di Picchio News

Controlli all'Hotel House, pakistano trovato con 40 dosi di eroina

Controlli all'Hotel House, pakistano trovato con 40 dosi di eroina

Questa notte, intorno alla mezzanotte, i carabinieri della stazione di Porto Recanati e della Compagnia di intervento operativo dell'Ottavo reggimento Lazio, nel corso dell'attività continua di controllo nell'area dell'Hotel House, lungo le scale tra il primo e secondo piano, hanno proceduto al controllo di un pakistano 36enne risultato clandestino e con precedenti specifici di polizia che sottoposto a perquisizione personale è stato trovato con 40 dosi di eroina per 37.5 grammi complessivi 160 euro e un telefono cellulare. Al termine degli adempimenti veniva dichiarato in arresto per spaccio di stupefacenti e trattenuto presso le celle di sicurezza in attesa della convalida come disposto dal pm di turno, Margherita Brunelli della Procura della Repubblica di Macerata

22/04/2018
La perizia del Ris: sul corpo di Pamela Mastropietro il Dna di uno sconosciuto

La perizia del Ris: sul corpo di Pamela Mastropietro il Dna di uno sconosciuto

Sul corpo di Pamela Mastropietro, la 18enne romana uccisa e fatta a pezzi a Macerata il 30 gennaio scorso, c'è un Dna di una persona che non compare nell'inchiesta a carico di quattro nigeriani - tre sono in carcere e uno è indagato a piede libero - accusati di concorso in omicidio, vilipendio, distruzione e occultamento di cadavere. Emerge da una delle tre perizie depositate dal Ris dei carabinieri di Roma. Un profilo genetico è di Innocent Oseghale, 29 anni, ora in carcere; un altro corrisponde al tassista, non indagato, che si era intrattenuto con Pamela il 29 gennaio; il terzo è di una persona non identificata. Non è stata trovata alcuna traccia degli altri due arrestati - Desmond Lucky, 22 anni, e Lucky Awelima, 29 anni - e dell'indagato 38enne. Pamela, secondo gli accertamenti tossicologici, avrebbe assunto eroina - probabilmente non per endovena - nei mesi precedenti alla morte che, per i medici legali, è stata provocata da due coltellate al fegato e non da overdose.   (fonte Ansa)

22/04/2018
Tolentino Jazz, la "lezione" di Massimo Morganti

Tolentino Jazz, la "lezione" di Massimo Morganti

Intenso studio e attività di approfondimento nella masterclass di Musica di Insieme tenuta sabato 21 da Massimo Morganti al Politeama di Tolentino, secondo appuntamento di formazione organizzato dall’Associazione Culturale e Musicale Tolentino Jazz. Nel corso del seminario, cui hanno partecipato vari strumentisti, Morganti ha dedicato spazio sia ai trombonisti presenti, offrendo consigli ed indicazioni pratiche su vari tipi di fraseggi, sia agli altri musicisti nel contesto della pratica di insieme in tutti i suoi aspetti. Gli allievi sono stati coinvolti nello studio e nell’esecuzione di brani come Mamacita di Joe Henderson e Canter#1 di Kenny Wheeler guidati da Morganti nell’analisi della struttura, nella comprensione degli aspetti armonici e nella gestione dell’interazione fra i vari strumenti. Il bassista David Padella ha supportato egregiamente tutti i momenti di pratica di insieme contribuendo in modo prezioso con i suoi interventi, nella sezione ritmica ha dato il suo contributo al basso anche Francesco Bartolozzi. Durante la masterclass particolare attenzione è stata rivolta inoltre all’approccio del solo e alla varie possibilità di fraseggio e stile nell’ambito dell’improvvisazione, tenendo conto di vari parametri esecutivi. Prossimo appuntamento il 12 maggio, sempre al Politeama, con le masterclass con il chitarrista Fabio Zeppetella ed il contrabbassista Ares Tavolazzi, ancora due grandi maestri per Tolentino Jazz.

Tolentino, gli alunni della Don Bosco a lezione con la Guardia di finanza

Tolentino, gli alunni della Don Bosco a lezione con la Guardia di finanza

Oggi, martedì 17 aprile 2018, gli alunni della scuola secondaria di primo grado “Don Bosco”, in particolare le classi seconde e terze dell’istituto, si sono riunite nella sala mensa per incontrare gli uomini della Guardia di finanza. In particolare sono intervenuti i cinofili, fornendo all’incontro un aspetto nuovo e inaspettato: poter vedere in azione gli splendidi esemplari di lupo che affiancano i finanzieri nelle loro attività quotidiane. Ma andiamo con ordine: innanzitutto i finanzieri hanno introdotto i ragazzi ai concetti basilari della legalità economica. La discussione è stata breve,  ma molto interessante e ha permesso di riflettere sulle mansioni specifiche della finanza. Non solo caccia all’evasione fiscale, ma anche lavoro quotidiano al servizio dei cittadini per tutto ciò che riguarda la lotta alla criminalità. La discussione e i video proposti sono stati molto interessanti, ma gli studenti si sono divertiti anche grazie ad un compagno di classe che, rispondendo a tutte le domande poste, è stato ribattezzato “il finanziere” ad honorem! Nella seconda parte dell’incontro si sono spostati all’esterno dell’edificio scolastico e precisamente nel cortile interno della nostra scuola. La pista di atletica si è trasformata per l’occasione in un punto di controllo bagagli, simulando una situazione che si realizza frequentemente nelle stazioni o negli aeroporti. Qui i ragazzi hanno conosciuto i veri protagonisti della mattinata, due cani anti-droga, che hanno letteralmente mostrato come riescano ad individuare rapidamente i bagagli contenenti sostanze stupefacenti, grazie ad un lungo e continuo addestramento fin da quando sono cuccioli! La cosa più bella  è stata anche poterli accarezzare e coccolare come ricompensa della loro esibizione. Gli alunni sono stati inoltre, rassicurato sapere che quando gli amici a quattro zampe vanno ‘in pensione’, spesso vengono adottati dal loro amico finanziere - addestratore, con cui hanno condiviso anni di lavoro. Beh, che dire: un progetto davvero ben riuscito e organizzato,  una mattinata istruttiva ma anche molto divertente!  

21/04/2018
Lutto in casa Lube: condoglianze a coach Camperi per la scomparsa del padre

Lutto in casa Lube: condoglianze a coach Camperi per la scomparsa del padre

Presidente, giocatori, staff e dirigenti tutti della Lube Volley si uniscono al dolore del vice allenatore Marco Camperi per la scomparsa del padre Renato, ed esprimono le proprie sentite condoglianze. Coach Camperi non sarà presente in panchina domani in occasione di Gara 1 di Finale Scudetto a Perugia.  

21/04/2018
Calcio, Settempeda vittoriosa a Cingoli

Calcio, Settempeda vittoriosa a Cingoli

Torna a cogliere tre punti nella trasferta di Cingoli la Settempeda che rispetta il pronostico e fa valere la propria forza in una partita che era la classica sfida da testa/coda. I locali, penultimi e invischiati in pieno nella lotta salvezza, non rappresentavano sulla carta un ostacolo insormontabile per i biancorossi che, dopo due pari di fila, avevano l’obbligo di non fallire l’appuntamento con la vittoria in modo da riprendere la marcia play off. Alla fine così è stato e, a parte una ventina di minuti nel corso della ripresa durante i quali la gara è stata in equilibrio e dove i cingolani si sono avvicinati al pari, la Settempeda ha dimostrato la propria superiorità tenendo bene il campo e mostrando fluidità di manovra, sicurezza e autorità nel condurre il match che al termine ha consegnato ai ragazzi di Ruggeri il bottino pieno, fondamentale per proseguire nella caccia al secondo posto(tutto invariato con sempre tre squadre appaiate). Nel prossimo turno, il ventisettesimo, i settempedani ospiteranno il Real Tolentino. LA CRONACA – Dopo due pareggi, entrambi ad occhiali, per la Settempeda c’è da affrontare la trasferta nella vicina Cingoli per andare a far visita al pericolante San Francesco. Vanno in campo due squadre desiderose di fare tre punti: i locali per la lotta salvezza; gli ospiti per il raggiungimento del secondo posto. La Settempeda deve fare a meno di Rocci(squalificato per due turni), ma può contare di nuovo sul prezioso Rossi che si piazza in mezzo al campo. Mister Ruggeri promuove Fattori in attacco e decide per il cambio di modulo ripristinando, dopo qualche tempo, la difesa a tre(Meschini fa il centrale di sinistra). Altre novità, Dedja sulla destra e Fiecconi più accentrato, dietro le punte. La prima parte dell’incontro non è che mostri gran ritmo, le due squadre si studiano a lungo, anche se è la Settempeda a prendere l’iniziativa cercando il fraseggio palla a terra e trovando qualche affondo insidioso sulla destra. Il primo episodio degno di nota è quello del 25’. Fiecconi trova lo spazio per calciare dal limite con Spurio che si distende e respinge. Sulla palla va Dedja che calcia in scivolata trovando la pronta risposta del portiere che in allungo a mano aperta ferma la palla. Al 31’ la Settempeda passa. Selita recupera il pallone per poi lanciare verso sinistra dove Meschini attacca la profondità. Il numero tre biancorosso vince di forza un contrasto prima di entrare in area da dove appoggia verso il centro a Fattori che gira di prima intenzione con il piatto destro trovando l’angolino basso più lontano- 0-1. Pochi istanti dopo il raddoppio sembra cosa fatta, ma Dedja, servito splendidamente da Fiecconi che lo mette davanti alla porta, calcia addosso al portiere uscitogli incontro. Al 40’ gli ospiti riconquistano palla e ripartono. Francucci viaggia a sinistra e poi di esterno serve a centro area Fattori che tira in corsa a colpo sicuro centrando in pieno la traversa. Nel recupero del primo tempo(2’) Sorichetti rischia con una uscita in cui manca l’intervento con i pugni con la palla che lo supera uscendo non lontana dal palo. La ripresa sarà più combattuta ed equilibrata, vuoi perché il San Francesco cresce spinto dalla necessità di trovare almeno il pari che servirebbe e non poco per la classifica, vuoi perché la Settempeda cala di intensità lasciando un po’ troppo l’iniziativa ai rivali. Il neo entrato Gigli(12’) ci prova con il destro che Sorichetti blocca con sicurezza. Sul capovolgimento di fronte Fiecconi parte da sinistra accentrandosi e dal limite scarica il destro che lambisce il palo e termina out. Intorno al quarto d’ora si vedono un paio di azioni, una per parte, che potrebbero portare al gol. I cingolani prima sprecano una azione in superiorità numerica, poi è Sorichetti a tuffarsi sui piedi di Ugolini anticipando il tiro dell’attaccante. I biancorossi, invece, prima mancano una potenziale grande chance con Francucci che sbaglia il controllo per andare dritto in porta, poi è Spurio a fermare in uscita un altro tentativo degli avversari. Si arriva poi alla mezzora quando il San Francesco va davvero vicino al pari. Punizione dalla distanza che Gigli esegue con un destro che Sorichetti respinge in tuffo. Sulla sfera va Bocci che conclude verso la porta. Il gol appare inevitabile, ma una deviazione con il corpo del numero uno ospite manda la palla sul palo, quindi la difesa libera l’area. Dal possibile 1-1, si passa al raddoppio della Settempeda, gol che chiude i giochi(33’). Su di un cambio campo avversario, Meschini è lesto ad intercettare il pallone e poi scattare in avanti. Giunto sulla trequarti il terzino premia con una perfetta verticalizzazione il movimento di Francucci che elude il fuorigioco giungendo davanti a Spurio. Controllo, mirino puntato e destro potente che trafigge il portiere di casa. 0-2. Ora è davvero fatta per i ragazzi di Ruggeri che possono controllare e gestire un finale di partita tranquillo durante il quale c’è spazio per far rifiatare qualche titolare concedendo minuti ai più giovani e anche a Paciaroni che torna così ad assaggiare il campo dopo i tanti mesi di assenza. IL TABELLINO SAN FRANCESCO – SETTEMPEDA 0-2 MARCATORI: pt 31’ Fattori, st 33’ Francucci SAN FRANCESCO CINGOLI: Spurio, Raffaelli, Scattolini(st 39’ Giulianelli), Bocci, Arbusti, Giattini, Fabrizi(st 11’ Gigli), Tomassoni, Ugolini(st 22’ Cacciamani), Tiranti, Marchegiani. A disp. Bracaccini, Cristalli, Falappa, Fugante, Giulianelli. All. Ballini SETTEMPEDA: Sorichetti, Ciccotti, Meschini, Selita(st 1’ Dialuce), Dedja, Mulinari, Fattori(st 20’ Giorgi), Rossi(st 42’ Saperdi), Francucci, Fiecconi(st 45’ Pezzanesi), Gianfelici(st 37’ Paciaroni). A disp. Palazzetti, Latini. All. Ruggeri ARBITRO: Santoni di Jesi NOTE: spettatori 60 circa. Ammoniti: Raffaelli. Angoli: 3-4. Recupero: pt 2’, st 5’       

21/04/2018
Calcio, il Portorecanati archivia la pratica Moie

Calcio, il Portorecanati archivia la pratica Moie

Il Portorecanati archivia la pratica Moie Vallesina e approfitta delle concomitanti sconfitte del Sassoferrato Genga e della Filottranese per allungare il distacco sulle immediate inseguitrici. Arancioni privi dell’infortunato Gagliardini e mister Possanzini fa esordire trai pali il giovanissimo Santarell, classe 2002,i che durante l’arco della gara mostra una personalità da veterano. E dire che la partita non era iniziata bene. Già al 3’ infatti i locali si portano in vantaggio con un magistrale calcio di punizione di Pierleoni all’incrocio dei pali. Ma il Portorecanati,nonostante le imperfette condizioni del terreno di gioco, prende subito le redini del gioco e perviene al pareggio. Preciso assist di Emanuele Gasparini in area per Pantone che batte in uscita il portiere. Otto minuti più tardi palla gol per Martin Garcia che si libera bene in area ma il suo tiro viene ribattuto dal portiere. Due minuti più tardi è sempre il gaucho a provarci di testa ma Cerioni con un intervento prodigioso dice ancora di no. Ma il gol è nell’aria. Azione d’angolo al 42’, la sfera viene raccolta da Davide Gasparini che effettua un contro cross sul quale si avventa Camilletti. La sfera rimane lì e Michele Santoni è il più lesto di tutti a metterla in erte. La ripresa si apre al 7’ con un indecisione tra Camilletti e Santarelli ma gli avanti locali non ne approfittano. Su capovolgimento di fronte la sfortuna si accanisce contro i fratelli Garcia che nel giro di un minuto colpiscono due traverse. Grosso rischio per gli arancioni alla mezz’ora. Questa volta a non intendersi sono Michele Santoni e Santarelli. Il neo entrato Giuliani si trova la porta spalancata ma riesce incredibilmente a mettere alto. Dopo il gol fallito da Pantone al 34’, cinque minuti più tardi arriva il gol della sicurezza. Ennesimo assit di Emanuele Gasparini che trova pronto Mattia Santoni bravo a mettere in rete da posizione defilata. Ma la partita non è ancora finita. Al 90’ infatti Giuliani si fa perdonare l’errore precedente mettendo in rete una corta respinta di Santarelli. Si arriva quindi con un po’ di sofferenza alla fine con la consapevolezza che la meta è sempre più vicina MOIE VALLESINA: Cerioni, Spinelli, Federici, Postacchini, Serafini, Pierleoni; Morazzini(63’ Nacciarriti), Borocci, Bartoloni(76’ Cimarelli), Mastri(73’ Giuliani), Capecci. A disp.ne Barigelli, Carloni, Cerusico, Cardinali. All.re Scortichini. PORTORECANATI: Santarelli, Cento, Camilletti., Santoni Michele, Garcia P., Malaccari(60’Santoni Mattia); Leonardi, Garcia M. , Pantone(80’ Filippetti), Gasparini E., Gasparini D. (58’Patrignani). A disp.ne Isidori, Mandolini, Mercuri, Stefanelli. All.re Possanzini Arbitro: Sig. Cardelli di Pesaro (Ass.Piccinini e Paolella di Ancona) Reti: 3’ Pierleoni, 29’ Pantone, 42’ Michele Santoni, 89’ Mattia Santoni, 90’ Giuliani. Ammoniti Federici, Bartoloni, Mastri, Nacciarriti, Garcia P., Gasparini D.. Recupero 5’ (1+4). Angoli 5-5

21/04/2018
Volley femminile, Roana Cbf conquista altri tre punti. Playoff più vicini

Volley femminile, Roana Cbf conquista altri tre punti. Playoff più vicini

Nella terzultima di campionato la Roana Cbf batte la Ambra Cavallini in cerca di punti per la salvezza. Le maceratesi, con tanta testa e cuore, non lasciano nulla al caso e conquistano tre punti agevolmente nella cavalcata finale verso il sogno chiamato play off. Paniconi parte con la formazione delle ultime giornate: Peretti in regia in diagonale con Grizzo, al centro Rita e Di Marino e in banda capitan Giorgi e Pomili. Le maceratesi si portano subito in vantaggio 7 a 3, poi l’Ambra Cavallini si ricorda che si gioca la salvezza recupera fino al 7 a 8. La Roana Cbf non si fa intimorire e riprende in mano il set e vince facilmente 25 a 15. Nel secondo parziale le ospiti mettono in seria difficoltà Peretti e compagne  e si portano sullo 0 a 6, ma le maceratesi sono un diesel, non si lasciano intimorire da nessuno recuperano un punto dopo l’altro e  si portano di nuovo alla guida del set mettendo pressione in battuta e a muro. Nonostante qualche imprecisione, la Roana Cbf mette in cascina anche il secondo set 25 a 19. Anche il terzo set non inizia nel migliore dei modi per le locali che sbagliano due attacchi consecutivi. Le toscane cercano di accelerare, ma Grizzo prende in mano le compagne e frena la cavalcata delle avversarie. Si gioca punto punto fino al 14 pari, poi e’ di nuovo solo Roana Cbf, l’onda arancionera non si arresta piu’ e le locali conquistano anche il terzo set 25 a 17. Un altro passo importante per la conquista dei play off diventato ormai un obiettivo realistico e un’avventura da vivere.

21/04/2018
Villa Musone fa il bis, battuta la seconda della classe: 2-0 contro il Sassoferrato Genga

Villa Musone fa il bis, battuta la seconda della classe: 2-0 contro il Sassoferrato Genga

Il Villa Musone inanella il secondo successo consecutivo. I gialloblu, dopo il successo di  domenica scorsa in casa del Gabicce Gradara, si ripetono imponendosi per 2-0 sul Sassoferrato Genga. Una vittoria importante per i villans, dopo una prova di personalità contro la seconda forza del torneo, che permette di continuare la corsa verso la salvezza. Al 7' primo squillo ospite con una conclusione volante dalla destra di Piermattei messa in angolo da Cingolani. I villans non riescono a sfondare l'attenta difesa degli avversari ma al primo affondo trovano la rete: discesa inarrestabile sulla destra di Tonuzi, palla al centro per Liguori che, con un pregevole colpo di tacco, batte Latini. La rete galvanizza i gialloblu che dopo cinque minuti trovano il raddoppio con un'azione insistita di Tonuzi, bravo a rubare palla tra due difensori ed a saltare Latini. Il Sassogenga non riesce a trovare azioni concrete grazie all'attenzione dei gialloblu, salvo al 32' quando su un traversone innocuo Cingolani scivola all'indietro ma riesce a salvare con l'aiuto di Pucci. Al 41' ancora pericolosi i ragazzi di mister Finocchi con una bella azione manovrata, la palla arriva a Liguori che dall'altezza del dischetto del rigore calcia alto sopra la traversa. Nella ripresa si fanno vedere subito i villans con il colpo di testa del neo entrato Agostinelli fuori d'uno soffio. Gli ospiti ci provano con alcune conclusioni dalla distanza senza fortuna ma Mascambruni, al 58', sfiora il tris non riuscendo a centrare la porta da ottima posizione. Il Villa Musone riesce a gestire bene non disdegnando alcune sortite offensive, come al 75' quando Menghini raccoglie un traversone dalla destra e calcia di potenza sfiorando il palo. I ragazzi di mister Finocchi conquistano un penalty all'81' con il neo entrato Mossotti, atterrato in area ospite dopo una bella serpentina. Si presenta dal dischetto lo stesso attaccante gialloblu ma Latini e' bravo a neutralizzare il rigore. Il Sassogenga ci prova nel finale senza essere troppo pericoloso e i villans conquistano i tre punti. "Un successo importante in ottica salvezza - commenta il ds del Villa Musone Vincenzo Masi - In settimana i ragazzi si sono allenati bene e credevamo nella possibilità di fare una bella partita oggi, come poi è successo. La strada per la salvezza è ancora lunga ma vogliamo arrivare all'obiettivo: domenica prossima affronteremo la Nuova Real Metauro e sarà una gara difficile contro una squadra che ormai non ha da chiedere più nulla al campionato ma ci faremo trovare pronti".   VILLA MUSONE - SASSOFERRATO GENGA 2-0 (2-0 pt)   VILLA MUSONE: Cingolani, Camilletti M., Moglie, Marchetti, Ortolani, Pucci, Liguori, Mascambruni, Tonuzi (50' Agostinelli), Zagaglia, Menghini (81' Mossotti) A disp. Piccione, Magi, Marta, Camilletti N., Shiroka All. Finocchi SASSOFERRATO GENGA: Latini, Castellani F. (45' st Cicci), Corazzi, Ruggeri, Brunelli, Arcangeli (45' st Lamantia), Turchi (67' Ciccacci), Petroni, Ferretti, Monno, Piermattei (77' Toteri) A disp. Clementi, Castellani A., Lippolis All. Goffredi Arbitro: Santoro di Pesaro Reti: 18' Liguori, 23' Tonuzi Note: Ammoniti Liguori, Ruggeri, Cicci

21/04/2018
Expo Edile, boom di visite. Tutto pronto per il gran finale

Expo Edile, boom di visite. Tutto pronto per il gran finale

Oltre 900 presenze in poco più di tre ore. Il secondo giorno di Expo Edile si è aperto con un’affluenza record. Questa mattina a partire dalle 9.30 all’ingresso del Centro fiere di Villa Potenza è stato registrato un afflusso di persone assolutamente consistente, più di 900. L’offerta convegnistica e i prodotti merceologici esposti – complice anche la temperatura quasi estiva – hanno richiamato tantissimi visitatori anche da fuori provincia. Altrettanto numerosi sono stati anche i partecipanti alla tavola rotonda organizzata per fare il punto sulla ricostruzione post sisma e che ha visto un confronto aperto e schietto tra il responsabile per la Ricostruzione della Regione, Cesare Spuri, e i presidenti degli Ordini professionali, Vittorio Lanciani (dell’Ordine degli architetti), Maurizio Paulini (ingegneri), Paola Passeri (geometri), e Piero Farabollini (geologi). L’incontro dal titolo “Sisma 2016. Il processo di ricostruzione” ospitato nel padiglione A ha generato un dibattito frizzante tra i relatori e tra i relatori e il pubblico anche a seguito delle domande poste da alcuni dei presenti. Sia in mattinata che poi nel pomeriggio numerosi visitatori hanno passeggiato tra gli espositori nei due padiglioni della fiera richiedendo preventivi, prendendo appuntamenti e informandosi sulle novità nei settori di interesse. Sempre nel pomeriggio è proseguita anche la formazione/informazione con l’ultima tranche di convegni in programma: il primo sugli “Edifici ad alta efficienza energetica: nuove tecniche di progettazione e di verifica”, il secondo sul “Rischio incendio impianti fotovoltaici. Aspetti legislativi, normativi. Criteri di prevenzione ed analisi di rischio. Rilevazione dell’arco elettrico”. Domani si replica. Per l’ultima giornata dell’esposizione sono attese numerose presenze.

21/04/2018
Elezioni rsu Scuola, Cisl: primo sindacato anche nella provincia di Macerata

Elezioni rsu Scuola, Cisl: primo sindacato anche nella provincia di Macerata

Mentre è ancora in corso lo scrutinio negli Istituti scolastici (85% dei seggi scrutinati) la Cisl Scuola Marche si conferma il primo sindacato regionale della scuola nelle Elezioni Rsu 2018. Un'affermazione netta, con una percentuale di voti a livello regionale che passa dal 35,86% delle elezioni del 2015 al 37,64%  del 2018. Nel dettaglio la Cisl Scuola si aggiudica la maggioranza delle preferenze negli istituti della provincia di Pesaro, dove a scrutinio ormai concluso si rileva una crescita del consenso di oltre 4 punti, con una percentuale di voti del 47,30%.  Si profila una sicura affermazione anche nelle province di Ascoli/Fermo e di Macerata nelle quali la Cisl Scuola si conferma prima sindacato, in crescita la provincia di Ancona. Tra martedì 17 e giovedì 19 aprile si è votato nei 235 istituti scolastici delle Marche. Si sono recati ai seggi circa 20.000 lavoratori, il 70% degli addetti.  L’elevata affluenza alle urne è il segno evidente del desiderio di partecipazione dei lavoratori e della forte rappresentatività delle organizzazioni sindacali del settore, in particolare della Cisl. Un richiamo forte nei confronti di chi vorrebbe limitare e ridimensionare il ruolo negoziale del sindacato e l’importanza del confronto con le forze sociali. I risultati delle elezioni premiano la Cisl Scuola e la sua identità di sindacato della proposta, autonomo, pluralista, che fa del confronto e del negoziato il terreno principale della sua azione e riconosce la linea responsabile e riformista della Cisl che si è battuta per il rinnovo del Contratto Nazionale di lavoro bloccato per otto anni. “Ringraziamo di cuore tutti i lavoratori   che si sono recati ai seggi e tutti quelli che ci hanno dato fiducia. Un ringraziamento particolare ai 737 candidati delle nostre liste, che hanno offerto la loro disponibilità per dare volto e voce alla Cisl Scuola Marche. Questo risultato straordinario ci riempie di orgoglio e di soddisfazione, e ci consegna la grande responsabilità di continuare a lavorare, a partire da domani, per misurarci sulle sfide importanti che ci attendono.” ha dichiarato la Segretaria Generale Cisl Scuola Marche, Anna Bartolini.

San Ginesio, De Micheli e Borrelli in visita: "Scuola, la prima pietra la terza settimana di maggio"

San Ginesio, De Micheli e Borrelli in visita: "Scuola, la prima pietra la terza settimana di maggio"

Un incontro intenso, quello di stamattina, per fare il punto sulla Ricostruzione a San Ginesio e in particolare sui lavori per il nuovo plesso scolastico, un investimento di oltre 13 milioni di euro. Sono arrivati, intorno alle 9.30, il Commissario straordinario per la Ricostruzione Paola De Micheli, il capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli, il senatore Mario Margoni, l’assessore regionale Angelo Sciapichetti e Giordano Pieruccci, architetto della Provincia di Macerata, ricevuti dal vicesindaco Eraldo Riccucci e dall’assessore comunale Marco Taccari. Nella nuova sede del palazzo comunale si è parlato di date certe, opere pubbliche, ricostruzione privata. “Sono qui a San Ginesio per confermare all’amministrazione e ai cittadini la volontà di proseguire nella procedura di costruzione della scuola - ha tenuto a precisare subito la De Micheli -. Abbiamo anche delle date fisse, infatti il  27 aprile sarà presentato il progetto esecutivo e da lì si avranno 20 giorni per acquisire tutti i pareri necessari. Per cui, nella terza settimana di maggio, torneremo per illustrare ai cittadini e alle famiglie degli studenti la nuova scuola con dovizia di particolari, visto che Il cantiere  sarà pronto per iniziare, e per posare simbolicamente la prima pietra. Sarà un momento in cui il Commissario, l’amministrazione comunale e quella provinciale potranno rendere conto ai cittadini del progetto,peraltro molto ambizioso e molto bello, per le scuole di San Ginesio, e dunque per il futuro di San Ginesio”.   “Ho voluto fortemente questo tavolo di confronto - ha spiegato Riccucci - perché i cittadini hanno bisogno di toccare con mano l’inizio della ricostruzione e conoscere i tempi entro i quali i cantieri partiranno. Tra quelli a cui teniamo di più c’è sicuramente il Teatro Leopardi, su cui concentreremo i soldi dell’Assicurazione contro il sisma. Inoltre, non meno importante, per quel che riguarda i privati, sarà trovare una soluzione per gli abusi da una parte, e dall’altra permettere di vivere in assoluta tranquillità anche a chi ha acquistato a proprie spese casette, camper, roulotte. Il Commissario sa che per noi questi sono argomenti di primaria importanza e da parte sua sono arrivate delle risposte che ci confortano”.

21/04/2018
Colmurano, la minoranza lascia il Consiglio e accusa. La replica della maggioranza

Colmurano, la minoranza lascia il Consiglio e accusa. La replica della maggioranza

Nella seduta del 6 aprile, il gruppo di minoranza che ha lasciato l'assise asserendo la mancanza della pubblicazione di alcuni atti sul sito istituzionale e, quindi, la non validità della discussione di tutti gli argomenti riguardanti il Bilancio di codesto Comune”. Pertanto, si legge in un documento presentato proprio in consiglio comunale, la minoranza diffidava dal proseguire la seduta.    Verificato in seduta stante che la delibera in questione è stata pubblicata nel sito istituzionale del Comune dall’8 gennaio 2018 ed è tutt’ora visibile, il sindaco Ornella Formica ha deciso di continuare il Consiglio e la Minoranza ha lasciato comunque la sala consiliare. “Non è la prima volta che la Minoranza abbandona il Consiglio in cui si approva il Bilancio preventivo (31/07/2014 e 30/04/2016), l'atto più importante per un'amministrazione, o il Rendiconto di gestione. Ogni volta con un'accusa rivolta più all'operato dei dipendenti che per un confronto politico in merito a tematiche e priorità amministrative. Spesso ha preferito pubblicare sui giornali le presunte "mancanze dell'Ente" e solo dopo comunicarle alla mail del Comune o discuterne nelle sedi opportune. Necessità di un po' di visibilità o difficoltà ad argomentare?” è la replica della maggioranza. “Questa volta sono stati più corretti nella procedura - aggiungono i consigliere - Sono stati anche ben istruiti perchè per errore del dipendente delegato alla pubblicazione degli atti, l'allegato alla delibera n. 85 non è stato pubblicato per 60 giorni, come prescrive la legge, bensì solo per 15. Comunque sia la delibera che l'allegato sono consultabili dai cittadini nella sezione “Atti e provvedimenti – Delibere”. Per una maggiore facilità di consultazione, l'allegato è stato pubblicato anche all’Albo Pretorio. Non è assolutamente vero che non è stata effettuata nessuna pubblicazione e né che c'è stata volontà intenzionale di nascondere degli atti”. “Sui giornali e su facebook i tre della Minoranza invitano a verificare di persona la mancata pubblicazione indicando quattro passaggi sbagliati. Un amministratore saggio prima di criticare gli altri deve essere ben informato, soprattutto se vuole spiegare modalità a chi non è pratico. Chi è veterano, come lo sono i due consiglieri di minoranza Seri Andrea e Seri Silvio Giuseppe, sa che nell'area dedicata all'Amministrazione trasparente vengono pubblicati solo gli atti approvati mentre con la delibera n. 85 viene fatta un'adozione e, come riporta il D.M. 1021/2005 a cui loro stessi fanno riferimento, va pubblicata nell'albo pretorio. Perchè allora invitano a cercarla nell'area "Amministrazione trasparente”? La necessità di un po' di visibilità o la strumentalizzazione di un errore di un dipendente per denigrare tutta la Maggioranza? La consigliera di minoranza Norma Pierucci, scrive su Facebook che la colpa è della Giunta perchè il dipendente pubblica quello che gli viene fornito. Come mai le sfugge che nella menzionata delibera è espressamente scritto che l'organo esecutivo dà mandato alla Segreteria di provvedere alla pubblicazione per 60 giorni? Dare intenzionalmente informazioni infondate, genera pessimismo e denigra le Istituzioni. Una cittadina di Colmurano, di conseguenza, scrive sullo stesso social network : "Colmurano, un piccolo paese della Sicilia". Generalizzazioni indebite che non meritano commenti! La Pierucci asserisce inoltre che il Paese “sta scivolando verso il declino”    Il Gruppo di Maggioranza allora “coglie l'opportunità per sottolineare solo pochi aspetti salienti di questa amministrazione. Tutti i cittadini con abitazione inagibile da sisma sono stati faticosamente collocati in abitazioni presso Colmurano o Comuni limitrofi e, nel nostro capoluogo, sono giunti nuovi nuclei familiari. La popolazione scolastica è in crescendo. Negli ultimi quattro anni si sono insediate nuove attività commerciali ed artigianali. Non sono stati variati né tributi né tasse a carico dei cittadini, nonostante l'aumento dei costi di alcuni servizi. La percentuale della raccolta differenziata è buona. Sono stati apportati miglioramenti sia all'area degli insediamenti produttivi che nelle zone residenziali. I servizi sociali sono stati potenziati. Pierucci lamenta ancora che tanti lavori previsti nel Piano delle Opere pubbliche non vengono realizzati. Tutte le opere programmate per cui sono stati ottenuti i finanziamenti richiesti o previste con stanziamento di fondi di bilancio sono state realizzate. Forse quelle a cui lei fa riferimento sono quelle per cui non sono stati ottenuti i finanziamenti richiesti, ma nella tabella della programmazione si evince la fonte dell'eventuale finanziamento ed è obbligo di legge riportare tutto ciò che è in  programmazione, indistintamente dalla certezza del finanziamento. Il ruolo di un consigliere di minoranza non è semplice, ma la correttezza dell'informazione è un dovere di chiunque soprattutto se si ricopre un incarico pubblico. 

21/04/2018
Un gol per ripartire, inaugurato il centro polisportivo di Tolentino

Un gol per ripartire, inaugurato il centro polisportivo di Tolentino

Taglio del nastro per il centro polisportivo di via Vittorio Veneto di Tolentino. Il sogno di Un gol per ripartire si è concretizzato quando gli ex campioni dell'Inter, con Javier Zanetti in prima linea, hanno inaugurato la struttura, realizzata grazie alle donazioni raccolte con il progetto voluto da Sunig Sports, Internazionale Fc e CSI. Il centro polisportivo è il momento conclusivo di oltre un anno di iniziative di solidarietà che hanno avuto protagonisti i giovani appassionati di calcio. In mattinata, al teatro Don Bosco, i ragazzi degli istituti superiori hanno messo in scena "Invasioni di campo" alla presenza di Maurizio Caterina della presidenza nazionale del CSI, Alberto Bassani, community relation coordinator dell'Inter è l'assessore comunale alla Cultura e allo Sport, Alessia Pupo. 

21/04/2018
A Macerata è Primavera nei parchi

A Macerata è Primavera nei parchi

Domenica 22 aprile a Macerata sarà Primavera nei parchi, grazie alle iniziative promosse dal Comune di Macerata, la cooperativa Risorse e gli Amici del Parco di Fontescodella per trascorrere una giornata nei due parchi piu grandi della città: Fontescodella e Giardini Diaz.Si potrà fare picnic, partecipare alle passeggiate del Green Nordic Walking, perdersi nella Bibliovaligia delle Favole con le letture condivise per famiglie con bambini, libri di qualità, prestito librario e dialoghi di comunità NpL e poi animazione e giochi tradizionali proposti dal gruppo Scout Macerata e ancora passeggiate con i muli, skate e gustarsi un buon gelato o partecipare a uno spettacolo di marionette e giocare grazie a “Games labs” e la ludicità consapevole.In occasione della Primavera nei parchi l’ecobar L’alligatore di Fontescodella rimarrà aperto, così come il parcheggio Centro storico. Info e programma completo delle iniziative: www.comune.macerata.it  www.risorsecoop.it

Macerata Racconta, gli eventi fanno formazione

Macerata Racconta, gli eventi fanno formazione

Gli incontri letterari di Macerata Racconta diventano momenti formativi per il valore culturale e professionale. Cresce l’offerta formativa del festival del libro di Macerata, in programma dal 30 aprile al 6 maggio, che vede alcuni degli incontri letterari accreditati dal Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo dell’Università di Macerata e dall’Ordine degli avvocati di Macerata, come corsi di aggiornamento e formazione per insegnanti e avvocati.Per avere l’attestato valido come riconoscimento è necessario registrarsi al desk disponibile nel luogo dell’evento e al termine dell’incontri ritirare l’attestato.Gli incontri accreditati per gli avvocati sono: Diego de Silva (30 aprile ore 21,00  Ex Cinema Sferisterio), Emiliano Fittipaldi: il caso Emanuela Orlandi (2 maggio ore 21,00 Teatro Lauro Rossi), Convegno su Esperienze di giustizia ripartiva (3 maggio ore 16,30 ex auditorium Banca Marche), Carolina Orlandi e il caso David Rossi (5 maggio ore 12,00 Galleria Antichi Forni), Marco Damilano e il caso Moro (6 maggio ore 17,00 Teatro Lauro Rossi).Gli incontri validi come formazione per insegnanti ed educatori sono: Emiliano Fittipaldi: il caso Emanuela Orlandi  (2 maggio ore 21,00 Teatro Lauro Rossi), Valerio Magrelli e i rebus poetici (3 maggio ore 18,30 Teatro della Filarmonica), Nadia Terranova e il viaggio nella letteratura contemporanea per bambini (4 maggio ore 16,30 Museo della scuola), Franco Lorenzoni e l’origine della musica nel mito e Alessandro Robecchi e la scrittura noir (5 maggio ore 18,30 Teatro della Filarmonica), Licia Troisi sul tema fantasy: tra scienza e fantascienza (6 magio ore 18.30 teatro Filarmonica). Nel sito www.macerataracconta.it sono disponibili le schede dettagliate sugli incontri.

Civitanova, servizi anti contraffazione al mercato

Civitanova, servizi anti contraffazione al mercato

Questa mattina gli agenti della Polizia di Stato impegnati nei sevizi anti contraffazione e contro l’abusivismo commerciale disposti dal Questore a Civitanova Marche in occasione del mercato settimanale, hanno proceduto all’identificazione di un cittadino di origini nigeriane, senza fissa dimora sul territorio nazionale, risultato clandestino sul territorio nazionale. L’uomo, sorpreso mentre tentava di vendere chincaglierie e merce varia,  era sprovvisto di permesso di soggiorno dopo che la commissione territoriale di Roma aveva rigettato la sua richiesta di rinnovo di asilo politico.Per questo motivo lo stesso è stato accompagnato presso il centro per rimpatri di Potenza da dove verrà rimpatriato nel proprio paese.

21/04/2018
Macerata, controlli in parchi e giardini: due denunciati per droga

Macerata, controlli in parchi e giardini: due denunciati per droga

Controlli serrati della polizia nella zona dei giardini Diaz e del parco di via Munoz. Alle 12 di ieri gli agenti della “Volante” nel corso di un controllo effettuato nella zona di via Mugnoz, in particolare all’interno del sottopasso, hanno trovato due cittadini extracomunitari identificati per un due uomini di origini nigeriane rispettivamente di 26 e 28 anni. Entrambi sono stati sottoposti a perquisizione: rinvenuti su di uno  5 grammi di marijuana e la somma di 110 euro e sull’altro 4 grammi della stessa sostanza e la somma di 100 euro, denaro verosimilmente provento dell’attività di spaccio. La droga e il denaro venivano posti in sequestro e i due deferiti all’A.G. per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso dei servizi di pattugliamento e controllo del territorio sono state identificate 68 persone e controllate 30 autovetture.

21/04/2018
Teatri Sanseverino aprono nuova stagione con film Al Gore in occasione Giornata della Terra

Teatri Sanseverino aprono nuova stagione con film Al Gore in occasione Giornata della Terra

I Teatri di Sanseverino inaugurano domani (domenica 22 aprile) la nuova stagione “Aperti per Ferie”. L’appuntamento è alle ore 17, con ingresso gratuito, all’Italia per la proiezione del film documentario di Al Gore “Una scomoda verità2” in occasione della “Giornata della Terra” (Earth Day 2018). L’iniziativa sarà introdotta dal consigliere comunale architetto Pier Domenico Pierandrei, climate reality leader, che al termine della proiezione sarà a disposizione del pubblico presente in sala per un dibattito sui temi analizzati nel documentario. Realizzata dall’ex vice-presidente degli Usa, Al Gore, la pellicola vuole sensibilizzare le persone sul costante e pericoloso aumento della temperatura globale a causa dell’incremento delle emissioni di Co2 da parte dell'uomo. Dopo undici anni dal primo film, Al Gore torna così sul grande schermo per affrontare un argomento che in questi anni non ha mai smesso di approfondire: il surriscaldamento del globo terrestre, le sue cause, i suoi effetti e le alternative praticabili. Il documentario mostra, infatti, le conferenze e gli incontri di Al Gore e accompagna la narrazione e le sue riflessioni con immagini molto significative. 

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433