Politica

Macerata, diritto alla cultura e cultura dei diritti: incontro con i candidati alle europee de "La Sinistra"

Macerata, diritto alla cultura e cultura dei diritti: incontro con i candidati alle europee de "La Sinistra"

In vista delle elezioni europee di domenica 26 maggio, La Sinistra organizza un incontro per parlare di diritti e di cultura. Saranno presenti due candidati nella circoscrizione Centro: il giornalista Marco Benedettelli e la scrittrice Ginevra Bompiani. Dialogherà con loro il professor Roberto Mancini. L’appuntamento è per domenica 19 maggio, alle ore 18:00, presso il Verde Caffè di Macerata.

17/05/2019
Tolentino, M5S contro Pantana: "La gestione del Consiglio? Tutt'altro che democratica"

Tolentino, M5S contro Pantana: "La gestione del Consiglio? Tutt'altro che democratica"

"Apprendiamo dai media che Deborah Pantana, Presidente del neo gruppo politico Uniti nel Centrodestra a cui a Tolentino hanno aderito Ceselli e Scorcella (eletti con Forza Italia), si è risentita di quanto accaduto lo scorso martedì nel corso del Consiglio Comunale. A suo dire il fatto che le minoranze abbiano abbandonato l’aula consiliare per protesta è mancanza di argomenti politici e amministrativi veri. Non capiamo a che titolo la Pantana possa fare queste affermazioni considerando che non era presente al Consiglio e non può averlo seguito in TV in quanto non ancora trasmesso. I fatti al massimo le possono essere stati riferiti da qualcuno (sicuramente di parte) e per questo riteniamo ancora più gravi le sue esternazioni nei nostri confronti" così Gian Mario Mercorelli e Martina Cicconetti, rappresentanti del MoVimento 5 Stelle Tolentino. "Martedì durante il Consiglio Comunale le minoranze hanno deciso di abbandonare l'assise in quanto esterrefatte di come sia stata gestita la seduta - hanno proseguito -. Ceselli, al momento riservato dal regolamento alle comunicazioni del Presidente del Consiglio, ha palesemente violato le disposizioni cedendo la parola al Consigliere Scorcella che non aveva alcun titolo a intervenire. Inoltre, quando i consiglieri Mercorelli e Corvatta si sono avvicinati al banco della presidenza per chiedere chiarimenti al Segretario Comunale, come è normale in caso di controversie, Ceselli ha acceso il microfono e ha attaccato i due accusandoli di non conoscere le regole. A nulla è valsa la richiesta da parte delle opposizioni di sapere quale articolo del regolamento permettesse quello che stava accadendo (anche perché un tale articolo non esiste). Ceselli, che in qualità di Presidente del Consiglio dovrebbe essere il garante imparziale dell’andamento dell’assise, ha dimostrato, lui si, di non conoscere le regole basilari, nemmeno dopo anni e anni passati sui banchi del Consiglio Comunale." "Quindi invitiamo la Presidente Pantana a informarsi meglio sui fatti e sulla gestione parziale e tutt’altro che democratica del Consiglio a Tolentino prima di lanciarsi in fantasiose accuse" concludono i pentastellati.

17/05/2019
Civitanova, ludopatia e gioco d'azzardo: incontro con il questore Pignataro

Civitanova, ludopatia e gioco d'azzardo: incontro con il questore Pignataro

Il consigliere regionale Francesco Micucci, il capogruppo del PD Giulio Silenzi e il consigliere comunale Mirella Franco hanno incontrato il Questore di Macerata Antonio Pignataro. Un confronto cordiale e proficuo, durante il quale sono stati toccati temi inerenti la legalità. Al Questore si è dato atto che, dal suo insediamento, su tutto il territorio le attività di controllo, prevenzione e repressione dei reati hanno registrato un impulso e una svolta, così come si è registrata finalmente una continuativa e proficua azione nei Servizi Interforze che hanno risolto con il presidio del territorio annosi problemi legati al commercio abusivo e alle “zone franche’' dove tutto era permesso e tollerato. L’incontro, richiesto dalla delegazione del Pd, aveva l’obiettivo di esporre anomalie in relazione a quelle attività di repressione del gioco d'azzardo che sono di competenza dell’amministrazione comunale di Civitanova. In particolare, si è evidenziato come non sia stato ancora prodotto il nuovo regolamento comunale per la lotta alla ludopatia e che, per i ritardi causati da una inefficace attività nelle apposite commissioni consiliari, in città vige ancora un regolamento vecchio e che non è stato nemmeno adeguato alla legge regionale del 2017 varata per contrastare il gioco d’azzardo e il proliferare delle sale slot con una azione volta ad allungare i tempi per lasciare le cose come stanno. Nell’incontro si è parlato anche della recente sentenza del Tar Marche (n. 00131/2019) che ha rafforzato l’interpretazione della legge regionale nel contrasto delle ludopatie piuttosto che della delibera (n. 323/2018) della giunta comunale di Civitanova, un atto con cui sono stati impartiti criteri per la determinazione delle distanze tra sale slot e luoghi sensibili in contrasto con provvedimenti adottati dalla stessa Questura, delibera che tuttavia non è stata ancora modificata né ritirata. Pignataro ha preso atto delle criticità segnalate e della preoccupazione per un fenomeno che, come i dati (Fonte Agenzia delle Dogane dei Monopoli) dimostrano, fanno di Civitanova la capitale del gioco d’azzardo in provincia, con numeri che attestano una crescita continua dei volumi di gioco. Il Questore ha convenuto sul fatto che il proliferare del gioco d’azzardo e la ludopatia sia un’insidia per il benessere di una comunità e assicurato la prosecuzione dell’impegno delle Forze dell’Ordine per fronteggiare il fenomeno, dimostrando - in continuità con l’azione svolta dal suo insediamento - una grande attenzione per le dinamiche sociali del territorio.  

17/05/2019
Difesa della costa, mozione di Elena Leonardi per l'accelerazione delle procedure per le opere provvisorie

Difesa della costa, mozione di Elena Leonardi per l'accelerazione delle procedure per le opere provvisorie

Una mozione a sostegno degli interventi di difesa costiera provvisori, questo l'atto presentato dalla capogruppo di Fratelli d'Italia Elena Leonardi affinché la Regione interagisca col Ministero competente per l'inserimento di specifici indirizzi operativi in modo che si escludano tali opere dalla procedura di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale. "Le forti mareggiate di questi giorni portano alla ribalta la fragilità del nostro sistema costiero e la necessità della tutela degli chalet soprattutto ora che la stagione balneare sta per iniziare. La farraginosità delle norme contrasta pertanto – prosegue la Leonardi – con la furia del mare e spesso una delle soluzioni tampone è proprio quella dei grossi sacchi di juta pieni di sabbia o dei blocchi cubici di cemento che tutelano i manufatti dall'erosione marina." La Leonardi fa sapere che "le Regioni possono chiedere al Ministero dell'Ambiente e Tutela del Territorio la definizione di specifiche categorie progettuali e specifici criteri e condizioni sulla base di certe peculiarità ambientali e territoriali. Quindi - continua la capogruppo di Fratelli d'Italia - anche l'esclusione di alcune tipologie progettuali che non hanno “potenziali effetti significativi sull'ambiente".   "Ricordo inoltre – prosegue la Leonardi – che lo stesso Ministero competente sta proprio predisponendo un documento recante indirizzi operativi per la definizione di alcune categorie progettuali soggette, o meno, alla verifica di assoggettabilità a VIA. “La mia visita al litorale di Porto Recanati dopo le recenti mareggiate dove ho riscontrato il proseguimento dei lavori per la difesa della costa e il monitoraggio periodico che effettuo su tutto il litorale” – afferma Leonardi - “mi spronano a sollecitare maggiore attenzione sia alla Regione sia al Governo nel far definire indirizzi operativi efficaci e che agevolino la vita degli operatori commerciali del litorale e tutelino anche le infrastrutture come strade e ferrovia."

17/05/2019
Pollenza, Mirko Salvatori e la sua lista "Insieme Possiamo" si presentano ai cittadini

Pollenza, Mirko Salvatori e la sua lista "Insieme Possiamo" si presentano ai cittadini

Nella serata di giovedì 16 maggio, presso la sala parrocchiale di Casette Verdini, la lista Insieme Possiamo - Salvatori Sindaco ha incontrato la cittadinanza per la presentazione del programma, dei candidati e soprattutto dello spirito di rinnovamento che vuole portare nell’amministrazione del comune di Pollenza.  Durante la serata il candidato sindaco Mirko Salvatori, di fronte ad un foltissimo gruppo di cittadini, ha esposto il programma elettorale della lista ed in particolare si è soffermato sull’importanza del turismo come motore economico per il territorio pollentini, sull’importanza della sicurezza basata su un continuo rapporto di incontro e confronto tra le istituzioni, le forze dell’ordine ed i cittadini. Successivamente Salvatori ha rimarcato la necessità di aumentare il decoro urbano della città utilizzando l’espressione “fare indossare a Pollenza il vestito della festa ogni giorno”. Altro argomento importante, affrontato durante la serata, è stato il Cosmari dove Salvatori si è impegnato ad istituire una commissione di vigilanza, costituita da tecnici ed esperti, che svolga una funzione di controllo sul rispetto delle procedure di funzionamento degli impianti così da diminuire, se non eliminare, i disagi ambientali patiti dalla popolazione come ad esempio le puzze derivanti dal trattamento dell’“umido”. Durante l’esposizione del programma il candidato sindaco della lista Insieme Possiamo, Mirko Salvatori, si è avvalso della collaborazione dei candidati consiglieri Maurizio Cecarelli, Giambattista Damiani, Andrea Mariani, Micaela Leopardi, Franca Salvucci, Fabio Camastra, Vincenzo Viviani, Emanuele Lombi e Lorella Ulissi (assenti per motivi di lavoro Federica Luzio e Maurizio Medori). Al termine dell’esposizione del programma si è aperta una lunga fase di confronto con il pubblico intervenuto che ha molto apprezzato il progetto di rinnovamento e le idee che sono alla base della lista.

17/05/2019
CasaPound si riunisce in vista delle europee: "Siamo l'unico partito che propone l'uscita dall'Ue e dalla moneta unica"

CasaPound si riunisce in vista delle europee: "Siamo l'unico partito che propone l'uscita dall'Ue e dalla moneta unica"

Un ritrovo conviviale quello di ieri sera organizzato da CasaPound per fare il punto sulla situazione in vista delle elezioni europee insieme ai due candidati. Una cinquantina i presenti, tra invitati e nuovi simpatizzanti che si sono ritrovati presso il ristorante Apollo 17 di Colbuccaro dove, dopo un pasto di ritrovo, i due candidati alle europee Michele Sgariglia e Elisa Gasparroni hanno illustrato i punti importanti del loro programma. "Siamo ad oggi l'unico partito che si propone per chiedere l'uscita dall'Europa e dalla moneta unica", ha precisato Sgariglia, "crediamo che si debba essere sovrani di uno Stato, delle proprie tradizioni e della propria moneta". "Ci troviamo oggi con un’Europa che deve dirci come fare un ciauscolo per renderlo originale e quindi tutelato. Ma il ciauscolo lo abbiamo inventato noi, semmai dovremmo essere noi ad imporci per impedire che sia copiato in Europa". “Un risultato soddisfacente e incoraggiante - le parole di Andrea Lamona, CasaPound Marche - uno sguardo diretto verso il futuro e addirittura due tesseramenti inaspettati non possono che essere beneauguranti".

16/05/2019
Appignano, il caso dei "santini" di Luca Buldorini in busta paga. Trotta: "Lesa la privacy"

Appignano, il caso dei "santini" di Luca Buldorini in busta paga. Trotta: "Lesa la privacy"

La lista civica Vivere Appignano smentisce le affermazioni dell’imprenditore Gabriele Miccini, titolare della ditta di mobili Giessegi, sul caso dei "santini" elettorali incorporati all'interno della busta paga mensile dei propri dipendenti: "La lista civica e i suoi componenti non hanno mai avuto contatti con lui".  Il caso nasce dopo la segnalazione fatta dai dipendenti della ditta di aver ricevuto - allegato all'ultima busta paga - il volantino elettorale di Luca Buldorini, candidato sindaco della Lega in vista delle prossime elezioni amministrative del 26 maggio, con tanto di slogan elettorale "Su la testa Appignano" e logo del partito in bella vista.  Stando alla versione di Miccini, titolare della Giessegi, sarebbero stati proprio i candidati in prima persona ad avvicinarlo e da questi iniziali contatti sarebbe nata l'idea di spedire i volantini contestualmente alla busta paga: "Sono assolutamente false le parole riportate dall’imprenditore in merito ad una presunta offerta fatta a tutte le liste civiche. I nostri candidati non sono mai andati dall’imprenditore Miccini a chiedere la disponibilità a diffondere il loro programma. Non ci è mai arrivata nessuna specifica e nessuna proposta, da parte di Miccini o chi per lui riguardo alla diffusione del programma".  La lista civica Vivere Appignano smentisce di avere mai mandato un suo programma e sostiene che mai lo manderà, dissociandosi dalle altre liste: "Pensiamo che non sia giusto, pur di vincere le elezioni, ledere la privacy e l'indipendenza politica dei lavoratori approfittando di una posizione di privilegio. La propaganda elettorale ha le sue sedi, i suoi momenti e una sua etica".  

16/05/2019
Tolentino, la Pantana contro il PD: "Invece di fare proposte, attaccano in modo livoroso Ceselli"

Tolentino, la Pantana contro il PD: "Invece di fare proposte, attaccano in modo livoroso Ceselli"

"In qualità di Presidente del Movimento Politico Uniti nel Centrodestra, mi sento in dovere di intervenire a seguito delle gravissime affermazioni fatte a mezzo stampa dal gruppo consiliare di Tolentino del Partito Democratico nei confronti del presidente del consiglio Carmelo Ceselli. I consiglieri di minoranza tutti hanno abbandonato la seduta consiliare di martedì scorso con una motivazione tanto labile quanto segno evidente di mancanza di argomenti politici e amministrativi veri che possano aiutare a crescere la città di Tolentino. Addirittura minacciano a mezzo stampa di presentare una mozione di sfiducia verso il Presidente del Consiglio e, udite udite, un esposto al Prefetto perchè Ceselli avrebbe disatteso le norme che regolano l’andamento del Consiglio Comunale" così Deborah Pantana, Presidente del gruppo "Uniti nel centrodestra", dopo la comunicazione del Partito Democartico di Tolentino di procedere alla presentazione di una mozione di sfiducia verso il Presidente del Consiglio e di un esposo alla Prefettura. "Questi continui attacchi personali che nulla hanno a che vedere con la politica e con l’amministrazione di una città, ci dimostrano ancora una volta che i soggetti che stanno oggi accusando Ceselli fanno parte di quella schiera di politici tanto attaccati alle poltrone, che non hanno minimamente a cuore il bene dei cittadini, tanto è vero che proprio la minoranza nel suo comunicato cita gli ex assessori Pupo e Massi - prosegue la Pantana -.. Già istituzionalmente, è scorretto e segno di scarso rispetto verso i cittadini che hanno votato, abbandonare sic et sempliciter una seduta del consiglio comunale. Questo può succedere solo in presenza di motivazioni ben diverse, ovviamente più gravi. In questo caso vanno chiaramente ricollegate, appunto, al rimpasto di Giunta voluto dal sindaco Pezzanesi nelle scorse settimane." "Non vorremmo che questo livore personale verso il gruppo Uniti nel Centrodestra sia dovuto al fatto che il Partito Democratico abbia perso i suoi punti di riferimento all’interno della maggioranza e oggi si sia accorto di stare all’opposizione dopo anni di letargo. D’altronde, non è certo un mistero che (Recanati e Ascoli, solo per restare nelle Marche) fra Pd, Forza Italia e Udc vi sia una manifesta corrispondenza d’amorosi sensi che, a questo punto, riteniamo quanto mai concreta anche a Tolentino. Il sindaco Pezzanesi, però, ha interrotto bruscamente questa manovra e oggi, invece di fare proposte per la città, il Partito Democratico se la prende ingiustamente e in modo livoroso con il presidente Ceselli. Quello che il Pd chiama “comunicato d’amore” del consigliere Scorcella verso il sindaco Pezzanesi, inoltre, non è stata altro che una conferma e la sottolineatura del fatto che il nuovo gruppo resta, lealmente e come da mandato dei cittadini, a sostegno della maggioranza. Parlare di “comizio elettorale”, poi, fa veramente sorridere. Il consiglio comunale non sarà trasmesso se non dopo le elezioni, le stesse parole sarebbero state lette da Ceselli: tutto questo è solo la conferma che il Pd ha cercato un pretesto per attaccare le persone di Carmelo Ceselli e Luca Scorcella e non certo le loro figure istituzionali." "Lascia perplessi, invece, il comportamento dei consiglieri del Movimento Cinque Stelle, sempre particolarmente rispettosi delle istituzioni e che, invece, stavolta hanno voluto seguire le mosse dei colleghi del Partito Democratico. Non vorremmo che le motivazioni del Movimento Cinque Stelle oggi siano dettate più da questioni di cuore che da questioni politiche, visto anche in questo caso l’attaccamento dimostrato (post rimozione dagli incarichi amministrativi) verso gli ex assessori rimossi dal sindaco Pezzanesi - ha concluso il leader di "Uniti nel centrodestra" -. Il nostro gruppo ribadisce la totale e completa fiducia verso i suoi due neo consiglieri, nella convinzione che questi attacchi personali sono il segno che questo movimento sta andando nella giusta direzione per il bene della città di Tolentino e della provincia di Macerata. Presto faremo delle iniziative a Tolentino proprio per far conoscere la buona amministrazione messa in campo dall’amministrazione Pezzanesi, in primis i 134 nuovi appartamenti in sostituzione delle SAE, case vere e non di plastica."

16/05/2019
Tolentino, il PD al vetriolo contro Ceselli: "Mozione di sfiducia ed esposto alla Prefettura contro il Presidente del Consiglio"

Tolentino, il PD al vetriolo contro Ceselli: "Mozione di sfiducia ed esposto alla Prefettura contro il Presidente del Consiglio"

"Durante l’ultimo Consiglio Comunale a Tolentino si è assistito all’ennesima prevaricazione delle regole democratiche da parte dell’attuale maggioranza, disattendendo in modo spudorato quanto previsto dalle norme e dai Regolamenti vigenti. Questa volta protagonista assoluto degli accaduti è stato il neo Presidente del Consiglio Comunale Ceselli, ovvero proprio colui che, nell’esercizio delle sue funzioni, dovrebbe ispirarsi a criteri di imparzialità, intervenendo a difesa delle prerogative del Consiglio Comunale e di tutti i consiglieri" così i rappresentanti dem di Tolentino hanno commentato quanto successo durante l'ultimo Consiglio Comunale. "Proprio per evitare che il consiglio Comunale possa essere sfruttato da qualche Consigliere sfrontato e arrogante, l’attuale Regolamento del Comune di Tolentino e le norme vigenti stabiliscono che nessun argomento può essere sottoposto a discussione o a deliberazione in Consiglio Comunale se non risulta iscritto all'ordine del giorno, salvo per eventi di somma urgenza ed indifferibili. Solo il Presidente del Consiglio o il Sindaco possono eventualmente fare comunicazioni su fatti e circostanze che siano di interesse generale" hanno proseguito i rappresentanti del PD. "Noncuranti delle vigenti norme, nell’ultimo consiglio comunale del 14 maggio, il consigliere Luca Scorcella, autorizzato dal Presidente Ceselli, ha preso la parola per informare i presenti del nuovo gruppo consiliare (rappresentato guarda caso da Ceselli e Scorcella) nato dai fuori-usciti di Forza Italia, in conseguenza della cacciata dell’Assessore Pupo da parte del sindaco - continuano i dem -. Quando i consiglieri di minoranza hanno sottolineato la totale inopportunità e l’evidente illegittimità di un comizio elettorale (perché di questo si è trattato) all’interno di un Consiglio Comunale, alle porte di un’importante tornata elettorale, l’imparzialissimo Presidente Ceselli ha alzato la voce contro costoro, permettendo al consigliere Scorcella di continuare il suo “comunicato d’amore” verso il sindaco Pezzanesi e la destra che governa in modo arrogante la città di Tolentino." "Bene hanno fatto i consiglieri di minoranza ad abbandonare l’aula in segno di protesta per un fatto grave, che sottolinea la mancanza del minimo rispetto per le regole democratiche di questa maggioranza. In particolare stupisce l’abuso di potere perpetrato dall’attuale Presidente del Consiglio Comunale Ceselli che, noncurante delle regole e delle norme, invece di essere arbitro imparziale dell’assise, dirige il Consiglio in modo palesemente di parte, contravvenendo ad ogni principio democratico - concludono i dem -. Il Partito Democratico non intende rimanere in silenzio; nei prossimi giorni verrà depositata una mozione di sfiducia contro il Presidente del Consiglio ed al contempo sarà presentato un esposto al Prefetto sui gravi fatti avvenuti in Consiglio Comunale."

16/05/2019
La lista "Cambiamento per Monte Cavallo" si presenta: possibile confronto tra Germoni e Cecoli

La lista "Cambiamento per Monte Cavallo" si presenta: possibile confronto tra Germoni e Cecoli

Il candidato sindaco Francesca Germoni e i candidati consiglieri della lista "Cambiamento per Monte Cavallo" incontrano la cittadinanza lunedì 20 maggio alle ore 20:30 presso la "Sala Polifunzionale" per la presentazione del proprio programma elettorale. I candidati saranno a disposizione dei cittadini per rispondere ad eventuali domande e chiarimenti. Invitato per un confronto anche il sindaco uscente Pietro Cecoli. 

16/05/2019
Tajani in visita alla Pars di Corridonia e presso la sede di Confartigianato (FOTO)

Tajani in visita alla Pars di Corridonia e presso la sede di Confartigianato (FOTO)

Il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani questa mattina ha fatto visita a Corridonia e a Macerata, rispettivamente alla Pars e alla sede di Confartigianato, dove ha incontrato gli imprenditori del territorio. Tajani, insieme ai rappresentanti delle imprese del territorio, ha affrontato il tema dell'Europa, del distretto calzaturiero e del sisma. Presenti, presso la sede di Confartigianato, anche CNA e Confindustria. Insieme al Presidente Gianluca Pesarini e al Segretario Giorgio Menichelli, il Presidente del Parlamento Europeo ha parlato di "Made In" e delle difficoltà per gli imprenditori del territorio che, sempre più, hanno a che fare con una diminuzione del fatturato.

15/05/2019
Arrigoni (Lega): "SAE? Ceriscioli datti una mossa e cancella la tua vergogna"

Arrigoni (Lega): "SAE? Ceriscioli datti una mossa e cancella la tua vergogna"

“Perché la vergogna delle SAE continua a lasciare indifferente la giunta regionale che non smette di far pagare alle famiglie terremotate il prezzo dei suoi mancati controlli? È scandaloso gli italiani pagando le tasse abbiano scucito fino a 5.000 euro al metro quadro per queste scatole colabrodo e la Regione Marche non faccia di tutto perché il fornitore rispetti i suoi obblighi”. Il senatore Paolo Arrigoni, responsabile Lega Marche, interviene sugli ultimi sviluppi della vicenda SAE: dopo funghi e muffa, con il maltempo di questi giorni emergono ulteriori conseguenze. A Pievetorina, Valentina Giacinti, il marito e i due bimbi piccoli si trovano senz’acqua da giorni per un difetto di montaggio e la mancata manutenzione della caldaia della SAE in cui vive e nella quale l’acqua si infiltra continuamente. “Che aspettano il presidente Ceriscioli e i suoi a darsi una mossa perché il consorzio fornitore delle SAE rispetti gli obblighi? – si chiede il senatore leghista che aggiunge - La smettano di fare tutti orecchie da mercante al calduccio degli uffici direzionali e facciano ina buona volta il proprio dovere”.  Arrigoni  suggerisce al governo delle Marche di fare mea culpa e rompere ogni indugio: “Ceriscioli si ricordi che essere vice commissario per il terremoto non significa solo dettare le regole ma, prima di tutto, rispettarle e la prima regola di un amministratore è fare il bene dei cittadini – conclude Arrigoni – Richiami il fornitore ai suoi doveri e, già che c’è, pure il suo Ufficio per la Ricostruzione che impiega fino ad un anno per l’istruttoria di una pratica da danni lievi”.   

15/05/2019
Civitanova, consegnati i voucher family alle famiglie con due o più figli a carico

Civitanova, consegnati i voucher family alle famiglie con due o più figli a carico

L’Ufficio Servizi Sociali ha ultimato la consegna dei voucher sociali erogati agli utenti nell’ambito del progetto attivato per la prima volta lo scorso anno dall’Assessorato alle Politiche sociali-Welfare. L’iniziativa ha visto il supporto della Lube Volley, proprio ieri campione d’Italia, che apprezzando particolarmente il progetto già improntato dall’Amministrazione, l’ha voluto ulteriormente sostenere. L’assessore Barbara Capponi riferisce il pieno compiacimento condiviso dagli utenti che a partire da questi giorni potranno spendere i voucher presso gli esercizi commerciali aderenti. Sono stati erogati 78.660 euro per sostenere una fascia media di famiglie che finora non era stata mai raggiunta da contributi comunali; una somma di cui beneficeranno 124 nuclei familiari. "Grandissimo entusiasmo e soddisfazione per una nuova iniziativa che ha visto moltissime famiglie beneficiarie – ha dichiarato l’assessore Barbara Capponi – Sono ben 98 quelle con due figli, che hanno ricevuto un importo totale da spendere di € 570,00, 24 i nuclei familiari con tre figli che hanno avuto € 855,00 e 2 nuclei familiari con quattro figli per un importo totale di € 1.140,00 ciascuna. Una cifra davvero importante di cui usufruire in diversi esercizi commerciali, dando così la possibilità di acquistare beni tarati sulle proprie esigenze; fatto particolarmente apprezzato dalle famiglie".  I beni acquistabili infatti sono stati pensati sulle esigenze dei genitori e devono appartenere alle seguenti categorie merceologiche: prodotti alimentari, farmaci, testi scolastici e materiale didattico, articoli per la prima infanzia, prodotti per l’igiene della casa e della persona, con esclusione di alcolici, tabacchi, ricariche telefoniche, giochi e lotterie. Al progetto ad oggi hanno aderito i seguenti esercizi commerciali: Farmacie comunali, Farmacia Angelini (piazza XX Settembre); Coop market (via Ungaretti); Sma supermercato (via Zavatti); supermercato Conad (via Vasco De Gama), Giunti al punto libreria (P.S. Elpidio); “Si con te” supermercati (P. S. Elpidio e Potenza Picena).  

15/05/2019
Macerata, sala gremita all'Hotel Recina per l'incontro con Giovanni Toti

Macerata, sala gremita all'Hotel Recina per l'incontro con Giovanni Toti

Sala convegni dell'Hotel Recina gremita per l'incontro promosso da Uniti nel Centrodestra con il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti. Oltre duecento le persone presenti fra sindaci, consiglieri comunali, rappresentanti di associazioni di volontariato e di professionisti, oltre a delegazioni di diversi partiti e al responsabile immigrazione nazionale di Fratelli d’Italia Paolo Diop. E' stata l'occasione per confrontarsi sul futuro del centrodestra italiano, in vista di scadenze elettorali importanti come le Amministrative e le Europee ormai alle porte. A fare gli onori di casa è stata la consigliera provinciale e comunale Deborah Pantana, fondatrice di Uniti nel Centrodestra in provincia di Macerata e promotrice dell'evento. "Abbiamo iniziato questo percorso in tempi non sospetti" ha detto "decidendo la strada più difficile, ma allo stesso tempo quella che ci dà più soddisfazione nel fare politica: essere al fianco delle persone per ascoltare e risolvere i problemi. Siamo in tanti e sono convinta che saremo sempre di più, perché noi abbiamo a cuore le nostre realtà che vivono il problema di una crisi che appare difficile da superare aggravata nelle nostre splendide terre dalla catastrofe del terremoto, finora gestita malissimo e sulla pelle delle persone". Il governatore Toti nel suo applauditissimo intervento ha lanciato la proposta di un nuovo soggetto interno al centrodestra che potrebbe concretizzarsi a breve: "Dobbiamo ripartire dalle persone e dai territori, con amministratori che sanno davvero come risolvere i problemi quotidiani. Il futuro che immagino, vede un centrodestra unito con Fratelli d’Italia, riformisti, cattolici conservatori che sappiano stare insieme e siano complementari e alleati della Lega". All'incontro era presente anche il sindaco di Ascoli, Guido Castelli, le cui parole hanno riscosso unanimi consensi dalla platea: "Viviamo in una bellissima regione di tradizione ma governata male. Viviamo in una Regione dove una signora di 102 anni per fare un’ecografia deve aspettare oltre un anno, dove non ci sono infrastrutture e dove manca uno sviluppo vero dei nostri territori. Serve un cambio di rotta, non si può attendere oltre".  

15/05/2019
Treia, arrivano 70 mila euro: investiti per la messa in sicurezza degli impianti sportivi

Treia, arrivano 70 mila euro: investiti per la messa in sicurezza degli impianti sportivi

Grazie alla legge di bilancio 2019 (legge n. 145 del 30 dicembre 2018) e al decreto del Capo del Dipartimento per gli affari interni e territoriali - Direzione centrale finanza locale del Ministero dell’Interno, lo scorso 10 gennaio, al Comune di Treia è stato assegnato un finanziamento dell’importo di 70 mila euro per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale per l’anno 2019. Il Commissario Straordinario del Comune di Treia, dr. Salvatore Angieri, nell’esercizio dei poteri della Giunta Comunale, ha disposto l’utilizzo di tale somma per la messa in sicurezza delle strutture sportive. In particolare, 9.450 euro sono stati destinati alla palestra polivalente in Via Nicolò V a Passo di Treia; 10.200,00 euro per lavori tra il campo sportivo di Treia e il campetto da gioco della scuola primaria di Chiesanuova, e, infine, 37.664,35 euro al campo sportivo di Treia. Per i primi tre impianti si provvederà all’applicazione di protezioni anti-trauma/paracolpi in polietilene, ad alta capacità di assorbimento, per far fronte all’eccessiva vicinanza dei limiti del campo da gioco alle strutture perimetrali di sostegno, di tamponamento, di recinzione; per l’impianto sportivo del capoluogo sono previsti, inoltre, l’adeguamento e la messa in sicurezza delle recinzioni interne ed esterne, quale prima fase dell’intervento più generale riguardante l’intero impianto.  Inoltre attraverso l’utilizzo di una quota dell’avanzo di amministrazione vincolato ad investimenti il commissario straordinario con i poteri del consiglio Comunale ha disposto il finanziamento del secondo  intervento di adeguamento dell’impianto sportivo di Treia alle disposizioni impartite dal D.M. 18 marzo 1996 “Norme di sicurezza per la costruzione e l’esercizio degli impianti sportivi”, finalizzato all’ottenimento del certificato di prevenzione incendi e al rilascio della licenza di agibilità per pubblico spettacolo. Con tale intervento si completerà l’adeguamento alle norme di sicurezza. L’esigenza di intraprendere questi lavori nasce dall’alta frequentazione dei plessi sportivi da parte di bambini e di altri utenti, sia nelle loro attività scolastiche che extra-scolastiche; attraverso l’abbattimento dei rischi derivanti dall’utilizzo di tali strutture, si vuole quindi garantire ad ogni utente la sicurezza nello svolgimento delle attività sportive.   

15/05/2019
Mancati rimborsi per i malati oncologici, Azione in Movimento: "Scelta grave e vergognosa"

Mancati rimborsi per i malati oncologici, Azione in Movimento: "Scelta grave e vergognosa"

"Qualcosa di scandaloso sta accadendo sul fronte sanitario della nostra Regione e noi intendiamo metterlo in evidenza", così in una nota si sono espressi i membri del partito "Azione in Movimento" tornando sulla questione mancati rimborsi spese per i malati oncologici che devono curarsi fuori dalla propria sede di residenza o domicilio. Argomento che ha creato, come era lecito aspettarsi, un vespaio di polemiche, ed in parte smentito dal governatore regionale Ceriscioli (leggi qui). "L’Assemblea regionale con l’approvazione della legge n. 8 del 18/04/2019 ha infatti, tra le altre cose, abrogato una norma che era in vigore dal 1987 (L.R. n. 30 del 18/06/1987) - affermano nella nota i componenti di "Azione in Movimento" Tale dispositivo legislativo all’art. 1 prevedeva che …“I cittadini residenti nei comuni della regione Marche che necessitano di trattamento radioterapico e chemioterapico, nonché di altre prestazioni terapeutiche finalizzate alla cura delle patologie oncologiche hanno diritto: Al rimborso totale delle spese di viaggio dal luogo di residenza o domicilio a quello di cura effettuato con comuni mezzi di trasporto pubblico o con autoambulanza. La misura del rimborso per le spese di viaggio effettuato con mezzi propri, di famiglia o di terzi è pari a 1/5 del costo della benzina super, vigente nel tempo, per ogni chilometro percorso. Al rimborso, nella misura massima del 70%, delle spese di mantenimento nel luogo di cura limitatamente al periodo previsto per le prestazioni, purché adeguatamente documentate”. Ebbene questo sussidio, posto in essere 32 anni fa, è stato rimosso dall’art. 46 della citata legge regionale approvata nello scorso aprile. Azione in Movimento ritiene questa scelta molto grave e vergognosa, tanto più perché perpetrata nei confronti di persone sofferenti e bisognose che vivono momenti particolari e delicati della propria vita e necessitano anche della vicinanza delle Istituzioni"- continuano nella nota - . "L’attuale maggioranza regionale a guida PD purtroppo non si smentisce mai e continua  sulla strada della cattiva amministrazione, producendo danni su danni a scapito di una collettività sempre più stanca ed arrabbiata. La certezza è che nel 2020 i cittadini marchigiani sapranno scegliere il cambiamento e mandare a casa questa classe politica deleteria ed il nostro Movimento in qualche modo sarà coinvolto in questo percorso al fine di ridare dignità ad una comunità e ad un territorio fin troppo mortificati". 

14/05/2019
Sefro, bilancio positivo per il quinquennio amministrativo di Giancarlo Temperilli

Sefro, bilancio positivo per il quinquennio amministrativo di Giancarlo Temperilli

Nel 2014 un disavanzo comunale di oltre 200mila euro. Oggi, alla chiusura del bilancio del 2018, un avanzo di 4mila. Con questo risultato, il Sindaco di Sefro Giancarlo Temperilli si congeda dai propri concittadini, e chiude il quinquennio amministrativo con risultati tangibili e soddisfacenti. «Un’esperienza bellissima e di grande impegno – commenta il Sindaco uscente Temperilli in occasione dell’ultimo consiglio comunale di giovedì 16 – che ci ha visto affrontare, con una maggioranza coesa, leale e competente, numerosi problemi, ad iniziare dal disavanzo di oltre 200mila euro lasciato dalla precedente Amministrazione, alla situazione drammatica del sisma alla quale però abbiamo risposto cogliendo anche le numerose opportunità scaturite». In questi cinque anni tanti sono stati gli obiettivi raggiunti e tanti i progetti che sono stati in grado di intercettare finanziamenti regionali e nazionali.  «Abbiamo lavorato con molta serietà – racconta Temperilli – per un verso attuando una politica di recupero crediti e tributi non riscossi, per un altro cercando di agganciare finanziamenti importanti per sviluppare i progetti. Una delle primissime cose fatte – continua il Sindaco uscente – è stata quella di riaprire l’asilo comunale.  Rinunciando alla mia indennità di sindaco per 5 anni per un totale di 75mila euro, ho garantito i servizi di mensa e trasporto per i bambini del territorio. Un provvedimento – puntualizza – che se per un verso ha consentito di stimolare lo sviluppo demografico del territorio, per un altro, ha lavorato sul piano dell’integrazione culturale con le comunità che abitano il nostro territorio».   Se questo è stato uno dei risultati più apprezzati e riconosciuti dell’operato di Temperilli, tanto che gli è valso il premio Codacons 2015, numerosi sono stati i progetti realizzati e quelli finanziati ma che si svilupperanno nei prossimi anni.  «In termini di politiche ambientali – racconta Temperilli - abbiamo lavorato per sostituire tutte le lampade della pubblica amministrazione con tecnologie a risparmio energetico, cosa che consentirà al Comune di ridurre la spesa del 40% nei prossimi anni. Abbiamo poi introdotto la raccolta differenziata dei rifiuti raggiungendo già oltre il 75% degli scarti differenziati». Le risorse stanziate per i comuni interessati dal sisma sono state investite per mettere in sicurezza e restaurare immobili del territorio rifiutando le casette SAE e scegliendo quindi la strada del basso impatto ambientale. «Tutte le risorse intercettate con i fondi del sisma – specifica Temperilli – sono state utilizzate per la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico. Potremmo citare ad esempio – continua – le oltre 500mila euro intercettate per efficientare la sorgente di Agolla che rifornisce d’acqua la frazione; le 325mila euro per ristrutturare, mettere in sicurezza ed efficientare energeticamente, la scuola primaria di primo grado “R. Astolfi”; i 2milioni di euro per la realizzazione delle reti di protezione caduta massi sulla strada di Agolla; il nuovo piano regolatore scaturito dalla perimetrazione della frazione di Sorti e dei nuclei abitatiti più colpiti dal sisma di Butino e Cerreto».  «Per quanto riguarda il turismo religioso, abbiamo intercettato 100mila euro per illuminare le grotte del Beato Bernardo grazie al 19esimo posto conquistato nel bando nazionale “Giubileo della Luce” – racconta soddisfatto Temperilli – Siamo poi riusciti, proprio legandoci alla figura del primo discepolo di S.Francesco, a inserire Sefro nei percorsi della Via Lauretana, della Marca Maceratese e della Via dei Fenici. Abbiamo poi trovato i finanziamenti per restaurare l’organo Fedeli della Chieda di Santa Maria Assunta con 70mila euro, nonché ben 150mila euro per recuperare e restaurare la prima struttura difensiva del territorio, la Torre Varano». La ricchezza del territorio in termini paesaggistici è stata in grado di attrarre importanti progetti come Risorgimarche e la Tirreno Adriatica del 2015, nonché di far sviluppare sinergie in termini promozionali tra le Grotte di Frasassi e quelle di Sefro. «Sono estremamente soddisfatto inoltre – puntualizza Temperilli- per aver creduto in un progetto poi sposato dalla Regione Marche per candidare l’Alta Valle del Potenza e tutte le aree interne delle Marche, delimitate dentro le unioni montane, a Riserva della Biosfera, nell’ambito del Programma Unesco Mab (Man and the Biosphere)» Non da ultimo poi il turismo legato all’aspetto gastronomico e alla coltura troticola. Attraverso una sinergia stretta tra produttori e realtà formative del territorio il format de “La Trota e il Verdicchio” si è posizionato come uno dei 30 eventi enogastronomici più importanti delle Marche, entrato negli onori di Tipicità e per questo, presentato al Fuori Expo di Milano nel 2015.  «Un mandato che si chiude quindi con un bilancio estremamente positivo – conclude Temperiilli - un lavoro faticoso ma soddisfacente che spero venga portato avanti con la stessa passione e determinazione che ha contraddistinto questa Amministrazione».    

14/05/2019
Tolentino, Forza Italia sulla decisione di Ceselli e Scorcella: "Stanno distruggendo il centrodestra"

Tolentino, Forza Italia sulla decisione di Ceselli e Scorcella: "Stanno distruggendo il centrodestra"

"Una brutta storia scritta già da tempo. Un accordo di palazzo che ha consentito al consigliere Ceselli di occupare la bramata “poltrona” e, contemporaneamente, al Sindaco di liberarsi di buoni amministratori tra i più votati in città, che facevano ombra e che non si piegavano a “giochetti politici”. Una manovra studiata a tavolino, nel chiuso delle segrete stanze, in spregio al volere democratico dei tolentinati, in vista delle tanto agognate elezioni regionali e della conservazione della giunta" così Forza Italia di Tolentino ha commentato la decisione dei consiglieri Carmelo Ceselli e Luca Scorcella di abbandonare il partito del leader Silvio Berlusconi per formare "Uniti nel centrodestra". "La verità, però, viene a galla, e i tolentinati hanno finalmente tutti gli elementi per giudicare la gravità e la bassezza politica di quanto sta accadendo. I consiglieri Ceselli e Scorcella, con l’appoggio del sindaco, più che unire e rinforzare il centrodestra lo stanno distruggendo. I due consiglieri, abbandonata la bandiera di Forza Italia subito dopo esser stati eletti grazie al nostro partito, sono sempre stati critici seppur dall’interno con il Sindaco, tanto è vero che andavano alle conferenze stampa dei cinque stelle arrivando anche a sottoscrivere una loro proposta. Oggi si “accomodano” invece sotto l’ala protettrice del Sindaco e ne diventano i più convinti sostenitor - spiegano i rappresentanti di Forza Italia -. Dovrebbero spiegare invece perché non si sono dimessi. Può accadere di non essere più in sintonia con le posizioni di un movimento politico, ma allora è altrettanto doveroso e corretto prenderne atto e dimettersi dalla carica ottenuta grazie al voto degli elettori che si riconoscono in quel simbolo. Poi una volta risolta la crisi di coscienza, ripresentarsi a future elezioni sotto le insegne di nuove formazioni sicuramente più conformi ai loro comportamenti e ideali. Si chiama lealtà e rispetto verso gli elettori: valori evidentemente sconosciuti." "Ricordiamo infine ai transfughi di Forza Italia che i partiti, infatti, non sono né autobus né taxi su cui salire e scendere a proprio piacimento, dopo aver incassato incarichi e posizioni nelle istituzioni  (Regione, Provincia e Comune). Vale per tutti loro quanto ricordato dal Presidente Silvio Berlusconi poche sere fa a Porta a porta 'Chi in questi anni ha tradito Forza Italia è sparito dalla scena politica!' Ad ogni buon conto, Forza Italia a Tolentino sta già lavorando a un nuovo progetto di centrodestra perché mai come adesso la diversità da determinati schemi e condotte è un grande valore in sé e tanti cittadini ce lo stanno già riconoscendo" concludono.

13/05/2019
Antonio Tajani visita la cooperativa Pars di Corridonia e gli imprenditori maceratesi

Antonio Tajani visita la cooperativa Pars di Corridonia e gli imprenditori maceratesi

L’on. Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo e capolista per Forza Italia nella circoscrizione dell’Italia centrale, mercoledì 15 maggio visiterà il Villaggio San Michele Arcangelo di Corridonia, gestito dalla cooperativa Pars onlus, con diverse attività di accoglienza, recupero, reinserimento lavorativo e sociale per giovani e adulti in difficoltà. Nel corso della visita si terrà anche un incontro sul ruolo dell’Unione Europea nell’ambito delle politiche sociali, con particolare attenzione al settore della prevenzione e della cura delle dipendenze. "L’Unione Europea ha garantito oltre 70 anni di pace e sviluppo nel nostro continente; per questo è ancora oggi un patrimonio prezioso, che tanti stanno mettendo in pericolo sia con divisioni e nazionalismi, sia con un verticismo e una burocrazia opprimenti, rischiando di riportarci indietro ai conflitti del passato - spiegano gli organizzatori -. Pertanto, è oggi importante difendere e promuovere, nella pluralità di culture e nazioni, l’unità dei popoli europei, unica via per garantirci in futuro sempre maggiore benessere e solidarietà." L’evento è aperto a tutti e si terrà mercoledì alle ore 9.00, presso il Villaggio San Michele Arcangelo a Corridonia. Per informazioni contattare il numero 0733/434861. Dopo la visita alla Pars di Corridonia, Tajani incontrerà gli imprenditori maceratesi presso la sede di Confartigianato a Macerata. L'evento è organizzato da CNA, Confindustria e Confartigianato. 

13/05/2019
San Severino, Elezioni dei membri del Parlamento europeo: più di 12mila al voto in città

San Severino, Elezioni dei membri del Parlamento europeo: più di 12mila al voto in città

 Sono più di 12mila, esattamente 12.018, gli elettori che a San Severino Marche saranno chiamati alle urne, il prossimo 26 maggio, in occasione del voto per il rinnovo del Parlamento europeo. L’election day coinvolgerà 6.214 donne e 5.804 uomini. In totale saranno 23 gli elettori comunitari, di cui 20 donne e 3 uomini, residenti nel Comune di San Severino Marche che hanno chiesto di votare per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia. Si tratta di cittadini romeni, polacchi, inglesi, austriaci e tedeschi. L’ufficio Elettorale del Comune di San Severino Marche ricorda anche la nuova localizzazione di seggi e sezioni elettorali: dalla 1 alla 7 nell’attuale sede dell’Istituto Tecnico Tecnologico Statale “E. Divini” piazzale Luzio (ex plesso Luzio), dalla 8 alla 11 alla scuola dell’Infanzia “Gentili” in via Giovanni Carlo Gentili, dalla 12 alla 13 alla scuola Primaria “Cesolo”, piazzale Bianconi in località Cesolo.

13/05/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433