Montelupone

Montelupone, affettuosi auguri a Ezio Tasso per i suoi 100 anni

Montelupone, affettuosi auguri a Ezio Tasso per i suoi 100 anni

Ezio, che è stato festeggiato nel suo alloggio di palazzo Galantara dagli amministratori comunali guidati dal sindaco dottor Rolando Pecora, ha raggiunto il secolo vivendo una vita davvero sobria, laboriosa e ricca di interessi. Vissuto in campagna sul “Monte de Tasso” (oggi quartiere Tasso), alle porte del paese, si è poi trasferito nel centro storico dove, però, lungi dal mettersi a riposo, ha continuato non solo la propria attività di appassionato e competente apicoltore, ma ha allestito un piccolo laboratorio in una piccola rimessa in via degli Orti, messagli a disposizione dal suo amico e coetaneo Umberto. E lì, con la sua cassetta degli attrezzi e altri utensili, ha fatto di tutto: piccoli lavori di falegnameria, di meccanica, di restauro. Esperienza, competenza, precisione, capacità di risolvere i problemi, voglia di fare, hanno caratterizzato la sua vita attiva, fino a tarda età. Quando non ce l’ha fatta più, ha trascorso il suo tempo con gli amici, a prendere il sole, o il fresco, sotto il loggiato del Palazzetto, fino a quando gli “acciacchi” dell’età l’hanno obbligato a restare in casa, assistito come e più di sempre dalla moglie, signora Nella, e al bisogno dalla nipote Mirella, infermiera all’ospedale di Civitanova. Ezio è un uomo di un mondo che purtroppo non c’è più. Un uomo unito come una sola persona alla sua Nella e sempre impegnato a fare con passione, senza bisogno di ferie e lontano da crisi esistenziali, amante delle api e dei buoni e genuini frutti della terra. Auguri ad Ezio, che merita di raddoppiare i suoi cent’anni.

21/11/2018
Montelupone: otto medaglie per otto ragazzi

Montelupone: otto medaglie per otto ragazzi

La ricorrenza 2018 dell’Unità nazionale, la festa delle Forze armate e il centenario della fine della prima guerra mondiale sono stati festeggiati a Montelupone in modo solenne e particolare, grazie anche all’impegno della locale sezione dell’associazione nazionale Bersaglieri. Deposta la corona al monumento dei caduti, la cerimonia si è svolta nel teatro “Nicola Degli Angeli” per evitare le intemperie. Erano presenti le autorità civili militari e religiose ma, soprattutto, erano presenti tanti bambini e ragazzi delle scuole, che hanno riempito il teatro in platea e nei palchi. L’edizione 2018, in occasione del centenario 1918 - 2018, si è connotata di commossa memoria e di sentita vicinanza agli otto ragazzi monteluponesi deceduti nella grande guerra. Erano ragazzi poco più che adolescenti che, partiti dal paese, non sono più tornati. I loro parenti, uno alla volta, e nella commozione generale, hanno ricevuto una medaglia commemorativa per ogni ragazzo perito in quella lunga guerra di trincea che ha mietuto milioni di vittime e che ha conosciuto prima la disfatta, poi la resistenza, infine la vittoria per l’Italia.   I tanti ragazzi e bambini, presenti alla cerimonia, hanno conosciuto il sacrificio di ragazzi poco più grandi di loro e, nel dolore di quelle perdite ancora vivo nei famigliari, hanno riconosciuto l’immenso valore della pace e della convivenza tra i popoli. Una pace che va curata, tutelata e riconquistata ogni giorno, perché non è mai scontata.

Montelupone, il ricordo di Santilli del Centro Studi “Gabriele Galantara”

Montelupone, il ricordo di Santilli del Centro Studi “Gabriele Galantara”

Colto, eclettico, volitivo: questo era Fabio Santilli che il Centro Studi “Gabriele Galantara” di Montelupone ha  ringraziato sabato 27 ottobre. L’evento, aperto dalla  Prof.ssa Alessandra Gattari  Presidente del Centro e dal Prof. Alberto Muccichini,  Vicesindaco del Comune di Montelupone, ha visto alternarsi sul palco del Teatro “Nicola Degli Angeli” nomi significativi del panorama culturale legati al compianto Fabio. Luca Romagnoli e Alberto Pellegrino lo hanno ricordato quale   promotore accorto e puntuale di lungimiranti iniziative aperte al territorio; Andrea Marinelli ne ha evidenziato la cultura, la capacità collaborativa,  doti  confermate in diretta telefonica da Melanton  che  ha sottolineato la genialità delle sue intuizioni di cui è riprova l’ attività del CS da lui voluto. Raffaele Camposano, Direttore dell’Archivio Storico della Polizia di Stato ha presentato  Dura lex sedlex”Storia e rappresentazione della Polizia di Stato dal 1852 alla Riforma del 1981”, volume curato a quattro mani con Santilli. realizzato dal CS “Galantara”. Doveroso il ringraziamento alla moglie Maria Vittoria Caputi giunta a Montelupone con Luigi De Angelis  della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma che ha ribadito    la fervida vivacità intellettuale del caro amico. A corredo degli interventi la mirata declamazione dei versi di Kavafis di Paola Puglisi,  la meritevole documentazione fotografica ideata da Giorgio Galeazzi e l’interessante esposizione nel foyer di opere dedicate da illustri nomi della satira e della caricatura  curata con scrupolo da Olga Marzola, Vicepresidente del Centro Studi. Tra gli ospiti  il Vicario del Questore di Macerata dott. Antonio Borelli, il Ten. Mario Luigi Giannella Comandante del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia  di Civitanova e il Vice Presidente            della Fondazione Carima di Macerata, dott Andrea  Ribichini.

02/11/2018
Montelupone, il 3 novembre la consegna delle medaglie ai famigliari dei caduti nella prima guerra mondiale

Montelupone, il 3 novembre la consegna delle medaglie ai famigliari dei caduti nella prima guerra mondiale

Il 4 Novembre di quest’anno è particolarmente significativo perché, oltre l’Unità d’Italia e le Forze Armate, festeggia il Centenario della Fine della prima Guerra mondiale.  A Montelupone, anche per favorire la presenza di alunni e studenti delle scuole locali, la giornata verrà celebrata sabato 3 novembre.  Ritrovo alle ore 10.45 in piazza del Comune e corteo fino al monumento dei caduti dove verrà deposta la corona d’alloro. Il professor Franco Veroli terrà poi il discorso ufficiale, rivolto soprattutto ai più giovani.  Seguirà una cerimonia particolare che, attuata grazie all’impegno della locale sezione dell’associazione italiana Bersaglieri, prevede  la consegna di medaglie commemorative ai famigliari degli otto ragazzi monteluponesi caduti nella prima guerra mondiale.  

02/11/2018
A Montelupone "Omaggio a Fabio Santilli": sabato l'appuntamento del Centro Studi Galantara

A Montelupone "Omaggio a Fabio Santilli": sabato l'appuntamento del Centro Studi Galantara

“Omaggio a Fabio Santilli” è il titolo dell’evento organizzato dal  Centro Studi Gabriele Galantara per la satira sociale e di costume per sabato 27 ottobre, alle ore 18,  nel Teatro Nicola Degli Angeli. A ricordare il grande impegno profuso da Santilli, vivace divulgatore della satira italiana e noto curatore di pubblicazioni, cataloghi,  mostre e progetti di grande respiro, saranno Luca Romagnoli che coordinerà gli interventi, Melanton, Luigi De Angelis, Alberto Pellegrino e Andrea Marinelli, mentre il foyer del teatro ospiterà un’esposizione di opere dedicate da amici illustratori e caricaturisti. Un pensiero particolare sarà rivolto a Maria Vittoria, presente tra gli invitati, moglie del compianto presidente del CS Galantara. Per l’occasione Raffaele Camposano, Direttore dell’Archivio Storico Polizia di Stato, presenterà il volume curato a quattro mani con Santilli  DURA LEX SED LEX. “ Storia e rappresentazione della Polizia di Stato dal 1852 alla Riforma del 1981” in collaborazione con la Polizia di Stato e la Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti Culturali e il Diritto d’Autore.   L’evento - patrocinato dalla Regione, dal Consiglio Regionale  Assemblea Legislativa delle Marche che ne è compartecipe e dalla Provincia di Macerata – sarà aperto dal Sindaco del Comune di Montelupone Dott. Rolando Pecora e dal Presidente del Centro Studi Gabriele Galantara, prof.ssa Alessandra Gattari.

24/10/2018
Montelupone, il sindaco ricorda l'artista Germano Fraticelli

Montelupone, il sindaco ricorda l'artista Germano Fraticelli

Le ferite del sisma del 2016 sono ancora presenti non solo in abitazioni private, ma anche in alcuni storici edifici pubblici di Montelupone, quali la chiesa di san Francesco, quella di santa Chiara e il piano nobile del Palazzetto che ospita la pinacoteca. Tuttavia il borgo, da tempo sito turistico, oltre l’integra struttura medievale racchiusa entro la cinta muraria, offre ai molti visitatori altre attrattive, tra cui il prezioso Teatro N. Degli Angeli, il Museo storico geografico e il Museo d’arti e mestieri antichi, che coinvolge grandi e bambini in un tuffo nel passato.    Quest’ultimo museo fu allestito un paio di decenni fa, pezzo dopo pezzo e con determinata passione, dal compianto Germano Fraticelli, un impiegato di San Firmano. Mentre altri gettavano via utensili, ricordi e arredi del tempo dei  nonni per “modernizzarsi”, lui raccoglieva, conservava e, infine, donava il tutto al Comune per custodire i reperti di una civiltà, tramontata, dove affondano le nostre origini e la nostra storia. La realizzazione di Germano Fraticelli conta molti visitatori, ma l’artefice era dimenticato. Il sindaco di Montelupone, in occasione della giornata “Autunno Bandiere Arancioni 2018”, ha voluto  tributare il dovuto all’ideatore e realizzatore del museo, dedicandogli la struttura con una cerimonia ufficiale. Presenti la vedova signora Cesaria e i figli Gianni Loris e Laura, il sindaco Rolando Pecora e gli amici Pierluigi Ferramondo e Giandomenico Liso hanno onorato la memoria di Germano Fraticelli con toccanti interventi, per poi inaugurare la targa collocata sulla facciata del museo. A sua volta, il figlio Loris ha donato al museo una scultura in legno con incisa una poesia, dedicata al padre, scritta dall’amico Giandomenico.  

18/10/2018
Montelupone, i bambini protagonisti delle varie iniziative nel centro storico

Montelupone, i bambini protagonisti delle varie iniziative nel centro storico

Bambini protagonisti, nel centro storico di Montelupone, in occasione della giornata “Autunno Bandiere Arancioni – Aggiungi un Borgo a Tavola”. Alcuni piccoli, infatti, hanno assunto la funzione di “guide turistiche” in erba e hanno guidato gruppi di turisti alla visita dello storico teatro “Nicola Degli Angeli” progettato dall’architetto Aleandri. Ragazzini ben preparati e spigliati che, con fanciullesca sicurezza, hanno illustrato al meglio una struttura architettonica piuttosto particolare. Altri bambini invece hanno fraternizzato con gli amati Pompieri del presidio di Macerata e si sono affidati loro nelle “azzardate esperienze” di Pompieropoli. I genitori, con sguardo un po’ apprensivo e un bel po’ orgoglioso, hanno osservato “le gesta” dei pargoli alle prese con la palestra delle arrampicate, il percorso pompieristico e le prove di evacuazione. Affollata oltre le attese, infine, la sala espositiva “La pietà” per l’Open-day di avvio dei bambini alla musica. I piccoli hanno toccato con mano vari strumenti, li hanno provati a loro modo, hanno vissuto la magia di suoni e melodie che escono da quegli oggetti speciali e, di sicuro, qualche seme è stato gettato, quasi un imprinting, per farli attrarre dalla musica e, come dire, dalla bellezza.  

16/10/2018
Civitanova: muore al volante della sua auto a seguito di un malore (Foto)

Civitanova: muore al volante della sua auto a seguito di un malore (Foto)

È accaduto poco dopo le 22 nella rotonda del Trialone a Civitanova Marche. Alla guida dell'auto un uomo (Ercoli Carlo) che dopo il malore improvviso è andato ad urtare sulla recinzione di fronte al distributore Agip.Quando sul posto sono arrivati i soccorsi, ogni tentativo di rianimarlo si é rivelato vano.

10/10/2018
Montelupone, repliche obbligate al Nicola Degli Angeli per il celebre “Forza venite Gente”

Montelupone, repliche obbligate al Nicola Degli Angeli per il celebre “Forza venite Gente”

Repliche obbligate al Nicola Degli Angeli per il celebre “Forza venite Gente”, il musical “Made in Montelupone” in quanto preparato e portato in scena coralmente dai residenti, bambini e adulti. Nello spettacolo di sabato 6, e nella replica di domenica 7, infatti, oltre quattrocento spettatori hanno stipato la platea e i palchi dello storico teatro, tant’è che si è deciso di fissare un’ulteriore replica per il prossimo giovedì 11 alle ore 21. Poiché si trattava di un allestimento “fatto in casa”, ci si aspettava una buona affluenza della comunità locale, ma è stata invece sorprendente la presenza di tanti spettatori arrivati dalle località limitrofe: da qui, l’esigenza di un’ulteriore replica, come se il prezioso, ma piccolo teatro locale, fosse un Sistina o un Brancaccio in miniatura. Non è escluso che il musical “Made in Montelupone” generi export e venga quindi rappresentato in altri teatri. Lo spettacolo è stato molto gradevole, gli interpreti bravi e coinvolgenti oltre ogni aspettativa. Del resto, sono andati in scena i cantori dell’affermatissima Corale San Francesco diretta dal M° Alessandra Gattari, le coreografie della danzatrice Erika Giacomelli, i costumi di Maria Recchioni (costumista di Montelupone Medievale), la scenografia e la direzione del regista Giandomenico Lisi.  E’ da sottolineare, infine, la fattiva partecipazione della comunità locale che, anche tramite il teatro, ancora una volta ha manifestato la valenza dello stare insieme nel promuovere la positiva qualità della vita in un piccolo borgo.  

08/10/2018
“Largo ai Seniors - Sport e movimento nella Nuova terza Età”, a Montelupone al via un progetto per gli anziani

“Largo ai Seniors - Sport e movimento nella Nuova terza Età”, a Montelupone al via un progetto per gli anziani

“Largo ai Seniors - Sport e movimento nella Nuova terza Età” è il motto-guida  che, nel definire il concetto di “Invecchiamento attivo”, si propone di realizzare a Montelupone un progetto concreto, mirato e operativo a favore degli anziani. L’obiettivo primario di tale progetto è diffondere la “Cultura del movimento” per promuovere un’esistenza positiva. L’iniziativa, sostenuta dall’amministrazione comunale, sarà condotta dall’operatrice olistica Mara Durga Rencricca, dell’Asd Maha Padma con sede a Montelupone, in collaborazione con il Centro sportivo educazione nazionale, riconosciuto dal CONI. Il Progetto è finalizzato alla promozione di un nuovo concetto di salute, in cui il Benessere non è soltanto assenza di malattia ma diventa una ricerca di una condizione per mantenere o riacquistare l’indipendenza e l’autosufficienza riscoprendo la Vitalità. Il Movimento genera Gioia e l’attività fisica può prevenire alcune malattie, ma può anche aiutare a controllare meglio alcuni problemi di salute già esistenti. Pertanto l’obiettivo di questo progetto vuole affermare che l’invecchiamento non deve essere necessariamente segnato dalle piaghe dell’inattività, della solitudine e dell’isolamento, ma creare un’opportunità di contatto sociale accrescendo le relazioni interpersonali, la condivisione e il benessere. Il Progetto “Largo ai Seniors” propone sperimentate metodologie, quali Propriocezione corporea, Miofasciale e lavoro di ascolto profondo, Tonificazoone con metodo Contrology Pilates funzionale. Durerà dall’ottobre 2018 al maggio 2019 con cadenza settimanale. Info: 339 2193399  

04/10/2018
“Forza Venite Gente”, un musical tutto made in Montelupone

“Forza Venite Gente”, un musical tutto made in Montelupone

  Montelupone, antico borgo medievale ben conservato, meta di visitatori, location di eventi importanti e mai banali, Montelupone può anche compiacersi di uno spiccato e orgoglioso senso di appartenenza dei propri abitanti. Ne è l’ennesima prova l’allestimento del celebre musical “Forza Venite Gente”, completamente Made in Montelupone, salvo il regista G. Lisi. E infatti fervono preparativi e prove per la messa in scena della pièce, al Nicola Degli Angeli, prevista per sabato 6 ottobre alle ore 21.15, con la replica di domenica 7 alle ore 17.15. Lo spettacolo è presentato dall’Amministrazione comunale e dalla Corale San Francesco, con la collaborazione degli Amici della Filarmonica. Mentre la Corale  ha l’onere della parte recitativa, con canti e balli (coreografie di Erika Giacomelli) di adulti e bambini, gli Amici della Filarmonica guidati da Maria Recchioni sono all’opera per la preparazione dei costumi. Il ruolo di frate Francesco sarà sostenuto dal giovane Francesco Tota, mentre messer Bernardone, già cavallo di battaglia del sempre rimpianto Silvio Spaccesi, sarà interpretato da Stefano Sopranzetti. La rappresentazione del musical “Forza Venite Gente”, che riscuote successi da oltre trent’anni e non solo in Italia, susciterà a Montelupone molto interesse e grande affluenza proprio perché sarà “tutto fatto in casa” con impegno, passione e partecipazione di attori giovani e giovanissimi e con tanto lavoro dietro le quinte. Del resto, la storia del Poverello - alle prese con Pietro Bernardone e la Cenciosa, l’Angelo biondo, la Luna, Chiara la sposa di Gesù, il povero Diavolo, il Lupo e Sorella Morte – suscita momenti di delicata comicità e di emozioni in una atmosfera fiabesca. Saranno, dunque, momenti di corale partecipazione, condivisione e divertimento in un borgo che sa promuovere lo stare insieme. Info e prenotazioni:  Prezzo unico € 8 (bambini delle elementari € 5). Prenotazioni da lunedì 1 ottobre ore 9 – 13 allo 0733 224911    

20/09/2018
Montelupone, scavalca la rete di una casa per nascondersi al fidanzato

Montelupone, scavalca la rete di una casa per nascondersi al fidanzato

Si è ritrovato una donna nel giardino di casa e ha chiamato i carabinieri. Alla fine tutto si è chiarito. Il fatto a Montelupone  La donna, 41 anni di Treia, ha raccontato di aver scavalcato la recinzione per nascondersi dal compagno con cui aveva litigato. Una volta dentro, non è riuscita a scavalcare di nuovo la rete. Equivoco risolto e denuncia evitata. 

16/09/2018
Civitanova Marche, positivo il bilancio dell'attività dell'Arma dei Carabinieri lungo il litorale

Civitanova Marche, positivo il bilancio dell'attività dell'Arma dei Carabinieri lungo il litorale

La fine della stagione estiva è un’ottima occasione per redigere un bilancio sull’andamento delle attività dell’Arma lungo il litorale e quindi, della Compagnia di Civitanova Marche che ha competenza sui sette comuni a ridosso della fascia costiera (Civitanova, Potenza Picena, Porto Recanati, Recanati, Montelupone, Montecosaro, Morrovalle). Questa analisi vuole evidenziare solo alcune delle molte voci che occupano l’attività quotidiana dei Carabinieri in questi centri dalle dinamiche complesse e impegnative. In particolare, il dato che si vuole rimarcare è quello della dinamicità dei servizi sul territorio e, pertanto, gli interventi effettuati dalle pattuglie dell’Arma di città in regime di Pronto intervento per ogni necessità (dall’incendio, al soccorso, al sopralluogo, al rilevamento di un incidente stradale, alla composizione dei dissidi, alle liti di ogni genere). L’Arma della Compagnia di Civitanova Marche, dal 1° giugno al 31 agosto, sul numero di emergenza 112 ha ricevuto sulle 15mila richieste ed ha gestito circa 2.500 interventi, di cui 442 di soccorso, con le sue unità distribuite e operanti nelle sette città. Di questi, 462 sono per privati dissidi e, quindi, litigi, in ogni dove e per ogni motivo, spesso futile, segno di un’intolleranza sempre più diffusa nella società. Si litiga nei locali pubblici, spesso nei bar, per strada, per un parcheggio, per fatti di viabilità, per questioni condominiali, tra parenti, in famiglia, nei luoghi di lavoro, per i cani che abbaiano, per rumori molesti, per un’offesa presunta. Soprattutto si litiga ad ogni ora del giorno e sovente per questioni bagatellari. L’ultimo in ordine di tempo un contadino che non voleva che il cacciatore passasse sui suoi terreni e per questo ci litigava. Ciò comporta una continua attenzione e una costante proiezione delle pattuglie per affrontare questo fenomeno che a volte, distrae il dispositivo da compiti di controllo del territorio ritenuti più importanti. Spesso il conflitto, il contenzioso si compongono bonariamente e quindi l’intervento è risolutivo. Altre volte, per placare animi focosi e irascibili, è necessario fare ricorso alla particolare flemma ed alla professionalità dei militari che devono essere capaci di stemperare gli animi, qualche volta alimentati da un abuso di bevande alcoliche, e riportare alla calma i contendenti. Non è facile, ma l’esperienza ormai acquisita dagli equipaggi consente il più delle volte di ottenere risultati positivi. Talvolta, invece, davanti al perpetrarsi di atteggiamenti irriguardosi ed arroganti scatta la denuncia o l’arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Stiamo parlando di liti che non riguardano la violenza di genere ed i maltrattamenti in famiglia che pretendono una rigorosa attenzione da parte delle forze dell’ordine ed un diverso tipo di intervento o procedura. Particolare attenzione è stata poi riservata ai locali notturni che favoriscono la “movida” spesso criticata e fonte di disturbo per le abitazioni prospicienti e per i residenti in genere. Anche al fine di verificare la regolarità di queste attività, sono stati controllati i locali/stabilimenti ove si svolge discodancing. Spesso con l’ausilio delle unità cinofile. Le verifiche sono state svolte dopo la mezzanotte allo scopo di meglio accertare il rispetto delle diverse normative sul lavoro, sulla sicurezza e sull’igiene, nonché sulle buone pratiche da seguire per consentire una “buona” movida. Ai servizi hanno partecipato anche militari del NAS e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro per verificare la regolarità delle assunzioni, specie degli addetti alla sicurezza. Qui di seguito si riportano alcuni dati e risultati che sintetizzano l’impegno dell’Arma: 1711 pattuglie, 251 servizi di Ordine Pubblico, 956 i delitti per i quali si è proceduto; 11 sono gli arresti e 279 le persone denunciate; 187 incidenti stradali rilevati, 483 contravvenzioni al Cds e 38 automezzi sequestrati, identificate 10912 persone e controllati 9231 veicoli.  

08/09/2018
Tania Brizi (Udc Recanati): "Deve nascere nelle popolazioni l'idea che l'unione dei comuni serva a qualcosa"

Tania Brizi (Udc Recanati): "Deve nascere nelle popolazioni l'idea che l'unione dei comuni serva a qualcosa"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del segretario dell'UdC di Recanati, Tania Brizi In merito alla proposta avanzata dal segretario del PD cittadino di unire in un’unica realtà amministrativa i Comuni di Recanati, Porto Recanati, Montelupone e Loreto, l’UdC recanatese dichiara per bocca del suo segretario Tania Brizi: “Prima di entrare nel merito della questione riteniamo che questo modo di lanciare proposte sia per lo meno discutibile. L’Unione dei Comuni è una cosa seria, estremamente complessa e che richiede una procedura di almeno un anno con doppia delibera dei Consigli Comunali delle città interessate, legge regionale in due tempi e referendum popolare.  Quello che manca nell’attuale contesto è la necessaria premessa di natura culturale. Deve nascere nelle popolazioni il convincimento che l’unione serva a qualcosa, che sia un bene comune da raggiungere. Partire con l’idea di vertice in un dibattito fra sindaci crediamo non serva a nulla. Infatti le risposte finora sono state freddine se non negative. Meglio sarebbe stato cercare un confronto per uno studio approfondito della questione al fine di presentarlo poi all’attenzione dei consigli comunali dei quattro comuni che si vorrebbe coinvolgere nell’ipotesi di fusione. E’ un peccato perché affrontare un dibattito di questa complessità con una battuta giornalistica brucia un’iniziativa che potrebbe avere uno sviluppo interessante. La vediamo, comunque, oggettivamente difficile visto anche la scarsa applicazione che le fusioni dei comuni o gli incorporamenti hanno avuto nella nostra Regione anche quando venivano concessi contributi secondo la legge Del Rio. Ora che sono finiti anche i contributi nessun consiglio comunale ha più assunto un’iniziativa del genere. E’ difficile anche immaginare che comuni con una storia e un nome con valore di “marchio” d’eccellenza nel campo del turismo religioso, culturale o balneare possano rinunciarvi. Più realistica immaginiamo la proposta rilanciata dall’amico Rolando Pecora, sindaco di Montelupone, di procedere, magari con modalità più intense e tempi più accelerati, all’unione di servizi intercomunali. Già stiamo insieme in Astea, nell’ATO Acqua della provincia di Macerata e nel Cosmari, potremo immaginare molti altri servizi da gestire in forma comunitaria per una convenienza comune, soprattutto nella realizzazione di grandi investimenti in opere pubbliche e servizi socio-sanitari. Non c’è da dimenticarsi, infine, che Loreto è in altra Asur e in altra provincia. Suggestiva, comunque, l’ipotesi di diventare il quarto comune delle Marche, il primo di tutta l’area sud, il primo della nostra provincia con la reale possibilità di far scattare in capo al maxicomune servizi statali e regionali legati all’ordine e alla sicurezza pubblica e alla sanità che oggi, divisi e con scarsi numeri, non possiamo neanche sperare di avere.  

05/09/2018
Recanati, sfruttavano connazionali e africani richiedenti asilo alloggiati da una onlus: denunciati due pakistani

Recanati, sfruttavano connazionali e africani richiedenti asilo alloggiati da una onlus: denunciati due pakistani

Nel corso della giornata di ieri, sul territorio dei Comuni di Recanati e Montelupone, la Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche ha prediposto un servizio di controllo straordinario del territorio con l’impiego di 25 carabinieri sia in uniforme che in borghese, del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Macerata e con l’ausilio di due unità cinofile di Pesaro e un elicottero del 5° NEC di Pescara. Grazie al contributo dell’elicottero c'è stata la possibilità di seguire dall’alto un furgone per trasporto persone che poco prima aveva fatto salire a bordo dei braccianti agricoli che avevano terminato di lavorare in un campo sito tra i comuni di Recanati e Montelupone utilizzato per la coltivazione dell’insalata e che stava percorrendo delle strade laterali. Grazie al dispositivo in atto, il furgone è stato fermato nella frazione San Firmano ed a bordo sono state identificate 13 persone di varie nazionalità (Pakistana e Centro Africa) su un furgone che peraltro ne poteva portare solo 9. I braccianti agricoli erano tutti senza documenti d’identità per cui venivano sottoposti ai rilievi delle impronte digitali e sono risultati con permessi di soggiorno regolari solo 4 mentre 9 avevano in corso domande per richiesta asilo e di questi 12 risultavano alloggiati/in carico presso una “onlus” del territorio in quanto migranti. Dall’approfondimento della loro situazione lavorativa è emerso che questi erano sottopagati rispetto al CCNL (5 euro rispetto ai 10 circa previsti) e rispetto alle 6,5 ore giornaliere ne facevano dalle 10 alle 12, privi di qualsisasi dispositivo di protezione per mani, piedi e testa, senza essere stati sottoposti alle previste visite mediche o aver svolto qualche corso per la sicurezza. Pur risultando la loro assunzione da parte di una azienda agricola della provincia, non gli era stato consegnato il contratto di lavoro con conseguente poi violazione della normativa relativa all’orario di lavoro, ai periodi di riposo ed al riposo settimanale in quanto non lo sapevano indicare. Al termine dei preliminari accertamenti, l’autista del furgone, risultato quello che sul posto dava gli ordini ricevuti direttamente dal titolare della ditta e quest’ultimo, entrambi di nazionalità pakistana, sono stati denunciati per “Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro”, cosiddetto caporalato. Al titolare dell’azienda, in materia di lavoro, sono state anche comminate sanzioni per 17.300 euro. Il furgone è stato posto sotto sequestro. Nel corso del servizio sono state identificate complessivamente 75 persone, 51 mezzi, 5 contravvenzioni al Codice della Strada elevate ed un documento di circolazione ritirato.

01/09/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433