Attualità

I carabinieri al fianco degli anziani per evitare le truffe: dialogo costante in tutta la provincia

I carabinieri al fianco degli anziani per evitare le truffe: dialogo costante in tutta la provincia

I carabinieri della Compagnia di Tolentino anche questa settimana al fianco degli anziani per fornire consigli e informazioni su come prevenire le truffe in danno dei più deboli.  Il Comandante della Stazione dei Carabinieri di San Severino Marche si è recato presso la Chiesa di San Domenico, e anche presso le chiese di Cesolo e Taccoli, per diffondere quanto più possibile anche nelle frazioni alcune raccomandazioni utili.  Al termine dell’eucarestia Don Antonio, Don Noè e Don Donato gli hanno consentito di parlare delle truffe più diffuse, oltre che delle accortezze da adottare per prevenire i furti. Lo stesso ha fatto il Comandante della Stazione Carabinieri di Loro Piceno nella Chiesa di Sant’Angelo in Pontano, alla presenza di don Claudio.  Anche a Belforte del Chienti il Comandante della locale Stazione ha raggiunto le possibili vittime presso la bocciofila e il centro anziani, oltre che nella Chiesa di Camporotondo di Fiastrone. Analoga iniziativa si è svolta a Gualdo dove, a parlare è stato il Comandante della Stazione Carabinieri di Sarnano, accolto da don Bruno. Molte le raccomandazioni rivolte, compresa quella di non avere alcuna remora nel denunciare. I truffatori sono molto abili, non usano toni perentori o maleducati, ma sono spesso gioviali e affabili, utilizzano un linguaggio corretto e si vestono in modo curato ed elegante. Nella maggioranza dei casi predispongono piani meticolosi e conoscono informazioni personali del malcapitato. L’obiettivo è quello di entrare in casa con una scusa, poi adottano la strategia stabilita, distraendo la vittima, mentre il complice entra in casa e prende tutto quello che può. Nel dubbio bisogna sempre chiamare il 112 o un familiare. E’ inoltre necessario prestare attenzione quando si ritirano i soldi da uno sportello bancomat o nel tragitto dalle poste/Banca alla propria casa. Sarebbe meglio essere accompagnati o comunque essere prudenti, non facendosi avvicinare da sconosciuti e non facendosi distrarre da domande rivolte da estranei. Potrebbero essere finalizzate a sottrarre il denaro o, addirittura la catenina dal collo, con la purtroppo famosa “tecnica dell’abbraccio”.   

24/10/2021 11:58
Deraglia un treno tra Civitanova e Porto Potenza, ma è solo un'esercitazione

Deraglia un treno tra Civitanova e Porto Potenza, ma è solo un'esercitazione

Simulazione di soccorso per un incidente ferroviario: è quanto avverrà nel corso di una esercitazione organizzata dalle Ferrovie Italiane nella notte tra lunedì 25 ottobre e la prima ora della mattina di martedì 26 ottobre, nel tratto a confine tra il quartiere Fontespina di Civitanova e l’inizio di Porto Potenza Picena. L’esercitazione simulerà un deragliamento, con il ferimento di due macchinisti e l’attivazione di tutta la catena del soccorso. La comunicazione di tutta l’operazione è stata data alla Prefettura e ai dirigenti dei Comuni interessati. Sul posto interverranno dalle ore 23,00 del 25 ottobre alle ore 01,00 del martedì seguente, Vigili del Fuoco, Polizia Stradale, Carabinieri e due pattuglie dei Vigili urbani, oltre naturalmente al personale di soccorso delle Ferrovie. L’iniziativa rientra tra le azioni per la sicurezza e il coordinamento degli organismi coinvolti in caso di attivazione di allarme di emergenza. Il traffico rimarrà bloccato limitatamente allo svolgimento della simulazione, sulla strada statale Adriatica che da Civitanova porta a Porto Potenza Picena.  

23/10/2021 14:51
INTERVISTA - Covid-19, il professor Giordano: "Ritorno alla normalità grazie ai vaccini: le varianti non fanno paura. Vi spiego cosa sta accadendo in Europa..."

INTERVISTA - Covid-19, il professor Giordano: "Ritorno alla normalità grazie ai vaccini: le varianti non fanno paura. Vi spiego cosa sta accadendo in Europa..."

Torna ai microfoni di Picchio News il professor Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine della Temple University di Philadelphia e rappresentante del Ministero dell'Ambiente italiano. L'accademico napoletano ha raccontato le differenti gestioni della pandemia tra Italia e States, ma si è espresso anche sulle restrizioni volute dal Governo e che hanno generato ondate di protesta nel Paese. A oltre un anno e mezzo di distanza dall’inizio della pandemia, quanto velocemente si sta ancora diffondendo il Covid e in che modo si sta evolvendo in Italia e nel mondo? "In alcuni paesi, come ad esempio Gran Bretagna o Lettonia, i contagi stanno risalendo anche se l’introduzione del vaccino ha ridotto la mortalità. I paesi in cui il virus si sta diffondendo sono quelli in cui si stanno maggiormente allentando le misure di prevenzione. Comportamenti scorretti, o meglio di allentamento precoce rispetto alla situazione, sono indicativi di un aumento di contagi". In che modo gli Stati Uniti sono riusciti a fronteggiare l’emergenza rispetto all’Unione Europea? Quali le misure prese che hanno permesso all’intera nazione di ripartire più rapidamente? "Gli Stati Uniti hanno attuato restrizioni piu’ severe rispetto a quelle dell’Unione Europea, dichiarando l’emergenza Covid per 18 mesi, investendo in salute a dispetto dell’economia  e del settore turistico. Soltanto qualche giorno fa il Governo ha annunciato la fine di queste limitazioni".   Quali sono gli effetti principali che i vaccini stanno riuscendo ad ottenere e quale il livello di sicurezza per la popolazione che oggi riescono a garantire? "I vaccini sono efficaci soprattutto nel prevenire gli effetti gravi del Covid e la morte. Sono in grado anche di ridurre la diffusione virale e proprio per questo motivo e’ importante che il numero dei non vaccinati sia pari allo zero. L’obiettivo è quello di rendere il virus innocuo al punto da poterci convivere". Come giudica l’operato dell’Italia nella gestione pandemica? Quanto indietro siamo nella somministrazione dei vaccini? "Credo che l’Italia abbia saputo gestire egregiamente la pandemia. Ancora oggi impone l’uso della mascherina in maniera piu’ stringente rispetto ad altri paesi, così come ha regolamentato l’ingresso sui posti di lavoro. In questo momento è importante continuare ad attuare misure di prevenzione per uscire definitivamente dalla pandemia". In che modo le varianti stanno mettendo in crisi la diffusione della campagna vaccinale? "Al momento in nessun modo; i vaccini sono in grado di contrastare le varianti. Quando e se ci saranno mutazioni che coinvolgeranno la proteina spike potrebbero sorgere dei problemi. Tuttavia, una delle peculiarità dei vaccini ad mRNA, consiste nel poterli modificare in base alle nuove mutazioni senza particolari complicazioni".

23/10/2021 10:18
Macerata, festività dei defunti e Ognissanti: cambia la viabilità. Ecco come

Macerata, festività dei defunti e Ognissanti: cambia la viabilità. Ecco come

In vista della prossima festività dei defunti che in genere fanno registrare un’affluenza straordinaria di persone nei pressi del cimitero, e di quella di Ognissanti, il comando della Polizia locale di Macerata ha emesso un’ordinanza per regolamentare la circolazione. Il provvedimento, in vigore dal 25 ottobre al 4 novembre, prevede, in base alle necessità:   Il cimitero di Macerata – divieto di transito in contrada Vallebona eccetto che per i veicoli dei residenti e a servizio di persone invalide e sull’area antistante l’ingresso del cimitero eccetto per i veicoli a servizio di persone invalide e di pubblica utilità; – divieto di sosta con rimozione forzata in contrada Vallebona nel tratto adiacente al cimitero e nel tratto di accesso alla vicina area adibita a parcheggio e all’elisuperficie e sugli stalli a ridosso del muto di contenimento lato via Pancalducci (dopo la scala pedonale). Nella stessa ordinanza viene stabilito il divieto di sosta con rimozione forzata in via Carducci, valido dalle 8 alle 11 del 2 novembre, sul tratto prospicente la chiesa del Sacro Cuore, ambo i lati.

22/10/2021 18:04
Sopralluogo sulla Pedemontana: "Tutelare il patrimonio e realizzare l'opera velocemente"

Sopralluogo sulla Pedemontana: "Tutelare il patrimonio e realizzare l'opera velocemente"

Giornata di sopralluoghi sui siti in cui sono stati trovati reperti archeologici e in cui sono in corso indagini da parte della Soprintendenza Archeologica delle Marche. I tratti interessati sono diversi: il sopralluogo è stato effettuato in particolare a Muccia, dove si sta costruendo lo svincolo con la strada 209 “Valnerina” e lungo il tratto del secondo lotto della Pedemontana, da Matelica nord a Castelraimondo nord. La perlustrazione è avvenuta alla presenza dei funzionari della Soprintendenza Archeologica delle Marche, per il contraente generale assegnatario dei lavori c’erano il direttore generale, l’ingegnere Zanchini e il geometra Costa; mentre per la Quadrilatero c’erano l’ingegnere Andrea Simonini, responsabile del progetto, l’ingegnere Iginio Farotti, responsabile unico del procedimento, l’ingegnere Cotulelli, la geologa Melappioni e il geometra Barbaliscia. Hanno partecipato anche il Presidente della Provincia Antonio Pettinari, consigliere della Quadrilatero, e il sindaco di Matelica, Massimo Baldini. «L’obiettivo di questo sopralluogo è tutelare il patrimonio archeologico - afferma Pettinari - e al tempo stesso realizzare l’opera pubblica nel più breve tempo possibile. È stata una giornata proficua all’insegna della collaborazione tra le istituzioni coinvolte alla ricerca delle soluzioni che riguardano tali interessi generali. Nel corso della giornata abbiamo anche verificato lo stato dei lavori, con particolare riguardo al completamento del primo lotto che va da Fabriano a Matelica Nord, e per il quale saranno necessarie ancora alcune settimane».

22/10/2021 18:01
Pieve Torina, inaugurazione del nuovo centro civico a 5 anni dal sisma: "Segnale di ripartenza"

Pieve Torina, inaugurazione del nuovo centro civico a 5 anni dal sisma: "Segnale di ripartenza"

"Martedì 26 ottobre è una data importante per Pieve Torina e per tutta l’area alto maceratese: cinque anni fa abbiamo subito un sisma devastante che ha distrutto case e piegato l’economia di un intero territorio. Ma non ha scalfito il nostro spirito e il desiderio di tanti di voler rimanere qui, nelle terre in cui siamo nati. È con questa convinzione che ci siamo adoperati, sin da subito, per porre le basi per una ripartenza vera. E la inaugurazione del nuovo centro civico/palestra, struttura all’avanguardia pensata come spazio di aggregazione e socializzazione per i cittadini, rappresenta non un punto di arrivo ma un’occasione per rilanciare la nostra volontà resiliente, fatta di tenacia, determinazione, voglia di costruire un futuro”. Con queste parole il sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, annuncia un nuovo importante appuntamento sulla via della ricostruzione del suo paese, tra i più martoriati dal sisma del 2016. “La data scelta ha ovviamente un valore simbolico: cinque anni fa io ed altri miei concittadini eravamo in prima linea ad aiutare le persone ad uscire dalle abitazioni devastate e gli anziani dalla casa di riposo pericolante, a rincuorarli, a fargli coraggio, a sostenere fisicamente e moralmente tante famiglie. Oggi posso dire che quegli sforzi non sono stati vani. Ringrazio chi, insieme a me, si è adoperato per far sì che si riuscisse a venir fuori dalle rovine, fisiche e morali. Tra tutti, la fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus che ha reso possibile, grazie alla rete dei suoi donatori, la ricostruzione della scuola e ora del centro civico/palestra, e il gruppo Succisa Virescit per il costante apporto”. L’appuntamento, dunque, è per la giornata di martedì alle ore 12 per l’inaugurazione di questa nuova struttura dove giovani e anziani potranno fare attività sportiva, ma utilizzabile anche come luogo di ritrovo per la comunità. “Quale modo migliore se non l’inaugurazione di una nuova opera per ricordare quel fatidico 26 ottobre? Fino ad oggi abbiamo sentito troppe parole: serve concretezza ed efficienza per alimentare la fiducia nei cittadini e nelle nostre comunità” conclude Gentilucci.  

22/10/2021 12:20
Green Pass, ecco come i giovani marchigiani falsificano le certificazioni

Green Pass, ecco come i giovani marchigiani falsificano le certificazioni

"Per entrare nei locali della movida utilizziamo dei Green Pass falsi, nessun ristoratore può verificarne l'identità". Questa la denuncia fatta da alcuni ragazzi e raccolta ai microfoni di Picchio News sulla truffa che consente loro l'accesso ai club e ai ristoranti più in voga della città e della riviera.  Dopo l'intervento dello scorso agosto da parte della Polizia Postale per la chiusura di 32 gruppi Telegram e i truffatori del Green Pass truffati a loro volta da alcuni hacker che promettevano il rilascio di un fac-simile della certificazione divenuta obbligatoria anche sul posto di lavoro dallo scorso 15 ottobre, i furbetti continuano a imperversare. E se alcuni medici tra Roma e Genova risultano indagati in seguito alle operazioni dei Nas per il rilascio di certificati falsi, i giovani cercano di adattarsi al sistema nella sua forma più incancrenita. Non per andare al lavoro, in questo caso, ma per uscire e divertirsi. Con Green Pass falsi. "Il gioco è semplice - racconta Matteo, nome di fantasia - basta fare uno screenshot di un Green Pass dei nostri genitori o di nostri amici. Al momento della richiesta nel locale di turno, lo esibiamo al ristoratore e riusciamo ad accedere all'interno anche se non siamo vaccinati. E sinceramente non mi sento in colpa per questo".  Ma sembra essere una abitudine diffusa tra tanti ragazzi, che giustificano questo reato con le restrizioni alla socializzazione: "A scuola ne parliamo parecchio tra di noi - spiega Alice, nome di fantasia - ma se ho paura di vaccinarmi allora devo rinunciare ad avere una vita sociale e pagare tamponi ogni due giorni? Questo è il motivo principale per il quale usiamo Green Pass falsi". Cosa rischiano davvero? Chi viola l’obbligo di esibire la certificazione verde può incorrere in severe sanzioni amministrative (da 400 a 1000 euro, sia per il singolo cittadino che per l'esercente) o in un processo penale. Chi falsifica il Green Pass rischia di incorrere nel reato di falsità materiale commessa dal privato, che prevede  la pena della reclusione da sei mesi a tre anni, ridotta fino a un terzo.  "Si tratta di una abitudine che potrebbe effettivamente essere in voga tra alcuni gruppi di ragazzi - conferma il comando dei Carabinieri di Macerata - ma stiamo intensificando i controlli in tutti i locali della provincia per evitare il reiterarsi di un reato che mette a rischio la salute pubblica".

22/10/2021 10:30
Camerino, riaperto il ponte di Sfercia: la Provincia ha completato i lavori

Camerino, riaperto il ponte di Sfercia: la Provincia ha completato i lavori

È stato riaperto nel pomeriggio di oggi il ponte di Sfercia, posto sulla strada provinciale 180 “Camerino - Tolentino”. Una notizia attesa da molti automobilisti.  La Provincia di Macerata ha portato a conclusione i lavori di consolidamento dell’impalcato, per un costo complessivo di 250 mila euro, finanziati con le risorse del sisma del 2016. Il ponte, situato nel Comune di Camerino, nei pressi dell’uscita della superstrada “Sfercia”, permette l’attraversamento del Rio San Luca, un affluente del fiume Chienti: per la sua collocazione e vicinanza con la Statale 77, è un’opera importante e soggetta a un notevole flusso di traffico, soprattutto in direzione Camerino: si tratta di una vera e propria porta di accesso alla città. 

21/10/2021 18:50
Coronavirus, 100 nuovi casi e un decesso oggi nelle Marche: calano i ricoveri e le terapie intensive

Coronavirus, 100 nuovi casi e un decesso oggi nelle Marche: calano i ricoveri e le terapie intensive

Sale il tasso di incidenza del virus, mentre scende il rapporto tra il numero di tamponi processati e il numero di contagiati. È questo il quadro aggiornato della situazione Covid nelle Marche, in base ai dati delle ultime 24 ore.  Il Servizio Sanità delle Marche ha comunicato come siano stati testati 2895 tamponi: 2281 nel percorso nuove diagnosi (di cui 614 nello screening con percorso antigenico, con 18 positivi rilevati) e 614 nel percorso guariti (un rapporto positivi/testati del 4,4%). Il tasso di incidenza del virus, a ieri, era di 32,90 nuovi positivi settimanali ogni 100 mila abitanti (due giorni fa era al 28,90). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 100, di cui 19 nella provincia di Macerata, 33 nella provincia di Ancona, 23 nella provincia di Pesaro-Urbino, 11 in provincia di Fermo, 5 in provincia di Ascoli Piceno e 9 fuori regione.  Questi casi comprendono soggetti sintomatici (20 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (29 casi rilevati), contatti in ambito domestico (24 casi rilevati), contatti extra regione (1), casi in attesa di approfondimento epidemiologico (18), setting scolastico-formativo (5), contatti in ambito lavorativo (3).  Dal punto di vista percentuale, nel rapporto tra il numero di tamponi processati nel percorso nuove diagnosi e il numero di contagiati, si registra un incremento rispetto alla giornata precedente: incidenza al 4,4% oggi, contro il 6,3% registrato ieri. Scende di due unità il numero dei ricoverati per Covid-19 nelle Marche: sono 54, tra i quali 10 in Terapia intensiva (-2 rispetto a ieri), 30 in reparti non intensivi, e 14 pazienti nel reparto di Semi Intensiva. Lo comunica il Servizio Sanità della Regione. Nelle ultime 24 ore, purtroppo, si è anche registrato un decesso: si tratta di una 88enne di Camerino, spirata presso la residenza Valdaso.  Vi sono, infine, 39 pazienti Covid positivi ospitati nelle strutture territoriali (alla Rsa di Campofilone) e cinque pazienti Covid nei pronto soccorso degli ospedali regionali: tre a Jesi, uno a Senigallia e uno a Camerino. 

21/10/2021 16:19
Tolentino, due nuovi agenti a tempo determinato: approvata la variazione al Peg

Tolentino, due nuovi agenti a tempo determinato: approvata la variazione al Peg

Essendo stato prorogato lo stato di emergenza a causa del Covid-19, la Giunta comunale reputa necessario assumere a tempo determinato fino al 31/12/2021 due unità da assegnare all’ufficio Polizia Locale, per poter assicurare il corretto svolgimento, nel rispetto della normativa anti Covid-19, delle numerose manifestazioni in programma per i prossimi mesi, comprese quelle che si terranno per le festività natalizie. L’ufficio personale ha calcolato che per la copertura delle spese per due unità sono necessari € 14.000,00 tra competenze e oneri e l’ufficio ragioneria ha individuato le risorse attraverso una variazione Peg tra due capitoli spesa specifici. Pertanto la Giunta ha deliberato, esprimendo indirizzo all’assunzione di due unità da destinare al servizio di Polizia Locale, approvando la variazione Peg sia di competenza che di cassa, dando mandato all’ufficio personale per la redazione dei successivi atti per l’assunzione e i contestuali impegni di spesa. Siamo soddisfatti per questa decisione – dichiara l’assessore alla Polizia Locale e alla Sicurezza Giovanni Gabrielli - perché fino a quando non riusciremo ad assumere in pianta stabile nuovi agenti, con queste due unità possiamo comunque sopperire alla carenza di organico, assicurando un servizio sempre migliore per la nostra Comunità

21/10/2021 14:35
Civitanova, scatta l'isola pedonale serale nel borgo marinaro: nuove aree sosta per residenti

Civitanova, scatta l'isola pedonale serale nel borgo marinaro: nuove aree sosta per residenti

Scatta domani, venerdì 22 ottobre, l’area pedonale in orario serale e notturno nelle vie a nord di piazza XX Settembre, diventate il punto di ritrovo maggiormente frequentato da persone che arrivano anche da fuori città per trascorrere le serate nei numerosi locali concentrati nel borgo marinaro. Per ragioni di sicurezza urbana e a tutela dei residenti che lamentano, tra l’altro, episodi di danneggiamento a veicoli e atti vandalici sotto le proprie abitazioni, la Giunta comunale ha varato quale misura sperimentale la pedonalizzazione di via Nave, via Carena, via Lido, via Conchiglia, piazza Conchiglia e via Trento nei giorni di venerdì, sabato, domenica, prefestivi e festivi, dalle ore 18,00 alle ore 02,00. Il transito e la sosta sono consentiti ai veicoli dei disabili, dei residenti in possesso di garage per la sola operazione del posteggio del veicolo, ai velocipedi e ai veicoli di emergenza e di polizia. Il provvedimento, che consente una migliore vivibilità e fruizione degli spazi per evitare assembramenti, è stato concordato in sede di Comitato di Ordine e Sicurezza pubblica recentemente convocato in Comune ed è in linea con disposizioni adottate da altri comuni delle principali città italiane interessate da analoga situazione nei centri storici. In considerazione del fatto che la pedonalizzazione obbliga i residenti a spostare i propri veicoli dalle vie sopra indicate, la Giunta ha individuato aree alternative di parcheggio per la sosta gratuita per chi è in possesso del contrassegno verde. Oltre a piazza XX Settembre e ai Vialetti Nord e Sud, i residenti potranno usufruire gratuitamente dell'area di parcheggio di piazza San Francesco di Sales (area Cecchetti), con il solo obbligo di esporre il tagliando verde in modo ben visibile, dal venerdì alla domenica, prefestivi e festivi, dalle ore 18,00 alle ore 8,30 del lunedì successivo o del giorno successivo al festivo. In piazza XX Settembre e sui Vialetti Nord e Sud i residenti in possesso del contrassegno possono lasciare in sosta il proprio veicolo gratuitamente il venerdì, il sabato e la domenica, prefestivi e festivi, dalle ore 18,00 alle ore 02,00, compatibilmente con lo svolgimento del mercato del sabato e delle varie manifestazioni autorizzate. Inoltre, entra in vigore sempre domani l’ordinanza sindacale che vieta il solo transito ai pedoni, eccetto residenti, nei giorni di venerdì e sabato, dalle 22 alle 06,00 in via Nave, nel tratto compreso tra via Duca degli Abruzzi e via Lauro Rossi. Questa misura è stata adottata per contenere il fenomeno degli assembramenti in tale zona.  

21/10/2021 13:14
Materassini, trapunte e piumini Quacquarini: il calore di un abbraccio contro l'inverno

Materassini, trapunte e piumini Quacquarini: il calore di un abbraccio contro l'inverno

Il brusco calo delle temperature degli ultimi giorni unito alle minori ore di luce disponibili ha richiamato alla memoria momenti, sensazioni ed emozioni che avevamo, per molti felicemente, abbandonato con l'arrivo dell'estate e della bella stagione. Cappotti, sciarpe, cappelli, maglioni di lana hanno pigramente lasciato i ripostigli e i sacchi in cui li avevamo riposti, ben lieti di abbandonarci alla tintarella estiva e ai vestiti smanicati. Tali indumenti hanno "trascinato" con sè domeniche di pioggia trascorse in casa, plaid, ombrelli, tisane calde da consumare davanti alla tv, pigiamoni ingombranti. Eppure, se ci pensiamo bene, perlomeno alcune di quelle sensazioni tutto sommato ci erano mancate. Pensiamo alla bellezza di abbandonarci ad un bel sonno ristoratore sotto le nostre coperte quando fuori sembra esserci l'Apocalisse. Proprio il sonno infatti è quello che più di tutti in Estate si soffre. L'azienda marchigiana Quacquarini Materassi, originaria di Castelraimondo, si è specializzata, fin dalla sua nascita nel lontano 1929, nella realizzazione di prodotti in grado di offrire al cliente un'esperienza a letto assolutamente ottimale. Trapunte, piumini d'oca, guanciali e topper Quacquarini sono infatti in grado di rispondere all'esigenze più disparate, attraverso una produzione su misura e una lavorazione, unica nel suo genere, ancora artigianale.  Unica certezza che l'azienda di Castelraimondo garantisce è di non lasciarvi al freddo nelle gelide notti invernali, attraverso un assortimento di materiali d'imbottitura di altissima qualità, provenienti da allevamenti certificati, e adagiati su tessuti esterni naturali a libera scelta del cliente per colore, spessore e tessuto. Pensiamo alle trapunte, di cui ci liberiamo con gioia d'estate, ma che tanto adoriamo nelle lunghe notti più fredde. Vi è la possibilità di scegliere tra diverse fibre naturali, lana vergine Merinos, cashmere, seta e pelo di cammello, così come di optare per le ricamature a mano, per mettere in risalto alcuni particolari del tessuto scelto e assicurarsi un prodotto esteticamente di pregio.  Realizzati a mano e cuciti su telai in legno sono pure i piumini d'oca, il cui materiale d'imbottitura ha ottenuto addirittura ben tre certificazioni, di cruelty free dall'EDFA, l'indice RDS e lo standard DownPass. Tutte in sostanza garantiscono una sicura provenienza del piumaggio da allevamenti tracciati in cui non si sono verificati maltrattamenti alle oche. Proprio dalla garanzia di qualità dell'imbottitura deriva un prodotto completamente anallergico, traspirante e leggero.  Non c'è che l'imbarazzo della scelta invece per i guanciali, oltre 18 modelli imbottiti con materiali naturali e interamente anallergici. I guanciali in fibra naturale sono realizzati interamente a mano utilizzando all'interno materiali come la lana vergine Merinos, il pelo di Cammello, il cashmere del Kazakistan e la pura lana vergine britannica Cheviot  ricavata dalle pecore del sud della Scozia e dotata della certificazione  British Wool, garanzia anch'essa della autenticità e qualità delle filiere pastorizie britanniche.  Se siete più esigenti e volete garantirvi sonni duraturi e al caldo potete optare per l'ampia scelta di materassini (Topper) offerti dall'azienda. Basterà adagiarli sul vostro materasso per aumentare l'igiene, il comfort e il calore complessivo del vostro letto. Anche in questo caso le imbottiture possibili sono tante, per la stagione invernale segnaliamo il materassino Piumino e Piumino S. Il primo è composto da piumino d'oca e d'anatra entrambi naturalmente cruelty free, confezionato in un tessuto esterno al 100% cotone organico certificato oeko tex classe 1. Il secondo è imbottito con piumino d'oca siberiano della migliore qualità. In entrambi i casi è possibile optare per un vasto assortimento di colori.  E Se invece è arrivata l'ora di cambiare il proprio materasso, anche in questo caso l'offerta made in Quacquarini si dimostra davvero vasta. Impossibile non fare un piccolo riferimento al nuovo nato della casa marchigiana, l'Augusto I Aurum, un prodotto di lusso che si rivolge ad un target certamente esigente. Ben 18 strati di tessuti naturali, tra cui dieci di lana britannica certificata British Wool, quattro strati di puro crine di cavallo, due strati di Kashmere del Kazakistan e altri due di lana e lino, per assicurarvi la giusta temperatura e il comfort migliore grazie anche ad un molleggio in acciaio a molle indipendenti che garantisce al materasso resistenza, flessibilità e anatomicità. Tutto il molleggio viene poi insacchettato e avvolto da un feltro in lana e lino, il tutto attraverso le sapienti mani degli artigiani più esperti che donano al manufatto, con le loro cuciture, pregio e raffinatezza.  Insomma se la stagione del calore e della luce si è spenta, Quacquarini è pronta ad accogliervi nel proprio showroom per mostrarvi le proprie creazioni artigianali, veri e propri manufatti di lusso ma alla portata di tutte le tasche. Il tutto, se non altro, vi farà tornare il sorriso (almeno di notte).  Per maggiori informazioni cliccate qui    

20/10/2021 19:13
Provinciale Camerino-Tolentino, domani la riapertura del ponte sul Rio San Luca

Provinciale Camerino-Tolentino, domani la riapertura del ponte sul Rio San Luca

Verrà riaperto domani pomeriggio il ponte sulla strada provinciale 180 “Camerino - Tolentino”.  La Provincia di Macerata ha concluso i lavori di consolidamento dell’impalcato, per un costo complessivo di 250 mila euro, finanziati con le risorse del sisma del 2016. Il ponte, situato nel Comune di Camerino, nei pressi dell’uscita della superstrada “Sfercia”, permette l’attraversamento del Rio San Luca, un affluente del fiume Chienti: per la sua collocazione e vicinanza con la Statale 77, è un’opera importante e soggetta a un notevole flusso di traffico, soprattutto in direzione Camerino.

20/10/2021 18:52
Coronavirus, 104 nuovi casi oggi nelle Marche: la provincia di Macerata è quella con più contagi

Coronavirus, 104 nuovi casi oggi nelle Marche: la provincia di Macerata è quella con più contagi

Il Servizio Sanità delle Marche comunica che, nelle ultime 24 ore, sono stati testati 3007 tamponi: 1661 nel percorso nuove diagnosi (di cui 749 nello screening con percorso antigenico, con 14 positivi rilevati) e 1346 nel percorso guariti (un rapporto positivi/testati del 6,3%). Il tasso di incidenza del virus, a ieri, era di 28,90 nuovi positivi settimanali ogni 100 mila abitanti (due giorni fa era al 26,70). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 104, di cui 31 nella provincia di Macerata, 25 nella provincia di Ancona, 18 nella provincia di Pesaro-Urbino, 16 in provincia di Fermo, 8 in provincia di Ascoli Piceno e 6 fuori regione.  Questi casi comprendono soggetti sintomatici (21 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (23 casi rilevati), contatti in ambito domestico (32 casi rilevati), contatti extra regione (2), casi in attesa di approfondimento epidemiologico (19), casi in ambiente di vita/socialità (1), setting scolastico-formativo (3), contatti in ambito lavorativo (2), screening setting sanitario (1).   Dal punto di vista percentuale, nel rapporto tra il numero di tamponi processati nel percorso nuove diagnosi e il numero di contagiati, si registra un incremento rispetto alla giornata precedente: incidenza al 6,3% oggi, contro il 3,4% registrato ieri. Aumenta di due unità il numero dei ricoverati per Covid-19 nelle Marche: sono 56, tra i quali 12 in Terapia intensiva (-1 rispetto a ieri), 30 in reparti non intensivi, e 14 pazienti nel reparto di Semi Intensiva. Lo comunica il Servizio Sanità della Regione. Nelle ultime 24 ore, fortunatamente, non si registra nessun decesso correlato al coronavirus.  Vi sono, infine, 39 pazienti Covid positivi ospitati nelle strutture territoriali (alla Rsa di Campofilone) e due pazienti Covid nei pronto soccorso degli ospedali regionali: uno a Senigallia e uno a Civitanova Marche. 

20/10/2021 15:30
Macerata, movida del giovedì: "Stop alla musica alta dalla mezzanotte e niente alcol dalle 2"

Macerata, movida del giovedì: "Stop alla musica alta dalla mezzanotte e niente alcol dalle 2"

Nuovi provvedimenti sulla movida a Macerata: locali aperti, ma stop alla musica alta e alla vendita di alcolici.  Il sindaco Sandro Parcaroli ha firmato oggi una nuova ordinanza relativa alle misure che riguarderanno la movida del giovedì. "Il provvedimento si è reso necessario per garantire le condizioni di vivibilità e decoro urbano, con riferimento alle esigenze di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti, dato che durante le ultime serate del giovedì sono state registrate situazioni di grave incuria e degrado del territorio e dell’ambiente comunale".  "Dal 21 ottobre al 21 novembre, dalla mezzanotte del venerdì fino alle 6, al fine di contenere l’inquinamento acustico e tutelare i residenti, dovranno essere adottate le dovute misure per non rendere udibile la musica all’esterno degli esercizi, si legge nell'ordinanza. Dalla 2:00 del venerdì fino alle 6, è vietata la vendita per asporto e la somministrazione per il consumo al tavolo delle bevande alcoliche su tutto il territorio comunale. Dalla mezzanotte del venerdì e fino alle 6:00 è vietata la vendita da asporto di qualsiasi bevanda contenuta in contenitori di vetro e di alluminio con riferimento a tutte le attività. Nello stesso orario è vietato a chiunque detenere qualsiasi bevanda contenuta in bottiglie o contenitori di vetro o alluminio su tutto il territorio comunale. Tutti i giovedì, dalle 22:00 fino alle 2:00 del giorno successivo, è disposta la chiusura di via Don Minzoni per l’ingresso dei veicoli al centro storico".

20/10/2021 15:12
Civitanova, una stazione cicloturistica nell'ex Mattatoio: approvato l'atto di indirizzo

Civitanova, una stazione cicloturistica nell'ex Mattatoio: approvato l'atto di indirizzo

La Giunta comunale ha approvato, nella seduta di ieri, l’atto di indirizzo per la redazione di un progetto di fattibilità tecnico-economica per la realizzazione di una stazione cicloturistica all’ex Mattatoio. L’idea, nata ed anticipata dal Sindaco Fabrizio Ciarapica all’interno del Bike festival di settembre, è stata inserita nell’ambito del programma di riammodernamento della città, di restauro conservativo e risanamento degli stabili predisposto dall’Amministrazione comunale. Il documento approvato ieri è propedeutico anche ad ottenere forme di finanziamento nell’ampio contesto nazionale e regionale di Ripresa e Resilienza. Inoltre, l’iniziativa sarà condivisa con associazioni e operatori del territorio, mediante forme di partenariato pubblico-privato previste nella realizzazione di opere pubbliche. Ad occuparsi del progetto sarà l’arch. Paolo Caracini di Civitanova. “Proseguiamo nell’attivazione di interventi strategici a supporto dello sviluppo del turismo sostenibile e del cicloturismo in rete con altri comuni – ha spiegato il sindaco e assessore al Turismo Fabrizio Ciarapica. L’intento è quello di creare a Civitanova nuove polarità urbane di servizi soprattutto in aree periferiche della città, con l’implementazione del biciplan cittadino e la realizzazione di una bike station all’ex Mattatoio, che verrà così completamente riqualificato. La posizione è strategica perché si trova all’intersezione tra la ciclovia Adriatica e l’asse che si sta sviluppando lungo il Chienti”. Nella stazione cicloturistica confluiranno una serie di percorsi ciclabili per le differenti pratiche ciclistiche diffuse nel comprensorio. La struttura dovrà ospitare servizi specifici per il turista, quali un punto di informazione per il ciclista, ciclo officina, rental bike, e-bike station, bike room, spazi per servizi specifici (bike-bar-restaurant, bike-lounge, medical room, spazi per piccola ospitalità) e spazi flessibili come una sala formazione, eventi culturali, cortile, portico e spazio espositivo.  

20/10/2021 14:55
Covid, contagi in discesa con l'incognita tamponi ai lavoratori: l'analisi dell'ingegner Petro

Covid, contagi in discesa con l'incognita tamponi ai lavoratori: l'analisi dell'ingegner Petro

Cari lettori, bentornati a questa nuova puntata settimanale della mia rubrica, nella quale analizzo l’andamento del contagio da coronavirus nelle Marche e in Italia. La situazione registrata negli ultimi giorni nel nostro Paese è stazionaria, mentre i casi positivi sono in leggera discesa in regione, anche se questi valori - come vedremo poi - possono essere poco rispondenti alla realtà.  Stabili anche i dati ospedalieri ma, esaminando il grafico sottostante, si può vedere come, in genere, i decessi abbiano un calo meno rapido di quello relativo ai contagi.  Come detto, tutte le regioni presentano dati stazionari e i livelli di occupazione delle terapie intensive sono lontani da quelli di guardia.  Veniamo invece alla nota stonata. Per l'analisi seguente prendo spunto da una dichiarazione del dottor Crisanti che, qualche giorno fa, sottolineava come in Italia la letalità del virus fosse molto più alta che nel Regno Unito.  I dati, in effetti, danno pienamente ragione a Crisanti. In Italia si registra una letalità attorno all'1% contro lo 0.33% del Regno Unito, nonostante le percentuali di popolazione vaccinata siano simili.  Cosa può significare questo? Mentre nel Regno Unito i decessi sono in diminuzione con contagi in salita, in Italia abbiamo i decessi che scendono più lentamente dei contagi. Una possibile causa potrebbe ricercarsi nella scarsa attività di screening e tracciamento. In Italia, infatti, ragionando con un rapporto comprensibile dai più possiamo affermare che per ogni contagio rilevato, ne sfuggono almeno altri due o tre.  Da venerdì 15 ottobre abbiamo milioni di tamponi rapidi al giorno per i lavoratori non vaccinati e, dunque, se davvero stanno sfuggendo così tanti contagi, questo maxi screening per il green pass potrebbe portare un'impennata dei contagi.  Per concludere, invece, riporto la situazione della Romania, che negli ultimi giorni è sotto la lente d'ingrandimento mediatica. Si tratta di un paese fra i meno vaccinati (36% della popolazione) in Europa e che, proprio ieri, ha avuto uno spaventoso picco di 574 decessi giornalieri. Si tratta di un numero che, se rapportato alla popolazione italiana, porterebbe a 1800 decessi giornalieri: quasi il doppio del tragico picco del marzo 2020.    

20/10/2021 10:41
Civitanova, nuovo avviso pubblico per l'erogazione dei "voucher family": innalzato il requisito di età

Civitanova, nuovo avviso pubblico per l'erogazione dei "voucher family": innalzato il requisito di età

Uscirà domani, 20 ottobre, l’Avviso Pubblico riferito all’erogazione di voucher “family” per l’anno 2021, fortemente voluto dall’Assessorato al Welfare e alla Famiglia nell’ambito del progetto “Civitanova Città con l’Infanzia”. Alla luce dei positivi riscontri avvenuti negli anni scorsi (2018/2019/2020), l’intenzione è quella di continuare a sostenere concretamente le famiglie con più figli a carico tramite l'assegnazione di “voucher acquisto elettronici” per l’acquisto di beni di prima necessità, quali prodotti alimentari e farmaci, testi scolastici e materiale didattico, articoli per la prima infanzia, prodotti per l'igiene della casa e della persona con esclusione di alcolici, tabacchi, ricariche telefoniche, giochi e lotterie, prodotti di cosmesi ed estetica quali cosmetici, profumi. “I voucher family sono nati da un ascolto e confronto costante con la cittadinanza – ha dichiarato l’Assessore Barbara Capponi – L’amministrazione Comunale ha voluto abbracciare ed essere vicina ad una fascia della popolazione che non era stata mai ascoltata prima. L’avviso pubblico di quest’anno, inoltre, prevede, tra i requisiti di accesso, un innalzamento dell’età dei figli, portandola a 28 anni: l’intenzione è stata quella di andare incontro a tutte le famiglie tenendo conto di questi ultimi due anni molto difficili, legati all’emergenza Covid-19 i quali hanno portato difficoltà a livello di inserimento lavorativo dei giovani tuttora a carico delle famiglie”. Potranno partecipare all’Avviso coloro che hanno due o più figli fiscalmente a carico in età compresa da 0 a 28 anni da compiersi entro il 31/12/2021, che sono residenti nel Comune di Civitanova Marche da almeno 5 anni continuativi alla data di scadenza del bando, che risultano di cittadinanza italiana o comunitaria o extracomunitaria in possesso di permesso di soggiorno almeno annuale, e che hanno ISEE ordinario in corso di validità non superiore ad € 20.000,00. Non potranno accedere all’Avviso pubblico i nuclei familiari che hanno percepito l'assegno dei tre figli minori ex art. 65 L.448/98 per l'anno 2020. Coloro che nell'anno 2021 alla data di scadenza del presente bando, hanno percepito contributi economici pari o superiori ad € 300,00 per se stessi o per i componenti del proprio nucleo familiare, previa indagine sociale esperita dal Servio Sociale Professionale del Comune, potranno percepire un voucher corrispondente alla differenza tra l’importo spettante e quello percepito dal Servizio Sociale Professionale. In merito alle modalità di erogazione, si comunica che verrà predisposta un'unica graduatoria in base all'ISEE in ordine crescente. In caso di parità di ISEE si terrà conto della priorità di presentazione della domanda. Con riferimento alla presentazione della domanda, i moduli saranno scaricabili dal sito internet: www.comune.civitanova.mc.it o reperibili presso l’Ufficio URP (Ufficio relazioni con il pubblico) sito all’ingresso del Palazzo Comunale (tel. 0733/822626). La domanda, completa della documentazione, dovrà essere presentata a pena di esclusione entro e non oltre il 19 novembre. Le modalità di trasmissione ammesse per la presentazione della domanda,sono alternativamente: via PEC esclusivamente all’indirizzo di posta certificata comune.civitanovamarche@pec.it. Oppure per spedizione con raccomandata A.R. (farà fede il timbro postale di spedizione) presso il seguente indirizzo: Comune di Civitanova Marche Piazza XX Settembre, 93 – 62012 MACERATA. Oppure tramite invio all’indirizzo di posta elettronica protocollo@comune.civitanova.mc.it unitamente a copia del documento di identità del richiedente; tale modalità sarà consentita per tutto il periodo di permanenza delle misure restrittive dovute all’emergenza Covid 19. Oppure attraverso consegna a mano, presso lo sportello URP (Ufficio relazioni con il pubblico), aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,00 ed il martedì ed il giovedì anche nel pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 17,30. Alla domanda deve essere obbligatoriamente allegata l'attestazione ISEE o la ricevuta della D.S.U. (Dichiarazione Sostituiva Unica) e un documento d’identità in corso di validità. Per ulteriori informazioni relative al presente bando gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali del Comune nei giorni di apertura al pubblico (tel. 0733.822216/255/248).

19/10/2021 19:57
Al via gli interventi di asfaltatura sulla provinciale Fiastra-Bolognola: 150 mila euro di lavori

Al via gli interventi di asfaltatura sulla provinciale Fiastra-Bolognola: 150 mila euro di lavori

Dopo l’avvio dei lavori di risanamento della pavimentazione della provinciale 17 “Camerino-Serravalle” sono iniziati quelli per la SP 47 “Fiastra-Bolognola”. Anche in questo caso l’intervento è finanziato con l’avanzo di amministrazione con cui sono state destinate risorse a ben 15 lavori su altrettante strade. L’opera di risanamento viario, del valore complessivo di 150 mila euro, viene eseguita dalla ditta Simo Costruzione SRL di Camerino e interesserà due tratti di strada, uno nel Comune di Fiastra e l’altro in quello di Bolognola. Quest’ultima arteria, infatti, si estende per circa 10 km dal centro abitato di Fiastra fino a Bolognola, attraversando le frazioni di San Lorenzo e Acquacanina. «Contiamo di effettuare i lavori entro questa settimana - dichiara il presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari - meteo permettendo. L’ufficio tecnico sta lavorando intensamente per concludere gli interventi già appaltati entro quest’anno e al tempo stesso ha iniziato da tempo a redigere i progetti per il 2022».

19/10/2021 17:31
Moda, Tombolini vestirà i giocatori della Roma: rinnovato l'accordo con la società sportiva

Moda, Tombolini vestirà i giocatori della Roma: rinnovato l'accordo con la società sportiva

La sinergia tra Tombolini e la AS Roma si rinnova per il terzo anno consecutivo: l’azienda marchigiana, vera eccellenza del Made in Italy, si conferma fornitore ufficiale delle divise della squadra giallorossa per la stagione calcistica 2021/22.Due diverse declinazioni accomunate da una continuità di stile e da un’essenzialità che diventa sinonimo di un look sempre perfetto e up to date, in cui la signature elegante e sperimentale della label si unisce a un’attitudine disinvolta e sportiva, fuori e dentro il campo. La prima squadra indosserà gli abiti della collezione TMB Running impreziositi dal T-way, con coulisse di colore giallo rossa, che graffia la classicità con un tocco sportivamente fuori dagli schemi.Nelle occasioni più formali e istituzionali fuori dal campo, i giocatori, lo staff tecnico e i dirigenti vestiranno abiti Zero Gravity, di colore blu navy: una summa di sartorialità unita alla sperimentazione che fa la differenza in termini di leggerezza e di comfort. Completa la proposta dolcevita, camicia, gilet sotto giacca e cravatta brandizzata inseriti nel kit fornito a ogni giocatore, manager e membro dello staff, oltre all’iconico draghetto posto sul rever della giacca.Le divise disegnate per l’AS Roma rappresentano la quintessenza dello stile firmato Tombolini: ricercato e funzionale, contraddistinto da capi confortevoli e al contempo innovativi dal punto di vista materico, riscrivono le regole dell’eleganza in chiave contemporanea.

19/10/2021 17:15
Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.