Sarnano

Maturità 2020, esami in tutta sicurezza per 51 ragazzi e ragazze dell’IPSIA “R. Frau” (FOTO)

Maturità 2020, esami in tutta sicurezza per 51 ragazzi e ragazze dell’IPSIA “R. Frau” (FOTO)

Via alla maturità, finalmente in presenza, per 51 ragazzi e ragazze dell’IPSIA “R. Frau” di Sarnano-San Ginesio-Tolentino. Le tre sedi dell’istituto hanno adottato i protocolli per la sicurezza necessari per contrastare la diffusione del coronavirus, prevedendo percorsi protetti e aule per lo svolgimento degli esami predisposte con le distanze obbligatorie. All’ingresso delle tre scuole, nelle aree di benvenuto, sono state create postazioni con dispenser automatici di gel disinfettante, guanti, mascherine e fogli per firmare le autocertificazioni, per poi  procedere con la sanificazione delle scarpe. Seguendo il percorso obbligatorio, in cui entrata e uscita sono stati separati con pannelli di plexiglas, è possibile raggiungere le aule per lo svolgimento dell’orale, in cui sono stati installati televisori touch screen per la presentazione dei lavori, tutto gestito attraverso Classroom. Si conclude così un percorso di Didattica a distanza virtuoso per questo l’Ipsia Frau che, anche durante il lockdown da Covid-19, ha continuato a coltivare la sua vocazione professionale e laboratoriale con incontri formativi specifici per i diversi indirizzi. Gli studenti e le studentesse della sezione Moda di Tolentino, negli ultimi giorni di scuola prima della maturità, ad esempio, hanno potuto incontrare Barbara Sampaolo, titolare dell’impresa Sogno Design,che si occupa di sartoria e confezione su misura. Grazie a questo appuntamento con l’esperta, i ragazzi hanno anche fatto un viaggio introspettivo nel mondo di Vittorio Camaiani, uno dei grandi nomi della vera moda di oggi, nel cui atélier la Sampaolo ha lavorato a lungo prima di intraprendere un percorso autonomo. Allo stesso modo, gli studenti delle sezioni Meccanica delle tre sedi hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con la realtà aumentata applicata al settore della manutenzione di macchine e impianti, grazie al progetto in collaborazione con l’azienda Icona di Cinisello Balsamo, che ha concesso un anno di licenze gratuite per il software Acty, e che ha programmato un percorso di formazione per ragazzi e docenti a partire dalle ultime settimane di scuola.  

Emergenza Covid-19, il Comune di Sarnano stanzia 130mila euro a sostegno di famiglie e imprese

Emergenza Covid-19, il Comune di Sarnano stanzia 130mila euro a sostegno di famiglie e imprese

Il Comune di Sarnano ha adottato delle misure straordinarie per dare sostegno alle imprese ed alle famiglie a seguito della crisi derivante dall'emergenza sanitaria Covid-19. La dotazione finanziaria impegnata dall'Amministrazione Comunale per la realizzazione di tutte le misure di seguito elencate ammonta alla consistente cifra di 130mila euro e ad ora sono in fase di predisposizione tutti gli atti e la modulistica per dare attuazione alle misure individuate dall'Amministrazione Comunale e consentire ad imprese e famiglie di accedere ai benefici previsti. Tali provvedimenti saranno così suddivisi: Misure per le imprese - Concessione di un contributo una tantum, fino ad un massimo di 500 euro, per le attivita' con obbligo di chiusura a causa del Covid-19 (settori commercio al dettaglio, ristorazione, somministrazione, ricettivita' e cura della persona). La misura di sostegno verrà concessa quale contributo per spese effettuate a titolo di canoni di locazione, utenze, rate di mutui. - Concessione di un contributo una tantum, fino ad un massimo di 150 euro, per la copertura del 50% delle spese sostenute dalle aziende per la sanificazione dei locali, dei mezzi e delle attrezzature. Misure per le famiglie e imprese - Differimento al 2021, senza alcun aggravio, del versamento della TARI 2020. Misure per le famiglie - Esenzione dal pagamento delle mense scolastiche fino al 31 dicembre 2020. - Esenzione dal pagamento del servizio di trasporto scolastico per gli iscritti alle scuole dell'Istituto Comprensivo di Sarnano fino al 31 dicembre 2020. - Centro estivo comunale per bambini e ragazzi da 3 a 14 anni dal 6 luglio al 28 agosto 2020.

11/06/2020
Sarnano, annullata l'edizione 2020 del "Palio del Serafino"

Sarnano, annullata l'edizione 2020 del "Palio del Serafino"

“Annunciamo con rammarico che l'edizione 2020 del "Palio del Serafino", la tradizionale rievocazione storica che si svolge a Sarnano ogni seconda domenica di agosto, quest'anno non si svolgerà”. Il Direttivo dell'Associazione "Palio del Serafino" ha adottato all'unanimità questa decisione, sofferta ma necessaria alla luce della situazione legata alla crisi sanitaria Covid-19. “L'organizzazione del "Palio del Serafino" è  estremamente complessa – spiega il direttivo -  e non vi sono le condizioni per poter garantire sicurezza e serenità sia nelle lunghe settimane di prove che si svolgono all'interno delle singole Contrade, sia durante lo svolgimento del Palio stesso, che tradizionalmente prevede un consistente afflusso di pubblico al campo dei giochi. Il Palio è una vera e propria festa, per i sarnanesi e per i tanti turisti che in quel periodo affollano Sarnano: con tutte le restrizioni imposte dalla normativa anti-Covid, si sarebbe perso il senso di questa festa. Il Direttivo valuterà, ove dovesse esserci una evoluzione positiva della situazione sanitaria nelle prossime settimane e ferma restando la possibilità di garantire le necessarie condizioni di sicurezza, se organizzare comunque un evento che faccia rimanere vivo lo spirito del Palio e delle Contrade". In ogni caso, l'appuntamento con il "Palio del Serafino" è solo rimandato, perché la seconda domenica di agosto 2021 le quattro Contrade di Abbadia, Brunforte, Castelvecchio e Poggio, dopo aver sfilato in corteso storico per le vie di Sarnano, torneranno a contendersi al campo dei giochi l'ambito Palio che raffigura il Serafino, l'angelo a sei ali che la tradizione vuole che San Francesco, nel 1215, abbia indicato come stemma della nascente comunità sarnanese.    

11/06/2020
Sarnano, dal 3 giugno riaprono le Terme San Giacomo in totale sicurezza (VIDEO)

Sarnano, dal 3 giugno riaprono le Terme San Giacomo in totale sicurezza (VIDEO)

Non appena la situazione emergenziale lo ha permesso la Direzione e tutti gli operatori delle Terme di San Giacomo di Sarnano si sono attivati per formulare una stratega operativa in grado di permettere alla riapertura di prevenire la diffusione del contagio e prendersi cura della salute dell’utenza e dei lavoratori. Un Gruppo di Esperti identificato nell’ambito del progetto promosso dalla Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale (FoRST), a cui Terme di San Giacomo – Sarnano fa riferimento per le attività istituzionali, ha messo a punto un protocollo igienico-sanitario per la gestione in sicurezza per la riapertura delle strutture termali. I lavori di adeguamento, durati oltre un mese, hanno avuto l’obiettivo di definire le procedure operative da attuare presso gli Stabilimenti Termali per l’avvio della c.d. “fase 2” e di mantenerle costantemente aggiornate. Attivati i protocolli in sintonia con le Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive e redatto dalla Conferenza delle Regioni e predisposti DPI percurandi e personale, le Terme di San Giacomo annunciano che il 3 giugno le porte della struttura saranno nuovamente aperte per accogliere i clienti.  

01/06/2020
Trofeo automobilistico Scarfiotti, annullata la Sarnano-Sassotetto: appuntamento al 2021

Trofeo automobilistico Scarfiotti, annullata la Sarnano-Sassotetto: appuntamento al 2021

Il protrarsi della crisi sanitaria legata al Coronavirus ha stravolto tutte le attività sportive e con il pubblico. Le cronoscalate automobilistiche non si sottraggono naturalmente alle problematiche generali ed alle prescrizioni sanitarie. Malgrado gli encomiabili sforzi di Acisport per produrre il protocollo necessario da adottare per le manifestazioni automobilistiche 2020, non si può prescindere dal necessità di vietare le gare al pubblico, parte essenziale delle gare in montagna, attrazioni suggestive per i percorsi utilizzati, oltre che spettacolo unico da vivere a contatto con i protagonisti nelle aree paddock, lungo il percorso di gara e le premiazioni. Per lo staff organizzatore del Trofeo Scarfiotti, l’Automobile Club Macerata, il Comune di Sarnano, l’Associazione Sportiva AC Macerata e Sarnano In Pista, non ci sono le condizioni essenziali per poter operare al meglio, non ultime le difficoltà economiche che investono il tessuto locale sempre attento alla gara, l’inevitabile maggiorazione dei costi organizzativi ed il ristretto spazio temporale di fine stagione per un possibile recupero. Pertanto all’unanimità ma con grande amarezza, si è scelto di annullare l’evento 2020 per concentrare tutti gli sforzi nel dare appuntamento a piloti ed appassionati al 2021 con un rinnovato Trofeo Lodovico Scarfiotti. La cronoscalata Sarnano-Sassotetto si correrà infatti sul percorso previsto per quest’anno, allungato fino a circa 10 km, mantenendo le titolazioni per l’Italiano Montagna CIVM, il Trofeo Nazionale TIVM e l’Italiano Autostoriche CIVSA. Il sindaco di Sarnano Luca Piergentili: “È stata una decisione sofferta ma inevitabile. La cronoscalata è uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per la nostra cittadina che viene coinvolta tutta per tre giorni con le aree paddock. Con le restrizioni delle normative vengono meno i punti di forza dell’evento, oltre ad aumentare l’impegno organizzativo ed anche le problematiche legate alla ricettività. Meglio concentrarsi al meglio sull’edizione 2021 con la garanzia delle titolarità.” Il presidente dell’AC Macerata Enrico Ruffini: “È una decisione che non avrei mai voluto prendere, ma è stata inevitabile. Non possiamo permetterci un flop, considerando di dover blindare ampie zone del centro di Sarnano per le aree paddock, ridurre ad una sola la giornata di gara, avere una forte flessione di partecipanti, vedere aumentare i costi per i protocolli da seguire. Preferiamo organizzare bene l’edizione 2021, anche per rispetto dei cittadini e dei volontari di Sarnano che ci hanno sempre dimostrato disponibilità".

28/05/2020
Risorse forestali come nuova frontiera per lo sviluppo dei Sibillini

Risorse forestali come nuova frontiera per lo sviluppo dei Sibillini

Le esperienze del Martelloscopio e del forest bathing come esempi di gestione sostenibile delle foreste, una scelta vincente non solo dal punto di vista strettamente ambientale. Si intitola "La gestione delle Riserve naturali e delle aree protette" il ciclo di seminari organizzato dall'Università di Bari “Aldo Moro” al quale parteciperà, tra i relatori, il direttore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Carlo Bifulco. Il prossimo 28 maggio, in collegamento via web, Bifulco interverrà portando una testimonianza concreta di quella che è l'articolata realtà dei Sibillini, centrando l'attenzione sulla corretta gestione e valorizzazione sostenibile della risorsa forestale. Gli incontri, dedicati in particolare a docenti e studenti dell'ateneo pugliese, prevedono approfondimenti sulla biodiversità ed i cambiamenti climatici, sulle politiche forestali e su molti temi riguardanti la tutela e la valorizzazione della flora e della fauna, ma anche alcuni focus specifici sulle realtà dei parchi italiani e le loro peculiarità. A coordinare i seminari la Professoressa Patrizia Tartarino, docente del Dipartimento di Scienze agro-ambientali e territoriali dell'Università di Bari e presidente di For.Rest.Med., spin off dello stesso Ateneo che si occupa dello studio e della progettazione per il restauro del paesaggio mediterraneo. Proprio For.Rest.Med. ha realizzato nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, grazie ad un contributo del Rotary di Ancona, un progetto denominato Martelloscopio con l’intento di simulare una gestione sostenibile di un’area forestale attraverso il diradamento virtuale della popolazione arborea: “una sorta di aula all’aperto che potrà fornirci strumenti utili per meglio comprendere come gestire un bosco” sottolinea Bifulco. “Anche perché – prosegue il direttore - la foresta sarà sempre più protagonista nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, e non solo per il suo evidente valore ambientale, ma anche per il fatto che si caratterizza come fonte di benessere per chi ne fruisce”. È il forest bathing la nuova frontiera dei Sibillini, una disciplina che insegna come si possano ottenere significativi benefici psico fisici semplicemente sperimentando una passeggiata di pochi chilometri in un bosco: “in compagnia di un maestro opportunamente preparato si potrà imparare ad osservare ed ascoltare la natura, a prestare attenzione a come cambiano le nostre percezioni, ad avviare un percorso di rilassamento in sintonia con l’ambiente circostante e noi stessi. È un’esperienza assolutamente straordinaria in grado di apportare un miglioramento della qualità della vita in ognuno di noi” prosegue il direttore. “Non a caso abbiamo chiesto ad AIGAE, nel corso organizzato per formare le nuove guide del Parco, che sia introdotto uno spazio di approfondimento specifico per il forest bathing. All’interno del Parco abbiamo già individuato alcuni percorsi che si prestano per questo tipo di esperienza e speriamo che il territorio dei Sibillini possa candidarsi a diventare un luogo ideale, a livello internazionale, per il forest bathing. Parlerò anche di questo con gli studenti durante il seminario, per contribuire a dare della foresta una immagine sempre più articolata ed ampia, in un’ottica di sostenibilità”.

26/05/2020
Sarnano, all'Ipsia "Frau" parte la formazione di tecnici manutentori con la realtà aumentata

Sarnano, all'Ipsia "Frau" parte la formazione di tecnici manutentori con la realtà aumentata

La realtà aumentata applicata alla manutenzione. Così la didattica a distanza e il lockdown si trasformano in nuova esperienza per gli studenti del settore meccanico delle tre sedi dell’IPSIA “Renzo Frau” di Sarnano. Intercettata dal prof. Alessio Trapè, l’azienda Icona, con sede a Cinisello Balsamo, ha messo a disposizione dell’Istituto, gratuitamente e per oltre un anno, tre licenze della versione Eagle di Acty. Acty è un software per la manutenzione in realtà aumentata che permette la connessione tra un ufficio tecnico e il tecnico operatore che si trova nel luogo dove deve essere effettuata la manutenzione. In sostanza, il manutentore sul posto, grazie all’uso della telecamera del suo cellulare o agli Smart glasses, può permettere al tecnico collegato con Pc, tablet o smartphone di valutare il problema e indicare con disegni, frecce, segnali e testo le varie fasi per fornire l’assistenza necessaria. Acty offre anche la possibilità di collegamento simultaneo di più esperti per uno stesso cliente, e il manutentore, grazie alla realtà aumentata, ha la possibilità di lavorare con le mani libere. “Con questo progetto - ha commentato Giorgio Nepa, Ceo di Icona, nella videolezione di presentazione del software a docenti e studenti dell’IPSIA Frau - vogliamo avviare una collaborazione che possa aiutare gli studenti a interfacciarsi con il mondo del lavoro”. “Il senso di questo software - ha spiegato Trapè, ingegnere e docente - è che si potrà formare tecnici senza dover ricorrere all’affiancamento fisico. Ma nessuno può sostituire le mani di un manutentore. Questa modalità è assolutamente innovativa per il nostro territorio, e noi cerchiamo di preparare i nostri studenti per il lavoro del futuro”. "Sin dall'inizio l'obiettivo principale è stato cogliere il meglio da una situazione di emergenza - ha dichiarato Ida Cimmino,dirigente dell’IPSIA Frau - trasformare quello che poteva apparire come una difficoltà insormontabile in un'opportunità di crescita individuale e collettiva, accogliere la sfida e trasformare la didattica centrata sulla progettazione statica in moduli flessibili, duttili, in grado di rispondere alle sollecitazioni giornaliere in modo rapido ed efficace, con la ricerca di strumenti e strategie nuove, frutto della sperimentazione e della ricerca, dell'autoformazione e della curiosità.  L'azione di ricerca di applicativi per la realtà aumentata è nata dall'esigenza di mantenere vivo il lato concreto della didattica, elemento essenziale degli Istituti professionali che si sono visti privare delle lezioni pratiche. Si apre un panorama molto interessante che potrà aiutare gli studenti a sviluppare nuove  competenze e spingerli con più motivazione alla maturazione di una visione autoimprenditoriale, in una logica di apprendimento continuo e capacità di adattamento ai cambiamenti, oggi sempre più rapidi. Non posso che ritenermi pienamente soddisfatta di quanto operato da tutti i docenti ed in particolare per la straordinaria azione di esplorazione del prof. Alessio Trapè che ha garantito il contatto con l'Azienda”.

Sarnano, scatta l'obbligo dell'uso delle mascherine fino al 31 maggio: multe fino a 500 euro

Sarnano, scatta l'obbligo dell'uso delle mascherine fino al 31 maggio: multe fino a 500 euro

L'amministrazione comunale di Sarnano, tramite un'ordinanza sindacale del primo cittadino Luca Piergentili, ha reso obbligatorio l'uso di mascherine protettive nei luoghi pubblici (anche all’aperto), negli esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche e in ogni altro luogo nel quale sia prevista la presenza di persone, in modo da limitare la contaminazione dell’ambiente. L'obbligo è valido dall'11 maggio sino al 31 maggio.  Nell'ordinanza si legge come "i responsabili o i dirigenti degli uffici pubblici e i titolari o responsabili degli esercizi commerciali sono tenuti a richiedere, all’ingresso dei predetti locali, agli avventori e agli utenti di indossare le mascherine e, in caso di rifiuto, devono avvertire le autorità competenti". L’utilizzo della mascherina sarà obbligatorio anche per chi svolge attività motoria o sportiva in forma individuale, nel caso in cui venga meno la condizione di isolamento.  Le persone le quali, benché invitate ad indossare i presidi, non si adeguino senza giustificato motivo, saranno sanzionate con l’applicazione della sanzione amministrativa da 25 a 500 euro. 

12/05/2020
Fase 2, weekend affollato in provincia di Macerata: 200 persone "invadono" l’Abbadia di Fiastra

Fase 2, weekend affollato in provincia di Macerata: 200 persone "invadono" l’Abbadia di Fiastra

Durante il trascorso week end, nell’attività di controllo del territorio di tutta la provincia, le numerose pattuglie dei Carabinieri presenti hanno riscontrato grande affluenza di persone soprattutto nelle località del litorale – a Civitanova e a Porto Recanati – e nei parchi e nei giardini pubblici. In particolare, all’Abbadia di Fiastra si è registrata la presenza di circa 200 persone, mentre un centinaio sono quelle identificate nelle aree montane di Sarnano, Sassotetto, Canfaito, Bolognola, lago di Fiastra e Apiro. La gente è uscita prevalentemente per fare attività motoria, passeggiate in bicicletta, jogging e per la spesa. Nel complesso, i movimenti della popolazione sono stati ordinati e con il previsto distanziamento sociale, anche se ancora molta gente in giro è confusa su ciò che è consentito e su ciò che è invece vietato fare. Tanti i motociclisti e i ciclisti della domenica in giro per le strade. Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Macerata sono intervenuti per 3 incidenti, a Cingoli tra un motociclista e un furgone, mentre ad Apiro, in 2 circostanze diverse 2 ciclisti sono stati investiti, uno è in buone condizioni, l’altro è stato ricoverato all’Ospedale di Jesi.  

11/05/2020
Sarnano, misure di rilancio contro gli effetti del Covid-19: 100 mila euro a sostegno delle imprese

Sarnano, misure di rilancio contro gli effetti del Covid-19: 100 mila euro a sostegno delle imprese

Il Coronavirus ha inciso e sta ancora incidendo pesantemente sull'economia del territorio, colpendo in modo particolare le attività a vario titolo legate ai flussi turistici. Per questo motivo l'Amministrazione Comunale di Sarnano scende in campo con un pacchetto di misure straordinarie, sulle quali da tempo sta lavorando di concerto con i competenti uffici comunali per trovare le necessarie coperture finanziarie, a sostegno delle imprese e del rilancio turistico, con un impegno economico senza precedenti. Le azioni in corso di definizione muovono su due direttrici di supporto, una diretta e l'altra indiretta. Le azioni dirette consisteranno in una serie di misure a favore di un'ampia platea di imprese: negozi al dettaglio per i quali è stata obbligatoriamente prevista la chiusura, attività di ristorazione e somministrazione, attività ricettive, attività legate alla cura e benessere della persona. Per tutte queste attività l'Amministrazione Comunale stanzierà la considerevole cifra di 100mila euro che verrà utilizzata per un'ampia gamma di interventi, che andranno dal contributo forfettario, alla riduzione di imposte e tributi locali, fino alla compartecipazione su alcuni costi necessari per la riapertura delle attività. È inoltre in fase di predisposizione una misura di vicinanza e sostegno alla liquidità per tutti i cittadini e le imprese del territorio di Sarnano, consistente nella sospensione per tutto il 2020 della riscossione della Tari, che potrà poi essere versata in più rate e senza interessi nel 2021. Oltre a queste misure dirette, l'Amministrazione Comunale – nella consapevolezza della centralità del turismo per l'economia locale e in linea con le efficaci attività promozionali realizzate negli ultimi anni – sta predisponendo un nuovo piano promozionale, frutto anche del confronto con l'assessorato regionale al turismo e con altri enti comunali ed associazioni di promozione intercomunale, orientato su più fronti, e che sicuramente rappresenterà un incentivo indiretto a tutte le attività imprenditoriali connesse al turismo. Il piano promozionale, che sarà oggetto di confronto con le realtà imprenditoriali e associative locali, valorizzerà le grandi ricchezze del territorio di Sarnano, puntando in maniera ancora più decisa sulla carta del “benessere”, inteso nella sua accezione di “vivere bene”: la riscoperta e la valorizzazione dell'entroterra, della sua storia, la sua cultura, i suoi paesaggi fruibili a piedi, in bicicletta, a cavallo, i ritmi di vita a misura della persona, l'enogastronomia di qualità, la cura della persona, nel corpo e nello spirito. Tra le misure indirette di rilancio del territorio, una menzione particolare va riservata al progetto di valorizzazione della montagna, un cui primo importantissimo stralcio potrà auspicabilmente essere realizzato già entro il 2020, con la realizzazione a Sassotetto della pista artificiale in Neveplast più lunga d'Italia.  "Il momento che stiamo attraversando è sicuramente difficile, se non drammatico, ma, con le giuste sinergie che si potranno creare tra l'Amministrazione Comunale e tutti gli operatori economici, ancora una volta Sarnano saprà essere protagonista della scena turistica regionale e nazionale" ha sottolineato il sindaco di Sarnano Luca Piergentili.

11/05/2020
San Ginesio, operatore dell'isola ecologica investito da: piede schiacciato

San Ginesio, operatore dell'isola ecologica investito da: piede schiacciato

Piccolo infortunio sul lavoro all'isola ecologica di Pian di Pieca, frazione di San Ginesio. Intorno alle ore 15:50 del pomeriggio odierno, un camion ha investito un operatore, il cui piede è rimasto schiacciato sotto la ruota del mezzo. La dinamica dell'accaduto è ancora in corso di accertamento.  Sul posto sono prontamente accorsi gli operatori del 118, che hanno trasportato l'uomo all'ospedale di Macerata, in codice giallo: fortunatamente l'operatore ha riportato soltanto un lieve trauma. ++ AGGIORNAMENTO ++  Cosmari sottolinea come sia completamente estraneo alla vicenda. Infatti l'operatore rimasto vittima dell'incidente è dipendente di una cooperativa e il mezzo che lo ha investito è di proprietà di un'azienda privata che si era recata a scaricare al centro di  raccolta. Nessun dipendente e mezzo Cosmari coinvolti.

06/05/2020
Terremoto di magnitudo 3.6 nella notte: epicentro ad Amandola

Terremoto di magnitudo 3.6 nella notte: epicentro ad Amandola

La terra torna a tremare nella notte. Una scossa di magnitudo 3.6 è stata registrata alle ore 4:05 ad Amandola, in provincia di Fermo, a 11 chilometri di profondità. Il terremoto è stato distintamente avvertito in tutta la provincia maceratese. L'epicentro si trova infatti a 6 chilometri di distanza da Sarnano. A ciò si aggiunga come una prima scossa di magnitudo 2.6 era stata avvertita anche alle ore 21:46, con epicentro a Ripe San Ginesio, ad una profondità di 22 chilometri. 

05/05/2020
Sarnano, il turismo dopo il Covid, Piergentili: "l'obiettivo è ripartire con le attività entro giugno"

Sarnano, il turismo dopo il Covid, Piergentili: "l'obiettivo è ripartire con le attività entro giugno"

L’Assessore Regionale Moreno Pieroni in teleconferenza con i Comuni del Consorzio Noi Marche, tra cui Sarnano, ha confermato che a breve verrà definito un piano per la ripartenza del settore turistico nella Nostra Regione. I punti chiave saranno: protocolli di sicurezza, sussidi per gli operatori e un piano di promozione integrato. "Il Comune di Sarnano ha iniziato il 2020 partecipando a diverse fiere del turismo di rilevanza internazionale, in Italia e all’estero" -commenta il Sindaco di Sarnano Luca Piergentili - avevamo già dato il via a diversi progetti ed eravamo pronti per una grande stagione, ma purtroppo l’emergenza coronavirus ci obbliga a ripensare una nuova strategia. Quest’estate avremo un turismo soprattutto interno, le persone probabilmente si sposteranno nelle regioni limitrofe e preferiranno gli spazi aperti: il cicloturismo sarà un asset fondamentale, così come tutte le attività sportive che si possono svolgere sulle nostre montagne, dal trekking al volo in parapendio". Sebbene non ci sia ancora certezza in merito alle tempistiche, l’ipotesi, condivisa anche dall’Assessore Pieroni, è quella di riuscire a ripartire entro il mese di giugno. Durante l’incontro, i Comuni hanno chiesto delucidazioni riguardo le strategie promozionali e le linee guida affinché siano univoche per tutte le strutture. "Ancora una volta, il Consorzio Noi Marche è riuscito ad attivare una preziosa sinergia tra i Comuni dell’entroterra e quelli della costa e il confronto è stato molto costruttivo - aggiunge il Sindaco Luca Piergentili - purtroppo, nelle zone montane, il covid ha aggiunto ulteriori problemi a quelli già presenti, perché i nostri territori faticano ancora a rimettersi in piedi dopo il sisma. Noi non abbiamo mai smesso di investire in promozione e l’anno scorso avevamo visto i primi segnali di ripresa con un trend crescente di presenze, ma la nuova situazione cambia tutto. Proprio per questo, abbiamo chiesto alla Regione una specifica strategia promozionale dedicata alla valorizzazione delle aree interne e delle sue peculiarità in modo che siano facilmente riconoscibili dai potenziali turisti, ed una attenzione particolare nei confronti del settore termale che sicuramente dovrà far fronte ad enormi problematiche anche nel periodo successivo alla riapertura". L’Assessore Pieroni ha ascoltato le richieste dei vari territori spiegando come si sta muovendo la Regione: il piano è ancora in via di definizione, ma sicuramente saranno privilegiati alcuni tipi di turismo, come quello legato al mondo del bike, e verranno varati protocolli specifici per gli operatori. Tra le misure prospettate anche la possibilità di offrire contributi alle strutture per la sanificazione degli ambienti in modo da poter garantire un maggior livello di sicurezza ai turisti che verranno.  

24/04/2020
Mascherine e tute per medici di base e guardie mediche: l'iniziativa dei sindaci dell'Unione Montana

Mascherine e tute per medici di base e guardie mediche: l'iniziativa dei sindaci dell'Unione Montana

I sindaci dell’ambito sociale 16 dell'Unione Montana Montiazzurri, in accordo con il Presidente Giampiero Feliciotti, hanno promosso la distribuzione di un kit comprensivo di mascherine chirurgiche, tute e guanti a favore di tutti i medici di base e delle postazioni di guardia medica del territorio. Capofila dell'iniziativa è stato il sindaco di Sarnano Luca Piergentili.  Nello specifico all'interno dei trenta kit che - nel corso della mattinata odierna - verranno consegnati dai volontari della Protezione Civile di Sarnano ai 16 medici di famiglia e alle 4 postazioni di guardia medica (3 kit per ogni postazione) del territorio, saranno presenti: tre tute, 10 guanti in lattice monouso, 4 confezioni di mascherine monouso e 10 mascherine chirurgiche.  Le mascherine sono state donate dall'azienda Vallesi s.r.l. di Sarnano, i guanti e le salviettine dalla ferramenta Perogio di Sarnano mentre i camici sono state forniti dall'Unione Montana, tramite acquisto diretto. "Il nostro grazie - sottolinea Piergentili - va a tutti coloro che hanno contribuito a fornire ai nostri medici presidi tanto fondamentali per la loro sicurezza, in un momento di grave emergenza sanitaria come quello che stiamo vivendo".   

10/04/2020
"Noi Marche", contest fotografico 'Bellezza dalla mia finestra': ecco i vincitori

"Noi Marche", contest fotografico 'Bellezza dalla mia finestra': ecco i vincitori

Entusiasmo e partecipazione per il contest nazionale #BellezzaDallaMiaFinestra”, lanciato il 25 marzo dall'associazione “Noi Marche”, che riunisce attraverso un protocollo d'intesa il comune di Civitanova Marche ed altri otto del territorio. Il concorso è stato pensato con l’obiettivo di raccontare con una foto scattata dalla finestra della propria casa, un momento della giornata, un’emozione, un particolare, un monumento in questo periodo di emergenza sanitaria caratterizzata dall'obbligo di non uscire di casa. Sono arrivate 158 foto da tutta Italia, Avellino, Trani, Roma e naturalmente molte anche dalle nostre province. “L’obiettivo della visibilità del territorio – fa sapere l'organizzatrice Loredana Miconi - è stato raggiunto in quanto i post pubblicati in questa settimana hanno avuto circa 25.000 visualizzazioni”. I premi sono stati 14 soggiorni gratuiti nei comuni Noi Marche grazie al contributo delle strutture ricettive. I vincitori successivamente dovranno realizzare un piccolo servizio fotografico e scrivere recensioni della struttura ricettiva nel momento dell'ospitalità. “Una iniziativa la nostra – ha spiegato l'assessore Maika Gabellieri –  che vuole rafforzare il messaggio dell'importanza di stare a casa e che, nel suo piccolo, vuole sostenere il settore turistico gravemente colpito. L'utilizzo dei social è in questo momento il solo modo per far conoscere e promuovere il nostro territorio attraverso le immagini, in vista della sua futura ed effettiva ripartenza”. Questi i nomi dei vincitori (in base ai like ottenuti, indicati tra parentesi) 1° Angelo de Meo (407), 2° Gianluca Scalpelli (233), 3° Beatrice Perticaroli (208), 4° Luca Tambella (132), 5° Giamaica Brilli (128), 6° Fabiana Screpante (114), 7° Silena Staffolani (113), 8° Jacopo Curi (107), 9° Emanuela Calò (104), 10° Antonio Corallo (98), 11° Stefania Stura (78), 12° Paolo D’Angelo (78), 13° Fabio Guardabassi (72),14° Giulia Gianfelici (71) I comuni di Noi Marche che hanno aderito al contest sono i seguenti: Civitanova Marche (comune capofila), Appignano, Cingoli, Fiastra, Montegranaro, Morrovalle, Sarnano.        

08/04/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.