di Anna Maria Cecchini

Civitanova, l'assessore Giuseppe Cognigni programma un "E-state in sicurezza": tutte le novità (VIDEO)

Civitanova, l'assessore Giuseppe Cognigni programma un "E-state in sicurezza": tutte le novità (VIDEO)

In questo periodo, ove stiamo ritornando con le dovute precauzioni ad una vita sociale, apparentemente usuale, scampato per ora, il pericolo post attacco dell'Invisibile, abbiamo incontrato nel cuore nevralgico di Civitanova Marche, l'assessore alla sicurezza, ambiente e decoro urbano Giuseppe Cognigni. Con Lui abbiamo amabilmente conversato del piano- sicurezza, una realtà ormai consolidata nella cittadina, almeno dalla data risalente alla sua nomina ( 5 Luglio del 2017 ), di estrema importanza, data la vocazione turistica del luogo e delle Marche tutte, insignite dalla prestigiosa rivista internazionale Lovely Planet, best travel tra altre concorrenti dislocate nel mondo. L'assessore Cognigni, ci ha anticipato che dal prossimo anno i criticati Quad, verranno impiegati per il trasporto del personale medico in modo da garantire un pronto intervento, nelle situazioni di urgenza sanitaria. Abbiamo anche ricordato la vocazione Green di Civitanova Marche e strappato una promessa all'assessore Cognigni che ci ha rivelato in anteprima, la possibile presa d'incarico da parte dell'amministrazione, della realizzazione di un'importante iniziativa, ideata e caldeggiata dalla vulcanica Debora Pennesi, Presidente dell'associazione dei commercianti del centro, a favore della ripresa tanto auspicabile quanto indispensabile della nostra economia. Siamo poi andati a trovare Debora ed Andrea che con la professionalità, il coraggio, l'entusiasmo, che da sempre contraddistinguono la nostra gente marchigiana, sono prossimi all'inaugurazione, il prossimo 11 Luglio della loro attività di ristorazione: Vitanova al Lido,  prospiciente il mare, in Viale Vittorio Veneto, nella perfetta e suggestiva location dei Giardini Lido Cluana, Palazzina Nord.   

03/07/2020
Il Cinema nel salotto di Piazza del Popolo. Torna la fortunata rassegna:  " Una piazza da cinema"

Il Cinema nel salotto di Piazza del Popolo. Torna la fortunata rassegna: " Una piazza da cinema"

  Torna il Cinema nel salotto settempedano di Piazza del Popolo, nel rispetto delle regole imposte dall'emergenza sanitaria. Anche questa estate, la rassegna "Una Piazza da Cinema", organizzata dal Cinema San Paolo, in collaborazione con il Comune e la Pro Loco di San Severino Marche, offrirà nei sette appuntamenti che inizieranno il 4 Luglio alle ore 21:15 e proseguiranno martedì 7, sabato 9, martedì 14, giovedì 16, giovedì 23 e giovedì 30, un sano momento di divertimento e condivisione familiare. Inaugurano la rassegna, Sabato 4 Luglio la coppia nella vita e sulla scena Paola Coltellesi e Riccardo Milani, con la pellicola: " Ma cosa ti dice il cervello ". Accanto all'attrice co-sceneggiatrice Paola Coltellesi, gli interpreti Stefano Fresi, Tomas Arana, Teco Celio, Remo Girone e Vinicio Marchioni. Vincitore di un premio ai Nastri d'Argento, il lungometraggio è il quarto consecutivo del sodalizio Riccardo Milani - Paola Cortellesi e arriva dopo “Scusate se esisto!”, “Mamma o papà?” e il grande successo di pubblico di “Come un gatto in tangenziale". In questo film corale, il regista Milani pone l'accento sui vizi e le virtù degli italiani, elevando ad esempio la sua capitale Roma, in cui regna sovrana, l'unica livella praticabile, quella data dai vizi, generosamente distribuiti in modo equo, tra le differenti classi sociali. L' incipit del film è quello caratteristico di un cinecomic, ove l'affollamento di personaggi e tematiche trattate ,desiderano condurre lo spettatore, all'interno del cannovaccio di una commedia morale, contraddistinta dall'esigenza sempre vigile, di consegnare al fine un messaggio etico. La storia racconta di Giovanna, una Super Pippo, grigia creatura impiegata in un ministero, dove subisce la sua noiosa attività lavorativa e al contempo riveste il ruolo segreto di un' agente della Sicurezza Nazionale, il cui impegno è ovviamente non dare nell'occhio. Tra una missione a Marrakech e una a Mosca, l'agente sotto copertura, si riavvicina ai compagni di liceo, che tutto sommato, possono ritenersi soddisfatti dell'andamento della loro esistenza quotidiana, finché non confessano le rispettive vessazioni, subite da un ricca compilation di cafoni e ricchi prepotenti. Giovanna, mentre dà la caccia a un terrorista intento a realizzare un'arma di distruzione di massa, decide che non può rimanere inerme di fronte ai sopprusi iterativi, subite dai suoi amici e al loro consequenziale abbruttimento.....To be continued.

02/07/2020
Teatri Antichi Uniti: al via dall'Anfiteatro Romano di Urbisaglia il ricco carnet degli appuntamenti marchigiani

Teatri Antichi Uniti: al via dall'Anfiteatro Romano di Urbisaglia il ricco carnet degli appuntamenti marchigiani

L'AMAT - circuito multidisciplinare di teatro, musica, danza e circo delle Marche, MiBACT in sinergia con i Comuni di Ascoli Piceno, Castellone di Suasa, Corinaldo, Cupra Marittima, Fabriano, Falerone, Fano, Osimo, Matelica, Monte Rinaldo, Pesaro, porto San Giorgio, San Severino Marche, Sirolo e Urbisaglia, non rinunciano ad offrire un nutrito ventaglio di proposte agli amanti dell'arte nonostante le difficoltà inerenti all'emergenza Covid. In piena sicurezza, riprendono gli appuntamenti del TAU Teatri Antichi Uniti, che da 22 anni hanno eletto le bellezze archeologiche e paessaggistiche dei nostri siti, quale palcoscenico d'elezione, eco dirompente per il phatos anticamente moderno del teatro greco antico. Carnet ricco: 29 appuntamenti dislocati in 15 splendidi siti archeologici della nostra Regione Marche, che è stata insignita per l'anno in corso, del prestigioso riconoscimento quale 2 luogo tra 10 internazionali, da visitare assolutamente  e se è la rivista Lonely Planet ad eleggerci possiamo giustamente esserne fieri. Inaugura la stagione teatrale Elisabetta Pozzi in Elena di Ghiannis Ritsos il cui monologo lirico ci farà scoprire un'altra Elena, lontana dalla tradizione iconoclastica, per la regia di Andrea Chiodi, il 15 Luglio all'Anfiteatro Romano di Urbisaglia, in repplica al Teatro Romano di Ascoli Piceno il 16 e 17 Luglio. Il 22 Luglio all'Anfiteatro Romano di Urbisaglia, Vinicio Marchioni interpreta e dirige Caligola di Albert Camus. L'attore e regista proverà a rispondere ad un quesito impellente: " Come si può in questo periodo di nuova peste, sopravvivere alla necessità di rappresentare pur con le difficoltà oggettive che tutti conosciamo? ". Il spettacolo verrà rappresentato anche al Teatro Gentile di Fabriano il 31 Luglio. Il 23 e 24 Anita Caprioli, attrice colta e raffinata ci condurrà attraverso un'interpretazione suggestiva, una rilettura della scrittrice scozzese Ali Smith de" La storia di Antigone" , scelta dal noto scrittore Alessandrto Baricco come una delle storie da salvare. Una Favola in musica per cornacchie , cani selvatici, maledizioni, tiranni, sepolcri & fanciulle in fiore. Anita Caprioli sarà accompagnata dai suoni live del cantante e musicista compositore Didie Caria e condividerà il palcoscenico con le statue immaginifiche di Giovanni Tamburelli, per la regia di Roberto Tarasco. Il 28 Luglio nell'Area Archelogica Santa Maria in Portuno di Corinaldo, Francesco Montanari porta in scena Menecmi di plauto, un'adattamento curato da Arianna Mattioli per la regia di Enrico Zaccheo. Una commedia degli equivoci , storia di due gemelli identici che lottano per riunirsi contro le forze del caso che ci condurrà ad interrogarci sull'attualità del significato del cannovaccio plautino. A Massimo Venturiello il 3 Agosto è affidato il compito di interprertare Aulularia di Plauto, una delle commedie che maggiormente ha influenzato il teatro seicentesco e persino il cinema moderno. Nella suggestiva location dell'Anfiteatro Romano di Urbisaglia, il regista Cristiano Roccamo porta in scena gli archetipi plautini che si muovono tra intrecci comici, sentimenti cinici e sarcastici ripresi dalla moderna stand up comedy. Lella Costa interpreta La vedova Socrate, testo scritto dalla matriarca centenaria, l'immensa Franca Valeri, lspitato a La morte di Socrate dello scrittore svizzero Friedrich Durrenmatt, portato in scena per la prima volta dall'attrice nel 2003. All'anfiteatro del Parco Miralfiore di Pesaro il 6 Agosto e il giorno seguente al Teatro Romano di Ascoli Piceno, la Lisistrata di Aristofane in un adattamento firmato da Nicasio Anzelmo con Marisa Laurito e Andrea Nicolini alla fisarmonica, in repplica il 9 Agosto al Teatro Romano di Falerone. Un concentrato di ironia corrosiva e analisi sociale, rivendicazione disincantata e narrazione caustica, nella trattazione della guerra e altri temi. L'11 Agosto nella ex Chiesa di San Francesco di Fano, Marilenna Crippa con il progetto Eneide - Un Racconto Mediterraneo / Didone ( libro IV ) di Sergio Maifredi per il Teatro Pubblico Ligure. Un canto questo di Virgilio di raffinata poesia, passione totale, un amore che sfida gli dei.  Dodici proposte di teatro Made in Marche per diciotto serate di spettacolo a partire dal 15 Luglio all'Area Archeologica I Pini di Sirolo- in collaborazione con Ass. CollegaMenti per Radici Festival 2020 con Francesca Berardi e Filippo Mantoni in Assenza.  Orfeo-Euridice tratto dal racconto di Valeria Parrella, “un canto a due corpi, due microfoni e due fari” come si evince nelle note allo spettacolo della compagnia che indaga i temi della perdita, del vuoto e dell’assenza in scena anche al Cortile di Palazzo Ottoni di Matelica (23 luglio), all’Anfiteatro Romano di Castelleone di Suasa in collaborazione con Centro Teatrale Senigalliese per InSuasa Festival 2020 (1 agosto) e a Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio in collaborazione con Proscenio Teatro per EPOS. Visioni insolite di uomini, miti ed eroi (7 agosto). Tre episodi di Standup tragedy: Iliade, nuovo format di Stefano De Bernardin e Stefano Tosoni, attendono il pubblico del TAU offrendo una variazione in termini classici di una delle forme di spettacolo più famose del mondo contemporaneo. Due attori sul palco faranno rivivere, tra il serio e il faceto, i grandi miti, i grandi racconti, patrimonio dell’umanità: Un torto subito.se per InSu Ep. 1 il 18 luglio alla Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio in collaborazione con Proscenio Teatro per EPOS. Visioni insolite di uomini, miti ed eroi, il 30 luglio all’Anfiteatro Romano di Suasa di Castelleone di Suasa in collaborazione con Centro Teatrale Senigallie per Insuasa Festival 2020 e il 6 agosto al Cortile di Palazzo Ottoni di Matelica; Il giorno più lungo Ep. 2 il 31 luglio alla Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio in collaborazione con Proscenio Teatro per EPOS. Visioni insolite di uomini, miti ed eroi e Scontro di Titani Ep. 4 sempre a Porto San Giorgio il 20 agosto. Sono single perché l'universo è un'aporia ontologica di e con Cesare Catà il 19 luglio al Cortile di Palazzo Ottoni di Matelica e il 31 luglio a Castelleone di Suasa (Anfiteatro Romano di Suasa) - in collaborazione con Centro Teatrale Senigalliese per InSuasa Festival 2020 - è un monologo in cui si intrecciano filosofia e cabaret, storytelling e stand-up comedy dedicato alle vicissitudini di un maschio single del nuovo millennio, che riflette sulle contraddizioni e i pregiudizi della sua solitudine affettiva in un parallelismo tragicomico con i grandi miti greci e celtici. Isabella Carloni, voce e drammaturgia, Paolo Bragaglia, elettronica analogica, e Francesco Savoretti, percussioni mediterranee, danno vita il 25 luglio all’Area Archeologica La Cuma di Monte Rinaldo, a Furentes un concerto per voce, elettronica e percussioni che attraverso l’esplorazione sonora dialoga con la lingua poetica dell’Eneide.Due artisti di mondi musicali lontani tra loro e una performer vocale si danno appuntamento, per una comune ricerca e contaminazione tra territori espressivi diversi, attorno al tema della follia legata all’ira. Il 27 luglio torna l’appuntamento alle Terme Romane di Septempeda a San Severino Marche con Eneide, lettura da un’idea di Francesco Rapaccioni che termina, dopo Iliade (2018) e Odissea (2019), il ciclo dei grandi poemi dell’antichità classica. Un viaggio, quello di Enea, da ripercorrere sullo sfondo dell’architettura classica delle Terme Romane immersi nel paesaggio, dolce e aspro, delle montagne di San Severino Marche. Il 29 luglio a Castelleone di Suasa (Anfiteatro Romano di Suasa) in collaborazione con Centro Teatrale Senigalliese per InSuasa Festival 2020 e il 30 luglio al Cortile di Palazzo Ottoni di Matelica Luca Violini presenta Odisseo. O tu fra i mortali il più sventurato, uno spettacolo di RadioTeatro. Immaginare per vedere, lasciando libera la propria mente di dare forma ai suoni che percepisce. È questa la formula del RadioTeatro ed è questa l'esperienza, coinvolgente ed emozionante, offerta dalla maestria dell'attore e doppiatore professionista Luca Violini abile al punto da impersonare in una sola le tante e differenti voci di uomini e donne, dei e figli, un microfono e una voce per raccontare la storia di un Ulisse che prima di essere un guerriero ed un eroe è semplicemente un uomo costretto, per vent'anni, a vivere lontano dai suoi affetti più cari.Voglio un cuore pronto a ogni cosa da Le Argonautiche di Apollonio Rodio con Isabella Carloni (voce) e Andrea Strappa (elettronica) l’8 agosto al Chiostro di San Francesco di Osimo è un concerto teatrale che immortala il mito della maga della Colchide affidato alla voce di Isabella Carloni in connubio con le composizioni elettronico-digitali di Andrea Strappa. Ancora un appuntamento all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia l’8 agosto con Sergio Leone in Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar, adattamento e regia di Antonio Mingarelli. Dai trionfi in guerra all’amore per la poesia,  la musica e la filosofia, dalle vicende politiche all’amore per il giovanissimo Antinoo, suo amante; un tentativo di "rifare dall'interno – come afferma la Yourcenar stessa - quello che gli archeologi del XIX secolo hanno rifatto dall'esterno". La conclusione del TAU il 24 agosto a Cupra Marittima, Parco Archeologico, è con In viaggio con Ulisse con Valentina Illuminati, Edoardo Ripani e Lucilio Santoni, uno spettacolo che indaga la figura dell'eroe omerico nelle metamorfosi da lui assunte durante il corso dei secoli, fino al moderno paladino del progresso e delle grandi scoperte, ma sempre più affetto da sconfinata solitudine. Il TAU non è solo una rassegna di spettacoli ma si conferma occasione privilegiata per scoprire posti di antica bellezza. Ad arricchire la proposta per il pubblico, prima di molti spettacoli tornano gli AperiTAU. Passeggiate di storia, visite guidate gratuite alle aree archeologiche e ad altri luoghi di grande interesse culturale, naturalistico e archeologico.Inizio spettacoli ore 21.30, Monte Rinaldo e Sirolo ore 19. Vendita biglietti on line su www.vivaticket.com. Informazioni su www.amatmarche.net, 071 2072439. Il TAU rispetta tutte le procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid previste dalla normativa vigente.  

01/07/2020
Rinascimento Marchigiano all'epoca del Covid: appuntamento estivo con "Non una Voce Sola". La Regina Barbara Alberti incontra il pubblico a Porto Sant'Elpidio.

Rinascimento Marchigiano all'epoca del Covid: appuntamento estivo con "Non una Voce Sola". La Regina Barbara Alberti incontra il pubblico a Porto Sant'Elpidio.

In questa estate dove i virologi ci fanno da nocchieri, giocando a rimpiattino con il tempo, che a volte può assumere dimensioni rarefatte per poi svanire in un soffio, noi viandanti respiriamo e auspichiamo un Rinascimento, in questa epoca tempestosa e tempestata. Accettiamo la sfida, abbiamo raccolto a Febbraio il guanto e stiamo trattenendo il respiro da allora, tra un susseguirsi di bollettini medici, carri funebri, dirette facebook, decreti Cura e Salva Italia, sorrisi dietro le mascherine dei sopravissuti e dei medici che la moltitudine acclama a gran voce come eroi, perchè la guerra del Covid-19 se da una parte ha falciato vite umane, dall'altra ha richiesto e pretende ancora l'intervento di persone coraggiose, pronte a tutto. Nel bianco accecante del coraggio, noi delle Marche attendiamo con emozione, l'inizio dell'annuale appuntamento con la Rassegna  "Non a Voce Sola", curata come da tradizione dal direttore artistico Oriana Salvucci, in collaborazione con la scrittrice Lucia Tancredi. La manifestazione giunta ormai alla sua undicesima edizione, patrocinata dalla Regione Marche - assessorato alla Cultura, dalla Commissione Pari opportunità della Regione Marche, dall'Università di Macerata e Università Politecnica delle Marche, abiterà i luoghi, i territori di 10 nostri comuni, dislocati nelle 5 province marchigiane, che diverranno per l'occasione gli spazi d'elezione, ove tessere la trama, senza perdere di vista l'ordito, della narrazione dell'universo femminile e del dialogo possibile tra i generi. Questo 2020 di orrore e privazioni, ha indotto la direzione artistica ad eleggere la Rinascita quale fil rouge che accompagnerà e sorreggerà le riflessioni filosofiche e poetiche. Dopo il danno, il periodo di dono. Gli ospiti ci lasceranno con molte domande, perchè mai come in questo nostro periodo, i nuovi bisogni che ci hanno stretto in seguito all'attacco dell'Invisibile, ci inducono a riflettere sul nostro modello economico, il modus vivendi di ognuno di noi consolidato nel tempo ma portatore di infelicità, malattia, morte. Il salto di specie del virus ci induce a pensare che ora sia l'uomo a doversi buttare oltre l'ostacolo, la propria costituzione dell'ordine del Creato va rivisitata, contemplando maggiore Cura e Rispetto tra gli Uomini e tra l'Umano e la Natura. L'isolamento a cui abbiamo dovuto soggiacere ci ha fatto sentire il bisogno di acquisire una certa Urbanitas, quella gentilezza e quel saper stare con l'altro senza prevaricazioni ma favorendo al contrario un proficuo scambio. Prepotente è il desiderio di uscire dalla capanna, il rifugio in cui ci siamo rintanati,  e scendere in Piazza per incontrare, discutere, progettare, rivoluzionare. Questo nuovo sentimento antico, guiderà il nostro Rinascimento di uomini smartphone e riscopriremo la terra, la Natura grande ed unica Mater. Il virtuale ci offre una stanza di regia, il mondo la possibilità di continuare il nostro iter e camminare da viandanti. Inaugurerà la Rassegna la scrittrice e biografa Cristina De Stefano, il 4 Luglio alle 18:00 dal Comune di Macerata. Incontreremo virtualmente la scrittrice, accompagnata da Lucia Tancredi e potremo seguire la diretta sia sul canale Youtube che su Facebook all'indirizzo https://www.facebook.com/nonavocesola. Le scrittrici ci condurranno alla scoperta della Rinascita del bambino attraverso l'educazione, tramite le parole, le idee innovative e le opere della pedagoga marchigiana Maria Montessori. Il 10 Luglio in Piazza Garibaldi, alle 21:15 a Porto Sant'Elpidio interverrà la scrittrice, sceneggiatrice, conduttrice, opinionista Barbara Alberti. In un abbraccio seppure forzatamente distanziato, ci traccerà la sua personale visione della Rinascita, del cambiamento necessario e non più procrastinabile, partendo da noi Donne, perchè chi dice Donna dice Dono. La Regina, che ognuna di noi in quanto donna alla nascita è, seppure troppo spesso inconsapevolmente, ( Barbara si è incoronata da sola, scegliendo di pettinare la sua chioma con una treccia- corona che le incornicia il volto e trattiene prudentemente le sue emozioni e i suoi pensieri ), tornerà ad stimolare le nostre riflessioni con Lettere d'amore, parlandoci della donna che sceglie la scrittura come arma di rinascita, nella cornice ideale di Sarnano, in Piazza Perfetti, l'11 Luglio alle ore 18.00. Dal suo natio presepe di Umbertide a Sarnano, ove saranno rinnovati i sentimenti di quelle gentilezza e schiettezza a cui ci ha educati da sempre. Il quarto appuntamento è a Fano il 16 Luglio alle 21:15, presso la Chiesa di San Francesco, con la giornalista e corrispondente di guerra Giuliana Sgrena. In agenda il suo intervento dal titolo " Manifesto per la Verità", un dialogo col pubblico sull'attualissimo mondo delle fake news e una certa disgraziata abitudine di interpretare le notizie in chiave politica, strumentalizzando la realtà. Il quinto appuntamento di " Non a Voce Sola " si terra a Numana, in Piazza del Santuario, il 23 Luglio alle 21:15: protagonista il filosofo e sociologo Umberto Galimberti che con l'intervento " Il contagio e la rinascita ", ci condurrà attraverso la sua personale visione filosofica della Rinascita dell'uomo tecnologico.  A Montecosaro, il Palazzo Comunale ospiterà il 5 Agosto alle ore 21.30 l'intervento dialogante col pubblico del poeta-paesologo Franco Arminio, dal titolo evocativo: " La cura dello Sguardo - Nuova Farmacia Poetica ". Settimo appuntamento a Porto Recanati con una coppia di dame, il 13 Agosto l'Arena Beniamino Gigli ospiterà due donne autorevoli: la scrittrice Lucia Tancredi e la giornalista e scrittrice Loredana Lipperini. Insieme per dialogare sul tema della poeste come simbolo e topos letterario-filosofico, necessario e propedeutico alla Rinascita nell'intervento " La notte si Avvicina". L'ottavo appuntamento avrà luogo nel teatro comunale di Urbisaglia il 27 Agosto alle 21:15. Lucia Tancredi intervisterà Franco Catalano, celebre scrittore e nipote di Leonardo Sciascia, sul tema della rinascita femminile attraverso l'esempio, l'innovazione e l'inimitabilità nell'incontro " Icone Femminili ". Maria Rosa Cutrufelli, giornalista, saggista e romanziera di fama internazionale condurrà il nono appuntamento della Rassegna; insieme ci interrogheremo sulla necessità del cambiamento in un intervento dal titolo " L'Isola delle Madri ". Ultimo appuntamento ad Ascoli Piceno, città dalle 100 torri, il palcoscenico ideale dell'intervento incentrato sulla potenza dirompente della Rinascita, vista dalla prospettiva inusuale dei corpi celesti e sostenuta dai popoli del mondo, sotto l'egida di una politica illuminata ed inclusiva, narrate dall'astrofisica Francesca Faedi e dall'esperta internazionale di politiche europee Frida Paolella.             

30/06/2020
Quando Milton Glaser ci incantò a Civitanova Marche. La Grafica, unica alchimia di una lunga vita manifesta

Quando Milton Glaser ci incantò a Civitanova Marche. La Grafica, unica alchimia di una lunga vita manifesta

 Il 26 Giugno scorso Shirley ha dato notizia al New York Times della dipartita del compagno Milton, nel giorno del suo 91 compleanno. Il maestro dei graphic designer del secondo Novecento lascia il corpus della sua immaginifica opera e il ricordo suggestivo in chi ha potuto ammirare i suoi manifesti, durante la mostra che ha avuto luogo lo scorso Novembre, nell’ambito del la rassegna Carta Canta a Civitanova Marche. Milton era nato a New York nel 1929. Nel 1950 l’incontro con il maestro Giorgio Morandi, durante i suoi studi all’Accademia di belle arti di Bologna e l’inizio di un rapporto di amore con il nostro Bel Paese, consolidato negli anni. Ricordiamo il celebre manifesto realizzato per la Olivetti nel 1970, la sua partecipazione dopo qualche anno alla Biennale di Venezia nella collettiva , Autentico ma contraffatto a cura di Pierluigi Cerri e la sua collezione di acquarelli dedicati al quinto centenario della morte di Piero della Francesca, esposta nei primi anni novanta a Milano e ad Arezzo. Lo scorso autunno abbiamo festeggiato i 21 anni di Carta Canta con il taglio del nastro rosso, in una location di prestigio, il polo multimediale di San Francesco a Civitanova Alta ed  alcuni invitati istituzionali emozionati e soddisfatti. Per l’occasione sono state inaugurate ben 2 mostre: “ Milton Glaser 90 manifesti” a cura di Andrea Rauch, Grafic Designer e “Il mestiere di grafico” di Marco Tortoioli Ricci, Presidente Aiap, curata da Mario Piazza, docente al Politecnico di Milano. Il Presidente della Regione Luca Ceriscioli ha manifestato il suo orgoglio, Civitanova da citta’di provincia grazie alle mostre, al fermento creativo e soprattutto al Museo MagMA (Museo Archivio Grafica Manifesto),  terzo in Europa, sarebbe divenuta un luogo nevralgico di riferimento per gli addetti ai lavori e fruitori tutti. Il medesimo orgoglio ha animato le parole di Maika Gabellieri, Assessore alla Crescita Culturale che ha ricordato come il Museo fosse giunto dopo un ventennale lavoro di concertazioni, progetti, idee e che potendo contare anche sui contributi della Regione Marche, avrebbe avuto la chance di diventare una scoppiettante fucina di creativita’, da cui attingere  per lo sviluppo del territorio marchigiano. Divertente l’ intervento di Marco Tortioli Ricci che ha sottolineato come la Grafica mantenga giovani. Il suo compagno di avventura, Mister Glaser aveva appenacompiuto 90 anni ed era in piena attivita’. Dedicati al decano dell’Arte Grafica gli interventi di Andrea Rauch, Graphic Designer, Maria Andrenacci e Mario Piazza docente Politecnico di Milano. Degna di nota la rassegna di manifesti che gli intervenuti all’evento, hanno potuto visionare, accompagnati dalla spiegazione dell’ autore Marco che ha sottolineato l’importanza del duplice valore concernente la propria opera come lavoro pagato da una azienda committente, la cui finalita’acclarata sia quella di incrementare le vendite e quello che attiene alla sua unica valenza artistica. In quell’occasione mi ero trattenuta dentro il polo, giusto  il tempo necessario per rimanere attratta da un profilo nero con chioma calendoscopica, alloggiato sopra l’altare. Sebbene l’Arte non necessiti di ridondanti cerimonie, quella collocazione fu sicuramente celebrativa e di grande impatto. Glaser e il poster realizzato come cadeau per l’acquirente del disco di Bob Dylan, “Greatest Hits”usciva il 27 marzo 1967, 5milioni di copie. Icona da subito, forse i piu’ignorano che il viso raffigurato pur avendo il naso aquilino di Bob non sia il suo ma quello di Marcel Duchamp che Milton aveva attaccato nella sua camera di liceale. Un semplice collage. Un viso nero su un cartoncino giallo come sfondo. Nascita di un manifesto iconografico: silhounnette nera, tracciata, esplosione di colori per la chioma che sembra fluttuare nel vento, lo stesso vento di “Blown’in the Wind”(?)  Milton invento’ un carattere speciale solo per Bob, il Baby teeth. “Art is Work”. L’ideatore del primissimo logo DC Comics, la casa di Superman e Batman, e il celeberrimo “I ❤ NY”, ci aveva intrattenuto  piacevolmente con la rassegna dei suoi 90 manifesti, chiarendo la differenza tra arte e grafica. E’Arte se si puo’parlare di esperienza condivisa da una collettivita’, laddove invece ci sia una creazione mirante alla progettazione di un bisogno e al suo soddisfacimento, inducendo all’acquisto piu’o meno responsabile e d’impulso, si parla senza dubbio di grafica.

29/06/2020
Dante Ferretti ritorna a casa: nuovo progetto di mostra permanente a Macerata e l’inaugurazione a Falconara di Enolo

Dante Ferretti ritorna a casa: nuovo progetto di mostra permanente a Macerata e l’inaugurazione a Falconara di Enolo

Ritorna nelle Marche, a casa sua, lo scenografo dal tris di Oscar (2005-2008-2015), Dante Ferretti, figlio di una Macerata troppo spesso distratta, poco accogliente e non prodiga di riconoscimenti dovuti né ai vivi, figuriamoci ai morti... Eppure questo figlio vezzeggiato dallo star system hollywoodiano, grande amico di Martin Scorsese, ha rivissuto giovedì pomeriggio, accompagnato da sua moglie, la scenografa Francesca Lo Schiavo, le emozioni che lo animavano quando da ragazzo trepidante, varcava l’entrata del Cinema Corso, con i soldi risparmiati per un’intera settimana, destinati ad acquistare il biglietto – passepartout per un viaggio fantastico a cui desiderava partecipare e non solo da spettatore. Dante Ferretti e il Cinema Corso, location possibile, dove adibire un museo permanente per alcune sue scenografie, visioni fantastiche, che hanno reso indimenticabili innumerevoli pellicole. Il Maestro, in compagnia anche di suo nipote Federico, del candidato sindaco e assessore Narciso Ricotta, di David Miliozzi, Adolfo Guzzini e del geometra Stefano Palmucci, ha proceduto con un sopralluogo degli ambienti bui e polverosi, rimanendo particolarmente colpito dall’atmosfera e chiedendo - come hanno riferito i compagni di perlustrazione - la possibilità di visionare delle piante,una planimetria, ha iniziato immediatamente ad organizzare lo spazio e immaginare gli interventi da poter effettuare, tipo degli scivoli come ha fatto in passato per Fellini nel film “ La città delle donne “, “in modo che chi entra per visionare la mostra possa farlo scivolando“. Dante Ferretti quindi ritornerà nel cuore pulsante della città, in un luogo centrale che è stato veicolo per decenni di arte e bellezza, ove nuovamente - grazie alle sue opere - si introdurrà il bello come valore e ispirazione per le nuove generazioni. Perché la Cultura deve diventare industria culturale, come ha sottolineato l’assessore Ricotta, a cui il premio Oscar ha strappato un sorriso: “Ricotta, non facciamo che questa diventi una bufala! “. Macerata anche attraverso l’assessore Ricotta mira a stringere una feconda collaborazione con il premio Oscar Dante Ferretti, in programma vi sono le riqualificazioni di alcune zone della città, pure attraverso l’illuminazione, che ha contribuito a donare nuove e suggestive visioni ai maceratesi che passeggiano nei pressi dello Sferisterio, di piazza Nazario Sauro, di Porta Picena, a cui si aggiungerà a breve, anche Piazza della Libertà con il progetto a cura dell’Accademia di Belle Arti “Light Design Strategy “. La passeggiata per il Maestro e il seguito è continuata in viale Leopardi, sotto la Chiesa di San Giorgio, passando per la rampa di via Cioci, tracciando un fil rouge ideale, tra i suoi ricordi e aneddoti e la Macerata Futura da consegnare ai suoi cittadini, ove il restyling luminoso sia illuminante per davvero e porti insieme alle suggestioni evocative delle luci danzanti, nuova linfa vitale alla città che appare agli occhi dei suoi figli legittimi e acquisiti troppo spesso introiettata, inesorabilmente accasciata, quiescente al fine. Ieri mattina alla presenza del presidente della Regione Luca Ceriscioli e dell’assessore regionale al Turismo – Cultura Moreno Pieroni, il grande scenografo di fama internazionale, Dante Ferretti, sempre allietato dalla vicinanza della compagna scenografa, Francesca Lo Schiavo, ha inaugurato l’installazione di una sua opera scultorea, al terminal arrivi dell’aeroporto di Falconara. Dopo la mostra “ Raffaello impossibile “ i turisti verranno accolti dalla maestosità e bellezza di Enolo, una scultura progettata insieme ad altre dal Maestro per l’Expo del del 2015 a Milano. Sarà l’opera in vetroresina con la sua altezza di 3,50 metri a dare il benvenuto festoso ai turisti che giungeranno nella nostra Regione. Un’installazione urbana tra le altre del Popolo del Cibo che con la sua rappresentazione di Arcimboldesca fattura, richiama e amplifica la vocazione enogastronomica delle Marche, territorio di inusitata bellezza, ove arte, realtà paesaggistiche e cibo, inebriano il visitatore e lo conducono verso un itinerario affascinante e mai scontato, capace di stupire e fare innamorare chiunque trascorra nelle nostre terre anche solo qualche istante. Attorno all’installazione, poi, esiste anche il giallo a lieto fine riguardante la sua scomparsa. Il Maestro per sua ammissione, ci ha rivelato che aveva perso le tracce dopo l’Expo delle sue creature e che solo grazie alla generosità del mecenate Giancarlo Cossiri che ha acquistato le installazioni, ora appartenenti alla sua collezione privata maceratese, ha potuto ricongiungersi ad esse. Enolo, l’installazione urbana di Dante Ferretti protegge e sorveglia ora allegramente anche l’impegno della Regione che ieri ha inaugurato un bando di 13 milioni e mezzo, volto a potenziare i voli dell’Aeroporto di Falconara e a rafforzare la vocazione di migliore meta turistica della Regione Marche. (Foto Maurizio Rillo) 

27/06/2020

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.