Recanati

Covid-19, 66 casi a Civitanova: a Montelupone il sindaco chiede tamponi per i bimbi prima del rientro a scuola

Covid-19, 66 casi a Civitanova: a Montelupone il sindaco chiede tamponi per i bimbi prima del rientro a scuola

Sono stati numerosi gli aggiornamenti forniti in data odierna dalle amministrazioni comunali in merito all'evoluzione del contagio da coronavirus in provincia di Macerata.  A Pollenza sono 7 le persone positive al Coronavirus, mentre sono 27 quelle in isolamento domiciliare. Sale di due unità il numero di contagiati nel comune di Montecassiano, da 9 a 11, con 37 persone poste in quarantena. Stesso incremento anche a Monte San Giusto (da 9 a 11 casi), dove si hanno 24 persone in isolamento domiciliare. Numeri invariati da due giorni a Porto Recanati (7 positivi, 15 soggetti in isolamento), mentre sale in doppia cifra (10) il numero dei residenti contagiati nel comune di Matelica. A Cingoli sono 9 i casi positivi e 20 i soggetti in quarantena.  Si registra un leggero aumento dei contagi a Recanati, dove sono 8 i soggetti positivi al Covid-19 e 37 le persone in isolamento preventivo. A Morrovalle, dove da oggi è chiuso l'Istituto Comprensivo Via Piave, si registrano 15 persone positive al Covid-19 e 57 persone in quarantena. Due scuole sono chiuse anche a San Ginesio, dove aumentano di cinque unità i contagiati (da 22 a 27), mentre sono 94 i soggetti posti in isolamento domiciliare. Da segnalare come a Ripe San Ginesio anche il sindaco Paolo Teodori abbia contratto il virus e si trovi quarantena volontaria dal 14 ottobre.  Numeri in aumento anche a Civitanova Marche: sono 66 le persone positive al Covid e 207 le persone in isolamento domiciliare fiduciario (quarantena).  Sulla base delle comunicazioni ufficiali pervenute dalle competenti autorità sanitarie, dai test effettuati oggi, è risultata positiva 1 nuova persona a Sarnano, mentre sono state poste in isolamento fiduciario ulteriori 3 persone e altre 10 hanno terminato il periodo di isolamento. Alla data odierna pertanto tra i residenti del Comune di Sarnano risultano complessivamente 32 persone positive al COVID-19 e 55 persone in isolamento fiduciario. A Petriolo, invece, sono 5 le persone in isolamento "fino alla definizione del caso", tra cui positivi e pazienti in osservazione. Cinque positivi anche a Colmurano, di cui uno non domiciliato nel Comune. In quarantena si trovano 12 persone.  LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE A TOLENTINO  A Montelupone il sindaco Rolando Pecora informa della presenza di 22 persone in quarantena, di cui 6 con tampone positivo: "Tra queste soltanto una persona presenta lievi sintomi" ha sottolineato aggiungendo che "non risultano inseriti nell'elenco i soggetti in quarantena per contatti all'interno della scuola". A tale proposito, il 21 ottobre sarà l'ultimo giorno di isolamento domiciliare per gli alunni e il personale scolastico della Scuola elementare. "Solo ieri pomeriggio ho appreso che il Dipartimento di Prevenzione (DpP) della nostra ASUR ha comunicato che non verranno effettuati tamponi  a questi soggetti in quanto rimasti asintomatici nel periodo di quarantena - ha evidenziato il sindaco -. Pertanto rientreranno a scuola il 22 ottobre. Viene aggiunto che se "gli stessi soggetti vivono o entrano in contatto con soggetti fragili, affetti da malattie croniche e/o affetti da malattie a rischio di complicanze", potranno rivolgersi al Pediatra curante che valuterà la necessità di effettuare il test diagnostico ed eventualmente ne farà la richiesta (tampone molecolare)". LEGGI ANCHE: LA SITUAZIONE A CALDAROLA Una soluzione che il primo cittadino critica in quanto "se si fanno tamponi per sintomi a volte banali è sicuramente opportuno (al di là di linee guida assai variabili e dalla moderata evidenza scientifica) testare i contatti di casi sicuramente positivi: la carenza di personale e di materiale diagnostico possono spiegare ma non giustificare comportamenti diversi".  "Nelle nostre Comunità - precisa Pecora - la quasi totalità di bambini vive e/o entra in contatto con i nonni o con soggetti altrettanto fragili. Non si possono costringere i genitori dei nostri alunni ad un complesso percorso volto solo a limitare l'accesso ai tamponi per COVID. Da ultimo, ma non per importanza, va considerato che la criticità del periodo che stiamo di nuovo vivendo giustifica atteggiamenti che possono eccedere per prudenza perchè è necessario che le Istituzioni trasmettano fiducia alla cittadinanza".  Il sindaco di Montelupone ha presentato le sue perplessità anche al neo assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini.     

19/10/2020
Serie D, corre la Recanatese - si ferma il Tolentino: per i giallorossi derby vinto e testa della classifica

Serie D, corre la Recanatese - si ferma il Tolentino: per i giallorossi derby vinto e testa della classifica

Continua nella sua cavalcata verso le zone alte della graduatoria del girone F di Serie D la Recanatese che si aggiudica il derby casalingo contro Porto Sant’Elpidio per 3 a 0 grazie alla doppietta di Liguori e alla rete di Gomez. Mastica amaro il Tolentino che dove aver trovato il vantaggio nella seconda parte di gara della sfida con il Real Giulianova grazie a Niane si fa raggiungere dal colpo di testa di Barlafante che ristabilisce la situazione di parità. Sale a quota 10 punti in classifica la Recanatese mentre si ferma ad 8 il Tolentino che ora sarà chiamato al riscatto tra sette giorni sul campo dell’Atletico Terme Fiuggi. I ragazzi di mister Giampaolo invece volano in testa in coalizione con Campobasso e Notaresco ed ora nel prossimo turno saranno chiamati a confermarsi nella sfida in terra abruzzese contro il Pineto. Recanatese – Atletico Calcio Porto Sant’Elpidio 3-0 Recanatese: De Chirico, Morazzini (60’ Senigagliesi), Sbaffo, Ferrante, Raparo, Pezzotti, Scognamiglio, Donzelli, Candidi (60’ Liguori), Gomez, Giaccaglia (78’ Togola). A disposizione: Santarelli, Pizzuto, Pera, Guercio, Capitani, Lucci. Allenatore: Federico Giampaolo Atl. Calcio P.S. Elpidio: Cavalieri, Frinconi (80’ Sparaciari), Quero, Orazi (88’ Gesuè), Aliffi, Ravanelli, Parasecoli, Prati, Zira (55’ Zanetti), Miccoli, Cesetti (60’ Cantarini). A disposizione: Faini, Manari, Marcattili, Giuli, Sosa. Allenatore: Mirco Omiccioli.   Cronaca – Parte bene la Recanatese, dopo un minuto lancio di Raparo per Pezzotti che serve il pallone dentro l’area, Candidi arriva in ritardo all’impatto con il pallone. Buona combinazione della squadra di casa al 7’, Candidi scambia con Sbaffo che crossa per la testa di Gomez che stacca bene ma non riesce a dare forza. Al 9’ altra azione di Candidi che serve palla a Gomez, il suo sinistro è impreciso e si spegne sul fondo. Altra combinazione dei giallorossi al 12’, Pezzotti per Sbaffo dentro l’area che viene contrastato al momento del tiro. Al 20’ si fanno vedere gli ospiti, palla in verticale di Parasecoli per Zira, tempestiva uscita di De Chirico che salva la porta giallorossa. Al 24’ altro cross di Pezzotti, stop e tiro di Sbaffo deviato in angolo. La Recanatese prende coraggio e ci prova ancora al 25’, azione personale di Gomez e grande parata di Cavalieri. Al 26’ cross di Morazzini dalla destra per la testa di Sbaffo, Cavalieri si fa trovare pronto anche in questa occasione.  Al 32’ conclusione dalla distanza di Prati, facile parata per De Chirico. Al 44’ conclusione di Sbaffo dalla distanza che non impensierisce il portiere ospite. Il primo tempo termina con il risultato di 0-0. Secondo tempo - Al 48’ ancora azione sulla sinistra di Pezzotti che porta al tiro Sbaffo ma il suo tiro termina ampiamente a lato. Il P.S. Elpidio si difende con tutti gli uomini dietro la linea della palla e la Recanatese non trova spazio. Al 59’ si fa vedere il P.S.Elpidio con il tiro di Prati che termina fuori dallo specchio della porta. Al 65’ Parasecoli tira ma anche questa volta il tiro è impreciso. Al 66’ ci prova Miccoli senza fortuna. Al 70’ è Zanetti a tirare in porta, anche la sua conclusione termina alta. Al 74’ miracolo di Cavalieri sulla punizione dal limite dell’aria calciata da Senigagliesi. Al 78’ sponda di Sbaffo per Pezzotti la conclusione termina a lato alla destra del portiere. All’83’ cross di Togola per Liguori, l’attaccante si muove bene l’area, il suo tiro sfiora il palo. Al minuto 84’ la Recanatese passa in vantaggio, ennesima azione di Pezzotti sulla sinistra, palla che arriva a Liguori dentro l’area, stop di petto e tiro di sinistro che batte Cavalieri. Gli ultimi minuti sono da film. Al 88’ rigore per gli ospiti, fallo di Scognamiglio su Zanetti. Dal dischetto si presenta Miccoli che si fa ipnotizzare da De Chirico che salva il risultato. La Recanatese trova così l’energia per chiudere la partita, prima raddoppia con Liguori e poi firma il definitivo 3-0 con Gomez.   Arbitro: Mattia Nigro (Prato), 1° Ass. Roberto Palermo (Pisa), 2° Ass. Andrea Pacifici (Arezzo) Reti: 84’, 91’ Liguori (R), 93’ Gomez (R) Ammoniti: Quero (P), Miccoli (P), Sbaffo (R), Liguori (R) Angoli: 7-0 Note: 148 spettatori. Tolentino – Real Giulianova 1-1 Conaca - Sfuma l'assalto al primo posto della squadra cremisi che dopo essere passata avanti si fa reggiungere a 6 minuti dal termine da un acuto di Barlafante che sigilla il pareggio finale. La gara inizia un pò prima del classico fischio d'inzio con Mister Mosconi che festeggia con una maglia celbrative le sue 100 panchine con la società maceratese. Vendeno alla cronaca sono proprio i suoi uomini a pigiare per primi sull'acelleratore già al 12' con un tiro scagliato poco fuori il limite dell'area di Capezzani, ma che trova la pronta risposta in 2 temi di Amadio. Dopo 10 minuti però sono gli ospiti  ad andare vicini al vantaggio. Bel cross di D'Antonio dalla sinistra che pesca l'accorrente Forcini completamente libero in area di rigore e Governali si salva d'istinto sulla linea di porta. Al 34' Severini ci prova di controbalzo sugli sviluppi di corner, ma Amadio abbranca il pallone in tuffo. Il Giulianova va nuovamente vicinissimo al vantaggio al 40'. Forcini salta secco Zrankeon e lascia partire un bel diagonale ma la palla fuori di poco. Il primo tempo termina a reti bianche e la seceonda parte di gara parte inizia subito all'insegna dei padroni di casa con Pierfederici che prova un tiro a giro ma il suo tentivo finisce a lato. Prova a mischiare le carte Mosconi che inserisce Niane al posto proprio di Pierfederici e la scelta si rivela vincente quando proprio il nuovo entrato al 58' ribadisce in rete, dopo deviazione della difesa ospite, un tiro al volo di Severini. Giulianova reagisce e inizia a spingere per il pareggio che arriva al minuto 84 con un gran colpo di testa di Barlfante che regala un punto ai suoi e fa masticare amaro il Tolentino. Tolentino: Governali,Zrakeon,Laborie,Bonacchi,Pagliari G., Strano,Tortelli,Ruci,Padovani E,Severini ,Capezzani. Allenatore: Andrea Mosconi Real Giulianova: Amadio, Mariani, D’Antonio, Cipriano, Damaelon, Ranellucci, Barlafante, Del Grosso, Mitta,Di Lollo, Antonelli. Allenatore: Federico Del Grosso (oggi squalificato) Arbitro: Matteo Campagni di Firenze Reti: 58’ Niane (Tole), 83’ Barlafante (RGiu)  

18/10/2020
Recanati, Simonacci: "Servono vie di fuga a norma alla Scuola Beniamino Gigli"

Recanati, Simonacci: "Servono vie di fuga a norma alla Scuola Beniamino Gigli"

Simone Simonacci, consigliere comunale di Recanati per Fratelli d’Italia, ha presentato un’interrogazione in riferimento alla situazione della Scuola Beniamino Gigli. Ospitati nelle aule dell’ex Convento di Sant’Agostino, in attesa che venga completato il progetto della “nuova scuola”, i bambini - lamenta Simonacci -soffrono alcuni disagi. “Le aule sono troppo piccole, non c’è spazio a sufficienza tra banchi, sedie e zaini per non intralciare la fuga in caso di emergenza” è la denuncia di Simonacci. “Inoltre – prosegue il Consigliere – agli atti risulta che non è stata realizzata alcuna verifica sismica sull’immobile. Senza parlare del fatto che una delle due vie di fuga, la rampa di scale che conduce al chiostro, è stata bloccata reinstallando un antico cancello, totalmente incongruente col piano di fuga, chiuso con lucchetto per impedire di sporcare le scale durante le ore notturne”. "Ho interrogato il Sindaco per sapere se sia stata effettuata la verifica della vulnerabilità sismica o eventualmente quando verrà effettuata, se sia stata presentata la pratica antincendio al comando provinciale dei Vigili del Fuoco. Ho chiesto inoltre di sapere quando verrà rimosso il cancello e se sia possibile sostituirlo con un dissuasore con videocamera, fotocellula e torcia” ha concluso Simonacci. 

Recanati, attivo l’ambulatorio per le vaccinazioni antinfluenzale: ecco le modalità di prenotazione

Recanati, attivo l’ambulatorio per le vaccinazioni antinfluenzale: ecco le modalità di prenotazione

"Da lunedì 19 ottobre sarà attivo l’ambulatorio per le vaccinazioni antinfluenzale e antipneumococcica presso i locali precedentemente destinati al servizio di igiene mentale nella zona di Piazzale Europa - a renderlo noto è la Dott.ssa Antonella Mariani Consigliere con delega alla Sanità del Comune di Recanati- Le prestazioni saranno effettuate dal personale del Servizio di Igiene della ASUR, mentre i locali sono stati ristrutturati e messi a disposizione dal Comune di Recanati che li offre anche ai medici generici del territorio che ne vorranno usufruire. "Il Comune si farà carico anche della sanificazione degli spazi.  L’ambulatorio sarà aperto tutti i lunedì mattino e pomeriggio e si potrà accedere al servizio su prenotazione,  telefonando ad uno dei seguenti numeri dedicati: 0733 823801- 0733 823800- 0733 2572679- 0737 7814360. -Come delegata alla Sanità continuerò a lavorare affinché il risultato ottenuto possa preludere alla riapertura del servizio vaccinale in modo permanente nel nostro territorio, come fortemente richiesto dalla petizione popolare che ha accolto l’adesione di oltre 500 famiglie".  

16/10/2020
Discarica a Recanati, il Sindaco Bravi ribadisce il no: "presentato il ricorso al Tar"

Discarica a Recanati, il Sindaco Bravi ribadisce il no: "presentato il ricorso al Tar"

Dopo la prima fase di analisi e di studi approfonditi,  il Comune di Recanati scende in campo per vie legali e presenta  il ricorso al Tar per impugnare la delibera del Piano d’Ambito di localizzazione preferenziale dei siti da destinare al nuovo impianto della discarica nella Provincia di Macerata che ha individuato nel Comune di Recanati  ben 14 siti possibili.  “E un'azione voluta da tutta la maggioranza, coesa e decisa nel contrastare una scelta presa in Provincia – ha dichiarato  il Sindaco Antonio Bravi – una scelta  che non tiene conto delle peculiarità territoriali di alto valore ambientale, culturale e turistico già espresse nei vari tavoli tecnici che si sono susseguiti, anche a seguito della delibera consiliare del 20 giugno 2020, con cui il Comune ha espresso la sua netta contrarietà al documento proposto ATA 3”. Il Sindaco Antonio Bravi ha pertanto conferito mandato all’Avv. Maria Laura Sommese di procedere giudizialmente innanzi al Tar Marche per ottenere l’annullamento della delibera di localizzazione dei siti da destinarsi a discarica adottata il 26/06/2020. “Il contenuto della delibera che viene impugnata, - spiega l’Assessore all’Ambiente Avv. Michele Moretti - manifesta profili di illegittimità perché pur essendosi formalmente impegnata ad approvare  la “Metodologia per la definizione dei criteri localizzativi del nuovo sito da adibire a discarica”, non si limita all’ individuazione dei detti criteri, ma di fatto definisce concretamente  le singole aree atte ad essere destinate a discarica, alle quali  viene attribuito un numero di preferenzialità decrescente da 1 a 4.  Il grado di preferenzialità di dette aree è rappresentato dalla risultante di una più specifica valutazione dei diversi siti in base a quattro precisi criteri (continuità, forma, area e baricentricità) la cui analisi sviluppata nel documento, ancorché tacciabile di genericità e sommarietà, comporta in ogni caso la determinazione di distinte aree localizzative nella quale si individuano complessivamente 70 siti, di cui ben 14 nel solo territorio recanatese. Ne consegue che risulterebbe inesatto ritenere che il contenuto della delibera in questione si limiti alla approvazione della mera definizione di criteri localizzativi, risultando evidente che ci troviamo nell’ambito della procedura localizzativa di un nuovo sito per la realizzazione della discarica, al punto di avere già contezza che nella graduatoria con il massimo grado di preferenzialità sono stati individuati otto siti di cui ben due all’interno del territorio del Comune di Recanati.” Il ricorso al Tar risulta essere necessario già in questa fase per contrastare fermamente le conclusioni contenute nell’atto impugnato, avversità già manifestata dal Comune di Recanati con voto contrario espresso  in sede di adozione, nonché per elidere un provvedimento che si configura sin d’ora lesivo degli interessi del territorio recanatese, perché considera potenzialmente idonei dei siti la cui scelta, operata dal Piano d’Ambito, è erronea a causa della imprecisa, manifestamente errata  e parziale applicazione dei criteri localizzativi

16/10/2020
Tornano le giornate Fai d'Autunno: cosa visitare nel Maceratese

Tornano le giornate Fai d'Autunno: cosa visitare nel Maceratese

La curiosità è quello “che ci permette di capire come fare bene al mondo”: le parole di Giulia Maria Crespi, la straordinaria fondatrice del FAI da poco scomparsa, ispirano l’edizione 2020 delle Giornate Fai d’Autunno, che nella provincia di Macerata prevedono aperture nel capoluogo, a Cingoli e a Recanati e che si propongono come un momento di scoperta e, appunto, di curiosità per tornare a vivere un’esperienza di normalità, nonostante il COVID, durante la quale ci si potrà sorprendere meravigliare, imparare qualcosa di nuovo come sempre negli eventi del FAI. Interessantissime le aperture che attendono i visitatori nei due weekend dedicati alle Giornate Fai d’Autunno, ovvero i fine settimana del 17, 18 e 24 e 25 di ottobre. Nel capoluogo, la Delegazione FAI di Macerata, con supporto dei volontari del FAI Giovani, nascente gruppo in seno all’Università, accoglierà il 17, 18, 24  25 ottobre (ore 10.00-13.00 e 14.30-18.00) i visitatori all’interno dell’Istituto di Medicina Legale, del Museo della Goliardia e dell’Aula Sacrestia, gioielli del Dipartimento di Giurisprudenza (Piaggia dell’Università, Macerata). Questa apertura è stata scelta dal FAI nazionale come chicca dell’edizione marchigiana delle Giornate Fai d’autunno. L’Istituto di Medicina legale conserva infatti una serie di straordinarie ceroplastiche anatomiche dell’Ottocento e pregevoli cartapeste anatomiche di manifattura francese di metà Ottocento. Dello stesso periodo anche l’Atlante anatomico in folio, dipinto a mano conservato nell’Istituto e reso per la prima volta accessibile a un pubblico di non addetti ai lavori. Di straordinario valore documentario e di toccante umanità è il materiale inedito custodito nell’archivio dell’Ateneo maceratese relativo alle indagini medico-legali condotte da Attilio Ascarelli sulle 335 salme dei martiri delle Fosse Ardeatine. Si tratta di verbali scritti a mano, dattiloscritti, biografie di circa 230 martiri, materiale fotografico e le famose liste del questione Caruso. Un vero tesoro, quest’ultimo, di estrema rilevanza per gli studiosi e di interesse per la collettività sensibile al tema della Memoria. Le guide turistiche delle Marche, Daniela Perroni e Patrizia Molinari, da sempre al fianco del FAI, guideranno i visitatori anche alla scoperta dell’aula Sacrestia e delle tradizioni goliardiche che hanno caratterizzato nei secoli la vita studentesca. Imperdibile anche l’apertura di palazzo Castiglioni, a Cingoli (solo 17 e 18 ottobre ore 10-13 e 14.30-18.00), in cui per la prima volta la famiglia proprietaria di questo bene privato metterà generosamente a disposizione dei visitatori gli appartamenti privati del piano nobile del palazzo, svelando un gioiello inestimabile, in cui nacque e trascorse la sua giovinezza il pontefice Pio VIII, al secolo Francesco Saverio Castiglioni (1761-1830), asceso al soglio il 5 aprile 1829. Dimora del marchese Francesco Saverio Castiglioni, il palazzo fu eretto alla fine del XVII secolo. la sua costruzione è conseguente all'unificazione di due fabbricati contigui. la facciata, arricchita da due eleganti portoni, presenta chiari riferimenti al gusto barocco. Gli interni, ben conservati, dischiudono ambienti di particolare pregio, come il salone della musica, con il soffitto impreziosito da cinque cupole affrescate. Le visite saranno a cura della guida turistica abilitata Simone Sgalla.  Altro luogo delle aperture delle GFA 2020 per la provincia di Macerata sarà Recanati, dove il Gruppo FAI della città aprirà la chiesa di Montemorello, risalente al 1249, dove il sommo poeta Giacomo Leopardi venne battezzato il 30 giugno 1798 essendo essa la chiesa parrocchiale della famiglia Leopardi. Il fonte battesimale del poeta è ancora presente, anche se rimaneggiato. Altri luoghi aperti a Recanati sono la Chiesa, il convento e l’orto dei Cappuccini, anch’essi a tutti gli effetti luoghi leopardiani visto che la prima cappella a destra è infatti la cappella gentilizia dei conti Leopardi e nel vasto orto del convento Giacomo bambino giocava insieme ai suoi fratelli e ai suoi cugini. Sempre nella città leopardiana sarà visitabile anche la Congregazione dei Nobili della Chiesa di San Vito, uno degli angoli di Recanati maggiormente carichi di storia. Nella “Congregatio Assuntae nobilium recinentium”, come si legge all’ingresso dell’oratorio, posto a destra di chi entra nella chiesa, un giovanissimo Giacomo (dal 1809 al 1814) per ben otto volte assunse il compito di commemorare i venerdì di Quaresima leggendo alcuni discorsi e ragionamenti composti per l’occasione. I presenti ascoltavano, in rispettoso silenzio, seduti sugli scranni posti ai lati dell’altare. Infine, a Recanati, non può mancare una sosta all’Orto sul Colle dell’Infinito, recente acquisizione del FAI nazionale, primo bene FAI aperto nelle Marche e visitabile nelle Giornate Fai d’autunno. “Come tantissime realtà piccole e grandi del nostro Paese” – afferma la Capo Delegazione del Fai di Macerata Prof. Maria Paola Scialdone -  “anche il FAI vive le difficoltà provocate dalla pandemia e questa edizione cerca approcci ancora più cauti alle visite, che non siano la consueta grande festa di piazza che sono sempre state le gloriose Giornate FAI di primavera e di autunno. Ma pur nelle restrizioni dettate dai protocolli della pandemia, grazie alla tenacia e alla passione della sua rete di volontari il FAI interrompe con questo evento il lunghissimo, forzato silenzio dei mesi passati in favore di una difesa del valore della cultura e della bellezza mettendo in atto una gestione delle visite consona ai difficilissimi tempi in cui viviamo, nella convinzione che visite in gruppi ristretti, con mascherina, in silenzio, a beni culturali in cui ci si sofferma senza toccare nulla, non possano essere più pericoloso di certe frequentazioni improprie che sono entrate nel  costume quotidiano di alcuni”. La visita ai luoghi sarà organizzata e gestita nel rigoroso rispetto dei protocolli COVID. Vista la limitazione del numero delle visite, è fortemente consigliata la prenotazione (anche se non è obbligatoria) all’indirizzo https://faiprenotazioni.fondoambiente.it. Potranno accedere alle visite anche i non prenotati e non iscritti al FAI presentandosi direttamente ai luoghi aperti. Tutti i visitatori saranno registrati al check in in gestito dalla Croce rossa, partner del FAI di questa edizione. Obbligatorio l’uso della mascherina. Possibilità di iscriversi in loco.  

16/10/2020
Recanati, carambola fra 5 auto lungo la Regina: 3 feriti trasportati all'ospedale

Recanati, carambola fra 5 auto lungo la Regina: 3 feriti trasportati all'ospedale

Carambola fra cinque auto: 3 persone finiscono all'ospedale. È quanto avvenuto, intorno alle 20:30, lungo la strada Regina all'altezza della località Fontenoce di Recanati. L'incidente ha coinvolto cinque mezzi che, per cause ancora in fase di accertamento da parte delle Forze dell'Ordine, sono entrati in collisione tra loro. Sul posto sono giunti i mezzi di soccorso del 118 e dei Vigili del Fuoco: il bilancio finale è di tre feriti trasportati all'ospedale di Civitanova per accertamenti. Le loro condizioni non destano, tuttavia, particolari preoccupazioni. I pompieri si sono occupati della messa in sicurezza dell'area e dei mezzi coinvolti nel sinistro.

15/10/2020
Serie D, Recanatese - Atl. Calcio P.S. Elpidio a porte aperte: come acquistare i biglietti

Serie D, Recanatese - Atl. Calcio P.S. Elpidio a porte aperte: come acquistare i biglietti

Per la partita, Recanatese - Atl. Calcio P.S. Elpidio, il Tubaldi apre le porte per la 4° giornata di campionato del Girone F di serie D.   L'acquisto del biglietto per l'ingresso allo stadio avviene solamente tramite Vivaticket, nei punti vendita autorizzati o su Vivaticket.com. Da quest'anno sarà possibile acquistare i biglietti presso la tabaccheria "Tonino" in via Ceccaroni. Esclusivamente per questa giornata di campionato il biglietto si può acquistare presso la biglietteria ospiti, l'ingresso di via Moretti, dello Stadio Tubaldi con il seguente orario: venerdì 16 dalle 17 alle 20 e sabato 17 dalle 9 alle 12.   Si fa presente inoltre che all'ingresso verrà misurata la temperatura, è obbligatorio indossare la mascherina ed assistere alla gara rispettando il posto assegnato.  

15/10/2020
Recanati,"la videosorveglianza non risolve i problemi": il monito del Centro Fonti San Lorenzo

Recanati,"la videosorveglianza non risolve i problemi": il monito del Centro Fonti San Lorenzo

"Apprendiamo dai giornali che il Comune di Recanati intende installare sistemi di controllo e videosorveglianza nei parchi e fuori dai luoghi educativii della città" dichiarano i rappresentanti del Centro Culturale Fonti San Lorenzo, che vedono proprio il loro quartiere "colpito" da questo provvedimento comunale "Questa iniziativa unilaterale e non concertata, che riguarda anche un bene comune autogestito da più di 30 anni da volontari, bambini, famiglie, giovani, nonni, impone all'associazione di esprimere pubblicamente la propria idea di sicurezza e di socialità - spiegano -Attenzione: un'idea che non nasce dal nulla, ma che rappresenta il risultato di decenni di pratiche e azioni sul territorio di Recanati, e anni di azione educativa condivisa. Un'idea forte e solida, non una superficiale posizione politica da vendere a mezzo stampa o buona per riempire le pance di chi la città, le sue strade, i suoi parchi, non li vive" "Pensiamo che la videosorveglianza rappresenti un modo inadeguato per rispondere alle esigenze del nostro territorio, andando completamente in contrasto con una proposta educativa e sociale ai problemi della città. Spendere risorse per un modello vecchio e “militare” di controllo totale è miope e non ha futuro. La sicurezza si fa illuminando le strade con luci e persone, si fa prendendosi cura dei parchi e dei marciapiedi, creando strade che non siano pericolose per i bambini, attraversamenti pedonali affidabili, zone a velocità ridotta; si fa con la manutenzione dei giardini e dei giochi per i bambini; si fa sostenendo le attività commerciali che vogliono aprire. Si fa anche affrontando i problemi, aiutando chi è in difficoltà: una telecamera non risolve i problemi, li sposta soltanto. Li sposta mettendoli più in ombra". "Come Centro Culturale Fonti San Lorenzo da anni stiamo lavorando alla trasformazione del quartere  in un “quartiere educante” a misura di persona, a misura di bambini e bambine, di ragazzi e ragazze. Un quartiere dove i nonni giocano a bocce, le famiglie si prendono cura dei parchi, i bambini vanno in giro da soli. Molto è ancora da fare, ma già per questo motivo tante famiglie scelgono di venire a vivere nel quartiere; per questo motivo centinaia di persone ogni giorno ne riempiono gli spazi; per questo in tutta la Regione ammirano un quartiere e una realtà speciale. Perché affronta i problemi e li risolve, non li sposta". "Già cinque anni orsono era stata avanzata la proposta di installare le telecamere a Fonti San Lorenzo. Con il dialogo tra autorità, abitanti, volontari e frequentatori degli spazi, la stessa proposta è stata archiviata perché si è capito che sicurezza è sinonimo di vita sociale e cura dei beni comuni. Cosa è cambiato oggi? Nulla. Nessun a9o vandalico, nessun atto di delinquenza. Nulla di nulla". "Per tutte queste ragioni crediamo che decisioni di questo tipo debbano essere prese collettivamente, attraverso il dialogo, coinvolgendo tanto chi quegli spazi li frequenta, tanto chi li cura. Ci sembra una scelta miope, che denota se non altro una disattenzione verso quanto sta avvenendo in un quartiere che è un esempio regionale di partecipazione, sperimentazione educativa, connessione sociale tra istituzioni. Disattenzione che si scontra con quanto invece l'amministrazione comunale fa da anni e continua a fare per sostenere e dare forza a quella stessa esperienza di socialità, mutualismo, comunità educante"-

14/10/2020
Recanati, 5 casi di positività a Covid-19: "uno riscontrato in un alunno della Scuola Elementare"

Recanati, 5 casi di positività a Covid-19: "uno riscontrato in un alunno della Scuola Elementare"

"Si è riscontrato un caso di positività al covid-19 in una classe di scuola primaria -  a comunicarlo, in via ufficiale tramite una nota apparsa sui social, è il sindaco di Recanati Antonio Bravi - La dirigente scolastica, in stretta collaborazione con gli uffici dell'Asur, è al lavoro per i provvedimenti del caso mentre i familiari dell'alunno sono tutti in quarantena".   "Ad oggi nella nostra città i casi di positività sono 5 e 13 le persone in isolamento preventivo - annuncia inoltre il primo cittadino - Le concittadine e i concittadini nella gran parte dei casi si stanno mostrando attenti e scrupolosi, nella consapevolezza che la pandemia è lungi dall'aver perso di forza e che ognuno può fare la sua parte per arginarne gli effetti - e conclude - Dobbiamo continuare a rispettare ed applicare le norme in vigore e quelle che si prevede possano essere emanate nelle prossime ore".

11/10/2020
Riapertura ambulatori vaccinali di Recanati e Porto Recanati: firmano anche i sindaci

Riapertura ambulatori vaccinali di Recanati e Porto Recanati: firmano anche i sindaci

Un traguardo importante che non ferma la richiesta: la petizione avviata per ottenere dall’Asur la riapertura degli ambulatori vaccinali di Recanati e Porto Recanati, supera le 500 adesioni. E va avanti. “Ogni giorno – spiegano le mamme promotrici dell’iniziativa - raccogliamo testimonianze di genitori che, già provati dai rigidi protocolli sanitari per la gestione dell’emergenza nelle scuole, a causa dei malanni di stagione si vedono rimandare il vaccino dei loro figli anche di due mesi. Per non parlare dell’aspetto logistico legata agli spostamenti, problema che non riguarda solo i più piccoli, ma anche e soprattutto gli anziani”. A Recanati, a partire dal 19 ottobre, verrà allestito un ambulatorio temporaneo per la somministrazione delle vaccinazioni antinfluenzali. “Ci chiediamo perché, se è stata individuata una struttura che rispetta tutti i protocolli anti Covid, questa debba erogare il servizio solo per un periodo. Non potrebbe essere proprio questa la sede del nuovo ambulatorio vaccinale? E Porto Recanati? Dove verranno somministrati i vaccini antinfluenzali, così preziosi in epoca di pandemia? Vogliamo costringere i cittadini ad effettuare spostamenti chilometrici rischiando che rinuncino a vaccinarsi? Possibile che su tutto il territorio comunale non esista un locale adeguato ad erogare il servizio? Noi non smetteremo di porre domande fino a che non avremo risposte convincenti”. Tra i firmatari anche il Sindaco di Recanati, Antonio Bravi, e quello di Porto Recanati, Roberto Mozzicafreddo. “Ci aspettiamo di non essere lasciate sole in questa battaglia. Sappiamo che le amministrazioni comunali non hanno potere decisionale sulla questione, ma vorremmo che si facessero comunque portavoce delle difficoltà che stanno vivendo i cittadini di questi territori”. Infine un ringraziamento: “A tutti i medici di medicina generale che in queste settimane hanno appoggiato la nostra iniziativa. Loro più di tutti sanno quanto vale un servizio come quello che ci è stato tolto”.

11/10/2020
Serie D, sorridono le maceratesi: doppia trasferta vincente per Recanatese e Tolentino

Serie D, sorridono le maceratesi: doppia trasferta vincente per Recanatese e Tolentino

Doppia trasferta doppia vittoria. Questo è il bilancio delle compagini maceratesi Tolentino e Recanatese impegnate nella terza giornata del campionato di serie D sui campi di Rieti e Giulianova. Due successi che fanno balzare le compagini allenate da Mosconi e Giampaolo a quota 7 punti in testa graduatoria ed ora il prossimo turno faranno ritorno tra le mura di casa. La Recanatese andrà scenderà in campo per affrontare, in un derby tutto marchigiano, il Porto Sant’Elpidio mentre Tolentino se la vedrà con gli ultimi avversari dei giallorossi ovvero il Real Giulianova. Real Giulianova – Recanatese 0-1 Alla Recanatese è bastato un gol di Pera su rigore alla mezz’ora per regolare un Giulianova mai domo che però non è stato capace di assestare il colpo deciso per raggiungere ameno il pareggio. Real Giulianova: Amadio, Mariani, D’Antonio, Cipriano, Damaelon, Ranellucci, Barlafante, Del Grosso, Mitta,Di Lollo, Antonelli. Allenatore: Federico Del Grosso Recanatese: De Chirico, Morazzini, Sbaffo,Pera, Raparo,Pezzotti,Scognamiglio, Donzelli,Candidi, Grieco,Brunetti. Allenatore: Federico Giampaolo Reti: 30’ Pera (rig.) Arbitro: Valerio Vogliacco di Bari Rieti – Tolentino 0-2 È subito il Tolentino a farsi sentire dopo 5 minuti con un tiro dalla lunga distanza che scavalca il portiere locale ma viene disinnescato sulla linea da un disperato salvataggio di uno dei difensori. Ritmi di gioco concitati complice anche lo scivoloso terreno di gioco così al 20’ è Zrankeon a provarci ma la sua conclusione termina a lato. La partita si sblocca al minuto 24 con Ruci che sporca si testa quanto basta un cross proveniente dalla destra mandando così in vantaggio i cremisi. Prova ad alzare il baricentro il Rieti che registra la sua prima occasione con Elefante al 35’ ma il suo sibila al lato del palo e si spegne fuori. Va decisamente più vicino al target dopo pochi minuti Tirelli che da punizione centra l’incrocio dei pali graziando così la squadra marchigiana. Il Tolentino termina in avanti la prima parte di gara dapprima con un tiro di Severini che finisce alto sopra la traversa e all’ultimo minuto con Ruci che appostato in area non trova il contatto con la sfera dopo essere stato servito da Capezzani. Il primo squillo del secondo tempo è del Rieti che con il solito Tirelli da punizione prova a cercare la via del pareggio ma Governali si distende e toglie la sfera da sotto la traversa. Il Tolentino prova a rendersi pericolo al 53’ con Ruci ma il suo tentativo dal limite non crea patemi a Saglietti. Rieti inizia a prendere campo alla ricerca del pareggio ma sono ancora gli ospiti con Severini a rendersi pericolosi ma il tentativo viene disinnescato. Rieti si rifà viva al 70’ con un cross proveniente dalla mediana che genera una serie batti e ribatti nell’area piccola ma per fortuna dei ragazzi di Mosconi il cuoio scivola fuori dallo specchio della porta. La veemenza dei locali viene spenta al minuto 77 da Capazzani che da punizione disegna una traiettoria imprendibile per Saglietti mettendo nel sacco quindi la rete che vale il 2 a 0 per il Tole. La reazione della squadra di mister Campolo è tutta nel tiro a volo da distanza siderale di Tirelli che si spegne di poco a lato della porta ma è troppo poco per rimettere in piedi una gara che termina, dopo tre minuti di recupero, con gli uomini di mister Mosconi che tornano in terra marchigiani con tre punti d’oro. Rieti: Saglietti, Galvanio,Zona,Orchi,Padovani G.,Montesi,De Fato,Esposito,Fioretti,Tirelli,Elefeante. Allenatore: Stefano Campolo Tolentino: Governali,Zrakeon,Laborie,Bonacchi,Pagliari G., Strano,Tortelli,Ruci,Padovani E,Severini (78’ Piefederici),Capezzani (82’ Tizi). Allenatore: Andrea Mosconi Reti: 24’ Ruci, 77’ Capezzani Arbitro: Enrico Coppai di Cagliari

11/10/2020
Recanati esempio di Cultura che genera benessere: il Comune protagonista al LuBeC 2020

Recanati esempio di Cultura che genera benessere: il Comune protagonista al LuBeC 2020

Il Comune di Recanati protagonista al LuBeC 2020 di Lucca sul tema "Welfare culturale tra salute e società sostenibile" con l’indagine in atto finalizzata a mappare lo stato dell’arte sull’influenza che la cultura del territorio ha sul benessere delle persone. “Stiamo creando a Recanati un coordinamento regionale per sviluppare policy sul tema della Cultura che genera benessere – ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravi -  Il progetto ha coinvolto duecento operatori della cultura e del sociale in un percorso di conoscenza, formazione e progettazione che intende fornire strumenti condivisi per la prossima programmazione regionale e  che potrebbe essere di esempio per le altre  Regioni.” L’iniziativa, partita da Recanati da un’idea dell’Assessora alle Culture  Rita Soccio  in collaborazione con la Regione Marche, curata da Promo PA Fondazione, che da anni lavora sul tema, ha mappato in questi mesi  lo stato dell’arte dei progetti tra cultura e benessere sul territorio marchigiano, nella prospettiva di costruire, partendo dall'esistente – competenze, esperienze, bisogni territoriali −, veri e propri servizi di welfare al cittadino. “Siamo stati invitati a LuBeC di Lucca per il nostro progetto di nuovo Welfare Culturale.- ha detto l’Assessora alle Culture Rita Soccio -  Il nostro è un esempio nazionale che si innesca in una rete di città che stanno sperimentando nuovi processi di sistemi sociali che hanno come protagonista l’attività culturale, ormai riconosciuta come valore curativo e formativo per le comunità. In queste due giornate di studio è stato ribadito come ormai è scientificamente provato che la cultura non solo far star bene ma che allunga la vita dei cittadini di 10-15 anni. Finalmente anche in Italia molti enti si stanno occupando di questi temi ed è ora che anche la politica faccia la sua parte. Recanati è pronta per essere una delle città protagoniste a livello nazionale.” "Il termine 'welfare culturale' è entrato ormai nel linguaggio comune – ha affermato Francesca Velani, vice presidente di Promo PA Fondazione e direttore LuBeC - La capacità delle esperienze culturali di influenzare il comportamento degli individui in termini di felicità personale e di serenità psico-fisica con ricadute sulla comunità, è finalmente riconosciuta anche in Italia. L'arte può influenzare la dinamica delle nostre cellule staminali. La musica e la parola possono raggiungerle in ogni organo e tessuto, stimolandone il differenziamento e rendendole capaci di avviare addirittura un processo di autoguarigione secondo uno studio dell’Istituto Nazionale di Biostrutture e Biosistemi (INBB), che ha portato a un brevetto congiunto dell'Università di Bologna e della California aprendo le frontiere dell'art therapy.” L'organizzazione mondiale della sanità considera la cultura tra i determinanti sociali della salute con un impatto sul benessere e l'Istat, come ha ricordato  Gaetano Scognamiglio , Presidente della Fondazione Promo P.A. , che organizza LuBeC, inserisce fra i 12 domini del rapporto 'Benessere e sostenibilità', anche paesaggio e patrimonio culturale, istruzione e formazione, relazioni sociali, innovazione, ricerca e creatività.  

10/10/2020
Recanati, videosorveglianza ampliata con sistema OCR: parchi e scuole diventano più sicuri

Recanati, videosorveglianza ampliata con sistema OCR: parchi e scuole diventano più sicuri

Approvato dalla Giunta recanatese il progetto per la realizzazione di un nuovo impianto di videosorveglianza che andrà a potenziare quello già esistente nell’arco dell’anno 2020 e 2021. Una rete di "occhi" studiati per garantire più sicurezza alla città, ai cittadini recanatesi e alla circolazione stradale, gestito dalla Polizia Locale di Recanati, che partirà dal centro città e mapperà le principale strade e aree periferiche. “La sicurezza dei nostri concittadini è per noi una priorità– ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravi -abbiamo scelto tecnologie all’avanguardia in grado di  supportare egregiamente le esigenze di prevenzione  e di indagine per garantire un ambiente più vivibile, sicuro e sereno alle nostre famiglie e a tutti coloro che scelgono di trascorrere dei periodi di tempo nella nostra bella città sempre più smart”. Il nuovo impianto prevede il controllo specifico nei parchi ubicati nel centro urbano ancora non videosorvegliati come Torrioni, Concilio confinante con un plesso scolastico di scuola primaria ed una struttura di residenza per anziani, Parole Interrotte  nelle immediate vicinanze di due Istituti scolastici superiori ed una scuola secondaria e Fonti San Lorenzo che ospita all’ interno il Centro di aggregazione giovanile e la Ludoteca. Principali luoghi di aggregazione giovanile di cui in maggioranza adolescenti, categoria più vulnerabile a potenziali fenomeni di pericolosità sociale come micro-criminalità, bullismo e tossico dipendenza.mAree dalle quali in alcune occasioni sono arrivate alla Polizia Municipale segnalazioni di comportamenti a rischio creando tensione e preoccupazione per i residenti, cittadini e turisti. Il nuovo progetto di videosorveglianza  proposto dal Comando di Polizia Locale prevede anche l’estensione del controllo con telecamere OCR, in grado di leggere le targhe degli autoveicoli circolanti, nelle area extra urbane di collegamento con i Comuni confinanti, nonché il controllo dei flussi i veicolari su strada extra urbana secondaria di collegamento, particolarmente utilizzata per il trasporto su gomma, dai pendolari e dai turisti per raggiungere le località della costa. In particolare verranno installati i dispositivi di video sorveglianza lungo la strada  SP105 che collega Recanati ai Comuni di Castelfidardo e di Osimo;  nella strada  SP104 di collegamento con i Comuni dell’entroterra e costieri, che pur non essendo una direttrice principale ospita un notevole flusso veicolare; lungo la strada  S.C. Addolorata di collegamento tra la provincia di Ancona e quella di Macerata; nella S.S. 571 – Helvia Recina, strada extra urbana secondaria che collega  i capoluoghi di provincia Macerata e Ancona, il casello Autostradale e  diverse zone industriali. Il nuovo progetto di videosorveglianza, che presenta un quadro economico complessivo di 63 mila euro, verrà finanziato al 50% dal Ministero dell’Interno, secondo le modalità previste dal Decreto Del Ministero degli Interni del 27 Maggio 2020 e avrà una quota di compartecipazione  del Comune di Recanati di 31 mila euro ripartito nelle annualità 2020 e 2021. Sarà il Comandante della Polizia Locale Gabriella Luconi  a seguire le varie fasi operative per l'installazione del  nuovo impianto di videosorveglianza.  

09/10/2020
Recanati, inaugurata l'istallazione "In Domum": bioedilizia e ricostruzione post sisma

Recanati, inaugurata l'istallazione "In Domum": bioedilizia e ricostruzione post sisma

Inaugurato oggi, nel loggiato del Palazzo Comunale di Recanati, “In Domum” l’installazione ambientale della giovane artista di Matelica Adinda Putri Palma, tra i sette progetti vincitori del bando nazionale “Per chi crea” nella sezione arti visive, promosso dal Mibact e gestito da Siae, presentato dall’Associazione Amici di Palazzo Buonaccorsi di Macerata. L’installazione rimarrà esposta nel loggiato del palazzo comunale fino al prossimo 19 ottobre. “L’ opera di Adinda Putri Palma oltre a riaccende l’attenzione nazionale sugli ingenti danni provocati dal terremoto del 2016 - dichiara il Sindaco di Recanati Antonio Bravi -, sensibilizza l’opinione pubblica sulla necessità di ricostruire le aree distrutte in maniera leggera e sostenibile per garantire una prospettiva di rinascita e di sviluppo di qualità alle nostre realtà locali. Una riflessione sulla ricostruzione post sismica e un esempio di come l’arte contemporanea possa dare nuove risposte di fronte a situazioni traumatiche”. “In Domum” è un’installazione ambientale per la sensibilizzazione di  una ricostruzione leggera e sostenibile nelle zone colpite dal terremoto, in parte pittorica in parte organica, che consiste in un volume ad arco autoportante (H.3,60 x L. 3m P.1m) che sovrasta un’apertura percorribile, costruita con i materiali edili della Bioarchitettura: legno, paglia, argilla calce e pigmenti. Per la parte architettonica l’artista ha tenuto come riferimento le esperienze del Bauhaus (casa del costruire) e delle avanguardie storiche mentre per la parte pittorica e ha creato un campionario “lottesco” dopo aver svolto una ricerca cromatica dei dipinti di Lorenzo Lotto. Di grande ispirazione per l’artista è stata in particolare l’opera "l’Annunciazione" di Lorenzo Lotto conservata nel Museo di Villa Colloredo Mels di Recanati, dove l’arco è utilizzato dal grande artista veneto non solo come elemento scenografico ma come un dispositivo simbolico poiché proietta una circostanza soprannaturale all’interno dell’ambiente domestico della Vergine, dove l’elemento architettonico unisce due mondi uno soprannaturale e uno naturale. Questo celebre dipinto del Lotto rappresenta meglio di chiunque altro il “terremoto emotivo” che investe la Madonna e di riflesso il gatto nel momento in cui appare l’Angelo, mentre Dio attraversa l’arco della stanza con un tuffo, scuotendo il tranquillo ambiente domestico. "Nel 2016, al rientro da lungo viaggio fatto in bicicletta di 7000 km da Londra a Matelica il terremoto ha distrutto la mia Regione e  la mia casa - ha raccontato Adinda Putri Palma -. Ciò mi ha spinto a parlare dell’abitare e del vivere, di fare casa con un progetto artistico che mette in moto una riflessione sulla cultura dell’abitare ed il concetto di casa rapportata al contesto post-sisma delle Marche offrendo spunti per un percorso costruttivo alternativo.” La realizzazione dell’opera unisce in un percorso personale dell’artista la sua biografia, il pensiero e l’arte ed è connessa anche al progetto di autocostruzione familiare in bioedilizia della sua attuale casa nel borgo di Braccano a Matelica (MC) in collaborazione con l’associazione A.R.I.A, destinata ad ospitare uno studio artistico indipendente. Il progetto “In Domum” è patrocinato dal Comune di Recanati dal Comune di Macerata e dal Comune di Matelica, città appartenenti alla rete del MaMa – Marca Maceratese, creata dopo il sisma del 2016 per valorizzare e promuovere il territorio e il patrimonio artistico.

07/10/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.