Pieve Torina

Saggio di fine anno per i ragazzi dell'orientamento musicale di Pieve Torina

Saggio di fine anno per i ragazzi dell'orientamento musicale di Pieve Torina

Saggio di fine anno per i giovani dell'Orientamento Musicale, progetto attivo a Pieve Torina e rivolto a tutti i ragazzi in età scolare, e portato avanti dall'insegnante Letizia Forti. Un momento formativo e di socialità importante per i ragazzi, che aveva subito uno stop lo scorso anno a causa del terremoto che ha distrutto il paese, dovuto in particolare alla mancanza di luoghi dove potersi incontrare e suonare insieme. Quest'anno, l'Orientamento Musicale è ripartito grazie all'amministrazione comunale, che aveva messo a disposizione le stanze dell'ex Ufficio postale, in Piazza Santa Maria Assunta, agibili fino alle scosse di aprile. Il progetto comunque è volto al termine, nelle aule della nuova scuola Mons. Paoletti, ed i ragazzi si sono esibiti proprio nel piccolo teatrino dell'istituto scolastico. Un'occasione a cui il sindaco, Alessandro Gentilucci, non è voluto mancare, ringraziando in particolare la maestra Letizia Forti per l'impegno profuso affinché i ragazzi di Pieve Torina portassero avanti la loro passione e il loro studio della musica nonostante le grandi difficoltà avute, e gli stessi giovani musicisti che hanno dato prova della loro bravura e del loro impegno.

07/07/2018
Matrimonio a Pieve Torina, il sindaco Gentilucci sposa Renzo e Pina

Matrimonio a Pieve Torina, il sindaco Gentilucci sposa Renzo e Pina

Nei giorni scorsi, nella sede provvisoria del municipio, il sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, ha celebrato il rito del matrimonio tra due cittadini, Renzo Reversi e Pina Giovannini. La coppia, entrambi i Pieve Torina e residenti in una soluzione abitativa di emergenza, ha scelto di consolidare la loro unione e ai neosposi sono andati i migliori auguri del primo cittadino, di tutta l'amministrazione comunale e dell'intera comunità.

07/07/2018
Pieve Torina, celebrate le Prime Comunioni dopo il terremoto

Pieve Torina, celebrate le Prime Comunioni dopo il terremoto

Celebrate a Pieve Torina le Prime Comunioni dopo il terremoto del 2016. È stato un momento di forte senso di comunità, di festa e di unione quello vissuto dai cittadini la passata domenica 24 giugno. Si sono tornate infatti a celebrare, dopo due anni, le Prime Comunioni per i bambini che hanno frequentato il catechismo. Tanto infatti è quasi trascorso dal terremoto che da ottobre 2016 ha completamente stravolto il territorio montano e con esso anche Pieve Torina, distrutta per oltre il 93%. Gli evidenti disagi avevano fatto sì che lo scorso anno non si fossero potute celebrare le Comunioni, facendo saltare un momento di forte valore per la comunità. Quest'anno però, 12 bambini hanno finalmente ricevuto il Sacramento, accompagnati dalle famiglie e dai propri cari, durante la celebrazione della Santa Messa presenziata dal parroco, don Nello Tranzocchi, nella tensostruttura messa a disposizione dall'amministrazione comunale. Una struttura provvisoria, che dà ancora la misura del dramma vissuto dalla cittadina, ma addobbata a festa proprio dai genitori che hanno voluto rendere speciale questo momento per i propri figli e per l'intera comunità. Una grande gioia, quella condivisa la scorsa domenica dalla cittadinanza di Pieve Torina, che ha riacquistato un momento di tradizione e di forte significato. 

02/07/2018
A Pieve Torina il raduno regionale dei camperisti

A Pieve Torina il raduno regionale dei camperisti

Si è svolto a Pieve Torina, nei giorni scorsi, il Raduno Regionale dei Camperisti, organizzato dal Camper Club “Il Cassero”, in collaborazione con l'A.R.C. Marche e con il patrocinio del Comune di Pieve Torina. Oltre 50 camper si sono ritrovati nell'area messa a disposizione, non lontana dai campi sportivi e dalle aree delle soluzioni abitative di emergenza, per il raduno annuale che ha portato anche all'elezione del nuovo direttivo dell'associazione. La visita dei camperisti ha visto nel primo giorno anche la visita guidata alla Distilleria Varnelli, la degustazione presso il Salumificio Bartolazzi. Al risveglio, si è svolta l'Assemblea Regionale A.R.C. Marche, prima del pranzo organizzato presso la tensostruttura messa a disposizione dal Comune di Pieve Torina. “In questo momento non facile per il nostro territorio – ha detto il sindaco, Alessandro Gentilucci, ai saluti con i camperisti – dobbiamo promuovere questo genere di turismo itinerante, abbiamo gli spazi adatti e le piazzole attrezzate in molti Comuni, immerse nel verde e nei paesaggi mozzafiato delle nostre montagne, alla scoperta delle ricchezze enogastronomiche. È importante trovare via alternative ma comunque appetibili che portino nelle nostre cittadine flussi di turismo cosiddetto “in libertà”, perché ciò di cui vivono i nostri territori, ossia la natura, è rimasto ed è sempre uno spettacolo bellissimo. Per questo ringrazio calorosamente i camperisti e l'A.R.C. Marche per aver scelto di trascorrere a Pieve Torina i due giorni del proprio raduno regionale certi che il nostro paese ha saputo dare accoglienza e un piacevole soggiorno”.

30/06/2018
Le Marche dopo il terremoto: 2392 residenti persi, in fumo 1500 posti di lavoro, chiuse 500 imprese

Le Marche dopo il terremoto: 2392 residenti persi, in fumo 1500 posti di lavoro, chiuse 500 imprese

1500 posti di lavoro spazzati via, 242 imprese agricole chiuse, 500 partite iva senza più attività. Il tutto in meno di due anni e in un territorio comunque circoscritto come quello del cratere del sisma e relativo ai soli comuni delle Marche. Gli ultimi 22 mesi: quelli, cioè, passati dal primo terremoto del 24 agosto 2016. Sono numeri impietosi diffusi dalla CNA e ripresi anche da  LaRepubblica, in un articolo che traccia un bilancio sulla situazione nei luoghi del sisma e, purtroppo, anche sull'animo e la perdita di speranza dei terremotati.  Un articolo (qui il link) che fa venire i brividi se si leggono i dati. Uno su tutti: 2392 residenti in fuga, che probabilmente non torneranno mai più perché hanno scelto di stabilirsi altrove. Ma un articolo che descrive ancora una volta anche la grande caparbietà dei marchigiani, la voglia di rilanciarsi e la speranza di futuro di una popolazione che ha subito di tutto, ma che non intende arrendersi. Il dramma, a leggere le testimonianze, non sono le continue scosse, ma la burocrazia. Che paralizza e impedisce ogni iniziativa, fino al paradosso di ostacolare persino interventi pagati di tasca propria e fatti con i risparmi di una vita. La richiesta che arriva dal territorio é sempre la stessa: concretezza e rapidità

27/06/2018
Pieve Torina, 3mila euro per la nuova scuola materna dalla Conferenza di Cerreto d'Esi

Pieve Torina, 3mila euro per la nuova scuola materna dalla Conferenza di Cerreto d'Esi

Dalla Conferenza di Cerreto d’Esi della San Vincenzo de’ Paoli una donazione di 3000 euro per la scuola materna di Pieve Torina. La consegna della somma, raccolta in occasione del 70esimo anno di fondazione della società, è avvenuta domenica scorsa, durante la ricca giornata di manifestazioni che si sono svolte nel paese distrutto dal terremoto, allietato dalla parata della banda locale e dei corpi bandistici di Petriolo e Terre Roveresche. Qui, il presidente della Conferenza, Luciano Mari, ha voluto simbolicamente festeggiare il settantesimo anno della fondazione della società assieme a 39 tra soci e simpatizzanti che hanno raggiunto in pullman Pieve Torina per partecipare all'intera giornata. A tutti i donatorii è andata la grande riconoscenza del sindaco, Alessandro Gentilucci, per il gesto di generosità rivolto ai più piccoli e alla costruzione della nuova scuola materna. Presenti anche i presidenti delle Conferenze della San Vincenzo de’ Paoli di Cupramontana, Giovanni Ricciotti, di Fabriano, Enzo Corrieri, di Matelica, Pierina Martinelli, nonché del presidente vincenziano regionale, Maria Teresa Spuri Cirilli e del direttore della Caritas parrocchiale di Cerreto d’Esi, Enrico Biondi. Sono arrivati, durante il momento conviviale offerto dai vincenziani, i saluti di Francesco Mearelli, presidente del Consiglio Centrale della San Vincenzo della Città della Carta.

19/06/2018
Domenica in musica per le vie di Pieve Torina

Domenica in musica per le vie di Pieve Torina

Musica per le strade di Pieve Torina. Si è svolta ieri, domenica 17 giugno, la manifestazione alla quale hanno preso parte, oltre alla Banda di Pieve Torina, diretta dal maestro Vincenzo Correnti, anche la Banda di Terre Roveresche (PU) e il Corpo Bandistico e Majorette di Petriolo. Alle 10,30 ha avuto inizio la suggestiva sfilata dei tre corpi bandistici, accompagnati rispettivamente dal sindaco di Terre Roveresche, Antonio Sebastianelli, e dal vicesindaco di Petriolo, Enrico Vissani: partita dalla sede inagibile del Comune, in via Roma, dopo essere passata all'interno del paese distrutto e di fronte alla nuova scuola Mons. Paoletti, la prima e l'unica ricostruita in tutto il cratere sismico, la parata ha raggiunto l'area Sae Le Piane e La Serra, la nuova area commerciale, fino ad arrivare agli impianti sportivi comunali e alla Chiesa temporanea in viale Marconi. Un bel momento di festa quello offerto dai musicisti e dalle majorette, proseguito nel pomeriggio con il concerto della Banda di Terre Roveresche che si è esibita al Parco Rodari, di fronte ad un nutrito pubblico. “Devo ringraziare tutti i musicisti e le majorette, e contestualmente le rispettive amministrazioni comunali, che hanno accettato il nostro invito e hanno donato alla comunità di Pieve Torina un bel momento di musica e allegria – ha detto il sindaco Gentilucci – seppure ferita questa comunità ha dimostrato sin da subito una grande forza di volontà e entusiasmo nel volersi riprendere e questi momenti di festa non possono fare altro che rinsaldare lo spirito di paese e la voglia di guardare assieme al futuro”

18/06/2018
Pieve Torina saluta "i suoi militari"

Pieve Torina saluta "i suoi militari"

Saluto del sindaco, Alessandro Gentilucci, ai militari del 132° Reggimento Artiglieria Corazzata Ariete di Maniago (Pordenone) che si preparano per l'avvicendamento. Il ringraziamento della comunità di Pieve Torina è giunto a tutti i militari tramite il comandante del reggimento, il Colonnello Sergio Santandrea, dopo i sei mesi trascorsi sul territorio duramente ferito dalle scosse. “Con la vostra presenza ci sentiamo al sicuro – ha detto il primo cittadino, Alessandro Gentilucci, nel salutare i militari che daranno il cambio – queste zone sono state devastate dal sisma e oggi sono più deboli. Ma la presenza costante dei militari ci fa sentire protetti, ci fa vivere più serenamente la lontananza dalle nostre case distrutte, dalle frazioni e dai borghi che sono rimasti senza il presidio umano. La nostra gratitudine va ai militari e agli uomini che siete e al nobile lavoro che svolgete”. Il 132esimo Reggimento Ariete sarà sostituito nei prossimi giorni dal 32° Reggimento Carri di Tauriano di Spilimbergo (Pordenone), al comando del Colonnello Paolo Fanin. “Per noi è un momento felice ma allo stesso tempo molto triste – ha detto ieri il colonnello Santandrea – se da un lato torniamo dalle nostre famiglie, dall'altro salutiamo quella che è stata la nostra casa per sei mesi e la popolazione di queste terre. Aver prestato servizio in questi luoghi feriti è per noi un motivo di orgoglio e rappresenta un grande bagaglio professionale e umano che porteremo con noi nelle future missioni e nel servizio a cui saremo chiamati. Abbiamo conosciuto una comunità forte, molto accogliente nonostante il dramma vissuto, piena di valori, che testimonia l'indistruttibilità di Pieve Torina e della gente della montagna”.

18/06/2018
Il sindaco di Pieve Torina a Vipiteno per la festa di corpo del 5° reggimento degli alpini

Il sindaco di Pieve Torina a Vipiteno per la festa di corpo del 5° reggimento degli alpini

Il sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, ospite alla Festa di Corpo del 5° Reggimento degli Alpini di Vipiteno. Si rinsalda e si consolida il rapporto tra il Comune di Pieve Torina e gli Alpini di Vipiteno, nella persona del colonnello Ruggero Cucchini: un legame nato durante i momenti peggiori del terremoto, nella piena emergenza, quando gli alpini del 5° Reggimento sono intervenuti, tra i primi, a sostegno della popolazione che aveva perso tutto. In nome di quella forte vicinanze e amicizia, il sindaco Gentilucci è stato invitato dal colonello Cucchini a prendere parte all'importante momento celebrativo, a Vipiteno. “Ottimi sono i rapporti che ci legano al 5° Reggimento – ha raccontato il primo cittadino – è stato un onore per me prendere parte a questa gloriosa festa. So di aver portato con me l'intera comunità, grata per quanto questi uomini hanno fatto per noi. Li ho omaggiati con un quadro che raffigura l'antica Pieve Torina, la stessa che oggi vuole rinascere e ripartire con il grande spirito dimostrato dalla popolazione. Già nella scorsa estate, il colonello al momento dell'avvicendamento, aveva avuto modo di sottolineare la vivacità e l'entusiasmo di Pieve Torina e della sua gente, e i numerosi progetti che iniziavano a prendere piede e che oggi ci vedono sulla strada della ricostruzione. Questo, aveva sottolineato il colonnello, riempiva i cuori degli alpini di speranza per il nostro territorio”.

15/06/2018
Sisma: quattro scosse di magnitudo superiore a 2.0 in dieci ore, la più forte a Muccia

Sisma: quattro scosse di magnitudo superiore a 2.0 in dieci ore, la più forte a Muccia

La terra é tornata a tremare nell'entroterra Maceratese. E per ben quattro volte, in meno di dieci ore, con una magnitudo superiore a due. Questo 13 giugno ha suonato la sveglia presto: la prima all'una e ventitre di questa notte, con una scossa di 2,3 che ha avuto per epicentro Pieve Torina, ad una profondità di 14 km. Poi, alle 8,01 di questa mattina, la terra ha tremato ancora, questa volta con epicentro in territorio di Sant'Angelo in Pontano (magnitudo 2,5). La scossa più forte si é invece registrata alle 11,14 di oggi, questa volta a Muccia con una magnitudo di 2,7 a 9 km di profondità. L'ultimo sobbalzo, per una popolazione ormai sfinita dopo due anni di episodi più o meno significativi, ma continui, é stato invece una manciata di minuti fa, con una scossa di magnitudo 2,2 che ha avuto ancora per epicentro Pieve Torina. 

13/06/2018
Pieve Torina, completate le opere di fondazione della nuova scuola materna

Pieve Torina, completate le opere di fondazione della nuova scuola materna

Completate le opere di fondazione della nuova scuola materna di Pieve Torina, donata dalla Fondazione Francesca Rava. I lavori erano di competenza del Comune. Sono state quindi ultimate le fondazioni per permettere l'ingresso in cantiere dell'impresa, individuata dalla Fondazione Rava, che realizzerà l'edificio scolastico per gli alunni più piccoli di Pieve Torina. La cerimonia di posa della prima pietra, infatti, si era svolta solo lo scorso 6 aprile, alla presenza di Maria Vittoria Rava, dei numerosi donatori e del commissario alla ricostruzione, Paola De Micheli, nonché dei bambini e delle famiglie di Pieve Torina. Sarà una scuola ad un piano, dotata di tutte le più moderne tecnologie antisismiche, con un ampio spazio all'aperto attrezzato

Pieve Torina: Elvio Bernardi, l'uomo che vola con i falchi, al memorial "Riccardo nel Cuore"

Pieve Torina: Elvio Bernardi, l'uomo che vola con i falchi, al memorial "Riccardo nel Cuore"

A Pieve Torina al secondo memorial "Riccardo nel Cuore" era presente Elvio Bernardi noto in Italia per volare con il parapendio insieme ai suoi falchi e attualmente è l'unico in Europa ad effettuare questo particolare tipo di volo. Nella nostra intervista Elvio Bernardi si è dichiarato molto contento di tornare a Pieve Torina insieme ai suoi falchi e di parlare delle sue esperienze di volo ai visitatori.Signor Bernardi anche questa volta lei è ritornato a Pieve Torina in primis per la festa dedicata a Riccardo, ma anche perchè lei ama la natura dei nostri territori"Certamente anche perchè le Marche hanno un verde unico basti guardarsi intorno in questo piccolo paese chiamato Pieve Torina. Mi spiace davvero molto che la bestia chiamata terremoto ancora torni a farsi sentire ma devo dire che la gente di questo posto meraviglioso ha una capacità di reazione davvero unica. La festa dedicata a Riccardo è stata non solo un qualcosa di bello ma la dimostrazione che non si ci debba fermare davanti a nulla nonostante la continuità delle scosse".Anche questa volta lei è venuto con i suoi falchi che lei definisce i suoi "ragazzi" o "figli". Cosa consiglierebbe alle persone che vorrebbero vivere le sue stesse esperienze di volo con questi rapaci?"Non è una cosa semplice, basti pensare che io ho impiegato sei mesi per addestrare i falchi a volare con me. In Europa ci sono solo io che volo con i falchi e ci vuole tanta pazienza oltre che la buona volontà ad addestrare questi rapaci soprattutto perchè quest'ultimi hanno paura della vela visto che la considerano come un uccello gigante. Il falco se ha paura di far qualcosa non lo fa perchè è molto deciso. Per addestrare i falchi bisogna vivere con loro almeno due o tre ore al giorno creando un rapporto di fiducia e una volta creato questo rapporto questi uccelli non ti lasceranno più". Non è mai capitato che durante l'addestramento i falchi l'attaccassero?"E' capitato varie volte, attualmente ancora avviene, che questi rapaci mi facessero sentire la potenza dei loro artigli tanto che attualmente posseggo nella mia casa una femmina di falco con un carattere molto forte, tanto che sono costretto ad equipaggiarmi per proteggermi. Le femmine di falco sono aggressive per natura tanto che nessuno le vuole anche perchè sono difficili da addestrare, inoltre la femmina di falco è considerata come capobranco dai suoi simili. Da quanto tempo lei vola con il parapendio?"Ho imparato a volare a 68 anni ed è stato il sogno della mia vita, ancora oggi che ho solo 80 anni e mi sento un ragazzo non ho mai perso la voglia di vivere questo sogno diventato realtà. Quando volo provo delle sensazioni indescrivibili come il senso di libertà e gioia sentendomi in armonia con l'universo. Aggiungo che volare con i falchi è una cosa meravigliosa".Cosa direbbe ai pievetorinesi per incoraggiarli visto il brutto periodo che hanno passato per causa del sisma?"Sono io che ho molto da imparare da questi giovani che hanno organizzato questa bellissima festa dedicata a Riccardo perchè sono la dimostrazione del coraggio e mi viene la pelle d'oca solo a parlarne. La vita va vissuta qualsiasi cosa capiti anche se negativa ed è emozionante vedere questa voglia di vivere".   (di Giovanni Maria Pontieri)

11/06/2018
Pieve Torina, un pomeriggio di sport per ricordare Riccardo

Pieve Torina, un pomeriggio di sport per ricordare Riccardo

Domenica 10 giugno si è svolto presso gli impianti sportivi di Pieve Torina il secondo memorial intitolato "Riccardo nel Cuore", evento sportivo dedicato al pievetorinese Riccardo Milani scomparso lo scorso anno.  La giornata dedicata allo sport è stata organizzata dall' ASD Polisportiva "Riccardo nel Cuore" insieme al Comune di Pieve Torina e con la collaborazione degli "Arcieri da Varano", "ASD Futbol 3", "ASD Volo libero Monte Gemmo", "CSI Macerata", Liceo Sportivo di Camerino compresi molti amici di lungo corso dello stesso Riccardo. I partecipanti, dopo l'iscrizione, potevano scegliere di partecipare ai tornei di Calcio a 5, Beach Volley, Volley Bambini, Arcobattle inoltre erano presenti dimostrazioni di sport come il volo con deltaplano a motore, sport tradizionali, mountain bike, attività di fitness nonchè dimostrazioni e lezioni di Muay Thai. Chi voleva poteva anche effettuare delle simulazioni di volo con il parapendio, erano presenti anche attrazioni come il fantabosco nonchè Elvio Bernardi noto alle cronache italiane per essere l'unico in Europa a volare con il parapendio insieme ai falchi da lui stesso ammaestrati.  "Anche quest'anno abbiamo voluto organizzare il memorial Riccardo nel Cuore perchè lo sport è portatore di valori positivi e abbiamo come obiettivo di diffondere questa magnifica festa in tutto il territorio della Regione e non solo" - cosi ha detto ai presenti il consigliere comunale di maggioranza con delega all'agricoltura Attilio Rivelli."Lo scopo di questo memorial è aiutare la nostra terra a rialzarsi dopo essere stata gravemente ferita dal sisma" - ci ha detto ai nostri microfoni la presidente dell'ASD Polisportiva 'Riccardo nel Cuore' Loredana Milani- " quest'anno abbiamo voluto ringraziare le associazioni che ci hanno dato una mano ad organizzare tutto. Questa volta sono addirittura venute persone da tutte le Marche ma anche gente dall'Abruzzo e dall'Umbria cosa che non ci saremmo mai aspettati." Prima della premiazione dei vincitori si sono esibiti i tamburini e le sbandieratrici di Visso con il loro spettacolo e subito dopo ha preso la parola il Sindaco di Pieve Torina Alessandro Gentilucci il quale ha voluto ricordare Riccardo Milani come un ragazzo volenteroso e che non si è arreso di fronte ad una sciagura come il terremoto. Inoltre il sindaco ha ringraziato gli organizzatori del memorial in nome della comunità. Sono stati premiati dalla Presidente ASD "Riccardo nel Cuore" Loredana Milani insieme a suo padre Luciano ed il Sindaco di Pieve Torina gli istruttori di Muai Thai con prodotti tipici locali, le associazioni CSI, ANPASS, AVIS Pieve Torina e Licei di Camerino per aver contribuito all'organizzazione dell'evento fino ad arrivare alla premiazione dei vincitori dei tornei.  E' stato quasi impossibile trattenere la commozione quando un gruppo di motociclisti provenienti da Amatrice è venuta appositamente a Pieve Torina per ricordare Riccardo.La ASD Futbol 3 rappresentata dal suo allenatore Claudio Pellegrini è stata premiata con delle polo e ha ricevuto un assegno simbolico di 500 euro dall'ASD "Riccardo nel Cuore".

11/06/2018
Pieve Torina: il Brigadiere Claudio Bernardini nominato Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana

Pieve Torina: il Brigadiere Claudio Bernardini nominato Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana

Nella giornata di sabato 2 giugno 2018 il Brigadiere della Guardia di Finanza Claudio Bernardini di Pieve Torina, appartenente al Nucleo Mobile della Tenenza di Camerino, è stato insignito del titolo di 'Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana' da parte del Capo dello Stato Sergio Mattarella. Il titolo di Cavaliere è stato concesso dal Presidente della Repubblica al Brigadiere Claudio Bernardini per i 36 anni di servizio svolti nel Nord d'Italia e a stretto contatto con la Direzione Distrettuale Antimafia dove ha partecipato a operazioni di contrasto contro il traffico di esseri umani.  Nel 2007 il Brigadiere Bernardini è andato a lavorare presso la Tenenza di Camerino dove si è occupato principalmente di reati contro il patrimonio, marchi contraffatti, antidroga e ha anche partecipato ad operazioni di contrasto alla pedofilia e violenza su minore ricevendo apprezzamenti da parte dei magistrati inquirenti. La cerimonia si è svolta a Macerata presso palazzo Buonaccorsi alla presenza del Prefetto Roberta Preziotti, del comandante provinciale della Guardia di Finanza Amedeo Gravina, del Capitano della Tenenza di Camerino Antonio Di Palo e del Sindaco di Pieve Torina Alessandro Gentilucci."Sono orgoglioso e fiero di rappresentare la Repubblica Italiana" - ha detto il Brigadiere Claudio Bernardini - "e ringrazio il Presidente della Repubblica per l'onorificenza che mi ha concesso e tutte le alte cariche istituzionali. Sono fiero di appartenere al corpo della Guardia di Finanza visto che grazie a quest'ultima ho ricevuto il titolo di Cavaliere. Ringrazio i miei superiori ed il Sindaco di Pieve Torina Alessandro Gentilucci che avuto delle belle parole di apprezzamento nei miei confronti." "E' un motivo di orgoglio per Pieve Torina avere un cittadino esemplare che si è distinto per i meriti acquisiti attraverso il suo lavoro e a cui è stato concesso questo importante riconoscimento" ha concluso il Sindaco di Pieve Torina Alessandro Gentilucci. (Giovanni Maria Pontieri)

07/06/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433