Sarnano

Qualità e passione. In attesa di spegnere le 50 candeline Monterotti si racconta

Qualità e passione. In attesa di spegnere le 50 candeline Monterotti si racconta

Passione, amore, dedizione e sacrificio. Queste qualità riassumono Fabrizio Monterotti che, nel 1970, ha fondato l’Azienda di Sarnano che prende il suo nome. Un cammino lungo mezzo secolo e Fabrizio, insieme alla sua famiglia, si sta preparando a spegnere le 50 candeline con una grandissima sorpresa per tutti i suoi clienti, una sorpresa che però, per scaramanzia, preferisce ancora non svelare. Un’azienda a conduzione familiare, in cui Fabrizio, sua moglie e le figlie Katia e Genny hanno investito tutto il loro tempo e la loro passione. Il Salumificio Monterotti, sinonimo di garanzia e professionalità, è specializzato da anni nella produzione di salumi derivanti dai suini allevati nelle incontaminate terre dell’entroterra marchigiano, tutti caratterizzati da un’ottima qualità. “Quando ero giovane sono andato in macelleria per imparare il lavoro e da lì è iniziato tutto – ci ha raccontato Fabrizio -. La nostra attività è partita da un furgoncino. La strada è stata lunga e fatta di sacrifici e di duro lavoro: di notte lavoravamo per preparare i prodotti che avremmo portato in giro il giorno dopo. Con il ricavato delle vendite abbiamo poi costruito l’Azienda.” Monterotti conta, a oggi, 18 dipendenti e lavora principalmente con allevatori maceratesi. “Dai piccoli contadini della provincia e dai piccoli allevamenti prendiamo i maiali e poi, tutte le fasi di lavorazione, si svolgono in Azienda – ci spiega Fabrizio -. La macellazione viene fatta al mattatoio di Sarnano poi la carne viene portata qui. Il lunedì si fa il selezionamento, il martedì la rifilatura dei pezzi di carne e poi si procede alla lavorazione. Produciamo all’incirca 2.500 quintali di maiale all’anno. In questo periodo, dopo la grande lavorazione che ci ha impegnato per il periodo natalizio, stiamo lavorando per la distribuzione di Pasqua, finita questa penseremo al Ferragosto: sono questi i tre momenti principali che scandiscono l’anno.” L’Azienda Monterotti serve tutta la Regione. “Da Numana a San Benedetto consegniamo settimanalmente in tutte Marche. Abbiamo poi, oltre ai due punti vendita di Sarnano e al truck, un negozio a Brescia, uno in Toscana e uno nella Città del Vaticano.” “L’obiettivo è quello di fare un prodotto naturale da offrire al mercato cercando sempre di perfezionarlo – continua Fabrizio -. La nostra soddisfazione è di essere riusciti a dare vita a insaccati naturali e bilanciati: è importante che non si senta, in modo “prepotente”, il sapore delle spezie quando si mangia un insaccato. Il cliente vuole sentire il profumo della buona carne, delle materie prime: noi siamo riusciti a raggiungere questo risultato.” Salumi naturali quindi, senza zuccheri, senza additivi, con una stagionatura naturale fatta, come una volta, con il camino a legna. Si va da un mese di stagionatura, necessaria per il ciauscolo, ai circa 19 mesi per il prosciutto. “Perché è il tempo, dettato dalla natura, che fa un buon prodotto e che conferisce quei sapori che la tecnologia non potrà mai avvicinare” – ci spiega il titolare. La stagionatura rimane una delle fasi fondamentali per ottenere un prodotto eccellente e genuino. Monterotti utilizza esclusivamente procedure semplici e artigianali, con l’ausilio del caminetto classico alimentato con legna di essenza di bosco dei Sibillini, selezionata con estrema cura e di cui seguono direttamente l’essiccazione in ambienti asciutti e privi di muffe e odori arieggiati. Porchetta, mortadella, ciauscolo IGP, prosciutto, capocollo, salame lardellato e non e moltissimi altro. Il salumificio Monterotti offre una grandissima varietà di prodotti, prodotti riconosciuti a livello nazionale. “Abbiamo ricevuto un premio del settore gastronomia con il Conad per la nostra porchetta. Nell’edizione 2010 di CremonaFiera il nostro salame artigianale è arrivato primo e l’anno scorso siamo stati premiati al Concorso del Salame Italiano d’Eccellenza come azienda produttrice del miglior salame spalmabile. Il nostro ciauscolo IGP ha infatti trionfato nell’ambito dell’evento “Pepe e sale” svoltosi a novembre a Sovicille, in provincia di Siena.” Avere l’onore di poter assistere alle varie fasi di lavorazione dell’Azienda Monterotti, oltre ad assaporare il buon profumo delle materie prime che si respira nei locali della stagionatura, permette di toccare con mano la passione e la dedizione che Fabrizio e la sua famiglia mettono nel loro lavoro. Una passione che, il prossimo anno, farà spegnere le 50 candeline all’Azienda con una sorpresa che, state certi, vi annunceremo prestissimo in anteprima.

10/02/2019
Sarnano, il sindaco Ceregioli consegna 14 appartamenti agli sfollati del sisma

Sarnano, il sindaco Ceregioli consegna 14 appartamenti agli sfollati del sisma

Stamattina, nella sala consiliare del Comune di Sarnano, alla presenza del Sindaco Franco Ceregioli, dell'Assessore ai servizi sociali Floriana Pesci e del Direttore dell'E.r.a.p. Daniele Staffolani, sono stati consegnati a quattordici nuclei familiari sarnanesi, sfollati dopo il sisma del 2016, le chiavi di altrettanti appartamenti che fanno parte del cosiddetto “invenduto” acquistato dall'E.r.a.p. Gli appartamenti consegnati fanno parte di due condomini, uno ubicato in Via S. Sebastiano, realizzato dall'Impresa Ideal House e composto da nove unità abitative, l'altro ubicato in Contrada Brilli, realizzato dall'Impresa Quarchioni e composto da cinque unità abitative. Nei loro interventi introduttivi sia il Sindaco Ceregioli che il Direttore Staffolani, dopo aver ringraziato le rispettive strutture e le imprese edili coinvolte nel progetto, hanno espresso la loro soddisfazione per la conclusione di un percorso che ha portato quattordici famiglie ad avere un alloggio stabile e sicuro in attesa della riparazione delle abitazioni danneggiate dal sisma. A breve, non appena ultimati i necessari adempimenti, altre quattro appartamenti facenti parte di un altro condominio verranno consegnati ad altrettante famiglie. Il Sindaco Franco Ceregioli: “Oggi è un giorno di festa per queste famiglie, che ritrovano una meritata serenità in attesa di poter tornare nelle loro abitazioni, non appena saranno riparate dai danni causati dal sisma. Questa dell'invenduto era una grande opportunità, che forse poteva essere colta prima se fosse stata data priorità a queste acquisizioni invece che alle S.A.E., che avrebbero dovuto essere una misura solo residuale. Ma non è più il tempo delle polemiche: bisogna guardare avanti con rinnovata fiducia auspicando – e questo è il punto fondamentale – che il 2019 sia l'anno di svolta per un vero avvio della ricostruzione privata”.

28/01/2019
Sarnano, sabato 26 "Lezioni d'autore" con Paolo Crepet

Sarnano, sabato 26 "Lezioni d'autore" con Paolo Crepet

È una prima, quella a Sarnano, per La Rassegna Parlare Futuro.Lezioni D'Autore. Una tappa nella splendida città alle pendici dei Monti Sibillini, Sabato 26 gennaio alle ore17.30, al Loggiato di Via Roma. Anche la meravigliosa location sembra cospirare per una serata memorabile all'insegna della Passione. Sarà Paolo Crepet , l'illustre psichiatra e sociologo, l'ospite della serata. Allievo di Franco Basaglia, ha vissuto i giorni gloriosi in cui il suo maestro, con una sorta di rivoluzione copernicana, ha cambiato la visione tradizionale della malattia mentale, aprendo i manicomi e dando il via all'approvazione della legge 180. Paolo Crepet è nato a Torino il 17 settembre 1951. Nel 1976 ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova. Ha perfezionato i suoi studi in psichiatria a Aarhus , Londra, Oxford , Nottingham, Mannheim , Ginevra , Praga , Chandigar, New Dehli e Agra. Nel 1980 ha conseguito la Laurea in Sociologia presso l’Università di Urbino e nel 1985 si è specializzato in Psichiatria presso la Clinica Psichiatrica dell'Università di Padova. Tuttora ricopre cariche importanti nel mondo della ricerca e dell'applicazione delle cure psichiatriche in Italia ed in Europa. E' scrittore di numerosi saggi ed editorialista in diversi quotidiani e settimanali. L'intervento di Crepet sembra concludere nel migliore dei modi una rassegna, Parlare Futuro, all'insegna della follia intesa come possibilità per l'essere umano di far agire non solo la sua capacità di raziocinio, ma, anche e soprattutto, quelle forze che esorbitano il dato empirico, che smarginano e destabilizzano i recinti circoscritti della divina ratio, quella stessa ragione basata sul principio di causalità e non contraddizione, quella ragione che ci salvaguarda dall'angoscia dell'imprevedibile. Ma, forse, è giunta l'ora di tentare il mare aperto, di abbandonare gli ormeggi sicuri e confortevoli per tentare l'ignoto e il mistero. E la passione, argomento principe dell'ultimo libro di Paolo Crepet, sembra appunto inneggiare alle forze primigenie e irrazionali dell'essere umano, quelle stesse potenzialità che permettono una visione di futuro, una prospettiva altra sul reale. Paolo Crepet dopo aver preso atto dell'estinguersi della passione " come  sfida lanciata al mondo e a se stessi per continuare a migliorarsi, a sperare, a sognare e poiché, senza passione, non c’è una vita vera né una visione del futuro, in primo luogo del proprio-il noto psichiatra asserisce- che  l’unico modo per non arrendersi a questa perdita è invocarla, provocarla, inseguirla, raccontarla." Ed è quello che fa attraverso un inventario di storie e testimonianze fra cui tre esempi di grande passione come Renzo Piano, Alessandro Michele e Paolo Fresu.. La Rassegna è promossa dal Comune di Sarnano e il Sindaco Franco Ceregioli commenta così l'avvento del noto psichiatra: " Un onore per la nostra città avere come ospite Paolo Crepet. Particolarmente interessante il tema della lectio, la passione. In un'epoca denominata senza passione voler incitare e raccontare la passione è un compito arduo, ma necessario per tutti coloro che vogliono trasmetterla alle nuove generazioni. Una vita senza passione, è una vita senza futuro!"

22/01/2019
Sarnano, scatta la querela: scintille tra il sindaco Ceregioli e il consigliere Piergentili (VIDEO)

Sarnano, scatta la querela: scintille tra il sindaco Ceregioli e il consigliere Piergentili (VIDEO)

Duro scontro politico tra il sindaco di Sarnano Franco Ceregioli e il consigliere di minoranza Giacomino Piergentili. Tutto nasce da un post su Facebook scritto da Piergentili domenica 13 gennaio alle ore 14:50 in cui definisce il primo cittadino “connivente” con il gestore degli impianti sciistici della città.  Ecco il post incriminato del consigliere di minoranza Giacomino Piergentili:  Il post non è passato inosservato e ha scatenato la reazione indignata del sindaco Ceregioli, che ha scelto di pubblicare sul suo profilo Facebook un video di risposta in cui dopo aver snocciolato i dati record degli impianti sciistici sarnanesi nella giornata di domenica 13 gennaio, ha annunciato la querela per diffamazione a Piergentili.  Il sindaco nel video ha affermato: “Ho trovato estremamente grave, offensivo e diffamante l’affermazione fatta nei miei confronti. Quando si scrive le parole sono come pietre e bisogna sapere cosa si scrive perché altrimenti si incorre in situazioni gravi. Non so se Piergentili conosca il significato di connivente. Identifica - legge Ceregioli direttamente dal vocabolario - chi tacitamente consente lo svolgersi di una azione illecita o delittuosa. Io starei consentendo un'azione illecita o delittuosa posta in essere dal gestore degli impianti di risalita. Io non intendo acconsentire che nei miei confronti vengano mosse accuse così gravi ed infamanti, per cui procederò secondo quello che la legge mi consente di fare. Prendo atto del modo di fare politica di Piergentili, prima eravamo su critica strumentale, ora siamo passati ad un livello ben più grave e preoccupante anche per il futuro del paese, anche dal momento che potrebbe essere uno dei candidati alle prossime elezioni amministrative”. Ecco il video postato su Facebook dal sindaco Ceregioli:  Piergentili ha prontamente replicato, sempre su Facebook: "Come volevasi dimostrare. Il sindaco finalmente è uscito allo scoperto. Prima ha provato ad azzittirmi con il dileggio politico, adesso prova con le querele. Sono pronto a rispondere alle accuse. Domani provvederò ad acquisire tutta la documentazione del contratto di gestione, poi approfondiremo i vari contenuti e vincoli che dovevano essere fatti rispettare previsti nel contratto originario. Considerato ora che vi è la necessità di alzare il livello del confronto, come ha deciso il sindaco, che io fino ad ora ho ritenuto tenere basso, occorrerà parlare anche dell'accertamento della legalità degli scarichi fognari e dell'inquinamento conseguente procurato. Questo solo per iniziare una lunga serie di rilevamento di pesanti anomalie amministrative gestionali. Fino ad oggi vi è stato un sereno confronto politico. Non è stato sicuramente il sottoscritto ad alzare il livello del confronto. "Chi fa politica e si rifugia nell'azione giudiziaria dimostra che ha ben poco da dire e dimostrare." Me lo ha ricordato più volte il nostro Sindaco. Probabilmente stavolta lui lo ha dimenticato. Andiamo avanti per il bene di Sarnano, per farla tornare la "CORTINA DEI SIBILLINI"

14/01/2019
Impianti sciistici regolarmente aperti a Sassotetto, Santa Maria Maddalena

Impianti sciistici regolarmente aperti a Sassotetto, Santa Maria Maddalena

Anche gli impianti sciistici di Sarnano, nel comprensorio di Sassotetto, Santa Maria Maddalena saranno regolarmente aperti nel weekend. Ha infatti oggi fatto capolino il sole, dopo la nebbia di ieri che ha costretto il gestore a chiudere gli impianti. Gli stessi sono regolarmente aperti nel fine settimana, dove si prevede bel tempo dopo le nevicate dei giorni scorsi, infatti già nella giornata di oggi molti sciatori e amanti della montagna hanno affollato le piste da sci. La circolazione per arrivare agli impianti risulta regolare.

12/01/2019
Bolognola, siglato accordo turistico-commerciale tra il gruppo Hotel Lady B e Bolognola Ski

Bolognola, siglato accordo turistico-commerciale tra il gruppo Hotel Lady B e Bolognola Ski

Sono stati raggiunti importanti accordi turistici-commerciali tra il gruppo di Hotel “Lady B” : ( Hotel Eden, Sarnano – Hotel Alessandra, Numana – Hotel Miralonga, Isola La Maddalena – Hotel Piccada, Palau) e Bolognola Ski che consistono in una scontistica dedicata a tutti gli ospiti degli Hotel per l’utilizzo dei seguenti servizi: impianti di risalita del comprensorio Bolognola Ski, scuola sci, scuola snowboard, scuola fondo, affitta sci, cene in baita. Inoltre tutti i clienti del comprensorio Bolognola Ski possono accedere ad offerte riservate su pernottamenti, pranzi e cene in Hotel, anche durante il periodo estivo. Alcune delle iniziative in corso: premi in week end per 3 giorni per 2 persone in B&B presso gli Hotel del gruppo per i primi classificati delle gare e competizioni organizzate da Bolognola Ski. Aggiornamenti delle informazioni nei siti internet di entrambe le società.  

09/01/2019
Impianti sciistici regolarmente aperti a Sassotetto, Santa Maria Maddalena

Impianti sciistici regolarmente aperti a Sassotetto, Santa Maria Maddalena

Non solo a Bolognola, gli impianti sciistici sono aperti anche a Sarnano nel comprensorio di Sassotetto, Santa Maria Maddalena. Grazie all'ausilio degli innevatori che producono neve artificiale e a quella naturale caduta in buona quantità in questi giorni, è stato possibile aprire diversi impianti, rimasti altrimenti chiusi a dicembre vista la scarsità di precipitazioni nevose cadute in quel mese. Il gestore degli impianti Umberto Antonelli insieme ai suoi collaboratori, mediante un ottimo lavoro di equipe, è riuscito regolarmente ad aprire i seguenti impianti: Tappeto Sassotetto, Tappeto Santa Maria Maddalena, Seggiovia Santa Maria Delle Nevi, Skilift Santa Maria Maddalena2.  Le strade per arrivare alle piste sono percorribili e la circolazione stradale risulta regolare.     

05/01/2019
Sarnano, Il consigliere comunale Giacomo Piergentili: "Si scia soltanto a Bolognola, Sarnano sta a guardare"

Sarnano, Il consigliere comunale Giacomo Piergentili: "Si scia soltanto a Bolognola, Sarnano sta a guardare"

Nota del consigliere comunale di Sarnano Giacomo Piergentili riguardo alla chiusura della maggior parte degli impianti sciistici dell'alto maceratese. Delle quattro stazioni di sport invernali di sci alpino che, soprattutto dal punto di vista turistico, la Provincia di Macerata può vantare tra le sue variegate peculiarità, con l’80%  degli impianti scioviari e funiviari dell’intera Regione Marche,  resta per fortuna a rispondere  “presente”, ad oggi, la sola realtà di Bolognola. Ferme purtroppo “al palo” per il terzo anno consecutivo, a causa del terribile sisma del 2016, le stazioni sciistiche di Ussita e Castelsantangelo sul Nera,  l’accoglienza degli appassionati di sci provenienti, in particolare, da Marche  ed Umbria, avrebbe dovuto interessare esclusivamente le Stazioni di Sarnano (loc. Sassotetto e Maddalena) e di Bolognola (loc. Pintura). I presupposti per una stagione invernale di autentico rilancio, soprattutto durante le vacanze natalizie, che vogliono significare metà stagione, ci sono stati tutti, dalla  nevicata di  metà dicembre, indispensabile per l’apertura degli impianti durante il Natale, a quella dei giorni scorsi utile a rimpinguare il manto nevoso sulle piste da sci. È accaduto purtroppo quello che non t’aspetti!! Bolognola, grazie anche alla passione e lungimiranza dei gestori degli impianti, si è trovata prontissima all’appuntamento con le prime precipitazioni nevose di metà dicembre, cui ha aggiunto, in maniera intelligente, una parte di neve artificiale facendo sì che, dal 15 dicembre, una parte degli impianti iniziassero a funzionare; da quella data ad oggi gli impianti del piccolo comune, ancorché  parzialmente, hanno funzionato quasi tutti i giorni, per la soddisfazione di migliaia di sciatori! Sarnano, da sempre stazione “principe” del Comprensorio Montano Maceratese, per contro, è rimasta letteralmente al palo, anche alla vigilia dell’Epifania,  per motivi sconosciuti  alla maggior parte dei Sarnanesi ed, in particolare, agli operatori economici che, dopo una stagione estiva piuttosto avara di turisti, avevano riposto le proprie speranze su quella invernale. Anche oggi in piazza tanti si chiedevano se gli impianti di Sassotetto e della Maddalena fossero, almeno in parte, fruibili senza avere alcuna  risposta, anche perché l’ufficio regionale “informazioni ed accoglienza” nei fine settimana e nei giorni festivi è purtroppo “chiuso”. Se il gestore degli impianti non adempie il contratto o è lasciato solo nell’affrontare le tante problematiche di gestione, l’amministrazione comunale deve intervenire, anche con un’apposita ordinanza se dovesse essere necessario per aprire gli impianti.  Il Sindaco di Sarnano, in un recente discorso sui social, ad emulazione del nostro Presidente della Repubblica, ha affermato:  ….. per poter continuare questo percorso di crescita che abbiamo iniziato da dieci anni a questa parte …”.L’abbandono delle  nostre bellissime montagne, anche nel periodo invernale è la testimonianza delle sciocchezze politiche raccontate dall’amministrazione Ceregioli, che ha distrutto il turismo sarnanese e l’intera economia del paese. Oggi, invitato da diversi cittadini, mi sono recato a verificare la situazione nei nostri impianti scioviari: solo desolazione a Sassotetto, sulla sciovia mancano addirittura le corde di traino degli ski-lift; alla Maddalena una pista battuta ed impianti chiusi, funzionante solo  la manovia (tapirulant). Schierati tutti i cannoni di innevamento con lago pieno, ma non funzionanti. Temperature sotto lo zero ormai da  giorni. Inutile illustrare la situazione di Pintura di Bolognola:  pienone inimmaginabile.  Ogni attività prevede un’adeguata preparazione per preparare la stagione lavorativa in qualsiasi campo la si svolga. Non si possono affrontare le problematiche quanto invece si dovrebbe avviare l’attività. Qualsiasi spiegazione l’amministrazione volesse addurre sarebbe comunque ingiustificabile ed insufficiente per capire le ragioni per un “flop” di tale portata!

05/01/2019
Incendio a Sarnano, terminato stamane lo spegnimento

Incendio a Sarnano, terminato stamane lo spegnimento

Nella mattinata della giornata odierna sono terminate le operazioni di spegnimento e messa in sicurezza in contrada Brilli a Sarnano (MC) delle cinque villette con struttura in legno andate a fuoco nel pomeriggio di ieri. I vigili del fuoco intervenuti da Macerata, Tolentino, Amandola, Camerino e Ascoli, hanno spento le fiamme e messo in sicurezza lo scenario dell'incendio.  Non si segnalano persone coinvolte. Si sta lavorando per individuare l'origine dell'incendio.

30/12/2018
A fuoco complesso residenziale, villette in fiamme

A fuoco complesso residenziale, villette in fiamme

Un vasto incendio si è svilupparto in un complesso residenziale composto da villette a Sarnano. I Vigili del Fuoco sono accorsi da Macerata, Tolentino, Camerino, Amandola e Ascoli Picendo con 9 mezzi antincendio e una autoscala Incerte le cause scatenanti ma tra le più probabili il mal funzionamento di una canna fumaria che ha poi incendiato degli alberi circostanti. Le fiamme si sono poi estese alle case del complesso. Verso le 18.30 è scattato l'allarme ai Vigili del Fuoco per un incendio ad un albero, arrivati sul posto le fiamme erano già alte e accettavano sul complesso residenziale. Scene apocalittiche che, per fortuna, non fanno registrare vittime. Sul posto le autorità comunali che stanno seguendo la situazione con attenzione. Le autorità hanno transennato la zona ed imposto un area di sicurezza a causa del reale rischio di esplosione di alcune bombole di Gas gia avvistate. La strada per Sassotetto è chiusa al transito in entrambe le direzioni.  

29/12/2018
Si accascia durante il mercato, malore fatale per un anziano

Si accascia durante il mercato, malore fatale per un anziano

Era uscito nel mercato cittadino di Sarnano. Ad un certo punto, quando non era ancora scattato mezzogiorno, l'uomo si è accasciato a terra tra la gente. Immediata la richiesta dei soccorsi e l'arrivo del 118 che ha lavorato alacremente per strapparlo alla morte. Inutile, però, ogni tentativo. L'uomo è deceduto quasi subito

27/12/2018
Sarnano, il 28 dicembre sarà inaugurato il nuovo Centro per l'Infanzia "Bimbi a bordo"

Sarnano, il 28 dicembre sarà inaugurato il nuovo Centro per l'Infanzia "Bimbi a bordo"

Verrà inaugurato venerdì 28 dicembre 2018, alle ore 11:00, il nuovo Centro per l'Infanzia “Bimbi a bordo” di Sarnano. La nuova opera va ad impreziosire la ricca dotazione di edifici scolastici realizzati a Sarnano nel post sisma: dopo la nuova scuola dell'infanzia, realizzata dalla Regione Friuli Venezia Giulia, e la nuova scuola media, realizzata dalla Andrea Bocelli Foundation e dalla Only The Brave Foundation, il nuovo centro per l'infanzia ubicato Via Aldo Moro rappresenta il terzo edificio scolastico ricostruito dopo il terremoto del 2016 ed in attesa dell'ormai imminente inizio dei lavori della nuova scuola elementare, il cui cantiere è già stato consegnato alcuni giorni fa all'impresa aggiudicataria dell'appalto. Il nuovo centro per l'infanzia è stato realizzato in appena 150 giorni con un costo complessivo di 260.000 euro, di cui 115.500 euro a carico della Regione Marche e 144.500 euro a carico della T.C. Srl Top Costruzioni di Lettomanoppello (PE), sponsor individuato dall'Amministrazione Comunale di Sarnano con apposito bando pubblico e che ha effettuato la realizzazione dell'opera; a tali costi si aggiungono quelli per la sistemazione delle aree circostanti la struttura, ammontanti a circa 30.000 euro, sostenuti dalla Regione Marche e dal Comune di Sarnano. L'inaugurazione avverrà alla presenza del Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli, e del Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli.

26/12/2018
Gli auguri di Bocelli agli studenti di Sarnano: "Non esiste sogno irrealizzabile, se si è in tanti a sognarlo"

Gli auguri di Bocelli agli studenti di Sarnano: "Non esiste sogno irrealizzabile, se si è in tanti a sognarlo"

Lettera di Andrea e Veronica Bocelli agli allievi dell'Istituto Secondario di Primo Grado "Giacomo Leopardi" di Sarnano, la scuola ricostruita proprio grazie all'artista, in collaborazione con Renzo Rosso, dopo che il vecchio edificio era stato danneggiato dal terremoto e che proprio Bocelli ha inaugurato lo scorso maggio durante una bellissima cerimonia. Un cantiere, ricordiamo, che è durato soli 150 giorni e che ha dato alla luce una struttura antisismica, ecosostenibile, tecnologicamente avanzata e dotata di servizi didattici, artistici e sportivi all'avanguardia per gli studenti del paese. Di seguito il testo integrale del messaggio natalizio agli studenti della Leopardi. Carissimi bambini, quello che sta volgendo al termine, per lasciar spazio ad un nuovo calendario, è stato anno davvero incredibile: nella volontà comune di rendere possibile ciò che apparentemente sembrava impossibile, abbiamo raggiunto, insieme a voi, ai vostri genitori, parenti, amici, un obiettivo comune estremamente importante. Ad ulteriore dimostrazione che non esiste sogno non realizzabile, se si è in tanti a sognarlo, se si uniscono le forze. Vale per ogni impresa vogliate realizzare, vale per la vita tutta: "insieme" è la parola magica. Ci piace paragonare una scuola ad una fabbrica. La più preziosa fabbrica che possiamo immaginare. Come una fabbrica, la scuola produce, anche se non ha macchinari rumorosi o camini che sbuffano... Una scuola p una grande fabbrica di sapere, di competenze, e dunque di futuro. E' per questo che ha così importanza la presenza di una scuola sicura, bella, efficiente ed accogliente, per lo sviluppo di una comunità. Vi pensiamo con affetto, a festeggiare le meritate vacanze. Siamo felici di sapervi insieme ai vostri cari, nella vostra Sarnano che è bella come un presepe, mentre celebrate il Santo Natale. Grazie a voi, alla generosità con cui ci avete accolto, alla palpabile, reciproca gioia di stare insieme (e di rimboccarci le maniche per fare qualcosa di buono e di utile), anche noi ci sentivamo un po' vostri compaesani, parte di una grande famiglia. Ovunque ci si voglia bene, lì è casa. Ed è ciò che vi auguriamo di cuore: di saper trovare e incrementare il bene, la bontà delle persone, ovunque vi troviate, e così ovunque potervi "sentire a casa", perché - come ci insegna la festa religiosa che siamo avvicinando - a ben guardare siamo tutti fratelli di un unico Padre e la nostra casa è il mondo. In un certo senso il Santo Natale è il compleanno del mondo e di colui che,quella vita cui siamo in sella, ci ha dato. Vale dunque la pena per tutti,anche per voi giovani e giovanissimi,di destinare a tale momento dell'anno una riflessione, per far tesoro di una festa che è come un meraviglioso dipinto (e quanti ve ne sono, anna Natività dedicati!), nella nostra stanza del cuore. Dentro di noi dobbiamo cercare d'illuminarla a giorno, e così potremo comprenderne l'assoluta bellezza e la quotidiana lezione. Ecco, augurandovi che lo spirito natalizio fiorisca in voi per 365 giorni l'anno, vi auguriamo un felice, sereno Natale ed uno splendido 2019. Un abbraccio da Andrea e Veronica Bocelli

Prorogata di un anno la vita tecnica delle sciovie di Sassotetto

Prorogata di un anno la vita tecnica delle sciovie di Sassotetto

Riceviamo e pubblichiamo dal comune di Sarnano Abbiamo atteso l'approvazione del testo al Senato, ma ora finalmente lo possiamo annunciare pubblicamente: il Governo, con un gesto di grandissima attenzione per l'area del cratere – e per Sarnano in particolare –, ha inserito nel maxiemendamento alla legge di bilancio un emendamento che consente il prolungamento di un anno della vita tecnica delle sciovie in scadenza nel 2018 nelle regioni Abruzzo e Marche. Le due sciovie di Sassotetto sono infatti giunte alla fine della loro vita tecnica e, per procedere agli adempimenti previsti dalla attuale normativa al fine di rinnovare la funzionalità degli impianti, si sarebbe dovuto procedere ad una revisione generale i cui costi sono stati stimati in oltre 300mila euro. Il bilancio comunale non avrebbe mai consentito di poter affrontare tale onere e negli ultimi anni non sono più stati emanati dalla Regione Marche bandi di accesso a contributi per interventi sugli impianti a fune, che avrebbero potuto consentire di coprire tali ingenti oneri. Era anche stata ipotizzata una proroga tecnica legata alla sospensione dei termini di decadenza previsti dal DL 189/2016 in conseguenza del sisma, ma la percorribilità di tale ipotesi è tuttora al vaglio dei competenti uffici ministeriali.In questa situazione, l'Amministrazione Comunale di Sarnano ha interessato della vicenda il Parlamento, spiegando quanto fosse importante poter ottenere la proroga, almeno di un anno, della vita tecnica degli impianti, al fine di consentire sia l'apertura delle sciovie durante la attuale stagione invernale, sia di predisporre tutte le procedure per ottenere il prolungamento definitivo della loro vita tecnica.In proposito vi era già stato un precedente lo scorso anno, quando il Governo Gentiloni aveva decretato che la vita tecnica degli impianti di risalita in scadenza nel 2017 venisse prorogata di un anno, ma del tutto inopinatamente tale proroga veniva concessa solo agli skilift siti nel territorio della regione Abruzzo, e non nelle Marche. Questa incomprensibile scelta del precedente Governo si era rivelata doppiamente penalizzante in quanto estendeva i suoi effetti anche a stazioni sciistiche abruzzesi fuori cratere sismico, mentre escludeva quelle all'interno del cratere, tra cui Sarnano/Sassotetto. L'appello del Comune di Sarnano è stato raccolto dal senatore della Lega Paolo Arrigoni, primo firmatario dell'emendamento che prevede la proroga di un anno per le sciovie in scadenza nel 2018 situate nelle Marche ed in Abruzzo. Tale emendamento – dopo aver ottenuto anche il parere favorevole del Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Edoardo Rixi – è quindi confluito in Senato nel maxiemendamento alla legge di bilancio.Una volta approvata la legge di bilancio anche alla Camera dei Deputati (approvazione che dovrebbe avvenire entro il 29 dicembre prossimo), nel giro di pochi giorni sarà pertanto possibile riaprire le sciovie di Sassotetto, essendo a quel punto solo necessario da parte dei competenti uffici ministeriali un sopralluogo per la verifica della funzionalità degli impianti.“Si tratta di un importantissimo risultato - dice il Sindaco Franco Ceregioli: per il futuro del nostro territorio. Da tempo stavamo lavorando, con il massimo impegno ma con altrettanta discrezione stante la delicatezza dell'argomento, per cercare di risolvere questo problema. Con l'approvazione di questo emendamento nella legge di bilancio si aprono nuovi scenari in quanto ci è possibile programmare con maggiore serenità e rinnovata determinazione il futuro della nostra montagna che, nelle nostre intenzioni, non dovrà più essere solo legata al turismo invernale.Abbiamo in proposito già presentato in Regione un progetto molto articolato, che a breve presenteremo pubblicamente e che prevede una serie di importanti interventi per migliorare la stazione sciistica, sia negli impianti che nelle piste, essendone previste di nuove, ma che soprattutto prevede investimenti per rendere la montagna estremamente attrattiva anche durante le altre stagioni.Voglio personalmente ringraziare chi ha reso possibile questo risultato: il Sen. Paolo Arrigoni, primo firmatario dell'emendamento sugli impianti di risalita, ed il Viceministro Edoardo Rixi, il cui parere favorevole al testo presentato è stato determinante; insieme a loro voglio ringraziare i parlamentari del territorio On. Tullio Patassini e Sen. Giuliano Pazzaglini, che hanno raccolto le nostre istanze facendosene attivi portavoce nei rispettivi rami del Parlamento.È stato un bell'esempio di vicinanza ai nostri territori; mi permetto di dire un esempio di politica virtuosa: abbiamo cercato ed ottenuto un dialogo con le istituzioni nazionali, che ci hanno ascoltato, hanno compreso le nostre problematiche ed hanno lavorato fattivamente per risolverle.”

23/12/2018
Al via la stagione sciistica di Sarnano: oggi e domani impianti gratis

Al via la stagione sciistica di Sarnano: oggi e domani impianti gratis

Riprende l'attività sciistica nel comprensorio di Sassotetto e Santa Maria Maddalena, con gli impianti parzialmente aperti e ski pass omaggio per le giornata di oggi, giovedì 20 dicembre, e domani. Sono in funzione, per la gioia degli amanti dello sci e come si può controllare in tempo reale dal sito internet (www.sarnanoneve.it/impianti/), la seggiovia biposto Sassotetto (impianto 4) e lo skilift S.M. Maddalena (impianto 6). Ricordiamo inoltre che dalla giornata di sabato 22, neve permettendo, il prezzo degli ski pass sarà, per i giorni feriali, di 20 euro per il giornaliero, 15 euro per il mattiniero, 10 euro sia per il pomeridiano che per il tappeto/manovia, mentre per i festivi, 25 euro per il giornaliero, 20 euro per il mattiniero, 18 euro per il pomeridiano e 10 euro per il tappeto/manovia.

20/12/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433