Economia

Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 31 ottobre

Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 31 ottobre

INSERZIONE cod. Conf 149 Confindustria Macerata ricerca per azienda settore abbigliamento tessile un/una CUCITRICE PER CONFEZIONAMENTO  (cod. annuncio Conf 149).  Si richiede esperienza come cucitrice e con le macchine da cucire.  Sede di lavoro: provincia di Macerata.     Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità’ alle disposizioni del D.Lgs196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a:srp@confindustriamacerata.it(Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).  Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.    INSERZIONE cod. Conf 151  Confindustria Macerata ricerca ricerca per azienda settore contract un / una TECNICO DI CANTIERE (cod. annuncio Conf 151)con esperienza (geometra, architetto, ingegnere edile strutturista), per la supervisione, il controllo, la gestione e progettazione di cantieri per settore bancario e retail. La risorsa lavorera’ sia in sede che nei vari cantieri in essere. Si richiede disponibilita’, flessibilita’, professionalita’ e rispetto dei tempi di consegna. Sede di lavoro: provincia di Macerata.  Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità’ alle disposizioni del D.Lgs196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a:srp@confindustriamacerata.it(Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).   Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.   

31/10/2018
I giovani imprenditori di Confindustria Macerata e la formazione del Kaizen Institute a Locanda Fontezoppa

I giovani imprenditori di Confindustria Macerata e la formazione del Kaizen Institute a Locanda Fontezoppa

Si è svolta venerdì 26 ottobre presso la splendida cornice di Locanda Fontezoppa di Civitanova Marche la prima delle tre giornate formative con il Kaizen Institute organizzata dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Macerata guidato dal Presidente Paolo Carlocchia. Durante il primo modulo formativo il docente Dott. Bruno Fabiano ha illustrato ai giovani imprenditori i fondamenti del metodo Kaizen che si compone di due parole giapponesi: KAI che significa cambiare ZEN che significa migliorare. Infatti il metodo Kaizen ha come obiettivo quello di far sviluppare alle aziende il pieno potenziale della propria organizzazione, attraverso il miglioramento continuo delle varie fasi aziendali, coinvolgendo tutti i collaboratori, tenendo sempre presente la soddisfazione del cliente. Il Kaizen Insitute affianca organizzazioni di ogni dimensioni e settore nella sfida del miglioramento continuo delle performance aziendali. Seguiranno altri due moduli relativi rispettivamente all’applicazione del metodo Kaizen ai servizi, alle attività degli uffici, al comporto produttivo e al supply chain. La giornata formativa si è poi conclusa con la visita guidata dei giovani imprenditori alle cantine Fontezoppa e degustazione dei vini prodotti dalla azienda vitivinicola civitanovese.    

30/10/2018
L'Unione Montana seleziona assistenti sociali per assunzioni a tempo determinato

L'Unione Montana seleziona assistenti sociali per assunzioni a tempo determinato

L’Unione Montana Potenza, Esino e Musone di San Severino Marche ha indetto una pubblica selezione, per esami, per la formazione di una graduatoria per eventuale assunzione a tempo determinato (pieno o part-time) per la figura di assistente sociale categoria D1. Alle selezioni sono ammessi i candidati in possesso dei seguenti titoli di studio: laurea triennale appartenente alla classe 6 del D.M. 4/08/2000 e laurea triennale appartenente alla classe L39 oppure laurea specialistica appartenente alla classe 57/S e laurea magistrale appartenente alla classe LM 87. I candidati devono essere inoltre in possesso di regolare iscrizione all’Albo professionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali. La domanda di ammissione alla selezione pubblica deve essere redatta in carta semplice utilizzando l’apposito modulo allegato al bando, scaricabile dal sito www.umpotenzaesino.sinp.net e va indirizzata, entro le ore 12 del 30 novembre, all’Unione Montana Potenza Esino Musone, v.le Mazzini n.29 – 62027 San Severino Marche. Le domande devono essere spedite o recapitate in plico chiuso recante all’esterno le indicazioni riguardanti le generalità e l’indirizzo del candidato nonché la dicitura “Selezione pubblica per l’assunzione straordinaria di dipendenti a tempo determinato con profilo di assistente sociale cat.D1”. I candidati saranno valutati da un’apposita commissione esaminatrice e dovranno sostenere una prova scritta sotto forma di quiz a risposta multipla e un colloquio orale. Le due prove si terranno, rispettivamente, martedì 11 e venerdì 14 dicembre. Copia integrale del bando è consultabile sul sito internet dell’Unione www.umpotenzaesino.sinp.net. Eventuali altre informazioni possono essere richieste al seguente numero telefonico dell’Unione Montana 0733/637245 dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 14 e martedì e giovedì dalle 15 alle 18.    

30/10/2018
Confprofessioni: tassazione troppo elevata anche nelle Marche

Confprofessioni: tassazione troppo elevata anche nelle Marche

Il Progetto di legge recante “Disposizioni per la semplificazione fiscale, il sostegno delle attività economiche e delle famiglie e il contrasto dell’evasione fiscale”, è una proposta che va nella giusta direzione ma che rischia di introdurre nuovi adempimenti per i professionisti, specie per i lavoratori autonomi. È quanto affermato dalla delegazione della Confederazione italiana libere professioni nell’ultima audizione in Commissione Finanze della Camera: una posizione che anche Confprofessioni Marche intende ribadire, perché, senza una concreta defiscalizzazione e sburocratizzazione, anche le misure anti-evasione possono perdere efficacia. Anche nel nostro territorio, infatti, il livello di tassazione è in progressivo aumento (come già precedentemente evidenziato in uno nostro recente studio sulle addizionali regionali dell’ultimo decennio) e l'economia non osservata sta crescendo in maniera sensibile, tendenza evidenziata, ad esempio, anche dall’allegato alla Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (Nadef) 2018 Relazione sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva (anno 2018). Da questo documento si può desumere che, in termini di incidenza percentuale, le Marche sono la seconda regione in Italia, dopo il Molise, per valore aggiunto sotto dichiarato. “Il dato quantitativo che emerge in modo preoccupante osservando la distribuzione territoriale, è che, con l'8,3% di valore aggiunto non dichiarato, il principale componente dell'economia sommersa, le Marche risultano ben al di sopra della media delle regioni del Centro Italia (6,5%) e addirittura al di sopra di quella delle regioni del Mezzogiorno (7,6%) - dichiara il presidente di Confprofessioni Marche Gianni Giacobelli –. Più confortante è invece il dato relativo al lavoro irregolare, altra componente rilevante dell'economia sommersa, che incide in Regione per il 4,3%, inferiore alla media delle regioni del Centro Italia (5,1%). Il dato è conseguenza in parte delle caratteristiche strutturali, per distribuzione dei settori di attività, dell'economia regionale, e, in altra parte, dell'eccessivo peso della burocrazia e del livello insopportabile di pressione fiscale”. Più adempimenti e carico fiscale eccessivo, insomma, contribuiscono a determinare anche una maggiore evasione. Ed è da tempo che la Confederazione italiana libere professioni propone alla politica interventi volti alla defiscalizzazione e alla sburocratizzazione, temi centrali anche in occasione del prossimo Congresso nazionale 2018 di Confprofessioni (Roma, 6 novembre, Auditorium Antonianum):   Oltre all’abolizione dell’Irap, per la crescita economica, si chiede che i professionisti possano accedere al piano Industria 4.0 per sostenere i processi di aggregazione, anche societaria, tra i professionisti, attraverso una detassazione delle società tra giovani lavoratori autonomi nella fase di start-up, ed ampliare il novero delle spese per investimenti infrastrutturali da portare in deduzione. Analogamente, sarebbe opportuno estendere ai professionisti le agevolazioni previste per le imprese per la promozione delle attività locali.

29/10/2018
Civitanova, al Cosmopolitan al via una tre giorni sulla contrattualistica immobiliare

Civitanova, al Cosmopolitan al via una tre giorni sulla contrattualistica immobiliare

Prende il via a Civitanova Marche presso il Cosmopolitan Business Hotel una tre giorni di alta formazione a cura dei Collegi FIAIP Macerata/Fermo ed Ancona. Si tratta del “CAMPUS sulla CONTRATTUALISTICA IMMOBILIARE"in collaborazione con lo Studio Lex Consult nella persona dell'avv.to Caterina Carretta. La durata del "CAMPUS sulla CONTRATTUALISTICA IMMOBILIARE" è di 3 giornate (dal lunedì mattina alle 09.30 al mercoledì mattina alle 13.00 circa), durante le quali verranno affrontati temi fondamentali per la gestione dell’affare dall’incarico di vendita alla proposta di acquisto, sino alla redazione di un valido contratto preliminare di vendita, attraverso l’analisi degli istituti giuridici e delle leggi in esso richiamate. Il Campus è aperto a tutti gli Agenti Immobiliari, sia Associati FIAIP che non Associati. La tre giorni rientra nel quadro FIAIP di formazione qualificata dà diritto agli associati FIAIP ad un attestato, al riconoscimento di crediti formativi.  IlCollegio FIAIP Macerata/Fermoha improntato ed adottato un piano pluriennale che prevede un percorso unitario da svolgersi ogni anno, composto da più step, con docenti qualificati e collaborazioni di livello, predisposto al fine di fornire un adeguato percorso formativo che professionalizzando le risorse umane miri nel contempo a fornire al consumatore finale la fiducia e le garanzie dell’eccellenza e della professionalità degli Agenti Immobiliari FIAIP. Il progetto ha preso spunto da alcuni punti ideali e focali che il Collegio si è posto come obiettivo nelle sue svariate attività: ° Far conoscere agli utenti i molteplici e delicati compiti che caratterizzano l’attività dell’Agente immobiliare professionale, spesso non completamente percepiti. ° La sensibilizzare del consumatorea rivolgersi sempre a professionisti di settore qualificati ed abilitati, coperti da polizze assicurative obbligatorie per i rischi professionali, in grado di tutelare le parti in tutte le fasi della compravendita. Troppo spesso, consumatori inconsapevoli, si rivolgono ad abusivi della professione che, oltre a non operare a norma di Legge, danneggiano gravemente le parti contraenti in fase di compravendita e post-vendita. ° La formazione continuache permetterà di elevare la professionalità degli Agenti immobiliari FIAIP ad accrescere, nei clienti, la consapevolezza sull’importanza dell’attività svolta dalla nostra categoria.  Certificazione delle competenze per agenti immobiliari e Valutatori immobiliari  La Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali ricorda che dopo essersi fatta promotrice e realizzatrice di una prassi di riferimento specifica per gli Agenti Immobiliari, con la pubblicazione della UNI/PdR 40:2018  è  ufficialmente “Centro di Esame Intertek” per la certificazione delle figure professionali dell’Agente Immobiliare, secondo la UNI/PdR 40:2018 e del Valutatore Immobiliare, secondo la UNI 11558:2014 ed UNI/PdR 19:2016. Il Centro di Alta Formazione Fiaip è divenuto centro di esame Intertek e quindi organizza e promuove gli esami di certificazione su tutto il territorio nazionale per la certificazione delle competenze dell’agente immobiliare e del valutatore immobiliare. L’ottenimento delle certificazioni rappresenta uno strumento di garanzia per lo svolgimento di un’attività professionale che presenta risvolti di estrema importanza anche nei confronti dei soggetti istituzionali. Per informazioni sulla certificazione delle competenze per agenti immobiliari e valutatori immobiliari si può scrivere a fiaipformazione@fiaip.it oppure al Delegato Provinciale Fiaip Macerata Fermo  A coronamento del progetto pluriennale, partirà inoltre a breve, sempre a cura del Collegio FIAIPMacerata/Fermo in collaborazione con ilCentro Studi Minerva, ente di formazione accreditato, il I° Corso per agenti d'affari in mediazioneinteramente FIAIP e con importanti approfondimenti su ogni tematica comprese le normative privacy ed antiriciclaggio, con un taglio quindi prettamente studiato da e per gli Agenti Immobiliari.  Questa nuova importante iniziativa è infatti pensata soprattutto per coloro che già lavorano in agenzia privi di abilitazione (collaboratori a partita IVA, dipendenti, soci, etc) e desiderano affrontare con un’elevata efficacia formativa il corso preparatorio all’esame per agente d’affari in mediazione.

26/10/2018
Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 26 ottobre

Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 26 ottobre

__ INSERZIONE cod. Conf 146   Confindustria Macerata ricerca per azienda settore calzature un/una IMPIEGATO/A BACK OFFICE COMMERCIALE ESTERO  (cod. annuncio Conf 146).  Si richiede buona conoscenza della lingua inglese.  Sede di lavoro: provincia di Macerata. Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità’ alle disposizioni del D.Lgs 196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a: srp@confindustriamacerata.it (Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).   Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.   INSERZIONE cod. Conf 147 Confindustria Macerata ricerca per azienda settore calzature un/una INGEGNERE GESTIONALE ADDETTO PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE (cod. annuncio Conf 147).  Sede di lavoro: provincia di Ancona. Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità’ alle disposizioni del D.Lgs 196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a: srp@confindustriamacerata.it (Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).   Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.   INSERZIONE cod. Conf 148 Confindustria Macerata ricerca per azienda settore edile un/una TECNICO/A DI CANTIERE (cod. annuncio Conf 148).  Sede di lavoro: provincia di Macerata. Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità’ alle disposizioni del D.Lgs 196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a: srp@confindustriamacerata.it (Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).     Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.  

26/10/2018
Confartigianato Macerata: incontri sul territorio sulla fatturazione elettronica

Confartigianato Macerata: incontri sul territorio sulla fatturazione elettronica

Da Confartigianato Macerata riceviamo e pubblichiamo: “Nel nostro Paese – afferma il Segretario Provinciale di Confartigianato Imprese Macerata, Giorgio Menichelli - siamo abituati a combattere l'evasione tributaria esistente in due modi: da un lato con la sempre maggiore invadenza del Fisco nella vita privata dei cittadini e nella gestione quotidiana delle imprese, dall'altro con la progressiva ed esasperata spinta tecnologica della macchina burocratica che agisce nel rapporto tra Fisco e contribuente. Tuttavia, come Associazione di categoria che tutela la piccola impresa, siamo convinti che se l’obiettivo da perseguire è quello della lotta all’evasione, gli strumenti dissuasori dovrebbero essere altri. Intanto possiamo iniziare a pensare ad una riduzione significativa della pressione tributaria complessiva, lo sfoltimento e la semplificazione della normativa fiscale, i controlli da effettuarsi anche nel comparto del pubblico impiego che rappresenta un esercito di ‘doppiolavoristi’ in ‘esenzione’ contributiva e fiscale a danno diretto delle imprese regolari. Nel corso degli anni, le nostre imprese hanno assistito ad ulteriori interventi invasivi, come le limitazioni alla circolazione del contante, il redditometro (strumento peraltro già di fatto abbandonato), le limitazioni alle compensazioni, i visti di conformità, gli studi di settore, lo split-payment, il reverse-charge, per giungere al clamoroso flop del recente spesometro. Nostro malgrado, abbiamo constatato come la progressiva e sistematica informatizzazione, onerosa per le imprese, non sia stata sufficiente a risolvere l’annoso problema dell’evasione tributaria, perché chi non ha mai emesso fatture cartacee, continuerà a non emettere quelle elettroniche! La fatturazione elettronica, tenuto anche conto delle difficoltà e dei costi di emissione e di conservazione del documento, non risolverà il problema dell’evasione, anzi, siamo pressoché sicuri che lo aggraverà. Inoltre resta impregiudicato il fatto che tale sistema di fatturazione terrà ancora più alla larga gli evasori totali. Viste le gravi criticità e difficoltà riscontrate nella trasmissione dello spesometro, vogliamo comunque continuare sulla strada della tecnologia, perseguendo il sogno dell’agenda digitale? Lasciateci almeno dire che, a nostro parere, i tempi forse non sono ancora maturi! Si cerca di far passare il concetto che fatturazione elettronica equivale a semplificazione. Se così fosse, non si comprende il motivo per cui renderla obbligatoria: se di vera semplificazione si trattasse, un imprenditore opterebbe per la stessa senza se e senza ma. Siamo convinti dell’inutilità o peggio ancora, della dannosità del provvedimento e riteniamo che la molla che spinge una parte dei fautori di questo strumento sia ancora oggi, come d'altronde è sempre stato, quella del pregiudizio ideologico nei confronti dei lavoratori autonomi. Dai primi due incontri che Confartigianato Imprese Macerata ha effettuato sul territorio, incontrando oltre 300 imprese, quello che emerge è che la fatturazione elettronica è l’ennesimo provvedimento burocratico che spaventa le imprese, soprattutto quelle meno strutturate (che in molti casi non sono ancora dotate di un computer!), perché invasivo e limitativo della libertà d’impresa. Per evitare tale impatto – aggiunge il Segretario – sarebbe bastato rendere l’adozione del nuovo sistema di fatturazione effettivamente opzionale, magari incentivandolo, o comunque limitarne l’obbligatorietà a quelle aziende che superano una certa soglia dimensionale. Rendere obbligatoria la fatturazione elettronica anche ai piccoli artigiani ed imprenditori, è veramente una follia burocratica che mette moltissimi operatori in gravi difficoltà. A nostro avviso, anche lo Stato potrebbe trovarsi a gestire una caduta del gettito tributario per i motivi sopra citati.                            Confartigianato – conclude Menichelli - garantirà il massimo impegno affinché tale obbligatorietà possa impattare il meno possibile sull’organizzazione delle imprese rappresentate. Proseguono infatti le assemblee sul tutto il territorio proprio per accompagnare le nostre aziende in questo tortuoso cambiamento, illustrare come adeguarsi e spiegare quali sono le possibili differenti soluzioni per i soggetti obbligati. Il prossimo appuntamento è previsto per questo pomeriggio, giovedì 25 ottobre a San Ginesio, seguiranno poi Sarnano (26 ottobre 2018 ore 18.00 - Sala Congressi del Comune di Sarnano - via Benedetto Costa), Civitanova Marche (26 ottobre 2018 ore 21.00 - Centro Civico Fontespina - via Saragat), Tolentino (29 ottobre 2018 ore 18.30 - Sala Riunioni Confartigianato - via Ficili), Camerino (30 ottobre 2018 ore 18.00 - Ristorante Torre del Parco - loc. Torre del Parco), Cingoli (31 ottobre 2018 ore 18.30 - Sala Riunioni Confartigianato - via del Podestà 8)”.

25/10/2018
iGuzzini, Femca Cisl: prospettive future positive ma manteniamo la vigilanza

iGuzzini, Femca Cisl: prospettive future positive ma manteniamo la vigilanza

La Femca Cisl delle Marche ritiene "positivo l’incontro avvenuto ieri, martedì 23 ottobre, presso Confindustria Macerata con la Direzione aziendale della iGuzzini Illuminazione al quale hanno partecipato il Segretario generale Piero Francia, Giuliano Caracini e tutta la Rsu". Il confronto con l’amministratore delegato Andrea Sasso e con il responsabile delle risorse umane, Angelo Camilletti, continua il sindacato, "ha fornito risposte rassicuranti sul fronte dei futuri livelli occupazionali e degli investimenti che seguiranno l’annunciata acquisizione dell’azienda da parte della svedese Fagerhult". In particolare, "è stato garantita continuità per quanto riguarda gli attuali livelli occupazionali, già cresciuti negli ultimi anni, mentre gli investimenti proseguiranno con maggiore impegno per rendere ancora più competitiva l’azienda. Dunque non è vero, come detto da alcuni, che iGuzzini sarà soffocata: al contrario, l’intenzione dichiarata è quella di aumentarne l’importanza e il mercato di riferimento. Marchio e governance rimarranno quelle attuali, con Adolfo Guzzini come Presidente e Andrea Sasso in qualità di Amministratore Delegato. Non viene dunque messa a repentaglio la presenza in Italia e nella Marche. Alla luce di queste informazioni, riteniamo inadeguato il paragone con la vicenda Teuco sostenuto da altre sigle sindacali: stiamo parlando di una realtà in crescita che negli ultimi anni ha visto aumentare occupazione e investimenti, chiudendo bilanci in crescita costante - prosegue ancora la Femca Cisl - È legittimo nutrire dubbi e preoccupazioni, ma la Femca Cisl Marche ribadisce comunque la sua linea di condotta: continueremo a vigilare con attenzione sull’andamento dell’azienda e già lunedì 29 ottobre informeremo i lavoratori sull’esito dell’incontro con due assemblee che si terranno la mattina e il pomeriggio. Non ci presteremo a strumentalizzazioni ma guarderemo alla realtà con lucida obiettività, a maggior ragione in coincidenza dello scadere del contratto integrativo aziendale che, come Cisl, abbiamo siglato con orgoglio: speriamo di poter ripercorrere a breve un percorso analogo per ottenere risultati ancora più positivi per i lavoratori".  

24/10/2018
Cambio al vertice per UBI Banca Marche/Abruzzo: nominato il nuovo responsabile

Cambio al vertice per UBI Banca Marche/Abruzzo: nominato il nuovo responsabile

Il Consiglio di Gestione di UBI Banca ha nominato Roberto Gabrielli Responsabile della Macro Area Territoriale Marche – Abruzzo di UBI Banca. Il manager assumerà la carica a partire dal prossimo 1 dicembre e succede a Nunzio Tartaglia che lascia il Gruppo UBI dopo una lunga e proficua collaborazione. “La conoscenza del territorio e l’esperienza maturata in diverse attività strategiche per il nostro istituto di credito – spiega Frederik Geertman, Chief Commercial Officer di UBI Banca -  consentiranno a Roberto Gabrielli di proseguire con successo il progetto avviato oltre un anno fa con l’integrazione di Nuova Banca Marche e ci aspettiamo da lui un grande contributo all’ulteriore potenziamento del servizio di UBI Banca alle famiglie e alle imprese dell’area”. Roberto Gabrielli, nato a Roma nel 1971, prima del nuovo incarico era responsabile della Direzione Territoriale di Roma Centro di UBI Banca. Da oltre vent’anni nel settore bancario, Gabrielli ha ricoperto diversi ruoli nella rete commerciale e nelle aree retail degli istituti di credito poi integrati nel Gruppo UBI (Banca Popolare di Bergamo, Banca Popolare di Ancona). Ha speso una parte rilevante della propria carriera professionale nei territori che nella attuale configurazione del Gruppo UBI Banca, rientrano nell’ambito della Macro Area Territoriale Marche e Abruzzo.

24/10/2018
Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 22 ottobre

Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 22 ottobre

INSERZIONE cod. Conf 142 Confindustria Macerata ricerca per azienda di servizi una/un RESPONSABILE RISORSE UMANE (cod. annuncio Conf 142), con esperienza nel ruolo. Si richiede conoscenza in materia di diritto del lavoro, sindacale e tributario, normativa previdenziale e pensionistica, elementi della normativa sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori in tutti i settori di attività privati e pubblici, normativa in materia di tutela della Privacy, elementi di normativa fiscale e tributaria, conoscenza del pacchetto “Zucchetti Paghe”. La risorsa si occuperà di ottimizzazione della gestione del personale , gestione conflitti e contenzioso con personale, sistemi retributivi e sistemi di premialità,  procedure di gestione del personale, adempimenti e scadenze fiscali. Sede di lavoro: provincia di Macerata.          Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità alle disposizioni del D.Lgs 196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a: srp@confindustriamacerata.it (Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).  Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.   INSERZIONE cod. Conf 143 Confindustria Macerata ricerca per azienda di servizi una/un ADDETTA/O PAGHE E CONTRIBUTI (cod. annuncio Conf 143), con conoscenza in materia di diritto del lavoro.  La risorsa verrà inserita all’ interno dell’ Ufficio Risorse Umane. Sede di lavoro: provincia di Macerata.       Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità alle disposizioni del D.Lgs 196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a: srp@confindustriamacerata.it (Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).  Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.  

22/10/2018
Civitanova, le più quotate imprese del centro Italia ospiti di Facciamo31

Civitanova, le più quotate imprese del centro Italia ospiti di Facciamo31

Oltre cinquecento aziende, rappresentate da manager e capitani d’industria, all'alta scuola di formazione Facciamo31. L’organizzazione, riconosciuta tra le migliori in Italia, ha ricevuto richieste di partecipazioni che hanno sfiorato le 700 unità per l’annuale seminario a villa Gazzani. "Le belle conseguenze queste" dice Daniela Sensini, uno dei Direttori Facciamo31 di "applicare il metodo Efficacia Operativa, un format firmato Facciamo31, che insegniamo in organizzazioni di ogni ordine e grado per formare e performare le risorse umane".  Sul palco Lorenzo Braconi, tra i più apprezzati consulenti di direzione aziendale nonchè  fondatore di Facciamo31, un’organizzazione composta dai migliori esperti di competitività aziendale, che ha chiamato ben sei speaker di indiscussa fama: Pino Mercuri, direttore risorse umane di Microsoft Italia, Simone Santini, vice president sales Italia di adidas, Nicola Palmarini, global manager Intelligenza Artificiale for Healthy Aging di Ibm, Riccardo Tiranti, direttore finanziario di Rainbow, Enrico Vanin, amministratore delegato di Aon, Fabio Peloso, direttore marketing e vendite Pmi di Vodafone Italia. Con loro anche alcuni imprenditori marchigiani che hanno presentato la loro esperienza diretta alla folta platea. Il seminario, dal titolo “Aumentare i fatturati, ridurre i costi e aumentare il valore del brand”, ha registrato anche gli interventi di saluto del sindaco di Civitanova Marche, Fabrizio Ciarapica, e del consigliere comunale Monia Rossi. L’evento è stata una grande occasione per parlare di attività che determinano il successo in un mercato sempre più competitivo aprendo orizzonti innovativi nello scenario globale. Sono stati poi forniti agli imprenditori gli strumenti efficaci per lo sviluppo della propria attività, senza tralasciare il prestigiosissimo networking, una grande occasione per conoscere e farsi conoscere. “Sono stati forniti decine e decine di stimoli e chiavi operative dal valore inestimabile. Solo applicandone una, si potrebbe rivoluzionare migliorativamente la propria organizzazione.” - sottolinea con soddisfazione Lorenzo Braconi, anche docente universitario. “Nel mercato c’è poco da inventare, dobbiamo saper rigenerare quello che sappiamo fare bene e di cui noi marchigiani, in molti settori, siamo maestri - ha spiegato il senigalliese Simone Santini, vice president sales Italia di adidas, aggiungendo - Il futuro oggi è nelle speed factory, le fabbriche che producono su richiesta, mentre la vera innovazione sta nell’anticipare la domanda del cliente”. Su una “scommessa che parta dalla nostra cultura” - ha focalizzato attenzione e intervento, invece, Pino Mercuri di Microsoft Italia, lanciando un invito alla platea di imprenditori: “Se non studiate le nuove frontiere della tecnologia il vostro futuro sarà molto ridotto”. “Oggi arrivare dopo può significare sparire dal mercato perché ormai tutto viaggia a mille”, è stato invece il richiamo di Riccardo Tiranti, direttore finanziario della marchigianissima Rainbow, la casa di produzione delle Winx e di tanti altri marchi conosciuti dai bambini di tutto il mondo.

20/10/2018
Nasce il gruppo Donne di Confapi

Nasce il gruppo Donne di Confapi

Valorizzare il contributo delle donne nel lavoro e nella gestione delle imprese come tema chiave per il cambiamento e la crescita e contribuire a far crescere la Confapi con la forza tipica di chi è abituato a guidare la propria azienda. Ecco uno degli obiettivi che ha portato alla costituzione del Gruppo Donne Imprenditrici nell’ambito di Confapi associazione di piccole e medie imprese con oltre 400 iscritti. “Fare rete è una frase forse abusata – ha detto la presidente Patrizia Brega che è anche membro del consiglio nazionale di Confapi Donna – ma nel nostro caso è un’esigenza reale che nasce dal valore di condividere le nostre esperienze e metterle a sistema. Ci confrontiamo ogni giorno con un sistema di welfare aziendale tutt’altro che perfetto e sentiamo l’esigenza di utilizzare l’importante rappresentanza di Confapi anche nei tavoli istituzionali per portare il nostro contributo in questa direzione”. I servizi di supporto alla genitorialità, facilitando la conciliazione tra i tempi del lavoro e le esigenze della vita familiare sono dunque un tema ma non l’unico. “Organizzeremo momenti formativi ed informativi destinati a noi donne intese non solo come imprenditrici e contiamo di promuovere iniziative benefiche a carattere solidale” – ha aggiunto la presidente Brega. Il consiglio direttivo del Gruppo Donne di Confapi Ancona è costituito da: Patrizia Brega (SH Sistemi di Osimo), Lorena Cittadini (Bespeco Professional di Castelfidardo), Daniela Ciacci, (A.T. Metalli di Fermignano), Elisabetta Leonardi (Assembla di Recanati), Stefania Burattini (Rina degli Antinori di Ancona), Sara Gambelli, Cristina Palombarani (Palombarani di Camerano).

20/10/2018
Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 19 ottobre

Sportello Confindustria: offerte di lavoro del 19 ottobre

INSERZIONE cod. Conf 144   Confindustria Macerata ricerca per azienda settore calzature un/una ADDETTO/A ALLA SFIBRATURA E INCOLLAGGIO FONDI (cod. annuncio Conf 144), con esperienza nella mansione. Sede di lavoro: provincia di Macerata.       Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità’ alle disposizioni del D.Lgs 196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a: srp@confindustriamacerata.it (Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).     Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.     INSERZIONE cod. Conf 145   Confindustria Macerata ricerca per azienda settore calzature un/una RESPONSABILE UFFICIO ACQUISTI (cod. annuncio Conf 145), con esperienza mercati asiatici (valutazione nuovi fornitori, stipulazione di contratti di forniture, monitoraggio acquisti e tempistiche, visite ai fornitori circa 2 volte/anno. La risorsa gestirà l' acquisto, dall' ordine al fornitore alla consegna Requisiti: esperienza di acquisti nei mercati asiatici e buona conoscenza lingua inglese scritta e parlata.   Inviare il CV, con espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità’ alle disposizioni del D.Lgs 196/2003, specificando il codice dell’ annuncio, via e-mail a: srp@confindustriamacerata.it (Assindustria Servizi srl soggetto accreditato con decreto Regione Marche n. 235/ SIM del 30/06/2016).     Il presente annuncio é rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.      

19/10/2018
Tolentino Expo: le soluzioni per l'efficientamento energetico delle imprese

Tolentino Expo: le soluzioni per l'efficientamento energetico delle imprese

Diffondere la cultura dell’efficienza energetica tra le imprese, per favorire il rispetto dell’ambiente e lo sviluppo sociale del territorio, offrendo contemporaneamente un’importante occasione di risparmio. E’ il senso dell’incontro, organizzato da Estra, primo operatore nelle Marche per la fornitura di luce e gas, in collaborazione con Confindustria Macerata, che si è tenuto questa mattina al Politeama di Tolentino nell’ambito dell’Expo.   L’evento è stato pensato per dare agli imprenditori del territorio l’opportunità di informarsi sull’importanza di intraprendere un percorso virtuoso di razionalizzazione dei consumi, adottando strategie di riqualificazione energetica, anche attraverso l’impiego di fonti rinnovabili. Misure che consentono non solo di abbattere le immissioni inquinanti, ma anche di colmare il gap competitivo in termini di costi. Ad illustrare le possibili soluzioni di efficientamento Francesco Macrì, presidente di Estra, e Riccardo Matteini, direttore di Estra Clima, la società del gruppo operante nel settore del risparmio energetico e accreditata tra le E.S.Co (Energy Saving Company). Con loro, a parlare alla platea d’imprenditori, il presidente di Confindustria Macerata Gianluca Pesarini.    “Questa iniziativa – ha affermato il presidente di Estra Francesco Macrì – testimonia la grande sensibilità del gruppo verso le energie rinnovabili e le nuove tecnologie legate all’efficientamento energetico. Siamo fortemente convinti che le imprese possano contribuire all’affermarsi di un modello di sviluppo sostenibile, coniugando il business con la salvaguardia dell’ambiente. Principi fondamentali a cui Estra si è sempre ispirata e che vogliamo condividere con i territori nei quali operiamo. Oggi la voce energia per le aziende è sempre più importante e il vero cambiamento in termini di consumi consiste nell’intervenire nel ciclo produttivo, attraverso l’ammodernamento o la sostituzione degli impianti. Investimenti che consentono di generare un risparmio tra il 10 e il 25%”. “L’energia, l'attenzione all'ambiente, lo sviluppo sostenibile delle fonti rinnovabili e del risparmio nei costi di approvvigionamento per le imprese – ha dichiarato il presidente di Confindustria Macerata Gianluca Pesarini - sono temi centrali per Confindustria. Le nuove tecnologie energetiche e le energie rinnovabili rappresentano la sfida tecnologica da cogliere per fare sì che nostri settori industriali siano strategicamente competitivi e all'avanguardia nei processi innovativi.” Impegnata a promuovere l’uso responsabile delle fonti e delle risorse naturali, sostenendo le innovazioni e lo sviluppo di soluzioni ecocompatibili, Estra ha condiviso con la platea d’imprenditori del Maceratese il proprio patrimonio green, portando ad esempio i tanti interventi attuati negli anni attraverso Estra Clima che, operando con la formula E.S.Co. ha la possibilità di anticipare i costi d’investimento, recuperati poi attraverso i risparmi in bolletta delle aziende.  Tra le soluzioni illustrate, Estra ha mostrato alcuni progetti di eco – piscine, realizzate sostituendo le vecchie caldaie con generatori a condensazione e installando sistemi di telecontrollo degli impianti termici, che hanno determinato un risparmio dell’energia primaria pari al 18%. Altri interventi hanno riguardato la gestione efficiente degli impianti di illuminazione di alcuni edifici, dove punti luce a led hanno preso il posto delle tradizionali lampade, e la riqualificazione di centrali termiche, con l’introduzione di impianti alimentati da fonti rinnovabili. Estra Clima è accreditata fra le E.S.Co che si occupano del finanziamento (diretto o indiretto) e di tutte le fasi progettuali relative ad interventi di riqualificazione, garantendo il risparmio energetico e prevedendo una remunerazione direttamente proporzionale al risparmio energetico ottenuto. La Società vanta, inoltre, una lunga esperienza e numerose committenze pubbliche e private; da anni, è impegnata in attività di progettazione, riqualificazione tecnologica e gestione di impianti tecnologici.      

18/10/2018
Acquisizione Guzzini Illuminazione, Filctem CGIL - UGL: "Inoltrata richiesta di incontro"

Acquisizione Guzzini Illuminazione, Filctem CGIL - UGL: "Inoltrata richiesta di incontro"

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa congiunto Filctem CGIL - UGL Territoriali sulla lettera di intenti sottoscritta tra il gruppo FAGERHULT e la FIMAG circa l'acquisizione della I Guzzini Illuminazione   "Quali OO.SS. siamo venuti a conoscenza nella serata di ieri, a mezzo stampa, della lettera di intenti sottoscritta da FAGERHULT con FIMAG e TIPO finalizzata all’acquisizione da parte del gruppo svedese del 100% delle azioni de I GUZZINI ILLUMINAZIONE SPA.   A quanto viene riportato, l’operazione societaria da perfezionare prevederebbe un passaggio di quote azionarie tra FIMAG e FAGERHULT, con permanenza dei top manager nelle proprie posizioni. Nell’impossibilità di esprimere al momento valutazioni di merito sull’operazione in sé per assenza di dati esaustivi, manifestando una forte perplessità sulla modalità di comunicazione alle parti sociali, ci preme ricordare che fino a poco tempo fa al gruppo FIMAG si riconduceva la proprietà, oltre che della I GUZZINI ILLUMINAZIONE e della FRATELLI GUZZINI, anche della TEUCO, tre imprese di grande rilievo sociale per il ns. territorio: la permanenza della FIMAG come socio al 20% dopo le cessione dell’80% alla Holding CERTINA non ha impedito il declino della TEUCO fino al fallimento, del cui impatto il territorio continua a risentire.   Oggi per le scriventi OO.SS. è quindi fondamentale che il confronto sindacale con la proprietà si incentri su quale sia la ricaduta di tutto ciò sulla prospettiva di sviluppo per il territorio. Quali che siano le motivazioni sottese all’operazione, come OO.SS. rivendichiamo un piano di sviluppo industriale incentrato su investimenti e occupazione. In relazione a ciò, per il tramite della Confindustria territoriale, abbiamo già inoltrato richiesta di incontro da tenere nei prossimi giorni. È in programma di svolgere un’assemblea sindacale con i lavoratori".

16/10/2018
Accordo Mise, Regione e Gruppo Loccioni: oltre 6 milioni per il progetto sui motori elettrici

Accordo Mise, Regione e Gruppo Loccioni: oltre 6 milioni per il progetto sui motori elettrici

Oltre 6,1 milioni di euro d'investimento per progettare e realizzare prototipi di banchi di prova innovativi per mezzi con motori elettrici o ibridi, e strumenti di gestione della qualità di produzione e collaudo coerenti con l'industria 4.0. E' il cuore del progetto di Aea srl (Gruppo Loccioni) cofinanziato da Mise (2,4 milioni di euro) e Regione Marche (183 mila euro) in un "accordo per l'innovazione". L'azienda con sede ad Angeli di Rosora impiega all'80% personale proveniente da scuole e università delle Marche e prevede il 10% di incremento di occupati, oltre 40 unità. "Le Marche - ha detto l'assessora regionale alle Attività produttive Manuela Bora affiancata nella presentazione da Gino Romiti, responsabile innovazione di Loccioni - sostengono la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale con l'integrazione tra mondo scientifico e produttivo". Il Por Fesr riserva a tali tematiche il 34% della dotazione: in un anno sono tre i progetti presentati al Mise dalla Regione per un centinaio di euro. (Fonte Ansa)

16/10/2018
Diego Della Valle smentisce le ipotesi di cessione di Tod's

Diego Della Valle smentisce le ipotesi di cessione di Tod's

Diego Della Valle smentisce le ipotesi di cessione di Tod's circolate dopo la diffusione di notizie sul riassetto delle holding a monte della società. Lo ha fatto al Fashion Global Summit a Milano. "Oggi lo chiamano storytelling, una volta le chiamavano cazzate". Semmai "compriamo qualcosa". (Fonte Ansa)

16/10/2018
Lettera d'intenti sottoscritta tra la svedese Fagerhult e iGuzzini

Lettera d'intenti sottoscritta tra la svedese Fagerhult e iGuzzini

Fagerhult ha sottoscritto con Fimag - Finanziaria Mariano Guzzini, e Tipo, società partecipata da Tamburi Investment, una lettera d'intenti per l'acquisizione del 100% delle azioni di iGuzzini illuminazione. La lettera prevede che la società svedese dell'illuminazione abbia il diritto di condurre in esclusiva una due diligence in vista della firma del contratto definitivo d'acquisto prima di fine dell'anno.    Fagerhult finanzierà l'operazione a debito e con risorse derivanti dall'emissione di nuove azioni. Al perfezionamento dell'operazione i venditori riceveranno una "porzione significativa del corrispettivo" in azioni Fagerhult. Adolfo Guzzini e Andrea Sasso oltre a restare rispettivamente presidente e Ad di iGuzzini assumeranno anche ruoli nel top management Fagerhult. iGuzzini fondata nel 1959, ha sede a Recanati (Macerata), e ha chiuso il 2017 con oltre 230 milioni di ricavi. (Ansa)

16/10/2018
Ato 3: aggiornate le tariffe per il consumo di acqua, ma non nei comuni montani

Ato 3: aggiornate le tariffe per il consumo di acqua, ma non nei comuni montani

L’Assemblea d’Ambito Territoriale Ottimale n. 3 Marche Centro – Macerata ha approvato all’unanimità 2 importanti provvedimenti.Con il primo provvedimento sono stati aggiornati i documenti di pianificazione del servizio idrico integrato attraverso i quali sono state recepite le ultime novità regolatorie introdotte dall’Autorità nazionale (ARERA) in termini di adeguamento degli standard tecnici di qualità del servizio. Sono stati in particolare individuati obiettivi incentivanti per i gestori operanti nel territorio nel prossimo biennio al fine di garantire un servizio di qualità sempre migliore. Ma certamente il provvedimento che desta maggiore interesse è l’approvazione dell’articolazione tariffaria unica d’Ambito. Grazie ad un lungo e complesso iter istruttorio avviato alla fine dello scorso anno è stato possibile definire una struttura dei corrispettivi unica che verrà applicata in gran parte dell’ATO 3 Macerata. Il Presidente Fiordomo commenta così: “Sono estremamente soddisfatto della conclusione positiva e della votazione favorevole all’unanimità di questo provvedimento e penso sia una decisione per certi versi storica. A partire da oggi, saranno applicate le stesse tariffe a più dell’80% delle utenze sul nostro territorio, superando le ingiustificate differenze presenti fino ad oggi. Questo provvedimento è un ulteriore passo avanti verso il gestore unico d’ambito, grazie al quale potranno essere attuate le economie di scala e di scopo necessarie per una riduzione delle tariffe attuali.”“Assicurare la realizzazione dell’ingente Piano degli interventi previsti nei prossimi anni - continua Fiordomo - servirà per erogare un servizio con livelli di qualità sempre crescenti. Gli investimenti previsti permetteranno un adeguamento delle infrastrutture, soprattutto in termini di riduzione delle perdite idriche.” L’articolazione unica d’ambito verrà applicata in tutta la fascia collinare e marittima dell’ATO 3, con decorrenza dal 1° gennaio 2018. Rimane esclusa la parte montana nei cui comuni continuerà ad essere applicata la struttura tariffaria previgente.   Di questo e di altri temi riguardanti il Servizio idrico integrato si discuterà sabato 13 mattina ad Osimo, nella Sala maggiore del Palazzo comunale dalle 10.00 alle 12.30 in occasione della Giornata della Trasparenza dell’AATO 3.  

13/10/2018
Confartigianato Imprese Macerata, Giorgio Menichelli: "Dopo il sisma un esercito di piccole imprese è stato spazzato via"

Confartigianato Imprese Macerata, Giorgio Menichelli: "Dopo il sisma un esercito di piccole imprese è stato spazzato via"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma di Giorgio Menichelli, Segretario Provinciale Confartigianato Imprese Macerata  “Se nel 2004 il numero dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, professionisti e partite iva) a livello nazionale era di circa 6,2 milioni, nel 2017, dopo la crisi economica e finanziaria, si attesta a quota 5,4 milioni. Un esercito di piccole imprese - circa 800.000 partite iva - è stato quindi spazzato via.  I dati provinciali degli ultimi 10 anni ci danno almeno due informazioni, ovvero che la crisi impatta violentemente sulla nostra economia provinciale con la scomparsa di -1.144 imprese(saldo tra iscritte e cancellate) e che stiamo assistendo ad un profondo cambiamento all’interno dei singoli settori che sta trasformando il nostro tessuto imprenditoriale. Si ridimensiona profondamente il manifatturiero (-1.279 imprese) ed il settore edile(-577 imprese) che sembra comunque essere ripartito dal 2017 grazie alle attività post-sisma; crescono in modo impressionante gli “altri settori” (+ 1.758 imprese) ed il settore Alberghi e ristoranti (+495 imprese). Tale risultato non deriva soltanto dalla crisi economicache stiamo attraversando, ma è evidente a tutti che stiamo vivendo una periodo storico condizionato dalla globalizzazionee da alcune nefaste conseguenze che ne derivano, come ad esempio la concentrazione della ricchezza e quindi del potere economico e contrattuale in mano a pochi che va ad aumentare l'ampiezza delle disuguaglianze e disparità di opportunità. Tali disuguaglianze, a danno della piccola impresa, si traducono poi in evidenti ostacoli alla partecipazione e al protagonismo nei mercati, all'accesso al credito e ai fondi pubblici per gli investimenti, spesso messi a disposizione con criteri dimensionali o con la previsione di importi minimi all'accesso. Tutto ciò non può durare! Specialmente perché l’economia del nostro Paese e della nostra Provincia, si regge prevalentemente sulle micro e piccole imprese. Il mercato, essendo luogo di incontri e di scambi, se funziona correttamente, può costituire un’occasione di mutuo vantaggio attraverso il quale realizzare qualcosa a beneficio di tutta la comunità. La delocalizzazionedi gran parte della nostra manifattura e la conseguente individuazione della Cina, e non solo, come fabbrica del mondo, ha impattato in particolar modo sulle economie fortemente manifatturiere come la nostra. Stiamo poi subendo le conseguenze di inefficaci scelte politichein tema di riforme e sulla mancata individuazione di una politica industriale Nazionale, mai delineata nel lungo periodo. Far ripartire il Paese in queste condizioni sarà decisamente complicato. Non dimentichiamo poi gli effetti della digitalizzazione che ha avviato processi di disintermediazionee di concentrazione del potere nel campo delle vendite on-line (che si aggiunge agli effetti della GDO, outlet, ecc.), che ha impattato sulle attività tradizionali del commercio al dettaglio e all’ingrosso, la burocraziache pesa sulla piccola impresa come un macigno e dalla quale non riesce a divincolarsi, i livelli di tassazione diretta ed indiretta.  Se aggiungiamo inoltre che la gran parte del sistema bancario ha sempre meno interesse a finanziare la piccola impresa, specie per importi di valore limitato, ecco che la stessa si trova messa in un angolo da cui non riesce a uscire. Il piccolo imprenditore sta perdendo quella proiezione verso il futuro che era la sua arma migliore, sentendosi ora fuori contesto, stordito dallo sfavorevole cambiamento in atto che  non riesce a comprendere e a gestire. Il lavoro autonomo fino a dieci anni fa rappresentava uno dei più importanti ascensori sociali che elevava intere generazioni a ceto medio, ovvero la classe sociale che rappresenta l’indice di benessere di un Paese, purtroppo ormai in continua disgregazione.  In conclusione, qualsiasi scelta che va a favore della piccola impresa, come ad esempio l’accesso al credito, lasemplificazione burocratica,laminore tassazione, lafacilità di accesso ai fondi pubblici, ecc., sarà una scelta a favore del benessere, capace di restituire fiducia agli attuali imprenditori e porre le basi per avviare quella trasformazione della nostra società, dalla mentalità del posto fisso a quella dell’intraprendenza, riconsegnando valore sociale ed economico allo status di imprenditore”.      

09/10/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433