Macerata

Macerata, torna a svolgersi “in presenza” il Consiglio Comunale: sedute fissate il 20 e 21 luglio

Macerata, torna a svolgersi “in presenza” il Consiglio Comunale: sedute fissate il 20 e 21 luglio

Torna a svolgersi nella sua sede originaria all’interno del Palazzo Comunale di piazza della Libertà, il Consiglio comunale di Macerata convocato per le ore 16 di lunedì 20 e martedì 21 luglio. Si torna quindi “in presenza”, pur nel rispetto delle misure di contenimento del Covid-19, e nella sede storica che l’assise aveva lasciato subito dopo gli eventi sismici del 24 agosto 2016 per trasferirsi nella sala consiliare della Provincia messa a disposizione del Comune dal presidente Antonio Pettinari. Le due nuove sessioni consiliari avranno inizio alle 15 con l’esame di quattro interrogazioni. In particolare, lunedì 20 luglio, sullo stesso tema riguardante la ripresa dell’attività scolastica e le problematiche legate all’inizio del nuovo anno didattico, l’Amministrazione comunale risponderà alle interrogazioni presentate rispettivamente dai consiglieri Andrea Marchiori e Francesco Luciani di Lega Salvini premier e da Roberto Cherubini del Movimento 5 stelle. Martedì 21, sarà la volta delle interrogazioni presentate dal consigliere Roberto Cherubini (Movimento 5 stelle) in merito allo stato attuale e futuro del Museo di Storia naturale e al chiosco del Sasso d’Italia. Al via poi il ricco ordine del giorno su cui si confronterà l’assise comunale. Tre le delibere relative agli indirizzi per la Centrale unica di committenza, alla proposta di modifica del Regolamento per le Libere forme associative e all’approvazione del Piano attuativo PA5 in via Troili a Villa Potenza. Diversi invece gli ordini del giorno posti all’attenzione del Consiglio. Il primo riguarda la proroga degli abbonamenti scolastici al trasporto pubblico urbano presentato dal consigliere Paolo Renna di Fratelli d’Italia, il secondo relativo all’istituzione di un fondo di garanzia per le attività commerciali è proposto dai consiglieri del Movimento 5 stelle Carla Messi, Roberto Cherubini e Andrea Boccia mentre il terzo, presentato dalla consigliera Deborah Pantana di Idea Macerata, ha come tema l’iniziativa Artisti contro il coronavirus. Si parlerà poi di Macerata città sostenibile e amica dei bambini e adolescenti con l’ordine del giorno presentato da Davide Miliozzi di Pensare Macerata e di messa a disposizione di luoghi pubblici per riunioni improcrastinabili con il documento presentato dal gruppo del Movimento 5 stelle Roberto Cherubini, Carla Messi e Andrea Boccia. Anna Menghi, dell’omonimo Comitato, porta in aula il tema dell’aumento dei prezzi di beni di prima necessità mentre l’ultimo ordine del giorno, dei consiglieri Lina Caraceni e Michele Verolo di A sinistra per Macerata bene comune, riguarda la richiesta di non ubicare i seggi elettorali nelle scuole. A cura degli stessi consiglieri di A sinistra per Macerata bene comune anche la mozione relativa all’adesione al Manifesto della comunicazione non ostile. Altre mozioni sono state presentate da Paolo Renna di Fratelli d’Italia in merito alla revisione e ampliamento degli utenti aventi diritto al rimborso dell’abbonamento al trasporto pubblico urbano scolastico e alla fruizione della navetta gratuita, da Deborah Pantana di Idea Macerata relativa alla costituzione di un fondo di mutuo soccorso per le famiglie e le attività produttive e infine da Ivano Tacconi del Gruppo misto relativa ai locali per il corso di laurea in Scienze infermieristiche. La seconda convocazione, nel caso la seduta del 21 luglio vada deserta, è prevista per le ore 16 del 23 luglio.

13/07/2020
Unimc, di nuovo nella top ten tra i medi atenei italiani

Unimc, di nuovo nella top ten tra i medi atenei italiani

Classifica Censis: l’Università di Macerata si riconferma nella top ten dei medi atenei statali, collocandosi in ottava posizione, e continua a migliorare, con un aumento di ben due punti della valutazione media, da 86,7 a 88,8. Gli incrementi maggiori riguardano la qualità dei servizi e delle strutture, seguite dall’internazionalizzazione e dalle borse di studio. “Questo dato – sottolinea il Rettore Francesco Adornato - è in linea con quello che siamo e vogliamo essere: un ateneo di prossimità relazionale e comunitaria, ossia un ateneo che ascolta ed è vicino allo studente, punto cardine del nostro agire quotidiano. In questo periodo, in cui il distanziamento fisico rischia di degenerare in distanziamento sociale, la cura delle relazioni deve essere un obiettivo irrinunciabile, rispetto al quale gli stessi servizi di teledidattica possono essere valorizzati nella loro funzione strumentale. L’Università di Macerata si pone come una sintesi tra innovazione, inclusione e apertura verso la dimensione internazionale, per formare cittadini consapevoli, in grado di interpretare le dinamiche globali e leggere i segnali del futuro, a maggior ragione in questo così difficile e impegnativo contesto”. Nella stessa ottica, l’Ateneo ha deciso di procedere quest’anno con un investimento straordinario di oltre un milione di euro in nuove misure a sostegno degli studenti: abbattimento delle tasse universitarie, nuove borse di studio e bonus economici per l’acquisto di libri universitari, pc, tablet o smartphone e per le spese di viaggio. Per la cosiddetta fase tre, l’Ateneo sta lavorando per il ritorno in presenza e in sicurezza degli studenti a settembre, attraverso l’acquisizione di nuovi spazi per le lezioni. Ove necessario, si adotterà la modalità denominata blended, che prevede sia didattica in presenza sia a distanza, con lezioni registrate. C’è, poi, un investimento importante anche nel potenziamento della piattaforma informatica per i servizi di didattica online. “Mi sono sempre battuto – conclude il rettore - sul significato dell’Università in presenza, come elemento costitutivo dell’Università stessa, che è fatta di esperienza, incontri, socializzazione, senza dimenticare la funzione di presidio che l’Ateneo ha sul territorio. I coriandoli delle feste di laurea, momentaneamente spariti, torneranno a riempire la città”.

Macerata Softball, partenza sprint: doppia vittoria all'esordio

Macerata Softball, partenza sprint: doppia vittoria all'esordio

Doppia vittoria del Macerata softball nella prima di campionato di A2 softball. La squadra di casa ha superato di misura il Massa nel primo match con il punteggio di 4 a 2. In svantaggio per buona parte della partita, la squadra guidata da Marta Gambella ha ripreso in mano il risultato negli ultimi inning. La differenza nel primo incontro è stata messa in campo dalle due lanciatrici, per il Macerata Michela Serrani che ha controllato la sua gara fino alla fine concedendo ben poco alle mazze avversarie, per il Massa la navigata  Mara Papucci che ha ceduto al line up Maceratese solo negli ultimi innings. Se il primo incontro è stato entusiasmante e molto equilibrato il secondo si è consumato senza troppi sussulti per manifesta superiorità al sesto tempo con un perentorio nove a due. Questa doppia vittoria porta la formazione maceratese, assieme al Rovigo, in testa alla classifica. Sabato il Macerata softball affronterà sul diamante friulano la squadra del Ronchi dei Legionari.        

13/07/2020
Atletica Avis Macerata, subito grandi risultati nel primo weekend di gare

Atletica Avis Macerata, subito grandi risultati nel primo weekend di gare

Prime manifestazioni a porte chiuse per l’atletica leggera nello scorso fine settimana con l’Atletica AVIS Macerata impegnata a Rieti e Ancona con buoni risultati in carniere.  A Rieti ritorno in pista di Nicola Cesca nella inusuale specialità dei 400 ostacoli dove si espresso con una interessante prestazione che rappresenta il personal best sulla distanza. Il forte avisino vince la sua serie in 54”99 abbassando il datato 55”62 e dando una buona impressione in questa prova di efficienza che lascia prevedere un buon recupero per i prossimi eventi.  Nella stessa sede cresce nei 100 piani Sofia Stollavagli che, ferma da quest’inverno dove ha ottenuto un brillante quinto posto ai campionati italiani allieve indoor, ha ottenuto il suo record personale sulla distanza in 12”62. Positivo inoltre l’esordio di Gaia Palmieri sulla stessa specialità 13”31.  Ma a Rieti ha esordito nella stagione anche Elisabetta Vandi, ferma per tutto il periodo invernale nella attività indoor per un infortunio al piede. Ha scelto il 100 metri per il rientro che ha corso in 12”24; l’atleta nella categoria junior è stata capace di migliorare i primati italiani dei 400, specialità nella quale ha difeso i colori della nazionale sia ai campionati europei che mondiali; in questa occasione ha voluto verificare le sue attuali condizioni di salute.  In Ancona, dove si è disputata una manifestazione T.A.C. (test allenamento certificato) , numerosi sono stati i segnali positivi degli atleti bianco-rossi.  Vittoria di Lorenzo Angelini nei 200 in 22”07, con vento contro di - 1.2 dove si è migliorato anche Sebastiano Compagnucci in 23”22 -2.0 con Andrea Pietrella in 23”26  Bel primo posto di Mara Marcic che progredisce nell’alto fino a m. 1,66 per la felicità di Massimo Mozzoni che la segue. Belli anche i tentatici a m. 1,69. Per l’atleta anche il pass per la partecipazione ai campionati italiani promesse di Grosseto. Nella gara maschile m. 1,80 di Obimezie Chiemezie Eboh.  Rientro importante quello di Matteo Vitali negli 80 piani dove vince con un interessante 9”73 contro – 2.0 di vento. L’atleta seguito da Alessandro Fineschi a Tolentino rappresenta una delle speranze marchigiane del settore. Nella stessa gara sempre vento contro per Ambra Compagnucci, anche lei del gruppo di Tolentino, che corre in 11”15 con – 1.6 di vento e la terza piazza.  In attesa dei 3000 siepi lo junior Barkinde Mamadou Diallo vince i 1500 con un buon 4’07”13 trascinando al personale il compagno di squadra Federico Vitali che con 4’13”44, alla prima esperienza sulla distanza, ottiene il pass per i campionati italiani allievi di Rieti; l’atleta si era presentato già la scorsa settimana con un bel 2’01”02 negli 800. Nell’altra serie si migliora anche Leonardo Storani in 4’17”56 del personale. Sempre nei 1500 al femminile terza piazza per Patric Clothilde Cenier in 4’57”97. Per la francesina dell’AVIS ultima gara in Italia prima del rientro in patria, a Vire in Normandia, concluso il periodo dell’Erasmus. Sulla stessa distanza buon esordio di Emma Baldoni, allieva, in 5’09”75.  Nella gara nazionale degli 800 femm. personal best di Ilaria Sabbatini che ottiene il secondo posto in 2’15”39, dietro la chietina Elena Trivellone, dimostrando di essere pronta per le sue distanze che dovrà affrontare agli Assoluti di Padova di fine agosto.  Nei 600 cadette 3° e 4° posto per Anna Mengarelli e Sofia Marchegiani in 1’50”87 e 1’51”49 (record personale). La squadra dell’AVIS Macerata esordirà a Macerata, all’Helvia Recina, sabato 18 luglio nel Meeting “Oltre il Covid” valido per il Trofeo “Banca di Macerata”        

13/07/2020
Montecassiano in lutto: Don Paolo Picchio si spegne a 80 anni

Montecassiano in lutto: Don Paolo Picchio si spegne a 80 anni

È venuto a mancare all'età di 80 anni Mons. Paolo Picchio, l'intera comunità di Montecassiano è colpita dal lutto. Da tempo il parroco lottava contro una terribile malattia.  Lunga la sua attività pastorale, iniziata come cappellano proprio a Montecassiano. Don Paolo è stato parroco di San Domenico, a Recanati. Ha amministrato per ben dieci anni la diocesi di Macerata e, a partire dal 2003, è stato scelto come vicario generale della Delegazione Pontificia per la Santa Casa di Loreto. La salma sarà esposta presso la Sala del Commiato di Montecassiano, mentre i funerali si svolgeranno domani, alle ore 16:00, nella Collegiata di Montecassiano. La redazione di Picchio News si stringe attorno al dolore dei familiari e dei fedeli. 

12/07/2020
Macerata, accusa un malore durante la messa: donna soccorsa in chiesa

Macerata, accusa un malore durante la messa: donna soccorsa in chiesa

Messa domenicale interrotta per soccorrere una donna di 66 anni. È quanto avvenuto a Macerata, durante la celebrazione della funzione religiosa del tardo pomeriggio, presso la chiesa di San Giorgio, in piazza XXX Aprile.  La signora ha accusato un malore ed è caduta a terra, battendo la testa, senza riuscire a trovare un punto d'appoggio per attutire la caduta. I fedeli presenti hanno subito allertato il 118 e sul posto, immediato, è stato l'arrivo dei sanitari della Croce Verde di Macerata.  Dopo aver ricevuto le prime cure all'interno della chiesa, la donna è stata trasferita all'ospedale di Macerata per ulteriori accertamenti. Non si trova in gravi condizioni.  

12/07/2020
Coronavirus Marche, un nuovo caso positivo su 630 tamponi analizzati: è nel Maceratese

Coronavirus Marche, un nuovo caso positivo su 630 tamponi analizzati: è nel Maceratese

l Gores ha comunicato che nelle ultime 24 ore nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 1061 tamponi: 630 nel percorso nuove diagnosi e 431 nel percorso guariti. Un caso positivo registrato in provincia di Macerata. Il numero complessivo dei contagiati sale dunque a 6.792 su 89.441 campioni testati,  con un'incidenza complessiva, che conferma una lenta discesa Si registra, però, una leggeradiminuzione rispetto alla giornata di ieri, quando erano stati riscontrati quattro nuovi casi positivi (Leggi qui l'articolo). Di seguito, nel dettaglio, i dati resi noti dal Gores:    eADV  

12/07/2020
Macerata, Forza Italia si schiera al fianco di Parcaroli. Battistoni: "la città merita un nuovo slancio"

Macerata, Forza Italia si schiera al fianco di Parcaroli. Battistoni: "la città merita un nuovo slancio"

"Parcaroli sindaco di Macerata è un nostro obiettivo, lavoreremo su questa strada con il massimo impegno". Commenta così il commissario regionale di Forza Italia Francesco Battistoni , l'ufficializzazione della candidatura di Sandro Parcaroli a Macerata. E aggiunge che il neo candidato "ha avuto un ottimo approccio in questa fase e siamo convinti che possa essere la figura giusta e di sintesi per il centrodestra". "Forza Italia lavorerà per fare da traino nella coalizione - prosegue Battistoni -, e lo farà cercando di porsi come scelta per quell'elettorato moderato e liberale che si riconosce nei valori cristiani, nel solco del Ppe. È arrivato il momento di dare una nuova opportunità ad un capoluogo che merita, oggettivamente, un nuovo slancio economico e infrastrutturale .Il senatore di Forza Italia conclude ringraziando il coordinatore provinciale Riccardo Sacchi: "per il grande impegno profuso in queste settimane" e affermando che il centrodestra "è pronto per tornare a governare la città di Macerata che dal 1999 è in mano a lla sinistra".

12/07/2020
"Grazie Manuela": l'amore "di una vita" di Sandro Parcaroli fa sbocciare quello per Macerata

"Grazie Manuela": l'amore "di una vita" di Sandro Parcaroli fa sbocciare quello per Macerata

La voce s'incrina, poi si ferma del tutto. Gli occhi si inumidiscono, lo sguardo e il braccio sono rivolti verso di lei, seduta in terza fila, mascherina a nasconderle il volto. L'amore di tutta una vita: "Devo a Lei tutto me stesso". Gli oltre cento s'emozionano. Lei, Manuela, ha un braccio ingessato al collo. Un incidente che aveva fatto tremare il popolo del Centrodestra ancora sospeso alle decisioni di Sandro Parcaroli: accetta o non accetta la candidatura a sindaco? Ma l'immagine di Manuela ferita, infortunata sembrava avesse ridotto al lumicino la voglia di dire sì.  Che é  poi venuto non solo dopo la telefonata di Matteo Salvini ma pure per l'appoggio a Sandro Parcaroli venuto dalla moglie, da Lucia e Stefano, insomma dalla sua splendida famiglia. Che per una sera e' stata tout court la famiglia ideale dei maceratesi che amano con tutto il cuore. "Sono a Crispiero dal 2004 in una casa di campagna di mia moglie, restaurata per amore suo e della campagna. Ma nel cuore ho Macerata dove c'è il resto della mia famiglia, i nipotini (uno è  salito pure sul palco chiedendo, in attesa di Acquaroli, al nonno se poteva prendere nel frattempo, la parola...) con i quali voglio tornare a vivere la città finalmente sicura". Sicurezza, economia, lavoro, sport e Sferisterio tra i punti principali di un programma. "Che presenterò ai miei cittadini fra qualche giorno. Discuteremo Insieme come faccio ogni giorno nella mia azienda ascoltando i miei dipendenti che vorrei definire più propriamente collaboratori, con i clienti e i fornitori. Insieme dunque perché  io non sono un politico ma semplicemente e con tutto il cuore, uno di voi che come voi ama Macerata". Il popolo del Centro Destra si commuove, rompe le righe, addio precauzioni anti covid, va ad abbracciare tra le lacrime Sandro, il suo nuovo sindaco, pardon il suo nuovo candidato sindaco di Macerata che tornerà, promesso!, finalmente 'granne'.

12/07/2020
Diritto di critica politica: quando produce una condanna

Diritto di critica politica: quando produce una condanna

Torna, come ogni domenica, la rubrica curata dall’avv. Oberdan Pantana, “Chiedilo all'avvocato”. Questa settimana, le numerose mail arrivate hanno interessato il tema della diffamazione e maggiormente quella in ambito politico anche alla luce delle imminenti elezioni regionali e comunali. Ecco l’analisi dell’avv. Oberdan Pantana. La sussistenza dell’esimente del diritto di critica presuppone, per sua stessa natura, la manifestazione di espressioni oggettivamente offensive della reputazione altrui, la cui offensività possa, tuttavia, trovare giustificazione nella sussistenza del diritto. In tale contesto, l’esercizio di tale diritto consente l’utilizzo di espressioni forti e anche suggestive al fine di rendere efficace il discorso e richiamare l’attenzione di chi ascolta. Peraltro, secondo quanto altrettanto statuito dai giudici della Suprema Corte, in tema di esimenti del diritto di critica e di cronaca, tale giurisprudenza si esprime in termini consolidati nell’individuare i requisiti caratterizzanti nell’interesse sociale, nella continenza del linguaggio e nella verità del fatto narrato. Con riferimento specifico al diritto di critica politica, però, occorre osservare che il rispetto della verità del fatto assume rilievo limitato, in quanto la critica, quale espressione di un’opinione meramente soggettiva, ha per sua natura carattere congetturale, che non può, per definizione, pretendersi rigorosamente obiettiva e asettica. Il confine immanente all’esercizio del diritto di critica politica è, pertanto, costituito dal fatto che la questione trattata sia di interesse pubblico e che comunque non si trascenda in gratuiti attacchi personali, tenendo altresì conto della perdita di carica offensiva di alcune espressioni nell’attuale contesto politico, fissando comunque quale limite insuperabile quello del rispetto dei valori fondamentali, allorché la persona pubblica, oltre al ludibrio della sua immagine pubblica, sia esposta al disprezzo. A tal proposito, è ad esempio stato affermato dalla giurisprudenza che sussiste l’esimente del diritto di critica politica laddove l’espressione usata consista in un dissenso motivato, anche estremo, rispetto a idee e comportamenti altrui, dove possono trovare spazio anche valutazioni non obiettive, sempre che non sia configurabile un attacco personale lesivo della dignità morale ed intellettuale circostanza questa produttiva della fattispecie penalmente rilevante (Cass. Pen., Sez. V, sentenza n. 43598/18). Rimango in attesa come sempre delle vostre richieste via mail, dandovi appuntamento alla prossima settimana.                                                               

12/07/2020
Macerata, "Se puoi sognarlo, puoi farlo": Sandro Parcaroli si lancia verso la poltrona da Sindaco (Fotogallery e VIDEO)

Macerata, "Se puoi sognarlo, puoi farlo": Sandro Parcaroli si lancia verso la poltrona da Sindaco (Fotogallery e VIDEO)

Alla fine baci, abbracci e al minimo strette di mano (leggi qui l'articolo). Ha gli occhi gonfi pure l'architetto Silvano Iommi, 'vicino di casa'. Nessun distanziamento sociale, esplode il focolaio dell'emozione, degli applausi, ritorna il mito del cuore davanti a tutti, di Macerata Grande. Tutti (un centinaio di persone) intorno a Sandro Parcaroli, il candidato che sa commuoversi e che commuove, che sa parlare all'anima di chi lo ascolta. Lui che è diventato un imprenditore di successo partendo anch’egli da un garage (di Camerino) - ha detto - con zero soldi in tasca, che ha girato il mondo conoscendo Steve Jobs (diventando 'affamato e folle' come lui) ed opinion leader mondiali, che ha portato Apple a Macerata quando non la conosceva nessuno, lui ora ha voluto fare un viaggio inverso. Per amore, solo per amore, e per sciogliere il grazie alla città in cui è vissuto per 16 anni, dove vivono figli e i nipotini e dove ha la sede strategica la sua impresa con oltre 20 filiali in Italia e 200 dipendenti. "Sono un costruttore di sogni, un sognatore ed un visionario. Ed ho un sogno nel cuore ancora dopo aver ottenuto tutto nella mia vita: fare di nuovo grande Macerata".  

11/07/2020
Macerata, sopralluogo del presidente Pettinari all'Itc: "Pronte le due palestre"

Macerata, sopralluogo del presidente Pettinari all'Itc: "Pronte le due palestre"

Proseguono i sopralluoghi nelle scuole della provincia di Macerata. Il Presidente Antonio Pettinari si è recato all’Istituto Tecnico Commerciale “Gentili” di Macerata dove si stanno concludendo i lavori di adeguamento sismico delle due palestre. L’intervento, il cui progetto ammonta a 533mila euro ed è stato finanziato grazie a risorse provenienti da un bando del MIUR - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - extra-terremoto, è consistito nel rinforzo del telaio in calcestruzzo armato e di alcune travi e pilastri, nella esecuzione di alcuni cordoli di fondazione e nel rifacimento della pavimentazione con la realizzazione dell’impianto di riscaldamento a terra. La palestra del piano più in basso ha dimensioni regolamentari per attività sportive, ed è stata rivestita con un fondo di parquet, mentre la seconda ha una pavimentazione in gomma blu. Inoltre, sono stati sostituiti tutti gli infissi e installati quelli in alluminio a taglio termico, dotati di vetri termici ad alta efficienza energetica e trattamento superficiale per l’abbattimento della luce solare entrante, e certificati contro gli urti. Infine, si è provveduto alla tinteggiatura esterna di tutto il fabbricato e, grazie alle economie di ribasso è stato possibile tinteggiare anche la superficie interna, compreso il tetto, ed effettuare delle migliorie sulle finiture e sui vetri degli infissi. “Tra pochi giorni - afferma il Presidente della Provincia Antonio Pettinari - consegniamo alla scuola e alla comunità sportiva due palestre nuove, molto belle, sicure e pienamente efficienti. Una delle due per dimensione e caratteristiche consente l’attività di alcune discipline sportive; l’intenzione dell’Amministrazione provinciale, come ha sempre fatto in questi anni, è continuare a concedere tali attrezzature anche per attività extra scolastiche, per società sportive, con lo scopo agevolare lo sport tra i giovani. Naturalmente questa possibilità dovrà essere verificata anche alla luce della attuali disposizioni in relazione all’attuale emergenza sanitaria”.    

11/07/2020
Macerata, "in attesa del cambiamento": abbracci e sorrisi per la presentazione del candidato Sindaco Parcaroli (FOTO e VIDEO)

Macerata, "in attesa del cambiamento": abbracci e sorrisi per la presentazione del candidato Sindaco Parcaroli (FOTO e VIDEO)

'Vernice' delle grandi occasioni nel cortile del nobile palazzo Floriani-Carradori al n.5 di via Crescimbeni, nello spazio di "Vere Italie". Ed è subito Gran Galà del Centro Destra come ad una prima dello Sfetisterio alla presentazione del candidato sindaco, Sandro Parcaroli. Riccardo Sacchi subito innesta il turbo: "Non si scriva che si tratta del candidato dell’ultimo minuto. Nessun candidato sindaco del Centro Destra e' stato scelto con così largo anticipo rispetto al voto: 80 giorni. Per Pistarelli furono 36. Per Anna Menghi fu soltanto alla vigilia della presentazione delle firme". L'ultimo Sindaco del Centrodestra dice sì col capo. Con lei al Gala ci sono pure tutti gli altri cavalieri del Centro destra. Spiccano Luca Marconi dell'Udc (ma non c'è Pettinari) e tra i simpatizzanti il primo presidente di Banca Marche. LEGGI ANCHE: LE PAROLE DI PARCAROLI IN CONFERENZA STAMPA (VIDEO) Tra i presenti Deborah Pantana, Francesca d'Alessandro, Alfredo Cesarini, l'avv. Vitaliana Vitaletti e l'ex rettore dell'Università di Macerata Alberto Febbrajo. Tra la folla anche Tullio Patassini e il senatore Giuliano Pazzaglini. E non poteva mancare Andrea Marchiori che ha ceduto il passo di candidato alla poltrona di Sindaco proprio a Parcaroli. Presenti tutti i vertici al completo dei "Magnifici Quattro" del centrodestra, compreso Riccardo Marchetti, l'inviato di Salvini e il Demiurgo di Parcaroli. Ma non solo loro, una piccola folla di aderenti e curiosi si accalca intorno al palco dove c’è Parcaroli che esclama prima di iniziare: "Quanta gente!!". Poi tutti in attesa del candidato governatore Francesco Acquaroli prima di dare via all'attesa presentazione della Grande Speranza anti-Pd.

11/07/2020
Macerata, “Il coraggio di donare": al via la mostra con la collezione di Marchetti Catinelli ai Musei civici

Macerata, “Il coraggio di donare": al via la mostra con la collezione di Marchetti Catinelli ai Musei civici

Sarà inaugurata martedì prossimo, 14 luglio, alle ore 18, al Palazzo Buonaccorsi (via don Minzoni 24), la mostra  dal titolo “Il coraggio di donare. La Collezione Marchetti Catinelli ai Musei civici di Palazzo Buonaccorsi” che porta in mostra una importante collezione di oltre 40 opere d’arte del Novecento, da Peruzzi, Monti, Sante Monachesi, Remo Brindisi, Licata, Schifano ad altre di importanti protagonisti come Ciarrocchi, Emilio Notte, Tamburi,  Mario Surbone,  André Verdet e Amine El-Bacha. Sono le opere donate ai Musei Civici di Macerata dalla signora Marcella Marchetti Catinelli, raffinata collezionista maceratese venuta a mancare nel 2019. Dal 14 luglio al 18 ottobre i musei esporranno al pubblico l’intera collezione quale esempio della vivacità culturale e dello straordinario valore civico dimostrato nella volontà di accrescere il patrimonio comune a godimento dell’intera collettività. La mostra è curata dai Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi e dall’Istituzione Macerata Cultura. “È la prima mostra dei Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi dopo il lockdown.  I musei ora sono aperti e riprendono con coraggio ad essere la casa dove  le persone e l’arte si incontrano. Nel dono della collezione c’è anche il dono alla comunità di un tempo prezioso per stare bene, - sono le parole dell’Assessora alla Cultura Stefania Monteverde. “Il titolo sottolinea il valore della generosità di quel collezionismo privato che diventa patrimonio pubblico per il bene di tutta la comunità,” sottolinea Gildo Pannocchia, presidente dell’Istituzione Macerata Cultura che ha curato la donazione della collezione. - “Ringraziamo la signora Marchetti per la generosità con cui nel suo testamento ha ricordato la preziosa collezione di arte contemporanea di Palazzo Buonaccorsi” In sintonia con il tema  #biancocoraggio del Macerata Opera Festival l’Istituzione Macerata Cultura celebra la scelta di donare il patrimonio alla città e  avvia una riflessione sulla ricchezza e sulla ricettività culturale di un territorio entro il quale i Musei, a partire dagli anni Settanta del Novecento, hanno svolto un’azione di costante promozione e confronto. Le opere, nelle sale espositive del museo, allestite come nella casa di Marcella Marchetti e del marito Luigi Catinelli, descrivono dettagliatamente  il gusto di quel collezionismo diffuso  volto a cercare e a individuare  i maestri e le opere che potessero soddisfare la loro personalissima idea dell’arte. Attraverso una visione d’insieme, al contempo coerente e intensa, la raccolta dà conto delle scelte estetico-affettive dei proprietari  e al contempo restituisce la vitalità del clima culturale cittadino secondo una prospettiva unica, ma anche privilegiata, perché ogni pezzo narra una storia a sé e rappresenta un momento straordinario nel racconto delle dinamiche storico-artistiche del ‘900. La donazione va ad arricchire il percorso permanente del  Novecento di Palazzo Buonaccorsi con oltre quaranta opere di notevole interesse storico artistico di autori alcuni  già presenti. La mostra resterà aperta fino al 18 ottobre e, fino al 31 agosto, può essere visitata dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19. Nel rispetto delle disposizioni obbligatorie per il contenimento del Covid-19, che prevedono ingressi contingentati e rispetto delle distanze interpersonali, si consiglia la prenotazione: 0733/256361 | macerata@sistemamuseo.it | www.maceratamusei.it | www.macerataculture.it

11/07/2020
Macerata, caos all'ospedale: ingoia ovuli di cocaina e aggredisce tre agenti. Denunciato pusher nigeriano

Macerata, caos all'ospedale: ingoia ovuli di cocaina e aggredisce tre agenti. Denunciato pusher nigeriano

Blitz antidroga: tre poliziotti rimangono feriti nel tentativo di bloccare uno spacciatore.  Gli agenti, durante  un appostamento e una bonifica nella zona dei Giardini Diaz e di Fontescodella, hanno individuato alcuni cittadini nigeriani che, alla vista dei poliziotti, si sono dati alla precipitosa fuga, unitamente a degli acquirenti che, nella circostanza, erano presenti nella zona. A quel punto ne è scaturito un intenso inseguimento, al termine del quale alcuni soggetti hanno fatto perdere le proprie tracce, mentre altri sono stati  fermati e controllati. Uno di questi è stato accompagnato  dalla polizia in ospedale, in quanto sospettato di aver ingoiato degli ovuli di cocaina e eroina.  Qui, l’uomo volendo sottrarsi agli ulteriori accertamenti clinici cui doveva essere sottoposto, volti a verificare se effettivamente aveva ingoiato ovuli che si presume erano destinati alla vendita, si è scagliato violentemente contro i poliziotti per darsi alla fuga. Dopo una colluttazione  è stato bloccato, per essere sottoposto agli esami medici. Per questo motivo, lo straniero è stato denunciato a piede libero per resistenza a Pubblico Ufficiale. Il Questore Pignataro dichiara che, "ancora una volta, i valorosi poliziotti della Questura di Macerata dimostrano elevata professionalità e mettono a rischio la vita per difendere la comunità di questa provincia. La breccia, che vuole aprire nelle mura di cinta della città di Macerata la criminalità nigeriana, non è stata provocata grazie all’azione delle Forze dell’Ordine, che con disciplina e onore svolgono il proprio lavoro per tutelare le giovani generazioni dalla droga, che causa ogni giorno sofferenza a tante famiglie e la distruzione della vita a molti giovani". Il Questore conclude dicendo che" l’impegno sarà massimo e nessuno passerà da una eventuale breccia che possano aprire gli spacciatori, perché troveranno le Forze di Polizia pronte a respingerli e a ricostruire il muro, così da rendere impossibile la loro presenza nella città di Macerata".

11/07/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.