Camerino

Unicam, il Direttore Generale Vincenzo Tedesco è il nuovo Presidente Vicario del CODAU

Unicam, il Direttore Generale Vincenzo Tedesco è il nuovo Presidente Vicario del CODAU

E’ Vincenzo Tedesco, Direttore Generale dell’Università di Camerino, il nuovo Presidente Vicario eletto del CODAU, (Convegno dei Direttori Generali delle Amministrazioni Universitarie) per il triennio 2020-2023, nella lista “Insieme per un CoDAU utile e aperto” che ha visto capofila l’ing. Scuttari, Direttore Generale dell’Università di Padova, pertanto nuovo Presidente, ed un gruppo di lavoro giovane e motivato. Il programma presentato ha ottenuto 48 preferenze, contro le 37 della lista concorrente rappresentata dal Direttore Generale dell’Università di Palermo. Il risultato è arrivato al termine di un lavoro inclusivo e partecipativo che ha visto il coinvolgimento di numerose realtà accademiche, che hanno fortemente creduto in un CoDAU nuovo, consapevole del suo ruolo fondamentale di interlocutore istituzionale all’interno del sistema universitario italiano. “Sono particolarmente felice di questo risultato – ha commentato il dott. Tedesco – che è un importante riconoscimento non tanto per la mia persona, ma per l’intera Università di Camerino che, ancora una volta, mostra di avere al suo interno competenze e risorse il cui valore è riconosciuto a livello nazionale. Ringrazio quanti hanno creduto nel nostro progetto ed hanno sostenuto la mia candidatura: il Rettore e la governance di Unicam, unitamente a tutti i miei collaboratori che non hanno mai fatto mancare il sostegno a questo progetto. A tutti i colleghi degli altri Atenei che fanno parte di questa squadra giovane, vivace e ricca di progettualità concreta e competenza, auguro un buon lavoro: ci aspetta un periodo ricco di incognite e nuove problematiche, anche in relazione alla pandemia cui le Università stanno facendo fronte, sono certo che sapremo affrontarlo con coraggio, entusiasmo e competenza”. Numerosi gli apprezzamenti e i complimenti pervenuti al Direttore Generale Unicam, primo fra tutti quello del Rettore Claudio Pettinari. “Questa elezione dimostra come il dott. Vincenzo Tedesco sia una risorsa non solo per l’Ateneo camerte ma per l’intero sistema universitario nazionale, che vede nell’organo del CODAU un interlocutore fondamentale di supporto e competenza - afferma il rettore Pettinari. L’intera comunità universitaria, dunque, non può che rallegrarsi per questa nuova nomina del dott. Tedesco, che si affiancherà a quella di Direttore Generale UNICAM, augurandogli buon lavoro e complimentandosi per il prestigioso risultato raggiunto.” Vincenzo Tedesco, classe 1967, dal 1 ottobre 2017 è direttore generale dell’Università di Camerino. Ha supportato dal 2011 l’Ufficio Studi del Codau nel commento alle leggi e alle norme più significative di impatto per le Università, commenti a sentenza, approfondimenti monografici su tematiche di interesse per gli Atenei. E' componente del comitato scientifico della rivista Lavoro e Previdenza, già direttore scientifico di Formel, scuola di formazione per il personale della PA.  Collabora con riviste scientifiche, tra le quali Diritto.it e Scuola 24, quest’ultima quotidiano della Formazione, dell’Università e della Ricerca del Sole 24 Ore. E’ esperto di anticorruzione e trasparenza, ha scritto svariati contributi in materia di gestione delle risorse umane, leadership e dinamiche relazionali nelle amministrazioni complesse. Il 25 settembre 2020 è stato eletto vicepresidente CODAU, all’interno della lista “Insieme per un CODAU utile e aperto”. E’ possibile consultare i membri della Giunta Codau all’indirizzo http://www.codau.it/associazione/organi/giunta

Camerino, dopo vent'anni torna la Quintana: il programma completo

Camerino, dopo vent'anni torna la Quintana: il programma completo

Camerino si prepara a tuffarsi nel Medioevo con “A cavallo della Marca”. Torna la Giostra dell’anello, domenica 27 settembre, a distanza di vent’anni dall’ultima quintana e all’interno di una giornata ricchissima. Alle 9:30 si partirà con un’assoluta novità: la cavalcata dell’intagliata con la visita a Rocca Varano. Una lunga cavalcata da Pioraco a Camerino passando, tra gli altri, per il Castello di Lanciano, Torre del Parco, Rocca d’Ajello. Nella stessa mattinata, alle 10, si svolgerà l’inaugurazione dell’area giochi "Sotto le piante". Nel pomeriggio, dalle 15:30 spazio alla quintana al Cus Camerino con circa 50 figuranti tra dame, cavalier e tamburini, che sfileranno in abiti d’epoca. Un corteo ridotto, rispetto a quello originario della Corsa alla Spada, rispetto delle norme imposte dall’emergenza sanitaria. “L’autunno inizia subito con un grande appuntamento. L’abbiamo voluto con grande forza e ci siamo adoperati per fare in modo che si svolgesse nonostante le diverse difficoltà logistiche di quest’anno condizionato, per gli eventi, dalla normativa che rispetteremo scrupolosamente - spiega l’assessore alla cultura Giovanna Sartori - Un ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati affinchè tornasse la quintana a Camerino. Un grazie anche alla disponibilità dei fantini che provengono dalla provincia di Macerata, con l’intento di arricchire il calendario della Corsa alla spada e Palio". "Quest’anno, purtroppo, abbiamo dovuto rinunciare alla nostra rievocazione storica, ma con la presidente della Stefania Scuri siamo state subito d’accordo nel riproporre un momento legato a essa con l’intento che possa essere non solo un ritorno, ma una nuova tradizione da portare avanti - aggiunge la Sartori -. Naturalmente non dimentico Cristina Petrelli, fondamentale per la cavalcata dell’intagliata e nell’organizzazione con le Giacche Verdi, la protezione civile a cavallo”. A conclusione della prima parte dedicata alla quintana, spazio ai più piccoli con la premiazione dei bambini per il contest “La Corsa alla spada che vorrei”. A seguire uno spettacolo equestre in chiave moderna, l’unico nelle Marche, per quest’anno. Al Cus per tutta la giornata saranno presenti stand gastronomici e non. Sarà possibile gustare anche piatti medievali preparati da Spizzicus. In caso di pioggia la manifestazione sarà annullata, mentre la premiazione dei bambini avverrà nella geostruttura di Madonna delle carceri. ++ AGGIORNAMENTO ++  A causa del maltempo delle ultime ore che ha reso il terreno impraticabile l'evento "A cavallo nella Marca" è annullato. Non si svolgeranno, dunque, le attività previste dal programma, fatta eccezione per l'inaugurazione dell'area giochi "Sotto le piante" alle ore 10 e la premiazione del contesto per bambini "La Corsa alla spada che vorrei".   Quest'ultima si svolgerà domenica 27 settembre alle ore 16 nella geostruttura a Madonna delle Carceri  

25/09/2020
Unicam lancia la sfida alle stelle: nella città ducale sbarca il festival dell’astronomia "Galassica" (FOTO)

Unicam lancia la sfida alle stelle: nella città ducale sbarca il festival dell’astronomia "Galassica" (FOTO)

“Spazio all’umanità” è stato questo il titolo scelto per la terza edizione di Galassica, il festival itinerante dell’astronomia che quest’anno si terrà dal 4 al 10 Ottobre 2020 a Camerino. Dopo Macerata e Recanati, l’evento organizzato dall’associazione marchigiana, con sede a Civitanova Marche, Nemesis Planetarium farà tappa  nella città ducale, forte anche della collaborazione stretta con l’Università di Camerino e il Comune; per una kermesse che si snoderà tra workshop su prenotazione (molti dei quali già sold out) e conferenze live streaming. Si è svolta questa mattina la conferenza di presentazione del festival proprio presso la Sala Convegni del Rettorato di Unicam, alla quale erano presenti Moisella Lattanzi, presidente dell’associazione Nemesis Planetarium, Sandro Sborgia, sindaco di Camerino e infine il “padrone di casa” Claudio Pettinari, rettore dell’università. “Un ateneo deve sognare e per farlo ha bisogno di guardare le stelle – ha esordito Pettinari nell’introdurre gli ospiti presenti al tavolo dei relatori – universo e università sono due parole che si legano in maniera incredibile ed ecco perché in questo specifico evento saranno coinvolti i ragazzi dei Dipartimenti di Bioscienze e Veterinaria  - ed ha chiosato – riuscire ‘fare sistema’ è molto importante per conoscere chi siamo ed è anche per questo che si è creata subito una bella alchimia tra l’università e la direttrice del festival”. Una comunione d’intenti ideale confermata anche dalle parole di Moisella Lattanzi, presidente di Nemesis Planetarim : “Ogni volta che abbiamo bussato alla loro porta, Unicam ha sempre aperto – ha spiegato – il nostro è un evento itinerante che non vuole essere solo un festival dell’astronomia ma un vero e proprio contenitore al quale far avvicinare il pubblico verso alcuni temi su cui stiamo lavorando – ed ha aggiunto - Il tema scelto è ‘Spazio all’umanità’ e l’obiettivo è quello di promuovere l’astronomia come disciplina scientifica sempre in evoluzione, con laboratori, conferenze, mostre, con personaggi e contenuti di spessore e al contempo un approccio vivace, divertente, adatto a tutte le età e attento alle nuove tecnologie”. L’intervento finale è stato affidato al primo cittadino di Camerino Sandro Sborgia che dopo aver citato la celebre frase del filosofo Immanuel Kant: ‘Il cielo stellato sopra di me, e la legge morale in me’ ha dichiarato: “non credo ci si frase più significativa che rappresenti al meglio il rapporto che c’è tra la meraviglia del creato e l’umanità – ed ha sottolineato - in ognuno di noi c’è la tendenza a migliorarsi, quindi credo che questo festival oltre ad aiutarci a capire meglio ciò che ci circonda è anche un formidabile momento di introspezione sul senso della vita”. Il primo dei 35 appuntamenti segnati nell’agenda di Galssica si terrà il 4 ottobre, ore 15.30 al Polo Museale San Domenicocon l’evento di inaugurazione. Poi spazio a osservazioni con il telescopio, tavole rotonde via web e laboratori per tutte le età. Uno dei 'piatti forti' sarà senza dubio l'incontro del giorno dopo promosso dall’Ambasciata America, con in testa il vice Addetto alla Cultura Marlene Nice che guiderà la missione diplomatica e introdurrà l'ospite di eccezione Anna Fischer, astronauta di numerosissime missioni Space Shuttle, ISS ed Orion. Il tutto per arrivare alla giornata finale del 10 ottobre che si terrà presso l’arena anfiteatro dell’Ateneo e vedrà protagonista la simpatia e la curiosità con Lercio e Luca Perri (quest’ultimo in collegamento da remoto). A conclusione del festival, oltre al saluto del Rettore, anche l’intervento dello scienziato e autore Michele Bellazzini, ricercatore INAF di Bologna, che chiuderà l'evento con una poesia dell’astronoma scomparsa Rebecca Elson. (leggi il programma completo)

Camerino, Pasqui in Consiglio regionale. Il sindaco plaude e dice: "Ora si liberi del rancore"

Camerino, Pasqui in Consiglio regionale. Il sindaco plaude e dice: "Ora si liberi del rancore"

Il sindaco di Camerino Sandro Sborgia esprime "i più vivi e sentiti rallegramenti" per l’elezione al seggio di consigliere regionale del concittadino Gianluca Pasqui. Nel formulare gli auguri di buon lavoro per il bene di tutto il territorio regionale e della città di Camerino, lo invita "ad assolvere alle alte funzioni pubbliche cui è stato chiamato liberandosi, finalmente, da quei sentimenti di rancore che, purtroppo, lascia trapelare in ogni sua dichiarazione pubblica a causa della sconfitta elettorale subita alle ultime elezioni amministrative". "Ogni tentativo di sottrarsi alle gravi responsabilità attribuendo sempre ad altri la causa delle proprie contingenti sventure - prosegue il sindaco -, non solo pregiudica la propria credibilità, ma offende l’intelligenza stessa degli elettori il cui giudizio, contrariamente a quanto si possa pensare, è ogni volta inappellabile e insindacabile". "Nel rinnovare al consigliere regionale Gianluca Pasqui le felicitazioni per l’ottimo risultato conseguito nel territorio provinciale, offro la massima disponibilità alla collaborazione nel superiore interesse della cittadinanza locale e regionale per la risoluzione delle gravi problematiche, che nel delicato momento storico, affliggono la città di Camerino e l’intero territorio dell’entroterra marchigiano" conclude Sborgia.  

24/09/2020
Ripresa post lockdown: ecco come il Covid-19 cambierà la mobilità verso le Università italiane

Ripresa post lockdown: ecco come il Covid-19 cambierà la mobilità verso le Università italiane

Una persona su tre si sposterà con un proprio mezzo motorizzato nel caso di una nuova ondata pandemica.  Una crescita di otto punti percentuali rispetto al periodo pre-Covid. A dirlo è il report “Indagine nazionale sulla mobilità casa-università al tempo del Covid-19” realizzato dalla Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS) che ha analizzato il comportamento di 85.000 persone rappresentative della popolazione accademica. L’indagine, avviata lo scorso luglio e ancora in corso presso alcune università, si è basata su un questionario somministrato on-line agli studenti, ai docenti e al personale tecnico-amministrativo di 44 atenei italiani (cui si aggiungeranno i risultati di altre 13 università). Due gli scenari ipotizzati nel questionario: il virus è pressoché debellato e i contagi sono ridotti; il virus è ancora pericoloso, il contagio è rallentato ma prosegue.    Il campione preso in esame dal Gruppo di Lavoro Mobilità della RUS coinvolge la comunità accademica di riferimento ed è composto per il 79 per cento da studenti, l’11 per cento da docenti o ricercatori e il 9,6 per cento da personale tecnico-amministrativo.  La frequenza in università post-lockdown: cosa cambia? Il 66 per cento delle persone che ha risposto al questionario continuerà a recarsi in università, per ragioni di lavoro o di studio, se il rischio sanitario sarà minimo. Scenario che cambia totalmente in caso di un quadro più pessimistico: se il virus tornasse ad aggredire come nei mesi scorsi, il 61 per cento delle persone intervistate si recherebbe nel proprio ateneo solo quando strettamente necessario. La distribuzione percentuale delle risposte rimane uniforme nelle quattro aree geografiche prese in esame (nord-ovest, nord-est, centro, sud e isole), suggerendo che la percezione del rischio è molto sentita e non differisce in modo significativo all’interno del Paese.  I cambiamenti di abitudine negli spostamenti Il trasporto pubblico è il mezzo che subirà il maggior calo in termini percentuali, probabilmente anche a causa del ridotto coefficiente di riempimento dei mezzi imposto dai provvedimenti governativi al fine di garantire il distanziamento sociale (60 per cento dello spazio a disposizione al momento della rilevazione, attualmente innalzato all’80 per cento). Tuttavia, secondo le previsioni, in uno scenario di ridotto rischio sanitario, la domanda verso il trasporto pubblico si riduce di soli quattro punti percentuali; il calo diventa più significativo (-10 per cento) nello scenario più pessimistico. In entrambi i casi, il mezzo che sceglierebbero gli intervistati in sostituzione del trasporto pubblico sarebbe l’automobile privata e in misura più marginale la mobilità attiva (a piedi, in monopattino o in bici). Anche nella classificazione per area geografica, le differenze di comportamento pre-Covid alquanto rilevanti tra le aree del Paese si mantengono nelle previsioni di ripresa, anche se in termini relativi la quota che userà l’auto si incrementa di più al Nord, dove era più bassa grazie a servizi di trasporto pubblico più capillari e frequenti, ma anche dove la crisi sanitaria è stata più drammatica. Se osserviamo più nel dettaglio come si prevede cambieranno le abitudini di viaggio sul percorso casa-università per l’anno che sta iniziando nei due scenari ipotizzati è possibile prevedere che nella stragrande maggioranza dei casi coloro che si recavano in università a piedi e in bicicletta continuerà a farlo. Così come quella di coloro che lo facevano con l’automobile privata. I cambiamenti più significativi si avranno tra gli utenti del trasporto collettivo: nello scenario più critico circa un 20 per cento degli utenti del trasporto pubblico cambierà scelta modale, passando all’uso dell’auto propria nel 13,3 per cento dei casi e alla mobilità attiva nel 6 per cento. «È su queste quote che le politiche di mobilità devono e possono incidere - afferma Matteo Colleoni, Coordinatore del Gruppo di Lavoro Mobilità della RUS -, sia incentivando un più ampio ricorso alla mobilità attiva, che limitando, con adeguate misure di aumento dell’offerta e gestione dei mezzi, l’abbandono del trasporto pubblico». “L’Università di Camerino ha aderito con entusiasmo all’iniziativa, nella convinzione che le informazioni raccolte saranno preziose per la governance dell’Ateneo nonché per l’accessibilità alle sedi universitarie; a breve saranno disponibili anche i risultati locali, dopo l'anteprima nazionale presentata oggi" ha dichiarato il Rettore Unicam, prof. Claudio Pettinari

23/09/2020
Regionali Marche, ecco i 30 consiglieri: ipotesi assessorato per Saltamartini. Anna Menghi spera

Regionali Marche, ecco i 30 consiglieri: ipotesi assessorato per Saltamartini. Anna Menghi spera

Ecco i 30 consiglieri che entrano nel Consiglio regionale. Tra le sorprese il l'esclusione del candidato presidente del Movimento 5 Stelle, Gian Mario Mercorelli, che rimane fuori da Palazzo delle Marche: scattano i seggi per i grillini a Pesaro e Ancona (Marta Carmela Raimonda Ruggeri e Simona Lupini).  I 19 consiglieri di maggioranza saranno così divisi: 7 a Fratelli d’italia (2 ad Ancona e sono Carlo Ciccioli e Marco Ausili, 1 ad Ascoli Guido Castelli, 1 a Fermo Andrea Putzu, 2 a Macerata Elena Leonardi e Pierpaolo Borroni e 1 a Pesaro Francesco Baldelli). Per la Lega entrano 8 consiglieri regionali: (2 ad Ancona Chiara Biondi e Mirko Bilò,1 ad Ascoli Andrea Maria Antonini, 1 a Fermo Mauro Lucentini, 2 a Macerata Filippo Saltamartini e Renzo Marinelli, 2 a Pesaro Mirco Carloni e Luca Serfilippi). A Forza Italia scattano solo 2 seggi, uno in provincia di Macerata (Gianluca Pasqui) e uno a Fermo (Jessica Marcozzi). Per quanto concerne le civiche siedono nei banchi della maggioranza Giacomo Rossi eletto nella circoscrizione di Pesaro per Civitas Civici e Dino Latini per Popolari Marche Unione di centro che spunta il seggio nella circoscrizione di Ancona. Secondo le indiscrezioni che stanno filtrando in queste ore da ambienti vicini alla Lega e a Fratelli d'Italia, vi è la possibilità che Filippo Saltamartini assuma l'incarico di assessore (ancora da decidere la delega). Questa eventualità permetterebbe il subentro della maceratese Anna Menghi in Consiglio Regionale, in quanto terza candidata più votata in provincia del Carroccio (2.527 voti). L’opposizione sarà composta, invece, da 11 consiglieri di cui 7 del Partito democratico (2 ad Ancona Antonio Mastrovincenzo e l’ex assessore Manuela Bora, 1 ad Ascoli Anna Casini, 1 a Fermo Fabrizio Cesetti, 1 a Macerata Francesco Micucci, e 2 a Pesaro Andrea Biancani e Micaela Vitri). A Rinasci Marche per Mangialardi il seggio scatta in provincia di Ancona con Luca Santarelli. Nessun seggio a Italia viva che cede a favore di Maurizio Mangialardi che entra in consiglio. Due seggi per il Movimento 5 stelle che  come detto elegge la candidata della circoscrizione di Pesaro Marta Carmela Raimonda Ruggeri e quella di Ancona Simona Lupini.  Nessun seggio  per le altre liste, come Dipende da Noi del professor Roberto Mancini, o Vox Italia, il patito ispirato dal filosofo Diego Fusaro e guidato nelle Marche da Sabrina Banzato, che non superano la soglia di sbarramento del 3%. Nel dettaglio, la composizione del Consiglio regionale.   

22/09/2020
Camerino, post-sisma: pubblicata la gara d'appalto per le perimetrazioni

Camerino, post-sisma: pubblicata la gara d'appalto per le perimetrazioni

Dopo mesi di intenso lavoro, il Comune di Camerino ha pubblicato nel mese di settembre la gara per la redazione dei piani particolareggiati delle zone perimetrate. Oltre allo studio delle aree del centro storico che sono rimaste in perimetrazione, i progettisti che si aggiudicheranno l’incarico, dovranno ripensare anche la conformazione urbanistica della zona di Borgo San Giorgio – Vallicelle e delle frazioni di Arnano, Calcina, Nibbiamo, Piegusciano e Sant’Erasmo. “Il lavoro per predisporre i documenti di gara è stato lungo ed impegnativo, ma grazie alla professionalità e all’impegno del personale dell’ufficio tecnico comunale, siamo finalmente arrivati alla fine - dice Luca Marassi, Capogruppo e delegato alla ricostruzione insieme al consigliere Anna Ortenzi”. Un iter lungo quasi un anno che ha portato alla pubblicazione del bando. “Appena insediati il primo atto che abbiamo voluto fare per velocizzare la ricostruzione è stato proprio quello di sbloccare l’annoso nodo delle perimetrazioni, ridefinendo le zone da perimetrare e portando in Consiglio comunale l’atto di approvazione delle nuove aree – spiega Marassi - L’iter è poi proseguito con la delibera dell'USR per l’accettazione della proposta di perimetrazioni e con il calcolo degli importi relativi alla redazione dei piani attuativi da presentare in regione per la richiesta del contributo. Dopo qualche mese è arrivata la delibera del Commissario con la concessione del finanziamento. Dal giorno dopo gli uffici si sono adoperato per redige l’articolato capitolato di gara che, una volta terminato, è stato inviato all'ANAC per la verifica procedurale. Benestare arrivato i primi giorni di settembre e che ci ha finalmente dato il via libera per la pubblicazione della gara. Come amministrazione – prosegue - anche se non obbligatorio, abbiamo deciso di inserire nel bando anche la redazione del Documento Direttore: uno strumento di indirizzo strategico fondamentale per la Camerino che sarà, per progettare una ricostruzione organica e funzionale. Nel percorso che ci porterà alla redazione di questi importanti documenti sarà fondamentale il coinvolgimento della cittadinanza. Abbiamo cercato di farlo da subito ed è nostra intenzione continuare questo percorso di ricostruzione in modo partecipativo, pur con tutte le difficoltà dettate dall'emergenza sanitaria, perché per ridisegnare la nostra bella città abbiamo bisogno del sostegno e delle idee di affermati professionisti e di tutti i nostri concittadini”.  

22/09/2020
Unicam si apre alle matricole: il 28 settembre la prima delle "Giornate di Ambientamento"

Unicam si apre alle matricole: il 28 settembre la prima delle "Giornate di Ambientamento"

L’Università di Camerino si appresta ad accogliere le matricole che inizieranno il loro percorso universitario in Unicam, avendo scelto di iscriversi ad uno dei numerosi corsi di laurea attivati dall’Ateneo camerte. L’appuntamento con le "Giornate di Ambientamento per le matricole" è per lunedì 28 settembre nelle sedi di Camerino e San Benedetto del Tronto, in concomitanza con l’inizio delle lezioni del nuovo anno accademico, mercoledì 14 ottobre nella sede di Ascoli Piceno e mercoledì 18 novembre nella sede di Matelica. Le “Giornate di Ambientamento per le matricole”, iniziativa promossa dal servizio Tutorato di Unicam, sono volte a facilitare l’inserimento dei nuovi studenti nella realtà universitaria e fornire loro gli strumenti utili per affrontare senza problemi gli studi universitari. “Le giornate – sottolinea la prof.ssa Loredana Cappellacci, Delegata del Rettore per il Tutorato – saranno interamente in presenza e come sempre ricche di appuntamenti, con presentazioni delle attività didattiche e dei servizi agli studenti, rivolte alle centinaia di giovani studenti che, con grande entusiasmo e con la curiosità di chi si accinge ad affrontare una nuova esperienza, hanno deciso di scegliere Unicam per il proprio percorso universitario”. “Siamo davvero felici – afferma il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari – di poter accogliere di nuovo le matricole e tutti i nostri studenti nelle strutture dell’Ateneo, dove le attività didattiche verranno svolte prevalentemente in presenza, anche se sarà comunque ancora possibile seguire tutte le lezioni a distanza." "Siamo soddisfatti perché vogliamo comunque guardarli negli occhi, chiamarli per nome, non limitarci ad interagire con loro davanti ad uno schermo - prosegue il Rettore Pettinari -. Le attività didattiche saranno tenute nel massimo rispetto delle misure di sicurezza, con aule e laboratori, che saranno costantemente sanificati. Le giornate di ambientamento sono un appuntamento importante per orientarsi nella vita universitaria Unicam ed invito alla massima partecipazione.”. Gli studenti iscritti ai corsi di laurea con sede a Camerino lunedì 28 settembre saranno accolti presso l’Auditorium Benedetto XIII dove riceveranno il saluto di benvenuto in Unicam da parte del Rettore Claudio Pettinari, e potranno poi avere tutte le informazioni sulle opportunità ed i servizi offerti dall’Ateneo, nonché sulle attività didattiche. Nel pomeriggio, i ragazzi partecipanti saranno accolti nelle Scuole di Bioscienze, Giurisprudenza, Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, Scienze e Tecnologie, presso le quali saranno presentati nel dettaglio i corsi di laurea Unicam e saranno fornite tutte le informazioni relative alle attività didattiche. Nella sede di San Benedetto l’incontro di benvenuto sarà nel pomeriggio di lunedì 28 settembre presso il Polo didattico. Il programma dettagliato e tutte le informazioni sono disponibili nel sito: https://tutorato.unicam.it/iniziative E per tutte le studentesse e tutti gli studenti curiosi di scoprire come saranno e come si svolgeranno le lezioni universitarie, l’Ateneo ha organizzato l’evento "A lezione con..." per mercoledì 23 settembre a partire dalle ore 9 in presenza a Camerino presso l'Aula Magna del nuovo edificio di Informatica - Via Madonna delle Carceri - oppure in modalità telematica: un docente per ogni Scuola di Ateneo terrà una lezione e sarà poi a disposizione per rispondere ad eventuali domande o per chiarire dubbi.  

CUS Camerino, si chiude la "Giornata Internazionale dello Sport " si apre l'Open Week

CUS Camerino, si chiude la "Giornata Internazionale dello Sport " si apre l'Open Week

Il CUS Camerino ha chiuso lo scorso weekend il 20 settembre con un evento dedicato alla "Giornata Internazionale dello Sport Universitario" proclamata dall’UNESCO, sotto l’egida della Federazione Internazionale Sport Universitario. Un evento iniziato in mattinata con una pedalata di e-bikers sulla vecchia ferrovia Spoleto-Norcia con partenza alle 7:30 del mattino in autobus dal piazzale della Contram, altro evento il torneo di tennis agli impianti sportivi del CUS e proseguito nel pomeriggio con un triangolare di calcio a 5. “Oltre ad una bella coincidenza con la ripresa delle attività del CUS Camerino, sia quelle più classiche che quelle che si sono aggiunte di recente – ha dichiarato il presidente del CUS Camerino Stefano Belardinelli – Abbiamo aggiunto iniziative di rilievo in tema con il contesto ambientale. Il sabato siamo partiti per la passeggiata Climbing for Climate, prima dell’escursione in e-bike sulla valle del Nera, oltre ad iniziative come il tennis ed il calcio a 5 che hanno animato questa giornata, una giornata per tutti, piccoli, studenti universitari ed adulti. Ci godiamo la bella cornice di oggi, in attesa della piena ripresa delle attività universitarie per coinvolgere sempre più gli studenti in questo tipo di attività all’aria aperta.” Per il CUS si è trattato di un’occasione importante anche per onorare gli impianti sportivi che l’Università di Camerino ha costruito negli anni e recentemente rinnovato, tra cui i nuovi campi da tennis che tra l’altro hanno superato l’esame non solo dei frequentatori amatoriali ma anche di studenti con precisi impegni agonistici. Come Elisabetta Cocciaretto, studentessa Unicam che si sta consacrando come una delle atlete di punta del tennis italiano a livello internazionale. Una bella giornata di ambiente, sport e socialità che prepara al meglio il CUS Camerino alla "Settimana Europea dello Sport", dal 23 al 30 settembre. Il CUS aderisce anche quest’anno all’iniziativa e lo fa proponendo un Open Week con accesso gratuito per tutte le attività. Un’adesione ed un’iniziativa in continuità con un mese di settembre caratterizzato dall’inizio delle nuove attività e ricco di appuntamenti anche di valenza internazionale.

22/09/2020
Unicam terza tra gli atenei italiani secondo i voti degli studenti

Unicam terza tra gli atenei italiani secondo i voti degli studenti

Gli studenti premiano l’Università di Camerino. Unicam infatti ottiene il terzo posto tra gli Atenei italiani, preceduta solo dall’Università Carlo Cattaneo di Castellanza (VA) e dall’Università Bocconi di Milano, nello StuDocu World University Ranking, la classifica delle migliori università del mondo secondo l’esperienza degli studenti, realizzata da StuDocu, la piattaforma tecnologica educativa per la condivisione di documenti universitari. Attraverso un ampio sondaggio di 100.000 studenti provenienti da più di 27 paesi, questa classifica è la prima del suo genere a mettere le esperienze degli studenti e la valutazione delle loro università in prima linea nelle metriche di classificazione. Ogni anno sono varie le organizzazioni pubblicano la classifica annuale delle migliori università del mondo sulla base di diverse metriche e indici come la reputazione, le citazioni di ricerca per membro della facoltà, la ricerca e i premi ottenuti. Questi criteri prestano poca o nessuna attenzione alle opinioni e alle esperienze reali vissute dagli studenti e che sono indicatori vitali di un'esperienza educativa positiva e reale. Questi criteri spaziano dalle risorse e strutture disponibili nel campus all'accessibilità della facoltà, ai servizi di supporto agli studenti e altro ancora. Da qui nasce l'interesse di StuDocu per l'ascolto degli stessi studenti. “Siamo naturalmente estremamente soddisfatti ed orgogliosi – sottolinea il prof. Claudio Pettinari, Rettore Unicam – per questo ulteriore successo. E lo siamo ancora di più perché questo riconoscimento viene proprio dalle studentesse e dagli studenti, la nostra forza, i primi destinatari di tutte le nostre attività, di tutti i nostri sforzi e di tutte le nostre azioni. Per loro cerchiamo sempre di migliorarci, con loro progettiamo e costruiamo un futuro che li renda donne e uomini capaci di affrontare le sfide che la vita riserverà loro”. “Oltre a porre massima attenzione all’offerta formativa, molto articolata e prontamente adattata alle principali sfide che la società ci impone, alla didattica, alle attività di ricerca, - prosegue il Rettore Pettinari – è fondamentale per noi garantire agli studenti strutture adeguate, aule, biblioteche, infrastrutture telematiche che consentano loro di studiare al meglio. Allo stesso modo riserviamo particolare attenzione anche alla qualità degli impianti sportivi, moderni e funzionali. Unicam rappresenta davvero lo spazio giusto per costruire il futuro dei nostri studenti”. Lo StuDocu World University Ranking si basa su quindici diverse categorie di interesse diretto per gli studenti e la loro esperienza nelle rispettive università. Gli studenti che hanno partecipato a questo studio hanno classificato le università che frequentano o hanno frequentato, su una scala da 1 a 10 (1 è la più bassa e 10 la più alta) nelle categorie di reputazione accademica, studio a distanza, qualità dell'istruzione, corsi, cultura sportiva, diversità e inclusione e altro ancora.  Con 100.000 intervistati da 1.500 università in Europa, Stati Uniti, Canada, America Latina e Oceania, ciascuna università è stata classificata da una media di 60 studenti o laureati. Oltre alle suddette domande, gli studenti hanno valutato la loro probabilità di consigliare il proprio centro studi ad amici e familiari, facendo di questa la prima classifica universitaria creata dagli studenti per gli studenti.  

Lega,  Giorgetti in visita nelle Marche: "Zona rossa di Camerino monumento all'incapacità del Pd"

Lega, Giorgetti in visita nelle Marche: "Zona rossa di Camerino monumento all'incapacità del Pd"

“La zona rossa di Camerino è un monumento all’incapacità del governo PD. Lo scempio sul terremoto e quello sulla sanità sono la testimonianza di come sia essenziale mandare a casa la politica della spartizione anziché della progettazione. La Lega ha dimostrato laddove governa di avere tutte le carte in regola per dare alle Marche quel cambio di marcia che si aspettano dalla buona politica”. Così Giancarlo Giorgetti, vicesegretario federale della Lega al Lanciano Forum di Castelraimondo con il Commissario Lega Marche on. Riccardo Augusto Marchetti reduce dalla visita alla zona rossa camerte . A Castelraimondo lo attendevano per un incontro conviviale oltre 500 persone tra cui numerosi sindaci ed amministratori della montagna terremotata, i parlamentari leghisti Pazzaglini, Patassini e Latini, i candidati a sindaco di Macerata Parcaroli e alle regionali Marinelli, Addario Gabellieri, Menghi, Zura. “Gli imprenditori marchigiani sono degli eroi, specie in queste zone dove eventi naturali e mancanza di infrastrutture complicano il loro lavoro: vedo in loro quella sana voglia di impegnarsi per rinascere che hanno gli italiani, senza la quale non potremmo uscire dal tunnel in cui siamo finiti col covid. – ha aggiunto Giorgetti – Nelle Marche c’è tanta gente di carattere e buona volontà che chiede alla politica di creare le condizioni per tornare a lavorare e dare un futuro ai propri figli. Il PD, invece, pensa solo alla sua sopravvivenza: con i sussidi e gli improbabili bonus che hanno annunciato a pioggia e che si sono persi per strada, le Marche e l’Italia non potranno rinascere. Noi della Lega sapremo fare la nostra parte,  sin dal prossimo lunedì perché non vogliamo coltivare il nostro orticello, ma piccole e grandi speranze con i marchigiani e gli italiani, che chiedono di cambiare rotta”.

17/09/2020
"La botanica della birra": doppia presentazione del libro a Camerino e Muccia

"La botanica della birra": doppia presentazione del libro a Camerino e Muccia

Nell’ambito delle attività di promozione del nuovo corso di laurea in “Ambiente e Gestione delle Risorse naturali”, venerdì 18 settembre alle ore 17.00 presso l’Orto Botanico di Camerino e sabato 19 settembre alle ore 18.00 presso il Centro sociale C.R.I. di Muccia verrà presentato il libro “La Botanica della Birra” pubblicato da Slow Food Editore. L’autore, Prof. Giuseppe Caruso, da anni si dedica alla Botanica Applicata attraverso la pubblicazione di numerosi volumi divulgativi. Patrocineranno le due giornate i Comuni di Camerino e Muccia. Il corso di laurea in “Ambiente e Gestione sostenibile delle Risorse Naturali” è strutturato in due curricula. Il primo, Gestione e Valorizzazione delle Risorse Naturali, ha come obiettivo quello di fornire allo studente le conoscenze di base finalizzate alla gestione sostenibile degli ecosistemi e della biodiversità. Il secondo, Sostenibilità Ambientale delle Produzioni e Green Economy, ha invece l’obiettivo di formare una figura professionale in grado di affrontare le nuove sfide ambientali e cogliere le opportunità di lavoro della “svolta green” basata sui principi dell’economia circolare, sulla sostenibilità delle produzioni e la qualità degli ambienti rurali ed urbani. Le produzioni agricole, la loro trasformazione in prodotti alimentari e la loro sostenibilità ecologica saranno quindi uno dei temi centrali che il corso di laurea in “Ambiente e Gestione delle Risorse naturali” affronterà e tratterà dal punto di vista didattico mediante esami specifici e la programmazione di eventi speciali. In tale ottica la presentazione del libro “La botanica della Birra” rappresenta un primo appuntamento su questi temi per studenti, ragazzi che vogliono avere notizie più specifiche sul percorso di studio e per quanti, professionisti o semplici interessati, hanno a cuore i temi dello sviluppo sostenibile in campo agricolo ed ambientale. Il libro, grazie ad una scrittura scorrevole e divertente, arricchita da una vasta iconografia botanica, attraverso un approccio eminentemente applicativo avvicina il lettore alla conoscenza delle circa 500 specie vegetali impiegate nei birrifici. Nel fare il punto sulla sorprendente varietà di piante impiegate nella variegata produzione di birre in tutto il mondo, l’Autore offre infiniti spunti per sperimentare vecchie e nuove combinazioni di piante, e perfino realizzare prodotti birrai inediti da destinare al mercato. Ad impreziosire gli eventi il birrificio artigianale MilleCento di Fabriano presenterà le sue produzioni offrendo anche un assaggio dei prodotti a testimonianza della sua filosofia e strategia di produzione. Tra gli organizzatori degli eventi va infine ricordato il Caffe Letterario Leone di Muccia, distributore locale del libro e che sarà presente con un suo stand ad entrambe gli appuntamenti. La prenotazione agli eventi è obbligatoria e va effettuata via email specificando in oggetto il titolo dell’evento. Per la presentazione del 18 settembre all’Orto Botanico di Camerino inviare la richiesta a riccardo.pennesi@unicam.it (i posti a disposizione saranno 30 e verrà data priorità ai ragazzi interessati all’iscrizione al corso di Laurea). Per quanto riguarda invece l’evento di Muccia la prenotazione va a info@comune.muccia.mc.it (anche in questo caso i posti a disposizione sono 30).

15/09/2020
Unicam, al via la seconda fase del progetto "Resilient Landscapes”

Unicam, al via la seconda fase del progetto "Resilient Landscapes”

Ha preso avvio in questi giorni la seconda fase del progetto “RE-LAND: Resilient Landscapes”, progetto di cooperazione bilaterale di “Great Relevance” Italia-Usa, coordinato dall’Università di Camerino, cui partecipano diverse università americane e italiane, tra cui University of California Los Angeles, University of Oregon, Colorado Boulder University, University of California Davis e Cornell University, l’Università di Modena e Reggio Emilia, l’Università di Bologna, oltre a INGV, INFN, Gran Sasso Science Institute Il progetto di ricerca interdisciplinare RE-LAND, coordinato dal prof. Massimo Sargolini della Scuola di Architettura e Design di Unicam, interviene nel campo della riduzione del rischio di disastri naturali, e offre così un supporto alle amministrazioni e autorità competenti, per guidarli nel compiere le scelte più efficaci per migliorare le politiche e i piani che incidono su: la preparazione delle comunità ad affrontare potenziali catastrofi, la loro capacità di reazione, la velocità di recupero e, perciò, la sicurezza e la qualità della loro vita. Tale obiettivo viene raggiunto in coerenza con il paradigma del “Building Back Better” così come indicato nel Sendai Framework for Disaster Risk Reduction, che afferma l’esigenza di ridurre gli effetti disastrosi che le calamità naturali apportano al patrimonio storico architettonico e culturale (pubblico e privato), preparando le comunità e adottando un approccio multidisciplinare al problema. La collaborazione bilaterale fra Italia e USA instaurata da RE-LAND ha messo a confronto diverse prospettive e punti di vista, ed è stata perciò quanto mai preziosa. Dopo aver svolto, nel primo anno di lavoro, un reciproco aggiornamento fra tutti i partner riguardo i principali studi in letteratura, le principali ricerche eseguite su questo tema e le best practices a livello nazionale e internazionale, da interpretare alla luce delle variabili locali e congiunturali che accompagnano una calamità naturale e che possono cambiarne sia la portata che l’esito in modo sostanziale, ora si affronta il caso studio del Centro Italia. A partire da questa settimana, gruppi di ricercatori UNICAM si muoveranno nei 140 comuni del cratere sismico (a partire da Camerino) per verificare alcune prime interpretazioni dello stato dei luoghi e alcune prime ipotesi avanzate per la ricostruzione fisica e la rinascita socio-economica dei territori, aprendo il confronto con le Amministrazioni comunali e le comunità locali.

Elezioni, a Camerino si vota al Palasport: spostati i seggi alle Calvie

Elezioni, a Camerino si vota al Palasport: spostati i seggi alle Calvie

Saranno allestiti al palazzetto dello sport comunale, in località le Calvie a Camerino, i seggi delle prossime elezioni regionali e del referendum in programma il 20 e 21 settembre. Non saranno, dunque, le aule dell'Ipsia Gilberto Ercoli a ospitare gli elettori. Istituti scolastici liberi dalle elezioni, a Camerino che, per consentire il normale svolgimento delle lezioni, che riprenderanno lunedì (14 settembre) in questa occasione cambia la sede per votare, garantendo la sicurezza e il rispetto delle norme imposte dall'emergenza sanitaria. "Abbiamo cercato di muoverci già da diverse settimane e ci siamo organizzati per trovare una sede alternativa all'istituto professionale che così non dovrà sospendere le elezioni in quei giorni - ha spiegato il sindaco Sandro Sborgia - Ringrazio anche gli uffici per il lavoro svolto. Voteremo alle Calvie e questa soluzioni consentirà ai nostri studenti di tornare a scuola senza ulteriori stop, dopo gli ultimi mesi che hanno costretto anche loro ad affrontare una situazione nuova e non semplice".  I seggi nella giornata di domenica resteranno aperti dalle ore 07 alle ore 23, mentre nella giornata di lunedì dalle ore 07 fino alle ore 15. Per lo scrutinio si darà precedenza al referendum e successivamente alle regionali. Alle ore 09 del martedì prenderà invece il via lo spoglio relativo al primo turno delle amministrative.  

09/09/2020
Tirreno-Adriatico, doppio passaggio a Camerino

Tirreno-Adriatico, doppio passaggio a Camerino

Doppio passaggio della Tirreno-Adriatico Eolo a Camerino. Nessuno stravolgimento nella viabilità, ma sarà interrotta la circolazione al passaggio dei primi ciclisti fino al “fine gara”, nei tratti interessati. La nota corsa ciclistica, giunta alla 55esima edizione, passerà per la città ducale la prima volta venerdì (11 settembre) interessando le frazione di Polverina e Sfercia proseguendo, poi, sul percorso della vecchia statale 77. Il secondo passaggio a Camerino sarà domenica (13 settembre) e interesserà il tratto che va da località Caselle fino a Torre del parco.  La Tirreno-Adriatico EOLO quest'anno si svolgerà in otto tappe. Godrà di una distribuzione televisiva globale: le immagini di gara verranno diffuse in tutti i cinque i continenti, in un totale di 172 Paesi. RAI produrrà in diretta le ultime tre ore di ciascuna delle tappe. Nel territorio nazionale la gara verrà offerta in chiaro sulla rete tematica RAI Sport +HD in apertura di trasmissione, per poi passare a RAI 2.

09/09/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.