di Picchio News

Post sisma: a Caldarola riapre la cartoleria

Post sisma: a Caldarola riapre la cartoleria

Un'altra attività commerciale ha riaperto i battenti a Caldarola, dopo la chiusura obbligata cusata dal terremoto. Si tratta della cartoleria "Passato e Presente" che ha inaugurato il nuovo punto vendita all'interno dell'area adibita a mini centro commerciale, la struttura recentemente creata alle porte del paese di Caldarola per ospitare le attività economiche e professionali che attendevano una sede dopo il terremoto. "Sono contento che piano piano il mini centro commerciale si stia animando in attesa di andare a pieno regime con le altre attività che saranno aperte prossimamente - dice il sindaco Luca Maria Giuseppetti -, anche in questo modo si stimolano i cittadini a restare a Caldarola per fare gli acquisti di cui hanno bisogno nella quotidianità". La quotidianità della comunità locale è anche nella direzione della cultura. Tra poco sarà presentata la rassegna teatrale "Gusto del Teatro", mentre sta per concludersi "Dialettiamoci". (fonte Ansa)

21/01/2018
La Roana Cbf Macerata chiude con una vittoria il giro di boa del campionato

La Roana Cbf Macerata chiude con una vittoria il giro di boa del campionato

Ultima gara di andata per la Roana Cbf Macerata che conclude con una vittoria il giro di boa del campionato di B1. Una vittoria importante per Di Marino e compagne che scacciano con uno 0 a 3 il ricordo delle ultime due prestazioni poco brillanti. Questa volta a scendere in campo è una Roana Cbf concreta ed aggressiva, che conquista tre punti importante in terra toscana. Come di consuetudine, dato il girone molto equilibrato, le due formazioni partono in completo equilibrio. Macerata prova il primo strappo sul 3 a  10, con Rita in battuta, costruendo un break grazie ad un gioco meno falloso e più aggressivo in attacco. La Time Net cerca di recuperare ma la Roana Cbf tiene le avversarie a debita distanza e spegne tutte le speranze. Il tecnico locale chiede il secondo time out sull’8 a 16. Ritornate in campo è ancora Macerata che senza troppi problemi chiude il set 14 a 25. Nel secondo parziale si riparte con il punto punto, le locali sembrano più  incisive in battuta e in attacco da posto 4 e, questa volta, sono loro a creare il primo break 7 a 4. Con un attacco di Rita la Roana Cbf torna a far punti e si riporta subito dopo in parità. La Time Net ha molta più verve del primo set, sembra un’altra formazione, ma le ragazze di Paniconi non si arrendono e fanno la voce grossa a muro riportandosi  in vantaggio 10 a 14, al primo time out di Empoli. Tornate in campo Peretti e compagne ricominciano a macinare punti, Empoli risponde non lascia la presa e sul 19 a 20 Paniconi chiama tempo per evitare il ritorno delle locali. Si chiude 21 a 25 per la Roana Cbf che con merito si porta sullo 0 a 2. Nel terzo set Macerata mette il piede sull’acceleratore, Empoli dopo un smarrimento iniziale si rifà sotto e cerca di allungare la partita portandosi avanti 9 a 5. Paniconi chiama tempo per cercare di riportare la sua squadra al gioco aggressivo dei primi due set, appena tornate in campo le maceratesi tornano a far punto con la pipe di Pomili. Scambi lunghissimi e ottime difese da entrambe le parte, la Roana Cbf si riporta in parità 10 a 10. Sembra un’altra partita, molto più equilibrata e avvincente, le maceratesi però riescono a portarsi di nuovo in vantaggio  sfondando la difesa avversaria con grandi attacchi. È  ancora l’onda arancionera ad essere padrona del campo, Empoli non vuol cedere e sul finale di set cerca di risorgere ma  il match si chiude  21 a 25 per Macerata. Prossimo weekend di pausa e poi si torna a giocare con un'altra trasferta in cui la Roana Cbf non potrà sbagliare per cercare di ritornare a quella grinta e determinazione che la contraddistingue.

21/01/2018
A Camerino la scrittrice  Nadia Terranova ha incontrato gli alunni dell'Ugo Betti

A Camerino la scrittrice Nadia Terranova ha incontrato gli alunni dell'Ugo Betti

Su proposta della biblioteca itinerante la scrittrice Nadia Terranova è arrivata a Camerino con il desiderio di incontrare gli alunni e venerdì 19 gennaio la Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Ugo Betti” si è trasformata in un vero e proprio circolo culturale. "Incontrare l'autore - dicono i dirigenti dell'istituto - di un libro è sempre un'occasione da non lasciarsi sfuggire, anche solo per scoprire chi si cela dietro quelle pagine che ci hanno rapito, emozionato, lasciato indifferenti o che a volte non hanno rispecchiato i nostri gusti personali". Il Dirigente Scolastico Maurizio Cavallaro ha aperto l'incontro e dato il benvenuto alla gradita ospite, lasciando poi la parola alla giornalista Serena La Rosa che ha creato la giusta atmosfera introducendo l'autrice, la quale a sua volta ha subito coinvolto i bambini in un interessante scambio di impressioni a proposito del suo libro "Casca il mondo" Ed. Mondadori, scritto dopo il terremoto del 2009 a L'Aquila. "A questo punto - continuano -  I bambini sono diventati i protagonisti assoluti, sono stati invitati a leggere alcuni passi tratti dai libri che via via andavano proponendo le due dinamiche moderatrici e poi alcuni hanno chiesto di leggere e condividere con gli altri una piccola parte del proprio libro, timidamente tenuto fino a quel momento sotto al grembiule e alla fine sventolato in aria con l'entusiasmo di chi grida: - Anch'io! Anch'io voglio leggere! Uno spettacolo magnifico per gli insegnanti, i genitori e gli educatori presenti". 

ASD Roller pattinaggio, al via una nuova stagione

ASD Roller pattinaggio, al via una nuova stagione

Fervono gli allenamenti in casa Roller: per l’ASD Roller pattinaggio di Civitanova Marche sta per iniziare infatti una nuova stagione di intenso agonismo. Il 2-3-4 febbraio a Pesaro si terranno i Campionati Italiani Indoor e la Roller sarà presente con sei atleti pronti a correre gare Sprint, gare lunghe a punti e le Americane a squadre. Per la categoria Ragazzi: Presti Giulia, già campionessa di titoli italiani su rotelle e forte anche sul ghiaccio visto che si è piazzata al secondo posto al Campionato Italiano Sprint Ghiaccio Junior a Bolzano, e Turtù Aurora; per la categoria Allievi: Comodo Martina, Marconi Marta, Papili Arianna e Splendiani Sofia. La Roller organizza corsi di pattinaggio a partire dai 5/6 anni, tenuti dall’allenatrice Flavia Martinelli, sui pattini da quando aveva tre anni, cinque titoli italiani, convocata ai Campionati Europei del 2006 e svariati titoli regionali sulle spalle; corsi di FreeStyle per ragazzi ed adulti tenuti dagli allenatori Loredano Boncori e Francesco Lattanzi.  

21/01/2018
Giornata nera per l'Helvia Recina: battuta per 2 a 0 dalla Sangiorgese

Giornata nera per l'Helvia Recina: battuta per 2 a 0 dalla Sangiorgese

Giornata nera per l'Helvia Recina che cede il passo alla Sangiorgese nella prima giornata del girone di ritorno, mancando il salto di qualità decisivo in classifica per accorciare sulle dirette concorrenti e perde per infortunio anche Montanari e Pagliarini. Gli ospiti, ben messi in campo e ordinati, si impongono per due a zero, trascinati dal solito Gabaldi che aveva deciso anche il match dell'andata. Gara equilibrata nella prima parte con gli ospiti che si chiudono bene e cercano le ripartenze veloci e su una di queste al 19' è Recchi a mettere in angolo un destro piazzato sul primo palo del giovane Cestarelli. L'Helvia fatica a trovare gli spazi in avanti e gli ospiti ne approfittano con Gabaldi che al 29' recupera palla sulla trequarti, salta in velocità Montanari e Pagliarini e scarica un gran destro sotto la traversa per il vantaggio dei fermani. La reazione dell'Helvia stenta a prendere corpo e si concretizza in un destro al volo di Ramadori al 35' su sponda di Mastrojanni respinto da Calvaresi e un minuti dopo su una girata a lato di poco di Campana. Troppo poco per impensierire una Sangiorgese che si è fatta preferire per grinta e dinamismo. La sfuriata di mister Carassai negli spogliatoi sortisce l'effetto sperato e l'Helvia rientra in campo con tutt'altro atteggiamento. Nei primi sette minuti fioccano le palle gol per gli arancio neri con Ramadori che colpisce un palo con un destro a giro dopo pochi secondi e Calvaresi autore di due parate straordinarie su Montanari e su un colpo di testa ravvicinato di Hoxha. La Sangiorgese regge l'urto anche con un pizzico di buona sorte, quella che manca all'Helvia che al minuto dieci perde in colpo solo Montanari e Pagliarini. I due si scontrano alla testa in maniera involontaria e devono lasciare il campo. Entrano Maccioni e il giovane Ascenzi ma questo episodio cambia inevitabilmente gli equilibri in campo e con essi la capacità dell'Helvia di incidere in avanti. Gli arancioni ci provano, lottano e si arrabattano ma senza mai impensierire la difesa ospite e col passare dei minuti vengono meno lucidità e convinzione e la Sangiorgese controlla la gara sfiorando a più riprese il raddoppio. Al 29' è Recchi a salvare due volte su Gentile e sulla ribattuta di Fabiani e dopo alcuni tentativi dell'imprendibile Gabaldi, è ancora il capitano ospite a servire l'assist per il raddoppio di Pelliccetti al minuto 93'. Sconfitta pesante per l'Helvia che stecca ancora una volta in uno scontro diretto e perde altri due giocatori, andando ad allungare la lunga lista infortunati di una stagione fin qui davvero sfortunata da questo punto di vista. “Abbiamo fatto malissimo nel primo tempo – il commento a fine gara di mister Carassai – dove siamo stati troppo rinunciatari e senza la giusta determinazione. La reazione c'è stata ad inizio ripresa dove ci è mancata decisamente un pizzico di fortuna e poi il doppio infortunio ha cambiato tutto e non siamo più riusciti a trovare i movimenti e gli automatismi in campo. Purtroppo siamo penalizzati dalle tante assenze dall'inizio della stagione e dobbiamo solo lavorare per provare a migliorare ancora e fare meglio. Il fatto di aver perso tutti gli scontri diretti è un dato sul quale riflettere e lavorare, evidentemente non affrontiamo col giusto atteggiamento le partite cruciali”. HELVIA RECINA: Recchi, Piccioni, Montanari (57' Maccioni), Hoxha, Capparuccia, Pagliarini (15' Domizioli), Perrella (67' Ascenzi), Campana, Mastrojanni, Ramadori, Badiali. All. Carassai SANGIORGESE: Calvaresi, Cudini, Tidei, Petruzzelli, Gobbi, Bigoni, Gabaldi, Iuvalè, Fabiani(83' Petruzzelli), Cestarelli (31' Beretti), Gentile. All. Pennacchietti RETI: 29' Gabaldi, 98' Pelliccetti (SANG) AMMONITI: Piccioni, Ramadori (HR)   ARBITRO: Cardelli (PS) – Cecchini (AP) – Morici (JESI)

21/01/2018
Vette bianchissime a Frontignano, ma la stazione sciistica resta chiusa: il reportage fotografico

Vette bianchissime a Frontignano, ma la stazione sciistica resta chiusa: il reportage fotografico

Un reportage fotografico documenta le condizioni delle vette di Frontignano e il fatto che, nonostante l'ennesima stagione invernale estremamente mite al centro sud, grazie alla sua quota ed esposizione la parte alta della stazione  conserva ancora la sua bianchissima veste. "Purtroppo la stazione sciistica - raccontano dall'Associazione Pro.Frontignano - è ancora chiusa per i danni provocati dal sisma, pertanto qiuesti pendii sono fruibili solo dagli escursionisti e scialpinisti che ogni weekend tornano ad animare la desolata località. Se le difficoltà legate alla burocrazia non avessero messo in ginocchio l'area dell'Alto Nera, questo consistente manto nevoso avrebbe garantito un'operatività continuativa del settore in quota della stazione, dai primi di dicembre e, probabilmente, fino alla fine della stagione". Le foto, scattate ieri sabato 20 gennaio, sono di Filippo Campanie - Associazione Pro.Frontignano

21/01/2018
Le ricette di Marika: Crostatina alle mele

Le ricette di Marika: Crostatina alle mele

LA RICETTA DELLA CROSTATINA ALLE MELE    Ingredienti: 250 gr di farina 002 uova 120 gr di zucchero50 ml di olio di semi1 bustina di lievito per dolci1 bustina di vanillinaSucco di mezzo limone 2 mele   Preparazione: Sbattete le uova con lo zucchero e aggiungete la farina setacciata con il lievito, l'olio di semi e la vanillina. Impastate e poi aggiungete il succo di limone e rimpastate il tutto. Una volta pronto sbucciate le mele e fatele a fettine. Prendete una tortiera già imburrata ed infarinata con cerniera e versateci l'impasto. Sopra mettete le fettine di mele e spolverate con dello zucchero a velo. Infornate la crostatina di mele a forno già caldo a 180 gradi per 40 minuti circa. Buon appetito!

21/01/2018
Controlli del territorio: armi illegali in casa, un 70enne nei guai. Ritirate 6 patenti nella notte

Controlli del territorio: armi illegali in casa, un 70enne nei guai. Ritirate 6 patenti nella notte

Armi illegali in casa. È questo il motivo per il quale un anziano di 70 anni è stato deferito in stato di libertà per detenzione illegale di armi.  I controlli, avvenuti ieri pomeriggio nell'ambito dell’intensificazione dei servizi della Squadra Mobile, hanno portato al rinvenimento in un'abitazione di 4 pistole antiche detenute, appunto, illegalmente. Dopo le opportune verifiche l’uomo è stato deferito in stato di libertà per detenzione illegale di armi. In particolare tra le armi da sparo rinvenute, due di queste sono risultate clandestine poiché prive di matricola o autocostruite. Nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio sono state controllate circa 100 persone e 60 auto. Inoltre, nella notte, la polizia di Macerata ha effettuato controlli nella zona di Civitanova finalizzati alla alla prevenzione della guida in stato di ebrezza. Sono così state controllate 150 persone e 140 autovetture e ritirate patenti a due donne e 4 uomini.

21/01/2018
Tolentino, domenica 21 gennaio torna la Benedizione di S. Antonio

Tolentino, domenica 21 gennaio torna la Benedizione di S. Antonio

Domenica 21 gennaio, in occasione della Benedizione di S. Antonio, presenti a Tolentino, come tutti gli anni, tantissimi cavalli di diverse razze e con vari tipi di monta con fantini e amazzoni che hanno indossato abiti tipici, divise, anche con calessi e carrozze oltre tanti altri animali come cani, gatti, galline, pappagalli, caprette, criceti, topolini, coniglietti, canarini, galli. Ad aprire la sfilata dei gruppi a cavallo le Giacche Verdi e una rappresentanza del gruppo storico a cavallo di Tolentino815 del 2° Cavalleggeri. A portare il saluto della città a tutti i partecipanti il Sindaco Giuseppe Pezzanesi e a benedire gli animali il Parroco della Collegiata di San Francesco e Vicario del Vescovo Don Andrea Leonesi. Nel corso del suo intervento il sindaco ha sottolineato l’importanza di valorizzare il grande apporto che tutti gli animali danno all’essere umano, dimostrando sempre amore incondizionato e fedeltà. La tradizionale “Benedizione di Sant’Antonio” è stata organizzata dall’Associazione Ippica Dilettantistica “I Cavalleggeri” di Tolentino, in collaborazione con la Pro Loco TCT e con il patrocinio del Comune di Tolentino. Da citare, tra tutti i presenti, il gruppo “Passione Equestre di Belforte del Chienti” con i purosangue lusitani e spagnoli, i cavalli andalusi, murgesi, arabi, il gruppo dell’Allevamento Colli dei Lauri di San Severino Marche e Il Villino di Treia che ha divertito tutti i bambini con i pony. L’Associazione Ippica Cavalleggeri, nata a Tolentino tra la fine degli anni novanta e il 2000, è presieduta da Giammario Paparoni conta oltre 30 soci tutti appassionati di equitazione. Prevalentemente svolge attività di passeggiate, trekking, promozione allo sport equestre, scuola di equitazione con istruttori federali di livello. Prepara da diversi anni spettacoli di teatro equestre che presenta in rassegne in tutta Italia, dando vita a performance particolarmente coinvolgenti ed emozionanti. Aderisce all’Associazione Tolentino815 con il gruppo storico a cavallo “2° Cavalleggeri”. Lo spettacolo di teatro equestre allestito lo scorso anno ha consentito ai Cavalleggeri di Tolentino di vincere, in rappresentanza delle Marche, il prestigioso premio internazionale di spettacolo equestre di Leonessa.

La Medea Macerata vince 3-1 contro la Integra Conad Tantucci Foligno

La Medea Macerata vince 3-1 contro la Integra Conad Tantucci Foligno

Medea che chiude il girone di andata con una vittoria contro la Integra Conad Tantucci Foligno per 3-1 che fa terminare il girone di andata a pari punti con la Sa. Ma. Portomaggiore che comunque ha vinto 3-0 e ha concluso da capolista guadagnandosi l’accesso alla Coppa Italia. Rispetto alla trasferta di Osimo, cambio al centro con Manuel Bussolari, fresco di convocazione con la Nazionale Under 20 per il prossimo stage di allenamento, al posto di Michael Molinari. Gara che viaggia nel primo set su un inizio punto a punto prima che Macerata allunghi sull’8-4 nella prima fase, per poi gestire bene il prosieguo. Foligno prova a rimanere in scia ma 11 errori punto tengono i ragazzi allenati da Antonio Scappaticcio lontani dall’avversario. Per entrambe le squadre 64% di ricezione positiva nel primo parziale con i ragazzi allenati da coach Pasquali che però sono più efficaci in attacco: 50% contro 39% e Pietro Di Meo sugli scudi con 6 punti su 7 attacchi. Foligno inizia a registrarsi nel secondo set, soprattutto in difesa, mentre con il procedere dei minuti coach Adrian Pablo Pasquali inizia un po’ di turn over per i padroni di casa: nella prima metà di set Furiassi prende il posto di Di Meo mentre nella seconda fase di set Troiani e Benedetti sostituiscono Miscio e Scuffia in diagonale. Mai in discussione neanche questo parziale, la Integra Conad Tantucci rimane piuttosto sterile in attacco (30%), commette 9 errori punto ma migliora in ricezione (71% positiva) e in difesa (efficacia offensiva della Medea in discesa dal 50% al 36%). Il resto lo fa una positiva prestazione del muro biancoverde: 4 muri vincenti, 2 di Scuffia e 1 a testa per Miscio e Bussolari. Nel terzo set continua il turn over: rientrano in campo Miscio, Scuffia e Di Meo, Thiaw al posto di capitan Casoli. Il nuovo entrato impatta piuttosto bene la partita con una buona prestazione offensiva da posto 4 (5 attacchi vincenti su 6; 83% di efficacia) ma il set ha un andamento piuttosto strano: Foligno prova a partire forte, Macerata recupera terreno e sorpassa sull’8-7, sul 16-13 la Medea sembra essere in grado di controllare il prosieguo del match ma non rispetto ai set precedenti cala in ricezione (50% positiva) e in difesa (efficacia in attacco degli ospiti 42%), dall’altra parte della rete gli umbri riducono gli errori (5) e migliorano a muro (3 punti). Quando gli ospiti sorpassano sul 21-22, Macerata non riesce a produrre il cambio di passo che significherebbe la chiusura dei giochi e Foligno ritorna a sperare. Nel quarto set rientra capitan Casoli. Più che il ripristino del sestetto titolare è però l’aspetto mentale a fare la differenza visto che i numeri ritornano più in linea con quelli dei primi due set in tutti i fondamentali. Foligno perde in ricezione (50% positiva) ed in attacco ritorna al 30% del secondo set mentre Macerata sale al 54% di efficacia offensiva (Di Meo top scorer con 20 punti) . 3 punti a casa, pericolo tie-break scongiurato.   MEDEA MACERATA-INTEGRA CONAD TANTUCCI FOLIGNO 3-1 MEDEA MACERATA: Molinari A. 7, Benedetti, Casoli 4, Miscio 2, Medei n.e., Troiani, Molinari M. n.e., Scuffia 19, Thiaw 5, Di Meo 20, Bussolari 8, Furiassi 2, Gabbanelli (L1), Valenti (L2) n.e.. All. Pasquali. INTEGRA CONAD TANTUCCI FOLIGNO: Fuganti Pedoni 13, Noveski n.e., Conti 15, Grillo (L1), Piumi 1, Cascio n.e., Merli 9, Beghelli n.e., Stamegna n.e., Salsi 10, Stoppelli 7, Saccone n.e., Musone n.e., Mele n.e.. All. Scappaticcio. ARBITRI: Azzolina-Adamo PARZIALI: 25-16, 25-17, 22-25, 25-16

21/01/2018
Al Teatro Lauro Rossi concerto di apertura della FORM, per la prima volta la Quinta Sinfonia “Riforma” di Mendelssohn

Al Teatro Lauro Rossi concerto di apertura della FORM, per la prima volta la Quinta Sinfonia “Riforma” di Mendelssohn

Prende il via martedì 23 gennaio la stagione sinfonica della FORM, dal titolo Sound Experience, realizzata in collaborazione con il Comune di Macerata. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana si esibisce alle 21 al Teatro Lauro Rossi. Si parte con Soudant’s Series: Mendelssohn 5 affidato a Hubert Soudant, Direttore Principale della FORM e uno dei massimi specialisti a livello internazionale del classicismo e del primo romanticismo. Il Maestro si misura, nella seconda parte del concerto, con la grandiosa Quinta Sinfonia in re min., op. 107 “Riforma” di Felix Mendelssohn, opera ispirata allo spirito religioso luterano incarnato da Johann Sebastian Bach (la cui riscoperta in epoca moderna si deve proprio a Mendelssohn) che l’Orchestra Filarmonica Marchigiana offre per la prima volta al suo pubblico. Apre la serata l’Ouverture Leonora n. 3 in do magg., op. 72a di Ludwig van Beethoven, emozionante espressione dell'aspirazione umana verso la libertà, e, al termine della prima parte, il Concerto per tromba e orchestra in mi bemolle magg., Hob. VIIe:1, scritto da Franz Joseph Haydn nel 1796 per il trombettista dell’orchestra dell’Opera di corte di Vienna, Anton Weidlinger, inventore di un complesso sistema di chiavi che permetteva alla tromba, prima dell’avvento della moderna tecnica a pistoni, di eseguire quasi tutta la gamma cromatica dei suoni. Ad interpretare l'ultima composizione orchestrale del compositore austriaco Marco Braito, prima tromba dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e membro fondatore del Quintetto GomalanBrass con il quale si è esibito in Europa, Asia e America e ha all’attivo quattro produzioni discografiche per Summit Records, Naxos e MeisterMusica. Biglietto ordinario a 15 euro, ridotto a 12 euro, mentre alle scuole il prezzo riservato è di 4 euro.

Si è spento a Macerata Fernando Giorgetti, conosciuto da molti per le sue "avventure di guerra"

Si è spento a Macerata Fernando Giorgetti, conosciuto da molti per le sue "avventure di guerra"

È morto all'età di 94 anni il maceratese Fernando Giorgetti. L'uomo si è spento ieri sera presso la clinica Marchetti dove era stato ricoverato qualche giorno fa. Fernando aveva gestito con la moglie Adele un negozio di frutta e verdura. L'uomo, conosciuto da molti per le sue avventure di guerra. Nel 1944-45 infatti per un paio di anni venne trasferito avanti e indietro tra Corsica e Sardegna, prima con l’esercito italiano e poi con gli americani dopo essere stato inserito in un gruppo di formazione. Giorgetti faceva da attendente a un ufficiale italiano, un medico, che gli insegnò alcuni rudimenti del primo soccorso e a fare le inizioni, attività che, al suo ritorno a casa, gli permise di aiutare molte persone. Fernando lascia tre figli e cinque nipoti. I funerali si terrano domani alle ore 16.30 presso la chiesa del Sacro Cuore a Macerata.

21/01/2018
La Polisportiva Cingoli sbaraglia il Guardiagrele: ancora in testa al girone

La Polisportiva Cingoli sbaraglia il Guardiagrele: ancora in testa al girone

  La Polisportiva Cingoli sbaraglia anche il Guardiagrele e resta in testa al girone D di Serie A2 Femminile. Le Analla’s Girls, alla decima vittoria stagionale, sono a un punto dalla matematica certezza del primo posto prima della fase ad orologio. La partita non ha mai storia, anche se le cingolane ci mettono tre minuti per sbloccarsi. Cappelli, Cipolloni e Velieri piazzano il primo fondamentale break, al 5’ la rete di Orlandi fissa il 3-1. La differenza sul piano tecnico è evidente, quindi con altre quattro reti di fila firmate Ciattaglia, Cappelli e Lenardon (2), la Polisportiva vola a +6 (7-1). La squadra abruzzese imbatte in un palo con De Lucia e nelle parate di Ylenia Battenti. Il Guardiagrele prova a tornare sotto con tre marcature di Liberatoscioli fino al 8-4, poi la saracinesca cingolana le respinge un rigore, facendo ripartire la marcia delle compagne di squadra. Cingoli piazza un break devastante con 6 reti consecutive, di cui tre di Cristina Lenardon, dando ben poche speranze alle avversarie (14-4). Liberatoscioli e Dimartino suonano la carica, ma Sara Bartolucci, Sofia Cipolloni e Fati Faris ribattono colpo su colpo, parziale sul 19-6. Nel finale, c’è spazio anche per le reti di Barcaioni e Lombardelli, per il 22-7 a chiusura di tempo. Nella ripresa mister Analla fa scendere in campo tutte le giocatrici della panchina, dopo essersi assicurato di aver archiviato la pratica. Il primo gol è teatino, della solita Liberatoscioli, ma la Polisportiva, concentratissima, continua ad aumentare il gap con Chiara Ciattaglia, Francesca Cristalli, Eva Cappelli e Sofia Cipolloni, portando il parziale sul +20 (29-9). Lenardon e Velieri puntualizzano il distacco, ma Dimartino e Di Crescenzo ribadiscono il 31-11. C’è tempo anche per una doppietta della chiaravallese Manfredi, oltre alle marcature di Faris, Lenardon e Sara Bartolucci. Il Guardiagrele difende l’onore grazie alle reti di De Lucia, Bianco e Orlandi. Al PalaQuaresima finisce 37-14 in favore della Polisportiva Cingoli. La partita, dominata dall’inizio alla fine, ha confermato l’alto tasso tecnico del team allenato da Nicholas Analla. Si dividono la piazza di Top Scorer la veterana Cristina Lenardon e la talentuosa Sofia Cipolloni con 7 reti a testa. Segue a 5 la teatina Liberatoscioli, mentre hanno messo a segno 4 gol capitan Eva Cappelli, la playmaker Chiara Ciattaglia, Fatima Faris, al ritorno dall’esperienza in Serie A1 con la maglia del Teramo, e Orlandi. La classifica vede le Analla’s Girls in testa con 21 punti, frutto di 10 vittorie e 1 pareggio. Pontinia e Prato, seconde, sono distanti 5 punti, quindi, grazie alla riforma dei 2 punti a partita per vittoria, basterebbe un pareggio alle cingolane per la matematica certezza del primo posto, prima della fase ad orologio. Vincere è l’obbiettivo della prossima trasferta in Toscana, dove la Polisportiva affronterà il Mugello. Cingoli 37-14 Intec Guardiagrele (22-7) – articolo di Giacomo Grasselli  Cingoli: Battenti, Bartolucci C., Bartolucci S. 2, Cappelli 4, Cipolloni 7, Barcaioni 1, Ciattaglia 4, Cristalli 2, Faris 4, Lenardon 7,  Lombardelli 1, Manfredi 2, Turki, Velieri 3. All. Analla  Inter Guardiagrele: Alimonti 2, De Lucia, Di Crescenzo I. 1, Di Crescenzo M., Di Meo, Liberatoscioli 5, Ojeda Del Carmen, Orlandi 4, Dimartino 1, Bianco 1. All. Nebuloso Arbitri: KURTI - MAURIZZI    

21/01/2018
Touring Club nelle Marche: "Ecco i 10 prodotti che hanno sconfitto il sisma"

Touring Club nelle Marche: "Ecco i 10 prodotti che hanno sconfitto il sisma"

Un territorio ferito ma che non si è arreso. È così che Touring Club Italiano descrive le Marche ad oltre un anno dal sisma del 2016 (leggi qua l'articolo completo). Un itinerario guidato dalla voglia di raccontare il territorio attraverso i suoi prodotti, di indiscussa qualità, e dalla volontà di sostenere una terra duramente colpita. Nell'articolo vengono raccontati dieci prodotti tipici dell' entroterra marchigiano fra Ancona, Macerata e Fermo. Tra i prodotti, eccellenze della provincia di Macerata, non poteva mancare la vernaccia di Serrapetrona docg, l’unico spumante italiano rosso docg. "Presso la Società agricola Alberto Quacquarini è possibile ammirare - si legge nell'articolo - il processo di appassimento, lungo 3 mesi, delle uve della Vernaccia di Serrapetrona docg, una delle dieci etichette prodotte dall’azienda". Da Serrapetrona a Loro Piceno alla scoperta del Vino Cotto. Qui, in questo paese sulle colline di Macerata, a 436 metri di altitudine, ci accoglie la Cantina Tiberi David che produce il Vino Cotto Stravecchio “Occhio di Gallo”, con l’etichetta che nel nome evoca il colore tipico.  A San Severino Marche, in località Parolito, presso l’Azienda Agricola Marinelli si allevano bovini di razza Frisona e si produce il latte per la mozzarella Stg (Specialità Tradizionale Garantita) Trevalli. E ancora il verdicchio di Matelica è una delle doc più importanti e note delle Marche. Prodotto nell’area di Matelica e di Fabriano, nelle province di Ancona e Macerata, prevede uve verdicchio minimo 85% e si differenzia dal verdicchio dei Castelli di Jesi per una maturazione delle uve più lenta che dà al vino più corpo e una maggiore longevità."Da non perdere - si legge - i Vini Belisario di Matelica. L’azienda, nata nel 1971, ha appena celebrato i 50 anni di attività. Oggi conta 300 ettari vitati: è il più grande produttore di verdicchio di Matelica doc e tutti i vigneti, che coltiva direttamente, sono attorno alla cantina, in valle Esina. L’azienda è anche certificata per la vinificazione di uve da coltura biologica, con circa 24 ettari di vigneti bio. Fra i vini bianchi produce anche pecorino, passerina, esimo bianco; far i rossi colli maceratesi doc, rosso Conero, lacrima di Morro d’Alba". Infine, una tappa a Castelraimondo dove il Relais Benessere Borgo Lanciano ha saputo mantenerne inalterato lo stile aggiungendovi comfort e servizi. "Un luogo - si legge - al tempo stesso accogliente e ritirato, in posizione ideale per scoprire le bellezze del territorio e con un cielo notturno stellato indimenticabile".

21/01/2018
Presentato a Recanati il libro "Quel cappotto rosso" in occasione del giorno della memoria

Presentato a Recanati il libro "Quel cappotto rosso" in occasione del giorno della memoria

Il giorno della memoria quest’anno a Recanati assumerà un valore speciale: quello della solidarietà tra una famiglia  ebrea e una allora ragazzina (Nadia Papetta) raccontata dai bambini ai bambini. “Quel cappotto rosso” è infatti il titolo del libro che i ragazzi della 5^ classe della Scuola Primaria di San Vito hanno scritto a più mani ed in maniera cooperativa guidati dalle insegnanti Antonella Maggini e Cristina Capellino. Il libro racconta una storia vera e circostanziata dagli avvenimenti storici di quel periodo. I luoghi della narrazione sono gli stessi luoghi che gli Ebrei hanno abitato in secoli diversi. La storia ricca di immagini molto suggestive, frutto di ricerche e di lavoro sul campo, ha in appendice anche schede storiche e curiosità sugli Ebrei vissuti nei secoli scorsi nella nostra città. Un modo speciale per raccontare la storia, per non perdere la memoria collettiva e le radici, un modo per ricordare e non dimenticare come attraverso le pagine di un diario. Il libro, in edizione numerata, frutto di un lungo  lavoro edito a cura della ELI –La Spiga verrà presentato il giorno 26 gennaio 2018 alle ore 18,00 presso l’auditorium del Campus l’Infinito. Alla presentazione interverranno tra l’altro: il Sindaco del comune di Recanati, l’assessore alla Cultura e Istruzione  prof. Rita Soccio, il dirigente scolastico dott. Giuseppe Carestia,  il prof. Marco Moroni , Universita’ politecnica delle Marche, il prof Paolo Coppari, Istituto Storico di Macerata, la protagonista della storia sig. Naide Papetta , le  insegnanti ed i ragazzi  autori del testo.  La cittadinanza è invitata a partecipare.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433