Recanati

L’esperienza del Vice Direttore Celani per una crescita della BCC

L’esperienza del Vice Direttore Celani per una crescita della BCC

Dott. Celani, cosa ci può dire in merito al suo recente arrivo alla Bcc di Recanati? Mi sento assolutamente onorato e compiaciuto di far parte di una realtà rappresentativa del territorio come la Bcc Di Recanati e Colmurano. Dopo oltre 30 anni di esperienza bancaria conseguita nell’am-bito del Credito Cooperativo, con particolari competenze maturate nella consulenza aziendale, nella pianificazione di soluzioni per la gestione del rischio di credito e nello sviluppo commerciale della clientela, questa opportunità rappresenta per me una gratificazione di un percorso professionale im-prontato sui valori tipici del Credito Cooperativo. Cosa porta in dote alla Banca e cosa ha acquisito da questa? La sorpresa piacevole, in parte preannunciata, conoscendo le persone che la compongono, è di avere ricevuto di più di quanto mi aspettassi, una acco-glienza calorosa che ha reso ancor più semplice il coordinamento di un team commerciale ad alte pre-stazioni ed elevati livelli di performance. Situazione che ha facilitato la realizzazione di una strategia di marketing e di relazione con il territorio che mira a rafforzare la fiducia del cliente nella Banca, percepita non più come semplice intermediario finanziario ma come partner strategico nei processi di crescita. Una situazione di privilegio che spero di poter ricambiare coordinando al meglio le risorse, attraverso impegno ed esempio, nell’intento di trasferire sul territorio la progettualità delle strutture centrali grazie all’insosti-tuibile proattività della rete, tutto questo anche con l’ausilio e l’esperienza maturata in più di un decennio nel Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea. Facilitare l’interlocuzione con le strutture della Capogruppo al fine di rendere la BCC di Recanati e Colmurano più solida, presente, concorrenziale ed al passo con le esigenze che il mercato richiede, ritengo possa risul-tare come ulteriore elemento di successo. Dalla comunicazione che state attuando e dalle iniziative intraprese si percepiscono cam-biamenti e novità importanti di forte impatto commerciale sulla clientela. Potrebbe farci una sintesi di questa attività? Qualche esempio concreto? Anche in questo caso credo sia doveroso partire da ciò che abbiamo ricevuto per comprendere l’impegno che siamo chiamati a rispettare e ricambiare. Faccio riferimento in particolare al prestigioso riconoscimento del sigillo di qualità: La Bcc di Recanati e Colmurano è stata premiata con il sigillo di qualità “N.1 Servizio 2019/2020 Banche Regionali – Marche”, con il punteggio più alto rispetto a tutte le altre banche regionali, sui servizi offerti e sul livello di soddisfazione dei clienti nell’anno 2019. Attraverso una analisi condotta a settembre 2019 dall’istituto tedesco Qualità e Finanza (ente indipendente specializzato nell’analisi e compara-zione di prodotti/servizi/prodotti finanziari, nonché leader assoluto delle indagini e dei sigilli di qualità in Europa). Abbiamo l’impegno morale di rispondere alla fiducia accordataci mettendo in campo la nostra professionalità, affinando ulteriormente la nostra gamma di prodotti sempre più vicini alle aspettative della clientela, ricchi di contenuti grazie anche al supporto della Capogruppo ma che al tempo stesso possano risultare identitari per la BCC e per il proprio territorio elettivo. Tra le iniziative mi preme ricordare, prima del periodo estivo, i due importanti convegni rivolti rispettivamente ad imprese: “La riforma del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI: sinergia tra Imprese, Consulenti e Banca“, seguito a breve distanza da un interes-sante confronto sul tema “Finanza sostenibile e responsabile: il doppio valore degli investimenti”, in merito all’importanza dello scegliere di investire in aziende che abbiano determinati requisiti in tema di sostenibilità e che siano in grado di garantire attenzione per l’ambiente. La recente migrazione del sistema informatico, sebbene fonte di alcuni disagi che la nostra clientela ha compreso e ci ha gentilmente giustificato, ha dato l’opportunità di apportare anche interessanti integrazioni operative, tra cui la nuova piattaforma di internet banking, validamente apprezzata dagli utenti. Sempre in linea con gli indirizzi programmatici della Capogruppo si è poi inserita l’iniziativa “Mutuo Day” del 19 ottobre, in occasione della quale, chiunque interessato ha potuto usufruire di una consulenza specifica sui mutui ipotecari a privati, finalizzati all’acquisto, co-struzione, ristrutturazione della casa. Una giornata che ha consentito a tutti i partecipanti di ottenere informazioni chiare e dettagliate, grazie a speciali-sti dedicati, oltre alla possibilità di ottenere un pre-ventivo su misura a tassi molto vantaggiosi. Per quanto riguarda i prodotti e i servizi digitali quali sono i riscontri della BCC? Anche in questo caso devo rappresentare l’attenzione posta dalla Banca su un segmento ritenuto strategico anche in funzione alle dinamiche di mercato ed all’inarrestabile processo di digitalizzazione che il sistema bancario sta affrontando e che cambierà radicalmente il modo di fare banca nei prossimi anni. Per quanto riguarda i risultati sono ampiamente soddisfacenti, ma non ci accontentiamo di questo, piuttosto li riteniamo stimolo per fare di più e ancor meglio. Abbiamo recentemente rivisto il catalogo prodotti implementando la gamma di offerta con servizi rivolti anche a chi utilizza esclusivamente la rete. Intendiamo favorire lo sviluppo delle relazioni con le strutture della Capogruppo per facilitare la diffusione di prodotti tipicamente digitali o che al digitale si rivolgono, a partire dal credito al consumo, accessibile totalmente via internet o allo sviluppo di strumenti finalizzati al digitale come le nuove carte di credito “Ventis” ricche di contenuti a favore degli utilizzatori. Non è che la banca sta perseguendo obiettivi di efficienza con il rischio di dimenticare la territo-rialità e il suo carattere di banca locale? Il nuovo Catalogo Prodotti riprende in modo incisivo il concetto di identità territoriale, elemento che lega in maniera indissolubile la relazione tra BCC con il proprio territorio, mettendo in campo i principi espressi nel nostro Statuto. Ci aspettiamo che questa attività possa permettere alla BCC di Recanati e Colmurano di assistere in modo ancor più ravvicinato la comunità locale permettendo un percorso virtuoso di crescita reciproca. Una attività che ad oggi ci ha ampiamente ripagato in termini di risultati. L’aumento degli impieghi nei primi dieci mesi dell’anno è caratterizzato da valori senza eguali nell’ultimo lustro, prova che siamo tornati a fare banca concretamente, con evidenti e significativi riflessi sul conto economico, l’utile registrato al 30 settembre ne è la sintesi più evidente. Come è strutturata la sua squadra visto che oltre a ricoprire il ruolo di Vice Direttore Ge-nerale lei è anche il responsabile commerciale? La struttura Commerciale è sinteticamente divisa in tre funzioni principali che sovrintendono a specifiche tipologie di clienti: Retail, Corporate, Private, oltre agli uffici specialistici di: “Finanza Strutturata e Consulenza d’Impresa” e “Marke-ting e coordinamento Reti”, ai quali si affianca l’insostituibile rete di vendita rappresentata dalla struttura delle filiali distribuite capillarmente sul territorio. Un connubio armonico tra strutture centrali di pianificazione e supporto ed una rete proattiva e dinamica che forte del valore aggiunto maturato attraverso la relazione e l’empatia co-struita nel tempo, renderà certamente realizzabile la progettualità che stiamo mettendo in campo, a servizio del nostro territorio.          

16/01/2020
Recanatese, dal mercato arriva il giovane Gabriele Ielo: rinforzo in difesa

Recanatese, dal mercato arriva il giovane Gabriele Ielo: rinforzo in difesa

Nuovo arrivo in casa Recanatese. Si è aggregato ai nuovi compagni il difensore classe 2000 Gabriele Ielo. Il giovane difensore, cresciuto nelle giovanili del Catanzaro, proviene dal Casarano (Serie D Girone H). Ielo ha giocato anche con l'Under 19 della Spal e con il Castrovillari. È un giocatore dotato di grande potenza fisica, con una buona attitudine in fase offensiva andando a rinforzare così il pacchetto difensivo.

15/01/2020
“È tempo di Appennino” fa tappa a Recanati: "Riscoprire la Storia per rinascere dopo il sisma"

“È tempo di Appennino” fa tappa a Recanati: "Riscoprire la Storia per rinascere dopo il sisma"

Dalla riscoperta della Storia possono venire i riferimenti indispensabili per la rinascita delle comunità lacerate dal terremoto. Parte da questa convinzione la serie di incontri organizzati dai Cantieri Mobili di Storia, un progetto promosso dall’Istituto Storico di Macerata, dal Centro Studi Acli Marche e dalla Respro (Rete di storici per i paesaggi della produzione) e giunto al suo terzo anno di attività. Quest’anno il progetto ha per titolo “È tempo di Appennino” e si pone l’obiettivo di “riannodare i fili del tempo”, raccogliendo “storie e racconti per immaginare un futuro”.  Come ha spiegato Paolo Coppari a nome dell’Istituto Storico di Macerata, nel 2020 sono previste undici tappe che si terranno nei principali centri dell’area colpita dal sisma del 2016: da Camerino ad Arquata del Tronto. Al centro di ogni tappa viene posto un tema tratto dal libro di Augusto Ciuffetti  Appennino. Economie, culture e spazi sociali dal medioevo all’età contemporanea, edito da Carocci nel 2019.  Nell’incontro svoltosi a Recanati l’11 gennaio 2020, promosso anche da due associazioni locali (“E quindi il monte: rete solidale dalla costa per la montagna” e “Altraeco”), si è parlato di “Uomini, animali e paesaggi dell’Appennino” insieme alle moltissime persone che hanno partecipato al dibattito.   Nel suo intervento introduttivo il prof. Augusto Ciuffetti, docente di Storia economica alla Facoltà di Economia di Ancona, ha analizzato da vari punti di vista il tema al centro dell’incontro, sottolineando un dato: il paesaggio dell’Appennino, frutto dell’azione plurisecolare di uomini e animali, è stato ed è ancora oggi un modello di equilibrio ambientale e sociale. Dopo l’intervento del designer Abele Malpiedi, che ha spiegato il significato dell’orologio concettuale scelto come logo del ciclo di incontri, i temi affrontati da Ciuffetti sono stati discussi da tre “compagni di viaggio”: lo storico (e coordinatore del Centro Studi Acli Marche) Marco Moroni, il biologo dell’Appennino Alessandro Rossetti e lo zoologo (e presidente del WWF delle Marche) Jacopo Angelini. Il dibattito, come sempre avviene negli incontri dei Cantieri Mobili di Storia, è tornato sui temi dell’oggi: dalla necessità di governare con efficienza e lungimiranza i processi innescati dal terremoto agli inaccettabili ritardi della ricostruzione. Concludendo l’incontro, Ciuffetti ha ribadito l’idea che domina e innerva queste iniziative: in virtù della sua storia plurisecolare, l’Appennino deve trasformarsi in una sorta di laboratorio dove sperimentare nuovi modelli sociali ed economici sostenibili, da estendere agli altri territori ma capaci anche di guidare la ricostruzione.  

15/01/2020
Recanati, prorogata la mostra "Paesaggio Italiano" di Vittorio Sgarbi

Recanati, prorogata la mostra "Paesaggio Italiano" di Vittorio Sgarbi

Prorogata fino all’8 marzo 2020 la mostra fotografica “Paesaggio Italiano – L’Infinito tra Incanto e Sfregio", a cura di Vittorio Sgarbi nel museo civico di Villa Colloredo Mels di Recanati. L’Incanto, lo Sfregio, il Paesaggio Umano, l’Utopia, il Paesaggio Interiore e la Città. Sono le sei sezioni in cui si articola la mostra. Il progetto, promosso dall’associazione culturale Lo Stato dell’Arte, organizzato in collaborazione con il Comune di Recanati e Sistema Museo, nasce da un’idea dei suoi storici collaboratori Sauro Moretti, manager, e Nino Ippolito, ufficio stampa. Nell’anno in cui si celebrano i duecento anni de L’Infinito di Giacomo Leopardi, una rassegna di fotografia contemporanea che racconta il rapporto tra uomo e natura, tema leopardiano e attualissimo. LA MOSTRA Il paesaggio italiano in mostra viene raccontato attraverso scatti che sono piccole e grandi storie, dalla bellezza al degrado, nelle immagini di 58 fotografi, tra professionisti ed amatori evoluti, i cui lavori sono stati selezionati da Sgarbi tra migliaia di autocandidature arrivate. Sono 90 le foto in mostra, e non è solo la bellezza ma sono soprattutto le storie dei luoghi e le gesta dei suoi abitanti a segnare il paesaggio italiano nelle sue contraddizioni, tra tran tran quotidiano e situazioni straordinarie, in un passato glorioso col futuro ancora da scrivere.

15/01/2020
Recanati, Mirella festeggia 50 anni: le amiche le regalano un soggiorno da sogno

Recanati, Mirella festeggia 50 anni: le amiche le regalano un soggiorno da sogno

Rapimento a sorpresa quello che le amiche umbre della recanatese Mirella Romoli hanno messo in atto ieri per festeggiare i suoi primi 50 anni. Mirella è stata "prelevata" dalla sua casa e dal suo lavoro di bancaria, per un viaggio che ha avuto come destinazione finale Borgo Lanciano, dove ad aspettarla ha trovato paesaggi e Relais mozzafiato e la sua valigia segretamente preparata nella stanza del Relais. Ignara di chi e cosa l'aspettasse, dopo aver affrontato il viaggio che l'ha portata a Borgo Lanciano bendata, Mirella ha visto le sue amiche saltare fuori da una cabina armadio con musica e candeline per dare l'addio ai 49 anni. Il tutto è stato completato da un aperitivo, un'ottima cena e da festeggiamenti fino allo scoccare della mezzanotte. Nella giornata di oggi Mirella ha potuto godersi i trattamenti e le coccole previsti dal soggiorno regalatole nella spa del Relais, prima di fare ritorno nella sua amata città leopardiana per festeggiare con la sua famiglia. Le amiche Lori e Sissi augurano alla splendida 50enne una vita di pace, salute e sana leggerezza, come quella vissuta oggi nel magnifico Relais. 

14/01/2020
Recanati, ubriaco esce in strada con un coltello in mano: trasportato in ospedale

Recanati, ubriaco esce in strada con un coltello in mano: trasportato in ospedale

Il personale del 118 e i carabinieri sono intervenuti nella mattinata in via Ghetti a Recanati. Un 27enne, visibilmente ubriaco, è uscito in strada armato di un piccolo coltello da cucina e una bottiglia. I sanitari, unitamente ai carabinieri, dopo aver tentato di instaurare un dialogo con il giovane, lo hanno trasportato all'ospedale di Civitanova.

13/01/2020
Serie D, una tripletta di Leonetti lancia il Matelica: pari Tolentino, cade la Recanatese

Serie D, una tripletta di Leonetti lancia il Matelica: pari Tolentino, cade la Recanatese

Nel derby marchigiano il Matelica non stecca. I biancorossi battono per 3-2, tra le mura amiche, il Montegiorgio nella seconda giornata di ritorno del campionato di serie D girone F. Il vantaggio arriva dopo soli 23 secondi con Vito Leonetti, che insacca di testa su perfetto assist di Bordo. Al 12' è un'incredibile autorete di capitan De Santis, a riequilibrare l'incontro in maniera inaspettata. Il suo retropassaggio termina in maniera inesorabile oltre la linea di porta.  A riportare avanti il Matelica ci pensa ancora Leonetti con altre due splendide marcature trovate tra il 21' e il 31' minuto di gioco, che certificano la possibilità di portarsi a casa il pallone. Un eurogol di Marchionni a tre minuti dal novantesimo non basta per materializzare la rimonta. Questi tre punti permettono ai biancorossi di avvicinarsi a soli sei punti dalla capolista Notaresco.  SCONFITTA RECANATESE - Nella trasferta di Agnone la Recanatese si presenta inizialmente in campo senza bomber Pera. Il primo tempo si accende nell'arco di un minuto, dal 25' al 26'. A passare in vantaggio sono i giallorossi con Borrelli, ma non c'è neanche il tempo di esultare che l'Olimpia trova già il pari con il terzino Diarra. La formazione di Giampaolo non riusce ad esprimere il proprio gioco e viene trafitta dalla rete di Kone al 73'. È la rete decisiva: tonfo per la Recanatese.  TOLENTINO IN STRISCIA - Continua nella propria striscia positiva il Tolentino, capace di cogliere allo Stadio della Vittoria un importante pareggio. I cremisi impattano uno a uno con l'Atletico Terme Fiuggi, una delle squadre più in forma del campionato. L'inizio non è incoraggiante per la squadra di coach Mosconi. Dopo soli tre minuti di gioco gli ospiti trovano il vantaggio con Rizzitelli, bravo a colpire al volo da fuori area sugli sviluppi di un calcio di punizione. Al 13' il Tolentino troverebbe il pareggio immediato con Labriola, ma la rete è annullata per presunto fuorigioco. Il gol arriva, in ogni caso, poco più tardi: al 26' una splendida conclusione dai 25 metri di Minnozzi ufficializza il pari cremisi. All'intervallo si va sull'uno a uno. Nella ripresa il ritmo cala in maniera vertiginosa tanto che nulla cambierà più sino al fischio finale. Si tratta, in ogni caso, di un punto che fa morale per il Tolentino in ottica salvezza.  (Foto tratta dal profilo Facebook ufficiale della SS Matelica) 

12/01/2020
Stop casalingo per il Villa Musone: Chiaravalle vince 1-0

Stop casalingo per il Villa Musone: Chiaravalle vince 1-0

Il Villa Musone viene battuto a domicilio dal Chiaravalle per 1-0. In un match spigoloso, e con un arbitraggio rivedibile, i villans si devono arrendere alla compagine di mister Riccardo Onorato, più cinica ad approfittare delle occasioni avute, che porta a casa l'intera posta in palio. Uno stop da mettersi alle spalle quanto prima per ripartire con rinnovato slancio. Avvio equilibrato tra le due compagini ma la prima grande occasione capita al Chiaravalle: minuto 17, Rocchetti dalla distanza fa partire un siluro che si stampa sulla traversa a Ortenzi battuto. Il gioco e' molto spezzettato a causa del grande agonismo in mezzo al campo, con diversi contrasti ruvidi ed un arbitraggio incerto. I villans cercano di scardinare l'attenta retroguardia ospite, senza successo, e non riescono ad essere incisivi sottoporta. Nel finale di frazione fasi convulse di gioco, con Guzzini che viene espulso per un presunto contatto violento su un'uscita di Cecchini mentre Selimaj viene allontanato dalla panchina per proteste. Ultimo squillo ospite con la conclusione dalla distanza di Sampaolesi deviata da Ortenzi. Nella ripresa il Chiaravalle tenta alcune sortite offensive, approfittando della superiorità numerica, ma la difesa dei villans regge bene. I gialloblu si fanno vedere al 64' con un'insidiosa punizione dal limite di Marziani, deviata dalla barriera, che esce di poco a lato. Il Chiaravalle passa in vantaggio al 70' quando Rocchetti approfitta di un'incertezza della retroguardia di casa e beffa Ortenzi, in uscita, con un pallonetto. Il Villa Musone si rifà sotto con un tiro di Morra deviato in area da un difensore avversario con un braccio ma il tocco lascia qualche dubbio. La compagine di mister Onorato comunque è pericolosa quando si propone in avanti e sfiora il raddoppio all'80' con il colpo di testa di Costantini che non trova la porta da ottima posizione. Forcing finale dei villans che non dà frutti, finisce 1-0 per il Chiaravalle. "Abbiamo fatto degli errori di gioco sostanziali - commenta mister Pierpaolo Paoloni, vice di Paolo Passarini assente per squalifica - Abbiamo smesso di giocare dopo i primi venti minuti e con l'espulsione abbiamo agevolato il loro non gioco, e poi siamo andati in difficoltà. E' normale che se la partita viene messa sul piano fisico devi rispondere sul piano fisico, però se avessimo fatto la partita che abbiamo disputato contro i Portuali Ancona o contro il Borgo Minonna, facendo girare la palla e giocando, il risultato sarebbe stato diverso. Dispiace perchè abbiamo perso una buona opportunità per accorciare sulla zona play-off." VILLA MUSONE - CHIARAVALLE 0-1 (0-0 pt) VILLA MUSONE: Ortenzi, Camilletti (88' Marconi), Guzzini, Morra, Severini, Di Luca, Giammaria (75' Bora), Pancaldi, Marziani, Giuliani (45' Marta), Diallo (64' Sbacco) A disp. Martino, Fiengo, Leone, Carnevalini, Bora, Tonuzi All. Passarini CHIARAVALLE: Cecchini, Sposito (84' Ciarimboli), Carletti, Ramoscelli, Sampaolesi, Rossolini D., Fioretti, Costantini A. (88' Candelaresi), Binci (64' Tigano), Rocchetti, Marinangeli (56' D'Urzo) A disp. Selimaj, Rocchetti M., Costantini E., Guidi All. Onorato Arbitro: Cocci di Ascoli Piceno Reti: 70' Rocchetti Note: Ammoniti Sampaolesi, Pancaldi, Ramoscelli, Morra Espulsi al 45' pt Guzzini e Selimaj  

12/01/2020
Recanati: caso Persiani, il Comune rifiuta la partecipazione della "Iustissima Civitas"

Recanati: caso Persiani, il Comune rifiuta la partecipazione della "Iustissima Civitas"

Un patrocinio negato rimane centro di una querelle fra l’Amministrazione comunale di Recanati e la locale Associazione culturale “Controvento Aps” che ha organizzato due eventi dedicati al compositore recanatese Giuseppe Persiani, nel 150° della sua morte. Inizialmente, fra i vari sponsor della manifestazione, c’era anche il Comune di Recanati insieme a quello della Regione Marche e di altri enti e associazioni culturali. L’Amministrazione, riconoscendo l’importanza dell’evento, aveva concesso l’utilizzo dell’auditorium del Centro Mondiale della poesia. A sostenere gli eventi anche “Iustissima Civitas”, associazione culturale e il Movimento per la vita il cui rappresentante in città, il medico di famiglia Gianfranco Fuselli è stato invitato a partecipare per presentare l’attività del sodalizio recanatese. La scelta di coinvolgere le due associazioni non è stata accolta con bnevolenza dall'Amministrazione perché, a loro avviso, dava una connotazione troppo "politica" ed etica all'iniziativa che sarebbe dovuta essere incentrata unicamente sul musicista Giuseppe Persiani. “Per noi, l'inserimento del logo del Movimento per la Vita, soprattutto a Natale, è stato un valore aggiunto. Le associazioni, che hanno nobili scopi, non hanno colore politico così come chi fa cultura" - così commenta Laura Borgognoni, responsabile relazioni esterne e ufficio stampa Controvento APS e afferma: "Gli eventi per celebrare Persiani sono stati organizzati in collaborazione con l’associazione Beniamino e Gigli e con Iustissima Civitas e quando siamo andati al primo incontro con l’assessore Soccio è subito emerso il presunto conflitto di interessi per l’omonimia tra l’associazione e il gruppo consiliare di Simone Simonacci. Per quieto vivere, pur non condividendo affatto la richiesta fatta dall’assessore di togliere il logo di Iustissima Civitas, abbiamo accettato di ometterlo. Ribadisco comunque che anche in questo caso si è trattato a nostro avviso di una forzatura, visto che associazione e gruppo consiliare non sono la stessa cosa, come dimostrato ampiamente dal fatto che il gruppo consiliare non esiste più ma l’Associazione è più viva che mai" Continua Borgognoni: "Del logo del Centro Aiuto alla Vita, con cui personalmente collaboro con orgoglio come volontaria da diversi anni, non si era parlato perché non avevamo ancora avuto il placet dal Presidente Gianfranco Fuselli ancora in convalescenza. In tutta sincerità tutto potevamo pensare meno che inserire il logo di una associazione che difende la vita potesse scatenare tutto questo putiferio. L’assessore a quel punto, evidentemente a nome della Giunta, mi ha comunicato che “non vedeva il nesso tra un concerto per Persiani e un movimento che si occupa di temi anche etici” e che “in questo modo anche altre associazioni avrebbero potuto chiedere di essere inserite”. Ancora Borgognoni insiste: "A questa osservazione ho ribadito che inserire una semplice dedica ad una associazione che persegue nobili scopi come l’aiuto alle mamme in difficoltà (per il 90% straniere) e ai loro bambini, al comitato organizzativo è sembrato valore aggiunto e una ulteriore motivazione per dedicare loro le serate, visto anche il periodo natalizio. Per l’eventuale inserimento di altre associazioni ho risposto che, visto che l’organizzazione e le spese erano totalmente a carico degli organizzatori, era solo il comitato organizzatore, composto dai consiglieri di Controvento Aps e Associazione Beniamino Gigli a doverle decidere in modo autonomo. Ho ribadito anche che per noi le associazioni che hanno nobili scopi non hanno colore politico, così come chi fa cultura non ne dovrebbe avere e che per questo abbiamo deciso di non rinunciare a dedicare le nostre attività al Centro Aiuto alla Vita anche se avrebbe significato la perdita del patrocinio. Per terminare, pur riconoscendo la legittimità delle osservazioni scaturite da partiti e personaggi politici della città, che ringraziamo per l’interessamento, rivendichiamo la nostra più totale indipendenza partitica e politica che ci contraddistingue così come la nostra assoluta adesione ai valori fondanti della nostra civiltà di cui senza meno la tutela della vita dal primo all’ultimo battito del cuore, fa parte indissolubilmente".

11/01/2020
Premiati dal Coni gli atleti del Club Scherma Recanati

Premiati dal Coni gli atleti del Club Scherma Recanati

Un 2019 da ricordare per la A.S.D. Club Scherma Recanati. Ottimi risultati ottenuti sia a livello Nazionale che Internazionale per la Scherma Recanatese con l'atleta Under 14 categoria Allievi Tommaso Pensato. Dopo il 7° posto al Torneo Internazionale di Brescia si è classificato al secondo posto "Spada Maschile" alla Finale del Trofeo Nazionale CONI tenutosi a Crotone. Pensato ha contribuito così, insieme all'Oro di Sofia Giordani (Fioretto Femminile) del club Scherma Jesi e al Bronzo di Alice Armezzani (Spada Femminile) del Club Scherma Fabriano, a far conquistare il primo posto alle Marche a parimerito con il Lazio. A fine anno il CONI Marche ha premiato questi atleti nelle proprie sedi Provinciali di appartenenza. Nella sede CONI di Macerata si è svolta la cerimonia di premiazione per la consegna delle Stelle ed Onorificenze al Merito Sportivo al giovane Tommaso Pensato e alla società sportiva A.S.D. Club Scherma Recanati. Ringraziamenti e riconoscimenti sono arrivati al presidente della società sportiva Pintucci Arnaldo, l'istruttrice Federale Maestro Paola Frontoni, l'atleta Sabrina Capodaglio e tutti gli atleti della Scherma Recana.

11/01/2020
Recanatese, Luca Lombardi resta al Monza

Recanatese, Luca Lombardi resta al Monza

Dopo la settimana di mini-ritiro invernale del Monza a Palma di Maiorca, Luca Lombardi ha destato una grande impressione a mister Cristian Brocchi che durante gli allenamenti e la partita amichevole giocata con il Werder Brema ha potuto apprezzare le qualità tecniche del centrocampista marchigiano.  Proprio per questo la società brianzola ha richiesto di tenerlo anche per la seconda parte di questa stagione ritenendolo già pronto per essere sperimentato in palcoscenici più importanti. Inutile sottolineare che per il giocatore si tratta di un’opportunità più unica che rara giocare in una squadra professionistica, con una società di prestigio (con Silvio Berlusconi patron e Adriano Galliani direttore generale) destinata ad arrivare in prospettiva nella massima serie del calcio italiano. “La notizia ci fa molto piacere-sono le parole del d.t. della Recanatese Josè Cianni-Se da una parte ci dispiace non poter contare su Luca per il girone di ritorno, ci sembra più che doveroso dare al ragazzo questa possibilità consapevoli che si tratta per lui di un’opportunità di crescita sotto ogni profilo, sia tecnico e soprattutto umano visto che fa parte di un progetto molto ambizioso. Auguriamo a Luca di continuare a lavorare con sacrificio, umiltà, passione e gioia.Lo sforzo e il duro lavoro costruiscono un ponte tra i sogni la realtà".  

11/01/2020
La Bcc di Recanati e Colmurano sostiene il progetto "Crescere nella Cooperazione"

La Bcc di Recanati e Colmurano sostiene il progetto "Crescere nella Cooperazione"

La Bcc di Recanati e Colmurano, da anni a sostegno del Progetto Marchigiano “Crescere nella Cooperazione”, quest’anno sostiene e finanzia la cooperazione anche con gli Istituti Scolastici di Civitanova Marche. Infatti, lo scorso dicembre sono ufficialmente riprese tutte le attività legate al progetto “Crescere nella cooperazione”, che vede coinvolte ben tre classi della scuola secondaria “Annibal Caro” di Civitanova, alla presenza della Dirigente Antonella Marcatili, degli insegnanti referenti del progetto, nonché dei rappresentati della Bcc di Recanati e Colmurano Orietta Montironi, direttore della filiale BCC di Porto Recanati e Porto Potenza Picena, Francesco Rango, responsabile della Banca Elettronica e Sabrina Massaccesi, referente del progetto per la Banca. Alle ore 10.00 si sono riuniti gli alunni delle classi II e III E, soci della cooperativa “L’essenza del Riuso” ed il presidente ha illustrato le attività che quest’anno si intendono mettere in campo: produzione e vendita di manufatti con materiali di riuso; cura del giardino della scuola e produzione di talee; servizio di volontariato presso la cooperativa “Il Camaleonte” Anffas; raccolta dei tappi di plastica all’interno del plesso per finanziare le attività dell’Anffas; incontri con gli operatori del Centro del Riuso “Il Nodo”.  Alle ore 11.00 è toccato alla classe I E riunirsi in assemblea per firmare, davanti alla Dirigente Scolastica, dott.ssa Antonella Marcatili e ad alcuni genitori, l’atto costitutivo della nuova cooperativa “ArtE in pasta”. Il presidente ha spiegato che si lavorerà insieme con creatività per sensibilizzare l'eliminazione degli sprechi alimentari. Le attività della cooperativa saranno: produzione e vendita di manufatti con materiali di riuso e riciclati; servizio di volontariato per il Banco Alimentare; sensibilizzazione sullo spreco alimentare attraverso manifesti e volantini; incontro con la cooperativa sociale “Il Faro”. Sperando che le due cooperative possano raggiungere tutti gli obiettivi che si sono prefissati, i soci sono pronti, anche con l’aiuto dei loro insegnanti-tutor ed il sostegno della Bcc Di Recanati e Colmurano, a iniziare questa nuova avventura.

Recanati, Il Presepe dell'Amicizia presso la Parrocchia Santa Maria della Pietà

Recanati, Il Presepe dell'Amicizia presso la Parrocchia Santa Maria della Pietà

Nel pomeriggio del 6 gennaio, la Parrocchia Santa Maria della Pietà ha festeggiato l'Epifania ricevendo la visita dei Magi e ospitando la premiazione del concorso “il Presepe dell’Amicizia”, giunto alla sua ottava edizione. Il concorso “il Presepe dell'amicizia” promuove la realizzazione del tradizionale Presepe Natalizio nelle famiglie,  gesto tramandato dai nonni e dai genitori ai nipoti e ai figli, valorizzando la collaborazione in famiglia e l'allestimento in luoghi e modalità originali e densi di significato. I vari presepi iscritti  al concorso sono stati visitati tra il 26 dicembre e il 5 gennaio da una giuria composta dai volontari dell'Oratorio Le Grazie. Nel corso della premiazione il parroco ha consegnato gli attestati di partecipazione e le menzioni di merito, mentre venivano mostrate le foto dei presepi ed illustrate le caratteristiche che li rendono unici e preziosi. Hanno partecipato: Edoardo Bravi, Matilde Bonafoni, Laszlo Nardacchione, Chiara Polidori,Giuditta e Riccardo Vescovo, Alessandro Emanuele e Benedetta Piccinini, Alessandro Pallotta, Silvana Sabbatini, Paolo Pagnanelli, Leila Giuggioloni, Rosa Perniola, Enrica Mariani, Gino Serrani, Loris e Giorgio Stacchiotti, Lucia Montecchiari, Sofia,Tommaso e Gaia Pepa. Il pomeriggio è stato allietato da canti natalizi grazie al coro parrocchiale che ha coinvolto anche  i bambini presenti. Emozionante è stata però soprattutto la visita dei “Re Magi” che hanno portato dolci per i più piccoli. Infine la serata si è conclusa con tombolata e dolci per tutti: genitori, nonni e bambini.

08/01/2020
Il Villa Musone si rinforza con Alessandro Marconi

Il Villa Musone si rinforza con Alessandro Marconi

Il Villa Musone rinforza l'organico con l'arrivo di Alessandro Marconi. Il neo giocatore villans, classe '96, è un giocatore molto duttile capace di giocare sia terzino destro che centrocampista centrale. Cresciuto nelle giovanili del Fano, ha fatto il suo esordio con i granata in prima squadra in serie D nel 2015, collezionando in due anni 41 presenze e quattro assist. A seguire per lui una stagione con il Castelfidardo, sempre in D, chiusa con 15 presenze. Numeri importanti per un giocatore giovane ma con già diversa esperienza sulle spalle. L'ultimo arrivato è già a disposizione di mister Paolo Passarini.   

08/01/2020
Recanati, malore improvviso mentre è in fila alle poste: muore 70enne

Recanati, malore improvviso mentre è in fila alle poste: muore 70enne

Un malore improvviso all'ufficio postale di Corso Persiani, a Recanati, è costato la vita al settantenne Mario Bartolini. L'uomo si è accasciato a terra attorno alle ore 14:30 del pomeriggio odierno, mentre si trovava in attesa del proprio turno. I clienti presenti e il personale, allarmati, hanno immediatamente richiesto l'intervento dei sanitari del 118 e dei carabinieri della locale stazione. I soccorritori non hanno potuto far altro che constatarne il decesso, dovuto con molta probabilità ad un arresto cardio-circolatorio.  L'ufficio postale è rimasto chiuso per circa un'ora per permettere di eseguire gli accertamenti di legge ed evitare che altri clienti entrassero. Al termine dei rilievi, la salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Recanati.    (Foto di repertorio) 

07/01/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.