di Picchio News

Al Giovedì Grasso di Pieve Torina trionfano le pasticcere amatoriali: successo per le iniziative del Carnevale

Al Giovedì Grasso di Pieve Torina trionfano le pasticcere amatoriali: successo per le iniziative del Carnevale

Giochi per i più piccoli, musica ed intrattenimento per tutti con l'aggiunta di una inedita sfida tra pasticceri amatoriali: questo è stato il Giovedì Grasso di Pieve Torina tenutosi presso gli impianti sportivi di Viale Marconi. "Un'occasione di incontro, un momento di svago e spensieratezza per una comunità che, nonostante le innumerevoli difficoltà, non rinuncia ai momenti di aggregazione", ha sottolineato il Sindaco Alessandro Gentilucci. Anche il primo cittadino, infatti, non è voluto mancare all'appuntamento che, oltre all'animazione e ai laboratori per bambini nel primo pomeriggio, ha visto una sfida inedita: quella tra pasticceri amatoriali. La prima edizione del concorso di dolci di Carnevale fatti in casa ha visto darsi battaglia molti dilettanti. Tanti i dolci tipici e molte creazioni originali che hanno tentato di aggiudicarsi il primo posto conquistando il palato di quattro severissime giurate del pubblico. La classifica finale ha visto un podio al femminile con la vittoria delle castagnole belle e buone di Maria Grazia Servili. A seguire, medaglia di bronzo per i cornetti alla Nutella di Marina Petetti, terza classificata la Clown torta al cioccolato di Luigia Bulli e a tutti i partecipanti sarà offerta una cena da parte dell'Amministrazione. "Abbiamo respirato una bellissima atmosfera di festa e, per far si che il nostro Giovedì Grasso fosse ancora più "dolce", - ha ricordato Gentilucci - abbiamo rilanciato con una sfida tra pasticceri provetti. In tanti hanno risposto all'appello dimostrando ancora una volta come l'artigianalità e la passione siano gli ingredienti per far bene, sempre e comunque. Un esperimento che proseguiremo anche per il futuro per dare spazio sia al rinnovarsi della tradizione che all’estro creativo ed innovativo di chi vuol sperimentarsi nella pasticceria. Quel che ci premeva era consolidare il momento conviviale, di confronto scherzoso e divertente come si confà al carnevale, una soffiata di allegria e spensieratezza di cui tutti abbiamo bisogno".  

26/02/2020
Chiusura scuole, Battistoni (FI) contro Ceriscioli: "Ha generato caos, ci aspettiamo le sue dimissioni"

Chiusura scuole, Battistoni (FI) contro Ceriscioli: "Ha generato caos, ci aspettiamo le sue dimissioni"

“Ceriscioli deve dimettersi, sta trattando la questione sanitaria del coronavirus sullo stesso tavolo delle regionali, sta mettendo in scena una ripicca contro coloro che lo stanno tenendo fuori concorso per le prossime elezioni. E questo è inaccettabile”. Si espresso così, in una nota, il Senatore Francesco Battistoni -commissario regionale di Forza Italia Marche – riguardo all’ordinanza firmata ieri dal governatore Luca Ceriscioli , che ha decretato la chiusura di scuole, università e lo stop ad ogni manifestazione pubblica per  l’allarme Coronavirus.. “I repentini cambi di idea – continua Battistoni -  hanno portato ad una psicosi collettiva ed un disagio che non serviva. Penso alle lauree programmate ed agli esami in corso per numerosi studenti, ma anche al clima di paura che aleggia intorno alle strutture alberghiere.  Ceriscioli ha fatto un vero e proprio caos mettendo in ginocchio interi settori. Avevo chiesto di nominare un assessore alla sanità, ritenevo ancora possibile una svolta. Ora questo non serve più, ora servono le sue dimissioni”.    

26/02/2020
San Severino, post-sisma: torna agibile una palazzina in via Caccialupi

San Severino, post-sisma: torna agibile una palazzina in via Caccialupi

Una palazzina di otto appartamenti, in via Caccialupi a San Severino Marche, è tornata agibile dopo i lavori di riparazione del danno che hanno fatto seguito alle scosse di terremoto dell’ottobre 2016. Il primo cittadino settempedano, Rosa Piermattei, ha firmato la revoca dell’Ordinanza con la quale aveva dichiarato non utilizzabile lo stabile che è stato interessato da opere, interamente finanziate dall’Ufficio speciale per la ricostruzione della Regione Marche, per un importo complessivo di 375mila euro.      

26/02/2020
Civitanova, Euronics: tutto pronto per l'apertura del primo punto vendita delle Marche

Civitanova, Euronics: tutto pronto per l'apertura del primo punto vendita delle Marche

Continua lo sviluppo di SIEM. Il socio del Gruppo Euronics, inaugurerà domani 27 febbraio il suo 31° punto vendita a Civitanova Marche (MC), il primo nella regione; una tappa che conferma i piani di espansione territoriale del retailer in aree non ancora presidiate. Il negozio, progettato per garantire una shopping experience coinvolgente e appagante, è ubicato in Via Einaudi n. 280 e si sviluppa su una superficie di 1.400 metri quadrati, caratterizzati da un look innovativo ed emozionale; lo store copre un bacino di oltre 200.000 abitanti, che si espande entro i 15 chilometri. Il layout include corner digitali, per ampliare le referenze dei prodotti in esposizione e dare accesso all’intero assortimento disponibile online, oltre a zone espositive dei principali brand, numerose aree “touch” e demo, che permetteranno agli utenti di testare con mano le ultime novità prima dell’acquisto. Confermando la propria vocazione al servizio, SIEM ha selezionato e formato 25 nuovi addetti, che offriranno assistenza e consulenza di qualità agli utenti. “L’inaugurazione del p.v. di Civitanova, unitamente a due nuove prossime aperture nelle Marche, è stata pianificata con l’obiettivo di riportare l’insegna Euronics in questa regione, raggiungendo quote di mercato significative come quelle detenute nelle regioni Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata, dove SIEM è già leader” ha dichiarato Raffaele La Torre, AD di SIEM–Euronics, “Il nuovo store conferma inoltre l’importanza della nostra strategia di garantire la massima prossimità e vicinanza: nonostante sia un mondo sempre più digitalizzato, crediamo che l’assistenza e il servizio ai clienti siano elementi sempre più qualificanti e distintivi nel nostro lavoro”, ha concluso La Torre. Con questo ultimo store, salgono a cinque le regioni coperte dalla rete SIEM-Euronics: Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise e Marche.    

26/02/2020
Coronavirus, si ferma anche la Chiesa: sospese le messe e il catechismo

Coronavirus, si ferma anche la Chiesa: sospese le messe e il catechismo

I Vescovi delle Marche facendo seguito all’ordinanza n.1 del 25 febbraio 2020 del Presidente della Regione Marche, circa le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019, adottano le seguenti disposizioni per le Chiese che sono nelle Marche: 1. Ci si attenga sempre a criteri di prudenza, evitando in ogni modo concentrazione di persone in volumi ristretti e per lungo tempo. Le chiese rimangano aperte al culto e alla preghiera individuale.2. Sono sospese le celebrazioni eucaristiche feriali e festive fino al 4 marzo 2020.3. Per i funerali, si suggerisce di limitarsi al rito delle esequie nella forma breve e con i parenti stretti.4. Nelle S. Messe anche private si ometta il segno di pace e si riceva la S. Comunione sulla mano, e non in bocca.5. Si tolga l’acqua benedetta dalle acquasantiere.6. Le benedizioni Pasquali sono sospese fino al 4 Marzo 2020.7. Per questa settimana sono sospesi gli incontri di catechismo e dei gruppi parrocchiali, le attività di oratorio, di dopo-scuola, sportive, teatrali, cinematografiche e ogni genere di aggregazione.8. I servizi della Caritas diocesana e delle Caritas parrocchiali che prevedono contatto con il pubblico siano sospesi.Siamo tutti interessati ad affrontare con determinazione, senza panico né leggerezza, una situazione che chiede vigilanza e senso del bene comune. Sperimentiamo tutti la nostra debolezza e fragilità. Proviamo paura e come sempre questa chiede risposte serie e unitarie, per trovare le soluzioni più efficaci per tutti, con la massima attenzione ma senza allarmismi. Molte nostre riunioni non si potranno svolgere. Questo ci aiuterà a comprenderne il valore con maggiore profondità e ad avere più tempo per la riflessione e la preghiera personale. Sentiamo la vicinanza premurosa di Gesù, medico buono degli uomini, del quale sperimentiamo la solidarietà e la protezione.In questo periodo non potremo riunirci fisicamente per le celebrazioni nei nostri luoghi abituali.Cerchiamo di vivere questo tempo forte di Quaresima in unità di cuori e di preghiera, ricordando soprattutto i malati, quanti sono colpiti dal Coronavirus e quanti in modi diversi si adoperano per limitarne le conseguenze, in particolare il personale sanitario e di ricerca scientifica.Affidiamo tutti alla materna intercessione della Madonna di Loreto patrona delle Marche e invitiamo a pregarla in famiglia con il Santo Rosario Per Messe private (cioè celebrazioni con la partecipazione di pochi fedeli) si adoperino le seguenti indicazioni:   1. Togliere l'acqua santa dalle chiese; 2. Non fare lo scambio della pace;3. Dare la Comunione solo sulle mani;4. Invitare malati, anziani o persone con qualsiasi problema fisico sensibile a restare a casa e unirsi spiritualmente con la Santa Messa.  

26/02/2020
A tutto reality: perché i programmi tv "in real" sono tanto popolari

A tutto reality: perché i programmi tv "in real" sono tanto popolari

Dedichiamo un pensiero alle nostre star preferite dei reality show in tv. Sembrano avere la vita migliore della nostra, no? Feste costanti, vestiti gratuiti, vacanze, automobili e tutte le caratteristiche di uno stile di vita lussuoso e sfrenato.  In realtà, quelle che vediamo sono solo marionette: personaggi costruiti ad hoc per un certo Tipo di intrattenimento, ideato per un certo tipo di pubblico.  Lo scenario probabile è che siano stati selezionati e manipolati dai produttori televisivi per soddisfare l'appetito del pubblico in questo momento; e prima che lo sappiano ci sarà una nuova, diversa e "migliore" celebrità che li sostituirà nella prossima stagione del programma o, se non piacciono al pubblico e non generano audience, verranno scartati molto più velocemente di quanto tu riesca a dire "sono una principessa".  La nostra ricerca esplora i processi che rendono possibile tutto ciò e aiuta a capire perché noi italiani, come consumatori pubblici, amiamo i reality show. La nostra attenzione è rivolta alla "tv a realtà strutturata". Ne esistono innumerevoli esempi, ma l'epitome del reality show strutturato è ovviamente "Le Kardashian". Questo genere, tutto made in USA, è un ibrido intrigante di drammatizzazione e vita reale.  Sappiamo tutti che le scene sono sceneggiate o almeno "dirette" per creare una narrazione drammatica deliberata. Sappiamo anche che gli eventi ritratti sono in una certa misura basati su ciò che sta realmente accadendo nella vita delle stelle.  Quindi abbiamo aderito al paradosso, giochiamo insieme a loro, perché non sarebbe divertente se dovessimo aspettare che l'azione si realizzi effettivamente (il problema che abbiamo, ad esempio, con "Il Grande Fratello"), ma non l'avremmo trovato convincente se avessimo saputo fin dall'inizio quanto fosse finzione (come con le soap opera). Pertanto, la realtà strutturata è il miglior tipo di reality show in assoluto, che accontenta i bisogni del pubblico al punto giusto. Tre teorie sono state costruite in un quadro che presenta l'idea delle star del reality come prodotti preconcetti, progettati e confezionati. E sono:  - il motivo per cui siamo interessati talmente tanto ai reality è all'aspetto competitivo (Tournaments of Ritual),  - ci piace che alcuni elementi di quella realtà siano esagerati o stilizzati (Spettacolo),  - ci affidiamo a stereotipi e segni distintivi culturali per aiutarci a comprendere l'ambiente (Transformative Performances). Ancora oggi hanno successo nel nostro paese e per essere aggiornati sulla loro messa in onda bisogna guardare nei programmi tv di oggi. I reality show più popolari della televisione italiana Uno dei primi nonché più importanti reality show italiani è stato trasmesso su Canale 5 e si chiamava, e si chiama ancora  Grande Fratello. Questo programma  è stato il precursore dei reality show ed ha iniziato il suo percorso in tv nel 2000 con la conduzione di un’allora giovanissima Daria Bignardi. Questo reality si basa sulla formula del famoso The Truman Show: in pratica 12 concorrenti devono stare rinchiusi in una casa per 100 giorni,isolandosi da parenti e amici e senza avere con se nessun mezzo per comunicare. Nel corso di questi 100 giorni devono riuscire a superare delle prove decise dagli autori e alla fine grazie al voto del pubblico uno di loro vince un premio sostanzioso. Chiaramente il tutto viene condito con polemiche, amori e litigi:questo reality ha permesso di diventare famosi alcune di queste persone comuni, tra le quali ricordiamo Rocco Casalino e Pietro Taricone. Altro reality importante è stato in questi anni l’Isola dei Famosi, al quale partecipano personaggi pubblici in cerca di rilancio e che si svolge in un’isola dell’Honduras. La formula è simile al Grande Fratello, ma con la differenza che si sta all’aperto e si devono superare prove di sopravvivenza fisiche ed emotive.

26/02/2020
Coronavirus: i Teatri di San Severino sospendono le attività pubbliche

Coronavirus: i Teatri di San Severino sospendono le attività pubbliche

I Teatri di Sanseverino comunicano che a titolo cautelativo, in osservanza delle nuove misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica coronavirus Covid-19, sono sospese tutte le attività pubbliche. La decisione avrà valore fino a nuove disposizioni da parte delle autorità competenti. Lo spettacolo “Parenti serpenti” con Lello Arena, già nel cartellone della stagione di prosa 2019/2020, previsto per questa sera (mercoledì 26 febbraio) è rinviato a data da destinarsi. L’incontro con lo scrittore Enrico Galiano di venerdì prossimo (28 febbraio), a palazzo Gentili, e il recital “Anna Maria Mazzini in arte Mina” di domenica prossima (1 marzo) sono invece annullati. Per informazioni relative alla riprogrammazione degli spettacoli e al rimborso dei biglietti si prega di scrivere all’indirizzo info@comune.sanseverinomarche.mc.it. Chi aveva già acquistato il ticket per il recital su Mina potrà recarsi da oggi in Pro Loco per ottenere il rimborso. Per le prenotazioni tramite il sito www.vivaticket.it occorrerà compilare il modulo online per richiedere il rimborso.  

26/02/2020
Macerata, i Vigili del Fuoco scrivono a Sciapichetti:"Preoccupati per la caserma, vogliamo una risposta"

Macerata, i Vigili del Fuoco scrivono a Sciapichetti:"Preoccupati per la caserma, vogliamo una risposta"

“Siamo molto preoccupati della situazione strutturale e logistica della nostra caserma, sede del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Macerata. Dagli eventi sismici del 2016, la nostra caserma, non gode appieno di ottima "salute", anzi, siamo costretti a vivere in uno stabile, con alcune parti inagibili”. Inizia così una lettera inviata da i Vigili del fuoco del Comando di Macerata, per conto del sindacato  Fns Cisl,  e indirizzata all’assessore regionale della Protezione Civile  Angelo Sciapichetti. La missiva del sindacato dei Vigili del Fuoco riguarda l’annosa problematica relativa alla caserma del Comando Provinciale. “Per risolvere questo problema, - scrivono -  il Comando, ha cercato nel tempo diverse soluzioni, interessando la Provincia di Macerata, il Comune di Macerata, Il Ministero degli Interni e l'U.s.r. Il Ministero, preoccupato per la situazione logistica dell’ attuale sede, ha chiesto al Comando, di verificare tutte le possibili scelte strategiche percorribili. Ecco che il Comando, ha interessato sia la Provincia di Macerata, che il Comune di Macerata, che si è reso disponibile a partecipare alla risoluzione del problema dei Vigili del Fuoco. Così come, il comando con l'ausilio della Provincia e dell'Usr, ha iniziato oramai anni fa, a cercare di trovare una soluzione per garantire la sicurezza ai Vigili del Fuoco , che oggi più che mai, sono invece in una situazione di potenziale pericolo, direttamente per se stessi, ed indirettamente per la popolazione, in quanto il rischio è quello di non essere in grado di garantire il soccorso tecnico urgente, laddove il terremoto, dovesse ritornare a farsi sentire. Oggi, la Fns Cisl, è molto preoccupata che alcuni possano strumentalizzare per fini diversi e puramente campanilistici questo  problema, ed ecco perché siamo qui a chiedere all'assessore regionale Angelo Sciapichetti, competente per materia di protezione civile della regione Marche, e quindi parte in causa, di farsi portavoce di questa nostra esigenza, e di concordare con le parti interessate, l'apertura di un tavolo tecnico di confronto e raffronto, al fine di addivenire ad una soluzione di questo problema per i Vigili del Fuoco del Comando di Macerata. Siamo sicuri che qualora l’ assessore  riuscisse a riunire al tavolo tutti gli enti interessati, saprà convogliare tutte le parti in causa verso una giusta risposta a questo problema”.

26/02/2020
Scivola lungo un sentiero: interviene la squadra del soccorso alpino (FOTO)

Scivola lungo un sentiero: interviene la squadra del soccorso alpino (FOTO)

Nella giornata di ieri la squadra del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico di Montefortino è stata allertata intorno alle 14 per soccorrere una coppia del Teramano che si trovava a quota circa 1300, in linea d'aria con la cascata del Rio dell'Infernaccio. La ragazza, M.F. di 32 anni camminando lungo il sentiero è scivolata ed è precipitata per circa 100 metri. Sono immediatamente partite due squadre di terra da Montefortino che,salendo dal bosco della Samara, sono riusciti ad individuarla, quindi successivamente si sono calati su di lei e hanno immobilizzato la frattura alla caviglia che aveva riportato a seguito della caduta. È stata allertata anche l'eliambulanza la quale però, a causa di vento in quota, una volta intervenuta sul psoto non è riuscita a fare il recupero e quindi le due squadre  di terra hanno proseguito imbarellando e stabilizzando la paziente. Per compiere l'intervento di soccorso è stato necessario effettuare quattro calate fino alla cascata del Rio dell’Infernaccio dove le squadre di Macerata e Ascoli Piceno, che erano salite dall'Eremo dell'Infernaccio, li stavano attendendo. Dopo aver attraversato il fiume ed aver effettuato un tratto scomodissimo, la barella è stata portata sotto il sentiero dell'Eremo dove ad attenderla era presente il mezzo dei sanitari 118 di Ascoli che congiuntamente ai Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto,hanno prestato le prime cure alla ragazza che è stata poi trasportata all'ospedale.  

26/02/2020
Coronavirus, Celani di nuovo all'attacco:"Ceriscioli chieda scusa ai marchigiani"

Coronavirus, Celani di nuovo all'attacco:"Ceriscioli chieda scusa ai marchigiani"

Nuovo attacco di Piero Celani al presidente della Regione Luca Ceriscioli tant'è che il consigliere regionale di Forza Italia chiede infatti al vertice dell’amministrazione regionale di “chiedere scusa”. “Antonio Mastrovincenzo – dichiara Celani-  convochi subito la conferenza dei capigruppo per una seduta straordinaria del Consiglio regionale. Spero che Ceriscioli decida di venire celermente in consiglio per riferire del pasticcio che ha combinato, attraverso le sue incomprensibili ordinanze che hanno solo generato confusione, sconcerto, disagi e panico in tutti i marchigiani”. “Ceriscioli – conclude il consigliere di FI – chieda scusa, così come ha fatto il suo sindaco a Pesaro. Non è così che si governa. Occorre equilibrio, coerenza, competenza e raccordo con tutte le istituzioni nazionali. Siamo veramente ai titoli di coda di una legislatura regionale che prima finisce e meglio è”.

26/02/2020
Coronavirus, scuole chiuse nelle Marche: il Governo impugna l'ordinanza

Coronavirus, scuole chiuse nelle Marche: il Governo impugna l'ordinanza

Il Governo ha deciso di impugnare l'ordinanza della Regione Marche che dispone la chiusura delle scuole fino al 4 marzo in conseguenza dell'emergenza Coronavirus. La decisione, a quanto si apprende, è stata assunta in Consiglio dei ministri questa sera. "Con la sua decisione unilaterale di firmare un'ordinanza per la chiusura di tutte le scuole e Università della Regione Marche, il Governatore Luca Ceriscioli si sfila dall'accordo che era stato raggiunto solo poche ore prima nel corso dell'incontro tra governo e Regioni tenutosi alla Protezione Civile e viene meno all'impegno preso con tutti gli altri Governatori che invece si stanno attenendo alle disposizioni concordate". Lo affermano il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia, dell'Istruzione Lucia Azzolina e dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, in una nota congiunta. "Ringrazio le Regioni per il lavoro di coordinamento continuo con il governo per affrontare l'emergenza del coronavirus. Da domani via libera alle ordinanze per i territori 'no cluster' secondo il modello condiviso tra governo e Conferenza delle Regioni, ha concluso Boccia a margine del Consiglio dei Ministri. Il caso di positività al Covid - 19  riscontrato in serata a Pesaro, se confermato dell'Istituto Superiore della Sanità, potrebbe cambiare le carte in tavola.

25/02/2020
Borrelli contro Ceriscioli: "Non condivido l'ordinanza, scelta della Regione"

Borrelli contro Ceriscioli: "Non condivido l'ordinanza, scelta della Regione"

"Ho sentito il presidente delle Marche Ceriscioli anche nel corso del pomeriggio. Non condivido questa scelta, è una scelta della Regione. Si sta operando per emanare questa ordinanza per tutte le regioni in cui non ci sono casi positivi e in cui si adotterà una regola comune anche per garantire ai cittadini un orientamento uniforme ed evitare la confusione". Così', il capo della protezione Civile Angelo Borrelli nel corso di una diretta a Sky Tg 24. L'agenzia La Presse riferisce inoltre,  secondo fonti di Governo, che l'esecutivo sarebbe ancora contrario rispetto alla decisione presa dal governatore Ceriscioli. Se la linea del presidente della Regione Marche non dovesse cambiare, nonostante i contatti in corso, il Governo potrebbe addirittura decidere di impugnarla. Ricordiamo che lo stesso Conte aveva bloccato ieri l'ordinaza di Ceriscioli, attraverso una chiamata arrivata nel corso di una conferenza stampa, in cui il governatore regionale spiegava il provvedimento. (Leggi qui) 

25/02/2020
Unimc, sospese attività didattiche e sedute di laurea: "Ci adeguiamo all'ordinanza della Regione"

Unimc, sospese attività didattiche e sedute di laurea: "Ci adeguiamo all'ordinanza della Regione"

“L'Università di Macerata, pur comprendendo il grave disagio che le decisioni a comporteranno per il corpo docente, gli studenti e le famiglie, considerato che le modalità di adozione dell'ordinanza -  per altro non comunicata ufficialmente all'Ateneo -  non consentono la sia pur minima organizzazione e gestione adeguata delle criticità che verranno a determinarsi a partire da domani, giorno in cui sono previste, tra l'altro, oltre alle ordinarie attività, sessioni di laurea e open week - non può che adeguarsi e prendere atto delle disposizioni emanate dalla Regione che impongono la sospensione delle attività didattiche”. A renderlo noto,in un comunicato ufficiale rivolto agli studenti, è l’Università di Macerata, che si mostra quindi sorpresa (anche per la mancata tempestiva comunicazione) del provvedimento assunto dalla Regione. "Pertanto, a partire da domani (mercoledì 26 febbraio) fino alle ore 24 del 4 marzo 2020, sono sospesi: lezioni, esami, sedute di laurea in corso, Open Week, ogni altra iniziativa a carattere pubblico (eventi, seminari, convegni, accessi a biblioteche e laboratori informatici)". Gli uffici e gli altri servizi dell'Ateneo rimarranno regolarmente operativi, salvo diverse disposizioni delle competenti autorità. Proprio stamattina l’ateneo proprio, nel corso di una riunione tecnica, aveva stabilito provvedimenti per rafforzare le misure di sicurezza all’interno dell’Ateneo

Macerata, il centrodestra a Marchiori: "Ci dica cosa vuol fare, la Lega pensa di correre da sola?"

Macerata, il centrodestra a Marchiori: "Ci dica cosa vuol fare, la Lega pensa di correre da sola?"

"La proposta della Lega vuole essere una candidatura di tutto il centro destra o la Lega pensa di andare da sola? Ci dica Marchiori cosa vuol fare. Non appare chiaro, visto che ha dichiarato di aver pronto anche il programma. Vuol andare solo? L’impegno assunto al tavolo del centro destra era quello dell’unità di tutte le forze e la condivisione delle scelte. È ancora valido?". Sono ancora molti gli interrogativi che tormentano il tavolo del centro destra, come evidenziato da una nota stampa firmata congiuntamente da tutte le forze di coalizione: Fratelli D’Italia, Idea Macerata, Citta’ Viva, Comitato Anna Menghi, Nuovo CDU, Forza Italia.  L'insoddisfazione degli alleati per la fuga in avanti fatta dal partito di Matteo Salvini con la designazione del candidato sindaco Andrea Marchiori appare sempre più evidente: "La Lega ha dapprima disertato molte riunioni, dichiarando che bisognava aspettare prima il voto in Umbria poi quello dell’Emilia. Poi autonomamente ha annunciato il proprio candidato. E’ condivisione delle scelte questa? Il centro destra non è all’anno zero, non c’è sembrato un lavoro inutile quello del tavolo, purtroppo la Lega sembra non averlo apprezzato".  

25/02/2020
Tolentino, forte odore di gas in contrada Rotondo: individuato e sistemato il guasto

Tolentino, forte odore di gas in contrada Rotondo: individuato e sistemato il guasto

Nel tardo pomeriggio di oggi martedì 25 febbraio, in contrada Rotondo è  stato avvertito un forte odore di gas-metano. Chiamati da alcuni residenti sono subito giunti sul posto sia i tecnici del servizio gas metano dell'Assm Spa che gli agenti della Polizia Locale. È  stato prontamente individuato il guasto e gli operai si sono subito messi al lavoro per risolvere la rottura, tra l'altro senza interrompere la distribuzione del metano così da evitare disservizi e disagi alle aziende e alle famiglie residenti nella zona interessata dalla fuoriuscita del gas, riducendo solo la pressione. Gli agenti della  Polizia Locale hanno isolato la zona per consentire l'effettuazione dell'intervento in sicurezza.  Nessun pericolo o problemi per la popolazione a parte il forte odore del gas metano.  

25/02/2020
Coronavirus, nessun caso nelle Marche: "Negativi i due tamponi sottoposti a test quest'oggi"

Coronavirus, nessun caso nelle Marche: "Negativi i due tamponi sottoposti a test quest'oggi"

Il centro diagnostico regionale di riferimento ha comunicato che il risultato delle indagini sui due casi monitorati oggi, con tamponi effettuati a Pesaro e Fano, sono risultati negativi. Si conferma quindi che a oggi nelle Marche non ci sono casi di positività al contagio da coronavirus. Confermato invece, nel pomeriggio, il caso di positività al Covid-19 (coronavirus) a Cattolica. Si tratta di un 61enne ristoratore, tornato da poco da un viaggio in Romania, ma non è detto che abbia contratto lì il virus.  I medici del nosocomio di Cattolica, dove  l'uomo si era recato,  lo hanno trasferito al reparto di malattie infettive dell’Ospedale di Rimini. Quattro sanitari dei nosocomi romagnoli, che lo hanno preso in carico, sono ora in quarantena. Per via di questo caso, vista la vicinanza con la regione Marche, il governatore Luca Ceriscioli ha ritenuto opportuno emanare un’ordinanza di chiusura delle scuole (di ogni ordine e grado compresi gli atenei) e la sospensione di ogni manifestazione pubblica. (LEGGI QUI)    

25/02/2020
Coronavirus, Ceriscioli blinda le Marche: scuole chiuse da domani fino al 4 Marzo (VIDEO)

Coronavirus, Ceriscioli blinda le Marche: scuole chiuse da domani fino al 4 Marzo (VIDEO)

Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza„ Scuole di ogni ordine e grado chiuse e stop ad ogni manifestazione di qualsiasi natura. Tramite una conferenza stampa convocata d'urgenza a Palazzo Raffaello della Regione Marche, il presidente Luca Ceriscioli ha posto la firma sull'ordinanza per l'emergenza Coronavirus.  "C'è la consapevolezza che la situazione si sia aggravata nel Paese, ed un contagio al confine della nostra regione, a Cattolica, ci mostra che sono misure necessarie", ha spiegato il governatore. Tale provvedimento entrerà in vigore a partire dalla mezzanotte del 26 febbraio fino alla mezzanotte del 4 marzo e su tutto il territorio marchigiano verranno sospese: - manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura - servizi educativi dell'infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado fino alle università (lezioni, esami di profitto e sedute di lauree) e di alta formazione professionale, salvo le attività formative svolte a distanza e quelle relative alle professioni sanitarie - ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale che estero - visite ai musei e degli altri istituti della cultura e delle biblioteche - concorsi pubblici fatti salvi quelli relativi alle professioni sanitarie per le quali dovranno essere garantite le opportune misure igieniche Come recita l'ordinanza sarà obbligo per tutti gli individui che negli ultimi 14 giorni abbiano fatto ingresso nelle Marche dalla aree oggetto di provvedimenti restrittivi, di comunicare la loro presenza al Dipartimento di prevenzione dell'Azienda sanitaria territorialmente competente. Il provvedimento è arrivato dopo lo stop di ieri del premier Conte, che di fatto aveva bloccato la stessa ordinanza annunciata in una conferenza stampa da Ceriscioli. Il primo ministro, anche oggi, aveva dichiarato che non riteneva necessario che venissero chiuse le scuole nelle regioni dove non si erano registrati casi di contagio. La vicinanza però della regione Marche con l'Emilia  Romagna (dove si sono verificati casi) ha reso necessaria tale ordinanza.     Di seguito il video della conferenza   

25/02/2020
Macerata, da Mozart a Puccini: gli Amici dello Sferisterio propongono un excursus lungo 100 anni di musica di scena

Macerata, da Mozart a Puccini: gli Amici dello Sferisterio propongono un excursus lungo 100 anni di musica di scena

Proseguono gli appuntamenti dell'Associazione Amici dello Sferisterio che approfondisce le proposte del cartellone lirico dell’Arena Sferisterio con un ricco calendario di conferenze, visite guidate e attività diverse e che giovedì 27 febbraio alle ore 18 propone un incontro in collaborazione con l’Università degli Studi di Macerata. La quarta proposta di questo 2020 – “Da Mozart a Puccini:100 anni di musica in scena” si inserisce dunque nel calendario dei Giovedì del Dipartimento degli Studi Umanistici (cioè lingue, mediazione, storia, lettere e filosofia) e si svolgerà nel l'aula A Shakespeare della sede didattica G. Tucci (Corso Cavour, 2) Protagonista, in questa occasione, Vincenzo Caporaletti  musicologo, musicista e compositore che proporrà un vero excursus lungo 100 anni di musica di scena, che verrà introdotto dal direttore del dipartimento, Prof Carlo Pongetti, e dalla presidente della Associazione Amici dello Sferisterio, Lucia Rosa. Caporaletti, professore di Musicologia Generale, Musicologia Transculturale e Etnomusicologia (che attualmente dirige il Centre de Recherche International sur le Jazz et Musiques Audiotactiles della Sorbonne) coinvolgerà i presenti in un percorso estetico da Wolfgang Amadeus Mozart, con la seconda delle sue opere italiane, Don Giovanni, composta nel 1787 troverà una nuova lettura grazie al talentuoso David Livermore nell'estate maceratese 2020 fino a Giacomo Puccini (la sua opera verista Tosca, che risale al 1898, sul palco dello Sferisterio nella lettura della regista Valentina Carrasco, audace artista che si è formata insieme alla celebre Fura dels Baus). Fermata obbligata in questo percorso le opere di Giuseppe Verdi e, in particolare, Il Trovatore (1853) quintessenza del Romanticismo operistico, che torna quest'estate con la ripresa della regia dello spagnolo Francisco Negrín del 2016. Interverranno e daranno il via al dibattito i professori Marcello La Matina, di Filosofia e Teoria dei linguaggi e Diego Poli, Glottologia e Linguistica. L’incontro è gratuito a ingresso libero. Questa conferenza è il quarto appuntamento della serie di incontri in programma fino al 2 aprile, dopo la presentazione del '#bianccoraggio' , la visita al laboratorio di Scenotecnica dell'Accademia delle Belle Arti di Macerata (ABAM) e l'approfondimento sul tema della regia nel teatro d’opera.  Il 3 marzo e grazie alla partnership con la FORM, gli Amici dello Sferisterio incontreranno il pluripremiato violinista serbo Stefan Milenkovich (Serbia`s Artist of the Century, Brand Personality of the Year), prima del concerto in programma al Lauro Rossi (che si terrà alle ore 21).  

25/02/2020
Lube: allenamenti a porte chiuse e settimana senza gare per la squadra

Lube: allenamenti a porte chiuse e settimana senza gare per la squadra

Due giorni e mezzo di riposo, poi da mercoledì pomeriggio il ritorno al lavoro: ecco il post-vittoria Coppa Italia per la Cucine Lube Civitanova, un meritato break dopo la trionfale due giorni bolognese che ha regalato al Club biancorosso la sua sesta coccarda tricolore della storia. Negli occhi ancora le immagini del trionfo su Perugia nella Finalissima, una partita che resterà nella storia anche per la sua durata da record: sfiorate le tre ore, con un lunghissimo quarto set di 49 minuti (concluso 34-36 per gli umbri, prima della cavalcata vincente degli uomini di De Giorgi nel tie-break). Il ritorno di Juantorena e compagni all’Eurosuole Forum sarà, come detto, mercoledì pomeriggio con una seduta di pesi e tecnica: come da precisazione della FIPAV, infatti, la sospensione dell’attività fino al 1 marzo riguarda le gare ad ogni livello ma è consentito lo svolgimento degli allenamenti, purché effettuati a porte chiuse. Dunque il palasport, a differenza del consueto, non sarà accessibile nel corso della settimana per assistere alle sedute dei biancorossi. Il programma di lavoro settimanale fino al 1 marzo, anche alla luce del rinvio della gara che la Cucine Lube Civitanova avrebbe dovuto giocare domenica prossima a Monza, sarà riprogrammato proprio in questi giorni dallo staff tecnico biancorosso.

25/02/2020
Coronavirus, il basket si ferma: sospese e rinviate tutte le gare di serie A,A2 e B sia maschile che femminile

Coronavirus, il basket si ferma: sospese e rinviate tutte le gare di serie A,A2 e B sia maschile che femminile

Tramite un comunicato ufficiale pubblicato nel terdo pomeriggio di oggi, la Federazione Italiana Pallacanestro, di concerto con la Lega Basket Serie A, la Lega Nazionale Pallacanestro e la LegA Basket femminile, preso atto dei provvedimenti governativi e regionali in tema di salvaguardia della salute pubblica, dispone la sospensione, ed il conseguente rinvio, di tutte le gare del prossimo turno di Serie A, A2 e B maschile, della Serie A1 e A2 femminile.La Federazione continuerà ovviamente a monitorare con il massimo scrupolo l'evolversi della situazione sul territorio Nazionale, riservandosi di assumere ulteriori provvedimenti.

25/02/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.