Macerata

“Credito d’imposta nell'area del cratere”: grande partecipazione al seminario di Confindustria Macerata

“Credito d’imposta nell'area del cratere”: grande partecipazione al seminario di Confindustria Macerata

Grande partecipazione di pubblico per il Seminario sul tema del “Credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali nel cratere”, organizzato nel pomeriggio di martedì 18 settembre presso la sede di Confindustria Macerata. In un incontro di grande rilevanza sono stati chiariti, approfonditi e dibattuti temi fortemente sentiti quali gli aspetti principali delle importanti agevolazioni previste per le imprese appartenenti all’Area del Sisma. Con il provvedimento dello scorso 9 agosto, infatti, l’Agenzia delle Entrate ha dunque reso operativo il credito d’imposta per i beni strumentali, e dal 25 settembre si aprirà quindi la possibilità di inviare le istanze. Nell’intervento introduttivo del Presidente di Confindustria Macerata Gianluca Pesarini è stato sottolineato quanto le misure agevolative oggetto dell’incontro rappresentino un’importante occasione per il rilancio del tessuto produttivo locale e per l’intera economia del nostro territorio. Un sistema di sostegni simile a quello già utilizzato da alcuni anni nell’Area del Sud Italia, le cui regole e adempimenti sono stati ampiamente esplicati e chiariti dalla relatrice dell’incontro: la Dottoressa Valeria Salvi dell’Area Politiche Fiscali di Confindustria Nazionale. Hanno preso parte al seminario, per il quale era previsto il conferimento di crediti formativi di studio, anche la presidente Rosaria Garbuglia ed alcune rappresentanti dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Macerata e Camerino.

19/09/2019
Macerata, per la "Giornata Mondiale dell'Alzheimer" un menu dedicato in 15 ristoranti

Macerata, per la "Giornata Mondiale dell'Alzheimer" un menu dedicato in 15 ristoranti

Manuela Berardinelli, presidente dell'Associazione "Afam Alzheimer Uniti Marche Onlus", ha presentato in una conferenza stampa indetta alla Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata le iniziative pensate in vista della 26esima "Giornata Mondiale dell'Alzheimer" di sabato 21 settembre. Presenti all'evento di presentazione anche l'assessore alle politiche sociali del comune di Macerata Marika Marcolini e la dottoressa Susanna Cipollari.  A partire dalle 16:30 di sabato, infatti, la Sala Convegni dell'Asilo Ricci ospiterà l'incontro "Alimentazione ed Alzheimer", che vedrà la partecipazione dei dottori Amedeo Giorgetti, Paolo Pasquali e Susanna Cipollari.  Al termine dell'incontro sarà possibile prenotare in uno dei ristoranti aderenti all'iniziativa "Il cibo della memoria" per gustare deliziosi piatti e rendersi parte attiva del progetto solidale. "Ben quindici ristoranti della città di Macerata ci hanno dato la loro entusiastica collaborazione - ha spiegato Manuela Berardinelli in conferenza stampa -. I clienti che, dal 20 sino al 29 settembre, ordineranno il piatto proposto da ogni ristoratore come "cibo della memoria" devolveranno un euro all'Associazione Afam. I fondi raccolti saranno destinati al progetto <<Macerata: città amica della persona con demenza>>". I locali aderenti sono: Centrale Eat, Di Gusto, Fabric, Il Pozzo, Il Quartino, Koiné Vineria, Lu Spaccittu, Vere Italie, Macrobiotico, Le Case, Osteria di Agnese, Lord Bio, Quanto Basta, La Taverna, Da Silvano.  Inoltre, l'Afam sta per aprire la campagna di raccolta fondi "Uniti per CircolaMente" per ristrutturare e arredare la nuova sede del centro d'incontro "CircolaMente" in via dei Velini, donata dall'amministratore unico del Gruppo Med Store Sandro Parcaroli a seguito dell'inagibilità del precedente punto sito in piazza Mazzini, a Macerata. Si tratta di una struttura di 200 metri quadri che ha, però, bisogno di essere ammobiliata per consentire la creazione dei diversi ambienti in cui organizzare le attività.  La campagna crowdfunding sarà attiva dal 23 settembre sino al primo novembre sulla piattaforma Eppela al seguente indirizzo: eppela.com/unitipercircolamente.  Si tratta di una campagna reward, ovvero a premi, ha spiegato la dottoressa Susanna Cipollari. "In base all'importo donato si riceverà un premio equivalente. Il nostro obiettivo è raggiungere 10.000 euro di donazioni. Chiediamo a quante più persone possibili di donare anche solo dieci euro e di parlare di questa iniziativa a dieci amici fidati: in questo modo si creerebbe un passaparola spontaneo che ci porterebbe in breve tempo al raggiungimento dell'obiettivo".   "CircolaMente non è un centro diurno o un luogo riservato alle persone con demenza - ha sottolineato Manuela Berardinelli -, ma l'esatto opposto: uno spazio aperto e gioioso, dove tutti trovano accoglienza senza barriere, giovani e anziani, sani e ammalati. Un posto in cui si sta insieme e dove iniziare ad abbattere la solitudine, vero male del nostro tempo. La socialità, è stato provato scientificamente, rallenta il decorso della malattia".  L'assessore alle politiche sociale del comune di Macerata, Marika Marcolini ha ricordato: "Si tratta di un progetto importante per l'intera città di Macerata. L'Alzheimer è una malattia che emargina, con malati e famiglie che si trovano a non poter più uscire di casa: noi dobbiamo ribaltare questa logica. Piazza Mazzini era un luogo perfetto e agevolava l'incontro con i cittadini per via della posizione centrale e delle grandi vetrate. Spero che il nuovo punto in via dei Velini sia altrettanto frequentato". 

19/09/2019
La Roana Cbf fa soffrire Filottrano. Paniconi: "Grandi risposte dalla squadra"

La Roana Cbf fa soffrire Filottrano. Paniconi: "Grandi risposte dalla squadra"

Tre set intensi a Filottrano per dare a coach Luca Paniconi le risposte che attendeva. 2 set su 3 se li aggiudica la Lardini (25-20, 23-25 e 28-26 i parziali), ma la Roana Cbf Helvia Recina Macerata ha confermato quanto di buono mostrato in approccio sabato scorso alla Marpel Arena contro la Omag Consolini, riuscendo ad occultare il gap di categoria con le padrone di casa e sfiorando il colpaccio nel terzo set. Se lo scopo era quello di testare le ragazze in una situazione di difficoltà, data dal livello tecnico dell’avversario, c’è di che essere soddisfatti. “Ho avuto risposte estremamente positive dalla squadra – conferma il tecnico delle maceratesi –, un bel modo di stare in campo, un bell’atteggiamento e direi anche una buona qualità, ci sono state anche belle prestazioni individuali, oltre che di squadra.” Roana Cbf che è partita con lo stesso sestetto che aveva iniziato contro la Omag (Lancellotti e Smirnova in diagonale, Pomili e Kosareva in banda e la coppia Martinelli-Rita al centro, con Pericati libero) e nel prosieguo ha provato altre soluzioni, anche se stavolta il fatto di giocare in 3 set non ha permesso di utilizzare tutto il roster a disposizione. Positive le risposte anche di chi è subentrato. “Mi dispiace molto per le ragazze che non hanno potuto giocare – ha spiegato Paniconi –. Purtroppo non avevo fatto i conti con il limite di orario che era stato fissato e che non ha permesso di giocare il quarto set, dove contavo di attuare un turnover più ampio. Però queste sono le squadre che piacciono a me: le squadre con alternative credibili. Tutte possono guadagnarsi spazi importanti e in certi momenti sarà importante avere il coraggio di osare e dare spazio a chi se lo merita”. Unico rammarico, se così si vuole definirlo, il terzo set dove la Roana Cbf ha capitolato solo nel finale, dopo essere stata in vantaggio per buona parte del parziale. “Come ho detto alle ragazze alla fine, dobbiamo anche imparare che queste giornate di qualità devono essere anche concretizzate, perché alla fine potevamo anche vincere – il commento di coach Paniconi –. Credo che non lo abbiamo vinto perché siamo un po’ scesi a livello di modo di stare in campo, quell’atteggiamento di cui parlavo e che forse in quel momento è un po’ mancato, ma non posso rimproverare nulla alle ragazze. Di certo guardiamo alle tante cose belle che si sono viste.” Nel week-end altro doppio impegno a Chianciano, sabato 21 e domenica 22, con la sfida al Bisonte, altro test assolutamente probante per le ragazze.

19/09/2019
Da Ancona a Macerata in bus con 10 ovuli di cocaina nell'intestino: arrestato pusher 28enne

Da Ancona a Macerata in bus con 10 ovuli di cocaina nell'intestino: arrestato pusher 28enne

Nel tardo pomeriggio di ieri,18 settembre, i poliziotti della Squadra Mobile di Ancona hanno arrestato  in flagranza un giovane cittadino nigeriano, C.S. di 28 anni, responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina. Gli agenti hanno iniziato a pedinarlo ieri mattina, alle ore 9 circa, quando lo hanno visto mentre saliva a bordo di un pullman diretto a Macerata. Sul mezzo sono saliti anche degli agenti in borghese, sospettando che il giovane avesse ingerito della droga destinata allo spaccio nelle maceratese, e arrivato a destinazione il personale di Polizia, coadiuvato dalla squadra mobile di Macerata lo ha fermato e condotto in ospedale.  Dalle radiografie effettuate, è emerso con difficoltà che C.S., all’interno dell’intestino, aveva 10 ovuli, successivamente accertato trattarsi di cocaina. L’esame diretto all’individuazione dei corpi estranei è stato reso ancora più difficile dal fatto che gli ovuli, erano stati termosaldati con nylon nero, proprio per eluderne la visualizzazione ai raggi x. Visti i positivi riscontri ottenuti dagli esami radiologici, il personale della Squadra Mobile di Ancona, Sezione Criminalità Organizza, ha effettuato una perquisizione presso l’abitazione occasionale del giovane ad Ancona, dove l’arrestato si recava spesso per incontrare la sua compagna. Dalla perquisizione sono stati trovati e sequestrati altri 21 ovuli cocaina. All’esito dell’attività investigativa il giovane cittadino nigeriano è stato arrestato in flagranza per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e portato poi nel carcere di Montacuto, in attesa della convalida dell’arresto.  

19/09/2019
Ai Campionati Marchigiani di San Benedetto del Tronto brillano i giovani dell'AVIS Macerata

Ai Campionati Marchigiani di San Benedetto del Tronto brillano i giovani dell'AVIS Macerata

Lo scorso fine settimana la pista azzurra San Benedetto del Tronto ha ospitato una bella edizione dei Campionati Marchigiani giovanili cadetti e allievi che, per la prima categoria, sono un passaggio importante per i Campionati Italiani di Forlì della prima settimana di ottobre e, in questa occasione, i giovani dell’AVIS Macerata hanno conseguito ottimi risultati, frutto di una preparazione avviata anche nei mesi estivi. Su tutti spicca la vittoria di Giovanni Stella Fagiani nel lancio del giavellotto cadetti dove l’atleta ha dominato la gara con 51.59, con un progresso di oltre cinque metri dal 46.55 del del suo personale che risaliva al 26 maggio. La performance del portacolori avisino rappresenta la quinta prestazione italiana dell’anno, un buon viatico in vista dei prossimi impegni: Isernia per il Memorial “Musacchio” e appunto Forlì.  Hanno contribuito alla prestazione del più giovane dei giavellottisti bianco-rossi, in vari ruoli, Emanuele Salvucci, Leonardo Palombini, Riccardo Stagnaro e il prezioso Emanuele Stagnaro che ogni pomeriggio assicura la sua presenza allo stadio, in un momento particolarmente difficile dopo la perdita dell’indimenticato Stefano Salvucci; al riguardo l’Atletica AVIS Macerata organizzerà il 19 ottobre un Memorial incentrato proprio sulla specialità del lancio del giavellotto. Sempre nel giavellotto vittoria di Greta Ricciardi con la misura di 30.67, in progresso rispetto alla precedente prestazione, con un bronzo anche nel lancio del disco. L’allieva di Luca Ciaffi è al primo anno di categoria e anche per lei prossimo impegno sarà Isernia con la rappresentativa Marche e successivo a Forlì.  Successo nell’alto di Ambra Compagnucci che è ritornata a misure di eccellenza. Per l’atleta un bel 1.57 misura importante in vista dei Campionati Italiani dove si cimenterà nelle prove multiple. Per lei anche un argento negli 80 ostacoli dove si è migliorata in 13”63. Per la brava atleta di Tolentino, allenata da Alessandro Fineschi, prossimi impegno a Isernia e successivo a Forlì per gli Italiani individuali. Sempre nell’alto bronzo per Federica Tomassini con 1.46 metri.  Nella stesssa categoria è da sottolineare la prova di Riccardo Ricci. Il bravo saltatore in alto di Villa Strada di Cingoli, con un progresso di altri due centimetri, si è portato a 1.76 metri, argento nella gara con una misura interessante, tenendo conto della sua giovanissima età (nato nel 2005). D’argento è stato anche Libero Samuele Marino nei 2000 metri corsi in 6’12”74. Per il forte cadetto avisino è scattata anche la convocazione per Isernia dove potrà dimostrare il suo valore in un contesto ancora più impegnativo. Sempre nei salti un secondo argento per un'altra cingolana; nel salto con l’asta infatti si è messa in luce Rachele Tittarelli che, alla seconda gara nella specialità, è salita fino a 2.55 metri, dimostrando una notevole attitudine.   Da segnalare poi il secondo e terzo posto di Leonardo Colonnelli rispettivamente negli 80 ostacoli in 18”31 e nel peso con 10.12 metri, il quarto posto di Leonardo Storani nei 1200 siepi corsi in 3’42”41 che ha portato un bel punteggio per la classifica del campionato di società cadetti. L’atleta ha ottenuto anche un buon quarto posto nei 2000 in 6’22”95.  Ancora un buon quarto posto con 5.42 di Alessandro Mozzoni nel lungo, in recupero da un infortunio, e di Cristian Foglia nei 1000 in 3’01”92. Fra le allieve brava Margherita Forconi che si aggiudica il titolo di Campione marchigiana nei 3000; per l’allieva di Maurizio Iesari un personal best di 11’17”78, con un argento anche nei 1500 in 5’14”42. Ancora fra gli allievi due argenti di Federico Vitali nell’accoppiata 400-800 rispettivamente in 53”23 e 2’03”81 e  da segnalare l’argento di Sebastiano Compagnucci nel lungo con 6.04 ,metri e il bronzo nei 100 in 11”81 con forte vento contro. Brava Sofia Stollavagli, seconda classificata nei 100 in 13”06 realizzato in difficili condizioni ambientali e ancora un secondo posto per Federico Bracalenti nei 400 ostacoli in 1’05”78 e Rachele Tomassoni che nella stessa specialità ha ottenuto 1’12”31. Nell’asta allieve due avisine sul podio con Marina Mozzoni seconda a 3.10 e Elena Paniccià terza a 2.30 e buona la gara di disco con il secondo posto di Chiara Marangoni e il quarto di Chiara Pistola rispettivamente il 32.02 e 30.07. Nell’unica gara della categoria ragazze: la 2 km di marcia anticipata rispetto alla data di calendario, ancora una bella prestazione per Elisa Marini che ha dominato la prova  in 10’05”79 vincendo lo scudetto di campionessa regionale. Per la forte marciatrice, seguita da Paola Bettucci, di prevede un finale di stagione in grande crescita.  

19/09/2019
Continua e si solidifica il nuovo flirt tra il Centro Nuoto Macerata e il Triathlon (FOTO)

Continua e si solidifica il nuovo flirt tra il Centro Nuoto Macerata e il Triathlon (FOTO)

Confermando la scelta di puntare con forza sulle categorie giovanili, la società "Centro Nuoto Macerata" ha preso parte per la prima volta al “Meeting del Drago” a Terni. Una competizione centrata sulla distanza base del “super sprint” (vale a dire 400 metri a nuoto, 10km in bici e 2,5 di corsa) che si è tenuta nella stupenda cornice del parco Chico Mendes. La squadra biancorossa si è presentata al via con 5 atleti del proprio vivaio, tutti nati tra il 2003 e il 2005, tre ragazzi e due ragazze. I maschi Leonardo Mariotti, Emanuelle Pandele e Pietro Ripani, come prevedibile venendo dal nuoto agonistico, nella gara individuale sono stati subito protagonisti nella frazione in acqua. Hanno invece patito un po’, venendo rimontati da atleti più esperti in questa disciplina per loro praticamente nuova, nei successivi 10km di bicicletta e 3km di corsa. Comunque hanno chiuso la kermesse con ottimi piazzamenti. Nella “Dragon’s relay” sono arrivate gioie addirittura sotto forma di medaglie per il CN Macerata. Si tratta di una staffetta “acquathlon” su 400mt di nuoto e 1km di corsa e la squadra maceratese ha conseguito un bel doppio podio. In dettaglio l’argento femminile con Vittoria Ripani e Giorgia Scoccia, a un solo secondo dal primo posto e inoltre c’è stato il bronzo con Leonardo Mariotti e Pietro Ripani. Importante e preziosa la collaborazione con Bikers che ha fornito l’assistenza tecnica per consentire agli atleti del Centro Nuoto Macerata di partecipare alle gare nel modo più adeguato dal punto di vista dei materiali.

19/09/2019
La Sef Macerata brilla ai Campionati europei di Atletica Master

La Sef Macerata brilla ai Campionati europei di Atletica Master

Si è chiusa domenica scorsa a Jesolo, Caorle e Eraclea, un’edizione da record dei Campionati Europei di atletica leggera Master. Dieci giorni di gare che hanno regalato all’Italia il primo posto del medagliere con 127 ori, 106 argenti e 104 bronzi per un totale di 337 piazzamenti sul podio, davanti alla Germania che ne ha contati 317 di cui 119 ori.   Grandi numeri quindi per la 21^ competizione europea over 35, ospitata per la quarta volta in Italia e organizzata sotto l’egida dell’EMA European Master Athletics, che ha visto la partecipazione di oltre 61 nazioni e poco più 5.000 atleti in gara tra cui 985 italiani.  Tra loro 9 atleti dell’Atletica Sef Macerata che hanno portato a casa un ingente e prezioso bottino di medaglie.  Di rilievo i due ori conquistati a Caorle dalla staffetta 4x400 M70, composta da Livio Bugiardini (Sef Macerata), Aldo Del Rio (Road Runners Club Milano), Rudolf Frei (Sportclub Merano) e Roberto Paesani (Romatletica Footworks), che in 4’.18.72 ha sfiorato il record mondiale (4.17.47) e dalla 4x100 M70 formata dagli stessi atleti, che ha conquistato il titolo di Campione europeo in 55”07.  Tre le medaglie d’argento che portano la firma dei maceratesi. Sempre Livio Bugiardini (M70) è salito sul secondo gradino del podio per il giro di pista dei 400 metri piani con il tempo di 1.02.92 e per i 200 metri piani con 28”.48. Giulia Perugini, la instancabile capitana seffina detentrice di titoli europei e mondiali, ha concluso al secondo posto la gara di salto in alto nella categoria F80, arricchendo il medagliere italiano di un altro argento.  Ottime prestazioni e tanta emozione anche per Emanuela Stacchietti (F60), che dopo un quarto posto nella batteria di qualificazione, ha corso la finale chiudendo al 7° posto in classifica generale e per Giulio Mallardi (M70), che ha conquistato un ottavo posto nella finale dei 300 metri ostacoli dopo aver tagliato per secondo il traguardo nella sua batteria di qualificazione.  A completare i ragguardevoli risultati ottenuti dalla Sef Macerata anche le prestazioni di Federica Gentilucci (F50), Luca Salvatori (M45) e Antonella Sirianni (F55) nei 100 metri piani e di Ivano Formiconi (M65) nella 4Km Cross Country. Sfortunata invece la trasferta di Maurizio Riccitelli (M50) che ha dovuto abbandonare la gara del triplo per un infortunio al primo salto.  Grande soddisfazione in casa Sef, la società maceratese di atletica master ora impegnata nella preparazione dei Campionati regionali del prossimo fine settimana e della finale dei Campionati italiani di atletica che si terranno a fine settembre ad Ariano Irpino.  Sport, agonismo, amicizia e vita all’aria aperta, questo il mix che lega da più di 70 anni gli atleti della società maceratese che con una costante attività e i 58 atleti (32 donne e 26 uomini) attualmente iscritti ha sicuramente contribuito a rendere la provincia di Macerata, la terza provincia più sportiva d’Italia dietro a Trento e Trieste.     

18/09/2019
La poesia "Goccia" scritta dalla maceratese Giorgia Isidori premiata al concorso "La Finestra Eterea"

La poesia "Goccia" scritta dalla maceratese Giorgia Isidori premiata al concorso "La Finestra Eterea"

La poesia “Goccia” scritta da Giorgia Isidori, presidente dell'Associazione Territoriale Penelope Onlus e familiare di Sergio Isidori, scomparso 40 anni fa a Villa Potenza, sarà premiata in occasione della cerimonia ufficiale  del concorso "La Finestra Eterea", il prossimo 19 ottobre, alla Sala dei Paesaggi di Villa Ghirlanda di Cinisello Balsamo, in provincia di Milano. “Goccia” è inserita nella sezione poesia a tema libero ed è stata presentata alla sesta Edizione del Concorso Internazionale di Poesia, Prosa e Arti Figurative organizzata dall’Associazione Culturale no profit “La Finestra Eterea” di Milano con il patrocinio di Città Metropolitana di Milano e il Comune di Cinisello Balsamo. “La poesia nasce e si sviluppa dopo la perdita di mio padre (avvenuta il 16 dicembre 2018). Ricalca l’impronta umana e l’esempio da lui lasciato”, ha affermato Giorgia Isidori. Il messaggio poetico richiama la scomparsa di suo fratello, il piccolo Sergio Isidori, ma il finale lascia nel lettore un buon intento. Giorgia Isidori verrà premiata con diploma e medaglia. “La poesia – ha sottolineato la Isidori – è dedicata a mio padre, a mio fratello Sergio e alle famiglie delle persone scomparse che vivono il tormento di questo dramma”. Recentemente la Isidori è stata a Roma in occasione della Consulta Nazionale Persone Scomparse che si è tenuta all’Ufficio del Commissario Straordinario del Governo, Prefetto Giuliana Perrotta.

18/09/2019
Opportunità per giovani: 21 posti di Servizio Civile Universale al Faro Cooperativa Sociale

Opportunità per giovani: 21 posti di Servizio Civile Universale al Faro Cooperativa Sociale

Sono tante le opportunità per i giovani del territorio marchigiano. La Cooperativa Sociale il Faro, da quasi trenta anni si prende cura delle nuove generazioni, mettendo in atto delle politiche e dei percorsi volti a favorire la loro crescita umana e a prevenire future situazioni di disagio. Il Servizio Civile Universale è un'opportunità offerta ai giovani per vivere un anno di impegno volontario al servizio del bene comune, inteso come bene di tutti e di ciascuno, sperimentando valori quali la solidarietà, la gratuità e l'altruismo. È un'esperienza che spesso può diventare, per un giovane, un primo approccio con il mondo dell'associazionismo o con il mondo del lavoro. Questa esperienza consente di acquisire nuove competenze e arricchire così il proprio bagaglio culturale.  Le attività in cui verranno impegnati i giovani che presenteranno domanda al Faro Cooperativa Sociale riguardano il mondo dell’infanzia e dell’adolescenza. Si può concorrere al bando per svolgere il proprio servizio civile volontario presso gli asilo nido, oppure presso i centri di aggregazione giovanile, sul territorio di Fabriano, Civitanova, Macerata, Morrovalle e Montegranaro. Si può concorrere al bando per svolgere il proprio servizio civile volontario presso gli asili nido, oppure presso i centri di aggregazione giovanile, sul territorio di Macerata, Fabriano, Civitanova, Morrovalle e Montegranaro. Ventuno i giovani che verranno selezionati. In questo anno, i volontari, saranno chiamati a sperimentarsi nella conduzione e gestione di tre laboratori educativi specifici che prevedono una prima parte di formazione teorica tenuta da docenti esperti e parner autorevoli quali l’Università di Macerata UniMC, l’Osservatorio di Genere e l’azienda Clementoni Giocattoli. Dopo la formazione teorica i volontari in servizio civile inizieranno la parte di attività sul campo, introducendo all'interno dei servizi educativi il laboratorio previsto. Inoltre saranno di supporto nella quotidiana gestione delle strutture per minori. Si tratta di accudire e guidare i bambini nel gioco, aiutare i ragazzi nello studio e collaborare nelle proposte di attività ludico-creative. Il progetto GOALS - Facciamo squadra! garantisce ai volontari una formazione costante e altamente qualificata, da poter utilizzare per arricchire il proprio curriculum.  Inoltre i giovani sviluperanno competenze tecniche e professionali, (tecnico animazione socio educativa, tecnico educazione,  tecnico interventi di inclusione sociale,  addetto assistenza di base) nonchè competenze di base e trasversali (lavorare per attività e obiettivi, analisi, risoluzione e gestione problemi). La novità di quest’anno riguarda le modalità di presentazione della domanda, che deve essere compilata e inoltrata esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL https://domandaonline.serviziocivile.it/ ) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone entro e non oltre le ore 14.00 del 10 ottobre 2019. La durata del servizio è di 12 mesi, con orario minimo di 25 ore settimanali. Il progetto "GOALS - Facciamo squadra!" garantisce ai volontari una formazione costante e altamente qualificata, da poter utilizzare per arricchire il proprio curriculum. 

18/09/2019
"Viaggia con noi", un treno speciale per raccontare la mobilità nelle Marche

"Viaggia con noi", un treno speciale per raccontare la mobilità nelle Marche

Un treno speciale per raccontare la mobilità nelle Marche, mobilità sempre più funzionale e sostenibile che fa bene alla salute e all’ambiente. A bordo di un treno Swing dedicato, partito da Ancona e diretto a  Macerata, l’assessore ai Trasporti Angelo Sciapichetti, il direttore regionale di Trenitalia, Fausto Del Rosso, il direttore territoriale produzione di RFI, Nicola D’Alessandro ed il Direttore Commerciale Centro Sud Adriatica di RFI Roberto Laghezza, hanno compiuto un viaggio insieme alla stampa, alle autorità locali, ai rappresentanti dell’Università e delle aziende che effettuano trasporto pubblico locale nella regione Marche, per fare un quadro generale di sintesi delle attività del Trasporto Pubblico Locale con un particolare focus di Trenitalia Marche e di RFI con il bilancio dei lavori propedeutici all’elettrificazione della linea ferroviaria Civitanova-Albacina. Illustrate, inoltre, le iniziative in calendario per la settimana europea per la mobilità sostenibile. “Offrire il miglior servizio all’utenza è la premessa di ogni iniziativa sul territorio marchigiano – sostiene l’assessore Angelo Sciapichetti – per garantire sempre comfort e sicurezza, accessibilità e affidabilità per pendolari e viaggiatori delle linee ferroviarie marchigiane. Strategica poi l’integrazione ferro gomma, con servizi in più che favoriscono i flussi turistici permettendo di vivere e gustare in pieno le meraviglie paesaggistiche delle nostre  Marche”. “La Mobilità nella Marche raccontata a bordo di un treno che normalmente viene utilizzato dai pendolari – ha dichiarato Fausto Del Rosso - è una chiara testimonianza del grande passo avanti che è stato fatto in questo settore; il viaggio di oggi ha inoltre consentito di visionare direttamente sul campo gli effetti dei recenti lavori effettuati da RFI dal 1° luglio al 25 agosto, interventi che hanno richiesto la sospensione della circolazione e l’istituzione dei servizi sostitutivi su gomma per garantire la mobilità dei viaggiatori. L’attenzione ai pendolari rimane comunque immutata, pur non perdendo di vista la possibilità di far arrivare viaggiatori anche da fuori regione per trascorrere dei piacevoli WE, esperienza concretizzata con il Marche Line, servizio svolto nei fine settimana di luglio ed agosto, che è stato utilizzato da più di 6000 persone. Altra iniziativa estiva di successo, realizzata insieme a Conerobus, è stata quella del Conero Link, autobus dedicati che, in coincidenza con gli arrivi dei treni, hanno fatto la spola tra la stazione di Ancona e la piazzetta di Portonovo”. “I lavori – ha spiegato Nicola D’Alessandro - riguardano l’ampliamento della sagoma di ben 8 gallerie (Cincinelli, Convitto, San Giuseppe, Bura, Artificiale, Maricella, Cancellotti e Gesso), la soppressione di passaggi a livello privati, la realizzazione di sottopassi e l’adeguamento dei marciapiedi nelle stazioni di Morrovalle e Corridonia - Mogliano, la realizzazione di fabbricati tecnologici nelle stazioni di Montecosaro, Morrovalle, Corridonia, Macerata, Tolentino, San Severino Marche, Casteraimondo e Matelica,  ed infine le attività volte alla costruzione della nuova fermata a Macerata-Vallebona. Interventi rilevanti e complessi, volti ad innalzare in maniera sensibile gli standard di qualità e affidabilità della linea a tutto vantaggio della regolarità del viaggio delle persone”. “L’importo della prima fase dei lavori di elettrificazione è pari a 40 milioni di euro; per il completamento dei lavori, previsti per il 2024, sono necessari ulteriori 70 milioni di euro già inseriti nel programma pluriennale di investimenti RFI - ha aggiunto l’assessore Angelo Sciapichetti - e quasi sicuramente troveranno allocazione nel bilancio dello Stato per il completamento di un’opera ormai in stato avanzato di realizzazione molto desiderata dalla comunità in questione. Dal 2021 sarà funzionante la seconda fermata nel nuovo quartiere di Tolentino Pace che consentirà all’insediamento abitativo, commerciale e scolastico di avere un ulteriore servizio per la mobilità sostenibile dell’area”. Nel corso del viaggio sono poi stati presentati i rendering dei progetti in via di realizzazione dell’intera opera, il cui valore strategico è ovviamente ancora più evidente dopo i recenti eventi sismici. “Gli interventi illustrati oggi – ha affermato Roberto Laghezza -  sono in linea con  l’assetto dei servizi riportati nell’Accordo Quadro già sottoscritto da RFI con Regione Marche, e rappresentano un’importante opportunità per la mobilità regionale su ferro, migliorano la qualità del servizio e gettano le basi per lo sviluppo dei servizi stessi anche in un’ottica di integrazione modale ed accessibilità delle stazioni”.  Il tour “VIAGGIA CON NOI!” è stata anche occasione per presentare le iniziative in calendario per la settimana europea per la mobilità sostenibile dal 16 al 22 settembre ed organizzate dagli enti locali nell’ambito del territorio regionale, tutte finalizzate a sensibilizzare l’opinione pubblica su come rendere più “puliti” e “sicuri” i loro spostamenti per ragioni di lavoro, di scuola o di svago. Lo slogan promosso dalla Regione Marche, “Cammina con noi!”, vuole incoraggiare a scegliere sane abitudini e associare gli spostamenti a piedi e in bicicletta con quelli sui mezzi pubblici. La Regione ha organizzato per domani 19 settembre il Convegno a Palazzo Li Madou sulle tematiche della sicurezza stradale. L’occasione è data dall’avvio dell’operatività del Centro regionale di Monitoraggio della Sicurezza Stradale, una sorta di Osservatorio regionale dei dati sull’incidentalità stradale, che permette di analizzare dati ed  informazioni sulla incidentalità per la costruzione di conseguenti idonee politiche di contrasto del fenomeno. Piattaforma finanziata con le risorse MIT del 2° Piano nazionale di sicurezza stradale che vede la partecipazione del partner scientifico DICEA dell’Università degli Studi La Sapienza e la collaborazione istituzionale dell’ISTAT per la messa a disposizione delle elaborazioni di tipo statistico. Il convegno, che si terrà in sala Parlamentino dalle 9 alle 13, sarà anche momento per rappresentare con una pubblicazione ad hoc i 116 interventi realizzati in 67 comuni e 5 province mediante l’attuazione delle 5 annualità del Piano nazionale sicurezza stradale (PNSS) che ha movimentato risorse pubbliche complessivamente pari a 27 milioni di euro. Con coinvolgimento di tutti gli stakeholders di settore si dà voce alle buone prassi costruite nel tempo. I lavori si concludono con la premiazione degli studenti vincitori del concorso bandito lo scorso anno.  

18/09/2019
I campioni d'Italia della Maceratese di nuovo insieme dopo 20 anni  (FOTO)

I campioni d'Italia della Maceratese di nuovo insieme dopo 20 anni (FOTO)

Il 26 giugno del 1999 gli allievi della Maceratese (classe '82/'83) vinsero uno storico scudetto di Serie C allo stadio "Cibali" di Catania battendo in finale il Faenza per due a zero, davanti a duemila spettatori tra cui due autentiche leggende del calcio come Zdenek Zeman e il campione del mondo Bruno Conti. Sul campo i biancorossi si imposero grazie a una punizione magistrale di Domizi e al bel gol di Tomassini, che al termine di una straripante azione personale, dribblò anche il portiere romagnolo e insaccò a porta oramai sguarnita.  Un risultato storico, il primo ottenuto da una squadra marchigiana a livello professionistico giovanile, che arrivò dopo una cavalcata entusiasmante culminata con un'infuocata sfida andata e ritorno contro la Nocerina in semifinale.  Allenatore di quella squadra era Fiorenzo Pettinari. Sabato 14 settembre, venti anni dopo l'impresa, il gruppo dei campioni d'Italia si è riunito a Macerata per rievocare il ricordo di quella indimenticabile estate. Dopo un aperitivo in piazza della Libertà, assieme a fidanzate, mogli e figli dei calciatori si è tenuta una cena conviviale all'agriturismo Moretti.  Questa la rosa della Maceratese Allievi campione d’Italia di serie C: Portieri: Diego Staffolani, Daniele Stortoni. Difensori: Moreno Tacconi, Gino Battellini, Alessio Cervigni, Roberto Ramaccini, Enrico Massaccesi, Lorenzo Latini. Centrocampisti: Michele Pietrella, Riccardo Domizi, Giuseppe Di Caro, Federico Antolini, Cristian Bara. Attaccanti: Gianluca Tomassini, Michele Nadenich, Andrea Verdicchio, Gregory Giustozzi, Fabio Acciarresi, Elvino Cassetta. Allenatore: Fiorenzo Pettinari. Responsabile settore giovanile: Pino Brizi Dirigenti accompagnatori: Agostino Carrado’, Nello Savi.

18/09/2019
Macerata, ubriaco fradicio si schianta contro il guard-rail: era senza patente

Macerata, ubriaco fradicio si schianta contro il guard-rail: era senza patente

Nella scorsa notte, intorno alle ore 2:00, un cittadino peruviano di 36 anni, residente a Macerata, è stato bloccato da una volante della Polizia della Questura di Macerata. L'uomo, pluripregiudicato, è stato sorpreso alla guida della propria auto, una Volkswagen Golf,  privo di patente, mai conseguita, e in evidente stato di ebbrezza alcolica.  Il 36enne è stato bloccato all'altezza di Via Bramante dopo che, a causa della velocità eccessiva a cui viaggiava, è uscito di strada schiantandosi contro un guard-rail. I poliziotti lo hanno trovato in evidente stato di ubriachezza tanto da non reggersi nemmeno in piedi e da rifiutare di sottoporsi al test dell’etilometro.  La Golf su cui l'uomo viaggiava, è stata sottoposta a fermo amministrativo. Il 36enne è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza alcolica.       

18/09/2019
Servizio Civile, Cisl e Adiconsum lanciano un nuovo progetto: 11 posti disponibili

Servizio Civile, Cisl e Adiconsum lanciano un nuovo progetto: 11 posti disponibili

Cisl Marche e Adiconsum Marche partecipano al Servizio Civile Universale con il Progetto Well-FARE! (Area 14 Educazione e promozione dei diritti del cittadino) per la costruzione di un welfare partecipativo e di comunità. Il progetto della durata di 12 mesi nasce dalla volontà di contrastare le nuove fragilità attraverso la costruzione di un welfare partecipativo nell’ambito del sostegno all’occupazione, di animazione sociale, di integrazione e diritti di cittadinanza. Tutte le attività hanno come filo conduttore l’educazione e la promozione sociale. Accanto all’attività di segretariato sociale, nell’ambito del progetto, saranno affiancate specifiche azioni rivolte alle categorie di utenti maggiormente vulnerabili e bisognose di intervento quali anziani, cittadini stranieri e giovani, promuovendo una cultura della solidarietà e del mutuo aiuto, diffondendo informazioni e offrendo consulenza. Sono 11 i posti disponibili per ragazzi tra 18 e 28 anni. Le sedi di attuazione sono Ancona, Ascoli Piceno, Fano e Macerata. È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto ed un’unica sede.  La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente in modalità on line entro le ore 14:00 del 10 ottobre 2019, attraverso la piattaforma dedicata “Domanda On Line” (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone. Sarà possibile accedere alla piattaforma solo se in possesso di SPID, “Sistema Pubblico d'Identità Digitale” con un livello di sicurezza 2. La selezione dei candidati in possesso dei requisiti previsti dal bando sarà effettuata indicativamente nel mese di novembre 2019. Il calendario di convocazione ai colloqui verrà pubblicato nella sezione dedicata al servizio civile presente sulla home page del sito almeno 10 giorni prima del loro inizio. Per il dettaglio del progetto è possibile visitare il sito www.cislmarche.it alla sezione dedicata al Servizio Civile Universale. Per ulteriori informazioni sul progetto e sulle modalità di candidatura è possibile contattare dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00 USR CISL Marche al n. 071 505206 o inviare una e-mail all’indirizzo usr.marche@cisl.it. È possibile altresì fissare un appuntamento con la Dott.ssa Romina Catani che riceve dal martedì al giovedì dalle 9.00 alle 13.30 presso la sede USR CISL Marche via dell’Industria 17/a Ancona.  

18/09/2019
Inaugurato il nuovo punto vendita "RemaTarlazzi" a Spoleto (FOTOGALLERY)

Inaugurato il nuovo punto vendita "RemaTarlazzi" a Spoleto (FOTOGALLERY)

La società RemaTarlazzi S.p.A. appartenente al gruppo Comet di Bologna, sabato 14 settembre ha inaugurato ufficialmente a Spoleto la nuova filiale, 9° punto vendita nell’Umbria sui 30 totali in cinque regioni, già operativa da gennaio del 2019 dopo l’acquisizione della storica ditta locale Nuova Socrate’s di Spoleto e successivamente poi trasferita in un nuovo e moderno stabile con annesso negozio di illuminazione “Studio Luce Comet”. Con l’apertura di questo nuovo punto vendita a Spoleto la RemaTarlazzi estende e completa la propria presenza sul territorio Umbro, con l’obiettivo di fornire un servizio sempre migliore ai clienti che ogni giorno la scelgono per le sue competenze, disponibilità di materiale e qualità dei servizi. Il nuovo punto vendita ha una superficie di oltre 1.100 mq, dispone di un comodo parcheggio esclusivamente destinato alla clientela, e vanta la presenza di uno staff tecnico/commerciale di sei persone che hanno acquisito una elevata preparazione tecnica. All'interno della nuova sede è stato inaugurato un nuovissimo Showroom di circa 100 mq, interamente dedicato a prodotti per l'illuminazione, dove è possibile toccare con mano alcune delle soluzioni più moderne e esteticamente valide offerte dai migliori Produttori di Luce del Mercato.  Questa inaugurazione precede di due settimane quella che avverrà sabato 28 settembre a Bastia Umbra, dove verrà inaugurato il nuovo magazzino logistico a servizio dell’Umbria, ivi compreso il rinnovato punto vendita all’ingrosso ed al dettaglio, nato dall’acquisizione della storica società Umbra “Lucciola Srl”.  

18/09/2019
Ricorso contro il calendario venatorio: l'Enalcaccia in giudizio per la tutela dei cacciatori

Ricorso contro il calendario venatorio: l'Enalcaccia in giudizio per la tutela dei cacciatori

L'Enalcaccia Marche si è costituita in giudizio presso il TAR, nell'ambito del ricorso che vede tutte le associazioni ambientaliste e animaliste schierate nell'intento di bloccare l'esercizio venatorio per la stagione appena iniziata. La delegazione regionale dell'associazione venatoria, con il patrocinio dell'Avvocato Giorgio Salustri, del Foro di Macerata, appassionato cacciatore e anche Presidente della sezione Provinciale di Macerata, ha depositato un atto di intervento ponendosi a difesa del calendario Venatorio e a sostegno della sua validità, in quanto rispettoso delle normative nazionali e comunitarie. "All'udienza, in camera di consiglio, che si terrà questa mattina - spiega l'Avvocato Salustri - ci si auspica che il collegio, non venga influenzato dall'ondata animalista che imperversa nel nostro paese, sappia valutare saggiamente le difese delle controparti ed emetta un provvedimento, innanzitutto di buon senso". "Sebbene alcune debolezze debbano essere addebitate all'ente regionale - continua Salustri - per la gestione del settore venatorio, negli anni passati, va sottolineato che la situazione attuale è anche figlia di una situazione di empasse coincisa con la forzata chiusura delle provincie e conseguente riorganizzazione degli uffici. In questa situazione, per così dire precaria, complice anche la situazione politica nazionale, che vede al governo una compagine dichiaratamente animalista e contro la caccia, si sono inserite tutte le associazioni ambientaliste ed animaliste, le quali, anziché, sedersi intorno ad un tavolo con le associazioni venatorie e gli enti di gestione per concertare calendari venatori condivisi, preferiscono spendere i propri soldi proponendo ricorsi su ricorsi, avverso i calendari venatori di tutte le regioni". "Tale situazione è inammissibile ed invivibile anche perché, va ricordato che tali associazioni sono presenti di diritto in tutte le commissioni tecniche ed enti di gestione che partecipano alla formazione dei calendari venatori". Secondo l'Avv. Salustri è arrivato il momento di dire basta, fare fronte comune e passare al contrattacco. "I cacciatori meritano rispetto ed hanno bisogno di certezze. E' inammissibile che ad ogni stagione debbano trovarsi a pagare cospicue e preventive tasse di concessione con la spada di damocle sulla testa del sistematico ricorso. Basta ricordare quanto accaduto la passata stagione per i territori ricadenti nelle Aree rete Natura 2000 (SIC e ZPS), che hanno subito un'imbarazzante altalena di aperture e chiusure a stagione in corso. Il calendario venatorio deve sicuramente rispettare quelle che sono le direttive comunitarie e nazionali, ma, una volta approvato, deve dare solo certezze e non può rimanere in balia di qualsiasi persona che si erge a paladino dell'ambiente, solo ed esclusivamente perché le norme glielo consentono". "E' sicuramente certo che esiste una legge nazionale che consente la caccia in un determinato periodo  e così sarà sino a che non verrà abrogata, ma è inammissibile che l'esercizio venatorio possa venir sospeso, o addirittura arrestato, nella sua calendarizzazione, da un Tribunale amministrativo solo ed esclusivamente in conseguenza delle sue modalità di approvazione. Ed allora - conclude l'Avv. Salustri - non appena sarà definitivamente approvato il nuovo Piano Faunistico Venatorio, la Regione dovrà trovare il modo di rivedere le modalità di approvazione dei calendari venatori. L'unica soluzione, per dare certezza, potrebbe essere quella di approvarlo con legge, anziché con una semplice delibera di giunta, aggredibile da chiunque".   

18/09/2019
Un maceratese ai Campionati Mondiali di atletica leggera: Michele Antonelli correrà la 50 km di marcia

Un maceratese ai Campionati Mondiali di atletica leggera: Michele Antonelli correrà la 50 km di marcia

Ci sarà un maceratese ai Campionati Mondiali di Atletica Leggera in programma dal 27 settembre al 6 ottobre a Doha in Qatar. Farà parte della squadra azzurra, infatti, il giovane maceratese Michele Antonelli. Per lui la convocazione è per la gara sicuramente di maggior fascino tra quelle di resistenza: la 50 km di Marcia. Antonelli, avviato all’atletica nell’AVIS Macerata, ha ottenuto i primi risultati di rilievo nazionale ed internazionale con i colori dell’Atletica Recanati, vincendo, nel 2016, sia il titolo Italiano Promesse sia quello Assoluto e poi, nel 2017, un’incredibile medaglia di bronzo nella Coppa Europa, a Podebrady, sempre nella 50 km. Ora, in forza al C.S. Aeronautica, si presenta all’appuntamento di Doha, con un 2019 che l’ha visto cucirsi al petto il secondo Tricolore Assoluto conquistato in quel di Gioiosa Marea ed il nono posto nella Coppa Europa ad Alytus, in Lituania, con il secondo crono in carriera in una prova resa difficile dalle condizioni climatiche. Seguito, da quest’anno, dal tecnico dell’Aeronautica Alessandro Garozzo, Michele sta rifinendo la preparazione a Siracusa dove sta cercando di avvicinarsi sempre più alle particolari condizioni meteo ed all’orario della gara. A Doha, infatti, la partenza della gara avverrà alle 22.30 italiane, con temperature che sfioreranno i 40°. Si prospetta quindi una gara difficile per tutti i concorrenti in un consesso che già mette a dura prova le emozioni, vista la presenza dei più forti specialisti del mondo. La partenza della Nazionale di atletica è fissata per il 25 settembre, mentre il via della 50 km sarà il 28 settembre. Ad Antonelli va l’augurio di tutti i concittadini e la certezza di aver ben lavorato per presentarsi al meglio per questo importante appuntamento agonistico.

17/09/2019
Unimc, Giornata delle matricole 2019: il rettore Adornato fa squadra con coach Fefè De Giorgi (FOTO)

Unimc, Giornata delle matricole 2019: il rettore Adornato fa squadra con coach Fefè De Giorgi (FOTO)

Autonomia, indipendenza, responsabilità. Ma anche passione e motivazione. Sono le parole che meglio caratterizzano l’ingresso di tanti ragazzi in una nuova fase della loro vita, quella universitaria, e che sono risuonate oggi al Cinema Italia, dove l’Università di Macerata ha dato il benvenuto alle nuove matricole. Prevalentemente marchigiani, abruzzesi e pugliesi, tra i primi iscritti si contano anche laziali, emiliani, veneti, calabresi e siciliani. “Fate di questa esperienza una palestra di vita”, li ha incitati il rettore Francesco Adornato, descrivendo quello che oggi è, sì, uno degli atenei più antichi, ma con lo sguardo sempre rivolto al futuro, dove per più di sette secoli si sono avvicendati giovani studenti e che coniuga i saperi umanistici con l’attenzione alle nuove tecnologie. “Oggi l’Università - ha sottolineato il rettore - è un luogo di scambio internazionale, con sempre più ragazzi che vanno all’estero grazie ai programmi Erasmus e ai percorsi di studio a doppio titolo, mente crescono i numeri delle presenze di studenti stranieri, in arrivo da ogni parte del mondo. Troverete qui uno spazio di dialogo, un parco vitale di studi e iniziative, un caleidoscopio di etnie e lingue che avvicinano le persone e incoraggiano alla pace”. Il migliore testimonial della giornata non poteva, quindi, che essere il coach della Lube Volley Fefè De Giorgi, che ha salutato i neo iscritti oggi al Cinema Italia insieme al giocatore Enrico Diamantini. “E’ nei momenti difficili che si riconosce la passione vera” ha detto De Giorgi che, intervistato sul palco dagli speaker della web Radio di Ateneo Rum Nicola Maraviglia e Beatrice Guazzaroni, ha condiviso gioie e dolori di una carriera in ascesa, ma non priva di momenti difficili. “Dopo una sconfitta e i primi giorni di depressione, senti qualcosa nello stomaco che ti spinge a fare meglio, a trovare la strada giusta per andare avanti. Sono arrivato in nazionale a 25 anni, lottando, a causa dei miei cinque centimetri in meno, nonostante avessi capacità maggiori degli altri. Non si può avere il massimo con il minimo sforzo. Per esempio: quest’anno abbiamo vinto la Champions, ma gli altri non staranno a guardare. Dovremo fare ancora di più”.   Con i due campioni della Lube, sul palco c’era anche Antonio De Introna, presidente e colonna portante del Centro Sportivo Universitario di Macerata. I partecipanti, accolti anche dalla delegata del rettore all’orientamento Pamela Lattanzi e dal presidente del consiglio degli studenti Valerio De Luce, sono stati poi accompagnati dai tutor nei cinque Dipartimenti per conoscere meglio le sedi, l’organizzazione delle lezioni e i servizi Unimc.   È possibile immatricolarsi all’Università di Macerata fino al 31 ottobre e, successivamente, fino al 15 gennaio, pagando contributi aggiuntivi di mora. L’Ateneo offre undici corsi di laurea triennale, due quinquennali a ciclo unico e quindici corsi magistrali. I percorsi formativi in inglese sono tre – in economia, scienze politiche e relazioni internazionali, management del turismo – a cui si aggiungono nove corsi di laurea magistrali a titolo doppio o multiplo. Tra le strutture di servizio, UniMc conta anche venticinque biblioteche, dodici laboratori informatici e multimediali e cinque postazioni tecnologiche per facilitare lo studio di persone con disturbi specifici dell’apprendimento.

Giornate Europee del Patrimonio, archivi di stato aperti a Camerino e Macerata

Giornate Europee del Patrimonio, archivi di stato aperti a Camerino e Macerata

In mattinata Camerino e nel pomeriggio Macerata. Sabato 21 settembre, entrambe le città hanno aderito alle Giornate Europee del Patrimonio 2019. Dalle 9:00 alle 13:00 sarà la volta della città montana mentre dalle 15:00 alle 19:00 del capoluogo. Camerino, in occasione dell'evento, ha allestito la mostra dal titolo "L'infanzia abbandonata... a Camerino, secc. XVIII-XIX" che si avvale dell'esposizione di contrassegni di riconoscimento degli esposti, dei registri di ingresso dei neonati abbandonati presso l’Istituto pubblico di assistenza e beneficenza di Camerino, nonché dei registri di baliatico e di adozioni, offrendo un piccolo spaccato di vita sociale della comunità camerinese a cavallo tra il Settecento e l’Ottocento. I documenti sono conservati nell’Archivio dell’Istituto pubblico di Assistenza e Beneficenza – IPAB di Camerino.   A Macerata ci sarà l'apertura straordinaria della sala di studio, l'esposizione di documenti di particolare interesse, estratti da archivi di istituzioni operanti sul territorio provinciale e visite guidate ai depositi dell'Istituto.

17/09/2019
Tamponamento tra tre auto in Contrada della Pieve: in cinque all'ospedale (FOTO)

Tamponamento tra tre auto in Contrada della Pieve: in cinque all'ospedale (FOTO)

Tre le vetture rimaste coinvolte nel sinistro avvenuto nella tarda mattinata di oggi, qualche minuto dopo le 13:00, in Contrada della Pieve a Macerata, all'altezza del distributore di metano. Un tamponamento ha visto coinvolte una Fiat Bravo, una Opel Corsa e una Fiat 500 che procedevano in direzione Sforzacosta. Immediato l'arrivo sul posto di tre ambulanze del 118 e dell'automedica che hanno prestato i primi soccorsi agli occupanti di mezzi. Cinque le persone trasferite al pronto soccorso del capoluogo per accertamenti: tra queste anche due bambini. Le loro condizioni non sono gravi. I Vigili del Fuoco di Macerata, di rientro dall'intervento a Tolentino, hanno gestito il traffico evitando ulteriori incidenti visto anche l'orario di punta. I pompieri provvederanno anche alla messa in sicurezza delle tre auto. Sul posto anche i Carabinieri di Macerata ai quali spetteranno i rilievi del caso. Il tamponamento ha causato dei disagi alla circolazione stradale.     

17/09/2019
Micam, nasce la Shoes Valley: "Così la calzatura diventa ambasciatrice di tutta la regione"

Micam, nasce la Shoes Valley: "Così la calzatura diventa ambasciatrice di tutta la regione"

C’è un deciso cambio di passo nel distretto marchigiano della calzatura, che in occasione del Micam di Milano, per i produttori del settore il più importante evento fieristico internazionale, lancia la Shoes Valley, un progetto di marketing territoriale di ampio respiro che ha l’obiettivo di mettere in rete tutti gli attori del comparto, non solo i calzaturieri. “La manifattura delle Marche ha una caratteristica indelebile – ha spiegato Gino Sabatini, Presidente della Camera di Commercio – ovvero sa produrre cose belle e di qualità, nel rispetto dell’ambiente e profondamente radicate nel territorio. È un ‘sapere far bene’, che dalla calzatura si diffonde a tutti i settori dell’economia regionale ed è nel dna dei marchigiani”. “Quello che sta per nascere è un hub che aggrega eccellenze – ha spiegato Gabriele Micozzi, docente di marketing e comunicazione alla Politecnica delle Marche - un luogo di contaminazione per progetti futuri, anche tecnologici, in grado di accompagnare le aziende nel loro business e nei processi di sviluppo. Un ruolo strategico in questo progetto lo avranno le attività di formazione e i rapporti con le scuole e i centri di competenza, anche quelli internazionali”. Sul fronte delle risorse economiche a disposizione, esiste un impegno iniziale della Camera di Commercio delle Marche e del sistema delle associazioni di categoria che hanno sensibilizzato anche la Regione Marche “perché investa in un progetto che ben si inserisce nelle strategie di promozione del territorio, tant’è che si sta pensando a una presenza del progetto anche alla prossima edizione della Bit a Milano”. “Il nostro vuol essere un progetto inclusivo – ha spiegato Salina Ferretti, Presidente dei calzaturieri di Confindustria Macerata - che parte dalla forza di un distretto che ha le caratteristiche di filiera completa: si entra con un’idea di prodotto e si esce con il prodotto finito, che ovviamente siamo in grado di spedire in tutto il mondo. Tutto questo con una flessibilità e una rapidità che si sommano alla qualità, dei processi e dei prodotti, e ci rendono competitivi nel servizio”. Sono quattro i principali destinatari della Shoes Valley: gli investitori e le griffe che cercano partner produttivi tra 1.800 aziende attive nel distretto, i buyer, i consumatori e, soprattutto i turisti dello shopping “ai quali vorremmo offrire uno spazio commerciale dedicato, dove riunire i tanti outlet dislocati sul territorio” valorizzando così anche i settori collegati alla calzatura, come tutto il sistema della moda, l’artigianato artistico e l’agroalimentare di qualità. “La Shoes Valley non avrà un vero e proprio confine – ha aggiunto il Presidente dei calzaturieri di Confindustria Centro Adriatico, Valentino Fenni – perché vogliamo invitare i nostri interlocutori a venire nelle Marche, partendo dalla valorizzazione delle competenze del distretto calzaturiero”. “Questo progetto si affianca alle strategie di breve periodo e ha l’ambizione di guardare anche all’interno del nostro sistema imprenditoriale – ha sottolineato - perché si integra dentro un piano di azioni capaci di sostenere le aziende, ad esempio aiutandole a qualificarsi e a saper presentare sempre meglio i propri prodotti, ma sempre nell’ambito della rete”. Non a caso, accanto alle associazioni industriali sono pienamente coinvolte anche quelle dell’artigianato. “La Shoes Valley darà forza e visibilità anche a decine di piccole aziende come tacchifici, solettifici, accessoristi – ha sottolineato Giammarco Ferranti, responsabile Federmoda di Cna Fermo-Macerata -, che saranno inserite in un contesto più solido e di dimensione internazionale, capace di creare le premesse per uno sviluppo del loro business”. Secondo Simone Del Gatto, Presidente dei calzaturieri di Confartigianato Macerata, “c’è un’intera comunità con una sua preziosa identità della quale siamo orgogliosi e che si può riconoscere nella Shoes Valley, un ecosistema fatto di competenze e conoscenze, ma anche di una realtà, le Marche, dove la qualità della vita è un valore aggiunto che dobbiamo avere la forza di promuovere”.

17/09/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433