Serravalle di Chienti

Anas, chiuso per lavori un tratto della carreggiata tra gli svincoli di Serravalle di Chienti e Muccia

Anas, chiuso per lavori un tratto della carreggiata tra gli svincoli di Serravalle di Chienti e Muccia

Sulla strada statale 77var “della Val di Chienti”, a partire da domani, giovedì 9 luglio, sarà temporaneamente chiuso un tratto della carreggiata in direzione Macerata tra gli svincoli di Serravalle di Chienti e Muccia (dal km 26,600 al km 35), in prosecuzione del tratto già chiuso tra Colfiorito e Serravalle. Il traffico sarà deviato sulla viabilità adiacente (SS77) con uscita obbligatoria allo svincolo di Colfiorito e rientro allo svincolo di Muccia. La chiusura è necessaria per consentire alla società “Valdichienti” l’esecuzione di alcuni interventi di ripristino localizzato. L’ultimazione è prevista entro il 20 luglio. Anas, società del Gruppo FS Italiane, ricorda che quando guidi, Guida e Basta! No distrazioni, no alcol, no droga per la tua sicurezza e quella degli altri (guidaebasta.it). Per una mobilità informata l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.    

08/07/2020
Montelago Celtic Festival, a causa dell'emergenza Covid-19 la XVIII edizione slitta nel 2021

Montelago Celtic Festival, a causa dell'emergenza Covid-19 la XVIII edizione slitta nel 2021

La diciottesima edizione del Montelago Celtic Festival, la kermesse che riunisce nei primi giorni d'agosto a Taverne di Serravalle tantissimi appassionati da tutte le Marche e non solo, slitterà a causa dell'emergenza Covid-19 direttamente nel 2021. Ad annunciarlo sono stati proprio gli organizzatori tramite un comunicato apparso sui loro canali ufficili che pubblichiamo integralmente: "La XVIII edizione del Montelago Celtic Festival verrà rimandata al 5-6-7 Agosto 2021. In queste settimane ci siamo confrontati molto con le istituzioni di pubblica sicurezza, abbiamo letto e riletto i vari decreti, abbiamo ragionato su diverse possibilità per permettere lo svolgimento della manifestazione. In qualche modo, Montelago si sarebbe anche potuto fare. Guardando solamente il codice burocratico, l’enorme disponibilità di spazi aperti di cui è ricco il territorio che ci ospita avrebbe permesso un buon grado di distanziamento sociale. Ancor prima dell’esplosione della pandemia, avevamo studiato un modo per assicurare un'igienizzazione continua dei bagni. Ci eravamo persino attrezzati per ridurre al minimo le transazioni cartacee di biglietti e denaro, o per controllare le temperature all’ingresso con termoscanner certificati. Tutto ciò, sarebbe andato a rispondere perfettamente alle normative vigenti sulle manifestazioni pubbliche. Ma, come abbiamo sempre detto, la burocrazia va affrontata con lo spirito del druido, non con quello furbesco di un Vermilinguo. Siamo sinceri: igienizzare, mascherare, misurare non sono la basi su cui si fonda lo spirito del festival. Utili mezzi, sicuramente, ma il fine è ben altro. Che Montelago sarebbe senza la possibilità di danzare sotto il palco? Che Montelago sarebbe senza scambio continuo di baci, braci e abbracci? Che Montelago sarebbe senza le gelide docce comuni? Senza la promiscuità di un campeggio libero o l’energia impetuosa di un Mortimer Pub non contingentato? Senza i fuochi dei falò attorno ai quali bruciare la grande epidemia della noia quotidiana? E allora, se non si può fare per bene, che non lo si faccia affatto. Siamo disposti a prolungare l’attesa di un anno. Ma siamo anche determinati a combattere nel caso in cui le misure necessarie dell’oggi dovessero divenire un pretesto per omologare le feste del domani. Siamo convinti che sarete con noi, in questo cammino. Nel frattempo, stiamo studiando altri modi per far sí che il folk continui a risuonare in terra di marca. A breve vi annunceremo una bella sorpresa. 7 Agosto 2020"

27/05/2020
Controlli in due aziende bio del Maceratese: utilizzati fitofarmaci e mangimi non conformi

Controlli in due aziende bio del Maceratese: utilizzati fitofarmaci e mangimi non conformi

Nell’ambito della campagna di controllo sulla filiera del biologico disposta dal Comando Regione Carabinieri Forestale Marche, i  Reparti Carabinieri Forestali di Macerata hanno intensificato l’attività di controllo presso le aziende agricole assoggettate alla disciplina del biologico. Dai primi controlli espletati mediante sopralluoghi in campo, campionamenti e analisi chimiche di laboratorio, due aziende del maceratese sono risultate irregolari. In un caso, i militari  della Stazione dei carabinieri Forestali di Recanati hanno svolto accertamenti e campionamenti sui terreni di un’azienda agricola dedita alla produzione di grano, piselli, bietole, girasole ed erba medica coltivati con metodo biologico. Dalle analisi chimiche effettuate in laboratorio, è emerso l'uso sui terreni di fitofarmaci vietati nelle coltivazioni biologiche. Immediata è stata la comunicazione all’Organismo di controllo e certificazione che ha emesso il "Provvedimento definitivo di sospensione della certificazione biologica" della durata di 6 mesi a carico dell’imprenditore agricolo recanatese, per l’utilizzo di prodotti non ammessi, al quale è stato inoltre, notificato  un verbale amministrativo con sanzione di 6.000 euro. Nello stesso periodo militari Forestali di Serravalle di Chienti, a seguito di un’ispezione amministrativa eseguita presso un allevamento bovino biologico ubicato in zona, hanno accertato l’impiego di mangimi per i quali l’allevatore non è stato in grado di dimostrare la conformità alla specifica normativa sulle produzioni agricole, agroalimentari e biologiche (D. L.vo 20/2018). Il mangime è stato sottoposto a sequestro amministrativo e, ai titolari dell’azienda agricola, è stato notificato un verbale amministrativo  di  6.000 euro. Anche in questo caso, l’organismo di controllo e certificazione, subito informato delle irregolarità riscontrate nell’attività ispettiva, ha provveduto ad emettere nei confronti dell’azienda agricola, un provvedimento cautelativo che vieta ogni forma di commercializzazione nella filiera bio. Oltre a ciò, le aziende che risultano irregolari rischiano anche la perdita dei contributi comunitari e regionali erogati con fondi PAC (Piano Accumulo Capitale) dallo Stato e PSR (Programma Sviluppo Rurale) dalle regioni a sostegno delle produzioni biologiche. Ovviamente, qualora i prodotti vengono immessi sul mercato e quindi commercializzati verso il consumatore finale, rischiano il deferimento all’Autorità giudiziaria per il reato di frode in commercio. I Carabinieri Forestali nello specifico settore,  sono intenti a monitorare sia l’uso corretto e proporzionato dei prodotti fitosanitari autorizzati nelle coltivazioni biologiche, sia la successiva filiera zootecnica ed alimentare, sempre al fine di  tutelare il consumatore e i tanti agricoltori che applicano correttamente le regole imposte dalla normativa sul biologico.

28/02/2020
Serravalle, fu vittima di una pesante bufala su web, Ronchetti perdona l'autore

Serravalle, fu vittima di una pesante bufala su web, Ronchetti perdona l'autore

Si è conclusa con il perdono da parte della vittima, la singolare vicenda che ha visto coinvolto, circa tre anni fa, l'ex primo cittadino di Serravalle Venanzo Ronchetti  che si era ritovato, a suo malgrado, protagonista di un articolo online dove lo spacciavano per un terrorista dell’Isis, pronto a far esplodere un aereoporto. Il titolo del pezzo incriminato infatti recitava: «Allarme terrosismo a Serravalle. In manette l’estremista Venanzo Ronchetti» e compariva tra i primi posti dei risultati sul motore di ricerca Google. La bufala, frutto di uno scherzo di cattivo gusto, proveniva da «fakelot.com», un sito web pensato proprio per confezionare notizie assurde del genere dove si inserisce il nome della vittima, una sua foto e il paese di provenienza ed il gioco è fatto. La notizià generò un forte scalpore in tutto l'entroterra montano maceratese, tanto che Ronchetti denuciò il fatto alla Polizia Postale, la quale riuscì ad individuare il colpevole in un ragazzo di 21 anni che, resosi conto della stupidaggine fatta, inviò una lettera di scuse all'ex sindaco in modo da rimediare al danno. Il contezioso ha avuto il suo epilogo con il nobile gesto di Venanzo Ronchetti che ha perdonato il gesto, ritirando anche la denuncia fatta al ragazzo, diffidandolo inoltre, dopo un incontro tra i due, a ripetere simili pasticci.

18/02/2020
Serravalle del Chienti, incendio canna fumaria: fiamme minacciano il sottotetto (FOTO)

Serravalle del Chienti, incendio canna fumaria: fiamme minacciano il sottotetto (FOTO)

I Vigili del fuoco sono intervenuti alle ore 10:20 circa nel Comune di Serravalle del Chienti, in via primo Maggio, per l'incendio di una canna fumaria che ha coinvolto anche una porzione limitrofa di coibentazione del sottotetto. La squadra dei vigili del fuoco di Camerino intervenuta sul posto, ha spento le fiamme e messo in sicurezza l'area interessata dall'incendio.

22/01/2020
Irregolarità sui prodotti: sanzioni per 22mila euro in macellerie, supermercati e negozi

Irregolarità sui prodotti: sanzioni per 22mila euro in macellerie, supermercati e negozi

Nell’ambito dell’attività di controllo sul settore agroalimentare, disposta dal Gruppo Carabinieri Forestale di Macerata, i militari appartenenti alle Stazioni Carabinieri Forestale di Sarnano e Serravalle di Chienti, hanno effettuato nel periodo pre-natalizio, una serie di verifiche nei confronti di macellerie, supermercati e negozi siti nell’area maceratese, mirati sia alla verifica della corretta tracciabilità in merito alle carni bovine e ovicaprine, sia alla regolare etichettatura di altri prodotti alimentari e nello specifico prodotti DOP e IGP. In merito alle carni bovine e ovicaprine sono state riscontrate irregolarità riguardo all’assenza o alla non correttezza delle informazioni al consumatore riguardanti i paesi di origine e di allevamento e di macellazione delle stesse. Per quanto riguarda l’etichettatura degli altri prodotti del settore agroalimentare, sono state accertate violazioni in materia di etichettatura nei confronti di tre Aziende produttrici di pasta secca di semola di grano duro, dovute all’assenza dell’obbligatoria dicitura riguardante l’origine del grano sulle rispettive etichette dei formati di pasta commercializzati. Ad un’azienda che realizza prodotti di norcineria è stata invece contestata l’assenza della percentuale dell’ingrediente caratterizzante di un salume “aromatizzato”. L’attività complessiva ha riguardato il controllo di 10 esercizi commerciali, ha portato all’accertamento di 8 violazioni di natura amministrativa che hanno determinato un importo totale delle relative sanzioni pari ad euro 22.000,00.

24/12/2019
Serravalle di Chienti, furgone in fiamme in galleria: paura in superstrada (FOTO)

Serravalle di Chienti, furgone in fiamme in galleria: paura in superstrada (FOTO)

Nella mattinata di oggi, intorno alle 10:00, i Vigili del Fuoco di Macerata sono intervenuti lungo la Superstrada 77 "Val di Chienti", al km 27.100, in direzione Foligno, all'interno della galleria Bavareto, per un incendio.  Per cause in corso di accertamento, un furgone che trasportava del mobilio, è andato a fuoco. I pompieri del distaccamento di Camerino, di Tolentino e di Macerata, intervenuti con cinque automezzi più due del Comando di Perugia, hanno subito spento le fiamme e messo in sicurezza il mezzo e la carreggiata. Non si segnalano persone coinvolte.

22/10/2019
Domenica di esercitazioni per il Soccorso Alpino di Macerata (FOTO)

Domenica di esercitazioni per il Soccorso Alpino di Macerata (FOTO)

Qualcuno ha temuto potesse essere successo qualcosa di grave tante erano le figure rosse e giallo fluo con caschetto verde arrampicate su per la roccia di Gelagna, a Serravalle di Chienti, con corde e con una barella caricata in spalla. Fortunatamante però nessuna emergenza; si trattava invece di una simulazione. L'esercitazione è consistita nella simulazione di una persona precipitata per circa otto metri che riportava un trauma alla spalla. Una delle tante esercitazioni periodiche che, come spiegato dal Capo Stazione del Soccorso Alpino di Macerata Marianelli e dal Vice Capo Stazione Mazzufferi, è prevista nel loro statuto nazionale e viene organizzata per i volontari, uomini e donne che hanno una grande passione per la montagna. "Siamo tutti fermamente convinti che sia un valore irrinunciabile mettere a disposizione le nostre capacità tecniche per chi si viene a trovare in difficoltà in montagna o in un luogo impervio - spiegano gli uomini e le donne del Soccorso Alpino -. Siamo tutti volontari ed è ovvio che per non mettere in pericolo noi stessi o gli altri, dobbiamo avere capacità e competenze tecniche che ci consentano di muoverci in autonomia e in sicurezza, con grande intesa e armonia su ogni terreno: dalla parete di roccia al pendio di neve, dalla forra alla cascata di ghiaccio. Tutto ciò può essere reso possibile solo attraverso molteplici esercitazioni."

20/10/2019
Furti  agli anziani con la "tecnica dell'abbraccio": scovati e arrestati due ladri seriali

Furti agli anziani con la "tecnica dell'abbraccio": scovati e arrestati due ladri seriali

Nel tardo pomeriggio di ieri, i carabinieri della Compagnia di Camerino, diretti dal capitano Roberto Nicola Cara, congiuntamente ai carabinieri di Città di Castello hanno intercettato, nella stessa cittadina umbra, e successivamente tratto in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa in data 16 agosto dal Gip del Tribunale di Macerata, Catrin Leonard di 26 anni e Dumitru Bianca di 21 anni, entrambi soggetti senza fissa dimora, ritenuti responsabili di tre furti di collane (di cui uno tentato) eseguiti con la cosiddetta “tecnica dell’abbraccio” ai danni di altrettanti anziani ultraottantenni a Muccia e Serravalle di Chienti. A seguito di una specifica attività di osservazione di pedinamento e controllo, i militari dell’Arma sono riusciti a individuare i due ricercati che, nonostante si fossero dati alla fuga alla vista dei militari operanti, sono stati comunque catturati al termine di un inseguimento magistralmente condotto. Il provvedimento cautelare scaturisce da minuziose indagini coordinate dalla Procura di Macerata, condotte dal dottor Riccioni e dalla dottoressa Buccini e dai Carabinieri della Compagnia di Camerino che avevano acquisito nei confronti dei due indagati diversi, gravi, precisi e concordanti indizi di colpevolezza in ordine a due furti con destrezza commessi rispettivamente a Muccia e a Serravalle del Chienti, nello scorso giugno. Nel caso specifico, il collaudato e rodato modus operandi della coppia presupponeva l’impiego dell’uomo in qualità di “palo” e “supporto”, mediante l’utilizzo di un’autovettura con intestazione fittizia e la scaltra mano della donna, che era invece capace di scegliere con cura le proprie vittime da abbracciare e quindi depredare solo dopo averle avvicinate con banali scuse o simulando pregresse conoscenze, faceva il resto. I due indagati si trovano ora ristretti nel carcere di Perugia Capanne a disposizione dell’autorità giudiziaria mandante.

14/09/2019
Serravalle di Chienti, la banda musicale di Camerino incanta in concerto

Serravalle di Chienti, la banda musicale di Camerino incanta in concerto

In un mondo dove tutto corre velocemente, fortunatamente rimangono vive alcune tradizioni popolari come quelle delle feste Triennali di Copogna, frazione di Serravalle di Chienti dedicate alla Madonna. Puntuale ogni tre anni, con sempre una ricca partecipazione di persone, il sabato sera - prima della solenne festa di conclusione - si svolge la processione notturna accompagnata dalla banda musicale di Camerino e a seguire l’ormai tradizionale e atteso concerto. E anche questa volta il M° Vincenzo Correnti ha sapientemente guidato i suoi ragazzi in un concerto che ha riscosso tantissimi e lunghi applausi. La formazione camerte, solo qualche giorno prima nella versione Wind Orchestra, si è esibita per il festival Europeo del clarinetto accompagnando quattro tra i più grandi solisti di clarinetto basso e ieri sera, sabato 17 agosto, con un organico ridotto e formato da giovani ha fatto trascorre quasi due ore in allegria. Brani di musica italiana, ritmi latini e sud-americani, composizioni del M° Correnti e l’immancabile Gualdi suonato sempre magistralmente da Vincenzo Correnti hanno condotto gli ascoltatori in un viaggio musicale semplice, ma accattivante che ha saputo conquistare il pubblico tanto da farlo rimanere e chiedere il bis. Al termine del concerto il M° Correnti ha ringraziato il comitato festeggiamenti che ogni tre anni invita la banda città di Camerino ricordato come tre anni fa, il 20 agosto 2016, si fosse a soli quattro giorni dal terremoto del 24 agosto. Da quel momento molto è successo come la perdita del Palazzo della musica, sede della banda, ma la forza di non fermarsi e di andare avanti ha permesso di realizzare un nuovo sogno. E qui è partito un grande applauso a favore della fondazione Andrea Bocelli che realizzerà la nuova scuola di musica dando la possibilità a tutto il territorio di poter ritornare a fare musica regolarmente in spazi idonei e sicuri.  

18/08/2019
Area Vasta 3 impegnata al Montelago Celtic Festival con le attività di prevenzione

Area Vasta 3 impegnata al Montelago Celtic Festival con le attività di prevenzione

L’Area Vasta 3, attraverso i due progetti “alza la testa, non il gomito” e “ stammi bene” è stata impegnata in una importante attività di prevenzione al Celtic Festival di Montelago. Sabato 3 agosto, dal pomeriggio all’alba, otto operatori di cooperative, con il coordinamento del Servizio Dipendenze patologiche dell’AV3 di Macerata hanno incontrato tantissimi ragazzi e ragazze per informarli sui rischi connessi all’abuso di sostanze alcoliche, di sostanze stupefacenti e per fornire il fondamentale servizio dell’”etilotest” che permette di avere un’adeguata informazione rispetto al rapporto tra alcol ingerito e tasso alcolemico, per potere scegliere in maniera consapevole se mettersi o no alla guida. Sono stati registrati ben 242 contatti allo Stand “spazio salute" ed effettuati 178 etilotest. Gli operatori hanno potuto toccare con mano come alcuni messaggi di prevenzione nella lunga storia di collaborazione con gli organizzatori dell’evento, siano effettivamente arrivati ai giovani, e più in generale ai destinatari del progetto. Molto spesso il gruppo sceglie un guidatore designato per la serata, che si impegna a non bere alcolici e può riaccompagnare gli altri a casa in sicurezza, oppure altri gruppi di ragazzi scelgono di trascorrere la notte in tenda, approfittando del campeggio a disposizione, per non correre rischi legati all’eccesso di alcol o stanchezza. D’altra parte, l’assenza di una conoscenza specifica e consolidata sui temi del progetto rivela quanto sia necessario continuare l’opera di informazione proprio nei luoghi del divertimento , mettendosi in sintonia con l’evento stesso, come avviene da anni in questa occasione (il festival quest’anno è giunto alla XVII edizione).  

05/08/2019
Operazione antidroga al Montelago Celtic Festival: 2 arresti, 5 denunce e 40 giovani segnalati

Operazione antidroga al Montelago Celtic Festival: 2 arresti, 5 denunce e 40 giovani segnalati

Stringenti controlli da parte Carabinieri della compagnia di Camerino, guidati dal Capitano Roberto Nicola Cara, dal primo al tre agosto a Serravalle del Chienti, in località Taverne, al termine del “Montelago Celtic Festival 2019”. Nel corso delle operazioni di controllo, i militari hanno segnalato alla locale prefettura di Macerata 40 soggetti per detenzione di sostanza stupefacente a uso personale, sequestrando un complessivo di oltre 3etti di sostanze stupefacenti di ogni genere marijuana, hashish cocaina, funghi allucinogeni e ketamina. I Carabinieri hanno quindi deferito in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente cinque soggetti: tutti di età compresa tra i 20 e i 21 anni con precedenti specifici di polizia, sequestrando complessivamente 100 grammi di sostanze stupefacenti di ogni tipo. I carabinieri hanno tratto in arresto altre due persone, entrambe 21enni, incensurati, poiché trovati in possesso di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente così suddiviso: 200 grammi complessivi di marijuana; 20 grammi di hashish; 10 grammi di “funghetti allucinogeni psilocybe; 5 grammi di sostanza stupefacente del tipo ketamina e 48 bustine di cellophane   con chiusura ermetica. I soggetti coinvolti sono risultati tutti provenienti da ogni parte d'Italia. 

05/08/2019
Record di presenze per il Montelago Celtic Festival 2019 (FOTOGALLERY)

Record di presenze per il Montelago Celtic Festival 2019 (FOTOGALLERY)

Risuona la gaita di Hevia ed è ancora una volta Notte Celtica, un inno alla libertà. Montelago memorabile sull’altopiano di Colfiorito per questa XVII edizione della rassegna che registra il record di presenze e si conferma uno degli eventi folk più amati d’Europa. Una città di 5 mila tende e centinaia di camper e moto piazzati nei 50 ettari di campeggio, 90 stand di produttori artigianali con ben 23 attività dell’area del cratere coinvolte, più di 10 mila kit per la raccolta differenziata distribuiti gratuitamente all’ingresso e depositati in 47 punti di raccolta, 25 mila piatti e stoviglie biodegradabili, un ospedale da campo che, insieme alle decine di associazioni di pronto soccorso coinvolte e alla collaborazione delle forze dell’ordine, ha assicurato una festa sicura e pulita. Affascinante cosmo Montelago, fatto di gente pulsante proveniente da ogni parte d’Italia e d’Europa, che sfugge alle classificazioni, allergica agli stereotipi. Biker o musicisti, studenti o impiegati modello, giovani o anziani, genitori e figli: l’anima è la stessa. L’accensione dei fuochi sacri e il richiamo della natura celebrano lo spirito comunitario della festa: una grande famiglia che, anno dopo anno, si allarga nel segno dell’amicizia.    Di seguito la fotogallery della giornata di sabato 3 agosto:         

04/08/2019
Operazione anti-droga al Montelago Celtic Festival: due arresti e cinque denunce

Operazione anti-droga al Montelago Celtic Festival: due arresti e cinque denunce

La Compagnia dei carabinieri di Camerino ha svolto, in occasione del Montelago Celtic Festival 2019 in corso a Serravalle del Chienti, spefiche operazioni anti-droga sia in abiti civili che in uniforme.  L'operazione messa in piedi dai militari ha portato alla segnalazione di cinque soggetti alla Prefettura di Macerata per detenzione di sostanza stupefacente ad uso personale (sequestrati un totale di 50 grammi di marijuana) e alla denuncia a piede libero, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente (marijuana), di quattro ragazzi tra i 20 e i 21 anni con precedenti specifici di polizia (sequestro complessivo di 50 grammi di marijuana). Sono stati inoltre tratti in arresto due 21enni, incensurati, trovati in possesso di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente: 200 grammi di marijuana, 20 grammi di hashish, 10 grammi di “funghetti allucinogeni psilocybe, 5 grammi di ketamina e 48 bustine di cellophane con chiusura ermetica all’apice che sarebbero servite all’illecita attività di spaccio di sostanze stupefacente. Tutti le persone fermate risultano provenire da fuori regione e sono giunte al festival da ogni parte d'Italia.     

02/08/2019
Montelago Celtic Festival 2019: programma e novità della nuova edizione

Montelago Celtic Festival 2019: programma e novità della nuova edizione

Dite Amici ed Entrate! È l’invito in stile Tolkien di Montelago Celtic Festival 2019 in programma l’1, 2 e 3 agosto a Taverne di Serravalle di Chienti (Mc). Più folk e fellowship che mai, la XVII edizione della rassegna torna protagonista dell’estate umbro-marchigiana per riunire l’amichevole Popolo di Montelago attraverso la musica, lo sport, i laboratori e gli appuntamenti culturali. Tre palchi ufficiali e spazi dedicati all’improvvisazione permettono di immergersi a 360° nel panorama folk internazionale e di casa nostra. Imperdibili, tra i 28 concerti in programma, quello della folk metal band spagnola Mägo De Oz, rockstar con numeri da brividi, come le 100 milioni di visualizzazioni del video Fiesta Pagana, e il ritorno dell’amico maestro gaitero José Ángel Hevia Velasco, l’artista asturiano che ha inventato la cornamusa elettronica, vendendo più di due milioni e mezzo di dischi, e che sarà al Festival nella triplice veste di performer, conferenziere e insegnante. Creatività no limits per trasformare il sapere in saper fare con ben 25 workshop: oltre agli amati corsi di musica e danza, divenuti nel tempo una istituzione della festa, decine di stage con focus suantichi mestieri e arti pratiche in esplorazione alle discipline dal sapore celtico e quest’anno - novità - delle eccellenze locali che fanno le Marche grandi nel mondo: produzione della carta, secondo la tradizione artigianale di Fabriano e Ancona, e tornitura del legno per creare una penna con le proprie mani. Esordiscono anche i corsi di cucina gallica e tradizionale irlandese con chef professionisti per recuperare antiche ricette perfette per i nostri tempi. Amanti del fantasy niente paura. L’appuntamento è alla Tenda Tolkien, luogo del sapere, cuore dello spirito fantastico della manifestazione, che ospita la rassegna Fellowship: amicizia e potere tra fantasy e realtà, con un nutrito calendario di iniziative culturali: 14 appuntamenti tra incontri, dibattiti, convegni, con la partecipazione anche di Edoardo Rialti, traduttore in Italia di G. R. R. Martin, e il format delle lezioni/spettacolo che fondono filosofia e teatro, curate dal “Frodo” Cesare Catà e dalla compagnia teatrale Magical Afternoon. Nella tenda sarà poi incoronato il vincitore del Montelago Storytelling 2019, corso/concorso di scrittura fantasy in collaborazione con la prestigiosa Scuola Holden di Torino e a cura di Loredana Lipperini, scrittrice e giornalista, giunto alla III edizione. Non mancheranno i matrimoni celtici, tanto sport e vari eventi ludici, rievocazione, spettacoli col fuoco e le immancabili visite guidate alla scoperta del territorio, anche a cavallo. A disposizione dei partecipanti, che potranno raggiungere la manifestazione anche a piedi, attraverso i suggestivi sentieri di Montelago Walker nel cuore dell’Appennino, camping con area camper, tende, zone riservate ai biker e alle famiglie con bambini, oltre 90 stand tra camping e food shopping, con ben 23 attività locali coinvolte, gastronomia e mercatino d’artigianato. Rispetto e tutela dell’ambiente sempre al centro del Festival: raccolta differenziata, pulizia dei prati ed eco-gestione per una festa ogni anno più green.

28/07/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.