di Picchio News

Tutto pronto per la prima serata di Musicultura 2019: ospiti e programma di giovedì 20 giugno

Tutto pronto per la prima serata di Musicultura 2019: ospiti e programma di giovedì 20 giugno

Enrico Ruggeri e Natasha Stefanenko apriranno domani le serate finali della 30° edizione di Musicultura in diretta su Rai Radio 1, con la partnership di Rai3, Rainews 24, e Tgr. Attesi sul suggestivo palcoscenico del Festival la PFM, il Quinteto Astor Piazzolla, i Coma Cose e Giordano Bruno Guerri. Riflettori puntati su Musicultura, la Signora della musica italiana alla quale va il merito di aver tenuto fede per 30 anni alla canzone d’autore, che da domani sera apre il sipario sulle sue tre serate finali (20, 21 e 23 giugno, ndr) condotte da Enrico Ruggeri e Natasha Stefanenko con tanti ospiti e l’attesa sfida finale tra gli otto vincitori finalisti del Festival 2019 per il titolo di vincitore assoluto che verrà decretato dal pubblico dell’Arena Sferisterio di Macerata (7.500 persone). La prima diretta sarà quella di Rai Radio1 che, domani, proporrà la serata maceratese con le voci di Marcella Sullo e Duccio Pasqua a cui si aggiungerà quella di John Vignola dal palco dove si esibiranno gli 8 finalisti del concorso.  Questi i loro nomi, le città di provenienza e i titoli delle rispettive canzoni: Luca Bocchetti (Roma) – Furius;  Francesco Lettieri (Giugliano, NA) - La mia nuova età; Lo Straniero (Asti) - Quartiere italiano; Lavinia Mancusi (Roma), – Ninù; Paolantonio (Catania) - Questa assurda storia; Gerardo Pozzi (Vittorio Veneto, TV) – Badabum; Enzo Savastano (Benevento) - Le mogli dei cantanti famosi; Francesco Sbraccia (Teramo) - Tocca a me.  Sono passati 30 anni da quando Giorgio Caproni e Fabrizio De André  - i primi firmatari  del Comitato di Garanzia di Musicultura – diedero vita a questa iniziativa e, sotto lo sguardo attento di Piero Cesanelli Direttore Artistico del Festival, saranno ‘attivate’ una serie di ricorrenze che daranno un colore speciale alla partecipazione della Premiata Forneria Marconi. L’edizione 2019 oltre a segnare il giro di boa dei 30 anni del festival, cade a 20 anni dalla scomparsa di Fabrizio De André e si svolge a 40 dalla nascita del fortunato sodalizio che vide insieme PFM e Faber in una formidabile carrellata di live in cui le canzoni del cantautore genovese trovarono una originalissima nuova veste prog-rock, con la quale tutt’oggi sono identificate ed amate. A proposito di quell’esperienza De André disse: «L'idea di un tour con un gruppo rock sulle prime mi spaventò ma una parte di me mi diceva di accettare. In più ero tormentato da interrogativi sul mio ruolo, sul mio lavoro, sull'assenza di nuove motivazioni. E la PFM mi risolse il problema, dandomi una formidabile spinta verso il futuro. La tournée con loro è stata un'esperienza irripetibile perché si trattava di un gruppo affiatato con una storia importante, che ha modificato il corso della musica italiana. Ecco, un giorno hanno preso tutto questo e l'hanno messo al mio servizio».  Ad aprire la carrellata internazionale degli ospiti di Musicultura sarà il Quintetto Astor Piazzolla, grazie al quale il pubblico potrà rivivere la bellezza di alcuni dei capolavori del celebre Maestro. Piazzolla formò il suo primo quintetto nel 1960, portando il tango alle sue estreme conseguenze. Cinque strumenti solisti che cantavano il corpo elettrico della città, il nuovo fervore di Buenos Aires, con una potenza di fuoco inusitata, una ricchezza melodica, ritmica, armonica senza precedenti e un sound finalmente all’altezza dei tempi. Quando ormai il tango non sapeva più che farsene delle maestose macchine orchestrali degli anni d’oro, il quintetto venne a indicare le nuove strade da percorrere. L’attuale formazione vede in scena Lautaro Greco (bandoneón), Sebastian Prusak (violino), German Martìnez (chitarra), Sergio Rivas (contrabbaso) e Cristian Zarate (piano).  I Coma Cose, il duo indie pop-rap italiano formato da Fausto Lama (Fausto Zanardelli) e California (Francesca Mesiano), venuto alla ribalta da alcuni brani pubblicati su YouTube, porterà la loro freschezza sul palco di Musicultura con i loro brani tra rap e cantautorato dove citano Battisti, De Gregori e Celentano e raccontano della vita milanese nei suoi luoghi più famosi. Ospite della parola nella prima serata del Festival lo storico saggista ed accademico Giordano Bruno Bruno Guerri. Spazio anche alla rinnovata collaborazione tra Musicultura e SOS Villaggi dei Bambini, la più grande Organizzazione a livello mondiale impegnata nel sostegno di bambini e ragazzi privi di cure familiari o a rischio di perderle. A Macerata la sinergia che testimonia il prezioso contributo che la musica e la cultura possono fornire per far conoscere temi di rilevanza sociale. Le serate finali di Musicultura proseguiranno venerdì 21 giugno con: Sananda Maitreya & The Sugar Plum Pharaohs,  Morgan, The BeatBox con Roma Philarmonic Orchestra, Andrea Purgatori, The André.  Domenica 23 giugno con la finalissima della XXX edizione de Festival. Sul palco dello Sferisterio saliranno Daniele Silvestri, Angelique Kidjo, Rancore, Carlotta Natoli. Sarà il pubblico presente ad incoronare il vincitore assoluto del Festival 2019 al quale andranno i 20.000 € del Premio UBI Banca. I biglietti per assistere alle tre serate di spettacolo sono in vendita sul circuito Vivaticket.  LA CONTRORA  domani 20 giugno: Tra gli appuntamenti della Controra alle ore 18.00 alla Centrale Plus in Piazza della Libertà 23, il noto giornalista e critico musicale Ernesto Assante presenta il libro: “Woodstock ’69. Rock revolution” Un’immersione sul mondo del 1969, la celebre cultura hippie con le sue idee, i suoi filosofi, i suoi eroi e la sua musica: la chitarra psichedelica di Santana, la voce ipnotica di Joan Baez, il leggendario inno americano di Jimi Hendrix, divenuto l’emblema di una protesta epocale. Un viaggio nell’agosto del ’69, dove 500 mila persone da tutto il mondo si sono accampate nei prati di Bethel, sotto la pioggia, per tre lunghissimi giorni di musica, trasgressione e libertà. Tre giorni che hanno cambiato la storia del rock e un’intera generazione. Alle 18.30  nel Cortile di Palazzo Conventati Ennio Cavalli incontra  Giordano Bruno Guerri, sui temi del suo libro D’Annunzio. L’amante guerriero. Gabriele Dannunzio  fu un uomo che seppe imporre i propri sogni,  rivoluzionò la figura dell'intellettuale facendo della sua vita un'opera d'arte e influenzando più generazioni nel gusto e nella visione del mondo. Giordano Bruno Guerri svela un personaggio restituito al suo pensiero e alla sua arte, oltre che al suo tempo. Racconta nel dettaglio anche l'amante instancabile, rendendo omaggio a quelle donne, ispiratrici e compagne più o meno folli e coraggiose, che lo amarono sacrificandogli tutto, alle quali la letteratura italiana resta debitrice. Alle 18.45 Piazza C. Battisti, John Vignola presenta i Coma Cose il duo indie pop-rap italiano formato da Fausto Lama (Fausto Zanardelli) e California (Francesca Mesiano), venuto alla ribalta da alcuni brani pubblicati su You Tube. Tra musica e parole i Coma Cose il duo musicale più fresco del momento si raccontano al pubblico del Festival.  

19/06/2019
Macerata, finita la prima prova della maturità: le scelte e le impressioni degli studenti

Macerata, finita la prima prova della maturità: le scelte e le impressioni degli studenti

Il fatidico giorno della prima prova della maturità è arrivato.  “La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l’opportunità”. In questo modo il ministro dell'istruzione Marco Bussetti , parafrasando Seneca dal De Beneficiis (si tratta in realtà di una falsa attribuzione), ha incoraggiato gli studenti in vista della maturità.  Tra i temi da scegliere tre tipologie: l’analisi e interpretazione di un testo letterario italiano - a scelta tra Giuseppe Ungaretti e Leonardo Sciascia -  il testo argomentativo “Istruzioni per il futuro” di Montanari, “L’illusione della conoscenza Fernbach e “L’eredità del Novecento” (a partire dall’introduzione di Stajano) . Per il tema d’attualità Carlo Alberto Dalla Chiesa, tra storia e sport Gino Bartali. Gli studenti hanno incominciato ad uscire alla spicciolata intorno alle 13. La scelta dei maturandi sul tema è stata varia, al Liceo Classico Leopardi di Macerata. Molto gettonato il testo letterario, quello di Ungaretti e Sciascia. In molti hanno scelto  il testo argomentativo “Istruzioni per il futuro” di Montanari e la traccia su “L’illusione della conoscenza. Nel racconto fatto dagli studenti tutto sommato la prima prova è filata liscia, desta preoccupazione la seconda prova di domani, che ricordiamo è cambiata con la nuova riforma della scuola. Per gli studenti del Liceo Classico ad esempio ci sarà una prova mista di Latino e  Greco, così come quelli dello Scientifico avranno una prova congiunta  di Matematica e Fisica. E poi sarà tempo di orali, che provocano non pochi timori tra i maturandi, vista l'assenza della tesina, che sarà sostituita dalla relazione sull'alternanza scuola lavoro.          

Tolentino, saggio finale della scuola di musica “Nazareno Gabrielli”

Tolentino, saggio finale della scuola di musica “Nazareno Gabrielli”

Domenica 2 giugno oltre 100 allievi della scuola di musica “N. Gabrielli” si sono esibiti al Politeama di Tolentino di fronte ad una platea gremita di genitori e di amici. Presenti allievi di tutte le classi: strumenti a fiato, pianoforte, violino, canto, batteria. Il saggio, che è durato oltre 3 ore, è stato chiuso dal gruppo di musica di insieme. Alla presenza del Vicesindaco Silvia Luconi, il Presidente dell’Associazione Musicale “N.Gabrielli” Stefano Carlini Gentili ha ringraziato gli oltre 150 studenti, i genitori e gli insegnanti della scuola di musica, ed ha ribadito l’impegno dell’Associazione a formare e a far crescere in particolare la prossima generazione della Banda Di Tolentino. Infine, la Vicepresidente dell’Associazione Laura Fermanelli, che è la responsabile della Scuola di musica “N.Gabrielli”, ha ricordato l’impegno didattico profuso da oltre dieci anni ed i numerosi progetti nelle scuole per la diffusione della pratica musicale. L’Associazione musicale “Nazareno Gabrielli” inoltre si complimenta con i propri allievi, nonché membri del concerto di fiati “G. Verdi”, Martina Senesi e Riccardo Brandi per il conseguimento della certificazione C per sassofono al conservatorio di Fermo. 

19/06/2019
Salute e la sicurezza dei Vigili del Fuoco: il Segretario UILPA scrive al Ministro Salvini

Salute e la sicurezza dei Vigili del Fuoco: il Segretario UILPA scrive al Ministro Salvini

I Vigili del Fuoco vengono quotidianamente esposti a sostanze tossiche anche nelle fasi successive agli interventi a causa della contaminazione dei dispositivi di protezione individuale. In molti Paesi è ormai radicata un’ampia presa di coscienza del fatto che i D.P.I. non sono sufficienti a proteggere i vigili del fuoco dalle sostanze tossiche ed alcuni studi hanno evidenziato una stretta correlazione con l’insorgenza di alcune gravi malattie (tra cui il cancro) che, tra i vigili del fuoco, ha un’incidenza più elevata rispetto ad altre categorie lavorative. Ad aggravare un quadro complessivo già di per sé allarmante sono studi che dimostrano come le malattie cardiovascolari rappresentino circa il 45% delle cause di morte tra i vigili del fuoco e come l’incidenza di cancro al rene o al colon sia superiore alla media a causa delle sollecitazioni termiche e dello stress psico-fisico cui sono sottoposti gli operatori." L'allarme arriva dalla missiva della UILPA Vigili del Fuoco, a firma del Segretario Generale Alessandro Lupo, inviata al Ministro dell’Interno Matteo Salvini, al Sottosegretario all’Interno Stefano Candiani, al Capo Dipartimento VVFSPDC Salvatore Mulas e al Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Ing. Fabio Dattilo. "Quanto in precedenza rappresentato ha indotto numerosi Stati a riconoscere ai vigili del fuoco alcuni benefici, tra cui quelli di natura previdenziale; in Italia, invece, i nostri Vigili del Fuoco non hanno alcuna forma di previdenza complementare, non vengono considerati categoria usurante e non beneficiano di alcuna forma di assicurazione obbligatoria per gli infortuni e le malattie professionali - continua il Segretario -. In questi anni la UILPA Vigili del Fuoco ha lanciato una massiccia campagna di sensibilizzazione del personale e delle istituzioni poichè i dati che giungono dall’Opera Nazionale di assistenza del CNVVF evidenziano un problema estremamente grave e preoccupante per la salute di tutto il personale." "Tanto premesso, a tutela della salute del personale, oltre ad un incontro urgente, la scrivente chiede specifici provvedimenti finalizzati a: L’adozione di protocolli di sicurezza che consentano la riduzione del contatto con le sostanze inquinanti anche al termine degli interventi (cambio dei dispositivi di protezione individuale al termine di ogni incendio, possibilità di fare la doccia dopo ogni intervento contaminante ecc.); La previsione di accertamenti diagnostici mirati a cui sottoporre periodicamente il personale ad implementazione di quelli attualmente previsti per il libretto sanitario; L’adozione di un adeguato sistema statistico per valutare l’esposizione del personale prevedendo l’obbligo di inserimento nel fascicolo personale di tutti gli interventi che possano avere ripercussioni sulla salute; La predisposizione di un sistema di monitoraggio che consenta una valutazione efficace dell’incidenza di malattie o cause di morte dei Vigili del Fuoco anche dopo il collocamento in quiescenza; La rivalutazione e l’ampliamento del numero e della tipologia di malattie che devono essere riconosciute come dipendenti da causa di servizio; Il riconoscimento ai Vigili del Fuoco dei benefici di categoria usurata; Il riconoscimento di una specifica maggiorazione dell’indennità di rischio; Il riconoscimento di specifici ed opportuni benefici di natura previdenziale" conclude il Segretario. (Immagine di repertorio)

19/06/2019
Castelsantangelo sul Nera, la Norcineria Alto Nera festeggia 30 anni tra i sapori dei Monti Sibillini

Castelsantangelo sul Nera, la Norcineria Alto Nera festeggia 30 anni tra i sapori dei Monti Sibillini

Produrre salumi e insaccati a Castelsantangelo sul Nera in un lembo di terra dove intorno ci sono montagne, boschi e corsi d’acqua, non è mai stato facile. Non lo è stato soprattutto dopo i terremoti del 2016 quando a novembre, Gregorio, Giulio, Maria ed Eleonora hanno dovuto lasciare il loro paese, il laboratorio e il punto vendita per essere ospitati per la produzione a Monte San Vito e risiedere per oltre un anno e mezzo fuori dal loro ambiente. Come tutte le storie, i traguardi non sono mai facili da raggiungere. Nell’agosto 2018, la delocalizzazione della Norcineria è terminata e dopo aver supportato il punto vendita di Campocavallo di Osimo, i norcini sono tornati a casa, a Castelsantangelo sul Nera. Ecco che i 30 anni da festeggiare da parte della Norcineria Alto Nera hanno un valore forte, come è chi non si arrende nonostante tutto sembra andare nella direzione opposta, nonostante le strade chiuse e una ricostruzione post sisma che stenta a partire. La Norcineria Alto Nera non è mai stata sola nel percorso, nemmeno quello più difficile. Maria si commuove ancora ricordando la disponibilità dei Vigili del Fuoco dopo la scossa del 30 ottobre a mettere in salvo una buona parte della produzione conservata nel laboratorio di stagionatura. Gregorio ricorda le numerose telefonate ricevute dai clienti sparsi in tutta Italia per sapere come stavano dopo le forti scosse. Giulio ed Eleonora sentono ancora l’affetto che c’era in chi acquistava un ciauscolo per dimostrare vicinanza. Oggi l’attività di produzione e vendita continua in tutte le Marche ed è stata potenziata con l’attivazione della vendita online, grazie alla quale è possibile ordinare prodotti come il ciauscolo Igp o il salame senza conservanti come quello di una volta, oppure la “Cardosella”, una salsiccia aromatizzata con le scorze di arancia che omaggia il Monte Cardosa che spicca a Castello (così viene chiamato il paese Castelsantangelo sul Nera da chi lo abita o lo frequenta assiduamente). Prosegue senza sosta anche il lavoro di tutta la squadra di norcini che domenica prossima vogliono festeggiare il traguardo dei 30 anni con una giornata di festa “Il giorno del ciauscolo. Finalmente a casa!”. Si comincia alle 10,00 con la dimostrazione della produzione del formaggio da parte del mastro casaro Giuliano. Alle 12,00 ci sarà la tradizionale consegna del premio “Ciauscolo d’oro”, ideato da Giorgio Lorenzetti e rivolto a chi sta promuovendo la conoscenza dell’insaccato tipico marchigiano. Molti gli invitati alla tavolata dei “Ciauscolanti” prevista per le 13,00. Alle 16,00 la Norcineria alto Nera continuerà ad offrire i suoi prodotti al “Ciauscolo party”, seguito poi dall’elezione di “Miss ciauscolo” e “Lady simpatia”. Non mancheranno bruschette per i presenti allietati dalla musica del gruppo “Strada Secondaria”. Gli organizzatori invitano gli ospiti ad indossare qualcosa di rosso, di buon auspicio per la festa. Sarà una giornata di condivisione per tutto il paese, per i clienti e per i fornitori dell’azienda. Gregorio, Giulio, Maria ed Eleonora, titolari della  Norcineria Alto Nera, i 30 anni di attività li potevano festeggiare solo in un luogo, quello che li ha visti nascere e crescere: Castelsantangelo sul Nera, per loro sempre Castello.  

19/06/2019
Civitanova Plastic Free: mozione del PD contro l'abuso della plastica monouso

Civitanova Plastic Free: mozione del PD contro l'abuso della plastica monouso

Il gruppo consiliare del Partito Democratico di Civitanova Marche ha elaborato una mozione per proporre alla maggioranza un'ordinanza comunale contro l'abuso della Plastica monouso: "Una sensibilità globale si sta diffondendo per ridurre il consumo della cosiddetta plastica monouso. Ogni anno, negli oceani, finiscono tonnellate di rifiuti e la stragrande quantità è rappresentata proprio dalla plastica. Un'emergenza che ci riguarda tutti e che impone comportamenti più ecosostenibili". "Molti Comuni - si specifica - hanno già adottato provvedimenti e in prima fila ci sono anche le città della riviera marchigiana e romagnola. Ancona, Senigallia, Rimini, e tante altre realtà tra cui anche il Comune di Macerata, hanno varato provvedimenti. I sindaci hanno firmato ordinanze per mettere al bando l'uso di piatti, bicchieri, forchette, cannucce di plastica monouso nei locali pubblici, negli stabilimenti balneari e sotto l'ombrellone". Viene anche esplicitata una critica all'atteggiamento mostrato nei giorni scorsi dall'assessore all'ambiente Giuseppe Cognigni: "Anche Porto Sant'Elpidio ha deciso di adottare comportamenti 'plastic free' durante le sagre, le feste ed gli eventi pubblici. Ovunque, i sindaci più sensibili stanno mobilitando anche il mondo della scuola. Chi non rispetta le ordinanze rischia sanzioni fino a 500 euro. Civitanova, al momento si segnala per un sostanziale immobilismo e silenzio su questo fronte. Anzi, cittadini volontari impegnati a ripulire la spiaggia dai rifiuti di plastica vengono addirittura redarguiti perché privi di autorizzazione e minacciati di sanzioni dall'assessore all'ambiente". "Considerato allora il pericolo per l'impatto ambientale che l'abuso e il non corretto smaltimento della plastica monouso rappresentano, abbiamo depositato una mozione per chiedere al sindaco di mettere apposita ordinanza perché anche Civitanova diventi un comune 'Plastic Free', perché anche qui si affermi sempre più la cultura del rispetto dell'ambiente anche con comportamenti consapevoli e contributi concreti alla riduzione della plastica e dei rifiuti in genere".

19/06/2019
Treia, smontata la tensostruttura adibita a Chiesa

Treia, smontata la tensostruttura adibita a Chiesa

Dopo la riapertura della Chiesa dei S.S. Vito e Patrizio avvenuta venerdì 24 maggio, proprio oggi sono arrivati in Paese i Tecnici del “Ministero dell’Interno, del Dipartimento Vigili del Fuoco e del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, Direzione Centrale della Difesa Civile e Politiche di Protezione Ufficio 1° Centri Assistenziali Pronto Intervento Logistica di Roma” in supporto anche della Protezione Civile di Treia – per smontare la Tensostruttura montata appositamente a dicembre del 2016, fornita dalla Protezione Civile e montata dal “Battaglione San Marco” – a fronte del terremoto avvenuto ad ottobre del 2016. La Chiesa dei S.S. Vito e Patrizio è stata lesionata dal sisma e oggi dopo due anni e mezzo la Tensostruttura ha svolto la propria funzione, e verrà così rimossa. La comunità ringrazia le varie Istituzioni che hanno permesso alla popolazione di Chiesanuova in questi anni, di aver potuto comunque fronteggiare il disagio dovuto dal sisma.

19/06/2019
Tolentino, giovedì 20 giugno inaugurazione  della nuova palestra della scuola Lucatelli

Tolentino, giovedì 20 giugno inaugurazione della nuova palestra della scuola Lucatelli

Giovedì 20 giugno, alle ore 18.30, sarà inaugurata ufficialmente la nuova palestra annessa all’Istituto comprensivo “G. Lucatelli” (Ingresso da viale della Repubblica). All’inaugurazione interverranno il Sindaco Giuseppe Pezzanesi, l’Amministratore delegato di Arena Italia Giuseppe Musciacchio, la Dirigente scolastica dell’Istituto Lucatelli Mara Amico e l’Assessore alla Protezione Civile della Regione Marche Angelo Sciapichetti. Il programma prevede il taglio del nastro, la benedizione, i saluti delle autorità e a seguire una esibizione di tiro con l’arco a cura degli studenti della scuola Lucatelli. La realizzazione della nuova struttura è stata avviata all’indomani del sisma del 2016. L’istituto Lucatelli frequentato da circa 900 studenti, è stato in parte danneggiato e a seguito dei lavori di sistemazione, il Sindaco e l’Amministrazione comunale hanno chiesto di poter costruire una nuova struttura a servizio sia della scuola che del mondo associazionistico sportivo locale e grazie all’intervento congiunto del Capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale e del Miur, è stato possibile reperire i fondi necessari, sopperendo alla mancanza di altre strutture inutilizzabili a seguito dei danni derivanti dal terremoto. La nuova palestra è formata da due corpi distinti. Il primo consente l’accesso e ospita gli spogliatoi per le squadre, per gli arbitri, l’infermeria e il locale di servizio, oltre ai bagni. Il secondo locale, alto 7 metri è interamente dedicato alla palestra e al campo di gioco per la pallavolo. E’ stata inserita anche una tribunetta per il pubblico. La struttura è stata realizzata in acciaio e nel pieno rispetto di tutte le ultime normative antisismiche. La direzione lavori è stata fatta internamente a cura dell’Ufficio Lavori Pubblici dall'Ing. Mariella Rotelli con la collaborazione dei direttori operativi esterni Ing. Paolo Campetti, P.Ind. Fabrizio Mancini, P.Ing. Marino Bara. Con la cerimonia di inaugurazione si consegna alla Città di Tolentino, all’Istituto Lucatelli, al Quartiere Repubblica e alle associazioni sportive una nuovo e funzionale impianto, progettato con le più avanzate tecniche costruttive, in grado di ospitare le attività, anche agonistiche, di diverse discipline sportive, potendo contare, anche in caso di emergenza, di locali sicuri e atti ad essere utilizzati per rispondere alle situazioni in stato di crisi. E’ questa la prima opera importante che si realizza a seguito del sisma del 2016 e che si deve alla stretta sinergia tra il Capo del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, MIUR e Sindaco di Tolentino e grazie ai finanziamenti messi a disposizione da arena Italia  L'intervento di realizzazione della nuova palestra scuola Lucatelli è costato circa 720 mila euro di cui 580 mila messe a disposizione dal Miur, 75 mila da arena a ulteriori 65 mila derivanti da diverse donazioni effettuate a seguito del sisma. Come si ricorderà ad inizio 2017, l’Arena aveva promosso il progetto di solidarietà “la cuffia del cuore”.  Azienda leader nel mercato degli articoli sportivi dedicati al nuoto, arena ha il suo quartier generale a Tolentino, uno dei centri colpiti dagli eventi sismici. Per questo motivo, l’azienda ha scelto di attivarsi in prima linea e varare una iniziativa commerciale finalizzata alla raccolta di fondi per sostenere progetti di ricostruzione o riqualificazione delle zone colpite. La “Cuffia del Cuore”, in edizione limitata e caratterizzata da una grafica evocativa dell’essenza del progetto (due mani che si uniscono per racchiudere un cuore) è stata distribuita presso i migliori negozi di articoli sportivi e nei siti online dei principali rivenditori italiani. L’iniziativa ha visto la collaborazione attiva dei rivenditori e di diversi testimonial d’eccezione, tra cui Massimiliano Rosolino, riscuotendo un buon successo di vendita.  A seguito di diversi incontri con il Sindaco Pezzanesi è stato deciso di individuare nella nuova palestra della Lucatelli quale opera di interesse pubblico a cui dedicare la somma raccolta, pari a circa 75.000 €.  

Tolentino, Notte Bianca 2019: il programma completo e gli ospiti

Tolentino, Notte Bianca 2019: il programma completo e gli ospiti

Sabato 22 giugno torna a Tolentino la notte più lunga e divertente dell’anno. Infatti con l’arrivo della bella stagione, la programmazione estiva della Città di Tolentino si apre ufficialmente con la Notte del Solstizio d’Estate che per questa edizione 2019 ha come fil ruoge le celebri costruzioni colorate. Il tema scelto per questa edizione 2019 è “La Notte del Mattoncino”. L’idea è scaturita dalla grande mostra che la Città di Tolentino si prepara ad accogliere a partire dal prossimo 17 ottobre e che sarà interamente dedicata alle celebri costruzioni colorate che tanto affascinano sia i più piccoli che i grandi.  Tra le novità, annunciate nel corso di una conferenza stampa, a cui hanno partecipato il Sindaco Giuseppe Pezzanesi, il Vicesindaco e assessore al Turismo Silvia Luconi, l’Assessore alla Cultura Silvia Tatò, il Consigliere comunale delegato al Commercio Andrea Crocenzi, il Presidente di Assm spa Stefano Gobbi, il Presidente della Pro Loco TCT Edoardo Mattioli, la segretaria della Pro Loco Novella Scalzini, l’animazione itinerante con una banda tutta al femminile, un gruppo folk che scatenerà il pubblico con la pizzica. Atteso lo spettacolo delle Principesse direttamente da Colorado e di Nicola Virdis da Italia’s Got Talent. Concerto con Marco Ligabue (fratello del noto rockman Luciano) e musica blues con la band di Giuseppe Poli Mosology con la partecipazione di Massimo Peroni. Divertimento assicurato con “Tali e quali o quasi show”. Musica anche con gli studenti del Filelfo. Tante le conferme che si ripetono negli anni come ad esempio la sfilata di moda a cura delle alunne dell’Ipia Frau, i concerti tributo, i dj che mixeranno musica per tutti i gusti, i laboratori per i bambini, l’animazione di Multiradio, le riprese di Canale 14 e all’ex centrale elettrica del Ponte del diavolo appuntamento da non perdere con Mood Night per aspettare l’alba. In ogni ristorante, osteria, bar, pizzeria, pasticceria, rosticceria sono previste degustazioni di tipicità locali e dei migliori vini e birre, anche artigianali. Il Sindaco e gli Assessori hanno ricordato che le tante difficoltà che stanno interessando il centro storico possono essere attenuate o superate grazie a un sapiente lavoro continuo di restyling strutturale e di programmazione di grandi eventi capaci di attrarre il grande pubblico. L’Amministrazione comunale ha ringraziato la Pro Loco TCT e tutti i commercianti per la costruttiva collaborazione nel predisporre la Notte del Solstizio d’Estate. Notte Bianca Tolentino 2019: il programma completo degli appuntamenti e delle esibizioni Piazza della Libertà, ore 21.00 Sfilata di Moda dell’istituto “R. Frau” di Tolentino, ore 21.30 Etnikantaro – La Pizzica, ore 23.30 Marco Ligabue. Piazza San Nicola, ore 21.00 Error 404 gruppo rock degli studenti e a seguire Jann LIambi Dj dell’istituto F. Filelfo di Tolentinom alle ore 23.30 Le Principesse dal programma televisivo Colorado, a mezzanotte Nicola Virdis da Italia’s Got Talent 2019.        Via San Nicola – Via Del Popolo, ore 21.00 Felix Acoustic Band - Musica Italiana - Alimentari Fioretti. Piazza N. Mauruzi, ore 22.00 Voci Sole Band – gruppo vocale tutto al femminile e alle ore 23.30 Troublemaker Queens Of Rock. Piazza M. di Montalto, ore 21.30 Favola Trio e alle ore 23.30 “Tali e Quali o Quasi Show” con artisti vari. Angolo bimbi con giostrine. Via P. Massi, ore 21.00, laboratori per bambini a cura Le Formiche. Piazza Don Bosco, ore 21.30 laboratori per bambini a cura Le Formiche. Via Caselli, ore 18.30, Altrochebacco Aperitivo – Cena. Traversa della Croce, ore 22.30 Hombre All’ombra Hot - Green Room Pub  Largo Amadio, ore 22.00 Multiradio Live. Via Parisani - Via Tambroni, ore 21.00 Impact Sound e ore 22.30 Mosology con la partecipazione di Massimo peroni e Giuseppe Poli. Via Pace, ore 18.00 serata giochi da tavolo in collaborazione con Cranio Creations a cura della Fumetteria 42, alle ore 21.00 animazione per bambini e mucica dance con Emiliano Effe Dj – Stefanino Dj (Zona Fontana Avis). Via S. Salvatore, Demonik e Gli Accordati a cura de La Cornice e Santo Bevitore.  Corso Garibaldi, ore 21.00 Tonino e la sua chitarra – Osteria Di San Nicola  Per Le Vie Del Centro Storico, a partire dalle ore 21.30 Le Girlesque – banda musicale tutta al femminile.   Alla ex centrale elettrica sotto il Ponte del diavolo, dalle ore 01.00 Mood Night preview ufficiale del Mood Festival By Mood Events

19/06/2019
Il progetto UnicaMontagna fa il suo debutto al Lanciano Forum

Il progetto UnicaMontagna fa il suo debutto al Lanciano Forum

Si chiama UnicaMontagna, un ambizioso percorso fortemente voluto da UNICAM e sviluppato da sette aziende del territorio per accrescere la competitività e la forza rigenerativa nell’entroterra maceratese. Venerdì 21 giugno, alle ore 10.00. “A-ttrazione Locale-l’economia del mondo cerca la qualità della vita” è il provocante titolo dell’evento di lancio del progetto, ospitato a Castelraimondo negli spazi del Lanciano Forum.  Sarà Duilio Giammaria, il noto conduttore di “Petrolio” su RAI 1, a stimolare lo spirito di cross-fertilization e contaminazione, che è il metodo fondante del progetto, tra i tanti attori che andranno ad alimentare con spunti ed esperienze di successo il lavoro di UnicaMontagna. In programma anche un’inedita “Expo della creatività”, con oltre quindici aziende innovative negli ambiti più disparati che offriranno ulteriori occasioni di stimolo e confronto. Nell’occasione saranno inaugurati gli spazi di co-working a disposizione delle attività economiche del territorio e l’Accademia di Tipicità, in collaborazione con l’Istituto alberghiero di Cingoli, presenterà una “degustazione d’interni”. Al centro del focus le opportunità nell’ambito delle attività culturali e creative, con l’obiettivo di sviluppare un polo di riferimento, fisico e concettuale, per accrescere la competitività di questo territorio, in particolare per quanto riguarda le produzioni artigianali ed agroalimentari. Il progetto è stato ammesso a finanziamento nell’ambito dei fondi FESR Marche del Programma Operativo Regionale 2014-2020, nell’asse 3 azione 8.1 "Sostegno alla innovazione e aggregazione in filiere delle pmi culturali e creative, della manifattura e del turismo ai fini del miglioramento della competitività in ambito internazionale e dell’occupazione". “L’Università di Camerino ha fortemente voluto e promosso questa innovativa iniziativa –sottolinea il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari – trovando fin da subito il consenso degli enti del territorio, Comuni ed Unioni Montane, che fanno parte della Consulta permanente per lo sviluppo nonché il supporto di Tipicità. Attraverso la creazione di un'identità condivisa, vogliamo rappresentare il nostro territorio, consentendone la valorizzazione delle eccellenze, mettendo a disposizione tutte le competenze che caratterizzano gli ambiti disciplinari delle nostre Scuole di Ateneo, che potranno certificare scientificamente le qualità dell’intera filiera dei prodotti, frutto dell’originalità e della creatività del nostro territorio”.  Nei diciotto mesi della sua durata, il partenariato opererà per proporre nuovi modelli di sostenibilità economica ed occupazionale attraverso lo sviluppo di soluzioni innovative per il mercato in quanto a prodotti, servizi e processi. La strategia è pertanto incentrata sullo sviluppo in chiave creativa di servizi integrati art&business per le imprese locali che, partendo da una situazione di contesto pre-sisma e post-sisma, necessitano di un nuovo modello di sviluppo aziendale.

Torneo Velox 2019, arriva il momento delle semifinali: date, orari e programma completo

Torneo Velox 2019, arriva il momento delle semifinali: date, orari e programma completo

Quattro squadre e un trofeo. Martedì sera sono terminati i quarti di finale nella 42° edizione del Torneo Velox Allievi e domani un poker di formazioni, da 3 province, scende in campo per continuare il sogno di alzare l’ambito trofeo messo in palio dalla Junior Macerata (in collaborazione con la HR Maceratese). Questi orari e accoppiamenti delle semifinali di giovedì 20 giugno: alle ore 17.30 Tolentino-Fermana, alle 21 Junior Jesina-Matelica. Attenzione, non si disputeranno allo Stadio della Vittoria di Macerata (occupato dalle prime sfide degli ottavi di finale del “Nando Cleti”), bensì nel nuovo impianto sportivo di Villa Potenza, sempre con fondo in erba sintetica. La finalissima, va ricordato, è in programma domenica allo Stadio della Vittoria alle ore 21. Dopo il successo della Fermana nella competizione riservata ai Giovanissimi, con la coppa dedicata all’ex presidente Paolo Belleggia appena scomparso, il torneo per Allievi vede nuovamente il club gialloblu in lotta per la vittoria. Anzi, secondo gli addetti, quella di domani col Tolentino sarà una sorta di finale anticipata. La Fermana vi arriva dopo aver eliminato 3-1 la United Civitanova, mentre i cremisi hanno superato ai rigori la Vigor Senigallia. Una sfida bellissima quest’ultima, giocata davanti a tanto pubblico, con il Tolentino andato sotto prima 0-2 e poi 1-3 ma sempre capace di risollevarsi. A seguire domani ci sarà il derby del Verdicchio. Nei quarti anche l’incrocio maceratese Matelica-Portorecanati è stato deciso dalla lotteria dei calci di rigore, in questo caso dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari. La Junior Jesina invece ha sconfitto agevolmente 3-0 l’Academy Civitanovese.

19/06/2019
Civitanova, si vieta di gettare cicche e scontrini ma qualcuno abbandona frigoriferi e cucine (FOTO)

Civitanova, si vieta di gettare cicche e scontrini ma qualcuno abbandona frigoriferi e cucine (FOTO)

È una due giorni sconcertante dal punto di vista dell'igiene e del decoro urbano, a causa di incredibili abbandoni di rifiuti in strada. Tra ieri e oggi, infatti, sono state segnalate delle vere e proprie discariche a cielo aperto in due vie cittadine. L'episodio di ieri, in via Bragadin, più o meno all'altezza della chiesa di Chiesa San Carlo Borromeo, ha visto depositare in strada, oltre a numerosi sacchi e scatoloni contenenti rifiuti indifferenziati, addirittura una mini moto. Fortunatamente il servizio di pulizia ha fatto egregiamente il proprio lavoro, come scrive l'autore del post, ma ciò è servito a poco, visto che a breve distanza di tempo sono comparsi altri rifiuti indifferenziati. Quello che è accaduto questa mattina in via Cesare Battisti, se possibile, supera qualsiasi limite di decenza. Accanto ai cassonetti, in strada, è comparso veramente di tutto e dalle foto pubblicate sul gruppo Facebook cittadino, si possono scorgere distintamente, tra le altre cose, un frigorifero, un rete del letto, una cucina a gas, un paio di casse di legno e quello che sembra essere un armadio smontato, il tutto condito da diversi sacchi e secchi vuoti di vernice. Una cosa a dir poso scandalosa, di fronte ad un condominio dove, a detta di qualcuno tra i commenti, non sono nuove situazioni del genere. Qualcuno, per cercare di risolvere questo scempio, propone all'amministrazione di "istituire una campagna d'informazione costante su come ci si disfa di ciò che non serve più", tra isola ecologia e centro del riuso, mentre altri non mancano ironicamente di accostare questi fatti alla nuova ordinanza contro le cicche di sigarette e gli scontrini buttati a terra, chiudendo con un laconico "Mi sa che la strada è molto lunga. Anzi lunghissima".

19/06/2019
Torna il festival "Non a voce Sola", apertura a Macerata: il programma

Torna il festival "Non a voce Sola", apertura a Macerata: il programma

Parte la  decima edizione di Non a Voce Sola, un decennale che si celebra all’insegna della tradizionale formula del festival  al femminile in terra marchigiana. La Rassegna , con cadenza annuale ed itinerante fin dalla sua origine, coinvolge ben 12 Comuni e tutte le province marchigiane da Pesaro ad Ascoli Piceno con ben 12 appuntamenti e una trentina di ospiti.  Il 15 luglio del 2010 iniziava il cammino di Non a Voce Sola con l'idea di creare uno spazio franco di discussione  su concetti come identità, desiderio, potere, genere, sesso, felicità,  libertà  al vaglio del taglio della differenza. Tutte le  più grandi intellettuali e artiste  italiane sono passate sul palco del festival discettando di forza, potenza, ordine simbolico, impossibile, corpo politico delle donne, spudoratezza, genealogia femminile. Tutte rigorosamente riaffermando la necessità di un punto di vista femminile sulla realtà, tutte concordi nel riconoscimento della necessità di far agire una esperienza femminile spesso silenziosa, messa al margine, considerata subordinata rispetto al pensiero dominante ancora androcentrico e patriarcale. Tutte con la stessa consapevolezza del bisogno di luoghi al femminile dove pensarsi e pensare il mondo. La rassegna ha avuto anche il merito di riannodare i rapporti fra generazioni di donne, di accogliere l'eredità di coloro che sono state le colonne del movimento delle donne. Pertanto è bene citare alcuni dei  nomi che hanno onorato il palco della rassegna negli anni passati da  Luisa Muraro a Alessandra Bocchetti, da  Nicla Vassallo a Liliana Rampello, e poi Lucia Tancredi ,  Maria Rosa Cutrufelli,  Maria Rita Parsi,  Lidia Ravera, Barbara Alberti , Francesca Comencini,  Emma Dante,  Serena Dandini, Monia Andreani,  Michela Murgia, Dacia Maraini, Paola Maugeri,  Lucetta Scaraffia,  Cristina De Stefano, Elisabetta Rasy, Loredana Lipperini.  Alcune di loro le ritroveremo anche per questo decennale. In questo tempo  la rassegna è diventata anche uno spazio di dialogo fra i generi con l'intervento di intellettuali e giornalisti come Gad Lerner, Giulio Giorello, Massimo Donà, Massimo Recalcati, Riccardo Iacona, Umberto Galimberti, Cristiano Godano. E all'alba del suo decimo compleanno, la rassegna torna alle origini, torna là dove si era iniziato il cammino con la filosofa che più di ogni altra ha determinato il percorso della rassegna, Luisa Muraro. Sarà l'insigne filosofa ad aprire a Macerata, sabato 29 giugno, alle ore 18, a Palazzo Conventati, la decima edizione della Rassegna Non a Voce Sola con una lectio titolata Al mercato della felicità  e sarà Lucia Tancredi a introdurre l'autorevole ospite, già come dieci  anni or sono. E sulla scia di Luisa Muraro è stato scelto il fil rouge della intera manifestazione,Al mercato della felicità,  una ennesima sfida a riaffermare l'importanza del desiderio nella vita di ogni donna e uomo sulla terra. Al mercato della felicità vuole mettere in evidenza la centralità del desiderio nella vita di ogni essere vivente, intendendo per desiderio quello che Luisa Muraro, indica con il termine di Himmat, l'anelito di colui che cerca.   Cosa sarebbe la vita senza grandi desideri? A venirci in soccorso sono le parole di Luisa Muraro citate dalla direttrice artistica, Oriana Salvucci, che così commenta:  "Non ci si deve scoraggiare neanche quando si percepisce la propria inadeguatezza, di fronte alla grandezza del desiderio poichè quello che conta è l'aver tentato, avere avuto la spregiudicatezza di mettersi in fila e l'aver provato ad essere parte del mercato della felicità.  Il reale non è indifferente al desiderio e non assiste indifferente alla passione del desiderare ,dice Luisa Muraro, e là dove al vaglio del reale vi sia uno scacco, anche dallo scacco si può trarre profitto." Sono parole sibilline che necessitano di un percorso e di un viaggio per essere comprese ed è questo che Non a Voce Sola offre ogni anno. Dopo l'apertura maceratese il calendario si presenta ricco di grandi eventi e grandi personalità, dal 4 luglio a Mondolfo con Tiziana Ferrario e la sua lectio all'insegna di Jane Austen titolata , Orgoglio e Pregiudizi,all' 11 luglio a Numana con Paolo Crepet e il suo libro,Passione. Sarà la volta di Riccardo Iacona e  il suo intervento Se questi sono gli uomini a Mondolfo, seguito il 07 agosto ,nella splendida cornice dell'orto dei Frati di Palazzo Comunale di Montecosaro ,dall'intervento di  Loredana Lipperini e Lucia Tancredi. Doppio appuntamento a Porto Sant'Elpidio con Barbara Alberti e Antonella Prenner  il 5 settembre a Villa Baruchello e il 19 Settembre con Paolo Crepet al Teatro delle Api, mentre è per il 12 settembre a Porto Recanati nella Pinacoteca Comunale,  l'intervento della direttrice di Donna Moderna,  Annalisa Monfreda , Come se non fossi femmina. Si tornerà nell'entroterra a parlare d'amore con il filosofo Umberto Galimberti, a  Sarnano il 21 settembre con una lectio su  Le cose dell'amore a cui seguirà una serata dedicata alla poesia a Montegranaro, il 26 settembre, alle ore 21.15, con Franco Arminio e il suo libro Resteranno i Canti. La penultima serata avrà come location Sant'Elpidio a  Mare con Lucia Tancredi e il suo booklive , Gargano negli occhi. E all'insegna della circolarità, l'ultimo appuntamento sarà a Macerata, il 28 settembre alle ore 18, alla Filarmonica,  con la presentazione dell'ultimo libro di Elisabetta Rasy, Le disobbedienti.  L'autrice sarà accompagnata nella conversazione da due ospiti d'eccezione: la scrittrice Lucia Tancredi e il rettore dell'Università di Macerata  Francesco Adornato. Un programma di grande interesse che costituisce la degna celebrazione di un decennio di successi in tutta la Regione Marche e nelle regioni limitrofe. La Rassegna si avvale anche di molteplici patrocini, collaborazioni e contributi di Enti pubblici e privati che vanno citati ad uno ad uno:  La Regione Marche, La Commissione Pari Opportunità Regionale, L'Università di Macerata, L'Università di Camerino, L'Università Politecnica delle Marche, Menghi Shoes, Elsamec, Tacchificio Valdichienti Plast, Coface, Quota CS Sport, La  Stamperia Bonassi, Eros Manifatture, SEAM, MS Auto, Nuova Simonelli, Macero Maceratese, DAMI, DEGAM, Associati Fisiomed, Re Matto, Spazio Cucine Giovenali, Simonelli Cinture, Centro Valdichienti, Parco Hotel, CONTRAM, OSRA Adriatica, Profumeria Lady, GFG, La Fenice, Autolinee Ciuccarelli, Polygon, Mitho srl, DUE Elle, Autoscuola Marinozzi, Hotel Claudiani, APM, Il Quartino.  Calendario   29 giugno Macerata  Luisa Muraro Al Mercato della Felicità Palazzo Conventati ore 18.00 04 Luglio  Mondolfo  Tiziana Ferrario  Orgoglio e Pregiudizi  Piazza del Comune ore 21.15 11 luglio  Numana Paolo Crepet  Passione Piazza del Santuario ore 21.15 17 Luglio Mondolfo Riccardo Iacona Se questi sono gli uomini  Piazza del Comune ore 21.15 07 Agosto Montecosaro Loredana Lipperini e Lucia Tancredi Magia Nera  Orto dei frati Palazzo comunale, ore 21.15 05 Settembre, Porto Sant'Elpidio, Villa Baruchello, ore 21.15  Antonella Prenner Tenebre  Barbara Alberti  La disobbedienza 12 Settembre Porto Recanati Annalisa Monfreda  Come se tu non fossi femmina  Pinacoteca/Anfiteatro Natale Mondo Corso Matteotti, ore 21.15 19 Settembre Porto Sant'Elpidio  Paolo Crepet Passione Teatro delle Api  ore 21.15 21 settembre Sarnano Umberto Galimberti  Le cose dell'amore  Le logge di Via Roma, ore 17.30 26 settembre Montegranaro  Franco Arminio Resteranno i Canti Sala del Consiglio ore 21.15 Sant'Elpidio a Mare, Lucia Tancredi, Il Gargano negli occhi, sete di Quota CS Sport, strada Pozzetto, 3 28 Settembre Macerata  Francesco Adornato, Lucia Tancredi ,  Elisabetta Rasy Le disobbedienti   La Filarmonica  ore 18.00

19/06/2019
Dayana Kosareva è una nuova giocatrice della Roana CBF

Dayana Kosareva è una nuova giocatrice della Roana CBF

Dayana Kosareva è una nuova giocatrice della Roana CBF. Nata in Russia, la schiacciatrice classe ’99, 187 centimetri, esordisce in serie A2 nella stagione 16/17 con Legnano per poi approdare l’anno seguente a Montecchio Maggiore. Nei primi mesi del campionato 18/19 gioca tra le fila dell’Empoli in B1, incrociando nel mese di dicembre proprio la formazione di coach Paniconi, prima della chiamata di Sassuolo, nel gennaio 2019, con cui chiuderà l’ennesima stagione di A2: “Sono rimasta piacevolmente colpita dalla squadra e dal coach in quell’occasione, soprattutto sul piano dell’attenzione e dell’organizzazione di gioco. Non vedo l’ora di iniziare, sono già a lavoro per essere al massimo della condizione per l’inizio del campionato”. Alla Mar.Pel. Arena ritroverà Ylenia Pericati ed Elisa Lancellotti, rispettivamente ex Montecchio Maggiore e Sassuolo: “Sono molto felice di averle di nuovo al mio fianco. Con Elisa c’è un rapporto speciale, ci intendiamo a meraviglia e quando ho saputo che ci saremmo ritrovate a Macerata ero al settimo cielo”.

19/06/2019
Sospese per un anno le rate del mutuo ai dipendenti della Mercatone Uno

Sospese per un anno le rate del mutuo ai dipendenti della Mercatone Uno

UniCredit darà la possibilità ai propri clienti tra i 1.800 lavoratori di Mercatone Uno, in difficoltà a seguito del fallimento della società proprietaria,  di sospendere le rate dei mutui casa per un periodo fino a dodici mesi. La domanda di sospensione dovrà essere presentata dai dipendenti interessati presso la propria filiale UniCredit.  Il Gruppo ha voluto mettere in atto questo intervento a sostegno dei lavoratori e delle loro famiglie.     

19/06/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433