di Picchio News

"Marche a rifiuti zero", domani 21 aprile un incontro pubblico all'hotel San Claudio

"Marche a rifiuti zero", domani 21 aprile un incontro pubblico all'hotel San Claudio

L'associazione Marche a rifiuti zero organizza sabato 21 aprile un incontro pubblico con i 57 comuni della Provincia di Macerata e i tecnici Zero Waste Italy per discutere sul documento preliminare al Piano d'ambito per la gestione dei rifiuti presentato in sede ATA 3 (Assemblea territoriale Ambito) ai Sindaci.  Com'è noto, la Strategia rifiuti zero sostiene la necessità di puntare sulle "fabbriche dei materiali" per recuperare materia prima dalla frazione residua e, in prospettiva, riprogettare prodotti ad ora non riciclabili attraverso un'assunzione di responsabilità da parte dei produttori.  L’incontro si terrà sabato 21 aprile presso l’Hotel San Claudio di Macerata, dalle ore 9:00 alle ore 13:00 (seguirà un buffet con prodotti tipici del territorio). Parteciperanno Rossano Ercolini, Presidente dell'Associazione Zero Waste Europe e del Centro di ricerca Rifiuti Zero, Enzo Favoino, coordinatore scientifico del Centro di ricerca e di Zero Waste Europe e Attilio Tornavacca, direttore generale Esper, che interverrà sulle buone pratiche di tariffa incentivante (puntuale) a livello europeo. E’ inoltre prevista la partecipazione dei Sindaci di tutta la provincia di Macerata, del Cosmari e degli altri attori del settore rifiuti. L’incontro è organizzato con la collaborazione delle associazioni – Legambiente, Italia Nostra, Libera, WWF, Cittadinanzattiva, FAI, Federazione nazionale proNatura e locali - Forum Paesaggio Marche, Lupus in fabula, Mountain Wilderness italia, Comitato tutela colline picene, Comitato tutela del Bretta, Comitato CiRifiutiAmo, Comitato Salvambiente, Comitato Salvasalute Castelraimondo, Comitato Salute Territorio Corridonia, Gruppo di intervento giuridico, TAG-Costamare, Terra mater - a testimonianza dell’interesse dei cittadini per queste tematiche, e con il sostegno del CSV Marche (Centro Servizi per il volontariato). In tale occasione saranno approfonditi i temi proposti dal documento preliminare, con particolare riferimento alle strategie per il rifiuto residuo, sia riguardo agli aspetti economici che di sostenibilità ambientale.  Sebbene possa sembrare una contraddizione, i rifiuti rappresentano oggi una delle maggiori opportunità di crescita sostenibile per il sistema Europa e per il nostro Paese, carente di materie prime. Per questo intendiamo mettere in campo le nostre migliori risorse per offrire un contributo scientifico alla discussione e favorire una scelta più consapevole del decisore politico. La Provincia e l’ATA di Macerata rappresentano un'eccellenza nel territorio marchigiano e anche nel Paese, con una produzione di rifiuti inferiore rispetto alla media nazionale, che è anche il risultato di un lavoro svolto sul territorio nell’ultimo decennio, con la raccolta porta a porta e iniziative virtuose quali la realizzazione di centri del riuso, la promozione del compostaggio domestico, la riduzione dello spreco alimentare, la diffusione di casette dell’acqua. Essa può (e dovrebbe, a nostro avviso) diventare un modello per tutta la Regione e determinare la politica dei ri¬fiuti nei prossimi anni. Per questo pensiamo che - come già avvenuto ad Ascoli Piceno in analoga occasione - sia importante aprire una discussione pubblica trasparente e partecipata, alla presenza del Presidente della Provincia e di tutti i Sindaci, per valutare insieme le scelte proposte dal documento preliminare, in una fase in cui il Piano è ancora aperto a nuovi possibili contributi. Il percorso di redazione del Piano, del resto, si accompagna, fin dalle fasi iniziali, al percorso di VAS – Valutazione ambientale strategica, che ha - tra i suoi obiettivi - il miglioramento dell'informazione ai cittadini e la promozione della partecipazione pubblica nei processi di pianificazione e programmazione ambientale. Il territorio dell’ATO 3 Macerata è caratterizzato dalla presenza di un unico gestore del servizio integrato, attraverso l’affidamento in-house alla società Cosmari, di proprietà dei Comuni membri dell’ATO. Il Cosmari gestisce il servizio di raccolta e igiene urbana e l’impiantistica di recupero, trattamento e smaltimento. La Provincia vanta una percentuale di raccolta pari al 74,33% (anno 2016), con una produzione pro-capite pari a 481kg di rifiuti. Si stima un aumento all’80% della raccolta differenziata entro il 2020. In tale contesto, il documento preliminare individua alcuni obiettivi: la necessità di rafforzare l’impegno verso la prevenzione e l’introduzione di sistemi di tariffazione puntuale.  Sotto il profilo impiantistico, a fronte di una capacità dell’impianto di compostaggio aerobico di 70.000 t/a (superiore alle necessità di circa 10.000 t/a) si propone una nuova impiantistica (revamping) basata su processi anaerobici, da destinare a flussi provenienti da territori limitrofi con l’obiettivo di abbattere i costi.  Costo pari a oltre 20 milioni di euro, con costi di gestione addizionali pari a 4,5 milioni di euro/anno. Si prevede la costruzione di un nuovo impianto di selezione per le frazioni secche differenziate riciclabili, per il quale si valuta l’integrazione con un’evoluzione dell’attuale impianto di trattamento  del RUR - rifiuto urbano residuo (con riferimento a valorizzazione energetica o come materia del sovvallo secco). Si propone inoltre di realizzare un impianto per la valorizzazione della frazione secca da selezione del RUR, attraverso la produzione di CSS per recupero energetico o l’estrazione di frazioni recuperabili come materia, anche a servizio di ambiti contermini, come previsto dal Piano regionale rifiuti. Costo pari a 3,5 milioni di euro, con costi di gestione addizionali pari a 2 milioni di euro/anno. Tutto ciò da valutare in relazione a vincoli ambientali del sito di Tolentino, in relazione alla presenza della Riserva naturale dell’Abbazia di Fiastra, per la quale si propone una riperimetrazione.   Per quanto riguarda la discarica, il documento ricorda che l’attuale discarica di Cingoli ha capienza fino al 2022. Anche in tal caso, per il futuro si suggerisce la prospettiva di una soluzione sovra ATO. Si propone di valutare tali interventi in un’ottica di trattamento di flussi provenienti da altri contesti. Si propone la realizzazione della Carta dei servizi e del Regolamento tipo sui rifiuti.     Fin qui i contenuti del documento preliminare su cui l'associazione Marche Rifiuti zero e Zero Waste Europe si confronteranno con i Sindaci, sabato 21 aprile all'Hotel San Claudio di Macerata, per valutare la sostenibilità delle proposte e individuare insieme le migliori soluzioni verso la strategia rifiuti Zero.     

20/04/2018
Cingoli, al via la ventunesima edizione della Gran Fondo per Mountain Bike "9 Fossi"

Cingoli, al via la ventunesima edizione della Gran Fondo per Mountain Bike "9 Fossi"

Mancano solo 10 giorni alla ventunesima edizione della Gran Fondo per Mountain Bike "9 Fossi" di Cingoli, l'evento ormai diventato un punto di riferimento per tantissimi appassionati delle ruote grasse che in più di mille ogni anno affollano la griglia di partenza. Il secondo ventennio inizia all'insegna di alcune piccole modifiche sul percorso, che rendono la gara più tecnica, più mountain bike avendo tolto alcuni pezzi asfaltati che già erano poco presenti nelle scorse edizioni. Un percorso di circa 49,5 km quindi un km più corto rispetto al passato e 1750 metri di dislivello ovvero 100 metri  in meno rispetto al 2017, ma non per questo da sottovalutare, l'inserimento infatti di un tratto in salita nella seconda parte del percorso si farà certamente sentire. Previsto anche il percorso corto come sempre per Allievi, Esordienti e Cicloturisti e quest'anno anche per e-bike, queste ultime potranno scegliere una volta in gara di fare una versione hard del percorso corto. Come sempre un occhio anche all'enogastronomia, pasta party ormai nel segno della tradizione. La partenza della manifestazione di domenica 29/4/2018 avverrà come sempre dalla strada parallela ai Viali Valentini. Il percorso sostanzialmente si suddivide in due parti, quella settentrionale che gravita nella zona del Monte Nero/Panicali più tecnica, mentre il tratto settentrionale caratterizzato da una maggiore panoramicità e scorrevolezza, si caratterizza principalmente per il tratto cronometrato di Fosso Vareno dove verranno premiati il biker uomo e la biker donna più veloci nel tratto cronometrato in discesa. I passaggi al Tetto delle Marche, al Petto delle Piane, Cima Mastro Luca e Cristo delle Marche rappresentano i punti più panoramici del percorso con un panorama che spazia dalla costa romagnola fino alla Majella. Il comitato organizzatore come sempre si è adoperato per rendere la manifestazione sempre più sicura, circa 140 persone saranno dislocate lungo il percorso, due ambulanze a disposizione, una motoambulanza, una e bike attrezzata per il soccorso, un punto di primo soccorso vicino alla partenza che ricordiamo si trova a circa 500 metri dall'Ospedale Cittadino. Riprese aeree della manifestazione con elicottero e con un drone, riprese anche in gara a bordo di un quad e la presenza dell'emittente locale Tv Centromarche. Quattro i ristori previsti lungo il percorso.Nel corso degli anni la 9 FOSSI è entrata a far parte di numerosi circuiti e combinate che permettono un risparmio sulla quota di iscrizione con le numerose proposte di abbonamento e anche possibilità in più di premiazione. Le iscrizioni chiuderanno il 25 aprile a mezzanotte dopodichè riprenderanno sabato 28 aprile dalle 16.00 alle 20.00 con quota maggiorata, sarà possibile iscriversi anche domenica mattina dalle 7.30 alle 9.00 al prezzo di € 40 per il percorso lungo ed € 35 per il corto. L'edizione 2017 è stata vinta dall'ex professionista su strada Francesco Casagrande Cicli Taddei, mentre in campo femminile si è affermata la marchigiana Daniela Stefanelli del Cicli Cingolani. Numerosi gli stand espositivi lungo i Viali Valentini. Importanti le premiazioni che prevedono oltre l'assoluta maschile e femminile, anche il premio per il miglior discesista uomo e donna, numerosi premi ad estrazioni per i cicloturisti, una city bike ad estrazione, premi per i primi 10 gruppi per numero di partecipanti, e premi per i primi 12 di categoria fino alla Master 8. 

20/04/2018
Macerata Racconta gli Enigmi: dal 30 aprile al 6 maggio incontri letterari, mostre e spettacoli

Macerata Racconta gli Enigmi: dal 30 aprile al 6 maggio incontri letterari, mostre e spettacoli

Dal 30 aprile al 6 maggio 62 appuntamenti, 70 ospiti in 17 luoghi del centro storico e 47 le case editrici alla Fiera dell'editoria Marche Libri Tanti eventi gratuiti che animeranno 17 luoghi del centro storico cittadino con 62 appuntamenti tra incontri letterari, spettacoli, mostre, laboratori e convegni, 70 gli ospiti tra i quali Concita De Gregorio, Marco Damilano, Federico Rampini, Stefano Bartezzaghi, Alessandro Robecchi, Emiliano Fittipaldi, Diego De Silva, Licia Troisi e Mariapia Veladiano e Carolina Orlandi, 47 le case editrici presenti alla Fiera dell’editoria Marche libri e oltre 30 i soggetti che collaborano, al di là dell’associazione promotrice, dei partner istituzionali e degli sponsor, che collaborano all’evento.  

20/04/2018
Esce in tutte le librerie italiane "Scarfiotti. Dalla Fiat a Rossfeld di Paola Rivolta"

Esce in tutte le librerie italiane "Scarfiotti. Dalla Fiat a Rossfeld di Paola Rivolta"

A cinquant’anni dalla morte del leggendario pilota automobilistico Lodovico Scarfiotti, Liberilibri dà alle stampe Scarfiotti. Dalla Fiat a Rossfeld di Paola Rivolta, un libro che racconta le sue imprese (resta l’ultimo italiano ad aver vinto con una Ferrari sul circuito di Monza) e la storia della sua famiglia nel corso del Novecento, a partire dal nonno, primo presidente della Fiat da cui aveva preso il nome. Il libro è stato presentato in anteprima nazionale in Municipio a Potenza Picena, città dove la famiglia Scarfiotti risiede dai primi decenni del secolo scorso e dove Lodovico è celebrato dai suoi concittadini con un Memorial motoristico di livello internazionale a lui dedicato giunto, quest’anno, alla quarta edizione.  In Sala Giunta ad accogliere l’autrice Paola Rivolta e Luigi Scarfiotti, figlio di Lodovico, il Sindaco Francesco Acquaroli, il Presidente del Consiglio Comunale Mirco Braconi, tutta la Giunta Municipale oltre la stampa locale insieme ad amici ed appassionati dell’indimenticato campione gentleman.  L’8 giugno 1968, a Rossfeld in Germania, la Porsche 910 guidata da Lodovico Scarfiotti esce di strada durante le prove del Premio delle Alpi, corsa in salita che si disputa a Rossfeld in Germania. In questo incidente Scarfiotti, vincitore del Gran Premio d’Italia del 1966 per la Ferrari e, fino ad oggi, ultimo pilota italiano a trionfare a Monza per la scuderia modenese, perde la vita. Al momento della sepoltura, sulla tomba di famiglia, accanto al suo nome sono incise anche le date di nascita e morte del nonno Lodovico che all’inizio del secolo aveva ricoperto il ruolo di primo presidente della Fiat e con il quale il pilota condivide, oltre al nome, ora anche il destino di una fine violenta e precoce. “Nel romanzo storico-biografico scritto da Paola Rivolta – ha sottolineato Maria Stefania Gelsomini, responsabile della promozione e comunicazione di Liberilibri -  intitolato Scarfiotti: Dalla Fiat a Rossfeld, in uscita ad aprile nella collana Narrativa, l’autrice ricostruisce, grazie a lunghe e approfondite ricerche d’archivio, gli eventi e le imprese in campo imprenditoriale e sportivo della vita di questi due uomini che hanno lasciato un segno tangibile nella storia industriale e sportiva italiana, dalla quale però sono stati, in qualche modo, estromessi”. Anello di congiunzione tra le due generazioni e fulcro di questa saga familiare è Luigi Scarfiotti, deputato, industriale, gentleman driver, figlio dell’imprenditore Lodovico e padre del pilota. Un racconto biografico tutto italiano in cui passioni, affari, politica e sport s’intrecciano indissolubilmente, nel passaggio di un secolo, con due guerre mondiali, il fascismo, ripetute crisi finanziarie e il boom economico degli anni Sessanta. Il libro verrà presentato domenica 22 aprile al Motor Legend Festival - Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Insieme all’Autrice, interverranno Luigi Scarfiotti, figlio di Lodovico, lo storico dell’automobilismo Gianni Cancellieri e il progettista di Formula 1 ed ex direttore tecnico della Ferrari Mauro Forghieri.  

20/04/2018
Droga, armi, sim e patenti false: operazione della polizia all'Hotel House e al River Village

Droga, armi, sim e patenti false: operazione della polizia all'Hotel House e al River Village

Nel pomeriggio di ieri, con l’impiego di 20 uomini della Polizia di Stato, è stato effettuato un servizio anticrimine nel comune di Porto Recanati con particolare riguardo ai complessi residenziali River Village e Hotel House. Nel corso delle operazioni, condotte anche con l’appoggio di un elicottero della Polizia di Stato, gli agenti hanno effettuato 17 perquisizioni nei confronti di pregiudicati orbitanti nel mondo della droga e 9 perquisizioni nei confronti di altrettanti appartamenti ubicati all’interno dell’Hotel House. Sono state inoltre identificate 45 persone e sottoposti a controllo 23 veicoli. All’interno di una delle abitazioni, in uso ad un soggetto di origini pakistane di 36 anni, sono stati rinvenuti quattro flaconi di metadone e altre sostanze stupefacenti, un pugnale, alcune schede intestate in modo fittizio utilizzate per gestire l’attività di spaccio e la somma di alcune centinaia di euro sicuramente provento dello spaccio di stupefacenti da parte dell’uomo, nullafacente, pluripregiudicato soprattutto per reati connessi il traffico di droga. L’uomo è stato deferito all’A.G. per il reato ai fini dispaccio di sostanze stupefacenti. Un altro soggetto di origini albanesi è stato trovato in possesso di una sim card intestata in modo fittizio, anche in questo caso sicuramente utilizzata per gestire l’attività di spaccio mentre un altro cittadino albanese è stato trovato in possesso di una patente di guida rilasciata dalle autorità albanesi risultata essere falsa. Altri tre cittadini di origini pakistane sono stati trovati in possesso di hashish motivo per cui sono stati segnalati alla competente autorità giudiziaria.   All’interno di un pianerottolo è stato identificato un tossicodipendente residente in provincia di Teramo, pluripregiudicato per reati connessi all’uso di stupefacenti, che si era recato nel palazzo alla ricerca di droga. Il giovane, 29 anni, è stato rimpatriato con foglio di via obbligatorio con divieto di fare ritorno nel comune di Porto Recanati per tre anni.

20/04/2018
Ragazzi in gita, ma l'autobus non era in regola e procedeva a velocità elevata. Pesante sanzione per una società di trasporti.

Ragazzi in gita, ma l'autobus non era in regola e procedeva a velocità elevata. Pesante sanzione per una società di trasporti.

Sfrecciava lungo la Civitanova - Foligno a velocità più alta del consentito. Fin qui nulla di strano, se non fosse che stiamo parlando di un autobus a due piani che trasportava ragazzi in gita scolastica. Quando la Polizia Stradale ha intimato l'alt, inoltre, é emerso che quel mezzo non aveva rispettato le disposizioni in materia di ore di riposo del conducente e che le dotazioni di sicurezza a bordo non erano in regola con quanto previsto dalla normativa. E' accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, lungo la SS77, e la società di trasporti, ora, dovrà pagare una multa di oltre 1000 Euro. E' il primo risultato dell'iniziativa della Polizia di Stato "Gite scolastiche in Sicurezza". Avviata in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca é stata voluta per rendere più sicuro il trasporto scolastico in occasione delle gite e dei viaggi d'istruzione. E proprio in questo periodo, in cui sono più numerosi i viaggi di istruzione, la Polizia Stradale di Macerata, diretta dal dott. Massimo Laliscia, sta dedicando la massima attenzione a questo delicatissimo settore del trasporto su strada e imprimendo massimo impulso ai relativi controlli. In particolare, gli Istituti Scolastici della provincia inviano alla Sezione Polizia Stradale le segnalazioni dei viaggi di istruzione programmati, con indicazione del percorso, degli orari di partenza e di ritorno, dell'azienda di noleggio con conducente e della targa dell'autobus che effettuerà il trasporto. Il personale della Polizia Stradale, attraverso le proprie banche dati, effettua specifici controlli finalizzati a verificare la regolarità documentale di tutti i veicoli che svolgono tale attività (revisione, assicurazione ed idoneità del veicolo al noleggio con conducente). Alle verifiche documentali, seguono controlli, su strada, prima della partenza, lungo l'itinerario e al dentro delle gite scolastiche, per verificare l'idoneità dei conducenti e delle dotazioni e gli equipaggiamenti di sicurezza degli autobus.

20/04/2018
San Severino, l'Asd Torre Smeducci ha ospitato la sfida provinciale per giovani scacchisti - FOTO

San Severino, l'Asd Torre Smeducci ha ospitato la sfida provinciale per giovani scacchisti - FOTO

Due importanti eventi per gli appassionati di scacci nella città di San Severino Marche. Promossa dall’associazione sportiva dilettantistica “La Torre Smeducci”, presieduta da Caterina Ciambotti, nello splendido palazzo Vescovile si è tenuto il campionato provinciale giovanile che ha visto 35 ragazzi contendersi il titolo di campione  provinciale 2018. A conquistare il riconoscimento, per la categoria Under 8 femminile, è stata Raffaella Leo, per quella maschile Fabio Cacciani. Per la categoria Under 10  femminile Marika Falistocco, per quella  maschile Costantino  Pietroni. Per la Under 12 femminile Sofia Boresta, per quella maschile Lorenzo Brugnoni. Nella categoria Under 14 laurea di campione provinciale ad Andrea  Arielli per la categoria Under 16 Marco  Pasqualoni. Ben sei i campioni del circolo settempedano. Alla cerimonia di premiazione dei campioni provinciali ha preso parte anche l'assessore comunale allo Sport, Paolo Paoloni. E il 17 giugno in città verrà ospitata anche la fase regionale del Trofeo Coni.  

20/04/2018
Civitanova, deve scontare 4 anni e 8 mesi di carcere: 36enne portato in carcere a Fermo

Civitanova, deve scontare 4 anni e 8 mesi di carcere: 36enne portato in carcere a Fermo

I carabinieri di Civitanova nel pomeriggio di giovedì hanno arrestato un uomo di 36 anni residente sempre a Civitanova  a seguito di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Ancona.  L'uomo deve scontare una pena di 4 anni e 8 mesi di reclusione per episodi di spaccio commessi in provincia di Macerata fra l'aprile e l'ottobre del 2012. L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trasferito al carcere di Fermo a disposizione dell'autorità giudiziaria.  A Porto Recanati, invece, i carabinieri hanno denunciato a piede libero due persone. Si tratta di un tunisino di 31 anni, trovato in possesso di 3 grammi di hashish, e di un civitanovese di 36 anni che aveva con sè un grammo della stessa sostanza.

20/04/2018
Tentano una rapina, ma il cane li azzanna. Brutta avventura per un consigliere comunale di Porto Recanati

Tentano una rapina, ma il cane li azzanna. Brutta avventura per un consigliere comunale di Porto Recanati

Brutta avventura per il consigliere comunale di Porto Recanati Salvatore Caruso. Hanno provato a rapinarlo, ma non avevano fatto i conti con il cane che stava portando a passeggio. Così due malviventi si sono dovuti dare alla fuga, rimediando uno un morso ad un polpaccio e l’altro un pugno. E’ quanto accaduto vicino al sottopasso che si trova nei pressi dell’Hotel House. Il consigliere comunale stava passeggiando con il suo cane, poco prima delle 23 di mercoledì, quando due stranieri lo hanno avvicinato. Neanche il tempo di capire cosa volessero che i due hanno iniziato a mettergli le mani addosso, tentando di raggiungere le tasche e intimandogli di consegnargli quanto di valore avesse addosso. Ma non avevano fatto i conti con il cane, che non ha esitato un istante ad azzannare uno dei due ad una gamba. A quel punto, approfittando dell’effetto sorpresa, Caruso è riuscito a colpire l’altro rapinatore. Ai due malviventi non è rimasto altro da fare se non darsi alla fuga. L’episodio è stato denunciato ai carabinieri, con Caruso che, nella colluttazione, ha riportato anche una contusione ad una mano.

20/04/2018
Anne Sexton a Porto Recanati: al via "I concerti della domenica"

Anne Sexton a Porto Recanati: al via "I concerti della domenica"

Il Massachussets e Porto Recanati vicini, almeno per un pomeriggio, nel nome della poesia. Infatti domenica 22 aprile, nella splendida cornice della Pinacoteca Moroni, alle ore 17:30, l’Associazione Lo Specchio propone una partenza da urlo per la rassegna “I concerti della domenica”. Il doppio evento, che vedrà poi a maggio la presenza nella città rivierasca del mito Jack Hirschman, gode del Patrocinio del Comune di Porto Recanati. Dunque un bi-appuntamento che   interseca la musica alla poesia e che parte con un omaggio alla poetessa americana Anne Sexton. A rendere onore alla grande poetessa, una delle voci più innovative e scomode della poesia contemporanea, sarà Rosaria Lo Russo, poetessa performer fiorentina che da anni, sia come saggista, che come divulgatrice e interprete, porta in giro per l’Italia i versi della Sexton. Insegnante di letteratura e di poesia ad alta voce, la Lo Russo si occupa da sempre del binomio poesia-teatro e molte sue performance hanno riscosso successo anche all’estero. L’appuntamento sulla Sexton sarà presentato da Piergiorgio Viti, poeta e professore marchigiano e vedrà, al termine, un interessante appuntamento musicale con il duo Blanche, formato da Bianca Semplici alla voce e Cesare Sampaolesi alla chitarra. I Blanche proporranno i brani più noti degli anni ’60-’70, anni rivoluzionari, contraddittori, trasgressivi, che fanno da cornice alla vita e alle opere della Sexton, idolo delle femministe americane, perché capace di parlare alle donne e delle donne in modo unico, esemplare.  

Al via la campagna d'ascolto promossa da "Uniti per Treia"

Al via la campagna d'ascolto promossa da "Uniti per Treia"

Al via la campagna d'ascolto promossa da “Uniti per Treia”: primo incontro a Santa Maria in Selva il 23 aprile; poi a Treia il 27; Passo di Treia il 4 maggio e, infine, Chiesanuova l'11 maggio. Orario di inizio fissato per le 21.15. Si discuterà delle attività consiliari svolte dal 2014 a oggi e le ragioni della formazione del gruppo d'opposizione dopo l'accordo raggiunto tra i consiglieri Andrea Mozzoni, Gianluca Gagliardini e Francesco Sassaroli: i primi eletti nella lista “MeritiAmo Treia”, mentre Sassaroli - al quale è poi subentrato Michele Palazzesi - tra le fila di “Il futuro nel cuore”. Al centro degli incontri verrà posto il confronto sulla scuola del futuro dopo il terremoto del 2016. Sarà illustrata la proposta di “Uniti per Treia”, protocollata in Comune l'agosto scorso e già comunicata all'Istituto comprensivo, vantaggiosa dal punto di vista economico (terra agricola) e strategica nell'ottica di un moderno campus scolastico, in un terreno che possa consentire un'eventuale e omogenea espansione, oltre ad abbattere i costi d'acquisto e di gestione, garantendo una pari offerta formativa. L'obiettivo più urgente è conoscere l'opinione dei treiesi rispetto all'acquisto dell’area “Bell'Amore” proposta dalla Giunta: una superficie, posta in un fosso che presenta dislivelli tra i 10 e i 15 metri, con un'edificazione disgregata di varie strutture incassate tra proprietà private. Tra l'altro, l'area, a destinazione residenziale e del valore complessivo di circa 3 milioni di euro, è legata a un procedimento fallimentare e dovrà essere acquistata con asta pubblica. La spesa preventivata da Capponi, 1 milione di euro, è senza copertura: il finanziamento di circa 9 milioni di euro del Governo non prevede l'acquisto dell'area e il rimborso per l'assicurazione da terremoto ad oggi andrebbe persino decurtato da tale cifra secondo quanto stabilito dalla commissario De Micheli. “Uniti per Treia” propone la firma di una petizione che, da un lato, boccia l'area “Bell'Amore”, in netto contrasto alla visione di scuola del futuro; e, dall'altro, auspica la valutazione di altre proposte, compresa la propria, con pari serietà e non sbrigativi accantonamenti . Allo stesso tempo, la campagna d'ascolto consentirà finalmente ai treiesi di esprimersi liberamente e di scegliere, numeri alla mano, tra la realizzazione di un polo universale per tutto il territorio; la riqualificazione degli edifici già esistenti; oppure orientarsi verso quanto già preventivato: i poli di Treia e Passo di Treia, con l'unione di tutte le scuole medie nel capoluogo. Nulla è ancora compromesso visto anche lo stallo del Governo, ma ora spetta ai treiesi far sentire la propria voce, in modo consapevole e senza accontentarsi di una scelta unilaterale che condizionerà il futuro della città per i prossimi 100 anni.

20/04/2018
Macerata, orari slot limitati. La protesta: "Carancini ha un bidone di spazzatura al posto del cuore"

Macerata, orari slot limitati. La protesta: "Carancini ha un bidone di spazzatura al posto del cuore"

Il Comune di Macerata ha deliberato la limitazione dell'utilizzo delle slot e video poker che dovranno restare spente dalle 7 alle 10 e dalle 15 alle 20. Una decisione che ha, ovviamente, incontrato la contrarietà di chi ha i dispositivi elettronici nei propri esercizi commerciali. Che hanno protestato a modo loro, non senza un pizzico di ironia, mutuata dalle ormai celeberrime esternazioni di Gianluigi Buffon rivolte all'arbitro di Real Madrid-Juventus di Champions. E così ad avere un "bidone della spazzatura al posto del cuore" non è il giudice di gara, ma il sindaco del Comune di Macerata...

20/04/2018
Macerata ai Maceratesi, volantinaggio anticriminalità a Piediripa

Macerata ai Maceratesi, volantinaggio anticriminalità a Piediripa

Proseguono a tamburo battente le passeggiate del gruppo Macerata ai Maceratesi, che nella tarda serata di giovedì 19 Aprile ha effettuato un volantinaggio anticriminalità a Piediripa nella zona di via Volturno, lasciando nelle cassette postali dei residenti volantini sulla tragica vicenda di Pamela e contro le attuali politiche, locali e nazionali, in materia di sicurezza e gestione dei flussi migratori.

20/04/2018
Camerino: una mozione e una interrogazione sul Parcheggio Meccanizzato

Camerino: una mozione e una interrogazione sul Parcheggio Meccanizzato

Che ne sarà del parcheggio meccanizzato di Camerino, quali sono i danni riportati e in quanto tempo se ne potrà ripristinare la funzionalità? Sono solo alcune, in sintesi, delle domande che i rappresentanti di Comunità e Territorio, Fabio Trojani, Marco Fanelli ed Andrea Caprodossi, pongono all'amministrazione comunale di Camerino. Una interrogazione, dunque, per conoscere la situazione della importante struttura a ridosso delle antiche mura dlela città ducale che fino a prima del sisma era adibita a parcheggio in funzione di tutto il centro storico, con tanto di risalita meccanizzata. Oggi quella struttura é inagibile. Ma anche se i danni si dovessero rivelare di lieve entità e facilmente superabili, é impensabile che quello spazio possa tornare alla sua funzione originaria, visto che il centro storico di Camerino é interamente zona rossa e a nessuno servirebbero, quindi, dei parcheggi. Una consapevolezza che il gruppo di minoranza fa propria, proponendo al sindaco una nuova destinazione per il parcheggio. Una proposta che prevede "la sistemazione immediata del  parcheggio con risalita meccanizzata e subito dopo didestinare la struttura integralmente o in parte a deposito di mobili e suppellettili da parte dei cittadini del centro storico, che ne facciano richiesta durante la fase della ricostruzione degli edifici lesionati".

20/04/2018
Comitato 30 ottobre: "Pezzanesi? Il lamento di un bambino non invitato alla festa"

Comitato 30 ottobre: "Pezzanesi? Il lamento di un bambino non invitato alla festa"

Dal Comitato 30 Ottobre di Tolentino riceviamo “Soldi, soldi, soldi, Tanti soldi, Beati siano i soldi Benemeriti soldi perché...". Sicuramente il nostro Sindaco se la suona, se la canta e se la balla! Beato lui! Il suo comunicato è  la lamentela di un bambino non invitato ad una festa di compleanno! Peccato però che non stiamo parlando di feste! Parliamo di terremoto, di distruzione di case e  della vita di tutte le persone che hanno perso la propria. A quasi due anni dal sisma non è accettabile da parte di un  Sindaco di un comune che ha più di 4 mila persone ancora sfollate parlare di  costruzione  di tensostrutture o ristrutturazione di bocciofile o nuovi campi da tennis (forse vede i suoi amati cittadini fuori forma!). Abbelliamo il centro storico e beati noi che ancora lo abbiamo! Presenta progetti da casa del Mulino Bianco e vende solo fumo, si, perché quelle case le vedremo a più di quattro anni dal sisma! La zona container sembra ancora una sede di un contingente militare all' estero! Per non parlare che Lei chiede pazienza alle 238 persone che abitano lì da quasi due anni. La pazienza caro Sindaco è finita. Lei che decanta quanto bene vuole ai suoi cittadini, per non parlare quando si appella ai Santi ed impartisce benedizioni! Le persone sono stanche, noi siamo stanchi dei suoi continui attacchi sterili vogliamo i fatti, ma non solo quelli suoi, vogliamo le case, le famose case (solo 23!) promesse in consegna a novembre 2017! Confonde le richieste con le provocazioni, avverte addirittura odio e invidia da parte di chi per Lei emette solo sentenze su brillanti risultati...quali? Proprio vero la legge dello specchio funziona sempre:" ciò che critichi  e non ci piace, corrisponde a una parte di te", che non si conosce o che non si accetta.”

20/04/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433