di Picchio News

Ritorna il Civitanova Film Festival: "L'amore che resta" dal 7 al 12 agosto

Ritorna il Civitanova Film Festival: "L'amore che resta" dal 7 al 12 agosto

Da domani (7 agosto) fino al 12 Agosto al Varco sul Mare (Lido Cluana) riparte il Festival dei cortometraggi ideato da Michele Fofi e Giuseppe Barbera e realizzato con il contributo del Comune di Civitanova Marche, Assessorato alla Cultura. Giunto ormai alla sesta edizione, il Civitanova Film Festival conferma la sua valenza per la città e la continuità di presenza nel panorama nazionale. Il concorso per cortometraggi rimane il focus della manifestazione. Le 17 opere in gara verranno proiettate nelle serate dell’8 e del 10 agosto dalle ore 22:00 e saranno giudicate, come di consueto, da una giuria artistica qualificata e dal pubblico. La kermesse terminerà mercoledì 12 agosto con la premiazione dei corti vincitori, a partire dalle ore 21:30. Come per le precedenti edizioni inoltre, sono previste proiezioni di lungometraggi, dibattiti, momenti di confronto e intrattenimento. Il tema del Festival è: “L’amore che resta” -  L’amore raccontato dal cinema, l’amore in letteratura, lo sport, il gioco, il nuovo e quello che fu. Perché siamo fatti di luoghi, di anni, di vicende, di arte, di slanci e colpi d’arresto. Siamo, appunto, l’amore che resta. Un Festival di forte impronta territoriale per raccontare le nostre eccellenze e gli artisti che si sono distinti fuori regione. Ma anche un’edizione che coinvolge lo sguardo di giovani autori di varie parti del mondo che con i loro cortometraggi concorreranno al Premio Stelvio Massi (miglior corto). In giuria, sulla scia dell’intento di valorizzare esponenti marchigiani del mondo del cinema e non solo, ci saranno: Luca Caprara (direttore artistico Corto Dorico), Francesca Della Valle (copywriter), Giorgio Cingolani (regista ed antropologo), Chiara Malerba (responsabile NuovoCinema Azzurro di Ancona) e Kristian Sensini (compositore di musiche per cinema). In qualità di ospiti d’eccezione ci saranno: Roberta Saccoccio (regista) autrice, fra l’altro, del popolare documentario sulle pescivendole civitanovesi “Meio de pesce che d’oio santo” che presenterà il suo ultimo lavoro “Identità migratorie” che affronta il tema degli emigrati marchigiani in Argentina. Claudio Balboni (fra gli sceneggiatori del corto “La strada vecchia” premiato alla Mostra del Cinema di Venezia). Antonio Malagrida (professore e poeta che si esibirà in letture poetiche dal titolo “Non mi toccate Maradona per favore”). Mauro Peroni (filosofo) che con il contributo di Laura Manzi (psicologa, psicoterapeuta) presenterà il suo libro “Felicità possibile. Esercizi filosofici su sofferenza, desiderio e tempo”. Altro libro in scaletta è “Aristotele e l’infinità del male. Patimenti, vizi e debolezze degli esseri umani”. Sarà presente l’autrice Arianna Fermani (docente). Inoltre saranno ospiti i ragazzi di FurgonCinema, ormai realtà consolidata di volontari che portano il cinema all’aperto nelle zone dei terremotati. Questa edizione, infine, può vantare la collaborazione con il Museo del Cinema a Pennello di Montecosaro. Sarà inoltre presente ed incontrerà il pubblico dopo la proiezione del film L’Ospite, l’attore protagonista Daniele Parisi. L’ingresso al Festival sarà gratuito.

06/08/2020
Macerata, Parcaroli risponde alle critiche e 'rimanda' i dibatti in tv: "La politica non è un talk-show"

Macerata, Parcaroli risponde alle critiche e 'rimanda' i dibatti in tv: "La politica non è un talk-show"

“Sono molto colpito dal polverone sollevato dalla sinistra e da alcune “forze” ad essa collegate per la questione della mia non partecipazione allo show televisivo organizzato da èTv Marche, ma anche sollevato per l’opportunità che ancora una volta le circostanze mi offrono di parlare alla città”. Con queste parole Sandro Parcaroli risponde all’attacco dei suoi avversari in merito alla decisione di non intervenire all’incontro pubblico di confronto tra i candidati sindaci previsto per lunedì 10 agosto. L’invito, giunto tramite mail, era stato recapitato allo stesso Parcaroli qualche giorno fa, nel pieno di una campagna elettorale entrata ormai nel vivo. “Era un invito e come tale l’ho considerato - dichiara il candidato sindaco Parcaroli -, rispondendo educatamente a tutti che i tantissimi impegni di queste settimane mi impedivano fisicamente di giungere preparato all’appuntamento. Ho parlato di preparazione e di studio, lo stesso che faccio precedere, da oltre 40 anni, ad ogni mio incontro professionale con i collaboratori interni o esterni all’azienda che ho fondato. La politica e soprattutto l’amministrazione di una città non sono un talk show, ma un lavoro serio, al quale vorrò sempre approcciarmi con responsabilità.  "Gli intrighi di corte non mi sono mai piaciuti e li ho sempre considerati una grande perdita di tempo - sottolinea inoltre Parcaroli -. Quando ho visto che i soliti 'manovratori occulti' (poi ormai neppure tanto occulti) volevano impedire il cambiamento della città, rimettendo in moto lo stesso gioco di soffiare su gelosie e particolarismi per mantenere diviso il centrodestra ho ritenuto che fosse giunto il momento di fare qualcosa di concreto. Mi sono candidato, facendo convergere sulla mia figura un’unione di intenti e valori mai così pienamente espressa."  "Ho iniziato a lavorare a testa bassa, avendo come unico obiettivo quello di mettermi al servizio della comunità maceratese. Voglio innanzitutto migliorare il programma, facendolo essere il più possibile attinente alla realtà della città. Desidero lavorare per compattare la squadra, che non deve essere la corte obbediente ad un apparato di potere, ma un gruppo di persone che si parlano e si rispettano, apportando ciascuna idee innovative ed energia positiva. - prosegue il candidato sindaco - "Infine vorrei progettare non la spartizione delle poltrone, ma la divisione e definizione delle responsabilità, affinché ognuno possa essere messo nella condizione di lavorare dove può produrre meglio, in base alle competenze in dote e all’esperienza maturata".  Parcaroli continua la sua dichiarazione dicendo che il suo "scopo non è vincere un dibattito pubblico, ma convincere la gente a credere nella forza di un cambiamento, perché mai e poi mai perderò quello sguardo fiducioso verso il futuro, che dà il senso e l’orientamento ad ogni mia azione. Non ho detto che non parteciperò a confronti pubblici con gli altri candidati, ma che lo farò a settembre". "La mia, come fanno sapere dalla sinistra a corto di possibili altre accuse nei miei riguardi, non è un’auto-dichiarazione di inadeguatezza - chiosa Parcaroli -, quanto piuttosto la volontà ad usare il tempo a disposizione per la finalizzazione di un progetto che è già pronto sulla mia scrivania e che verrà presentato alla città nel corso di uno speciale incontro che stiamo organizzando con i partiti della coalizione". 

06/08/2020
Macerata Folk, mercatino e conferenza il 7 agosto: come cambia la viabilità

Macerata Folk, mercatino e conferenza il 7 agosto: come cambia la viabilità

In vista delle iniziative previste per domani venerdì 7 agosto in città – lo spettacolo “Macerata Folk” all’arena Sferisterio, il mercatino di prodotti artigianali e somministrazione di bevande in piazza Mazzini e una conferenza in piazza Vittorio Veneto – il Comando della Polizia locale ha emesso un’ordinanza per regolamentare temporaneamente la circolazione nelle zone interessate dalle manifestazioni. Il provvedimento prevede: divieto di sosta con rimozione forzata in piazza Mazzini, su tutta l’area di parcheggio APM, valido dalle ore 14 alle 02,00 del giorno successivo, eccetto operazioni di carico e scarico connesse all’iniziativa, in viale Trieste, sul lato sinistro del tratto compreso tra viale Don Bosco e via Pannelli, eccetto veicoli degli operatori commerciali del mercatino di piazza Mazzini che espongono apposito “pass”, valido dalle ore 14 alle ore 02,00 del giorno successivo e in piazza Vittorio Veneto, sull’area di parcheggio APM, valido dalle ore 16 alle ore 20; - dalle 19,30 fino al termine dello spettacolo allo Sferisterio, previsto per le ore 01,00 del giorno successivo, sarà disposta la chiusura al traffico di piazza Mazzini con la seguente regolamentazione: divieto di transito in via Ciccarelli, a scendere verso piazza Mazzini, con sbarramento all’intersezione con via Lauro Rossi; inversione del senso di marcia in via Santa Maria della Porta, sul tratto compreso tra via Basily e via Lauro.Rossi, con direzione obbligatoria a destra valida per i veicoli provenienti da via Basily e direzione obbligatoria diritto, valida per i veicoli provenienti da via Gioberti; direzione obbligatoria a sinistra verso via Santa Maria della Porta, valido per i veicoli provenienti da via Padre Matteo Ricci; divieto di transito, eccetto espressamente autorizzati, e doppio senso di circolazione in via L. Rossi, sul tratto compreso tra via P.M. Ricci e via Ciccarelli, da posizionare all’intersezione con via P.M. Ricci; Inoltre, dalle 17 alle ore 19 sarà disposta la chiusura al traffico di piazza Veneto Veneto con la seguente regolamentazione della circolazione: divieto di transito in piazza Vittorio Veneto, eccetto residenti per accesso ad aree private - con sbarramento e deviazione del traffico proveniente da via Santa Maria della Porta in Via P.M. Ricci; divieto di transito in via Domenico Ricci, con obbligo di proseguire diritto per i veicoli circolanti in Via XX Settembre; divieto di transito in via Santa Maria della Porta, a salire verso piazza Vittorio Veneto (intersezione con via Basily), eccetto veicoli di pubblica utilità, a servizio dei disabili e residenti.    

06/08/2020
CBF Balducci Macerata, si alza il sipario sulla stagione: "ci attende un campionato equilibrato"

CBF Balducci Macerata, si alza il sipario sulla stagione: "ci attende un campionato equilibrato"

Si alza di fatto il sipario sul prossimo campionato della CBF Balducci HR Macerata. Ieri il raduno iniziale della squadra allestita grazie al lavoro del vice presidente e direttore sportivo Maurizio Storani con lo staff tecnico, medico e dirigenziale, oltre che con il main sponsor (rappresentato nell’occasione da Benedetta Balducci), prologo dell’inizio della preparazione pre-campionato nella giornata odierna. Soprattutto, l’occasione per rivedersi dopo la separazione repentina forzata dal Covid, e quindi per scambiarsi quel saluto che l’emergenza aveva impedito. “Per noi è un bel momento, perché sembra che ritorniamo alla vita – ha dichiarato il presidente Pietro Paolella – È bello rivedere lo staff che abbiamo avuto la fortuna di riconfermare, oltre che i nuovi arrivi. Poi ci sono le ragazze, quelle che sono state riconfermate dallo scorso anno e le nuove, le ho viste felici e cariche per questo nuovo inizio. Siamo tornati, siamo di nuovo tutti insieme per fare quello che più amiamo, la pallavolo. Abbiamo voluto fare una presentazione che permettesse alle ragazze di conoscere il cuore pulsante dello staff, dai tecnici e i dirigenti a tutte le persone che lavorano nel proprio ruolo per far sì che la CBF Balducci HR Macerata si possa togliere le soddisfazioni che in questi anni abbiamo avuto la fortuna di conquistarci.” Come detto, da oggi si inizia sul serio con il lavoro in palestra, con tutte le precauzioni del caso. Obiettivo è quello di arrivare pronti al 20 settembre, la data indicata per l’inizio della prossima Serie A2. “Ovviamente c’è grande entusiasmo per il fatto di ritornare a fare pallavolo, non può essere altrimenti – spiega coach Luca Paniconi – Pensiamo di aver costruito un buon organico. Sarà poi il campo a dire quale sarà l’effettiva qualità di questo gruppo. Come dico sempre sarà molto importante la capacità di rapportarsi e di creare la squadra. Questo è l’aspetto più importante perché si possono mettere insieme le individualità più forti ma se non si crea quell’alchimia, poi le cose non vanno. Ci aspetta un campionato competitivo, ci sono molte realtà che hanno costruito squadre ambiziose, diverse giocatrici sono scese dall’A1. C’è da capire come sarà colmato il vuoto lasciato da Trento ma in generale credo siano stati preparati due gironi molto equilibrati.”

06/08/2020
Macerata, Maurizio Battista torna allo Sferisterio con: "Ma non doveva andare tutto bene?"

Macerata, Maurizio Battista torna allo Sferisterio con: "Ma non doveva andare tutto bene?"

Maurizio Battista, dopo il successo dello scorso anno, torna in scena all’arena Sferisterio di Macerata con il suo nuovo spettacolo Ma non doveva andare tutto bene?. L’appuntamento con lo show del noto comico di cabaret oltre che attore, conduttore televisivo e regista italiano, organizzato dal Comune di Macerata e l’associazione Sferisterio, in collaborazione con Alhena Entertainment, Ventidieci e Isolani Spettacoli, è per mercoledì 19 agosto. Reduce dal successo record del Teatro Olimpico di Roma, che ha registrato oltre 47.000 presenze in cinque settimane, dopo la magistrale prova d’attore nella trasmissione per RaiDue “Poco di tanto”,  in cui abbiamo potuto ammirarlo in una veste diversa dimostrando una maturità a tutto tondo, questo nuovo spettacolo di Maurizio Battista rappresenta un ritorno alle scene e alla vita in cui l’artista e il suo pubblico si riappropriano degli spazi live per una serata divertente in massima sicurezza. Grazie alla sua proverbiale ironia Battista affronterà i temi che hanno cambiato il mondo e le vite di tutti, per farne oggetto di riflessione, ma sottolineando gli aspetti grotteschi e contraddittori che, pur nel disagio, hanno costituito motivo di ilarità. Lo spettacolo incorniciato da una imponente struttura di led, su cui gireranno contributi video significativi, ha un tema di fondo attualissimo. Fin dal titolo si intuisce come ogni argomento dalle campagne di sensibilizzazione ai dibattiti televisivi fatti di mille voci contrastanti, dalle “dirette” social alle soluzioni fai da te, sono un’occasione per farci divertire con intelligenza.  Ogni aspetto dello spettacolo, grazie anche all’uso delle musiche e quello dei contributi video originali, è utile per alternare momenti riflessivi a momenti di maggiore spensieratezza. Battista, in un continuo confronto tra Italia e “Resto del Mondo”, è pronto per far trascorrere una sera che verrà ricodata per molto tempo con gioia. Perché attraverso gli occhi del comico il mondo sembra più familiare, più bello o almeno più umano e perché con arguzia e semplicità Maurizio porta in scena una vera e propria filosofia di vita. Nel rispetto delle disposizioni vigenti in ordine all’emergenza sanitaria per l’evento è stata studiata una nuova pianta della location che prevede una capienza ridotta rispetto a quella tradizionale e posti assegnati in maniera alternata in modo da rispettare, in ogni settore, il distanziamento in conformità alle norme anti Covid. I biglietti per assistere allo spettacolo sono in vendita al Box Office dello Sferisterio, nei circuiti e presso i punti vendita abituali TicketOne e Ciaotickets e nei prossimi giorni anche nel circuito Vivaticket. Questi i prezzi, compresa la prevendita: Settore Platino  46 €, Settore Oro  40 €, Settore Verde 36 €, Settore Blu 36 €, Settore Rosso 30 €, Settore Giallo 25 e Balconata 20 € .

06/08/2020
Recanati, a breve una nuova casetta dell'acqua Astea nel quartiere Fonti San Lorenzo

Recanati, a breve una nuova casetta dell'acqua Astea nel quartiere Fonti San Lorenzo

Aumenta il numero delle casette dell’acqua che l'Astea ha realizzato nel territorio recanatese. Nei prossimi giorni ne verrà installata una nel quartiere Fonti San Lorenzo. La seconda entro la fine di quest’anno, in collaborazione con il Comune di Montecassiano, in zona Sambucheto. "La sensibilità del Comune di Recanati per l'ecologia e l'ambiente – afferma Francesco Fiordomo, Assessore ai lavori pubblici con delega alle partecipate - è nota e ora abbiamo fatto uno sforzo in più disponendo la realizzazione di due nuove casette dell'acqua".  “Le nuove casette dell’acqua – dice il Presidente Astea Massimo Scalmati - serviranno a risparmiare e a tagliare ulteriormente la plastica delle bottiglie, del resto l'impegno dell'azienda è forte sul tema del risparmio e della compatibilità". Nel 2019 sono stati 5 milioni i litri di acqua prelevati dagli utenti nelle 12 casette Astea. A Recanati i litri prelevati sono stati l’anno scorso 968mila, 577mila nel rione Le Grazie e i 391mila di via Loreto. Significativo anche il dato della plastica risparmiata all’ambiente. Usando le fontane pubbliche si è evitato infatti di comprare nel solo 2019 ben 3.348.000 bottiglie di plastica da un litro e mezzo, di cui 644.000 a Recanati. Analizzando la quantità di PET (la plastica riciclabile con cui vengono realizzate le bottiglie in commercio) emerge che ne è stato evitato il consumo nel 2019 (nel totale delle 12 casette) di 940 quintali, di cui ben 180 quintali a Recanati.

06/08/2020
Serie C, ancora una conferma in casa Matelica: Barbarossa rimane in biacorosso

Serie C, ancora una conferma in casa Matelica: Barbarossa rimane in biacorosso

  Proseguono le riconferme in casa Matelica: anche il centrocampista classe 2000 Filippo Barbarossa continuerà a far parte della rosa a disposizione di mister Colavitto per la Serie C 2020/21. Umbro di Corciano, cresciuto nel settore giovanile del Perugia, Barbarossa ha totalizzato ben 21 presenze impreziosite da una rete nella scorsa stagione, dopo che in precedenza si era già messo in bella evidenza al Torneo di Viareggio e con la Berretti della sua città. Al DS Micciola è come ormai di rito affidata la presentazione del quarto confermato in casa biancorossa: “Filippo – ha commentato Micciola – andrà a rinforzare il pacchetto under visto che abbiamo bisogno di giovani bravi e desiderosi di far bene. E’ al secondo anno con noi, si è ambientato bene e si è messo molto in mostra nella seconda parte di campionato qualche mese fa. Un ottimo elemento dentro e fuori dal campo”. “Sono felice - ha dichiarato il ventenne mediano - di proseguire il percorso iniziato la scorsa stagione e coronato con la vittoria del campionato. Per me è stata la prima stagione tra i grandi e sono più che soddisfatto della crescita avuta. Ringrazio la Società e tutti i compagni per la stima e le belle emozioni vissute insieme. Quest’anno in Lega Pro il mio obiettivo sarà continuare a migliorare e fare bene e prometto sin da ora che mi impegnerò al massimo per raggiungerlo”.

06/08/2020
Civitanova, l'assessore Capponi scrive al Ministero: "Sulla riapertura delle scuole servono chiarimenti"

Civitanova, l'assessore Capponi scrive al Ministero: "Sulla riapertura delle scuole servono chiarimenti"

L'assessore all'Istruzione Barbara Capponi ha inviato, ieri, una seconda lettera al Ministero per chiedere chiarimenti su aspetti urgenti legati alla ripresa in sicurezza delle lezioni a scuola. Il Comune di Civitanova, infatti, attende dal 24 luglio urgente riscontro ad una prima missiva inviata congiuntamente al comune di Potenza Picena, per poter attuare idonee misure previste a seguito dell’emergenza causata dall’epidemia da coronavirus. “E’ di poche ore fa la notizia della firma del Protocollo con i sindacati per la ripresa in sicurezza dell'anno scolastico, ci informeremo nel merito per capire se finalmente è stata fatta la necessaria chiarezza – spiega l’assessore Capponi -. Siamo in contatto costante tra istituzioni, ma restiamo bloccati nella pianificazione di alcune soluzioni, oltre che preoccupati da alcune notizie su strumenti o percorsi ventilati”.  In particolare, per quanto riguarda l’utilizzo di banchi singoli dotati di rotelle, mancano chiarimenti sia nel caso di eventi sismici che per quanto riguarda la fruizione ordinaria, in particolare da parte di alunni e studenti con ridotta motilità. "In caso di terremoto - sottolinea l'assessore -, non sarebbe possibile per i ragazzi mettersi al riparo sotto al banco, come viene raccomandato da anni nelle linee guida in caso di scosse: ancora, la mobilità della struttura, ondeggiando, potrebbe creare seri ed importanti problemi di sicurezza in relazione alla tempestiva uscita degli alunni e degli insegnanti dall’aula".  Molti i nodi aperti sollecitati, uno importantissimo è quello sulla refezione scolastica, per cui è attivo un confronto costante con l'Asur, che inizierà a breve i sopralluoghi con la ditta che eroga il servizio per verificare la possibilità di scodellamento, ove il refettorio non basti, per evitare la possibilità del lunch box. Anche in questo caso, si sollecitano linee chiare ministeriali, così come si chiedono chiarimenti certi per gli ingressi a scuola suddivisi per orari diversi, specialmente per le famiglie che hanno più figli, soprattutto se in plessi differenti, che dovranno necessariamente incastrare i propri orari con l’ingresso al lavoro. Prosegue l'assessore "Notizia di ieri è che i piccoli con patologie respiratorie non potranno entrare in classe: i bambini, da sempre, indipendentemente dal Covid, d’inverno hanno il raffreddore. Ribadiamo il suggerimento inviato nella missiva precedente di prevenire eventuali contagi dando al pediatra o medico di libera scelta la possibilità di prescrivere velocemente e gratuitamente il tampone a quei bambini che presentino una sintomatologia sospetta. Questo nel pieno rispetto di ogni diritto istituzionale di tutti gli attori coinvolti, garantirebbe una individuazione precoce di casi da monitorare, evitando lunghe quarantene potenzialmente inutili che danneggerebbero l’equilibrio logistico ed economico delle famiglie e della comunità intera".  Infine, come già scritto nella prima comunicazione, si chiede di prevedere unicamente, qualora un bambino presenti qualche sintomo nel caso della mattinata scolastica, che l’unica via sia quella di attivare immediatamente il genitore o suo delegato che verrà a prenderlo a scuola quanto prima e contatterà il medico di fiducia per individuare la trafila da seguire.  "L'alleanza tra istituzioni è fondamentale così come quella coi cittadini. Ringrazio tutti coloro con cui mi sono confrontata, tra cui i genitori che in molti modi mi hanno cercata per un confronto reciproco e proattivo da cui sono scaturite riflessioni importanti sfociate anche nei suggerimenti inviati. Inoltre, dopo questi giorni di ferie, rientrati tutti i necessari partecipanti, di cui abbiamo già chiesto la disponibilità, sarà convocata una conferenza dei servizi in cui saranno presenti anche i presidenti dei consigli di istituto oltre che dirigenti, Asur, Atac e molti altri, per fare il punto e discutere insieme per un rientro in sicurezza e serenità".   

06/08/2020
U.S. Tolentino, scattano i test sierologici per tutta  la squadra

U.S. Tolentino, scattano i test sierologici per tutta la squadra

Nella giornata di ieri atleti, tecnici, collaboratori e dirigenti cremisi sono stati sottoposti a test sierologici onde verificare se gli stessi siano già stati oggetto di contagio da covid-19. Tale verifica sanitaria, coordinata dal medico sociale Dr. Stefano Gobbi, prevista come facoltativa in taluni protocolli vigenti in materia di svolgimento di attività sportive è, invece, inserita obbligatoriamente in quello interno dell’U.S. Tolentino 1919 predisposto per lo svolgimento del raduno pre-campionato della prima squadra. Questo momento ha rappresentato l’occasione per rafforzare ancora di più l’amicizia tra Tolentino e Pineto ed, in particolare, tra il presidente Marco Romagnoli ed il Dr. Silvio Brocco, presidente del club abruzzese. Questi, titolare del laboratorio analisi “Clini.Lab. S.r.l.” è giunto direttamente al “Della Vittoria” ove, del tutto gratuitamente, ha effettuato i prelievi di sangue necessari per i test sierologici. Nell’occasione, il patron del club bianco-azzurro ha anche donato al sodalizio cremisi un rilevante quantità di prodotti igienizzanti distribuiti dalla “Liofilchem S.r.l.” azienda fondata dallo stesso nel 1983. Anche il Sindaco Pezzanesi ha voluto ringraziare personalmente per il gesto di generosità ed amicizia il Dr. Silvio Brocco. “Si è trattato di un momento di alto valore simbolico” – ha commentato il presidente cremisi Romagnoli – “non solo perché, finalmente, abbiamo ripreso pur nei limiti del consentito l’attività in vista della prossima stagione, ma soprattutto perché l’amicizia venutasi a creare con Silvio Brocco ha avuto un ulteriore consolidamento. Nonostante le tre gare che ci hanno visto avversari lo scorso anno siano state di quelle maschie e combattute all’arma bianca sul campo, il rispetto e l’amicizia prima e dopo si sono rafforzati. Aver conosciuto Silvio è stata una delle cose più belle della scorsa stagione. Si tratta di una persona generosa, competente e portatrice dei nostri medesimi valori che ringrazio infinitamente”. “Speriamo che i vertici federali ci forniscano presto protocolli sanitari a cui attenerci e che questi siano oggettivamente praticabili” – ha sottolineato il presidente abruzzese Silvio Brocco – “Il fatto che intanto si proceda con i test sierologici è molto importante per consentire agli atleti di lavorare in tutta tranquillità, oltreché a rappresentare un gesto di grande responsabilità da parte della club. Sono stato felice di poter condividere questo momento con amici come Marco Romagnoli e Stefano Gobbi con cui abbiamo stretto una grande amicizia nata proprio in occasione della condivisione della comune passione per il calcio. Questo ci ha portato, anche nei giorni scorsi, a confrontarci sul come riprendere l’attività al meglio”.   Nella foto Andrea Mosconi (allenatore Tolentino), Giuseppe Pezzanesi (Sindaco Tolentino), Silvio Brocco (presidente Pineto), Marco Romagnoli (presidente Tolentino), Stefano Gobbi (medico sociale Tolentino), Roberto Giammarino (direttore sportivo Pineto) e Giorgio Crocetti (direttore sportivo Tolentino).

06/08/2020
San Severino, mercatino dell'antiquariato in piazza: l'iniziativa parte bene

San Severino, mercatino dell'antiquariato in piazza: l'iniziativa parte bene

Perfettamente riuscito il primo appuntamento con i mercatini serali del mercoledì della mostra mercato di antiquariato, hobbistica e artigianato “Una Piazza d’Altri Tempi”. Nella suggestiva cornice di piazza Del Popolo, resa ancora più unica dal giardino all’aperto “Fiori, colori e profumi delle nostre tradizioni”, l’iniziativa ha richiamato a sé molti appassionati e collezionisti, ma anche tanti espositori. L’occasione ha fatto ritrovare anche molte famiglie per una passeggiata serale. Il mercatino si ripeterà anche mercoledì 12, mercoledì 19 e mercoledì 26 agosto. Domenica 30, quinta domenica del mese, l’iniziativa durerà per l’intera giornata.      

06/08/2020
Macerata, l'Udc compatta con Parcaroli: arrivano le dimissioni di Caldarelli e Cotognini, Foglia lascia la maggioranza

Macerata, l'Udc compatta con Parcaroli: arrivano le dimissioni di Caldarelli e Cotognini, Foglia lascia la maggioranza

L’UDC ha concluso, con l’uscita del Consigliere comunale Marco Foglia dalla maggioranza e le dimissioni dell’Assessore Marco Caldarelli e del Consigliere di amministrazione dell’APM Paolo Cotognini, il mandato elettorale ricevuto dagli elettori maceratesi nel giugno 2015. All'epoca i vertici regionali e nazionali diedero l’indicazione di costruire un'alleanza con il Partito Democratico. Successivamente le dinamiche nazionali mutarono a partire dal referendum di Renzi di fine 2016, quando l’UDC di Lorenzo Cesa, insieme a tutto il centro destra, si schierò contro il tentativo di modifica della Carta Costituzionale. E dal 2017 in tutte le tornate elettorali, a partire dalle regionali della Sicilia, l’UDC si è schierato con il centro destra.  "A Macerata, il Gruppo consiliare UDC e l’Assessore, con l’intesa del Partito, hanno deciso di onorare fino alla fine della consiliatura l’impegno assunto con la cittadinanza e hanno proseguito nel leale sostegno all’Amministrazione e nell’attuazione del programma sottoscritto. La pandemia ha allungato i termini di mandato e l’UDC ha garantito continuità delle funzioni istituzionali per offrire alla popolazione il maggiore e migliore sostegno possibile in quella fase acuta di crisi". Ad affermarlo è il coordinamento UDC Comunale di Macerata.  "Alla pandemia si è aggiunto anche un delicato procedimento di rettifica di un fondo comunale davanti alla Corte dei Conti - aggiungono i vertici comunali del partito -, che si è concluso molto favorevolmente solo il 17 luglio scorso. Definita tale vicenda, superata la fase più critica della crisi pandemica, giunto al termine il percorso consiliare ordinario, tutti i membri dell’UDC si sono resi liberi e disponibili ad offrire il proprio contributo alla campagna elettorale del Candidato Sindaco di centro destra Sandro Parcaroli, scelta fortemente sostenuta anche dal nostro Commissario Regionale".  "A breve, con il Candidato Sindaco Sandro Parcaroli, l’UDC presenterà alla città di Macerata il programma di mandato, che avrà al centro la ricostruzione, il sostegno alle imprese, l’attenzione ai più deboli e alle famiglie e un piano di investimenti che garantisca il rilancio" concludono dal coordinamento UDC comunale.           

06/08/2020
L'artigianato marchigiano veste Vinicio Capossella nel suo concerto a Servigliano (FOTO)

L'artigianato marchigiano veste Vinicio Capossella nel suo concerto a Servigliano (FOTO)

Prima del concerto che l'ha visto protagonista nella serata di ieri a Servigliano, in occasione del "NoSound Fest", il celebre cantautore Vinicio Capossela è stato intercettato - nel backstage - da Naike Pascucci, titolare della "Be Veggie" di Loro Piceno. L'artista è stato omaggiato con un paio delle calzature ecologiche in legno di ciliegio realizzate artigianalmente dall'azienda lorese, che poi Capossela ha anche indossato sul palco durante il suo spettacolo intitolato "Pandemonium".  Sul palco lo stesso Capossella ha pure sfoggiato un cappello della nuova linea giovanile "Piccarda", realizzato dal cappellificio "Complit" di Montappone. A consegnarglielo era stata, pochi istanti prima dell'inizio del concerto, Loredana Pompozzi, in rappresentanza dell'azienda fermana.         

06/08/2020
Corridonia, grande successo per il centro estivo "Pippo Summer Edition"

Corridonia, grande successo per il centro estivo "Pippo Summer Edition"

Si conclude il centro estivo “Pippo Summer Edition” per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, a Corridonia.  Sono stati molti i messaggi positivi da parte dei genitori dei partecipanti al centro estivo Pars, come quello di una mamma che vogliamo condividere: ”vi ringrazio tanto per tutto. Mio figlio si è trovato molto bene, sono sempre andata a lavoro tranquilla. Grazie di cuore per il vostro lavoro”. Il Centro di aggregazione giovanile “Pippo per gli amici” del Comune di Corridonia gestito dalla cooperativa sociale Pars, trasferitosi per l’edizione estiva presso la scuola  dell’infanzia “P. Paolo Bartolazzi”, ha accolto per un mese e mezzo molti piccoli cittadini di Corridonia con attività ludico-ricreative, laboratori artistici e sportivi, con l’obiettivo di donare momenti didattici e di gioco in sicurezza, nel rispetto delle regole di tutela della salute e di prevenzione della pandemia. “I partecipanti al nostro centro estivo, eterogenei per età, sono riusciti ad intrecciare sin da subito relazioni significative ai fini ludici-educativi — raccontano le operatrici Pars Giada Taglioni e Giulia Gentili -. Sembrano palesare una necessità tipica della loro età, negata loro negli ultimi tempi per la situazione contingente dell’emergenza Covid-19”. Le giornate al centro estivo, dopo l’accoglienza, iniziavano con un diario delle emozioni: un momento in cui i bimbi a turno manifestavano con una breve frase il loro stato d'animo e le loro sensazioni. Uno spazio-tempo dedicato all'ascolto attivo, alla condivisione, all'accoglienza e alla conoscenza reciproca. Tanto divertimento con una nuova dimensione ludico-ricreativa e una nuova normalità, utilizzando anche i giochi di un tempo, Uno, due, tre stella, il gioco della campana, nascondino, il gioco delle imitazioni dei movimenti e molti altri. “All'esterno ogni giorno sono stati organizzati giochi d’acqua, riscoprendo anche i classici senza tempo; i giochi dei nonni, come campana, nascondino, un due tre stella. I bambini non hanno mostrato segni di insofferenza verso le misure adottate. Presumiamo che siano venuti preparati da casa. Di sicuro attenersi alle indicazioni in un contesto come quello del centro estivo in cui la finalità primaria è l'interazione tra pari non sempre risulta semplice. Tuttavia i bambini e i ragazzi sono stati collaborativi, hanno capito l’importanza delle misure di prevenzione dai contagi, e allo stesso tempo si sono divertiti moltissimo ritrovandosi insieme al centro estivo-. concludono le operatrici Pars, tirando le somme di questa esperienza educativa con nuove modalità organizzative -. Non è stato molto semplice essendo abituate ad usare una metodologia di relazione basata sul contatto e l'interazione continua con i bambini. Comunque, abbiamo ideato giochi e contesti che facilitassero l'interazione garantendo il distanziamento”.

06/08/2020
Wta Palermo, impresa di Elisabetta Cocciaretto: vola ai quarti per la prima volta in carriera

Wta Palermo, impresa di Elisabetta Cocciaretto: vola ai quarti per la prima volta in carriera

Grande soddisfazione per la tennista sangiorgese e studentessa Unicam Elisabetta Cocciaretto (n. 157 del ranking mondiale) che, a Palermo, ha centrato per la prima volta in carriera i quarti in un torneo WTA e l’ha fatto battendo (una prima volta anche in questo caso) una top 30 del ranking mondiale: Donna Vekic, testa di serie n. 6 del torneo e n. 24 al mondo. In attesa di conoscere la sua prossima avversaria (la vincente dell’incontro di oggi pomeriggio Kontaveit-Siegemund), ad Elisabetta rimangono le sensazioni della vittoria e dell’affetto del pubblico nel match vinto, nella cornice del campo centrale contro la Vekic in virtù di uno strepitoso primo set, vinto 6-2 in 51 minuti, a cui ha fatto seguito un altrettanto ben giocato secondo set, vinto per 6-4, in virtù sia di un miglior gioco da fondo campo che di una maggiore incisività al servizio (65% di prime buone, contro il 47% della croata). Per Elisabetta, studentessa alla scuola di Giurisprudenza dell’Ateneo camerte che lo scorso giugno ha avuto modo anche di allenarsi agli impianti sportivi del CUS Camerino, è tra l’altro la seconda vittoria di fila contro una top 100 del ranking mondiale, dal momento che - nei sedicesimi di finale - aveva battuto la slovena Polona Hercog, n. 45 al mondo.  

06/08/2020
Coronavirus Marche, 9 casi positivi in più rispetto a ieri: 3 dal focolaio nel Pesarese

Coronavirus Marche, 9 casi positivi in più rispetto a ieri: 3 dal focolaio nel Pesarese

 Il Gores ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 1439 tamponi: 558 nel percorso nuove diagnosi, 666 nel percorso guariti e 215 nel percorso di screening Montecopiolo. I positivi sono 6 nel percorso nuove diagnosi (2 della provincia di Pesaro Urbino, 2 della provincia di Ancona e 2 provenienti da fuori regione) e 3 del percorso di screening di Montecopiolo.  Il numero complessivo di contagiati nella Regione Marche sale, dunque, a 6.899 su un totale di 102.344 campioni testati. Si tratta di un dato piuttosto stabile, rispetto alla giornata di ieri, quando erano stati riscontrati 6 casi di positività dal percorso nuove diagnosi.  Di seguito, nel dettaglio, i dati rilasciati dal Gores

06/08/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.