Camerino

Camerino, nuove disposizioni in materia di Cas: ecco cosa bisogna fare

Camerino, nuove disposizioni in materia di Cas: ecco cosa bisogna fare

Il 19 novembre 2019 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 614 avente ad oggetto: “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile conseguenti agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo a partire dal giorno 24 agosto 2016”. Il comune di Camerino comunica come, entro il 17 febbraio 2020 (90 giorni dalla pubblicazione dell’Ordinanza),i nuclei familiari alloggiati nelle strutture ricettive decadono dal diritto di usufruire della sistemazione alberghiera, salvi i casi previsti dall’art. 5 commi 3, 4, 5 e 6 dell’Ord. 614/2019 (leggi qui i casi). I nuclei familiari alloggiati nelle strutture ricettive che rientrano nei casi previsti dall’art. 5 commi 3, 4, 5 e 6 dell’Ord. 614/2019 entro il 17 febbraio 2020 dovranno compilare una dichiarazione relativa al possesso dei requisiti previsti dall’articolo 1 dell’Ord. 614/2019 e allegare la documentazione richiesta. Fermo restando che è garantita l’ospitalità presso le strutture ricettive fino al 17 febbraio 2020, i nuclei che intendono usufruire del CAS dovranno presentare la domanda secondo le modalità previste dalle Ordinanze 388/2016, 408/2016 e 614/2019. Entro il 18 marzo 2020 (120 giorni dalla pubblicazione dell’Ordinanza) tutti i beneficiari di CAS (nuclei familiari e studenti UNICAM) dovranno compilare una dichiarazione da presentare al Comune di Camerino relativa alla permanenza dei requisiti per beneficiare del CAS secondo le modalità e i tempi previsti dall’Ord. 614/2019. Dal 19 marzo 2020 decadranno dal diritto al CAS: – i nuclei familiari e studenti Unicam che non possiedono i requisiti richiesti dall’Ord. 614/2019; – i nuclei familiari e studenti Unicam che non presentano la dichiarazione entro il 18 marzo 2020. Infine, entro il 18 marzo 2020 (120 giorni dalla pubblicazione dell’Ordinanza) i nuclei familiari a cui è stata assegnata una SAE o è stato assegnato un alloggio acquisito ai sensi dell’art. 14 DL 8/2017 (cd. invenduti), che alla data degli eventi sismici dimoravano stabilmente, in locazione o comodato d’uso nell’abitazione resa inagibile dal sisma, dovranno compilare una dichiarazione da presentare al Comune di Camerino ai sensi dell’art. 3 comma 6 dell’Ord. 614/2019. Per ulteriori informazioni è possibile contattare: Comune di Camerino Ufficio Segreteria – CAS – Via Le Mosse, 19 ultimo piano – telefono 0737632440 – orario di apertura al pubblico: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle ore 13 – giovedì dalle ore 15 alle ore 18.  

14/01/2020
Camerino, nuovo servizio di collegamento dalle Sae al mercato

Camerino, nuovo servizio di collegamento dalle Sae al mercato

Un nuovo servizio di collegamento dalle Sae per Vallicelle al mercato settimanale. È la nuova soluzione voluta dal Comune di Camerino per facilitare gli spostamenti verso il quartiere che ospita gli ambulanti il sabato mattina, in accordo con i commercianti del Vallicenter e gli stessi ambulanti.   Si è svolto, infatti, un incontro del Sindaco Sandro Sborgia, insieme alla vice sindaco Lucia Jajani, gli assessori Marco Fanelli e Giovanna Sartori con i commercianti del Vallicenter e gli ambulanti che lavorano al mercato settimanale (il sabato mattina) proprio per valutare soluzioni che possano favorire gli spostamenti e l’affluenza nel quartiere, incentivando un maggiore movimento. Il nuovo servizio, che partirà da sabato 18 gennaio, prevede una nuova corsa delle navette Contram che coprirà il tragitto dalle Sae nelle diverse zone della città, fino al mercato settimanale e, naturalmente, il ritorno. Una soluzione che s’inserisce in un programma ben più ampio di valorizzazione del quartiere Vallicelle, fortemente voluto dal primo cittadino di Camerino e dalla sua Giunta, che si è concretizzato l’indomani l’insediamento scegliendo di collocare la nuova sede del Comune nell’area del quartiere, denominata Vallicelle B. Sempre nel quartiere sorgeranno anche la nuova sede dei Carabinieri, che sarà ospitata in una parte dell’edificio dell’Unione Montana (deliberata da tutti i Comuni) nonché la nuova casa di riposo Casa Amica, il cui progetto è stato già discusso in Conferenza di Servizi. Non solo. Il Comune ha vinto un bando a cui ha partecipato lo scorso giugno, grazie al quale potrà installare delle colonnine di ricarica elettrica. Queste saranno collocate nell’area antistante il Vallicenter, accanto alla fermata degli autobus, dove sorgerà la nuova stazione di ricarica elettrica per biciclette e auto confermando la politica green già manifestata nei mesi scorsi attraverso altre iniziative.  

14/01/2020
Camerino, precipita da una scala e batte la testa: operaio a Torrette in eliambulanza

Camerino, precipita da una scala e batte la testa: operaio a Torrette in eliambulanza

L'incidente sul lavoro si è verificato, intorno alle 13, a Camerino in località Torre del Parco. Per cause da accertare, un operaio 50enne dipendente dell'officina Italcar,  mentre stava riparando un veicolo sopra ad una scala, è precipitato da un'altezza di circa due metri. Nell'impatto al suolo ha battuto la testa. Sul posto sono accorsi immediatamente i sanitari del 118 che, valutata la situazione, hanno disposto il trasferimento del ferito a Torrette con l'eliambulanza. L'uomo ha riportato un trauma cranico. Non risulta essere in pericolo di vita.    

14/01/2020
Camerino - bilancio dopo la programmazione natalizia, Sartori: "Raggiunti ottimi numeri"

Camerino - bilancio dopo la programmazione natalizia, Sartori: "Raggiunti ottimi numeri"

Dalla pista di pattinaggio tra le più grandi delle Marche inaugurata dalle pattinatrici di Ussita, all'Accademia della Cucina italiana per la festa del torrone passando per il concerto di Natale dell'Orchestra Filarmonica delle Marche e della Banda città di Camerino. È stato un Natale dalle tante presenze nella città ducale e i numeri portano sorriso e soddisfazione sul volto degli organizzatori, come conferma l'assessore alla cultura e al turismo del Comun di Camerino Giovanna Sartori che tira le somme dopo il ricchissimo cartellone natalizio: "È stato un Natale bellissimo per il quale non posso non ringraziare tutta la città che ha dimostrato costantemente grande partecipazione a tutte le iniziative - commenta - Un bel risultato raggiunto per Camerino, con una bella partecipazione anche dai paesi vicini, che non sarebbe stato possibile senza l'impegno davvero di tutti. C'è stato un lavoro corale di tante associazioni, la Proloco, i comitati di quartiere, i commercianti. Insomma una città intera che si è mossa e ha richiamato tante persone. Abbiamo registrato una grande presenza ai mercatini di Natale, ma non solo. Questo è stato un primo passo, importante, verso la direzione che da diversi mesi stiamo cercando di portare avanti". Tantissime le iniziative promosse nel periodo natalizio appena trascorso a Camerino, pensate per grandi e piccoli. Una su tutte ha riportato la cittadinanza in piazza Cavour, nel cuore della città: l'albero della comunità addobbato dai bambini. "Non nascondo che è stato un momento molto emozionante - spiega l'assessore Sartori - fortemente voluto dal sindaco Sborgia, da me e tutta l'amministrazione per dare un segnale che lo sguardo è sempre rivolto al centro storico che non possiamo pensare di dimenticare. Naturalmente - prosegue - è stato un primo passo che, però, ci ha dato risposte importanti. Lo stesso gestore della pista di ghiaccio ci ha chiesto di poter rimanere a Camerino: questo significa che c'è stata una risposta molto positiva e i numeri stessi lo confermano. Basti guardare anche la navetta messa a disposizione dalla Contram che ringrazio per la collaborazione che si conferma sempre più forte e vincente". Sono state oltre 300 le persone trasportate nei weekend natalizi dal primo mezzo elettrico delle Marche, nella città ducale. Le feste sono passate, ma la novità è che resterà la grande pista di ghiaccio al Sottocorte Village fino al 2 febbraio: si potrà, dunque, approfittare ancora per divertirsi sui pattini”.

13/01/2020
Masterchef 2020, Milenys vince la prova in esterna e vola alla quinta puntata

Masterchef 2020, Milenys vince la prova in esterna e vola alla quinta puntata

Prosegue l'avventura della camerte Milenys Gordillo Sanchez nella cucina di Masterchef Italia. La marchigiano-cubana di 49 anni è stata tra le protagoniste assolute della quarta puntata del cooking-show targato Sky Uno, vincendo con la propria squadra la prova in esterna e guadagnandosi l'accesso alla prossima fase.  Ad aprire la puntata è stata la Mistery Box in cui i concorrenti sono stati chiamati a creare un piatto di brodo con una preparazione gourmet. Milenys propone una ricetta con raviolo liquido e crema di parmigiano, senza riuscire ad entrare tra i migliori tre prescelti dai giudici. Nella prova successiva, l'Invention test, la sfida è quella di replicare un piatto dello chef Marco Martini. Milenys deve superare lo scoglio del Tortello di mortadella con brodo di pizza bianca e pistacchi croccanti: il risultato soddisfa a metà lo chef Barbieri che critica il brodo proposto dalla camerte. In ogni caso, non è lei la peggiore, ma Nunzia che abbandona la trasmissione.  A seguire, i concorrenti raggiungono Vercelli nella prova in esterna dove si cimentano in un menu in cui il protagonista è il riso, ingrediente principe della zona. Milenys fa parte della squadra rossa, capitanata da Nicolò: il suo gruppo si aggiudica la sfida e accede di diritto alla quinta puntata. 

10/01/2020
Camerino in musica:  iniziano i corsi "Orchestra di sax" e "Alfabetizzazione Musicale"

Camerino in musica: iniziano i corsi "Orchestra di sax" e "Alfabetizzazione Musicale"

L’associazione Adesso Musica di Camerino continua a non fermarsi e a proporre iniziative non solo per la città ma per un intero territorio ferito ma che vuole quanto prima tornare a essere vivo attivo. Tante sono state le proposte artistiche effettuate durante il periodo natalizio prodotte dall’associazione con la partecipazione di allievi e docenti. Il concerto di Natale e dell’Epifania dell’orchestra di fiati Città di Camerino che hanno fatto registrare il tutto esaurito, l’ensemble di clarinetti, i Filarmonici Camerti e lo spettacolo “Il mio Henghel” che si è tenuto a Serravalle di Chienti. Per quanto riguarda la parte didattica dalla prossima settimana presso L’istituto musicale Nelio Biondi (quest’anno in crescita con gli iscritti) partiranno due nuovi corsi: il laboratorio “Orchestra di sax “ tenuto dal Maestro Roberto Micarelli  ed il corso  “Alfabetizzazione musicale” tenuto dal Maestro Fabrizio Ottaviucci. Il progetto “Orchestra di sax“  nasce con l’intento di unire in un unico ensemble i numerosi giovani saxofonisti del territorio. Un orchestra interamente formata da sax che si presta molto bene a suonare in gruppo. L’obiettivo è quello di creare un gruppo che abbia la possibilità di fare l’esperienza di musica d’insieme anche al di fuori delle singole realtà musicali. Il corso di Alfabetizzazione Musicale ha l’obiettivo di educare all'ascolto e a fornire gli strumenti necessari per comprendere al meglio gli elementi fondamentali che caratterizzano la musica: ritmo, melodia, armonia e timbro, teoria di base, lettura e solfeggio cantato. Il corso si rivolge a tutti gli appassionati e in particolare a coloro che sono impegnati o intendono impegnarsi in una attività corale o strumentale amatoriale, fornendo loro gli strumenti per approfondire e perfezionare le loro capacità di lettura, di intonazione, di controllo esecutivo e di senso artistico. Non è necessaria alcuna conoscenza pregressa. Per info e contatti: istituto musicale Nelio Biondi Camerino: tel. 3397335864  

09/01/2020
San Severino, falsifica i tagliandi di revisione: denunciato il titolare di un'impresa di arti grafiche

San Severino, falsifica i tagliandi di revisione: denunciato il titolare di un'impresa di arti grafiche

Modifica il documento di circolazione del proprio autocarro riproducendo al computer falsi tagliandi di revisione. È quanto scoperto nel corso di un servizio di controllo economico del territorio dai finanzieri della Tenenza di Camerino, che hanno denunciato il titolare di un’impresa di arti grafiche.  I militari hanno eseguito il controllo sul veicolo commerciale, attrezzato per una mostra pubblicitaria, mentre era in transito lungo una strada di San Severino Marche. Il conducente ha esibito ai militari la patente di guida ed il libretto di circolazione del mezzo dal quale risultava regolarmente eseguita la revisione biennale.  I riscontri effettuati dai militari sui documenti presentati, con l’ausilio dei militari in servizio presso la Sala Operativa del Comando Provinciale di Macerata, hanno però evidenziato una situazione ben diversa: il veicolo risultava aver superato l’ultima revisione solamente nel 2010.   Un controllo più approfondito sul documento in questione ha consentito di appurare che si trattava di una fotocopia sulla quale, al fine di eludere i controlli, attraverso un programma software di fotocomposizione erano stati riprodotti ed apposti falsi tagliandi di revisione relativi agli anni 2012, 2014 e 2017.   Il conducente del mezzo, titolare di un’impresa di arti grafiche della zona, è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per il reato di falso materiale e conseguentemente posto sotto sequestro il documento falsificato.  Il veicolo, invece, è stato sottoposto a fermo amministrativo in quanto dai riscontri eseguiti è anche emerso che a carico del proprietario risultava un gravame emesso da Equitalia Marche Riscossione Spa nell’anno 2008 per un importo a concorrenza di € 11.946,99.  Si precisa che né l'Espansione Promo s.r.l. né il signor Mario Buschittari hanno nulla a che vedere con la vicenda narrata.

09/01/2020
"Proprietà antiossidanti della mela rosa dei Sibillini": successo per gli studi Unicam

"Proprietà antiossidanti della mela rosa dei Sibillini": successo per gli studi Unicam

Continua la ricerca di Unicam volta alla promozione ed al recupero della coltivazione della mela rosa dei monti Sibillini, nell’ambito del progetto di ricerca Eureka della Regione Marche dal titolo ‘I fitonutrienti della mela rosa dei Monti Sibillini: aspetti fitochimici e proprietà salutistiche’ coordinato dal professor Filippo Maggi della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute che è giunto al secondo anno. Uno studio svolto in collaborazione con Indena SpA, azienda di livello internazionale specializzata ed esperta nella produzione di principi attivi ed estratti di origine vegetale di valore farmaceutico, nutraceutico e cosmetico, ha consentito di ottenere dai prodotti di scarto della mela rosa un estratto purificato e standardizzato con un contenuto di polifenoli e antiossidanti circa 25 volte superiore ad un estratto normale. Tale studio, dal titolo ‘Antioxidant and Enzyme Inhibitory Properties of the Polyphenolic-Rich Extract from an Ancient Apple Variety of Central Italy (Mela Rosa dei Monti Sibillini)’, è stato pubblicato nella rivista internazionale Plants ed ha visto la partecipazione oltre che di ricercatori di Unicam e Indena anche di quelli dell’Università San Jorge di Saragozza. “L’estratto di mela rosa – ha sottolineato il professor Maggi – ha dimostrato di avere un’attività paragonabile a quella del Trolox, una sostanza di sintesi, ritenuto l’antiossidante più potente e utilizzato per misurare la capacità antiossidante di sostanze ed estratti naturali. Si è inoltre rivelato migliore di quello purificato dalla mela annurca, una varietà di mela campana che già da tempo è utilizzata per la produzione di integratori alimentari”. Lo studio ha messo in luce anche la capacità inibente dell’estratto di mela rosa nei confronti di enzimi coinvolti nell’insorgenza di alcune patologie neurodegenerative e metaboliche quali depressione e diabete. Tali risultati aprono le porte ad una futura utilizzazione industriale della mela rosa e dei suoi derivati nel settore degli integratori alimentari e cosmetici incentivando la crescita della sua filiera produttiva e commerciale nel territorio regionale.    

"Il profumo dei campi", il libro di Elisabetta Lecchini sulle ricette dei Monti Sibillini

"Il profumo dei campi", il libro di Elisabetta Lecchini sulle ricette dei Monti Sibillini

Elisabetta Lecchini, di Milano,  è autrice di un libro sui prodotti dei Monti Sibillini contenente ricette, schede su ingredienti, aneddoti riguardo questo territorio. L'iniziativa è legata a una raccolta fondi il cui intento è quello di far conoscere e valorizzare il territorio e tenere accese le luci sul sisma.   "Ho scritto questo libro dopo essere stata due anni fa in Valnerina a consegnare una somma ricavata con un'altra raccolta fondi; una volta lì sono rimasta piuttosto scossa e colpita, ho subito pensato che si dovesse fare altro" - ci racconta Elisabetta.   "Ho pensato a una seconda raccolta fondi ma volevo darle un taglio diverso, creare qualcosa che restasse, che valorizzasse e facesse conoscere il territorio, ho optato per la cucina perchè è il mio ambito lavorativo. Ho scritto un libro 20 ricette cucinate da me e fotografate da una fotografa professionista, ci sono anche altre 13 ricette create da alcune blogger amiche (io stessa ho un blog di cucina), da grandi classici a ricette meno note come nel caso delle Marche la zuppa delle fate di Arquata o la crema tre sei nove".   Aggiunge l'autrice: "Le ricette sono state pensate dall'antipasto al dolce, utilizzando gli ingredienti del territorio quindi formaggio, marroni, salumi ecc...oltre alle ricette ci sono delle schede sugli ingredienti e alcuni aneddoti sui Monti Sibillini (per esempio la leggenda della Sibilla, cos'è la norcineria ecc...). L'idea è quella di donare i proventi a persone o associazioni, enti ecc...nelle zone interessate, anche in questo caso è mia intenzione consegnare personalmente la somma raccolta e mostrare la ricevuta della donazione".    

08/01/2020
Camerino, vandali in azione nell'area container di Vallicelle

Camerino, vandali in azione nell'area container di Vallicelle

Atti vandalici compiuti da ignoti nell’area della Protezione Civile sita nel quartiere di Vallicelle di Camerino. La zona è quella dove verrà realizzata la nuova sede comunale provvisoria e che in passato ha ospitato i container dove hanno alloggiato molti sfollati a causa del sisma.  Sono stati oggetto di atti vandalici i bagni pubblici e i container non ancora smantellati. Addirittura vi è stato un tentativo di incendio. L’episodio risalirebbe a qualche giorno fa e l’amministrazione comunale camerte se n’è presa carica segnalando il fatto increscioso ai carabinieri e alla Polizia Comunale. (Foto di Cristina Petrelli dalla pagina facebook "Mondo Camerte")  

07/01/2020
Roberto Giancristofaro è il nuovo comandante della Polstrada di Camerino

Roberto Giancristofaro è il nuovo comandante della Polstrada di Camerino

Con l’inizio del 2020 si è insediato il nuovo Comandante della Polizia stradale di Camerino: l’Ispettore Capo Roberto Giancristofaro, 49 anni, originario di Lanciano (Chieti), laureatosi in Giurisprudenza proprio nell'ateneo camerte (nel '99) e da tre anni già vice Comandante dello stesso Distaccamento. Giancristofaro vanta una lunga esperienza in Polizia, iniziata nel 2003 come vice ispettore e responsabile di turno presso l’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico – sezione Volanti – nella Questura di Vercelli. Qui ha partecipato a diverse operazioni di polizia terminate con arresti in flagranza di reato e denunce all’Autorità giudiziaria per reati contro la persona e il patrimonio. Nel frattempo ha conseguito anche la laurea in Scienze dell'investigazione all'Università degli studi dell'Aquila (2007). Nel 2012 è stato assegnato alla sezione di Polizia giudiziaria presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Ancona, dove ha collaborato con diversi Pubblici ministeri, fra i quali l’attuale Procuratore Capo della Procura per i minorenni di Ancona. Tra le tante e importanti attività di indagine anche quella per le cosiddette “spese pazze” della Regione Marche, che ha visto indagati 66 consiglieri regionali. Nel 2016, infine, a seguito degli eventi sismici, l'Ispettore Roberto Giancristofaro è stato dapprima aggregato e successivamente trasferito al Distaccamento di Polizia stradale di Camerino, dove ha ricoperto sin da subito – e fino allo scorso 31 dicembre – l’incarico di vice Comandante.

07/01/2020
"Evoluzione degli elefanti nel Pleistocene":  Unicam in un team internazionale

"Evoluzione degli elefanti nel Pleistocene": Unicam in un team internazionale

È stato pubblicato nei giorni scorsi sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale “Quaternary Science Reviews”, un nuovo studio sull'evoluzione di uno dei due principali gruppi di elefanti fossili che hanno abitato il Vecchio Mondo durante il Pleistocene, Italia compresa: si tratta degli elefanti del genere Palaeoloxodon, tra i più grandi mammiferi terrestri mai vissuti, potendo raggiungere i 4,5 metri di altezza alla spalla ed un peso di 17 tonnellate.  Lo studio è stato condotto da un team internazionale di paleontologi, tra cui il docente Unicam Marco P. Ferretti, della Scuola di Scienze e Tecnologie.   "Questi elefanti - racconta il professor Ferretti - si sono originati in Africa, la culla di tutti i proboscidati, circa 2 milioni di anni fa e si sono diffusi in tutta l'Eurasia attorno ad 1 milione di anni fa. La storia evolutiva di questo gruppo di mammiferi, ben documentato nel record fossile, ci fornisce un modello di come i cambiamenti paleoclimatici e paleogeografici influiscono sulle capacità di adattamento, di diffusione ed infine sulle dinamiche di estinzione delle specie animali".

La Settempeda batte per 2-0 il Camerino: ottava vittoria di fila in casa

La Settempeda batte per 2-0 il Camerino: ottava vittoria di fila in casa

  La Settempeda conquista i primi tre punti del 2020 confermandosi implacabile in casa (ottava vittoria di fila) e ripartendo nel girone di ritorno così come aveva finito il precedente girone, ovvero con una vittoria, questa volta nel derby con il Camerino (2-0), che permette alla capolista di restare al primo posto in solitaria. Come all’andata (1-1), non è stato semplice affrontare un Camerino positivo, pimpante e pericoloso che ha dato filo da torcere ai biancorossi di Ruggeri che hanno però confermato, non solo di essere un gruppo di qualità, ma anche squadra “vera”, compatta, capace di soffrire quando la gara lo richiede (primo tempo), di saper sfruttare al massimo e con cinismo le palle gol avute (le due reti su palla inattiva) e di gestire con sapienza, mestiere e organizzazione (secondo tempo) un risultato importante che fa proseguire la striscia positiva. Prossimo turno, primo impegno in trasferta del nuovo anno, impegnativo contro l’Elpidiense Cascinare (sabato 11 ore 14.30 al Ciccalè di Sant’Elpidio a Mare). LA CRONACA – Campionato che, dopo la sosta per le festività, ricomincia con il botto, visto che il calendario propone il derby tra Settempeda e Camerino. Per la prima di ritorno, si presentano due ottime squadre che possono essere annoverate fra le più belle sorprese del girone. Moduli speculari per i due tecnici, Ruggeri e Rossi. Nel 4-3-3 del Camerino in attacco agiscono come esterni Omgba e Fede(al posto di capitan Salvetti), mentre Zaccheo parte da interno sinistro. Nel 4-3-3 della Settempeda, invece, difesa confermata, Broglia regista e Montanari esterno destro nel tridente. Torma disponibile Gianfelici che parte in panchina insieme a Rossi. Indisponibili Rocci, Panzarani, Paciaroni e, per squalifica, Dedja. Ritmi compassati in avvio e fase di studio lunga, interrotta dal Camerino dopo 4’. Controllo a seguire e scatto sulla sinistra di Zaccheo che mette a centro area dove Di Nicola(il migliore dei suoi) calcia di prima intenzione con il sinistro. Rasoterra insidioso che Caracci ferma in tuffo con ottimo riflesso. Regna grande equilibrio, anche se gli ospiti sembrano più dentro il match e provano a tenere in mano il pallino del gioco. Locali più contratti e poco reattivi nell’affondare i colpi. Al 20’ Di Nicola si muove sulla sinistra, entra in area e da posizione defilata tenta il sinistro. Caracci ci mette i pugni, poi Latini completa il lavoro rinviando il pallone. Al primo vero affondo la Settempeda fa centro. Rimessa laterale da sinistra di Scocchi. Palla lunga in area dove saltano in diversi, la sfera finisce nella zona di Montanari che, ben posizionato, può calciare subito con il destro (non è il suo piede naturale) trovando un perfetto diagonale che entra nell’angolino basso alla sinistra di Grelloni. Classico gol dell’ex e siamo 1-0. I biancorossi cremisi (completo blu scuro per i settempedani) reagiscono immediatamente e lo fanno in maniera convinta e molto pericolosa. Lo spostamento a sinistra di Di Nicola appare una scelta azzeccata e da lì partono quasi tutte le iniziative ospiti. A destra, invece, trova il varco Fefe che arriva davanti a Caracci, abile a deviare il tentativo di pallonetto dell’avversario. Il Camerino insiste. Arrivano due angoli in rapida successione. Sul secondo (contestato dai locali) nasce una mischia conclusa da Zaccheo che gira in porta da pochi passi. Parità? Niente affatto perché l’arbitro, fra lo stupore generale, fischia annullando il gol. Rimane il mistero e il dubbio per una rete apparsa ai più valida. Inutili le vibranti proteste dei camerti e punteggio che resta così invariato. Rabbia ospite che tuttavia si trasforma in spinta positiva, perché arrivano altre due opportunità per il pari che sarebbe stato meritato. Al 34’ fa tutto da solo Zaccheo che dalla lunga distanza scarica un destro che scende improvviso oltre Caracci andando a toccare la parte superiore della traversa per poi spegnersi sul fondo. Al 38’ lungo fraseggio difensivo dei locali che alla fine vede Latini sbagliare il tocco all’indietro verso il proprio portiere favorendo in tal modo lo scatto di Fede che cerca il pallonetto su Caracci in uscita disperata. Pallone che esce sfiorando il palo lontano dopo aver attraversato lo specchio della porta vuota. Il secondo tempo mostra un equilibrio marcato, anche perché le forze vengono mano specie nel Camerino che sembra avere meno brillantezza. La Settempeda è chiamata a gestire il vantaggio e lo fa senza concedere varchi e con bravura. Fiecconi chiede il cambio per un colpo subito(50’) e allora entra l’ultimo arrivato Simone Marasca. Al minuto 19 un’altra fiammata e sempre su palla inattiva dà alla Settempeda il raddoppio. Punizione dalla destra di Montanari. Sinistro forte e tagliato che scende verso la porta. Selita stacca sfiorando il pallone che poi, toccato da un difensore, finisce la propria corsa nell’angolo alla destra di Grelloni. 2-0. Rete che assegniamo al centrocampista biancorosso(prima gioia stagionale per lui) come giusto premio per la grande partita disputata(molto bene anche Broglia e Montanari). Da qui in avanti il match è di facile lettura: ospiti protesi in attacco; padroni di casa chiusi e pronti a ripartire. C lamorosa la traversa colpita da Trabalza con una potente incornata che sbatte sul legno e poi rimbalza in campo. Di Nicola, più tardi, ci prova su punizione per due volte con Caracci pronto con i pugni sul primo sinistro del numero 9 avversario. Nel recupero (5’) grossa svista arbitrale che blocca una fuga solitaria, a campo aperto, di Prioglio (entrato per Selita, mentre prima Gianfelici aveva rilevato Borioni) era diretto verso la porta per fuorigioco inesistente (il numero 20 parte tre metri almeno dentro la propria metà campo) a conferma di come il direttore di gara non abbia avuto una giornata buona, specie nella ripresa (diverse valutazioni errate in primis sull’assegnazione dei corner). La gara finisce in pratica su questo episodio che non cambia il responso del campo che arride alla capolista che resta saldamente in vetta a quota 34 punti (Cluentina sempre a meno uno). IL TABELLINO SETTEMPEDA-CAMERINO 2-0 MARCATORI: pt 25’ Montanari, st 19’ Selita SETTEMPEDA: Caracci, Del Medico, Scocchi, Selita(41’st Prioglio), Massi, Latini, Minnucci, Broglia, Borioni(33’st Gianfelici), Fiecconi(5’st Marasca), Montanari. A disp. Sorichetti, Galuppa, Sfrappini, Rossi, Fattori, Pierandrei. All. Ruggeri Emanuele CAMERINO: Grelloni, Romoli, Colonnelli, Moriconi(11’st Yobouet), Trabalza, Ferri, Fede(21’st Cesari), Cottini, Di Nicola, Zaccheo, Omgba. A disp. Pallotti, Francucci, Crescimbeni, Salvi, Vitali, Aquili, Micarelli. All. Rossi Paolo ARBITRO: Censori di San Benedetto NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti: Del Medico, Selita, Ferri. Angoli: 7-1 per il Camerino. Recupero: pt 1’, st 5’  

04/01/2020
Camerino, sorpresa di Natale per gli studenti delle scuole: un biglietto omaggio per la pista di ghiaccio

Camerino, sorpresa di Natale per gli studenti delle scuole: un biglietto omaggio per la pista di ghiaccio

Nei giorni scorsi l'assessore alla cultura Giovanna Sartori e il consigliere Riccardo Pennesi sono stati nelle scuole elementari e medie della città per consegnare un dono natalizio a tutti i bambini e i ragazzi. A ognuno di loro è stato donato infatti un biglietto omaggio per pattinare sulla grande pista di ghiaccio del Sottocorte Village così da permettere a tutti di potersi divertire con i propri amichetti, compagni di scuola e con le loro famiglie.

La camerte Milenys Gordillo passa ancora il turno a Masterchef

La camerte Milenys Gordillo passa ancora il turno a Masterchef

Le torpedine in crosta di pistacchi all'invention test e un burro alla maitre d’hotel portano la camerte Milenys Gordillo alla prossima sfida di Masterchef. Soddisfazione a Camerino per la prima vera sfida della nona edizione del cooking show: dopo le selezioni superate con maestria a colpi di mattarello, la marchigiano-cubana dell’entroterra maceratese conquista la terza puntata, che andrà in onda giovedì prossimo, con un perfetto burro alla maitre d’hotel, sfida della nuovissima prova al centro della seconda delle due puntate, quella che solitamente si gioca a squadre, in esterna, e poi al pressure test.Questa volta però i tre chef giudici hanno inaugurato una nuova formula per decidere chi sarebbe stato il secondo eliminato della serata: lo “skill” test, test delle abilità. Protagonista: il burro. Tutte e tre le prove di cucina a cui sono stati sottoposti gli aspiranti chef infatti prevedevano l'utilizzo di questo ingrediente. La prima consisteva nel realizzare un burro alla maitre d’hotel, condimento perfetto per i secondi, dando prova di saper mixare alla perfezione i numerosi ingredienti necessari. E con un panetto bello liscio e dal colore uniforme, ma soprattutto dal giusto equilibrio di sapori, la commessa di 49anni è potuta salire in balconata alla prima manche, diretta verso la terza puntata.Nella prima delle due sfide, invece, il lasciapassare - dopo una mistery box nella quale si è cimentata nella preparazione di una chitarrina con la pecora – era arrivato con un buon piatto di pesce torpedine in crosta di pistacchi, su vellutata di verdure, riduzione di agrumi, insalatina di frutta e platano fritto. Di fronte a Giorgio Locatelli la concorrente emozionata quasi non trovava le parole per descrivere il suo piatto, che poi, fortunatamente, ha parlato per lei. L’appuntamento dunque è per il prossimo giovedì, per la terza e la quarta sfida della masterclass.

03/01/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.