Tolentino

Le telecamere del programma Rai "A Sua immagine" a Tolentino: ecco quando andrà in onda

Le telecamere del programma Rai "A Sua immagine" a Tolentino: ecco quando andrà in onda

In questi giorni è a Tolentino una troupe del programma televisivo “A Sua Immagine” di Rai Uno. Gli operatori guidati dal regista Gian Maria Tavanti con la conduttrice Lorena Bianchetti e il giornalista Paolo Balduzzi stanno registrando diverse immagini per porre l’attenzione sia sulla bellezza dell’Abbadia di Fiastra, sulla Basilica di San Nicola e sul Castello della Rancia ma anche per raccontare le tante difficoltà derivate dal terremoto che hanno sconvolto la popolazione che è rimasta anche senza chiese nel centro storico della città. La puntata del celebre programma televisivo andrà in onda il prossimo 13 luglio, alle ore 16.30 sul primo canale Rai.

18/06/2019
Cammini Lauretani, al via la progettazione esecutiva: 900.000 euro per il recupero e messa in sicurezza

Cammini Lauretani, al via la progettazione esecutiva: 900.000 euro per il recupero e messa in sicurezza

Da metà agosto partiranno i lavori del primo stralcio per la realizzazione dei Cammini Lauretani, un primo tratto di 20 km che andrà da Montecassiano a Loreto. Questa mattina è stata presentata in conferenza stampa questa prima fase progettuale esecutiva di un più ampio intervento che prevede due misure: la prima, all’interno del POR Ordinario per un importo pari a  1 milione e 100.000 euro;  la seconda destinata alle aree del sisma per un importo di 2 milioni e 500 mila euro.   Entrambe le azioni  sono state già avviate con la stipula di accordi con gli enti capofila ( Tolentino e Loreto) e l’impegno delle risorse. “ Oggi diamo concretezza ad una grande elaborazione progettuale – ha sottolineato il presidente della Regione, Luca Ceriscioli - un primo fondamentale passo per procedere dalla visione alla nascita di un’infrastruttura importante.  Un’infrastruttura fisica ma anche culturale e spirituale, diamo “le gambe” al Cammino perché vogliamo che un pellegrino , ma anche un turista che vuole staccare dalla frenesia delle metropoli,  possa seguire il ritmo lento del passo per trovare uniformità di qualità di servizi ,di accoglienza e poi arte, architettura sacra , bellezza, natura, sicurezza. Il turismo lento è un valore aggiunto per questi territori legati dal Cammino, da Loreto a Serravalle sarà vivere un’esperienza straordinaria, per incontrare comunità dalla forte identità e peculiarità che fanno delle Marche una terra in grado di offrire qualità vera. Questo progetto è un ulteriore segno di attenzione verso i territori colpiti dal sisma e un’opportunità rilevante dal punto di vista economico e turistico.  Siamo sicuri che con l’impegno di tutti, privati e pubblico, si possa costruire attorno ai Cammini un reale sistema in continuo sviluppo. Con questo progetto riusciamo a tenere insieme storia – cultura e applicazioni tecnologiche, per restituire ed attualizzare i segni storici lasciati dalle Vie dei pellegrini , conservando l’eredità culturale e spirituale dei luoghi per le future generazioni. “    Gli interventi  relativi  al 1° stralcio sono ripartiti in due azioni fondamentali:  900.000 euro per il recupero e messa in sicurezza del tracciato (capofila Comune di Tolentino) e 200 mila euro per la promozione e la comunicazione del Cammino (capofila Comune di Loreto). Con i fondi messi a disposizione dalla Regione Marche del POR FESR 2014/2020, si è scelto di procedere con una logica di intervento che possa condurre al raggiungimento dei due principali obiettivi :  la chiara individuazione, sul territorio, di quei comuni che partecipano al progetto avendo sottoscritto una specifica Associazione Temporanea di Scopo (ATS); il recupero di “tratti significativi della Via Lauretana”.   I Comuni sono 23:  Loreto, Serravalle del Chienti, Muccia, Camerino, Valfornace, Visso, Caldarola, Camporotondo di Fiastrone, Cessapalombo, Pievetorina, Serrapetrona, San Ginesio, Treia, San Severino Marche, Belforte del Chienti, Tolentino, Appignano, Pollenza, Macerata, Recanati, Sefro, Montecassiano, Montelupone.  “Ci tenevamo particolarmente a presentare il lavoro fatto in questi anni per i Cammini Lauretani – ha rimarcato l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni - un progetto fortemente sentito dalla Regione Marche. Non è stato un percorso semplice per mettere insieme una serie di iniziative e creare questa opportunità collegata a questa grande via Lauretana che nei prossimi decenni ha l’ambizione di rivestire un ruolo importante come ha ad esempio, Santiago di Compostela. Un impegno importante, dunque, condiviso da tutto il sistema: dalle amministrazioni comunali, dalla CEM, dalle Associazioni .Questa Via ha due obiettivi  fondamentali:  creare momenti di spiritualità e costruire un sistema economico e sociale per far sì che si crei, in particolar modo in quelle aree che sono state colpite dal sisma, un’opportunità dal punto di vista occupazionale e di indotto collegato alla ricettività privata. “ Il progettista Gianfranco Ruffini , illustrando le linee progettuali , ha detto che è stato un lavoro impegnativo e particolare : non fatto da studio tecnico, ma proprio in…cammino,  verificando i tracciati sui luoghi e che la caratteristica del progetto è proprio quella di offrire al pellegrino  un percorso sicuro in un’ ottica sostenibile. L’obiettivo principale del progetto è quello di permettere al pellegrino la percorrenza pedonale del cammino in completa sicurezza e di aumentare attraverso azioni di comunicazione e promozione mirate, il numero dei  pellegrini e dei camminatori che decidono di scoprire le Marche in maniera sostenibile. In particolare per quanto riguarda il progetto esecutivo per il recupero e la messa in sicurezza del tracciato, che costituisce la parte più importante cioè i 900.000 euro su 1.100.000,00 l’intervento mira alla valorizzazione, individuazione del tracciato della Via Lauretana sul territorio dei comuni aderenti all’ATS ed il recupero funzionale del percorso stesso. In particolare, l’intervento prevede:  - il recupero del tracciato nei comuni prossimi alla Santa Casa (Recanati, Montelupone e Loreto) attraverso opere di ingegneria naturalistica e sistemazione e messa in sicurezza di ponti esistenti; - apposizione di cartellonistica, denominata di primo livello, in tutti i comuni appartenenti all’ATS, costituita da un grande pannello informativo e pannelli indicatori e l’istallazione di segnaletica stradale. - Nei comuni prossimi alla Santa Casa (Recanati, Montelupone e Loreto) verranno installati segnali stradali, sia orizzontali che verticali, ai fini della messa in sicurezza del tragitto del pellegrino lungo il tracciato;  - Recupero della Scala Santa – un antico percorso devozionale che ha inizio nei pressi della stazione ferroviaria di Loreto fino ad arrivare alla Piazza Giovanni Paolo II,  attraverso il restauro e risanamento conservativo del manufatto storico e la sistemazione del percorso pedonale. In tale contesto è evidente che la città di Loreto, più di altri luoghi interessati dalle opere di progetto, diviene punto focale dell’intero percorso pedonale da recuperare e che la Scala Santa, si pone come luogo ideale e concreto di inizio di tale percorso, processionale, costituendone l’elemento portante.  - Realizzazione di servizi igienici in alcuni locali del Palazzo Apostolico di Loreto a servizio dei pellegrini. Sono intervenuti anche il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi e Paolo Niccoletti sindaco di Loreto che avrà il ruolo di promuovere e comunicare il Cammino con diverse iniziative , anche a partire dallo Sport e dalle Ciclovie. L’obiettivo generale è anche e soprattutto quello di far riconoscere i Cammini Lauretano come Cammino Europeo.  

18/06/2019
U.S. Tolentino, mister Stefano Tombolini lascia la guida del settore giovanile cremisi

U.S. Tolentino, mister Stefano Tombolini lascia la guida del settore giovanile cremisi

L'U.S Tolentino 1919 comunicato che, terminato il Soccer Camp in svolgimento presso lo stadio Della Vittoria, si concluderà l'esperienza di Mister Stefano Tombolini nell'ambito del settore giovanile cremisi. La dirigenza ringrazia per quanto di importante fatto il tecnico tolentinate in questi anni di collaborazione, anche come responsabile, augurando allo stesso le migliori fortune personali e sportive. Nei prossimi giorni la società cremisi annuncerà il nuovo staff di tencici che porterà avanti nella prossima stagione il settore giovanile e la scuola calcio.  

18/06/2019
"Una vera e propria guerra contro gli amministratori di condominio": l'avvocato Romagnoli scrive a Farabollini

"Una vera e propria guerra contro gli amministratori di condominio": l'avvocato Romagnoli scrive a Farabollini

"Ho avuto modo di leggere l’Ordinanza n. 76 del 23/05/2019 griffata dal Prof. Geol. Piero Farabollini nella sua qualità di Commissario del Governo per la ricostruzione. Dalla stessa emerge una prima impressione: il Governo centrale, ha necessità di stringere la cinghia risparmiando sulla ricostruzione nei territori colpiti dal terremoto. Dal perentorio contenuto del documento, però, emergono l’incapacità di leggere la realtà in cui sono immerse le nostre genti, l’assoluta inutilità della misura adottata e la mancanza del coraggio di essere forti con i forti. Il succo dell’Ordinanza, infatti, è tutta qua: pur di racimolare un pugno di euro (perché di ciò si tratta) viene tagliato del 50% il compenso spettante agli amministratori di condominio che operano nellaricostruzione" così l'avvocato tolentinate Marco Romagnoli, in rappresentanza di una decina di condomini della Città, al Commissario di Governo Piero Farabollini "Il succo dell’Ordinanza, infatti, è tutta qua: pur di racimolare un pugno di euro (perché di ciò si tratta) viene tagliato del 50% il compenso spettante agli amministratori di condominio che operano nella ricostruzione - prosegue il legale -. Davvero si pensa di risparmiare pubblico denaro colpendo coloro che nell’ambito della ricostruzione guadagnano le briciole e sono i professionisti di fiducia dei cittadini che hanno subito danni alle proprie abitazioni? Chi ha elaborato l’atto è a conoscenza che la minor spesa di questo pesante taglio equivale, più o meno, a quanto si potrebbe risparmiare tagliando il 3% ai tecnici incaricati (ingegneri, architetti, geologi, geometri, ecc…) o lo 0,50% alle imprese appaltatrici?" "Con tutta probabilità, il risparmio per le casse dello Stato si trasformerà in un esborso per le vittime del sisma, visto che gli accordi tra amministratore ed amministrati è mediamente iniziato almeno due anni or sono, nella vigenza delle precedenti tariffe? Per quale motivo, poi, gli amministratori di condominio di Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo dovranno percepire meno dei loro colleghi de l’Aquila e dell’Emilia? - si chiede Romagnoli -. Dalle comode poltrone su cui lor signori siedono evidentemente sfugge il ruolo che gli amministratori di condominio in concreto hanno svolto e svolgono: oltre ad avere pesanti responsabilità procedurali ed un carico di lavoro di sicuro non secondario, gli amministratori sono il primo punto di riferimento per chi è ha subito danni dal sisma. Sono stati gli amministratori ad occuparsi e preoccuparsi dello stato degli immobili (non pensando al proprio compenso ma all’incolumità dei propri clienti) negli istanti successivi al sisma sino all’avvio dei primi controlli, per continuare con l’adozione delle misure di messa in sicurezza. Hanno mediato tra i cittadini e le Istituzioni, spiegando ai primi come funzionasse il CAS, le procedure per la ricostruzione. Il tutto, intervallato da ore di coda per farsi notificare le varie ordinanze sindacali. Hanno reso possibile l’avvio della ricostruzione mediando tra le varie esigenze dei condomini, spiegando loro la necessità di trovare soluzioni condivise. Hanno svolto e svolgono il lavoro sporco, senza essersi lamentati quando il precedente Commissario riservò loro compensi ben al di sotto di quelli normalmente riconosciuti in caso di realizzazione di lavori di straordinaria manutenzione di immobili condominiali." "Cambiare le regole in corso d’opera e penalizzarli ulteriormente, senza un minimo di concertazione, è inaccettabile; pare che vi sia nei confronti di medesimi un accanimento di natura ideologica. Non vi è dubbio che il sig. Farabollini sia un brillante Professore ed un valente Geologo; sta di fatto che da quando siede sulla poltrona di Commissario (a compenso fisso), la ricostruzione nei nostri territori non ha fatto registrare alcun tipo di accelerazione - ha concluso il legale -. Le uniche due volte in cui il Commissario è balzato agli onori della cronaca sono da ricollegarsi al suo “odio” verso gli amministratori di condominio, ai quali sembra aver dichiarato una vera e propria guerra: prima bloccandone il pagamento dei compensi ed, ora, decurtando gli stessi del 50%. Mi scuso con il Prof. Geol. Farabollini, ma mi sento veramente a disagio nell’essere commissariato dal medesimo."

17/06/2019
Tolentino, gran successo per il concerto dell’Ensemble Sperimentale Marchigiano

Tolentino, gran successo per il concerto dell’Ensemble Sperimentale Marchigiano

Apprezzatissima performance dell’Ensemble Sperimentale Marchigiano “Infinito” sabato scorso, 15 giugno, sul palco dello spazio Jazz Lab di Tolentino. A conclusione del quarto appuntamento del laboratorio itinerante ideato e condotto dal musicologo e musicista Ludovico Peroni, il gruppo ha proposto un particolare percorso di comunicazione attraverso il linguaggio musicale che ha avuto come filo conduttore la libera improvvisazione.   Organizzato in collaborazione con Marche Music College e la Scuola di Musica “Bettino Padovano” di Senigallia e ospitato dell’Associazione Tolentino Jazz, il concerto si è aperto con una “Conversazione” di 8 minuti che ha dato il via all’interazione fra i dieci musicisti presenti, di seguito, sotto la guida di Riccardo Chinni, quattro solisti creativi e originali hanno sviluppato una narrazione intorno a quattro diversi scenari: deserto, mare, campagna e città. Antonino De Luca alla fisarmonica, Simone Giorgetti alla chitarra, Mattia Borraccetti al contrabbasso e la voce di Giuliano Bruscantini, hanno dato ognuno la loro interpretazione dei temi assegnati scambiandosi di volta in volta le parti e realizzando ambienti sonori multiformi. All’insegna della matematica la partitura del sassofonista Luciano Caruso che si è ispirata in particolare all’equazione legata alla tensione fra due fili elettrici;  il rapporto fra figura e sfondo è stato invece messo in risalto da Samuele Garofoli alla tromba in coppia con Caruso che nel brano successivo hanno realizzato un affresco sonoro ricco di suggestioni e colori. L’improvvisazione finale è stata realizzata sotto la guida di Ludovico Peroni utilizzando le tecniche di “Conduction” e “Sound Painting” mettendo in risalto la compattezza e l’affiatamento della formazione che anche in questa occasione ha saputo esprimersi in modo efficace utilizzando risorse sonore sempre varie e ben calibrate. Le voci-strumento di Giuliano Bruscantini e Letizia Lapponi hanno contribuito con i loro interventi a creare atmosfere suggestive, inserendosi in un lavoro di squadra che ha visto coinvolti anche il batterista Federico Chiarofonte e il chitarrista Daniele Gherrino, che insieme al bassista Riccardo Chinni sono stati il trio ospite di musicisti improvvisatori che ha coadiuvato il lavoro di Peroni. Di particolare rilievo il lavoro di esplorazione sul contrabbasso di Mattia Borraccetti  che ha fatto emergere moltiplici ed interessanti risorse timbriche.

16/06/2019
U.S. Tolentino 1919: dal 17 giugno parte la campagna abbonamenti

U.S. Tolentino 1919: dal 17 giugno parte la campagna abbonamenti

In vista della nuova avventura nella quarta serie nazionale e del concomitante avvio delle manifestazioni per la celebrazione del Centenario della fondazione dell’Unione Sportiva Tolentino, hanno indotto la società cremisi a rivolgersi a tutti coloro hanno a cuore il Tole. Proprio per sostenere il sodalizio nell’anno del Centenario e per affrontare al meglio la serie D, si confida nel sostegno del popolo cremisi coni un impegno a sottoscrivere l’abbonamento per la imminente stagione calcistica. Commercianti, operatori economici e singoli sportivi potranno, pertanto, sin dai prossimi giorni prenotare l’abbonamento per il campionato 2019/2020. Agli operatori economici, in particolare, verrà rilasciato un maxi abbonamento da esporre in vetrina, con la possibilità di scegliere se metterlo poi a disposizione della propria clientela (o a turno o mediante estrazione). I costi dei pre-abbonamenti sono i seguenti: Poltroncina € 250,00= (sarà possibile l’accesso per 15 gare ad un costo per partita, quindi, pari ad € 16,67=) Tribuna € 100,00= (sarà possibile l’accesso per 15 gare ad un costo per partita, quindi, pari a soli € 6,66=) Gradinata Pallorito € 50,00= (sarà possibile l’accesso per 15 gare ad un costo per partita, quindi, pari a soli € 3,33=) Regolamento buono liberalità. Sottoscrivendo il “buono liberalità” si ha diritto all'accesso gratuito a n. 15 gare casalinghe dell'U.S. Tolentino 1919 per il campionato 2019/2020 di serie D. L'elenco delle 15 gare (data ed avversario) verranno comunicate della Società cremisi entro il 20/08/2019 ovvero entro una settimana dalla emanazione del Calendario da parte della LND. Per le gare non ricomprese nell'elenco delle 15 l'abbonamento non sarà ovviamente valido ed in ogni caso verranno praticati ai possessori delle tessere i seguenti prezzi: Poltroncina € 20,00; Tribuna € 10,00; Gradinata € 7,00. Il buono dovrà essere consegnato all'U.S. Tolentino 1919 che provvederà al rilascio dell'abbonamento recante il timbro SIAE, non appena la FIGC-LND diramerà il calendario ufficiale 2019/2020 e senza aggravio di costi. Come si ribadisce, l'abbonamento che verrà consegnato, in sostituzione del buono, consentirà l'accesso gratuito alle 15 gare che verranno indicate dalla Società nei tempi e nei modi di cui sopra. “L’idea è nata dal confronto con diversi commercianti tolentinati - dichiara il presidente Marco Romagnoli - i quali avevano espresso il desiderio di sostenere il Tolentino in quest’annata del tutto eccezionale e caratterizzata dalla ricorrenza del Centenario, nonché dal ritorno nel campionato di serie D. In molti si sono detti disponibile ad acquistare sin da ora un abbonamento per poi o utilizzarlo direttamente o facendolo utilizzare ai propri clienti: o mettendolo a disposizione degli stessi ogni domenica o aggiudicandolo a sorte ad uno di loro. Per questo sin dai prossimi giorni saranno in distribuzioni dei buoni per la prenotazione degli abbonamenti sia per i singoli tifosi che per i commercianti e gli operatori economici di Tolentino. Se l’iniziativa avrà il successo che auspichiamo, come città, sportivamente parlando, otterremmo un grande risultato. Affrontare quest’annata, affascinante ma complessa, sapendo di aver il sostegno di coloro che hanno il cuore il Tole per noi sarebbe molto importante. Non sottovalutiamo il vantaggio per i tifosi: con soli 3 euro a partita si potrà venire al “Della Vittoria”.

16/06/2019
Tolentino, le perplessità del Partito Democratico sullo spostamento della Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte

Tolentino, le perplessità del Partito Democratico sullo spostamento della Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte

"A fine aprile alla presentazione della 30^ edizione del concorso della Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte nel centro storico il sindaco Pezzanesi disse: “La Biennale ha un valore culturale e turistico incredibile e per questo continueremo a lavorare nella direzione che i risultati di questi anni ci hanno indicato. La riqualificazione e valorizzazione del Centro storico cittadino passa anche attraverso l’ideazione di nuovi appuntamenti in grado di sviluppare, caratterizzare e potenziare l’antico spazio urbano”. Ed il vicesindaco Luconi affermò: “Le giornate di Biumor e della Biennale a Tolentino sono un’opportunità incredibile di promozione del territorio. Siamo di fronte ad un bilancio importante di questa amministrazione. Abbiamo assicurato con meno risorse appuntamenti formidabili per la cultura nazionale. Nel 2019 con la trentesima edizione del concorso ci attende una grande occasione di richiamo esterno attraverso un programma spettacolare, che solo la Biennale, un’eccellenza tolentinate a livello internazionale, può assicurare”. Proprio queste dichiarazioni ci hanno fatto sorgere alcuni dubbi così da presentare un’interrogazione discussa nell’ultimo Consiglio comunale, perché come Partito Democratico abbiamo alcuni forti dubbi sulla valorizzazione della Biennale come traino economico della città" così i dem della città tolentinate in merito a uno degli appuntamenti culturali più importanti della Città. "Infatti il concorso artistico, ideato dal sindaco Mari, nei suoi 60 anni di storia e grazie all'impegno delle Amministrazioni che si sono succedute è riuscito a raggiungere una notorietà che di attesta a livelli internazionali. Circostanza che, quasi certamente, ne ha fatto il più importante evento del nostro Comune e ne ha fatto la ‘Città del Sorriso’ - continuano i rappresentanti del Partito Democratico -. Quindi non riusciamo a spiegarci il motivo per cui l’Amministrazione Comunale abbia deciso di posticiparlo nel prossimo novembre con l’accorpamento al festival ‘Popsophia’, che si è tenuto sempre a fine agosto, la cui decisione è stata assunta con la delibera n.109 del 01.04.2019. Se si voleva dare vita alla città incentivando le presenze turistiche era sicuramente migliore il periodo estivo-autunnale invece che quello invernale e sicuramente non ci fanno dormire ‘sonni tranquilli’ le dichiarazioni dell’assessore Tatò, che sempre nella presentazione ha detto: “Lavoriamo per costruire un piccolo miracolo organizzativo e culturale di cui andare fieri. Le serate di Biumor nel mese di novembre siamo certi avranno più che mai il giusto riscontro di pubblico e risonanza mediatica, per portare l’attenzione sulla vita culturale della nostra città. Le difficoltà del centro storico ci hanno visti impegnati ancor di più del solito e stiamo lavorando per costruire un programma innovativo con grandi ospiti e grandi spettacoli musicali dedicati alla filosofia dell’umorismo”. Quindi memori di precedenti inaugurazioni ed aspettando novità ci pare che l’Amministrazione si stia arrampicando sugli ‘specchi’ per mettere in secondo piano una ‘primizia’ della città, quale è la Biennale dell’Umorismo nell’Arte, a favore di un ‘contenitore’ come Popsophia." "Quindi sarebbe stato, intuitivamente, più logico anticipare al periodo estivo la Biennale, accompagnandola ad eventi paralleli che se ambientati all’aperto non solo avrebbero reso vive le vie e le piazze, facendo pensare ad eventi realmente rivolti alla collettività, e magari posticipando a novembre Popsophia, in modo da avere due eventi in distinti momenti che avrebbero attirato più pubblico. Inoltre la Biennale dell'Umorismo nell'Arte avrebbe potuto trarre vantaggio dalla presenza di turisti richiamati anche dalla stagione lirica dello Sferisterio o da altre manifestazioni, con l’opportunità di attrarre sicuramente i turisti presenti nelle città costiere. Infine sembra superfluo ricordare che nel mese di settembre ricorrono a Tolentino le Festività di san Nicola e la biennale è stata tradizionalmente inserita tra le varie iniziative pubbliche programmate unitamente alla festività religiosa completando il cartellone del periodo autunnale che generalmente richiama molta gente. Anche la cifra stanziata è preoccupante per chi ha in mente il rilancio culturale della città: € 60.000, di cui € 21.000 per la 30^ edizione della Biennale ed € 35.000 per l’organizzazione di Popsophia, oltre ad € 4.000 per la direzione artistica. La cultura è altra cosa rispetto a quella propagandata a Tolentino" ha concluso il PD.

15/06/2019
Restituzione busta paga pesante, la denuncia della CISL: "Ma quale proroga? È solo un'altra presa in giro"

Restituzione busta paga pesante, la denuncia della CISL: "Ma quale proroga? È solo un'altra presa in giro"

"Alla prima lettura dell’emendamento approvato alle Camere al decreto Sblocca cantieri si fa una triste scoperta: quella che era stata promessa come proroga della restituzione della busta paga pesante in realtà non è per nulla una proroga, ma al massimo una sospensione. La modifica approvata prevede infatti che il pagamento dell’IRPEF sospesa avvenga entro il 15 ottobre 2019 anziché il 1 giugno, ma aggiungendo che a ottobre non basterà pagare la prima rata, ma dovranno essere versate le prime cinque rate in unica soluzione. La traduzione è molto semplice quanto vergognosa: a giugno i terremotati possono non pagare, ma a ottobre devono pagare allo stato tutto quello che non hanno versato da giugno a ottobre. Insomma una vera presa in giro!" la denuncia arriva dal Responsabile CISL Macerata Silvia Spinaci e dal Responsabile CISL Tolentino-Camerino Rocco Gravina dopo l'approvazione del decreto Sblocca Cantieri. "Non bastava aver generato caos e incertezza dando per certa una proroga che sarebbe diventata norma solo dopo la scadenza fissata per il pagamento della prima rata - proseguono i due rappresentanti sindacali -. Non bastava aver aggiunto ulteriore confusione dichiarando che tutto si sarebbe risolto con non meglio precisate e conversazione tra il Sottosegretario Crimi e il Presidente INPS. Adesso si aggiunge anche la scoperta che ai terremotati è stata “spacciata” per proroga qualcosa che in realtà non ha proprio nulla a che fare con la proroga e che li porterà a ottobre a veder trattenute sulla propria busta paga o pensione cifre rilevanti o a dover sostenere il pagamento di F24 di cinque volte superiori rispetto al versamento di una rata." "Continuiamo a dirlo: le persone meritano più rispetto e non si fa propaganda spicciola sulla pelle di chi già vive una quotidianità difficile e su cose come queste avrebbe solo bisogno di trovare certezze e tutela e non confusione e false promesse" concludono Spinaci e Gravina.

15/06/2019
L’Associazione Corteo storico Città di Tolentino “Dono dei Ceri a San Nicola" protagonista a Senigallia (FOTO)

L’Associazione Corteo storico Città di Tolentino “Dono dei Ceri a San Nicola" protagonista a Senigallia (FOTO)

Applausi a scena aperta per la prima uscita del 2019 dei figuranti dell’Associazione Corteo storico Città di Tolentino “Dono dei Ceri a San Nicola”. La delegazione, orgogliosamente rappresentata da 13 figuranti, accettando l’invito ricevuto dal Sindaco, ha partecipato alla grande rievocazione storica de “Il Solenne Ingresso” a Senigallia, evento ispirato all'arrivo nel 1479 degli sposi Giovanna da Montefeltro e Giovanni della Rovere, signori di Senigallia. Grande sfilata tra le vie del centro, seguitissima dalla popolazione e dai turisti, terminata nel perfetto scenario della Rocca Roveresca dove tutte le delegazioni, provenienti da Perugia, Corinaldo, Ascoli, Caldarola e Senigalia, e ovviamente Tolentino, hanno assistito alle manifestazioni in costume in onore dei nuovi signori. Danze, sbandieratori, falconieri e tamburini, hanno fatto da cornice ai giochi di palla a campana, dei tornei di tiro con l’arco e con la balestra, tutto a creare un magico evento, plaudito dal Sindaco, che è anche intervenuto nei locali riservati ai figuranti per esternare la propria soddisfazione e della città tutta.ù Al termine, il corteo d’onore ha sfilato per tutta la città con il commiato in piazza Garibaldi dove è stato congedato dai figuranti locali che, come di costume, hanno omaggiato con il ponte e l’onore delle armi tutte le rappresentanze.  

15/06/2019
Tolentino, in scena il convegno "Dalla città ideale alla città intelligente" (FOTO)

Tolentino, in scena il convegno "Dalla città ideale alla città intelligente" (FOTO)

Ieri, venerdì 14, a partire dalle 10, associazioni di categoria, Pubbliche Amministrazioni e imprese hanno portato esempi tangibili di come l’Internet delle cose sia di aiuto per le concrete esigenze dei cittadini, nel cratere e non solo. ‘Internet of things’ per connettere cose e territori a vantaggio della competitività e sostenibilità, ma anche con un occhio al risparmio energetico: questo il tema di cui si è parlato alla convention ‘Dalla città ideale alla città intelligente’, organizzata da Fìdoka in collaborazione con LorITALY e con il patrocinio del Comune di Tolentino e della Confartigianato. Concreti ed interessanti gli interventi tenuti dal Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, da Marco Rossi del Consorzio LorITALY e di Carlo Ianni del Consorzio Idrico CIIP di Ascoli Piceno: in particolare l’utilizzo di Internet e del tracking garantisce il costante monitoraggio di fognature e sversamenti a mare, ma anche la verifica istantanea di rotture all’impianto idrico, con una puntuale ricognizione del punto di perdita, evitando sprechi di risorse e dispendio di denaro. Molte le applicazioni di Internet nella vita di tutti i giorni, come la geolocalizzazione di persone, animali e mezzi di trasporto, monitoraggio delle dispersioni elettriche, tracciamento del corretto conferimento dei rifiuti urbani e verifica della stabilità strutturale all’interno di immobili pubblici. Particolare interesse ha riscosso l’esempio tangibile del Comune di Merano: a rappresentare l’amministrazione della provincia di Bolzano c’era Diego Zanella, Assessore all’Innovazione. Da anni nel comune meranese sono in corso una serie di accorgimenti e di installazioni che porteranno l’amministrazione alla conversione a LED entro la fine del 2023, consentendo un risparmio di oltre 94 mila euro nel solo anno corrente. “Non bisogna soltanto parlare di smart city, oggi si può parlare di smart land. Le nuove tencologie devono infatti rendersi utili, calandosi nella realtà dei cittadini, venendo incontro alle esigenze più concrete di residenti, ma anche operatori e turisti.- ha spiegato l’Amministratore Delegato di Fìdoka, Sara Servili. – L’Internet delle cose è alla portata di tutti: non dobbiamo però correre il rischio di assistere ad una nuova fase del digital divide, ma anzi dobbiamo avere la capacità tradurre le nuove tecnologie in un’importante risorsa, capace ora di portare aiuto concreto, come nel caso dell’evento sismico di due anni fa, ora di fungere da volano per l’economia ed il turismo.” Non si è parlato quindi soltanto di tecnologie all’avanguardia, ma anche e soprattutto di soluzioni pratiche, adottabili immediatamente affinché la smart city, e in futuro la smart land, non sia solo un ideale, ma possa anzi tradursi in concreta realtà. La convention è stata moderata dal Responsabile del settore ICT (Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione) di Confartigianato Imprese della zona di Macerata, Ascoli Piceno e Fermo, Giuseppe Ripani.

15/06/2019
Castelsantangelo sul Nera, Impianti scioviari Monte Prata : accordo di gestione con ASSM di Tolentino

Castelsantangelo sul Nera, Impianti scioviari Monte Prata : accordo di gestione con ASSM di Tolentino

Questa mattina presso la Sede del COC di Castelsantangelo sul Nera, si è svolto un incontro tra il l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Mauro Falcucci, l’ASSM SpA rappresentata dall’AD Dott. Graziano Natali e l’Ing. Michele Cartechini, presente anche l’Ing. Marco Rinaldi Direttore di Esercizio degli Impianti, sono state poste le basi per l’affidamento della gestione degli Impianti per la prossima stagione invernale.  Tutto ciò, ovviamente, sarà subordinato alla fruibilità della rete viaria i cui lavori sulla SP 136 e SP 156 sono in corso in considerazione della loro pianificata apertura per il prossimo inverno.  La sinergia tra i due Sindaci Falcucci e Pezzanesi, condivisa dal Presidente e intero CDA di ASSM SpA, il cui proficuo rapporto è iniziato nel 2015 quando il Comune di Castelsantangelo sul Nera ha affidato alla Società pubblica la gestione del il Servizio Idrico Integrato, ha determinato un accordo che non solo unisce i territori interni, ma soprattutto rafforza l’importanza della Montagna e delle sue risorse specialmente in questo momento delicatissimo post sisma sotto il profilo umano ed economico.  Manifesta soddisfazione per l’accordo raggiunto che, come detto, ha di fatto unito i territori tra due Comuni terremotati, pur nelle significative differenze demografiche.  Con l’auspicio che tale rapporto di concreta collaborazione possa essere di esempio affinché il comprensorio acquisisca il giusto ruolo e peso politico anche se consci che le promesse di ”non vi lasceremo soli” diventino da subito formali impegni da parte del Governo non può più essere disattesa.  La variabile “tempo” non può più disattesa perché ciò significherebbe, a distanza di tre anni dai catastrofici eventi, nascondere la verità sul futuro che rischia di essere solo nefasto.

14/06/2019
U.S. Tolentino alla Milan Cup 2019: ecco i giovani talenti cremisi partecipanti

U.S. Tolentino alla Milan Cup 2019: ecco i giovani talenti cremisi partecipanti

Circa ottocento bambini provenienti dalle Scuole Calcio e da Centri Tecnici (uno di questi è proprio l’U.S. Tolentino 1919) dell’A.C. Milan, daranno il via nella giornata di oggi, venerdì 15 giugno, all'ottava edizione della “Milan Cup”. In serata è prevista la sfilata di tutti i partecipanti presso l’Ippodromo di San Siro. L’evento si concluderà domenica 16 giugno con un torneo dedicato alle categorie Pulcini (2008 e 2009) e Primi Calci (2010) per un totale di 144 partite che si svolgeranno presso il centro sportivo “ Vismara”, sede del settore giovanile del Milan. Sono previste gare di qualificazione per l’intera giornata di sabato 15 giugno e per la mattina di domenica 16. Nel pomeriggio si terranno invece le finali e le premiazioni. L’U.S. Tolentino 1919, comunica che anche una propria rappresentanza parteciperà a questo importante evento in cui i ragazzi potranno partecipare anche alla presenza dei propri familiari. La compagine cremisi guidata dal vice presidente Matteo Compari e dall’allenatore Massimo Sbriccoli è costituita dai seguenti piccoli calciatori, tutti nati nel 2009: Davide Acuti, Lorenzo Battellini, Cesare Cicconetti, Paolo Cicconetti, Federico Compari, Fabio Lorenzi,  Alessio Pascucci, Giulio Natalini, Simone Perucci, Nicholas Pierluigi, Christian Pietrangeli, Leonardo Pucci, Leonardo Ruggeri, Federico Tordini, Davide Trucchia.

14/06/2019
Premiazioni Avulss all'I.C. "Don Bosco" di Tolentino

Premiazioni Avulss all'I.C. "Don Bosco" di Tolentino

L'Istituto Don Bosco di Tolentino, anche quest’anno, ringrazia L’Associazione per il Volontariato Socio Sanitario per aver permesso ai ragazzi delle classi terze di concorrere al “contributo allo studio Silvano Petrolati anno scolastico 2019-20”. Il concorso prevedeva la realizzazione di un elaborato relativo al seguente tema: “illustra e completa con uno slogan l’azione del volontario AVULSS, con particolare riferimento alla disabilità. La premiazione è avvenuta con la presenza della Dirigente Scolastica Corridoni Lauretta e alcuni rappresentanti dell’associazione tra cui il Presidente Gioacchino De Angelis e il responsabile culturale Clara Valeri. Tra tutti gli elaborati è stato scelto quello realizzato da Falcinelli Mirko della classe 3 B che ha rappresentato alcuni aspetti della disabilità accompagnati da un arcobaleno, luce colorata dopo una tempesta. Un plauso a Mirko che ha saputo ispirarsi ai valori di solidarietà, aiuto, e sensibilità caratterizzanti l’associazione. Le insegnanti di arte Angeletti e Giorgetti

Concerto e festeggiamenti per i due anni di Tolentino Jazz: il programma

Concerto e festeggiamenti per i due anni di Tolentino Jazz: il programma

L’Ensemble Sperimentale Marchigiano “Infinito”,  ideato e condotto dal musicologo e musicista Ludovico Peroni, terrà il suo ultimo incontro prima della pausa estiva sabato 15 giugno presso lo spazio “Jazz  Lab” di Tolentino. All’insegna dei linguaggi di improvvisazione libera, il laboratorio, che si è svolto attraverso incontri itineranti mensili a partire dallo scorso marzo, ha come obiettivo la ricerca di percorsi comunicativi fra vari generi musicali come jazz, classica, pop e rock  impiegando anche tecniche di “Conduction” e “Sound Painting”. Organizzato in collaborazione con Marche Music College e la Scuola di Musica Bettino Padovano di Senigallia, l’evento si terrà dalle 14 alle 19 e avrà come ospiti Daniele Gherrino, Federico Chiarofonte e Riccardo Chinni, musicisti improvvisatori provenienti da Roma. La serata si concluderà con un concerto di cui saranno protagonisti tutti coloro che hanno preso parte al laboratorio e  approfittando di questo evento l’Associazione Tolentino Jazz festeggerà i due anni di attività con gli artisti ospiti e tutti i soci. 

14/06/2019
U.S. Tolentino 1919, poker di under nel vivaio di mister Mosconi

U.S. Tolentino 1919, poker di under nel vivaio di mister Mosconi

L'U.S. Tolentino 1919 comunica di aver raggiunto l'accordo per la permanenza in maglia cremisi, anche per il prossimo anno, con quattro "under" tutti di proprietà del sodalizio cremisi. Boutlata Yassen, esterno - seconda punta, nato il 28/01/2000  Cerolini Luca, difensore esterno, nato il 03/02/2002  Petetta Alessandro, difensore esterno, nato il 13/07/2001  Raponi Nicholas, trequartista, nato il 03/04/2001  "Sono molto contento - ha precisato il Presidente Romagnoli - per il fatto che tra quello che sarà il nutrito gruppo degli under con cui affronteremo la quarta serie, oltre a Tizi, ci siano questi quattro ragazzi. Tutti i tifosi già conoscono Boutlata avendo già disputato 34 presenze con la prima squadra, realizzando 5 reti. Contiamo molto però anche sulle capacità di Cerolini, Petetta e Raponi Nicholas. Oltre a dover svolgere il ruolo di colonne portanti della Juniores nazionale daranno un importante e gradualmente crescente apporto anche alla prima squadra. Non sappiamo se a costoro si aggiungeranno altri due tolentinati doc, come il giovane Raponi Riccardo, per il quale si sta vagliando alcune proposte pervenute da altre società".

13/06/2019
Tolentino, la denuncia dei residenti di Contrada Le Grazie: "Aree verdi in completo abbandono" (FOTO)

Tolentino, la denuncia dei residenti di Contrada Le Grazie: "Aree verdi in completo abbandono" (FOTO)

I cittadini residenti nella Zona Le Grazie a Tolentino hanno segnalato alla nostra redazione la condizione di grave incuria in cui versano le aree verdi della Contrada. I disagi maggiori sono stati segnalati in prossimità dell'oasi del lago e del bocciodromo.  "Lo sfalcio dell'erba, la pulizia dell'oasi e la manutenzione di tale area è praticamente assente. La zona è in completo abbandono: erba alta, cartelli stradali divelti che non vengono segnalati agli organi competenti, la staccionata dell'oasi rotta in più punti e pericolosa per chi frequenta la zona, tavoli spaccati". Questo il triste resoconto presentato dalla comunità residente, che aggiunge: "La vegetazione è talmente fitta che il lago, ora in fase di ripulitura, è completamente oscurato alla vista dei turisti che ogni fine settimana decidono - nonostante la situazione - di trascorrere una giornata all'aria aperta con la famiglia. La gente è costretta a fare il barbecue in mezzo all'erba alta 50 centimetri". Da registrare come il Comitato di Contrada Le Grazie percepisca dal comune di Tolentino 1.100 euro per via di una convenzione quadriennale da 4.400 euro complessivi che prevede la ripulitura delle 4 aree verdi presenti in zona. 

13/06/2019
Tolentino, approvato il progetto per l'installazione di un nuovo impianto semaforico

Tolentino, approvato il progetto per l'installazione di un nuovo impianto semaforico

Ai fini della sicurezza pedonale e veicolare, a Tolentino, è stato modificato l'incrocio in Viale Vittorio Veneto – Via Don Luigi Sturzo – Via Rovereto. "L'attuale conformazione dell'incrocio comporta l'obbligo dei veicoli che transitano da Viale Vittorio Veneto di dirigersi verso la rotatoria di Via M.L.King attraversando il sottopasso ferroviario che ha un limite dimensionale in altezza che non permette il transito a mezzi più alti di 4,10 metri - spiegano gli Amministratori -. In considerazione del fatto che nella zona di Contrada S. Giovanni insistono diversi terreni agricoli coltivati con colture rotative annuali che comportano l'utilizzo nei mesi del raccolto di macchine agricole di grandi dimensioni e preso atto che le mietitrebbiatrici non possono transitare per il centro storico, ma debbono transitare da Contrada Colmaggiore sia in ingresso che in uscita, e che nel senso di uscita non riescono a percorrere il sottopasso ferroviario, è stato quindi necessario provvedere all'installazione di un impianto semaforico ridotto con dispositivo di chiamata al fine di garantire la circolazione in sicurezza." Tale decisione scaturisce dall’intento dell'Amministrazione Comunale di provvedere al transito dei mezzi agricoli in totale sicurezza all'interno dell'intersezione prima del sottopasso, in modo da non creare pericoli. Visto il parere di spesa e visto il parere positivo del Comando di Polizia Locale, l’Amministrazione comunale ha deliberato l'installazione di un impianto semaforico ridotto con dispositivo di chiamata al fine di garantire la circolazione in sicurezza presso l'incrocio Viale Vittorio Veneto – Via Don Luigi Sturzo – Via Rovereto, finanziato la relativa spesa, ammontante ad un importo complessivo di € 7.500,00.

13/06/2019
"Un sorriso per dare dignità": Lorenzo e papà Franco in visita a Tolentino

"Un sorriso per dare dignità": Lorenzo e papà Franco in visita a Tolentino

Nella mattinata di giovedì 13 giugno, il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi ha ricevuto ufficialmente in Municipio Lorenzo e Franco Cardone. Erano presenti anche due amici tolentinati Ivana Nardi e Fernando. Entrambi gli ospiti vengono dal Piemonte e più precisamente dalla Città di Savigliano, in provincia di Cuneo. Il Sindaco Giulio Ambroggio, nell’aprile del 2016, nella Giornata mondiale dell’autismo, ha nominato Lorenzo Cardone “Ambasciatore del Saluto” del Comune cuneese. Lorenzo ha 18 anni, è affetto da autismo e ha una particolare predisposizione nel salutare le persone e ricordarsi i loro nomi per sempre. Insieme a papà Franco, in questi giorni ha intrapreso un viaggio in treno e autobus che lo condurrà da L’Aquila a Savigliano sua città natale e in ciascuna delle quindici tappe programmate incontrerà i primi cittadini. Il cammino iniziato lo scorso 9 giugno e che si concluderà domenica 23 è appunto partito da L’Aquila, è intitolato “Un sorriso per dare dignità” e attraversa parte dei territori colpiti dal sisma del 2016 e dopo Accumoli, Norcia, Tolentino e Macerata proseguirà per Civitanova Marche, Ancona, Rimini, Bologna, Modena, Parma, Milano, Novara e Torino. Questo è il terzo viaggio che Lorenzo e papà Franco affrontano per l’Italia sempre “senza fretta” e con l’intento di dare un saluto e donare un sorriso, dimostrando che l’autismo attraverso l’inclusione sociale può essere migliorato nelle disarmonie comportamentali, cognitive e motorie. Lorenzo ha donato al Sindaco Pezzanesi un suo gagliardetto e quello del Comune di Savigliano mentre a lui è stata donata la guida alla storia e all’arte della Città di Tolentino. Inoltre Lorenzo e Franco hanno anche visitato il CentroArancia e hanno conosciuto tutte le ragazze e ragazzi ospiti. Al termine della mattinata sorrisi e saluti per tutti da questo nuovo amico della Città di Tolentino.

13/06/2019
In scena lo spettacolo teatrale “Adotta...un fantasma” all’Istituto “Don Bosco” di Tolentino

In scena lo spettacolo teatrale “Adotta...un fantasma” all’Istituto “Don Bosco” di Tolentino

Grande successo mercoledì 5 giugno per gli alunni della sezione A del laboratorio teatrale della scuola secondaria Dante Alighieri, con lo spettacolo "Adotta...un fantasma". Liberamente tratto da un'idea di Eva Ibbotson. Il pubblico è stato proiettato in un viaggio molto particolare, in bilico tra la realtà e la fantasia, tra l’esistenza e l’apparenza, tra la vita e la morte. Nell’Inghilterra del secondo dopoguerra - nonostante le bombe e il grande dolore - c'è sempre spazio per la speranza, nessuno è mai perso per sempre.  Tutti hanno condiviso l’energia dei ragazzi e apprezzato il loro misurarsi con un palcoscenico. L’adrenalina prima di aprire il grande tendone, la paura di sbagliare, il non riuscire a ricordare. Ma poi ci si butta. Si va in scena, e tutto scorre come per magia. Le Funzioni Strumentali Katia Cambio e Francesca Marconi ringraziano la scuola e in particolare la Dirigente Lauretta Corridoni che ha permesso la realizzazione del tutto. Si ringraziano, inoltre, tutti gli insegnanti che come spettatori hanno sostenuto questo lavoro e tutto il personale ata che da sempre si distingue per disponibilità e collaborazione a vario titolo. Un plauso alla regia delle professoresse Laura Cannara e Marta Cottone, coreografie di Marta Cottone, scenografia di Cristina Giorgetti e foto di Saverio Salvemini. Contestualmente, nell'ultima settimana di scuola, è partita la terza edizione del concorso “La copertina del diario scolastico 2019-20” che ha visto protagonisti i ragazzi delle classi prime e seconde della Secondaria di primo grado “D. Alighieri” di Tolentino. Le insegnanti di arte Angeletti e Giorgetti, con la preziosa collaborazione del personale ATA, hanno allestito la mostra di tutti gli elaborati grafici realizzati dagli alunni. L’allestimento è finalizzato alla scelta della copertina del diario scolastico che  l’Istituto Comprensivo Don Bosco fornisce agli iscritti della primaria e della Secondaria a titolo gratuito. Scelta difficile quest’anno, numerosi lavori emergevano per colori, temi, simpatia. La vincitrice è Di Gioia Aurora della II B, nel suo lavoro compare un bambino, con la bacchetta magica, che all’interno di una lampadina produce “Bolle Blue e Celesti”. Sono i sogni dei ragazzi che escono da un'apertura e si dirigono all’esterno.  Una grafica semplice, essenziale, poetica.  

Tolentino, "Armonicamente": sul palcoscenico del Teatro Vaccaj fisarmoniche e musical si uniscono

Tolentino, "Armonicamente": sul palcoscenico del Teatro Vaccaj fisarmoniche e musical si uniscono

Sul palcoscenico del Teatro Vaccaj di Tolentino, la tradizione delle fisarmoniche incontra per la prima volta le canzoni più belle del teatro musicale nel segno del 100% made in Marche: Compagnia della Rancia e l’Associazione Culturale “Gervasio Marcosignori” presentano ARMONICAMENTE. Gervasio Marcosignori nasce a Castelfidardo nel 1927. Arrangiatore ed interprete, è il Fisarmonicista Italiano più apprezzato e conosciuto al mondo. Illustri compositori, musicisti e concertisti hanno trovato nelle sue melodie emozioni uniche. Dal 2013, anno della sua scomparsa, l’Associazione contribuisce a diffondere ed esaltare la figura del Maestro e continuarne l’opera intrapresa nella divulgazione di questo strumento. Venerdì 28 giugno, alle ore 21.15, l’elegante bianco e nero dei tasti delle fisarmoniche si accende così di luci e colori e accompagna i brani più celebri del repertorio del teatro musicale, da La Piccola Bottega degli Orrori a Pinocchio, passando per Tutti insieme appassionatamente, Hello, Dolly!, Jesus Christ Superstar, Cabaret e A Chorus Line, iniziando dall’intramontabile Grease. Sul palco i fisarmonicisti dell’Associazione Culturale “Gervasio Marcosignori” e gli allievi del Corso per Performer di Musical Theatre, svolto a Tolentino su iniziativa di Compagnia della Rancia, in risposta al bando regionale “Sipario Bis-Bis”. La direzione musicale della serata è affidata a Gianluca Sticotti, i movimenti coreografici sono curati da Stefania Pacifico. Regista della serata, Saverio Marconi. Lo spettacolo è sostenuto dall’istituto di credito Banco Marchigiano, che promuove con continuità attività culturali, benefiche e assistenziali: “una Banca fatta di persone che cooperano per il progresso comune” – dichiara il DG Marco Moreschi – “e supporta con entusiasmo le eccellenze delle Marche per dare luce alla nostra Regione”. ARMONICAMENTE si inserisce nell’ambito del progetto “Marche In Vita – Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma”; l’iniziativa è realizzata in collaborazione con il MiBACT, la Regione Marche e AMAT – Associazione Marchigiana Attività Teatrali. Armonicamente al Teatro Vaccaj: come acquistare i biglietti  BIGLIETTI Posto numerato Intero € 10 / Ridotto speciale Residenti Comuni Cratere Sismico € 5 Info e prenotazioni info@teatrovaccaj.it – 0733 960059 opzione 3 Biglietterie del circuito AMAT - On line: www.vivaticket.it Biglietteria del Teatro Vaccaj giovedì 27 giugno (ore 18-20) venerdì 28 giugno (dalle 18 fino all’inizio dello spettacolo)  

12/06/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433