a Sarnano: domani l'apertura della seggiovia biposto

Altra bella giornata di sci a Sarnano: domani l'apertura della seggiovia biposto

Bellissima giornata di sci quella che si è appena conclusa in Località Santa Maria Maddalena a Sarnano. La Baita La Capannina domani aprirà la seggiovia biposto S.M. delle Nevi, la Seggiovia Liseb e i Tapis Roulant Campo Scuola Maddalena. La strada per raggiungere gli impianti sciistici, in questi giorni, è pulita, anche se si raccomandano comunque le gomme termine, specialmente nel caso in cui dovessero esserci dei cambiamenti meteo durante la notte. La neve è in perfette condizioni e, durante la notte, gli operatori continueranno a lavorare per regalare agli sciatori un'altra meravigliosa giornata di divertimento.

12/02/2019
Furto con spaccata al Planet's Cafè di Sarnano

Furto con spaccata al Planet's Cafè di Sarnano

Il furto è avvenuto al Planet's Cafè di Sarnano nel primo pomeriggio di oggi. I ladri sono entrati in azione, molto probabilmente tra le 14.00 e le 15:00, nell'esercizio commerciale situato lungo la Strada Provinciale 78, nel territorio comunale di Sarnano. I malviventi hanno spaccato il vetro sul retro del bar e, una volta dentro, hanno rotto le slot machine e prelevato tutte le monetine all'interno e il fondo cassa. Da una prima sommaria conta dei danni si parla di un bottino di circa 2 mila euro. Immediato l'arrivo sul posto dei Carabinieri che hanno avviato le indagini. 

11/02/2019
Qualità e passione. In attesa di spegnere le 50 candeline Monterotti si racconta (FOTO)

Qualità e passione. In attesa di spegnere le 50 candeline Monterotti si racconta (FOTO)

Passione, amore, dedizione e sacrificio. Queste qualità riassumono Fabrizio Monterotti che, nel 1970, ha fondato l’Azienda di Sarnano che prende il suo nome. Un cammino lungo mezzo secolo e Fabrizio, insieme alla sua famiglia, si sta preparando a spegnere le 50 candeline con una grandissima sorpresa per tutti i suoi clienti, una sorpresa che però, per scaramanzia, preferisce ancora non svelare. Un’azienda a conduzione familiare, in cui Fabrizio, sua moglie e le figlie Katia e Genny hanno investito tutto il loro tempo e la loro passione. Il Salumificio Monterotti, sinonimo di garanzia e professionalità, è specializzato da anni nella produzione di salumi derivanti dai suini allevati nelle incontaminate terre dell’entroterra marchigiano, tutti caratterizzati da un’ottima qualità. “Quando ero giovane sono andato in macelleria per imparare il lavoro e da lì è iniziato tutto – ci ha raccontato Fabrizio -. La nostra attività è partita da un furgoncino. La strada è stata lunga e fatta di sacrifici e di duro lavoro: di notte lavoravamo per preparare i prodotti che avremmo portato in giro il giorno dopo. Con il ricavato delle vendite abbiamo poi costruito l’Azienda.” Monterotti conta, a oggi, 18 dipendenti e lavora principalmente con allevatori maceratesi. “Dai piccoli contadini della provincia e dai piccoli allevamenti prendiamo i maiali e poi, tutte le fasi di lavorazione, si svolgono in Azienda – ci spiega Fabrizio -. La macellazione viene fatta al mattatoio di Sarnano poi la carne viene portata qui. Il lunedì si fa il selezionamento, il martedì la rifilatura dei pezzi di carne e poi si procede alla lavorazione. Produciamo all’incirca 2.500 quintali di maiale all’anno. In questo periodo, dopo la grande lavorazione che ci ha impegnato per il periodo natalizio, stiamo lavorando per la distribuzione di Pasqua, finita questa penseremo al Ferragosto: sono questi i tre momenti principali che scandiscono l’anno.” L’Azienda Monterotti serve tutta la Regione. “Da Numana a San Benedetto consegniamo settimanalmente in tutte Marche. Abbiamo poi, oltre ai due punti vendita di Sarnano e al truck, un negozio a Brescia, uno in Toscana e uno nella Città del Vaticano.” “L’obiettivo è quello di fare un prodotto naturale da offrire al mercato cercando sempre di perfezionarlo – continua Fabrizio -. La nostra soddisfazione è di essere riusciti a dare vita a insaccati naturali e bilanciati: è importante che non si senta, in modo “prepotente”, il sapore delle spezie quando si mangia un insaccato. Il cliente vuole sentire il profumo della buona carne, delle materie prime: noi siamo riusciti a raggiungere questo risultato.” Salumi naturali quindi, senza zuccheri, senza additivi, con una stagionatura naturale fatta, come una volta, con il camino a legna. Si va da un mese di stagionatura, necessaria per il ciauscolo, ai circa 19 mesi per il prosciutto. “Perché è il tempo, dettato dalla natura, che fa un buon prodotto e che conferisce quei sapori che la tecnologia non potrà mai avvicinare” – ci spiega il titolare. La stagionatura rimane una delle fasi fondamentali per ottenere un prodotto eccellente e genuino. Monterotti utilizza esclusivamente procedure semplici e artigianali, con l’ausilio del caminetto classico alimentato con legna di essenza di bosco dei Sibillini, selezionata con estrema cura e di cui seguono direttamente l’essiccazione in ambienti asciutti e privi di muffe e odori arieggiati. Porchetta, mortadella, ciauscolo IGP, prosciutto, capocollo, salame lardellato e non e moltissimi altro. Il salumificio Monterotti offre una grandissima varietà di prodotti, prodotti riconosciuti a livello nazionale. “Abbiamo ricevuto un premio del settore gastronomia con il Conad per la nostra porchetta. Nell’edizione 2010 di CremonaFiera il nostro salame artigianale è arrivato primo e l’anno scorso siamo stati premiati al Concorso del Salame Italiano d’Eccellenza come azienda produttrice del miglior salame spalmabile. Il nostro ciauscolo IGP ha infatti trionfato nell’ambito dell’evento “Pepe e sale” svoltosi a novembre a Sovicille, in provincia di Siena.” Avere l’onore di poter assistere alle varie fasi di lavorazione dell’Azienda Monterotti, oltre ad assaporare il buon profumo delle materie prime che si respira nei locali della stagionatura, permette di toccare con mano la passione e la dedizione che Fabrizio e la sua famiglia mettono nel loro lavoro. Una passione che, il prossimo anno, farà spegnere le 50 candeline all’Azienda con una sorpresa che, state certi, vi annunceremo prestissimo in anteprima.

10/02/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433