Civitanova Marche

Amministrative, Corvatta: "Civitanova si trova di fronte a una scelta che non è mai stata così netta"

Amministrative, Corvatta: "Civitanova si trova di fronte a una scelta che non è mai stata così netta"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma Tommaso Claudio Corvatta, candidato sindaco di Civitanova Marche:   Non mi ha meravigliato che la scelta di Stefano Massimiliano Ghio e della sua coalizione abbia provocato le scomposte e sguaiate reazioni da parte del centrodestra, che ha avviato, nel suo consueto stile, una campagna denigratoria sull'onda della ben nota aggressività che li contraddistingue. La coalizione di Ghio ha espresso la sua proposta in questa campagna elettorale, una proposta, che la si condivida o meno, senza dubbio seria ed improntata ai contenuti. Ha posto il tema del rinnovamento della classe politica, ha avuto il merito di avvicinare tante persone che per la prima volta hanno deciso di impegnarsi attivamente nell'amministrazione locale.   Con loro è avvenuto un confronto serio e concreto sul futuro di Civitanova. Mi rendo conto che chi è abituato a ragionare solo di posti e convenienze fatichi ad entrare in queste logiche.   Abbiamo valutato affinità e divergenze tra i programmi, abbiamo stilato e reso pubblico, nella massima trasparenza, un elenco di punti che fanno da piattaforma ad un progetto condiviso per la città. Ghio ha ottenuto che la questione del rinnovamento entrasse in questa maggioranza allargata e che alcuni temi sui quali hanno incentrato la campagna elettorale fossero fatti propri dalla coalizione di centrosinistra.   D'altra parte, davanti all'imminente ballottaggio, Civitanova si trova di fronte a una scelta che non è mai stata così netta. Un progetto di democrazia autentica, in cui è ancora possibile discutere di contenuti e confrontarsi sulle idee per la città, o un regime alimentato dalla paura, senza la minima visione della città.    

22/06/2017
Amministrative Civitanova, Conti-Pierini-Costamagna (PSI): "Auguriamo a Vita di trovare definitivamente pace... politica!"

Amministrative Civitanova, Conti-Pierini-Costamagna (PSI): "Auguriamo a Vita di trovare definitivamente pace... politica!"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma Dario Conti, presidente provinciale PSI Macerata, Giovanni Pierini, vice segretario provinciale PSI Macerata e Ivo Costamagna, direzione nazionale PSI, in riferimento a quanto affermato da Luciano Vita qui:   Abbiamo letto con disappunto il vergognoso intervento del signor Luciano Vita, in merito alla vicenda elettorale civitanovese. Teniamo a precisare innanzitutto che Vita non frequenta più da anni le riunioni del Partito socialista Italiano, non fa parte di alcun organismo del partito stesso e non sappiamo nemmeno se abbia rinnovato la tessera. Di Vita, in questo velenoso comunicato in cui invita a votare Corvatta vengono fuori due cose principali: 1) di essere tornato ciò che è stato per gran parte della sua vita politica, un comunista che non aveva mai avuto nulla a che fare con le idee, la storia e le tradizioni del Partito socialista italiano, che anzi ha sempre combattuto, come appunto torna a fare oggi, tra l'altro, citando nomi di personaggi socialisti che lui, quando erano in vita, non ha certo né amato né stimato a partire da Bettino Craxi. Per questo Vita, che oltretutto abita a Porto Sant'Elpidio e quindi non conosce le vicende civitanovesi e che non le ha neanche chieste ai diretti interessati, faceva molto meglio a tacere; 2) siccome non esiste neanche una sedicente sinistra socialista marchigiana a nome della quale lui firma il comunicato, forse Vita intendeva parlare a nome di una generica Sinistra italiana che non ha niente a che fare con il PSI ma, nel caso specifico di Corvatta, siamo convinti che neanche molti di loro sarebbero d'accordo con lui e quindi non ci resta che pensare che a muoverlo siano altri interessi o necessità. Su tutto ciò siamo stati sempre sensibili, ma stavolta Vita, ripetiamo non conoscendo per nulla ciò che è avvenuto a Civitanova ed erigendosi a giudice censore in un ruolo che assolutamente nessuno gli riconosce, ha superato ogni limite. Le sue sono invettive velenose verso il gruppo dirigente socialista civitanovese che ha sempre difeso, come lui stesso dice, a testa alta e pagando di persona, a differenza sua, i valori del socialismo liberale e tricolore di Bettino Craxi. Invitiamo i Socialisti di Civitanova Marche a difendere quei valori anche domenica votando al ballottaggio e a Vita auguriamo di trovare definitivamente pace... politica!

22/06/2017
Futura Festival, Boncinelli: "Nata qui la citazione utilizzata nella traccia dell'esame di maturità"

Futura Festival, Boncinelli: "Nata qui la citazione utilizzata nella traccia dell'esame di maturità"

Ha origine a Futura la traccia di attualità alla prima prova di maturità. Il Miur ha scelto una citazione di Edoardo Boncinelli presa dall’articolo "Per migliorarci serve una mutazione", pubblicato la scorsa estate sul Corriere della Sera. Ricercatore, saggista e divulgatore scientifico di fama internazionale, Boncinelli è uno dei coordinatori di sezione di Futura, scelto dal direttore artistico Gino Troli.    Molto legato al festival civitanovese, lo scienziato, nato a Rodi, ha dichiarato: “A Futura Festival dell'anno scorso ci fu una conversazione di Dacia Maraini, che si chiese e chiese al pubblico perché il progresso ha queste facce diverse: da una parte sembra velocissimo e dall'altra sembra così lento. Io feci un intervento dal pubblico, però mi parve che l'argomento fosse importante e quindi, tornato a casa, scrissi un articolo per il Corriere della Sera. Questo articolo è uscito ad agosto ed è quello che il Ministero ha ripreso e proposto ai ragazzi come traccia per l'esame di maturità. L'argomento è semplice: ha ancora senso oggi parlare di progresso? Che cosa è il progresso? Perché a volte è così veloce e a volte così lento? La mia spiegazione è che quello veloce è quello esterno e materiale, che può crescere ad una velocità incredibile, mentre quello lento è quello interiore, biologico, comportamentale e sociale. Quindi non c'è contraddizione, sono due idee di progresso diverse di cui è bene tener conto visto che l'argomento è uno dei più interessanti che ci sia”.

L'appello di Luciano Vita (PSI) ai cittadini e socialisti di Civitanova: "Ridiamo fiducia a Corvatta"

L'appello di Luciano Vita (PSI) ai cittadini e socialisti di Civitanova: "Ridiamo fiducia a Corvatta"

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma di Luciano Vita, già segretario regionale del Partito Socialista italiano per la Sinistra Socialista delle Marche:   Domenica 25 giugno i cittadini della seconda città della provincia di Macerata torneranno alle urne per eleggere il proprio sindaco e la sua giunta. Si tratterà di scegliere tra la conferma di una giunta di centrosinistra o di far ritornare al governo della città quel centro destra che per oltre un ventennio ha mal governato Civitanova Marche, e i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti. I cittadini civitanovesi sono chiamati a giudicare il sindaco uscente Tommaso Corvatta, per la sua onestà, per la sua trasparenza, per il suo prodigarsi per la città e per le categorie meno abbienti, per la sua serietà amministrativa fatta di rigore, di trasparenza, di risanamento dei debiti pregressi lasciati dai governi di centro destra, per l’impulso dato al nuovo sviluppo turistico, culturale e ambientale, per le opere pubbliche realizzate in questo ultimo quinquennio e per le basi poste in essere per quelle future, indicate nel suo programma, sempre promesse e mai realizzate dai sindaci del centro destra che lo hanno preceduto. In sintesi, una persona semplice, sensibile, carica di umanità che ha saputo trovare il giusto equilibrio tra le politiche di integrazione sociale e la difesa della sicurezza dei suoi cittadini, e che non ha solo promesso, ma anche realizzato. Poteva fare di più e meglio? Certamente, nessuno è perfetto! Ma non bisogna dimenticare che il suo primo mandato amministrativo (2012/2017) è stato il periodo della grande crisi economica che ha attraversato tutta l’Europa e che ha sottratto ai Comuni una marea di risorse finanziarie, aggravandone le competenze e le responsabilità amministrative, in gran parte sottratte alle province. All’inizio del suo mandato i socialisti civitanovesi lanciarono la candidatura di Corvatta facendosi promotori, tra i primi in Italia, della felice intuizione della lista a sostegno del candidato sindaco; il compagno "Corvatta", alleanza di sinistra tra socialisti, civici e ambientalisti. Una iniziativa che fece del gruppo dirigente socialista civitanovese la punta di diamante del Socialismo largo di Sinistra, modello riproposto successivamente a livello regionale e nazionale. Cosa è successo oggi alla classe dirigente socialista di Civitanova Marche? E cosa raccontano ai militanti i dirigenti ufficiali Regionali e Nazionali? È mai possibile che chi si vantò di essere stato l’ideatore di quella alleanza politica, abbia cambiato radicalmente la sua collocazione, tanto da candidare e parteggiare pubblicamente per candidati nelle file dell’alleanza con Ciarapica (estrema destra), ex assessore del centro destra, oggetto di pesantissime critiche da parte degli stessi dirigenti socialisti civitanovesi? Quali che possano essere state le ragioni che hanno portato la dirigenza socialista civitanovese a rompere con il sindaco Corvatta, non è assolutamente accettabile, per un socialista di razza, allearsi con il candidato del centro destra e con i fascisti di Fratelli d’Italia. Come è possibile per un socialista, rinnegare e tradire di fatto il pensiero dei vari Brodolini, Lombardi, Pertini, Nenni e financo Bettino Craxi con la sua teorizzazione dei “meriti e bisogni”, così attuali nella società odierna? Mi rivolgo ai socialisti civitanovesi, quando andranno a votare, affinchè si ricordino di questi nostri compagni e il significato profondo dell’essere e sentirsi socialista. Di valutare se il programma e la persona di Tommaso Corvatta li rappresenta di più e meglio dello schieramento che “appoggia” Ciarapica. Se l’impegno dimostrato da Corvatta è stato coerente con le esigenze dei cittadini più bisognosi, di quei giovani senza lavoro e senza prospettive, di quei pensionati che non arrivano alla fine del mese, in sintesi di quelle categorie a cui faceva riferimento il nostro ministro del lavoro Giacomo Brodolini. Di saper giudicare se il sindaco che volemmo candidare con tutto il nostro impegno nel 2012, abbia meritato la conferma della nostra fiducia, o se invece seguire la ”STRADA SENZA RITORNO” del loro massimo dirigente, a cui mi lega una autentica e sincera amicizia, ma che non mi esime, sul piano politico, di condannarlo senza appelli per questa sua sciagurata scelta. Io da segretario regionale del partito socialista, nel 2012 credetti in Tommaso Corvatta e tutt’ora sono orgoglioso, in rappresentanza della sinistra socialista delle Marche, di confermagli tutta la mia fiducia. Mi rivolgo a voi tutti Compagni Socialisti Civitanovesi; vi chiedo di ridare fiducia a Tommaso Corvatta e di confermarlo alla guida della città, perché se lo merita, ma soprattutto lo merita la città".

22/06/2017
Civitanova, PD: "L’accordo tra Corvatta e Ghio si basa su un’idea di rinnovamento della politica"

Civitanova, PD: "L’accordo tra Corvatta e Ghio si basa su un’idea di rinnovamento della politica"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dal Coordinamento PD Civitanova Marche. "La reazione della destra, infarcita di violenza verbale, alla notizia dell’accordo tra Ghio e Corvatta qualifica più di ogni altra cosa la natura dei personaggi che si vorrebbero candidare a governare la città. Alla coalizione di Ciarapica sono saltati i nervi e nelle ultime ore è un florilegio di reazioni sguaiate perché la democrazia, che si esercita scegliendo le persone che più ci garantiscono percorsi amministrativi e valori a noi più affini, e insieme ad essi un processo di crescita della città, non è accettata da una destra autoritaria e intollerante. L’accordo tra Corvatta e Ghio si basa anzitutto su un’idea di rinnovamento della politica che Ciarapica, quando è andato a cercare i voti di Ghio sottobanco, non ha potuto garantire perché per lui decidono Brini, Troiani, Mobili. E’ invece un progetto, quello tra centrosinistra e liste civiche, che unisce una larga parte della città che condivide innanzitutto l’idea che non si può gestire la crescita di una comunità attraverso paure e insulti, obiettivo che accumuna sensibilità pur molto diverse tra loro, ma che hanno tutte a cuore lo sviluppo di Civitanova. Un progetto che valorizza il civismo e che mette le basi di una piattaforma programmatica e politica in grado di recepire le richieste di larga parte della città.Gli insulti della destra, la rabbia riversata contro Ghio e Corvatta è infine quanto di più ipocrita possano offrire il candidato Ciarapica e i suoi supporter che hanno ingoiato l’alleanza con Insieme per Civitanova, dunque con Claudio Morresi e Erminio Marinelli definiti zombie, ignavi e arlecchini, accusati di fatti infamanti. Ciarapica e Vince Civitanova hanno, fino a pochi giorni fa, proclamato che mai avrebbero accettato accordi con Insieme per Civitanova, e invece eccoli apparentati. A proposito di coerenza".

21/06/2017
Civitanova Marche, furto in tabaccheria: ladri inseguiti dalla commessa

Civitanova Marche, furto in tabaccheria: ladri inseguiti dalla commessa

La tabaccheria Anconetani a Civitanova Marche è stata vittima di un furto, questa mattina intorno alle 12.30. I malviventi, due uomini, sono entrati fingendosi clienti ma, al momento di pagare sono fuggiti con le sigarette e alcuni prodotti prelevati dal frigo. A nulla è valso il tentativo della commessa che ha tentato di inseguire i due ma che, spaventata dalle minacce dei due, ha mollato la presa e li ha lasciati fuggire. Sul posto le forze dell'ordine per accertamenti.

21/06/2017
Lube, due biancorossi protagonisti in azzurro ai Mondiali Under 21

Lube, due biancorossi protagonisti in azzurro ai Mondiali Under 21

Parte oggi dall’aeroporto di Fiumicino l'avventura della Nazionale Maschile Under 21, che nei prossimi giorni (23 giugno - 2 luglio) sarà impegnata nei Campionati del Mondo di categoria in Repubblica Ceca. Protagonisti tra gli azzurrini saranno due atleti legati alla Cucine Lube Civitanova: si tratta degli schacciatori Paolo Di Silvestre, classe 1998 e capitano della Junior League d'argento oltre che presente in prima squadra nella Final Four di Champions League a Roma, e Davide Gardini, classe 1999, figlio d'arte e tra i migliori in campo nella cavalcata della Cucine Lube Civitanova Under 18 campione d'Italia, che ha conquistato ad inizio giugno lo scudetto di categoria senza perdere un set. La formazione azzurra Under 21, guidata dal tecnico Michele Totire, affronterà nella prima fase Argentina, Iran e Ucraina. Sono in totale 16 le formazioni partecipanti divise, in quattro gironi. Si giocherà con la formula del Round Robin: le prime due classificate di ciascuna pool comporranno ulteriori due pool da quattro squadre (E e F); le terze e quarte confluiranno invece nei girono G e H. Le prime due dei raggruppamenti E e F si affronteranno nelle semifinali incrociate e successivamente nelle finali; quelle del G e H invece daranno vita ai playoff per i piazzamenti 9°-12° posto. Le ultime due delle stesse pool invece si affronteranno per i piazzamenti dal 13° al 16° posto. Otto i giorni di gara, due quelli di riposo.     Le pool Pool A (Brno): Polonia, Repubblica Ceca, Canada, Marocco Pool B (Brno): Russia, Turchia, USA, Cuba Pool C (Ceske Budejovice): Argentina, Italia, Ucraina, Iran Pool C (Ceske Budejovice): Cina, Brasile, Egitto, Giappone Gli atleti convocati Schiacciatori: Roberto Pinali (Azimut Modena); Davide Gardini (Club Italia); Paolo Di Silvestre (Cucine Lube Civitanova); Paolo Zonca (Volley Potentino); Roberto Cominetti (Pool Libertas Cantù); Yuri Romanò (Diavoli Rosa Brugherio). Libero: Alessandro Piccinelli (Club Italia). Centrali: Roberto Russo (Club Italia), Gabriele Di Martino (Lpr Piacenza); Gianluca Galassi (Revivre Milano). Palleggiatori: Francesco Zoppellari (Kioene Padova); Riccardo Sbertoli (Revivre Milano). Il calendario della prima fase Pool C Ceske Budejovice 23/6 Argentina-Ucraina (ore 12.30); Italia-Iran (ore 17.30) 24/6: Iran-Ucraina (ore 12.30); Argentina-Italia (ore 17.30) 25/6: Italia-Ucraina (ore 12.30); Argentina-Iran (ore 17.30) Il calendario della seconda fase 26/6: giorno di riposo 27/6: gare pool seconda fase 28/6: gare pool seconda fase 29/6: gare pool seconda fase 30/6: giorno di riposo 1/7: Semifinali e Play Off 2/7: Finali

21/06/2017
Il Grillo, festa di fine stagione per la piscina di Civitanova alla Shada

Il Grillo, festa di fine stagione per la piscina di Civitanova alla Shada

Oltre 150 persone, tra giovani e adulti, hanno preso parte alla festa di fine stagione della piscina di Civitanova. Location dell’iniziativa è stata la discoteca Shada e la serata si è sviluppata con la cena, i ringraziamenti, saluti, momenti giocosi e balli.  Presenti gli atleti con il gruppo Master della società Il Grillo al gran completo, poi i vertici dirigenziali, i dipendenti, i collaboratori ed anche Venanzio Aquili presidente della società Olimpia che gestisce la piscina di Camerino.  La festa de Il Grillo è solo teoricamente di fine stagione perché in realtà ci sono ancora diverse gare e manifestazioni di nuoto in questa estate appena cominciata. Già sabato il primo e atipico impegno, perché nella piscina di Camerino avrà luogo il 4° Meeting di Nuoto del settore Propaganda che Il Grillo ha voluto “trasferire” al fine di aiutare la struttura camerte. Sarà un’occasione di sport ma soprattutto una giornata di vicinanza e solidarietà in primis per i bambini con iniziative a loro dedicate vedi laboratori e giochi, in aggiunta a proposte a tema scientifico e alla bontà dei prodotti a km0 delle aziende dei Sibillini.  Il meeting rientra nel progetto “Il nuoto non affonda” che il Grillo (che gestisce la piscina di Civitanova) assieme ad altre associazioni di nuoto aveva lanciato in inverno avvalendosi di due testimonial d’eccezione come i campioni azzurri e medagliati olimpici Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti.  

Amministrative Civitanova, Civitanova il nostro futuro: "Ecco perché sosterremo Corvatta"

Amministrative Civitanova, Civitanova il nostro futuro: "Ecco perché sosterremo Corvatta"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma Siria Carella e Angelo Broccolo di “Civitanova il nostro futuro”:   "Abbiamo scelto di sostenere il sindaco Tommaso Claudio Corvatta che ha completamente inglobato il programma di Civitanova il nostro futuro. Dovere di chi sceglie di fare politica, soprattutto attraverso le civiche, è quello di portare le idee dei cittadini che le votano, dentro le istituzioni che le possono realizzare. Questo risultato va realizzato attraverso la correttezza, l'etica politica, la coerenza delle idee e con le leggi che si dà lo Stato a tutela della democrazia. Il sistema elettorale che lo Stato si è dato per l'elezione del sindaco prevede un primo turno dove ognuno si può candidare a Sindaco e poi un secondo turno dove il primo e il secondo dei più votati vanno al ballottaggio. In questa fase i candidati sindaci esclusi hanno il diritto-dovere di confrontarsi, portandosi al seguito le idee che hanno sostenuto, con i candidati rimasti in lizza, e creare un nuovo programma (convergenze di idee) da realizzare insieme. Civitanova il nostro futuro, unitamente ad altre liste focalizzate con Ghio, ha trovato convergenza di idee con tutte le componenti che hanno portato al ballottaggio Corvatta e, in un documento firmato da tutte le parti, si specifica il pieno accoglimento del nostro programma, già interamente presente nel programma del candidato sindaco Ghio: TURISMO SPORTIVO - Programmazione anticipata di tutti gli eventi culturali sportivi quali volano di sviluppo turistico. Valorizzazione e coordinamento delle associazioni sportive e culturali. Condivisione degli spazi ove esercitare attività sportive e culturali. Creazione di un polo culturale/ artistico/ musicale; SICUREZZA - Massima attenzione all'attivita di prevenzione e repressione, attraverso la soluzione di tutte le zone degradate e attraverso l'utilizzo di ogni strumento normativo esistente (tipo daspo previsto dal decreto Minniti). Il rafforzamento della polizia municipale e la maggior integrazione fra le forze dell'ordine attraverso la predisposizione del patto per la sicurezza. Creazione di uno specifico capitolo di spesa sulla sicurezza. L'analisi politica, anzi antipolitica, che ne hanno tratto i nostri avversari, è figlia delle loro cultura, dell'alleanza per vincere e basta, per perseguire il potere per il potere. Per loro è incomprensibile che si possa arrivare a un'alleanza solo per le idee, infatti parlano a sproposito di posti e poltrone, dimenticandosi che l'accordo è avvenuto fuori tempo massimo per trarne giovamento in termini, ad esesempio, di maggiori consiglieri comunali. La decisione che abbiamo preso oggi è figlia di tutta l'azione politica di Civitanova il nostro futuro fatta di comunicati stampa e posizioni da sempre ribadite, pertanto in linea con tutto quanto da noi affermato dallo scorso ottobre 2016".  

21/06/2017
Amministrative Civitanova, CivitaNoi: "Siamo stati e vogliamo continuare a essere la differenza"

Amministrative Civitanova, CivitaNoi: "Siamo stati e vogliamo continuare a essere la differenza"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma Streppa e Marchetti, delegati di lista nel direttivo di CivitaNoi:    "Ai cittadini civitanovesi, la lista civica CivitaNoi, costruita e presentata in 5 mesi circa, vuole sottolineare la distanza abissale che c’è tra la democrazia orizzontale esercitata dai comitati e le ultime manovre politiche sul fronte di accordi mascherati da campagna antifascista quando in realtà servono alla gestione del potere. A quanto pare il desiderio di arrivare o di continuare a gestire il potere induce la classe politica all’assuefazione al potere stesso, spingendola a tradire il proprio elettorato. Siamo stati e vogliamo continuare ad essere la differenza. Questa campagna antifascista ci fa amaramente sorridere. Sfruttare l’antifascismo per raccogliere voti è deleterio. Usarlo come giustificazione per accorpamenti dell’ultimo minuto è anche peggio. Noi di CivitaNoi lasciamo gli elettori liberi di decidere secondo coscienza ma in ogni caso chiediamo di andare a votare esprimendo la propria scelta. Anche la nostra candidata sindaca è libera di esprimere la sua personale scelta politica come libera cittadina ma non come rappresentante della lista. Tenete presente che la linea politica della lista è quella del cambiamento sostanziale e non di forma. A prescindere da quanto fatto o meglio non fatto, l’amministrazione precedente non ha prestato ascolto ai cittadini e questo atteggiamento non dipende dal tempo a disposizione ma solo dall’animo delle persone che, a quanto pare, erano e vogliono restare le stesse. Il malcontento, cresciuto in questi cinque anni e di cui noi ci siamo fatti portavoce, riguarda la questione ambientale, le politiche giovanili, l’istruzione e la mancata considerazione delle eccellenze locali nella cultura e nell’arte (riservata agli amici degli amici & company). Ci auguriamo che i cittadini civitanovesi si rendano conto delle incongruenze tra quanto dichiarato e quanto concretizzato: hanno rinnovato le segnaletiche sulla statale ma non hanno costruito marciapiedi e fogne. Negli ultimi sei mesi hanno tentato di farci dimenticare queste incongruenze".

21/06/2017
Civitanova, il CDU si dissocia: "Noi non sosteniamo Corvatta"

Civitanova, il CDU si dissocia: "Noi non sosteniamo Corvatta"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma del CDU "A Civitanova Marche il CDU ha appoggiato Ghio attraverso Mara Mercuri che è persona valida, civitanovese d.o.c., donna capace e generosa. Con Ghio abbiamo visto crescere un progetto civico, moderato e riformista che è arrivato quasi ad un 20% e ci abbiamo creduto anche noi del CDU. L'apparentamento con Corvatta però delude e cambia le carte in tavola stravolgendo il progetto che di fatto diventa politico. Il CDU, nelle Marche, è nato come casa di moderati, cattolici e riformisti alternativi al "Laboratorio Marche" e alla sinistra quindi con delusione, siamo costretti a dissociarci dalla scelta di Ghio".

21/06/2017
Venerdi 23 giugno allo Chalet La Bussola di Civitanova "Spaghetti a Detroit live music"

Venerdi 23 giugno allo Chalet La Bussola di Civitanova "Spaghetti a Detroit live music"

Tornano gli eventi di musica live organizzati dall’Associazione Culturale Made Again ospite della splendida location dello Chalet La Bussola sul lungomare nord di Civitanova Marche, dove l’accoglienza e l’ospitalità dello staff capitanato da Gianni Lorenzetti renderanno magiche le serate estive, impreziosite dall’arte e dalla cultura e con un'indiscussa protagonista: la buona musica. Venerdi 23 giugno alle ore 23 lo Chalet La Bussola presenta "Spaghetti a Detroit live music". La formazione attuale degli Spaghetti a Detroit nasce sul finire del 2007 e da allora il gruppo composto da Lorenzo Girelli (voce-chitarra), Tullio Gualtieri (tastiera), Gianluca Palma (percussioni), Ivo Falasca (basso) e Giuseppe Rizzo (batteria) ha attraversato generi e stili musicali riuscendo a conservare una spiccata identità e originalità senza tralasciare l'obiettivo primario che è quello di intrattenere e far ballare il pubblico. Dallo stile swing degli esordi, contaminato da ritmiche di stampo sudamericano, in cui i riferimenti erano mostri sacri del genere come Renato Carosone, Fred Buscaglione, Renzo Arbore, Michael Bublè e Louis Prima, il gruppo è passato poi ad esplorare il territorio della musica ska e rocksteady, rielaborando sullo stile portato al successo da Giuliano Palma & The Bluebeathers successi italiani e internazionali degli anni '60/'70. L'ultima metamorfosi del gruppo, quella attuale, ha visto invece gli Spaghetti a Detroit virare verso la musica italiana, privilegiando sia autori e interpreti “classici” come Vinicio Capossela, Fabrizio De Andrè, Ivan Graziani, Adriano Celentano, Paolo Conte e Franco Battiato sia diversi esponenti della “nuova leva cantautorale italiana”, su tutti Cesare Cremonini, Jovanotti, Alessandro Mannarino, Brunori Sas e Dente. Queste escursioni in generi musicali diversi hanno permesso alla band di costruire un repertorio di oltre 150 brani, capace di spaziare e adattarsi alle più svariate situazioni: dalle serate nei club a quelle nelle piazze, passando per le feste private e i matrimoni.Dal 2007 a oggi l'attività live degli Spaghetti a Detroit non ha avuto tregua. Con centinaia di serate in locali, feste, sagre e matrimoni, la band ha allargato ben presto i confini del suo raggio d'azione non solo alle Marche nella sua interezza, i componenti del gruppo sono infatti originari di Porto Sant'Elpidio e Sant'Elpidio a Mare in provincia di Fermo, ma anche all'Abruzzo, Umbria, Toscana e alla Puglia. Evento a ingresso libero.

Civitanova: reazioni social all'alleanza Corvatta-Ghio

Civitanova: reazioni social all'alleanza Corvatta-Ghio

Dopo il colpo messo a segno dal sindaco uscente Corvatta che, a pochi giorni dal ballottaggio, riesce a sottoscrivere un accordo con le liste di Ghio, nei gruppi social cittadini sono comparsi in poche ore molti post e una valanga di commenti. Parte dei commenti riguarda i termini usati per descrivere l'apparentamento che per molti è tutt'altro che un "colpo di scena": si va dai sobri "tutto in regola" e "tutto studiato a tavolino" all'ironico "il nuovo che avanza". Qualcuno fa notare come tra Ghio non vedesse di buon occhio, per usare un eufemismo, il vice sindaco Silenzi e dà del Pinocchio all'avvocato dopo questa mossa elettorale. Molto utilizzati anche gli articoli dei giornali con le dichiarazioni elettorali di Ghio, nei quali si parla spesso della sua sfida come civico al sistema dei partiti e della fermezza con la quale avrebbe ripudiato ogni accordo con questi ultimi ma evidentemente non è andata a finire proprio così. Qualcuno butta il discorso sul calcio, facendo presente che con il "tridente Ghio-Corvatta-Silenzi saremo i super favoriti ai prossimi campionati europei" ma c'è anche chi paragona Ghio al portiere del Milan Donnarumma. Chi gli dà del ministro Alfano e chi usa espressioni dialettali del tipo "tra ca' non se muccica". Ma tanti commenti riguardano il prezzo che probabilmente Corvatta dovrà pagare per questo accordo e sono in molti a scommettere su una "poltrona importante", forse anche quella di vice sindaco. Tralasciando tutti gli insulti, concludiamo con chi, sperando nei "franchi tiratori", fa notare come i "suggerimenti di voto" di Ghio e degli altri capolista non siano vincolanti e l'elettore farà la croce dove meglio crede.

21/06/2017

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433