Cronaca

Civitanova, momenti di tensione al pronto soccorso: donna aggredisce infermiera

Civitanova, momenti di tensione al pronto soccorso: donna aggredisce infermiera

Si sa, la pazienza è la virtù dei forti soprattutto quando ci si trova al pronto soccorso in attesa di una visita. Così non è stato per una paziente di Civitanova Marche che nel tardo pomeriggio di ieri (intorno alle ore 19:30, ndr), stufa per il tempo speso in ospedale prima di avere un responso definitivo sulle sue condizioni, ha perso il controllo aggredendo una giovane infermiera. La ragazza si è trovata ad essere strattonata e graffiata ad un braccio, tanto da richiedere - allarmata per quanto stava avvennendo -  l'intervento della Polizia. A nulla le è valso ricordare alla paziente come gli operatori fossero impegnati in altre urgenze.  Gli agenti giunti sul posto hanno contribuito a riportare la calma tra i corridoi dell'ospedale, placando le ire della donna: in seguito si è deciso di inoltrare una denuncia nei suoi confronti per quanto avvenuto.     

19/06/2019
Non si ferma all'alt dei Carabinieri, trovato con la droga: agli arresti un 34enne

Non si ferma all'alt dei Carabinieri, trovato con la droga: agli arresti un 34enne

Nel corso della nottata, i militari della Stazione di Montegranaro hanno tratto in arresto L B, 34enne, (sempre di Montegranaro) pregiudicato, artigiano. Il giovane, dopo aver superato a forte velocità la pattuglia della Stazione, che gli intimava vanamente l’alt, ha proseguito la marcia a velocità sostenuta tentando di far perdere le proprie tracce. Dopo un breve inseguimento, fermato e sottoposto a perquisizione personale e successivamente domiciliare, è stato trovato in possesso di complessivi 1,723 kg di marijuana. L'uomo è stato tradotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari.

19/06/2019
Rinvenuto un cadavere in mare: è di un 50enne americano

Rinvenuto un cadavere in mare: è di un 50enne americano

È stato rinvenuto questa mattina un cadavere in mare a Lido di Fermo in località Lido San Tommaso. Lo riferisce in un breve comunicato la Guardia Costiera di Porto San Giorgio. Al momento del ritrovamento indossava solo calzoncini e scarpe da ginnastica. La causa della morte è in fase di accertamento anche se molto probabilmente si tratta di un malore. Il cadavere dell'uomo, un cittadino americano di circa 50 anni, M.K. le sue iniziali, è stato riconosciuto dalla moglie. La salma è a disposizione della famiglia.   Foto di archivio

19/06/2019
Tolentino, cade da un'impalcatura: operaio a Torrette

Tolentino, cade da un'impalcatura: operaio a Torrette

L'incidente sul lavoro si è verificato in un cantiere edile a Tolentino, in zona Santa Lucia, intorno alle 7:30 di stamane. Un operaio stava lavorando in un cantiere, e per cause da accertare ha perso l'equilibrio ed è caduto da un'impalcatura. Quando è stato lanciato l'allarme sono giunti sul posto i sanitari del 118 che hanno allertato subito l'eliambulanza, la quale è atterrata sullo stadio cittadino. Il ferito, un 50enne è stato trasportato a Torrette di Ancona. Sul luogo per stabilire l'esatta dinamica dell'incidente ed eventuali responsabilità i carabinieri.

19/06/2019
Civitanova, lo stilista De Vito vince la causa con Telecom: risarcimento da 40 mila euro

Civitanova, lo stilista De Vito vince la causa con Telecom: risarcimento da 40 mila euro

Il Giudice onorario del Tribunale di Macerata Paolo Properzi ha condannato Telecom Italia spa a risarcire 40 mila euro (la richiesta iniziale era di 50 mila euro, ndr) allo stilista civitanovese Mario De Vito per l'ingiustificato distacco della linea telefonica avvvenuto nell'aprile 2016 e protrattosi per oltre tre mesi. Ai 40 mila euro si aggiungono 7 mila euro di liquidazione, sempre a carico di Telecom, per gli interessi legali maturati a partire dal 16 maggio 2016.  IL FATTO - Come avevamo raccontato in un articolo di due anni fa (leggi qui), De Vito aveva subito la cancellazione dall'anagrafica di Telecom Italia in maniera improvvisa e senza alcuna motivazione apparante. Da un giorno all'altro lo stilista si è trovato impossibilato a telefonare e mandare mail tramite la propria linea telefonica, nonostante abbia regolarmente pagato tutte le bollette intestategli. Un black-out prolungatosi per oltre tre mesi che ha fatto perdere alla ditta individuale De Vito (operante nel settore della realizzazione di campionari per articoli di abbigliamento, ndr) importanti ingaggi contrattuali, il cui valore è stato riconosciuto dalla sentenza odierna del giudice.  In particolare è stato riconosciuto il danno subito a seguito della rescissione contrattuale con un importante cliente come la Platform for Fashion srl che al tempo si era trovata costretta a interrompere il rapporto lavorativo con De Vito per via delle difficoltà di comunicazione. Circostanza confermata dallo stesso Andrea Camerlengo, titolare della Platform for Fashion srl.  L'ANTEFATTO - Dopo un breve passaggio ad altro gestore, la ditta De Vito - come confermato dalla teste Maddalena Assante di Cupillo, moglie dello stilista - era tornata a servirsi di Telecom spa per la linea telefonica e il collegamento Internet. Alcuni mesi di regolare servizio, e poi l'improvviso distacco della fornitura, sebbene tutti i canoni risultassero essere stati pagati. Le motivazioni date dagli operatori Telecom sono state respinte dal Tribunale di Macerata già lo scorso 15 giugno 2016, quando la società è stata condannata a ripristinare con effetto immediato tutti i servizi per i quali De Vito ha sempre pagato e a risarcirlo per una somma pari a 4.769,88 euro viste le spese processuali affrontate (esclusi oneri, ndr).   Il legale dello stilista, Roberta Pizzarullo, ha mostrato soddisfazione per la sentenza, che ha finalmente riconosciuto il danno subito dal proprio cliente.  La Telecom pagherà il risarcimento di 40 mila euro, quindi non si andrà in secondo grado  

18/06/2019
Aggredisce pazienti e medici: giovane semina il panico in ospedale sotto effetto di droga

Aggredisce pazienti e medici: giovane semina il panico in ospedale sotto effetto di droga

Raptus di follia quello avvenuto nella serata di domenica 16 giugno all'Ospedale Murri Fermo. Un giovane si è reso protagonista di un'aggressione immotivata a pazienti, infermieri e medici del nosocomio dopo essersi ripreso da un malore accusato al rientro da una giornata passata al mare. Difatti, mentre attendeva l'autobus per fare ritorno alla propria abitazione, il ragazzo si è accasciato a terra ed è stato prontamente soccorso dai sanitari del 118 allertati dalla segnalazione di un passante.  Per lui è stato disposto il trasporto in pronto soccorso. Qui i medici ne hanno stabilizzato le condizioni trasferendolo in osservazione. Dopo essersi addormentato, il giovane si è risvegliato improvvisamente scagliandosi contro chiunque gli capitasse a tiro per circa quindici minuti. A riportare la tranquillità sono intervenuti i carabinieri che hanno fatto sottoporre il ragazzo agli esami del sangue utili a stabilire se fosse sotto effetto di sostanze stupefacenti. Esami che hanno dato esito positivo: alle forze dell'ordine il giovane ha dichiarato di aver sognato di trovarsi in un ospedale psichiatrico e di essere stato legato. (Foto di Repertorio) 

18/06/2019
Ruspa scompare dal deposito del comune di Montecassiano: aleggia il mistero

Ruspa scompare dal deposito del comune di Montecassiano: aleggia il mistero

"Ci tengo ad informare circa una curiosa circostanza scoperta grazie ad alcuni cittadini che mi hanno segnalato l'assenza di un veicolo dal deposito del comune da oltre un anno". Paride Paolorossi, consigliere comunale di minoranza del comune di Montecassiano, pone alla luce la misteriosa scomparsa di un vecchio mezzo meccanico degli anni ottanta finito all'asta - sul sito del comune - per essere dismesso.  Precisamente si tratta di una "terna" (così gli operai chiamano la ruspa con la pala meccanica anteriore e il braccio per scavare posteriore) e il termine ultimo per presentare l'offerta in busta chiusa era venerdì 31 maggio. "Recandomi di persona poco prima del termine - precisa Paolorossi - per avere ulteriori informazioni circa le modalità per presentare un'offerta ho scoperto che c'era stato un solo signore ad averne fatta una. Inoltre mi hanno spiegato che era inutile farne altre perché, per alcuni problemi di competenze tra uffici, già dal giorno prima era stata pubblicata una determinazione per l'annullamento del bando, ma che (solo per un ritardo di pubblicazione di internet) non era ancora apparsa sul sito". "Siccome ho ritenuto che la questione sia stata trattata con scarsa trasparenza, il giorno successivo (1 giugno, ndr) ho chiesto formalmente di sapere "dove si trova la ruspa" inviando richiesta scritta tramite pec indirizzata al comune per chiedere di visionarla; nonostante numerose ulteriori sollecitazioni sono riuscito ad ottenere una ridicola risposta solo dopo due settimane (mail datata 13 giugno ma inviatami il 14) con la quale si tenta di sviare dal quesito iniziale cercando di rinviare la chiusura della questione".  "L'incapacità di chiarire da parte dell'amministrazione mi fa pensare che potrebbe essere stato commesso qualche errore burocratico ma un mezzo di 25 quintali da qualche parte dovrà pur stare anche se non si capisce in quale posto preciso" conclude Paolorossi. (Foto di repertorio)   

18/06/2019
Porto Recanati, collisione tra auto e bici: un ferito all'ospedale

Porto Recanati, collisione tra auto e bici: un ferito all'ospedale

L'incidente si è verificato intorno alle 17 a Porto Recanati sulla rotatoria di largo Monte Conero. Per cause in fase di accertamento un'auto ha urtato una bici, facendo cadere rovinosamente a terra il ciclista. Sul posto sono giunti subito i sanitari del 118, che hanno trasportato l'uomo al Pronto Soccorso di Civitanova Marche. I rilievi del caso per ricostruire l'esatta dinamica del sinistro spettano alla Polizia Locale.

17/06/2019
Macerata, violenza sessuale nei confronti della moglie: 49enne condannato a quattro anni

Macerata, violenza sessuale nei confronti della moglie: 49enne condannato a quattro anni

Lei  45 anni, originaria di Roma. Lui 49 di San Severino Marche. La coppia si era spostata nel 2008 e si era stabilita a Macerata, ma due anni dopo erano iniziati i primi problemi. I fatti risalgono al 2010 e al 2011. "All'interno delle mura domestiche si erano verificati diversi episodi di violenza sessuale in maniera esplicita e la mia assistita subiva tali maltrattamenti perché aveva paura di ribellarsi al marito - ha spiegato l'avvocato Leide Polci, legale della donna -. L'uomo in passato aveva anche incendiato l'auto della mia assistita, un reato, insieme a quello dei maltrattamenti già denunciati, che era passato in giudicato." La donna, dopo le denunce, era andata via di casa e si era trasferita in Piemonte. Durante il processo presso il Tribunale Collegiale di Macerata, ascoltata in modalità protette dal Giudice Bellesi, la 45enne ha ripercorso i due anni durante i quali ha subito le vessazioni del marito. Il PM aveva chiesto per il 49enne l'assoluzione. Questa mattina la sentenza di primo grado nei confronti dell'uomo che è stato condannato per il reato di violenza sessuale a quattro anni di reclusione e al risarcimento, nel confronti della ex moglie, di 15 mila euro. "Una sentenza che ci auguriamo restituisca un po' di serenità alla mia assistita" il commento dell'avvocato Polci.

17/06/2019
Guida ubriaco, provoca un incidente e scappa: arrestato un 43enne

Guida ubriaco, provoca un incidente e scappa: arrestato un 43enne

Guida ubriaco la propria Renault Clio  che si scontra con una Fiat 600 e si ribalta. Poi, l'uomo scappa a piedi senza prestare soccorso all'altra conducente ferita gravemente. Il fatto è  accaduto verso le 7 di stamane sulla Sp del Vallone a Offagna. L'uomo, un 43enne di Polverigi, positivo all'alcoltest superiore a 1,5 g/l, è stato rintracciato dai Carabinieri del Norm di Ancona in un'area agricola a 700 metri dal luogo dell'incidente dove cercava di nascondersi tra la vegetazione; è stato arrestato - ai domiciliari - per lesioni personali personali gravi, fuga e omissione di soccorso, guida in stato d'ebbrezza e contromano. Ora attende il giudizio per direttissima. La 55enne che guidava l'altra auto è stata trasferita in gravi condizioni dal 118 agli Ospedali Riuniti di Ancona dov'è ricoverata in prognosi riservata. Il 43enne dopo esser uscito dall'abitacolo era scappato. Le sue ricerche hanno coinvolto anche i Carabinieri di Collemarino, la Polizia Municipale e i Vigili del Fuoco. (Fonte Ansa)   

17/06/2019
Civitanova, scontro tra auto e moto: giovane a Torrette

Civitanova, scontro tra auto e moto: giovane a Torrette

L'incidente si è verificato nel primo pomeriggio di oggi, intorno alle 14:30, in via Villa Eugenia, a Civitanova Marche.  Al vaglio degli inquirenti l'esatta dinamica dell'accaduto. Una moto e un'auto si sono scontrate nei pressi dell'incrocio in zona San Marone, tra via Villa Eugenia appunto e via Fogazzaro. Immediato l'arrivo sul posto dei sanitari del 118 che hanno trasportato il giovane a bordo della moto presso il nosocomio della città rivierasca. Il centauro verrà poi trasferito in eliambulanza presso l'Ospedale dorico. Le sue condizioni sarebbero gravi.

17/06/2019
Beffano anche George Clooney: arrestata in Thailandia una coppia di latitanti: lei è di Ancona

Beffano anche George Clooney: arrestata in Thailandia una coppia di latitanti: lei è di Ancona

Tra le truffe portate avanti anche la creazione di una linea di abbigliamento a nome dell'attore George Clooney. Lui ignaro di tutto. Inoltre fingevano di vendere orologi Rolex su Internet e poi inviavano dei pacchi di sale ai clienti. Sono sono alcune delle truffe messe in atto dagli "Italian Bonnie & Clyde", arrestati a Pattaya, in Thailandia, dagli agenti dell'Interpol di Roma e da una squadra speciale della Crime Suppression Division della Royal Thai. Dopo anni di indagini e pedinamenti i poliziotti sono riusciti a individuare il nascondiglio dei due truffatori, Francesco Galdelli e Vanja Goffi (lei originaria di Ancona), in un lussuoso villino nella città thailandese. Dopo aver circondato l'edificio, le forze dell'ordine hanno fatto irruzione e hanno arrestato la coppia. I due sono stati trasferiti nel Centro di detenzione dell'Immigration Bureau di Pattaya, in attesa dell'estradizione.   

17/06/2019
Mogliano, crolla abitazione inagibile: strada interdetta

Mogliano, crolla abitazione inagibile: strada interdetta

Domenica 16 giugno, il personale del Comando di Macerata dei Vigili del Fuoco è intervenuto a Mogliano in Contrada Santa Lucia per il crollo parziale di un'abitazione da tempo inagibile. Il muro, cadendo, ha invaso parte della strada Comunale: è stato interdetto sia il passaggio pedonale che veicolare. Non risultano feriti. Sul posto sono intervenute un'autopompa e cinque unità dei Vigili del Fuoco.

17/06/2019
Villa Potenza, carambola tra tre auto: due persone al Pronto Soccorso (FOTO)

Villa Potenza, carambola tra tre auto: due persone al Pronto Soccorso (FOTO)

L'incidente si è verificato questa mattina, intorno alle 9:30, a Villa Potenza, nel territorio comunale di Macerata, in via Dell'Acquedotto. Ancora da chiarire l'esatta dinamica del sinistro, fatto sta che tre auto sono entrate in collisione: violento l'impatto. La Hyundai e la Volkswagen sono finite fuori strada, terminando la loro corsa in un campo: la Volkswagen si è anche ribaltata su un fianco. Nessuna conseguenza per la terza vettura e il conducente della stessa. Immediato l'arrivo sul posto dei Vigili del Fuoco e dei sanitari del 118 con l'automedica. I pompieri hanno provveduto a estrarre dall'abitacolo le due persone rimaste coinvolte nel sinistro, un giovane e una donna, mentre i sanitari hanno prestato loro le prime cure del caso ai due malcapitati per poi trasferirli al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Macerata.   

17/06/2019
Paura a Camerino: incendio in un container in via D’Accorso

Paura a Camerino: incendio in un container in via D’Accorso

Intorno alle 23 di stasera, domenica 16 giugno, in un container dell’Università di Camerino, dove alloggiano gli studenti, in via D’Accorso, una cappa ha preso fuoco.  Intervenuti sul posto i carabinieri e due autobotti dei Vigili del Fuoco di Camerino che tempestivamente hanno limitato il propagarsi dell’incendio con gli estintori. Tanta paura, ma fortunatamente non ci sono feriti. (Foto di Giammario Scodanibbio)  

16/06/2019
Ciclista muore a Fermo, la causa: un malore per il troppo caldo

Ciclista muore a Fermo, la causa: un malore per il troppo caldo

A Fermo, in località San Marco alle Paludi, un uomo di 60 anni è stato trovato morto sull’asfalto. La causa del decesso del ciclista probabilmente è un malore per l’eccessiva calura. A chiamare i soccorsi un passante che ha notato l’uomo sulla strada.  Intervenuti sul posto i carabinieri e i sanitari del 118 della Croce Verde di Porto Sant’Elpidio che hanno tentato di rianimarlo, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare.   

16/06/2019
Falesia, ancora frane lungo il litorale del Conero

Falesia, ancora frane lungo il litorale del Conero

La Falesia fa ancora parlare di sè. Nel primo pomeriggio di oggi, domenica 16 giugno, alcune parti di roccia del Monte Conero si sono distaccate e sono cadute sulla spiaggia di Mezzavalle, fortunatamente già chiusa al pubblico.  Solo tanta paura per il forte rumore causato dalla frana e dalla nube di polvere innalzata nella zona del Trave. Ad accorgersi alcune imbarcazioni di passaggio.

16/06/2019
Macerata, investita da un'auto mentre attraversa la strada: ragazza finisce in Ospedale (FOTO)

Macerata, investita da un'auto mentre attraversa la strada: ragazza finisce in Ospedale (FOTO)

Una ragazza è stata investita verso le 19 nell’attraversamento pedonale di viale Martiri della Libertà a Macerata, proprio di fronte all’accesso per il campo sportivo della Vittoria. Mentre la ragazza si accingeva ad attraversare è sopraggiunta una Hyundai condotta da una donna del luogo. La ragazza, con l’impatto, ha battuto sul parabrezza del veicolo ricadendo a terra davanti al veicolo senza riuscire a rialzarsi. Sul posto transitava un veicolo dei Vigili del Fuoco in rientro dopo un intervento che si è subito fermato prestando i primi soccorsi e dirigendo il traffico vista la pericolosità del punto a ridosso della confluenza di viale Carradori. La ragazza, subito raggiunta anche da un uomo del servizio di sicurezza dell’impianto sportivo e da alcuni passanti è rimasta sempre vigile e cosciente. Sul posto sono giunti il 118 e la Polizia Locale che hanno sostituito i pompieri sul posto per la viabilità e rilevato l’incidente. La ragazza è stata trasportata al Pronto Soccorso di Macerata dopo la stabilizzazione sul posto per le cure mediche ma le sue condizioni non sono state giudicate gravi

15/06/2019
Apiro, precipita in bici dal sentiero del Monte Canfaito: uomo trasportato a Torrette

Apiro, precipita in bici dal sentiero del Monte Canfaito: uomo trasportato a Torrette

Un ciclista è precipitato percorrendo il sentiero che dai prati di San Vicino porta alla Croce a Pian dell’Elmo, nel territorio del Parco Naturale del Monte San Vicino e Monte Canfaito. L'incidente si è verificato intorno alle 18:15. L’uomo  procedeva in compagnia di un amico che lo ha visto precipitare ed ha immediatamente allertato i soccorsi con il suo cellulare. Le operazioni di recupero sono in atto, sul posto è intervenuta l’eliambulanza Icaro 02 di stanza a Fabriano oltre ai sanitari che hanno dovuto procedere a piedi per raggiungere il posto. Allertato anche il servizio di soccorso alpino che sta intervenendo con le adeguate attrezzature per calarsi ed effettuare il recupero del ciclista le cui condizioni sono al momento ignote. Servizio aggiornato alle 19 :22  Il ciclista è stato stato recuperato da Icaro2 con supporto di squadra a terra del Soccorso Alpino della Stazione di Macerata e trasportato a Torrette in codice rosso. 

15/06/2019
Civitanova, scontro fra moto: tre giovani feriti, uno in gravi condizioni (FOTO)

Civitanova, scontro fra moto: tre giovani feriti, uno in gravi condizioni (FOTO)

L'incidente si è verificato intorno alle di 17  in via Enrico Mattei nella zona industriale di Civitanova. Ancora incerta la dinamica del sinistro, che ha visto coinvolte due moto da cross, le quali si sono scontrate fra loro, in quella che sembra essere da una prima ricostruzione una gara clandestina. Alla guida dei giovani. Lanciato l'allarme sono giunti sul posto gli operatori del 118 con 3 ambulanze. I sanitari, valutata la situazione, hanno allertato l'eliambulanza dall'Ospedale Torrette di Ancona che è giunta sul luogo del sinistro atterrando su un campo vicino al luogo dell'incidente. Il bilancio è di tre feriti: uno in gravi condizioni trasportato a Torrette in elisoccorso, gli altri due all'ospedale di Civitanova Marche. Spetterà ora alla Polizia Locale della Città rivierasca ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto. 

15/06/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433