di Picchio News

Macerata 2020, Forza Italia svela le sue proposte: "Meno tasse, sostenere il commercio e il turismo"

Macerata 2020, Forza Italia svela le sue proposte: "Meno tasse, sostenere il commercio e il turismo"

Forza Italia svela le proposte in vista delle prossime elezioni, in programma il prossimo anno per il Comune di Macerata.  Lo ha fatto questo pomeriggio in un incontro tenutosi nei locali del Centrale Plus, dal titolo“Macerata ancora capoluogo? Proposte contro il declino e la perdita di identità” . All’incontro hanno partecipato:  il coordinatore provinciale del partito Riccardo Sacchi, quello regionale degli enti di Forza Italia Marcello Fiori e il senatore Andrea Cangini.  Sacchi ha esaminato tutti i mali che affliggono Macerata con la Giunta Carancini, dal calo del numero degli abitanti, al terzo posto in Italia per reati legati allo spaccio di droga, dal 12° posto in Italia per l’associazione a delinquere fino alla delocalizzazione le scuole spostandole alle ex Casermette, passando per le mai realizzate piscine. “Le proposte di Forza Italia per cambiare rotta saranno incentrate sulla risoluzione di questi problemi - ha affermato Sacchi – dei quali ne abbiamo parlato questo pomeriggio con il questore Antonio Pignataro che ci ha gentilmente ricevuti.  L’obiettivo è riaprire la città, diventata con questa giunta un gabellificio”. Stoccata, infine, da parte di Riccardo Sacchi per Carancini, “che alle prossime elezioni  propone come candidato il suo cardinal Richelieu. È inaccettabile”. Dell’incontro con il questore di Macerata ha parlato anche il senatore Andrea Cangini:  “Una visita doverosa - ha dichiarato Cangini - per testimoniare la vicinanza di Forza Italia ad un uomo delle istituzioni oggetto di una miserabile campagna diffamatoria. Il dottor Pignataro sta svolgendo con coraggio e determinazione la propria funzione e i dati relativi al contrasto della criminalità e in particolare modo dello spaccio di droga gli stanno dando ragione. Il degrado e l’insicurezza a Macerata avevano da tempo superato i livelli di guardia, il cambio di trend testimonia che gli uomini possono fare la differenza”. Una possibile medicina per i mali che affliggono il capoluogo il senatore Cangini la vede nel turismo, con il Macerata Opera Festival a fare da modello. “Un modello che andrebbe ampliato tutto l’anno, Le risorse ci sono, il problema sono le amministrazioni e la burocrazia”, ha concluso Cangini - . Marcello Fiori ha infine analizzato il problema demografico che affigge tutto il territorio maceratese colpito dal sisma e il drenaggio verso la costa.”Occorre ricostruire in fretta e creare lavoro altrimenti, l’entroterra si svuoterà sempre di più. Ci vogliono meno tasse ed incentivi per i residenti  In vista delle elezioni  del 2020, faremo le nostre proposte sia per il Comune di Macerata che per la Regione. Forza Italia ha fatto crescere in tanti anni un’ottima classe dirigente che merita spazio”, ha concluso il coordinatore regionale.  

22/11/2019
"Libriamoci", l'Istituto "Lucatelli" di Tolentino rende onore a Gianni Rodari

"Libriamoci", l'Istituto "Lucatelli" di Tolentino rende onore a Gianni Rodari

L’istituto Comprensivo “G. Lucatelli” di Tolentino anche quest’anno ha aderito con entusiasmo all'iniziativa organizzando un programma ricco e  stimolante per gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado . Hanno preso parte agli incontri più di 500 alunni. Questa importante iniziativa nazionale, assume particolare rilievo a Tolentino che, come è noto, è "una Città che legge", riconosciuta come tale dal MIBACT per l'impegno continuativo nella promozione della lettura. La prima giornata è stata incentrata su Gianni Rodari, scrittore , pedagogista e giornalista di grande rilievo, in vista del centenario dalla sua nascita. La lettura a voce alta di brani tratti da “Favole al Telefono” è stata curata dall’insegnante Maria Cristina Miluch. All’incontro ha preso parte anche il musicista e liutaio Sergio Giovagnola che ha entusiasmato gli alunni facendo conoscere la sua attività. Per l’occasione il giovane recanatese ha presentato un rullante di sua creazione in plexiglas dotato di led interattivi che in base a stimoli sonori, come la voce o il battito di mani si illuminava. La lettura si è svolta al buio in tal modo, tutta l’attività, è stata ancor più coinvolgente ed entusiasmante.    "Libriamoci 2019", stata per gli studenti dell’istituto Comprensivo Lucatelli una grande occasione: la scuola infatti rappresenta il luogo privilegiato e speciale per promuovere itinerari e percorsi atti a suscitare curiosità e amore per il libro, a fare emergere il piacere della lettura, con il compito di insegnare che il libro è come un amico che accompagnerà ogni bambino nel grande viaggio della vita offrendogli tante opportunità.

All'Unimc una giornata di formazione sul pubblico impiego

All'Unimc una giornata di formazione sul pubblico impiego

 Sono aperte le iscrizioni al convegno “Dove va il pubblico impiego? Fra reclutamento, contrattazione collettiva, nuove responsabilità e privatizzazione” organizzato dall’Università di Macerata per giovedì 28 novembre dalle ore 9 alle 14 nell’aula blu del Polo Pantaleoni in via Pescheria Vecchia. Si tratta di un evento formativo pensato per funzionari e dirigenti della pubblica amministrazione, accreditato anche dall’ordine degli avvocati di Macerata per 3 crediti formativi. Tra i temi trattati: la “riforma della riforma” del pubblico impiego, la contrattazione collettiva, la riforma della responsabilità disciplinare, l’attuale disciplina del reclutamento del personale nella PA, l’’importanza della risorsa umana nell’azienda privata. Tra i relatori, Francesca Gagliarducci, vice segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Coordina il direttore generale Mauro Giustozzi. Per informazioni e iscrizioni: Ufficio Affari Istituzionali, telefono 0733.258.2600 - 3912, ufficio.affaristituzionali@unimc.it.    

Rapina al supermercato "Si con Te" di Tolentino: individuati i due colpevoli, uno agli arresti

Rapina al supermercato "Si con Te" di Tolentino: individuati i due colpevoli, uno agli arresti

Avevano rapinato il supermercato “Si con Te” di Tolentino, individuati i due colpevoli dai Carabinieri, a uno dei due è stata applicata la misura degli arresti domiciliari. Il mattino del 13 luglio 2019 due soggetti perpetravano una rapina ai danni del supermercato "Sì con te" di Tolentino. In quell'occasione i malviventi, travisati da calzamaglie ed armati di lunghi coltelli, avevano  minacciato il personale del negozio, sottraendo dalle casse la somma contante di circa 3.000 Euro. Le indagini condotte dai militari del Norm di Tolentino hanno permesso di individuare i due rapinatori e questo pomeriggio nei confronti di uno dei due rei, al termine di complessa attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Macerata, è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari con l'applicazione del braccialetto elettronico. Il reo,  giovane italiano residente in questa Provincia, era già noto alle Forze dell'Ordine.

22/11/2019
Caldarola, ricostruzione post-sisma: affidati gli incarichi per la perimetrazione

Caldarola, ricostruzione post-sisma: affidati gli incarichi per la perimetrazione

Prosegue sul fronte della ricostruzione, il cammino del comune di Caldarola. Infatti, con due distinte determine, nei giorni scorsi l'Amministrazione comunale ha affidato la relazione tecnica di ingegneria e architettura, per la redazione dei piani attuativi del capoluogo e delle frazioni, a due importantissimi e rinomati studi professionali. “I professionisti vantano curricula di grande spessore e sono idonei allo svolgimento degli incarichi relativi alla redazione dei piani attuativi della perimetrazione”, fanno sapere dal Comune. “Allo studio Erre 4 i associati sono stati affidati i servizi di ingegneria e architettura per la redazione dei piani attuativi per la ricostruzione delle frazioni Castello di Croce, Castiglione di Croce, Valcimarra Colle e Valle. Allo studio FOA Architetti  è stata assegnata la redazione dei piani attuativi anche per la ricostruzione del capoluogo di Caldarola.  Nel dettaglio lo studio Foa, Architetti associati, rappresenta la continuità della “Federico Oliva associati”, studio milanese che dal 1992 si occupa di pianificazione progettazione urbanistica architettura a diversi livelli. Lo studio Foa è fortemente impegnato a dare il proprio contributo e l'attuazione delle previsioni urbanistiche avendo acquisito nel corso del tempo una competenza specifica nella progettazione urbana di ambiti, trasformazione, riuso e rigenerazione, con attitudine all'innovazione. Alcuni lavori dello Studio sono stati esposti in mostre e pubblicati su qualificate riviste di settore. I professionisti hanno collaborato al piano regolatore generale del comune di Reggio Emilia e hanno prestato la loro consulenza alla redazione del Piano Regolatore del comune di Roma. L'ingegnere Giuseppe Rotondo invece, Legale rappresentante della società di Ingegneria ERRE 4 srl è collaboratore della Politecnico di Bari dipartimento di elettronica ed elettrotecnica, è in possesso dei requisiti necessari all'esercizio della professione di coordinatore della sicurezza sui cantieri e dell'abilitazione alla professione di ingegnere. Ha collaborato alla progettazione di diverse opere pubbliche. Recentemente, tra le altre cose, ha ricevuto l'affidamento dell'incarico professionale di progettazione definitiva, esecutiva e direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza per la realizzazione del primo stralcio della “Cittadella Dello Sport” del comune di Collemare. Ora il percorso prevede incontri pubblici, convocati a breve, per concordare anche con la popolazione la redazione dei piani attuativi”, conclude l’amministrazione Comunale di Caldarola.  

22/11/2019
"Macerata d'inverno è tornare bambini": tutte le iniziative per le festività natalizie

"Macerata d'inverno è tornare bambini": tutte le iniziative per le festività natalizie

Da dicembre a gennaio sono oltre 70 gli appuntamenti di Macerata d’Inverno 2019, sono 46 le associazioni partecipanti e 29 le diverse location. Si annuncia ricco il Natale maceratese con piazza della Libertà che tornerà ad ospitare il Villaggio di Natale, le sue quindici casette in legno e la pista di ghiaccio in versione green realizzata cioè con il ghiaccio sintetico che riduce l’impatto ambientale e abbatte i costi energetici. È questa la prima importante novità del Natale 2019 a Macerata che con il ricco e variegato calendario di iniziative, organizzato dall’Amministrazione comunale in collaborazione le associazioni, è ispirato quest’anno al “tornare bambini” grazie all’illustrazione di Francesca Pusceddu, artista diplomata alla Scuola di Illustrazione di Ars in Fabula che ha curato l’immagine simbolo delle prossime festività. Ma sono altre due le novità annunciate durante la conferenza stampa di questa mattina alla quale hanno preso parte oltre al sindaco Romano Carancini e all’assessora alla Cultura Stefania Monteverde anche gli assessori Paola Casoni, Narciso Ricotta, Marika Marcolini e Mario Iesari. La prima è lo spostamento in pieno centro storico della Fiera di Natale in programma durante le domeniche di dicembre, che da piazza Mazzini si trasferisce in piazza Vittorio Veneto. L’altra si riferisce al mercato delle merci del mercoledì. I quattordici ambulanti di piazza della Libertà che devono far posto alla pista di pattinaggio saranno sistemati in corso Cavour. Risalendo il corso dal Monumento ai Caduti verso il centro storico, le bancarelle saranno posizionate sul lato sinistro a partire dalla metà. L’arteria stradale rimarrà comunque aperta alla circolazione delle auto.  “Una città non può essere amministrata e basta, bisogna darle un compito, altrimenti muore. Le parole di Giorgio La Pira ci prendono per mano verso l’idea di giorni migliori” afferma il sindaco Romano Carancini “E il Natale è proprio il tempo per ritrovarsi, per stringerci tra le luci della città, dal centro alle frazioni. Noi abbiamo il compito di accompagnare la comunità dentro l’occasione della festa ma soprattutto di darle un senso, abbracciando idee e creando occasioni di partecipazione. Incontriamoci, salutiamoci, concediamoci il tempo dell’ascolto e facciamo della cordialità un buon gesto, dentro una città ancora più bella da vivere e da visitare, con i suoi tanti spazi allestiti e con la passione delle associazioni e dei volontari che si  adoperando per realizzare un programma ricco di eventi” Tutto comincia sabato 30 novembre alle 18 con “Macerata sotto un cielo stellato” sotto il grande e luminoso albero di piazza della Libertà dove il sindaco Romano Carancini e gli assessori daranno il via all’accensione delle luci in tutta la città, con la musica dei canti natalizi del Coro dei Pueri Cantores. “Macerata d’Inverno 2019 è un grande progetto di comunità di una città dove la qualità della vita è alta anche grazie a questo. La forza è nella capacità del Comune di Macerata di coniugare i grandi progetti culturali e le tante idee originali e energie messe in moto dalle associazioni. La bella illustrazione artistica di Francesca Pusceddu, scelta da Ars inFabula, è l’invito a tornare bambini, ritrovare la serenità e la voglia di giocare insieme” spiega Stefania Monteverde assessora alla cultura e al turismo. Tornano anche per il 2019 in Piazza della Libertà il Villaggio di Natale con la grande pista di ghiaccio per divertirsi, giocare e stare insieme in famiglia e con gli amici e le casette in legno con il caratteristico mercatino. Macerata d’inverno è ancora una volta una città da vivere e da vedere e visitare grazie alle bellezze dei Musei civici e di Palazzo Ricci,  a quelle storico -  monumentali, ai City Tour per i cittadini e per i turisti. Festeggiamenti previsti anche per lo speciale compleanno del Museo della Carrozza ai Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi che quest’anno compie 10 anni dal suo riallestimento, e che ha permesso di valorizzare l’affascinante collezione grazie all’impiego di aggiornate tecnologie che lo hanno reso unico nel suo genere. Per l’occasione tante iniziative soprattutto dedicate ai bambini con visite animate e laboratori. Un altro anniversario importante sono i 25 anni di Libriamoci_Festival del Libro Illustrato dal 30 novembre all’8 dicembre alla Galleria Antichi forni, dal titolo  “Verso l’Infinito” con incontri, presentazioni di libri, laboratori, visite guidate e la mostra – mercato, ogni anno visitato da più di 5000 bambini. E c’è un secondo appuntamento: dal 15 dicembre al 2 febbraio si potrà visitare la mostra ai Musei civici di Palazzo Buonaccorsi con le straordinarie opere di Marco Somà, artista formatosi alla scuola di illustrazione di Ars in Fabula che ha illustrato magnificamente, in occasione del bicentenario leopardiano, il celebre sonetto “Infinito” del poeta recanatese. Ma sono tante le mostre d’arte, occasione di passeggiate artistiche in città,  come “The last minute” di Michele Carbonari  a Palazzo Ricci  fino a gennaio, e  Ratatà Muta dal 12 al 16 dicembre ai Magazzini UTO, oltre a “Case museo in terra cruda” a Tipico.Tips in piazza della Libertà. Macerata d’inverno regala ai bambini tante occasioni per socializzare e vivere esperienze uniche come il Natale con l’Avis, il Winter Camp all’Istituto salesiano, Ma soprattutto lo speciale Teatro ragazzi con il primo appuntamento della stagione di teatro per bambini e ragazzi. Per le festività tornano in centro storico anche la Fiera di Natale e la versione tutta natalizia de Il Barattolo, ma mercatini sono previsti anche nelle frazioni, tante occasioni  per trovare il meglio dei prodotti enogastronomici della tradizione, dell’artigianato, del riuso e del vintage. Sabato 7 dicembre si festeggia a Villa Potenza con l’accensione dell’albero di Natale e un brindisi augurale, domenica 15 dicembre a Sforzacosta l’appuntamento è con il mercatino e, per i più piccoli, il laboratorio di Babbo Natale, ed infine l’ormai tradizionale canto della Pasquella per le vie di Piediripa e Macerata il 27, 28 e 29 dicembre. Appuntamenti da non perdere al Teatro Lauro Rossi con la prosa, il balletto, il teatro amatoriale, i Concerti di Appassionata e della Scuola civica di Musica Stefano Scodanibbio, il teatro comico con “Ci rido e ci credo”, gli appuntamenti dedicati alla filosofia, all’arte, alla gastronomia, allo sport con la Pedalata di Babbo Natale e gli spettacoli di beneficienza e solidarietà. Non mancheranno nel ricco programma maceratese i presepi, da quello vivente a Borgo Ficana che si trasformerà in una piccola Betlemme, a quello realizzato  all’interno delle vetrine di Palazzo Rotale in  corso della Repubblica che verrà illuminato il  19 dicembre. E torna la mostra dei presepi alla Galleria Antichi Forni, una preziosa collezione di presepi originali e creativi dal 21 dicembre al 6 gennaio. E il 31 dicembre Capodanno in piazza Mazzini a cura della Pro Loco Macerata, musica e balli in una grande piazza dove la città si ritrova ad essere una grande comunità in festa. Ormai un’esperienza unica e originale è “A Macerata tutti i Capodanni”, organizzata dai bar e ristoratori della città per festeggiare l’arrivo del nuovo anno con i paesi e le culture del mondo. Tanti capodanni si succederanno in città nei diversi fusi orari del pianeta, a partire dalle 12.00 del 31 dicembre nei vari locali che hanno aderito all’iniziativa. Il 6 gennaio appuntamento con il naso all’insù per la tradizionale Discesa della Befana dalla Torre in piazza della Libertà, grazie alla collaborazione dei Vigili del Fuoco di Macerata, e con l’elezione di Miss Befana 2019, organizzato dalla Pro Loco di Villa Potenza, un’occasione tanto amata dai bambini che sempre riempiono la grande piazza. Il 12 gennaio si rinnoverà l’appuntamento con l’Alzata della stella di san Giuliano in ricordo dell’antica festività invernale della festa patronale che il Cif - Centro Italiano Femminile ha sempre cura di ricordare alla memoria di tutti come patrimonio culturale da non perdere. Tanti altri eventi e occasioni per vivere un sereno periodo di festa per tutti.  

22/11/2019
Tolentino, a Villa Verde arriva il primo "Pranzo dei Single"

Tolentino, a Villa Verde arriva il primo "Pranzo dei Single"

A Tolentino arriva il pranzo dei Single. Domenica 25 novembre, nella splendida cornice di Villa Verde, si terrà per la prima volta il party dedicato a chi non è ancora riuscito a trovare la propria anima gemella targato "Single Eventi l'Originale".  Il pranzo avverrà con tavoli divisi per fasce di età. Previsti giochi, musica e animazione: tutto è stato studiato per aiutare i partecipanti a conoscersi in modo facile e veloce. Dopo il pranzo ci saranno balli di coppia e gruppo. Lo scopo è quello di far divertire i presenti per qualche ora. Ecco il menù del pranzo: Polentina al ragù di ciabuscolo maceratese con pecorino a piacere al tavolo Risotto mantecato alla zucca e tartufo nero dei sibillini Filetto di pollo in “carta fata” nelle sue verdurine Tiramisù alle castagne Acqua, vino 1 bottiglia ogni 2 persone Caffè. Per prenotazioni e informazioni si può chiamare il 320.4597498

22/11/2019
L'Istituto Comprensivo "Don Bosco" di Tolentino vola in Ungheria

L'Istituto Comprensivo "Don Bosco" di Tolentino vola in Ungheria

Mancano ormai una manciata di giorni al primo meeting del Progetto Erasmus Plus, a cui l’Istituto Comprensivo “Don Bosco” di Tolentino ha aderito. Lunedì 25 Novembre, cinque insegnanti della Scuola Primaria e tre bambine frequentanti l’Istituto, e distintesi per merito, partiranno alla volta dell’Ungheria, dove si terrà il primo dei cinque incontri che vedranno conoscersi e scambiare esperienze Italia, Spagna, Ungheria, Turchia e Slovacchia. Fervono i preparativi per questa prima tappa del progetto europeo: si è concluso il “Logo Contest”, con la proclamazione del logo ufficiale del progetto (in foto), si è riunito anche l’Erasmus Club per la realizzazione del materiale che verrà scambiato con le altre scuole e che servirà per raccontare del territorio italiano e delle nostre scuole, oltre che per una prima conoscenza delle altre realtà. Un calendario molto ricco aspetta di essere vissuto dalle protagoniste di questo primo meeting. L’Ungheria attende i suoi ospiti europei ed il “Don Bosco” si prepara a volare lontano e a vivere appieno questa esperienza.

Appignano ha festeggiato la Giornata nazionale dell'albero

Appignano ha festeggiato la Giornata nazionale dell'albero

L’amministrazione Comunale e i bambini della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria di Appignano si sono dati appuntamento, la mattina del 21 novembre, presso i giardini di Via Enzo Ferrari e di Via dell’Argilla per l’edizione 2019 della Festa dell’Albero. Il sindaco Mariano Calamita e il dirigente scolastico dell’I.C. “Luca della Robbia”, Filomena Greco, hanno illustrato, insieme alle insegnanti, l’iniziativa legata alla “Giornata nazionale degli alberi” durante la quale è stato piantato un albero per ogni nato nell’anno 2018. - La festa dell’albero è una festa molto antica - ha spiegato il sindaco Mariano ai bambini - perché il rapporto tra l’uomo e gli alberi è sempre stato molto importante: è un’amicizia antica. Oggi festeggiamo gli alberi perché ci aiutano a vivere, facendoci respirare meglio.  In più, ci ricordano che tutte le persone, come gli alberi, mettono radici in un posto per vivere meglio. Oggi abbiamo portato un messaggio di impegno collettivo per la rinascita del verde e di rispetto per l’ambiente-.  E ancora -Il bosco fornisce ossigeno, cibo, principi attivi farmaceutici e acqua dolce, contrasta la desertificazione, aiuta a prevenire l’erosione del suolo, funge da deposito naturale di carbonio e svolge un’importante funzione per la stabilizzazione del clima e il surriscaldamento globale. Gli alberi servono all’equilibrio del territorio, alla conservazione della biodiversità e del paesaggio-. Il Comune di Appignano da seguito a quanto previsto dalla legge 10 del 2013. In particolare, la legge, al fine di perseguire gli obiettivi fissati nel Protocollo di Kyoto, istituisce la “Giornata Nazionale degli Alberi” con lo scopo di valorizzare l’ambiente e il patrimonio arboreo. Ogni albero, in media, assorbe circa 12 chili di Co2 all’anno e migliora il microclima. Creare boschi urbani aiuta a migliorare la qualità dell’aria e la vivibilità degli insediamenti urbani. L’attività è stata coordinata dal Consigliere all’Ambiente Rolando Vitali che ha seguito, insieme a Claudio Violini, l’iter di partecipazione ad un bando Assam che ha assegnato al Comune di Appignano delle piante autoctone: 11 cipressi, 8 tigli,  7 lecci, 4 alberi di Giuda, 4 melograni, e 2 pini. Vitali ha supervisionato l’attività svolta dall’ufficio tecnico e dagli operai comunali che hanno eseguito la piantumazione, aiutati dai bambini muniti di piccoli attrezzi agricoli. Hanno partecipato all’iniziativa alcuni genitori con i bambini nati nel 2018, inoltre su ogni albero è stata legata una piccola medaglia di ceramica, realizzata su iniziativa delle insegnanti, con sopra scritto il nome di ogni nuovo nato 2018. Durante la manifestazione, i bambini delle scuole si sono quindi resi protagonisti della giornata, mettendo in pratica quanto ascoltato dalle insegnanti sul valore degli alberi e sul rispetto dell’ambiente. Gli alberi servono all’equilibrio del territorio, alla conservazione della biodiversità e del paesaggio. L’obiettivo è anche quello di richiamare l’attenzione sull’insostituibile valore degli alberi e dei boschi per il nostro pianeta.    

22/11/2019
Maria Cristina Craglia si spegne a 86 anni: ha fondato l'azienda Delsa

Maria Cristina Craglia si spegne a 86 anni: ha fondato l'azienda Delsa

Una vita dedicata alle spose quella di Maria Cristina Craglia. La fondatrice dell’azienda di abiti da sposa, Delsa, si è spenta quest'oggi nella sua casa di Belforte del Chienti all'età di 86 anni. L'imprenditrice, nata nel 1933 a Paterno nelle campagne di Tolentino, è riuscita a creare un marchio noto in tutto il mondo a partire dalla sua grande passione per la moda.  L'arte del ricamo Maria Cristina la apprende nel periodo di studi in convento, dalle Clarisse del Colle di San Ginesio, e successivamente la affina a Milano, all'istituto "Secoli". Da un piccolo laboratorio creato a Tolentino, dove si dedicava all'abbigliamento per bambini, è riuscita a creare l'azienda di Belforte del Chienti dove tuttora si trova la sede di Delsa.  Il riconoscimento più importante è arrivato nel 2015 quando è stata insignita del titolo di Commendatore dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana” Soltanto lo scorso luglio i figli, ai quali Maria Cristina ha lasciato le redini dell'azienda negli ultimi anni, hanno festeggiato i cinquant'anni di attività nell'atelier di Belforte del Chienti. Il lutto colpisce nel profondo le due comunità di Tolentino e Belforte del Chienti. I dipendenti e tutti coloro che l'hanno conosciuta si uniscono al dolore dei familiari. La camera ardente è stata allestita nella sala del commiato Terra Coeli di Tolentino. I funerali saranno celebrati domenica 24 novembre alle 9.30 nella chiesa di Sant'Eustachio a Belforte del Chienti.  

22/11/2019
Tolentino Brick art, prosegue con successo la mostra: gli eventi del weekend

Tolentino Brick art, prosegue con successo la mostra: gli eventi del weekend

Si gioca, si guarda la mostra e ci si diverte con Tolentino Brick art e con i laboratori programmati anche in questo fine settimana. Appuntamento con l’esposizione allestita all’interno del complesso monumentale della Basilica di San Nicola e dedicata alle istallazioni realizzate con le costruzioni. Sempre più bambini ma anche adulti particolarmente appassionati visitano l’esposizione curata da Collego che presenta molti playset, diorami, di varie dimensioni, che ricostruiscono, utilizzando i mattoncini colorati, diverse scene come ad esempio quelli ispirati a Star Wars, alle serie Architecture, Ideas, Vintage, Technic, ma anche diorami con treni, auto, luna park, scene invernali e della serie Super Eroi, City, Ninjago, Galeoni e Friends In questo fine settimana sono in programma diversi laboratori che certamente coinvolgeranno le famiglie, per giocare insieme, e soprattutto per imparare cose nuove. Sabato 23 novembre, alle ore 11, “L’italiano in… pezzi”. Laboratorio gratuito a cura dell’istituto d’istruzione superiore “F. Filelfo”. Si lavora con la struttura della linguia a partire dalla parola smontata nelle sue componenti: radici, prefissi, suffissi. Partecipanti massimo 20. Inizio ore 11. Durata 60 minuti.  Al Museo Frau sabato 23 novembre, dalle 10 alle 11 e dalle 16 alle 17, “Brick a colori. Creare con la pelle”, laboratorio di educazione museale, organizzato da Poltrona Frau. Comprendere le fasi della progettazione tipiche del mondo del design e diventare piccoli creatori utilizzando la propria inventiva, le proprie mani e “mattoncini morbidi e duttili” (i pezzetti di pelle colorata). Sabato 23 novembre laboratorio per giovani ed adulti. Alle ore 16 “Sviluppare il pensiero critico in una società complessa” a cura di Officine del pensiero Serio (Ing. Stefano Berdini e Ingegner Francesco Grassi).  Domenica 24 novembre laboratorio linguistico gratuito a cura della casa Editrice Giaconi Simone su “Le Marche e i giochi di parole. Storie realizzate in Brick Art”. Piccolo reading e laboratorio: costruiamo, cambiamo, scomponiamo, distruggiamo le parole per raccontare storie. Previsti 15 partecipanti. Inizio alle ore 10, alle ore 11, alle ore 12. Durata 60 minuti. Inoltre, per tutti sono a disposizione le aree giochi con centinaia di mattoncini colorati per dare libero sfogo alla propria creatività e fantasia e tanti laboratori sia per bambini che per adulti. Tante anche le iniziative promosse dai commercianti e dai ristoratori con sconti e proposte speciali dedicate a tutti coloro che visitano la mostra e che vogliono visitare la Città. Tolentino Brick Art è una coinvolgente quanto innovativa esposizione interamente dedicata al mondo dei mattoncini colorati LEGO® che è aperta al pubblico, il venerdì dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19 e il sabato e la domenica con orario continuato dalle ore 10 alle ore 19. Biglietteria a Palazzo Sangallo, in piazza della Libertà.

22/11/2019
Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica a Civitanova: focus sull'Hotel House di Porto Recanati

Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica a Civitanova: focus sull'Hotel House di Porto Recanati

Si è svolta questa mattina a Civitanova Marche, presieduta dal Prefetto Iolanda Rolli, una riunione del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica itinerante, alla presenza dei vertici della Polizia di Stato, con il questore Antonio Pignataro, dell'Arma dei Carabinieri, con il Comandante provinciale il Colonnello Michele Roberti e della Guardia di Finanza con il Colonnello Amedeo Gravina. Presente anche il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Civitanova Marche il tenente di vascello Giuliano Gentilini. Questo è il terzo degli incontri che il Prefetto, dopo il contatto diretto con i sindaci di tutti i Comuni della provincia, ha voluto organizzare per avviare un costante e concreto rapporto con il territorio, prevedendo che periodicamente si svolgano riunioni del CPOSP nelle aree delle 4 Compagnie dei carabinieri della Provincia, per rendere sempre più prossima l’azione del comparto sicurezza ai cittadini, alle istituzioni e alle loro istanze. Sono intervenuti il sindaco di Civitanova Marche, il vice sindaco di Morrovalle, l’Assessore alla sicurezza di Potenza Picena e i rappresentanti degli altri Comuni dell’area. La riunione del Comitato è stata preceduta da un incontro tecnico con il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Civitanova Marche massimo Amicucci e con i Comandanti delle Stazioni dipendenti e dei Reparti Sede, nel corso del quale è stata illustrata al Prefetto la situazione del territorio che comprende l’intera fascia costiera della Provincia.  Numerosi i controlli che, soprattutto nel fine settimana vengono svolti dalle Forze di Polizia. Attività serrate che mirano al contrasto del consumo di sostanze stupefacenti sul litorale con interventi nei punti di aggregazione giovanile e movida. I risultati, che sono concreti e significativi, insieme alle campagne di informazione e legalità avviate già da tempo nelle scuole dell’intera provincia maceratese, forniranno sicuri contributi alle strategie di intervento definite dal COSP e nell’ambito del Tavolo uniti contro le dipendenze coordinato dal Prefetto. Risultano in calo i reati in generale ed in particolare quelli predatori. L’attività di controllo effettuata su strada, spesso, consente di accertare anche violazioni al codice della strada, principalmente per mancato uso delle cinture, uso dei telefoni cellulari, mancata revisione e/o copertura assicurativa. Dopo l’analisi dei dati statistici, i lavori si sono anzitutto concentrati su una programmazione delle attività da porre in essere sul territorio nel prossimo periodo, rispetto alla quale si è registrata una completa unità di intenti nella condivisione degli obiettivi da raggiungere per garantire migliori condizioni di sicurezza. Le suddette azioni potranno essere favorite anche dalla concreta attuazione degli strumenti forniti dai più attuali sistemi di videosorveglianza e dalla cosiddetta “sicurezza partecipata”, che forniscono un importante contributo nel perseguimento delle comuni finalità. L’incontro è stata anche l’occasione per affrontare il tema dello spaccio di sostanze stupefacenti e delle dipendenze in generale prevedendo un rafforzamento sinergico dell’attività di contrasto, secondo le indicazioni fornite dalla circolare recentemente diramata dal Ministro Lamorgese. I presenti hanno concordato sulla necessità che tutto quanto verrà programmato dalle Forze di Polizia dovrà trovare la partecipazione anche delle Polizie locali nell’ambito delle rispettive competenze istituzionali. La ricchezza dei Comuni costieri, che durante la stagione estiva si riempiono di turisti, quadruplicando le presenze rispetto a quella invernale, può attirare l’attenzione delle organizzazioni criminali, che cercano di insinuarsi nelle reti cittadine del commercio e del turismo, innestandosi su un tessuto sociale ed economico prolifico. È del tutto evidente come sia importante, per avere una terra sana e impermeabile al malaffare, veicolare e far assimilare il messaggio che con il radicamento di attività illegali tutto il territorio si impoverisce. Economicamente, socialmente, culturalmente. "E per veicolare questo messaggio è necessario – ha sottolineato il Prefetto - il contributo di tutta la Comunità per sostenere lo sviluppo di una coscienza critica e responsabile tra i cittadini, gli amministratori, le categorie economiche, allo scopo di rendere coeso il tessuto sociale ed economico del territorio, promuovere la cultura della legalità ed incentivare il radicamento di quegli “anticorpi sociali”, essenziali per mantenere sana questa società e per rendere consapevoli i cittadini di cosa ognuno può attivamente fare nella sua quotidianità per combattere il malaffare. A rendere ulteriormente complessa la condizione dell’area costiera concorre in maniera determinante la situazione del Comune di Porto Recanati dove è presente un elevato numero di immigrati che per la quasi totalità vive stabilmente in un unico edificio, l’Hotel House; divenuto nel corso degli anni il simbolo dell’immigrazione e del degrado nell’intera provincia. L’incontro ha fornito anche l’opportunità per informare i sindaci della zona sulle iniziative che, in sinergica azione con il primo cittadino di Porto Recanati, sono state poste in campo per affrontare questa situazione, che impatta sul decoro urbano e sull’ordine e sulla sicurezza pubblica dell’intera zona costiera e che nel passato è stata gestita in una prospettiva emergenziale e contingente." È stato avviato un profondo cambio di prospettiva, con una visione maggiormente strategica, fondata sulla programmazione e sull’adozione di una più evoluta capacità di gestione delle dinamiche specifiche dello stabile. In quest’ottica la Prefettura di Macerata, oltre ad una costante attività di controllo del territorio e di contrasto della criminalità, organizza costantemente dei tavoli di confronto e concertazione con le principali realtà presenti all’interno dell’Hotel House, con il primario intento di arrivare a soluzioni condivise e comuni che vedano negli stessi residenti, il principale motore di un cambiamento radicale che contribuisca alla creazione di una comunità consapevole, dove la legalità, la partecipazione, la condivisione siano punti cardine della convivenza civile e democratica. A partire da novembre 2018 sono stati compiuti dei passi importanti per ridefinire la governance dello stabile, ribadendo primariamente e con chiarezza le reciproche responsabilità e rimarcando costantemente l’importanza del pagamento delle quote condominiali e degli altri insoluti, senza i quali non è possibile garantire i minimi standard di vivibilità e sicurezza. Per portare avanti la rivitalizzazione del sistema condominiale dell’Hotel House, è di fondamentale importanza la prossima nomina di un Amministratore giudiziario, come previsto dall’art. 5 sexies del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito in legge del 14 giugno 2019, n. 55, che potrà svolgere un’azione incisiva per il superamento della situazione di degrado dell’edificio ed il recupero di condizioni sufficienti a garantire la tutela dell’interesse pubblico e una ordinata convivenza civile con l’eliminazione dei fattori che favoriscano il nascere di fenomeni di criminalità. Il Prefetto ha sottolineato, infine, l’esigenza di implementare gli organici delle Polizie Locali, per offrire alle Forze di Polizia la possibilità di concentrarsi ancora di più sul controllo del territorio, una volta sgravati dalle problematiche connesse alla rilevazione degli incidenti stradali.

22/11/2019
Macerata, Spazio Piccolissimi: primo incontro con mamme e bambini a "Semi d'Acero"

Macerata, Spazio Piccolissimi: primo incontro con mamme e bambini a "Semi d'Acero"

Lunedì 18 novembre è iniziato “Spazio Piccolissimi” curato dall’ostetrica Maria Lucia Beccacece, il progetto dedicato alle donne dalle 24 settimane di gravidanza e alle mamme e bambini fino ai 12 mesi di vita, che si svolge nello spazio per famiglie Semi d’Acero, realizzato dal comune e Ircer nell’ambito del progetto QuissiCresce! sostenuto da Con i Bambini nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Al primo incontro hanno partecipato mamme in gravidanza come Federica alla 39a settimana ma anche tante mamme con i loro bambini come Agnese di 7 mesi,  Filippo di 2 mesi, Enea di 5 e Irene di 6 mesi. Tante  e molto diverse le domande delle mamme cui l’ostetrica ha risposto: come funziona l’induzione del parto, come far interessare il bimbo ai cibi solidi, come aiutare il bambino a muoversi e a gattonare, quali giochi proporre, come accompagnare il bambino al sonno, come regolarsi con le poppate durante lo svezzamento. È stato un pomeriggio ricco di informazioni, ma anche di giochi, di confronto tra mamme e di nuove amicizie! Lo spazio si è concluso con una ninna nanna cantata tutti insieme, rivolti ai bimbi dentro e fuori la pancia. Spazio piccolissimi è aperto tutti i lunedì dalle 16,30 alle 18,30. Per accedere ci si deve iscrivere allo spazio Semi d’Acero, attraverso il sito del Comune www.comune.macerata.it e telefonare il sabato mattina al numero 0733 1970062 per prenotare il proprio posto (massimo 12 coppie genitore-bambino).

22/11/2019
Fenomeno Green Marketing: perché le aziende farebbero meglio a puntare sull’ecosostenibilità

Fenomeno Green Marketing: perché le aziende farebbero meglio a puntare sull’ecosostenibilità

In questo periodo pare proprio che l’intero pianeta inizi ad essere più attento al… pianeta. Si parla sia dei consumatori che delle aziende, entrambi adesso più attenti nei confronti della natura e della tutela dell’ambiente. E le logiche green cominciano ad attecchire in ogni settore, da quello domestico fino ad arrivare al comparto produttivo e ai trasporti, e alla promozione stessa di un brand. Non a caso si parla di Green Marketing, ed è proprio questo il tema che affronteremo, cercando di scoprire quale realtà si cela dietro questa semplice etichetta. Cosa si intende per green marketing Fare marketing richiede dei pesanti investimenti economici, soprattutto se si parla di prodotti in cartaceo, ed ecco che nasce una nuova logica per abbattere i consumi e al tempo stesso fare un favore al pianeta. Si parla del Green Marketing, un approccio rivoluzionario nei confronti della promozione di un marchio, che basa i suoi pilastri su fondamenta chiare ed eco-sostenibili: ogni investimento viene mirato alla promozione di servizi o prodotti che possano dirsi davvero rispettosi dell’ambiente. Di conseguenza, questa forma di marketing non è una semplice promozione, quindi non si limita a “vestire” in un certo modo ciò che si vuole vendere. Al contrario, il green rappresenta l’essenza stessa del prodotto o servizio pubblicizzato. E i vantaggi? È presto detto: si riduce l’impatto ambientale, si fanno felici i consumatori attenti al verde, e si premia il brand dell’impresa, con il fatturato che cresce. Come si applica questa promozione verde Ci sono diverse strategie che entrano all’interno di un piano di marketing green, e fra queste troviamo la ricerca di fornitori di materie prime a loro volta rispettosi della natura. Anche la distribuzione e i trasporti entrano di diritto nella lista dei settori sui quali intervenire, magari optando per i veicoli elettrici o ibridi per la consegna delle merci. Altre dritte utili? Basta prendere esempio da aziende come la Mulino Bianco, che sostiene la biodiversità e il lavoro degli agricoltori. La Dolfin, invece, dà il suo contributo riducendo le emissioni di anidride carbonica. Come rendere l’azienda davvero eco-friendly Per prima cosa l’azienda deve diventare più verde, per dare sostanza a questa sua forma. Dunque il primo consiglio è di essere sostenibili non solo fuori, ma anche dentro le mura dell’ufficio. Come fare? Ad esempio scegliendo un’offerta di energia elettrica per le aziende ecosostenibile, e optando per un fornitore come Green Network ad esempio, che la produce sfruttando fonti rinnovabili. In secondo luogo, si suggerisce di riciclare le cartucce e i toner della stampante e la carta, installando anche dei sensori di movimento per attivare le luci solo quando servono. Infine, attenzione a non impostare il riscaldamento dell’ufficio oltre i 21 gradi. Con questi pochi, ma importanti accorgimenti si potrà davvero essere green anche all’interno, per poi puntare sul Green Marketing. Che, come visto, conviene proprio a tutti. Dai consumatori alle aziende, passando ovviamente per l’ambiente.  Articolo publi-redazionale 

22/11/2019
Ritorna in cremisi il centrocampista Giorgio Pagliari

Ritorna in cremisi il centrocampista Giorgio Pagliari

L’U.S. Tolentino 1919 comunica di aver raggiunto l’accordo con il centrocampista Giorgio Pagliari, il quale pertanto verrà messo a disposizione del tecnico Andrea Mosconi sino alla fine della stagione.   Pagliari, nato a Macerata il 24/06/1999 ma tolentinate doc, è cresciuto nel vivaio cremisi e ha esordiato in prima squadra, nel campionato di Eccellenza 2014/2015, a soli sedici anni collezionando 5 presenze. Nella stagione successiva sempre con il Tolentino ha disputato 28 gare di campionato e 4 di Coppa.  Nella stagione successiva è stato ceduto all’Atalanta, disputando ben 10 gare nella squadra Primavera della “Dea”.   A seguire: 10 presenze con il Caravaggio (serie D girone B, dal mese di gennaio), 8 presenze con la Vastese (serie D, girone F dal giugno a dicembre); 15 presenze con la Primavera del Perugia (da gennaio a giugno).   “Sono molto contento di ritornare a dare un contributo alla squadra della mia città, nella quale sono calcisticamente cresciuto - il commento di Pagliari -. È per me una sfida non semplice, ma la cosa mi entusiasma perché mi carica di grandi responsabilità. Sono sicuro che tutti insieme, marciando compatti, riusciremo ad ottenere l’obiettivo prefissatoci dalla Società che ringrazio per la fiducia”.

22/11/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433