Sarnano

Sarnano, fermato dalla Finanza 20enne con 70 grammi di hashish

Sarnano, fermato dalla Finanza 20enne con 70 grammi di hashish

Operazione antidroga della Guardia di Finanza a Sarnano. I militari nella serata di sabato hanno intercettato lungo un’arteria principale della città un giovane quasi ventenne extracomunitario. Il giovane ha dapprima cercato di eludere il controllo, ma messo alle strette, ha dovuto consegnare ai finanzieri diversi frammenti di hashish, per un totale di oltre 70 grammi, suddivisi in due involucri e nascosti tra gli indumenti.   Il giovane, incensurato, è stato denunciato a piede libero alla locale autorità giudiziaria.  

14/08/2017
Inaugurato il nuovo ufficio Iat di Sarnano

Inaugurato il nuovo ufficio Iat di Sarnano

È stata inaugurata ieri, sabato 5 agosto, la nuova sede dell'Ufficio I.A.T. (Informazione Accoglienza Turistica) di Sarnano, alla presenza dell'Assessore Regionale al Turismo Moreno Pieroni e dei membri dell'Amministrazione Comunale di Sarnano. Dopo il sisma del 30 ottobre scorso, la sede dello IAT di Sarnano sita in largo Ricciardi era risultato inagibile: l'ufficio era così stato temporaneamente collocato presso una struttura provvisoria ubicata nel parcheggio Bozzoni in attesa della individuazione di una nuova sede. Grazie ad un accordo intercorso tra la Regione Marche ed il Comune di Sarnano è stata individuata ed allestita la nuova sede dell'Ufficio Informazione Accoglienza Turistica nel centralissimo borgo Garibaldi di Sarnano. Nel corso dell'inaugurazione, l'assessore regionale al turismo Moreno Pieroni ed il sindaco di Sarnano Franco Ceregioli hanno espresso la loro piena soddisfazione per l'apertura del nuovo ufficio. In particolare, l'assessore Pieroni ha ribadito come questo risultato sia stato possibile grazie alla stretta collaborazione tra la Regione Marche ed il Comune di Sarnano, che hanno pienamente condiviso il percorso che ha condotto alla riapertura della nuova sede IAT di Sarnano. L'assessore Pieroni ha altresì rimarcato il grande impegno che la Regione sta portando avanti sul piano della promozione turistica, soprattutto per la ripresa delle aree terremotate, nella cui economia il turismo riveste un ruolo di fondamentale importanza. Il sindaco di Sarnano Ceregioli, dopo aver ringraziato la Regione e l'assessore Pieroni per la sensibilità e disponibilità dimostrata nel condividere il percorso che ha condotto all'apertura del nuovo IAT, ha evidenziato che, soprattutto in questo periodo post sisma si dovrà fare, da parte di tutte le istituzioni, un grande sforzo per il rilancio delle aree montane, passando anche attraverso un miglioramento dei servizi al turista, e la riapertura di questo Ufficio rappresenta un importante passo in questa direzione.

06/08/2017
Tutte le Marche in un giorno: emozionante iniziativa del Camoscio dei Sibillini Trekking - FOTO

Tutte le Marche in un giorno: emozionante iniziativa del Camoscio dei Sibillini Trekking - FOTO

E' possibile ammirare e godersi le bellezze delle Marche in un solo giorno? Forse no, ma grazie a una iniziativa del Camoscio dei Sibillini Trekking e di Simone Gatto, nei giorni scorsi un gruppo di escursionisti ci ha provato. Con risultati bellissimi, come testimoniano le foto scattate. La giornata è iniziata con una escursione all'Alba a Passo del Lupo (Sirolo) per proseguire con un bagno in Adriatico alla Spiaggiola di Numana. Successivamente il gruppo ha svolto una escursione al Lago di Fiastra con conseguente bagno nelle rinfrescanti acque del lago. A seguire, escursione alla Forcella delle Bassete (Fargno), aperitivo alla Baita Euroski di Sassotetto di Sarnano e tramonto sui Prati di Ragnolo Sassotetto di Sarnano. Inutile aggiungere che i partecipanti sono rimasti entusiasti dalla fantastica giornata vissuta fra le bellezze ineguagliabili delle Marche. 

05/08/2017
Fine settimana di spettacoli a Sarnano: al via la rassegna FurgonCinema "Tempi Moderni"

Fine settimana di spettacoli a Sarnano: al via la rassegna FurgonCinema "Tempi Moderni"

Fine settimana denso di spettacoli a Sarnano. Domenica 30 luglio appuntamento da non perdere per gli amanti del cinema nello scrigno della Piazzetta della Picassera: per la rassegna FurgonCinema "Tempi Moderni" di e con Charlie Chaplin. Questa rassegna itinerante organizzata dall'Associazione Culturale Aristoria si pone l'obiettivo di tornare a far Vivere i centri dell'area colpita dal terremoto. Alle ore 18:00 si parte con la registrazione di videotestimonianze sulle esperienze legate al terremoto. Alle 21:00 videomapping delle opere d'arte del territorio danneggiate o non fruibili. Alle 21:30 proiezione gratuita del film "Tempi Moderni" musicato dal duetto Leonardo Francesconi e Duccio Spacca di Musicamdo Jazz. L'iniziativa é patrocinata da Università di Camerino, Unimore: Università di Modena e Reggio Emilia, Istituto Gramsci Marche, Istituto Storico di Macerata, Associazione culturale Isola Comacina, Giometti Cinema, Antica Proietteria, Comune di Sarnano, Associazione culturale Circolo di Piazza Alta e Musicamdo Jazz.  

Tappa a Sarnano per l’iniziativa di Confartigianato “Eccellenze marchigiane”

Tappa a Sarnano per l’iniziativa di Confartigianato “Eccellenze marchigiane”

Tappa a Sarnano per l’iniziativa di Confartigianato “Eccellenze marchigiane”, esposizione e vendita del bello e del buono dell’artigianato d’eccellenza nelle mete del turismo maceratese e piceno Continuano gli incontri promozionali del progetto di Confartigianato Eccellenze Marchigiane, esposizione e vendita di prodotti di eccellenza all’interno di location site in mete di grande affluenza del turismo marchigiano. Dopo l’ultimo incontro svoltosi ad Ascoli Piceno, il viaggio attraverso il bello ed il buono delle produzioni d’eccellenza del maceratese e del piceno ha fatto tappa ieri 26 luglio a Sarnano. Presenti all’incontro di presentazione dell’iniziativa, svoltosi presso la sede di Sarnano di Confartigianato Imprese, sono stati il sindaco Franco Ceregioli, l’ Assessore Comunale alle Attività Produttive e Commercio Stefania Innamorati, ed Eleonora D’Angelantonio, Responsabile Artigianato Artistico Confartigianato Imprese Macerata.  "In questo momento – ha detto nel corso dell’ incontro il sindaco Ceregioli - abbiamo la necessità di far conoscere il più possibile il nostro territorio e le sue eccellenze, la storia, la cultura ed i prodotti enogastronomici tipici. Sarnano ha innumerevoli opportunità attrattive, ed ogni occasione di promozione, come il progetto di Confartigianato Eccellenze Marchigiane, puo’ diventare un importante volano turistico. Dopo il sisma le difficoltà sono innegabili, ma ci siamo rimboccati le maniche ed ora, dopo aver ricollocato nel nostro comune circa 800 sfollati, stiamo lavorando per dare nuovo impulso al nostro turismo, e siamo riusciti a costruire un ricchissimo programma estivo di attività fatto di arte, cultura, enogastronomia, musica, folklore, natura, rievocazioni e sport, proprio per lanciare il messaggio che il nostro è un territorio ancora vivo e dinamico, che merita di essere visitato e vissuto". "Il nostro territorio è ancora attivo ed energico nonostante le difficoltà del sisma – fa eco al sindaco l’ Assessore Innamorati – ci stiamo rialzando con molta dignità e forza, le imprese delocalizzate sono ripartite alla grande e le nostre strutture alberghiere, scolastiche e termali sono attive al cento per cento". "Questo è il penultimo incontro di promozione del progetto che, dopo le tappe promozionali a Recanati, Porto Recanati, San Benedetto, Tolentino, Ascoli Piceno ed oggi Sarnano, si concluderà il 21 settembre con un evento conclusivo a S. Benedetto, al quale prenderanno parte tutti i produttori artigiani coinvolti ed i gestori delle location – ha detto Eleonora D’Angelantonio di Confartigianato, che sta coordinando l’iniziativa – Siamo soddisfatti del bilancio del progetto sino ad ora, perché abbiamo cercato di creare una rete turistica integrata tra artigiani, commercianti, strutture ricettive, risorse artistiche, culturali e paesaggistiche, e dai feedback degli operatori coinvolti il riscontro è positivo e ci fa ben sperare rispetto ai risultati attesi". Un progetto, questo, che ha coinvolto 16 imprese di artigianato artistico ed agroalimentare d’eccellenza, dislocate in tre location con un respiro interprovinciale, Recanartti, Abbadia di Fiastra e S. Benedetto del Tronto, promosso da Confartigianato Imprese Macerata con il contributo della Regione Marche, che nasce nella consapevolezza che l’artigianato artistico nelle Marche è un’attrazione che dona qualità al territorio, genera un flusso turistico e contribuisce a valorizzare la nostra regione istaurando un circolo virtuoso tra promozione del territorio e Made in Marche.13  

A Sarnano si vola sulle “Ali per la Ricostruzione”

A Sarnano si vola sulle “Ali per la Ricostruzione”

Il 29 Luglio presso la Sala Congressi comunale di Sarnano si terrà un incontro dal titolo “Ali per la Ricostruzione” messo a punto grazie alle sinergie che l’Aeroclub dei Sibillini ed il Comune di Sarnano hanno sviluppato con l’Aeroclub d’Italia, l’Università Politecnica delle Marche, la Regione Marche, il CONI ed il Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Il tema dell’incontro è l’aiuto alle popolazioni colpite dal sisma mediante la valorizzazione delle attività sportive locali, ampliando, ove possibile, le peculiarità naturali del territorio. L’Aeroclub dei Sibillini, che svolge attività di Volo Libero (Deltaplano e Prapendio) da oltre 40 anni nel territorio di Sarnano, si propone come palestra formativa per la diffusione della cultura aeronautica ai giovani e lo fa attraverso il progetto “ANNO ZERO”, che verrà presentato in dettaglio durante l’incontro, attivando laboratori di modellismo e di tecniche di volo libero, fino a formare un vivaio di agonisti che possano competere a livello nazionale ed internazionale. La collaborazione con il Comune ha consentito di ampliare l’offerta turistica locale indirizzandola ancor di più verso le “attività Outdoor” e rendendola di estrema professionalità, grazie alla collaborazione instaurata con gli Enti pubblici citati in precedenza. L’incontro avrà inizio alle ore 11:00 e vi saranno gli interventi di: Franco CEREGIOLI – Sindaco Comune di Sarnano  Giuseppe LEONI – Presidente Aeroclub d'Italia Sauro LONGHI – Rettore Università Politecnica delle Marche Fabio LUNA – Presidente CONI Regionale Oliviero OLIVIERI – Presidente Parco dei Monti Sibillini Angelo SCIAPICHETTI – Assessore - Regione Marche Claudio SPINELLI – Presidente Aeroclub dei Sibillini Fabio STURANI – Presidenza Regione Marche   Organizzatori: Renato RICCI (Università Politecnica delle Marche) e Claudio SPINELLI

"RisorgiSibillini" - Weekend lungo di Camoscio dei Sibillini Trekking di Ussita

"RisorgiSibillini" - Weekend lungo di Camoscio dei Sibillini Trekking di Ussita

Con questo weekend appena trascorso è partita l'inziativa proposta dal "Camoscio dei Sibillini - Escursioni e Trekking" di Ussita, dal nome "RisorgiSibillini", che porterà a Luglio e Agosto a far vivere e rivivere le località agibili e aperte dei Sibillini e dell'Appenino, anche in collaborazione con tante strutture locali. Sempre accompagnati da Guide professioniste dell'AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escurisonistiche). Questo weekend è iniziato venerdì sera con la visita delle Lame Rosse al tramonto (zona Fiastra) in cui sono stati coinvolti i bar VerdeFiastra e Bar di San Lorenzo al Lago di Fiastra. Sabato sera invece dopo un gustoso aperitivo alla Baita Euroski di Sassotetto di Sarnano, gestita da Stefano Marchegiani del BikePark si è ammirato il tramonto e le stelle a Pizzo di Meta nei Prati-Piani di Ragnolo.  La mattina seguente, domenica, dopo che alcuni nostri clienti hanno dormito all'Hotel Le Terme di Sarnano, partendo dal Rifugio Sibilla di Montemonaco si è saliti in cima al Monte Sibilla e visitato l'ingresso di quella che un tempo era la Grotta della Sibilla, al ritorno il gruppo si è potuto ristorare al Rifugio Sibilla 1540.  Queste iniziative sono solo le prime 3 di una lunghissima serie che ci saranno per tutto Luglio e Agosto, per rimanere sempre aggiornati vi consigliamo di consultare il sito web www.camosciosibillini.it e la relativa fanpage di Facebook dove sono pubblicati tutti gli eventi.

Risorgimarche: per il concerto di Bungaro presenti 24 aziende alle "Isole del gusto"

Risorgimarche: per il concerto di Bungaro presenti 24 aziende alle "Isole del gusto"

Ventuno aziende agricole e dell’artigianato, oltre ai 2 consorzi del vino marchigiano e quello dell’enogastronomia, saranno presenti alle ‘Isole del gusto’ di Risorgimarche per il concerto di Bungaro che si terrà a Pintura del Bagnolo (Fiastra / San Ginesio / Sarnano MC) in programma domani, domenica 23 luglio, alle 16.30. Dall’ora di pranzo sarà come di consueto possibile acquistare lungo il cammino i prodotti agricoli delle aziende terremotate, come la birra artigianale, i legumi, i formaggi bio, l’olio. Oltre ovviamente i vini dei dall’Istituto marchigiano di tutela vini (Imt) e del Consorzio vini piceni, che assieme all’Istituto marchigiano di enogastronomia (Ime) collaborano con il festival gratuito di solidarietà ideato e promosso da Neri Marcorè. Gli appuntamenti successivi saranno: Samuele Bersani (25 luglio) Daniele Silvestri (27 luglio), Mannoia e Barbarossa (30 luglio), Brunori Sas (31 luglio), Max Gazzè (2 agosto) e Francesco De Gregori (con Gnu Quartet e Form - Orchestra Filarmonica Marchigiana) – che chiuderà il Festival il 3 agosto.    

In centinaia per Paola Turci ai Piani di Ragnolo. Ma un disabile di Sarnano protesta: "Non mi hanno fatto passare"

In centinaia per Paola Turci ai Piani di Ragnolo. Ma un disabile di Sarnano protesta: "Non mi hanno fatto passare"

Anche oggi “RisorgiMarche” ha fatto centro. In centinaia hanno raggiunto il "palco verde" dei Piani di Ragnolo per il concerto di Paola Turci. Un pubblico eterogeneo ha raggiunto la location del concerto dopo una piacevole passeggiata e ha poi seguito con entusiasmo e partecipazione la performance dell'artista romana: "Da casa mia ho vissuto una briciola appena di quello che avete vissuto voi. Ma vi ho pensato, tutti i giorni".  Poi l'abbraccio affettuoso con l'ideatore della manifestazione, Neri Marcorè, che ha voluto con forza realizzare questi eventi per rilanciare le zone marchigiane colpite dal sisma e far riscoprire la bellezza dei parchi montani. Ma, a margine del concerto di Paola Turci, è arrivata una dura protesta da un cittadino sarnanese disabile che dichiara di non aver potuto raggiungere il luogo dell'evento.  Federico Superiori ha seguito alla lettera quanto previsto sul sito di RisorgiMarche per i disabili:  Disabili accompagnati I concerti accessibili ai disabili accompagnati saranno segnalati da questa icona. Per questi concerti le persone con disabilità motorie potranno raggiungere con i propri automezzi le immediate vicinanze del luogo di spettacolo, dopo aver acquisito le informazioni necessarie attraverso la mail di seguito indicata (disabili.risorgimarche@gmail.com): sarà predisposta una speciale area di parcheggio. L’ultimo tratto da percorrere – pochi metri – è su prato o terreno sconnesso per cui è necessario essere attrezzati o accompagnati. La segnalazione d’idoneità degli spazi avverrà sulla base dei sopralluoghi effettuati dalla produzione, di concerto con le autorità competenti. Controllate la sezione concerti del sito www.risorgimarche.it e i social di RisorgiMarche per aggiornamenti.   Il concerto di Paola Turci era contrassegnato con il simbolo previsto e Superiori ha inviato la mail, alla quale, però, non ha mai ricevuto risposta. Oggi, ha cercato insieme al suo accompagnatore alla guida dell'auto (munita di regolare contrassegno per disabili) di raggiungere il punto più vicino al concerto dove poter posteggiare il mezzo, in modo da avere la possibilità di assistere al concerto, ma questa possibilità gli è stata negata e conseguentemente è dovuto tornare indietro senza avere l'opportunità di partecipare all'evento.  Superiori domani presenterà un esposto ai carabinieri di Sarnano.   

Sarnano, le Terme si spostano definitivamente all'ex Novidra

Sarnano, le Terme si spostano definitivamente all'ex Novidra

La Sarnano Terzo Millennio ha concluso un altro grande passo per l’attuazione della procedura di delocalizzazione e la totale riapertura delle Terme di San Giacomo. Il sisma dello scorso anno ha gravemente lesionato le strutture dello stabilimento Termale in viale Baglioni, costringendo a spostare le attività nella struttura Novidra in liquidazione. "Fino ad oggi" afferma il presidente Franco Pesci "siamo stati nella sede di Via De Gasperi con contratto di locazione temporanea regolarmente autorizzato dal giudice fallimentare. Da oggi non è più cosi. La Sarnano terzo Millennio nei giorni scorsi ha presentato al giudice di Macerata offerta di acquisto e poche ore fa, la nostra società è stata dichiarata aggiudicataria dell’immobile conosciuto con la denominazione Novidra in via De Gasperi.   Nella nuova sede, appena acquisita, andremo a delocalizzare definitivamente lo stabilimento termale nella sua completezza non potendo in tempi rapidi provvedere alla riparazione dei danni gravissimi subiti dalle strutture in viale Baglioni.   Il percorso è ancora lungo ma lo stiamo seguendo con decisione e tenacia nell’intento di salvaguardare l’attività termale che da oltre ottanta anni porta lustro alla nostra amata Sarnano. In questi mesi abbiamo svolto un difficile lavoro per concretizzare questo passaggio e l’aggiudicazione immobiliare di questa mattina ci riempie di soddisfazione.   A tutti quanti operano alle terme, Direttore sanitario, personale amministrativo e dipendenti tutti, un ringraziamento del lavoro svolto e del sostegno fornito al CdA in questo delicato periodo.Un ringraziamento ufficiale che non è solo dovuto ma assolutamente meritato al sindaco Franco Ceregioli ed all’amico assessore Luca Piergentili che continuamente hanno sostenuto il CdA nelle scelte partecipando direttamente ad incontri e riunioni ed agendo sempre tempestivamente per risolvere i problemi che ci si sono posti davanti. Senza di loro la società non ce l’avrebbe fatta.   Il percorso è ancora lungo, stiamo avviando i lavori di riorganizzazione della struttura ex Novidra per potenziare le cure inalatorie, le cure fisioterapiche ed i servizi già svolti nella nuova sede di viale De Gasperi. Contiamo di aprire tutti i reparti per la prima settimana del prossimo mese di agosto. Nell’attesa di poter presto riaprire anche il parco di viale Baglioni, vi invitiamo e vi aspettiamo alle Terme di San Giacomo nella nuova sede di via De Gasperi".

19/07/2017
Con Paola Turci a Piani di Ragnolo per Risorgimarche anche 23 aziende nelle "isole del gusto"

Con Paola Turci a Piani di Ragnolo per Risorgimarche anche 23 aziende nelle "isole del gusto"

Torna Risorgimarche con Paola Turci  il 20 luglio, ore 16.30  a Piani di Ragnolo, Fiastra/Sarnano MC e tornano protagoniste le ‘Isole del gusto’, con la partecipazione di 20 aziende agricole e dell’artigianato che operano nelle aree del cratere colpite dal sisma. A queste, come al solito si aggiungerà una cantina fatta di 70 etichette in rappresentanza di tutte le doc vitivinicole regionali curata dall’Istituto marchigiano di tutela vini (Imt) e dal Consorzio vini piceni, che assieme all’Istituto marchigiano di enogastronomia (Ime) sono partner dell’evento ideato e promosso da Neri Marcorè. Per il sesto dei 13 concerti previsti, l’agroalimentare di Risorgimarche sarà organizzato a partire dalle ore 12.30 con le Isole del gusto lungo il cammino (piatto, 2 km) che dai varchi porterà al terrazzo panoramico di Piani di Ragnolo (1.380 mt). – In vendita i prodotti dell’agricoltura marchigiana: dalla birra agricola al vino cotto, dal formaggio bio all’olio, dai legumi ai salumi e alle confetture. Gli appuntamenti successivi saranno: Bungaro (23 luglio), Samuele Bersani (25 luglio) Daniele Silvestri (27 luglio), Mannoia e Barbarossa (30 luglio), Brunori Sas (31 luglio), Max Gazzè (2 agosto) e Francesco De Gregori (con Gnu Quartet e Form - Orchestra Filarmonica Marchigiana) – che chiuderà il Festival il 3 agosto. Le aziende presenti nelle isole del gusto per il concerto di Paola Turci, Piani di Ragnolo-Fiastra Sarnano: Azienda agricola Lorese (Loro Piceno-MC); La Dea (Macerata-MC); Panificio di Cappa Antonio di Cappa Patrizia (Visso-MC); Dolci Manie (Acquesanta Terme-AP); Panetteria la Spiga di Pompei Mario (Esanatoglia-MC); Antica Gastronomia (Mogliano-MC); F.lli Cocci-Apicoltura Sibilla (Monteleone-FM); Fortuni Francesco (Montemonaco-AP); Colibazzi Filippo (Amandola-FM); Il Gelso Rosso di Tiberi Scilla (Amandola-FM); Birrificio le Fate (Comunanza-AP); Azienda Agricola Caprì (Pollenza-MC); Maggi e Vecchioni (Serrapetrona-MC); Alessandrini Alessandro (Appignano del Tronto-AP); Gravucci Massimo (Amandola-FM); Giorgio Togni (Cingoli-MC); Giovanni Angeli (Pieve Torina-MC); Sadifa (Fabriano-AN); Distilleria Varnelli (Muccia-MC); Fattorie Marchigiane (Amandola-FM); Istituto Marchigiano Tutela Vini; Consorzio Vini Piceni; Istituto Marchigiano di Enogastronomia.                                                                                                                                            

Addio al poeta dialettale Egidio Mariotti. Il sindaco di Sarnano: "Un esempio per tutti"

Addio al poeta dialettale Egidio Mariotti. Il sindaco di Sarnano: "Un esempio per tutti"

Profondo cordoglio a Sarnano e in tutta la provincia per la scomparsa di Egidio Mariotti, conosciutissimo per la sua passione per il dialetto. Lascia le figlie Rosella e Stefania. Aveva perso la moglie da qualche tempo. A ricordarne la figura, commosso, è il sindaco di Sarnano, Franco Ceregioli: "Egidio se ne è andato: in punta di piedi, con la discrezione che lo caratterizzava, è salito ad abbracciare per sempre la sua amata consorte. Egidio Mariotti è stato un grande personaggio della nostra Sarnano: amministratore, fondatore ed animatore del gruppo folkloristico negli anni '80, redattore dell'Appennino Camerte e poeta dialettale. Ma soprattutto è stato una persona che ha sempre fatto dell'umanità il suo stile di vita: sempre sorridente, sempre pronto al dialogo ed alla battuta, sempre attento ai bisogni degli altri... un esempio per tutti. Nel fare le mie più sentite condoglianze alle figlie Rosella e Stefania ed a tutti i suoi familiari, voglio condividere con voi un ricordo "radiofonico" che ho dell'amico Egidio.Ero bambino – non ricordo l'anno – quando Egidio partecipò alla Corrida radiofonica condotta da Corrado. Armato di registratore a cassetta mi misi davanti alla radio e registrai la poesia con la quale Egidio vinse quell'edizione della Corrida. Era una poesia nella quale, raccontando le vicende di Pierino in Paradiso, poi in Purgatorio e quindi all'Inferno, Egidio riuscì a sdrammatizzare e rendere divertente anche un momento così drammatico come quello della morte. Non rammento bene il titolo (forse "Pierino nell'aldilà"), ma ricordo benissimo le prime strofe:"Pierino è mortu,un gorbu all'impruisu,un santu lì a guardallu par che scia,tuttu cumpuntu e co la vocca a risu,e immece quella è l'urtima vuscia.... ... " Riposa in pace carissimo Egidio".   (Foto dal profilo Facebook di Franco Ceregioli)

17/07/2017
Ciclabile con i soldi degli sms solidali: critiche da Brignone (Possibile) e Rifondazione Comunista

Ciclabile con i soldi degli sms solidali: critiche da Brignone (Possibile) e Rifondazione Comunista

La deputata di Possibile Beatrice Brignone contesta la scelta della Regione di utilizzare 5 milioni e 450 mila euro, dei 17,5 ricavati dagli sms solidali a favore delle zone terremotate, per il primo stralcio di una pista ciclabile da Civitanova Marche a Sarnano. Per Brignone, altre sono le priorità, come riportare a casa le famiglie e tornare a "vivere queste terre, per poter anche accogliere al meglio sempre più i turisti". Per le piste ciclabili, "ci sono altri finanziamenti, si cerchino anche quelli". "Chi ha donato con un sms - continua -, lo ha fatto pensando di offrire, con quel gesto, una mano per rialzarsi, mano che in quel momento non poteva allungare se non digitando un numero. Per tali motivi ho presentato una interrogazione alla presidenza del Consiglio e per chiedere rispetto chi ha donato soldi e rispetto per chi ancora vive in roulotte o alloggi di fortuna, per chi ogni giorno si muove tra macerie e zone rosse, per chi cerca di strapparsi un futuro con forze sempre più flebili". Critiche anche dal comitato regionale del Partito della Rifondazione Comunista: "La generosità, l’impegno solidale sono tra le principali virtù civili. Il dramma del terremoto ne è stato l’esempio. Migliaia e migliaia di persone, in tanti modi diversi, hanno dato il loro contributo. Chi non ha potuto partecipare di persona ha scelto di dimostrare la propria vicinanza a quel dolore e a quelle sofferenze con una sottoscrizione in danaro. Questa generosità è stata copiosa, ad esempio oltre 33 milioni raccolti dalla Protezione Civile con il famoso SMS solidale, di cui, per le Marche quasi 18 milioni di euro. Purtroppo però, di nuovo la saggezza del popolo si scontra con l’insensibilità di certa politica. Così la Giunta regionale delle Marche, chiamata a deciderne l’utilizzo, insieme al Comitato dei Garanti dove siede, a rappresentare la nostra Regione,  anche l’ex On. Marisa Abbondanzieri vuole destinare quasi un terzo di questo finanziamento (circa 5 milioni e mezzo)  alla realizzazione (sembra solo un primo lotto) di una pista ciclabile da Civitanova Marche a Sarnano, opera dal “vago” sapore di gratulazione da collegio elettorale per l’assessore regionale Sciapichetti, sicuramente non urgente e, con qualche impegno, finanziabile con risorse diverse di quelle dedicate alla ricostruzione post terremoto. Certo questa scelta non è in sintonia con lo spirito di quanti hanno versato, facendo in tanti casi anche un vero sacrificio, il loro contributo. Di più, questa disinvoltura e questa superficialità seminerà, ancora di più, sfiducia e disillusione. Invitiamo pertanto la Regione Marche a recedere da questa scelta, di più, invitiamo tutti quelli che hanno messo la loro solidarietà a disposizione dei terremotati a far sentire la loro voce e il loro sdegno. Ancora una volta la Giunta regionale dimostra la sua incapacità, una volta di più il modello imposto dal governo nazionale, burocratico, centralistico, macchinoso e antidemocratico, mostra i limiti le cui conseguenze pagano dolorosamente le popolazione terremotate.    

12/07/2017
Ceregioli, il sindaco "controcorrente" sui soldi degli sms: "La pista ciclabile è fondamentale per il rilancio turistico dell'entroterra"

Ceregioli, il sindaco "controcorrente" sui soldi degli sms: "La pista ciclabile è fondamentale per il rilancio turistico dell'entroterra"

La scelta di destinare oltre 5 milioni di euro provenienti dagli sms solidali che gli italiani hanno destinato a favore delle popolazioni colpite dal terremoto sta facendo discutere animatamente. E sono davvero poche le voci che si sono levate a difesa di questa decisione.  Una di queste voci "controcorrente", rispetto al comune sentire è quella di un sindaco: Franco Ceregioli, primo cittadino di Sarnano, uno dei paesi più colpiti dal sisma. Lo stesso Ceregioli ha dichiarato apertamente il suo punto di vista affermando "Nella conferenza dei sindaci dei comuni della provincia di Macerata ricadenti nel cratere, abbiamo discusso dell'utilizzo dei fondi derivanti dagli sms solidali.Considerato che la ricostruzione passerà attraverso risorse pubbliche e che si è deciso che i fondi ricavati dalle donazioni tramite sms fossero utilizzati per iniziative di rilancio economico e turistico dell'area del cratere, sono stati individuati una serie di interventi da realizzare nelle varie parti del territorio. Per quanto riguarda la nostra area l'assemblea ha approvato uno degli interventi più consistenti, destinando oltre 5 milioni di euro per la realizzazione di una pista ciclabile che parta dalla Abbadia di Fiastra e arrivi fino a Sarnano, coinvolgendo il territorio di sette comuni del cratere.Questo investimento (che fa parte di un più ampio progetto di un anello ciclabile che parte da Civitanova Marche per arrivare a Sarnano e quindi ad Amandola ed infine a Porto San Giorgio) sarà di fondamentale importanza per il rilancio turistico del nostro entroterra, in quanto il turismo legato al vasto mondo delle biciclette è in continua espansione e il nostro territorio offre da questo punto di vista delle possibilità uniche". A seguito di questo intervento, si è scatenato un vero e proprio vespaio che ha indotto l'avvocato Ceregioli a spiegare ulteriormente perchè ha condiviso la scelta di spendere denaro per una pista ciclabile che parta dell'Abbadia di Fiastra e arrivi fino a Sarnano. "Alcune premesse. Innanzitutto" dice Ceregioli "nella riunione in questione, come primo punto abbiamo approvato il primo stralcio di opere pubbliche per circa 60 milioni di euro. Sarnano c'è dentro per l'edilizia scolastica, per il centro disabili di Gabella (1200000 euro per la ricostruzione) e con l'ex ospedale (per circa 2000000 di euro). Si tratta ovviamente solo del primo stralcio, a cui me faranno seguito altri secondo un ordine di priorità che ogni ente si è dato. Secondo punto: tutta la ricostruzione, pubblica e privata, viene finanziata dallo Stato (nelle sue varie articolazioni), così come pubblici sono i fondi dell'emergenza, dei contributi per l'autonoma sistemazione, delle casette, delle delocalizzazioni delle imprese, etc.Nell'incontro di venerdì scorso a Sarnano, l'ing. Spuri ha chiarito benissimo le varie questioni relative alla ricostruzione privata, i cui fondi sono garantiti dallo Stato mediante il meccanismo del credito d'imposta bancario.Detto questo, passiamo agli sms.In primo luogo (non è per giocare con le parole), ma la loro finalità non era legata alla ricostruzione, bensì al sostegno ai territori colpiti dal sisma.Non vanno pertanto messi sullo stesso piano i costi per la ricostruzione (che avverrà, o meglio, che è iniziata ad attuarsi con risorse pubbliche) e quelli per il sostegno alle aree terremotate.Il sisma, oltre ad aver distrutto e danneggiato le case (e, ripeto, per questo i fondi sono pubblici), ha anche messo in ginocchio l'economia di tutto un territorio, ed anche su questo bisogna intervenire.Tutto è prioritario e tutto si lega: ricostruzione (per far rientrare le persone nelle proprie case) e rilancio economico (per non far morire un territorio).Certo, presa fuori contesto, una pista ciclabile può sembrare un'eresia, ma contestualizzata al fatto che la ricostruzione sarà (come è giusto che sia) garantita dal pubblico, ha tutt'altra chiave di lettura.La Regione ha proposto un piano di utilizzo dei fondi ricavati con gli sms in linea con le finalità di rilancio dei territori, individuando una serie di interventi che potessero avere ricadute positive dal punto di vista economico.Questa pista ciclabile (quella Abbadia di Fiastra/Sarnano ne sarebbe un primo stralcio) era già stata individuata ante sisma come un progetto strategico di rilancio turistico di questa parte dell'entroterra marchigiano, e per questo la Regione ha proposto di inserirla in questo piano. Si tratta infatti non di un progetto legato al classico (e comunque rispettabilissimo) cicloturismo domenicale, bensì ad una nuova visione di un territorio che, attraverso questa opera che assume anche una forte valenza simbolica, si caratterizza come centro di un turismo legato alle attività all'aria aperta (il c.d. outdoor), capace di attirare turismo da fuori Regione e, soprattutto, dall'estero, fortemente orientato a queste nuove forme di turismo.Ovviamente tutto è opinabile:- invece della ciclabile si poteva fare un altro intervento (... ma anche di quest'altro ipotetico intervento si sarebbe potuto dire lo stesso, secondo il moto principio del c.d. "benaltrismo" ... c'è sempre "ben altro" da fare);- la cifra è troppo alta (ma 5 milioni di euro sarà all'incirca quello che il comune di Sarnano avrà speso a fine anno per i contributi per l'autonoma sistemazione);- etc. etc..Quello che non si dovrebbe fare (ma comprendo bene che non sia semplice, soprattutto per chi ha avuto la casa danneggiata o, peggio, distrutta) è confondere il piano della ricostruzione con quello del rilancio economico: è giustissimo, direi sacrosanto, pretendere una rapida ricostruzione (e se ci sono delle cose che non vanno - e per carità, ci sono - dobbiamo tutti lavorare per migliorarle), ma è altrettanto doveroso continuare a progettare il futuro come facevamo prima del terremoto.Personalmente - premesso che tutti i giorni, pur con i miei innegabili limiti, lavoro per la ricostruzione e che il mio sogno sarebbe quello di poter cancellare con un colpo di spugna questi ultimi 11 mesi e poter rivedere ognuno dentro la propria abitazione - ritengo che questo progetto (ovviamente insieme a tanti altri sui quali, anche con altri comuni, stiamo lavorando) possa contribuire a farci rialzare ed a guardare con un po' più di fiducia al futuro. ... ne avevamo bisogno prima del terremoto ... ne abbiamo ancora più bisogno adesso!".

12/07/2017
Emozione a Sarnano per la cerimonia del "licof": grazie al Friuli la nuova scuola per l'infanzia è realtà - FOTO

Emozione a Sarnano per la cerimonia del "licof": grazie al Friuli la nuova scuola per l'infanzia è realtà - FOTO

Con una festa appartenente alla tradizione friulana, ovvero il "licof", si è svolta oggi a Sarnano la cerimonia di deposizione della tipica frasca sul tetto della scuola dell'infanzia che la Protezione civile del Friuli Venezia Giulia sta realizzando nel comune del maceratese. È stata la stessa presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, a consegnare nelle mani del capocantiere il "pec", ossia il piccolo abete, il quale, secondo la tradizione carnica, è stato sistemato nel punto più alto dell'edificio. Serracchiani ha spiegato il motivo per cui la Regione ha scelto la comunità di Sarnano per la costruzione di un'opera tangibile che resti nel tempo. "Abbiamo deciso di impegnarci qui - ha detto - per dare vita a un edificio in un territorio lontano dai riflettori. Con l'amministrazione locale c'è stato subito un grande affiatamento che ci ha consentito di andare avanti speditamente con i lavori''. Grazie allo sforzo e alla solidarietà di tanti soggetti noi possiamo ripartire''. Lo ha detto il presidente delle Marche Luca Ceriscioli, ringraziando Deborah Serracchiani e la Regione Friuli Venezia Giulia. ''Sono questi gesti che ci fanno sentire tutti dentro una grande famiglia e ci danno la forza di andare avanti'' ha aggiunto. Sono oltre 130 le scuole danneggiate nelle Marche. Per 14 scuole ha preso il via la ricostruzione con tecniche a secco e veloci ma allo stesso tempo sicure all' avanguardia. Un secondo gruppo di scuole aspetta il via libera della Corte dei conti e altre 65 verranno finanziate nell'ultimo stralcio del piano scuole già in preparazione che verrà approvato a settembre. Attraverso le scuole, ha detto il presidente, ''ricostruiamo il cuore delle comunità. Come in questo caso a lavorare senza sosta per dare risposte ci sono centinaia di persone che vanno ringraziate. La missione della missioni è che le comunità diffuse sul territorio possano attraverso le scuole ricominciare a vivere". (Ansa)

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433