Montelupone

A Montelupone torna Apimarche, la storica kermesse dei mieli e dei suoi derivati

A Montelupone torna Apimarche, la storica kermesse dei mieli e dei suoi derivati

A Montelupone torna Apimarche, l’ormai storica kermesse dei mieli e dei suoi derivati, ma anche occasione. di divertimento per grandi e piccini, senza tralasciare la valenza scientifico-culturale del convegno di domenica 25 su “La salute delle Api e dell’Apicoltore” e, ancora, le degustazioni di piatti tipici a base di  miele e non solo. L’evento sarà ufficialmente avviato nel pomeriggio di sabato 24, alle ore 17, con l’apertura della Mostra-mercato, Sempre alle ore 17, la piazza sarà tutta per i bambini invitati all’intrattenimento di giocoleria e arte circense con TAKIMIRI. Si potrà cenare presso i ristoranti locali e lo stand gastronomico della Pro-loco, che presenteranno anche piatti tipici a base di miele e non solo. È da segnalare il bus-navetta gratuito. Nella serata di sabato 24, dalle ore 21,30, la piazza ospiterà lo spettacolo musicale: “I Vili Maschi” in concerto – omaggio a Rino Gaetano. Domenica 25, alle ore 10,.30 presso il teatro “N. Degli Angeli”, si terrà il convegno scientifico moderato dalla dott. Alessandra Gattari. Relazioneranno il dott. Stefano Gavaudan e la dott.ssa Alessandra Di Donato, dell’Istituto zoo profilattico sperimentale dell’Umbria e delle Marche; il dott. Stefano Pucci, direttore dell’allergologia dell’ospedale di Civitanova M; il signor Giuseppe Morosin, apicoltore esperto, di Pieve del Grappa. Nel pomeriggio di domenica 25, alle ore 17, sarà ancora la volta dei bambini intrattenuti in piazza dalla giocoleria e arte cicense con Takimiri. Seguirà, alle ore 18, la smielatura in piazza realizzata dall’associazione apicoltori ApiMarche di Montelupone. In serata, dopo la cena e le attività tra gli stand, la prof. Alessandra Gattari presenterà gli eventi finali: alle ore 21, i Keep Kreve in concerto e, alla ore 22,45, l’innovativo spettacolo Dream “Danze sotto la Torre”.

23/08/2019
Recanati capofila nella gestione del trasporto pubblico: accordo rinnovato con Contram

Recanati capofila nella gestione del trasporto pubblico: accordo rinnovato con Contram

In una logica di mobilità sostenibile, allo scopo di un contenimento dei costi e di una buona efficienza del servizio, i Comuni di Recanati, Montecassiano e Montelupone rinnovano l'accordo di gestione in forma congiunta del servizio di trasporto scolastico integrato con il trasporto urbano. Soddisfazione viene espressa dall'Assessore ai Trasporti Pubblici di Recanati Rita Soccio che dichiara: "In vista dell'imminente avvio dell'anno scolastico e in attesa della gara per l'affidamento dei trasporti pubblici da parte della Regione Marche, abbiamo deciso di rinnovare il Contratto per i servizi di Tpl locale e scolastici con il Contram di Camerino, che prevede Recanati come Comune capofila di una convenzione con i Comuni di Montecassiano e Montelupone per una gestione in forma unitaria. Quest'anno anche il Comune di Montefano ha aderito alla convenzione, aumentando di fatto la possibilità di autonomia e di miglioramento della mobilità che rimane un punto nevralgico per lo sviluppo del nostro territorio. Il passo successivo a cui stiamo lavorando con il Contram è il potenziamento del servizio e cercare soluzioni che possano rispondere ai bisogni dei cittadini ma anche ad un turismo in continua crescita". Il Contratto integrato e rimodulato per il periodo scolastico è così strutturato: nel territorio del Comune di Recanati 197.595 km, per il Comune di Montecassiano 65.504 Km, per il Comune di Montelupone 47.335 km e per il Comune di Montefano 44.913 km. Il corrispettivo annuo per ogni comune ammonta a € 383.835,42 per il Comune di Recanati, € 87.000,00 per il Comune di Montecassiano, € 89.936,50 il Comune di Montelupone e € 75.000,00 per il Comune di Montefano. Nel corrispettivo sono compresi i viaggi d'istruzione scolastica nell’ambito del territorio locale e provinciale con una tolleranza variabile.  

22/08/2019
Catena di furti a Ferragosto: è caccia ai malviventi

Catena di furti a Ferragosto: è caccia ai malviventi

Nella giornata di Ferragosto numerose sono state le segnalazioni di furti, sia tentati che andati a segno, registrate dai carabinieri. Approfittando del fatto che - nella giornata di festa - molte famiglie abbiano scelto di godersi una gita fuori porta oppure di recarsi al mare lasciando la propria casa incustodita, i malviventi sono entrati in azione. I furti si sono registrati in diversi territori comunali: Civitanova Marche, Morrovalle, Montelupone, Recanati e Porto Recanati.  Si tratta di azioni molto veloci che vengono scoperte soltanto una volta che i proprietari rincasano. Nei furti non andati a buon fine, grazie alla presenza di persone in casa o dei vicini, i testimoni hanno segnalato: due moto con targhe svizzere; quattro motociclisti, tutti con il casco in testa durante il compimento del reato; un'Audi A3 di colore grigio con due persone a bordo. A Montelupone sono state segnalate due persone in particolare, tra cui un uomo magro, alto e con lunghi capelli biondi.   

16/08/2019
Montelupone, primo torneo di tennis nel campo del parco Eleuteri: i vincitori

Montelupone, primo torneo di tennis nel campo del parco Eleuteri: i vincitori

Dal 17 al 31 luglio si è svolto il primo torneo di Tennis nel campo del parco Eleuteri di Montelupone, dopo il ripristino e la messa in opera della struttura. Il torneo e’ stato suddiviso in due categorie: esperti e non esperti. Si è giocato secondo la formula "con recupero", con due tabelloni da quattro giocatori ognuno.  Ecco tutti i nomi dei partecipanti: Kumka Alessandro Defeliceantonio Andrea Stortoni Paolo Biagiola Francesco Poloni Francesco Balzi Cristina Cammuso Raffaele Cognini Claudia Le partite si sono svolte tutte all’insegna della grande amicizia e sportività. Al termine sono risultati vincenti, per la categoria “Esperti” Alessandro Kumka mentre per il tabellone "Non esperti" Francesco Poloni. I due vincitori sono stati premiati il 2 agosto con un ricco rinfresco e la promessa di darsi appuntamento per il prossimo anno.   

03/08/2019
Montelupone, scontro tra auto e scooter: una persona al Pronto Soccorso

Montelupone, scontro tra auto e scooter: una persona al Pronto Soccorso

Intorno alle 11:00 di questa mattina si è verificato un incidente in via Fermi a Montelupone. Per cause in corso di accertamento da parte delle forze dell'ordine, un'auto si è scontrata con uno scooter. Ad avere la peggio il conducente del motociclo che, in seguito all'impatto, è caduto rovinosamente a terra. Sul posto sono accorsi immediatamente i sanitari del 118, i quali hanno trasportato in autoambulanza la persona alla guida dello scooter al Pronto Soccorso di Civitanova. Le sue condizioni non destano particolare preoccupazione. Praticamente illeso il conducente dell'auto coinvolta nel sinistro.

01/08/2019
Una rappresentanza dell'Opera de Paris protagonista a Montelupone

Una rappresentanza dell'Opera de Paris protagonista a Montelupone

Una prestigiosa rappresentanza della celebre Operà de Paris sarà a Montelupone, nel Parco Franchi, nella serata di sabato 3 agosto. Si tratta della formazione Vibes (Vocal International Bastille Ensamble Show), diretta dal M° Luca Sannai, tenore dell’Operà de Paris passato da turista a Montelupone la scorsa estate. Il tour, in omaggio alle pregiate località marchigiane, quali Fermo, Sant'Elpidio a Mare, Montegiorgio, Montelupone e Altidona, è realizzato dagli “Artisti Viaggiatori” 9 voce dall’Opera di Parigi. La formazione Vibes, con il direttore artistico Pierpaolo Palloni, “vi guiderà in un itinerario musicale che spazia dal mondo dell’Opera al Gospel, ai grandi successi internazionali nei più bei Borghi delle Marche”. Lo spettacolo inizierà alle ore 21.30, ingresso libero.

29/07/2019
Finisce fuori strada e si ribalta con l'auto: giovane al pronto soccorso

Finisce fuori strada e si ribalta con l'auto: giovane al pronto soccorso

L'incidente si è verificato questa mattina nel tratto di strada che congiunge Montelupone a Potenza Picena. Per ragioni ancora in corso di accertamento, un ragazzo ha perso il controllo del proprio autoveicolo finendo fuori dalla carreggiata stradale e subendo un ribaltamento.  Il conducente è stato immediatamente soccorso dai sanitari del 118, che a causa dei traumi riportati, lo hanno trasportato all'ospedale di Civitanova Marche in codice giallo. 

28/07/2019
Maltempo, viabilità in tilt: Statale 16 e strada Regina bloccate

Maltempo, viabilità in tilt: Statale 16 e strada Regina bloccate

Alberi caduti lungo la carreggiata, rami spezzati lungo la strada, pozzanghere di acqua ai bordi delle principale arterie e cumuli di foglie: la normale conseguenza a tutto ciò che il maltempo ha portato con sé è stato il blocco del traffico, andato letteralmente in tilt, in molte zone della Provincia.  I disagi maggiori si registrano lungo l'Adriatica: la Strada Statale 16 è infatti completamente congestionata da Civitanova a Porto Recanati. Difficoltà e lunghe code anche sulla Strada Regina, tra Porto Recanati e Montelupone, dove un grosso albero è caduto sopra i cavi dell'energia elettrica.  Il maltempo nel pomeriggio aveva causato rallentamenti e code anche lungo la Supestrata "Val di Chienti", in particolare tra Morrovalle e Corridonia in direzione monti.  Un grosso albero è caduto anche sull'A14, qualche chilometro prima dell'uscita per Porto Recanati.

09/07/2019
Festa delle bandiere arancioni: premiati 8 borghi dell'entroterra maceratese

Festa delle bandiere arancioni: premiati 8 borghi dell'entroterra maceratese

 Piccolo è ancora bello. Lo testimoniano i 23 borghi marchigiani premiati dal Touring Club Italiano con la 'Bandiera Arancione' per il 2019 e che domani 29 giugno, ad Amandola, festeggeranno il riconoscimento che il TCI assegna ai Comuni dell'entroterra con meno di 15 mila abitanti perchè hanno saputo distinguersi per un'offerta turistica di eccellenza e un'accoglienza di qualità.   Una cerimonia di premiazione proprio nella piazza principale della new entry di quest’anno, Amandola che accoglierà i 23 Sindaci con la fascia tricolore degli eventi ufficiali importanti.  Tutti insieme dunque,  Acquaviva Picena, Amandola, Camerino, Cantiano, Corinaldo, Frontino, Genga, Gradara, Mercatello sul Metauro, Mondavio, Montecassiano, Montelupone, Monterubbiano, Offagna, Ostra, Ripatransone, San Ginesio, Sarnano, Serra San Quirico, Staffolo, Urbisaglia, Valfornace, Visso, per testimoniare l’impegno quotidiano nel raggiungere questo ambito riconoscimento, come sottolinea l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni: “Questo risultato è il frutto del lavoro e dell’impegno delle Comunità dell’entroterra che hanno consentito alle Marche di raggiungere il prestigioso traguardo, che con Amandola quest’anno segna 23 Bandiere Arancioni. Un fatto che ci rende orgogliosi perché colloca la nostra regione nei primissimi posti per numero di vessilli conseguiti. Il merito di così tante bandiere non è solo il risultato di indicatori tecnici, non solo di una capacità propositiva che ci ha distinto nel tempo proprio in questo particolare riconoscimento, ma soprattutto della passione che ogni comunità esprime e delle persone che ogni giorno si impegnano nel preservare e valorizzare luoghi di infinita bellezza, ricchi di storia e cultura millenarie. L’unità e il lavoro di rete è la chiave che poi svela al turista questo inestimabile tesoro fatto di borghi incantevoli, natura rigogliosa e incontaminata, gente ospitale”.   “Si tratta di un cluster di grande importanza per la strategia turistica regionale – ricorda ancora Pieroni -  su cui la Regione punta molto perché è in grado di declinare le eccellenze della comunità marchigiana, lo spirito dell’entroterra operoso e creativo in un’ottica sostenibile. Non solo il cluster delle Bandiere Arancioni si lega a quello delle Bandiere Blu in un’ideale connessione virtuosa tra costa e entroterra, ma concretamente diventa strategico per l’entroterra per una piena rinascita dopo le conseguenze negative del sisma del 2016. A tutto questo si collegano anche i cluster del Bike e Marche Outdoor , il turismo lento dei Cammini e le tante iniziative di promozione turistica e culturale di grande qualità su cui la Regione sta investendo".    La cerimonia delle consegna delle  Bandiere arancioni avrà inizio dalle ore 17.00, in Piazza Risorgimento ad Amandola, per poi proseguire con un aperitivo “arancione” e concludersi  alle 21,00 con il concerto del TRIO Dante con lo spettacolo musicale “Dall’Opera ai Beatles”. 

28/06/2019
Fondo "Sport e Periferie 2018", 27 progetti finanziati: 8 i comuni maceratesi beneficiari

Fondo "Sport e Periferie 2018", 27 progetti finanziati: 8 i comuni maceratesi beneficiari

Sono 27 i progetti approvati relativi alla riqualificazione o al completamento degli impianti sportivi del territorio, dislocati in 25 Comuni, per un finanziamento complessivo pubblico di quasi 7 milioni di euro (6.853.931). Sono i numeri del fondo “Sport e Periferie 2018” nelle Marche, del quale è stata pubblicata la graduatoria alla fine di maggio scorso, dopo che il bando si era chiuso lo scorso gennaio. Finanziamenti che si aggiungono agli oltre 11,8 milioni di euro del fondo 2017 attraverso il quale sono stati finanziati 34 interventi in 32 Comuni marchigiani. Istituito dal precedente Governo, il fondo “Sport e Periferie” è volto a realizzare interventi edilizi per l’impiantistica sportiva tesi, in particolare, al recupero e alla riqualificazione degli impianti esistenti, e individua come finalità il potenziamento dell’agonismo, lo sviluppo della relativa cultura, la rimozione degli squilibri economico-sociali e l’incremento della sicurezza urbana. Gli interventi nascono dall’esigenza di dare un segnale immediato sul territorio, soprattutto a quei territori particolarmente degradati delle periferie delle città. Nelle Marche, per la seconda tranche di finanziamento, saranno 27 i progetti finanziati, distribuiti in 25 Comuni di tutte e cinque le province, tra cui diversi Comuni del cratere sismico: un aiuto alla ricostruzione, ma anche alla ricucitura di relazioni sociali per favorire la quali lo sport è elemento privilegiato. I beneficiari dei contributi sono: l'Asd San Marco e l'Associazione sportiva dilettantistica Le Muse di Petriolo (MC), il Comune di Terre Roveresche (PU), il Comune di Peglio (PU), il Comune di Urbisaglia (MC), il Comune di Sant'Angelo in Pontano (MC), l'Asd Ripaberarda di Castignano (AP), l'Unione dei Comuni di Castelbellino e Monteroberto (AN), il Comune di Colli del Tronto (AP), il Comune di Gualdo (MC), il Comune di Polverigi (AN), il Comune di Montecopiolo (PU), il Comune di Rapagnano (FM), il Comune di Montelupone (MC), il Comune di Venarotta (AP), il Comune di Camerino (MC), il Comune di Corridonia (MC), il Comune di Tavoleto (PU), il Comune di Ripe San Ginesio (MC), il Comune di Fiuminata (MC), il Comune di Castorano (AP), il Comune di Falconara Marittima (AN), che vede finanziati due diversi progetti, il Comune di Sarnano (MC), il Comune di Pergola (PU), il Comune di Castel di Lama (AP) ed il Comune di Smerillo (FM). "Le Marche ricevono ancora dai livelli nazionali finanziamenti importanti per la riqualificazione della propria impiantistica sportiva – commenta il presidente del CONI Marche, Fabio Luna –, parliamo di quasi 7 milioni che si aggiungono ai corposi investimenti pubblici dello scorso anno, quando grazie al fondo nazionale “Sport e Periferie” ed ai fondi della Regione Marche, sono stati erogati finanziamenti per oltre 17 milioni che hanno generato investimenti (tra pubblico e privato) di quasi 34 milioni, utili anche alla ricostruzione delle strutture sportive nelle zone colpite dal sisma. Nel 2018 sono stati 150 in ambito regionale gli impianti interessati da progetti di riqualificazione sul territorio a cui ora se ne aggiungono altri 27. Ed ancora sono molti i progetti che attendono di essere finanziati e di prendere forma, segno che anche in tema di impiantistica sportiva le Marche non vogliono stare ferme, ma migliorare continuamente. Il nostro territorio è piccolo – prosegue Luna –, ma con un ricco patrimonio sportivo non solo in termini di campioni o di movimento sportivo di base, ma anche in termni di impiantistica. Parliamo di strutture prevalentemente pubbliche che hanno bisogno di manutenzione, ma anche di ampliamenti, messe a norma ed adeguamenti tecnici. Interventi ai quali spesso i Comuni, specie se piccoli, o le stesse associazioni sportive, non riescono a far fronte da soli. Per questo poter usufruire di finanziamenti statali è un elemento di estrema importanza".

24/06/2019
Montelupone, sostanza radioattiva dal parafulmine della torre civica: intervengono i Vigili del Fuoco (FOTO)

Montelupone, sostanza radioattiva dal parafulmine della torre civica: intervengono i Vigili del Fuoco (FOTO)

Il fatto è accaduto intorno alle 17 di questo pomeriggio (13 giugno n.d.r). Tre operai stavano lavorando sulla torre civica, quando sono venuti a contatto attraverso il parafulmini con una sostanza radioattiva. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno subito transennato la zona per poter rimuovere il parafulmini in sicurezza. Le operazioni sono ancora in fase di svolgimento, non si conoscono al momento le condizioni degli operai. Servizio aggiornato alle ore 21:00  È stato messo in piena sicurezza, senza possibilità di nuocere, il parafulmine “radioattivo” smontato dalla vetta della torre civica di Montelupone. Si è infatti appurato  che la sua nocività è limitata ad un raggio di  un solo metro lineare e, naturalmente, va evitata la manipolazione diretta. Inoltre, l’apparecchiatura è ora chiusa tra le spesse mura della torre, il che annulla del tutto ogni possibile pericolosità. Verrà rimossa da una delle tre uniche ditte specializzate operative in Italia. I fatti. Tra gli interventi post terremoto, era prevista anche la sostituzione del vetusto parafulmine. Quando gli operai lo hanno rimosso – ci ha raccontato il sindaco Rolando Pecora – qualcuno, quasi per mera curiosità, ne ha misurato la radioattività con una apparecchiatura non recentissima, ma il risultato è stato allarmante. Sono stati subito allertati i Vigili del Fuoco, la Prefettura, l’Asur e così di seguito. Le misurazioni successive, con moderne e consone apparecchiature, hanno confermato la radioattività del parafulmine, determinandone però anche il raggio limitato. I Vigili del Fuoco lo hanno messo in sicurezza, il Prefetto di Macerata dott. Iolanda Rolli si è sempre tenuta in contatto con il Sindaco, gli operai che hanno manipolato il parafulmine sono e verranno seguiti e monitorati attentamente. Un chimico ha avanzato l’ipotesi che i parafulmine installati molti decenni fa, realizzati con sostanze particolari, e avendo sostenute molte scariche, possano avere immagazzinato una carica radioattiva. Se ne saprà di più in un prossimo futuro, a seguito delle indagini e degli esami di prassi. Intanto, si spera che gli operai che hanno manipolato l’apparecchiatura non abbiano da patire danni e si attende un nuovo e moderno parafulmine.  Aggiornamento 13 giugno ore 22:45 Pochi minuti fa il Comune di Montelupone ha diramato un comunicato ufficiale:  "L’elemento chimico contenuto nel parafulmine della torre civica di Montelupone è il Torio (Th – numero atomico 90). Insieme all’Uranio, è un elemento naturalmente radioattivo ma, a differenza del primo, è debolmente radioattivo, pur avendo una emivita di 15.05 miliardi di vita. E’ un elemento molto diffuso in natura, anche in Italia – ci ha spiegato il chimico Alberto Muccichini, ex vicesindaco - ed è un sottoprodotto delle “terre rare”, essenziali per i prodotti elettronici, di cui è molto ricca la Cina. Il Torio è color argento, ma con l’ossidazione diventa ben presto nero. Pare che, alcuni decenni fa, una circolare abbia consigliato, o prescritto, di eliminare i parafulmine al Torio. Forse non tutti hanno provveduto. Nel caso di Montelupone, il parafulmine era di notevole entità, almeno tre metri, per salvaguardare un manufatto trecentesco. Quando l’esperto caposquadra degli operai addetti alla rimozione ha notato l’ossidata targhetta del Torio, il geometra comunale Andrea Pesaola è andato a prendere il suo privato misuratore di radioattività, lo ha avvicinato al parafulmine e, da lì, è parlato l’allarme. Comunque, la radioattività riscontrata non si è accresciuta con le scariche subite nei decenni, ma si è mantenuta costante per la lunga emovita del Torio. Tuttavia, è da sottolineare ancora che il Th è debolmente radioattivo, il che fa ben sperare che i tre operai intervenuti non abbiano da patire conseguenze. Il sindaco Rolando Pecora è grato a quanti sono intervenuti con prontezza e alta professionalità. In particolare, ringrazia il Prefetto dott. Iolanda Rolli che, con grande apprensione e umanità, ha seguito la vicenda in diretta, minuto per minuto".  Aggiornamento 14 giugno ore 10:04  Le misurazioni effettuate dai Vigili del Fuoco, al momento, non destano nessuna situazione di pericolo immediato.   

13/06/2019
Festa di fine corso di Lingua araba a Montelupone (FOTO)

Festa di fine corso di Lingua araba a Montelupone (FOTO)

 Lo scorso giovedì 6 maggio si è tenuta, nella sede del Centro culturale Galantara, la Festa di conclusione del Corso di Lingua araba, che si è svolto dall’ottobre 2018 al giugno 2019. Naturalmente, la gastronomia maghrebina ha allietato i convenuti, compreso il sindaco Rolando Pecora. Non è mancato il tradizionale disegno Henné. Tale corso è dedicato ai figli degli immigrati dal Maghreb che, nati per lo più in Italia, frequentano le nostre scuole e crescono immersi nella nostra cultura. Qual è, allora, il significato di tale corso? I loro genitori hanno frequentato i corsi di Lingua italiana, hanno acquisito i relativi titoli, sono ben inseriti nel contesto socio-economico del Borgo. I loro bambini vivono l’influenza della antropo-cultura italiana, a scuola e nel contesto sociale, e di quella  maghrebina in famiglia. L’obiettivo del corso di lingua araba è quello promuovere l’interazione positiva tra le due influenze culturali, in modo che i bambini non si sentano in futuro dei déraciné (sradicati), come purtroppo avviene nelle periferie delle città europee, ma si sentano partecipi, arricchiti e realizzati grazie alla consapevolezza sia delle proprie origini, che della interiorizzazione dei valori del Paese in cui crescono. Le loro mamme “maestre”, Ibtissam (Maria), Fatiha e Hanan (Anna), supportate dal Servizi sociali e dall’Associazione culturale Galantara, di anno in anno insegnano dunque ai bambini di origine maghrebina la Lingua araba, che altrimenti resterebbe per essi quasi sconosciuta e non strutturata, in modo che la cultura delle proprie origini non vada dispersa e non venga danneggiato lo sviluppo della loro identità.

07/06/2019
Montelupone, il sindaco Rolando Pecora nomina gli assessori: ecco la nuova Giunta

Montelupone, il sindaco Rolando Pecora nomina gli assessori: ecco la nuova Giunta

Nella serata di giovedì 6 giugno 2019 si è tenuto a Montelupone il primo Consiglio comunale. Il sindaco Rolando Pecora ha dato il benvenuto ai Consiglieri, ricordando che la presenza di tutti loro è dovuta all’amore verso la Comunità, un’entità locale così piccola per cui è facile superare le diversità ideologiche e interagire insieme per la buona amministrazione. Certificata la eleggibilità dei Consiglieri, il sindaco ha letto la rituale formula del giuramento per poi passare alla nomina dei capigruppo: Castellani per la maggioranza e Quatrini per la minoranza. Lette le linee programmatiche, con seguente votazione, si è provveduto a votare per la nomina delle commissioni. Commissione elettorale: titolari: Sindaco (di diritto), Paoltroni, Gambini, Quatrini. Supplenti: Giannella, Pranzetti, Zallocco. Commissione assegnazione giudici popolari: titolari, Sindaco (di diritto), Elisei, Crucianelli. Supplenti: Mogliani, Rinaldi. Conclusi i lavori, il sindaco ha invitato tutti i Consiglieri a posare per la foto di gruppo e tale invito, ben accolto, dovrebbe significare che tutti, nei diversi ruoli, intendono operare per il bene della Comunità. MONTELUPONE: NUOVA GIUNTA, DELEGHE E INCARICHI Rolando Pecora-Sindaco: Urbanistica e Servizi sociali. Assessori: Orietta Mogliani: Vicesindaco e Assessore Cultura e Turismo. Giordano Elisei: Assessore Agricoltura, Attività produttive, Commercio, Problematiche zonali, Associazioni. Assessori esterni:  Sandro Provenziani: Assessore Organizzazione del personale, Protezione civile. Giada Giorgetti: Assessore Ambiente e Territorio.Consiglieri con delega: Andrea Castellani (Capogruppo di maggioranza): Bilancio e Programmazione. Luigi Giannella: Vigilanza e Sicurezza. Gino Paoltroni: Lavori pubblici. Matteo Pranzetti: Manutenzione, Patrimonio, Cimitero, Viabilità. Simone Gambini: Politiche giovanili e Scuola. Chiara Monteverde: Tributi, Rapporti con società partecipate, Sport. Inoltre: Ufficio dello Staff del Sindaco, coordinato da Alberto Muccichini: Massimo Girotti (coadiuva Chiara Monteverde). Pietro Cognigni (coadiuva Simone Gambini). Serena Lambertucci (coadiuva Orietta Mogliani).Lo Staff del Sindaco può partecipare ai lavori di Giunta. Composizione del Consiglio comunale a seguito delle elezioni amministrative del 26 maggio 2019 Sindaco Rolando Pecora. Consiglieri di Maggioranza (numero 8) Luigi Giannella – Gino Paoltroni – Orietta Mogliani – Giordano Elisei– Matteo Pranzetti – Andrea Castellani – Simone Gambini – Chiara Monteverde. Consiglieri di Minoranza (numero 4) Pietro Quatrini – Luca Crucianelli – Sergio Zallocco – Simone Rinaldi.

07/06/2019
Campioni scacchisti in visita a Recanati e Montelupone

Campioni scacchisti in visita a Recanati e Montelupone

In avvicinamento al Torneo Internazionale di Scacchi “Cento Torri”, che si terrà ad Ascoli Piceno dal 31 maggio al 2 giugno, il 21enne Pier Luigi Basso di Montebelluna (Treviso), alla sua età già GM (Grande Mestro) con ben 2542 elo, ha fatto tappa a Recanati, ospite del 13enne Michele Piangerelli, CM (candidato maestro nazionale). Le categorie scacchistiche sono, a partire dal basso: NC, 3^ Nazionale, 2^ N, 1^ N, CM (candidato maestro), M (Maestro nazionale), MF (maestro Fide), MI (maestro internazionale, GM (grande maestro). Quindi, la categoria GM è la massima, a sua volta graduata dalla variabile degli elo, punti che si aggiungono o si tolgono in base al succedersi dei risultati. A Recanati il gioco-sport degli scacchi è in fase nascente e promette bene: lo si pratica in diverse scuole primarie (in molte Nazioni è materia di studio) e da poco è pure nato un attivo Circolo scacchistico. Il giovanissimo Michele Piangerelli rappresenta oggi il giocatore locale di spicco, ma presto gli si affiancheranno altri ragazzi. Intanto è arrivato il GM Pier Luigi Basso che, guidato da Michele, ha visitato la città e, soprattutto, il Colle dell’Infinito. Giovedì sera, invece, sono andati a cena a Montelupone, alla Taverna degli Artisti, per assaporare la cucina locale a base di carciofi. Lo chef Antonino Bedini, che ben conosce Michele, li ha accolti con molta simpatia e li ha pure gratificati di una “lectio magistralis” enogastronomica, suscitando l’interesse del GM Basso che, in quanto veneto in zona Prosecco, ha espresso le sue argomentazioni in proposito. Usciti in piazza, non sono mancati gli apprezzamenti per il suggestivo centro storico di Montelupone. Sabato, Michele ospiterà en passant anche il Maestro 15enne Francesco Bettalli, di Siena, e Nicole Samantha Paparella, punta di diamante delle scacchiste di Bolzano e dell’intero Trentino A.A. La presenza di tanti giovani campioni a Recanati sia di buon auspicio per una crescita, in loco, di un movimento scacchistico che, è risaputo e comprovato, porta tanti benefici alla crescita armoniosa dei bambini e dei ragazzi.

31/05/2019
Omicidio Olindo Pinciaroli, confermata la condanna a 18 anni per Valerio Andreucci

Omicidio Olindo Pinciaroli, confermata la condanna a 18 anni per Valerio Andreucci

La Corte d'assise d'appello di Ancona ha confermato la condanna a 18 anni di carcere a carico di Valerio Andreucci, il fantino ascolano di 26 anni accusato dell'omicidio del veterinario Olindo Pinciaroli, 53 anni, originario di Urbisaglia ma residente a Montelupone, avvenuto il 21 maggio 2017 a Osimo, mentre i due viaggiavano sull'ambulanza veterinaria di Pinciaroli. Omicidio volontario, detenzione illegale di armi, simulazione di reato e calunnia le accuse per le quali il giovane è stato considerato colpevole dai giudici di secondo grado che hanno rigettato il ricorso presentato dai suoi legali. Non aveva invece impugnato la sentenza di primo grado la Procura. Il movente del delitto sarebbe da ricondurre a un debito di 3 mila euro: Andreucci non avrebbe voluto restituire al datore di lavoro il denaro con cui aveva acquistato cocaina. (Fonte ANSA Marche)

30/05/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433