Sport

Colpo Recanatese, è ufficiale Alessandro Sbaffo

Colpo Recanatese, è ufficiale Alessandro Sbaffo

Colpo della Recanatese,  Alessandro Sbaffo vestirà la maglia giallorossa per la stagione 2020/2021. Centrocampista di grandissima esperienza e con un curriculum di tutto rispetto. Conta 2 presenze in Serie A con la maglia del Chievo Verona e poi tanta Serie B con Piacenza, Ascoli, Reggina, Latina, Avellino e Como. Nelle ultime stagioni ha giocato in Serie C  con Reggiana, Albinoleffe, Gubbio e Arzignano. Complessivamente nei professionisti ha collezionato 251 presenze e 26 gol. (Foto: il Presidente Adolfo Guzzini con Alessandro Sbaffo)  

08/09/2020
Sarnano tappa regina della Tirreno-Adriatico: l'arrivo venerdì 11 settembre

Sarnano tappa regina della Tirreno-Adriatico: l'arrivo venerdì 11 settembre

Durante l’estate Sarnano ha registrato un flusso di presenze davvero importante, merito di una strategia promozionale efficace e di un’offerta turistica che ha saputo rispondere al desiderio delle persone di tornare a fare attività all’aria aperta, ritrovare il contatto con la natura e partecipare ad appuntamenti sociali e culturali in sicurezza. «Se l’apertura della suggestiva Via delle Cascate Perdute, divenuta subito virale sui social, ha riacceso l’interesse verso il nostro borgo, l’organizzazione generale della stagione estiva è stata tale da valorizzare questa grande visibilità» commenta il Sindaco Luca Piergentili. «Solo nel mese di agosto ci sono state ben 38 passeggiate guidate del centro storico con un totale di circa 1.000 visitatori, l'80% dei quali hanno prenotato trovando il contatto telefonico dal sito sarnanoturismo.it o dagli altri nostri social» aggiunge il Vicesindaco e Assessore al Turismo Franco Ceregioli. «Si sono svolte 12 escursioni in montagna organizzate dall’Associazione Appennino Emozioni: dalle passeggiate al tramonto sui Piani di Ragnolo, alle cime panoramiche di Sassotetto, fino alla pittoresca Valle del Rio Terro con la Cascata di Soffiano. Altrettanto si può dire per il mondo del bike che ha visto a lavoro le Associazioni Sibillini Park Enduro e Sarnano in Bici e il nuovo BikePark Sarnano Experiences. Grande successo anche per gli eventi musicali e culturali a cui hanno partecipato oltre 1.000 persone, sempre nel rispetto del distanziamento sociale e di tutte le misure precauzionali anti-Covid. Le strutture ricettive e i ristoranti hanno registrato il pienone nei mesi di luglio e agosto e le Terme di San Giacomo sono state sempre operative registrando il tutto esaurito». L’estate, però, non è finita e per il prossimo weekend Sarnano ha in programma altri appuntamenti. Venerdì 11 settembre sarà di nuovo tappa regina della Tirreno Adriatico, la gara ciclistica di rilievo internazionale partita lunedì 7 da Lido di Camaiore. I ciclisti giungeranno al traguardo di Sassotetto intorno alle 16.00. La strada da Sarnano a Sassotetto verrà chiusa al traffico dalle 14.00 e l’accesso all’area del traguardo sarà riservata solo alle persone munite di pass, ma il pubblico potrà disporsi ordinatamente lungo la strada sempre indossando le mascherine e mantenendo il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro. «La Tirreno Adriatico è un’importante vetrina internazionale ed è una grande occasione di promozione del territorio» commenta il Sindaco Luca Piergentili «la salita di Sassotetto è considerata dai ciclisti tra le più “eroiche” d’Italia e regala agli appassionati emozioni uniche. In generale, quello del bike è un cluster turistico sempre più importante e Sarnano ha messo in atto una serie di importanti iniziative per posizionarsi in questo segmento: ai già esistenti percorsi per MTB ed Enduro in collaborazione con le associazioni “ Sarnano in Bici” e “ Sibillii Park Enduro”, quest’anno abbiamo proposto anche le piste di Down Hill del Bike Park 1700 e sviluppato collaborazioni con diversi influencer del mondo del bike». Questo weekend Sarnano aderirà anche a due operazioni organizzate dal Consorzio Noi Marche. «Il 12 e 13 settembre parteciperemo al Bike Festival di Civitanova Marche, mentre domenica 13 settembre aderiamo all’iniziativa Borghi Aperti, riproponendo le passeggiate guidate nel centro storico che sono state tanto apprezzate questa estate» continua Piergentili. «Inoltre, invitiamo i visitatori ad approfittare di queste bellissime giornate di sole per percorrere la Via delle Cascate Perdute: un itinerario di bassa difficoltà che si snoda nei pressi del paese».   (Foto di archivio)

08/09/2020
Sacrata Basket Porto Potenza, salvata la società si pensa al futuro: "Pronti per la nuova stagione"

Sacrata Basket Porto Potenza, salvata la società si pensa al futuro: "Pronti per la nuova stagione"

Con la presentazione presso i locali dell’Oratorio Don Bosco di Porto Potenza la Sacrata Basket ha inaugurato ufficialmente la prossima stagione 2020/2021, una sorta di anno “zero” per la storica società rivierasca, attiva nella promozione della pallacanestro tra i giovani sin dal lontano 1973, che in estate ha rischiato seriamente di scomparire dal panorama cestistico regionale se non fosse stato per la perseveranza, il coraggio e l’umiltà di un manipolo di volontari ed appassionati che hanno fatto del tutto per tenere in vita un sodalizio che è stato per decenni un punto di riferimento per i giovani di Porto Potenza. Completamente rinnovato il consiglio direttivo: il posto di Roberto Casali, storico presidente per tanti anni, è stato preso da Tiziano Mori, vice-presidente Bruno Domenella, segretaria Flavia Domenella, consiglieri Luca Manzi, Mirko Luzi, Davide Mori, Fabio Fusari, Giuseppe Margheritini, Morgan Turicchi e Stefano Carlocchia. La Sacrata parteciperà ai campionati under 15 ed under 18 mentre la prima squadra prenderà parte al torneo CSI. Ricco il programma delle attività giovanili con corsi di minibasket negli impianti di Potenza Picena e Porto Potenza  suddivisi nelle categorie Pulcini, Scoiattoli, Aquilotti ed Esordienti. Inoltre, in collaborazione con le scuole del territorio, avranno luogo i corsi di educazione allo sport “Easy Basket”, il basket semplice. Di rilievo anche i corsi di aggiornamento per dirigenti e tecnici sulla sicurezza e sul Covid per garantire la ripresa delle attività nel pieno rispetto delle indicazioni sanitarie. Insomma ai nastri di partenza si presenta una Sacrata motivata e forte dei suoi cinquant’anni di vita, nel corso dei quali ha permesso a varie generazioni di ragazzi di praticare lo sport evidenziando la valenza ed il principio di aggregazione che ne è alla base, in uno stretto connubio tra atleti e famiglie, nella convinzione che l’importante non è solo vincere ma saper accettare i propri limiti, cercando sempre di migliorarsi con il lavoro serio e costante.      (Foto di archivio)

08/09/2020
"Together is Possible",  Villa Musone sposa il progetto giovanile del ChievoVerona

"Together is Possible", Villa Musone sposa il progetto giovanile del ChievoVerona

Grande soddisfazione in casa Villa Musone per una nuova partership con una società accomunata ai villans da diversi aspetti: parliamo del Chievoverona. Simili i colori, il gialloblu, simile la filosofia societaria, la valorizzazione dei giovani del proprio settore giovanile, un "fil rouge" che ha portato la società veronese a scegliere i villans come "Chievoverona Center", unico nelle Marche. Una grande opportunità, ed una bella soddisfazione, da parte del Villa Musone vedersi riconosciuta in tale ambito, aspetto che conferma come, nel corso degli anni, il settore giovanile gialloblu, che ricordiamo è Scuola Calcio Qualificata, abbia improntato un tipo di lavoro di qualità e questo è un ulteriore riconoscimento per gli sforzi fatti. L'accordo è stato formalizzato venerdì 28 Agosto presso il Bottagisio Sport Center di Verona con una delegazione del Villa Musone, formata dal presidente Gianluca Camilletti, Simone Cecchi responsabile del progetto di affiliazione e Massimiliano Prosperi responsabile del settore giovanile , ricevuti dalla società veronese. "Siamo stati molto contenti sin da subito di iniziare questa collaborazione con il ChievoVerona - commenta il presidente Gianluca Camilletti - Innanzitutto abbiamo constatato che gli ideali in cui crediamo hanno un riscontro anche a livello professionistico e che gli obiettivi nei confronti del ragazzo, inteso come calciatore ma anche come uomo, sono gli stessi e trovano un parallelismo importante nella realtà clivense. Sicuramente è, e sarà, un’ottima occasione di crescita e miglioramento per tutti ed è qualcosa in cui tutto il Villa Musone Calcio crede fermamente. Inoltre non è da sottovalutare la familiarità e l'ambiente positivo che il ChievoVerona è riuscito a trasmettere alla nostra società". "La scelta del club veronese è ricaduta sulla nostra realtà perchè la valorizzazione del settore giovanile - commenta Simone Cecchi - è un concetto che ha sempre contraddistinto i villans ed il Chievo ha il piacere, assolutamente ricambiato, di iniziare un percorso di formazione insieme. "Together is Possible", questo sarà il filo conduttore di questa nuova grande opportunità per tutti noi, perchè non riguarderà solo Allenatori e Giocatori, ma anche i dirigenti ed i genitori in un discorso a 360° nel nostro territorio. Ci saranno molteplici esperienze sia presso la nostra struttura che presso i due centri sportivi veronesi. Possiamo tranquillamente dire che ora il gialloblu è davvero al quadrato". Queste le parole del Responsabile società affiliate Lorenzo Bedin: "Siamo estremamente soddisfatti di aver trovato nella società Asd Villa Musone Calcio rappresentata dal Presidente Gianluca Camilletti e dai suoi dirigenti un importante punto di riferimento nel territorio marchigiano e siamo sicuri che sarà una collaborazione proficua e duratura".  

06/09/2020
Civitanovese, si alza il sipario sulla nuova stagione: obiettivo il salto di categoria

Civitanovese, si alza il sipario sulla nuova stagione: obiettivo il salto di categoria

Serata di festa per la Civitanovese che sabato 5 settembre si è presentata alla città con un evento unico. L'appuntamento per i tanti appassionati di calcio, e non solo, è stato al Varco sul Mare di Civitanova Marche dove la serata a tinte rossoblu è stata articolata in due parti. Nella prima si è svolto il convegno “SPORT – Salute, Economia, Etica e Territorio” in collaborazione con il Comune di Civitanova Marche e il Patrocinio della Cattedra di diritto tributario dell'Università di Macerata. Un incontro che ha visto la presenza di illustri realtori, che si sono alternati per dibattere di sport, etica, salute e fiscalità, con un occhio attento anche alla situazione legata al Covid. Il parterre dei relatori è stato composto dal prof. Giuseppe Rivetti, titolare della cattedra di diritto tributario dell'UNIMC, il prof. Stefano Pollastrelli, direttore del dipartimento di Giurisprudenza dell'UNIMC, Riccardo Strano, advisor in relazioni ed attività internazionali ed il dott. Pietro Bologna, Specialista in Chirurgia d'urgenza e Pronto Soccorso e Medico competente del Lavoro. In apertura è intervenuto telefonicamente il presidente della LND Cosimo Sibilia, il quale ha assicurato come da parte della Lega Nazionale Dilettanti ci sia la massima attenzione per cercare di far ripartire i campionati dilettantistici in sicurezza. Nella seconda parte c'è stata la presentazione di tutto il movimento calcistico rossoblù, con la passerella per tutte le squadre giovanili ed i rispettivi allenatori, oltre che per lo staff dirigenziale e tecnico del florido vivaio civitanovese. Hanno preso la parola David Lazzarini e Paolo Biancucci, rispettivamente responsabile e dg del settore giovanile rossoblu, i quali hanno ribadito l'importanza e la crescita del vivaio in questi anni confermato anche dalle prestigiose collaborazioni in atto per la nuova stagione, ovvero con la Goalkeeper School Roberto Mercuri e con Ivan Zauli, evidenziando come le peculiarità del settore giovanile civitanovese sia quello della crescita del ragazzo sotto tutti i punti di vista, non solo tecnica ma anche umana. A chiudere la presentazione della prima squadra, reduce dal brillante test pomeridiano in casa del Valdichienti Ponte: il presidente Mauro Profili che ha ricordato la ripartenza della società rossoblù in questi anni, con l'obiettivo di salire di categoria quanto prima e di creare una nuova base dirigenziale forte grazie anche alla presenza di nuove figure e di nuovi sponsor. Sulla stessa falsariga il dirigente Stefano Cardinali mentre il ds Giulio Spadoni si è detto onorato di trovarsi in questa storica piazza. Dopo l'investitura ufficiale di Daniele Maria Angelini, il noto imprenditore civitanovese ricoprirà il ruolo di presidente onorario, hanno sfilato i giocatori della prima squadra con il saluto ai tifosi da parte di mister Massimo Ciocci, del capitano William Bordi, del bomber Gabriele Tittarelli e di Ismael Bangoura. A chiudere l'auspicio per una buona stagione da parte del sindaco della città Fabrizio Ciarapica. Una serata molto partecipata e di grande entusiasmo, che conferma il feeling con gli appassionati di calcio rossoblu e l'importanza di questa storica società per la città, visto che da sempre è un punto di riferimento per tutti gli amanti dello sport cittadino.

06/09/2020
Pallamano serie A, esordio amaro per la Santarelli Cingoli: Bolzano si impone tra le mura amiche

Pallamano serie A, esordio amaro per la Santarelli Cingoli: Bolzano si impone tra le mura amiche

Inizia con una sconfitta la stagione della Santarelli Cingoli in Serie A Beretta di pallamano maschile. I ragazzi di Palazzi hanno ceduto 29-23 al cospetto del Bozen, lottando comunque a viso aperto con gli alto-atesini dall’inizio alla fine. La partita inizia a sorpresa con i cingolani in vantaggio con le reti di Antic e Rotaru. Turkovic accorcia, ancora Antic ribadisce l’1-3. Il Bolzano quindi riesce a mettere a segno un break di 5-0 grazie a Venturi, Turkovic, Sonnerer e Udovcic, punteggio sul 6-3 al 15’. La Santarelli non molla e si riporta sul -1 con Rotaru ed Antic (6-5). Due gol di Sonnerer valgono il +3 per i padroni di casa ma Antic accorcia sull’8-6. Qui le due squadre inscenano un botta e risposta fino al 12-9, quando Antic e Garroni trascinano Cingoli sul 12-11, aiutati da una bella parata di Anzaldo su Turkovic. Tuttavia ci pensa l’allenatore giocatore Sporcic a regalare il +2 al Bolzano, con due reti che valgono il 14-12 che chiude il primo tempo, nonostante un gran gol di Ladakis ed una parata di Anzaldo. Nella ripresa i padroni di casa prendono il pallino del gioco e controllano il risultato, nonostante la Santarelli rimanga agganciata al punteggio fino a 2 minuti dalla fine. Udovcic e Greganic piazzano il +4, Strappini trova il 17-14. Sul 18-15, Anzaldo salva su Turkovic, mentre Ladakis impatta su Hermones. Non sbagliano, invece, Greganic ed Antic, il parziale resta sul 19-16. Bolzano mantiene i tre punti di vantaggio fino al 22-19, quando allunga a +6 grazie Turkovic, Venturi e Udovcic, con Cingoli che raccoglie solamente i pali di Antic e Cirilli (deviato da Hermones). Bincoletto prova a dare la scossa sul 25-20, ma Sonnerer e Walcher segnano le reti del 27-20, nonostante una grande parata di Anzaldo su Starcevic. La Santarelli non molla e piazza un break di 0-3 con Bincoletto, Ladakis e Garroni per il 27-23 a 4 minuti dalla fine. Hermones a questo punto mura la sua porta da Garroni, Anzaldo respinge su Sonnerer ma non può nulla su Starcevic e Kammerer, i quali fissano il punteggio sul definitivo 29-23. Bozen raccoglie i primi due punti stagionali grazie all’esperienza del suo roster, capace di sfruttare al meglio le superiorità numeriche nel corso della partita. La Santarelli Cingoli, dal canto suo, ha il merito di aver disputato un primo tempo alla pari e di non aver mollato per oltre 50 minuti, sebbene ci sia ancora molto da lavorare per ritrovare la forma campionato. Il top scorer della gara è un ottimo Ivan Antic con ben 10 reti, seguito a 6 da Sonnerer e Udovcic e a 5 da Turkovic e Ladakis, con il greco della Polisportiva ad aver disputato una buonissima partita. Tra i migliori dei cingolani anche Bincoletto e Anzaldo. Archiviata la trasferta bolzanina, la squadra di Palazzi sta già pensando al prossimo incontro. Sabato 12 settembre, infatti, la Santarelli sfiderà al PalaQuaresima il Merano dell’ex Lorenzo Nocelli per la seconda giornata di Serie A Beretta maschile.   Bozen 29-23 Santarelli Cingoli (14-12) Bozen: Hermones, Sonnerer 6, Montagna, Walcher 1, Spogler, Kammerer 1, Pircher P., Starcevic 1, Sporcic 2, Rossignoli, Greganic 4, Pircher M., Udovcic 6, Turkovic 5, Venturi 3. All. Sporcic Santarelli Cingoli: Anzaldo, Gentilozzi, Bincoletto 3, Ladakis 5, Garroni 2, Ciattaglia, Antic 10, Mangoni, Rotaru 2, Latini, Strappini 1, Tobaldi, Evangelisti, Cirilli. All. Palazzi Arbitri: Prandi – Ambrosetti

06/09/2020
Il Cus Macerata torna ad abbracciare l’Oriente: al via i nuovi corsi di Tai chi e Kung Fu

Il Cus Macerata torna ad abbracciare l’Oriente: al via i nuovi corsi di Tai chi e Kung Fu

Il Cus Macerata torna ad abbracciare l’Oriente, in particolare quella Cina così vicina ad Unimc. Da questo lunedì 7 settembre e per tutti i lunedì del mese, gli impianti di via Valerio ospiteranno i nuovi corsi di Tai chi e di Kung Fu, con particolare riguardo all’autodifesa. Si aggiungono alle lezioni di Tai Chi Chen e sarà sempre l’insegnante Massimiliano Pallotti a tenerli, questa volta però sono riservati proprio alla popolazione studentesca e al personale docente e non docente dell’Ateneo. L’appuntamento con le prime sedute di prova è ogni lunedì dalle 19 alle 20.15 per il Tai Chi Benessere, mentre dalle 20.30 alle 22.00 per le lezioni di Kung fu - autodifesa. Il Tai chi è un'antica arte marziale cinese, nacque come sistema di autodifesa, ma nel corso dei secoli si è trasformata in una raffinata forma di esercizio per la salute ed il benessere. Il corso al Cus Macerata approfondirà pratiche volte a garantire l’equilibrio tra il corpo e la mente ai fini di un miglioramento progressivo della qualità della vita. Fulcro dell’attività didattica saranno lo studio e la pratica della sequenza di movimenti denominata Bashi che a lungo termine favorisce la distensione dei muscoli, rilassa i tendini ed è particolarmente efficace nell’alleviare le vertebre cervicali e lombari. Dunque ci si rivolge prettamente a chi vuole praticare gli aspetti salutari del Taiji ma non è interessato a quelli marziali. Il corso di Kung Fu – autodifesa, invece, si propone di sviluppare gli aspetti marziali ed applicativi delle arti marziali cinesi non trascurando, al contempo, le pratiche di centratura, radicamento e rilassamento che ne costituiscono il fondamento Per info: 0733 239450 oppure Massimiliano 3406273704

05/09/2020
Pieve Torina, scatta l'ora della Tirreno - Adriatico: "apriremo alla corsa la nostra zona rossa"

Pieve Torina, scatta l'ora della Tirreno - Adriatico: "apriremo alla corsa la nostra zona rossa"

Partirà da Pieve Torina la settima tappa della Tirreno - Adriatico che, dopo il rinvio avvenuto a marzo, vede il 7 settembre come data ufficiale d'avvio. La 55esima edizione della storica ed amata corsa ciclistica del Bel Paese si svolgerà in sicurezza (dal 7 al 14 settembre con chiusura a San Benedetto del Tronto) tenendo conto delle normative anti-Covid e prevedrà otto tappe anziché sette. Di queste, la settima è proprio la Pieve Torina - Loreto con i suoi 181 km di percorso. "Una buona notizia per il ciclismo nazionale che inizia a ripartire, ed una grande soddisfazione per il nostro comune riuscire ad ospitare nuovamente questo grande evento” sottolinea il sindaco, Alessandro Gentilucci: “Pieve Torina si sta già preparando ad accogliere l'imponente macchina organizzativa della Tirreno - Adriatico che arriverà il 13 di settembre. Insieme al grande impegno per far sì che tutto proceda al meglio sul piano della corsa agonistica, alto è il senso di responsabilità perché sappiamo che l'attenzione in tema di sicurezza non dovrà venir meno. L’aver confermato la presenza, nel nostro comune, di una delle corse ciclistiche più importanti d’Italia rappresenta una straordinaria opportunità per far conoscere il nostro territorio e le sue straordinarie bellezze ad un pubblico importante, fatto di appassionati delle due ruote e non solo. Tuttavia, sarà anche l’occasione per documentare, visto che apriremo alla corsa il centro storico e quindi la nostra zona rossa, l’inerzia di questi quattro anni in fatto di ricostruzione”. La Pieve Torina - Loreto è conosciuta come la “tappa dei Muri” con un circuito finale di 25 km che prevede di affrontare le due salite di Loreto e Recanati e gli ultimi chilometri tutti in salita con pendenze attorno al 10%. “L'edizione 2020 della Tirreno - Adriatico non la dimenticheremo facilmente, e riuscire a correrla nonostante tutto” conclude Gentilucci “significa puntare sulla ripartenza, la ripartenza dello sport come settore professionale e la ripartenza dello sport come volano per l'economia ed il turismo del nostro territorio. Ma abbiamo bisogno di ripartire davvero, di accelerare sulla ricostruzione, altrimenti se il traguardo continua a rimanere così lontano ed in salita temo che saremo in pochi ad arrivare a fine corsa”.

05/09/2020
La Maceratese si presenta alla Terrazza dei Popoli: "L'obiettivo è vincere il campionato" (FOTO e VIDEO)

La Maceratese si presenta alla Terrazza dei Popoli: "L'obiettivo è vincere il campionato" (FOTO e VIDEO)

SS Maceratese e l’Atletico Macerata si sono presentate ufficialmente ieri in una location d'eccezione come quella della Terrazza dei Popoli. Ad essere svelate sono state le formazioni che parteciperanno al prossimo campionato di Promozione, Seconda Categoria e Juniores Regionale.  L'evento, che sancisce la rinnovata collaborazione tra i due club, ha saputo conciliare la passione delle tifoserie con l'osservanza delle norme attualmente in vigore per il contenimento della diffusione del Covid-19 "Siamo in piena preparazione - ha sottolineato il mister biancorosso Francesco Nocera -, ci vuole tempo per mettere i giocatori in carreggiata dopo 6 mesi di inattività. Le prime impressioni sono buone, i ragazzi hanno voglia di mettersi in mostra e di lavorare in una piazza importante come Macerata".  A risaltare, nella rosa della 'Rata', è la folta presenza di giocatori argentini (6 su 25, ndr): "Sono ragazzi arrivati in Italia da 3-4 anni e che io ho già avuto in altre squadre. Mi danno una certa garanzia, in quanto conoscono il mio modo di vedere il calcio. Bisogna creare i presupposti per vincere, non è mai facile farlo". Riguardo l'incertezza sulla futura composizione dei gironi, Nocera sottolinea: "Mi auguro che qualcosa cambi, in primis i protocolli e che si possa giocare un campionato a 18 squadre. La società ha investito per giocare un campionato a 18 e non a 12 squadre, trovarsi con incassi minimi non è il massimo".  Il presidente biancorosso Crocioni ha ribadito: "L'obiettivo, come sempre, è la vittoria. Mi spiace soltanto non avere un rapporto diretto con la squadra per via delle problematiche relative al Covid. Abbiamo fatto un bel mix. Qualche altro colpo in canna? Ci può stare, ma per ora rimaniamo così".   

04/09/2020
Tolentino, in arrivo tre nuovi Under: ai saluti Luca Cerolini e Nicholas Raponi

Tolentino, in arrivo tre nuovi Under: ai saluti Luca Cerolini e Nicholas Raponi

L’U.S. Tolentino 1919 comunica di aver ceduto, a titolo temporaneo, per la prossima stagione due giovani del proprio vivaio che lo scorso anno hanno giocato il campionato di serie D con la prima squadra. Si tratta del difensore Luca Cerolini (2002) e del centrocampista Nicholas Raponi (2001). Cerolini, che si trasferirà in Ancona per motivi di studio, vestirà la casacca della Biagio Nazzaro. Raponi potrà completare, invece, il suo percorso di crescita calcistica nelle fila del San Marco Servigliano. Ad entrambi i ragazzi, la Società cremisi formula un grande ringraziamento per quanto sino ad oggi fatto con la maglia cremisi ed un sincero in bocca al lupo per la prossima stagione. Sul fronte degli arrivi, invece, nelle ore scorse sono stati formalizzati i tesseramenti di tre giovanissimi: Federico Marcantoni (2001) difensore, già in forza al Tolentino lo scorso anno; Simone Battistelli (2003) portiere, acquistato a titolo definitivo dall’Accademy Civitanovese; Christian Bonacchi (2000) difensore, in prestito per un ulteriore anno dal Carpi. Ecco le prossime amichevoli in programma: Sabato 5 settembre ore 17 (Stadio Della Vittoria): Tolentino – Montemilone Pollenza Sabato 5 settembre ore 17 (Campo “Ciommei”): Tolentino juniores – Sambenedettese primavera  

04/09/2020
Martina Franca Calcio in ritiro a Camerino

Martina Franca Calcio in ritiro a Camerino

Termina con grande soddisfazione il ritiro del Martina Franca Calcio agli impianti sportivi del Centro Universitario Sportivo di Camerino. Dieci giorni di preparazione intensa, a fine agosto, con doppie sedute giornaliere per affrontare al meglio il prossimo campionato di eccellenza pugliese. Due anche le uscite amichevoli allo Stadio Livio Luzi, una contro una rappresentativa locale e l’altra contro il Tolentino, compagine marchigiana di serie D. Una scelta dettata sia dalle buone condizioni climatiche, sia dalle moderne strutture sportive messe a disposizione dall’Università di Camerino. Grande soddisfazione per Mister Pizzulli e tutto lo staff per l’ottima accoglienza ricevuta nella cittadina camerte. Ottima anche l’ospitalità del relais Villa Fornari, ormai da anni luogo ideale per ospitare i ritiri preparatori per i campionati di tutte le discipline sportive outdoor ed indoor (calcio, nuoto, basket, pallavolo, calcio a cinque).  Continua il connubio Università, territorio e ospitalità sportiva. Ancora una volta Camerino si dimostra una meta gradita per i ritiri di squadre di calcio, dopo quello del Bitonto dello scorso anno e di altre compagini negli anni precedenti (tra cui molti anni fa addirittura la nazionale argentina). Lo stadio Livio Luzi è stato inoltre sede del quarto di finale del Campionato Primavera 2009/2010 e della partita amichevole under 18 tra Italia e Albania il 14/05/2014. Il territorio camerte si conferma, quindi, essere luogo adatto per la preparazione estiva di calciatori ma anche di gruppi e associazioni dilettantistiche sportive.

03/09/2020
Colpo in attacco per la Sangiustese: preso Francesco Petrarulo

Colpo in attacco per la Sangiustese: preso Francesco Petrarulo

Arriva in rossoblù la punta classe 1998 Francesco Petrarulo. Cresciuto nel Settore Giovanile dell’Ascoli, diverse per lui le esperienze in Serie D negli anni passati (Monticelli, Notaresco, Castelfidardo), prima di approdare lo scorso anno nel campionato di Eccellenza abruzzese con l’Alba Adriatica. “Ho scelto la Sangiustese – ha dichiarato l’attaccante - perché le parole del DS Papi mi hanno subito convinto. Si tratta di una Società seria e affidabile, una delle migliori del territorio e di cui tutti parlano benissimo. Speriamo di tornare in campo il prima possibile, ma già potersi allenare e stare in gruppo dopo tanto tempo è per noi una gioia incredibile. Come obiettivi, speriamo di fare il meglio possibile e di toglierci qualche soddisfazione, ci impegneremo al massimo per divertirci e disputare un bel campionato”. 

03/09/2020
Matelica, altro arrivo in porta: preso il giovane Alessio Martorel

Matelica, altro arrivo in porta: preso il giovane Alessio Martorel

Il Matelica ufficializza il rapporto con il portiere Alessio Martorel. Classe 2000, dotato di notevole struttura fisica (195 di altezza), Martorel muove i primi passi in diverse squadre del natio Veneto prima di essere visionato dall’Atalanta ed approdare prima alla Luparense (Eccellenza padovana, 15 presenze) e nella scorsa stagione in Serie D al Muravera in Sardegna (21 presenze prima del lockdown). “Non ci ho pensato un attimo ad accettare il progetto del Matelica – ha dichiarato Martorel -  accedere nei professionisti è per me una grande occasione e le parole del Direttore Micciola mi hanno subito convinto. Arrivo in una città piccola e accogliente, sono sicuro che qui troverò le migliori condizioni per approcciarmi la prima volta ad una categoria importante e prestigiosa come la C. Ho tutta la voglia del mondo di provare a far bene e dare il massimo, dimostrando le mie doti e tenendo alti i colori di questa Società ambiziosa”.

03/09/2020
Macerata Softball, scontro al vertice contro le Taurus Old Parma: in palio i play off

Macerata Softball, scontro al vertice contro le Taurus Old Parma: in palio i play off

Sabato 5 settembre, con inizio alle ore 17.00 si terrà sul diamante di via Cioci a Macerata, lo scontro al vertice del campionato di A2 tra il Macerata softball, che occupa il secondo posto in classifica e le Taurus Old Parma che detengono la prima posizione. Le due squadre separate in classifica da una sola lunghezza, si presentano con ottimi biglietti da visita. Ambedue reduci da una doppia vittoria nello scorso turno della regalar season, vantano rispettivamente la migliore media battuta di squadra e il miglior rendimento sul monte di lancio.     La posta in palio vale, nel caso che la squadra guidata da Marta Gambella vincesse ambedue le partite, il primo posto in classifica e il matematico accesso alla fase dei play off. L'incontro sarà aperto al pubblico, nel rispetto del protocollo anti covid stilato dalla FIBS e approvato dal ministero e sulla base degli ultimi provvedimenti della regione Marche.     A disposizione degli allenatori sul monte di lancio Michela Serrani e Anna Salvatore, le ricevitrici Chiara Severini e Chiara Mengoli, gli interni Matilde Migliorelli, Gioia Tittarelli, Camilla Bruzzesi, Di Donato Benedetta, Arianna Mazzanti, Emma Fagioli, Colepio Ilaria e Marta Lisandroni e gli esterni Elena Roganti, Marica Guglielmi e Giorgia Cacciamani.

03/09/2020
Lube, il ds Cormio sul pubblico nei palasport: "Contiamo di avere 1000 persone per la Supercoppa"

Lube, il ds Cormio sul pubblico nei palasport: "Contiamo di avere 1000 persone per la Supercoppa"

“Immagino ci sia tanta attesa da parte di chi, magari per la prima volta da quando si è appassionato al nostro sport, non vede volare palloni da un campo all’altro da più di sei mesi". Questo è quanto afferma il direttore sportivo della Cucine Lube Civitanova, Giuseppe Cormio, pensando ai tifosi quando mancano meno di due settimane al ritorno in campo ufficiale. "Purtroppo siamo ancora in una fase in cui non abbiamo tante certezze, stamattina abbiamo discusso in una Consulta della Lega Pallavolo Serie A il protocollo per la ripresa, partendo dal momento in cui tutte le società si faranno carico di alcuni esami che attestino il buon stato di salute non solo dei giocatori e degli allenatori ma dell’intero staff e delle persone che entrano al palasport - aggiunge Cormio -. È uno sforzo importante che i Club di volley dovranno fare, lo è dai punti di vista economico e fisico perché, come abbiamo già fatto, si tratta di sottoporsi ad esami continui e tamponi piuttosto fastidiosi, ma credo che per il bene e la salute di tutti noi sia un atto dovuto. Così stamattina abbiamo licenziato un protocollo in attesa di approvazione da parte del comitato tecnico-scientifico ovviamente insieme alla Federazione e alla Legavolley”. “Per quanto riguarda il pubblico, invece, ci sono ancora situazioni molto più complicate - prosegue il ds biancorosso - Quello che abbiamo saputo e di cui siamo certi è che circa 200 potrebbero essere le persone per gli spettacoli sportivi al chiuso, però c’è una deroga che riguarda gli eventi. In occasione della gara all’Eurosuole Forum del 20 settembre si tratta di un evento, è la Supercoppa e non la routine delle giornate del campionato italiano. Contiamo di poter avere un pubblico intorno alle 1000 unità nel nostro palasport di Civitanova, quello che stiamo chiedendo come Legavolley e come società è infatti che ci venga data la possibilità di far entrare, naturalmente con un protocollo rigidissimo che abbiamo già approvato, il 25% delle persone che potrebbero per la capienza dell’impianto sostare all’interno". "Non dipende da noi, per questo serve una deroga della Regione, del nostro Governatore: in molte Regioni è stata già fatta questa deroga, c’è nel Trentino, in Veneto, ci sono notizie di un accordo quasi fatto anche per l’Umbria. Ci sono dunque molte Regioni dove il volley verrà giocato davanti ad un consistente numero di spettatori, ci auguriamo che anche il nostro Governatore raccolga questa nostra richiesta e ci dia questa opportunità per la Supercoppa” sottolinea Cormio. “Non sarebbe giusto – conclude il ds – andare a giocare al cospetto di 1000 tifosi avversari ad esempio il 13 settembre a Trento e poi trovarsi con un palasport vuoto nella gara di ritorno, dobbiamo far sì che questo non avvenga. Siamo molto fiduciosi che la Regione Marche capirà e crederà soprattutto al protocollo che presenteremo. Successivamente per quanto riguarda il campionato, invece, sarà una discussione più ampia che riguarderà tutti e spero che si trovi una soluzione per poter giocare ugualmente all’inizio avanti almeno a 1000 persone e che poi, andando avanti, qualcosa cambi e ci sia data l’opportunità di tornare a giocare in tranquillità e serenità davanti a un pubblico entusiasta”.

02/09/2020
Maceratese, definiti organigramma e staff tecnico del vivaio per la stagione 2020/2021

Maceratese, definiti organigramma e staff tecnico del vivaio per la stagione 2020/2021

Prenderà il via tra una settimana, il 7 settembre, la stagione 2020-2021 del Settore Giovanile della Maceratese. Lunedì ricominceranno a correre, allenarsi e divertirsi le squadre Allievi e Giovanissimi, tanta la voglia di ritrovarsi allo Stadio della Vittoria dopo un lungo stop e la scorsa annata interrotta dalla pandemia (cancellando anche i tornei biancorossi Velox e Cleti). Giovedì alle 19 nella Terrazza dei Popoli a Macerata, verrà presentato il vivaio che il presidente Alberto Crocioni ha voluto ri-affidare al confermato Paolo Siroti. Anzi in questa stagione l’ex difensore professionista fungerà da responsabile tecnico dell’intera area, sia del settore giovanile che della Scuola Calcio. Siroti guiderà e coordinerà uno staff tecnico che vedrà 5 novità: la Maceratese dà infatti il benvenuto ai nuovi tecnici Paolo Morresi (ex United Civitanova), Alessandro Nasini (Fermana), Mattia Draisci (United e allenatore Cft di Recanati), Davide Andreucci (laureando in Scienze Motorie). Più il preparatore dei portieri, a lungo con l’allora Vis Macerata, Luca Frinconi. Questo l’organigramma completo: responsabile tecnico Paolo Siroti; responsabile amministrativo Jacopo Minuti; segretaria Evelina Crocioni; addetto stampa Andrea Scoppa; collaboratori Luciano Gironella, Silvano Gironella, Enzo Ballini, Luigi Catinari, Egidio Perticarari, Marcello Temperi, Marco Malagnino, Nazzareno Illuminati e Umberto Mancini; custode Giancarlo Ribichini. Lo staff tecnico: allenatore Allievi 2004 Paolo Morresi, Allievi 2005 Simone Salvucci; Giovanissimi 2006 Carlo Troscè, Giovanissimi 2007 Mattia Draisci; preparatore dei portieri Luca Frinconi; maestro della tecnica e coordinativo Alessandro Nasini; staff medico Sante Rossetti e Francesco Menghini; allenatori Esordienti (2 squadre) Enrico Zanconi e Francesco Menghini; Pulcini (3 formazioni) Marco Donati e Alessandro Nasini; Primi Calci Mattia Draisci e Alessandro Nasini; Piccoli Amici Paolo Siroti e Davide Andreucci. La Leva calcistica è stata programmata nelle due giornate del 10 e 11 settembre, naturalmente sul sintetico dello Stadio della Vittoria. Sarà rivolta ai baby calciatori dal 2015 al 2008, orario 17-19.    

02/09/2020
Recanati, arriva il "Giro delle Marche in Rosa": come cambia la viabilità

Recanati, arriva il "Giro delle Marche in Rosa": come cambia la viabilità

Count down finale per la partenza del Giro delle Marche in Rosa categoria open femminile venerdì 4 settembre con la cronometro di apertura a Recanati, la gara in rosa passerà poi per Loreto e si concluderà ad Offida il 6 settembre 2020. La tappa di Recanati sarà una cronometro individuale di circa 3 km, abbastanza mossa tra alcuni tratti in salita e in discesa, con un percorso che si snoderà tra le vie della città  con partenza e arrivo dalla celebre Piazza Giacomo Leopardi. Tra le strade interessate al passaggio delle atlete: via Cavour, via Antonio Calcagni, via Roma, via Antici, via Ettore Leopardi, Porta Nuova, viale Passero Solitario, via Filippo Corridoni, via Giacomo Matteotti, via Giovanni Falleroni e corso Giuseppe Persiani. “Siamo pronti ad accogliere il Giro delle Marche in Rosa, un momento di grande sport che unisce   l'eccellenza del ciclismo a livello internazionale alla promozione  turistica della Città di Recanati e alla sua tradizione sportiva – ha dichiarato il Sindaco di Recanati Antonio Bravi  - Ringrazio fin da ora tutti i miei concittadini che si atterranno alle disposizioni in atto  sulla regolamentazione della viabilità della giornata, per la migliore organizzazione dell’attesa cronometro.” L'ordine di partenza sarà il seguente: al via le juniores di primo e secondo anno (via della prima concorrente alle ore 18) a seguire  le ragazze appartenenti alla categoria élite con la partecipazione straordinaria  di Claudia Cretti, la cui presenza sarà sicuramente un valore aggiunto per tutto il Giro delle Marche in Rosa che avrà una testimonial del tutto speciale per questa terza edizione. Al fine di consentire lo svolgimento della corsa, si dispone quanto segue: - che dalle ore 14:00 fino alle ore 22:00, comunque fino alla fine dell’evento, sia vietata la sosta e il transito in viale C. Battisti, ad eccezione della carovana del Giro della Marche in Rosa, nel tratto compreso fra Porta Marina e Porta San Filippo in entrambi i lati, escluso il tratto prospicente il cantiere edile, in deroga all’ordinanza 43/2020 e di consentire il transito ai soli residenti in possesso di autorimessa privata; - che dalle ore 15:00 fino alle ore 22:00, comunque fino alla fine dell’evento, sia vietata la sosta a tutti i veicoli nel circuito di gara; - che dalle ore 15:00 alle ore 17:00, la circolazione all’interno del circuito di gara sia limitata: ai residenti, alle operazioni di carico e scarico merci, ai veicoli degli organizzatori, ai mezzi comunali e al servizio di trasporto pubblico urbano; - che dalle ore 17:00 fino alle 22:00, comunque fino alla fine dell’evento, sia vietata la circolazione nel circuito di gara e l’immissione ai veicoli in sosta nei piazzali confluenti nello stesso, sia apposta adeguata cartellonistica nei piazzale ai fini informativi; - che dalle ore 17:00 fino alla 22:00, comunque fino alla fine dell’evento, l’intersezione di fra Via B. Placido e via Monte Conero, la rotatoria “Crocefisso”, sia regolamentata a senso unico alternato con impianto semaforico; - che dalle ore 14:00 alle ore 09:00 del giorno successivo, piazzale Roberto Antiocchia sia riservato ai residente del Centro Storico previa esposizione del permesso nella parte anteriore del veicolo; - che dalle ore 14:00 fino alle ore 22:00, comunque fino alla fine dell’evento, gli autobus di linea effettueranno il capolinea a p.le Europa per gli autobus provenienti da Ancona e in v.le Passionisti per gli autobus provenienti da Macerata. Il collegamento tra le due provincie dovrà avvenire percorrendo la S.P. 104 (via Gherarducci) non interessata alla manifestazione; - che dalle ore 17:00 fino alla ore 22:00, comunque fino alla fine dell’evento, le occupazioni del suolo pubblico ricadenti lungo il percorso rilasciate precedentemente saranno revocate. Inoltre, il giorno successivo (sabato 5 settembre), al fine di consentire lo svolgimento della 2° tappa del Giro delle Marche in Rosa, si dispone quanto segue: - che dalle ore 14:00 al termine delle evento sportivo sia sospesa la circolazione veicolare, durante il transito delle atlete nel percorso di gara da ripetersi sette volte: S.V. Sampaolesi III tratto, S.C. Squartabue, Via Guglielmo Capodaglio e Via Antonio da Cannara, con un ulteriore passaggio, dopo i sette, con il seguente percorso: S.C. Addolorata, via Capecci, c.da San Francesco, (sp 105 recanati-osimo) S.C. Acquara, S.C. Stuoia Addolorata, Via Pierino Guzzini, Via Guglielmo Capodaglio, via Antonio da Cannara. 

02/09/2020
Tolentino, Gian Marco Ortolani è il nuovo responsabile del settore giovanile

Tolentino, Gian Marco Ortolani è il nuovo responsabile del settore giovanile

Dopo il forfait, causato da strettissime questioni personali legate all’attività lavorativa di Davide Tedoldi, l’U.S. Tolentino 1919 ha conferito l’incarico di responsabile tecnico del settore giovanile e della scuola calcio a Gian Marco Ortolani. Classe 1987, Ortolani ha già alle spalle un trascorso cremisi, avendo svolto il ruolo di allenatore nel settore giovanile nel triennio 2013 – 2015. Da Tolentino è, poi, passato al Matelica: dopo un anno di giovanile in biancorosso è stato promosso in prima squadra come vice di mister Tiozzo per due stagioni (due secondi posti e la vittoria della Coppa Italia di serie D). Nella scorsa stagione, sempre come secondo di Tiozzo, ha guidato l’Adriese, squadra veneta militante nel girone C di serie D. Ortolani, laureato in Scienze Motorie all’Università di Firenze, con laurea magistrale in management dello sport, ha conseguito l’abilitazione di allenatore UEFA B ed ha conseguito a Coverciano il diploma di match analyst professionista. Ad annunciare il passaggio di consegne è proprio il patron cremisi Marco Romagnoli: “Seppur con grande rammarico abbiamo dovuto prendere atto delle ragioni che hanno indotto Mister Tedoldi a rinunciare. Si tratta di una persona di grande serietà che ho avuto modo di apprezzare in questi due mesi. Abbiamo provato a ragionare insieme sul come conciliare l’impegno a cui era chiamato con le sue necessità personali, ma sono stato io il primo a consigliargli di desistere. Per noi il calcio è una parte importante della vita ma nulla può e deve essere più importante della vita stessa. Sono sicuro che con Davide continueremo a collaborare. Non posso che essere felice della scelta a cui siamo pervenuti. Gian Marco Ortolani è persona anch’essa seria e di alto spessore tecnico. Sono sicuro che, insieme ai tecnici in organico, a partire dagli emergenti Bovetti e Salvucci e dagli esperti Zannini e Cappelletti, sarà in grado di aprire un nuovo importante ciclo e di aumentare la qualità dell’offerta formativa del nostro settore giovanile e della scuola calcio cremisi”.   Ortolani ha anche ricevuto l’augurio di Davide Tedoldi: “Conoscendo il valore di Ortolani mi sento sollevato. A seguito di motivi personali legati al lavoro, a malincuore mi trovo costretto a lasciare il ruolo affidatomi dall’U.S. Tolentino 1919. Ringrazio il Presidente Marco Romagnoli  e tutti i componenti della società per l'opportunità concessami, per la disponibilità dimostrata in questi due mesi e per la grande umanità che hanno dimostrato nel comprendere questa dolorosa scelta. Con la speranza che in futuro ci possa essere ancora la possibilità di lavorare insieme, faccio alla Società ed a tutti i mister, che saluto con affetto, i più sinceri auguri”. Con grande entusiasmo, da ieri mattina, si è già messo al lavoro Mister Gian Marco Ortolani: “Per me è un’esperienza nuova che voglio affrontare con il massimo impegno e grandi stimoli. Ringrazio la Società cremisi che ha visto in me le qualità giuste per ricoprire una figura di così grande responsabilità, nonostante la mia giovane età. E’ bellissimo tornare in casa Tole. Metterò tutto quello che posso per svolgere il mio ruolo al meglio. La squadra che ho a disposizione è di primo ordine e tutti si sono dimostrati vogliosi di cominciare offrendomi la propria collaborazione”.

01/09/2020
Volley, la Med Store Macerata si presenta alla città nel giorno di San Giuliano

Volley, la Med Store Macerata si presenta alla città nel giorno di San Giuliano

Il nuovo progetto sportivo della Med Store Macerata riparte dalla tradizionale tappa estiva di San Giuliano, la festa del Santo Patrono di Macerata. Sul palco di Piazza Vittorio Veneto in pieno centro storico è stata presentata la squadra che affronterà il prossimo campionato di Serie A3; mentre in Piazza Libertà era allestito lo stand dedicato alla Volley Academy Macerata, che ha accolto bambini e bambine che muoveranno i primi passi nel mondo della pallavolo.  Quella salita sul palco di San Giuliano è una squadra rinnovata sotto tanti punti di vista, dai giocatori che hanno arricchito il roster al nuovo main sponsor Med Store che firma il rilancio del volley maceratese. Un progetto sportivo che dopo la buona annata dello scorso anno ha dovuto confrontarsi con l’emergenza Covid ma grazie all’impegno e alla volontà della dirigenza e il sostegno di tutti i partner, della città e dell’amministrazione comunale, è riuscita a presentare ieri sera una squadra competitiva che guarda con ottimismo al futuro. La città ha potuto ritrovare i capisaldi della Med Store Macerata, il Capitano Monopoli, gli esperti Calonico e Gabbanelli, il maceratese doc Valenti oltre al coach Di Pinto, e salutare l’arrivo dei nuovi arrivati: un mix di giovani di grande prospettiva e veri e propri campioni del calibro di Snippe e Dennis, che garantiranno un sicuro spettacolo al Banca Macerata Forum.  Ora comincia il lavoro vero però, dopo quanto di buono è stato fatto dalla società in sede di mercato. I giocatori si sono incontrati stamattina per il primo allenamento che sancisce l’inizio della fase di preparazione. Ben presto la parola passerà al campo e con la voglia di tornare ad appassionarsi di volley, già si contano i giorni che mancano alla prima di campionato.  

01/09/2020
AVIS Macerata: Faloci si conferma campione italiano nel lancio del disco, Vandi argento negli 800 metri

AVIS Macerata: Faloci si conferma campione italiano nel lancio del disco, Vandi argento negli 800 metri

Lo scorso fine settimana Padova ha ospitato i Campionati Italiani Assoluti e il gruppo d’elite dell’AVIS Macerata si è fatto onore. Si è confermato numero uno e maglia tricolore Giovanni Faloci (Fiamme Gialle - AVIS Macerata), con la stessa classifica di Bressanone 2019. Il forte discobolo non ha avuto avversari e ha vinto la gara con l’importante prestazione di m. 61,87 davanti al quotato Nazzareno Di Marco secondo con 58,81. E’ il decimo titolo italiano in carriera, una sicurezza per la squadra azzurra maschile, con ambizioni a cinque cerchi per il prossimo anno. E’ allenato da Lorenzo Campanelli ed è una colonna della squadra dell’AVIS, campione regionale in carica.  Ancora uno splendido argento per Eleonora Vandi negli 800 dietro a Elena Bellò delle Fiamme Azzurre Roma e davanti a Gaia Sabbatini della stessa società. Nelle qualificazioni del venerdì 2’05”17 per la forte mezzofondista pesarese, stesso tempo della Sabbatini. Nel finale 2’05”19 per l’avisina che ha ceduto negli ultimi 100 metri alla più veloce Bellò che si è aggiudicata la prova in 2’04”01. Però l’atleta è recuperata, il tormento della fastidiosa fascite plantare del periodo invernale è oramai un brutto ricordo e l’avisina è ritornata competitiva; fra un mese e mezzo, ai campionati italiani assoluti per le lunghe distanze in programma a Modena il 17-18 ottobre, in occasione della Festa dell’Endurance, la vedremo alla partenza dei m. 1500. Nei 400 Elisabetta Vandi ha raggiunto la finale con 54”80, ma poi si è dovuta accontentare dell’ottavo posto nella gara vinta dalla siciliana Alice Mangione che si è imposta con un ottimo 52”70, denunciando un ritardo di condizione a causa del recente infortunio al piede; 55”12 il suo tempo. Prossimo appuntamento per lei i campionati italiani promesse fra 15 giorni a Grosseto. Ma la grande sorpresa arriva all’ultima giornata di gare domenica 30-08 con Lorenzo Angelini che, iscritto in ritardo nei 200 con il minimo di partecipazione ottenuto appena lo scorso martedì a Misano Adriatico con 21”40, si è letteralmente scatenato domenica prima in batteria dove ha vinto migliorandosi in 21”35 ma soprattutto in finale, un’ora dopo in diretta televisiva, dove ha ottenuto un fantastico terzo posto assoluto in 21”30 dietro all’oriundo inglese Antonio Infantino e ad Andrea Federici. Sicuramente è il miglio risultato agonistico in carriera, scendendo a tempi che non riusciva a fare da otto anni. Nei 100 metri piani Greta Rastelli ha ottenuto un buon 12”03 confermandosi in ripresa; anche lei ha nel mirino il campionato italiano junior in programma sempre a Grosseto. Ha sfiorato la finale Emanuele Salvucci nel giavellotto con un lungo lancio, il primo, dato nullo in modo incomprensibile, che forse rappresentava il pass per la finale; l’atleta ha chiesto la misurazione comunque e l’esame del filmato, ma oramai il segno del puntale sul prato era stato abbandonato dal giudice e la gara è proseguita. Al secondo lancio un buon 59,98 non è stato sufficiente per l’ammissione alla finale stessa che è sfuggita per due posizioni. Sempre per due posizioni ha sfiorato la finale anche Kelly Ornella Nya Yanga nel getto del peso con 12”44, una partecipazione la sua sicuramente non velleitaria.    (Foto di Maurizio Iesari e Colombo FIDAL) 

01/09/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.