Recanati

Recanati, il 31 luglio anteprima nazionale per "L'Infinito" di Simone Massi e Neri Marcorè

Recanati, il 31 luglio anteprima nazionale per "L'Infinito" di Simone Massi e Neri Marcorè

In anteprima nazionale domani, venerdì 31 luglio, a Recanati  presso il Cortile di Palazzo Venieri (ore 21) la proiezione della videopoesia commissionata dal Comune di Recanati, “L’Infinito” .                          L’animazione è firmata da Simone Massi, uno dei più grandi registi di cinema d’animazione del mondo, mentre la voce recitante è di Neri Marcorè, la colonna sonora di Stefano Sasso, le riprese di Julia Gromskaya e la post-produzione di Lola Capote.  Un minuto e mezzo in cui si intrecciano storie e presenze, persone e animali, vissuti e istinti raccontati dalla matita in movimento di Massi.  La videopoesia “L’Infinito” sarà  l’unica opera italiana a rappresentare il nostro paese al 18° Festival Internazionale di Animazione di Hiroshima, in programma dal 20 al 24 agosto in Giappone, uno dei festival di animazione più importanti al mondo, a cadenza biennale: "L’infinito" fa parte delle 59 opere selezionate su un totale di 2.339 animazioni inviate al festival.    "Poesia, immaginazione, fantasia: questi i fili senza tempo che Simone Massi ha saputo legare alla celebre poesia  "L'infinito" di Giacomo Leopardi nel suo cortometraggio, unica opera italiana ad essere stata selezionata nel principale Festival internazionale di animazione – ha detto l’Assessora alle Culture del comune di Recanati, Rita Soccio – un bellissimo modo per diffondere il messaggio di Leopardi come strumento etico di forza e di passione per unire popoli e nazioni, soprattutto in questo difficile momento dove la social catena diventa cura per i mali di questa epoca".  Simone Massi è originario di Pergola (PU), ha studiato Cinema di Animazione alla Scuola d’Arte di Urbino. È animatore, regista e illustratore, e già vincitore di un David di Donatello 2012 per il miglior cortometraggio e di due Nastri d'argento nel 2014 e 2015. Ha all'attivo oltre 200 premi vinti nei principali festival nazionali e stranieri ed è ritenuto uno dei più grandi animatori a livello internazionale. "Nel momento in cui mi è stato commissionato il lavoro sono stato contentissimo, emozionato dall’idea che il festival La Punta della Lingua e il comune di Recanati abbiano pensato a me per dare una forma a “L’infinito di Leopardi” - ha detto il regista e autore Simone Massi -. Subito dopo sono cominciati i problemi, per la statura dell’autore e più in generale per la consapevolezza che la poesia non ha bisogno di immagini. Così ho cercato di staccarmi dal testo e raccontare una piccola storia dentro la storia, lasciando fluire i turbamenti e le visioni che il testo evoca ancora oggi, a distanza di duecento anni". Per i suoi lavori, Massi non si serve dell'uso del computer ma fa tutto a mano "su carta, come un secolo fa... attraverso l'uso di matite, carboncini, gessetti, pastelli, grafite e china". Ha inoltre messo a punto una tecnica "fatta di pastelli a olio stesi su carta e poi graffiati con punte secche e altri strumenti incisori”.     

30/07/2020
In bici da Recanti alle spiagge di Porto Recanati: presentata la nuova ciclovia del Potenza

In bici da Recanti alle spiagge di Porto Recanati: presentata la nuova ciclovia del Potenza

Presentato il percorso della nuova ciclovia del Potenza oggi a Villa Colloredo Mels, di cui il Comune di Recanati con i Comuni Partner Montelupone e Porto Recanati, è capofila nella gestione e realizzazione della nuova infrastruttura. Alla presenza del Sindaco Antonio Bravi, l’Assessora al Turismo Rita Soccio, Il Vice Sindaco di Porto Recanati Rosalba Ubaldi e la Consigliera di Montelupone Chiara Monteverde,  l’ arch. Maurizio Paduano dirigente dell'Area Tecnica di Recanati  e il progettista a cui è stato affidato l’incarico l’arch. Omar Pasquinelli hanno presentato e descritto l’intero percorso della nuova infrastruttura. “Un progetto che rappresenta una grande opportunità di sviluppo turistico ed economico dei Comuni della vallata del Potenza. – ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravi - Grazie all’investimento della Regione su questo tipo di infrastrutture, i turisti potranno andare in bici dal mare alla montagna. E’ un progetto di valorizzazione del territorio basato sulla connessione delle bellezze del paesaggio a piste ciclabili facilmente individuabili e percorribili che ci permetterà di potenziare l’offerta di qualità.” Un percorso di 23 km che da Recanati si snoda lungo le splendide colline Leopardiane, ricche di vigneti e di luoghi d’interesse storico  e il la riva del Potenza, fino a scoprire la bellezza delle spiagge di Porto Recanati. Il cicloturismo è una modalità di turismo sostenibile che utilizza un mezzo a zero impatto ambientale e consente di unire al piacere della vacanza la possibilità di fare attività fisica e vivere “a misura d’uomo” la natura ed i percorsi scelti. “Il tratto di ciclovia del Potenza sarà un ulteriore modo per valorizzare e promuovere i nostri territori. – ha dichiarato l’Assessora alla Cultura e al Turismo Rita Soccio - La rete che si andrà a costituire con i Comuni di Porto Recanati e Montelupone, rafforzerà le identità culturali delle singole realtà regalando ai visitatori esperienze uniche in modo lento ed ecosostenibile. Il cicloturismo porterà una ricaduta sul benessere dell'intero territorio in termini ambientali e psico-fisici, ma anche uno sviluppo economico e sociale sulla comunità.” Con due aree di sosta e segnalazioni tecniche e storiche dei luoghi di interesse culturale, il percorso della nuova ciclovia del Potenza, rientra nelle rete ciclabile regionale, caratterizzata da un sistema di ciclovie costituito da un asse costiero (nord-sud), che percorre la fascia adriatica e si connette con le sue direttrici trasversali (est-ovest) disposte lungo le principali vallate fluviali. Una forma di impianto a pettine che consentirà il collegamento delle aree interne con la litoranea adriatica. Le vallate fluviali si configurano come percorrenze “naturali” sia dal punto di vista morfologico, per la mancanza di forti dislivelli, che dal punto di vista storico-turistico, costituendo l’ossatura lungo la quale si sono sviluppate storicamente tutte le attività umane. Il finanziamento attribuito dalla Regione Marche al Comune di Recanati di 650 mila euro, coprirà i costi per la realizzazione della ciclovia del Potenza e renderà fruibile entro luglio-agosto del 2021 a ciclisti e pedoni il tratto di 23 km compreso tra Porto Recanati, Recanati e Montelupone per un tracciato complessivo regionale che si estende su 70 km ciclo-pedonali dal mare all’entroterra e che conta oltre 2000 percorsi ciclabili tutti da scoprire coinvolgendo 130 Comuni in tutte le Marche.  

30/07/2020
Recanati, giovane trovato senza vita nella sua abitazione

Recanati, giovane trovato senza vita nella sua abitazione

Giovane di 34 anni trovato senza vita nella sua abitazione a Chiarino di Recanati: a stroncarlo probabilmente un malore. A fare la tragica scoperta la madre, che ha trovato il figlio stamane coricato sul letto e privo di vita.  Il corpo del 34enne è stato condotto dal personale sanitario all’ospedale di Macerata, dove i medici procederanno a un riscontro diagnostico per accertare le reali cause della sua morte.   I carabinieri che sono intervenuti, hanno effettuato il sopralluogo nella sua abitazione ma non hanno rinvenuto nulla che potesse essere riconducibile alla causa del decesso.

27/07/2020
Recanati, nasce l'Alzheimer Cafè: una nuova realtà dedicata alle persone affette da demenza

Recanati, nasce l'Alzheimer Cafè: una nuova realtà dedicata alle persone affette da demenza

A Recanati nasce l'Alzheimer Cafè, una nuova esperienza  psico - sociale altamente specializzata, per ridurre l’isolamento e potenziare i contatti sociali delle persone con diagnosi di demenza e per supportare  i  familiari, investiti dalle problematiche connesse alla cura dei propri cari con Alzheimer.  “Siamo consapevoli delle grandi difficoltà che i malati e i loro familiari hanno incontrato a seguito della chiusura in casa dovuta alla pandemia, - ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravi – abbiamo deciso di attivare questo nuovo  modello di supporto sociale per   rallentare il declino cognitivo e migliorare la qualità della vita del paziente e della sua famiglia, in attesa della ripresa dei normali servizi di assistenza” Alzheimer Cafè  è un intervento che prevede diverse fasi dell’attività pensate in funzione di obiettivi ben precisi e che comporta un accurato lavoro di preparazione,con numerosi momenti di riflessione  atti al  miglioramento continuo e funzionale  sia dei  pazienti che  dei rapporti sociali dei familiari. “Abbiamo ricevuto numerose segnalazioni da parte di famiglie con persone malate di Alzheimer relativamente ai disagi che stanno vivendo- ha affermato l'Assessora alle Politiche Sociali Paola Nicolini-  Il periodo di chiusura totale è stato pesante. Ci siamo attivati per dare una risposta, certamente non risolutiva, ma almeno di sollievo. Appena è iniziata a circolare l'informazione, solo qualche giorno fa, numerose sono state le telefonate di richiesta d’informazione. Un ringraziamento specialissimo al Circolo Acli di Castelnuovo per aver accolto la proposta e in particolare alla Presidente, Roberta Scoppa, che ha attivato in breve tempo le procedure necessarie” Gli appuntamenti dell’ Alzheimer Cafè sono gestiti da un’ equipe multidisciplinare formata da uno psicologo esperto in neuropsicologia per la supervisione, da uno psicologo che segue i familiari, da assistenti/educatori e terapisti per le attività con i pazienti e dai volontari. ll programma degli incontri prevede: accoglienza, affidamento dei pazienti agli operatori per attività ludico-ricreative e stimolativo-riabilitative e l'intervento di esperti del settore che formano ed informano i familiari sui temi inerenti la malattia. Gli interventi si terranno tre volte alla settimana, da oggi, ogni  lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 nei mesi di agosto e settembre, presso i locali del Circolo Acli Castelnuovo-aps, con un'accoglienza di massimo 12 malati e rispettivi familiari ad ogni appuntamento. L’iniziativa dell’Alzheimer Cafè nasce nel 1997 da un’idea del medico olandese Bère Miesen, che aveva capito la necessità di investire di più nelle terapie psicosociali. Un modello che si diffuse rapidamente anche in tutte le altre città europee sensibili al tema, come Londra, Vienna, Parigi e che a tutt'oggi rappresenta una valida attività di supporto per favorire lo scambio, il confronto e la relazione tra i malati ed i loro familiari. Un luogo dove per qualche ora della giornata poter condividere esperienze e sentirsi anche meno soli.

27/07/2020
Recanati, grande lirica in piazza per i 10 anni di Villa InCanto

Recanati, grande lirica in piazza per i 10 anni di Villa InCanto

Grande lirica in piazza per i 10 anni di Villa InCanto che con il suo Gigli Opera Festival propone un format diverso rispetto alle stagioni cui ci ha abituato, con due serate rimodulate in maniera tale da coinvolgere il maggior numero possibile di pubblico nel rispetto delle norme anticontagio e tributare un grande abbraccio alla voce di Beniamino Gigli. Saranno eventi, 12 e 19 agosto, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti con prenotazione obbligatoria presso il Teatro Persiani di Recanati dal mercoledì al venerdi (ore 17-19:30). Due le date sulle quali il direttore artistico Riccardo Serenelli ha lavorato, una, quella di mercoldì 12 agosto, nella quale le preferite arie gigliane saranno interpretate da artisti di fama internazionale nel corso di un “racconto” per ricordare che nel 1920, cento anni fa, Beniamino Gigli esordiva al Metropolitan di New York e da qui il titolo del Gran Galà, “Un biglietto per New York", serata in cui a Dario Di Vietri sarà assegnato il Premio Gigli Opera Festival, riconoscimento ideato da quest'anno, un’opera realizzata dall’artista Marina Cingolani. "Recanati riparte dalla cultura -commenta l'assessore alla cultura Rita Soccio- e nella programmazione degli eventi estivi non poteva mancare il Gigli Opera Festival in onore del nostro grande Tenore. Quest'anno avremo un'edizione speciale del GOF per celebrare i 130 anni dalla nascita di Beniamino Gigli e 100 dal suo debutto al Metropolitan di New York. Per queste importanti ricorrenze avremo ospiti la celebre mezzosoprano Bruna Baglioni e il pluripremiato tenore e cittadino onorario di Recanati, Fabio Armiliato che ringrazio per la vicinanza che ha sempre mostrato per Recanati e il nostro Beniamino Gigli". Padrini della serata dunque Bruna Baglioni e Fabio Armiliato non a caso artisti che hanno calcato il palco del Metropolitan. Saranno loro a premiare il tenore Dario Di Vietri (foto a dx), artista che ha iniziato la sua ormai inarrestabile carriera proprio a Villa Colloredo Mels nei primi anni di Villa InCanto,  per poi esibirsi nei più celebrati teatri del mondo fra cui l’Arena di Verona davanti ad un pubblico di 20.000 spettatori con l’Aida di Verdi e la Turandot di Puccini. Ospite d'onore Davide Delli Santi, direttore artistico di diversi festival fra cui il Taranto Festival, il Teatro di Taormina, Teatro U. Giordano ecc. Racconto gigliano affidato alla voce narrante di Luca Violini su testi di Lino Terra, noto autore RAI. Presenta Lucia Santini. Era il novembre del 1920 quando Gigli, nelle vesti di Mefistofele in "Faust" incantò il Metro dove nel giro di un mese interpretò nel ruolo del protagonista Cavalleria Rusticana, Boheme, Tosca e Lucia di Lammermoor. Alla narrazione dell'esordio gigliano al Metropolitan si alterneranno nel canto Carlo Giacchetta, Ferruccio Finetti, Giulio Boschetti, Francesca Ruospo, Alesandro Battiato, Dario Ricchizzi, Hiroko Morita, Martina Malatini, Zara Mible, Jorge Tello Rodriguez, Maria Casado Mas, Mariangela Marini. Il collaudato Decimino Gigli, leader Luca Mengoni, accompagnerà le esibizioni. Sul palco tante voci note al grande pubblico della lirica ed alcune che saranno anche protagoniste mercoledì 19 agosto nel "Barbiere di Siviglia" , il secondo appuntamento scelto da Serenelli che ha preferito un'opera buffa che piace al pubblico, avvicina il pubblico alla lirica. Il 19 agosto sarà la volta de “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini in una rivisitazione dell’opera con Format Villa InCanto. Ad accompagnare le due serate sarà il “Decimino Gigli” con trascrizioni curate dal suo leader Luca Mengoni. Direttore concertatore il Direttore Artistico del Festival M. Riccardo Serenelli. Direzione organizzativa a cura della Dott.ssa Chiarenza Gentili Mattioli. Partners della serata: Regione Marche, Amat, Consorzio Marche Spettacolo, Aerodorica Aeroporto delle Marche, Rossini Pianoforti, ELI Piginigroup, Civica scuola di Musica Beniamino Gigli, Accademia Lirica Beniamino Gigli, Scuola Dante Alighieri-Campus Infinito, Mamamoor, Cantine Conti degli Azzoni, Danhèra, J-Art, iBAA, Vivaio Paccamiccio. Ingresso gratuito con obbligo di prenotazione presso il teatro Persiani di Recanati dal mercoledì al venerdì dalle 17 alle 19,30. Info e prenotazioni 071 7579445 / 349 2976471. Nelle due giornate saranno dedicate attività di coinvolgimento di bambini e bambine alle ore 18, con il racconto delle trame dell'opera e l'invito a rielaborarle con disegni, drammatizzazioni e istallazioni. L'animazione è a cura di esperti del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Macerata.

25/07/2020
Villa Musone, Pierpaolo Paoloni è il nuovo allenatore

Villa Musone, Pierpaolo Paoloni è il nuovo allenatore

Continua a prender forma il Villa Musone 2020-21 che sarà ai blocchi di partenza al campionato di Prima Categoria. La società gialloblu ha scelto come allenatore per la nuova annata sportiva mister Pierpaolo Paoloni: un volto conosciuto in casa villans per aver già fatto parte dei quadri tecnici della prima squadra e del settore giovanile nella scorsa annata sportiva. La dirigenza del Villa Musone ha ritenuto il profilo di mister Paoloni il più completo ed idoneo per il nuovo progetto gialloblu, atto alla valorizzazione dei talenti cresciuti nel florido vivaio societario. Giocatore con una lunga carriera alle spalle da tecnico, dopo le esperienze nel settore giovanile dell’Osimo Stazione, ha guidato diverse società in Prima e Seconda Categoria, tra cui gli stessi ferrai. “Sono molto felice di poter continuare a lavorare con una società seria come quella del Villa Musone – commenta mister Paoloni – Dispiace che la scorsa stagione lo stop per il COVID-19 non ci abbia permesso di poter continuare il lavoro però sono contento di essere rimasto e di poter lavorare con i giovani e con chi ha deciso di sposare il progetto gialloblu di questa grande famiglia. Sarà un campionato tosto ma stimolante e un aspetto su cui punteremo sarà quello di valorizzare i nostri ragazzi. Mi sono trovato subito in sintonia con il neo ds Federico Bastanzo, persona molto disponibile ed alla mano, e siamo accomunati dalla grande voglia di fare e questo aspetto ci darà una grande forza”.

25/07/2020
Recanati, dal Miur arrivano 90mila euro per le scuole della città

Recanati, dal Miur arrivano 90mila euro per le scuole della città

Al via i lavori per l’adeguamento funzionale degli spazi delle scuole di Recanati per il prossimo anno scolastico. Grazie ai 90 mila euro del Miur,  il Comune di Recanati sta lavorando con gli Istituti Comprensivi Beniamino Gigli e  Nicola Badaloni sugli interventi di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da COVID – 19  “Poter garantire un ritorno a settembre  tra i banchi di scuola dei nostri ragazzi  in totale serenità, visti i tempi difficili a causa dell’emergenza coronavirus che tutt’oggi stiamo vivendo è per noi molto importante - ha dichiarato il sindaco Antonio Bravi - sono già in atto le attività  per l’avvio degli adattamenti degli ambienti e delle aule didattiche dei due Istituti Comprensivi di Recanati: l’Istituto Comprensivo Beniamino Gigli e l’Istituto Comprensivo Nicola Badaloni per l’anno scolastico 2020-2021” Il fondo europeo di sviluppo regionale prevede infatti le misure per i nuovi arredi scolastici idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti, in coerenza con le indicazioni del Comitato tecnico-scientifico istituito con Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile. "Stiamo lavorando unitamente alle realtà scolastiche recanatesi per far in modo che a settembre tutte le alunne e alunni possano rientrare a scuola e fare lezione in presenza – ha dichiarato l’Assessora all’Istruzione Rita Soccio - Questa è la nostra priorità che siamo sicuri di riuscire a raggiungere con l'aiuto di tutto il personale scolastico e la collaborazione anche delle famiglie. I finanziamenti che il Miur ha messo in campo saranno utili per l'acquisto di arredi e mobilio che aiuteranno a rispettare le distanze e le norme di sicurezza prescritte. Ringrazio entrambi i Dirigenti Scolastici, i docenti e il personale ATA e amministrativo, per il grande impegno e senso di responsabilità che stanno dimostrando in questo momento di difficoltà". I 90 mila euro verranno infatti destinati  alle seguenti scuole recanatesi dell’Istituto Comprensivo Beniamino Gigli e dell’Istituto Comprensivo Nicola Badaloni: scuola per l’infanzia Aldo Moro in Via A. Moro, scuola per l’infanzia "Mariele Ventre” in Via Vinciguerra, scuola per l’infanzia "Villa Teresa" in Viale Kennedy, scuola Primaria L. Lotto in Via Dei Politi, scuola Primaria Pittura del Braccio in Via L. Nina, scuola secondaria Patrizi in Viale A. Moro, scuola per l’infanzia di Montefiore in Contrada Montefiore, scuola per l’infanzia Le Grazie in Via Le Grazie, scuola per l’infanzia Via Camerano in Via Camerano, scuola per l’infanzia San Vito in Via Roma, scuola Secondaria 1°Grado San Vito in Via Roma, scuola Primaria Rione Castelnuovo  (C. Urbani) in Via Le Grazie, scuola Primaria Quartiere Le Grazie in Via San Vicino, e la  Scuola Primaria San Vito in Via Roma.    

Recanati, gli Stadio infiammano Lunaria: "Che gioia ritrovare il pubblico"

Recanati, gli Stadio infiammano Lunaria: "Che gioia ritrovare il pubblico"

“Sono sei mesi che non ci esibiamo di fronte ad un pubblico, sono  commosso, non vi rendete conto che gioia!". Così Gaetano Curreri ha salutato il pubblico nel ritorno live degli Stadio a Lunaria, la rassegna estiva di Musicultura, dove la parola incontra la musica nella celebre piazza Giacomo Leopardi, a Recanati. “Questo è uno spettacolo nato per ringraziare tutte le persone che si sono battute contro  il Coronavirus, cantiamo per chi ha lottato contro la paura e la pandemia -  ha raccontato Gaetano Curreri -  Ezio Nannipieri ci ha convinti a portarlo qui di fronte a voi. Ed è per questo che ringraziamo Musicultura per il grande lavoro che fanno: organizzare un concerto così in questo momento è una cosa molto difficile e importante. Soprattutto perché i musicisti hanno bisogno di pubblico e i ragazzi dello staff hanno bisogno di lavorare!” La poesia e la grande musica degli Stadio hanno infiammato i cuori del grande pubblico rigenerandolo in una vera e propria catarsi liberatoria dalle ansie dei mesi pregressi.   Sulle note dei più grandi successi della band tra cui "Un disperato bisogno d’amore",  "Sorprendimi", "Ballando al buio", "Un giorno mi dirai", "Acqua e sapone", "Allo stadio", "La faccia delle donne" e "Grande figlio di puttana", gli Stadio hanno regalato due ore di concerto indimenticabile, arricchito da duetti con contributi video di tanti amici come Noemi, Vasco Rossi, Paolo Fresu e il Solis String Quartet.  “Siamo davanti alla statua di uno dei più grandi poeti al mondo, Giacomo Leopardi, noi abbiamo a che fare spesso con la poesia, un mezzo che comunica dritto al cuore e  fa viaggiare il pensiero con l’anima: dedico questa canzone a Leopardi e ad un altro grande poeta con cui l’ho scritta, Roberto Roversi”. Così Curreri  ha introdotto "Chiedi chi erano i Beatles" e via di seguito con l’onda di "Generazione di Fenomeni", la canzone che riassume alla perfezione l’esercito di medici e infermieri che ha combattuto strenuamente per arginare la pandemia di Coronavirus, a loro dedicata dalla band. Tra i bis la canzone di Lucio Dalla "La sera dei miracoli"  e il gran finale tra gli applausi del pubblico in piedi ed entusiasta  con "Stabiliamo un contatto".    

25/07/2020
Recanati, nasce il nuovo portale turistico "myrecanati.it"

Recanati, nasce il nuovo portale turistico "myrecanati.it"

Recanati mette a sistema gli operatori turistici della città e presenta un nuovo portale web per promuovere le numerose ricchezze culturali, paesaggistiche e agroalimentari del territorio. Si chiama: myrecanati.it, una piattaforma pensata per dare al visitatore la possibilità di prenotare visite e acquistare servizi con un semplice click.  Il portale è stato presentato oggi a Recanati al museo di Villa Colloredo Mels alla presenza del sindaco Antonio Bravi,  dell’Assessora al Turismo Rita Soccio e della Presidente degli Operatori turistici di Recanati Adriana Pierini. “Abbiamo accolto con vero piacere questo progetto che mette in relazione operativa il pubblico con le numerose strutture culturali, turistiche e ricettive della nostra città - ha dichiarato il Sindaco di Recanati Antonio Bravi - Recanati si offre oggi come veicolo internazionale di promozione del turismo, in tutte le sue declinazioni: culturale, paesaggistico, enogastronomico, produttivo e musicale. Il nuovo portale turistico myrecanati.it, realizzato dalla Società Sistema Museo, mette in campo tutte le nostre eccellenze. È in grado di garantire un turismo di alta qualità e disegna un percorso di viaggio che diventa vera esperienza, possibile durante tutto l'anno”. Accedendo al portale sarà possibile scegliere tra numerose tipologie di prodotti e servizi, dai più semplici e standardizzati fino ad arrivare alla costruzione di proposte personalizzate: biglietto d’ingresso al circuito museale cittadino scegliendo la fascia oraria preferita, visite guidate secondo il calendario degli eventi in programma, attività esperienziali - come la visita teatralizzata "Infinito Experience" oppure una passeggiata a cavallo o in e-bike.  "Sono estremamente soddisfatta per la realizzazione di questo progetto. - ha dichiarato l'Asessora alle Culture e al Turismo Rita Soccio - Per la prima volta siamo riusciti a mettere insieme tutti gli operatori culturali e turistici della città. L'idea del portale è nata da un’esigenza di offrire un’accoglienza sempre più efficace e una semplificazione delle prenotazioni ai tanti turisti che nelle ultime settimane hanno invaso la nostra città. Nella realizzazione del nuovo portale turistico abbiamo messo insieme qualità, innovazione e coraggio. Soprattutto in un momento complesso come questo per il turismo e la cultura, la ricerca online dei servizi e la programmazione è in costante crescita e si sta dimostrando sempre più necessaria in un'ottica futura. Questo progetto rilancia il lavoro già svolto in questi anni per la valorizzazione dell’offerta culturale di Recanati come “Città dell’Infinito”. L’infinito ha per Recanati un valore identitario e funge da catalizzatore dei contenuti che popolano l’immaginario collettivo intorno alla nostra città”. Il portale myrecanati.it inoltre, grazie alla collaborazione con numerose attività ristorative del territorio, consente la prenotazione diretta in uno dei ristoranti di Recanati. La piattaforma risponde alle più innovative esigenze informatiche del visitatore, con una funzionalità semplice, una rapida navigabilità da tutti i device, testi ed immagini evocativi.      

24/07/2020
Recanati, Veronica recita Leopardi e cattura il web: oltre 5 milioni di visualizzazioni

Recanati, Veronica recita Leopardi e cattura il web: oltre 5 milioni di visualizzazioni

Veronica, la ragazza di 29 anni con la sindrome di Down di Trapani che ha recitato L'infinito di Leopardi spopolando sul web con  oltre 5 milioni di visualizzazioni è riuscita a coronare il suo sogno ed è in questi giorni in visita a Recanati nei luoghi cari al Poeta. Ospite del Centro Nazionale Studi Leopardiani, Veronica è stata omaggiata con pubblicazioni di pregio e altri regali dal Presidente Fabio Corvatta, dall’Assessore alle Culture del Comune di Recanati Rita Soccio, dalla contessa Olimpia Leopardi e dal Fai. Nel periodo di lockdown del Covid-19, Veronica ha aderito alla campagna promozionale #ilsolerisorgesempre scegliendo di recitare proprio i versi del Poeta recanatese, le poesie "Il passero solitario" e "L’Infinito": una performance che è diventata subito virale raggiungendo oltre 5 milioni di visualizzazioni su Facebook, oltre 16mila condivisioni, 28mila commenti in pochi giorni e quasi 200mila like. Durante la visita al Centro Studi Leopardiani  Veronica ha recitato “L’infinito” “Il passero solitario” e a sorpresa  anche “Il sabato del villaggio” in una performance teatrale di alto livello artistico. “Sono rimasto molto colpito dall’interpretazione delle poesie di Veronica - ha dichiarato Fabio Corvatta Presidente del Centro Nazionale Studi Leopardiani -  ci ha regalato una performance di altro livello artistico che rimarrà negli archivi del Centro Studi insieme a quelle dei grandi attori che negli anni si sono esibiti. Veronica ha dimostrato di essere una luce e un forte segnale di speranza durante il difficile periodo del Covid -19 , la sua carica di energia positiva e la sua sensibilità nei momenti di solitudine e di sofferenza ha accarezzato il cuore di  moltissime  persone con i video diffusi nei social. Era per noi importante poterla omaggiare a Recanati”. Accompagnata dall’Assessore alla Cultura Rita Soccio, Veronica ha visitato anche i tesori del Lotto custoditi a Villa Colleredo Mels e a Casa Leopardi il nuovo itinerario Ove abitai fanciullo, gli appartamenti privati di Giacomo Leopardi. Ospite del Centro Studi nella cooperativa “Terra e Vita”, un celebre esempio di inserimento lavorativo dedicato a  persone disabili, fondata dallo stesso Corvatta trentatré anni fa, Veronica e la sua famiglia continuerà la sua vacanza con delle escursioni  tra le meraviglie della nostra regione.  

23/07/2020
Montefano e Recanati, nasce il "Comitato No discarica"

Montefano e Recanati, nasce il "Comitato No discarica"

Si è costituito ieri sera, 22 luglio, presso la sala parrocchiale “San Biagio” di Montefiore il "Comitato No discarica" del territorio Montefano e Recanati.  "Per ora è un’ipotesi ma il pericolo che la nuova discarica provinciale sorga tra Recanati e Montefano è reale" sottolineano i soci fondatori.  Il Sindaco di Recanati Antonio Bravi e la Sindaca di Montefano Angela Barbieri all’assemblea dell’ATA hanno espresso il loro voto contrario e, dopo i consigli comunali delle due città, è stata approvata una delibera in cui si evidenziavano tutte le criticità delle zone dietro la presentazione di una valutazione tecnica di ogni area potenzialmente idonea. Le aree individuate nel territorio dei due Comuni sono quelle di Santa Croce, Mattonata, contrada Castelnuovo, Bagnolo, Ricciola, Saletta, Settefinestre, Villa Gigli, Valdice, S. Agostino e un sito sul versante del Musone.  Dopo l'esclusione delle zona del terremoto, dell’entroterra e della costa, la scelta è ricaduta sulle zone collinari. Perciò il rischio è concreto, soprattutto per la pubblicazione del Piano d’Ambito per la Gestione rifiuti dell’ATA 3 di Macerata avvenuta lo scorso venerdì 17 luglio.  A seguito dell’assemblea, molto partecipata, il Presidente Fabio Lanari e i soci fondatori hanno dichiarato che a breve, il "Comitato No discarica" Territorio Montefano/Recanati, oltre ad organizzare iniziative con le associazioni e le parrocchie per far sì che le persone sappiano ciò che sta succedendo, userà tutti i mezzi per fronteggiare questa ipotesi di devastazione di un territorio a forte vocazione turistica, agricola e paesaggistica.       

23/07/2020
Recanatese, nuovo arrivo in difesa: tesserato il giovane terzino Nicoló Morazzini

Recanatese, nuovo arrivo in difesa: tesserato il giovane terzino Nicoló Morazzini

La Recanatese comunica l'arrivo in maglia giallorossa di Nicoló Morazzini, terzino classe 2000 che nell'ultima stagione ha giocato in Serie D con il Porto Sant’Elpidio (18 presenze). Per il giovane terzino anche 19 presenze in Eccellenza con la maglia del Fabriano Cerreto. Morazzini è di proprietà del Moie Vallesina: la Recanatese ha per l'appunto ringraziato la società per aver favorito la trattativa. (Foto: il Diretto Tecnico Josè Cianni con Nicoló Morazzini)

21/07/2020
Il Cavaliere d'Italia nidifica per la prima volta a Recanati

Il Cavaliere d'Italia nidifica per la prima volta a Recanati

Il Cavaliere d'Italia costruisce il prorio nido nel Maceratese.    Il Cavaliere d'Italia è un uccello limicolo con zampe estremamente lunghe di colore rosso rosato simili a trampoli; nidifica in colonie, negli ambienti acquitrinosi e sul bordo dei laghi. Il nido è costruito a terra con ramoscelli e argilla, dove vengono deposte 3-4 uova.   La nidificazione avviene nel mese di maggio, l' incubazione dura 25-26 giorni e l' allevamento (circa un mese) della prole viene effettuato da entrambi i genitori.   Dopo aver svernato lo scorso inverno per la prima volta nelle Marche, a Montelupone, la bella sorpresa della sua nidificazione in un laghetto artificiale a Recanati, curato e gestito dai cacciatori che hanno ricreato una piccola zona umida lungo la vallata del fiume Potenza.   "È stato fatto tanto lavoro per mantenere pulito questo ambiente - fa sapere la sezione Federcaccia provinciale -  dalle erbe infestanti e per mantenere un livello dell'acqua piuttosto basso al fine di poter far terminare la nidificazione di questo elegante uccello in tutta tranquillità, ricordando che non rientra tra le specie cacciabili.   Un ringraziamento da parte della sezione Provinciale Federcaccia di Macerata ai propri soci che con uno sforzo economico non indifferente e tanto impegno, riescono, in un territorio in cui non sono presenti zone umide naturali, e nonostante l'antropizzazione, a ricreare degli habitat idonei alla sosta di tantissima fauna selvatica acquatica che senza questi ambienti curati per tutto l'anno, non avrebbero la possibilità di fermarsi sul nostro territorio".  

21/07/2020
Addio a Giulia Maria Crespi, la signora del Fai innamorata di Recanati

Addio a Giulia Maria Crespi, la signora del Fai innamorata di Recanati

Giulia Maria Crespi (coniugata Mozzoni), grande mecenate della cultura italiana e presidentessa del Fai (Fondo Ambiente Italiano), ci ha lasciato ieri a 97 anni. Per 14 ani ha gestito, dal 1960 al 1974, il giornalone di Famiglia: il Corriere della Sera. Indro Montanelli, con un misto di ammirazione e timore, la definiva "La Zarina".  In lei non era mai morto il ricordo di quando, bambina condotta in gita dai genitori a Recanati, aveva recitato a memoria l'Infinito di Leopardi proprio dal Colle caro alla Poesia mondiale. Se nel settembre scorso, il Capo dello Stato ha inaugurato, in visita alla città marchigiana, il ' restaurato' Colle e il nuovo suggestivo percorso d'accesso all'interno del CNSL in occasione del 200.anniversario della celebre lirica, se l'Orto stesso e' rinato a nuova vita botanica diventando - finanziato con un milione di euro - il primo 'luogo Fai' delle Marche, si deve a Giulia Crespi. Il suo amore per il Colle dell'Infinito risaliva addirittura alla sua fanciullezza, a quella gita a Recanati e alla declamazione dei versi immortali sotto la grande lapide con inciso il primo verso: "Sempre caro mi fu quest'ermo Colle".   E lo scorso anno, non potendo partecipare (causa l'eta') come presidente del Fai alla cerimonia presieduta dal Presidente Sergio Mattarella, ha inviato un commosso messaggio. E in omaggio a quella lontana recita della piccola Giulia Maria, nel percorso multimediale, il Fai ha voluto riservare uno spazio con i grandi interpreti dell'Infinito da Gassman a Foa', e pure un altro spazio per chi, tra i visitatori, volesse competere (oppure no) con quelle imbattibili voci del teatro italiano. In onore al grande Giacomo, il 'Giovane Favoloso' interpretato da Elio Germano, che nel film si misura anch'egli nel bosco di acacie con l'Infinito.

20/07/2020
Musicultura 2020, svelati gli otto finalisti

Musicultura 2020, svelati gli otto finalisti

In un anno travagliato per lo spettacolo dal vivo Musicultura nei mesi scorsi è rimasta tenacemente in campo. Al Festival della canzone popolare e d’autore fervono ora i preparativi per celebrare - insieme a Rai Radio1 - l’atto finale della XXXI edizione. Il rendez vous è fissato dal 24 al 29 agosto nelle Marche, a Macerata.  Oggi va intanto ufficialmente al suo posto un tassello fondamentale del mosaico di Musicultura 2020, quello con le identità degli otto artisti vincitori del concorso. Ecco i loro nomi e le città di provenienza: Blindur (Cardito, NA), Fabio Curto (Acri, CS/Bologna), Hanami (Napoli), H.E.R. (Foggia/Roma), I Miei Migliori Complimenti (Milano), La Zero (Napoli/Milano), Miele (Caltanisetta/Milano), Senna (Ostia, RM).  Gli otto vincitori escono da una dura selezione, basti pensare che inizialmente le proposte in campo erano 761. Tutti sono autori dei brani che interpretano, hanno superato il test di audizioni live, sono prima entrati nella rosa dei sedici finalisti, per ritrovarsi ora sul podio più alto del prestigioso concorso.  “Stilisticamente parlando queste otto canzoni dimostrano che, volendole cercare e premiare, le belle idee in giro non mancano e in più possono essere piacevolmente diverse tra di loro” afferma il direttore artistico Ezio Nannipieri “Ma la vera forza di questi brani è nella vita che vi scorre dentro, si percepisce che chi li ha scritti e li canta non si serve della canzone, ma è al suo sincero servizio, ne ama e ne rispetta le piccole magie”.  H.E.R. e Miele entrano nella rosa dei vincitori grazie ai voti di chi le ha apprezzate nel contest social. La scelta spettante a Musicultura è ricaduta su I miei migliori Complimenti. Irestanti cinque vincitori – La Zero, Fabio Curto, Hanami, Blindur e Senna - sono stati designati a insindacabile giudizio del Comitato Artistico di Garanzia del concorso.  In attesa di poter vedere e ascoltare dal vivo gli otto giovani artisti vincitori, le loro canzoni trovano ora un importante vetrina sulle frequenze di Rai Radio1.  Nello scorso mese di giugno, i brani finalisti sono entrati anche nella programmazione di Rai Isoradio,  da quest’anno nuovo partner di Musicultura. Anche il Canale h24 di Pubblica Utilità della Rai diretto da Danilo Scarrone nella seconda metà di agosto dedicherà spazio ai brani vincitori di Musicultura e seguirà la fase conclusiva del festival con un proprio inviato. I vincitori della XXXI edizione di Musicultura saranno a fine agosto protagonisti delle serate finali del festival (28 e 29 agosto), nella suggestiva scenografia dell'Arena Sferisterio di Macerata.  Al termine di un lungo percorso di selezione artistica, improntato a criteri di merito e di qualità, sarà il test del voto democratico degli spettatori ad eleggere tra gli otto artisti in gara il vincitore assoluto, al quale andranno in premio 20.000 euro. Il concorso prevede altri significativi bonus a sostegno della validità dei contenuti artistici e della creatività dei giovani artisti giunti sul podio di Musicultura: tra questi il Premio AFI (3.000 euro), il Premio Unimarche  (2.000 euro), il Premio della Critica (3.000 euro) e, grazie a Nuovo IMAIE, un sostegno di 15.000 euro per la realizzazione di un tour di otto date. Tra gli ospiti fin qui annunciati: Asaf Avidan, Tosca, Francesco Bianconi, Salvador Sobral, BandaKadabra, Antonio Rezza, Walter Veltroni. I biglietti per assistere, nel rispetto delle prescrizioni vigenti a contenimento di Covid-19, alle serate di spettacolo di Musicultura 2020 sono in vendita sul circuito Vivaticket.   

20/07/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.