Attualità

Le bollette arrivano in ritardo, l'ASSM: "Non verrà applicato alcun interesse di mora"

Le bollette arrivano in ritardo, l'ASSM: "Non verrà applicato alcun interesse di mora"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di ASSM SpA sul ritardo nel recapito delle bollette:  "ASSM SpA informa i propri utenti che non è stato possibile recapitare tempestivamente le bollette relative al Servizio Idrico Integrato e al Servizio Lampade Votive, il cui termine di pagamento era previsto per mercoledì 10 gennaio.  La società esterna incaricata del recapito ha garantito, dato il disguido, che le attività di consegna delle bollette saranno ultimate entro la fine della prossima settimana.  Ci scusiamo con tutti i nostri utenti per il disagio arrecato e rendiamo noto che non verrà applicato alcun interesse di mora per il ritardato pagamento".  

11/01/2019
Compare lo striscione: "Noi siamo tutti Carlo". Commuove la storia del bimbo in affidamento

Compare lo striscione: "Noi siamo tutti Carlo". Commuove la storia del bimbo in affidamento

Continua a far scalpore e scaldare il cuore la storia di Carlo (nome di fantasia), il bimbo di 7 anni in affido a cui il consultorio di Ascoli ha rifiutato di consegnare il regalo di Natale della madre naturale (la storia completa). Di fronte al silenzio delle istituzioni si mobilita la solidarietà popolare da diverse parti d’Italia, in particolare dalle Marche e dalla zona di Macerata dove risiede la mamma. Gli amici di Carlo e della mamma hanno creato il gruppo Facebook Noi siamo tutti Carlo per sostenere questo bambino. Più di 2000 persone hanno già aderito. Molti hanno manifestato la loro vicinanza con cartelloni, selfie e striscioni esposti in giro e postati nel gruppo. Carlo è vittima della filiera diagnostica psichiatrica alla base del tragico fenomeno degli allontanamenti facili, con circa 40.000 bambini fuori famiglia in tutta Italia, di cui poco meno di 1.200 nella regione Marche. “Siamo commossi da tanto affetto e partecipazione.” Esclama Fabio Lucentini, Responsabile del gruppo Marche del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus. “La procedura legale farà il suo corso e ci auguriamo che giunga presto a una conclusione positiva. Noi ci impegniamo a sostenere Carlo e mantenere viva l’attenzione sulla vicenda. Questa è la prima di una serie di azioni che abbiamo intenzione di approntare affinché non si spengano le luci su questa storia, purtroppo non isolata, che riguarda diversi bambini del nostro paese, nella speranza che la politica si muova per riportare sanità e giustizia per Carlo e per i quasi 1.200 bambini fuori famiglia nelle Marche.”

11/01/2019
Il vescovo di Camerino Massara in visita all'ospedale Bambino Gesù (FOTO)

Il vescovo di Camerino Massara in visita all'ospedale Bambino Gesù (FOTO)

Don Felice Riva, cappellano dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Palidoro (frazione di Fiumicino, Roma), ha accolto questa mattina la visita a sorpresa dell'arcivescovo di Camerino-San Severino Francesco Massara.  L'arcivescovo, arrivato per assistere la nipote che deve sottoporsi a un piccolo intervento chirurgico, ha voluto incontrare tutti i bambini e il personale dell'ospedale. Il primo saluto è stato quello con il primario di otorinolaringoiatria Giovanni De Vincentiis, dopodichè si sono succeduti scambi di battute affettuosi con gli infermieri e i conducenti di ambulanza incrociati nel corridoio. Il vescovo Massara ha proceduto con la benedizione di tutti i bambini e di tutte le famiglie incontrate negli ambulatori di otorinolaringoiatria, oculustica e dermatologia. La sua visita ha infuso grande coraggio e trasmesso rinnovato entusiasmo nel personale della struttura.  Arrivato all'alba a Palidoro, Sua Eccellenza è subito ripartito - con qualche lacrima di commozione - verso Camerino viste le abbondanti nevicate che stanno colpendo l'entroterra marchigiano in questi minuti. Un anno fa nella stessa struttura ospedaliera - voluta da Paolo VI - era stato in visita anche Papa Francesco.       

11/01/2019
Black-out a San Severino: assenza di alimentazione sull'alta tensione

Black-out a San Severino: assenza di alimentazione sull'alta tensione

A causa dell’assenza di alimentazione sull’alta tensione dalla linea che arriva da Belforte del Chienti la città di San Severino Marche è interessata da un black-out con distacchi in serie. La società municipalizzata Assem Spa non segnala guasti sulle proprie linee, quelle di media tensione, salvo il cedimento di un cavo nella zona di Ponte dei Canti. Il disagio, dovuto al servizio erogato dal gestore nazionale, potrebbe perdurare per le prossime ore. Tecnici e operai Assem stanno tentando di rialimentare da altre direttrici l’erogazione dell’energia per evitare sbalzi. AGGIORNAMENTO ORE 15:47 In merito al disservizio elettrico dovuto a un guasto causato dalle intense nevicate sulla linea elettrica Belforte – San Severino Marche, il gestore nazionale Terna, scusandosi per i disagi, fa sapere che i propri tecnici sono intervenuti tempestivamente ripristinando il servizio in tempi brevi.

11/01/2019
Tolentino, Pezzanesi intervistato da Agorà: "I container possono durare 10 anni" (VIDEO)

Tolentino, Pezzanesi intervistato da Agorà: "I container possono durare 10 anni" (VIDEO)

Questa mattina, mentre era in corso un'intensa nevicata, le telecamere della trasmissione Agorà di Rai Tre sono entrate nell'area container che accoglie le famiglie terremotate di Tolentino.  Davanti ai microfoni dell'inviato di Rai Tre è intervenuto il sindaco Giuseppe Pezzenesi: "Il Comune ha costruito questa struttura che accoglie oltre 250 persone secondo i dettami della Protezione Civile che aveva previsto questo tipo di sistemazioni oltre alle SAE. Il costo è di un milione all'anno circa. I container hanno una durata sicuramente superiore alle SAE, possono arrivare anche a dieci anni. Non vogliamo acquistarli perchè non ci compete. Saremo collaborativi qualora la Regione acquisti queste strutture curandone la manutenzione".  A nome della regione ha parlato l'assessore Angelo Sciapichetti: "I container danno una risposta all'emergenza. Il comune di Tolentino li ha scelti legittimamente. Dobbiamo trovare le risorse necessarie per passare dall'affitto all'acquisto visto che il costo di un milione all'anno è troppo alto. Troveremo le risorse necessarie".  Ecco il video dell'intervista integrale, per vederlo cliccate sul seguente link: pic.twitter.com/Ba5AP1goz9 

11/01/2019
È arrivata la neve nell'entroterra: scuole chiuse in molti comuni

È arrivata la neve nell'entroterra: scuole chiuse in molti comuni

Questa notte è arrivata la neve ed ha imbiancato tutto l'entroterra, si registrano circa 30 centimetri di manto bianco nelle zone oltre i seicento metri di altitudine, una decina in quelle che si trovano sui trecento metri. Sin dalle prime ore della mattina è scattato il piano neve con i mezzi spazzaneve e spargisale in azione. Le scuole resteranno chiuse per la giornata odierna a : Camerino, Sarnano, Camporotondo, Castelraimondo, Cessapalombo, Cingoli,  Belforte, Serrapetrona, San Ginesio, Penna San Giovanni, Gualdo, Monte San Martino. Neve che è caduta copiosa anche a Colmurano, Urbisaglia e Tolentino, dove le scuole però rimarranno aperte per oggi. E dalle prime ore della mattinata la precipitazione nevosa ha interessato anche Macerata, dopo che, qualche fiocco era caduto anche nella giornata di ieri. Non si registrano particolari disagi per il capoluogo. Nelle foto Colmurano e Urbisaglia questa mattina  

11/01/2019
Forte nevicata in corso a Tolentino: strade imbiancate (FOTO)

Forte nevicata in corso a Tolentino: strade imbiancate (FOTO)

Tolentino imbiancata. Sin dalle prime ore del mattino la città si è svegliata sotto una fitta nevicata.  A partire dalle ore 9:00 circa la perturbazione è aumentata d'intensità con fiocchi di dimensioni notevoli che hanno immediatamente attecchito a terra. La seduta stradale, sin lì rimasta piuttosto pulita, è stata imbiancata nel giro di pochi minuti causando parecchi disagi sopratutto in prossimità delle rotonde. Le scuole sono regolarmente aperte visto che la situazione intorno alle 7:30 del mattino vedeva un traffico scorrevole con strade piuttosto pulite.  AGGIORNAMENTO ORE 13:00 Attualmente la nevicata si è fermata. Le maggiori difficoltà si sono riscontrate nella strada provinciale che collega Tolentino a San Severino Marche, nei pressi dell’ex imbottigliamento delle acque minerali, con diversi mezzi, senza catene, anche pesanti, che si sono fermati o intraversati. È già previsto per la serata e la mattinata di domani, anche in considerazione dell’abbassamento delle temperature, l’uso di mezzi spargi sale per evitare la formazione del ghiaccio.   La Polizia Locale di Toletino non segnala alcun intervento particolare se non nella strada delle Terme di Santa Lucia dove è intervenuta una pattuglia.  Le copiose nevicate hanno reso difficoltose le operazioni dei mezzi che soprattutto hanno operato sulle strade delle contrade e delle frazioni, specie quelle delle colline più alte, dove in alcuni casi il manto nevoso supera i trenta centimetri di altezza. Nel centro urbano la circolazione è sempre stata agevole.          

11/01/2019
Macerata, riunione del Tavolo "Uniti contro le droghe", espressa solidarietà al Questore per scritte offensive e minacce subite

Macerata, riunione del Tavolo "Uniti contro le droghe", espressa solidarietà al Questore per scritte offensive e minacce subite

Si è svolto questo pomeriggio in Prefettura la consueta riunione del Tavolo "Uniti contro le droghe". Nel corso dell’incontro il Comitato ha espresso solidarietà nei confronti del Questore, dott. Antonio Pignataro, per le minacce e le scritte offensive rivolte a quest’ultimo che ormai da sei mesi si ripetono sui  muri della città di Macerata e della provincia e da ultimo a Fabriano, in provincia di Ancona.

10/01/2019
Violenta tromba d'aria a Civitanova Marche (FOTO)

Violenta tromba d'aria a Civitanova Marche (FOTO)

Una violenta tromba d'aria si è abbattuta poco fa a Civitanova Marche. Molto intensa soprattutto nella zona del lungomare e visibile anche da Civitanova Alta. Per ora non si registrano danni particolari, nonostante abbia creato qualche apprensione soprattutto a chi si trovava a passare nelle zone circostanti la spiaggia. Il fenomeno atmosferico, seppur spaventevole, si è esaurito in mare nel corso di qualche minuto.  Credit foto: Civitanova Speakers' Corner

10/01/2019
Terremoto: dalla Regione 255mila euro per il recupero del complesso museale Castello al Monte

Terremoto: dalla Regione 255mila euro per il recupero del complesso museale Castello al Monte

La Giunta regionale finanzierà, con un contributo di 255mila euro, il ripristino della funzionalità degli spazi esterni di tutto il complesso museale di Castello al Monte.  Il Comune di San Severino Marche risulta, infatti, tra gli ammessi al beneficio previsto nell’elenco degli interventi di valorizzazione  e messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attrazione di rilevanza strategica tali da consolidare e promuovere processi di sviluppo dopo il terremoto.   

10/01/2019
Ribalta televisiva con Linea Verde per l’Istituto Agrario di Macerata

Ribalta televisiva con Linea Verde per l’Istituto Agrario di Macerata

Ribalta televisiva per l’Istituto Agrario “IIS Garibaldi” di Macerata. Domenica 13 gennaio, intorno alle 12.30, andrà in onda il servizio di Linea Verde di Rai1 effettuato nella scuola. Il programma televisivo, che da oltre mezzo secolo racconta l'agricoltura italiana e le sue eccellenze, è condotto da Daniela Ferolla, Federico Quaranta, Peppone Calabrese. Proprio quest’ultimo è stato a Macerata per celebrare, con i ragazzi, l’importante traguardo dei 150 anni dalla fondazione dell’Istituto Agrario. Sempre domenica 13 gennaio è prevista, 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30, Scuola Aperta. Studenti e studentesse che devono decidere il percorso di studi dopo la terza media possono visitare la struttura scolastica e conoscere l’offerta formativa. L’Istituto, diretto dalla prof.ssa Antonella Angerilli, è strutturato con due percorsi quinquennali: Tecnico Settore Tecnologico – indirizzo “Agraria, Agroalimentare e Agroindustria” e Professionale Settore Servizi – indirizzo “Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale.  Al suo interno è dotato di un Convitto, capace di garantire un servizio necessario a soddisfare le esi-genze di coloro che vogliono rimanervi per l’intera settimana (convittori) e di quanti lo facciano limi-tatamente al pomeriggio, sino al termine dello studio (semiconvittori), e di un’azienda agraria di cir-ca 70 ettari, concepita come laboratorio che pianifica le attività in relazione ai tempi e agli scopi della programmazione scolastica.  

10/01/2019
Montelupone, Ida Canale festeggia 100 anni (FOTO)

Montelupone, Ida Canale festeggia 100 anni (FOTO)

Dopo aver festeggiato, non molti mesi fa, i cento anni di Ezio Tasso, il sindaco Rolando Pecora si è recato nell’abitazione di Ida Canale, altra nata nel 1918, per congratularsi con lei e porgerle affettuosi auguri.  Ad entrambi, il sindaco ha donato una pergamena, che riassume i principali eventi delle rispettive vite, con la dedica “Nel giorno del suo compleanno porgo i più sentiti Auguri anche a nome della cittadinanza”. Ida Canale (nome completo Ida Santa Giuseppa) è una monteluponese doc: nata e sposata in paese, vive da oltre un secolo alle porte del borgo, con i suoi famigliari, e le auguriamo ancora tanti anni sereni. Per il piccolo borgo di Montelupone, che conta non più di 3.600 abitanti, è un motivo di vanto annoverare dei centenari, indice di una apprezzabile qualità della vita.  

10/01/2019
Meteo, prevista neve a quote basso collinari: la perturbazione durerà 24 ore

Meteo, prevista neve a quote basso collinari: la perturbazione durerà 24 ore

Come anticipato ieri, l'ingresso di aria molto fredda nella nostra regione proveniente dai Balcani porterà giovedì 10 gennaio - secondo quanto riporta il bollettino meteo della Protezione Civile Marche - la neve a quote basso collinari e localmente a livello del mare. Le precipitazioni inizieranno nella prima parte di giornata con intensità piuttosto debole e sparsa, per poi aumentare d'intensità nel pomeriggio e accumularsi maggiormente sui settori collinari e sui settori costieri meridionali. Le temperature massime saranno in diminuzione.  Residui fenomeni di precipitazione nevosa a quote basso collinari si registranno anche nella mattinata di venerdì 11 gennaio, per esuarirsi nelle ore centrali della giornata. Già dal pomeriggio si avrà un netto miglioramento delle condizioni.     

09/01/2019
Barbara Capponi incontra gli alunni del "Sanzio" a Porto Potenza

Barbara Capponi incontra gli alunni del "Sanzio" a Porto Potenza

Lunedì 14 gennaio la giornalista del TG1 Barbara Capponi sarà a Porto Potenza per incontrare, presso l’oratorio Don Bosco dalle ore 10.30,  gli alunni delle classi seconde A-B-C e della terza D della Scuola media.  Nel corso dell'evento, i ragazzi vincitori di premi nel Campionato di giornalismo della provincia di Macerata, avranno occasione di informarsi e confrontarsi con la Capponi su uno dei mestieri più popolari e importanti, quello del giornalista, che negli ultimi tempi sta vivendo importanti cambiamenti per via del web e dei social.  La giornalista risponderà alle tante domande predisposte dai ragazzi, che si cimentano già, come provetti giornalisti, sia sulla carta stampata locale che online .   La dott.ssa Capponi, originaria di Pedaso, dopo la laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Macerata, ha iniziato il suo percorso sulla prima rete Rai lavorando al Tg1, di cui è oggi uno dei volti di punta come inviata e conduttrice.  Alla gradita ospite, nelle due ore di incontro previste lunedì, gli studenti potranno porre domande, chiedere consigli, strappare aneddoti e curiosità sul mestiere del giornalista televisivo, anche in funzione di un interessante progetto, in cantiere per il prossimo anno scolastico, che dovrebbe riguardare la produzione di un "Telegiornale" della scuola ideato e realizzato dai ragazzi dell’Istituto comprensivo “R. Sanzio”.  

09/01/2019
Frontignano, riaprono le piste nel weekend: risalita assicurata dai bus navetta

Frontignano, riaprono le piste nel weekend: risalita assicurata dai bus navetta

Lo scorso giovedì 3 gennaio il sindaco di Ussita Vincenzo Marini Marini ha disposto tramite di un'ordinanza la volontà di rendere fruibili gli impianti sciistici di Frontignano. In caso di presenza della neve sulle piste da sci, infatti, ad assicurare la risalita a tutti gli sciatori saranno degli speciali bus navetta che preleveranno gli sciatori nel Piazzale le Saliere e li trasporteranno sino al Belvedere.  Pertanto nei giorni prefestivi e festivi dal 5 gennaio al 31 marzo 2019 verrà interdetta al transito e alla sosta via Pian dell'Arco, seppur solo in caso di presenza di neve e dunque di apertura delle piste, visto che la strada che dovrà percorrere il bus navetta è molto angusta e subirà ulteriori restringimenti in caso di neve. Tutto ciò si è reso necessario a causa del mancanto espletamento delle verifiche e dei collaudi della Seggiovia le Saliere.   

09/01/2019
Dj set con Fargetta alla Filarmonica, oggi l'udienza preliminare. Oberdan Pantana: "Accuse infondate"

Dj set con Fargetta alla Filarmonica, oggi l'udienza preliminare. Oberdan Pantana: "Accuse infondate"

Si è svolta oggi presso il Tribunale di Macerata l'udienza preliminare sul dj set svoltosi nei locali della piscina della Filarmonica lo scorso 16 luglio 2017 a Macerata. La festa, organizzata in occasione della celebrazione di ben quattro compleanni con la partecipazione straordinaria del dj Fargetta come super ospite, era stata improvvisamente interrotta intorno alle 00:30 a seguito dall'arrivo della Polizia Amministrativa. LE ACCUSE - L'interruzione fu motivata dall'assenza di una preventiva autorizzazione rilasciata dalla Polizia di Stato per il suo svolgimento. Il dj set sarebbe, dunque, stato abusivo (violazione artt. 68 e 69 TULPS) e svolto oltre l'orario consentito, oltretutto con una contestazione riguardante l'agibilità dei locali (leggi di più).  GLI IMPUTATI - L'avvocato Oberdan Pantana da allora assiste Stefania Cittadini, accusata dal pubblico ministero Luigi Ortenzi in quanto titolare dell'autorizzazione del Comune di Macerata per lo svolgimento del dj set, e Sergio Pantella, imputato per aver acceso manufatti esplosivi - potenzialmente pericolosi - in direzione della pista da ballo senza alcuna preventiva autorizzazione sul parapetto del terrazzo della piscina (art. 57 TULPS).  LA SENTENZA - Come dichiarato dall'avvocato Oberdan Pantana: "La sentenza dell'udienza preliminare ha previsto il non luogo a procedere nei confronti dell'artista Fargetta e il rinvio a giudizio per tutti gli imputati al 9 gennaio 2020".  LE DICHIARAZIONI DI PANTANA - "Per l'evento Stefania Cittadini - sottolinea Pantana - aveva tutte le autorizzazioni del caso, visto che si è pure presentata in Questura per chiederne il permesso: chiediamo quindi che venga verificata l'insussistenza del reato. Analoga la situazione riguardante il mio assistito Sergio Pantella, che aveva acceso delle fontanelle luminose in libera vendita e aventi il marchio CE in una terrazza in cui era il solo presente e dunque a una distanza dagli altri invitati ben superiore agli 8 metri previsti dalla legge".   

09/01/2019
Macerata, approvato dalla Provincia il piano di ripristino della Orim

Macerata, approvato dalla Provincia il piano di ripristino della Orim

La Provincia di Macerata, con Determinazione Dirigenziale n. 3 dell'8/1/2019, ha approvato il piano di ripristino dell'Impianto di trattamento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi  sito  a Macerata, in Via Concordia  n. 65, della Ditta ORIM S.p.A.. La presentazione del Piano era stata prescritta al gestore dell'impianto a seguito dell'incendio occorso in data 6/7/2018 ed era finalizzata a prevedere le opere necessarie al fine di ripristinare  le condizioni dell'impianto prima dell'evento nonché a prevedere tutti i miglioramenti da apportare allo stesso al fine di scongiurare il verificarsi di nuovi incidenti e garantire adeguatamente e prioritariamente  la salvaguardia ambientale e la salute dei cittadini. In tale ottica il piano è stato approvato con una serie di prescrizioni che tengono conto dei pareri resi nei diversi tavoli tecnici tenutisi allo scopo, da parte degli organi preposti ai controlli sui diversi aspetti che l'attività richiede. In particolare è stato imposto alla Ditta: - di completare preliminarmente tutte le misure di messa in sicurezza di cui all'art. 29-undecies del D. Lgs. 152/2006 (Codice dell'Ambiente) ; - di rispettare tutte le prescrizioni impartite dal Comune di Macerata inerenti l'agibilità dell'immobile, dall'Asur relativamente alle questioni inerenti la salute dei lavoratori e dei cittadini nonché dei vigili del fuoco per ciò che concerne la normativa antincendio, con particolari restrizioni sul carico di incendio specifico che dovrà essere garantito in ogni porzione dell'impianto; - di redigere, entro il 04/03/2019, un adeguato aggiornamento del piano di emergenza  da trasmettere al Prefetto; - di subordinare la concreta ripresa dell'attività all'avvenuta esecuzione di tutte le opere previste nel piano di ripristino, all'effettuazione di tutti i collaudi richiesti per le stesse opere e per la relativa impiantistica, stabilendo altresì che la ripresa avvenga gradualmente in distinti periodi ed in conformità al piano di ripristino approvato; - di ridurre, le quantità massime dei rifiuti che potranno essere gestiti in una prima fase; - di eliminare definitivamente dall'attività di gestione, i rifiuti che hanno caratteristiche di pericolo Esplosivo ed Infettivo, nonché eliminare una serie di codici CER di rifiuti principalmente pericolosi; - di sottoporre il progetto per la ricostruzione delle parti danneggiate dall'incendio ad una specifica procedura prevista dal D. Lgs. 152/2006 nell'ambito della quale la Provincia,   Autorità Competente e tutti gli altri Organi di controllo, potranno effettuare le ulteriori valutazioni.  Nel provvedimento si conferma tuttavia la permanenza ad oggi delle prescrizioni e limitazioni della diffida emessa dalla Provincia in data  28/12/2018 che impediscono ulteriori lavorazioni all'interno della campata “A” fino a quando la stessa non sarà adeguatamente confinata. Con il suddetto provvedimento è stato inoltre evidenziato alla Ditta che il reiterarsi di violazioni che determinino situazioni di pericolo o di danno per l'ambiente comporterà la revoca dell' AIA e la chiusura dell'installazione.  La Provincia con gli atti sopra citati ha pienamente esercitato, ed intende farlo per qualsiasi eventuale ulteriore provvedimento si rendesse necessario adottare, tutte le funzioni ad essa attribuite dalla vigente normativa di settore ferme restando le competenza degli altri organi istituzionali di governo del territorio per le diverse e restanti problematiche

09/01/2019
Portò fiori per il figlio morto nell'area dell'Hotel Rigopiano: condannato

Portò fiori per il figlio morto nell'area dell'Hotel Rigopiano: condannato

Portò fiori per il figlio morto nell'area interdetta dell'hotel Rigopiano, condannato Feniello„Portò un mazzo di fiori nell'area interdetta dell'Hotel Rigopiano di Farindola per il figlio Stefano, una delle 29 vittime della valanga che nel gennaio 2017 travolse la struttura alberghiera, ma è stato condannato per "introduzione abusiva".  È quello che è accaduto ad Alessio Feniello, il quale si è visto notificare la la condanna penale firmata da Gip del tribunale di Pescara, che consiste in una pena pecuniaria di 4.550 euro. La colpa è stata quella di "essersi introdotto abusivamente nella struttura e permanendovi nonostante le ripetute diffide e inviti ad uscirne rivoltigli da appartenenti alle forze dell'ordine, addetti alla vigilanza del sito". Così è dichiarato nella condanna. Faniello ha mostrato tutta la sua rabbia e incredulità in un post  pubblicato su facebook dichiarando: "Io non pago e se necessario faccio tre mesi di carcere. Quelli che non hanno fatto niente per salvare 29 persone a Rigopiano stanno tutti ancora a piede libero e io devo pagare".  

09/01/2019
Denuncia di aver smarrito il borsello e viene denunciato. Dentro c'era hashish

Denuncia di aver smarrito il borsello e viene denunciato. Dentro c'era hashish

Arriva con il treno da Roma, scende ma si accorge di aver dimenticato a bordo il suo prezioso borsello. Così un quarantanovenne, S.F. il 6 gennaio si è recato negli uffici della Polfer  chiedendo agli agenti in servizio il giorno di festa, di aiutarlo a ritornare in possesso del borsello, lasciato inavvertitamente a bordo del treno. Prontamente, gli agenti hanno contattato il capotreno che si è messo alla ricerca del Borsello sulle indicazioni del disperato proprietario. Una volta trovato lo ha trattenuto e quindi consegnato agli agenti della Polfer di Ancona una volta giunto nella stazione del capoluogo. Gli agenti Dorici, come di prassi, hanno aperto il Borsello per controllarne il contenuto e si sono trovati di fronte ad un pacchetto ben chiuso. All'interno, quasi 100 grammi di hashish. Hanno quindi contattato l'uomo comunicando di aver ritrovato il borsello e che era a sua disposizione presso gli uffici dela Polizia Ferroviaria. Una volta recatosi alla stazione di Ancona per riprendere possesso del prezioso bagaglio, all'uomo è stata palesata la scoperta e, messo di fronte all'evidenza, l'uomo non ha potuto che ammettere. Scontato la denuncia per la detenzione della sostenza stupefacente al Tribunale di Ancona

09/01/2019
"Bianco di merd@", Extracomunitario denunciato per odio razziale

"Bianco di merd@", Extracomunitario denunciato per odio razziale

L'uomo era nel bar della stazione consumando la colazione quando un extracomunitario si è avvicinato ed ha iniziato ad insultarlo pesanetemente. Questo l'inizio della storia con due protagonisti, un libraio che ha la sua libreria nella stazione di Pescara ed un extracomunitario che gravitava sulla stazione. “Verso le 14:25 mi trovavo al bar nell’atrio della stazione e, mentre mangiavo un panino, una persona di colore mi ha chiamato, avvicinandosi alle spalle, urlando, gesticolando e offendendomi. - Dichiara Forconi, la vittima dell'episodio razzista - Non lontano c’era anche una donna che riprendeva la scena con il telefonino” che sarebbe stata invitata a non riprendere e chiamare aiuto ma che avrebbe risposto “Sono in un locale pubblico e faccio quello che voglio”. “Ho cercato di capire i motivi dell’insulto e di calmarlo”, prosegue sempre il Forconi, “invitando l’uomo a concludere la discussione all’esterno della stazione, in quanto dotata di videosorveglianza, mentre lui restava in piedi davanti al tavolino per consumare un caffè”. Una volta rientrato nella sua libreria, Forconi ha subito allertato la Polfer che ha rintracciato ed identificato l'aggressore. Forconi ha quindi dato mandato ai suoi legali per formalizzare una denuncia verso l'aggressore, denuncia che comprenderà oltre ai reati comuni, anche la richiesta di incriminazione per odio razziale «Ciò che mi è accaduto», racconta Forconi, «è talmente vile e ignobile che, a distanza di tempo, continua ancora a disgustarmi. Essere ingiuriato davanti a decine di persone ed epitetato, senza alcun motivo razionale, con "Bianco di merd@ e italiano di merd@" da un extracomunitario (successivamente accompagnato da agenti PolFer nei loro uffici per procedere alla sua identificazione) è una cosa che mi disturba molto» «Non tollero minimamente che un immigrato (senza fissa dimora e senza lavoro) possa permettersi di offendere un cittadino italiano con quelle frasi così intrise di disprezzo ed intolleranza e continuare a passeggiare, impunemente e come se nulla fosse, sul nostro suolo nazionale» conclude Forconi «a casa mia, esigo rispetto. Non esiste un razzismo a 180° e nemmeno vittime di serie A e vittime di serie B: la legge è uguale per tutti e tutti gli uomini e le donne hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri davanti ad essa, senza eccezioni».“ È ipotizzabile che l'aggressione trovi motivazione nella lotta sostenuta da Forconi per lo smantellamento del mercato abusivo dell’area di risulta di Pescara e per essere da sempre stato contrario all’istituzione del mercatino etnico nel tunnel della stazione ferroviaria anche come esponente del partito politico "Forza Nuova".          GS

09/01/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433