Serravalle di Chienti

INTERVISTA - Ronchetti e la ricostruzione che verrà: "Tanti nodi da sciogliere entro la primavera 2022"

INTERVISTA - Ronchetti e la ricostruzione che verrà: "Tanti nodi da sciogliere entro la primavera 2022"

"Sembrava che, con il nuovo commissario Legnini, la strada fosse spianata e invece le cose si stanno complicando. Il costo dei materiali edili è aumentato spropositatamente e le ditte disposte ad avviare i cantieri non si trovano, visto che stanno lavorando tutte con il Superbonus 110%. Il problema si porrà seriamente la prossima primavera, quando la ricostruzione dovrà partire in maniera poderosa, con centinaia di cantieri". A far suonare il campanello d'allarme è Venanzo Ronchetti, divenuto per tutti il 'sindaco del terremoto' grazie alla gestione egregia della ricostruzione post-sisma della sua Serravalle di Chienti, epicentro del terremoto umbro-marchigiano del 1997.  "A ciò si aggiunge un'altra preoccupazione - aggiunge Ronchetti, in visita assai gradita alla nostra redazione -. Non essendoci più alberghi o ristoranti aperti, dove alloggeranno gli operai e i tecnici dei cantieri? Dove mangeranno? La Regione sta aspettando indicazioni, mentre nel '97 fummo noi sindaci a decidere subito cosa fare delle casette, una volta che gli sfollati ebbero trovato una sistemazione. A Serravalle di Chienti le diedi in alloggio proprio ai lavoratori e, fino al termine della ricostruzione, vivemmo con 300 persone in più rispetto a quelle residenti. Una situazione che generò anche un indotto economico non indifferente per il nostro paese".   L'ultima avventura politica di Ronchetti, 'socialista' storico, risale alle elezioni Regionali dello scorso anno quando si candidò nella lista 'Rinasci Marche': "Mi ero già ritirato dalla politica, ma molta gente mi fermava dicendomi 'Se ti candidi tu, vado a votare. Altrimenti evito'. Così mi sono detto 'Perchè no?' e sono partito, all'ultimo minuto, con la campagna elettorale, facendo tutto completamente da solo. Proprio per questo il risultato ottenuto è andato ben oltre le mie aspettative, visto che sono stato il più votato della lista in provincia di Macerata con 600 preferenze".   Ronchetti, a cinque anni dalle scosse del 2016, analizza anche - dal suo punto di vista - cosa è andato storto nella gestione della ricostruzione mettendola a paragone con quella di cui fu attivo protagonista: "Nel '97 dopo nove mesi dalle scosse diedi l'autorizzazione di inizio lavori e, dopo cinque anni, la ricostruzione era a metà. Invece qui si sono persi tre anni con la scelta di commissari inadeguati, che ogni volta smontavano quanto fatto dal loro predecessore. La fortuna, ora, è stata trovare il commissario straordinario Legnini, che sta facendo il massimo. C'è stato un bel cambio di passo. Le sue ordinanze devono essere poste a modello per redigere una 'Legge nazionale della calamità'. Dimodochè, dopo 20 giorni da un terremoto, si sappia già come intervenire".  Altro problema annoso, già prima del terremoto, è quello dello spopolamento delle aree montane: "Si dovrebbe pensare a istituire una zona a tassazione agevolata per le imprese, come incentivo per investire e creare posti di lavoro nelle zone del cratere - suggerisce -. Bisogna combattere lo spopolamento che da tempo affligge paesi come Serravalle di Chienti, Visso e Pioraco. Basti pensare che negli anni '50 contavamo 3 mila abitanti, mentre oggi siamo anche sotto la soglia dei mille abitanti".     

26/12/2021 13:00
Fiastra e Serravalle di Chienti, gli alunni delle scuole medie a lezione di ruzzola e freccette

Fiastra e Serravalle di Chienti, gli alunni delle scuole medie a lezione di ruzzola e freccette

I plessi di Fiastra e Serravalle di Chienti dell’Istituto comprensivo “Ugo Betti” di Camerino nelle ultime settimane hanno ospitato, durante le ore di educazione fisica, alcune lezioni speciali che hanno coinvolto i tecnici federali della FIGeST, la Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali. Il presidente del Comitato regionale Marche FIGeST, Matteo Capeccia, insieme ai colleghi Luciano Milani e Falerio De Minicis, ha illustrato storia e regole di alcune specialità come le piastrelle, i birilli, il lancio della ruzzola e il gioco delle freccette. Il progetto è partito su iniziativa della professoressa Elena Vitali che aveva conosciuto il mondo degli sport e dei giochi tradizionali in occasione dei centri estivi organizzati sul territorio con il coinvolgimento della FIGeST. Una quarantina gli alunni coinvolti complessivamente tra le tre classi delle medie del plesso di Serravalle e la pluriclasse del plesso di Fiastra. Il progetto scuola dedicato ai giochi della tradizione è perfettamente riuscito grazie anche alla risposta del dirigente dell’Istituto comprensivo “Ugo Betti”, il professor Francesco Rosati, che ha dato piena disponibilità alla possibilità di ospitare le speciali lezioni in classe. I ragazzi si sono mostrati molto interessati e hanno salutato con entusiasmo e grande partecipazione il progetto che verrà replicato sicuramente in futuro.

07/12/2021 11:45
Furti nei bar del cratere sismico: Daspo urbano per due uomini

Furti nei bar del cratere sismico: Daspo urbano per due uomini

Avevano messo a segno diversi furti in tre paesi del cratere: scatta il Daspo urbano per due uomini. Il questore, Vincenzo Trombadore, sulla base delle segnalazioni dei carabinieri di Camerino e della Polizia Anticrimine, ha emesso due Daspo urbani per due uomini - un cittadino fermano e un cittadino marocchino anch'esso residente a Fermo - sospettati di aver commesso alcuni furti, tutti nell'area compresa tra Muccia, Serravalle e Pieve Torina. In particolare i due, con precedenti di Polizia contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti, nelle loro scorribande notturne tra l'area di servizio di Muccia e altri bar della zona, avevano fatto incetta di bottiglie di alcolici e contanti rubati dalle casse. Con questo provvedimento, i due soggetti non potranno accedere per un anno nel territorio e nei locali in questione.  

09/11/2021 14:56
Iniziati i lavori di risanamento della provinciale Camerino-Serravalle

Iniziati i lavori di risanamento della provinciale Camerino-Serravalle

Sono iniziati i lavori di risanamento della pavimentazione della provinciale 17 “Camerino-Serravalle” per un valore complessivo di 100 mila euro. La strada si estende per circa 9 km e collega Camerino con la statale 77, in località Bavareto di Serravalle del Chienti e recentemente la Provincia di Macerata è intervenuta su un breve tratto di circa 200 metri per un lavoro di asfaltatura. In questi giorni, invece, i lavori eseguiti dalla ditta Gatti & Purini, interessano il primo tratto, molto trafficato perché comprende l’ingresso dell’Ospedale di Camerino. «Questo intervento sarà realizzato in pochi giorni - dichiara il presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari - e permettere così la sistemazione di questa strada molto utilizzata dagli utenti. Il lavoro è stato finanziato con l’avanzo vincolato dell’Ente, costituito dai ricavi delle vendite delle case ex cantoniere e inserito nel bilancio di previsione del 2021».

18/10/2021 17:32
Serravalle, incidente in galleria: bimba trasferita a Torrette, superstrada chiusa al traffico

Serravalle, incidente in galleria: bimba trasferita a Torrette, superstrada chiusa al traffico

Incidente all'interno della galleria Bavareto (al chilometro 27) lungo la superstrada (strada statale 77 Var “della Val di Chienti”), all'altezza del territorio comunale di Serravalle di Chienti. È quanto avvenuto attorno alle ore 12:50 della mattinata odierna: il tratto in cui si è verificato il sinistro, in direzione mare, è stato momentaneamente chiuso al traffico con uscita obbligatoria proprio allo svincolo di Serravalle.  Secondo una prima ricostruzione, un'auto avrebbe tamponato un mezzo pesante andando poi a finire la sua corsa contro il muro della galleria.  Sul posto sono presenti le squadre Anas e le Forze dell’Ordine per la gestione del traffico in piena sicurezza e per consentire la riapertura della carreggiata nel più breve tempo possibile.  Accorsi immediatamente anche i sanitari del 118 e i vigili del Fuoco. La squadra dei pompieri di Camerino ha estratto un 50enne e una bambina dall’auto, in collaborazione con il personale del 118. Gli operatori dell'emergenza, constatati i traumi, hanno subito allertato l'eliambulanza. La piccola di 8 anni è stata trasferita, tramite ambulanza, all'ospedale Torrette di Ancona. Sempre al nosocomio regionale è stato trasferito anche il padre, ma tramite elisoccorso.   La strada è rimasta chiusa per il tempo necessario alle operazioni di soccorso.    

02/09/2021 15:28
A Macerata le auto d'epoca che hanno fatto la storia nella 13a edizione di "Sibillini e dintorni"

A Macerata le auto d'epoca che hanno fatto la storia nella 13a edizione di "Sibillini e dintorni"

Tre giorni di motoraduno a Macerata e provincia per la 13° edizione di “Sibillini e dintorni” dove sfileranno numerose auto d’epoca. Tra giovedì 26 agosto e sabato 28 quarantacinque vetture che hanno fatto la storia ed altrettanti equipaggi principalmente provenienti dal Nord Italia percorreranno svariate tappe nel territorio del maceratese. In partenza giovedì 26 da Macerata, i piloti si dirigeranno a Serravalle di Chienti passando per la vallata del Potenza, arrivando a San Severino Marche fino a toccare Montelupone visitando prima l’abbazia romana di San Firmano, tornando infine al capoluogo. Alla fine del raduno sabato 28 agosto, si terrà allo Sferisterio di Macerata lo spettacolo musicale di beneficenza “Il viaggio di CantautorA PiccolinA”, con lo scopo di raccogliere fondi per la Croce Rossa Italiana comitato di Macerata. L’evento organizzato da Massimo Serra e dalla Scuderia Marche-Club Motori Storici accoglierà vetture di grande valore, pezzi unici appartenenti a musei e collezioni privati definite dal sindaco Parcaroli come “gioielli d’arte”. Le due auto più antiche sono una Buick Absent modello 10 immatricolata l’1 gennaio 1910 negli Stati Uniti ed una Wolseley Siddeley-Limousine inizialmente facente parte della fornitura della casa reale inglese. Menzione speciale per la Willys MB del ‘41 con insegne del 111° Battaglione Genio della 36° divisione USA “Texas” utilizzata in Italia dagli Alleati ancora oggi con attrezzatura per lo sminamento in mostra. “Il motoraduno ha come obiettivo esportare cultura e turismo attraverso il motorismo storico” dice Fausto Tronelli, presidente della Scuderia Marche-Club Motori Storici. L’attrazione dunque non sono solo le auto d’epoca ed i loro equipaggi, ma anche le tappe del territorio maceratese, che rappresentano un patrimonio culturale. La 13° edizione di “Sibillini e dintorni” è stata organizzata con solo tre mesi di anticipo causa pandemia, ed è stata definita  come “un’edizione coraggiosa” dalla presidente del comitato di Macerata della C.R.I. Rosaria Del Balzo Ruiti. Tutti i piloti e le persone coinvolte con l’organizzazione dell’evento sono muniti di Green Pass e sono state seguite meticolosamente tutte le norme anti contagio per garantire la sicurezza dell’evento, anche come segnale di speranza e ripartenza. Per la partecipazione alla serata musicale allo Sferisterio è necessario prenotare entro il 26 agosto. Ingresso libero. Per prenotazioni: 331 8439790 – 334 8334208 Biglietteria dei Teatri: 0733 230735 oppure: sibilliniedintorni@gmail.com  

23/08/2021 15:14
Alla riscoperta dell'Antica Via Romano-Lauretana: oltre 300 in marcia da Serravalle a Treia

Alla riscoperta dell'Antica Via Romano-Lauretana: oltre 300 in marcia da Serravalle a Treia

Grande successo per il progetto “Cammino fuori dal Comune” che dal 24 luglio, e fino alla vigilia di Ferragosto, ha proposto dieci itinerari per sette giornate di escursioni e attività attraverso tappe memorabili lungo l'itinerario dell’Antica Via Romano-Lauretana. Il progetto, promosso dall'Unione Montana Potenza Esino Musone e realizzato da Marche Active Tourism, ha raggiunto Santa Maria in Selva come meta finale. Più di trecento persone, provenienti da tutto il centro Italia, hanno camminato lungo la rotta che ha attraversato l'area pedemontana della provincia di Macerata. “L’Antica Via Romano-Lauretana - sottolinea Matteo Cicconi, presidente dell’ente comunitario - si conferma un itinerario dalle enormi potenzialità, che riesce ad unire la storia del territorio alle ricchezze naturalistiche. Uno strumento importante per il turismo locale, utile anche per destagionalizzare le presenze”. Lo stesso itinerario che è stato ripercorso grazie al progetto “Cammino fuori dal Comune” e che è completo di segnaletica e cartografia, può essere percorso in completa autonomia durante tutto l'anno da turisti e pellegrini in cerca di esperienze di viaggio uniche. Il percorso si sviluppa dalla cittadina di Serravalle di Chienti fino a Treia passando per Camerino e San Severino Marche e altre realtà che si collegano a “pettine” con una road map che fa del turismo lento la sua via maestra. “L'entusiasmo dei partecipanti che hanno percorso i sessantacinque chilometri complessivi del Cammino – sottolineano gli organizzatori dell’iniziativa - sono la migliore testimonianza della riuscita dell'evento”.    

16/08/2021 11:41
Tamponamento in galleria, un'auto si ribalta: due feriti, superstrada chiusa a Muccia

Tamponamento in galleria, un'auto si ribalta: due feriti, superstrada chiusa a Muccia

Incidente in superstrada: strada momentaneamente chiusa al traffico con uscita obbligatoria a Colfiorito per chi proviene da Foligno. È quanto avvenuto attorno alle ore 16:15 del pomeriggio odierno, in prossimità di una galleria e dello svincolo di Muccia (al km 31 della SS 77), in direzione monti-mare (da Foligno a Civitanova ndr).  Secondo una prima ricostruzione, una Fiat Punto avrebbe tamponato una Panda, provocandone il ribaltamento. Sul posto sono immediatamente intervenuti i sanitari del 118 che hanno provveduto ad offrire le prime cure del caso ai conducenti delle auto incidentate. Entrambi risultano feriti, ma le loro condizioni non destano particolari preoccupazioni: uno è stato trasportato all'ospedale di Camerino, mentre l'altro all'ospedale di Macerata per accertamenti.  A procedere ai rilievi sono gli agenti della Polizia Stradale di Camerino.   

12/08/2021 17:19
Asfaltatura ok sulla "Montelago": investimento complessivo di 185mila euro

Asfaltatura ok sulla "Montelago": investimento complessivo di 185mila euro

Si è conclusa l’asfaltatura, del valore di 185mila euro, della provinciale 79 “Montelago”. La Provincia di Macerata aveva appaltato il lavoro di risanamento del piano viario alla ditta Z New Progect srl di San Severino Marche che è intervenuta su circa 5 chilometri di questa strada che si estende per circa 16,5 chilometri, dal centro abitato di Sefro sale verso Serravalle di Chienti. L’intervento è stato inserito nel bilancio dell’Ente per l’anno 2021 ed è stato finanziato con le risorse messe a disposizione dal MIT (Ministero delle Infrastrutture e Trasporti) per la sicurezza delle strade. “Siamo intervenuti prima con la fresatura all’interno dell’abitato di Sorti - dichiara il Presidente della Provincia Antonio Pettinari - e quindi con l’asfaltatura su più tratti, fino all’incrocio con la provinciale 7/VII “Bivio Agolla/Montelago. Per questo intervento abbiamo autorizzato anche l’utilizzo delle economie derivanti dal ribasso d’asta che sono servite per asfaltare ulteriori tratti”.   

10/08/2021 18:29
Nuovo asfalto per la provinciale 79 "Montelago": lavori da 185mila euro

Nuovo asfalto per la provinciale 79 "Montelago": lavori da 185mila euro

Sono iniziati i lavori di risanamento del piano viabile del valore di 185mila euro sulla provinciale 79 “Montelago”. La strada, che si estende per circa 16,5 km, va dal centro abitato di Sefro e sale verso Serravalle di Chienti. L’Amministrazione provinciale ha deciso di rifare l’asfaltatura su più tratti, in particolare nella parte che si trova prima del centro abitato della frazione di Sorti, fino all’incrocio con la provinciale 7/VII “Bivio Agolla/Montelago”. Complessivamente si tratta di circa 5 km di percorso e il lavoro è stato appaltato alla ditta Z New Progect srl di San Severino Marche. L’intervento è inserito nel bilancio dell’Ente per l’anno 2021 e viene finanziato con le risorse messe a disposizione dal MIT (Ministero delle Infrastrutture e Trasporti) per la sicurezza delle strade. “Sono già iniziate le fresature all’interno dell’abitato di Sorti - dichiara il Presidente della Provincia Antonio Pettinari - e da lunedì procediamo con l’asfaltatura. Per questo intervento ho autorizzato anche l’utilizzo delle economie derivanti dal ribasso d’asta. Su questo stessa provinciale abbiamo programmato un altro intervento da 150mila euro nel 2023”.  

01/08/2021 08:52
"Cammino fuori dal Comune": al via progetto sperimentale sulle tratte dell'antica via Lauretana

"Cammino fuori dal Comune": al via progetto sperimentale sulle tratte dell'antica via Lauretana

Sabato prossimo (24 luglio) prende ufficialmente il via il “Cammino fuori dal Comune”, un progetto sperimentale di utilizzo delle tratte dell’antica via Romano-Lauretana, promosso dall'Unione Montana Potenza Esino Musone per il rilancio del territorio pedemontano. L’itinerario dell’antica via Lauretana, della quale è stato appena realizzato un intervento di valorizzazione finanziato con fondi europei Por-Fesr 2014-2020 asse 8, si sviluppa dalla cittadina di Serravalle di Chienti fino alla frazione di Santa Maria in Selva di Treia, attraversando i Comuni di Camerino e San Severino Marche. Ma nel progetto sono stati coinvolti anche alcuni itinerari "pettine" che collegano altri Comuni con quello che è il tracciato principale. Il progetto è uno strumento importante per riscoprire il territorio attraverso il turismo lento, “camminando nella storia” dell’antica via Romano-Lauretana. "Cammino fuori dal Comune" è solo l'ultima tappa di un percorso che parte da lontano, frutto del lavoro di ricerca e progettazione di moltissimi soggetti pubblici e privati. Tutte le giornate prevedono escursioni guidate lungo il percorso dell’antica Via Romano-Lauretana, attività informative e divulgative legate alle caratteristiche, ai cenni storici e alle testimonianze che si incontrano lungo il tragitto, punti sosta lungo l’itinerario in corrispondenza di luoghi di interesse, servizi logistici. Inoltre ad ogni partecipante verrà consegnata gratuitamente la cartina escursionistica ufficiale dell’antica Via Romano-Lauretana. La partecipazione è gratuita, i posti sono limitati e l’iscrizione obbligatoria sul sito www.activetourism.it. Per informazioni e dettagli scrivere a camminofuoridalcomune@risorsecoop.it. Il progetto è promosso dall'Unione Montana Potenza Esino Musone e realizzato da Marche Active Tourism.  

21/07/2021 10:45
Il Luogotenente Marcello Sergi va in congedo: durante il sisma recuperò numerose opere d'arte

Il Luogotenente Marcello Sergi va in congedo: durante il sisma recuperò numerose opere d'arte

Domani, 26 giugno, sarà l’ultimo giorno di servizio attivo nell’Arma dei Carabinieri del Luogotenente Marcello Sergi che è nato ad Ancona sessantacinque anni fa e da circa 50 anni veste l’uniforme.  La carriera militare di Sergi inizia appena compiuti sedici anni. Infatti, nel 1972 entra a far parte del prestigioso collegio “Morosini” di Venezia dove permane per tre anni e dove consegue la maturità scientifica.  Nel 1975 si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza di Macerata ma il suo vero sogno è indossare l’uniforme dei Carabinieri, sogno che persegue e si avvera nel 1978, anno in cui  entra a far parte dell’Arma e, dopo la frequenza del corso a Roma, viene nominato Carabiniere e trasferito in provincia di Macerata dove presta servizio nelle stazioni Carabinieri di  Fiastra, Pieve Bovigliana, Serravalle di Chienti e Macerata, fino al 1979 quando - vincitore del 32° corso allievi sottufficiali dei Carabinieri - frequenta  il ciclo di istruzione prima a Velletri e poi a Firenze, qui si distingue per essere stato il capocorso sia del primo che del secondo anno. Nominato vice brigadiere nel 1981 viene assegnato al Reparto Operativo di Roma, ciò nel periodo in cui imperversavano gli attentati terroristici.  Successivamente rientra in terra marchigiana e viene assegnato alla stazione Carabinieri di Pesaro e poi di Porto San Giorgio quale sottufficiale in sottordine. In seguito diventa Comandante della Stazione Carabinieri di Corinaldo e poi di quella di Montemarciano, per poi passare al Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Ancona.  Dal 2008, dopo aver brillantemente superato il corso di “tutela del patrimonio artistico” viene destinato al Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Ancona.  Nel Reparto specializzato dell’Arma, che ha comandato interinalmente in varie occasioni, si è distinto  per aver portato a termine molteplici attività e per il recupero di beni culturali che oramai si  ritenevano persi definitivamente, solo per citare alcuni casi si può far riferimento alla tela del Pagani proveniente dalla chiesa del Gesù di  Ancona e recuperata a Rimini, dalla scultura raffigurante un’aquila imperiale che faceva  parte dello scenario monumentale di  Traiano, e infine alla tela rubata nel 1994 dalla Chiesa di San Filippo de Plano a Osimo recuperata a Falconara Marittima.  Encomiabile il suo impegno nelle zone colpite dal sisma dove è diventato per la popolazione locale un prezioso punto di riferimento. A lui si devono molti recuperi, nelle zone ferite dal sisma, quali: ad Arquata del Tronto - Frazione Spelonga - la bandiera della battaglia di “Lepanto”. A Camerino, “l’estasi di San Filippo” del Tiepolo,  l’Icona di Santa Maria in Via e “La Nuvola di Santa Maria in Via”. A Cessapalombo un prezioso crocifisso che si trovava in una chiesa sventrata dal terremoto, dove sfidando la precarietà della struttura e le scosse che si susseguivano è riuscito insieme ad altri militari a mettere in sicuro la scultura che, oltre a rappresentare un bene importante dal punto di vista storico artistico, rappresentava per gli abitanti di quei luoghi un prezioso segno della loro memoria.    Il Luogotenente Sergi è sposato ed è padre di due figli, uno dei quali lo ha reso da poco nonno. Durante tutta la sua carriera si è sempre distinto per le sue doti di onestà, umanità, serietà e professionalità.    Con il suo congedo viene meno un solido punto di riferimento del Nucleo TPC di Ancona ma di certo il “Luogotenente Sergi”, saprà come poter supportare anche da Carabiniere in congedo l’opera dell’Istituzione a cui ha dedicato con sana e disinteressata passione un periodo importante della propria vita.    

25/06/2021 09:45
Covid, a Serravalle 28 casi positivi. I commercianti: "Gente chiusa in casa, allarmismo ingiustificato"

Covid, a Serravalle 28 casi positivi. I commercianti: "Gente chiusa in casa, allarmismo ingiustificato"

"Vista la pesante situazione venutasi a creare nel nostro paese, a causa dei recenti casi di positività al covid-19 riscontrati, noi, titolari delle varie attività commerciali di Serravalle di Chienti, siamo stati i primi a pagarne le conseguenze, riscontrando fin da subito un calo delle vendite. La gente è spaventata, ha paura, è chiusa in casa e non esce neanche per fare la spesa. Gli abitanti dei paesi limitrofi evitano di passare da noi per sbrigare le loro commissioni giornaliere". È quanto sottolinea in maniera compatta l'intera categoria dei commercianti di Serravalle di Chienti, tramite Paola, la loro portavoce.  "In realtà, Serravalle capoluogo, al momento risulta quasi "covid-free" (1 solo positivo), gli altri casi di positività (27 stando agli ultimi dati resi noti dalla Regione Marche ndr) sono distribuiti nelle varie frazioni del comune stesso - aggiungono -. A parer nostro, l'allarmismo che si è venuto a creare, è eccessivo ed ingiustificato e tende solo a danneggiare le varie attività, l'aggregazione, la già poca vita sociale del paese e dell'intero territorio comunale".  "Consapevoli che la pandemia non è finita, ma con misure e regole preventive che ormai da tempo vengono adottate e con l'alta percentuale di popolazione già vaccinata, il virus può essere affrontato con più forza e sicurezza. La nostra vuole essere una semplice, ma doverosa, rassicurazione per i nostri compaesani e clienti, ai quali chiediamo collaborazione e fiducia. Il nostro impegno e lavoro farà si che le nostre attività siano punti di forza per il nostro comune" concludono gli esercenti di Serravalle di Chienti.     

17/06/2021 20:40
Multe di Pasqua a raffica: uomo viola la quarantena. A Serravalle beccato un ubriaco alla guida

Multe di Pasqua a raffica: uomo viola la quarantena. A Serravalle beccato un ubriaco alla guida

Durante l’ultimo fine settimana i Carabinieri del comando provinciale carabinieri di macerata sono stati impegnati  nella vigilanza di tutto il territorio provinciale al fine di verificare il rispetto delle vigenti disposizioni anti -covid. Nelle giornate di Pasqua e Pasquetta sono state controllate più di mille persone e oltre 700 automezzi. A seguito delle attività di monitoraggio sono scattate delle sanzioni per una persona che aveva violato la quarantena fiduciaria mentre altre tre, sono state multate, per non aver indossato la mascherina e altre quattro per essere state sorprese fuori comune senza giustificato motivo. Infine i Carabinieri della compagnia di Camerino, hanno deferito in stato di libertà, un cittadino italiano poiché presso Serravalle del Chienti è stato beccato alla guida della propria autovettura in evidente stato di alterazione alcoolica, certificata dopo essere stato sottoposto al test dell’etilometro con conseguente ritiro della patente.  

06/04/2021 12:27
Serravalle di Chienti, cade con la moto in superstrada: uomo trasferito a Torrette

Serravalle di Chienti, cade con la moto in superstrada: uomo trasferito a Torrette

Cade con la moto lungo la superstrada: viene soccorso in eliambulanza. È quanto avvenuto attorno alle ore 11:30 della mattinata odierna, all'altezza del territorio comunale di Serravalle di Chienti.  Ancora in corso di accertamento la dinamica dell'incidente, nessun altro mezzo è stato coinvolto.  Sul posto sono intervenuti prontamente i sanitari del 118 che, constatati i traumi riportati dall'uomo, hanno richiesto il supporto dell'elisoccorso proveniente da Ancona. È stato, pertanto, predisposto il trasferimento del centauro in codice rosso all'ospedale dorico di Torrette. 

05/04/2021 12:45
Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.