Attualità

A Roma la protesta dei terremotati: “Ricostruzione assente, vogliamo risposte concrete” (FOTO)

A Roma la protesta dei terremotati: “Ricostruzione assente, vogliamo risposte concrete” (FOTO)

Le richieste di chi è rimasto senza casa e senza lavoro sono le stesse da circa tre anni e vengono gridate a gran voce da tutti quei piccoli comuni dell’entroterra marchigiano (e non solo) che non ne possono più. Richieste gridate a gran voce che però, in molti, sembrano non sentire. Questa mattina nella Capitale c’erano Norcia, Pieve Torina, Ussita, Camerino, Caldarola, Tolentino, San Severino Marche, Castelsantangelo sul Nera e molti altri comuni delle quattro regioni (Marche, Abruzzo,Lazio e Umbria) colpite dal sisma del 2016. Il Corteo che ha sfilato a Roma, organizzato dal Comitato Terremoto Centro Italia, ha visto la partecipazione di circa 500 persone che, sotto al Palazzo di Montecitorio, hanno chiesto risposte chiare e precise al governo in merito alla ricostruzione. “Arrivati sotto a Montecitorio, nessuno è sceso, era un deserto – le parole di Susanna, che fa parte del Comitato Commercianti Caldarola -. Parlo a nome di tutte le piccole attività che sono state abbandonate in questi anni: vogliamo dei segnali chiari in merito alla ricostruzione. Non importa se oggi non abbiamo incontrato nessuno, sappiamo che alle orecchie dei nostri politici arriverà la nostra manifestazione e continuano, a gran voce, a chiedere loro delle risposte, per noi e per i nostri figli.”

18/05/2019
San Severino, torna agibile un immobile di proprietà delle Suore Convittrici dopo i lavori

San Severino, torna agibile un immobile di proprietà delle Suore Convittrici dopo i lavori

Il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, ha firmato la revoca dell’Ordinanza con la quale aveva dichiarato inagibile, a seguito delle scosse di terremoto dell’ottobre 2016, un edificio sito in via Castello al Monte di proprietà dell’Istituto Suore Convittrici del Bambin Gesù interessato da lavori di ripristino per una spesa complessiva di circa 82mila euro. Il provvedimento consentirà il rientro degli inquilini che vi risiedevano precedentemente nell’abitazione.  

18/05/2019
Macerata, No slot: il Tar respinge i ricorsi della Federazione Italiana tabaccai e dalla società In-Gioco contro il Comune

Macerata, No slot: il Tar respinge i ricorsi della Federazione Italiana tabaccai e dalla società In-Gioco contro il Comune

Nulla di fatto per i ricorsi presentati al TAR dalla società In-Gioco srl e dalla Federazione Italiana Tabaccai contro l’ordinanza sindacale del Comune di Macerata finalizzata a regolare e limitare l’accesso agli apparecchi di gioco nelle sale scommesse e video lotterie e nei locali pubblici.   Il Tribunale Amministrativo regionale ha respinto infatti i ricorsi  contro l’annullamento dell’ordinanza del marzo 2018 che stabilisce che non si può giocare dalle ore 7 alle ore 10 e dalle 15 alle 20. Il divieto vale per tutte le sale ed esercizi commerciali, bar e tabaccherie che hanno macchine da gioco. Il provvedimento del sindaco Carancini si inserisce nelle facoltà previste dalla legge regionale n. 3/2017 “Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico e della dipendenza da nuove tecnologie e social network”.  E proprio a questa normativa si rifà la motivazione di respingimento del TAR ai ricorsi: “Il provvedimento comunale impugnato – si legge nell’atto – si pone come attuativo di tali indirizzi legislativi e, sotto il profilo motivazionale, poggia sulla stessa ratio… Nell’ordinanza sindacale impugnata si dà adeguatamente contro della specifica situazione esistente nel territorio di macerata ‘frequentata da molti giovani’ studenti. Il provvedimento inoltre è stato emanato sulla base dei dati e delle informazioni in possesso del Dipartimento Dipendenze Patologiche dell’Asur Area Vasta 3 e dell’Agenzia dei Monopoli di Stato,  da cui risulta una diffusione di concessioni  leggermente superiori alle medie nazionali da cui emerge che il 68% di essi dichiara di aver giocato d’azzardo almeno una volta e addirittura il 94% dei medesimi dichiara che, pur essendo minorenne, ha trovato esercenti. Genitori o altri adulti che non hanno impedito loro di giocare…”.  Le recenti sentenze del Tar seguono quella emessa sempre dal Tribunale Amministrativo delle Marche nel gennaio scorso. Infine, da ricordare, che anche il Consiglio comunale si era espresso all’unanimità con un ordine del giorno in merito al gioco d’azzardo e ludopatia, auspicando la disciplina dell’orario di gioco e la valorizzazione di locali NO SLOT. 

18/05/2019
Macerata, Carancini querela Bommarito per la vicenda piscine

Macerata, Carancini querela Bommarito per la vicenda piscine

Il sindaco del Comune di Macerata, Romano Carancini, interviene sulla questione del polo natatorio di Fontescodella: “Ho depositato stamattina presso la Procura della Repubblica di Macerata, assistito dagli avvocati Massimo Bertola e Paolo Giustozzi, un atto di querela nei confronti del Sig. Bommarito Giuseppe a seguito dell’articolo pubblicato su un giornale locale on-line l’11 aprile scorso dal titolo “Piscine, il grande flop di Carancini: un delirio di favori non dovuti che ha ferito e lacerato Macerata”.  " In oltre 9 anni di mandato da Sindaco ho sempre accettato serenamente critiche e giudizi sul mio operato, chiunque li avesse espressi, cittadini o organi di stampa, nella consapevolezza che, rispondere della fiducia accordata, volesse dire, in particolare, mai sottrarsi al confronto ed al controllo per gli impegni presi e le responsabilità assunte - afferma Carancini in una nota - . Nell’articolo, il legittimo diritto di critica è stato violentato ripetutamente - continua Carancini - , travalicando abbondantemente i limiti elementari del rispetto della mia persona e dell’Istituzione che rappresento, con una manifesta falsa ricostruzione dei fatti riguardanti la vicenda delle piscine e con accuse infamanti nei miei riguardi, della Amministrazione della città e della Istituzione nella sua articolazione. Ho tanto rispetto del ruolo che rivesto, delle tante oneste persone che fanno ogni giorno l’Istituzione e la servono e della fiducia delle persone nell’interesse delle quali ho il compito di amministrare la città, che ho considerato mio dovere far accertare alla Magistratura la diffamazione per i gravi fatti attribuiti, mettendo a disposizione, nella totale ed incondizionata trasparenza, un’analitica ricostruzione dei fatti e dei documenti esistenti. Sul piano politico ed amministrativo della vicenda, come ho sempre fatto, riferirò in Consiglio Comunale già lunedì prossimo, nel rigoroso rispetto del mio dovere di Sindaco.”

18/05/2019
Macerata, guai per il Comune: i revisori dei conti bocciano il bilancio

Macerata, guai per il Comune: i revisori dei conti bocciano il bilancio

I revisori dei conti hanno bocciato il bilancio consuntivo 2018 del Comune di Macerata. Tra le contestazioni che vengono fatte ci sono: pochi fondi per le cause e spese per incarichi legali troppo alti. Tra le altre contestazioni, anche quelle relative alla riscossione delle multe delle quali su 1,2 milioni accertati sono entrati in cassa solo il 44%, costituendo quindi una perdita per le casse comunali. Per tali ragioni vengono invitati gli organi competenti "ad adottare i provvedimenti conseguenti". Queste conclusioni sono state fatte dall'organo di revisione composto dai dottori commercialisti Ugo Maria Fantini e Fabrizio De Iulis e dal ragioniere commercialista Alberto Luchini. Un altro elemento interessante che emerge dal report è quello legato agli accantonamenti dai contenziosi: il Comune ha infatti fissato la quota in circa due milioni, i revisori controbattono dicendo che per rientrare nei parametri della Corte dei Conti, la cifra da indicare è di 3,5 milioni di euro. Tra le altre richieste del report dei revisori dei conti c'è quello relativo al rapporto sulle società partecipate che dovrebbe essere almeno trimestrale e non annuale come è avvenuto. Infine non buone notizie, usando un eufemismo,  per le casse del comune nelle entrate: quelle del 2018 per quanto riguarda Tarsu, Tia e Tari sono diminuite di 272.521 euro rispetto al 2017 - si legge nel report - mentre invece quelle relative agli incassi per l'Imu sono diminuite di 620.140 euro. Insomma un altro grattacapo non indifferente per il Comune di Macerata e la Giunta Carancini, se si pensa che negli ultimi anni non si ricorda un giudizio negativo espresso dai revisori dei conti sul bilancio consuntivo.  

18/05/2019
Fondi europei, 8 milioni di euro per i territori del cratere

Fondi europei, 8 milioni di euro per i territori del cratere

La Giunta Regionale a dicembre 2018 ha ripartito i fondi POR FESR relativi all’ASSE 8 per un totale di 8milioni di euro sul territorio del cratere, con esclusione dei territori ricadenti nel bacino del fiume Nera già finanziati con i fondi emergenziali del sisma. "Con soddisfazione, grazie anche a mirate capacità programmatorie, devo sottolineare che 4 milioni di euro degli 8 milioni previsti riguardano la provincia di Macerata - ha spiegato il sindaco di Montecavallo Pietro Cecoli -. Il progetto che qui oggi presentiamo, come voi sapete, è stato costruito con la partecipazione condivisa del territorio tra gli uffici regionali e i tecnici comunali, anche se impegnati nelle più gravose questioni della ricostruzione. L’indirizzo politico è stato quello di curare particolarmente il territorio montano da tempo abbandonato sotto il profilo idrogeologico, nello specifico dei fiumi." "Come potete vedere dalla mappa che illustra la collocazione deli interventi, ci occupiamo del territorio maceratese del bacino del Chienti tra i comuni di Camerino, Montecavallo, Muccia, Pieve Torina, Serravalle di Chienti e Valfornace - ha concluso -. I fondi comunitari impongono una tempistica serrata e confidiamo, una volta sviluppate tutte le tutele ambientali nella redazione del progetto, di andare all’appalto dei lavori entro fine anno o al massimo entro i primi mesi del 2020. I tecnici regionali sono qui a disposizione per illustrarci nel dettaglio il progetto a livello di fattibilità e per recepire, dopo la presentazione di oggi, ogni utile indicazione per sviluppare, nella successiva fase di progettazione, eventuali approfondimenti." 

17/05/2019
Macerata, il Piano di Azione per l’energia sostenibile e il clima arriva in Consiglio comunale

Macerata, il Piano di Azione per l’energia sostenibile e il clima arriva in Consiglio comunale

La Riduzione delle emissioni di gas serra grazie alla maggiore efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e l’introduzione di buone pratiche per favorire l’adattamento ai cambiamenti climatici sono gli obiettivi del Piano di Azione per il Clima e l’Energia (PAESC) che la prossima settimana verrà sottoposto all’attenzione del Consiglio comunale per la relativa approvazione. Il Piano rappresenta l’esecuzione programmatica del secondo Patto dei Sindaci, il primo venne approvato nel 2013, ovvero l’impegno volontario dei Comuni di perseguire a livello locale gli obiettivi della strategia ambientale della Comunità Europea   La base di conoscenza scientifica sui fenomeni in atto e l’individuazione delle azioni possibili e dei loro effetti sono stati ottenuti grazie a due progetti finanziati dalla Comunità Europea. Il provvedimento contiene due progetti, Empowering e Life Sec Adapt. Empowering riguarda gli obiettivi di mitigazione cioè di riduzione delle emissioni di gas serra attraverso una serie di azioni votate in particolar modo all’efficientemente energetico e a modelli di produzione e consumo carbon free. Life Sec Adapt, invece, riguarda l’adattamento climatico cioè la capacità di ridurre l’impatto ambientale, economico e sociale dei cambiamenti climatici già in corso. Entrambi i piani di azione hanno come anno di riferimento il 2030 e prendono lo spunto da un lavoro di conoscenza scientifica che consente di comprendere come, anche a livello del nostro territorio, si possa intervenire per ridurre le emissioni di gas serra e come i cambiamenti climatici impattino sulla nostra vita quotidiana. Due i punti che caratterizzano la delibera. Il primo riguarda l’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas serra fissato nel 2030 al 50% rispetto all’anno di riferimento ovvero il 2005. Si tratta di un valore superiore a quello richiesto dalla Comunità Europea che si ferma al 40%. Sulla base dei risultati ottenuti fino ad oggi, che indicano una riduzione del 26% nel 2016, superiore già a quello richiesto dal primo patto dei sindaci che fissava il 20% per il 2020, l’Amministrazione comunale ha ritenuto infatti che la comunità maceratese potesse porsi un obiettivo più ambizioso mantenendo al centro della propria azione l’impegno contro i cambiamenti climatici. La seconda novità della delibera riguarda proprio l’introduzione, per la prima volta, nelle scelte politiche e amministrative del Comune di Macerata del concetto di adattamento climatico. Un lavoro di approfondimento scientifico e di condivisione di buone pratiche già utilizzate altrove ha permesso infatti di individuare quali sono e saranno i principali impatti dei cambiamenti climatici in corso, come ad esempio l’aumento delle temperature e la siccità alternata a brevi periodi di forte piovosità, e quali politiche possono essere implementate per aumentare la capacità di adattamento del territorio naturale, di quello urbano e anche della comunità.

17/05/2019
Penna San Giovanni, mercoledì 22 taglio del nastro per il Ristorante "Le Clarisse" di Borgo Pilotti (FOTO)

Penna San Giovanni, mercoledì 22 taglio del nastro per il Ristorante "Le Clarisse" di Borgo Pilotti (FOTO)

È tra le affascinanti vedute dei Monti Sibillini, a Penna San Giovanni, che mercoledì 22 maggio si terrà il taglio del nastro del Ristorante di Borgo Pilotti Beauty Clinic Hotel & SPA, “Le Clarisse”, guidato dalla chef Vicky e dal suo staff. La struttura andrà ad arricchire l’offerta dedicata già messa in campo dall’imprenditore Corrado Pilotti. “Già il 50% della struttura è operativa, mentre per il ristorante attendiamo mercoledì 22 quando si procederà con il taglio del nastro – ha commentato Corrado Pilotti -. Proporremo, su prenotazione a pranzo e cena, nella splendida location de “Le Clarisse”, i piatti rivisitati della tradizione marchigiana, tutti accompagnati dai vini della nostra cantina che conta 70 etichette di cui il 50% tutte marchigiane. La struttura alberghiera conclude così la sua offerta insieme all’Hotel, con le sue 12 suites già operative.” “La parte beauty, clinic e spa si sta invece completando e, per la fine dell’estate, saremo operativi al 100% con tutti i servizi dedicati da noi offerti, volti a migliorare la salute e a rinforzare le energie degli ospiti, facendo ritrovare loro relax e benessere – ha concluso Corrado -. Ciò che Borgo Pilotti vuole offrire è un ideale punto di arrivo per il completo comfort dei nostri clienti, con la possibilità di coniugare la propria permanenza con i servizi della struttura sanitaria.” Un progetto innovativo dunque che fonde insieme benessere, sanità, estetica, comfort e piacere nella splendida cornice delle montagne di Penna San Giovanni. È obbligatoria la prenotazione per tutti i servizi del Borgo Pilotti Beauty Clinic Hotel & SPA. Per informazioni chiamare il numero:  0733 1650978 o visitare il sito  https://borgopilotti.it/  

17/05/2019
Sicurezza, in calo il numero dei reati nelle Marche nel primo semestre: -15,6% nel maceratese

Sicurezza, in calo il numero dei reati nelle Marche nel primo semestre: -15,6% nel maceratese

 In calo i reati nelle Marche nel primo trimestre 2019. Il monitoraggio effettuato periodicamente dal Viminale su reati e accoglienza, dopo l'approvazione del decreto Sicurezza, registra una diminuzione del 12,7%. Tra le province Ancona registra un -10,8%, Ascoli Piceno -13,4%, Fermo -10,7%, Macerata -15,6% e Pesaro Urbino -12,7%. Si riducono anche gli stranieri ospiti delle strutture di accoglienza. In tutta la regione erano 4.385 il 13 maggio 2018 mentre ad un anno di distanza sono diventati 3.045 (-30,56%). Diminuiscono in tutte le province: Ancona (-3,96%), Ascoli Piceno (-28,47%), Fermo (-32,38%), Macerata (-53,13%) e Pesaro Urbino (-48,06%). "Vogliamo fare sempre di piu' e meglio- dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini- i numeri sono rassicuranti ma non ci accontentiamo. Abbiamo segnalato agli amministratori locali nuovi strumenti, in collaborazione con le Prefetture, per aggredire le grandi piazze di spaccio, isolare balordi e sbandati, per effettuare sgomberi. Auspico che i sindaci sappiano utilizzarli al meglio, mentre il piano che rinforzera' tutte le questure d'Italia sara' decisivo per ridurre ulteriormente la criminalita'".  (Fonte Agenzia Dire) 

16/05/2019
Passaggio del Giro d'Italia a Civitanova: chiusura anticipata delle scuole

Passaggio del Giro d'Italia a Civitanova: chiusura anticipata delle scuole

Il Sindaco Fabrizio Ciarapica, a causa del blocco della viabilità per il passaggio del Giro d’Italia, con l’ordinanza n° 29 del 16-05-2019, ha deciso la chiusura anticipata delle attività didattiche alle ore 11 delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata di sabato 18. La decisione è scattata per consentire il regolare transito dell’Ottava tappa del Giro d’Italia prevista sul nostro territorio dopo le ore 12, in particolare sulla S.S.16 e lungo le vie: Martiri di Belfiore, G. Carducci, E. De Amicis, Principe di Piemonte e Cristoforo Colombo. Tale decisione è stata assunta al fine di eliminare rischi per la sicurezza dei cittadini, per agevolare studenti e familiari nel rientro a casa e, anche, per consentire ai ragazzi di assistere alla storica manifestazione giunta alla sua 102a edizione.  

16/05/2019
Recanati, riapertura della chiesa di Chiarino: sabato 18 maggio, ore 17.00

Recanati, riapertura della chiesa di Chiarino: sabato 18 maggio, ore 17.00

Sabato 18 maggio, alle ore 17 avrà luogo con una solenne celebrazione presieduta dal vescovo Nazzareno Marconi la solenne riapertura della chiesa Santi Giuseppe e Filippo Neri di Chiarino, piccola località rurale lungo la strada tra Recanati e Loreto, dove intorno al 1255, da umili genitori, nacque Angelo Clareno. Esisteva in quella contrada l'antica chiesa di San Lorenzo, elencata nella bolla di Innocenzo IV del 22 marzo 1249. L'attuale chiesa parrocchiale, posta sulla cima del colle, fu eretta fra il 1860 e il 1867. Presenta una unica navata, coperta con volta a tutto sesto, in camorcanna, ed abside emicicla. Fu consacrata dal vescovo Tommaso Gallucci il 19 gennaio 1873, dedicata ai Santi Giuseppe e Filippo Neri. Il 20 dicembre 1919 un fulmine atterrò il campanile e gran parte del tetto. Tra il 1921 e il 1923 per la cura del parroco don Antonio Capodaglio fu rimessa a nuovo, col contributo del Municipio di Recanati. Al nuovo allestimento degli interni contribuirono Benedetto XV e vari benefattori. L'artista, Luigi Emiliani, seppe esprimere con grande originalità, con un linguaggio che attinge dalla Secessione Viennese, i contenuti fondamentali della fede. I rimaneggiamenti verificatisi tra il 1957 e il 1961, ed ancora nel 1967, hanno variato gran parte delle cromie dell'aula e del presbiterio; si conserva tuttavia la decorazione Liberty all'interno dell'abside, che denuncia ancora tutta la sua forza espressiva. Danneggiata dal sisma 2016, la chiesa è stata interdetta. Nella primavera dell'anno corrente è iniziato l'intervento di consolidamento, terminato il 26 aprile. Progettato dall'arch. Stefano Pasquali in collaborazione con l'ing. Guglielmo Cervigni, è stato eseguito dalla ditta Edil 93 e C. snc di Stacchiotti Luciano, con fondi dell'8x1000 alla Chiesa Cattolica e con i sacrifici della Parrocchia. Sono stati eseguiti interventi strutturali locali mirati al ripristino delle lesioni sulle murature portanti, la sostituzione della struttura in legno del tetto con nuove capriate di sezione adeguata e realizzando un efficace collegamento tra il tetto e i paramenti murari con cordoli perimetrali in acciaio, come previsto dalla vigente normativa sismica. A completamento dell’intervento strutturale inoltre sono stati realizzati la pulizia ed il rinforzo estradossale della volta in camorcanna. 

16/05/2019
Omaggio alla Lube sulla facciata del Palazzo Comunale: "Civitanova campione d'Italia"

Omaggio alla Lube sulla facciata del Palazzo Comunale: "Civitanova campione d'Italia"

Il Comune di Civitanova Marche ha reso omaggio alla Lube Volley con uno striscione che troneggia sul balcone del Palazzo Comunale in piazza XX Settembre. Sullo striscione si legge: "Grazie Lube Volley, Civitanova Campione d'Italia". Il sindaco Fabrizio Ciarapica, dopo essere stato assente a Perugia nel giorno della festa scudetto per via di una riunione di giunta, si recherà sabato (18 maggio, ndr) a Berlino per assistere alla finalissima di Champions League, nella quale la formazione di coach De Giorgi fronteggerà lo Zenit Kazan (dove seguire la partita). 

16/05/2019
Maltempo, volontari della Protezione Civile impegnati per l'emergenza fiume Potenza nella zona di Fiuminata

Maltempo, volontari della Protezione Civile impegnati per l'emergenza fiume Potenza nella zona di Fiuminata

Emergenza rientrata nell’Alta Valle del Potenza dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi che avevano costretto il Comune di Fiuminata a chiedere l’aiuto dei volontari dei gruppi comunali di Protezione Civile di diverse realtà del territorio interessate in maniera minore dall’ondata di maltempo. Da San Severino Marche è stato inviato un mezzo fuoristrada con agganciata un’idrovora grazie alla quale sono stati liberati dalle acque alcuni campi interessati dall’esondazione del fiume Potenza.

16/05/2019
Il Prefetto di Macerata Iolanda Rolli in visita a Montefano

Il Prefetto di Macerata Iolanda Rolli in visita a Montefano

Nel pomeriggio di ieri il Prefetto di Macerata Iolanda Rolli si è recato in visita presso il Comune di Montefano. Accolta dal Commissario straordinario, Marco Cacciaguerra, il Prefetto si è intrattenuta negli uffici del Comune salutando anche il personale. Nel corso di un colloquio con il Commissario e il Sub Commissario le sono state illustrate le principali tematiche che hanno caratterizzato la gestione commissariale nel corso dell’ultimo anno. Si è trattata di un’occasione per ribadire l’importanza di una collaborazione sinergica tra istituzioni locali e Prefettura nonché per illustrare al rappresentante del governo sul territorio le peculiarità sociali, economiche ed istituzionali che contraddistinguono la comunità montefanese. Al termine dell’incontro il Prefetto, accompagnata dal Commissario, ha fatto visita al Teatro Comunale “La Rondinella” di Montefano ed alla mostra, inaugurata lo scorso sabato, delle opere del Premio di Fotografia dedicato ad Arturo Ghergo, esprimendo parole di apprezzamento per il valore artistico e culturale di due dei principali punti di riferimento della cultura montefanese. A conclusione della visita il Prefetto ha ringraziato il Commissario straordinario Marco Cacciaguerra per la lunga attività svolta presso il Comune di Montefano che si concluderà con la prossima consultazione elettorale di questo mese di maggio.

16/05/2019
San Severino, sisma: in pagamento il C.A.S. di aprile 2019

San Severino, sisma: in pagamento il C.A.S. di aprile 2019

Il Comune di San Severino Marche informa che è in pagamento il Cas, il contributo per l’autonoma sistemazione, relativo al mese di aprile 2019. Sono 798 i nuclei familiari (1.817 persone) destinatari del contributo che, complessivamente ammonta a 598.299,97 euro. Si invitano, come sempre, gli aventi diritto al Cas a comunicare con tempestività all’Ufficio Servizi Sociali ogni variazione del nucleo familiare, eventuali cambi di residenza o eventuali nuove disposizioni relative all'agibilità dell'edificio oltre alle variazione inerenti le proprie coordinate bancarie.

16/05/2019
BCC Recanati e Colmurano, mercoledì 29 il convegno su “La riforma del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI”

BCC Recanati e Colmurano, mercoledì 29 il convegno su “La riforma del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI”

Mercoledì 29 maggio, alle ore 16, presso il ristorante Villa Anton di Recanati, si terrà il convegno sul tema “La Riforma del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI: sinergia tra Imprese, Consulenti e Banca” organizzato dalla Banca di Credito Cooperativo di Recanati e Colmurano in collaborazione con Iccrea BancaImpresa, UNI.CO., ODCEC e Confindustria Macerata. Il convegno è rivolto a tutti gli attori economici che operano sul territorio, imprese e consulenti che vogliono conoscere e approfondire il Fondo di Garanzia, quale agevolazione predisposta dal Ministero dello Sviluppo Economico a favore delle micro, piccole e medie imprese per facilitare l’accesso delle stesse al credito bancario. L’obiettivo dell’incontro è quello di fornire un aggiornamento completo sulle novità introdotte con la Riforma del Fondo di Garanzia in vigore dal 15 marzo 2019, che prevede “un nuovo sistema di valutazione” delle imprese, una rivisitazione degli adempimenti amministrativi, nonché una maggiore attenzione da parte delle aziende alla definizione dell’ “analisi dimensionale”. In quest’ottica è di primaria importanza il ruolo dei professionisti che supportano le imprese nel percorso di certificazione dello statusdi PMI, limitando così il rischio di errori e quindi di revoca delle agevolazioni. Tutte le novità introdotte dalla riforma e le correlate procedure saranno trattate dal Dott. Sandro Di Cicco - Responsabile Agevolazioni Iccrea BancaImpresa, componente del Gruppo di Lavoro Micro-credito del Consiglio Nazionale Dottori  Commercialisti ed Esperti  Contabili. Interverranno inoltre il Dott. Alessandro Petrelli, responsabile Ufficio Controgaranzie Confidi UNI.CO. per approfondire in particolare il ruolo del Confidi nella riforma, il  Dott. Cristiano Gianangeli Vice Direttore Generale Confidi UNI.CO, il Dott. Gianluca Pesarini Presidente Confindustria Macerata e la Dott.ssa Rosaria Garbuglia Presidente Ordine  Commercialisti ed Esperti  Contabili. Al termine della sessione vi sarà uno spazio riservato al dibattito con tutti i partecipanti, occasione utile per un confronto diretto con gli esperti. Seguirà un aperitivo per i presenti. Il convegno dà diritto all’ottenimento di crediti formativi ai fini della FPC dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili. La modulistica per la registrazione al convegno è disponibile sul sito www.recanati.bcc.it    

15/05/2019
Fondazione ITS Recanati, oggi la consegna dei diplomi ai partecipanti al corso: il 90% è già occupato

Fondazione ITS Recanati, oggi la consegna dei diplomi ai partecipanti al corso: il 90% è già occupato

Oggi hanno ricevuto il diploma, ma la maggior parte di loro aveva già trovato lavoro prima del “pezzo di carta”. La metà prima ancora di finire il corso, circa il 90% una volta terminato il biennio di alta formazione proposto dalla Fondazione ITS Recanati. Questa mattina, nella sala meeting della Scavolini, a Pesaro, si è celebrata la consegna dei titoli formativi per i corsisti del biennio 2016/2018: circa 50 studenti dei tre corsi dislocati nelle sedi di Pesaro, dove ci si occupa di legno e arredo, Recanati e Ancona. La giornata è stata anche occasione per illustrare i nuovi indirizzi per il 2019 – 2021, con la novità del corso di Ascoli Piceno, dedicato alla progettazione e realizzazione di prodotti con materiali innovativi, e avviare un confronto sui risultati raggiunti e le prospettive future della Fondazione, presieduta dall’ingegner Mauro Guzzini. “In Germania - ha detto il presidente Guzzini – gli Its nascono 40 anni fa ed oggi contano 850mila studenti. Qui in Italia formazione e lavoro sembravano fossero distanti. Spesso gli imprenditori si lamentano di non trovare personale qualificato adatto alle loro esigenze. Gli Its sono una convergenza tra questi mondi. Le aziende, ma anche le università partecipano con gli Its: i docenti sono manager, funzionari aziendali, docenti universitari, persone che hanno esperienze dirette nel mondo del lavoro. C’è un comitato scientifico che stila programmi reali, adatti alle filiere del territorio. Ad Ascoli, ad esempio, si sono già associate 18 imprese. È per questo che poi abbiamo tassi di occupazione post diploma così elevati”. “La Fondazione ITS - gli ha fatto eco l’assessore regionale all’Istruzione Loretta Bravi, intervenendo alla cerimonia - ha il merito di unire il mondo della scuola con il mondo del lavoro. Nel nostro Paese non mancano le capacità di fare, ma la capacità di fare squadra. Its porta con in sé una mentalità vincente che crea collaborazione tra imprese, scuole e istituzioni. Insegna che abilità, competenze e conoscenze devono andare avanti di pari passo”. Nel corso della mattinata si è parlato di “Creatività e Tecnologie per il Made in Italy” alla presenza anche di Christian Gabbani, responsabile del Fab Lab di Cosmob e del rettore dell’Università di Camerino, Claudio Pettinari, che si è rivolto ai ragazzi invitandoli a “guardare oltre e integrare le basi solide del passato con le conoscenze per raccogliere le sfide del futuro”. A moderare l’evento Alessio Gnaccarini, direttore di Cosmob. “Per quello che ci riguarda – ha detto Emanuela Scavolini, vicepresidente di Scavolini Spa – ci ha avvicinati all’Its la volontà di far crescere il territorio. È sicuramente importante che i nostri ragazzi facciano esperienze all’estero ma dobbiamo costruire anche qui”. Proprio il corso pesarese, in Design, Prototipazione e Marketing per l’arredamento, che si tiene alla Cosmob, è stato presentato da Silvia Gelardi e Anna Gennari. A Patrizia Cuppini il compito di presentare l’ottavo corso di Ancona, nei settori della nautica e della meccatronica, mentre Giovanni Giri ha illustrato il corso di Progettazione, Design, Marketing di processo della sede di Recanati. La novità è rappresentata dall’avvio del corso di Ascoli Piceno nella sede dell’IIS Fermi – Sacconi – Ceci. Percorso dedicato a formare supertecnici con competenze specialistiche nella progettazione, industrializzazione e realizzazione di prodotti in materiali innovativi. Ad illustrarlo, il direttore del corso Patrizia Palanca.

15/05/2019
Tolentino, 134 nuovi appartamenti in sostituzione delle SAE: Pezzanesi illustra il cronoprogramma

Tolentino, 134 nuovi appartamenti in sostituzione delle SAE: Pezzanesi illustra il cronoprogramma

Come stabilito nel corso dell’incontro con il capo del dipartimento di Protezione Civile Angelo Borrelli, il Sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi ha provveduto, congiuntamente con gli uffici preposti, a predisporre il cronoprogramma dei lavori per la realizzazione degli appartamenti da realizzare in sostituzione delle Sae. La pianificazione è stata illustrata, nel corso di una conferenza stampa, in ogni suo dettaglio, fornendo tutte le informazioni riguardo alle indizioni e aperture delle gare, ai tempi dei lavori e alla data in cui si presume che gli appartamenti verranno consegnati. In totale si prevede di realizzare 134 nuovi appartamenti per una spesa di 23.968.715,31 euro che vanno ad aggiungersi a quelli di Borgo Rancia e al patrimonio invenduto per oltre 200 nuove abitazioni. Il Sindaco ha ricordato che non c’è sfruttamento di territorio in quanto si utilizzano aree già urbanizzate, che si offre un contributo al settore edile profondamente in crisi, che si acquistano appartamenti invenduti, che tutti i prezzi vengono vagliati da enti esterni tra cui l’Agenzia delle entrate che attesta la congruità dei prezzi. Il tutto, fatto non trascurabile per il futuro, entrerà a far parte del patrimonio edilizio del Comune e che passata la fase emergenziale e ricostruite le case oggi inagibili, sarà a diposizione di tutti quei cittadini appartenenti alle fasce più deboli e alle giovani coppie. Infine non sono paragonabili la qualità e la durata nel tempo degli appartamenti in confronto alle sae. Il cronoprogramma nel dettaglio: In contrada Paterno, si realizzeranno 8 appartamenti, approvazione progetto esecutivo 30 giugno 2019, indizione gara 15 luglio 2019, apertura gara 19 agosto 2019, verbale consegna lavori 3 settembre 2019, fine lavori 30 aprile 2020, tempi lavori 240 giorni, data presunta consegna appartamenti 1 maggio 2020, importo lavori 1.150.000 euro; In piazzale della Battaglia si realizzeranno 66 appartamenti, approvazione progetto esecutivo 10 giugno 2019, indizione gara 15 luglio 2019, apertura gara 14 agosto 2019, verbale consegna lavori 29 agosto 2019, fine lavori 22 settembre 2020, tempi lavori 390 giorni, data presunta consegna appartamenti 1 ottobre 2020, importo lavori 12.060.516,38 euro; In contrada Sant’Angelo si realizzeranno 4 appartamenti, già approvato il progetto esecutivo e conclusa la gara, verbale consegna lavori 1 giugno 2019, fine lavori 29 ottobre 2019, tempi lavori 150 giorni, data presunta consegna appartamenti 30 ottobre 2019, importo lavori 300.000 euro; In via VIII Marzo si realizzeranno 16 appartamenti, approvazione progetto esecutivo 15 giugno 2019, indizione gara 5 luglio 2019, apertura gara 9 agosto 2019, verbale consegna lavori 24 agosto 2019, fine lavori 19 giugno 2020, tempi lavori 300 giorni, data presunta consegna appartamenti 20 giugno 2020, importo lavori 2.850.596,21 euro; In contrada Pace si realizzeranno 40 appartamenti, approvazione progetto esecutivo 15 agosto 2019, indizione gara 1 settembre 2019, apertura gara 6 ottobre 2019, verbale consegna lavori 21 ottobre 2019, fine lavori 15 ottobre 2020, tempi lavori 360 giorni, data presunta consegna appartamenti 20 ottobre 2020, importo lavori 7.607.602,72 euro.

15/05/2019
Caldarola, incidente a causa del cinghiale: la Regione condannata a risarcire i danni

Caldarola, incidente a causa del cinghiale: la Regione condannata a risarcire i danni

Una Sentenza del Giudice di Pace di Macerata, pubblicata in data odierna (15 maggio, ndr), ed emessa dall'Avvocato Alessandra Maria Guarnieri potrebbe costituire un precedente importante. Nella Sentenza predetta, il Giudice di Pace ha condannato la Regione Marche a risarcire i danni subiti dall'autoveicolo di proprietà di S. G. residente a Caldarola e a pagare le spese legali. Il signor S.G. era difeso dall'Avvocato Marco Belli. Nello specifico, il signor S.G. alle 22:30 circa del 2 giugno 2018, alla guida dell'autoveicolo di sua proprietà percorreva regolarmente la Strada Comunale, che collega la Frazione di Vestignano a Caldarola, con direzione Vestignano-Caldarola. Quando il signor S.G. giungeva nel punto della Strada predetta che si trova all'altezza della Locandina nella quale è allocata l'immagine sacra della "Madre di Dio", la carreggiata stradale veniva improvvisamente e repentinamente invasa da un cinghiale, proveniente dalla scarpata situata a sinistra, rispetto al proprio senso di marcia. L'animale selvatico ha urtato la parte anteriore dell'autoveicolo, causandone danni quantificati in € 1.304,13. La pronuncia del Giudice di Pace Alessandra Maria Guarnieri risulta di estremo interesse per l'opinione pubblica, poiché gli incidenti con gli animali selvatici, nella nostra Provincia sono piuttosto numerosi.   

15/05/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433