Sarnano

Sarnano, i Carabinieri traslocano nella sede dei Forestali

Sarnano, i Carabinieri traslocano nella sede dei Forestali

Completato il trasloco della Stazione Carabinieri di Sarnano dai Moduli Abitativi Provvisori (MAP) costruiti a seguito del terremoto ed ubicato nel parcheggio Bozzoni. Da domani i militari dell’Arma  riceveranno il pubblico in Viale della Rimembranza al civico. 44, nella struttura condivisa con i Carabinieri Forestali. La sede di servizio rimarrà la medesima fino alla ricostruzione della vecchia caserma di Via Santa Rita, andata distrutta con il terremoto del 2016 e che sarà ricostruita entro il 2022.   

21/12/2020
Sarnano, aumentano i numeri del focolaio Covid alla casa di riposo: positivi altri 9 ospiti e 3 operatori

Sarnano, aumentano i numeri del focolaio Covid alla casa di riposo: positivi altri 9 ospiti e 3 operatori

Altri 12 casi positivi al Coronavirus registrati alla casa di riposo di Sarnano "A seguito dei risultati dei tamponi molecolari eseguiti da Asur e dalla cooperativa Pars si sono evidenziati nuovi casi di positività al covid-19 all'interno della nostra casa di riposo". Lo comunica il sindaco di Sarnano, Luca Piergentili, che precisa: "Nello specifico sono risultati positivi 9 ospiti e 3 operatori pertanto ad oggi ci sono 15 ospiti e 4 operatori positivi. - Continuiamo a lavorare in stretta collaborazione con Pars, Asur ed Usca per offrire adeguata assistenza ai positivi e garantire i servizi agli altri ospiti che devono comunque sopportare il disagio generato dalla situazione di emergenza della struttura"."Le famiglie dei positivi sono state informate delle condizioni dei propri congiunti - annuncia il primo cittadino - Auspichiamo in tempi brevi l'intervento del personale specializzatodell'esercito italiano che abbiamo richiesto all'indomani del manifestarsi delle prime positività e sollecitato alla luce della situazione attuale".

20/12/2020
Sarnano, focolaio Covid alla casa di riposo: positivi 6 ospiti e un operatore

Sarnano, focolaio Covid alla casa di riposo: positivi 6 ospiti e un operatore

Sette casi positivi alla casa di riposo di Sarnano  “Dai test molecolari veloci periodici effettuati presso la nostra casa di riposo sono risultati positivi 3 ospiti ed un operatore. I primi sono stati immediatamente posti nelle cosiddette "stanze covid" presenti nella struttura, mentre il secondo è in quarantena nella propria abitazione. Contestualmente abbiamo messo in isolamento in stanze singole altri 3 pazienti che avevano avuto contatti stretti”. Lo comunica il sindaco di Sarnano, Luca Piergentili, che aggiunge.  “Abbiamo richiesto supporto ad Asur che si è attivata con celerità ed efficienza per effettuare il tampone molecolare completo a tutti i degenti e gli operatori, questo ci ha consentito di individuare ulteriori 3 positivi tra gli ospiti e di conseguenza è emersa la necessita di porre in isolamento altri 3 ospiti, per un totale di 6 positivi e 6 in isolamento nella struttura. In accordo tra amministrazione comunale, cooperativa Pars che gestisce la struttura ed asur AV3 nella persona della dottoressa Faccenda si è stabilito di spostare i positivi e gli isolati al terzo piano dello stabile al fine di avere un assoluto isolamento rispetto ai restanti pazienti in struttura con la presenza di personale esclusivamente dedicato ai pazienti covid”. Per garantire la presenza nelle intere 24 ore di personale infermieristico a tutta la struttura, la AV3 , che ringrazio, ha messo a disposizione un infermiere ed attivato immediatamente il servizio delle Usca, continua il primo cittadino . Nonostante questi interventi resta la necessita di reperire ulteriore personale infermieristico che stiamo richiedendo alla protezione civile ed ai corpi militari. Le famiglie degli ospiti sono state informate della situazione della struttura e della condizioni cliniche dei propri cari. Gli ospiti positivi e quelli posti in quarantena al momento sono asintomatici. Ringrazio il personale della struttura e la cooperativa Pars nella persona della responsabile Emanuela Alfei per la disponibilità e la professionalità dimostrata in questa situazione complicata che grazie al lavoro di tutte le componenti risulta essere circoscritta e sotto stretto controllo”.

13/12/2020
Covid-19, contagi in calo a Monte San Giusto e Cingoli: Macerata resta sopra quota 300 casi

Covid-19, contagi in calo a Monte San Giusto e Cingoli: Macerata resta sopra quota 300 casi

Resi noti gli ultimi  aggiornamenti forniti dalle amministrazioni comunali in merito all'evoluzione del contagio da Coronavirus in provincia di Macerata: i numeri delle ultime 24 ore evidenziano una situazione in generale miglioramento.  Tornano a diminuire leggermente i contagi a Macerata, dove risultano positivi al Covid-19 310 cittadini (-7 rispetto a ieri), mentre aumenta di 70 unità il numero di persone poste in isolamento domiciliare (338) .  Contagi in lieve salita a Sarnano, dove secondo i dati diffusi dal sindaco Piergentili risultano essere tre le nuove persone positive, a fronte di un guarito (14 i contagiati complessivi).  LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE A URBISAGLIA  Trend positivo a Cingoli, dove scende a 20 il numero di positivi (-7 rispetto alle ultime 24 ore), con 25 persone in isolamento domiciliare (+4) . Dati pressoché stabili a Petriolo, dove i positivi al Covid-19 scendono di due unità (8), mentre restano 2 i soggetti che si trovano in quarantena.  Si avvicina a tornare Covid free il comune di San Ginesio, dove si registrano soltanto 5 persone positive al coronavirus dopo il picco raggiunto nel mese di ottobre.    Dati, tutto sommato, incoraggianti anche a Castelraimondo dove i contagi scendono di 10 unità attestandosi a 35. Casi positivi in calo anche a Monte San Giusto, dove ad oggi si contano 58 soggetti positivi, mentre lo scorso 7 dicembre erano 73. Numeri invece, in nuovo aumento quelli che si riscontrano nel comune di Muccia che torna ad avere 5 contagiati ed un soggetto in isolamento fiduciario, tutti appartenenti allo stesso nucleo familiare. 

12/12/2020
Sarnano-Sassotetto, confermata l'edizione 2021: si correrà dal 30 aprile al 2 maggio

Sarnano-Sassotetto, confermata l'edizione 2021: si correrà dal 30 aprile al 2 maggio

Nella prossima stagione il Campionato Italiano Velocità Montagna di automobilismo si aprirà nel maceratese, con la 30^ edizione del Trofeo Lodovico Scarfiotti valido per il CIVM e TIVM Centro, e la 13^ edizione del Trofeo Storico Scarfiotti, valido per il CIVSA, l’italiano auto storiche. Nel fine settimana dal 30 aprile al 2 maggio, auto moderne ed auto storiche daranno vita alla cronoscalata Sarnano-Sassotetto, gara d’apertura del campionato CIVM. La pandemia Coronavirus ha impedito quest’anno di vedere all’opera l’interessante progetto dell’allungamento del percorso, che si sta avvicinando sempre più alla lunghezza originale delle prime edizioni. L’importante lavoro del Gruppo Sportivo AC Macerata e dell’Automobile Club maceratese ha permesso già in questo 2020 di omologare il tracciato che prevede ora la partenza nel punto originale, in un tratto pianeggiante in località Brilli, che permetterà il trasferimento delle vetture dal paddock più breve di circa 1 chilometro. Contemporaneamente, la linea del traguardo è stata spostata più avanti e permetterà una migliore dislocazione della postazione cronometristi. Queste modifiche permetteranno ai piloti di affrontare con pneumatici più in temperatura il primo impegnativo tornante e al pubblico (sperando in una positiva evoluzione della crisi sanitaria) di trovare ulteriori spazi per seguire la gara nel tratto iniziale. La zona di partenza, con sede stradale appena più ampia, è più idonea anche per la logistica ed i mezzi di servizio. Prima dell’evento verranno effettuati interventi per la sicurezza passiva del percorso e di alcuni tratti di fondo stradale. La prossima edizione si correrà quindi in gara unica su un percorso di 9977 metri sulla Strada Provinciale 120, con un dislivello che sale ora a circa 700 metri. Quello della Sarnano-Sassotetto è uno spettacolare percorso tanto apprezzato dal pubblico e dai campioni delle cronoscalate, immerso nel verde dei Monti Sibillini, lungo, tecnico, che valorizza le qualità di guida dei protagonisti. La cittadina termale di Sarnano tornerà quindi a ravvivarsi nel centro storico con le tre zone paddock che permetteranno a tutti di vivere l’atmosfera di una gara che è stata ideata nel lontano 1969, l’anno seguente alla scomparsa del grande campione Lodovico Scarfiotti, pilota Ferrari e asso delle salite, delle gare di durata in circuito e della Formula 1, dove rimane l’ultimo pilota italiano vincitore del Gran Premio d’Italia a Monza, nel 1966.   

10/12/2020
La forza della solidarietà: completato il "tendone chiesa" per il convento di San Liberato

La forza della solidarietà: completato il "tendone chiesa" per il convento di San Liberato

Una nuova struttura esterna per resistere ai rigori dell’inverno e permettere alla comunità legata al convento di San Liberato di rimanere vicina anche fisicamente. Le opere di messa in sicurezza della struttura hanno ridotto notevolmente la capienza della chiesa che resta in attesa della ricostruzione post-sisma, i frati del convento continuano a celebrare i riti liturgici anche se infine le misure di distanziamento anti-Covid hanno ridotto davvero a poche unità la capienza della chiesa (leggi qui). Dunque si è fatta strada l’idea di una tensostruttura per permettere ai tanti che raggiungono il convento di assistere alla funzioni religiose celebrate a San Liberato dai frati guidati da padre Moreno. Impegno di spesa notevole, almeno per i bilanci dei frati del convento, ma la solidarietà si è fatta sentire ed è diventata molto concreta. Finora si sono impegnati tanti benefattori e le amministrazioni comunali di Sarnano, San Ginesio e di Loro Piceno,  non ultima la ditta - la Argelli di Fusignano di Ravenna -  che ha comunque realizzato l’opera a prescindere dai tempi di pagamento. Dunque dicembre nel convento di San Liberato ha portato qualcosa di nuovo, utile a far rivivere ai tanti fedeli la gioia del ritrovarsi a San Liberato per le funzioni religiose. La raccolta dei fondi prosegue, appunto, per coprire le spese finora sostenute. Per la raccolta dei fondi è possibile effettuare un bonifico sul conto corrente del Convento. L’iban è IT 58 S 0311 169170 000 000 00 5783 intestato a provincia Picena San Giacomo della Marca Frati minori. Causale tendone neve San Liberato.

04/12/2020
Una biblioteca digitale per la scuola di Sarnano: il dono di Andrea Bocelli Foundation e Chopard

Una biblioteca digitale per la scuola di Sarnano: il dono di Andrea Bocelli Foundation e Chopard

È stato consegnato ieri presso la scuola di istruzione secondaria di primo grado “G.Leopardi” di Sarnano, borgo marchigiano colpito duramente dal terremoto del 2016, il quarto ABF TeachBus, una vera e propria biblioteca digitale per potenziare la didattica a distanza, parte del progetto pilota lanciato dall’Andrea Bocelli Foundation (ABF) lo scorso aprile. La consegna in tempi così brevi è stata possibile grazie al prezioso supporto di Chopard. L’iniziativa ha visto la partecipazione in distance del fondatore ABF Maestro Andrea Bocelli e di Simona Zito General Manager di Chopard Italia. Presenti anche il sindaco Luca Piergentili, alcuni alunni e insegnanti nonché l’atelierista digitale che seguirà lo sviluppo del progetto Daniela Amendola. “Si è detto e scritto da anni orma circa l’importanza che le nuove generazioni siano padrone del linguaggio informatico perché ovviamente avere accesso ad un computer significa avere accesso a tutto lo scibile contenuto in una piccola scatola metallica – afferma Andrea Bocelli nel suo messaggio - allora ritengo che in questo senso sia fondamentale favorire e sostenere l’accesso a materiali quali computer, tablet, in ambito scolastico come ABF sta facendo in questo momento”. “L’accesso all’istruzione è un tema molto caro a Chopard pertanto siamo molto contenti e onorati di supportare ABF in questo progetto di didattica innovativa a favore della comunità di Sarnano” ha dichiarato Simona Zito General Manager di Chopard Italia – “Una comunità che ha dovuto superare le difficoltà causate dal sisma del 2016 e che ora si trova ad affrontare quelle legate alla pandemia da Covid 19”. Un evento significativo per gli oltre 70 studenti che in questo momento stanno affrontando un anno scolastico con l’emergenza sanitaria covid19 ancora in corso. Infatti, il progetto di digitalizzazione nelle scuole ha l’obiettivo di creare e mantenere le condizioni che rendano i dispositivi - tablet e laptop - veri e propri strumenti a sostegno, integrazione e arricchimento dei processi di apprendimento. La Fondazione con il progetto “Con Te, per disegnare il futuro” dimostra ancora una volta di contribuire ad abbattere le barriere, fisiche o virtuali, che possono ostacolare il benessere del singolo e della comunità in cui vive. Il progetto include una biblioteca costituita da dispositivi in grado anzitutto di garantire agli studenti le condizioni per mantenere le relazioni a distanza con i propri compagni, gli insegnanti e gli atelieristi. Inoltre è in elaborazione lo sviluppo di una piattaforma on line per gli ABF Labs, che offrirà l’accesso a una ricca selezione di contenuti educativi, e la formazione e l’inserimento all’interno dell’organico docente della scuola della figura dell’atelierista digitale. Questa sorta di bibliotecario 4.0, specializzato nell’impiego delle nuove tecnologie per l’educazione, in collaborazione con il gruppo di lavoro ABF, promuoverà nuove e trasversali prospettive di utilizzo degli strumenti tecnologici per gli studenti, supportando insegnanti e famiglie nel migliore utilizzo di questi dispositivi. Grazie al rapporto di fiducia costruito con Chopard, ABF già nel 2019 aveva restituito alla comunità di Muccia la nuova scuola primaria e d’infanzia “E. De Amicis” e donato nel settembre scorso il primo “ABF Teachbus” agli studenti della stessa struttura. L’accesso all’educazione è da sempre il fulcro del lavoro di ABF, in Italia e all’estero, quale elemento di espressione della mission “empowering people and communities”. Nel momento storico di emergenza planetaria, legata al Covid19, circa il 91% degli studenti nel mondo si è trovata ad affrontare un percorso scolastico attraverso la didattica a distanza1 e in Italia, secondo i recenti dati rilasciati da ISTAT, il 57% degli under 17 deve condividere il proprio PC o tablet in famiglia, mentre il 12,3% non ne possiede uno2. "Un grazie particolare al partner tecnologico Lenovo che ha contribuito alla fornitura e alla predisposizione dei dispositivi che formeranno la biblioteca digitale nelle scuole interessate dal progetto pilota della Fondazione" - afferma la Andrea Bocelli Foundation" - . Per l’avvio del progetto ed il suo sviluppo sono state fondamentali le generose e numerose donazioni arrivate tramite la campagna a numerazione solidale 45516 avviata dalla Fondazione lo scorso aprile. La campagna è attiva e si può contribuire all’ulteriore implementazione di “Con Te, per disegnare il futuro” componendo il numero 45516, si potranno donare 2 euro (sms da cellulare Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali) oppure 5 e 10 euro (da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali). È possibile donare anche tramite IBAN IT53K0523271030000010016699 Causale: Con Te per disegnare il futuro o inviando una email a development@andreabocellifoundation.org.

Conferimento errato dei rifiuti: legittime le multe elevate dal Comune di Sarnano

Conferimento errato dei rifiuti: legittime le multe elevate dal Comune di Sarnano

Il Tribunale di Macerata ha riconosciuto la legittimità dell'ordinanza-ingiunzione emessa dal Comune a seguito di violazione dell'ordinanza comunale n. 50/2010 in tema di conferimento dei rifiuti.  La vicenda trae origine da una sanzione elevata dalla Polizia Municipale di Sarnano nel giugno 2018 nei confronti di un soggetto che all'interno del sacchetto “giallo” dei rifiuti indifferenziati aveva conferito anche rifiuti differenziabili, peraltro posizionando il sacchetto non davanti all'uscio di casa (come previsto dalle modalità di raccolta “porta a porta”), ma nei pressi di bidoni stradali adibiti ad altri scopi. L'uomo decideva di promuovere un giudizio nei confronti del Comune di Sarnano innanzi al Giudice di Pace di Macerata, impugnando la relativa ordinanza-ingiunzione: il Giudice di Pace accoglieva la domanda e revocava l'ordinanza-ingiunzione. Il Comune di Sarnano proponeva appello dinanzi al Tribunale di Macerata, sostenendo invece la piena legittimità del proprio operato: il Tribunale, con sentenza del 28 ottobre 2020, riformava integralmente la sentenza di primo grado del Giudice di Pace, confermando l'ordinanza-ingiunzione del Comune di Sarnano e condannando il trasgressore al pagamento delle spese legali dei due gradi di giudizio.  Dopo due anni di giudizio, in primo grado ed in appello, viene quindi pienamente confermato l'operato dell'Amministrazione Comunale in tema di controlli sugli errati conferimenti dei rifiuti e la legittimità delle sanzioni comminate in caso di accertate violazioni. "Da tempo, avvalendocii della stretta sinergia operativa tra il Corpo di Polizia Locale ed il personale del Co.Sma.Ri. addetto al servizio di raccolta “porta a porta”, abbiamo intensificato i controlli al fine di prevenire fenomeni di abbandono di rifiuti o di errati conferimenti - fa sapere l'Amministrazione comunale di sarnano - .  In quest'ottica si è anche inserito un attento monitoraggio del territorio tramite telecamere posizionate nei luoghi in cui si dovessero verificare situazioni di criticità.  Il puntuale servizio di raccolta effettuato giornalmente, connesso all'attività di vigilanza, ha permesso che Sarnano incrementasse ogni anno la percentuale di raccolta differenziata, tanto che la media del 2020 è prossima ad un lusinghiero 75%, risultato estremamente soddisfacente se solo si consideri l'importante flusso turistico che riguarda Sarnano e che, soprattutto in particolari periodi dell'anno, fanno lievitare considerevolmente il quantitativo di rifiuti raccolti".  

03/12/2020
Covid-19, scendono i contagi a Corridonia e Pollenza: 90 casi a Porto Recanati

Covid-19, scendono i contagi a Corridonia e Pollenza: 90 casi a Porto Recanati

Nuovi aggiornamenti forniti dalle amministrazioni comunali in merito all'evoluzione del contagio da coronavirus in provincia di Macerata: i numeri delle ultime 24 ore sembrano sottolineare una decrescita dei contagi. Ci sono 18 guariti in più a Corridonia, dove i casi postivi scendono a 203, mentre sono 112 le persone che si trovano in isolamento fiduciario (-80 rispetto alla precedente comunicazione del 23 novembre scorso).  Dati stabili si registrano a San Ginesio, dove sono 12 le persone positive al Covid-19 di cui una ricoverata. Sette i casi di quarantena (dato anch'esso stabile). LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE DEI CONTAGI A ESANATOGLIA   Trend in discesa a Recanati: scende a 171 il numero dei positivi (erano 174 due giorni fa) con 127 persone che si trovano in isolamento fiduciario (-4). Leggero incremento a Monte San Martino dove i positivi salgono nuovamente a tre unità, sebbene si tratti di soggetti residenti ma non domiciliati nel Comune e che trascorrono l'isolamento nel Comune di domicilio.  Anche a Porto Recanati il report odierno evidenzia una nuova salita dei casi: sono 90 a cui si aggiungono 142 residenti in isolamento. "Da quanto ci risulta, la maggior parte dei positivi è asintomatico o i sintomi si sono limitati a pochi giorni ma diversi sono coloro che hanno sintomi e problemi persistenti. Nessuno, per quanto ci è dato sapere, è in gravi condizioni. Due concittadini sono in ospedale in condizioni in graduale miglioramento e speriamo di riaverli presto in città" ha sottolineato il sindaco Roberto Mozzicafreddo. In diminuzione, altresì, il numero dei contagiati nel comune di Pollenza. Il sindaco Mauro Romoli comunica che sono 63 le persone positive che trascorrono il loro isolamento in città (-5 rispetto alla precedente comunicazione)  Situazione simile a Loro Piceno, dove il numero dei soggetti positivi al Covid-19 scende di 6 unità rispetto alla precedente comunicazione: sono 13 le persone contagiate e 5 i casi in isolamento preventivo. In lieve discesa i contagi anche nel comune di Cingoli: sono 67 i residenti positivi al Coronavirus, 53 quelli in isolamento.   

29/11/2020
Sarnano, Monsignor Enrico Feroci nominato Cardinale dal Papa: nato da genitori di Piobbico

Sarnano, Monsignor Enrico Feroci nominato Cardinale dal Papa: nato da genitori di Piobbico

"Oggi è un giorno di festa per la nostra comunità". Così il sindaco di Sarnano Luca Piergentili ha commentato l'ordinazione dei nuovi Cardinali della Chiesa Cattolica, officiata da Papa Francesco, e avvenuta durante la mattinata odierna nella Basilica di San Pietro in Vaticano.  Tra i nuovi Cardinali, infatti, c'è anche Monsignor Enrico Feroci, nato in Abruzzo, da genitori sarnanesi di Piobbico. "Ho avuto modo di parlare con il nuovo Cardinale all'indomani della sua ordinazione a Vescovo - ha sottolineato Piergentili -, mi ha espresso il suo profondo legame con Sarnano, la benedizione della nostra comunità e la volontà di farci visita non appena sarà possibile". L'ordinazione dei nuovi Cardinali è stata definita da Don Antonio Mazzi, nel corso di un'intervista rilasciata alla nostra testata (leggi qui), come "una prima mossa fatta dal Papa verso una nuova Chiesa, verso la riscoperta di un Cristianesimo autentico". 

29/11/2020
"In estate 100 mila presenze per la via delle cascate": il 'miracolo' Sarnano tra sisma e Covid

"In estate 100 mila presenze per la via delle cascate": il 'miracolo' Sarnano tra sisma e Covid

Il "miracolo Sarnano" è sintetizzato tutto nelle 100 mila presenze registrate in estate nelle 3 meravigliose cascate naturali che danno origine alla "Via delle cascate perdute", un percorso che si sviluppa su un anello di 6 chilometri. "Ma Sarnano è anche tanto altro: è montagna, terme, arte e sport", racconta il sindaco Luca Piergentili.     Dalla finestra del suo ufficio si vede monte Castel Manardo - 1.915 metri di quota - completamente innevato. Sarnano, 3.170 anime, è uno dei 138 borghi danneggiati dal sisma del 2016, ha avuto circa 1.200 edifici lesionati, ma ha saputo rialzarsi in fretta e oggi può vantare una trentina di attività ricettive tra ristoranti, agriturismo e hotel e 2 mila posti letto. "Dall'anno successivo al terremoto, cioè dal 2017, a oggi è stato sempre un crescendo in fatto di turismo - racconta il sindaco -. Proprio nel 2017 registrammo 17mila presenze, che diventarono 31mila nel 2018 e 32mila nel 2019. Quest'anno, fino ad oggi - aggiunge Piergentili - nonostante l'emergenza covid stiamo registrando 28mila presenze. A queste - sottolinea - vanno aggiunte le 100mila che hanno raggiunto le nostre cascate, ma senza pernottare sul territorio comunale". "La pandemia sta creando difficoltà anche ai nostri imprenditori - spiega il sindaco - ma forse qui si sta riuscendo meglio che altrove a gestire le chiusure forzate". L'inverno da queste parti è già arrivato, ma gli impianti sciistici sono ancora chiusi e l'eventuale apertura è legata ai futuri Dpcm. "Con le dovute precauzioni - dice il sindaco - gli impianti potrebbero essere riaperti in sicurezza.  Rispetto alle 6 mila presenze a weekend degli anni scorsi consentiremmo l'ingresso alle piste solo alla metà degli amanti della neve". Se le cascate sono state il fenomeno dell'estate marchigiana 2020, la montagna resta il principale patrimonio ambientale di Sarnano. "Da lassù nelle giornate più limpide di vedono anche le coste della Croazia", racconta ancora il sindaco. "In quota, ma anche a valle - aggiunge - da qualche anno ha preso piede anche la mountain bike, abbiamo oltre 200 chilometri di piste". Il boom turistico di questo minuscolo borgo, con le facciate dei palazzi e dei monumenti fatte a mattoncini, coincide anche con uno stato di salute delle case comunali da fare invidia a tutte le amministrazioni pubbliche.    (Fonte Ansa)

29/11/2020
Nuova formula per la "Colletta Alimentare": i supermercati aderenti e come donare

Nuova formula per la "Colletta Alimentare": i supermercati aderenti e come donare

Un evento ormai tradizionale per la provincia di Macerata e per l’Italia, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, quest’anno ha cambiato forma.  Per le norme sul contenimento del Covid i volontari che affollavano le entrate dei supermercati invitando a donare cibo per i bisognosi hanno dovuto rinunciare alla loro attività lasciando ai manifesti affissi davanti ai supermercati e alla disponibilità del personale alle casse di svolgere questa opera di carità. "È stato difficile rinunciare a questo appuntamento - dice un volontario che da oltre vent’anni ha collaborato alla colletta -. Ho fatto il volontario fin dall’inizio e la soddisfazione di fare qualcosa di veramente util per chi è in difficoltà insieme al sorriso delle persone che prendevano volentieri il sacchetto giallo per mettere gli alimenti mi ha sempre dato una grande carica. Quest’anno seguo la colletta a distanza, controllo che le gift card siano all’ingresso e che le persone siano informate". Una colletta un po’ anomala, ma molte persone non si sono lasciate scoraggiare dall’assenza dei volontari all’entrata e hanno accettato di buon grado la nuova forma. Non acquisto di cibo, questa volta, ma donazione di due, cinque e dieci euro tramite card che si possono prendere all’ingresso o possono essere strisciate direttamente dal personale della cassa. Anche il periodo per le donazioni si è allungato e invece che un solo sabato il tempo della colletta va dal 21 novembre all’8 dicembre. Al termine di questo periodo il valore complessivo delle card sarà convertito in prodotti alimentari come pelati, legumi, alimenti per l’infanzia, olio, tonno e carne in scatola. Tutto sarà consegnato alle sedi regionali del Banco alimentare e distribuito, con le consuete modalità, alle circa 8000 strutture caritative convenzionate che sostengono oltre 2 milioni di persone. Come ha detto Papa Francesco "Da una crisi si esce o migliori o peggiori, dobbiamo scegliere. E la solidarietà è una strada per uscire dalla crisi migliori”. Collaborano  all’iniziativa l’associazione Nazionale Alpini, l’associazione Nazionale Bersaglieri, la Società San Vincenzo de Paoli, la Compagnia Delle Opere Sociali e altre associazioni caritative.  Si possono acquistare le gift card anche online sul sito https://www.mygiftcard.it.  I supermercati che hanno aderito all’iniziativa sono di seguito riportati:

28/11/2020
Sarnano - Acqua non potabile, scatta il divieto di consumo umano: tutte le zone interessate

Sarnano - Acqua non potabile, scatta il divieto di consumo umano: tutte le zone interessate

Ordinanza urgente di non potabilità dell'acqua in località Brilli, Romani e nel capoluogo comunale di Sarnano. È quanto previsto dal sindaco Luca Piergentili, dopo aver ricevuto la nota del Dipartimento di Prevenzione del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione della Asur Marche Area Vasta 3, con cui viene comunicato che presso la “Fontana Pubblica Laurenzi” in località Brilli è stato espresso un giudizio di non idoneità al consumo umano dell’acqua.  È stato, pertanto, disposto - in via preventiva e cautelativi - il divieto di consumo umano dell’acqua, fino all’avvenuto ripristino della qualità della stessa, nelle seguenti località: C.da Brilli; C.da Romani; C.da Morelli; C.da Piani di Tenna; Via De Minicis; Via Marconi; Via A. Moro; Via E. Fermi; Via B. Gigli; Via G. Rossini; Via S. D’Acquisto; Via Monti Sibillini; Via G. Verdi; Via San Rocco; Via D. Bramante; Via S. Perfetti; Via San Sebastiano; Via della Peschiera; Via G. Gavasci; Via B. Costa; Via E. Mattei; Via Santa Rita; Via Padre Sigismondo Damiani; Via XXV Aprile; Via Corridoni; Via A. De Gasperi; Largo Crivelli; Largo Ricciardi; Via Matteotti; Largo L. Pierucci; Via I Maggio; Via della Rimembranza; Piazza della Libertà; Via Baglioni; Via L. Scarfiotti; Via delle Grazie; Via del Colle; Via Puccini; Via Sargolini; Largo Manara; Via della Fonte; Borgo G. Garibaldi; P.le A. La Marmora; Via B. Buozzi; Via della Costa; Largo Bozzoni; Via San Francesco; P.zza Perfetti; Via G. Leopardi; Via XX Settembre; Via Oberdan; Via V. Veneto; Via A. Mameli; Via Mazzini; Via Trieste; Largo Decio Filipponi; Via degli Orti; Via Trieste; Via Roma; Via Rismondo; Via di Piazza Alta; P.le La Marmora; Via Don Minzoni; Via J. Kennedy. La società Tennacola s.p.a. – in qualità di gestore – è stata demandata ad effettuare immediatamente tutte le verifiche del caso e di adottare tutti i provvedimenti ritenuti più opportuni per ripristinare la qualità delle acque, relazionando sollecitamente in merito all’ASUR Marche Area Vasta 3 e al Comune di Sarnano. Al ripristino della potabilità verrà data la debita informazione alla cittadinanza.  

27/11/2020
Sarnano, i Covid-test arrivano nelle zone del cratere: taglio del nastro per il camper itinerante (VIDEO e FOTO)

Sarnano, i Covid-test arrivano nelle zone del cratere: taglio del nastro per il camper itinerante (VIDEO e FOTO)

Ha acceso i motori, poco dopo mezzogiorno, il nuovo camper itinerante appositamente attrezzato per poter effettuare il test rapido antigenico ed i test sierologici direttamente sui comuni dell'entroterra maceratese. Una bella novità per tutto il territorio quella messa in campo dalle Terme di Sarnano che per completare il servizio tamponi Covid-19 già attivati in sede ad inizio emergenza e che ha registrato numerose presenze, l’entourage sanitaria sarnanese ha deciso di mettere a disposizione il proprio personale ed i propri servizi, nel cosiddette aree del cratere. Il camper raggiungerà tutte le zone sprovviste di check point Covid unità mobile e fornirà un servizio fondamentale alla popolazione, costituita per la sua maggioranza da persone anziane, provvedendo a fare “a domicilio” i tamponi rapidi e i test sierologici. Un sistema drive-in mirato non solo a fare prevenzione e monitorare i casi di positività ma anche ad alleggerire il carico di lavoro che in questo periodo sta oberando le strutture ospedaliere e i laboratori analisi della provincia di Macerata. Alla giornata inaugurale che si svolta oggi nel piazzale antistante l'entrata principale delle Terme di Sarnano, luogo dove era appunto istallata l'unità mobile per i test Covid-19 ,erano presenti anche il primo cittadino di Sarnano Luca Piergentili e il Governatore della Regione Marche Francesco Acquaroli che con al fianco Marco Nacciarriti a vestire i panni del "padrone di casa", hanno provveduto al taglio del nastro dando ufficialmente il via a questo nuovo servzio: "E’ un progetto importante non solo per Sarnano ma per tutto l’alto maceratese – ha esordito il Presidente delle Terme Nacciarriti– questo nostro percorso è iniziato svolgendo i test sierologici qui nella nostra sede e ora partiremo già da domani con quelli drive-in nei comuni limitrofi dove abbiamo trovato grande disponibilità da parte degli altri sindaci - ed ha aggiunto - Speriamo che questo nostro contributo duri pochissimo in quanto ci auguriamo che questo virus venga debellato al più presto". La parola è poi passata al Sindaco Piergentili che oltre a complimentarsi con l'iniziativa ha anche fatto il punto sulla situazione contagi all'interno del territorio comunale: “E’ una situazione difficile ma devo dire che il nostro territorio sta rispondendo bene –ha spiegato - questa  nuova iniziativa messa in campo dalla Terme fa si che anche in una zona dell’entroterra un pò dimenticata dal punto di vista sanitario si riuscirà a garantire un servizio di cui potranno poi beneficiarne tutti i comuni dell’unione montana. Crediamo di poterci ergere a capofila del nostro territorio perché riteniamo che Saranano abbia tutte le capacità, sotto questo aspetto, per fungere da guida in questo momento così delicato - ed ha proseguito - L’emergenza Covid da noi si somma a quella del sisma del 2016 ma per quello che ci riguarda come Amministrazione, siamo convinti che riusciremo a venir fuori anche da questa situazione. Durante la seconda ondata del virus abbiamo avuto fino a 50 casi di positività che oggi sono diventati 9 quindi  siamo in metto miglioramento – ha sottolineato il primo cittadino - l’ideale per tutti sarebbe vivere una Natale ‘giallo’ in modo tale da poter ricominciare a pieno tutte le nostre attività e ci tengo a ringraziare il Governatore Acquaroli che spero di ritrovare al più presto magari su qualche pista da sci finalmente riaperta". Ha concluso scherzando Piergentili. Le Marche sono ancora in zona 'arancione' ma gli obiettivi dei vertici regionali sono ben chiari e mirati a far retrocede tutto il territorio al più presto possibile in 'gialla'. Ecco perchè presidi sanitati mobili come quelli realizzati dalle Terme di Sarnano assumono un ruolo fondamentale nel tracciamento dei soggetti positivi come ha fatto notare il Governatore Francesco Acquaroli: "Un’iniziativa lodevole volta a dare un ruolo multiplo a tutti i territori nella lotta al Coronavirus che non può essere combattuta da una sola istituzione ma deve essere affrontata ad ogni singola persona – ha esordito -  posso già dire che per questo fine settimana si avrà un indice Rt buono che certifica quindi il calo dei casi positivi sintomatici. Questo dato però non ci deve far stare tranquilli perché dobbiamo pretendere il massimo da tutti considerando che questa seconda ondata che sta passando ha prodotto fino ad ora un impatto forte sulle nostre strutture sanitare dove ci sono ancora tanti ricoverati –ha puntualizzato il Presidente della Regione Marche - la rete ospedaliera regionale sta ampliando in questi giorni le terapie intensive ma è importante sempre relazionarci con la situazione attuale che è in continua evoluzione. Un grande ringraziamento lo rivolgo agli operatori sanitari che dall’inizio del 2020 hanno profuso un impegno importantissimo dove sono stati capaci di fronteggiare la prima ondata, recuperare poi in estate tutte quelle operazioni he non si sono potute svolgere in quel periodo ed oggi si ritrovano di nuovo faccia a faccia con il  virus". "Sappiamo già che finché non arriverà il vaccino si potranno verificare delle recrudescenze che potrebbero risultare pericolose - ha avvertito Acquaroli - va adottata la massima attenzione nei comportamenti individuali e massimo sforzo nella ricerca dei positivi affinché possano essere individuati per evitare di creare quei famosi focolai. Nessuno di noi poteva immaginare fino ad un anno fa che il mondo intero sarebbe piombato in una situazione del genere – ha chiosato il Governatore- davanti a questa enorme difficoltà credo che le nostre comunità debbano riscoprire dei valori fondamentali come quello della solidarietà reciproca, che tra l’altro è sempre stata una peculiarità che ha contraddistinto la tradizione marchigiana". L’unità mobile sarà operativa già da domani nel Comune di Fiastra, in Piazza Dario Conti, dove tornerà ogni giovedì dalle 10 alle 15, mentre il 2 dicembre si inizierà anche a Camporotondo presso i Giardini Pubblici di via Campofiera, dove saremo ogni mercoledì dalle 9 alle 15. A breve la postazione itinerante toccherà anche i Comuni di Gualdo, San Ginesio, Ripe San Ginesio, Colmurano, Caldarola, Belforte, Sant’Angelo in Pontano e Bolognola.     

25/11/2020
Monti Sibillini, al via nuovi progetti per il sistema turistico locale

Monti Sibillini, al via nuovi progetti per il sistema turistico locale

Il Sistema turistico locale “Monti Sibillini, terre di parchi e di incanti”, associazione di promozione turistica, sta avviando diversi progetti. Progetti che sono stati confermati nell'ultima assemblea dei soci che si è tenuta nei giorni scorsi nella sala comunale Mediateca di Camporotondo di Fiastrone e in videoconferenza sulla piattaforma zoom, convocata per l'illustrazione del Bilancio consuntivo 2019, approvato poi all'unanimità. «Innanzitutto vogliamo procedere con l'innovazione tecnologica del sito dell'associazione – spiega il presidente del Sistema turistico locale, Leonardo Roselli, vice sindaco di Camporotondo di Fiastrone – con nuove applicazioni con l'obiettivo di incrementare l'offerta turistica locale. Si procederà quindi, con il nostro consulente Fabio Carucci della Bbc, al restyling del sito di Stl, realizzato al momento della costituzione dell'associazione, che conta un gran numero di visualizzazioni e offre un'ampia visibilità alle iniziative culturali del territorio e alla ricettività. Si vuol realizzare anche un piccolo opuscolo con l'inserimento del Qr Code che consentirebbe all'utente di accedere rapidamente al sito del Sistema turistico locale e a quelli dei comuni e associazioni aderenti. Stiamo, inoltre, approntando un ambizioso progetto che però si è fermato, a causa della pandemia, per sviluppare il turismo nei cantieri del post sisma. Tale iniziativa offre ai professionisti, che lavorano nel settore dell'edilizia, il riconoscimento di crediti formativi. Ciò si potrà proporre per cantieri di chiese o beni culturali per i quali, per il recupero, si attueranno interventi di un certo rilievo, con l'uso di nuove tecniche.» Il Sistema turistico locale, inoltre, da qualche mese ha una nuova sede. Da San Ginesio, gli uffici si sono trasferiti al primo piano di palazzo Sangallo di Tolentino. «L'ufficio – conclude il presidente - è già operativo. Un ringraziamento va a Serena Vergari per il gran lavoro che porta avanti nella segreteria.» Nel corso dell'assemblea, infine, c'è stato il rinnovo delle cariche e nel consiglio direttivo sono entrati a farne parte nuovi componenti.   

25/11/2020
Covid-19, Civitanova diventa il comune con più casi in provincia: a Belforte un insegnante positivo

Covid-19, Civitanova diventa il comune con più casi in provincia: a Belforte un insegnante positivo

Sono stati numerosi gli aggiornamenti forniti nelle ultime 24 ore dalle amministrazioni comunali in merito all'evoluzione del contagio da coronavirus in provincia di Macerata.  Nuovo picco di casi nel comune di Civitanova Marche, dove si registrano 482 persone positive al Covid (+3 rispetto al precedente aggiornamento) e aumentano a 289 i soggetti in isolamento domiciliare fiduciario (+56 rispetto al precedente aggiornamento). Resta sopra i 200 casi il comune di Recanati, i cui dati vedono il numero totale di contagiati a 202 (7 nuovi casi e 8 persone guarite) con 121 persone in quarantena (-65 rispetto al precedente aggiornamento). Sale a 80 il numero di contagi, con 52 persone in isolamento preventivo, a Porto Recanati che oggi ha inserito in elenco 6 nuovi casi e la registrazione della negativizzazione di tre cittadini.  Dati in discesa, invece, a Macerata, dove sono 478 i residenti contagiati (14 in meno di ieri). Diminuiscono anche i soggetti sottoposti ad isolamento domiciliare: da 338 a 308.  LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE COVID A FIASTRA  Rimangono 103 i casi di positività al virus a Treia, uno dei dati più alti della provincia in proporzione al numero degli abitanti. Numeri stabili anche a Pollenza dove si registrano 71 contagiati, rispetto ai settanti di ieri. Stessa situazione anche a Belforte del Chienti dove nell'ultima giornata il numero dei casi positivi è sceso di 'unità, da 6 a 5 ma contestualmente si è riscontrato un insegnante positivo al Covid-19 alla scuola media, pertanto 5 sezioni provvederanno con la didattica a distanza sino al 3 dicembre.  LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE COVID A CALDAROLA  Continua ad aumentare il numero delle persone che hanno contratto il virus a Matelica (da 56 a 62). Migliora leggermente la situazione a Potenza Picena dove si registrano 122 persone positive rispetto alle 133 dell'ultimo aggiornamento. Si registrano invece 2 persone guarite nel comune di San Ginesio che fanno scendere il numero dei contagiati a 17. Aumentano i dati a Cingoli, con 82 positivi al Covid-19 rispetto ai 78 di ieri. Situazione simile a Petriolo dove il numero dei contagi registrato riporta 3 unità in più rispetto all'ultimo aggiornamento (36).  LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE COVID A TOLENTINO  Un lieve miglioramento si registra nei comune di Sarnano (da 15 a 14 casi positivi), Loro Piceno (da 22 a 20) e Camerino (da 31 a 29).  Dati in costante calo anche quelli di Colmurano dove, attualmente sono presenti 11 casi di soggetti positivi al Covid-19 di cui 3 domiciliati fuori comune e 2 casi in isolamento domiciliare. 

20/11/2020
Sarnano, docente positivo al Covid-19: scuola media chiusa sino al 20 novembre

Sarnano, docente positivo al Covid-19: scuola media chiusa sino al 20 novembre

Chiusa sino al 20 novembre a causa di un docente positivo al Coronavirus, la scuola secondaria di primo grado di Sarnano. Il provvedimento è stato in assunto, in via cautelativa, dal Dipartimento di Prevenzione Malattie Infettive presso l'Asur Marche - Area Vasta 3 che ha disposto la chiusura della scuola media cosiderando che 62 alunni sono stati posti in quarantena. "Alla data odierna tra i residenti del Comune di Sarnano risultano complessivamente 14 persone positive al Covid-19 e altre 72  in isolamento fiduciario, di cui i 62 studenti della scuola media - ha reso noto il primo cittadino Luca Piergentili - Nel raccomandare il massimo scrupolo nell'uso delle mascherine e nel rispetto di tutte le norme adottate ai fini del contrasto alla diffusione del virus , si comunica che il Sindaco e l'Amministrazione Comunale sono in costante contatto con i competenti organismi della sanità, della pubblica sicurezza e delle scuole per l'adozione di ogni eventuale provvedimento dovesse essere ritenuto necessario in base all'evoluzione della situazione epidemiologica locale".

Sarnano, 250 mascherine donate al Comune: la generosità dell'Andrea Bocelli Foundation

Sarnano, 250 mascherine donate al Comune: la generosità dell'Andrea Bocelli Foundation

La Andrea Bocelli Foundation ha donato al Comune di Sarnano 150 mascherine FFP2 e 100 mascherine chirurgiche. Continuano così gli ottimi rapporti tra il Comune di Sarnano e la fondazione creata dal Maestro Bocelli che nel 2018 si è impegnata in partnership con la Only The Brave Foundation di Renzo Rosso per ricostruire a tempo di record la scuola secondaria inferiore in questo comune del cratere.  «Ancora una volta ringrazio la Fondazione e la famiglia Bocelli a nome mio e di tutta la comunità sarnanese» commenta il Sindaco Luca Piergentili. «Abbiamo conosciuto ABF poco dopo il terremoto del 2016, in un momento di profonda difficoltà. Grazie a loro in 150 giorni abbiamo ricostruito un edificio scolastico che oggi è tra i più all’avanguardia nel nostro Paese. Sempre grazie a loro, a maggio 2019 abbiamo ospitato una Festa della Musica con oltre cinquecento studenti provenienti dagli istituti comprensivi ad indirizzo musicale e da quelli superiori coreutici del territorio marchigiano, mentre nell’ottobre dello stesso anno abbiamo aderito allo scambio culturale internazionale con l’Associazione Up With People. Ora con la pandemia viviamo una nuova emergenza, questa volta non localizzata come quella sismica, ma diffusa a livello globale: sapere che anche in questo contesto la Fondazione continua a offrirci un supporto è per noi un piacere e un onore».  Le mascherine verranno distribuite in base alle necessità dando la priorità a coloro che sono più esposti al contagio come gli operatori della Casa di Riposo e il personale dell’Istituto Comprensivo.  

19/11/2020
Covid-19, nuovo picco a Civitanova e Macerata: oltre 200 contagi a Corridonia, in crescita a Recanati

Covid-19, nuovo picco a Civitanova e Macerata: oltre 200 contagi a Corridonia, in crescita a Recanati

Sono stati numerosi gli aggiornamenti forniti nelle ultime 24 ore dalle amministrazioni comunali in merito all'evoluzione del contagio da coronavirus in provincia di Macerata.  Nuovo picco di casi nel comune di Civitanova Marche, che fa registrare 473 persone positive al Covid (+29 rispetto al precedente aggiornamento), mentre diminuiscono i soggetti in isolamento domiciliare fiduciario (-93 rispetto al precedente aggiornamento). Stessa situazione anche a Macerata, che sfiora i 500 casi (499).  Supera quota 200 il numero di contagiati nel comune di Corridonia: sono 212 (aumento di 35 unità), con 190 persone in isolamento (-69 rispetto al precedente aggiornamento).  Il Sindaco Giuseppe Pezzanesi, informando sulla situazione Covid-19 a Tolentino, ha comunicato come - nel territorio comunale - si registrino 150 positivi (+20 rispetto al precedente aggiornamento) e 80 persone in isolamento domiciliare tra cui il primo cittadino (+2 rispetto al precedente aggiornamento).  Restano in salita anche i numeri del comune di Potenza Picena dove attualmente vi sono, nel complesso, 133 contagiati e del comune di San Severino Marche, dove a rendere noti i dati costantemente aggiornati dal Gores, è il sindaco Rosa Piermattei che parla di 116 pazienti positivi e altre 50 persone in isolamento domiciliare fiduciario. LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE COVID A TREIA  A San Ginesio, invece, i dati sono in costante miglioramento: sono infatti diminuite a 25 le persone positive al Covid-19 rispetto alle 27 dell'ultimo aggiornamento. Numeri sostanzialmente stabili anche a Sarnano, dove ci sono 11 persone in isolamento e 17 casi di positività al virus, Pollenza (67 casi rispetto ai 69 del precedente aggiornamento) e Loro Piceno (28 casi rispetto ai 29 dell'ultimo aggiornamento). Superano quota 60 contagi sia il comune di Cingoli, dove si registrano 10 nuovi casi (68 in totale), che il comune di Mogliano: da 49 a 61 casi. A Recanati sono 198 le persone positive al Coronavirus, trentanove unità in più rispetto all'ultimo aggiornamento del 13 novembre mentre sono 71 le persone poste in quarantena preventiva.  Nel comune di Montecassiano, invece, risultano positive al virus 93 persone, mentre sono 74 quelle in isolamento domiciliare.  LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE COVID A MONTELUPONE  Sale a 30, rispetto ai 21 dell'ultimo aggiornamento, il numero di contagi nel comune di Camerino. Incrementano di quattro unità i pazienti positivi a Pioraco e Castelraimondo dove vi sono rispettivamente 13 e 29 casi.  "Si informa la cittadinanza che alla data odierna risultano 9 casi di positività al Covid-19 di cittadini domiciliati nel nostro Comune. Tutte le persone coinvolte, contattate e monitorate, rimangono in isolamento presso i propri domicili. La situazione è costantemente monitorata e sorvegliata". Questa la nota del sindaco di Serrapetrona Silvia Pinzi.  Lieve aumento anche a Muccia, dove - tra i residenti - si contano undici persone positive al Coronavirus. 

16/11/2020
Tamponi a bordo del camper: parte il nuovo servizio delle Terme di Sarnano

Tamponi a bordo del camper: parte il nuovo servizio delle Terme di Sarnano

Bella novità dalle Terme di Sarnano. Con la brillantezza del nuovo Presidente Marco Nacciarriti per completare il servizio tamponi Covid 19 già egregiamente svolto in sede, e meta di numerosissime presenze, viste le necessità del  territorio nel poter effettuare diagnostica Covid sempre più rapide, l’entourage sarnanese ha deciso - anche in considerazione della collocazione della nostra Regione nella cosiddetta area “arancione” - di mettere a disposizione il proprio personale ed i propri servizi, sui territori delle cosiddette zone carenti limitrofe. “La sensibilizzazione verso la popolazione dell'entroterra, nell’area cratere terremoto, particolarmente già segnata soprattutto in virtù del fatto che è costituita per la sua maggioranza da persone anziane ci ha incentivato a mettere a disposizione un camper appositamente attrezzato (requisiti normativi protocolli covid) itinerante per poter effettuare il tampone rapido antigenico ed i test sierologici direttamente sul territorio – dice soddisfatto il numero uno Marco Nacciarriti - Direttamente nelle aree sprovviste di check point Covid unità mobile, il nostro intento è quello di fornire un servizio alla popolazione provvedendo a fare “a domicilio” i tamponi rapidi e i test sierologici". "Un servizio alle attività produttive presso i loro stabilimenti, alla popolazione dei Comuni vicini a Sarnano sprovvisti di un servizio diagnostico Covid; verranno in tal senso in collaborazione con le amministrazioni locali individuate delle aree dove prestare il servizio” conclude Nacciarriti.   

14/11/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.