Macerata

Papa e Chornopyshuk fanno gioire la Maceratese: Monterubbianese al tappeto (VIDEO)

Papa e Chornopyshuk fanno gioire la Maceratese: Monterubbianese al tappeto (VIDEO)

Importante vittoria interna per la Maceratese. I biancorossi superano 3 a 1 la Monterubbianese grazie alla doppietta di Papa e al rigore trasformato da Chornopyshuk e con i tre punti odierni i ragazzi di Nocera salgono al quarto posto in classifica. LA CRONACA  -  Al 16′ la prima occasione è per la Maceratese  con Gabaldi che colpisce in pieno il palo. Al 33′ altra occasione per i biancorossi con il colpo di testa di Telloni che termina di poco sul fondo da ottima posizione. Si chiude sullo 0 a 0 la prima frazione di gioco avara di emozioni Nella ripresa al 7’, occasione Monterubbianese con capitan Vallesi, Brugiapaglia devia sfiorando l’autorete. Al minuto 8 miracolo di Farroni sulla conclusione degli ospiti. Ma ecco che al 15’ cambia l’inerzia del mach è Papa, abile a mettere in rete su assist di Castellano siglando il vantaggio per la squadra di casa. Partita in discesa per la Rata, anzi no perché, non si fa attendere la reazione dei fermani che con  Ferranti al 25′ trovano 1 a 1.  Subito dopo al 33′ fallo da rigore su Castellano: dal dischetto il neo entrato Chornopyshuk non sbaglia e portain vantaggio i biancorossi. A chiudere il match ci pensa poi Papa al 40′ su assist del neo entrato Gagliardini, per il definitivo 3 a 1 . il tabellino: MACERATESE: Farroni, Massini, Brugiapaglia, Perfetti, Telloni, Brack, Gabaldi (60′ Chornopyshuk), Bernacchini (22′ Postacchini), Papa, Rapagnani, Castellano (80′ Gagliardini). All: Nocera. MONTERUBBIANESE: Carnevali, Donzelli, Gregonelli, Pagliaccio, Raschioni, Marinangeli, Nazziconi Matteo, Valle, Ferranti, Vallesi, Nazziconi Francesco. All: Cardelli. ARBITRO: Jules di Cuneo. RETI: 15′ e 40′ st Papa, 25′ st Ferranti, 33′ st (rig) Chornopyshuk. SPETTATORI: 300 circa (50 da Monterubbiano). Ammoniti Perfetti, Telloni, Rapagnani, Nocera  

23/02/2020
Musicultura 2020: a Vergani e Disarmo il premio della giuria nel primo week-end di audizioni

Musicultura 2020: a Vergani e Disarmo il premio della giuria nel primo week-end di audizioni

Ultima ondata di canzoni per il primo week end di grande musica d’autore a Macerata per le audizioni dei 53 artisti in gara a Musicutura 2020. La maratona musicale ha emozionato ed entusiasmato il grande pubblico che ha affollato ogni sera il Teatro Lauro Rossi della città marchigiana. Tra le prime file in platea, in  attento ascolto, la giuria di Musicultura   pronta a dare luce a progetti che hanno un’anima e a carpire il guizzo di un giovane talento ancora sconosciuto, capitanata dal Direttore Artistico del Festival Ezio Nannipieri e composta da Stefano Bonagura critico musicale, Marco Maestri autore e compositore, Fiamma Sanò giornalista, Prof. Marcello La Matina dell’ Università di Macerata, Prof. Roberto Giambò dell’Università di Camerino e dagli studenti dei due atenei partner del Festival. Ed è proprio agli artisti Stefano Vergani e Disarmo è andato il Premio Med Store  ex aequo decretato dalla giuria per la migliore performance della serata, consegnato da Enrico Ruffini Presidente della Società Filarmonico-Drammatica di Macerata, il  teatro che ha ospitato in passato, per  quindici anni le audizioni live  di Musicultura. Stefano Vergani, cantautore brianzolo, già finalista di Musicultura 2015, con il suo stile musicale caratterizzato da una voce molto calda, baritonale, con sfumature un po’ vintage e nostalgiche e da una scrittura ironica,  ha offerto al pubblico  le sue canzone poetiche Cercando un posto al sole, Lo sapevi già e Non so dire se ti ho cercata. Vergani ha raccontato al pubblico il suo radicale cambiamento di vita quando dalla Brianza ha deciso di trasversi a Noto in  Sicilia dove ha  ritrovando una nuova ispirazione artistica . Disarmo è il nome del progetto musicale di Claudio Luisi di Asti, che dopo diverse collaborazioni in veste di interprete, autore e compositore in alcune band, vincendo numerosi concorsi, ha deciso di dedicarsi ad un progetto da solista. Accompagnato dai suoi musicisti ha offerto i suo brani Finale col botto, Antagonista e Presidente, “scritta ai tempi del simpatico e inquietante siparietto social tra Trump e Kim”. Il “Premio Val di Chienti” decretato dal numero dei decibel raggiunti  dagli applausi del pubblico presente al Lauro Rossi è andato a Leonardi Angelucci .Il cantautore romano, con una ricca esperienza di live alle spalle, accompagnato dai suoi musicisti,  ha conquistato il pubblico con il groove potente e percussivo di Contemporaneamente, “se mi chiedi cosa penso e io ti rispondo niente, invece penso a sette cose contemporaneamente” a seguire Angelucci ha offerto generosamente Altopiano, “una lettera d’amore che viaggia nel tempo”, e Sedile posteriore, “una canzone d’amore istintiva”. Ad esibirsi al Lauro Rossi nell’emozionante  maratona del sabato d‘autore Fabio Gaetano Picciocchi, in arte Berlino84,  un nome nato in omaggio al periodo musicale berlinese di David Bowie. Il cantautore di Avellino che s’ ispira alla scena indie ma soprattutto ad artisti che hanno fatto la storia della musica italiana ha portato sul palco i brani Milano-Avellino, Come va a Milano?, e Sotto la pioggia, “un inno a tutte quelle coppie che vivono lontane e che contano solo su di sé”. Apprezzato l’intervento dell’ ospite della serata Walter Costantini, project manager e formatore sull’ influenza della tecnologia nella musica e sul  giusto equilibrio dell’uso della stessa come mezzo per migliorare la vita delle persone. Rinviata alle prossime serate la performance  prevista in programma della cantautrice romana Beatrice Arnera che per motivi personali non ha potuto partecipare. Le audizioni live di Musicultura al Teatro Lauro Rossi di Macerata, proseguiranno giovedì 27 febbraio con la nuova tornata di artisti: La zero, The Vito Movement, Rebi Rivale, Cobalto e con l’amichevole partecipazione di Cristina Donà.  

23/02/2020
Calcio a 5, il Bayer Cappuccini non si ferma: sconfitto il Casenuove

Calcio a 5, il Bayer Cappuccini non si ferma: sconfitto il Casenuove

Prova di forza del Bayer Cappuccini il quale batte in modo ineccepibile 7-2 il Casenuove, squadra osimana che proveniva da 7 vittorie consecutive che l'avevano portata al secondo posto. Quando mancano 7 giornate al termine del campionato sono 9 i punti di vantaggio dei maceratesi nei confronti del Futsal Montegranaro, ad oggi l'unica che può ancora impensierire il Bayer. Tornando alla gara in questione, si è trattato di una vittoria di squadra, dove le qualità dei singoli sono state messe al servizio del gruppo, con tutti i giocatori sempre pronti ad aggredire e cercare di imporre il proprio gioco: merito ovviamente dell'ottimo lavoro del mister Massimo Tirri. Tra i pali bravo Guardati, tutto un altro giocatore rispetto al match d'andata; Giorgini e Bonfigli sono un lusso per questa categoria e lo dimostrano in ogni occasione; ai lati Seferi, Imeraj e Seghetti hanno costruito gioco e rincorso con grinta chiunque gli passasse vicino. I "punteros" Palazzesi e Bajrami hanno fatto impazzire il bravo centrale ospite Duca, il quale più volte è ricorso alle maniere forti per fermarli, ma sempre nel limite sportivo. Impeccabile la direzione di gara da parte di Fagiani. La cronaca del match vede in attacco la formazione di mister Tirri, ma bisogna attendere 12 minuti per vedere il primo gol segnato da Bajrami a conclusione di un azione offensiva da categoria superiore. Il vento dei Balcani poco dopo raddoppia: preciso rilancio di Guardati, stop di petto, si gira saltando l'uomo e fulmina Moretti in uscita. Gli ospiti si rendono pericolosi solo da palla ferma grazie alla varietà di schemi di mister Sbacco, ma non pungono. Al ventesimo assist di Bajrami per l'incursione in area di Giorgini che triplica; le reti del Bayer diventano addirittura 4 con l'immancabile marcatura di Bonfigli sempre preciso a trovare il varco giusto nell'area affollata. Allo scadere del primo tempo il Casenuove accorcia con Bartoccioni che ruba palla a Seferi e la mette dove Gaurdati non può arrivare. Nella ripresa gli ospiti con orgoglio cercano di riaprire la gara, ma il muro difensivo costruito da Giorgini e Guardati resiste alla forte spinta offensiva, quindi al quarto d'ora nuovamente Bonfigli raccoglie una palla vagante al limite dell'area e gonfia la rete per il 5-1. Cingolani a dieci minuti dal termine approfitta dell'unico calo di concentrazione della difesa locale siglando il 2-5, ma il capitano Bonfigli mette fine alla contesa rubando palla insieme a Palazzesi (sfortunato poco prima nel colpire un clamoroso palo interno) e facendo esplodere di gioia i rumorosi supporter maceratesi. Il marchio a fuoco sul 7-2 finale lo mette Giorgini su rigore conquistato dal frizzante Seghetti.  La formazione del presidente Starnoni sarà ospite dell'Audax Montecosaro venerdì 28 febbraio alle 21.30 nella tensostruttura di Montecosato scalo: un'altra sfida molto difficile per il Bayer Cappuccini.      BAYERCAPPUCCINI: Guardati, El Ghouat, Giorgini, Motroni, Seferi, Imeraj, Palazzesi, Bonfigli, Bajrami, Foresi, Seghetti, Tibaldi. All. Tirri  CASENUOVE: Moretti, Bartoccioni, Cecchi, Maggiori, Duca, Spagnolo, Santoni, Baldoni, Cingolani, Pettinari, Dollani, Sica. All. Sbacco Arbitro: Fagiani di Macerata  Reti: al 12° e 14° Bajrami(bc), al 20° e 60° Giorgini(bc), al 27°, 34° e 55° Bonfigli(bc), al 28° Bartoccioni(c), Al 50° Cingolani(c)    

23/02/2020
Macerata,Racconti & falò 2020: i paesaggi calabresi e statunitensi di Helen Barolini

Macerata,Racconti & falò 2020: i paesaggi calabresi e statunitensi di Helen Barolini

Continua il giro del mondo attraverso le pagine dei libri proposto da Racconti & falò 2020 e, dopo la visita all’isola immaginaria di Utopia, si approda ai paesaggi descritti dall’autrice americana, di origini italiane, Helen Barolini nel suo romanzo forse più noto, Umbertina, uscito negli USA nel 1979. All’interno della saga che investe tre generazioni e che viene raccontata attraverso gli occhi delle tre protagoniste si passerà attraverso molteplici scenari: dall’inferno di una Calabria povera e arretrata si giunge a quello inizialmente anche peggiore della giungla urbana di New York, che però poi cede il passo al “paradiso in terra” del quartiere-villaggio costruito dalla comunità di migranti calabresi nella “terra dell’abbondanza”, e quindi dal ritorno in un’Italia post-Seconda guerra mondiale rappresentata quasi come un’Arcadia alla ripetizione del viaggio originale di Umbertina compiuto dalla omonima bisnipote, che come la bisnonna (ri)trova in America il paradiso. Emigrazione, questione femminile, rapporto con le proprio radici: queste e altre le tematiche che vengono raccontate con lo sfondo costituito da paesaggi ben presenti, caratterizzati e caratterizzanti. Umbertina è un importante libro purtroppo difficile da trovare in libreria (l’unica edizione italiana è del 2001 e non è più in catalogo) ma che ben merita lo sforzo di essere cercato e letto. A tenere la lezione sarà Massimo Valerio De Angelis, professore di Lingue e letterature angloamericane all’università di Macerata che abbiamo avuto già il piacere di conoscere lo scorso anno con un bellissimo intervento su Nathaniel Hawthorne e lo scenario naturale italiano. Come per tutti gli altri incontri, questo su Helen Barolini ed il suo romanzo Umbertina è organizzato dalla sezione maceratese di Italia Nostra e dal dipartimento di studi umanistici di UniMC, con il patrocinio del comune di Macerata. L’incontro è stato inoltre accreditato come evento formativo dall'ordine degli architetti di Macerata. L’incontro si terrà mercoledì prossimo, 26 febbraio, alle ore 17:00 presso la sala Castiglioni della biblioteca comunale Mozzi Borgetti, in piazza Vittorio Veneto a Macerata.  

22/02/2020
Musicultura 2020,Audizioni live: la giuria premia Frey e il pubblico Spacca il Silenzio

Musicultura 2020,Audizioni live: la giuria premia Frey e il pubblico Spacca il Silenzio

  Lucio Corsi tra i vincitori di Musicultura 2017, ospite al Lauro Rossi, ricorda i momenti passati a Musicultura e al pianoforte rende omaggio a Fabrizio Frizzi con la canzone che l’amato presentatore gli cantava a Macerata: Hai un amico in me di Randy Newman nella versione italiana di Cocciante dal film Toy Story, per il quale Frizzi doppiò il cowboy Woody. Il cantautore maremmano, elegantissimo, come sempre nel suo stile da glam rocker,  alle audizioni live ha offerto al pubblico: Cosa faremo da grandi? la canzone nata d’inverno sulla spiaggia del suo paese  Castiglione della Pescaia che “parla di grandi imprese mandate in fumo con l’animo in pace e di un possibile modo di vivere  dove ad esser festeggiati non sono i traguardi ma le linee di partenza” di recente l'uscita dell’omonimo album prodotto insieme a Francesco Bianconi e Antonio "Cooper" Cupertino.Applauditissimo, Lucio Corsi ha continuato con l’esecuzione di Maremma  amara, una canzone popolare maremmana e una medley di Dalla, poi alla chitarra ha cantato la sua incantevole e immaginaria favola Senza titolo. Ad aggiudicarsi Il “Premio Med store” assegnato dalla giuria di Musicultura per la migliore esibizione della serata Frey, la giovane cantautrice di Cremona. L’artista ha eseguito sul palco i brani Baci nel vento, Boomerang e Scusa ah ah ah con una voce potente ricca di risonanze con richiami a diversi mondi musicali. Il pubblico del Lauro Rossi con “Premio Val di Chienti” ha scelto Spacca il Silenzio, il progetto musicale dei due fratelli Grella da Napoli.  Con uno stile teatrale da buskers,  accompagnati da strumenti musicali creati o recuperati durante i loro viaggi, gli artisti partenopei hanno coinvolto con passione i presenti con i  brani Le origini, Km di vita e Ora posso guardare le cose con lucidità. Sul palcoscenico di Musicultura le note cantautorali di Davide Sellari, in arte  Olden hanno accarezzato il cuore del Lauro Rossi. L’artista perugino residente a Barcellona  accompagnato dalla sua  band ha proposto tre canzoni tratte dal suo nuovo album uscito il giorno stesso delle sue audizioni:  Gli stessi sorrisi di sempre, Vacanza breve e Il Clown. Apprezzata l’esibizione del giovanissimo Riccardo in arte Cogito (classe 1998)  di Venezia, affiancato dalla sua spalla J Milli e dalla sua band, ha offerto ai presenti con il suo stile urban pop i brani Molotov e Cicca & Caffè, “dedicata a tutte quelle persone che si danno sempre un sacco da fare e hanno tutti i giorni impegnati”. Sulle note di Lucciola l’intero teatro si è illuminato con le torce degli smartphone del pubblico in sala. Domani domenica 23 febbraio ultima trance di audizioni live al Teatro Lauro Rossi di Macerata dalle ore 17 sono attesi sul palcoscenico di Musicultura gli artisti:  Luna Palumbo, SofSof, Senna, Fabrizio Gatti e Toto Toralbo gia tra gli otto vincitori di Musicultura 2014. Le audizioni live proseguiranno per altri due week end di grande musica d’autore il 27, 28, 29 febbraio e 1 marzo;  5, 6 e 7 marzo L’ingresso è gratuito e chi non sarà presente in teatro potrà seguire gli spettacoli via streaming sul profilo Facebook di Musicultura

22/02/2020
Macerata, Fabrizio e Rossana hanno coronato il loro sogno d'amore in Comune (FOTO)

Macerata, Fabrizio e Rossana hanno coronato il loro sogno d'amore in Comune (FOTO)

Fabrizio Magnarelli e Rosanna Procaccini si sono uniti oggi in matrimonio presso il Comune di Macerata. Davanti ad una folla di amici e parenti i due novelli sposi si sono detti il fatidico "si" durante il rito civile celebrato dal cognato della sposa e delegato dal Sindaco Marco Bonfigli. Dopo la cerimonia Fabrizio e Rosanna hanno ricevuto tutti gli invitati a "Villa Colleverde" di Montecassiano.  

22/02/2020
Scomparsa del prof.Franco Fatichenti: il cordoglio del Rettore Adornato

Scomparsa del prof.Franco Fatichenti: il cordoglio del Rettore Adornato

Con queste parole il Rettore dell'Università di Macerata ha voluto esprimere il suo cordoglio per la scomparsa del prof.Franco Fatichenti:   “A nome dell’ateneo e mio personale, esprimo profondo cordoglio per la scomparsa del professore Franco Fatichenti, che con la sua competenza e professionalità ha contribuito a mantenere alto il prestigio degli studi giuridici nell’Università di Macerata”.   Fatichenti ha iniziato la carriera Universitaria come assistente volontario alla cattedra di Procedura Civile del Prof. Mauro Cappelletti. Nel 1968 diventó Docente associato alla cattedra di Procedura Civile presso l’allora Facoltà di Giurisprudenza di Macerata.

Macerata,D'Alessandro sul Convitto:"Situazione imbarazzante,la sicurezza degli studenti deve essere prioritaria"

Macerata,D'Alessandro sul Convitto:"Situazione imbarazzante,la sicurezza degli studenti deve essere prioritaria"

"Il Convitto nazionale ha bisogno di aule e chiede gli spazi nella stessa sede del Pannaggi, lasciati liberi dopo il trasferimento della Dante Alighieri presso il nuovo polo scolastico. Da ricordare che attualmente alcune aule sono state allestite in emergenza, non a norma, con la promessa che sarebbero state ricollocate non appena la Dante Alighieri fosse andata via. Le famiglie hanno  raccolto più di mille firme per scongiurare il trasferimento delle classi presso la sede del Don Bosco, perché considerata una sede molto meno sicura rispetto alla sede del Pannaggi, ma ad oggi, nonostante il Sindaco e il Presidente della Provincia avessero assicurato tutta la loro collaborazione, nulla di certo si sa, nessuna autorizzazione ufficiale è arrivata alla scuola. Anzi, si parla di una eventuale 'ordinanza contingibile e urgente' per liberare il pianterreno dell’istituto e per permettere agli uffici del tribunale di essere spostati per eliminare il rischio amianto". Ha commentato così l'attuale situazione del Convitto Nazionale Francesca D'Alessandro, esponente maceratese di "Fratelli d'Italia" "Fratelli d’Italia capisce la necessità di fare i lavori per tutelare la salute del personale del Tribunale, ma non capisce perché il trasferimento di tali uffici non possa essere fatto altrove, per esempio nei locali del Don Bosco - sottolinea D'Alessandro - Riteniamo infatti che la sicurezza degli studenti debba essere il principio guida per ogni decisione di buon senso. Il Sindaco e il Presidente della Provincia di Macerata dovrebbero in ogni modo chiarire questa situazione per rispetto delle tante famiglie che hanno iscritto i loro figli al Convitto nazionale e che meritano una risposta certa" "Oltremodo discutibile inoltre la richiesta alla scuola, appresa dalle testate giornalistiche locali, da parte del  Comune, di pagare le bollette da febbraio, pena il taglio della luce, dimenticando oltretutto che la scuola è una scuola terremotata. In barba a ragazzini entusiasti che hanno scelto questa scuola per l’ottima gestione, per l’offerta formativa e per il lavoro del personale scolastico! I costi di gestione dovrebbero essere in capo alla Provincia, secondo il Comune e in capo al Comune, secondo la Provincia - conclude - In attesa che la querelle si risolva, il Comune avverte che alla scuola potrebbe essere tagliata la luce, qualora non paghi. Fratelli d’Italia pretende chiarezza, chiede rispetto, chiede che i ragazzi e il diritto all’istruzione abbiano la priorità su tutte le questioni che, solo con un po’ di buona volontà, potrebbero essere risolte, senza perdere ulteriore tempo e rispettando un principio costituzionalmente garantito. E’ per questo che verrà effettuata una interrogazione sia in Consiglio comunale che in quello provinciale, con l’auspicio di dare risposte certe su una situazione diventata ormai quasi imbarazzante e avvilente"

22/02/2020
Serie D, il Volley Macerata cade a Fano e vede allontanarsi la zona salvezza

Serie D, il Volley Macerata cade a Fano e vede allontanarsi la zona salvezza

Il Volley Macerata perde un’altra occasione per raccogliere quanto seminato ed esce sconfitto dal campo di Fano; un incontro equilibratissimo, ad esclusione del terzo set, dove le due squadre non si sono risparmiate che ha visto però la formazione fanese essere più cinica e spietata nelle fasi calde della partita riuscendo così a portare a casa tre punti fondamentali nella lotta salvezza.Il match: coach Matteo Cacchiarelli schiera in avvio Marincioni in cabina di regia opposto ad Aguzzi, Ciccioli e Gigli schiacciatori ricevitori, Singh e Bussolotto centrali, Plesca libero; risponde coach Angeletti con la diagonale palleggiatore-opposto formata da Benocci e Tito, Sabatini e Rovinelli in banda, Durdevic e Grasso al centro, Gori libero. Dopo un iniziale equilibrio è Macerata a firmare il primo allungo grazie a Ciccioli (4-7); l’ace di Benocci riporta Fano a -1 (10-11) ma gli attacchi di Gigli ed i muri di Aguzzi e Bussolotto permettono agli ospiti di scappare sul 10-16. Nonostante il divario la Virtus non molla, spinge al servizio recuperando tutto il gap e Rovinelli, in attacco, pareggia a quota 19. Nel rush finale un attacco in rete degli ospiti regala il 21-19 ai fanesi che riescono a mantenere inalterato il vantaggio fino al 25-23, firmato da Durdevic, che chiude il primo parziale.Al cambio di campo Macerata prova di nuovo a fare l’andatura e, con i punti di Singh e Gigli, allunga sull’1-5; Fano recupera il vantaggio ed il muro di Tito vale la parità a quota 6 ma la squadra ospite trova un break, stavolta di sei punti consecutivi, che le consente di scappare sul 6-12. L’ace di Marincioni e l’attacco out del neo entrato Tranquilli danno il massimo vantaggio a Macerata (10-18) che riesce a mantenere inalterato il distacco fino al 14-22 quando i locali prendono coraggio e dimezzano lo svantaggio recuperando fino al 19-23; Ciccioli, in pallonetto firma il set point (19-24) mentre Aguzzi, alla terza possibilità, chiude la seconda frazione con il punteggio di 21-25 riaprendo il match.Il terzo periodo è un monologo fanese: tre punti consecutivi di Durdevic regalano subito il 3-0 alla squadra di casa con Roberti che firma l’ace del 10-4; il Volley Macerata non riesce a reagire e Tranquilli trova il muro vincente che vale il 16-7. Matteo Cacchiarelli prova a cambiare la diagonale palleggiatore-opposto con Gentili che ricambia la sua fiducia siglando l’ace del 19-14. La Virtus rende pan per focaccia con Benocci che, dai nove metri, firma il 22-15 mentre Roberti chiude in scioltezza il terzo parziale con il punteggio di 25-17. Al rientro in campo delle due formazioni l’equilibrio la fa da padrone (8-8) ma Macerata prova a mettere la freccia guadagnando tre punti di vantaggio (8-11); Grasso accorcia sul -1 (12-13) però Gigli, dal quattro, rimette le cose come stanno regalando il +3 alla sua squadra (14-17). I muri di Durdevic e Grasso, sommati all’attacco di Roberti, consentono a Fano di ribaltare la situazione e di passare a condurre 19-18 mentre Tranquilli, in attacco, consegna ai suoi il punto del 23-21; Ciccioli accorcia (23-22) ma Sabatini porta i suoi al set point (24-22). Il Volley Macerata prova con tutte le forze a rientrare ma non finalizza l’attacco del -1 ed allora lo stesso Sabatini ringrazia e chiude il set 25-22 ed il match con il risultato di 3-1.Risultato forse un po’ troppo severo per quanto visto in campo con il Volley Macerata che ha migliorato il suo gioco ma non è riuscito a tirare fuori il “killer instinct” necessario per chiudere determinate azioni in proprio favore consentendo alla Virtus Volley Fano di chiudere l’incontro in proprio favore.Ora il discorso salvezza si complica ulteriormente per i ragazzi di Matteo Cacchiarelli e Giammarco Storani che stanno esaurendo i jolly nelle loro mani; urgono punti pensanti nelle restanti sei partite per provare ad andare a caccia di una salvezza miracolosa. Il prossimo appuntamento è fissato per Sabato 7 Marzo alle ore 21:00 con i biancorossi che riceveranno, alla Palestra della Scuola Elementare di Villa Potenza, la visita dell’Emmont Azzurra.Virtus Volley Fano – Volley Macerata 3-1(25-23 21-25 25-17 25-22)Virtus Volley Fano: Sabatini 9, Roberti 12, Floris, Rovinelli (K) 9, Tranquilli 9, Tito 3, Benocci 4, Grasso 3, Durdevic 16, Gori (L2). Non entrati: Galeri, Girolometti (L1). All. Angeletti – SorcinelliVolley Macerata: Del Gobbo , Ciccioli 13, Aguzzi 7, Gigli (K) 18, Gentili 1, Marincioni 1, Singh 5, Bussolotto 2, Palombarini, Meschini, Plesca (L). Non entrato: Cacchiarelli A.. All. Cacchiarelli M. – StoraniArbitro: Gabbianelli Damiano (PU)

22/02/2020
Macerata, "Appassionata": al Teatro Lauro Rossi si esibiranno Samson Tsoy e il Quartetto delle Marche

Macerata, "Appassionata": al Teatro Lauro Rossi si esibiranno Samson Tsoy e il Quartetto delle Marche

Pianoforte e archi sono la proposta di Appassionata per la sera di carnevale al Teatro Lauro Rossi martedì 25 febbraio alle ore 21. Samson Tsoy si esibisce insieme al Quartetto delle Marche, un quintetto formato per l'occasione dal pianista kazako, musicista giovane e già vincitore di premi prestigiosi, e l'ensemble marchigiano composto da David Taglioni e Giuditta Longo ai violini, Aurelio Venanzi alla viola e Andrea Agostinelli al violoncello. Insieme eseguono alcune delle più belle pagine composte per pianoforte e archi, il Quintetto in fa minore di César Franck e il Quintetto per pianoforte op.81 di Antonín Dvořák. Forte e intenso, dedicato a Saint-Saëns che era al piano nella prima esecuzione assoluta del brano, il Quintetto per pianoforte e archi del compositore belga-francese sancisce nel 1878-'79 il rinnovamento della forma-sonata attraverso la forma ciclica, fra innovazioni armoniche, il susseguirsi immaginifico delle modulazioni e l'uso estensivo del cromatismo che la rendono anche un'opera dal linguaggio nuovo e ardito per l'epoca. L'opera di Dvořák è una coinvolgente integrazione di elementi romantici, ispirati da Brahms, e colori folclorici. Un profondo lirismo si offre all'ascoltatore fra temi struggenti e delicati arpeggi e lo conquista per la ricchezza emozionale che riesce a esprimere mescolato com'è alla nostalgia e alla malinconia tipiche della musica popolare slava. Il concerto è realizzato in collaborazione con l'Università degli studi di Macerata, presso la quale, nell'aula Coronelli del Polo Tucci in Corso Cavour, lunedì 24 febbraio alle ore 17 si terrà un incontro aperto agli studenti e al pubblico con il pianista Samson Tsoy e David Taglioni, violinista del Quartetto delle Marche e direttore artistico dei Concerti di Appassionata, con la moderazione della docente Unimc Giuseppina Larocca e l'intervento introduttivo di Andrea Trettaccone. Insignito della Santander Paloma O’Shea International Piano Competition e vincitore anche della 9a Campillos International Piano Competition, Tsoy ha debuttato nell'ultima stagione con la BBC Symphony Orchestra diretta da Alexander Vedernikov e la Mariinsky Orchestra per la direzione di Valery Gergiev. Sempre lo scorso anno si è esibito in numerosi fra i festival più prestigiosi, fra i quali Aldeburgh Festival, Kilkenny Arts Festival, Theatre de la Ville a Parigi e Mozartiade a Siviglia. Le sue più recenti apparizioni lo hanno visto in tournée insieme alla Philharmonia Orchestra’s Stravinsky; fra gli eventi da segnalare in questa stagione ci sono i recital e le esibizione con orchestra alla Wigmore Hall, alla Queen Elizabeth Hall, alla Great Hall del Conservatorio Tchaikovsky  di Mosca, al Mariinsky Theatre, e al Theatre de la Ville. Il Quartetto delle Marche nasce nel 2009 dalla passione che i suoi quattro componenti hanno sempre nutrito per il Quartetto d'Archi, formazione considerata la regina della musica da camera. I suoi componenti vantano una intensa attività concertistica in varie formazioni, dal duo al sestetto; alla musica da camera hanno da sempre affiancato collaborazioni con orchestre come l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia, l'Orchestra del Petruzzelli di Bari, l'Orchestra da Camera di Mantova, i Solisti di Pavia, i Solisti Aquilani, l'Orchestra Filarmonica Marchigiana, l'Orchestra Internazionale d'Italia, l'Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro, l'Orchestra Verdi di Milano, l'Orchestra da Camera di Bologna dove spesso hanno ricoperto il ruolo di prime parti. Il Quartetto delle Marche affronta il vasto repertorio con umiltà e devozione, arricchendo spesso le esecuzioni con idee nuove frutto di una ricerca musicale costante e appassionata. L'intento è quello di contribuire alla più ampia diffusione della musica quartettistica nello spirito della condivisione e del coinvolgimento emotivo. Fanno anche parte del repertorio del Quartetto pagine di autori Marchigiani dimenticati ma che hanno operato in tutta Europa come Venanzio Rauzzini, Luigi Tomasini e Lino Liviabella. Il Quartetto delle Marche è presente nelle stagioni concertistiche delle più importanti associazioni musicali, riscuotendo sempre consensi di pubblico e di critica. La stagione 2019-2020 dei Concerti di Appassionata è organizzata dall’Assessorato alla cultura del Comune di Macerata insieme all'Associazione Musicale Appassionata, con il sostegno di MiBACT, Regione Marche, Società Civile dello Sferisterio-Eredi dei Cento Consorti, APM, Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata, Università degli studi di Macerata, Istituto Confucio, ANMIG. In collaborazione con Marche Concerti, Consorzio Marche Spettacolo e Accademia di Belle Arti di Macerata. Valli Pianoforti è partner tecnico. Biglietti a 5, 15 e 20 euro presso la Biglietteria dei Teatri (mart.-sab. 10-12, 16.30-19.30, T 0733-230735) e online su Vivaticket (con diritti di prevendita). Per informazioni www.comune.macerata.it, www.appassionataonline.it.  

22/02/2020
Macerata,Videosorveglianza: nuova sala di controllo per il comando dei Carabinieri

Macerata,Videosorveglianza: nuova sala di controllo per il comando dei Carabinieri

Nuovo e importante tassello sul fronte del Piano per la Sicurezza Urbana del Comune di Macerata approvato dal Consiglio comunale alla fine del 2016. Da oggi, infatti, il sistema di videosorveglianza, contemplato al suo interno, può contare anche sull’operatività della sala di controllo allestita, con il finanziamento dell’Amministrazione comunale, nel Comando provinciale dei Carabinieri dopo l’avvenuta firma del protocollo a tutela della privacy. La nuova sala, che ad aggiungersi a quelle già esistenti all’interno del Comando della Polizia locale a cui si unirà a breve quella della Questura dotata anche del collegamento con il Sistema Nazionale Targhe e transiti, offre anche in questo caso, la possibilità di visionare in tempo reale tutte le immagini provenienti dal sistema di videosorveglianza di Macerata, permettendo di mettere in campo azioni di prevenzione e contrasto di crimini magari verso quelli particolarmente attenzionati come furti e rapine. Inoltre nella sala è possibile tenere sotto controllo anche le telecamere, installate dall’Apm, del parcheggio centro storico, del passaggio pedonale e del terminal degli autobus urbani.  “L’attivazione della sala controllo a disposizione della Stazione dei Carabinieri di Macerata  - interviene l’assessore alla Sicurezza Mario Iesari - migliora certamente la capacità di intervento e di indagine del sistema di sicurezza territoriale favorendo e rafforzando il coordinamento fra tutte le forze di Polizia nazionali e locali a cui la nostra Amministrazione ha lavorato in questi anni nel quadro delle scelte operata con l’approvazione del Piano della Sicurezza Urbana.” Il sistema di videosorveglianza su cui l’Amministrazione comunale ha investito 200.000,00 euro, più di 10.000,00 euro nel 2019 per le 4 telecamere di Villa Lauri che sono già state installate, a cui vanno ad aggiungersi altri 59.550,00 euro finanziati per metà dal Ministero dell’Interno nell’ambito dei patti per l’Attuazione della sicurezza urbana firmati in Prefettura nel 2018, conta attualmente 84 telecamere di cui 45 a lettura targhe (OCR) e 39 di contesto.  

22/02/2020
Coronavirus, Gostoli ad Arrigoni: "Regione pronta da tempo. Vuole creare psicosi, ma così danneggia le Marche"

Coronavirus, Gostoli ad Arrigoni: "Regione pronta da tempo. Vuole creare psicosi, ma così danneggia le Marche"

“Al momento non c’è nessun caso di Coronavirus registrato nelle Marche. L’allerta rimane alta, ma sbaglia la Lega a tentare di creare una psicosi per propaganda elettorale, perché danneggia la nostra regione. Ad Arrigoni magari non interessa perché è un forestiero. Noi però siamo una terra accogliente e ospitale, ed è sempre il benvenuto.” Parole del segretario regionale Pd Giovanni Gostoli al commissario della Lega marchigiana, il senatore di Lecco Paolo Arrigoni che ha messo in dubbio il lavoro della Regione sulla prevenzione e lotta all’epidemia.“Il fatto che ci sia il silenzio è perché noi alle parole preferiamo i fatti. Inoltre, con un clamore mediatico anche i medici, i professionisti e i tecnici lavorerebbero in un clima difficile - aggiunge Gostoli - Le Marche sono pronte da tempo per prevenire e affrontare l’emergenza. La Regione si era già attrezzata per monitorare ed eventualmente affrontare casi di contagio già prima della dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Governo italiano. Da diversi giorni - conclude il segretario Pd - è attivo il Gores (Gruppo Operativo Regionale per le Emergenze Sanitarie), tavolo tecnico che la Regione Marche ha scelto da tempo di costituire con interfaccia tra operatori sanitari esperti e protezione civile regionale.”

22/02/2020
Paura Coronavirus a Macerata, ma la Regione smentisce: "Solo un'influenza, caso non sospetto"

Paura Coronavirus a Macerata, ma la Regione smentisce: "Solo un'influenza, caso non sospetto"

Paura Coronavirus all’ospedale di Macerata, ma è una normale influenza. Nella giornata di oggi si è diffusa l’erronea notizia di un caso sospetto di Coronavirus, ricoverato all’ospedale del capoluogo. Si tratta di un uomo di 44 anni, che si trova all’ospedale con sintomi influenzali e febbre. L’uomo, a gennaio, era stato in Inghilterra per lavoro ed era venuto a contatto con cittadini cinesi. In questi giorni è stato colpito da sintomi influenzali e da qui il precauzionale ricovero in ospedale. I medici, però,  hanno subito escluso che possa trattarsi del tristemente noto Coronavirus. Da una parte i cinesi con cui è venuto a contatto stanno tutti bene, dall’altra, il periodo di incubazione supera i 14 giorni (tempo massimo perché si presentino i sintomi del virus). La Regione Marche, in una nota, comunica infatti: “la situazione è già catalogata come "caso non sospetto" tanto che non sarà fatto alcun prelievo, né alcuna verifica diagnostica. Il caso non rientra nei criteri di allerta per Coronavirus”.

21/02/2020
Macerata, Maurizio Mosca:"a nome del centro destra, Lega esclusa: si confida nella migliore scelta"

Macerata, Maurizio Mosca:"a nome del centro destra, Lega esclusa: si confida nella migliore scelta"

A nome dei gruppi di CDU, Fratelli d'Italia e Forza Italia è intervenuto Maurizio Mosca riguardo al candidato che sarà scelto per rappresentare il centro destra alle prossime amministrative del Comune di Macerata: "Tutta la coalizione di centro destra prende favorevolmente atto che sono state formalizzate le proposte e le disponibilità per la candidatura a sindaco. La Lega ha espresso la propria proposta con generosità, così come hanno fatto il nuovo CDU,Fratelli d’Italia e come si è proposta di fare anche Forza Italia. Si confida che, nella ricchezza delle proposte si possa, entro il minor tempo possibile, addivenire alla miglior sintesi di uomini e programmi. Il tutto nell’esclusivo interesse del bene di Macerata e nel rispetto delle sensibilità di tutte le forze e intelligenze del centro destra".    

21/02/2020
Confindustria Macerata, grande partecipazione per l'incontro formativo sugli incentivi fiscali e assunzioni agevolate

Confindustria Macerata, grande partecipazione per l'incontro formativo sugli incentivi fiscali e assunzioni agevolate

  Dal 2020, a seguito dei provvedimenti di fine anno, sono stati introdotti nuovi importanti incentivi fiscali, così come numerose sono le novità riguardanti la tassazione e gli adempimenti da parte delle imprese. Anche in materia di incentivi alle assunzioni si sono susseguite nel tempo una serie di disposizioni normative che richiedono un’analisi ed un approfondimento mirato su detta tematica. Considerata l’importanza e la numerosità dei contenuti,Confindustria Macerata ha ritenuto opportuno organizzare, in collaborazione con l’Area Politiche Fiscali di Confindustria, un incontro informativo al fine di venire incontro alle concrete esigenze delle aziende e fornire alle stesse gli strumenti più adeguati per affrontare le gestione delle proprie problematiche. L’incontro, si è tenuto nella Sede di Confindustria Macerata ed ha visto una grande partecipazione di pubblico sia in termini numerici che di attenzione. I relatori dell’incontro sono stati: l’Avv. Francesca Mariotti, Direttore Politiche Fiscali di Confindustria e la Dott.ssa Elisabetta Cristallini dell’Area Relazioni Industriali e Sindacali di Confindustria Macerata, ha aperto i lavori il Direttore di Confindustria Macerata Gianni Niccolò. Al termine è intervenuto il Dott. Fabio Palladino, Direttore di Rete “Repas Lunch Coupon”, che ha illustrato la nuova Convenzione sui Buoni Pasto sottoscritta da Confindustria Macerata e Repas Lunch Coupon.    

21/02/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.